CONTRATTO DI LOCAZIONE DI IMMOBILE URBANO AD USO REP. N. L anno duemilaundici, addì del mese di. Fra il Sig., nato a il. ed residente in in Via

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CONTRATTO DI LOCAZIONE DI IMMOBILE URBANO AD USO REP. N. L anno duemilaundici, addì del mese di. Fra il Sig., nato a il. ed residente in in Via"

Transcript

1 COMUNE DI CIGLIANO PROVINCIA DI VERCELLI CONTRATTO DI LOCAZIONE DI IMMOBILE URBANO AD USO RESIDENZA ASSISTENZIALE FLESSIBILE (R.AF.). REP. N. L anno duemilaundici, addì del mese di in Cigliano; Fra il Sig., nato a il ed residente in in Via n. Responsabile del Servizio Tecnico del Comune di Cigliano Cat. Codice Fiscale del Comune , a quanto infra autorizzato in esecuzione della deliberazione della Giunta Comunale n. del di approvazione del regolamento comunale per l ordinamento generale degli uffici e servizi; E Il Sig. _Gilberto Canova nato a Carisio il 29/09/1947 ed residente in Santhià in Via Dante n.10 in qualità di Presidente pro tempore del Consorzio Intercomunale dei Servizi Sociali con sede in Santhià in Via Dante Alighieri n. 10 C.F./P.I PREMESSO: - che il Comune di Cigliano è proprietario della struttura sita in Vicolo Corbetta in Cigliano per la quale ha ottenuto, con deliberazione del Direttore Generale dell A.S.L. n. 11 n. 7 del 10/01/2000 l autorizzazione al funzionamento in regime definitivo alla Residenza Assistenziale flessibile

2 (R.A.F.) per un totale di 48 posti letto; - che con nota Prot. n del 08/09/2010 è stata inoltrata altresì l istanza di accreditamento; - che con deliberazione della Giunta Comunale n. 106 del 23/09/2010 sono stati approvati i termini di massima dell accordo con C.I.S.A.S. e A.S.L. VC, per la gestione del presidio suddetto da parte del C.I.S.A.S. a partire dal 2011; - che con successiva deliberazione della Giunta Comunale n. del è stato approvato lo schema di contratto di locazione e i termini e condizioni di rescissione anticipata del precedente contratto; Volendosi ora determinare le norme e condizioni che debbono regolare la locazione di che trattasi e nell intesa che la narrativa che precede formi parte integrante e sostanziale del presente atto, si conviene e si stipula quanto segue dichiarando fin d ora esaurito ogni precedente vincolo contrattuale tra le parti in ordine alla locazione dell immobile in oggetto: ART. 1) Il Comune di Cigliano concede in locazione ad uso Residenza Assistenziale Flessibile (R.A.F.) al C.I.S.A.S. l immobile sito in Cigliano, Vicolo Corbetta n. 3, elevato a due piani fuori terra più interrato con fabbricato accessorio ad uso centrale termica, gruppo elettrogeno e camera mortuaria, oltre all area di pertinenza esterna adibita a verde e cortile, giusta la più esatte individuazione risultante dalla planimetria che si allega al presente atto per farne parte integrante e sostanziale, contraddistinto in catasto alla partita 1742, foglio 7, num 124, cat. B/1. ART. 2) Il canone di locazione viene stabilito in ,00 annui considerati i 48 p.l. previsti, da corrispondere presso il Tesoriere Comunale

3 in due rate semestrali di ,00 complessivi da pagarsi entro il 31 dei mesi di marzo e di ottobre di ogni anno. A partire dal secondo anno del periodo di locazione, il canone viene aggiornato annualmente nella misura del 75 % della variazione accertata dall ISTAT (32 della Legge n. 392/1978, così come modificato e sostituito dall art. 1 comma 9 sexies della Legge n. 118 del ) su richiesta scritta da parte del Comune. ART. 3) Il Comune di Cigliano in qualità di locatore deve consegnare al C.I.S.A.S. (conduttore) l immobile in buono stato di manutenzione, in modo da garantirne l uso adibito quale presidio R.A.F. e quindi, per tutto l arco temporale della locazione, assicurarne il pieno e continuativo godimento da parte del conduttore; tutte le riparazioni necessarie, ad eccezione di quelle di piccola manutenzione, rimangono a carico del Comune. A mero titolo esemplificativo si allega al presente contratto la Tabella Manutenzioni. ART.. 4) Il C.I.S.A.S. si obbliga, ai sensi degli artt Codice Civile, a sopportare tutte le spese di ordinaria manutenzione in particolar modo tutte le riparazioni di piccola manutenzione dipendenti da deterioramenti prodotti dall uso, e non quelle dipendenti da vetustà o caso fortuito, non direttamente collegabile alla volontà delle parti, le quali rimangono a carico del proprietario. Restano a carico del C.I.S.A.S. esclusivamente le spese relative la conservazione e le riparazioni di piccola manutenzione degli arredi di cui al successivo art. 13. Nel caso in cui la cosa locata abbisognasse di riparazioni, non a carico del

4 C.I.S.A.S., questi deve darne comunicazione al Comune di Cigliano affinché vi provveda entro 5 giorni e nel caso si trattasse di riparazioni urgenti può sempre previo avviso, con allegato preventivo di spesa, al Comune medesimo e successivo rimborso dal predetto Ente, eseguirle direttamente. Le spese inerenti la fornitura di energia elettrica, dell acqua, del riscaldamento nonché le piccole riparazioni afferenti il funzionamento dell ascensore sono interamente a carico del conduttore. Il C.I.S.A.S. si impegna ad intestare a proprio nome tutti i contratti di somministrazione e di utenza attinenti e necessari all utilizzo dell immobile, compreso il servizio raccolta rifiuti; dovrà inoltre godere di una copertura per R.C. e rischio locativo da incendio. ART. 5) Ogni controversia che dovesse sorgere in relazione all interpretazione e all esecuzione del presente contratto sarà sottoposta e risolta da un collegio formato da 3 (tre) referenti gestionali: un rappresentante designato dal Comune, un rappresentante designato dal C.I.S.A.S. e da un terzo rappresentante scelto di comune accordo dalle parti. ART. 6) La durata dell affitto viene fissata in anni 9 (nove) decorrenti dal 1 GENNAIO Le parti potranno consensualmente procedere al rinnovo del contratto sulla base degli atti deliberativi dei rispettivi organi competenti che possono intraprendere nei 6 mesi precedenti alla data di scadenza del contratto. Il conduttore ha facoltà di recedere anticipatamente, con preavviso di mesi sei, da formalizzarsi a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno da

5 inoltrarsi presso la sede legale del locatore. ART. 7) La locazione è ad uso esclusivo del C.I.S.A.S.; è vietato al conduttore di mutare tale uso, di sublocare o cedere tutti o parte dei locali, anche gratuitamente salva la facoltà del C.I.S.A.S. di affidare a terzi la gestione del presidio in oggetto. Il C.I.S.A.S. ha l obbligo di continuare a riservare n. 3 parcheggi coperti per le autovetture dell Associazione VITA TRE Cigliano-Moncrivello utilizzate per lo svolgimento della propria attività. ART. 8) Il C.I.S.A.S. dichiara di aver visitato i locali e di averli trovati, come realmente sono, in buono stato locativo, esenti da vizi che ne diminuiscano l idoneità all uso convenuto, compresi tutti gli impianti e gli arredi di cui al successivo art. 13. ART. 9) Il C.I.S.A.S. si obbliga a non apportare alcuna modifica, innovazione o trasformazione ai locali, alle pareti, ai soffitti, ai pavimenti, ai serramenti nonché agli impianti tutti e agli arredi di cui al successivo art. 13, senza il preventivo consenso del Comune. ART. 10) A tutti gli effetti del presente contratto, compresa la notifica degli atti esecutivi ed ai fini della competenza giudiziaria, il C.I.S.A.S. dichiara di essere domiciliato in Via Dante 10, Santhià. ART. 11) Tutte le spese relative al presente contratto e delle eventuali rinnovazioni, nonché quelle di bollo, di amministrazione, esazione, quietanza, ecc. vengono poste a carico dei contraenti in parti uguali. ART. 12) Alla scadenza del contratto i locali dovranno essere lasciati liberi a disposizione della proprietà in perfetto stato, tinteggiati a nuovo, sia le pareti sia i serramenti, vetri intatti, le piastrellature in perfetto ordine,

