LA DIFESA CONTRO LA MOSCA DELL OLIVO (Bactrocera( oleae) NELL OLIVETO BIOLOGICO: esperienze nella Regione Marche

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LA DIFESA CONTRO LA MOSCA DELL OLIVO (Bactrocera( oleae) NELL OLIVETO BIOLOGICO: esperienze nella Regione Marche"

Transcript

1 LA DIFESA CONTRO LA MOSCA DELL OLIVO (Bactrocera( oleae) NELL OLIVETO BIOLOGICO: esperienze nella Regione Marche Bologna, 8 Giugno Convegno Nazionale di Agrometeorologia AIAM 2011 Giovanni Abate*, Alberto Alesi*, Gianluca Ferroni*, Alberto Giuliani*, Elisabetta Piccioni*, Angela Sanchioni*, Danilo Tognetti*, Stefano Leonesi* *Servizio Agrometeo Regione Marche ASSAM

2 Il servizio Agrometeo dell ASSAM svolge attività di monitoraggio ambientale ed elaborazione delle informazioni a supporto delle scelte aziendali, l attività può essere così schematizzata: Monitoraggio fitopatologico Monitoraggio fenologico FANO - m 90 slm - PU424 Mosca de ll'oliv o (Bactroce ra O lae) I nf estazione at tiva (% ) Cat ture adult i (n. ) Modelli previsionali 0 19/07/ /07/ /08/ /08/ /08/ /08/ /08/ /09/ /09/ /09/ /09/ /10/ /10/ Inf estazione at tiva sull e olive Cat ture Monitoraggio meteorologico ELABORAZIONE DATI Indici di maturazione INFORMAZIONE DI SUPPORTO ALLE SCELTE AZIENDALI INDICAZIONI PER UNA CORRETTA GESTIONE AGRONOMICA DELLE COLTURE (nel rispetto delle norme di Buona Pratica Agricola e dei Criteri di Gestione Obbligatoria della Condizionalità) E PER LA DIFESA FITOSANITARIA SECONDO METODOLOGIE DI LOTTA INTEGRATA E BIOLOGICA

3 Il contesto olivicolo marchigiano REGIONE MARCHE superficie olivicola totale ha istat 2001 con una forte espansione nell ultimo decennio oliveti di piccola estensione superficie media di poco superiore a mezzo ettaro ma in aumento carenza di comuni strategie di difesa comprensoriali, numerose cultivar caratterizzate spesso da duplice attitudine alla trasformazione (olio e mensa) PROVINCIA CULTIVAR Pesaro PESARO Raggiola OM Rosciola Colli Esini O Mignola O Ancona Raggia OM ANCONA Frantoio OM Leccino OM Macerata MACERATA Coroncina O Mignola O Fermo FERMO Piantone di Falerone O Sargano di Fermo O Orbetana O Ascoli Piceno ASCOLI PICENO AscolanaT M Carboncella O

4 Il contesto olivicolo biologico marchigiano REGIONE MARCHE Una sola DOP nelle Marche DOP Cartoceto (PU) superficie olivicola biologica totale 1684 ha ovvero circa il 16% della superficie oivicola totale

5 La difesa dalla mosca dell olivo nell oliveto biologico DANNO DA MOSCA Il danno è quantitativo (perdita di prodotto) Qualitativo sull olio ottenuto, con olive danneggiate l aciditl acidità è più alta, si ha sviluppo di funghi e muffe nelle gallerie, fino al difetto sensoriale di verme BIOLOGIA DELL INSETTO L ovodeposizione avviene sottocuticola, si sviluppa una larva che passa tre età per poi impuparsi, sfarfallare e compiere un nuovo ciclo

6 La difesa dalla mosca dell olivo nell oliveto biologico DIFFICOLTA DI CONTROLLO - Nella difesa dell oliveto biologico non esistono prodotti sistemici per una difesa larvicida, la sola strategia è di tipo adulticida -Il sistema adulticida nel biologico presenta alcune criticità: : limitato numero di prodotti ammessi, dilavabilità,, corretto posizionamento, tempestività, influenza della pressione dacica

7 INDIVIDUAZIONE AREE DI RISCHIO N Sulla base dei monitoraggio effettuati negli ultimi 10 anni, su tutto il territorio regionale, è emersa l esigenza di individuare un ulteriore sottozona (all interno della fascia di rischio 3 - alto rischio), in quanto la pressione del fitofago, per gli areali che si affacciano direttamente sul mare, è maggiore e con maggior precocità. Per tali motivi si è reso necessario intensificare i siti di monitoraggio in questi areali.

8 RETE DI MONITORAGGIO ASSAM (az( bio) FASCIA DIRISCHIO 3 - m 20 slm - PU Mo sca dell'olivo Infestazi one attiva sulle olive Catture (mosca adul ta ) cromotrap inf attiva % /07/10 19/07/10 26/07/10 02/08/10 09/08/10 16/08/10 23/08/10 30/08/10 06/09/10 d ata 13/09/10 20/09/10 27/09/10 04/10/10 11/10/10 18/10/10 25/10/ nr adulti catturati Infestazione attiva (%) SAN COSTANZO msl 85 PU435 Mosca dell'olivo (Bactrocer a o leae ) Mosche adulte catturate (N ) /07/09 28 /07 /09 04/08/09 11 /08/09 18 /08 /09 25/08/09 01/09/09 08 /09 /09 15/09/09 22/09/09 Infestazione attiva sulle olive Catture (mosca adulta) siti aziende olivicole bio (16 bio su 94 totali) controllo settimanale delle trappole e delle drupe curve di volo infestazione attiva

9 Il modello OLIFLY simulator REGIONE MARCHE

10 Considerazioni sui dati in tabella. Tipologia del trattamento (spinosad e/o piretro) La pressione dacica nelle aziende bio SITO campagna olivicola 2010 INFESTAZIONE ATTIVA % INFESTAZIONE DANNNOSA % INFESTAZIONE TOTALE % FASCIA DI RISCHIO 3 rischio elevato REGIONE MARCHE TIPO / NR TRATTAMENTO 1* non trattato Disomogeneità della adulticida - 6 pressione Strategico del dittero il monitoraggio 3 0 attento 26 e sistematico 26 adulticida 2delle non trattato variabili Effettiva differenza meteo fra e della dinamica della popolazione fascia di rischio 2 e adulticida 4 + rameico adulticida 11 + rameico 2 dell insetto in quanto consente di individuare esattamente Buone performance con adulticida 3 + rameico 1 pressioni il momento medie del fitofago d impiego d 8 di 0 un prodotto 6 6 e l appropriata l adulticida 4 totale accettabile) adulticida 4+ rameico 1 (inf totale accettabile) strategia di difesa. Perdita dell efficacia efficacia del trattamento adulticida (spinosad)) con elevate pressioni del dittero trattamenti massimo 5 con (spinosad) Dilavabilità con oltre10 mm di pioggia adulticida 3 + rameico 1 FASCIA DI RISCHIO 2 rischio medio non trattato rameico rameico adulticida adulticida adulticida 5 L'infestazione rilevata dal campionamento di metà ottobre in pre-raccolta raccolta *Dato rilevato seconda decade si settembre

