Proiezione Stereoscopica

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Proiezione Stereoscopica"

Transcript

1 Proiezione Stereoscopica Sistema di Realtà Virtuale e 3D Stereo Rendering Museo dell'informatica di Cesena Andrea Bernardi Stefano Cacciaguerra

2 Contenuto Introduzione Visione stereoscopica Sistemi stereo passivi e attivi Storia dei dispositivi VR Il nostro sistema 3D Stereo Rendering Riferimenti

3 Introduzione La realtà virtuale è stata il soggetto di molti film di fantascienza. Nell immaginario collettivo è associata a videogame più immersivi. In realtà, i sistemi VR (da più di 20 anni) permettono la progettazione di nuove e vecchie tecnologie incrementando i gradi di libertà disponibili per la loro rappresentazione.

4 Realtà Virtuale Howard Rheingold definisce la Realtà Virtuale (VR): As an experience in which a person is surrounded by a threedimensional computer-generated representation, and is able to move around in the virtual world and see it from different angles, to reach into it, grab it, and reshape it. Un sistema di realtà virtuale fornisce una scena real-time centrata sull utente con head-tracking, controllo interattivo e display binoculare.

5 Visione Stereoscopica Stereoscopia significa visione spaziale, dalle parole greche stereo che significa spazio e skopein che vuol dire vedere. Gli occhi sono posizionati sul viso ad una certa distanza l uno dall altro ogni occhio vede il medesimo oggetto da un angolazione prospettica leggermente diversa. A questo punto interviene il cervello Fusione: sovrapposizione delle due immagini provenienti dai due occhi. Stereopsi: analisi delle differenze esistenti tra le immagini provenienti dai due occhi a causa del parallasse, permettendo la percezione della profondità.

6 Sistemi Stereo I sistemi stereo sono classificati in attivi e passivi : i sistemi attivi usano occhiali con componenti elettronici quelli passivi che ne sono sprovvisti. Attivi LCD Shutter Glasses Interlacing Passivi Anaglifici Polarizzati Page-Flipping Sync-Doubling

7 Sistemi Stereo Attivi Gli occhiali utilizzati contengono componenti elettroniche. Le immagini stereo sono presentate alternando rapidamente la scena per l occhio dx e sx mentre viene mascherato l altro occhio usando occhiali otturanti, come gli LCD shutter glasses. Tali occhiali utilizzano diverse tecniche di switching.

8 Interlacing Un singolo frame è diviso in due campi: uno contenente le linee di scansione dispari e l altro quelle pari. Le immagini per l occhio dx e per il sx sono divise in linee di scansione pari e dispari. Prima sono visualizzate le linee di scansione pari, poi quelle dispari. Quando il frame per l occhio dx è visualizzato sullo schermo, l occhio sx è coperto dagli occhiali e viceversa. È usato nei sistemi televisivi esistenti, come NTSC, PAL.

9 Page-Flipping Le immagini per l occhio dx e sx sono mostrate alternativamente sullo schermo. Quando il frame per un occhio è mostrato sullo schermo, l altro occhio è coperto. In questo modo, entrambi le risoluzioni verticali e orizzontali sono le stesse, perchè i frame sono visualizzati uno per uno sullo schermo intero. Serve hardware ad alte prestazioni, dato che il frame rate è dimezzato ed il monitor deve supportare almeno 120 Hz di refresh verticale.

10 Sync-Doubling I frame per l occhio dx e sx sono scalati verticalmente e inseriti rispettivamente nella metà alta e bassa dello schermo. Non richiede alcun hardware particolare. Cmq, adottando un sync-doubler si possono allungare le immagini alla dimensione naturale (la qualità non è buona come nel page-flipping).

11 Sistemi Stereo Passivi I sistemi anaglifici creano un immagine di colori differenti per l occhio dx e sx. Gli utenti vedono l immagine usando occhiali composti da lenti colorate. Pro tali occhiali costano circa 1 euro Contro la qualità dell immagine è bassa la perdita del colore

12 Polarizzazione È basato sul principio della luce polarizzata. Le immagini per l occhio dx e sx sono separate attraverso filtri polarizzati negli occhiali e filtri polarizzati opposti applicati ai due proiettori. L onda luce non polarizzata vibra in tutte le direzioni, mentre quella polarizzata vibra in una singola direzione. La polarizzazione dell onda luce in un determinato momento dipende dall orientamento dell onda in quel momento. La luce non polarizzata può essere trasformata in luce polarizzata facendo passare l onda luce attraverso un polarizzatore. Inoltre l occhio umano è poco sensibile alla polarizzazione della luce, pertanto l immagine non è degradata.

13 Polarizzazione lineare Se la luce è polarizzata in una singola direzione (nord/sud, est/ovest o anche diagonalmente), si dice che la luce è polarizzata linearmente. Se l utente cambia l orientamento degli occhiali polarizzati linearmente, inclinando la testa, l orientamento della polarizzazione dell utente non coinciderà con quello dei filtri montati sui proiettori, e ci sarà una perdita di informazione stereo.

14 Polarizzazione circolare Usando una polarizzazione circolare si ottiene un immagine stereo che non è influenzata dall inclinazione. Occhiali con lenti polarizzate. Il prezzo varia dai 5 ai 50 euro.

15 Storia dei Sistemi di VR: Prima del 1991 BOOMs forniscono una visione binoculare tramite schermi CRT. Head Mounted Display (HMD) utilizzano schermi LCD di dimensioni 320x200. Entrambi i dispositivi seguono il movimento della testa (head-tracking).

16 Storia dei Sistemi di VR: 1991 Il Cave Automatic Virtual Enviroment (CAVE) è considerato lo stato dell arte di tali sistemi. Supera le limitazioni degli HMD: Pro Alta risoluzione Grande campo visivo Display stabile Fino a 10 persone Head-tracking e sonoro 3D Contro Costa circa 10 milioni di dollari Necessita di un team altamante qualificato Necessita di una stanza dedicata

17 Storia dei Sistemi di VR: 1994 L ImmersaDesk è un display stereoscopico: fino a cinque utenti alta risoluzione head-tracking facilmente installabile trasportabile

18 Storia dei Sistemi di VR: 1995 L Infinity Wall è un sistema su grande scala: per presentazioni a più di dieci persone, installabile in una normale classe.

19 Storia dei Sistemi di VR: 2002 I display autostereoscopici riproducono un effetto 3D dentro la stereo zone senza la necessità di altri dispositivi. Date le due prospettive un software specifico inserisce alternativamente una linea appartenente a un immagine e all altra.

20 Storia dei Sistemi di VR: 2002 L effetto 3D è ottenuto con un normale monitor TFT a cui è stata aggiunta una lens plate. La lente riflette la luce in maniera tale che ogni occhio dell utente possa vedere le righe pari o le righe dispari. Svantaggi: la risoluzione orizzontale è dimezzata. il display non può visualizzare tutte le immagini 2D se l utente si sposta dalla stereo zone, l immagine sarà invertita.

