Tutorial all utilizzo di maxwell render con il Plug-in di 3D studio Max

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Tutorial all utilizzo di maxwell render con il Plug-in di 3D studio Max"

Transcript

1 TUTORIAL

2

3 Tutorial all utilizzo di maxwell render con il Plug-in di 3D studio Max Premessa Que max. Oltre ai passaggi esclusivi di tale plugin vengono descritte anche procedure di maxwell render, per approfondimenti a tali argomenti vedere il manuale ufficiale (anche tradotto in italiano) e la manualistica offerta da maxwellrender Dot It ad opera dell utente Tiziano. Il tutorial dell utilizzo di rendering mediante l applicativo Studio di maxwell render. Insiem descritto in modo più dettagliato l utilizzo del software. ATTENZIONE: per eseguire questo tutorial collegatevi al link: Il file è nella versione 3Dsmax8, scaricato il file in formato zip, compattare tale file nel vostro HardDisk. (Contiene anche file.3ds e Obj per essere sfruttato da versioni prede o diversi appati) INIZIARE... Dopo aver installato maxwell nel vostro computer troverete tre programmi, maxwell (mxcl) che è il vero motore di rendering, Ma- maxwell material editor (mxed) programma per la creazione e gestione dei materiali. Anche se lavoriamo all interno di 3dsmax in realtà maxwell genera un file esterno (mxs) che viene aperto automaticamente da maxwell (mxcl) e calcolato, ecco perché non vediamo il risultato sull Rendered Frame Windows di 3dsmax. Per l installazione del plugin per 3dsmax basta copiare il file maxwell.dlr nella cartella plugin all interno della cartella principale di 3dsmax. Questo plugin consente la connessione ai vari programmi esterni di maxwell direttamente da 3dsmax. Essendo collegamenti esterni, qualsiasi lavoro fate, dovete ricordarvi di impostare sempre il percorso e nome del file, sia del progetto maxwell (file mxs) sia il risultato finale (file mxi, un file proprietario simile al file HDRI) e anche, ovviamente, per l output del risultato nei vari formati jpg, png, tga, tif, bmp. L installazione di questo plugin comporta l aggiunta di nuovi strumenti all interno di 3dsmax, questi strumenti sono: l nuovo materiale chiamato Maxwell MXM).

4 Benvenuti nel fantastico mondo della Computer Grafica e nel mondo di Maxwell Render. In questo tutorial non vengono descritte le operazioni di modellazioni o animazioni o altri comandi di 3dsmax, ma le procedure ottimali per l utilizzo di maxwell render in abbinamento a 3D Studio MAX. Iniziamo con l apertura del file Tutorialmax.max. Avete a disposizione una scena preparata per un utilizzo classico di 3Dmax (ovvero in raytracer). Prima di iniziare il lavoro dobbiamo impostare Maxwell come motore di rendering di 3dsmax, questa operazione si effettua dal pannello rendering, common, assign renderer. l interfaccia verrà cambiata per avere gli strumenti per lavorare con maxwell render. L unità di misura è IMPORTANTISSIMA, considerando che maxwell lavora solo in metri dovete andare nel pannello System e, nel caso lavorate in cm come in questo file, impostate la scala con valore di questa operazione è importantissima poichè maxwell si basa su un calcolo fisicamente corretto, lavorare fuori scala può provocare ovvi difetti di rappresentazione.

5 1 metodo utilizzo totale di maxwell all interno di 3D Studio Max Una volta aperto il file dobbiamo procedere all inserimento della telecamera (obbligatoria per lavorare in maxwell) e alla sostituzione dei materiali con quelli di maxwell. Applicate una telecamera e posizionatela a piacere fino a trovare l inquadratura giusta. Per fare questa operazione dobbiamo andare nel pannello dei comandi, pannello create, cameras. Oltre alla telecamera tradizionale di 3dmax (nella doppia variante Terget e free ovvero libera) ora trovate anche la telecamera Maxwell (anche questa nella doppia versione maxwell tag ovvero maxwell Target, con destinazione e Maxwell free ovvero telecamera libara). Per utilizzare maxwell è OBBLIGATORIO lanciare il rendering da una vista camera, maxwell segnalerebbe immediatamente errore appena si tenta di lanciare il rendering da una qualsiasi altra vista. Dopo aver posizionato la nostra telecamera si consiglia di procurarsi una vista prospettica basata proprio sulla telecamera appena creata, in questo modo abbiamo il riscontro visivo della camera. Vi ricordo che in 3dsmax abbiamo un comando che ci mostra l effettivo campo di rendering, questo si attiva mediante il tasto destro del mouse sopra il nome della viewport (finestra), nell elenco scegliere show Safe Frame. Con questo comando potete sempre controllare la reale proporzione del rendering.

6 Le due versioni di telecamera sono identiche, la versione maxwell ha in più alcuni paramentri essenziali per il controllo del rendering. FStop= Diaframma, riproduce l effetto dell apertura del diaframma come avviene nel mondo reale della fotografia. Shutter speed= velocità dell otturatore, anche questo viene utilizzato in realtà nel settore fotografico. L abbinamento dei due parametri, come in fotografia, determina anche l effetto chiamato DOF, ovvero Profondità di campo, una tecnica molto utilizzata in fotografia per poter mettere a fuoco l oggetto d interesse e sfuocare ciò che è prima e dopo. Altri paramentri sono: Tipo di diaframma: Poligonal e circolar, questi simulano le lamelle del diaframma, in abbinamento con i controlli Num. Of bledes (ovvero numero di bandiere o lamelle) e Blades Angle (angolo di inclinazione relativa delle lamelle). Di questi parametri particolari verranno trattati in altri tutorial dedicati ad approfondimenti tecnici ed avanzati. Le telecamere sono simili, questo perché potremmo usare anche le telecamere di max ma non avremmo i controlli ESSENZIALI per gestire un buon rendering (come se usiamo una macchina fotografica usa&getta ed una macchina fotografica Reflex con tutti i controlli per avere un ottima foto), al contrario possiamo usare tranquillamente una telecamera Maxwell in max. Effettivamente per l utilizzo in maxwell solo la prima parte dei paramentri sono sfruttabili, tutti gli altri non vengono presi in considerazione da maxwell, il DoF (Depth of Field) di max non ha nessun effetto, in maxwell per avera profondità di campo (dof) dobbiamo utilizzare i due parametri FStop e Shutter. Trovata la giusta inquadratura o punto di vista, possiamo iniziare alla sostituzione dei materiali. Per meglio comprendere la lavorazione ho preferito simulare un lavoro già realizzato in 3Dsmax, compresi i materiali. Essendo questi materiali standard dovrebbero essere più familiari e capirne non solo la struttura (questi materiali sono approssimativi) ma mediante una nomeclatura (è buona regola nominare sia gli oggetti che i materiali in 3Dsmax) anche l associazione agli oggetti della scena.

7 Materiali La scena è stata preparata cercando di utilizzare il minor numero possibile di materiali, questi sono materiali standard di 3dsmax, prima della loro sostituzione vi consiglio di esaminarli per vedere come dovrebbero essere fatti, anche se in realtà sono materiali approssimativi dove sono state gestite solo alcune caratteristiche (colore diffusa o texture diffusa, livelli speculari, rugosità, riflessioni, rifrazione e opacità). proveremo a creare dei nuovi materiali e/o reperirne di già fatti, magari utilizzando l ottima libreria gratuita messa a disposizione dalla Next Limit grazie al lavoro degli utenti.

8 Selezionate il primo materiale in alto a sinistra che si chiama intonaco. Premete il pulsante per accedere alla libreria di materiali, vi compare un elenco. Da questo elenco selezionate Maxwell MXM, le sfere di anteprima nell editor di materiali diventeranno nere, questo fenomeno è normale poichè dal momento che abbiamo cambiato renderizzatore, è cambiato anche il modo di rappresentazione delle preview dei materiali. il materiale maxwell mxm è composto solo da quattro pulsanti, questo perchè non è in grado di generare materiali, ma solo di aprire i file dei materiali di maxwell (con estensione mxm) generati o da stutio o dall mxed. - create new MXM material : con questo pulsante viene creato un nuovo materiale, per prima cosa chiede il nome e percorso del file poichè genera un file esterno, appena salvato il file viene aperto automaticamente il programma esterno MXED dove posso creare il mio materiale, vi ricordo che a modifiche fatte dovete sempre salvare il file. - Choose MXM Material : consente di aprire un file generato precedentemente o di utilizzare un materiale da libreria (sia quella fornita da maxwll che potete trovare nella cartella principale, sia i materiali scaricati dal sito ufficiale). - Edit Material : consente di aprire il materiale già assegnato con l MXED, per effettuare modifiche. - Refresh Preview : aggiorna la rappresentazione dell anteprima nella viewport dell editor di 3dmax dopo che sono state apportate modifiche al materiale.

