Realizzazione di impianti fotovoltaici sulle coperture di edifici comunali - annualità

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Realizzazione di impianti fotovoltaici sulle coperture di edifici comunali - annualità 2013 -"

Transcript

1 Ing. Daniele Panero Piazza Duncanville, Monasterolo di Savigliano (CN) /Fax Cell C.F. PNR DNL 79C25 B111C C O M U N E d i V O L V E R A P R O V I N C I A d i T O R I N O OGGETTO: UBICAZIONE IMPIANTO: COMMITTENTE: PROGETTISTA: Realizzazione di impianti fotovoltaici sulle coperture di edifici comunali - annualità Via Ponsati, 34 Via Risorgimento, VOLVERA TO Amministrazione Comunale di Volvera Via Ponsati, VOLVERA TO Timbro Firma COMMITTENTE: Timbro Firma NOTE E VISTI: AGGIORNAMENTI: PROGETTO IMPIANTO ELETTRICO - DEFINITIVO/ESECUTIVO - Relazione Specialistica - SCUOLA DELL INFANZIA RODARI - TAVOLA: SCALA: EL DATA: 03 ottobre 2013 : : CONTROLLO: Panero D. --- Questo elaborato è protetto dai diritti di proprietà - è VIETATA la riproduzione senza autorizzazione del progettista

2 Via Ponsati, VOLVERA TO Pag. 2 SOMMARIO 1. DESCRIZIONE 4 2. DATI GENERALI UBICAZIONE IMPIANTO COMMITTENTE TECNICO 5 3. DATI di PROGETTO LOCALIZZAZIONE DEL SITO FATTORI MORFOLOGICI E AMBIENTALI 6 Ombreggiamento 7 Albedo POTENZA E PRODUCIBILITA CLASSIFICAZIONE DEGLI AMBIENTI DATI DEL SISTEMA DI DISTRIBUZIONE DESCRIZIONE dei CARICHI ELETTRICI POTENZE INSTALLATE, ASSORBITE E DIMENSIONAMENTI NORME TECNICHE di RIFERIMENTO CARATTERISTICHE GENERALI dell IMPIANTO CAVI E CONDUTTURE CARATTERISTICHE PRINCIPALI DEI PANNELLI CARATTERISTICHE PRINCIPALI DELL INVERTER TRASFORMATORE DI ISOLAMENTO GRUPPO DI MISURA DESCRIZIONE delle MISURE di PROTEZIONE CONTRO I CONTATTI DIRETTI ed INDIRETTI 14

3 Via Ponsati, VOLVERA TO Pag CONTATTI DIRETTI CONTATTI INDIRETTI SCELTA della TIPOLOGIA degli IMPIANTI, dei COMPONENTI e CRITERI di DIMENSIONAMENTO PROTEZIONE CONTRO I SOVRACCARICHI PROTEZIONE CONTRO I CORTOCIRCUITI PROTEZIONE CONTRO LE SOVRATENSIONI CADUTE DI TENSIONE MISURE DI PROTEZIONE SUL COLLEGAMENTO ALLA RETE ELETTRICA 16 Dispositivo di generatore - DDG 17 Dispositivo di interfaccia - DDI 17 Dispositivo generale - DG VARIAZIONE DELLA TENSIONE DEI MODULI CON LA TEMPERATURA IMPIANTO DESCRIZIONE delle MODALITÀ OPERATIVE degli IMPIANTI CONCLUSIONI 21

4 Via Ponsati, VOLVERA TO Pag DESCRIZIONE La presente relazione descrive le caratteristiche dell impianto elettrico di produzione fotovoltaica di proprietà dell Amministrazione Comunale di Volvera (TO), installato a tetto sulla copertura della Scuola dell Infanzia Rodari sita in Via Risorgimento, 19 Volvera (TO). È prevista l installazione a tetto dei pannelli solari, con specifiche indicate nei successivi paragrafi, di tutti i dispositivi relativi all impianto di produzione (quadri di campo, inverter, quadri di parallelo, ecc.) e di tutte le protezioni e gli organi di manovra necessari per realizzare l impianto a regola d arte. 2. DATI GENERALI 2.1. UBICAZIONE IMPIANTO Identificativo dell impianto Scuola Rodari Indirizzo Via Risorgimento, 19 Comune VOLVERA (TO) CAP COMMITTENTE Nome Cognome Amministrazione Comunale di Volvera Codice Fiscale P. IVA Indirizzo Via Posanti, 34 Comune VOLVERA (TO) CAP Ruolo R.U.P. Ragione Sociale RACCA Ing. Roberto Codice Fiscale P. IVA Indirizzo Via Ponsati, 34 Comune VOLVERA (TO) CAP 10040

5 Via Ponsati, VOLVERA TO Pag TECNICO Ragione Sociale PANERO Ing. Daniele Nome Cognome Daniele Panero Qualifica Ingegnere Codice Fiscale PNRDNL79C25B111C P. IVA Indirizzo Piazza Duncanville, 25 Comune MONASTEROLO DI SAVIGLIANO (CN) CAP Telefono Fax DATI di PROGETTO Si riassumono di seguito i dati significativi dell impianto in termini di potenza installata, radiazione solare presente e conseguente producibilità dell impianto in oggetto LOCALIZZAZIONE DEL SITO Il sito di produzione fotovoltaica in oggetto si trova in Via Risorgimento al civico n. 19 nel comune di VOLVERA (TO). Per la località sede dell intervento, avente latitudine , longitudine e altitudine di 251 m.s.l.m.m., i valori giornalieri medi mensili della irradiazione solare sul piano orizzontale stimati sono pari a: Irradiazione giornaliera media mensile sul piano orizzontale [kwh/m²] Gen Feb Mar Apr Mag Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic Fonte dati: UNI Località di riferimento: TORINO (TO)/ASTI (AT)

6 Via Ponsati, VOLVERA TO Pag. 6 Quindi, i valori della irradiazione solare annua sul piano orizzontale sono pari a kwh/m² (Fonte dati: UNI Località di riferimento: TORINO (TO)/ASTI (AT)). Non essendoci la disponibilità, per la località sede dell impianto, di valori diretti si sono stimati gli stessi mediante la procedura della UNI 10349, ovvero, mediante media ponderata rispetto alla latitudine dei valori di irradiazione relativi a due località di riferimento scelte secondo i criteri della vicinanza e dell appartenenza allo stesso versante geografico. La località di riferimento N. 1 è TORINO avente latitudine N, longitudine E e altitudine di 239 m.s.l.m.m.. Irradiazione giornaliera media mensile sul piano orizzontale [kwh/m²] Gen Feb Mar Apr Mag Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic Fonte dati: UNI La località di riferimento N. 2 è ASTI avente latitudine N, longitudine E e altitudine di 123 m.s.l.m.m.. Irradiazione giornaliera media mensile sul piano orizzontale [kwh/m²] Gen Feb Mar Apr Mag Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic Fonte dati: UNI FATTORI MORFOLOGICI E AMBIENTALI Per poter fare un analisi di producibilità di massima dell impianto sono stati stimati alcuni parametri quali il coefficiente di ombreggiamento e quello di albedo.

7 Via Ponsati, VOLVERA TO Pag. 7 Ombreggiamento Gli effetti di schermatura da parte di volumi all orizzonte, dovuti ad elementi naturali (rilievi, alberi) o artificiali (edifici), determinano la riduzione degli apporti solari e il tempo di ritorno dell investimento. Il Coefficiente di Ombreggiamento, funzione della morfologia del luogo, è pari a Di seguito il diagramma solare per il comune di VOLVERA: DIAGRAMMA SOLARE VOLVERA (TO) - Lat N - Long E - Alt. 251 m Coeff. di ombreggiamento (da diagramma) 1.00 NORD EST SUD OVEST NORD NORD EST SUD OVEST NORD Albedo Per tener conto del plus di radiazione dovuta alla riflettanza delle superfici della zona in cui è inserito l impianto, si sono stimati i valori medi mensili di albedo, considerando anche i valori presenti nella norma UNI 8477: Valori di albedo medio mensile Gen Feb Mar Apr Mag Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic L albedo medio annuo è pari a 0.20.

8 Via Ponsati, VOLVERA TO Pag POTENZA E PRODUCIBILITA L impianto presenta una potenza di picco installata pari a 19,980 kwp derivante da 74 moduli occupanti una superficie di m 2 collegati a 1 generatore. L impianto permette, in base al sito di installazione, orientamento dei moduli fotovoltaici e inclinazione degli stessi una producibilità stimata pari a ,20 kwh con una conseguente resa specifica di 1.013,62 kwh/kw. Tale producibilità permette di risparmiare circa 9,52 tco 2 all anno che non verranno appunto immesse nell ambiente come meglio specificato nel riquadro sottostante. Emissioni evitate in atmosfera Emissioni evitate in atmosfera di CO 2 SO 2 NO X Polveri Emissioni specifiche in atmosfera [g/kwh] Emissioni evitate in un anno [kg] Emissioni evitate in 20 anni [kg] Fonte dati: Rapporto ambientale ENEL 2011 Scheda tecnica dell'impianto Dati generali Committente AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI VOLVERA Indirizzo Via Ponsati, 34 CAP Comune (Provincia) VOLVERA (TO) Latitudine Longitudine Altitudine N E 251 m Irradiazione solare annua sul piano orizzontale kwh/m² Coefficiente di ombreggiamento 1.00

9 Via Ponsati, VOLVERA TO Pag. 9 Dati tecnici Superficie totale moduli m² Numero totale moduli 74 Numero totale inverter 1 Energia totale annua kwh Potenza totale kw Potenza fase L kw Potenza fase L kw Potenza fase L kw Energia per kw kwh/kw BOS % Energia prodotta L'energia totale annua prodotta dall'impianto è kwh. Nel grafico si riporta l'energia prodotta mensilmente: 3.4. CLASSIFICAZIONE DEGLI AMBIENTI I moduli fotovoltaici verranno installati sulla copertura della scuola dell infanzia. Tale luogo viste le caratteristiche dello stesso può essere classificato quale luogo a maggior rischio in caso di incendio per elevato affollamento ed in quanto attività rientrante nell elenco di quelle sottoposte al controllo periodico da parte del competente comando provinciale dei Vigili del Fuoco.

