COMUNE DI NOVARA Piano Esecutivo di Gestione 2012 PROGRAMMA 1 L AMMINISTRAZIONE SEMPLICE E PARTECIPATA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNE DI NOVARA Piano Esecutivo di Gestione 2012 PROGRAMMA 1 L AMMINISTRAZIONE SEMPLICE E PARTECIPATA"

Transcript

1 COMUNE DI NOVARA Piano Esecutivo di Gestione 2012 PROGRAMMA 1 L AMMINISTRAZIONE SEMPLICE E PARTECIPATA

2 COMUNE DI NOVARA Piano Esecutivo di Gestione 2012 PROGRAMMA 1 L AMMINISTRAZIONE SEMPLICE E PARTECIPATA PROGETTO 1 Amministrazione 2.0

3 Programma 1 L Amministrazione semplice e partecipata Responsabile Direttore Generale Paolo Sironi Progetto 1 Amministrazione 2.0 Finalità generali del progetto Utilizzare la leva delle tecnologie, della comunicazione e degli strumenti del web 2.0 per migliorare la propria performance e il dialogo con i cittadini. Innovare le tecnologie, i processi e gli strumenti gestionali per assicurare maggiore efficienza e qualità nei servizi resi. Mettere al centro della modernizzazione della macchina comunale la qualità dei servizi per incidere positivamente sulla vita delle persone e sulle potenzialità di sviluppo della città Azioni collegate strategiche Incrementare la partecipazione degli stakeholder (cittadini e non) del territorio. Introdurre modalità efficaci di comunicazione tra Comune e stakeholder. Promuovere l'utilizzo dei canali digitali. Diffondere i servizi on line Responsabile Canciani

4 Azione strategica Incrementare la partecipazione degli stakeholder (cittadini e non) del territorio. Introdurre modalità efficaci di comunicazione tra Comune e stakeholder. Promuovere l'utilizzo dei canali digitali. Diffondere i servizi on line Obiettivi Anno 2012 Anno digitalizzazione dell iter dei principali atti amministrativi anche attraverso l utilizzo della firma digitale- avvio dell implementazione dell utilizzo della firma digitale per la firma di atti (digitalizzazione deliberazioni, determine etc) analisi dell offerta di mercato, definizione di studio di fattibilità 02 portale per consentire ai cittadini di interagire con l Amministrazione segnalando disagi e disservizi presenti sul territorio comunale - analisi dell offerta di mercato, definizione di studio di fattibilità 03 portale per informare i cittadini in merito ad ogni cantiere aperto in città e ai relativi aggiornamenti analisi dell offerta di mercato, definizione di studio di fattibilità 04 potenziamento dell informatizzazione con attivazione nuova piattaforma per SUAP (consultazione on line della pratica, possibilità di espletare alcune richieste on line etc) 05 MUDE (Modello Unico Digitale per l Edilizia) per l inoltro telematico delle pratiche edilizie attivazione, implementazione, sviluppo 06 sito Internet sportello Informagiovani riprogettazione, attivazione, sviluppo 07 azioni di adeguamento ai principi del CAD - potenziamento dei servizi on line servizi anagrafici progetto Reti Amiche (rilascio di certificati anagrafici attraverso sportelli uffici postali) OBIETTIVO STRATEGICO (NO++) 08 utilizzo di tecnologie per la comunicazione con il cittadino - installazione di apparecchiatura touchscreen per turismo e servizi sulla facciata del palazzo municipale; creazione e sviluppo di applicazione per smartphone 09 innovazione nel sistema di gestione della posta elettronica, nuove modalità di comunicazione telematica con il passaggio in cloud del sistema di gestione della posta elettronica e l estensione della consultazione della stessa tramite dispositivi mobili 10 fatturazione elettronica creazione di casella di posta elettronica dedicata, fatture in entrata: invio ai fornitori dell Ente dell invito a far pervenire le fatture via ; fatture in uscita: acquisizione indirizzi di posta elettronica di utenti/clienti non occasionali 11 piattaforma informatica CSI acquisto dotazioni informatiche vedasi scheda investimenti allegata 12 acquisto software per Polizia Municipale (Chipsweb) vedasi scheda investimenti allegata 13 rinnovo dotazione PC uffici vedasi scheda investimenti allegata

5 mantenimento/di consolidamento innovazione/di sviluppo Tipologia di obiettivo prodotto processo Peso Obiettivo 01 Canciani Obiettivo 02 Canciani Obiettivo 03 Canciani Obiettivo 04 Santacroce Obiettivo 05 Santacroce Obiettivo 06 Uglietti Obiettivo 07 Tritto Obiettivo 08 Brusati Obiettivo 09 Canciani Obiettivo 10 Daglia Obiettivo 11 Canciani Obiettivo 12 Canciani Obiettivo 13 Canciani Responsabile Indicatore Target Obiettivo 01 analisi dell offerta di mercato e definizione dello studio di fattibilità entro il 30/11 Obiettivo 02 analisi dell offerta di mercato e definizione dello studio di fattibilità entro il 30/9 Obiettivo 03 analisi dell offerta di mercato e definizione dello studio di fattibilità entro il 30/9 Obiettivo 04 % SCIA presentate tramite scrivania virtuale/totale SCIA presentate almeno il 70% entro il 31/7 tempi medi di conclusione dei procedimenti riduzione Obiettivo 05 adesione e attivazione del servizio entro il 31/10 Obiettivo 06 definizione di progetto di revisione del sito entro il 31/12 Obiettivo 07 sottoscrizione convenzione con Poste Italiane per attivazione servizio entro il 31/12 numero di servizi espletabili on line/totale servizi erogati al front office n. cittadini che hanno espletato pratiche anagrafiche online/n. totale di utenti dei servizi anagrafici Obiettivo 08 installazione di apparecchiatura touchscreen sulla facciata della sede municipale entro il 30/6 realizzazione app per smartphone relativa alla città entro il 31/10 n. utenti che hanno scaricato l applicazione per smartphone almeno 500 Obiettivo 09 analisi dell offerta di mercato, definizione di studio di fattibilità, adozione del nuovo sistema di posta elettronica entro il 31/10 e azioni di supporto al personale per implementarne l uso Obiettivo 10 fatture in entrata: % fornitori attivi a cui viene inviato l invito a presentare le fatture via /totale fornitori 100%

6 attivi fatture in entrata: % fornitori attivi che inviano la fattura a mezzo /totale fornitori attivi a cui è stato inviato l invito fatture in uscita: % utenti/clienti non occasionali di cui viene acquisito l indirizzo di posta elettronica/total utenti/clienti non occasionali fatture in uscita: % utenti/clienti a cui viene inviata la fattura a mezzo posta elettronica/totale utenti/clienti di cui si è acquisito l indirizzo di posta elettronica Obiettivo 11 rispetto dei tempi previsti nella programmazione Obiettivo 12 rispetto dei tempi previsti nella programmazione Obiettivo 13 rispetto dei tempi previsti nella programmazione non inferiore al 20% non inferiore al 50% 100% scostamento non superiore al 20% scostamento non superiore al 20% scostamento non superiore al 20% STRUTTURE/RISORSE UMANE COINVOLTE Obiettivo 01 Servizio ICT Obiettivo 02 Servizio ICT Obiettivo 03 Servizio ICT Obiettivo 04 Servizio Governo del Territorio Obiettivo 05 Servizio Governo del Territorio Obiettivo 06 Servizio Partecipazione sul Territorio Servizi Sociali, Politiche Giovanili, Servizi Educativi Obiettivo 07 Servizi Demografici Obiettivo 08 Servizio Commercio, Turismo e Gemellaggi Obiettivo 09 Servizio ICT Obiettivo 10 Servizio Bilancio Obiettivo 11 Servizio ICT Obiettivo 12 Servizio ICT Obiettivo 13 Servizio ICT

7 RISORSE FINANZIARIE COLLEGATE CAPITOLI DI SPESA azione cdr nome cdr ueb cap art descr cdc Totale 1 6 INFORMATIZZAZIONE Spese modico valore per informatizzazione ,00 SERVIZI Assistenza sistemistica procedure diverse , Collegamento rete Fausernet 8.000, Consorzio Topix quota associativa 2.000, Servizi telematici collegamento ancitel 2.000, Sviluppo rete banda larga - RIPE 2.100,00 caselle posta certficata 1.000, Assistenza sw antivirus server posta elettronica , Estensione garanzia per server e stampanti laser di sistema , Gruppo continuità 3.060, Manutenzione rete telematica interna 6.000, Progetto e-goverment , Riparazione dotazioni informatiche fuori garanzie , Spese economali 3.000,00 anci 2.500,00 E part ,00 info gov ,00 MUDE 7.000,00 poste amil , Manutenzione rete telefonica 7.000, Leasing oracle, server cluster e centrali telefoniche ,00 6 Totale ,00 22 SERVIZIO STATISTICO Spese rilevatori istat , Toponomastica 5.000,00 22 Totale ,00 82 ARCHIVIO Procedura protocollo e gestione determine , Spese postali ,00

8 azione cdr nome cdr ueb cap art descr cdc Totale 82 Totale , SERVIZIO CED CONTO Manutenzione fibra ottica ,00 TERZI -SERVIZIO RILEVANTE IVA 127 Totale ,00 1 Totale ,00 CAPITOLI DI ENTRATA azione cdr nome cdr ueb cap art descr cdc Totale 1 22 SERVIZIO STATISTICO Spese rilevatori istat ,00 22 Totale ,00 SERVIZIO CED CONTO TERZI -SERVIZIO RIMBORSI PER SERVIZIO CED A TERZI - SE RVIZIO 127 RILEVANTE IVA RILEVANTE I.V.A , Totale ,00 1 Totale ,00

