MACROAREA 3 DISCIPLINE INGEGNERISTICHE DOTTORATO DI RICERCA IN INGEGNERIA ELETTRONICA, SENSORI E STRUMENTAZIONE

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MACROAREA 3 DISCIPLINE INGEGNERISTICHE DOTTORATO DI RICERCA IN INGEGNERIA ELETTRONICA, SENSORI E STRUMENTAZIONE"

Transcript

1 Allegato 1 MACROAREA 3 DISCIPLINE INGEGNERISTICHE INGEGNERIA ELETTRONICA, SENSORI E STRUMENTAZIONE Coordinatore: Prof. Vittorio Ferrari Sede: Dipartimento di Ingegneria dell Informazione: Elettronica, Informatica, Telecomunicazioni, Automatica. Durata: 3 anni Posti:4 Borse:2 Finanziamento: 2 borse Brescia Settori Scientifico-disciplinari: ING-INF/01; ING-INF/07; FIS/01. Laurea del Vecchio ordinamento in: Fisica, Informatica, Ingegneria aerospaziale, Ingegneria biomedica, Ingegneria delle telecomunicazioni, Ingegneria elettrica, Ingegneria elettronica, Ingegneria elettrotecnica, Ingegneria gestionale, Ingegneria industriale, Ingegneria informatica, Ingegneria meccanica, Ingegneria nucleare, Ingegneria per l'ambiente e il territorio, lauree specialistiche: Classi 20/S ( in Fisica), 26/S ( in Ingegneria biomedica), 29/S ( in Ingegneria dell'automazione), 30/S ( in Ingegneria delle Telecomunicazioni), 31/S ( in Ingegneria elettrica), 32/S ( in Ingegneria elettronica), 33/S ( in Ingegneria energetica e nucleare), 35/S ( in Ingegneria informatica), 36/S (Ingegneria Meccanica),38/S (Ingegneria per l Ambiente e il Territorio) Lauree Magistrali Classi LM-17 (Fisica), LM-21 (Ingegneria Biomedica),LM-25 (Ingegneria dell Automazione),LM-27 (Ingegneria delle Telecomunicazioni),LM-28 (Ingegneria Elettrica), LM-29 (Ingegneria Elettronica),LM-30 (Ingegneria Energetica e Nucleare), LM-32 (Ingegneria Informatica), LM-33 (Ingegneria Meccanica), LM-35 (Ingegneria per l Ambiente e il Territorio) del candidato alla ricerca scientifica. Prova scritta: 11 Ottobre 2011 ore presso l aula 45 del Dipartimento di Ingegneria dell'informazione - Facoltà di Ingegneria- Via Branze, 38-Brescia Prova orale : 11 Ottobre 2011 ore presso la medesima sede. 72

2 INGEGNERIA INFORMATICA ED AUTOMATICA Coordinatore: Prof. Alfonso Emilio Gerevini Sede: Dipartimento di Ingegneria dell Informazione: Elettronica, Informatica, Telecomunicazioni, Automatica. Durata: 3 anni Posti: 4 Borse: 2 Finanziamento: 1 borsa Università di Brescia Finanziamenti Esterni: 1 borsa MIUR Settori Scientifico-disciplinari: ING-INF/05; ING-INF/04; ING-IND/31. Laurea Specialistica/Magistrale: Ingegneria Informatica Classe 35/S,Ingegneria delle Telecomunicazioni Classe 30/S Ingegneria Elettronica Classe 32/S,Ingegneria Informatica Classe LM32 Ingegneria delle Telecomunicazioni Classe LM27,Ingegneria Elettronica Classe LM29 e lauree affini. Laurea del vecchio ordinamento (ante D.M: 509/99) in: Laurea in Ingegneria nel settore dell Informazione e lauree affini. Per studenti stranieri: lauree nel settore dell Informazione e lauree affini. del candidato alla ricerca scientifica. Le date e la sede di svolgimento delle prove saranno pubblicate sul sito dell Università all indirizzo: almeno 20 giorni prima dell espletamento delle stesse. INGEGNERIA DELLE TELECOMUNICAZIONI Coordinatore: Prof. Riccardo Leonardi Sede: Dipartimento di Ingegneria dell Informazione: Elettronica, Informatica, Telecomunicazioni, Automatica. Durata: 3 anni Posti:4 Borse:2 Finanziamento: 1 borsa Università di Brescia Finanziamenti esterni: 1 borsa 50% Università di Brescia +50% Fondazione Cariplo Settori Scientifico-disciplinari: ING-INF/03;ING-INF/02; ING-INF/07; INF/01. Vecchio Ordinamento: laurea in Ingegneria nel settore dell informazione Lauree specialistiche delle classi: 20/S (in fisica), 23/S (in informatica), 25/S (in ingegneria aerospaziale e astronautica), 26/S (in ingegneria biomedica), 29/S (in ingegneria dell automazione), 30/S (in ingegneria delle telecomunicazioni), 32/S (in ingegneria elettronica), 34/S (in ingegneria gestionale), 35/S (in ingegneria informatica), 45/S (in matematica), 50/S (in modellistica matematico-fisica per l ingegneria); Lauree magistrali delle classi LM-17 (in fisica), LM-18 (in informatica), LM-20 (in ingegneria aerospaziale e astronautica), LM-21 (in ingegneria biomedica, LM-25 (in ingegneria dell automazione), LM-26 (in ingegneria della sicurezza), LM-27 (in ingegneria delle 73

3 telecomunicazioni), LM-29 (in ingegneria elettronica), LM-31 (in ingegneria gestionale), LM-32 (in ingegneria informatica), LM-40 (in matematica), LM-44 (modellistica matematico-fisica per l ingegneria), LM-66 (sicurezza informatica). L esame di ammissione consiste nella presentazione di un progetto e in una prova orale. Il progetto (da redigere in lingua inglese o italiana) dovrà essere obbligatoriamente allegato alla domanda di ammissione on line, e inviato entro la data di scadenza per la presentazione delle domande, per via telematica all'attenzione della Dott.ssa Nardo del Dipartimento di Ingegneria dell Informazione: Elettronica, Informatica, Telecomunicazioni, Automatica ; è inoltre richiesta la consegna al momento del colloquio, di una copia firmata del progetto medesimo. Il progetto dovrà essere strutturato nel modo seguente: 0. Autore 1. Titolo con indicazione del curriculum di riferimento (a) Elaborazione, modellizzazione e rappresentazione dei segnali multimediali; b) Teoria e tecniche per la comunicazione dell informazione; c) Sicurezza nelle reti di telecomunicazione; d) Gestione e supporto della Qualità del Servizio per le telecomunicazioni; e) Comunicazioni ottiche; f) Antenne e circuiti a microonde per le telecomunicazioni) 2. Descrizione sintetica del progetto [max 1/2 pagina A4] 3.- Inquadramento dell'attività di ricerca (contesto, rilevanza del problema, obiettivi da raggiungere) [max 1 pagina A4] 4.- Presentazione dello stato dell'arte [max 2 pagine A4] 5.- Piano di lavoro, descrizione dell'approccio e metodologia di verifica [max 3 pagine A4] 6.- Breve indicazione delle risorse necessarie [max 1/2 pagina A4] 7.- Riferimenti bibliografici [ max 1 pagina A4] Il progetto dovrà essere scelto su uno dei curricula di interesse del dottorato. I candidati, su richiesta, potranno avvalersi della possibilità di sostenere la prova orale per via telematica, previo consenso della Commissione e scelta della piattaforma telematica (ad es.: Skype, oovoo). La postazione telematica deve essere dotata di webcam al fine di garantire l'identificazione dei candidati. In fase di presentazione della domanda, i candidati dovranno trasmettere tutte le informazioni necessarie ad attivare il collegamento telematico e al riconoscimento dell'identità del candidato, ivi incluse 2 copie di un documento di riconoscimento autenticate, nel caso di cittadini stranieri, dalle autorità diplomatiche italiane del Paese di residenza. Le prove orali per via telematica si svolgeranno contestualmente alle prove orali degli altri candidati. Informazioni dettagliate sulle modalità e sugli orari verranno forniti dalla segreteria del dottorato nei giorni precedenti La data e la sede di svolgimento della prova orale saranno pubblicate sul sito dell Università all indirizzo: almeno 20 giorni prima dell espletamento della stessa. 74

4 LUOGHI E TEMPI DELLA CITTA E DEL TERRITORIO Coordinatore: Prof. Roberto Busi Sede: Dipartimento di Ingegneria Civile, Architettura, Territorio e Ambiente (DICATA) Durata: 3 anni Posti: 8 Borse: 4 Finanziamento: 1 borsa Università di Brescia Finanziamenti Esterni: 3 borse DICAT-Università di Genova a tema vincolato: tema n.1: Applicazione e sviluppo di metodologie innovative a supporto della pianificazione della mobilità a scala comunale, con particolare riguardo al Comune di Savona (è prevista attività continuativa in Savona); tema n.2: Applicazione e sviluppo di metodologie innovative a supporto della pianificazione della mobilità a scala comunale, riferite al miglioramento della qualità dell aria e al potenziamento del trasporto pubblico, con particolare riferimento al comprensorio savonese (è prevista attività continuativa nel comprensorio savonese); tema n.3: Approcci volti alla valorizzazione del territorio ed azioni finalizzate allo sviluppo sostenibile dei centri costieri del bacino del Mediterraneo (è prevista attività continuativa in Genova) Sedi consorziate:università degli Studi di Bologna Alma Mater Studiorum (Dip. di Fisica, Dip. di Architettura e Pianificazione Territoriale, Dip. di Elettronica Informatica e Sistemistica); Politecnico di Milano, Campus di Piacenza (Dip. di Architettura e Pianificazione -DIAP); Università degli Studi di Genova (Dip. di edilizia, urbanistica e ingegneria dei materiali DEUIM), Università degli Studi di Padova ( Dip. di Architettura, Urbanistica e Rilevamento). Settore Scientifico-disciplinare: ICAR/05; ICAR/09 ; ICAR/14; ICAR/20; ICAR/21; ICAR/22; MAT07; MAT09. Laurea del vecchio ordinamento o laurea specialistica/magistrale, e possedere una buona conoscenza della lingua inglese e/o francese e/o tedesca, e/o spagnola. del candidato alla ricerca scientifica. Le date e la sede di svolgimento delle prove saranno pubblicate sul sito dell Università all indirizzo: almeno 20 giorni prima dell espletamento delle stesse. 75