10 Via Ponsati, VOLVERA TO Pag DATI DEL SISTEMA DI DISTRIBUZIONE Gli impianti fotovoltaici sono contraddistinti da una sezione di impianto in corrente continua (dai moduli sino agli inverter) e da una sezione in corrente alternata (dagli inverter a valle). Pertanto, proprio per le particolarità di tali impianti coesistono due tipi di distribuzioni. Gli inverter e quanto contenuto nei quadri elettrici AC sono collegati all impianto elettrico esistente e pertanto fanno parte del sistema elettrico TT di quest ultima. Quindi le masse sono collegate a terra mediante appositi conduttori di protezione ad eccezione degli involucri metallici delle apparecchiature di classe II. Il sistema in corrente continua invece, per la presenza del trasformatore di isolamento o dell isolamento ottenuto mediante l inverter, con neutro isolato da terra, tra la sezione DC e la sezione AC, si comporta come sistema IT e comprende la serie di moduli fotovoltaici, gli scaricatori di sovratensione, i fusibili e i loro collegamenti agli inverter. Anche in tal caso le masse vanno collegate a terra anche se in genere si preferisce, per questa parte dell impianto, utilizzare dispositivi in classe II. Tuttavia se si utilizzino dispositivi in classe II e pertanto non vengano collegati a terra gli involucri il dispositivo di controllo dell isolamento interno agli inverter potrebbe non intervenire perché non rileva il guasto. In tal modo accade che il primo guasto a terra non viene segnalato così come vogliono le norme in merito ai sistemi IT. Al secondo guasto a terra si crea un cortocircuito con correnti però di valore tale da non permettere l intervento dei dispositivi di sovracorrente in quanto la corrente di cortocircuito è paragonabile alla corrente di impiego. Il generatore fotovoltaico, infatti, corrisponde ad un generatore ideale di corrente (con corrente di cortocircuito simile alla corrente di normale impiego). La tensione assunta dalle masse interconnesse tra loro in caso di doppio guasto a terra è praticamente trascurabile a patto di contenere le dimensioni dell impianto. In caso contrario la normativa consente solo in questo caso di collegare a terra anche le cornici dei moduli in classe II proprio per consentire la segnalazione e l intervento del dispositivo di controllo dell isolamento in caso di primo guasto a terra in modo da poterlo eliminare e ripristinare le normali condizioni di funzionamento. Tuttavia è appurato che la maggior parte dei dispositivi convertitori (inverter) utilizzati intervengono, passando alla modalità di stand-by, anche qualora, utilizzando moduli in classe II essi non vengano collegati a terra e si verifichi un guasto verso la stessa.

11 Via Ponsati, VOLVERA TO Pag DESCRIZIONE dei CARICHI ELETTRICI L impianto fotovoltaico in oggetto verrà gestito in regime di Scambio sul Posto il che significa che l energia prodotta in eccesso rispetto a quanto utilizzato verrà immessa nel sistema elettrico nazionale. L impianto alimenterà quindi tutti i carichi elettrici dello stabile POTENZE INSTALLATE, ASSORBITE E DIMENSIONAMENTI Per quanto concerne le potenze e la producibilità si faccia riferimento al paragrafo 3.3. Per quanto concerne invece il dimensionamento dei dispositivi si faccia riferimento alla tavola allegata File 006_13_01-5.dwg. 5. NORME TECNICHE di RIFERIMENTO Per l esecuzione e la gestione di tale impianto occorrerà rispettare tutte le disposizioni normative e legislative in materia. 6. CARATTERISTICHE GENERALI dell IMPIANTO Come meglio si evince anche dagli schemi elettrici unifilari allegati (File 006_13_01-5.dwg) l impianto risulta costituito dai generatori FV che compongono un campo. Il campo fa capo ad un apposito sezionatore posto nel quadro DC. Dal quadro DC ci si andrà ad innestare nell inverter per la conversione DC/AC; esso risulta sezionato e protetto da apposito dispositivo magnetotermico differenziale che funge da DDG ed è posto nel quadro di parallelo AC. A valle dell inverter ci si andrà ad innestare sul quadro generale fotovoltaico per poi giungere al quadro contatore posizionato appunto nei pressi del sistema di misura CAVI E CONDUTTURE Per quanto concerne i cavi atti a trasportare energia in DC si sono utilizzati appositi cavi solari in grado di sopportare le elevate temperature che in prossimità dei moduli fotovoltaici si potrebbero creare. Tutti i cavi che invece sono di collegamento tra le varie parti dell impianto a valle degli inverters sono invece di tipo unipolare o multipolare isolati in gomma della sezione indicata negli schemi elettrici allegati. (File 006_13_01-5.dwg). Per quanto concerne le sezioni dei conduttori utilizzati nell impianto con particolare attenzione al conduttore di neutro si applicano le seguenti indicazioni:

12 Via Ponsati, VOLVERA TO Pag. 12 Tipo circuito Sezione conduttore di fase Sezione conduttore neutro Monofase S f S n = S f Trifase S f 16 mm 2 S n = S f Trifase 16 mm 2 S f 25 mm 2 16 mm 2 Trifase S f > 25 mm 2 S n S f /2 La posa dei suddetti cavi varia a seconda del tipo di cavo e del suo posizionamento all interno dell impianto. Si hanno pose in tubazione rigida a vista ed in canalina plastica o metallica staffata a muro. Per maggiori dettagli si rimanda sempre alla tavola esplicativa allegata alla presente e che ne è parte integrante CARATTERISTICHE PRINCIPALI DEI PANNELLI DATI GENERALI Marca Modello Tipo materiale TRINA (equivalente) TSM-270 DC05A.08 Si monocristallino CARATTERISTICHE ELETTRICHE IN CONDIZIONI STC Potenza di picco [W] W Im [A] 8.77 Isc [A] 9.23 Efficienza [%] Vm [V] Voc [V] ALTRE CARATTERISTICHE ELETTRICHE Coeff. Termico Voc [V/ C] Coeff. Termico Isc [%/ C] NOCT [ C] 20.0 Vmax [V] CARATTERISTICHE MECCANICHE Lunghezza [mm] Larghezza [mm] Superficie [m 2 ] Spessore [mm] Peso [kg] Numero celle 60

13 Via Ponsati, VOLVERA TO Pag CARATTERISTICHE PRINCIPALI DELL INVERTER DATI GENERALI Marca Modello Tipo fase POWER-ONE (o equivalente) AURORA TRIO 27.6-TL Trifase INGRESSI MPPT N VMppt min [V] VMppt max [V] V max [V] I max [A] Max pot. FV [W] PARAMETRI ELETTRICI IN USCITA Potenza nominale [W] Tensione nominale [V] 400 Rendimento max [%] Distorsione corrente [%] 3 Frequenza [Hz] Rendimento europeo [%] CARATTERISTICHE MECCANICHE Dimensioni LxPxH [mm] 1060x1751x291 Peso [kg] TRASFORMATORE DI ISOLAMENTO Viste la potenza dell impianto non si prevede l installazione di trasformatore di isolamento GRUPPO DI MISURA Il gruppo di misura è conforme alle specifiche dettate dall ENEL e sarà installato in corrispondenza della zona dedicata indicata nelle tavole allegate. (File 006_13_01-4.dwg).

14 Via Ponsati, VOLVERA TO Pag DESCRIZIONE delle MISURE di PROTEZIONE CONTRO I CONTATTI DIRETTI ed INDIRETTI All interno di un impianto occorre sia sempre verificata la protezione contro i contatti diretti (contatti con parti normalmente in tensione) e la protezione contro i contatti indiretti (contatti con le masse) CONTATTI DIRETTI Per far fronte a questo rischio tutti i dispositivi dell impianto devono avere un grado di protezione adeguato alle effettive condizioni di posa (all aperto, in luoghi particolari, ecc.) in modo da evitare contatti accidentali con parti normalmente in tensione durante il funzionamento dell impianto stesso CONTATTI INDIRETTI Per quanto detto al paragrafo 3.5 l impianto è gestito secondo due sistemi diversi a seconda se ci si trovi a monte o valle del trasformatore di isolamento (quindi dell inverter). (Il monte e valle si intendono nel verso dell energia prodotta dall impianto fotovoltaico). Sul lato a monte è presente un sistema per il quale ne il centro stella del trasformatore, ne le cornici dei moduli (per altro di classe II) sono collegati a terra. La sicurezza è comunque garantita dal sistema di controllo dell isolamento all interno dell inverter il quale in presenza di guasto a terra sul lato DC interviene mandando in stand-by l inverter con conseguente assenza di tensione sul lato AC dell impianto. Sul lato AC sono presenti idonei dispositivi magnetotermici differenziali che intervengono ad esempio nel caso in cui possa andare in tensione la carcassa di qualche quadro (se metallico). Sul lato a valle dell inverter invece il sistema è TT con le masse collegate normalmente a terra ad esclusione degli involucri di classe II. Anche in tal caso è presente un magnetotermico differenziale che funge anche da dispositivo generale il quale coordinato con l impianto di terra dello stabilimento garantisce la protezione dai contatti indiretti. 8. SCELTA della TIPOLOGIA degli IMPIANTI, dei COMPONENTI e CRITERI di DIMENSIONAMENTO Gli apparecchi e i dispositivi di comando, protezione, controllo, ecc. installati in tale impianto sono dimensionati e scelti in conformità con le grandezze elettriche in oggetto (tensione nominale, tensione massima applicabile, corrente nominale, correnti di guasto, frequenza di alimentazione, tipo di utilizzo, ecc.).

