Programmazione del Dipartimento di INFORMATICA a.s 2012/ FINALITA DELL INSEGNAMENTO DELLA DISCIPLINA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Programmazione del Dipartimento di INFORMATICA a.s 2012/2013 1. FINALITA DELL INSEGNAMENTO DELLA DISCIPLINA"

Transcript

1 Programmazione del Dipartimento di INFORMATICA a.s 2012/ FINALITA DELL INSEGNAMENTO DELLA DISCIPLINA L informatica costituisce uno dei linguaggi fondamentali della nostra epoca. Linguaggio per sua natura ampiamente trasversale, nel senso che le applicazioni informatiche gestiscono ormai ogni aspetto dell agire umano in situazioni di coordinamento organizzativo, e anche spazi crescenti dell attività personale degli individui; ma trasversale anche nel senso che la presenza di questa disciplina non è limitata al mondo dei computer e delle reti di computer, ma si estende a una varietà sempre più ampia di dispositivi (telefonini, smartphone, ipad, tablet, elettrodomestici, automobili, semafori, lavagne elettroniche, ecc.). Insegnare l informatica significa far capire che essa è strettamente connessa alla possibilità di raccogliere, controllare, elaborare, trasmettere e ricevere informazioni, per migliorare la nostra comprensione del mondo e, più prosaicamente, per incrementare costantemente l efficienza e l efficacia nella soluzione di problemi. Si deve porre particolare cura nell approfondire l aspetto dell elaborazione dei dati, facendo capire che essa significa qualsiasi intervento e trasformazione di dati esistenti e strutturati (dati di input) per produrre altri dati strutturati e significativi (dati di output). L informatica, in quanto linguaggio, possiede i suoi testi specifici, che si chiamano programmi. Quando si conosce una lingua, si è in grado di leggere testi scritti in quella lingua, ma anche di scrivere nuovi testi, o di modificare testi esistenti. Tale considerazione permette di definire e delimitare la natura e il contenuto dell insegnamento dell informatica nel biennio e nel triennio della nostra scuola. Nel biennio l attenzione si concentra nel trasmettere all allievo la capacità di leggere testi, cioè programmi esistenti. Fuor di metafora, lo studente impara a conoscere e utilizzare al meglio programmi di larga diffusione sia a livello di elaborazione personale, sia negli ambienti di lavoro, o comunque di attività organizzata. Nel triennio, invece, si insegna allo studente a scrivere e modificare testi, cioè a scrivere programmi (anche partendo da zero), e a modificarne di esistenti. 2. METODOLOGIA Sono previsti i metodi seguenti per l insegnamento della materia: - brevi lezioni frontali di presentazione degli argomenti; - lezioni interattive con presentazione di casi e discussioni; - lezioni multimediali; - risoluzione di esercizi e correzione di esercizi assegnati per casa o in classe; - quando serve, attività individualizzate (nelle ore di compresenza); - attività di laboratorio curricolare (con compresenza). 3. OBIETTIVI TRASVERSALI Un obiettivo trasversale è un risultato positivo che si desidera gli studenti raggiungano nella disciplina di cui si sta trattando, nel nostro caso l informatica, ma che ha valore anche per la cultura e la formazione complessive della persona. Possiamo individuare realisticamente i seguenti obiettivi trasversali forniti dall insegnamento/apprendimento dell informatica: - imparare e saper utilizzare metodi per affrontare problemi; - imparare e saper utilizzare metodi per scomporre un problema complesso in vari sottoproblemi dotati di senso, e nei collegamenti funzionali tra i sottoproblemi; - imparare e saper utilizzare metodi di analisi e sintesi di problemi dall alto in basso (top-down, metodo deduttivo, inferenza, dal generale al particolare) e dal basso in alto (bottom-up, metodo induttivo, dal particolare al generale); - imparare a distinguere tra le priorità e i dettagli; - imparare a cogliere, in un problema da risolvere, sia i particolari sia il disegno complessivo; - imparare a utilizzare la propria mente in modo ordinato, limpido, efficace. 112

2 3a. Programmazione didattica per le classi del biennio secondo le linee guida per il passaggio al nuovo ordinamento e per la certificazione delle competenze relative all assolvimento dell obbligo d istruzione S e t t o r e E c o n o m i c o ( A m m i n i s t r a z i o n e, F i n a n z a e M a r k e t i n g e T u r i s m o ) D i s c i p l i n a : I N F O R M A T I C A C o n o s c e n z e Sistemi informatici. Informazioni, dati e loro codifica. Architettura e componenti di un computer. Comunicazione uomo-macchina. Struttura e funzioni di un sistema operativo. Software di utilità e software gestionali. Fasi risolutive di un problema, algoritmi e loro rappresentazione. Organizzazione logica dei dati. Fondamenti di programmazione e sviluppo di semplici programmi in un linguaggio a scelta. Struttura di una rete. Funzioni e caratteristiche della rete Internet e della posta elettronica. A b i l i t à Riconoscere le caratteristiche logico funzionali di un computer e il ruolo strumentale svolto nei vari ambiti (calcolo, elaborazione, comunicazione, ecc.). Riconoscere e utilizzare le funzioni di base di un sistema operativo. Raccogliere, organizzare e rappresentare dati/informazioni sia di tipo testuale che multimediale. Analizzare, risolvere problemi e codificarne la soluzione. Utilizzare programmi di scrittura, di grafica e il foglio elettronico. Utilizzare software gestionali per le attività del settore di studio. Utilizzare la rete Internet per ricercare fonti e dati di tipo tecnico-scientifico-economico. Utilizzare le reti per attività di comunicazione interpersonale. Normativa sulla privacy e sul diritto d autore. 113

3 S e t t o r e T e c n o l o g i c o D i s c i p l i n a : T E C N O L O G I E I N F O R M A T I C H E C o n o s c e n z e Informazioni, dati e loro codifica. Architettura e componenti di un computer. Funzioni di un sistema operativo. Software di utilità e software applicativi. Concetto di algoritmo. Fasi risolutive di un problema e loro rappresentazione. Fondamenti di programmazione. La rete Internet. Funzioni e caratteristiche della rete internet. Normativa sulla privacy e diritto d autore. A b i l i t à Riconoscere le caratteristiche funzionali di un computer. (calcolo, elaborazione, comunicazione) Riconoscere e utilizzare le funzioni di base di un sistema operativo. Utilizzare applicazioni elementari di scrittura, calcolo e grafica. Raccogliere, organizzare e rappresentare informazioni. Impostare e risolvere problemi utilizzando un linguaggio di programmazione. Utilizzare la rete Internet per ricercare dati e fonti. Utilizzare le rete per attività di comunicazione interpersonale. Riconoscere i limiti e i rischi dell uso della rete con particolare riferimento alla tutela della privacy. 114

4 3b. PROGRAMMAZIONE DIDATTICA E OBIETTIVI ESSENZIALI DISCIPLINARI DISCIPLINARI PER LE CLASSI DEL TRIENNIO. S e t t o r e E c o n o m i c o ( A m m i n i s t r a z i o n e, F i n a n z a e M a r k e t i n g ) S e c o n d o b i e n n i o D i s c i p l i n a : I N F O R M A T I C A Conoscenze Sistema Informativo e sistema informatico. Funzioni di un Data Base Management System (DBMS) Struttura di un Data Base Fasi di sviluppo di un ipermedia Linguaggi del Web Struttura, usabilità e accessibilità di un sito Web Servizi di rete a supporto dell azienda con particolare riferimento alle attività commerciali Software di utilità e software gestionali: manutenzione e adattamenti Lessico e terminologia di settore, anche in lingua inglese Abilità Rappresentare l architettura di un sistema informativo aziendale Documentare con metodologie standard le fasi di raccolta, archiviazione e utilizzo dei dati Realizzare tabelle e relazioni di un Data Base riferiti a tipiche esigenze amministrativo-contabili Utilizzare le funzioni di un DBMS per estrapolare informazioni Produrre ipermedia integrando e contestualizzando oggetti selezionati da più fonti Realizzare pagine Web Individuare le procedure che supportano l organizzazione di un azienda Scegliere e personalizzare software applicativi in relazione al fabbisogno aziendale Individuare gli aspetti tecnologici innovativi per il miglioramento dell organizzazione aziendale Utilizzare lessico e terminologia di settore, anche in lingua inglese 115

