Municipio di Lumino Pag. 1

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Municipio di Lumino Pag. 1"

Transcript

1 Municipio di Lumino Pag. 1 concernente la trasformazione del prestito che il Comune di Lumino vanta nei confronti della Funivia Pizzo di Claro SA di CHF 120'000 in capitale azionario (di pari importo) e la rinuncia definitiva agli interessi di ritardo accumulati nel tempo relativi al mancato rimborso di tale prestito pari a CHF 18'750 Lumino, 16 novembre 2011 On. Signor Presidente On. Signore e Signori Consiglieri sulla base della decisione del 20 dicembre 2010 del Consiglio comunale di Lumino, il Municipio di Lumino propone nuovamente la tematica della società Funivia Pizzo di Claro SA. CRONISTORIA Approvando i messaggi municipali 01/1996 e 04/1997, il Legislativo comunale di Lumino ha autorizzato la partecipazione comunale al finanziamento della realizzazione della teleferica Funivia Pizzo di Claro SA. In particolare, il Comune ha deciso di sostenere l iniziativa con i seguenti importi: - CHF 124'250 versati a fondo perso; - CHF 25'750 per la sottoscrizione e liberazione di 250 azioni nominative di nominali CHF 100 cadauna; - CHF 150'000 quale concessione di un credito senza interessi, rimborsabili in ragione di CHF 30'000 annui, la prima volta al per l anno solare Il totale dell investimento ammonta quindi a CHF 300'000. Contrariamente a quanto stabilito nel M.M. 04/1997, la società Funivia Pizzo di Claro SA ha rimborsato solamente la prima rata di CHF 30'000 nel corso del 1998, sebbene il Municipio abbia più volte sollecitato gli scoperti ammontanti a 138'750 (mutuo CHF 120'000, interessi di ritardo relativi ai mancati rimborsi pari a CHF 18'750). A seguito delle discussioni con la società Funivia Pizzo di Claro SA, l Esecutivo ha presentato il M.M. 38/2006 concernente la richiesta di autorizzazione a concedere alla società Funivia Pizzo di Claro SA la sospensione fino all anno 2010 del pagamento dell ammortamento del mutuo non fruttifero concesso dal Comune nel 1997 (M.M. 04/1997), approvato nella seduta del Consiglio comunale del 21 dicembre Al Municipio preme rilevare che dal 2006 al 2010 ha prudenzialmente contabilizzato le seguenti perdite: - CHF 138'750 relativi al credito concesso e agli interessi di ritardo per il mancato rimborso (posizione contabile ); - CHF 150'000 relativi alla partecipazione azionaria (posizione contabile );

2 Municipio di Lumino Pag. 2 per un costo globale non indifferente caricato sulla gestione corrente di CHF , tradotto in un importo di CHF su 5 anni (prima quota a carico dell anno 2006, si veda anche il M.M. 11/2005 sul preventivo 2006). Nel 2010 il Municipio ha presentato del M.M. 17/2010 concernente il rinnovo della richiesta di autorizzazione (M.M. 38/2006) a concedere alla società Funivia Pizzo di Claro SA la sospensione fino all anno 2014 del pagamento dell ammortamento del mutuo non fruttifero concesso dal Comune nel 1997 (M.M. 04/1997). Durante l analisi della problematica, la Commissione della Gestione, per il tramite del proprio rapporto sul M.M. 17/2010, ha avanzato la seguente proposta: - al Municipio di Lumino è concesso il rinnovo dell autorizzazione a sospendere le richieste alla Funivia Pizzo di Claro SA di rimborso (quote di ammortamento) del mutuo non fruttifero fino al ; - il Municipio di Lumino si impegna, entro il termine del , a definire la fattibilità e i termini per la trasformazione del credito in partecipazione azionaria. Tale proposta è stata motivata dal fatto che dovrebbe permette al Comune: - di acquisire la maggioranza relativa della società (infatti, con un capitale di CHF 270'000 il Comune disporrebbe di un potere decisionale di circa il 35% (CHF 270'000 su un capitale azionario di CHF 770'000 (dopo l aumento di capitale)); - di detenere, con i Patriziati di Lumino e di Claro, la maggioranza assoluta della società (i tre Enti pubblici raggiungerebbero la quota del 51,94%); - di meglio coordinare gli sforzi per promuovere progetti volti a valorizzare il territorio di Lumino come, per esempio, la pista di Downhill nel sedime del vecchio sentiero di accesso ai Monti di Savurù; e alla società Funivia Pizzo di Claro SA: di migliorare la situazione finanziaria (diminuzione di CHF 138'750 del capitale dei terzi e parallelamente aumento del capitale sociale da CHF 650'000 a CHF 770'000); di accrescere il proprio potere contrattuale verso gli istituti di credito grazie al miglioramento delle finanze e a un rafforzamento della quota azionaria del Comune (quindi maggiori possibilità per rinegoziare i tassi di interesse passivi); di ridurre gli oneri dei rimanenti prestiti dei terzi; infatti, dedotto il debito di CHF 120'000 del Comune e facendo astrazione dai debiti nei confronti degli istituti di credito, rimane un debito di CHF 150'000 riconducibile a 15 proprietari, che è remunerato con un tasso del 3% annuo (CHF 4'500 di oneri d interesse annuali): riuscendo a rinegoziare le condizioni di tale prestito si potrebbe ulteriormente migliorare la situazione finanziaria della società. La proposta della Commissione della gestione sopra esposta ha ottenuto l avvallo del Legislativo in data 20 dicembre TRATTATIVE Il Municipio di Lumino, dopo aver informato i responsabili della Funivia Pizzo di Claro della decisione del Consiglio comunale, e scaduti i termini di pubblicazione in ossequio alla Legge organica comunale, ha proceduto, in data 14 febbraio 2011, a dare un mandato al-

3 Municipio di Lumino Pag. 3 la società di revisione del Comune (BDO SA) per analizzare la situazione ed esprimere un proprio parere. Anche se l intero documento della BDO SA, datato 18 aprile 2011, è a completa disposizione delle e dei Consiglieri comunali, riteniamo importante sintetizzarne alcuni aspetti fondamentali in questo messaggio. L analisi ha individuato i seguenti vantaggi, svantaggi, opportunità e rischi legati all operazione di trasformazione del credito in capitale: Vantaggi - incremento della quota di partecipazione del Comune nella Società con conseguente maggior potere decisionale; - aumento della quota degli enti pubblici, che detengono così oltre la metà del capitale azionario: possibilità di influenzare le decisioni future della società; - incremento della quota di capitale proprio e miglioramento della solidità della società. Svantaggi - malgrado l'aumento di capitale, il Comune rimane comunque un azionista di minoranza; - trattandosi di un prestito non fruttifero, il miglioramento della quota di capitale proprio non ha un'incidenza finanziaria diretta sulla gestione ordinaria (nessuna diminuzione automatica degli oneri finanziari); - nessuna modifica automatica delle condizioni dei prestiti bancari a seguito della trasformazione; - nessuna rinuncia automatica alla remunerazione del prestito dei proprietari dei rustici; - la procedura per l'aumento di capitale genera degli oneri che la società dovrà prendere a carico; - alcuni azionisti potrebbero non voler rinunciare al loro diritto di opzione per mantenere la loro quota di capitale invariata, impedendo così agli enti pubblici di raggiungere la maggioranza del capitale azionario; - l'aumento di capitale azionario genera un trasferimento di oneri (perdite riportate) e di rischi a svantaggio del Comune e a vantaggio, principalmente, dei proprietari dei rustici. Opportunità - la società avrà un maggior potere contrattuale per ridefinire le condizioni dei prestiti bancari; - la trasformazione del prestito in capitale potrebbe spingere i proprietari dei rustici a rinunciare alla remunerazione dei loro prestiti (attualmente al 3%) e/o a trasformare a loro volta il prestito in partecipazione azionaria; - l'aumento del capitale azionario potrebbe spingere le banche a ristrutturare il debito, proponendo condizioni complessivamente più favorevoli alla società. Rischi - il Comune avrebbe maggiori responsabilità finanziarie e politiche in caso di fallimento della società; - la possibilità di recuperare il prestito è definitivamente accantonata; - la trasformazione del prestito in capitale azionario non è sufficiente in quanto la presunta perdita reale (dopo la necessaria rivalutazione dell'attivo fisso si veda i rapporti dei revisori dei conti della Società) supera almeno la metà del capitale azionario e delle riserve (art. 725 cpv. 1 CO): la trasformazione del prestito deve così essere accompagnata da misure di risanamento più consistenti;

