Programma della Formazione A Distanza (FAD) "Incentivare l allattamento al seno come strategia di promozione della Salute"

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Programma della Formazione A Distanza (FAD) "Incentivare l allattamento al seno come strategia di promozione della Salute""

Transcript

1 Formazione A Distanza "Incentivare l allattamento al seno come strategia di promozione della Salute" del Istituto Superiore di Sanità e verifica dei contenuti equivalenti nel corso OMS/UNICEF 20 ore. A cura di Angela Giusti, Centro Nazionale di Epidemiologia, Sorveglianza e Promozione della Salute, Istituto Superiore di Sanità Elise Chapin, Programma Ospedali&Comunità Amici dei Bambini, Area Volontari e Programmi, Comitato Italiano per l'unicef Roma, 30 giugno 201 Di seguito viene presentata la proposta di equivalenza di alcuni contenuti tra il corso OMS/UNICEF 20 ore in presenza e la FAD. L'equivalenza è stata pensata sulla base dei contenuti teorici proposti e delle pratiche, mantenendo in presenza tutte le attività che richiedono il lavoro di gruppo o l'esercitazione pratica ai fini dell'acquisizione delle competenze necessarie alla protezione, promozione e sostegno dell'allattamento nell'ambito delle strategie "Amiche del Bambino". E' comunque necessario che i formatori definiscano di volta in volta gli argomenti che richiedono maggiore attenzione, sulla base delle esigenze dello specifico contesto e del gruppo di partecipanti. Si ricorda che tutti gli operatori del reparto che vengono a contatto in qualsiasi forma con gestanti, madri, e/o bambini devono inoltre partecipare a un Corso di Orientamento sulla Politica aziendale per l allattamento materno e l alimentazione infantile per capire l impegno aziendale nonché il proprio ruolo nella sua attuazione. Programma della Formazione A Distanza (FAD) "Incentivare l allattamento al seno come strategia di promozione della Salute" Totale ore: 8, incluse 2 ore di e studio di casi DOSSIER 1. LA PROMOZIONE DELL'ALLATTAMENTO AL SENO NELL'AMBITO DELLA PROMOZIONE DELLA SALUTE 1. La Promozione della Salute Le strategie Guadagnare Salute come strategia per la salute della mamma e del bambino GenitoriPiù I rischi associati al fumo e all alcol 2. Epidemiologia I dati sull allattamento al seno I determinanti dell allattamento al seno e delle pratiche di alimentazione dei lattanti 3. Allattamento al seno e salute I rischi del mancato allattamento al seno e dei sostituti del latte materno L importanza dell allattamento al seno per la coppia mamma-bambino

2 4. Strategie internazionali e nazionali di protezione, promozione e sostegno Le iniziative Oms-Unicef per promuovere l allattamento Le strategie internazionali La normativa italiana Allattamento al seno e lavoro Allattamento al seno in pubblico Il ruolo e la formazione degli operatori La gestione dell alimentazione dei lattanti nelle emergenze Le associazioni per l allattamento al seno DOSSIER 2. ALLATTAMENTO AL SENO: TRA ARTE, SCIENZA E NATURA. 1. Come si produce il latte materno Anatomia della mammella e fisiologia dell allattamento La cura del seno La composizione del latte materno e i suoi benefici Buone pratiche a sostegno dell allattamento materno La durata dell allattamento materno: tra raccomandazioni e rispetto dei tempi dei bambini 2. Perché è importante osservare una poppata Attacco e posizione nei primi giorni di vita e nei mesi successivi Le posizioni per allattare Come valutare la crescita del bambino allattato al seno 3. La comunicazione sull allattamento al seno Le competenze di base del counselling per il sostegno all allattamento I messaggi chiave per il counselling della donna che allatta: cosa, quando e come 4. Come aiutare la mamma a mantenere e aumentare la produzione di latte I segnali di fame del bambino: imparare a riconoscerli Bassa produzione e bassa introduzione di latte La spremitura manuale del latte Il latte donato Somministrazione del latte materno spremuto L alimentazione con tazzina Il latte artificiale. I problemi in corso di allattamento al seno Patologie della mammella I capezzoli invertiti Le ragadi L ingorgo mammario Il dotto ostruito La mastite Le infezioni da Candida albicans 6. La salute della donna che allatta al seno L alimentazione della mamma e gli stili salutari in allattamento Le controindicazioni all allattamento al seno La contraccezione durante l allattamento al seno

3 7. Farmaci e allattamento al seno Le dimensioni del rischio dell assunzione del farmaco in allattamento Controindicazioni assolute e relative, false controindicazioni Uso dei farmaci, gestione dell allattamento e farmacovigilanza Le informazioni alla donna che allatta al seno Siti e telefoni utili STUDIO DI CASI 1. Mamma sana, bimbo sano 2. Farmaci, alcol, fumo 3. Percezione di scarsa produzione di latte 4. Rientro a casa ESERCITAZIONI 1. Problemi del seno 2. Ricostituzione del latte artificiale 3. Valutare la crescita 4. Valutare attacco e posizione Corrispondenze tra FAD allattamento ISS (8 ore complessive) e corso 20 ore UNICEF Sessione corso 20 ore in presenza durata Contenuto FAD durata Sessione di apertura 1 0 Sessione 1: La BFHI: parte della Strategia Globale 0 30 Illustrare lo scopo della Strategia Globale per l Alimentazione dei Neonati e dei Bambini dell OMS/UNICEF. Dossier 1 Delineare gli obiettivi della BFHI. Dossier 1 Spiegare perché la BFHI è importante nelle zone ad alta prevalenza di HIV. Spiegare come questo corso può aiutare questa struttura sanitaria in questo momento. Dossier 1 Dossier 1 Analizzare come questo corso si integra con altre attività. Dossier 1 Sessione 2: Abilità della comunicazione Identificare le abilità della comunicazione per ascoltare, apprendere e infondere fiducia. 30 Usare queste abilità con l aiuto di un foglio di lavoro. 30 Sessione 3: Promuovere l allattamento in gravidanza Passo Avere uno schema delle informazioni da discutere con le donne in gravidanza. Spiegare la preparazione prenatale dei seni per l allattamento al seno, cosa funziona e cosa non funziona. 20