5 MECCANICA APPLICATA Coordinatore: Prof. Giovanni Legnani Sede: Dipartimento di Ingegneria Meccanica e Industriale. Durata: 3 anni Posti:6 Borse:4 Finanziamento: 1 borsa Brescia Finanziamenti esterni: 3 borse MIUR Sedi consorziate: Università degli Studi di Bergamo-Dip. Progettazione e Tecnologie Settori Scientifico-disciplinari: ING-IND13; ING-IND15; ING-IND12. Lauree Specialistiche/Magistrali in Ingegneria (Classi da LM20 a LM 35) o equivalenti; Laurea Specialistica/Magistrale in Design Classe LM12 o equivalenti. L esame di ammissione consiste nella presentazione di un progetto di ricerca che non costituisce vincolo alla successiva scelta dell'oggetto della tesi di dottorato, e in una prova orale. Il progetto dovrà essere obbligatoriamente allegato alla domanda on line ed è ' inoltre richiesta la consegna al momento del colloquio di una copia firmata del progetto medesimo. Prova orale: 12/10/2011 ore presso il Dip. di Ingegneria Meccanica e Industriale, Via Branze,38-Brescia. METODOLOGIE E TECNICHE APPROPRIATE NELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE ALLO SVILUPPO Coordinatore: Prof. Carlo Collivignarelli Sede: Dipartimento di Ingegneria Civile, Architettura, Territorio e Ambiente e Clinica delle malattie infettive e tropicali della Facoltà di Medicina e Chirurgia Durata: 3 anni Posti: 4 Borse: 2 Finanziamento: 1 borsa Università di Brescia, 1 borsa: 75% Università di Brescia +25% fondi esterni Settori Scientifico-disciplinari: area conoscenze di base: M-DEA/01, IUS13, M-GGR/02, SECS-P/01, SECS-P/02, SPS/06, M- PED/01; area del curriculum sanitario: MED/01, MED/07, MED/17, MED/42, MED/38, MED/40; area del curriculum tecnologico: ICAR/03, ICAR/01, ICAR/02, ICAR/05, ICAR/06, ICAR/09, ICAR/20, ING-IND/14. Curriculum sanitario Laurea Specialistica/Magistrale: Medicina e Chirurgia (46/S; LM-41), Biologia (6/S; LM-6), Biotecnologie Mediche, Veterinarie e Farmaceutiche (9/S; LM-9), Scienze della Nutrizione Umana (69/S; LM-61), Farmacia e Farmacia Industriale (14/S; LM-13). Laurea del vecchio ordinamento (ante D.M: 509/99) in: Medicina e Chirurgia, Scienze biologiche, Biotecnologie mediche, Biotecnologie farmaceutiche, Biotecnologie veterinarie, Chimica e tecnologie farmaceutiche. Curriculum tecnologico Laurea Specialistica/Magistrale: Ingegneria per l ambiente e il territorio (38/S; LM-35), Ingegneria civile (28/S; LM-23), 76

6 Scienze geologiche (86/S) e Scienze e tecnologie geologiche (LM-74), Scienze chimiche (62/S; LM-54), Scienze e tecnologie per l ambiente e il territorio (82/S; LM-75), Scienze e tecnologie agrarie (77/S; LM-69), Altre lauree specialistiche/magistrali in Ingegneria ritenute idonee dalla Commissione giudicatrice Laurea del vecchio ordinamento (ante D.M: 509/99): Ingegneria per l ambiente e il territorio, Ingegneria civile, Scienze geologiche, Chimica, Scienze ambientali, Scienze agrarie, Altre lauree in Ingegneria ritenute idonee dalla Commissione giudicatrice. L'esame di ammissione consiste nella presentazione di un progetto di ricerca da redigere in lingua italiana o inglese, che non costituisce vincolo alla successiva scelta dell'oggetto della tesi di dottorato, e in una prova orale. Il progetto dovrà essere obbligatoriamente allegato alla domanda on line di ammissione al concorso e inviato entro la data di scadenza per la presentazione delle domande di ammissione al concorso, per via telematica al seguente indirizzo: E' inoltre richiesta la consegna al momento del colloquio di una copia firmata del progetto medesimo. Il progetto deve essere sviluppato sui seguenti temi. Tema per il Curriculum Sanitario Illustrare le problematiche relative alla salute materno-infantile in un contesto a risorse estremamente limitate. In particolare, con riferimento alle problematiche sanitarie pediatriche connesse alla carenza di acqua sicura, delineare un progetto di ricerca operazionale finalizzato alla determinazione dell'impatto di morbidità e mortalità ed alla ricerca di possibili soluzioni sostenibili. Tema per il Curriculum Tecnologico Illustrare le principali problematiche sanitarie e ambientali in condizioni di emergenza in una realtà in via di sviluppo. Illustrare inoltre, mediante sintetiche esemplificazioni, alcune tecnologie appropriate alla gestione dell acqua e dei rifiuti solidi in condizioni di emergenza. Infine, dopo avere ipotizzato una problematica specifica, elaborare un progetto di ricerca finalizzato alla implementazione di tecnologie appropriate in contesti di emergenza. Il progetto dovrà essere elaborato in lingua italiana o inglese e con un massimo caratteri compresi gli spazi più eventuali figure. La prova orale sarà volta ad accertare la preparazione, le capacita e le attitudini del candidato alla ricerca scientifica e le sue motivazioni personali. Il colloquio sarà inoltre finalizzato a verificare le conoscenze del candidato su argomenti riguardanti le aree tematico-disciplinari del dottorato e a discutere il progetto di ricerca presentato. I candidati, su richiesta, potranno avvalersi della possibilità di sostenere la prova orale per via telematica, previo consenso della Commissione per quanto concerne la scelta della piattaforma telematica (ad es.: Skype, oovoo). La postazione telematica deve essere collocata presso una Università, previo accordo tra un docente di riferimento della medesima e il coordinatore di Dottorato, e deve essere dotata di webcam al fine di garantire l'identificazione dei candidati. In fase di presentazione della domanda, i candidati dovranno trasmettere tutte le informazioni necessarie ad attivare il collegamento telematico e al riconoscimento dell'identità del candidato, ivi incluse 2 copie di un documento di riconoscimento autenticate, nel caso di cittadini stranieri, dalle autorità diplomatiche italiane del Paese di residenza. Le prove orali per via telematica si svolgeranno contestualmente alle prove orali degli altri candidati. Informazioni dettagliate sulle modalità e sugli orari verranno forniti dalla segreteria del dottorato nei giorni precedenti il colloquio. Prova orale: 11 ottobre 2011 ore 10,00 presso Aula Riunioni DICATA, Facoltà di Ingegneria, Via Branze, 43-Brescia. 77

7 METODI E MODELLI MATEMATICI PER L INGEGNERIA Coordinatore: Prof. Paolo Secchi Sede: Dipartimento di Matematica con i Dipartimenti di Ingegneria dell Informazione: Elettronica, Informatica, Telecomunicazioni, Automatica; di Ingegneria Meccanica e Industriale; di Ingegneria Civile, Architettura, Territorio e Ambiente. Durata: 3 anni Posti:4 Borse: 2 Finanziamento: 2 borse Brescia. Settori Scientifico-disciplinari: MAT/O5, MAT/07, MAT/08, ICAR/08, ING-IND/31, ING-INF/02, ING-INF/04, MAT/02, MAT/03, ING-IND/08, FIS/07 Laurea Specialistica o Magistrale in una delle seguenti classi: 4/S,Architettura e Ingegneria Edile; 20/S Fisica; da 25/S a 38/S tutte le lauree specialistiche in Ingegneria; 45/S Matematica; 50/S Modellistica Matematico-Fisica per l Ingegneria; 61/S Scienza e ingegneria dei Materiali; LM-4 Architettura e Ingegneria Edile-Architettura, o titolo equipollente. L'esame di ammissione consiste nella presentazione di un progetto di ricerca da redigere in lingua italiana o inglese, che non costituisce vincolo alla successiva scelta dell'oggetto della tesi di dottorato, e in una prova orale. Il progetto dovrà essere obbligatoriamente allegato alla domanda on line di ammissione al concorso e inviato entro la data di scadenza per la presentazione delle domande di ammissione al concorso, per via telematica al seguente indirizzo: E' inoltre richiesta la consegna al momento del colloquio di una copia firmata del progetto medesimo. Il progetto dovrà essere strutturato nel modo seguente: - 1. Autore - 2. titolo - 3. inquadramento dell'argomento di ricerca - 4. obiettivi della ricerca - 5. modalità della ricerca. Dovrà essere in lingua italiana o inglese e con un massimo caratteri compresi gli spazi più eventuali figure. La prova orale sarà volta ad accertare la preparazione, le capacita e le attitudini del candidato alla ricerca scientifica e le sue motivazioni personali. Il colloquio sarà inoltre finalizzato a verificare le conoscenze del candidato su argomenti riguardanti le aree tematico-disciplinari del dottorato e a discutere il progetto di ricerca presentato. Data l'importanza di una buona conoscenza della lingua inglese per la frequenza del dottorato, per i candidati non in possesso di idonea certificazione al riguardo (risultati di test standardizzati per la valutazione delle competenze e della abilità linguistiche, quali, ad esempio, TOEFL, IELTS ecc.), sarà prevista una prova orale di lettura e comprensione di un testo. I candidati, su richiesta, potranno avvalersi della possibilità di sostenere la prova orale per via telematica, previo consenso della Commissione e scelta della piattaforma telematica (ad es.: Skype, oovoo). La postazione telematica deve essere dotata di webcam al fine di garantire l'identificazione dei candidati. In fase di presentazione della domanda, i candidati dovranno trasmettere tutte le informazioni necessarie ad attivare il collegamento telematico e al riconoscimento dell'identità del candidato, ivi incluse 2 copie di un documento di riconoscimento autenticate, nel caso di cittadini stranieri, dalle autorità diplomatiche italiane del Paese di residenza. Le prove orali per via telematica si svolgeranno contestualmente alle prove orali degli altri candidati. Informazioni 78

