1238 1*8 2 +2*8 1 +3*8 0

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "1238 1*8 2 +2*8 1 +3*8 0"

Transcript

1 COGNOME E NOME: Università degli Studi di Brescia ELEMENTI DI INORMATICA E PROGRAMMAZIONE ALLIEVI Ingegneria GESTIONALE PARTE A.1 - ELEMENTI 00/00/0000 NUM. MATRICOLA PER RITIRARSI SCRIVERE QUI "RITIRATO" La dispensa deve essere interamente consegnata al docente al termine della prova. Non si possono consultare ne manuali o appunti, ne utilizzare calcolatrici, smartphone o smartwatch. Verranno considerate valide solo le risposte riportate nella seguente dispensa. I fogli di protocollo utilizzati per la brutta vanno riconsegnati e non saranno oggetto di alcuna valutazione. La prima parte dell esame consente di ottenere un punteggio massimo di 24 punti. Attenzione risposte palesemente errate possono determinare punteggi negativi. Tassativamente ogni foglio deve riportare Cognome Nome e Matricola e deve essere scritto immediatamente prima di iniziare la prova. Office automation 1 Indicare il Prodotto di 4 MICROSOT EXCEL applicazioni della suite Microsoft Office MICROSOT WORD MICROSOT ACCESS MICROSOT POWERPOINT Paradigmi applicativi 2 Cosa è una Web Apps? Indicare un software associato Una Web Apps è un applicazione C/S che utilizza un browser come client GOOGLE DOCS 3 Qual è l obiettivo della virtualizzazione Software? Indicare 2 esempi di programmi di virtualizzazione software L obiettivo della virtualizzazione software è quello di fornire un linguaggio di sviluppo (programmazione) universale che sia indipendente dal sistema operativo utilizzato Virtualizzazione 4 Cosa contengono i registri PC e IR citati nella struttura semplificata del microprocessore? JAVA LASH PC: contiene l indirizzo della prossima istruzione da eseguire IR: contiene una copia dell istruzione da eseguire Hardware

2 5 Indica nelle reti token cosa si intende con modalità di accesso TDMA e come funziona. La modalità di accesso TDMA indica la ripartizione del tempo di accesso scandita da un token Il calcolatore che è in possesso del token può trasmettere. Terminata la trasmissione passa il token a quello più vicino, che se deve trasmettere inizia la comunicazione oppure lascia libero il canale Reti 6 Disegna lo schema con componenti principali della CPU Hardware 7 Convertire il numero ottale in base 10 (mostra solo i calcoli) Rappresentazione *8 2 +2*8 1 +3*8 0 8 Citare sinteticamente 4 vantaggi dei programmi standalone SEMPLICE CONIGURAZIONE COSTI ESTREMAMENTE BASSI INTERACCIA USER RIENDLY Paradigmi applicativi SE PC ISOLATO SICUREZZA ELEVATA??????

3 COGNOME E NOME: Università degli Studi di Brescia ELEMENTI DI INORMATICA E PROGRAMMAZIONE ALLIEVI Ingegneria GESTIONALE PARTE A.2 - MACRO EXCEL 00/00/0000 NUM. MATRICOLA PER RITIRARSI SCRIVERE QUI "RITIRATO" La dispensa deve essere interamente consegnata al docente al termine della prova. Non si possono consultare ne manuali o appunti, ne utilizzare calcolatrici, smartphone o smartwatch. Verranno considerate valide solo le risposte riportate nella seguente dispensa. I fogli di protocollo utilizzati per la brutta vanno riconsegnati e non saranno oggetto di alcuna valutazione. La prima parte dell esame consente di ottenere un punteggio massimo di 24 punti. Attenzione risposte palesemente errate possono determinare punteggi negativi. Tassativamente ogni foglio deve riportare Cognome Nome e Matricola e deve essere scritto immediatamente prima di iniziare la prova. 1 Illustra la semantica delle 2 macro indicate =RESTO(A6;A1) Restituisce il resto della divisione della cella A6 per la cella A1 =SOMMA(A2;A3) Restituisce la somma A2+A3 2 Scrivere la macro che restituisce la seconda lettera della parola contenuta in A1 =DESTRA(SINISTRA(A1;2);1) 3 Sia " " il contenuto della cella A1. Indicare la formula che restituisce il seguente risultato "02/12/2015" =DESTRA(A1;2) & "/" & STRINGA.ESTRAI(A1;5;2) & "/" & SINISTRA(A1;4) 4 Si consideri la macro qui a fianco. Si indichi con una crocetta gli intervalli di A1 dove appare come risultato "OK" o "Not OK"? =SE(O(E(A1<5;A1>0); O(A1<2;A1>7));"OK";"NotOK")

