Corso di Informatica. Sistemi di Elaborazione. Ing Pasquale Rota

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Corso di Informatica. Sistemi di Elaborazione. Ing Pasquale Rota"

Transcript

1 Corso di Informatica Sistemi di Elaborazione Ing Pasquale Rota

2 Argomenti Sistema di elaborazione Architettura di un sistema di elaborazione Componenti del sistema di elaborazione Unità I/O Unità logico/aritmetica e unità di controllo (microprocessore) BUS di collegamento. Memoria principale Memoria secondaria Informatica Sistemi di elaborazione 2

3 Che cosa è un computer E un apparecchio elettronico progettato per elaborare dati in modo automatico. Esegue in modo sequenziale azioni elementari secondo una procedura prestabilita (programmi) È un sistema di elaborazione così detto d'uso generale ossia utilizzabile per una grande varietà di applicazioni. Per computer si intende un dispositivo che implementa il funzionamento di una macchina di Turing secondo l architettura ideata da Von Neumann. Informatica Sistemi di elaborazione 3

4 Modello di Von Neumann I moderni elaboratori elettronici hanno come modello di riferimento quello della macchina di Von Neumann. Architettura del tutto generale che porta a realizzazioni fisiche indipendenti dal funzionamento desiderato. Il funzionamento si può esprimere in termini di sequenza di istruzioni (programma) memorizzate su un supporto esterno (memoria) Per cambiare funzionamento e' sufficiente cambiare il programma. L architettura è adatta a trattare problemi molto complessi. Il modello è composto da un insieme di unità funzionali. Informatica Sistemi di elaborazione 4

5 Architettura di Von Neumann Con il termine di architettura di Von Neumann (macchina di Von Neumann) ci si riferisce ad sistema elettronico basato su 4 componenti: 1. Unità di lavoro centrale che si divide a sua volta in: Unità di calcolo Unità di controllo 2. Unità di memoria principale 3. Unità di Input 4. Unità di output Informatica Sistemi di elaborazione 5

6 Struttura di un elaboratore MEMORIA INGRESSO (Input) USCITA (Output) UNITA DI CONTROLLO UNITA LOGICO ARITMETICO (A.L.U.) (C.P.U.) Unità Logico-Aritmetica: detta ALU (Aritmetic Logic Unit) esegue tutte le operazioni logiche e di calcolo sui dati che le sono inviati; Unità di controllo/governo: detta CU/UG (Control Unit) svolge le funzioni decisionali e di coordinamento del flusso dei dati, controlla e coordina l attività della CPU; Memoria: contiene le istruzioni, i dati ed i risultati dell'elaborazione; Unità di ingresso/uscita: unità di scambio dati con l esterno (I/O). BUS di collegamento: linee di collegamento per il flusso dei dati e delle istruzioni Informatica Sistemi di elaborazione 6

7 BUS DI COLLEGAMENTO UNITA I/O MEMORIA C.P.U. (Microprocessore) SISTEMA A BUS DATI INDIRIZZI CONTROLLI Bus Indirizzi: è utilizzata dal processore per selezionare una specifica locazione di memoria sia nella RAM/ROM che nelle periferiche esterne. Bus Dati: è utilizzata per trasferire dati/istruzioni tra il microprocessore e la memoria principale o le periferiche esterne. Bus Controlli: serve per inviare i segnali di controllo necessari per sincronizzare i flussi di dati tra le varie parti del sistema. Informatica Sistemi di elaborazione 7

8 Struttura (PC) Tastiera Memoria Hard Disk Memoria RAM/ROM Monitor Floppy Controller Dispositivi di I/O CPU Controller Scheda Grafica Mouse CDROM Controller Porte Seriali e parallele Controller Scheda audio Casse Stampante Scanner Modem Informatica Sistemi di elaborazione 8

9 Scheda Madre di un PC Memoria ROM Microprocessore Slot per Unità di I/O Slot Microprocessore Unità di controllo Controller I/O Slot Scheda Grafica Memoria RAM Informatica Sistemi di elaborazione 9

10 Schema scheda madre Informatica Sistemi di elaborazione 10

11 Schema componenti Informatica Sistemi di elaborazione 11

12 Scheda madre La scheda madre (motherboard o main board è un circuito stampato di elevata complessità che provvede all interconnessione elettrica fra tutte le componenti interne fornendo anche le sedi (dette socket o slot, a seconda della forma piana o a fessura) per l ancoraggio meccanico di alcune di esse. Sulla motherboard circolano sia correnti elettriche di media potenza, destinate ad alimentare le varie componenti, sia correnti elettriche (estremamente deboli) usate per attuare concretamente la comunicazione dati fra le componenti. La scheda madre ospita direttamente la CPU e i chip che funzionano da intermediari fra la CPU e la memoria e quelli che la collegano al bus di espansione ed alle periferiche. In qualche caso sulla motherboard può essere presente una certa quantità di memoria ad alta velocità (cache memory) destinata a ospitare i dati più frequentemente usati dalla CPU. Informatica Sistemi di elaborazione 12

13 Microprocessore E un dispositivo interamente contenuto in un unico circuito integrato che si incarica di eseguire ad elevatissima velocità tutte le istruzioni che compongono i programmi. Il microprocessore sovraintende: all elaborazione dei dati, all interscambio di dati con l esterno al controllo delle periferiche. In molti casi controlla i compiti che l hardware deve eseguire per un regolare funzionamento della macchina. Informatica Sistemi di elaborazione 13

14 Schema Processore Z80 Informatica Sistemi di elaborazione 14

15 Schema CPU Informatica Sistemi di elaborazione 15

16 Microprocessore Nel microprocessore si possono individuare La ALU si occupa di eseguire le operazioni logico-aritmetiche La CU si preoccupa di controllare e governare il processore I REGISTRI sono celle di memoria ad altissima velocità utilizzate come aree di appoggio per i dati intermedi dei calcoli. La CACHE CPU MEMORY è una memoria veloce in cui il processore parcheggia i dati e le istruzioni recenti e carica preventivamente sezioni di programma nell ipotesi che gli possano servire a breve termine. Il BUS di FRONT-SIDE è un canale bidirezionale ad alta velocità utilizzato per lo scambio dei dati, istruzioni e controlli tra la RAM e le altre unità esterne. Informatica Sistemi di elaborazione 16

17 Ciclo istruzione Il ciclo di istruzione (ciclo macchina) è la sequenza di operazioni elementari eseguita ciclicamente dal microprocessore per eseguire un istruzione. Tale sequenza comporta il prelievo di un'istruzione dalla memoria, la sua decodifica e infine la sua esecuzione. L unità di controllo del processore esegue una istruzione svolgendo tre operazioni di base: Fetch (caricamento) Decode (decodifica) Execute (esecuzione) Un programma viene eseguito ripetendo il ciclo fetch-decode-execute per ciascuna delle istruzioni che lo compongono. Informatica Sistemi di elaborazione 17

18 Esecuzione delle istruzioni CICLO DI FETCH o FASE DI CARICAMENTO Il processore genera i segnali per caricare l istruzione successiva dalla memoria di sistema. L istruzione contenuta nella locazione di memoria puntata dal registro IP viene trasferita in un registro interno chiamato Registro Istruzione. Informatica Sistemi di elaborazione 18

19 ESECUZIONI DELLE ISTRUZIONI CICLO DI DECODE o FASE DI DECODIFICA In questa fase l istruzione viene decodificata dal processore. Il sistema si prepara all esecuzione dell istruzione. Informatica Sistemi di elaborazione 19

