Gestione dei dati contabili per esportazione nel programma Comunicazioni Anti Elusione Spesometro

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Gestione dei dati contabili per esportazione nel programma Comunicazioni Anti Elusione Spesometro"

Transcript

1 Nota Salvatempo Contabilità ver MARZO 2013 Gestione dei dati contabili per esportazione nel programma Comunicazioni Anti Elusione Spesometro Normativa Fonti normative D.L. 31 maggio 2010, n. 78 D.L. 2 marzo 2012, n. 16 (convertito dalla legge 26 aprile 2012, n. 44) Agenzia delle Entrate, Provvedimento 2 agosto 2013, Prot.2013/94908 Modello, Istruzioni e Specifiche tecniche pubblicate in data 10 ottobre 2013 La documentazione è pubblicata sul sito dell Agenzia delle Entrate: Agenzia delle Entrate - Comunicazione operazioni IVA - Normativa e prassi Con provvedimento del 2 agosto 2013, n /2013, l Agenzia delle Entrate ha pubblicato il "MODELLO DI COMUNICAZIONE POLIVALENTE", dando così attuazione, per l'annualità 2012, all art.21 del D.L.78/2010 (come modificato dall'articolo 2, comma 6, del D.L.16/2012) che prevede l obbligo di comunicazione annuale delle operazioni rilevanti ai fini dell Imposta sul Valore Aggiunto. In data 10 ottobre 2013 sul sito Agenzia delle Entrate è stato pubblicato il nuovo modello ministeriale, con istruzioni e specifiche tecniche Ha funzione polivalente, in quanto può essere utilizzato per l invio delle seguenti comunicazioni: spesometro ordinario - operazioni rilevanti ai fini IVA effettuate dal 01/01/2012 (art. 21, D.L. n. 78/2010); comunicazioni periodiche effettuate a decorrere dal 1 ottobre 2013, nei confronti di operatori residenti o domiciliati in Paesi black list (fermi restando i periodi di riferimento e i termini specifici di questa comunicazione, fissati dagli articoli 2 e 3 del Dm 30 marzo 2010); Wolters Kluwer Italia Tutti i diritti riservati MAN-9C6HQL55997 Pag. 1/55

2 comunicazione delle operazioni di acquisto, annotate dal 1 ottobre 2013, da operatori di San Marino, finora effettuata in modalità cartacea (con invio telematico in modalità analitica previsto entro l ultimo giorno del mese successivo a quello di annotazione); comunicazione degli acquisti di beni e servizi legati al turismo, di importo pari o superiore a euro e fino a euro, effettuate da parte di persone fisiche di cittadinanza diversa da quella italiana (e comunque diversa da quella di uno dei paesi dell UE ovvero dello Spazio economico europeo), che abbiano residenza al di fuori del territorio dello Stato; comunicazione da parte degli operatori commerciali che svolgono attività di leasing finanziario e operativo, di locazione e/o di noleggio di autovetture, caravan, altri veicoli, unità da diporto e aeromobili Soggetti obbligati Soggetti passivi ai fini IVA che effettuano operazioni rilevanti ai fini dell imposta: a) Cessioni di beni e prestazioni di servizi rese e ricevute per le quali è stata emessa la fattura di qualunque importo b) Cessioni di beni e prestazioni di servizi rese e ricevute non documentate da fattura qualora l importo unitario dell operazione sia pari o superiore a euro al lordo dell IVA (solo per opzione) Operatori commerciali che svolgono attività di leasing finanziario ed operativo, di locazione e/o di noleggio di autovetture, caravan, altri veicoli, unità da diporto e aeromobili commercianti al minuto e dalle agenzie di viaggio che abbiano effettuato, ai sensi dell art. 3, comma 1, del D.L.16/2012, cessioni di beni o di prestazioni di servizi legate al turismo nei confronti di persone fisiche di cittadinanza diversa da quella italiana e dell Unione europea, per le quali sia stato superato il limite per il trasferimento di denaro contante di euro, ma in ogni caso fino a euro Soggetti che effettuano acquisti senza applicazione dell IVA (e che quindi richiedono l applicazione del reverse charge) da operatori residenti nel territorio della Repubblica di San Marino soggetti passivi che effettuano operazioni nei confronti di operatori aventi sede, residenza o domicilio nei Paesi della black list Nota bene: per le comunicazioni relative alle operazioni black list e agli acquisti da San Marino, effettuate dal 1 ottobre fino al 31 dicembre 2013, è consentito utilizzare, in alternativa al nuovo modello, le precedenti modalità di comunicazione Wolters Kluwer Italia Tutti i diritti riservati MAN-9C6HQL55997 Pag. 2/55

3 Soggetti esclusi Sono esonerati dall obbligo di comunicazione: Soggetti che si avvalgono del regime di cui all art. 27, commi 1 e 2, del D.L. n. 98/2011 (Regime fiscale di vantaggio e lavoratori in mobilità) Stato, le regioni, le province, i comuni e gli altri organismi di diritto pubblico in relazione alle operazioni effettuate e ricevute nell ambito di attività istituzionali Operazioni per le quali non sussiste l obbligo di comunicazione Le operazioni già monitorate dall Amministrazione Finanziaria, in particolare: a) Le importazioni b) Le esportazioni (art. 8, comma 1, lett. a) e b) del D.p.r.n.633/72 c) Le operazioni che costituiscono già oggetto di comunicazione all Anagrafe tributaria ai sensi dell art.7 del D.p.r.n.405/1973 d) Le operazioni intracomunitarie (già presenti nei modelli INTRA) e) Le operazioni effettuate nei confronti di contribuenti privati non titolari di partita IVA, di importo non inferiore a euro, con pagamento avvenuto mediante carte di credito, di debito o prepagate. Nota Bene: nel caso di emissione della fattura per queste ultime operazioni, le stesse vanno normalmente comunicate nello spesometro. f) Le operazioni finanziare esenti di cui all art.10 del D.p.r. n.633/72) g) Le operazioni escluse o fuori campo IVA (artt.2, 3, 5, 15 D.p.r. n.633/72 Wolters Kluwer Italia Tutti i diritti riservati MAN-9C6HQL55997 Pag. 3/55

4 Casi particolari Attività in contabilità separata Nel caso di contribuente che esercita più attività in contabilità separata ai sensi dell art.36 D.P.R.633/72, la fattura del fornitore che contiene costi promiscui a diverse attività può essere comunicata, ancorché possa dar luogo a distinte registrazioni, compilando un dettaglio unico, al netto di eventuali voci fuori campo IVA. Autotrasportatori Per gli autotrasportatori, iscritti al relativo albo, che possono annotare le fatture emesse entro il trimestre solare successivo a quello di loro emissione ai sensi dell art. 74 comma 4 del DPR 633/72, l obbligo di inserimento nella comunicazione scatta in relazione al momento in cui le medesime sono registrate nei registri IVA. Contribuenti che adottano il regime fiscale di vantaggio per l imprenditoria giovanile e lavoratori in mobilità La Circolare n. 24/E del 30/05/2011, in relazione al previgente regime dei minimi, precisa che l esonero viene meno quando, in corso d anno, il regime semplificato cessa di avere efficacia; in tal caso la circolare specifica che il contribuente è obbligato alla comunicazione per tutte le operazioni sopra le soglie effettuate a decorrere dalla data in cui vengono meno i requisiti per l applicazione del regime semplificato. Ne consegue che il contribuente che adotta il regime fiscale di vantaggio è tenuto alla comunicazione in corso d anno solamente nel caso in cui consegua ricavi/compensi per importi superiori a oltre il 50% rispetto al limite di legge. Negli altri casi l obbligo decorre dall anno successivo. Corrispettivi SNAI Sono considerati rilevanti e pertanto oggetto di comunicazione tutte le seguenti tipologie: scaturenti dagli estratti conto quindicinali SNAI al gestore degli apparecchi da intrattenimento ex art.110, comma 7, TULPS; fatture emesse dal pubblico esercizio dove sono collocati gli apparecchi nei confronti del gestore degli stessi; corrispettivi derivanti da singole giocate al Lotto da parte di soggetti privati. Corrispettivi delle distinte riepilogative ASL Sono considerati rilevanti e pertanto oggetto di comunicazione i corrispettivi emessi dalle farmacie a fronte dell incasso delle distinte riepilogative ASL. Cessioni gratuite oggetto di autofattura Le cessioni gratuite di beni oggetto di autofatturazione rientranti nell attività propria dell impresa da parte dell impresa cedente, sono da comunicare con l indicazione della partita IVA del cedente. Fatture cointestate Le operazioni documentate da fatture cointestate devono essere comunicate per ognuno dei cointestatari. Fatture ricevute da contribuenti che adottano il regime fiscale di vantaggio L operazione effettuata da un contribuente che adotta il regime fiscale di vantaggio, pur non recando addebito di imposta, è da considerare comunque rilevante ed è pertanto da comprendere nella comunicazione. Wolters Kluwer Italia Tutti i diritti riservati MAN-9C6HQL55997 Pag. 4/55

5 Leasing Nel caso dei contratti di leasing e noleggio, è stato disposto l esonero dalla comunicazione ex art. 21 decreto legge n. 78/2010 per i soli prestatori in ragione della specifica e più dettagliata comunicazione che viene effettuata relativamente ai dati dell attività caratteristica. I soggetti utilizzatori dei beni in leasing o in noleggio, a partire dall'annualità 2012, possono però assolvere l obbligo di comunicazione della suddetta comunicazione tramite lo Spesometro. Operazioni in applicazione del regime IVA del margine Le operazioni effettuate in applicazione del regime IVA dei beni usati di cui ai commi da 36 a 40 del D.L.41/1995, non documentate da fattura, sono oggetto di comunicazione se il totale documento risulta di importo non inferiore ad euro Operazioni realizzate con spedizioni internazionali delle merci In considerazione dell esclusione dall obbligo di comunicazione dei seguenti tipi di operazioni: importazioni esportazioni di cui all art. 8 (merci) cessione di beni e prestazioni di servizi effettuate e ricevute registrate e soggette a registrazione nei confronti di operatori economici aventi sede in paesi cosiddetti Black List, le prestazioni di servizio strettamente legate ad operazioni di importazione ed esportazione (es. servizi di spedizione e trasporto), disciplinate dall articolo 9 del d.p.r. del 26 ottobre 1972 n. 633, sono da comunicare al netto degli importi esclusi (es. diritti doganali). Viceversa, sono escluse dall obbligo di comunicazione le operazioni effettuate e ricevute in ambito comunitario, in quanto, come peraltro precisato della C.M.24/E/2011, tali operazioni sono già acquisite tramite i modelli INTRA e utilizzate per i riscontri con i dati presenti nel sistema VIES, secondo un modello adottato da tutti i Paesi membri dell Unione Europea. Passaggi interni di beni tra attività separate Non occorre indicare nella comunicazione le operazioni aventi per oggetto i passaggi interni di beni tra attività separate ai sensi dell art. 36 del DPR n. 633/72. Schede carburanti Per i casi in cui permane la tenuta delle scheda carburante il modello prevede la possibilità di riportarne i dati con le stesse modalità del documento riepilogativo. Gli acquisti di carburante sono invece esclusi dalla comunicazione quando il pagamento viene effettuato mediante carte di credito, carte di debito o carte prepagate emesse da operatori finanziari soggetti all obbligo di comunicazione previsto dall articolo 7, 6 comma, del d. P.R. n. 605/1973, casi in cui viene meno l'obbligo di tenuta della Scheda carburante. Vendite per corrispondenza Le vendite per corrispondenza vengono comunicate con le stesse modalità delle altre operazioni effettuate attraverso i canali distributivi ordinari e pertanto, per le operazioni per le quali viene rilasciata fattura occorre comunicare la vendita indipendentemente dall importo. Wolters Kluwer Italia Tutti i diritti riservati MAN-9C6HQL55997 Pag. 5/55

6 Modalità di predisposizione della comunicazione La comunicazione telematica può essere effettuata inviando i dati: in forma analitica: tutte le fatture emesse o ricevute, note di variazione e tutti i corrispettivi di importo superiore ai euro ciascuno; in forma aggregata: il numero delle operazioni cumulate, le operazioni attive e passive vanno sommate per cliente/fornitore, l importo totale fatturato (imponibile e IVA) e quello delle note di variazione L opzione va evidenziata nel frontespizio e risulta vincolante per l intero contenuto della comunicazione, anche in caso di invio sostitutivo. L opzione dell invio dei dati in forma aggregata non è consentita per la comunicazione relativa a: Acquisti da operatori economici sammarinesi Acquisti e cessioni da e nei confronti dei produttori agricoli Acquisti di beni e di prestazioni di servizi legate al turismo Modello Il nuovo modello si compone di: un Frontespizio: dove, oltre alla consueta indicazione dei dati del contribuente e dell impegno all invio telematico, vanno specificate talune caratteristiche della comunicazione stessa (tipo di invio, formato di comunicazione dei dati, quadri compilati) una serie di quadri, dedicati ad accogliere le informazioni circa le operazioni da comunicare Quadri previsti per invio analitico: FE - Fatture emesse Documenti riepilogativi FR - Fatture ricevute Documenti riepilogativi NE - Note di variazione emesse NR - Note di variazione ricevute DF - Operazioni senza fattura FN - Operazioni con soggetti non residenti SE - Acquisti di servizi da non residenti acquisti da operatori residenti a San Marino TU - Operazioni legate al turismo art. 36 co. 2-bis DL 16/2012 (quadro TU) Wolters Kluwer Italia Tutti i diritti riservati MAN-9C6HQL55997 Pag. 6/55

7 Quadri previsti per invio aggregato: FA - Operazioni documentate da fattura esposte in forma aggregata (sia attive che passive e comprese le note di variazione); SA - Operazioni senza fattura esposte in forma aggregata BL - Operazioni con soggetti non residenti in forma aggregata - acquisti di servizi da non residenti in forma aggregata operazioni con soggetti aventi sede, residenza o domicilio in paesi a fiscalità privilegiata TU - Operazioni legate al turismo art. 36 co. 2-bis DL 16/2012 (quadro TU) Comunicazione analitica elementi da indicare Operazioni con obbligo di emissione della fattura Operazioni senza l obbligo di emissione della fattura anno di riferimento la partita IVA o, in mancanza, il codice fiscale del cedente o prestatore e del cessionario o committente per ciascuna fattura attiva: - la data del documento - il corrispettivo al netto dell IVA - l imposta o la specificazione che trattasi di operazioni non imponibili o esenti - la data di registrazione per ciascuna fattura passiva: - la data di registrazione - il corrispettivo al netto dell IVA - l imposta o la specificazione che trattasi di operazioni non imponibili o esenti - la data del documento anno di riferimento codice fiscale del cessionario o committente per i soggetti non residenti nel territorio dello Stato, privi di codice fiscale, i dati di cui all art. 4, primo comma, lettere a) e b), del D.P.R. 29 settembre 1973, n. 605 i corrispettivi comprensivi dell imposta sul valore aggiunto in presenza del documento riepilogativo per le fatture di importo inferiore a 300 euro, i seguenti dati relativi al documento: - numero del documento - ammontare complessivo imponibile delle operazioni ammontare complessivo dell imposta per ciascuna controparte e per ciascuna operazione, l importo della nota di variazione e dell eventuale imposta afferente Wolters Kluwer Italia Tutti i diritti riservati MAN-9C6HQL55997 Pag. 7/55

