BANDO PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI DA PARTE DELLE ASSOCIAZIONI DI IMMIGRATI ISCRITTE AL REGISTRO REGIONALE (L.R.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "BANDO PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI DA PARTE DELLE ASSOCIAZIONI DI IMMIGRATI ISCRITTE AL REGISTRO REGIONALE (L.R."

Transcript

1 BANDO PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI DA PARTE DELLE ASSOCIAZIONI DI IMMIGRATI ISCRITTE AL REGISTRO REGIONALE (L.R. 9/90) Annualità 2014 (anno scolastico ) 1 Premessa Con deliberazione n. 86/2013 il Consiglio Regionale ha approvato il Programma Triennale nel settore dell immigrazione e con deliberazione n del 14 ottobre 2014 la Giunta Regionale ha approvato il Programma di Iniziative e di Interventi in materia di Immigrazione anno 2014, in cui si conferma quale strumento di programmazione il Piano Territoriale per l Integrazione, la cui titolarità è affidata dalla Regione del Veneto alle Conferenze dei Sindaci. Il Programma regionale prevede le seguenti Linee Strategiche d intervento: La Linea Strategica 1 - Coordinamento regionale della governance multi-attore degli interventi per la formazione e l integrazione dei cittadini stranieri prevede due filoni di intervento: Azioni di formazione Azioni di integrazione sociale e scolastica La Linea Strategica 2 - Misure di supporto per la piena integrazione dei soggetti deboli - prevede i filoni di intervento: Interventi a favore delle donne Interventi a favore dei minori La Regione del Veneto, con DDR n. 142 del 15/12/2014, riserva alle Associazioni di immigrati iscritte al Registro Regionale Immigrazione di cui all art.7 della L.R. n. 9/90, una quota di finanziamento per la realizzazione di iniziative ed interventi rientranti nelle linee strategiche in argomento. Tale quota di finanziamento viene assegnata dalla Regione alle Conferenze dei Sindaci dei Comuni capoluogo di Provincia, che dovranno provvedere, nel rispetto di quanto previsto dall art. 12 della Legge n. 241/90 tramite bando, all attribuzione della stessa alle Associazioni di immigrati beneficiarie del suddetto finanziamento, tenendo conto, nel valutare e selezionare i progetti, dei seguenti criteri regionali: - Capacità di aggregazione del soggetto proponente capofila in relazione alla partnership con altre associazioni di rappresentanza del mondo immigrato e di associazioni venete per gli immigrati; - Grado di coerenza delle attività indicate dal soggetto proponente con le priorità dei Piani; - Costo delle attività indicate dal soggetto proponente in relazione all attestazione delle competenze/cv delle persone coinvolte nella realizzazione. La Conferenza dei Sindaci dell Azienda ULSS n.9 di Treviso, per la gestione e realizzazione del presente bando e su proposta del Gruppo di lavoro politico tecnico delegato, ha ritenuto di avvalersi della collaborazione dell Azienda ULSS n.9 e dell ente Volontarinsieme C.S.V- Centro di Servizio per il Volontariato di Treviso mediante apposito Accordo di Partenariato. 2- Soggetti proponenti Possono presentare progetti nell ambito del presente Bando, secondo le modalità indicate nei successivi articoli, le Associazioni di immigrati iscritte, alla data di scadenza del presente Bando, al Registro Regionale Immigrazione di cui all art. 7 della L.R. n. 9 del 30/01/1990, e in esso contraddistinte dalla lettera N che segue il numero di iscrizione progressivo. Tali Associazioni possono presentare progetti anche in forma associata con altre associazioni di immigrati individuando l Associazione capofila come da Allegato 1 - Scheda Proponente e Partner del bando. Ogni Associazione potrà presentare un solo progetto per ambito provinciale.

2 3 Aree di intervento Ai sensi della DGRV n del 14/10/2014 e del DDR n. 142 del 15/12/2014 possono essere presentati progetti rientranti nelle seguenti aree di intervento: a)- AZIONI DI FORMAZIONE: Percorsi formativi - informativi provinciali che favoriscano la conoscenza della cultura e della lingua veneta per gli stranieri che si occupano di cura della persona; Formazione e informazione sulla sicurezza nei luoghi di lavoro alle maestranze extranazionali nei diversi settori produttivi che includa una migliore comprensione della lingua e cultura veneta, dando priorità alle iniziative cofinanziate dagli enti bilaterali; Formazione e aggiornamento degli operatori dei servizi, operatori aziendali, operatori dei sportello e on-line, insegnanti e operatori della scuola; Aggiornamento dei mediatori linguistico-culturali; Valorizzazione dei mediatori linguistico-culturali anche con riguardo alle esigenze degli Uffici dello Stato, Sportelli Unici Immigrazione e strutture territorialmente competenti. b)- AZIONI DI INTEGRAZIONE SOCIALE E SCOLASTICA: Inserimento scolastico, insegnamento della lingua italiana, accompagnamento sociale e promozione di interventi educativi rivolti ai minori, anche finalizzati al contrasto del fenomeno della dispersione scolastica e alla prevenzione dello svantaggio sociale; Valorizzazione dei mediatori linguistico-culturali in ambito sociale e scolastico. Informazione: sportelli e strumenti informativi; Promozione del dialogo tra la cultura veneta e le altre culture. c)- INTERVENTI A FAVORE DELLE DONNE: Inserimento socio-lavorativo delle donne straniere, con particolare attenzione alle donne sole con prole; Servizi di welfare integrativo per le madri straniere single finalizzato a garantire l accesso alle opportunità formative per l integrazione socio-lavorativa; Azioni volte a favorire l incontro tra domanda e offerta in condizioni di legalità e trasparenza nell ambito delle professioni di cura e assistenza domiciliare alle persone non autosufficienti. d)- INTERVENTI A FAVORE DEI MINORI Rafforzamento delle competenze di mediazione culturale e dialogo interculturale nelle realtà che si occupano della tutela dei minori non accompagnati e in generale di minori stranieri in situazioni di forte disagio sociale; Supporto al coordinamento territoriale degli interventi promossi a favore dei minori non accompagnati attraverso indagini, incontri, azioni di disseminazione. I progetti proposti dovranno essere realizzati esclusivamente nel territorio della provincia di Treviso. 4 Finanziamento dei progetti ammessi Il finanziamento regionale previsto dal DDR n. 142/2014 e assegnato alla Conferenza dei Sindaci dell Azienda ULSS n. 9 di Treviso è complessivamente di ,60. Il finanziamento per i progetti ammessi non potrà essere superiore al 70% dell importo totale del progetto, come previsto all art. 8 della L.R. 9/90. Il Progetto deve pertanto prevedere una quota di co-finanziamento non inferiore al 30% delle spese ritenute ammissibili e previste al punto 11 del presente bando. Il progetto può ottenere un importo massimo finanziabile non superiore ad 4.500,00. I finanziamenti saranno assegnati a seguito di apposita graduatoria dei progetti ammessi sulla base dei criteri precisati al successivo punto 8. La valutazione dei progetti e la formulazione della graduatoria saranno effettuate da una Commissione Tecnica di valutazione composta da: 1 referente tecnico per il territorio della Conferenza dell A.ULSS n.9, con funzione di presidente della Commissione stessa 1 referente tecnico per il territorio della Conferenza dei Sindaci dell A.ULSS n.8

