NORME PER GLI STUDENTI COLLABORATORI 150 ORE PER LO SVOLGIMENTO DELLE ATTIVITA PREVISTE PRESSO IL DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA MECCANICA E INDUSTRIALE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "NORME PER GLI STUDENTI COLLABORATORI 150 ORE PER LO SVOLGIMENTO DELLE ATTIVITA PREVISTE PRESSO IL DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA MECCANICA E INDUSTRIALE"

Transcript

1 NORME PER GLI STUDENTI COLLABORATORI 150 ORE PER LO SVOLGIMENTO DELLE ATTIVITA PREVISTE PRESSO IL DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA MECCANICA E INDUSTRIALE

2 Oggetto del documento Questo documento contiene le istruzioni necessarie per lo svolgimento del servizio 150 ore presso le strutture del Dipartimento di Ingegneria meccanica e industriale (DIMI). Contiene istruzioni di carattere generale, valide per tutti i servizi di collaborazione attivi e istruzioni particolari in quei casi in cui vi sono modalità di gestione diverse. Sono contenute anche tutte le informazioni necessarie per attestare l avvenuto servizio giornaliero e cosa fare alla fine del servizio per avviare le procedure di pagamento. I numeri di telefono utili e le piantine con la dislocazione dei laboratori interessati al servizio. 1. Norme generali per lo svolgimento del servizio. A. Ogni comunicazione tra il responsabile della gestione del servizio e lo studente avverrà mediante messaggi di posta elettronica inviati alla casella di posta che l ateneo attiva per lo studente all atto dell immatricolazione. Nel seguito s indicherà questa casella con il termine generico di casella di posta elettronica dello studente; B. Il servizio di collaborazione dovrà essere svolto secondo i turni previsti, non è consentito agli studenti di allontanarsi dal luogo di servizio per svolgere altre attività didattiche e non didattiche presso altre aule o strutture non previste; C. La prenotazione di turno e l attestazione dell effettuazione dello stesso sono operazioni effettuate mediante programma informatico web based le cui istruzioni saranno inviate alla casella di posta elettronica fornita dall Ateneo allo studente. Ad ogni prenotazione turno o attestazione di effettuazione il programma invierà alla casella di posta il riepilogo complessivo dello stato dei turni prenotati o effettuati. D. Al completamento delle ore di collaborazione lo studente dovrà consegnare presso la segreteria didattica del DIMI la scheda dei turni effettuati, firmata; E. Durante il servizio non è consentito agli studenti di studiare o di occupare stazioni di lavoro per l effettuazione di lavori propri; è consentita l occupazione delle stazioni di lavoro per lavori di servizio assegnati dal responsabile del Dipartimento presso il quale si effettua il servizio; F. I turni di servizio sono suddivisi in fasce orarie e gestiti dal programma web. I turni coprono l intero orario di apertura giornaliera dei laboratori, tale orario potrà essere variato dal Responsabile di Dipartimento sulla base delle esigenze del dipartimento stesso. G. Durante il servizio in aula CAD Meccanici almeno uno studente collaboratore dovrà essere costantemente presente al tavolo di ricevimento studenti. Non deve mai verificarsi il caso di abbandono di tale posto da parte di entrambi gli studenti di servizio.

3 H. La mancata osservazione delle norme o dell abbandono del posto di servizio saranno causa sufficiente per l interruzione della collaborazione con il DIMI e per l inoltro di richiesta di sostituzione dello studente collaboratore con altro studente in graduatoria. 2. Prenotazione del servizio giornaliero da svolgere La prenotazione del servizio da svolgere si deve effettuare mediante apposito programma web based. Il programma è disponibile a questo indirizzo web: Mediante l'uso del software ogni studente, nell'ambito delle regole implementate nel software stesso potrà scegliere il proprio turno di servizio senza che nessuno prepari l'elenco dei turni e senza che gli studenti dichiarino le proprie disponibilità. Ogni studente potrà scegliere direttamente il turno tra quelli disponibili e non scelti da altri studenti prima di lui. Chi per primo prenota il turno per primo lo effettua. Ovviamente è possibile rinunciare e in tal caso un altro studente può scegliere il turno. Orari di servizio Gli orari di servizio normali sono i seguenti ore ore ore ore 3..Attestazione del servizio giornaliero svolto. L attestazione del servizio svolto viene effettuato mediante timbrature gestite dal software stesso. La timbratura può essere effettuata da uno dei calcolatori dei locali in cui si svolge il servizio o da calcolatori personali. Nel caso di ritardo superiore ai 15 minuti qualsiasi studente 150 ore presente nel luogo di servizio è autorizzato a sostituire il ritardatario. 4. Cosa fare al raggiungimento delle 150 ore di servizio. Al completamento delle ore di collaborazione lo studente dovrà consegnare alla segreteria amministrativa/didattica del DIMI l elenco dei turni effettuati che riceverà sulla casella di posta elettronica firmato e il modulo presenze predisposto dall U.O.C. Diritto allo Studio e Attività

4 Varie debitamente compilato e firmato. A seguire il Responsabile di Dipartimento esprimerà il proprio giudizio sull operato svolto dallo studente. 5. Pagamento del compenso 150 ore. Il pagamento seguirà le norme contenute nell atto d impegno, per ogni chiarimento al riguardo è necessario rivolgersi ai competenti uffici ( U.O.C. Diritto allo Studio e Attività Varie). 6. Luoghi per lo svolgimento del servizio Aula CAD Meccanici e Gestionali: 2 piano edificio di Via Branze 38 lato ovest Sportello informazioni (Reception) studenti del DIMI; In base alle esigenze che emergeranno nel corso dell anno i luoghi per lo svolgimento del servizio potranno essere estesi o modificati, rimanendo comunque nell ambito delle strutture del Dimi. 7. Comportamento da tenere nel caso di impossibilità a svolgere il proprio turno di servizio. Può accadere che per varie ragioni lo studente non sia nelle condizioni di rispettare il turno di servizio assegnato. In tal caso è necessario contattare l aula CAD Meccanici e Gestionali allo oppure alla Sportello Informazioni Studenti allo per segnalare il problema, in modo tale che il turno possa essere coperto da altri studenti. La segnalazione può avvenire anche pochi minuti prima dell inizio del turno. E importante che si segnali il problema per non arrecare disagi agli utenti. Se l impossibilità di svolgere il turno è prevedibile in anticipo si invita a rendere disponibile ad altri utenti le ore prenotate, cancellandole dal proprio elenco. 8. Giustificazione e sanzioni nel caso di non rispetto del turno di servizio assegnato. Non è prevista alcuna sanzione nel caso di mancanza sistematica dal proprio turno di servizio. Tuttavia dopo almeno 5 turni non coperti senza giustificazione adeguata, il responsabile del servizio 150 ore provvederà ad avviare le pratiche per l interruzione del rapporto e chiederà la sostituzione del 150 ore per comportamento scorretto. Il rilievo e la segnalazione di salto turno potrà essere effettuata dal personale docente e non docente del DIMI e dagli utenti stessi dei laboratori, oltre che rilevata automaticamente dal programma di prenotazione. 9. Procedura da seguire nel caso di turno non coperto