5 S e t t o r e E c o n o m i c o ( A m m i n i s t r a z i o n e, F i n a n z a e M a r k e t i n g ) O p z i o n e R e l a z i o n i i n t e r n a z i o n a l i p e r i l M a r k e t i n g S e c o n d o b i e n n i o D i s c i p l i n a : T E C N O L O G I E D E L L A C O M U N I C A Z I O N E Conoscenze Sistema informativo e sistema informatico Etica e disciplina giuridica della comunicazione Aspetti della comunicazione economico-societaria e d impresa Forme e tecniche di comunicazione Evoluzione delle tecnologie di comunicazione Servizi di rete a supporto della comunicazione aziendale Software di utilità per la rappresentazione sinteticografica di dati, per il marketing ecc. Funzioni di un Data Base Management System (DBMS) Editor per gestire oggetti multimediali e pagine web Abilità Riconoscere la tipologia di comunicazione adatta al contesto Utilizzare le diverse forme di comunicazione a servizio delle esigenze aziendali Individuare la tecnologia più efficace per le diverse tipologie di comunicazione Applicare prassi e norme relative alla diffusione della comunicazione Integrare oggetti multimediali selezionati da più fonti Produrre oggetti multimediali di tipo economicoaziendale rivolti ad ambiti nazionali ed internazionali Operare con un DBMS per gestire informazioni Usare software di utilità in relazione al fabbisogno aziendale Elaborare dati e documenti relativi alle attività di marketing 116

6 S e t t o r e E c o n o m i c o ( A m m i n i s t r a z i o n e, F i n a n z a e M a r k e t i n g ) O p z i o n e S i s t e m i I n f o r m a t i v i A z i e n d a l i S e c o n d o b i e n n i o D i s c i p l i n a : I N F O R M A T I C A Conoscenze Linguaggi di programmazione Metodologia di sviluppo di software Fasi di sviluppo di un progetto software Sistema informatico e sistema informativo nei processi aziendali Sistema Operativo: caratteristiche generali e linee di sviluppo Data Base Management System (DBMS) Progettazione di Data Base Linguaggio SQL Software di utilità per la produzione e gestione di oggetti multimediali Progettazione d ipermedia per la comunicazione aziendale Linguaggi e strumenti di implementazione per il Web Struttura, usabilità e accessibilità di un sito Web Reti di computer e reti di comunicazione Data base in rete Servizi di rete a supporto dell azienda E-commerce Social networking Abilità Esprimere procedimenti risolutivi attraverso algoritmi Implementare algoritmi con diversi stili di programmazione e idonei strumenti software Produrre la documentazione relativa alle fasi di progetto Progettare e realizzare basi di dati in relazione alle esigenze aziendali Individuare gli aspetti tecnologici innovativi per il miglioramento dell organizzazione aziendale Individuare le procedure telematiche che supportano l organizzazione di un azienda Implementare data base remoti con interfaccia grafica sul web in relazione alle esigenze aziendali Progettare ipermedia a supporto della comunicazione aziendale Progettare e realizzare pagine Web statiche e dinamiche Pubblicare su Internet pagine Web Valutare, scegliere e adattare software applicativi in relazione alle caratteristiche e al fabbisogno aziendale Utilizzare le potenzialità di una rete per i fabbisogni aziendali 117

7 OBIETTIVI SPECIFICI DEL PRIMO BIENNIO - CLASSE PRIMA settore ECONOMICO: NUCLEI FONDANTI, CONOSCENZE E COMPETENZE NB per ciascuno dei moduli di insegnamento/apprendimento viene indicato il tempo di trattazione previsto espresso in settimane (il totale dà 33 settimane) Modulo 1 Concetti generali 4 settimane Conoscenze: conoscere i termini fondamentali dell informatica e della struttura dell elaboratore, conoscere le caratteristiche della comunicazione informatica, linguaggio, algoritmo. Competenze: hardware e software; il sistema operativo; i sistemi operativi Windows e gestione file e cartelle; algoritmi e diagrammi di flusso e connettivi logici. Modulo 2 Word processor 1 4 settimane Conoscenze: conoscere la struttura, le principali funzioni di un programma per il trattamento di testi. Competenze: avvio di WORD, immettere e correggere testo in un documento; salvare file, muoversi all interno di un file, stampare file, manipolare il testo. Modulo 3 Word processor 2 4 settimane Conoscenze: conoscere le principali procedure di WORD. Competenze: formattazione della pagina e impostazione estetica della stessa: marginazione, uso di paragrafo e carattere, selezione blocchi di testo, inserimento immagini,anteprima e stampa documento. Modulo 4 Spreadsheet 7 settimane Conoscenze: conoscere la struttura e le funzionalità di EXCEL. Competenze: inserimento dati, formule, funzione somma, funzione media, calcoli percentuali. Modulo 5 Programmi di presentazione 6 settimane Conoscenze: conoscere le potenzialità del programma POWERPOINT e saper utilizzare le funzioni principali. Competenze: saper creare una presentazione multimediale. Modulo 6 Comunicazioni e Internet 8 settimane Conoscenze: conoscere Internet, origini, evoluzione, caratteristiche, requisiti e servizi;conoscere la topologia della reti. Riconoscere i motori di ricerca e le modalità di navigazione e di ricerca con un browser, conoscere le potenzialità della posta elettronica:conoscere le tecniche per prelevare testo, immagini e file dal Web. Competenze: saper descrivere le caratteristiche di Internet, gli elementi costitutivi di una finestra del browser, le caratteristiche dei diversi tipi di rete; utilizzare il browser per la navigazione; saper ricercare informazioni su Internet usando i motori di ricerca, saper scaricare le pagine Web visitate, saper inviare e ricevere messaggi via , prelevare file ed effettuare download. 118

8 - CLASSE SECONDA settore ECONOMICO: NUCLEI FONDANTI, CONOSCENZE E COMPETENZE NB per ciascuno dei moduli di insegnamento/apprendimento viene indicato il tempo di trattazione previsto espresso in settimane (il totale dà 33 settimane) Modulo 1 Word processor 1 3 settimane Conoscenze: conoscere la struttura del testo e diverse tipologie di scrittura. Competenze: riconoscere le forme di testo orale da quelle del testo scritto, riconoscere la funzione testuale, trasformare messaggi dal registro informale a quello formale. Modulo 2 Word processor 2 3 settimane Conoscenze: conoscere, comprendere e applicare funzioni e comandi per la revisione e la modifica del testo. Creare impaginazioni che siano funzionali ai contenuti linguistici, comprendere e interpretare il contenuto linguistico dei testi. Competenze: controllo ortografico, ricerca testo e parti di testo, sostituzioni parti di testo, elenchi puntati e numerati, saper intervenire sull ortografia Modulo 3 Word processor 3 3 settimane Conoscenze: comprendere la tipologia di un testo allo scopo di presentarlo nel modo più appropriato. Competenze: bordi, sfondi, immagini, caselle di testo, forme, oggetti WordArt e file audio. Modulo 4 Word processor 4 3 settimane Conoscenze: progettare e produrre relazioni, documenti complessi e verbali. Competenze: saper produrre un testo, sintetizzare informazioni, produrre mappe e scalette, sunti automatici, commenti, Thesaurus, note, colonne, file grafici, creazione stili; saper comporre un verbale. Modulo 5 Word processor 5 3 settimane Conoscenze: tabulazioni e rappresentazione in forma tabellare. Competenze: saper gestire tabelle; saper ordinare, ricercare e tabulare dati. Modulo 6 Word processor 6 3 settimane Conoscenze: conoscere gli elementi della lettera commerciale, modelli principali, ricostruire modelli, creare lettere commerciali personalizzate e comprendere la terminologia commerciale. Competenze: saper valutare gli elementi principali e accessori di una lettera, la disposizione estetica, l autocomposizione; saper utilizzare la carta intestata, la stampa unione, la ricostruzione dei vari modelli; saper comporre un testo commerciale. Saper utilizzare modelli dot, creare glossari; saper utilizzare la stampa unione e manipolare il testo. Modulo 7 Spreadsheet 1 3 settimane Conoscenze: conoscere la struttura e i comandi essenziali relativi alla creazione di un foglio di lavoro, conoscere i comandi e le opzioni di Excel. Competenze: saper avviare il programma e spostarsi nel foglio di lavoro, salvare una cartella di lavoro, essere in grado di copiare e allineare il contenuto delle celle, saper visualizzare in anteprima di stampa un foglio di lavoro, saper stampare un foglio di lavoro. 119

