TRIBUNALE CIVILE DI PERUGIA. UNICREDIT CREDIT MANAGEMENT BANK S.P.A. difesa dall Avv. Carlo Pacelli CONSULENZA TECNICA D UFFICIO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "TRIBUNALE CIVILE DI PERUGIA. UNICREDIT CREDIT MANAGEMENT BANK S.P.A. difesa dall Avv. Carlo Pacelli CONSULENZA TECNICA D UFFICIO"

Transcript

1 1 TRIBUNALE CIVILE DI PERUGIA All Ill.mo Giudice dell esecuzione Dr. Umberto Rana Esecuzione immobiliare n. 599/12 R.G. Es. e 315/12 R.G. Es. riunita promossa da UNICREDIT CREDIT MANAGEMENT BANK S.P.A. difesa dall Avv. Carlo Pacelli contro OMISSIS ***** CONSULENZA TECNICA D UFFICIO Con propria ordinanza datata 1 marzo 2013 il Giudice dell esecuzione, Dr. Umberto Rana, nominava Consulente Tecnico d Ufficio, nei procedimenti sopra emarginati, il sottoscritto Dr. Giovanni Alberti, agronomo e geometra libero professionista, iscritto all Albo dei Dottori Agronomi e Forestali della Provincia di Perugia al numero 584 ed all albo dei C.T.U. del Tribunale della stessa città.

2 2 Durante l udienza del 6 giugno 2013, il sottoscritto, quale C.T.U., prestava il giuramento di rito avanti il G.E. Dr. Umberto Rana ed allo stesso veniva posto il seguente quesito: il giudice dispone che il perito, prima di ogni altra attività, controlli la completezza dei documenti di cui l art. 567 co. 2 c.p.c., segnalando immediatamente al Giudice quelli mancanti o idonei; successivamente PROVVEDA l esperto, esaminati gli atti del procedimento ed eseguita ogni altra operazione ritenuta necessaria, previa comunicazione, alle parti a mezzo di posta, o fax, dell inizio delle operazioni peritali 1.all esatta individuazione dei beni oggetto del pignoramento secondo le risultanze dei pubblici registri immobiliari, comprensiva dei confini, e all identificazione catastale dell immobile, evidenziando l eventuale non corrispondenza delle certificazioni catastali ai dati indicati all atto di pignoramento ed indicando tutti gli ulteriori elementi necessari per l emissione del decreto di trasferimento, eseguendo le variazioni che fossero necessarie per l aggiornamento del catasto (ivi compresa la denuncia al N.C.E.U. in relazione alla legge n.1249/39), acquisendo la relativa scheda ovvero predisponendola ove mancante; in caso di difformità o mancanza di idonea planimetria del bene, alla sua correzione e

3 3 redazione; 2.ad una sommaria elencazione e descrizione sintetica dei beni, mediante indicazione della tipologia di ciascun immobile, della sua ubicazione (città, via, numero civico, piano, eventuale numero interno), del contesto in cui essi si trovano ( es. se facenti parte di un condominio o di altro complesso immobiliare con parti comuni ecc.)delle caratteristiche e della destinazione della zona e dei servizi da essa offerti; degli accessi, dei confini e dei dati catastali, delle eventuali pertinenze e accessori, degli eventuali millesimi di parti comuni, identificando ciascun immobile con una lettera dell alfabeto e gli accessori della medesima lettera con un numero progressivo; 3. a verificare il titolo di proprietà e la sussistenza di eventuali diritti di comproprietà( specificando se si tratta di comunione legale tra coniugi o altro) o di altri diritti parziali, ovvero indicando chiaramente il diverso diritto o quota pignorata; 4. ad individuare lo stato di possesso del bene, con l indicazione, se occupato dall esecutato o da terzi, del titolo in base al quale è occupato, con particolare riferimento all esistenza di contratti registrati in data antecedente al pignoramento e alla data di scadenza per l eventuale disdetta, ovvero alla sussistenza di eventuali controversie pendenti e all eventuale data di rilascio fissata; si precisa che in caso di indicazioni non esaustive su tale punto, sarà disposta integrazione della perizia senza ulteriore compenso;

4 4 5. ad individuare l esistenza di formalità, vincoli o oneri, anche di natura condominiale, gravanti sul bene distinguendo tra quelli che resteranno a carico dell acquirente (es. domande giudiziali, atti di asservimento urbanistici e cessioni di cubatura, convenzioni matrimoniali e provvedimenti di assegnazione della casa coniugale al coniuge, pesi o limitazioni d'uso oneri reali, obbligazioni propter rem, servitù, uso, abitazione, vincoli derivati da contratti incidenti sull'attitudine edificatoria, vincoli concessi con il carattere storico-artistico) e quelli che saranno cancellati o regolarizzati dalla procedura ovvero risulteranno non opponibili all'acquirente (iscrizioni, pignoramenti ed altre trascrizioni pregiudizievoli, difformità urbanistico-edilizie, difformità catastali); 6. a fornire altre informazioni per l'acquirente, concernenti: a. l'importo annuo delle spese fisse di gestione o manutenzione (es. spese condominiali ordinarie); b. eventuali spese straordinarie già deliberate ma non ancora scadute; c. eventuali spese condominiali scadute non pagate negli ultimi due anni anteriori alla data della perizia; d. eventuali cause in corso; 7. ad individuare i precedenti proprietari nel ventennio elencando ciascun atto di acquisto, con indicazione dei suoi estremi (data, notaio, data e numero registrazione e trascrizione), e ciò anche sulla scorta della eventuale relazione

5 5 notarile prodotta dal creditore procedente; 8. alla verifica della regolarità edilizia e urbanistica del bene, nonché dell'esistenza della dichiarazione di agibilità dello stesso previa acquisizione o aggiornamento del certificato di le opportune informazioni presso destinazione urbanistica previsto dalla vigente normativa. In caso di esistenza di opere abusive, ad indicare l'eventuale sanabilità ai sensi delle Leggi 47/85 e 724/94 e i relativi costi, assumendo le opportune informazioni presso gli Uffici Comunali competenti; 9. ad esprimere il proprio motivato parere, sulla opportunità di disporre la vendita in uno o più lotti e, in caso affermativo, procedere alla formazione di uno o più lotti identificando i nuovi confini e provvedendo, previa autorizzazione del Giudice, ove necessario, alla realizzazione del frazionamento, allegando alla relazione estimativa i tipi debitamente approvati dall'ufficio Tecnico Erariale; 10. a descrivere analiticamente ciascuno dei beni compresi nel lotto (un paragrafo per ciascun immobile, ciascuno di essi intitolato DESCRIZIONE ANALITICA DEL (appartamento, capannone, ecc.) con riferimento alla lettera che contraddistingue l'immobile del paragrafo identificazione dei beni oggetto della stima di cui sub 2); ad indicare la tipologia del bene l'altezza interna utile, la composizione interna; ad indicare in formato tabellare, per ciascun locale, la superficie netta, il coefficiente utilizzato ai fini della determinazione della

6 6 superficie commerciale, la superficie commerciale medesima, l'esposizione, le condizioni di manutenzione; ad indicare nei medesimi paragrafi altresì le caratteristiche strutturale del bene e le caratteristiche interne di ciascun immobile (infissi, tramezzature interne, pavimentazione, porta di ingresso, scale interne, impianto elettrico, impianto idrico, impianto termico, etc..) precisando per ciascun elemento l'attuale stato di manutenzione e per gli impianti, la loro rispondenza alla vigente normativa e in caso contrario, i costi necessari al loro adeguamento; ad indicare altresì le eventuali dotazioni condominiali (es. posti auto comuni, giardino ecc.); 11. accertare con adeguata motivazione, il valore di mercato dell'immobile con indicazione del criterio di stima utilizzato, anche in relazione ed eventuale incidenza sul valore dello stesso delle condizioni di regolarità (o meno) amministrativa, e di stato libero o meno esponendo altresì analiticamente gli adeguamenti e correzioni della stima, precisando tali adeguamenti in maniera distinta per lo stato d'uso e manutenzione, lo stato di possesso, i vincoli ed oneri giuridici non eliminabili dalla procedura e la assenza di garanzia per vizi occulti nonché per eventuali spese condominiali insolute, la necessità di bonifica da eventuali rifiuti anche tossici o nocivi; altri oneri o pesi; e prefigurando le tre diverse ipotesi in cui eventuali oneri di regolarizzazione urbanistica o catastale o per la bonifica da eventuali rifiuti assunti alla procedura ovvero siano assunti dalla procedura

7 7 limitatamente agli oneri di regolarizzazione urbanisticocatastale, ovvero siano lasciati interamente a carico dell'acquirente; 12.ad identificare, nel caso di pignoramento di quota indivisa,i comproprietari e a valutar la sola quota, tenendo conto della maggior difficoltà di vendita per le quote indivise, e ad esprimere il proprio motivato parere sulla comoda divisibilità del bene, identificando, in caso affermativo, gli enti che potrebbero essere separati in favore della procedura; a predisporre, qualora ritenga il bene non comodamente divisibile, bozza di ordinanza di divisione secondo il modello reperibile in Cancelleria; 13.ad allegare a ciascuna relazione di stima almeno due fotografie esterne del bene e almeno due interne, nonché la planimetria del bene, visura catastale attuale, copia della concessione o licenza edilizia e atti di sanatoria, il certificato di definita valutazione e la restante documentazione necessaria, integrando, se del caso, quella predisposta dal creditore; in particolare, a depositare, ove non in atti, copia dell'atto di provenienza del bene e copia dell'eventuale contratto di locazione e verbale delle dichiarazioni di terzo occupante; 14. ad inviare, contestualmente al deposito della perizia in cancelleria, e comunque almeno quarantacinque giorni prima dell'udienza, copia della perizia al debitore, ai creditori procedenti ed intervenuti, a mezzo fax, posta o , e ad

8 8 allegare all'originale della perizia attestazione di aver proceduto a tali invii; 15. a sospendere le operazioni peritali in caso di impossibilità di accedere all'immobile, e ad avvertire il giudice ed il creditore procedente, ai fini della nomina di custode giudiziario; 16.a riferire immediatamente al giudice circa ogni richiesta di sospensione nel corso delle operazioni peritali, informando contestualmente la parte che l'esecuzione potrà essere sospesa solo con provvedimento del giudice su ricorso della medesima parte, cui aderiscano tutti gli altri creditori; 17. a formulare tempestiva istanza di rinvio della udienza in caso di impossibilità di osservanza del termine di deposito, provvedendo altresì alla notifica alle parti. Nella suddetta ordinanza il Giudice dell esecuzione disponeva inoltre che il C.T.U. depositasse il proprio elaborato peritale almeno 45 (quarantacinque) giorni prima dell udienza di rinvio. Ricevuto l incarico il tecnico procedeva all analisi della documentazione contenuta nel fascicolo d Ufficio verificandone la completezza ed individuando i beni da valutare (primo punto del quesito). Il C.T.U. procedeva inoltre, come da incarico conferitogli, a comunicare, a mezzo di lettera raccomandata A.R. datata 17 giugno 2013 (allegato n. 1), la data ed il luogo dell Inizio delle Operazioni Peritali, a tutti gli interessati al procedimento ed in particolare agli esecutati ed ai legali dei