6 tenuto conto dell inevitabile usura derivata dal loro corretto utilizzo. Servizi e relative apparecchiature sanitarie, gli arredi di cui al successivo art.13 dovranno essere consegnati, considerando le normali condizioni di usura derivanti dall utilizzo, nel medesimo stato di conservazione e di funzionamento, in cui si trovavano al momento dell instaurazione della presente locazione. ART. 13) L immobile viene locato con i mobili che l arredano, così come più esattamente individuati e descritti nell elenco che si allega al presente atto per farne parte integrante e sostanziale. Letto, confermato e sottoscritto. IL CONDUTTORE IL LOCATORE A norma degli artt e 1341 C.C. le parti, di comune accordo, previa lettura delle norme contenute nel presente contratto, con particolare riguardo agli artt. 2 (aggiornamento indice ISTAT), 3(manutenzione locatore), 4 (manutenzione conduttore), 6 (durata), 7 (dichiarazione di idoneità), 10 (domicilio C.I.S.A.S.), 11 (spese contrattuali), 12 (impegno di conservazione) e 13 (locazione con mobili) dichiarano di approvarle reietta fin d ora ogni reciproca eccezione. IL CONDUTTORE IL LOCATORE

7 TABELLA MANUTENZIONI ASCENSORE Conduttore C.I.S.A.S Manutenzione ordinaria e piccole riparazioni. Consumi energia elettrica per forza motrice e illuminazione. Ispezioni e collaudi. Locatore COMUNE CIGLIANO Installazione e manutenzione straordinaria impianti. Adeguamento alle nuove disposizioni di legge AUTOCLAVE IMPIANTI ILLUMINAZIONE, VIDEOCITOFONI E SPECIALI CORTILI E GIARDINI Manutenzione ordinaria. Forza motrice. Ricarico pressione del serbatoio. Ispezioni, collaudi e lettura contatori. Manutenzione ordinaria dell impianto comune di illuminazione, di suoneria e allarmi,dei citofoni e videocitofoni, impianti speciali di allarme, sicurezza e simili. Riparazione e verniciatura dei cancelli. Riparazione e verniciatura di attrezzature per stendere la biancheria Installazione e sostituzione di attrezzature per stendere la biancheria Rifacimento periodico della segnaletica per la delimitazione dei posti macchina all aperto, in conseguenza dell uso. Riparazione delle attrezzature e delle macchine occorrenti per la manutenzione delle aree verdi, in conseguenza dell uso. Manutenzione delle aree verdi ; Installazione e sostituzione integrale dell impianto o di componenti primari (pompa,serbatoio, elemento rotante, avvolgimento elettrico, ecc..) Imposte e tasse di impianto. Installazione e sostituzione integrale dell impianto o di componenti primari. Installazione e sostituzione degli impianti di suoneria, dei citofoni e videocitofoni. Installazione e sostituzione di impianti speciali di allarme, sicurezza e simili. Installazione e sostituzione di recinzioni e di cancelli Costruzione dei passi carrabili Installazione, riparazione e sostituzione di apparecchiature automatiche e non automatiche per il comando di elementi di chiusura e di radiocomando. Esecuzione di pavimentazione di cortili, marciapiedi e camminamenti in zone verdi eseguita con materiali di qualsiasi natura. Realizzazione di segnaletica per la delimitazione dei posti macchina all'aperto. Impianto arboreo ed erbaceo per

8 IMPIANTO RISCALDAMENTO, PRODUZIONE ACQUA CALDA, CONDIZIONAMENTO IMPIANTO IDRICO SANITARIO GAS taglio del tappeto erboso, potature fiori, giardinaggio, innaffiature, acquisto concimi e antiparassitari, consumo d'acqua Riparazione di piccola manutenzione dell'impianto di irrigazione e delle attrezzature ricreative. Pulizia cortili e aree verdi. Manutenzione ordinaria degli impianti, compreso il rivestimento refrattario. Pulizia annuale degli impianti e dei filtri e messa a riposo stagionale. Lettura dei contatori. Acquisto combustibile, consumi forza motrice, energia elettrica e acqua. le aree verdi. Potatura piante e siepi. Sostituzione piante ornamentali Installazione e sostituzione totale e/o parziale di impianto di irrigazione e di attrezzature ricreative. Sgombero neve. Installazione e sostituzione totale e/o parziale degli impianti. Adeguamento degli impianti a leggi e regolamenti. IMPIANTO ANTINCENDIO IMPIANTO CENTRALIZZATO TV Sostituzione delle apparecchiature del bagno e della cucina Pulizia dei contatori divisionali dell'acqua calda e fredda in conseguenza dell'uso e loro sostituzione Riparazione delle rubinetterie (acqua e gas) in conseguenza dell'uso e loro sostituzione Disotturazione di elementi di raccordo alle colonne montanti ("braghe") Manutenzione ordinaria Ricarica estintori ; ispezione e collaudi. Installazione e rifacimento integrale dell'impianto idrico, sanitario e gas Installazione e sostituzione dei contatori divisionali dell'acqua calda e fredda Sostituzione di sifoni. Riparazioni di perdite e rotture delle tubazioni. Installazione e sostituzione totale e/o parziale dell impianto antincendio, comprese le relative spese di collaudo; acquisto estintori. Ordinaria manutenzione e riparazione dell'impianto centralizzato TV. Installazione, sostituzione o potenziamento dell impianto centralizzato TV. Sostituzione cavi, prese e altri accessori anche per l'ampliamento

9 della ricezione. ALLEGATO ART. 13 (ARREDI INTERNI) Conservazione e ordinaria manutenzione. Sostituzione e straordinaria manutenzione. VARIE Manutenzione ordinaria grondaie, sifoni e colonne di scarico. Manutenzione ordinaria di tetti e lastrici solari. Manutenzione ordinaria della rete di fognatura, compresa la disotturazione dei condotti e pozzetti. Manutenzione ordinaria di pareti, corrimano, ringhiere di scale. Manutenzione ordinaria di pavimenti e rivestimenti. Manutenzione ordinaria di infissi e serrande. Riparazione delle serrande avvolgibili nei seguenti elementi: stecche, ganci, rullo. Riparazione e sostituzione delle cordelle di attacco al rullo e delle molle nelle serrande avvolgibili Riparazione delle porte, dei telai finestre, delle persiane degli scuri, delle; sostituzione parti accessorie delle stesse (maniglie, serrature, vetri, cornici). Manutenzione ordinaria zanzariere. Rifacimento di chiavi e serrature Tinteggiatura di pareti Sostituzione di vetri Verniciatura di opere in legno e metallo. Manutenzione ordinaria di attrezzature quali caselle postali, cartelli segnalatori, bidoni, armadietti per contatori. Derattizzazione e disinfestazione in genere dei locali. Tassa rifiuti Sostituzione di grondaie, sifoni e colonne di scarico. Manutenzione straordinaria di tetti e lastrici solari. Manutenzione straordinaria della rete di fognatura. Sostituzione di marmi, corrimano, ringhiere. Sostituzione parziale e/o integrale di pavimenti e rivestimenti. Sostituzione di porte, telai finestre, serrande avvolgibili, persiane. Installazione e sostituzione di serrature. Sostituzione zanzariere. Installazioni di attrezzature quali caselle postali, cartelli segnalatori, bidoni, armadietti per contatori.