4 Identificare le donne che hanno bisogno di una maggiore attenzione. Avere uno schema delle informazioni da discutere con le donne in gravidanza che sono HIV positive. Esercitarsi con le abilità della comunicazione da usare quando si parla con una donna in gravidanza. 0 Sessione 4: Proteggere l allattamento al seno 40 Discutere gli effetti delle strategie di marketing sull alimentazione infantile. Elencare i punti chiave del Codice Internazionale sulla Commercializzazione dei Sostituti del Latte Materno. Descrivere le azioni che gli operatori sanitari possono intraprendere per proteggere le famiglie dal marketing dei sostituti del latte materno. Indicare l attenzione necessaria con le donazioni di sostituti del latte materno nelle situazioni di emergenza. Dossier 1 Dossier 1 1 Dossier 1 Discutere su come rispondere alle strategie di marketing. 1 Sessione : Pratiche alla nascita e allattamento Passo Descrivere come sostenere l allattamento subito dopo la nascita. 30 Spiegare l importanza del contatto pelle a pelle immediato per la madre ed il neonato. 1 Spiegare come si favorisce l inizio dell allattamento al seno. Elencare i vari modi per sostenere l allattamento dopo un taglio cesareo. Spiegare come si applicano le pratiche BFHI alle donne che non allattano al seno. Sessione 6: Come arriva il latte dal seno al bambino 0 4 Identificare le parti del seno e descrivere le loro funzioni. Considerare com è prodotto il latte ed i meccanismi che ne regolano la produzione. 1 1 Spiegare il ruolo del bambino nel trasferimento del latte. 20 Discutere le cure di cui ha bisogno il seno. Sessione 7: Aiutare ad allattare Passo sezioni Elencare gli elementi chiave per una buona posizione e per un allattamento comodo e ben riuscito. Descrivere come valutare una poppata.

5 Riconoscere i segni di buona posizione e di un buon attacco. 20 Sessione 7: Aiutare ad allattare Passo sezioni Dimostrare come si aiuta una madre ad apprendere la buona posizione ed il buon attacco. Considerare quando è necessario prestare aiuto per l allattamento. Far pratica in piccoli gruppi su come aiutare una madre. 20 Elencare le cause di possibile difficoltà per attaccare un bambino al seno. Sessione 8: Pratiche che aiutano ad allattare Passi 6, 7, 8 e Descrivere il loro ruolo nelle pratiche che favoriscono il roomingin. Descrivere il loro ruolo nelle pratiche che favoriscono l allattamento a richiesta (guidato dal bambino). Suggerire come svegliare un bambino sonnolento e consolare un bambino che piange troppo. Elencare i rischi di aggiunte e supplementi non necessari. Spiegare perché è importante evitare l uso di biberon e tettarelle. Descrivere come rimuovere gli ostacoli all avvio tempestivo dell allattamento. 1 Sessione 9: Produzione e offerta di latte 0 4 Parlare con le madri su preoccupazioni riguardanti il poco latte. Descrivere la crescita normale dei bambini. Descrivere come aumentare la produzione, l offerta e l assunzione di latte materno. Discutere in gruppo un caso di poco latte. 20 Sessione : Bambini con bisogni speciali 4 0 Discutere dell allattamento al seno in bambini prematuri, di basso peso o con bisogni speciali

6 Descrivere come aiutare le madri ad allattare più di un bambino. Delineare la prevenzione e la gestione di situazioni cliniche frequenti in relazione all allattamento: ipoglicemia neonatale, ittero e disidratazione. Fare uno schema delle indicazioni mediche per l uso di alimenti e bevande diversi dal latte materno. Sessione 11: Se il bambino non può prendere il seno Passo 1 4 Descrivere perché la spremitura manuale del seno è utile e come si fa. Assistere una madre ad apprendere la spremitura manuale del seno. 1 1 Spiegare l uso in sicurezza del latte di un altra madre. Illustrare come alimentare un bambino con tazzina. 2 Sessione 12: Problemi del seno e del capezzolo 0 60 Elencare cosa osservare quando si esaminano seni e capezzoli di una madre che allatta. Descrivere le cause, la prevenzione e la gestione dell ingorgo e della mastite. Descrivere le cause, la prevenzione e la gestione del dolore ai capezzoli e delle ragadi. Dimostrare come si assiste una madre con problemi del seno o del capezzolo in un gioco di ruolo. Sessione 13: Problemi di salute della madre 0 4 Analizzare i bisogni nutrizionali di una donna che allatta. Illustrare come l allattamento al seno aiuti a distanziare le nascite. Discutere la gestione dell allattamento quando la madre è ammalata. Passare in rassegna le informazioni essenziali su allattamento e uso di farmaci Sessione 14: Sostegno continuo alle madri Passo 20 Descrivere come preparare una madre per la dimissione. 1 Discutere del follow-up e del sostegno dopo la dimissione. Delineare come proteggere l allattamento se una madre lavora. Discutere di come mantenere l allattamento nel secondo anno e oltre.

7 Considerare il sostegno di gruppo per l allattamento al seno. 30 Sessione 1: Far diventare il tuo ospedale amico del bambino 3 0 Spiegare cosa s intende per pratiche amiche del bambino. 20 Descrivere le procedure di valutazione per la BFHI. Discutere su come integrare la BFHI nei programmi in corso. Riassunto della giornata 1 e domande 1 0 Riassunto della giornata 2 e domande 1 0 Riassunto della giornata 3 e domande 1 0 Chiusura del corso 1 0 Pratica clinica 1: Osservare ed assistere la poppata Pratica clinica 2: Parlare con una donna in gravidanza 60 0 Pratica clinica 3: Spremitura e alimentazione con bicchierino 90 0 Totali 12 h 8 h

POLITICA AZIENDALE PER L ALLATTAMENTO AL SENO E L ALIMENTAZIONE DEI BAMBINI

POLITICA AZIENDALE PER L ALLATTAMENTO AL SENO E L ALIMENTAZIONE DEI BAMBINI POLITICA AZIENDALE PER L ALLATTAMENTO AL SENO E L ALIMENTAZIONE DEI BAMBINI INTRODUZIONE Questa Azienda sostiene e promuove l allattamento al seno in quanto modalità naturale di alimentazione del neonato,

Dettagli

SEDE: Istituti clinici di perfezionamento Ospedale Vittore Buzzi, Via Castelvetro 32 Milano.