15 Via Ponsati, VOLVERA TO Pag. 15 In particolare sono state scelte le condutture e i dispositivi di protezione tenendo conto delle seguenti indicazioni: 8.1. PROTEZIONE CONTRO I SOVRACCARICHI Il dimensionamento dei conduttori e degli apparecchi di protezione è stato eseguito nel pieno rispetto delle indicazioni normative, secondo le quali la corrente di impiego I b dei circuiti deve essere non superiore alla corrente nominale I n dei dispositivi di protezione posti a monte, la quale a sua volte deve essere minore o al limite uguale alla portata I z dei conduttori. In sintesi: I I b I n 1, 45 I Z f I Z La portata I z deve scaturire dal prodotto della portata dei conduttori secondo le tabelle CEI-UNEL per il coefficiente riduttivo risultante dalle condizioni di posa. I f è la corrente convenzionale di intervento del dispositivo posto a protezione del circuito, risulta soddisfatta utilizzando interruttori conformi alla norme di prodotto. (Maggiori dettagli si possono evincere dagli schemi allegati alla presente. File 006_13_01-5.dwg). Per la parte in corrente continua, non protetta da interruttori automatici o fusibili nei confronti delle sovracorrenti e del corto circuito, la I b risulta pari alla corrente nominale delle stringhe in corrispondenza della loro potenza di picco, mentre I n e I f possono entrambe essere poste uguali alla corrente di corto circuito delle stringhe stesse, rappresentando questa un valore massimo non superabile in qualsiasi condizione operativa PROTEZIONE CONTRO I CORTOCIRCUITI I dispositivi di protezione devono avere un potere di interruzione superiore al valore della corrente di corto circuito presunta nel punto di installazione, al fine di garantire l apertura del circuito al verificarsi del guasto. La condizione ulteriore da soddisfare riguarda l energia specifica passante lasciata fluire prima dell interruzione del guasto, che deve essere sopportabile dai componenti dell impianto posti a valle del dispositivo di protezione. Tale condizione per un cavo è espressa dalla formula: t i 0 i 2 dt K 2 S 2

16 Via Ponsati, VOLVERA TO Pag. 16 dove l integrale rappresenta l energia specifica passante durante il tempo di interruzione di durata t i mentre K è un coefficiente dipendente dal tipo di isolante e dalla natura del conduttore e S è la sezione del conduttore. Per il lato corrente continua del sistema la protezione è assicurata dalla caratteristica tensionecorrente dei moduli fotovoltaici che limita la corrente di corto circuito degli stessi a valori noti e di poco superiori alla loro corrente nominale. Ai fini della sicurezza durante il dimensionamento delle linee, è più precisamente durante il calcolo della portata dei cavi (I z ) in regime permanente si è già tenuto conto di tali valori, attribuiti a I n e I f. In tal modo anche la protezione contro il corto circuito risulta assicurata. Per eventuali errori di installazione e comunque per la protezione dei moduli fotovoltaici e degli scaricatori sono inseriti dei fusibili per ogni stringa PROTEZIONE CONTRO LE SOVRATENSIONI L impianto fotovoltaico non influisce sulla forma e/o volumetria degli edifici e pertanto non aumenta la probabilità di fulminazione diretta sulle strutture presenti. L abbattersi di scariche atmosferiche in prossimità dell impianto può provocare il concatenamento del flusso magnetico associato alla corrente di fulmine con i circuiti dell impianto fotovoltaico, così da provocare sovratensioni in grado di mettere fuori uso i componenti tra cui, in particolare, gli inverter. I morsetti degli inverter risultano protetti internamente con varistori. Tuttavia, in fase di progetto, si è ritenuto opportuno rinforzare tale protezione con l inserzione di dispositivi SPD a varistore sulla sezione DC dell impianto in prossimità del generatore fotovoltaico CADUTE DI TENSIONE I conduttori sono stati dimensionati al fine di contenere la c.d.t. a valori sicuramente inferiori al 4% imposto dalle norme ma cercando comunque di avere cadute di tensione inferiori al 2% per limitare le perdite economiche derivanti MISURE DI PROTEZIONE SUL COLLEGAMENTO ALLA RETE ELETTRICA La protezione del sistema di generazione fotovoltaica nei confronti sia della rete autoproduttore che della rete di distribuzione pubblica è realizzata in conformità a quanto previsto dalla norma CEI 11-20, con riferimento anche a quanto contenuto nei documenti ENEL. L impianto risulta pertanto equipaggiato con un sistema di protezione che si articola su tre livelli: dispositivo del generatore, dispositivo di interfaccia, dispositivo generale.

17 Via Ponsati, VOLVERA TO Pag. 17 Dispositivo di generatore - DDG L inverter è internamente protetto contro il cortocircuito e il sovraccarico. Il riconoscimento della presenza di guasti interni provoca l immediato distacco dell inverter dalla rete elettrica. L interruttore magnetotermico presente sull uscita dell inverter agisce come rincalzo a tale funzione o comunque in caso di cortociruiti derivanti dalla rete AC e permette comunque di sezionare l impianto e isolare l inverter dalla rete elettrica. Dispositivo di interfaccia - DDI Il dispositivo di interfaccia deve provocare il distacco dell intero sistema di generazione in caso di guasto sulla rete elettrica. Il riconoscimento di eventuali anomalie sulla rete avviene considerando come anormali le condizioni di funzionamento che fuoriescono da una determinata finestra di tensione e frequenza così caratterizzata: minima tensione: 0,8 Vn massima tensione: 1,2 Vn minima frequenza: 49,7 Hz massima frequenza: 50,3 Hz In tal caso verrà utilizzato un DDI integrato nell inverter. La protezione offerta dal dispositivo di interfaccia impedisce che l inverter continui a funzionare, con particolari configurazioni di carico, anche nel caso di black-out esterno. Questo fenomeno, detto funzionamento in isola, deve essere assolutamente evitato, soprattutto perché può tradursi in condizioni di pericolo per il personale addetto alla ricerca e alla riparazione dei guasti. Dispositivo generale - DG Il dispositivo generale ha la funzione di salvaguardare il funzionamento della rete nei confronti di guasti nel sistema di generazione elettrica. In tal caso si tratta di dispositivo magnetotermico differenziale che permette di sezionare completamente l impianto fotovoltaico dal resto della rete oltre che di proteggerlo in caso di guasti.

18 Via Ponsati, VOLVERA TO Pag VARIAZIONE DELLA TENSIONE DEI MODULI CON LA TEMPERATURA In corrispondenza dei valori minimi della temperatura di lavoro dei moduli (-10 C) e dei valori massimi di lavoro degli stessi (55 C) sono verificate le seguenti disuguaglianze: TENSIONI MPPT Tensione nel punto di massima potenza, Vm, a 70 C maggiore o uguale alla Tensione MPPT minima (Vmppt min). Tensione nel punto di massima potenza, Vm, a -10 C minore o uguale alla Tensione MPPT massima (Vmppt max). I valori di MPPT rappresentano i valori minimo e massimo della finestra di tensione utile per la ricerca del punto di funzionamento alla massima potenza. TENSIONE MASSIMA Tensione di circuito aperto, Voc, a -10 C minore o uguale alla tensione massima di ingresso dell inverter. TENSIONE MASSIMA MODULO Tensione di circuito aperto, Voc, a -10 C minore o uguale alla tensione massima di sistema del modulo. CORRENTE MASSIMA Corrente massima (corto circuito) generata, Isc, minore o uguale alla corrente massima di ingresso dell inverter. Dimensionamento compreso tra il 70 % e 150 %. Per dimensionamento si intende il rapporto percentuale tra la potenza nominale dell inverter e la potenza del generatore fotovoltaico ad esso collegato (nel caso di sottoimpianti MPPT, il dimensionamento è verificato per il sottoimpianto MPPT nel suo insieme).

19 Via Ponsati, VOLVERA TO Pag IMPIANTO Il generatore, denominato IMPIANTO, ha una potenza pari a kw e una produzione di energia annua pari a kwh, derivante da 74 moduli con una superficie totale m². Il generatore ha una connessione trifase. Dati generali Posizionamento dei moduli Struttura di sostegno Complanare alle superfici Fissa Inclinazione dei moduli (Tilt) 4 Orientazione dei moduli (Azimut) 7 Irradiazione solare annua sul piano dei moduli kwh/m² Numero superfici disponibili 1 Estensione totale disponibile m² Estensione totale utilizzata m² Potenza totale Energia totale annua kw kwh Modulo Marca Modello TRINA - TSM-270 DC05A.08 (o equivalente) Numero totale moduli 74 Superficie totale moduli m² Configurazione inverter MPPT Numero di moduli Stringhe per modulo x x 12 Inverter Marca Modello POWER-ONE - AURORA TRIO 27.6-TL (o equivalente) Numero totale 1 Dimensionamento inverter (compreso tra 70 % e 150 %) % (VERIFICATO) Tipo fase Trifase

20 Via Ponsati, VOLVERA TO Pag. 20 Verifiche elettriche MPPT 1 In corrispondenza dei valori minimi della temperatura di lavoro dei moduli (-10 C) e dei valori massimi di lavoro degli stessi (70 C) sono verificate le seguenti disuguaglianze: TENSIONI MPPT Vm a 70 C ( V) maggiore di Vmppt min. ( V) Vm a -10 C ( V) minore di Vmppt max. ( V) VERIFICATO VERIFICATO TENSIONE MASSIMA Voc a -10 C ( V) inferiore alla tensione max. dell ingresso MPPT ( V) VERIFICATO TENSIONE MASSIMA MODULO Voc a -10 C ( V) inferiore alla tensione max. di sistema del modulo ( V) VERIFICATO CORRENTE MASSIMA Corrente max. generata (18.46 A) inferiore alla corrente max. dell ingresso MPPT (32.00 A) VERIFICATO Verifiche elettriche MPPT 2 In corrispondenza dei valori minimi della temperatura di lavoro dei moduli (-10 C) e dei valori massimi di lavoro degli stessi (70 C) sono verificate le seguenti disuguaglianze: TENSIONI MPPT Vm a 70 C ( V) maggiore di Vmppt min. ( V) Vm a -10 C ( V) minore di Vmppt max. ( V) VERIFICATO VERIFICATO TENSIONE MASSIMA Voc a -10 C ( V) inferiore alla tensione max. dell ingresso MPPT ( V) VERIFICATO TENSIONE MASSIMA MODULO Voc a -10 C ( V) inferiore alla tensione max. di sistema del modulo ( V) VERIFICATO CORRENTE MASSIMA Corrente max. generata (27.69 A) inferiore alla corrente max. dell ingresso MPPT (32.00 A) VERIFICATO