3 1 referente tecnico per il territorio della Conferenza dei Sindaci dell A.ULSS n.7 2 referenti di Volontarinsieme C.S.V.- Centro di Servizio per il Volontariato di Treviso. 5 Rimodulazione del progetto Eventuali rimodulazioni del progetto che comportino variazioni del costo previsto dovranno essere comunicate anticipatamente a Volontarinsieme C.S.V- Centro di Servizio per il Volontariato di Treviso, mediante la presentazione di un nuovo piano delle azioni e dei costi che sarà oggetto di verifica e validazione da parte della Commissione Tecnica di valutazione. 6- Termine e modalità di presentazione delle domande I progetti dovranno pervenire, a pena di esclusione, ENTRO E NON OLTRE LE ORE dell 8 febbraio 2016 al seguente indirizzo: Volontarinsieme C.S.V. - Centro di Servizio per il Volontariato di Treviso Via Ospedale, 1, Treviso (TV) Tale termine deve essere inteso come data di arrivo del plico a Volontarinsieme C.S.V. - Centro di Servizio per il Volontariato di Treviso (NON farà fede la data del timbro postale, nel caso di invio mediante servizio postale anche se con raccomandata con ricevuta di ritorno). I progetti pervenuti oltre tale data non saranno ammessi ad istruttoria. Resta a completo ed esclusivo rischio del mittente l arrivo del plico a destinazione in tempo utile e l integrità del plico medesimo. In caso di consegna diretta la stessa sarà possibile presso: Volontarinsieme C.S.V. - Centro di Servizio per il Volontariato di Treviso con i seguenti orari: dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle il martedì, giovedì e venerdì anche dalle alle Il progetto, redatto secondo l Allegato 2 - Scheda di progetto, completo della documentazione di seguito precisata e sottoscritto dal legale rappresentante dell Associazione, dovrà essere presentato in busta chiusa recante l'indicazione del mittente e la seguente dicitura: BANDO PER QUOTA RISERVATA ASSOCIAZIONI IMMIGRATI annualità Il progetto, redatto secondo lo schema Allegato 2, dovrà essere corredato da: Allegato 1 Scheda Proponente e Partner; curriculum dettagliato dell Associazione proponente, con precisazione e descrizione delle attività svolte; copia documento di identità del sottoscrittore; 7 Motivi di esclusione dei progetti Non verranno ritenute ammissibili le proposte progettuali: presentate, quali soggetti capofila, da soggetti diversi dalle Associazioni di immigrati iscritte, alla data di scadenza del presente Bando, al Registro Regionale previsto dalla Legge Regionale n.9/90; pervenute oltre il termine sopra indicato; pervenute tramite strumenti telematici o a mezzo telefax; carenti delle previste firme del legale rappresentante dell Associazione o suo delegato o della fotocopia del documento di identità del firmatario; che non prevedono la quota di co-finanziamento nella misura minima del 30% del finanziamento; relative a progetti per i quali, anche in partnership con altri soggetti istituzionali (Conferenze dei Sindaci e/o Province, Uff. Scolastico), le Associazioni abbiano già ricevuto un finanziamento nell ambito del Programma d iniziative ed interventi in materia di Immigrazione Annualità 2014 (anno scolastico ); non rientranti nelle Aree di intervento previste nel presente Bando; le cui attività si svolgono al di fuori del territorio della Provincia di Treviso; presentati da soggetti che si trovino nelle condizioni di incapacità di contrattare con la Pubblica Amministrazione.

4 Ogni Associazione potrà presentare un solo progetto per ambito provinciale. Nel caso di presentazione di più progetti da parte di uno stesso soggetto proponente, sarà preso in considerazione soltanto il progetto di importo maggiore. In sede di esame e validazione dei progetti la Commissione Tecnica di valutazione si riserva di richiedere eventuali integrazioni e precisazioni se ritenute necessarie. 8 Criteri di valutazione dei progetti La valutazione delle proposte progettuali presentate sarà effettuata dalla Commissione Tecnica di valutazione sulla base dei criteri di seguito precisati e riferiti ai criteri regionali riportati da Veneto Lavoro nell Avviso relativo al Piano Territoriale per l Integrazione in materia di Immigrazione anno 2014: Criteri 1 Capofila in partnership con altre associazioni di immigrati iscritte al Registro Regionale previsto dalla L.R. 9/90 e/o associazioni venete per gli immigrati iscritte al Registro Regionale della L.R. 9/90 2 Progetto a cui viene riconosciuto il patrocinio di un Ente pubblico (da dimostrare con dichiarazione ufficiale da parte dell Ente. L Ente patrocinante deve essere diverso da quello che rilascia la dichiarazione di cui al successivo criterio n.3) 3 Progetto che prevede tipologie d interventi previsti dalle aree del bando complementari ad azioni realizzate da un Ente pubblico(da dimostrare con dichiarazione ufficiale dell Ente. L Ente dichiarante deve essere diverso da quello che rilascia il patrocinio di cui al criterio n.2) 4 N attività/azioni del progetto coerenti con le priorità del Piano regionale anno Incidenza costo del personale impiegato nel progetto dal soggetto proponente, in rapporto al costo totale di progetto 7 Progetto che presenti elementi di innovatività volti, in particolare, a promuovere la più ampia partecipazione comunitaria e sociale Punteggi n.1 partnership punti 5 n.2 partnership punti 10 n. partnership > di 2 punti 15 n. 1 punto per ogni patrocinio fino ad un massimo di 5 punti (x 5 o più patrocini) n.5 punti per ogni tipologia d intervento n.1 attività punti 0 n.2 attività punti 5 n. attività > a 2 punti 15 < al 40% punti 0 Dal 40% al 60% punti 5 >al 60% punti 10 Fino ad un 20 punti 15 punti 5 punti 15 punti 15 punti 10 punti Punteggio massimo Punti 80 Non saranno ammesse alla selezione le Associazioni che avranno ottenuto un punteggio complessivo inferiore a 50 punti e quindi ritenute non idonee. Al termine dei lavori, la Commissione Tecnica di valutazione stilerà una graduatoria in ordine al punteggio raggiunto dai progetti presentati. Sulla base della suddetta graduatoria saranno finanziati i progetti ammessi fino a esaurimento delle risorse a disposizione. Qualora le risorse a disposizione non siano sufficienti a coprire il finanziamento del 70% dei costi previsti per ciascun progetto ammesso, si procederà a ridurre la percentuale di finanziamento stesso, proporzionalmente ai costi di ogni progetto. In caso di rinunce del finanziamento, si provvederà alla riassegnazione delle risorse in proporzione ai costi di ogni progetto e comunque per un importo massimo non superiore al 70% del costo complessivo di progetto.

5 Il soggetto che non intenda avvalersi del contributo assegnatogli deve comunicarne la rinuncia tempestivamente. 9 Tempi di realizzazione del progetto I progetti, fatte salve le attività di progettazione, potranno essere avviati successivamente alla comunicazione di validazione degli stessi, con inizio a partire dal 1 marzo 2016 per concludersi entro e non oltre il 15/06/ Modalità di erogazione del contributo concesso Previo ricevimento dell acconto del 70% del finanziamento regionale, a seguito dell incasso dello stesso da parte dell A.ULSS n.9, l ente Volontarinsieme Centro di Servizio per il Volontariato potrà erogare alle Associazioni, su comunicazione di avvio progetto, un anticipo del 70% del contributo regionale assegnato; Il saldo del finanziamento successivamente alla presentazione della relazione finale e della rendicontazione delle spese sostenute. 11 Spese ammissibili e Rendicontazione Ai fini della rendicontazione, il legale rappresentante del soggetto beneficiario deve presentare entro e non oltre l 1 luglio 2016 : a. una relazione finale sulle attività svolte e i risultati conseguiti; b. il rendiconto economico redatto ai sensi del D.P.R. n. 445/2000 Per la rendicontazione economica il soggetto beneficiario dovrà compilare l Allegato 3- Scheda riepilogativa di rendiconto economico di progetto. Unitamente al rendiconto economico dovranno essere presentate in copia le pezze giustificative dei costi sostenuti (con la dichiarazione che gli originali sono conservati agli atti), e che dovranno essere intestate al beneficiario del finanziamento o suo partner ed avere corrispondenza temporale allo svolgimento del progetto. Non saranno considerate ammissibili e rendicontabili: le spese sostenute prima dell approvazione progetto, ad eccezione delle sole spese di progettazione; ogni altro tipo di spesa non strettamente finalizzata alla realizzazione del progetto; le spese logistiche (affitto, telefono, energia elettrica, riscaldamento, ecc.) non documentate pro-quota. Resta ferma la personale responsabilità del soggetto beneficiario del finanziamento sia in ordine al perseguimento degli obiettivi sia al corretto utilizzo delle risorse. Saranno ritenute ammissibili le spese sostenute nell ambito del Progetto in data successiva alla data della sua approvazione e sino al termine della sua realizzazione, fissato al 15 giugno Trattamento dei dati personali Ai sensi e per gli effetti del D.Lgs. 196/2003, si informa che i dati raccolti nel corso della presente procedura e degli adempimenti successivi verranno trattati unicamente per le finalità oggetto dello stessa, della normativa di settore ed in materia di semplificazione amministrativa. Il conferimento dei dati è obbligatorio ai fini della valutazione dei requisiti di partecipazione. L interessato, ai sensi dell art.7 del D.Lgs. 196/2003, può esercitare i diritti previsti dalla vigente normativa. Titolare del trattamento è Volontarinsieme C.S.V. - Centro di Servizio per il Volontariato di Treviso Il concorrente, presentando la propria domanda, dichiara di essere a conoscenza e di accettare le modalità di trattamento, raccolta e comunicazione innanzi menzionate. Eventuali richieste di chiarimenti ed informazioni sul contenuto del presente bando dovranno essere rivolte a:

6 Volontarinsieme C.S.V. - Centro di Servizio per il Volontariato di Treviso Tel ;

In collaborazione con:

In collaborazione con: In collaborazione con: Rete tante tinte I.C. VR 11 BORGO ROMA OVEST BANDO PER IL FINANZIAMENTO DI PROGETTI PRESENTATI DA ASSOCIAZIONI DI STRANIERI ai sensi del: Programma Regionale di iniziative e interventi

Dettagli

PROGRAMMAZIONE TERRITORIALE COORDINATA PER FAVORIRE L INTEGRAZIONE

PROGRAMMAZIONE TERRITORIALE COORDINATA PER FAVORIRE L INTEGRAZIONE PROGRAMMAZIONE TERRITORIALE COORDINATA PER FAVORIRE L INTEGRAZIONE Azioni di Formazione (Amministrazioni Provinciali), di Integrazione Sociale e Scolastica (Conferenze dei Sindaci) e Interventi a favore

Dettagli

Programma di integrazione sociale e scolastica degli immigrati non comunitari terza annualità 2009 (anno scol. 2010-2011) Avviso

Programma di integrazione sociale e scolastica degli immigrati non comunitari terza annualità 2009 (anno scol. 2010-2011) Avviso Programma di integrazione sociale e scolastica degli immigrati non comunitari terza annualità 2009 (anno scol. 2010-2011) Avviso 1 1. PREMESSA Con deliberazione n.57 del 12 Luglio 2007 il Consiglio Regionale

Dettagli

DIPARTIMENTO II SETTORE IV CULTURA, TURISMO E SOCIALE IL DIRIGENTE. rende noto

DIPARTIMENTO II SETTORE IV CULTURA, TURISMO E SOCIALE IL DIRIGENTE. rende noto DIPARTIMENTO II SETTORE IV CULTURA, TURISMO E SOCIALE IL DIRIGENTE rende noto Bando Provinciale per l erogazione dei contributi per lo spettacolo dal vivo ai sensi della L.R. 11/2009, del Piano triennale

Dettagli

PROVINCIA DI MANTOVA

PROVINCIA DI MANTOVA PROVINCIA DI MANTOVA Avviso provinciale per la realizzazione di un progetto per lo sviluppo di azioni di monitoraggio e analisi del fenomeno degli abbandoni scolastici e formativi nella provincia di Mantova

Dettagli

Modello Domanda di contributo e Progetto descrittivo

Modello Domanda di contributo e Progetto descrittivo ALLEGATO B BANDO RIVOLTO AD ENTI PRIVATI SENZA FINI DI LUCRO PER LA RICHIESTA DI CONTRIBUTI A SOSTEGNO DI PROGETTI ED INIZIATIVE IN MATERIA DI IMMIGRAZIONE EXTRACOMUNITARIA - 2007 Art. 1 Oggetto Art. 2

Dettagli

1) Obiettivi. 2) Destinatari del contributo. 3) Priorità dei progetti ammessi a finanziamento

1) Obiettivi. 2) Destinatari del contributo. 3) Priorità dei progetti ammessi a finanziamento ALLEGATO B Modalità per la concessione di contributi e indicazioni per la presentazione dei Progetti Sociali- artt. 7 e 8 l.r. 26/93 Interventi a favore della popolazione zingara 1) Obiettivi La Giunta

Dettagli

BANDO PER IL SOSTEGNO DEI PROGETTI SOCIALI PROPOSTI DALLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO

BANDO PER IL SOSTEGNO DEI PROGETTI SOCIALI PROPOSTI DALLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO Pagina 1 di 6 BANDO PER IL SOSTEGNO DEI PROGETTI SOCIALI PROPOSTI DALLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO Premessa Il Centro di Servizio al volontariato CESAVO emana il presente bando finalizzato al sostegno

Dettagli

e) all utilizzo di adeguati strumenti di comunicazione plurilingue, anche realizzati per via telematica.

e) all utilizzo di adeguati strumenti di comunicazione plurilingue, anche realizzati per via telematica. BANDO PER IL FINANZIAMENTO DELLE ATTIVITA RELATIVE AI CENTRI DI AGGREGAZIONE E PER LA COMUNICAZIONE INTERCULTURALE A FAVORE DELLA POPOLAZIONE STRANIERA IMMIGRATA. ANNO 2007 Art. 1 Finalità e oggetto dell

Dettagli

REGIONE PIEMONTE BU8S1 26/02/2015

REGIONE PIEMONTE BU8S1 26/02/2015 REGIONE PIEMONTE BU8S1 26/02/2015 Codice A15120 D.D. 11 dicembre 2014, n. 4 L.R. 9/2007 art. 24 - d.g.r. 33-743 del 5.12.2014. Approvazione bando regionale per l'assegnazione di contributi anno 2014 a

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri

Presidenza del Consiglio dei Ministri Presidenza del Consiglio dei Ministri DIPARTIMENTO PER LE POLITICHE DELLA FAMIGLIA Avviso di finanziamento relativo all anno 2011 per progetti a valere sull articolo 9 della legge 8 marzo 2000 n. 53, così

Dettagli

REGIONE UMBRIA Bando per la presentazione di proposte progettuali a favore dei giovani in attuazione dell intesa politiche giovanili anno 2015

REGIONE UMBRIA Bando per la presentazione di proposte progettuali a favore dei giovani in attuazione dell intesa politiche giovanili anno 2015 ALLEGATO A REGIONE UMBRIA Bando per la presentazione di proposte progettuali a favore dei giovani in attuazione dell intesa politiche giovanili anno 2015 Aggregazione, Protagonismo, Creatività PREMESSA

Dettagli

Art. 1 Finalità e oggetto dell intervento

Art. 1 Finalità e oggetto dell intervento BANDO PER IL FINANZIAMENTO DELLE ATTIVITÀ RELATIVE AI SERVIZI TERRITORIALI ED ALLE POLITICHE SOCIO-SANITARIE A FAVORE DELLA POPOLAZIONE STRANIERA IMMIGRATA. ANNO 2007 Art. 1 Finalità e oggetto dell intervento

Dettagli

BANDO PER IL FINANZIAMENTO DELLE ATTIVITA RELATIVE ALLE POLITICHE ABITATIVE A FAVORE DELLA POPOLAZIONE STRANIERA IMMIGRATA -anno 2007-

BANDO PER IL FINANZIAMENTO DELLE ATTIVITA RELATIVE ALLE POLITICHE ABITATIVE A FAVORE DELLA POPOLAZIONE STRANIERA IMMIGRATA -anno 2007- BANDO PER IL FINANZIAMENTO DELLE ATTIVITA RELATIVE ALLE POLITICHE ABITATIVE A FAVORE DELLA POPOLAZIONE STRANIERA IMMIGRATA -anno 2007- Art. 1 Finalità e oggetto dell intervento 1. In applicazione dell

Dettagli

STRUTTURE AMMINISTRATIVE GIUNTA REGIONE LAZIO DETERMINAZIONE. Estensore TIRATTERRA MARCO. Responsabile del procedimento MARCO TIRATTERRA

STRUTTURE AMMINISTRATIVE GIUNTA REGIONE LAZIO DETERMINAZIONE. Estensore TIRATTERRA MARCO. Responsabile del procedimento MARCO TIRATTERRA REGIONE LAZIO STRUTTURE AMMINISTRATIVE GIUNTA REGIONE LAZIO Direzione Regionale: Area: AGENZIA REGIONALE DEL TURISMO PROGRAMMAZIONE TURISTICA DETERMINAZIONE N. G01236 del 29/10/2013 Proposta n. 16879 del

Dettagli

Micro Azioni Partecipate 2013 per il sostegno indiretto ad attività co-progettate e co-realizzate con le ODV della provincia di Vibo Valentia

Micro Azioni Partecipate 2013 per il sostegno indiretto ad attività co-progettate e co-realizzate con le ODV della provincia di Vibo Valentia CENTRO SERVIZI PER IL VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI VIBO VALENTIA Micro Azioni Partecipate 2013 per il sostegno indiretto ad attività co-progettate e co-realizzate con le ODV della provincia di Vibo

