Corso di Laboratorio di Applicazioni Informatiche: Progettazione di un database e di una applicazione Web Descrizione dei domini applicativi proposti

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Corso di Laboratorio di Applicazioni Informatiche: Progettazione di un database e di una applicazione Web Descrizione dei domini applicativi proposti"

Transcript

1 Corso di Laboratorio di Applicazioni Informatiche: Progettazione di un database e di una applicazione Web Descrizione dei domini applicativi proposti a.a Docente responsabile: Roberto Basili Requisiti Generali del Progetto Lo sviluppo del progetto sulle tecnologie dei Database e la sua presentazione in sede di orale consentono la acquisizione dei 5 crediti del Corso. Il progetto va quindi realizzato e associato ad una relazione completa riguardante la progettazione ed il testing funzionale. Questa deve essere consegnata entro 5 giorni dalla data dell esame, nel quale verra presentata e discussa una demo del sistema. Nella realizzazione del progetto lo studente dovrebbe utilizzare un ambiente di sviluppo di un database, un linguaggio procedurale (ad es. PHP, Java o PL/SQL per Oracle) ed eseguire le seguenti attivita : Definire un insieme completo dei requisiti tratti dalla descrizione informale del dominio e degli scopi della applicazione Progettare lo schema concettuale del dominio dei dati necessari alla applicazione Implementare i costrutti SQL necessari alla creazione del database Popolare in modo automatico o manuale una istanza non banale del database Progettare la componente procedurale richiesta, cioe la applicazione definita nel documento di requisiti: questa fase dovrebbe produrre un documento di analisi e di specifiche del software. Questa progettazione include la definizione della architettura three-tier necessaria e la decomposizione delle funzionalit del livello dei dati, del livello applicativo e di quello di presentazione Implementare la componente procedurale (Application Layer) in PHP o Java (scelte diverse in questa fase sono possibili) Implementare la interfaccia utente del sistema (Presentation Layer) (scelte diverse delle tecnologie sono possibili, quali JSP o XHTML) Definire l insieme dei test funzionali atti a dimostrare sulla istanza del DB definita la rispondenza della applicazione ai requisiti Produrre una relazione associata al dimostrativo risultante che integri: (a) il documento di requisiti, il documento di analisi e progettazione, un documento relativo alla progettazione concettuale e logica dei dati ed infine i risultati dei test funzionali Lo studente dovra prevedere nella relazione almeno le seguenti sezioni distinte Progettazione concettuale Progettazione dello schema logico 1

2 progettazione (algoritmica) della componente procedurale Scelte implementative della componente procedurale (Application e Presentation Layer) Risultati dei test di funzionalita Si vuole osservare che ogni progetto, partendo dalle specifiche (parziali) fornite da questo documento, puo essere sviluppato secondo scelte progettuali diverse a discrezione dello studente. La relazione dovra quindi descrivere le assunzioni aggiuntive considerate da ogni specifico progetto. Un progetto puo essere svolto da un gruppo formato al massimo da tre studenti. Ogni gruppo dovra consegnare una sola relazione. La data ultima di consegna dei progetti e quella del quinto giorno precedente i diversi appelli previsti per il Corso di Laboratorio di Applicazioni Informatiche. 2

3 1 Dominio 1: Un Punto Vendita su Web Una azienda fornitrice di sw per applicazioni Web decide di realizzare un suite di prodotti per l e-commerce e deve utilizzare un modello dei dati relazionali progettando un database. Si trattera quindi di modellare la nozione di negozio virtuale, di implementarne i requisiti generali e svilppare i servizi richiesti tipicamente dal negozio nelle usuali attivit di acquisto, vendita e gestione delle spedizioni. Il negozio virtuale consente la vendita di prodotti fisici (i soli che vengono rititrati dai fornitori e consegnati dai servizi di spedizione) e di un insieme indipendente di prodotti digitali (in genere software), che non richiedono la consegna, ma possono essere scaricati tramite il portale stesso del negozio. L applicazione deve: (1) garantire la contabilizzazione di ogni vendita (insieme dei prodotti e prezzi), cioe la produzione di un documento fiscale per ogni vendita avvenuta; (2) segnalare al servizio di consegne i dettagli necessari al completamento della consegna (cioe i fornitori convolti, gli indirizzi di essi per il ritiro della merce e le quantita delle merci), (3) rendicontare la pubblicita effettuata per conto dei distributori in modo automatico quando per un certo fornitore si eccede il numero minimo di accessi. Il servizio di consegne richiede al termine di una vendita un documento in cui tutta la merce da ritirare e gli indirizzi dei vari fornitori siano specificati. Inoltre deve notificare anche mensilmente le pubblicita effettuate. Poiche le pagine disponibili per il download dei prodotti digitali contengono pubblicita dei distributori degli stessi prodotti, il numero di accessi a tali pagine (uno per ogni vendita di prodotti diretti) va registrata: in proporzione al numero di accessi si puo infatti ottenere uno sconto dal distributore. Le informazioni da rappresentare ammettono le seguenti caratteristiche. Ogni prodotto ammette un unico prezzo di vendita, oltre a caratteristiche quali la descrizione, ed un codice. I prodotti fisici hanno un solo fornitore (con il suo indirizzo), un ingombro (dimensioni e peso) ed un costo di spedizione aggiuntivo. Ogni vendita puo contenere prodotti fisici e digitali. I prodotti digitali hanno un solo distributore che utilizza la pagina di accesso (download) per la propria pubblicita. Tale distributore e caratterizzato da un nome, e dall indirizzo Web per la comunicazione delle pubblicita avvenute in un mese. Ogni prodotto digitale garantisce un certo introito pubblicitario che il sistema di e-commerce dovrebbe esigere automaticamente quando si supera un tetto di accessi. 1.1 Componente procedurale La componente procedurale della applicazione (Application e Presentation Layer) dovra consentire le seguenti operazioni. a) Gestione da parte del personale amministrativo del negozio della offerta commerciale: prodotti fisici e digitali, prezzi e listini. b Gestione di un accesso interattivo da parte di un utente, per la navigazione Web tra i prodotti, i listini a supporto delle attivit di acquisto. La generazione a video di un report complessivo (fiscale) di ogni vendita che includa i dati del cliente, l importo compessivo, i prodotti acquistati, il loro produttore (distributore/fornitore) e l importo complessivo; 3

4 c) Generazione del documento di consegne che stampi a video tutti i dettagli richiesti (fornitori, indirizzi, merci, quantita, prezzi al fornitore) per le consegne di prodotti fisici; d) Generazione del report mensile delle pubblicita effettuate. Tale report corrisponde ad ogni distributore (coinvolto in almeno una vendita di prodotti digitale). Si richiede la stampa di un report per ogni distributore. 4

