Il valore monetario del volontariato. Un esercizio sul caso napoletano

Save this PDF as:

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il valore monetario del volontariato. Un esercizio sul caso napoletano"

Transcript

1 Statstca & Socetà/Anno 2, N. 1/Lavoro, Economa, Fnanza 11 Il valore monetaro del volontarato. Un eserczo sul caso napoletano Marco Musella Drettore del Dpartmento d Scenze Poltche Unverstà degl Stud Federco II d Napol Mara Santoro Assegnsta d rcerca n economa socale presso l Dpartmento d Scenze poltche Unverstà degl Stud Federco II d Napol 1 Metod la valutazone economca del volontarato. Un eserczo economco sul volontarato a Napol Da un po d tempo a questa parte s dscute del valore economco del volontarato e l artcolo d Gualaccn (2012), pubblcato su questa Rvsta, fa l punto, n modo sntetco e charo, su motv che spegano questa tendenza, sul perché sa utle quantfcare l prodotto del volontarato e sugl orentament propost della recente letteratura n argomento 1. La questone è, a ben vedere, vasta e complessa ed ha mplcazon teorche e operatve che convolgono dverse dscplne; qu c lmteremo ad un eserczo sul mondo del volontarato napoletano, convnt che bsogna tentare d superare dffcoltà e remore teorche e proporre una valorzzazone economca anche d cò che non nasce secondo la logca dell economa d mercato, ma che con l mercato s confronta quotdanamente, se non altro perché ha con mprese, lavorator e consumator rapport d scambo molteplc. No abbamo cercato d applcare ad un caso specfco metod analzzat dall ISTAT e dall ILO, soffermandoc sa sul metodo dretto - che valorzza n termn economc l output del lavoro non retrbuto, attrbuendo a ben e servz prodott dal volontarato l prezzo d mercato d prodott o servz equvalent sa sul metodo ndretto, basato sull nput, coè sul tempo mpegato da volontar nelle attvtà d servzo, valorzzato al salaro corrente per analoghe professonaltà. Il data set su cu abbamo effettuato nostr esercz è l frutto d una relaborazone quanttatva de questonar sommnstrat a un campone statstco d 91 Organzzazon d volontarato (d ora n po ODV), scelte tra le organzzazon scrtte al CSV (Centro d Servz per l volontarato) d Napol, contenent ndcazon rferte: alle aree d ntervento - dstnte tra anzan, mmgrat, mnor e govan e dsabl -; alle tpologe d servz offert; al numero degl utent; alle ore d lavoro prestato da volontar; alle rsorse retrbute; al costo oraro complessvo delle rsorse umane mpegate nella erogazone de servz d volontarato. Il questonaro s rfersce ad un perodo d tempo ben defnto (un mese - marzo 2011). Le aree d ntervento sono state scelte n modo da rspettare la presenza del volontarato campano censto dal CSV. Dal campone delle 91 ODV oggetto d ndagne rsulta che l 54,9% delle organzzazon sono mpegnate nell area govan mnor ; l 23,15 nell area dsabltà ; l 13,25 nell area anzan ; l 8,8% nell area mmgrat. Il quadro d nseme che scatursce da dat elaborat vede, pertanto, pù dffusa la presenza d ODV a sostegno de govan e mnor; s tratta d un dato coerente con l attenzone che polcy maker stanno rvolgendo, almeno sul pano delle ntenzon, alle poltche govanl, soprattutto n Campana, dove govan rappresentano la prncpale categora a rscho d esclusone socale. 1 Cnel-Istat (2011); ILO (2008).

2 12 Statstca & Socetà/Anno 2, N. 1/Lavoro, Economa, Fnanza Rspetto alle tpologe d attvtà erogate, nell area govan e mnor s conferma la prevalenza delle ODV operant nel settore de Servz temporane terrtoral (44 ODV su 50), nelle aree dsabltà e anzan prevalgono le attvtà d Integrazone socale (rspettvamente 7 ODV su 21, e 8 ODV su 12), nell area mmgrat prevalgono le attvtà d Medazone culturale (4 ODV su 8). In lnea con gl obettv della rcerca, sono state selezonate le nformazon rferte: - al numero d utent complessv delle ODV, dstnt per tpologa d attvtà ed area d ntervento; - al numero complessvo d ore d lavoro frontoffce e back-offce svolto da volontar delle ODV; - al costo oraro delle rsorse umane volontare suddvse n addett ammnstratv, drezone e coordnamento, operator sportello, socolog; assstent socal, nsegnant, educator con e senza ttolo, pedagogst, anmator/tutor, operator d strada, medc. Per l costo oraro s è fatto rfermento a contratt collettv nazonal d lavoro. Pù nello specfco, le tabelle n appendce ndcano, per cascuna tpologa d servz offert, gl element che andrebbero utlzzat per applcare metod dell output e dell nput: numero d ore d servzo offerto, l numero d utent servt, l numero d ore offerte da volontar per tpologa d professonaltà, l costo oraro d cascuna d esse rcavato da contratt collettv nazonal d lavoro. Rspetto al prmo metodo, per ottenere l valore monetaro d cascun servzo o bene prodotto dal volontarato (Y), è necessaro avere prma un valore che msur n termn fsc cascun output, po ndvduare un prezzo untaro per l quale moltplcarlo: Y = p X La prma dffcoltà che emerge consste nel trovare una gusta stma de dvers X e coè una msura n termne d untà fsche de prodott delle ODV; la seconda dffcoltà, po, consste nell ndvduare un prezzo per l untà d output. Sulla prma dffcoltà vene n rlevo che msurare l prodotto del volontarato n termn d output rchede l'adozone d alcune fondamental scelte operatve collegate al fatto che, a dfferenza d cò che avvene nel settore agrcolo ed n quello manfatturero, l prodotto del volontarato è quas sempre un servzo d natura mmaterale ed è, qund, necessaro defnrne un suo contorno "reale" perché sa possble avvare un ragonamento sulla sua msura. A ttolo esemplfcatvo abbamo preso n esame l servzo Contrasto alla dspersone scolastca rferto all area govan (tab. 3.1). Quale output dentfchamo? Numero d ore d servzo erogate? Numero d utent sostenut nel percorso scolastco? No, ad esempo, abbamo scelto la prma strada e abbamo po attrbuto un prezzo d mercato approssmatvo alle 1885 ore d lezon, fornte a 160 utent, d crca 20 ero all ora. Abbamo così ottenuto l seguente valore n euro prodotto nel mese d marzo 2011 dal volontarato napoletano che ha rsposto al questonaro. Prezzo Prezzo Govan e mnor Numero utent Ore complessve untaro complessvo Sostegno scolastco a domclo Un ulterore esempo che possamo proporre è l servzo trasporto socale per persone con dsabltà. Il prodotto n questo caso potrebbe essere msurato con l numero d ore d servzo realzzato dalle ODV o con l numero d km percors o, con l numero d persone raggunte dal servzo; no abbamo seguto questa terza va. Il prezzo lo abbamo mutuato dalle tarffe che vengono applcate da conducent d mnbus prvat: esse s aggrano, nell area napoletana ntorno a 60 euro mensl. Qund, n base alla nostra banca dat l valore dell output erogato corrsponderebbe complessvamente a euro. Ancor pù che n precedenza la msura appare sottostmare fortemente l valore prodotto dal volontarato.