Dettagli

PROGETTI SERVIZIO CIVILE GIOINVOLO

PROGETTI SERVIZIO CIVILE GIOINVOLO BANDO SERVIZIO CIVILE GIOINVOLO ANNO 2009 42 1. I progetti 1. L idea nasce dalla consapevolezza che il Servizio Civile Nazionale rappresenta per molti giovani una significativa opportunità di crescita

Dettagli

BANDO PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI CONTRIBUTO PER PROGETTI DI PROMOZIONE EDUCATIVA E CULTURALE DI INTERESSE PROVINCIALE PER L ANNO 2014

BANDO PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI CONTRIBUTO PER PROGETTI DI PROMOZIONE EDUCATIVA E CULTURALE DI INTERESSE PROVINCIALE PER L ANNO 2014 Allegato alla determinazione dirigenziale n. del Settore Cultura, Beni Culturali, Identità e Tradizioni Corso Matteotti, 3 23900 Lecco, Italia Telefono 0341.295487 Fax 0341.295463 e-mail segreteria.cultura@provincia.lecco.it

Dettagli

DIREZIONE POLITICHE ATTIVE DEL LAVORO, FORMAZIONE ED ISTRUZIONE, POLITICHE SOCIALI

DIREZIONE POLITICHE ATTIVE DEL LAVORO, FORMAZIONE ED ISTRUZIONE, POLITICHE SOCIALI DIREZIONE POLITICHE ATTIVE DEL LAVORO, FORMAZIONE ED ISTRUZIONE, POLITICHE SOCIALI Servizio "Programmazione Politiche Attive del Lavoro, Formative e Sociali" Ufficio "Programmazione Politiche Sociali.

Dettagli

BANDO PER IL FINANZIAMENTO DELLE ATTIVITÀ DIDATTICHE DI EDUCAZIONE INTERCULTURALE E DI ACCOGLIENZA DEGLI ALLIEVI STRANIERI (anno scolastico 2006/2007)

BANDO PER IL FINANZIAMENTO DELLE ATTIVITÀ DIDATTICHE DI EDUCAZIONE INTERCULTURALE E DI ACCOGLIENZA DEGLI ALLIEVI STRANIERI (anno scolastico 2006/2007) BANDO PER IL FINANZIAMENTO DELLE ATTIVITÀ DIDATTICHE DI EDUCAZIONE INTERCULTURALE E DI ACCOGLIENZA DEGLI ALLIEVI STRANIERI (anno scolastico 2006/2007) Art. 1 Finalità e oggetto dell intervento 1. Sulla

Dettagli

MISURA 2 Promozione del successo scolastico attraverso strumenti didattici innovativi;

MISURA 2 Promozione del successo scolastico attraverso strumenti didattici innovativi; ALLEGATO A AVVISO PUBBLICO per le scuole statali e paritarie di ogni ordine e grado della Regione Lazio, per la presentazione di progetti rispondenti alle priorità di cui al punto 6.1 dell Allegato alla

Dettagli

DIREZIONE GENERALE SERVIZIO DIREZIONE GENERALE LA RESPONSABILE RENDE NOTO

DIREZIONE GENERALE SERVIZIO DIREZIONE GENERALE LA RESPONSABILE RENDE NOTO DIREZIONE GENERALE SERVIZIO DIREZIONE GENERALE LA RESPONSABILE RENDE NOTO Che è indetto un bando con il quale la Provincia di Grosseto intende finanziare, con il contributo della Fondazione Monte dei Paschi

Dettagli

BANDO COLTIVA BARRIERA!

BANDO COLTIVA BARRIERA! BANDO COLTIVA BARRIERA! Art. 1 Oggetto e finalità Il Comitato Urban Barriera di Milano (di seguito Comitato) e la Circoscrizione 6, facendo riferimento al Regolamento degli orti urbani della Città di Torino

Dettagli

REGIONE PIEMONTE ASSESSORATO AGRICOLTURA, TUTELA DELLA FAUNA E DELLA FLORA DIREZIONE AGRICOLTURA. Settore Sviluppo delle Produzioni Vegetali

REGIONE PIEMONTE ASSESSORATO AGRICOLTURA, TUTELA DELLA FAUNA E DELLA FLORA DIREZIONE AGRICOLTURA. Settore Sviluppo delle Produzioni Vegetali REGIONE PIEMONTE ASSESSORATO AGRICOLTURA, TUTELA DELLA FAUNA E DELLA FLORA DIREZIONE AGRICOLTURA Settore Sviluppo delle Produzioni Vegetali Allegato 1 L.R. 24/2007 e D.G.R. n. 26-12334 del 12/10/2009 Contributo

Dettagli

Bando per il finanziamento delle attività didattiche relative all insegnamento delle Lingue e Culture delle Minoranze Linguistiche Storiche

Bando per il finanziamento delle attività didattiche relative all insegnamento delle Lingue e Culture delle Minoranze Linguistiche Storiche (Allegato al Decreto n. 762/LAVFOR.ISTR dd. 8 aprile 2015) Bando per il finanziamento delle attività didattiche relative all insegnamento delle Lingue e Culture delle Minoranze Linguistiche Storiche Art.

Dettagli

BANDO DI SELEZIONE IDEE IMPREDITORIALI

BANDO DI SELEZIONE IDEE IMPREDITORIALI BANDO DI SELEZIONE IDEE IMPREDITORIALI REALIZZATO NELL'AMBITO DEL PIANO LOCALE DELL IMMIGRAZIONE PER LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI RIVOLTI AI SETTORI SOCIO-OCCUPAZIONALE, INFORMATIVO E INTERCULTURALE

Dettagli

Bando Educare con gli Oratori n 5 Anno 2015

Bando Educare con gli Oratori n 5 Anno 2015 Bando Educare con gli Oratori n 5 Anno 2015 100.000 per l individuazione di progetti di utilità sociale Finalità della Fondazione La Fondazione Comunitaria del Varesotto Onlus opera nella provincia di

Dettagli

Criteri per la concessione di contributi ad iniziative programmate dalla Giunta Provinciale

Criteri per la concessione di contributi ad iniziative programmate dalla Giunta Provinciale Allegato parte integrante Allegato A Criteri per la concessione di contributi ad iniziative programmate dalla Giunta Provinciale La Provincia autonoma di Trento ai sensi della Legge Provinciale n. 10/1988

Dettagli

Dipartimento Regionale dell Istruzione e della Formazione Professionale

Dipartimento Regionale dell Istruzione e della Formazione Professionale D.D.G. N 5166/III DEL 22/11/2012 Repubblica Italiana REGIONE SICILIANA ASSESSORATO DELL ISTRUZIONE E DELLE FORMAZIONE PROFESSIONALE Dipartimento Regionale dell Istruzione e della Formazione Professionale

Dettagli

Art. 2 SOGGETTI AMMESSI A PRESENTARE DOMANDA E REQUISITI DI AMMISSIBILITA

Art. 2 SOGGETTI AMMESSI A PRESENTARE DOMANDA E REQUISITI DI AMMISSIBILITA pro Bando per il sostegno di progetti a favore dei Centri Sociali per anziani della provincia di Milano (D.G.P. atti n. 283290 13.3\2008\405 /2008 del /12/2008) ART. 1. - OGGETTO La Provincia di Milano

Dettagli

Ministero dell Interno Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione

Ministero dell Interno Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione Prot. n.3662 del 15.04.2016 AVVISO PUBBLICO U.N.R.R.A 2016 Avviso pubblico per la presentazione di progetti da finanziare a valere sul Fondo Lire U.N.R.R.A. per l anno 2016. Direttiva del Ministro del

Dettagli

PIANO PROVINCIALE DISABILI DOTI DISABILI IN RETE AVVISO N.4/2014: AZIONI DI SISTEMA PER LO SVILUPPO DI IMPRESA SOCIALE E NUOVI RAMI DI IMPRESA

PIANO PROVINCIALE DISABILI DOTI DISABILI IN RETE AVVISO N.4/2014: AZIONI DI SISTEMA PER LO SVILUPPO DI IMPRESA SOCIALE E NUOVI RAMI DI IMPRESA PIANO PROVINCIALE DISABILI DOTI DISABILI IN RETE AVVISO N.4/2014: AZIONI DI SISTEMA PER LO SVILUPPO DI IMPRESA SOCIALE E NUOVI RAMI DI IMPRESA Riferimenti normativi e direttive - D.lgs. n. 469/97 che ha