9 Materiali: modulo MXED attivabile da Maxwell Studio, dall editor materiali di 3dsmax o in versione standalone Normale/Adattivo (blending Mode) tipo di moltiplicazione dei layer del materiale Browser accede alla libreria dei materiali, consente di scegliere la directory e permette la visualizzazione in anteprima. Diffrazione prismatica (ABBE enable dispersion) Attiva la possibilità di scomporre lo spettro cromatico Preview Immage (set active texture for viewport) imposta l immagine raffigurata nella preview sia di maxwell studio che di 3dsmax Refresh Preview aggiorna la visualizzazione dell anteprima del materiale Preview mostra un anteprima del materiale Layer aggiunta di strati di caratteristiche dei materiali per realizzare effetti avanzati. Reflactance 0 colore o texture del materiale nella parte perpendicolare al punto di vsta Reflactance 90 colore o texture del materiale nella parte parallela al punto di vsta Trasmittance colore o texture che devono influire nei materiali trasparenti Roughness il livello speculare e di riflessione del materiale, simula un materiale lucido o opaco (Lambertian=100) Bump simula la rugosità di un materiale mediante immagine in scala di grigio (ma sempre in RGB24bit) o mediante Normal Bump attivando l apposito pulsante (normal Bumping disabled/enabled)

10 per la creazione dell intonaco procediamo mediante la costruzione di un semplice materiale opaco bianco. cliccate sopra il colore affianco alla voce reflactance 0 ed impostate un valore bianco a 210. Idem per il parametro reflactance 90 Lasciare l opzione Lambertian attiva e procedere alla visualizzazione in anteprima del materiale. Salvate il materiale dal menù file e chiudete l mxed. NOTA: si sconsiglia di usare valori di bianco non superiori a 210 in quanto crea molto più disturbo e rallenta il calcolo. Prima di accedere alla vista in anteprima del materiale possiamo descrivere le varie opzione che abbiamo a disposizione facendo click con il tasto destro del mouse nell area adibita all anteprima. Ci compare un elenco di opzioni, Load scene to preview la possibilità di caricare una scena già realizzata da studio (file mxs... ma essendo una previsualizzazione fate sempre scene molto semplici e veloci da calcolare). Set Preview options consente di impostare alcune caratteristiche. - quality Factor impostare la qualità della preview, a valore basso abbiamo un calcolo molto veloce ma con molta grana, a valore alto (max10) abbiamo una buona qualità ma con tempi più lunghi. - bouces imposta il numero di rimbalzi di luce da calcolare. - Scale possiamo diminuire la dimensione del minirendering per velocizzare il calcolo. - Preview Engine possiamo scegliere il vecchio motore di calcolo di maxwell (molto più veloce) oppure utilizzare lo stesso motore che usa maxwell durante il rendering, il risultato è più veritiero (sopratutto nei materiali dielettrici e sss),ma il risultato sarà più sporco poichè impiega più tempo per il calcolo. Enable autopreview attivando questa opzione consente di avere un preview che si aggiorna ad ogni modifiche che operiamo. sotto a set preview options troviamo una serie di scene precaricate per avere una anteprima più dettagliata rispetto alla classica sfera.

11 Proviamo ora a crearci un altro materiale, quello che compare subito dopo è il materiale per il pavimento. selezionate il 2 slot dall editor materiali di 3dsmax, scegliete maxwell mxm dal menù dei materiali, premete il pulsante crate new mxm material e salvatelo con un nome. All avvio dell mxed caricate un immagine del parquet alla voce reflactance 0, quando premete sul pulsante a scacchi vi compare ora una videata che vi consente di caricare le immagini, premete load e selezionate il file del parquet, premete OK. Caricate ora un altra immagine nel menù bump, applicate a questo un valore di 5. Assicuratevi che sia attiva l opzione lambertian. ora avete un materiale opaco rappresentante il parquet, come se fosse grezzo, dobbiamo quindi renderlo più o meno lucido. ora fate un click con il tasto destro del mouse sopra lo spazio dei layer, selezionate la voce Add Basic Layer, ovvero aggiungiamo un altro livello di controllo. Come nel layer precedente inseriamo l immagine in grigio nel campo Bump con valore di 5 ma, a differenza del primo layer andiamo a modificare il livello del roughness, impostiamo un valore di 30, l effetto è simile ad una superfice cerata, se vogliamo una superfice più lucida abbassiamo questo valore fino ad arrivare a 1 (0 risulterebbe troppo lucida, come se ci fosse un vetro sopra). possiamo ora lanciare il calcolo del preview per vedere come si comporta il materiale. Eventualmente potete usare foto in grigio anche per poter variare l effetto speculare, ogni parametro affiancato dal pulsante a scacchi indica la possibilità di usare una texture per il controllo dell effetto. IMPORTANTE: anche se le immagini sono in grigio o anche semplicemente in bianco e nero, questi file devono essere a 16milioni di colori, ovvero RGB24bit. si consiglia anche l utilizzo di file non compressi. terminato il materiale possiamo salvare e chiudere l mxed.

12 Per gli altri materiali potete usufruire della libreria che trovate all interno della cartella di maxwell oppure dal sito ufficiale www. maxwellrender.com potete scaricare i singoli materiali che vi servono. Per applicare questi materiali in scena basta continuare a selezionare i materiali standard di 3dsmax, scegliere il materiale maxwell MXM ma cliccate sul pulsante Choose MXM Material. Ad ogni materiale potete sostituirlo o crearlo mediante la procedura appena descritta. il file del materiale di maxwell ha l estensione.mxm e può essere generato da qualsiasi plugin e addiritura da qualsiasi versione di maxwell, windows, osx o linux (appena verrà ripristinata),come spesso accade il file non ingloba anche le texture, quindi nel caso di trasferimento di file, ricordatevi di copiarvi anche i file delle texture.

13 Variante sui materiali Quando si utilizzano delle texture è importante aggiungere il modificatore UVW Map, durante l importazione in maxwell (mxcl o studio) segnala errore se ad una texture non fosse stata assegnata una mappatura. Per gli utenti che fanno uso dei multi-sub/object, bisogna stare attenti ai canali. quando lavoriamo ad un singolo oggetto, assegnando a vari poligoni un ID materiale, poi possiamo mediante il multi-sub/object associare meteriali diversi a gruppi di poligoni. Se questi materiali hanno texture, dobbiamo mettere il canale (ID) nel menù della texture (ovvero nella coordinates inerente le caratteristiche del file nell editor) corrispondente al canale nel modificatore. Il problema che potrebbe creare confusione è che l equivalente UVWmap di 3dsmax corrisponde a Projector in maxwell studio, la numerazione degli ID in 3dsmax parte da 1,2,3 etc... mentre in maxwell la numerazione parte da 0,1,2,3 etc... Ne consegue che se in 3dsmax abbiamo una texture con ID 3, associata ad una mappatura con ID3, in maxwell avremmo una texture con ID2 associata ad un Projector2.

14 Illuminazione Naturale Appena abbiamo finito di preparare i materiali e l inquadratura, possiamo realizzare l impianto illuminante, la luce in maxwell è ovviamente vitale, come in altri motori di rendering e come in fotografia, senza luce non c è immagine. Il principio fondamentale di maxwell è quello fisico della luce, il comportamento di tali fasci luminosi in base alla propria fisica favorisce un risultato finale realistico a differenza di altre tecniche come la radiosità o mentalray o simili. Possiamo simulare una luce naturale, ovvero una luce solare e del cielo che entra dalla finestra. Per realizzare questo effetto è semplicissimo, basta andare nel pannello rendering, render, Environment e attivare una delle due opzioni. Sky dome genera una luce bianca diffusa, basandosi solo sulla luce ambiente creando una situazione inreale, come se fossimo all aperto, in una giornata nuvolosa e in ambiente nevoso. Physical Sky riproduce uno sfondo e illuminazione simile al cielo raggiungendo i gradi kelvin (luce celeste, dominante del cielo), attivando anche l opzione Use Sunlight abbiamo anche il sole con intensità e colore appropriati. Da questo pannello impostate i valori come descritti in figura. Possiamo anche importare i file KML generati da Google Earth ed inserirli come coordinate del nostro progetto. L unica difficoltà è che non abbiamo un visualizzatore anteprima, per vedere in che posizione è il sole rispetto al nostro progetto conviene utilizzare maxwell studio. Considerate comunque che il nord corrisponde sempre il nord del nostro schermo.

