06Ac-Cap03.qxd :47 Pagina 43. 3Oltre le tabelle

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "06Ac-Cap03.qxd 24-01-2008 17:47 Pagina 43. 3Oltre le tabelle"

Transcript

1 06Ac-Cap03.qxd :47 Pagina 43 3Oltre le tabelle Chiave primaria Progettare le tabelle di un database Relazioni Join Creare le relazioni Modificare una relazione Eliminare una o tutte le relazioni Report relazioni Fogli dati secondari Dipendenze degli oggetti

2 06Ac-Cap03.qxd :47 Pagina 44 Access 2007 I Portatili Chiave primaria È importante che i record contenuti all interno di una stessa tabella si distinguano l uno dall altro almeno per il valore di un campo. Il campo, del quale è assicurata l univocità all interno di una tabella, prende il nome di Chiave primaria. Una chiave primaria dunque, altro non è che il campo, o la combinazione di campi, che identifica un record di una tabella in modo univoco, ovvero non possono esistere due record con lo stesso valore nel loro campo di chiave primaria. Qualora nessun campo della tua tabella si prestasse al ruolo di chiave primaria, in quanto non è assicurata l univocità, ne puoi aggiungere uno per lo scopo (per esempio un campo di tipo contatore, che associa a ogni record un numero progressivo). Oppure puoi scegliere una chiave costituita da più campi, in tal caso si parla di chiave composita piuttosto che di chiave semplice. Ora che è un po più chiaro il concetto di chiave primaria, andiamo a vedere come si va ad assegnare questo ruolo a un campo. Apri la tabella per la quale vuoi definire un campo di chiave primaria in visualizzazione Struttura. Ti si presenta l elenco dei campi di cui è costituita la tabella. Posizionati sul campo che deve rappresentare la chiave primaria, quindi, nel riquadro Strumenti della scheda Progettazione, seleziona il pulsante Chiave primaria o scegli l omonima voce dal menu di scelta rapida che compare premendo il pulsante destro del mouse sul campo. Nel momento in cui un campo diventa Chiave primaria, Access gli associa a sinistra il simbolo di una chiave, in modo tale che possa essere subito individuato (vedi figura 3.1). 44

3 06Ac-Cap03.qxd :47 Pagina 45 3: Oltre le tabelle Figura 3.1 Simbologia adottata da Access per indicare il campo di chiave primaria in una tabella. Per definire come chiave primaria la combinazione di campi, le procedure sono le medesime, devi però agire solo dopo aver selezionato i campi che concorrono a questo ruolo. Per selezionare campi contigui fai clic sul primo campo, quindi tenendo premuto il tasto MAIUSC fai clic sull ultimo campo della serie da selezionare. Per selezionare campi non contigui, fai clic sul primo campo, quindi tenendo premuto il tasto CTRL fai clic su tutti gli altri campi che desideri selezionare. Prova pratica: apri la tabella Libri creata all inizio e assegna al campo IDLibro la funzione di chiave primaria. Svolgimento: apri la tabella Libri in visualizzazione Struttura; posizionati sul campo IDLibro; premi il pulsante Chiave primaria posto nel gruppo Strumenti della scheda Progettazione. Ripeti la stessa operazione per il campo IDOrdine della tabella Ordini. Progettare le tabelle di un database Quando progetti un database devi decidere la suddivisione in tabelle. Ciascuna tabella deve essere tale da contenere informazioni 45

4 06Ac-Cap03.qxd :47 Pagina 46 Access 2007 I Portatili (campi) relative esclusivamente a un tipo di oggetto, al fine di evitare ridondanze. Che cosa significa? Supponi di voler creare un database per catalogare i libri che possiedi. Tra le varie informazioni a essi associati, desideri vengano riportate anche informazioni riguardanti l autore. Se crei una sola tabella, nel caso in cui hai più libri scritti da uno stesso autore, le informazioni a esso relative devono essere riportate per ogni suo libro. Cosa che non succederebbe se si progettasse un database con due tabelle: una tabella relativa ai libri e una relativa agli autori. Un altro esempio è quello di un database di una società contenente l elenco degli ordini effettuati dai diversi clienti. Se si usasse una sola tabella per memorizzare le informazioni relative sia ai clienti che agli ordini, se un cliente effettua più di un ordine (come di solito è e dovrebbe essere), per ciascuno di essi devi ripetere le informazioni relative al cliente. Oltre ad avere informazioni ridondanti, se un cliente cambia un tipo di informazione, sei costretto ad apportare la modifica in tutti i record riguardanti un ordine da lui effettuato. Questo potrebbe essere evitato operando con due tabelle. La tabella Clienti e la tabella Ordini. A questo punto, disponendo i dati in più tabelle distinte, è necessario definire delle relazioni tra queste ultime, in modo tale che i legami tra i dati vengano ristabiliti per rispondere a domande del tipo: Chi è l autore di un libro? Quale ordine ha effettuato un cliente?. Relazioni I dati contenuti in tabelle diverse possono essere messi in relazione tra loro solo specificando dei campi comuni. Un campo comune è un campo presente in due o più tabelle che consente di unire le informazioni dei record di una tabella con quelle 46

5 06Ac-Cap03.qxd :47 Pagina 47 3: Oltre le tabelle contenute nei record di un altra tabella: tale campo prende il nome di Chiave primaria in una tabella, Chiave esterna nell altra. Per esempio le tabelle Libri e Autori potrebbero entrambe contenere un campo IDLibro che funziona come chiave primaria per la tabella Libri e come chiave esterna per la tabella Autori. In questo modo posso avere informazioni sia sul libro che sull autore che l ha scritto. Una volta individuato il campo comune, per mezzo del quale mettere in relazione le tabelle, il compito successivo è quello di esprimere la natura di questa relazione. I tipi di relazioni che possono essere stabilite tra le tabelle sono: uno a uno: a un record della tabella primaria corrisponde un solo record della tabella correlata e viceversa (caso in cui possiedo libri scritti da un solo autore, e per ogni autore possiedo solo un libro); uno a molti: a ogni record di una tabella corrisponde uno o più record di una seconda tabella, ma a ciascun record di questa ultima corrisponde un solo record della prima (caso in cui possiedo libri scritti da un solo autore ma di uno stesso autore ho acquistato più libri). In questo caso la tabella Libri si trova dalla parte uno della relazione, mentre la tabella Autori si trova dalla parte molti. Un altro esempio di relazione uno a molti è quello delle tabelle Clienti e Ordini: un cliente può effettuare più ordini, un ordine è effettuato da un solo cliente; molti a molti: ogni record di una tabella corrisponde a più record nella seconda tabella e viceversa (caso in cui possiedo libri scritti da più autori e di uno stesso autore ho acquistato più libri). Non potendo essere rappresentate direttamente relazioni di questo tipo, hai bisogno di creare una terza tabella, che faccia da intermediaria tra le due (chiamata tabella di congiunzione), contenente due chiavi esterne, una per ogni tabella, e con la quale entrambe le tabelle sono in rapporto uno a molti. In una relazione si parla anche di integrità referenziale: questo è un concetto che garantisce che ogni valore inserito in una colonna chia- 47