8 Comunicazione aggregata elementi da indicare Relativamente alle operazioni documentate da fattura, gli elementi informativi relativi alle operazioni attive e passive da comunicare in forma aggregata sono, per ciascuna controparte, distintamente per le: Operazioni attive anno di riferimento la partita IVA o, in mancanza, il codice fiscale il numero delle operazioni aggregate l importo totale delle operazioni imponibili, non imponibili ed esenti l importo totale delle operazioni con IVA non esposta in fattura l importo totale delle note di variazione l imposta totale sulle operazioni imponibili l imposta totale relativa alle note di variazione Operazioni passive anno di riferimento la partita IVA o, in mancanza, il codice fiscale il numero delle operazioni aggregate l importo totale delle operazioni imponibili, non imponibili ed esenti l importo totale delle operazioni con IVA non esposta in fattura l importo totale delle note di variazione l imposta totale sulle operazioni imponibili l imposta totale relativa alle note di variazione Riferimento alla data di registrazione Nell individuazione degli elementi informativi da trasmettere si dovrà fare riferimento al momento della registrazione ai sensi degli artt. 23, 24 e 25 del D.P.R.633/1972 o, in mancanza, al momento dell esigibilità di cui all art.6 del medesimo decreto. Termini di invio e tipologia di operazioni da indicare nella Comunicazione telematica Operazioni 2012 Soggetti con liquidazione mensile ai fini IVA: trasmettono la comunicazione entro il 12 novembre 2013; Altri soggetti, in capo ai quali sussiste l obbligo di comunicazione: trasmettono la comunicazione entro il 21 novembre 2013 Wolters Kluwer Italia Tutti i diritti riservati MAN-9C6HQL55997 Pag. 8/55

9 Operazioni 2013 Soggetti con liquidazione mensile ai fini IVA: trasmettono la comunicazione entro il 10 aprile dell anno successivo a quello di riferimento; Altri soggetti, in capo ai quali sussiste l obbligo di comunicazione: trasmettono la comunicazione entro il 20 aprile dell anno successivo a quello di riferimento Operazioni Soggetti e operazioni da comunicare (beni e prestazioni di servizi rese e ricevute) Scadenza Soggetti con liquidazione mensile 12/11/2013 Anno 2012 Altri soggetti, in capo ai quali sussiste l obbligo di comunicazione 21/11/2013 Anno 2013 Soggetti con liquidazione mensile Altri soggetti, in capo ai quali sussiste l obbligo di comunicazione 10/04 dell anno successivo 20/04 dell anno successivo Modalità di presentazione Trasmissione telematica diretta servizio telematico Entratel servizio telematico Internet (Fisconline) Trasmissione telematica mediante intermediari Gli intermediari abilitati di cui all art. 3, commi 2-bis e 3, del D.P.R. n. 322/1998 (es. dottori commercialisti) sono obbligati a trasmettere all Agenzia delle Entrate, in via Telematica, avvalendosi del servizio telematico Entratel: le comunicazioni predisposte per conto del soggetto passivo; le comunicazioni predisposte dal soggetto passivo per le quali hanno assunto l impegno della trasmissione telematica Wolters Kluwer Italia Tutti i diritti riservati MAN-9C6HQL55997 Pag. 9/55

10 Modalità operative in contabilità La Comunicazione telematica richiede l indicazione delle seguenti operazioni: Fatture attive e passive Corrispettivi Note di variazione (note di credito/debito cliente/fornitore) Di seguito, verranno illustrate le modalità operative al fine di predisporre correttamente i dati contabili che verranno esportati nel programma Comunicazioni Anti Elusione Spesometro. Tempificazione attività anagrafica azienda nominativi codici IVA prima nota - corrispettivi - fatture attive e passive - note di variazione gestione dati Spesometro stampe di controllo Wolters Kluwer Italia Tutti i diritti riservati MAN-9C6HQL55997 Pag. 10/55

11 Anagrafica azienda Si ricorda che al fine di esportare i dati contabili in Comunicazione Anti Elusione Spesometro è necessario che l azienda sia raccordata all anagrafica unica I dati dell azienda vengono archiviati e stampati nel frontespizio Di seguito vengono elencati i dati obbligatori richiesti dal modello ministeriale per le seguenti sezioni del frontespizio: sezione Dati del soggetto cui si riferisce la comunicazione codice fiscale partita IVA codice attività prevalente indirizzo di posta elettronica (obbligatorio se assente il telefono) numero di telefono (obbligatorio se assente indirizzo ) qualifica del soggetto Persona fisica Cognome Nome Sesso Data di nascita Comune o stato estero di nascita Provincia (sigla) del comune di nascita qualifica del soggetto Persona giuridica Denominazione Wolters Kluwer Italia Tutti i diritti riservati MAN-9C6HQL55997 Pag. 11/55

12 Nominativi Nella tabella dei nominativi, sezione Black List/Spesometro è possibile indicare se il soggetto è escluso da Spesometro Soggetto escluso da Spesometro: permette di identificare i soggetti per cui non vi è l obbligo di comunicazione delle operazioni in spesometro; pertanto i movimenti contabili relativi al soggetto non vengono esportati nella comunicazione anti elusione. Soggetto è escluso da Black List: il campo è abilitato solo per i nominativi appartenenti a paesi Black List, quindi nel caso in cui è stata indicata una Nazione Black List; se selezionato, le registrazioni contabili relative al soggetto non vengono riportate nella comunicazione Black List ma considerate/esportate, nella comunicazione Spesometro. Wolters Kluwer Italia Tutti i diritti riservati MAN-9C6HQL55997 Pag. 12/55

13 Nella scheda Dati Legali del nominativo è presente il campo Senza Personalità giuridica Il campo è abilitato se il campo Nazione della scheda Nominativi è diverso da 390 (Italia) o non compilato. L opzione deve essere selezionata solo in caso di soggetto estero e limitatamente alle società, associazioni o altre organizzazioni senza personalità giuridica. Per questi soggetti devono essere inoltre indicati gli elementi di almeno una delle persone fisiche che ne hanno la rappresentanza. Diversamente se il campo Senza personalità giuridica non risulta selezionato, non devono essere compilati per il medesimo nominativo sia Denominazione che Cognome e Nome: in questo caso, la compilazione di Cognome e Nome esclude la compilazione della Denominazione e viceversa. Dati obbligatori anagrafica clienti e fornitori Per tutti i clienti e fornitori, da specifiche ministeriali occorre che siano presenti questi dati obbligatori: codice fiscale o la partita IVA e devono risultare formalmente corretti Soggetti non residenti cognome, nome: obbligatorio se: - non indicato il Codice Fiscale e la Partita IVA - non indicata la Denominazione Le due condizioni si devono verificare contemporaneamente comune o stato estero di nascita, provincia e data di nascita: obbligatori se: - non indicato il Codice Fiscale e la Partita IVA - indicato Cognome e Nome Le due condizioni si devono verificare contemporaneamente denominazione: obbligatorio se: - non indicato il Codice Fiscale e la Partita IVA - non indicato Cognome e Nome Le due condizioni si devono verificare contemporaneamente codice Stato estero della sede legale: obbligatorio se: Wolters Kluwer Italia Tutti i diritti riservati MAN-9C6HQL55997 Pag. 13/55

14 - non indicato il Codice Fiscale e la Partita IVA - indicata la Denominazione Le due condizioni si devono verificare contemporaneamente Ai fini dell esportazione dei dati dei nominativi nell applicativo Spesometro, se risulta selezionato senza personalità giuridica, i seguenti campi di dettaglio per le operazioni con soggetti residenti, sono considerati obbligatori: se il soggetto è persona fisica: Cognome, Nome, Data di nascita, Comune o stato estero di nascita, Provincia di nascita se il soggetto è persona giuridica: Denominazione, Stato estero della sede legale Nota bene: Campo NAZIONE Ai fini di una corretta predisposizione dei dati contabili, è necessario che sia valorizzato anche il campo Nazione. A partire dalla versione Contabilità 11.11: in fase d inserimento nuovo nominativo, verrà proposto in automatico il codice 390 Italia se il campo Città viene valorizzato indicando una località italiana per i nominativi inseriti prima della versione nei quali è stata indicata una città Italiana ma non inserita la nazione il campo risulterà automaticamente valorizzato con l indicazione 390 Italia. Controlli dati anagrafici clienti e fornitori E possibile effettuare un rapido controllo sulle schede anagrafiche di clienti e fornitori tramite le stampe di tabelle Elenco Clienti e Fornitori. Wolters Kluwer Italia Tutti i diritti riservati MAN-9C6HQL55997 Pag. 14/55

15 Wolters Kluwer Italia Tutti i diritti riservati MAN-9C6HQL55997 Pag. 15/55

16 Codici IVA Per alcune tipologie di registrazioni, nel modello ministeriale vengono richieste le seguenti informazioni: Esempio di alcuni quadri Se si tratta di DOCUMENTO RIEPILOGATIVO di fatture registrate cumulativamente (art.6,c.1 e 6,decreto 9 dicembre 96,n.695) Se si tratta di fattura con IVA NON ESPOSTA Se si tratta di NOLEGGIO o LEASING impostare A= Autovettura B= Caravan C= Altri veicoli D= Unità da diporto E= Aeromobili Se si tratta di AUTOFATTURA Se si tratta di acquisto soggetto al REVERSE CHARGE Al fine di identificare in modo mirato queste operazioni e di barrare le rispettive caselle nei quadri, sono state integrate: la tabella Codici iva con due nuove opzioni IVA non esposta in fattura (casella 4 del quadro FE e casella 5 del quadro FR) e Reverse Charge (casella 6 del quadro FR) la prima nota con una nuova tabella Dati aggiuntivi (argomento descritto nei paragrafi successivi) per tutte la altre operazioni indicate in precedenza (casella 3, 4 e 5 del quadro FE e casella 5 e 7 del quadro FR) Wolters Kluwer Italia Tutti i diritti riservati MAN-9C6HQL55997 Pag. 16/55

17 Riporta in Spesometro: identifica i codici IVA che devono essere considerati ai fini dell esportazione dei dati nella comunicazione Spesometro. IVA non esposta in fattura: identifica le operazioni attive documentate da fattura con iva non esposta. Trattasi, ad esempio, delle operazioni effettuate da coloro che cedono i beni usati e che applicano il regime del margine, o dalle agenzie di viaggio o turismo, inclusi i tour operator, che per le operazioni di organizzazione di pacchetti turistici Se selezionato propone nella tabella Dati Aggiuntivi di Prima Nota (descritta nei paragrafi successivi) il flag IVA non esposta Operazioni in reverse charge: identifica le operazioni in reverse charge che devono essere comunicate in spesometro (esempio codice R13). Se selezionato propone nella tabella Dati Aggiuntivi di Prima Nota (descritta nei paragrafi successivi) il flag Reverse Charge Nota bene: le operazioni effettuate/ricevute in ambito intra-ue sono escluse dalla comunicazione telematica in quanto risultano già monitorate dall Agenzia delle entrate tramite i modelli Intra. Di conseguenza per i codici iva tipici di tali operazioni non risulta selezionata tale opzione (es: codice I20) per i codici IVA di tipo Utente occorre selezionare manualmente le varie opzioni e verificare i movimenti a prima nota (tabella Dati aggiuntivi descritta nel paragrafo successivo) prima di avviare il riporto dati nella comunicazione Spesometro Wolters Kluwer Italia Tutti i diritti riservati MAN-9C6HQL55997 Pag. 17/55

18 Registrazioni a Prima Nota Fatture attive e passive (imprese e professionisti) Oggetto della comunicazione sono le cessioni di beni e le prestazioni di servizi rese e ricevute da soggetti passivi ai fini dell imposta sul valore aggiunto qualunque sia l importo Con il nuovo adempimento i contratti non vengono più gestiti. I dati richiesti nella comunicazione variano in funzione della tipologia di invio (analitico o aggregato) e devono essere catalogati in funzione della tipologia di operazione. Quadri previsti per invio analitico: FE - Fatture emesse Documenti riepilogativi FR - Fatture ricevute Documenti riepilogativi NE - Note di variazione emesse NR - Note di variazione ricevute DF - Operazioni senza fattura FN Operazioni con soggetti non residenti SE - Acquisti di servizi da non residenti acquisti da operatori residenti a San Marino TU - Operazioni legate al turismo art. 36 co. 2-bis DL 16/2012 (quadro TU) Operazioni non gestibili in contabilità Quadri previsti per invio aggregato: FA - Operazioni documentate da fattura esposte in forma aggregata (sia attive che passive e comprese le note di variazione); SA - Operazioni senza fattura esposte in forma aggregata BL - Operazioni con soggetti non residenti in forma aggregata - acquisti di servizi da non residenti in forma aggregata operazioni con soggetti aventi sede, residenza o domicilio in paesi a fiscalità privilegiata (Black list) Wolters Kluwer Italia Tutti i diritti riservati MAN-9C6HQL55997 Pag. 18/55

