Casa di Cura Leonardo Viale P. Grocco, 136 Sovigliana Vinci (FI) novembre 2011

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Casa di Cura Leonardo Viale P. Grocco, 136 Sovigliana Vinci (FI) 11 12 novembre 2011"

Transcript

1 NUOVETECNICHEETECNOLOGIEACONFRONTONEL TRATTAMENTODELL OBESITÀ:RAZIONALEDIUNASCELTA Progettodiincontrotraoperatoridellachirurgiabariatrica CasadiCuraLeonardo VialeP.Grocco,136Sovigliana Vinci(FI) 11 12novembre2011 TARGET:CHIRURGHIBARIATRICIEGENERICI,DIABETOLOGI,INTERNISTI,NUTRIZIONISTI MODALITÀDIEROGAZIONE:RESIDENZIALE TEAMDIPROGETTO Docenti Dr.FrancescoFurbetta CasadiCuraLeonardo,Empoli ILRAZIONALEDELTEMA: L aumentodelledisponibilitàalimentariedellasedentarietàhannoportatogliindividuiamangiaredi piùefaremenoattivitàfisica.conseguenzadiciòpuòesserequellochemoltiprofessionistimedici definisconooggi l epidemiadell obesità. Moltipaesistannoattualmentefronteggiandounagrandecrisisanitaria.E evidenteilcollegamento tra obesità e condizioni di salute gravi. Patologie come diabete di tipo 2, disturbi cardiaci, infarto, tumoriedipertensionepossonoesserestrettamentecorrelateall obesitàestannomettendoadura provaancheibilancisanitari.studididiversiautorihannodimostratocheuncaloponderaledelpeso ineccessoinpazientioperaticontribuiscearidurreoeliminarelecomorbiditàsopraelencate.ildr. SamuelSultanharecentementepubblicatounarticolodovedimostracheuncalodelpesoineccesso trail20 25%haprodottounarisoluzionemassimaounapercentualedimiglioramentodell'83,3%del diabete. Questo corso di formazione, residenziale, alla sua seconda edizione, con respiro nazionale vuole rappresentareunmomentodiinformazioneeconfrontoapertotraprofessionistimedicicheoperano 1

2 nell ambitodellachirurgiabariatricaedhannogiàacquisitounacertaesperienzainquestoambito. Il corso di livello avanzato sarà principalmente caratterizzato da sessioni di sala operatoria in cui si mostrerà la possibilità di effettuare ri operazioni a seguito di complicanze post chirurgiche, rioperazioniaseguitodifallimentidellaprocedurabariatricaprimariaedilrimodellamentodelcorpo obesoaseguitodiunfortecaloponderale.inoltrecisaràuncollegamentointernazionaleconildr. PaulO Brien,unodeimaggioriespertiinchirurgiabariatricaconun esperienzadioltre20anni,che condurra una sessione di domande e risposte con i partecipanti sui maggiori temi di attualita in questocampo. GLIOBIETTIVIDELPROGETTOFORMATIVO: Qualiobiettivisiprefiggequestocorso?Ilprimoèquellodifornireaipartecipantiunostrumentodi conoscenzaeconfrontoapertosutematicheoggidigrandeattualità.insecondoluogocondividere esperienze di gruppi chirurgici che si sono cimentati in questo contesto con particolare riferimento all appropriatezzadell opzionechirurgica,all importanzadelfollowup. N MASSIMODIPARTECIPANTIPREVISTI: 40CHIRURGHIBARIATRICIEGENERICI,DIABETOLOGI,INTERNISTI,NUTRIZIONISTI N DIORETOTALI8DICUIINTERATTIVE3,30 N DICREDITIRICONOSCIUTI:9 VALUTAZIONEAPPRENDIMENTO Testecm percentualedirisposteesatterichiesta:75% 2

3 NUOVETECNICHEETECNOLOGIEACONFRONTONEL TRATTAMENTODELL OBESITÀ:RAZIONALEDIUNASCELTA Progettodiincontrotraoperatoridellachirurgiabariatrica CasadiCuraLeonardo VialeP.Grocco,136Sovigliana Vinci(FI) 11 12novembre2011 PROGRAMMASCIENTIFICO 11novembre :00 Iniziodeilavori:LagestionedelpazienteobesonelcentrobariatricoLeonardo 1) Strategia 2) Fallimenti 3) Complicanze 4) Casilimite Relatore:FrancescoFurbetta Presentazionedeicasiclinici 14:20 Salaoperatoria1 operazionedibendaggiogastricodoporimozionepererosione Operatore:FrancescoFurbetta Salaoperatoria2 operazionediaddominoplasticapostcaloponderale Operatore:StefanoMarianelli Moderatore:MaurizioDeLuca DomandeeRisposte 16:00 Chirurgiaplasticaricostruttivapostchirurgiabariatrica:indicazionietecniche. Relatore:StefanoMarianelli DomandeeRisposte Coffeebreak 16:45 SessioneVideo Gestionedellecomplicanzenellemaggioriproceduredichirurgiabariatrica Bendaggiogastrico Relatore:FrancescoFurbetta Bypassgastrico Relatore:SimonaGennai Sleevegastrectomy/plicaturagastrica Relatore:FrancescaGaragnani 17:15 Prevenireetrattarelecomplicanzenutrizionaliinchirurgiabariatrica Relatore:LucaBusetto 17:30 Ilruolodelpalloneneltrattamentodegliadolescentiedeglianziani Relatore:FrancescoFurbetta 3

4 17:45 DomandeeRisposte 18:00L angolotecnologico Novitàtecnologiche:testeindicazioni Relatore:FrancescoFurbetta 18:30 Finelavori 12novembre :30 Iniziodeilavori 08:30 Chirurgiametabolica:levariabiliimportantiperl internista Relatore:LucaBusetto 08:45 DomandeeRisposte 09:00 Ottimizzazionedeirisultaticonbendaggiogastrico Prof.O Brien Australia 09:45 Presentazionedeicasiclinici Salaoperatoria1 re doperinsuccesso Operatore:FrancescoFurbetta Salaoperatoria2 operazioneditorsoplasticapostcaloponderale Operatore:StefanoMarianelli Moderatore:MaurizioDeLuca 11.15Evidenzascientifica:idatisulbendaggiogastricoprimaedopoil2000 Relatore:MaurizioDeLuca Comeaveresuccessoconilbendaggiogastrico Daticlinicietecnicachirurgica Relatore:FrancescoFurbetta Preparazionedelpaziente Relatore:BeatriceLoiacono Strategiapremiante Relatore:CarlaMasetti Nuovefrontierenell utilizzodelbendaggiogastrico BMI30 35,adolescenti,anziani Relatore:LucaBusetto Soluzioniconilbendaggio,soluzionialbendaggio RelatoreFrancescoFurbetta 12:15 L angoloscientifico propostedicollaborazioniscientifiche Relatore:FrancescoFurbetta 12:30 Domandeerisposte 12:45 QuestionarioECM 13:00 Chiusuralavori 4

5 ABSTRACTS GestionedelPazienteObeso:iltrattamentosequenziale Dr.FrancescoFurbetta Istituireunaseriediprocedureilcuiordineèdirettamentecorrelatoallaminoreinvasivitàdelle stesseeincuiognipassaggiosuccessivopossaessereannullatoosemplificatodalsuccessototaleoparzialedella proceduraprecedente,perpermettereilpiùsicuroedefficaceiterterapeutico. Palloneintragastrico(B.I.B.),bendaggiogastrico(LAP BAND)ebypassfunzionale(FGB),rappresentano unsequenziale,logicotrattamentochesiproponediottenereilrisultatoriducendoirischieoffrendolapossibilitàdi tornareagestireecontrollareilpropriocomportamentoalimentare:leprocedurechirurgichesonoinoltretecnicamente correlatepoichéilbypassfunzionaleutilizzaillap BAND,precedentementeposizionato,comepartizionefunzionale gastrica.stabilitoche,perognipaziente,unariduzionedipesodeterminaunariduzionedeirischieunafacilitazione tecnica,ilpazienteselezionatoperprocedurechirurgicheènelsuomomentomenoopportunoseesisteunaprocedura nonchirurgica,anchesetemporanea,perridurreilsuopeso. Ilpalloneintragastricononprevedeprocedureanestesiologicheechirurgicheedèpertantoilpiùindicatoinquestaprima faseinrelazionealfattorerischio;l assuefazionealsuomeccanismod azioneelatemporaneitàdellaprocedura determinanolasualimitataefficaciasulcaloponderalee,soprattutto,sulmantenimentodelrisultato;unruolomolto importantesvolgeinveceneiriguardidellarieducazionealimentare,sfruttandoancheilperiodoinizialedimaggior entusiasmoecollaborazionedelpaziente. IlLAP BAND,interventorealmentemini invasivo,sicuro,reversibileemodulabile,successivamenteeseguito,vienequindi praticatoinsoggetticonridottorischiopermiglioramentidelladinamicarespiratoria,cardio circolatoriaedella mobilizzazioneattivaepassivapost operatoria;latecnicachirurgicalaparoscopicarisultaenormementefacilitatadauna riduzionedeivisceriaddominali(fegato,omento)edaunaumentodeglispazichirurgicicheconsentono,inoltre,di operareconridottepressionidico2chefavorisceunadeguatoritornovenosoeunaidoneadinamicarespiratoria.la rieducazionealimentareindottadalb.i.b.risultaestremamentevantaggiosaperl ottenimentoemantenimentodel risultato,correlatoalrispettodinormaliebasilariregolealimentariperdutedaisoggettiobesi.ipazientiche,permancata complianceearrestonelcaloponderale,nonriesconoadottenereilrisultato,vengonoindirizzatialbypassfunzionale. L interventolaparoscopicoèunaproceduraincuialbendaggioèaffidatalapartizionefunzionalegastricamentreilbypass siesegueconun anastomositralapouchgastricaaldisopradelbendaggioeun ansadeltenueinmododadeterminare untrattocomunedi150cm,confinalitàdiridottoassorbimentoeuntrattoalimentaredi200cmcirca.quest ultima procedurachirurgicapiùcomplessa,vienepertantoeseguitanelmomentodimassimocaloponderaleottenibileperquel datopaziente,conmetàdell interventogiàeseguitoconilprecedentebendaggioesoprattuttoriservandolaalristretto numerodipazienticheoggettivamentenehannobisogno. Considerazioniconclusive Iltrattamentochirurgicodell obesitàgravesiconfrontacondueprincipaliproblematiche:quelleinsiteconunatto chirurgicolecuidifficoltàerischisonostrettamentecorrelatiallecaratteristichemorfologicheeco morbiditàequelledel risultatoalungotermine,condizionatodalprimitivodisturbodelcomportamentoalimentareedallemodificazioni fisiologicheepatologichepropriedellavitadiogniindividuo.iltrattamentosequenzialeproponeuntrattamentominiinvasivo,reversibile,gradualeeregolabile,rivoltoarisolverelamalattiadell obesitàeacorreggereilprimitivodisturbo delcomportamentoalimentare.l iterterapeuticoprevedeunordinediprocedurelacuiinvasivitàprogressivamente maggiore,sicorrelainversamentealrischiochirurgico;ilpassaggioallafasesuccessiva,solosenecessariopercorreggere gliinsuccessi,evitagli overtreatments. Managementandtreatmentofmajorcomplicationinbariatricsurgery:technicallaparoscopicsolutions. FrancescoFurbetta,SimonaGennai,FrancescaGragnani,FrancescoGuidi,BeatriceLoIacono,CarlaMasetti CasadiCura Leonardo,Vinci,Empoli(FI) Background: re do surgery is addressed to complications and/or failures. revisional bariatric surgery, due to failures, is predictableinallbariatricprocedures.thereisnostrategicalagreementregardingthebestapproachesandsolutions.in ouropinionrevisionalsurgeryisaless invasiveprocedure,ratherasaforeseeneventinarational,sequential,surgical treatmentformorbidobesity.themovieshowstechnicallaparoscopicdetailsandsolutions. DATRÉ S.r.l. 5 Via di Vorno 9A/ Guamo (LU) - tel fax e.mail P.IVA