20 ESECUZIONI DELLE ISTRUZIONI CICLO EXECUTE o FASE DI ESECUZIONE In questa fase il processore esegue l istruzione. Il Program Counter incrementa in modo automatico il proprio valore in modo da puntare all istruzione successiva. Vengono aggiornati tutti i registri con i risultati dell operazione. Il processore nel caso di esecuzione di una istruzione di salto può variare il contenuto del registro Program Counter, per puntare ad una istruzione che non è la successiva. Informatica Sistemi di elaborazione 20

21 Prestazioni microprocessore La velocità con il quale il microprocessore esegue un operazione è uno dei parametri che indicano la bontà e si misura in GHz (numero di volte al secondo) frequenza. 2GHz corrispondono a di operazioni al secondo. Un altro parametro e la lunghezza dei registri e dei dati elaborati. Ad es. un'architettura descritta come "64 bit" ha generalmente i registri del processore larghi 64 bit e gestisce dati di questa dimensione sia internamente che esternamente. Un altra caratteristica è il set di istruzioni del microprocessore, maggiore è il numero di operazioni definite migliori sono le prestazioni del processore a parità di velocità. Attualmente gli ultimi microprocessori integrano più processori su un unico dispositivo (processori multi-core). I processori quad-core possono elaborare un numero di istruzioni 4 volte superiore. Informatica Sistemi di elaborazione 21

22 La Memoria La memoria in un sistema di elaborazione serve a archiviare i programmi e i dati necessari per l esecuzione dei programmi dell elaboratore. Esistono tre tipologie di memorie: Memoria locale Memoria principale o centrale Memoria secondaria o di massa Informatica Sistemi di elaborazione 22

23 Struttura dell unità di memoria principale La memoria del sistema di elaborazione è costituita da tanti contenitori ciascuno dei quali è individuato da un unico indirizzo Tutte le informazioni che devono essere elaborate devono transitare attraverso la memoria principale. La memoria principale contiene: le istruzioni dei programmi che devono essere eseguite e i dati su cui le istruzioni operano; i risultati intermedi e finali dell elaborazione. Informatica Sistemi di elaborazione 23

24 Caratteristiche delle memorie CAPACITA : indica il numero di celle che la memoria contiene; il suo valore è sempre pari ad una potenza di 2 e si misura in bit. PAROLA/LOCAZIONE: è l insieme di bit che formano l elemento unitario della memoria. ORGANIZZAZIONE: è costituita da una coppia di numeri che indicano il numero di parole e la lunghezza delle stesse LINEE DI INDIRIZZO: ingressi della memoria necessari ad individuare la locazione di memoria Una memoria (1024x8) è costituita da 1024 LOCAZIONI differenti; Ogni parola è lunga 8 bit. La Capacità è pari 8192 bit. Le linee di indirizzo sono 10. Informatica Sistemi di elaborazione 24

25 Caratteristiche delle memorie L indirizzo permette l identificazione della posizione all interno della RAM/ROM della specifica locazione di memoria. La locazione di memoria contiene indifferentemente : Dati Istruzioni. Indirizzo Locazione Informatica Sistemi di elaborazione 25

26 CARATTERISTICHE DELLE MEMORIE Parametri delle memorie che ne determinano le prestazioni e le caratteristiche: Velocità di risposta; Capacità; Organizzazione della memoria; Potenza dissipata; Alimentazioni; Numero di pin; Costo per bit. Informatica Sistemi di elaborazione 26

27 CARATTERISTICHE DELLE MEMORIE Una memoria è tanto più veloce quanto maggiore è il numero di operazioni di lettura o di scrittura che è in grado di effettuare. La potenza dissipata per lo svolgimento delle operazioni influenza sia i consumi che la possibilità di aumentare la capacità complessiva della memoria. La scelta di un determinato tipo di memorie deve sempre essere effettuata considerando il costo del singolo bit. L unità di misura è il Bit = 0/1 o meglio il BYTE = 8 bits Normalmente le memorie si misurano con multipli del Byte: MByte o GByte Informatica Sistemi di elaborazione 27

28 Gerarchia delle memorie Informatica Sistemi di elaborazione 28

29 Memoria locale E la memoria presente all interno delle unità centrali costituita dalla cache memory e dai registri. Ospita le istruzioni che devono essere eseguiti e i dati da elaborare in quell istante dall unità logico aritmetica. E una memoria veloce e costosa Informatica Sistemi di elaborazione 29

30 CACHE MEMORY La memoria CACHE è una memoria ad alta velocità che si interfaccia tra il processore e la memoria di sistema Dispositivo utilizzato per memorizzare temporaneamente dati e/o istruzioni al fine di aumentare la velocità di elaborazione del sistema. L UG e l ALU recuperano i dati e/o le istruzioni direttamente da questa memoria. Il funzionamento consiste nel leggere e trasferire dalla memoria principale nella cache sia il contenuto della locazione che deve essere eseguita che quello delle locazioni adiacenti. Il dispositivo è caratterizzato da una alta velocità di lettura/scrittura ed da un alto costo per bit. Informatica Sistemi di elaborazione 30

31 Operazioni sulle memorie Lettura La lettura di un dato (o istruzione) in una locazione di memoria è una operazione non distruttiva Scrittura La scrittura di un dato (o istruzione) in una locazione di memoria è una OPERAZIONE DISTRUTTIVA (viene cancellato il dato precedente) Informatica Sistemi di elaborazione 31

32 Classificazione della memoria principale RAM (random access memory): è possibile accedere ad ogni locazione di memoria in modo casuale. Può essere utilizzata sia per leggere che per memorizzare dati e/o istruzioni ROM (read only memory): è una memoria a sola lettura. È generalmente utilizzata per memorizzare programmi non modificabili e le operazioni di governo e di elaborazione dell'unità centrale ( microprogrammi ) PROM ( programmable ROM): è una ROM senza dati memorizzati. Può essere scritta una sola volta attraverso particolari circuiti ed è utilizzata come supporto per la memorizzazione di microprogrammi e di segmenti critici del software di base (per le operazioni più ricorrenti) al fine di velocizzarne l'esecuzione Informatica Sistemi di elaborazione 32

33 Classificazione della memoria principale EPROM ( erasable PROM): ): variante che rende più veloce la memoria di tipo PROM. Se viene esposta ai raggi ultravioletti può essere totalmente cancellata EEPROM ( Electrically Erasable ROM): variante della memoria EPROM, riprogrammabile con particolari impulsi elettronici. Sono in genere memorie di sola lettura: vengono scritte una volta e lette tante volte. Tutte le marche più evolute usano carte di queste genere Informatica Sistemi di elaborazione 33

34 Memoria RAM Dinamica Statica Necessita di una rigenerazione dei dati memorizzati che andrebbero altrimenti persi. Può raggiungere un alto grado d'integrazione Non richiede circuiti rigeneratori per conservare i dati. Viene utilizzata solo per applicazioni speciali. Sono memorie volatili (perdono il dato memorizzato se non alimentate) Informatica Sistemi di elaborazione 34

35 Tipi di memoria Le memorie commerciali si identificano in base a sigle che ne caratterizzano la forma fisica il numero di ingressi, la tipologia tecnologica oltre che le frequenze di funzionamento. As es. la sigla SO-DIMM tipo DDR3 204-pin supporta un trasferimento dati a 64-bit e una frequenza di funzionamento di 266MHz (1066MHz di I/O) con velocità di trasferimento di circa 30 GB/s. La So-Dimm sono utilizzati nei sistemi a dimensioni contenute (portatili), la DDR3 nei sistemi di tipo da tavolo Informatica Sistemi di elaborazione 35

36 caratteristiche Caratteristiche memorie secondarie Conserva grandi masse di informazioni nel tempo Velocità di accesso dati bassa Capacità della memoria elevata Costo per bit basso Informatica Sistemi di elaborazione 36

37 Gerarchia della memoria Memoria a semiconduttore Memoria ad accesso diretto o in linea Memoria ad accesso sequenziale o fuori linea Costo per bit Informatica Sistemi di elaborazione 37