19 NOTA BENE: Quadro BL forma aggregata: in tale quadro possono confluire, oltre agli acquisti da soggetti non residenti e le operazioni con soggetti non residenti, anche le fatture black list registrate a partire da ottobre Si precisa che al momento, la compilazione della comunicazione polivalente per la parte relativa alle Black list non è prevista. Come anticipato, per le operazioni registrate fino al 31/12/2013 è possibile utilizzare la precedente modalità di compilazione. Occorre pertanto generare il modello direttamente in dichiarazioni fiscali. quadro TU Operazioni legate al turismo : non gestito da contabilità, compilabile manualmente direttamente in Comunicazione Anti Elusione Spesometro Quadro SE forma analitica: a livello di procedura il quadro è gestito limitatamente alle operazioni relative agli acquisti di servizi da non residenti, non vengono riportate le operazioni da soggetti di San Marino. Per le comunicazioni relative agli acquisti da San Marino, effettuate dal 1 ottobre fino al 31 dicembre 2013, è consentito utilizzare, in alternativa al nuovo modello, le precedenti modalità di comunicazione Ai fini dell esportazione dati in Spesometro, è necessario che le registrazioni contabili soddisfino le seguenti condizioni: siano state utilizzate le seguenti tipologie di causali - Prima Nota IVA (fatture cliente e fornitore) e IVA CEE /Reverse charge (sia imprese che professionisti) e note di variazione Data di registrazione a partire da 01/01/2012 Casistica Autotrasportatori: per i movimenti registrati sul registro di tipo vendite autotrasportatori il controllo viene effettuato sulla data competenza Liquidazione IVA che deve essere successiva al 31/12/2011. Nominativo NON escluso Spesometro e/o escluso Black List nominativi con NAZIONE diversa paese black list è stato movimentato almeno un codice IVA di tipo Spesometro (nella tabella codici IVA risulta selezionata l opzione Riporta in Spesometro ) qualsiasi importo della registrazione eventuale compilazione della tabella Dati aggiuntivi Wolters Kluwer Italia Tutti i diritti riservati MAN-9C6HQL55997 Pag. 19/55

20 Tabella Dati aggiuntivi Nella nuova tabella Dati aggiuntivi, è possibile visualizzare e gestire manualmente le altre indicazioni richieste nel modello ministeriale. E possibile compilare la maschera nelle seguenti funzioni: Wolters Kluwer Italia Tutti i diritti riservati MAN-9C6HQL55997 Pag. 20/55

21 1) Prima Nota (contabilità impresa) 2) Contabilità professionista - Wizard Parcella professionisti vendita (ultimo step) - Wizard Fattura fornitore professionisti (ultimo step) Wolters Kluwer Italia Tutti i diritti riservati MAN-9C6HQL55997 Pag. 21/55

22 3) Regime del margine - Wizard vendita margine analitico (ultimo step) - Wizard vendita margine forfetario (ultimo step) Wolters Kluwer Italia Tutti i diritti riservati MAN-9C6HQL55997 Pag. 22/55

23 Abilitazione tabella Dati aggiuntivi In tutte le funzioni indicate in precedenza, la maschera Dati aggiuntivi, risulta abilitata se risultano soddisfatte le seguenti condizioni: sono state utilizzate le seguenti tipologie di causali - Prima Nota IVA (fatture cliente e fornitore) e IVA CEE /Reverse charge (sia imprese che professionisti) e note di variazione nominativo NON escluso Spesometro e/o escluso Black List nominativi con NAZIONE diversa paese black list data di registrazione a partire da 01/01/2012 Casistica Autotrasportatori: per i movimenti registrati sul registro di tipo vendite autotrasportatori il controllo viene effettuato sulla data competenza Liquidazione IVA che deve essere successiva al 31/12/2011. è stato movimentato almeno un codice IVA di tipo Spesometro (nella tabella codici IVA risulta selezionata l opzione Riporta in Spesometro ) qualsiasi importo della registrazione Descrizione campi Alcune opzioni presenti nella maschera Dati aggiuntivi vengono selezionate in automatico in base: al codice IVA utilizzato (opzioni Reverse Charge e Iva non esposta in fattura ) alla combinazione di causale, codice iva e nominativo (opzioni Autofattura e Servizi da non residenti ) Esempio Utilizzando la causale A50 Autofatture e Reverse Charge risulterà già selezionata l opzione Reverse Charge Le altre, Documento riepilogativo e Noleggio, devono essere selezionate manualmente dall utente Nota bene: se a prima nota sono stati utilizzati codici IVA di tipo UTENTE, le opzioni NON risultano mai proposte in automatico. E cura dell utente selezionarle. Wolters Kluwer Italia Tutti i diritti riservati MAN-9C6HQL55997 Pag. 23/55

24 Includi (fino alla versione precedente Riporta anche non inclusi ): selezionare nel caso in cui s intenda forzare il riporto di un movimento, che diversamente non verrebbe riportato in Spesometro. (es: è stato utilizzato un codice IVA non è prevede il riporto). Se barrato questo campo il movimento verrà riportato in base alla causale e al nominativo presente in prima nota. Escludi: nuova opzione rilasciata con la versione Permette di escludere i movimenti per esportazione in spesometro Documento riepilogativo: deve essere selezionato dall utente in fase di registrazione di un documento riepilogativo di più fatture emesse o ricevute nel corso del mese di importo per singola fattura inferiore a 300,00 ai sensi del DPR 695/96 art. 6. o per le registrazioni della scheda carburante Risulta abilitato per le seguenti tipologie di causali: IVA normale fattura cliente, IVA normale nota di debito cliente Nota variazione cliente c/fattura/nota debito cliente IVA normale fattura fornitore, IVA normale nota di debito fornitore Nota variazione fornitore c/fattura/nota debito fornitore Parcella professionisti vendita (Prof.)/Fattura cliente Nota variazione cliente c/fattura (PROF)/Nota debito cliente Fattura fornitore (Prof.)/Fattura fornitore Nota variazione fornitore in c/fattura (Prof.)/Nota debito fornitore Il campo risulta disabilitato se selezionato Servizi da non residenti o Autofattura (e viceversa) Scheda carburante Per i casi in cui permane la tenuta delle scheda carburante il modello prevede la possibilità di riportarne i dati con le stesse modalità del documento riepilogativo. A livello funzionale il documento viene identificato con l opzione Documento riepilogativo Gli acquisti di carburante sono invece esclusi dalla comunicazione quando il pagamento viene effettuato mediante carte di credito, carte di debito o carte prepagate emesse da operatori finanziari soggetti all obbligo di comunicazione previsto dall articolo 7, 6 comma, del d. P.R. n. 605/1973, casi in cui viene meno l'obbligo di tenuta della Scheda carburante. In considerazione del fatto che la casistica potrebbe essere stata registrata in Prima Nota con differenti modalità non siamo in grado di individuare la casistica e proporre una gestione automatica. Esempi: 1) se l acquisto è stato registrato con causale di tipo Normale (es: D09) ed in questo caso non viene riportata in spesometro 2) se registrato con causale di tipo IVA e nominativo fittizio sarà sufficiente indicare nel nominativo che si tratta di soggetto escluso spesometro Wolters Kluwer Italia Tutti i diritti riservati MAN-9C6HQL55997 Pag. 24/55

25 Nota bene Se l'acquisto viene pagato esclusivamente con carta di credito è possibile procedere come da punto 2) Se invece la modalità di pagamento del soggetto non è sempre univoca, non si può escludere a priori tale nominativo dalla comunicazione. Dopo aver esportato i dati contabili, si rende necessario agire manualmente in Anti Elusione - Spesometro eliminando le operazioni che non devono essere comunicate ESPORTAZIONE IN ANTI ELUSIONE - SPESOMETRO Ai fini dell'esportazione in spesometro, la scheda carburante deve essere gestita con le stesse modalità del documento riepilogativo, selezionando pertanto la relativa opzione nella tabella "Dati aggiuntivi" di prima nota (non viene mai proposta selezionata in automatico) L'opzione "Documento riepilogativo" è selezionabile manualmente anche in spesometro sia nell anagrafica del nominativo (flag Nominativo riepilogativo ), sia nella singola operazione. Nel caso in cui, per il nominativo in contabilità sia stata indicata solo la descrizione e nazione Italia senza codice fiscale e/o partita iva (caso tipico della Scheda carburante che non prevede l indicazione di tali dati) e movimentato in registrazioni di acquisto che devono confluire nel quadro FR Fatture ricevute e documenti riepilogativi o di vendita che confluiscono nel quadro FE Fatture emesse e documenti riepilogativi, lo stesso verrà importato in spesometro come nominativo riepilogativo indipendentemente dal fatto che risulti o meno selezionata l opzione Documento riepilogativo nella tabella Dati aggiuntivi a prima nota. L opzione Documento riepilogativo verrà selezionata in automatico anche nei rispettivi movimenti esportati in FR Fatture ricevute e documenti riepilogativi e FE Fatture emesse e documenti riepilogativi Autofattura: deve essere selezionato in presenza di autofatture emesse in base all art.17, 2 comma del dpr 633/72. Risulta abilitato solo per le operazioni di tipo acquisto con causali: iva normale fattura fornitore (sia imprese che professionisti) Iva Cee/Reverse Charge (sia per imprese che professionisti) note di debito fornitore (sia per imprese che professionisti in c/fattura e non) Il flag Autofattura viene gestito dal programma solo con riferimento al riporto dei dati nel quadro FR (fatture ricevute). Il modello prevede tale flag anche nel quadro FE (fatture emesse). Poiché, ad oggi, non è stato chiarito dall Agenzia delle Entrate le modalità di utilizzo di tale flag in FE, si è seguita la strada di gestire tutte le fattispecie che prevedono l apposizione del flag autofattura, solo nel quadro FR. Viene proposta selezionata in automatico nel caso in cui sia stato utilizzato uno dei seguenti codici IVA relativi agli acquisti da agricoltori esonerati e autofatture per provvigioni ADV es: autofattura provvigioni pagate dal tour operator all'agenzia di viaggio, autofatture per acquisto di tartufi, autofatture per estrazioni da depositi IVA, autofatture per provvigioni a rivenditori di biglietti di viaggio, ecc.). A4E A5E A6E A7E Wolters Kluwer Italia Tutti i diritti riservati MAN-9C6HQL55997 Pag. 25/55

26 AE0 AE1 AE2 AE3 AE4 AE5 AE6 AE7 AE8 AE9 G70 G71 G72 Esportazione in Anti Elusione - Spesometro: se nella tabella Dati aggiuntivi dei movimenti contabili di tipo acquisto che confluiscono nel quadro FR Fatture ricevute e documenti riepilogativi risulta selezionata l opzione Autofattura, il nominativo esportato corrisponderà all azienda in quanto, da specifiche tecniche risulta: se autofattura è attesa la coincidenza della Partita IVA del Cliente (FE001001) o del Codice fiscale del Cliente (FE001002) con la Partita IVA o il Codice fiscale indicati nel Record "B record azienda) Iva non esposta in fattura: identifica le operazioni di acquisto e vendita in regime del margine Risulta abilitato per le seguenti tipologie di causali: IVA normale/fattura Fornitore e fattura fornitore prof. Note debito fornitore (sia imprese che professionisti) e proposto in automatico se si verificano le seguenti condizioni: operazioni di vendita: è stata utilizzata una causale di tipo IVA Normale/Fattura cliente e Parcella professionisti vendita Prof./fattura cliente e tutte le note di debito cliente se è stato utilizzato un codice IVA che prevede tale impostazione (es: codice IVA 068 risulta selezionata l opzione IVA non esposta in fattura) operazioni di acquisto in regime del margine: è stata utilizzata una causale di tipo IVA normale/fattura Fornitore e fattura fornitore prof. O Note debito fornitore Wolters Kluwer Italia Tutti i diritti riservati MAN-9C6HQL55997 Pag. 26/55

27 è stato utilizzato il codice IVA 114 Acq. beni usati regime analitico o M02 Acq. beni usati regime globale è stato utilizzato un nominativo per il quale è valorizzata la Partita IVA e codice Nazione = 390 Noleggio leasing: identifica le operazioni attive derivanti da contratti di noleggio documentate da fattura, da comunicare ai sensi dell articolo 7, 12 comma del d.p.r n.605/1976. Queste operazioni possono essere comunicate in spesometro in sostituzione del flusso previsto dal provvedimento del 21 novembre Risulta abilitato per le seguenti tipologie di causali: IVA normale/fattura Cliente Parcella professionisti vendita/fattura Cliente Note debito cliente in c/fattura e non (sia imprese che professionisti) ed è alternativo all opzione Autofattura Non viene mai proposto in automatico. Occorre valorizzarlo selezionando una delle lettere dal menu a tendina che corrispondono alla tipologia del veicolo dato a noleggio. Reverse Charge: risulta abilitata per le seguenti tipologie di registrazioni IVA NORMALE/ Fattura fornitore Fattura fornitore professionisti/fattura fornitore IVA CEE/Reverse Charge/Fattura fornitore IVA CEE/Reverse Charge (prof.)/fattura fornitore Tutte le note debito fornitore e risulta disabilitata se selezionata l opzione Autofattura. Viene proposta selezionata in automatico per le operazioni di tipo acquisto e solo se è stato utilizzato un codice iva per il quale risulta selezionata l opzione Operazioni in reverse charge. Beni\Servizi da non residenti: identifica le operazioni relative a acquisto di beni e servizi documentate da fatture ricevute da soggetti non residenti extracomunitari e comunitari (a partire dal 2013) di cui agli artt. da 7 bis a 7 septies e permette di riportare il movimento nel quadro SE. NOVITA versione L Agenzia delle Entrate ha chiarito che: nel quadro SE vanno riportate tutte le operazioni passive effettuate con non residenti, sia comunitari che extra comunitari, purchè rilevanti in Italia e che non costituiscano importazioni o operazioni da indicare negli elenchi Intrastat pertanto, a partire dalla versione il campo dei dati aggiuntivi di Wolters Kluwer Italia Tutti i diritti riservati MAN-9C6HQL55997 Pag. 27/55

28 Prima Nota Servizi da non residenti è stato rinominato in Beni\Servizi da non residenti e risulta abilitato anche nelle registrazioni di tipo acquisto in cui viene movimentato un nominativo UE. Risulta abilitata per le seguenti tipologie di registrazioni fattura fornitore/fattura fornitore (prof.) IVA CEE/Reverse Charge e IVA CEE/Reverse Charge (Prof.) note di debito fornitore c/fattura e non (sia imprese che professionisti) e se la nazione del fornitore è diversa da: 390 (Italia) una delle Nazioni Black List (o uguale a Black List con flag soggetto escluso da Black List = false) una delle Nazioni CEE (ossia codice ISO diverso da AT, BE, BG, CY, HR, DK, EE, FI, FR, DE, GB, EL, GR, IE, LV, LT, LU, MT, NL, PL, PT, CZ, RO, SK, SI, ES, SE, HU) fino ai movimenti con data registrazione Per i movimenti con data registrazione 2013, l opzione risulta attiva anche quando la nazione del fornitore è UE. Viene proposta selezionata in automatico: - fino ai movimenti con data registrazione 2012 se è presente almeno una riga con codice IVA per il quale il campo Tipo_BlackList risulta 2 servizi (es: codice IVA 023) - per i movimenti con data registrazione 2013 se presente almeno una riga con codice IVA per il quale il campo Tipo_Blacklist = 2 servizi oppure 1 beni Per verificare i codici IVA di tipo servizi e beni si rimanda alla lettura del seguente documento pagina 17 e successive: Genera Dichiarazioni da Contabilità Comunicazione Black List: gestione contabile e modalità di esportazione dati (MAN-87ELFA58774) Il campo è abilitato anche per i nominativi nei quali è stata indicata la Nazione 390 Itali, in tal caso però non viene mai proposto selezionato in automatico Esportazione in Anti Elusione - Spesometro Il riporto di movimenti in spesometro nel quadro SE relativamente ai soggetti UE avviene solo: - per i movimenti in cui risulta barrata l opzione Beni\Servizi da non residenti nella tabella dati aggiuntivi - e per i movimenti con data di registrazione = o > 01/01/2013 Per i movimenti anno 2012 il riporto in SE avviene per i solo se è stato movimentato un nominativo con nazionalità ExtraUE Wolters Kluwer Italia Tutti i diritti riservati MAN-9C6HQL55997 Pag. 28/55

