Smart MailBox. Progetto di Architetture e Programmazione di Reti Avanzate Lab. Davide Sito, Francesco Battistone, Antonio Liguori

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Smart MailBox. Progetto di Architetture e Programmazione di Reti Avanzate Lab. Davide Sito, Francesco Battistone, Antonio Liguori"

Transcript

1 Smart MailBox Progetto di Architetture e Programmazione di Reti Avanzate Lab Davide Sito, Francesco Battistone, Antonio Liguori Nella presente relazione esporremo il nostro progetto per il corso di Architetture e Programmazione Di Reti Avanzate Lab. Si tratta di un sistema che sfrutta le potenzialità dell'intel Galileo e dell'architettura Android per implementare un'applicazione di Internet Of Things in cui si struttura un servizio di casella postale intelligente. Tale servizio prevede l'interazione di un postino (tramite l'utilizzo di un'app) con una scheda Galileo, posizionata in prossimità della classica cassetta delle lettere. Iniziamo con una breve panoramica dell'architettura della scheda Intel Galileo, e con una serie di istruzioni/tips per la configurazione dell'ambiente. Proseguiremo con una spiegazione dell'architettura dell'app Android, del web server e del receiver sul microcontrollore Arduino (integrato nella scheda Galileo). Intel Galileo Si tratta di una scheda di sviluppo che sfrutta l'architettura del processore Intel x86, integrandola con hardware Arduino. Sulla scheda gira un sistema Linux col quale è possibile interagire direttamente tramite terminale (a differenza di altri prodotti quali ad esempio la Raspberry che permettono modalità di interazione un po più sofisticate e comode). Nello specifico, si tratta di un architettura basata su processore Intel Quark, orientato a bassi consumi e dimensioni. Il versante Arduino della scheda è completamente compatibile con gli shields (moduli hardware integrabili) Arduino-Uno. La scheda è inoltre dotata dei più comuni moduli di interfaccia I/O (PCI Express, Ethernet, Micro SD, USB 2.0, porta seriale RS-232 etc...). Configurazione ambiente Per prima cosa occorre ricordare che la scheda va alimentata sempre prima di collegare la porta seriale ( USB ) al pc. Non è inoltre possibile utilizzare l'ide classico di Arduino per programmare i nostri sketch, ma va scaricata una versione ad hoc. Scarichiamo quindi ed installiamo l'ambiente di programmazione per Arduino versione Galileo da https://communities.intel.com/docs/doc A questo punto scarichiamo i driver (http://www.intel.com/support/galileo/sb/cs htm) apriamo il device manager dal pannello di controllo (l'uscita USB della Galileo dovrà essere stata collegata al pc) e sotto la voce Altri dispositivi selezioniamo la nuova seriale, e scegliamo Update Driver Software (fornendogli il path dove abbiamo scaricato i driver). Fatto ciò dobbiamo fare l'update del firmware della scheda. Per fare questo apriamo l'ide di Arduino, Tools > Serial Port > selezioniamo la nuova porta seriale precedentemente attivata con i driver. Andiamo poi in Tools > Board > Intel Galileo. In questo modo avremo detto all'ide su che porta dialogare e con quale scheda. In ultima istanza, andiamo su Help > update firmware. A questo punto siamo pronti per caricare nuovi sketch sulla nostra scheda.

2 Debug Come da tradizione, il debug per gli sketch Arduino, è fatto usando la porta Serial (che corrisponde all'uscita USB della scheda). Per visualizzare il flusso di dati che passa per la Serial, possiamo usare il terminale incluso nell'ide di Arduino, che ci permette di selezionare una porta seriale (e una data velocità di comunicazione). In alternativa è possibile utilizzare programmi quali Putty o RealTera. Interagire col sistema operativo della scheda Una possibilità che offre la Galileo, è quella di interagire col sistema operativo Linux che gira su di essa. Tuttavia questa possibilità non è fornita nativamente (in quanto è possibile delegare agli sketch Arduino il compito di dialogare con questo, tramite comandi di shell scripting). Per abilitare tale possibilità esistono vari metodi alternativi. Quello da noi testato utilizza un particolare sketch Arduino, per far sì di rendere disponibile l'interazione col terminale (del SO che gira sul processore Intel) attraverso il flusso dati della porta seriale. Si faccia attenzione che dopo l'attivazione di tale modalità non sarà più possibile utilizzare la seriale per caricare nuovi sketch sulla scheda (occorre quindi in tal caso resettare la board, o alternativamente lanciare dei comandi di shell scripting per tornare nella modalità di default). Lo sketch è il seguente: Una volta caricato questo sketch, è possibile utilizzare ad esempio Putty per collegarsi alla seriale, e inviare comandi al terminale del SO Linux della board. NB: in fase di testing sono stati notati dei problemi (per qualunque baud rate scelto per la porta seriale) nel modo in cui il terminale fa parsing dei comandi inseriti (spesso viene perso il primo carattere o l'ultimo). Inoltre è stato notato che disconnettendo la scheda dal pc, prima di chiudere uno sketch, la board alcune volte si blocca e va in uno stato in cui non è più possibile caricare sketch (necessitando di uno o più riavvii manuali). Per tornare alla modalità di default, i comandi da inserire a terminale sono i seguenti: Si noti che, alternativamente, è possibile (in maniera molto comoda) interagire col SO tramite sketch Arduino, utilizzando la semplice funzione system() che prende in input una c-string rappresentante il comando da girare al terminale Linux. Installare la Linux bigger image Uno degli svantaggi del SO operativo di cui arriva fornita la scheda, è che è una versione molto ridotta di Linux. Esiste però la possibilità di utilizzare una versione ampliata che fornisce molte più funzioni (tra cui la possibilità di utilizzare python, opencv, node.js etc...). Per fare questo abbiamo bisogno di una scheda micro-sd (da almeno 4 giga) sulla quale copiare l'immagine scaricabile da Una volta fatto questo, inserendo la micro-sd nella scheda Galileo, prima di alimentarla, automaticamente verrà effettuato il boot della versione estesa Linux. Se successivamente vorremo lanciare uno script python, sarà sufficiente copiare tale script nella root della scheda SD, invocando (nello sketch Arduino) il comando system( python realroot/script.py ).