5 2 Dominio 2: Calcio e Notizie Una agenzia di stampa specializzata in servizi sportivi decide di realizzare un prodotto per la registazione dei dati tecnici di un incontro di calcio. Alcuni giornalisti sportivi in tempo reale inseriscono dati su punizioni, passaggi, attacchi e amminizioni/espulsioni di un incontro. Il parallelismo e la concorrenza dei dati richiedono l uso di un modello dei dati relazionali e la progettazione di un database dedicato. Una componente generale descrivera le squadre ed i giocatori dei diversi team, mentre una seconda componente sara utilizzata per uno specifico incontro. Si trattera quindi di modellare la nozione di campionato di calcio e di incontro e di implementarne i requisiti generali. Durante un incontro dovranno essere registrati i goal (ed i cannonieri), i dati disciplinari (falli e corner fatti e subiti, ammoniti ed esplusli) ed alcune notizie tattiche (percentuali di gioco nei quadranti del campo, tipologie diverse di attacco, etc.). Per la registrazione i tecnici possono contare su una applicazione (a menu o basata su pulsanti dedicati) che permette l inserimento dei dati puntuali (evento e suoi partecipanti, per es. goal e suo autore) e l aggiornamento in tempo reale. Ogni inserimento si basa su una serie di scelte dai menu corrispondenti, cosi da minimizzare i tempi di inserimento. A fine partita sara possibile derivare l insieme delle statistiche per le due squadre, per i singoli giocatori (per es. insieme dei falli fatti o subiti) L applicazione deve: (1) garantire la contabilizzazione di ogni evento; (2) segnalare al servizio dati generali (per esempio se una squadra ha totalizzato piu di un certo numero di ammonizioni) 3) ed infine guidare la creazione del menu finale (o tra primo e secondo tempo) con la rassegna dei dati tecnici (ad es. falli e ammoniti) e tattici (ad es. numero di attacchi dal centro dalla destra o dalla sinistra). 2.1 Componente procedurale La componente procedurale del progetto dovra consentire le seguenti operazioni. a) Gestione interattiva delle attivit di amministrazione quali la creazione di un campionato, l inserimento di squadre e giocatori, la costruzione di un calendario e la abilitazione dei diritti di scrittura e lettura dei diversi giornalisti (o classi di giornalisti); b) Gestione a video della interazione del giornalista sportivo per l inserimento in tempo reale dei dati di gioco; c) Generazione del menu di sintesi tecnico-tattica al termine del primo tempo o della partita; d) Aggiornamento della componente generale del campionato con i dati sintetici (ad es. percentuali totali della partita) relativi all incontro effettuato con una successivo report (per ogni squadra) delle partite effettuate e dei dati accumulati durante il campionato. 5

6 3 Dominio 3: Automazione nella gestione dei corsi universitari La Facolta di una universit decide di dotarsi di una applicazione per la gestione della comunita degli studenti, la pubblicazione delle informazioni sui Corsi (Nomi, anno accademico, orari, calendari e aule) e la prenotazione, la registrazione e la pubblicazione automatica degli esami. Il parallelismo e la concorrenza nell accesso a tali dati su Web richiedono l uso di tecnologie Web e la adozione di un DBMS relazionale per la gestione di un database dedicato. La componente amministrativa, controllata dal personale della Facolta, consentira la gestione del DB, mentre una seconda componente sara utilizzata per la gestione di uno specifico corso da parte del docente responsabile. Si trattera quindi di modellare la nozione di Corso di Laurea (ad es. Laurea in Ingegneria Elettronica o Informatica), Corso di studi (ad es. Basi di Dati) e di implementarne i requisiti generali di gestione dei corsi ed esami. Il servizio consente a valle della immatricolazione, l inserimento dei dati di uno studente, la erogazione della sua password individuale e la abilitazone ai servizi di prenotazione agli esami e visualizzazione dei risultati di un esame o del proprio curriculum completo. Ogni studente quindi potra verificare lo stato di verbalizzazione dei suoi esami, accedere alle informazioni sui Corsi (ad es. calendario lezioni e appelli d esame). I docenti sono registrati dal sottosistema di gestione della Facolta, da questo vengono assegnati ai Corsi, e possono successivamente aggiornare i dati del singolo corso (programma o avvisi diversi per lo stesso corso). I corsi sono suddivisi per semestrali e trimestrali. Un Corso semestrale puo essere insegnato da due docenti mentre un corso trimestrale ha un solo docente responsabile. Un Corso in un anno accademico e associato a piu date di esame, organizzate in tre sessioni (autunnali, invernali ed estive). Per ogni esame il docente e tenuto a descrivere il tipo di prove ed il calendario previsto: le prove possono essere di tipo scritto (con domande aperte), quiz (test a risposte chiuse), orali o discussioni di progetto. Un esame puo associare sino a tre prove diverse. Una volta che l appello di un esame e stato attivato dal docente, sara possibile sino a 5 giorni prima della data dell appello la registrazione da parte degli studenti. Uno studente non puo prenotarsi a piu di un appello per sessione. Al termine dell esame i risultati di ogni prova possono essere inseriti dal docente e debbono essere immediatamente resi accessibili da parte degli studenti registrati ad un esame: uno studente non registrato ad un appello non puo accedere ai risultati delle prove dei suoi colleghi a tale appello. 3.1 Componente procedurale La componente procedurale del progetto dovra consentire le seguenti operazioni. a) Gestione interattiva delle attivit di amministrazione dei Corsi di Laurea, dei docenti e dei Corsi: tali attivita comprendono la registrazione di un Corso di Laurea, la assegnazione dei Corsi ad un Corso di Laurea o la registrazione dei docenti; b) Interfaccia interattiva per il docente che consente la documentazione dei Corsi e la gestione dei singoli esami; c) Interfaccia interattiva per gli studenti che garantisca l accesso al proprio Corso e la visualizzazione complessiva del proprio curriculum (ad es. la data di immatricolazione, elenco degli esami sostenuti, media); d) Compilazione delle stistiche di Facolta sui diversi Corsi di Laurea, quali il numero di iscritti e laureati, i Corsi attivati in un anno accademico, il numero di esami sostenuti in un anno accademico, il tempo medio di accesso da parte di uno studente alla seduta di Laurea a partire dalla sua immatricolazione. 6

Progetto Finale: Progettazione di un database e di una applicazione

Progetto Finale: Progettazione di un database e di una applicazione Progetto Finale: Progettazione di un database e di una applicazione Docenti: Roberto Basili Corso di Basi Di Dati a.a. 2007-2008 Norme Generali Il progetto fa parte della valutazione gobale del corso e

Dettagli

Progetto Finale: Progettazione di un database e di una applicazione

Progetto Finale: Progettazione di un database e di una applicazione Progetto Finale: Progettazione di un database e di una applicazione Docenti: Roberto Basili, Claudia Amari Corso di Basi Di Dati a.a. 2003-2004 Norme Generali Il progetto fa parte della valutazione gobale