38 Tipi di memoria secondaria La memoria secondaria racchiude tutti i dispositivi che permettono la memorizzazione dei programmi e dei dati dell utente in modo permanente Categorie di memorie di massa: Dischi magnetici; Dischi ottici Allo stato solido Memorie ad accesso diretto Nastri magnetici Memorie olografiche e biochip (FUTURO) Memorie ad accesso sequenziale Informatica Sistemi di elaborazione 38

39 Memoria secondaria a disco magnetico I dischi magnetici permettono l accesso diretto ai dati, possono avere supporti rigidi e flessibili. I supporti a disco leggono e scrivono le informazioni posizionando accuratamente una testina sulla superficie di un disco in rapida rotazione. Le informazioni sono disposte su tutta la superficie del disco (o meglio, su tutta la superficie di una corona circolare che occupa gran parte della superficie del disco). Per leggere/scrivere un determinato dato occorre che la testina si trovi alla giusta distanza dal centro e che il disco si porti alla posizione angolare necessaria. Informatica Sistemi di elaborazione 39

40 Il disco rigido L HD (HardDisk) è costituito da un supporto rigido ricoperto da un materiale magnetizzabile che può essere cancellato e riscritto. I dati sulla superficie sono organizzati in settori e tracce circolari (rispettivamente rappresentati in blu e giallo in figura) un settore contiene una quantità fissa di bytes. Hanno capacità di decine/ centinaia di Gbyte. La capacità, ovvero la quantità di dati che si possono memorizzare sulla superficie del piatto dipende da: la densità di registrazione (bit per cm di traccia) il numero di tracce il numero di facce (piatti) Informatica Sistemi di elaborazione 40

41 Caratteristiche disco rigido I dati sono memorizzati su disco seguendo uno schema di allocazione fisica ben definito in base al quale si può raggiungere la zona dove leggere/scrivere i dati sul disco In questa struttura i dati sono memorizzati avendo come indirizzo fisico i valori relativi al cilindro,traccia settore. Le caratteristiche principali di un disco rigido sono: la capacità il tempo di accesso la velocità di trasferimento Informatica Sistemi di elaborazione 41

42 Tempo di accesso Il tempo di accesso è la variabile più importante nel determinare le prestazioni di un hard disk. Si tratta del tempo medio necessario perché un dato posto in una parte a caso dell'hard-disk possa essere reperito. Il tempo impiegato dipende dal fatto che la testina deve spostarsi, e contemporaneamente il disco deve girare finché il dato interessato non si trova sotto la testina. I produttori cercano perciò di realizzare testine sempre più leggere (che possono spostarsi più in fretta perché dotate di minore inerzia) e dischi che girano più velocemente. Il tempo di accesso tipico per un hard disk consumer è attorno ai 10 millisecondi. Per un hard disk ad alte prestazioni ( giri) è di 3 o 4 millisecondi. Informatica Sistemi di elaborazione 42

43 Capacità e velocità di trasferimento La capacità può essere aumentata incrementando la densità con cui le informazioni vengono memorizzate sui dischi, oppure usando dischi più grandi o impiegandone un numero maggiore. La capacità di un disco si aggira intorno ai 1000 GB. La velocità di trasferimento è la quantità di dati che l'hard disk è teoricamente in grado di leggere o scrivere sul disco in un determinato tempo (in genere si prende 1 secondo come riferimento). Usare dischi che ruotano più velocemente o incrementare la densità di memorizzazione porta ad un miglioramento diretto della velocità di trasferimento, la velocità di trasferimento teorica viene raramente raggiunta e il tempo di accesso è quello che maggiormente influenza le prestazioni di un hard disk. Informatica Sistemi di elaborazione 43

44 Caratteristiche degli HardDisk In misura minore le prestazioni dei dischi sono influenzati da: buffer di memoria; velocità dell'interfaccia. Il buffer è una piccola memoria cache (in genere di alcuni megabyte) posta a bordo dell'hard disk, che ha il compito di memorizzare gli ultimi dati letti o scritti dal disco. L' interfaccia di collegamento tra l'hard disk e la scheda madre specifica la velocità massima alla quale le informazioni possono essere trasferite da o per l'hard disk. Le moderne interfacce tipo ATA133, Serial ATA o SCSI possono trasferire centinaia di megabyte per secondo, molto più di quanto qualunque singolo hard disk possa fare, e quindi l'interfaccia non è in genere un fattore limitante. Il discorso può cambiare nell'utilizzo di più dischi in configurazione RAID, nel qual caso è importante utilizzare l'interfaccia più veloce possibile, come per esempio la Fibre Chanel da 2 Gb/s. Informatica Sistemi di elaborazione 44

45 Caratteristiche degli HD Gli hard disk sono prodotti in dimensioni standardizzate, i 3,5 pollici e 2,5 pollici. I primi sono utilizzati nei personal computer, i secondi nei computer portatili e dovunque ci sia poco spazio e/o potenza di alimentazione. Entrambi i formati sono utilizzati anche per realizzare memorie di massa esterne ai computer. L'interfaccia attualmente più utilizzata è la Serial ATA (SATA). In quest ultimo caso i dati viaggiano in modo seriale su due fili (ingresso/uscita) anche se il cavo è a 7 fili. Informatica Sistemi di elaborazione 45

46 Memoria allo stato solido Si tratta di memorie la cui tecnologia è simile a quella della RAM, ma in grado di registrare in modo permanente i dati: Memoria flash PC CARD Pen driver SSD Disk (dischi allo stato solido) Sono utilizzate per molteplici applicazioni: Telefoni cellulari Fotocamere/Telecamere digitali Registratori vocali. Elaboratori elettronici Informatica Sistemi di elaborazione 46

47 Caratteristiche memorie stato solido Non hanno parti mobili Sono più veloci dei dischi magnetici o ottici. Hanno dimensioni molto ridotte. Utilizzano meno energia rispetto ai dischi magnetici Trovano diversi impieghi anche per dispositivi di tipo differente Informatica Sistemi di elaborazione 47

48 HardDisk SSD Si tratta di unità a stato solido SSD (solid-state drive) ed è basata su memoria flash a semiconduttore senza utilizzare organi meccanici (piatti, testine, motori etc). Il controller è costituito da un microprocessore che si occupa di coordinare tutte le operazioni della memoria di massa, E possibile collegare un SSD utilizzando una normale interfaccia SATA2 (3Gb/s) o SATA3 (6Gb/s). I vantaggi principali sono tempo di accesso (50/volte più bassa), minori consumi, e minore produzione di calore. Tra gli svantaggi abbiamo un costo maggiore per GigaByte e una minore durata. Svantaggi in fase di superamento. Informatica Sistemi di elaborazione 48

49 La memoria ottica Il disco ottico è una tipologia di supporto di memoria. È costituito da un disco piatto e sottile in genere di policarbonato trasparente. Al suo interno è inserito un sottile foglio metallico, in genere di alluminio, su cui vengono registrate e lette le informazioni tramite un raggio laser. La registrazione avviene mediante un laser che crea sottili scanalature sulla superficie del disco (0/1). La lettura avviene mediante un raggio laser (di minore intensità) che colpisce la superficie, il raggio riflesso ha intensità maggiore o minore in relazione alla superficie colpita. Il raggio viene letto da un dispositivo fotoelettrico che lo trasforma in un segnale elettrico. Informatica Sistemi di elaborazione 49