6 06Ac-Cap03.qxd :47 Pagina 48 Access 2007 I Portatili ve esterna corrisponda a un valore esistente nella colonna chiave primaria correlata. Ovvero tutti i valori di una chiave esterna, devono possedere un equivalente nella chiave primaria. Join Tra due tabelle collegate puoi definire il tipo di join. La parola join significa congiunzione, legame, unione. Il tipo di join indica il tipo di legame che vuoi ottenere tra le tabelle collegate. Esistono tre tipi di join (naturalmente la condizione a priori perché sussista un legame, è che sia presente un legame tra le tabelle che sappiamo essere la presenza di una chiave primaria di una tabella come chiave esterna in un altra tabella). Join interno o inner join o equi-join: con questo tipo di join, qualora selezioni, mediante una query due tabelle poste in relazione, verrebbero selezionati solo i record che hanno, nei campi collegati, i valori uguali: in poche parole di entrambe le tabelle vengono considerati unicamente i record che hanno lo stesso valore nei campi collegati. Join esterno sinistro o left join: vengono selezionati tutti i record della tabella posta sul lato sinistro della relazione e solo quelli che hanno il valore del campo di collegamento uguale nella tabella del lato destro. Con una join di questo tipo è possibile che il valore in uno dei due campi correlati non compaia nell altra, in questo caso avrai righe vuote. La selezione contiene tutte le righe della prima tabella anche quelle per cui non esiste corrispondenza nella seconda. Join esterno destro o right join: l inverso della precedente; vengono selezionati tutti i record della tabella destra e solo quelli collegati (con valore uguale nel campo di collegamento) della tabella di sinistra. Nella maggior parte dei casi l opzione di base è la prima, cioè il join interno. Per definire il tipo di join utilizza l omonimo pulsante posto sulla finestra di dialogo Modifica relazione. In questo modo accedi a una ulteriore finestra visualizzata in figura

7 06Ac-Cap03.qxd :47 Pagina 49 3: Oltre le tabelle Le tre opzioni presentate corrispondono esattamente ai tre possibili tipi di join. Figura 3.2 Finestra di dialogo Proprietà join. Creare le relazioni Perché sia possibile la creazione di una relazione tra due tabelle, è necessario che in tali tabelle siano disponibili campi abbinabili. Il campo della chiave primaria nella tabella primaria (il lato uno della relazione) è infatti correlato a un campo che ha un valore corrispondente nella tabella correlata (il lato molti ). Se hai verificato la sussistenza di tale condizione, puoi procedere alla creazione della relazione, nel modo descritto qui di seguito: attiva la scheda Strumenti DB, nel gruppo Mostra/Nascondi fai clic sull icona Relazioni. Si apre la finestra di dialogo Relazioni, una sorta di piano di lavoro sul quale dovrai disporre le tabelle per le quali desideri definire una relazione; se non hai ancora selezionato una tabella, si aprirà la finestra di dialogo Mostra tabella (vedi figura 3.3) strutturata in tre schede. Se tale finestra non compare procedi in uno dei modi che seguono per richiamarla: seleziona il pulsante Mostra tabella dal gruppo Relazioni della scheda Struttura; fai clic con il pulsante destro del mouse nella finestra Relazioni, dal menu di scelta rapida così richiamato seleziona Mostra tabella; 49

8 06Ac-Cap03.qxd :47 Pagina 50 Access 2007 I Portatili Figura 3.3 Finestra di dialogo Mostra tabelle. nella scheda Tabelle trovi l elenco di tutte le tabelle presenti nel database. Seleziona quella a cui sei interessato, quindi premi il pulsante Aggiungi, per aggiungerla al piano di lavoro. Per ogni tabella aggiunta, nella finestra Relazioni, vengono mostrati gli elenchi dei campi delle tabelle (figura 3.4); Figura 3.4 Finestra Relazioni. 50

9 06Ac-Cap03.qxd :47 Pagina 51 3: Oltre le tabelle una volta terminato l inserimento delle tabelle, puoi chiudere la finestra Mostra Tabelle, agendo sul pulsante Chiudi. Quello che devi fare ora è stabilire le relazioni; nella finestra Relazioni, seleziona il campo di chiave primaria nella tabella primaria e, tenendo premuto il pulsante del mouse, trascinalo sul campo chiave esterna della tabella correlata. Non appena lasci il pulsante del mouse, si apre la finestra di dialogo Modifica relazioni mostrata in figura 3.5. Figura 3.5 Finestra di dialogo Modifica relazioni. In tale finestra vengono mostrate le tabelle coinvolte nella relazione: nella casella Tabella/query è presente il nome della tabella primaria, nella casella Tabella/query correlata è presente il nome della tabella correlata. Sotto ciascuna, si trova il nome del campo coinvolto nella relazione. Seleziona la casella di controllo Applica integrità referenziale se vuoi che Access, ogni volta che inserisci un valore nel campo di chiave esterna, verifichi che nella tabella con la chiave primaria corrispondente esista un record con chiave equivalente. Nel nostro esempio per ogni IDLibro della tabella Autori, verifica che nella tabella Libri esista un record con un ID equivalente. In questo caso l integrità referenziale ci garantisce di evitare la registrazione di un autore relativo a un libro inesistente. Attivando la 51

10 06Ac-Cap03.qxd :47 Pagina 52 Access 2007 I Portatili casella relativa all integrità referenziale, vengono abilitate altre due caselle: Aggiorna i campi correlati a catena: attivando questa casella di controllo, sei sicuro che qualsiasi modifica del valore della chiave primaria si rifletterà anche sulla chiave esterna. Tieni presente che tale principio non vale nel caso in cui la chiave primaria sia un campo contatore, poiché questo tipo di campi non accetta modifiche; Elimina i record correlati a catena: attivando questa casella di controllo, sei sicuro che l eliminazione di qualsiasi record nella tabella primaria porterà automaticamente all eliminazione dei record corrispondenti nella tabella secondaria. In altre parole, se elimini un libro dalla tabella Libri, elimini l autore che l ha scritto. Nel riquadro in fondo della finestra, è riportato il tipo della relazione. Tornando alla finestra relazioni, la relazione appena creata sarà rappresentata da una linea che unisce le due tabelle. Prova pratica: crea una relazione tra la tabella Clienti e la tabella Ordini, tenendo presente che un cliente può effettuare più ordini, un particolare ordine è effettuato da un solo cliente. Svolgimento: attiva la scheda Strumenti DB, nel riquadro Mostra/Nascondi fai clic sull icona Relazioni; nella finestra Mostra tabelle seleziona la tabella Ordini e premi Aggiungi, quindi ripeti i passaggi per la tabella Clienti (la tabella Libri per ora non ti serve); chiudi la finestra Mostra tabelle premendo il pulsante Chiudi in alto a destra o il pulsante Chiudi; nella finestra Relazioni seleziona il campo IDCliente della tabella Clienti e trascinalo sulla tabella Ordini, sull omonimo campo. Si apre la finestra Modifica relazioni; 52

11 06Ac-Cap03.qxd :47 Pagina 53 3: Oltre le tabelle seleziona la casella di controllo Applica integrità referenziale e premi OK. La finestra Relazioni si presenta come nella figura 3.6. Figura 3.6 Rappresentazione della relazione definita tra la tabella Clienti e la tabella Ordini. E se io volessi mettere in relazione gli ordini con i libri? Trattandosi di una relazione di tipo molti a molti, non possono essere messe in relazione direttamente, è necessario creare una tabella di congiunzione. Chiama tale tabella Dett_Ordini, inserisci al suo interno i campi IDLibro, IDOrdine e Quantità, con i primi due campi definiti come Chiave primaria. A questo punto puoi collegare tra loro tutte le 4 tabelle di cui disponi. La finestra Relazioni risulta come illustrato in figura 3.7. Figura 3.7 Finestre Relazioni per il database di esempio. 53