9 9 creditori procedenti. In detta lettera il C.T.U. fissava l Inizio delle Operazioni Peritali, per il giorno 18 luglio 2013, ore 9.00 presso l immobile pignorato, sito in Magione, Piazza Simoncini al civico n. 26. Nel giorno ed ora sopra fissati non è stato possibile effettuare il sopralluogo in quanto gli esecutati non erano presenti e pertanto il C.T.U. non ha potuto accedere all unità immobiliare. L appuntamento veniva procrastinato a mezzo telefono, in accordo con gli esecutati, al giorno 30 settembre 2013 alle ore 15. In tale occasione si procedeva al sopralluogo effettuando i necessari rilievi tecnici e scattando numerose foto in digitale che in parte vengono allegate alla presente relazione per meglio documentare lo stato dei luoghi. Lo scrivente si recava inoltre, più volte, presso gli uffici del Comune di Magione, al fine di richiedere e ritirare la necessaria documentazione tecnica. Alla luce delle indagini svolte, delle informazioni assunte, della documentazione contenuta in atti e di quanto visto ed accertato, il sottoscritto C.T.U. è in grado di espletare l incarico ricevuto dal Signor Giudice dell Esecuzione. IDENTIFICAZIONE CATASTALE DEI BENI PIGNORATI ED EVENTUALI VARIAZIONI INTERVENUTE (punto 1 del quesito) I beni immobili pignorati sono come di seguito individuati

10 10 nei rispettivi atti di pignoramento delle due procedure riunite: ES. Imm. 315/12 I beni immobili oggetto della presente procedura vengono come di seguito individuati nell atto di pignoramento a firma dell Avv. Carlo Bizzarri:.. INDICA quale bene che si intende sia assoggettato ad esecuzione immobiliare; 1) Immobile sito in Comune di Magione (PG), C.T. Part. 1131, fg.28, sub.47, cat. A/2, classe 3, della consistenza di 4 vani, ubicato in Magione piano 1, pervenuto agli intimati i forza di rogito notarile Notaio Dr. Afredo Caiazza al N. di repertorio 29701,. ES. Imm. 599/12 I beni immobili oggetto della presente procedura vengono come di seguito individuati nell atto di pignoramento a firma dell Avv. Caro Pacelli:.. Diritti pari a ½ ciascuno e così per l intero della piena proprietà sui seguenti beni immobili: Porzioni immobiliari facenti parte del fabbricato in Magione Piazza A. Simoncini n. 26, e precisamente: - appartamento sito al primo piano de fabbricato distinto con la sigla A/4, composto da tre vani, cucina, terrazzo ed accessori, con annesso in proprietà esclusiva un locale garage sito al primo piano sottostrada. Dette porzioni immobiliari sono riportate nel Catasto Fabbricati del Comune di Magione con i seguenti dati:

11 11 Fg. 28 part.lla 1131 sub 47, piano 1, cat. A/2, classe 3, cons. 4 vani, R.C. 268,56 (l appartamento); Fg. 28 part.lla 1131 sub 18, piano S1, Cat. C/6, classe 5, cons. 21 mq., R.C. 34,71(il locale garage); entrambe aventi come bene comune non censibile la particella 1131 sub 1 del medesimo Fg. 28. Di seguito si propone l attuale individuazione catastale dei beni in oggetto: COMUNE DI MAGIONE CATASTO FABBRICATI INTESTATO: OMISSIS - proprietà per 1/2; OMISSIS - proprietà per 1/2; Fg. Part. Sub Categoria Classe Consistenza Rendita C/ m 2 34, A/2 3 4 vani 268,56 Per ulteriori dettagli in merito a quanto sopra riportato, si allegano alla presente, visura catastale dei beni (allegato n. 2), elaborato planimetrico scala 1:500 (allegato n. 3), planimetria catastale urbana 1:100 (allegato n. 4) planimetria vax scala 1:2000 (allegato n. 5). DESCRIZIONE SINTETICA DEI BENI PIGNORATI (Punto n. 2 del quesito) Gli immobili pignorati sono costituiti da un appartamento di civile abitazione ed un garage, facenti parte di un fabbricato residenziale di maggiori consistenza, entrambi ubicati in Comune

12 12 di Magione. L appartamento è sito al piano primo, mentre il garage si trova al piano primo sottostrada. TITOLO DI PROPRIETA PER L IMMOBILE PIGNORATO (punto n. 3 del quesito) Dalla documentazione in atti risulta che, alla data del pignoramento, gli immobili oggetto di valutazione erano di proprietà degli esecutati, per i diritti di ½ di proprietà ciascuno, in quanto agli stessi pervenuti con atto a rogito Notaio Alfredo Caiazza del , repertorio registrato a Perugia il al numero 2051 (allegato n. 6). STATO DI POSSESSO DEGLI IMMOBILI PIGNORATI (punto n. 4 del quesito) Al momento del sopralluogo gli immobili risultavano in possesso agli esecutati. FORMALITA, VINCOLI E ONERI CHE RESTERANNO A CARICO DELL ACQUIRENTE E QUELLI DA CANCELLARE E NON OPPONIBILI ALL ACQUIRENTE (punto n. 5 del quesito) Dalla documentazione in atti risulta che l immobile pignorato non è gravato da vincoli e oneri che resteranno a carico dell acquirente, mentre sono presenti le seguenti formalità da cancellare non opponibili all acquirente: Trascrizioni a tutto il n. part del 20/07/2012 Pignoramento immobiliare a favore del Condominio Piazza Simoncini 19/26 C.F.

13 e contro OMISSIS e JOMISSIS. n. part del 24/09/2012 Pignoramento immobiliare a favore di UNICREDIT S.P.A. con sede in Roma e contro OMISSIS e OMISSIS. Iscrizioni a tutto il n. part del 09/03/2005 Ipoteca volontaria a garanzia di mutuo a favore di UNICREDIT BANCA PER LA CASA S.P.A. e contro OMISSIS e OMISSIS. n. part del 15/12/2005 Ipoteca legale a favore di SO.RI.T. SPA con sede in Foligno e contro OMISSIS per la quota di ½ di proprietà. n. part del 28/05/2007 Ipoteca legale a favore di EQUITALIA PERUGIA SPA e contro OMISSIS per la quota di ½ di proprietà. Il C.T.U. ha provveduto ad effettuare un aggiornamento dei gravami a carico degli immobili pignorati alla data del (allegato n. 7), dalla quale non risultano essere presenti ulteriori gravami oltre a quelli sopra riportati. EVENTUALI SPESE FISSE DI GESTIONE O MANUTENZIONE STRAORDINARIE E CONDOMINIALI (punto 6 del quesito) Lo scrivente ha acquisito informazioni dall amministratore del condominio di cui gli immobili pignorati fanno parte il quale ha inviato l estratto conto (allegato n. 8), dal quale risulta quanto segue:

14 14 spese condominiali ordinarie 455,03 spese condominiali straordinarie approvate 69,13 Saldo esercizi precedenti non pagati da versare 4.041,00. PRECEDENTI PROPRIETARI NEL VENTENNIO (punto 7 del quesito) Dalla documentazione in atti risultano i seguenti passaggi di proprietà nel ventennio: alla data 08/04/1998 i terreni sui quali è stata realizzato il fabbricato residenziale di cui gli immobili pignorati fanno parte risultavano di proprietà del Comune di Magione; in data 08/04/1998, con scrittura privata con sottoscrizione autentica a rogito Notaio Adriano Pischetola, Rep. n , parte dei terreni ove insistono gli immobili pignorati venivano acquistati, per i diritti di piena proprietà, dalla OMISSIS S.r.l.; in data 08/01/1999, con atto a rogito Notaio Adriano Pischetola, Rep. n , i terreni già acquistati con la precedente scrittura privata venivano indicati con una più precisa individuazione catastale; in data 25/09/2002 con atto a rogito Notaio Marco Ottaviano Sciarra, Rep. n /10625, gli immobili pignorati venivano acquistati, per i diritti di piena proprietà, dalla Sig.ra OMISSIS; in data 08/03/2005 con atto a rogito Notaio Alfredo Caiazza, Rep. n /11205, gli immobili pignorati pervenivano, per

15 15 i diritti di 1/2 di proprietà ciascuno, agli esecutati. REGOLARITA URBANISTICA DEI BENI PIGNORATI (punto 8 del quesito) Sulla base delle informazioni assunte dallo scrivente presso l Ufficio Urbanistica del Comune di Magione per gli immobili pignorati risultano essere state rilasciate le seguenti autorizzazioni urbanistiche: Autorizzazione n Pratica edilizia n. 557/98, rilasciata dal Comune di Magione in data 3/06/1999 alla ditta OMISSIS s.r.l. (allegato n. 9); Concessione a Costruire a sanatoria n Pratica edilizia n. 307/2001, rilasciata dal Comune di Magione in data 27/11/2001 alla ditta OMISSIS s.r.l. (allegato n. 10); Denuncia di Inizio Attività n. 98/01, presentata al Comune di Magione in data 28/11/2001 prot dalla ditta OMISSIS s.r.l. (allegato n. 11 con planimetria piani seminterrato e primo); Certificato di abitabilità prot. n. 438/02 rilasciato dal Comune di Magione in data 3/08/2002 alla ditta OMISSIS s.r.l. (allegato n. 12). FORMAZIONE DEI LOTTI (punto 9 del quesito) Gli immobili oggetto della presente valutazione consistono in un appartamento di civile abitazione posto al piano primo con annesso garage al piano primo sottostrada, facenti parte di una palazzina di maggior consistenza ubicata in Magione in Piazza