15 Illuminazione Artificiale Maxwell non gestisce la luce come oggetto separato come in altri motori di rendering, ma utilizza solo un materiale luminoso. Grazie a questa procedura possiamo gestire un infinità di fonti luminose. Se il nostro oggetto d interesse è la lampada come prodotto industriale, possiamo costruire tranquillamente la lampadina con tanto di filamento ed il risultato sarebbe perfetto. Se invece dobbiamo illuminare un ambiente possiamo risparmiarci una modellazione complessa e realizzare forme semplici a cui associare un materiale Emitter. SI CONSIGLIA DI USARE FIGURE A BASSO NUMERO DI POLIGONI, se dobbiamo simulare una classica plafoniera da ufficio, ci basta creare un piano (non 3D ma semplicemente un poligono rettangolare), creare forme più complesse comporta un immagine molto più rumorosa, per avere una qualità maggiore dobbiamo attendere un livelli qualitativo alto (Sampling Level in gergo SL) e quindi tempi di rendering elevati. create un nuovo materiale come fatto in precedenza, eliminate il layer BSDF esistente mediante il tasto destro del mouse Delete layer, ripremete il tasto destro del mouse e selezionate Add emitter. mediante questo pannello potete inserire le caratteristiche luminose dell oggetto a cui verrà associato il materiale, importante ai fini del tutorial impostare almeno 60W e 12 di Efficacy. Abbiamo inoltre la possibilità di usufruire dei preset (load preset) dove possiamo accedere a tradizionali corpi luminosi come ad esempio la lampadina ad incandescenza, neon etc. A fianco è stata riportata una tabella indicativa con le corrispondenze Watt/Efficacy

16

17 Rendering Siamo quasi pronti a lanciare il primo rendering, dobbiamo solo controllare e modificare alcune impostazioni. Nel pannello del rendering di 3dsmax andiamo al pannello renderer, qui troviamo i vari settaggi per l utilizzo di maxwell. nel pannello Render Control possiamo impostare il tempo di rendering oppure i Sampling Level. gli SL indentificano un livello di qualità, non è però un valore assoluto, diciamo che per avere una qualità decente dovremmo arrivare almeno a 16SL, al di sotto di questo valore l immagine risulta sgranata. Questo noise diminuisce man mano che aumentano gli SL. se impostiamo 1000 ore di calcolo e 10SL, maxwell considera solo gli SL come obbiettivo poiche sarà il primo traguardo da raggiungere. se al contrario impostiamo SL25 e 10 min di rendering, ovviamente il traguardo più vicino sarà il tempo, terminerà a 10 min. Render system da la possibilità di utilizzare un vecchio motore utilizzato nella versione beta denominato RS1. (non viene utilizzato a tutt oggi). il menù che ci consente maggiori dettagli è sicuramente il manù System. Come già detto in precedenza l unità di misura è IMPORTANTISSIMA, considerando che maxwell lavora solo in metri, dobbiamo impostare un valore di 0.01 nel caso in cui noi lavoriamo in cm in 3dsmax. Threads identifica il numero di CPU logiche da sfruttare in caso di rendering, un valore uguale a 0 indica un riconoscimento automatico delle CPU. Nel reparto MXS Export Options possiamo decidere il nome e percorso di salvataggio del file di rendering. Come detto in precedenza maxwell non lavora all interno di 3dsmax ma solo con programmi esterni. Quando lanciamo un rendering viene salvato un file con estensione MXS, questo viene aperto in automatico da MXCL oppure può essere aperto da maxwell studio, recuperando così tutte le informazioni. In alternativa possiamo lanciare il rendering appena eseguita la scrittura del file (spunta su Launch render after saving MXS), oppure aprire Maxwell studio. Possiamo decidere anche il salvataggio del file grafico finale, in TIF, JPG etc. In render options possiamo anche attivare il salvataggio (con nome e posizione identiche come impostato in output Image: ) di varie soluzioni come il canale alfa, Z Channel etc. Importanti sono le opzioni per abilitare l utilizzo dell HardDisk (nel caso di poca disponibilità di Ram ma rallenta molto il calcolo), attivare il MultiLight ovvero il controllo di ogni singola sorgente luminosa, rendering in Low Priority evita di usufruire di tutte le risorse del PC, da utilizzare se si vpgliono fare altri lavori durante il rendering, e render Display ovviamente mostra il risultato a video. Possiamo sin da subito decidere anche se salvare il file MXI. Questo è un formato proprietario che salva l immagine finale, come se fosse un JPeg ma con molte altre informazioni, come se fosse un HDRI. Lanciate ora il vostro rendering. partirà in automatico l interfaccia dell MXCL dove avete accesso non solo alle info dei settaggi ma è possibile modificare durante il rendering i vari livelli di luminosità.

18 2 metodo utilizzo di un progetto 3D Studio Max con l ausilio di Maxwell Studio Esiste anche un ulteriore metodo per lavorare con maxwell, quello mediante Studio. Nel caso in cui abbiamo la necessità di lavorare con maxwell e i suoi motori (maxwell non è veloce, ma solo perchè lavora in alta qualità mentre non è possibile avere compromessi) per ovvi motivi di tempo o formati (come ad esempio mantenere le info per un file DWF), possiamo preparare la scena e parallelamente gestire un altro progetto con maxwell. Se prendiamo il file del tutorial e, invece di preparare luci e materiali etc, prepariamo una telecamera (anche una cinepresa max, l importante è che viene lanciato il rendering da una cinepresa altrimenti maxwell segnala l errore), cambiamo motore di rendering, nel menù rendering, render, system, togliamo la spunta enable bitmap ed impostiamo il nome ed il percorso del file MXS, quest ultimo può essere aperto da maxwell studio. La conversione è totale ed efficente, ad eccezione dei materiali. se abbiamo usato materiali mxm non ci sono problemi ma se abbiamo usato materiali di max, questi devono essere rifatti. L unica eccezione sta nei materiali standard di 3dsmax, se lavoriamo con i materiali standard di max questi vengono importati come materiali base, quindi gli oggetti hanno il materiale con il nome originale, non vengono importate le caratteristiche del materiale, solo il colore della diffusa. I materiali in maxwell studio devono comunque esere rifatti ma utilizzando i materiali standard di 3dsmax ci basterà perfezzionarli ed aggiungere le texture (o almeno recuperando i nomi sarà più facile la sostituzione). Per l utilizzo di maxwell studio leggere il manuale allegato o la versione tradotta in italiano che troverete nell area download in

19 Compiti per casa... Avete appena lanciato il rendering e... con molta pazienza vedrete il risultato finale. Potete ora cominciare a giocare con i vari materiali e combinazioni luminose, nonché aggiungere oggetti per migliorare la scena. Provate ad esempio a crearvi un materiale per lo schermo TV, questo non solo deve essere composto da un immagine ma deve essere anche emitter, deve emettere luce. Un ulteriore opzione che potete attivare è nel menù rendering, render, system, attivate l opzione multilight, aumenta la richiesta di risorse e tempi di calcolo ma sia durante che dopo la fine del rendering vi consente di intervenire sull intensità luminosa di ogni singolo punto luce, come se fosse un mixer luci. Per maggiori dettagli su maxwell studio o materiali, consultate la guida di maxwell e tutorial sui materiali ad opera di Tiziano e dello staff di Maxwellrender Dot It. Buon Lavoro e buon divertimento.