12 06Ac-Cap03.qxd :47 Pagina 54 Access 2007 I Portatili Un modo alternativo per creare una relazione, è richiamare la finestra di dialogo Modifica relazione, facendo doppio clic in qualunque area della finestra relazioni. In tale finestra scegli Crea nuova per aprire la finestra di dialogo Crea nuovo oggetto dalla quale puoi procedere alla scelta delle tabelle che devi mettere in relazione, specificando i campi che le legano (figura 3.8). Figura 3.8 Finestra per la creazione di una nuova relazione tra le tabelle. Se desideri attenerti agli esempi e alle prove di questo libro, compila la tabella Dett_Ordini e la tabella Libri con le informazioni riportate nell appendice B. Modificare una relazione Per modificare una relazione devi riaprire la finestra Modifica relazione. A tale scopo procedi in uno dei seguenti modi: fai doppio clic sulla linea che collega le due tabelle; seleziona Modifica relazione dal menu di scelta rapida che compare se premi il pulsante destro del mouse dopo esserti posizionato sulla linea che rappresenta la relazione; 54

13 06Ac-Cap03.qxd :47 Pagina 55 3: Oltre le tabelle scegli Modifica relazione dal riquadro Strumenti della scheda contestuale Struttura. Apporta le modifiche che desideri, quindi premi OK (e non Crea come nel caso precedente). Eliminare una o tutte le relazioni Per qualunque motivo tu abbia bisogno di eliminare una relazione, procedi in uno dei seguenti modi: fai clic sulla relazione che desideri eliminare con il pulsante destro del mouse, quindi scegli Elimina dal menu di scelta rapida; seleziona la relazione, quindi premi CANC. Access ti chiederà di confermare l eliminazione: premi Sì per procedere. Se invece di eliminare una sola relazione, vuoi eliminarle tutte e ricominciare dall inizio, utilizza il pulsante Cancella layout nel gruppo Strumenti della scheda Struttura. Procedendo in questa maniera l area di lavoro relativa alle relazioni viene completamente ripulita: sei pronto per ripartire dall inizio. Report relazioni Una volta trovata la soluzione giusta, non appena hai terminato di definire le relazioni tra le diverse tabelle, puoi procedere alla stampa del layout che le visualizza, in modo tale da poterlo poi stampare e avere sempre a portata di mano, o addirittura fornirlo a colleghi di lavoro. A tal fine devi prima generare un report che mostra le relazioni esattamente come sono state create: premi il pulsante Report relazioni nel gruppo Strumenti della scheda Struttura per farlo comparire (vedi figura 3.9). Procedi alla sua stampa premendo il pulsante Stampa nell omonimo gruppo della scheda Anteprima di stampa. Se vuoi conservarlo per un eventuale riutilizzo premi il pulsante 55

14 06Ac-Cap03.qxd :47 Pagina 56 Access 2007 I Portatili Salva posto sulla barra di accesso rapido. Nella finestra di dialogo che si apre digita il nome che desideri assegnargli. Per visualizzare il report in modalità Struttura premi il pulsante Chiudi anteprima di stampa nell omonimo gruppo sempre della scheda Anteprima di stampa. Puoi intervenire sul report appena creato esattamente come se fosse un report come tutti gli altri (dei quali parleremo in maniera approfondita nel capitolo 6). Premi il pulsante Chiudi finestra per chiuderlo e tornare alla finestra delle relazioni. Figura 3.9 Report relazioni. Fogli dati secondari Quando metti in relazione uno a molti due tabelle, aprendo la tabella primaria (dal lato uno della relazione) in visualizzazione Foglio dati, noterai che Access ha apportato delle modifiche. Più precisamente a sinistra del campo di chiave primaria, è apparsa una colonna aggiuntiva, composta di segni +. Facendo clic su tale segno, si apre il foglio dati secondario, un foglio che contiene dati in relazione con il record sul quale abbiamo operato, contenuti nella tabella correlata. Nel nostro caso, per esempio, per ogni riga della tabella Clienti, appare in tale foglio secondario l elenco degli ordini, come mostrato in figura

15 06Ac-Cap03.qxd :47 Pagina 57 3: Oltre le tabelle Figura 3.10 Visualizzazione Foglio dati per una tabella dal lato uno di una relazione uno-a-molti. In un foglio dati secondario non solo puoi visualizzare i dati in relazione con la metà Uno, ma li puoi anche modificare. Dipendenze degli oggetti Un database Access contiene spesso fogli con fogli dati secondari, maschere con sottomaschere, anche a tre livelli, o delle query basate su altre query. Access 2007 ti mette a disposizione il comando Dipendenze oggetti che permette di estrapolare tutti gli oggetti (tabelle, query, maschere o report) che dipendono da quello su cui stai operando. Puoi valutare le dipendenze di un elemento scegliendo Dipendenze oggetti dal gruppo Mostra/Nascondi della scheda Strumenti database. 57

16 06Ac-Cap03.qxd :47 Pagina 58 Access 2007 I Portatili Appare il riquadro Dipendenze oggetti nel quale trovi gli oggetti raggruppati per tipo, che dipendono dall elemento selezionato. Nel nostro esempio, al punto in cui siamo del progetto, se esaminiamo la tabella Clienti, essendo essa in relazione con la tabella Ordini, scegliendo la voce Dipendenze oggetti appare, tra le tabelle in relazione con essa, proprio la tabella Ordini (vedi figura 3.11). Quando apporti una modifica (per esempio quando cancelli e/o rinomini un oggetto di un database), dovresti conoscere quali oggetti dipendono dall oggetto che è stato modificato per apportare anche a questo le modifiche. Con Access 2007 l aggiornamento degli oggetti che coinvolgono l elemento modificato è automatica. Figura 3.11 Riquadro relativo alle dipendenze degli oggetti. Per essere sicuro che il riquadro Dipendenze oggetti rifletta la situazione attuale, fai clic sul collegamento Aggiorna presente in alto a destra. 58

Per ulteriori informazioni, vedere l'articolo Nozioni fondamentali della progettazione di database.

Per ulteriori informazioni, vedere l'articolo Nozioni fondamentali della progettazione di database. 1 di 13 22/04/2012 250 Supporto / Access / Guida e procedure di Access 2007 / Tabelle Guida alle relazioni tra tabelle Si applica a: Microsoft Office Access 2007 Uno degli obiettivi di una buona strutturazione

Dettagli

Ci sono molti vantaggi nel mettere in relazione le

Ci sono molti vantaggi nel mettere in relazione le Capitolo 4 Relazioni tra tabelle 4.1 Definizione di una relazione 4.2 Visualizzazione e modifica delle relazioni 4.3 Stampa delle relazioni Ci sono molti vantaggi nel mettere in relazione le tabelle di

Dettagli

Capitolo IX Esercitazione n. 9: Creazione di un database relazionale

Capitolo IX Esercitazione n. 9: Creazione di un database relazionale Capitolo IX Esercitazione n. 9: Creazione di un database relazionale Scopo: Scopo di questa esercitazione è la creazione di una base dati relazionale per la gestione della biblioteca universitaria; il

Dettagli

Esercitazione n. 9: Creazione di un database relazionale

Esercitazione n. 9: Creazione di un database relazionale + Strumenti digitali per la comunicazione A.A 2013/14 Esercitazione n. 9: Creazione di un database relazionale Scopo: Scopo di questa esercitazione è la creazione di una base dati relazionale per la gestione