8 dettagliate sulle modalità e sugli orari verranno forniti dalla segreteria del dottorato nei giorni precedenti il colloquio. La data e la sede di svolgimento della prova orale saranno pubblicate sul sito dell Università all indirizzo: almeno 20 giorni prima dell espletamento della stessa. NATURAL RISKS ASSESSMENT AND MANAGEMENT Coordinatore: Prof. Baldassarre Bacchi Sede: Ingegneria Civile, Architettura, Territorio e Ambiente con i Dipartimenti di Matematica e di Scienze Economiche. Durata: 3 anni Posti :4 Borse: 2 Finanziamento: 1 borsa Università di Brescia Finanziamento esterno: 1 borsa progetto europeo KULTURISK Settori Scientifico-disciplinari: ICAR/01, ICAR/02, ICAR/07, ICAR/08, ICAR/09, ICAR/20, GEO/05, MAT/05, MAT/08, MAT/09, SECS-P/06, SECS-S/06. Laurea Specialistica/Magistrale: Ingegneria civile Classe 28/S, LM23 Ingegneria per l Ambiente e il Territorio classe 38/S, LM35 Ingegneria Edile-Architettura Classe 4/S, LM04 Scienze e Tecnologie per l Ambiente e il Territorio Classe 82/S Scienze e Tecnologie Forestali e Ambientali Classe LM73 Scienze Geologiche Classe 86/S Scienze e Tecnologie Geologiche Classe LM74 Ingegneria Gestionale Classe 34/S, LM31 Scienze dell Economia Classe 64/S, LM56 Matematica Classe 45/S, LM40 Fisica Classe 20/S, LM17 Laurea del vecchio ordinamento (ante D.M: 509/99) in: Ingegneria Civile, Ingegneria per l Ambiente e il Territorio, Ingegneria Edile-Architettura, Scienze Ambientali, Scienze geologiche, Ingegneria Gestionale, Economia, Matematica, Fisica. del candidato alla ricerca scientifica. Le date e la sede di svolgimento delle prove saranno pubblicate sul sito dell Università all indirizzo: almeno 20 giorni prima dell espletamento delle stesse. 79

9 PROGETTAZIONE E GESTIONE DEI SISTEMI LOGISTICI E PRODUTTIVI INTEGRATI Coordinatore: Prof. Marco Alberti Sede: Dipartimento di Ingegneria Meccanica e Industriale. Durata: 3 anni Posti: 5 Borse: 3 Finanziamento: 1 borse Brescia Finanziamenti Esterni: 2 borse MIUR Settore Scientifico-disciplinare: ING-IND/17. Lauree magistrali (ex DM 270/2004): LM-20 Ingegneria Aerospaziale e Astronautica,LM-21 Ingegneria Biomedica,LM-22 Ingegneria Chimica, LM-23 Ingegneria Civile,LM-24 Ingegneria Dei Sistemi Edilizi,LM-25 Ingegneria Dell automazione,lm-26 Ingegneria Della Sicurezza,LM-27 Ingegneria Delle Telecomunicazioni LM-28 Ingegneria Elettrica,LM-29 Ingegneria Elettronica,LM-30 Ingegneria Energetica e Nucleare LM-31 Ingegneria Gestionale,LM-32 Ingegneria Informatica,LM-33 Ingegneria Meccanica, LM-34 Ingegneria Navale,LM-35 Ingegneria Per L ambiente e Il Territorio,LM-40 Matematica LM-44 Modellistica Matematico-Fisica Per L ingegneria,lm-56 Scienze Dell economia, LM-77 Scienze Economico-Aziendali Lauree specialistiche (ex DM 509/1999): 25/S Ingegneria Aerospaziale e Astronautica,26/S Ingegneria Biomedica,27/S Ingegneria Chimica 28/S Ingegneria Civile,29/S Ingegneria Dell automazione,30/s Ingegneria Delle Telecomunicazioni 31/S Ingegneria Elettrica,32/S Ingegneria Elettronica,33/S Ingegneria Energetica e Nucleare 34/S Ingegneria Gestionale,35/S Ingegneria Informatica,36/S Ingegneria Meccanica, 37/S Ingegneria Navale,38/S Ingegneria Per L ambiente e Il Territorio,45/S Matematica 50/S Modellistica Matematico-Fisica Per L ingegneria,64/s Scienze Dell economia, 84/S Scienze Economico-Aziendali Laurea del vecchio ordinamento (ante DM 509/1999): Laurea in Ingegneria. L'esame di ammissione consiste nella presentazione di un progetto di ricerca da redigere in lingua italiana o inglese, che non costituisce vincolo alla successiva scelta dell'oggetto della tesi di dottorato, e in una prova orale. Il progetto dovrà essere obbligatoriamente allegato alla domanda on line di ammissione al concorso e inviato entro la data di scadenza per la presentazione delle domande di ammissione al concorso, per via telematica al seguente indirizzo: E' inoltre richiesta la consegna al momento del colloquio di una copia firmata del progetto medesimo. Il progetto dovrà essere strutturato nel modo seguente: - 1. Autore - 2. titolo - 3. inquadramento dell'argomento di ricerca - 4. obiettivi della ricerca - 5. modalità della ricerca. 80

10 Dovrà essere in lingua italiana o inglese e con un massimo caratteri compresi gli spazi più eventuali figure. La prova orale sarà volta ad accertare la preparazione, le capacita e le attitudini del candidato alla ricerca scientifica e le sue motivazioni personali. Il colloquio sarà inoltre finalizzato a verificare le conoscenze del candidato su argomenti riguardanti le aree tematico-disciplinari del dottorato e a discutere il progetto di ricerca presentato. Data l'importanza di una buona conoscenza della lingua inglese per la frequenza del dottorato, per i candidati non in possesso di idonea certificazione al riguardo (risultati di test standardizzati per la valutazione delle competenze e della abilità linguistiche, quali, ad esempio, TOEFL, IELTS ecc.), sarà prevista una prova orale di lettura e comprensione di un testo. I candidati, su richiesta, potranno avvalersi della possibilità di sostenere la prova orale per via telematica, previo consenso della Commissione e scelta della piattaforma telematica (ad es.: Skype, oovoo). La postazione telematica deve essere dotata di webcam al fine di garantire l'identificazione dei candidati. In fase di presentazione della domanda, i candidati dovranno trasmettere tutte le informazioni necessarie ad attivare il collegamento telematico e al riconoscimento dell'identità del candidato, ivi incluse 2 copie di un documento di riconoscimento autenticate, nel caso di cittadini stranieri, dalle autorità diplomatiche italiane del Paese di residenza. Le prove orali per via telematica si svolgeranno contestualmente alle prove orali degli altri candidati. Informazioni dettagliate sulle modalità e sugli orari verranno forniti dalla segreteria del dottorato nei giorni precedenti La data e la sede di svolgimento della prova orale saranno pubblicate sul sito dell Università all indirizzo: almeno 20 giorni prima dell espletamento della stessa. RECUPERO DI EDIFICI STORICI E CONTEMPORANEI Coordinatore: Prof. Giovanni Plizzari Sede: Dipartimento di Ingegneria Civile, Architettura, Territorio e Ambiente - DICATA Durata: 3 anni Posti:4 Borse:2 Finanziamento: 1 borsa Brescia Finanziamenti Esterni: 1 borsa: 50% MIUR + 50% DICATA Sedi consorziate: Università degli Studi di: Bergamo (Dip. di Progettazione e Tecnologie); Padova (Dip. Costruzioni Trasporti); Roma Tor Vergata (Dip. di Ingegneria Civile); Trento (Dip. di Ingegneria Meccanica e Strutturale); Udine (Dip. di Ingegneria Civile e Architettura); Venezia IUAV (Dip. di Costruzione dell Architettura), Trieste (Dip. di Progettazione Architettonica e Urbana). Settori Scientifico-disciplinari: ICAR /09; ICAR /07; ICAR /08; ICAR /18; ICAR /19. Laurea specialistica/magistrale in: Ingegneria Civile Classe 28/S, Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Classe 38/S, Ingegneria Edile-Architettura Classe 4/S, Ingegneria Edile Classe 4/S, Architettura Classe 4/S Laurea del vecchio ordinamento (ante D.M: 509/99) in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Ingegneria Edile Architettura 81