20

21 Si ringrazia: Next Limit per averci offerto un software tanto affascinante come la fotografia - - in particolare: Pietro Spampatti Rivoli Tiziano tutto lo staff di maxwellrender.it i membri dell I-Team tutti gli amici del forum Tutorial 3DsMaxwell by Motopiku

22

Accademia di Belle Arti di Roma / A. A. 2013/2014 / Prof. Luciano Fabale. Tecniche di rendering (3DS max) parte 1

Accademia di Belle Arti di Roma / A. A. 2013/2014 / Prof. Luciano Fabale. Tecniche di rendering (3DS max) parte 1 Tecniche di rendering (3DS max) parte 1 Premessa Accademia di Belle Arti di Roma / A. A. 2013/2014 / Prof. Luciano Fabale La restituzione fotografica (rendering) di un modello/scenario in 3ds richiede

Dettagli

Partiamo dalla creazione di un semplice testo in 3d, poi aggiungeremo una luce, una camera, un materiale e degli effetti video post.

Partiamo dalla creazione di un semplice testo in 3d, poi aggiungeremo una luce, una camera, un materiale e degli effetti video post. Basi di modellazione by Joyrayd Creazione di un testo 3D Partiamo dalla creazione di un semplice testo in 3d, poi aggiungeremo una luce, una camera, un materiale e degli effetti video post. Andate sul

Dettagli

IndigoRender & Maxigo L Export Tab Il Render

IndigoRender & Maxigo L Export Tab Il Render IndigoRender&Maxigo L Export Tab Il Render Il tab dell export scene è il cuore dei render tad di Maxigo. E diviso in 5 parti, da cui possiamo impostare le nostre preferenze di output. 1 IndigoRender&Maxigo

Dettagli

UNO DEI TANTI MODI DI REALIZZARE UN LOOPER

UNO DEI TANTI MODI DI REALIZZARE UN LOOPER UNO DEI TANTI MODI DI REALIZZARE UN LOOPER Apriamo Adobe Flash CS3, creiamo un nuovo documento e nel tab General scegliamo ActionScript 2.0 e clicchiamo sul tasto OK. Un looper lo si può creare con varie

Dettagli

Rendering con le HDRI con Vray...

Rendering con le HDRI con Vray... Rendering con le HDRI con Vray... In questo tutorial tratteremo il rendering con Vray con le immagini HDRI (high dynamic range imaging). C'è da dire che non è proprio un mio Tutorial, s'inspira ad uno

Dettagli

TUTORIAL uso della camera INDIGO & 3D STUDIO MAX Realizzato da Filippo rotatori filipporotatori@hotmail.com ultimo aggiornamento gennaio 2007.

TUTORIAL uso della camera INDIGO & 3D STUDIO MAX Realizzato da Filippo rotatori filipporotatori@hotmail.com ultimo aggiornamento gennaio 2007. TUTORIAL uso della camera INDIGO & 3D STUDIO MAX Realizzato da Filippo rotatori filipporotatori@hotmail.com ultimo aggiornamento gennaio 2007 Parte 2 Render realizzaco con Indigo 0.6 da Filippo Rotatori

Dettagli

Usando 64 segmenti e 48 sides, in modo da renderlo più smussato, scalatelo lungo l asse Z, in modo da ottenere l anello.

Usando 64 segmenti e 48 sides, in modo da renderlo più smussato, scalatelo lungo l asse Z, in modo da ottenere l anello. Motori rendering alternativi fotorealistici by Joyrayd Brazil/Mental Ray e illuminazione HDRI Giusto per prendere la mano a Brazil, creiamo un anello. Apriamo Max e facciamo un bel toroide(torus) Usando

Dettagli

Realizzare un film con Windows Movie Maker

Realizzare un film con Windows Movie Maker Realizzare un film con Windows Movie Maker La Teca Didattica Movie Maker è un applicazione di Windows poco sfruttata a scuola, ma molto carina e facile da usare per realizzare piccoli film con i compagni

Dettagli

2. Guida all uso del software IrfanView

2. Guida all uso del software IrfanView 2. Guida all uso del software IrfanView In questa breve guida verrà illustrato come operare sulle immagini utilizzando il software open source IrfanView. Installazione Il programma si scarica gratuitamente

Dettagli

Copyright 2007 Maticad s.r.l.

Copyright 2007 Maticad s.r.l. Tutorial Rendering 1 2 Copyright 2007 Maticad s.r.l. Tutti i diritti riservati Maticad s.r.l. si riserva il diritto di apportare modifiche o miglioramenti ai propri prodotti quando ritenuto opportuno.

Dettagli

Nuove funzionalità SEE Electrical V5

Nuove funzionalità SEE Electrical V5 Nuove funzionalità SEE Electrical V5 Le informazioni contenute nel presente manuale sono soggette a modifiche senza preavviso. Se non specificato diversamente, ogni riferimento a società, nomi, dati, ed

Dettagli

Ultr@ VNC: Guida (parte 1)

Ultr@ VNC: Guida (parte 1) Ultr@ VNC: Guida (parte 1) Vi presento la guida in italiano per l installazione e l utilizzo di Ultra VNC :http://ultravnc.sourceforge.net. Le potenzialità del programma ve le abbiamo già presentate :http://www.femetal.it/9/ultravncrecensione,

Dettagli

TUTORIAL SULLA CONVERSIONE DI BASE IN BIANCO E NERO DI UNA FOTO A COLORI

TUTORIAL SULLA CONVERSIONE DI BASE IN BIANCO E NERO DI UNA FOTO A COLORI TUTORIAL SULLA CONVERSIONE DI BASE IN BIANCO E NERO DI UNA FOTO A COLORI di Paolo Toniati Introduzione: Lo scopo di questo tutorial è di fornire una breve guida per l'elaborazione di base di una fotografia

Dettagli

Guida per l utente. Versione 2.5.4 - gennaio 2011 info@fotostampadiscount.it. FotoMax editor è il software gratuito di

Guida per l utente. Versione 2.5.4 - gennaio 2011 info@fotostampadiscount.it. FotoMax editor è il software gratuito di Guida per l utente Versione 2.5.4 - gennaio 2011 info@fotostampadiscount.it FotoMax editor è il software gratuito di Indice Contenuti Introduzione... pag. 1 Copyright e contenuti... 2 Privacy... 2 Download

Dettagli

WGDESIGNER Manuale Utente

WGDESIGNER Manuale Utente WGDESIGNER Manuale Utente Pagina 1 SOMMARIO 1 Introduzione... 3 1.1 Requisiti hardware e software... 3 2 Configurazione... 3 3 Installazione... 4 3.1 Da Webgate Setup Manager... 4 3.2 Da pacchetto autoestraente...

Dettagli

Virtual meeting istruzioni per l uso v 1.0 del 10 aprile 2012 - by LucioTS

Virtual meeting istruzioni per l uso v 1.0 del 10 aprile 2012 - by LucioTS Qui di seguito le istruzioni per partecipare ai virtual meeting 3rotaie. Il software (ad uso gratuito per scopi non commerciali) scelto è TeamViewer (scaricabile da http://www.teamviewer.com) che la momento

Dettagli

A step by step V-ray for Rhinoceros Tutorial

A step by step V-ray for Rhinoceros Tutorial A step by step V-ray for Rhinoceros Tutorial Buongiorno a tutti, Inizio con questo tutorial su V-Ray for Rhino, la scena presente è un interno e utilizzeremo per iniziare una sola luce solare che filtrerà

Dettagli

STRUMENTI PER L ACCESSIBILITÀ DEL COMPUTER.

STRUMENTI PER L ACCESSIBILITÀ DEL COMPUTER. STRUMENTI PER L ACCESSIBILITÀ DEL COMPUTER. Windows 7 e 8 strumenti per l ipovisione. Windows Seven/8 offrono ottimi strumenti per personalizzare la visualizzazione in caso di ipovisione: - una lente di

Dettagli

3D STUDIO MAX [ PROGRAMMA CORSO ]

3D STUDIO MAX [ PROGRAMMA CORSO ] FFA 3D STUDIO MAX [ PROGRAMMA CORSO ] OBIETTIVI Il corso si propone di formare gli allievi sul noto programma di grafica vettoriale 3d e di animazione, introducendolo attraverso una panoramica più generale

Dettagli

Tutorial per il modulo Composizione e tecnica fotografica Un approfondimento sulla fotografia panoramica. Roberto Gonella, Alberto Terragni

Tutorial per il modulo Composizione e tecnica fotografica Un approfondimento sulla fotografia panoramica. Roberto Gonella, Alberto Terragni Tutorial per il modulo Composizione e tecnica fotografica Un approfondimento sulla fotografia panoramica Roberto Gonella, Alberto Terragni INDICE 1. Introduzione... 2 2. Scattare e importare le fotografie...