3 Abilitare le funzioni di rete Affinchè la nostra board possa utilizzare l'accesso ad internet, è sufficiente conetterla (tramite cavo ethernet) ad un router, a patto che tale router abbia attivo il protocollo DHCP. Si noti che il collegamento al router va sempre necessariamente fatto prima di alimentare la scheda (in quanto la richiesta di assegnazione IP viene fatta solo in fase di boot del SO). Connettere lo shield bluetooth La scheda Galileo permette l'utilizzo di tutti gli shield compatibili con Arduino-Uno. Utilizziamo quindi un sensore bluetooth HC-06 di classe A a 4 pin (VCC, GND, TXD, RXD). Per prima cosa inseriamo la scheda SD (con l'immagine di Linux estesa) nella scheda, colleghiamo il cavo ethernet e poi alimentiamo la board. A questo punto colleghiamo la board al pc tramite la micro-usb. Utilizziamo quindi una soiled board per collegare i 4 pin del sensore bluetooth. Il GND (ground) al GND della board, e lo stesso per il VCC (al pin da 3.3 V della Galileo) per l'alimentazione.

4 Infine colleghiamo rispettivamente i pin TXD e RXD (trasmissione e ricezione) del sensore bluetooth, ai pin RXD e TXD della Galileo (i pin 0 e 1). Attenzione: A differenza dell'arduino classico, dove la Serial usata negli sketch, è mappata sui pin 0 e 1, per gli sketch con la Galileo, la Serial di uno sketch è mappata sulla seriale tramite usb, mentre i pin 0 e 1 (RXD e TXD) sono mappati sulla Serial1 (negli sketch). Quindi innanzitutto è possibile utilizzare il bluetooth (sui pin 0 e 1) e contemporaneamente continuare ad usare la Serial classica per fare debug / upload degli sketch. Ed inoltre dovremo usare, per interagire col sensore bluetooth, la Serial1 (e non la Serial, come gran parte degli esempi online fanno). Fatto questo, il nostro sensore bluetooth lampeggerà, e ciò indica che è in attesa di un dispositivo con cui allinearsi. Si noti che data la velocità di acquisizione, uno sketch arduino riceve (e processa) generalmente un byte alla volta. E' compito del programmatore quindi accumulare byte ed eventualmente fare parsing di riga (definiremo in seguito le convenzioni utilizzate per i protocolli di comunicazioni tra i vari elementi del sistema).

5 Architettura dell'applicazione Viene di seguito brevemente riassunta e illustrata l'architettura del sistema. Tale sistema si compone di 3 elementi principali: 1. Un web server che è in ascolto per richieste di tipo GET, e fornisce una lista di dati in formato JSON, contenenti (per il postino che ha inviato la richiesta) gli indirizzi presso cui fare la consegna, e per ogni indirizzo la lista dei nomi e cognomi dei destinatari, con associato il tipo di consegna. Tale webserver utilizza il framework Bottle in python per la creazione di un servizio leggero, e sqlite3 come database dal quale prelevare le informazioni da inviare. 2. Un applicazione Android, installata sullo smartphone del postino (a cui è associato un ID univoco, per ora cablato nell'applicazione) che si allinea con il webserver (con una richiesta GET, contenente il proprio ID) ottenendo la risposta in formato JSON, che utilizza per aggiornare le informazioni presenti in un DB locale allo smartphone (implementato usando il framework SQLite per Android). L'applicazione Android poi permetterà al postino di allinearsi (tramite bluetooth) con la scheda Galileo, e di inviargli i nomi e cognomi dei destinatari (per un dato indirizzo scelto) con associate le tipologie di consegne. 3. Uno sketch che gira sulla scheda Arduino, integrata nella Galileo, che è in ascolto sul sensore bluetooth. L'allineamento è fatto dal modulo bluetooth (tramite protocollo RFCOMM lato applicazione Android) mentre lo sketch si occupa di ricevere, un byte alla volta, quanto inviato dallo smartphone, e di farne il parsing. Quando il parsing risulta in una stringa che indica che lo smartphone ha inviato una lista di destinatari/tipi consegne, il modulo Arduino invoca uno script python (tramite le funzionalità offerte dal SO Linux) che sfrutta la connessione ethernet per inviare una mail a ciascuno dei destinatari (le corrispondenze nome e cognome mail sono salvate sulla scheda SD all'interno di un file testuale).

6 Android App Iniziamo con un'analisi della struttura dell'applicazione per Android. Da use-case si tratta di un'app che gira sullo smartphone / device del postino. L'app è composta da due activity, una iniziale (Starting activity) che è quella che si occupa di allineare inizialmente (prima che il postino inizi il suo giro di consegne, ad esempio quando passa per l'ufficio) con il web-server. Un'altra (la MainActivity) che si occupa di interagire con la Galileo. Ne illustriamo di seguito la struttura: La StartingActivity presenta all'utente un'interfaccia in cui inserire ip e porta del web-server centrale. I tasti di scelta sono due, e permettono di scaricare i dati (tramite invio di richiesta GET al web-server) che verranno salvati nel DB localmente, e di passare all'activity principale (la MainActivity) una volta che i dati sono stati ottenuti. La StartingActivity utilizza un thread separato per lanciare la richiesta GET e ottenere la risposta (la ricezione è bloccante, quindi non è possibile paralizzare il main thread dell'activity, in quanto è un comportamento non permesso nell'ambiente Android). Il thread che si occupa di dialogare col web-server (quando parte l'handler associato al tasto UPDATE), fa questo utilizzando la classe Java HttpUrlConnection che dopo una fase di inizializzazione (in cui vengono definiti i parametri della richiesta GET) permette di ricevere una stringa JSON dal web-server (di cui verrà fatto il parsing usando il miniframework java JSONSimple che mappa la rappresentazione in stringa di un file JSON nelle strutture dati Collection). Una volta ottenuto il parsin di tale stringa, che rappresenta la lista di indirizzi (con relativi destinatari) presso cui il postino deve fare le consegne, salviamo il tutto in un database locale al device, che utilizza un'istanza della classe SQLiteOpenHelper (che fornisce accesso al db in lettura e/o scrittura).