Dettagli

1. I database. La schermata di avvio di Access

1. I database. La schermata di avvio di Access 7 Microsoft Access 1. I database Con il termine database (o base di dati) si intende una raccolta organizzata di dati, strutturati in maniera tale che, effettuandovi operazioni di vario tipo (inserimento

Dettagli

Microsoft Access 2000

Microsoft Access 2000 Microsoft Access 2000 Corso introduttivo per l ECDL 2004 Pieralberto Boasso Indice Lezione 1: le basi Lezione 2: le tabelle Lezione 3: creazione di tabelle Lezione 4: le query Lezione 5: le maschere Lezione

Dettagli

Cos è ACCESS? E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un ambiente user frendly da usare (ambiente grafico)

Cos è ACCESS? E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un ambiente user frendly da usare (ambiente grafico) Cos è ACCESS? E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un ambiente user frendly da usare (ambiente grafico) 1 Aprire Access Appare una finestra di dialogo Microsoft Access 2 Aprire un

Dettagli

1. Le macro in Access 2000/2003

1. Le macro in Access 2000/2003 LIBRERIA WEB 1. Le macro in Access 2000/2003 Per creare una macro, si deve aprire l elenco delle macro dalla finestra principale del database: facendo clic su Nuovo, si presenta la griglia che permette

Dettagli

5.3 TABELLE 5.3.1 RECORD 5.3.1.1 Inserire, eliminare record in una tabella Aggiungere record Eliminare record

5.3 TABELLE 5.3.1 RECORD 5.3.1.1 Inserire, eliminare record in una tabella Aggiungere record Eliminare record 5.3 TABELLE In un sistema di database relazionali le tabelle rappresentano la struttura di partenza, che resta poi fondamentale per tutte le fasi del lavoro di creazione e di gestione del database. 5.3.1

Dettagli

IMPOSTARE UNA MASCHERA CHE SI APRE AUTOMATICAMENTE

IMPOSTARE UNA MASCHERA CHE SI APRE AUTOMATICAMENTE IMPOSTARE UNA MASCHERA CHE SI APRE AUTOMATICAMENTE Access permette di specificare una maschera che deve essere visualizzata automaticamente all'apertura di un file. Vediamo come creare una maschera di

Dettagli

On-line Corsi d Informatica sul Web

On-line Corsi d Informatica sul Web On-line Corsi d Informatica sul Web Corso base di Excel Università degli Studi della Repubblica di San Marino Capitolo 1 ELEMENTI DELLO SCHERMO DI LAVORO Aprire Microsoft Excel facendo clic su Start/Avvio

Dettagli

Database Modulo 3 DEFINIRE LE CHIAVI

Database Modulo 3 DEFINIRE LE CHIAVI Database Modulo 3 DEFINIRE LE CHIAVI Nell organizzazione di un archivio informatizzato è indispensabile poter definire univocamente le informazioni in esso inserite. Tale esigenza è abbastanza ovvia se

Dettagli

Funzioni per documenti lunghi

Funzioni per documenti lunghi 8 Funzioni per documenti lunghi In questo capitolo: Creare e personalizzare intestazioni e piè di pagina Organizzare le informazioni Riorganizzare un documento Creare un documento master Inserire un frontespizio

Dettagli

5.2 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE

5.2 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE 5.2 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE Base offre la possibilità di creare database strutturati in termini di oggetti, quali tabelle, formulari, ricerche e rapporti, di visualizzarli e utilizzarli in diverse modalità.

Dettagli

Corso introduttivo a MS Excel ed MS Access. sergiopinna@tiscali.it

Corso introduttivo a MS Excel ed MS Access. sergiopinna@tiscali.it Corso introduttivo a MS Excel ed MS Access sergiopinna@tiscali.it Seconda Parte: Ms Access (lezione #2) CONTENUTI LEZIONE Query Ordinamento Avanzato Maschere Report Query (interrogazioni) Gli strumenti

Dettagli

Esercitazione n. 8: Funzionalità base di MS Access

Esercitazione n. 8: Funzionalità base di MS Access + Strumenti digitali per la comunicazione A.A 2013/14 Esercitazione n. 8: Funzionalità base di MS Access Scopo: Familiarizzare con le funzionalità principali del DBMS (Database Management System) Microsoft

Dettagli

Maschere. Microsoft Access. Maschere. Maschere. Maschere. Aprire una maschere. In visualizzazione foglio dati: Maschere

Maschere. Microsoft Access. Maschere. Maschere. Maschere. Aprire una maschere. In visualizzazione foglio dati: Maschere Microsoft Access In visualizzazione foglio dati: È necessario spostarsi tra i campi come in un foglio di lavoro tipico di un foglio elettronico (Excel ecc.) Le maschere: una finestra progettata e realizzata

Dettagli

Relazioni tra tabelle

Relazioni tra tabelle Relazioni tra tabelle Una delle caratteristiche principali di Access è la possibilità di definire le relazioni fra tabelle in modo molto semplice vista l interfaccia grafica visuale. Le relazioni possono

Dettagli

Access 2003 I Portatili. Chiave Primaria

Access 2003 I Portatili. Chiave Primaria 3Oltre le tabelle Chiave Primaria Progettare le tabelle di un database Relazioni Creare le relazioni Modificare una relazione Eliminare una relazione Fogli dati secondari Dipendenze degli oggetti Access

Dettagli

PROGETTARE UN DATABASE CON ACCESS

PROGETTARE UN DATABASE CON ACCESS PROGETTARE UN DATABASE CON ACCESS Una delle funzioni più comuni per un computer è quella di archiviare dati e documenti. Per questo motivo, fin dalla diffusione dei primi computer, i programmatori informatici

Dettagli

Microsoft Access Maschere

Microsoft Access Maschere Microsoft Access Maschere Anno formativo: 2007-2008 Formatore: Ferretto Massimo Mail: Skype to: ferretto.massimo65 Profile msn: massimoferretto@hotmail.com "Un giorno le macchine riusciranno a risolvere

Dettagli

Database 1 biblioteca universitaria. Testo del quesito

Database 1 biblioteca universitaria. Testo del quesito Database 1 biblioteca universitaria Testo del quesito Una biblioteca universitaria acquista testi didattici su indicazione dei professori e cura il prestito dei testi agli studenti. La biblioteca vuole

Dettagli

Esportare dati da Excel

Esportare dati da Excel Esportare dati da Excel Per esportare i fogli di Excel occorre salvarli in altri formati. Si possono poi esportare direttamente i dati da un foglio di Excel in un foglio dati di Access, mentre per altri

Dettagli

MODULO 5 BASI DI DATI

MODULO 5 BASI DI DATI MODULO 5 BASI DI DATI A cura degli alunni della VD 2005/06 del Liceo Scientifico G. Salvemini di Sorrento NA Supervisione prof. Ciro Chiaiese SOMMARIO 5.1 USARE L APPLICAZIONE... 3 5.1.1 Concetti fondamentali...