3 Statstca & Socetà/Anno 2, N. 1/Lavoro, Economa, Fnanza 13 Dsago pschco Numero utent Ore mensl Prezzo untaro Prezzo complessvo Trasporto socale persone con dsabltà Per la maggor parte de servz offert dalle ODV esamnate, dunque, come testmonano gl esemp rportat, allo stato attuale delle conoscenze, l metodo d valutazone degl output ha una rdotta pratcabltà. Il nostro obettvo d partenza d utlzzare l metodo dretto non può raggungers n modo soddsfacente: gl ndcator d output present nella nostra banca dat non sono adeguat n moltssm cas e l prezzo de servz analogh rsulta troppo mprecso. S deve allora tornare al metodo degl nput, basato sulla valorzzazone del lavoro volontaro, e qund, sull anals de cost, ben sapendo che s tratta d una tecnca che ha due lmt rlevant: confonde, per dr così, l valore degl output con l valore degl nput necessar a produrl e tene conto solo dell nput lavoro. Propro queste ultme consderazon c spngono ad affermare che energe e mpegno debbano d qu n avant essere dedcate a rendere pù agevole la strada dell applcazone d metodo dretto attraverso: 1) una analtca rflessone sugl output prodott dal volontarato; 2) una dsanma delle esternaltà (rspetto al calcolo del loro valore monetaro s potrebbero sfruttare rsultat della letteratura sul tema); 3) una attenta ndvduazone de sosttut prodott dal mercato. L applcazone del metodo del salaro rchede, nvece, come prmo passo, la determnazone dell ammontare delle ore d volontarato prestate, per ogn fgura professonale convolta, moltplcate per la retrbuzone lorda d un addetto che svolge una funzone smle nel campo de servz socal. Pertanto, sulla base de dat a nostra dsposzone, abbamo cercato d valorzzare l apporto del lavoro volontaro a partre dalla seguent equazon: CV = H w (1) Y Y = = k = 1 w H n Y = 1 (2) (3) L equazone (1) c dce l valore monetaro delle prestazon lavoratve de volontar della professonaltà ; la (2) c dce l valore dell output della sngola ODV ottenuto sommando l valore monetaro delle prestazon lavoratve necessare a realzzarlo; la (3) c da una msura complessva del valore prodotto dal volontarato. A partre da dat rlevat, s è gunt alla msurazone del valore complessvo del salaro che volontar avrebbero percepto nel mese d marzo 2011 (ved tabella n. 5 n Appendce) n veste d lavorator remunerat, par a ,00 euro. E bene precsare che tale msura rappresenta comunque una stma puttosto approssmatva. S basa, nfatt, su due assunt: servz d volontarato rconducbl al medesmo settore d attvtà s suppongano essere economcamente equvalent; l lavoro svolto da volontar è equparato, sa sotto l proflo della qualtà sa della produttvtà, a quello prestato da lavorator dpendent retrbut nel medesmo settore. I lmt d questo metodo sono nnanztutto rnvenbl nell dentfcazone, d cu s è detto all nzo, tra nput e output, o meglo tra l nput lavoro e l output (trascurando qund l valore apportato dagl altr fattor). Non va, noltre, sottovalutato un ulterore lmte: data la bassa remunerazone che caratterzza l settore de servz socal, l metodo ndretto è esposto al forte rscho d sottostmare l valore della produzone del volontarato. 2 Concluson L eserczo che abbamo condotto n precedenza pù che portarc a rsultat del tutto convncent c da, nel concreto, ndcazon mportant sulla strada da percorrere n futuro. Da quanto detto sn qu rsulta che la valorzzazone economca del volontarato, sa n termn d nput sa n termn d output, è nevtablmente sottostmata. A parte le queston d cu s è detto gà n precedenza, nulla è stato calcolato sul fronte della valorzzazone de ben relazonal. Eppure, cò che la letteratura degl ultm qundc ann su ben relazonal ha charto è che luogh della socaltà, a dfferenza

4 14 Statstca & Socetà/Anno 2, N. 1/Lavoro, Economa, Fnanza delle sttuzon pubblche che nascono da legg e decret (dal comando del Prncpe d machavellca memora), sono realtà che producono ben superor rspetto a succedane che offre l mercato o lo Stato, anche se non v è un prezzo o una logca contrattuale che presede alla loro produzone e dstrbuzone. Inoltre, per consentre una msurazone meno approssmatva del valore economco del volontarato, occorrerebbe aggungere l valore delle esternaltà postve prodotte dalle attvtà delle ODV, sfruttando quanto c nsegna l anals cost benefc. Samo consapevol, qund, d essere ancora lontan dalla meta e, coè, dall obettvo d attrbure un gusto valore economco al volontarato. Cò nonostante, c sembra d aver computo un prmo passo per eserctarc a msurare n concreto, con rfermento ad un mese d attvtà compute dal volontarato (rectus: da una parte d esso) nella realtà napoletana, quanto valgano n termn monetar servz prodott attraverso l azone gratuta de volontar. 3 Appendce tab1.1 area anzan Topologa attvtà Costo oraro Salaro a1 a2 a3 a4 a6 a7 a9 Metodo ndretto N. vol. N. ore N. vol. N. ore N. vol. N. ore N. vol. N. ore N. vol. N. ore N. vol. N. ore N. vol. N. ore Addett ammnstratv Operator d sortello Avvocat Medc Pscolog Socolog 60 Assstent socal Insegnant 40 Educator con ttolo Educator senza ttolo 30 Pedagogst Anmator/tutor Operator d strada 18 Operator per assst. Alle pers Autst TOTALE SALAR Ore Numero utent Metodo dretto prezzo 1 euro ora 60 euro mensl tab.2.1 area mmgrat Costo oraro Salaro b3 b5 b6 b7 b9 metodo ndretto N. vol. N. ore N. vol. N. ore N. vol. N. ore N. vol. N. ore N. vol. N. ore Addett ammnstratv Operator d sortello Insegnant Anmator/tutor Medator cultural TOTAL SALARIO TOTALE ORE Numero utent metodo dretto PREZZO 20 euo ora

5 Statstca & Socetà/Anno 2, N. 1/Lavoro, Economa, Fnanza 15 tab3.1 area govan Topologa attvtà Costo oraro Salaro c1 c2 c3 c5 c6 c7 c8 c9 Metodo ndretto N. vol. N. ore N. vol. N. ore N. vol. N. ore N. vol. N. ore N. vol. N. ore N. vol. N. ore N. vol. N. ore N. vol. N. ore Drezone e coordnamento Addett ammnstratv Operator d sortello Avvocat Medc Pscolog Socolog Assstent socal Insegnant Educator con ttolo Educator senza ttolo Pedagogst Anmator/tutor Operator d strada Operator per assst. Alle pers Medator cultural TOT SALARIO TOT ORE Numero utent Metodo dretto 30euro Prezzo 1 euro ora 20 euro oro 20 euro ora 900 euro retta 40 tab.4.1 area dsabl d1 d2 d3 d5 d6 Topologa attvtà d7 d8 d9 d10 d11 Costo orarosalaro Metodo ndretto N. vol. N. ore N. vol. N. ore N. vol. N. ore N. vol. N. ore N. vol. N. ore N. vol. N. ore N. vol. N. ore N. vol. N. ore N. vol. N. ore N. vol. N. ore Drezone e coordnamento Addett ammnstratv , ,5 Operator d sortello Avvocat Medc Pscolog Insegnant Educator con ttolo Educator senza ttolo Anmator/tutor , Operator d strada Operator per assst. Alle pers Autst TOTALE SALARIO 40270,5 TOT.ORE Numero Utent Metodo dretto Prezzo 1 euo ora 5 euro all'ora 60 euro mensl 20 euo ora tab. 5 totale metodo ndretto 4 Rferment Anzan bblografc e stografc Govan Dsabl 40270,5 Immg TOTALE ,5 Cnel-Istat (2011), La valorzzazone economca del lavoro volontaro nel settore non proft, Roma. ILO (2008), Manual on the Measurement of Volunteer Work, 18 th Gualaccn G.P. (2012), Il fenomeno del volontarato nel mondo: alcune facce del suo valore, n questa rvsta.