SEDE: Istituti clinici di perfezionamento Ospedale Vittore Buzzi, Via Castelvetro 32 Milano. DAL 18 AL 20 ORE: NOVITÀ IN TEMA DI ALLATTAMENTO MATERNO secondo le indicazioni OMS/UNICEF TIPOLOGIA FORMATIVA: Corso di aggiornamento residenziale per infermieri infermieri pediatrici assistenti sanitari

Dettagli

Politica aziendale per la protezione, promozione e sostegno dell'allattamento al seno

Politica aziendale per la protezione, promozione e sostegno dell'allattamento al seno Azienda Usl 7 di Siena Azienda Sanitaria delle zone Senese, Alta Val d'elsa, Amiata Val d'orcia e Valdichiana Senese DIPARTIMENTO MATERNO INFANTILE Il libretto è stato elaborato dal gruppo di lavoro multidisciplinare

Dettagli

ALIMENTAZIONE DEI BAMBINI

ALIMENTAZIONE DEI BAMBINI POLITICA AZIENDALE PER L ALLATTAMENTO AL SENO E L ALIMENTAZIONE DEI BAMBINI REVISIONE MARZO 2014 INTRODUZIONE Questa Azienda sostiene e promuove l allattamento al seno in quanto modalità naturale di alimentazione

Dettagli

La Politica aziendale dell A.S.S. n. 1 Triestina per l allattamento al seno e l alimentazione dei bambini

La Politica aziendale dell A.S.S. n. 1 Triestina per l allattamento al seno e l alimentazione dei bambini Ospedali & Comunità Amici dei Bambini uniti per la protezione, promozione e sostegno dell allattamento materno La Politica aziendale dell A.S.S. n. 1 Triestina per l allattamento al seno e l alimentazione

Dettagli

Linee guida per l'allattamento al seno

Linee guida per l'allattamento al seno Politica aziendale relativa all allattamento al seno e all alimentazione dei bambini adottata presso l Ospedale di Lucca Linee guida per l'allattamento al seno Allegato alla deliberazione del Direttore

Dettagli

Standard per le Buone Pratiche per gli Ospedali

Standard per le Buone Pratiche per gli Ospedali uniti per i bambini INSIEME PER L ALLATTAMENTO Ospedali&Comunità Amici dei Bambini uniti per la protezione, promozione e sostegno dell allattamento materno Standard per le Buone Pratiche per gli Ospedali

Dettagli

Il Il ruolo del Pediatra di famiglia nell allattamento al seno

Il Il ruolo del Pediatra di famiglia nell allattamento al seno Il Il ruolo del Pediatra di famiglia nell allattamento al seno Dott.Raffaele D Errico Pediatra di famiglia ASL Napoli 1 Distretto 48 Federazione Italiana Medici Pediatri di Napoli «Anche l uomo l potrebbe

Dettagli

PREMESSA FINALITA. S icurezza A mbiente L egalità U manità T rasparenza E fficienza

PREMESSA FINALITA. S icurezza A mbiente L egalità U manità T rasparenza E fficienza C onoscenza R esponsabilità E quità A ppartenenza R elazione E ccellenza S icurezza A mbiente L egalità U manità T rasparenza E fficienza POLICY E LINEE GUIDA DELL AZIENDA OSPEDALIERA DI PORDENONE E DELL

Dettagli

Sito UNICEF Italia: www.unicef.it/allattamento

Sito UNICEF Italia: www.unicef.it/allattamento L allattamento al seno esclusivo è il modello di riferimento o normativo rispetto al quale tutti i metodi alternativi di alimentazione devono essere misurati in termini di crescita, salute, sviluppo, e

Dettagli

INTEGRAZIONE OSPEDALE TERRITORIO

INTEGRAZIONE OSPEDALE TERRITORIO Casa Internazionale della Donna Roma, 24 giugno 2011 INTEGRAZIONE OSPEDALE TERRITORIO Ostetrica Antonella Bernardini INTEGRAZIONE OSPEDALE E TERRITORIO L INTEGRAZIONE TRA LE STRUTTURE OSPEDALIERE E QUELLE

Dettagli

Sessione 16 RIFIUTO DEL SENO. 76 16. Rifiuto del seno. Introduzione

Sessione 16 RIFIUTO DEL SENO. 76 16. Rifiuto del seno. Introduzione 76 16. Rifiuto del seno Sessione 16 RIFIUTO DEL SENO Introduzione In alcune comunità il rifiuto del seno da parte del bambino è una delle ragioni più comuni che provocano la sospensione dell allattamento

Dettagli

L allattamento al seno: una risorsa cm 0. Leonardo Speri

L allattamento al seno: una risorsa cm 0. Leonardo Speri L allattamento al seno: una risorsa cm 0 Leonardo Speri, e il latte materno? Benché sia già stato detto continuiamo a sprecare non solo e non tanto un nutrimento, ma una sorgente (stra)ordinaria di energie

Dettagli

INIZIATIVA OSPEDALE AMICO DEI BAMBINI Riveduta, aggiornata ed ampliata per un approccio integrato alle cure

INIZIATIVA OSPEDALE AMICO DEI BAMBINI Riveduta, aggiornata ed ampliata per un approccio integrato alle cure INIZIATIVA OSPEDALE AMICO DEI BAMBINI Riveduta, aggiornata ed ampliata per un approccio integrato alle cure Maternity, 1963, 2003 Estate of Pablo Picasso/Artists Rights Society (ARS), New York Strategia

Dettagli

ALLATTAMENTO AL SENO Luca RIgon neonatologo ULSS15

ALLATTAMENTO AL SENO Luca RIgon neonatologo ULSS15 PROMUOVERE LA SALUTE NEI PRIMI ANNI DI VITA Programma Regionale GenitoriPiù quali novità? ALLATTAMENTO AL SENO Luca RIgon neonatologo ULSS15 REGIONE VENETO - AZIENDA ULSS 15 Alta Padovana Dipartimento

Dettagli

Il neonato: istruzioni per l uso. Dott. Gennaro Salvia Responsabile UOC Pediatria Neonatologia-U.T.I.N. Ospedale Buon Consiglio Fatebenefratelli

Il neonato: istruzioni per l uso. Dott. Gennaro Salvia Responsabile UOC Pediatria Neonatologia-U.T.I.N. Ospedale Buon Consiglio Fatebenefratelli Il neonato: istruzioni per l uso Responsabile UOC Pediatria Neonatologia-U.T.I.N. Ospedale Buon Consiglio Fatebenefratelli Percorso di accompagnamento alla nascita Allattamento materno Formazione a piccoli

Dettagli

Lezione 9. Bambini che rifiutano il seno

Lezione 9. Bambini che rifiutano il seno Lezione 9. Bambini che rifiutano il seno Obiettivi Alla fine di questa lezione i partecipanti saranno in grado di aiutare: Il bambino che rifiuta di andare al seno Il bambino che non riesce ad attaccarsi

Dettagli

Promuovere, proteggere e sostenere l allattamento materno.