5 E necessario e fondamentale garantire agli utenti l apertura dei laboratori, per tale ragione nel caso in cui vi sia la mancanza di un turno di servizio si prevedono una serie di priorità nella gestione delle strutture. Le priorità, decrescenti da A sino a C, sono le seguenti: A. Turno 1 Aula CAD Meccanici/Gestionali B. Sportello informazioni studenti C. Turno 2 Aula CAD Meccanici/Gestionali Il turno A è da garantire sempre, anche con lo spostamento, se necessario, dello studente B (seguendo questo ordine di priorità). L Aula CAD Meccanici/Gestionali senza la gestione 150 ore resterà chiusa. Lo spostamento degli studenti può essere disposto dal responsabile dei laboratori, dai tecnici o dalla segreteria didattica del dipartimento, in base alle necessità. Potrà verificarsi il caso che in determinati periodi dell'anno il numero di studenti in servizio possa essere aumentato. 10. Modalità e priorità per l inserimento nei turni di servizio La prenotazione del servizio da svolgere si deve effettuare mediante apposito programma webbased, che implementa una serie di regole di base di prenotazione. 11. Tempi per l effettuazione del servizio e rinuncia alla continuazione Il completamente delle 150 ore previste al servizio deve avvenire secondo quanto programmato Uno studente può rinunciare in qualsiasi momento all effettuazione del servizio, consegnando l elenco dei turni effettuati. 12. Apertura dell'aula CAD MECCANICI/GESTIONALI A. Rivolgersi alla segreteria di dipartimento per chiedere le chiavi di apertura dell'aula CAD. B. Aprire la porta NORD. Operazioni generali da effettuare dopo l'apertura dei laboratori C. Verifica dell'hardware presente D. Verificare che non vi siano mancanze nell'hardware di supporto all'aula, controllare che ogni postazione di lavoro sia dotata di mouse, tastiera, video e unità centrale funzionante, e che ogni postazione sia dotata di sedia con rotelle.

6 E. Segnalare eventuali problemi all'indirizzo mec 13. Chiusura dell'aula CAD Meccanici/Gestionali A. Verificare la dotazione hardware di tutti i calcolatori e lo stato degli accessori, segnalare eventuali problemi all'indirizzo mec B. Riconsegnare le chiavi usate per l apertura in segreteria di dipartimento. 14. Compiti generali comuni a tutte le strutture da svolgere durante il servizio A. Identificare le persone che accedono al laboratorio e al Dipartimento, attraverso l esibizione della tessera magnetica rilasciata dall Università, in caso di assenza della tessera la persona non deve accedere al laboratorio o al Dipartimento; B. Controllare che l'uso delle stazioni sia effettuato al fine di svolgere attività strettamente connesse con lavori assegnati nell'ambito delle attività didattiche previste nel curriculum dello studente. Nel caso si ravvisi che gli studenti non usano i sistemi per scopi legati alle attività didattiche del proprio curriculum invitarli ad osservare un corretto uso delle apparecchiature. A titolo di esempio si specifica che scopi non di studio o di tesi sono da ritenersi l'uso di Internet per visitare server web a carattere pornografico, l'uso delle stampanti per la stampa di copertine di CD ROM musicali, l uso dei computer per giochi elettronici, ecc... C. Controllare che nessuno acceda al rack contenente le apparecchiature per il funzionamento della rete. D. Provvedere alla segnalazione alla segreteria didattica DIMI di malfunzionamenti, di guasti e di mancanze varie; E. Distribuire la carta per le stampanti; F. Contattare la segreteria attraverso l'indirizzo mec per la manutenzione ordinaria del plotter e delle stampanti; G. Invitare a mantenere un atteggiamento e un tono di voce che non dia disturbo agli utenti del laboratorio; H. Invitare quegli studenti la cui presenza nel laboratorio CAD non è connessa all'uso delle stazioni di lavoro ad usufruire degli altri locali a disposizione degli allievi. I. Dare le informazioni necessarie per un corretto uso dei laboratori; J. Evitare che vengano prelevate sedie dai laboratori e traslocate in altre aule; 15. Compiti specifici da svolgere allo Sportello informazioni studenti

7 A. Identificare gli studenti che vogliono accedere al dipartimento e valutare le loro esigenze; B. Contattare i docenti e indirizzare correttamente gli studenti; C. Fornire supporto alla segreteria dipartimentale su richiesta della segreteria stessa; D. Gestire la modulistica relativa ai rapporti degli studenti con il dipartimento. Si raccomanda di NON APRIRE IN MODO INDISCRIMINATO LA PORTA DI ACCESSO AL DIPARTIMENTO A TUTTI. COLORO CHE DEVONO ACCEDERE DI NORMA HANNO LA TESSERA APRIPORTA E NON NECESSITANO DI ASSISTENZA. I COMPITI VERRANNO VARIATI IN BASE ALLE ESIGENZE SPECIFICHE DEL PERIODO, E VERRANNO COMUNICATI IN MODO ESPLICITO A COLORO CHE EFFETTUANO IL SERVIZIO. 1. Disbrigo di pratiche amministrative Rivolgersi alla segreteria servizi didattici DIMI tel I compiti e le procedure di lavoro potranno essere modificate, in base alle necessità che si verificheranno nel corso dell uso dei laboratori. Brescia lì, 15 gennaio 2015 La Segreteria

Regolamento. sulla gestione e l utilizzo delle reti informatiche e sulle strutture multimediali. dell Istituto Comprensivo di Capraia e Limite

Regolamento. sulla gestione e l utilizzo delle reti informatiche e sulle strutture multimediali. dell Istituto Comprensivo di Capraia e Limite 1 Regolamento sulla gestione e l utilizzo delle reti informatiche e sulle strutture multimediali dell Istituto Comprensivo di Capraia e Limite 2 Premessa: Il presente regolamento deve essere un punto di

Dettagli

Regolamento Laboratori di Informatica, Rete Internet e Utilizzo LIM

Regolamento Laboratori di Informatica, Rete Internet e Utilizzo LIM MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO VIA DEL CALICE Via del Calice 34/i - 00178 Roma - Tel. 06.7188500 - Fax 06.71299259 PEC rmic8gf005@pec.istruzione.it

Dettagli

REGOLAMENTO. di gestione e utilizzo delle reti informatiche e delle strutture multimediali. I.I.S. F.Orioli di Viterbo sede centrale via Villanova snc

REGOLAMENTO. di gestione e utilizzo delle reti informatiche e delle strutture multimediali. I.I.S. F.Orioli di Viterbo sede centrale via Villanova snc REGOLAMENTO di gestione e utilizzo delle reti informatiche e delle strutture multimediali I.I.S. F.Orioli di Viterbo sede centrale via Villanova snc I.I.S. F.Orioli di Viterbo sede Liceo Artistico via

Dettagli

DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA MECCANICA E INDUSTRIALE ISTRUZIONI PER L ACCESSO AI CALCOLATORI DEL LABORATORIO CAD DI VIA BRANZE

DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA MECCANICA E INDUSTRIALE ISTRUZIONI PER L ACCESSO AI CALCOLATORI DEL LABORATORIO CAD DI VIA BRANZE DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA MECCANICA E INDUSTRIALE ISTRUZIONI PER L ACCESSO AI CALCOLATORI DEL LABORATORIO CAD DI VIA BRANZE Riccardo Adamini 17 Novembre 2009 OGGETTO DEL DOCUMENTO Il documento illustra

Dettagli

Regolamento del Laboratorio Didattico Sperimentale (LADISPE) Dipartimento di Automatica e Informatica

Regolamento del Laboratorio Didattico Sperimentale (LADISPE) Dipartimento di Automatica e Informatica Regolamento del Laboratorio Didattico Sperimentale (LADISPE) Dipartimento di Automatica e Informatica 1. Norme generali 1.1. Il LADISPE è un laboratorio in cui l'attività didattica sperimentale è preminente.