29 Aggiornamento archivi A seguito delle modifiche apportate con la versione ai fini del riporti dei dati contabili nel quadro SE - Acquisti di servizi da non residenti, con la Gestione archivi, verrà automaticamente aggiornata la tabella Dati aggiuntivi per i movimenti con data registrazione 2013 e successiva (campo Beni\Servizi da non residenti). NOTA BENE: Se la nazione è 390 Italia, l opzione non viene proposta in automatico ma è possibile selezionarla manualmente. In tal caso, l operazione verrà riportata nel quadro FR Fatture ricevute in quanto a prima nota non è possibile indicare i dati del soggetto estero. Sarà cura dell utente intervenire manualmente direttamente in Anti Elusione Spesometro come segue: - quadro FR modificare il soggetto indicando quello estero - indicare manualmente l operazione del quadro SE - eliminare l operazione nel quadro FR Corrispettivi Istruzioni ministeriali per la compilazione del modello (pag1) A decorrere dal 1 gennaio 2012 per le operazioni per le quali viene rilasciata fattura occorre comunicare per ciascun cliente e fornitore tutte le operazioni effettuate, indipendentemente dall importo. Costituiscono eccezione le operazioni documentate con fattura delle attività di cui all art. 22 dpr 633/72 (commercianti al minuto) e 74ter dpr 633/72 (agenzie di viaggio) del decreto IVA che si sono avvalse della facoltà prevista dall art. 24 comma 2. Tali operazioni, per gli anni 2012 e 2013, sono da comunicare se di importo unitario non inferiore ai euro, e saranno comunicate senza limiti di importo a decorrere dalla comunicazione relativa all anno Per le operazioni per le quali non viene emessa fattura (operazioni cosiddette business to consumer), invece, rimane ferma la comunicazione delle singole operazioni di importo non inferiore a euro al lordo dell Iva. Allo scopo di semplificare gli adempimenti richiesti, le informazioni da comunicare, oltre al codice fiscale o, in alternativa, per i soggetti non residenti nel territorio dello Stato, privi di codice fiscale, i dati di cui all articolo 4, primo comma, lettera a) e b), del decreto del presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n. 605, sono quelle indispensabili per l individuazione dei soggetti e delle operazioni L inserimento dei dati rilevanti ai fini dello spesometro riferiti ai corrispettivi, deve essere effettuato nella maschera Corrispettivi/Fatture Spesometro richiamabile: dal caricamento mensile corrispettivi direttamente dalla Prima Nota (es: registrazione causale V27) Wolters Kluwer Italia Tutti i diritti riservati MAN-9C6HQL55997 Pag. 29/55

30 Caricamento mensile corrispettivi Prima Nota Wolters Kluwer Italia Tutti i diritti riservati MAN-9C6HQL55997 Pag. 30/55

31 La maschera Corrispettivi/Fatture Spesometro consente l indicazione della data e del numero documento, codice cliente, corrispettivo lordo, codice IVA, imponibile, importo IVA. In fase di salvataggio del movimento corrispettivo, se il totale registrazione (somma di tutte le righe imponibile e imposta del movimento) risulti uguale o superiore a 3.600,00 e l utente non ha compilato la maschera Corrispettivi/Dati Spesometro, viene visualizzato il seguente messaggio di avviso: Corrispettivi pagati sempre con carta di credito Normativa - Esclusioni oggettive e) le operazioni di importo pari o superiore a euro tremilaseicento, effettuate nei confronti di contribuenti non soggetti passivi ai fini dell IVA, non documentate da fattura, il cui pagamento è avvenuto mediante carte di credito, di debito o prepagate. Nella maschera "Corrispettivi/Dati Spesometro, non è presente la modalità di pagamento. La casistica è già gestibile escludendo a priori il caricamento delle operazioni in oggetto dalla maschera oppure selezionando sul nominativo l opzione Soggetto escluso da spesometro Nota bene Se il corrispettivo viene pagato sempre con carta di credito è possibile procedere come indicato in precedenza Se invece la modalità di pagamento del soggetto non è sempre univoca non si può escludere a priori tale nominativo dalla comunicazione. Per cui, per i corrispettivi pagati con carta di credito, è sufficiente non compilare la maschera Corrispettivi/Fatture spesometro oppure selezionare l opzione Escludi Novità versione La tabella Corrispettivi/Fatture Spesometro è stata implementata con due nuove opzioni Includi ed Escludi al fine di includere od escludere ai fine dell esportazione in spesometro eventuali movimenti Wolters Kluwer Italia Tutti i diritti riservati MAN-9C6HQL55997 Pag. 31/55

32 La procedura di esportazione, riporterà nello Spesometro tutti i dati presenti nella tabella Corrispettivi/Fatture Spesometro. Verranno alimentati i seguenti quadri: FE Fatture emesse e documenti riepilogativi o FN Operazioni con soggetti non residenti (in base alla nazionalità del cliente) oppure DF Operazioni senza fattura o FN Operazioni con soggetti non residenti (se il nominativo non è italiano) Affinché i corrispettivi vengano esportati in spesometro, è necessario però che vengano soddisfatte le seguenti condizioni: FE Fatture emesse e documenti riepilogativi o FN Operazioni con soggetti non residenti DF Operazioni senza fattura o FN Operazioni con soggetti non residenti data documento compresa nell anno di riferimento Codice IVA che prevede il riporto in Spesometro (tabella generale/codici IVA risulta selezionata l opzione Riporta in Spesometro ) Campo Num. Fatt valorizzato l importo totale delle operazioni è pari o superiore a euro data documento compresa nell anno di riferimento Codice IVA che prevede il riporto in Spesometro (tabella generale/codici IVA risulta selezionata l opzione Riporta in Spesometro ) Campo Num. Fatt NON valorizzato l importo totale delle operazioni è pari o superiore a euro Nominativo: - NON escluso Spesometro e/o escluso Black List - Campo Nazione: - uguale a 390 Italia alimenta FE - nazione non italiana alimenta FN Nominativo: - NON escluso Spesometro e/o escluso Black List - Campo Nazione uguale - uguale a 390 Italia alimenta DF - nazione non italiana alimenta FN Corrispettivi inferiori a euro, a prescindere che sia stata emessa o meno la fattura, non devono essere dichiarati per cui la maschera Corrispettivi/Fatture Spesometro non andrebbe neanche compilata. Se risulta compila è l importo è inferiore a euro, il movimento non alimenterà alcun quadro NOTA: non vengono esportati nell Spesometro i dati riferiti ad un soggetto residente in paesi Black List per il quale nella tabella Nominativi non è selezionato Soggetto escluso da Black List o Escluso Spesometro Wolters Kluwer Italia Tutti i diritti riservati MAN-9C6HQL55997 Pag. 32/55

33 Dati pregressi Aggiornamento Corrispettivi/Fatture Spesometro Nel menu Servizi/Operazioni sui movimenti è presente la funzione denominata Aggiornamento corrispettivi/fatture Spesometro che consente di aggiornare le informazioni della tabella Corrispettivi/Fatture Spesometro contemporaneamente per più movimenti precedentemente registrati. Sezione Data Registrazione Wolters Kluwer Italia Tutti i diritti riservati MAN-9C6HQL55997 Pag. 33/55

34 specificare il periodo di interesse. Nel campo Da data viene proposta la data successiva all ultima chiusura contabile nel campo A data la data di chiusura esercizio Solo movimenti senza fattura consente di visualizzare esclusivamente movimenti contabili per i quali non è presente nessun dato nella maschera Corrispettivi/Fatture Spesometro Selezionando Visualizza viene visualizzata la griglia dei movimenti di Prima Nota con indicazione del Numero Movimento, Causale, Data Registrazione e Registro IVA; per visualizzare le singole righe del movimento contabile selezionare il + alla sinistra del numero movimento (nella righe di contropartita vengono visualizzati il Conto, IVA, Imponibile e Imposta) Cliccando nell ultimo campo a destra viene visualizzata la maschera Corrispettivi/Fatture Spesometro consentendo l inserimento dei dati mancanti Stampe I dai presenti nella maschera Corrispettivi/Fatture Spesometro, vengono riportati nella stampa di controllo Corrispettivi selezionando Stampa dettaglio fatture. Wolters Kluwer Italia Tutti i diritti riservati MAN-9C6HQL55997 Pag. 34/55

35 La compilazione dei dati nella maschera Corrispettivi/Fatture Spesometro serve esclusivamente ai fini della comunicazione Spesometro; pertanto, tali dati non vengono considerati in nessuna altra elaborazione (es. liquidazione IVA, situazione contabile, chiusura contabile...). Note di variazione Le note di variazione sono considerati documenti autonomi da trasmettere in base alla data di registrazione (tutti i documenti con data registrazione dall 01/01 al 31/12 dell esercizio da trasmettere) in appositi quadri e non devono essere collegati alle fatture originali. Vanno dichiarati in ogni caso, anche se di importo minimo. Forma analitica Note di credito emesse e ricevute (NC in c/fattura e NC non in c/f sia imprese che professionisti) Note di debito emesse e ricevute (ND in c/fattura e ND non in c/f sia imprese che professionisti) Quadri autonomi riservati alle sole note di variazione Quadri relativi alle fatture emesse e ricevute Note di credito emesse (cliente) Note di credito ricevute (fornitore) Note di debito cliente Note di debito fornitore Quadro NE Note di variazione emesse Quadro NR Note di variazione ricevute Quadro FE Fatture emesse Quadro FR Fatture ricevute Segno negativo Segno negativo Segno positivo Segno positivo Wolters Kluwer Italia Tutti i diritti riservati MAN-9C6HQL55997 Pag. 35/55

36 Forma aggregata Quadro FA Operazioni documentate da fattura esposte in forma aggregata espone in forma aggregata per singolo cliente e fornitore tutte le operazioni indicate in forma analitica nei quadri FE, FR, NE, NR Quadro NE Note di variazione emesse Quadro NR Note di variazione ricevute Quadro FE Fatture emesse Quadro FR Fatture ricevute Note di credito emesse (cliente) Note di credito ricevute (fornitore) Note di debito cliente Note di debito fornitore Segno positivo Segno positivo Segno positivo Segno positivo Gli importi in FA sono da dichiarare sempre con il segno positivo anche se nei rispettivi quadri analitici (NE e NR) gli importi vengono indicati con il segno negativo Wolters Kluwer Italia Tutti i diritti riservati MAN-9C6HQL55997 Pag. 36/55

37 Menu Servizi Gestione Dati Spesometro La funzione Gestione Dati Spesometro presente nel menu Servizi permette di visualizzare e stampare le operazioni che saranno esportate nel modulo Spesometro. Sarà inoltre possibile accedere direttamente al corrispondente movimento di Prima Nota. Gestione Dati Spesometro Consente di gestire i dati aventi data registrazione superiore a 31/12/2011 Wolters Kluwer Italia Tutti i diritti riservati MAN-9C6HQL55997 Pag. 37/55

38 Accedendo alla funzione, viene visualizzata la seguente maschera: Novità Permette di visualizzare anche i movimenti non riportati in spesometro Novità versione Attività Campo visibile esclusivamente nelle aziende che gestiscono la multiattività. Se indicata un attività, i dati visualizzati in griglia sono esclusivamente quelli associati all attività selezionata, se non indicato un codice specifico vengono visualizzati tutti i documenti delle attività gestite. In presenza di multiattività, sarà possibile quindi filtrare i dati da visualizzare in funzione dell attività; consentendo di conseguenza anche di escludere in modo massivo tutti i movimenti della singola attività che non deve essere dichiarata in spesometro. Wolters Kluwer Italia Tutti i diritti riservati MAN-9C6HQL55997 Pag. 38/55

39 Periodo Occorre inserire il periodo da valorizzare. Inserendo date inferiori al 2012 compare il seguente messaggio bloccante: Attenzione! Non è possibile indicare anni precedenti al 2012 Tipo di comunicazione Analitica Aggregata La selezione di una delle due opzioni, permette di visualizzare nella griglia successiva, solo i quadri dell analitico o solo quelli dell aggregato Tipo soggetto Occorre selezionare in alternativa Clienti, Fornitori, Tutti Filtro visualizzazione Solo totali quadrati: permette di visualizzare solo i movimenti per i quali totale spesometro e totale prima nota corrispondono Solo totali diversi: permette di visualizzare solo i movimenti per i quali totale spesometro e totale prima nota non corrispondono Filtro di ricerca E attiva solo se è stata precedentemente selezionata l opzione Clienti o Fornitori ; nei campi Da Soggetto a Soggetto è possibile indicare il codice cliente/fornitore o utilizzare il pulsante di ricerca per visualizzare la lista in funzione della scelta effettuata nella sezione Tipo di Soggetto. Premendo il tasto OK, vengono visualizzate le operazioni di prima nota attraverso la gestione di una griglia come segue: Visualizzazione modalità analitica Wolters Kluwer Italia Tutti i diritti riservati MAN-9C6HQL55997 Pag. 39/55

40 Visualizzazione modalità aggregata (i quadri vengono generati automaticamente a partire da quelli analitici) Wolters Kluwer Italia Tutti i diritti riservati MAN-9C6HQL55997 Pag. 40/55