11 FASCIA DI RISCHIO 3 - m 20 slm Fano PU 1/ T rameico REGIONE MARCHE 18/10/10 25/10/10 inf attiva % 12/07/10 19/07/10 26/07/10 02/08/10 09/08/10 16/08/10 23/08/10 30/08/10 06/09/10 13/09/10 20/09/10 27/09/10 04/10/10 11/10/10 data nr adulti catturati Trattamento spinosad Infestazione attiva sulle olive Catture (mosca adulta) /9 18/ / / Precipitazione giornaliera in mm

12

13 Il Notiziario Agrometeorologico REGIONE MARCHE

14 CONCLUSIONI - In olivicoltura la lotta alla mosca dell olivo è fondamentale per ottenere un olio di qualità. - Nell oliveto biologico le difficoltà per il contenimento del dittero sono superiori rispetto al convenzionale in quanto legate alla limitata disponibilità di prodotti, alla pressione dell insetto, alle condizioni meteorologiche.

15 Tuttavia l impiego di spinosad nella campagna olivicola 2010 ha dimostrato in generale delle buone performance se posizionato correttamente, sfruttabili anche in convenzionale per i ridotti tempi di carenza. Pertanto lo scrupoloso monitoraggio territoriale, la disponibilità CONCLUSIONI dei dati meteorologici registrati e previsti, la capillare diffusione delle informazioni, permettono una corretta ed efficace strategia di difesa, in modo particolare anche quella adulticida dove però la tempestività è fondamentale.

16 GRAZIE PER L ATTENZIONEL

Tutela e valorizzazione del territorio: Servizio Fitosanitario Regionale: Autorità di Controllo e Tracciabilità:

Tutela e valorizzazione del territorio: Servizio Fitosanitario Regionale: Autorità di Controllo e Tracciabilità: La rete agrofenologica nelle Marche: esperienze e applicazioni Angela Sanchioni ** - Daniele Sparvoli* IPHEN 2011 Roma, 3 Marzo 2011 *Centro Operativo Agrometrologico **Centro Agrometeo Locale per la Provincia

Dettagli

Monitoraggio, campionamenti, soglie di intervento e lotta alla mosca delle olive

Monitoraggio, campionamenti, soglie di intervento e lotta alla mosca delle olive Angelo Canale Antonio Belcari Ruggero Petacchi Monitoraggio, campionamenti, soglie di intervento e lotta alla mosca delle olive Villa Montepaldi, S. Casciano V.P. (FI), 21 gennaio 2015 Argomenti Lotta

Dettagli

AGROAMBIENTELAZIO.IT

AGROAMBIENTELAZIO.IT AGROAMBIENTELAZIO.IT IL PORTALE WEB A SUPPORTO DELLA LOTTA AI PARASSITI DELL'OLIVO NEL LAZIO 1. IL PROGETTO OP LATIUM, con il sostegno del PSR Lazio - misura 124 e in collaborazione con il CRA - Patologia

Dettagli

LA MOSCA DELLE OLIVE Bactroceraoleae

LA MOSCA DELLE OLIVE Bactroceraoleae LA MOSCA DELLE OLIVE Bactroceraoleae 1 LA MOSCA DELLE OLIVE Principale parassita dell olivo Numerodigenerazionida2-3finoa4-7/anno Latitudine Altitudine Andamento climatico Permanenza di olive sulle piante

Dettagli

Progetto Miglioramento della Qualità della Produzione dell olio di oliva ed impatto ambientale

Progetto Miglioramento della Qualità della Produzione dell olio di oliva ed impatto ambientale A G E A Agenzia per le erogazioni in agricoltura Progetto Miglioramento della Qualità della Produzione dell olio di oliva ed impatto ambientale Associazione Produttori Olivicoli C.N.O. aderente al Finanziato

Dettagli

MODELLO PREVISIONALE DI FENOLOGIA DEGLI ADULTI DI TIGNOLETTA DELLA VITE

MODELLO PREVISIONALE DI FENOLOGIA DEGLI ADULTI DI TIGNOLETTA DELLA VITE REGIONE LIGURIA Settore Servizi alle Imprese Agricole Centro di Agrometeorologia Applicata Regionale MODELLO PREVISIONALE DI FENOLOGIA DEGLI ADULTI DI TIGNOLETTA DELLA VITE La tignoletta della vite 1 (Lobesia

Dettagli

Frantoio del Greve Pesa SCARL

Frantoio del Greve Pesa SCARL Frantoio del Greve Pesa SCARL Frantoio Pruneti Srl Azienda Agricola Di Montepaldi Srl Dipartimento di Scienze delle Produzioni Agroalimentari e dell'ambiente Progetto misura 124 PSR 2007 2013 Regione Toscana

Dettagli

SITUAZIONE FITOSANITARIA IN OLIVICOLTURA NEL 2009

SITUAZIONE FITOSANITARIA IN OLIVICOLTURA NEL 2009 SITUAZIONE FITOSANITARIA IN OLIVICOLTURA NEL 2009 SITUAZIONE FITOSANITARIA IN OLIVICOLTURA NEL 2009 Situazione fitosanitaria in olivicoltura nel 2009 Nel 2009 le produzioni ottenute sono state lievemente

Dettagli

Attività e importanza del monitoraggio della tignola

Attività e importanza del monitoraggio della tignola Attività e importanza del monitoraggio della tignola Appe Coop Assopa Soc. agr. Coop Dr. Sole Paradisi Consorzio della Patata Italiana di Qualità Dr Giacomo Accinelli Distribuzione geografica SEGNALATA

Dettagli

FITOPATOLOGIA METODI DI DIFESA DELLE PRODUZIONI AGRARIE

FITOPATOLOGIA METODI DI DIFESA DELLE PRODUZIONI AGRARIE FITOPATOLOGIA METODI DI DIFESA DELLE PRODUZIONI AGRARIE PRINCIPI DI FITOPATOLOGIA DEFINIZIONE MALATTIA: insorgenza nelle pianta di processi fisiologici anormali di tipo persistente o semipersistente che