Dove RF è la rendita catastale del fabbricato e f (RF ) la funzione che associa l indice economico del fabbricato alla rendita catastale.

Dove RF è la rendita catastale del fabbricato e f (RF ) la funzione che associa l indice economico del fabbricato alla rendita catastale. 4.4.2. Indc economc L ndce d natura economca, n base a quanto prevsto dalla lettera b), del comma 2 dell artcolo 36 della legge regonale deve essere rferto a reddt catastal rvalutat. S ha pertanto che:

Dettagli

Soluzione esercizio Mountbatten

Soluzione esercizio Mountbatten Soluzone eserczo Mountbatten I dat fornt nel testo fanno desumere che la Mountbatten utlzz un sstema d Actvty Based Costng. 1. Calcolo del costo peno ndustrale de tre prodott Per calcolare l costo peno

Dettagli

LEZIONE 2 e 3. La teoria della selezione di portafoglio di Markowitz

LEZIONE 2 e 3. La teoria della selezione di portafoglio di Markowitz LEZIONE e 3 La teora della selezone d portafoglo d Markowtz Unverstà degl Stud d Bergamo Premessa Unverstà degl Stud d Bergamo Premessa () È puttosto frequente osservare come gl nvesttor tendano a non

Dettagli

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare MANUALE OPERATIVO PER IL SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DEL PERSONALE

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare MANUALE OPERATIVO PER IL SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DEL PERSONALE Mnstero dell Ambente e della Tutela del Terrtoro e del Mare MANUALE OPERATIVO PER IL SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DEL PERSONALE INDICE 1. INTRODUZIONE 1.1. I RIFERIMENTI NORMATIVI 1.2. GLI OBIETTIVI

Dettagli

Economia del Lavoro. Argomenti del corso

Economia del Lavoro. Argomenti del corso Economa del Lavoro Argoment del corso Studo del funzonamento del mercato del lavoro. In partcolare, l anals economca nerente l comportamento d: a) lavorator, b) mprese, c) sttuzon nel processo d determnazone

Dettagli

* * * Nota inerente il calcolo della concentrazione rappresentativa della sorgente. Aprile 2006 RL/SUO-TEC 166/2006 1

* * * Nota inerente il calcolo della concentrazione rappresentativa della sorgente. Aprile 2006 RL/SUO-TEC 166/2006 1 APAT Agenza per la Protezone dell Ambente e per Servz Tecnc Dpartmento Dfesa del Suolo / Servzo Geologco D Itala Servzo Tecnologe del sto e St Contamnat * * * Nota nerente l calcolo della concentrazone

Dettagli

POR FESR Sardegna 2007-2013 Asse VI Competitività BANDO PUBBLICO. Voucher Startup Incentivi per la competitività delle Startup innovative

POR FESR Sardegna 2007-2013 Asse VI Competitività BANDO PUBBLICO. Voucher Startup Incentivi per la competitività delle Startup innovative POR FESR Sardegna 2007-2013 Asse VI Compettvtà BANDO PUBBLICO Voucher Startup Incentv per la compettvtà delle Startup nnovatve ALLEGATO 3 PIANO DI UTILIZZO DEL VOUCHER STARTUP INNOVATIVE 2014 3. Pano d

Dettagli

Esercitazioni del corso di Relazioni tra variabili. Giancarlo Manzi Facoltà di Sociologia Università degli Studi di Milano-Bicocca

Esercitazioni del corso di Relazioni tra variabili. Giancarlo Manzi Facoltà di Sociologia Università degli Studi di Milano-Bicocca Eserctazon del corso d Relazon tra varabl Gancarlo Manz Facoltà d Socologa Unverstà degl Stud d Mlano-Bcocca e-mal: gancarlo.manz@statstca.unmb.t Terza eserctazone Mlano, 8 febbrao 7 SOMMARIO TERZA ESERCITAZIONE

Dettagli

Metodi e Modelli per l Ottimizzazione Combinatoria Progetto: Metodo di soluzione basato su generazione di colonne

Metodi e Modelli per l Ottimizzazione Combinatoria Progetto: Metodo di soluzione basato su generazione di colonne Metod e Modell per l Ottmzzazone Combnatora Progetto: Metodo d soluzone basato su generazone d colonne Lug De Govann Vene presentato un modello alternatvo per l problema della turnazone delle farmace che

Dettagli

Variabili statistiche - Sommario

Variabili statistiche - Sommario Varabl statstche - Sommaro Defnzon prelmnar Statstca descrttva Msure della tendenza centrale e della dspersone d un campone Introduzone La varable statstca rappresenta rsultat d un anals effettuata su

Dettagli

Ricerca Operativa e Logistica Dott. F.Carrabs e Dott.ssa M.Gentili. Modelli per la Logistica: Single Flow One Level Model Multi Flow Two Level Model

Ricerca Operativa e Logistica Dott. F.Carrabs e Dott.ssa M.Gentili. Modelli per la Logistica: Single Flow One Level Model Multi Flow Two Level Model Rcerca Operatva e Logstca Dott. F.Carrabs e Dott.ssa M.Gentl Modell per la Logstca: Sngle Flow One Level Model Mult Flow Two Level Model Modell d localzzazone nel dscreto Modell a Prodotto Sngolo e a Un

Dettagli

MACROECONOMIA A.A. 2014/2015

MACROECONOMIA A.A. 2014/2015 MACROECONOMIA A.A. 2014/2015 ESERCITAZIONE 2 MERCATO MONETARIO E MODELLO /LM ESERCIZIO 1 A) Un economa sta attraversando un perodo d profonda crs economca. Le banche decdono d aumentare la quota d depost

Dettagli

La contabilità analitica nelle aziende agrarie

La contabilità analitica nelle aziende agrarie 2 La contabltà analtca nelle azende agrare Estmo rurale ed element d contabltà (analtca) S. Menghn Corso d Laurea n Scenze e tecnologe agrare Percorso Economa ed Estmo Contabltà generale e cont. ndustrale

Dettagli

Relazione funzionale e statistica tra due variabili Modello di regressione lineare semplice Stima puntuale dei coefficienti di regressione

Relazione funzionale e statistica tra due variabili Modello di regressione lineare semplice Stima puntuale dei coefficienti di regressione 1 La Regressone Lneare (Semplce) Relazone funzonale e statstca tra due varabl Modello d regressone lneare semplce Stma puntuale de coeffcent d regressone Decomposzone della varanza Coeffcente d determnazone

Dettagli

Ministero della Salute D.G. della programmazione sanitaria --- GLI ACC - L ANALISI DELLA VARIABILITÀ METODOLOGIA

Ministero della Salute D.G. della programmazione sanitaria --- GLI ACC - L ANALISI DELLA VARIABILITÀ METODOLOGIA Mnstero della Salute D.G. della programmazone santara --- GLI ACC - L ANALISI DELLA VARIABILITÀ METODOLOGIA La valutazone del coeffcente d varabltà dell mpatto economco consente d ndvduare gl ACC e DRG

Dettagli

Tutti gli strumenti vanno tarati

Tutti gli strumenti vanno tarati L'INCERTEZZA DI MISURA Anta Calcatell I.N.RI.M S eseguono e producono msure per prendere delle decson sulla base del rsultato ottenuto, come per esempo se bloccare l traffco n funzone d msure d lvello