41 Il quadro FA >> viene valorizzato leggendo i dati dai quadri analitici FE, NE, FR e NR Il quadro SA >> viene valorizzato leggendo i dati dal quadro analitico DF Il quadro BL >> viene valorizzato leggendo i dati dai quadri analitici FN (clienti) ed SE (fornitori) Vengono elaborati tutti i movimenti per i quali l anno della data registrazione coincide con l anno dell elaborazione (scadenza 2014 verranno visualizzati i movimenti con data 2013) Per le contabilità autotrasportatori viene considerata invece la data competenza liquidazione iva Per entrambe le modalità, la griglia si compone di due sezioni: - nella prima vengono visualizzati i quadri con i totali elaborati in base alle registrazioni presenti a prima nota - nella seconda (visualizzabile selezionando il singolo quadro) è possibile visualizzare il dettaglio del quadro precedentemente selezionato Direttamente nella griglia, (sia forma aggregata che analitica), i dati non sono modificabili, ma occorre richiamare il movimento contabile tramite l apposito tasto Visualizza prima nota (funzione descritta successivamente) Nota bene quadro TU Operazioni legate al turismo : tra i quadri non viene visualizzato in quanto non gestito da contabilità quadro BL: viene visualizzato solo nella modalità aggregata (come previsto da modello ministeriale) esponendo per singolo cliente e fornitore estero tutte le operazioni indicate in forma analitica nei quadri FN e SE. In tale quadro possono confluire, oltre agli acquisti da soggetti non residenti e le operazioni con soggetti non residenti, anche le fatture black list registrate a partire da ottobre Si precisa che al momento, la compilazione della comunicazione polivalente per la parte relativa alle Black list non è prevista. Come anticipato, per le operazioni registrate fino al 31/12/2013 è possibile utilizzare la precedente modalità di compilazione. Occorre pertanto generare il modello direttamente in dichiarazioni fiscali. Quadro SE forma analitica: a livello di procedura il quadro è gestito limitatamente alle operazioni relative agli acquisti di servizi da non residenti, non vengono riportate le operazioni da soggetti di San Marino. Per le comunicazioni relative agli acquisti da San Marino, effettuate dal 1 ottobre fino al 31 dicembre 2013, è consentito utilizzare, in alternativa al nuovo modello, le precedenti modalità di comunicazione Wolters Kluwer Italia Tutti i diritti riservati MAN-9C6HQL55997 Pag. 41/55

42 Per entrambe le modalità (analitica o aggregata) selezionando il singolo quadro, nella griglia sottostante verranno visualizzate le operazioni che rientrano nello stesso. Il raggruppamento è per nominativo E possibile espandere il raggruppamento dello stesso al fine di visualizzare nel dettaglio i singoli movimenti: Novità 12.03: I pulsanti si abilitano solo in modalità modifica e consentono (nell ordine) di: Novità 12.03: Modifica includere tutti i movimenti visualizzati; escludere tutti i movimenti visualizzati; includere tutti i documenti del nominativo selezionato escludere tutti i documenti del nominativo selezionato Vengono visualizzate le opzioni selezionate nella tabella Dati aggiuntivi Risulta attivo cliccando con il tasto destro del mouse Novità Selezionabili solo in modalità Modifica numero documento e data documento: per le fatture vengono riportati i dati indicati nel corrispondenti campi a prima nota, per i corrispettivi invece vengono riportati i dati indicati all interno della maschera Fatture da corrispettivi totale spesometro: totale importo ai fini dello spesometro totale prima nota: totale importo registrato a prima nota Wolters Kluwer Italia Tutti i diritti riservati MAN-9C6HQL55997 Pag. 42/55

43 Totale spesometro e totale prima nota potrebbero non corrispondere per i seguenti motivi: l operazione di prima nota è relativa ad un corrispettivo e non è stata compilata o è stata compilata parzialmente la maschera Fatture da corrispettivi ; l operazione di prima nota è relativa ad una fattura per la quale risulta almeno una riga contabile con codice IVA che non prevede l esportazione in spesometro (es: codice IVA 105) tasto Visualizza prima nota : permette di richiamare il movimento di prima nota Wolters Kluwer Italia Tutti i diritti riservati MAN-9C6HQL55997 Pag. 43/55

44 NOTA BENE: Dopo aver modificato eventualmente il movimento di prima nota, al fine di recepire la modifica e aggiornare la maschera Gestione dati Spesometro è sufficiente: - cliccare sull icona Aggiorna Oppure - uscire dalla maschera e rientrare NOTA BENE: se, dopo aver modificato un movimento, si raggruppa il nominativo e successivamente lo si espandere di nuovo, i valori vengono aggiornati limitatamente ai totali del singolo movimento NON anche ai totali del nominativo. Verranno aggiornati automaticamente in uscita dalla maschera oppure cliccando sul tasto Aggiorna Novità versione Opzioni Includi Escludi : permettono di includere ed escludere dallo spesometro registrazioni contabili direttamente dalla griglia di gestione dati Per procedere alle modifiche direttamente dalla gestione dati spesometro occorre preventivamente selezionare il pulsante Modifica. L opzione di Includi, può essere utilizzata per includere in modo massivo tutte le righe di quei movimenti in cui alcune righe sono incluse e altre righe sono escluse (es: movimenti con righe escluse perché il codice IVA non prevede il riporto in spesometro). Nota bene: Nel caso in cui, al fine di non riportare i dati in spesometro viene selezionato escludi, in fase di salvataggio verrà visualizzato il seguente messaggio: Al successivo aggiornamento dei dati della griglia i movimenti esclusi non verranno più visualizzati nella lista. Si consiglia pertanto, prima di uscire dalla griglia, di eseguire la stampa di controllo Stampa Lista Nel caso in cui si volesse includere nuovamente tali movimenti occorre eseguire l ulteriore modifica direttamente nei dati aggiuntivi della prima nota. Wolters Kluwer Italia Tutti i diritti riservati MAN-9C6HQL55997 Pag. 44/55

45 Novità Visualizzazione movimenti e nominativi esclusi A partire dalla versione dalla gestione dati spesometro è possibile visualizzare anche i movimenti non riportati in spesometro. Selezionando Movimenti totalmente esclusi, nella griglia viene visualizzato anche il quadro Esclusi. Wolters Kluwer Italia Tutti i diritti riservati MAN-9C6HQL55997 Pag. 45/55

46 Per il quadro degli esclusi gli importi vengono visualizzati con segno + nel caso di saldo Dare oppure con segno nel caso di saldo Avere, come indicato nella legenda riportata in calce alla griglia. I movimenti contabili non riportai in spesometro per esclusione del nominativo (es: nominativo con nazione Black List o nominativo per il quale risulta selezionato Soggetto escluso da spesometro ) nella griglia vengono evidenziati con un colore differente. Si ricorda che in tali casistiche per procedere ad eventuali modifiche ai fini del riporto dei dati in spesometro occorre preventivamente modificare i dati nell anagrafica del nominativo. I movimenti parzialmente esclusi perché aventi più righe contabili e solo alcune righe con codici IVA esclusi, vengono riportati nel relativo quadro delle righe incluse, e non visualizzati nel quadro Esclusi. Tali movimenti sono tutti quelli per i quali il Totale spesometro differisce dal Totale di Prima Nota. Nella gestione dati spesometro tali movimenti sono evidenziati in azzurro. Wolters Kluwer Italia Tutti i diritti riservati MAN-9C6HQL55997 Pag. 46/55

47 Per visualizzare esclusivamente tutti i dati esclusi da spesometro (totalmente o parzialmente) è sufficiente selezionare nella maschera di ricerca Gestione dati spesometro Solo totali diversi e Movimenti totalmente esclusi. Nella stampa modulo richiamabile dalla gestione dati spesometro i movimenti per i quali il totale di Prima Nota differisce dal Totale riportato in spesometro sono evidenziati con un asterisco. Wolters Kluwer Italia Tutti i diritti riservati MAN-9C6HQL55997 Pag. 47/55

48 Schema riepilogo modalità analitica OPERAZIONI QUADRO CAUSALE CONDIZIONE NOMINATIVO (Non Escluso) Fattura cliente (es: V01 impresa) CODICE IVA Parc. profess. vendita (prof) FE Nota Debito a cliente (sia in c/fattura che non, sia impresa che prof. es: V05 e V06) Segno positivo ATTIVE Corrispettivi con o senza ventilazione es: V27 Importo: uguale o superiore a euro Se a Prima Nota - maschera Corrispettivi/Fatture Spesometro il campo "n. fattura" è valorizzato ITALIANO Riporta in Spesometro DF Corrispettivi con o senza ventilazione es: V27 Importo: uguale o superiore a euro Se a Prima Nota - maschera Corrispettivi/Fatture Spesometro il campo "n. fattura" NON è valorizzato FN Stesso trattamento per quadri FE e DF ESTERO (NO BLACK LIST) Riporta in Spesometro - (non cessione INTRA) Fattura fornitore (sia imprese che prof.) PASSIVE FR IVA CEE/Reverse Charge (sia imprese che prof) Nota Debito fornitore (sia in c/fattura che non, sia impresa sia prof. es: A07 e A12) Segno positivo ITALIANO Riporta in Spesometro SE * Stesso trattamento quadro FR Opzione "Beni\Servizi da non residenti" presente nella tabella Dati Aggiuntivi prima nota ESTERO o UE*** (NO BLACK LIST) Riporta in Spesometro - (non acquisti INTRA) Wolters Kluwer Italia Tutti i diritti riservati MAN-9C6HQL55997 Pag. 48/55

49 * Il quadro SE è riservato, inoltre, alle operazioni di acquisto da operatori economici sammarinesi. Il programma di contabilità NON GESTISCE tali riporti: i dati delle operazioni con fornitori aventi Nazione (= San Marino) non vengono riportati nello spesometro Nota credito a cliente NOTE CREDITO NE NR (sia in c/fattura che non, sia impresa che prof. es: V04 e V03) Segno negativo Nota credito da fornitore (sia in c/fattura che non, sia impresa che prof. es: A05 e A06) Segno negativo ITALIANO ITALIANO Riporta in Spesometro Riporta in Spesometro Le Note di variazione a cliente estero non vengono riportate in nessun quadro (né in NE, né in FN) Schema riepilogo modalità aggregata Quadro BL * Quadro SA Quadro FA ** Vengono elaborati automaticamente a partire dai quadri analitici: FN Operazioni con soggetti non residenti SE Acquisti di servizi da non residenti DF Operazioni con soggetti non residenti FE Fatture emesse Documenti riepilogativi FR Fatture ricevute Documenti riepilogativi NE Note di variazione emesse NR Note di variazione ricevute * Per il quadro BL, sia in importazione da Contabilità che in importazione da intermedio, gestiamo SOLO i campi BL 003 (aggregato del quadro FN Operazioni con soggetti non residenti ) e BL 006 (aggregato del quadro SE Acquisti di servizi da non residenti). I campi Note di variazione (BL004, BL005, BL007, BL008) previsti nel modello ministeriale fanno riferimento alle operazioni Black List che non vengono gestite ai fini dello Spesometro. Tali campi non sono presenti neanche in fase di inserimento manuale dati in Spesometro Wolters Kluwer Italia Tutti i diritti riservati MAN-9C6HQL55997 Pag. 49/55

50 ** Gli importi in FA sono da dichiarare sempre con il segno positivo anche se nei rispettivi quadri analitici (NE e NR) gli importi vengono indicati con il segno negativo Stampa operazioni E possibile inoltre stampare le operazioni visualizzate nella griglia tramite il relativo tasto: - Stampa lista: permette di stampare i dati visualizzati a video - Stampa modulo permette di eseguire la stampa di controllo (non del modello ufficiale), con la possibilità di raggruppare per nominativo o per quadro, di ordinare per codice o descrizione e visualizzare il dettaglio delle operazioni. Prima di avviare la stampa occorre selezionare i quadri oggetto della stampa Wolters Kluwer Italia Tutti i diritti riservati MAN-9C6HQL55997 Pag. 50/55

51 Schema riepilogativo controlli dati contabili Nominativi >> stampe di tabelle - Elenco Clienti e Fornitori per verificare la presenza e correttezza del codice fiscale e partita iva Codici IVA >> codici IVA di tipo Utente >> stampa Liquidazione IVA annuale 2012 per verificare se sono stati utilizzati codici iva di tipo utente nelle registrazioni 2012 In caso affermativo, procedere come segue: - Tabella generale Codici IVA > se l operazione dee essere riportata in spesometro, selezionare le rispettive voci nella nuova sezione Spesometro - Prima nota > alimentare manualmente la tabella Dati aggiuntivi Corrispettivi >> servizi operazioni sui movimenti aggiornamento Corrispettivi/Fatture Spesometro per verificare se, per l anno 2012, sono presenti corrispettivi per i quali non risulta compilata la maschera Corrispettivi/Fatture Spesometro ; la compilazione di tale tabella è fondamentale per il riporto dei dati in Spesometro Registrazione scheda carburante a) tenuta della scheda carburante da comunicare in spesometro - selezionare il flag Documento riepilogativo nella tabella Dati aggiuntivi sul singolo movimento a prima nota - oppure non apportare modifiche a prima nota, trasferire i dati in spesometro (per i dettagli si rimanda a pagina 24 e 25 di questo documento) b) acquisti di carburante: sono esclusi dalla comunicazione quando il pagamento viene effettuato mediante carte di credito Gestione dati Spesometro - se l acquisto è stato registrato con causale di tipo Normale (es: D09) l operazione automaticamente non viene riportata in spesometro - se registrato invece con causale di tipo IVA e nominativo fittizio sarà sufficiente selezionare sul nominativo Soggetto escluso spesometro (per i dettagli si rimanda a pagina 24 e 25 di questo documento) - Stampa modulo per verificare i dati che verranno esportati in spesometro - Possibilità di richiamare direttamente nella griglia il singolo movimento di prima nota per apportare eventualmente delle modifiche Wolters Kluwer Italia Tutti i diritti riservati MAN-9C6HQL55997 Pag. 51/55

52 Esportazione dati da Contabilità in Spesometro Per importare i dati contabili in Spesometro da Contabilità, occorre accedere alla procedura Comunicazioni Anti Elusione modulo Spesometro menu Importazione Per eseguire l importazione/esportazione dei dati contabili nello Spesometro è indispensabile che l azienda di contabilità sia raccordata con l anagrafica unica L importazione da contabilità riporta: Dati anagrafici dell azienda (se non presente) Nominativi clienti/fornitori Dati delle operazioni relative ai corrispettivi, fatture, note di credito/debito I dati contabili esportati in spesometro alimentano sempre la forma analitica. Sarà poi la procedura che provvederà automaticamente ad elaborare quella aggregata Wolters Kluwer Italia Tutti i diritti riservati MAN-9C6HQL55997 Pag. 52/55

- 10/04/2015 per i contribuenti iva mensili; - 20/04/2015 per tutti gli altri contribuenti.