Dettagli

CORSO AUTOCAD CENNI PRELIMINARI

CORSO AUTOCAD CENNI PRELIMINARI CORSO AUTOCAD CENNI PRELIMINARI Benvenuti a tutti al corso sull utilizzo di Autocad, in questa prima lezione voglio quali sono i principi base del funzionamento di Autocad. Autocad non è nient altro che

Dettagli

Migrazione di HRD da un computer ad un altro

Migrazione di HRD da un computer ad un altro HRD : MIGRAZIONE DA UN VECCHIO PC A QUELLO NUOVO By Rick iw1awh Speso la situazione è la seguente : Ho passato diverso tempo a impostare HRD e a personalizzare i comandi verso la radio, le frequenze preferite,

Dettagli

Net Render : il rendering distribuito di Cinema 4D su PC/MAC.

Net Render : il rendering distribuito di Cinema 4D su PC/MAC. Net Render : il rendering distribuito di Cinema 4D su PC/MAC. Il rendering di un animazione comporta un notevole dispendio di calcolo, anche se si utilizzano sistemi dual processors (doppio processore).

Dettagli

GUIDA AL CARICAMENTO DEI CONTRIBUTI

GUIDA AL CARICAMENTO DEI CONTRIBUTI GUIDA AL CARICAMENTO DEI CONTRIBUTI L invio di ogni tipo di contributi va fatto esclusivamente online, seguendo le istruzioni per la registrazione nell apposita sezione PARTECIPA! Tutti i materiali inviati

Dettagli

FOTOGRAFIA E RENDER con V-Ray

FOTOGRAFIA E RENDER con V-Ray ANTEPRIMA SOMMARIO FOTOGRAFIA E RENDER con V-Ray Un rendering è esattamente come una foto: un immagine bidimensionale il cui effetto di tridimensionalità è solo un illusione generata da giochi di luci,

Dettagli

Configurazione del sensore C-MOS

Configurazione del sensore C-MOS Pagina:1 Configurazione del sensore C-MOS RH-TCC1 RH-BCC1 RH-DCC1 RH-DCC2 Telecamere IP Full HD 1080p H.264 Pagina:2 Introduzione Le telecamere serie RH dispongono di numerose opzioni di funzionamento

Dettagli

La gestione dei risultati: ZOTERO, un programma gratuito

La gestione dei risultati: ZOTERO, un programma gratuito La gestione dei risultati: ZOTERO, un programma gratuito Ricerche, citazioni e bibliografie con Zotero Zotero è un estensione di Firefox che consente di raccogliere e gestire risorse bibliografiche e accademiche

Dettagli

Piccola guida per la creazione di un album digitale di foto

Piccola guida per la creazione di un album digitale di foto Piccola guida per la creazione di un album digitale di foto Luglio 2008 Autore: Sibylle Moebius Contributo: Mario Mazzocchi Il progetto Fotomemoria è finanziato con il contributo della Commissione europea.

Dettagli

Videoregistratori Serie DX

Videoregistratori Serie DX Pagina:1 DVR per telecamere AHD, analogiche, IP Manuale programma CMS Come installare e utilizzare il programma client per i DVR Pagina:2 Contenuto del manuale In questo manuale viene descritto come installare

Dettagli

Server E-Map. Installazione del Server E-Map. Finestra del Server E-Map

Server E-Map. Installazione del Server E-Map. Finestra del Server E-Map Manuale d uso per i programmi VS Server E-Map Con E-Map Server, si possono creare mappe elettroniche per le telecamere ed i dispositivi I/O collegati a GV-Video Server. Usando il browser web, si possono

Dettagli

Capitolo3. Si apre la seguente finestra. Figura 29. Proprietà immagine di sfondo. - Università degli Studi della Repubblica di San Marino -

Capitolo3. Si apre la seguente finestra. Figura 29. Proprietà immagine di sfondo. - Università degli Studi della Repubblica di San Marino - Capitolo3 LAVORARE CON LE IMMAGINI E certo che l impatto visivo in un sito internet è molto importante ma è bene tenere presente che immagini e fotografie, pur arricchendo la struttura grafica di un web,

Dettagli

3DSMAX 6. Una panoramica su l interfaccia e gli strumenti a disposizione

3DSMAX 6. Una panoramica su l interfaccia e gli strumenti a disposizione 3DSMAX 6 Una panoramica su l interfaccia e gli strumenti a disposizione Vediamo di capire l interfaccia e i comandi base con i quali iniziare a lavorare con MAX, con le prossime guide affronteremo la modellazione

Dettagli

GUIDA ALLA CREAZIONE DI UN AUTO AGGIUNTIVA

GUIDA ALLA CREAZIONE DI UN AUTO AGGIUNTIVA GUIDA ALLA CREAZIONE DI UN AUTO AGGIUNTIVA By Junior Tracchia SOMMARIO COSA CI SERVE PAG. 2 OPERAZIONI PRELIMINARI........ 2 CAMBIAMO IL NUMERO DI SLOT.. 3 IL FILE.CAR... 4 SALVATAGGIO E INSERIMENTO DELLE

Dettagli

MODULO DOMANDE INDICE

MODULO DOMANDE INDICE INDICE INDICE... 2 IL PROGRAMMA... 3 LA VIDEATA PRINCIPALE... 4 IL MENU FILE... 7 Esportare i file... 9 LA FINESTRA DELLA RISPOSTA... 11 TUTTI I MODI PER INSERIRE IL TESTO... 11 I Collegamenti... 12 MODELLI

Dettagli

Searching and Downloading OpenStreetMap Data

Searching and Downloading OpenStreetMap Data Searching and Downloading OpenStreetMap Data QGIS Tutorials and Tips Author Ujaval Gandhi http://google.com/+ujavalgandhi Translations by Pino Nicolosi a.k.a Rattus This work is licensed under a Creative

Dettagli

INTERNET EXPLORER Breve manuale d uso

INTERNET EXPLORER Breve manuale d uso INTERNET EXPLORER Breve manuale d uso INDICE INTRODUZIONE... 3 COME IMPOSTARE LA PAGINA INIZIALE... 3 LA WORK AREA... 3 LE VOCI DI MENU... 5 IL MENU FILE... 5 IL MENU MODIFICA... 6 IL MENU VISUALIZZA...

Dettagli

Introduzione. Installare EMAS Logo Generator

Introduzione. Installare EMAS Logo Generator EMAS Logo Generator Indice Introduzione... 3 Installare EMAS Logo Generator... 3 Disinstallare EMAS Logo Generator... 4 Schermata iniziale... 5 Creare il Logo... 7 Impostazioni... 7 Colore...8 Lingua del

Dettagli

CORSISTA: ALESSANDRA ARMANNI CLASSE: G7 IMMAGINI DIGITALI settimana IV

CORSISTA: ALESSANDRA ARMANNI CLASSE: G7 IMMAGINI DIGITALI settimana IV CORSISTA: ALESSANDRA ARMANNI CLASSE: G7 IMMAGINI DIGITALI settimana IV La scorsa settimana, ci siamo avvalsi di tutorial disponibili in rete per utilizzare alcune funzioni di Gimp! Immaginate ora di dover

Dettagli

CAD 2D/3D E RENDERING

CAD 2D/3D E RENDERING FFA CAD 2D/3D E RENDERING OBIETTIVI Il corso si propone di fornire agli allievi le abilità pratiche necessarie per una corretta formazione relativa all uso professionale di AUTOCAD 2D, 3D e RENDERING con

Dettagli

INSTALLAZIONE ed USO VUZE per DOWNLOAD FILE TORRENT

INSTALLAZIONE ed USO VUZE per DOWNLOAD FILE TORRENT INSTALLAZIONE ed USO VUZE per DOWNLOAD FILE TORRENT Questa guida vuole essere un breve tutorial su come installare VUZE sul proprio PC in modo da riuscire a scaricare i file torrent che troviamo su Internet.

Dettagli

Rete LAN in connessione Ethernet RJ-45 di Nikon D4 su Windows 8

Rete LAN in connessione Ethernet RJ-45 di Nikon D4 su Windows 8 Rete LAN in connessione Ethernet RJ-45 di Nikon D4 su Windows 8 www.nital.it In un mondo sempre più wireless non mancano le situazioni dove le basi stabili della rete cablata possono risultare preferibili.