Dettagli

Docenti: Roberto Basili, Claudia Amari, Mauro Minenna Corso di Basi Di Dati a.a. 2004-2005 # $ # %&'()&( # $ $ * +

Docenti: Roberto Basili, Claudia Amari, Mauro Minenna Corso di Basi Di Dati a.a. 2004-2005 # $ # %&'()&( # $ $ * + Docenti: Roberto Basili, Claudia Amari, Mauro Minenna Corso di Basi Di Dati a.a. 2004-2005 Norme Generali!" $ $ %&'()&(!*! " $! $ $ * +!*, +! 1 Progetto 1: New.Telco Un gestore di telefonia, la New.Telco,

Dettagli

Progetto Finale Facoltativo: Progettazione di un database e di una applicazione

Progetto Finale Facoltativo: Progettazione di un database e di una applicazione Progetto Finale Facoltativo: Progettazione di un database e di una applicazione Docenti: Roberto Basili Corso di Gestione dei Dati e della Conoscenza a.a. 2008-2009 Norme Generali Gli studenti che ambiscono

Dettagli

Da Settembre 2010 Oggi. Go Project srl via Alessandria 88, Roma. Inail Istituto Nazionale Infortuni sul Lavoro

Da Settembre 2010 Oggi. Go Project srl via Alessandria 88, Roma. Inail Istituto Nazionale Infortuni sul Lavoro F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E Qualifica: INFORMAZIONI PERSONALI Nome Nazionalità italiana Data di nascita 08/10/1974 ESPERIENZA LAVORATIVA Date (da a) Da Settembre

Dettagli

Progetto di Applicazioni Software

Progetto di Applicazioni Software Progetto di Applicazioni Software Dipartimento di Informatica e Sistemistica Antonio Ruberti SAPIENZA Università di Roma Anno Accademico 2008/2009 I lucidi del corso sono stati prodotti sulla base del

Dettagli

Pipoli Antonio. Telefono: 3472225977 Email: antonio.pipoli@yesoft.it

Pipoli Antonio. Telefono: 3472225977 Email: antonio.pipoli@yesoft.it CURRICULUM VITAE Pipoli Antonio Telefono: 3472225977 Email: antonio.pipoli@yesoft.it Data e luogo di nascita: 26/03/1983 Foggia (FG) Nazionalità: Italiana Codice Fiscale: PPLNTN83C26D643F Residenza: via

Dettagli

Consiglio della Facoltà Dipartimentale di Ingegneria 20/07/2015. Senato Accademico 21/07/2015. Comitato Esecutivo 23/07/2015

Consiglio della Facoltà Dipartimentale di Ingegneria 20/07/2015. Senato Accademico 21/07/2015. Comitato Esecutivo 23/07/2015 Consiglio della Facoltà Dipartimentale di Ingegneria 20/07/2015 Senato Accademico 21/07/2015 Comitato Esecutivo 23/07/2015 REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA INDUSTRIALE INDICE TITOLO

Dettagli

Progetto n.1: Student s Magazine 2.0

Progetto n.1: Student s Magazine 2.0 Progetto n.1: Student s Magazine 2.0 Requisiti Lo Student s Magazine 2.0 è un magazine on line a gestione distribuita. Non c è un organizzazione centrale, tutti gli utenti possono essere giornalisti e

Dettagli

Componenti di una applicazione. Un programma applicativo è strutturato come un insieme organizzato di tre componenti funzionali:

Componenti di una applicazione. Un programma applicativo è strutturato come un insieme organizzato di tre componenti funzionali: Componenti di una applicazione Un programma applicativo è strutturato come un insieme organizzato di tre componenti funzionali: Un sottosistema di interfaccia con l utente (IU, user interface o anche presentation

Dettagli

DEFINIZIONI FONDAMENTALI

DEFINIZIONI FONDAMENTALI Consorzio per la formazione e la ricerca in Ingegneria dell'informazione DEFINIZIONI FONDAMENTALI Per vincere ci vuole una buona partenza... Docente: Cesare Colombo CEFRIEL colombo@cefriel.it http://www.cefriel.it

Dettagli

Politecnico di Bari Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Informatica A.A. 2008-09. Casi di Studio. Traccia n 1

Politecnico di Bari Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Informatica A.A. 2008-09. Casi di Studio. Traccia n 1 Politecnico di Bari Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Informatica A.A. 2008-09 Casi di Studio Traccia n 1 Si vuole realizzare un portale web per la gestione della rete di vendita di un'azienda

Dettagli

Università degli Studi di Perugia Dipartimento di Matematica e Informatica. Corso di Laurea Magistrale in Informatica. CLASSE LM18 (Informatica)

Università degli Studi di Perugia Dipartimento di Matematica e Informatica. Corso di Laurea Magistrale in Informatica. CLASSE LM18 (Informatica) Università degli Studi di Perugia Dipartimento di Matematica e Informatica Corso di Laurea Magistrale in Informatica CLASSE LM18 (Informatica) Manifesto degli Studi A.A. 2015-2016 (Regolamento didattico

Dettagli

Risorsa N 027587. Inglese Discreto Francese Discreto

Risorsa N 027587. Inglese Discreto Francese Discreto Risorsa N 027587 DATI ANAGRAFICI: Nato nel : 1972 Residente a : Milano ISTRUZIONE E CERTIFICAZIONI: Laurea in Ingegneria Informatica Diploma di Maturità Scientifica LINGUE STRANIERE: Inglese Discreto Francese

Dettagli

GUIDA ALLA PROVA DI CONOSCENZA LINGUISTICA INFORMATIZZATA LIVELLO B1. Anno accademico 2013/14

GUIDA ALLA PROVA DI CONOSCENZA LINGUISTICA INFORMATIZZATA LIVELLO B1. Anno accademico 2013/14 GUIDA ALLA PROVA DI CONOSCENZA LINGUISTICA INFORMATIZZATA LIVELLO B1 Anno accademico 2013/14 DIPARTIMENTI/CENTRI Facoltà di Giurisprudenza Ingegneria Civile, Ambientale e Meccanica Ingegneria e Scienza

Dettagli

PIATTAFORMA ecol per il Corso di Laurea in Ingegneria Informatica OnLine. MANUALE STUDENTE v. 3.0 del 12/09/2008 INDICE

PIATTAFORMA ecol per il Corso di Laurea in Ingegneria Informatica OnLine. MANUALE STUDENTE v. 3.0 del 12/09/2008 INDICE PIATTAFORMA ecol per il Corso di Laurea in Ingegneria Informatica OnLine MANUALE STUDENTE v. 3.0 del 12/09/2008 INDICE Introduzione 1. Requisiti di sistema 2. Accesso alla piattaforma didattica 2.1. Informazioni

Dettagli

Analisi e progettazione del software

Analisi e progettazione del software Luca Cabibbo Analisi e Progettazione del Software Analisi e progettazione del software Introduzione al corso marzo 2015 Qualcuno me l ha mostrato, e io l ho trovato da solo. Detto Zen 1 Analisi e progettazione

