BIBLIOTECA 2.0 TITOLO DEL PROGETTO: SETTORE E AREA D INTERVENTO. Patrimonio artistico e culturale - Cura e conservazione delle biblioteche

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "BIBLIOTECA 2.0 TITOLO DEL PROGETTO: SETTORE E AREA D INTERVENTO. Patrimonio artistico e culturale - Cura e conservazione delle biblioteche"

Transcript

1 TITOLO DEL PROGETTO: BIBLIOTECA 2.0 SETTORE E AREA D INTERVENTO Patrimonio artistico e culturale - Cura e conservazione delle biblioteche LUOGO DI REALIZZAZIONE DEL PROGETTO ENTE TITOLARE DEL PROGETTO COMUNE INDIRIZZO CODICE SEDE ATTUAZIONE N. VOLONTARI TIPO POSTO Comune di Brandizzo Brandizzo (TO) Piazza C. Ala con solo vitto DOVE INVIARE LE DOMANDE E RICEVERE INFORMAZIONI REQUISITI OBBLIGATORI EVENTUALI OBBLIGHI COMUNE DI BRANDIZZO - Via Torino, BRANDIZZO (TO) - Rif. Sig.ra Vittorina Fogliacco - tel mail: Diploma di Scuola Secondaria di II grado Patente B Disponibilità a flessibilità oraria giornaliera, nel rispetto del numero di ore stabilite dal progetto Disponibilità ad essere impegnati eventualmente al sabato Disponibilità a spostamenti e/o missioni per realizzare gli interventi previsti ai punti 8.1 e 8.3 Disponibilità all utilizzo dei mezzi dell Ente Osservanza del segreto professionale 1

2 ATTIVITÀ DEL VOLONTARIO (punto 8.3 del progetto) OBIETTIVO SPECIFICO 1 Implementare la promozione dei servizi offerti dalla Biblioteca e delle attività culturali con la gestione costante e puntuale della pagina Facebook dedicata e la creazione di una mailing list degli iscritti Comprendere modalità di promozione adottate e i contenuti pubblicati da altre biblioteche Migliorare pagina già esistente Aggiornamento costante della pagina Consultare pagine Facebook analoghe per comprendere modalità di promozione adottate e i contenuti pubblicati da altre biblioteche Utilizzare forme e contenuti che possano migliorare la visibilità della pagina Facebook già esistente Mantenere regolarmente aggiornata la sezione informazioni relative alla Biblioteca (es.:orari di apertura, postazioni INTERNET per navigazione e per lettura quotidiani ecc.) Pubblicare tempestivamente post relativamente a informazioni di servizio (a esempio, chiusura estiva), e iniziative della Biblioteca: novità bibliografiche, attività culturali, informazioni relative all Informagiovani Ricerca tramite INTERNET nell adottare forme contenuti creare forme contenuti Aggiorna sezioni e o nuove e le a pubblicare i post (le informazioni sulle singole iniziative) Favorire l interazione di utenti Creare eventi e traguardi sulle principali iniziative della Biblioteca e sulle attività culturali del Comune di Brandizzo a creare eventi e traguardi Individuare e raccogliere il materiale da pubblicare per ciascuna iniziativa suddetta Pubblicare, al termine di ogni iniziativa suddetta, foto e post sia per restituire un riscontro immediato alle persone che hanno partecipato alle iniziative medesime sia per incoraggiare la partecipazione di altri potenziali utenti Individua e raccoglie il materiale: dépliant, foto Pubblica foto e post 2

3 Monitoraggio Favorire l interazione degli utenti con la pagina Facebook affinché incrementino le persone che vedono, cliccano su Mi piace, commentano e condividono foto e post pubblicati dalla Biblioteca; Monitorare i contenuti pubblicati dalla Biblioteca nonché la portata, i Mi piace, i commenti e le condivisioni. a verificare i commenti degli utenti e eventualmente interagisce con loro Registra l accesso ai contenuti pubblicati Creazione di una mailing list degli utenti della Biblioteca Creare e aggiornare una mailing list degli iscritti alla Biblioteca Crea e aggiorna una mailing list OBIETTIVO SPECIFICO 2 Ottimizzare la gestione del patrimonio bibliografico, della sua fruizione da parte dell utenza e revisione delle collezioni Preparazione dei volumi acquistati Conservazione del patrimonio librario Gestione del prestito Iscrizioni dei nuovi utenti con tessera unica BiblioCard Revisione delle collezioni Timbrare, etichettare, esporre i libri nuovi sui tavoli Sistemare i volumi restituiti e riordinare gli scaffali della sala ragazzi, della sala adulti secondo le regole di classificazione DEWEY Ricercare dai cataloghi SBAM online i volumi richiesti e registrare i volumi presi in prestito Richiedere dati personali ai nuovi utenti che vogliono iscriversi al prestito e compilare l iscrizione tramite il sistema informatico ErasmoNet e la Bibliocard Controllare il buono stato fisico dei testi e la modernità dei contenuti in base ai fattori negativi SMUSI: informazione scorretta, documento mediocre, documento usurato, informazioni superate, documento incoerente con le raccolte possedute con conseguente eliminazione dei volumi obsoleti non rispondenti alle necessità degli utenti Timbra ed etichetta i nuovi acquisti librari e li espone sui tavoli espositivi Sistema i libri restituiti sugli scaffali e periodicamente controlla che gli scaffali siano in ordine secondo le regole di classificazione DEWEY a gestire i prestiti con il programma ErasmoNet Iscrive i nuovi utenti con il programma ErasmoNet a revisionare le collezioni controllando i volumi ed eliminando quelli obsoleti (tecnica di revisione SMUSI) 3

4 Predisporre un elenco dei volumi scartati in base alla tabella indicata dalla Sovrintendenza ai Beni Librari predispone un elenco dei libri scartati OBIETTIVO SPECIFICO 3 Mantenere il servizio di circolazione libraria e dell uso del catalogo on-line della Biblioteca Espletare il servizio di circolazione libraria per gli utenti Assistere gli utenti nella ricerca dei volumi Dalle richieste degli utenti non evadibili tramite il patrimonio librario della Biblioteca, ricercare tramite il catalogo on-line la disponibilità presso le altre Biblioteche dello SBAM dei volumi richiesti Prenotare i volumi presso le altre Biblioteche tramite il sistema informatico ErasmoNet e avvisare telefonicamente, o tramite sms, o gli utenti alla ricezione dei volumi richiesti Assistere gli utenti nella ricerca personale dei volumi tramite il catalogo on-line dalle postazioni INTERNET della Biblioteca Illustra agli utenti le opportunità che offre la circolazione libraria e cerca sui cataloghi delle altre biblioteche i volumi richiesti dagli utenti Prenota i volumi richiesti e alla ricezione dei volumi telefona agli utenti Dalle postazioni INTERNET della Biblioteca assiste e illustra agli utenti il funzionamento del catalogo-on line OBIETTIVO SPECIFICO 4 Ottimizzare il rinnovo del patrimonio bibliografico acquistando: i testi più richiesti dagli utenti, i testi per l aggiornamento delle collezioni e a sostegno della didattica delle scuole (POF e PEOF), dei corsi attivati dall Università della Terza Età, in occasione delle varie ricorrenze e per stranieri Azione Attività Ruolo del Ampliare l offerta libraria con novità editoriali Monitorando: i prestiti degli utenti (dal sistema informatico ErasmoNet), le statistiche mensili, i titoli più letti elaborare dei suggerimenti di orientamento degli acquisti librari predisponendo un elenco di libri per ampliare l offerta libraria con le novità editoriali più richieste Con il programma ErasmoNet monitora i prestiti, statistiche, i titoli più letti. Da INTERNET visiona le novità editoriali e elabora un elenco di suggerimenti per nuovi acquisti librari 4