4 5 Scrivere la funzione in EXCEL che visualizza il numero contenuto nella cella A1 se è minore o uguale a zero, oppure la stringa "pari" o "dispari" se il numero contenuto nella cella A1 è maggiore di zero =SE(A1<=0;A1;SE(RESTO(A1;2)=0;"pari";"dispari")) 6 Relativamente al controllo "ListBox" illustrare il contenuto da indicare in corrispondenza delle proprietà qui a fianco CAPTION WIDTH BACKCOLOR Etichetta che compare sul controllo Larghezza del controllo Colore di sfondo del controllo 7 Supponiamo che in B1 sia scritta la seguente funzione: A1 =E(O(A1<6;A1>9);E(A1<=15;A1>11)) Si indichino i valori VERO (V) o ALSO () che appaiono in corrispondenza degli intervalli o dei valori di A1 indicati. V V 8 Scrivere la funzione in EXCEL che estrae il dominio dell utente dall indirizzo di posta elettronica scritto nella cella A1 (esempio: estrae gmail.com) =DESTRA(A1;LUNGHEZZA(A1)-

5 COGNOME E NOME: Università degli Studi di Brescia ELEMENTI DI INORMATICA E PROGRAMMAZIONE ALLIEVI Ingegneria GESTIONALE PARTE A.3 - VBA 00/00/0000 NUM. MATRICOLA PER RITIRARSI SCRIVERE QUI "RITIRATO" La dispensa deve essere interamente consegnata al docente al termine della prova. Non si possono consultare ne manuali o appunti, ne utilizzare calcolatrici, smartphone o smartwatch. Verranno considerate valide solo le risposte riportate nella seguente dispensa. I fogli di protocollo utilizzati per la brutta vanno riconsegnati e non saranno oggetto di alcuna valutazione. La prima parte dell esame consente di ottenere un punteggio massimo di 24 punti. Attenzione risposte palesemente errate possono determinare punteggi negativi. Tassativamente ogni foglio deve riportare Cognome Nome e Matricola e deve essere scritto immediatamente prima di iniziare la prova. Sintassi 1 Indicare la sintassi completa del costrutto WHILE While Condizione BloccoIstruzioniIterate Wend 2 Scrivere il contenuto finale delle variabili Id A25 Prodotto STILOGRAICA Prezzo Id = "A25" A25": Prodotto = "Matita" Matita" " : Prezzo = 2 If (Id ( = "A26" A26") Then Prodotto = "Gomma" Gomma" " Else Prezzo = 4: Prodotto = "Penna" Penna" If ((Id = "A27" A27") AND (Prodotto = "Gomma" Gomma")) Then Prezzo = 7 Else Prezzo = 9 If ((Id = "A25" A25") AND (Prodotto = "Matita" Matita")) Then Prezzo = 7 If (Prezzo ( > 6) 6 ) Then Prezzo = Prezzo - 2: Prodotto = "Stilografica" Stilografica" 3 Indica l'output nella "finestra immediata" della seguente sequenza: or K = 10 To 8 If (K > 5 And K = 9) Then Debug.Print "iterazione n " & K End If Next 7 Non viene visualizzato nulla Interpretazione Interpretazione 4 Scrivere la funzione che ha come parametri due stringhe (cognome e nome) e restituisce una sola stringa composta da iniziale del nome e cognome, separate da un punto e l iniziale del nome e cognome maiuscole unction nomecognome(c As String, n As String) As String nomecognome = UCase(Left(n, 1)) & "." & UCase(Left(c, 1)) & (Mid(c, 2, Len(c))) End unction unction/sub

