Adozione a distanza bambini

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Adozione a distanza bambini"

Transcript

1 Centro Missionario Diocesano - Trento - Adozione a distanza bambini Numero 45 Natale 2009 supplemento n. 1 a Comunione e Missione n. 13 dicembre Poste Italiane s.p.a. - Sped. in abb. postale -D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/ 2004) art. 1, comma 2 - DCB Trento - redazione: via s. g. bosco 7, trento - direttore: giuseppe caldera - responsabile: agostino valentini 21 progetti per il futuro

2 E ho altre pecore che non provengono da questo recinto: anche quelle io devo guidare. (Giovanni 10,16) Il 20 novembre si è celebrato il ventennale della nascita della Convenzione delle Nazioni Unite relativa ai Diritti dell Infanzia (CDI). La CDI è lo strumento di protezione dei diritti umani più ratificato: 193 paesi su 195, mancando solo USA e Somalia. E universale e quasi fondamentale non solo per difendere i diritti dell Infanzia, ma anche per intavolare una discussione sui diritti umani in generale. Il bambino è soggetto dei diritti, ma è fragile e non li ottiene se la famiglia non è adeguatamente protetta e promossa, se la società in cui vive è esposta a violenza. Eliminare il lavoro minorile è necessario, ma il lavoro dei suoi genitori è sufficiente al mantenimento della famiglia? Bambino soldato è ingiustizia eclatante: ma perché non fermiamo la produzione di armi e non boicottiamo le banche ar- mate? Ingiustizie tacitamente ammesse producono tratta di minori, prostituzione e pornografia minorile. I vescovi nel Sinodo per l Africa richiamano l attenzione sulle conseguenze delle ingiustizie e sfruttamenti: La conseguenza negativa di tutto ciò sta davanti al mondo intero: povertà, miseria e malattie; rifugiati dentro e fuori del paese e oltremare, la ricerca di più verdi pascoli che porta alla fuga dei cervelli, emigrazione clandestina e traffico di persone umane, guerre e spargimento di sangue, spesso su commissione, l atrocità dei bambini soldato e indicibile violenza sulle donne. Come si può essere orgogliosi di presiedere su tale caos? che ne è del nostro tradizionale senso africano di vergogna?. E che ne è del nostro italiano senso di vergogna? Questo Sinodo lo proclama forte e chiaro. E tempo di cambiare abitudini, per amore delle generazioni presenti e future. Missione della chiesa è liberare milioni di persone, donne, bambini dalle schiavitù moderne, presenti in tutti i paesi del mondo, ma specialmente in Africa, sotto forma di sfruttamento sessuale, di lavori forzati,di reclutamento di minori nelle forze armate, o in gruppi di ribelli, cose tutte che costituiscono un offesa scandalosa alla dignità umana e ai diritti fondamentali dell uomo - così dice mons. Rugambwa del pontificio Consiglio per la Pastorale dei migranti. Adozione a distanza è prendersi carico non solo di un bambino, ma conoscere tutte queste problematiche e le loro cause, è volontà di cambiare attitudini, adottare stili di vita che permettano condizioni di vita più umane e degne. E l augurio che ci facciamo per Natale: Gesù che viene non per lasciarci in pace, ma per coinvolgerci nel suo piano di salvezza, liberazione, riscatto dell uomo. Buon Natale, dunque, perché il mondo si accorga che ci siamo anche noi, con Gesù, a portare speranza al mondo, e non debba accontentarsi, nella grotta, della compagnia di un asino e di un bue. don Beppino e gli amici del CMD Che cos è l adozione a distanza Pagina 2 È un gesto solidale e concreto alla portata di tutti: singoli, famiglie, gruppi... Consiste nel sostegno economico mirato a garantire a uno o più bambini i beni primari: alimenti, medicinali, vestiario, istruzione ed educazione. Infatti non si può crescere con la pancia vuota o con il rischio di continue malattie. Riempire lo stomaco e vivere sani è la prima necessità materiale per tutti. Inoltre non c è cambiamento che non passi per la testa. Crescere culturalmente è essenziale per una vita degna e libera. L espressione Adozione a distanza ha in sé alcune intuizioni importanti: - gli aiuti vanno ai bambini che sono presso tutti i popoli la parte più debole e indifesa, ancor più là dove regnano la guerra, la fame e altre difficoltà; inoltre investire nei bambini significa costruire un futuro migliore per il loro Paese; - l idea di continuità: non basta dare un aiuto una tantum, ma, trattandosi di bambini, bisogna essere loro vicini per un tempo relativamente lungo. Come una madre si cura dei suoi figli e li aiuta fino a quando sono grandi e autonomi; - a distanza : i piccoli vengono aiutati lì dove sono nati, senza sradicarli dal loro mondo, dalla loro cultura, dalla loro terra.

3 Il progetto del CMD Il primo impulso è quello di aiutare le famiglie bisognose perché provvedano al bene dei propri bambini; questo suppone però ciò che spesso non esiste: una casa, una famiglia, dei genitori responsabili. Per questo abbiamo scelto di aiutare con la modalità delle adozioni a distanza alcuni degli oltre 300 missionari che la diocesi di Trento segue nel mondo. Abbiamo scelto coloro che lavorano nel campo dell infanzia, convinti di arrivare così al cuore di tanti minori carenti per dar loro una mano con tanto amore. Poiché i bambini che vogliamo aiutare non hanno bisogno solo di cibo e vestiario, ma anche e soprattutto di affetto, relazioni sociali e istruzione, il denaro non andrà direttamente a loro o alle famiglie, ma, attraverso i missionari, sosterrà quelle strutture (asili, scuole, centri...) in grado di garantire ai piccoli tutto questo. Ad oggi sono 20 i missionari interessati a questo progetto: 7 in Africa; 8 in America Latina; 2 in Asia e 3 in Europa. Con quanti fanno parte della grande famiglia dei sostenitori delle adozioni, si mantiene un contatto mediante questo periodico, infatti questo tipo di adozione non prevede un contatto diretto tra il bambino adottato e l adottante per tanti motivi: difficoltà di lingua e grado di scolarizzazione, sovraccarico di lavoro per i missionari, ma soprattutto per evitare discriminazioni tra bambini adottati e non, presenti nella stessa struttura. Pagina 3 Kenya p. Antonio Dolzan IL MISSIONARIO Comboniano, originario di Castagnè - San Vito, 66 anni, partito per la missione nel Ha operato anche in Uganda. Carissimi, sono già alcuni mesi che sono andato via dal Kenya. Sono tornato per farmi operare ma per ora la salute non me lo permette. Poi sembra che al mio ritorno in Africa vogliano cambiarmi di missione, in quel caso il progetto delle adozioni si potrebbe spostare con me e andrebbe in aiuto ai ragazzi delle superiori. Ora vediamo come andranno le cose, soprattutto la salute. Il progetto si dedica all educazione scolastica di base dei ragazzi bisognosi che vivono nei dintorni della missione. Prevede borse di studio gestione del dormitorio e mantenimento in funzione della scuola. Poichè il missionario si trova in Italia per cure e al suo rientro potrebbe cambiare destinazione il progetto è momentaneamente sospeso.

4 Benin sr. Anna Rizzardi LA MISSIONARIA Suora delle Figlie del Cuore di Maria, originaria di Cles, 69 anni, partita per la missione nel Foyer Bakhita Accoglie ragazze in difficoltà e si occupa della loro formazione professionale. Foundation Regard d Amour Sostiene per intero 150 bambini abbandonati pagando le tasse scolastiche e comprando il materiale necessario allo studio. Inoltre aiuta altri 240 studenti della scuola Perè de Clorivère che sono seguiti, amati e incoraggiati da Alberatine diventata insegnate grazie al sostegno delle adozioni. Pagina 4 A Foyer Bakhita accogiamo ragazze provenienti da vari orizzonti con un passato più o meno doloroso alle spalle. Con il vostro aiuto ho potuto migliorare la loro formazione specialmente in agricoltura con l acquisto di materiale. Per le alunne del 3 anno è anche stato attivato un corso di pasticceria e decorazione. Alla Fondation Regard d Amour accogliamo tanti bambini che non riescono ad avere le cure necessarie dai propri genitori. Sono creature che soffrono, che non hanno chiesto di venire al mondo e dal loro primo giorno sono costrette a soffrire e a lottare per sopravvivere. Le cause sono varie: la morte della madre alla nascita, l abbandono del padre in difficoltà finanziarie, le malformazioni o l essere considerati bambini stregoni portatori di sventura. Per dare una risposta a tali problemi diventa veramente importante il sostegno a distanza. Grazie al vostro aiuto ho potuto curare, procurare latte e medicine e soprattutto fare ltutto il necessario per la ricerca della famiglia naturale o di una adottiva. Che il Signore accordi a tutti voi copiose grazie e sante benedizioni.