5 Aggiornare le collezioni Visionare il patrimonio bibliografico tramite il catalogo on-line ed estrapolare i testi, già presenti in Biblioteca, utili alle attività o agli utenti di fianco elencati Affiancare la bibliotecaria nella predisposizione di atti amministrativi e di bilancio Visionare le collezioni esistenti e predisporre un elenco di libri da acquistare per ogni classe Dewey con apposite ricerche su INTERNET per un aggiornamento costante Visionare il POF e il PEOF e ricercare gli argomenti trattati per produrre un elenco di libri inerenti da mandare alle scuole Visionare il programma dei corsi organizzati dall Università della Terza Età per produrre un elenco di libri inerenti Elencare le ricorrenze ( Giorno della Memoria, 25 aprile ) per produrre un elenco e esporre i libri alla ricorrenza Analizzare la nazionalità di provenienza degli stranieri iscritti al prestito librario e residenti a Brandizzo e esporre i libri utili all apprendimento della lingua italiana Visionare le determinazioni acquisti librari Da INTERNET visiona le novità editoriali e elabora un elenco di suggerimenti per nuovi acquisti librari Utilizza ErasmoNet e elenchi forniti da Uff. Anagrafe per analizzare nazionalità utenti Prende visione degli atti OBIETTIVO SPECIFICO 5 Portare a maggiore conoscenza del corpo insegnante il ragguardevole patrimonio bibliografico della Biblioteca sui temi: didattica, educazione e crescita della persona Azione Attività Ruolo del Individuazione degli argomenti Partecipare alla riunione Partecipa alla organizzativa con gli insegnanti che riunione hanno espresso disponibilità per l individuazione degli argomenti di loro interesse (es.:metodologie didattiche, dislessia, bullismo, sessualità, ecc.) Ricerca bibliografica Ricercare tramite il catalogo on-line del sistema informatico ErasmoNet i libri presenti nella nostra Biblioteca e nelle Biblioteche dello SBAM Stesura bibliografie Preparare una bibliografia eventualmente divisa per le Educatrici dell Asilo Nido, e le insegnanti della Scuola dell infanzia, Scuola Primaria e Scuola Secondaria di I Grado Lettere di invito Con il programma ErasmoNet effettua una ricerca ed estrapola i titoli utili Prepara bibliografia re nel predisporre una 5

6 lettera di invito alle insegnanti per visitare la mostra Allestimento di una mostra Esporre i volumi individuati e Espone i volumi reperiti individuati e reperiti Prestiti alle insegnanti Registrare i prestiti alle insegnanti Registra i prestiti Smantellamento mostra Ricollocare negli scaffali i libri non presi in prestito e restituire i libri delle Biblioteche SBAM tramite la circolazione libraria Ricollocai i libri negli scaffali e restituisce i libri delle bibl. SBAM OBIETTIVO SPECIFICO 6 Incentivare la partecipazione delle classi ai laboratori di educazione alla lettura: conoscere la biblioteca, conoscere il libro, prestiti librari, lettura di racconti moderni, il catalogo informatizzato Azione Attività Ruolo del Riunione di programmazione con il gruppo di lavoro Partecipare alla riunione con il gruppo di lavoro: bibliotecaria, insegnanti per l organizzazione degli incontri Calendarizzazione degli incontri Contatti organizzativi con insegnanti per programmazione incontri Preparazione della documentazione da utilizzare Iscrizione al prestito librario degli alunni Supporto allo svolgimento pratico delle iniziative Registrazione dei prestiti librari re nella scelta dei volumi da leggere agli alunni durante gli incontri tenendo conto delle varie fasce di età dell utenza e preparazione di opuscoli inerenti al tema del laboratorio scelto dalle insegnanti Partecipa riunione alla nel predisporre il calendario degli incontri nella scelta dei volumi Iscrivere gli alunni delle classi Iscrive gli alunni coinvolte nei laboratori e ad ognuno compila e consegna la Bibliocard (tessera di iscrizione alla Biblioteca) Preparare la sala ragazzi, riordinare Prepara all inizio la sala a fine attività e riordina la sala ragazzi alla fine degli incontri Registrare i prestiti librari effettuati Registra i dagli alunni prestiti OBIETTIVO SPECIFICO 7 Istituire un raccordo tra Biblioteca e Scuola nell organizzazione dei laboratori teatrali Azione Attività Ruolo del Riunione di programmazione con il gruppo di lavoro Partecipare alle riunioni con il gruppo di lavoro: attori della Cooperativa Sociale Faber Teater, insegnanti, bibliotecaria per l individuazione di un tema condiviso per lo studio e l allestimento di uno spettacolo teatrale realizzato dagli alunni delle Partecipa riunioni alle 6

7 Ricerca del materiale (libri, film, articoli di giornale, disegni) inerente al tema individuato scuole nell ambito della rappresentazione finale Tuttinpiazza Ricercare tramite il catalogo on-line del sistema informatico ErasmoNet i libri presenti nella nostra Biblioteca e nelle Biblioteche dello SBAM ricerca materiale nella del Ricercare su INTERNET Ricercare nell archivio dei quotidiani on-line a cui la Biblioteca è abbonata Stesura bibliografia e elenco Preparare una bibliografia e elencare il materiale diviso per Scuola dell infanzia, Scuola Primaria e Scuola Secondaria di I Grado Reperimento del materiale Richiedere in prestito i volumi e i film individuati tramite il servizio di circolazione libraria Consegna del materiale Consegnare il materiale agli attori della Cooperativa Sociale Faber Teater e alle insegnanti Restituzione libri e film Restituire tramite il servizio di circolazione libraria i libri e i film reperiti Prepara bibliografia elenco materiale Richiede prestito e del in Consegna il materiale agli attori e agli insegnanti Restituisce OBIETTIVO SPECIFICO 8 Mantenere e incrementare le attività del progetto Nati per leggere con l attivazione dell Ora del racconto Contatti con il pediatra di base Contattare il pediatra di base per Partecipa alla la collaborazione nelle varie riunione attività Inserire libri nello scaffale Nati per Leggere dell ambulatorio medico Donazione dei volumi per le mini biblioteche situate c/o l Asilo Nido Com.le, e le Scuole dell Infanzia Dono di un volume ai nuovi nati re nella scelta, nell acquisto e nella preparazione con etichettatura ecc. dei libri da inserire nello scaffale Nati per Leggere dell ambulatorio medico Collocare i volumi nello scaffale dell ambulatorio medico re nella scelta, nell acquisto e nella preparazione con etichettatura ecc. dei libri da donare alle mini biblioteche situate c/o l Asilo Nido Comunale, e le Scuole dell Infanzia re nella scelta, nell acquisto dei libri da donare ai nuovi nati Preparare copie di schede informative per i genitori sull utilità e le modalità di lettura ai bambini piccoli da dare al ritiro del libro dono nella scelta dei volumi da acquistare e nella preparazione e collocazione dei volumi nella scelta dei volumi da acquistare e nella preparazione e collocazione dei volumi nelle attività e consegna a domicilio i volumi non ritirati 7

8 Apertura straordinaria di sabato e/o giorni festivi per letture Preparazione di bibliografie e esposizione dei testi per i genitori Ora del racconto Affiancamento nella predisposizione di atti amministrativi e di bilancio Consegnare a domicilio i volumi non ritirati dai genitori Partecipare alla riunione organizzativa re all organizzazione e alla gestione dell apertura straordinaria della Biblioteca per attività di lettura per i piccoli con attori del Faber Teater re nel preparare opuscoli per pubblicizzare l iniziativa, inserisce la notizia sulla pagina Facebook della Biblioteca Ricercare tramite il catalogo online del sistema informatico Erasmo Net i libri presenti nella nostra Biblioteca utili ai genitori, preparare bibliografie ed esporre sui tavoli i libri individuati Partecipare alla riunione organizzativa Partecipare alla scelta dei volumi da leggere durante gli incontri re nel preparare opuscoli per pubblicizzare l iniziativa, inserisce la notizia sulla pagina Facebook della Biblioteca re nell allestimento della sala ove si svolgono le letture Partecipa alla riunione nell organizzazione e nella gestione dell attività con disponibilità a lavorare di sabato e/o giorni festivi Partecipa alla riunione nella scelta dei volumi nel preparare gli opuscoli e nella gestione della pagina Facebook nell allestimento della sala re nello svolgimento delle collabora letture Visionare le deliberazioni attuative Prende visione Si segnala la collaborazione con il negozio di abbigliamento per bimbi BIMBO S di Brandizzo per quanto riguarda le attività di: distribuzione opuscoli informativi dono di un volume ai nuovi nati apertura straordinaria della Biblioteca per attività di lettura per i piccoli (rif. Punto 24 della scheda progetto) OBIETTIVO SPECIFICO 9 re all organizzazione delle attività culturali: Libri e scrittori, Brandizzo al cinema e Autunno Musicale Riunione di gruppo per programmazione delle attività Predisposizione degli atti amministrativi e di bilancio Partecipare alle riunioni di gruppo per la programmazione delle attività Affiancamento nella predisposizione della programmazione e degli atti amministrativi e di bilancio Partecipa riunione alla Prende visione della metodologia di predisposizione degli atti 8