9 COMUNE DI NOVARA Piano Esecutivo di Gestione 2012 PROGRAMMA 1 L AMMINISTRAZIONE SEMPLICE E PARTECIPATA PROGETTO 2 Partecipazione, comunicazione, trasparenza

10 Programma 1 Responsabile Progetto 2 Finalità generali del progetto L Amministrazione semplice e partecipata Direttore Generale Paolo Sironi Partecipazione, comunicazione, trasparenza Rafforzare il sistema di governance locale. Sviluppare il dialogo con i cittadini e gli stakeholder. Assicurare una reale apertura della macchina istituzionale alla partecipazione diretta ed effettiva della popolazione. Rendere il Comune un luogo dove costruire nel tempo e in maniera collettiva il bene comune. Strutturare gli strumenti di comunicazione e di apertura all esterno dell amministrazione in modo da renderla più trasparente, migliorando l efficacia e l efficienza dell azione amministrativa. Costruire un dialogo strutturato e continuativo con la cittadinanza, potenziando la capacità di ascolto. Maturare le scelte nei processi decisionali che riguardano la città attraverso la partecipazione in modo da rendere condivisi obiettivi e scelte. Fornire una risposta concreta alla crescente domanda di partecipazione effettiva espressa dalla cittadinanza attraverso lo sviluppo degli spazi di ascolto e di pratiche di democrazia che valorizzino il ruolo attivo dei cittadini nella definizione delle scelte amministrative che li riguardano. Azioni collegate strategiche Costruire metodi efficaci ed omogenei di relazione e comunicazione tra l Amministrazione e gli stakeholder. Facilitare la conoscenza degli atti del Comune e l esercizio dei diritti e delle prerogative dei cittadini. Attuare un forte rinnovamento dell attività amministrativa con l obiettivo di rendere l azione del Comune più trasparente ed efficace e dare ai cittadini la maggiore semplificazione ed equità possibile nel rapporto con la Pubblica Amministrazione Responsabile Sironi Coinvolgere i cittadini/gli stakeholder nelle scelte che riguardano le trasformazioni della città. Organizzare iniziative di coinvolgimento, comunicazione ed ascolto della cittadinanza su temi ritenuti strategici Brusati Sviluppare la rete degli sportelli. Costituire nuovi sportelli dedicati. Potenziare la funzionalità degli Sportelli Unici per avvicinare l amministrazione alle imprese e ai cittadini. Curare il rapporto con il cittadino, potenziare la capacità di ascolto e di risposta alle esigenze della cittadinanza Sironi

11 Azione strategica Costruire metodi efficaci ed omogenei di relazione e comunicazione tra l Amministrazione e gli stakeholder. Facilitare la conoscenza degli atti del Comune e l esercizio dei diritti e delle prerogative dei cittadini. Attuare un forte rinnovamento dell attività amministrativa con l obiettivo di rendere l azione del Comune più trasparente ed efficace e dare ai cittadini la maggiore semplificazione ed equità possibile nel rapporto con la Pubblica Amministrazione Obiettivi Anno 2012 Anno piano dei servizi decentrati ai cittadini 02 revisione della normativa regolamentare emanata dal Comune in un ottica generale di riduzione dei tempi e di semplificazione/miglioramento dei processi regolamento per l esercizio del diritto di accesso l. 241/90 aggiornamento, revisione, definizione criteri applicativi, omogeneizzazione della relativa modulistica 03 revisione della normativa regolamentare emanata dal Comune in un ottica generale di riduzione dei tempi e di semplificazione/miglioramento dei processi regolamento per acquisizione di forniture e servizi per l esecuzione di lavori in economia aggiornamento, revisione 04 Programma Triennale per la Trasparenza e l Integrità predisposizione, approvazione, pubblicazione, avvio delle azioni di attuazione ed implementazione: miglioramento della qualità del sito istituzionale (metodo RadarPA), sezione del sito Internet dedicata al Bilancio comunale creazione, sviluppo, aggiornamento, Open Data individuazione, pubblicazione ed aggiornamento dei set di dati, definizione delle modalità organizzative ed operative per la pubblicazione dei dati e delle informazioni previste dall art. 18 del dl sviluppo, previsione della giornata della trasparenza 05 Bilancio Sociale studio, analisi e definizione dell ambito (di attività e temporale) e costituzione specifico gruppo di lavoro intersettoriale 06 Manuale di istruzioni per l utilizzo degli ambiti del PRG (note integrative alle procedure di trasformazione delle schede d ambito) predisposizione, pubblicazione 07 adozione di azioni per rendere comprensibili, trasparenti e verificabili i programmi dell Amministrazione Comunale revisione della struttura dei documenti di programmazione (Relazione Previsionale e Programmatica, PEG Piano Esecutivo di Gestione, PDO Piano degli Obiettivi, etc) e di rendicontazione (rendiconto della gestione) 08 revisione della normativa regolamentare emanata dal Comune in un ottica generale di riduzione dei tempi e di semplificazione/miglioramento dei processi testo unico delle regolamentazioni comunali in materia edilizia (regolamento edilizio, insegne, antenne, ambiente, qualità architettonica ed energetica, sottoservizi, tutela del suolo) redazione, confronto con gli stakeholder

12 09 revisione della normativa regolamentare emanata dal Comune in un ottica generale di riduzione dei tempi e di semplificazione/miglioramento dei processi regolamento comunale d igiene redazione, confronto con gli stakeholder OBIETTIVO NO++ mantenimento/di consolidamento innovazione/di sviluppo Tipologia di obiettivo prodotto processo Peso Responsabile Obiettivo 01 Uglietti Obiettivo 02 Danzi Obiettivo 03 Danzi /Santacroce Obiettivo 04 Sironi Obiettivo 05 Daglia Obiettivo 06 Santacroce Obiettivo 07 Sironi Obiettivo 08 Santacroce Obiettivo 09 Danzi /Santacroce Indicatore Target Obiettivo 01 ex sedi dei Consigli Circoscrizionali: relazione base a supporto del processo decisionale (cosa, dove, da chi viene entro il 30/9 usato, come e quando) proposta di piano dei servizi decentrati ed avvio del procedimento di approvazione entro il 31/12 Obiettivo 02 predisposizione nuovo regolamento e avvio del procedimento di approvazione entro il 31/10 Obiettivo 03 approvazione del regolamento entro il 31/3 progettazione di sistema di rilevazione dei tempi dei procedimenti di affidamento di lavori, servizi e forniture in entro il 31/12 economia per la verifica della efficacia del nuovo regolamento Obiettivo 04 predisposizione Programma Triennale per la Trasparenza e l Integrità e avvio del procedimento di approvazione entro il 31/10 % sezioni del sito internet adeguate ai parametri stabiliti dalla CIVIT 100% pubblicazione dati e informazioni relativi al Rendiconto della gestione entro il 31/8 pubblicazione dati e informazioni relativi al Bilancio di Previsione entro il 31/8 pubblicazione dati e informazioni relativi al PEG entro il 31/8 set di dati pubblicati in formato aperto non inferiore a 7 avvio della pubblicazione in formato aperto dei dati e delle informazioni dell art. 18 dl sviluppo entro il 31/12 Obiettivo 05 definizione dell ambito di attività (uno o più servizi comunali) e dell ambito temporale oggetto del documento entro il 30/11 costituzione specifico gruppo di lavoro intersettoriale entro il 30/12 Obiettivo 06 elaborazione del Manuale entro il 30/11

13 Obiettivo 07 n. documenti di programmazione e rendicontazione interessati dal processo di revisione/totale dei documenti 100% revisione della struttura della Relazione Previsionale e Programmatica entro il 30/6 redazione del PEG per programmi/progetti/dirigenti entro il 31/7 revisione della struttura del Conto Consuntivo entro il 31/12 Obiettivo 08 elaborazione testo unico delle disposizioni regolamentari in materia di edilizia e avvio del procedimento di entro il 31/12 approvazione Obiettivo 09 elaborazione di relazione a supporto del processo decisionale che evidenzi le principali criticità della entro il 31/12 regolamentazione attuale e identifichi possibili soluzioni STRUTTURE/RISORSE UMANE COINVOLTE Obiettivo 01 Servizio Partecipazione sul territorio Obiettivo 02 Servizio Segreteria Generale Avvocatura Obiettivo 03 Servizio Contratti e Procurement trasversale: Servizio Segreteria Generale - Avvocatura Obiettivo 04 Servizi di Direzione trasversale: Servizio ICT, Servizio Bilancio, URP e comunicazioni esterne Obiettivo 05 Servizio Bilancio trasversale: Servizi di Direzione, URP e comunicazioni esterne Obiettivo 06 Servizio Governo del Territorio Obiettivo 07 Servizio Bilancio trasversale: Servizio di Direzione, Servizio Personale e Organizzazione Obiettivo 08 Servizio Governo del Territorio Obiettivo 09 Servizio Governo del Territorio trasversale: Servizio Segreteria Generale e Avvocatura