4 Municipio di Lumino Pag. 4 - ogni decisione strategica della società dovrà comunque essere coordinata tra gli azionisti per giungere ad un consenso il più possibile allargato. Il rapporto della società di revisione, oltre a raccomandare un ulteriore perizia finanziaria e tecnica per stabilire il valore venale della società, e quindi prendere delle decisioni su di esso fondate, conclude suggerendo di ottenere, nel caso in cui si volesse procedere alla trasformazione del prestito, la rinuncia alla rimunerazione degli interessi del credito di CHF 150'000 concesso da alcuni proprietari. Tale rinuncia garantirebbe una sufficiente simmetria di sacrifici tra i principali azionisti della società (il Comune rinuncia al prestito assumendosi maggiori rischi a causa dell aumento della sua quota di capitale nella società e i proprietari rinunciano alla remunerazione del prestito). Il Municipio ha deciso di rinunciare a effettuare un ulteriore perizia finanziaria e tecnica, tra l altro molto costosa, volta a determinare il valore venale della teleferica, in quanto ha ritenuto che esso, come risulta già anche della contabilità e dai rapporti di revisione della società, è poco significativo. Infatti, dal punto di vista dell Esecutivo, il senso dell operazione non è di effettuare un investimento per ottenere un rendimento positivo, bensì di potere coordinare meglio le attività per valorizzare il territorio del nostro Comune. In data 19 aprile 2011, il Municipio ha informato i rappresentati della Funivia Pizzo di Claro SA sui risultati del rapporto, invitando gli stessi a voler intavolare delle discussioni con i proprietari dei rustici (che vantano il credito di CHF 150'000 nei confronti della società) per ottenere una rinuncia al pagamento degli interessi e garantire la citata simmetria di sacrifici. Durante l Assemblea degli azionisti della Funivia Pizzo di Claro SA, avvenuta in data 27 giugno 2011, il Consiglio di amministrazione ha dato tutti i ragguagli del caso e i rappresentanti degli azionisti hanno già approvato il principio dell aumento del capitale. In data 8 settembre 2011 il Consiglio di amministrazione della società ha incontrato i proprietari dei rustici (che vantano il credito di CHF 150'000 nei confronti della società). Il 17 settembre 2011, il Consiglio di amministrazione della Funivia Pizzo di Claro SA ha inviato una lettera al Municipio con la quale dichiara di aver raggiunto all unanimità le seguenti decisioni: 1. i 15 creditori interessati accettano di congelare il diritto a incassare l interesse di CHF 300 annui per 3 anni e cioè per gli anni 2012/2013/2014; 2. dal canto suo la Funivia Pizzo di Claro SA s impegna, in collaborazione con i citati creditori interessati, a contattare i proprietari che non hanno partecipato al prestito per ottenere da loro un contributo volontario e di solidarietà a favore della teleferica; 3. a conclusione dell azione di cui al punto 2 i creditori interessati verranno di nuovo convocati per una decisione definitiva in merito alla rinuncia all interesse annuo concordato di CHF 300. I proprietari hanno argomentato la loro decisione appellandosi al fatto che hanno effettuato uno sforzo (prestare CHF 150'000 alla società) che altri proprietari non hanno fatto. Il Municipio ritiene, visto anche tale giustificazione, che le decisioni prese dal Consiglio di amministrazione e dai proprietari non compromettano la strategia volta a trasformare il debito del Comune in capitale. Infine, il Municipio ritiene che, dopo l aumento del capitale, debba poter disporre della maggioranza relativa in seno al Consiglio di amministrazione della società. La procedura di nomina dei rappresentanti del Comune nel Consiglio di amministrazione è ancora og-

5 Municipio di Lumino Pag. 5 getto di approfondimento da parte del Municipio e verrà successivamente, se del caso, sottoposta all attenzione del Consiglio comunale. CAPITALE AZIONARIO FUNIVIA PIZZO DI CLARO SA Di seguito evidenziamo l attuale Capitale azionario della Funivia Pizzo di Claro SA: AZIONISTI QT. NO. AZIONI QUOTA CHF % COMUNE DI LUMINO 1 1' ' % PATRIZIATO DI LUMINO 1 1' ' % PATRIZIATO DI CLARO ' % LUMINO 22 2' ' % LUMINO ' % CLARO ' % PRIVATI (PF + PG) ' % TOTALE 302 6' ' % Dopo l aumento del capitale la situazione sarebbe la seguente: AZIONISTI SITUAZIONE ATTUALE AUMENTO DI CAPI- SITUAZIONE DOPO AUMENTO DI CAPITALE NO. AZIONI % TALE NO. AZIONI CHF % Delta % COMUNE DI LUMINO 1' % 1'200 2' ' % 12.0% PATRIZIATO DI LUMINO 1' % - 1' ' % -2.4% PATRIZIATO DI CLARO % ' % -0.7% LUMINO 2' % - 2' ' % -5.3% LUMINO % ' % -0.2% CLARO % ' % -1.7% PRIVATI (PF + PG) % ' % -1.8% TOTALE 6' % 1'200 7' ' % 0.0% DISPOSITIVO Visto quanto sopra vi invitiamo a voler decretare: 1. è autorizzata la trasformazione del prestito che il Comune di Lumino vanta nei confronti della Funivia Pizzo di Claro SA di CHF 120'000 in capitale azionario (di pari importo) della Funivia Pizzo di Claro SA; 2. è autorizzata la rinuncia definitiva agli interessi di ritardo di CHF 18'750 maturati nel tempo sul mancato rimborso del mutuo che il Comune di Lumino vanta nei confronti della Funivia Pizzo di Claro SA; 3. è designato il Sindaco quale rappresentante del Comune di Lumino nell Assemblea degli azionisti della Funivia Pizzo di Claro SA; è designato il vice Sindaco quale supplente rappresentante del Comune di Lumino nell Assemblea degli azionisti della Funivia Pizzo di Claro SA;

6 Municipio di Lumino Pag il Municipio di Lumino è autorizzato a intraprendere tutte le procedure necessarie affinché abbia a concludere le trattative di cui ai punti 1, 2 e 3. Cordiali saluti. Per il Municipio di Lumino: Il sindaco: Il segretario: Dr. Curzio De Gottardi Stefano Ghidossi Risoluzione municipale licenziamento M.M.: no del 16 novembre Capo dicastero: on. Curzio De Gottardi. Proposta Commissione Consiglio comunale: Gestione.