21 Via Ponsati, VOLVERA TO Pag DESCRIZIONE delle MODALITÀ OPERATIVE degli IMPIANTI L'impianto andrà eseguito a regola d'arte da impresa abilitata. Tutti i cablaggio dovranno essere eseguiti secondo le indicazioni del prodotto e rispettando le prescrizioni del presente progetto e comunque rispettando le disposizioni normative e legislative in materia. 10. CONCLUSIONI Per quanto non espressamente indicato nelle parti precedenti si rimanda agli elaborati allegati alla presente e alle disposizioni normative vigenti in materia. Monasterolo di Savigliano, lì 03 ottobre 2013 Ing. PANERO Daniele (Timbro) (Firma)

REALIZZAZIONE DI UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO CONNESSO ALLA RETE ELETTRICA DI DISTRIBUZIONE

REALIZZAZIONE DI UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO CONNESSO ALLA RETE ELETTRICA DI DISTRIBUZIONE Comune di MACERATA (MC) REALIZZAZIONE DI UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO CONNESSO ALLA RETE ELETTRICA DI DISTRIBUZIONE Potenza = 10.00 kw Relazione tecnica Impianto: Impianto Fotovoltaico Committente: Terminal

Dettagli

1 GENERALITA pag. 3 2 PREMESSE pag. 3 3 IRRADIAZIONE GIORNALIERA MEDIA MENSILE SUL PIANO ORIZZONTALE pag. 3 4 CRITERIO GENERALE DI PROGETTO pag.

1 GENERALITA pag. 3 2 PREMESSE pag. 3 3 IRRADIAZIONE GIORNALIERA MEDIA MENSILE SUL PIANO ORIZZONTALE pag. 3 4 CRITERIO GENERALE DI PROGETTO pag. INDICE 1 GENERALITA pag. 3 2 PREMESSE pag. 3 3 IRRADIAZIONE GIORNALIERA MEDIA MENSILE SUL PIANO ORIZZONTALE pag. 3 4 CRITERIO GENERALE DI PROGETTO pag. 4 4.1 Criterio di stima dell energia prodotta pag.

Dettagli

Relazione impianto fotovoltaico

Relazione impianto fotovoltaico Relazione impianto fotovoltaico 1.1 Generalità L impianto, oggetto del presente documento, si propone di conseguire un significativo risparmio energetico per la struttura che lo ospita, costituita dal

Dettagli

RELAZIONE TECNICA. Impianto: Comune: Descrizione: Committente: Progettista: SANT'ANTIOCO (CI) Progettazione Impianto da 4 kw Mario Pintus

RELAZIONE TECNICA. Impianto: Comune: Descrizione: Committente: Progettista: SANT'ANTIOCO (CI) Progettazione Impianto da 4 kw Mario Pintus RELAZIONE TECNICA Impianto: Comune: Descrizione: Committente: Progettista: SANT'ANTIOCO (CI) Progettazione Impianto da 4 kw Mario Pintus Il progettista Sant'Antioco, 06/04/2011 pag. 1 Informazioni Generali

Dettagli

Realizzazione di impianti fotovoltaici sulle coperture di edifici comunali - annualità 2013 -

Realizzazione di impianti fotovoltaici sulle coperture di edifici comunali - annualità 2013 - Ing. Daniele Panero Piazza Duncanville, 25 12030 Monasterolo di Savigliano (CN) /Fax 0172 373072 Cell. 347 1659240 studio.panero@alice.it P.IVA 030369441 C.F. PNR DNL 79C25 B111C C O M U N E d i V O L

Dettagli

SITO DI INSTALLAZIONE

SITO DI INSTALLAZIONE INDICE INDICE 1 Premessa 2 Normativa di riferimento 2 SITO DI INSTALLAZIONE 3 Ubicazione dell'impianto fotovoltaico 3 Disponibilità della fonte solare 3 Irradiazione giornaliera media mensile sul piano

Dettagli

SITO DI INSTALLAZIONE

SITO DI INSTALLAZIONE INDICE INDICE 1 Premessa 2 Normativa di riferimento 2 SITO DI INSTALLAZIONE 3 Ubicazione dell'impianto fotovoltaico 3 Disponibilità della fonte solare 3 Irradiazione giornaliera media mensile sul piano

Dettagli

ASPETTI NORMATIVI E DI PROGETTAZIONE

ASPETTI NORMATIVI E DI PROGETTAZIONE Seminario Tecnico GLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI Novità legislative (nuovo conto energia), problematiche tecniche, problematiche di installazione, rapporti con gli Enti ASPETTI NORMATIVI E DI PROGETTAZIONE

Dettagli

I moduli fotovoltaici saranno prodotti con celle in silicio policristallino ad alta efficenza, tolleranza di resa ± 4,5%, collegamento delle celle

I moduli fotovoltaici saranno prodotti con celle in silicio policristallino ad alta efficenza, tolleranza di resa ± 4,5%, collegamento delle celle RELAZIONE TECNICA La presente relazione tecnica ha per oggetto gli impianti solari fotovoltaici da realizzare presso i seguenti edifici di proprietà comunale: Scuola media P.D. Frattini potenza 20 kwp;

Dettagli

ANALISI DELL IMPIANTO FOTOVOLTAICO

ANALISI DELL IMPIANTO FOTOVOLTAICO n ANALISI DELL IMPIANTO FOTOVOLTAICO Il presente progetto è relativo alla realizzazione di un impianto di produzione di energia elettrica tramite conversione fotovoltaica, avente una potenza di picco pari

Dettagli

Molino Scarcia Snc - Relazione tecnica - Pag. 1

Molino Scarcia Snc - Relazione tecnica - Pag. 1 Molino Scarcia Snc - Relazione tecnica - Pag. 1 La presente relazione tecnica riguarda l installazione di un impianto fotovoltaico a servizio di una struttura, sito nel Comune di Specchia Provincia di

Dettagli

ANALISI DELL IMPIANTO FOTOVOLTAICO

ANALISI DELL IMPIANTO FOTOVOLTAICO ANALISI DELL IMPIANTO FOTOVOLTAICO Il presente progetto è relativo alla realizzazione di un impianto di produzione di energia elettrica tramite conversione fotovoltaica, avente una potenza di picco pari

Dettagli

Progetti di impianti fotovoltaici: un caso di studio

Progetti di impianti fotovoltaici: un caso di studio Progetti di impianti fotovoltaici: un caso di studio Questo modulo è dedicato all illustrazione del progetto definitivo di un impianto da 9,9 kw situato nel comune di Roma. Progetto definitivo di un impianto

Dettagli

ANALISI DELL IMPIANTO FOTOVOLTAICO

ANALISI DELL IMPIANTO FOTOVOLTAICO ANALISI DELL IMPIANTO FOTOVOLTAICO Il presente progetto è relativo alla realizzazione di un impianto di produzione di energia elettrica tramite conversione fotovoltaica, avente una potenza di picco pari

Dettagli

LA PROGETTAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI DI PICCOLA TAGLIA

LA PROGETTAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI DI PICCOLA TAGLIA ENERGIA LA PROGETTAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI DI PICCOLA TAGLIA Ing. Andrea Cantoro Ordine degli Ingegneri della Provincia di Bologna 28 settembre 2006 Definizione La progettazione di un impianto fotovoltaico

Dettagli

Impianto Fotovoltaico di potenza pari a 58,375 kwp sito nel Comune di Messina (ME) Committente: Comune di Messina

Impianto Fotovoltaico di potenza pari a 58,375 kwp sito nel Comune di Messina (ME) Committente: Comune di Messina Relazione Tecnica Impianto Fotovoltaico di potenza pari a 58,375 kwp sito nel Comune di Messina (ME) Committente: Comune di Messina 1 / 8 INDICE I. TIPOLOGIA E SITO DI INSTALLAZIONE... 3 II. MODULI FOTOVOLTAICI...

Dettagli

Si compongono di : Lato DC

Si compongono di : Lato DC Centralini di Campo precablati per DC e AC Monofase e Trifase Quadro di campo comprensivo di cablaggio lato DC e lato AC verso inverter e contatore ENEL. CENTRALINO ISL - CABUR DC Inverter Monofase / Trifase

Dettagli

Stefano Bifaretti. Laurea Magistrale in Ingegneria Energetica

Stefano Bifaretti. Laurea Magistrale in Ingegneria Energetica Laurea Magistrale in Ingegneria Energetica Corso di Elettronica di Potenza (12 CFU) ed Elettronica Industriale (6CFU) a.a. 20I2/2013 Stefano Bifaretti 2/31 3/31 4/31 In questa fase vengono effettuate le

Dettagli

ETA PROGETTI STUDIO ASSOCIATO

ETA PROGETTI STUDIO ASSOCIATO INDICE PREMESSA... 3 1 - DOCUMENTAZIONE DI PROGETTO... 3 2 - IMPIANTI PREVISTI... 3 3 DESCRIZIONE DELL IMPIANTO DI PRODUZIONE... 4 4 MODALITA DI ESECUZIONE DELL IMPIANTO ELETTRICO... 4 4.1) Tensione di

Dettagli

PROGETTAZIONE Ufficio Tecnico Comunale

PROGETTAZIONE Ufficio Tecnico Comunale Realizzazione di un impianto Solare Fotovoltaico su tre edifici scolastici di proprietà del Comune di Mongrassano (Cosenza) della potenza complessiva di 19,80 kwp Impianto 1: Scuola Media Via Nazionale

Dettagli

REALIZZAZIONE DI UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO CONNESSO ALLA RETE ELETTRICA DI DISTRIBUZIONE Impianto1 - Potenza = 395.250 kw

REALIZZAZIONE DI UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO CONNESSO ALLA RETE ELETTRICA DI DISTRIBUZIONE Impianto1 - Potenza = 395.250 kw REALIZZAZIONE DI UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO CONNESSO ALLA RETE ELETTRICA DI DISTRIBUZIONE Impianto1 - Potenza = 395.250 kw Relazione tecnica Alfa Engineering S.r.l. Perito Industriale Zanella Alberto Via

Dettagli

Interventi di manutenzione ordinaria dello stabile di proprietà comunale sito in piazzale Zaccari. PROGETTO ESECUTIVO IMPIANTO ELETTRICO

Interventi di manutenzione ordinaria dello stabile di proprietà comunale sito in piazzale Zaccari. PROGETTO ESECUTIVO IMPIANTO ELETTRICO Ing. Fabio Gramagna Via V. Emanuele, 131-18012 Bordighera (IM) - Tel./Fax. 0184/26.32.01 fgramagna@gmail.com - fabio.gramagna@ingpec.eu Comune di Bordighera Provincia di Imperia Interventi di manutenzione

Dettagli

1. Premessa. 2. Dati relativi al sito. 3. Normativa e Leggi di riferimento

1. Premessa. 2. Dati relativi al sito. 3. Normativa e Leggi di riferimento PROGETTO REALIZZAZIONE DI UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO DELLA POTENZA NOMINALE DI 2665,95 kwp IMPIANTO FOTOVOLTAICO CASALBORDINO2 Committente: Regesta Srl 1 SOMMARIO 1. PREMESSA 2. DATI RELATIVI AL SITO 3.