Dettagli

CAP VII Esportazione

CAP VII Esportazione VII.1 MARCATORI DVD. CAP VII Esportazione Dopo aver ottenuto, in seguito alle diverse forme di rielaborazione sia delle tracce video che delle tracce audio, un video che risponda alle proprie aspettative,

Dettagli

Crotone, maggio 2005. Windows. Ing. Luigi Labonia E-mail luigi.lab@libero.it

Crotone, maggio 2005. Windows. Ing. Luigi Labonia E-mail luigi.lab@libero.it Crotone, maggio 2005 Windows Ing. Luigi Labonia E-mail luigi.lab@libero.it Sistema Operativo Le funzioni software di base che permettono al computer di funzionare formano il sistema operativo. Esso consente

Dettagli

WINDOWS XP: MANUTENZIONE DI BASE, SCANDISK, DEFRAG E PULIZIA ERRORI DI BASE

WINDOWS XP: MANUTENZIONE DI BASE, SCANDISK, DEFRAG E PULIZIA ERRORI DI BASE 1 WINDOWS XP: MANUTENZIONE DI BASE, SCANDISK, DEFRAG E PULIZIA ERRORI DI BASE Software richiesti: Piriform CC Cleaner Xp Antispy StartupLite SpyBoot Search & Destroy 2 LA MANUTENZIONE DI WINDOWS: DEFRAG

Dettagli

Podium View TM 2.0 Software di cattura delle immagini Visual Presenter Manuale d uso - Italiano

Podium View TM 2.0 Software di cattura delle immagini Visual Presenter Manuale d uso - Italiano Podium View TM 2.0 Software di cattura delle immagini Visual Presenter Manuale d uso - Italiano Indice 1. Introduzione... 2 2. Requisiti di sistema... 2 3. Installa Podium View... 3 4. Connessione all

Dettagli

1 Introduzione...1 2 Installazione...1 3 Configurazione di Outlook 2010...6 4 Impostazioni manuali del server... 10

1 Introduzione...1 2 Installazione...1 3 Configurazione di Outlook 2010...6 4 Impostazioni manuali del server... 10 Guida per l installazione e la configurazione di Hosted Exchange Professionale con Outlook 2010 per Windows XP Service Pack 3, Windows Vista e Windows 7 Edizione del 20 febbraio 2012 Indice 1 Introduzione...1

Dettagli

Come accedere alle pubblicazioni da remoto con Windows

Come accedere alle pubblicazioni da remoto con Windows Come accedere alle pubblicazioni da remoto con Windows 1. Introduzione Molti utenti lamentano la difficoltà di accedere alle riviste scientifiche quando non si trovano in Dipartimento di Fisica, il problema

Dettagli

VIRTUAL MAIL. Guida rapida di utilizzo

VIRTUAL MAIL. Guida rapida di utilizzo VIRTUAL MAIL Guida rapida di utilizzo Sommario 1. INTRODUZIONE... 3 2. ACCESSO AL SERVIZIO... 4 Requisiti di sistema... 4 3. PROFILO... 5 Menu Principale... 5 Pagina Iniziale... 5 Dati Personali... 6 4.

Dettagli

Tutor System v 3.0 Guida all installazione ed all uso. Tutor System SVG. Guida all'installazione ed all uso

Tutor System v 3.0 Guida all installazione ed all uso. Tutor System SVG. Guida all'installazione ed all uso Tutor System SVG Guida all'installazione ed all uso Il contenuto di questa guida è copyright 2010 di SCM GROUP SPA. La guida può essere utilizzata solo al fine di supporto all'uso del software Tutor System

Dettagli

NUOVO PORTALE ANCE. MANUALE per la GESTIONE della HOME PAGE VAI ALL INDICE DEI CONTENUTI

NUOVO PORTALE ANCE. MANUALE per la GESTIONE della HOME PAGE VAI ALL INDICE DEI CONTENUTI NUOVO PORTALE ANCE MANUALE per la GESTIONE della HOME PAGE VAI ALL INDICE DEI CONTENUTI DEI CONTENUTI ACCESSO AL MENU PRINCIPALE PAG. 3 CREAZIONE DI UNA NUOVA HOME PAGE 4 SELEZIONE TIPO HOME PAGE 5 DATA

Dettagli

CORSO DI 3DS MAX+VRAY

CORSO DI 3DS MAX+VRAY @.com..com IL SOFTWARE Realizzato da Autodesk, 3d Studio Max è un programma di grafica vettoriale tridimensionale e animazione particolarmente indicato a quanti vogliano, in maniera assolutamente professionale,

Dettagli

4.1.1.1 APRIRE UN PROGRAMMA DI FOGLIO ELETTRONICO

4.1.1.1 APRIRE UN PROGRAMMA DI FOGLIO ELETTRONICO 4.1 PER INIZIARE 4.1.1 PRIMI PASSI COL FOGLIO ELETTRONICO 4.1.1.1 APRIRE UN PROGRAMMA DI FOGLIO ELETTRONICO L icona del vostro programma Excel può trovarsi sul desktop come in figura. In questo caso basta

Dettagli

di tecniche della modellazione digitale computer 3D A.A. 2011/2012 docente Arch. Emilio Di Gristina

di tecniche della modellazione digitale computer 3D A.A. 2011/2012 docente Arch. Emilio Di Gristina 16corso di tecniche della modellazione digitale computer 3D A.A. 2011/2012 docente Arch. Emilio Di Gristina Mental Ray Mental Ray Mental Ray Mental Ray Mental Ray Mental Ray Mental Ray Mental Ray introduzione

Dettagli

Origine delle immagini. Elaborazione delle immagini. Immagini vettoriali VS bitmap 2. Immagini vettoriali VS bitmap.

Origine delle immagini. Elaborazione delle immagini. Immagini vettoriali VS bitmap 2. Immagini vettoriali VS bitmap. Origine delle immagini Elaborazione delle immagini Adobe Photoshop I programmi per l elaborazione di immagini e la grafica permettono in genere di: Creare immagini ex novo (con gli strumenti di disegno)

Dettagli

Garantire la coerenza dei colori delle stampe

Garantire la coerenza dei colori delle stampe Garantire la coerenza dei colori delle stampe Introduzione Il monitor: una finestra sul colore Le stampanti a getto d'inchiostro sono dispositivi RGB Gestione colore e stampa in Nikon ViewNX Gestione colore

Dettagli

Videoregistratori Serie DX

Videoregistratori Serie DX Pagina:1 DVR per telecamere AHD, analogiche, IP Manuale APP mobile Come installare e utilizzare l App per dispositivi mobili Pagina:2 Contenuto del manuale In questo manuale viene descritto come installare

Dettagli

TiAxoluteNighterAndWhiceStation

TiAxoluteNighterAndWhiceStation 09/09-01 PC Manuale d uso TiAxoluteNighterAndWhiceStation Software di configurazione Video Station 349320-349321 3 INDICE 1. Requisiti Hardware e Software 4 2. Installazione 4 3. Concetti fondamentali

Dettagli

LeggiXme. Installazione Il programma richiede che nel computer sia installato il Framework 3.5, una raccolta di librerie Microsoft di libero utilizzo.

LeggiXme. Installazione Il programma richiede che nel computer sia installato il Framework 3.5, una raccolta di librerie Microsoft di libero utilizzo. LeggiXme Installazione Il programma richiede che nel computer sia installato il Framework 3.5, una raccolta di librerie Microsoft di libero utilizzo. Il programma può funzionare anche se è installato solo

Dettagli

Office 2007 Lezione 07. Gestione delle immagini

Office 2007 Lezione 07. Gestione delle immagini Le immagini Gestione delle immagini Office 2007 presenta molte interessanti novità anche nella gestione delle immagini. Le immagini si gestiscono in modo identico in Word, Excel e PowerPoint. Naturalmente

Dettagli

Manuale di Picto Selector

Manuale di Picto Selector Manuale di Picto Selector INDICE DEI CONTENUTI 1. Scaricare ed installare il programma.... 1 2. Avvio del programma per la prima volta.... 6 3. Creare la nostra prima tabella di comunicazione... 8 4. Salvare

Dettagli

PRIMA LEZIONE ALCUNI CENNI SU WINDOWS

PRIMA LEZIONE ALCUNI CENNI SU WINDOWS PRIMA LEZIONE ALCUNI CENNI SU WINDOWS L ambiente in cui ci troviamo una volta acceso il computer è definito dal sistema operativo e dall interfaccia grafica. Il primo è il complesso di istruzioni che ci

Dettagli

ArchiCAD: Render e presentazione del progetto

ArchiCAD: Render e presentazione del progetto ArchiCAD: Render e presentazione del progetto Questo videocorso è dedicato ai professionisti che vogliono padroneggiare e sfruttare appieno le tecniche e le funzioni che ArchiCAD mette a disposizione.