1. Ente turistico 35% 2. Comuni 17% PUBBLICO 52% 3. Privati Malcantone 21% 4. Privati luganese 14% 5. Altri (ditte, confederati, ) 13% PRIVATO 48%

1. Ente turistico 35% 2. Comuni 17% PUBBLICO 52% 3. Privati Malcantone 21% 4. Privati luganese 14% 5. Altri (ditte, confederati, ) 13% PRIVATO 48% MESSAGGIO MUNICIPALE N 3/2001 PER LA RICHIESTA DI UN CREDITO DI Fr. 15.000.00 PER LA SOTTOSCRIZIONE DI NUOVE AZIONI DELLA MONTE LEMA SA (PARTECIPAZIONE AL RISANAMENTO FINANZIARIO) Signor Presidente, Signore

Dettagli

2. Responsabilità del CdA/mancati accantonamenti/postergazioni e determinazione del danno

2. Responsabilità del CdA/mancati accantonamenti/postergazioni e determinazione del danno Questioni giuridiche di attualità per l ufficio di revisione Corso TK del 28.6.2011 1. Termine dell Opting Out La MSA detiene al 100% XSA e YSA le quali hanno una somma di bilancio inferiore a CHF 10 Mio

Dettagli

Signor Presidente, Signore e Signori Consiglieri comunali,

Signor Presidente, Signore e Signori Consiglieri comunali, MESSAGGIO MUNICIPALE NO. 4/2014 concernente la richiesta di un credito di Fr. 120'000.00 per la costituzione di una società anonima avente lo scopo di costruire una microcentrale elettrica sfruttando l

Dettagli

Statuto del Fondo di Previdenza per i Dirigenti di Aziende Commerciali e di Spedizione e Trasporto Mario Negri

Statuto del Fondo di Previdenza per i Dirigenti di Aziende Commerciali e di Spedizione e Trasporto Mario Negri FONDO DI PREVIDENZA PER I DIRIGENTI COMMERCIALI E DI SPEDIZIONE E TRASPORTO MARIO NEGRI Via Palestro, 32, - 00185 Roma GIURIDICAMENTE RICONOSCIUTO CON D.P.R. 26 LUGLIO 1957 N. 780 ISCR. ALBO n. 1460/99

Dettagli

FONDO EUROPEO PER GLI INVESTIMENTI

FONDO EUROPEO PER GLI INVESTIMENTI C 95/22 IT Gazzetta ufficiale dell'unione europea 21.3.2015 FONDO EUROPEO PER GLI INVESTIMENTI STATUTO DEL FONDO EUROPEO PER GLI INVESTIMENTI adottato il 14 giugno 1994 e modificato dall assemblea generale

Dettagli

Cosa c è in questa guida

Cosa c è in questa guida Cosa c è in questa guida? Le domande di base 3 passi per scegliere il mutuo >> Dalla richiesta alla stipula 2 3 12 i diritti del cliente 14! Le attenzioni del cliente 17 Aalla Z Il mutuo 19 dalla Memo

Dettagli

Parte seconda EFFETTI CONTABILI DELLA RISTRUTTURAZIONE

Parte seconda EFFETTI CONTABILI DELLA RISTRUTTURAZIONE S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Convegno OIC 6: Ristrutturazione del debito e informativa di bilancio Parte seconda EFFETTI CONTABILI DELLA RISTRUTTURAZIONE Dott. Luca Magnano San Lio Senior

Dettagli

M.M. no. 89 concernente la fissazione del moltiplicatore d imposta comunale 2012

M.M. no. 89 concernente la fissazione del moltiplicatore d imposta comunale 2012 M.M. no. 89 concernente la fissazione del moltiplicatore d imposta comunale 2012 Locarno, 7 marzo 2012 Al Consiglio Comunale Locarno Egregi Signori Presidente e Consiglieri, conformemente al Decreto legislativo

Dettagli

COMUNE DI CREMA SEGRETERIA GENERALE

COMUNE DI CREMA SEGRETERIA GENERALE COMUNE DI CREMA SEGRETERIA GENERALE PROPOSTA DELLA GIUNTA COMUNALE N. 2015/00401 DEL 16/11/2015 N. PROG.: 2045 L anno 2015, il giorno sedici del mese di novembre, alle ore 16.00 presso la sede del Palazzo

Dettagli

COMUNE DI MONTECENERI. Messaggio Municipale No. 115. Risoluzione municipale No. 690. 26 ottobre 2015

COMUNE DI MONTECENERI. Messaggio Municipale No. 115. Risoluzione municipale No. 690. 26 ottobre 2015 COMUNE DI MONTECENERI Messaggio Municipale No. 115 Risoluzione municipale No. 690 26 ottobre 2015 Approvazione dei conti preventivi 2016 del Comune di Monteceneri Egregio Signor Presidente, Gentili signore,

Dettagli

Normativa sulla Trasparenza Bancaria. (T. U. Leggi Bancarie D. Lvo 385/93 e norme di attuazione)

Normativa sulla Trasparenza Bancaria. (T. U. Leggi Bancarie D. Lvo 385/93 e norme di attuazione) Normativa sulla Trasparenza Bancaria (T. U. Leggi Bancarie D. Lvo 385/93 e norme di attuazione) F MUTUI CASA FOGLIO INFORMATIVO SULLE OPERAZIONI E SERVIZI OFFERTI ALLA CLIENTELA Foglio Informativo F aggiornamento

Dettagli

STATUTO ARTICOLO 1) ARTICOLO 2) La Società ha sede nel Comune di Perugia. La Società può istituire, per deliberazione del

STATUTO ARTICOLO 1) ARTICOLO 2) La Società ha sede nel Comune di Perugia. La Società può istituire, per deliberazione del STATUTO ARTICOLO 1) E' costituita la Società per azioni denominata "GARANZIA PARTECIPAZIONI E FINANZIAMENTI S.p.A. ed in sigla "GEPAFIN". ARTICOLO 2) La Società ha sede nel Comune di Perugia. La Società

Dettagli

SOLUZIONI ESERCIZI DA SVOLGERE. MODULO 2 Localizzazione e gestione dell azienda

SOLUZIONI ESERCIZI DA SVOLGERE. MODULO 2 Localizzazione e gestione dell azienda Vivere l azienda 1 - Modulo 2 Esercizi da svolgere Soluzioni pag. 1 di 11 SOLUZIONI ESERCIZI DA SVOLGERE MODULO 2 Localizzazione e gestione dell azienda Unità 2 - La gestione: concetto, obiettivi e operazioni

Dettagli

ATTO N. 24 DEL 30/05/2008

ATTO N. 24 DEL 30/05/2008 !"# $ Via A. Grandi, 1 Tel 039 6020975 Fax 6020537 Cod. Comune: 11105 Originale/Copia V E R B A L E D I D E L I B E R A Z I O N E D E L CONSIGLIO COMUNALE ATTO N. 24 DEL 30/05/2008 OGGETTO : PRESTITO D