21 Storia dei Sistemi di VR: 2002 I display prodotti ora, superano quest ultimo ostacolo cercando la posizione degli occhi tramite infrarossi o telecamere, ma i loro prezzi superano ancora i $. Es: Display autostereoscopico con tracciamento degli occhi prodotto dalla A.C.T. Kern che trova gli occhi tramite due telecamere montate sopra il display (prezzo 19000$).

22 Storia dei Sistemi di VR: 2003 I sistemi stereo passivi forniscono delle performance sostanzialmente diverse da un sistema CAVE ad un prezzo più ragionevole: PC e schede video presenti nel mercato consumer il sistema operativo Linux o Windows Alcuni esempi: GeoWall, VizTek P1 Virtual Wall e VisBox. Il GeoWall utilizzato per lo studio della geografia, è possibile installarlo con un prezzo minimo di 8.500$.

23 Storia dei Sistemi di VR: 2003 Il VizTek P1 Virtual Wall è più grande di un GeoWall e fornisce la possibilità di seguire il movimento della testa o delle mani dell utente. La VisBox (50.000$) è uno schermo di dimensioni variabili formato da tanti blocchi di piccole dimensioni in modo da avere un altissima definizione.

24 Storia dei Sistemi di VR: 2003 La Virtual Room è lo stato dell arte dei sistemi di visione stereoscopica passiva adatti a un grande pubblico: È un sistema a otto schermi, 360 gradi, proiettato da dietro. Il prezzo di un installazione è circa di $ ed si trova al Museo di Melbourne in Australia.

25 Il Nostro Progetto Un sistema stereo passivo, basato sulla polarizzazione circolare.

26 Hardware Impiegato Il sistema è composta dai seguenti componenti: workstation Intel P4 3.2 GHz, 1GB di RAM, scheda grafica ATI Radeon Sapphire X300 SE 128 MB di RAM due proiettori Acer PD521 con tecnologia DLP e 2000 Lumen un pannello di dimensione 2,5x2 m due filtri polarizzati circolarmente

27 3D Stereo Rendering Un esempio per creare una scena stereoscopica con tale hardware utilizzando le librerie OpenGL e GLUT. int main(int argc, char** argv) { glutinit(&argc, argv); glutinitdisplaymode(glut_rgb GLUT_DEPTH GLUT_DOUBLE); HALF_WIDTH=SCREEN_WIDTH=glutGet(GLUT_SCREEN_WIDTH))*2; SCREEN_HEIGHT=glutGet(GLUT_SCREEN_HEIGHT); glutinitwindowsize(screen_width,screen_height); glutdisplayfunc(display); glutmainloop(); return 0; }

28 Ripasso OpenGL void gluperspective(gldouble fovy, GLdouble aspect, GLdouble znear, GLdouble zfar) void glulookat(gldouble eyex, GLdouble eyey, GLdouble eyez, GLdouble centerx, GLdouble centery, GLdouble centerz, GLdouble upx, GLdouble upy, GLdouble upz)

29 Metodo Toe-in void display(void) { glclear( GL_COLOR_BUFFER_BIT GL_DEPTH_BUFFER_BIT ); ratio = (GLfloat) HALF_WIDTH / SCREEN_HEIGHT; //left screen glmatrixmode(gl_projection); glloadidentity(); gluperspective(60, ratio, 1, 600); glmatrixmode(gl_modelview); glloadidentity(); glviewport(0, 0, HALF_WIDTH, SCREEN_HEIGHT); glulookat(-eye_separation, 0.0,distanceobj,0.0,0.0,0.0,0.0,1.0,0.0); glpushmatrix(); DrawModel(); glpopmatrix();

30 Metodo Toe-in //right screen glmatrixmode(gl_projection); glloadidentity(); gluperspective(60, ratio, 1, 600); glmatrixmode(gl_modelview); glloadidentity(); glviewport(half_width,0,half_width,screen_height); glulookat(eye_separation, 0.0,distanceobj,0.0,0.0,0.0,0.0,1.0,0.0); glpushmatrix(); DrawModel(); glpopmatrix(); } glutswapbuffers();

31 Metodo Toe-in

32 Parallel Axis Asymmetric Frustum Perspective Projection Il metodo che riproduce correttamente il nostro sistema visivo è chiamato proiezione prospettica asimmetrica ad assi paralleli. In questo caso il vettore vista per ogni camera è parallelo ed è utilizzata la glfrustum() per descrivere la proiezione prospettica. void glfrustum(gldouble left, GLdouble right, GLdouble bottom, GLdouble top, GLdouble near, GLdouble far)

33 Parallel Axis Asymmetric Frustum Perspective Projection void display(void) { xyz r; double ratio,radians,wd2,ndfl; double left,right,top,bottom; double lnear=0.1; double lfar=10000; lnear = camera.focallength / 5; ratio = (double) HALF_WIDTH / SCREEN_HEIGHT; radians = DTOR * camera.aperture / 2; wd2 = lnear * tan(radians); ndfl = lnear / camera.focallength; CROSSPROD(camera.vd,camera.vu,r); Normalise(&r); r.x *= camera.eyesep / 2.0; r.y *= camera.eyesep / 2.0; r.z *= camera.eyesep / 2.0; glclear( GL_COLOR_BUFFER_BIT GL_DEPTH_BUFFER_BIT );

34 Parallel Axis Asymmetric Frustum Perspective Projection //left screen glmatrixmode(gl_projection); glloadidentity(); left = - ratio * wd2-0.5 * camera.eyesep * ndfl; right = ratio * wd2-0.5 * camera.eyesep * ndfl; top = wd2; bottom = - wd2; glfrustum(left,right,bottom,top,lnear,lfar); glviewport(0, 0, HALF_WIDTH, SCREEN_HEIGHT); glmatrixmode(gl_modelview); glloadidentity(); glulookat(camera.vp.x+r.x,camera.vp.y+r.y,camera.vp.z+r.z, camera.vp.x + r.x + camera.vd.x, camera.vp.y + r.y + camera.vd.y, camera.vp.z + r.z + camera.vd.z, camera.vu.x,camera.vu.y,camera.vu.z); glpushmatrix(); DrawModel(); glpopmatrix();

35 Parallel Axis Asymmetric Frustum Perspective Projection } //right screen glmatrixmode(gl_projection); glloadidentity(); left = - ratio * wd * camera.eyesep * ndfl; right = ratio * wd * camera.eyesep * ndfl; top = wd2; bottom = - wd2; glfrustum(left,right,bottom,top,lnear,lfar); glviewport(half_width, 0, HALF_WIDTH, SCREEN_HEIGHT); glmatrixmode(gl_modelview); glloadidentity(); glulookat(camera.vp.x-r.x,camera.vp.y-r.y,camera.vp.z - r.z, camera.vp.x - r.x + camera.vd.x, camera.vp.y - r.y + camera.vd.y, camera.vp.z - r.z + camera.vd.z, camera.vu.x,camera.vu.y,camera.vu.z); glpushmatrix(); DrawModel(); glpopmatrix(); glutswapbuffers();

36 Parallel Axis Asymmetric Frustum Perspective Projection

37 Riferimenti Sito di P. Bourke GeoWall Consortium GLUT Library OpenGL Programming Guide

OpenGL: visualizzazione 3D

OpenGL: visualizzazione 3D OpenGL: visualizzazione 3D La visualizzazione di una scena avviene come se si stesse usando una macchina fotografica per la quale si può controllare la posizione nello spazio 3D; si può cambiare il tipo