16 16 Simoncini, 26. Vista la natura dei beni in oggetto e la loro complementarità, l impossibilità tecnico urbanistica di suddivisione in più lotti, lo scrivente tecnico intende proporre la vendita in un unico lotto. DESCRIZIONE ANALITICA DEI BENI IMMOBILI PIGNORATI (punto 10 del quesito) Come precedentemente detto, i beni oggetto della presente valutazione sono rappresentati da un appartamento al piano primo e da un garage al piano primo sottostrada, facenti parte di una palazzina di maggior consistenza in Piazza Simoncini al civico 26. La palazzina, di recente costruzione, è inserita in un complesso residenziale con attività commerciali, scuole e uffici di pubblica amministrazione. Il fabbricato abitativo si eleva su quattro piani fuori terra, oltre al piano seminterrato destinato a fondi e garage. Esternamente l immobile presenta struttura in cemento armato con tamponature in parte in mattoncini faccia a vista ed in parte in laterizi intonacati e tinteggiati. Il tetto è a più spioventi con gronde e discendenti in rame. L immobile è provvisto di corte condominiale destinata a verde pubblico e parcheggio. Alla palazzina si accede direttamente dalla corte condominiale tramite un portone in struttura metallica e vetro che si affaccia sul vano scala comune. Ai piani superiori si accede tramite le scale con gradini in marmo e ringhiera metallica con corrimano in legno o per mezzo di un ascensore. L appartamento in oggetto è ubicato al piano primo ed è dotato di portoncino di

17 17 ingresso blindato in legno al naturale. L unità abitativa si compone di soggiorno con angolo cottura, corridoio, due camere dal letto, due bagni, terrazza e lastrico solare; il tutto per una superficie commerciale di mq 97 circa. Le caratteristiche di finitura dei vani sopra detti sono le seguenti: pavimenti rivestiti in piastrelle in monocottura; pareti intonacate e tinteggiate ad eccezione di quelle dei bagni e dell angolo cottura che sono rivestite in piastrelle in ceramica; impianto termo-idraulico alimentato da caldaia collocata in terrazza e dotato di radiatori in alluminio; impianti interamente sotto traccia; porte interne in legno tamburato; infissi interni in legno con vetrocamera, dotati di avvolgibili in plastica; infissi del soggiorno dotati di zanzariere in alluminio; soggiorno con predisposizione per la canna fumaria; bagno di maggiore consistenza dotato di vasca, oltre agli usuali accessori; bagno di minore consistenza dotato di piatto doccia, oltre agli usuali accessori; terrazza e lastrico solare con pavimento in piastrelle in monocottura da esterno (in parte rialzate) e parapetto in muratura con sovrastante ringhiera metallica. Al piano primo sottostrada della medesima palazzina

18 18 insiste il garage oggetto del presente pignoramento. Al garage si accede direttamente dal vano scala comune tramite una porta tagliafuoco, oppure dall esterno tramite la rampa di accesso carrabile dotata di cancello metallico automatico o tramite le scale di accesso pedonale. Il locale garage è munito di basculante non automatizzata e presenta pavimento in battuto di cemento, pareti al grezzo, impianto elettrico fuori traccia. Il garage ha una superficie commerciale di mq 23 circa. CRITERI DI STIMA E STIMA DEI BENI PIGNORATI (punto 11 del quesito) Il tecnico ritiene opportuno applicare il metodo di stima sintetico comparativo, procedendo alle necessarie misurazioni dei beni ed ai successivi conteggi estimativi. Per individuare l attuale valore di mercato dell immobile, il C.T.U. ha assunto informazioni presso operatori economici, tecnici, mediatori ed esperti della zona di Magione e Comuni limitrofi, mediando e confrontando i dati raccolti con la propria esperienza professionale. Per la determinazione del valore degli immobili si procede come segue: si sono eseguite le necessarie misurazioni dei beni; si sono suddivisi gli immobili in porzioni omogenee per caratteristiche e destinazione; si è stabilito il valore unitario di ciascuna porzione omogenea in base ai prezzi effettivamente pagati nella zona per beni con

19 19 caratteristiche simili; si sono eseguiti i necessari conteggi estimativi. Per quanto concerne i criteri generali di valutazione, si fa inoltre presente che: le consistenze sono riferite alla superficie commerciale e sono state determinate sulla base della norma UNI 10750, con riferimento alle planimetrie catastali ed ai rilievi effettuati sul posto; nei valori unitari degli immobili sono compresi tutti gli investimenti fissi così come presenti al momento del sopralluogo; i valori espressi tengono debitamente conto dello stato di manutenzione generale di ciascun immobile ivi compresi impianti, infissi, pavimenti e tutto quant altro compreso nei beni; il valore degli immobili pignorati è comprensivo delle parti comuni all intero stabile di cui gli stessi fanno parte; per la valutazione degli immobili il C.T.U. ha adottato il parametro tecnico metro quadrato. Sulla base di tutto quanto sopra riportato il C.T.U. esprime di seguito la propria valutazione degli immobili oggetto di stima: Appartamento mq. 97 x /mq. 950,00 = ,00 Garage mq. 23 x /mq. 450,00 = ,00

20 20 TOTALE ,00 Dicesi euro ,00 (centoduemilacinquecento/00). Confinanti: OMISSIS e parti comuni salvo se altri. Per ulteriore dettaglio in merito alla valutazione sopra riportata si veda tabella di determinazione consistenze e stima degli immobili (allegato n. 13). PRECISAZIONE IN MERITO ALLA DESTINAZIONE DELL IMMOBILE AD EDILIZIA CONVENZIONATA Si evidenzia che l unità immobiliare pignorata rientra all interno della edilizia convenzionata di cui alla Legge n. 179 del La cessione di tali alloggi deve avvenire al prezzo determinato nella relativa convenzione urbanistica. Il C.T.U. ha acquisito presso il Comune di Magione detta convenzione (allegato n. 14) dalla quale all art. 12 viene determinato il metodo di calcolo del prezzo massimo di cessione per le cessioni successive alla prima. Si estrinseca di seguito il relativo calcolo sulla base dei seguenti fattori: precedente prezzo di cessione ,00 rivalutazione ISTAT dalla data di collaudo ad oggi + 28,13 % riduzione per vetustà pari all1% per ogni anno successivo al sesto 6%. Per cui si ha: ,13 % - 6% = ,98 Il prezzo così determinato è superiore a quanto determinato

21 21 dal C.T.U. nel precedente capitolo e quindi vengono rispettatati gli obblighi previsti dalla normativa della edilizia convenzionata. Rimane indiscusso il fatto che l acquirente deve detenere i requisiti soggettivi previsti ed il prezzo, in caso di gara, non deve superare l importo sopra determinato eventualmente aggiornato. ATTESTAZIONE DI AVVENUTO INVIO DELLA C.T.U. ALLE PARTI (punto 14 del quesito) Lo scrivente C.T.U. ha provveduto ad inviare, a mezzo plico raccomandato, agli esecutati copia del presente elaborato peritale completo di tutti gli allegati, come da copia delle ricevute postali che si allegano alla sola relazione tecnica depositata, in originale, presso la Cancelleria delle esecuzioni del Tribunale di Perugia (allegato n. 15). Ai legali dei creditori procedenti ed agli si è trasmesso il presente elaborato a mezzo PEC (allegato n. 15). ELENCO ALLEGATI 1. Lettera del C.T.U. di comunicazione Inizio Operazioni Peritali, datata ; 2. Agenzia delle Entrate - Ufficio Provinciale di Perugia -Territorio - Visure catastali; 3. Agenzia delle Entrate - Ufficio Provinciale di Perugia -Territorio Elaborato planimetrico scala 1:500; 4. Agenzia delle Entrate - Ufficio Provinciale di Perugia -Territorio - Planimetria catastale urbana scala 1:100; 5. Agenzia delle Entrate - Ufficio Provinciale di Perugia -Territorio - vax scala 1:2000;

22 22 6. Copia atto a rogito Notaio Alfredo Caiazza in data repertorio registrato a Perugia il al numero 2051; 7. Servizio Pubblicità Immobiliare di Perugia aggiornamento gravami; 8. Dichiarazione dell Amministratore pro tempore in merito alla posizione debitoria degli esecutati; 9. Autorizzazione n Pratica edilizia n. 557/98, rilasciata dal Comune di Magione in data 3/06/1999; 10.Concessione a Costruire a sanatoria n Pratica edilizia n. 307/2001, rilasciata dal Comune di Magione in data 27/11/2001; 11.Denuncia di Inizio Attività n. 98/01, presentata al Comune di Magione in data 28/11/2001 prot ; 12.Certificato di abitabilità prot. n. 438/02 rilasciato dal Comune di Magione in data 3/08/2002; 13. Tabella di determinazione consistenze e stima degli immobili; 14.Convenzione per edilizia economica popolare 15.Copia ricevuta di attestazione invio C.T.U. agli esecutati a mezzo raccomandata A.R.; 16. Ricevuta di avvenuta trasmissione a mezzo PEC dell elaborato peritale al legale dei creditore procedente. * * * * * Tanto si doveva riferire in ossequio all incarico ricevuto

23 23 dal Signor Giudice dell Esecuzione. Perugia, 20 ottobre 2013 Il C.T.U. Dr. Giovanni Alberti

TRIBUNALE ORDINARIO DI MILANO

TRIBUNALE ORDINARIO DI MILANO TRIBUNALE ORDINARIO DI MILANO SEZIONE III - ESECUZIONI R.G.E. N 682/2011 G.E. Dott.ssa FERRARI Anna PROMOSSO DA : UNICREDIT MANAGEMENT BANK SPA CONTRO : MEHMOOD TARIQ CONSULENZA TECNICA D UFFICIO C.T.U.

Dettagli

TRIBUNALE DI TIVOLI UFFICIO ESECUZIONI IMMOBILIARI. Esecuzione Forzata BANCA NAZIONALE DEL LAVORO. Contro. N Gen. 1669/2005

TRIBUNALE DI TIVOLI UFFICIO ESECUZIONI IMMOBILIARI. Esecuzione Forzata BANCA NAZIONALE DEL LAVORO. Contro. N Gen. 1669/2005 Udienza 01/02/2011 TRIBUNALE DI TIVOLI UFFICIO ESECUZIONI IMMOBILIARI Esecuzione Forzata BANCA NAZIONALE DEL LAVORO Contro N Gen. 1669/2005 Giudice Dr. Filippo Maria TROPIANO Custode Giudiziario Avv. Leonardo

Dettagli

Esecuzione immobiliare n 434/2008. G.E. Dott. A.M. FABBRO. Promossa da. Contro. [omissis] e [omissis]

Esecuzione immobiliare n 434/2008. G.E. Dott. A.M. FABBRO. Promossa da. Contro. [omissis] e [omissis] TRIBUNALE DI TREVISO CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI CONSULENZA TECNICA D UFFICIO Esecuzione immobiliare n 434/2008 G.E. Dott. A.M. FABBRO Promossa da CLARIS FINANCE 2003 S.R.L. Contro [omissis] e [omissis]

Dettagli

giudice: dr. g. stano

giudice: dr. g. stano TRIBUNALE ORDINARIO DI LUCERA - procedura esecutiva n. 169/11 - giudice: dr. g. stano BANCA APULIA Spa - Avv. G. Tancredi - C O N T R O creditore Esecutato debitore CONSULENZA TECNICA ESTIMATIVA EPURATA

Dettagli

Tribunale Civile di Genova R.G. n 600/12+630/12. Sezione VII. Fallimenti ed Esecuzioni Immobiliari

Tribunale Civile di Genova R.G. n 600/12+630/12. Sezione VII. Fallimenti ed Esecuzioni Immobiliari Tribunale Civile di Genova R.G. n 600/12+630/12 Sezione VII Fallimenti ed Esecuzioni Immobiliari Procedura di espropriazione immobiliare promossa da Unicredit S.p.A. (avv. Picedi Benettini Eugenio) Condominio

Dettagli

T R I B U N A L E D I T R E V I S O * * * * * ESECUZIONE IMMOBILIARE : n. 491/2008 RG. UDIENZA DEL 05.10.2011

T R I B U N A L E D I T R E V I S O * * * * * ESECUZIONE IMMOBILIARE : n. 491/2008 RG. UDIENZA DEL 05.10.2011 T R I B U N A L E D I T R E V I S O * * * * * ESECUZIONE IMMOBILIARE : n. 491/2008 RG. UDIENZA DEL 05.10.2011 BANCA POPOLARE DI VICENZA S.C.P.A. c o n t r o [omissis] e [omissis] GIUDICE ESECUTORE: DOTT.