9 Pubblicizzazione delle iniziative re nello studio delle locandine e pieghevoli Inserire gli eventi sulla pagina Facebook e sul sito web del Comune Distribuire il materiale Distribuisce il promozionale materiale Esecuzione delle iniziative Supporto nell esecuzione delle iniziative nell esecuzione delle iniziative con disponibilità a lavorare nelle ore serali Customer satisfaction Preparazione delle customer satisfaction Acquisizione delle risposte alle customer satisfaction Affiancamento nell analisi dei risultati delle customer satisfaction nell analisi dei risultati OBIETTIVO SPECIFICO 10 Mantenere e divulgare il servizio di informazione e orientamento rivolto ai giovani e ai disoccupati Ricerca di esperienze simili Ricercare esperienze simili già effettuate presso altre Biblioteche o centri di informazione e informagiovani Predisposizione di un opuscolo Studiare e predisporre un opuscolo informativo sul servizio informativo sul servizio Utilizzo di strumenti informatici per Pubblicizzare su pagina Facebook il la pubblicizzazione del servizio servizio Aggiornare il sito web del Comune Mantenere un aggiornamento su pagina Facebook e sul sito web del Comune relativamente: alle richieste di lavoro, ai corsi di formazione, opportunità di studio e lavoro all estero, progetti specifici rivolti alla popolazione giovanile, opportunità per lavoratori in mobilità o in cassa integrazione Predisposizione di dossier tematici e depliant su bacheca espositiva Predisporre un aggiornamento costante di dossier tematici: richieste di lavoro, corsi di formazione, tempo libero ecc. da aggiornare mensilmente utilizzando l opuscolo Informalavoro, il sito Regione Piemonte banca dati Sistema Piemonte Formazione Professionale, progetto Garanzia Giovani Aggiornare la bacheca espositiva Ricerca tramite INTERNET nel mantenere aggiornata la pagina Facebook e il sito del Comune relativamente ai temi descritti nella predisposizione e nella gestione 9

10 OBIETTIVO SPECIFICO 11 Monitorare e incentivare l utilizzo delle postazioni INTERNET guidato per i giovani nelle attività di ricerca e studio, per gli anziani utenti della Biblioteca e dell UNITRE con l organizzazione di un laboratorio La lettura dei quotidiani online, e Navigare in INTERNET Pubblicizzazione del servizio Pubblicizzare su pagina Facebook Studiare e realizzare opuscoli informativi Gestione utilizzo delle postazioni INTERNET Registrare gli utenti Gestione lettura dei quotidiani online a cui la Biblioteca è abbonata Organizzazione laboratorio La lettura dei quotidiani on-line Organizzazione di un laboratorio Navigare in INTERNET a supporto del corso di informatica organizzato dall UNITRE Assistere gli utenti nelle ricerche dalle postazioni INTERNET della Biblioteca per orientarli sui siti rispondenti alle loro necessità Download dei quotidiani on-line a cui la Biblioteca è abbonata Registrare utenti Assistere gli utenti che ne usufruiscono Individuare gli argomenti da trattare Pubblicizzare l iniziativa su pagina Facebook e con opuscoli Organizzare il laboratorio per utenti della Biblioteca e utenti UNITRE Individuare gli argomenti del laboratorio Gestire il laboratorio nell aula UNITRE OBIETTIVO SPECIFICO 12 Mantenere un contatto/collegamento attivo con le 35 Associazioni Mantenere i contatti con i Presidenti delle 35 Associazioni Pubblicizzazione iniziative Aggiornamento del dossier Associazioni Inviare ai Presidenti per invitarli a trasmettere alla Biblioteca il materiale informativo delle attività e iniziative svolte Apporre su apposita bacheca i depliant delle iniziative Mantenere aggiornato il dossier Associazioni diviso per tematiche: culturali, sportive, tempo libero, volontariato, pro loco ecc. contenente le informazioni riguardanti le modalità per diventarne soci e le attività in programmazione 10

DOVE TITOLO DEL PROGETTO. una biblioteca da scoprire REQUISITI OBBLIGATORI EVENTUALI OBBLIGHI DOVE INVIARE LE DOMANDE E RICEVERE INFORMAZIONI

DOVE TITOLO DEL PROGETTO. una biblioteca da scoprire REQUISITI OBBLIGATORI EVENTUALI OBBLIGHI DOVE INVIARE LE DOMANDE E RICEVERE INFORMAZIONI TITOLO DEL PROGETTO DOVE CODICE SEDE DI ENTE PROGETTANTE COMUNE INDIRIZZO ATTUAZIONE PROGETTO N. VOLONTARI TIPO POSTO una biblioteca da scoprire AREA D'INTERVENTO REQUISITI OBBLIGATORI Comune di Brandizzo

Dettagli

LEGGERE È UGUALE PER TUTTI

LEGGERE È UGUALE PER TUTTI TITOLO DEL PROGETTO: LEGGERE È UGUALE PER TUTTI SETTORE E AREA D INTERVENTO Patrimonio artistico e culturale Cura e conservazione delle biblioteche LUOGO DI REALIZZAZIONE DEL PROGETTO ENTE TITOLARE DEL

Dettagli

CAMBIANO (TO) CANDIOLO (TO) SCALENGHE (TO) Via Santa Maria, 24. Via San Bartolomeo, 40 VINOVO (TO)

CAMBIANO (TO) CANDIOLO (TO) SCALENGHE (TO) Via Santa Maria, 24. Via San Bartolomeo, 40 VINOVO (TO) TITOLO DEL PROGETTO ENTE PROGETTANTE COMUNE DOVE INDIRIZZO CODICE SEDE DI ATTUAZIONE PROGETTO N. VOLONTARI TIPO POSTO pezzettino AREA D'INTERVENTO REQUISITI OBBLIGATORI DOVE INVIARE LE DOMANDE E RICEVERE

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE 1) Ente proponente il progetto: PROVINCIA DI TORINO 2) Codice di accreditamento: R01-NZ00346 3) Albo e classe di iscrizione:

Dettagli

Allegato C Scheda progetto ENTE. Denominazione ANCI Lombardia. Città MILANO. Via PIAZZA DUOMO N. 21 CAP 20121. Codice di accreditamento NZ00504

Allegato C Scheda progetto ENTE. Denominazione ANCI Lombardia. Città MILANO. Via PIAZZA DUOMO N. 21 CAP 20121. Codice di accreditamento NZ00504 Allegato C Scheda progetto ENTE Denominazione ANCI Lombardia Città MILANO Via PIAZZA DUOMO N. 21 CAP 20121 Codice di accreditamento NZ00504 Iscrizione all albo regionale ALBO REGIONALE REGIONE LOMBARDIA

Dettagli

BIBLIOTECAMENTE Comune di Caprie Istituto di Istruzione Superiore Des Ambrois

BIBLIOTECAMENTE Comune di Caprie Istituto di Istruzione Superiore Des Ambrois Progetto Ente promotore Sede di attuazione del progetto e numero volontari Settore e area di intervento Numero volontari Orario di servizio dei volontari Obiettivi Generali BIBLIOTECAMENTE Istituto di

