«Priority Setting: identificazione delle priorità tecnologiche Roma, 3-4 ottobre Tavolo tematico: Mobilità sostenibile

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "«Priority Setting: identificazione delle priorità tecnologiche Roma, 3-4 ottobre 2013. Tavolo tematico: Mobilità sostenibile"

Transcript

1 PON GAT Asse I Obiettivo Operativo I.4 Progetto «Supporto alla definizione e attuazione delle politiche regionali di ricerca e innovazione (Smart Specialisation Strategy Regionali)» «Priority Setting: identificazione delle priorità tecnologiche Roma, 3-4 ottobre 2013 Tavolo tematico: Mobilità sostenibile Alberto De Marco

2 Sistema dell innovazione nel dominio della Mobilità sostenibile Alberto De Marco

3 AGENDA Il perimetro del dominio tecnologico Descrizione del dominio tecnologico Stato dell arte tecnico-scientifico Principali trend evolutivi Posizionamento strategico del paese e dei suoi territori Principali centri di competenza italiani e internazionali Principali sfide Proposte Conclusioni 3

4 Industrie Automotive Powertrain (sistema propulsione) Sistema veicolo (componentistica e sistemistica per vettori di trasporto motociclistico e automobilistico) Marittimo Powertrain Sistema vettore Sistemi di controllo e sicurezza della navigazione Ferroviario Powertrain Componentistica del vettore Sistema controllo e gestione della rete Urbano Logistica e multimodale 4

5 Domini tecnologici Riduzione emissioni Powertrain (electromobility e ibridazione) LNG e Combustibili alternativi Materiali e componentistica Impiego di materiali leggeri/alleggeriti, sostenibili, riciclabili e dai costi contenuti; Materiale rotabile funzione di strategie industriali Sicurezza integrata Logistica Intermodalità/intermodability/Trasporto accompagnato City logistics ITS Intelligent Transport Systems Sistemi integrati di informazione Sistemi telematici di gestione del traffico interoperabilità infrastrutture telematiche e satellitari Strumentazione infrastrutturale marittima e dei nodi portuali

6 Key Enabling Technologies Elettroniche: digital signal processors, sensori e attuatori intelligenti Meccatroniche: sistemi di segnalamento (ERTMS) e wireless diagnosis ICT abilitanti di sviluppo degli Intelligent Transport System (ITS) e sistemi di infomobilità per la gestione delle domanda e servizi di mobilità di persone e merci Protocolli di pagamento elettronico (e-payment protocols) Telematica: wireless communication networks, neear field communications NFC, navigazione GNSS, dedicated short range communications DSRC 6

7 AGENDA Il perimetro del dominio tecnologico Descrizione del dominio tecnologico Stato dell arte tecnico-scientifico Principali trend evolutivi Posizionamento strategico del paese e dei suoi territori Principali centri di competenza italiani e internazionali Principali sfide Proposte Conclusioni 7

8 Stato dell arte dell innovazione Meccanismi dell innovazione nel dominio mobilità Medio-bassa tecnologia Pervasività ICT Trasversalità e cross-fertilization degli indirizzi di innovazione con tecnologie e domini perimetrali Materiali compositi, nanotech e meccatronica Efficientamento energetico e carburanti alternativi Innovazione distribuita sulla filiera (scale intensive) Tradizionalmente technology push in evoluzione demanddriven (eco-innovazione) Resistenza all innovazione perché industria capital intensive 8

9 AGENDA Il perimetro del dominio tecnologico Descrizione del dominio tecnologico Stato dell arte tecnico-scientifico Principali trend evolutivi Posizionamento strategico del paese e dei suoi territori Principali centri di competenza italiani e internazionali Principali sfide Proposte Conclusioni 9

10 Ambiti applicativi - Trend evolutivi Automotive Vettura urbana leggera Riduzione emissioni gas serra nel powertrain Energy wireless transmission, recupero e accumulo di energia Mezzo di trasporto merci intermodale Marittimo Riduzione spazi powertrain Sistemi di navigazione assistita, sensori e attuatori portuali Ferroviario Diagnostica e manutenzione predittiva Sistema di segnalamento, guida assistita e driverless Sistemi di commutazione rail-maglev Logistica Sistemi di city logistics Tracking integrati e multimodali Tematico xxxxxxx 3 o 4 ottobre

11 Prospettive tecnologiche di medio termine Powertrain Ibridazione Electromobility Fuel cells Componentistica Sistemi per comfort climatico, heating&cooling a basso impatto energetico Sistemi driverless manutenzione predittiva a basso impatto energetico per linee ferroviarie e componentistica materiali compositi e nano-compositi modellistica simulativa avanzata e metodi innovativi di produzione Applicazioni per riduzione degli impatti vibrazionali e motion sickness Adaptive Integrated Driver-vehicle Interface 11

12 Trend evolutivi di BM termine negli ITS Traffic management centers/control towers Sistema tracciamento merci, veicoli e trasporto pubblico Advanced fleet management systems Real-time planning, monitoring and management Sistemi di sicurezza cooperativa V2I, V2V On-board computing / Connected car Foating car data Personal intelligence networks 12

13 Horizon2020 Transport Rail Intelligent infrastructure Smart rail services: seamless multimodal travel, logistics services Intelligent and automated rail traffic dispatching systems Efficient energy usage in rail systems Electro-magnetic compatibility Road Co-modality of public passenger transport Cooperative ITS: system selfmanagement combined with ubiquitous data and integrated traffic managenent systems Advanced driver assistance systems Optimised Human Machine Interface Eco-powertrain, green vehicles Waterbone Navigational safety Urban mobility City logistics ITS for traffic congestion management Logistics logistics platforms and applications (ICT enabled services) ITS Connectivity, interoperability, reliability Infrastructure Sensor-based smart maintenance Energy-harvesting infrastructure Advanced asset management 13

14 AGENDA Il perimetro del dominio tecnologico Descrizione del dominio tecnologico Stato dell arte tecnico-scientifico Principali trend evolutivi Posizionamento strategico del paese e dei suoi territori Principali centri di competenza italiani e internazionali Principali sfide Proposte Conclusioni 14

15 Contesto competitivo Offerta di innovazione Offerta tecnologica e di innovazione eterogenea in cui la scala regionale interagisce con le scelte dei grandi operatori multinazionali. Aggregazione di filiera intorno a grandi player mondiali della R&D Ferroviario, offerta innovazione aggregata intorno a powertrain, componentistica, infrastruttura, sistemistica e segnalamento Automotive: offerta innovazione aggregata intorno a scelte strategiche relative a sistemi di sui powertrain, combustibili e design di veicolo Nautica: offerta d innovazione frammentata con filiere medio-grande operatore +PMI ITS: investimenti di innovazione indirizzati a soluzioni per la sostenibilità, la sicurezza e gestione del traffico. telecom e consorzi tecnologie satellitari ruolo di industrie leader. 15

16 Principali territori dell offerta di innovazione Automotive Ferroviario Marittimo Logistica Abruzzo Campania FVG Campania Campania Lombardia Liguria Nord-ovest Emilia Romagna FVG Piemonte Toscana Toscana Sicilia Lombardia Piemonte Toscana 16