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DELL AULA INFORMATICA

REGOLAMENTO PER L USO DELL AULA INFORMATICA MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE ANTONINO CAPONNETTO Via Socrate, 11 90147 PALERMO 091-533124 Fax 091-6914389 - c.f.: 97164800829 cod. Min.: PAIC847003 email: paic847003@istruzione.it

Dettagli

REGOLAMENTO DI ACCESSO E USO DEL LABORATORIO DI INFORMATICA

REGOLAMENTO DI ACCESSO E USO DEL LABORATORIO DI INFORMATICA REGOLAMENTO DI ACCESSO E USO DEL LABORATORIO DI INFORMATICA FINALITA Il laboratorio di Informatica è una risorsa didattica e formativa indirizzata a tutte quelle materie che ne prevedano l uso. In esso

Dettagli

I.S.I.S.S. G.B.CERLETTI CONEGLIANO

I.S.I.S.S. G.B.CERLETTI CONEGLIANO ISTITUTO STATALE DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE "G.B. Cerletti" I.T.A. G.B. Cerletti - con ordinamento speciale per la viticoltura e l enologia di CONEGLIANO TV I.P.A.A. G. Corazzin di CONEGLIANO TV

Dettagli

a cura della prof.ssa Anna Nardi Pag. 1

a cura della prof.ssa Anna Nardi Pag. 1 a cura della prof.ssa Anna Nardi Pag. 1 STRUTTURE E SERVIZI DIGITALI ITC FUSINIERI Server Aruba Server Axios Sito web Fusinieri Posta Elettronica Registro Elettronico Area Laboratori INTERNET Gruppo Server

Dettagli

DISPOSIZIONI GENERALI

DISPOSIZIONI GENERALI Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Istituto Comprensivo Statale di Bosisio Parini Via A. Appiani, 10-23842 BOSISIO PARINI (LC) Tel.: 031 865644 Fax: 031 865440 e-mail: lcic81000x@istruzione.it

Dettagli

Biblioteca Scolastica Multimediale. "Pier Paolo Pasolini"

Biblioteca Scolastica Multimediale. Pier Paolo Pasolini Biblioteca Scolastica Multimediale "Pier Paolo Pasolini" Solo l amare, solo il conoscere/ conta, non l aver amato, /non l aver conosciuto. da Il pianto della scavatrice Pier Paolo Pasolini La Biblioteca

Dettagli

BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA

BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI BRESCIA ANNO ACCADEMICO 2013/2014 BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA Sono aperte le immatricolazioni per l anno accademico 2013/2014 ai corsi di laurea in

Dettagli

Norme di Utilizzo dell Aula Informatica

Norme di Utilizzo dell Aula Informatica ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI CASTELLARANO Via Fuori Ponte 23 42014 Castellarano (RE) Tel. 0536 850113 Fax 0536 075506 www.iccastellarano.gov.it Norme di Utilizzo dell Aula Informatica 1. Componenti

Dettagli

QUICKSTART PER GLI STUDENTI DEL PRIMO ANNO. Orientarsi tra i servizi offerti per i Corsi di Laurea. Anno Accademico 2013-14

QUICKSTART PER GLI STUDENTI DEL PRIMO ANNO. Orientarsi tra i servizi offerti per i Corsi di Laurea. Anno Accademico 2013-14 Dipartimento di Ingegneria dell Informazione e Scienze Matematiche Via Roma, 56 Siena www.diism.unisi.it QUICKSTART PER GLI STUDENTI DEL PRIMO ANNO Orientarsi tra i servizi offerti per i Corsi di Laurea

Dettagli

Regolamento utilizzo Laboratori di Informatica

Regolamento utilizzo Laboratori di Informatica Allegato K-4 Regolamento utilizzo Laboratori di Informatica Art.1 Premessa L istituto promuove la piena e completa fruizione dei laboratori informatici da parte degli studenti e dei docenti. Tale utilizzo

Dettagli

I N D I C E. E.1.1. Accesso al personale dell'istituto nelle ore extrascolastiche...8

I N D I C E. E.1.1. Accesso al personale dell'istituto nelle ore extrascolastiche...8 IL DIRIGENTE SCOLASTICO PROF. VITO CARLOMAGNO I N D I C E PREMESSA... 3 A. STRATEGIE PER GARANTIRE LA SICUREZZA... 4 B. DISPOSIZIONI PER I DOCENTI... 5 C. DISPOSIZIONI PER GLI ALUNNI... 6 D. DISPOSIZIONI

Dettagli

LICEO REGINA MARGHERITA

LICEO REGINA MARGHERITA LICEO REGINA MARGHERITA Indirizzi: Linguistico Scienze Umane Economico Sociale - Scienze Applicate Tel 089224887 fax 089250588 Via Cuomo n.6 84122 -SALERNO Cod. mecc. SAPM050003 C. F. 80027420654 e-mail

Dettagli

Scheda rilevazione sistemi ICT e strumenti ICT. Modelli di funzionamento istituzionale, organizzativo e gestionale POLO VALLI DEL VERBANO.

Scheda rilevazione sistemi ICT e strumenti ICT. Modelli di funzionamento istituzionale, organizzativo e gestionale POLO VALLI DEL VERBANO. Scheda rilevazione sistemi e strumenti sistemi ICT e strumenti ICT Modelli di funzionamento istituzionale, organizzativo e gestionale POLO VALLI DEL VERBANO Allegato Sommario 1 Dotazioni informatiche

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE REPUBBLICA DI SAN MARINO

SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE REPUBBLICA DI SAN MARINO SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE REPUBBLICA DI SAN MARINO REGOLAMENTO DI ISTITUTO ANNO SCOLASTICO 2014/2015 ART. 1 NORME DI COMPORTAMENTO OGNI ALUNNO È TENUTO AL MASSIMO RISPETTO DELLE PERSONE E DELL AMBIENTE

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLE STRUMENTENTAZIONI INFORMATICHE

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLE STRUMENTENTAZIONI INFORMATICHE ISTITUTO PROFESSIONALE DI STATO PER I SERVIZI COMMERCIALI, ENOGASTRONOMIA E OSPITALITÀ ALBERGHIERA LUIGI EINAUDI LAMEZIA TERME REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLE STRUMENTENTAZIONI INFORMATICHE ALLEGATO N.5

Dettagli

REGOLAMENTO LABORATORI AULA MAGNA INFORMATICA/MODA/FOTOGRAFIA/GRAFICA

REGOLAMENTO LABORATORI AULA MAGNA INFORMATICA/MODA/FOTOGRAFIA/GRAFICA REGOLAMENTO LABORATORI AULA MAGNA INFORMATICA/MODA/FOTOGRAFIA/GRAFICA SEZIONE I: Norme Generali All interno di ciascun laboratorio sono riconosciute le seguenti figure: a) Responsabile del Laboratorio,

Dettagli

Carta dei Servizi Informatici Dipartimentali

Carta dei Servizi Informatici Dipartimentali Carta dei Servizi Informatici Dipartimentali Milano, settembre 2009 v.1.3 Pagina 1 Premessa La predisposizione di questa sperimentale Carta dei Servizi Informatici Dipartimentali (Carta SID) vuole rispondere

Dettagli

CRITERI E MODALITA OPERATIVE PER L ACCESSO E L UTILIZZO DEI SERVIZI INFORMATICI E TELEMA- TICI DELLA RETE DELL ISTITUTO AGRARIO S.