Dettagli

Guida alla realizzazione degli impianti fotovoltaici collegati a rete elettrica

Guida alla realizzazione degli impianti fotovoltaici collegati a rete elettrica Guida alla realizzazione degli impianti fotovoltaici collegati a rete elettrica Pubblicato il: 28/04/2006 Aggiornato al: 28/04/2006 di Gianfranco Ceresini Con tempismo notevole il CEI ha appena sfornato

Dettagli

Calcolo della producibilità di un impianto fotovoltaico

Calcolo della producibilità di un impianto fotovoltaico Calcolo della producibilità di un impianto fotovoltaico UNI/TS 11300-4, Guida CEI 82-25 EDIFICIO INDIRIZZO Edificio di civile abitazione Via G. Puccini 10 - BORGOMANERO (NO) COMMITTENTE INDIRIZZO Sig.

Dettagli

Relazione Tecnica Progetto dell Impianto Elettrico

Relazione Tecnica Progetto dell Impianto Elettrico Relazione Tecnica Progetto dell Impianto Elettrico Rotatoria ingresso cittadella universitaria Premessa: La presente relazione tecnica è finalizzata ad indicare la caratteristiche dei principali componenti

Dettagli

900 1200 kwh/kwp 1100 1400 kwh/kwp 1300 1600 kwh/kwp

900 1200 kwh/kwp 1100 1400 kwh/kwp 1300 1600 kwh/kwp 900 1200 900 1200 kwh/kwp 1100 1400 kwh/kwp 1300 1600 kwh/kwp kwh/kw Dimensione impianto fotovoltaico P = Fabbisogno di Energia / Produzione prevista impianto P = 7990 [kwh] / 1330 [kwh/kwp] = 6,0075

Dettagli

INDICE. 1. Premessa e riferimenti legislativi e normativi pag. 2. 2. Descrizione dei sistemi pag. 3 2.1 Sistema edificio B2 pag. 3

INDICE. 1. Premessa e riferimenti legislativi e normativi pag. 2. 2. Descrizione dei sistemi pag. 3 2.1 Sistema edificio B2 pag. 3 INDICE 1. Premessa e riferimenti legislativi e normativi pag. 2 2. Descrizione dei sistemi pag. 3 2.1 Sistema edificio B2 pag. 3 2.1.1 Campo fotovoltaico pag. 3 2.1.2 Sezionatore pag. 4 2.1.3 Inverter

Dettagli

DIMENSIONAMENTO DIMENSIONAMENT

DIMENSIONAMENTO DIMENSIONAMENT ESEMPI DI DIMENSIONAMENTO Fonte: ABB PREMESSA Di seguito vengono proposti due esempi di dimensionamento di un impianto fotovoltaico grid connected in parallelo ad un impianto utilizzatore preesistente.

Dettagli

Criteri di progettazione elettrica di impianti gridconnected

Criteri di progettazione elettrica di impianti gridconnected Criteri di progettazione elettrica di impianti gridconnected Per quanto attiene gli impianti connessi alla rete elettrica, vengono qui presentati i criteri di progettazione elettrica dei principali componenti,

Dettagli

Premessa 1. CARATTERISTICHE GENERALI DI PROGETTO. - Sistema di fornitura: corrente alternata trifase frequenza nominale pari a 50 Hz

Premessa 1. CARATTERISTICHE GENERALI DI PROGETTO. - Sistema di fornitura: corrente alternata trifase frequenza nominale pari a 50 Hz Premessa L impianto in questione è relativo ad un progetto per la realizzazione di un campo polivalente coperto e di un immobile adibito a spogliatoio presso la zona PIP. La documentazione di progetto

Dettagli

SPECIFICA TECNICA DI FORNITURA. PER LA REALIZZAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI DI POTENZA NOMINALE NON SUPERIORE A 20 kw CONNESSI ALLA RETE

SPECIFICA TECNICA DI FORNITURA. PER LA REALIZZAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI DI POTENZA NOMINALE NON SUPERIORE A 20 kw CONNESSI ALLA RETE SPECIFICA TECNICA DI FORNITURA PER LA REALIZZAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI DI POTENZA NOMINALE NON SUPERIORE A 20 kw CONNESSI ALLA RETE SCOPO Lo scopo della presente specifica è quello di fornire le

Dettagli

Energia Solare Fotovoltaica

Energia Solare Fotovoltaica Energia Solare Fotovoltaica Sezione 5 Il Progetto di un impianto fotovoltaico Corso di ENERGETICA A.A. 011/01 Docente: Prof. Renato Ricci Dipartimento di Ingegneria Industriale e Scienze Matematiche Dati

Dettagli

REALIZZAZIONE DI UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO CONNESSO ALLA RETE ELETTRICA DI DISTRIBUZIONE

REALIZZAZIONE DI UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO CONNESSO ALLA RETE ELETTRICA DI DISTRIBUZIONE Comune di BIELLA (BI) REALIZZAZIONE DI UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO CONNESSO ALLA RETE ELETTRICA DI DISTRIBUZIONE Potenza = 199.640 kw Relazione tecnica Impianto: Impianto Palazzetto dello Sport Committente:

Dettagli

ASSESSORATO ALLE ATTIVITA PRODUTTIVE SPECIFICA TECNICA DI FORNITURA

ASSESSORATO ALLE ATTIVITA PRODUTTIVE SPECIFICA TECNICA DI FORNITURA ALLEAGATO A1 SPECIFICA TECNICA DI FORNITURA PER LA REALIZZAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI DI POTENZA NOMINALE NON SUPERIORE A 20 kw CONNESSI ALLA RETE SCOPO Lo scopo della presente specifica è quello di

Dettagli

Esempi di Progettazione Fotovoltaica. Relatore: Ing. Raffaele Tossini

Esempi di Progettazione Fotovoltaica. Relatore: Ing. Raffaele Tossini Esempi di Progettazione Fotovoltaica ESEMPI:IMPIANTO DA 55 KWP Radiazione solare ESEMPI:IMPIANTO DA 55 KWP DIAGRAMMA DELLE OMBRE ESEMPI:IMPIANTO DA 55 KWP ESEMPI:IMPIANTO DA 55 KWP INVERTER ESEMPI:IMPIANTO

Dettagli

2. TIPOLOGIA DI ALLACCIO DELL IMPIANTO FV ALLA UTENZA

2. TIPOLOGIA DI ALLACCIO DELL IMPIANTO FV ALLA UTENZA 1. OGGETTO La presente relazione tecnica ha per oggetto il progetto relativo alla realizzazione di un impianto fotovoltaico. Tale impianto ha lo scopo di generare energia elettrica mediante la conversione

Dettagli

IMPIANTO ELETTRICO ILLUMINAZIONE PUBBLICA STRADE DI LOTTIZZAZIONE

IMPIANTO ELETTRICO ILLUMINAZIONE PUBBLICA STRADE DI LOTTIZZAZIONE OGGETTO Variante al piano attuativo di iniziativa privata ai sensi della L.R. 11/2005 autorizzato con delibera del C.C. n. 125 del 21/12/2005 S. Angelo di Celle - Deruta (Perugia) COMMITTENTE Novatecno

Dettagli

Impianto di controllo automatico ZTL Comune di Como. Relazione tecnica di calcolo impianto elettrico SOMMARIO

Impianto di controllo automatico ZTL Comune di Como. Relazione tecnica di calcolo impianto elettrico SOMMARIO SOMMARIO 1. Finalità... 2 2. Dati del sistema di distribuzione e di utilizzazione dell energia elettrica... 2 3. Misure di protezione dai contatti diretti... 2 4. Misure di protezione dai contatti indiretti...