Condominio, locazione e spese

Condominio, locazione e spese Il nuovo prontuario degli oneri accessori Condominio, locazione e spese di Germano Palmieri Il 30 aprile le organizzazioni di rappresentanza dei proprietari d immobili e dei conduttori (Confedilizia da

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA RIPARTIZIONE DEGLI ONERI

REGOLAMENTO PER LA RIPARTIZIONE DEGLI ONERI REGOLAMENTO PER LA RIPARTIZIONE DEGLI ONERI Gli obblighi e gli oneri derivanti dal rapporto di locazione di seguito descritti sono ripartiti tra proprietario e inquilino secondo le modalità di seguito

Dettagli

COMUNE DI PORRETTA TERME (Provincia di Bologna)

COMUNE DI PORRETTA TERME (Provincia di Bologna) COMUNE DI PORRETTA TERME (Provincia di Bologna) REGOLAMENTO PER LA RIPARTIZIONE DEGLI ONERI TRA L ENTE GESTORE E GLI ASSEGNATARI DI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA AI SENSI DELL ART.25, COMMA

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA RIPARTIZIONE DEGLI ONERI

REGOLAMENTO PER LA RIPARTIZIONE DEGLI ONERI Allegato D) alla deliberazione del Consiglio Comunale n. del REGOLAMENTO PER LA RIPARTIZIONE DEGLI ONERI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 107 del 23/12/2002 Testo coordinato con le

Dettagli

TABELLA ONERI ACCESSORI ALLEGATA ALL ACCORDO TERRITORIALE DEL COMUNE DI ALESSANDRIA

TABELLA ONERI ACCESSORI ALLEGATA ALL ACCORDO TERRITORIALE DEL COMUNE DI ALESSANDRIA AEGATO D TABEA ONERI AESSORI AEGATA A AORDO TERRITORIAE DE OMUNE DI AESSANDRIA RIPARTIZIONE FRA OATORE E ONDUTTORE AMMINISTRAZIONE Depositi cauzionali per erogazione di servizi comuni (illuminazione, forza

Dettagli

Comune di Castel Maggiore Provincia di Bologna

Comune di Castel Maggiore Provincia di Bologna ALLEGATO ALLA D.C. N.76 DEL 27.10.2004 Comune di Castel Maggiore Provincia di Bologna COMUNE DI CASTEL MAGGIORE REGOLAMENTO PER LA RIPARTIZIONE DEGLI ONERI TRA L ENTE GESTORE E GLI ASSEGNATARI DI ALLOGGI

Dettagli

Regolamento per la ripartizione delle spese di manutenzione ordinaria tra I.A.C.P. e Assegnatario

Regolamento per la ripartizione delle spese di manutenzione ordinaria tra I.A.C.P. e Assegnatario Regolamento per la ripartizione delle spese di manutenzione ordinaria tra I.A.C.P. e Assegnatario A carico I.A.C.P. 1) Installazione e sostituzione integrale dell impianto; 2) Manutenzione straordinaria:

Dettagli

APPENDICE N. 3 TABELLA ONERI ACCESSORI

APPENDICE N. 3 TABELLA ONERI ACCESSORI APPENDIE N. 3 TABEA ONERI AESSORI 105 TABEA ONERI AESSORI ONORDATA TRA ONFEDIIZIA E SUNIA - SIET - UNIAT RIPARTIZIONE DEE SPESE FRA OATORE E ONDUTTORE REGISTRATA A ROMA - ATTI PRIVATI - I 26 FEBBRAIO 1999

Dettagli

A.P.S.P. OPERE SOCIALI DI N.S. DI MISERICORDIA SAVONA

A.P.S.P. OPERE SOCIALI DI N.S. DI MISERICORDIA SAVONA A... OERE OCIALI DI N.. DI MIERICORDIA AVONA GARA ER LA RICOTITUZIONE DELLA OCIETA MITA 2013 allegato G tabella ripartizione interventi manutentivi alle strutture pese generali Assicurazione degli stabili,

Dettagli

TABELLA ONERI ACCESSORI RIPARTIZIONE FRA LOCATORE E CONDUTTORE CONCORDATA TRA CONFEDILIZIA E SUNIA-SICET-UNIAT REGISTRATA IL 30 APRILE 2014 A ROMA

TABELLA ONERI ACCESSORI RIPARTIZIONE FRA LOCATORE E CONDUTTORE CONCORDATA TRA CONFEDILIZIA E SUNIA-SICET-UNIAT REGISTRATA IL 30 APRILE 2014 A ROMA TABEA ONERI AESSORI RIPARTIZIONE FRA OATORE E ONDUTTORE ONORDATA TRA ONFEDIIZIA E SUNIA-SIET-UNIAT REGISTRATA I 30 APRIE 2014 A ROMA (Agenzia Entrate, Ufficio territoriale Roma 2, n. 8455/3) EGENDA =locatore

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA RIPARTIZIONE DEGLI ONERI DI GESTIONE E MANUTENZIONE

REGOLAMENTO PER LA RIPARTIZIONE DEGLI ONERI DI GESTIONE E MANUTENZIONE REGOLAMENTO PER LA RIPARTIZIONE DEGLI ONERI DI GESTIONE E MANUTENZIONE Gli obblighi e gli oneri derivanti dal rapporto di locazione sono ripartiti tra proprietario e inquilino secondo le modalità di seguito

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO DIVERSO DA ABITAZIONE. L'anno 20..., il giorno... del mese di..., in..., nella sede dell'agenzia di

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO DIVERSO DA ABITAZIONE. L'anno 20..., il giorno... del mese di..., in..., nella sede dell'agenzia di CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO DIVERSO DA ABITAZIONE L'anno 20..., il giorno... del mese di..., in..., nella sede dell'agenzia di... alla presenza dell'agente Immobiliare Sig...., tra i Signori:..., nato

Dettagli

Ripartizione delle spese accessorie e dei servizi a carico dei singoli assegnatari e dell autogestione.

Ripartizione delle spese accessorie e dei servizi a carico dei singoli assegnatari e dell autogestione. ALLEGATO A Ripartizione delle spese accessorie e dei servizi a carico dei singoli assegnatari e dell autogestione. A) Ascensore: 1) forza motrice e illuminazione; 2) manutenzione ordinaria e piccole riparazioni;

Dettagli

Allegato C2-1 REGOLAMENTO PER LA SUDDIVISIONE TRA LOCATORE E CONDUTTORE DELLE SPESE ACCESSORIE NEGLI STABILI NON E.R.P. DI PROPRIETA' DELL'AZIENDA

Allegato C2-1 REGOLAMENTO PER LA SUDDIVISIONE TRA LOCATORE E CONDUTTORE DELLE SPESE ACCESSORIE NEGLI STABILI NON E.R.P. DI PROPRIETA' DELL'AZIENDA Allegato C2-1 REGOLAMENTO PER LA SUDDIVISIONE TRA LOCATORE E CONDUTTORE DELLE SPESE ACCESSORIE NEGLI STABILI NON E.R.P. DI PROPRIETA' DELL'AZIENDA CAPO l Manutenzione e gestione delle parti comuni dell'edificio

Dettagli

Regolamento per la ripartizione delle spese a carico del CONDUTTORE e del LOCATORE nei rapporti di locazione effettuati dall Amministrazione comunale

Regolamento per la ripartizione delle spese a carico del CONDUTTORE e del LOCATORE nei rapporti di locazione effettuati dall Amministrazione comunale Regolamento per la ripartizione delle spese a carico del CONDUTTORE e del LOCATORE nei rapporti di locazione effettuati dall Amministrazione comunale Approvato con deliberazione di Consiglio comunale n.