Promuovere, proteggere e sostenere l allattamento materno. Promuovere, proteggere e sostenere l allattamento materno. Beatrice Dalla Barba Formatore Azienda Ospedaliera: Ostetrica E.Righetti PERCHE E COSI IMPORTANTE PROMUOVERE L ALLATTAMENTO AL SENO? L AS nei

Dettagli

Promuovere, proteggere e sostenere l allattamento al seno: un Programma d Azione per l Europa

Promuovere, proteggere e sostenere l allattamento al seno: un Programma d Azione per l Europa Promuovere, proteggere e sostenere l allattamento al seno: un Programma d Azione per l Europa Il Programma d Azione per l allattamento al seno in Europa è un progetto che mira ad aiutare le donne ad avere

Dettagli

INCENTIVAZIONE DELL ALLATTAMENTO AL SENO

INCENTIVAZIONE DELL ALLATTAMENTO AL SENO INCENTIVAZIONE DELL ALLATTAMENTO AL SENO Il reparto Maternità del Gaslini favorisce l'allattamento al seno, in base alle norme definite dall'oms (Organizzazione Mondiale della Sanità) e dall'unicef (Fondo

Dettagli

Atmosfera in sala travaglio. Presenza del marito o persona di fiducia durante il travaglio Clistere e tricotomia

Atmosfera in sala travaglio. Presenza del marito o persona di fiducia durante il travaglio Clistere e tricotomia Atmosfera in sala travaglio Presenza del marito o persona di fiducia durante il travaglio Clistere e tricotomia Libertà di movimento in travaglio Assunzione cibi e liquidi Monitoraggio continuo o intermittente?

Dettagli

OSPEDALE AMICO DEI BAMBINI Iniziativa OMS/UNICEF per la promozione dell allattamento materno

OSPEDALE AMICO DEI BAMBINI Iniziativa OMS/UNICEF per la promozione dell allattamento materno OSPEDALE AMICO DEI BAMBINI Iniziativa OMS/UNICEF per la promozione dell allattamento materno Informazioni per le strutture interessate al riconoscimento Introduzione... p. 2 I. Proposte... p. 2 II. Prospettive.

Dettagli

Promuovere, proteggere e facilitare l allattamento nel bambino con labiopalatoschisi

Promuovere, proteggere e facilitare l allattamento nel bambino con labiopalatoschisi Promuovere, proteggere e facilitare l allattamento nel bambino con labiopalatoschisi Allattare quando c è una labiopalatoschisi: quali sono le difficoltà? Dipende dalla posizione e l entità della schisi

Dettagli

L'allattamento in Italia

L'allattamento in Italia XXXIX congresso dell Associazione Italiana di Epidemiologia Alimentazione e salute nell era della globalizzazione SEMINARIO SATELLITE 27 ottobre 2015 Allattamento e alimentazione infantile come strategia

Dettagli

LAZIOSANITÀ AGENZIA DI SANITÀ PUBBLICA

LAZIOSANITÀ AGENZIA DI SANITÀ PUBBLICA LAZIOSANITÀ AGENZIA DI SANITÀ PUBBLICA Allattamento al Seno Alcuni suggerimenti per le mamme Regione Lazio La Regione Lazio, nel suo Piano Sanitario 2002-2004 e con la Delibera n. 1741 del 20 Dicembre

Dettagli

PERCHÈ L'ALLATTAMENTO AL SENO É IMPORTANTE

PERCHÈ L'ALLATTAMENTO AL SENO É IMPORTANTE 1. Perché l allattamento al seno è importante 3 Sessione 1 PERCHÈ L'ALLATTAMENTO AL SENO É IMPORTANTE Introduzione Prima di imparare come aiutare le madri, dovete capire perché l allattamento al seno è

Dettagli

LA CONFERENZA PERMANENTE PER I RAPPORTI TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO

LA CONFERENZA PERMANENTE PER I RAPPORTI TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO LA CONFERENZA PERMANENTE PER I RAPPORTI TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO Nella odierna seduta del 20 dicembre 2007: Visti gli articoli 2, comma 1, lettera b) e 4 del

Dettagli

SEGNI CHE UN BAMBINO NON PRENDE ABBASTANZA LATTE. Segni attendibili

SEGNI CHE UN BAMBINO NON PRENDE ABBASTANZA LATTE. Segni attendibili 21. Poco latte 101 Sessione 21 POCO LATTE Introduzione La maggior parte delle madri può produrre latte a sufficienza per uno o anche due bambini. Generalmente, anche quando una madre pensa di non avere

Dettagli

Allattamento al Seno: prevalenza, esclusività e durata in ASL Milano 1

Allattamento al Seno: prevalenza, esclusività e durata in ASL Milano 1 Allattamento al Seno: prevalenza, esclusività e durata in ASL Milano 1 Premessa Migliorare la salute delle madri e dei loro bambini è uno dei principali obiettivi di salute. Proteggere, promuovere e sostenere

Dettagli

Allattamento al seno: un diritto della mamma e del bambino

Allattamento al seno: un diritto della mamma e del bambino Direzione Generale della sicurezza degli alimenti e della nutrizione e Direzione Generale della comunicazione e relazioni istituzionali Allattamento al seno: un diritto della mamma e del bambino www.salute.gov.it

Dettagli

INFORMARE TUTTE LE DONNE IN GRAVIDANZA DEI VANTAGGI E DELLA GESTIONE DELL ALLATTAMENTO AL SENO. Ost./IBCLC Robiola Simona

INFORMARE TUTTE LE DONNE IN GRAVIDANZA DEI VANTAGGI E DELLA GESTIONE DELL ALLATTAMENTO AL SENO. Ost./IBCLC Robiola Simona INFORMARE TUTTE LE DONNE IN GRAVIDANZA DEI VANTAGGI E DELLA GESTIONE DELL ALLATTAMENTO AL SENO Ost./IBCLC Robiola Simona PROMUOVERE L ALLATTAMENTO IN GRAVIDANZA -INFORMARE: INFORMAZIONE ACCURATA E BASATA

Dettagli

Lezione 13. Problemi del seno ad insorgenza tardiva

Lezione 13. Problemi del seno ad insorgenza tardiva Lezione 13. Problemi del seno ad insorgenza tardiva Obiettivi Alla fine di questa lezione i partecipanti saranno in grado: Aiutare le madri a trattare un dotto galattoforo bloccato Aiutare le madri a gestire

Dettagli

Iniziativa Ospedale Amico del Bambino Il ruolo della direzione. L esperienza dell Ospedale Alto Vicentino

Iniziativa Ospedale Amico del Bambino Il ruolo della direzione. L esperienza dell Ospedale Alto Vicentino L esperienza dell Ospedale Alto Vicentino 1giovedì, 21/05/2015 Daniela Carraro Direttore Generale Ulss4 23 maggio 2015 Perché aderire all iniziativa Ospedale Amico del Bambino? Obiettivo tutela della salute

Dettagli

Latte di mamma: gocce di consigli

Latte di mamma: gocce di consigli AZIENDA OSPEDALIERA DELLA PROVINCIA DI PAVIA Sede Legale: Viale Repubblica, 34-27100 PAVIA Tel. 0382 530596 - Telefax 0382 531174 www.ospedali.pavia.it Quadro anonimo del XIX secolo conservato presso la

Dettagli

Politiche di protezione, promozione e sostegno dell allattamento al seno dell ASL Milano 1

Politiche di protezione, promozione e sostegno dell allattamento al seno dell ASL Milano 1 Politiche di protezione, promozione e sostegno dell allattamento al seno dell ASL Milano 1 A cura di: Distretti e Direzione Sociale - Consultori Familiari Asl Milano 1 Direzione Sanitaria - UOC Promozione

Dettagli

ANATOMIA E FISIOLOGIA DELL ALLATTAMENTO AL SENO. Ost. Giovo Maura

ANATOMIA E FISIOLOGIA DELL ALLATTAMENTO AL SENO. Ost. Giovo Maura ANATOMIA E FISIOLOGIA DELL ALLATTAMENTO AL SENO Ost. Giovo Maura Come il latte va dal seno al bambino SESSIONE 6 2 Per aiutare una mamma con l'allattamento al seno bisogna sapere come è prodotto il latte

Dettagli

Le proprietà del latte materno I vantaggi dell'allattamento materno Per la mamma Per il bambino I dubbi delle mamme Avrò abbastanza latte?