7 A questo punto l'utilizzatore può premere il tasto DONE e passare alla MainActivity che è quella che utilizzerà durante il suo giro di consegne, per dialogare con le varie schede Galileo dei condomini. Relativamente alla MainActivity abbiamo un menu che prensenta una serie di tasti che ci permettono di selezionare un device bluetooth (col quale allinearci) e di connetterci/disconnetterci da questo. E' presente una combo box (Spinner in Android) che permette di selezionare uno degli indirizzi di consegna, e per ciascun indirizzo di consegna, viene popolata una lista contenente destinatari e tipo della consegna. La scelta del device al quale connettersi, è fatta tramite le funzionalità offerte dalla classe BluetoothAdapter che permette di ottenere un set di possibili devices target. Una volta che si sia scelto un device target, è possibile avviare la creazione di un socket bluetooth per connettersi. Tale socket è ottenuto utilizzando l'uuid (Universal Unique ID) del device scelto. Il socket utilizza il protocollo RFCOMM (sostanzialmente si tratta di un protocollo per la trasmissione bluetooth che simula uno stream su porta seriale). Una volta che sia stata stabilita la connessione, viene abilitato il tasto che permette l'invio dei dati alla scheda Galileo. Viene quindi creata una stringa (secondo una convenzione da noi adottata, relativamente alla quale viene fornita una spiegazione più avanti) contenente la lista dei destinatari/tipi consegna, che viene inviata (tramite buffering) sul socket. In questo caso non c'e' bisogno di utilizzare un thread separato, essendo la write non bloccante. Si noti che il database locale allo smartphone viene creato soltanto la prima volta che viene istanziato un oggetto di classe SQLiteHelper, mentre le successive istanze recuperano soltanto un riferimento a tale database. In ultima istanza, segnaliamo il fatto che l'app android utilizza una serie di permessi specifici tra i quali quelli per l'uso del bluetooth, per la lettura dello stato del device (smartphone) e dello stato della rete, e l'accesso a quest'ultima. Web-server Il web-server utilizza il framework leggero Bottle (scritto in python) per fornire funzionalità di tipo REST. Si tratta di un framework che permette di creare una corrispondenza tra URI, modalità di richiesta (GET/POST/PUT/DELETE) e funzione python. Lo script python inoltre sfrutta le funzionalità offerte da sqlite3 per creare un database all'avvio, dal quale prelevare le informazioni da inviare al client richiedente (in questo caso l'applicazione Android). I dati sono distribuiti su 3 tabelle (postini,indirizzi,destinatari). La tabella postini è in relazione 1:n con la tabella indirizzi consegna, che a sua volta è in relazione 1:n con la tabella destinatari. Questo vuol dire che ad un postino (identificato tramite id) sul web server è associata una serie di indirizzi di consegna, ciascuno dei quali a sua volta è associato a più destinatari (i condomini del condominio sito a quell'indirizzo, presso il quale quel postino dovrà fare le consegne). La richiesta GET inviata dal client (smartphone) conterrà quindi l'id del postino (cablato sullo smartphone), tramite il quale il web server recuperà la lista degli indirizzi e quindi dei destinatari da inviare in risposta al client. La risposta è inviata al client utilizzando una rappresentazione JSON (facilmente interpretabile dal client, e ancor più facilmente costruibile dal webserver, essendo la rappresentazione JSON molto vicina ai dizionali/list di python). L'url al quale il webserver è raggiungibile è della forma

8 Galileo Lo scopo dello sketch Arduino, costantemente in loop sulla scheda Galileo, è quello di fare da ponte tra il sensore bluetooth, installato sulla scheda, e lo script python (presente sulla scheda SD) e lanciabile all'interno el sistema operativo Linux, per inviare notifiche via mail ai destinatari. Innanzitutto, come precedentemente descritto, a differenza delle schede Arduino classiche, sulla Galileo il sensore bluetooth è mappato sui pin 0 e 1, che sono associati alla Serial1, all'interno degli sketch. Possiamo quindi, come prima cosa, inizializzare sia la seriale classica (quella mappata sull'uscita usb della Galileo) sia quella associata ad i pin sui quali abbiamo installato il sensore bluetooth. In questo modo il nostro sketch potrà utilizzare il sensore, senza perdere le funzionalità di debug / upload di nuovi sketch. Si noti inoltre che all'inizio di uno sketch, è necessario inizializzare anche la micro-sd affinchè possa essere usata come dispositivo di memorizzazione/acquisizione file. All'interno del blocco di loop dello sketch, nel caso in cui siano presenti dati sulla Serial1 (bluetooth) continuiamo a leggere e ad accumulare un char alla volta, fino a quando non incontriamo il terminatore di riga (\n). Quando ciò accade, per convenzione. Quando ciò accade, analizziamo il contenuto dell'ultima riga accumulata, a seconda della convenzione dei messaggi che si scambiano le parti (si legga avanti per una descrizione a riguardo) Se è presente un token che indica allo sketch che è stata inviata una line relativa ad una lista di destinatari/tipi consegna, allora ne viene fatto il parsing, ottenendo da ciascun nome e cognome la mail associata (corrispondenza ottenuta analizzando un file testuale presente sulla micro-sd) al destinatario in questione. A questo punto viene invocato (con la funzione system(), che permette di richiamare comandi indirizzati al sistema operativo, attraverso un classico linguaggio di shell scripting) uno script python (al quale passiamo mail del destinatario, oggetto e messaggio da inviare) che si occuperà di inviare una notifica via mail. Affinchè sia possibile inviare mail utilizzando uno script python, è necessario utilizzare (lato mittente) un account (gmail in questo caso) appositamente configurato per tale scopo. Il motivo per il quale la lettura da sensore (sulla Serial1) è effettuata un char alla volta, è legato alla velocità con il quale viene richiamato il contenuto del blocco di codice loop dello sketch arduino, che fa sì che il controllo sulla disponibilità di dati sulla seriale, ritorni un valore true per ogni nuovo char ricevuto. Convenzioni adottate per lo scambio di messaggi Android App e Web-server Come anticipato, l'applicazione client (su smartphone) invia la richiesta di tipo GET al web server, allegandovi (come parametro) l'id del postino al quale appartiene il device. Il server risponde con una stringa in formato JSON, rappresentante la lista degli indirizzi presso i quali il postino deve fare la consegna, e per ciascun indirizzo, la lista dei destinatari (e tipi consegna). Avremo quindi un oggetto JSON dove ad ogni chiave (rappresentante un indirizzo) è associato un array JSON. Ciascuno di questi array JSON rappresenta la lista di destinatari ai quali vanno fatte le consegne. Ciascun array quindi sarà composto a sua volta di oggetti JSON, ciascuno rappresentante un destinatario (con il nome/cognome ed il tipo di consegna ottenibili dalle chiavi relative). Android App e Galileo sketch Come detto, l'applicazione Android si occupa di inviare allo sketch su Galileo (tramite sensore bluetooth) la lista dei destinatari per quel determinato condominio. Tale lista ha la forma: postino_consegna?nome:tipo?nome:tipo?nome:tipo?...?nome:tipo\n Il primo token (postino_consegna) indica allo sketch la funzione della stringa ricevuta. I succesisvi token (tra?...?) sono relativi ad un destinatario. La stringa deve essere terminata da un \n affinchè lo sketch Arduino possa correttamente farne il parsing.