- 10/04/2015 per i contribuenti iva mensili; - 20/04/2015 per tutti gli altri contribuenti. INFORMATIVA N. 5 / 2015 Ai gentili Clienti dello Studio Oggetto: COMUNICAZIONE ELENCO CLIENTI E FORNITORI (SPESOMETRO) ANNO 2014 Riferimenti Legislativi: Art. 21, D.L. n. 78/2010; Provvedimento Agenzia

Dettagli

SPESOMETRO CASI PARTICOLARI / DEGLI DI NOTA

SPESOMETRO CASI PARTICOLARI / DEGLI DI NOTA 1) Fatture Cointestate : SPESOMETRO CASI PARTICOLARI / DEGLI DI NOTA Nelle istruzioni ministeriali del modello polivalente è riportato: "Fatture cointestate Le operazioni documentate da fatture cointestate

Dettagli

Circolare n. 5 del 27 marzo 2015

Circolare n. 5 del 27 marzo 2015 Circolare n. 5 del 27 marzo 2015 Spesometro 2015 (operaziionii 2014), da trasmettere entro iill 10/20 dii apriille 2015 L art. 21 del D.L. n. 78 del 31 maggio 2010 ha introdotto l obbligo, per i soggetti

Dettagli

S E A V TERMINI DI PRESENTAZIONE

S E A V TERMINI DI PRESENTAZIONE Bergamo, marzo 2015 CIRCOLARE N. 15/Consulenza aziendale OGGETTO: Elenco clienti-fornitori La comunicazione dell elenco clienti-fornitori (c.d. spesometro ) per l anno 2014 dovrà essere presentata entro

Dettagli

S E A V TERMINI DI PRESENTAZIONE SOGGETTI OBBLIGATI ED ESCLUSI

S E A V TERMINI DI PRESENTAZIONE SOGGETTI OBBLIGATI ED ESCLUSI Bergamo, marzo 2014 CIRCOLARE N. 9/Consulenza aziendale OGGETTO: Elenco clienti-fornitori La comunicazione dell elenco clienti-fornitori (c.d. spesometro ) costituisce un adempimento da considerarsi a

Dettagli

Dott. Rag. MORATELLI Pietro

Dott. Rag. MORATELLI Pietro Spett.li clienti Loro sedi Bolzano, 17/10/2013 OGGETTO: Invio Spesometro 2012 A pag. 6 Comunicazioni Importanti per i Clienti della Società INFOSERVICE DATI SRL L art. 21 del D.L. n. 78/2010 (poi modificato

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio News per i Clienti dello studio N. 152 del 10 Ottobre 2013 Ai gentili clienti Loro sedi Appuntamento con lo spesometro: 12.11.2013 per i contribuenti IVA mensili o 21.11.2013 per i contribuenti IVA trimestrali

Dettagli

News di approfondimento. OGGETTO: Lo spesometro: dati 2012 da inviare entro il 12/21 novembre 2013

News di approfondimento. OGGETTO: Lo spesometro: dati 2012 da inviare entro il 12/21 novembre 2013 News di approfondimento N. 25 16 Ottobre 13 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Lo spesometro: dati 2012 da inviare entro il 12/21 novembre 2013 Gentile Cliente, con la stesura del presente documento

Dettagli

SPESOMETRO ANNO 2013

SPESOMETRO ANNO 2013 Tipologia: FISCO Protocollo: 2005414 Data: 28.03.2014 Oggetto: spesometro anno 2013 SPESOMETRO ANNO 2013 Gentile Associato, come noto, l art. 21 del decreto-legge 31 maggio 2010, n. 78 ha previsto l obbligo

Dettagli

COMUNICAZIONE DELLE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA

COMUNICAZIONE DELLE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA COMUNICAZIONE DELLE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA Spesometro 2013 La soluzione Magico per adempiere tale obbligo. MULTIMEDIA POINT s.r.l. Via Monte Rosa 2 I-22079 Villa Guardia (CO) Tel. +39 031 563

Dettagli

OGGETTO: Check-list per la raccolta dati dello spesometro ordinario

OGGETTO: Check-list per la raccolta dati dello spesometro ordinario Informativa per la clientela di studio del 30.10.2013 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Check-list per la raccolta dati dello spesometro ordinario Gentile Cliente, con la stesura del presente documento

Dettagli

Circolare n. 34. del 21 ottobre 2013

Circolare n. 34. del 21 ottobre 2013 Circolare n. 34 del 21 ottobre 2013 Spesometro, operazioni con paradisi fiscali, contratti di leasing, locazione e noleggio e altre comunicazioni all Anagrafe tributaria - Nuove modalità e termini di effettuazione

Dettagli

221 00 COM O - VI A R OVELLI, 40 - TEL. 03 1.27. 20.13 - F AX 03 1.27. 33.84 INFORMATIVA N. 17/2015

221 00 COM O - VI A R OVELLI, 40 - TEL. 03 1.27. 20.13 - F AX 03 1.27. 33.84 INFORMATIVA N. 17/2015 Como, 3.4.2015 INFORMATIVA N. 17/2015 Spesometro e altre comunicazioni all Anagrafe tributaria Modello di comunicazione polivalente relativo al 2014 INDICE 1 SPESOMETRO... pag. 2 1.1 AMBITO SOGGETTIVO...

Dettagli

OGGETTO: Check-list per la raccolta dati dello spesometro ordinario

OGGETTO: Check-list per la raccolta dati dello spesometro ordinario Informativa per la clientela di studio Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Check-list per la raccolta dati dello spesometro ordinario Gentile Cliente, con la stesura del presente documento informativo

Dettagli

Informativa - ONB INDICE. ORDINE NAZIONALE dei BIOLOGI Via Icilio n 7 00153 ROMA - Tel. 06.57060221 Email: consulenzafiscale@onb.

Informativa - ONB INDICE. ORDINE NAZIONALE dei BIOLOGI Via Icilio n 7 00153 ROMA - Tel. 06.57060221 Email: consulenzafiscale@onb. Informativa - ONB Spesometro, operazioni con paradisi fiscali, contratti di leasing, locazione e noleggio e altre comunicazioni all Anagrafe tributaria - Nuove modalità e termini di effettuazione - Modello

Dettagli

Anno 2013 N. RF235. La Nuova Redazione Fiscale SPESOMETRO - APPROVATO IL NUOVO MODELLO POLIVALENTE

Anno 2013 N. RF235. La Nuova Redazione Fiscale SPESOMETRO - APPROVATO IL NUOVO MODELLO POLIVALENTE Anno 2013 N. RF235 www.redazionefiscale.it ODCEC VASTO La Nuova Redazione Fiscale Pag. 1 / 11 OGGETTO SPESOMETRO - APPROVATO IL NUOVO MODELLO POLIVALENTE RIFERIMENTI COMUNICAZIONE SITO WEB ENTRATE; PROVV.

Dettagli

OGGETTO: Spesometro: le operazioni particolari

OGGETTO: Spesometro: le operazioni particolari Informativa per la clientela di studio N. 121 del 26.10.2011 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Spesometro: le operazioni particolari Con il presente documento informativo intendiamo metterla a conoscenza

Dettagli

Circolare Mensile n. 10 OTTOBRE 2013

Circolare Mensile n. 10 OTTOBRE 2013 Circolare Mensile n. 10 OTTOBRE 2013 Spesometro, operazioni con paradisi fiscali, contratti di leasing, locazione e noleggio e altre comunicazioni all Anagrafe tributaria - Nuove modalità e termini di

Dettagli

NOTA INFORMATIVA N. 29/2013

NOTA INFORMATIVA N. 29/2013 Dottori Commercialisti Associati ASSOCIATI: GIOVANNI ALBERTI Professore Ordinario di Economia Aziendale in quiescenza CLAUDIO UBINI ALBERTO CASTAGNETTI ELISABETTA UBINI RITA MAGGI PIAZZA CITTADELLA 6 37122

Dettagli

Bologna, 30 marzo 2015. Circolare n. 06/2015. Oggetto: Spesometro 2015

Bologna, 30 marzo 2015. Circolare n. 06/2015. Oggetto: Spesometro 2015 Dott. Rag. Giorgio Palmeri Rag. Tiberio Frascari Dott. Fabio Ceroni Dott. Carlo Bacchetta Dott. Mariangela Frascari Dott. Marta Lambertucci Dott. Lorenzo Nadalini Dott. Simone Pizzi Rag. Marinella Quartieri

Dettagli

STUDIO CIGANOTTO CINELLI MANGIONE DOTTORI COMMERCIALISTI. Spesometro per l anno 2014

STUDIO CIGANOTTO CINELLI MANGIONE DOTTORI COMMERCIALISTI. Spesometro per l anno 2014 A tutti i clienti, loro indirizzi mail Circolare n. 3/2015 del 24 marzo 2015. Spesometro per l anno 2014 Sono obbligati alla comunicazione di cui all'art. 21 del DL 78/2010 (c.d. "spesometro") tutti i

Dettagli

Newsletter 2013 24 del 23 Ottobre 2013

Newsletter 2013 24 del 23 Ottobre 2013 Newsletter 2013 24 del 23 Ottobre 2013 SPESOMETRO OPERAZIONI CON PARADISI FISCALI CONTRATTI DI LEASING, LOCAZIONE E NOLEGGIO E ALTRE COMUNICAZIONI ALL ANAGRAFE TRIBUTARIA NUOVE MODALITÀ E TERMINI DI EFFETTUAZIONE

Dettagli

Informativa Studio Fantinello Carlo

Informativa Studio Fantinello Carlo Informativa Studio Fantinello Carlo n. 16 del 24.03.2015 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Lo spesometro: dati 2014 da inviare entro il 10/20 aprile 2015 Gentile Cliente, con la stesura del presente

Dettagli

PAOLO RIPAMONTI ELENA INVERNIZZI

PAOLO RIPAMONTI ELENA INVERNIZZI PAOLO RIPAMONTI ELENA INVERNIZZI Commercialisti Associati Revisori Legali Largo Caleotto, 1-23900 LECCO (LC) Tel. 0 3 4 1 / 3 6 4 0 2 2 - Fax 0 3 4 1 / 2 8 7 0 4 2 Gent. Sig.ra / Egr. Sig. Spett. le Ditta

Dettagli

SPESOMETRO 2014. Nella tabella seguente riportiamo i dati utili per la predisposizione della Comunicazione: Dati utili all adempimento

SPESOMETRO 2014. Nella tabella seguente riportiamo i dati utili per la predisposizione della Comunicazione: Dati utili all adempimento Comunicazione del 27/03/2014 SPESOMETRO 2014 Gentili Clienti, il 10 aprile 2014, per i soggetti che effettuano la liquidazione IVA mensile e il 22 aprile 2014, per gli altri soggetti, scade il termine

Dettagli

SPESOMETRO. Art. 21, DL n. 78/2010 Provvedimento Agenzia Entrate 2.8.2013, n. 94908. Dott.ssa Silvia Ferraro Torino, 23 ottobre 2013

SPESOMETRO. Art. 21, DL n. 78/2010 Provvedimento Agenzia Entrate 2.8.2013, n. 94908. Dott.ssa Silvia Ferraro Torino, 23 ottobre 2013 SPESOMETRO Art. 21, DL n. 78/2010 Provvedimento Agenzia Entrate 2.8.2013, n. 94908 Dott.ssa Silvia Ferraro Torino, 23 ottobre 2013 INDICE Inquadramento normativo Analisi del modello di comunicazione Casi

Dettagli

Circolare N.45 del 26 Marzo 2014

Circolare N.45 del 26 Marzo 2014 Circolare N.45 del 26 Marzo 2014 Prossimo appuntamento con lo spesometro. 10 aprile per i contribuenti mensili e 20 aprile per tutti gli altri Gentile cliente con la presente intendiamo informarla che

Dettagli

NUOVO SPESOMETRO e BENI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI

NUOVO SPESOMETRO e BENI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI Dott. Mario Conte Ragioniere Commercialista Dott. Dario Cervi Ragioniere Commercialista Dott. Giovanni Orso Rag. Pierluigi Martin Consulente aziendale Dott.ssa Arianna Bazzacco Dott. Oscar Sartor Dott.ssa

Dettagli

Spesometro - La comunicazione clienti-fornitori

Spesometro - La comunicazione clienti-fornitori Dr. Anton Pichler Dr. Walter Steinmair Dr. Helmuth Knoll Sparkassenstraße 18 Via Cassa di Risparmio I-39100 Bozen Bolzano T 0471.306.411 F 0471.976.462 E info@interconsult.bz.it I www.interconsult.bz.it

Dettagli

BONELLI BERNARDI AGOSTINO E ASSOCIATI COMMERCIALISTI

BONELLI BERNARDI AGOSTINO E ASSOCIATI COMMERCIALISTI FULVIO BONELLI LUCIA BERNARDI ROSETTA AGOSTINO ROSSANA CIRIGLIANO ANNA QUAI Torino, lì 24 ottobre 2013 Ai signori Clienti Loro indirizzi email Questa circolare ha la finalità di informare i clienti che

Dettagli

Informativa n. 22 INDICE. del 16 giugno 2011

Informativa n. 22 INDICE. del 16 giugno 2011 Informativa n. 22 del 16 giugno 2011 Comunicazione telematica all Agenzia delle Entrate delle operazioni rilevanti ai fini IVA di importo pari o superiore a 3.000,00 euro - Riepilogo della disciplina e

Dettagli

L Agenzia delle Entrate ha pubblicato un documento con il quale sono stati forniti i chiarimenti di seguenti riportati:

L Agenzia delle Entrate ha pubblicato un documento con il quale sono stati forniti i chiarimenti di seguenti riportati: L Agenzia delle Entrate ha pubblicato un documento con il quale sono stati forniti i chiarimenti di seguenti riportati: Contratti collegati Contratti Consorzio Contratti con corrispettivi periodici Contribuenti

Dettagli

STUDIO DUCOLI Dottori Commercialisti Revisori Legali BRENO

STUDIO DUCOLI Dottori Commercialisti Revisori Legali BRENO STUDIO DUCOLI Dottori Commercialisti Revisori Legali BRENO Spesometro e altre comunicazioni all Anagrafe tributaria - Modello di comunicazione polivalente relativo al 2014 1 2 1 SPESOMETRO L art. 21 del

Dettagli

Spesometro. Comunicazione operazioni IVA - anno 2012. Metodo Evolus Bassano del Grappa, 30 ottobre 2013

Spesometro. Comunicazione operazioni IVA - anno 2012. Metodo Evolus Bassano del Grappa, 30 ottobre 2013 Spesometro Comunicazione operazioni IVA - anno 2012 Metodo Evolus Bassano del Grappa, 30 ottobre 2013 Riferimenti normativi - DL N. 78 del 31/05/2010 Art.21. - DL N. 16 del 02/03/2012 (semplificazioni).