5 Pagina 5 Camerun sr. Lina Caliari LA MISSIONARIA Saveriana, originaria del Bleggio Superiore, 68 anni, partita per la missione nel Ha operato anche in Burundi e Ciad. Vi ringrazio infinitamente anche a nome della mia comunità e preghiamo il Signore che ricompensi coloro che pensano ai bambini e li aiutano e che tutto quello che facciamo con il Suo aiuto torni a vantaggio del Suo Regno. Da parte nostra cerchiamo di metterci tutte le forze e tutta la buona volontà. Tra tutti i bambini che aiutiamo c è anche la piccola Eleonora, una bambina di 5 anni con gravi problemi di handicap, per lei abbiamo trovato un centro per handicappati che possa accoglierla. E gestito dai Padri del PIME, la piccola dovrà restrare con loro per qualche anno nella speranza di ritrovare un po di autonomia. Per ora ci siamo impegnate A 32 bambini vengono pagate le tasse scolastice e vengono forniti di quaderni libri e divise perchè possano frequentare le elementari o le medie. Si sostengono le scuole con l aquisto di materiale didattico e la creazione di una iccola biblioteca per insegnati fornita di libri di testo, materialevideo e il necessario per le proiezioni di film formativi. I bambini più poveri vengono sostenuti anche con generi alimentari di prima necessità e medicinali. a pagare la retta per un anno anche se sappiamo che dovrà restare lì più a lungo. La mamma cercherà di stare con Eleonora il più possibile ma si sa già che la piccola dovrà passare dei periodi da sola. Vi sono molto riconoscente, cordialmente vi saluto e auguro buon Natale e buon 2010 sempre unita nella preghiera e nel vivere quotidianamente la missione.

6 Etiopia p. Giuseppe Larcher IL MISSIONARIO Salesiano, originario di Taio, 69 anni. Il progetto a Gambella, nel Sud dell Etiopia, sostiene un Centro scolastico dove centinaia di ragazze e ragazzi ricevono educazione, istruzione e formazione professionale e un Oratorio festivo per dare ai bambini e ai ragazzi l occasione di incontrarsi, socializzare e avere assistenza sanitaria e aiuti alimentari. Qui è un eterna estate. Siamo ancora ai 38 all ombra e il termometro accenna ancora a salire, altro che bianco Natale! Tutto il verde della savana è sparito. L erba era cresciuta a due, tre metri e da più di un mese siamo invasi da faville di erba bruciata. Di notte si vedono i cupi bagliori di fuochi che bruciano la foresta. Questo è il nostro Natale! A fine settimana i 2000 bimbi e ragazzi sono diventati più di 3000: questo è il vero Natale! Durante la settimana al mattino offriamo lavoro manuale a più di 80 ragazzi e ragazze che frequentano le scuole serali cosi possono mangiare. Alle 8.20 incomincia il corso per altri 40 studenti che vogliono entrare nel mondo del lavoro e si alternano tra scuola e laboratorio per tutto il giorno Questo è il nostro Natale feriale che continua al pomeriggio con i ragazzi e ragazze dalla 4ª alla 12ª per il dopo scuola e scuole di ripetizione: più di 300. Aggiungete docce, giochi e avete il quadro della nostra giornata, del contesto giornaliero dove Lui si fa Uno di noi. Non avevo mai sognato Gambella eppure sono qui siamo qui. Qualcuno ci ha voluti qui. E in questa visione di fede che generosamente ci doniamo a loro perché anche da Gambella venga fuori un mondo nuovo. La domenica pomeriggio bimbi, ragazzi e giovani diventano più di 4.500! Sto pensando di sospendere la distribuzione di biscotti per venire incontro alle spese della scuola, ma come fare? Quello che hai fatto al più piccolo di questi miei fratelli, l hai fatto a me. Guardando a Gesù bambino guardando a quei bimbi come fare? Sì sono 300 euro per ogni Domenica, ma per loro sono pranzo e cena come fare? Buon Natale e grazie per essermi vicino. Pagina 6

7 Pagina 7 Kenya Giuseppe Zencher IL MISSIONARIO Laico, originario di Rovereto - San Giorgio, 70 anni, partito per la missione nel Il CEDIC è un orfanatrofio adiacente al nostro centro, ce ne siamo fatti carico noi perchè l amministrazione precedente era in difficoltà e ha finito per abbandonare bambini e tutto. Il piccolo centro ospita ex bambini di strada abbandonati dai parenti a causa dei conflitti interni alla famiglia, orfani, bambini emarginati dalla comunità, bamibini che alla fne di un ricovero in ospedale nessuno è più andato a riprendere, bambini prelevati in prigione che sono finiti dietro le sbarre per piccoli furtarelli e i così detti figli della giungla... Il centro accoglie bambini abbandonati, offre cibo, vestiario, cure medice ed educazione, il tutto con il coinvolgimento di gran parte della comunità locale. I bambini frequentano le scuole pubbliche fino alla terza media che è il termine della scuola obbligatoria, poi entrano nel nostro centro per le scuole professionali e a 18 anni li aiutiamo a trovare lavoro così da permettere loro di raggiungere l autosufficienza. In tutto sono 57, li seguiamo e li manteniamo con tanto amore e carità perchè sono proprio questi gli angeli innocenti che pagano per colpe mai commesse.

8 R. D. Congo p. Mariano Prandi IL MISSIONARIO Comboniano, originario di Varignano, 66 anni, partito per la missione nel Ha operato anche nella Repubblica Centrafricana. La parola che mi viene più spontanea in questi giorni é quella di straniero. Infatti due settimane or sono le autorità angolane hanno cominciato a pestare forte sui congolesi che vivono e lavorano in Angola. Poi hanno cominciato a espellerli dal loro Paese. Allora il governo congolese ha reagito scacciando molti angolani che sono venuti a cercare lavoro e risposta ai loro problemi qui nel Congo- Kinshasa. Tanta gente soffre di quà e di là della frontiera perché si é trovata di colpo senza mezzi e senza punti di riferimento per vivere con dignità e giustizia. Il progetto sostiene il Centre Bokolisi, un centro per l educazione integrale delle ragazze. Ad oggi le iscritte sono 152, ma il numero continua a crescere. Si tratta di ragazze che spesso non hanno potuto completare nemmeno la scuola primaria. Ci sono ragazze madri ed altre che hanno avuto esperienze dolorose e drammatiche di rifiuto familiare e di emarginazione. Il centro offre loro educazione scolastica, umana e professionale, con corsi di cucito, ricamo ed economia domestica. Gesù, che lascia il cielo e viene per stare con noi sulla terra ci invita a riconoscerlo chiaramente in ogni situazione di vita che ci si presenta. Col suo sorriso e la sua semplicità ci aiuti a riconoscere veramente attorno a noi chi é lo straniero o piuttosto chi é il fratello o la sorella da capire, accogliere e con cui dialogare per costruire una società senza troppe frontiere. Gesù, figlio di Maria e figlio di Dio Padre ci aiuti a riconoscere anche lo straniero che sta dentro di noi quando non riusciamo a tirar fuori l amore, la carica umana, la dignità per costruire relazioni più vere, autentiche e fraterne con le persone. Spero di continuare a dialogare con voi per tanto tempo, nella ricerca insieme del bene di tanti amici di questa Africa che fa fatica a trovare la strada sicura dello sviluppo e dell auotsufficienza a tutti i livelli di vita politica, economica, sociale, culturale e familiare. E questo il mio augurio di Natale. Vi saluto con gioia Pagina 8

9 Pagina 9 Sud Sudan sr. Maria Pierina Carli LA MISSIONARIA Comboniana, originaria di Vigo Lomaso, 70 anni. Ha operato anche in Egitto. Carissimi, da più di 40 anni sono in Africa e da due anni e mezzo sono qui a Kosti, una Missionae nel Nord Sudan dove si sono rifugiati tanti sud-sudanesi. Sono accampati attorno alla città in grossi agglomerati e cercano lavoro dagli Arabi con un salario miserabile. A questi Centri il governo non pensa; la Chiesa ha realizzato in ognuno una scuoletta. Le offerte che riceviamo le diamo al vescovo perchè queste scuolette continuino. Se cascano queste sarà un disastro per tanti bambini e bambine. Il mio compito principale è di visitare le famiglie dei rifugiati, perciò giro i vari centri e le varie scuolette. Giro da capanna a capanna e trovo solo miseria. Ho sempre tante cose Il progetto intende sostenere l attività delle piccole scuole create dalla Diocesi di Kosti nei centri dei rifugiati del Sud Sudan per offrire l istruzione primaria anche ai bambini dei campi profughi in modo da permettere poi l iscrizione alle scuole secondarie governative situate molto laontane dal campo. Suor Pierina, responsabile del progetto, è infermiera e si preoccupa della salute precaria dei bambini visitando le famiglie per insegnare loro i fondamentali principi igienici e fornendo le medicine di base. da imparare, perchè la gente, nella sua povertà, si aiuta sempre e condivide tutto. Insisto in particolare perchè mandino a scuola i bambini e soprattutto le bambine. Un caro saluto a tutti e mille grazie.