9 Guida all'utilizzo Affinchè si possa replicare/simulare l'utilizzo dell'applicazione, occorre innanzitutto copiare lo script relativo al web-server (web_server_dati_posta.py) su una macchina capace di interpretare python. Tale macchina deve essere connessa ad internet (o per semplicità ad una rete wi-fi) e deve avere la possibilità di bindare un servizio sulla porta Lanciando lo script, otterremo un web-server in ascolto sulla 8081, all'indirizzo utilizzato dalla macchina all'interno della rete locale. Relativamente alla Galileo (dopo aver montato il sensore bluetooth a seconda di quanto illustrato precedentemente) per prima cosa occorre connetterla via ethernet ad una rete LAN (la colleghiamo ad un router, con protocollo DHCP abilitato, in modo tale da non dover definire manualmente IP e MAC address per il modulo ethernet incluso sulla scheda). Inseriamo la scheda SD nella Galileo (sulla scheda dovrà essere presente il file testuale che associa nomi/cognomi indirizzi mail, tale file può essere generato utilizzando lo sketch arduino dummyscrivinomimail.ino). Sulla scheda SD dovrà anche essere copiato (nella root principale della versione estesa del SO) lo script sendmail.py. Alimentiamo la scheda Galileo, e ne colleghiamo la porta seriale (USB) al pc. A questo punto lanciamo l'ide di Arduino, e facciamo upload dello sketch progetto.ino. Fatto questo, anche la Galielo sarà operativa e pronta a ricevere. Lanciamo l'app su smartphone, e per prima cosa scegliamo come ip/porta (del server delle poste) la coppia posseduta dal webserver (di default la porta è la 8081). Fatto questo, il tasto UPDATE farà partire il thread che riceverà i dati dal webserver. A questo punto possiamo passare all'activity principale, utilizzando il tasto DONE. Nell'activity principale il tasto del menu (a destra) ci permette di scegliere un dispositivo (obbligatorio farlo almeno una volta all'avvio dell'applicazione) e di connettersi/disconnettersi. L'icona subito a sinistra (le due spine) rappresenta lo stato dell'applicazione (cambia a seconda che il dispositivo sia allineato o meno con un sensore bluetooth). L'icona a forma di lettera, permette (una volta che il dispositivo sia allineato) di inviare dati al sensore bluetooth in ascolto. I dati da inviare, sono scelti utilizzando la combo box (spinner di Android) al centro dell'activity, che presenta una lista degli indirizzi presso cui effettuare consegne (a seconda del quale viene popolata la lista dei destinatari associati).

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 MANUALE UTENTE DN-16100 SALVAGUARDIA IMPORTANTE Tutti i prodotti senza piombo offerti dall'azienda sono a norma con i requisiti della legge Europea sulla restrizione per l'uso

Dettagli

GESTIONE DELLA E-MAIL

GESTIONE DELLA E-MAIL GESTIONE DELLA E-MAIL Esistono due metodologie, completamente diverse tra loro, in grado di consentire la gestione di più caselle di Posta Elettronica: 1. tramite un'interfaccia Web Mail; 2. tramite alcuni

Dettagli

Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente

Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente 2015 Seagate Technology LLC. Tutti i diritti riservati. Seagate, Seagate Technology, il logo Wave e FreeAgent sono marchi depositati o marchi registrati

Dettagli

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido SISSI IN RETE Quick Reference guide guida di riferimento rapido Indice generale Sissi in rete...3 Introduzione...3 Architettura Software...3 Installazione di SISSI in rete...3 Utilizzo di SISSI in Rete...4

Dettagli

Boot Camp Guida di installazione e configurazione

Boot Camp Guida di installazione e configurazione Boot Camp Guida di installazione e configurazione Indice 3 Introduzione 4 Panoramica dell'installazione 4 Passo 1: Verificare la presenza di aggiornamenti 4 Passo 2: Per preparare il Mac per Windows 4

Dettagli

COPERTURA WI-FI (aree chiamate HOT SPOT)

COPERTURA WI-FI (aree chiamate HOT SPOT) Wi-Fi Amantea Il Comune di Amantea offre a cittadini e turisti la connessione gratuita tramite tecnologia wi-fi. Il progetto inserisce Amantea nella rete wi-fi Guglielmo ( www.guglielmo.biz), già attivo

Dettagli

Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink

Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink Questa guida riporta i passi relativi all'installazione ed all'utilizzo dell'app "RxCamLink" per il collegamento remoto in mobilità a sistemi TVCC basati

Dettagli

Serduino - SERRA CON ARDUINO

Serduino - SERRA CON ARDUINO Serduino - SERRA CON ARDUINO 1 Componenti Facchini Riccardo (responsabile parte hardware) Guglielmetti Andrea (responsabile parte software) Laurenti Lorenzo (progettazione hardware) Rigolli Andrea (reparto

Dettagli

Le Reti Informatiche

Le Reti Informatiche Le Reti Informatiche modulo 10 Prof. Salvatore Rosta www.byteman.it s.rosta@byteman.it 1 Nomenclatura: 1 La rappresentazione di uno schema richiede una serie di abbreviazioni per i vari componenti. Seguiremo

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone Paragrafo 1 Prerequisiti Definizione di applicazione server Essa è un servizio che è in esecuzione su un server 1 al fine di essere disponibile per tutti gli host che lo richiedono. Esempi sono: il servizio

Dettagli

NetMonitor. Micro guida all uso per la versione 1.2.0 di NetMonitor

NetMonitor. Micro guida all uso per la versione 1.2.0 di NetMonitor NetMonitor Micro guida all uso per la versione 1.2.0 di NetMonitor Cos è NetMonitor? NetMonitor è un piccolo software per il monitoraggio dei dispositivi in rete. Permette di avere una panoramica sui dispositivi

Dettagli

Guida all'installazione di SLPct. Manuale utente. Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it

Guida all'installazione di SLPct. Manuale utente. Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it Guida all'installazione di SLPct Manuale utente Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it Premessa Il redattore di atti giuridici esterno SLpct è stato implementato da Regione

Dettagli

Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB

Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB 30/04/2013 Sommario - Limitazioni di responsabilità e uso del manuale... 3 1 Glossario... 3 2 Presentazione... 4 3 Quando procedere al ripristino

Dettagli

Aggiornamento del firmware per iphone con connettore Lightning compatibile con AppRadio Mode

Aggiornamento del firmware per iphone con connettore Lightning compatibile con AppRadio Mode Aggiornamento del firmware per iphone con connettore Lightning compatibile con AppRadio Mode Istruzioni sull aggiornamento per i modelli di navigazione: AVIC-F40BT, AVIC-F940BT, AVIC-F840BT e AVIC-F8430BT

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello della Web Application 5 3 Struttura della web Application 6 4 Casi di utilizzo della Web