11 In caso non sussistano le sopracitate condizioni, soprattutto nel caso di studenti stranieri, il curriculum formativo necessario per accedere alla selezione deve essere equivalente a quello sopraindicato e dichiarato equipollente dal Collegio dei Docenti. Se tali requisiti non sono ritenuti sufficienti dal curriculum precedente, il candidato può integrare il percorso formativo previsto per i primi due anni del programma di dottorato, sulla base di corsi istituzionali offerti nell ambito dei corsi di laurea specialistici. del candidato alla ricerca scientifica.. La prova orale comprende la verifica della conoscenza di una o più lingue straniere. Prova scritta: il giorno 11 ottobre 2011 ore 9.00 presso la Facoltà di Ingegneria, Via Branze,43 Brescia Prova orale : il giorno 11 ottobre 2011 successivamente alla prova scritta, presso la Facoltà di Ingegneria, Via Branze, 43 Brescia. TECNOLOGIE E SISTEMI ENERGETICI PER L INDUSTRIA MECCANICA Coordinatore: Prof. Gian Paolo Beretta Sede: Dipartimento di Ingegneria Meccanica e Industriale Durata: 3 anni Posti: 5 Borse: 3 Finanziamento: 1borsa Brescia. Finanziamenti Esterni: 2 borse MIUR per una ricerca nell ambito di indagine prioritario Risparmio energetico e microgenerazione distribuita. Settori Scientifico-disciplinari: ING-IND/08; ING-IND/09; ING-IND/10; ING-IND/11; ING- IND/14; ING-IND/16. Laurea specialistica o titolo equipollente in una delle seguenti discipline: ingegneristica, scientifica o economico- gestionale. del candidato alla ricerca scientifica. Prova scritta: il giorno 4 ottobre 2011 ore presso la sala riunioni del Dipartimento di Ingegneria Meccanica ed Industriale - Facoltà di Ingegneria, Via Branze,38-Brescia Prova orale : il giorno 4 ottobre 2011 successivamente alla prova scritta, presso la medesima sede. 82

ALLEGATO 1 AL BANDO DI CONCORSO DELLE SCUOLE E DEI DOTTORATI DI RICERCA ANNO ACCADEMICO 2012/13 XXVIII CICLO SCHEDE

ALLEGATO 1 AL BANDO DI CONCORSO DELLE SCUOLE E DEI DOTTORATI DI RICERCA ANNO ACCADEMICO 2012/13 XXVIII CICLO SCHEDE ALLEGATO 1 AL BANDO DI CONCORSO DELLE SCUOLE E DEI DOTTORATI DI RICERCA ANNO ACCADEMICO 2012/13 XXVIII CICLO SCHEDE MACROAREA 2 DISCIPLINE ECONOMICHE Pag. Dottorato di Ricerca in Sociologia Economica 2

Dettagli

CORSO DI DOTTORATO IN ASSICURAZIONE E FINANZA: MATEMATICA E GESTIONE

CORSO DI DOTTORATO IN ASSICURAZIONE E FINANZA: MATEMATICA E GESTIONE ULTIMA REVISIONE 13 novembre 2012 CORSO DI DOTTORATO IN ASSICURAZIONE E FINANZA: MATEMATICA E GESTIONE Avviso: questa scheda contiene solo delle informazioni parziali. Le modalità di iscrizione al concorso

Dettagli

Classi di laurea a contenuto scientifico-tecnologico a cui è correlata la dote residenzialità

Classi di laurea a contenuto scientifico-tecnologico a cui è correlata la dote residenzialità Allegato B AVVISO PER LA PARTECIPAZIONE ALLA DOTE RESIDENZIALITÀ PER GLI ISCRITTI ALL UNIVERSITÀ, CLASSI DI LAUREA A CONTENUTO SCIENTIFICO-TECNOLOGICO, ANNO ACCADEMICO 2009-2010. (P.O.R. F.S.E 2007-2013

Dettagli

Ambiti disciplinari del dottorato:

Ambiti disciplinari del dottorato: CORSO DI DOTTORATO DI RICERCA IN Tecnologie dell Informazione per l Ingegneria Coordinatore: prof. Luigi Glielmo, glielmo@unisannio.it I candidati sono invitati a contattare il coordinatore per informazioni

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER LA PRESENTAZIONE DELLE ISTANZE PER L EROGAZIONE DI VOUCHER PER LA FORMAZIONE UNIVERSITARIA E PER L ALTA FORMAZIONE EDIZIONE 2015

AVVISO PUBBLICO PER LA PRESENTAZIONE DELLE ISTANZE PER L EROGAZIONE DI VOUCHER PER LA FORMAZIONE UNIVERSITARIA E PER L ALTA FORMAZIONE EDIZIONE 2015 Allegato 4 AVVISO PUBBLICO PER LA PRESENTAZIONE DELLE ISTANZE PER L EROGAZIONE DI VOUCHER PER LA FORMAZIONE UNIVERSITARIA E PER L ALTA FORMAZIONE EDIZIONE 2015 Classi di laurea a contenuto scientifico-tecnologico

Dettagli

Lauree di II livello

Lauree di II livello Lauree di I livello - Classe 15 delle lauree in scienze politiche e delle relazioni internazionali - Classe 31 delle lauree in scienze giuridiche - Classe 2 delle lauree in scienze dei servizi giuridici

Dettagli

SPECIFICAZIONI SUL RICONOSCIMENTO DEI REQUISITI DEI SOGGETTI ABILITATI ALLA CERTIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI.

SPECIFICAZIONI SUL RICONOSCIMENTO DEI REQUISITI DEI SOGGETTI ABILITATI ALLA CERTIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI. SPECIFICAZIONI SUL RICONOSCIMENTO DEI REQUISITI DEI SOGGETTI ABILITATI ALLA CERTIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI. il Referente - Arch. Patrizia Ferrarotti Il DPR 16-04-, n.75 disciplina all art. 2 l

Dettagli

Ambiti disciplinari del dottorato:

Ambiti disciplinari del dottorato: CORSO DI DOTTORATO DI RICERCA IN Tecnologie dell Informazione per l Ingegneria Coordinatore: prof. Luigi Glielmo, glielmo@unisannio.it I candidati sono invitati a contattare il coordinatore per informazioni

Dettagli

Università degli Studi di Ferrara

Università degli Studi di Ferrara Università degli Studi di Ferrara ELENCO DELLE CLASSI DI LAUREA Lauree SPECIALISTICHE Laurea Specialistica: 1/S (in antropologia culturale ed etnologia) Laurea Specialistica: 2/S (in archeologia) Laurea

Dettagli

INGEGNERIA GESTIONALE (nuovo ordinamento) TORINO

INGEGNERIA GESTIONALE (nuovo ordinamento) TORINO INGEGNERIA GESTIONALE (nuovo ordinamento) TORINO Curriculum: Classe L-8 Attività di base (classe L-8) 45 4 SECS-S/02 Statistica per la ricerca sperimentale e Attività di base (classe L-9) SECS-S/02 Statistica

Dettagli

Il Ministro dellistruzione, dell Università e della Ricerca

Il Ministro dellistruzione, dell Università e della Ricerca Allegato C Numerosità studenti Tabella 1 Numerosità minime, massime e di per gruppi di classi di laurea e laurea magistrale Corsi di laurea A 50 75 10 B 100 150 20 C 180 230 36 D 250 300 50 Corsi di laurea

Dettagli

VADEMECUM PER L ISCRIZIONE ALL ELENCO DEI CERTIFICATORI ENERGETICI

VADEMECUM PER L ISCRIZIONE ALL ELENCO DEI CERTIFICATORI ENERGETICI VADEMECUM PER L ISCRIZIONE ALL ELENCO DEI CERTIFICATORI ENERGETICI Per poter fare domanda per l inserimento nell elenco dei Certificatori Energetici è necessario possedere alcuni requisiti. In base al

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA Reg. XXVIII N. 1108 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA IL RETTORE Visto lo Statuto dell Università degli Studi di Brescia, emanato con D.R. del 16 ottobre 1997 n.688, e successivamente modificato con D.R.

Dettagli

Scaricato da http://www.italiaoggi.it Tutti i diritti riservati ai legittimi titolari

Scaricato da http://www.italiaoggi.it Tutti i diritti riservati ai legittimi titolari D i s c i p l i n a C o r s i d i l a u r e a m a g i s t r a l i Art. 1 1. Il presente decreto definisce, ai sensi dell'articolo 4 del decreto ministeriale 22 ottobre 2004, n. 270, le classi dei corsi

Dettagli

DPR 75/2013 SUI CERTIFICATORI ENERGETICI, modificato dalla L. 21/02/2014 n.9, di conversione del DL 145/2013 (evidenziate in giallo tali modifiche)

DPR 75/2013 SUI CERTIFICATORI ENERGETICI, modificato dalla L. 21/02/2014 n.9, di conversione del DL 145/2013 (evidenziate in giallo tali modifiche) DPR 75/2013 SUI CERTIFICATORI ENERGETICI, modificato dalla L. 21/02/2014 n.9, di conversione del DL 145/2013 (evidenziate in giallo tali modifiche) Secondo il DPR vi sono due tipologie di tecnici abilitati

Dettagli

SEZIONE A REQUISITI DI ACCESSO E ARTICOLAZIONE DELLE PROVE

SEZIONE A REQUISITI DI ACCESSO E ARTICOLAZIONE DELLE PROVE SEZIONE A REQUISITI DI ACCESSO E ARTICOLAZIONE DELLE PROVE Riferimenti normativi D.M. 9 settembre 1957 e sue modificazioni e integrazioni. Approvazione del regolamento sugli esami di Stato di abilitazione

Dettagli

(art.2 del DPR.75/2013)