Dettagli

Ricarica pressione del serbatoio

Ricarica pressione del serbatoio RiparrR RIPARTIZIONE SPESE MANUTENZIONE E GESTIONE DELLE PARTI COMUNI DELL'EDIFICIO A) AMMINISTRATIVE Assicurazione dello stabile, ivi compresi gli impianti Compenso all'amministratore del condominio Tasse

Dettagli

DELL APPARTAMENTO. Ripartizione Spese Condominiali: ALL INTERNO. Impianto idrico, sanitario, gas

DELL APPARTAMENTO. Ripartizione Spese Condominiali: ALL INTERNO. Impianto idrico, sanitario, gas La tabella indica come vanno ripartiti secondo equità (non, necessariamente, secondo legittimità) gli oneri accessori tra i soggetti interessati a servizi, prestazioni e altri tipi di spese. Questa tabella

Dettagli

egenda Zone Omogenee Zona Omogenea 1 Venezia e isole San Marco Dorsoduro Est Zona Omogenea 2 Venezia e isole San Polo S.ta roce annaregio Sud astello Ovest ido e Pellestrina P.le S.ta M. Elisabetta Gran

Dettagli

SUDDIVISIONE DELLE SPESE ACCESSORIE NEGLI STABILI TRA LOCATORE E CONDUTTORE

SUDDIVISIONE DELLE SPESE ACCESSORIE NEGLI STABILI TRA LOCATORE E CONDUTTORE SUDDIVISIONE DELLE SPESE ACCESSORIE NEGLI STABILI TRA LOCATORE E CONDUTTORE COLLEGIO GEOMETRI DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA - 1 - SOMMARIO PREMESSA Il Collegio dei Geometri della Provincia di Bologna, preso

Dettagli

Tabella Confedilizia di ripartizione oneri accessori tra locatore e conduttore [1] [2] [3]

Tabella Confedilizia di ripartizione oneri accessori tra locatore e conduttore [1] [2] [3] Tabella Confedilizia di ripartizione oneri accessori tra locatore e conduttore [1] [2] [3] CAPO I. Manutenzione e gestione delle parti comuni dell'edificio. A) AMMINISTRATIVE - Depositi cauzionali per

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO DIVERSO DALL ABITAZIONE

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO DIVERSO DALL ABITAZIONE CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO DIVERSO DALL ABITAZIONE CON LA PRESENTE SCRITTURA PRIVATA TRA: la CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA (C.C.I.A.A.) DI CREMONA, C.F. 80000730194, con sede

Dettagli

AZIENDA CASA EMILIA - ROMAGNA (ACER) FERRARA

AZIENDA CASA EMILIA - ROMAGNA (ACER) FERRARA AZIENDA CASA EMILIA - ROMAGNA (ACER) FERRARA REGOLAMENTO PER LA SUDDIVISIONE TRA LOCATORE E CONDUTTORE DELLE SPESE ACCESSORIE NEGLI STABILI NON E.R.P. DI PROPRIETA DELL AZIENDA CAPO I Manutenzione e gestione

Dettagli

Spese proprietario conduttore

Spese proprietario conduttore Spese proprietario conduttore Ripartizione Spese Condominiali: ALL NTERNO DELL AARTAMENTO mpianto idrico, sanitario, gas roprietario nquilino nstallazione, rifacimento e manutenzione straordinaria impianto

Dettagli

TABELLA ONERI ACCESSORI RIPARTIZIONE FRA LOCATORE E CONDUTTORE

TABELLA ONERI ACCESSORI RIPARTIZIONE FRA LOCATORE E CONDUTTORE All 7 TABEA ONERI AESSORI RIPARTIZIONE FRA OATORE E ONDUTTORE AMMINISTRAZIONE Tassa occupazione suolo pubblico per passo carrabile Tassa occupazione suolo pubblico per lavori condominiali Assicurazione

Dettagli

Oneri accessori: ripartizione tra proprietario e conduttore

Oneri accessori: ripartizione tra proprietario e conduttore Oneri accessori: ripartizione tra proprietario e conduttore Attenzione: questa tabella NON e' una legge! E' una tabella preparata dalla Confedilizia per la ripartizione degli oneri accessori che puo' essere

Dettagli

ALLEGATO G REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE DEI COSTI DEI SERVIZI E DELLE SPESE DEGLI IMMOBILI AD USO ABITATIVO

ALLEGATO G REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE DEI COSTI DEI SERVIZI E DELLE SPESE DEGLI IMMOBILI AD USO ABITATIVO ALLEGATO G REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE DEI COSTI DEI SERVIZI E DELLE SPESE DEGLI IMMOBILI AD USO ABITATIVO Il presente regolamento, sottoscritto in data 22 Luglio 1999 dalle Organizzazioni sindacali

Dettagli

Ripartizione Spese Condominiali tra Inquilino Proprietario (IPES)

Ripartizione Spese Condominiali tra Inquilino Proprietario (IPES) Ripartizione Spese Condominiali tra nquilino roprietario (ES) ALL NTERNO DELL AARTAMENTO 1. MANTO DRCO, SANTARO, GAS, AARTAMENTO nstallazione, rifacimento e manutenzione straordinaria impianto idrico,

Dettagli

SERVIZI E DELLE SPESE NEGLI IMMOBILI AD USO ABITATIVO DI PROPRIETA' DELLE IMPRESE DI ASSICURAZIONE

SERVIZI E DELLE SPESE NEGLI IMMOBILI AD USO ABITATIVO DI PROPRIETA' DELLE IMPRESE DI ASSICURAZIONE REGOLAMENTO PER LA RIPARTIZIONE DEI COSTI DEI SERVIZI E DELLE SPESE NEGLI IMMOBILI AD USO ABITATIVO DI PROPRIETA' DELLE IMPRESE DI ASSICURAZIONE Ripartizione dei costi e delle spese tra conduttore e proprietà

Dettagli

ACCORDO COMUNALE PER LA RIPARTIZIONE DEGLI ONERI ACCESSORI Manutenzione e gestione delle parti comuni degli edificio

ACCORDO COMUNALE PER LA RIPARTIZIONE DEGLI ONERI ACCESSORI Manutenzione e gestione delle parti comuni degli edificio ACCORDO COMUNALE PER LA RIPARTIZIONE DEGLI ONERI ACCESSORI Manutenzione e gestione delle parti comuni degli edificio ART. 1 AMMINISTRAZIONE 1. Depositi cauzionali per erogazione di servizi comuni illuminazioni,

Dettagli

Chi paga le spese relative all'appartamento?

Chi paga le spese relative all'appartamento? nnanzitutto l'art. 1576 del codice civile, stabilisce che il locatore (ossia il proprietario dell'immobile) "deve eseguire, durante la locazione tutte le riparazioni necessarie, eccettuate quelle di piccola

Dettagli

ACCORDO TERRITORIALE PER IL COMUNE DI AOSTA SOTTOSCRITTO IL 14 DICEMBRE 2004

ACCORDO TERRITORIALE PER IL COMUNE DI AOSTA SOTTOSCRITTO IL 14 DICEMBRE 2004 ACCORDO TERRITORIALE PER IL COMUNE DI AOSTA SOTTOSCRITTO IL 14 DICEMBRE 2004 IN ATTUAZIONE DELLA LEGGE 9 DICEMBRE 1998, N. 431 E DEL DECRETO DEL MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI DI CONCERTO

Dettagli

Contratto di locazione di immobile ad uso Cantina / Soffitta / Magazzino 1

Contratto di locazione di immobile ad uso Cantina / Soffitta / Magazzino 1 Contratto di locazione di immobile ad uso Cantina / Soffitta / Magazzino 1 L anno a questo giorno del mese di, in - il Sig./la Sig.ra 2, nato/a a, il, residente in via, C.F./ Partita IVA, in proprio quale

Dettagli

COMUNE DI LOIRI PORTO SAN PAOLO Provincia di Olbia - Tempio

COMUNE DI LOIRI PORTO SAN PAOLO Provincia di Olbia - Tempio COMUNE DI LOIRI PORTO SAN PAOLO Provincia di Olbia - Tempio CONCESSIONE IN GESTIONE DEL CENTRO ACCOGLIENZA AL SERVIZIO DEL PARCO MONTE RUIU CAPITOLATO D ONERI La gestione del servizio da parte del concessionario

Dettagli

Quota a carico Inquilino. Spese sostenute per immobile locato. Quota a carico Proprietario. Legge di riferimento

Quota a carico Inquilino. Spese sostenute per immobile locato. Quota a carico Proprietario. Legge di riferimento Ripartizione delle spese Un problema fondamentale che interessa il rapporto di locazione è quello relativo alle spese condominiali da porre a carico dell inquilino piuttosto che del proprietario; troppo

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE COMMERCIALE

CONTRATTO DI LOCAZIONE COMMERCIALE CONTRATTO DI LOCAZIONE COMMERCIALE Con la presente scrittura privata: il locatore Comune di Cairate con sede in Cairate (Va), Piazza Libertà n 7,codice fiscale 00309270122, nella persona di., nato a il

Dettagli

PROVINCIA DI PISA. OGGETTO: Contratto mediante scrittura privata per la locazione da... di

PROVINCIA DI PISA. OGGETTO: Contratto mediante scrittura privata per la locazione da... di Allegato B PROVINCIA DI PISA OGGETTO: Contratto mediante scrittura privata per la locazione da... di immobile posto in Pisa, via Località.., da destinare ad uso uffici della Provincia di Pisa Reg. Gen.