Dettagli

TRIBUNALE ORDINARIO DI BENEVENTO

TRIBUNALE ORDINARIO DI BENEVENTO TRIBUNALE ORDINARIO DI BENEVENTO Espropriazione immobiliare iscritta al n 84/07 GIUDICE DELL ESECUZIONE Ill.mo Dr. Michele Cuoco RELAZIONE DI CONSULENZA TECNICA D UFFICIO C.T.U. ing. Nicola Pilla Benevento,

Dettagli

TRIBUNALE DI CHIETI AVVISO DI VENDITA IMMOBILIARE. (secondo esperimento con primo ribasso di un quarto)

TRIBUNALE DI CHIETI AVVISO DI VENDITA IMMOBILIARE. (secondo esperimento con primo ribasso di un quarto) TRIBUNALE DI CHIETI AVVISO DI VENDITA IMMOBILIARE (secondo esperimento con primo ribasso di un quarto) Procedura espropriativa immobiliare n. 150/2012 R.G.E. promossa da EL TANTAWI MONIR MOHAMED Il sottoscritto

Dettagli

- BANCA NAZIONALE DEL LAVORO S.P.A. con sede legale a ROMA, via Veneto n 119 - c/o Avv. LUCIO STENIO DE BENEDICTIS

- BANCA NAZIONALE DEL LAVORO S.P.A. con sede legale a ROMA, via Veneto n 119 - c/o Avv. LUCIO STENIO DE BENEDICTIS TRIBUNALE DI VASTO Esecuzione Immobiliare: N 103/2008 N.R.G.Es.IM. Promossa da: - BANCA NAZIONALE DEL LAVORO S.P.A. con sede legale a ROMA, via Veneto n 119 - c/o Avv. LUCIO STENIO DE BENEDICTIS Nei confronti

Dettagli

GeometraLorenzoCicala Piazza De Marini, 3/71 16123 Genova Telefono 010586658 Posta Elettronica geometra.cicala@gmail.com

GeometraLorenzoCicala Piazza De Marini, 3/71 16123 Genova Telefono 010586658 Posta Elettronica geometra.cicala@gmail.com TRIBUNALE DI GENOVA SEZIONE VII CIVILE R.G.E. 487 / 2013 G.E. DOTT. DANIELE BIANCHI COND. VIA DEI BOSSARI 15-19, GENOVA Parte Procedente CONTRO ORSI ADRIA Parte Esecutata Debitrice RELAZIONE DEL PERITO

Dettagli

valutazione immobiliare

valutazione immobiliare valutazione immobiliare in ambito giudiziario Relatore: Geom. Dario Mottadelli Ultimo aggiornamento: 30 aprile 2013 programma PRIMA PARTE (durata 2 ore) SECONDA PARTE (durata 2 ore) introduzione Certificazione

Dettagli

****** RELAZIONE DEL CONSULENTE TECNICO D'UFFICIO. Il GE Dr. SIMONE, su richiesta dell attore, ha nominato perito il sottoscritto Arch.

****** RELAZIONE DEL CONSULENTE TECNICO D'UFFICIO. Il GE Dr. SIMONE, su richiesta dell attore, ha nominato perito il sottoscritto Arch. TRIBUNALE ORDINARIO DI VENEZIA ESECUZIONE IMMOBILIARE N. 800/2011 Promosso da: CONDOMINIO STELLA Marghera (VE) Contro: UDDIM NIZAM Marghera (VE) ****** RELAZIONE DEL CONSULENTE TECNICO D'UFFICIO Premessa

Dettagli

Il sottoscritto Geometra Michele Berardini con studio in Milano Via C. Tenca

Il sottoscritto Geometra Michele Berardini con studio in Milano Via C. Tenca TRIBUNALE DI MILANO Sezione Esecuzioni Immobiliari Creditore procedente: ITALFONDIARIO Spa Debitore esecutato: R.G.E. 3190/11 G.E. Dr. Susanna Terni Il sottoscritto Geometra Michele Berardini con studio

Dettagli

TRIBUNALE DI BENEVENTO SEZIONE ESECUZIONI IMMOBILIARI. Giudice dell Esecuzione: Dott. Michele Cuoco. procedura n.388/2010 del R.G.

TRIBUNALE DI BENEVENTO SEZIONE ESECUZIONI IMMOBILIARI. Giudice dell Esecuzione: Dott. Michele Cuoco. procedura n.388/2010 del R.G. TRIBUNALE DI BENEVENTO SEZIONE ESECUZIONI IMMOBILIARI Giudice dell Esecuzione: Dott. Michele Cuoco procedura n.388/2010 del R.G.E Causa promossa dalla Banca Popolare di Ancona contro Tommasiello Maria

Dettagli

TRIBUNALE DI PIACENZA. Esecuzione immobiliare nr. 152/12 R.E. Promossa da: ITALFONDIARIO S.P.A. mandataria di Cassa di Risparmio di Parma e Piacenza

TRIBUNALE DI PIACENZA. Esecuzione immobiliare nr. 152/12 R.E. Promossa da: ITALFONDIARIO S.P.A. mandataria di Cassa di Risparmio di Parma e Piacenza TRIBUNALE DI PIACENZA Esecuzione immobiliare nr. 152/12 R.E. Promossa da: ITALFONDIARIO S.P.A. mandataria di Cassa di Risparmio di Parma e Piacenza Contro: Riva Primo Riva Gianfranco Oggetto: Stima di

Dettagli

Esecuzione Immobiliare 192/2010. b. identificazione catastale Comune SAN VENDEMIANO (TV) - NUOVO CATASTO EDILIZIO URBANO

Esecuzione Immobiliare 192/2010. b. identificazione catastale Comune SAN VENDEMIANO (TV) - NUOVO CATASTO EDILIZIO URBANO Tribunale di Treviso - Sezione Esecuzioni Immobiliari Esecuzione Immobiliare 192/2010 PERIZIA DI STIMA PERIZIA 01) INDIVIDUAZIONE DEL BENE PIGNORATO a. indirizzo Comune: SAN VENDEMIANO (TV) Località e

Dettagli

RELAZIONE PERITALE Procedura n. 4112/11. G.E. Dott. sa Bruno C.T.U. Dott. Arch. L.Visone

RELAZIONE PERITALE Procedura n. 4112/11. G.E. Dott. sa Bruno C.T.U. Dott. Arch. L.Visone PROCEDURA ESECUTIVA 4112/11 RELAZIONE PERITALE Procedura n. 4112/11 G.E. Dott. sa Bruno C.T.U. Dott. Arch. L.Visone TRIBUNALE CIVILE E PENALE DI MILANO SEZIONE 3 CIVILE ILL.MO GIUDICE ESECUTORE : Dott.sa

Dettagli

TRIBUNALE DI GENOVA. Sezione VII. Fallimenti ed Esecuzioni Immobiliari. Procedura di espropriazione immobiliare promossa da

TRIBUNALE DI GENOVA. Sezione VII. Fallimenti ed Esecuzioni Immobiliari. Procedura di espropriazione immobiliare promossa da R.E. 625/12 TRIBUNALE DI GENOVA Sezione VII Fallimenti ed Esecuzioni Immobiliari Procedura di espropriazione immobiliare promossa da MASSARI Claudio e MASSARI Barbara Avvocato Stefano Vita Contro VAGHEGGI

Dettagli

Si precisa che le operazioni peritali svolte presso i locali in data 25/01/2010

Si precisa che le operazioni peritali svolte presso i locali in data 25/01/2010 TRIBUNALE DI CREMONA Cancelleria Fallimentare FALLIMENTO Nr 24/ 2009 Il sottoscritto Ingegner Alessandro Laudati, nato a Cremona il 16/05/1968, ivi residente, con studio in Viale Trento e Trieste 53, iscritto

Dettagli

IL RUOLO DEL C.T.U NELLA PROCEDURA DI ESECUZIONE IMMOBILIARE

IL RUOLO DEL C.T.U NELLA PROCEDURA DI ESECUZIONE IMMOBILIARE IL RUOLO DEL C.T.U NELLA PROCEDURA DI ESECUZIONE IMMOBILIARE Intervento Congiunto a cura di: Dott. Giovanni Mottura Dottore Commercialista e Custode Giudiziario Dott. Claudio Miglio Componente della Commissione

Dettagli

RELAZIONE TECNICA ESTIMATIVA

RELAZIONE TECNICA ESTIMATIVA RELAZIONE TECNICA ESTIMATIVA Il sottoscritto Arch. Paolo Pozzaglio, con studio in Chiari, Via San Bernardino n. 8, regolarmente iscritto all'ordine degli Architetti della Provincia di Brescia al n. 1746,

Dettagli

TRIBUNALE DI VASTO RELAZIONE DI CONSULENZA TECNICA DI UFFICIO. Esecuzione Immobiliare n. 65/2008

TRIBUNALE DI VASTO RELAZIONE DI CONSULENZA TECNICA DI UFFICIO. Esecuzione Immobiliare n. 65/2008 TRIBUNALE DI VASTO RELAZIONE DI CONSULENZA TECNICA DI UFFICIO Esecuzione Immobiliare n. 65/2008 Promossa da: Contro: FINECOBANK S.p.A. STANTE VINCENZO La sottoscritta Arch. GRASSI SANDRA, con studio in