(art.2 del DPR.75/2013) CHIIARIIMENTII SUII REQUIISIITII DEII SOGGETTII ABIILIITATII ALLA CERTIIFIICAZIIONE ENERGETIICA DEGLII EDIIFIICII (art.2 del DPR.75/2013) Scopo del presente documento, redatto da Mesos Innovation and Training

Dettagli

CLASSI DI LAUREA MAGISTRALE

CLASSI DI LAUREA MAGISTRALE Allegato D CLASSI DI LAUREA MAGISTRALE CLASSI DI LAUREA MAGISTRALE INDIRIZZO DI LAUREA MACROAREA ASSEGNATA LM-1 ANTROPOLOGIA CULTURALE ED ETNOLOGIA LM-2 ARCHEOLOGIA LM-3 ARCHITETTURA DEL PAESAGGIO LM-4

Dettagli

produzione, dei servizi e delle professioni (art. 11 comma 4 DM509 del 3/11/99) sono state consultate in data 15/01/2001

produzione, dei servizi e delle professioni (art. 11 comma 4 DM509 del 3/11/99) sono state consultate in data 15/01/2001 Allegato 2) Università degli Studi di BERGAMO Scheda informativa Università Classe Nome del corso Università degli Studi di BERGAMO 4 - Classe delle lauree in scienze dell'architettura e dell'ingegneria

Dettagli

Classi di Laurea avvantaggiati e svantaggiati dalle numerosità previste nel DM 893/2014 (Costi Standard)

Classi di Laurea avvantaggiati e svantaggiati dalle numerosità previste nel DM 893/2014 (Costi Standard) Classi di Laurea avvantaggiati e svantaggiati dalle numerosità previste nel DM 893/2014 (Costi Standard) Numerosità massima immatricolati Costi Standard Numerosità massima immatricolati AVA Sconto L-22

Dettagli

Denominazione classe di concorso. 39/A Geografia Con almeno 48 crediti nel settore scientifico disciplinare M-GGR di cui 24 M-GGR/01, 24

Denominazione classe di concorso. 39/A Geografia Con almeno 48 crediti nel settore scientifico disciplinare M-GGR di cui 24 M-GGR/01, 24 Classe della laurea specialistica Denominazione classe di laurea Classe di concorso Denominazione classe di concorso Requisiti minimi Crediti Titoli aggiuntivi (Titoli di studio e professionali) L/S:1

Dettagli

CLASSI DI LAUREE SPECIALISTICHE (LS) (D.M. 28 novembre 2000. Supplemento ordinario alla G.U. n. 18 del 23 gennaio 2001 Serie generale)

CLASSI DI LAUREE SPECIALISTICHE (LS) (D.M. 28 novembre 2000. Supplemento ordinario alla G.U. n. 18 del 23 gennaio 2001 Serie generale) CLASSI DI LAUREE SPECIALISTICHE (LS) (D.M. 28 novembre 2000. Supplemento ordinario alla G.U. n. 18 del 23 gennaio 2001 Serie generale) 1/S - Antropologia culturale ed etnologia 2/S - Archeologia 3/S Architettura

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Nazionale per l Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Nazionale per l Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro BANDO DI CONCORSO Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Nazionale per l Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro Concorso nazionale per l assegnazione di n. 70 borse

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell'università e della Ricerca Consiglio Universitario Nazionale

Ministero dell Istruzione, dell'università e della Ricerca Consiglio Universitario Nazionale Analisi e proposte in materia di «Razionalizzazione e accorpamento delle classi di concorso a cattedre per l accesso all insegnamento nella Scuola Secondaria» (A proposito dello schema di regolamento recante

Dettagli

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Tabella 1 - Raggruppamenti dei corsi di studio per Area disciplinare. CORSI DI LAUREA AREA CLASSE DENOMINAZIONE Sanitaria L/SNT1 L/SNT2 L/SNT3

Dettagli

TABELLA A - ELENCO TITOLI DI STUDIO ABILITATI ALLA CERTIFICAZIONE ENERGETICA (come da DPR 75/2013 e smi)

TABELLA A - ELENCO TITOLI DI STUDIO ABILITATI ALLA CERTIFICAZIONE ENERGETICA (come da DPR 75/2013 e smi) TABELLA A - ELENCO TITOLI DI STUDIO ABILITATI ALLA CERTIFICAZIONE ENERGETICA (come da DPR 75/2013 e smi) ATTENZIONE! I professionisti abilitati devono possedere oltre ad uno dei titoli di studio indicati,

Dettagli

2. TITOLI ACCADEMICI CONFERITI DAL POLITECNICO DI MILANO

2. TITOLI ACCADEMICI CONFERITI DAL POLITECNICO DI MILANO 2. TITOLI ACCADEMICI CONFERITI DAL POLITECNICO DI MILANO Il Politecnico di si articola in tre Facoltà di Architettura e cinque di che conferiscono i seguenti titoli accademici: FACOLTÀ DI ARCHITETTURA

Dettagli

DPR 75/2013 SUI TECNICI CERTIFICATORI ENERGETICI

DPR 75/2013 SUI TECNICI CERTIFICATORI ENERGETICI DPR 75/2013 SUI TECNICI CERTIFICATORI ENERGETICI 1) Titoli di studio dei tecnici abilitati - art. 2 comma 3 DPR certificatori Il tecnico in questione deve anche essere iscritto ai relativi ordini e collegi

Dettagli

Anagrafe 2009 codice =... (attribuito dal sistema)

Anagrafe 2009 codice =... (attribuito dal sistema) QUESTO E' SOLO UN FACSIMILE E NON SI PUO' UTILIZZARE PER LA COMPILAZIONE MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL'UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA Anagrafe 2009 codice =.. (attribuito dal sistema) Sezione A - OFFERTA

Dettagli

I3A LAUREA IN INGEGNERIA CIVILE E AMBIENTALE

I3A LAUREA IN INGEGNERIA CIVILE E AMBIENTALE I3A LAUREA IN INGEGNERIA CIVILE E AMBIENTALE 1. CARATTERISTICHE DEL CORSO CLASSE DI CORSO: L-7 Ingegneria civile e ambientale NORMATIVA DI RIFERIMENTO: Corso di nuova istituzione secondo DM 270 DIPARTIMENTO

Dettagli

UNIVERSITÀ DI ROMA «TOR VERGATA»

UNIVERSITÀ DI ROMA «TOR VERGATA» UNIVERSITÀ DI ROMA «TOR VERGATA» Bando di concorso per l ammissione ai corsi di dottorato di ricerca - XXVII ciclo IL RETTORE Visto lo statuto dell'università degli Studi di Roma "Tor Vergata" Visto l'art.

Dettagli

GUIDA AI TEST PER L AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA

GUIDA AI TEST PER L AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA GUIDA AI TEST PER L AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IL NUMERO PROGRAMMATO numero massimo di studenti che un Corso di Laurea intende immatricolare Nell anno accademico 2014/2015 tutti i Corsi di Laurea e

Dettagli

AMMISSIONE AL CORSO DI STUDIO MAGISTRALE ARCHITETTURA (CLASSE LM-4) ANNO ACCADEMICO 2015-16

AMMISSIONE AL CORSO DI STUDIO MAGISTRALE ARCHITETTURA (CLASSE LM-4) ANNO ACCADEMICO 2015-16 AMMISSIONE AL CORSO DI STUDIO MAGISTRALE ARCHITETTURA (CLASSE LM-4) ANNO ACCADEMICO 2015-16 IL DIRETTORE - Vista la legge 2 agosto 1999 n. 264 recante Norme in materia di accessi ai corsi Universitari

Dettagli

39/A Geografia Con almeno 48 crediti nel settore scientifico disciplinare M-GGR di cui 24 M-GGR/01, 24 M-GGR/02

39/A Geografia Con almeno 48 crediti nel settore scientifico disciplinare M-GGR di cui 24 M-GGR/01, 24 M-GGR/02 Classe della laurea specialistica L/S:1 Descrizione Antropologia culturale ed etnologia Classe di concorso Denominazione Requisiti minimi Crediti Titoli aggiuntivi (Titoli di studio e professionali) 39/A

Dettagli

EQUIPARATA ALLE LAUREE MAGISTRALI DELLA CLASSE:

EQUIPARATA ALLE LAUREE MAGISTRALI DELLA CLASSE: LAUREE DEL VECCHIO ORDINAMENTO EQUIPARATA ALLE LAUREE MAGISTRALI DELLA CLASSE: EQUIPARATA ALLE LAUREE TRIENNALI DELLA CLASSE: (4S) Classe delle lauree in disegno industriale (42) Architettura ed equipollenti

Dettagli

CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN SCIENZE E TECNOLOGIE PER L AMBIENTE E IL TERRITORIO Classe LM-75 (DM 270 del 22/10/2004 e DM 50 del 23/12/2010)

CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN SCIENZE E TECNOLOGIE PER L AMBIENTE E IL TERRITORIO Classe LM-75 (DM 270 del 22/10/2004 e DM 50 del 23/12/2010) CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN SCIENZE E TECNOLOGIE PER L AMBIENTE E IL TERRITORIO Classe LM-75 (DM 270 del 22/10/2004 e DM 50 del 23/12/2010) Il Corso di laurea magistrale in Scienze e Tecnologie per l

Dettagli

CLASSE DELLE LAUREE SPECIALISTICHE IN INGEGNERIA GESTIONALE

CLASSE DELLE LAUREE SPECIALISTICHE IN INGEGNERIA GESTIONALE CLASSE DELLE LAUREE SPECIALISTICHE IN INGEGNERIA GESTIONALE ORDINAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA GESTIONALE Art. 1 Istituzione. Presso la Facoltà di Ingegneria sede di

Dettagli

Allegato A. Schede delle Scuole di Dottorato e dei corsi attivati. Elenco delle schede. Elenco delle borse regionali F.S.E.