14 RISORSE FINANZIARIE COLLEGATE CAPITOLI DI SPESA azione cdr nome cdr ueb cap art descr cdc Totale 1 1 ORGANI ISTITUZIONALI Funzionamento uffici - economo 1.700, Spese economali - difensore civico e riproduzione disegni 500, Indennità amministratori , Trascrizione nastri sedute Consiglio Comunale 4.900, Avviso pubblico - adesione 1.200, Contributi ANCI , Contributo AICCRE 2.810,00 copertura alla DGC 339/2011di fine anno csi 9.300,00 1 Totale ,00 2 PARTECIPAZIONE E Beni di consumo funzionamento 9.800,00 DECENTRAMENTO Manutenzione apparecchiature 2.000,00 2 Totale ,00 1 Totale ,00 CAPITOLI DI ENTRATA azione cdr nome cdr ueb cap art descr cdc Totale 1 2 PARTECIPAZIONE E DECENTRAMENTO Trasferimenti a Consigli Circoscrizionali 4.000,00 2 Totale 4.000,00 1 Totale 4.000,00

15 Azione strategica Coinvolgere i cittadini/gli stakeholder nelle scelte che riguardano le trasformazioni della città. Organizzare iniziative di coinvolgimento, comunicazione ed ascolto della cittadinanza su temi ritenuti strategici Obiettivi Anno 2012 Anno Tavolo dell Edilizia Permanente istituzione, sviluppo, implementazione dell attività 02 tavoli di confronto con i principali stakeholder cittadini istituzione, sviluppo, mantenimento OBIETTIVO STRATEGICO (NO++) 03 processo di confronto con la cittadinanza per la redazione del Bilancio iniziativa Insieme per Decidere OBIETTIVO STRATEGICO (NO++) 04 Consiglio dei Bambini 05 Settimana della Mobilità Sostenibile 06 Settimana Europea di Riduzione degli Imballaggi mantenimento/di consolidamento innovazione/di sviluppo Tipologia di obiettivo prodotto processo Peso Obiettivo 01 Santacroce Obiettivo 02 Brusati Obiettivo 03 Brusati Obiettivo 04 Bisoglio Obiettivo 05 Marzocca Obiettivo 06 Marzocca Responsabile Indicatore Target Obiettivo 01 n. soggetti partecipanti al Tavolo dell Edilizia Permanente almeno 5 n. sedute annue del Tavolo almeno 10 Obiettivo 02 n. incontri dei tavoli con gli stakeholder almeno 3 n. stakeholder invitati ai tavoli almeno 20 % rappresentanti stakeholder partecipanti ai tavoli/totale stakeholder invitati ai tavoli non inferiore al 90% Obiettivo 03 n. cittadini partecipanti all incontro del 31 marzo 2012 relativo al bilancio 2012 almeno 300 n. messaggi pervenuti alla casella di posta dedicata all iniziativa Insieme per Decidere (indice del grado di interazione) almeno 50

16 n. messaggi pervenuti alla casella di posta dedicata n. cittadini partecipanti all incontro relativo alla predisposizione del bilancio 2013/n. cittadini partecipanti all incontro relativo al bilancio 2012 incremento non inferiore al 10% Obiettivo 04 n. istituti scolastici rappresentati nel Consiglio/totale istituti scolastici cittadini almeno il 70% n. sedute del Consiglio almeno 7 Obiettivo 05 n. iniziative in programma in occasione della manifestazione almeno 4 n. soggetti/attori del territorio/stakeholder coinvolti nella realizzazione della manifestazione almeno 5 Obiettivo 06 n. iniziative in programma in occasione della manifestazione almeno 5 n. soggetti/attori del territorio/stakeholder coinvolti nella realizzazione della manifestazione almeno 5 STRUTTURE/RISORSE UMANE COINVOLTE Obiettivo 01 Servizio Governo del Territorio Obiettivo 02 Gabinetto del Sindaco, URP, comunicazioni esterne e marketing comunale Obiettivo 03 Gabinetto del Sindaco, URP, comunicazioni esterne e marketing comunale Obiettivo 04 Servizi Sociali, Politiche Giovanili, Servizi Educativi Obiettivo 05 Servizio Ambiente e Protezione Civile Obiettivo 06 Servizio Ambiente e Protezione Civile

17 RISORSE FINANZIARIE COLLEGATE CAPITOLI DI SPESA azione cdr nome cdr ueb cap art descr cdc Totale 2 1 ORGANI ISTITUZIONALI Consiglio dei bambini 5.000,00 1 Totale 5.000,00 3 SEGRETERIA DEL SINDACO Beni di consumo e rappresentanza 5.000, Spese diverse 3.000, Festa S Gaudenzio 5.000, Spese per viaggi e alloggi 7.000, Spese diverse 6.200,00 3 Totale ,00 70 PROGETTO INFORMAZIONE E COMUNICAZIONE Servizi vari (fotoservizi) , Progetto rilascio certificati idoneità abitativa , Spese funzionamento ,00 70 Totale ,00 81 NOVARESITA' Budget non definito 3.000,00 81 Totale 3.000,00 2 Totale ,00 CAPITOLI DI ENTRATA azione cdr nome cdr ueb cap art descr cdc Totale PROGETTO INFORMAZIONE E 2 70 COMUNICAZIONE Progetto rilascio certificati idoneità abitativa ,00 70 Totale ,00 2 Totale ,00

18 Azione strategica Sviluppare la rete degli sportelli. Costituire nuovi sportelli dedicati. Potenziare la funzionalità degli Sportelli Unici per avvicinare l amministrazione alle imprese e ai cittadini. Curare il rapporto con il cittadino, potenziare la capacità di ascolto e di risposta alle esigenze della cittadinanza Obiettivi Anno 2012 Anno Sportello Unico Attività Produttive (SUAP) redazione ed approvazione del regolamento di funzionamento/carta dei Servizi, riorganizzazione logistica dell accoglienza, razionalizzazione dei processi interni e semplificazione dei procedimenti per ridurre i tempi di risposta, sviluppo, implementazione, razionalizzazione della funzionalità e dei compiti, efficientamento dell attività 02 Sportello Unico dell Edilizia (SUE) sviluppo, implementazione, razionalizzazione della funzionalità e dei compiti, efficientamento dell attività 03 Ufficio Relazione con il Pubblico (URP) mantenimento dello standard consolidato di offerta (nelle dimensioni della accessibilità, tempestività, trasparenza, efficacia), effettuazione di indagine di Customer Satisfaction OBIETTIVO AZIENDALE (GENERALE) 04 Sportello Casa progetto di riposizionamento del servizio rispetto all attuale sportello, incremento dell offerta di servizi (ad esempio, assistenza su locazione concordata), istituzione di una sezione specifica E bello vivere a Novara specializzata sulle problematiche che riguardano i giovani OBIETTIVO STRATEGICO (NO++) 05 sportello Informagiovani progetto di riposizionamento del servizio, formazione specifica del personale 06 sportelli demografici mantenimento dello standard consolidato di offerta (nelle dimensioni della accessibilità, tempestività, trasparenza, efficacia), individuazione di differenti soluzioni organizzative e di erogazione dei servizi al cittadino, effettuazione di indagine di Customer Satisfaction OBIETTIVO AZIENDALE (GENERALE) 07 sportello unico del contribuente mantenimento dello standard consolidato di offerta (nelle dimensioni della accessibilità, tempestività, trasparenza, efficacia), effettuazione di indagine di Customer Satisfaction OBIETTIVO AZIENDALE (GENERALE) 08 sportello Comando di Polizia Municipale mantenimento dello standard consolidato di offerta (nelle dimensioni della accessibilità, tempestività, trasparenza, efficacia), effettuazione di indagine di Customer Satisfaction OBIETTIVO AZIENDALE (GENERALE) 09 cura del rapporto con il cittadino, potenziamento della capacità di ascolto e di risposta alle esigenze e alle richieste della cittadinanza OBIETTIVO AZIENDALE

19 (GENERALE) 10 acquisto arredi e attrezzature per uffici vedasi scheda investimenti allegata mantenimento/di consolidamento innovazione/di sviluppo Tipologia di obiettivo prodotto processo Peso Responsabile Obiettivo 01 Santacroce Obiettivo 02 Santacroce Obiettivo 03 Brusati Obiettivo 04 Bisoglio Obiettivo 05 Uglietti Obiettivo 06 Tritto Obiettivo 07 Lendaro Obiettivo 08 Cortese Obiettivo 09 Tutti i dirigenti Obiettivo 10 Daglia Indicatore Target Obiettivo 01 predisposizione proposta progettuale di riorganizzazione logistica entro il 30/11 sottoscrizione Protocollo d Intesa interno tra i servizi interessati dai procedimenti di competenza SUAP entro 31/10 analisi e proposta di revisione dei work flow dei procedimenti di competenza del SUAP entro 31/10 customer satisfaction: definizione di modello di rilevazione e raccolta dati per l avvio di indagini ed individuazione entro 31/12 di settori target Obiettivo 02 analisi e proposta di revisione dei workflow dei procedimenti di competenza del SUE entro 31/10 customer satisfaction: definizione di modello di rilevazione e raccolta dati per l avvio di indagini ed individuazione entro 31/12 di settori target Obiettivo 03 customer satisfaction: definizione di modello di rilevazione e raccolta dati per l avvio di indagini ed individuazione entro il 30/11 di settori target Obiettivo 04 predisposizione proposta progettuale di riorganizzazione e riposizionamento entro il 30/9 rilevazione e analisi dei tempi di attesa degli utenti allo sportello per la eventuale definizione di soluzioni di entro il 31/12 miglioramento dimensione dell efficacia: n. servizi aggiuntivi di cui e prevista la erogazione almeno 1 Obiettivo 05 predisposizione proposta progettuale di riorganizzazione e riposizionamento entro il 30/9 n. iniziative di livello sovralocale organizzate nell anno almeno 1 customer satisfaction: definizione di modello di rilevazione e raccolta dati per l avvio di indagini ed individuazione entro il 30/11