Dettagli

Esecuzione Immobiliare contro F D snc

Esecuzione Immobiliare contro F D snc TRIBUNALE DI COMO COMO Esecuzione Immobiliare contro F D snc N. Gen. Rep. 0044/06 RAPPORTO DI STIMA Tecnico incaricato: Arch. Alberto Bianchi iscritto all'albo della provincia di Como al N. 196 iscritto

Dettagli

Avv. Sonia Paolini 61032 Fano (PU) Viale Buozzi n. 47 Tel 0721 802450 Fax 0721 813168 e-mail: soniapao@libero.it

Avv. Sonia Paolini 61032 Fano (PU) Viale Buozzi n. 47 Tel 0721 802450 Fax 0721 813168 e-mail: soniapao@libero.it Avv. Sonia Paolini 61032 Fano (PU) Viale Buozzi n. 47 Tel 0721 802450 Fax 0721 813168 e-mail: soniapao@libero.it TRIBUNALE DI PESARO AVVISO DI VENDITA SENZA E CON INCANTO ESECUZIONE IMMOBILIARE N. 3029/11

Dettagli

TRIBUNALE ORDINARIO DI BENEVENTO SEZIONE ESPROPRIAZIONE IMMOBILIARE

TRIBUNALE ORDINARIO DI BENEVENTO SEZIONE ESPROPRIAZIONE IMMOBILIARE TRIBUNALE ORDINARIO DI BENEVENTO SEZIONE ESPROPRIAZIONE IMMOBILIARE CONSULENZA TECNICA D UFFICIO PER VALUTAZIONE DI IMMOBILE PROCEDIMENTO DI ESPROPRIAZIONE IMMOBILIARE FORZATA n 79/2004 R.G. Es B.C.C.

Dettagli

DEL NOTAIO DELEGATO PRIMO ESPERIMENTO DI VENDITA

DEL NOTAIO DELEGATO PRIMO ESPERIMENTO DI VENDITA TRIBUNALE DI TREVISO AVVISO DI VENDITA DEL NOTAIO DELEGATO Esecuzione n. 491/2010 R.G. Delegato: Notaio Matteo Contento PRIMO ESPERIMENTO DI VENDITA Il sottoscritto Notaio Matteo Contento, delegato ex

Dettagli

Ascoli Piceno, li 17/01/2011 Dott. Ing. Fernando Mistichelli

Ascoli Piceno, li 17/01/2011 Dott. Ing. Fernando Mistichelli Dott. Ing. FERNANDO MISTICHELLI Via Cola D Amatrice, n. 13-63100 - Ascoli Piceno Cod. fisc.: MST FNN 52P06A462L -P. Iva: 01948530447 Ph/fax: +39 0736 341263 - mobile ph: +39 338 7632622 E - mail: fernando.mistichelli@alice.it

Dettagli

TRIBUNALE DI BERGAMO

TRIBUNALE DI BERGAMO TRIBUNALE DI BERGAMO Procedura Esecutiva Immobiliare n. 1383/10 1 Quesito - PROVVEDA ALL IDENTIFICAZIONE DEL BENE, COMPRENSIVA DEI CONFINI E DEI DATI CATASTALI E PIÙ PRECISAMENTE ALLA ESATTA INDIVIDUAZIONE

Dettagli

RELAZIONE DI CONSULENZA TECNICA DI UFFICIO

RELAZIONE DI CONSULENZA TECNICA DI UFFICIO Dott. arch. Giovanni Neri Consulente Tecnico di Ufficio Via Botteghelle, 448-80147- Napoli tel.- fax 081 5615165 cell. 339 7567147 TRIBUNALE DI NAPOLI 5^ Sezione Civile - Espropriazioni Giudice dell Esecuzione

Dettagli

nei confronti di XXXXXXXX srl

nei confronti di XXXXXXXX srl Fascicolo 109/06 Udienza vendita 9/11/2007 ALL'Ill.mo SIGNOR GIUDICE DOTT. RAFFAELE AGOSTINI TRIBUNALE DI ASCOLI PICENO Relazione di consulenza tecnica d'ufficio nel procedimento di esecuzione immobiliare

Dettagli

TRIBUNALE DI LANCIANO RELAZIONE DI PERIZIA

TRIBUNALE DI LANCIANO RELAZIONE DI PERIZIA TRIBUNALE DI LANCIANO CONSULENZA TECNICA D UFFICIO NELLA PROCEDURA ESECUTIVA N 42/00 R.G.E. RELAZIONE DI PERIZIA STRALCIO Lanciano, 20/01/2004 Il Consulente Tecnico geom. Pino Cicalini pag. 2 INDICE 1.INCARICO

Dettagli

DEL NOTAIO DELEGATO QUINTO ESPERIMENTO DI VENDITA

DEL NOTAIO DELEGATO QUINTO ESPERIMENTO DI VENDITA TRIBUNALE DI TREVISO AVVISO DI VENDITA DEL NOTAIO DELEGATO Esecuzione n. 560/2008 R.G. Delegato: Notaio Marco Tottolo QUINTO ESPERIMENTO DI VENDITA Il sottoscritto Notaio Marco Tottolo, delegato ex art.

Dettagli

Dott. Arch. ANITA TEMELLINI via Vivaldi 23/25 Zibido San Giacomo (Mi)

Dott. Arch. ANITA TEMELLINI via Vivaldi 23/25 Zibido San Giacomo (Mi) ALLA CANCELLERIA DELLE ESECUZIONI IMMOBILIARI DEL TRIBUNALE CIVILE E PENALE DI MILANO R.G.E. 657/2006 G.E. : DOTT. SSA VALENTINA BORONI C.T.U.: DOTT. ARCH. ANITA TEMELLINI Nella causa promossa da: Creditore

Dettagli

AVVISO DI VENDITA DEL NOTAIO DELEGATO TERZO ESPERIMENTO DI VENDITA

AVVISO DI VENDITA DEL NOTAIO DELEGATO TERZO ESPERIMENTO DI VENDITA TRIBUNALE DI TREVISO AVVISO DI VENDITA DEL NOTAIO DELEGATO Esecuzione n. 438/2008 R.G. Delegato: Notaio Edoardo Bernini TERZO ESPERIMENTO DI VENDITA Il sottoscritto Notaio Edoardo Bernini, delegato ex

Dettagli

Determinazione del valore di mercato

Determinazione del valore di mercato INAIL DIREZIONE REGIONALE PUGLIA Consulenza Tecnica per l Edilizia Settembre 2014 RELAZIONE TECNICO ESTIMATIVA Appartamento in Lecce Via Martiri d Otranto 2 piano primo int. 2 RELAZIONE TECNICO - ESTIMATIVA

Dettagli

TRIBUNALE DI GORIZIA FALLIMENTO N. 16/14 EUROGROUP SRL AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI

TRIBUNALE DI GORIZIA FALLIMENTO N. 16/14 EUROGROUP SRL AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI TRIBUNALE DI GORIZIA FALLIMENTO N. 16/14 EUROGROUP SRL AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI Il Curatore Fallimentare dott. Luca Campestrini, in conformità al programma di liquidazione di cui all art. 104

Dettagli

Esecuzione Forzata Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. contro xxxxxxxxxxxxxxx

Esecuzione Forzata Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. contro xxxxxxxxxxxxxxx TRIBUNALE DI LUCERA ESECUZIONI IMMOBILIARI Esecuzione Forzata Banca Nazionale del Lavoro SpA contro xxxxxxxxxxxxxxx N Gen Rep 000052/09 Giudice Dr Mari ELABORATO PERITALE Tecnico incaricato: Dott Pier

Dettagli

TRIBUNALE DI FOGGIA PROCEDURA ESECUTIVA IMMOBILIARE R.G. ES. N. 444/09 AVVISO DI VENDITA

TRIBUNALE DI FOGGIA PROCEDURA ESECUTIVA IMMOBILIARE R.G. ES. N. 444/09 AVVISO DI VENDITA TRIBUNALE DI FOGGIA PROCEDURA ESECUTIVA IMMOBILIARE R.G. ES. N. 444/09 AVVISO DI VENDITA La sottoscritta avv. Claudia D Arcangelo, con studio in Foggia alla Piazza Umberto Giordano 13/C, nominata professionista

Dettagli

***** Controllando la documentazione fornita al sottoscritto, si è constatato che la documentazione ex art. 567 c.p.c. risulta completa, ovvero:

***** Controllando la documentazione fornita al sottoscritto, si è constatato che la documentazione ex art. 567 c.p.c. risulta completa, ovvero: RELAZIONE TECNICA DEL C.T.U. Oggetto: Perizia tecnico-estimativa dei beni oggetto della Procedura Esecutiva n.73/12 R.E. del Tribunale di Arezzo, in favore di UNICREDIT S.p.A. ed a carico del signor, nato

Dettagli

ESPROPRIAZIONI IMMOBILIARI. Esecuzione Immobiliare: N 75/2013 R.G.Es.

ESPROPRIAZIONI IMMOBILIARI. Esecuzione Immobiliare: N 75/2013 R.G.Es. TRIBUNALE DI SULMONA ESPROPRIAZIONI IMMOBILIARI Esecuzione Immobiliare: N 75/2013 R.G.Es. Promossa da: BANCA DEL FUCINO S.p.A. Creditore procedente, rappresentato dall Avv. Zambelli Massimo, Via A. De

Dettagli

STUDIO TECNICO : via Roma, 104 84030 CASALBUONO (Sa) Tel. 0975/862288

STUDIO TECNICO : via Roma, 104 84030 CASALBUONO (Sa) Tel. 0975/862288 STUDIO TECNICO : via Roma, 104 84030 CASALBUONO (Sa) Tel. 0975/862288 TRIBUNALE DI SALA CONSILINA (Sa) SEZIONE ESECUZIONI IMMOBILIARI CAUSA : Causa: OMISSIS Procedimento n. 39/06 Incarico : in data 11

Dettagli

Tribunale di Ascoli Piceno

Tribunale di Ascoli Piceno Tribunale di Ascoli Piceno Procedimento di Esecuzione Immobiliare n. 55/08 Creditore procedente : -------------------------------------------------------. Convenuto: - -------------------------------------------------------------------

Dettagli

RELAZIONE DI CONSULENZA TECNICA DI UFFICIO REDATTA AI SENSI DELL ART. 173 BIS DISP. ATT. C.P.C. TRIBUNALE DI NAPOLI V SEZ. CIVILE - ESPROPRIAZIONI

RELAZIONE DI CONSULENZA TECNICA DI UFFICIO REDATTA AI SENSI DELL ART. 173 BIS DISP. ATT. C.P.C. TRIBUNALE DI NAPOLI V SEZ. CIVILE - ESPROPRIAZIONI RELAZIONE DI CONSULENZA TECNICA DI UFFICIO REDATTA AI SENSI DELL ART. 173 BIS DISP. ATT. C.P.C. TRIBUNALE DI NAPOLI V SEZ. CIVILE - ESPROPRIAZIONI PROCEDURA ESPROPRIATIVA N. 497/04 R.G.E. UNICREDIT BANCA

Dettagli

DEL NOTAIO DELEGATO SETTIMO ESPERIMENTO DI VENDITA

DEL NOTAIO DELEGATO SETTIMO ESPERIMENTO DI VENDITA TRIBUNALE DI TREVISO AVVISO DI VENDITA DEL NOTAIO DELEGATO Esecuzione n. 127/2008 R.G. Delegato: Notaio Marco Tottolo SETTIMO ESPERIMENTO DI VENDITA Il sottoscritto Notaio Marco Tottolo, delegato ex art.