10 Uganda fr. Elio Croce Pagina 10 IL MISSIONARIO Comboniano, originario di Moena, 63 anni, partito per la missione nel Il St. Jude Children s Home nacque nel 1981 ad Anaka, nel distretto di Gulu e rappresentò l avverarsi di un grande desiderio di una maestra d asilo: Bernardetta Akwero. I bambini inizialmente accolti non erano ancora gli orfani della guerra e dell AIDS, ma piuttosto le vittime di mali comuni a moltissimi bambini dell Africa, quelli cioè dell estrema povertà e della mancanza di un futuro sereno. Dalla morte di Bernardetta Akwero, avvenuta il 15 febbraio 1992, la guida del St. Jude l ho assunta io. Con il dilagare della guerra civile, verso la fine degli anni ottanta, i bambini presenti al St.Jude sono aumentati costantemente. Attualmente il St.Jude comprende 98 bambini, solo nei mesi di Settembre e Ottobre sono stati accolti altri 8 bambini nella comunità. Tutti i ragazzi vengono accuditi da 8 mamy che sono presenti full time al St.Jude e si assicurano della cura totale dei bambini, della Consolation Home Accoglie bambini che a causa delle loro condizioni fisiche o mentali non possono più fare rientro in famiglia. Orfanatrofio Accoglie bambini e ragazzi che ritorneranno a vivere nei villaggi di origine e li segue a distanza anche dopo l inserimento. La struttura comprende: un asilo che accoglie 200 bambini provenienti dall orfanatrofio e dai villaggi vicini; una scuola primaria che serve i 58 bambini residenti e altri che vivono nei dintorni per un totale di 320 alunni. Inoltre sono supportati 66 ragazzi che frequentano scuole superiori o università. loro sicurezza e della loro crescita. Poco distante si trova un altra struttura, la Consolation Home, dove vivono 24 ragazzi con vari tipi di disabilità, fisiche e mentali. Con loro sono presenti 6 mamy che, insieme ai loro figli naturali, hanno accettato di adottare uno o più bambini che non sono autonomi, totalmente o parzialmente, e che quindi necessitano di una costante assistenza durante tutto l arco della giornata (in tutto alla Consolation vivono 50 persone). Inoltre, altri 10 bambini con disabilità vengono seguiti indirettamente tramite aiuti alle loro famiglie e hanno così modo di vivere nella loro comunità.

11 Pagina 11 Bolivia sr. Roberta Paris LA MISSIONARIA Francescana missionaria del Sacro Cuore, originaria di Calavino, 70 anni, partita per la missione nel Ha operato anche in Cile. Prima di tutto ringrazio Dio che suscita persone generose e le muove ad essere solidali con i più poveri e poi ringrazio tutte le persone che sostengono le Adozioni a distanza, sono certa che il Dio della vita ricompenserà con tanta generosità. Quest anno, a causa di un operazione al femore, sono stata privata della libertà di muovermi come avrei desiderato. Credo che quello che mi succede è volontà di Dio, solo mi resta dire sì a quello che Lui dispone nei miei riguardi. Comunque, grazie all aiuto di altre suore, tutti i bambini sono stati seguiti da vicino affinché non mancasse loro l educazione, la mensa, l assistenza sanitaria, il materiale scolastico e il vestiario. Approfitto per inviarvi i miei più cari affettuosi auguri per un lieto e santo Natale e che il nuovo anno sia portatore di ogni benedizione di Dio, di tanta gioia e serenità. Il progetto si preoccupa della crescita integrale di bambini e ragazzi, attraverso la scuola, la mensa, l assistenza sanitaria e corsi professionali per imparare un mestiere e poter essere così utili alla famiglia e alla società.

12 Brasile p. Andrea Callegari IL MISSIONARIO Pavoniano, originario di Lisignago, 60 anni, partito per la missione nel A tutti i collaboratori del Centro Missionario, presenti nella Diocesi Trentina, vorrei inviare il mio ringraziamento per l i m p e g n o nell appoggiare le tante opere di bene, presenti in terre lontane, dove la giustizia e i diritti umani non sempre sono rispettati. Vorrei pure approffittare di questo messaggio per trasmettere il mio augurio di Natale a tutti voi. Sono convinto che questi gesti di amore che sapete fare si trasformano in fonte di gioia e di allegria per tanti bambini e, indirettamente, per tante famiglie che hanno difficoltá ad arrivare alla L Opera educativa Padre Pavoni a Belo Horizonte in Brasile, intende offrire ai bambini e adolescenti poveri le condizioni necessarie per lo sviluppo integrale dello loro potenzialitá, in modo da vivere la propria vita come un cittadino rispettato e valorizzato, alla luce di una visione evangelica liberatrice. Il progetto prevede: una scuola a tempo pieno con 440 alunni dai 4 ai 14 anni; dei corsi di avviamento professionale con 710 alunni a partire dai sedici anni; il gruppo EJA che ha lo scopo di fornire un educazione a giovani e adulti, si svolge la sera e con 202 alunni a partire dai sedici anni. fine della giornata. Gesu Bambino sia fonte di tanta pace e tanto amore per tutti voi e si trasformi in fonte di entusiasmo nel costruire una societá piú giusta e piú umana. Un augurio di Buon Natale a tutti voi.pur lontani geograficamente, sentiamoci uniti nella costruzione di un mondo migliore. Tanti saluti e abbracci, don Andrea Pagina 12

13 Pagina 13 Brasile sr. Noemi Cavagna LA MISSIONARIA Appartenente all Istituto della Carità del Sacro Cuore, originaria di Pilcante, 72 anni, patrita per la missione nel Carissimi amici, ringrazio ciascuno del vostro aiuto il quale ci ha dato la possibilità di realizzare le attività del progetto Cuore Amico. La nostra finalità è sempre educare alla vita, amandola e rispettandola, realizzando il progetto che Dio ha su ciascuno di noi, vivendo l amore come fonte della vita, proteggendola dove è sfruttata. Alla fine di quest anno scolastico posso dire che siamo riuscite a raggiungere il nostro obiettivo educativo: educare al rispetto di ogni essere nell armonia delle relazioni con le persone, la natura, i fiori, le piante e tutto ciò che fa parte del mondo che ci circonda. Lo abbiamo fatto con l esperienze concreta dell orto comunitario dove ogni bambino e adolescente ha avuto la possibilità di seminare, coltivare e raccogliere le verdure che hanno poi imparato a mangiare senza fare smorfie. Il procedimento del lavoro è stato presentato e Il progetto segue 580 minori tra bambini adolescenti e giovani nelle varie attività educative: scuola materna, alfabetizzazione, doposcuola, biblioteca, teatro, interpretazione del testo, musica, sport, svago e artigianato. Dispensa inoltre 11 borse di studio mensili e 22 borse di studio annuali. Per realizzare le varie attività ci si avvale di 27 dipendenti stipendiati e 20 studentesse universitarie, delle superiori e delle medie che colaborano nelle varie attività. spiegato dalle maestre ed accompagnato da un nonno. Questa esperienza li ha aiutati a capire il valore e il posto che ogni cosa deve occupare e del rispetto che deve ricevere. Natale è nascita, presenza nuova di Dio che si fa Uomo perché crede e da la possibilità ad ogni persona di vivere l amore per trasformare la guerra in pace, l odio in amore, la schiavitù in libertà, lo sfruttamento in armonia... Ringraziamo il Signore, che con l aiuto delle maestre ed educatrici siamo riuscite a dare la possibilità ai nostri bambini e adolescenti di fare questa esperienza. Ringraziamo il buon Dio del contributo di ciascuno di voi nel realizzare la Sua opera in mezzo ai fratelli della grande metropoli di Sao Paulo.

14 Brasile sr. Augusta Fedel LE MISSIONARIE sr. Elsa Bezzi, suora dell Istituto Cavanis, originaria di Ossana, 67 anni, partita per la missione nel Quando è rientrata in Italia il progetto è stato affidato alla consolrella sr. Augusta Fedel, originaria di Miola, 79 anni che ha operato anche in Ecuador. Il progetto sostiene la scuola materna e l asilo nido costruiti nel 1996 per togliere i bambini dalla strada dove trascorrevano gran parte della giornata dato che i genitori lavoravano a giornata nei campi altrui. Attualmente accogliamo durante il giorno (dalle 7 alle 18) 150 bambini dai tre mesi ai sei anni che ricevono igene, educazione, alimentazione ed istruzione da insegnati ed educatrici stipendiate. Vi dico la verità: per i risultati fin qui ottenuti vale la pena aiutare questi baambini nella speranza che siano il seme di un futuro migliore. Proprio la settimana scorsa è venuta alla Scuola una mamma a ringraziare, perché la figlioletta Maria Fernanda di un anno e due mesi a casa aveva detto al momento giusto da licença, permesso, e poi aveva detto obrigada, grazie. Visti i risultati nell educazione dei nostri bambini la gente ci aiuta come può e non abbiamo problemi riguardo al mangiare, un po più difficile è riuscire a pagare le insegnanti. Auguro a tutti voi un Buon e Santo Natale da parte di tutti i bambini, le suore e tutti coloro che lavorano qui, con la convinzione che tutta la terra vedrà la salvezza del Signore nostro Dio. Pagina 14

15 Pagina 15 Brasile p. Graziano Stablum IL MISSIONARIO Pavoniano, originario di Cles, 69 anni, partito per la missione nel Il nostro è un lavoro di prevenzione e di formazione che cerca di evitare che i ragazzi restino oziosi sulle strade in balia di droga e violenza. Le attività svolte nel doposcuola sono diverse e hanno lo scopo di far sviluppare la creatività e le potenzialità dei nostri Doposcuola 300 ragazzi della scuola dell obbligo seguono le attività complementari e ricevono colazione, pranzo e merenda. Le attività si svolgono in tre rioni periferici della città appoggiandosi a strutture parrocchiali. Avviamento professionale 100 adolescenti, anche con problemi di droga o maternità precoci, e 30 delle loro madri seguono corsi di falegnameria, taglio e cucito, informatica, salone di bellezza e artigianato sui tessuti. ragazzi che vivono in ambienti che non sono degni neanche per un animale...ma la triste realtà è questa. Facciamo anche un lavoro di formazione morale e religiosa, rispettando i vari credo e cercando di coltivare i valori umani e sociali fondamentali per il rispetto della vita e per la costruzione di una società più giusta e fraterna. Ringraziamo di cuore tutti gli amici che collaborano con noi, persone di buona volontà che credono nel valori della solidarietà e nella parola di Gesù.