20 di settori target Obiettivo 06 dimensione della accessibilità: c.d. progetto taglia code rilevazione ed analisi dei tempi di attesa degli utenti entro il 30/9 allo sportello individuazione di soluzioni organizzative e di modalità di erogazione dei servizi per riduzione tempi di attesa dimensione della accessibilità: c.d. progetto taglia code sperimentazione delle nuove soluzioni progettate e a partire dal mese di verifica risultati ottobre dimensione della trasparenza: pubblicazione e periodico aggiornamento dei dati relativi all operatività degli a partire dal mese di sportelli settembre Obiettivo 07 rilevazione e analisi dei tempi di attesa degli utenti allo sportello per la definizione di soluzioni di miglioramento entro 31/12 customer satisfaction: definizione di modello di rilevazione e raccolta dati per l avvio di indagini ed individuazione entro il 30/11 di settori target riduzione utenza allo sportello del servizio IMU SERVICE (consulenza per calcolo importo) almeno 10% Obiettivo 08 rilevazione e analisi dei tempi di attesa degli utenti allo sportello per la eventuale definizione di soluzioni di entro il 31/12 miglioramento customer satisfaction: definizione di modello di rilevazione e raccolta dati per l avvio di indagini ed individuazione entro il 31/12 di settori target Obiettivo 09 mantenimento del livello esistente di accessibilità dei servizi (giorni di apertura al pubblico, orari di apertura al anno 2012 non inferiore a pubblico, completezza ed aggiornamento costante delle informazioni presenti sul sito Internet etc) anno 2011 raccolta di informazioni e report in merito alle principali criticità rilevate nel rapporto con l utenza entro il 30/11 definizione di proposte di miglioramento del servizio e di soluzione delle criticità rilevate entro il 31/12 Obiettivo 10 rispetto dei tempi previsti nella programmazione scostamento non superiore al 20% STRUTTURE/RISORSE UMANE COINVOLTE Obiettivo 01 Servizio Governo del Territorio Obiettivo 02 Servizio Governo del Territorio Obiettivo 03 Servizi di Direzione URP, comunicazioni esterne e marketing comunale Obiettivo 04 Servizi Sociali, Politiche Giovanili, Servizi Educativi Obiettivo 05 Servizi Sociali, Politiche Giovanili, Servizi Educativi Obiettivo 06 Servizi Demografici Obiettivo 07 Servizio Entrate Obiettivo 08 Polizia Municipale Obiettivo 09 Tutti i servizi Obiettivo 10 Servizio Bilancio

21 RISORSE FINANZIARIE COLLEGATE CAPITOLI DI SPESA azione cdr nome cdr ueb cap art descr cdc Totale 3 21 SERVIZIO DEMOGRAFICO Stampati , Manutenzione AP sistem , Stampanti simi 8.000, Vista plus 9.000, WINcity 2.500, bolli = entrata ,00 21 Totale , TRASPORTI FUNEBRI (vuoto) 5.000, Totale 5.000,00 3 Totale ,00 CAPITOLI DI ENTRATA azione cdr nome cdr ueb cap art descr cdc Totale SERVIZIO 3 21 DEMOGRAFICO DIRITTI PER SERVIZI FUNEBRI E CIMITERIA LI , bolli = entrata , Indennità commissioni elettorali 9.000,00 21 Totale ,00 PROVENTO DEL SERVIZIO DEI TRASPORTI FUNEBRI TRASPORTI FUNEBRI SERVIZIO RILEVANTE I.V.A , Totale 5.000,00 3 Totale ,00

COMUNE DI NOVARA Mappa strategica 2012-2014 PROGRAMMI LA CITTA SICURA E SERENA LA CITTA SI PRENDE CURA DELLA CITTA LA SCUOLA CASA APERTA PER TUTTI

COMUNE DI NOVARA Mappa strategica 2012-2014 PROGRAMMI LA CITTA SICURA E SERENA LA CITTA SI PRENDE CURA DELLA CITTA LA SCUOLA CASA APERTA PER TUTTI COMUNE DI NOVARA Mappa strategica 2012-2014 PROGRAMMI L AMMINISTRAZION E SEMPLICE E PARTECIPATA LA CITTA CHE SI MUOVE LA CITTA SICURA E SERENA LA CITTA PER IL TEMPO LIBERO LA CITTA CHE GUARDA AL FUTURO:

Dettagli

L AMMINISTRAZIONE SEMPLICE E PARTECIPATA

L AMMINISTRAZIONE SEMPLICE E PARTECIPATA L AMMINISTRAZIONE SEMPLICE E PARTECIPATA IL PROGRAMMA IN SINTESI Realizzare un modello organizzativo gestionale che: semplifichi i processi produttivi, individui le responsabilità sui risultati, premi

Dettagli

PUBBLICAZIONI SU SITO WEB ISTITUZIONALE ED ACCESSO DEI CITTADINI dati già presenti nel 2010 e anni precedenti -

PUBBLICAZIONI SU SITO WEB ISTITUZIONALE ED ACCESSO DEI CITTADINI dati già presenti nel 2010 e anni precedenti - PUBBLICAZIONI SU SITO WEB ISTITUZIONALE ED ACCESSO DEI CITTADINI dati già presenti nel 2010 e anni precedenti - IL COMUNE ATTIVITA PREVISTE NEL TRIENNIO 2011-2013 SETTORI, SERVIZI DI COMPETENZA Il Sindaco

Dettagli

BUONE PRASSI COMUNE DELLA SPEZIA. Ambito: Informatizzazione, reingegnerizzazione di processi e interoperabilità banche dati

BUONE PRASSI COMUNE DELLA SPEZIA. Ambito: Informatizzazione, reingegnerizzazione di processi e interoperabilità banche dati BUONE PRASSI COMUNE DELLA SPEZIA Ambito: Informatizzazione, reingegnerizzazione di processi e interoperabilità banche dati Azione Informatizzazione procedure ente e dematerializzazione progetti Nuovo Protocollo

Dettagli

Programma triennale per la trasparenza e l integrità (P.T.T.I.)

Programma triennale per la trasparenza e l integrità (P.T.T.I.) COMUNE DI PONTBOSET Programma triennale per la trasparenza e l integrità (P.T.T.I.) 2014 2016 Predisposto dal responsabile per la trasparenza Adottato in data 20 febbraio 2014 con deliberazione n. 4 della

Dettagli

*** ALLEGATO "C" Funzionigramma

*** ALLEGATO C Funzionigramma COMUNE DI CAMMARATA PROVINCIA DI AGRIGENTO *** ALLEGATO "C" Funzionigramma FUNZIONIGRAMMA Struttura organizzativa del Comune : Segretario comunale Aree Servizi Unità operative o uffici Uffici speciali

Dettagli

RENDICONTO DELLA GESTIONE esercizio 2013

RENDICONTO DELLA GESTIONE esercizio 2013 RENDICONTO DELLA GESTIONE esercizio 2013 RELAZIONE ILLUSTRATIVA AL RENDICONTO DELLA GESTIONE ESERCIZIO 2013 (Art. 151 comma 6 D.to Lgs. 267/2000) Premessa: L art.151 c.6 del D.to Lgs. 267/2000 prevede

Dettagli

LA STRUTTURA ORGANIZZATIVA DELL ENTE

LA STRUTTURA ORGANIZZATIVA DELL ENTE LA STRUTTURA ORGANIZZATIVA DELL ENTE A far data 01/03/2015 la struttura organizzativa dell Ente viene articolata in 5 macroaree suddivise in 9 Servizi, ai quali sono preposti i Responsabili individuati

Dettagli

CENTRO DI RESPONSABILITA

CENTRO DI RESPONSABILITA CENTRO DI RESPONSABILITA 06 - SERVIZI AL TERRITORIO RESPONSABILE: DOTT. POLENGHI STEFANO ELENCO DEI PROGETTI 1. GESTIRE IL PROTOCOLLO E L ARCHIVIO 2. GESTIONE GIURIDICA ED ECONOMICA DELLE RISORSE UMANE

Dettagli

CITTÀ DI BATTIPAGLIA - STRUTTURA ORGANIZZATIVA SEGRETERIA GENERALE GIUNTA COMUNALE SINDACO CONSIGLIO COMUNALE SEGRETARIO GENERALE SPORTELLO CONTRATTI PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO Gare Controllo strategico

Dettagli

ALLEGATO B) COMUNE DI NUORO COMPETENZE DEI SETTORI

ALLEGATO B) COMUNE DI NUORO COMPETENZE DEI SETTORI ALLEGATO B) COMUNE DI NUORO COMPETENZE DEI SETTORI Allegato alla Deliberazione della Giunta Comunale n 265 del 23.12.2003 Uffici di staff al sindaco Gabinetto del Sindaco Programmazione, innovazione e

Dettagli

APPROVATO CON DELIBERA DI C.C. N.76 DEL 28/12/01 COMUNE DI RIETI REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE ENTRATE

APPROVATO CON DELIBERA DI C.C. N.76 DEL 28/12/01 COMUNE DI RIETI REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE ENTRATE APPROVATO CON DELIBERA DI C.C. N.76 DEL 28/12/01 COMUNE DI RIETI REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE ENTRATE INDICE Art. 1 - Oggetto e finalità del regolamento Art. 2 - Definizione delle entrate Art. 3

Dettagli

Approvato con deliberazione della Giunta Comunale n. 102 del 16.07.2013 e modificato con deliberazione di Giunta Comunale n. 107 del 02/08/2013.

