Corso di Laurea Magistrale in AMMINISTRAZIONE, FINANZA e CONTROLLO (AFC) (Cod. 8706)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Corso di Laurea Magistrale in AMMINISTRAZIONE, FINANZA e CONTROLLO (AFC) (Cod. 8706)"

Transcript

1 Corso di Laurea Magistrale in AMMINISTRAZIONE, FINANZA e CONTROLLO (AFC) (Cod. 8706) CLASSE DELLE LAUREE MAGISTRALI IN Scienze economico-aziendali LM-77 Scheda Informativa Sede didattica: Genova Durata: biennale Indirizzo web: Esame per l'accesso: Si Verifica delle conoscenze: Si (vedi paragrafo sulle Norme e organizzazione delle attività didattiche ) Prova finale: Elaborato scritto Lauree triennali dalle quali è possibile l'iscrizione in continuità : Economia Aziendale (classe L-18); Economia Aziendale (classe 17) dell Università di Genova. Docenti tutor: Prof. Pier Maria FERRANDO; Prof. Alberto QUAGLI; Prof. Francesco Giovanni AVALLONE Obiettivi formativi La laurea magistrale in Amministrazione, Finanza e Controllo ha l obiettivo di fornire allo studente una formazione di livello avanzato per l assunzione di responsabilità direttive e gestionali nelle imprese industriali e di servizio, nelle aziende e nelle amministrazioni pubbliche, nonché per lo svolgimento di attività di consulenza e per l esercizio delle professioni contabili, tramite approfondite conoscenze circa lo studio della dinamica dei valori economico-finanziari. Il laureato specializzato in Amministrazione, Finanza e Controllo disporrà di adeguate conoscenze intorno alla dinamica amministrativa delle aziende e della consulenza professionale ad esse rivolta, nonché di specifiche competenze in tema di problem solving. Tali conoscenze saranno acquisite attraverso gli strumenti e i metodi di analisi tipici delle discipline aziendalistiche, oltre ai necessari contributi di matrice economica, quantitativa, e giuridica. Ambiti occupazionali previsti per i laureati Gli iscritti al corso di Amministrazione, Finanza e Controllo negli ultimi anni hanno avuto una collocazione ottimale nel mondo del lavoro, in virtù del proprio bagaglio di conoscenze tecnico-amministrative, indispensabili per la gestione aziendale. Nella sostanza gli sbocchi principali possono ricondursi alle seguenti quattro categorie: - la professione privata, come carriera per divenire dottori commercialisti ed esperti contabili, - le società di revisione contabile e consulenza aziendale

2 - le aziende industriali, commerciali e di servizi - le aziende bancarie. La laurea magistrale AFC consente un accesso agevolato agli Albi degli Ordini professionali, secondo la Convenzione con l Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Genova, Chiavari, Imperia, La Spezia, Sanremo e Savona (http://www.studenti.unige.it/postlaurea/esami_stato/normativa/) Norme relative all accesso L accesso alla LM AFC è regolato da tre fonti principali: il Manifesto degli Studi, l Ordinamento didattico della Laurea Magistrale ed il relativo Regolamento didattico. I requisiti di accesso che devono possedere gli studenti precedentemente all iscrizione sono riconducibili a due differenti tipologie, ovvero: il possesso dei requisiti curriculari espressi in termini di CFU riferiti a specifici SSD; la adeguatezza della preparazione personale. VERIFICA REQUISITI CURRICULARI Ai fini della verifica dei requisiti curriculari per l accesso alla LM AFC si identificano, come concordato per tutte le LM di Economia dell Università di Genova, due categorie di studenti: laureati in continuità laureati non in continuità Per la LM AFC i laureati in continuità sono tutti i laureati nella LT Economia Aziendale, classe L-18, e tutti i laureati nella LT Economia Aziendale, classe 17, dell Università di Genova. Per i laureati in continuità è garantita l immatricolazione al corso di LM AFC e dunque la verifica dei requisiti curriculari si considera virtualmente assolta. I laureati non in continuità devono presentare una domanda di valutazione dei requisiti curriculari al fine di ottenere il Nulla osta che dovrà essere accompagnato alla domanda di immatricolazione ai fini dell effettiva iscrizione al corso La Commissione Didattica (o altro organo collegiale) provvede all esame delle domande di valutazione, entro 30 giorni dalla loro presentazione, sulla base delle seguenti regole per la verifica del possesso dei requisiti curriculari. In termini generali, i requisiti curriculari corrispondono ai CFU, ai SSD e ai contenuti generali degli insegnamenti comuni delle LT delle classi 17 e L-18 dell Ateneo Genovese. Ad essi va aggiunta la capacità di uso di strumenti e software per applicazioni economiche, aziendali, finanziarie e quantitative e della lingua inglese nella comprensione orale e scritta e nella comunicazione orale su temi economici, con riferimento al livello B1 del quadro di certificazione europea dei crediti formativi universitari. Per i laureati triennali, iscritti a partire dall a.a. 200/10 (a regime DM 270) e non in continuità, si procederà alla verifica dei requisiti curriculari, acquisiti anche dopo la laurea accertando il possesso di: almeno 6 CFU tra i SSD IUS/01, IUS/04, IUS/0, IUS/10 e almeno 6 di IUS/12

3 almeno 12 CFU tra i SSD P/01, P/02, P/03, P/06 e P/12 almeno 27 CFU tra i SSD P/07, P/08, P/11 e almeno 6 di P/0 almeno 12 CFU tra i SSD S/01, S/03 e S/06. Per i laureati triennali, iscritti prima del 200/10 (ex DM 50) ) e non in continuità, i requisiti curriculari richiesti sono quelli indicati sul manifesto a.a. 200/10: almeno 12 CFU tra i SSD IUS/01, IUS/04, IUS/12, IUS/0, IUS/10 almeno 12 CFU tra i SSD P/01, P/02, P/03, P/06 e P/12 almeno 36 CFU tra i SSD P/07, P/08, P/0 e P/11 almeno 12 CFU tra i SSD S/01, S/03 e S/06. Nel caso si riscontri una mancanza di CFU nei SSD sopra indicati,il nulla osta non sarà rilasciato. Possono presentare domanda di valutazione dei requisiti curriculari anche i laureandi, purché in debito del solo esame di laurea.