Dettagli

DATI METEO INDICI CLIMATICI

DATI METEO INDICI CLIMATICI DATI METEO I dati meteo utilizzati nelle elaborazioni sono quelli derivanti dalla rete regionale di stazioni meteo dell Osservatorio Meteo Idrologico della Regione Liguria (OMIRL) www.arpal.gov.it. Questi

Dettagli

$/&81,'$7,68// 2/,2%,2/2*,&2

$/&81,'$7,68// 2/,2%,2/2*,&2 $/&81,'$7,68// 2/,2%,2/2*,&2 / DUHDGLSURGX]LRQHELRORJLFD A fianco l uso dell olio di oliva tradizionale, sono cresciute la produzione ed il consumo dell olio biologico, con il conseguente aumento dell

Dettagli

Difesa fitosanitaria dell'oliveto

Difesa fitosanitaria dell'oliveto Difesa fitosanitaria dell'oliveto La difesa delle piante è materia complessa Le malattie delle piante sono frutto dell interazione tra ospite, patogeno, ambiente pianta ospite organismo patogeno clima

Dettagli

Bollettino di Difesa Integrata obbligatoria

Bollettino di Difesa Integrata obbligatoria del 24-06-2015 Provincia di BOLOGNA Bollettino di Integrata obbligatoria PREVISIONI DEL TEMPO (24/06/15) Un vasto promontorio anticiclonico, in espansione sull europa occidentale manterrà sulla nostra

Dettagli

Prove di contenimento della piralide mediante l impiego di Trichogramma brassicae

Prove di contenimento della piralide mediante l impiego di Trichogramma brassicae Prove di contenimento della piralide mediante l impiego di Trichogramma brassicae Esperienze realizzate presso l azienda sperimentale di Veneto Agricoltura Vallevecchia - Caorle (VE) anni 2010-2011 Mauro

Dettagli

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE, ALIMENTARI E FORESTALI. Standard tecnico ai sensi dell art. 49 comma 2 lettera c) del D.

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE, ALIMENTARI E FORESTALI. Standard tecnico ai sensi dell art. 49 comma 2 lettera c) del D. MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE, ALIMENTARI E FORESTALI Standard tecnico ai sensi dell art. 49 comma 2 lettera c) del D.lgs 214/2005 Criteri di monitoraggio e di gestione delle infestazioni dell organismo

Dettagli

La gestione della difesa in orticoltura biologica

La gestione della difesa in orticoltura biologica Roma, 16 ottobre 2007 La difesa delle colture in agricoltura biologica La gestione della difesa in orticoltura biologica Sergio Gengotti ASTRA - Innovazione e sviluppo CRPV Centro Ricerche Produzioni Vegetali

Dettagli

ASSOPROL UMBRIA Soc.Coop. ORGANIZZAZIONE DEI PRODUTTORI OLIVICOLI DELL UMBRIA SOC. COOP. AGRICOLA

ASSOPROL UMBRIA Soc.Coop. ORGANIZZAZIONE DEI PRODUTTORI OLIVICOLI DELL UMBRIA SOC. COOP. AGRICOLA BOLLETTINO FITOSANITARIO OLIVO (N. 13) Monitoraggio mosca dell olivo (Bactrocera Oleae) 20 settembre 2015-27 settembre 2015 FASE FENOLOGICA: CODICE BBCH: 81 ANDAMENTO CLIMATICO: colore del frutto dal verde

Dettagli

Piano Triennale di Lotta alla zanzara tigre e prevenzione delle malattie collegate

Piano Triennale di Lotta alla zanzara tigre e prevenzione delle malattie collegate Piano Triennale di Lotta alla zanzara tigre e prevenzione delle malattie collegate Introduzione Con l anno 2010 si è concluso il Piano triennale di Lotta alla zanzara tigre e prevenzione delle malattie

Dettagli

Utilizzo dei prodotti fitosanitari nella coltivazione del mais Annata agraria 2006-2007

Utilizzo dei prodotti fitosanitari nella coltivazione del mais Annata agraria 2006-2007 11 luglio 2008 Utilizzo dei prodotti fitosanitari nella coltivazione del mais Annata agraria 2006-2007 L Istat rende disponibili i principali risultati dell indagine campionaria sull utilizzo dei prodotti

Dettagli

Piano Triennale di Lotta alla zanzara tigre e prevenzione delle malattie collegate

Piano Triennale di Lotta alla zanzara tigre e prevenzione delle malattie collegate Piano Triennale di Lotta alla zanzara tigre e prevenzione delle malattie collegate Introduzione Con l anno 2010 si è concluso il Piano triennale di Lotta alla zanzara tigre e prevenzione delle malattie

Dettagli

Agricoltura biologica - DIFESA

Agricoltura biologica - DIFESA Agricoltura biologica - DIFESA Lotta alla mosca del ciliegio Rhagoletis Cerasi di Enrico Secchi e Pierangela Schiatti Sommario Associazione Prober Introduzione pag. 1 Distribuito come inserto di Prober

Dettagli

Edizioni L Informatore Agrario

Edizioni L Informatore Agrario www.informatoreagrario.it Edizioni L Informatore Agrario Tutti i diritti riservati, a norma della Legge sul Diritto d Autore e le sue successive modificazioni. Ogni utilizzo di quest opera per usi diversi

Dettagli

NOTE AGROMETEOROLOGICHE SETTIMANALI

NOTE AGROMETEOROLOGICHE SETTIMANALI Notiziario AGROMETEOROLOGICO per la provincia di Ascoli Piceno e Fermo 41 21 Ottobre 2015 Centro Agrometeo Locale Via Indipendenza 2-4, Ascoli Piceno Tel. 0736/336443 Fax. 0736/344240 e-mail:calap@regione.marche.it

Dettagli

Catalogo delle principali varietà di olivo selezionate del Lazio

Catalogo delle principali varietà di olivo selezionate del Lazio UNIONE EUROPEA REGIONE LAZIO Assessorato all Agricoltura ARSIAL agenzia regionale per lo sviluppo e l innovazione dell agricoltura del Lazio Catalogo delle principali varietà di olivo selezionate del Lazio

Dettagli

DDISCIPLINARE DI PRODUZIONE OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA TERRA DI SAN MARINO ARTICOLO 1 ARTICOLO 2

DDISCIPLINARE DI PRODUZIONE OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA TERRA DI SAN MARINO ARTICOLO 1 ARTICOLO 2 DDISCIPLINARE DI PRODUZIONE OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA TERRA DI SAN MARINO ARTICOLO 1 La denominazione Olio Extravergine di Oliva Terra di San Marino è riservata al prodotto che rispetta le condizioni