Dettagli

5.2.1 RELAZIONI TRA TABELLE 1. 5.2.4.1 Creare una relazione uno-a-uno, uno-a-molti tra tabelle 9

5.2.1 RELAZIONI TRA TABELLE 1. 5.2.4.1 Creare una relazione uno-a-uno, uno-a-molti tra tabelle 9 5.2.1 RELAZIONI TRA TABELLE 1 5.2.4.1 Creare una relazione uno-a-uno, uno-a-molti tra tabelle 9 Il grado di un verso di un associazione indica quanti record della tabella di partenza si associano ad un

Dettagli

MODULO 5 Basi di dati (database)

MODULO 5 Basi di dati (database) MODULO 5 Basi di dati (database) I contenuti del modulo: questo modulo riguarda la conoscenza da parte del candidato dei concetti fondamentali sulle basi di dati e la sua capacità di utilizzarli. Il modulo

Dettagli

Foglio Elettronico. Creare un nuovo foglio elettronico Menu File Nuovo 1 clic su Cartella di lavoro vuota nel riquadro attività

Foglio Elettronico. Creare un nuovo foglio elettronico Menu File Nuovo 1 clic su Cartella di lavoro vuota nel riquadro attività Foglio Elettronico Avviare il Programma Menu Start Tutti i programmi Microsoft Excel Pulsanti 2 clic sull icona presente sul Desktop Chiudere il Programma Menu File Esci Pulsanti Tasto dx 1 clic sul pulsante

Dettagli

5.6.1 REPORT, ESPORTAZIONE DI DATI

5.6.1 REPORT, ESPORTAZIONE DI DATI 5.6 STAMPA In alcune circostanze può essere necessario riprodurre su carta i dati di tabelle o il risultato di ricerche; altre volte, invece, occorre esportare il risultato di una ricerca, o i dati memorizzati

Dettagli

Access. Microsoft Access. Aprire Access. Aprire Access. Aprire un database. Creare un nuovo database

Access. Microsoft Access. Aprire Access. Aprire Access. Aprire un database. Creare un nuovo database Microsoft Access Introduzione alle basi di dati Access E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un supporto transazionale limitato Meccanismi di sicurezza, protezione di dati e gestione

Dettagli

Introduzione. Alberto Fortunato alberto.fortunato@gmail.com. www.albertofortunato.com Pag. 1 di 137

Introduzione. Alberto Fortunato alberto.fortunato@gmail.com. www.albertofortunato.com Pag. 1 di 137 Introduzione Il software Gestione magazzino è stato realizzato con l intenzione di fornire uno strumento di apprendimento per chi intendesse cominciare ad utilizzare Access 2010 applicando le tecniche

Dettagli

CREAZIONE DI UN DB RELAZIONALE IN ACCESS

CREAZIONE DI UN DB RELAZIONALE IN ACCESS CONTENUTI: CREAZIONE DI UN DB RELAZIONALE IN ACCESS Definizione della chiave primaria di una tabella Creazione di relazioni fra tabelle Uso del generatore automatico di Query A) Apertura del DB e creazione

Dettagli

Modulo 5 Database. Diapo: 1

Modulo 5 Database. Diapo: 1 Modulo 5 Database Diapo: 1 5.1 Usare l applicazione 5.1.1 Concetti FondamentaliCos è un database??? Database: Insieme di dati riguardanti lo stesso argomento (o argomenti correlati) Insieme strutturato

Dettagli

Microsoft Access - dispensa didattica ECDL Modulo 5 - a cura di Antonino Terranova PAG 1

Microsoft Access - dispensa didattica ECDL Modulo 5 - a cura di Antonino Terranova PAG 1 Microsoft Access - Determinare l input appropriato per il database...2 Determinare l output appropriato per il database...2 Creare un database usando l autocomposizione...2 Creare la struttura di una tabella...4

Dettagli

Per effettuare la stampa di una cartella di lavoro si accede al comando. Stampa dal menu File o si utilizza il pulsante omonimo sulla barra

Per effettuare la stampa di una cartella di lavoro si accede al comando. Stampa dal menu File o si utilizza il pulsante omonimo sulla barra 4.5 Stampa 4.5.1 Stampare semplici fogli elettronici 4.5.1.1 Usare le opzioni di base della stampa Per effettuare la stampa di una cartella di lavoro si accede al comando Stampa dal menu File o si utilizza

Dettagli

Foglio dati Struttura Foglio dati

Foglio dati Struttura Foglio dati 1 Nozioni di base Avviare Access e aprire un database Interfaccia di Access Riquadro di spostamento Creare un database vuoto Chiudere un database Creare un database basandosi su un modello Creare un database

Dettagli

SCRIVERE TESTO BLOCCO NOTE WORDPAD WORD IL PIU' DIFFUSO APRIRE WORD

SCRIVERE TESTO BLOCCO NOTE WORDPAD WORD IL PIU' DIFFUSO APRIRE WORD SCRIVERE TESTO Per scrivere del semplice testo con il computer, si può tranquillamente usare i programmi che vengono installati insieme al sistema operativo. Su Windows troviamo BLOCCO NOTE e WORDPAD.

Dettagli

Microsoft Access. DataBase introduzione

Microsoft Access. DataBase introduzione Microsoft Access DataBase introduzione Un database può essere definito come un insieme di archivi contenenti dati omogenei che riguardano un certo argomento. Sono database la rubrica telefonica o l'archivio

Dettagli

. A primi passi con microsoft a.ccepss SommarIo: i S 1. aprire e chiudere microsoft access Start (o avvio) l i b tutti i pro- grammi

. A primi passi con microsoft a.ccepss SommarIo: i S 1. aprire e chiudere microsoft access Start (o avvio) l i b tutti i pro- grammi Capitolo Terzo Primi passi con Microsoft Access Sommario: 1. Aprire e chiudere Microsoft Access. - 2. Aprire un database esistente. - 3. La barra multifunzione di Microsoft Access 2007. - 4. Creare e salvare

Dettagli

Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto. Approfondimento SOFTWARE PER L ARCHIVIAZIONE

Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto. Approfondimento SOFTWARE PER L ARCHIVIAZIONE APPROFONDIMENTO ICT Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto Approfondimento SOFTWARE PER L ARCHIVIAZIONE ORGANISMO BILATERALE PER LA FORMAZIONE IN CAMPANIA INDICE SOFTWARE PER

Dettagli

Stampa unione - prof. Enzo Mardegan - http://digilander.libero.it/enzomrd 2

Stampa unione - prof. Enzo Mardegan - http://digilander.libero.it/enzomrd 2 INVITI PERSONALIZZATI CON STAMPA UNIONE Scrivere una stessa lettera a dieci persone diverse è decisamente noioso. I programmi di elaborazione di testo ti permettono di risparmiare un sacco di tempo basta

Dettagli

Microsoft Access. Microsoft Access

Microsoft Access. Microsoft Access Microsoft Access E. Tramontana E. Tramontana 1 Microsoft Access Un Database è una collezione di dati relazionati e strutturati MS Access è uno strumento per la gestione di Database Consente di archiviare

Dettagli

Corso introduttivo all utilizzo di TQ Tara

Corso introduttivo all utilizzo di TQ Tara Corso introduttivo all utilizzo di TQ Tara Le pagine che seguono introducono l utente all uso delle principali funzionalità di TQ Tara mediante un corso organizzato in otto lezioni. Ogni lezione spiega

Dettagli

MDRSystem di Rosario Medaglia Modulo 5 Database IL DATABASE ACCESS

MDRSystem di Rosario Medaglia Modulo 5 Database IL DATABASE ACCESS IL DATABASE ACCESS COS'E' UN DATABASE Un DATABASE è un archivio di dati. Una rubrica telefonica è un database. Uno schedario cartaceo dove vengono memorizzati i libri di una biblioteca è un database. Questi