6 5 Scrivere una Sub che mostra nella finestra immediata il cubo dei numeri inferiori a 40 divisibili per 6. 6 Indica l'istruzione VBA che consente di uscire da un ciclo Do While Sub StampaSequenza() or i = 0 To 40 If ((i) ^ 3 Mod 6 = 0) Then Debug.Print (i) ^ 3 End If Next End Sub unction/sub Oggetti Scrivere l'istruzione che seleziona l intervallo di celle da A1 a A3 nel secondo foglio della cartella corrente 1 Exit Do ActiveWorkBook.WorkSheets(2).Range( A1:A3 ).Select 7 Scrivere una sub che legge dei numeri fino a quando non digito un numero che è multiplo dei minuti dell orario attuale Sub leggiminuti() Do s = InputBox("Digita un numero <60:") Loop While Second(Now) Mod s <> 0 End Sub unction/sub 8 Scrivere istruzione che registra nella variabile ContaCartelle il numero delle Cartelle di lavoro Excel aperte ContaCartelle=Workbooks().Count

ABC16. 5 Indica nelle reti ethernet cosa è una collisione e come viene gestita. 6 Disegna lo schema della macchina di VON NEUMANN

ABC16. 5 Indica nelle reti ethernet cosa è una collisione e come viene gestita. 6 Disegna lo schema della macchina di VON NEUMANN COGNOME E NOME: Università degli Studi di Brescia ELEMENTI DI INFORMATICA E PROGRAMMAZIONE ALLIEVI Ingegneria GESTIONALE PARTE A.1 - ELEMENTI 20/01/2016 NUM. MATRICOLA CORSO DI LAUREA La dispensa deve

Dettagli

ELEMENTI DI INFORMATICA E PROGRAMMAZIONE

ELEMENTI DI INFORMATICA E PROGRAMMAZIONE COGNOME E NOME: Università degli Studi di Brescia ELEMENTI DI INFORMATICA E PROGRAMMAZIONE ALLIEI Ingegneria GESTIONALE PARTE A.1 - ELEMENTI 10/02/2016 NUM. MATRICOLA PER RITIRARSI SCRIERE QUI "RITIRATO"

Dettagli

ELEMENTI DI INFORMATICA E PROGRAMMAZIONE

ELEMENTI DI INFORMATICA E PROGRAMMAZIONE COGNOME E NOME: Università degli Studi di Brescia ELEMENTI DI INFORMATICA E PROGRAMMAZIONE ALLIEVI Ingegneria GESTIONALE PARTE A.1 - ELEMENTI 10/02/2016 NUM. MATRICOLA PER RITIRARSI SCRIVERE QUI "RITIRATO"

Dettagli

Università degli Studi di Brescia ELEMENTI DI INFORMATICA E PROGRAMMAZIONE Ingegneria GESTIONALE PROF. M. SECHI PARTE A.1 ELEMENTI

Università degli Studi di Brescia ELEMENTI DI INFORMATICA E PROGRAMMAZIONE Ingegneria GESTIONALE PROF. M. SECHI PARTE A.1 ELEMENTI Università degli Studi di Brescia ELEMENTI DI INFORMATICA E PROGRAMMAZIONE Ingegneria GESTIONALE PROF. M. SECHI PARTE A.1 ELEMENTI 25/01/2017 COGNOME E NOME: NUM. MATRICOLA PER RITIRARSI SCRIVERE QUI "RITIRATO"