4 VERIFICA ADEGUATEZZA PREPARAZIONE PERSONALE Con una votazione uguale o superiore a /110 la verifica della preparazione individuale si considera virtualmente assolta I laureandi con tutti gli esami completati e i laureati (laureati in continuità, laureati non in continuità in altre LT di Economia di Genova e laureati in altri Atenei) con una votazione inferiore a /110 dovranno preimmatricolarsi per sostenere la verifica che verrà effettuata tramite un test e verterà sulle nozioni fondamentali necessarie alla LM AFC, secondo una lista di argomenti resa disponibile agli studenti stessi. La Commissione esaminatrice, dichiarerà non idoneo chi dimostrerà lacune gravi. La non idoneità preclude l iscrizione al corso e lo studente potrà ripetere la verifica fino al conseguimento dell idoneità stessa. I test verranno svolti nei seguenti mesi: settembre, novembre, febbraio e marzo nelle date pubblicate annualmente sul Manifesto degli Studi e sul sito di Economia. Organizzazione del corso Attività formative caratterizzanti ambito disciplinare settore CFU Aziendale P/07 Economia aziendale P/08 Economia e gestione delle imprese P/0 Finanza aziendale Economico P/02 Politica economica P/12 Storia economica Statistico-matematico S/06 Metodi matematici dell'economia e delle scienze attuariali e finanziarie 6 - Giuridico IUS/12 Diritto tributario 6- Totale crediti per le attività caratterizzanti IUS/01 Diritto privato IUS/04 Diritto commerciale IUS/07 Diritto del lavoro P/07 Economia aziendale Attività affini o integrative settore CFU Totale crediti per le attività affini ed integrative Altre attività formative (D.M. 270 art.10 5) ambito disciplinare CFU A scelta dello studente (art.10, comma 5, lettera a) 12 Per la prova finale (art.10, comma 5, lettera c) 15 Altre conoscenze utili per l'inserimento nel mondo del lavoro (art. 10, comma 5 lett. d) 3 Totale crediti altre attività 30 CFU totali per il conseguimento del titolo 120

5 PIANO DI STUDI AMMINISTRAZIONE, FINANZA e CONTROLLO (Cod. 8706) CLASSE DELLE LAUREE MAGISTRALI IN SCIENZE ECONOMICO-AZIENDALI LM-77 NOTE PER LA COMPILAZIONE DEL PIANO DI STUDI Chi desidera ottenere l abilitazione all attività di Revisione legale dei conti al superamento dell Esame di Stato per l abilitazione alla professione di Dottore Commercialista deve inserire nel piano di studio gli esami di Diritto del Lavoro, di Diritto Tributario se non già sostenuti nel triennio, di Revisione Aziendale e di Diritto delle crisi d impresa. 1 anno (48 cfu) cod. insegnamento attività ambito s.s.d. cfu sem. 27 cfu a scelta tra: Comunicazione e controllo dei processi di creazione del valore Programmazione e controllo delle amministrazioni pubbliche Ragioneria professionale Finanza d impresa e valutazioni d azienda Affine o Integrativo Aziendale P/07 P/07 P/07 P/0 Economico P/12 IUS/01 IUS/ Storia delle relazioni economiche internazionali 5825 Diritto dei contratti d impresa 5783 Diritto delle crisi d impresa Matematica per l analisi ed il controllo dei processi aziendali Matematica per le applicazioni economiche e finanzia rie Statisticomatematico S/06 6 6

6 2 anno (42 cfu) cod. insegnamento attività ambito s.s.d. cfu sem. Da a 18 cfu a scelta tra: Tecnica professionale Revisione aziendale e auditing interno Aziendale Aziendale S-P/07 Da 0 a cfu a scelta tra Management strategico e corporate governance Etica economica e responsabilità sociale delle imprese S-P/ Politica economica e finanziaria applicata co S-P/02 Economi Diritto tributario progredito Giuridico IUS/ Sistemi informativi aziendali Affine o S-P/ Integrativo Diritto dei contratti di lavoro IUS/07 /18 0/ Altre attività formative ambito disciplinare Altre conoscenze utili per l'inserimento nel mondo del lavoro: cfu Il mercato del lavoro: competenze per la ricerca attiva del lavoro 3 Il mercato del lavoro: competenze per l'autoimprenditorialità A scelta dello studente Per la prova finale 15 CFU Totali

7 Corso di Laurea Magistrale in ECONOMIA e MANAGEMENT MARITTIMO PORTUALE (EMMP) - (Cod. 8708) CLASSE DELLE LAUREE MAGISTRALI IN Scienze economico-aziendali LM-77 Scheda Informativa Sede didattica: Genova Durata: biennale Indirizzo web: Esame per l'accesso: No Verifica delle conoscenze: Si (vedi paragrafo sulle Norme e organizzazione delle attività didattiche ) Prova finale: Elaborato scritto Lauree triennali dalle quali è possibile l'iscrizione in continuità : Economia delle aziende marittime, della logistica e dei trasporti (classe L-18); Economia marittima portuale (classe 17) dell Università di Genova. Docenti tutor: Prof. Renato MIDORO; Prof. Anna Franca SCIOMACHEN; Prof. Antonio GOZZI Obiettivi formativi Il corso, che intende operare sulla base di un elevato livello di interdisciplinarietà e con un forte grado di apertura internazionale, ha come obiettivo la formazione di figure professionali altamente specialistiche, sempre più richieste nel campo dell economia e della gestione delle attività di trasporto marittimo merci e passeggeri, dell intermodalità, della gestione e delle politiche portuali, delle imprese terminalistiche e delle attività logistiche e dei servizi ad alto valore aggiunto. Il corso è mirato alla formazione di laureati in grado di occupare posizioni di responsabilità direzionale e gestionale nelle imprese di trasporto marittimo ed intermodale, del terminalismo portuale, delle attività accessorie e ancillari, dei servizi logistici etc. e nelle autorità portuali, negli enti di programmazione e nelle istituzioni pubbliche. Ambiti occupazionali previsti per i laureati I settori del trasporto marittimo e della logistica evidenziano una dinamica di forte crescita anche in relazione allo sviluppo del paradigma produttivo della globalizzazione. Il tendenziale superamento degli approcci di tipo modale e segmentato ed il conseguente affermarsi di una domanda che richiede servizi inseriti in una logica differenziata e integrata, di reti intra ed inter-organizzative, reclamano apporti qualificati, capaci di leggere i fenomeni economici e di mercato e di orientare le strategie delle imprese secondo ottiche innovative.

8 In base alle informazioni acquisite sui nuovi fabbisogni di professionalità emerge la richiesta di figure in grado di fornire contributi innovativi e di qualità in una prospettiva nazionale e internazionale (con particolare riferimento all Europa). In questa chiave, l offerta formativa del percorso di studio ipotizzato corrisponde all esigenza di innalzamento dei livelli di efficienza e di efficacia delle piattaforme trasportistico-logistiche nazionali ed europee. Norme relative all accesso L accesso alla LM EMMP è regolato da tre fonti principali: il Manifesto degli Studi, l Ordinamento didattico della Laurea Magistrale ed il relativo Regolamento didattico. I requisiti di accesso che devono possedere gli studenti precedentemente all iscrizione sono riconducibili a due differenti tipologie, ovvero: il possesso dei requisiti curriculari espressi in termini di CFU riferiti a specifici SSD; la adeguatezza della preparazione personale. VERIFICA REQUISITI CURRICULARI Ai fini della verifica dei requisiti curriculari per l accesso alla LM EMMP si identificano, come concordato per tutte le LM di Economia dell Università di Genova, due categorie di studenti: laureati in continuità laureati non in continuità Per la LM EMMP i laureati in continuità sono tutti i laureati nella LT Economia delle aziende marittime, della logistica e dei trasporti, classe L-18, e tutti i laureati nella LT Economia marittima portuale, classe 17, dell Università di Genova. Per i laureati in continuità è garantita l immatricolazione al corso di LM EMMP e dunque la verifica dei requisiti curriculari si considera virtualmente assolta. I laureati non in continuità devono presentare una domanda di valutazione dei requisiti curriculari al fine di ottenere il Nulla osta che dovrà essere accompagnato alla domanda di immatricolazione ai fini dell effettiva iscrizione al corso La Commissione Didattica(o altro organo collegiale) provvede all esame delle domande di valutazione, entro 30 giorni dalla loro presentazione, sulla base delle seguenti regole per la verifica del possesso dei requisiti curriculari. In termini generali, i requisiti curriculari corrispondono ai CFU, ai SSD e ai contenuti generali degli insegnamenti comuni delle LT delle classi 17 e L-18 dell Ateneo Genovese a cui si aggiungono CFU in SSD ritenuti fondamentali per affrontare le tematiche relative al trasporto marittimo. Ad essi va aggiunta la capacità di uso di strumenti e software per applicazioni economiche, aziendali, finanziarie e quantitative e della lingua inglese nella comprensione orale e scritta e nella comunicazione orale su temi economici, con riferimento al livello B1 del quadro di certificazione europea dei crediti formativi universitari. In pratica, si procederà alla verifica dei requisiti curriculari, acquisiti anche dopo la laurea,: accertando il possesso di: almeno 12 CFU tra i SSD IUS/01; IUS/04, IUS/0 e IUS/10;