CRITERI E MODALITA OPERATIVE PER L ACCESSO E L UTILIZZO DEI SERVIZI INFORMATICI E TELEMA- TICI DELLA RETE DELL ISTITUTO AGRARIO S. ISTITUTO AGRARIO DI SAN MICHELE ALL ADIGE CRITERI E MODALITA OPERATIVE PER L ACCESSO E L UTILIZZO DEI SERVIZI INFORMATICI E TELEMA- TICI DELLA RETE DELL ISTITUTO AGRARIO S.MICHELE ALL ADIGE INFORMATIVA

Dettagli

Regolamento della Biblioteca del Liceo Ginnasio E.Q.Visconti

Regolamento della Biblioteca del Liceo Ginnasio E.Q.Visconti Regolamento della Biblioteca del Liceo Ginnasio E.Q.Visconti PREMESSA Il presente regolamento, approvato dal C. d I in data 18 Settembre 2014, ha carattere transitorio, valido fino al completamento dei

Dettagli

Regolamento per l'utilizzo della rete informatica

Regolamento per l'utilizzo della rete informatica Regolamento per l'utilizzo della rete informatica Articolo 1 OGGETTO E AMBITO DI APPLICAZIONE Il presente regolamento disciplina le modalità di accesso e di uso della rete informatica dell Istituto, del

Dettagli

REGOLAMENTO DI UTILIZZO DEL LABORATORIO DI INFORMATICA. Norme di accesso:

REGOLAMENTO DI UTILIZZO DEL LABORATORIO DI INFORMATICA. Norme di accesso: REGOLAMENTO DI UTILIZZO DEL LABORATORIO DI INFORMATICA Norme di accesso: 1) L accesso al laboratorio di informatica è subordinato all accettazione del presente regolamento; 2) L accesso è riservato ai

Dettagli

Gestione del personale

Gestione del personale LICEO ERASMO DA ROTTERDAM Gestione del personale Ambito funzionale Gestione delle risorse 1 Liceo Erasmo da Rotterdam PQ04gestione del personale_11_2010rev2 INDICE 1.1 OBIETTIVO 1.2 CAMPO D APPLICAZIONE

Dettagli

MEDIANTE LA CORRESPONSIONE PECUNIARIA DEI COSTI

MEDIANTE LA CORRESPONSIONE PECUNIARIA DEI COSTI REGOLAMENTO per l utilizzo delle LIM Premessa 1. Compiti dei Docenti 2. Compiti degli alunni 3. Divieti 4. Compiti del Referente 5. Compiti dei Collaboratori scolastici Premessa L Istituto Comprensivo

Dettagli

DISPOSIZIONI SULL ACCESSO AL LABORATORIO E UTILIZZO DELLE APPARECCHIATURE INFORMATICHE

DISPOSIZIONI SULL ACCESSO AL LABORATORIO E UTILIZZO DELLE APPARECCHIATURE INFORMATICHE DIREZIONE DIDATTICA STATALE 2 CIRCOLO Via Matteotti, 9 12084 MONDOVI (Cn) - Tel. 0174 43144 - Fax n.0174 553935e-mail: cnee03700g@istruzione.it Sito: www.2circolomondovi.it ALLEGATO n 3 DISPOSIZIONI SULL

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'UTILIZZO DEI SISTEMI INFORMATICI AZIENDALI E DEGLI APPARATI DI TELEFONIA

REGOLAMENTO PER L'UTILIZZO DEI SISTEMI INFORMATICI AZIENDALI E DEGLI APPARATI DI TELEFONIA REGOLAMENTO PER L'UTILIZZO DEI SISTEMI INFORMATICI AZIENDALI E DEGLI APPARATI DI TELEFONIA Oggetto: Informativa e autorizzazione all utilizzo della strumentazione elettronica; informazioni ed istruzioni

Dettagli

Non è consentito ad estranei l utilizzo del laboratorio di informatica.

Non è consentito ad estranei l utilizzo del laboratorio di informatica. Il patrimonio strumentale presente nel laboratorio è un bene comune: come tale ogni utente è tenuto a rispettare le regole descritte per garantirne al meglio il funzionamento e l efficienza. Sarà inoltre

Dettagli

Regolamento della biblioteca del Centro Multilingue Bolzano e della Mediateca Multilingue Merano

Regolamento della biblioteca del Centro Multilingue Bolzano e della Mediateca Multilingue Merano Regolamento della biblioteca del Centro Multilingue Bolzano e della Mediateca Multilingue Merano 1. Finalità ed obiettivi generali La biblioteca del Centro Multilingue di Bolzano (CML) e la Mediateca Multilingue

Dettagli

Gestione integrata delle postazioni di lavoro (pdl) presenti presso gli uffici dell amministrazione comunale

Gestione integrata delle postazioni di lavoro (pdl) presenti presso gli uffici dell amministrazione comunale Gestione integrata delle postazioni di lavoro (pdl) presenti presso gli uffici dell amministrazione comunale DISCIPLINARE TECNICO Allegato A al Capitolato d Oneri 1 Premessa Il presente capitolato tecnico

Dettagli

COMUNE DI COSEANO Provincia di Udine

COMUNE DI COSEANO Provincia di Udine COMUNE DI COSEANO Provincia di Udine Nr. 223774 REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DI INTERNET IN BIBLIOTECA Approvato con deliberazione di C.C. n. 22 del 14/07/2008 1. Obiettivi del servizio 1.1 Il comune di

Dettagli

I.C. ALDO MORO - CAROSINO a.s. 2012-2013 REGOLAMENTO DI UTILIZZO DEL LABORATORIO DI INFORMATICA

I.C. ALDO MORO - CAROSINO a.s. 2012-2013 REGOLAMENTO DI UTILIZZO DEL LABORATORIO DI INFORMATICA I.C. ALDO MORO - CAROSINO a.s. 2012-2013 REGOLAMENTO DI UTILIZZO DEL LABORATORIO DI INFORMATICA Norme di accesso: 1) l accesso al laboratorio di informatica è subordinato all accettazione del presente

Dettagli

DISPOSIZIONI PER L USO DI INTERNET NELLE BIBLIOTECHE DEL SUD OVEST MILANESE

DISPOSIZIONI PER L USO DI INTERNET NELLE BIBLIOTECHE DEL SUD OVEST MILANESE DISPOSIZIONI PER L USO DI INTERNET NELLE BIBLIOTECHE DEL SUD OVEST MILANESE La biblioteca di Corbetta mette a disposizione dell utenza postazioni pubbliche collegate a internet. L uso di Internet in biblioteca

Dettagli

Guida all accesso ai servizi online, di rete locale e wifi

Guida all accesso ai servizi online, di rete locale e wifi Guida all accesso ai servizi online, di rete locale e wifi Versione 3.0 Autore Ufficio Sistemi Informativi di Ateneo Data 07/01/2014 Distribuito a: Studenti Sommario Introduzione... 1 Sistema di autenticazione