Dettagli

CIRCOLARE N. 9. CIRCOLARI DELL ENTE MODIFICATE/SOSTITUITE: nessuna. Firmato: ing. Carlo Cannafoglia

CIRCOLARE N. 9. CIRCOLARI DELL ENTE MODIFICATE/SOSTITUITE: nessuna. Firmato: ing. Carlo Cannafoglia PROT. N 53897 ENTE EMITTENTE: OGGETTO: DESTINATARI: DATA DECORRENZA: CIRCOLARE N. 9 DC Cartografa, Catasto e Pubblctà Immoblare, d ntesa con l Uffco del Consglere Scentfco e la DC Osservatoro del Mercato

Dettagli

Hansard OnLine. Unit Fund Centre Guida

Hansard OnLine. Unit Fund Centre Guida Hansard OnLne Unt Fund Centre Guda Sommaro Pagna Introduzone al Unt Fund Centre (UFC) 3 Uso de fltr per la selezone de fond 4-5 Lavorare con rsultat del fltro 6 Lavorare con rsultat del fltro - Prezz 7

Dettagli

McGraw-Hill. Tutti i diritti riservati. Caso 11

McGraw-Hill. Tutti i diritti riservati. Caso 11 Caso Copyrght 2005 The Companes srl Stma d un area fabbrcable n zona ndustrale nella cttà d Ferrara. La stma è effettuata con crter della comparazone e quello del valore d trasformazone. Indce Confermento

Dettagli

Introduzione al Machine Learning

Introduzione al Machine Learning Introduzone al Machne Learnng Note dal corso d Machne Learnng Corso d Laurea Magstrale n Informatca aa 2010-2011 Prof Gorgo Gambos Unverstà degl Stud d Roma Tor Vergata 2 Queste note dervano da una selezone

Dettagli

Valore attuale di una rendita. Valore attuale in Excel: funzione VA

Valore attuale di una rendita. Valore attuale in Excel: funzione VA Valore attuale d una rendta Nella scorsa lezone c samo concentrat sul problema del calcolo del alore attuale d una rendta S che è dato n generale da V ( S) { R ; t, 0,,,..., n,... } n 0 R ( t ), doe (t

Dettagli

Università degli Studi di Urbino Facoltà di Economia

Università degli Studi di Urbino Facoltà di Economia Unverstà degl Stud d Urbno Facoltà d Economa Lezon d Statstca Descrttva svolte durante la prma parte del corso d corso d Statstca / Statstca I A.A. 004/05 a cura d: F. Bartolucc Lez. 8/0/04 Statstca descrttva

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE CARLO GEMMELLARO CATANIA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ECONOMIA AZIENDALE A.S.: 2015/2016 Prof Pnzzotto Dana classe 5 b afm Obtv educatv OBTV ddattc trasversal Acqusre

Dettagli

1. Una panoramica sui metodi valutativi

1. Una panoramica sui metodi valutativi . Una panoramca su metod valutatv La dottrna azendalstca rconosce l esstenza d var metod att a determnare l valore del captale economco d un mpresa. In partcolare, è possble ndvduare tre macro-tpologe

Dettagli

I SINDACATI E LA CONTRATTAZIONE COLLETTIVA. Il ruolo economico del sindacato in concorrenza imperfetta, in cui:

I SINDACATI E LA CONTRATTAZIONE COLLETTIVA. Il ruolo economico del sindacato in concorrenza imperfetta, in cui: I IDACATI E LA COTRATTAZIOE COLLETTIVA Il ruolo economco del sndacato n concorrenza mperfetta, n cu: a) le mprese fssano prezz de ben n contest d concorrenza monopolstca (con extra-proftt); b) lavorator

Dettagli

Capitolo 7. La «sintesi neoclassica» e il modello IS-LM. 2. La curva IS

Capitolo 7. La «sintesi neoclassica» e il modello IS-LM. 2. La curva IS Captolo 7 1. Il modello IS-LM La «sntes neoclassca» e l modello IS-LM Defnzone: ndvdua tutte le combnazon d reddto e saggo d nteresse per le qual l mercato de ben (curva IS) e l mercato della moneta (curva

Dettagli

10-7-2009. GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 158. ALLEGATO 1 (Allegato A, paragrafo 2)

10-7-2009. GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 158. ALLEGATO 1 (Allegato A, paragrafo 2) ALLEGATO 1 (Allegato A, paragrafo 2) Indcazon per l calcolo della prestazone energetca d edfc non dotat d mpanto d clmatzzazone nvernale e/o d produzone d acqua calda santara 1. In assenza d mpant termc,

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS Delberazone 20 ottobre 2004 Approvazone delle condzon general d accesso e d erogazone del servzo d rgassfcazone d gnl predsposte dalla socetà Gnl Itala Spa (delberazone n. 184/04) L AUTORITÀ PER L ENERGIA

Dettagli

Scenari di frenata per il comparto elettrico: il nodo della valorizzazione del prodotto

Scenari di frenata per il comparto elettrico: il nodo della valorizzazione del prodotto CRESME Scenar d frenata per l comparto elettrco: l nodo della valorzzazone del prodotto Il mercato elettrco rappresenta uno de pù nteressant compart economc del nostro paese, caratterzzato da profonde

Dettagli

SISTEMI PREVISIVI PER IL FLUSSO DI CLIENTELA IN POSTE ITALIANE

SISTEMI PREVISIVI PER IL FLUSSO DI CLIENTELA IN POSTE ITALIANE Statstca Applcata Vol. 17, n. 3, 2005 377 SISTEMI PREVISIVI PER IL FLUSSO DI CLIENTELA IN POSTE ITALIANE Gan Pero Cervellera Poste Italane, Dvsone Rete Terrtorale, Drezone Operazon, Svluppo Process Ducco

Dettagli

PROCEDURA INFORMATIZZATA PER LA COMPENSAZIONE DELLE RETI DI LIVELLAZIONE. (Metodo delle Osservazioni Indirette) - 1 -

PROCEDURA INFORMATIZZATA PER LA COMPENSAZIONE DELLE RETI DI LIVELLAZIONE. (Metodo delle Osservazioni Indirette) - 1 - PROCEDURA INFORMATIZZATA PER LA COMPENSAZIONE DELLE RETI DI LIVELLAZIONE (Metodo delle Osservazon Indrette) - - SPECIFICHE DI CALCOLO Procedura software per la compensazone d una rete d lvellazone collegata

Dettagli

Corso di Laurea in Lingue e Culture Moderne

Corso di Laurea in Lingue e Culture Moderne Dpartmento d Stud Umanstc Corso d Laurea n Lngue e Culture Moderne (L-11 classe n Lngue e Culture Moderne) Manfesto degl Stud A.A. 2014/2015 ART. 1 Obettv formatv specfc e descrzone del corso formatvo

Dettagli

Il patrimonio informativo aziendale come supporto alle attività di marketing

Il patrimonio informativo aziendale come supporto alle attività di marketing Unverstà degl Stud d RomaTre - Facoltà d Economa Corso d Rcerche d Marketng Il patrmono nformatvo azendale come supporto alle attvtà d marketng ng. Stefano Cazzella stefano.cazzella@datamat.t Agenda La

Dettagli

La regressione. La Regressione. La Regressione. min. min. Var X. X Variabile indipendente (data) Y Variabile dipendente

La regressione. La Regressione. La Regressione. min. min. Var X. X Variabile indipendente (data) Y Variabile dipendente Unverstà d Macerata Facoltà d Scenze Poltche - Anno accademco - La Regressone Varable ndpendente (data) Varable dpendente Dpendenza funzonale (o determnstca): f ; Da un punto d vsta analtco, valor della