9 Modulo 8 Spreadsheet 2 4 settimane Conoscenze: acquisire il concetto di funzione, saper proteggere il contenuto di un foglio di lavoro, conoscere il significato di indirizzo assoluto e relativo, conoscere gli elementi basilari relativi alla disposizione estetica di una tabella. Competenze: saper inserire le formule tramite digitazione diretta, saper utilizzare la funzione somma, media, saper proteggere un foglio, saper distinguere tra riferimenti assoluti, relativi e misti, essere in grado di elaborare tabelle con adattamenti automatici degli indirizzi di cella all interno di una formula, essere in grado di costruire tabelle con i bordi e con la formattazione automatica. Modulo 9 Spreadsheet 3 4 settimane Conoscenze: conoscere le tecniche e la procedura per la creazione e la stampa di grafici presenti in un foglio di lavoro, conoscere le diverse tipologie di grafici. Competenze: saper individuare gli oggetti da relazionare nel grafico presenti in un foglio di lavoro, conoscere i passaggi da seguire per creare un grafico incorporato o indipendente, saper individuare gli elementi costitutivi di un grafico, saper individuare il tipo di grafico più adatto per la rappresentazione di un foglio di lavoro. Modulo 10 Comunicazioni e Internet 4 settimane Conoscenze: conoscere le potenzialità, i principali servizi di Internet e le modalità di navigazione con un browser; conoscere le potenzialità della posta elettronica, conoscere l importanza dei processi comunicativi, creare pagine Web con il software Dreamweaver o direttamente con i tag HTML. Competenze: saper avviare un programma di navigazione, saper modificare la pagina iniziale caricata all apertura del browser, saper ricercare informazioni su Internet usando i motori di ricerca, saper scaricare le pagine Web visitate, saper inviare e ricevere messaggi via , saper utilizzare il newsgroup. Essere in grado di individuare i fattori della comunicazione, significanti e significati. Saper utilizzare il programma Dreamweaver o direttamente i tag HTML per creare un sito Web, con eventuale pubblicazione. - CLASSE PRIMA settore TECNOLOGICO: NUCLEI FONDANTI, CONOSCENZE E COMPETENZE NB per ciascuno dei moduli di insegnamento/apprendimento viene indicato il tempo di trattazione previsto espresso in settimane (il totale dà 33 settimane) Modulo 1 Concetti generali 4 settimane Conoscenze: informazioni, dati e loro codifica. Architettura e componenti di un computer. Competenze: saper individuare e descrivere le caratteristiche funzionali di un computer (calcolo, elaborazione, comunicazione); distinguere i dati dalle informazioni; essere in grado di trasformare un numero da base decimale ad altra base (codice binario). Modulo 2 Sistema operativo 4 settimane Conoscenze: conoscere le funzioni di un sistema operativo. Competenze: saper utilizzare le funzioni di un sistema operativo. Modulo 3 Word processor e spreadsheet 7 settimane Conoscenze: software di utilità e software applicativi. Competenze: saper utilizzare le funzioni principali di programmi largamente diffusi di scrittura, calcolo e grafica. 120

10 Modulo 4 Problemi e algoritmi 6 settimane Conoscenze: concetti di problema e di algoritmo. Competenze: saper raccogliere, organizzare e rappresentare informazioni. Saper individuare, descrivere e rappresentare la soluzione di un problema nelle diverse fasi. Modulo 5 Programmi 6 settimane Conoscenze: fondamenti di programmazione. Competenze: saper descrivere e risolvere semplici problemi utilizzando un linguaggio di programmazione. Modulo 6 Internet 4 settimane Conoscenze: caratteristiche principali di Internet. Competenze: saper utilizzare Internet per ricercare dati e fonti. Saper utilizzare la Rete per attività di comunicazione interpersonale. Modulo 7 Informazioni riservate e tutela della privacy 2 settimane Conoscenze: normativa sulla privacy e il diritto d autore. Competenze: conoscere i limiti e i rischi dell uso della Rete con particolare riferimento alla tutela della privacy. - COMPETENZE MINIME CLASSE PRIMA settore ECONOMICO - Conoscere la struttura di un elaboratore - Conoscere il sistema operativo Windows - Conoscere le caratteristiche di base di Word - Conoscere le caratteristiche di base di Excel - Conoscere le potenzialità di PowerPoint - Saper utilizzare la posta elettronica - Conoscere Internet - Conoscere i principali motori di ricerca. CLASSE SECONDA settore ECONOMICO - Saper utilizzare le funzioni principali di un word processor - Saper utilizzare le funzioni principali di uno spreadsheet - Saper utilizzare Internet e posta elettronica - Conoscere i principali social network - Saper effettuare ricerche con i principali search engine - Saper creare semplici pagine Web e saperle collegare. CLASSE PRIMA settore TECNOLOGICO - Conoscere le parti fondamentali del computer - Conoscere le funzioni di base del sistema operativo - Saper gestire file e cartelle con Windows - Conoscere e utilizzare le funzioni fondamentali di un word processor - Conoscere e utilizzare le funzioni fondamentali di uno spreadsheet - Conoscere e utilizzare le funzioni fondamentali di un software di presentazione - Conoscere le caratteristiche principali di Internet - Conoscere i principali motori di ricerca - Saper utilizzare la posta elettronica. 121

11 OBIETTIVI SPECIFICI DEL SECONDO BIENNIO (solo classi TERZE) - CLASSE TERZA settore ECONOMICO, indirizzo AFM: NUCLEI FONDANTI, CONOSCENZE E COMPETENZE DISCIPLINA: INFORMATICA Modulo 1 Il sistema informativo e la comunicazione 6 settimane Conoscenze: il sistema informativo aziendale e la contabilità integrata; la comunicazione; la comunicazione in azienda; gli aspetti giuridici dell informazione e della comunicazione. Competenze: Saper passare dai dati alle informazioni; padroneggiare alcuni strumenti informatici per la gestione aziendale (software gestionali e contabilità integrata); selezionare le modalità e gli strumenti della comunicazione nell era digitale; definire obiettivi, strumenti e metodi della comunicazione aziendale interna ed esterna; concretizzare il diritto all informazione e alla comunicazione, la normativa a tutela della privacy e del diritto d autore. Modulo 2 Le basi di dati 15 settimane Conoscenze: cos è una base di dati; database (DB) e database management system (DBMS); definizione e progettazione di basi di dati relazionali; gestione di una base di dati. Competenze: individuare gli obiettivi e la funzionalità di una base di dati; caratterizzare il modello per la progettazione di una base di dati; sviluppare la progettazione concettuale di basi di dati (modello Entità/Relazioni); saper passare dal modello concettuale al modello relazionale; saper utilizzare le funzionalità di un DBMS. Modulo 3 Interrogare le basi di dati 12 settimane Conoscenze: cos è una query; strumenti per la definizione di una query; definizione, struttura, parole chiave dell SQL (Structured Query Language). Competenze: saper definire una query; saper utilizzare le varie opzioni dell istruzione SELECT; saper individuare i comandi di manipolazione. - CLASSE TERZA settore ECONOMICO, indirizzo RIM: NUCLEI FONDANTI, CONOSCENZE E COMPETENZE DISCIPLINA: TECNOLOGIE DELLA COMUNICAZIONE Modulo 1 Il sistema informativo e la comunicazione 6 settimane Conoscenze: il sistema informativo aziendale e la contabilità integrata; la comunicazione; la comunicazione in azienda; gli aspetti giuridici dell informazione e della comunicazione. Competenze: Saper passare dai dati alle informazioni; padroneggiare alcuni strumenti informatici per la gestione aziendale (software gestionali e contabilità integrata); selezionare le modalità e gli strumenti della comunicazione nell era digitale; definire obiettivi, strumenti e metodi della comunicazione aziendale interna ed esterna; concretizzare il diritto all informazione e alla comunicazione, la normativa a tutela della privacy e del diritto d autore. Modulo 2 Le basi di dati 15 settimane Conoscenze: cos è una base di dati; database (DB) e database management system (DBMS); definizione e progettazione di basi di dati relazionali; gestione di una base di dati. 122