50 DVD (Digital Video Disk) La tecnologia utilizzata è del tutto simile a quella dei CD ROM è differente la tecnologia utilizzata e la capacità di archiviazione dei dati. La capacità di un DVD è di 4,7 Gbyte che arriva a 9 Gbyte in quelli a doublelayer contro 700MByte dei CDRom Attraverso differenti tecniche (dischi a doppio strato e doppia faccia) è possibile raggiungere capacità di 17 Gbyte. Esistono DVD R/W riscrivibili. La tecnologia Blueray (laser blue) permette di avere dischi ottici di capacità fino a 54 GByte Informatica Sistemi di elaborazione 50

Architettura di un computer

Architettura di un computer Architettura di un computer Modulo di Informatica Dott.sa Sara Zuppiroli A.A. 2012-2013 Modulo di Informatica () Architettura A.A. 2012-2013 1 / 36 La tecnologia Cerchiamo di capire alcuni concetti su

Dettagli

Modulo 1 Le memorie. Si possono raggruppare i sistemi di elaborazione nelle seguenti categorie in base alle possibilità di utilizzazione:

Modulo 1 Le memorie. Si possono raggruppare i sistemi di elaborazione nelle seguenti categorie in base alle possibilità di utilizzazione: Modulo 1 Le memorie Le Memorie 4 ETA Capitolo 1 Struttura di un elaboratore Un elaboratore elettronico è un sistema capace di elaborare dei dati in ingresso seguendo opportune istruzioni e li elabora fornendo

Dettagli

Unità Periferiche. Rete Di Controllo

Unità Periferiche. Rete Di Controllo MODELLO LOGICO-FUNZIONALE DI UN ELABORATORE Centrale di canale Periferiche CPU Memoria centrale ALU CU Memoria Locale ALU = Aritmetic Logic Unit CU = Registri CU ISTRUZIONE Decodificatore Rete Di Controllo

Dettagli

Architettura del Personal Computer AUGUSTO GROSSI

Architettura del Personal Computer AUGUSTO GROSSI Il CASE o CABINET è il contenitore in cui vengono montati la scheda scheda madre, uno o più dischi rigidi, la scheda video, la scheda audio e tutti gli altri dispositivi hardware necessari per il funzionamento.

Dettagli

ARCHITETTURA DEL CALCOLATORE

ARCHITETTURA DEL CALCOLATORE Orologio di sistema (Clock) UNITÀ UNITÀ DI DI INGRESSO Schema a blocchi di un calcolatore REGISTRI CONTROLLO BUS DEL SISTEMA MEMORIA DI DI MASSA Hard Hard Disk Disk MEMORIA CENTRALE Ram Ram ALU CPU UNITÀ

Dettagli

Corso: Informatica+ Andrea Cremonini. Lezione del 20/10/2014

Corso: Informatica+ Andrea Cremonini. Lezione del 20/10/2014 Corso: Informatica+ Andrea Cremonini Lezione del 20/10/2014 1 Cosa è un computer? Un elaboratore di dati e immagini Uno smartphone Il decoder di Sky Una console di gioco siamo circondati! andrea.cremon

Dettagli

C. P. U. MEMORIA CENTRALE

C. P. U. MEMORIA CENTRALE C. P. U. INGRESSO MEMORIA CENTRALE USCITA UNITA DI MEMORIA DI MASSA La macchina di Von Neumann Negli anni 40 lo scienziato ungherese Von Neumann realizzò il primo calcolatore digitale con programma memorizzato

Dettagli

ECDL MODULO 1 Le Memorie. Prof. Michele Barcellona

ECDL MODULO 1 Le Memorie. Prof. Michele Barcellona ECDL MODULO 1 Le Memorie Prof. Michele Barcellona Le memorie servono a memorizzare dati e programmi Memoria Memorie CPU Centrale di massa Periferiche I/O Bus Memoria Centrale E una memoria a semiconduttore

Dettagli

Le Memorie. Prof. Maurizio Naldi A.A. 2015/16

Le Memorie. Prof. Maurizio Naldi A.A. 2015/16 Le Memorie Prof. Maurizio Naldi A.A. 2015/16 Memorie Memoria Principale (centrale) Si accede direttamente dalla CPU non permanente Memoria Secondaria (di massa) Si accede tramite il sottosistema di input/output

Dettagli

Componenti del Sistema di Elaborazione

Componenti del Sistema di Elaborazione Componenti del Sistema di Elaborazione Il Sistema di Elaborazione Monitor Tastiera Processore Memoria Centrale (Programmi + Dati) Memorie di massa Altre periferiche Rete Rete a.a. 2002-03 L. Borrelli 2

Dettagli

SISTEMI DI ELABORAZIONE DELLE INFORMAZIONI

SISTEMI DI ELABORAZIONE DELLE INFORMAZIONI SISTEMI DI ELABORAZIONE DELLE INFORMAZIONI Prof. Andrea Borghesan venus.unive.it/borg borg@unive.it Ricevimento: martedì, 12.00-13.00. Dip. Di Matematica Modalità esame: scritto + tesina facoltativa 1

Dettagli

Memoria secondaria. Architettura dell elaboratore. Memoria secondaria. Memoria secondaria. Memoria secondaria

Memoria secondaria. Architettura dell elaboratore. Memoria secondaria. Memoria secondaria. Memoria secondaria Architettura dell elaboratore Capacità di memorizzazione dei dispositivi di memoria: Memoria centrale attualmente si arriva ad alcuni GB centinaia di GB o TB Memoria principale e registri: volatilità,

Dettagli

Organizzazione della memoria

Organizzazione della memoria Memorizzazione dati La fase di codifica permette di esprimere qualsiasi informazione (numeri, testo, immagini, ecc) come stringhe di bit: Es: di immagine 00001001100110010010001100110010011001010010100010

Dettagli

Dispensa di Fondamenti di Informatica. Architettura di un calcolatore

Dispensa di Fondamenti di Informatica. Architettura di un calcolatore Dispensa di Fondamenti di Informatica Architettura di un calcolatore Hardware e software La prima decomposizione di un calcolatore è relativa ai seguenti macro-componenti hardware la struttura fisica del

Dettagli

La Memoria d Uso. La Memoria d Uso

La Memoria d Uso. La Memoria d Uso Fondamenti dell Informatica A.A. 2000-2001 La Memoria d Uso Prof. Vincenzo Auletta 1 Fondamenti dell Informatica A.A. 2000-2001 Memorie di Massa Processore CU e ALU Memorie di massa esterne La Memoria

Dettagli

INFORMATICA CORSO DI INFORMATICA DI BASE ANNO ACCADEMICO 2015/2016 DOCENTE: SARRANTONIO ARTURO

INFORMATICA CORSO DI INFORMATICA DI BASE ANNO ACCADEMICO 2015/2016 DOCENTE: SARRANTONIO ARTURO INFORMATICA CORSO DI INFORMATICA DI BASE ANNO ACCADEMICO 2015/2016 DOCENTE: SARRANTONIO ARTURO PROGRAMMA Descrizione funzionale di un calcolatore elementare, COS'E' UN ELETTRONICO HARDWARE SOFTWARE HARDWARE

Dettagli

Gerarchia delle memorie

Gerarchia delle memorie Memorie Gerarchia delle memorie Cache CPU Centrale Massa Distanza Capacità Tempi di accesso Costo 2 1 Le memorie centrali Nella macchina di Von Neumann, le istruzioni e i dati sono contenute in una memoria

Dettagli

Funzionalità di un calcolatore

Funzionalità di un calcolatore Funzionalità di un calcolatore Il calcolatore: modello concettuale 1. Elaborazione 2. Memorizzazione Interconnessione 3. Comunicazione (interfaccia) Architettura di un computer componenti per elaborare

Dettagli

Architettura dei calcolatori I parte Introduzione, CPU

Architettura dei calcolatori I parte Introduzione, CPU Università degli Studi di Palermo Dipartimento di Ingegneria Informatica C.I. 1 Informatica ed Elementi di Statistica 2 c.f.u. Anno Accademico 2009/2010 Docente: ing. Salvatore Sorce Architettura dei calcolatori