9 almeno 6 CFU nel SSD IUS/06; almeno 6 CFU nel SSD P/01; almeno 6 CFU nel SSD P/06; almeno 15 CFU nel SSD P/07; almeno 18 CFU nel SSD P/08; almeno 6 CFU nel SSD MAT/0 almeno CFU tra i SSD S/01; S/03 e S/06. Nel caso si riscontri una mancanza di CFU nei SSD sopra indicati,il nulla osta non sarà rilasciato. Possono presentare domanda di valutazione dei requisiti curriculari anche i laureandi, purché in debito del solo esame di laurea. VERIFICA ADEGUATEZZA PREPARAZIONE PERSONALE Con una votazione uguale o superiore a /110 la verifica della preparazione individuale si considera virtualmente assolta. I laureandi con tutti gli esami completati e i laureati (laureati in continuità, laureati non in continuità in altre LT di Economia di Genova e laureati in altri Atenei) con una votazione inferiore a /110 dovranno preimmatricolarsi per sostenere la verifica che verrà effettuata tramite un test e verterà sulle nozioni fondamentali necessarie alla LM EMMP, secondo una lista di argomenti resa disponibile agli studenti stessi. La Commissione esaminatrice, dichiarerà non idoneo chi dimostrerà lacune gravi. La non idoneità preclude l iscrizione al corso e lo studente potrà ripetere la verifica fino al conseguimento dell idoneità stessa. I test verranno svolti nei seguenti mesi: settembre, novembre, febbraio e marzo nelle date pubblicate annualmente sul Manifesto degli Studi e sul sito di Economia

10 Organizzazione del corso Attività formative caratterizzanti ambito disciplinare Settore CFU Aziendale P/08 Economia e gestione delle imprese 27 Economico P/06 Economia applicata 18 Statistico-matematico MAT/0 Ricerca operativa S/01 Statistica 15 Giuridico IUS/06 Diritto della navigazione 15 Totale crediti per le attività caratterizzanti 75 Attività affini o integrative Settore CFU IUS/06 - Diritto della navigazione IUS/10 - Diritto amministrativo 15 P/07 - Economia aziendale Totale crediti per le attività affini ed integrative 15 Altre attività formative (D.M. 270 art.10 5) ambito disciplinare CFU A scelta dello studente (art.10, comma 5, lettera a) 12 Per la prova finale (art.10, comma 5, lettera c) 15 Altre conoscenze utili per l'inserimento nel mondo del lavoro (art. 10, comma 5 lett. d) 3 Totale crediti altre attività 30 CFU totali per il conseguimento del titolo 120

11 PIANO DI STUDI ECONOMIA E MANAGEMENT MARITTIMO PORTUALE (COD. 8708) CLASSE DELLE LAUREE MAGISTRALI IN SCIENZE ECONOMICO-AZIENDALI LM-77 1 anno (51 cfu) cod. insegnamento attività ambito s.s.d. cfu sem. Programmazione e 448 Affine o integrativo S-P/07 SECcontrollo della logistica marittimo- portuale 5854 Economico Economia del territorio delle reti e delle infrastrutture S-P/ Economia e gestione delle imprese marittime e portuali Aziendale S-P/ Economia marittima e portuale Diritto della navigazione Tecniche di simulazione Analisi statistica applicata ai trasporti Economico S-P/06 Giuridico IUS/06 MAT/0 Statistico-matematico S-S/01 2 anno (3 cfu) non attivato a.a. 2012/13 cod. insegnamento attività ambito s.s.d. cfu sem Bulk shipping Aziendale P/08 Marketing dei trasporti Aziendale P/ Dritto delle assicurazioni marittime Diritto amministrativo portuale Dritto internazionale della navigazione Diritto delle costruzioni navali Simulazione e ottimizzazione dei trasporti marittimi Affine o Integrativo IUS/06 IUS/10 Giuridico IUS/06 6 Statisticomatematico 6 6 MAT/0 Altre attività formative ambito disciplinare cfu Altre conoscenze utili per l'inserimento nel mondo del lavoro: 3

12 6006 Teoria e pratica dell'attività dell'agente marittimo raccomandatario del broker e dello spedizioniere A scelta dello studente Per la prova finale 15 CFU Totali

13 Corso di Laurea Magistrale in ECONOMIA E ISTITUZIONI FINANZIARIE (EIF) - (Cod 8700) CLASSE DELLE LAUREE IN SCIENZE DELL'ECONOMIA - LM-56 Scheda Informativa Sede didattica: Genova Durata: biennale Indirizzo web: Esame per l'accesso: No Verifica delle conoscenze: Si (vedi paragrafo sulle Norme e organizzazione delle attività didattiche ) Prova finale: Elaborato scritto Lauree triennali dalle quali è possibile l'iscrizione in continuità : Economia e Commercio (classe 28 - ex D.M. 50/); Economia e Commercio (classe L-33 - ex D.M. 270/04). Docenti tutor: Prof. Cristina GOSIO; Prof. Luca BELTRAMETTI; Prof. Francesca QUERCI Obiettivi formativi Il corso della laurea magistrale in Economia e Istituzioni Finanziarie costituisce il naturale proseguimento e completamento del corso di laurea di primo livello in Economia e Commercio delle classi L-33 e 28.. Esso intende formare figure professionali preparate secondo i più elevati standard europei ed internazionali, che posseggano solide e avanzate conoscenze nel campo delle discipline economiche, arricchite dalla padronanza di strumenti statistico-matematici, dalle necessarie conoscenze aziendali e dall acquisizione dei principi fondamentali di funzionamento dei più importanti istituti giuridici. Ambiti occupazionali previsti per i laureati Il corso di laurea magistrale in Economia e Istituzioni Finanziarie prepara ad una pluralità di sbocchi professionali, caratterizzati da un elevata specializzazione nei settori ad alta intensità intellettuale nei campi economico e finanziario. Le imprese interessate a questi profili, soprattutto in attività di studio e di pianificazione strategica, sono imprese con proiezione internazionale, autorità a tutela del mercato, società di consulenza, banche d affari e società di intermediazione finanziaria, centri di ricerca. Attraverso l integrazione delle conoscenze sviluppate con l esperienza professionale il laureato sarà in grado di intraprendere percorsi con apprezzabili prospettive di carriera, fino a ricoprire posizioni manageriali e di responsabilità.