6 Materialsandmethods:October 95November 07,1866laparoscopicbariatricprocedureswithoutconversiontoopen surgeryorintra operativecomplications:1648lap band,97functionalgastricbypass(fgb personaltechnique),190redoprocedures.1005biontericsintragastricballoon(bib). Amongthe190re dooperations:53re banding,40de banding,11 GBPafter VBG,5Lap bandaftervbg,3lap band after BPD, 2 reconversions after BPD, 3 Two step reconversions and Gastric banding after Jejuno jejunal bypass (j j bypass),4reconversionsafterj jbypass,69fgbassecondstepafterlap bandfailure. Results and Conclusions: failures, due to lack of compliance, requires challenging solutions and techniques, mainly changingthecourseofactionoftheoriginaloperation.awell organizedsurgicalteamandarationalstrategycanhelpto lower that incidence. We performed all our procedures laparoscopically without complications nor conversion to open surgery;arationalstrategycantransformfailureintothebeststartingpointfortheselectionoflesscompliantpatients andfacilitatethesequentialstepsinthetreatmentofobesity. Results of revisional operations are not as good as for primary operations, while results for sequential treatment are excellent. Chirurgiaplasticaricostruttivapostchirurgiabariatrica:indicazionietecniche. Dr.StefanoMarianelli Introduzione Iltermineglobesityèoggiutilizzatoperesprimerel incrementoesponenzialeelaglobalediffusionedell obesità.neipaesi industrializzati il 33% degli adulti è obeso(indice di Massa Corporea BMI >= 30) e il 4 8% obeso grave(bmi >35 40); 1 bambinosu4haproblemidieccessodipesoeil75%degliadolescentiobesisarannoadultiobesi.l obesitàsidefinisce comeunamalattiacronicachesenontrattatadeterminaunariduzionedellaspettanzaequalitàdivitaelacomparsadi malattie correlate (metaboliche diabete, cardiocircolatorie, respiratorie, osteo articolari, cutanee). La primitiva alterazione del comportamento alimentare, generata in un contesto eredo familiare e supportata dal moderno stile di vita, determina l insorgenza dell obesità la cui oggettiva percezione e risoluzione si confronta con un mondo moderno dominatodaunidealestereotipatodell immaginecorporea.unteammultidisciplinarepermettediselezionareeseguire il percorso terapeutico dei pazienti obesi che vede nel trattamento chirurgico l unica arma efficace in caso di obesità graveeperiltrattamentoricostruttivodopograndedimagrimento. Materialiemetodi Un organizzazione per il trattamento dell obesità prevede risorse strutturali, strumentali e umane che permettano un adeguato percorso terapeutico e un corretto utilizzo delle risorse economiche. Le risorse strutturali devono garantire accessisemplificatiapazienticonlimitazionifisicheepsicologiche;lepotenzialitàstrumentalipermettereladiagnostica, terapia e degenza condizionate dalla mole dei pazienti; le diverse figure professionali concorrere a un riproducibile ed efficace iter terapeutico che tenga conto delle priorità di cura ed economiche. Nella nostra struttura un call center e personale dedicato risponde alle richieste dei pazienti e fornisce indicazioni per un primo incontro con il team multidisciplinare. Durante la prima visita viene posta una diagnosi del tipo e grado dell obesità e tracciato un percorso terapeutico flessibile e generalmente sequenziale. L obesità essenziale sistemica viene affrontata dall équipe con uno schema di rieducazione alimentare e riduzione del peso corporeo che rappresentano un imprescindibile elemento di preparazione, garante del miglior risultato possibile nei casi indirizzati alla chirurgia. La strategia chirurgica prevede un trattamento sequenziale rappresentato dal palloncino intragastrico, bendaggio gastrico e bypass funzionale. La progressivamaggioreefficaciaedinvasivitàdelleprocedurefasicheognisteprisolvalapatologiaorisultipropedeutica alla successiva selezionando i pazienti e facilitandone l esecuzione per la perdita di peso comunque ottenuta. Questa strategiariduceirischi,gliinsuccessiedevitagliover treatments.ipazientihannounfollow uppraticamenteavita.in questafaseipazienticonrisultatoraggiunto(bmi<35;%ewl>=50%)estabilealcontrolloclinicoepsicologicopossono essere indirizzati alla chirurgia ricostruttiva che corregge ed evita le conseguenze patologiche fisiche e psicologiche dei grandieccessicutanei. CASISTICA: InChirurgiaBariatricadalMarzo2003alMarzo2009sonostatiposizionati870BIB,sonostatieseguiti1847LapBand, 125 bypass funzionali e 270 reinterventi. In Chirurgia Plastica Ricostruttiva dal Gennaio 2004 al Marzo 2009 sono stati eseguiti346interventidicui173addominoplastiche,86liftingcosce,52liftingbracciae35torsoplastiche. CONCLUSIONI: DATRÉ S.r.l. 6 Via di Vorno 9A/ Guamo (LU) - tel fax e.mail P.IVA

7 Nella nostra struttura è stato individuato un percorso individuale terapeutico finalizzato al risultato nel rispetto delle risorse economiche. La presenza di risorse strumentali e umane riunite in un team di lavoro, consente di rispettare il timing di procedure chirurgiche particolarmente complesse per le implicazioni fisiche e psichiche che caratterizzano i pazientiobesi. Chirurgiametabolica:levariabiliimportantiperl internista. Dr.LucaBusetto NumerosistudiclinicihannodimostratoIbeneficidellaterapiachirurgicasuldiabete.Neliprimi2annidellostudio SwedishObeseSubjects(SOS),il72%deipazientidiabeticichirurgicamentetrattatihannoavutounacompletarisoluzione deldiabete,rispettoal21%deidiabeticidelgruppodicontrollo.nellungoperiodo,ibeneficitendonoaridursi,main ognicasolapercentualedipazientidiabeticiancorainrisoluzionedopo10annirimanesuperiorenelgruppochirurgico chenelgruppodicontrollo.questirisultatisonostaticonfermatidaunpiccolotrialrandomizzatocontrollatodiconfronto trabendaggiogastricoregolabileeterapiamedicain60pazienticonbmi30 40kg/m 2 ediabetedirecenteinsorgenza,in cuilaremissionedeldiabetevenivaottenutanel73%deipazientitrattatichirurgicamenteesolonel13%deipazientiin terapiaconvenzionale.lanotameta analisidibuchwaldhadimostratosostanzialidifferenzediefficaciaabrevetermine tralediverseprocedurenell indurreremissionedeldiabete.questedifferenzesonosicuramenteinpartespiegatedal diversogradodicaloponderaleottenuto,mapossonoesserelegateancheall esistenzadimeccanismimetabolici indipendentidalcaloponderale.questaipotesièsostenutadaalmenotreosservazioni:1)ilcontrolloglicemicosi instaurainbrevissimotempodopoby passgastrico;2)ilcontrolloglicemicomiglioramaggiormentedopobypassgastrico chedopobendaggiogastricoancheaparitàdipesoperduto;3)casidiipoglicemiadaipersecrezioneinsulinicasonostati osservatidopobypassgastrico,manondopobendaggiogastrico.questedifferenzetendonocomunquearidursinel tempoel effettoalungoterminedellevariaproceduresembrasostanzialmentelegatoalgradodicaloponderale. Visonoquindievidenzechedimostranol efficaciadeivariinterventinell indurreremissionedeldiabetetipo2.tuttavia, ancorapochisonoidiabetologicheavvianoiloropazientiaquestaopzioneterapeutica.unpossibileostacolopotrebbe risiederenelconcettostessodiremissionedeldiabete,cuiidiabetologinonhannoabitudineariferirsi,utilizzando viceversailconcettodicompensometabolico.interminipratici,puònonesserecioèchiaroaldiabetologosesiameglio perilsuopazienterimanereincompensometabolicoutilizzandounacombinazionedifarmaciperalcunianni,osesia viceversameglioandareinremissionesenzapiùnecessitàdifarmaci,maaffrontandoirischiabreveelungoterminedella chirurgia.laripostapiùcorrettaaquestodomandanecessitàdiconoscereilnumerodicomplicanzemacro emicrovascolaricherisultanodaognunodiquestidueatteggiamentiterapeutici.tuttavia,mancanoalmomentodatialungo terminesuquestopunto. Glistudidichirurgiabariatricasononormalmentefocalizzatisularemissionedeldiabeteosulcontrolloglicemico.Iclassici datidellostudioukpdshannodimostratochel incidenzadicomplicanzemacro emicro vascoalrideldiabetedipendedal gradodicontrolloglicemico.tuttavia,larelazionetraeventimacro vascolariecontrollometabolicononèstrettissima. Viceversa,unanotevoleriduzionedeglieventicardio vascolaripuòessereottenutanelpazientediabeticosel attenzione nonvienepostasolosulcontrolloglicemico,masiallargaanchealcontrollodeglialtrifattoridirischiocardio vascolare (ipertensione,dislipidemia,microalbuminuria,usodiaspirina).lariduzionedelrischiocardio vascolaretotaleè raramenteapprezzabileneglistudidichirurgiabariatrica.infinevaricordatocheilcontrolloglicemicointensivenonè privodirischiedèstatoassociatoadunaumentodimortalitàperipoglicemiainalcunistudi.l ipoglicemiaèraramente unproblemadopobypassgastrico,mailmessaggiochevienedaquestistudiècomunquerilevante:oltrecertilimiti,il beneficiocardio vascolareottenibiledauncontrollometabolicopiùstrettoècosìpiccolodaesserefacilmentesuperato daeventiavversiindesiderati.questomessaggiovatenutopresenteanchequandosipropongalachirurgiabariatrica,ed inparticolareinterventidiunacertainvasività,apazienticondiabetetipo2incontrollometabolicodiscreto,maarischio chirurgicoelevato. Inconclusione,laterapiachirurgicaèstatapienamenteaccettatacomeunaopzionepraticabileneltrattamentodel pazienteobesodiabetico.ladisponibilitàdeidiabetologiadinviareiloropazientiaquestaopzioneterapeuticapuò essereaumentatadaunpiùorganicoinserimentodellachirurgianeltrattamentodeldiabeteedaunamaggiore disponibilitàdidatialungoterminesullaprevenzionedelglieventimacro emicro vascolari. DATRÉ S.r.l. 7 Via di Vorno 9A/ Guamo (LU) - tel fax e.mail P.IVA

8 Prevenireetrattarelecomplicanzenutrizionaliinchirurgiabariatrica Dr.LucaBusetto Ilpazientesottopostoachirurgiabariatricaèarischiodicarenzenutrizionalichepossonodipenderedadiversifattori:la riduzioneinsensoquantitativodell introitoalimentaresiaccompagnaadunariduzionedituttiinutrienti;l alimentazione puòrisultarenonequilibratadalpuntodivistadellacomposizionedeimicro emacronutrienti;alcuniinterventi produconoundifettodelladigestioneequindiunmalassorbimentodeinutrienti.aquestipazientièopportunofornireun supplementoabasedivitamineemineraliperprevenirelosviluppodidisturbicarenziali.unostudiorecenteha dimostratocheunmultivitaminicostandardnonèsufficienteaprevenirelecarenzenutrizionalidopobypassgastrico.il 60%deipazientirichiedeunaulterioreintegrazionedimicronutrientia6mesiequasituttiipazientilarichiedonodopo2 anni.secondoquestostudiol integrazionepiùfrequentementerichiestaèquelladivitaminab12,necessarianell 80%dei soggetti,mentreunasupplementazionediferro,calcioevitaminad3ènecessarianel60%deisoggettiequelladiacido foliconel45%.lasupplementazionedivitaminab1eb6,dizincoedimagnesioèrichiestaconminorfrequenza. LavitaminaB12èunavitaminachesitrovaneglialimentidiorigineanimaleevieneassorbitaalivellodell ileoterminale inpresenzadifattoreintrinsecosecretodallostomaco,conilqualeformauncomplessocheattraversal epitelio intestinale.unacarenzadivitaminab12causaanemiamacrocitica,leucopenia,glossiteeneuropatie.nonostante l organismopossiedaunabuonascortadivitaminab12,neisoggettisottopostiainterventodichirurgiabariatricasipuò verificareunaridottasecrezionedifattoreintrinseco,conconseguentedifettodiassorbimentodellavitamina.nei soggettioperatipuòinoltreverificarsiunascarsapropensioneaintrodurrecarne,checontribuisceainstaurareundeficit dellavitamina. Lacarenzadiferrodopochirurgiabariatricapuòesseredovutaadunadiminuitacapacitàdeltrattogastrointestinaledi ridurreilferro.ilferroinfattivienein trodottoconglialimentiinformadiferroferroso(fe3+)evieneridottoaferro ferrico(fe2+)cheèlaformapiùbiodisponibile.questoprocessoècarentenegliinterventichecomportanounariduzione dellasecrezioneacidadellostomaco.gliinterventimistiemalassorbitivi,inoltre,riduconoisitidiassorbimentointestinali diferro(duodenoedigiunoprossimale).comegiàaccennato,puòpresentarsiancheunaridottaassunzionedialimenti carnei,specialmenteinsoggettisottopostiainterventirestrittivi,conunconseguenteridottoapportodiferro. L integrazionediferroassociataaquelladivitaminacrisultapiùefficacenelprevenirelecarenzemarziali,inquanto favoriscelatrasformazionedelferronellasuaformabiodisponibile.lacarenzadiferroelaconseguenteanemia microciticasiverificanopiùfrequentementeindonneinetàfertilechepresentanounafisiologicaperditadelminerale coniflussimestruali. LecarenzedicalcioevitaminaDpossonocomportarealterazionidelmetabolismoedelladensitàossea.La carenzadicalcioevitaminadèpiùfrequenteininterventiditipomalassorbitivo,incuisiverifical esclusionedaltransito alimentarediunaquotadeisitidiassorbimentodeiduenutrienti.unadietapoveradicalcioel ipocloridiaconseguente allariduzionedellasecrezionegastricaoall utilizzodiinibitoridipompaprotonica,possonocontribuireacausareuna carenzadicalcio.pertalemotivoèconsigliabileassociareallasupplementazionedicalciounasupplementazionedi citrato. Lacarenzadiacidofolicoècausadianemiamacrocitica,leucopeniaeglossite.Dopochirurgiabariatricaè pocofrequentepoiché,seassuntoinadeguatequantità,vieneassimilatocompletamentenelpiccolointestino.tuttavia, essendounavitaminaidrosolubile,nonvieneimmagazzinatanelnostrocorpoinquantitàsignificative.unasuacarenzasi puòverificareaseguitodiunariduzionedell apportogiornalieroequindièpiùfrequenteininterventirestrittivi. Lacarenzaditiamina,conosciutacomeencefalopatiadiWernickeoberi beri,èunararamapossibilecomplicanzaa lungoterminedellachirurgiabariatrica.latiaminaèassorbitaattraversoilduodenoprossimaleerichiedeunambiente acido.lecarenzeditalevitaminasonodovuteadunadiminuzionedellasecrezionediacidogastricounitamenteaduna riduzionedell apportogiornaliero.leriservecorporeesiesauriscononelgirodi2 3settimane.Lacarenzaditiaminaele suemanifestazioniclinichesonostateosservateneipazienticonvomitofrequenteoconrapidocaloponderale(>7 kg/mese). Lacarenzadivitamineliposolubili(vitaminaA,EeK)èstatariportatapiùfrequentementedopointerventi DATRÉ S.r.l. 8 Via di Vorno 9A/ Guamo (LU) - tel fax e.mail P.IVA