Dettagli

Simulazioni in Realtà Virtuale con sistemi multi-schermo

Simulazioni in Realtà Virtuale con sistemi multi-schermo Simulazioni in Realtà Virtuale con sistemi multi-schermo Alfredo Liverani Obiettivo Sviluppo e realizzazione di sistema multischermo per la Realtà Virtuale Massima scalabilità Alta risoluzione Interfaccia

Dettagli

Introduzione SOMMARIO

Introduzione SOMMARIO SOMMARIO Introduzione alle librerie grafiche e a OpenGL Implementazioni hw e sw e supporto multipiattaforma Esempi di programma con OpenGL Sistemi di coordinate 2D e 3D Proiezioni Primitive 3D Pipeline

Dettagli

Introduzione. Costruzione di Interfacce Primi passi in OpenGL. Sierpinski Gasket. Sierpinski gasket. Event driven programming. Stuttura del programma

Introduzione. Costruzione di Interfacce Primi passi in OpenGL. Sierpinski Gasket. Sierpinski gasket. Event driven programming. Stuttura del programma Introduzione Costruzione di Interfacce Primi passi in OpenGL cignoni@iei.pi.cnr.it http://vcg.iei.pi.cnr.it/~cignoni Abbiamo visto Cosa significa rendering L approccio object viewer Mettiamo in pratica

Dettagli

Grafica Computazionale

Grafica Computazionale Grafica Computazionale OpenGl + SDL Fabio Ganovelli fabio.ganovelli@isti.cnr.it a.a. 2005-2006 Storia Specifica di libreria per la scrittura di applicazioni di grafica 3D Cross-Language Cross-Platform

Dettagli

Come guardare i contenuti 3D su un proiettore BenQ: Requisiti minimi di sistema per riprodurre contenuti 3D su un proiettore BenQ:

Come guardare i contenuti 3D su un proiettore BenQ: Requisiti minimi di sistema per riprodurre contenuti 3D su un proiettore BenQ: Come guardare i contenuti 3D su un proiettore BenQ: Questo proiettore BenQ supporta la riproduzione di contenuti tridimensionali (3D) trasferiti mediante D-Sub, Component, HDMI, Video e S-Video. Tuttavia,

Dettagli

Informatica Grafica. Prof. Massimiliano Dellisanti Fabiano Vilardi. (2a parte) a.a. 2011/2012

Informatica Grafica. Prof. Massimiliano Dellisanti Fabiano Vilardi. (2a parte) a.a. 2011/2012 Informatica Grafica (2a parte) a.a. 2011/2012 Prof. Massimiliano Dellisanti Fabiano Vilardi 1 Grafica 3D Con Grafica 3D si indicano quelle tecniche informatiche finalizzate alla descrizione (e rappresentazione

Dettagli

Daniele Marini. Dispositivi di uscita e videotecnologia

Daniele Marini. Dispositivi di uscita e videotecnologia Daniele Marini Dispositivi di uscita e videotecnologia Introduzione La tecnologia più diffusa, dopo quella Crt (Cathode Ray Tube), è oggi la Lcd (Liquid Crystal Display). Impiegata, in particolare nei

Dettagli

LA VISIONE STEREOSCOPICA

LA VISIONE STEREOSCOPICA LA VISIONE STEREOSCOPICA ELABORAZIONE DELLE IMMAGINI Università degli Studi dell Insubria A.A. 2004/2005 Sinardi Matteo Zappino Massimo Indice Introduzione Cenni storici L'occhio umano La stereopsi Stereogrammi

Dettagli

INFORMATICA GRAFICA. 20 Aprile Introduzione a OpenGL. Michele Antolini michele.antolini@mail.polimi.it

INFORMATICA GRAFICA. 20 Aprile Introduzione a OpenGL. Michele Antolini michele.antolini@mail.polimi.it Knowledge Aided Engineering Manufacturing and Related Technologies INFORMATICA GRAFICA 20 Aprile Introduzione a OpenGL michele.antolini@mail.polimi.it Computer graphics I programmi di grafica (non solo

Dettagli

Informatica Grafica. (III anno Laurea Triennale - Corso di Laurea in Informatica) Donato D Ambrosio

Informatica Grafica. (III anno Laurea Triennale - Corso di Laurea in Informatica) Donato D Ambrosio Informatica Grafica (III anno Laurea Triennale - Corso di Laurea in Informatica) Donato D Ambrosio Dipartimento di Matematica e Centro d Eccellenza per il Calcolo ad Alte Prestazioni Cubo 22B, Università

Dettagli

Autostereoscopy as a Representation Criteria for Distributed Simulation

Autostereoscopy as a Representation Criteria for Distributed Simulation Autostereoscopy as a Representation Criteria for Distributed Simulation Conferenza DSIMday 11 Marzo 2011 Università di Tor Vergata Giovanni Saggio, Valerio Selis, Carlo Alberto Pinto, Remy Verbanez, Franco

Dettagli

Visualizzazione in ambienti di Realtà Virtuale di scenari fotorealistici basati su dati e calcoli illuminotecnici. Applicazione agli Esterni Urbani

Visualizzazione in ambienti di Realtà Virtuale di scenari fotorealistici basati su dati e calcoli illuminotecnici. Applicazione agli Esterni Urbani Agenzia Nazionale per le Nuove Tecnologie l Energia e lo Sviluppo Economico Sostenibile RICERCA DI SISTEMA ELETTRICO Visualizzazione in ambienti di Realtà Virtuale di scenari fotorealistici basati su dati

Dettagli

Nexsoft. Business Solutions. Stereoscopia

Nexsoft. Business Solutions. Stereoscopia Nexsoft Business Solutions Stereoscopia La storia della stereoscopia L'idea di stereoscopia è molto antica. Fu Euclide nel 208 a.c. a comprendere i principi della visione tridimensionale: ciascuno dei

Dettagli

3restituzione - stereoscopia

3restituzione - stereoscopia 3restituzione - stereoscopia La condizione che deve essere verificata perché si realizzi l orientamento esterno è la complanarità dei raggi omologhi Perché i raggi omologhi si intersechino devono essere

Dettagli

Convenzione Acquisto Personal Computer DESKTOP 2 CONVENZIONE PC DESKTOP 2 CARATTERISTICHE TECNICHE PRODOTTI PERSONAL COMPUTER FASCIA MEDIA

Convenzione Acquisto Personal Computer DESKTOP 2 CONVENZIONE PC DESKTOP 2 CARATTERISTICHE TECNICHE PRODOTTI PERSONAL COMPUTER FASCIA MEDIA CONVENZIONE PC DESKTOP 2 CARATTERISTICHE TECNICHE PRODOTTI PERSONAL COMPUTER FASCIA MEDIA MARCA DEL PERSONAL COMPUTER FASCIA MEDIA MODELLO/CODICE DEL PERSONAL COMPUTER FASCIA MEDIA CARATTERISTICA ERGO