Dettagli

CIRCOLARE DI STUDIO 11/2016

CIRCOLARE DI STUDIO 11/2016 OGGETTO: Spesometro 2016 CIRCOLARE DI STUDIO 11/2016 Parma, 24 marzo 2016 L'obbligo, introdotto dal D.L. 78/2010, di comunicare telematicamente all Agenzia delle Entrate le operazioni rilevanti IVA (cessioni/acquisti

Dettagli

COMUNICAZIONE POLIVALENTE - SPESOMETRO 2015

COMUNICAZIONE POLIVALENTE - SPESOMETRO 2015 COMUNICAZIONE POLIVALENTE - SPESOMETRO 2015 Quadro di riferimento Nasce, in ottica di semplificazione, un nuovo modello denominato «Modello di comunicazione polivalente» da utilizzare per la comunicazione

Dettagli

Spesometro e novità IVA recate dai recenti provvedimenti normativi e di prassi

Spesometro e novità IVA recate dai recenti provvedimenti normativi e di prassi S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO NOVITÀ DEI PROVVEDIMENTI ESTIVI 2013 Spesometro e novità IVA recate dai recenti provvedimenti normativi e di prassi Dr. Stefano Maffi 9 ottobre 2013 Sala

Dettagli

Circolare n. 33. del 10 ottobre 2013

Circolare n. 33. del 10 ottobre 2013 Circolare n. 33 del 10 ottobre 2013 Spesometro, operazioni con paradisi fiscali, contratti di leasing, locazione e noleggio e altre comunicazioni all Anagrafe tributaria - Nuove modalità e termini di effettuazione

Dettagli

Contributo di approfondimento

Contributo di approfondimento Commissione studio Area Tributaria Contributo di approfondimento SPESOMETRO 2013 Dott. Marco Pezzola Dott. Roberto Maggi Pagina 1 Premessa Con il provvedimento n. 2013/94908 del 2 agosto 2013 sono state

Dettagli

Comunicazione Annuale Operazioni IVA importi uguali e/o superiori 3.000

Comunicazione Annuale Operazioni IVA importi uguali e/o superiori 3.000 Comunicazione Annuale Operazioni IVA importi uguali e/o superiori 3.000 Versione A 1 documento riservato ai clienti diretti Tel 051 813324 Fax 051 813330 info@centrosoftware.com sommario Introduzione...3

Dettagli

LA COMUNICAZIONE CLIENTI-FORNITORI (SPESOMETRO) Modello polivalente

LA COMUNICAZIONE CLIENTI-FORNITORI (SPESOMETRO) Modello polivalente OGGETTO: Circolare 11.2015 Seregno, 23 marzo 2015 LA COMUNICAZIONE CLIENTI-FORNITORI (SPESOMETRO) Modello polivalente L art. 21 D.L. 78/2010 ha previsto l obbligo di comunicazione delle operazioni rilevanti

Dettagli

COMUNICAZIONE DELLE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA (SPESOMETRO) APPROFONDIMENTO E RINVIO DELLE COMUNICAZIONI

COMUNICAZIONE DELLE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA (SPESOMETRO) APPROFONDIMENTO E RINVIO DELLE COMUNICAZIONI Ufficio Studi CODAU "Documento redatto con il CONTRIBUTO DEI COMPONENTI dell'ufficio Studi e VALIDATO dal Comitato Scientifico del Codau. COMUNICAZIONE DELLE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA (SPESOMETRO)

Dettagli

MODELLO DI COMUNICAZIONE POLIVALENTE

MODELLO DI COMUNICAZIONE POLIVALENTE COMUNICAZIONE DELLE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA (ART. DECRETO LEGGE N. 8/00) COMUNICAZIONE DELLE OPERAZIONI LEGATE AL TURISMO EFFETTUATE IN CONTANTI IN DEROGA ALL ART. COMMA DEL DECRETO LEGISLATIVO

Dettagli

SPESOMETRO 2013: 1 PREMESSA

SPESOMETRO 2013: 1 PREMESSA SPESOMETRO 2013: 1 PREMESSA L art. 21 del DL 31.5.2010 n. 78 (conv. L. 30.7.2010 n. 122) ha introdotto l obbligo, per i soggetti passivi IVA, di comunicare in via telematica all Agenzia delle Entrate le

Dettagli

STUDIO ASSOCIATO PAGANI DOTTORI COMMERCIALISTI E REVISORI DEI CONTI

STUDIO ASSOCIATO PAGANI DOTTORI COMMERCIALISTI E REVISORI DEI CONTI STUDIO ASSOCIATO PAGANI DOTTORI COMMERCIALISTI E REVISORI DEI CONTI Via G. Frua, 24 Sergio Pagani 20146 Milano Paolo D. S. Pagani Tel. +39 (02) 46.07.22 Raffaella Pagani Fax +39 (02) 49.81.537 Ornella

Dettagli

SCHEDA OPERATIVA. Introduzione. Altri software - OS1BoxFiscale

SCHEDA OPERATIVA. Introduzione. Altri software - OS1BoxFiscale SCHEDA OPERATIVA Area: Titolo: Altri software - OS1BoxFiscale Spesometro Applicazione: OS1BoxFiscale 2.3.0.0 Revisione: 12 Del: 31 Marzo 2015 Contenuto: Impostazioni e modalità di utilizzo di OS1BoxFiscale

Dettagli

Check-list raccolta dati dello spesometro 2015 (anno 2014)

Check-list raccolta dati dello spesometro 2015 (anno 2014) Periodico informativo n. 51/2015 Check-list raccolta dati dello spesometro 2015 (anno 2014) Gentile Cliente, con la stesura del presente documento informativo intendiamo ricordarle che il prossimo 10/20

Dettagli

LA COMUNICAZIONE CLIENTI-FORNITORI (SPESOMETRO) Modello polivalente

LA COMUNICAZIONE CLIENTI-FORNITORI (SPESOMETRO) Modello polivalente OGGETTO: Circolare 9.2016 Seregno, 29 marzo 2016 LA COMUNICAZIONE CLIENTI-FORNITORI (SPESOMETRO) Modello polivalente È in scadenza, nel prossimo mese di aprile, la comunicazione delle operazioni rilevanti

Dettagli

SOMMARIO. Nella presente circolare tratteremo i seguenti argomenti:

SOMMARIO. Nella presente circolare tratteremo i seguenti argomenti: CIRCOLARE N. 09 DEL 02/04/2015 SOMMARIO Nella presente circolare tratteremo i seguenti argomenti: LA COMUNICAZIONE CLIENTI FORNITORI 2014 PAG. 2 E LE RECENTI SEMPLIFICAZIONI DELL AGENZIA IN SINTESI: Entro

Dettagli

Spesometro e altre comunicazioni all Anagrafe tributaria - Modello di comunicazione polivalente relativo al 2015

Spesometro e altre comunicazioni all Anagrafe tributaria - Modello di comunicazione polivalente relativo al 2015 Verona, 24 Marzo 2016 CIRCOLARE TEMATICA Spesometro e altre comunicazioni all Anagrafe tributaria - Modello di comunicazione polivalente relativo al 2015 DISCLAIMER: La presente circolare ha il solo scopo

Dettagli

Supporto On Line Allegato FAQ

Supporto On Line Allegato FAQ Supporto On Line Allegato FAQ FAQ n.ro MAN-6LMC5F89155 Data ultima modifica 16/01/2014 Prodotto Contabilità Modulo Contabilità Oggetto Modalità di esportazione dalla Contabilità alla Comunicazione Annuale

Dettagli

Spesometro 2015 Comunicazione delle operazioni rilevanti ai fini IVA

Spesometro 2015 Comunicazione delle operazioni rilevanti ai fini IVA Spesometro 2015 Comunicazione delle operazioni rilevanti ai fini IVA 1. Ambito soggettivo Obbligati alla comunicazione sono tutti i soggetti passivi IVA, ivi compresi, quindi i promotori finanziari (ovviamente

Dettagli

CIRCOLARE 36/E 21.06.2010

CIRCOLARE 36/E 21.06.2010 CIRCOLARE 36/E 21.06.2010 SIMONE DEL NEVO 24.06.2010 Studio Del Nevo I CHIARIMENTI Assumono rilevanza intrastat solo le prestazioni di servizio generiche disciplinate dall articolo 7 ter DPR 633/72: CICLO

Dettagli

Versioni x.7.9 Note Operative

Versioni x.7.9 Note Operative Versioni x.7.9 Note Operative Le versioni x.7.9 sono state rilasciate per poter predisporre i dati per il cosiddetto spesometro 2013 o per la comunicazione delle operazioni IVA rilevanti utilizzando il

Dettagli

Avvertenze. Descrizione del modulo software. Note operative

Avvertenze. Descrizione del modulo software. Note operative 1 Release Versione Applicativo Oggetto: Versione: 12/11/2013 Data di rilascio: 12/11/2013 Sigla: Contabilità Comunicazione Polivalente/Spesometro 2013 Avvertenze Chiudere l applicativo su tutti i pc prima

Dettagli

Regime IVA Moss. Premessa normativa

Regime IVA Moss. Premessa normativa Nota Salvatempo Contabilità 13.0 15 GENNAIO 2014 Regime IVA Moss Premessa normativa La Direttiva 12 febbraio 2008, n. 2008/8/CE, art. 5 prevede che dal 1 gennaio 2015 i servizi elettronici, di telecomunicazione

Dettagli

GLI ULTIMI CHIARIMENTI PER I NUOVI ELENCHI CLIENTI/FORNITORI

GLI ULTIMI CHIARIMENTI PER I NUOVI ELENCHI CLIENTI/FORNITORI INFORMATIVA N. 241 27 OTTOBRE 2011 IVA GLI ULTIMI CHIARIMENTI PER I NUOVI ELENCHI CLIENTI/FORNITORI Art. 21, DL n. 78/2010 Circolare Agenzia Entrate 30.5.2011, n. 24/E Documento Agenzia Entrate 11.10.2011

Dettagli

NUOVE REGOLE COMUNITARIE SULLA TERRITORIALITA DELL IVA

NUOVE REGOLE COMUNITARIE SULLA TERRITORIALITA DELL IVA NUOVE REGOLE COMUNITARIE SULLA TERRITORIALITA DELL IVA Le risposte pubblicate dalla stampa specializzata Confindustria Genova - Martedì 4 maggio 2010 D Come deve comportarsi una società italiana che abbia

Dettagli

SEMINARIO FORMATIVO SPESOMETRO: riflessi sulle Agenzie di Viaggi ed i Tour Operator

SEMINARIO FORMATIVO SPESOMETRO: riflessi sulle Agenzie di Viaggi ed i Tour Operator SEMINARIO FORMATIVO SPESOMETRO: riflessi sulle Agenzie di Viaggi ed i Tour Operator Procedura, obblighi e responsabilità degli Agenti di Viaggi concernenti la comunicazione telematica all Agenzia delle

Dettagli

Termine di presentazione:

Termine di presentazione: Termine di presentazione: Gli elenchi clienti fornitori relativi all anno 2007 vanno presentati entro il 29 aprile 2008. Soggetti obbligati: Sono obbligati alla presentazione dell elenco clienti e/o elenco

Dettagli

COMUNICAZIONE POLIVALENTE. Art. 21, DL n. 78/2010 Provvedimento Agenzia Entrate 2.8.2013, n. 94908 Nota Agenzia Entrate 19.11.2013, n.

COMUNICAZIONE POLIVALENTE. Art. 21, DL n. 78/2010 Provvedimento Agenzia Entrate 2.8.2013, n. 94908 Nota Agenzia Entrate 19.11.2013, n. COMUNICAZIONE POLIVALENTE Art. 21, DL n. 78/2010 Provvedimento Agenzia Entrate 2.8.2013, n. 94908 Nota Agenzia Entrate 19.11.2013, n. 94908 Dott.ssa Silvia Ferraro Torino, 20 marzo 2015 INDICE Scadenze

Dettagli

SPAZIANI & LONGO ASSOCIATI

SPAZIANI & LONGO ASSOCIATI Circolare numero 04 del 3 febbraio del 2012 Oggetto: Comunicazione annuale dati Iva anno d imposta 2011 I soggetti IVA tenuti alla presentazione della dichiarazione annuale sono obbligati a trasmettere

Dettagli

1 - Spesometro guida indicativa

1 - Spesometro guida indicativa 1 - Spesometro guida indicativa Il cosiddetto spesometro non è altro che un elenco contenente i dati dei clienti e fornitori con cui si sono intrattenuti dei rapporti commerciali rilevanti ai fini iva.