Dettagli

Centri per l impiego della Provincia di Terni

Centri per l impiego della Provincia di Terni Centri per l impiego della Provincia di Terni AVVISO PER LA FORMAZIONE DELLA GRADUATORIA PER L ASSEGNAZIONE DEI CONTRIBUTI PER FAVORIRE IL POSSESSO DA PARTE DI DONNE IMMIGRATE DI PATENTI IN REGOLA CON

Dettagli

Bando per la concessione di contributi economici a sostegno delle attività culturali da realizzare nel corso delle manifestazioni estive

Bando per la concessione di contributi economici a sostegno delle attività culturali da realizzare nel corso delle manifestazioni estive COMUNE DI FORMIA Provincia di Latina 5 Settore Sostenibilità Urbana ed Ambientale,Sviluppo Economico,Cultura Servizio Cultura Allegato alla determinazione n 77 del 30/04/2015 Bando per la concessione di

Dettagli

1 AVVISO ANNO 2014 Acquisto beni materiali con finalità sociale ART. 1 PROMOTORE E OBIETTIVI DEL AVVISO ART. 2 TIPOLOGIA DEI PARTECIPANTI

1 AVVISO ANNO 2014 Acquisto beni materiali con finalità sociale ART. 1 PROMOTORE E OBIETTIVI DEL AVVISO ART. 2 TIPOLOGIA DEI PARTECIPANTI 1 AVVISO ANNO 2014 Acquisto beni materiali con finalità sociale ART. 1 PROMOTORE E OBIETTIVI DEL AVVISO La Fondazione della Comunità Salernitana Onlus promuove un avviso in collaborazione con il Fondo

Dettagli

COMUNE DI BOLOGNA AREA VIVIBILITA' URBANA PRGETTO GIOVANI

COMUNE DI BOLOGNA AREA VIVIBILITA' URBANA PRGETTO GIOVANI COMUNE DI BOLOGNA AREA VIVIBILITA' URBANA PRGETTO GIOVANI Avviso pubblico per la concessione di contributi economici, a sostegno di iniziative/progetti diretti alla promozione di attività in ambito educativo,

Dettagli

Bando pubblico contenente modalità e criteri per l assegnazione di contributi a progetti d investimento delle imprese cooperative.

Bando pubblico contenente modalità e criteri per l assegnazione di contributi a progetti d investimento delle imprese cooperative. Allegato A Bando pubblico contenente modalità e criteri per l assegnazione di contributi a progetti d investimento delle imprese cooperative. 1. Soggetti beneficiari Sono beneficiarie di contributi di

Dettagli

Art. 3 Interventi ammissibili Il presente bando prevede la concessione di contributi con riferimento alle seguenti spese:

Art. 3 Interventi ammissibili Il presente bando prevede la concessione di contributi con riferimento alle seguenti spese: ALLEGATO B BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI FINANZIARI A FAVORE DI OSPEDALI, ASILI NIDO E STRUTTURE DI ACCOGLIENZA PER BAMBINI PER LA PROMOZIONE DELL USO DI PANNOLINI LAVABILI PER BAMBINI Sommario

Dettagli

CREDITO AL MERITO AVVISO PUBBLICO DI BANDO PER L EROGAZIONE DI CREDITI LEGATI AD ATTIVITA FORMATIVE

CREDITO AL MERITO AVVISO PUBBLICO DI BANDO PER L EROGAZIONE DI CREDITI LEGATI AD ATTIVITA FORMATIVE che Giovanili e pari opportunità CREDITO AL MERITO AVVISO PUBBLICO DI BANDO PER L EROGAZIONE DI CREDITI LEGATI AD ATTIVITA FORMATIVE Scadenza bando: 1 fase 30.06.2012 2 fase 30.10.2012 3 fase 28.02.2013

Dettagli

Il sottoscritto quale legale rappresentante di (COGNOME E NOME) Associazione Sportiva (denominazione) Associazione Tempo Libero (denominazione)

Il sottoscritto quale legale rappresentante di (COGNOME E NOME) Associazione Sportiva (denominazione) Associazione Tempo Libero (denominazione) Oggetto: Domanda di contributo per la realizzazione di iniziative sportive e del tempo libero. (Ogni domanda deve essere presentata per una singola iniziativa o progetto unitario.) L.R. 9 marzo 1988 n.

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Prot. AOODPIT.REGISTRO DECRETI DIPARTIMENTALI n. 990 dell 1 ottobre 2015 IL DIRETTORE GENERALE VISTO il Decreto del Presidente della Repubblica n. 567 del 10 ottobre 1996 e successive modificazioni che

Dettagli

CENTRO DI SERVIZIO PER IL VOLONTARIATO VOL.TO BANDO DI ASSISTENZA PROGETTI DI GRANDE DIMENSIONE

CENTRO DI SERVIZIO PER IL VOLONTARIATO VOL.TO BANDO DI ASSISTENZA PROGETTI DI GRANDE DIMENSIONE CENTRO DI SERVIZIO PER IL VOLONTARIATO VOL.TO BANDO DI ASSISTENZA PROGETTI DI GRANDE DIMENSIONE PREMESSA Il Centro di Servizio VOL.TO, nel perseguire l obiettivo di sostenere e qualificare l attività di

Dettagli

Provincia di Parma Assessorato Coordinamento Politiche Sociali e Sanitarie

Provincia di Parma Assessorato Coordinamento Politiche Sociali e Sanitarie Prot. n. 20905 del 07/03/2007 BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE ASSOCIAZIONI PROMOSSE DA CITTADINI STRANIERI PER LA REALIZZAZIONE DELLA MANIFESTAZIONE LE SETTIMANE DEL MIGRANTE ATTO DI G.P.117

Dettagli

PIANO PROVINCIALE ASSE A TALENTI AL LAVORO 2012-2014 CUP J42B12000070002

PIANO PROVINCIALE ASSE A TALENTI AL LAVORO 2012-2014 CUP J42B12000070002 AVVISO PUBBLICO PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI PER IL FINANZIAMENTO DI ATTIVITA DI VOLONTARIATO SVOLTE DA STUDENTI CHE STANNO TERMINANDO CON SUCCESSO PERCORSI DI IFP PIANO PROVINCIALE ASSE A TALENTI AL

Dettagli

Assessorato alle Politiche Giovanili BANDO APQ 2010

Assessorato alle Politiche Giovanili BANDO APQ 2010 Assessorato alle Politiche Giovanili BANDO APQ 2010 Art.1 Oggetto del bando 1. Il Bando APQ 2010 è promosso dalla Provincia di Novara, Assessorato alle Politiche Giovanili (di seguito Provincia) su finanziamento

Dettagli

Regione Puglia. Assessorato alla Trasparenza e Cittadinanza Attiva. Settore Politiche Giovanili e Sport. Bando di concorso

Regione Puglia. Assessorato alla Trasparenza e Cittadinanza Attiva. Settore Politiche Giovanili e Sport. Bando di concorso Regione Puglia Assessorato alla Trasparenza e Cittadinanza Attiva Settore Politiche Giovanili e Sport PRINCIPI ATTIVI Giovani idee per una Puglia migliore Bando di concorso Art. 1 - Descrizione dell iniziativa

Dettagli

A relazione dell'assessore Ferrari:

A relazione dell'assessore Ferrari: REGIONE PIEMONTE BU53 31/12/2014 Deliberazione della Giunta Regionale 5 dicembre 2014, n. 33-743 Assegnazione di contributi per l'anno 2014 a favore degli Organismi di collegamento e coordinamento, formati

Dettagli

DIPARTIMENTO IX SERVIZIO 2 Viale di Villa Pamphili, 100 00152 Roma

DIPARTIMENTO IX SERVIZIO 2 Viale di Villa Pamphili, 100 00152 Roma DIPARTIMENTO IX SERVIZIO 2 Viale di Villa Pamphili, 100 00152 Roma AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A PROGETTI DI AGRICOLTURA SOCIALE A SOSTEGNO DI PERCORSI RIABILITATIVI E DI INTEGRAZIONE

Dettagli

Settore 3 Servizi al Cittadino

Settore 3 Servizi al Cittadino Settore 3 Servizi al Cittadino Deliberazione della G.R. n.104/2014 Avviso pubblico per la realizzazione di Progetti finalizzati al sostegno alle famiglie per la frequenza delle scuole dell'infanzia paritarie,