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLE RISORSE INFORMATICHE DEL LICEO VITTORINI

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLE RISORSE INFORMATICHE DEL LICEO VITTORINI REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLE RISORSE INFORMATICHE DEL LICEO VITTORINI 1) Politica di gestione Le nuove tecnologie informatiche rappresentano per la scuola un importante strumento per rinnovare ed ampliare

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DI ATTREZZATURE DIDATTICHE FORMAPER CCIAA di Milano VIA SANTA MARTA 18 20123 MILANO

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DI ATTREZZATURE DIDATTICHE FORMAPER CCIAA di Milano VIA SANTA MARTA 18 20123 MILANO REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DI ATTREZZATURE DIDATTICHE FORMAPER CCIAA di Milano VIA SANTA MARTA 18 20123 MILANO PREMESSA ACCESSO E NORME DI COMPORTAMENTO GESTIONE ATTREZZATURE DIDATTICHE SPAZI ADIBITI AD

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'ACCESSO AI LABORATORI INFORMATICI

REGOLAMENTO PER L'ACCESSO AI LABORATORI INFORMATICI ISTITUTO TECNICO STATALE " ATERNO - MANTHONE' " Pescara REGOLAMENTO PER L'ACCESSO AI LABORATORI INFORMATICI Regole generali 1. L'accesso ai Laboratorio Informatici è subordinato all'accettazione incondizionata

Dettagli

Modalità ACCESSO. L accesso alla Biblioteca è consentito, di norma:

Modalità ACCESSO. L accesso alla Biblioteca è consentito, di norma: ACCESSO L accesso alla Biblioteca è consentito, di norma: a docenti, studenti e personale tecnico-amministrativo dell Università di Tor Vergata a studenti iscritti alla Facoltà di Economia dell'università

Dettagli

REGOLAMENTO BIBLIOTECA

REGOLAMENTO BIBLIOTECA REGOLAMENTO BIBLIOTECA di INGEGNERIA Art. 1) Art.2) Art. 3) Art. 4) Art. 5) Art. 6) Art. 7) Art. 8) La Biblioteca di Ingegneria mette a disposizione dell utenza un organica raccolta di periodici, libri

Dettagli

3. Ogni insegnante è tenuto a procedere all accensione dei computer e all iniziale verifica dell integrità dei sistemi.

3. Ogni insegnante è tenuto a procedere all accensione dei computer e all iniziale verifica dell integrità dei sistemi. MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO OMNICOMPRENSIVO SCUOLA DELL INFANZIA,PRIMARIA, SECONDARIA I E II GRADO 03030 ROCCASECCA (Fr)

Dettagli

Punto Pubblico di Accesso P3@

Punto Pubblico di Accesso P3@ Provincia di Padova Regione del Veneto Regolamento Comunale per l uso del Punto Pubblico di Accesso P3@ Intervento finanziato dalla Regione del Veneto, nell ambito del programma Operativo regionale (POR)

Dettagli

REGOLAMENTO. Gestione dei dispositivi informatici dell Istituto e degli strumenti multimediali (dispositivi, rete, Internet, mail, ecc.

REGOLAMENTO. Gestione dei dispositivi informatici dell Istituto e degli strumenti multimediali (dispositivi, rete, Internet, mail, ecc. Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca LICEO SCIENTIFICO STATALE Donato Bramante Via Trieste, 70-20013 MAGENTA (MI) - MIUR: MIPS25000Q Tel.: +39 02 97290563/4/5 Fax: 02 97220275 Sito:

Dettagli

Regolamento dei laboratori: multimediale-informatico multimediale-linguistico

Regolamento dei laboratori: multimediale-informatico multimediale-linguistico MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE - UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO Liceo Classico Statale Sperimentale JAMES JOYCE INDIRIZZO LINGUISTICO E SOCIO-PSICO-PEDAGOGICO 00040 Ariccia (Rm) Via Alcide

Dettagli

Regolamento Laboratori Multimediali

Regolamento Laboratori Multimediali M i n i s t e r o d e l l I s t r u z i o n e, d e l l U n i v e r s i t à e d e l l a R i c e r c a I s t i t u t o C o m p r e n s i v o di M o n t e c o m p a t r i P a o l o B o r s e l l i n o Via

Dettagli

24 ORE Software S.p.A

24 ORE Software S.p.A 24 ORE Software S.p.A Carta dei servizi prodotti a marchio STR PARTE PRIMA 1 PREMESSA 24 ORE SOFTWARE è la società del Gruppo 24 ORE per lo sviluppo di software e servizi rivolti a professionisti, aziende

Dettagli

COMUNE DI BUGUGGIATE Provincia di Varese Area Affari Generali

COMUNE DI BUGUGGIATE Provincia di Varese Area Affari Generali COMUNE DI BUGUGGIATE Provincia di Varese Area Affari Generali REGOLAMENTO DISCIPLINANTE IL SERVIZIO DI TRASPORTO SCUOLABUS DEGLI ALUNNI DELLE SCUOLE PER L'INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO FACOLTÀ DI SCIENZE POLITICHE Servizi Informatici. Domande frequenti

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO FACOLTÀ DI SCIENZE POLITICHE Servizi Informatici. Domande frequenti Domande frequenti 1. Quali sono le modalità di accesso ai laboratori informatici di facoltà?...2 1.1 Come si accede ai terminali?...3 1.2 Le modalità di accesso ai terminali dei due laboratori, a quelli

Dettagli

COMUNE DI PONSO Regolamento Comunale per l uso delle postazioni presso il Punto Pubblico di Accesso P3@

COMUNE DI PONSO Regolamento Comunale per l uso delle postazioni presso il Punto Pubblico di Accesso P3@ DEFINIZIONI PC: abbreviazione di personal computer, anche detto computer. Programma: è un applicazione che consente di fare una determinata attività tramite il computer. Ad esempio: un programma di videoscrittura

Dettagli

REGOLAMENTO PARCHEGGIO STAZIONE

REGOLAMENTO PARCHEGGIO STAZIONE PARCHEGGIO STAZIONE 1. Per accedere al parcheggio l utente deve ritirare il tagliando di entrata alla colonnina di ingresso o essere in possesso di una tessera d abbonamento. Tali documenti autorizzano

Dettagli

Centro Parrocchiale Don Pietro Costa Parrocchia S. Stefano p.m. Piovene Regolamento di utilizzo locali e impianti REGOLAMENTO GENERALE

Centro Parrocchiale Don Pietro Costa Parrocchia S. Stefano p.m. Piovene Regolamento di utilizzo locali e impianti REGOLAMENTO GENERALE REGOLAMENTO GENERALE rev. 5G del 03/11/2010 APPROVATO Indice regolamento: Premessa, elenco aree, prenotazione sale...2 A) Regole di utilizzo generale... 4 B) Priorità d utilizzo... 5 C) Regole di utilizzo

Dettagli

MODALITÀ PER L ACCESSO AL SERVIZIO INTERNET IN BIBLIOTECA

MODALITÀ PER L ACCESSO AL SERVIZIO INTERNET IN BIBLIOTECA MODALITÀ PER L ACCESSO AL SERVIZIO INTERNET IN BIBLIOTECA 1. Obiettivi del servizio La biblioteca riconosce l'utilità dell'informazione fornita da mezzi telematici per il soddisfacimento delle esigenze

