Applicazioni Web e Strumenti di supporto alla cooperazione e per la gestione dei contenuti. Come cooperano i gruppi? Tassonomia Spazio-Tempo

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Applicazioni Web e Strumenti di supporto alla cooperazione e per la gestione dei contenuti. Come cooperano i gruppi? Tassonomia Spazio-Tempo"

Transcript

1 Applicazioni Web e Strumenti di supporto alla cooperazione e per la gestione dei contenuti Marco Loregian unimib.itit Corso di Internet e Nuove Tecnologie Sistemi di supporto alla cooperazione 1984: Nascita di un area multidisciplinare (informatica, economia, psicologia, sociologia, antropologia) per lo scambio di idee, osservazioni e tecnologie tra diverse aree di studio. Computer Supported Cooperative Work (CSCW) Problemi pratici (tecnologici) poi superati con la telematica. Groupware: software di supporto al lavoro di gruppo. A.A. 2006/2007 Come cooperano i gruppi? Tassonomia Spazio-Tempo Le persone cooperano in molteplici modi, un particolare gruppo usa sempre svariati modi di cooperazione. Importanti variabili nelle modalità di cooperazione sono: lo spazio e il tempo; comunicazione, collaborazione, coordinamento. Stesso Luogo Stesso Tempo Interazione Vis à Vis Tempo Differente Interazione Asincrona Colocata Luogo Differente Interazione Sincrona Distribuita Interazione Asincrona Distribuita 1

2 Esempi pratici Applicazioni Groupware: 3C Stesso Tempo Tempo Differente Supporto alla comunicazione Stesso Luogo La classica riunione Post-it, Lavagnette, Key-rack sincrona: Tele/video/desktop conferencing, chat e buddy systems asincrona: (message systems), newsgroup Supporto alla collaborazione, condivisione dell informazione Luogo Differente Telefono Posta, Fax sincrona: facilitazioni ai meeting, electronic meeting room, group decision support systems (GDSS) asincrona: gestione dell informazione condivisa Supporto al coordinamento agende condivise, coordinamento ad hoc, workflow management systems Supporto alla Comunicazione Posta elettronica Tele/Video conferenza Instant Messaging (Buddy Systems) Applicazioni Condivise Tele/video conferenze Primi tentativi di supportare gruppi di lavoro a distanza. I partecipanti sono in collegamento audio/video e può essere possibile la condivisione di documenti e/o applicazioni. Due modalità: Ogni partecipante usa un computer equipaggiato (desktop conferencing) Collegamento tra due o più sale attrezzate (room conferencing, videoconferenze) 2

3 Desktop conferencing Versione personale delle video conferenze Alcune possibilità e caratteristiche: diminuire la necessità di (costose) riunioni vis à vis per team distribuiti; tele-lavoro; tele-teaching; tele-service (interventi di manutenzione a distanza); costo HW minore rispetto alle sale attrezzate; minore onere di set-up delle videoconferenze. Skype Esempio di applicazione per comunicazione via Web completa e di successo Caratteristiche di base: Intranet (via protocolli locali, es. Bonjour) - Internet supporto audio (fino a 9 partecipanti) e video (solo tra 2 persone) comunicazione con telefoni fissi/cellulari, e possibilità di invio SMS chat (comunicazione testuale sincrona multiutente) trasferimento file Ci sono numerose applicazioni che permettono di fare conversazioni audio/video tramite internet (VoIP, Voice Over IP) Marco Loregian - DISCo, University of Milano Bicocca 10 Interfaccia di Skype Chat e trasferimento file Marco Loregian - DISCo, University of Milano Bicocca 11 3