Dettagli

Corso di Informatica (Basi di Dati)

Corso di Informatica (Basi di Dati) Corso di Informatica (Basi di Dati) Lezione 1 (12 dicembre 2008) Introduzione alle Basi di Dati Da: Atzeni, Ceri, Paraboschi, Torlone - Basi di Dati Lucidi del Corso di Basi di Dati 1, Prof. Carlo Batini,

Dettagli

Informatica (Basi di Dati)

Informatica (Basi di Dati) Corso di Laurea in Biotecnologie Informatica (Basi di Dati) Introduzione alle Basi di Dati Anno Accademico 2009/2010 Da: Atzeni, Ceri, Paraboschi, Torlone - Basi di Dati Lucidi del Corso di Basi di Dati

Dettagli

Corso di Laurea in Ingegneria Informatica Algoritmi e basi di dati Modulo Basi di dati a.a. 2010-2011

Corso di Laurea in Ingegneria Informatica Algoritmi e basi di dati Modulo Basi di dati a.a. 2010-2011 Corso di Laurea in Ingegneria Informatica Algoritmi e basi di dati Modulo Basi di dati a.a. 2010-2011 2011 Docente: Gigliola Vaglini Docente laboratorio: Alessandro Lori 1 Obiettivi del corso Imparare

Dettagli

9. Architetture di Dominio

9. Architetture di Dominio 9. Architetture di Dominio imparare dall esperienza comune Andrea Polini Ingegneria del Software Corso di Laurea in Informatica (Ingegneria del Software) 9. Architetture di Dominio 1 / 20 Sommario 1 Architetture

Dettagli

Manifesto degli Studi A.A. 2013-2014 per Studenti a Tempo Pieno

Manifesto degli Studi A.A. 2013-2014 per Studenti a Tempo Pieno UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI ALDO MORO Manifesto degli Studi A.A. 2013-2014 per Studenti a Tempo Pieno Classe delle Lauree n. L-31 Scienze e tecnologie informatiche LAUREA IN: INFORMATICA sede di Brindisi

Dettagli

MANUALE MOODLE STUDENTI. Accesso al Materiale Didattico

MANUALE MOODLE STUDENTI. Accesso al Materiale Didattico MANUALE MOODLE STUDENTI Accesso al Materiale Didattico 1 INDICE 1. INTRODUZIONE ALLA PIATTAFORMA MOODLE... 3 1.1. Corso Moodle... 4 2. ACCESSO ALLA PIATTAFORMA... 7 2.1. Accesso diretto alla piattaforma...

Dettagli

PIANO DI LAVORO EFFETTIVAMENTE SVOLTO IN RELAZIONE ALLA PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE

PIANO DI LAVORO EFFETTIVAMENTE SVOLTO IN RELAZIONE ALLA PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE Istituto di Istruzione Secondaria Superiore ETTORE MAJORANA 24068 SERIATE (BG) Via Partigiani 1 -Tel. 035-297612 - Fax 035-301672 e-mail: majorana@ettoremajorana.gov.it - sito internet: www.ettoremajorana.gov.it

Dettagli

GUIDA STUDENTI ALLA PRENOTAZIONE DEGLI APPELLI D ESAME ONLINE

GUIDA STUDENTI ALLA PRENOTAZIONE DEGLI APPELLI D ESAME ONLINE GUIDA STUDENTI ALLA PRENOTAZIONE DEGLI APPELLI D ESAME ONLINE Versione aggiornata al 06/05/2013 SSF Rebaudengo p.zza Conti di Rebaudengo, 22-10155 Torino Tel. +39 011 2340083 - Fax +39 011 2304044 www.rebaudengo.it

Dettagli

Analisi e progettazione del software

Analisi e progettazione del software Luca Cabibbo Analisi e Progettazione del Software Analisi e progettazione del software L esperienza non è quello che ti succede, Introduzione al corso ma quello che te ne fai marzo 2013 di quello che ti

Dettagli

ANNO SCOLASTICO: 2014-2015 DISCIPLINA: INFORMATICA CLASSE: 5 SI INDIRIZZO: SISTEMI INFORMATIVI DOCENTI: TISO EMANUELE BARBARA SECCHI

ANNO SCOLASTICO: 2014-2015 DISCIPLINA: INFORMATICA CLASSE: 5 SI INDIRIZZO: SISTEMI INFORMATIVI DOCENTI: TISO EMANUELE BARBARA SECCHI ANNO SCOLASTICO: 2014-2015 DISCIPLINA: INFORMATICA CLASSE: 5 SI INDIRIZZO: SISTEMI INFORMATIVI DOCENTI: TISO EMANUELE BARBARA SECCHI 1 2 ELENCO MODULI ARGOMENTI PRINCIPALI STRUMENTI PERIODO Base di Dati

Dettagli

Sistemi di Elaborazione delle Informazioni (C.I. 15) Access

Sistemi di Elaborazione delle Informazioni (C.I. 15) Access Università degli Studi di Palermo Dipartimento di Ingegneria Informatica Sistemi di Elaborazione delle Informazioni (C.I. 15) Anno Accademico 2009/2010 Docente: ing. Salvatore Sorce Access C.d.L. in Igiene

Dettagli

Manuale Piattaforma Didattica

Manuale Piattaforma Didattica Manuale Piattaforma Didattica Ver. 1.2 Sommario Introduzione... 1 Accesso alla piattaforma... 1 Il profilo personale... 3 Struttura dei singoli insegnamenti... 4 I Forum... 5 I Messaggi... 7 I contenuti

Dettagli

Università degli Studi Roma Tre. Prenotazione on-line

Università degli Studi Roma Tre. Prenotazione on-line Università degli Studi Roma Tre Prenotazione on-line Istruzioni per effettuare la prenotazione on-line degli appelli presenti sul Portale dello Studente Assistenza... 2 Accedi al Portale dello Studente...