Dettagli

B C. Panoramica di Access 2010. Elementi dell interfaccia

B C. Panoramica di Access 2010. Elementi dell interfaccia Panoramica di Access 2010 A B C D E Elementi dell interfaccia A Scheda File (visualizzazione Backstage) Consente l accesso alla nuova visualizzazione backstage di Access 2010, che contiene un menu di comandi

Dettagli

Basi di dati. Introduzione. Una breve introduzione sulla suite di OpenOffice.org e la gestione dei database

Basi di dati. Introduzione. Una breve introduzione sulla suite di OpenOffice.org e la gestione dei database Basi di dati Introduzione Una breve introduzione sulla suite di OpenOffice.org e la gestione dei database OpenOffice.org (www.openoffice.org) è un potente software opensource che ha, quale scopo primario,

Dettagli

On-line Corsi d Informatica sul web

On-line Corsi d Informatica sul web On-line Corsi d Informatica sul web Corso base di FrontPage Università degli Studi della Repubblica di San Marino Capitolo1 CREARE UN NUOVO SITO INTERNET Aprire Microsoft FrontPage facendo clic su Start/Avvio

Dettagli

FATTURE PROFESSIONISTI 1.5 MANUALE UTENTE. ultima revisione: 21/05/07

FATTURE PROFESSIONISTI 1.5 MANUALE UTENTE. ultima revisione: 21/05/07 FATTURE PROFESSIONISTI 1.5 MANUALE UTENTE ultima revisione: 21/05/07 Indice Panoramica... 1 Navigazione... 2 Selezionare una Vista Dati... 2 Individuare una registrazione esistente... 3 Inserire un nuova

Dettagli

qui possiamo scegliere se creare un nuovo Database oppure aprire un Database già esistente. Fatto ciò avremo questa seconda schermata:

qui possiamo scegliere se creare un nuovo Database oppure aprire un Database già esistente. Fatto ciò avremo questa seconda schermata: Creare un Database completo per la gestione del magazzino. Vedremo di seguito una guida pratica su come creare un Database per la gestione del magazzino e la rispettiva spiegazione analitica: Innanzitutto

Dettagli

Sviluppare un DB step by step

Sviluppare un DB step by step Sviluppare un DB step by step Creare un nuovo database Per prima cosa creiamo un nuovo DB vuoto Access di default salverà il db dandogli come nome Database 1 se è già presente un file con tale nome Database

Dettagli

Versione aggiornata al 11.11.2014

Versione aggiornata al 11.11.2014 Word Processing Versione aggiornata al 11.11.2014 A cura di Massimiliano Del Gaizo Massimiliano Del Gaizo Pagina 1 SCHEDA (RIBBON) HOME 1. I L G R U P P O C A R AT T E R E Word ci offre la possibilità,

Dettagli

MODULO 3. Microsoft Excel. TEST ED ESERCIZI SU: http://www.informarsi.net/ecdl/excel/index.php

MODULO 3. Microsoft Excel. TEST ED ESERCIZI SU: http://www.informarsi.net/ecdl/excel/index.php MODULO 3 Microsoft Excel TEST ED ESERCIZI SU: http:///ecdl/excel/index.php Foglio Elettronico - SpreadSheet Un foglio elettronico (in inglese spreadsheet) è un programma applicativo usato per memorizzare

Dettagli

www.saggese.it www.domenicosaggese.it Pagina 1 di 10

www.saggese.it www.domenicosaggese.it Pagina 1 di 10 Materiale prodotto da Domenico Saggese unicamente come supporto per i suoi corsi. E lecito trattenerne una copia per uso personale; non è autorizzato alcun uso commerciale o in corsi non tenuti od organizzati

Dettagli

Access. Dalla carta al database

Access. Dalla carta al database Access Dalla carta al database Gli archivi costituiscono una memoria di lavoro indispensabile per gestire quantità ingenti di informazioni, per ordinare gli elementi utili, metterli in relazione e filtrare

Dettagli

3.6 Preparazione stampa

3.6 Preparazione stampa Università degli Studi dell Aquila Corso ECDL programma START Modulo 3 - Elaborazione Testi 3.6 Preparazione stampa Maria Maddalena Fornari Impostazioni di pagina Le impostazioni del documento utili ai

Dettagli

www.renatopatrignani.it 1

www.renatopatrignani.it 1 APRIRE UN PROGRAMMA DI POSTA ELETTRONICA MODIFICARE IL TIPO DI VISUALIZZAZIONE LEGGERE UN CHIUDERE IL PROGRAMMA ESERCITAZIONI Outlook Express, il programma più diffuso per la gestione della posta elettronica,

Dettagli

Esame di Informatica CHE COS È UN FOGLIO ELETTRONICO CHE COS È UN FOGLIO ELETTRONICO CHE COS È UN FOGLIO ELETTRONICO. Facoltà di Scienze Motorie

Esame di Informatica CHE COS È UN FOGLIO ELETTRONICO CHE COS È UN FOGLIO ELETTRONICO CHE COS È UN FOGLIO ELETTRONICO. Facoltà di Scienze Motorie Facoltà di Scienze Motorie CHE COS È UN FOGLIO ELETTRONICO Una tabella che contiene parole e numeri che possono essere elaborati applicando formule matematiche e funzioni statistiche. Esame di Informatica

Dettagli

SH.Invoice è un software pratico e completo per la gestione della fatturazione di professionisti e imprese.

SH.Invoice è un software pratico e completo per la gestione della fatturazione di professionisti e imprese. Presentazione: SH.Invoice è un software pratico e completo per la gestione della fatturazione di professionisti e imprese. Il programma si distingue per la rapidità e l elasticità del processo di gestione

Dettagli

1. Aggiungere pagine Web alla cartella Preferiti

1. Aggiungere pagine Web alla cartella Preferiti Guida n 12 1. Aggiungere pagine Web alla cartella Preferiti 2. Aprire una pagina dell'elenco Preferiti 3. Riorganizzare le pagine preferite 1. Aggiungere pagine Web alla cartella Preferiti Se, durante

Dettagli

Access - Lezione 02. Basi di dati. Parte seconda. (Per andare direttamente su un argomento, fare clic con il mouse sul titolo nell indice sottostante)

Access - Lezione 02. Basi di dati. Parte seconda. (Per andare direttamente su un argomento, fare clic con il mouse sul titolo nell indice sottostante) Access - Lezione 02 Basi di dati Parte seconda (Per andare direttamente su un argomento, fare clic con il mouse sul titolo nell indice sottostante) 1.0 Operazioni di base 1.1 Impostare e pianificare un

Dettagli

Modulo 3 - Elaborazione Testi 3.6 Preparazione stampa

Modulo 3 - Elaborazione Testi 3.6 Preparazione stampa Università degli Studi dell Aquila Corso ECDL programma START Modulo 3 - Elaborazione Testi 3.6 Preparazione stampa Maria Maddalena Fornari Impostazioni di pagina: orientamento È possibile modificare le

Dettagli

Modulo 1. Database: concetti introduttivi

Modulo 1. Database: concetti introduttivi Modulo 1 Database: concetti introduttivi Iniziamo questi primi passi introducendo alcune definizioni e concetti fondamentali sul software DBMS, basilare nella moderna gestione dei dati. 2 Il termine informatica

Dettagli

Corso base di informatica

Corso base di informatica Corso base di informatica AVVIARE IL COMPUTER Per accendere il computer devi premere il pulsante di accensione posto di norma nella parte frontale del personal computer. Vedrai apparire sul monitor delle

Dettagli

Leggere un messaggio. Copyright 2009 Apogeo

Leggere un messaggio. Copyright 2009 Apogeo 463 Leggere un messaggio SyllabuS 7.6.3.3 Per contrassegnare un messaggio selezionato puoi fare clic anche sulla voce di menu Messaggio > Contrassegna messaggio. Marcare, smarcare un messaggio I messaggi

Dettagli

Manuale di KWallet 2

Manuale di KWallet 2 George Staikos Lauri Watts Sviluppatore: George Staikos Traduzione della documentazione: Nicola Ruggero Traduzione della documentazione: Federico Zenith 2 Indice 1 Introduzione 5 1.1 Usare KWallet........................................