Dettagli

OGGETTO: RAGIONERIA - RIMODULAZIONE DEL DEBITO PER MUTUI CONTRATTI CON LA CASSA DEPOSITI E PRESTITI -ANNO 2015

OGGETTO: RAGIONERIA - RIMODULAZIONE DEL DEBITO PER MUTUI CONTRATTI CON LA CASSA DEPOSITI E PRESTITI -ANNO 2015 C I T T À DI B I E L L A ORIGINALE DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 156 DEL 18.05.2015 OGGETTO: RAGIONERIA - RIMODULAZIONE DEL DEBITO PER MUTUI CONTRATTI CON LA CASSA DEPOSITI E PRESTITI -ANNO 2015

Dettagli

Normativa sulla Trasparenza Bancaria. (T.U. Leggi Bancarie D.Lvo 385/93 e norme di attuazione)

Normativa sulla Trasparenza Bancaria. (T.U. Leggi Bancarie D.Lvo 385/93 e norme di attuazione) Normativa sulla Trasparenza Bancaria (T.U. Leggi Bancarie D.Lvo 385/93 e norme di attuazione) F MUTUI CASA FOGLIO INFORMATIVO SULLE OPERAZIONI E SERVIZI OFFERTI ALLA CLIENTELA Foglio Informativo F aggiornamento

Dettagli

LE GUIDE DELLA BANCA D ITALIA. Il mutuo per la casa. in parole semplici

LE GUIDE DELLA BANCA D ITALIA. Il mutuo per la casa. in parole semplici LE GUIDE DELLA BANCA D ITALIA Il mutuo per la casa in parole semplici Cosa c è in questa guida? Le domande di base 3 passi per scegliere il mutuo >> Dalla richiesta alla stipula 2 3 12 i diritti del cliente

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO FINANZIAMENTO CHIROGRAFARIO PER AZIENDE

FOGLIO INFORMATIVO FINANZIAMENTO CHIROGRAFARIO PER AZIENDE FOGLIO INFORMATIVO FINANZIAMENTO CHIROGRAFARIO PER AZIENDE INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare dell Alto Adige Società cooperativa per azioni Via del Macello 55 39100 Bolzano Tel.: 0471 996111 Fax:

Dettagli

Stabio, 07 maggio 2014. Al CONSIGLIO COMUNALE di S t a b i o

Stabio, 07 maggio 2014. Al CONSIGLIO COMUNALE di S t a b i o COMUNE DI STABIO MUNICIPIO Stabio, 07 maggio 2014 Al CONSIGLIO COMUNALE di S t a b i o MESSAGGIO MUNICIPALE No. 04/2014 Chiedente lo stanziamento di un credito d investimento di 50 000 Chf (iva esclusa)

Dettagli

Normativa sulla Trasparenza Bancaria. (T. U. Leggi Bancarie D. Lvo 385/93 e norme di attuazione)

Normativa sulla Trasparenza Bancaria. (T. U. Leggi Bancarie D. Lvo 385/93 e norme di attuazione) Normativa sulla Trasparenza Bancaria (T. U. Leggi Bancarie D. Lvo 385/93 e norme di attuazione) F MUTUI CASA FOGLIO INFORMATIVO SULLE OPERAZIONI E SERVIZI OFFERTI ALLA CLIENTELA Foglio Informativo F aggiornamento

Dettagli

Regolamento sull'organizzazione di XY RETE SA ... 2008. 1 Consiglio di amministrazione

Regolamento sull'organizzazione di XY RETE SA ... 2008. 1 Consiglio di amministrazione Page 1 de 5 Regolamento sull'organizzazione di XY RETE SA... 2008 1 Consiglio di amministrazione Art. 1 Compiti e poteri Al Consiglio di amministrazione spettano ai sensi dell art. 15 degli statuti la

Dettagli

Condizioni Generali di Assicurazione (CGA)/

Condizioni Generali di Assicurazione (CGA)/ Condizioni Generali di Assicurazione (CGA)/ Assicurazione cauzione d affitto Edizione 01.2014 8054254 09.14 WGR 759 It Sommario La vostra assicurazione in sintesi........... 3 Condizioni Generali di Assicurazione.........

Dettagli

Assemblea degli Azionisti 28 ottobre 2014(prima convocazione) ore 8.30 29 ottobre 2014 (seconda convocazione) ore 8.30

Assemblea degli Azionisti 28 ottobre 2014(prima convocazione) ore 8.30 29 ottobre 2014 (seconda convocazione) ore 8.30 Assemblea degli Azionisti 28 ottobre 2014(prima convocazione) ore 8.30 29 ottobre 2014 (seconda convocazione) ore 8.30 Relazioni degli Amministratori sui punti all Ordine del Giorno dell Assemblea Ordinaria

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO MUTUO SENZA RISCHIO

FOGLIO INFORMATIVO MUTUO SENZA RISCHIO FOGLIO INFORMATIVO MUTUO SENZA RISCHIO SEZIONE 1. INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione sociale: UniCredit Banca per la Casa S.p.A. capitale sociale Euro 483.500.000,00 i.v. Codice ABI 03198.9 Banca iscritta

Dettagli

Manuale di contabilità per i Patriziati

Manuale di contabilità per i Patriziati Repubblica e Cantone Ticino Dipartimento delle istituzioni Sezione degli enti locali Manuale di contabilità per i Patriziati Linee guida Gennaio 2015 Impressum Editore Dipartimento delle istituzioni, Sezione

Dettagli

Deliberazione del Consiglio di Amministrazione

Deliberazione del Consiglio di Amministrazione Deliberazione del Consiglio di Amministrazione N. 47/2015 Data 16/07/2015 OGGETTO: Anno accademico 2014/2015 Liquidazione del 50% della parte in contanti agli studenti beneficiari di borsa di studio. AB/PR

Dettagli

CONSUNTIVO DEL COMUNE DI MERGOSCIA ANNO DI GESTIONE

CONSUNTIVO DEL COMUNE DI MERGOSCIA ANNO DI GESTIONE COMUNE DI MERGOSCIA MESSAGGIO MUNICIPALE no. 3 / 2015 CONSUNTIVO DEL COMUNE DI MERGOSCIA ANNO DI GESTIONE 2014 Messaggio municipale 3/2015 pagina 1 1. PRESENTAZIONE DEL MESSAGGIO Signor Presidente, Cittadine

Dettagli

Ordinanza sull assicurazione diretta sulla vita

Ordinanza sull assicurazione diretta sulla vita Ordinanza sull assicurazione diretta sulla vita (Ordinanza sull assicurazione vita, OAssV 1 ) 961.611 del 29 novembre 1993 (Stato 22 dicembre 2003) Il Consiglio federale svizzero, vista la legge del 18

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO CREDITO AL CONSUMO

FOGLIO INFORMATIVO CREDITO AL CONSUMO (das Informationsblatt in deutscher Sprache ist in Ausarbeitung) FOGLIO INFORMATIVO CREDITO AL CONSUMO INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare dell Alto Adige Società cooperativa per azioni Via Siemens,

Dettagli

Dati significativi di gestione

Dati significativi di gestione 36 37 38 Dati significativi di gestione In questa sezione relativa al Rendiconto economico sono evidenziati ed analizzati i risultati economici raggiunti da ISA nel corso dell esercizio. L analisi si focalizza

Dettagli

L eventuale durata medio-lunga del finanziamento (superiore ai 18 mesi) permette di avvalersi del regime fiscale agevolato.