Dettagli

Indicatori di rendimento per i titoli obbligazionari

Indicatori di rendimento per i titoli obbligazionari Indcator d rendmento per ttol obblgazonar LA VALUTAZIONE DEGLI INVESTIMENTI A TASSO FISSO Per valutare la convenenza d uno strumento fnanzaro è necessaro precsare: /4 Le specfche esgenze d un nvesttore

Dettagli

LA COMPATIBILITA tra due misure:

LA COMPATIBILITA tra due misure: LA COMPATIBILITA tra due msure: 0.4 Due msure, supposte affette da error casual, s dcono tra loro compatbl quando la loro dfferenza può essere rcondotta ad una pura fluttuazone statstca attorno al valore

Dettagli

Il progetto è articolato nelle seguenti fasi operative: Pianificazione operativa e organizzazione partenariato

Il progetto è articolato nelle seguenti fasi operative: Pianificazione operativa e organizzazione partenariato .NUMERO AZIONE 2. TITOLO AZIONE Progetto "PETTHERAPY'. DESCRIZIONE DELLE ATTIVITÀ II progetto ntende contrbure al mgloramento della qualtà della vta de pazent convolt e delle loro famgle attraverso attvtà,

Dettagli

PRIVATIZZAZIONE DEL WELFARE E RUOLO DELLE ASSOCIAZIONI DI RAPPRESENTANZA

PRIVATIZZAZIONE DEL WELFARE E RUOLO DELLE ASSOCIAZIONI DI RAPPRESENTANZA PRIVATIZZAZIONE DEL WELFARE E RUOLO DELLE ASSOCIAZIONI DI RAPPRESENTANZA La rforma del sstema pensonstco talano: le queston aperte e le prospettve d svluppo della componente a captalzzazone Carlo Mazzaferro

Dettagli

TITOLO: L INCERTEZZA DI TARATURA DELLE MACCHINE PROVA MATERIALI (MPM)

TITOLO: L INCERTEZZA DI TARATURA DELLE MACCHINE PROVA MATERIALI (MPM) Identfcazone: SIT/Tec-012/05 Revsone: 0 Data 2005-06-06 Pagna 1 d 7 Annotazon: Il presente documento fornsce comment e lnee guda sull applcazone della ISO 7500-1 COPIA CONTROLLATA N CONSEGNATA A: COPIA

Dettagli

DECRETA. ART. 3 Il compenso per l attività di collaborazione è fissato in 1.095,00 esente dall imposta sul reddito delle persone fisiche.

DECRETA. ART. 3 Il compenso per l attività di collaborazione è fissato in 1.095,00 esente dall imposta sul reddito delle persone fisiche. BANDO PER n. 64 BORSE DI COLLABORAZIONE PER IL SUPPORTO PRESSO IL C.I.A.O. DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA NEL PERIODO DA SETTEMBRE 2010 A FINE GENNAIO 2011 000280 IL RETTORE VISTO VISTO

Dettagli

Lezione 10. L equilibrio del mercato finanziario: la struttura dei tassi d interesse

Lezione 10. L equilibrio del mercato finanziario: la struttura dei tassi d interesse Lezone 1. L equlbro del mercato fnanzaro: la struttura de tass d nteresse Ttol con scadenza dversa hanno prezz (e tass d nteresse) dfferent. Due ttol d durata dversa emess dallo stesso soggetto (stesso

Dettagli

Norma UNI CEI ENV 13005: Guida all'espressione dell'incertezza di misura

Norma UNI CEI ENV 13005: Guida all'espressione dell'incertezza di misura orma UI CEI EV 3005: Guda all'espressone dell'ncertezza d msura L obettvo d una msurazone è quello d determnare l valore del msurando, n altre parole della grandezza da msurare. In generale, però, l rsultato

Dettagli

L innovazione nella gestione della Qualità nelle PMI

L innovazione nella gestione della Qualità nelle PMI Centro essle Cotonero e bbglamento p L nnovazone nella gestone della Qualtà nelle PM La certfcazone come strumento d busness per le PM e le mcromprese 8 Novembre 2002 - ng. oberto Vannucc lcune notze recent

Dettagli

Analisi di mercurio in matrici solide mediante spettrometria di assorbimento atomico a vapori freddi

Analisi di mercurio in matrici solide mediante spettrometria di assorbimento atomico a vapori freddi ESEMPIO N. Anals d mercuro n matrc solde medante spettrometra d assorbmento atomco a vapor fredd 0 Introduzone La determnazone del mercuro n matrc solde è effettuata medante trattamento termco del campone

Dettagli

RELAZIONE TECNICA. Introduzione. 1 Finalità e requisiti delle attività di dispacciamento nel mercato elettrico liberalizzato

RELAZIONE TECNICA. Introduzione. 1 Finalità e requisiti delle attività di dispacciamento nel mercato elettrico liberalizzato Allegato n. 1 a Prot AU/01/130 RELAZIONE TECNICA PRESUPPOSTI PER L ADOZIONE DI SCHEMA DI CONDIZIONI PER L EROGAZIONE DEL PUBBLICO SERVIZIO DI DISPACCIAMENTO DELL ENERGIA ELETTRICA SUL TERRITORIO NAZIONALE

Dettagli

Calcolo delle Probabilità

Calcolo delle Probabilità alcolo delle Probabltà Quanto è possble un esto? La verosmglanza d un esto è quantfcata da un numero compreso tra 0 e. n partcolare, 0 ndca che l esto non s verfca e ndca che l esto s verfca senza dubbo.

Dettagli

InfoCenter Product A PLM Application

InfoCenter Product A PLM Application genes d un fra o Gestone de crcolazone dell'nformazone sa crcoscrtta entro Pdetermnat ambt settoral. L'ntegrazone de sstem e de odpartment azendal rchede nuove modaltà operatve, nuove t competenze e nuov

Dettagli

3. SOCIALE. 3.4 Politiche sociali per la famiglia e la persona

3. SOCIALE. 3.4 Politiche sociali per la famiglia e la persona 3. SOCIALE 3.4 Poltche socal per la famgla e la persona INDICE Inquadramento strategco..................... pag. 81 Rsorse mpegate........................ pag. 82-83 Prncpal opere pubblche e ntervent

Dettagli

PARENTELA e CONSANGUINEITÀ di Dario Ravarro

PARENTELA e CONSANGUINEITÀ di Dario Ravarro Introduzone PARENTELA e CONSANGUINEITÀ d Daro Ravarro 1 gennao 2010 Lo studo della genealoga d un ndvduo è necessaro al fne d valutare la consangunetà dell ndvduo stesso e la sua parentela con altr ndvdu

Dettagli

Simulazione seconda prova Tema assegnato all esame di stato per l'abilitazione alla professione di geometra, 2006

Simulazione seconda prova Tema assegnato all esame di stato per l'abilitazione alla professione di geometra, 2006 Smulazone seconda prova Tema assegnato all esame d stato per l'abltazone alla professone d geometra, 006 roposte per lo svolgmento pubblcate sul ollettno SIFET (Socetà Italana d Fotogrammetra e Topografa)

Dettagli

Newsletter "Lean Production" Autore: Dott. Silvio Marzo

Newsletter Lean Production Autore: Dott. Silvio Marzo Il concetto d "Produzone Snella" (Lean Producton) s sta rapdamente mponendo come uno degl strument pù modern ed effcac per garantre alle azende la flessbltà e la compettvtà che l moderno mercato rchede.