17 Punti di forza offerta tecnologica italiana ITS/infotelematica alto livello di competenza e capitale umano Sistema segnalamento ferroviario Evoluzione ERTMS Filiere Ferroviario Componentistica, materiali Automotive Powertrain Nautica, cantieristica a bassa tecnologia e comparto di lusso 17

18 ITS Info-com-mobility V2V, car floating data Domanda di innovazione Tecnologie e applicazioni Automotive Veicoli alternativi, veicoli urbani, mobilità semipedonale Interfacce sistemi di ricarica wireless Ferroviario Sicurezza e manutenzione rete e materiale rotabile Mobility management Car pooling Gestione dinamica di reti di distribuzione logistica Sistemi multimodali, intermodali 18

19 AGENDA Il perimetro del dominio tecnologico Descrizione del dominio tecnologico Stato dell arte tecnico-scientifico Principali trend evolutivi Posizionamento strategico del paese e dei suoi territori Principali centri di competenza italiani e internazionali Principali sfide Proposte Conclusioni 19

20 Principali reti di riferimento Europee ERTRAC European Road Transport Research Advisory Council ERRAC European Rail Research Advisory Council EIRAC European Intermodal Advisory Council Nazionali SERIT piattaforma nazionale per la sicurezza Piattaforma logistica UIRNET 20

21 Aggregazione capacità R&S Road e rail Distretti Hi-Mech Distretto per l'alta tecnologia e meccanica avanzata, Emilia Romagna Ditecfer, ferroviario, Toscana Distectra, ferroviario-automotive, Campania Poli di Innovazione Polo della Meccatronica e dei Sistemi Avanzati di Produzione (Piemonte) Polo industriale Lombardo Automotive (Lombardia) Polo di Innovazione Automotive (Abruzzo) Polo Umbro di Innovazione Meccanica Avanzata e Meccatronica (Umbria) Polo Toscano di Innovazione della Meccanica, Automotive e dei Trasporti (Toscana) 22

22 Centri di competenza Road e rail Industriali Centro Ricerche Fiat (Piemonte) Centro Ricerche General Motors (Piemonte) Intellimech - Consorzio per la Meccatronica (Lombardia) Aggregazioni pubblico-private e università Powertrain TestxTransport, Distectra, Technodistrict (Campania) Istituto Motori del CNR (Campania) Materiali CNIS Center for Engineering Nanotechnology La Sapienza Automotive Group (Lazio) CNR - Istituto di Tecnologie Avanzate per l'energia (ITAE) (Sicilia) Consorzio CETMA Centro di progettazione, design & tecnologie dei materiali (Brindisi-Puglia) Laboratorio TEXTRA - Tecnologie e materiali innovativi per l industria dei trasporti ICT/ITS 23

23 AGENDA Il perimetro del dominio tecnologico Descrizione del dominio tecnologico Stato dell arte tecnico-scientifico Principali trend evolutivi Posizionamento strategico del paese e dei suoi territori Principali centri di competenza italiani e internazionali Principali sfide Proposte Conclusioni 24

24 Principali sfide Innovazione demand driven Sistema mobilità urbano smart urban mobility/city logistics upgrade infrastrutturale per intermobilità Integrazione multimodale Sistemi integrati real-time di reti di sensori e fonti di dati eterogenei su scala regionale Percorsi di innovazione non tecnologica Processi logistici integrati, supply chain management Metodi e sistemi progettuali lifecycle Sistemi di policy e gestione della mobilità territoriale 25

25 AGENDA Il perimetro del dominio tecnologico Descrizione del dominio tecnologico Stato dell arte tecnico-scientifico Principali trend evolutivi Posizionamento strategico del paese e dei suoi territori Principali centri di competenza italiani e internazionali Principali sfide Proposte Conclusioni 26

26 Proposte Spostare la politica di innovazione dal settore al perimetro territoriale della domanda Integrare R&D con fondi strutturali nel perimetro applicativo Es.: City logistics o logistica regionale Driver sostenibilità Economica Sociale ambientale 27

27 Road Rail Innovazioni tecnologiche perseguibili Scambio energetico infrastruttura-veicolo Sistema di auto-manutenzione su diagnostica predittiva Logistica ITS City logistics Connected car 28

28 AUTOMOTIVE FERROVIARIO LOGISTICA 3 o 3 ottobre 4 ottobre

«Priority Setting: identificazione delle priorità tecnologiche Roma, 3-4 ottobre 2013

«Priority Setting: identificazione delle priorità tecnologiche Roma, 3-4 ottobre 2013 PON GAT 2007-2013 Asse I Obiettivo Operativo I.4 Progetto «Supporto alla definizione e attuazione delle politiche regionali di ricerca e innovazione (Smart Specialisation Strategy Regionali)» «Priority

Dettagli

Fondo Crescita Sostenibile

Fondo Crescita Sostenibile Fondo Crescita Sostenibile AGENDA DIGITALE (G.U. n.282 del 04/12/2014) e INDUSTRIA SOSTENIBILE (G.U. n.283 del 05/12/2014) Il Ministero dello Sviluppo Economico ha reso operativi due interventi del Fondo

Dettagli

Smart Mobility: strategie e principali progetti CNR

Smart Mobility: strategie e principali progetti CNR UNA MANIFESTAZIONE DI IN CONTEMPORANEA CON Smart Mobility: strategie e principali progetti CNR Vincenzo Antonucci Dipartimento ingegneria, Ict e tecnologie per l'energia e i trasporti Le motivazioni per

Dettagli

CLUSTER LOMBARDO DELLA MOBILITA BRONZE LABEL European Secretariat For Cluster Analysis

CLUSTER LOMBARDO DELLA MOBILITA BRONZE LABEL European Secretariat For Cluster Analysis CLUSTER LOMBARDO DELLA MOBILITA BRONZE LABEL European Secretariat For Cluster Analysis Saverio Gaboardi Presidente Supernova - Brescia 2 ottobre 2015 www.clusterlombardomobilita.it IL CLUSTER COMPRENDE:

Dettagli

Programma Integrato Innovazione Automotive e Metalmeccanica. Raffaele Trivilino 12 marzo 2014

Programma Integrato Innovazione Automotive e Metalmeccanica. Raffaele Trivilino 12 marzo 2014 Programma Integrato Innovazione Automotive e Metalmeccanica Raffaele Trivilino 12 marzo 2014 LA FILIERA AUTOMOTIVE IN ABRUZZO E costituita da gruppo di imprese globalizzate, sia GI che PMI, operanti nel

Dettagli

LA NUOVA PROGRAMMAZIONE EUROPEA 2014-2020

LA NUOVA PROGRAMMAZIONE EUROPEA 2014-2020 LA NUOVA PROGRAMMAZIONE EUROPEA 2014-2020 2020 OPPORTUNITA DI FINANZIAMENTO NEL SETTORE DEI TRASPORTI. Brescia, 3 Dicembre 2013 Paolo Bonardi, EURODESK Bruxelles HORIZON 2020 zione di coordinamento e supporto:

Dettagli

UNIVERSITA DI PALERMO

UNIVERSITA DI PALERMO PILLAR OBIETTIVO SPECIFICO MASTER CALL SOCIETAL CHALLENGES SMART, GREEN AND INTEGRATED TRANSPORT H2020-GV-2014-2015 CALL H2020-GV-2014: GREEN VEHICLES 2014 SCADENZA CALL 28 Agosto 2014 TOPICS GV-1-2014:

Dettagli

POLITECNICO DI TORINO. Un università internazionale per il territorio

POLITECNICO DI TORINO. Un università internazionale per il territorio POLITECNICO DI TORINO Un università internazionale per il territorio I valori Leader nella cultura politecnica Nazionale ed Internazionale Reputazione Eccellenza nell istruzione superiore e la formazione

Dettagli

Università e trasferimento tecnologico

Università e trasferimento tecnologico UNIVERSITÀ DI BOLOGNA CENTRO INTERDIPARTIMENTALE DI RICERCA INDUSTRIALE INFORMATION AND COMMUNICATION TECHNOLOGIES (CIRI-ICT) Prof. Marco Chiani Direttore Responsabili scientifici: Prof. F. Callegati,

Dettagli

Piattaforme Tecnologiche Europee (PTE) Ing. Luigi Lombardi MUR Roma 29 marzo 2007

Piattaforme Tecnologiche Europee (PTE) Ing. Luigi Lombardi MUR Roma 29 marzo 2007 Piattaforme Tecnologiche Europee (PTE) Ing. Luigi Lombardi MUR Roma 29 marzo 2007 PTE (costruire la conoscenza per la crescita) Le PTE (massa critica di risorse europee) si concentrano su questioni strategiche

Dettagli

«Priority Setting: identificazione delle priorità tecnologiche Roma, 3-4 ottobre 2013. Tavolo tematico: ECONOMIA DEL MARE

«Priority Setting: identificazione delle priorità tecnologiche Roma, 3-4 ottobre 2013. Tavolo tematico: ECONOMIA DEL MARE PON GAT 2007-2013 Asse I Obiettivo Operativo I.4 Progetto «Supporto alla definizione e attuazione delle politiche regionali di ricerca e innovazione (Smart Specialisation Strategy Regionali)» «Priority

Dettagli

Le reti urbane intelligenti e cooperative: il progetto Res Novae. Mauro Annunziato ENEA Sub-coordinatore European Joint Programme Smart Cities

Le reti urbane intelligenti e cooperative: il progetto Res Novae. Mauro Annunziato ENEA Sub-coordinatore European Joint Programme Smart Cities Le reti urbane intelligenti e cooperative: il progetto Res Novae Mauro Annunziato ENEA Sub-coordinatore European Joint Programme Smart Cities RES NOVAE Obiettivo Sviluppare e dimostrare una soluzione integrata

Dettagli

Livio Gallo - Direttore Infrastrutture e Reti di Enel 13 Settembre 2012

Livio Gallo - Direttore Infrastrutture e Reti di Enel 13 Settembre 2012 Il ruolo delle infrastrutture nelle Smart Cities Livio Gallo - Direttore Infrastrutture e Reti di Enel 13 Settembre 2012 L evoluzione delle Infrastrutture Smart Electricity it Transportation Gas Communication

Dettagli

PON GAT 2007-2013 Asse I Obiettivo Operativo I.4

PON GAT 2007-2013 Asse I Obiettivo Operativo I.4 PON GAT 2007-2013 Asse I Obiettivo Operativo I.4 Progetto «Supporto alla definizione e attuazione delle politiche regionali di ricerca e innovazione (Smart Specialisation Strategy Regionali)» «Priority

Dettagli

Horizon 2020, sfide e opportunità

Horizon 2020, sfide e opportunità Ufficio Relazioni Europee e Internazionali Anna d Amato Horizon 2020, sfide e opportunità Il quadro politico - strategico Europa 2020: crescita intelligente, sostenibile, inclusiva 7 priorità: Unione dell'innovazione,

Dettagli

«Priority Setting: identificazione delle priorità tecnologiche Roma, 3-4 ottobre 2013. Tavolo tematico: Mobilità

«Priority Setting: identificazione delle priorità tecnologiche Roma, 3-4 ottobre 2013. Tavolo tematico: Mobilità PON GAT 2007-2013 Asse I Obiettivo Operativo I.4 Progetto «Supporto alla definizione e attuazione delle politiche regionali di ricerca e innovazione (Smart Specialisation Strategy Regionali)» «Priority

Dettagli

Sistemi di infomobilità merci e passeggeri per il miglioramento della competitività e della sosteniblità dei sistemi porto-hinterland dell area Med

Sistemi di infomobilità merci e passeggeri per il miglioramento della competitività e della sosteniblità dei sistemi porto-hinterland dell area Med Migliorare la competitività dei sistemi porto-hinterland dell area Med Sistemi di infomobilità merci e passeggeri per il miglioramento della competitività e della sosteniblità dei sistemi porto-hinterland

Dettagli

Dealer Truck e LCV: l impronta digitale

Dealer Truck e LCV: l impronta digitale INNOVAZIONE IN BUSINESS CLASS Dealer Truck e LCV: l impronta digitale Antonio Cernicchiaro Vice Direttore Generale UNRAE @nicknametwitter www.dealerday.it IMMATRICOLAZIONI TRUCKS: TREND ULTIMI 7 ANNI E

Dettagli

«Priority Setting: identificazione delle priorità tecnologiche Roma, 3-4 ottobre 2013. Tavolo tematico: Innovazione non basata sulla R&S

«Priority Setting: identificazione delle priorità tecnologiche Roma, 3-4 ottobre 2013. Tavolo tematico: Innovazione non basata sulla R&S PON GAT 2007-2013 Asse I Obiettivo Operativo I.4 Progetto «Supporto alla definizione e attuazione delle politiche regionali di ricerca e innovazione (Smart Specialisation Strategy Regionali)» «Priority

Dettagli

Tavoli tematici. Contributo. 2. Riferimento del contributo al tavolo tematico. Tavolo tematico sala 1 Contributo* sala 2 Contributo*

Tavoli tematici. Contributo. 2. Riferimento del contributo al tavolo tematico. Tavolo tematico sala 1 Contributo* sala 2 Contributo* VERSO LA STRATEGIA REGIONALE DELL INNOVAZIONE 2014-2020 Tavoli tematici Contributo 1 1. Dati proponente contributo Nome Cognome Ente/organizzazione di appartenenza UNIVERSITA DI PALERMO Telefono E_mail

Dettagli

Le Piattaforme Tecnologiche Europee ed Italiane

Le Piattaforme Tecnologiche Europee ed Italiane Le Piattaforme Tecnologiche Europee ed Italiane Ing. Aldo Covello Punto di contatto nazionale per le PTE CAGLIARI 11 dicembre 2006 Cagliari - 11 dicembre 2006 Aldo Covello 1 SOMMARIO Descrizione generale

Dettagli

UN MODELLO PER LO SVILUPPO DI CITTÀ INTELLIGENTI

UN MODELLO PER LO SVILUPPO DI CITTÀ INTELLIGENTI DA LUMIÈRE ALLA SMART CITY: UN MODELLO PER LO SVILUPPO DI CITTÀ INTELLIGENTI Roma, 5 marzo 202 Claudia Meloni Progetto Smart Cities Unità Tecnologie Avanzate per l Energia e l Industria SMART CITIES: SOSTENIBILITA

Dettagli

MISSION. Maritime Integrated Satellite System in an InterOperable service Network. Bando ASI N. 03 TLC e Applicazioni Integrate Roma, 25/07/2013

MISSION. Maritime Integrated Satellite System in an InterOperable service Network. Bando ASI N. 03 TLC e Applicazioni Integrate Roma, 25/07/2013 MISSION Maritime Integrated Satellite System in an InterOperable service Network 1 Bando ASI N. 03 TLC e Applicazioni Integrate Roma, 25/07/2013 Aziende Proponenti (1/2): ALI ALI - Aerospace Laboratory

Dettagli

SMART CITIES: Aspetti sistemici e panorama generale ENEA UNITA TECNICA EFFICIENZA ENERGETICA. Ufficio Territoriale Regione Marche.