12 Competenze: individuare gli obiettivi e la funzionalità di una base di dati; caratterizzare il modello per la progettazione di una base di dati; sviluppare la progettazione concettuale di basi di dati (modello Entità/Relazioni); saper passare dal modello concettuale al modello relazionale; saper utilizzare le funzionalità di un DBMS. Modulo 3 Interrogare le basi di dati 12 settimane Conoscenze: cos è una query; strumenti per la definizione di una query; definizione, struttura, parole chiave dell SQL (Structured Query Language). Competenze: saper definire una query; saper utilizzare le varie opzioni dell istruzione SELECT; saper individuare i comandi di manipolazione. CLASSE TERZA settore ECONOMICO- OPZIONI AFM E RIM - COMPETENZE MINIME 1. definizione di sistema informativo aziendale; i principali aspetti della comunicazione in azienda; 2. sintesi delgi aspetti giuridici dell informazione e della comunicazione 3. definizione di base di dati e database management system; 4. operazioni e fasi della progettazione di basi di dati relazionali; 5. definizione di query; 6. definizione di SQL e conoscenza della sintassi generale completa del comando SELECT - CLASSE TERZA settore ECONOMICO, indirizzo AFM, opzione Sistemi Informativi Aziendali: NUCLEI FONDANTI, CONOSCENZE E COMPETENZE DISCIPLINA: INFORMATICA Modulo 1 Algoritmi e basi della programmazione 11 settimane Conoscenze: conoscere i problemi esistenti nella comunicazione tra l uomo e l elaboratore; acquisire i primi elementi di programmazione; conoscere la rilevanza dei dati e la loro classificazione; sapere che cos è un algoritmo e che cos è un programma; conoscere i diversi tipi di operandi, operatori ed espressioni; apprendere la classificazione delle diverse istruzioni rappresentative delle operazioni di un algoritmo; conoscere le principali forme di rappresentazione di un algoritmo (PDL e flow chart); conoscere il paradigma della programmazione strutturata e le strutture di controllo consentite Competenze: riconoscere il ruolo esecutivo dell elaboratore; sviluppare il modello dati, e l algoritmo risolutivo di semplici problemi relativi all ambito scientifico ed economico; rappresentare un algoritmo, saperlo leggere e testare Modulo 2 Le tecniche di programmazione 11 settimane Conoscenze: sapere che cosa sono i sottoalgoritmi; conoscere la progettazione top down; conoscere la classificazione di procedure e funzioni per rappresentare sottoalgoritmi;acquisire i concetti di variabile locale e globale e la loro visibilità; capire che cosa sono i parametri e la loro valenza nelle procedure Competenze: saper applicare e comprendere l utilità dell approccio top down; saper scrivere funzioni e procedure ed individuarne le diverse tipologie; capire ed applicare le regole di visibilità sui dati; impiegare il passaggio di parametri. 123

13 Modulo 3 Alcune strutture dati 11 settimane Conoscenze: conoscere i dati e la loro struttura nella programmazione; sapere che cosa sono gli array (vettori e matrici); conoscere gli algoritmi notevoli (anche sort e ricerche) relativi agli array; conoscere il tipo record e le operazioni relative; conoscere lacune strutture dati composte Competenze: capire la differenza fra dati semplici e strutturati; utilizzare consapevolmente le diverse strutture dati proposte per la risoluzione di problemi complessi; applicare opportunamente gli algoritmi notevoli Modulo 4 L'ambiente di programmazione visuale (LABORATORIO) 30 settimane in parallelo agli altri moduli nel corso dell intero anno scolastico Conoscenze: conoscere in generale l ambiente di programmazione visuale; imparare le principali istruzioni per la codifica di algoritmi; distinguere i diversi tipi di Dato e che cosa consiste il casting; codificare e testare programmi nell ambiente di programmazione Competenze: saper utilizzare le principali funzionalità dell ambiente di programmazione; essere in grado di sviluppare programmi gradualmente sempre più articolati, coerentemente con il modello dati e l algoritmo sviluppati nell attività di progettazione - COMPETENZE MINIME 1. i contenuti teorici (le conoscenze) devono essere acquisiti interamente in quanto frutto di studio mnemonico e condizione necessaria per approcciare gli aspetti applicativi della programmazione con forte caratterizzazione logica; 2. definizione/dichiarazione di diversi tipi di dati semplici, array mono e bidimensionali con tipo base semplice; 3. conoscenza dei diversi tipi di istruzioni e delle strutture di controllo sequenziale, di selezione, iterativa 4. definizione/dichiarazione del tipo record, array monodimensionali di record; 5. lo sviluppo in proprio almeno di algoritmi semplici, almeno la riproduzione di algoritmi articolati 6. conoscenza dei diversi metodi di sort/ricerca 7. conoscenza dell interfaccia dell ambiente di programmazione scelto ed utilizzo elementare; gestione di semplici progetti 124

14 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA E OBIETTIVI ESSENZIALI DISCIPLINARI QUARTA E QUINTA PROGRAMMATORI DISCIPLINA: INFORMATICA Classe: 4 a Programmatori PARTE TEORICA ( ) File, di testo e multimediali: occupazione di memoria e tempi di gestione (lettura, scrittura, trasmissione, compressione, decompressione) Capitolo 3 Programmazione strutturata Capitolo 4 Dati strutturati Capitolo 5 Dati multimediali L informatica al lavoro nella vita reale: settori di applicazione, linee di tendenza Capitolo 2 tutti gli Intermezzi LABORATORIO, PROGETTAZIONE E SCRITTURA DI PROGRAMMI Algoritmi per: a) metodo Montecarlo (o della pioggia di punti ); b) analisi numerica (calcolo delle soluzioni di equazioni e sistemi, calcolo di aree e lunghezze di linee rette e curve); c) Gestione e presentazione di una pagina WEB; link fra pagine WEB; d) gestione degli array; e) misura del tempo (date e orari) Linguaggi di programmazione: ampliamento e approfondimento della conoscenza del linguaggio di programmazione studiato in terza (Visual Basic o linguaggio equivalente); studio e utilizzo del linguaggio HTML; studio e utilizzo del linguaggio PHP ( ) NB Per i Capitoli e gli Intermezzi si fa riferimento al testo in formato digitale: G. Dall Amico Informatica, alias Computer Science volume 2, progetto interno dell ITCG Pasini, Schio, 2012 LIVELLO DI SUFFICIENZA - Conoscenza delle tecniche fondamentali per trovare occupazione di memoria e tempi di gestione dei file - Conoscenza delle caratteristiche fondamentali della programmazione strutturata - Conoscenza delle caratteristiche fondamentali dei dati strutturati - Conoscenza delle caratteristiche fondamentali dei dati multimediali - Conoscenza e capacità d uso delle istruzioni basilari dei linguaggi di programmazione studiati - Conoscenza degli algoritmi principali per il metodo Montecarlo, l analisi numerica, la gestione di una pagina Web, l uso degli array, la misura del tempo 125

PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO

PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE S.MARTA G. BRANCA Istituto Professionale per i Servizi per l Enogastronomia e l Ospitalità Alberghiera e Istituto Professionale per i Servizi Commerciali Strada delle Marche,

Dettagli

Corso di Alfabetizzazione Informatica

Corso di Alfabetizzazione Informatica Corso di Alfabetizzazione Informatica Scopo di questo corso, vuole essere quello di fornire ad ognuno dei partecipanti, indipendentemente dalle loro precedenti conoscenze informatiche, l apprendimento

Dettagli

CLASSE 76/A -TRATTAMENTO TESTI, CALCOLO, CONTABILITÀ ELETTRONICA ED APPLICAZIONI GESTIONALI. Ambito Disciplinare 6.