Dettagli

IMPORTANZA DEL MONITORAGGIO DELLE COLTURE NELLA DIFESA INTEGRATA E I NUOVI ORIENTAMENTI DELLA NORMATIVA EUROPEA

IMPORTANZA DEL MONITORAGGIO DELLE COLTURE NELLA DIFESA INTEGRATA E I NUOVI ORIENTAMENTI DELLA NORMATIVA EUROPEA IMPORTANZA DEL MONITORAGGIO DELLE COLTURE NELLA DIFESA INTEGRATA E I NUOVI ORIENTAMENTI DELLA NORMATIVA EUROPEA Dott.ssa Flavia Grazia Tropiano SeSIRCA Regione Campania Caserta 24 novembre 2011 La difesa

Dettagli

Progetto. PASTA ALIMENTARE DA AGRICOLTURA BIOLOGICA: confronto varietale e prove di pastificazione per attivare una filiera specifica

Progetto. PASTA ALIMENTARE DA AGRICOLTURA BIOLOGICA: confronto varietale e prove di pastificazione per attivare una filiera specifica Progetto PASTA ALIMENTARE DA AGRICOLTURA BIOLOGICA: confronto varietale e prove di pastificazione per attivare una filiera specifica Finanziamento: Regione Marche Bando Ricerca e Sperimentazione L.R. 37/99

Dettagli

Programma di Azione AIPO ai sensi del Reg. CE 867/2008 modificato dal Reg. UE 1220/2011

Programma di Azione AIPO ai sensi del Reg. CE 867/2008 modificato dal Reg. UE 1220/2011 Programma di Azione AIPO ai sensi del Reg. CE 867/2008 modificato dal Reg. UE 1220/2011 Campagna finanziata dall Unione Europea e dall Italia Chi siamo AIPO è un Unione Nazionale di Associazioni provinciali

Dettagli

IL PROGETTO. è portato avanti in sintonia con la legge 75 del 1995. 2009: 29 Comuni, 9 tecnici di campo coordinati dal R.T.S.

IL PROGETTO. è portato avanti in sintonia con la legge 75 del 1995. 2009: 29 Comuni, 9 tecnici di campo coordinati dal R.T.S. Il Progetto di Lotta biologica ed integrata alle zanzare dell alessandrino nasce nel 1996 ed è portato avanti in sintonia con la legge 75 del 1995. 2009: 29 Comuni, 9 tecnici di campo coordinati dal R.T.S.

Dettagli

MODELLO IPI INDICE POTENZIALE INFETTIVO

MODELLO IPI INDICE POTENZIALE INFETTIVO Modelli previsionali Colture industriali Pomodoro Elaborazioni settimanali effettuate nel corso del 2015 relative ai comprensori di Correggio, Rolo e Castelnuovo di Sotto. I dati meteorologici utilizzati

Dettagli

Alcune malattie fungine dell olivo

Alcune malattie fungine dell olivo Alcune malattie fungine dell olivo Massimo Pilotti CRA- Centro di Ricerca per la Patologia Vegetale ROMA Malattia fungina nota già nel dopoguerra nelle zone di coltivazione meridionali. Segnalazioni del

Dettagli

La banca dati degli oli monovarietali: un supporto alle scelte tecnologiche

La banca dati degli oli monovarietali: un supporto alle scelte tecnologiche IDENTITA TERRITORIALE DEGLI OLI MONOVARIETALI accorgimenti agronomici e tecnologici in funzione della varietà La banca dati degli oli monovarietali: un supporto alle scelte tecnologiche Massimiliano Magli

Dettagli

Diffusione Xylella fastidiosa: EVITARE INUTILI ALLARMISMI!!!

Diffusione Xylella fastidiosa: EVITARE INUTILI ALLARMISMI!!! Diffusione Xylella fastidiosa: EVITARE INUTILI ALLARMISMI!!! Stiamo purtroppo assistendo al diffondersi di un inutile quanto infondato ed incauto allarmismo, dovuto all ipotetica presenza nel comprensorio

Dettagli

n 21 del 28 ottobre 2013

n 21 del 28 ottobre 2013 Reg. CE 867/2008 Reg. CE 1220/11-2ª annualità (2013/2014) Settore: Miglioramento dell impatto ambientale in oleicoltura Azione 2)b: elaborazione buone pratiche agricole per l olivicoltura Settore: Miglioramento

Dettagli

Avversità della patata. Filippini Paola Ortofrutticola Parma srl

Avversità della patata. Filippini Paola Ortofrutticola Parma srl Avversità della patata Filippini Paola Ortofrutticola Parma srl AVVERSITA PRINCIPALI PATATA Crittogame Peronospora Alternaria Rizoctonia Scabbie (argentea,comune, ecc) Fusarium Cancrena secca Nematodi

Dettagli

LEPIDOTTERI. Ordine molto vasto (165.000 specie di cui più di 4500 in Italia) Ali ricoperte da squame

LEPIDOTTERI. Ordine molto vasto (165.000 specie di cui più di 4500 in Italia) Ali ricoperte da squame LEPIDOTTERI Ordine molto vasto (165.000 specie di cui più di 4500 in Italia) Ali ricoperte da squame Adulti con costumi diurni (farfalle) o notturni (falene). LEPIDOTTERI I bruchi (larve polipode) sono

Dettagli

Gli strumenti a supporto delle decisioni nella difesa dalla mosca delle olive in Toscana

Gli strumenti a supporto delle decisioni nella difesa dalla mosca delle olive in Toscana Gli strumenti a supporto delle decisioni nella difesa dalla mosca delle olive in Toscana Massimo Ricciolini Regione Toscana - Servizio Fitosanitario Regionale 1 La conoscenza di un territorio e di come

Dettagli

In uno scenario di aumento dei costi

In uno scenario di aumento dei costi analisi dei costi di esercizio Come scegliere il rotolone più adatto alle proprie esigenze di Giuseppe Taglioli, Giulia Villani, Matteo Boscarato In uno scenario di aumento dei costi di beni e servizi

Dettagli

olivenews Campagna finanziata con il contributo della Comunità Europea e dell Italia

olivenews Campagna finanziata con il contributo della Comunità Europea e dell Italia olivenews notiziario a cura del Consorzio Volontario olivicoltori società Consortile a r. l. - Catanzaro LA mosca DeLL olivo Introduzione La mosca dell'olivo, detta anche mosca olearia (Bactrocera oleae

Dettagli

Monitoraggio delle avversità in vigneto: risultati stagione 2013 in Friuli Venezia Giulia

Monitoraggio delle avversità in vigneto: risultati stagione 2013 in Friuli Venezia Giulia Monitoraggio delle avversità in vigneto: risultati stagione 2013 in Friuli Venezia Giulia Giovanni Bigot dottore agronomo Coordinatore tecnici Lotta guidata Consorzio delle DOC FVG VI Convegno nazionale