SMART CITIES: Aspetti sistemici e panorama generale ENEA UNITA TECNICA EFFICIENZA ENERGETICA. Ufficio Territoriale Regione Marche. SMART CITIES: Aspetti sistemici e panorama generale ENEA UNITA TECNICA EFFICIENZA ENERGETICA Ufficio Territoriale Regione Marche Giuseppe Angelone OSIMO 12 Dicembre 2012 PANORAMA EUROPEO La crescita costante

Dettagli

Casi di studio e progetti sull'innovazione informatica dei servizi logistici Rete Alta Tecnologia dell Emilia-Romagna Piattaforma ICT & Design

Casi di studio e progetti sull'innovazione informatica dei servizi logistici Rete Alta Tecnologia dell Emilia-Romagna Piattaforma ICT & Design Casi di studio e progetti sull'innovazione informatica dei servizi logistici Rete Alta Tecnologia dell Emilia-Romagna Piattaforma ICT & Design Lucia Mazzoni, ASTER IL SISTEMA REGIONALE DELLA RICERCA Università

Dettagli

Roma, 3-4 ottobre 2013 Tavolo tematico: Aerospazio

Roma, 3-4 ottobre 2013 Tavolo tematico: Aerospazio PON GAT 2007-2013 Asse I Obiettivo Operativo I.4 Progetto «Supporto alla definizione e attuazione delle politiche regionali di ricerca e innovazione (Smart Specialisation Strategy Regionali)» «Priority

Dettagli

«Priority Setting: identificazione delle priorità tecnologiche Roma, 3-4 ottobre 2013. Tavolo tematico: Aerospazio

«Priority Setting: identificazione delle priorità tecnologiche Roma, 3-4 ottobre 2013. Tavolo tematico: Aerospazio PON GAT 2007-2013 Asse I Obiettivo Operativo I.4 Progetto «Supporto alla definizione e attuazione delle politiche regionali di ricerca e innovazione (Smart Specialisation Strategy Regionali)» «Priority

Dettagli

Le reti urbane intelligenti e cooperative: il progetto Res Novae. Mauro Annunziato ENEA Coordinatore scientifico del Progetto RES NOVAE

Le reti urbane intelligenti e cooperative: il progetto Res Novae. Mauro Annunziato ENEA Coordinatore scientifico del Progetto RES NOVAE Le reti urbane intelligenti e cooperative: il progetto Res Novae Mauro Annunziato ENEA Coordinatore scientifico del Progetto RES NOVAE Obiettivo RES NOVAE Sviluppare e dimostrare una soluzione integrata

Dettagli

SMART TUNNEL (PIATTAFORMA INTELLIGENTE DI SERVIZI LOGISTICI PER LE CITTÀ PORTUALI)

SMART TUNNEL (PIATTAFORMA INTELLIGENTE DI SERVIZI LOGISTICI PER LE CITTÀ PORTUALI) Programma Operativo Nazionale Ricerca e Competitività 2007-2013 Smart Cities and Communities and Social Innovation Asse e Obiettivo: Asse II - Azioni integrate per lo sviluppo sostenibile SMART TUNNEL

Dettagli

L esperienza del Politecnico di Milano per le Smart Cities. Smart city. Intelligenza al servizio della sostenibilità. Intelligence.

L esperienza del Politecnico di Milano per le Smart Cities. Smart city. Intelligenza al servizio della sostenibilità. Intelligence. L esperienza del Politecnico di Milano per le Smart Cities Donatella Sciuto Smart city Intelligenza al servizio della sostenibilità Intelligence Sensors Model of the city Actuators Contesto urbano, sociale,

Dettagli

HORIZON 2020. 17 settembre 2013

HORIZON 2020. 17 settembre 2013 HORIZON 2020 17 settembre 2013 I Contenuti La situazione in EUROPA FP7 Politiche industriali e EUROPA 2020 HORIZON 2020 Strategia Smart Specialization Cluster Trasporti 2020 Innovazione: la situazione

Dettagli

Polo Innovazione Automotive e Istituto Tecnico Superiore Sistema Meccanica. Raffaele Trivilino Direttore Polo Innovazione Automotive

Polo Innovazione Automotive e Istituto Tecnico Superiore Sistema Meccanica. Raffaele Trivilino Direttore Polo Innovazione Automotive Polo Innovazione Automotive e Istituto Tecnico Superiore Sistema Meccanica Raffaele Trivilino Direttore Polo Innovazione Automotive CONTENUTI a) La filiera Automotive in Italia e in Abruzzo b) La sfida,

Dettagli

Europa 2020 Obiettivi:

Europa 2020 Obiettivi: Europa 2020 Obiettivi: 1. Occupazione 2. R&S innalzamento al 75% del tasso di occupazione (per la fascia di età compresa tra i 20 e i 64 anni) dell'ue aumento degli investimenti in ricerca e sviluppo al

Dettagli

H O R I Z O N 2 0 2 0 W o r k P r o g r a m m e :

H O R I Z O N 2 0 2 0 W o r k P r o g r a m m e : H O R I Z O N 2 0 2 0 W o r k P r o g r a m m e : Pilastro 3 SOCIAL CHALLENGES Smart, green and integrated transport* 1. CONTESTO Nel contesto della priorità Social challenges, il programma Horizon 2020

Dettagli

OR.CH.E.S.T.R.A - ORganization of Cultural HEritage for Smart Tourism and Real time Accessibility. Smart Cities and Communities and Social Innovation

OR.CH.E.S.T.R.A - ORganization of Cultural HEritage for Smart Tourism and Real time Accessibility. Smart Cities and Communities and Social Innovation OR.CH.E.S.T.R.A - ORganization of Cultural HEritage for Smart Tourism and Real time Accessibility luglio 2012 Smart Cities and Communities and Social Innovation I Partner dell idea progettuale Il partenariato

Dettagli

Dalla illuminazione pubblica alla Smart City: Mauro Annunziato

Dalla illuminazione pubblica alla Smart City: Mauro Annunziato Dalla illuminazione pubblica alla Smart City: la ricerca europea e gli approcci applicativi Mauro Annunziato Coordinatore Smart Cities ed Ecoindustria Città sostenibili Energia, Ambiente, Trasporti Società