L eventuale durata medio-lunga del finanziamento (superiore ai 18 mesi) permette di avvalersi del regime fiscale agevolato. FOGLIO INFORMATIVO MUTUO CHIROGRAFARIO SUPER IMPRESA INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di Staranzano e Villesse Soc.Coop. Sede Legale e Amministrativa: Piazza della Repubblica, 9 34079

Dettagli

FONDAZIONE DELLA COMUNITA NOVARESE ONLUS

FONDAZIONE DELLA COMUNITA NOVARESE ONLUS FONDAZIONE DELLA COMUNITA NOVARESE ONLUS RELAZIONE DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI AL BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2012 Signori Amministratori, il bilancio che viene presentato alla Vostra attenzione per

Dettagli

con il presente messaggio ci pregiamo presentarvi, per esame ed approvazione, il preventivo 2010, che prospetta:

con il presente messaggio ci pregiamo presentarvi, per esame ed approvazione, il preventivo 2010, che prospetta: Iragna, dicembre 2009 M/M no. 8/2009 Messaggio municipale al Consiglio Comunale Preventivo Comune di Iragna - esercizio 2010 Signor Presidente, Signori Consiglieri, con il presente messaggio ci pregiamo

Dettagli

INFORMAZIONE: CONDIZIONI OFFERTE ALLA GENERALITA DELLA CLIENTELA PRESTITO RATEALE

INFORMAZIONE: CONDIZIONI OFFERTE ALLA GENERALITA DELLA CLIENTELA PRESTITO RATEALE INFORMAZIONE: CONDIZIONI OFFERTE ALLA GENERALITA DELLA CLIENTELA PRESTITO RATEALE INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare dell Alto Adige Società cooperativa per azioni Via del Macello 55 39100 Bolzano

Dettagli

FINANZIAMENTO PMI CON GARANZIA DEL FONDO DI GARANZIA PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

FINANZIAMENTO PMI CON GARANZIA DEL FONDO DI GARANZIA PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE FOGLIO INFORMATIVO FINANZIAMENTO PMI CON GARANZIA DEL FONDO DI GARANZIA PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE Il presente documento contiene informazioni su Banca Sistema S.p.A., indica le condizioni economiche

Dettagli

dell abitazione principale e sia a tasso variabile, a rata variabile per tutta

dell abitazione principale e sia a tasso variabile, a rata variabile per tutta INFORMATIVA SULLA RINEGOZIAZIONE DEI MUTUI A TASSO VARIABILE SECONDO QUANTO PREVISTO DALLA CONVENZIONE ABI MEF IN ATTUAZIONE DELL ART. 3 DEL DL 93/2008 (CONVERTITO IN LEGGE 126/2008) DOMANDE E RISPOSTE

Dettagli

Il principio degli apporti di capitale (PAC) Circolare N.29

Il principio degli apporti di capitale (PAC) Circolare N.29 Il principio degli apporti di capitale (PAC) Circolare N.29 Seminario SUPSI del 16 dicembre 2010 Il principio degli apporti di capitali è una modifica legislativa svizzera che entra il vigore dal 1 gennaio

Dettagli

E U R O T E C H S.P.A.

E U R O T E C H S.P.A. E U R O T E C H S.P.A. SEDE IN AMARO (UD) VIA FRATELLI SOLARI, 3/A CODICE FISCALE 01791330309 ISCRITTA AL REGISTRO IMPRESE DI UDINE AL N. 01791330309 CAPITALE SOCIALE IN EURO 8.878.946,00 I.V. RELAZIONI

Dettagli

Gestori di investimenti collettivi di capitale (LICol) Istruzioni per la compilazione del rilevamento dei dati - Edizione 2015

Gestori di investimenti collettivi di capitale (LICol) Istruzioni per la compilazione del rilevamento dei dati - Edizione 2015 13 febbraio 2015 Gestori di investimenti collettivi di capitale (LICol) Istruzioni per la compilazione del rilevamento dei dati - Edizione 2015 Laupenstrasse 27, 3003 Berna tel. +41 (0)31 327 91 00, fax

Dettagli

Saipem ORDINE DEL GIORNO

Saipem ORDINE DEL GIORNO Società per Azioni Sede Legale in San Donato Milanese Via Martiri di Cefalonia 67 Capitale Sociale Euro 441.177.500 i.v. Registro delle Imprese di Milano, Codice Fiscale 00825790157 Partita IVA: 00825790157

Dettagli

QUANTO PUÒ COSTARE IL MUTUO CHIROGRAFARIO

QUANTO PUÒ COSTARE IL MUTUO CHIROGRAFARIO FOGLIO INFORMATIVO MUTUO CHIROGRAFARIO LIQUIDITA' NUOVA IMPRESA INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di Staranzano e Villesse Soc.Coop. Sede Legale e Amministrativa: Piazza della Repubblica,

Dettagli

SURROGAZIONE NELLE GARANZIE

SURROGAZIONE NELLE GARANZIE FOGLIO INFORMATIVO relativo al MUTUI destinati ad estinguere precedenti finanziamenti, CON SURROGAZIONE NELLE GARANZIE concesse a favore della Banca finanziatrice originaria (c.d. PORTABILITA ) INFORMAZIONI

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO PER OPERAZIONI DI CREDITO AL CONSUMO PER I CONSUMATORI

FOGLIO INFORMATIVO PER OPERAZIONI DI CREDITO AL CONSUMO PER I CONSUMATORI SERVIZI SU MISURA FOGLIO INFORMATIVO PER OPERAZIONI DI CREDITO AL CONSUMO PER I CONSUMATORI Redatto ai sensi delle disposizioni della Banca di Italia del 29.07.2009 sulla Trasparenza delle operazioni e

Dettagli

AGEVOLAZIONI PER PROCESSI DI RICAPITALIZZAZIONE AZIENDALE

AGEVOLAZIONI PER PROCESSI DI RICAPITALIZZAZIONE AZIENDALE C i r c o l a r e d e l 3 m a g g i o 2 0 1 2 P a g. 1 di 7 Circolare Numero 16/2012 Oggetto ACE _ AIUTO ALLA CRESCITA ECONOMICA - AGEVOLAZIONI PER PROCESSI DI RICAPITALIZZAZIONE AZIENDALE Sommario 1_

Dettagli

COMUNE DI STABIO MUNICIPIO Stabio, 18 luglio 2013

COMUNE DI STABIO MUNICIPIO Stabio, 18 luglio 2013 COMUNE DI STABIO MUNICIPIO Stabio, 18 luglio 2013 Al CONSIGLIO COMUNALE di Stabio MESSAGGIO MUNICIPALE NO. 19/2013 Chiedente lo stanziamento di un credito d investimento di 215 000 Chf per la realizzazione

Dettagli

COMUNE DI CIVITACAMPOMARANO (Provincia di Campobasso)

COMUNE DI CIVITACAMPOMARANO (Provincia di Campobasso) COMUNE DI CIVITACAMPOMARANO (Provincia di Campobasso) DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE N 5 DEL 20/06/2005 N 5 DEL REGISTRO DELIBERAZIONI N DI PROT. VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE SESSIONE

Dettagli

Conto annuale IUFFP 2009

Conto annuale IUFFP 2009 Conto annuale IUFFP 2009 Rapporto al Consiglio federale concernente il terzo conto annuale dell Istituto Universitario Federale per la Formazione Professionale IUFFP Marzo 2010 Sommario 1. Rapporto dell

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO MUTUO CONTROLLO

FOGLIO INFORMATIVO MUTUO CONTROLLO FOGLIO INFORMATIVO MUTUO CONTROLLO SEZIONE 1. INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione sociale: UniCredit Banca per la Casa S.p.A. capitale sociale Euro 483.500.000,00 i.v. Codice ABI 03198.9 Banca iscritta

Dettagli

Iragna, settembre 2011 M/M no. 6/2011. vi sottoponiamo, per esame ed approvazione, l aggiornamento del Preventivo 2011 del comune.