Allegato A. Schede delle Scuole di Dottorato e dei corsi attivati. Elenco delle schede. Elenco delle borse regionali F.S.E. Allegato A Schede delle Scuole di e dei corsi attivati Elenco delle schede Scuola di dottorato Scheda Scuola superiore di Economia (SSE) di ricerca in Economia 1 di ricerca in Economia aziendale di ricerca

Dettagli

ULTIMA REVISIONE 15 ottobre 2012 SCUOLA DI DOTTORATO IN NANOTECNOLOGIE

ULTIMA REVISIONE 15 ottobre 2012 SCUOLA DI DOTTORATO IN NANOTECNOLOGIE ULTIMA REVISIONE 15 ottobre 2012 SCUOLA DI DOTTORATO IN NANOTECNOLOGIE Avviso: questa scheda contiene solo delle informazioni parziali. Le modalità di iscrizione al concorso di ammissione e tutte le altre

Dettagli

I4M LAUREA MAGISTRALE IN INGEGNERIA MECCANICA

I4M LAUREA MAGISTRALE IN INGEGNERIA MECCANICA Ordine degli Studi a.a. 2015/201 I4M LAUREA MAGISTRALE IN INGEGNERIA MECCANICA 1. CARATTERISTICHE DEL CORSO CLASSE DI CORSO: LM-33 Ingegneria meccanica NORMATIVA DI RIFERIMENTO: DM 270/2004 DIPARTIMENTO

Dettagli

35/S-Classe delle lauree specialistiche in ingegneria informatica Nome del corso. Ingegneria Informatica

35/S-Classe delle lauree specialistiche in ingegneria informatica Nome del corso. Ingegneria Informatica Università Università degli studi di Genova Classe 35/S-Classe delle lauree specialistiche in ingegneria Nome del corso Informatica Modifica di Informatica (codice=45798) Data del DM di approvazione dell'ordinamento

Dettagli

f a c o l t à d i INGEGNERIA

f a c o l t à d i INGEGNERIA f a c o l t à d i INGEGNERIA UNIVERSITÀ politecnica delle marche facoltà di Via Brecce Bianche, 12 60131 Tel. 071 2204778 INGEGNERIA Per informazioni più approfondite relative alla didattica dei singoli

Dettagli

CREDITO D IMPOSTA PER ATTIVITA DI RICERCA E SVILUPPO - 2015

CREDITO D IMPOSTA PER ATTIVITA DI RICERCA E SVILUPPO - 2015 CREDITO D IMPOSTA PER ATTIVITA DI RICERCA E SVILUPPO - 2015 TERMINI DI PRESENTAZIONE Periodo di imposta dal 2015 al 2019 BENEFICIARI Tutte le imprese indipendentemente dalla forma giuridica, dal settore

Dettagli

Ricognizione sullo stato di attuazione del DM 270/2004

Ricognizione sullo stato di attuazione del DM 270/2004 Ricognizione sullo stato di attuazione del DM 270/2004 Vito Pascazio Università di Napoli Parthenope 1 Commissione Didattica GTTI Riccardo Raheli Università di Parma (Coordinatore) Francesco De Natale

Dettagli

Tav. 6.8b - Studenti della Valle d'aosta iscritti per ateneo, facoltà e genere - Anni accademici 2011/2012-2012/2013

Tav. 6.8b - Studenti della Valle d'aosta iscritti per ateneo, facoltà e genere - Anni accademici 2011/2012-2012/2013 Tav. 6.8b - Studenti della Valle d'aosta iscritti per ateneo, facoltà e genere - Anni accademici 2011/2012-2012/2013 ANNO ACCADEMICO 2012/2013 ATENEO FACOLTA' Maschi Femmine Totale Aosta Classe non richiesta

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA Allegato 1-bis Requisiti minimi - docenza di ruolo I requisiti minimi di docenza di ruolo sono stabiliti in relazione ai criteri, appresso indicati, sulla base dei documenti del Comitato doc. 17/01, doc.

Dettagli

www.units.it ateneo@pec.units.it

www.units.it ateneo@pec.units.it ULTIMA REVISIONE 16 luglio 2012 SCUOLA DI DOTTORATO IN INGEGNERIA E ARCHITETTURA Avviso: questa scheda contiene solo delle informazioni parziali. Le modalità di iscrizione al concorso di ammissione e tutte

Dettagli

Classe delle lauree in Ingegneria Industriale (classe 10) Facoltà di Ingegneria, Università degli Studi dell Aquila

Classe delle lauree in Ingegneria Industriale (classe 10) Facoltà di Ingegneria, Università degli Studi dell Aquila I1L LAUREA IN INGEGNERIA ELETTRICA 1. CARATTERISTICHE DEL CORSO CLASSE DI CORSO: CDCS DI RIFERIMENTO: PERCORSI FORMATIVI: SEDE: Classe delle lauree in Ingegneria Industriale (classe 10) Ingegneria Elettrica

Dettagli

Facoltà di Ingegneria

Facoltà di Ingegneria Stralcio di Regolamento Didattico del Corso di Laurea Magistrale in INGEGNERIA INFORMATICA LM 32 Ingegneria informatica (ex DM 270/04) (Ciclo di studio che inizia nell a.a. 2011 12) (Approvato dal Consiglio

Dettagli

INGEGNERIA INFORMATICA

INGEGNERIA INFORMATICA corso di laurea INGEGNERIA INFORMATICA classe denominazione del corso 09 INGEGNERIA DELL INFORMAZIONE allegato n. denominazione della classe Obiettivi formativi specifici Il Corso di Laurea in Ingegneria

Dettagli

EQUIPOLLENZE TRA LAUREE DI VECCHIO ORDINAMENTO, LAUREE SPECIALISTICHE E LAUREE MAGISTRALI

EQUIPOLLENZE TRA LAUREE DI VECCHIO ORDINAMENTO, LAUREE SPECIALISTICHE E LAUREE MAGISTRALI EQUIPOLLENZE TRA LAUREE DI VECCHIO ORDINAMENTO, LAUREE SPECIALISTICHE E LAUREE MAGISTRALI DIPLOMA DI LAUREA (DL) RIFERIMENTO NORMATIVO EQUIPARATO A LAUREE SPECIALISTICHE DELLA CLASSE (DM 509/99) Architettura

Dettagli

COD CLASSE GRUPPOMIUR

COD CLASSE GRUPPOMIUR Gruppi di classi Tale classificazione ha valore esclusivamente ai fini della ripartizione del FFO in attesa che vengano definiti puntuali parametri di costo standard. COD CLASSE GRUPPOMIUR 46/S Specialistiche

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata C:\ Do cu me nts an d Set tin gs\ Ute nte \D esk top \D ott ora ti_2 4_1 0_0 8\2 5\b an do\ ba nd o 57 pa gin e bis. doc SETTORE VIA ORAZIO RAIMONDO, 18 00173

Dettagli

TITOLI DI AMMISSIONE PER CLASSI DI CONCORSO E/O DISCIPLINE

TITOLI DI AMMISSIONE PER CLASSI DI CONCORSO E/O DISCIPLINE Allegato B PER CLASSI DI CONCORSO E/O DISCIPLINE Titoli di studio richiesti per l ammissione alle classi di concorso di cui al presente avviso dal D.M. n. 39/1998 e successive modifiche ed integrazioni.

Dettagli

CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN INGEGNERIA INFORMATICA A.A. 2004/05 CLASSE DI AFFERENZA: INGEGNERIA DELL'INFORMAZIONE

CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN INGEGNERIA INFORMATICA A.A. 2004/05 CLASSE DI AFFERENZA: INGEGNERIA DELL'INFORMAZIONE CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN INGEGNERIA INFORMATICA A.A. 2004/05 CLASSE DI AFFERENZA: INGEGNERIA DELL'INFORMAZIONE Curricula Ingegneria Informatica Ingegneria Informatica teledidattico CORSO DI LAUREA

Dettagli

I4L LAUREA MAGISTRALE IN INGEGNERIA ELETTRICA

I4L LAUREA MAGISTRALE IN INGEGNERIA ELETTRICA I4L LAUREA MAGISTRALE IN INGEGNERIA ELETTRICA 1. CARATTERISTICHE DEL CORSO CLASSE DI CORSO: LM-28 Ingegneria Elettrica NORMATIVA DI RIFERIMENTO: DM 270/2004 DIPARTIMENTO DI RIFERIMENTO: Ingegneria Industriale

Dettagli

UNIVERSITA' DEGLI STUDI di MESSINA Dipartimento di Ingegneria Elettronica, Chimica e Ingegneria Industriale Contrada Di Dio, 98166 - Messina (ITALIA)

UNIVERSITA' DEGLI STUDI di MESSINA Dipartimento di Ingegneria Elettronica, Chimica e Ingegneria Industriale Contrada Di Dio, 98166 - Messina (ITALIA) UNIVERSITA' DEGLI STUDI di MESSINA Dipartimento di Ingegneria Elettronica, Chimica e Ingegneria Industriale Contrada Di Dio, 98166 - Messina (ITALIA) DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA ELETTRONICA, CHIMICA E INGEGNERIA

Dettagli

Milano Politecnico. 103/S-Classe delle lauree specialistiche in teorie e metodi del disegno industriale Nome del corso. Design navale e nautico

Milano Politecnico. 103/S-Classe delle lauree specialistiche in teorie e metodi del disegno industriale Nome del corso. Design navale e nautico Università Università degli studi di Genova Altre Università (convenzioni interuniversitarie) Milano Politecnico Classe 103/S-Classe delle lauree specialistiche in teorie e metodi del disegno industriale