Dettagli

Vivere il museo 2013

Vivere il museo 2013 OBIETTIVI DEL PROGETTO: 1. ACQUARIO CIVICO (Sede 91334) Scheda progetto Vivere il museo 2013 apporre migliorie alle vasche espositive del percorso interno supportando il lavoro dei biologi acquaristi nella

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO Ente proponente il progetto COMUNE DI SARROCH Titolo del progetto APERILIBRO Settore ed area di intervento del progetto Area D - Settore : Patrimonio Artistico e Culturale

Dettagli

PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE PROVINCIALE

PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE PROVINCIALE PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE PROVINCIALE Museo degli Usi e Costumi della Gente Trentina Via E. Mach, 2 38010 San Michele all Adige (TN) Tel. 0461 650314 Referente per i contatti con i giovani:

Dettagli

SCHEDA RIEPILOGATIVA DEL PROGETTO DI SERVIZIO CIVILE PIÙ BIBLIOTECA

SCHEDA RIEPILOGATIVA DEL PROGETTO DI SERVIZIO CIVILE PIÙ BIBLIOTECA SCHEDA RIEPILOGATIVA DEL PROGETTO DI SERVIZIO CIVILE PIÙ BIBLIOTECA ENTE Ente proponente il progetto: COMUNE DI ITTIRI CARATTERISTICHE PROGETTO Titolo del progetto: PIÙ BIBLIOTECA Obiettivi del progetto:

Dettagli

Carta dei Servizi della Biblioteca pubblica comunale Cesare Musatti di Folgaria

Carta dei Servizi della Biblioteca pubblica comunale Cesare Musatti di Folgaria Carta dei Servizi della Biblioteca pubblica comunale Cesare Musatti di Folgaria PREMESSA La Carta dei Servizi rappresenta un patto fra la biblioteca Comunale C. Musatti di Folgaria, aderente al Sistema

Dettagli

Nati per Leggere Piemonte. Linee guida per la compilazione del questionario

Nati per Leggere Piemonte. Linee guida per la compilazione del questionario Linee guida per la compilazione del questionario Maggio 2014 Introduzione Gli indicatori e le relative linee guida riportati in questo breve documento sono stati elaborati da Fondazione Fitzcarraldo attraverso

Dettagli

Linee di indirizzo per l affidamento dei servizi di Biblioteca e Archivio storico. 1. Oggetto

Linee di indirizzo per l affidamento dei servizi di Biblioteca e Archivio storico. 1. Oggetto Linee di indirizzo per l affidamento dei servizi di Biblioteca e Archivio storico 1. Oggetto Con il presente atto si definiscono le linee di indirizzo per l affidamento, mediante procedimento ad evidenza

Dettagli

Processo rispettato. Si rimanda alla visione dei risultati dei questionari di customer satisfaction. Gestione del colloquio informativo

Processo rispettato. Si rimanda alla visione dei risultati dei questionari di customer satisfaction. Gestione del colloquio informativo FATTORI DI QUALITA DEL SERVIZIO INFORMAGIOVANI Orario del servizio 5 giorni di apertura settimanale per un totale di 30 ore con possibilità di appuntamento negli orari di servizio Servizio operativo al

Dettagli

REGOLAMENTO DI BIBLIOTECA

REGOLAMENTO DI BIBLIOTECA REGOLAMENTO DI BIBLIOTECA Emanato con D.R. n. 437 del 07/11/2012. Art.1 (La Biblioteca) 1. La Biblioteca è un sistema coordinato di Servizi, istituzionalmente preposto a garantire supporto alla ricerca,

Dettagli

Mantova e il suo territorio: un anno di servizio civile nell area culturale 2012

Mantova e il suo territorio: un anno di servizio civile nell area culturale 2012 Scheda progetto Mantova e il suo territorio: un anno di servizio civile nell area culturale 2012 ANCI Lombardia coordina e organizza le azioni degli enti associati in materia di servizio civile definendo

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. SETTORE e Area di Intervento: Patrimonio artistico e culturale (D)- cura e conservazione biblioteche (01)

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. SETTORE e Area di Intervento: Patrimonio artistico e culturale (D)- cura e conservazione biblioteche (01) TITOLO DEL PROGETTO: Storiche biblioteche crescono ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO SETT e Area di Intervento: Patrimonio artistico e culturale (D)- cura e conservazione biblioteche (01) OBIETTIVI DEL

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE COMUNE DI RANZANICO PROVINCIA DI BERGAMO SEDE: PIAZZA DEI CADUTI, 1 - C.A.P. 24060 - CODICE FISCALE E PARTITA I.V.A. 00579520164 TEL. (035) 829022 - FAX (035) 829268 - E-MAIL: info@comune.ranzanico.bg.it

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 5 TITOLO DEL PROGETTO: ZINZUL USAMI ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO SETTORE e Area di Intervento: Settore D 03 Valorizzazione storie e culture locali OBIETTIVI DEL PROGETTO Obiettivi generali:

Dettagli

Settore: Patrimonio artistico e culturale Area: 1 - Cura e conservazione delle biblioteche LUOGO DI REALIZZAZIONE DEL PROGETTO CODICE SEDE ATTUAZIONE

Settore: Patrimonio artistico e culturale Area: 1 - Cura e conservazione delle biblioteche LUOGO DI REALIZZAZIONE DEL PROGETTO CODICE SEDE ATTUAZIONE TITOLO DEL PROGETTO IN BIBLIOTECA ANCHE CON UN CLICK SETTORE E AREA D INTERVENTO Settore: Patrimonio artistico e culturale Area: 1 - Cura e conservazione delle biblioteche ENTE TITOLARE DEL PROGETTO Comune

Dettagli

Modalità di partecipazione

Modalità di partecipazione PROPOSTE DIDATTICHE 2014-2015 Obiettivi 1. Promuovere la conoscenza della biblioteca: i servizi, le sezioni, le modalità di prestito e di iscrizione, l utilizzo del catalogo on line (OPAC), la consistenza

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: La rosa dei venti SETTORE e Area di Intervento: SETTORE: Educazione e Promozione culturale Area di Intervento: Sportelli Informa OBIETTIVI

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 5 TITOLO DEL PROGETTO: Bibliotechiamo ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO SETTORE e Area di Intervento: Settore: Patrimonio artistico e culturale Area di intervento: Cura e conservazione biblioteche

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA BIBLIOTECA COMUNALE TITOLO I FINALITA E COMPITI. Art. 1 Finalità

REGOLAMENTO PER LA BIBLIOTECA COMUNALE TITOLO I FINALITA E COMPITI. Art. 1 Finalità REGOLAMENTO PER LA BIBLIOTECA COMUNALE TITOLO I FINALITA E COMPITI Art. 1 Finalità La biblioteca del Comune di Monte Porzio Catone è istituita come servizio informativo e culturale di base da rendere alla

Dettagli

BIUTIFUL CAUNTRI. Ambiente - Salvaguardia e tutela di parchi e oasi naturalistiche LUOGO DI REALIZZAZIONE DEL PROGETTO.

BIUTIFUL CAUNTRI. Ambiente - Salvaguardia e tutela di parchi e oasi naturalistiche LUOGO DI REALIZZAZIONE DEL PROGETTO. TITOLO DEL PROGETTO: BIUTIFUL CAUNTRI SETTORE E AREA D INTERVENTO Ambiente - Salvaguardia e tutela di parchi e oasi naturalistiche LUOGO DI REALIZZAZIONE DEL PROGETTO ENTE TITOLARE DEL PROGETTO COMUNE

Dettagli

PIANO ATTUATIVO PROVINCIALE RIPARTO DEI CONTRIBUTI REGIONALI AI SISTEMI BIBLIOTECARI LOCALI

PIANO ATTUATIVO PROVINCIALE RIPARTO DEI CONTRIBUTI REGIONALI AI SISTEMI BIBLIOTECARI LOCALI PROVINCIA DI VARESE ATTIVITA CULTURALI, TURISTICHE E PROMOZIONALI, SPORTIVE Biblioteche e audiovisivi LEGGE REGIONALE N 81/85 NORME IN MATERIA DI BIBLIOTECHE E DI ARCHIVI STORICI DI ENTI LOCALI E DI INTERESSE

Dettagli

Direzione Didattica Statale di Caluso. Protocollo d accoglienza per alunni stranieri.