Dettagli

RIPARTIZIONE DEGLI ONERI ACCESSORI DI GESTIONE E MANUTENZIONE FRA ENTE GESTORE ED UTENZA

RIPARTIZIONE DEGLI ONERI ACCESSORI DI GESTIONE E MANUTENZIONE FRA ENTE GESTORE ED UTENZA RIPARTIZIONE DEGLI ONERI ACCESSORI DI GESTIONE E MANUTENZIONE FRA ENTE GESTORE ED UTENZA La ripartizione delle competenze e spese di gestione e manutenzione degli alloggi E.R.P. è regolata come dalle ripartizioni

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO ex art. 2, comma 1, l. 09.12.1998, n. 431

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO ex art. 2, comma 1, l. 09.12.1998, n. 431 A) LOCATORE CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO ex art. 2, comma 1, l. 09.12.1998, n. 431 COGNOME E NOME, nato a Luogo (CO) in data data e residente in Luogo(CO), Indirizzo e n. civico, C.F. Se società:

Dettagli

MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

MINISTERO DELLA GIUSTIZIA MINISTERO DELLA GIUSTIZIA Dipartimento dell organizzazione Giudiziaria, del personale e dei servizi Direzione Generale delle risorse materiali, dei beni e dei servizi Schema di contratto di locazione dell

Dettagli

RIPARTIZIONE DELLE SPESE CONDOMINIALI TRA INQUILINO E PRORIETARIO

RIPARTIZIONE DELLE SPESE CONDOMINIALI TRA INQUILINO E PRORIETARIO RARTZONE DELLE SESE CONDOMNAL TRA NQULNO E RORETARO ALL NTERNO DELL AARTAMENTO MANTO DRCO SANTARO GAS (AARTAMENTO) nstallazione, rifacimento e manutenzione straordinaria impianto idrico, sanitario e gas

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE PER. IMMOBILE AD USO COMMERCIALE (art. 27 della legge n. 392 del 27 luglio 1978)

CONTRATTO DI LOCAZIONE PER. IMMOBILE AD USO COMMERCIALE (art. 27 della legge n. 392 del 27 luglio 1978) CONTRATTO DI LOCAZIONE PER IMMOBILE AD USO COMMERCIALE (art. 27 della legge n. 392 del 27 luglio 1978) L anno duemiladodici (2012), il giorno ( ) del mese di.., in Santa Fiora (GR), tra: Maurizio ONOFRI,

Dettagli

Depositi cauzionali per erogazione di servizi comuni (illuminazione, forza motrice, gas, acqua, telefono, ecc.)

Depositi cauzionali per erogazione di servizi comuni (illuminazione, forza motrice, gas, acqua, telefono, ecc.) Amministrazione Sede rovinciale di COMO presso ROFESSONE MEDATORE S.A.S. D BERTOLN LUCA & C., 21100 Varese (VA), Via Vetera, 8 - Sede Legale Depositi cauzionali per erogazione di servizi comuni (illuminazione,

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA RIPARTIZIONE DEGLI ONERI DI MANUTENZIONE. E fatto obbligo agli assegnatari mantenere, conservare in ottimo stato l alloggio e

REGOLAMENTO PER LA RIPARTIZIONE DEGLI ONERI DI MANUTENZIONE. E fatto obbligo agli assegnatari mantenere, conservare in ottimo stato l alloggio e REGOLAMENTO PER LA RIPARTIZIONE DEGLI ONERI DI MANUTENZIONE E fatto obbligo agli assegnatari mantenere, conservare in ottimo stato l alloggio e valorizzarlo con un impegno costante e quotidiano e in ogni

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI GRADARA. Provincia di Pesaro e Urbino. Atto Pubblico Amministrativo SCHEMA CONTRATTO

REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI GRADARA. Provincia di Pesaro e Urbino. Atto Pubblico Amministrativo SCHEMA CONTRATTO REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI GRADARA Provincia di Pesaro e Urbino Atto Pubblico Amministrativo SCHEMA CONTRATTO CONTRATTO DI LOCAZIONE DI IMMOBILE DI PROPRIETA COMUNALE SITO IN VIA ROMA, N. 2 DESTINATO

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE IMMOBILIARE AD USO SCOLASTICO

CONTRATTO DI LOCAZIONE IMMOBILIARE AD USO SCOLASTICO CONTRATTO DI LOCAZIONE IMMOBILIARE AD USO SCOLASTICO Con la presente scrittura privata redatta su tre originali, uno dei quali per l Agenzia delle Entrate, tra l arch. Cristina Renne, dirigente della divisione

Dettagli

Rep. n.. del. / Prot. n. del. - l Agenzia del Demanio Direzione Regionale Emilia-Romagna, nella persona di ---

Rep. n.. del. / Prot. n. del. - l Agenzia del Demanio Direzione Regionale Emilia-Romagna, nella persona di --- All. 2 CONTRATTO DI LOCAZIONE DI IMMOBILE AD USO DIVERSO DALL ABITATIVO (D.P.R. 296 del 13/09/2005) Rep. n.. del. / Prot. n. del L anno duemilatredici il giorno del mese di, in Bologna, Piazza Malpighi

Dettagli

COMUNITA DELLE REGOLE DI SPINALE E MANEZ. OGGETTO: Contratto di locazione per l appartamento n. 19 in sub 19

COMUNITA DELLE REGOLE DI SPINALE E MANEZ. OGGETTO: Contratto di locazione per l appartamento n. 19 in sub 19 COMUNITA DELLE REGOLE DI SPINALE E MANEZ N.ro.. Reg. scritture private N.ro di Protocollo OGGETTO: Contratto di locazione per l appartamento n. 19 in sub 19 della p.ed.88 in C.C Ragoli II^ parte, Centro

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. (stipulato ai sensi dell art.2, comma 1, L.9 dicembre 1998, n.431)

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. (stipulato ai sensi dell art.2, comma 1, L.9 dicembre 1998, n.431) CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO (stipulato ai sensi dell art.2, comma 1, L.9 dicembre 1998, n.431) TRA: la Signora ROSSI MARIA nata a ROMA (RM) il 03/08/1966 domiciliata in ROMA (RM), VIA DELLE

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 e degli artt. 1571 e seguenti del codice civile. CON LA PRESENTE SCRITTURA PRIVATA la CAMERA

Dettagli

Contratto di locazione commerciale con fidejussione bancaria - Pag. 1 di 8

Contratto di locazione commerciale con fidejussione bancaria - Pag. 1 di 8 CONTRATTO DI LOCAZIONE COMMERCIALE in data.. - Locazione ad uso diverso ex artt. 27 e seguenti della legge 392/78 - Con la presente scrittura privata da valersi ad ogni effetto di legge tra : Il/La sig./soc.

Dettagli

DI MANUTENZIONE E DEGLI ONERI ACCESSORI FRA ENTE PROPRIETARIO E ASSEGNATARI APPROVATO DAL TAVOLO DI CONCERTAZIONE IN DATA 15/05/2003

DI MANUTENZIONE E DEGLI ONERI ACCESSORI FRA ENTE PROPRIETARIO E ASSEGNATARI APPROVATO DAL TAVOLO DI CONCERTAZIONE IN DATA 15/05/2003 DI MANUTENZIONE E DEGLI ONERI ACCESSORI FRA ENTE PROPRIETARIO E ASSEGNATARI APPROVATO DAL TAVOLO DI CONCERTAZIONE IN DATA 15/05/2003 Art. 1 Art. 2 Art. 3 Art. 4 Art. 5 Art. 6 Art. 7 Art. 8 Art. 9 Art.