Dettagli

Governance e Indicatori di misurazione della S3 Roma, 25-26 novembre 2013 CONTRIBUTO DELLE REGIONI ALLA MATRICE PNR

Governance e Indicatori di misurazione della S3 Roma, 25-26 novembre 2013 CONTRIBUTO DELLE REGIONI ALLA MATRICE PNR PON GAT 2007-2013 Asse I Obiettivo Operativo I.4 Progetto «Supporto alla definizione e attuazione delle politiche regionali di ricerca e innovazione (Smart Specialisation Strategy Regionali)» Governance

Dettagli

un laboratorio per le smart cities: l approccio scientifico ai bisogni della città

un laboratorio per le smart cities: l approccio scientifico ai bisogni della città l approccio scientifico ai bisogni della città le peculiarità di genova La città tra Mediterraneo ed Europa La città del sole e del vento La città compatta La città antica La città scoscesa La città porto

Dettagli

AIRI e lo Sviluppo Tecnologico del Paese. Sesto Viticoli

AIRI e lo Sviluppo Tecnologico del Paese. Sesto Viticoli AIRI e lo Sviluppo Tecnologico del Paese Sesto Viticoli Avezzano, 20 novembre 2014 CHI SIAMO AIRI profilo Fondata nel 1974 (Confindustria,IMI, ENEL e CSM), sede a Roma e Ufficio a Milano Focal point per

Dettagli

PROGETTO SIMOB STRUTTURA E OBIETTIVI 1. SCHEDA PROGETTO

PROGETTO SIMOB STRUTTURA E OBIETTIVI 1. SCHEDA PROGETTO PROGETTO SIMOB STRUTTURA E OBIETTIVI 1. SCHEDA PROGETTO Progetto: SIMOB - Sistema Integrato per l infomobilità Finanziatore: Regione Toscana Asse di finanziamento: APQ Competitività dei territori e delle

Dettagli

Tavoli tematici. Contributo. Ente/organizzazione di appartenenza Selex-ES Telefono (+39) 095 8182326 Giovanni.trombetta@selex-es.com www.selex-es.

Tavoli tematici. Contributo. Ente/organizzazione di appartenenza Selex-ES Telefono (+39) 095 8182326 Giovanni.trombetta@selex-es.com www.selex-es. VERSO LA STRATEGIA REGIONALE DELL INNOVAZIONE 2014-2020 Tavoli tematici Contributo 1 1. Dati proponente contributo Nome Giovanni Cognome Trombetta Ente/organizzazione di appartenenza Selex-ES Telefono

Dettagli

MAIN CONFERENCE GENOA SHIPPING WEEK

MAIN CONFERENCE GENOA SHIPPING WEEK P r o v i d i n g S o l u t i o n s Forum Internazionale sull innovazione e la cooperazione per lo sviluppo del cluster marittimo del Mediterraneo MAIN CONFERENCE GENOA SHIPPING WEEK 2015 Mercoledì 16,

Dettagli

Smart Grids come fattore abilitante nello sviluppo delle Smart Cities. Jon Stromsather Pisa, 26 Maggio 2011

Smart Grids come fattore abilitante nello sviluppo delle Smart Cities. Jon Stromsather Pisa, 26 Maggio 2011 Smart Grids come fattore abilitante nello sviluppo delle Smart Cities Jon Stromsather Pisa, 26 Maggio 2011 Uso: Riservato Outline Introduzione Le Smart Grids e Smart Cities Progetti Smart Grids di Enel

Dettagli

CLUSTER TECNOLOGICI NAZIONALI

CLUSTER TECNOLOGICI NAZIONALI CLUSTER TECNOLOGICI NAZIONALI Leda Bologni ASTER Industry 4.0 - La Fabbrica prossima ventura CINECA 22 aprile 2015 AGENDA L iniziativa CTN I cluster costituiti Le attività di sistema I progetti di R&S

Dettagli

Sostenibilità energetica nei Comuni: esperienze innovative

Sostenibilità energetica nei Comuni: esperienze innovative Sostenibilità energetica nei Comuni: esperienze innovative Fabrizio Tollari, ERVET Workshop progetto IPA Alterenergy Bologna, 22 novembre 2012 COMUNITÀ SOSTENIBILI NEL SISTEMA URBANO L Europa ha sviluppato

Dettagli

Torino Smart City on Line

Torino Smart City on Line Torino Smart City on Line Piattaforma per il monitoraggio, la governance e la comunicazione di Torino Smart City Sante Lorenzo Carbone Filippo Ricca Congresso Nazionale AICA 2011 - Torino, 15/11/2011 Obiettivi

Dettagli

Dalle Smart Grid alle Smart Cities Un opportunit. opportunità di innovazione Andrea Costa

Dalle Smart Grid alle Smart Cities Un opportunit. opportunità di innovazione Andrea Costa Dalle Smart Grid alle Smart Cities Un opportunit opportunità di innovazione Andrea Costa Le sfide di Europa 2020 3 direttrici Smart Growth Sviluppo di un economia basata su innovazione e conoscenza. Sviluppo

Dettagli

Piattaforme Tecnologiche Europee e nuovi strumenti di finanziamento. Ing. Aldo Covello MUR Roma 3 aprile 2007 1

Piattaforme Tecnologiche Europee e nuovi strumenti di finanziamento. Ing. Aldo Covello MUR Roma 3 aprile 2007 1 Piattaforme Tecnologiche Europee e nuovi strumenti di finanziamento Ing. Aldo Covello MUR Roma 3 aprile 2007 1 Sommario 1.Piattaforme Tecnologiche Europee 2.Art. 171 3.Art. 169 4.ERANET ed ERANET+ 2 Obiettivi

Dettagli

Il Mercato ICT 2015-2016

Il Mercato ICT 2015-2016 ASSINFORM 2016 Il Mercato ICT 2015-2016 Anteprima Giancarlo Capitani Milano, 15 Marzo 2016 ASSINFORM 2016 Il mercato digitale in Italia nel 2015 Il Mercato Digitale in Italia (2013-2015) Valori in mln

Dettagli

TECNOLOGIE MARITTIME I driver per la futura progettualità Monfalcone, 27 aprile 2015. Le traiettorie nazionali di Ricerca e Innovazione

TECNOLOGIE MARITTIME I driver per la futura progettualità Monfalcone, 27 aprile 2015. Le traiettorie nazionali di Ricerca e Innovazione TECNOLOGIE MARITTIME I driver per la futura progettualità Monfalcone, 27 aprile 2015 Le traiettorie nazionali di Ricerca e Innovazione Paola Gualeni Consiglio Scientifico CTN Trasporti Italia 2020 opportunità

Dettagli

Smart Cities. Il contributo del Distributore allo sviluppo delle città intelligenti. Bari, 12 Novembre 2012

Smart Cities. Il contributo del Distributore allo sviluppo delle città intelligenti. Bari, 12 Novembre 2012 Smart Cities Il contributo del Distributore allo sviluppo delle città intelligenti Donata Susca Responsabile Efficienza Energetica ed Eccellenza Operativa Enel D. Bari, 12 Novembre 2012 Uso: Riservato