Dettagli

Guida all utilizzo del dispositivo USB

Guida all utilizzo del dispositivo USB Guida all utilizzo del dispositivo USB 30/04/2013 Sommario - Limitazioni di responsabilità e uso del manuale... 3 1. Glossario... 3 2. Guida all utilizzo del dispositivo USB... 4 2.1 Funzionamento del

Dettagli

Creare una pen drive bottabile con Zeroshell oppure installarlo su hard disk. by Gassi Vito info@gassielettronica.com

Creare una pen drive bottabile con Zeroshell oppure installarlo su hard disk. by Gassi Vito info@gassielettronica.com Creare una pen drive bottabile con Zeroshell oppure installarlo su hard disk by Gassi Vito info@gassielettronica.com Questa breve guida pratica ci consentirà installare Zeroshell su pen drive o schede

Dettagli

Windows Mail Outlook Express 6 Microsoft Outlook 2003 Microsoft Outlook 2007 Thunderbird Opera Mail Mac Mail

Windows Mail Outlook Express 6 Microsoft Outlook 2003 Microsoft Outlook 2007 Thunderbird Opera Mail Mac Mail Configurare un programma di posta con l account PEC di Il Titolare di una nuova casella PEC può accedere al sistema sia tramite Web (Webmail i ), sia configurando il proprio account ii nel programma di

Dettagli

Installazione LINUX 10.0

Installazione LINUX 10.0 Installazione LINUX 10.0 1 Principali passi Prima di iniziare con l'installazione è necessario entrare nel menu di configurazione del PC (F2 durante lo start-up) e selezionare nel menu di set-up il boot

Dettagli

Introduzione alle applicazioni di rete

Introduzione alle applicazioni di rete Introduzione alle applicazioni di rete Definizioni base Modelli client-server e peer-to-peer Socket API Scelta del tipo di servizio Indirizzamento dei processi Identificazione di un servizio Concorrenza

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

Inizializzazione degli Host. BOOTP e DHCP

Inizializzazione degli Host. BOOTP e DHCP BOOTP e DHCP a.a. 2002/03 Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/~auletta/ Università degli studi di Salerno Laurea e Diploma in Informatica 1 Inizializzazione degli Host Un

Dettagli

G e s t i o n e U t e n z e C N R

G e s t i o n e U t e n z e C N R u t e n t i. c n r. i t G e s t i o n e U t e n z e C N R G U I D A U T E N T E Versione 1.1 Aurelio D Amico (Marzo 2013) Consiglio Nazionale delle Ricerche - Sistemi informativi - Roma utenti.cnr.it -

Dettagli

NAS 208 WebDAV Un'alternativa sicura per la condivisione di file su FTP

NAS 208 WebDAV Un'alternativa sicura per la condivisione di file su FTP NAS 208 WebDAV Un'alternativa sicura per la condivisione di file su FTP Eseguire il collegamento al NAS tramite WebDAV A S U S T O R C O L L E G E OBIETTIVI DEL CORSO Al termine di questo corso si dovrebbe

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

Informatica per la comunicazione" - lezione 9 -

Informatica per la comunicazione - lezione 9 - Informatica per la comunicazione" - lezione 9 - Protocolli di livello intermedio:" TCP/IP" IP: Internet Protocol" E il protocollo che viene seguito per trasmettere un pacchetto da un host a un altro, in

Dettagli

Guida all'installazione di WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili

Guida all'installazione di WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili Guida all'installazione di WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili 2012 NETGEAR, Inc. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte della presente pubblicazione può essere riprodotta, trasmessa, trascritta,

Dettagli

Istruzioni per l uso Guida software

Istruzioni per l uso Guida software Istruzioni per l uso Guida software Leggere subito Manuali per questa stampante...8 Preparazione per la stampa Installazione rapida...9 Conferma del metodo di connessione...11 Connessione di rete...11

Dettagli

Assistenza. Contenuto della confezione. Modem router Wi-Fi D6200B Guida all'installazione

Assistenza. Contenuto della confezione. Modem router Wi-Fi D6200B Guida all'installazione Assistenza Grazie per aver scelto i prodotti NETGEAR. Una volta completata l'installazione del dispositivo, individuare il numero di serie riportato sull'etichetta del prodotto e utilizzarlo per registrare

Dettagli

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Indice 4 Introduzione 5 Cosa ti occorre 6 Panoramica dell installazione 6 Passo 1: verifica la presenza di aggiornamenti. 6 Passo 2: apri Assistente

Dettagli

AGGIORNAMENTO PROTOCOLLO VERSIONE 3.9.0

AGGIORNAMENTO PROTOCOLLO VERSIONE 3.9.0 AGGIORNAMENTO PROTOCOLLO VERSIONE 3.9.0 Con questo aggiornamento sono state implementate una serie di funzionalità concernenti il tema della dematerializzazione e della gestione informatica dei documenti,

Dettagli

Configurazioni Mobile Connect

Configurazioni Mobile Connect Mailconnect Mail.2 L EVOLUZIONE DELLA POSTA ELETTRONICA Configurazioni Mobile Connect iphone MOBILE CONNECT CONFIGURAZIONE MOBILE CONNECT PER IPHONE CONFIGURAZIONE IMAP PER IPHONE RUBRICA CONTATTI E IPHONE

Dettagli

Controllare un nastro trasportatore fischertechnik con Arduino

Controllare un nastro trasportatore fischertechnik con Arduino TITOLO ESPERIENZA: Controllare un nastro trasportatore fischertechnik con Arduino PRODOTTI UTILIZZATI: OBIETTIVO: AUTORE: RINGRAZIAMENTI: Interfacciare e controllare un modello di nastro trasportatore

Dettagli

ACCESSO AL PORTALE INTERNET GSE

ACCESSO AL PORTALE INTERNET GSE ACCESSO AL PORTALE INTERNET GSE Guida d uso per la registrazione e l accesso Ver 3.0 del 22/11/2013 Pag. 1 di 16 Sommario 1. Registrazione sul portale GSE... 3 2. Accesso al Portale... 8 2.1 Accesso alle

Dettagli

Progetti reali con ARDUINO

Progetti reali con ARDUINO Progetti reali con ARDUINO Introduzione alla scheda Arduino (parte 2ª) ver. Classe 3BN (elettronica) marzo 22 Giorgio Carpignano I.I.S. Primo LEVI - TORINO Il menù per oggi Lettura dei pulsanti Comunicazione

Dettagli

Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@

Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@ Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@ Installazione Modem USB Momo Gestione segnale di rete Connessione Internet Messaggi di errore "Impossibile visualizzare la pagina" o "Pagina

Dettagli

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA Manuale Utente Linux Debian, Fedora, Ubuntu www.ondacommunication.com Chiavet ta Internet MT503HSA Guida rapida sistema operativo LINUX V 1.1 33080, Roveredo in Piano (PN)