Dettagli

Strumenti E learning. Presentazione tecnica

Strumenti E learning. Presentazione tecnica Strumenti E learning Presentazione tecnica Luglio 2008 Grazie all esperienza del proprio management e alla propria struttura tecnologica, InterAteneo è riuscito a creare un sistema di integrazione, tra

Dettagli

GUIDA ALLA PROVA DI CONOSCENZA LINGUISTICA INFORMATIZZATA LIVELLO B2. Anno accademico 2013/14

GUIDA ALLA PROVA DI CONOSCENZA LINGUISTICA INFORMATIZZATA LIVELLO B2. Anno accademico 2013/14 GUIDA ALLA PROVA DI CONOSCENZA LINGUISTICA INFORMATIZZATA LIVELLO B2 Anno accademico 2013/14 DIPARTIMENTI/CENTRI Facoltà di Civile, Ambientale e Meccanica e Scienza dell Informazione Industriale Fisica

Dettagli

Università degli Studi di Bergamo. Facoltà di INGEGNERIA

Università degli Studi di Bergamo. Facoltà di INGEGNERIA Università degli Studi di Bergamo Facoltà di INGEGNERIA Corso di Laurea in Ingegneria Informatica Classe di appartenenza: L-8 Ingegneria dell Informazione Computer Science and Engineering REGOLAMENTO DIDATTICO

Dettagli

Università degli Studi di Salerno GPS: Gestione Progetti Software. Project Proposal Versione 1.1

Università degli Studi di Salerno GPS: Gestione Progetti Software. Project Proposal Versione 1.1 Università degli Studi di Salerno GPS: Gestione Progetti Software Project Proposal Versione 1.1 Data 27/03/2009 Project Manager: D Amato Angelo 0521000698 Partecipanti: Nome Andrea Cesaro Giuseppe Russo

Dettagli

DESIGN PATTERN ESERCITAZIONE PREPARAZIONE ALL ESAME, PARTE II INGEGNERIA DEL SOFTWARE. La soluzione corretta è la c)

DESIGN PATTERN ESERCITAZIONE PREPARAZIONE ALL ESAME, PARTE II INGEGNERIA DEL SOFTWARE. La soluzione corretta è la c) DESIGN PATTERN Barrare con una X la lettera del diagramma delle classi che fra i seguenti rappresenta in modo corretto il design pattern architetturale Model View Controller (MVC) ESERCITAZIONE PREPARAZIONE

Dettagli

Regolamento didattico del corso di studio MAGISTRALE in Economia e Management Marittimo Portuale

Regolamento didattico del corso di studio MAGISTRALE in Economia e Management Marittimo Portuale Regolamento didattico del corso di studio MAGISTRALE in Economia e Management Marittimo Portuale Art. 1 Premessa e ambito di competenza Art. 2 Requisiti di ammissione. Modalità di verifica Il presente

Dettagli

Metodologie Informatiche Applicate al Turismo

Metodologie Informatiche Applicate al Turismo Metodologie Informatiche Applicate al Turismo 1. Introduzione Paolo Milazzo Dipartimento di Informatica, Università di Pisa http://www.di.unipi.it/ milazzo milazzo di.unipi.it Corso di Laurea in Scienze

Dettagli

Progettazione di una base di dati Ufficio della Motorizzazione

Progettazione di una base di dati Ufficio della Motorizzazione Corso di Gestione dell Informazione Studenti NON frequentanti A.A. 2008/2009 1 Scopo del progetto Progettazione di una base di dati Ufficio della Motorizzazione Si vuole realizzare un applicazione base

Dettagli

Informatica 2 Basi di dati

Informatica 2 Basi di dati Informatica 2 Basi di dati Prof. Giovanni Giuffrida e-mail: giovanni.giuffrida@dmi.unict.it DB - Introduzione 1 Recapiti Prof. Giuffrida Giovanni Email: giovanni.giuffrida@dmi.unict.it Info sul corso:

Dettagli

FACOLTA DI SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI Manifesto degli studi A.A. 2012-2013

FACOLTA DI SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI Manifesto degli studi A.A. 2012-2013 FACOLTA DI SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI Manifesto degli studi A.A. 2012-2013 Classe delle Lauree n. L-31 Scienze e tecnologie informatiche LAUREA IN: INFORMATICA

Dettagli

Informatica Introduzione alle basi di dati

Informatica Introduzione alle basi di dati Informatica Introduzione alle basi di dati Prof. Giovanni Giuffrida e-mail: giovanni.giuffrida@dmi.unict.it 27 November 2014 Basi di Dati - Introd. - Prof. G. Giuffrida 1 Materiale didattico Atzeni,Ceri,Paraboschi,Torlone,

Dettagli

Università degli Studi di Bergamo. Facoltà di INGEGNERIA

Università degli Studi di Bergamo. Facoltà di INGEGNERIA Università degli Studi di Bergamo Facoltà di INGEGNERIA Corso di Laurea in Ingegneria Edile Classe di appartenenza: L-23 Scienze e tecniche dell edilizia Building Engineering REGOLAMENTO DIDATTICO Emanato

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANUALE DEL DIPARTIMENTO DI INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI ISTITUTO TECNICO a.s. 2015-16

PROGRAMMAZIONE ANUALE DEL DIPARTIMENTO DI INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI ISTITUTO TECNICO a.s. 2015-16 PROGRAMMAZIONE ANUALE DEL DIPARTIMENTO DI INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI ISTITUTO TECNICO a.s. 2015-16 SECONDO BIENNIO Disciplina: INFORMATICA La disciplina Informatica concorre a far conseguire allo

Dettagli

Marco Iannantuoni Curriculum Vitae. Marco, Iannantuoni

Marco Iannantuoni Curriculum Vitae. Marco, Iannantuoni Marco Iannantuoni Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI Nome, Cognome Indirizzo E-Mail Marco, Iannantuoni Via Alberico da Merlino, 15 26833 Merlino Italy (IT) marco.iannantuoni@me.com Email secondaria

Dettagli

Applicazione: OIL Online Interactive helpdesk

Applicazione: OIL Online Interactive helpdesk Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Gestione ICT Applicazione: OIL Online Interactive helpdesk Amministrazione: Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) Responsabile dei sistemi informativi

Dettagli

ISIS C.Facchinetti Sede: via Azimonti,5-21053 Castellanza Modulo Gestione Qualità. DISCIPLINA Informatica A.S. 2014-2015 X di dipartimento

ISIS C.Facchinetti Sede: via Azimonti,5-21053 Castellanza Modulo Gestione Qualità. DISCIPLINA Informatica A.S. 2014-2015 X di dipartimento DISCIPLINA Informatica A.S. 2014-2015 X di dipartimento individuale dei docenti LACQUANITI e DE BERNARDI 1) PREREQUISITI per le classi 5^ Inf /Serale Conoscenza di almeno un linguaggio di programmazione

Dettagli

Proposta UNIF Progetto: Portale delle fonti di energia rinnovabile. Obiettivi

Proposta UNIF Progetto: Portale delle fonti di energia rinnovabile. Obiettivi Proposta UNIF Progetto: Portale delle fonti di energia rinnovabile Pag.1 Obiettivi Il progetto, Portale delle fonti di energia rinnovabile, ha l obiettivo di facilitare lo scambio di informazioni e notizie

Dettagli

Regolamento Scuola di Progettazione Artistica per l Impresa

Regolamento Scuola di Progettazione Artistica per l Impresa Regolamento Scuola di Progettazione Artistica per l Impresa Corso di Diploma Accademico di Primo Livello Triennale in Graphic Design Corso di Diploma Accademico di Secondo Livello Biennale in Graphic Design