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AI LABORATORI E L UTILIZZO DELLE ATTREZZATURE INFORMATICHE

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AI LABORATORI E L UTILIZZO DELLE ATTREZZATURE INFORMATICHE REGOLAMENTO PER L ACCESSO AI LABORATORI E L UTILIZZO DELLE ATTREZZATURE INFORMATICHE Ogni laboratorio di informatica avrà un regolamento secondo le esigenze: Scuola primaria via Guspini REGOLAMENTO DI

Dettagli

Software di gestione clienti, appuntamenti, presenze e fatturazione

Software di gestione clienti, appuntamenti, presenze e fatturazione Software di gestione clienti, appuntamenti, presenze e fatturazione Pensato per un centro di fisioterapia con 8-10 dipendenti, può essere utilizzato in qualsiasi struttura occorre prendere e gestire degli

Dettagli

1. ESAME DELLA DOTAZIONE TECNOLOGICA E INFORMATICA DI OGNI PLESSO SCOLASTICO 2. REDAZIONE DEL PIANO PER LO SVILUPPO TECNOLOGICO DELL ISTITUTO

1. ESAME DELLA DOTAZIONE TECNOLOGICA E INFORMATICA DI OGNI PLESSO SCOLASTICO 2. REDAZIONE DEL PIANO PER LO SVILUPPO TECNOLOGICO DELL ISTITUTO PIANO DI LAVORO 1. ESAME DELLA DOTAZIONE TECNOLOGICA E INFORMATICA DI OGNI PLESSO SCOLASTICO 2. REDAZIONE DEL PIANO PER LO SVILUPPO TECNOLOGICO DELL ISTITUTO 3. REDAZIONE DEL PIANO DEGLI ACQUISTI INFORMATICI

Dettagli

REGOLAMENTO DI CONNESSIONE PUBBLICA ALLA RETE INTERNET TRAMITE POSTAZIONI FISSE NELLA BIBLIOTECA DI CANEVA.

REGOLAMENTO DI CONNESSIONE PUBBLICA ALLA RETE INTERNET TRAMITE POSTAZIONI FISSE NELLA BIBLIOTECA DI CANEVA. REGOLAMENTO DI CONNESSIONE PUBBLICA ALLA RETE INTERNET TRAMITE POSTAZIONI FISSE NELLA BIBLIOTECA DI CANEVA. Approvato con Delibera di Consiglio Comunale nr. 46 2014 Pagina 1 di 9 Indice 1. OBIETTIVI DEL

Dettagli

ORDINE degli AVVOCATI di MILANO. Regolamento della Biblioteca Avv. Giorgio AMBROSOLI

ORDINE degli AVVOCATI di MILANO. Regolamento della Biblioteca Avv. Giorgio AMBROSOLI ORDINE degli AVVOCATI di MILANO Regolamento della Biblioteca Avv. Giorgio AMBROSOLI Approvato dal Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Milano in data 15 ottobre 2009 DISPOSIZIONI GENERALI L accesso

Dettagli

PROCEDURA DI SISTEMA GESTIONE REGISTRO ELETTRONICO

PROCEDURA DI SISTEMA GESTIONE REGISTRO ELETTRONICO Pagina 1 di 5 INDICE 1. SCOPO 2. CAMPO APPLICAZIONE 3. RESPONSABILITÀ 4. PROCEDURA 4.1 Registro elettronico 4.1.1 Preparazione 4.1.2 Gestione 4.1.3 Istruzioni operative Prima emissione Gruppo Qualità Responsabile

Dettagli

MINISTERO DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA ALTA FORMAZIONE ARTISTICA E MUSICALE ACCADEMIA DI BELLE ARTI Via Duca degli Abruzzi, 4 07100 SASSARI

MINISTERO DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA ALTA FORMAZIONE ARTISTICA E MUSICALE ACCADEMIA DI BELLE ARTI Via Duca degli Abruzzi, 4 07100 SASSARI MINISTERO DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA ALTA FORMAZIONE ARTISTICA E MUSICALE ACCADEMIA DI BELLE ARTI Via Duca degli Abruzzi, 4 07100 SASSARI Prot. n. 2066/A1a 16.05.2011 Vista la legge 508 del 1999;

Dettagli

Regolamento del servizio Internet della Biblioteca M. Leoni

Regolamento del servizio Internet della Biblioteca M. Leoni Regolamento del servizio Internet della Biblioteca M. Leoni 1. Obiettivi del servizio 1.1 Il Sistema bibliotecario riconosce l'utilità dell'informazione elettronica per il soddisfacimento delle esigenze

Dettagli

Prot. n. 829/A12 Rende, 23 febbraio 2012 D E C R E T A

Prot. n. 829/A12 Rende, 23 febbraio 2012 D E C R E T A Prot. n. 829/A12 Rende, 23 febbraio 2012 LA DIRIGENTE SCOLASTICA Visto il D.P.R. n. 275/99; Visto il D.L.vo n. 165/2001; Visto il T.U. delle disposizioni legislative vigenti in materia di istruzione, relative

Dettagli

Università di Parma Facoltà di Ingegneria. Polo Tecnologico Nettuno

Università di Parma Facoltà di Ingegneria. Polo Tecnologico Nettuno Università di Parma Facoltà di Ingegneria Polo Tecnologico Nettuno Guida ai servizi FINALITÀ...2 COORDINATORE...3 SEGRETERIA DIDATTICA E CEDI...4 TUTORI...5 DATI UTILI...6 Finalità L obiettivo di questa

Dettagli

REGOLAMENTO QUADRO DEI SERVIZI

REGOLAMENTO QUADRO DEI SERVIZI UNIVERSITA' DEGLI STUDI - L'AQUILA Sistema Bibliotecario di Ateneo REGOLAMENTO QUADRO DEI SERVIZI Approvato dal Consiglio per il Sistema Bibliotecario di Ateneo in data 12 dicembre 2005 REGOLAMENTO QUADRO

Dettagli

IMMATRICOLAZIONE LAUREA MAGISTRALE REQUISITI. Quali sono i requisiti per accedere ad un Corso di Laurea Magistrale?

IMMATRICOLAZIONE LAUREA MAGISTRALE REQUISITI. Quali sono i requisiti per accedere ad un Corso di Laurea Magistrale? IMMATRICOLAZIONE LAUREA MAGISTRALE REQUISITI Quali sono i requisiti per accedere ad un Corso di Laurea Magistrale? Per essere ammessi ad un corso di Laurea Magistrale occorre essere in possesso di una

Dettagli

C O M U N E DI A S S E M I N I PROVINCIA DI CAGLIARI. ************* AREA DIREZIONALE Servizio SIC

C O M U N E DI A S S E M I N I PROVINCIA DI CAGLIARI. ************* AREA DIREZIONALE Servizio SIC allegato B C O M U N E DI A S S E M I N I PROVINCIA DI CAGLIARI ************* AREA DIREZIONALE Servizio SIC DISCIPLINARE TECNICO Per l espletamento del Servizio di assistenza alla rete informatica Comunale

Dettagli

Prot. n. 2150 B15 del 30/04/2014 Spett.li: Vobis Gema Informatica s.n.c. Viale della Stazione 35/a Terni info@vobisterni.it

Prot. n. 2150 B15 del 30/04/2014 Spett.li: Vobis Gema Informatica s.n.c. Viale della Stazione 35/a Terni info@vobisterni.it ISTITUTO COMPRENSIVO CAMPOMAGGIORE - TERNI "...se si insegnasse la bellezza alla gente, la si fornirebbe di un'arma contro la rassegnazione, la paura e l'omertà". (Peppino Impastato) Prot. n. 2150 B15