Dettagli

Architettura dei computer

Architettura dei computer Architettura dei computer In un computer possiamo distinguere quattro unità funzionali: il processore (CPU) la memoria principale (RAM) la memoria secondaria i dispositivi di input/output Il processore

Dettagli

Componenti di base di un computer

Componenti di base di un computer Componenti di base di un computer Architettura Von Neumann, 1952 Unità di INPUT UNITA CENTRALE DI ELABORAZIONE (CPU) MEMORIA CENTRALE Unità di OUTPUT MEMORIE DI MASSA PERIFERICHE DI INPUT/OUTPUT (I/O)

Dettagli

Corso di Sistemi di Elaborazione delle informazioni

Corso di Sistemi di Elaborazione delle informazioni Corso di Sistemi di Elaborazione delle informazioni LEZIONE 2 (HARDWARE) a.a. 2011/2012 Francesco Fontanella Tre concetti Fondamentali Algoritmo; Automa (o anche macchina); Calcolo; 2 Calcolatore MACCHINA

Dettagli

All interno del computer si possono individuare 5 componenti principali: SCHEDA MADRE. MICROPROCESSORE che contiene la CPU MEMORIA RAM MEMORIA ROM

All interno del computer si possono individuare 5 componenti principali: SCHEDA MADRE. MICROPROCESSORE che contiene la CPU MEMORIA RAM MEMORIA ROM Il computer è un apparecchio elettronico che riceve dati di ingresso (input), li memorizza e gli elabora e fornisce in uscita i risultati (output). Il computer è quindi un sistema per elaborare informazioni

Dettagli

Lez. 6 Memorie Secondarie. Prof. Pasquale De Michele (Gruppo 2) e Raffaele Farina (Gruppo 1) 1

Lez. 6 Memorie Secondarie. Prof. Pasquale De Michele (Gruppo 2) e Raffaele Farina (Gruppo 1) 1 Lez. 6 Memorie Secondarie Prof. Pasquale De Michele (Gruppo 2) e Raffaele Farina (Gruppo 1) 1 Dott. Pasquale De Michele Dott. Raffaele Farina Dipartimento di Matematica e Applicazioni Università di Napoli

Dettagli

Le infrastrutture Hardware: architettura

Le infrastrutture Hardware: architettura Le infrastrutture Hardware: architettura Corso di Informatica CdL: Chimica Claudia d'amato claudia.damato@di.uniba.it Il calcolatore: modello concettuale 1. Elaborazione 2. Memorizzazione Interconnessione

Dettagli

Il processore - CPU (CENTRAL PROCESSING UNIT)

Il processore - CPU (CENTRAL PROCESSING UNIT) Il processore - CPU (CENTRAL PROCESSING UNIT) Funzionamento Programmi e dati risiedono in file memorizzati in memoria secondaria. Per essere eseguiti (i programmi) e usati (i dati) vengono copiati nella

Dettagli

SOMMARIO. La CPU I dispositivi iti i di memorizzazione Le periferiche di Input/Output. a Montagn Maria

SOMMARIO. La CPU I dispositivi iti i di memorizzazione Le periferiche di Input/Output. a Montagn Maria Parte 4: HARDWARE SOMMARIO La CPU I dispositivi iti i di memorizzazione i Le periferiche di Input/Output na a Montagn Maria LA CPU CPU: Central Processing Unit. L unità centrale di processo si occupa dell

Dettagli

Il processore - CPU. PDF created with pdffactory trial version www.pdffactory.com

Il processore - CPU. PDF created with pdffactory trial version www.pdffactory.com Il processore - CPU (CENTRAL PROCESSING UNIT) Funzionamento o Programmi e dati risiedono in file memorizzati in memoria secondaria. o Per essere eseguiti (i programmi) e usati (i dati) vengono copiati

Dettagli

Tecnologia dell Informazione

Tecnologia dell Informazione Tecnologia dell Informazione Concetti di base della tecnologia dell informazione Materiale Didattico a cura di Marco Musolesi Università degli Studi di Bologna Sede di Ravenna Facoltà di Giurisprudenza

Dettagli

Materiali per il modulo 1 ECDL. Autore: M. Lanino

Materiali per il modulo 1 ECDL. Autore: M. Lanino Materiali per il modulo 1 ECDL Autore: M. Lanino RAM, l'acronimo per "random access memory", ovvero "memoria ad acceso casuale", è la memoria in cui vengono caricati i dati che devono essere utilizzati

Dettagli

ARCHITETTURA DELL ELABORATORE

ARCHITETTURA DELL ELABORATORE 1 ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE ANGIOY ARCHITETTURA DELL ELABORATORE Prof. G. Ciaschetti 1. Tipi di computer Nella vita di tutti giorni, abbiamo a che fare con tanti tipi di computer, da piccoli o piccolissimi

Dettagli

L architettura del calcolatore (Terza parte)

L architettura del calcolatore (Terza parte) L architettura del calcolatore (Terza parte) Ingegneria Meccanica e dei Materiali Università degli Studi di Brescia Prof. Massimiliano Giacomin I dispositivi periferici periferia parte centrale sottosistema

Dettagli

Lezione 3: Architettura del calcolatore

Lezione 3: Architettura del calcolatore Lezione 3: Architettura del calcolatore Architettura di Von Neumann BUS, CPU e Memoria centrale Ciclo di esecuzione delle istruzioni Architettura del calcolatore Il calcolatore è: uno strumento programmabile

Dettagli

MONIA MONTANARI. Appunti di Trattamento Testi. Capitolo 1 Il Computer

MONIA MONTANARI. Appunti di Trattamento Testi. Capitolo 1 Il Computer MONIA MONTANARI Appunti di Trattamento Testi Capitolo 1 Il Computer 1. Introduzione La parola informatica indica la scienza che rileva ed elabora l informazione, infatti : Informatica Informazione Automatica

Dettagli

Introduzione all'architettura dei Calcolatori

Introduzione all'architettura dei Calcolatori Introduzione all'architettura dei Calcolatori Introduzione Che cos è un calcolatore? Come funziona un calcolatore? è possibile rispondere a queste domande in molti modi, ciascuno relativo a un diverso

Dettagli

Informatica di Base - 6 c.f.u.

Informatica di Base - 6 c.f.u. Università degli Studi di Palermo Dipartimento di Ingegneria Informatica Informatica di Base - 6 c.f.u. Anno Accademico 2007/2008 Docente: ing. Salvatore Sorce Architettura dei calcolatori I parte Introduzione,

Dettagli

Programmazione. Dipartimento di Matematica. Ing. Cristiano Gregnanin. 25 febbraio 2015. Corso di laurea in Matematica

Programmazione. Dipartimento di Matematica. Ing. Cristiano Gregnanin. 25 febbraio 2015. Corso di laurea in Matematica Programmazione Dipartimento di Matematica Ing. Cristiano Gregnanin Corso di laurea in Matematica 25 febbraio 2015 1 / 42 INFORMATICA Varie definizioni: Scienza degli elaboratori elettronici (Computer Science)

Dettagli

Programma del corso. Introduzione Rappresentazione delle Informazioni Calcolo proposizionale Architettura del calcolatore Reti di calcolatori

Programma del corso. Introduzione Rappresentazione delle Informazioni Calcolo proposizionale Architettura del calcolatore Reti di calcolatori Programma del corso Introduzione Rappresentazione delle Informazioni Calcolo proposizionale Architettura del calcolatore Reti di calcolatori Architettura di Von Neumann Memorie secondarie Dette anche Memoria

Dettagli

Esempio di Motherboard (Scheda Madre)