Dettagli

Assegnazione Premi Studio Anno 2013-2014 REGOLAMENTO

Assegnazione Premi Studio Anno 2013-2014 REGOLAMENTO Assegnazione Premi Studio Anno 2013-2014 REGOLAMENTO ART. 1 CAMPO DI APPLICAZIONE Il presente Regolamento si applica per l assegnazione di Premi di Studio erogati dall Associazione Notte con le Stelle,

Dettagli

La Segreteria dei Dottorati di Ricerca PER LE INTEGRAZIONI E LE MODIFICHE VEDI L ALLEGATO SOTTOSTANTE

La Segreteria dei Dottorati di Ricerca PER LE INTEGRAZIONI E LE MODIFICHE VEDI L ALLEGATO SOTTOSTANTE INTEGRAZIONI E MODIFICHE AL BANDO DI AMMISSIONE AL DOTTORATO DI RICERCA - XXI CICLO - SEDE AMMINISTRATIVA PRESSO L UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TRIESTE (1 ) IL TERMINE PERENTORIO PER LA PRESENTAZIONE DELLE

Dettagli

Tavola 1. Corrispondenza fra i capitoli di questa pubblicazione e le classi di laurea CAPITOLI CLASSI DI LAUREA

Tavola 1. Corrispondenza fra i capitoli di questa pubblicazione e le classi di laurea CAPITOLI CLASSI DI LAUREA Tavola 1 Corrispondenza fra i capitoli di questa pubblicazione e le classi di laurea CAPITOLI CLASSI DI LAUREA 1 Indirizzo medico e odontoiatrico 2 3 6 7 Indirizzo farmaceutico Indirizzo sanitario tecnico,

Dettagli

SEZIONE B REQUISITI DI ACCESSO E ARTICOLAZIONE DELLE PROVE

SEZIONE B REQUISITI DI ACCESSO E ARTICOLAZIONE DELLE PROVE SEZIONE B REQUISITI DI ACCESSO E ARTICOLAZIONE DELLE PROVE Riferimenti normativi D.M. 9 settembre 1957 e sue modificazioni e integrazioni. Approvazione del regolamento sugli esami di Stato di abilitazione

Dettagli

Attestato di Prestazione Energetica (APE): quale tecnico può redigerlo?

Attestato di Prestazione Energetica (APE): quale tecnico può redigerlo? Attestato di Prestazione Energetica (APE): quale tecnico può redigerlo? 16/04/2015 - Non è certamente uno dei mercati professioni più floridi per i professionisti dell'area tecnica, ma una delle domanda

Dettagli

ELENCO CORSI DI LAUREA TRIENNALI

ELENCO CORSI DI LAUREA TRIENNALI ELENCO CORSI DI LAUREA TRIENNALI Area Sanitaria Classe delle lauree in scienze e tecnologie farmaceutiche Informazione Scientifica sul Farmaco Scienza della Nutrizione Tecnologie dei Prodotti Cosmetici

Dettagli

verificare le competenze personali competenze richieste per l accesso

verificare le competenze personali competenze richieste per l accesso FACOLTA DI ECONOMIA PROCEDURA DI ACCESSO ALLE LAUREE MAGISTRALI (informazioni aggiornate con le deliberazioni assunte dal Consiglio di Facoltà dd. 15/07/2010) Per essere ammessi alle lauree magistrali

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering ( MODIFICATO IL 29 giugno 2009) Classe 31/S Politecnico di Bari I A Facoltà

Dettagli

I4G LAUREA MAGISTRALE IN INGEGNERIA GESTIONALE

I4G LAUREA MAGISTRALE IN INGEGNERIA GESTIONALE I4G LAUREA MAGISTRALE IN INGEGNERIA GESTIONALE 1. CARATTERISTICHE DEL CORSO CLASSE DI CORSO: LM-31 Ingegneria Gestionale NORMATIVA DI RIERIMENTO: DM 270/2004 DIPARTIMENTO DI RIERIMENTO: Ingegneria Industriale

Dettagli

Corso di Laurea in. Classe di laurea 55/S Progettazione e gestione dei sistemi turistici. Manifesto degli studi Anno Accademico 2007/2008

Corso di Laurea in. Classe di laurea 55/S Progettazione e gestione dei sistemi turistici. Manifesto degli studi Anno Accademico 2007/2008 Corso di Laurea in VALORIZZAZIONE DEI SISTEMI TURISTICO-CULTURALI Classe di laurea 55/S Progettazione e gestione dei sistemi turistici Manifesto degli studi Anno Accademico 2007/2008 OBIETTIVI FORMATIVI

Dettagli

Facoltà di Ingegneria. Corso di Laurea classe LM-24 in Ingegneria Edile per il Recupero conforme al D.M. 270

Facoltà di Ingegneria. Corso di Laurea classe LM-24 in Ingegneria Edile per il Recupero conforme al D.M. 270 52 Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea classe LM-24 in Ingegneria Edile per il Recupero conforme al D.M. 270 Denominazione del corso di studio: Ingegneria Edile per il Recupero Classe di appartenenza:

Dettagli

Premio Studio per la Scienza

Premio Studio per la Scienza Premio Studio per la Scienza Anno 2014-2015 REGOLAMENTO ART. 1 CAMPO DI APPLICAZIONE Il presente Regolamento si applica per l assegnazione di Premi di Studio erogati dall Associazione Notte con le Stelle,

Dettagli

Requisiti curriculari, loro accertamento e verifica dell'adeguatezza della personale preparazione

Requisiti curriculari, loro accertamento e verifica dell'adeguatezza della personale preparazione Scuola di Lettere e Beni culturali LAUREA MAGISTRALE IN GEOGRAFIA E PROCESSI TERRITORIALI CLASSE LM- 80 REGOLAMENTO DIDATTICO DI CORSO DI STUDIO PARTE NORMATIVA - Art. 1 Requisiti per l'accesso al corso

Dettagli

3. Sbocchi professionali

3. Sbocchi professionali corso di laurea INGEGNERIA GESTIONALE classe denominazione del corso 09 INGEGNERIA DELL'INFORMAZIONE allegato n. denominazione della classe sedi didattiche Il Corso di Laurea è attivato sia in sede che

Dettagli

Architettura. Corso di Laurea magistrale in

Architettura. Corso di Laurea magistrale in Ingegneria Laurea magistrale in Architettura 135 Corso di Laurea magistrale in Architettura Classe: LM-4 Architettura DURATA 2 anni CREDITI 120 SEDE Udine ACCESSO Programmato 80 posti CONOSCENZE RICHIESTE

Dettagli

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO CREDITO D IMPOSTA PER ATTIVITÀ DI RICERCA E SVILUPPO

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO CREDITO D IMPOSTA PER ATTIVITÀ DI RICERCA E SVILUPPO MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO CREDITO D IMPOSTA PER ATTIVITÀ DI RICERCA E SVILUPPO Decreto Legge 23 Dicembre 2013 n. 145 coordinato con la Legge di con conversione 21 Febbraio 2014 n.9, modificata

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CAGLIARI FACOLTA DI INGEGNERIA CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA MECCANICA REGOLAMENTO DIDATTICO A.A.

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CAGLIARI FACOLTA DI INGEGNERIA CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA MECCANICA REGOLAMENTO DIDATTICO A.A. UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CAGLIARI FACOLTA DI INGEGNERIA CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA MECCANICA REGOLAMENTO DIDATTICO A.A. 2008/09 Art. 1. Articolazione del corso di laurea Specialistica

Dettagli

Regolamento Didattico del Corso di laurea di II livello in: MANAGEMENT. Classe delle lauree specialistiche 84/S Scienze economico-aziendali

Regolamento Didattico del Corso di laurea di II livello in: MANAGEMENT. Classe delle lauree specialistiche 84/S Scienze economico-aziendali Regolamento Didattico del Corso di laurea di II livello in: MANAGEMENT Classe delle lauree specialistiche 84/S Scienze economico-aziendali ART. 1 Istituzione del corso di laurea in Management (MGT) Presso

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering Classe 31/S Politecnico di Bari I A Facoltà di Ingegneria Anno Accademico 2007/2008

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI FACOLTÀ DI SCIENZE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI FACOLTÀ DI SCIENZE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI FACOLTÀ DI SCIENZE MODALITÀ DI ACCESSO AI CORSI DI LAUREA MAGISTRALE AD ACCESSO LIBERO A.A. 2015/2016 Gli studenti che per l anno accademico 2015/2016 intendono iscriversi

Dettagli

Corso di Laurea in Fisica

Corso di Laurea in Fisica OBIETTIVI FORMATIVI Università degli Studi di Parma Dipartimento di Fisica e Scienze della Terra M. Melloni Corso di Laurea in Fisica Laurea di I livello nella Classe L-30 Scienze e Tecnologie Fisiche

Dettagli

Corso di Laurea in Informatica

Corso di Laurea in Informatica Università degli Studi di Parma Dipartimento di Matematica e Informatica Corso di Laurea in Informatica Laurea di primo livello Classe L-31 Scienze e Tecnologie Informatiche (studenti immatricolati negli

Dettagli

Detrazione IRPEF delle spese di frequenza delle Università non statali - Individuazione dei limiti di importo e chiarimenti dell Agenzia delle Entrate

Detrazione IRPEF delle spese di frequenza delle Università non statali - Individuazione dei limiti di importo e chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Circolare informativa n. 14 Detrazione IRPEF delle spese di frequenza delle Università non statali - Individuazione dei limiti di importo e chiarimenti dell Agenzia delle Entrate 1 PREMESSA Per effetto

Dettagli

Art. 8. Obblighi di frequenza. La frequenza ai corsi è di norma obbligatoria.