Dettagli

Il fusibile nella protezione contro le sovracorrenti in bassa tensione

Il fusibile nella protezione contro le sovracorrenti in bassa tensione Il fusibile nella protezione contro le sovracorrenti in bassa tensione di Saveri Gianluigi 1. Generalità Un apparecchiatura elettrica in condizioni di normale funzionamento (condizioni specificate dai

Dettagli

SETTORE PROGETTAZIONE E MANUTENZIONE OPERE PUBBLICHE SERVIZIO MANUTENZIONE PATRIMONIO, VIABILITA', IMMOBILI STUDIO DI FATTIBILITA'

SETTORE PROGETTAZIONE E MANUTENZIONE OPERE PUBBLICHE SERVIZIO MANUTENZIONE PATRIMONIO, VIABILITA', IMMOBILI STUDIO DI FATTIBILITA' SETTORE PROGETTAZIONE E MANUTENZIONE OPERE PUBBLICHE SERVIZIO MANUTENZIONE PATRIMONIO, VIABILITA', IMMOBILI STUDIO DI FATTIBILITA' PER LA REALIZZAZIONE DELLA RETE FOTOVOLTAICA COMUNALE RELAZIONE TECNICA

Dettagli

IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI

IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI LINEE D INDIRIZZO PER LA VALUTAZIONE DEI RISCHI CORRELATI ALL INSTALLAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOTAICI SU EDIFICI DESTINATI

Dettagli

Sistemi di protezione e coordinamento negli impianti elettrici di BT

Sistemi di protezione e coordinamento negli impianti elettrici di BT VENETO Sistemi di protezione e coordinamento negli impianti elettrici di BT Relatore: Ing. Raoul Bedin Interruttore automatico Le funzioni fondamentali sono quelle di sezionamento e protezione di una rete

Dettagli

Relazione tecnica dell impianto fotovoltaico

Relazione tecnica dell impianto fotovoltaico Relazione tecnica dell impianto fotovoltaico di Potenza: 13,20 kwp Località: Crotone Soggetto Responsabile: Iride s.r.l. Luogo e data Il Tecnico -------------------- RELAZIONE TECNICA DATI PROGETTISTA

Dettagli

Norma CEI 0-21: Regola tecnica di riferimento per la connessione di Utenti attivi e passivi alle reti BT

Norma CEI 0-21: Regola tecnica di riferimento per la connessione di Utenti attivi e passivi alle reti BT Norma CEI 0-21: Regola tecnica di riferimento per la connessione di Utenti attivi e passivi alle reti BT delle imprese distributrici di energia elettrica Regola tecnica di connessione BT Norma CEI 0-21:

Dettagli

RELAZIONE TECNICA IMPIANTO ELETTRICO

RELAZIONE TECNICA IMPIANTO ELETTRICO RELAZIONE TECNICA IMPIANTO ELETTRICO (Decreto n. 37 del 22 Gennaio 2008) Pagina 1 di 9 INDICE 1. OGGETTO...3 2. NORMATIVA DI RIFERIMENTO...3 3. DESCRIZIONE LAVORO....4 3.1.ALIMENTAZIONE IMPIANTO DI ILLUMINAZIONE

Dettagli

RELAZIONE TECNICA. Il progettista (Luigi Bianchi) Roma (RM), 08/06/2011. Termo Energia - Namirial

RELAZIONE TECNICA. Il progettista (Luigi Bianchi) Roma (RM), 08/06/2011. Termo Energia - Namirial RELAZIONE TECNICA Impianto: Impianto solare termico Microsoftware Comune: SENIGALLIA (AN) Descrizione: Progettazione di un impianto fotovoltaico grid-connected di potenza 12 Committente: Mario rossi Progettista:

Dettagli

INCONTRO TECNICO CON: ---VITRIUM --- Riqualificazione impianti elettrici, di edifici esistenti, senza opere murarie.

INCONTRO TECNICO CON: ---VITRIUM --- Riqualificazione impianti elettrici, di edifici esistenti, senza opere murarie. INCONTRO TECNICO CON: ---VITRIUM --- Riqualificazione impianti elettrici, di edifici esistenti, senza opere murarie. VITRIUM Riqualificazione impianti elettrici, di edifici esistenti, senza opere murarie.

Dettagli

LA PROGETTAZIONE DEGLI IMPIANTI ELETTRICI IN BASSA TENSIONE

LA PROGETTAZIONE DEGLI IMPIANTI ELETTRICI IN BASSA TENSIONE Q U A D E R N I P E R L A P R O G E T T A Z I O N E LA PROGETTAZIONE DEGLI IMPIANTI ELETTRICI IN BASSA TENSIONE Guida alla progettazione ed all installazione secondo le norme tecniche CEI e UNI di MARCO

Dettagli

PER L INSTALLAZIONE DI UN IMPIANTO A PANNELLI FOTOVOLTAICI PRESSO IL RIFUGIO BARRICATA

PER L INSTALLAZIONE DI UN IMPIANTO A PANNELLI FOTOVOLTAICI PRESSO IL RIFUGIO BARRICATA COMUNE DI GRIGNO PROVINCIA DI TRENTO PROGETTO ESECUTIVO FOTOVOLTAICI PRESSO IL RIFUGIO BARRICATA RELAZIONE TECNICA PREMESSA Il progetto propone la realizzazione di un impianto fotovoltaico a più sezioni,

Dettagli

1. Valutazione produzione impianto fotovoltaico

1. Valutazione produzione impianto fotovoltaico 1. Valutazione produzione impianto fotovoltaico 1.1 Posizione ed orientamento del campo fotovoltaico Località (provincia) co Como (a) Latitudine 45,77 (b) Azimut (- est / + ovest) 0 (c) Tilt - Angolo inclinazione

Dettagli

1. Valutazione produzione impianto fotovoltaico

1. Valutazione produzione impianto fotovoltaico 1. Valutazione produzione impianto fotovoltaico 1.1 Posizione ed orientamento del campo fotovoltaico Località (provincia) co Como (a) Latitudine 45,77 (b) Azimut (- est / + ovest) 0 (c) Tilt - Angolo inclinazione

Dettagli

DIMENSIONAMENTO IMPIANTO

DIMENSIONAMENTO IMPIANTO Procedure di calcolo Criterio generale di progetto DIMENSIONAMENTO IMPIANTO Il principio progettuale normalmente utilizzato per un impianto fotovoltaico è quello di massimizzare la captazione della radiazione

Dettagli

n. 15 - Fotovoltaico 5 INDICE

n. 15 - Fotovoltaico 5 INDICE n. 15 - Fotovoltaico 5 INDICE 1 IRRAGGIAMENTO SOLARE E POTENZA ELETTRICA 11 1.1 Irraggiamento solare 11 1.2 Principio di funzionamento di una cella fotovoltaica 15 1.3 Caratteristiche elettriche delle

Dettagli

Codici 15307 Sistema per l allacciamento alla rete e il monitoraggio locale degli impianti PianetaSole Beghelli

Codici 15307 Sistema per l allacciamento alla rete e il monitoraggio locale degli impianti PianetaSole Beghelli CENTRALE PIANETASOLE BEGHELLI Codici 15307 Sistema per l allacciamento alla rete e il monitoraggio locale degli impianti PianetaSole Beghelli ISTRUZIONI PER L INSTALLAZIONE E L USO Indice Cos è la Centrale

Dettagli

REGIONE VENETO PROVINCIA DI TREVISO COMUNE DI VAZZOLA

REGIONE VENETO PROVINCIA DI TREVISO COMUNE DI VAZZOLA REGIONE VENETO PROVINCIA DI TREVISO COMUNE DI VAZZOLA IMPIANTO FOTOVOLTAICO IN REGIME DI SCAMBIO SUL POSTO DELL ENERGIA PRESSO LA SCUOLA PRIMARIA DI VISNA DI VAZZOLA (TV) PROGETTO PRELIMINARE COMMITTENTE

Dettagli

DETRAZIONE FISCALE DEL 50%

DETRAZIONE FISCALE DEL 50% Progettazione Impianti fotovoltaici Ing. Isoldi Amedeo Via pescara 123A 84021 Buccino (SA) Tel/Fax. 0828.9523.79 Cell: 339.34.10.486 e-m@il: info@isep-engineering.com DETRAZIONE FISCALE DEL 50% OGGETTO:

Dettagli

SPECIFICHE TECNICHE Moduli fotovoltaici. gruppo di conversione

SPECIFICHE TECNICHE Moduli fotovoltaici. gruppo di conversione GENERALITA Gli impianti previsti nel presente progetto dovranno complessivamente essere in grado di produrre non meno 200.000 kwh/anno. I siti individuati, in cui si prevede di installare i moduli, risultano

Dettagli

DATI GENERALI. Ubicazione impianto. Committente. Tecnico. Indirizzo - CAP 10060. Codice Fiscale 02089080010. Amministratore

DATI GENERALI. Ubicazione impianto. Committente. Tecnico. Indirizzo - CAP 10060. Codice Fiscale 02089080010. Amministratore DATI GENERALI Ubicazione impianto Identificativo dell impianto Impianto Scuola Infanzia BIBIANA Indirizzo - Comune BIBIANA (TO) CAP 10060 Committente Nome Cognome Elda Bricco Codice Fiscale 02089080010

Dettagli

ASSOCIAZIONE TEMPORANEA DI IMPRESE MANDATARIA:

ASSOCIAZIONE TEMPORANEA DI IMPRESE MANDATARIA: SOMMARIO 1. DATI GENERALI 2 1.1.Ubicazione impianto 2 2. PREMESSA 3 2.1.Valenza dell'iniziativa 3 2.2.Attenzione per l'ambiente 3 2.3.Normativa di riferimento 3 3. SITO DI INSTALLAZIONE 5 3.1.Premessa

Dettagli

REGIONE VENETO PROVINCIA DI TREVISO COMUNE DI VAZZOLA

REGIONE VENETO PROVINCIA DI TREVISO COMUNE DI VAZZOLA REGIONE VENETO PROVINCIA DI TREVISO COMUNE DI VAZZOLA IMPIANTO FOTOVOLTAICO IN REGIME DI SCAMBIO SUL POSTO DELL ENERGIA PRESSO LA SCUOLA PRIMARIA DI TEZZE DI VAZZOLA (TV) PROGETTO PRELIMINARE COMMITTENTE

Dettagli

REALIZZAZIONE DI UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO CONNESSO ALLA RETE ELETTRICA DI DISTRIBUZIONE. Relazione Tecnica di calcolo

REALIZZAZIONE DI UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO CONNESSO ALLA RETE ELETTRICA DI DISTRIBUZIONE. Relazione Tecnica di calcolo Comune di BONORVA Provincia di Sassari REALIZZAZIONE DI UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO CONNESSO ALLA RETE ELETTRICA DI DISTRIBUZIONE Potenza = 18.90 kw Relazione Tecnica di calcolo Impianto: Impianto Palazzetto