Dettagli

I contenuti della Difesa antiparassitaria

I contenuti della Difesa antiparassitaria Difesa antiparassitaria I contenuti della Difesa antiparassitaria I contenuti della Difesa antiparassitaria Selezionando la voce Difesa antiparassitaria dell Indice Generale di AGRIMEDIA si passa all indice

Dettagli

Piano Triennale di Lotta alla zanzara tigre e prevenzione delle malattie collegate

Piano Triennale di Lotta alla zanzara tigre e prevenzione delle malattie collegate Piano Triennale di Lotta alla zanzara tigre e prevenzione delle malattie collegate Introduzione Con l anno 2010 si è concluso il Piano triennale di Lotta alla zanzara tigre e prevenzione delle malattie

Dettagli

imetostrap: Trappola a feromoni elettronica

imetostrap: Trappola a feromoni elettronica FIERAGRICOLA2012 - Verona, 03 imetostrap: Trappola a feromoni elettronica Ing. Eleonora Filippi - Pessl Instruments imetostrap: Trappola a feromoni elettronica Sistema automatico di allerta presenza insetti

Dettagli

I prodotti dell agricoltura biologica

I prodotti dell agricoltura biologica I prodotti dell agricoltura biologica non esistono i prodotti biologici, ma i prodotti dell agricoltura biologica due prodotti privi di residui chimici ed assolutamente identici possono essere l uno il

Dettagli

Sistemi di supporto alle decisioni nella lotta contro la mosca dell olivo

Sistemi di supporto alle decisioni nella lotta contro la mosca dell olivo Sistemi di supporto alle decisioni nella lotta contro la mosca dell olivo Sandro Nardi Giuliano Stimilli Servizio Fitosanitario Regionale Osimo, 10 Luglio 2017 Supporto alle decisioni Nell anno 2016 gli

Dettagli

L attuazione del PAN nel razionalizzare l applicazione dei prodotti fitosanitari. Piacenza 22 novembre 2013

L attuazione del PAN nel razionalizzare l applicazione dei prodotti fitosanitari. Piacenza 22 novembre 2013 L attuazione del PAN nel razionalizzare l applicazione dei prodotti fitosanitari Piacenza 22 novembre 2013 Obiettivo La 128/2009/CE istituisce un quadro per realizzare un uso sostenibile dei PF per: assicurare

Dettagli

IL CINIPIDE GALLIGENO DEL CASTAGNO

IL CINIPIDE GALLIGENO DEL CASTAGNO IL CINIPIDE GALLIGENO DEL CASTAGNO ifesa delle oreste Dryocosmus kuriphilus Yat su matsu Hymenoptera Cynipidae Cos è il Cinipide galligeno del castagno? L imenottero cinipide Dryocosmus kuriphilus Yatsumatsu

Dettagli

Disciplinare di produzione dell olio extravergine di oliva Marche

Disciplinare di produzione dell olio extravergine di oliva Marche Disciplinare di produzione dell olio extravergine di oliva Marche Articolo 1 Denominazione L Indicazione Geografica Protetta dell olio extravergine di oliva Marche IGP è riservata agli oli extravergini

Dettagli

Regione PUGLIA MIGLIORAMENTO QUALITATIVO DELLA PRODUZIONE DI OLIO DI OLIVA CICLO PRODUTTIVO 2003-2004

Regione PUGLIA MIGLIORAMENTO QUALITATIVO DELLA PRODUZIONE DI OLIO DI OLIVA CICLO PRODUTTIVO 2003-2004 Regione Puglia Regione Puglia Assessorato Agricoltura e Foreste SETTORE I.C.A. - ALIMENTAZIONE U.E Finanziato con il contributo della Comunità Europea Reg. CE 2136/02 (Reg. CE n.528/99) Ciclo 2003-2004

Dettagli

L a difesa fitosanitaria riveste in olivicoltura

L a difesa fitosanitaria riveste in olivicoltura SOSTENIBILITÀ Ilrameperladifesa Il Progetto di ricerca Sidio, realizzato nel periodo 2007 2010, ha evidenziato miglioramenti nella gestione della difesa integrata in Toscana DI BRUNO BAGNOLI L a difesa

Dettagli

L acqua in più e l acqua in meno: alluvioni e siccità in Calabria

L acqua in più e l acqua in meno: alluvioni e siccità in Calabria L acqua in più e l acqua in meno: alluvioni e siccità in Calabria Coordinatori: Giuseppe MENDICINO & Maria Luisa RONCONI Lotta contro la siccità: Definizione e programmazione degli interventi Giuseppe

Dettagli

Piano Triennale di Lotta alla zanzara tigre e prevenzione delle malattie collegate

Piano Triennale di Lotta alla zanzara tigre e prevenzione delle malattie collegate Piano Triennale di Lotta alla zanzara tigre e prevenzione delle malattie collegate Introduzione Con l anno 2010 si è concluso il Piano triennale di Lotta alla zanzara tigre e prevenzione delle malattie

Dettagli

Piano Triennale di Lotta alla zanzara tigre e prevenzione delle malattie collegate

Piano Triennale di Lotta alla zanzara tigre e prevenzione delle malattie collegate Piano Triennale di Lotta alla zanzara tigre e prevenzione delle malattie collegate Introduzione Con l anno 2010 si è concluso il Piano triennale di Lotta alla zanzara tigre e prevenzione delle malattie

Dettagli

Un Esempio di Successo nella Lotta alla Zanzara Tigre

Un Esempio di Successo nella Lotta alla Zanzara Tigre Un Esempio di Successo nella Lotta alla Zanzara Tigre Bologna, 11 Novembre 2005 Fondazione Aldini - Valeriani www.copyr.it 1 campagna informazione e prevenzione Essenziale per prevenire lo sviluppo incontrollato

Dettagli

Utilizzo dei prodotti fitosanitari nella coltivazione della vite Annata agraria 2009-2010

Utilizzo dei prodotti fitosanitari nella coltivazione della vite Annata agraria 2009-2010 22 febbraio 2011 Utilizzo dei prodotti fitosanitari nella coltivazione della vite Annata agraria 2009-2010 L Istat rende disponibili, per l annata agraria 2009-2010, i principali risultati dell indagine

Dettagli

Regolamento Gocce d oro 2015 concorso oleario riservato ai migliori Oli Extra Vergine di Oliva prodotti nella regione Puglia.