CLASSE 76/A -TRATTAMENTO TESTI, CALCOLO, CONTABILITÀ ELETTRONICA ED APPLICAZIONI GESTIONALI. Ambito Disciplinare 6. CLASSE 76/A -TRATTAMENTO TESTI, CALCOLO, CONTABILITÀ ELETTRONICA ED APPLICAZIONI GESTIONALI Ambito Disciplinare 6 Programma d'esame CLASSE 75/A - DATTILOGRAFIA, STENOGRAFIA, TRATTAMENTO TESTI E DATI Temi

Dettagli

CRITERI DI VALUTAZIONE ITALIANO PRIMO BIENNIO

CRITERI DI VALUTAZIONE ITALIANO PRIMO BIENNIO CRITERI DI VALUTAZIONE ITALIANO PRIMO BIENNIO Voti RAGGIUNGIMENTO OBIETTIVI DESCRITTORI Fino a 3 Del tutto insufficiente Assenza di conoscenze. Errori ortografici e morfo-sintattici numerosi e gravi. 4

Dettagli

Griglia di correzione Fascicolo di Italiano Prova Nazionale anno scolastico 2008-2009

Griglia di correzione Fascicolo di Italiano Prova Nazionale anno scolastico 2008-2009 Griglia di correzione Fascicolo di Italiano Prova Nazionale anno scolastico 2008-2009 Il buon nome - Chiavi di risposta e classificazione degli item Item Risposta corretta Ambito di valutazione Processi

Dettagli

PROGETTO FORMATIVO ECM TEORICO-PRATICO in INFORMATICA MEDICA

PROGETTO FORMATIVO ECM TEORICO-PRATICO in INFORMATICA MEDICA PROGETTO FORMATIVO ECM TEORICO-PRATICO in INFORMATICA MEDICA SEDE: ORDINE DEI MEDICI E DEGLI ODONTOIATRI DELLA PROVINCIA DI LECCE Via Nazario Sauro, n. 31 LECCE Presentazione Progetto: Dal 9 Novembre 2013

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di BORGORICCO SUGGERIMENTI PER LA COMPILAZIONE DEL P.D.P. PER ALUNNI CON DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di BORGORICCO SUGGERIMENTI PER LA COMPILAZIONE DEL P.D.P. PER ALUNNI CON DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO SUGGERIMENTI PER LA COMPILAZIONE DEL P.D.P. PER ALUNNI CON DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO Il documento va compilato in forma digitale per poter ampliare gli spazi dello schema (ove necessario) e togliere

Dettagli

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del GLI ASSI CULTURALI Nota rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del La normativa italiana dal 2007 13 L Asse dei linguaggi un adeguato utilizzo delle tecnologie dell

Dettagli

Dipartimento del Tesoro

Dipartimento del Tesoro Dipartimento del Tesoro POWER POINT AVANZATO Indice 1 PROGETTAZIONE DELL ASPETTO...3 1.2 VISUALIZZARE GLI SCHEMI...4 1.3 CONTROLLARE L ASPETTO DELLE DIAPOSITIVE CON GLI SCHEMI...5 1.4 SALVARE UN MODELLO...6

Dettagli

QUARTA E QUINTA ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE

QUARTA E QUINTA ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE QUARTA E QUINTA ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE - Matematica - Griglie di valutazione Materia: Matematica Obiettivi disciplinari Gli obiettivi indicati si riferiscono all intero percorso della classe quarta

Dettagli

LICEO CLASSICO C. CAVOUR DISCIPLINA : FISICA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ED EDUCATIVA

LICEO CLASSICO C. CAVOUR DISCIPLINA : FISICA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ED EDUCATIVA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ED EDUCATIVA 1. OBIETTIVI SPECIFICI DELLA DISCIPLINA PROGRAMMAZIONE PER COMPETENZE Le prime due/tre settimane sono state dedicate allo sviluppo di un modulo di allineamento per

Dettagli

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei Allegato A Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei I percorsi liceali forniscono allo studente gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione approfondita della realtà, affinché

Dettagli

Scuola primaria: obiettivi al termine della classe 5

Scuola primaria: obiettivi al termine della classe 5 Competenza: partecipare e interagire con gli altri in diverse situazioni comunicative Scuola Infanzia : 3 anni Obiettivi di *Esprime e comunica agli altri emozioni, sentimenti, pensieri attraverso il linguaggio

Dettagli

ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA

ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA L allievo partecipa a scambi comunicativi (conversazione, discussione di classe o di gruppo) con compagni e insegnanti

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La classe ha dimostrato fin dal primo momento grande attenzione e interesse verso gli

Dettagli

Adriana Volpato. P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria

Adriana Volpato. P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria Adriana Volpato P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria 19 Dicembre 2011 STRUMENTO didattico educativo individua gli strumenti fa emergere il vero alunno solo con DIAGNOSI consegnata si redige

Dettagli

DBMS (Data Base Management System)

DBMS (Data Base Management System) Cos'è un Database I database o banche dati o base dati sono collezioni di dati, tra loro correlati, utilizzati per rappresentare una porzione del mondo reale. Sono strutturati in modo tale da consentire

Dettagli

Mario Polito IARE: Press - ROMA

Mario Polito IARE: Press - ROMA Mario Polito info@mariopolito.it www.mariopolito.it IMPARARE A STUD IARE: LE TECNICHE DI STUDIO Come sottolineare, prendere appunti, creare schemi e mappe, archiviare Pubblicato dagli Editori Riuniti University

Dettagli

GUIDA ALLA RIFORMA. Profili d uscita, competenze di base, risultati di apprendimento e quadri orari dei nuovi istituti tecnici e professionali

GUIDA ALLA RIFORMA. Profili d uscita, competenze di base, risultati di apprendimento e quadri orari dei nuovi istituti tecnici e professionali GUIDA ALLA RIFORMA degli istituti tecnici e professionali Profili d uscita, competenze di base, risultati di apprendimento e quadri orari dei nuovi istituti tecnici e professionali Il futuro è la nostra

Dettagli

Dov è la saggezza che abbiamo perso in conoscenza? Dov è la conoscenza che abbiamo perso in informazione?

Dov è la saggezza che abbiamo perso in conoscenza? Dov è la conoscenza che abbiamo perso in informazione? Scrive Thomas Eliot: Dov è la saggezza che abbiamo perso in conoscenza? Dov è la conoscenza che abbiamo perso in informazione? Interrogativi integrati da: Dov è l informazione che abbiamo perso nei dati?

Dettagli

ALLEGATO al verbale della riunione del 3 Settembre 2010, del Dipartimento di Elettrotecnica e Automazione.