Approvato con deliberazione della Giunta Comunale n. 102 del 16.07.2013 e modificato con deliberazione di Giunta Comunale n. 107 del 02/08/2013. COMUNE DI VERNANTE CUMÜNA DAL VERNANT APPARTENENTE ALLA MINORANZA LINGUISTICA STORICA OCCITANA PROVINCIA DI CUNEO VIA UMBERTO I N 87 CAP. 12019 Tel. 0171/920104 -Fax 0171/920698 P.IVA C.F. 00457660041

Dettagli

DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE

DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE CITTA DI VITTORIA PROVINCIA DI RAGUSA DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE Data 24.03.2011 Atto n 807 OGGETTO: Approvazione Organizzazione Interna della Direzione Generale. IL DIRETTORE GENERALE Premesso

Dettagli

AREA SERVIZI FINANZIARI E TRIBUTARI E DEL PERSONALE

AREA SERVIZI FINANZIARI E TRIBUTARI E DEL PERSONALE AREA SERVIZI FINANZIARI E TRIBUTARI E DEL PERSONALE servizi per la gestione delle risorse economico-finanziarie servizi di provveditorato ed economato servizi tributari servizio del personale servizi istituzionali

Dettagli

STRUTTURA APICALE SERVIZIO FUNZIONI ASSEGNATE

STRUTTURA APICALE SERVIZIO FUNZIONI ASSEGNATE STRUTTURA APICALE SERVIZIO FUNZIONI ASSEGNATE SEGRETERIA GENERALE SEGRETERIA Segreteria Generale Controlli integrati (Ufficio di Staff) Iter deliberazioni del Consiglio e della Giunta Iter decisioni di

Dettagli

COMUNE DI PEDARA P.E.G. ANNO 2013

COMUNE DI PEDARA P.E.G. ANNO 2013 Data : 25-11-2013 Pagina 1 COMUNE DI PEDARA P.E.G. ANNO 2013 ENTRATE RESPONSABILE 1 RESPONSABILE SERVIZI GENERALI- Data : 25-11-2013 Pagina 2 Centro di Ricavo 0 Capitolo Cod. Bilancio Descrizione Previsione

Dettagli

COMUNE DI URBINO SETTORE AFFARI INTERNI, CULTURA E TURISMO SERVIZIO FINANZIARIO UFFICIO TRIBUTI REGOLAMENTO GENERALE

COMUNE DI URBINO SETTORE AFFARI INTERNI, CULTURA E TURISMO SERVIZIO FINANZIARIO UFFICIO TRIBUTI REGOLAMENTO GENERALE COMUNE DI URBINO SETTORE AFFARI INTERNI, CULTURA E TURISMO SERVIZIO FINANZIARIO UFFICIO TRIBUTI REGOLAMENTO GENERALE PER LA GESTIONE DELLE ENTRATE COMUNALI APPROVATO con delibera di C.C. n. 19 del 28 Febbraio

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 2014 2016

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 2014 2016 Liceo Classico Statale M. Minghetti Via Nazario Sauro, 18 40121 Bologna Tel. 051.2757511 Fax 051.230145 www.liceominghetti.gov.it mail: bopc030001@istruzione.it PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E

Dettagli

Seminari di approfondimento tematico. Febbraio marzo 2014 Palermo, Enna, Messina, Catania.

Seminari di approfondimento tematico. Febbraio marzo 2014 Palermo, Enna, Messina, Catania. Convenzione tra Regione Siciliana (Dipartimento Istruzione e Formazione Professionale) e FormezPA POR FSE 2007-2013 - Regione Siciliana - Asse VII - Capacità Istituzionale Progetto: AZIONI DI SISTEMA PER

Dettagli

LE RISORSE FINANZIARIE E LA DOTAZIONE PATRIMONIALE. Il Rendiconto della Gestione 2007 Gli Indicatori Il patrimonio del Comune

LE RISORSE FINANZIARIE E LA DOTAZIONE PATRIMONIALE. Il Rendiconto della Gestione 2007 Gli Indicatori Il patrimonio del Comune LE RISORSE FINANZIARIE E LA DOTAZIONE Il Rendiconto della Gestione 2007 Gli Indicatori Il patrimonio del Comune LE RISORSE FINANZIARIE E DOTAZIONE L elevata varietà e complessità di servizi e funzioni

Dettagli

COMUNE DI PULA. IL PIANO DELLA PERFORMANCE triennio 2012-2014

COMUNE DI PULA. IL PIANO DELLA PERFORMANCE triennio 2012-2014 COMUNE DI PULA PROVINCIA DI CAGLIARI Corso Vittorio Emanuele, 28 C.A.P. 09010 Fax. 0709245165 IL PIANO DELLA PERFORMANCE triennio 2012-2014 Tracce d Anima Antica Pagina 1 di 84 Indice Il processo di costruzione

Dettagli

BILANCIO PLURIENNALE 2014-2016

BILANCIO PLURIENNALE 2014-2016 BILANCIO PLURIENNALE 2014 - Pagina 1 di 201 PREVISIONI DEL BILANCIO PLURIENNALE 2014 - AVANZO DI AMMINISTRAZIONE di cui: Avanzo vincolato Avanzo finanziamento investimenti Avanzo fondo ammortamento Avanzo

Dettagli

INCASSI PER CODICI GESTIONALI SIOPE Pagina 1

INCASSI PER CODICI GESTIONALI SIOPE Pagina 1 INCASSI PER CODICI GESTIONALI SIOPE Pagina 1 Ente Codice 000721458 Ente Descrizione COMUNE DI CORROPOLI Categoria Province - Comuni - Citta' metropolitane - Unioni di Comuni Sotto Categoria COMUNI Periodo

Dettagli

PIANO TRIENNALE 2010-2012 DI RAZIONALIZZAZIONE E CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO

PIANO TRIENNALE 2010-2012 DI RAZIONALIZZAZIONE E CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO PIANO TRIENNALE 2010-2012 DI RAZIONALIZZAZIONE E CONTENIMENTO DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO Premessa La Legge n. 244 del 24.12.2007 (legge finanziaria 2008) all articolo 2, commi 594 e seguenti, prevede

Dettagli

Piano delle Performance del Comune di Vigonza (PD)

Piano delle Performance del Comune di Vigonza (PD) COMUNE DI VIGONZA PROVINCIA DI PADOVA www.comune.vigonza.pd.it Piano delle Performance del Comune di Vigonza (PD) 2012-2014 Il Piano, sulla base dei principi del Ciclo delle Performance comunale si articola

Dettagli

Allegato 3) alla deliberazione di Giunta Comunale n. 108 del 1.8.2013,,, COMUNE DI BOMPORTO

Allegato 3) alla deliberazione di Giunta Comunale n. 108 del 1.8.2013,,, COMUNE DI BOMPORTO Allegato 3) alla deliberazione di Giunta Comunale n. 108 del 1.8.2013,,, COMUNE DI BOMPORTO PIANO TRIENNALE DI PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE 2013-2015 PIANO TRIENNALE DI PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE 2013-2015

Dettagli

CITTÀ DI BORGARO TORINESE PROVINCIA di TORINO C.A.P. 10071

CITTÀ DI BORGARO TORINESE PROVINCIA di TORINO C.A.P. 10071 CITTÀ DI BORGARO TORINESE PROVINCIA di TORINO C.A.P. 10071 www.comune.borgaro-torinese.to.it REGOLAMENTO GENERALE PER LA DISCIPLINA DELLE ENTRATE COMUNALI INDICE Articolo D E S C R I Z I O N E 1 2 3 4

Dettagli

ATTIVITA DI MIGLIORAMENTO e SVILUPPO

ATTIVITA DI MIGLIORAMENTO e SVILUPPO III SETTORE PROGRAMMAZIONE E BILANCIO anno 2014 DIRETTORE : D.ssa Roberta Filippi SERVIZI AFFERENTI AL SETTORE: RAGIONERIA: Responsabile Ermanna Calori SERVIZIO CONTROLLO DI GESTIONE: ad interim Daniela

Dettagli

PIANO DI PERFORMANCE Premessa

PIANO DI PERFORMANCE Premessa PIANO DI PERFORMANCE Premessa In base a quanto disposto dall art. 3 del Decreto Legislativo 27 ottobre 2009, n. 150, le pubbliche amministrazioni devono adottare metodi e strumenti idonei a misurare, valutare

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ ANNI 2013-2014-2015

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ ANNI 2013-2014-2015 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA ANNI 2013-2014-2015 COMUNE DI BELPASSO PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ ANNI 2013-2014-2015 COMUNE DI BELPASSO PROGRAMMA TRIENNALE

Dettagli

Comune di Treviglio ESITO RISULTATI OBIETTIVI DI MIGLIORAMENTO ANNO 2012 27/02/2013

Comune di Treviglio ESITO RISULTATI OBIETTIVI DI MIGLIORAMENTO ANNO 2012 27/02/2013 Dirigente Fase /NO Ufficio responsabile realizzazione indicatori/risultati attesi NOTE Acquisto e posizionamento in area baricentrica presso una decina di parchi urbani di contenitori dedicati per la raccolta