Dettagli

In data 29 settembre 2010 lo scrivente Ing. Ettore Baldini, con studio in Piacenza,

In data 29 settembre 2010 lo scrivente Ing. Ettore Baldini, con studio in Piacenza, TRIBUNALE CIVILE E PENALE DI PIACENZA PERIZIA GIUDIZIALE nel procedimento esecutivo n. 241/2009 promosso da: BANCA POPOLARE BERGAMO SPA con Avv. Alessia Ferrari nei confronti di: ALBANESI GIANCARLO CREDITORI

Dettagli

TRIBUNALE DI PIACENZA

TRIBUNALE DI PIACENZA TRIBUNALE DI PIACENZA ESECUZIONE IMMOBILIARE N.119/2012 R.G.C. promossa da: CORDUSIO RMBS SECURITISATION S.R.L. contro: NDOUR DJIBRIL e TOURE MARIAME (Udienza 21.11.2012) All Ill.mo Signor G.E. Dott. A.

Dettagli

TRIBUNALE DI SIENA(ex Montepulciano) Esecuzione immobiliare no 10/2013. Promossa da BANCA POPOLARE DELL'ETRURIA E DEL LAZIO.

TRIBUNALE DI SIENA(ex Montepulciano) Esecuzione immobiliare no 10/2013. Promossa da BANCA POPOLARE DELL'ETRURIA E DEL LAZIO. VIA FIUME N.lO- 53023 CAMPIGLIA D'ORCIA (SI) P.I. 00871270526 e-mail giubbilei.guerrini@inwind.it TEL 0577-872680 FAX 0577-871084...... ~ -~~ RE~Z.!llf'ICA DI STIMA TRIBUNALE DI SIENA(ex Montepulciano)

Dettagli

Concordato Preventivo

Concordato Preventivo TRIBUNALE DI COMO Concordato Preventivo DITTA NGR SRL Giudice Delegato Dr. Vito Febbraro Commissario Dr. Fabio Gambusera ELABORATO PERITALE Tecnico incaricato: Ing. Elio Casanovi iscritto all'albo della

Dettagli

- 2 - Prezzo base Euro 97.000,00.

- 2 - Prezzo base Euro 97.000,00. TRIBUNALE DI TREVISO AVVISO DI VENDITA DEL NOTAIO DELEGATO Esecuzione n. 359/2009 R.G. Delegato: Notaio Matteo Contento PRIMO ESPERIMENTO DI VENDITA Il sottoscritto Notaio Matteo Contento, delegato ex

Dettagli

3. DESCRIZIONE DEL LOTTO

3. DESCRIZIONE DEL LOTTO 3. DESCRIZIONE DEL LOTTO TRIBUNALE DI TREVISO SEZIONE ESECUZIONI IMMOBILIARI Es. Imm. N.rg. 140/2010 Trattasi di porzione di fabbricato ad uso abitativo, con magazzino e area scoperta di pertinenza, situata

Dettagli

TRIBUNALE DI BRESCIA

TRIBUNALE DI BRESCIA STUDIO GEOM. MAZZOLI PIETRO GIOVANNI Via Mazzini nr. 26 25043 Breno (BS) TRIBUNALE DI BRESCIA Ufficio Esecuzioni Immobiliari RELAZIONE DI STIMA DEI BENI PIGNORATI RG N 1219/2012 Es. Imm. Giudice Dell Esecuzione

Dettagli

RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA

RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA 12 REPARTO INFRASTRUTTURE - Comando - P.zza 1 Maggio, 28 33100 UDINE Tel. 0432-504341-2-3 Fa 0432-414050 RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA Alloggio codice Via Manzoni, 18 - MANIAGO (PN) 1 Indice 1. OGGETTO

Dettagli

Firmato Da: MASSIMILIANO BISSO Emesso Da: INFOCERT FIRMA QUALIFICATA Serial#: 352743

Firmato Da: MASSIMILIANO BISSO Emesso Da: INFOCERT FIRMA QUALIFICATA Serial#: 352743 3) lo stato di possesso del bene, con l indicazione, se occupato da terzi, del titolo in base al quale è occupato, con particolar riferimento all esistenza di contratti registrati in data antecedente al

Dettagli

DEL NOTAIO DELEGATO OTTAVO ESPERIMENTO DI VENDITA

DEL NOTAIO DELEGATO OTTAVO ESPERIMENTO DI VENDITA TRIBUNALE DI TREVISO AVVISO DI VENDITA DEL NOTAIO DELEGATO Esecuzione n. 130/2008 R.G. Delegato: Notaio Lina Leotta OTTAVO ESPERIMENTO DI VENDITA Il sottoscritto Notaio Lina Leotta, delegato ex art. 591

Dettagli

.-.-.-. Laura Irene Giraldi, in forza del verbale di udienza in data 4.10.2013, con il quale sono stati richiesti al c.t.u.

.-.-.-. Laura Irene Giraldi, in forza del verbale di udienza in data 4.10.2013, con il quale sono stati richiesti al c.t.u. TRIBUNALE DI BERGAMO CONSULENZA TECNICA D UFFICIO Esecuzione immobiliare 1171/2012 R.E. PROMOSSA DA UNICREDIT S.p.A. CONTRO DIOP OUMAN IMMOBILE IN PRADALUNGA, VIA SAN MARTINO 19 Giudice dell Esecuzione:

Dettagli

Determinazione del valore di mercato

Determinazione del valore di mercato INAIL DIREZIONE REGIONALE PUGLIA Consulenza Tecnica per l Edilizia Settembre 2014 RELAZIONE TECNICO ESTIMATIVA Appartamento in Lecce Via Martiri d Otranto 2 piano quinto int. 10 RELAZIONE TECNICO - ESTIMATIVA

Dettagli

TRIBUNALE DI MILANO Sezione Esecuzioni Immobiliari. Il sottoscritto Geometra Michele Berardini con studio in Milano Via C. Tenca

TRIBUNALE DI MILANO Sezione Esecuzioni Immobiliari. Il sottoscritto Geometra Michele Berardini con studio in Milano Via C. Tenca TRIBUNALE DI MILANO Sezione Esecuzioni Immobiliari Creditore Procedente: BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI SESTO SAN GIOVANNI Scrl Debitore Esecutato: R.G.E. 1402/05 G.E. Dr. Giovanna Ferrero Il sottoscritto

Dettagli

Superficie commerciale: Mq. 73,00. Canone annuo: unità immobiliare non locata. Condominio: Si

Superficie commerciale: Mq. 73,00. Canone annuo: unità immobiliare non locata. Condominio: Si STUDIO TECNICO GEOMETRA MICHELE COSTANZO COMUNE DI CASTIGLIONE DELLA PESCAIA RELAZIONE TECNICA del 26-09-2012 Settore Ambiente e Patrimonio Ufficio Patrimonio Codice Elenco Patrimonio Comunale: n. Provincia:

Dettagli

FIGG. 5: Vedute interne dell appartamento (cucina al piano terreno).

FIGG. 5: Vedute interne dell appartamento (cucina al piano terreno). Esecuzione immobiliare n. 71/11... FIGG. 5: Vedute interne dell appartamento (cucina al piano terreno). FIGG. 6: Vedute interne dell appartamento (scala collegamento P.terra-P.Primo). Esecuzione immobiliare

Dettagli

Concordato Preventivo Fioraso Emilio & C. di Fioraso Luca e Lara snc

Concordato Preventivo Fioraso Emilio & C. di Fioraso Luca e Lara snc TRIBUNALE DI VICENZA CIVILE Concordato Preventivo N. Gen. Rep. 000011/12 Giudice Delegato Dr. Paola Cazzola Commissario dott. Pietro Capraro ELABORATO PERITALE Tecnico incaricato: Arch. Marina Amaglio

Dettagli

Tipo Perizia: Standard. Oggetto: Appartamento 1 - PARMA (PR) VIA SILVIO PELLICO, 99 [Fabbricato, f. 99, m. 333, s. 9] cat. A3

Tipo Perizia: Standard. Oggetto: Appartamento 1 - PARMA (PR) VIA SILVIO PELLICO, 99 [Fabbricato, f. 99, m. 333, s. 9] cat. A3 1 di 8 Tipo Perizia: Standard Oggetto: Appartamento 1 - PARMA (PR) VIA SILVIO PELLICO, 99 [Fabbricato, f. 99, m. 333, s. 9] cat. A3 NDG: Riferimento pratica: Destinatario rapporto di valutazione: Referente:

Dettagli

TRIBUNALE CIVILE DI GENOVA R.E.: n. 530/2011. Sezione VII. Procedura di espropriazione immobiliare promossa da. Condominio Via Cella 20

TRIBUNALE CIVILE DI GENOVA R.E.: n. 530/2011. Sezione VII. Procedura di espropriazione immobiliare promossa da. Condominio Via Cella 20 TRIBUNALE CIVILE DI GENOVA R.E.: n. 530/2011 Sezione VII G.E.: Dott. TUTTOBENE Fallimenti ed Esecuzioni Immobiliari Procedura di espropriazione immobiliare promossa da Condominio Via Cella 20 Avv. Paolo

Dettagli

TRIBUNALE DI BRESCIA FALLIMENTO n. 289/2013 (pr. 792-14) xxxx nonché personale del socio xxxxx con sede in xxxx cod.