Esempio di Motherboard (Scheda Madre) 1:ISA slot 2:PCI slot 3:AGP slot 4:ATX power connector 5:Chipset 6:CPU socket 7:RAM slot 8:IDE connector 9:Floppy disk connector 10:Batteria 11:BIOS chip Esempio di Motherboard (Scheda Madre) La memoria

Dettagli

Le memorie. Introduzione

Le memorie. Introduzione Le memorie Introduzione Una memoria è un sistema elettronico in grado di immagazzinare dati in forma binaria, per poi renderli disponibili ad ogni richiesta. Tale sistema è costituito da un insieme di

Dettagli

Le Memorie interne: RAM, ROM, cache. Appunti per la cl. IV sez. D a cura del prof. Ing. Mario Catalano

Le Memorie interne: RAM, ROM, cache. Appunti per la cl. IV sez. D a cura del prof. Ing. Mario Catalano Le Memorie interne: RAM, ROM, cache Appunti per la cl. IV sez. D a cura del prof. Ing. Mario Catalano 1 Le memorie Cosa vorremmo : una memoria veloce abbastanza grande da contenere tutti i dati e i programmi

Dettagli

Architettura del calcolatore

Architettura del calcolatore Architettura del calcolatore La prima decomposizione di un calcolatore è relativa a due macro-componenti: Hardware Software Architettura del calcolatore L architettura dell hardware di un calcolatore reale

Dettagli

Parte II.2 Elaboratore

Parte II.2 Elaboratore Parte II.2 Elaboratore Elisabetta Ronchieri Università di Ferrara Dipartimento di Economia e Management Insegnamento di Informatica Dicembre 1, 2015 Elisabetta Elisabetta Ronchieri II Software Argomenti

Dettagli

Struttura del Corso. Corso Integrato di Informatica e Sistemi di Elaborazione delle Informazioni. Sistemi di Elaborazione delle Informazioni.

Struttura del Corso. Corso Integrato di Informatica e Sistemi di Elaborazione delle Informazioni. Sistemi di Elaborazione delle Informazioni. Corso Integrato di Informatica e Sistemi di Elaborazione delle Informazioni Marco Falda Dipartimento di Ingegneria dell Informazione tel. 049 827 7918 marco.falda@unipd.it Corso di 35 ore: Struttura del

Dettagli

Informatica - A.A. 2010/11

Informatica - A.A. 2010/11 Ripasso lezione precedente Facoltà di Medicina Veterinaria Corso di laurea in Tutela e benessere animale Corso Integrato: Matematica, Statistica e Informatica Modulo: Informatica Esercizio: Convertire

Dettagli

Memoria Secondaria o di Massa

Memoria Secondaria o di Massa .. Pacman ha una velocità che dipende dal processore...quindi cambiando computer va più velocemente..sarà poi vero? Memoria Secondaria o di Massa dischi fissi (hard disk), floppy disk, nastri magnetici,

Dettagli

La qualità di una memoria dipende da vari parametri: Modo di accesso: tecnica utilizzata per accedere al dato (casuale, sequenziale)

La qualità di una memoria dipende da vari parametri: Modo di accesso: tecnica utilizzata per accedere al dato (casuale, sequenziale) Tipologie di memoria: Elettroniche Magnetiche Ottiche La qualità di una memoria dipende da vari parametri: Modo di accesso: tecnica utilizzata per accedere al dato (casuale, sequenziale) Tempo di accesso:

Dettagli

Lez. 5 Memorie Secondarie

Lez. 5 Memorie Secondarie Prof. Giovanni Mettivier 1 Dott. Giovanni Mettivier, PhD Dipartimento Scienze Fisiche Università di Napoli Federico II Compl. Univ. Monte S.Angelo Via Cintia, I-80126, Napoli mettivier@na.infn.it +39-081-676137

Dettagli

Informatica per l Ingegneria Industriale. Introduzione ai calcolatori

Informatica per l Ingegneria Industriale. Introduzione ai calcolatori Informatica per l Ingegneria Industriale Introduzione ai calcolatori Gualtiero Volpe gualtiero.volpe@unige.it 1. Struttura del calcolatore 1 Che cosa è un computer? A prescindere dalle dimensioni e dal

Dettagli

03 L architettura del computer e la CPU (parte 2) Dott.ssa Ramona Congiu

03 L architettura del computer e la CPU (parte 2) Dott.ssa Ramona Congiu 03 L architettura del computer e la CPU (parte 2) Dott.ssa Ramona Congiu 1 Anatomia del computer Dott.ssa Ramona Congiu 2 L Unità centrale 3 Anatomia del computer 4 La scheda madre All interno del computer

Dettagli

Concetti fondamentali della Tecnologia Dell informazione Parte prima

Concetti fondamentali della Tecnologia Dell informazione Parte prima Concetti fondamentali della Tecnologia Dell informazione Parte prima 1 Concetti di base della tecnologia dell Informazione Nel corso degli ultimi anni la diffusione dell Information and Communication Technology

Dettagli

Lezione 3 ARCHITETTURA: JOHN VON NEUMANN (1946) INPUT OUTPUT MEMORIA CPU MEMORIE

Lezione 3 ARCHITETTURA: JOHN VON NEUMANN (1946) INPUT OUTPUT MEMORIA CPU MEMORIE Lezione 3 ARCHITETTURA: JOHN VON NEUMANN (1946) INPUT OUTPUT MEMORIA CPU Bus MEMORIE RAM (Random Access Memory). Memoria Centrale, Memoria di Lavoro, Memoria principale. Consiste in una matrice di celle

Dettagli

Componenti dell elaboratore

Componenti dell elaboratore L hardware del PC Componenti dell elaboratore Hardware Parte fisica del sistema Dispositivi fisici Software Parte logica del sistema Programmi e dati 2 Hardware dell elaboratore 3 L'architettura del calcolatore

Dettagli

Fondamenti di informatica: un po di storia

Fondamenti di informatica: un po di storia Fondamenti di informatica: un po di storia L idea di utilizzare dispositivi meccanici per effettuare in modo automatico calcoli risale al 600 (Pascal, Leibniz) Nell ottocento vengono realizzati i primi

Dettagli

I dischi magnetici floppy disk

I dischi magnetici floppy disk I dischi magnetici floppy disk I floppy disk (dischetti flessibili) sono supporti rimovibili Ogni elaboratore è dotato di almeno una unità di lettura-scrittura detta drive, all'interno della quale l'utente

Dettagli

Hardware, software e periferiche. Facoltà di Lettere e Filosofia anno accademico 2008/2009 secondo semestre

Hardware, software e periferiche. Facoltà di Lettere e Filosofia anno accademico 2008/2009 secondo semestre Hardware, software e periferiche Facoltà di Lettere e Filosofia anno accademico 2008/2009 secondo semestre Riepilogo - Concetti di base dell informatica L'informatica è quel settore scientifico disciplinare

Dettagli

Struttura del calcolatore

Struttura del calcolatore Struttura del calcolatore Proprietà: Flessibilità: la stessa macchina può essere utilizzata per compiti differenti, nessuno dei quali è predefinito al momento della costruzione Velocità di elaborazione

Dettagli

Le memorie di massa. Il disco floppy 1

Le memorie di massa. Il disco floppy 1 Le memorie di massa Tutti i sistemi di elaborazione dispongono di alcuni supporti per memorizzare permanentemente le informazioni: le memorie di massa Dischetti o floppy disk Dischi fissi o hard disk CD

Dettagli

CONCETTI BASE dell'informatica Cose che non si possono non sapere!