ALLEGATO al verbale della riunione del 3 Settembre 2010, del Dipartimento di Elettrotecnica e Automazione. ALLEGATO al verbale della riunione del 3 Settembre 2010, del Dipartimento di Elettrotecnica e Automazione. COMPETENZE MINIME- INDIRIZZO : ELETTROTECNICA ED AUTOMAZIONE 1) CORSO ORDINARIO Disciplina: ELETTROTECNICA

Dettagli

Introduzione ad Access

Introduzione ad Access Introduzione ad Access Luca Bortolussi Dipartimento di Matematica e Informatica Università degli studi di Trieste Access E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un supporto transazionale

Dettagli

Informatica. Scopo della lezione

Informatica. Scopo della lezione 1 Informatica per laurea diarea non informatica LEZIONE 1 - Cos è l informatica 2 Scopo della lezione Introdurre le nozioni base della materia Definire le differenze tra hardware e software Individuare

Dettagli

nti materiali per la certificazione delle competenze Diritto D ed E conomia primo biennio

nti materiali per la certificazione delle competenze Diritto D ed E conomia primo biennio Strumee nti materiali per la certificazione delle competenze Diritto D ed E conomia primo biennio Giorgia Lorenzato 2011 by Mondadori Education S.p.A., Milano Tutti i diritti riservati www.mondadorieducation.it

Dettagli

Dati importati/esportati

Dati importati/esportati Dati importati/esportati Dati importati Al workspace MATLAB script Dati esportati file 1 File di testo (.txt) Spreadsheet Database Altro Elaborazione dati Grafici File di testo Relazioni Codice Database

Dettagli

Istituto Tecnico Commerciale Indirizzo AFM articolazione SIA PERCHE???

Istituto Tecnico Commerciale Indirizzo AFM articolazione SIA PERCHE??? Istituto Tecnico Commerciale Indirizzo AFM articolazione SIA PERCHE??? Opportunità di lavoro: ICT - Information and Communication Technology in Azienda Vendite Acquisti Produzione Logistica AFM SIA ICT

Dettagli

Programmazione Generale. Matematica e Complementi. Classi: 2 Biennio Quarta. Istituto Tecnico Tecnologico Basilio Focaccia Salerno

Programmazione Generale. Matematica e Complementi. Classi: 2 Biennio Quarta. Istituto Tecnico Tecnologico Basilio Focaccia Salerno Istituto Tecnico Tecnologico Basilio Focaccia Salerno Programmazione Generale Matematica e Complementi Classi: 2 Biennio Quarta I Docenti della Disciplina Salerno, lì 12 settembre 2014 Finalità della Disciplina

Dettagli

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA INDICE INTRODUZIONE scuola media obiettivo generale linee di fondo : mete educative e mete specifiche le abilità da sviluppare durante le sei sessioni alcune

Dettagli

FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO. Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2. ULSS n.1 Belluno PERSONALE AZIENDA ULSS N.

FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO. Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2. ULSS n.1 Belluno PERSONALE AZIENDA ULSS N. FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2 ULSS n.1 Belluno Autori: PERSONALE AZIENDA ULSS N. 1 BELLUNO: Dr.ssa Mel Rosanna Dirigente medico SISP (Dipartimento

Dettagli

Sviluppo di Excel base in Farmacia applicato al monitoraggio dei consumi di materiali sanitari

Sviluppo di Excel base in Farmacia applicato al monitoraggio dei consumi di materiali sanitari Sistema Regionale ECM Pagina 1 di 7 1 Sviluppo di Excel base in Farmacia applicato al monitoraggio dei consumi di materiali sanitari 1. Presentazione: L evento, destinato alle figure professionali di Tecnici

Dettagli

capitolo 6 IL QUESTIONARIO PER LA VALUTV ALUTAZIONEAZIONE DEI CONTENUTI

capitolo 6 IL QUESTIONARIO PER LA VALUTV ALUTAZIONEAZIONE DEI CONTENUTI capitolo 6 IL QUESTIONARIO PER LA VALUTV ALUTAZIONEAZIONE DEI CONTENUTI 6.1 ISTRUZIONI PER IL VALUTATORE Il processo di valutazione si articola in quattro fasi. Il Valutatore deve: 1 leggere il questionario;

Dettagli

Linee guida, note informative e modulistica per la stesura del PDP. Piano Didattico Personalizzato per alunni con Diagnosi Specialistica di DSA

Linee guida, note informative e modulistica per la stesura del PDP. Piano Didattico Personalizzato per alunni con Diagnosi Specialistica di DSA Linee guida, note informative e modulistica per la stesura del PDP Piano Didattico Personalizzato per alunni con Diagnosi Specialistica di DSA Indicazioni ai fini della stesura del PDP 1. Informazioni

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello della Web Application 5 3 Struttura della web Application 6 4 Casi di utilizzo della Web

Dettagli

Per lo sviluppo delle competenze: Proposte didattico-metodologiche:

Per lo sviluppo delle competenze: Proposte didattico-metodologiche: Italiano Lingua Seconda 1 biennio FWI, SGYM, SP raguardi di sviluppo delle competenze al termine dell anno scolastico. L alunno / L alunna sa comprendere gli elementi principali di un discorso chiaro in

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE MOD PROGRAMMAZIONEDISCIPLINARE REV.00del27.09.13 Pag1di5 PROGRAMMAZIONEDIDATTICADISCIPLINARE Disciplina:_SISTEMIELETTRONICIAUTOMATICIa.s.2013/2014 Classe:5 Sez.A INDIRIZZO:ELETTRONICAPERTELECOMUNICAZIONI

Dettagli

How to Develop Accessible Linux Applications

How to Develop Accessible Linux Applications How to Develop Accessible Linux Applications Sharon Snider Copyright 2002 IBM Corporation v1.1, 2002-05-03 Diario delle Revisioni Revisione v1.1 2002-05-03 Revisionato da: sds Convertito in DocBook XML

Dettagli

Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org.

Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org. Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org. Nuovo documento Anteprima di stampa Annulla Galleria Apri Controllo ortografico Ripristina Sorgente dati Salva Controllo

Dettagli

GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA

GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA STRUMENTI DI GESTIONE BIBLIOGRAFICA I software di gestione bibliografica permettono di raccogliere, catalogare e organizzare diverse tipologie di materiali, prendere appunti, formattare

Dettagli

Università degli Studi di Parma. Facoltà di Scienze MM. FF. NN. Corso di Laurea in Informatica

Università degli Studi di Parma. Facoltà di Scienze MM. FF. NN. Corso di Laurea in Informatica Università degli Studi di Parma Facoltà di Scienze MM. FF. NN. Corso di Laurea in Informatica A.A. 2007-08 CORSO DI INGEGNERIA DEL SOFTWARE Prof. Giulio Destri http://www.areasp.com (C) 2007 AreaSP for

Dettagli

La lingua seconda per lo studio: aula, laboratorio, autoapprendimento. F ernanda Minuz fminuz@ jhu.edu

La lingua seconda per lo studio: aula, laboratorio, autoapprendimento. F ernanda Minuz fminuz@ jhu.edu La lingua seconda per lo studio: aula, laboratorio, autoapprendimento F ernanda Minuz fminuz@ jhu.edu Studiare in una L2 È un'attività cognitivamente complessa: apprendere (comprendere, elaborare, inquadrare,

Dettagli

Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10

Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10 Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10 Le informazioni contenute in questo manuale di documentazione non sono contrattuali e possono essere modificate senza preavviso. La fornitura del software

Dettagli

Condivisione di pratiche organizzative e didattiche per l inclusione scolastica degli alunni con Bisogni Educativi Speciali

Condivisione di pratiche organizzative e didattiche per l inclusione scolastica degli alunni con Bisogni Educativi Speciali Condivisione di pratiche organizzative e didattiche per l inclusione scolastica degli alunni con Bisogni Educativi Speciali Che cos è il Bisogno Educativo Speciale? Il Bisogno Educativo Speciale rappresenta

Dettagli

Appunti sugli Elaboratori di Testo. Introduzione. D. Gubiani. 19 Luglio 2005

Appunti sugli Elaboratori di Testo. Introduzione. D. Gubiani. 19 Luglio 2005 Appunti sugli Elaboratori di Testo D. Gubiani Università degli Studi G.D Annunzio di Chieti-Pescara 19 Luglio 2005 1 Cos è un elaboratore di testo? 2 3 Cos è un elaboratore di testo? Cos è un elaboratore

Dettagli

GESTIONE ATTREZZATURE

GESTIONE ATTREZZATURE SOLUZIONE COMPLETA PER LA GESTIONE DELLE ATTREZZATURE AZIENDALI SWSQ - Solution Web Safety Quality srl Via Mons. Giulio Ratti, 2-26100 Cremona (CR) P. Iva/C.F. 06777700961 - Cap. Soc. 10.000,00 I.V. -

Dettagli

Guida rapida all uso di ECM Titanium

Guida rapida all uso di ECM Titanium Guida rapida all uso di ECM Titanium Introduzione Questa guida contiene una spiegazione semplificata del funzionamento del software per Chiputilizzare al meglio il Tuning ECM Titanium ed include tutte

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004

CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004 Repertorio Atti n. 1901 del 15 gennaio 2004 CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004 Oggetto: Accordo tra il Ministro dell istruzione, dell università e della ricerca, il Ministro del lavoro

Dettagli

Sviluppo sostenibile

Sviluppo sostenibile IL CANOCCHIALE DI GALILEO Sviluppo sostenibile Progetto asse scientifico tecnologico con il coinvolgimento del Consiglio di Classe 2 GLI STUDENTI - a.s. 2012-13 due classi prime: AMBIENTE-ENERGIA - a.s.