TRIBUNALE DI BRESCIA FALLIMENTO n. 289/2013 (pr. 792-14) xxxx nonché personale del socio xxxxx con sede in xxxx cod. ASSOCIAZIONE NOTARILE PER LE PROCEDURE ESECUTIVE Via Ugo La Malfa, 4 25124 - BRESCIA Tel. 030 22.28.49 - FAX 030 22.42.37 TRIBUNALE DI BRESCIA FALLIMENTO n. 289/2013 (pr. 792-14) xxxx nonché personale

Dettagli

TRIBUNALE DI PIACENZA RELAZIONE DEL CONSULENTE TECNICO D UFFICIO

TRIBUNALE DI PIACENZA RELAZIONE DEL CONSULENTE TECNICO D UFFICIO TRIBUNALE DI PIACENZA Esecuzione immobiliare: n 326/2011 Promossa da: UNICREDIT S.P.A Contro: ELAMIRI SALAH Giudice Esecutore: dott. Giovanni Picciau RELAZIONE DEL CONSULENTE TECNICO D UFFICIO Piacenza,

Dettagli

Geom. Massimo CROVATTO Iscrizione Albo n. 2.063 tel. +39.010.2468575 fax +39.010.2468459 cell. +39.347.4286695 mail massimo.crovatto@libero.

Geom. Massimo CROVATTO Iscrizione Albo n. 2.063 tel. +39.010.2468575 fax +39.010.2468459 cell. +39.347.4286695 mail massimo.crovatto@libero. Geom. Massimo CROVATTO Iscrizione Albo n. 2.063 tel. +39.010.2468575 fax +39.010.2468459 cell. +39.347.4286695 mail massimo.crovatto@libero.it largo SANGUINETI civ. 11 int. 6 16123 GENOVA R. E. 327/2011

Dettagli

TRIBUNALE DI LANCIANO

TRIBUNALE DI LANCIANO TRIBUNALE DI LANCIANO AVVISO DI VENDITA ESECUZIONE IMMOBILIARE NRGE 84/2007 -SETTIMO ESPERIMENTO- L Avv. Camillo Colaiocco con studio in Lanciano alla Via Floraspe Renzetti n.29, delegato ai sensi dell

Dettagli

Fallimento: LB Reg. Fall. 78/2013 TRIBUNALE ORDINARIO DI COMO. Sezione Civile. Fallimento: LB. Reg. Fall. 78/2013

Fallimento: LB Reg. Fall. 78/2013 TRIBUNALE ORDINARIO DI COMO. Sezione Civile. Fallimento: LB. Reg. Fall. 78/2013 TRIBUNALE ORDINARIO DI COMO Sezione Civile Fallimento: LB Giudice Delegato: Curatore: Perito: Dott.ssa Paola Parlati Rag. Adriano Bergamo Arch. Alessandro Maino Premessa Con autorizzazione del Curatore

Dettagli

TRIBUNALE DI PAOLA. Sezione Esecuzione Immobiliare. Consulenza Tecnica d Ufficio. Procedura Esecutiva n 80/88

TRIBUNALE DI PAOLA. Sezione Esecuzione Immobiliare. Consulenza Tecnica d Ufficio. Procedura Esecutiva n 80/88 TRIBUNALE DI PAOLA Sezione Esecuzione Immobiliare Consulenza Tecnica d Ufficio Procedura Esecutiva n 80/88 Banca Commerciale Italiana S.p.a. (oggi Banca Intesa S.p.a.) CONTRO M. D. e G. M. V. ved. M. Il

Dettagli

TRIBUNALE DI BRESCIA CONCORDATO PREVENTIVO n.26/09 (pr. 676/11) xxxxx omologato in data 4 marzo 2010

TRIBUNALE DI BRESCIA CONCORDATO PREVENTIVO n.26/09 (pr. 676/11) xxxxx omologato in data 4 marzo 2010 ASSOCIAZIONE NOTARILE PER LE PROCEDURE ESECUTIVE VIA UGO LA MALFA, 4 25124 - BRESCIA Tel.: 030.22.28.49 - Fax.: 030.22.42.37 info@anpebrescia.it TRIBUNALE DI BRESCIA CONCORDATO PREVENTIVO n.26/09 (pr.

Dettagli

TRIBUNALE DI BRESCIA FALLIMENTO n. 224/09 (pr. 147/12) xxxx. Giudice Delegato: Dott. Paolo Bonofiglio Curatore: Dott.

TRIBUNALE DI BRESCIA FALLIMENTO n. 224/09 (pr. 147/12) xxxx. Giudice Delegato: Dott. Paolo Bonofiglio Curatore: Dott. ASSOCIAZIONE NOTARILE PER LE PROCEDURE ESECUTIVE VIA UGO LA MALFA, 4 25124 - BRESCIA Tel.: 030.22.28.49 - Fax.: 030.22.42.37 TRIBUNALE DI BRESCIA FALLIMENTO n. 224/09 (pr. 147/12) xxxx Giudice Delegato:

Dettagli

TRIBUNALE DI SULMONA AVVISO DI VENDITA SENZA INCANTO DELEGATA A PROFESSIONISTA. (artt. 569, 576, e 591 bis c.p.c.)

TRIBUNALE DI SULMONA AVVISO DI VENDITA SENZA INCANTO DELEGATA A PROFESSIONISTA. (artt. 569, 576, e 591 bis c.p.c.) ESECUZIONE N. 79/07 TRIBUNALE DI SULMONA AVVISO DI VENDITA SENZA INCANTO DELEGATA A PROFESSIONISTA (artt. 569, 576, e 591 bis c.p.c.) Il sottoscritto Avv. Edoardo Di Loreto con studio in Sulmona, Via Giovanni

Dettagli

T R I B U N A L E D I N A P O L I

T R I B U N A L E D I N A P O L I T R I B U N A L E D I N A P O L I REPARTO ESECUZIONI IMMOBILIARI RELAZIONE TECNICA D'UFFICIO NEL PROCEDIMENTO DI ESPROPRIAZIONE IMMOBILIARE VENETO BANCA / OMISSIS G.E. DOTT. POSTERARO - n 987/07 R.G.E..

Dettagli

TRIBUNALE DI COMO FALLIMENTARE. Fallimento. N. Gen. Rep. 0048/2013. Giudice Delegato Dr.ssa Paola Parlati Curatore Dr.

TRIBUNALE DI COMO FALLIMENTARE. Fallimento. N. Gen. Rep. 0048/2013. Giudice Delegato Dr.ssa Paola Parlati Curatore Dr. TRIBUNALE DI COMO FALLIMENTARE Fallimento N. Gen. Rep. 0048/2013 Giudice Delegato Dr.ssa Paola Parlati Curatore Dr. Eliseo Bancora RAPPORTO DI STIMA Tecnico incaricato: Arch. Heimdall Studio - www.hestudio.it

Dettagli

TRIBUNALE CIVILE DI SALERNO

TRIBUNALE CIVILE DI SALERNO 1 TRIBUNALE CIVILE DI SALERNO SEZIONE FALLIMENTARE Fallimento: n. 82/1998 G.D.: dr. Luigi Barrella. Curatore: avv. Cesare Napoli. Oggetto: Relazione di consulenza tecnica d'ufficio per stima immobiliare

Dettagli

TRIBUNALE CIVILE DI TREVISO SEZIONE DELLE ESECUZIONI IMMOBILIARI RELAZIONE DI PERIZIA DI STIMA DELL ALLOGGIO E RELATIVO

TRIBUNALE CIVILE DI TREVISO SEZIONE DELLE ESECUZIONI IMMOBILIARI RELAZIONE DI PERIZIA DI STIMA DELL ALLOGGIO E RELATIVO TRIBUNALE CIVILE DI TREVISO SEZIONE DELLE ESECUZIONI IMMOBILIARI ESECUZIONE IMMOBILIARE N. R.G.E. 566/2009 RELAZIONE DI PERIZIA DI STIMA DELL ALLOGGIO E RELATIVO GARAGE OGGETTO DI ESECUZIONE IN COMUNE

Dettagli

STEFANIA TAGLIAFERRI ARCHITETTO 29100 PIACENZA STRADONE FARNESE 19 Tel 0523322817 Cell 3392978863 PERITO DEL TRIBUNALE DI PIACENZA

STEFANIA TAGLIAFERRI ARCHITETTO 29100 PIACENZA STRADONE FARNESE 19 Tel 0523322817 Cell 3392978863 PERITO DEL TRIBUNALE DI PIACENZA PREMESSA Nell esecuzione immobiliare n. 314/2010 promossa da S.G.C. srl società gestione crediti quale procuratore speciale di EUROSAIL - IT - W SRL contro LUCA PETRU CLAUDIU E LUCA RODICA MIRELA, l illustrissimo

Dettagli

FONDAZIONE FORENSE DI PESARO

FONDAZIONE FORENSE DI PESARO FONDAZIONE FORENSE DI PESARO Palazzo di Giustizia, Piazzale Carducci n. 12 GUIDA PRATICA ALL ACQUISTO DI IMMOBILI ALL ASTA Perché acquistare un immobile all asta? Acquistare all asta è spesso più conveniente.

Dettagli

ITG E. MAJORANA 2^ simulazione della 2^ prova scritta di ESTIMO effettuata il 18 marzo 2014 prof. Onofrio Frenda

ITG E. MAJORANA 2^ simulazione della 2^ prova scritta di ESTIMO effettuata il 18 marzo 2014 prof. Onofrio Frenda 2^ SIMULAZIONE DELLA 2^ PROVA SCRITTA DI ESTIMO Anno scolastico 2013-14 Svolta il 18 marzo 2014 ^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^ SVOLTA DAGLI ALUNNI GRIMA SARA E BONVISSUTO FILIPPO (alunni della 5^A

Dettagli

BANCA DI ROMA SPA c /

BANCA DI ROMA SPA c / MARIO w w w. a s t e 2 4 o r e. c o m Geom. RELLA CIANCA I O S T U D I C O T E C N PROGETTAZIONE- DIREZIONE LAVORI PRATICHE CATASTALI - NOTARILI RILIEVI TOPOGRAFICI - PIANI DI SICUREZZA STUDIO TECNICO

Dettagli

TRIBUNALE DI FOGGIA ARTICOLAZIONE TERRITORIALE DI LUCERA

TRIBUNALE DI FOGGIA ARTICOLAZIONE TERRITORIALE DI LUCERA TRIBUNALE DI FOGGIA ARTICOLAZIONE TERRITORIALE DI LUCERA AVVISO DI VENDITA DI IMMOBILE Procedura esecutiva n. 265/11 promossa da M.P.S. Gestione Crediti Banca s.p.a. in nome e per conto della MONTE dei

Dettagli

RELAZIONE DI CONSULENZA TECNICA D UFFICIO PER LA STIMA DI BENE IMMOBILE DELLA DITTA DI BELLA ALFIO.