Dettagli

7. Microsoft Access. 1) Introduzione a Microsoft Access

7. Microsoft Access. 1) Introduzione a Microsoft Access 1) Introduzione a Microsoft Access Microsoft Access è un programma della suite Microsoft Office utilizzato per la creazione e gestione di database relazionali. Cosa è un database? Un database, o una base

Dettagli

Database 3 affitto veicoli. Testo del quesito

Database 3 affitto veicoli. Testo del quesito Database 3 affitto veicoli Testo del quesito La società salento trasporti dispone di diversi tipi di veicoli (moto, auto, furgoni, camion, ) che affitta ai propri clienti. La società vuole informatizzare

Dettagli

5-1 FILE: CREAZIONE NUOVO DOCUMENTO

5-1 FILE: CREAZIONE NUOVO DOCUMENTO Capittol lo 5 File 5-1 FILE: CREAZIONE NUOVO DOCUMENTO In Word è possibile creare documenti completamente nuovi oppure risparmiare tempo utilizzando autocomposizioni o modelli, che consentono di creare

Dettagli

FlukeView Forms Documenting Software

FlukeView Forms Documenting Software FlukeView Forms Documenting Software N. 5: Uso di FlukeView Forms con il tester per impianti elettrici Fluke 1653 Introduzione Questa procedura mostra come trasferire i dati dal tester 1653 a FlukeView

Dettagli

L ACQUISIZIONE E LA GESTIONE DEI DOCUMENTI ELETTRONICI

L ACQUISIZIONE E LA GESTIONE DEI DOCUMENTI ELETTRONICI L ACQUISIZIONE E LA GESTIONE DEI DOCUMENTI ELETTRONICI DOCUSOFT integra una procedura software per la creazione e l'archiviazione guidata di documenti in formato elettronico (documenti Microsoft Word,

Dettagli

Microsoft EXCEL 2000

Microsoft EXCEL 2000 Ivan Renesto 24 ivan.renesto@edes.it Microsoft EXCEL 2000 CREAZIONE DI UN DATA BASE CON L AUSILIO DI MICROSOFT EXCEL Tra gli utilizzi di Microsoft Excel osserviamo la possibilità di creare delle Basi di

Dettagli

Capitolo I Esercitazione n. 1: Uso del computer e gestione dei file

Capitolo I Esercitazione n. 1: Uso del computer e gestione dei file Capitolo I Esercitazione n. 1: Uso del computer e gestione dei file Scopo: Windows, creare cartelle, creare e modificare file di testo, usare il cestino, spostare e copiare file, creare collegamenti. A

Dettagli

schema riassuntivo del corso di access

schema riassuntivo del corso di access schema riassuntivo del maggio-settembre 2006 Materiale prodotto da Domenico Saggese unicamente come supporto per i suoi corsi. E lecito trattenerne una copia per uso personale; non è autorizzato alcun

Dettagli

Nel costruire una sola tabella contenente tutte le informazioni necessarie, avrò più di un problema:

Nel costruire una sola tabella contenente tutte le informazioni necessarie, avrò più di un problema: INTRODUZIONE ad ACCESS Access è il programma del pacchetto Office della Microsoft che consente di realizzare e di gestire archivi elettronici con un interfaccia che facilita la registrazione e la ricerca

Dettagli

A cosa serve GOOGLE MODULI? Con Moduli Google puoi pianificare eventi, fare sondaggi, sottoporre quiz agli studenti o raccogliere informazioni.

A cosa serve GOOGLE MODULI? Con Moduli Google puoi pianificare eventi, fare sondaggi, sottoporre quiz agli studenti o raccogliere informazioni. GOOGLE MODULI A cosa serve GOOGLE MODULI? Con Moduli Google puoi pianificare eventi, fare sondaggi, sottoporre quiz agli studenti o raccogliere informazioni. Come creare un sondaggio: 1 - collegati al

Dettagli

Utilizzo di Blue s. Avvio di Blue s C A P I T O L O 7. Come avviare il programma e inserire la password

Utilizzo di Blue s. Avvio di Blue s C A P I T O L O 7. Come avviare il programma e inserire la password Capitolo 7 83 C A P I T O L O 7 Avvio di Blue s Questo capitolo introduce l'utilizzatore all'ambiente di lavoro e alle funzioni di aggiornamento delle tabelle di Blue s. Blue s si presenta come un ambiente

Dettagli

Esercizio sui data base "Gestione conti correnti"

Esercizio sui data base Gestione conti correnti Database "Gestione conto correnti" Testo del quesito La banca XYZ vuole informatizzare le procedure di gestione dei conti correnti creando un archivio dei correntisti (Cognome, Nome, indirizzo, telefono,

Dettagli

Realizzare una presentazione con PowerPoint

Realizzare una presentazione con PowerPoint Realizzare una presentazione con PowerPoint Indice Interfaccia di PowerPoint... 1 Avvio di PowerPoint e creazione di una nuova presentazione... 2 Inserimento di titoli e immagini... 4 Inserimento di altre

Dettagli

CREARE UN MODULO CON EXCEL

CREARE UN MODULO CON EXCEL CREARE UN MODULO CON EXCEL In questo laboratorio userai Excel 2000 per creare una semplice lista della spesa presso un vivaio di piante. Naturalmente, puoi inventare un modulo che si adatti alle tue specifiche

Dettagli

EXCEL PER WINDOWS95. sfruttare le potenzialità di calcolo dei personal computer. Essi si basano su un area di lavoro, detta foglio di lavoro,

EXCEL PER WINDOWS95. sfruttare le potenzialità di calcolo dei personal computer. Essi si basano su un area di lavoro, detta foglio di lavoro, EXCEL PER WINDOWS95 1.Introduzione ai fogli elettronici I fogli elettronici sono delle applicazioni che permettono di sfruttare le potenzialità di calcolo dei personal computer. Essi si basano su un area

Dettagli

Modulo 4.2 Fogli di calcolo elettronico

Modulo 4.2 Fogli di calcolo elettronico Modulo 4.2 Fogli di calcolo elettronico 1 Finestra principale di Excel 2 Finestra principale di Excel Questi pulsanti servono per ridurre ad icona, ripristinare e chiudere la finestra dell applicazione.