9 malassorbitivicheprovocanoundifettodiassimilazionedeilipidiedellesostanzelipofiliche.lepossibilimanifestazioni clinicheincludonodeficitdellavisionecrepuscolareederuzionicutanee.alcunistudiriportanolacarenzadimagnesionel 5%deisoggettisottopostiadiversionebiliopancreaticadopo2anni,anchesenonvieneriportataalcunacomplicazione clinica.l assorbimentodizincoèstrettamentedipendentedall assorbimentodeilipidiediconseguenzaunasuacarenza èspessopresenteneisoggettisottopostiainterventimalassorbitivi,nonostantesianostatiriportatianchecasidicarenza dopointerventirestrittivi.lepossibilimanifestazioniclinicheincludonodeficitdellafunzioneepitelialeedimmunitaria, reversibilidopoun adeguatasupplementazionedelminerale.alcunistudiriportanounacarenzadiselenioinpazienti sottopostiadiversionebiliopancreaticaebypassgastrico,manonèmaistataosservataalcunacomplicanzaclinica. Oltreallecarenzedimicronutrienti,piùraramente,esoprattuttoinseguitoainterventiditipomalassorbitivo,può verificarsiunacarenzadiproteine.leproteinesonoprincipalmenteassorbiteametàdell ileo(trattobypassatonella diversionebiliopancreatica).questacarenzapuòesserecausata,ingenereininterventirestrittivi,anchedaunaridotta propensioneallacarne.studiriportanounacarenzadiproteinenello0 2%deipazientisottopostiadinterventiditipo restrittivo,mentreneisoggettisottopostiadinterventiditipomalassorbitivosiarrivafinoadun13 18%. Nuovefrontierenell utilizzodelbendaggiogastrico IndicazioneperBMI30 35,anzianiedadolescenti Dr.LucaBusetto Lagrigliadiindicazioniecontroindicazioniallachirurgiabariatricaèstataperlaprimavoltacodificatanel1991daun comitatodiespertiriunitosottol egidadeinationalinstitutesofhealth,essenzialmentesullabasediopinionediesperti edalloraessenzialmenteinassenzadievidenzeclinicheconsolidate.talilineeguidasonostatesostanzialmente riconfermateneiloroprincipigeneraliintuttiidocumentisuccessivi,siaalivellointernazionale(nih1998;nice2006; IFSO EC/EASO/ECOG/ITOF2007)chenazionale(SICOB2006).Leindicazioniinclusenellelineeguidadel 91sonole seguenti: 1.BMI>40kg/m²(oBMI>35kg/m²seinpresenzadicomorbiditàassociata); 2.Etàcompresatra18e60anni; 3.Obesitàdiduratasuperioreai5anni; 4.Dimostratofallimentodiprecedentitentatividiperderepesoe/odimantenerelaperditadipesocontecnichenon chirurgiche; 5.Pienadisponibilitàadunprolungatofollow uppostoperatorio. Sonostatepubblicateinletteraturaesperienze clinicheriguardantil usodellachirurgiabariatricaancheinpazienticon BMI inferiore rispetto a quello considerato soglia di indicazione dalle linee guida correnti. La superiorità della terapia chirurgicarispettoadunprogrammadimodificazionedellostiledivitanelprodurrecaloponderaleemiglioramentodelle comorbiditàèstatadimostrataanchenelpazienteconobesitàmoderata(bmi30 35kg/m²)dairisultatidiunpiccolotrial clinico randomizzato controllato con follow up di 2 anni. Infine, il riconoscimento dell importante effetto di controllo metabolico ottenuto dalle procedure bariatriche nel paziente gravemente obeso con diabete tipo 2 ha stimolato l'applicazionediprocedurebariatricheconvenzionaliinpazientidiabeticiconpiùbassilivellidibmi(bmi30 35kg/m 2 o addiritturabmi25 30kg/m 2 ).Nonvisonoalmomentodatialungoterminesulrapportorischio/beneficiodellachirurgia bariatrica nel paziente con obesità moderate (son o senza diabete) ed in questo particolare gruppo di pazienti va consideratoconmaggiorecautelailrischiorappresentatodall induzionediunlivelloeccessivodicaloponderale.tuttavia, una posizione di maggiore apertura ad una più larga applicazione della chirurgia bariatrica in pazienti diabetici con più bassi livelli di BMI è stata recentemente assunta dall International Diabetes Federation Taskforce on Epidemiology and Prevention(38).LaposizioneIDFsuggeriscechepossonoessereconsideratieligibiliperlachirurgiapazientidiabeticitipo 2conBMI30 35kg/m 2 incasodimancatocontrollometabolico(emoglobinaglicata>7.5)nonostanteterapiamedica ottimale,inparticolarenelcasoilpesosiainaumentooaltrecomorbiditàcorrelateall obesitànonsianocontrollatedalle terapiaconvenzionale(peresempioipertensione,dislipidemia,sindromedelleapneeostruttive(38). LelineeguidaNIHdel1991nonprevedevanoesplicitamentelapossibilitàdiutilizzarelaterapiachirurgicanelpaziente gravementeobesodietàinferioreai18anni.l esperienzachirurgicanelpazientedietàadolescenzialeèstataperlungo tempolimitataeisuoieffettilungoterminescarsamenteindagati.conseguentemente,lelineeguidaproposteper DATRÉ S.r.l. 9 Via di Vorno 9A/ Guamo (LU) - tel fax e.mail P.IVA

10 l utilizzodellaterapiabariatricainetàadolescenzialesonostatefinoraimprontateagrandeprudenza.lelineeguida inter disciplinarieuropeeifso EC/EASO/ECOG/ITOF2007limitavanol accessoallachirurgiaapazienticoncriteripiù strettidiquelliutilizzatinell adulto.secondotalilineeguida(4),lachirurgiabariatricapotevaesserepresai considerazionenell adolescenteobesochesoddisfacesseiseguenticriteri: 1. BMI>40kg/m²(o>99.5 percentileperetà)conalmenounacomorbidità; 2. Periododialmeno6mesiditerapiamedicaadeguatadell obesitàpressocentrispecializzati; 3.Maturitàscheletricaesviluppocompletato; 4.Capacitàdipartecipareaunacompletavalutazionemedicaepsicologicaprimaedopol intervento; 5.Disponibilitàapartecipareadunprogrammaditrattamentomultidisciplinarepost operatorio; 6.Possibilitàdiaccedereadunastrutturadotatadisupportopediatricospecialistico. Tuttavia,sullascortadelforteaumentodell obesitàadolescenziale,dell importantecorredodipatologiegravicorrelate, edanchedeicattivirisultatiottenutidallaterapiaconservativa,specienellungotermine,laterapiachirurgicaèstatanegli annipiùrecentiutilizzataconmaggiorefrequenzaancheinmalatidietàadolescenzialeedisuoirisultatisottopostiad attentaecompletarevisione.irisultatidiuntrialclinicorandomizzatocontrollatodiconfrontotrachirurgiabariatrica (bendaggiogastricoregolabile)edunprogrammadimodificazionedellostiledivitainunpiccologruppodiadolescentidi età14 18annieBMI>35kg/m²hannoinoltreconfermatoinunfollow updi2annilasuperioritàdellaterapiachirurgica nelprodurrecaloponderaleemiglioramentodellecomorbiditàedellaqualitàdivita.sullabasediquestenuove acquisizioni,appareoggiragionevoleavvicinaremaggiormenteleindicazioniallachirurgianelpazienteadolescentea quelleutilizzatenelpazienteadulto.icriteridiselezionerecentementepropostisonoiseguenti: 1. BMI>35kg/m²inpresenzadicomorbiditàsevera(diabetemellitotipo2,sindromedelleapneeostruttivemoderatao severa(ahi>15eventi/h),pseudotumorcerebri,severasteato epatite). 2. BMI>40kg/m²inpresenzadialtracomorbidità(sindromedelleapneeostruttivelieve(AHI>5eventi/h),ipertensione, insulino resistenza, ridotta tolleranza glucidica, dislipidemia, ridotta qualità di vita, difficoltà nelle attività della vita quotidiana,eccetera). 3. StadiodiTannerIVoV(amenochelagravecomorbiditànonsuggeriscauninterventopiùprecoce). 4. Maturitàscheletricacompletataalmenoal95%dellacrescitastimata. 5. Dimostrata capacità di comprendere quali modificazioni della dieta e dell attività fisica saranno necessarie per un ottimaleesitopostoperatorio. 6. Presenza di adeguata maturità di giudizio, con comprensione appropriata dei benefici e dei rischi potenziali della chirurgia. 7. Presenzadiunadeguatosupportosocialesenzaevidenzediabusooabbandono. 8. Adeguata terapia della eventuale comorbidità psichiatrica (depressione, ansia o disturbo da alimentazione incontrollata). 9. Dimostrazione che la famiglia ed il paziente hanno la capacità e la motivazione ad aderire alle prescrizioni pre e post operatorie,inclusol usocontinuativodisupplementidimicronutrienti.ladimostrazionepuòesserebasatasu una storia di regolare presenza alle visite durante un periodo di terapia medica per il controllo del peso e/o sulla aderenzaallealtreprescrizionimediche. Gliinterventiperiqualivisonodatisufficientiaraccomandarnel suonell adolescentesonoilbypassgastricoeil bendaggiogastrico.esperienzeconl usodiprocedureprevalentementemalassorbitiveinpazientiadolescentihanno evidenziatomaggioririschidimalnutrizioneequindil usoditaliprocedure(diversionebiliopancreaticaeduodenal switch)nell adolescentenonpuòessereraccomandato. LelineeguidaNIHdel1991nonprevedevanoesplicitamentelapossibilitàdiutilizzarelaterapiachirurgicanelpaziente gravementeobesodietàsuperioreai60anni.tuttavia,anchenelcasodelpazienteanziano,l esplosioneepidemicadel problema dell obesità grave e i suoi effetti soprattutto in termini di disabilità hanno, negli ultimi anni, indotto un crescente interesse sulla possibilità di utilizzo di tecniche chirurgiche anche in questa fascia di età. Sono presenti in letteraturaalcunecasistichedipazientiobesianzianisottopostiachirurgiabariatrica,conrisultatisostanzialmentebuoni. Inlineageneralesitrattadistudisupazientidietàtrai60ei70anniinbuonostatoclinicoefunzionale.Tuttiglistudi sottolineano l attenzione alla maggior percentuale di complicanze postoperatorie e al minor calo di peso rispetto ai DATRÉ S.r.l. 10 Via di Vorno 9A/ Guamo (LU) - tel fax e.mail P.IVA

11 pazienti più giovani, evidenziando comunque vantaggi per quanto riguarda il miglioramento o la guarigione di alcune comorbiditàeilmiglioramentodell autonomiafunzionaleedellaqualitàdivita.insostanza,l eventualeindicazionealla chirurgiabariatricapuòessereconsiderataanchenelpazienteconetàsuperiorea60anni,conindicazionisovrapponibili aquelleutilizzatenelpazienteadulto,mapreviaunaattentavalutazione,nelsingolopaziente,deirischiebeneficiedel potenzialemiglioramentodellaqualitàdellavitaedelrischiodimortalitànelbreve mediotermine.nelpazienteanziano l obiettivoprimarioèquellodelmiglioramentodellaqualitàdivitaedellaautonomiafunzionale. 11

12 FRANCESCOFURBETTA Responsabiledellachirurgiagenerale,laparoscopicaedell endoscopiadigestivapressolacasadicurachirurgica Leonardo(SoviglianaVinci,Firenze),accreditatasecondoilSSN,dal2003 Chirurgoresponsabiledellachirurgialaparoscopica,generale,bariatricaedell endoscopiadigestiva.casisticaspecificain chirurgiabariatricaalluglio 07:1560interventidibendaggiogastricolaparoscopico92bypassgastricifunzionali laparoscopici(tecnicapersonale)175interventilaparoscopicidirevisioneperinsuccessoocomplicanzedituttiidiversi tipidiprocedurechirurgicheeseguiteinchirurgiabariatricatradizionaleolaparoscopica1075posizionamentidipalloncini intragastrici.esperienzatrentennaleinendoscopiadigestivadiagnosticaedoperativa LaureatoinMedicinaeChirurgiapressol UniversitàdiPisa SpecializzatoinChirurgiaGeneralepressol'UniversitàdiPisa SpecializzatoinChirurgiadell ApparatoDigerenteedEndoscopiaDigestivapressol UniversitàdiGenova Dal1990al2003èstatoresponsabilediunModuloOspedalieroinEndoscopia,pressol OspedaleProvincialediPescia Dal1997al2003èstatoResponsabiledellaSezioneAggregatadiChirurgiaeTecnicheMini invasive,pressol Ospedale ProvincialediPescia Nellasessionerelativaall anno1986,haottenutol idoneitàaprimarionelladisciplinadichirurgiagenerale Nel1999e2000èstatodocentenelCorsoUniversitariodiPerfezionamentoinChirurgiaLaparoscopicadell Universitàdi Bari,sull interventochirurgicodibendaggiogastricoregolabilealsilicone(lap Band) Nel2000èstatodocentedelICorsodiPerfezionamentoinChirurgiaBariatrica,organizzatodallaSocietàItalianadi Chirurgiadell Obesità(SICOB) Dal2002èdocenteallaScuolaSpecialeA.C.O.I.(AssociazioneChirurghiOspedalieriItaliani)diChirurgiadell Obesità Dal1996istruiscecorsidiformazioneperoperatoricheusanoLap Band,dapprimapressol OspedaleProvincialediPescia epoipressolacasadicuraleonardo,soviglianavinci(firenze) Haideatounnuovointerventochirurgico,nell ambitodellachirurgiadell obesità,indicatocomeby passgastrico Funzionale(FunctionalGastricBy pass,fgb)cheeseguedalgennaio2001 F.FurbettaandG.Gambinotti.Functionalgastricbypasswithanadjustablegastricband.ObesSurg.,12:,876 80,2002. E statoorganizzatorediduemeetinginvernalidellasocietàitalianadichirurgiadell Obesità(SICOB) E membrodellasocietàitalianadichirurgia(sic),dellaeuropeanassociationforendoscopicsurgery(eaes)e dell InternationalFederationforSurgeryofObesity(IFSO) E membrodellasocietàitalianadichirurgiadell Obesità(SICOB),dicuièstatoConsiglieredal2001al2006 E autoredioltre50lavoriscientificiinextenso,hapartecipatoaoltre120congressinazionaliedinternazionalicome relatoreochirurgooperatoreindiretta. PAULEDMONDO'BRIEN DATEANDPLACEOFBIRTH 5thDecember,1943.Melbourne. UNIVERSITY&MEDICALSCHOOL MonashUniversity,Melbourne PrinceHenry'sHospitalClinicalSchool,Melbourne DEGREES&DIPLOMAS: MBBS(Hons)1967 FRACS1972 MD(Monash)1979 CURRENTAPPOINTMENTS: EmeritusDirector,CentreforObesityResearch&Education,MonashUniversity EmeritusProfessorofSurgery,MonashUniversity Head TheCentreforBariatricSurgery,Melbourne NationalMedicalDirector AmericanInstituteofGastricBanding,Dallas,TX,USA DATRÉ S.r.l. 12 Via di Vorno 9A/ Guamo (LU) - tel fax e.mail P.IVA