Dettagli

La strategia europea al 2050 Metodologia TEN-T: la proposta di rete TEN-T italiana

La strategia europea al 2050 Metodologia TEN-T: la proposta di rete TEN-T italiana TEN-T Italian Transport Programme La strategia europea al 2050 Metodologia TEN-T: la proposta di rete TEN-T italiana CORRIDOI VERDI NELLA RETE TEN 6-7 Settembre 2011 TRENTO Ministero delleinfrastrututre

Dettagli

WORKSHOP METTERE A PUNTO STRATEGIE INNOVATIVE L INNOVAZIONE DI PRODOTTO E DI PROCESSO COME FINANZIARE L INNOVAZIONE NICOLETTA AMODIO

WORKSHOP METTERE A PUNTO STRATEGIE INNOVATIVE L INNOVAZIONE DI PRODOTTO E DI PROCESSO COME FINANZIARE L INNOVAZIONE NICOLETTA AMODIO WORKSHOP METTERE A PUNTO STRATEGIE INNOVATIVE L INNOVAZIONE DI PRODOTTO E DI PROCESSO COME FINANZIARE L INNOVAZIONE NICOLETTA AMODIO Palazzo Torriani 10 ottobre 2007 - Quali strumenti - Quali tematiche

Dettagli

I fondi europei per la coesione. passodopopasso

I fondi europei per la coesione. passodopopasso I fondi europei per la coesione >> passodopopasso FONDI EUROPEI 2014-2020 All Italia spettano 44 miliardi di Euro (22.2 miliardi alle Regioni del Sud) Sviluppo regionale Fondo Europeo di Sviluppo Regionale

Dettagli

Smart City: Mauro Annunziato

Smart City: Mauro Annunziato Smart City: la ricerca europea e gli approcci applicativi Mauro Annunziato Coordinatore Smart Cities ed Ecoindustria Smart City : sostenibilità a 360 ECONOMY Development of innovative spirit Ability to

Dettagli

Marcello Onofri Vice-Presidente Cluster Tecnologico Nazionale Aerospazio

Marcello Onofri Vice-Presidente Cluster Tecnologico Nazionale Aerospazio Marcello Onofri Vice-Presidente Cluster Tecnologico Nazionale Aerospazio IL SISTEMA DEI CLUSTER NAZIONALI: L avvio di una POLITICA INDUSTRIALE di settore Nati dietro iniziativa del MIUR con l obbiettivo:

Dettagli

LA FABBRICA DEL FUTURO

LA FABBRICA DEL FUTURO 1 LA FABBRICA DEL FUTURO SENSORI E DATA FUSION NELLE LAVORAZIONI MECCANICHE (REGIONE EMILIA ROMAGNA) Leda Bologni ASTER Piacenza, 10 Aprile 2013 AGENDA 2 I megatrend che influenzano i sistemi di produzione

Dettagli

Fondi Strutturali Periodo 2014-2020 Principi generali e strumenti programmatici. Cosimo Antonaci

Fondi Strutturali Periodo 2014-2020 Principi generali e strumenti programmatici. Cosimo Antonaci Fondi Strutturali Periodo 2014-2020 Principi generali e strumenti programmatici Cosimo Antonaci 1 cos è la politica di coesione la politica di coesione (o politica regionale comunitaria) è la politica

Dettagli

Quali e-service per l'azienda e le reti di impresa Progetto Essence. Piattaforma ICT & Design

Quali e-service per l'azienda e le reti di impresa Progetto Essence. Piattaforma ICT & Design Quali e-service per l'azienda e le reti di impresa Progetto Essence Piattaforma ICT & Design IL SISTEMA REGIONALE DELLA RICERCA Università di Bologna Università di Ferrara Università ità di Modena e Reggio

Dettagli

Le specializzazioni tecnologiche delle Regioni

Le specializzazioni tecnologiche delle Regioni Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa SpA Le specializzazioni tecnologiche delle Regioni Luigi Gallo Invitalia Napoli, Febbraio 2013 Il lavoro di mappatura delle

Dettagli

EnergyMed come costruire una città metropolitana intelligente

EnergyMed come costruire una città metropolitana intelligente EnergyMed come costruire una città metropolitana intelligente Napoli, 10 Aprile 2015 GLI UOMINI GIUNGONO INSIEME NELLE CITTA ALLO SCOPO DI VIVERE: RIMANGONO INSIEME PER VIVERE BENE (Aristotele 340 a.c.)

Dettagli

Il progetto Enel per la mobilità elettrica L Emilia Romagna come modello per l Europa

Il progetto Enel per la mobilità elettrica L Emilia Romagna come modello per l Europa Il progetto Enel per la mobilità elettrica L Emilia Romagna come modello per l Europa Fulvia Fazio, Sviluppo Smart Grids Italia Bologna 4 maggio 2012 Lo scenario complessivo Mobilità, energia, ambiente

Dettagli

Smart Ci)es: una roadmap per ci3à sostenibili

Smart Ci)es: una roadmap per ci3à sostenibili Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l energia e lo sviluppo economico sostenibile Smart Ci)es: una roadmap per ci3à sostenibili Claudia Meloni Divisione Smart Energy claudia.meloni@enea.it Dalla

Dettagli

Integrazione delle FER in rete

Integrazione delle FER in rete Bari 13 novembre 2012 Integrazione delle FER in rete Manuela Di Fiore Siemens Smart Grid Benvenuti nel millennio urbano Popolazione 2009: 50% della popolazione mondiale vive in città 2030: popolazione

Dettagli

Convegno Green Mobility Fiera Milano Rho, 9 maggio 2014. Stefano Corti LIFEGATE. Chi siamo. LifeGate = la chiave per la sostenibilità

Convegno Green Mobility Fiera Milano Rho, 9 maggio 2014. Stefano Corti LIFEGATE. Chi siamo. LifeGate = la chiave per la sostenibilità Convegno Green Mobility Fiera Milano Rho, 9 maggio 2014 Stefano Corti Chi siamo LifeGate, fondata nel 2000 da Marco Roveda, pioniere del biologico grazie alla creazione di Fattoria Scaldasole, rappresenta

Dettagli

Smart Cities & Communities Ricerca e Tecnologie. Domenico Talia, ICAR CNR, Cosenza, Italy

Smart Cities & Communities Ricerca e Tecnologie. Domenico Talia, ICAR CNR, Cosenza, Italy Smart Cities & Communities Ricerca e Tecnologie Domenico Talia, ICAR CNR, Cosenza, Italy Sommario Le città parlano (se le sappiamo ascoltare) Dai dati alla conoscenza I percorsi dei cittadini ci dicono

Dettagli

«Priority Setting: identificazione delle priorità tecnologiche Roma, 3-4 ottobre 2013

«Priority Setting: identificazione delle priorità tecnologiche Roma, 3-4 ottobre 2013 PON GAT 2007-2013 Asse I Obiettivo Operativo I.4 Progetto «Supporto alla definizione e attuazione delle politiche regionali di ricerca e innovazione (Smart Specialisation Strategy Regionali)» «Priority