Art. 8. Obblighi di frequenza. La frequenza ai corsi è di norma obbligatoria. UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CAGLIARI FACOLTA DI INGEGNERIA CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA PER L AMBIENTE E IL TERRITORIO REGOLAMENTO DIDATTICO A.A. 2008/09 Art. 1. Articolazione del corso di

Dettagli

Laurea magistrale Ingegneria Energetica. Università di Padova http://www.dii.unipd.it/it/didattica-2

Laurea magistrale Ingegneria Energetica. Università di Padova http://www.dii.unipd.it/it/didattica-2 Laurea magistrale Ingegneria Energetica DII Dipartimento di Ingegneria Industriale Università di Padova http://www.dii.unipd.it/it/didattica-2 Il Dipartimento di Ingegneria Industriale Il corso di laurea

Dettagli

Normativa ministeriale di riferimento:decreto Ministeriale 9 settembre 1957

Normativa ministeriale di riferimento:decreto Ministeriale 9 settembre 1957 Esami di Stato professione di Ingegnere Normativa ministeriale di riferimento Professioni regolamentate dal D.P.R. 328/2001. L'Albo è attualmente diviso in due Sezioni: Sez. A (Ingegnere) Sez. B (Ingegnere

Dettagli

AMMISSIONE AL CORSO DI STUDIO IN ARCHITETTURA MAGISTRALE (CLASSE LM-4) ANNO ACCADEMICO 2014-15

AMMISSIONE AL CORSO DI STUDIO IN ARCHITETTURA MAGISTRALE (CLASSE LM-4) ANNO ACCADEMICO 2014-15 AMMISSIONE AL CORSO DI STUDIO IN ARCHITETTURA MAGISTRALE (CLASSE LM-4) ANNO ACCADEMICO 2014-15 IL DIRETTORE - Vista la legge 2 agosto 1999 n. 264 recante Norme in materia di accessi ai corsi Universitari

Dettagli

Dipartimento di Ingegneria civile, edile - architettura, ambientale

Dipartimento di Ingegneria civile, edile - architettura, ambientale UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL AQUILA Amministrazione centrale Area uffici didattica Settore master Rep. n. 2834 - Prot. n.45021 del 13.12.2012 Allegati / Anno 2012 tit. III cl. 5 fasc. 4.2 Dipartimento di

Dettagli

221 00 COM O - VI A R OVELLI, 40 - TEL. 03 1.27. 20.13 - F AX 03 1.27. 33.84 INFORMATIVA N. 11/2016

221 00 COM O - VI A R OVELLI, 40 - TEL. 03 1.27. 20.13 - F AX 03 1.27. 33.84 INFORMATIVA N. 11/2016 Como, 12.5.2016 INFORMATIVA N. 11/2016 DETRAZIONE IRPEF DELLE SPESE DI FREQUENZA DELLE UNIVERSITA NON STATALI INDIVIDUAZIONE DEI LIMITI DI IMPORTO E CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE INDICE 1 Premessa...

Dettagli

Posti destinati alle immatricolazioni degli studenti stranieri Università degli Studi di CATANIA

Posti destinati alle immatricolazioni degli studenti stranieri Università degli Studi di CATANIA Facoltà Classe Nome del corso Sede Posti previsti L-1 Beni culturali Beni culturali CATANIA 0 L-5 Filosofia Filosofia CATANIA 0 L-7 Ingegneria civile e ambientale L-8 Ingegneria dell'informazione L-8 Ingegneria

Dettagli

POLITECNICO di BARI. I FACOLTA DI INGEGNERIA Anno Accademico 2007/08 REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI. LAUREA IN INGEGNERIA dell AUTOMAZIONE

POLITECNICO di BARI. I FACOLTA DI INGEGNERIA Anno Accademico 2007/08 REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI. LAUREA IN INGEGNERIA dell AUTOMAZIONE POLITECNICO di BARI I FACOLTA DI INGEGNERIA Anno Accademico 2007/08 REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA dell AUTOMAZIONE CONTROL SYSTEMS ENGINEERING (first level degree) CLASSE 9 DELLE

Dettagli

RIAPERTURA TERMINI BANDO DI CONCORSO PUBBLICO D.R. n. 2138 del 22/10/2013 PER L AMMISSIONE AI CORSI DI DOTTORATO DI RICERCA IL RETTORE

RIAPERTURA TERMINI BANDO DI CONCORSO PUBBLICO D.R. n. 2138 del 22/10/2013 PER L AMMISSIONE AI CORSI DI DOTTORATO DI RICERCA IL RETTORE Decreto Rettorale N. 158 RIAPERTURA TERMINI BANDO DI CONCORSO PUBBLICO D.R. n. 2138 del 22/10/2013 PER L AMMISSIONE AI CORSI DI DOTTORATO DI RICERCA IL RETTORE VISTO l art. 4 della Legge n. 476 del 13

Dettagli

Scuola Superiore per Mediatori Linguistici CIELS di MILANO

Scuola Superiore per Mediatori Linguistici CIELS di MILANO Scuola Superiore per Mediatori Linguistici CIELS di MILANO MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PER AFFIDAMENTO CONTRATTI DI DOCENZA RETRIBUITI PER L ANNO ACCADEMICO 2014/2015 PER LA SEDE DI MILANO Sono aperti

Dettagli

PARTENZA INDIRIZZI IN ALLEGATO

PARTENZA INDIRIZZI IN ALLEGATO MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE PER IL PERSONALE CIVILE 3 REPARTO 8" DIVISIONE 1"SEZIONE Viale dell'università 4-00185 Roma Tel. -fax. 06.49862475-06.49862691 r3d8s1@persociv.difesa.il M DGCIV

Dettagli

Procedura di valutazione dei requisiti di accesso al Corso di Laurea Magistrale in Economia e politica

Procedura di valutazione dei requisiti di accesso al Corso di Laurea Magistrale in Economia e politica Procedura di valutazione dei requisiti di accesso al Corso di Laurea Magistrale in Economia e politica economica (EPELM) Curriculum in Economia e politica economica (EPE) (Ordinamento D.M. 270 - Codice

Dettagli

DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA CIVILE, EDILE ARCHITETTURA, AMBIENTALE. Bando master di II livello ad accesso programmato in INGEGNERIA ANTISISMICA 5 ed.

DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA CIVILE, EDILE ARCHITETTURA, AMBIENTALE. Bando master di II livello ad accesso programmato in INGEGNERIA ANTISISMICA 5 ed. UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL AQUILA Amministrazione centrale Settore master Rep. n. 1000-2014 Prot. n. 32297 del 14.10.2014 Rep. n. Prot. n. del Anno tit. cl. fasc. Anno 2014 tit. III cl. 5 fasc.11 DIPARTIMENTO

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA. Regolamento didattico del Corso di Laurea in Ingegneria Civile Classe L-7 - a.a. 2013-2014. TITOLO I Dati generali

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA. Regolamento didattico del Corso di Laurea in Ingegneria Civile Classe L-7 - a.a. 2013-2014. TITOLO I Dati generali UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA Regolamento didattico del Corso di Laurea in Ingegneria Civile Classe L-7 - a.a. 2013-2014 TITOLO I Dati generali ARTICOLO 1- Funzioni e struttura del corso di laurea

Dettagli

COME CAMBIA L UNIVERSITA. Liceo Giulio Casiraghi

COME CAMBIA L UNIVERSITA. Liceo Giulio Casiraghi COME CAMBIA L UNIVERSITA Liceo Giulio Casiraghi La legislazione Decreto Quadro 509 del 3 novembre 1999 (G.U. 4 gennaio 2000) Decreto Ministeriale 245 del 4 agosto 2000 - Determinazione delle classi delle

Dettagli

PROGRAMMA PER LO SVOLGIMENTO DI

PROGRAMMA PER LO SVOLGIMENTO DI PROGRAMMA PER LO SVOLGIMENTO DI TIROCINI FORMATIVI E DI ORIENTAMENTO ANNO 2016 pag. 1 di 8 L ARPA Lazio, al fine di diffondere la conoscenza dei temi ambientali e di favorire interscambi culturali tra

Dettagli

Guida all accesso ai Corsi di Laurea Magistrale (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2013/2014 dall Ateneo di Palermo

Guida all accesso ai Corsi di Laurea Magistrale (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2013/2014 dall Ateneo di Palermo Guida all accesso ai Corsi di (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2013/2014 dall Ateneo di Palermo Anno Accademico 2013/2014 1 PRESENTAZIONE pag.4 INTRODUZIONE pag.6 AGRARIA Scienze delle produzioni

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE E DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELL'ATTO DI NOTORIETA' (art. 46 e 47 del D.P.R 28 dicembre 2000, n.

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE E DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELL'ATTO DI NOTORIETA' (art. 46 e 47 del D.P.R 28 dicembre 2000, n. DOMANDA (da redigere in carta semplice) ALLEGATO A) Spettabile Fondazione Edmund Mach Ufficio Risorse Umane del Servizio Amministrativo Via E. Mach, 1 38010 SAN MICHELE ALL'ADIGE (TN) Domanda per la partecipazione

Dettagli

Consiglio di Corso di Studio in Ingegneria Elettronica

Consiglio di Corso di Studio in Ingegneria Elettronica POLITECNICO DI MILANO SCUOLA DI INGEGNERIA INDUSTRIALE E DELL INFORMAZIONE Consiglio di Corso di Studio in Ingegneria Elettronica Regolamento Integrativo della Prova Finale di Laurea e di Laurea Magistrale

Dettagli