13 PREVIOUSEXPERIENCE: DatePositionHospitalJan1968 InternPrinceHenry'sHospital,MelbourneJan1969 Jan1969DemonstratorinAnatomyMonashUniversityJan1970 Feb1970SurgicalRegistrarPrinceHenry'sHospitalJun1971 June1971ResearchFellowinSurgeryHarvardMedicalSchool,June1972Boston,U.S.A. June1972SurgicalRegistrarPrinceHenry'sHospitalFeb1974 Feb1974LecturerinSurgeryUniversityofEdinburgh,Oct1974Scotland,UnitedKingdom Nov1974ResearchFellowinSurgeryHarvardMedicalSchoolJan1976 Jan1976SeniorSurgicalRegistrarDistrictGeneralHospital,Feb1977Eastbourne,England Mar1977StaffSpecialistinSurgeryFlindersMedicalCentre,AdelaideApr1978 Apr1978SeniorStaffSpecialistinSurgeryFlindersMedicalCentre,Adelaide Feb1983SeniorLecturerinSurgeryFlindersUniversityofS.A. Feb1983DirectorofGastrointestinalSurgeryFlindersMedicalCentreMay1986 Feb1983AssociateProfessorofSurgeryFlindersUniversityofS.A.May1986 May1986 ProfessorofSurgeryMonashUniversity Apr2004Chairman,MonashDepartmentofSurgeryAlfredHospital Mar1994 Head,DepartmentofGeneralSurgeryAlfredHospital BOARDCERTIFICATION RoyalAustralasianCollegeofSurgeons MedicalBoardofVictoria MEMBERSHIPSANDASSOCIATIONSROYALAUSTRALASIANCOLLEGEOFSURGEONS Member,BoardofExaminers Member,RegionalBoardinGeneralSurgery Member,DivisionofGeneralSurgery Member,SectionofUpperG.I.Surgery Member,SectionofColorectalSurgery Chairman,SectionofGeneralSurgery,1989 Member,CourtofExaminers Member,ResearchAdvisoryCommittee THERAPEUTICGOODSADMINISTRATION CommonwealthofAustralia,DepartmentofHealthandAgeing Chairman,MedicalDeviceEvaluationCommittee NATIONALHEALTH&MEDICALRESEARCHCOUNCIL Chairman,QualityofCareandHealthOutcomesCommittee Member,HealthAdvisoryCommittee Member,GrantsReviewPanel,2008 AUSTRALIANMEDICALCOUNCIL Member,ExaminationsCommittee SeniorExaminerinSurgery OBESITYSURGERYSOCIETYOFAUSTRALIAANDNEWZEALAND President ImmediatePastPresident OBESITYSURGERY Co Editor in Chief, EDITORIALBOARDMEMBER S. Bracci 10/06/

14 DigestiveSurgery SurgeryofObesityandRelatedDisorders OtherAssociations AmericanGastroenterologicalAssociation AustralasianSocietyfortheStudyofObesity Australian&NewZealandJournalofSurgery InternationalSocietyofSurgery TheAustralianSocietyforMedicalResearch TheSurgicalResearchSocietyofAustralia PUBLICATIONS 1.O'BrienPEandSilenW.242 FRANCESCAGRAGNANI NataaLivornoil25/02/1967. STUDI DiplomadiMaturitàpressoilLiceoClassicoQuintoEnniodiTarantonel1985. DiplomadiLaureainMedicinaeChirurgiapressolafacolta dimedicinaechirurgiadell Universita dipisail18/07/1994. Abilitazioneall eserciziodellaprofessionedimedico chirurgonellasessioneautunnaledel1994 DiplomadiSpecializzazioneinChirurgiaToracicapressoilDipartimentodiChirurgiadell UniversitàdiPisanell ottobredel 2000 ATTIVITA PROFESSIONALE 1995:haprestatoservizioinqualitàdimedicodiprimosoccorsopressolaPubblicaAssistenzadiS.Crocesull Arno. DalGennaio1994,dapprimaquale MedicoInterno,quindicomeSpecializzando,daultimocomeSpecialistaha frequentatolasezionedichirurgiatoracica,sinoall Ottobre2000,delDipartimentodiChirurgia,successivamente afferentealdipartimentocardio Toracicodell UniversitàdiPisa;inquest ambitodalgennaioalmarzo1999ha frequentatoilrepartodicardiochirurgia. Dall Aprile2000alMaggio2001hafrequentatolaSezionediEndoscopiaeLaparoscopiadell OspedalediPiombino partecipandoall attivitàendoscopica(esofago gastro duodenoscopieecolonscopiediagnosticheedoperative)e chirurgica.inquestasedehapartecipatoalprogrammadiscreeningperilcarcinomacolo rettaleedalprogettopitagora (monitoraggiodelleproceduredisedazioneinendoscopiadigestiva). DalFebbraioalMaggio2001hasvoltounincaricodiGuardiaMedicapressolaCasadiCuraS.ZitaaLucca. DalGiugno2001all Agosto2002halavoratoconincaricolibero professionalepressolasezionediendoscopicae Videolaparoscopiadell OspedalediPiombinosvolgendol attivita diendoscopista,ilprogrammadiscreeningperilca. colo rettale,l attivita chirurgicasottolasupervisionedeldr.pasqualemarino.durantelostessoperiodohacollaborato comesperimentatoreallostudioclinicodifarmacoeconomiaci One0001 DalSettembre2002al31gennaio2004hacollaboratocomeagenteconlaDittaInvernizzi,aziendacommercialenel settoredelleapparecchiatureelettromedicali;intaleperiodohafrequentatocorsidiformazioneacquisendoconoscenze ecompetenzetecnichesulleapparecchiatureelostrumentarioditutteledisciplinechirurgiche. DalMarzo2004svolgeattivitàcomeChirurgopressolaCasadiCura Leonardo disovigliana Vinci(FI),collaborandocon ildott.francescofurbettaeconglispecialistiafferentiallastrutturadialtredisciplinechirurgiche(chirurgiageneralee bariatrica,chirurgiaesteticaeplastica ricostruttiva,urologia,ortopedia,ginecologia) ATTIVITA SCIENTIFICA L attivitàscientificasièconcretizzatanellapartecipazioneaprogettidiricercadell UniversitàdiPisa,protocollidistudio, inqualitàdi sperimentatore,nellapartecipazioneacongressinazionaliedinternazionalieallastesuradipubblicazioni scientifiche DATRÉ S.r.l. 14 Via di Vorno 9A/ Guamo (LU) - tel fax e.mail P.IVA

15 STEFANOMARIANELLI Settoreprofessionale ResponsabileUnitàFunzionalediChirurgiaPlasticaedRicostruttivadellaCasadiCuraChirurgicaLeonardo,peruntotale di10postilettodidegenzaaciclocontinuativodiurnoperacuti,dal2008(autorizzazionesanitarian.reg.05rilasciata dalcomunedivinciindata28/03/2008); ResponsabileUnitàFunzionalediChirurgiaEstetica AttestazioneOrdinedeiMediciprot.2772/95sullabasadell art.11 comma3cpv2 dellal.r.26/03/1992n.12. Esperienzaprofessionale 1995 oggichirurgoplasticoresponsabileserviziodichirurgiaplasticaesteticacasadicurachirurgicaleonardo VialeGrocco, SoviglianaVinciChirurgiaPlasticaedestetica Istruzioneeformazione 31/10/1986LaureainMedicinaeChirurgia110/elode TesiInChirurgiaPlasticaRicostruttiva Laricostruzionedelsenodopomastectomia UniversitàdiSiena 1986Abilitazioneall esercizioprofessionaleconilmassimodeivoti(110)universitàdeglistudidisiena Esercitoitaliano(UfficialeMedicodell Esercitoitaliano) Perl attivitàinchirurgiaplasticasvoltanegliannihaottenutodapartedell OrdinedeiMedicil abilitazionearesponsabile diambulatoriodichirurgiaplasticaedesteticadiiilivello,secondoladeliberadellagiuntaregionalen.11045del 06/12/1993 Autorizzazioneall utilizzodelladenominazionedi ChirurgiaPlastica,RicostruttivaedEsteticaaisensieperglieffetti dell art.1comma4dellalegge5/2/1992n SpecializzazioneinChirurgiagenerale,d urgenzaeprontosoccorsoecorsobiennaledichirurgiaplastica Ricostruttivaconilmassimodeivoti110Tesidispecializzazione:Indicazionielimitidellembomiocutaneodelretto addominalenellaricostruzionedelsenodopolamastectomia CorsodiperfezionamentoinchirurgiaplasticaricostruttivadelleadipositàdiffuseelocalizzateCattedradiChirurgia PlasticaDell UnversitàdeglistudidiSiena 2004/2005MasterUniversitariodiIIlivelloinChirurgiaPlasticaEsteticaUniversitàdegliStudidiPadovaFacoltàdi MedicinaeChirurgiaDipartimentoSpecialitàMedico Chirurgiche.CattedradiChirurgiaPlasticaeRicostruttivaDirettore: Prof.FrancescoMazzoleni Pubblicazioni:32pubblicazioniscientifiche BUSETTOLUCA Cognome/Nome BUSETTOLUCA Qualifica Possibiliqualifiche: 1.Docentecontitoloufficiale 2.Espertoprofessionale Istruzioneeformazione Indicareititoliposseduti DOCENTECONTITOLOUFFICIALE Datadi conseguiment o Titolodellaqualifica rilasciata Laureaspecialistica MedicinaeChirurgia Nomeetipod'organizzazione erogatricedell'istruzionee formazione UniversitàdegliStudidiPadova 15

16 Specializzazioni Geriatria UniversitàdegliStudidiPadova Dottoratodiricerca EsperienzaprofessionaleIniziare conleinformazionipiùrecentied elencareseparatamenteciascun impiegoricopertosolose pertinenteaicontenutidelcorso specifico Gerontologia SperimentaleeClinica UniversitàdegliStudidiPadova Date Dal aoggi Lavorooposizionericoperti Attivitàscientificheedidattiche Iniziareconleinformazionipiù recentiedelencare separatamenteciascunimpiego ricopertosolosepertinenteai contenutidelcorsospecifico PubblicazioniscientificheIniziare conleinformazionipiùrecentied elencareseparatamenteciascun impiegoricopertosolose pertinenteaicontenutidelcorso specifico BEATRICELOIACONO Occupazionedesiderata/Settore professionale Esperienzaprofessionale Date Lavorooposizionericoperti RicercatoreUniversitariopressol UniversitàdegliStudidiPadova,Facoltàdi MedicinaeChirurgia,DipartimentodiScienzeMedicheeChirurgiche, CattedradiGeriatria.AttivitàassistenzialepressolaClinicaMedica1,Unità Bariatricadell AziendaOspedalieradiPadova. DocentepressolaScuoladiSpecializzazioneinGeriatriaepressoilCorsodi LaureainMedicinaeChirurgiadell UniversitàdegliStudidiPadova. Relatore invitato in numerosi Congressi Internazionali e Nazionale sull Obesità e le patologie correlate. Membro della Commissione Didattica dellasocietàitalianadell Obesità(SIO)edelConsiglioDirettivodellaSocietà ItalianadiChirurgiadell Obesità(SICOB) Autore di circa 130 pubblicazioni scientifiche in riviste nazionali ed internazionali. Pubblicazioni di maggior rilievo in: Obesity Research, International Journal of Obesity, Obesity Surgery, Surgery for Obesity and Related Diseases, New England Journal of Medicine, Annals of Internal Medicine, Chest, Journal of Pathology, Hormone and Metabolic Research, Journal of Nutrition, Nutrition Metabolism and Cardiovascular Diseases, Clinical Nutrition, Annals of Nutrition and Metabolism, Health and Aging, AnnalsofClinicalandLaboratoryScience. Psichiatra, Psicoterapeutacognitivo comportamentale Dal2003 Consulentepsichiatraepsicoterapeutacognitivo comportamentalepresso CentroperlaGrandeObesità 16