Le proprietà del latte materno I vantaggi dell'allattamento materno Per la mamma Per il bambino I dubbi delle mamme Avrò abbastanza latte? IL LATTE MATERNO Il latte della mamma è il miglior alimento per il bambino. Per i primi sei mesi in modo esclusivo e poi ntroducendo la prima pappa con cibi solidi, fino all anno di vita e oltre. Durante

Dettagli

Lezione 5. Incoraggiare l allattamento al seno

Lezione 5. Incoraggiare l allattamento al seno Lezione 5. Incoraggiare l allattamento al seno Obiettivi Alla fine di questa lezione i partecipanti saranno in grado di: Identificare donne che possono avere problemi con l allattamento al seno Discutere

Dettagli

Procedure Gestione Rooming In

Procedure Gestione Rooming In Pagina 1 di 95 MANUALLEE QUALLI ITTÀ Procedure Gestione Rooming In POLLO OSSPPEEDALLI IEERRO H1 PP.OO. FRASCATI MARINO INDICE DELLE EDIZIONI REVISIONI N DATA DESCRIZIONE Paragrafi variati Pagine variate

Dettagli

Il Piano d Azione per l allattamento al seno e l alimentazione dei bambini

Il Piano d Azione per l allattamento al seno e l alimentazione dei bambini uniti per i bambini INSIEME PER L ALLATTAMENTO Ospedali&Comunità Amici dei Bambini uniti per la protezione, promozione e sostegno dell allattamento materno Il Piano d Azione per l allattamento al seno

Dettagli

LA CONSULENZA IN ALLATTAMENTO

LA CONSULENZA IN ALLATTAMENTO Alice De Luca LA CONSULENZA IN ALLATTAMENTO Promozione, sostegno e protezione dell allattamento al seno Ora so che l allattamento non è uno sforzo, e men che meno un sacrificio che la donna fa per il bene

Dettagli

Mamma che latte! www.salute.gov.it

Mamma che latte! www.salute.gov.it Consigli alle mamme sull'allattamento al seno Mamma che latte! Mamma che latte! 3 INDICE Allattare al seno il tuo bimbo con amore e facilità pag 4 Allattamento al seno unico e speciale pag 6 Vicino al

Dettagli

3. Promuovere, proteggere e sostenere l allattamento materno

3. Promuovere, proteggere e sostenere l allattamento materno 3. Promuovere, proteggere e sostenere l allattamento materno L allattamento materno è l espressione di una meravigliosa potenzialità della donna che va oltre l aspetto nutrizionale. È il modo naturale

Dettagli

PROBLEMI DEL SENO. Ost. Giovo Maura

PROBLEMI DEL SENO. Ost. Giovo Maura PROBLEMI DEL SENO Ost. Giovo Maura 1 SESSIONE 14 OBIETTIVI DIAGNOSTICARE E TRATTARE CAPEZZOLI PIATTI, INVERTITI E LUNGHI LINFEDEMA DA MONTATA LATTEA INGORGO E STASI DEL LATTE DOTTI GALATTOFORI BLOCCATI

Dettagli

Manuale del partecipante

Manuale del partecipante WHO/CDR/93.4 UNICEF/NUT/93.2 DISTRIBUZIONE: GENERALE ORIGINALE: INGLESE ALLATTAMENTO AL SENO: CORSO PRATICO DI COUNSELLING Manuale del partecipante OMS Questo documento non è una pubblicazione ufficiale

Dettagli

Sessione 22 IL PIANTO. 106 22. Il pianto. Introduzione

Sessione 22 IL PIANTO. 106 22. Il pianto. Introduzione 106 22. Il pianto Sessione 22 IL PIANTO Introduzione Molte madri cominciano a dare aggiunte inutili perché il loro bambino piange. Tuttavia le aggiunte spesso non fanno piangere di meno un bambino, che

Dettagli

RISOLUZIONE DELLA COMMISSIONE PARLAMENTARE PER L INFANZIA

RISOLUZIONE DELLA COMMISSIONE PARLAMENTARE PER L INFANZIA SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA CAMERA DEI DEPUTATI Doc. XXIV-bis n. 2 RISOLUZIONE DELLA COMMISSIONE PARLAMENTARE PER L INFANZIA d iniziativa della senatrice VALPIANA approvata il 2 ottobre 2007

Dettagli

5. Scenario I. Basso tasso di inizio

5. Scenario I. Basso tasso di inizio 43 44 5. Scenario I. Basso tasso di inizio bassa scolarità materna necessità di riprendere il lavoro precocemente popolazioni con diverse tradizioni culturali Questo scenario è specifico per le realtà

Dettagli

PER LA PROMOZIONE DELL ALLATTAMENTO AL SENO MODELLO OMS-UNICEF

PER LA PROMOZIONE DELL ALLATTAMENTO AL SENO MODELLO OMS-UNICEF Teatro di Formazione e Ricerca Ostetrica Specializzante Lachesis Via Giovanni XXIII, 3A Monteriggioni (Siena) Dott.ssa Antonella Marchi, ostetrica legale e forense formazione@nascitadolce.it info@formazioneostetrica.com

Dettagli

LA SETTIMANA MONDIALE DEDICATA ALL'ALLATTAMENTO MATERNO A MODENA

LA SETTIMANA MONDIALE DEDICATA ALL'ALLATTAMENTO MATERNO A MODENA Comune di Modena LA SETTIMANA MONDIALE DEDICATA ALL'ALLATTAMENTO MATERNO A MODENA 1-11 ottobre 2005 Il COMUNE DI MODENA promuove e coordina una serie di iniziative in occasione della settimana mondiale