Dettagli

1. Valutazione produzione impianto fotovoltaico

1. Valutazione produzione impianto fotovoltaico 1. Valutazione produzione impianto fotovoltaico 1.1 Posizione ed orientamento del campo fotovoltaico Località (provincia) co Como (a) Latitudine 45,77 (b) Azimut (- est / + ovest) 0 (c) Tilt - Angolo inclinazione

Dettagli

1. Valutazione produzione impianto fotovoltaico

1. Valutazione produzione impianto fotovoltaico 1. Valutazione produzione impianto fotovoltaico 1.1 Posizione ed orientamento del campo fotovoltaico Località (provincia) co Como (a) Latitudine 45,77 (b) Azimut (- est / + ovest) 0 (c) Tilt - Angolo inclinazione

Dettagli

Il TUO IMPIANTO ENERGENIA. Persona fisica. Bari. - gen feb mar apr mag giu lug ago set ott nov dic 3,00 2,88. kw potenza contatore

Il TUO IMPIANTO ENERGENIA. Persona fisica. Bari. - gen feb mar apr mag giu lug ago set ott nov dic 3,00 2,88. kw potenza contatore IMPIANTO FOTOVOLTAICO DI 2,00 kwp TIPO DI IMPIANTO DIMENSIONAMENTO N. Richiedente - preferenze Nome Cognome Indirizzo Il TUO IMPIANTO ENERGENIA Telefono Tipologia del richiedente Persona fisica Sito Comune

Dettagli

SPECIFICA TECNICA DI FORNITURA PER LA REALIZZAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI CONNESSI ALLA RETE DI POTENZA NOMINALE COMPRESA TRA 1 E 20 kwp

SPECIFICA TECNICA DI FORNITURA PER LA REALIZZAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI CONNESSI ALLA RETE DI POTENZA NOMINALE COMPRESA TRA 1 E 20 kwp SPECIFICA TECNICA DI FORNITURA PER LA REALIZZAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI CONNESSI ALLA RETE DI POTENZA NOMINALE COMPRESA TRA 1 E 20 kwp SCOPO Lo scopo della presente specifica è quello di fornire le

Dettagli

DATI GENERALI DELL IMPIANTO SITO DI INSTALLAZIONE

DATI GENERALI DELL IMPIANTO SITO DI INSTALLAZIONE DATI GENERALI DELL IMPIANTO L impianto fotovoltaico risulta esistente e funzionante, dovranno solo essere tolti i pannelli come indicato nei documenti planimetrici, le strutture di sostegno dei pannelli

Dettagli

PROGETTO SCUOLA. IMPIANTO FOTOVOLTAICO DA 85,10 KWp RELAZIONE TECNICA

PROGETTO SCUOLA. IMPIANTO FOTOVOLTAICO DA 85,10 KWp RELAZIONE TECNICA 1 PROGETTO SCUOLA IMPIANTO FOTOVOLTAICO DA 85,10 KWp RELAZIONE TECNICA COMMITTENTE : COMUNE DI BOBBIO PIAZZA SANTA CHIARA, 2 29022 BOBBIO (PC) 1 GRAZIA MARIACONCETTA PERAZZO (Ingegnere civile,idraulico,sanitario,geometra)

Dettagli

Progettazione, installazione e verifica di un impianto fotovoltaico Francesco Groppi Responsabile GDL2 CEI-CT82

Progettazione, installazione e verifica di un impianto fotovoltaico Francesco Groppi Responsabile GDL2 CEI-CT82 Lo stato dell arte della normativa legislativa e tecnica per impianti elettrici in particolare fotovoltaici Guida CEI 82-25 Sala conferenze CNA, Ragusa 30 Maggio 2009 Progettazione, installazione e verifica

Dettagli

SPECIFICA TECNICA DI FORNITURA

SPECIFICA TECNICA DI FORNITURA Allegato 6 SPECIFICA TECNICA DI FORNITURA PER LA REALIZZAZIONE DI SISTEMI FOTOVOLTAICI DI POTENZA NOMINALE NON SUPERIORE A 20 kw CONNESSI ALLA RETE PREMESA Ai fini della corretta interpretazione della

Dettagli

Dott. Ing. Cesare Orsini Libero Professionista

Dott. Ing. Cesare Orsini Libero Professionista In genere si ricorre a forniture monofase nei cantieri di limitata potenza e gli scaglioni sono 1,5; 3; 4,5; 6 KW, mentre per cantieri più grandi si usano delle forniture trifase con potenze pari a 6;

Dettagli

LAVORI DI ADEGUAMENTO NORMATIVO E DI EFFICIENZA ENERGETICA PROGETTO ESECUTIVO. Sez III Art. 33 DPR 5 Ottobre 2010 N. 207 e s.m.i.

LAVORI DI ADEGUAMENTO NORMATIVO E DI EFFICIENZA ENERGETICA PROGETTO ESECUTIVO. Sez III Art. 33 DPR 5 Ottobre 2010 N. 207 e s.m.i. Ingegnere BIAGIO D AMATO E03a Via I.Lodato, 9 84025 Eboli (SA) tel 339.2183301 fax 0828.330614 biagiodamato@tiscali.it LAVORI DI ADEGUAMENTO NORMATIVO E DI EFFICIENZA ENERGETICA Liceo Scientifico Statale

Dettagli

SCHEDA TECNICA CALCOLO E DIMENSIONAMENTO IMPIANTO FOTOVOLTAICO DELLA POTENZA DI 2,5 MW DA REALIZZARSI NEL COMUNE DI TERELLE IN LOCALITÀ OTTADUNA

SCHEDA TECNICA CALCOLO E DIMENSIONAMENTO IMPIANTO FOTOVOLTAICO DELLA POTENZA DI 2,5 MW DA REALIZZARSI NEL COMUNE DI TERELLE IN LOCALITÀ OTTADUNA SCHEDA TECNICA CALCOLO E DIMENSIONAMENTO IMPIANTO FOTOVOLTAICO DELLA POTENZA DI 2,5 MW DA REALIZZARSI NEL COMUNE DI TERELLE IN LOCALITÀ OTTADUNA Il progetto per l istallazione nel Comune di Terelle (FR),

Dettagli

INDICE 1 DESCRIZIONE GENERALE DELL INTERVENTO 2 2 DATI DI PROGETTO 2

INDICE 1 DESCRIZIONE GENERALE DELL INTERVENTO 2 2 DATI DI PROGETTO 2 INDICE 1 DESCRIZIONE GENERALE DELL INTERVENTO 2 2 DATI DI PROGETTO 2 2.1 SITO DI REALIZZAZIONE DELL IMPIANTO 2 2.2 PROPRIETÀ 2 2.3 CALCOLO DEL FABBISOGNO ENERGETICO 2 2.3.1 Calcolo del fabbisogno energetico

Dettagli

Relazione tecnica Impianto Elettrico Fisso a servizio dell'impianto Idroelettrico sito in Chiusa Pesio (CN) - Loc. Certosa

Relazione tecnica Impianto Elettrico Fisso a servizio dell'impianto Idroelettrico sito in Chiusa Pesio (CN) - Loc. Certosa Relazione tecnica Impianto Elettrico Fisso a servizio dell'impianto Idroelettrico sito in Chiusa Pesio (CN) - Loc. Certosa DESCRIZIONE DELL OPERA La presente relazione si riferisce alla realizzazione di

Dettagli

SEGNI GRAFICI E SIMBOLI ELETTRICI PER SCHEMI DI IMPIANTO

SEGNI GRAFICI E SIMBOLI ELETTRICI PER SCHEMI DI IMPIANTO LA PROTEZIONE DELLE CONDUTTURE CONTRO LE SOVRACORRENTI DEFINIZIONI NORMA CEI 64-8/2 TIPOLOGIE DI SOVRACORRENTI + ESEMPI SEGNI GRAFICI E SIMBOLI ELETTRICI PER SCHEMI DI IMPIANTO DISPOSITIVI DI PROTEZIONE

Dettagli

REALIZZAZIONE DI UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO CONNESSO ALLA RETE ELETTRICA DI DISTRIBUZIONE

REALIZZAZIONE DI UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO CONNESSO ALLA RETE ELETTRICA DI DISTRIBUZIONE REL AZI ONETECNI CAI MPI ANTOFOTOVOL TAI CO PE. FV. 00 Comune di TRIGGIANO (BA) REALIZZAZIONE DI UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO CONNESSO ALLA RETE ELETTRICA DI DISTRIBUZIONE Potenza = 19.200 kw Relazione tecnica

Dettagli

Impianto fotovoltaico non integrato 1,5

Impianto fotovoltaico non integrato 1,5 Impianto fotovoltaico non integrato 1,5 kw Fornitura materiale per un sistema fotovoltaico monofase, completo di ogni accessorio, con potenza di picco pari a 1,52kWp. Costruito con numero 1 stringa di

Dettagli

REALIZZAZIONE DI UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO CONNESSO ALLA RETE ELETTRICA DI DISTRIBUZIONE Potenza = 80.640 kw

REALIZZAZIONE DI UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO CONNESSO ALLA RETE ELETTRICA DI DISTRIBUZIONE Potenza = 80.640 kw REALIZZAZIONE DI UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO CONNESSO ALLA RETE ELETTRICA DI DISTRIBUZIONE Potenza = 80.640 kw CALCOLI ESECUTIVI DEGLI IMPIANTI Impianto: Impianto CCIAA Committente: Camera di Commercio, Industria,

Dettagli

Il TUO IMPIANTO ENERGENIA. Persona fisica. Bari. - gen feb mar apr mag giu lug ago set ott nov dic 12,00 7,20. kw potenza contatore

Il TUO IMPIANTO ENERGENIA. Persona fisica. Bari. - gen feb mar apr mag giu lug ago set ott nov dic 12,00 7,20. kw potenza contatore IMPIANTO FOTOVOLTAICO DI,00 kwp TIPO DI IMPIANTO DIMENSIONAMENTO N. Richiedente - preferenze Nome Cognome Indirizzo Il TUO IMPIANTO ENERGENIA Telefono Tipologia del richiedente Persona fisica Sito Comune

Dettagli

Tali impianti elettrici saranno ubicati nella scuola elementare e materna di Marliana, in Via Goraiolo, Marliana (PT).