Dettagli

Marco Vecchio Segretario AssoAutomazione

Marco Vecchio Segretario AssoAutomazione Marco Vecchio Segretario AssoAutomazione È una delle 11 Associazioni di Federazione ANIE (Federazione Nazionale delle Imprese Elettrotecniche ed Elettroniche) Attraverso i suoi Gruppi rappresenta, sostiene

Dettagli

Enel per la mobilità elettrica Scenari, progetti pilota, sviluppi tecnologici. Maggio 2012

Enel per la mobilità elettrica Scenari, progetti pilota, sviluppi tecnologici. Maggio 2012 Enel per la mobilità elettrica Scenari, progetti pilota, sviluppi tecnologici Maggio 2012 Lo scenario complessivo Mobilità, energia, ambiente Energia La mobilità fortemente legata ai combustibili fossili

Dettagli

IL POR FESR ABRUZZO 2014 2020

IL POR FESR ABRUZZO 2014 2020 IL POR FESR ABRUZZO 2014 2020 QUANTO VALE IL POR FESR ABRUZZO 2014 2020 POR FESR 231.509.780 50% 50% UE STATO LA STRATEGIA DEL POR FESR ABRUZZO 2014-2020 Europa 2020 Obiettivi tematici Sviluppo Locale

Dettagli

Piano nazionale infrastrutturale per la ricarica dei veicoli alimentati ad energia elettrica

Piano nazionale infrastrutturale per la ricarica dei veicoli alimentati ad energia elettrica Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Dipartimento per le Infrastrutture, gli Affari Generali ed il Personale Direzione Generale per lo Sviluppo del territorio, la programmazione ed i progetti

Dettagli

DESTINATION. Sistemi ITS. e servizi di logistica integrata. Conoscere il trasporto delle merci pericolose come strumento di tutela del territorio

DESTINATION. Sistemi ITS. e servizi di logistica integrata. Conoscere il trasporto delle merci pericolose come strumento di tutela del territorio DESTINATION Conoscere il trasporto delle merci pericolose come strumento di tutela del territorio Sistemi ITS Direzione Generale per Sistemi Informativi, Statistici e la Comunicazione e servizi di logistica

Dettagli

Introduzione al seminario e agli aspetti tecnico/operativi trattati

Introduzione al seminario e agli aspetti tecnico/operativi trattati Introduzione al seminario e agli aspetti tecnico/operativi trattati Giorgio Ambrosino Giorgio Ambrosino MemEx, Livorno IL RUOLO DELLE TECNOLOGIE Telecomunicazioni Piattaforme SW Big data, open data, web

Dettagli

Convegno Green Mobility SOLAREXPO Rel. Stefano Corti - 9 maggio 2014

Convegno Green Mobility SOLAREXPO Rel. Stefano Corti - 9 maggio 2014 Convegno Green Mobility SOLAREXPO Rel. Stefano Corti - 9 maggio 2014 Chi siamo LifeGate, fondata nel 2000 da Marco Roveda, pioniere del biologico grazie alla creazione di Fattoria Scaldasole, rappresenta

Dettagli

INNOVAZIONE E TECNOLOGIE INTELLIGENTI. Premio SAPIO - Quale modello per costruire una cultura dell'innovazione?

INNOVAZIONE E TECNOLOGIE INTELLIGENTI. Premio SAPIO - Quale modello per costruire una cultura dell'innovazione? INNOVAZIONE E TECNOLOGIE INTELLIGENTI Premio SAPIO - Quale modello per costruire una cultura dell'innovazione? Francesco Profumo Monza, 22 ottobre 2010 Il contesto 3 Le Criticità del Sistema Italia Fase

Dettagli

Le Aree produttive Ecologicamente Attrezzate (APEA) quali opportunità di sviluppo sostenibile GIOVANNI BRUNELLI MATTM

Le Aree produttive Ecologicamente Attrezzate (APEA) quali opportunità di sviluppo sostenibile GIOVANNI BRUNELLI MATTM CONVEGNO AREE INDUSTRIALI E POLITICHE DI PIANO 30 gennaio 2014 Roma Università Roma Tre Dipartimento di Architettura Le Aree produttive Ecologicamente Attrezzate (APEA) quali opportunità di sviluppo sostenibile

Dettagli

Le Piattaforme Tecnologiche Europee e la loro rilevanza per la Politica della Ricerca e dell Innovazione in Italia

Le Piattaforme Tecnologiche Europee e la loro rilevanza per la Politica della Ricerca e dell Innovazione in Italia Le Piattaforme Tecnologiche Europee e la loro rilevanza per la Politica della Ricerca e dell Innovazione in Italia Ing. Aldo Covello MIUR Punto di contatto nazionale per le PTE Bologna 15 dicembre 2005

Dettagli

L Innovazione e l Internazionalizzazione come fattori chiave di successo. L Industria dell Auto accelera

L Innovazione e l Internazionalizzazione come fattori chiave di successo. L Industria dell Auto accelera L Innovazione e l Internazionalizzazione come fattori chiave di successo. L Industria dell Auto accelera Aurelio Nervo Presidente Gruppo Componenti ANFIA Torino, 7 Luglio 2015 Programma Ore 10.00 La Filiera

Dettagli

BONUS RICERCA E SVILUPPO. chiarimenti - interpretazioni - novità

BONUS RICERCA E SVILUPPO. chiarimenti - interpretazioni - novità BONUS RICERCA E SVILUPPO chiarimenti - interpretazioni - novità Ricerca e innovazione a costo zero Manuela Brotto Consorzio Ethics CHI SIAMO Il Consorzio Ethics è un Organismo di Ricerca (ODR) senza scopo

Dettagli

Soluzioni innovative nella manutenzione e nella logistica in contesti Smart City

Soluzioni innovative nella manutenzione e nella logistica in contesti Smart City Soluzioni innovative nella manutenzione e nella logistica in contesti Smart City SMART CITY- VISIONE DI UN SISTEMA DI SISTEMI Ing. Massimo Povia L importanza della Logistica e della Manutenzione nel contesto

Dettagli

Elenco Istituti Tecnici Superiori

Elenco Istituti Tecnici Superiori Elenco Istituti Tecnici Superiori N. Regione Provincia ITS Area tecnologica Ambiti 1 Abruzzo CHIETI 2 Abruzzo L'AQUILA Istituto Tecnico Superiore Nuove Tecnologie per il Sistema Meccanica Istituto Tecnico

Dettagli

Le aree di specializzazione della Regione Abruzzo - Work in progress -

Le aree di specializzazione della Regione Abruzzo - Work in progress - Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa SpA Le aree di specializzazione della Regione Abruzzo - Work in progress - Giugno 2013 Indice Bozza per discussione Premessa

Dettagli

Il contributo del PON Reti e Mobilità allo sviluppo dei porti

Il contributo del PON Reti e Mobilità allo sviluppo dei porti Arch. Cynthia Fico Autorità di Gestione del PON Reti e Mobilità Ing. Giovanni Infante Responsabile Linea di Intervento Porti e Interporti Pagina 0 Traffico merci nel Mediterraneo Pagina 1 , Bando di gara