Dettagli

Questionario per gli studenti laureandi nei corsi di laurea Facoltà di Giurisprudenza, Sapienza, Università di Roma

Questionario per gli studenti laureandi nei corsi di laurea Facoltà di Giurisprudenza, Sapienza, Università di Roma Anno 2010 Questionario per gli studenti laureandi nei corsi di laurea Facoltà di Giurisprudenza, Sapienza, Università di Roma Il questionario, anonimo, serve a conoscere in modo sistematico le opinioni

Dettagli

REGOLAMENTO DEL LABORATORIO MULTIMEDIALE

REGOLAMENTO DEL LABORATORIO MULTIMEDIALE allegato n. 2 LICEO SCIENTIFICO STATALE Galileo Galilei Liceo Scientifico, Liceo Linguistico, Liceo delle Scienze Sociali, Liceo Socio-Pedagogico Trav. Galileo Galilei - 81034, Mondragone (CE) Tel. 0823

Dettagli

AREA FORMAZIONE, CULTURA E SERVIZIAGLI STUDENTI U.O.A. MASTER E IFTS. Il Rettore

AREA FORMAZIONE, CULTURA E SERVIZIAGLI STUDENTI U.O.A. MASTER E IFTS. Il Rettore AREA FORMAZIONE, CULTURA E SERVIZIAGLI STUDENTI U.O.A. MASTER E IFTS Università degli Studi di Palermo Titolo III Classe 5 Fascicolo N. 89589 Del 01/12/2014 UOR U.O.A. Master e IFTS CC RPA L. Mortelliti

Dettagli

Università Vita~Salute San Raffaele

Università Vita~Salute San Raffaele Università Vita~Salute San Raffaele Vista la Legge 2 agosto 1999, n. 264 DECRETO RETTORALE N. 3855 IL RETTORE Visto il Decreto del Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca del 22 ottobre

Dettagli

Università degli Studi di Torino

Università degli Studi di Torino Università degli Studi di Torino CARTA DEI SERVIZI EROGATI DALLA DIREZIONE SISTEMI INFORMATIVI 1. PREMESSE a. La Carta dei Servizi costituisce una dichiarazione di impegno su quantità e qualità dei servizi

Dettagli

PROCEDURA DI SISTEMA GESTIONE LABORATORI

PROCEDURA DI SISTEMA GESTIONE LABORATORI Pagina 1 di 9 INDICE 1. SCOPO 2. CAMPO APPLICAZIONE 3. RESPONSABILITÄ 4. PROCEDURA 4.1 LINEE GUIDA- ORGANIZZAZIONE DEL LABORATORIO 4.2 PULIZIA DEI LABORATORI - CONTROLLO SULLA SICUREZZA IN AMBITO SCOLASTICO

Dettagli

QUESTIONARIO. Grazie

QUESTIONARIO. Grazie QUESTIONARIO Il questionario, anonimo, serve a rilevare in modo sistematico le opinioni degli studenti che hanno completato un corso di studi. Queste conoscenze potranno aiutare a valutare la qualità dei

Dettagli

Servizio accoglienza studenti con disabilità Carta dei Servizi (Approvata dal Consiglio di Amministrazione Adunanza Ordinaria Del 22 luglio 2011)

Servizio accoglienza studenti con disabilità Carta dei Servizi (Approvata dal Consiglio di Amministrazione Adunanza Ordinaria Del 22 luglio 2011) Servizio accoglienza studenti con disabilità Carta dei Servizi (Approvata dal Consiglio di Amministrazione Adunanza Ordinaria Del 22 luglio 2011) Art. 1 Principi generali Il Servizio Accoglienza Studenti

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA ANNO ACCADEMICO 2009 2010 Bando relativo alla prova di accesso alla Scuola di Specializzazione in PSICOLOGIA DELLA SALUTE D. R. n. 001399 IL RETTORE VISTO il R.D. 1592/33 recante il Testo Unico delle leggi

Dettagli

OGGETTO: SISTEMA INFORMATIVO PER LA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE E L ORGANIZZAZIONE DEI SERVIZI DI POLIZIA MUNICIPALE

OGGETTO: SISTEMA INFORMATIVO PER LA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE E L ORGANIZZAZIONE DEI SERVIZI DI POLIZIA MUNICIPALE CITTÀ DI RAGUSA www.comune.ragusa.it SETTORE XIV Corpo di Polizia Municipale Via M. Spadola n 56 97100 Ragusa Tel. 0932 244211 676771 Fax 0932 248826 e mail polizia.municipale@comune.ragusa.it OGGETTO:

Dettagli

Consiglio della Facoltà Dipartimentale di Ingegneria 20/07/2015. Senato Accademico 21/07/2015. Comitato Esecutivo 23/07/2015

Consiglio della Facoltà Dipartimentale di Ingegneria 20/07/2015. Senato Accademico 21/07/2015. Comitato Esecutivo 23/07/2015 Consiglio della Facoltà Dipartimentale di Ingegneria 20/07/2015 Senato Accademico 21/07/2015 Comitato Esecutivo 23/07/2015 REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN INGEGNERIA BIOMEDICA INDICE

Dettagli

In riferimento alla Vostra richiesta, con la presente siamo a formulare il preventivo di spesa per quanto in oggetto.

In riferimento alla Vostra richiesta, con la presente siamo a formulare il preventivo di spesa per quanto in oggetto. Silea, 18 febbraio 2013 Prot. 385 SPETT.LE AMMINISTRAZIONE DEL COMUNE DI 36028 ROSSANO VENETO VI Alla c.a. Responsabile CED OGGETTO: Aggiornamento sistema informatico. In riferimento alla Vostra richiesta,

Dettagli

MANUALE PER L UTILIZZO DELL AUTO DI SERVIZIO DEL POLO DI SCIENZE

MANUALE PER L UTILIZZO DELL AUTO DI SERVIZIO DEL POLO DI SCIENZE MANUALE PER L UTILIZZO DELL AUTO DI SERVIZIO DEL POLO DI SCIENZE ( Facoltà di Scienze MM.FF.NN., Dipartimento di Fisica, Dipartimento di Ingegneria e Scienza dell Informazione, Dipartimento di Matematica,

Dettagli

Centro di Cultura Ecologica - Archivio Ambientalista. Biblioteca "Fabrizio Giovenale" REGOLAMENTO. sull'uso dei servizi in Biblioteca

Centro di Cultura Ecologica - Archivio Ambientalista. Biblioteca Fabrizio Giovenale REGOLAMENTO. sull'uso dei servizi in Biblioteca REGOLAMENTO sull'uso dei servizi in Biblioteca Il Centro di Cultura Ecologica è gestito dall'ati LIPU-Casale Podere Rosa per conto di: Comune di Roma Dipartimento X Politiche Ambientali e Agricole Dipartimento

Dettagli

Servizio SestoWiFi CONDIZIONI D USO PER L UTILIZZO DEL SERVIZIO INTERNET CON CONNESSIONE WIRELESS

Servizio SestoWiFi CONDIZIONI D USO PER L UTILIZZO DEL SERVIZIO INTERNET CON CONNESSIONE WIRELESS Servizio SestoWiFi CONDIZIONI D USO PER L UTILIZZO DEL SERVIZIO INTERNET CON CONNESSIONE WIRELESS 1. FINALITA' Il Comune di Sesto San Giovanni ha attivato la copertura in WiFi (Wireless Fidelity), ovvero