Dettagli

VA TIR - TA - TAEG Introduzione

VA TIR - TA - TAEG Introduzione VA TIR - TA - TAEG Introduzone La presente trattazone s pone come obettvo d analzzare due prncpal crter d scelta degl nvestment e fnanzament per valutare la convenenza tra due o pù operazon fnanzare. S

Dettagli

Corso di Economia Applicata

Corso di Economia Applicata Corso d Economa Applcata a.a. 2007-08 II modulo 16 Lezone Programma 16 lezone Democraza rappresentatva e nformazone Rcaptolando L agenza e l mercato (Arrow, 1986) Lezone 16 2 Introduzone Governo e Parlamento

Dettagli

Economie di scala, concorrenza imperfetta e commercio internazionale

Economie di scala, concorrenza imperfetta e commercio internazionale Sanna-Randacco Lezone n. 14 Econome d scala, concorrenza mperfetta e commerco nternazonale Non v è vantaggo comparato (e qund non v è commerco nter-ndustrale). S vuole dmostrare che la struttura d mercato

Dettagli

2 Modello IS-LM. 2.1 Gli e etti della politica monetaria

2 Modello IS-LM. 2.1 Gli e etti della politica monetaria 2 Modello IS-LM 2. Gl e ett della poltca monetara S consderun modello IS-LM senzastatocon seguent datc = 0:8, I = 00( ), L d = 0:5 500, M s = 00 e P =. ) S calcolno valor d equlbro del reddto e del tasso

Dettagli

Corso di Statistica (canale P-Z) A.A. 2009/10 Prof.ssa P. Vicard

Corso di Statistica (canale P-Z) A.A. 2009/10 Prof.ssa P. Vicard Corso d Statstca (canale P-Z) A.A. 2009/0 Prof.ssa P. Vcard VALORI MEDI Introduzone Con le dstrbuzon e le rappresentazon grafche abbamo effettuato le prme sntes de dat. E propro osservando degl stogramm

Dettagli

La taratura degli strumenti di misura

La taratura degli strumenti di misura La taratura degl strument d msura L mportanza dell operazone d taratura nasce dall esgenza d rendere l rsultato d una msura rferble a campon nazonal od nternazonal del msurando n questone affnché pù msure

Dettagli

Trigger di Schmitt. e +V t

Trigger di Schmitt. e +V t CORSO DI LABORATORIO DI OTTICA ED ELETTRONICA Scopo dell esperenza è valutare l ampezza dell steres d un trgger d Schmtt al varare della frequenza e dell ampezza del segnale d ngresso e confrontarla con

Dettagli

Dipartimento di Statistica Università di Bologna. Matematica Finanziaria aa 2011-2012 lezione 22: 30 maggio 2013

Dipartimento di Statistica Università di Bologna. Matematica Finanziaria aa 2011-2012 lezione 22: 30 maggio 2013 Dpartmento d Statstca Unverstà d Bologna Matematca Fnanzara aa 2011-2012 lezone 22: 30 maggo 2013 professor Danele Rtell www.unbo.t/docent/danele.rtell 1/27? Eserczo Dmostrare che l equazone della frontera

Dettagli

Dipartimento di Statistica Università di Bologna. Matematica Finanziaria aa 2012-2013 Esercitazione: 4 aprile 2013

Dipartimento di Statistica Università di Bologna. Matematica Finanziaria aa 2012-2013 Esercitazione: 4 aprile 2013 Dpartmento d Statstca Unverstà d Bologna Matematca Fnanzara aa 2012-2013 Eserctazone: 4 aprle 2013 professor Danele Rtell www.unbo.t/docent/danele.rtell 1/41? Aula "Ranzan B" 255 post 1 2 3 4 5 6 7 8 9

Dettagli

REGIONEY ROMA 6 LAZIO ~ ------------~---

REGIONEY ROMA 6 LAZIO ~ ------------~--- +ASL REGONEY ROMA 6 LAZO ~ U.O.c. Formazone-Comuncazone Unta' Operatva Formazone Te!. 0693273839-390 l Fax 0693273919 f Q ~ () () _ 1_ 00 t L Protocollo no )J,J. ~..v del rj...1...a ~ 4 P ------------~---

Dettagli

Esercitazioni del corso: STATISTICA

Esercitazioni del corso: STATISTICA A. A. 0-0 Eserctazon del corso: STATISTICA Sommaro Eserctazone : Moda Medana Meda Artmetca Varabltà: Varanza, Devazone Standard, Coefcente d Varazone ESERCIZIO : UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO BICOCCA

Dettagli

FORMAZIONE ALPHAITALIA

FORMAZIONE ALPHAITALIA ALPHAITALIA PAG. 1 DI 13 FORMAZIONE ALPHAITALIA IL SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITA Quadro ntroduttvo ALPHAITALIA PAG. 2 DI 13 1. DEFINIZIONI QUALITA Grado n cu un nseme d caratterstche ntrnseche soddsfa

Dettagli

Calibrazione. Lo strumento idealizzato

Calibrazione. Lo strumento idealizzato Calbrazone Come possamo fdarc d uno strumento? Abbamo bsogno d dentfcare l suo funzonamento n condzon controllate. L dentfcazone deve essere razonalmente organzzata e condvsa n termn procedural: s tratta

Dettagli

STATISTICA DESCRITTIVA - SCHEDA N. 5 REGRESSIONE LINEARE

STATISTICA DESCRITTIVA - SCHEDA N. 5 REGRESSIONE LINEARE Matematca e statstca: da dat a modell alle scelte www.dma.unge/pls_statstca Responsabl scentfc M.P. Rogantn e E. Sasso (Dpartmento d Matematca Unverstà d Genova) STATISTICA DESCRITTIVA - SCHEDA N. REGRESSIONE

Dettagli

CAPITOLO 3 Incertezza di misura Pagina 26

CAPITOLO 3 Incertezza di misura Pagina 26 CAPITOLO 3 Incertezza d msura Pagna 6 CAPITOLO 3 INCERTEZZA DI MISURA Le operazon d msurazone sono tutte nevtablmente affette da ncertezza e coè da un grado d ndetermnazone con l quale l processo d msurazone

Dettagli

Relazioni tra variabili: Correlazione e regressione lineare

Relazioni tra variabili: Correlazione e regressione lineare Dott. Raffaele Casa - Dpartmento d Produzone Vegetale Modulo d Metodologa Spermentale Febbrao 003 Relazon tra varabl: Correlazone e regressone lneare Anals d relazon tra varabl 6 Produzone d granella (kg

Dettagli

MATERIALE PER IL CORSO DI INDAGINI E STATISTICHE PER IL TURISMO NON DIFFONDERE DA PERCORSI DI RICERCA SOCIALE (a cura di L.