16 Brasile d. Diego Vanzetta Pagina 16 IL MISSIONARIO Salesiano, originario di Ziano, 61 anni, in missione dal Il progetto sostiene le attività dell asilo santa Maria Goretti che ospita 120 bambini fra i 3 e i 7 anni, un gruppo al mattino e uno al pomeriggio. I bambini appartengono a famiglie povere, sono figli di casalinghe, nubili, lavoratori giornalieri o abitanti di favelas. Tanto al mattino quanto al pomeriggio i bambini ricevono una merenda all arrivo e un pasto regolare prima di andare a casa. Il nostro servizio è prezioso per la comunità perchè raggiunge direttamente i bambini e attraverso le riunioni con i genitori anche le loro famiglie. E arrivato il tempo di Natale. E un tempo sacro, in cui sentiamo che la realtà vera non è quella del nostro mondo materiale e materialista, degli affari, degli scandali, delle guerre. E un tempo sacro in cui riusciamo con maggior facilità a sentire la presenza dell altro al nostro fianco ed essi cessano di essere considerati degli oggetti, delle cose, o, peggio, un pericolo o una minaccia: diventano rivelazione, dono. I pastori chiamati a visitare il neonato Messia si incantarono alla vista di un bambino avvolto in fasce e adagiato in una mangiatoia. Era un bambino e allo stesso tempo era come una finestra che, all improvviso, apriva una vista sulla profondità dell infinito. Nasce così nel mio cuore la formulazione degli auguri che voglio mandare a tutti voi che ci volete bene e che siete solidali con la storia di tanta gente: che possiate ricevere la stessa grazia dei pastori di Betlemme, di saper riconoscere e venerare in qualunque bambino, anzi, in qualsiasi persona, la presenza di Gesù. Saperlo riconoscere sarà la grazia più grande, sarà però anche la prova più grande perché metterà a nudo la nostra capacità di amare. Grazie di tutto. Buon Natale!

17 Pagina 17 Cile sr. Antonia Turrina LA MISSIONARIA Francescana missionaria del Sacro Cuore, riginaria di Vigo Cavedine, 71 anni, partita per la missione nel Ha operato anche in Bolivia. Il progetto sostiene una scuola-convitto dove bambini e ragazzi di famiglie in difficoltà ricevono istruzione, cibo, sussidi per lo studio, assistenza sanitaria e un ambiente sereno che favorisce la socializzazione. Miei carissimi amici benefattori, ad ognuno il mio saluto affettuoso di pace e bene nel Signore, nella speranza di trovarvi tutti bene e come sempre, uniti nella preghiera e nella Missione accanto a chi ha più bisogno. Il vostro contributo è un prezioso dono con il quale possiamo aiutare bambini, giovani e famiglie in situazioni difficili causa mancanza di lavoro, separazioni, malattie... chi soffre di più sono i bambini che cerchiamo di aiutare con lo studio, il cibo e le medicine. Sono i bambini del nostro collegio che abbiamo con noi tutto il giorno e ai quali ci preoccupiamo di offrire una formazione perché in futuro possano dare il loro apporto per una società più solidale e fraterna. C è tanto da fare, noi facciamo quello che possiamo e il resto lo lasciamo al Signore che è sempre presente e ci dona la forza e la speranza. Mi commuovo tutte le volte che ricevo il vostro aiuto, perché penso che non sono sola nella Missione: tutti voi siete uniti a me spiritualmente e materialmente per aiutare la mia gente, specialmente i miei bambini. A voi il mio abbraccio fraterno e tutta la mia gratitudine.

18 Messico sr. Francesca Bolognani LA MISSIONARIA Francescana missinaria del Sacro Cuore, originaria di Vigo Cavedine, 72 anni, partita per la missione nel Ha operato anche in Cile e Bolivia. Tijuana è una cittá che cresce tutti i giorni per l arrivo di molte persone e famiglie che giungono da ogni parte del Paese e dell America Latina con l illusione di poter varcare la soglia ed entrare negli Stati Uniti. Non sono pochi quelli che muoiono sulla breccia e quelli che sono esportati e poi abbrandonati al confine. C é un via-vai che si percepisce anche nella scuola con molti bambini e giovani che rimangono poco tempo poi cercano il nuovo, il migliore magari senza trovarlo. Una linea separa quello che alcuni chiamano il primo mondo dall altro. Sono più di 3200 chilometri quelli che segnano la frontiera fra il Méssico e gli Stati Uniti di America. In piena città, qui a Tijuana, quella linea smette di essere immaginaria e si trasforma in un esteso muro, costruito con sbarre metalliche. Un mondo di americani di fronte ai messicani ed anche, un mondo di ricchi di fronte ai poveri. Il progetto sostiene le atttività di una scuola gestita dai francescani che segue i bambini dai 3 ai 18 anni. E una scuola povera per gente povera che fa scarifici per dare ai figli una formazione migliore di quella offerta dalle scuole pubbliche. Ci si occupa delle lezioni e si fornisce il materiale necessario all insegnamento. Pagina 18

19 Pagina 19 Filippine sr. Maddalena Turra LA MISSIONARIA Suora di Gesù Buon Pastore, originaria di Tonadico, 77 anni, partita per la missione nel Recenti studi sulla relatà delle Filip-pine mostrano che 3 bambini su 10 soffrono di carenza di vitamina A, ferro e iodio. A causa di ciò il fisico si indebolisce come anche le capacità cognitive, inoltre sorgono delle malattie come cecità notturna, scarsa capacità di concentrazione e i bambini diventano sottopeso o addirittura sottonutriti. Il progetto di integrazione alimentare intende fornire il corretta nutrimento ai bambini più disagiati che vanno dai 3 ai 6 anni. Nelle zone a maggior incidenza di malnutrizione infantile di Lingayen si attiva un programma di 6 mesi in cui si fornisce cibo ad alto valore nutrizionale e si coinvolgono i genitori o i tutori dei piccoli in corsi di formazione che vanno dai diritti dell infanzia all insegnamento di facili ed economiche ricette adatte a risolvere la malnutrizione infantile. Il progetto di integrazione alimentare per i bambini poveri e malati è la nostra risposta al crescente problema della malnutrizione nelle Filippine. Nel primo semestre del 2009 abbiamo individuato un area povera della città e abbiamo seguito 33 bambini sottonutriti con regolari visite mediche e abbiamo coinvolto le mamme nel programma per permettere loro di aiutarci a guarire i loro figli. Apprezziamo profondamente la vostra generosità che ha resistito alla crisi economica globale. Siamo coscienti che anche voi vivete questo tempo difficile ma avete risposto con l abbondanza del vostro cuore ai nostri fratelli più bisognosi nelle Filippine. Che il Signore benedica la vostra generosità, benedica i vostri cari e vi restituisca il centuplo.

20 Thailandia fr. Eligio Valentini Pagina 20 I MISSIONARI Fr. Eligio Valentini camilliano originario di Piazze di Pinè, 75 anni, partito per la missione nel Da quando non vive più in Thailandia il progetto viene seguito dal confratello fr. Gianni Dalla Rizza originario di Bassano del Grappa. Il Camillin Social Center di Chiangrai svolge la sua attività da piu di 25 anni a favore di bambini usando soprattutto il metodo delle Adozioni a distanza. La parola adozione implica un atto d amore e lo è anche l adozione a distazna, dove delle persone si impegnano per qualcuno che non conoscono e non vedranno mai. Nella mia esperienza sono stato testimone di molti gesti ed espressioni commoventi soprattutto da parte di persone anziane o handicappate che vogliono sapere come sta il loro bambino, di ciechi che dicono di aver visto come il bambino sia cresciuto nell ultimo anno. E c è da crederci, perchè come diceva il piccolo principe è solo con gli occhi del cuore che si vede d avvero. Il progetto si interessa a bambini e ragazzi delle minoranze etniche: 220 bambini della scuola primaria accolti nel centro; 75 studenti delle medie affidati sotto nostra responsabilità ad altri centri; 60 ragazzi della scuola professionale; 1635 bambini e ragazzi dalla materna alle professionali aiutati a frequentare la scuola nei loro villaggi. Si fornisce inoltre assistenza specifica a bambini disabili ospitati al centro e si segue tutto l iter burocratico per far ottenere la cittadinanza thailandese a ciascun bambino seguito. Da diversi anni la nostra attività è rivolta ai bambini delle minoranze etniche, dette anche tribù dei monti. Possiamo dividere gli studenti in due gruppi: quelli accolti nel centro e quelli aiutati a casa. Le domande sono sempre tante e noi diamo la precedenza a coloro che hanno problemi in famiglia con i genitori in carcere o coinvolti nella dorga. Quest anno abbiamo realizzato il sogno di una vita. Bambini disabili che vivono con bambini forti. E una festa continua, con i bambini sani che vanno a trovare gli altri, li accompagnano, li seguono.