Dettagli

ELEMENTI DI INFORMATICA E PROGRAMMAZIONE

ELEMENTI DI INFORMATICA E PROGRAMMAZIONE COGNOME E NOME: Università degli Studi di Brescia ELEMENTI DI INFORMATICA E PROGRAMMAZIONE ALLIEI Ingegneria GESTIONALE PARTE A.1 - ELEMENTI 10/02/2016 NUM. MATRICOLA PER RITIRARSI SCRIERE QUI "RITIRATO"

Dettagli

Visual Basic for Applications (VBA) Francesco Brun Fondamenti di Informatica a.a. 2014/2015

Visual Basic for Applications (VBA) Francesco Brun Fondamenti di Informatica a.a. 2014/2015 Francesco Brun Fondamenti di Informatica a.a. 2014/2015 Scopo di questo approfondimento Lo scopo di questo approfondimento è rispondere alla domanda: e se nella vita mi troverò a dover utilizzare un linguaggio

Dettagli

Prof. Nicola Cappuccio ing.nicola.cappuccio@gmail.com

Prof. Nicola Cappuccio ing.nicola.cappuccio@gmail.com Excel e le sue Funzioni Guida Pratica per la realizzazione di Progetti Prof. Nicola Cappuccio ing.nicola.cappuccio@gmail.com Ing. Nicola Cappuccio 1 Sommario INT (funzione INT)... 3 Descrizione... 3 Sintassi...

Dettagli

ELEMENTI DI INFORMATICA E PROGRAMMAZIONE

ELEMENTI DI INFORMATICA E PROGRAMMAZIONE Università degli Studi di Brescia ELEMENTI DI INFORMATICA E PROGRAMMAZIONE Ingegneria GESTIONALE Prof. M. Sechi PARTE A.1 - ELEMENTI 23/03/2016 COGNOME E NOME: NUM. MATRICOLA PER RITIRARSI SCRIVERE QUI

Dettagli

Utilizzo del linguaggio Basic utilizzando l interfaccia di Excel Silvia Patacchini

Utilizzo del linguaggio Basic utilizzando l interfaccia di Excel Silvia Patacchini Introduzione all utilizzo di Visual Basic for Application Utilizzo del linguaggio Basic utilizzando l interfaccia di Excel Silvia Patacchini PROGRAMMAZIONE Insieme delle attività da svolgersi per creare

Dettagli

INFORMATICA GENERALE Prof. Alberto Postiglione Dipartimento Scienze della Comunicazione Università degli Studi di Salerno

INFORMATICA GENERALE Prof. Alberto Postiglione Dipartimento Scienze della Comunicazione Università degli Studi di Salerno INFORMATICA GENERALE Prof. Alberto Postiglione Dipartimento Scienze della Comunicazione Università degli Studi di Salerno UD 3.1b: Costrutti di un Algoritmo Dispense 1.2 I Costrutti di base 13 apr 2010

Dettagli

PIANO DI LAVORO CLASSI PRIME Indirizzo AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING - SEZIONI A - B MATERIA INFORMATICA DOCENTE MARGHERITA CALISTI

PIANO DI LAVORO CLASSI PRIME Indirizzo AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING - SEZIONI A - B MATERIA INFORMATICA DOCENTE MARGHERITA CALISTI MODULO 1 CONCETTI BASE TEMPI 1 Introduzione all informatica 2 Hardware 3 Software Conoscere le caratteristiche della comunicazione informatica. Conoscere le applicazioni dell informatica nelle diverse

Dettagli

EXCEL FINESTRA DI EXCEL BARRE PRINCIPALI CARTELLA DI LAVORO BARRE DI SPOSTAMENTO

EXCEL FINESTRA DI EXCEL BARRE PRINCIPALI CARTELLA DI LAVORO BARRE DI SPOSTAMENTO EXCEL FINESTRA DI EXCEL BARRE PRINCIPALI CARTELLA DI LAVORO BARRE DI SPOSTAMENTO BARRE PRINCIPALI GESTIONE FILE BARRA DEI MENU BARRA STANDARD Nuovo: si crea un nuovo foglio Apri: si carica un foglio da