MATERIALE PER IL CORSO DI INDAGINI E STATISTICHE PER IL TURISMO NON DIFFONDERE DA PERCORSI DI RICERCA SOCIALE (a cura di L. MATERIALE PER IL CORSO DI INDAGINI E STATISTICHE PER IL TURISMO NON DIFFONDERE DA PERCORSI DI RICERCA SOCIALE (a cura d L.Bernard) 3.3. Dsegn d camponamento d Lorenzo Bernard 3.3.1. Una defnzone per ntrodurre

Dettagli

U.d. 1 Struttura e finalità della Pubblica Amministrazione

U.d. 1 Struttura e finalità della Pubblica Amministrazione VIA CHIANTIGIANA, 26/A VIA NICOLODI, 2. fs004008@struzone.t - fs004008@pec.struzone.t - www.elsamorante.gov.t codce fscale 94017140487 Classe QUARTA Anno scolastco 2014-2015 CORSO O.S.S. PROGRAMMAZIONE

Dettagli

Corso di Laurea in Scienze Giuridiche

Corso di Laurea in Scienze Giuridiche hoògoò UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Facoltà d Gursprudenza Como Corso d Laurea n Scenze Gurdche Sede del corso: Como MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2005/2006 Presentazone del Corso. Presso

Dettagli

La POLITICA di BILANCIO espansiva della DOMANDA Il Deficit spending Il DEBITO PUBBLICO

La POLITICA di BILANCIO espansiva della DOMANDA Il Deficit spending Il DEBITO PUBBLICO 1 Ettore Peyron P.A.S. 2014 Ddattca della MACROECONOMIA Lezone N 4 A Testo tratto dalle Dspense del Corso d Economa pubblca Unverstà degl stud d Torno Anno accademco 2010/2011 Facoltà d Economa Lezone

Dettagli

Codice di Stoccaggio Capitolo 7 Bilanciamento e reintegrazione dello stoccaggio

Codice di Stoccaggio Capitolo 7 Bilanciamento e reintegrazione dello stoccaggio Codce d Stoccaggo Captolo 7 Blancamento e rentegrazone dello stoccaggo 7.4 Corrspettv per servz d stoccaggo L UTENTE è tenuto a corrspondere a STOGIT, per la prestazone de servz, gl mport dervant dall

Dettagli

PROVINCIA REGIONALE DI MESSINA

PROVINCIA REGIONALE DI MESSINA PROVNCA REGONALE D MESSNA Regolamento per l'erogazone delle rsorse fnanzare agl sttut scolastc Artcolo 1 - Prncp, defnzon e norme general 1. l presente regolamento da attuazone all'art.3 della Legge 11

Dettagli

AVVISO PUBBLICO Costituzione di short list: Servizio di pulizie presso l Istituto di Ricerca Biogem s.c.ar.l. Via Camporeale, Ariano Irpino (AV)

AVVISO PUBBLICO Costituzione di short list: Servizio di pulizie presso l Istituto di Ricerca Biogem s.c.ar.l. Via Camporeale, Ariano Irpino (AV) AVVISO PUBBLICO Costtuzone d short lst: Servzo d pulze presso l Isttuto d Rcerca Camporeale, Arano Irpno (AV) In esecuzone della Determna Presdenzale n. 15/103 del 10/09/2015, la Bogem Scarl ntende procedere

Dettagli

COMUNE DI CASSANO DELLE MURGE Provincia di Bari

COMUNE DI CASSANO DELLE MURGE Provincia di Bari Allegato alla D.D. Area 3 - Terrtoro n 17 del 20.04.2009 COMUNE DI CASSANO DELLE MURGE Provnca d Bar DISCIPLINARE BANDO PUBBLICO PER L INCENTIVAZIONE DI INTERVENTI DI RECUPERO DELLE FACCIATE DI IMMOBILI

Dettagli

I SETTORI DELLA MECCANICA E DELL ELETTRONICA: ANALISI DEGLI INDICATORI DI PREZZO-QUALITÀ

I SETTORI DELLA MECCANICA E DELL ELETTRONICA: ANALISI DEGLI INDICATORI DI PREZZO-QUALITÀ I SETTORI DELLA MECCANICA E DELL ELETTRONICA: ANALISI DEGLI INDICATORI DI PREZZO-QUALITÀ d: Andrea Cosso *, Manuela Nenna** e Ottavo Rcch *** ABSTRACT Il lavoro analzza l andamento de valor med untar (VMU)

Dettagli

Il modello markoviano per la rappresentazione del Sistema Bonus Malus. Prof. Cerchiara Rocco Roberto. Materiale e Riferimenti

Il modello markoviano per la rappresentazione del Sistema Bonus Malus. Prof. Cerchiara Rocco Roberto. Materiale e Riferimenti Il modello marovano per la rappresentazone del Sstema Bonus Malus rof. Cercara Rocco Roberto Materale e Rferment. Lucd dstrbut n aula. Lemare 995 (pag.6- e pag. 74-78 3. Galatoto G. 4 (tt del VI Congresso

Dettagli

Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti

Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Il Mnstro delle Infrastrutture e de Trasport VISTO l decreto legslatvo 30 aprle 1992, n. 285, come da ultmo modfcato dal decreto legslatvo 18 aprle 2011, n. 59, recante Attuazone delle drettve 2006/126/CE

Dettagli

A. AUMENTO DELLA SPESA PUBBLICA FINANZIATO ESCLUSIVAMENTE TRAMITE INDEBITAMENTO

A. AUMENTO DELLA SPESA PUBBLICA FINANZIATO ESCLUSIVAMENTE TRAMITE INDEBITAMENTO 4. SCHMI ALTRNATIVI DI FINANZIAMNTO DLLA SPSA PUBBLICA. Se l Governo decde d aumentare la Spesa Pubblca G (o Trasferment TR), allora deve anche reperre fond necessar per fnanzare questa sua maggore spesa.

Dettagli

Capitolo 2 Dati e Tabelle

Capitolo 2 Dati e Tabelle Captolo 2 Dat e Tabelle La Descrzone della Popolazone La descrzone d una popolazone passa attraverso due fas: 1. la formazone de dat statstc 2. la sntes de dat La formazone del dato statstco prevede: ()

Dettagli

Economia del Settore Pubblico 97. Economia del Settore Pubblico 99. Quale indice di diseguaglianza usare? il rapporto interdecilico PROBLEMA:

Economia del Settore Pubblico 97. Economia del Settore Pubblico 99. Quale indice di diseguaglianza usare? il rapporto interdecilico PROBLEMA: Economa del Settore Pubblco Laura Vc laura.vc@unbo.t www.dse.unbo.t/lvc/edsp_.htm LEZIONE 4 Rmn, 9 aprle 008 Economa del Settore Pubblco 96 I prncpal ndc d dseguaglanza: ndc d entropa generalzzata Isprata

Dettagli

SCIENZE INFERMIERISTICHE E OSTETRICHE

SCIENZE INFERMIERISTICHE E OSTETRICHE UNIVERSIÀ DEGLI SUDI DI FERRARA Corso d laurea magstrale n SCIENZE INFERMIERISICHE E OSERICHE Classe LM/SN1 Scenze nfermerstche e ostetrche (DM 270/04) ANNO ACCADEMICO 2014-2015 IL SUDDEO DOCUMENO ORÀ

Dettagli

Scelta dell Ubicazione. di un Impianto Industriale. Corso di Progettazione Impianti Industriali Prof. Sergio Cavalieri

Scelta dell Ubicazione. di un Impianto Industriale. Corso di Progettazione Impianti Industriali Prof. Sergio Cavalieri Scelta dell Ubcazone d un Impanto Industrale Corso d Progettazone Impant Industral Prof. Sergo Cavaler I fattor ubcazonal Cost d Caratterstche del Mercato Costruzone Energe Manodopera Trasport Matere Prme

Dettagli

Metodologia di controllo. AUTORIMESSE (III edizione) Codice attività: 63.21.0. Indice

Metodologia di controllo. AUTORIMESSE (III edizione) Codice attività: 63.21.0. Indice Metodologa d controllo AUTORIMESSE (III edzone) Codce attvtà: 63.21.0 Indce 1. PREMESSA... 2 2. ATTIVITÀ PREPARATORIA AL CONTROLLO... 3 2.1 Interrogazon dell Anagrafe Trbutara... 3 2.2 Altre nterrogazon

Dettagli

Verifica termoigrometrica delle pareti

Verifica termoigrometrica delle pareti Unverstà Medterranea d Reggo Calabra Facoltà d Archtettura Corso d Tecnca del Controllo Ambentale A.A. 2009-200 Verfca termogrometrca delle paret Prof. Marna Mstretta ANALISI IGROTERMICA DEGLI ELEMENTI