Tali impianti elettrici saranno ubicati nella scuola elementare e materna di Marliana, in Via Goraiolo, Marliana (PT). ndividuazione degli impianti Gli impianti oggetto del progetto sono previsti all interno di una struttura scolastica. Gli impianti esistenti sono sprovvisti di Dichiarazione di Conformità, pertanto saranno

Dettagli

COMUNE DI PALAIA REALIZZAZIONE IMPIANTO FOTOVOLTAICO CONNESSO IN PARALLELO ALLA RETE ELETTRICA AVENTE. POTENZA PARI A 49,35 kwp

COMUNE DI PALAIA REALIZZAZIONE IMPIANTO FOTOVOLTAICO CONNESSO IN PARALLELO ALLA RETE ELETTRICA AVENTE. POTENZA PARI A 49,35 kwp COMUNE DI PALAIA REALIZZAZIONE IMPIANTO FOTOVOLTAICO CONNESSO IN PARALLELO ALLA RETE ELETTRICA AVENTE POTENZA PARI A 49,35 kwp Palestra Andrea Pisano Via San Francesco, 8 Palaia (Pisa) Progetto Preliminare

Dettagli

PROTEZIONI. SEZIONE 5 (Rev.G) Scaricabile dal sito www.urmetdomus.com nell area Manuali Tecnici. sez.5. INSTALLAZIONE...6 Avvertenze...

PROTEZIONI. SEZIONE 5 (Rev.G) Scaricabile dal sito www.urmetdomus.com nell area Manuali Tecnici. sez.5. INSTALLAZIONE...6 Avvertenze... SEZIONE 5 (Rev.G) Scaricabile dal sito www.urmetdomus.com nell area Manuali Tecnici. Le sovratensioni di rete RIMEDI CONTRO LE SOVRATENSIONI... INDICE DI SEZIONE...6 Avvertenze...6 Schema di collegamento...6

Dettagli

ALLA RETE ELETTRICA E DISLOCATO NEL SITO AD USO INDUSTRIALE NEL COMUNE DI CONA (VE)

ALLA RETE ELETTRICA E DISLOCATO NEL SITO AD USO INDUSTRIALE NEL COMUNE DI CONA (VE) PROGETTO ESECUTIVO DI UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO DA 39.60 kwp CONNESSO ALLA RETE ELETTRICA E DISLOCATO NEL SITO AD USO INDUSTRIALE NEL COMUNE DI CONA (VE) RELAZIONE TECNICA Committente: Logistica Fratelli

Dettagli

COMUNE di FABRIANO PROVINCIA DI ANCONA

COMUNE di FABRIANO PROVINCIA DI ANCONA COMUNE di FABRIANO PROVINCIA DI ANCONA Settore Assetto del Territorio Servizio Lavori Pubblici Oggetto: Programma regionale per il ricorso a fonti energetiche rinnovabili fotovoltaico. Scuola elementare

Dettagli

LA PROGETTAZIONE DELL IMPIANTO FOTOVOLTAICO: ASPETTI TEORICI E TECNICI

LA PROGETTAZIONE DELL IMPIANTO FOTOVOLTAICO: ASPETTI TEORICI E TECNICI Seminario Tecnico GLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI Aggiornamenti legislativi, Problematiche tecniche, Problematiche di installazione, Rapporti con gli enti LA PROGETTAZIONE DELL IMPIANTO FOTOVOLTAICO: ASPETTI

Dettagli

Impianti fotovoltaici connessi alla rete

Impianti fotovoltaici connessi alla rete Aspetti tecnici legati alla progettazione e realizzazione di impianti di generazione e alla loro connessione alla rete La Guida CEI 82-25: Guida alla realizzazione di sistemi di generazione fotovoltaica

Dettagli

POLITECNICO DI TORINO Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica

POLITECNICO DI TORINO Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica POLITECNICO DI TORINO Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica STRALCIO DELLA TESI DI LAUREA Analisi e valutazioni su un impianto fotovoltaico connesso alla rete Candidato Fabio Laguardia

Dettagli

I.T.I.S. Magistri Cumacini. Ricavare il valore di K del conduttore con la relativa unità di misura

I.T.I.S. Magistri Cumacini. Ricavare il valore di K del conduttore con la relativa unità di misura Classe Nome I.T.I.S. Magistri Cumacini Cognome Data ESERCIZIO 1 Un conduttore di un circuito trifase di sezione 4 mm 2 è interessato da una corrente di corto circuito di valore efficace 10 ka per un tempo

Dettagli

DATI GENERALI. Ubicazione impianto. Tecnico CAP 97100. Indirizzo Viale Vittorio Veneto n. 131

DATI GENERALI. Ubicazione impianto. Tecnico CAP 97100. Indirizzo Viale Vittorio Veneto n. 131 DATI GENERALI Ubicazione impianto Identificativo dell impianto Impianto Fotovoltaico Indirizzo Via Pietro Nenni Comune RAGUSA (RG) CAP 97100 Tecnico Ragione Sociale Nome Cognome Qualifica Motta Engineering

Dettagli

ESERCITAZIONE IMPIANTI FOTOVOLTAICI APPROFONDIMENTO

ESERCITAZIONE IMPIANTI FOTOVOLTAICI APPROFONDIMENTO ESERCITAZIONE IMPIANTI FOTOVOLTAICI APPROFONDIMENTO STIMA RADIAZIONE SOLARE I Valori di Radiazione si possono ottenere: Approssimati (tabelle, abachi) Stima dell energia su piano orizzontale in base alla

Dettagli

Corso di specializzazione in Prevenzione incendi (Legge 7 dicembre 1984, n. 818) IMPIANTI ELETTRICI

Corso di specializzazione in Prevenzione incendi (Legge 7 dicembre 1984, n. 818) IMPIANTI ELETTRICI Ordine degli Ingegneri della Provincia di Vicenza Corso di specializzazione in Prevenzione incendi (Legge 7 dicembre 1984, n. 818) IMPIANTI ELETTRICI Ing. Claudio Noro libero professionista - Vicenza 1

Dettagli

PIANO DI MANUTENZIONE

PIANO DI MANUTENZIONE COMUNE DI CASTEL DEL PIANO PROVINCIA DI GROSSETO PROGETTO ESECUTIVO REALIZZAZIONE DI UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO SULLA COPERTURA DEL MAGAZZINO COMUNALE sito in via Cellane, 23 PIANO DI MANUTENZIONE TAV.:

Dettagli

PROGETTO IMPIANTO ELETTRICO

PROGETTO IMPIANTO ELETTRICO PROGETTO IMPIANTO ELETTRICO RELAZIONE TECNICA SU CONSISTENZA E TIPOLOGIA Progetto: Progetto1 Descrizione: Impianto 1 Committente: Mario Rossi Ubicazione: Barletta Progettista: Ing. Franco verdi Data: 18/02/2012

Dettagli

DATI GENERALI. A.T.P. ingg. G. Morciano S.C. Cassiano C. Boccuni arch. A. Bramato

DATI GENERALI. A.T.P. ingg. G. Morciano S.C. Cassiano C. Boccuni arch. A. Bramato DATI GENERALI Ubicazione impianto Identificativo dell impianto Copertura aule Indirizzo via Napoli n 1 CAP - Comune 73042 CASARANO (LE) Committente Nome Cognome Franco Fasano Codice Fiscale FSNFNC49R09F109V

Dettagli

GRUPPO DI PROGETTAZIONE: SETTORE SVILUPPO LOCALE

GRUPPO DI PROGETTAZIONE: SETTORE SVILUPPO LOCALE Città di Casarano Provincia di Lecce Settore Lavori Pubblici PROGETTO DEFINITIVO-ESECUTIVO SPAZIO APERTO Avviso Pubblico Libera il Bene Recupero Immobile sito in Via Vittorio Emanuele II n. 82 Tav. Oggetto

Dettagli

RELAZIONE TECNICA GENERALE

RELAZIONE TECNICA GENERALE STUDIO Architetti Cimino Associati RELAZIONE TECNICA GENERALE Progettazione esecutiva, di Direzione dei Lavori, di Misura e Contabilità, di redazione del certificato di regolare esecuzione e di Coordinatore

Dettagli

IMPIANTI FOTOVOLTAICI connessi alla RETE ELETTRICA

IMPIANTI FOTOVOLTAICI connessi alla RETE ELETTRICA ENERGIA SOLARE IMPIANTI FOTOVOLTAICI connessi alla RETE ELETTRICA Prima parte: principi generali Seconda parte: conto energia Dal sito del GSE www.gse.it Il contatore fotovoltaico (06/03/2009) Nuovo conto

Dettagli

PROGETTO DI IMPIANTO ELETTRICO RISTORANTE VIA DONATO SOMMA xx, GENOVA

PROGETTO DI IMPIANTO ELETTRICO RISTORANTE VIA DONATO SOMMA xx, GENOVA PROGETTO DI IMPIANTO ELETTRICO RISTORANTE VIA DONATO SOMMA xx, GENOVA PROGETTO REDATTO DA ARCH/ING ELENA AMERI Ai sensi del D.M. 37/28 art 5 comma 2 punto c) RELAZIONE TECNICA 0. PREMESSA Il progetto dell

Dettagli

Comune di PIAZZA ARMERINA (EN) REALIZZAZIONE DI UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO CONNESSO ALLA RETE ELETTRICA DI DISTRIBUZIONE. Potenza = 1.

Comune di PIAZZA ARMERINA (EN) REALIZZAZIONE DI UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO CONNESSO ALLA RETE ELETTRICA DI DISTRIBUZIONE. Potenza = 1. Comune di PIAZZA ARMERINA (EN) REALIZZAZIONE DI UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO CONNESSO ALLA RETE ELETTRICA DI DISTRIBUZIONE Potenza = 1.20 kw Relazione tecnica Impianto: RONCALLI Soggetto Responsabile: Comune

Dettagli