Dettagli

CENTRO DI SERVIZIO PER IL VOLONTARIATO ASTI E ALESSANDRIA BANDO DI ASSISTENZA ANNO 2016

CENTRO DI SERVIZIO PER IL VOLONTARIATO ASTI E ALESSANDRIA BANDO DI ASSISTENZA ANNO 2016 CENTRO DI SERVIZIO PER IL VOLONTARIATO ASTI E ALESSANDRIA BANDO DI ASSISTENZA ANNO 2016 PREMESSA Il Centro di Servizio per il Volontariato Asti e Alessandria, nel perseguire l obiettivo di sostenere e

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI AGEVOLAZIONI FINANZIARIE ANNUALITÀ 2013 ART. 3 LETTERA C) REGOLAMENTO CCIAA

AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI AGEVOLAZIONI FINANZIARIE ANNUALITÀ 2013 ART. 3 LETTERA C) REGOLAMENTO CCIAA AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI AGEVOLAZIONI FINANZIARIE ANNUALITÀ 2013 ART. 3 LETTERA C) REGOLAMENTO CCIAA Art. 1 SCOPO DELL AVVISO PUBBLICO 1. La Camera di Commercio Industria Agricoltura e Artigianato

Dettagli

Contributi a favore dei Consorzi per l internazionalizzazione: rendicontazione anno 2013

Contributi a favore dei Consorzi per l internazionalizzazione: rendicontazione anno 2013 Contributi a favore dei Consorzi per l internazionalizzazione: rendicontazione anno 2013 Contributi a favore dei Consorzi per l internazionalizzazione per lo svolgimento di attività promozionali anno 2014

Dettagli

6.2.4 REGOLAMENTO DELL ATTIVITA EROGATIVA SU BANDI 1

6.2.4 REGOLAMENTO DELL ATTIVITA EROGATIVA SU BANDI 1 6.2.4 REGOLAMENTO DELL ATTIVITA EROGATIVA SU BANDI 1 Articolo 1 Ambito di applicazione Il presente Regolamento disciplina, in attuazione di quanto previsto all articolo 13, lettera g), dello Statuto della

Dettagli

FONDAZIONE COMUNITARIA DEL VARESOTTO ONLUS Via Felice Orrigoni, 6 21100 Varese Tel. 0332 287721. Bando n. 1 - Anno 2016. Assistenza Sociale

FONDAZIONE COMUNITARIA DEL VARESOTTO ONLUS Via Felice Orrigoni, 6 21100 Varese Tel. 0332 287721. Bando n. 1 - Anno 2016. Assistenza Sociale FONDAZIONE COMUNITARIA DEL VARESOTTO ONLUS Via Felice Orrigoni, 6 21100 Varese Tel. 0332 287721 Bando n. 1 - Anno 2016 Assistenza Sociale 700.000,00 per l individuazione di progetti di utilità sociale

Dettagli

INVITO A PRESENTARE PROGETTI IN MATERIA DI CULTURA DEL DIRITTO D AUTORE IN AMBITO UNIVERSITARIO

INVITO A PRESENTARE PROGETTI IN MATERIA DI CULTURA DEL DIRITTO D AUTORE IN AMBITO UNIVERSITARIO INVITO A PRESENTARE PROGETTI IN MATERIA DI CULTURA DEL DIRITTO D AUTORE IN AMBITO UNIVERSITARIO Premessa Nel rinnovare l accordo (19 luglio 2007) per il pagamento dei diritti d autore sulle fotocopie effettuate

Dettagli

BANDO PER IL FINANZIAMENTO DI PROGETTI NELL AMBITO DEL SERVIZIO CIVILE REGIONALE.

BANDO PER IL FINANZIAMENTO DI PROGETTI NELL AMBITO DEL SERVIZIO CIVILE REGIONALE. ALLEGATO 1 BANDO PER IL FINANZIAMENTO DI PROGETTI NELL AMBITO DEL SERVIZIO CIVILE REGIONALE. LEGGE REGIONALE 11 MAGGIO 2006, N. 11 (Istituzione e disciplina del sistema regionale del Servizio civile) 1.

Dettagli

BANDO PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI E BENEFICI ECONOMICI A SOGGETTI PUBBLICI E PRIVATI SERVIZIO POLITICHE SOCIALI ANNO 2008 PREMESSO CHE

BANDO PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI E BENEFICI ECONOMICI A SOGGETTI PUBBLICI E PRIVATI SERVIZIO POLITICHE SOCIALI ANNO 2008 PREMESSO CHE BANDO PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI E BENEFICI ECONOMICI A SOGGETTI PUBBLICI E PRIVATI SERVIZIO POLITICHE SOCIALI ANNO 2008 PREMESSO CHE Nell ambito del convegno nazionale La figura del tutor all

Dettagli

BANDO PER L AMPLIAMENTO DELL OFFERTA DI SERVIZI EDUCATIVI PER LA PRIMA INFANZIA: contributi per spese di gestione anno educativo 2008/2009

BANDO PER L AMPLIAMENTO DELL OFFERTA DI SERVIZI EDUCATIVI PER LA PRIMA INFANZIA: contributi per spese di gestione anno educativo 2008/2009 ALLEGATO A Regione Toscana Direzione Generale Politiche formative, beni e attività culturali Area di Coordinamento Orientamento, istruzione, formazione e lavoro Settore Infanzia e diritto agli studi BANDO

Dettagli

Art. 1 (Finalità e obiettivi)

Art. 1 (Finalità e obiettivi) AVVISO PUBBLICO PER L ATTRIBUZIONE DI CONTRIBUTI ECONOMICI A ENTI PUBBLICI, SOGGETTI PRIVATI SINGOLI O ASSOCIATI, FONDAZIONI ED ASSOCIAZIONI PER INIZIATIVE ED INTERVENTI IN MATERIA AMBIENTALE L art. 12

Dettagli

Bando Volontariato 2015. Reti Nazionali

Bando Volontariato 2015. Reti Nazionali Bando Volontariato 2015 Reti Nazionali SEZIONE 1. CARATTERISTICHE GENERALI DELL INIZIATIVA 1.1 Obiettivi Nell ambito delle numerose iniziative di sostegno al volontariato della Fondazione, il presente

Dettagli

Bando per la concessione di contributi destinati alle cooperative sociali di tipo A e B, di cui all art. 13 della L.R. 39/1993.

Bando per la concessione di contributi destinati alle cooperative sociali di tipo A e B, di cui all art. 13 della L.R. 39/1993. Allegato A Bando per la concessione di contributi destinati alle cooperative sociali di tipo A e B, di cui all art. 13 della L.R. 39/1993. Anno 2014 A. Finalità La Regione Basilicata nell ambito delle

Dettagli

IL RESPONABILE DEL SERVIZIO

IL RESPONABILE DEL SERVIZIO AVVISO PUBBLICO PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI DI PROMOZIONE, TURISTICA, CULTURALE, SPORTIVA PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI DA PARTE DEL COMUNE DI LERICI ANNO 2016 IL RESPONABILE DEL SERVIZIO - Ritenuto

Dettagli

Piano Provinciale Disabili 2011 2012 Finanziamento 2012 Attività 2013 Fondo Regionale diritto al lavoro dei disabili L.R. 13/2003

Piano Provinciale Disabili 2011 2012 Finanziamento 2012 Attività 2013 Fondo Regionale diritto al lavoro dei disabili L.R. 13/2003 Piano Provinciale Disabili 2011 2012 Finanziamento 2012 Attività 2013 Fondo Regionale diritto al lavoro dei disabili L.R. 13/2003 DISPOSITIVO PROVINCIALE AZIONI DI SISTEMA Isole formative presso cooperative

Dettagli

REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi

REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi ASSEMBLEA LEGISLATIVA Atto del Dirigente: DETERMINAZIONE n 732 del 28/11/2013 Proposta: DAL/2013/783 del 26/11/2013 Struttura proponente: Oggetto: Autorità emanante:

Dettagli

Manifestazione di interesse per la costituzione di una rete di scuole pubbliche per la realizzazione di corsi di lingua italiana per immigrati

Manifestazione di interesse per la costituzione di una rete di scuole pubbliche per la realizzazione di corsi di lingua italiana per immigrati Manifestazione di interesse per la costituzione di una rete di scuole pubbliche per la realizzazione di corsi di lingua italiana per immigrati 1. OGGETTO DELL AVVISO Con il presente avviso la Regione Calabria,