Dettagli

Uso del Computer. Per iniziare. Avvia il computer Premi il tasto di accensione: Windows si avvia automaticamente

Uso del Computer. Per iniziare. Avvia il computer Premi il tasto di accensione: Windows si avvia automaticamente Per iniziare Uso del Computer Avvia il computer Premi il tasto di accensione: Windows si avvia automaticamente Cliccando su START esce un menù a tendina in cui sono elencati i programmi e le varie opzioni

Dettagli

MICROSOFT ACCESS. Fabrizio Barani 1

MICROSOFT ACCESS. Fabrizio Barani 1 MICROSOFT ACCESS Premessa ACCESS è un programma di gestione di banche dati, consente la creazione e modifica dei contenitori di informazioni di un database (tabelle), l inserimento di dati anche mediante

Dettagli

Via Olivetani 17 35040 SANT'ELENA www.cedic.it info @ cedic.it 0429 690907 0339 6543320 ACCESS 2000. Introduzione ai database relazionali

Via Olivetani 17 35040 SANT'ELENA www.cedic.it info @ cedic.it 0429 690907 0339 6543320 ACCESS 2000. Introduzione ai database relazionali SCUOLA DI INFORMATICA Centro Dati s.a.s. Via Olivetani 17 35040 SANT'ELENA www.cedic.it info @ cedic.it 0429 690907 0339 6543320 ACCESS 2000 2000 Introduzione ai database relazionali Copyright 2001 Cedic

Dettagli

6. Applicazione: gestione del centro sportivo Olympic

6. Applicazione: gestione del centro sportivo Olympic LIBRERIA WEB 6. Applicazione: gestione del centro sportivo Olympic PROGETTO Il centro sportivo Olympic organizza corsi di tipo diverso: nuoto, danza, karate, ecc. Ogni corso ha un unico istruttore prevalente,

Dettagli

Uso del computer e gestione dei file

Uso del computer e gestione dei file Uso del computer e gestione dei file Parte 1 Desktop All avvio del computer compare il Desktop. Sul Desktop sono presenti le Icone. Ciascuna icona identifica un oggetto differente che può essere un file,

Dettagli

Database Modulo 2. Le operazioni di base

Database Modulo 2. Le operazioni di base Database Modulo 2 Le operazioni di base L architettura concettuale dei dati ha lo scopo di astrarre dal mondo reale ciò che in questo è concettuale, cioè statico. 2 In altri termini gli oggetti del mondo

Dettagli

MODULO 5 ACCESS Basi di dati. Lezione 4

MODULO 5 ACCESS Basi di dati. Lezione 4 MODULO 5 ACCESS Basi di dati Lezione 4 ARGOMENTI Lezione 4 Filtrare i dati Esempio 1 Query Cos è Creare Query in visualizza struttura Criteri di ricerca Esempio 2 Esempio 3 Esempio 4 Creare Query in creazione

Dettagli

Chiudere il Programma Menu File Esci Pulsanti 1 clic sul pulsante Tasto dx 1 clic sulla barra del titolo Chiudi Tastiera Alt+F4

Chiudere il Programma Menu File Esci Pulsanti 1 clic sul pulsante Tasto dx 1 clic sulla barra del titolo Chiudi Tastiera Alt+F4 Foglio Elettronico PRIMI PASSI CON IL FOGLIO ELETTRONICO Avviare il Programma Menu Start Tutti i programmi Microsoft Excel Pulsanti 2 clic sull icona presente sul Desktop Chiudere il Programma Menu File

Dettagli

Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10

Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10 Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10 Le informazioni contenute in questo manuale di documentazione non sono contrattuali e possono essere modificate senza preavviso. La fornitura del software

Dettagli

Office 2007 Lezione 02. Le operazioni più

Office 2007 Lezione 02. Le operazioni più Le operazioni più comuni Le operazioni più comuni Personalizzare l interfaccia Creare un nuovo file Ieri ci siamo occupati di descrivere l interfaccia del nuovo Office, ma non abbiamo ancora spiegato come

Dettagli

CREARE UN GIOCO CON POWERPOINT

CREARE UN GIOCO CON POWERPOINT CREARE UN GIOCO CON POWERPOINT In questo laboratorio ti spiego come realizzare un gioco più sofisticato di quelli che si utilizzano semplicemente cliccando su alcuni punti. Apri il programma PowerPoint

Dettagli

Modulo 6 Strumenti di presentazione

Modulo 6 Strumenti di presentazione Modulo 6 Strumenti di presentazione Gli strumenti di presentazione permettono di realizzare documenti ipertestuali composti da oggetti provenienti da media diversi, quali: testo, immagini, video digitali,

Dettagli

L uso del software Excel per la costruzione di un documento ipertestuale con giochi per la verifica.

L uso del software Excel per la costruzione di un documento ipertestuale con giochi per la verifica. L uso del software Excel per la costruzione di un documento ipertestuale con giochi per la verifica. Il lavoro si presenta piuttosto lungo, ma per brevità noi indicheremo come creare la pagina iniziale,

Dettagli

2.2.2.1 Identificare le diverse parti di una finestra: barra del titolo, barra dei menu, barra degli strumenti, barra di stato, barra di scorrimento.

2.2.2.1 Identificare le diverse parti di una finestra: barra del titolo, barra dei menu, barra degli strumenti, barra di stato, barra di scorrimento. Uso del computer e gestione dei file 57 2.2.2.1 Identificare le diverse parti di una finestra: barra del titolo, barra dei menu, barra degli strumenti, barra di stato, barra di scorrimento. All interno

Dettagli

Passo 2: avviare Access e creare una tabella per ogni tipo di entità Costruire la tabella per l entità cliente.

Passo 2: avviare Access e creare una tabella per ogni tipo di entità Costruire la tabella per l entità cliente. Realizzare un database con Access Di Antonio Bernardo e Mario Bochicchio Esercizio Una catena di supermercati vuole tener traccia dei prodotti acquistati dai clienti. Di ogni cliente si vuole conoscere

Dettagli

INFORMATICA PER LE APPLICAZIONI ECONOMICHE PROF.SSA BICE CAVALLO

INFORMATICA PER LE APPLICAZIONI ECONOMICHE PROF.SSA BICE CAVALLO Basi di dati: Microsoft Access INFORMATICA PER LE APPLICAZIONI ECONOMICHE PROF.SSA BICE CAVALLO Database e DBMS Il termine database (banca dati, base di dati) indica un archivio, strutturato in modo tale

Dettagli

4.1.1.1 APRIRE UN PROGRAMMA DI FOGLIO ELETTRONICO

4.1.1.1 APRIRE UN PROGRAMMA DI FOGLIO ELETTRONICO 4.1 PER INIZIARE 4.1.1 PRIMI PASSI COL FOGLIO ELETTRONICO 4.1.1.1 APRIRE UN PROGRAMMA DI FOGLIO ELETTRONICO L icona del vostro programma Excel può trovarsi sul desktop come in figura. In questo caso basta

Dettagli

Capitolo 9. Figura 111

Capitolo 9. Figura 111 Capitolo 9 I COMPONENTI DI FRONTPAGE 9.1 INSERIRE TESTO SCORREVOLE Creare una nuova pagina e salvarla all interno della cartella Lezione3 con nome file componenti.htm e Titolo I componenti ; aprire la

Dettagli

La catalogazione con LIBERO Modulo Catalogazione

La catalogazione con LIBERO Modulo Catalogazione CATALOGAZIONE 1. LA CATALOGAZIONE NEL FORMATO UNIMARC 2. COME LEGARE AL RECORD TERMINI DELLE LISTE DI AUTORITA 3. LA SCHERMATA GESTIONE DEL MAGAZZINO 1. LA CATALOGAZIONE NEL FORMATO UNIMARC Per catalogare

Dettagli

Il mago delle presentazioni: PowerPoint

Il mago delle presentazioni: PowerPoint Informatica 2 livello/2ªb 21-02-2006 10:46 Pagina 48 Il mago delle presentazioni: è un programma di Microsoft che ti permette di creare presentazioni multimediali per mostrare, a chi vuoi, un tuo lavoro,

Dettagli