Dettagli

Come configurare un programma di posta con l account PEC di GLOBALCERT.IT

Come configurare un programma di posta con l account PEC di GLOBALCERT.IT Come configurare un programma di posta con l account PEC di GLOBALCERT.IT Il Titolare di una nuova casella PEC può accedere al sistema sia tramite Web (Webmail i ), sia configurando il proprio account

Dettagli

Manuale - TeamViewer 6.0

Manuale - TeamViewer 6.0 Manuale - TeamViewer 6.0 Revision TeamViewer 6.0 9947c Indice Indice 1 Ambito di applicazione... 1 1.1 Informazioni su TeamViewer... 1 1.2 Le nuove funzionalità della Versione 6.0... 1 1.3 Funzioni delle

Dettagli

Guida rapida Vodafone Internet Key K4607-Z. Progettata da Vodafone

Guida rapida Vodafone Internet Key K4607-Z. Progettata da Vodafone Guida rapida Vodafone Internet Key K4607-Z Progettata da Vodafone Benvenuti nel mondo della comunicazione in mobilità 1 Benvenuti 2 Impostazione della Vodafone Internet Key 4 Windows 7, Windows Vista,

Dettagli

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Protocolli di rete Sommario Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Configurazione statica e dinamica

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione Le Reti di Calcolatori (parte 2) Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Docente: Daniela

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

Dispositivi di comunicazione

Dispositivi di comunicazione Dispositivi di comunicazione Dati, messaggi, informazioni su vettori multipli: Telefono, GSM, Rete, Stampante. Le comunicazioni Axitel-X I dispositivi di comunicazione servono alla centrale per inviare

Dettagli

CA Process Automation

CA Process Automation CA Process Automation Glossario Release 04.2.00 La presente documentazione, che include il sistema di guida in linea integrato e materiale distribuibile elettronicamente (d'ora in avanti indicata come

Dettagli

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1-1/9 HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1 CARATTERISTICHE DI UN DATABASE SQL...1-2 Considerazioni generali... 1-2 Concetto di Server... 1-2 Concetto di Client... 1-2 Concetto di database SQL... 1-2 Vantaggi...

Dettagli

Meetecho s.r.l. Web Conferencing and Collaboration tools. Guida all installazione e all uso di Meetecho beta

Meetecho s.r.l. Web Conferencing and Collaboration tools. Guida all installazione e all uso di Meetecho beta Web Conferencing and Collaboration tools Passo 1: registrazione presso il sito Accedere al sito www.meetecho.com e registrarsi tramite l apposito form presente nella sezione Reserved Area. In fase di registrazione

Dettagli

SMS API. Documentazione Tecnica YouSMS SOAP API. YouSMS Evet Limited 2015 http://www.yousms.it

SMS API. Documentazione Tecnica YouSMS SOAP API. YouSMS Evet Limited 2015 http://www.yousms.it SMS API Documentazione Tecnica YouSMS SOAP API YouSMS Evet Limited 2015 http://www.yousms.it INDICE DEI CONTENUTI Introduzione... 2 Autenticazione & Sicurezza... 2 Username e Password... 2 Connessione

Dettagli

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A Leggere attentamente questo manuale prima dell utilizzo e conservarlo per consultazioni future Via Don Arrigoni, 5 24020 Rovetta

Dettagli

Istruzioni per l uso Sartorius

Istruzioni per l uso Sartorius Istruzioni per l uso Sartorius Descrizione dell interfaccia per le bilance Entris, ED, GK e GW Indice Impiego previsto Indice.... 2 Impiego previsto.... 2 Funzionamento.... 2 Uscita dati.... 3 Formato

Dettagli

LA POSTA ELETTRONICA

LA POSTA ELETTRONICA LA POSTA ELETTRONICA Nella vita ordinaria ci sono due modi principali di gestire la propria corrispondenza o tramite un fermo posta, creandosi una propria casella postale presso l ufficio P:T., oppure

Dettagli

MANUALE D USO RTSDOREMIPOS

MANUALE D USO RTSDOREMIPOS MANUALE D USO RTSDOREMIPOS PROGRAMMA DI GESTIONE SCAMBIO IMPORTO E ALTRE FUNZIONI TRA APPLICATIVO GESTIONALE E POS INGENICO PER PAGAMENTO ELETTRONICO (prot. 17) Versione 1.0.0.0 INDICE INDICE... 2 LEGENDA...

Dettagli

Guida alla configurazione della posta elettronica. bassanonet.com

Guida alla configurazione della posta elettronica. bassanonet.com Guida alla configurazione della posta elettronica bassanonet.com 02 Guida alla configurazione della posta elettronica I programmi di posta elettronica consentono di gestire una o più caselle e-mail in

Dettagli

12.5 UDP (User Datagram Protocol)

12.5 UDP (User Datagram Protocol) CAPITOLO 12. SUITE DI PROTOCOLLI TCP/IP 88 12.5 UDP (User Datagram Protocol) L UDP (User Datagram Protocol) é uno dei due protocolli del livello di trasporto. Come l IP, é un protocollo inaffidabile, che

Dettagli

Guida alla configurazione dell'e-mail di altri provider sul cellulare Galaxy S.

Guida alla configurazione dell'e-mail di altri provider sul cellulare Galaxy S. Guida alla configurazione dell'e-mail di altri provider sul cellulare Galaxy S. All accensione del Tab e dopo l eventuale inserimento del codice PIN sarà visibile la schermata iniziale. Per configurare

Dettagli

Client di Posta Elettronica PECMailer

Client di Posta Elettronica PECMailer Client di Posta Elettronica PECMailer PECMailer è un semplice ma completo client di posta elettronica, ovvero un programma che consente di gestire la composizione, la trasmissione, la ricezione e l'organizzazione

Dettagli

Posta Elettronica Certificata

Posta Elettronica Certificata Posta Elettronica Certificata Manuale di utilizzo del servizio Webmail di Telecom Italia Trust Technologies Documento ad uso pubblico Pag. 1 di 33 Indice degli argomenti 1 INTRODUZIONE... 3 1.1 Obiettivi...