Dettagli

COMUNICAZIONE IVA 2010 E CHIARIMENTI UFFICIALI PER COMPENSAZIONI IVA

COMUNICAZIONE IVA 2010 E CHIARIMENTI UFFICIALI PER COMPENSAZIONI IVA CIRCOLARE n. 03/2010 Pesaro, 25 gennaio 2010 Spett.li Clienti Loro SEDI COMUNICAZIONE IVA 2010 E CHIARIMENTI UFFICIALI PER COMPENSAZIONI IVA 1 Chiarimenti compensazioni iva: 1.1 Compensazione verticale

Dettagli

Comunicazione polivalente (Spesometro 2013) 1

Comunicazione polivalente (Spesometro 2013) 1 Comunicazione polivalente (Spesometro 2013) 1 Introduzione Col provvedimento del 2 agosto 2013 l Agenzia delle Entrate ha attuato la norma relativa all obbligo di trasmissione telematica delle operazioni

Dettagli

LA NUOVA FATTURA e le altre modifiche alla disciplina dell IVA

LA NUOVA FATTURA e le altre modifiche alla disciplina dell IVA e le altre modifiche alla disciplina dell IVA Art. 1, commi 324-335, Legge 24 dicembre 2012, n. 228 (recepimento direttiva 2010/45/Ue del 13 luglio 2010) a cura di Franco Ricca 1 Nazionalità della fattura

Dettagli

Oggetto: COMUNICAZIONE ANNUALE DATI IVA

Oggetto: COMUNICAZIONE ANNUALE DATI IVA Ai gentili Clienti Loro sedi Oggetto: COMUNICAZIONE ANNUALE DATI IVA Scade il prossimo 28 febbraio 2013 il termine per trasmettere esclusivamente in via telematica la Comunicazione annuale dei dati Iva

Dettagli

CIRCOLARE n. 14 del 30/10/2013. COMUNICAZIONE DELLE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA (cd. SPESOMETRO )

CIRCOLARE n. 14 del 30/10/2013. COMUNICAZIONE DELLE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA (cd. SPESOMETRO ) CIRCOLARE n. 14 del 30/10/2013 COMUNICAZIONE DELLE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA (cd. SPESOMETRO ) INDICE 1. PREMESSA 1.1. Nuovo modello polivalente 1.1.1 Disciplina transitoria 2. SOGGETTI OBBLIGATI

Dettagli

OGGETTO: Check-list per la raccolta dati dello spesometro 2014

OGGETTO: Check-list per la raccolta dati dello spesometro 2014 OGGETTO: Check-list per la raccolta dati dello spesometro 2014 Gentile Cliente, con la stesura del presente documento informativo intendiamo ricordarle che il prossimo 10/20 aprile 2014 va inviata telematicamente

Dettagli

Studio Rosina e Associati

Studio Rosina e Associati FULVIO ROSINA (1931 2014) DANIELA ROSINA ANT ANTONIO ROSINA GIOVANNI TRAVERSO MAURIZIO CIVARDI FRANCESCO PITTIGLIO 16121 GENOVA SIMONETTA MANFREDINI PIAZZA VERDI 4/8 STEFANO LUPINI TEL. 010542966 MASSIMO

Dettagli

Paesi black-list: la comunicazione periodica

Paesi black-list: la comunicazione periodica Paesi black-list: la comunicazione periodica Oltre ad indicare nel Modello UNICO i costi relativi ad operazioni intraprese con paesi Black list l art. 1 D. MEF 30 marzo 2010 ha previsto un nuovo obbligo

Dettagli

Il 19 novembre sono state pubblicate sul sito dell Agenzia le FAQ 2013

Il 19 novembre sono state pubblicate sul sito dell Agenzia le FAQ 2013 Fiscal Flash La notizia in breve N. 293 20.11.2013 L Agenzia fornisce i primi chiarimenti sulla comunicazione polivalente Il 19 novembre sono state pubblicate sul sito dell Agenzia le FAQ 2013 Categoria:

Dettagli

Manuale antievasione (spesometro) adhoc con immagini

Manuale antievasione (spesometro) adhoc con immagini Il termine di presentazione dell adempimento, per le operazioni rilevanti ai fini IVA effettuate nell'anno 2014, sarà: il 10/04/2015 per i contribuenti mensili ed il 20/04/2015 per i contribuenti trimestrali.

Dettagli

SPESOMETRO GESTIONE IN COGE2000

SPESOMETRO GESTIONE IN COGE2000 SPESOMETRO GESTIONE IN COGE2000 Premessa La procedura va lanciata nell anno contabile al quale si riferisce lo Spesometro. Per l anno 2010 il termine di scadenza per la presentazione della comunicazione

Dettagli

NOTE E FASI OPERATIVE PER LA GESTIONE DELLA COMUNICAZIONE POLIVALENTE Per abilitare la gestione occorre la relativa licenza 1135

NOTE E FASI OPERATIVE PER LA GESTIONE DELLA COMUNICAZIONE POLIVALENTE Per abilitare la gestione occorre la relativa licenza 1135 33EMENTAZION NOTE E FASI OPERATIVE PER LA GESTIONE DELLA COMUNICAZIONE POLIVALENTE Per abilitare la gestione occorre la relativa licenza 1135 ASPETTI NORMATIVI Con provvedimento n. 94908 del 2 agosto 2013

Dettagli

Dal 2016 dichiarazione IVA informaautonomaobbligatoria Antonella Benedetto e Maria Benedetto - Dottori commercialisti in Salerno

Dal 2016 dichiarazione IVA informaautonomaobbligatoria Antonella Benedetto e Maria Benedetto - Dottori commercialisti in Salerno Carmela Di Rosa - Copyright Wolters Kluwer Italia s.r.l. DICHIARAZIONE IVA Dal 2016 dichiarazione IVA informaautonomaobbligatoria Antonella Benedetto e Maria Benedetto - Dottori commercialisti in Salerno

Dettagli

NUOVI ELENCHI CLIENTI-FORNITORI

NUOVI ELENCHI CLIENTI-FORNITORI NUOVI ELENCHI CLIENTI-FORNITORI L art. 21, DL n. 78/2010, al fine di contrastare l evasione fiscale e le frodi in materia di IVA, ha introdotto un nuovo adempimento, quello di comunicare telematicamente

Dettagli

GESTIONE AGENZIE VIAGGIO ART. 74 TER

GESTIONE AGENZIE VIAGGIO ART. 74 TER GESTIONE AGENZIE VIAGGIO ART. 74 TER Di seguito verrà riportata la gestione contabile e fiscale delle Agenzie di viaggio regolata dall articolo 74 ter del DPR 633/1972. In questo regime la base imponibile

Dettagli

RISOLUZIONE N. 54/E. Roma, 16 marzo 2007. Oggetto: Istanza di interpello DPR 26 ottobre 1972, n. 633 l ALFA S.r.l.

RISOLUZIONE N. 54/E. Roma, 16 marzo 2007. Oggetto: Istanza di interpello DPR 26 ottobre 1972, n. 633 l ALFA S.r.l. RISOLUZIONE N. 54/E Roma, 16 marzo 2007 Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Oggetto: Istanza di interpello DPR 26 ottobre 1972, n. 633 l ALFA S.r.l. La Direzione Regionale ha trasmesso un istanza

Dettagli

Modalità di esportazione nella Dichiarazione Rimborso IVA Trimestrale

Modalità di esportazione nella Dichiarazione Rimborso IVA Trimestrale Nota Salvatempo Contabilità 13.03 1 APRILE 2015 Modalità di esportazione nella Dichiarazione Rimborso IVA Trimestrale *in giallo le modifiche apportate rispetto alla versione precedente datata 31/03/2014

Dettagli

COMUNICAZIONE POLIVALENTE (EX ART.21)

COMUNICAZIONE POLIVALENTE (EX ART.21) COMUNICAZIONE POLIVALENTE (EX ART.21) CENNI NORMATIVI Con il provvedimento del direttore dell'agenzia delle Entrate prot. 2013/94908 del 02/08/2013 è stato approvato un nuovo modello fiscale denominato

Dettagli

OGGETTO: Check-list per la raccolta dati dello spesometro 2014

OGGETTO: Check-list per la raccolta dati dello spesometro 2014 Informativa per la clientela di studio N. 01 del 19.03.2014 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Check-list per la raccolta dati dello spesometro 2014 Gentile Cliente, con la stesura del presente documento

Dettagli

Circolare n. 8. del 15 marzo 2010

Circolare n. 8. del 15 marzo 2010 Via Principe Amedeo 11 10123 Torino c.f. e p.iva 06944680013 Tel. 011 8126939 Fax. 011 8122079 Email: info@studiobgr.it www.studiobgr.it Circolare n. 8 del 15 marzo 2010 Modelli INTRASTAT - Recepimento

Dettagli

CONTABILITÀ. Gestione Agenzia Viaggio. Release 5.20 Manuale Operativo

CONTABILITÀ. Gestione Agenzia Viaggio. Release 5.20 Manuale Operativo Release 5.20 Manuale Operativo CONTABILITÀ Gestione Agenzia Viaggio Il modulo Agenzie Viaggio consente di gestire la contabilità specifica per le agenzie di viaggio: in questo manuale verranno descritte

Dettagli

Fatturazione: dal 01.01.2013 cambiano le regole

Fatturazione: dal 01.01.2013 cambiano le regole Fatturazione: dal 01.01.2013 cambiano le regole Con la legge di stabilità per il 2013 (legge n. 228 del 24.12.2012) il legislatore ha recepito il contenuto della direttiva n. 2006/112/UE in materia di

Dettagli

Spesometro/MODELLO POLIVALENTE

Spesometro/MODELLO POLIVALENTE Studio Mantovani & Associati s.s. Pag. 1 di 7 Mantova, lì 12/03/2014 Circolare N. 11/2014 Alle Aziende Clienti - Loro Sedi Spesometro/MODELLO POLIVALENTE COMUNICAZIONE DI CUI ALL ART. 21 DEL DL 78/2010

Dettagli

GUIDA ALLA COMUNICAZIONE ANNUALE DEI DATI IVA 2014: SCADENZA AL 28 FEBBRAIO 2014 a cura di Celeste Vivenzi Premessa generale

GUIDA ALLA COMUNICAZIONE ANNUALE DEI DATI IVA 2014: SCADENZA AL 28 FEBBRAIO 2014 a cura di Celeste Vivenzi Premessa generale GUIDA ALLA COMUNICAZIONE ANNUALE DEI DATI IVA 2014: SCADENZA AL 28 FEBBRAIO 2014 a cura di Celeste Vivenzi Premessa generale Entro il 28 febbraio 2014 i titolari di partita Iva sono tenuti a presentare

Dettagli

AGE.AGEDC001.REGISTRO UFFICIALE.0136693.19-11-2013-U

AGE.AGEDC001.REGISTRO UFFICIALE.0136693.19-11-2013-U COMUNICAZIONE POLIVALENTE (Comunicazione delle operazioni rilevanti ai fini IVA (art. 21 decreto legge n. 78/2010) - Comunicazione delle operazioni legate al turismo effettuate in contanti in deroga all

Dettagli

MODELLO IVA TR RICHIESTA DI RIMBORSO O UTILIZZO IN COMPENSAZIONE DEL CREDITO IVA TRIMESTRALE

MODELLO IVA TR RICHIESTA DI RIMBORSO O UTILIZZO IN COMPENSAZIONE DEL CREDITO IVA TRIMESTRALE MODELLO IVA TR RICHIESTA DI RIMBORSO O UTILIZZO IN COMPENSAZIONE DEL CREDITO IVA TRIMESTRALE Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 3 del decreto legislativo 30 giugno 003 n.

Dettagli

NUOVE REGOLE E MODALITA DI TRASMISSIONE DEI MODELLI INTRASTAT

NUOVE REGOLE E MODALITA DI TRASMISSIONE DEI MODELLI INTRASTAT NUOVE REGOLE E MODALITA DI TRASMISSIONE DEI MODELLI INTRASTAT EMISSIONE DELLA FATTURA PER I SERVIZI EXTRATERRITORIALI - MODALITA D INTEGRAZIONE DELLE FATTURE ESTERE PER I SERVIZI GENERICI RESI AD OPERATORI

Dettagli

LA NUOVA FATTURA DAL 01 GENNAIO 2013. Esemplificando, le novità possono essere ricondotte alle seguenti fattispecie: Contenuto.

LA NUOVA FATTURA DAL 01 GENNAIO 2013. Esemplificando, le novità possono essere ricondotte alle seguenti fattispecie: Contenuto. LA NUOVA FATTURA DAL 01 GENNAIO 2013 La legge 24/12/2012 n. 228, pubblicata nella G.U. 29/12/2012 N. 312, supplemento ordinario n. 212 (legge di stabilità), ha recepito nell ordinamento nazionale le misure

Dettagli

* in giallo le modifiche apportate rispetto alla versione precedente datata 09/03/2011

* in giallo le modifiche apportate rispetto alla versione precedente datata 09/03/2011 Supporto On Line Allegato FAQ FAQ n.ro MAN-86GKJM79678 Data ultima modifica 09/03/2011 Prodotto Contabilità Modulo Contabilità - Intrastat Oggetto Genera dichiarazione Intrastat * in giallo le modifiche

Dettagli

Informativa Clienti. del 1 marzo 2010

Informativa Clienti. del 1 marzo 2010 S T U D I O C O M M E R C I A L I S T A dott. sa Ausilia RUBIANO Commercialista Revisore Contabile Consulente Tecnico del Giudice Informativa Clienti. del 1 marzo 2010 MODELLI INTRASTAT: NOVITA. Con il

Dettagli

OGGETTO: Check-list per la raccolta dati dello spesometro 2014

OGGETTO: Check-list per la raccolta dati dello spesometro 2014 Informativa per la clientela di studio N. 45 del 19.03.2014 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Check-list per la raccolta dati dello spesometro 2014 Gentile Cliente, con la stesura del presente documento

Dettagli

Adempimenti fiscali 9 marzo 2011

Adempimenti fiscali 9 marzo 2011 Adempimenti fiscali 9 marzo 2011 Telefoni cellulari e microprocessori DATA ENTRATATA IN VIGORE : 1/4/2011 Per la vendita di apparecchiature che si connettono alla rete telefonica tramite sim (cellulari

Dettagli

Quadro AC COMUNICAZIONE DELL AMMINISTRATORE DI CONDOMINIO

Quadro AC COMUNICAZIONE DELL AMMINISTRATORE DI CONDOMINIO Quadro AC COMUNICAZIONE DELL AMMINISTRATORE DI CONDOMINIO ADEMPIMENTO NOVITÀ 2015 SOGGETTI INTERESSATI COME SI COMPILA CASI PARTICOLARI Il Quadro AC deve essere utilizzato per comunicare i dati identificativi

Dettagli

FATTURAZIONE ELETTRONICA E TRASMISSIONE TELEMATICA DEI CORRISPETTIVI

FATTURAZIONE ELETTRONICA E TRASMISSIONE TELEMATICA DEI CORRISPETTIVI Studio Fabrizio Mariani Viale Brigata Bisagno 12/1 16129 Genova Tel. e. fax. 010.59.58.294 f.mariani@studio-mariani.it Circolare n. 27/2015 Del 15 ottobre 2015 FATTURAZIONE ELETTRONICA E TRASMISSIONE TELEMATICA

Dettagli

Comunicazione e dichiarazione IVA/2015 ANNO 2014

Comunicazione e dichiarazione IVA/2015 ANNO 2014 Comunicazione e dichiarazione IVA/2015 ANNO 2014 Raccolta dati e richiesta documentazione Oggetto: Richiesta dati e documentazione per la predisposizione della Comunicazione e dichiarazione annuale IVA/2015

Dettagli

STUDIO DPM COMMERCIALISTI ASSOCIATI

STUDIO DPM COMMERCIALISTI ASSOCIATI STUDIO DPM COMMERCIALISTI ASSOCIATI Gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Comunicazione dati IVA per l anno 2014 Dichiarazione IVA per l anno 2014 - Chiusure contabili 2014 Entro lunedì 2 marzo 2015 deve

Dettagli

Informativa per la clientela

Informativa per la clientela Informativa per la clientela Informativa n. 27 del 20 luglio 2011 DL 13.5.2011 n. 70 convertito nella L. 12.7.2011 n. 106 (c.d. decreto sviluppo ) - Novità in materia di IVA INDICE 1 Premessa... 2 2 Esclusioni

Dettagli