Dettagli

Università degli Studi di Salerno Ingegneria del Software: Tecniche Avanzate

Università degli Studi di Salerno Ingegneria del Software: Tecniche Avanzate Università degli Studi di Salerno Ingegneria del Software: Tecniche Avanzate Mystic Pizza Gestione Pizzeria Scheda di Progetto Version 1.0 Data 19/03/2007 Indice degli argomenti 1. Introduzione 3 a. Scenario

Dettagli

Realizzato da: Montanaro Teodoro (10091047)

Realizzato da: Montanaro Teodoro (10091047) Appunti online PROGETTO DI INGEGNERIA DEL SOFTWARE The Apache Software Realizzato da: Montanaro Teodoro (10091047) SOMMARIO 1. Requisiti informali... 4 2. Analisi e specifica dei requisiti... 5 2.1 Stake

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Laura Bacci, PMP Via Tezze, 36 46100 MANTOVA Telefono (+39) 348 6947997 Fax (+39) 0376 1810801

Dettagli

Appunti lezione Database del 07/10/2015

Appunti lezione Database del 07/10/2015 Appunti lezione Database del 07/10/2015 Nelle lezioni precedenti si è visto come qualunque applicazione informativa è almeno formata da tre livelli o layers che ogni progettista conosce e sa gestire: Livello

Dettagli

1. BASI DI DATI: GENERALITÀ

1. BASI DI DATI: GENERALITÀ 1. BASI DI DATI: GENERALITÀ BASE DI DATI (DATABASE, DB) Raccolta di informazioni o dati strutturati, correlati tra loro in modo da risultare fruibili in maniera ottimale. Una base di dati è usualmente

Dettagli

DI.SCI.TE. Piattaforma di gestione e comunicazione. Pagina Personale Studente. ISTITUTO SUPERIORE SCIENZE RELIGIOSE di MILANO

DI.SCI.TE. Piattaforma di gestione e comunicazione. Pagina Personale Studente. ISTITUTO SUPERIORE SCIENZE RELIGIOSE di MILANO Novembre 2014 DI.SCI.TE Piattaforma di gestione e comunicazione per la Didattica delle Scienze Teologiche Pagina Personale Studente ISTITUTO SUPERIORE SCIENZE RELIGIOSE di MILANO Pagine Personali Studenti

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE DEL DIPARTIMENTO DI MATERIA DIPARTIMENTO DI INFORMATICA INDIRIZZO TECNICO SCIENTIFICO NUCLEI FONDAMENTALI DI CONOSCENZE

PIANO DI LAVORO ANNUALE DEL DIPARTIMENTO DI MATERIA DIPARTIMENTO DI INFORMATICA INDIRIZZO TECNICO SCIENTIFICO NUCLEI FONDAMENTALI DI CONOSCENZE Pag. 1 di 3 ANNO SCOLASTICO 2014/2015 DIPARTIMENTO DI INFORMATICA INDIRIZZO TECNICO SCIENTIFICO CLASSI CORSI AFM, RIM, SIA BIENNIO TRIENNIO DOCENTI: PAGETTI, GOI NUCLEI FONDAMENTALI DI CONOSCENZE I QUADRIMESTRE

Dettagli

Percorso Video Game. Percorsi per la Laurea Magistrale in Informatica. Obiettivi generali. Sbocchi professionali

Percorso Video Game. Percorsi per la Laurea Magistrale in Informatica. Obiettivi generali. Sbocchi professionali Percorsi per la Laurea Magistrale in Informatica Percorso Video Game Docenti di riferimento: Dr. Dario Maggiorini, Dr. Laura Anna Ripamonti Sede di erogazione: Milano Obiettivi generali Il mercato dei

Dettagli

DyrCOMMERCE èsoluzione ideale sia per il business-to-business che per il business-to-customer.

DyrCOMMERCE èsoluzione ideale sia per il business-to-business che per il business-to-customer. PRESENTAZIONE DyrCOMMERCE èstato studiato per rispondere alle nuove esigenze delle aziende per la gestione di un negozio elettronico. L'aggiornamento e la manutenzione in tempo reale del catalogo prodotti

Dettagli

PROGRAMMAZIONE MODULARE. Periodo mensile. Ore previste

PROGRAMMAZIONE MODULARE. Periodo mensile. Ore previste PROGRAMMAZIONE MODULARE Indirizzo: INFORMATICA SIRIO Disciplina: INFORMATICA Classe: QUINTA Ore previste: 16 di cui 66 ore di teoria e 99 ore di laboratorio. N. modulo Titolo Modulo Titolo unità didattiche

Dettagli

COMPETENZE IN ESITO (5 ANNO) ABILITA' CONOSCENZE

COMPETENZE IN ESITO (5 ANNO) ABILITA' CONOSCENZE MAPPA DELLE COMPETENZE a.s. 2014-2015 CODICE ASSE: tecnico-professionale QUINTO ANNO PT1 scegliere dispositivi e strumenti in base alle loro caratteristiche funzionali; Progettare e realizzare applicazioni

Dettagli

Università degli Studi Roma Tor Vergata

Università degli Studi Roma Tor Vergata Università degli Studi Roma Tor Vergata GUIIDA BREVE AL CORSO DII LAUREA IIN SCIIENZE DELL EDUCAZIIONE E DELLA FORMAZIIONE CORSSO POLIIFACOLTÀ IIN MODALIITÀ TELEDIIDATTIICA SEGRETERIA STUDENTI SCUOLA ISTRUZIONE

Dettagli

Regolamento Scuola di Decorazione

Regolamento Scuola di Decorazione Regolamento Scuola di Decorazione Corso di Diploma Accademico di Primo Livello Triennale in Decorazione Corso di Diploma Accademico di Primo Livello Triennale in Nuovi Linguaggi Plastici Corso di Diploma

Dettagli

Master Universitario di I Livello in Tecnologie Internet

Master Universitario di I Livello in Tecnologie Internet Facoltà di Ingegneria Master Universitario di I Livello in Tecnologie Internet www.ing.unipi.it/master.it Regolamento ANNO ACCADEMICO 2011/2012 Dipartimento di Ingegneria dell Informazione Elettronica,

Dettagli

Indice. Indice... 2 1. Premessa e scopo del documento... 3 2. Ambiente operativo... 4 3. Architettura di sistema... 5

Indice. Indice... 2 1. Premessa e scopo del documento... 3 2. Ambiente operativo... 4 3. Architettura di sistema... 5 Realizzazione di un sistema informatico on-line bilingue di gestione, monitoraggio, rendicontazione e controllo del Programma di Cooperazione Transfrontaliera Italia - Francia Marittimo finanziato dal

Dettagli

La Metodologia adottata nel Corso

La Metodologia adottata nel Corso La Metodologia adottata nel Corso 1 Mission Statement + Glossario + Lista Funzionalià 3 Descrizione 6 Funzionalità 2 Schema 4 Schema 5 concettuale Logico EA Relazionale Codice Transazioni In PL/SQL Schema