Dettagli

Dipartimento di Statistica Università di Bologna. Matematica finanziaria aa 2012-2013 lezione 13: 24 aprile 2013

Dipartimento di Statistica Università di Bologna. Matematica finanziaria aa 2012-2013 lezione 13: 24 aprile 2013 Dpartmento d Statstca Unverstà d Bologna Matematca fnanzara aa 2012-2013 lezone 13: 24 aprle 2013 professor Danele Rtell www.unbo.t/docent/danele.rtell 1/23? reammortamento uò accadere che, dopo l erogazone

Dettagli

Strutture deformabili torsionalmente: analisi in FaTA-E

Strutture deformabili torsionalmente: analisi in FaTA-E Strutture deformabl torsonalmente: anals n FaTA-E Il comportamento dsspatvo deale è negatvamente nfluenzato nel caso d strutture deformabl torsonalmente. Nelle Norme Tecnche cò vene consderato rducendo

Dettagli

Regressione Multipla e Regressione Logistica: concetti introduttivi ed esempi

Regressione Multipla e Regressione Logistica: concetti introduttivi ed esempi Regressone Multpla e Regressone Logstca: concett ntroduttv ed esemp I Edzone ottobre 014 Vncenzo Paolo Senese vncenzopaolo.senese@unna.t Indce Note prelmnar alla I edzone 1 Regressone semplce e multpla

Dettagli

Principi di ingegneria elettrica. Lezione 6 a. Analisi delle reti resistive

Principi di ingegneria elettrica. Lezione 6 a. Analisi delle reti resistive Prncp d ngegnera elettrca Lezone 6 a Anals delle ret resste Anals delle ret resste L anals d una rete elettrca (rsoluzone della rete) consste nel determnare tutte le corrent ncognte ne ram e tutt potenzal

Dettagli

... ... ... DI GIOIOSA MAREA (ME) PORTO TURISTICO NELLA FRAZIONE SAN GIORGIO DEL COMUNE. 3. RICAVI E COSTI DI GESTIONE... l

... ... ... DI GIOIOSA MAREA (ME) PORTO TURISTICO NELLA FRAZIONE SAN GIORGIO DEL COMUNE. 3. RICAVI E COSTI DI GESTIONE... l PORTO TURSTCO NELLA FRAZONE SAN GORGO DEL COMUNE D GOOSA MAREA (ME) PROGETTO PRELMNARE PANO ECOVOb'TCO E FNANZAF0 NDCE 1. PREMESSA...,.l 2. COSTO DELL'NTERVENTO...,...,...,..,,.,...,,.,,~...,.,.,.,,...l

Dettagli

Contabilità Interna Analisi Dei Costi Costo costi diretti costi indiretti overhead costi di prodotto costi di periodo CostoDelVenduto

Contabilità Interna Analisi Dei Costi Costo costi diretti costi indiretti overhead costi di prodotto costi di periodo CostoDelVenduto Contabltà Interna E' detta contabltà nterna, un nseme d ndc e procedure atte a studare le dmamche d spesa e guadagno d un'azenda a scopo puramente nformatvo e prvato. S dvde n alcune branche prncpal e

Dettagli

PRODOTTI TRANSGENICI E CONSUMATORI: IL RUOLO DELLA CONOSCENZA E DELL'ATTITUDINE AL RISCHIO L. Cembalo - G. Cicia - F. Verneau 1 2

PRODOTTI TRANSGENICI E CONSUMATORI: IL RUOLO DELLA CONOSCENZA E DELL'ATTITUDINE AL RISCHIO L. Cembalo - G. Cicia - F. Verneau 1 2 PRODOTTI TRANSGENICI E CONSUMATORI: IL RUOLO DELLA CONOSCENZA E DELL'ATTITUDINE AL RISCHIO L. Cembalo - G. Cca - F. Verneau 1 2 1 - Introduzone In senso lato le botecnologe possono essere defnte come un

Dettagli

Efficienza energetica nelle PMI esempi di problemi tipici e possibili soluzioni per un risparmio economico ed energetico

Efficienza energetica nelle PMI esempi di problemi tipici e possibili soluzioni per un risparmio economico ed energetico Opportuntà per le PMI d rsparmo economco ed energetco : dalla forntura alle buone pratche n azenda Effcenza energetca nelle PMI esemp d problem tpc e possbl soluzon www.europrogett.eu Effcenza energetca

Dettagli

A cura di: Barbara Di Vetta. Oggetto: Il regime dell IVA per cassa

A cura di: Barbara Di Vetta. Oggetto: Il regime dell IVA per cassa A cura d: Barbara D Vetta Oggetto: Il regme dell IVA per cassa Con l decreto del Mnstero dell Economa e delle fnanze del 26 marzo 2009 (n Gazzetta Uffcale n. 96 del 27 aprle 2009), prevsto dall artcolo

Dettagli

Fondamenti di Visione Artificiale (Seconda Parte) Corso di Robotica Prof.ssa Giuseppina Gini Anno Acc.. 2006/2007

Fondamenti di Visione Artificiale (Seconda Parte) Corso di Robotica Prof.ssa Giuseppina Gini Anno Acc.. 2006/2007 Fondament d Vsone Artfcale (Seconda Parte PhD. Ing. Mchele Folgherater Corso d Robotca Prof.ssa Guseppna Gn Anno Acc.. 006/007 Caso Bdmensonale el caso bdmensonale, per ndvduare punt d contorno degl oggett

Dettagli

Alunni con B.E.S. RISPOSTE SPECIALI AI BISOGNI DI TUTTI

Alunni con B.E.S. RISPOSTE SPECIALI AI BISOGNI DI TUTTI Alunn con B.E.S. RISPOSTE SPECIALI AI BISOGNI DI TUTTI Ogn alunno, con contnutà o per determnat perod, può manfestare Bsogn Educatv Specal: o per motv fsc, bologc, fsologc o anche per motv pscologc, socal,

Dettagli

ISPETIORATO NAZIONALE DEL LAVORO RELAZIONE ILLUSTRATIVA

ISPETIORATO NAZIONALE DEL LAVORO RELAZIONE ILLUSTRATIVA SPETORATO NAZONALE DEL LAVORO RELAZONE LLUSTRATVA L'spettorato nazonale del lavoro è costtuto a sens dell'art. 8 del decreto legslatvo n. 300 del 1999, cò vuo sgnfcare anztutto che allo stesso è attrbuta

Dettagli

Modelli di base per la politica economica

Modelli di base per la politica economica Marcella Mulno Modell d base per la poltca economca Corso d Poltca economca a.a. 22-23 Captolo 2 Modello - e poltche scal e monetare In questo captolo rchamamo brevemente l modello macroeconomco a prezz

Dettagli

Esame di Statistica tema A Corso di Laurea in Economia Prof.ssa Giordano Appello del 15/07/2011

Esame di Statistica tema A Corso di Laurea in Economia Prof.ssa Giordano Appello del 15/07/2011 Esame d Statstca tema A Corso d Laurea n Economa Prof.ssa Gordano Appello del /07/0 Cognome Nome atr. Teora Dmostrare che la somma degl scart dalla meda artmetca è zero. Eserczo L accesso al credto è sempre

Dettagli

Il pendolo di torsione

Il pendolo di torsione Unverstà degl Stud d Catana Facoltà d Scenze MM.FF.NN. Corso d aurea n FISICA esna d ABORAORIO DI FISICA I Il pendolo d torsone (sezone costante) Moreno Bonaventura Anno Accademco 005/06 Introduzone. I

Dettagli