14 Norme relative all accesso L accesso alla LM EIF è regolato da tre fonti principali: il Manifesto degli Studi, l Ordinamento didattico della Laurea Magistrale ed il relativo Regolamento didattico. I requisiti di accesso che devono possedere gli studenti precedentemente all iscrizione sono riconducibili a due differenti tipologie, ovvero: il possesso dei requisiti curriculari espressi in termini di CFU riferiti a specifici SSD; la adeguatezza della preparazione personale. VERIFICA REQUISITI CURRICULARI Ai fini della verifica dei requisiti curriculari per l accesso alla LM EIF si identificano, come concordato per tutte le LM di Economia dell Università di Genova, due categorie di studenti: i laureati in continuità i laureati non in continuità. Sono definiti laureati in continuità con accesso diretto tutti i laureati che sono in possesso di una laurea triennale acquisita in corsi di laurea istituiti nell ambito delle classi 28 e L-33 dell Ateneo genovese. Per i laureati in continuità è garantita l immatricolazione al corso di LM EIF e dunque la verifica dei requisiti curriculari si considera virtualmente assolta. NB: I laureati triennali degli anni accademici e sono considerati in continuità se provenienti dalle classi di laurea 17, 28, L-18 e L-33. I laureati non in continuità devono presentare una domanda di valutazione dei requisiti curriculari al fine di ottenere il Nulla osta che dovrà essere accompagnato alla domanda di immatricolazione ai fini dell effettiva iscrizione al corso Apposita Commissione Didattica (o altro organo collegiale) provvede all esame delle domande di valutazione, entro 30 giorni dalla loro presentazione, sulla base delle seguenti regole per la verifica del possesso dei requisiti curriculari. Per i laureati non in continuità, in termini generali, si richiede il possesso di CFU acquisiti nei SSD di base e caratterizzanti previsti nelle tabelle allegate al DM 16/3/07 per la classi 28 e L-33, nel rispetto di vincoli distributivi minimi tra ambiti fissati nel Regolamento didattico del corso di studi. Ad essi va aggiunta la capacità di uso di strumenti e software per applicazioni economiche, aziendali, finanziarie e quantitative e della lingua inglese nella comprensione orale e scritta e nella comunicazione orale su temi economici, con riferimento al livello B1 del quadro di certificazione europea dei crediti formativi universitari.. In particolare, si procederà alla verifica dei requisiti curriculari, acquisiti anche dopo la laurea, laurea e anche attraverso iscrizione a singole attività formative (ai sensi dell art. 7 del Regolamento di Ateneo per gli Studenti) accertando il possesso di: - almeno 15 CFU nel SSD P/01 - almeno 6 CFU nel SSD P/05 (a partire dall a.a ) - almeno 6 CFU tra i SSD P/02, P/03, P/06 - almeno 6 CFU nel SSD P/12 - almeno CFU nel SSD P/07,

15 - almeno 6 CFU tra i SSD P/11 e P/08 - almeno CFU nel SSD S/06 - almeno ulteriori CFU nei SSD S/01, S/03, S/06 - almeno 6 CFU nel SSD IUS/01 - almeno 6 CFU nei SSD IUS/04, IUS/0. N.B:Per i laureati triennali iscritti prima del 200/10 (ex DM 50) ) non in continuità, i requisiti curriculari richiesti rimangono quelli che erano presenti nel precedente regolamento didattico del corso: - almeno 30 CFU nei SSD di ambito economico, così ripartiti: - almeno 15 CFU nel SSD P/01 - almeno CFU tra i SSD P/02, P/03 - almeno 6 CFU nel SSD P/12 - almeno 18 CFU nei SSD di ambito aziendale, così ripartiti: - almeno CFU nel SSD P/07, - almeno CFU tra i SSD P/08, P/11 - almeno 18 CFU nei SSD di ambito statistico-matematico, così ripartiti: - almeno CFU nel SSD S/06 - almeno ulteriori CFU nei SSD S/01, S/03, S/06 - almeno 12 CFU nei SSD di ambito giuridico, così ripartiti: - almeno 6 CFU nel SSD IUS/01 - almeno 6 CFU nei SSD IUS/04, IUS/0. Nel caso nella verifica dei SSD si riscontri una mancanza di CFU nei SSD sopra indicati, il nulla osta non sarà rilasciato. Annualmente IL Consiglio di Corso di Studi si riserva di dare pubblicazione di eventuali ulteriori indicazioni in merito su Manifesto degli Studi. VERIFICA ADEGUATEZZA PREPARAZIONE PERSONALE Con una votazione uguale o superiore a /110 la verifica della preparazione individuale si considera virtualmente assolta I laureandi con tutti gli esami completati e i laureati (laureati in continuità, laureati non in continuità in altre LT di Economia di Genova e laureati in altri Atenei) con una votazione inferiore a /110 dovranno preimmatricolarsi per sostenere la verifica che verrà effettuata tramite un test e verterà sulle nozioni fondamentali necessarie alla LM EIF, secondo una lista di argomenti resa disponibile agli studenti stessi. La Commissione esaminatrice dichiarerà non idoneo chi dimostrerà lacune gravi. La non idoneità preclude l iscrizione al corso e lo studente potrà ripetere la verifica fino al conseguimento dell idoneità stessa. I test verranno svolti nei seguenti mesi: settembre, novembre, febbraio e marzo nelle date pubblicate annualmente sul Manifesto degli Studi e sul sito di Economia.

16 Organizzazione del corso Attività formative caratterizzanti ambito disciplinare Settore CFU Economico P/01 Economia politica P/02 Politica economica P/03 Scienza delle finanze P/04 Storia del pensiero economico P/12 Storia economica Aziendale P/11 Economia degli intermediari finanziari Statistico-matematico S/01 Statistica S/06 Metodi matematici dell'economia e delle scienze attuariali e finanziarie Giuridico IUS/04 Diritto commerciale IUS/05 Diritto dell'economia 6 - Totale crediti per le attività caratterizzanti Attività affini o integrative Settore CFU P/05 - Econometria S/06 - Metodi matematici dell'economia e delle scienze attuariali e finanziarie Totale crediti per le attività affini ed integrative Altre attività formative (D.M. 270 art.10 5) ambito disciplinare CFU A scelta dello studente (art.10, comma 5, lettera a) 12 Per la prova finale (art.10, comma 5, lettera c) 15 Altre conoscenze utili per l'inserimento nel mondo del lavoro (art. 10, comma 5 lett. d) 3 Totale crediti altre attività 30 CFU totali per il conseguimento del titolo (range ) 120