Dettagli

HDTV LA TELEVISIONE AD ALTA DEFINIZIONE

HDTV LA TELEVISIONE AD ALTA DEFINIZIONE HDTV LA TELEVISIONE AD ALTA DEFINIZIONE S HDTV: LA TELEVISIONE AD ALTA DEFINIZIONE In questo articolo cercheremo di spiegare il concetto di HDTV. Prima di tutto, daremo un occhiata alla tecnologia della

Dettagli

Realtà virtuale: Differenza fra realtà virtuale e computer grafica:

Realtà virtuale: Differenza fra realtà virtuale e computer grafica: Realtà virtuale: Lo scopo della realtà virtuale (VR) è quello di ricreare, tramite un computer, mondi e oggetti che sono la trasposizione digitale di ambienti reali o di fantasia. Inoltre, studia i metodi

Dettagli

I.C. D ANGIO ISTITUTO COMPRENSIVO Via Cattaneo, 35 80040 - Trecase (Na) Tel.: 081 5369654 E-Mail: naic89600b@istruzione.it

I.C. D ANGIO ISTITUTO COMPRENSIVO Via Cattaneo, 35 80040 - Trecase (Na) Tel.: 081 5369654 E-Mail: naic89600b@istruzione.it Tel.: 08 5369654 Allegato B al bando - Lotto 4 POR FESR-20-202 Bando pubblico per la fornitura di attrezzature e servizi previsti dal progetto. OFFERTA TECNICO - ECONOMICA Il presente allegato costituisce

Dettagli

Allegato 3 Scheda tecnica

Allegato 3 Scheda tecnica Regione Autonoma della Sardegna Assessorato degli Enti Locali, Finanze ed Urbanistica Direzione Generale della Pianificazione Territoriale Urbanistica e della Vigilanza Edilizia Servizio Affari Generali

Dettagli

PROGETTO ESCAVATORE VIRTUALE

PROGETTO ESCAVATORE VIRTUALE PROGETTO ESCAVATORE VIRTUALE Facoltà di Ingegneria Industriale Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica Anno Accademico 2011-2012 Matteo Condoleo 1 OBBIETTIVI Il presente progetto è stato realizzato per

Dettagli

Rendering & ray tracing. Implementazione e applicazione pratica

Rendering & ray tracing. Implementazione e applicazione pratica Rendering & ray tracing Implementazione e applicazione pratica Che cos e CG(computer graphics)? Quando si parla di CG si intendono immagini, o video creati al computer. CG e una branca dell informatica

Dettagli

Processo di rendering

Processo di rendering Processo di rendering 1 Trasformazioni di vista Trasformazioni di vista Il processo di visione in tre dimensioni Le trasformazioni di proiezione I parametri della vista 3D I sistemi di coordinate 2 I parametri

Dettagli

3DMAnalyst -Software & CalibCam

3DMAnalyst -Software & CalibCam 3DMAnalyst -Software & CalibCam Concentrandosi sul futuro Software di analisi mineraria 3DM Analyst è un pacchetto di rapida estrazione dati 3D per l utilizzo con immagini digitali. Il software utilizza

Dettagli

RISOLUZIONE VIDEO tratto dal sito internet: Boliboop (my web identity) - 2007

RISOLUZIONE VIDEO tratto dal sito internet: Boliboop (my web identity) - 2007 RISOLUZIONE VIDEO tratto dal sito internet: Boliboop (my web identity) - 2007 La risoluzione, specie in fotografia digitale, è una misura della qualità di un immagine. Questo concetto può essere applicato

Dettagli

Visualizzazione e Controllo Remoto di Agenti in Ambienti Virtuali Tramite la Libreria OpenSceneGraph

Visualizzazione e Controllo Remoto di Agenti in Ambienti Virtuali Tramite la Libreria OpenSceneGraph ALMA MATER STUDIORUM - UNIVERSITÀ DI BOLOGNA SEDE DI CESENA FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE, FISCHE E NATURALI CORSO DI LAUREA IN SCIENZE DELL INFORMAZIONE Visualizzazione e Controllo Remoto di Agenti in

Dettagli

Visualizzazione Stereoscopica

Visualizzazione Stereoscopica Visualizzazione Stereoscopica Davide Gadia Corso di Ambienti Virtuali Immersivi e Interattivi Laurea Magistrale in Informatica per la Comunicazione a.a. 2012/2013 Stereoscopia Realizzazione e visione di

Dettagli

Applicazioni e soluzioni per l integrazione delle tecnologie Audio/Video professionali importate e distribuite da AGMULTIVISION

Applicazioni e soluzioni per l integrazione delle tecnologie Audio/Video professionali importate e distribuite da AGMULTIVISION Presentazione aziendale Applicazioni e soluzioni per l integrazione delle tecnologie Audio/Video professionali importate e distribuite da AGMULTIVISION Ambiti applicativi Sale Riunioni Aule Didattiche

Dettagli

ISTITUTO PROFESSIONALE DI STATO F. S. CABRINI

ISTITUTO PROFESSIONALE DI STATO F. S. CABRINI Unione Europea Fondo Sociale Europeo ISTITUTO PROFESSIONALE DI STATO F. S. CABRINI Unione Europea Fondo Europeo Sviluppo Regionale Via Dante, 9 7400 Taranto Tel. 099/ 4779476 - fax 099/4779477 E-mail:

Dettagli

SERIE. Visualizzatori 3D senza occhiali per applicazioni Digital Signage. BRILAN 3D Video Monitor 3D con entrata VGA e DVI

SERIE. Visualizzatori 3D senza occhiali per applicazioni Digital Signage. BRILAN 3D Video Monitor 3D con entrata VGA e DVI BRILAN 3D Video Monitor 3D con entrata VGA e DVI 101,60 cm (40 ) e 116,84 cm (46 ) BRILAN 3D IQ Visualizzatori 3D con riproduttore 3D integrato 101,60 cm (40 ) e 116,84 cm (46 ) 3D POWER SAVING T F T-S

Dettagli

Stereoscopia e anaglifi: vi sono nuove prospettive? Stereoscopia su mobile device

Stereoscopia e anaglifi: vi sono nuove prospettive? Stereoscopia su mobile device Laboratorio 2 Stereoscopia e anaglifi: vi sono nuove prospettive? Stereoscopia su mobile device E possibile avere una visione 3D su cellulare senza l utilizzo degli occhiali appositi? http://www.spatialview.com/3deecentral/

Dettagli

Pixel Pitch (mm) 0.248x0.248 Peso solo monitor 2,8kg Profondità (mm) 11,9 Colore nero

Pixel Pitch (mm) 0.248x0.248 Peso solo monitor 2,8kg Profondità (mm) 11,9 Colore nero TOPFLEX 222Y 1920x1080 pixel 2x22" www.multimonitortrading.it PREZZO iva inclusa: 690,00 Totale diagonale : 39" Multimonitor con bracci indipendenti -Supporto con piede a Y Opzione Orizzontale Opzione