Dettagli

7. Scenario III. Interruzione tardiva

7. Scenario III. Interruzione tardiva 95 96 7. Scenario III. Interruzione tardiva Questo scenario è specifico per le realtà in cui il tasso di allattamento al seno decade dopo il primo mese di vita del bambino. Il proseguimento dell'allattamento

Dettagli

Ministero della Salute Istituto Superiore di Sanità. Centro Nazionale di Epidemiologia, Sorveglianza e Promozione della Salute

Ministero della Salute Istituto Superiore di Sanità. Centro Nazionale di Epidemiologia, Sorveglianza e Promozione della Salute Ministero della Salute Istituto Superiore di Sanità Centro Nazionale di Epidemiologia, Sorveglianza e Promozione della Salute Allattamento materno una goccia di saggezza una grande opportunita latte materno

Dettagli

Quadro di riferimento per promuovere la salute e ridurre le inequità

Quadro di riferimento per promuovere la salute e ridurre le inequità Quadro di riferimento per promuovere la salute e ridurre le inequità http://www.euro.who.int/en/health-topics/health-policy/health-2020-the-europeanpolicy-for-health-and-well-being 2 obiettivi strategici

Dettagli

Allattare un bambino con esigenze speciali

Allattare un bambino con esigenze speciali Allattare un bambino con esigenze speciali La nascita di un bambino con esigenze speciali può provocare emozioni diverse: gioia ed eccitazione, insieme a preoccupazione per ciò che è sconosciuto. Quello

Dettagli

ESERCIZI SU POCO LATTE E SUL PIANTO

ESERCIZI SU POCO LATTE E SUL PIANTO 23. Esercizi su poco latte e sul pianto 111 Sessione 23 ESERCIZI SU POCO LATTE E SUL PIANTO Esercizio 15. Poco latte e Il pianto Come svolgere l esercizio: Le storie che trovate qui di seguito riguardano

Dettagli

PIANO REGIONALE DELLA PREVENZIONE 2014-2018 DGR 2705 del 29 dicembre 2014. Istruzioni per la stesura dei programmi regionali

PIANO REGIONALE DELLA PREVENZIONE 2014-2018 DGR 2705 del 29 dicembre 2014. Istruzioni per la stesura dei programmi regionali PIANO REGIONALE DELLA PREVENZIONE 2014-2018 DGR 2705 del 29 dicembre 2014 Istruzioni per la stesura dei programmi regionali Il documento rappresenta una guida per la stesura dei programmi da parte dei

Dettagli

UN DONO PER TUTTA LA VITA. Guida all allattamento materno

UN DONO PER TUTTA LA VITA. Guida all allattamento materno UN DONO PER TUTTA LA VITA Guida all allattamento materno INDICE Capitolo 1. Come funziona il seno A discrezione del consumatore Il seno, cos è e a cosa serve L esterno del seno La parte che non si vede

Dettagli

Allattamento al seno

Allattamento al seno Allattamento al seno Allattamento al seno Presentazione L Azienda USL Valle d Aosta promuove da sempre l allattamento al seno coinvolgendo, attraverso l équipe ostetrico-ginecologica, il personale medico-infermieristico

Dettagli

AUMENTARE LA PRODUZIONE DI LATTE E RIALLATTARE

AUMENTARE LA PRODUZIONE DI LATTE E RIALLATTARE 27. Aumentare la produzione di latte e riallattare 129 Sessione 27 AUMENTARE LA PRODUZIONE DI LATTE E RIALLATTARE Introduzione Se l offerta di latte di una madre si riduce, è necessario aumentarla. Ciò

Dettagli

Lezione 10. Bassa produzione di latte

Lezione 10. Bassa produzione di latte Lezione 10. Bassa produzione di latte Obiettivi Alla fine di questa lezione i partecipanti saranno in grado: Identificare variazioni nella crescita dei bambini allattati al seno Distinguere la bassa produzione

Dettagli

BANCA DEL LATTE MATERNO DONATO. metti in banca il bene più prezioso

BANCA DEL LATTE MATERNO DONATO. metti in banca il bene più prezioso Azienda Ospedaliera Universitaria Ospedali Riuniti Umberto I-G.M. Lancisi-G. Salesi PRESIDIO OSPEDALIERO DI ALTA SPECIALIZZAZIONE G. SALESI DI ANCONA U.O. NEONATOLOGIA, NIDO E TERAPIA INTENSIVA NEONATALE

Dettagli

Gusto di mamma. Allattare al seno con facilità e soddisfazione. con il patrocinio della ASSESSORATO ALLE POLITICHE SOCIALI E PER LA FAMIGLIA

Gusto di mamma. Allattare al seno con facilità e soddisfazione. con il patrocinio della ASSESSORATO ALLE POLITICHE SOCIALI E PER LA FAMIGLIA Gusto di mamma Allattare al seno con facilità e soddisfazione con il patrocinio della ASSESSORATO ALLE POLITICHE SOCIALI E PER LA FAMIGLIA Questo quaderno è dedicato alla memoria e al sorriso di Anna Maria

Dettagli

OFFERTA FORMATIVA DELLA SEDE DI TIROCINIO. Cure Domiciliari Distretto Circoscrizione 4

OFFERTA FORMATIVA DELLA SEDE DI TIROCINIO. Cure Domiciliari Distretto Circoscrizione 4 OFFERTA FORMATIVA DELLA SEDE DI TIROCINIO Cure Domiciliari Distretto Circoscrizione 4 Contesto Tutor clinico Contatti e riferimenti Nome ANNALISA Cognome LOMBARDO Telefono O11/4395744 e-mail annalisa.lombardo@unito.it

Dettagli

Cartellino culla. Richard Le Gallienn. Ambulatorio allattamento presso il NIDO previa prenotazione telefonica (0424 888552 opp.

Cartellino culla. Richard Le Gallienn. Ambulatorio allattamento presso il NIDO previa prenotazione telefonica (0424 888552 opp. Al mio bambino fragili ali appena nate, piccola voce che canta, nuovo cuoricino che batte, non temere la tua nascita, né il mondo poichè sei l infinito. Il sole risplende, la terra gira, per darti il benvenuto

Dettagli

IL MELOGRANO. alimentazione sicura per i nostri bambini. IBFAN Italia International Baby Food Action Network. Centro Informazione Maternità e Nascita

IL MELOGRANO. alimentazione sicura per i nostri bambini. IBFAN Italia International Baby Food Action Network. Centro Informazione Maternità e Nascita International Baby Food Action Network Chi è? E' un'associazione di volontariato che fa parte dell'international Baby Food Action Network, rete presente a livello mondiale che ha lo scopo di migliorare

Dettagli

Allattamento al seno

Allattamento al seno Dipartimento Materno Infantile Presidio Ospedaliero Pietra Ligure - Albenga Ospedale S. Corona di Pietra Ligure S.C. Ginecologia e Ostetricia Direttore: A. Zolezzi S.C. Neonatologia e Pediatria Direttore:

Dettagli

INDICE INTRODUZIONE 7

INDICE INTRODUZIONE 7 INDICE INTRODUZIONE 7 CAPITOLO I. COME FUNZIONA IL SENO 9 A discrezione del consumatore 9 Il seno, cos è e a cosa serve 13 L esterno del seno 14 La parte che non si vede 15 Gli ormoni dell allattamento

Dettagli

Lezione 8. Problemi del seno ad insorgenza precoce

Lezione 8. Problemi del seno ad insorgenza precoce Lezione 8. Problemi del seno ad insorgenza precoce Obiettivi Alla fine di questa lezione i partecipanti saranno in grado di: Esaminare il seno ed i capezzoli di una madre Identificare i capezzoli rientranti

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Il Percorso Nascita integrato Cuorgnè-Ciriè

COMUNICATO STAMPA. Il Percorso Nascita integrato Cuorgnè-Ciriè UFFICIO COMUNICAZIONE Responsabile: dott.ssa Tiziana Guidetto tel. 0125 414726 011 9176594 cell. 335 5812438 fax 0125 641248 e-mail: tguidetto@aslto4.piemonte.it COMUNICATO STAMPA Il Percorso Nascita integrato

Dettagli

Comune di Romano d Ezzelino VIA G. GIARDINO, 105 ROMANO D EZZELINO (VI)

Comune di Romano d Ezzelino VIA G. GIARDINO, 105 ROMANO D EZZELINO (VI) L Asilo Nido Comunale Girotondo VIA G. GIARDINO, 105 ROMANO D EZZELINO (VI) 1 PREMESSA L allattamento al seno costituisce il miglior metodo alimentare per garantire una sana crescita ed un sano sviluppo

Dettagli

Parto Naturale o Taglio Cesareo? Quando e perchè

Parto Naturale o Taglio Cesareo? Quando e perchè Parto Naturale o Taglio Cesareo? Quando e perchè Secondo l Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) il parto naturale è quello che inizia spontaneamente e che si mantiene tale, senza segni di disfunzione,

Dettagli

Cari Genitori, Enrico Rossi Assessore al Diritto alla Salute - Regione Toscana

Cari Genitori, Enrico Rossi Assessore al Diritto alla Salute - Regione Toscana Cari Genitori, vi presento con piacere la pubblicazione Naturalmente Mamma che testimonia il forte impegno della Regione Toscana a favore dell allattamento al seno. È un impegno coerente che dà valore

Dettagli

Sempre con te, passo dopo passo ALLATTAMENTO AL SENO

Sempre con te, passo dopo passo ALLATTAMENTO AL SENO ALLATTAMENTO AL SENO Allattamento al seno 1) Il latte materno 2) Anatomia del seno 6) Il corretto attacco al seno del tuo bambino 7) Suggerimenti 3) Gli ormoni e i riflessi della lattazione 4) La montata

Dettagli

Lezione 3. Come il bambino riceve latte dal seno

Lezione 3. Come il bambino riceve latte dal seno Lezione 3. Come il bambino riceve latte dal seno Obiettivi Alla fine di questa lezione i partecipanti saranno in grado di: Identificare le parti del seno coinvolte nella lattazione Descrivere il ruolo

Dettagli

Lezione 16. Come rendere la tua comunità amica del bambino

Lezione 16. Come rendere la tua comunità amica del bambino Lezione 16. Come rendere la tua comunità amica del bambino Obiettivi Alla fine di questa lezione i partecipanti saranno in grado: Discutere la politica sanitaria nazionale o locale sull allattamento al

Dettagli

Sessione 12 ESERCIZI SU COME INFONDERE FIDUCIA. Accettare ciò che una madre pensa

Sessione 12 ESERCIZI SU COME INFONDERE FIDUCIA. Accettare ciò che una madre pensa 48 12. Esercizi su come infondere fiducia Sessione 12 ESERCIZI SU COME INFONDERE FIDUCIA Esercizio 6. Accettare ciò che una madre pensa Gli esempi da 1 a 3 sono concetti errati in cui le madri potrebbero

Dettagli

SCELTE PER IL PERCORSO NASCITA

SCELTE PER IL PERCORSO NASCITA SCELTE PER IL PERCORSO NASCITA Il Percorso Nascita individuale è l armonica combinazione tra il programma assistenziale previsto per la gravidanza e le scelte personali della donna. In questa sezione sono

Dettagli

L allattamento al seno del tuo bambino

L allattamento al seno del tuo bambino REGIONE SICILIANA A U SL MAGNUM PIETATIS OPUS Assessorato alla Sanità 1 Azienda Unità Sanitaria Locale n. 1 - Agrigento Distretto Sanitario di Base di Sciacca Regione Siciliana Azienda Ospedaliera Sciacca

Dettagli

La diagnosi e il trattamento di questi problemi servono sia a curare la madre sia a permettere la prosecuzione dell allattamento.

La diagnosi e il trattamento di questi problemi servono sia a curare la madre sia a permettere la prosecuzione dell allattamento. 14. Problemi del seno 59 Sessione 14 PROBLEMI DEL SENO Introduzione Esistono numerosi problemi del seno che a volte rendono difficile l allattamento: Capezzoli piatti o invertiti, capezzoli molto lunghi

Dettagli

qualità uniche, ma è anche molto di più.

qualità uniche, ma è anche molto di più. 1 Care mamme, cari papà, è a voi pr ima di tutto c he è r ivolta questa piccola guida, che accompagnerà la campagna per l allattamento al s e n o promossa dal Ministero della Salute. Lo slogan scelto è:

Dettagli

Nestlé e l alimentazione dei lattanti nei Paesi in via di sviluppo: I quesiti principali

Nestlé e l alimentazione dei lattanti nei Paesi in via di sviluppo: I quesiti principali Nestlé e l alimentazione dei lattanti nei Paesi in via di sviluppo: I quesiti principali Nestlé e l alimentazione dei lattanti nei Paesi in via di svilup È vero che l Organizzazione Mondiale della Sanità

Dettagli

Un neonato in casa. Ricominciamo in tre

Un neonato in casa. Ricominciamo in tre Un neonato in casa. Ricominciamo in tre Genitori si diventa. Quando arriva un neonato è sempre una rivoluzione. Il piccolo, fin dalle prime ore di vita, impone nuove regole, diversi orari, cambiamenti

Dettagli

ALLATTARE AL SENO ITALIANO

ALLATTARE AL SENO ITALIANO ALLATTARE AL SENO ITALIANO Il latte materno è un investimento prezioso per il benessere e la salute tua e del tuo bambino. Presso i nostri Centri potete contare sull aiuto per consigli di operatori esperti