Dettagli

AMMINISTRAZIONE ASCENSORE AUTOCLAVE CANTINE SPAZI DI DISIMPEGNO COPERTI E LASTRICI

AMMINISTRAZIONE ASCENSORE AUTOCLAVE CANTINE SPAZI DI DISIMPEGNO COPERTI E LASTRICI Depositi cauzionali per erogazione di servizi comuni (illuminazione, forza motrice, gas, acqua, telefono, ecc.) Assicurazione delle stabile, ivi compresi gli impianti 50% Cancelleria, copisteria, postali,

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO (STIPULATO AI SENSI DELL'ART.2, COMMA 1, L.9 DICEMBRE 1998, N.431) TRA:

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO (STIPULATO AI SENSI DELL'ART.2, COMMA 1, L.9 DICEMBRE 1998, N.431) TRA: CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO (STIPULATO AI SENSI DELL'ART.2, COMMA 1, L.9 DICEMBRE 1998, N.431) TRA: IL SIG. ROSSI MARIO NATO A ROMA (RM) IL 11/01/2011 DOMICILIATO IN ROMA (RM), VIA PO 1, CODICE

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE IMMOBILE ADIBITO AD USO DIVERSO DA QUELLO DI ABITAZIONE POSTI AUTO SITI

CONTRATTO DI LOCAZIONE IMMOBILE ADIBITO AD USO DIVERSO DA QUELLO DI ABITAZIONE POSTI AUTO SITI CONTRATTO DI LOCAZIONE IMMOBILE ADIBITO AD USO DIVERSO DA QUELLO DI ABITAZIONE POSTI AUTO SITI IN REGISTRO SCRITTURE PRIVATE N REP. N. L anno duemila, il giorno del mese di, in Novate Milanese presso e

Dettagli

TITOLO III COMPRAVENDITA E LOCAZIONE DI IMMOBILI URBANI 27 titolo I.pmd 27 27/02/2008, 11.14

TITOLO III COMPRAVENDITA E LOCAZIONE DI IMMOBILI URBANI 27 titolo I.pmd 27 27/02/2008, 11.14 TIT ITOL OLO III COMPRAVENDIT VENDITA E LOCAZIONE DI IMMOBILI URBANI 27 28 Titolo III Capitolo I Compravendita - IMMOBILI 1. Caparra. Nei contratti di compravendita immobiliare è dovuto, all atto del preliminare,

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO NON ABITATIVO CONSORZIO BONIFICAZIONE UMBRA / CIO PREMESSO TRA

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO NON ABITATIVO CONSORZIO BONIFICAZIONE UMBRA / CIO PREMESSO TRA CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO NON ABITATIVO CONSORZIO BONIFICAZIONE UMBRA / L anno ( ), addì del mese di, in Spoleto CIO PREMESSO Con la presente scrittura privata da valere ad ogni effetto di legge TRA

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE IMMOBILIARE AI SENSI DELLA L.392/1978. COMUNE DI GEMONA DEL FRIULI con sede legale in Gemona del Friuli, piazza

CONTRATTO DI LOCAZIONE IMMOBILIARE AI SENSI DELLA L.392/1978. COMUNE DI GEMONA DEL FRIULI con sede legale in Gemona del Friuli, piazza ALLEGATO A COMUNE DI GEMONA DEL FRIULI PROVINCIA DI UDINE INDICE CRONOLOGICO SCRITTURE PRIVATE N. CONTRATTO DI LOCAZIONE IMMOBILIARE AI SENSI DELLA L.392/1978 TRA: COMUNE DI GEMONA DEL FRIULI con sede

Dettagli

INTERVENTI SULLE STRUTTURE

INTERVENTI SULLE STRUTTURE NTERVENT SULLE STRUTTURE Depositi cauzionali per erogazione di servizi comuni (illuminazione, forza motrice, gas, acqua, telefono, ecc.) Assicurazione delle stabile, ivi compresi gli impianti Cancelleria,

Dettagli

ATTO DI SUBLOCAZIONE AD USO DIVERSO DA QUELLO ABITATIVO. Rep. n /Atti Privati del 2011

ATTO DI SUBLOCAZIONE AD USO DIVERSO DA QUELLO ABITATIVO. Rep. n /Atti Privati del 2011 Filiale Emilia Romagna ATTO DI SUBLOCAZIONE AD USO DIVERSO DA QUELLO ABITATIVO Rep. n /Atti Privati del 2011 L anno 2011 addì del mese di, presso la sede dell Agenzia del Demanio Filiale Emilia Romagna

Dettagli

COMUNE DI OCCHIOBELLO

COMUNE DI OCCHIOBELLO COMUNE DI OCCHIOBELLO Area Lavori Pubblici REGOLAMENTO approvato dalla Delibera di Consiglio Comunale n. 79 del 29/12/2001 per l uso degli alloggi di edilizia residenziale pubblica & per la ripartizione

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO. All. n. 3. Locazione di immobile da adibire a sede provvisoria della Scuola Primaria in loc. Scalo. del Comune di Torano Castello

SCHEMA DI CONTRATTO. All. n. 3. Locazione di immobile da adibire a sede provvisoria della Scuola Primaria in loc. Scalo. del Comune di Torano Castello All. n. 3 COMUNE DI TORANO CASTELLO (Provincia di Cosenza) Via G. Marconi 122, 87010 0984/504007 0984/504875 C.F. 80005730785 P.I. 01165330786 E-mail info@comune.toranocastello.cs.it Sito: www.comune.toranocastello.cs.it

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO PER L AFFIDAMENTO IN AFFITTO DELL IMMOBILE DI PROPRIETA DENOMINATO OSTELLO SITO IN VIA PARCO BEGNI N.

SCHEMA DI CONTRATTO PER L AFFIDAMENTO IN AFFITTO DELL IMMOBILE DI PROPRIETA DENOMINATO OSTELLO SITO IN VIA PARCO BEGNI N. COMUNE DI PENNABILLI Provincia di Rimini ALLEGATO F SCHEMA DI CONTRATTO PER L AFFIDAMENTO IN AFFITTO DELL IMMOBILE DI PROPRIETA COMUNALE DENOMINATO OSTELLO SITO IN VIA PARCO BEGNI N. 24 DESTINATO AD ATTIVITA

Dettagli

CONTRATTO LOCAZIONE CHIOSCO PARCO RODARI. L anno 2015 (duemilaquindici), il giorno ( TRA

CONTRATTO LOCAZIONE CHIOSCO PARCO RODARI. L anno 2015 (duemilaquindici), il giorno ( TRA CONTRATTO LOCAZIONE CHIOSCO PARCO RODARI L anno 2015 (duemilaquindici), il giorno ( ) del mese di a Casalecchio di Reno TRA Adopera Patrimonio e Investimenti Casalecchio di Reno S.r.l. (per brevità Adopera

Dettagli

Contratto di locazione commerciale con fidejussione personale - Pag. 1 di 10

Contratto di locazione commerciale con fidejussione personale - Pag. 1 di 10 CONTRATTO DI LOCAZIONE COMMERCIALE in data.. - Locazione ad uso diverso ex artt. 27 e seguenti della legge 392/78 - Con la presente scrittura privata da valersi ad ogni effetto di legge tra : Il/La sig./soc.

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE COMMERCIALE. (art. 27 della legge n.392 del 27 luglio 1978)

CONTRATTO DI LOCAZIONE COMMERCIALE. (art. 27 della legge n.392 del 27 luglio 1978) CONTRATTO DI LOCAZIONE COMMERCIALE (art. 27 della legge n.392 del 27 luglio 1978) Repertorio n Il COMUNE DI RUEGLIO con sede legale in Rueglio (TO) Piazza Municipio n. 1, codice fiscale 84003670019, in

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE DI IMMOBILE DESTINATO AD USO DIVERSO DALL'ABITAZIONE TRA:

CONTRATTO DI LOCAZIONE DI IMMOBILE DESTINATO AD USO DIVERSO DALL'ABITAZIONE TRA: CONTRATTO DI LOCAZIONE DI IMMOBILE DESTINATO AD USO DIVERSO DALL'ABITAZIONE TRA: il Sig. nato a il residente a, codice fiscale, di seguito denominato parte locatrice E: il Sig. nato a il residente a, codice

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE DI IMMOBILE AD USO NON. L anno duemilatredici addi del mese di giugno in Ponderano e nella TRA

CONTRATTO DI LOCAZIONE DI IMMOBILE AD USO NON. L anno duemilatredici addi del mese di giugno in Ponderano e nella TRA CONTRATTO DI LOCAZIONE DI IMMOBILE AD USO NON ABITATIVO. L anno duemilatredici addi del mese di giugno in Ponderano e nella casa Comunale TRA S o c i e t à C o o p e r a t i v a d i S o l i d a r i e t

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEGLI IMMOBILI SOCIALI IN USO PERMANENTE

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEGLI IMMOBILI SOCIALI IN USO PERMANENTE REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEGLI IMMOBILI SOCIALI IN USO PERMANENTE normativa per la ripartizione degli oneri per l uso e il mantenimento degli immobili sociali Disciplinare per i lavori da eseguire negli

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO TRANSITORIO PER STUDENTI UNIVERSITARI (Ai sensi dell art. 5, comma 2 della legge 9 dicembre 1998, n.