Carissimi Giovani, Ufficio di Pastorale Giovanile. ho pensato di invitarvi a fare sinodo, a camminare insieme per

Carissimi Giovani, Ufficio di Pastorale Giovanile. ho pensato di invitarvi a fare sinodo, a camminare insieme per Carissimi Giovani, ho pensato di invitarvi a fare sinodo, a camminare insieme per rivitalizzare la pastorale giovanile diocesana, confrontarvi su tali problemi, per scambiarci opinioni e suggerire rimedi,

Dettagli

laici collaborazione Chiesa

laici collaborazione Chiesa Preghiamo insieme Prendi, Signore, e ricevi tutta la mia libertà, la mia memoria, il mio intelletto, la mia volontà, tutto quello che possiedo. Tu me lo hai dato; a te, Signore, io lo ridono. Tutto è tuo:

Dettagli

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese Canti per i funerali Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese SYMBOLUM 77 (84) 1. Tu sei la mia vita, altro io non ho Tu sei la mia strada, la mia verità Nella tua parola io camminerò

Dettagli

Adozione a distanza bambini

Adozione a distanza bambini Centro Missionario Diocesano - Trento - Adozione a distanza bambini Numero 44 Autunno 2009 supplemento n. 1 a Comunione e Missione n. 9 agosto 2009 - Poste Italiane s.p.a. - Sped. in abb. postale -D.L.

Dettagli

8 Febbraio 2013 Festa di S. Giuseppina Bakhita: Incontro di Preghiera per eliminare la Tratta di Esseri Umani

8 Febbraio 2013 Festa di S. Giuseppina Bakhita: Incontro di Preghiera per eliminare la Tratta di Esseri Umani 8 Febbraio 2013 Festa di S. Giuseppina Bakhita: Incontro di Preghiera per eliminare la Tratta di Esseri Umani Introduzione: Oggi, nella festa di Santa Giuseppina Bakhita, ci uniamo in solidarietà con tutte

Dettagli

Un laboratorio d integrazione nel cuore di Palermo

Un laboratorio d integrazione nel cuore di Palermo Intervista a Rosita Marchese, Rappresentante Legale dell asilo il Giardino di Madre Teresa di Palermo, un associazione di promozione sociale. L asilo offre una serie di servizi che rappresentano una risorsa

Dettagli

La Santa Sede CELEBRAZIONE EUCARISTICA A CONCLUSIONE DEL «FAMILYFEST» OMELIA DI GIOVANNI PAOLO II. Domenica, 6 giugno 1993

La Santa Sede CELEBRAZIONE EUCARISTICA A CONCLUSIONE DEL «FAMILYFEST» OMELIA DI GIOVANNI PAOLO II. Domenica, 6 giugno 1993 La Santa Sede CELEBRAZIONE EUCARISTICA A CONCLUSIONE DEL «FAMILYFEST» OMELIA DI GIOVANNI PAOLO II Domenica, 6 giugno 1993 1. Che il Signore cammini in mezzo a noi (Es 34, 9). Così prega Mosè, presentandosi

Dettagli

Centro Missionario Diocesano - Trento

Centro Missionario Diocesano - Trento Centro Missionario Diocesano - Trento Così vicini eppur pur così lontani. Dare istruzione per creare futuro. I.R. Progetto Anno Pastorale 2007/2008 Ci scrive suor Rosetta: N oi suore della Provvidenza

Dettagli

Ave Maria In Cristo Gesu tutto per il Papa! Santo Natale 2013. Carissimi Amici e Benefattori,

Ave Maria In Cristo Gesu tutto per il Papa! Santo Natale 2013. Carissimi Amici e Benefattori, Santo Natale 2013 Carissimi Amici e Benefattori, Per fortuna anche quest anno il Natale sta arrivando a portare nuova Speranza, che con la Certezza che ci viene dalla Fede ci assicura che l Emmanuele il

Dettagli

Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania

Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania Sono Graziella, insegno al liceo classico e anche quest anno non ho voluto far cadere l occasione del Donacibo come momento educativo per

Dettagli

Sono stato mandato da loro per ringraziarvi per il vostro cuore generoso verso di loro.

Sono stato mandato da loro per ringraziarvi per il vostro cuore generoso verso di loro. ASENABU de Buyengero et Burambi B. P. : 500 B U J U M B U R A Tel.: (257) 750694-758481-744260 GRAZIE! Carissimi amici e benefatori dei bambini orfani di Buyengero, pace e bene. la nostra cultura cristiana

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato)

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato) Conclusione dell anno catechistico Elementari e Medie Venerdì 30 maggio 2014 FESTA DEL GRAZIE Saluto e accoglienza (don Giancarlo) Canto: Alleluia, la nostra festa Presentazione dell incontro (Roberta)

Dettagli

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA I A6 BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA Parrocchia Domenica CANTO D INIZIO NEL TUO SILENZIO Nel tuo silenzio accolgo il mistero venuto a vivere dentro di me, sei tu che vieni, o forse è più vero

Dettagli

Il sostegno a distanza: il porticciolo cui attraccare

Il sostegno a distanza: il porticciolo cui attraccare Il sostegno a distanza: il porticciolo cui attraccare I bambini che sosteniamo a distanza hanno un punto comune: sono creature con un valore infinito che per qualche ragione contingente si trovano in balia

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 1 programmazionescinfdonmandirc14.15 ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 2 GIORNATA SCOLASTICA

Dettagli

Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì

Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì PREGHIERA PER LA NASCITA DI UN FIGLIO. Benedetto sei Tu, Signore, per l'amore infinito che nutri per noi. Benedetto sei Tu, Signore, per la tenerezza di cui ci

Dettagli

Parrocchia Santi Pietro e Paolo. Venite alla festa

Parrocchia Santi Pietro e Paolo. Venite alla festa Parrocchia Santi Pietro e Paolo Venite alla festa Questo libretto e di: Foto di gruppo 2 Occhi, naso, bocca, orecchie, mani... per pregare Occhi: se i miei occhi sono attenti, possono cogliere i gesti

Dettagli

Riflessioni della classe IV^A dopo l'incontro con Padre Fabrizio

Riflessioni della classe IV^A dopo l'incontro con Padre Fabrizio Riflessioni della classe IV^A dopo l'incontro con Padre Fabrizio L incontro con padre Fabrizio è stato molto importante per capire che noi siamo fortunatissimi rispetto a tante altre persone e l anno prossimo

Dettagli

Dom. 11à DEL TEMPO ORDINARIO Anno B - n. 36 14 giugno 2015. R. Terra tutta, dà lode a Dio, canta il tuo Signor!

Dom. 11à DEL TEMPO ORDINARIO Anno B - n. 36 14 giugno 2015. R. Terra tutta, dà lode a Dio, canta il tuo Signor! Dom. 11à DEL TEMPO ORDINARIO Anno B - n. 36 14 giugno 2015 Canto d'inizio: 1 TERRA TUTTA DÀ LODE A DIO R. Terra tutta, dà lode a Dio, canta il tuo Signor! 1. Servite Dio nell allegrezza, 2. Sì, il Signore

Dettagli

Il sostegno a distanza: il porticciolo cui attraccare

Il sostegno a distanza: il porticciolo cui attraccare Il sostegno a distanza: il porticciolo cui attraccare I bambini che sosteniamo a distanza hanno un punto comune: sono creature con un valore infinito che per qualche ragione contingente si trovano in balia

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA ALTINO

SCUOLA PRIMARIA ALTINO SCUOLA PRIMARIA ALTINO PROGETTO CONTINUITA : MANGIA SANO E VAI LONTANO Incontro con i bambini di 5 anni delle scuole dell infanzia di Altino Durante gli incontri di continuità con la Scuola dell Infanzia

Dettagli

Salva una vita Un progetto dei Missionari Cappuccini per salvare la vita ai bambini cardiopatici in Africa

Salva una vita Un progetto dei Missionari Cappuccini per salvare la vita ai bambini cardiopatici in Africa Salva una vita Un progetto dei Missionari Cappuccini per salvare la vita ai bambini cardiopatici in Africa Un progetto di sostenuto da Chi siamo I Cappuccini Per la strada, i Cappuccini sono quelle persone

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

DELEGATE DIOCESANE USMI

DELEGATE DIOCESANE USMI DELEGATE DIOCESANE USMI 24-25 GENNAIO 2015 Lo Statuto USMI definisce con la parola animatrice l identità, la fisionomia e il cuore del compito della delegata diocesana. Così recita: la delegata diocesana

Dettagli

Congregazione Suore Ministre degli Infermi. Progetto INDIA

Congregazione Suore Ministre degli Infermi. Progetto INDIA Congregazione Suore Ministre degli Infermi Progetto INDIA INTRODUZIONE GENERALE Noi siamo le Suore Ministre degli Infermi di San Camillo; la nostra è una congregazione missionaria che vive la missione

Dettagli

Arcidiocesi di Udine Ufficio Diocesano per la Pastorale della Famiglia. Pregare nell assemblea liturgica con le famiglie nell anno della Carità