17 PIANO DI STUDI ECONOMIA E ISTITUZIONI FINANZIARIE (COD. 8700) CLASSE DELLE LAUREE IN SCIENZE DELL'ECONOMIA - LM-56 1 anno (48 cfu) cod. insegnamento attività ambito s.s.d. cfu sem. Microeconomia avanzata SEC Economico S-P/ Microstruttura dei mercati finanziari Economia pubblica Economia monetaria Modelli matematici per i mercati finanziari (non attivo A.A. 2012/13) Teoria matematica del portafoglio finanziario Storia del pensiero economico Storia dei mercati monetari e finanziari Affine o integrativo Statistica II Economico Economico S-P/03 S-P/02 S-S/06 S-P/04 S-P/12 Matematica per le applicazioni economiche e finanziarie Matematica per i prodotti finanziari e assicurativi Statisticomatematico S-S/06 Statisticomatematico S-S/ anno (42 cfu) non attivato a.a. 2012/13 cod. insegnamento attività ambito s.s.d. cfu sem. Funzioni manageriali Non negli intermediari finanziari attivi a.a. Aziendale /1 P/11 3 Economia delle aziende di assicurazione 581 Corporate & private Aziendale banking Econometria II Affine o Integrativo 4482 Politica economica II Politica economica e finanziaria applicata Diritto delle operazioni straordinarie Economico Giuridico P/11 P/05 P/02 IUS/04

18 6476 Diritto della banca e degli altri intermediari finanziari IUS/05 Altre attività formative ambito disciplinare Altre conoscenze utili per l'inserimento nel mondo del lavoro: cfu Il mercato del lavoro: competenze per la ricerca attiva del lavoro 3 Il mercato del lavoro: competenze per l'autoimprenditorialità A scelta dello studente Per la prova finale 15 CFU Totali

19 Corso di Laurea Magistrale in MANAGEMENT - (Cod. 8707) CLASSE DELLE LAUREE MAGISTRALI IN Scienze economico-aziendali LM-77 Scheda Informativa Sede didattica: Genova Durata: biennale Indirizzo web: Esame per l'accesso: No Verifica delle conoscenze: Si (vedi paragrafo sulle Norme e organizzazione delle attività didattiche ) Prova finale: Elaborato scritto Lauree triennali dalle quali è possibile l'iscrizione in continuità : Economia Aziendale (classe L-18); Economia Aziendale (classe 17) dell Università di Genova. Docenti tutor: Prof. Nicoletta BURATTI; Prof. Clara CASELLI; Teresina TORRE Obiettivi formativi La laurea magistrale in Management ha l obiettivo di fornire allo studente una formazione di livello avanzato per l assunzione di responsabilità direttive e gestionali nelle imprese industriali e di servizio, nonché nelle aziende e nelle amministrazioni pubbliche; Il laureato specializzato in Management disporrà di adeguate conoscenze intorno al finalismo e al funzionamento delle aziende, nonché di specifiche competenze in tema di problem solving. In particolare egli saprà padroneggiare: - l evoluzione dei sistemi aziendali in rapporto al cambiamento ambientale, al loro finalismo, ai problemi di governance e alle problematiche della corporate social responsibility; - la dimensione strategica e operativa del comportamento aziendale; le logiche della gestione (economicità, valore, qualità, customer satisfaction) e dell organizzazione (flessibilità, relazioni di rete, integrazione interna ed esterna, internazionalizzazione); - le problematiche giuridiche, connesse con le precedenti, specie in materia contrattuale e societaria; - i sistemi informativi e la comunicazione economico-finanziaria (bilanci, auditing, reporting); - i modelli evoluti di organizzazione del lavoro e di gestione strategica del mercato. Ambiti occupazionali previsti per i laureati Nell area genovese, principale, anche se non unico bacino di domanda dei laureati magistrali del corso, e nell area milanese, relativamente prossima, nella quale è

ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA

ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA Pag 2 INDICE Parte Prima 1. MANIFESTO DEGLI STUDI PER GLI IMMATRICOLATI A.A. 2012-2013 1.1 Laurea Magistrale

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering ( MODIFICATO IL 29 giugno 2009) Classe 31/S Politecnico di Bari I A Facoltà

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

FAQ Domande più frequenti sugli esami di Stato per la professione di Dottore commercialista e di Esperto contabile

FAQ Domande più frequenti sugli esami di Stato per la professione di Dottore commercialista e di Esperto contabile FAQ Domande più frequenti sugli esami di Stato per la professione di Dottore commercialista e di Esperto contabile Quante volte l anno si svolgono gli esami di Stato? Sono previste due sessioni d esame

Dettagli

Guida all accesso ai Corsi di Laurea Magistrale (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2014/2015 dall Ateneo di Palermo

Guida all accesso ai Corsi di Laurea Magistrale (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2014/2015 dall Ateneo di Palermo 1 2 Guida all accesso ai Corsi di Laurea (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2014/2015 dall Ateneo di Palermo Anno Accademico 2014/2015 3 4 Concept and graphic design: Marketing e Fundraising

Dettagli

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI Requisiti di valutazione per un percorso di Ateneo finalizzato all accreditamento in qualità dei Corsi di Studio:

Dettagli

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica);

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica); DIPARTIMENTO DI LINGUE, LETTERATURE E CULTURE STRANIERE Corso di laurea triennale in LINGUE E CULTURE STRANIERE Classe L 11/Classe dellee lauree in Lingue e culture moderne Guida breve per l orientamento

Dettagli

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche I.a. Presentazione del Corso di Studio Denominazione del Corso di Studio Denominazione

Dettagli

IL MINISTRO DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA ALLEGATO I parametri e i criteri, definiti mediante indicatori quali-quantitativi (nel seguito denominati Indicatori), per il monitoraggio e la valutazione (ex post) dei risultati dell attuazione dei programmi

Dettagli

Corso di LAUREA IN CONSULENTE DEL LAVORO E SCIENZE DEI SERVIZI GIURIDICI (CLASSE L-14)

Corso di LAUREA IN CONSULENTE DEL LAVORO E SCIENZE DEI SERVIZI GIURIDICI (CLASSE L-14) Corso di LAUREA IN CONSULENTE DEL LAVORO E SCIENZE DEI SERVIZI GIURIDICI (CLASSE L-14) Curriculum in Consulente del lavoro PIANO DI STUDIO COORTE DI RIFERIMENTO A.A. 2014-2015 I anno II anno IUS 01 - Istituzioni

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Sede: Dipartimento di Scienze Ambientali, sez. Botanica ed Ecologia - Via Pontoni, 5

Dettagli

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 - MAGGIO 2010 - DOC 05/10 Il NdV ha esaminato le caratteristiche dei corsi di studio istituiti sulla base

Dettagli

DIPARTIMENTO 25123 BRESCIA Partita IVA 14/15. iniziato, come. fa specifico. paragrafo 2.2. stesso. valutazione. rispondenza.

DIPARTIMENTO 25123 BRESCIA Partita IVA 14/15. iniziato, come. fa specifico. paragrafo 2.2. stesso. valutazione. rispondenza. REGOLAMENTO PER L AMMISSIONE ALLE LAUREE MAGISTRALI IN INGEGNERIA 14/15 (Approvato dal CCSA di ingegneria Industriale del 17/7/2014) 1. PREMESSA E NORME GENERALI 1.1. Norme e principi di riferimento Il

Dettagli

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE -

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - UNIVERSITÀ TELEMATICA LEONARDO DA VINCI A.A 2012/2013 MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - Direttore Prof. Massimo Sargiacomo Università G. d Annunzio

Dettagli

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof.