Dettagli

A.G.C. 06 RICERCA SCIENTIFICA, STATISTICA, SISTEMI INFORMATIVI ED INFORMATICA. Azione 2

A.G.C. 06 RICERCA SCIENTIFICA, STATISTICA, SISTEMI INFORMATIVI ED INFORMATICA. Azione 2 Azione 2 REALIZZAZIONE DI SERVIZI DI CONSULTAZIONE ON LINE DELLE COPERTURE AEROFOTOGRAMMETRICHE REGIONALI e VIDEOCONSULTAZIONE IN STEREOSCOPIA CAPITOLATO TECNICO 1 PREMESSE La Regione Campania nell ambito

Dettagli

Touch Panel PC. wall mounted

Touch Panel PC. wall mounted Touch Panel PC wall mounted Bello e bello grande Retroilluminazione a led, un idea brillante! è unico per la sua estetica widescreen da 15,4 e 19 ultrasottile, soli 2 cm di spessore, possiede una gamma

Dettagli

VIA ACHILLE BRUNI, 6-76121 BARLETTA (BT)

VIA ACHILLE BRUNI, 6-76121 BARLETTA (BT) VIA ACHILLE BRUNI, 6-762 BARLETTA (BT) Tel.: 0883/5060 - Fax: 0883/575773 Codice Fiscale: 80030723 - Codice Meccanografico: BAMM076002 E-mail: bamm076002@istruzione.it - bamm076002@pec.istruzione.it Sito

Dettagli

Un sito per RAI 3D: offerta dei prodotti RAI 3D sul WEB

Un sito per RAI 3D: offerta dei prodotti RAI 3D sul WEB : offerta dei prodotti RAI 3D sul WEB Federico Debandi Rai - Centro Ricerche e Innovazione Tecnologica 1. L idea 1.1 le trasmissioni RAI 3D Negli ultimi anni presso il Centro Ricerche e Innovazione Tecnologica

Dettagli

Information Visualization

Information Visualization Information Visualization Introduzione alla CG Prof. Andrea F. Abate abate@unisa.it http://www.unisa.it/docenti/andreafrancescoabate/index CG e VR: cosa sono e a cosa servono Con il termine Computer Graphics,

Dettagli

Reflex UBM Ultrabiomicroscopio

Reflex UBM Ultrabiomicroscopio Reflex UBM Ultrabiomicroscopio Il Reflex UBM è uno strumento ecografico ad alta frequenza per la diagnosi del segmento anteriore (ultrabiomicroscopio) al quale è possibile associare un sistema di diagnosi

Dettagli

Processo di rendering

Processo di rendering Processo di rendering Trasformazioni di vista Trasformazioni di vista Il processo di visione in tre dimensioni Le trasformazioni di proiezione 2 Rendering nello spazio 2D Il processo di rendering (visualizzazione)

Dettagli

Sviluppo di un sistema per l interazione naturale uomo-computer in un ambiente di realtà aumentata stereoscopico.

Sviluppo di un sistema per l interazione naturale uomo-computer in un ambiente di realtà aumentata stereoscopico. Universitá di Genova Facoltá di Ingegneria Dipartimento di Ingegneria Biofisica ed Elettronica Tesi di Laurea Magistrale in Ingegneria Elettronica Sviluppo di un sistema per l interazione naturale uomo-computer

Dettagli

Introduzione Computer Graphics

Introduzione Computer Graphics Knowledge Aided Engineering Manufacturing and Related Technologies Dipartimento di Ingegneria Industriale Università di Parma Introduzione Computer Graphics Cosa e la computer graphics Computer Graphics

Dettagli

CARATTERISTICHE VIDEO

CARATTERISTICHE VIDEO CARATTERISTICHE VIDEO Quando si parla di definizione video ci sono diversi parametri che contribuiscono alla formazione del quadro dell immagine e di conseguenza alla relativa qualità. Il rapporto d'aspetto,

Dettagli

M.O.S. -Ottotipo -Test di performance visiva -Visual training -Filmati -Software per esercizi a domicilio

M.O.S. -Ottotipo -Test di performance visiva -Visual training -Filmati -Software per esercizi a domicilio Multi Opti System -Ottotipo -Test di performance visiva -Visual training -Filmati -Software per esercizi a domicilio Multi Opti System M.O.S. Un unico concetto diverse soluzioni hardware Il progetto MOS

Dettagli

Guida rapida all installazione della LIM

Guida rapida all installazione della LIM Superficie in acciaio - LIWB78IR5AC / LIWB78IR5AC-S Superficie in melamina - LIWB78IR / LIWB78IR-S L avagna I nterattiva M ultimediale Ligra srl Via Artigiani 29/31-29020 Vigolzone (PC) Italy Tel.: +39

Dettagli

Parte Introduttiva Video Digitali

Parte Introduttiva Video Digitali Parte Introduttiva 01 01 Video Digitali Giuseppe Pignatello Eadweard Muybridge L'uomo che fermò il tempo (1830-1904) Pioniere della fotografia in movimento Risolse il dubbio fattogli da Leland Stanford:

Dettagli

Procedura aperta per la fornitura biennale di ausili (comunicatori a puntatore oculare) per persone affette da sclerosi laterale amiotrofica (SLA).

Procedura aperta per la fornitura biennale di ausili (comunicatori a puntatore oculare) per persone affette da sclerosi laterale amiotrofica (SLA). LOTTO 1: COMUNICATORI VOCALI A CONTROLLO OCULARE, PUNTAMENTO BINOCULARE CON MODALITA DI DETENZIONE DELLA PUPILLA DARK E BRIGHT PUPIL CODICE CND Y214299 Y210915 Z12120111 DESCRIZIONE Ausili per comunicazione

Dettagli

Indice INDICE...I INDICE DELLE FIGURE...IV INTRODUZIONE... 1 1 L OCCHIO UMANO... 5 2 TECNICHE STEREOSCOPICHE... 19

Indice INDICE...I INDICE DELLE FIGURE...IV INTRODUZIONE... 1 1 L OCCHIO UMANO... 5 2 TECNICHE STEREOSCOPICHE... 19 Ringraziamenti Desidero ringraziare tutte quelle persone che mi hanno accompagnato nel corso di questi ultimi anni, in particolare: Luca ed Andrea due splendidi e soprattutto pazienti amici. Il Dottor

Dettagli

La Guida rapida per l'uso viene fornita per aiutarvi a iniziare a usare lo scanner IRIScan Book 3.

La Guida rapida per l'uso viene fornita per aiutarvi a iniziare a usare lo scanner IRIScan Book 3. La Guida rapida per l'uso viene fornita per aiutarvi a iniziare a usare lo scanner IRIScan Book 3. Questo scanner dispone delle applicazioni software Readiris Pro 12 e IRIScan Direct (solo Windows). Le

Dettagli

Lezione 8: Video (1) Informatica e Produzione Multimediale. Docente: Umberto Castellani

Lezione 8: Video (1) Informatica e Produzione Multimediale. Docente: Umberto Castellani Lezione 8: Video (1) Informatica e Produzione Multimediale Docente: Umberto Castellani Sommario Introduzione al video Formati video Analogici digitali Il Moving picture Expert group (MPEG) Editing video

Dettagli

Prodotto Matrice - Vettore in OpenMP

Prodotto Matrice - Vettore in OpenMP Facoltà di Ingegneria Corso di Studi in Ingegneria Informatica Elaborato di Calcolo Parallelo Prodotto Matrice - Vettore in OpenMP Anno Accademico 2011/2012 Professoressa Alessandra D Alessio Studenti

Dettagli

Interazione Uomo-Macchina Nella Realta Virtuale

Interazione Uomo-Macchina Nella Realta Virtuale Interazione Uomo-Macchina Nella Realta Virtuale prof. Luca Chittaro Dipartimento di Matematica e Informatica Università di Udine http://www.dimi.uniud.it/~chittaro Interazione Uomo-Macchina: definizione

Dettagli

Informatica Internet Email Foglio Elettronico EXCEL Cenni sull utilizzo

Informatica Internet Email Foglio Elettronico EXCEL Cenni sull utilizzo Informatica Internet Email Foglio Elettronico EXCEL Cenni sull utilizzo Corso per Volontari Operativi Generici di Protezione Civile realizzato secondo gli Standard Regionali in materia di Formazione per

Dettagli

DisplayPort: DisplayPort è un nuovo standard di collegamento per la visualizzazione di segnali digitali introdotto da VESA.