17 Principaliattivitàeresponsabilità Nomeeindirizzodeldatoredi lavoro Tipodiattivitàosettore Date Lavorooposizionericoperti Principaliattivitàeresponsabilità Nomeeindirizzodeldatoredi lavoro Date Lavorooposizionericoperti Principaliattivitàeresponsabilità Nomeeindirizzodeldatoredi lavoro Date Lavorooposizionericoperti Principaliattivitàeresponsabilità Nomeeindirizzodeldatoredi lavoro Tipodiattivitàosettore Date Lavorooposizionericoperti Principaliattivitàeresponsabilità Nomeeindirizzodeldatoredi lavoro Tipodiattivitàosettore S. Bracci 10/06/2010 Psicoterapiacognitivo comportamentalepreepostchirurgiabariatrica Gruppipsicoeducativiperlapreparazioneallachirurgiabariatrica(attività svoltaincollaborazionecondietista) Controllipost chirurgiabariatrica (attivitàsvoltainequipemultidisciplinare) PsicofarmacologiaePsicoterapiacognitivo comportamentaleperidisturbi dellacondottaalimentareedelpeso,disturbid Ansiaedell Umore CasadiCuraLeonardo,VialeP.Grocco,100Sovigliana Vinci(FI) Tel Fax e CasadiCuraChirurgica CentroperlaGrandeObesità Dal2003 psichiatraepsicoterapeuta attivitàspecialisticalibero professionale Variambulatorispecialisticiepoliambulatori Dal2000al2003 Consulente,inqualitàdispecializzandainPsichiatria,pressoilCentro MultidisciplinarediRiferimentoRegionaleperlaTerapiaChirurgica dell ObesitàGrave ValutazionepsichiatricaedellacondottaalimentarepreepostChirurgia Bariatrica TrattamentodeiDisturbidellaCondottaAlimentareealtrepatologie psichiatriche CentroMultidisciplinarediRiferimentoRegionaleperlaTerapiaChirurgica dell ObesitàGravePoliclinicodiCareggi,Firenze Dal2004almarzo2009 ConsulentePsichiatrapressolaStrutturaResidenzialePsichiatrica(S.R.P.) Bon Sai Trattamentopsichiatricoepsicoterapeutico ReferenteAccreditamentodellaS.R.P. S.R.P. Bon Sai,ViadiSoffiano53/B,Firenze Telefax StrutturaResidenzialePsichiatricadell AziendaSanitariadiFirenze Dal2004all aprile2008 ConsulentePsichiatrapressolaStrutturaResidenzialePsichiatrica(S.R.P.) Le Querce Trattamentopsichiatricoepsicoterapeutico ReferenteAccreditamentodellaS.R.P. S.R.P. LeQuerce,ViadiUgnano11,Firenze Telefax ResidenzaPsichiatricadell AziendaSanitariadiFirenze,unicaStruttura ResidenzialePsichiatricaItalianaperpazientipsichiatriciautoridireato 17

18 Date Lavorooposizionericoperti Principaliattivitàeresponsabilità Nomeeindirizzodeldatoredi lavoro Tipodiattivitàosettore Istruzioneeformazione Date Titolodellaqualificarilasciata Principalitematiche/competenze professionalipossedute Nomeetipod'organizzazione erogatricedell'istruzionee formazione Date Titolodellaqualificarilasciata Principalitematiche/competenze professionalipossedute Nomeetipod'organizzazione erogatricedell'istruzionee formazione Date Titolodellaqualificarilasciata Principalitematiche/competenze professionalipossedute Dal2005al2006 ConsulenteSpecialistaPsichiatrapressolaCasaCircondariale Sollicciano Firenze Trattamentopsichiatricoepsicoterapeutico MinisterodellaGiustizia CasaCircondariale Sollicciano Firenze IstitutoPenitenziario Dal2001al2004 TraininginPsicoterapiaCognitivaeCognitivoComportamentaleper psicoterapeuti Leorganizzazionicognitive(fobieedisturbidelgruppoansioso,disturbo ossessivocompulsivo,disturbidelcomportamentoalimentare,disturbi dell umore). Accertamentodiagnosticoetestistico. Accertamentoclinicoecognitivoestrategiediinterventoper: disturbodaattacchidipanico disturboossessivo Compulsivo disturbid ansia(disturbodaattacchidipanico,agorafobia,fobiasociale, Ansiageneralizzata) disturbidipersonalità disturbidelcomportamentoalimentare Leteoriedelleemozioni Lamotivazioneacambiare. Ledifesedellamente. StudiCognitivi ForoBuonaparte, Milano Tel Fax Dal1999al2003 DiplomadiSpecializzazioneinPsichiatria clinicaetrattamentodeidisturbipsichiatrici psicofarmacologia attivitàdiricercasull epidemiologiapsichiatricadicomunità,suidisturbi d Ansiaedell Umore attivitàdiricercasuidisturbidelcomportamentoalimentareeobesità UniversitàdegliStudidiFirenze 2001Maastricht(NL) 2002Canterbury(UK) EuropeanCertificateinAnxietyandMoodDisorders ClinicaeTrattamentodeiDisturbid AnsiaeDell Umore 18

19 Nomeetipod'organizzazione erogatricedell'istruzionee formazione Date Titolodellaqualificarilasciata ProgrammacongiuntodelleUniversitàdiMaastrichteFirenze,dell Unitàdi Psicofarmacologiadell UniversitàdiBristoledella SacklerSchoolofMedicine ditelaviv Dal1989al1999 LaureainMedicinaeChirurgia Nomeetipod'organizzazione UniversitàdegliStudidiFirenze erogatricedell'istruzionee formazione Capacitàecompetenzesociali Capacitàecompetenze organizzative Buonospiritodigruppoecapacitàdicomunicazioneacquisiteinambito formativoeprofessionale Buonaattitudineallagestionediprogettiegruppiacquisitainambito professionale Pubblicazioni CapitolidiLibri - B.LoIacono,L.Moretti,L.M.Nistri: L uomoartista InL UomoArtistaed.Idest2004, B.LoIacono,L.Moretti,L.M.Nistri: Aspetticlinicidell ansia InL UomoArtistaed.Idest2004, B.LoIacono,L.Moretti,L.M.Nistri: Ilsignificatoattualedellinguaggioartistico InL UomoArtistaed.Idest2004,56 59 ArticoliedAbstract CARLAMASETTI Informazionipersonali Nome(i)/Cognome(i) CarlaMasetti Datadinascita 29/07/1961 Occupazionedesiderata/Settore professionale Esperienzaprofessionale Date Lavorooposizionericoperti Dietista, Consulenteindieteticaenutrizione Dal2003 ConsulentedietistapressoCentroperlaGrandeObesità 19

20 Principaliattivitàeresponsabilità Nomeeindirizzodeldatoredilavoro Tipodiattivitàosettore Date Lavorooposizionericoperti Principaliattivitàeresponsabilità Nomeeindirizzodeldatoredilavoro Tipodiattivitàosettore Date Lavorooposizionericoperti Principaliattivitàeresponsabilità Nomeeindirizzodeldatoredilavoro Tipodiattivitàosettore Date Lavorooposizionericoperti Principaliattivitàeresponsabilità Nomeeindirizzodeldatoredilavoro Tipodiattivitàosettore Date Lavorooposizionericoperti Educazionealimentareeriabilitazionenutrizionalepreepost ChirurgiaBariatrica Gruppipsicoeducativiperlapreparazioneallachirurgiabariatrica (attivitàsvoltaincollaborazioneconpsichiatra) Controllipost chirurgiabariatrica(attivitàsvoltainequipe multidisciplinare) Terapiaeducazionaleenutrizionaleperpersonesaneecon patologie CasadiCuraLeonardo,VialeP.Grocco,100Sovigliana Vinci(FI) Tel Fax e CasadiCuraChirurgica CentroperlaGraveObesità Dal1985 Dietista,consulentenutrizionale Attivitàlibero professionale VegaMedicas.c.r.l.,ViaJ.Carrucci, Empoli(FI) Tel, Poliambulatorio CooperativaMedicidiMedicinaGenerale Dal2003al2004 ConsulentedietistapressoilComunediMontemurlo(PO) Progettazioneerealizzazionediunprogettodieducazione alimentarerivoltoaglialunni,insegnantiegenitoridellescuole territorialiditalecomune Lavorosvoltoincollaborazioneconunacollegadietista ComunediMontemurloViaBagnolodiSopra24Montemurlo(PO) Tel ComunediMontemurlo Ufficiomensascolastica Dal1999al2000 ConsulentedietistapressoilComunediLamporecchio(PT) Incaricoperlarealizzazionediunprogettodieducazione alimentarerivoltoallascuolamediainferiore Esecuzionediincontriinfo formativirivoltiallapopolazionedello stessocomune ComunediLamporecchio(PT)PiazzaBerni2,Lamporecchio Tel ComunediLamporecchio Ufficiorelazioniesterne Dal1989al2000 Consulentedietistaconruolodieducatorealimentareepromotore delconsumoconsapevole 20

CHIRURGIA BARIATRICA CHIRURGIA BARIATRICA

CHIRURGIA BARIATRICA CHIRURGIA BARIATRICA CHIRURGIA BARIATRICA CHIRURGIA BARIATRICA SICOB CENTRO SICOB CENTRO Società Italiana Chirurgia della Obesità e Malattie Metaboliche Il Centro di Chirurgia Bariatrica e Metabolica dell Ospedale Sacra Famiglia

Dettagli

Educazione alimentare

Educazione alimentare Università degli Studi di Torino Azienda Ospedaliera San Luigi di Orbassano Struttura Semplice Dipartimentale di Dietetica e Nutrizione Clinica Educazione alimentare Classificazione: entità Indice di massa

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Rosario Scaglione Indirizzo Via Lombardia 9, Palermo Telefono 0916552155 Fax 0916552153 E-mail rosario.scaglione@unipa.it

Dettagli

OBESITA LA TERAPIA CHIRURGICA

OBESITA LA TERAPIA CHIRURGICA OBESITA LA TERAPIA CHIRURGICA Prof. M. Morino Chirurgia II Centro Universitario di Chirurgia Mini Invasiva Università degli Studi di Torino AOU Molinette By-pass gastrico laparoscopico Italia Necessità

Dettagli

2 CONVEGNO DIABESITA

2 CONVEGNO DIABESITA 2 CONVEGNO DIABESITA La co-morbidità nel paziente con diabesità Dott. Roberto Gualdiero 7 Giugno 2014- CAVA DEI TIRRENI Diabesità è il neologismo coniato dall OMS per sottolineare la stretta associazione

Dettagli

PROGETTO DI FORMAZIONE

PROGETTO DI FORMAZIONE Progetto formativo PROGETTO DI FORMAZIONE A DISTANZA Obesità e sue comorbilità: diagnosi, prevenzione e trattamento Dalle Raccomandazioni Internazionali alla Pratica Clinica Italiana Responsabile Scientifico

Dettagli

CENTRO PER LA TERAPIA DELLA OBESITÀ E DEL SOVRAPPESO SOVRAPPESO E OBESITÀ CAUSE CONSEGUENZE TERAPIE. www.lucapecchioli.it

CENTRO PER LA TERAPIA DELLA OBESITÀ E DEL SOVRAPPESO SOVRAPPESO E OBESITÀ CAUSE CONSEGUENZE TERAPIE. www.lucapecchioli.it CENTRO PER LA TERAPIA DELLA OBESITÀ E DEL SOVRAPPESO CENTRO PER LA TERAPIA DELLA OBESITÀ E DEL SOVRAPPESO SOVRAPPESO E OBESITÀ CAUSE CONSEGUENZE TERAPIE LE CAUSE DELL OBESITÀ Dall interazione di fattori

Dettagli

Criteri diagnostici principali. Bulimia Nervosa. Anoressia nervosa

Criteri diagnostici principali. Bulimia Nervosa. Anoressia nervosa Linee guida per curare con efficacia i disturbi dell alimentazione e del peso. Cause e conseguenze del disturbo, i soggetti a rischio, l informazione e le terapie più adeguate per la cura e la risoluzione

Dettagli

L OBESITÀ NELL ADULTO

L OBESITÀ NELL ADULTO Azienda Ospedaliero-Universitaria Pisana Centro Multidisciplinare per la Diagnosi e la Terapia dell Obesità e dei Disturbi del Comportamento Alimentare L OBESITÀ NELL ADULTO 2 SEMINARIO: L OSPEDALE PROMUOVE

Dettagli

OBESITA. condizione caratterizzata da BMI maggiore di 30

OBESITA. condizione caratterizzata da BMI maggiore di 30 OBESITA condizione caratterizzata da BMI maggiore di 30 Obesità lieve (BMI tra 30 e 34,9) Obesità moderata (BMI tra 35 e 39,9) Obesità grave (BMI 40 e oltre) l obesità centrale, in cui il grasso si accumula

Dettagli

1 corso SICOB-SID-SIO Il management peri-operatorio del paziente obeso diabetico

1 corso SICOB-SID-SIO Il management peri-operatorio del paziente obeso diabetico 1 corso SICOB-SID-SIO Il management peri-operatorio del paziente obeso diabetico Padova 8 marzo 2014 Azienda ospedaliera di Padova Week Surgery Dott.ssa F. Barzon, Dott.ssa S. Fontana La chirurgia bariatrica

Dettagli

OBESITA. Chirurgia II. Università degli Studi di Torino AOU Molinette

OBESITA. Chirurgia II. Università degli Studi di Torino AOU Molinette OBESITA LA TERAPIA CHIRURGICA Prof. M. Morino Chirurgia II Centro Universitario di Chirurgia Mini Invasiva Università degli Studi di Torino AOU Molinette By-pass gastrico laparoscopico Italia Necessità

Dettagli

REGIONE PIEMONTE ASSESSORATO ALLA SANITA RETE DELLE STRUTTURE DI DIETETICA E NUTRIZIONE CLINICA

REGIONE PIEMONTE ASSESSORATO ALLA SANITA RETE DELLE STRUTTURE DI DIETETICA E NUTRIZIONE CLINICA REGIONE PIEMONTE ASSESSORATO ALLA SANITA RETE DELLE STRUTTURE DI DIETETICA E NUTRIZIONE CLINICA PROCEDURA DI SCREENING DELLA MALNUTRIZIONE PER PAZIENTI ADULTI OSPEDALIZZATI Premessa All ammissione in ospedale