RELAZIONE DI CONSULENZA TECNICA D UFFICIO PER LA STIMA DI BENE IMMOBILE DELLA DITTA DI BELLA ALFIO. Dott. Arch Massimo D Asaro TRIBUNALE DI SIRACUSA SEZIONE FALLIMENTARE n.: 41/1998 Fallito: Di Bella Alfio. Giudice Delegato al fallimento: Dott.ssa Veronica Milone RELAZIONE DI CONSULENZA TECNICA D UFFICIO

Dettagli

TRIBUNALE DI NAPOLI V SEZIONE CIVILE ESPROPRIAZIONE

TRIBUNALE DI NAPOLI V SEZIONE CIVILE ESPROPRIAZIONE TRIBUNALE DI NAPOLI V SEZIONE CIVILE ESPROPRIAZIONE CONSULENZA TECNICA D UFFICIO procedura di espropriazione immobiliare n. 370/2005 R.G.E. promossa da San Paolo I.M.I. S.p.A. contro Augusto De Angelis

Dettagli

Cancelleria Esecuzioni Immobiliari. beni immobili

Cancelleria Esecuzioni Immobiliari. beni immobili TRIBUNALE DI TREVISO SEZIONE CIVILE Cancelleria Esecuzioni Immobiliari Esecuzione Immobiliare: R.G.E. N 259/2009 Nei confronti di: Navarro Christopher Promossa da: Banca Nazionale del Lavoro S.p.a. Giudice

Dettagli

TRIBUNALE CIVILE E PENALE DI RAVENNA SEZIONE FALLIMENTARE * * *

TRIBUNALE CIVILE E PENALE DI RAVENNA SEZIONE FALLIMENTARE * * * TRIBUNALE CIVILE E PENALE DI RAVENNA SEZIONE FALLIMENTARE * * * Fallimento XXXXX R.G. 08 /2013 Giudice Delegato: Dott. Alessandro Farolfi Curatore: Dott. Marco Minguzzi OGGETTO: PERIZIA DI STIMA IMMOBILIARE

Dettagli

TRIBUNALE DI TERNI CONCORDATO PREVENTIVO N. 1/13 SECE spa ex Trib. ORVIETO AVVISO DI VENDITA DI IMMOBILI Il sottoscritto avv.

TRIBUNALE DI TERNI CONCORDATO PREVENTIVO N. 1/13 SECE spa ex Trib. ORVIETO AVVISO DI VENDITA DI IMMOBILI Il sottoscritto avv. TRIBUNALE DI TERNI CONCORDATO PREVENTIVO N. 1/13 SECE spa ex Trib. ORVIETO AVVISO DI VENDITA DI IMMOBILI Il sottoscritto avv. Luca Giardini, liquidatore giudiziale del Concordato Preventivo in oggetto,

Dettagli

Concordato Preventivo N. 15/2013

Concordato Preventivo N. 15/2013 Concordato Preventivo N. 15/2013 TRIBUNALE ORDINARIO DI URBINO Giudice Delegato: Presidente Dott. Francesco Nitri Commissario Giudiziale: Dott.ssa Silvana Canestrari Liquidatore Giudiziale: Dott. Nicola

Dettagli

TRIBUNALE DI MILANO 3 Sezione Civile - Esecuzioni Immobiliari Giudice dell Esecuzione Dott.ssa Anna FERRARI

TRIBUNALE DI MILANO 3 Sezione Civile - Esecuzioni Immobiliari Giudice dell Esecuzione Dott.ssa Anna FERRARI TRIBUNALE DI MILANO 3 Sezione Civile - Esecuzioni Immobiliari Giudice dell Esecuzione Dott.ssa Anna FERRARI Nel Giudizio Esecutivo Immobiliare RGE N. 3604/2010 delegato, per le operazioni di vendita, all

Dettagli

TRIBUNALE DI NOCERA INFERIORE SEZIONE FALLIMENTARE

TRIBUNALE DI NOCERA INFERIORE SEZIONE FALLIMENTARE TRIBUNALE DI NOCERA INFERIORE SEZIONE FALLIMENTARE Fallimento n. 27/07: Omissis nonché dei soci in proprio Giudice delegato: dott. Giuseppe Fortunato Curatore: avv. Antonietta Buonfiglio RELAZIONE DI PERIZIA

Dettagli

COME ESEGUIRE LA VALUTAZIONE DI MERCATO RELATIVA AD UN IMMOBILE DI CIVILE ABITAZIONE

COME ESEGUIRE LA VALUTAZIONE DI MERCATO RELATIVA AD UN IMMOBILE DI CIVILE ABITAZIONE www.aliceappunti.altervista.org UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI FIRENZE FACOLTA' DI INGEGNERIA INDIRIZZO INGEGNERIA CIVILE/EDILE COME ESEGUIRE LA VALUTAZIONE DI MERCATO RELATIVA AD UN IMMOBILE DI CIVILE ABITAZIONE

Dettagli

TRIBUNALE DI BRESCIA

TRIBUNALE DI BRESCIA VIA TRIESTE 77 F 25018 MONTICHIARI BRESCIA TEL. 0309981177 - FAX 0309981092 e-mail : procedure@studioprignacca.it TRIBUNALE DI BRESCIA SEZIONE SPECIALE D IMPRESA Fallimento xxxx G.D.: Dott. Paolo Bonofiglio

Dettagli

TRIBUNALE CIVILE E PENALE DI TREVISO CONSULENZA TECNICA D UFFICIO G.E. DOTT. A. M. FABBRO *********** ESECUZIONE IMMOBILIARE N.

TRIBUNALE CIVILE E PENALE DI TREVISO CONSULENZA TECNICA D UFFICIO G.E. DOTT. A. M. FABBRO *********** ESECUZIONE IMMOBILIARE N. TRIBUNALE CIVILE E PENALE DI TREVISO CONSULENZA TECNICA D UFFICIO G.E. DOTT. A. M. FABBRO *********** ESECUZIONE IMMOBILIARE N. 574/2008 Consulenza Tecnica nella Procedura esecutiva promossa da [omissis]

Dettagli

TRIBUNALE DI LUCERA DI LUCERA. Esecuzione Forzata. contro. N. Gen. Rep. 000203/10. Giudice Dr. Severino Antonucci ELABORATO PERITALE

TRIBUNALE DI LUCERA DI LUCERA. Esecuzione Forzata. contro. N. Gen. Rep. 000203/10. Giudice Dr. Severino Antonucci ELABORATO PERITALE TRIBUNALE DI LUCERA DI LUCERA Esecuzione Forzata contro N. Gen. Rep. 000203/10 ELABORATO PERITALE Tecnico incaricato: Perito Antonio Nicola Vocino iscritto all'albo della provincia di Foggia al N. 371

Dettagli

Codice CRIF Codice Istituto. Nome Cognome Telefono Cellulare Email. Nome Cognome Iscrizione all'albo Certificato CCS B02

Codice CRIF Codice Istituto. Nome Cognome Telefono Cellulare Email. Nome Cognome Iscrizione all'albo Certificato CCS B02 Data Richiesta Codice CRIF Codice Istituto Anagraficaperizie Richiedenti Nome Cognome Telefono Cellulare Email Istituto Denominazione Perito Filiale 00002 Nome Cognome Iscrizione all'albo Certificato CCS

Dettagli

TRIBUNALE CIVILE E PENALE DI RAVENNA SEZIONE FALLIMENTARE * * *

TRIBUNALE CIVILE E PENALE DI RAVENNA SEZIONE FALLIMENTARE * * * TRIBUNALE CIVILE E PENALE DI RAVENNA SEZIONE FALLIMENTARE * * * Fallimento XXXXXX R.G. 08 /2013 Giudice Delegato: Dott. Alessandro Farolfi Curatore: Dott. Marco Minguzzi OGGETTO: PERIZIA DI STIMA IMMOBILIARE

Dettagli

TRIBUNALE DI PIACENZA PERIZIA GIUDIZIALE

TRIBUNALE DI PIACENZA PERIZIA GIUDIZIALE TRIBUNALE DI PIACENZA PERIZIA GIUDIZIALE nel procedimento esecutivo n. 142/2009 promosso da: MPS Gestione Crediti Banca S.P.A. - Avv.to F. Caramatti nei confronti di D Orazio Mauro G.E. Ill.mo Dott. G.

Dettagli

TRIBUNALE DI FOGGIA ARTICOLAZIONE DEL TERRITORIO DI LUCERA. Ufficio Esecuzioni Immobiliari

TRIBUNALE DI FOGGIA ARTICOLAZIONE DEL TERRITORIO DI LUCERA. Ufficio Esecuzioni Immobiliari TRIBUNALE DI FOGGIA ARTICOLAZIONE DEL TERRITORIO DI LUCERA Ufficio Esecuzioni Immobiliari AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI Procedura Esecutiva Immobiliare n. 171/2010 R.G.E. promossa dalla Banca Popolare

Dettagli

Causa: Banca Popolare di Milano Spa contro XXXX e XXXX; R.G.Es. Premesso

Causa: Banca Popolare di Milano Spa contro XXXX e XXXX; R.G.Es. Premesso TRIBUNALE DI FOGGIA SEZIONE IMMOBILIARE RELAZIONE TECNICA Causa: Banca Popolare di Milano Spa contro XXXX e XXXX; R.G.Es. 27/2012 del Tribunale di Foggia C.T.U.: ing. Vincenzo Del Vecchio Premesso - che

Dettagli

TRIBUNALE DI FERRARA AVVISO DI VENDITA INVITO AD OFFRIRE. Concordato Preventivo n. 4/08. C.M.S. Costruzioni Meccaniche Sandri S.r.l.

TRIBUNALE DI FERRARA AVVISO DI VENDITA INVITO AD OFFRIRE. Concordato Preventivo n. 4/08. C.M.S. Costruzioni Meccaniche Sandri S.r.l. TRIBUNALE DI FERRARA AVVISO DI VENDITA INVITO AD OFFRIRE Concordato Preventivo n. 4/08 C.M.S. Costruzioni Meccaniche Sandri S.r.l. IL NOTAIO DELEGATO dr. Marco Bissi, notaio in Ferrara con studio in Largo

Dettagli

POLICY DI VALUTAZIONE IMMOBILIARE

POLICY DI VALUTAZIONE IMMOBILIARE POLICY DI VALUTAZIONE IMMOBILIARE Sommario PREMESSA... 3 REQUISITI DEI PERITI... 3 REDAZIONE DELLE PERIZIE... 4 SCHEMA GUIDA PER LA COMPILAZIONE DELLE PERIZIE DI STIMA DI IMMOBILI... 5 2 PREMESSA La corretta

Dettagli

TRIBUNALE DI PIACENZA

TRIBUNALE DI PIACENZA TRIBUNALE DI PIACENZA Esecuzione immobiliare n 22/2011 + 132/2011 Promossa da: ITALFONDIARIO S.p.A. Contro: MASERATI FRANCESCO SOCCIO ANNA Giudice esecutore: DOTT. GIOVANNI PICCIAU RELAZIONE DEL CONSULENTE

Dettagli