DisplayPort: DisplayPort è un nuovo standard di collegamento per la visualizzazione di segnali digitali introdotto da VESA. FAQS/Glossario DisplayPort: DisplayPort è un nuovo standard di collegamento per la visualizzazione di segnali digitali introdotto da VESA. Questa nuova interfaccia permette il collegamento audio/video

Dettagli

ISTITUTO TECNICO AGRARIO O.

ISTITUTO TECNICO AGRARIO O. N. 23 Notebook dalle seguenti caratteristiche tecniche minime: Pc notebook Sistema operativo Windows 8 professional o Windows 7 professional HD 500 Gb minimo Masterizzatore DVD Schermo 15,6 LCD Wireless

Dettagli

Display cliente 2x20 caratteri, massima luminosità

Display cliente 2x20 caratteri, massima luminosità POS 9000 DITRONetwork amplia la propria offerta di soluzioni integrate per il nuovo Sistema Pos9000 che presenta un perfetto equilibrio tra le prestazioni avanzate e il design moderno, adattandosi perfettamente

Dettagli

ISTITUTO STATALE DI ISTRUZIONE SUPERIORE LEONARDO DA VINCI

ISTITUTO STATALE DI ISTRUZIONE SUPERIORE LEONARDO DA VINCI ISTITUTO STATALE DI ISTRUZIONE SUPERIORE LEONARDO DA VINCI Via del Terzolle, 91 50127 FIRENZE Tel. 05545961 Fax 055411617 Cod. Mecc. FIIS01700A Cod. Fisc. 94149320486 Progetto Camera di Commercio Firenze

Dettagli

Lenti di precisione. Serie MicroMet. Dischi reticolari (solo per lente 7x)

Lenti di precisione. Serie MicroMet. Dischi reticolari (solo per lente 7x) Serie MicroMet Lenti di precisione Codice 4010026 Codice 4010028 Codice 4010039 Lente di ingrandimento con illuminatore Campo visivo 30 mm Con astuccio Fornita senza batterie (sono necessarie 2 pile mezza

Dettagli

Panel PC e monitor LCD industriali

Panel PC e monitor LCD industriali 15 Panel PC e monitor LCD industriali touch screen Panel PC e monitor LCD industriali touch screen Gamma schermi da 15 a 19 (altre grandezze a richiesta) Panel PC fanless con architettura ATOM N455 Panel

Dettagli

Allegato 3. Scheda tecnica

Allegato 3. Scheda tecnica Regione Autonoma della Sardegna Assessorato degli Enti Locali, Finanze ed Urbanistica Direzione Generale della Pianificazione Territoriale Urbanistica e della Vigilanza Edilizia Servizio Affari Generali

Dettagli

WATCHOUT ver.2 WATCHOUT proiezioni di immagini e video digitali ad alta definizione, con qualità straordinarie in sincronia perfetta WATCHOUT

WATCHOUT ver.2 WATCHOUT proiezioni di immagini e video digitali ad alta definizione, con qualità straordinarie in sincronia perfetta WATCHOUT Il nuovo "WATCHOUT ver.2" della Dataton è uno straordinario sistema utilizzato per presentazioni basate su "Digital Media", espandibile a qualsiasi dimensione e numero di schermi o display. WATCHOUT è

Dettagli

QosmioEngine: Esperienza visiva avanzata

QosmioEngine: Esperienza visiva avanzata tech brief qosmioengine QosmioEngine: Esperienza visiva avanzata 02 03 06 09 10 Qosmio unisce TV ad alta qualità, capacità video avanzate grazie all innovativo QosmioEngine, altoparlanti Harman Kardon

Dettagli

ALLEGATO A ELENCO MATERIALE

ALLEGATO A ELENCO MATERIALE ALLEGATO A ELENCO MATERIALE UN COMPUTER PER APPRENDERE ^ Configurazione DESCRIZIONE DELLA CARATTERISTICHE VOCE POSTAZIONI DI LAVORO PER LE SEGRETERIE SCOLASTICHE COMPUTER COMPLETO DI MONITOR LCD WIDE SCREEN

Dettagli

Realtà Virtuali Prof. Raffaella Folgieri, aa 2013/2014. Progettare la VR

Realtà Virtuali Prof. Raffaella Folgieri, aa 2013/2014. Progettare la VR Realtà Virtuali Prof. Raffaella Folgieri, aa 2013/2014 Progettare la VR VR come combinazione di elementi Virtual World - spazio immaginario spesso manifestato attraverso media - descrizione collezione

Dettagli

La taratura del monitor

La taratura del monitor La taratura del monitor Il computer I componenti 1 Monitor 2 Scheda madre 3 CPU (Mem. Principale) 4 RAM 5 Scheda Video 6 Alimentatore 7 DVD 8 Disco (Mem. Massa) 9 Mouse 10 tastiera La scheda video GPU

Dettagli

www.optoma.co.uk GT760 Proiettore DLP Proiettore luminoso e 3D Home Entertainment immersivo 5 HD Ready

www.optoma.co.uk GT760 Proiettore DLP Proiettore luminoso e 3D Home Entertainment immersivo 5 HD Ready www.optoma.co.uk GT760 Proiettore DLP Proiettore luminoso e 3D Home Entertainment immersivo 5 HD Ready Esperienza brillante con film e giochi grazie al Proiettore 3D HD Ready GT760 Preparatevi per sport,

Dettagli

SPECTROSHADE MICRO LO STRUMENTO PIÙ EVOLUTO PER LA RILEVAZIONE DEL COLORE

SPECTROSHADE MICRO LO STRUMENTO PIÙ EVOLUTO PER LA RILEVAZIONE DEL COLORE SPECTROSHADE MICRO LO STRUMENTO PIÙ EVOLUTO PER LA RILEVAZIONE DEL COLORE Ti ricordi cosa ti hanno insegnato sulla presa del colore? SpectroShade te lo farà dimenticare. SpectroShade Micro COMPLETO, AFFIDABILE

Dettagli

Product Line Marzo 2008

Product Line Marzo 2008 Product Line Marzo 2008 Product Line Monitor LCD e Plasma professionali Televisori LCD e Plasma Monitor open-frame/pannelli industriali Controller LCD-TFT LCD/Plasma Displays Schermi touch screen Infrared

Dettagli

GLUI: GLUT-based User Interface

GLUI: GLUT-based User Interface GLUI: GLUT-based User Interface La GLUI è una libreria di oggetti C++ costruita utilizzando le GLUT e mette a disposizione tutta una serie di oggetti per rendere l interfaccia di un programma più user-friendly.