Dettagli

Installazione del Driver per l adattatore USB-RS485 Leggere con attenzione le istruzioni e conservarle

Installazione del Driver per l adattatore USB-RS485 Leggere con attenzione le istruzioni e conservarle ADDENDA AL MANUALE D USO Luglio 2013 Installazione del Driver per l adattatore USB-RS485 Leggere con attenzione le istruzioni e conservarle Indice "1.1 Installazione del Driver PL2303 da installer" 2 "1.2

Dettagli

NAVIGARE IN INTERNET (Dal latino inter e dall inglese net = tra la rete )

NAVIGARE IN INTERNET (Dal latino inter e dall inglese net = tra la rete ) NAVIGARE IN INTERNET (Dal latino inter e dall inglese net = tra la rete ) 1.1 SE CONOSCIAMO L'INDIRIZZO - 1. ACCEDERE ALLE PAGINE WEB (Web = rete) APRIRE L' URL (Uniform Resource Locator), cioè l'indirizzo

Dettagli

Versione 2.0. Biblioteca Centralizzata Clinica A cura di Claudia Cavicchi

Versione 2.0. Biblioteca Centralizzata Clinica A cura di Claudia Cavicchi Versione 2.0 Biblioteca Centralizzata Clinica A cura di Claudia Cavicchi 1 Cos è? E un software gratuito, estensione del browser Mozilla Firefox ed è sviluppato dal Center for History and New Media della

Dettagli

Start me quick! Italiano

Start me quick! Italiano Start me quick! Italiano Descrizione dell apparecchio: Sensore di luce Spia di indicazione Lente della webcam Lampada di illuminazione IR Snodo di rotazione a 360 Inclinazione in alto e in basso a 90 Fissaggio

Dettagli

Elementi di Producer versione in italiano

Elementi di Producer versione in italiano Elementi di Producer versione in italiano Come realizzare una semplice proiezione Pro Show Producer La Mole 2009 1 Prima di cominciare Per non appesantire il programma è bene creare una cartella con una

Dettagli

Indice. Indice vi- III. Unità 1 Il personal computer, 1. Unità 2 AutoCAD, 9

Indice. Indice vi- III. Unità 1 Il personal computer, 1. Unità 2 AutoCAD, 9 Percezione Costruzioni e comunicazione geometriche Indice vi- III Indice Unità 1 Il personal computer, 1 1.1 Struttura del personal computer, 2 1.2 Il software, 5 1.3 I dispositivi informatici di stampa,

Dettagli

Manuale ACDSee32. ACDSee32. Release 1.0.1

Manuale ACDSee32. ACDSee32. Release 1.0.1 ACDSee32 Release 1.0.1 Introduzione ACDSee32 è un ottimo (anzi, direi il migliore!) visualizzatore di immagini disponibile in commercio. In queste pagine spiego come installarlo e configurarlo a dovere,

Dettagli

DOCENTI - guida web. 1 LOGIN E BACHECA.. Pag 2. 2 MODIFICARE LA PASSWORD... Pag. 3. 3 CREARE UN ARTICOLO.. Pag. 4. 4 INSERIRE LE FOTO.. Pag.

DOCENTI - guida web. 1 LOGIN E BACHECA.. Pag 2. 2 MODIFICARE LA PASSWORD... Pag. 3. 3 CREARE UN ARTICOLO.. Pag. 4. 4 INSERIRE LE FOTO.. Pag. DOCENTI - guida web INDICE 1 LOGIN E BACHECA.. Pag 2 2 MODIFICARE LA PASSWORD... Pag. 3 3 CREARE UN ARTICOLO.. Pag. 4 4 INSERIRE LE FOTO.. Pag. 5 5 IL TAG MORE. Pag. 12 6 CREARE UN EVENTO..... Pag. 12

Dettagli

Esistono sostanzialmente due metodi per inserire un video online (preso da siti di video sharing come Youtube) in un powerpoint slideshow :

Esistono sostanzialmente due metodi per inserire un video online (preso da siti di video sharing come Youtube) in un powerpoint slideshow : Arricchire con contenuti multimediali uno slideshow di Powerpoint, sia per fare presentazioni a carattere professionale, didattico o per presentare una tesi-relazione, in determinate circostanze può veramente

Dettagli

Manuale per l utente ScanGear Toolbox CS 2.0. per scanner di immagini a colori CanoScan FB320U/FB620U

Manuale per l utente ScanGear Toolbox CS 2.0. per scanner di immagini a colori CanoScan FB320U/FB620U Manuale per l utente ScanGear Toolbox CS 2.0 per scanner di immagini a colori CanoScan FB320U/FB620U 1 Uso del manuale Manuale stampato CanoScan FB320U/FB620U Guida introduttiva Descrive le procedure per

Dettagli

COME INSERIRE UN PROPRIO AVATAR IN WWW.GIOCOLERIA.ORG

COME INSERIRE UN PROPRIO AVATAR IN WWW.GIOCOLERIA.ORG COME INSERIRE UN PROPRIO AVATAR IN WWW.GIOCOLERIA.ORG Visto che ancora moltissime persone si chiedono come inserire un immagine personale come proprio avatar, (l immagine che compare nei vostri messaggi

Dettagli

Manuale Utente Amministrazione Trasparente GA

Manuale Utente Amministrazione Trasparente GA Manuale Utente GA IDENTIFICATIVO DOCUMENTO MU_AMMINISTRAZIONETRASPARENTE-GA_1.0 Versione 1.0 Data edizione 03.05.2013 1 Albo Pretorio On Line TABELLA DELLE VERSIONI Versione Data Paragrafo Descrizione

Dettagli

eascom MANUALE per UTENTI A cura di eascom 2012 www.eascom.it

eascom MANUALE per UTENTI A cura di eascom 2012 www.eascom.it MANUALE per UTENTI A cura di eascom 2012 www.eascom.it Indice Introduzione... 3 Perchè Wordpress... 3 Pagina di accesso all amministrazione... 3 Bacheca... 4 Home... 4 Aggiornamenti... 5 Articoli... 6

Dettagli

Videoregistratori di rete Serie DN

Videoregistratori di rete Serie DN Pagina:1 Videoregistratori di rete Serie DN NVR per telecamere IP Manuale programma Smart Meye Come installare e utilizzare l App per dispositivi mobili Pagina:2 Contenuto del manuale In questo manuale

Dettagli

INTERNET EXPLORER. Breve manuale d'uso

INTERNET EXPLORER. Breve manuale d'uso INTERNET EXPLORER Breve manuale d'uso INDICE INTRODUZIONE... 3 COME IMPOSTARE LA PAGINA INIZIALE...3 LA WORK AREA... 3 LE VOCI DI MENU... 5 IL MENU FILE... 5 IL MENU MODIFICA... 6 IL MENU VISUALIZZA...