Dettagli

Allegato1 FUNZIONIGRAMMA DELL ENTE

Allegato1 FUNZIONIGRAMMA DELL ENTE Allegato1 FUNZIONIGRAMMA DELL ENTE 1.1 - SEGRETARIO GENERALE SEGRETARIO GENERALE - Partecipazione con funzioni consultive, referenti e di assistenza alle riunioni di Consiglio e Giunta - Segreteria Giunta

Dettagli

AREA CONTROLLO DI GESTIONE E TRIBUTI

AREA CONTROLLO DI GESTIONE E TRIBUTI AREA CONTROLLO DI GESTIONE E TRIBUTI U.O. Controllo di Gestione PROCEDIMENTO O SUB PROCEDIMENTO PRESIDIO CICLO DI PROGRAMMAZIONE: Esplicitazione delle finalità di programma e/o di progetto da conseguire

Dettagli

Attività ordinaria del Servizio SERVIZIO GESTIONE E SVILUPPO RISORSE. Funzionario Responsabile: Rag. Lucia Gramigni

Attività ordinaria del Servizio SERVIZIO GESTIONE E SVILUPPO RISORSE. Funzionario Responsabile: Rag. Lucia Gramigni COMUNE DI VICCHIO Piano Esecutivo di Gestione Anno 2011 Attività ordinaria del Servizio SERVIZIO GESTIONE E SVILUPPO RISORSE Funzionario Responsabile: Rag. Lucia Gramigni COORDINAMENTO, PROGRAMMAZIONE

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA COMUNICAZIONE PUBBLICA

REGOLAMENTO DELLA COMUNICAZIONE PUBBLICA REGOLAMENTO DELLA COMUNICAZIONE PUBBLICA Approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 64/2009, modificato con delibera C.C.n.61/2010 e con delibera C.C.n.109/2010 Art.1 Principi e strumenti. Il Comune

Dettagli

GESTIONE DEI SERVIZI COMUNALI Comune di Gioiosa Ionica Provincia di Reggio Calabria CAPITOLATO TECNICO

GESTIONE DEI SERVIZI COMUNALI Comune di Gioiosa Ionica Provincia di Reggio Calabria CAPITOLATO TECNICO GESTIONE DEI SERVIZI COMUNALI Comune di Gioiosa Ionica Provincia di Reggio Calabria CAPITOLATO TECNICO Oggetto della fornitura: FORNITURA DI SOFTWARE, FORMAZIONE ED ASSISTENZA PER LA GESTIONE DEI SERVIZI

Dettagli

COMUNE DI SAINT DENIS

COMUNE DI SAINT DENIS COMUNE DI SAINT DENIS PIANO DI INFORMATIZZAZIONE delle procedure per la presentazione e compilazione online da parte di cittadini e imprese delle istanze, dichiarazioni e segnalazioni al Comune 2015 /

Dettagli

LA RISCOSSIONE COATTIVA NEL DOPO EQUITALIA: BUONE PRATICHE E POSSIBILI

LA RISCOSSIONE COATTIVA NEL DOPO EQUITALIA: BUONE PRATICHE E POSSIBILI LA RISCOSSIONE COATTIVA NEL DOPO EQUITALIA: BUONE PRATICHE E POSSIBILI SCENARI OPERATIVI Dott. M. Lendaro Dirigente Servizio Entrate Comune di Novara Mercoledì 20 febbraio 2013 Palazzo delle Stelline -

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITA

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITA PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITA ANNI 2015 2016 2017 1 Il Programma Triennale della Trasparenza e Integrità è strutturato in sezioni relative a: 1) Premessa; 2) Supporto normativo; 3)

Dettagli

Piano Triennale della Trasparenza e Integrità 2015-2016-2017. Aggiornamento.

Piano Triennale della Trasparenza e Integrità 2015-2016-2017. Aggiornamento. COMUNE DI MONTEPRANDONE Provincia di Ascoli Piceno Piano Triennale della Trasparenza e Integrità 2015-2016-2017. Aggiornamento. 1) QUADRO NORMATIVO DI RIFERIMENTO La principale fonte normativa per la stesura

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE 2015/2017

BILANCIO DI PREVISIONE 2015/2017 COMUNE DI ROSIGNANO MARITTIMO (Provincia di Livorno) www.comune.rosignano.livorno.it BILANCIO DI PREVISIONE 2015/2017 ALLEGATO N. 15: Piano triennale 2015/2017 per la razionalizzazione dell utilizzo delle

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO DI CAMPOBASSO: UN ENTE DIGITALE

CAMERA DI COMMERCIO DI CAMPOBASSO: UN ENTE DIGITALE CAMERA DI COMMERCIO DI CAMPOBASSO: UN ENTE DIGITALE La Camera di Commercio La Camera di Commercio è un ente autonomo di diritto pubblico che svolge, nell ambito della circoscrizione territoriale di competenza,

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITA

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITA Città di Minerbio Provincia di Bologna PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITA 2013-2015 (in attuazione al D.Lgs. 33/2013) Approvato con deliberazione della Giunta Comunale n. 66 del 24/07/2013

Dettagli

Consuntivo 2010. Documenti allegati

Consuntivo 2010. Documenti allegati Consuntivo 2010 Consuntivo 2010 Documenti allegati Relazione dei revisori dei conti Elenco dei residui attivi e passivi distinti per anno di provenienza Conto del Bilancio Conto economico Conto Patrimoniale

Dettagli

LA NUOVA ATTIVITA DI ACCERTAMENTO ICI, TARSU E COLLABORAZIONE CON L AGENZIA DELLE ENTRATE. di Cesare Cava

LA NUOVA ATTIVITA DI ACCERTAMENTO ICI, TARSU E COLLABORAZIONE CON L AGENZIA DELLE ENTRATE. di Cesare Cava LA NUOVA ATTIVITA DI ACCERTAMENTO ICI, TARSU E COLLABORAZIONE CON L AGENZIA DELLE ENTRATE di Cesare Cava L attività di accertamento dei tributi locali e la collaborazione con l Agenzia delle Entrate per

Dettagli

COMUNE DI FOSSO PROVINCIA DI VENEZIA PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA ANNI 2013 2014-2015. Premessa pag. 2

COMUNE DI FOSSO PROVINCIA DI VENEZIA PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA ANNI 2013 2014-2015. Premessa pag. 2 COMUNE DI FOSSO PROVINCIA DI VENEZIA PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA ANNI 2013 2014-2015 Indice: Premessa pag. 2 1. I dati da pubblicare sul sito istituzionale del comune pag. 3 2.

Dettagli

COMUNE DI ROVIGO Settore Attività Economico Finanziarie Sezione Ragioneria. (All. I)

COMUNE DI ROVIGO Settore Attività Economico Finanziarie Sezione Ragioneria. (All. I) COMUNE DI ROVIGO Settore Attività Economico Finanziarie Sezione Ragioneria (All. I) INCASSI PER CODICI GESTIONALI SIOPE Pagina 1 Ente Codice 000033453 Ente Descrizione COMUNE DI ROVIGO Categoria Province

Dettagli

LE RISORSE FINANZIARIE E PATRIMONIALI. Il rendiconto della gestione Gli indicatori Il patrimonio del Comune

LE RISORSE FINANZIARIE E PATRIMONIALI. Il rendiconto della gestione Gli indicatori Il patrimonio del Comune LE RISORSE FINANZIARIE E PATRIMONIALI Il rendiconto della gestione Gli indicatori Il patrimonio del Comune LE RISORSE FINANZIARIE E PATRIMONIALI L elevata varietà e complessità di servizi e funzioni come

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA ANNI 2014-2015-2016 1 - INTRODUZIONE: ORGANIZZAZIONI E FUNZIONI DELL AMMINISTRAZIONE

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA ANNI 2014-2015-2016 1 - INTRODUZIONE: ORGANIZZAZIONI E FUNZIONI DELL AMMINISTRAZIONE PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA ANNI 2014-2015-2016 1 - INTRODUZIONE: ORGANIZZAZIONI E FUNZIONI DELL AMMINISTRAZIONE Per quanto attiene le notizie fondamentali relative all organizzazione

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 2013 2015

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 2013 2015 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 2013 2015 (ai sensi dell art. 11 del decreto Legislativo 27 ottobre 2009, n. 150/2009) Premessa Il Liceo M. Gioia di Piacenza realizza le proprie finalità

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITA 2015-2017

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITA 2015-2017 (allegato Delibera Giunta n. 4 del 02.02.2015) PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITA 2015-2017 (in attuazione del D. Leg.vo 33/2013) PREMESSA Con la redazione del Programma Triennale per la

Dettagli

PIANO TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 2014 2016

PIANO TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 2014 2016 COMUNE DI FERRERA DI VARESE PROVINCIA DI VARESE PIANO TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 2014 2016 Approvato con deliberazione di G.C. n. del INDICE 1. PREMESSA NORMATIVA 2. CONTENUTO DEL PROGRAMMA

Dettagli

COMUNE DI TICINETO RELAZIONE SULLE PERFORMANCE

COMUNE DI TICINETO RELAZIONE SULLE PERFORMANCE COMUNE DI TICINETO RELAZIONE SULLE PERFORMANCE Anno 2013 La presente relazione, redatta dal Segretario comunale in qualità di Responsabile del servizio personale, evidenzia a consuntivo, con riferimento

Dettagli

Comune di Nogarole Vicentino

Comune di Nogarole Vicentino Comune di Nogarole Vicentino (Provincia di Vicenza) SETTORE 1 Amministrativo Economico-finanziario Programma triennale per la trasparenza e l integrità 2014-2016 Introduzione: organizzazione e funzioni