Direzione Didattica Statale di Caluso. Protocollo d accoglienza per alunni stranieri. Direzione Didattica Statale di Caluso Protocollo d accoglienza per alunni stranieri. 1 Indice Premessa Finalità Contenuti Prima fase di accoglienza : - domanda di iscrizione; - compiti della segreteria.

Dettagli

Carta della Collezione / Biblioteca di Alice

Carta della Collezione / Biblioteca di Alice Carta della Collezione / Biblioteca di Alice 1. Introduzione La Carta della collezione esplicita i criteri che concorrono alla formazione, alla conservazione e allo sviluppo della collezione libraria e

Dettagli

PROGETTO INTERCULTURALE DI RETE

PROGETTO INTERCULTURALE DI RETE CENTRO DI ALFABETIZZAZIONE IN ITALIANO L2 Istituto Comprensivo C. Angiolieri Siena Centro di Alfabetizzazione Italiano L2 C. Angiolieri Scuola Secondaria di II grado Scuola Secondaria di I grado Scuola

Dettagli

Per le famiglie: oltre il servizio educativo

Per le famiglie: oltre il servizio educativo Scheda progetto Per le famiglie: oltre il servizio educativo OBIETTIVI DEL PROGETTO: Obiettivo generale comune a tutte le sedi del progetto è supportare i genitori nella conciliazione dei tempi famigliari

Dettagli

BIBLIOTECHE PUBBLICHE COMUNALI DI BORGO VALSUGANA, GRIGNO, RONCEGNO TERME E TELVE

BIBLIOTECHE PUBBLICHE COMUNALI DI BORGO VALSUGANA, GRIGNO, RONCEGNO TERME E TELVE Sistema Culturale Valsugana Orientale CARTA DEI SERVIZI BIBLIOTECHE PUBBLICHE COMUNALI DI BORGO VALSUGANA, GRIGNO, RONCEGNO TERME E TELVE Premessa I principi generali che definiscono la missione della

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 TITOLO DEL PROGETTO: BIBLIOTECHE, LUOGHI DI COMUNITA ENTE Rete dei Comuni di BEINASCO, BRUINO, ORBASSANO, PIOSSASCO, RIVALTA di TORINO, VILLARBASSE e VOLVERA

Dettagli

NOI CITTADINI COME VOI

NOI CITTADINI COME VOI TITOLO DEL PROGETTO: NOI CITTADINI COME VOI SETTORE E AREA D INTERVENTO Assistenza - Disabili LUOGO DI REALIZZAZIONE DEL PROGETTO ENTE TITOLARE DEL PROGETTO COMUNE INDIRIZZO CODICE SEDE ATTUAZIONE N. VOLONTARI

Dettagli

VERBALE INCONTRO RTO 29 APRILE 2011

VERBALE INCONTRO RTO 29 APRILE 2011 VERBALE INCONTRO RTO 29 APRILE 2011 1. Consegna attestati di frequenza corso di formazione 2010 2. Consegna kit RTO 3. Richiesta di compilazione della scheda anagrafica di : - RTO - referente istituzionale

Dettagli

PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE NAZIONALE 2015

PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE NAZIONALE 2015 PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE NAZIONALE 2015 Denominazione Ente: MART MUSEO D ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA DI TRENTO E ROVERETO Indirizzo: CORSO BETTINI, 43 38068 ROVERETO (TN) Recapito telefonico: 0464/454119

Dettagli

UN ANNO PER CRESCERE INSIEME

UN ANNO PER CRESCERE INSIEME TITOLO DEL PROGETTO: UN ANNO PER CRESCERE INSIEME SETTORE E AREA D INTERVENTO Assistenza - Minori LUOGO DI REALIZZAZIONE DEL PROGETTO ENTE TITOLARE DEL PROGETTO COMUNE INDIRIZZO CODICE SEDE ATTUAZIONE

Dettagli

REGOLAMENTO LUDOTECA COMUNALE. - Approvato con del. C.C. n. 71-446 del 3.10.2005;

REGOLAMENTO LUDOTECA COMUNALE. - Approvato con del. C.C. n. 71-446 del 3.10.2005; CITTA DI CONEGLIANO PROVINCIA DI TREVISO REGOLAMENTO LUDOTECA COMUNALE - Approvato con del. C.C. n. 71-446 del 3.10.2005; - Data entrata in vigore: 14.10.2005 1 REGOLAMENTO LUDOTECA COMUNALE ARTICOLO 1

Dettagli

Compiti e funzioni delle Funzioni Strumentali

Compiti e funzioni delle Funzioni Strumentali AREA 1: Gestione del piano dell Offerta Formativa e delle azioni di Autovalutazione* Coordinamento, monitoraggio e valutazione delle attività del POF Coordina la stesura, la gestione, l aggiornamento,

Dettagli

PROGETTO LETTURA UN LIBRO PER AMICO

PROGETTO LETTURA UN LIBRO PER AMICO ISTITUTO COMPRENSIVO G. CALO V.le M. UNGHERIA, 86 74013 GINOSA TA Tel.099/8290470 Fax 099/8290471 E-mail comprensivocalo@libero.it TAIC82600L@istruzione.it Sito web www.scuolacalo.it PROGETTO LETTURA UN

Dettagli

Posizione Organizzativa n. 4

Posizione Organizzativa n. 4 Posizione Organizzativa n. 4 Settore: Pubblica Istruzione - Servizi Socio-Educativi Cultura - Sport - Spettacolo- Tempo Libero La struttura indicata, concorre con gli altri Servizi, al perseguimento delle

Dettagli

La biblioteca in cifre - Anno 2010

La biblioteca in cifre - Anno 2010 La biblioteca in cifre - Anno 2010 1.0 Patrimonio e servizi Patrimonio complessivo 61.987 documenti Patrimonio per sede e tipologia (n. di pezzi riferito a Castelfranco e Piumateca) Libri Multimediale

Dettagli

copertina COMUNE DI BARANZATE PROCESSI E OBIETTIVI ANNO 2014 CENTRO DI RESPONSABILITÀ Cultura Biblioteca RESPONSABILE Nicola Visalli

copertina COMUNE DI BARANZATE PROCESSI E OBIETTIVI ANNO 2014 CENTRO DI RESPONSABILITÀ Cultura Biblioteca RESPONSABILE Nicola Visalli copertina COMUNE DI BARANZATE PROCESSI E OBIETTIVI ANNO 04 CENTRO DI RESPONSABILITÀ Cultura Biblioteca RESPONSABILE Nicola Visalli n Servizio Tipo OBIETTIVO/PROCESSO I T biblioteca gestire la biblioteca

Dettagli

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA ALUNNI DSA

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA ALUNNI DSA MOD. A04 Allegato n. 4 al P.O.F. PROTOCOLLO ACCOGLIENZA ALUNNI DSA Punti del documento: - Dichiarazione d intenti - Premessa - Obiettivi - Procedure e Strategie - Soggetti coinvolti - Prassi condivise.

Dettagli

SCHEMA DI REGOLAMENTO PER LA BIBLIOTECA COMUNALE

SCHEMA DI REGOLAMENTO PER LA BIBLIOTECA COMUNALE SCHEMA DI REGOLAMENTO PER LA BIBLIOTECA COMUNALE ART. 1 - COMPITI E SERVIZI DELLA BIBLIOTECA 1. La Biblioteca comunale di Gignod è un istituzione culturale aperta al pubblico e costituisce unità di servizio

Dettagli

EDUCAZIONE ALLA LETTURA LA SCUOLA VA IN BIBLIOTECA: ATTIVITA' DI PROMOZIONE ALLA LETTURA RISERVATA ALLA SCUOLA DELL'INFANZIA RIVOLTO A alunni della scuola dell infanzia e loro insegnanti. POSTI DISPONIBILI

Dettagli

regolamento scuola primaria e secondaria

regolamento scuola primaria e secondaria regolamento scuola primaria e secondaria La mia biblioteca FINALITÀ ED OBIETTIVI GENERALI Sostenere e valorizzare gli obiettivi delineati nel progetto educativo e nel curriculo; Sviluppare e sostenere

Dettagli

Censimento delle biblioteche scolastiche - 2015

Censimento delle biblioteche scolastiche - 2015 Censimento delle biblioteche scolastiche - 2015 Modulo B Duplicare e compilare il Modulo B per ogni Plesso che possiede una Biblioteca Sezione 1 Dati Plesso Denominazione Codice Comune CAP Prov. Indirizzo

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: SANT AGATA: LE PIETRE CI RACCONTANO SETTORE e Area di Intervento: PATRIMONIO ARTISTICO CULTURALE OBIETTIVI DEL PROGETTO Incrementare negli

Dettagli

Circ. n. 38 Chivasso, 12/11/2015 Ai docenti dell istituto interessati alla presentazione domanda ammissione F.S.