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Luigi Di Prinzio Titolo del master Informazione Ambientale e Nuove Tecnologie II livello

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA Scuola Politecnica, Dipartimento di Scienze per l Architettura Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività Corso di Laurea TRIENNALE IN DISEGNO

Dettagli

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria di UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria Master di I livello in Manager delle imprese sociali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale Indirizzi: - Manager delle Imprese

Dettagli

Presentazione delle Schede DAT

Presentazione delle Schede DAT UNIVERSITÀ DEGLI STUDI CAGLIARI CAMPUS UNICA Presentazione delle Schede DAT Dati e indicatori statistici Sono di seguito presentati dettagliatamente i dati e gli indicatori richiesti dal Modello CRUI per

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI

MANIFESTO DEGLI STUDI UFFICIO ALTA FORMAZIONE ED ESAMI DI STATO MANIFESTO DEGLI STUDI MASTER DI II LIVELLO con modalità didattica multimediale, integrata e a distanza MANAGEMENT E DIRIGENZA NELLA SCUOLA (istituito ai sensi

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04

REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04 REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04 1 Indice Art. 1 - Definizioni...4 Art. 2 - Autonomia Didattica... 5 Art. 3 - Titoli, Corsi di studio e Corsi di Alta Formazione.... 5 Art. 4 - Rilascio

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

FACOLTA DI ECONOMIA CALCOLO MEDIA DI LAUREA

FACOLTA DI ECONOMIA CALCOLO MEDIA DI LAUREA LAUREE QUADRIENNALI: FACOLTA DI ECONOMIA CALCOLO MEDIA DI LAUREA o ECONOMIA E COMMERCIO media aritmetica dei voti degli esami di profitto con esclusione dei voti delle Teologie e di quelli riguardanti

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA Bando di ammissione al Master di II livello in BIM-BASED CONSTRUCTION PROJECT MANAGEMENT (VISUAL PM) ANNO ACCADEMICO 2014/2015 Ai sensi del comma 9 dell art. 7 del D.M. 270/99 e del Regolamento d Ateneo

Dettagli

Corso di Studio in (Classe L-18) (Classe LM-77) Guida dello studente A.A. 2014/2015. Agli Studenti del Dipartimento di Economia Aziendale

Corso di Studio in (Classe L-18) (Classe LM-77) Guida dello studente A.A. 2014/2015. Agli Studenti del Dipartimento di Economia Aziendale Guida dello studente A.A. 2014/2015 Agli Studenti del Dipartimento di Economia Aziendale UNIVERSITÀ DEGLI STUDI G. d ANNUNZIO CHIETI-PESCARA GUIDA DELLO STUDENTEE OFFERTA FORMATIVAA e PROGRAMMI di INSEGNAMENTO

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

Articolazione didattica on-line

Articolazione didattica on-line L organizzazione della didattica per lo studente L impegno di tempo che lo studente deve dedicare alle attività didattiche offerte per ogni singolo insegnamento è così ripartito: - l auto-apprendimento

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School.

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. Avviso 2014C-01 del 30/12/2014 Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. La Fondazione Bologna University Business School (d ora in poi

Dettagli

INDICAZIONI OPERATIVE ALLE COMMISSIONI DI ESPERTI DELLA VALUTAZIONE PER L ACCREDITAMENTO PERIODICO DELLE SEDI E DEI CORSI DI STUDIO

INDICAZIONI OPERATIVE ALLE COMMISSIONI DI ESPERTI DELLA VALUTAZIONE PER L ACCREDITAMENTO PERIODICO DELLE SEDI E DEI CORSI DI STUDIO INDICAZIONI OPERATIVE ALLE COMMISSIONI DI ESPERTI DELLA VALUTAZIONE PER L ACCREDITAMENTO PERIODICO DELLE SEDI E DEI CORSI DI STUDIO 1. Attività di valutazione delle Commissioni di Esperti della Valutazione

Dettagli

ARTICOLO 1 Ambito di applicazione

ARTICOLO 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO STUDENTI DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO Approvato dal Senato Accademico con delibera del 10 giugno 2008 e modificato con delibera del Senato Accademico del 14 giugno 2011 Decreto rettorale

Dettagli

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Ai sensi del D.M. n. 270/2004 gli studenti che intendono iscriversi ad un corso di laurea

Dettagli

Emanuela Stefani - Fondazione CRUI Vincenzo Zara - Università del Salento

Emanuela Stefani - Fondazione CRUI Vincenzo Zara - Università del Salento Emanuela Stefani - Fondazione CRUI f Vincenzo Zara - Università del Salento LA RIFORMA UNIVERSITARIA LA NORMATIVA NAZIONALE La normativa nazionale Riferimenti normativi Corsi di Laurea Corsi di Laurea

Dettagli

REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA

REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA Articolo 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA 1. Il presente Regolamento disciplina le modalità di nomina dei Cultori della materia e le loro attività. Articolo 2 Funzioni 1.

Dettagli

FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO

FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO 1. Qual è la differenza tra Master di primo livello e Master di secondo livello? 2. Ai fini dell ammissione al Master, cosa bisogna fare se si possiede un titolo di

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE

CONTRATTO CON LO STUDENTE Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE Il presente

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA Emanato con D.R. n. 306 del 17/07/2012 Integrato con D.R. n. 65 12/02/2014. DISPOSIZIONI PRELIMINARI Articolo 1 (Oggetto) 1. Il presente

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004

CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004 CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004 REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DEL TIROCINIO E DELL ESAME FINALE PER IL CONSEGUIMENTO DEL TITOLO DI STUDIO Art. 1 Ambito di applicazione Il presente

Dettagli

Tutte le procedure on-line sono accessibili tramite il portale degli studenti https://studenti.unisalento.it

Tutte le procedure on-line sono accessibili tramite il portale degli studenti https://studenti.unisalento.it REGOLE PER GLI STUDENTI Tutte le procedure on-line sono accessibili tramite il portale degli studenti https://studenti.unisalento.it REGOLE VALIDE PER I CORSI ATTIVATI AI SENSI DEL D.M. 270/04 Immatricolazione

Dettagli

SUA CDL - CORSI GIA ATTIVI

SUA CDL - CORSI GIA ATTIVI SUA CDL - CORSI GIA ATTIVI La Scheda Unica Annuale (SUA) è lo strumento di programmazione dei Corsi di Laurea e attraverso il quale l ANVUR farà le proprie valutazioni sull accreditamento (iniziale e periodico)

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015 Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

Dettagli

CORSO DI LAUREA (270/2004) - STATISTICA MATEMATICA E TRATTAMENTO INFORMATICO DEI DATI - IL CORSO DI STUDIO IN CIFRE: IMMATRICOLATI

CORSO DI LAUREA (270/2004) - STATISTICA MATEMATICA E TRATTAMENTO INFORMATICO DEI DATI - IL CORSO DI STUDIO IN CIFRE: IMMATRICOLATI CORSO DI LAUREA (270/2004) - STATISTICA MATEMATICA E TRATTAMENTO INFORMATICO DEI DATI - IL CORSO DI STUDIO IN CIFRE: IMMATRICOLATI 2011/2012 2012/2013 2013/2014 Iscritti I anno I volta Iscritti totali

Dettagli

BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA

BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI BRESCIA ANNO ACCADEMICO 2013/2014 BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA Sono aperte le immatricolazioni per l anno accademico 2013/2014 ai corsi di laurea in