Dettagli

Internet delle Cose: Un primo paradigma per le città intelligenti. GCE Med Bari 12_11_2012

Internet delle Cose: Un primo paradigma per le città intelligenti. GCE Med Bari 12_11_2012 Internet delle Cose: Un primo paradigma per le città intelligenti GCE Med Bari 12_11_2012 Cubit CUBIT - Consortium Ubiquitous Technologies nasce nel 2007 per volontà di: Dipartimento di Ingegneria dell

Dettagli

Strategic Research & Innovation Agenda - Italia

Strategic Research & Innovation Agenda - Italia Advisory Council for Aviation Research and Innovation in Europe - Italia Strategic Research & Innovation Agenda - Italia Executive Summary Marzo 2014 Realising Europe s vision for aviation Strategic Research

Dettagli

Muoversi in città Esperienze ed idee per la mobilità nuova in Italia

Muoversi in città Esperienze ed idee per la mobilità nuova in Italia Muoversi in città Esperienze ed idee per la mobilità nuova in Italia di Anna Donati e Francesco Petracchini Prefazione di Gianni Silvestrini e postfazione di Maria Rosa Vittadini INDICE Prefazione. Di

Dettagli

Figure Professionali «Smart City» Smart People ESPERTO ICT. GREEN JOBS Formazione e Orientamento

Figure Professionali «Smart City» Smart People ESPERTO ICT. GREEN JOBS Formazione e Orientamento Figure Professionali «Smart City» Smart People GREEN JOBS Formazione e Orientamento DESCRIZIONE ATTIVITA Il concetto di Smart City sta assumendo rilevanza sempre crescente e diverse città, anche in Italia,

Dettagli

«Priority Setting: identificazione delle priorità tecnologiche Roma, 3-4 ottobre 2013. Tavolo tematico: Fabbrica Intelligente.

«Priority Setting: identificazione delle priorità tecnologiche Roma, 3-4 ottobre 2013. Tavolo tematico: Fabbrica Intelligente. PON GAT 2007-2013 Asse I Obiettivo Operativo I.4 Progetto «Supporto alla definizione e attuazione delle politiche regionali di ricerca e innovazione (Smart Specialisation Strategy Regionali)» «Priority

Dettagli

Efficienza Energetica degli edifici: le nuove tecnologie. Ivan Mangialenti, Business Support Manager Milano, 25 Giugno 2014

Efficienza Energetica degli edifici: le nuove tecnologie. Ivan Mangialenti, Business Support Manager Milano, 25 Giugno 2014 Efficienza Energetica degli edifici: le nuove tecnologie e il ruolo di una grande Utility Ivan Mangialenti, Business Support Manager Milano, 25 Giugno 2014 Con oltre 170 di storia e una forte vocazione

Dettagli

Internet of Everything La convergenza delle infrastrutture secondo Enel

Internet of Everything La convergenza delle infrastrutture secondo Enel Internet of Everything La convergenza delle infrastrutture secondo Enel Livio Gallo Direttore Divisione Infrastrutture e Reti Roma, 3 Luglio, 2014 Politiche europee e nazionali per lo sviluppo sostenibile

Dettagli

Verso infrastrutture intelligenti per le utility. Vincenzo.Lecchi@Alcatel-Lucent.com 22 Aprile 2010

Verso infrastrutture intelligenti per le utility. Vincenzo.Lecchi@Alcatel-Lucent.com 22 Aprile 2010 Verso infrastrutture intelligenti per le utility Vincenzo.Lecchi@Alcatel-Lucent.com 22 Aprile 2010 L ambiziosa iniziativa Green Touch @ mira a limitare di un fattore 1.000 le future emissioni legate alla

Dettagli

ITN INFRASTRUCTURE, TELEMATICS & NAVIGATION Infrastrutture Smart per citta Smart

ITN INFRASTRUCTURE, TELEMATICS & NAVIGATION Infrastrutture Smart per citta Smart ITN INFRASTRUCTURE, TELEMATICS & NAVIGATION Infrastrutture Smart per citta Smart Massimiliano Veltroni Direttore Business Unit Sicurezza, Selex Elsag, e Amministratore Delegato, Selex Service Management

Dettagli

DEIS e II Facoltà di Ingegneria. daniele.vigo@unibo.it

DEIS e II Facoltà di Ingegneria. daniele.vigo@unibo.it Metodologie e strumenti ti per la pianificazione dei flussi di trasporto Daniele Vigo DEIS e II Facoltà di Ingegneria Università di Bologna daniele.vigo@unibo.it 2 Sommario Problemi di pianificazione dei

Dettagli

Dal Distretto Tecnologico Nazionale sull Energia al Cluster Tecnologico. Francesca Iacobone

Dal Distretto Tecnologico Nazionale sull Energia al Cluster Tecnologico. Francesca Iacobone Dal Distretto Tecnologico Nazionale sull Energia al Cluster Tecnologico Nazionale Energia Francesca Iacobone 1 Uno strumento: Cosa è un distretto tecnologico (CLUSTER) Per incrementare la cooperazione

Dettagli

Le politiche per l internazionalizzazione delle PMI della Regione Emilia-Romagna: servizi reali e finanziari alle imprese e diplomazia economica

Le politiche per l internazionalizzazione delle PMI della Regione Emilia-Romagna: servizi reali e finanziari alle imprese e diplomazia economica Le politiche per l internazionalizzazione delle PMI della Regione Emilia-Romagna: servizi reali e finanziari alle imprese e diplomazia economica Ruben Sacerdoti Responsabile Servizio Sportello regionale

Dettagli

darts Software & Engineering Consulenza Progettazione System Integration ITS BSS New Media Company www.darts.it

darts Software & Engineering Consulenza Progettazione System Integration ITS BSS New Media Company www.darts.it Software & Engineering Consulenza Progettazione System Integration ITS BSS New Media Company www..it 1 Company Darts Engineering è pmi di consulenza, progettazione e system integration in ambito ICT, che

Dettagli

Mauro Annunziato. Sub-coordinatore European Joint Programme Smart Cities - EERA

Mauro Annunziato. Sub-coordinatore European Joint Programme Smart Cities - EERA Smart Cities: la ricerca dei modelli vincenti Mauro Annunziato Sub-coordinatore European Joint Programme Smart Cities - EERA mauro.annunziato@enea.it The user produced city plasmare la città sulle persone

Dettagli

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare TECHITALY 2012 L innovazione industriale come motore della crescita europea Sessione 2 Le azioni del Ministero dell ambiente per la mobilità

Dettagli

VERSO LA STRATEGIA REGIONALE DELL INNOVAZIONE 2014-2020 Tavoli tematici. Contributo. 2. Riferimento del contributo al tavolo tematico

VERSO LA STRATEGIA REGIONALE DELL INNOVAZIONE 2014-2020 Tavoli tematici. Contributo. 2. Riferimento del contributo al tavolo tematico VERSO LA STRATEGIA REGIONALE DELL INNOVAZIONE 2014-2020 Tavoli tematici Contributo 1 1. Dati proponente contributo Nome Cognome Ente/organizzazione di appartenenza Telefono E_mail Sito Angelo Marguglio

Dettagli