Circ. n. 38 Chivasso, 12/11/2015 Ai docenti dell istituto interessati alla presentazione domanda ammissione F.S. Circ. n. 38 Chivasso, 12/11/2015 Ai docenti dell istituto interessati alla presentazione domanda ammissione F.S. Oggetto: Domanda disponibilità per FUNZIONE STRUMENTALE AL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA

Dettagli

In primavera è stato poi progettato e realizzato il Corso di Lettura Espressiva Ti

In primavera è stato poi progettato e realizzato il Corso di Lettura Espressiva Ti LA BIBLIOTECA ANIMATA Anche il 2011 si caratterizza per una ricca programmazione che ha interessato e interesserà la Biblioteca comunale di Loria. Oltre all attività ordinaria (che si prefigge l incremento

Dettagli

LA CITTA DEI GIOVANI

LA CITTA DEI GIOVANI LA CITTA DEI GIOVANI Provincia di Cuneo Comune di Bra Area tematica Informagiovani Minori/politiche giovanili/educativa territoriale Cultura/Biblioteca/Scuola di pace Turismo/manifestazioni/Cultura Numero

Dettagli

A) Obiettivo Generale: Realizzare progetti che contribuiscano a creare situazioni di agio nei

A) Obiettivo Generale: Realizzare progetti che contribuiscano a creare situazioni di agio nei ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: Primi passi insieme: bambini e famiglie nella comunità locale SETTORE e Area di Intervento: Assistenza A 02 Minori OBIETTIVI DEL PROGETTO MUNICIPALITA

Dettagli

COMUNE DI PIZZALE Provincia di Pavia. Statuto e regolamento interno della Biblioteca Comunale Centro di cultura L albero di carta e di parole

COMUNE DI PIZZALE Provincia di Pavia. Statuto e regolamento interno della Biblioteca Comunale Centro di cultura L albero di carta e di parole ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE C.C. N. 30 DEL 25/11/2010 COMUNE DI PIZZALE Provincia di Pavia Statuto e regolamento interno della Biblioteca Comunale Centro di cultura L albero di carta e di parole Art. 1

Dettagli

Relazione attività e report utenza Gennaio-Dicembre 2013

Relazione attività e report utenza Gennaio-Dicembre 2013 Relazione attività e report utenza Gennaio-Dicembre 2013 INFORMAGIOVANI COMUNE DI ARCENE Per l informagiovani Tatiana Arzuffi L INFORMAGIOVANI P.zza Civiltà Contadina ANDAMENTO UTENZA GENNAIO-DICEMBRE

Dettagli

PGQ 04 Mod.01 Data 16/06/2015 Rev.0 Pag.1 di 7. Programmazione del servizio. Micro Nido Privato. Largo Città dei Ragazzi 1, Roma

PGQ 04 Mod.01 Data 16/06/2015 Rev.0 Pag.1 di 7. Programmazione del servizio. Micro Nido Privato. Largo Città dei Ragazzi 1, Roma PGQ 04 Mod.01 Data 16/06/2015 Rev.0 Pag.1 di 7 Programmazione del servizio Largo Città dei Ragazzi 1, Roma Rev. 0 del 16/06/2015 Qualifica Nominativo Elaborato da Coordinatrice Lorena Ottaviani Verificato

Dettagli

PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE PROVINCIALE BANDO GARANZIA GIOVANI

PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE PROVINCIALE BANDO GARANZIA GIOVANI PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE PROVINCIALE BANDO GARANZIA GIOVANI Comune di Trento Servizio biblioteca e archivio storico Via Roma, 55 Trento 0461-889521 Rif: Michele Zamboni michele.zamboni@biblio.infotn.it

Dettagli

PROGETTO GESTIONE BIBLIOTECA COMUNALE

PROGETTO GESTIONE BIBLIOTECA COMUNALE IL BORGO Società Cooperativa Via Quinzani, 9-26029 SONCINO CR Tel. e fax 0374 83675 E-mail: ilborgo@libero.it CF e P.I. 01137010193 PROGETTO GESTIONE BIBLIOTECA COMUNALE CCIAA Cremona n. 20508/1977 - iscritta

Dettagli

Regolamento della Biblioteca Giuseppe Guglielmi dell Istituto per i beni artistici, culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna

Regolamento della Biblioteca Giuseppe Guglielmi dell Istituto per i beni artistici, culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna Regolamento della Biblioteca Giuseppe Guglielmi dell Istituto per i beni artistici, culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna Art. 1 - Oggetto Art. 2 - Finalità e compiti Art. 3 - Sede e patrimonio

Dettagli

Racconti fiabeschi, mostre, laboratori creativi, burattini, performance teatrali e narrative, eventi e libri che svelano magie

Racconti fiabeschi, mostre, laboratori creativi, burattini, performance teatrali e narrative, eventi e libri che svelano magie Associazione Agenzia Arcipelago Onlus Comune di Campodimele Festival internazionale della fiaba UN PAESE INCANTATO VIII edizione 2016 (diretto da Giuseppe ERRICO) Racconti fiabeschi, mostre, laboratori

Dettagli

R E G I O N E A U T O N O M A V A L L E D A O S T A

R E G I O N E A U T O N O M A V A L L E D A O S T A C OMUNE DI SAINT-MARCEL R E G I O N E A U T O N O M A V A L L E D A O S T A REGOLAMENTO DI BIBLIOTECA Adottato con delibera di Consiglio Comunale n. 17 in data 16.05.2002. Pubblicato all Albo Pretorio

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. TITOLO DEL PROGETTO:TROVARE LA STRADA: percorsi, labirinti, sentieri in biblioteca (prima parte)

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. TITOLO DEL PROGETTO:TROVARE LA STRADA: percorsi, labirinti, sentieri in biblioteca (prima parte) ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO:TROVARE LA STRADA: percorsi, labirinti, sentieri in biblioteca (prima parte) SETTORE e Area di Intervento: D 01 PATRIMONIO ARTISTICO E CULTURALE

Dettagli

Si ricorda che: PROGETTO PUNTI DI RIFERIMENTO CENTRO DI ORIENTAMENTO E FORMAZIONE

Si ricorda che: PROGETTO PUNTI DI RIFERIMENTO CENTRO DI ORIENTAMENTO E FORMAZIONE (Allegato 1) Si ricorda che: - LA DOMANDA DI SERVIZIO CIVILE VA INVIATA A : ALLE SINGOLE SEDI DI ATTUAZIONE PROGETTO - LE DOMANDE VANNO INVIATE ENTRO IL 27 LUGLIO 2009 ENTRO LE ORE 14.00 (NON FA FEDE IL

Dettagli

FOMULARIO L. R. DELLA CALABRIA N. 8/88 ISTANZE CONTRIBUTI COMUNI PER CENTRI POLIVALENTI GIOVANI SCADENZA 30 MARZO 2012

FOMULARIO L. R. DELLA CALABRIA N. 8/88 ISTANZE CONTRIBUTI COMUNI PER CENTRI POLIVALENTI GIOVANI SCADENZA 30 MARZO 2012 COMUNE DI LONGOBARDI ASSESSORATO ALLE POLITICHE SOCIALI Con delibera di giunta n. 25 del 29 marzo 2012, il comune di Longobardi, di cui è sindaco Giacinto Mannarino, ha presentato istanza alla Regione,

Dettagli

Catalogo delle attività di Promozione alla lettura

Catalogo delle attività di Promozione alla lettura Catalogo delle attività di Promozione alla lettura 2012-2013 NOTE OPERATIVE - Nel catalogo sono presenti le proposte di promozione alla lettura per l'anno scolastico 2012-2013, con le iniziative già collaudate

Dettagli

Ministero per i beni e le attività culturali. Biblioteca Nazionale Centrale Firenze. Carta dei servizi

Ministero per i beni e le attività culturali. Biblioteca Nazionale Centrale Firenze. Carta dei servizi Centrale di Firenze Pagina 1 di 10 Ministero per i beni e le attività culturali Biblioteca Nazionale Centrale Firenze Carta dei servizi Biblioteca nazionale centrale di Firenze Piazza Cavalleggeri 1 50122

Dettagli

CONVENZIONE TRA.. E IL COMUNE DI MOLFETTA - SETTORE SOCIO EDUCATIVO PER AMPLIAMENTO DELL OFFERTA PUBBLICA DI POSTI NIDO.