Iragna, settembre 2011 M/M no. 6/2011. vi sottoponiamo, per esame ed approvazione, l aggiornamento del Preventivo 2011 del comune. Iragna, settembre 2011 M/M no. 6/2011 Messaggio Municipale al Consiglio comunale Aggiornamento Preventivo 2011 Signor Presidente, Signori Consiglieri, vi sottoponiamo, per esame ed approvazione, l aggiornamento

Dettagli

Conto annuale IUFFP 2014

Conto annuale IUFFP 2014 Conto annuale IUFFP 2014 Rapporto al Consiglio federale concernente l'ottavo conto annuale dell Istituto Universitario Federale per la Formazione Professionale IUFFP Febbraio 2015 Sommario 1. Rapporto

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo a MUTUI CHIROGRAFARI

FOGLIO INFORMATIVO relativo a MUTUI CHIROGRAFARI FOGLIO INFORMATIVO relativo a MUTUI CHIROGRAFARI INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di Barlassina Società Cooperativa Via C. Colombo, 1/3-20825 Barlassina (MB) Tel.: 0362857711 Fax:

Dettagli

PROSPETTO INFORMATIVO EUROPEO STANDARDIZZATO

PROSPETTO INFORMATIVO EUROPEO STANDARDIZZATO PROSPETTO INFORMATIVO EUROPEO STANDARDIZZATO Questo documento non costituisce un offerta al pubblico. Le informazioni in esso contenute sono riportate in buona fede e costituiscono un esatta riproduzione

Dettagli

I Piani individuali pensionistici di tipo assicurativo

I Piani individuali pensionistici di tipo assicurativo I Piani individuali pensionistici di tipo assicurativo (PIP) I Piani individuali pensionistici di tipo assicurativo (PIP) sono forme pensionistiche complementari esclusivamente individuali rivolte a tutti

Dettagli

Relazione sulla remunerazione ai sensi dell art. 123-ter del D.Lgs. 58/1998; delibere inerenti e conseguenti.

Relazione sulla remunerazione ai sensi dell art. 123-ter del D.Lgs. 58/1998; delibere inerenti e conseguenti. RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI GRUPPO MUTUIONLINE S.P.A. SULLE PROPOSTE ALL'ORDINE DEL GIORNO DELL ASSEMBLEA ORDINARIA CONVOCATA IN PRIMA CONVOCAZIONE PER IL 23 APRILE 2013

Dettagli

Protocollo n. 23379 Deliberazione n. 76. Verbale delle deliberazioni della GIUNTA PROVINCIALE. Seduta del 08 maggio 2012 Ore 13,25

Protocollo n. 23379 Deliberazione n. 76. Verbale delle deliberazioni della GIUNTA PROVINCIALE. Seduta del 08 maggio 2012 Ore 13,25 Provincia di Rovigo Protocollo n. 23379 Deliberazione n. 76 Verbale delle deliberazioni della GIUNTA PROVINCIALE Seduta del 08 maggio 2012 Ore 13,25 Oggetto 01: Avvio operazioni di monitoraggio e valutazione

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE ALL ASSEMBLEA ORDINARIA DEGLI AZIONISTI DEL 29 APRILE 2014:

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE ALL ASSEMBLEA ORDINARIA DEGLI AZIONISTI DEL 29 APRILE 2014: RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE ALL ASSEMBLEA ORDINARIA DEGLI AZIONISTI DEL 29 APRILE 2014: 2. Autorizzazione all'acquisto e all alienazione di azioni proprie ex artt. 2357 e seguenti del codice

Dettagli

Mutuo offerto ai consumatori

Mutuo offerto ai consumatori FOGLIO INFORMATIVO RIEPILOGATIVO Mutuo offerto ai consumatori Mutuo garantito da ipoteca per l acquisto dell abitazione principale INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca SANFELICE 1893 Banca Popolare, Piazza Matteotti,

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO MUTUO SLALOM

FOGLIO INFORMATIVO MUTUO SLALOM FOGLIO INFORMATIVO MUTUO SLALOM SEZIONE 1. INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione sociale: UniCredit Banca per la Casa S.p.A. capitale sociale Euro 483.500.000,00 i.v. Codice ABI 03198.9 Banca iscritta

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo ai

FOGLIO INFORMATIVO. relativo ai FOGLIO INFORMATIVO relativo ai MUTUI destinati ad estinguere precedenti finanziamenti, con SURROGAZIONE NELLE GARANZIE concesse a favore della banca finanziatrice originaria INFORMAZIONI SULLA BANCA Cassa

Dettagli

Dati e qualifica soggetto incaricato dell offerta fuori sede

Dati e qualifica soggetto incaricato dell offerta fuori sede Cassa Lombarda S.p.A. 1 di 7 FOGLIO INFORMATIVO MUTUO IPOTECARIO A TASSO VARIABILE INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica: CASSA LOMBARDA SPA Sede legale: Via Alessandro Manzoni, 12/14

Dettagli

Dati e qualifica soggetto incaricato dell offerta fuori sede

Dati e qualifica soggetto incaricato dell offerta fuori sede Cassa Lombarda S.p.A. 1 di 7 FOGLIO INFORMATIVO MUTUO CHIROGRAFARIO A TASSO VARIABILE Il presente Foglio Informativo è rivolto ai clienti non Consumatori e ai clienti Consumatori che intendono richiedere

Dettagli

Assemblea degli Azionisti 23 ottobre 2015(prima convocazione) ore 9.00 26 ottobre 2015 (seconda convocazione) ore 9.00

Assemblea degli Azionisti 23 ottobre 2015(prima convocazione) ore 9.00 26 ottobre 2015 (seconda convocazione) ore 9.00 Assemblea degli Azionisti 23 ottobre 2015(prima convocazione) ore 9.00 26 ottobre 2015 (seconda convocazione) ore 9.00 Relazioni degli Amministratori sui punti all Ordine del Giorno dell Assemblea Ordinaria

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO MUTUO DECOLLO

FOGLIO INFORMATIVO MUTUO DECOLLO FOGLIO INFORMATIVO MUTUO DECOLLO SEZIONE 1. INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione sociale: UniCredit Banca per la Casa S.p.A. capitale sociale Euro 483.500.000,00 i.v. Codice ABI 03198.9 Banca iscritta

Dettagli

Normativa sulla Trasparenza Bancaria. (T.U. Leggi Bancarie D.Lvo 385/93 e norme di attuazione)

Normativa sulla Trasparenza Bancaria. (T.U. Leggi Bancarie D.Lvo 385/93 e norme di attuazione) Qualifica dell addetto di Kevios spa che entra in contatto con il cliente: Firma dell Addetto Kevios mediatore creditizio iscritto al n del relativo Albo agente in attività finanziaria iscritto al n del

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO FINANZIAMENTO CHIROGRAFARIO PER AZIENDE

FOGLIO INFORMATIVO FINANZIAMENTO CHIROGRAFARIO PER AZIENDE (das Informationsblatt in deutscher Sprache ist in Ausarbeitung) FOGLIO INFORMATIVO FINANZIAMENTO CHIROGRAFARIO PER AZIENDE INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare dell Alto Adige Società cooperativa per