Regolamento Gocce d oro 2015 concorso oleario riservato ai migliori Oli Extra Vergine di Oliva prodotti nella regione Puglia. Regione Puglia Comune di Troia Regolamento Gocce d oro 2015 concorso oleario riservato ai migliori Oli Extra Vergine di Oliva prodotti nella regione Puglia. Il concorso si propone di: Art. 1 Stimolare

Dettagli

RELAZIONE TECNICA SULL ATTIVITÀ DI MONITORAGGIO E LOTTA ALLA

RELAZIONE TECNICA SULL ATTIVITÀ DI MONITORAGGIO E LOTTA ALLA RELAZIONE TECNICA SULL ATTIVITÀ DI MONITORAGGIO E LOTTA ALLA ZANZARA TIGRE NEL TERRITORIO DELL COMUNE DI CASTELFRANCO VENETO ATTIVITÀ SVOLTA INFORMAZIONE E FORMAZIONE Nel corso dell anno è stato organizzato

Dettagli

ASSOPROL UMBRIA Soc.Coop. ORGANIZZAZIONE DEI PRODUTTORI OLIVICOLI DELL UMBRIA SOC. COOP. AGRICOLA

ASSOPROL UMBRIA Soc.Coop. ORGANIZZAZIONE DEI PRODUTTORI OLIVICOLI DELL UMBRIA SOC. COOP. AGRICOLA BOLLETTINO FITOSANITARIO OLIVO (N. 8) Monitoraggio mosca dell olivo (Bactrocera Oleae) 29 agosto - 04 settembre 2016 FASE FENOLOGICA: Fase di inoliazione, ingrossamento della drupa CODICE BBCH: 75 ANDAMENTO

Dettagli

ASSOPROL UMBRIA Soc.Coop. ORGANIZZAZIONE DEI PRODUTTORI OLIVICOLI DELL UMBRIA SOC. COOP. AGRICOLA

ASSOPROL UMBRIA Soc.Coop. ORGANIZZAZIONE DEI PRODUTTORI OLIVICOLI DELL UMBRIA SOC. COOP. AGRICOLA BOLLETTINO FITOSANITARIO OLIVO (N. 10) Monitoraggio mosca dell olivo (Bactrocera Oleae) 12-18 settembre 2016 FASE FENOLOGICA: Fase di inoliazione, ingrossamento della drupa CODICE BBCH: 75 ANDAMENTO CLIMATICO:

Dettagli

Analisi del sistema olivo mosca delle olive nel Bacino del Mediterraneo

Analisi del sistema olivo mosca delle olive nel Bacino del Mediterraneo Analisi del sistema olivo mosca delle olive nel Bacino del Mediterraneo L.Ponti 1,2, A.P. Gutierrez 2,3, P.M. Ruti 1 1 ENEA, CR-Casaccia, Roma 2 CASAS Center for the Analysis of Sustainable Agricultural

Dettagli

PRESENTAZIONE AZIENDALE.

PRESENTAZIONE AZIENDALE. PRESENTAZIONE AZIENDALE. AZIENDA AGRICOLA PARISI DONATO c/da SCINETTO 87068 ROSSANO(CS) L Azienda Agricola Parisi Donato condotta dal Titolare da cui l Azienda prende appunto il nome, è situata nel territorio

Dettagli

Strumenti della nuova PAC per l attuazione del Piano nazionale sull uso sostenibile dei prodotti fitosanitari

Strumenti della nuova PAC per l attuazione del Piano nazionale sull uso sostenibile dei prodotti fitosanitari Strumenti della nuova PAC per l attuazione del Piano nazionale sull uso sostenibile dei prodotti fitosanitari Dr. Giuseppe CACOPARDI MIPAAF Direzione Generale Sviluppo Rurale PRIORITÀ DELL UNIONE IN MATERIA

Dettagli

INTRODUZIONE. Le società e le economie occidentali, al giorno d oggi, sono fortemente caratterizzate da un

INTRODUZIONE. Le società e le economie occidentali, al giorno d oggi, sono fortemente caratterizzate da un INTRODUZIONE Le società e le economie occidentali, al giorno d oggi, sono fortemente caratterizzate da un continuo aumento d importanza, in termini qualitativi e quantitativi, del settore dei servizi,

Dettagli

Filippo Urbinati; Bruno Busin; Paolo Borsa. 1 Public Document

Filippo Urbinati; Bruno Busin; Paolo Borsa. 1 Public Document Filippo Urbinati; Bruno Busin; Paolo Borsa 1 Public Document Syngenta: unico gruppo interamente dedicato all Agricoltura Syngenta è uno dei principali attori dell'agro-industria mondiale, impegnata nello

Dettagli

DI PRODUZIONE INTEGRATA

DI PRODUZIONE INTEGRATA Notiziario AGROMETEOROLOGICO DI PRODUZIONE INTEGRATA per le province di Ascoli Piceno e Fermo 2 20 Gennaio 2016 Centro Agrometeo Locale Via Indipendenza 2-4, Ascoli Piceno Tel. 0736/336443 Fax. 0736/344240

Dettagli

LOTTA BIOLOGICA AL CINIPIDE GALLIGENO DEL CASTAGNO MEDIANTE L IMPIEGO DEL PARASSITOIDE TORYMUS SINENSIS (LOBIOCIN)

LOTTA BIOLOGICA AL CINIPIDE GALLIGENO DEL CASTAGNO MEDIANTE L IMPIEGO DEL PARASSITOIDE TORYMUS SINENSIS (LOBIOCIN) UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO DI.VA.P.R.A. Via Leonardo da Vinci, 44 10095 Grugliasco (TO) DIPARTIMENTO DI VALORIZZAZIONE E PROTEZIONE DELLE RISORSE AGROFORESTALI Settore Entomologia e Zoologia applicate

Dettagli

Alimentazione naturale

Alimentazione naturale B Alimentazione naturale Secondo i dati dell ISMEA (Osservatorio del mercato dei prodotti biologici), in un anno di crisi come il 2010 i consumi di prodotti ortofrutticoli biologici hanno avuto un andamento

Dettagli

ASSOPROL UMBRIA Soc.Coop. ORGANIZZAZIONE DEI PRODUTTORI OLIVICOLI DELL UMBRIA SOC. COOP. AGRICOLA

ASSOPROL UMBRIA Soc.Coop. ORGANIZZAZIONE DEI PRODUTTORI OLIVICOLI DELL UMBRIA SOC. COOP. AGRICOLA BOLLETTINO FITOSANITARIO OLIVO (N. 11) Monitoraggio mosca dell olivo (Bactrocera Oleae) 19-25 settembre 2016 FASE FENOLOGICA: Fase di inoliazione, inizio maturazione CODICE BBCH: 80 ANDAMENTO CLIMATICO:

Dettagli

PIANO REGIONALE DI CONSULENZA ALLA IRRIGAZIONE PER UN USO CONSAPEVOLE DELL ACQUA IN AGRICOLTURA

PIANO REGIONALE DI CONSULENZA ALLA IRRIGAZIONE PER UN USO CONSAPEVOLE DELL ACQUA IN AGRICOLTURA Assessorato all Agricoltura e alle Attività Produttive PIANO REGIONALE DI CONSULENZA ALLA IRRIGAZIONE PER UN USO CONSAPEVOLE DELL ACQUA IN AGRICOLTURA IL FATTORE ACQUA è per l agricoltura un fattore determinante

Dettagli

MANUALE PER IL CORRETTO UTILIZZO DEI PRODOTTI FITOSANITARI

MANUALE PER IL CORRETTO UTILIZZO DEI PRODOTTI FITOSANITARI Dipartimento di Scienze agrarie e ambientali Università degli Studi d Udine Corso per l ottenimento del patentino per l acquisto e utilizzo dei prodotti fitosanitari. 17 19 1 novembre 014 MANUALE PER IL

Dettagli

Città sostenibili. M. Bariselli

Città sostenibili. M. Bariselli I carabidi delle ombrellifere M. Bariselli La situazione in campagna Agricoltori Cittadini Il gestore del terreno nel quale sia accertata dai tecnici dell AUSL la presenza di colture collegabili all

Dettagli

REGIONE LAZIO. BANDO PUBBLICO MISURA 10 Pagamenti Agro-climatico-ambientali

REGIONE LAZIO. BANDO PUBBLICO MISURA 10 Pagamenti Agro-climatico-ambientali REGIONE LAZIO ASSESSORATO AGRICOLTURA E SVILUPPO RURALE, CACCIA E PESCA DIREZIONE REGIONALE AGRICOLTURA E SVILUPPO RURALE, CACCIA E PESCA (In attuazione del Regolamento (UE) N. 1305/2013) BANDO PUBBLICO

Dettagli

DISCIPLINARE PER LA PRODUZIONE DELL OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA SAURO

DISCIPLINARE PER LA PRODUZIONE DELL OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA SAURO DISCIPLINARE PER LA PRODUZIONE DELL OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA SAURO Indice 1 Generalità 1.1 Finalità ed obiettivi 1.2 Oggetto e campo di applicazione 1.3 Documenti di riferimento 1.3.1 Principali riferimenti

Dettagli

ALLEGATO B: LINEA GUIDA PER L IRRIGAZIONE DELLE PRODUZIONI INTEGRATE

ALLEGATO B: LINEA GUIDA PER L IRRIGAZIONE DELLE PRODUZIONI INTEGRATE ALLEGATO B: LINEA GUIDA PER L IRRIGAZIONE DELLE PRODUZIONI INTEGRATE ASPETTI GENERALI Si fa riferimento a quanto riportato nel documento Principi e criteri generali per le pratiche agronomiche della produzione

Dettagli

Dr. Francesco Mandò. Corso teorico-pratico di potatura e gestione dell olivo

Dr. Francesco Mandò. Corso teorico-pratico di potatura e gestione dell olivo Dr. Francesco Mandò Corso teorico-pratico di potatura e gestione dell olivo PROGRAMMA DEL CORSO 3 incontri Recupero oliveta Potatura di ritorno Gestione oliveta in produzione Potatura di 1 PARTE Linee

Dettagli

MODULO DIFESA Programma dettagliato (8 CFU)

MODULO DIFESA Programma dettagliato (8 CFU) MODULO DIFESA Programma dettagliato (8 CFU) Titolo: Prodotti fitosanitari utilizzabili in Agricoltura biologica Docente: Renato Capasso Finalità. L'uso dei prodotti fitosanitari di origine naturale si

Dettagli

- Centro Operativo Monitoraggio e Collaudo dell Innovazione

- Centro Operativo Monitoraggio e Collaudo dell Innovazione - Centro Operativo Monitoraggio e Collaudo dell Innovazione - Centro Operativo Gestione Risorse Strumentali, Patrimoniali, Contratti e Sicurezza sul Lavoro ANCONA 21/01/2010 Progetto tecnico: Agr. Alfio

Dettagli

Forti di una trentennale esperienza nel settore della disinfestazione e dell'igiene ambientale, da sempre attenti alle nuove proposte del mercato,

Forti di una trentennale esperienza nel settore della disinfestazione e dell'igiene ambientale, da sempre attenti alle nuove proposte del mercato, Forti di una trentennale esperienza nel settore della disinfestazione e dell'igiene ambientale, da sempre attenti alle nuove proposte del mercato, oggi più che mai migliorati anche dall'ausilio delle tecnologie

Dettagli

COS E LA PRODUZIONE INTEGRATA?

COS E LA PRODUZIONE INTEGRATA? Cos è la Produzione Integrata (PI). Con questo scritto desidero fare una cronistoria sulla produzione integrata, un sistema di lotta iniziato negli anni 80, dove un ticinese nella persona del Dott. Mario

Dettagli

Risultati della Ricerca

Risultati della Ricerca Risultati della Ricerca Titolo Olivo - Innovazioni nella meccanizzazione della raccolta e della potatura Descrizione estesa del risultato La raccolta meccanica delle olive da olio negli impianti tradizionali,

Dettagli

METEOROLOGA METEOROLOGO

METEOROLOGA METEOROLOGO Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 METEOROLOGA METEOROLOGO Aggiornato il 9 luglio 2009 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4

Dettagli

Trattare la piralide del mais entro il picco delle catture TRATTAMENTO 2005 2006 2007

Trattare la piralide del mais entro il picco delle catture TRATTAMENTO 2005 2006 2007 10 Terra e Vita [ APPROFONDIMENTI ] n. 19/2009 1 2 [ MICOTOSSINE MAIS ] Monitorare il volo degli adulti. Meglio applicazioni precoci che tardive Trattare la piralide del mais entro il picco delle catture

Dettagli

I MODELLI PREVISIONALI nella difesa dagli insetti dannosi

I MODELLI PREVISIONALI nella difesa dagli insetti dannosi Il Divulgatore n.5/2002 Sistemi di previsione e avvertimento I MODELLI PREVISIONALI nella difesa dagli insetti dannosi I più diffusi sono quelli di tipo fenologico, che cioè simulano lo sviluppo dell insetto,

Dettagli

FARRO TERRA DI SAN MARINO

FARRO TERRA DI SAN MARINO DISCIPLINARE DI PRODUZIONE FARRO TERRA DI SAN MARINO ARTICOLO 1 La denominazione Farro Terra di San Marino è riservata esclusivamente al prodotto ottenuto in aziende agricole localizzate entro i confini

Dettagli

proposta di legge n. 418

proposta di legge n. 418 REGIONE MARCHE 1 ASSEMBLEA LEGISLATIVA proposta di legge n. 418 a iniziativa dei Consiglieri Bucciarelli, Badiali, Bellabarba, Cardogna, Eusebi, Giancarli, Marinelli, Massi, Traversini, Ciriaci, Marconi

Dettagli

FIGURE PROFESSIONALI NEL SETTORE OLIVICOLO

FIGURE PROFESSIONALI NEL SETTORE OLIVICOLO FIGURE PROFESSIONALI NEL SETTORE OLIVICOLO Nota per la consultazione La voce denominazione in alcuni casi riporta diversi modi di definire la figura per come è stata proposta dagli esperti e dagli intervistati.