Dettagli

Ministero della Salute

Ministero della Salute 6. IL PROCESSO SEGUITO E LE AZIONI DI MIGLIORAMENTO DEL CICLO DI GESTIONE DELLA PERFORMANCE 6.1 Fasi, soggetti e tempi del processo di redazione del Piano Analogamente a quanto avvenuto per il 2012, il

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITÀ ANNI 2012-13-14

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITÀ ANNI 2012-13-14 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITÀ ANNI 2012-13-14 Le modifiche normative intervenute, nell ambito dell ampio programma di riforma della Pubblica Amministrazione, impongono agli Enti Locali

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ ANNI 2013-2014-2015

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ ANNI 2013-2014-2015 ALLEGATO A) PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ ANNI 2013-2014-2015 1 - INTRODUZIONE: ORGANIZZAZIONI E FUNZIONI DELL AMMINISTRAZIONE La struttura organizzativa dell Ente prevede la presenza

Dettagli

SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE

SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE Comune di Inverigo Provincia di Como SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE INDICE INTRODUZIONE TITOLO I FINALITA E PRINCIPI Art. 1 - Finalità e oggetto Art. 2 - Principi di riferimento

Dettagli

COMUNE DI ANTEGNATE PROVINCIA DI BERGAMO

COMUNE DI ANTEGNATE PROVINCIA DI BERGAMO COMUNE DI ANTEGNATE PROVINCIA DI BERGAMO REGOLAMENTO PER LA MISURAZIONE E LA VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE E PER L APPLICAZIONE DEL SISTEMA PREMIALE Approvato dalla Giunta Comunale con deliberazione n.

Dettagli

COMUNE DI FOZA PROVINCIA DI VICENZA. Programma triennale per la trasparenza e l integrità (P.T.T.I.)

COMUNE DI FOZA PROVINCIA DI VICENZA. Programma triennale per la trasparenza e l integrità (P.T.T.I.) COMUNE DI FOZA PROVINCIA DI VICENZA Programma triennale per la trasparenza e l integrità (P.T.T.I.) 2014 2016 Predisposto dal responsabile per la trasparenza adottato con deliberazione n. 3 in data 26.01.2015

Dettagli

COMUNE DI BUDRIO PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITA (in attuazione del D. Leg.vo 33/2013)

COMUNE DI BUDRIO PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITA (in attuazione del D. Leg.vo 33/2013) All.B) COMUNE DI BUDRIO PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITA (in attuazione del D. Leg.vo 33/2013) PREMESSA Con la redazione dell aggiornamento del Programma Triennale per la trasparenza

Dettagli

COMUNE DI REGGIOLO. Provincia di REGGIO EMILIA

COMUNE DI REGGIOLO. Provincia di REGGIO EMILIA COMUNE DI REGGIOLO Provincia di REGGIO EMILIA PARERE DELL ORGANO DI REVISIONE SULLO SCHEMA DI RENDICONTO PER L ESERCIZIO FINANZIARIO 2010 E DOCUMENTI ALLEGATI IL REVISORE Dott. Valerio Fantini Comune di

Dettagli

COMUNE DI SCHIO PIANO ESECUTIVO DELLA GESTIONE (P.E.G.) (Previsioni Assestate) - Esercizio Finanziario 2013 PARTE I - ENTRATA direzione: D0 SETTORE 02

COMUNE DI SCHIO PIANO ESECUTIVO DELLA GESTIONE (P.E.G.) (Previsioni Assestate) - Esercizio Finanziario 2013 PARTE I - ENTRATA direzione: D0 SETTORE 02 direzione: D0 SETTORE 02 servizio: S04 SERVIZIO RISORSE UMANE E RELAZIONI SINDACALI Centro responsabile: R48 Servizio risorse umane e relaz.sindacali Pag.1 TITOLO I ENTRATE TRIBUTARIE Categoria 1 02 Tasse

Dettagli

Livorno città digitale

Livorno città digitale Comune di Livorno Livorno città digitale Livorno città digitale Uno degli adempimenti dei primi 100 giorni del mandato è stata l ideazione e la formalizzazione nel Libro Bianco dell Innovazione tecnologica,

Dettagli

STAMPA CONTO CONSUNTIVO

STAMPA CONTO CONSUNTIVO C O M U N E D I A R Z I G N A N O CONTO CONSUNTIVO Esercizio finanziario CONTO CONSUNTIVO - ENTRATE COMUNE DI ARZIGNANO Pagina 1 STAMPA CONTO CONSUNTIVO GESTIONE DELLE ENTRATE- ANNO 1000000 conservati

Dettagli

COMUNE di TORTORETO Provincia di Teramo

COMUNE di TORTORETO Provincia di Teramo UFFICIO PERSONALE OGGETTO: Attribuzione alla Dr.ssa MARINA MARCHEGIANI Responsabile del Settore N. 6 Bilancio-ragioneria-economato-tributi-farmacia-informatizzazione di compiti e funzioni di cui all articolo

Dettagli

STAMPA CONTO CONSUNTIVO

STAMPA CONTO CONSUNTIVO C O M U N E D I A R Z I G N A N O CONTO CONSUNTIVO Esercizio finanziario CONTO CONSUNTIVO - ENTRATE COMUNE DI ARZIGNANO Pagina 1 STAMPA CONTO CONSUNTIVO GESTIONE DELLE ENTRATE- ANNO 1000000 Residui conservati

Dettagli

Relazione sullo stato di. realizzazione dell attività. programmata nell anno 2010

Relazione sullo stato di. realizzazione dell attività. programmata nell anno 2010 COMUNE DI CALATAFIMI SEGESTA (TRAPANI) Relazione sullo stato di realizzazione dell attività programmata nell anno 2010 1 - LA LETTURA DEI RISULTATI DELLA GESTIONE 1.1 - Il risultato della gestione di competenza

Dettagli

CONSUNTIVO RESPONSABILE: DOTT. EMANUELE TONELLI

CONSUNTIVO RESPONSABILE: DOTT. EMANUELE TONELLI CONSUNTIVO RESPONSABILE: DOTT. EMANUELE TONELLI Centro di costo: 1. Servizi Informatici Telematici e SIT SETTORE: SISTEMI INFORMATIVI RESPONSABILE: Dott. Tonelli Emanuele Centro di Costo: Servizi Informatici

Dettagli

Piano della performance

Piano della performance CITTA DI ALTAMURA Piano della performance Valutazione della performance dell ente locale Ente : COMUNE DI ALTAMURA PRESENTAZIONE DELL ENTE INQUADRAMENTO TERRITORIALE Dove: Provincia: Zona: Regione Puglia

Dettagli

Il Comune Lo sviluppo informatico

Il Comune Lo sviluppo informatico Il Comune Lo sviluppo informatico Il SISTEMA INFORMATIVO COMUNALE Situazione di contesto Il sistema informativo del Comune di Fabriano è composto da due parti essenziali. La prima, più visibile è costituita

Dettagli

CONVENZIONE 2013-2015. Piano delle attività dell Agenzia delle Dogane e dei Monopoli

CONVENZIONE 2013-2015. Piano delle attività dell Agenzia delle Dogane e dei Monopoli CONVENZIONE 2013-2015 Piano delle attività dell Agenzia delle Dogane e dei Monopoli 1 Il Piano dell Agenzia delle Dogane e dei Monopoli per il triennio 2013 2015 PREMESSA La novità più significativa che

Dettagli

Relazione di accompagnamento allo Studio di Fattibilità Tecnica per la Continuità Operativa ed il Disaster Recovery

Relazione di accompagnamento allo Studio di Fattibilità Tecnica per la Continuità Operativa ed il Disaster Recovery COMUNE DI PALOMONTE Provincia di Salerno Relazione di accompagnamento allo Studio di Fattibilità Tecnica per la Continuità Operativa ed il Disaster Recovery ai sensi della Circolare n.58 di DigitPA del

Dettagli

1.0 Premessa. 1.1 Tipologia degli incarichi

1.0 Premessa. 1.1 Tipologia degli incarichi 1.0 Premessa Da decenni assistiamo, dopo l esito elettorale, alla scelta della Giunta Comunale del partito vincente sulla base di convenienze, amicizie, alleanze, scambi di favori e bacini elettorali:

Dettagli

Catalogo dei dati, dei metadati e delle relative banche dati in possesso dell'amministrazione comunale Ultimo aggiornamento: 19/06/2015

Catalogo dei dati, dei metadati e delle relative banche dati in possesso dell'amministrazione comunale Ultimo aggiornamento: 19/06/2015 Amministrazione trasparente Comune di Prato Catalogo dei dati, dei metadati e delle relative banche dati in possesso dell'amministrazione comunale Ultimo aggiornamento: 19/06/2015 Ambito di Elenco attività/servizi

Dettagli

COMUNE DI ROMANO CANAVESE PROVINCIA DI TORINO

COMUNE DI ROMANO CANAVESE PROVINCIA DI TORINO COMUNE DI ROMANO CANAVESE PROVINCIA DI TORINO PIANO INFORMATIZZAZIONE DEI SERVIZI A CITTADINI E IMPRESE NEL COMUNE DI ROMANO CANAVESE INDICE A) PREMESSA... 3 B) LA SITUAZIONE ATTUALE (AS-IS)... 4 C) L