Dettagli

ECCO A VOI colormunki

ECCO A VOI colormunki TM ECCO A VOI colormunki colormunki photo è il nuovo modo per portare le vostre foto dallo schermo alla stampa creato da x-rite. ColorMunki è la soluzione completa di controllo colore, dotata di un potente

Dettagli

Nuovi XEED Canon: nitidezza delle immagini senza rivali. Comunicazioni alla stampa. you can

Nuovi XEED Canon: nitidezza delle immagini senza rivali. Comunicazioni alla stampa. you can Comunicazioni alla stampa you can XEED WUX10 Mark II XEED SX80 Mark II Nuovi XEED Canon: nitidezza delle immagini senza rivali I due nuovi proiettori multimediali XEED WUX10 Mark II e XEED SX80 Mark II

Dettagli

CAPITOLO 1 Impostare progetti, spazio di lavoro, e programma-2

CAPITOLO 1 Impostare progetti, spazio di lavoro, e programma-2 CAPITOLO 1 Impostare progetti, spazio di lavoro, e programma-2 Che cos'è EDIUS EDIUS è un software di editing non lineare per il montaggio video su PC. Questo programma offre una vasta gamma di possibilità

Dettagli

Da 'sala professori' ad 'aula di ricerca-azione' Attrezzatura caratteristiche MEDIADIRECT LIGRA DLI INGEGNART GERBER NOTE Numero Costo

Da 'sala professori' ad 'aula di ricerca-azione' Attrezzatura caratteristiche MEDIADIRECT LIGRA DLI INGEGNART GERBER NOTE Numero Costo Da 'sala professori' ad 'aula di ricerca-azione' Attrezzatura caratteristiche MEDIADIRECT LIGRA DLI INGEGNART GERBER NOTE Numero Costo LIM Postazioni multimediali desktop Superficie attiva 77 diagonale

Dettagli

LA REALTÀ È AUMENTATA

LA REALTÀ È AUMENTATA LA REALTÀ È AUMENTATA Dal reale al virtuale L A F I L I E R A D I G I TA L E D E I B E N I C U LT U R A L I 3DResearch è una società Spin-Off dell Università della Calabria che si occupa di ricostruzioni

Dettagli

Proiettori PJ WX4130 / PJ WX4130N. 3,0 kg. Verticale. Distanza di proiezione ridotta. Intervallo ravvicinato: distanza dalla parete 11,7 cm

Proiettori PJ WX4130 / PJ WX4130N. 3,0 kg. Verticale. Distanza di proiezione ridotta. Intervallo ravvicinato: distanza dalla parete 11,7 cm Proiettori PJ WX4130 / PJ WX4130N Distanza di proiezione ridotta Intervallo ravvicinato: distanza dalla parete 11,7 cm Leggero 3,0 kg Design compatto Verticale Grazie all ingombro ridotto e all'innovativo

Dettagli

ALLEGATO 4 Lotto 2 FAC-SIMILE TABELLA CARATTERISTICHE TECNICHE AGGIUNTIVE PER LE DOTAZIONI ICT D AULA INNOVA SCUOLA Per Lotto 2

ALLEGATO 4 Lotto 2 FAC-SIMILE TABELLA CARATTERISTICHE TECNICHE AGGIUNTIVE PER LE DOTAZIONI ICT D AULA INNOVA SCUOLA Per Lotto 2 ALLEGATO 4 Lotto 2 FAC-SIMILE TABELLA CARATTERISTICHE TECNICHE AGGIUNTIVE PER LE DOTAZIONI ICT D AULA INNOVA SCUOLA Per Lotto 2 CARATTERISTICHE TECNICHE PER LA FORNITURA DELLE DOTAZIONI ICT D AULA All'attenzione

Dettagli

4 La Polarizzazione della Luce

4 La Polarizzazione della Luce 4 La Polarizzazione della Luce Per comprendere il fenomeno della polarizzazione è necessario tenere conto del fatto che il campo elettromagnetico, la cui variazione nel tempo e nello spazio provoca le

Dettagli

Benvenuti a Maya Introduzione alla grafica 3D e al mondo

Benvenuti a Maya Introduzione alla grafica 3D e al mondo Introduzione Benvenuti a Maya Introduzione alla grafica 3D e al mondo della Computer Graphics. Questo volume introduttivo, dedicato indifferentemente a coloro che affrontano per la prima volta il mondo

Dettagli

Lezione 3: Grafica 3D*

Lezione 3: Grafica 3D* Lezione 3: Grafica 3D* Informatica Multimediale Docente: Umberto Castellani *I lucidi sono tratti da una lezione di Maura Melotti (m.melotti@cineca.it) Sommario Il processo grafico La modellazione 3D Rendering

Dettagli

ART. 1 DESCRIZIONE DELLA FORNITURA

ART. 1 DESCRIZIONE DELLA FORNITURA Si intende acquistare una serie di attrezzature e tecnologie per promuovere e sviluppare la società dell informazione e della conoscenza nel sistema scolastico. In particolare, verranno realizzati un laboratorio

Dettagli

Obiettivo Generare un file.notebook integrato con testo, collegamenti, video, suoni e immagini ed esportarlo in diversi formati: PDF, HTML e JPG.

Obiettivo Generare un file.notebook integrato con testo, collegamenti, video, suoni e immagini ed esportarlo in diversi formati: PDF, HTML e JPG. SMART Board Prerequisiti PC Pentium III - 128Mb di Ram- 110 Mb di spazio su HD - casse acustiche - software Notebook e driver di SMART Board Videoproiettore - LIM Installazione software Smart Board su

Dettagli

Progetto MAMI. Comunicazioni Multimediali e Multisensoriali: tecnologie abilitanti. A. Chiari

Progetto MAMI. Comunicazioni Multimediali e Multisensoriali: tecnologie abilitanti. A. Chiari MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO DIPARTIMENTO PER LE COMUNICAZIONI Progetto MAMI Comunicazioni Multimediali e Multisensoriali: tecnologie abilitanti A. Chiari INDICE Attività dell ISCTI Il Progetto MAMI

Dettagli

CASIO 3D Converter (YA-D30)

CASIO 3D Converter (YA-D30) CASIO 3D Converter (YA-D30) I Guida dell utilizzatore Conservare l intera documentazione dell utente a portata di mano per riferimenti futuri. Microsoft, Windows e Windows Vista sono marchi di fabbrica

Dettagli

I.C. D ANGIO ISTITUTO COMPRENSIVO Via Cattaneo, 35 80040 - Trecase (Na) Tel.: 081 5369654 E-Mail: naic89600b@istruzione.it