CONCETTI BASE dell'informatica Cose che non si possono non sapere! CONCETTI BASE dell'informatica Cose che non si possono non sapere! Pablo Genova I. I. S. Angelo Omodeo Mortara A. S. 2015 2016 COS'E' UN COMPUTER? È una macchina elettronica programmabile costituita da

Dettagli

Architettura di un PC

Architettura di un PC Architettura di un PC Hardware Insieme di circuiti elettronici ed elettromeccanici che costituiscono un calcolatore Architettura Combinazione delle funzionalità operative delle singole unità hardware del

Dettagli

Elaborazione dei dati

Elaborazione dei dati Elaborazione dei dati Architettura dei computer Esploreremo i fondamenti dell architettura dei computer. Vedremo come un computer elabora i dati e comunica con periferiche come stampanti e tastiere. Linguaggio

Dettagli

Calcolatore: Elaborare: Input: Output: John von Neumann: Device: Embedded: Sistemi programmabili:

Calcolatore: Elaborare: Input: Output: John von Neumann: Device: Embedded: Sistemi programmabili: Autore: Maria Chiara Cavaliere Informatica di base Lezione 1 del 21/3/2016 Il corso di Informatica di base si baserà sulla spiegazione di tre moduli: -Architettura Hardware; -Sistema operativo; Parte teorica

Dettagli

MODULO 01. Come è fatto un computer

MODULO 01. Come è fatto un computer MODULO 01 Come è fatto un computer MODULO 01 Unità didattica 02 Guardiamo dentro alla scatola: l hardware In questa lezione impareremo: a conoscere le parti che permettono a un computer di elaborare e

Dettagli

Calcolo numerico e programmazione Architettura dei calcolatori

Calcolo numerico e programmazione Architettura dei calcolatori Calcolo numerico e programmazione Architettura dei calcolatori Tullio Facchinetti 30 marzo 2012 08:57 http://robot.unipv.it/toolleeo Il calcolatore tre funzionalità essenziali:

Dettagli

Architettura di un sistema di elaborazione dei dati

Architettura di un sistema di elaborazione dei dati Architettura di un sistema di elaborazione dei dati Questo modelio è stato proposto nei tardi anni 40 dall Institute for Advanced Study di Princeton e prende il nome di modello Von Neumann. E` costituito

Dettagli

Appunti di Sistemi e Automazione

Appunti di Sistemi e Automazione Appunti di Sistemi e Automazione Il modello o macchina di Von Neumann rappresenta un computer con i suoi componenti principali e la sua organizzazione logico-funzionale. Tale progetto risale al 1945/1946.

Dettagli

Struttura del Calcolatore Corso di Abilità Informatiche Laurea in Fisica. prof. Corrado Santoro

Struttura del Calcolatore Corso di Abilità Informatiche Laurea in Fisica. prof. Corrado Santoro Struttura del Calcolatore Corso di Abilità Informatiche Laurea in Fisica prof. Corrado Santoro La prima macchina programmabile Conoscete queste macchine? Telai Jacquard (primi anni del 1800) Macchina per

Dettagli

I dischi ottici. Fondamenti di Informatica -- Rossano Gaeta 43

I dischi ottici. Fondamenti di Informatica -- Rossano Gaeta 43 I dischi ottici Le tecnologie dei dischi ottici sono completamente differenti e sono basate sull'uso di raggi laser Il raggio laser è un particolare tipo di raggio luminoso estremamente focalizzato che

Dettagli

Architettura dei calcolatori II parte Memorie

Architettura dei calcolatori II parte Memorie Università degli Studi di Palermo Dipartimento di Ingegneria Informatica Informatica ed Elementi di Statistica 3 c.f.u. Anno Accademico 2010/2011 Docente: ing. Salvatore Sorce Architettura dei calcolatori

Dettagli

ARCHITETTURA CALCOLATORI: Memoria di massa (o secondaria)

ARCHITETTURA CALCOLATORI: Memoria di massa (o secondaria) ARCHITETTURA CALCOLATORI: Memoria di massa (o secondaria) Dispositivi per la memorizzazione di grandi masse di dati. I dati memorizzati su questo tipo di memoria sopravvivono all esecuzione dei programmi

Dettagli

Ferrante Patrizia Ghezzi Nuccia Pagano Salvatore Previtali Ferruccio Russo Francesco. Computer

Ferrante Patrizia Ghezzi Nuccia Pagano Salvatore Previtali Ferruccio Russo Francesco. Computer Computer Il computer, o elaboratore elettronico, è la macchina per la gestione automatica delle informazioni Componenti: Hardware (la parte fisica del computer) Software (la parte intangibile, insieme

Dettagli

L organizzazione interna della memoria e del banco di registri prevedono generalmente che le uscite di 2 o più componenti

L organizzazione interna della memoria e del banco di registri prevedono generalmente che le uscite di 2 o più componenti Banco di registri e memoria Corso ACSO prof. Cristina SILVANO Politecnico di Milano Componenti di memoria e circuiti di pilotaggio L organizzazione interna della memoria e del banco di registri prevedono

Dettagli

Architettura dei calcolatori

Architettura dei calcolatori Architettura dei calcolatori Dott. Ing. Leonardo Rigutini Dipartimento Ingegneria dell Informazione Università di Siena Via Roma 56 53100 SIENA Uff. 0577233606 rigutini@dii.unisi.it http://www.dii.unisi.it/~rigutini/

Dettagli

Architettura hardware

Architettura hardware Architettura dell elaboratore Architettura hardware la parte che si può prendere a calci Sistema composto da un numero elevato di componenti, in cui ogni componente svolge una sua funzione elaborazione

Dettagli

UNITÀ DI ELABORAZIONE (CPU) UNITÀ DI ELABORAZIONE (CPU) Opcode OpCode Operazione

UNITÀ DI ELABORAZIONE (CPU) UNITÀ DI ELABORAZIONE (CPU) Opcode OpCode Operazione RCHITETTUR DI UN ELORTORE MCCHIN DI VON NEUMNN Ispirata al modello della Macchina di Von Neumann (Princeton, Institute for dvanced Study, anni 40). UNITÀ FUNZIONLI fondamentali Processore (CPU) Centrale

Dettagli

Il Computer. Per capire che cosa è il computer, occorre partire dal concetto di:

Il Computer. Per capire che cosa è il computer, occorre partire dal concetto di: Il Computer Cos'è il computer? Per capire che cosa è il computer, occorre partire dal concetto di: INFORMATICA = INFORmazione automatica E' la scienza che si occupa del trattamento automatico delle informazioni.

Dettagli

Test di informatica. 1504 QUALE TRA I DISPOSITIVI DI MEMORIA ELENCATI HA LA CAPACITÀ PIÙ ELEVATA? a) Floppy disk b) Cd-Rom c) DVD Risposta corretta:

Test di informatica. 1504 QUALE TRA I DISPOSITIVI DI MEMORIA ELENCATI HA LA CAPACITÀ PIÙ ELEVATA? a) Floppy disk b) Cd-Rom c) DVD Risposta corretta: Test di informatica 1501 QUAL È L'UNITÀ DI MISURA PER MISURARE LA CAPIENZA DELL'HARD DISK? a) Bit b) Kbyte c) Gigabyte 1502 CHE COS'È UN BYTE? a) Un insieme di 256 bit b) Un gruppo di 8 bit c) Un carattere

Dettagli

Architettura di un calcolatore

Architettura di un calcolatore Architettura di un calcolatore Appunti di Antonio BERNARDO Corso di Informatica di base A. Bernardo, Informatica di base 1 1 Compiti del computer Elaborazione di dati Memorizzazione di dati Scambio di

Dettagli

CAD B condotto da Daniela Sidari 05.11.2012

CAD B condotto da Daniela Sidari 05.11.2012 CAD B condotto da Daniela Sidari 05.11.2012 COS È L INFORMATICA? Il termine informatica proviene dalla lingua francese, esattamente da INFORmation electronique ou automatique ; tale termine intende che