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO TRANSITORIO PER STUDENTI UNIVERSITARI (Ai sensi dell art. 5, comma 2 della legge 9 dicembre 1998, n. CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO TRANSITORIO PER STUDENTI UNIVERSITARI (Ai sensi dell art. 5, comma 2 della legge 9 dicembre 1998, n. 431) Il/La/Soc, di seguito denominata/a locatore, nato a ( )

Dettagli

Comune di Montesano - prov. di Lecce SCHEMA CONTRATTO DI LOCAZIONE

Comune di Montesano - prov. di Lecce SCHEMA CONTRATTO DI LOCAZIONE Allegato B REPUBBLICA ITALIANA Comune di Montesano - prov. di Lecce SCHEMA CONTRATTO DI LOCAZIONE IMMOBILE COMUNALE EX SCUOLA MATERNA via San Donato. In Montesano, addì -- del mese di ------ dell anno

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO NON ABITATIVO

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO NON ABITATIVO CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO NON ABITATIVO tra, in persona del legale rappresentante pro tempore Dr., con sede legale in Roma, alla Via, numero di iscrizione al Registro delle Imprese e Codice Fiscale

Dettagli

COMUNE DI ANZOLA DELL EMILIA. Provincia di Bologna CONTRATTO DI LOCAZIONE DI IMMOBILE DI PROPRIETA. L anno, il giorno del mese di

COMUNE DI ANZOLA DELL EMILIA. Provincia di Bologna CONTRATTO DI LOCAZIONE DI IMMOBILE DI PROPRIETA. L anno, il giorno del mese di COMUNE DI ANZOLA DELL EMILIA Provincia di Bologna Rep. n CONTRATTO DI LOCAZIONE DI IMMOBILE DI PROPRIETA COMUNALE SITO IN VIA EMILIA N.369 DESTINATO AD ATTIVITA TERZIARIE SPECIALIZZATE L anno, il giorno

Dettagli

Ripartizione delle spese condominiali tra inquilino e proprietario

Ripartizione delle spese condominiali tra inquilino e proprietario Ripartizione delle spese condominiali tra inquilino e proprietario Tabella elaborata dal Sicet LEGENDA L=locatore C=Conduttore All'interno dell'appartamento 1. MANTO DRCO, SANTARO, GAS AARTAMENTO nstallazione,

Dettagli

RIPARTIZIONE DELLE SPESE CONDOMINIALI TRA INQUILINO E PROPRIETARIO

RIPARTIZIONE DELLE SPESE CONDOMINIALI TRA INQUILINO E PROPRIETARIO RARTZONE DELLE SESE CONDOMNAL TRA NQULNO E RORETARO LEGENDA = nquilino = roprietario ALL NTERNO DELL AARTAMENTO 1. MANTO DRCO, SANTARO, GAS, AARTAMENTO Competenza: nstallazione, rifacimento e manutenzione

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO NON ABITATIVO PER SVOLGIMENTO ATTIVITA DI LABORATORIO ARTIGIANALE PER LA PRODUZIONE DI

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO NON ABITATIVO PER SVOLGIMENTO ATTIVITA DI LABORATORIO ARTIGIANALE PER LA PRODUZIONE DI CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO NON ABITATIVO PER SVOLGIMENTO ATTIVITA DI LABORATORIO ARTIGIANALE PER LA PRODUZIONE DI GELATO DA ASPORTO TRA: Il Comune di Samarate, Partita IVA 00504690124, con sede in Samarate,

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE RELATIVO AD ALCUNI LOCALI SITI. FONDAZIONE CITTÀ DI CREMONA con sede in CREMONA (CR),

CONTRATTO DI LOCAZIONE RELATIVO AD ALCUNI LOCALI SITI. FONDAZIONE CITTÀ DI CREMONA con sede in CREMONA (CR), CONTRATTO DI LOCAZIONE RELATIVO AD ALCUNI LOCALI SITI IN VIA XI FEBBRAIO N. 56 A CREMONA. FONDAZIONE CITTÀ DI CREMONA con sede in CREMONA (CR), PIAZZA GIOVANNI XXIII 1, codice fiscale 01312440199, qui

Dettagli

SCHEMA CONTRATTO DI LOCAZIONE

SCHEMA CONTRATTO DI LOCAZIONE SCHEMA CONTRATTO DI LOCAZIONE Premesso che: con Deliberazione della Giunta Esecutiva n. 10 del 27.01.2016 sono state assunte determinazioni in merito alla locazione dei seguenti immobili di proprietà della

Dettagli

CONTRATTO DI SUB-LOCAZIONE DI IMMOBILE ADIBITO AD USO COMMERCIALE E LOCAZIONE RELATIVI ACCESSORI

CONTRATTO DI SUB-LOCAZIONE DI IMMOBILE ADIBITO AD USO COMMERCIALE E LOCAZIONE RELATIVI ACCESSORI CONTRATTO DI SUB-LOCAZIONE DI IMMOBILE ADIBITO AD USO COMMERCIALE E LOCAZIONE RELATIVI ACCESSORI Oggi, 2011 in Volterra, tra le parti: A) FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO DI VOLTERRA legalmente rappresentata

Dettagli

COMUNE DI SETTIMO S. PIETRO PROVINCIA DI CAGLIARI ALLEGATO AL BANDO DI GARA PER LA CONCESSIONE IN LOCAZIONE DI

COMUNE DI SETTIMO S. PIETRO PROVINCIA DI CAGLIARI ALLEGATO AL BANDO DI GARA PER LA CONCESSIONE IN LOCAZIONE DI COMUNE DI SETTIMO S. PIETRO PROVINCIA DI CAGLIARI ALLEGATO AL BANDO DI GARA PER LA CONCESSIONE IN LOCAZIONE DI UNA UNITÀ IMMOBILIARE DESTINATA A LABORATORI ARTIGIANALI CON ANNESSA VENDITA. SCHEMA CONTRATTO

Dettagli

Locazioni: se l'appartamento è ammobiliato chi paga le spese in caso di rottura di un elettrodomestico?

Locazioni: se l'appartamento è ammobiliato chi paga le spese in caso di rottura di un elettrodomestico? Locazioni: se l'appartamento è ammobiliato chi paga le spese in caso di rottura di un elettrodomestico? Quali norme del codice civile possono permettere di orientarci su una questione dai confini incerti

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE PER IMMOBILI AD USO DIVERSO DALL ABITAZIONE

CONTRATTO DI LOCAZIONE PER IMMOBILI AD USO DIVERSO DALL ABITAZIONE CONTRATTO DI LOCAZIONE PER IMMOBILI AD USO DIVERSO DALL ABITAZIONE Art. 1 Con la presente scrittura privata da valersi ad ogni effetto di legge tra le parti, la ditta individuale xxxx di xxxxx Claudia,

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO ART.1 Poste Italiane S.p.A., con sede in Roma, Viale Europa 190, codice fiscale n.97103880585, (di seguito denominata) Poste o locatore in persona del dirigente

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE IMMOBILE NEGOZIO N. PRESSO IL CENTRO SERVIZI TURISTICO- SPORTIVO IN LOC. DOSSIOLI SUL MONTE BALDO