Dettagli

ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base

ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base Un po di Storia ISP & Web Engineering ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base Breve cenno sulla storia dell informatica: dagli albori ai giorni nostri; L evoluzione di Windows: dalla

Dettagli

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale InterWrite SchoolBoard è un software per lavagna elettronica di facile utilizzo. Può essere adoperata anche da studenti diversamente

Dettagli

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO Precisione del riconoscimento Velocità di riconoscimento Configurazione del sistema Correzione Regolazione della

Dettagli

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA PREMESSA A tutt oggi i documenti ufficiali a cui ogni docente di lingue straniere è chiamato a far riferimento nel suo lavoro quotidiano,

Dettagli

I Grafici. La creazione di un grafico

I Grafici. La creazione di un grafico I Grafici I grafici servono per illustrare meglio un concetto o per visualizzare una situazione di fatto e pertanto la scelta del tipo di grafico assume notevole importanza. Creare grafici con Excel è

Dettagli

la rilevazione degli apprendimenti INVALSI

la rilevazione degli apprendimenti INVALSI I quadri di riferimento: Matematica Il Quadro di Riferimento (QdR) per le prove di valutazione dell'invalsi di matematica presenta le idee chiave che guidano la progettazione delle prove, per quanto riguarda:

Dettagli

REP_Guidawlg-SE-061113-TRIO

REP_Guidawlg-SE-061113-TRIO REP_Guidawlg-SE-061113-TRIO Istruzioni per l accesso e il completamento dei corsi TRIO per gli utenti di un Web Learning Group 06 novembre 2013 Servizio A TRIO Versione Destinatari: referenti e utenti

Dettagli

Istituto Tecnico Industriale Statale Luigi di Savoia Chieti. Contratto Formativo. Disciplina TECNOLOGIA e TECNICHE DI RAPPRESENTAZIONE GRAFICA

Istituto Tecnico Industriale Statale Luigi di Savoia Chieti. Contratto Formativo. Disciplina TECNOLOGIA e TECNICHE DI RAPPRESENTAZIONE GRAFICA Istituto Tecnico Industriale Statale Luigi di Savoia Chieti Contratto Formativo Corso I.T.I.S. Classe I sez.a CH Disciplina TECNOLOGIA e TECNICHE DI RAPPRESENTAZIONE GRAFICA Docenti : DITURI LUIGI e INGELIDO

Dettagli

Comunicazione scuola famiglia

Comunicazione scuola famiglia Manuale d'uso Comunicazione scuola famiglia INFOZETA Centro di ricerca e sviluppo di soluzioni informatiche per la scuola Copyright InfoZeta 2013. 1 Prima di iniziare l utilizzo del software raccomandiamo

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO WORD

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO WORD WORD SOMMARIO 1. Muoversi nel testo... 1 2. Taglia, copia e incolla... 2 3. Aprire, salvare e chiudere... 3 4. Trovare e sostituire... 4 5. Visualizzare in modi diversi... 6 6. Formattare e incolonnare...

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK Nome scuola: ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE D. ROMANAZZI Indirizzo: VIA C. ULPIANI, 6/A cap. 70126 città: BARI provincia: BA tel.: 080 5425611 fax: 080 5426492 e-mail:

Dettagli

Didattiche con la LIM

Didattiche con la LIM Didattiche con la LIM Modelli e prospettive Luca Ferrari Dipartimento di Scienze dell Educazione, Università di Bologna Index 1. Scenario 2. Definizione e caratteristiche 3. Un modello didattico problematico

Dettagli

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina Cosa è il DSS L elevato sviluppo dei personal computer, delle reti di calcolatori, dei sistemi database di grandi dimensioni, e la forte espansione di modelli basati sui calcolatori rappresentano gli sviluppi

Dettagli

ITALIANO - ASCOLTARE E PARLARE

ITALIANO - ASCOLTARE E PARLARE O B I E T T I V I M I N I M I P E R L A S C U O L A P R I M A R I A E S E C O N D A R I A D I P R I M O G R A D O ITALIANO - ASCOLTARE E PARLARE Ascoltare e comprendere semplici consegne operative Comprendere

Dettagli

Indicazioni Nazionali per il curricolo della scuola dell infanzia e del primo ciclo d istruzione

Indicazioni Nazionali per il curricolo della scuola dell infanzia e del primo ciclo d istruzione Indicazioni Nazionali per il curricolo della scuola dell infanzia e del primo ciclo d istruzione Una breve guida per la lettura e l utilizzo delle Indicazioni Nazionali nell elaborazione di un curricolo

Dettagli

Classe di abilitazione - A076 Trattamento Testi, Calcolo, Contabilità elettronica ed applicazioni industriali

Classe di abilitazione - A076 Trattamento Testi, Calcolo, Contabilità elettronica ed applicazioni industriali Classe di abilitazione - A076 Trattamento elettronica ed applicazioni industriali Calendario e modalità di delle prove Per lo degli esami sono previste più date in tre diversi periodi (maggio/giugno 2015,

Dettagli

Relazione sul data warehouse e sul data mining

Relazione sul data warehouse e sul data mining Relazione sul data warehouse e sul data mining INTRODUZIONE Inquadrando il sistema informativo aziendale automatizzato come costituito dall insieme delle risorse messe a disposizione della tecnologia,

Dettagli

GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno

GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno La Vista CAS L ambiente di lavoro Le celle Assegnazione di una variabile o di una funzione / visualizzazione

Dettagli

Introduzione agli algoritmi e alla programmazione in VisualBasic.Net

Introduzione agli algoritmi e alla programmazione in VisualBasic.Net Lezione 1 Introduzione agli algoritmi e alla programmazione in VisualBasic.Net Definizione di utente e di programmatore L utente è qualsiasi persona che usa il computer anche se non è in grado di programmarlo

Dettagli

STILI DI APPRENDIMENTO NEI DSA PROPOSTE OPERATIVE PER UN BUON METODO DI STUDIO E DI INSEGNAMENTO

STILI DI APPRENDIMENTO NEI DSA PROPOSTE OPERATIVE PER UN BUON METODO DI STUDIO E DI INSEGNAMENTO STILI DI APPRENDIMENTO NEI DSA PROPOSTE OPERATIVE PER UN BUON METODO DI STUDIO E DI INSEGNAMENTO FONTE: MARIANI L. 2000. PORTFOLIO. STRUMENTI PER DOCUMENTARE E VALUTARE COSA SI IMPARA E COME SI IMPARA.ZANICHELLI,

Dettagli

SCUOLANEXT, è l'esclusivo e rivoluzionario sistema informatizzato con cui far interagire docenti, studenti e famiglie in tempo reale!