Dettagli

Guida al nuovo sistema di posta. CloudMail UCSC. (rev.doc. 1.4)

Guida al nuovo sistema di posta. CloudMail UCSC. (rev.doc. 1.4) Guida al nuovo sistema di posta CloudMail UCSC (rev.doc. 1.4) L Università per poter migliorare l utilizzo del sistema di posta adeguandolo agli standard funzionali più diffusi ha previsto la migrazione

Dettagli

IDom. Omnicon SRL Via Petrarca 14 20843 Verano Brianza (MB) info@omnicon.it

IDom. Omnicon SRL Via Petrarca 14 20843 Verano Brianza (MB) info@omnicon.it IDom MANUALE UTENTE Omnicon SRL Via Petrarca 14 20843 Verano Brianza (MB) info@omnicon.it 2 COPYRIGHT Tutti i nomi ed i marchi citati nel documento appartengono ai rispettivi proprietari. Le informazioni

Dettagli

Installazione di GFI Network Server Monitor

Installazione di GFI Network Server Monitor Installazione di GFI Network Server Monitor Requisiti di sistema I computer che eseguono GFI Network Server Monitor richiedono: i sistemi operativi Windows 2000 (SP4 o superiore), 2003 o XP Pro Windows

Dettagli

Installare e configurare Easy Peasy (Ubuntu Eee) su Asus Eee PC mini howto

Installare e configurare Easy Peasy (Ubuntu Eee) su Asus Eee PC mini howto Installare e configurare Easy Peasy (Ubuntu Eee) su Asus Eee PC mini howto Augusto Scatolini (webmaster@comunecampagnano.it) Ver. 1.0 (marzo 2009) ultimo aggiornamento aprile 2009 Easy Peasy è una distribuzione

Dettagli

Un client su arduino invia i dati acquisiti ad un database

Un client su arduino invia i dati acquisiti ad un database Un client su arduino invia i dati acquisiti ad un database PROBLEMA Si vogliono inviare, periodicamente, i dati acquisiti da alcuni sensori ad un database presente su di un server. Arduino con shield Ethernet

Dettagli

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto Rev 8.0-12/2012 TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen www.teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 6 1.1 Informazioni sul software... 6

Dettagli

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito, semplice da utilizzare e fornisce

Dettagli

Luca Mari, Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori) appunti delle lezioni. Architetture client/server: applicazioni client

Luca Mari, Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori) appunti delle lezioni. Architetture client/server: applicazioni client Versione 25.4.05 Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori): appunti delle lezioni Architetture client/server: applicazioni client 1 Architetture client/server: un esempio World wide web è un

Dettagli

MANUALE DI INSTALLAZIONE GESTIONE FLOTTE /REMIND

MANUALE DI INSTALLAZIONE GESTIONE FLOTTE /REMIND Progettisti dentro e oltre l impresa MANUALE DI INSTALLAZIONE GESTIONE FLOTTE /REMIND Pag 1 di 31 INTRODUZIONE Questo documento ha lo scopo di illustrare le modalità di installazione e configurazione dell

Dettagli

MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3

MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3 MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3 Installazione GEST-L 4 Versione per Mac - Download da www.system-i.it 4 Versione per Mac - Download da Mac App Store 4 Versione per Windows 4 Prima apertura del programma

Dettagli

Manuale di KDE su Geert Jansen Traduzione del documento: Dario Panico Traduzione del documento: Samuele Kaplun Traduzione del documento: Daniele Micci

Manuale di KDE su Geert Jansen Traduzione del documento: Dario Panico Traduzione del documento: Samuele Kaplun Traduzione del documento: Daniele Micci Geert Jansen Traduzione del documento: Dario Panico Traduzione del documento: Samuele Kaplun Traduzione del documento: Daniele Micci 2 Indice 1 Introduzione 5 2 Usare KDE su 6 3 Funzionamento interno 8

Dettagli

Funzioni nuove e modificate

Funzioni nuove e modificate Gigaset S675 IP, S685 IP, C470 IP, C475 IP: Funzioni nuove e modificate Questo documento integra il manuale di istruzioni dei telefoni VoIP Gigaset: Gigaset C470 IP, Gigaset C475 IP, Gigaset S675 IP e

Dettagli

Virtualizzazione e installazione Linux

Virtualizzazione e installazione Linux Virtualizzazione e installazione Linux Federico De Meo, Davide Quaglia, Simone Bronuzzi Lo scopo di questa esercitazione è quello di introdurre il concetto di virtualizzazione, di creare un ambiente virtuale

Dettagli

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Le funzionalità di X-Cross La sofisticata tecnologia di CrossModel, oltre a permettere di lavorare in Internet come nel proprio ufficio e ad avere una

Dettagli

Gestione posta elettronica (versione 1.1)

Gestione posta elettronica (versione 1.1) Gestione posta elettronica (versione 1.1) Premessa La presente guida illustra le fasi da seguire per una corretta gestione della posta elettronica ai fini della protocollazione in entrata delle mail (o

Dettagli

Procedura accesso e gestione Posta Certificata OlimonTel PEC

Procedura accesso e gestione Posta Certificata OlimonTel PEC Procedura accesso e gestione Posta Certificata OlimonTel PEC Informazioni sul documento Revisioni 06/06/2011 Andrea De Bruno V 1.0 1 Scopo del documento Scopo del presente documento è quello di illustrare

Dettagli

Access Point WiFi Powerline 500 XWNB5201 - Guida all installazione

Access Point WiFi Powerline 500 XWNB5201 - Guida all installazione Access Point WiFi Powerline 500 XWNB5201 - Guida all installazione Assistenza tecnica Grazie per aver scelto i prodotti NETGEAR. Una volta completata l'installazione del dispositivo, individuare il numero

Dettagli

V11. Release 1. New Devices. New Features. More Flexibility.

V11. Release 1. New Devices. New Features. More Flexibility. V11 Release 1 New Devices. New Features. Highlights dell innovaphone PBX Versione 11 Release 1 (11r1) Con il software Versione 11 dell innovaphone PBX la soluzione di telefonia IP e Unified Communications

Dettagli

E-MAIL INTEGRATA OTTIMIZZAZIONE DEI PROCESSI AZIENDALI

E-MAIL INTEGRATA OTTIMIZZAZIONE DEI PROCESSI AZIENDALI E-MAIL INTEGRATA OTTIMIZZAZIONE DEI PROCESSI AZIENDALI E-MAIL INTEGRATA Ottimizzazione dei processi aziendali Con il modulo E-mail Integrata, NTS Informatica ha realizzato uno strumento di posta elettronica

Dettagli

C O M E I N I Z I A R E A U S A R E U N T A B L E T A N D R O I D

C O M E I N I Z I A R E A U S A R E U N T A B L E T A N D R O I D C O M E I N I Z I A R E A U S A R E U N T A B L E T A N D R O I D Se avete un tablet android, ma non avete la minima idea di come accenderlo, usarlo e avviarlo, seguite queste nostre indicazioni 1. ATTIVAZIONE

Dettagli

MANUALE D USO G.ALI.LE.O GALILEO. Manuale d uso. Versione 1.1.0. [OFR] - Progetto GALILEO - Manuale d uso

MANUALE D USO G.ALI.LE.O GALILEO. Manuale d uso. Versione 1.1.0. [OFR] - Progetto GALILEO - Manuale d uso [OFR] - - G.ALI.LE.O Versione 1.1.0 MANUALE D USO pag. 1 di 85 [OFR] - - pag. 2 di 85 [OFR] - - Sommario 1 - Introduzione... 6 2 - Gestione ALbI digitale Ordini (G.ALI.LE.O.)... 7 2.1 - Schema di principio...