Arcidiocesi di Udine Ufficio Diocesano per la Pastorale della Famiglia. Pregare nell assemblea liturgica con le famiglie nell anno della Carità Arcidiocesi di Udine Ufficio Diocesano per la Pastorale della Famiglia Pregare nell assemblea liturgica con le famiglie nell anno della Carità IN PREGHIERA PER TUTTE LE FAMIGLIE NELLA FESTA DELLA SANTA

Dettagli

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità Programmazione IRC 2014-2015 1 INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità della Chiesa, sia perché

Dettagli

Una proposta di itinerario per... sposi in cammino

Una proposta di itinerario per... sposi in cammino Una proposta di itinerario per... sposi in cammino dedicato a tutti gli sposi che hanno il desiderio di interrogarsi sul significato del loro matrimonio Sposi in cammino FAMIGLIA SORGENTE DI COMUNIONE

Dettagli

Programmazione Didattica Scuola Primaria

Programmazione Didattica Scuola Primaria DIREZIONE DIDATTICA DI NAPOLI 5 E. MONTALE Viale della Resistenza 11K-80145 NAPOLI tel. e fax 081/5430772 Codice fiscale: 94023840633 Cod. Mecc. : NAEE005006 E-MAIL: naee005006@istruzione.it Web:www.5circolo.it

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013/2014. Scuola Primaria Classe 1^ - sez. B

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013/2014. Scuola Primaria Classe 1^ - sez. B PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013/2014 Scuola Primaria Classe 1^ - sez. A Disciplina Religione Cattolica Ins. STRIKA LUCIANA Presentazione della classe Livello cognitivo

Dettagli

QUANTE EMOZIONI GESU

QUANTE EMOZIONI GESU SCUOLA DELL INFANZIA SACRA FAMIGLIA La Spezia PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA A.S. 2014-2015 QUANTE EMOZIONI GESU Al centro di qualsiasi programmazione nella scuola dell Infanzia ci deve

Dettagli

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

Aiutataci a sostenere il progetto PAOLO RAFIKI CENTER Casa di accoglienza per bambini disabili e sala fisioterapia

Aiutataci a sostenere il progetto PAOLO RAFIKI CENTER Casa di accoglienza per bambini disabili e sala fisioterapia Aiutataci a sostenere il progetto PAOLO RAFIKI CENTER Casa di accoglienza per bambini disabili e sala fisioterapia La missione Ndithini è un villaggio situato in Kenya, nel distretto di Machakos. Fa parte

Dettagli

(Memoria dei santi e dei martiri della vita consacrata) (Fori Imperiali, Roma 19/09/15)

(Memoria dei santi e dei martiri della vita consacrata) (Fori Imperiali, Roma 19/09/15) SIATE SANTI COME IL PADRE VOSTRO è SANTO (Mt 5, 48) (Memoria dei santi e dei martiri della vita consacrata) (Fori Imperiali, Roma 19/09/15) Ci siamo riuniti nel cuore della città di Roma per fare un pellegrinaggio,

Dettagli

La mia famiglia non ha mai avuto così tanti amici

La mia famiglia non ha mai avuto così tanti amici La mia famiglia non ha mai avuto così tanti amici Come possono due genitori, entrambi lavoratori e con dei bambini piccoli, fare volontariato? Con una San Vincenzo formato famiglia! La Conferenza Famiglia

Dettagli

PREGARE NELL ASSEMBLEA LITURGICA CON LE FAMIGLIE NELL ANNO DELLA SPERANZA

PREGARE NELL ASSEMBLEA LITURGICA CON LE FAMIGLIE NELL ANNO DELLA SPERANZA A R C I D I O C E S I D I U D I N E Ufficio Diocesano per la Pastorale della Famiglia PREGARE NELL ASSEMBLEA LITURGICA CON LE FAMIGLIE NELL ANNO DELLA SPERANZA CRISTO NOSTRA SPERANZA (1 Tm 1,1) Anno Pastorale

Dettagli

Mani Unite Onlus. Sintesi attività 2014

Mani Unite Onlus. Sintesi attività 2014 Mani Unite Onlus Nel 2014 le attività svolte in Mozambico, oltre ad essere state realizzate come negli anni precedenti nell ambito degli obiettivi istituzionali (sostegno scolastico e nutrizionale), si

Dettagli

con il tuo sostegno costruisco il mio futuro ADOZIONI A DISTANZA

con il tuo sostegno costruisco il mio futuro ADOZIONI A DISTANZA sostegno con il tuo costruisco il mio futuro ADOZIONI A DISTANZA Seguendo le orme di Don Bosco, i missionari salesiani dedicano la loro vita alle persone in difficoltà in terre lontane, in luoghi in cui

Dettagli

INAUGURAZIONE NUOVO ANNO CATECHISTICO

INAUGURAZIONE NUOVO ANNO CATECHISTICO 1. Inaugurazione ufficiale del nuovo anno di catechismo: Biccari 12 Ottobre ore 10,00. Riportiamo il testo della celebrazione. INAUGURAZIONE NUOVO ANNO CATECHISTICO Inizio: Si esce dalla sagrestia con

Dettagli

SUORE MAESTRE di S. DOROTEA di DON LUCA PASSI Suç Burrel diocesi di Rreshen Albania

SUORE MAESTRE di S. DOROTEA di DON LUCA PASSI Suç Burrel diocesi di Rreshen Albania Progetto Aiuto Donna SUORE MAESTRE di S. DOROTEA di DON LUCA PASSI Suç Burrel diocesi di Rreshen Albania In collaborazione con Centro Missionario Diocesi di Bergamo PRESENTAZIONE Siamo una comunità di

Dettagli

ci eravamo lasciati con la lettera di comunicazione dell ultimo direttivo della Why.

ci eravamo lasciati con la lettera di comunicazione dell ultimo direttivo della Why. Napoli 21 giugno 2011 Cari amici, ci eravamo lasciati con la lettera di comunicazione dell ultimo direttivo della Why. Sono trascorsi tre mesi circa, e da allora, sono state regolarmente effettuate le

Dettagli

EUCARESTIA E SANTA MESSA

EUCARESTIA E SANTA MESSA EUCARESTIA E SANTA MESSA Cari figli, Gesù, così come è nei Cieli, è anche qui sulla Terra, presente nell Eucarestia. Gesù è presente nell Eucarestia per fortificare lo spirito di ognuno di voi. Rendete

Dettagli

"Fratello Lupo" Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli

Fratello Lupo Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli Fratello Lupo - 2003 n.2 "Fratello Lupo" Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli Caro Fra Beppe, ti ringrazio della lettera che mi hai scritto, e come vedi ti do mie notizie. Io qui sto lavorando

Dettagli

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 I. Vieni Signore Gesù!. Così la chiesa ha ripetuto spesso nella preghiera di Avvento. Così la chiesa, le nostre comunità, ciascuno di noi ha predisposto il cuore

Dettagli

La nuova adozione a distanza della Scuola. Secondaria di Primo Grado di Merone.

La nuova adozione a distanza della Scuola. Secondaria di Primo Grado di Merone. La nuova adozione a distanza della Scuola Secondaria di Primo Grado di Merone. Riflessione sull Associazione S.O.S. INDIA CHIAMA L' India è un' enorme nazione, suddivisa in tante regioni (circa 22) ed

Dettagli

Mario Basile. I Veri valori della vita

Mario Basile. I Veri valori della vita I Veri valori della vita Caro lettore, l intento di questo breve articolo non è quello di portare un insegnamento, ma semplicemente di far riflettere su qualcosa che noi tutti ben sappiamo ma che spesso

Dettagli

Diocesi di Caserta Santuario di San Michele Arcangelo e Santa Maria del Monte Programma invernale del Santuario 25 Anniversario della Madonna del Monte Anno Mariano 1987-2012 novembre-aprile 2011-2012

Dettagli

CATEGORIA: POESIA. BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica. Social day 5 aprile 2014

CATEGORIA: POESIA. BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica. Social day 5 aprile 2014 CATEGORIA: POESIA BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica Social day 5 aprile 2014 Saluta il pony e l' asinello prendi la forca ed il rastrello corri a lavorare, è ora di guadagnare!!

Dettagli

A CHI HA VISTO IL PEGGIO DEGLI ADULTI OCCORRE DONARE IL MEGLIO. www.sositalia.it

A CHI HA VISTO IL PEGGIO DEGLI ADULTI OCCORRE DONARE IL MEGLIO. www.sositalia.it A CHI HA VISTO IL PEGGIO DEGLI ADULTI OCCORRE DONARE IL MEGLIO www.sositalia.it DIVENTA UN AMICO SOS. MOSTRA A QUESTI BAMBINI IL LATO MIGLIORE DEGLI ADULTI. In Italia circa 32.300 bambini sono allontanati

Dettagli

Un nuovo anno pastorale è iniziato

Un nuovo anno pastorale è iniziato Un nuovo anno pastorale è iniziato Nella lettera pastorale consegnata alla Diocesi all inizio dell anno pastorale il nostro Vescovo Enrico ci ha indicato alcune priorità che concretizzano il tema proposto

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

Vangelo senza confini

Vangelo senza confini Diocesi di Bergamo Centro Missionario Diocesano Ottobre Missionario 2009 Rosario Missionario Vangelo senza confini Nel nome del Padre. Con Maria percorriamo le strade del mondo; come Maria portiamo Gesù;

Dettagli

Occhi, naso, bocca, orecchie, mani... per pregare

Occhi, naso, bocca, orecchie, mani... per pregare Il Signore ci fa suoi messaggeri Abbiamo incontrato Gesù, ascoltato la sua Parola, ci siamo nutriti del suo Pane, ora portiamo Gesù con noi e viviamo nel suo amore. La gioia del Signore sia la vostra forza!