Dettagli

Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica. Il Rettore

Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica. Il Rettore Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica Il Rettore Decreto n. 122549 (1147) Anno _2012 VISTO l art. 3, comma 9, del D.M. 22 ottobre 2004, n. 270

Dettagli

Obiettivi formativi qualificanti della classe: L-20 Scienze della comunicazione

Obiettivi formativi qualificanti della classe: L-20 Scienze della comunicazione Università Classe Nome del corso Nome inglese Lingua in cui si tiene il corso Codice interno all'ateneo del corso 61 Il corso é Libera Università di lingue e comunicazione IULM-MI L-20 - Scienze della

Dettagli

Test d ingresso per i curricula in lingua inglese Coloro che intendono iscriversi ai curricula in lingua inglese Economics of Financial and Insurance

Test d ingresso per i curricula in lingua inglese Coloro che intendono iscriversi ai curricula in lingua inglese Economics of Financial and Insurance Note e istruzioni per i test di ingresso ai Corsi di Studio del Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Matematiche e Statistiche (DEAMS) a.a. 2013/2014 Gli insegnamenti relativi ai Corsi di Laurea

Dettagli

DIRITTO ALLO STUDIO. Università degli Studi del Sannio. Costruiamo insieme il tuo FUTURO

DIRITTO ALLO STUDIO. Università degli Studi del Sannio. Costruiamo insieme il tuo FUTURO DIRITTO ALLO STUDIO I capaci e i meritevoli, anche se privi di mezzi, hanno diritto di raggiungere i gradi più alti degli studi. art. 34 Costituzione della Repubblica Italiana Diritto allo studio universitario

Dettagli

Università degli Studi Roma Tre. Prenotazione on-line

Università degli Studi Roma Tre. Prenotazione on-line Università degli Studi Roma Tre Prenotazione on-line Istruzioni per effettuare la prenotazione on-line degli appelli presenti sul Portale dello Studente Assistenza... 2 Accedi al Portale dello Studente...

Dettagli

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Art. 1 - Attivazione Master di II livello L Istituto di MANAGEMENT ha attivato presso la Scuola Superiore Sant Anna di Pisa, ai sensi dell art. 3 dello

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

Rapporto di Riesame - frontespizio

Rapporto di Riesame - frontespizio Rapporto di Riesame - frontespizio Denominazione del Corso di Studio : TECNOLOGIE ALIMENTARI Classe : L26 Sede : POTENZA - Scuola di Scienze Agrarie, Forestali, Alimentari ed Ambientali - SAFE Primo anno

Dettagli

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l università, l alta formazione artistica, musicale e coreutica e per la ricerca ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework

Dettagli

Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello

Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello Istituto Superiore di Studi Musicali "P. Mascagni" - Livorno Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello Via Galilei

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ISCRIZIONE DEGLI STUDENTI A TEMPO PARZIALE AI CORSI DI STUDIO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA TUSCIA

REGOLAMENTO PER L ISCRIZIONE DEGLI STUDENTI A TEMPO PARZIALE AI CORSI DI STUDIO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA TUSCIA Università degli Studi della Tuscia Regolamento per l iscrizione degli studenti a tempo parziale ai corsi di studio dell Università degli Studi della Tuscia (D.R. n. 637/07 del 01.08.2007) REGOLAMENTO

Dettagli

Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15

Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15 Presidio di Qualità Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15 Introduzione Al fine di uniformare e facilitare la compilazione delle schede SUA-CdS, il Presidio ha ritenuto utile pubblicare queste note

Dettagli

DIDAMATICA 2011 Torino - 04/05/2011 Workshop: Informatica nella scuola superiore

DIDAMATICA 2011 Torino - 04/05/2011 Workshop: Informatica nella scuola superiore DIDAMATICA 2011 Torino - 04/05/2011 Workshop: Informatica nella scuola superiore 1 di 20 Insegnamenti di Informatica nelle scuole superiori: la situazione attuale Prof. Minerva Augusto (Membro del Consiglio

Dettagli

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello STATO DELLE REVISIONI rev. n SINTESI DELLA MODIFICA DATA 0 05-05-2015 VERIFICA Direttore Qualità & Industrializzazione Maria Anzilotta APPROVAZIONE Direttore Generale Giampiero Belcredi rev. 0 del 2015-05-05

Dettagli

In Edumeter le domande proposte nei questionari possono avere quattro risposte: 2 con valore negativo e 2 con valore positivo.

In Edumeter le domande proposte nei questionari possono avere quattro risposte: 2 con valore negativo e 2 con valore positivo. In Edumeter le domande proposte nei questionari possono avere quattro risposte: 2 con valore negativo e 2 con valore positivo. Le risposte negative vengono memorizzate con i valori 1 e 2. Le risposte positive

Dettagli

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A.

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. 2011/2012 Art. 1 Oggetto del bando 1. L Università degli Studi di Siena

Dettagli

hoòigioò UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Dipartimento di Diritto Economia e Culture - Como

hoòigioò UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Dipartimento di Diritto Economia e Culture - Como hoòigioò UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Dipartimento di Diritto Economia e Culture - Como Corso di Laurea in Scienze della Mediazione Interlinguistica e Interculturale Classe L-12 Mediazione Linguistica

Dettagli

Università degli Studi di Macerata MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN

Università degli Studi di Macerata MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN Università degli Studi di Macerata MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN FORMAZIONE, GESTIONE E CONSERVAZIONE DI ARCHIVI DIGITALI IN AMBITO PUBBLICO E PRIVATO Anno Accademico 2014/2015 VIII edizione BANDO

Dettagli

POLO UNIVERSITARIO SISTEMI LOGISTICI DI LIVORNO. Master universitario in GESTIONE DEI SISTEMI LOGISTICI

POLO UNIVERSITARIO SISTEMI LOGISTICI DI LIVORNO. Master universitario in GESTIONE DEI SISTEMI LOGISTICI Master universitario in GESTIONE DEI SISTEMI LOGISTICI POLO UNIVERSITARIO SISTEMI LOGISTICI DI LIVORNO Dipartimento di Ingegneria Civile e Industriale OBIETTIVI E CARATTERISTICHE GENERALI Il Master è rivolto

Dettagli

Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza

Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza Che cos è un Master Universitario? Il Master Universitario è un corso di perfezionamento scientifico e di alta qualificazione formativa, finalizzato

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1115 Prot. n 8165 Data 23.04.2009 Titolo III Classe V UOR Post Laurea - Master VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004,

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

Il master è in collaborazione con

Il master è in collaborazione con Il Master in Turismo Sostenibile e Responsabile - Imprenditorialità e Management ideato dal Centro Studi CTS, giunto alla XII edizione, in collaborazione con Scuola di Comunicazione IULM e AITR - Associazione

Dettagli

Candidato a Direttore Amministativo Dati anagrafici e Domanda di Iscrizione

Candidato a Direttore Amministativo Dati anagrafici e Domanda di Iscrizione 1 di 11 ID_Candidato 19 Nome Cognome Candidato a Direttore Amministativo Dati anagrafici e Domanda di Iscrizione fabrizio di bella Data_Nascita 31/01/1962 Luogo_Nascita Provincia_Nascita Residenza_Comune

Dettagli

VERBALE DELLA RIUNIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. Verbale n. 1/2012