Dettagli

Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER

Installazione ed attivazione della SUITE OFFIS versione SERVER Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER Premessa La versione server di OFFIS può essere installata e utilizzata indifferentemente da PC/Win o Mac/Osx e consente l'accesso contemporaneo

Dettagli

Sistema di telecomunicazione per le piccole e medie imprese.

Sistema di telecomunicazione per le piccole e medie imprese. Sistema di telecomunicazione per le piccole e medie imprese. Sistema di telecomunicazione Promelit ipecs MG. Descrizione del Sistema: L azienda di oggi deve saper anche essere estesa : non confinata in

Dettagli

FASE DEBUGGING: Compiler Linker. controllando che la voce Genera le informazioni per il debug cioè. "Generate debugging information"

FASE DEBUGGING: Compiler Linker. controllando che la voce Genera le informazioni per il debug cioè. Generate debugging information FASE DEBUGGING: Prima della compilazione, si devono inserire 1 nel progetto informazioni per il debug cioè si devono visualizzare le opzioni di progetto seguendo il percorso: controllando che la voce Genera

Dettagli

Manuale installazione DiKe Util

Manuale installazione DiKe Util Manuale installazione DiKe Util Andare sul sito Internet: www.firma.infocert.it Cliccare su software nella sezione rossa INSTALLAZIONE: comparirà la seguente pagina 1 Selezionare, nel menu di sinistra,

Dettagli

DNS (Domain Name System) Gruppo Linux

DNS (Domain Name System) Gruppo Linux DNS (Domain Name System) Gruppo Linux Luca Sozio Matteo Giordano Vincenzo Sgaramella Enrico Palmerini DNS (Domain Name System) Ci sono due modi per identificare un host nella rete: - Attraverso un hostname

Dettagli

Simplex Gestione Hotel

Simplex Gestione Hotel Simplex Gestione Hotel Revisione documento 01-2012 Questo documento contiene le istruzioni per l'utilizzo del software Simplex Gestione Hotel. E' consentita la riproduzione e la distribuzione da parte

Dettagli

guida all'utilizzo del software

guida all'utilizzo del software guida all'utilizzo del software Il software Gestione Lido è un programma molto semplice e veloce che permette a gestori e proprietari di stabilimenti balneari di semplificare la gestione quotidiana dell?attività

Dettagli

Configuration Managment Configurare EC2 su AWS. Tutorial. Configuration Managment. Configurare il servizio EC2 su AWS. Pagina 1

Configuration Managment Configurare EC2 su AWS. Tutorial. Configuration Managment. Configurare il servizio EC2 su AWS. Pagina 1 Tutorial Configuration Managment Configurare il servizio EC2 su AWS Pagina 1 Sommario 1. INTRODUZIONE... 3 2. PROGRAMMI NECESSARI... 4 3. PANNELLO DI CONTROLLO... 5 4. CONFIGURARE E LANCIARE UN ISTANZA...

Dettagli

Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis

Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis Descrizione Generale Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis EOLO DAVIS rappresenta una soluzione wireless di stazione meteorologica, basata su sensoristica Davis Instruments, con possibilità di mettere

Dettagli

SubnetMask: come funzionano e come si calcolano le sottoreti (SpySystem.it)

SubnetMask: come funzionano e come si calcolano le sottoreti (SpySystem.it) SubnetMask: come funzionano e come si calcolano le sottoreti (SpySystem.it) In una rete TCP/IP, se un computer (A) deve inoltrare una richiesta ad un altro computer (B) attraverso la rete locale, lo dovrà

Dettagli

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi.

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi. I server di stampa vengono utilizzati per collegare le stampanti alle reti. In tal modo, più utenti possono accedere alle stampanti dalle proprie workstation, condividendo sofisticate e costose risorse.

Dettagli

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux.

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux. FAQ su GeCo Qual è la differenza tra la versione di GeCo con installer e quella portabile?... 2 Esiste la versione per Linux di GeCo?... 2 Quali sono le credenziali di accesso a GeCo?... 2 Ho smarrito

Dettagli

UBUNTU SERVER. Installazione e configurazione di Ubuntu Server. M. Cesa 1

UBUNTU SERVER. Installazione e configurazione di Ubuntu Server. M. Cesa 1 UBUNTU SERVER Installazione e configurazione di Ubuntu Server M. Cesa 1 Ubuntu Server Scaricare la versione deisiderata dalla pagina ufficiale http://www.ubuntu.com/getubuntu/download-server Selezioniare

Dettagli

[Operazioni Preliminari]

[Operazioni Preliminari] [Operazioni Preliminari] Si consiglia di leggere interamente questo manuale prima di procedere alle operazioni di aggiornamento del KeyB Organ. 1] Per aggiornare firmware, suoni e parametri del KeyB Organ

Dettagli

Configurazione Zimbra mail per accedere alla propria casella di posta tramite il browser.

Configurazione Zimbra mail per accedere alla propria casella di posta tramite il browser. Configurazione Zimbra mail per accedere alla propria casella di posta tramite il browser. Se vogliamo accedere alla nostra casella di posta elettronica unipg.it senza usare un client di posta (eudora,

Dettagli

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A.

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A. Mobile Messaging SMS Copyright 2015 VOLA S.p.A. INDICE Mobile Messaging SMS. 2 SMS e sistemi aziendali.. 2 Creare campagne di mobile marketing con i servizi Vola SMS.. 3 VOLASMS per inviare SMS da web..

Dettagli

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore)

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Autore: Matteo Veroni Email: matver87@gmail.com Sito web: matteoveroni@altervista.org Fonti consultate: http://openmeetings.apache.org/

Dettagli

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO Precisione del riconoscimento Velocità di riconoscimento Configurazione del sistema Correzione Regolazione della

Dettagli

APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI ACQUISTO DEL MATERIALE INFORMATICO. Francesco Marchione e Dario Richichi

APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI ACQUISTO DEL MATERIALE INFORMATICO. Francesco Marchione e Dario Richichi APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI ACQUISTO DEL MATERIALE INFORMATICO Francesco Marchione e Dario Richichi Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia Sezione di Palermo Indice Introduzione...

Dettagli