Dettagli

Titolo del programma formativo:

Titolo del programma formativo: Titolo del programma formativo: MEDICINA DI FAMIGLIA E DEPRESSIONE. DIAGNOSI E TERAPIA NEL SETTING DELLE CURE PRIMARIE Data inizio 02/03/2015 Data fine 15/12/2015 Durata effettiva dell attività formativa

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI DOTT.SSA SILVIA CHIASSAI. Psicologa CURRICULUM FORMATIVO

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI DOTT.SSA SILVIA CHIASSAI. Psicologa CURRICULUM FORMATIVO CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Psicologa Data e luogo di nascita Indirizzo Telefono DOTT.SSA SILVIA CHIASSAI 19/07/1978 FIRENZE 92, VIA MONTANINI, 53100, SIENA, ITALIA Cell 3393101473 E-mail silviachiassai@virgilio.it

Dettagli

MODELLO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

MODELLO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI MODELLO PER IL CURRICULUM VITAE DEL 05/03/2010 INFORMAZIONI PERSONALI Nome Casillo Gennaro Data di nascita 07/07/1951 Qualifica Dirigente Medico I Livello Amministrazione ASL BN1 Incarico attuale Dirigente

Dettagli

LCTLSN56M53F205Y alessandra.alciati @libero.it

LCTLSN56M53F205Y alessandra.alciati @libero.it F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome ALCIATI ALESSANDRA Indirizzo Telefono 3381985310 CF E-mail VIA CAPRERA 4, 20144 MILANO LCTLSN56M53F205Y alessandra.alciati @libero.it

Dettagli

Dir. Resp.: Roberto Napoletano

Dir. Resp.: Roberto Napoletano Lettori: n.d. Diffusione: n.d. 03-DIC-2013 Dir. Resp.: Roberto Napoletano da pag. 27 Lettori: n.d. Diffusione: n.d. Dir. Resp.: Roberto Napoletano 03-DIC-2013 da pag. 27 Quotidiano 097156 www.ecostampa.it

Dettagli

PERCORSO MULTIDISCIPLINARE PER LA DIAGNOSI E LA CURA DELLA GRAVE OBESITÁ

PERCORSO MULTIDISCIPLINARE PER LA DIAGNOSI E LA CURA DELLA GRAVE OBESITÁ PERCORSO MULTIDISCIPLINARE PER LA DIAGNOSI E LA CURA DELLA GRAVE OBESITÁ La diffusione dell obesità ha ormai assunto i connotati di un epidemia su scala mondiale interessando sia i Paesi occidentali che

Dettagli

Sommario Rassegna Stampa

Sommario Rassegna Stampa Sommario Rassegna Stampa Testata Data Titolo Pag. Rubrica Sicob Comunicati123.com 06/03/2014 CURA OBESITA': UN'ECCELLENZA DELL'OSPEDALE FATEBENEFRATELLI DI ERBA 2 Rubrica Alimentazione e salute 37 La Repubblica

Dettagli

OBESITÀ, NUTRIZIONE E STILI DI VITA PROGRAMMA TRENTO, 31 MARZO 2007 CENTRO SERVIZI CULTURALI SANTA CHIARA

OBESITÀ, NUTRIZIONE E STILI DI VITA PROGRAMMA TRENTO, 31 MARZO 2007 CENTRO SERVIZI CULTURALI SANTA CHIARA 3 CONGRESSO SEZIONE REGIONALE TRIVENETO SOCIETÀ ITALIANA DELL OBESITÀ OBESITÀ, NUTRIZIONE E STILI DI VITA TRENTO, 31 MARZO 2007 CENTRO SERVIZI CULTURALI SANTA CHIARA PROGRAMMA www.sio-triveneto.it Il sovrappeso

Dettagli

Regione Veneto ULSS N 9 - Treviso 1 Dipartimento di Medicina SERVIZIO DI DIETETICA E NUTRIZIONE CLINICA. Responsabile Dott. A.

Regione Veneto ULSS N 9 - Treviso 1 Dipartimento di Medicina SERVIZIO DI DIETETICA E NUTRIZIONE CLINICA. Responsabile Dott. A. Regione Veneto ULSS N 9 - Treviso 1 Dipartimento di Medicina SERVIZIO DI DIETETICA E NUTRIZIONE CLINICA Responsabile Dott. A. Paccagnella Una breve premessa Se sfogliamo un giornale femminile, viaggiamo

Dettagli

RIVELLESE ANGELA ALBAROSA Via G. Miranda n. 22, 80131 Napoli, Italia. rivelles@unina.it. Università degli Studi Federico II, Napoli

RIVELLESE ANGELA ALBAROSA Via G. Miranda n. 22, 80131 Napoli, Italia. rivelles@unina.it. Università degli Studi Federico II, Napoli F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo RIVELLESE ANGELA ALBAROSA Via G. Miranda n. 22, 80131 Napoli, Italia Telefono 39-081-7462154 Fax 39-081-5466152 E-mail rivelles@unina.it

Dettagli

ULSS 2 INCONTRA I mercoledì della Salute

ULSS 2 INCONTRA I mercoledì della Salute ULSS 2 INCONTRA I mercoledì della Salute Titolo: Il Diabete nell'età adulta Relatore: Dr. Ferruccio D'Incau Data: 19 marzo 2014 Sede: Aula Piccolotto Ospedale di Feltre Il Diabete mellito è una patologia

Dettagli

Appropriatezza clinica, strutturale e operativa PAOLO SBRACCIA UNIVERSITÀ DI ROMA TOR VERGATA

Appropriatezza clinica, strutturale e operativa PAOLO SBRACCIA UNIVERSITÀ DI ROMA TOR VERGATA Appropriatezza clinica, strutturale e operativa PAOLO SBRACCIA UNIVERSITÀ DI ROMA TOR VERGATA Dipartimento di Medicina Interna Centro di Eccellenza per la Cura dell Obesità Fondazione Policlinico Tor Vergata

Dettagli

ASL 3 Genovese Via Bertani 4 16125 Genova

ASL 3 Genovese Via Bertani 4 16125 Genova ASL 3 Genovese Via Bertani 4 16125 Genova CURRICULUM VITAE DOTT. Bersini Mauro INFORMAZIONI PERSONALI Nome BERSINI MAURO Data di nascita 19/05/1946 Qualifica MEDICO CHIRURGO Amministrazione ASL 3 GENOVESE

Dettagli

Corso di Laurea in Igiene Dentale

Corso di Laurea in Igiene Dentale Corso di Laurea in Igiene Dentale Corso di Laurea in Igiene Dentale Preside della Facoltà di Medicina e Chirurgia: Prof. Massimo Clementi Presidente del Corso di Laurea: Prof. Enrico Felice Gherlone PRESENTAZIONE

Dettagli

Dare informazioni ai pazienti: il progetto Mario Negri - Fondazione FSK

Dare informazioni ai pazienti: il progetto Mario Negri - Fondazione FSK Dare informazioni ai pazienti: il progetto Mario Negri - Fondazione FSK Paola Mosconi Laboratorio di ricerca sul coinvolgimento dei cittadini in sanità Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri Milano,

Dettagli

L IMPORTANZA DELLA DIETOTERAPIA NELLA MALNUTRIZIONE IN AMBITO CHIRURGICO

L IMPORTANZA DELLA DIETOTERAPIA NELLA MALNUTRIZIONE IN AMBITO CHIRURGICO L IMPORTANZA DELLA DIETOTERAPIA NELLA MALNUTRIZIONE IN AMBITO CHIRURGICO PREPARAZIONE DEL PAZIENTE CHIRURGICO:MISURE PREVENTIVE PER IL CONTROLLO DELLE INFEZIONI DEL SITO CHIRURGICO SERVIZIO DIETETICO Dietista

Dettagli

Informazioni generali

Informazioni generali I Disturbi del Comportamento Alimentare Teoria, clinica e trattamento multidisciplinare coi DCA 2 weekend 32 ore riservato a assistenti sociali, infermieri, dietisti, operatori socio-sanitari, insegnanti,

Dettagli

L'ESPERIENZA DEL PROGETTO EMILI: PREVENZIONE NELLE DONNE CON TUMORE MAMMARIO ATTRAVERSO L'EDUCAZIONE ALIMENTARE E AL MOVIMENTO

L'ESPERIENZA DEL PROGETTO EMILI: PREVENZIONE NELLE DONNE CON TUMORE MAMMARIO ATTRAVERSO L'EDUCAZIONE ALIMENTARE E AL MOVIMENTO L'ESPERIENZA DEL PROGETTO EMILI: PREVENZIONE NELLE DONNE CON TUMORE MAMMARIO ATTRAVERSO L'EDUCAZIONE ALIMENTARE E AL MOVIMENTO Latina, 26 Maggio 2012 Dott.ssa Federica Sebastiani Dipartimento di Oncologia.

Dettagli

Sommario Rassegna Stampa

Sommario Rassegna Stampa Sommario Rassegna Stampa Testata Titolo Pag. Rubrica Sicob Agoraregionelazio.it 12/11/2015 ROMA. LA CHIRURGIA DELLOBESITA', IL CONVEGNO 2 16 Il Giornale di Latina 12/11/2015 LA CHIRURGIA PER CURARE L'OBESITA'

Dettagli

PROGETTO DI FORMAZIONE

PROGETTO DI FORMAZIONE Progetto formativo PROGETTO DI FORMAZIONE A DISTANZA Obesità e sue comorbilità: diagnosi, prevenzione e trattamento Dalle Raccomandazioni Internazionali alla Pratica Clinica in Italia Responsabile Scientifico

Dettagli

Il piede diabetico: un approccio multidisciplinare. VITTORIA PARC HOTEL Via Nazionale, 10/F Palese - Bari

Il piede diabetico: un approccio multidisciplinare. VITTORIA PARC HOTEL Via Nazionale, 10/F Palese - Bari Corso di aggiornamento Provider n. 1218 Il piede diabetico: un approccio multidisciplinare Crediti formativi 13 Ore effettive di lezione 10 Partecipanti 100 05 aprile 2014 Orario 08.30 VITTORIA PARC HOTEL

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Nome / Cognome. E-mail. barbara.pirali3@gmail.com

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Nome / Cognome. E-mail. barbara.pirali3@gmail.com CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome / Cognome E-mail Dott. ssa Barbara Pirali barbara.pirali3@gmail.com Occupazione attuale e qualifica Dal settembre 2013 ad oggi Medico Specialista in Endocrinologia

Dettagli

dal 2004 COVER STORY: IL FUTURO STEP BY STEP BRESCIAmensile della città anno 8 - n. 77 - Marzo 2012 - euro 3

dal 2004 COVER STORY: IL FUTURO STEP BY STEP BRESCIAmensile della città anno 8 - n. 77 - Marzo 2012 - euro 3 dal 2004 BRESCIAmensile della città anno 8 - n. 77 - Marzo 2012 - euro 3 COVER STORY: IL FUTURO STEP BY STEP CMP BRESCIA Spedizione in a. p. D.L 353/2003 (conv. in L.27/02/2004 n.46) art.1, comma 1, DCB

Dettagli

CHE COS E L OBESITA E COME SI PUO CURARE

CHE COS E L OBESITA E COME SI PUO CURARE Lega Friulana per il Cuore CHE COS E L OBESITA E COME SI PUO CURARE Materiale predisposto dal dott. Diego Vanuzzo, Centro di Prevenzione Cardiovascolare, Udine a nome del Comitato Tecnico-Scientifico della

Dettagli

MODELLO PER IL CURRICULUM VITAE. Data di nascita 26/06/1959 Qualifica

MODELLO PER IL CURRICULUM VITAE. Data di nascita 26/06/1959 Qualifica MODELLO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Cognome e Nome AMATO TOMMASO Data di nascita 26/06/1959 Qualifica Dirigente medico I livello a rapporto esclusivo Chirurgia Generale Ospedale San

Dettagli

LUPUS CLINIC di Firenze

LUPUS CLINIC di Firenze LUPUS CLINIC di Firenze Ambulatorio Day Hospital/ambulatorio terapeutico/week Hospital Sede: Padiglione 13, Clinica medica, 3 piano, AOU Careggi, Largo G. A. Brambilla 3, Firenze Coordinatore infermieristico:

Dettagli

Frida Leonetti frida.leonetti@uniroma1.it

Frida Leonetti frida.leonetti@uniroma1.it Frida Leonetti frida.leonetti@uniroma1.it 1.5 miliardi con BMI>25 500 milioni con BMI>30 BMI > 40 kg/m² BMI > 35 Kg/m² e comorbilità testo Neoplasie Malattie CV altre 2009 Industrial Chemicals Bisphenol

Dettagli

Malattie Metaboliche in Medicina Interna

Malattie Metaboliche in Medicina Interna Corso di Formazione Continua: Malattie Metaboliche in Medicina Interna SEDE: AULA A EDIFICIO 2 CLINICA MEDICA POLICLINICO UMBERTO I - ROMA Direzione del Corso: Sebastiano Filetti Carlo Messina Enzo Pirrotta

Dettagli

CPSE Cinzia Petazzoni CPS Eliana Paglia CPS Monica Pedroni

CPSE Cinzia Petazzoni CPS Eliana Paglia CPS Monica Pedroni CPSE Cinzia Petazzoni CPS Eliana Paglia CPS Monica Pedroni Il bambino non èun piccolo adulto Il diritto del bambino ad essere riconosciuto come persona permane anche nello stato di malattia. Questo si

Dettagli

Contributi a convegni scientifici

Contributi a convegni scientifici Contributi a convegni scientifici Cefalea in età evolutiva Ardovini C., Bruni O., Cortesi F. & Guidetti V. (1991) - "DSM-III R vs ACL: applicability in preadolescence and adolescence primary headache".