Dettagli

O.N.DA Milano 17 novembre 2014

O.N.DA Milano 17 novembre 2014 O.N.DA Milano 17 novembre 2014 Miriam Guana Presidente Federazione Nazionale Collegi Ostetriche Caterina Masè - Presidente Collegio Ostetriche Trento PREGRAVIDICO COUNSELLING PRECONCENZIONALE STILI DI

Dettagli

INSIEME PER L ALLATTAMENTO MANUALE DEL PARTECIPANTE

INSIEME PER L ALLATTAMENTO MANUALE DEL PARTECIPANTE uniti per i bambini INSIEME PER L ALLATTAMENTO Ospedali&Comunità Amici dei Bambini uniti per la protezione, promozione e sostegno dell allattamento materno MANUALE DEL PARTECIPANTE DEL CORSO DI 20 ORE

Dettagli

AZIENDA SANITARIA U.L.S.S. 3 Bassano del Grappa

AZIENDA SANITARIA U.L.S.S. 3 Bassano del Grappa Direttore Dr. Maurizio Demi Equipe: dr. Andrea Antoniol dr.ssa Carla Bizzotto dr.ssa Valeria Lagorio dr.ssa Chiara Palaro dr. Giorgio Picco dr. Andrea Rini AZIENDA SANITARIA U.L.S.S. 3 Bassano del Grappa

Dettagli

S.C. PEDIATRIA / NEONATOLOGIA

S.C. PEDIATRIA / NEONATOLOGIA S.C. PEDIATRIA / NEONATOLOGIA Direttore Dott. Cesare ARIONI INFORMAZIONI PER L UTENTE Ospedale Beauregard Reparto di Patologia Neonatale e Terapia Intensiva Tel. 0165/545476 Aosta CARI GENITORI, sappiamo

Dettagli

Allattamento al seno

Allattamento al seno Allattamento al seno le abitudini alimentari dei primi anni di vita nutrirsi non serve quindi solo a crescere, ma a prevenire condizioni che possono condurre nel tempo a malattie acute e croniche. .. bisogna

Dettagli

Valutazione finale 30 Luglio 2014 Puericultura e pediatria Dr.ssa Francesca Mazza (Crociare soltanto una risposta)

Valutazione finale 30 Luglio 2014 Puericultura e pediatria Dr.ssa Francesca Mazza (Crociare soltanto una risposta) A.T.S. ERFAP LAZIO - ASSOCIAZIONE COLUMBUS (Università Cattolica del Sacro Cuore) Codice Progetto COLUM/1 Valutazione finale 30 Luglio 2014 Puericultura e pediatria Dr.ssa Francesca Mazza (Crociare soltanto

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA 5, Via Giusctiniani, 35128 PADOVA

AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA 5, Via Giusctiniani, 35128 PADOVA F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo DALLA BARBA BEATRICE 2, VIA S. ROSA, 35141 PADOVA - ITALIA Telefono 0039 3473432868 Fax 0039 049

Dettagli

ALLATTAMENTO AL SENO Elementi informativi per gli operatori

ALLATTAMENTO AL SENO Elementi informativi per gli operatori a cura del Comitato nazionale multisettoriale per l allattamento materno 1. Tutte le mamme hanno il latte Allattare al seno è un gesto naturale. Fin dall inizio del mondo, attraverso il proprio latte le

Dettagli

Allattamento materno. I dati disponibili e e le azioni auspicabili. Silvano Piffer Laura Battisti. Osservatorio Epidemiologico-Apss-Trento

Allattamento materno. I dati disponibili e e le azioni auspicabili. Silvano Piffer Laura Battisti. Osservatorio Epidemiologico-Apss-Trento Allattamento materno I dati disponibili e e le azioni auspicabili Silvano Piffer Laura Battisti Osservatorio Epidemiologico-Apss-Trento Una priorità di sanità pubblica Miglior nutrimento per i neonati

Dettagli

Il latte della mamma. Neonatologia NEONATOLOGIA. Unità operativa complessa. Azienda Ospedaliera San Giovanni Addolorata

Il latte della mamma. Neonatologia NEONATOLOGIA. Unità operativa complessa. Azienda Ospedaliera San Giovanni Addolorata Azienda Ospedaliera San Giovanni Addolorata www.hsangiovanni.roma.it Unità Operativa Complessa NEONATOLOGIA Unità operativa complessa Neonatologia Recapiti Telefono 06 77056841 Fax: 06 77055544 A cura

Dettagli

U.O. OSTETRICIA-GINECOLOGIA

U.O. OSTETRICIA-GINECOLOGIA U.O. OSTETRICIA-GINECOLOGIA Nascere 1 COSA NON SI DEVE DIMENTICARE Tessera sanitaria; Codice Fiscale; Cartella della gravidanza con tutti gli esami e le ecografie eseguite. NELLA VALIGIA DELLA MAMMA Camicia

Dettagli

Gli standard UNICEF Amici dell allattamento nella formazione universitaria Margherita Locatelli - Ostetrica Tutor IBCLC, Corso di Laurea in

Gli standard UNICEF Amici dell allattamento nella formazione universitaria Margherita Locatelli - Ostetrica Tutor IBCLC, Corso di Laurea in Gli standard UNICEF Amici dell allattamento nella formazione universitaria Margherita Locatelli - Ostetrica Tutor IBCLC, Corso di Laurea in Ostetricia Amico dell Allattamento Materno Dichiarazione di conflitto

Dettagli

Evidenze I A Anita Regalia Barbara Zapparoli

Evidenze I A Anita Regalia Barbara Zapparoli Evidenze I A Anita Regalia Barbara Zapparoli LIVELLI DI PROVA I L esecuzione di questa procedura è fortemente raccomandata II Prove ottenute da un solo studio randomizzato di disegno adeguato III Prove

Dettagli

PROMUOVERE LA SALUTE NEI PRIMI ANNI DI VITA

PROMUOVERE LA SALUTE NEI PRIMI ANNI DI VITA PROMUOVERE LA SALUTE NEI PRIMI ANNI DI VITA FORMAZIONE SULLE EVIDENZE SCIENTIFICHE E SULLE STRATEGIE DI IMPLEMENTAZIONE DELLA CAMPAGNA La Campagna Nazionale Maria Caterina Sateriale Chiara Cuoghi Azienda

Dettagli

dei Servizi La Carta del Punto Nascita dell Ospedale San Giuseppe

dei Servizi La Carta del Punto Nascita dell Ospedale San Giuseppe PER LA VOSTRA SALUTE GUIDE PRATICHE Centro Unico di Prenotazione (CUP): Servizio Sanitario Nazionale: tel. 02 86 87 88 89 A pagamento, con Fondi e/o Assicurazioni: tel. 02 999 61 999 Per orari e caratteristiche

Dettagli