Dettagli

Azioni di contrasto alle nuove povertà

Azioni di contrasto alle nuove povertà Azioni di contrasto alle nuove povertà UNISOLIDARIETA ONLUS Unisolidarietà Onlus & Volontariato in Rete Federazione Provinciale di Vicenza Ente Gestore CSV di VI Centro di Servizio per il Volontariato

Dettagli

COMUNITÀ MONTANA GRAN SASSO

COMUNITÀ MONTANA GRAN SASSO Voucher per MicroNido e Servizi Integrativi Prima Infanzia AVVISO PUBBLICO La Regione Abruzzo, Dipartimento per la Salute e il Welfare, ha emanato un Avviso pubblico per gli Enti d Ambito Sociale ai fini

Dettagli

PROVINCIA DI TERAMO Settore B8 - Lavoro e Formazione -

PROVINCIA DI TERAMO Settore B8 - Lavoro e Formazione - PROVINCIA DI TERAMO Settore B8 - Lavoro e Formazione - AVVISO PUBBLICO PER LA SELEZIONE DI ALLIEVI PER IL CORSO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE PER ESTETISTA INDICE Articolo 1 Riferimenti normativi pag. 2

Dettagli

BANDO. Progetti di formazione per il volontariato

BANDO. Progetti di formazione per il volontariato BANDO Progetti di formazione per il volontariato Anno 2016 1. Chi può presentare I progetti possono essere presentati da tutte le associazioni di volontariato con sede legale nel territorio della regione

Dettagli

BANDO. per la presentazione. di progetti di formazione per il volontariato ANNO 2014

BANDO. per la presentazione. di progetti di formazione per il volontariato ANNO 2014 BANDO per la presentazione di progetti di formazione per il volontariato ANNO 2014 BANDO per la presentazione di progetti di formazione per il volontariato ANNO 2014 Pagina 1 di 8 1 Chi può presentare

Dettagli

VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI BENEVENTO CANTIERI DI GRATUITÀ

VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI BENEVENTO CANTIERI DI GRATUITÀ ASSOCIAZIONE DELLE ASSOCIAZIONI PER IL CENTRO DI SERVIZI PER IL VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI BENEVENTO CANTIERI DI GRATUITÀ VIALE MELLUSI, 68 82100 BENEVENTO TEL.: 0824 310092 FAX.0824.359795 EMAIL:

Dettagli

BANDO DI CONCORSO PER IL SOSTEGNO A PROGETTI DI RETE PER L'A.S

BANDO DI CONCORSO PER IL SOSTEGNO A PROGETTI DI RETE PER L'A.S BANDO DI CONCORSO PER IL SOSTEGNO A PROGETTI DI RETE PER L'A.S. 2015/16 DEGLI ISTITUTI COMPRENSIVI, DELLE SCUOLE PRIMARIE E SECONDARIE DI PRIMO GRADO DI TRENTO NELLA CORNICE DEL PROTOCOLLO D'INTESA CITTA'-SCUOLA

Dettagli

Art.1 Oggetto del bando. Art.2 Progetti start up. Art.3 Progetti di sviluppo

Art.1 Oggetto del bando. Art.2 Progetti start up. Art.3 Progetti di sviluppo Art.1 Oggetto del bando Il Bando 2013 del CSV Napoli Programm Azioni Sociali è volto al sostegno della progettazione sociale delle Organizzazioni di Volontariato, di seguito OdV, della provincia di Napoli.

Dettagli

BANDO SPORT ANNO 2015

BANDO SPORT ANNO 2015 BANDO SPORT ANNO 2015 Pubblicato il 02.03.2015 Premessa La Fondazione Cassa di Risparmio di Modena è una Fondazione di diritto privato ai sensi dell art. 2 comma 1 del Decreto Legislativo n. 153 del 17/05/1999.

Dettagli

DIPARTIMENTO IX - DIREZIONE Viale di Villa Pamphili, 100 00152 Roma

DIPARTIMENTO IX - DIREZIONE Viale di Villa Pamphili, 100 00152 Roma DIPARTIMENTO IX - DIREZIONE Viale di Villa Pamphili, 100 00152 Roma AVVISO PUBBLICO RISERVATO AI CENTRI ANZIANI DI ROMA E PROVINCIA PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER PICCOLI INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE

Dettagli

Bando per il finanziamento di interventi relativi all Ambito 4 - Servizi territoriali, Azione 4.1 Piani territoriali, del Programma Immigrazione 2015.

Bando per il finanziamento di interventi relativi all Ambito 4 - Servizi territoriali, Azione 4.1 Piani territoriali, del Programma Immigrazione 2015. ALLEGATO A (vers. 02) Bando per il finanziamento di interventi relativi all Ambito 4 - Servizi territoriali, Azione 4.1 Piani territoriali, del Programma Immigrazione 2015. Art. 1 finalità e destinatari

Dettagli

TENIAMOCI IN FORMA AVVISO DI SELEZIONE PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI DI FORMAZIONE PER IL VOLONTARIATO

TENIAMOCI IN FORMA AVVISO DI SELEZIONE PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI DI FORMAZIONE PER IL VOLONTARIATO TENIAMOCI IN FORMA AVVISO DI SELEZIONE PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI DI FORMAZIONE PER IL VOLONTARIATO 1. PREMESSA Con il presente avviso il CESV Centro Servizi per il Volontariato -, di seguito Centro,

Dettagli

Articolo 1 (Finalità e ambito di applicazione)

Articolo 1 (Finalità e ambito di applicazione) Regolamento relativo alle modalità di finanziamento da parte della Provincia dei programmi di attività elaborati dagli organismi associativi tra apicoltori per promuovere la produzione di prodotti apistici

Dettagli

Manuale di rendicontazione Bandi Lavoro e occupabilità Valorizzazione della Creatività e dei Talenti AggregAzione 2.0

Manuale di rendicontazione Bandi Lavoro e occupabilità Valorizzazione della Creatività e dei Talenti AggregAzione 2.0 La rendicontazione Manuale di rendicontazione Bandi Lavoro e occupabilità Valorizzazione della Creatività e dei Talenti AggregAzione 2.0 E il processo con cui si rende conto delle spese effettivamente

Dettagli

CENTRO REGIONALE DI PROGRAMMAZIONE PROGETTO ASFODELO. Programma Operativo Regionale FSE 2007-2013 Asse IV Capitale Umano Linea di attività i.3.

CENTRO REGIONALE DI PROGRAMMAZIONE PROGETTO ASFODELO. Programma Operativo Regionale FSE 2007-2013 Asse IV Capitale Umano Linea di attività i.3. PROGETTO ASFODELO Programma Operativo Regionale FSE 2007-2013 Asse IV Capitale Umano Linea di attività i.3.2 Avviso pubblico per manifestazioni di interesse a partecipare al percorso di rafforzamento delle

Dettagli

VOLONTARIATO, FILANTROPIA E BENEFICENZA AVVISO UNICO PER L ANNO 2015 L avviso è rivolto a tutti i soggetti in possesso dei requisiti di

VOLONTARIATO, FILANTROPIA E BENEFICENZA AVVISO UNICO PER L ANNO 2015 L avviso è rivolto a tutti i soggetti in possesso dei requisiti di VOLONTARIATO, FILANTROPIA E BENEFICENZA AVVISO UNICO PER L ANNO 2015 L avviso è rivolto a tutti i soggetti in possesso dei requisiti di finanziabilità previsti dall art. 4 del Regolamento dell attività

Dettagli

COMUNE DI GIAVE Provincia di Sassari

COMUNE DI GIAVE Provincia di Sassari COMUNE DI GIAVE Provincia di Sassari SERVIZIO SOCIO ASSISTENZIALE L.R. 1/2011 ART. 3 BIS MISURE DI SOSTEGNO DEI PICCOLI COMUNI AZIONE 1 BANDO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO PER

Dettagli

PROVINCIA DI POTENZA Ufficio Affari Generali, Cultura e Istruzione

PROVINCIA DI POTENZA Ufficio Affari Generali, Cultura e Istruzione PROVINCIA DI POTENZA Ufficio Affari Generali, Cultura e Istruzione Piano Provinciale Annuale dello Sport 2013 (PPS) per la concessione di finanziamenti per interventi di promozione delle attività fisico-motorie

Dettagli

REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi

REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi REGIONE EMILIA-ROMAGNA Atti amministrativi ASSEMBLEA LEGISLATIVA Atto del Dirigente a firma unica: DETERMINAZIONE n 124 del 25/02/2015 Proposta: DAL/2015/128 del 24/02/2015 Struttura proponente: Oggetto:

Dettagli

BANDO 2 PER PROGETTI A RILEVANZA TERRITORIALE LOCALE 2015

BANDO 2 PER PROGETTI A RILEVANZA TERRITORIALE LOCALE 2015 BANDO 2 PER PROGETTI A RILEVANZA TERRITORIALE LOCALE 2015 1. Premessa 1.1. Il CSV della provincia di Treviso, a valere sulle disponibilità finanziarie riconosciutegli dal Fondo Speciale Regionale per il

Dettagli

Bando Sostegno di progetti innovativi rivolti a nuclei familiari, famiglie a rischio di fragilità e famiglie gravate da responsabilità di cura 1

Bando Sostegno di progetti innovativi rivolti a nuclei familiari, famiglie a rischio di fragilità e famiglie gravate da responsabilità di cura 1 Bando Sostegno di progetti innovativi rivolti a nuclei familiari, famiglie a rischio di fragilità e famiglie gravate da responsabilità di cura 1 Art. 1 FINALITÀ E OGGETTO La Provincia di Milano intende

Dettagli

BANDO PER IL FINANZIAMENTO DI PROGETTI DI SOLIDARIETA LOCALE ANNO 2015

BANDO PER IL FINANZIAMENTO DI PROGETTI DI SOLIDARIETA LOCALE ANNO 2015 BANDO PER IL FINANZIAMENTO DI PROGETTI DI SOLIDARIETA LOCALE ANNO 2015 Venezia - Mestre, 23 dicembre 2015 Bando per il finanziamento di progetti di Solidarietà Locale anno 2015 1 A. PREMESSA 1. Il Centro

Dettagli

23/08/2012 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 40. Regione Lazio. DIREZIONE ENTI LOCALI E SICUREZZA Atti dirigenziali di Gestione

23/08/2012 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 40. Regione Lazio. DIREZIONE ENTI LOCALI E SICUREZZA Atti dirigenziali di Gestione Regione Lazio DIREZIONE ENTI LOCALI E SICUREZZA Atti dirigenziali di Gestione Determinazione 18 luglio 2012, n. A07329 Approvazione di un Avviso Pubblico per l'utilizzo del "Fondo per prevenire e combattere

Dettagli

BANDO PER LA REALIZZAZIONE DI CORSI DI FORMAZIONE PER L EDUCAZIONE AL CONSUMO

BANDO PER LA REALIZZAZIONE DI CORSI DI FORMAZIONE PER L EDUCAZIONE AL CONSUMO BANDO PER LA REALIZZAZIONE DI CORSI DI FORMAZIONE PER L EDUCAZIONE AL CONSUMO Articolo 1 Obiettivi e finalità La Provincia di Roma, con il presente bando, intende dare attuazione all iniziativa Corsi di

Dettagli

Forum Regionale della Gioventù AVVISO PUBBLICO

Forum Regionale della Gioventù AVVISO PUBBLICO Forum Regionale della Gioventù AVVISO PUBBLICO Premio migliori iniziative Forum Giovanili Istituiti con deliberazione dei Comuni della Regione Campania 1. Premesso che nel piano delle attività del Forum

Dettagli

Assessorato del Lavoro, Formazione Professionale, Cooperazione e Sicurezza Sociale

Assessorato del Lavoro, Formazione Professionale, Cooperazione e Sicurezza Sociale Assessorato del Lavoro, Formazione Professionale, Cooperazione e Sicurezza Sociale LEGGE REGIONALE 24.12.1990, N. 46 D.G.R. n. 42/17 del 16 Ottobre 2013 Piano annuale Immigrazione 2013 Paragrafo IV.2.2

Dettagli

Ripartizione Politiche Educative Giovanili

Ripartizione Politiche Educative Giovanili AVVISO PUBBLICO RELATIVO ALLA II^ EDIZIONE DEL CONCORSO SOFT ECONOMY START - UP DI MICROIMPRESA INNOVATIVA GIOVANILE NELL AMBITO DEL PIANO LOCALE GIOVANI DIFFERENZE GENERAZIONALI Art. 1 - Descrizione dell

Dettagli

FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO DI CUNEO BANDO RICERCA SCIENTIFICA 2015 SEZIONE RICERCA MEDICA

FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO DI CUNEO BANDO RICERCA SCIENTIFICA 2015 SEZIONE RICERCA MEDICA SEZIONE RICERCA MEDICA 2015 INDICE Obiettivo... 3 Oggetto... 3 Durata dei progetti... 3 Enti ammissibili... 3 Partnership e rete... 3 Modalità di presentazione delle domande... 4 Contributo e cofinanziamento...

Dettagli

PREVENZIONE E CONTRASTO AL DISAGIO GIOVANILE

PREVENZIONE E CONTRASTO AL DISAGIO GIOVANILE PREVENZIONE E CONTRASTO AL DISAGIO GIOVANILE FINALITÀ Gli ambiti di intervento per i quali possono essere presentate le proposte progettuali sono: 1. la prevenzione e il contrasto al disagio giovanile

Dettagli

Art. l (Finalità) Art. 2 (Oggetto dell Avviso Pubblico)

Art. l (Finalità) Art. 2 (Oggetto dell Avviso Pubblico) ALLEGATO A REGIONE LAZIO Dipartimento Programmazione Economica e Sociale Direzione Regionale Politiche Sociali, Autonomie, Sicurezza e Sport Area Interventi per lo Sport Avviso Pubblico per la presentazione

Dettagli

AREA POLITICHE PER LA PROMOZIONE DELLA SALUTE,

AREA POLITICHE PER LA PROMOZIONE DELLA SALUTE, R E G I O N E P U G L I A AREA POLITICHE PER LA PROMOZIONE DELLA SALUTE, DELLE PERSONE E DELLE PARI OPPORTUNITÀ SERVIZIO POLITICHE DI BENESSERE SOCIALE E PARI OPPORTUNITÀ UFFICIO POLITICHE PER LE PERSONE,LE

Dettagli

CENTRO DI SERVIZIO PER IL VOLONTARIATO Centro Solidarietà e Sussidiarietà Servizi per il territorio CST Novara e VCO BANDO DI ASSISTENZA ANNO 2016

CENTRO DI SERVIZIO PER IL VOLONTARIATO Centro Solidarietà e Sussidiarietà Servizi per il territorio CST Novara e VCO BANDO DI ASSISTENZA ANNO 2016 CENTRO DI SERVIZIO PER IL VOLONTARIATO Centro Solidarietà e Sussidiarietà Servizi per il territorio CST Novara e VCO BANDO DI ASSISTENZA ANNO 2016 PREMESSA Il Centro di Servizio Centro Solidarietà e Sussidiarietà

Dettagli

SOMMARIO. Bando per il sostegno della progettazione e dell adozione di politiche in materia di energia. Anno 2004. pag. 1

SOMMARIO. Bando per il sostegno della progettazione e dell adozione di politiche in materia di energia. Anno 2004. pag. 1 SOSTEGNO ALLA PROGETTAZIONE E ALL ADOZIONE DI POLITICHE SUL RISPARMIO ENERGETICO E LE FONTI RINNOVABILI DI ENERGIA PER GLI ENTI PUBBLICI DELLA PROVINCIA DI TORINO SOMMARIO ART. 1 - FINALITÀ... 2 ART. 2

Dettagli

Regolamento CAPO I ARTICOLAZIONE DEL PROCEDIMENTO CONTRIBUTIVO. Articolo 1 (Finalità, ambito di applicazione e regime di incentivazione)

Regolamento CAPO I ARTICOLAZIONE DEL PROCEDIMENTO CONTRIBUTIVO. Articolo 1 (Finalità, ambito di applicazione e regime di incentivazione) Regolamento-APPROVATO Regolamento recante requisiti, criteri e modalità in materia di concessione di contributi assegnati dalle Province per sostenere le spese di attività organizzate e svolte nelle fattorie

Dettagli

PROVINCIA DI VICENZA

PROVINCIA DI VICENZA PROVINCIA DI VICENZA Lì, 19/10/2011 Prot.n. 72634 ALLEGATO A alla determinazione dirigenziale n. 914 del 28/09/2011 BANDO PER LA CONCESSIONE DI UN CONTRIBUTO ALLE ASSOCIAZIONI DI STRANIERI PRESENTI NEL

Dettagli