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE a. s. 2014-2015

PROGRAMMAZIONE ANNUALE a. s. 2014-2015 Scuola Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE FRATELLI CASETTI CREVOLADOSSOLA (VB) WWW.iccasetti.gov.it PROGRAMMAZIONE ANNUALE a. s. 2014-2015 RELIGIONE CATTOLICA COMPETENZE CHIAVE - competenze sociali

Dettagli

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio.

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Siccome il cancro è una malattia incurabile, Gesù vuole spiegare

Dettagli

1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri.

1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri. 1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri. 1) Andare a visitare gli anziani all ospedale 2) Attività in gruppo: vengono proposte diverse immagini sull amore per discutere sui vari tipi di amore

Dettagli

ENGLISH FRANCAIS ITALIANO

ENGLISH FRANCAIS ITALIANO ENGLISH FRANCAIS ITALIANO 1 ITALIAN L idea L idea nasce in seno al segretariato del Consiglio delle Conferenze Episcopali d Europa (CCEE). All indomani dell elezione di Papa Francesco, del Papa venuto

Dettagli

Caritas Italiana Settembre 2013 VISITA CONGIUNTA CARITAS INTERNATIONALIS PROGETTO D EMERGENZA INSICUREZZA ALIMENTARE OCADES/CARITAS BURKINA

Caritas Italiana Settembre 2013 VISITA CONGIUNTA CARITAS INTERNATIONALIS PROGETTO D EMERGENZA INSICUREZZA ALIMENTARE OCADES/CARITAS BURKINA VISITA CONGIUNTA CARITAS INTERNATIONALIS PROGETTO D EMERGENZA INSICUREZZA ALIMENTARE OCADES/CARITAS BURKINA APPELLO D EMERGENZA 08/2012 Progetto di aiuto alimentare e nutrizionale alle popolazioni vittime

Dettagli

Gesù bambino scrive ai bambini

Gesù bambino scrive ai bambini Gesù bambino scrive ai bambini Leonardo Boff scrive a Gesù Bambino sul materialismo del Natale Il materialismo di Babbo Natale e la spiritualità di Gesù Bambino Un bel giorno, il Figlio di Dio volle sapere

Dettagli

BAMBINI E ADOLESCENTI IN MOZAMBICO

BAMBINI E ADOLESCENTI IN MOZAMBICO BAMBINI E ADOLESCENTI IN MOZAMBICO I dati che seguono intendono dare un indicazione di massima della situazione minorile esistente oggi in Mozambico e provengono dall Istituto Nazionale di Statistica del

Dettagli

VI INCONTRO IL CRISTIANO ADULTO E LA COSCIENZA. chi ha raggiunto il completo sviluppo fisico e psichico (def.dizionario)

VI INCONTRO IL CRISTIANO ADULTO E LA COSCIENZA. chi ha raggiunto il completo sviluppo fisico e psichico (def.dizionario) VI INCONTRO IL CRISTIANO ADULTO E LA COSCIENZA Cerchiamo il significato delle due parole: ADULTO CRISTIANO chi ha raggiunto il completo sviluppo fisico e psichico (def.dizionario) colui che ha deciso di:

Dettagli

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.)

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) 23 febbraio 2014 penultima dopo l Epifania h. 18.00-11.30 (Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) Celebriamo la Messa vigiliare

Dettagli

Apparizione della Madonna (non c è data)

Apparizione della Madonna (non c è data) Apparizione della Madonna (non c è data) Si tratta di un messaggio preoccupante. Le tenebre di Satana stanno oscurando il mondo e la Chiesa. C è un riferimento a quanto la Madonna disse a Fatima. L Italia

Dettagli

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II Don Przemyslaw Kwiatkowski Ciao a tutti! Siamo Alberto e Silvia di Cherasco, in Piemonte e siamo sposati da quasi 6 anni. E noi siamo Alberto

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2015/2016 IO HO DIRITTO

PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2015/2016 IO HO DIRITTO PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2015/2016 IO HO DIRITTO Premessa La Scuola Cattolica si differenzia da ogni altra scuola che si limita a formare l uomo, mentre essa si propone

Dettagli

L introduzione è forse l unica parte seria di questa pubblicazione,

L introduzione è forse l unica parte seria di questa pubblicazione, INTRODUZIONE L introduzione è forse l unica parte seria di questa pubblicazione, ma quello che segue, che si spera sia anche divertente, dovrebbe essere anche più istruttivo. Però un paio di cose serie

Dettagli

Bambini di strada. (Matteo Ticani)

Bambini di strada. (Matteo Ticani) Il progetto Con gli occhi di chi? Campagna di educazione allo Sviluppo contro lo sfruttamento del lavoro minorile a Nord e al Sud del mondo ha visto fra le sue attività principali, la realizzazione di

Dettagli

UNA VITA PER LE RAGAZZE MADRI Intervista a Carolina Caspary, responsabile dell Hogar San Francisco a Posadas

UNA VITA PER LE RAGAZZE MADRI Intervista a Carolina Caspary, responsabile dell Hogar San Francisco a Posadas UNA VITA PER LE RAGAZZE MADRI Intervista a Carolina Caspary, responsabile dell Hogar San Francisco a Posadas Carolina Caspary è l assistente sociale argentina responsabile del Centro di accoglienza per

Dettagli

Città di Moroto Regione del Karamoja Stato: Uganda

Città di Moroto Regione del Karamoja Stato: Uganda Città di Moroto Regione del Karamoja Stato: Uganda "Andate e fate discepoli tutti i popoli!" Toloto kituruwosi ngitungaangakwapin daadang kgikaswomak kang Venerdì 26 luglio ha preso avvio anche a Moroto

Dettagli

Jeanine vive, e tu voltati

Jeanine vive, e tu voltati Data Jeanine vive, e tu voltati I diritti umani e soprattutto la loro violazione, devono stringere il mondo intero nella solidarietà. Ban Ki-moon 0 1 E tu voltati Indifferenza. Liliana Segre ne ha parlato

Dettagli

o.n.l.u.s. LA COMUNITÀ, L AMBIENTE, PER GLI ORFANI DI AIDS DELLO SWAZILAND Campagna di adozione a distanza di una comunità africana

o.n.l.u.s. LA COMUNITÀ, L AMBIENTE, PER GLI ORFANI DI AIDS DELLO SWAZILAND Campagna di adozione a distanza di una comunità africana o.n.l.u.s. UNA SCUOLA PER AMICA LA COMUNITÀ, L AMBIENTE, PER GLI ORFANI DI AIDS DELLO SWAZILAND Campagna di adozione a distanza di una comunità africana I Rapporto Semestrale di avanzamento del progetto

Dettagli

Sulle ali dello Spirito IL PADRE, I POVERI, UNA COMUNITÀ FRATERNA E MISSIONARIA

Sulle ali dello Spirito IL PADRE, I POVERI, UNA COMUNITÀ FRATERNA E MISSIONARIA Sulle ali dello Spirito IL PADRE, I POVERI, UNA COMUNITÀ FRATERNA E MISSIONARIA Orientamenti pastorali per il triennio 2016/2019 Che cosa ci chiede oggi il Signore? Che cosa chiede alla chiesa pistoiese?

Dettagli

Diana Dimonte. L affido: dall infanzia all adolescenza, un percorso alternativo. Un aiuto per capire, crescere, ritrovarsi

Diana Dimonte. L affido: dall infanzia all adolescenza, un percorso alternativo. Un aiuto per capire, crescere, ritrovarsi L affido: dall infanzia all adolescenza, un percorso alternativo Un aiuto per capire, crescere, ritrovarsi In occasione del Convegno sull affido Genitori di scorta si nasce o si diventa? - Strade e percorsi

Dettagli

NON TEMERE, SOLO ABBI FEDE FEDE È CERTEZZA DI COSE CHE SI SPERANO E DIMOSTRAZIONE DI COSE CHE NON SI VEDONO

NON TEMERE, SOLO ABBI FEDE FEDE È CERTEZZA DI COSE CHE SI SPERANO E DIMOSTRAZIONE DI COSE CHE NON SI VEDONO NON TEMERE, SOLO ABBI FEDE Cos è la fede? FEDE È CERTEZZA DI COSE CHE SI SPERANO E DIMOSTRAZIONE DI COSE CHE NON SI VEDONO EBREI 11:1 che si sperano SPERANZA: Aspettazione fiduciosa di qualcosa in cui

Dettagli

Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ

Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ Siamo figli di Dio Dio Padre ci chiama ad essere suoi figli Leggi il catechismo Cosa abbiamo imparato Ci accoglie una grande famiglia: è

Dettagli

L ESERCITO DEI BISCOTTI

L ESERCITO DEI BISCOTTI L ESERCITO DEI BISCOTTI Siamo gli alunni del Convitto Nazionale Paolo Diacono, un Istituzione Educativa dello Stato, presente a Cividale del Friuli dal 1876. L offerta formativa del Convitto comprende:

Dettagli

A.S. 2015/2016 5 ANNI :

A.S. 2015/2016 5 ANNI : : A.S. 2015/2016 5 ANNI Il tema unificante del lavoro è la Felicità, uno dei diritti fondamentali dell uomo. La felicità è lo stato d animo positivo di chi ritiene soddisfatti tutti i propri desideri.