CONTRATTO DI LOCAZIONE IMMOBILE NEGOZIO N. PRESSO IL CENTRO SERVIZI TURISTICO- SPORTIVO IN LOC. DOSSIOLI SUL MONTE BALDO COMUNE DI AVIO Provincia di Trento Rep. n. - Atti Privati soggetti a registrazione CONTRATTO DI LOCAZIONE IMMOBILE NEGOZIO N. PRESSO IL CENTRO SERVIZI TURISTICO- SPORTIVO IN LOC. DOSSIOLI SUL MONTE BALDO

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE DI IMMOBILE DESTINATO AD USO DIVERSO DALL ABITAZIONE (USO COMMERCIALE)E RELATIVA PERTINENZA TRA

CONTRATTO DI LOCAZIONE DI IMMOBILE DESTINATO AD USO DIVERSO DALL ABITAZIONE (USO COMMERCIALE)E RELATIVA PERTINENZA TRA CONTRATTO DI LOCAZIONE DI IMMOBILE DESTINATO AD USO DIVERSO DALL ABITAZIONE (USO COMMERCIALE)E RELATIVA PERTINENZA TRA L ASP(Azienda Pubblica di Servizi alla Persona) RETE - Reggio Emilia Terza Età con

Dettagli

Ripartizione spese tra proprietario e inquilino

Ripartizione spese tra proprietario e inquilino Ripartizione spese tra proprietario e inquilino hi paga le spese e le riparazioni? Ma quali riparazioni? a famigerata legge 392/78 sull equo canone, parzialmente abrogata, all art. 9 dice che, salvo patto

Dettagli

A chi spetta Installazione, rifacimento e manutenzione straordinaria impianto idrico, sanitario e gas 1. IMPIANTO IDRICO, SANITARIO, GAS APPARTAMENTO

A chi spetta Installazione, rifacimento e manutenzione straordinaria impianto idrico, sanitario e gas 1. IMPIANTO IDRICO, SANITARIO, GAS APPARTAMENTO 1. MANTO DRO, SANTARO, GAS AARTAMENTO nstallazione, rifacimento e manutenzione straordinaria impianto idrico, sanitario e gas Sostituzione delle apparecchiature e della rubinetteria del bagno e della cucina

Dettagli

COMUNE DI BADIA POLESINE

COMUNE DI BADIA POLESINE COMUNE DI BADIA POLESINE Prot. n. CONCESSIONE IN LOCAZIONE DI UN IMMOBILE DI PROPRIETA COMUNALE PRESSO LE BOTTEGHE DI ARTIGIANATO DELL ABBAZIA DELLA VANGADIZZA. L anno duemilasedici, addì --------- del

Dettagli

RIPARTIZIONE DELLE SPESE TRA PROPRIETARIO E INQUILINO

RIPARTIZIONE DELLE SPESE TRA PROPRIETARIO E INQUILINO RARTZONE DELLE SESE TRA RORETARO E NQULNO La tabella indica come vanno ripartiti secondo equità (non, necessariamente, secondo legittimità) gli oneri accessori tra i soggetti interessati a servizi, prestazioni

Dettagli

(stipulato ai sensi dell'art.2, comma 1, L.9 dicembre 1998, n.431) TRA:

(stipulato ai sensi dell'art.2, comma 1, L.9 dicembre 1998, n.431) TRA: CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO (stipulato ai sensi dell'art.2, comma 1, L.9 dicembre 1998, n.431) TRA: la società CENTRO REGIONALE S.ALESSIO MARGHERITA DI SAVOIA PER I CIECHI con sede in ROMA

Dettagli

CAORLE PATRIMONIO s.r.l. Socio Unico soggetta ad attività di direzione e coordinamento da parte del Comune. di Caorle

CAORLE PATRIMONIO s.r.l. Socio Unico soggetta ad attività di direzione e coordinamento da parte del Comune. di Caorle Allegato E CAORLE PATRIMONIO s.r.l. Socio Unico soggetta ad attività di direzione e coordinamento da parte del Comune di Caorle (Provincia di Venezia) LOCAZIONE STRUTTURA IMPIANTO DISTRIBUZIONE CARBURANTI

Dettagli

Via G. Marconi, 187 CAP 37050 C.F. 00660940230 Tel. (045) 7135022 FAX (045) 7135640 e-mail: tecnico@comune.isolarizza.vr.it

Via G. Marconi, 187 CAP 37050 C.F. 00660940230 Tel. (045) 7135022 FAX (045) 7135640 e-mail: tecnico@comune.isolarizza.vr.it Via G. Marconi, 187 CAP 37050 C.F. 00660940230 Tel. (045) 7135022 FAX (045) 7135640 e-mail: tecnico@comune.isolarizza.vr.it ALLEGATO 3 Allegato alla determinazione n. 126 del 21.06.2013 CAPITOLATO DEGLI

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO COMMERCIALE. la Parrocchia sita in, via n., C.F. (della Parrocchia), legalmente rappresentata

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO COMMERCIALE. la Parrocchia sita in, via n., C.F. (della Parrocchia), legalmente rappresentata BOZZA n.9 CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO COMMERCIALE la Parrocchia sita in, via n., C.F. (della Parrocchia), legalmente rappresentata dal Parroco don, nato a, il, C.F. (d ora in poi "locatrice") e il Sig.

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO NON ABITATIVO CON PROMESSA DI FUTURA COMPRAVENDITA

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO NON ABITATIVO CON PROMESSA DI FUTURA COMPRAVENDITA CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO NON ABITATIVO CON PROMESSA DI FUTURA COMPRAVENDITA I sottoscritti: - Arch. Giorgio Nena nato a Carbonera il 21/12/1952, domiciliato per la carica ove appresso che interviene

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE USO NON ABITATIVO. Con la presente scrittura privata redatta in 3 (tre) originali, uno per ciascuna. tra

CONTRATTO DI LOCAZIONE USO NON ABITATIVO. Con la presente scrittura privata redatta in 3 (tre) originali, uno per ciascuna. tra CONTRATTO DI LOCAZIONE USO NON ABITATIVO Con la presente scrittura privata redatta in 3 (tre) originali, uno per ciascuna delle parti contraenti, ed uno per l Ufficio del Registro, tra il Comune di Verbania

Dettagli

ALLEGATO B) ALLA DELIBERAZIONE N. 38 DEL 22.3.2013 CAMERA DI COMMERCIO, INDUSTRIA, AGRICOLTURA E ARTIGIANATO DI REGGIO EMILIA

ALLEGATO B) ALLA DELIBERAZIONE N. 38 DEL 22.3.2013 CAMERA DI COMMERCIO, INDUSTRIA, AGRICOLTURA E ARTIGIANATO DI REGGIO EMILIA ALLEGATO B) ALLA DELIBERAZIONE N. 38 DEL 22.3.2013 CAMERA DI COMMERCIO, INDUSTRIA, AGRICOLTURA E TRA ARTIGIANATO DI REGGIO EMILIA P.zza della Vittoria, 3 Reggio Emilia ********** CONTRATTO DI LOCAZIONE

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE ABITATIVA AGEVOLATA (Legge 9 dicembre 1998, n. 431, articolo 2, comma 3)

CONTRATTO DI LOCAZIONE ABITATIVA AGEVOLATA (Legge 9 dicembre 1998, n. 431, articolo 2, comma 3) CONTRATTO DI LOCAZIONE ABITATIVA AGEVOLATA (Legge 9 dicembre 1998, n. 431, articolo 2, comma 3) La sig.ra..nata a.. e residente a in corso. (c.f..), di seguito denominata locatore, concede in locazione

Dettagli

COMUNE DI SAN BONIFACIO Provincia di Verona

COMUNE DI SAN BONIFACIO Provincia di Verona DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 107 DEL 15/12/2008 OGGETTO: APPROVAZIONE SCHEMA CONTRATTO DI LOCAZIONE CON ATER VERONA DI PARTE DELL IMMOBILE SITO IN SAN BONIFACIO CORSO ITALIA 12. LA GIUNTA COMUNALE

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO NON ABITATIVO

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO NON ABITATIVO CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO NON ABITATIVO tra, in persona del legale rappresentante pro tempore Dr., con sede legale in Roma, alla Via, numero di iscrizione al Registro delle Imprese e Codice Fiscale

Dettagli