Dettagli

ASSOPROL UMBRIA Soc.Coop. ORGANIZZAZIONE DEI PRODUTTORI OLIVICOLI DELL UMBRIA SOC. COOP. AGRICOLA

ASSOPROL UMBRIA Soc.Coop. ORGANIZZAZIONE DEI PRODUTTORI OLIVICOLI DELL UMBRIA SOC. COOP. AGRICOLA BOLLETTINO FITOSANITARIO OLIVO (N. 4) Monitoraggio mosca dell olivo (Bactrocera Oleae) 01-07 agosto 2016 FASE FENOLOGICA: Ingrossamento della polpa/indurimento nocciolo CODICE BBCH: 75 ANDAMENTO CLIMATICO:

Dettagli

LA TOLLERANZA DEGLI IBRIDI A PIRALIDE E MICOTOSSINE

LA TOLLERANZA DEGLI IBRIDI A PIRALIDE E MICOTOSSINE Le attività di Veneto Agricoltura per l attuazione delle misure agroambientali PSR: analizziamo i risultati 2012, scriviamo insieme il programma 2013 Il Bollettino colture erbacee in applicazione della

Dettagli

UTILIZZO DI SPINOSAD CONTRO LA MOSCA DELL OLIVO

UTILIZZO DI SPINOSAD CONTRO LA MOSCA DELL OLIVO UTILIZZO DI SPINOSAD CONTRO LA MOSCA DELL OLIVO La Società Cooperativa Agricola Dei Produttori Olivicoli di Taranto, nell ambito del Regolamento UE N nell ambito dell azione 2C dimostrazione pratica di

Dettagli

ZANZARA TIGRE: Istruzioni per l uso

ZANZARA TIGRE: Istruzioni per l uso ZANZARA TIGRE: Istruzioni per l uso 1. Programma di controllo 2. Monitoraggio 3. Rete di ovitrappole 4. Manutenzione settimanale 5. Sistema di sorveglianza a Roma 6. Parametri utilizzati 7. Dati climatici

Dettagli

non esistono i prodotti biologici, ma i prodotti dell agricoltura biologica

non esistono i prodotti biologici, ma i prodotti dell agricoltura biologica I prodotti dell agricoltura biologica non esistono i prodotti biologici, ma i prodotti dell agricoltura biologica due prodotti assolutamente identici possono essere l uno il risultato del metodo di produzione

Dettagli

Programma Il programma sarà articolato in 5 giornate, per un totale di 36 ore, così come previsto dal Decreto MIPAAF.

Programma Il programma sarà articolato in 5 giornate, per un totale di 36 ore, così come previsto dal Decreto MIPAAF. Programma Il programma sarà articolato in 5 giornate, per un totale di 36 ore, così come previsto dal Decreto MIPAAF. Regole per la partecipazione al corso Il numero massimo di ammessi al corso sarà di

Dettagli

Servizi e prodotti Syngenta per aumentare la produzione metanigena. CNH Industrial Village, 14 gennaio 2014

Servizi e prodotti Syngenta per aumentare la produzione metanigena. CNH Industrial Village, 14 gennaio 2014 Servizi e prodotti Syngenta per aumentare la produzione metanigena CNH Industrial Village, 14 gennaio 2014 Potere metanigeno: fattori determinanti Genetica Digeribilità della fibra Contenuto di amido Stress

Dettagli

Introduzione semplice veloce flessibile sicuro completo

Introduzione semplice veloce flessibile sicuro completo Manuale di utilizzo Introduzione Quaderno di Campagna è il Software on line per la gestione delle varie fasi di produzione della tua azienda agricola: dalla definizione degli appezzamenti (con geolocalizzazione),

Dettagli

(PRIMA BOZZA) Milano, 15 Aprile, 2011

(PRIMA BOZZA) Milano, 15 Aprile, 2011 RETE LOMBARDA DELLE SCUOLE CHE PROMUOVONO SALUTE CORNICE METODOLOGICA (PRIMA BOZZA) Milano, 15 Aprile, 2011 PREMESSA Il presente documento è il frutto di un percorso di elaborazione a cui hanno partecipato

Dettagli

BOLLETTINO DI PRODUZIONE BIOLOGICA ED INTEGRATA N 17 DEL 29.07.2015

BOLLETTINO DI PRODUZIONE BIOLOGICA ED INTEGRATA N 17 DEL 29.07.2015 BOLLETTINO DI PRODUZIONE BIOLOGICA ED INTEGRATA N 17 DEL 29.07.2015 Le informazioni di seguito riportate fanno riferimento alle disposizioni relative ai Regolamenti CE sull Agricoltura Biologica n 834/2007

Dettagli

Note sull agricoltura meridionale

Note sull agricoltura meridionale Note sull agricoltura meridionale Antonio Stola NOTE SULL AGRICOLTURA MERIDIONALE manuale www.booksprintedizioni.it Copyright 2014 Antonio Stola Tutti i diritti riservati Vorrei dedicare questo mio lavoro

Dettagli

Il sistema nervoso dell impianto elettrico. Scelta dei cavi negli impianti elettrici del residenziale e del terziario

Il sistema nervoso dell impianto elettrico. Scelta dei cavi negli impianti elettrici del residenziale e del terziario Il sistema nervoso dell impianto elettrico Scelta dei cavi negli impianti elettrici del residenziale e del terziario Il compito principale di un cavo è quello di trasportare l energia all interno di un

Dettagli

LE INFESTAZIONI DI MOSCHE

LE INFESTAZIONI DI MOSCHE ISTITUTO DI ENTOMOLOGIA AGRARIA UNIVERSITÀ DEGLI STU DI DI MILAN O I - 20133 MILANO Via G. Celoria, 2 Tel. 02/50316754 Fax 02/50316748 E-mail: luciano.suss@unimi.it http://users.unimi.it/~agra/entol.html

Dettagli