Dettagli

Mutuo offerto ai consumatori

Mutuo offerto ai consumatori FOGLIO INFORMATIVO MUTUO HAPPY SPREAD Mutuo offerto ai consumatori Mutuo fondiario garantito da ipoteca per l acquisto dell abitazione principale INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca SANFELICE 1893 Banca Popolare,

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO MUTUO IPOTECARIO

FOGLIO INFORMATIVO MUTUO IPOTECARIO FOGLIO INFORMATIVO relativo al MUTUO IPOTECARIO INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di Flumeri Soc. Coop. Sede legale in Flumeri (AV) - 83040 via Olivieri snc Tel. 0825.443227 Fax : 0825.443480

Dettagli

FOGLI INFORMATIVI (ai sensi della delibera CICR del 4.3.2003)

FOGLI INFORMATIVI (ai sensi della delibera CICR del 4.3.2003) FOGLI INFORMATIVI (ai sensi della delibera CICR del 4.3.2003) MUTUI CHIROGRAFARI PER AZIENDE INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica: BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI BRESCIA, società cooperativa

Dettagli

Normativa sulla Trasparenza Bancaria. (T.U. Leggi Bancarie D.Lvo 385/93 e norme di attuazione)

Normativa sulla Trasparenza Bancaria. (T.U. Leggi Bancarie D.Lvo 385/93 e norme di attuazione) Qualifica dell addetto di Kevios spa che entra in contatto con il cliente: Firma dell Addetto Kevios mediatore creditizio iscritto al n del relativo Albo agente in attività finanziaria iscritto al n del

Dettagli

Agli Associati Direzione Generale Funzione Crediti Funzione Legale Funzione Compliance Funzione Organizzazione

Agli Associati Direzione Generale Funzione Crediti Funzione Legale Funzione Compliance Funzione Organizzazione Roma 1 giugno 2012 Prot. UCR/ULG/001256 Agli Associati Direzione Generale Funzione Crediti Funzione Legale Funzione Compliance Funzione Organizzazione Loro Sedi Nuove misure per il Credito alle PMI del

Dettagli

I TIPI DI MUTUO E I LORO RISCHI. Mutuo a tasso variabile. Altro. Rischi specifici legati alla tipologia di contratto

I TIPI DI MUTUO E I LORO RISCHI. Mutuo a tasso variabile. Altro. Rischi specifici legati alla tipologia di contratto INFORMAZIONI SULLA BANCA/INTERMEDIARIO CASSA RURALE DI PERGINE Banca di Credito Cooperativo Società Cooperativa Piazza Gavazzi 5-38057 PERGINE VALSUGANA (tn) Tel.: 0461/500111- Fax: 0461/531146 Email:

Dettagli

MESSAGGIO No. 201 (Risoluzione Municipale N o 171 del 3 maggio 2010)

MESSAGGIO No. 201 (Risoluzione Municipale N o 171 del 3 maggio 2010) 6705 Cresciano, 3 maggio 2010 COMUNE DI CRESCIANO Il Municipio MESSAGGIO No. 201 (Risoluzione Municipale N o 171 del 3 maggio 2010) CREDITO DI FR. 110 000 PER L ACQUISTO DI UN NUOVO TRATTORE CON CALLA

Dettagli

Principi contabili IAS/IFRS : IL BILANCIO DELLE BANCHE ESERCITAZIONE del 21/02/2011

Principi contabili IAS/IFRS : IL BILANCIO DELLE BANCHE ESERCITAZIONE del 21/02/2011 Principi contabili IAS/IFRS : IL BILANCIO DELLE BANCHE ESERCITAZIONE del 21/02/2011 Dott. PAOLO VITALI Università degli Studi di Bergamo Anno accademico 2010/2011 Bergamo, 21 febbraio 2011 Indice degli

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONE DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONE DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONE DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE Redatto ai sensi dell art. 5 del Regolamento operazioni con parti correlate approvato dalla Consob con delibera n.

Dettagli

consulenza alle Imprese a 360

consulenza alle Imprese a 360 consulenza alle Imprese a 360 Ai gentili clienti Loro sedi Circolare del 15 gennaio 2010 Oggetto: ULTIMI CHIARIMENTI MORATORIA BANCHE L ABI ha di recente fornito importanti chiarimenti in tema di moratoria

Dettagli

Fisco & Contabilità La guida pratica contabile

Fisco & Contabilità La guida pratica contabile Fisco & Contabilità La guida pratica contabile N. 13 01.04.2015 Gli accordi di ristrutturazione del debito Concordato preventivo, accordo di ristrutturazione del debito e piano di risanamento attestato

Dettagli

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 31 MARZO 2009

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 31 MARZO 2009 COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 31 MARZO 2009 EBITDA positivo per 1 milione di Euro (negativo per 2,2 milioni di Euro nello stesso periodo

Dettagli

Mutuo offerto ai consumatori

Mutuo offerto ai consumatori FOGLIO INFORMATIVO RIEPILOGATIVO Mutuo offerto ai consumatori Mutuo garantito da ipoteca per l acquisto dell abitazione principale INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca SANFELICE 1893 Banca Popolare, Piazza Matteotti,

Dettagli

LEZIONE 10 GENNAIO 2014

LEZIONE 10 GENNAIO 2014 LEZIONE 10 GENNAIO 2014 SOCIETA A RESPONSABILITA LIMITATA> Come noto, è un ente dotato di personalità giuridica che rientra nel novero delle società di capitali. La riforma ha portato un integrale revisione

Dettagli

STATUTO. Titolo I DENOMINAZIONE, SEDE, DURATA, OGGETTO

STATUTO. Titolo I DENOMINAZIONE, SEDE, DURATA, OGGETTO STATUTO Titolo I DENOMINAZIONE, SEDE, DURATA, OGGETTO Art. 1 (Denominazione) E costituita una società per azioni denominata Veneto Sviluppo S.p.A.. Art. 2 (Sede) 1. La società ha sede legale in Venezia.

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO MUTUO IPOTECARIO A STATI DI AVANZAMENTO LAVORI

FOGLIO INFORMATIVO MUTUO IPOTECARIO A STATI DI AVANZAMENTO LAVORI FOGLIO INFORMATIVO relativo al MUTUO IPOTECARIO A STATI DI AVANZAMENTO LAVORI INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di Sassano SOCIETA COOPERATIVA Sede Legale: 84038 Sassano (SA) - Via

Dettagli

PIANO FAMIGLIE SOSPENSIONE DELLE RATE DEL MUTUO DOCUMENTO TECNICO. Associazione Bancaria Italiana

PIANO FAMIGLIE SOSPENSIONE DELLE RATE DEL MUTUO DOCUMENTO TECNICO. Associazione Bancaria Italiana PIANO FAMIGLIE SOSPENSIONE DELLE RATE DEL MUTUO DOCUMENTO TECNICO Associazione Bancaria Italiana Dicembre 2009 Premesse e Obiettivi La crisi economica, che in modo crescente sta colpendo la produzione

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO

DOCUMENTO INFORMATIVO DOCUMENTO INFORMATIVO Redatto ai sensi dell articolo 5 del Regolamento approvato dalla Consob con Delibera 17221 del 12 marzo 2010, e successive modificazioni, concernente la sottoscrizione di un accordo

Dettagli

I TIPI DI MUTUO E I LORO RISCHI. Mutuo a tasso fisso. Mutuo a tasso variabile. Mutuo a tasso misto