VERBALE DELLA RIUNIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. Verbale n. 1/2012 VERBALE DELLA RIUNIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO Verbale n. 1/2012 Il giorno 20 marzo 2012 alle ore 15.00 presso la sede universitaria di Via dei Caniana n. 2, si

Dettagli

Master in Fundraising e Project Management

Master in Fundraising e Project Management Master in Fundraising e Project Management Il Master in Fundraising e Project Management, in collaborazione con l Università degli Studi di Roma Tor Vergata, è volto a formare esperti di raccolta fondi

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI DIREZIONE PER LA DIDATTICA E L ORIENTAMENTO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI DIREZIONE PER LA DIDATTICA E L ORIENTAMENTO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI DIREZIONE PER LA DIDATTICA E L ORIENTAMENTO D. R. 767 del 30/06/2014 MANIFESTO GENERALE DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2014/2015 IL RETTORE VISTA la Legge 19 novembre 1990

Dettagli

per le valutazioni pre-attivazione dei Corsi di Studio in modalità telematica da parte delle Commissione di Esperti della Valutazione Linee Guida

per le valutazioni pre-attivazione dei Corsi di Studio in modalità telematica da parte delle Commissione di Esperti della Valutazione Linee Guida LINEE GUIDA per le valutazioni pre-attivazione dei Corsi di Studio in modalità telematica da parte delle Commissione di Esperti della Valutazione (CEV) ai sensi dell art. 4, comma 4 del Decreto Ministeriale

Dettagli

Quante sono le matricole?

Quante sono le matricole? Matricole fuori corso laureati i numeri dell Universita Quante sono le matricole? Sono poco più di 307 mila i giovani che nell'anno accademico 2007/08 si sono iscritti per la prima volta all università,

Dettagli

Cambiare corso universitario: la mobilità come riorientamento e second chance Una ricerca su 410.000 studenti della Sapienza

Cambiare corso universitario: la mobilità come riorientamento e second chance Una ricerca su 410.000 studenti della Sapienza Cambiare corso universitario: la mobilità come riorientamento e second chance Una ricerca su 410.000 studenti della Sapienza Giuseppe Carci La mobilità universitaria tra dispersione e riorientamento Con

Dettagli

Gianluca Nardone curriculum vitae 12 luglio 2013. 0. Profilo Sintetico... 2. I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)...

Gianluca Nardone curriculum vitae 12 luglio 2013. 0. Profilo Sintetico... 2. I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)... INDICE 0. Profilo Sintetico... 2 I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)... 3 II. Titoli scientifici o di progettazione (ultimi 5 anni)... 4 III. Titoli di formazione post- laurea... 6 IV.

Dettagli

CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - A.A. 2013/2014

CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - A.A. 2013/2014 CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO A.A. 2013/2014 BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - In data 10 febbraio 2014, l INPS ha pubblicato il bando che mette a concorso

Dettagli

Capo 1. Art.1 - (Definizione dell istituto dell indennità di posizione della categoria EP)

Capo 1. Art.1 - (Definizione dell istituto dell indennità di posizione della categoria EP) REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L APPLICAZIONE DEGLI ARTT.75 CONFERIMENTO E REVOCA DI INCARICHI AL PERSONALE DELLA CATEGORIA EP E 76 RETRIBUZIONE DI POSIZIONE E RETRIBUZIONE DI RISULTATO DEL CCNL 16.10.2008

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

La scheda SUA e il rapporto di riesame: l esperienza di Medicina Veterinaria di Bologna

La scheda SUA e il rapporto di riesame: l esperienza di Medicina Veterinaria di Bologna La scheda SUA e il rapporto di riesame: l esperienza di Medicina Veterinaria di Bologna Gualtiero Gandini Dipartimento di Scienze Mediche Veterinarie Università di Bologna membro del tavolo tecnico ANVUR

Dettagli

ALBO NAZIONALE GESTORI AMBIENTALI

ALBO NAZIONALE GESTORI AMBIENTALI ALBO NAZIONALE GESTORI AMBIENTALI Deliberazione 15 dicembre 2010 Criteri per l iscrizione all Albo nella categoria 8: intermediazione e commercio dei rifiuti. IL COMITATO NAZIONALE Visto il decreto legislativo

Dettagli

Art. 1. (Indizione concorso)

Art. 1. (Indizione concorso) Allegato 1 al Provvedimento del Direttore dell Istituto TeCIP n. 66 del 10/02/2015 Concorso per l attribuzione di due Borse di studio per attività di ricerca della durata di 12 mesi ciascuna presso l Istituto

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE. Programmazione didattica a.a. 2014/2015

UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE. Programmazione didattica a.a. 2014/2015 UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE CORSO DI LAUREA IN BIOTECNOLOGIE Classe L2 Programmazione didattica a.a. 2014/2015 Per l anno accademico 2014-2015

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu sigla: SH66 Pag. 1 di 7 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL

Dettagli

SCUOLA NAZIONALE DEL BROKER MARITTIMO

SCUOLA NAZIONALE DEL BROKER MARITTIMO SCUOLA NAZIONALE DEL BROKER MARITTIMO Presentazione del corso Istituzionale Il broker marittimo: la figura professionale Lo Shipbroker, in italiano mediatore marittimo, è colui che media fra il proprietario

Dettagli

SPAI di Puclini Carlo

SPAI di Puclini Carlo CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT PER FUNZIONI DI COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE SEDE DI TRENTO A.A. 2012/13 Livello I Durata Annuale CFU 60 (1 anno) ANAGRAFICA DEL CORSO - A Lingua Italiano

Dettagli

Al Direttore Generale per l Università, lo Studente ed il Diritto allo studio universitario del Ministero Istruzione, Università e Ricerca

Al Direttore Generale per l Università, lo Studente ed il Diritto allo studio universitario del Ministero Istruzione, Università e Ricerca Parere n. 5 del 22/6/2011 Al Direttore Generale per l Università, lo Studente ed il Diritto allo studio universitario del Ministero Istruzione, Università e Ricerca Oggetto: Programmazione nazionale dei

Dettagli

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore IL CONTESTO L approvazione del Bilancio di previsione quest anno si pone esattamente a metà del mio mandato rettorale, iniziato tre anni fa,

Dettagli

Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT. (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione

Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT. (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione Art. 1 ATTIVAZIONE L Università degli Studi Niccolò Cusano Telematica Roma attiva il Master di

Dettagli

PROGETTAZIONE ARTISTICA PER L IMPRESA. Accademia di Belle Arti di Brera - Milano

PROGETTAZIONE ARTISTICA PER L IMPRESA. Accademia di Belle Arti di Brera - Milano IO E PROGETTAZIONE ARTISTICA PER L IMPRESA Accademia di Belle Arti di Brera - Milano Il diploma accademico di primo livello è equipollente alla laurea triennale. La scuola, a livello universitario, intende

Dettagli

La valutazione della ricerca nell area dell Economia Aziendale. Alcune proposte.

La valutazione della ricerca nell area dell Economia Aziendale. Alcune proposte. 1. Premessa. La valutazione della ricerca nell area dell Economia Aziendale. Alcune proposte. La comunità dei docenti e ricercatori dell area di Economia Aziendale, rappresentata dalle società scientifiche

Dettagli

Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione

Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione Delibera n.12/2013: Requisiti e procedimento per la nomina dei

Dettagli