Dettagli

F ORMATO EUROPEO INFORMAZIONI PERSONALI RSOMNL63H59F205I. Italiana ESPERIENZA LAVORATIVA PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO INFORMAZIONI PERSONALI RSOMNL63H59F205I. Italiana ESPERIENZA LAVORATIVA PER IL CURRICULUM VITAE M.04.P.01.064 rev.02/all. 04 F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome ORSI EMANUELA Indirizzo Telefono 0255033355 Fax 0250320605 E-mail e.orsi@policlinico.mi.it CODICE FISCALE

Dettagli

L IMPORTANZA DELLA DIETOTERAPIA NELLA MALNUTRIZIONE. Linee Guida Nutrizionali in ambito Chirurgico SERVIZIO DIETETICO

L IMPORTANZA DELLA DIETOTERAPIA NELLA MALNUTRIZIONE. Linee Guida Nutrizionali in ambito Chirurgico SERVIZIO DIETETICO L IMPORTANZA DELLA DIETOTERAPIA NELLA MALNUTRIZIONE Linee Guida Nutrizionali in ambito Chirurgico SERVIZIO DIETETICO MALNUTRIZIONE E DEFINITA COME QUALSIASI DISORDINE DELLO STATO NUTRIZIONALE,INCLUSI DISORDINI

Dettagli

Diabete Tipo 1 e Tipo 2: il ruolo della farmacia

Diabete Tipo 1 e Tipo 2: il ruolo della farmacia Contributo non condizionato: Diabete Tipo 1 e Tipo 2: il ruolo della farmacia Giovedì 5 marzo 2015 presso HOTEL EUROPA Best Western Lungomare Zara, 57, 64021 Giulianova TE L incontro inizierà alle 20.30.

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BOLOGNA - SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE IN ANESTESIA RIANIMAZIONE E TERAPIA INTENSIVA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BOLOGNA - SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE IN ANESTESIA RIANIMAZIONE E TERAPIA INTENSIVA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BOLOGNA - SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE IN ANESTESIA RIANIMAZIONE E TERAPIA INTENSIVA I ANNO Corso Integrato area pre-clinica Tipologia: attività formative di base Ore: 40/0/0/0

Dettagli

CONVEGNO L INTEGRAZIONE DEI SETTING DI CURA NEL TRATTAMENTO DELL OBESITÀ NELL ADULTO. 12 dicembre 2015 Rovereto Mart, Sala conferenze

CONVEGNO L INTEGRAZIONE DEI SETTING DI CURA NEL TRATTAMENTO DELL OBESITÀ NELL ADULTO. 12 dicembre 2015 Rovereto Mart, Sala conferenze CONVEGNO L INTEGRAZIONE DEI SETTING DI CURA NEL TRATTAMENTO DELL OBESITÀ NELL ADULTO 12 dicembre 2015 Rovereto Mart, Sala conferenze L aumento epidemico dell obesità in Italia, come nel resto del mondo,

Dettagli

Proposta di protocollo di gestione dei pazienti diabetici

Proposta di protocollo di gestione dei pazienti diabetici Proposta di protocollo di gestione dei pazienti diabetici Premesse Nella ipotetica piramide a tre livelli( fig 1) il primo livello preventivo ( familiarità IFG ecc ma comunque glicemia inferiore a 126)

Dettagli

Terapia Occupazionale (abilitante alla professione sanitaria in Terapista

Terapia Occupazionale (abilitante alla professione sanitaria in Terapista Scheda informativa Università Classe Universita' degli Studi di PADOVA Nome del corso Data del DM di approvazione del ordinamento 04/05/2004 didattico Data del DR di emanazione del ordinamento 05/05/2004

Dettagli

BELLI DI DENTRO Stili di vita e stili alimentari per mantenere giovani cuore e cervello. Drssa Grazia Foti

BELLI DI DENTRO Stili di vita e stili alimentari per mantenere giovani cuore e cervello. Drssa Grazia Foti BELLI DI DENTRO Stili di vita e stili alimentari per mantenere giovani cuore e cervello Drssa Grazia Foti MALATTIE CARDIOVASCOLARI Più importante causa di morte nel mondo, (17.3 milioni di morti ogni anno)

Dettagli

Curriculum Vitae Sostituire con Nome (i) Cognome (i)

Curriculum Vitae Sostituire con Nome (i) Cognome (i) Data 28/09/2015 Questo curriculum è stato redatto e pubblicato in conformità alle indicazioni contenute nel D.Lgs. 14 marzo 2013 n. 33 riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e duffusione di

Dettagli

Corso di Laurea in Tecnica della Riabilitazione Psichiatrica

Corso di Laurea in Tecnica della Riabilitazione Psichiatrica Corso di Laurea in Tecnica della Riabilitazione Psichiatrica Illustrissimo Direttore Generale A. O. Luigi Sacco via G. B. Grassi 74 C. A. P. 20157 Città Milano Milano, 19 maggio 2015 Si prega di volere

Dettagli

LE DIPENDENZE: CLINICA E TRATTAMENTO

LE DIPENDENZE: CLINICA E TRATTAMENTO CORSO FAD LE DIPENDENZE: CLINICA E TRATTAMENTO ID ECM: 4252-145859 CREDITI 12 CREDITI ECM DESTINATARI Psicologi, Psicoterapeuti, Educatori professionali DURATA Data di inizio 1 gennaio 2016 Data di fine

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. ORNELLA PAVANI Data di nascita 18/07/1957. Dirigente ASL I fascia - CSM CAGLIARI OVEST, UTP SELARGIUS

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. ORNELLA PAVANI Data di nascita 18/07/1957. Dirigente ASL I fascia - CSM CAGLIARI OVEST, UTP SELARGIUS INFORMAZIONI PERSONALI Nome ORNELLA PAVANI Data di nascita 18/07/1957 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio I Fascia ASL DI CAGLIARI Dirigente ASL I fascia - CSM CAGLIARI

Dettagli

Equipe Medica Centro Medico CARTA DEI SERVIZI EQUIPE MEDICA 3

Equipe Medica Centro Medico CARTA DEI SERVIZI EQUIPE MEDICA 3 Equipe Medica Centro Medico CARTA DEI SERVIZI EQUIPE MEDICA 3 ALLERGOLOGIA E MEDICINA INTERNA Visita Medica Allergologica Test Cutanei per Allergie dell Apparato Respiratorio e Orticaria Visita Specialistica

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. ANGELINI GIUSEPPINA ADELE Data di nascita 14/08/1953

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. ANGELINI GIUSEPPINA ADELE Data di nascita 14/08/1953 INFORMAZIONI PERSONALI Nome ANGELINI GIUSEPPINA ADELE Data di nascita 14/08/1953 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio II Fascia ASL DI SPEZZINO Dirigente ASL I fascia

Dettagli

Prof. Antonio Benedetti. Facoltà di Medicina e Chirurgia Università Politecnica delle Marche Ancona

Prof. Antonio Benedetti. Facoltà di Medicina e Chirurgia Università Politecnica delle Marche Ancona La Facoltà di Medicina e Chirurgia per la Medicina di Genere Prof. Antonio Benedetti Facoltà di Medicina e Chirurgia Università Politecnica delle Marche Ancona Facoltà di Medicina e Chirurgia: compiti

Dettagli

European initiative for democracy and human rights Initiative européenne pour la démocratie et la protection des droits de l homme PROGETTO KAIROS

European initiative for democracy and human rights Initiative européenne pour la démocratie et la protection des droits de l homme PROGETTO KAIROS PROGETTO KAIROS Progetto di intesa e collaborazione finalizzato ad attività di assistenza, cura e ricerca in favore dei rifugiati sopravvissuti a tortura e violenza organizzata tra Azienda Ospedaliera

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Tonegutti Lorella Data di nascita 31/07/1966 Qualifica Dietista Amministrazione AUSL Valle d Aosta via Guido Rey, 1 11100 Aosta Incarico attuale Dietista Numero

Dettagli

Olbia, 16 e 17 marzo 2012 Mercure Olbia Hermaea. 1 Giornata Nazionale del Gruppo Donna

Olbia, 16 e 17 marzo 2012 Mercure Olbia Hermaea. 1 Giornata Nazionale del Gruppo Donna Olbia, 16 e 17 marzo 2012 Mercure Olbia Hermaea 1 Giornata Nazionale del Gruppo Donna 2^ SESSIONE: Gli Annali di genere: quali differenze. BMI: grasso è donna? L intervento efficace per modificare lo stile

Dettagli

INNOVAZIONI IN TEMA DI DIABETE E COMPLICANZE 7 NOVEMBRE 2015. HOTEL PISANI, Viale Carlo III 166-81020 - San Nicola La Strada (CE)

INNOVAZIONI IN TEMA DI DIABETE E COMPLICANZE 7 NOVEMBRE 2015. HOTEL PISANI, Viale Carlo III 166-81020 - San Nicola La Strada (CE) INNOVAZIONI IN TEMA DI DIABETE E COMPLICANZE 7 NOVEMBRE 2015 HOTEL PISANI, Viale Carlo III 166-81020 - San Nicola La Strada (CE) Ble Consulting srl id. 363 numero ecm: 137302, edizione 1 Responsabile scientifico

Dettagli

CURRICULUM VITAE. Agosto 2004 Fellowship per il campo scientifico-didattico-editoriale rilasciata dalla Societa Europea di Cardiologia (ESC)

CURRICULUM VITAE. Agosto 2004 Fellowship per il campo scientifico-didattico-editoriale rilasciata dalla Societa Europea di Cardiologia (ESC) CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Cognome Luigi Ascione Data di nascita 03/05/1957 QUALIFICA DIRIGENTE MEDICO DI I LIVELLO Amministrazione AZIENDA OSPEDALIERA MONALDI Incarico Attuale DIRIGENTE

Dettagli

Regione. Abruzzo. L Aquila (AQ) - Ospedale Civile S. Salvatore... Pag. 5 Pescara (PE) - Ospedale Civile Spirito Santo... Pag. 7

Regione. Abruzzo. L Aquila (AQ) - Ospedale Civile S. Salvatore... Pag. 5 Pescara (PE) - Ospedale Civile Spirito Santo... Pag. 7 Regione Abruzzo L Aquila (AQ) - Ospedale Civile S. Salvatore... Pag. 5 Pescara (PE) - Ospedale Civile Spirito Santo... Pag. 7 Ospedale Civile S. Salvatore Indirizzo Comune Provincia CAP Telefono E-mail

Dettagli

ENDOCRINOPATIE E ATTIVITA FISICA: OBESITA. Pavarin Camilla - Dietista S.C. Dietetica e Nutrizione Clinica A.O. Santa Croce e Carle - Cuneo

ENDOCRINOPATIE E ATTIVITA FISICA: OBESITA. Pavarin Camilla - Dietista S.C. Dietetica e Nutrizione Clinica A.O. Santa Croce e Carle - Cuneo ENDOCRINOPATIE E ATTIVITA FISICA: OBESITA Pavarin Camilla - Dietista S.C. Dietetica e Nutrizione Clinica A.O. Santa Croce e Carle - Cuneo La situazione nutrizionale e le abitudini alimentari hanno un impatto

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO Provider: Università degli Studi di Torino - (ID 173) DIREZIONE FUNZIONI ASSISTENZIALI Sezione Formazione ECM

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO Provider: Università degli Studi di Torino - (ID 173) DIREZIONE FUNZIONI ASSISTENZIALI Sezione Formazione ECM UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO Provider: Università degli Studi di Torino - (ID 173) DIREZIONE FUNZIONI ASSISTENZIALI Sezione Formazione ECM ARTICOLAZIONE TEMPORO-MANDIBOLARE: AGGIORNAMENTO MULTIDISCIPLINARE

Dettagli

Pio Albergo Trivulzio - Milano

Pio Albergo Trivulzio - Milano Linee di Indirizzo ASL Milano per la Prevenzione della Malnutrizione Clinica: IL PUNTO DELLA SITUAZIONE Milano, 1 dicembre 2010 Pio Albergo Trivulzio - Milano ANNA CRIPPA UOS Dietologia e Nutrizione Clinica

Dettagli

Pio Albergo Trivulzio Istituto C. Golgi (Abbiategrasso) Istituto Auxologico Italiano

Pio Albergo Trivulzio Istituto C. Golgi (Abbiategrasso) Istituto Auxologico Italiano AL MAGNIFICO RETTORE DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO Allegato 3 COD. ID 3281 La sottoscritta chiede di essere ammessa a partecipare alla selezione pubblica per titoli ed esami, per il conferimento

Dettagli

1 Accesso. 2 Accesso. Note 1-2. Nota 3. (dopo 15-30 giorni) STOP. Nota 4

1 Accesso. 2 Accesso. Note 1-2. Nota 3. (dopo 15-30 giorni) STOP. Nota 4 1 Accesso Note 1-2 1. Individua i pazienti affetti da Sindrome Metabolica utilizzando l algoritmo per la diagnosi secondo l ATP III fra tutti i pazienti con BMI > 27 o affetti da uno dei disordini che

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo VIA LUCANO 16 09042 MONSERRATO (CA) Telefono 3283785645 0706094446 Fax 0706094461 E-mail carlosollai@asl8cagliari.it

Dettagli

MODELLO PER IL CURRICULUM VITAE

MODELLO PER IL CURRICULUM VITAE MODELLO PER IL CURRICULUM VITAE DATI PERSONALI Cognome e nome MILANI LOREDANO Qualifica MEDICO CHIRURGO SPECIALISTA CARDIOLOGIA Amministrazione Incarico attuale DIRETTORE UOC DI CARDIOLOGIA OSPEDALE CIVILE

Dettagli

FREIA Associazione Italiana di Psicologia Gerontologica

FREIA Associazione Italiana di Psicologia Gerontologica Sentieri di Cura 2013 "Prendersi cura delle persone gravi e terminali: un percorso di relazione attraverso il contatto psico-corporeo" L idea di questo seminario nasce dal bisogno di fermarsi a riflettere

Dettagli

NUOVE OPPORTUNITA TERAPEUTICHE NELLA GESTIONE DELLA PATOLOGIA DIABETICA. Cooperativa Medicina 2000 arl, Marano di Napoli. 17 giugno 2011.