SCUOLANEXT, è l'esclusivo e rivoluzionario sistema informatizzato con cui far interagire docenti, studenti e famiglie in tempo reale! SCUOLANET, è l'esclusivo e rivoluzionario sistema informatizzato con cui far interagire docenti, studenti e famiglie in tempo reale! SCUOLANET consente la piena digitalizzazione della scuola: completa

Dettagli

Compilare il primo programma. Primo programma in C. Esercizio Somma due numeri. Compilare il primo programma. Analisi. Analisi

Compilare il primo programma. Primo programma in C. Esercizio Somma due numeri. Compilare il primo programma. Analisi. Analisi Primo in C Un semplice L ambiente di sviluppo Dev-C++ Codifica del Compilazione e correzione errori Esecuzione e verifica 2 Esercizio Somma due numeri Si realizzi un in linguaggio C che acquisisca da tastiera

Dettagli

CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO con riferimento alle competenze chiave europee e alle Indicazioni Nazionali 2012

CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO con riferimento alle competenze chiave europee e alle Indicazioni Nazionali 2012 CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO con riferimento alle competenze chiave europee e alle Indicazioni Nazionali 2012 Pagina 1 di 73 DISCIPLINA DI RIFERIMENTO: LINGUA ITALIANA DISCIPLINE

Dettagli

Verifica e valutazione di apprendenti analfabeti

Verifica e valutazione di apprendenti analfabeti Progetto FEI Rete e Cittadinanza 2014-2015 Verifica e valutazione di apprendenti analfabeti Luana Cosenza, Università per Stranieri di Siena Marzo 2015 Piano di lavoro Principi della verifica e della valutazione

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO N 1 LANCIANO - SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO CURRICOLO VERTICALE - Classe Prima MATEMATICA a.s. 2014/2015

ISTITUTO COMPRENSIVO N 1 LANCIANO - SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO CURRICOLO VERTICALE - Classe Prima MATEMATICA a.s. 2014/2015 NUMERI. SPAZIO E FIGURE. RELAZIONI, FUNZIONI, MISURE, DATI E PREVISIONI Le sociali e ISTITUTO COMPRENSIVO N 1 LANCIANO - SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO CURRICOLO VERTICALE - Classe Prima MATEMATICA procedure

Dettagli

GRIGLIE DI VALUTAZIONE ESAMI DI STATO

GRIGLIE DI VALUTAZIONE ESAMI DI STATO GRIGLIE DI VALUTAZIONE ESAMI DI STATO a cura di Salvatore Madaghiele SCHEDA DI VALUTAZIONE DELLA PRIMA PROVA SCRITTA: ITALIANO N. Candidato Classe Sesso: M F Data di nascita: Tema scelto: A B1 n. B2 n.

Dettagli

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE Oracle Business Intelligence Standard Edition One è una soluzione BI completa, integrata destinata alle piccole e medie imprese.oracle

Dettagli

RedDot Content Management Server Content Management Server Non sottovalutate il potenziale della comunicazione online: usatela! RedDot CMS vi permette di... Implementare, gestire ed estendere progetti

Dettagli

TITOLO VALORE DI RIFERIMENTO.

TITOLO VALORE DI RIFERIMENTO. Istituto Comprensivo di Iseo a.s. 2012/2013 Progetto Di Casa nel Mondo - Competenze chiave per una cittadinanza sostenibile Gruppo lavoro Dott. Massetti Scuola Primaria Classi Terze TITOLO: I prodotti

Dettagli

Come installare e configurare il software FileZilla

Come installare e configurare il software FileZilla Come utilizzare FileZilla per accedere ad un server FTP Con questo tutorial verrà mostrato come installare, configurare il software e accedere ad un server FTP, come ad esempio quello dedicato ai siti

Dettagli

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi.

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet: la rete delle reti Alberto Ferrari Connessioni

Dettagli

Software 2. Classificazione del software. Software di sistema

Software 2. Classificazione del software. Software di sistema Software 2 Insieme di istruzioni e programmi che consentono il funzionamento del computer Il software indica all hardware quali sono le operazioni da eseguire per svolgere determinati compiti Valore spesso

Dettagli

Triennio Sistemi Informativi Aziendali SIA

Triennio Sistemi Informativi Aziendali SIA Triennio Sistemi Informativi Aziendali SIA La presenza di un biennio COMUNE offre la possibilità, di potere scegliere il successivo triennio al termine del secondo anno con maggiore consapevolezza e convinzione!

Dettagli

Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE. Versione 1.0 24 Giugno 2014

Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE. Versione 1.0 24 Giugno 2014 Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE Versione 1.0 24 Giugno 2014 1 Indice Indice... 2 Indice delle figure... 3 Indice delle tabelle... 4 Obiettivi del documento...

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB...

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 1. CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 5 1.3.1 CREAZIONE GUIDATA DELLA FATTURA IN FORMATO XML

Dettagli

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6 Manualino OE6 Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito,

Dettagli

RICERCA-AZIONE. l insegnamento riflessivo. Caterina Bortolani-2009

RICERCA-AZIONE. l insegnamento riflessivo. Caterina Bortolani-2009 RICERCA-AZIONE ovvero l insegnamento riflessivo Gli insegnanti sono progettisti.. riflettono sul contesto nel quale devono lavorare sugli obiettivi che vogliono raggiungere decidono quali contenuti trattare

Dettagli

REGEL - Registro Docenti

REGEL - Registro Docenti REGEL - Registro Docenti INFORMAZIONI GENERALI Con il Registro Docenti online vengono compiute dai Docenti tutte le operazioni di registrazione delle attività quotidiane, le medesime che si eseguono sul

Dettagli

APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI ACQUISTO DEL MATERIALE INFORMATICO. Francesco Marchione e Dario Richichi

APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI ACQUISTO DEL MATERIALE INFORMATICO. Francesco Marchione e Dario Richichi APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI ACQUISTO DEL MATERIALE INFORMATICO Francesco Marchione e Dario Richichi Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia Sezione di Palermo Indice Introduzione...

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

Ri...valutando: azione e ricerca per il miglioramento

Ri...valutando: azione e ricerca per il miglioramento Il team di ricerca Mario Ambel (Responsabile) Anna Curci Emiliano Grimaldi Annamaria Palmieri 1. Progetto finalizzato alla elaborazione e validazione di un modellostandard - adattabile con opportune attenzioni

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

Lezione su Informatica di Base

Lezione su Informatica di Base Lezione su Informatica di Base Esplora Risorse, Gestione Cartelle, Alcuni tasti di scelta Rapida Domenico Capano D.C. Viterbo: Lunedì 21 Novembre 2005 Indice Una nota su questa lezione...4 Introduzione:

Dettagli

La Valutazione Euristica

La Valutazione Euristica 1/38 E un metodo ispettivo di tipo discount effettuato da esperti di usabilità. Consiste nel valutare se una serie di principi di buona progettazione sono stati applicati correttamente. Si basa sull uso

Dettagli

ISTITUTI PROFESSIONALI

ISTITUTI PROFESSIONALI ISTITUTI PROFESSIONALI Settore Industria e Artigianato Indirizzo Manutenzione e assistenza tecnica Nell indirizzo Manutenzione e assistenza tecnica sono confluiti gli indirizzi del previgente ordinamento

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA Albert Sabin C.so Vercelli,157 10153 tel. 011\2426534 fax 011\ 2462435 Codice Fiscale 80093750018 e-mail TOEEO5600D@ istruzione.

DIREZIONE DIDATTICA Albert Sabin C.so Vercelli,157 10153 tel. 011\2426534 fax 011\ 2462435 Codice Fiscale 80093750018 e-mail TOEEO5600D@ istruzione. RELAZIONE DEL DIRIGENTE SCOLASTICO AL CONTO CONSUNTIVO 2013 La presente relazione illustra l andamento della gestione dell istituzione scolastica e i risultati conseguiti in relazione agli obiettivi programmati

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

Programmazione educativo-didattica didattica anno scolastico 2014-2015 TECNOLOGIA CLASSE PRIMA PRIMARIA

Programmazione educativo-didattica didattica anno scolastico 2014-2015 TECNOLOGIA CLASSE PRIMA PRIMARIA Istituto Maddalena di Canossa Corso Garibaldi 60-27100 Pavia Scuola dell Infanzia Scuola Primaria Scuola Secondaria di 1 grado Programmazione educativo-didattica didattica anno scolastico 2014-2015 TECNOLOGIA

Dettagli