Dettagli

Corso di Informatica Corso di Laurea in Ingegneria Gestionale a.a. 2005-06 Secondo Compitino 17 Dicembre 2005

Corso di Informatica Corso di Laurea in Ingegneria Gestionale a.a. 2005-06 Secondo Compitino 17 Dicembre 2005 Studente (Cognome Nome): Matricola: Corso di Informatica Corso di Laurea in Ingegneria Gestionale a.a. 2005-06 Secondo Compitino 17 Dicembre 2005 Si noti che le soluzioni ai quesiti saranno considerate

Dettagli

Matematica in laboratorio

Matematica in laboratorio Unità 1 Attività guidate Attività 1 Foglio elettronico Divisibilità tra numeri naturali Costruisci un foglio di lavoro per determinare se a è divisibile per b, essendo a e b due numeri naturali, con a

Dettagli

DAL DIAGRAMMA AL CODICE

DAL DIAGRAMMA AL CODICE DAL DIAGRAMMA AL CODICE Un diagramma di flusso Appare, come un insieme di blocchi di forme diverse che contengono le istruzioni da eseguire, collegati fra loro da linee orientate che specificano la sequenza

Dettagli

MODULO 3. Microsoft Excel. TEST ED ESERCIZI SU: http://www.informarsi.net/ecdl/excel/index.php

MODULO 3. Microsoft Excel. TEST ED ESERCIZI SU: http://www.informarsi.net/ecdl/excel/index.php MODULO 3 Microsoft Excel TEST ED ESERCIZI SU: http:///ecdl/excel/index.php Foglio Elettronico - SpreadSheet Un foglio elettronico (in inglese spreadsheet) è un programma applicativo usato per memorizzare

Dettagli

M.U.T. Modulo Unico Telematico. Specifiche tecniche interfaccia automatica per i Software Gestionali

M.U.T. Modulo Unico Telematico. Specifiche tecniche interfaccia automatica per i Software Gestionali M.U.T. Modulo Unico Telematico Specifiche tecniche interfaccia automatica per i Software Gestionali Data Redazione Documento 28/02/2011 Data Pubblicazione Documento Versione 2.1.0 Responsabile CNCE Giuseppe

Dettagli

Uso di base delle funzioni in Microsoft Excel

Uso di base delle funzioni in Microsoft Excel Uso di base delle funzioni in Microsoft Excel Le funzioni Una funzione è un operatore che applicato a uno o più argomenti (valori, siano essi numeri con virgola, numeri interi, stringhe di caratteri) restituisce

Dettagli

Introduzione al Foglio Elettronico

Introduzione al Foglio Elettronico Microsoft Excel Introduzione al Foglio Elettronico Il Foglio Elettronico Si presenta come una grande tabella su un foglio di carta Le celle contengono differenti dati Numeri Testo Date Ecc I dati possono

Dettagli

Gli algoritmi: definizioni e proprietà

Gli algoritmi: definizioni e proprietà Dipartimento di Elettronica ed Informazione Politecnico di Milano Informatica e CAD (c.i.) - ICA Prof. Pierluigi Plebani A.A. 2008/2009 Gli algoritmi: definizioni e proprietà La presente dispensa e da

Dettagli

ASP 3.0 Il Sito Dinamico

ASP 3.0 Il Sito Dinamico www.idstudio.it ASP 3.0 Il Sito Dinamico di Lorenzo Garassino Introduzione e scopo del libro 1. Scenario 1.1. Il panorama 1.2. Sito Statico o Dinamico? 1.3. Prospettive 2. Cos è ASP 2.1. Descrizione 2.2.

Dettagli

JAVASCRIPT. Tale file è associato alla pagina web mediante il tag