NUOVE OPPORTUNITA TERAPEUTICHE NELLA GESTIONE DELLA PATOLOGIA DIABETICA. Cooperativa Medicina 2000 arl, Marano di Napoli. 17 giugno 2011. NUOVE OPPORTUNITA TERAPEUTICHE NELLA GESTIONE DELLA PATOLOGIA DIABETICA Cooperativa Medicina 2000 arl, Marano di Napoli 17 giugno 2011 Razionale Il diabete mellito di tipo 2 è un emergenza sanitaria in

Dettagli

NORME PER LA PREVENZIONE, LA DIAGNOSI E LA CURA DEL DIABETE MELLITO DELL ETÀ ADULTA E PEDIATRICA

NORME PER LA PREVENZIONE, LA DIAGNOSI E LA CURA DEL DIABETE MELLITO DELL ETÀ ADULTA E PEDIATRICA NORME PER LA PREVENZIONE, LA DIAGNOSI E LA CURA DEL DIABETE MELLITO DELL ETÀ ADULTA E PEDIATRICA Legge regionale 11 novembre 2011, n. 24 (BUR n. 85/2011) [sommario] [RTF] Art. 1 - Finalità. 1. La Regione

Dettagli

Candidata: Leny Giuliana De Jesus Jurado Chipana. Relatore: Prof. Saverio Pompili

Candidata: Leny Giuliana De Jesus Jurado Chipana. Relatore: Prof. Saverio Pompili Sapienza Università di Roma Facoltà di Medicina e Odontoiatria Corso di Laurea A in Infermieristica Sede Policlinico Umberto I Roma Presidente: Prof. Alfredo Antonaci Candidata: Leny Giuliana De Jesus

Dettagli

Psicofarmacologia. corso di perfezionamento. Università degli Studi di Catania. Ordine Psicologi Regione Sicilia

Psicofarmacologia. corso di perfezionamento. Università degli Studi di Catania. Ordine Psicologi Regione Sicilia Università degli Studi di Catania Psicofarmacologia corso di perfezionamento La formazione su misura per Psicologi e Psicoterapeuti focus sulle diverse classi di psicofarmaci utilizzati nel trattamento

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome FORNARO LORELLA Indirizzo Telefono 338-4983037 Fax 0521-237644 E-mail VIALE OSACCA,11 43126 PARMA fornaro.lorella@libero.it

Dettagli

La nutrizione clinica nella continuità Ospedale-Territorio: il punto di vista della SINPE

La nutrizione clinica nella continuità Ospedale-Territorio: il punto di vista della SINPE La nutrizione clinica nella continuità Ospedale-Territorio: il punto di vista della SINPE Pietro Vecchiarelli U.O.C. Rianimazione Ospedale Belcolle- AUSL Viterbo Viterbo 1 La Malnutrizione ha un impatto

Dettagli

il programma che si prende cura della tua salute

il programma che si prende cura della tua salute il programma che si prende cura della tua salute A proposito di salute Prendersi cura è più che curare Vivere bene e più a lungo possibile è da sempre il primo desiderio di ogni uomo. Un numero sempre

Dettagli

Intestinale dalla fisiologia alla patologia

Intestinale dalla fisiologia alla patologia ilruolo delmicrobiota Intestinale dalla fisiologia alla patologia Con il supporto non condizionato di Bari, 13 Dicembre 2014 Sheraton Nicolaus Hotel CORSO INTERATTIVO ECM RAZIONALE SCIENTIFICO Negli ultimi

Dettagli

Ospedale S.Giuseppe, Via S.Vittore,12-20123 Milano Multimedica I.R.C.C.S., Via Milanese, 300 20099 Sesto S.Giovanni (Milano)

Ospedale S.Giuseppe, Via S.Vittore,12-20123 Milano Multimedica I.R.C.C.S., Via Milanese, 300 20099 Sesto S.Giovanni (Milano) INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Indirizzo lavorativo Giorgio Eugenio Pajardi Domicilio: Via Gian Battista Vico,11-20123 MILANO Ospedale S.Giuseppe, Via S.Vittore,12-20123 Milano Multimedica I.R.C.C.S.,

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Servizio Qualità della Didattica e Servizi agli Studenti

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Servizio Qualità della Didattica e Servizi agli Studenti All. A al bando di ammissione pubblicato in data 29/09/2014 Art. 1 - Tipologia L Università degli studi di Pavia attiva per l a.a. 2014/2015 il Corso di perfezionamento in Diagnosi e Trattamento dei Disturbi

Dettagli

IL diabetico. Gestione condivisa. Claudio Marengo Marco Comoglio Andrea Pizzini

IL diabetico. Gestione condivisa. Claudio Marengo Marco Comoglio Andrea Pizzini IL diabetico anziano Gestione condivisa Claudio Marengo Marco Comoglio Andrea Pizzini SEEd srl C.so Vigevano, 35-10152 Torino Tel. 011.566.02.58 - Fax 011.518.68.92 www.edizioniseed.it info@seed-online.it

Dettagli

Un efficace strumento di cura e prevenzione

Un efficace strumento di cura e prevenzione HK HealthKlab HealthKlab Health Klab, il Klab della salute, nasce con l'obiettivo di creare e mantenere salute. Sotto questo marchio operano il Servizio di Prevenzione e Attività Fisica dell'istituto di

Dettagli

Il ruolo dell infermiere specializzato nell educazione educazione terapeutica

Il ruolo dell infermiere specializzato nell educazione educazione terapeutica Il ruolo dell infermiere specializzato nell educazione educazione terapeutica Satta Hai Anna SDD A.O. Ospedale di Circolo e Fondazione Macchi - Varese Nella legge n, 42 del 26/02/ 99 scompare la parola

Dettagli

Dott. Umberto Salinas

Dott. Umberto Salinas Gestione Integrata del Paziente Diabetico: sfide aperte e bisogni insoddisfatti Dott. Umberto Salinas Medico di Medicina Generale - Grottaglie Il Diabete nel mondo: un crescente. 2003: 194 milioni 2025:

Dettagli

L OBESITA : FATTO DI ESTETICA O MALATTIA?

L OBESITA : FATTO DI ESTETICA O MALATTIA? Cernusco Lombardone 11-05-2013 L OBESITA : FATTO DI ESTETICA O MALATTIA? Dott Ivano Baragetti Divisione di Nefrologia e Dialisi Ospedale Bassini, Cinisello Balsamo Azienda Ospedaliera ICP Milano IN UN

Dettagli

Bologna 22 ottobre. Dott. Angela Marina Codifava MMG di MO

Bologna 22 ottobre. Dott. Angela Marina Codifava MMG di MO Bologna 22 ottobre Dott. Angela Marina Codifava MMG di MO Job description del Medico generale 50-60 contatti die per 1300-1500 pz * Attività ambulatoriale 5-6 ore die visite generali 61,3%, accessi veloci

Dettagli

Educazione terapeutica e supporto all autocura nei bambini affetti da diabete di tipo I appartenenti a nuclei familiari a maggiore fragilità

Educazione terapeutica e supporto all autocura nei bambini affetti da diabete di tipo I appartenenti a nuclei familiari a maggiore fragilità Educazione terapeutica e supporto all autocura nei bambini affetti da diabete di tipo I appartenenti a nuclei familiari a maggiore fragilità Gennaio 2012 Indice 1 Premessa 3 2 Percorso 5 2.1.1 Avvio 5

Dettagli

IL PERCORSO ASSISTENZIALE INTEGRATO PER LE PERSONE AFFETTE DA DMT2 NELL AREA METROPOLITANA DI GENOVA

IL PERCORSO ASSISTENZIALE INTEGRATO PER LE PERSONE AFFETTE DA DMT2 NELL AREA METROPOLITANA DI GENOVA IL DIABETE IN ITALIA ASPETTI EPIDEMIOLOGICI E MODELLI ASSISTENZIALI IL PERCORSO ASSISTENZIALE INTEGRATO PER LE PERSONE AFFETTE DA DMT2 NELL AREA METROPOLITANA DI GENOVA DIABETE MELLITO CONTESTO ASSISTENZIALE

Dettagli

Maria Cristina Cimicchi, Tiziana Risolo, Paola Saccò, Carlo Percudani Ambulatorio Diabetologico di Colorno, DCP AUSL di Parma

Maria Cristina Cimicchi, Tiziana Risolo, Paola Saccò, Carlo Percudani Ambulatorio Diabetologico di Colorno, DCP AUSL di Parma Educazione terapeutica strutturata nel diabete tipo 2. L'esperienza dell'ambulatorio infermieristico del Team diabetologico del Polo Sanitario di Colorno Maria Cristina Cimicchi, Tiziana Risolo, Paola

Dettagli

Il ruolo delle Associazioni. Roberto Cocci Presidente Diabete Forum (giovani e adulti uniti per il diabete)

Il ruolo delle Associazioni. Roberto Cocci Presidente Diabete Forum (giovani e adulti uniti per il diabete) Il ruolo delle Associazioni Roberto Cocci Presidente Diabete Forum (giovani e adulti uniti per il diabete) Perchè parlare di coinvolgimento Il coinvolgimento dei pazienti/cittadini nella progettazione,

Dettagli

Ministero della Salute. Piano di indirizzo per la Riabilitazione

Ministero della Salute. Piano di indirizzo per la Riabilitazione Ministero della Salute Piano di indirizzo per la Riabilitazione La riabilitazione è disciplina medica - scientificamente certa - socialmente congrua - economicamente sostenibile I numeri della riabilitazione

Dettagli

Aggiornamenti di pediatria per il farmacista Corso ECM n. 1585-81677

Aggiornamenti di pediatria per il farmacista Corso ECM n. 1585-81677 Crediti Sequenziamento su larga scala di acidi nucleici tecniche e applicazioni Corso ECM n. 1585-50988 27 crediti Ecm Durata in ore: 27 Moduli: 9 Destinatari: Allergologi, Biologi, Chimici, Farmacisti,

Dettagli

Corso di Formazione teorico-pratico in Cardiologia per MMG

Corso di Formazione teorico-pratico in Cardiologia per MMG RESPONSABILI DELL EVENTO Amedeo Bongarzoni - Responsabile Ambulatorio Ecocardiografia Ospedale San Carlo Borromeo Milano Maurizio Marzegalli Direttore Dipartimento Emergenza e Urgenza Ospedale San Carlo

Dettagli

Il Diabete Mellito e la remissione a cura del Comitato Scientifico di Diabete Italia

Il Diabete Mellito e la remissione a cura del Comitato Scientifico di Diabete Italia Sempre più frequentemente siamo raggiunti da messaggi che parlano di GUARIGIONE DEL DIABETE. Cosa c è di vero? Diabete Italia è stata interpellata e coglie l occasione per fare il punto della situazione

Dettagli

Educazione alla Salute Alimentazione e Movimento nella Scuola Primaria: Misurare il cambiamento

Educazione alla Salute Alimentazione e Movimento nella Scuola Primaria: Misurare il cambiamento Protocollo n. 26/DDA/2012 Oggetto: progettualità per la valutazione, formazione, educazione alimentare e motoria Educazione alla Salute Alimentazione e Movimento nella Scuola Primaria: Misurare il cambiamento

Dettagli

STRUTTURA COMPLESSA DI CHIRURGIA DIGESTIVA ED UNITÀ DEL FEGATO STRUTTURA COMPLESSA DI DIABETOLOGIA, DIETOLOGIA E NUTRIZIONE CLINICA

STRUTTURA COMPLESSA DI CHIRURGIA DIGESTIVA ED UNITÀ DEL FEGATO STRUTTURA COMPLESSA DI DIABETOLOGIA, DIETOLOGIA E NUTRIZIONE CLINICA SLEEVE GASTRECTOMY LAPAROSCOPICA VERSUS TERAPIA MEDICA CONVENZIONALE IN PAZIENTI CON RECENTE DIAGNOSI DI DIABETE MELLITO TIPO2 E BMI 30-42KG/M 2 : STUDIO RANDOMIZZATO CONTROLLATO CENTRI PARTECIPANTI: AZIENDA

Dettagli

Patrocini richiesti 2 VIGEVANO DIABETE IIIª EDIZIONE GESTIRE IL DIABETE E IL DIABETICO IN OSPEDALE: DAL PRONTO SOCCORSO ALLA RIABILITAZIONE

Patrocini richiesti 2 VIGEVANO DIABETE IIIª EDIZIONE GESTIRE IL DIABETE E IL DIABETICO IN OSPEDALE: DAL PRONTO SOCCORSO ALLA RIABILITAZIONE Patrocini richiesti 2 VIGEVANO DIABETE IIIª EDIZIONE GESTIRE IL DIABETE E IL DIABETICO IN OSPEDALE: DAL PRONTO SOCCORSO ALLA RIABILITAZIONE Relatori e Moderatori BOSI EMANUELE Milano CARAVAGGI CARLO Milano

Dettagli

Hotel Corallo - Riccione 15/16/17 Maggio 2015

Hotel Corallo - Riccione 15/16/17 Maggio 2015 Hotel Corallo - Riccione 15/16/17 Maggio 2015 COMITATO SCIENTIFICO Francesco Vittorio Costa Simone Mininni Stefano Pacifici Stefano Del Pace Riccardo Gionata Gheri Marco Matucci Cerinic Gianfranco Sevieri

Dettagli