CONVENZIONE TRA.. E IL COMUNE DI MOLFETTA - SETTORE SOCIO EDUCATIVO PER AMPLIAMENTO DELL OFFERTA PUBBLICA DI POSTI NIDO. CONVENZIONE TRA.. E IL COMUNE DI MOLFETTA - SETTORE SOCIO EDUCATIVO PER AMPLIAMENTO DELL OFFERTA PUBBLICA DI POSTI NIDO. TRA II Comune di Molfetta, Partita I.V.A./C.F....., sede legale in Via Carnicella

Dettagli

FARFA FARFA biblioteca del monumento nazionale biblioteca del monumento mazionale >> >>

FARFA FARFA biblioteca del monumento nazionale biblioteca del monumento mazionale >> >> FARFA biblioteca biblioteca del delmonumento monumentonazionale mazionale > PRESENTAZIONE Che cosa è la Carta della Qualità dei Servizi biblioteca del monumento nazionale L a Carta della qualità dei servizi

Dettagli

PROGETTO DOPOSCUOLA ANNO SCOLASTICO 2015/2016. SCUOLA PRIMARIA S.Pertini SCUOLA SECONDARIA 1 G.Ghirardini Badia Polesine

PROGETTO DOPOSCUOLA ANNO SCOLASTICO 2015/2016. SCUOLA PRIMARIA S.Pertini SCUOLA SECONDARIA 1 G.Ghirardini Badia Polesine PROGETTO DOPOSCUOLA ANNO SCOLASTICO 2015/2016 SCUOLA PRIMARIA S.Pertini SCUOLA SECONDARIA 1 G.Ghirardini Badia Polesine TAM TAM Cooperativa Sociale Via G. Marconi n.978/b 45021 Badia Polesine (RO) Tel.3332736263

Dettagli

Analisi dati questionario gradimento del sito web dell'istituto

Analisi dati questionario gradimento del sito web dell'istituto Analisi dati questionario gradimento del sito web dell'istituto Premessa La valutazione del grado di soddisfazione degli utenti rappresenta un importante aspetto nella gestione di qualsiasi organizzazione,

Dettagli

Carta dei servizi della Biblioteca Civica Ettore Pozzoli Comune di Seregno. Gli obiettivi e i principi di erogazione dei servizi bibliotecari

Carta dei servizi della Biblioteca Civica Ettore Pozzoli Comune di Seregno. Gli obiettivi e i principi di erogazione dei servizi bibliotecari Carta dei servizi della Biblioteca Civica Ettore Pozzoli Comune di Seregno Premessa Le biblioteche di BRIANZABIBLIOTECHE forniscono ai cittadini un accesso ai servizi fortemente integrato. La carta dei

Dettagli

Regolamento per l utilizzo delle biblioteche scolastiche della provincia di Bolzano

Regolamento per l utilizzo delle biblioteche scolastiche della provincia di Bolzano 1 Regolamento per l utilizzo delle biblioteche scolastiche della provincia di Bolzano Premessa Il sistema delle biblioteche scolastiche eroga i propri servizi secondo criteri di imparzialità, equità, inclusione

Dettagli

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER GLI ALUNNI CON DSA

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER GLI ALUNNI CON DSA All.10 POF 2015-2016 PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER GLI ALUNNI CON DSA ONZA PER GLI Il Protocollo di Accoglienza è il documento che predispone e organizza le modalità che l Istituto intende seguire relativamente

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE ISTITUZIONE E FINALITÀ Istituzione Art. 1 Nel Comune di Bovezzo è istituita la Biblioteca Comunale intesa come servizio pubblico

Dettagli

La Proposta Isfol di Carta dei servizi. Il CDS: impianto metodologico e struttura della Carta

La Proposta Isfol di Carta dei servizi. Il CDS: impianto metodologico e struttura della Carta La Proposta Isfol di Carta dei servizi. Il CDS: impianto metodologico e struttura della Carta Isabella Pitoni Struttura di Comunicazione e Documentazione Istituzionale Roma, 7 luglio 2011 Contesto normativo

Dettagli

QMOD38 Comunicazione al Pubblico Rev 00 20-08-2010 Pagina 1 di 7

QMOD38 Comunicazione al Pubblico Rev 00 20-08-2010 Pagina 1 di 7 LUDOTECA CIVICA, via FIUME 207 19124 La Spezia LA LUDOTECA CIVICA : COSA E E COSA FA La Ludoteca è un servizio educativo, sociale e culturale, si rivolge a bambini e ragazzi in età compresa fra i 3 e i

Dettagli

PROCEDURA DEL SISTEMA QUALITA GESTIONE ISCRIZIONI, TRASFERIMENTI, CAMBI DI SEZIONE E RITIRI

PROCEDURA DEL SISTEMA QUALITA GESTIONE ISCRIZIONI, TRASFERIMENTI, CAMBI DI SEZIONE E RITIRI NORME UNI EN ISO 9001:2008 Pag. 1 di 5 GESTIONE, TRASFERIMENTI, CAMBI DI SEZIONE Indice 1. SCOPO 2. CAMPO DI APPLICAZIONE 3. RESPONSABILITA' 4 PROCEDURA 4.1 Iscrizioni 4.2 Trasferimenti 4.2.1 Trasferimenti

Dettagli

Applicabile a rel. 2.6

Applicabile a rel. 2.6 Pag.1 di 14 Sebina OpenLibrary Bollettino di Release v.2.7 Applicabile a rel. 2.6 Pag.2 di 14 Indice 1. Gestione utenti e servizi... 3 1.1 Gestione abilitazioni utenti a livello di polo/sottosistema...

Dettagli

Carta della qualità dei servizi

Carta della qualità dei servizi MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITA CULTURALI Direzione Generale per i Beni Librari, gli Istituti Culturali ed il Diritto d'autore Carta della qualità dei servizi Biblioteca 2008 I. PRESENTAZIONE CHE COS

Dettagli

Guida ai servizi della Biblioteca Ricerca Consultazione Riproduzione Altri servizi

Guida ai servizi della Biblioteca Ricerca Consultazione Riproduzione Altri servizi Guida ai servizi della Biblioteca Ricerca Consultazione Riproduzione Altri servizi Biblioteca del Senato Giovanni Spadolini Ricerca materiale bibliografico Dal 2007 la Biblioteca fa parte - insieme a quella

Dettagli

REGOLAMENTO BIBLIOTECA SCOLASTICA

REGOLAMENTO BIBLIOTECA SCOLASTICA REGOLAMENTO BIBLIOTECA SCOLASTICA Sommario Art. 1 Natura e fini Art. 2 Responsabilità e gestione Art. 3 Ricerca bibliografica, consultazione e lettura Art. 4 Prestito Art. 5 Orario di apertura e accesso