Dettagli

Esame di INFORMATICA

Esame di INFORMATICA Università di L Aquila Facoltà di Biotecnologie Esame di INFORMATICA Lezione 4 MACCHINA DI VON NEUMANN Anni 40 i dati e i programmi che descrivono come elaborare i dati possono essere codificati nello

Dettagli

Le memorie. Università degli Studi di Salerno

Le memorie. Università degli Studi di Salerno Le memorie Università degli Studi di Salerno Corso di Laurea in Scienze della Comunicazione Informatica generale (matr. Dispari) Docente: Angela Peduto A.A. 25/26 Le memorie Cosa vorremmo : una memoria

Dettagli

MEMORIE MAGNETO- OTTICHE

MEMORIE MAGNETO- OTTICHE MEMORIE SECONDARIE I dati e i programmi devono essere conservati su memorie non volatili, di adeguate dimensioni e di costo contenuto. Occorre utilizzare dispositivi di memoria di massa quali ad esempio

Dettagli

Elementi di Informatica. Hardware

Elementi di Informatica. Hardware Elementi di Informatica Hardware Scopo della lezione Introduzione alle tecnologie ICT L'hardware Il processore La memoria Tipologie di computer Personal computer Notebook/Laptop Palmare Console da gioco

Dettagli

CHE COS'È UN COMPUTER?

CHE COS'È UN COMPUTER? CHE COS'È UN COMPUTER? Un computer è una macchina elettronica capace di ricevere, trasmettere, immagazzinare ed elaborare informazioni, risolvendo i più svariati problemi con straordinaria velocità ed

Dettagli

MODULO 1. 1.1 Il personal computer. ISIS STRINGHER Corso Serale Anno scolastico 2010/11 Classe 1 Commerciale

MODULO 1. 1.1 Il personal computer. ISIS STRINGHER Corso Serale Anno scolastico 2010/11 Classe 1 Commerciale MODULO 1 1.1 Il personal computer ISIS STRINGHER Corso Serale Anno scolastico 2010/11 Classe 1 Commerciale 1.1 Il personal computer Il PC Hardware e software Classificazioni del software Relazione tra

Dettagli

IL COMPUTER APPUNTI PER LEZIONI NELLE 3 CLASSI LA MACCHINA DELLA 3 RIVOLUZIONE INDUSTRIALE. A CURA DEL Prof. Giuseppe Capuano

IL COMPUTER APPUNTI PER LEZIONI NELLE 3 CLASSI LA MACCHINA DELLA 3 RIVOLUZIONE INDUSTRIALE. A CURA DEL Prof. Giuseppe Capuano IL COMPUTER LA MACCHINA DELLA 3 RIVOLUZIONE INDUSTRIALE APPUNTI PER LEZIONI NELLE 3 CLASSI A CURA DEL Prof. Giuseppe Capuano LA TRASMISSIONE IN BINARIO I computer hanno un loro modo di rappresentare i

Dettagli

Informatica. Ing. Pierpaolo Vittorini pierpaolo.vittorini@cc.univaq.it. Università degli Studi dell Aquila Facoltà di Medicina e Chirurgia

Informatica. Ing. Pierpaolo Vittorini pierpaolo.vittorini@cc.univaq.it. Università degli Studi dell Aquila Facoltà di Medicina e Chirurgia pierpaolo.vittorini@cc.univaq.it Università degli Studi dell Aquila Facoltà di Medicina e Chirurgia 2 ottobre 2007 L architettura del calcolatore Concetti iniziali L architettura del calcolatore Con il

Dettagli

Collegamento al sistema

Collegamento al sistema Collegamento al sistema Chi comanda il movimento della testina? Chi comanda la generazione del raggio laser? Chi si occupa di trasferire i dati letti in memoria centrale? Chi comanda la rotazione dei dischi?

Dettagli

MEMORIA CENTRALE. eseguire o dei dati da elaborare) e scrittura (ad es. dei dati elaborati).

MEMORIA CENTRALE. eseguire o dei dati da elaborare) e scrittura (ad es. dei dati elaborati). MEMORIA CENTRALE Insieme di celle, ciascuna delle quali è individuata da un indirizzo espresso da n bit (n = lunghezza del registro MA). Es. Registro Indirizzi di 32 bit 2 32 celle = 4 Gcelle 4 Gbyte Il

Dettagli

Il sistema di elaborazione Hardware e software

Il sistema di elaborazione Hardware e software Il sistema di elaborazione Hardware e software A. Lorenzi M. Govoni TECNOLOGIE INFORMATICHE. Release 2.0 Atlas Hardware e software Un sistema di elaborazione è formato da: parti hardware: componenti fisiche

Dettagli

Laboratorio di Informatica

Laboratorio di Informatica per chimica industriale e chimica applicata e ambientale LEZIONE 4 La CPU e l esecuzione dei programmi 1 Nelle lezioni precedenti abbiamo detto che Un computer è costituito da 3 principali componenti:

Dettagli

HARDWARE. Relazione di Informatica

HARDWARE. Relazione di Informatica Michele Venditti 2 D 05/12/11 Relazione di Informatica HARDWARE Con Hardware s intende l insieme delle parti solide o ( materiali ) del computer, per esempio : monitor, tastiera, mouse, scheda madre. -

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione Architettura del calcolatore (seconda parte) Sotto-sistema di memoria! Due necessità contrastanti: 1. Elevata velocità di accesso 2. Elevata capacità (dimensioni)!

Dettagli

Il processore. Il processore. Il processore. Il processore. Architettura dell elaboratore

Il processore. Il processore. Il processore. Il processore. Architettura dell elaboratore Il processore Architettura dell elaboratore Il processore La esegue istruzioni in linguaggio macchina In modo sequenziale e ciclico (ciclo macchina o ciclo ) Effettuando operazioni di lettura delle istruzioni

Dettagli

CORSEO TECNICO RIPARATORE HARDWARE TEST DI VERIFICA FINALE

CORSEO TECNICO RIPARATORE HARDWARE TEST DI VERIFICA FINALE CORSEO TECNICO RIPARATORE HARDWARE TEST DI VERIFICA FINALE 1. Descrivi brevemente la differenza tra hardware e software: Hardware: Insieme delle sue componenti elettroniche e meccaniche; Software: Insieme

Dettagli

Dispositivi di memorizzazione

Dispositivi di memorizzazione Dispositivi di memorizzazione Corso di Calcolatori Elettronici I Dipartimento di Informatica e Sistemistica Università degli Studi di Napoli Federico II Necessità della memoria di massa La memoria RAM»

Dettagli

Il Personal Computer

Il Personal Computer Il Personal Computer Il case Il case (termine di origine inglese), anche chiamato cabinet (sempre dall'inglese, è il telaio metallico all'interno del quale sono assemblati i componenti principali di un

Dettagli

Introduzione all uso del Personal Computer

Introduzione all uso del Personal Computer Introduzione all uso del Personal Computer Cenni di storia dei calcolatori Il Personal Computer: Processo di avvio del computer Sistemi Operativi Il computer, invece, è composto da piccoli rettangoli

Dettagli

Architettura dei calcolatori

Architettura dei calcolatori Università degli Studi di Palermo Dipartimento di Ingegneria Informatica C.I. 3 Modulo Informatica 2 c.f.u. Anno Accademico 2009/2010 Docente: ing. Salvatore Sorce Architettura dei calcolatori II parte

Dettagli

1.4a: Hardware (Processore)

1.4a: Hardware (Processore) 1.4a: Hardware (Processore) 2 23 nov 2011 Bibliografia Curtin, Foley, Sen, Morin Informatica di base, Mc Graw Hill Ediz. Fino alla III : cap. 3.8, 3.9 IV ediz.: cap. 2.6, 2.7 Questi lucidi 23 nov 2011

Dettagli