Dettagli

FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA MANIFESTO DEGLI STUDI ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2010-2011

FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA MANIFESTO DEGLI STUDI ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2010-2011 FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA MANIFESTO DEGLI STUDI ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2010-2011 1 INDICE 1.MANIFESTO DEGLI STUDI PER GLI IMMATRICOLATI DALL A.A.2006/07 - Laurea magistrale in Giurisprudenza con percorso

Dettagli

www.formazionepro.it

www.formazionepro.it www.formazionepro.it 2 La piattaforma E-Learning Analist Group presenta la piattaforma dedicata alla Formazione a Distanza FAD (E-Learning). La piattaforma FormazionePro utilizza le più moderne tecnologie

Dettagli

Web Programming Specifiche dei progetti

Web Programming Specifiche dei progetti Web Programming Specifiche dei progetti Paolo Milazzo Anno Accademico 2010/2011 Argomenti trattati nel corso Nel corso di Web Programming sono state descritti i seguenti linguaggi (e tecnologie): HTML

Dettagli

Ingegneria dei Requisiti

Ingegneria dei Requisiti Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Informatica Corso di Ingegneria del Software A. A. 2008 - Ingegneria dei Requisiti E. TINELLI Contenuti I requisiti del software Documento dei requisiti I processi

Dettagli

Consiglio della Facoltà Dipartimentale di Ingegneria 20/07/2015. Senato Accademico 21/07/2015. Comitato Esecutivo 23/07/2015

Consiglio della Facoltà Dipartimentale di Ingegneria 20/07/2015. Senato Accademico 21/07/2015. Comitato Esecutivo 23/07/2015 Consiglio della Facoltà Dipartimentale di Ingegneria 20/07/2015 Senato Accademico 21/07/2015 Comitato Esecutivo 23/07/2015 REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN INGEGNERIA BIOMEDICA INDICE

Dettagli

Curriculum vitae dell' ing. Salvatore Piccione

Curriculum vitae dell' ing. Salvatore Piccione Curriculum vitae dell' ing. Salvatore Piccione Dati Anagrafici Nome: Piccione Salvatore Data e luogo di nascita: 10/11/1980, Caltagirone Residenza: 4,via Marsala, 40126,Bologna (Bo) Stato Civile: Coniugato

Dettagli

Consiglio della Facoltà Dipartimentale di Ingegneria 20/07/20115. Senato Accademico 21/07/2015. Comitato Esecutivo 23/07/2015

Consiglio della Facoltà Dipartimentale di Ingegneria 20/07/20115. Senato Accademico 21/07/2015. Comitato Esecutivo 23/07/2015 Consiglio della Facoltà Dipartimentale di Ingegneria 20/07/20115 Senato Accademico 21/07/2015 Comitato Esecutivo 23/07/2015 REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN INGEGNERIA CHIMICA PER

Dettagli

DD - Design Document

DD - Design Document Politecnico di Milano Progetto di Ingegneria del Software 2 DD - Design Document Autori: Claudia Foglieni Giovanni Matteo Fumarola Massimo Maggi Professori: Elisabetta Di Nitto Raffaela Mirandola 1 gennaio

Dettagli

CREATIVE-LINK realizzazione siti web E-COMMERCE? e-commerce base. offerta realizzazione sito web professionale

CREATIVE-LINK realizzazione siti web E-COMMERCE? e-commerce base. offerta realizzazione sito web professionale offerta realizzazione sito web professionale La soluzione giusta per iniziare a vendere i tuoi prodotti su internet: un sistema collaudato, preciso e ben funzionante, pronto a farti guadagnare con un piccolo

Dettagli

PHP WEB DESIGNER/DEVELOPER

PHP WEB DESIGNER/DEVELOPER Dettaglio corso ID: Titolo corso: Tipologia corso: Costo totale del corso a persona (EURO): Organismo di formazione: Caratteristiche del percorso formativo PHP WEB DESIGNER/DEVELOPER Corsi di specializzazione

Dettagli

Appunti della lezione del 8/10/2008 del corso di Basi di dati I - Università del Salento

Appunti della lezione del 8/10/2008 del corso di Basi di dati I - Università del Salento Appunti della lezione del 8/10/2008 del corso di Basi di dati I - Università del Salento Tecnologie per lo sviluppo di applicazioni La tendenza attuale dell'ingegneria è quella dell'integrazione di componenti

Dettagli

GUIDA ALL UTILIZZO DELL AREA RISERVATA

GUIDA ALL UTILIZZO DELL AREA RISERVATA Area riservata Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Ivrea, Pinerolo, Torino GUIDA ALL UTILIZZO DELL AREA RISERVATA GUIDA ALL UTILIZZO DELL AREA RISERVATA L Area riservata mette

Dettagli

Esperto informatico e Tutor E.C.D.L. e M.O.S. D.C.S. Diffusione Corsi Specializzati Corso Secondigliano, 166, 80100 Napoli

Esperto informatico e Tutor E.C.D.L. e M.O.S. D.C.S. Diffusione Corsi Specializzati Corso Secondigliano, 166, 80100 Napoli CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome e Cognome Indirizzo Web Angelo Bencivenga http://anjeloinformatic.altervista.org/ http://anjelopotenza.spaces.live.com/ e Mail anjeloinformatica@gmail.com Nazionalità

Dettagli

REFERENZIAZIONI 2001) NUP

REFERENZIAZIONI 2001) NUP Agenzia del Lavoro Provincia Autonoma di Trento PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo DENOMINAZIONE FIGURA PROFESSIONALE - TECNICO INFORMATICO PROGRAMMATORE SOFTWARE E APPLICAZIONI

Dettagli

Regolamento Scuola di Nuove Tecnologie per l Arte

Regolamento Scuola di Nuove Tecnologie per l Arte Regolamento Scuola di Nuove Tecnologie per l Arte Corso di Diploma Accademico di Primo Livello Triennale in Arti Tecnologiche 1.1 Ordinamento didattico Il corso di studio per il conseguimento del Diploma

Dettagli

Sistemi Distribuiti e Cloud Computing A.A. 2014/15

Sistemi Distribuiti e Cloud Computing A.A. 2014/15 Università degli Studi di Roma Tor Vergata Dipartimento di Ingegneria Civile e Ingegneria Informatica Sistemi Distribuiti e Cloud Computing A.A. 2014/15 Valeria Cardellini E-mail: cardellini@ing.uniroma2.it

Dettagli

Docente Manuale d uso

Docente Manuale d uso Docente Manuale d uso Release 5.1.0 del 10-07-2013 Sommario Sommario...2 Premessa...4 Profili di Accesso ai servizi...4 Primo Accesso...5 Pannello di lavoro del Docente...5 Funzioni riferite alla classe...6