Dettagli

1. Introduzione. 2. Gli obiettivi. 3. Il percorso 2015 16

1. Introduzione. 2. Gli obiettivi. 3. Il percorso 2015 16 1. Introduzione Il percorso genitori è il cammino che l AC diocesana ha preparato per valorizzare l esperienza associativa che i ragazzi vivono in ACR e per maggiormente condividere con le famiglie e la

Dettagli

CHI SI CURA DI NOI? Sviluppare atteggiamenti di attenzione e cura nei confronti degli altri.

CHI SI CURA DI NOI? Sviluppare atteggiamenti di attenzione e cura nei confronti degli altri. CHI SI CURA DI NOI? Nel libro della Bibbia si narra come da sempre Dio si prende cura dell uomo. Con l aiuto di alcune immagini riflettiamo su chi si preoccupa di noi e in che modo. Proviamo anche noi

Dettagli

UN SOLO SIGNORE, UNA SOLA FEDE, UN SOLO BATTESIMO Il cammino dell'ami cap. 1-3-8-16. Paternità di Dio. Provvidenza

UN SOLO SIGNORE, UNA SOLA FEDE, UN SOLO BATTESIMO Il cammino dell'ami cap. 1-3-8-16. Paternità di Dio. Provvidenza UN SOLO SIGNORE, UNA SOLA FEDE, UN SOLO BATTESIMO Il cammino dell'ami cap. 1-3-8-16 Paternità di Dio Provvidenza San Giovanni Calabria, prendendo alla lettera il vangelo, ha vissuto e ci ha trasmesso uno

Dettagli

GOIANIA Brasile Finanziato con Adozioni a Distanza, Singole e Collettive, e con le quote del Progetto Goiania

GOIANIA Brasile Finanziato con Adozioni a Distanza, Singole e Collettive, e con le quote del Progetto Goiania Centro di formazione integrale CENFI Spazio di speranza Elda e Bruno Lunelli. Indirizzo: Rua H 125 - Quadra 257 Bairro Cidade Vera Cruz I CEP: 74.937-240 Aparecida de Goiânia Goiás - Brasile GOIANIA Brasile

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione I poeti generalmente amano i gatti, perché i poeti non nutrono dubbi sulla loro superiorità. Marion C. Garrety che per prima leggi nel mio dolore e silenziosamente ti offri a lenirlo senza chiedere nulla

Dettagli

Grazie al percorso di intercultura attraverso:libri,foto,film e cari incontri,con persone che si occupano di questo importante argomento ho capito

Grazie al percorso di intercultura attraverso:libri,foto,film e cari incontri,con persone che si occupano di questo importante argomento ho capito Grazie al percorso di intercultura attraverso:libri,foto,film e cari incontri,con persone che si occupano di questo importante argomento ho capito che la globalizzazione ha degli effetti positivi per il

Dettagli

Anno 16, n. 3 - MARZO/APRILE 2008 - Edizioni OCD Roma - Sped. in abb. post. D. L. 353/2003 (conv in L. 27/02/2004 n 46, Comma 2) DCB - Filiale di

Anno 16, n. 3 - MARZO/APRILE 2008 - Edizioni OCD Roma - Sped. in abb. post. D. L. 353/2003 (conv in L. 27/02/2004 n 46, Comma 2) DCB - Filiale di Anno 16, n. 3 - MARZO/APRILE 2008 - Edizioni OCD Roma - Sped. in abb. post. D. L. 353/2003 (conv in L. 27/02/2004 n 46, Comma 2) DCB - Filiale di Roma - Italia - Mensile Testimoni Persone e comunità Suor

Dettagli

1) La VITA dell UOMO come DONO di DIO (8 incontri)

1) La VITA dell UOMO come DONO di DIO (8 incontri) Linee programmatiche per un anno di cammino per Adolescenti PRIMO ANNO TEMA DI FONDO: Il Senso della VITA, qualsiasi essa sia La riflessione su questo tema si sviluppa in quattro tappe per un totale di

Dettagli

PARROCCHIA SACRO CUORE FESTA DEL PERDONO TI STRINGEVO TRA LE BRACCIA

PARROCCHIA SACRO CUORE FESTA DEL PERDONO TI STRINGEVO TRA LE BRACCIA PARROCCHIA SACRO CUORE FESTA DEL PERDONO TI STRINGEVO TRA LE BRACCIA 2 maggio 2015 Canto iniziale Cel. Nel nome del Padre TI PORTAVO IN BRACCIO Una notte un uomo fece un sogno. Sognò che stava camminando

Dettagli

Una casa di accoglienza. per le studentesse. di Koupéla AFRICA

Una casa di accoglienza. per le studentesse. di Koupéla AFRICA Una casa di accoglienza per le studentesse di Koupéla AFRICA 1 2 Il PUNTO DI PARTENZA Ha il nome di un fiore, di quelli colorati e profumati che adornano i nostri giardini, la ragazza di 16 anni che bussa

Dettagli

Settore Progetti e Sviluppo Suore della Carità Santa Giovanna Antida Thouret

Settore Progetti e Sviluppo Suore della Carità Santa Giovanna Antida Thouret Settore Progetti e Sviluppo Suore della Carità Santa Giovanna Antida Thouret PROGETTO EDUCATIVO NOME DEL PROGETTO: Scuola Comunitaria Agricola Familiare (ECAF) LUOGO DELLO SVILUPPO DEL PROGETTO: Maimba

Dettagli

Manifesto TIDE per un Educazione allo Sviluppo accessibile

Manifesto TIDE per un Educazione allo Sviluppo accessibile Manifesto TIDE per un Educazione allo Sviluppo accessibile Pagina 2 Contenuto Il progetto TIDE...4 Il manifesto TIDE...6 La nostra Dichiarazione...8 Conclusioni...12 Pagina 3 Il progetto TIDE Verso un

Dettagli

EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio

EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio Grado della Celebrazione: Solennità' Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE (solo giorno 6) L Epifania è la manifestazione del Cristo nella carne dell uomo

Dettagli

6 gennaio 1936 6 gennaio 2006: 70 anniversario della Prima idea. E il testamento spirituale che Germana ha preparato alle missionarie e per l Istitu-

6 gennaio 1936 6 gennaio 2006: 70 anniversario della Prima idea. E il testamento spirituale che Germana ha preparato alle missionarie e per l Istitu- Vincent Van Gogh, Il Seminatore al tramonto, 1888 6 gennaio 1936 6 gennaio 2006: 70 anniversario della Prima idea E il testamento spirituale che Germana ha preparato alle missionarie e per l Istitu- to.

Dettagli

La parola ROSARIO deriva dalla lingua latina e significa GIARDINO DI ROSE o MAZZO DI ROSE. Quando noi recitiamo il Rosario, rivolgiamo a Maria, la

La parola ROSARIO deriva dalla lingua latina e significa GIARDINO DI ROSE o MAZZO DI ROSE. Quando noi recitiamo il Rosario, rivolgiamo a Maria, la La parola ROSARIO deriva dalla lingua latina e significa GIARDINO DI ROSE o MAZZO DI ROSE. Quando noi recitiamo il Rosario, rivolgiamo a Maria, la mamma di Gesù, tante preghiere; ogni preghiera ricorda

Dettagli

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE INTRODUZIONE AL QUESTIONARIO Questo questionario viene usato per scopi scientifici. Non ci sono risposte giuste o sbagliate. Dopo aver letto attentamente

Dettagli

Novembre 2011: Mese del Creato Una terra ospitale educhiamo all accoglienza

Novembre 2011: Mese del Creato Una terra ospitale educhiamo all accoglienza Commissione Nuovi stili di vita Diocesi di Padova Novembre 2011: Mese del Creato Una terra ospitale educhiamo all accoglienza Dal mese della Missione al Mese del Creato C È POSTO PER TUTTI L ospitalità

Dettagli

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana Edizione giugno 2014 IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 perchè diventare cittadini italiani?

Dettagli

Per rendere fruttuosa la riunione che faremo, preghiamo tutti di lavorare con la seguente modalità:

Per rendere fruttuosa la riunione che faremo, preghiamo tutti di lavorare con la seguente modalità: Tutti i gruppi delle parrocchie di S.Agnese e S.Andrea sono invitati a confrontarsi sulla seguente bozza di progetto educativo e a dare il proprio contributo nel corso dell incontro di venerdì 28 marzo

Dettagli

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ======================================================================

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ====================================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO 03.01.2016 Grado della Celebrazione: DOMENICA Colore liturgico: Bianco ============================================ II DOMENICA

Dettagli

14 Raduno Giovanile 8-14 Agosto 2011 Congregazione Cristiana Evangelica Messina

14 Raduno Giovanile 8-14 Agosto 2011 Congregazione Cristiana Evangelica Messina .. mettendoci da parte vostra ogni impegno, aggiungete alla vostra fede (2 Pietro 1:5) Natale Mondello 14 Raduno Giovanile 8-14 Agosto 2011 Congregazione Cristiana Evangelica Messina Dio ha un piano per

Dettagli