Dettagli

ENTE PARCO REGIONALE DEL PARTENIO Via Borgonuovo, 25-83010 - SUMMONTE (AV)

ENTE PARCO REGIONALE DEL PARTENIO Via Borgonuovo, 25-83010 - SUMMONTE (AV) PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ TRIENNIO 2014-2015-2016 Premessa ( D.Leg.vo n. 150/2009 D. Leg.vo n. 33/2013) Le novità normative nell ambito del progetto di riforma della Pubblica

Dettagli

STAMPA CONTO CONSUNTIVO

STAMPA CONTO CONSUNTIVO C O M U N E D I A R Z I G N A N O CONTO CONSUNTIVO Esercizio finanziario CONTO CONSUNTIVO - ENTRATE COMUNE DI ARZIGNANO Pagina 1 STAMPA CONTO CONSUNTIVO GESTIONE DELLE ENTRATE- ANNO conservati Conto del

Dettagli

PIANO TRIENNALE 2014-2016 DI RAZIONALIZZAZIONE E CONTENIMENTO DELLE SPESE

PIANO TRIENNALE 2014-2016 DI RAZIONALIZZAZIONE E CONTENIMENTO DELLE SPESE COMUNE DI MACERATA FELTRIA PU PIANO TRIENNALE 2014-2016 DI RAZIONALIZZAZIONE E CONTENIMENTO DELLE SPESE ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 42 DEL 27/08/2014 Ai sensi dell art. 2 comma

Dettagli

Servizi di staff Personale Uffici Personale Competenze esemplificative di procedimento

Servizi di staff Personale Uffici Personale Competenze esemplificative di procedimento Amministrazione trasparente art. 13, comma 1, lett. b) D.Lgs. n. 33/2013 Articolazione degli uffici, competenze e risorse a disposizione di ciascun ufficio La struttura organizzativa degli Uffici dell

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ECONOMICO FINANZIARIA 2009

PROGRAMMAZIONE ECONOMICO FINANZIARIA 2009 PROGRAMMAZIONE ECONOMICO FINANZIARIA 2009 Nel complesso quadro normativo di riferimento della programmazione e previsione economico-finanziaria degli enti locali, predisporre il bilancio di previsione

Dettagli

SERVIZI DEDICATI ALLA P.A. LOCALE

SERVIZI DEDICATI ALLA P.A. LOCALE MERCATO PRIVATI - COMMERCIALE IMPRESA SERVIZI DEDICATI ALLA P.A. LOCALE APRILE 2012 MERCATO PRIVATI - COMMERCIALE IMPRESA I servizi di Poste Italiane per la gestione diretta degli incassi dei tributi locali

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA 2015-2017

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA 2015-2017 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA 2015-2017 (deliberato dal C. di A. nella seduta del 19 giugno 2015) 1 1 - Introduzione e normativa di riferimento Il Programma triennale per la trasparenza e l integrità

Dettagli

SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE

SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE COMUNE DI BOTTICINO (Provincia di Brescia) SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE Art 7 Decreto Legislativo 150/2009 Giugno 2013 INDICE INDICE... 2 PREMESSA... 3 I CARATTERISTICHE DELL

Dettagli

COMUNE DI BRESSANA BOTTARONE Provincia di Pavia

COMUNE DI BRESSANA BOTTARONE Provincia di Pavia COMUNE DI BRESSANA BOTTARONE Provincia di Pavia tel. 0383/88101 - FAX 0383/886182 e-mail: info@comune.bressanabottarone.pv.it SERVIZIO 2 ECONOMICO FINANZIARIO SEGRETERIA ANNO 2014 Sistema di programmazione

Dettagli

PER FACILITARE IL LAVORO DI AMMINISTRAZIONI ED ENTI PUBBLICI E PER CONTRIBUIRE A MIGLIORARE I SERVIZI VERSO I CITTADINI

PER FACILITARE IL LAVORO DI AMMINISTRAZIONI ED ENTI PUBBLICI E PER CONTRIBUIRE A MIGLIORARE I SERVIZI VERSO I CITTADINI Partner Tecnologico della Pubblica Amministrazione PER FACILITARE IL LAVORO DI AMMINISTRAZIONI ED ENTI PUBBLICI E PER CONTRIBUIRE A MIGLIORARE I SERVIZI VERSO I CITTADINI SEMPLIFICHIAMO IL LAVORO DI AMMINISTRAZIONI

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2014-2016

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2014-2016 COMUNE DI COLLAZZONE Provincia di Perugia PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2014-2016 Adottato con deliberazione di Giunta Comunale n.. del. Premessa: Il presente programma triennale

Dettagli

REGOLAMENTO GESTIONE ASSOCIATA SERVIZIO TRIBUTI. Art. 1 - Oggetto del servizio associato

REGOLAMENTO GESTIONE ASSOCIATA SERVIZIO TRIBUTI. Art. 1 - Oggetto del servizio associato REGOLAMENTO GESTIONE ASSOCIATA SERVIZIO TRIBUTI Art. 1 - Oggetto del servizio associato 1. La gestione associata del servizio tributi, realizzata attraverso una struttura di coordinamento operativo a supporto

Dettagli

Servizio di riscossione coattiva in gestione diretta

Servizio di riscossione coattiva in gestione diretta Servizio di riscossione coattiva in gestione diretta Comune di Firenze Linea Comune Spa Alessandro Petretto Firenze, 13 dicembre 2013 1 Normativa ed indirizzi di riferimento base D.L.13 maggio 2011 n 70

Dettagli

Istituto Comprensivo " E. Mattei"

Istituto Comprensivo  E. Mattei Istituto Comprensivo " E. Mattei" Centro Territoriale Permanente per l 'Istruzione e la Formazione in età adulta Viale Roma, 30 Tel. 0737 84339-787634 /Fax 0737 787634 E-mail: mcic80700n@istruzione.it

Dettagli

Documento Unico di Programmazione 2014-2016

Documento Unico di Programmazione 2014-2016 COMUNE DI BOLOGNA Documento Unico di Programmazione 2014-2016 I nuovi strumenti della pianificazione strategica e operativa UNA GUIDA ALLA LETTURA 31 marzo 2014 Indice 1. L evoluzione della normativa

Dettagli

COMUNE DI BRUGHERIO (PROVINCIA DI MONZA E DELLA BRIANZA) BILANCIO DI PREVISIONE PER L ESERCIZIO

COMUNE DI BRUGHERIO (PROVINCIA DI MONZA E DELLA BRIANZA) BILANCIO DI PREVISIONE PER L ESERCIZIO COMUNE DI BRUGHERIO (PROVINCIA DI MONZA E DELLA BRIANZA) BILANCIO DI PREVISIONE PER L ESERCIZIO ENTRATE COMUNE DI BRUGHERIO - ESERCIZIO 2012 BILANCIO DI PREVISIONE PARTE I - ENTRATA Valuta: EURO Pag.1

Dettagli

LINEE DI INDIRIZZO PER IL CONTROLLO DI GESTIONE

LINEE DI INDIRIZZO PER IL CONTROLLO DI GESTIONE LINEE DI INDIRIZZO PER IL CONTROLLO DI GESTIONE 1) Premessa L attività di controllo interno nel Comune di Pisa ha avuto avvio nell anno 2000. I controlli finora effettuati hanno avuto i seguenti oggetti:

Dettagli

Elenco non esaustivo delle funzioni assegnate alle strutture 1 SETTORE

Elenco non esaustivo delle funzioni assegnate alle strutture 1 SETTORE Elenco non esaustivo delle funzioni assegnate alle strutture 1 SETTORE Urbanistica Piano Strutturale Varianti. Edilizia privata- Edilizia Sociale Lavori pubblici Progettazione, Direzione Lavori Espropriazioni

Dettagli

PIANO DI INFORMATIZZAZIONE

PIANO DI INFORMATIZZAZIONE PIANO DI INFORMATIZZAZIONE delle procedure per la presentazione e compilazione on-line da parte di cittadini ed imprese delle istanze, dichiarazioni e segnalazioni al comune (art. 24 c. 3-bis Legge 11/08/2014

Dettagli

Relazione dell organo di revisione

Relazione dell organo di revisione COMUNE DI COSTA MASNAGA Provincia di LECCO Relazione dell organo di revisione - sulla proposta di deliberazione consiliare del rendiconto della gestione 2011 - sullo schema di rendiconto per l esercizio

Dettagli

ORGANIGRAMMA AQP di 1 livello

ORGANIGRAMMA AQP di 1 livello ORGANIGRAMMA AQP di 1 livello Amministratore Unico Costantino Unità Comunicazione e Relazioni Esterne Palumbo Direzione Tutela Giuridica e Compliance Martellino Direttore Generale Di Donna Unità Sicurezza

Dettagli

GABINETTO DELLA PRESIDENZA

GABINETTO DELLA PRESIDENZA FUNZIONIGRAMMA GABINETTO DELLA PRESIDENZA GABINETTO DELLA PRESIDENZA Comunicazione e URP Servizi culturali e Valorizzazione Beni del Territorio Unità Operativa Comunicazione e URP Supporto alle attività

Dettagli

SIA s.r.l. Servizi Intercomunali per l Ambiente

SIA s.r.l. Servizi Intercomunali per l Ambiente SIA s.r.l. Servizi Intercomunali per l Ambiente PTTI Piano Triennale Trasparenza Integrità 2015 2017 data: 22 gennaio 2015 Sede legale ed amministrativa: via Trento n. 21/D -10073 Cirié (TO); Impianti:

Dettagli