I TIPI DI MUTUO E I LORO RISCHI. Mutuo a tasso fisso. Mutuo a tasso variabile. Mutuo a tasso misto INFORMAZIONI SULLA BANCA/INTERMEDIARIO FOGLIO INFORMATIVO MUTUO IPOTECARIO AGEVOLATO L.P.23 CASSA RURALE DI PERGINE Banca di Credito Cooperativo Società Cooperativa Piazza Gavazzi 5-38057 PERGINE VALSUGANA

Dettagli

Ordinanza sugli aiuti finanziari alle organizzazioni che concedono fideiussioni alle piccole e medie imprese

Ordinanza sugli aiuti finanziari alle organizzazioni che concedono fideiussioni alle piccole e medie imprese Spiegazioni relative all avamprogetto del 3 novembre 2006 Sezione 1: Procedura di riconoscimento (art. 1 e 2) Questa sezione contiene le disposizioni esecutive concernenti il riconoscimento delle organizzazioni

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo al MUTUO ENERGIA

FOGLIO INFORMATIVO. relativo al MUTUO ENERGIA Pagina 1 di 8 FOGLIO INFORMATIVO relativo al MUTUO ENERGIA INFORMAZIONI SULLA BANCA Società Cooperativa Sede Legale in Moio della Civitella (SA) Via Municipio, n.16 - Palazzo della Casa Comunale fraz.

Dettagli

FUSIONE TRA CONDIFESA DELL EMILIA ROMAGNA

FUSIONE TRA CONDIFESA DELL EMILIA ROMAGNA FUSIONE TRA CONDIFESA DELL EMILIA ROMAGNA RAGIONI STRATEGICO-ECONOMICHE RAVENNA MODENA PARMA PIACENZA 1 PREMESSA Le motivazioni che spingono verso un processo di aggregazione sono di natura strategica

Dettagli

AVVISO COMUNE. Tutto quello che è utile sapere

AVVISO COMUNE. Tutto quello che è utile sapere AVVISO COMUNE Tutto quello che è utile sapere Per aiutare le piccole e medie imprese del paese a contrastare le difficoltà finanziarie collegate alla crisi, arrivando al momento della ripresa nelle migliori

Dettagli

Legge regionale 24 dicembre 2008, n. 32

Legge regionale 24 dicembre 2008, n. 32 Legge regionale 24 dicembre 2008, n. 32 Bilancio di Previsione 2009 e Pluriennale Triennio 2009 2011 (B. U. Regione Basilicata N. 60 del 29 dicembre 2008) Articolo 1 Stato di Previsione dell Entrata 1.

Dettagli

Approvazione dei conti preventivi 2011, del Comune di Monteceneri

Approvazione dei conti preventivi 2011, del Comune di Monteceneri Messaggio municipale No. 12 Risoluzione municipale no. 563 18 luglio 2011 Approvazione dei conti preventivi 2011, del Comune di Monteceneri Egregio Signor Presidente, Gentili signore, Egregi Signori Consiglieri

Dettagli

Mutuo offerto ai consumatori. MutuoCinque

Mutuo offerto ai consumatori. MutuoCinque FOGLIO INFORMATIVO Mutuo offerto ai consumatori MutuoCinque Mutuo a tasso fisso garantito da ipoteca per l acquisto casa ad uso abitativo INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca SANFELICE 1893 BANCA POPOLARE Piazza

Dettagli

Dati significativi di gestione

Dati significativi di gestione 182 183 Dati significativi di gestione In questa sezione relativa al Rendiconto Economico sono evidenziati ed analizzati i risultati economici raggiunti da ISA nel corso dell esercizio. L analisi si focalizza

Dettagli

Melide, 6 marzo 2013. Signor Presidente, Signore e Signori Consiglieri comunali

Melide, 6 marzo 2013. Signor Presidente, Signore e Signori Consiglieri comunali Melide, 6 marzo 2013 MESSAGGIO MUNICIPALE N 1112 Richiesta di un credito quadro di Fr. 700'000.- per la realizzazione di 19 postazioni per la raccolta dei rifiuti solidi urbani (RSU) Signor Presidente,

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE DI INIZIATIVA DELLA GIUNTA

DISEGNO DI LEGGE DI INIZIATIVA DELLA GIUNTA REGIONE BASILICATA DISEGNO DI LEGGE DI INIZIATIVA DELLA GIUNTA Bilancio di Previsione pluriennale per il triennio 2015-2017. Potenza, Dicembre 2014 * * * * * * * * * * Articolo 1 Stato di Previsione dell

Dettagli

180 2 0 - DIREZIONE RAGIONERIA - SETTORE CONTABILITA' E FINANZA Proposta di Deliberazione N. 2013-DL-203 del 25/06/2013

180 2 0 - DIREZIONE RAGIONERIA - SETTORE CONTABILITA' E FINANZA Proposta di Deliberazione N. 2013-DL-203 del 25/06/2013 180 2 0 - DIREZIONE RAGIONERIA - SETTORE CONTABILITA' E FINANZA Proposta di Deliberazione N. 2013-DL-203 del 25/06/2013 PROROGA DELLA DURATA DI UN ANNO DELLA OBBLIGAZIONE FIDEJUSSORIA A FAVORE DELL ISTITUTO

Dettagli

FOGLI INFORMATIVI (ai sensi della delibera CICR del 4.3.2003)

FOGLI INFORMATIVI (ai sensi della delibera CICR del 4.3.2003) FOGLI INFORMATIVI (ai sensi della delibera CICR del 4.3.2003) MUTUI CHIROGRAFARI PER CLIENTELA PRIVATA non rientrante nell ambito del Credito ai Consumatori INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma

Dettagli

COMUNE DI VERNATE Municipio

COMUNE DI VERNATE Municipio COMUNE DI VERNATE Municipio Vernate, 5 marzo 2008 MM NO. 01/2008 CONCERNENTE LA RICHIESTA DI CREDITO DI CHF 40 700. PER IL RISCATTO DELLA TUBAZIONE ACQUA POTABILE AI FONDI 325 E 1043 RFP VERNATE. Signora

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO C/4 MUTUI IPOTECARI

FOGLIO INFORMATIVO C/4 MUTUI IPOTECARI FOGLIO INFORMATIVO C/4 MUTUI IPOTECARI INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Agricola Popolare di Ragusa Società Cooperativa per Azioni (di seguito la Banca ) Sede Legale e Direzione Generale: Viale Europa, 65,

Dettagli

I TIPI DI MUTUO E I LORO RISCHI

I TIPI DI MUTUO E I LORO RISCHI INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di Staranzano e Villesse Soc.Coop. Sede Legale e Amministrativa: Piazza della Repubblica, 9 34079 Staranzano Gorizia Tel.: 0481 716.111 - Fax: 0481

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo ai MUTUI GARANTITI DA IPOTECA PER L ACQUISTO DELL ABITAZIONE PRINCIPALE

FOGLIO INFORMATIVO. relativo ai MUTUI GARANTITI DA IPOTECA PER L ACQUISTO DELL ABITAZIONE PRINCIPALE FOGLIO INFORMATIVO relativo ai MUTUI GARANTITI DA IPOTECA PER L ACQUISTO DELL ABITAZIONE PRINCIPALE La Banca aderisce all Accordo Europeo relativo al Codice di condotta volontario in materia di informativa

Dettagli