Dettagli

Scuola ARCHITETTURA E DESIGN Eduardo Vittoria REGOLAMENTO

Scuola ARCHITETTURA E DESIGN Eduardo Vittoria REGOLAMENTO Scuola ARCHITETTURA E DESIGN Eduardo Vittoria REGOLAMENTO del Corso di Laurea magistrale in DESIGN (Classe LM - 12 ) Anno Accademico di istituzione: 2009-2010 Art. 1. Organizzazione del corso di studio

Dettagli

Argo Scuolanet. Docente

Argo Scuolanet. Docente Argo Scuolanet Docente Manuale d uso Release 4.5.0 del 07-04-2011 Sommario Premessa... 4 Profili di Accesso ai servizi... 4 Profilo Docente... 5 Primo Accesso... 5 Pannello di lavoro del Docente... 5 Funzioni

Dettagli

Progetto ittorario Anno scol. 2013-2014

Progetto ittorario Anno scol. 2013-2014 PROGETTO ittorario Scopo: Creazione di una pagina web che mostri l orario di un docente, della classe della materia o dell aula a discrezione dell utente. Sviluppatori: Progetto sviluppato dalla classe

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA ELETTRICA

CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA ELETTRICA Università degli Studi di Cagliari Regolamento Didattico del Corso di Studi in Ingegneria Elettrica, A.A. 2007/08 CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA ELETTRICA Art. 1. Articolazione del Corso di Laurea in Ingegneria

Dettagli

Il DBMS Oracle. Express Edition. Donatella Gubiani e Angelo Montanari

Il DBMS Oracle. Express Edition. Donatella Gubiani e Angelo Montanari Gubiani & Montanari Il DBMS Oracle 1 Il DBMS Oracle Express Edition Donatella Gubiani e Angelo Montanari Il DBMS Oracle Il DBMS Oracle Oracle 10g Express Edition Il DBMS Oracle (nelle sue versioni più

Dettagli

CV di giuseppe scalzi

CV di giuseppe scalzi CV di giuseppe scalzi Iscritto il 28-12-2010 all'offerta Sviluppatori Web Senior e Junior In esame Nome completo: giuseppe scalzi Luogo: Bologna Data di nascita: 09/12/1978 Provincia: [Emilia-Romagna]

Dettagli

APPENDICE 7 AL CAPITOLATO TECNICO

APPENDICE 7 AL CAPITOLATO TECNICO APPENDICE 7 AL CAPITOLATO TECNICO Profili professionali Gara relativa all affidamento dei servizi di sviluppo, manutenzione e gestione su aree del Sistema Informativo Gestionale di ENAV Appendice 7 al

Dettagli

1.1 Introduzione alle basi di dati

1.1 Introduzione alle basi di dati Fondamenti di Informatica Sistemi di Elaborazione delle Informazioni Informatica Applicata 1.1 Introduzione alle basi di dati Antonella Poggi Anno Accademico 2012-2013 DIPARTIMENTO DI SCIENZE DOCUMENTARIE

Dettagli

INFORMATICA COMPETENZE

INFORMATICA COMPETENZE INFORMATICA Docente: Sandra Frigiolini Finalità L insegnamento di INFORMATICA, nel secondo biennio, si propone di: potenziare l uso degli strumenti multimediali a supporto dello studio e della ricerca

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FERRARA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FERRARA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FERRARA Guida al Test On Line CISIA per la verifica delle conoscenze iniziali per l accesso ai Corsi di studio triennali di Ingegneria (TOLC-I) ANNO ACCADEMICO 2015/2016 (Decreto

Dettagli

Data Base. Prof. Filippo TROTTA

Data Base. Prof. Filippo TROTTA Data Base Definizione di DataBase Un Database può essere definito come un insieme di informazioni strettamente correlate, memorizzate su un supporto di memoria di massa, costituenti un tutt uno, che possono

Dettagli

Database. Appunti di Amaranto Oronzo e Giancane Diego Lezione dell Ing. Lucia Vaira 24/04/2014

Database. Appunti di Amaranto Oronzo e Giancane Diego Lezione dell Ing. Lucia Vaira 24/04/2014 Database Appunti di Amaranto Oronzo e Giancane Diego Lezione dell Ing. Lucia Vaira 24/04/2014 Cos'è un database? È una struttura di dati composta da tabelle a loro volta composte da campi. Caratteristiche

Dettagli

Sistemi Distribuiti e Cloud Computing A.A. 2013/14

Sistemi Distribuiti e Cloud Computing A.A. 2013/14 Università degli Studi di Roma Tor Vergata Dipartimento di Ingegneria Civile e Ingegneria Informatica Sistemi Distribuiti e Cloud Computing A.A. 2013/14 Valeria Cardellini E-mail: cardellini@ing.uniroma2.it

Dettagli

GUIDA ALLA PREPARAZIONE DEGLI ESAMI

GUIDA ALLA PREPARAZIONE DEGLI ESAMI Laurea in Lingue e cultura per l impresa (a. a. 2005/2006) Corso di Informatica GUIDA ALLA PREPARAZIONE DEGLI ESAMI PROGRAMMA CFU 6 Corso di laurea / anno DU I o II anno, CL4 II anno Professore Roberto

Dettagli

Università degli Studi "Roma Tre" Dipartimento di Informatica ed automazione. Facoltà di Ingegneria

Università degli Studi Roma Tre Dipartimento di Informatica ed automazione. Facoltà di Ingegneria Università degli Studi "Roma Tre" Dipartimento di Informatica ed automazione Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea in Ingegneria Informatica Tesi di Laurea AUTENTICAZIONE PER APPLICAZIONI WEB Relatore

Dettagli

CREATIVE-LINK realizzazione siti web E-COMMERCE? e-commerce completo. offerta realizzazione sito web professionale

CREATIVE-LINK realizzazione siti web E-COMMERCE? e-commerce completo. offerta realizzazione sito web professionale e-commerce completo offerta realizzazione sito web professionale La soluzione completa per vendere i tuoi prodotti su internet con gli articoli in offerta sempre aggiornati e la newsletter delle ultime

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E Informazioni personali Nome Indirizzo BRIANTE CLAUDIO 51/A, via Drizza 20020 Solaro (Mi) Telefono 02 61 29 13 32 Cellulare 347 33 42

Dettagli

Corso di Fondamenti di Economia

Corso di Fondamenti di Economia UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO Corso di Prof. Gianmaria Martini Introduzione al corso A.A. 2013-2014 Obiettivi del corso è il primo insegnamento di natura economica nel Corso di Laurea Triennale in

Dettagli

SisTabWeb Web. Sistema Tabelle. for Enterprise

SisTabWeb Web. Sistema Tabelle. for Enterprise SisTabWeb Web Sistema Tabelle for Enterprise Overview La condivisione del patrimonio dati a livello aziendale diventa essenziale nel momento in cui il sistema informativo, elemento chiave per l'efficienza

Dettagli