I.C. D ANGIO ISTITUTO COMPRENSIVO Via Cattaneo, 35 80040 - Trecase (Na) Tel.: 081 5369654 E-Mail: naic89600b@istruzione.it Tel.: 08 5369654 Allegato B al bando - Lotto POR FESR-20-202 Bando pubblico per la fornitura di attrezzature e servizi previsti dal progetto. OFFERTA TECNICO - ECONOMICA Il presente allegato costituisce

Dettagli

Allegato A. n. 1 PC postazione Server (riportare i prezzi iva inclusa)

Allegato A. n. 1 PC postazione Server (riportare i prezzi iva inclusa) Allegato A Caratteristiche tecniche del materiale richiesto. Esse costituiscono standard di riferimento base. La proposta di materiale con caratteristiche analoghe o superiori è naturalmente possibile:

Dettagli

INTEGRAZIONE ED ESPANSIONE DEL SISTEMA DI VIDEOSORVEGLIANZA DEL COMUNE DI CASTELLAMMARE DI STABIA TITOLO ELABORATO: MODULO VIDEOSORVEGLIANZA MOBILE

INTEGRAZIONE ED ESPANSIONE DEL SISTEMA DI VIDEOSORVEGLIANZA DEL COMUNE DI CASTELLAMMARE DI STABIA TITOLO ELABORATO: MODULO VIDEOSORVEGLIANZA MOBILE INTEGRAZIONE ED ESPANSIONE DEL SISTEMA DI VIDEOSORVEGLIANZA DEL COMUNE DI CASTELLAMMARE DI STABIA TITOLO ELABORATO: MODULO VIDEOSORVEGLIANZA MOBILE INDICE 1. PREMESSA 4 2. TELECAMERE 4 3. UNITA' DI STORAGE

Dettagli

Kartè VISION Il Digital signage cambia volto

Kartè VISION Il Digital signage cambia volto Kartè VISION Il Digital signage cambia volto VISION Facile. Pratico. Rivoluzionario. Digital Signage Il Digital Signage è una forma di comunicazione audiovisiva basata sulla distribuzione di contenuti

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO SOLUZIONE INTEGRATA PER LA DIDATTICA IN CLASSE (Lavagne Interattive Multimediali Videoproiettore - PC)

CAPITOLATO TECNICO SOLUZIONE INTEGRATA PER LA DIDATTICA IN CLASSE (Lavagne Interattive Multimediali Videoproiettore - PC) Istituto Comprensivo Don Milani Via Cambray Digny, 3 50136 Firenze tel.055690743 fax 055690139 e-mail: info@icdonmilani.gov.it fiic85100n@istruzione.it fiic85100n@pec.istruzione.it Sito web: www.icdonmilani.gov.it

Dettagli

AITTCSIR36LW AITTCSDR02LW

AITTCSIR36LW AITTCSDR02LW AITTCSIR36LW AITTCSDR02LW ATTENZIONE! Non guardare direttamente i led ad infrarossi. Possono provocare danni alla vista. AITTCSIR36LW o Aspetto e dimensioni o Accessori Versione documento: 1.0 o Installazione

Dettagli

Videoproiettore Integrato SMART UX80

Videoproiettore Integrato SMART UX80 Caratteristiche tecniche Videoproiettore Integrato SMART UX80 Panoramica Il sistema usa il proiettore SMART UX80 a focale ultra corta WXGA (16:10) con offset elevato e offre interattività ad alte prestazioni

Dettagli

Proiettore SCP725/SCP725W e Accessori

Proiettore SCP725/SCP725W e Accessori Proiettore SCP725/SCP725W e Accessori Proiettori Proiettore ad ottica ultracorta SCP725 78-9236-7728-6 Proiettore ad ottica ultracorta SCP725W (formato wide) 78-9236-7727-8 Sistemi di montaggio Braccio

Dettagli

La Pipeline Grafica. Vediamo come avviene il rendering, ovvero la visualizzazione di oggetti. Introduzione. La Pipeline Grafica.

La Pipeline Grafica. Vediamo come avviene il rendering, ovvero la visualizzazione di oggetti. Introduzione. La Pipeline Grafica. La Pipeline Grafica Vediamo come avviene il rendering, ovvero la visualizzazione di oggetti. Introduzione La Pipeline Grafica Spazio vista Spazio 3D-screen Shading Rasterizzazione Rimozione delle facce

Dettagli

Più veloce di quello che immagini. Il software professionale per l arredamento di interni. I.P.

Più veloce di quello che immagini. Il software professionale per l arredamento di interni. I.P. Più veloce di quello che immagini Il software professionale per l arredamento di interni. I.P. InteriCAD Lite è un programma per progettazione d interni 3D rivolto ai professionisti che operano nel campo

Dettagli

EasyGO 3-D Player v.1.9.0

EasyGO 3-D Player v.1.9.0 EasyGO 3-D Player v.1.9.0 Introduzione EasyGO 3-D Player è un riproduttore di filmati 3-D per i principali browser Internet (Explorer, Google Chrome, Firefox, Opera, Safari) basato sulla tecnologia Adobe

Dettagli

1 CIRCOLO DI SOLOFRA DIREZIONE DIDATTICA Via Casapapa, 13 83029 - Solofra (Av) Tel.: 0825 581250 E-Mail: avee05300r@istruzione.it

1 CIRCOLO DI SOLOFRA DIREZIONE DIDATTICA Via Casapapa, 13 83029 - Solofra (Av) Tel.: 0825 581250 E-Mail: avee05300r@istruzione.it CIRCOLO DI SOLOFRA Via Casapapa, 3 Tel.: 0825 58250 Allegato B al bando - Lotto POR FESR-20-202 Bando pubblico per la fornitura di attrezzature e servizi previsti dal progetto. OFFERTA TECNICO - ECONOMICA

Dettagli

Addendum AvMap Geosat 5 BLU / Geosat 5 GT

Addendum AvMap Geosat 5 BLU / Geosat 5 GT IT Addendum AvMap Geosat 5 BLU / Geosat 5 GT Indice I. Addendum Specifiche tecniche Geosat 5 BLU I.I Specifiche tecniche I.II Contenuto della scatola I.III Accessori disponibili I.IV Descrizione Hardware

Dettagli

3DE Modeling Professional

3DE Modeling Professional 3DE Modeling Professional 3DE Modeling Professional è la parte di 3DE Modeling Suite che si occupa della modellazione 3D automatica di oggetti ed edifici a partire da nuvole di punti ottenute con scanner

Dettagli

Teoria del colore. Sintesi Cromatica Additiva RGB

Teoria del colore. Sintesi Cromatica Additiva RGB Teoria del colore A partire da tre colori Rosso, Verde, Blu è possibile generare tutta la rimanente scala cromatica mescolando con le dovute percentuali questa terna di riferimento. Si immagini di proiettare

Dettagli

Computer Graphics. v 1. Rasterizer: lines (segmenti) la rasterizzazione from vertex to pixels. Rasterizzazione: lines (segmenti)

Computer Graphics. v 1. Rasterizer: lines (segmenti) la rasterizzazione from vertex to pixels. Rasterizzazione: lines (segmenti) Computer Graphics Università dell Insubria Corso di Laurea in Informatica la rasterizzazione from vertex to pixels Rasterizer: lines (segmenti) Vertici (punti in R 3 ) computazioni per vertice Z Vertici

Dettagli