Dettagli

REGOLAMENTO BIBLIOTECA COMUNALE PER L INFANZIA

REGOLAMENTO BIBLIOTECA COMUNALE PER L INFANZIA REGOLAMENTO BIBLIOTECA COMUNALE PER L INFANZIA TITOLO I PRINCIPI ISPIRATORI - SCOPI E FUNZIONI ART. 1 PRINCIPI ISPIRATORI La Biblioteca Comunale per l Infanzia ai sensi dell art. 2 della Legge Regionale

Dettagli

Ravenna, con l infanzia, capitale della cultura Mirella Borghi. U.O. Progetti e Qualificazione Pedagogica - Istituzione Istruzione e Infanzia

Ravenna, con l infanzia, capitale della cultura Mirella Borghi. U.O. Progetti e Qualificazione Pedagogica - Istituzione Istruzione e Infanzia Ravenna, con l infanzia, capitale della cultura Mirella Borghi U.O. Progetti e Qualificazione Pedagogica - Istituzione Istruzione e Infanzia Numerose attività nella nostra città a favore dell infanzia

Dettagli

Biblioteca di Area Scientifica Carta dei Servizi

Biblioteca di Area Scientifica Carta dei Servizi Biblioteca di Area Scientifica Carta dei Servizi NORME GENERALI La carta dei servizi definisce tutti i servizi che la Biblioteca si impegna ad erogare, le loro modalità d uso, le forme di controllo e le

Dettagli

SERVIZIO CIVILE COMUNE DI MILANO 2015. Titolo del progetto: AGGREGA MILANO 2014

SERVIZIO CIVILE COMUNE DI MILANO 2015. Titolo del progetto: AGGREGA MILANO 2014 SERVIZIO CIVILE COMUNE DI MILANO 2015 Titolo del progetto: AGGREGA MILANO 2014 Settore ed area di intervento del progetto: Educazione e promozione culturale - centri di aggregazione Numero dei volontari

Dettagli

COME VIENE REALIZZATO UN SERVIZIO DI GESTIONE DI BIBLIOTECA?

COME VIENE REALIZZATO UN SERVIZIO DI GESTIONE DI BIBLIOTECA? COME VIENE REALIZZATO UN SERVIZIO DI GESTIONE DI BIBLIOTECA? A Flusso di attività B - INPUT C Descrizione dell attività D RISULTATO E - SISTEMA PROFESSIONALE 0. Impostazione gestionale della biblioteca

Dettagli

Breve guida. all uso delle biblioteche UniPa SBA. www.unipa.it/biblioteche. Scienze umane e patrimonio culturale. Medicina e chirurgia

Breve guida. all uso delle biblioteche UniPa SBA. www.unipa.it/biblioteche. Scienze umane e patrimonio culturale. Medicina e chirurgia Breve guida all uso delle biblioteche UniPa SBA Scienze umane e patrimonio culturale Scienze giuridiche economico-sociali Scienze di base e applicate Politecnica Medicina e chirurgia www.unipa.it/biblioteche

Dettagli

COMUNE DI VILLANOVA MARCHESANA PROVINCIA DI ROVIGO STATUTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI VILLANOVA MARCHESANA

COMUNE DI VILLANOVA MARCHESANA PROVINCIA DI ROVIGO STATUTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI VILLANOVA MARCHESANA COMUNE DI VILLANOVA MARCHESANA PROVINCIA DI ROVIGO STATUTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI VILLANOVA MARCHESANA 1 TITOLO I DENOMINAZIONE, FINALITA E OBIETTIVI Art. 1 La Biblioteca Comunale è una struttura

Dettagli

COMUNE DI FOSSO Provincia di Venezia

COMUNE DI FOSSO Provincia di Venezia COMUNE DI FOSSO Provincia di Venezia R E G O L A M E N T O DELLA BIBLIOTECA COMUNALE TITOLO PRIMO Finalità Funzionamento e gestione Articolo 1 - Finalità La Biblioteca Comunale è organismo dell Ente Locale

Dettagli

La Biblioteca Comunale di Como

La Biblioteca Comunale di Como La Biblioteca Comunale di Como Progetto Alternanza scuola-lavoro Liceo Classico Alessandro Volta 23 gennaio 8 febbraio 2012 Classe II^ F studenti: Elena Guerci, Martina Morreale Biblioteca Comunale di

Dettagli

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER ALUNNI CON DISABILITA

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER ALUNNI CON DISABILITA PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER ALUNNI CON DISABILITA PREMESSA L Istituto opera con particolare attenzione per l integrazione degli alunni disabili, favorendo la socializzazione, l acquisizione di autonomia

Dettagli

Copyright GlaxoSmithKline. Obiettivi del progetto Fondamenti Aree di applicazione Il Ruolo di GSK nel progetto La Rete sul territorio Alcuni spunti

Copyright GlaxoSmithKline. Obiettivi del progetto Fondamenti Aree di applicazione Il Ruolo di GSK nel progetto La Rete sul territorio Alcuni spunti Obiettivi del progetto Fondamenti Aree di applicazione Il Ruolo di GSK nel progetto La Rete sul territorio Alcuni spunti Obiettivi del progetto sensibilizzare i genitori ad acquisire un comportamento diffondere

Dettagli

ORARIO INVERNALE Martedì e venerdì 15.00 18.00 Giovedì e sabato 9.00 12.00. ORARIO ESTIVO Martedì e venerdì 16.00 19.00 Giovedì e sabato 9.00 12.

ORARIO INVERNALE Martedì e venerdì 15.00 18.00 Giovedì e sabato 9.00 12.00. ORARIO ESTIVO Martedì e venerdì 16.00 19.00 Giovedì e sabato 9.00 12. GUIDA INFORMATIVA E CARTA DEI SERVIZI Biblioteca Comunale A. Cabiati Via De Mari 28/D 17028 Bergeggi (SV) 019/25790216 b.biblioteca@comune.bergeggi.sv.it ORARIO INVERNALE Martedì e venerdì 15.00 18.00

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA GOLF

FEDERAZIONE ITALIANA GOLF Manuale Azzurro allegato D FEDERAZIONE ITALIANA GOLF Modello per la creazione e gestione di un Club dei Giovani Il modello, tratto dall esperienza maturata nei Circoli che hanno svolto con successo l Attività

Dettagli

COMUNE di FIESSE PROVINCIA DI BRESCIA

COMUNE di FIESSE PROVINCIA DI BRESCIA REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELLA BIBLIOTECA ART. 1 - COMPITI E SERVIZI DELLA BIBLIOTECA La Biblioteca Comunale R. Remondi di Fiesse è un istituzione culturale aperta al pubblico e costituisce unità

Dettagli

Carta dei servizi della biblioteca civica di NOVA MILANESE

Carta dei servizi della biblioteca civica di NOVA MILANESE Delibera Giunta Comunale n. 15 del 1/2/2012 Omissis.. Allegato 1 Carta dei servizi della biblioteca civica Carta dei servizi della biblioteca civica di NOVA MILANESE Premessa Le biblioteche di BRIANZABIBLIOTECHE

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. SETTORE e Area di Intervento: Settore: Educazione e Promozione Culturale - Codice: E11 Sportelli Informa

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. SETTORE e Area di Intervento: Settore: Educazione e Promozione Culturale - Codice: E11 Sportelli Informa ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: Inform@lmente SETTORE e Area di Intervento: Settore: Educazione e Promozione Culturale - Codice: E11 Sportelli Informa OBIETTIVI DEL PROGETTO

Dettagli

Biblioteca della Libera Università di Bolzano Regolamento

Biblioteca della Libera Università di Bolzano Regolamento Biblioteca della Libera Università di Bolzano Regolamento Approvato con delibera del Consiglio istitutivo n. 31 del 29.12.1998 Modificato con delibera del Consiglio istitutivo n. 74 del 03.11.1999 Modificato

Dettagli

LA BIBLIOTECA MARIO ROSTONI

LA BIBLIOTECA MARIO ROSTONI LA BIBLIOTECA MARIO ROSTONI Posso studiare in Biblioteca? L orario d apertura al pubblico dalle 8.30 alle 20.00 ed il sabato mattina dalle 9.00 alle 13.00 permette di scegliere la fascia più adatta alle

Dettagli