Dettagli

Guida alla copia dei backup dei giochi xbox360

Guida alla copia dei backup dei giochi xbox360 Guida alla copia dei backup dei giochi xbox360 Questa guida spiega solo come copiare i backup dei giochi, magari perché il gioco non va bene, si blocca e quindi volete ri-copiarlo su un'altra qualità di

Dettagli

MANUALE OPERATORE CMS ASMENET

MANUALE OPERATORE CMS ASMENET MANUALE OPERATORE CMS ASMENET 2.0 Pag. 1 di 46 INDICE Termini e definizioni... pag. 3 Introduzione... pag. 4 Descrizione generale e accesso al back office... pag. 5 1 Gestione della pagina... pag. 6 1.1

Dettagli

Giocare con le immagini. Ivana Sacchi ivana@ivana.it

Giocare con le immagini. Ivana Sacchi ivana@ivana.it Giocare con le immagini Perchè? Chi? Saper gestire le immagini è una competenza indispensabile per il docente. Verrà utilizzato un editor grafico. In particolare verranno sperimentati i diversi tipi di

Dettagli

Configurazione del sensore C-MOS

Configurazione del sensore C-MOS Pagina:1 Configurazione del sensore C-MOS RH-SD22IR Telecamere IP Speed dome Full HD 1080p H.264 Pagina:2 Introduzione Le telecamere serie RH di tipo speed dome dispongono di numerose opzioni di funzionamento

Dettagli

Adobe InDesign MiniTUTORIAL Come impostare una brochure con Indesign

Adobe InDesign MiniTUTORIAL Come impostare una brochure con Indesign Adobe InDesign MiniTUTORIAL Come impostare una brochure con Indesign Credo sia utile impostare fin da subito le unità di misura. InDesign > Unità e incrementi Iniziamo poi creando un nuovo documento. File

Dettagli

Manuale Operativo per la firma digitale

Manuale Operativo per la firma digitale Manuale Operativo per la firma digitale Indice 1. Introduzione... 1 2. Installazione del lettore di smart card... 1 3. Installazione del Dike e Dike Util... 7 1. Premessa... 8 2. Installazione DikeUtil...

Dettagli

TRUCCHI PER GIMP - Elemento a colori in foto bianco e nero

TRUCCHI PER GIMP - Elemento a colori in foto bianco e nero TRUCCHI PER GIMP - Elemento a colori in foto bianco e nero Salve Prof. Cantaro come promesso le mando un altro articolo da poter inserire nelle sue guide. Questa volta però a differenza dell'ultima,ho

Dettagli

Guida all'utilizzo di "Ambiente Italia 3D"

Guida all'utilizzo di Ambiente Italia 3D Guida all'utilizzo di "Ambiente Italia 3D" MATTM-SCC-DM0006-V01-01 Pagina 1 di 34 Sommario 1 Avvio del programma Ambiente Italia 3D 3 2 Elementi dell'interfaccia 5 2.1 Il visualizzatore 5 2.2 La barra

Dettagli

Nel presente documento viene descritto il processo di installazione e configurazione del client 4Copy su una generica piattaforma Windows XP.

Nel presente documento viene descritto il processo di installazione e configurazione del client 4Copy su una generica piattaforma Windows XP. Nota: Nel presente documento viene descritto il processo di installazione e configurazione del client 4Copy su una generica piattaforma Windows XP. Capitolo 1 Installazione del Client... 2 Download del

Dettagli

Software Rowan Key Manager C400RKM rel.4.xx / C350RKM rel.2.xx Istruzioni per l uso.

Software Rowan Key Manager C400RKM rel.4.xx / C350RKM rel.2.xx Istruzioni per l uso. Software Rowan Key Manager C400RKM rel.4.xx / C350RKM rel.2.xx Istruzioni per l uso. -Introduzione. Il software consente, tramite opportuna interfaccia USB Rowan C426S, di leggere e scrivere i dati presenti

Dettagli

Reti Informatiche: Internet e posta. elettronica. Tina Fasulo. Guida a Internet Explorer e alla posta elettronica Windows Live Mail

Reti Informatiche: Internet e posta. elettronica. Tina Fasulo. Guida a Internet Explorer e alla posta elettronica Windows Live Mail Reti Informatiche: Internet e posta elettronica Tina Fasulo 2012 Guida a Internet Explorer e alla posta elettronica Windows Live Mail 1 Parte prima: navigazione del Web Il browser è un programma che consente

Dettagli

Guida al. e-ma. il: info@ma

Guida al. e-ma. il: info@ma Guida al settaggio sfondi desktop Questa breve guida illustra come impostare gli sfondi desktop scaricati dal sito web www.marcomontin.itt alla sessionee download. Di seguito sono proposti i settaggi per

Dettagli

Primi passi per volare on-line sul Network di IVAO

Primi passi per volare on-line sul Network di IVAO Primi passi per volare on-line sul Network di IVAO 1 ) L iscrizione ad IVAO: andate alla pagina http://www.ivao.it/misc/iscrizione/iscrizione1.htm N.B. Ad avvenuta iscrizione IVAO provvederà ad inviarti

Dettagli

Manuale d uso Manutenzione impianti termici Ver. 1.0.6 [05/01/2015]

Manuale d uso Manutenzione impianti termici Ver. 1.0.6 [05/01/2015] Manuale d uso Manutenzione impianti termici Ver. 1.0.6 [05/01/2015] Realizzato e distribuito da LeggeraSoft Sommario Panoramica... 2 Menù principale... 2 Link Licenza... 3 Link Dati del tecnico... 3 Link

Dettagli

Manuale Utente. Indice. Your journey, Our technology. 1. Introduzione 2. 6. Come aggiornare le mappe 6. 2. Installazione di Geosat Suite 2

Manuale Utente. Indice. Your journey, Our technology. 1. Introduzione 2. 6. Come aggiornare le mappe 6. 2. Installazione di Geosat Suite 2 Manuale Utente Indice 1. Introduzione 2 2. Installazione di Geosat Suite 2 3. Prima connessione 2 4. Operazioni Base 3 4.1 Come avviare la Suite 3 4.2 Come chiudere la Suite 4 4.3 Come cambiare la lingua

Dettagli

come fare Montare un video girato con la fotocamera

come fare Montare un video girato con la fotocamera come fare Montare un video girato con la fotocamera O2 Montare un video girato con la fotocamera LA MAGGIOR PARTE DELLE FOTOCAMERE DIGITALI DELLE ULTIME GENERAZIONI POSSONO EFFETTUARE RIPRESE VIDEO ANCHE

Dettagli

Guida al download di video da youtube: siti e software by ascuoladi.tk

Guida al download di video da youtube: siti e software by ascuoladi.tk Scaricare video da YouTube, è diventato semplicissimo. Se ad esempio avete video presenti sui vostri cd, dvd o blu-ray originali, ma non volete mettervi all opera su di essi ma scaricarli semplicemente

Dettagli

NON LASCIAMOLO SOLO! TUTORIAL PER CREARE COMPONENT 2D IN SKETCHUP CHE GENERINO OMBRE E SI ORIENTINO VERSO IL PUNTO DI VISTA

NON LASCIAMOLO SOLO! TUTORIAL PER CREARE COMPONENT 2D IN SKETCHUP CHE GENERINO OMBRE E SI ORIENTINO VERSO IL PUNTO DI VISTA NON LASCIAMOLO SOLO! TUTORIAL PER CREARE COMPONENT 2D IN SKETCHUP CHE GENERINO OMBRE E SI ORIENTINO VERSO IL PUNTO DI VISTA All'avvio SU ci presenta il nostro omino 2D in camicetta (molti lo odiano e la

Dettagli

MANUALE DI INSTALLAZIONE OMNIPOINT

MANUALE DI INSTALLAZIONE OMNIPOINT MANUALE DI INSTALLAZIONE OMNIPOINT Pagina 1 di 36 Requisiti necessari all installazione... 3 Configurazione del browser (Internet Explorer)... 4 Installazione di una nuova Omnistation... 10 Installazione

Dettagli

CONDIVIDERE IN RETE SWC701

CONDIVIDERE IN RETE SWC701 CONDIVIDERE IN RETE SWC701 Ecco una semplice guida per effettuare la messa in rete condivisa del programma di telegestione Coster SWC701. 1 IMPORTANTE: la rete aziendale deve essere Microsoft ed il numero

Dettagli

Configurazione e gestione del software del Partenariato Business Vector, OptionsET (Interactive Brokers)

Configurazione e gestione del software del Partenariato Business Vector, OptionsET (Interactive Brokers) MANUALE RAPIDO INTERACTIVE BROKERS (DEMO) Configurazione e gestione del software del Partenariato Business Vector, OptionsET (Interactive Brokers) Il software OptionsET per funzionare ha bisogno che sul

Dettagli

MACH3: UN CNC CONTROLLER

MACH3: UN CNC CONTROLLER GESTIONE DELLA CNC I SOFTWARE Costruita la macchina serve uno strumento software che sia in grado di gestirla. Ecco alcune soluzioni comunemente usate MACH3: UN CNC CONTROLLER Come è già stato accennato

Dettagli