Dettagli

REGOLE PER UN USO CORRETTO E CONSAPEVOLE DI INTERNET E DELLA RETE INFORMATICA

REGOLE PER UN USO CORRETTO E CONSAPEVOLE DI INTERNET E DELLA RETE INFORMATICA I VANTAGGI DI INTERNET A SCUOLA Il percorso formativo scolastico prevede che gli studenti imparino a reperire materiale, recuperare documenti e scambiare informazioni utilizzando le TIC. Internet offre,

Dettagli

REGOLAMENTO DEI LABORATORI DI INFORMATICA E DELLE ATTREZZATURE. Adempimenti preliminari ART. 1

REGOLAMENTO DEI LABORATORI DI INFORMATICA E DELLE ATTREZZATURE. Adempimenti preliminari ART. 1 Istituto d Istruzione Superiore A. Oriani L. Tandoi Via S. Faustina Kowalska, 1 70033 CORATO (BA) ITALIA Codice M.I.U.R.: BAIS054008 C.F.: 93437770725 - Tel: 0808721047 Fax: 0808722199 Sito web: www.orianitandoi.gov.it

Dettagli

Centro di Servizi Bibliotecari di Area Giuridico-Economica. Regolamento Utenza e Servizi

Centro di Servizi Bibliotecari di Area Giuridico-Economica. Regolamento Utenza e Servizi Centro di Servizi Bibliotecari di Area Giuridico-Economica Regolamento Utenza e Servizi Art. 1 - Servizi 1. Il Centro di Servizi Bibliotecari di Area Giuridico-Economica (CSB) fornisce i seguenti servizi:

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA. Tor Vergata

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA. Tor Vergata UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA Tor Vergata FACOLTÀ DI ECONOMIA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO: IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE (Master in Economia e Gestione dei Beni Culturali)

Dettagli

ALMA MATER STUDIORUM - UNIVERSITÀ DI BOLOGNA. Biblioteca Centrale REGOLAMENTO

ALMA MATER STUDIORUM - UNIVERSITÀ DI BOLOGNA. Biblioteca Centrale REGOLAMENTO REGOLAMENTO Art. 1 - Compiti e servizi della Biblioteca Art. 2 - Organizzazione della Biblioteca - Il Coordinatore gestionale - Il Comitato scientifico - Il Presidente del Comitato scientifico Art. 3 -

Dettagli

Obiettivi di accessibilità per l anno 2014

Obiettivi di accessibilità per l anno 2014 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI FERRARA Obiettivi di accessibilità per l anno 2014 Redatto ai sensi dell articolo 9, comma 7 del decreto legge 18 ottobre 2012, n. 179. Redatto il 31/03/2014 1 SOMMARIO Obiettivi

Dettagli

Regolamento della Biblioteca Comunale di San Casciano in Val di Pesa

Regolamento della Biblioteca Comunale di San Casciano in Val di Pesa Comune di San Casciano in Val di Pesa Regolamento della Biblioteca Comunale Approvato dal Consiglio Comunale con deliberazione n. 95 del 20 ottobre 2011 Biblioteca Comunale Via Roma 37 - Via Lucardesi

Dettagli

Regolamento per l esercizio del Diritto Allo Studio del Personale Non Dirigente del Comparto Sanità dell Area Vasta Pordenonese

Regolamento per l esercizio del Diritto Allo Studio del Personale Non Dirigente del Comparto Sanità dell Area Vasta Pordenonese Regolamento per l esercizio del Diritto Allo Studio del Personale Non Dirigente del Comparto Sanità dell Area Vasta Pordenonese Art. 1 Premessa Normativa 1. Il presente Regolamento disciplina, con le precisazioni

Dettagli

ORIENTAMENTO ALL UNIVERSITA

ORIENTAMENTO ALL UNIVERSITA ORIENTAMENTO ALL UNIVERSITA Proposte formative e informative per l a.s. 2013-2014 U.O.C. Orientamento, Stage, Placement Viale Europa, 39 25133 Brescia tel. 030 2016083, e-mail orientamento@amm.unibs.it

Dettagli

Nuovo sistema di rilevazione delle presenze e regole concernenti la flessibilità e lo straordinario

Nuovo sistema di rilevazione delle presenze e regole concernenti la flessibilità e lo straordinario Università degli Studi di Brescia Servizio Risorse Umane U.O.C. Personale PTA e non strutturato Nuovo sistema di rilevazione delle presenze e regole concernenti la flessibilità e lo straordinario A cura

Dettagli

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Dipartimento per l Istruzione Direzione Generale per il personale scolastico Prot. AOODGPER 17301 Roma, 17 novembre 2009 Ai Direttori Generali degli Uffici Scolastici Regionali LORO SEDI e, p.c. All Agenzia

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA Facoltà di Ingegneria Dipartimento di Idraulica Trasporti e Strade Concorso di ammissione al MASTER UNIVERSITARIO DI SECONDO LIVELLO IN INGEGNERIA DELLE INFRASTRUTTURE E DEI SISTEMI FERROVIARI Anno Accademico

Dettagli

Sezione Sede Formativa

Sezione Sede Formativa Scheda 1 Ambito di accreditamento DATI RIEPILOGATIVI DELL AGENZIA FORMATIVA RICHIEDENTE (ACRONIMO SE ESISTENTE E DENOMINAZIONE ESTESA) >(denominazione) Numero di iscrizione nell elenco regionale dei soggetti

Dettagli

COLLABORATORI SCOLASTICI

COLLABORATORI SCOLASTICI COLLABORATORI SCOLASTICI La vita della scuola si esplica attraverso la responsabile collaborazione tra tutte le componenti nell esercizio delle rispettive competenze. Stili di comportamento improntati

Dettagli

Programma di gestione dei laboratori di chimica, fisica e biologia PROGRAMMA DI GESTIONE DEI LABORATORI DI CHIMICA, FISICA E BIOLOGIA

Programma di gestione dei laboratori di chimica, fisica e biologia PROGRAMMA DI GESTIONE DEI LABORATORI DI CHIMICA, FISICA E BIOLOGIA PROGRAMMA DI GESTIONE DEI LABORATORI DI CHIMICA, FISICA E BIOLOGIA maggio 2006 1 Premessa Lo scopo principale del programma è la gestione dell attività dei laboratori di chimica, fisica e biologia presso

Dettagli

IL RETTORE. 2. Ammissione. 3. Modalità e termini per la presentazione della domanda di ammissione

IL RETTORE. 2. Ammissione. 3. Modalità e termini per la presentazione della domanda di ammissione Decreto n. 3604 IL RETTORE VISTO lo Statuto dell Università degli Studi di Bari Aldo Moro; VISTO il Decreto Ministeriale 22.10.2004, n. 270, Modifiche al Regolamento recante norme concernenti l autonomia

Dettagli

REGOLAMENTO Sala Prove Musicali sonika. del COMUNE DI GUIGLIA (Provincia di Modena)

REGOLAMENTO Sala Prove Musicali sonika. del COMUNE DI GUIGLIA (Provincia di Modena) REGOLAMENTO Sala Prove Musicali sonika del COMUNE DI GUIGLIA (Provincia di Modena) Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n 23 del 28/06/2007 ART. 1 - OGGETTO DEL REGOLAMENTO E istituita la

Dettagli