4 Note e criteri di valutazione L inizio della conversazione può avvenire direttamente, o essere negoziata tramite chat Intrusività: l indicatore di stato (libero, occupato, assente,...) aiuta a scegliere il tempo migliore ; L hardware necessario per una conferenza con audio e video consiste solo di webcam, soundcard, headset (microfono e cuffie) Decisamente economico (10 euro per solo audio, 90 con webcam) Il fatto che la connessione avvenga tramite internet permette di risparmiare sulle chiamate telefoniche Skype permette di inviare SMS a costo ridotto (di poco, per l Italia) Voic / Segreteria telefonica: permette di lasciare messaggi (vocali) a chi è assente (o di farseli lasciare) Marco Loregian - DISCo, University of Milano Bicocca 13 Awareness Il concetto di awareness (trad: consapevolezza di quello che si sta facendo) è fondamentale nella valutazione di un applicazione Nel caso di Skype, il coordinamento delle azioni è completamente delegato alle persone (continua negoziazione, conferma delle attività in corso: es. accettazione trasferimenti e chat) Skype richiede attenzione totale, e quindi una forte consapevolezza dell attività è difficile seguire altre attività non condivise Nel caso della Voic / segreteria, bisogna essere consapevoli che il messaggio potrebbe essere ricevuto dopo un (in)certo periodo [idem per SMS] Analisi tipo di interazione s/t: (asincrona + sincrona) / distribuita comunicazione: multi-canale (testo, audio, video) coordinamento: basso condivisione informazione: files, cronologia dei messaggi, gruppi di contatti (solo windows) costo: basso Analisi dimensione gruppo: medio/piccola, max 9 persone per audio, ma effettivamente in 9 è difficile comunicare tipo di attività: focalizzata e puntuale (breve durata) intrusività: bassa (chat), alta (chiamata audio/video) awareness: limitata al tempo della chiamata o della chat skill richiesti: capacità tecniche di base 4

5 Microsoft NetMeeting Esempio praticamente obsoleto ma semplice e ancora paradigmatico Caratteristiche di base: Intranet - Internet (in entrambi i casi via server locale o remoto) supporto audio e video (solo tra 2 partecipanti) chat (comunicazione testuale sincrona) trasferimento file condivisione di applicazioni controllo remoto del desktop Whiteboard condivisa Interfaccia principale È necessario scegliere e collegarsi ad un server (directory), da cui è possibile vedere quali utenti sono collegati. Note e criteri di valutazione La pianificazione dell inizio della connessione viene negoziata esternamente al sistema (es. via telefono); Intrusività: non aiuta a scegliere il tempo migliore ; Economico come Skype, ma decisamente meno performante, ovvero con prestazioni più scarse Awareness Nel caso di NetMeeting, il coordinamento delle azioni è completamente delegato alle persone (continua negoziazione, conferma delle attività in corso); NetMeeting richiede attenzione totale, e quindi una forte consapevolezza dell attività è difficile seguire altre attività non condivise 5

6 Chat e trasferimento file Condivisione applicazioni Senza webcam e supporto audio è comunque possibile la comunicazione testuale e il trasferimento di file (a più partecipanti). condivisione delle applicazioni e/o controllo del desktop Condivisione applicazioni - Alcuni usi Lavoro cooperativo sullo stesso oggetto (discussione e cooperazione); es. video; Cooperative learning o tele-teaching, dimostrazione di applicazioni; Accesso a applicazioni su un computer remoto; Remote Desktop Sharing lavoro su un computer remoto: Tele-service: Configurazione, manutenzione, diagnostica. Whiteboard condivisa E un semplice strumento per il disegno che può essere usato da tutti i p a r t e c i p a n t i simultaneamente; Utile per fare annotazioni su oggetti (immagini, disegni) condivisi; aiuta a tenere traccia della cooperazione. Marco Loregian - DISCo, University of Milano Bicocca 23 6

7 Analisi tipo di interazione s/t: comunicazione: coordinamento: condivisione informazione: sincrona-distribuita multi-canale (testo, audio, video) praticamente nullo file, applicazioni, desktop però senza memoria Analisi dimensione gruppo: molto piccola tipo di attività: focalizzata e puntuale (breve durata) Es. assistenza remota intrusività: awareness: alta (pregio e difetto) Alta, ma solo durante la connessione costo: (Relativamente) basso skill richiesti: medio-alti, adatto a org. tecniche In generale: Buddy Systems Denominati anche: pager, people browser Comunicazione sincrona distribuita multi-utente leggera (chat testuale e Instant Messaging) Supporto all awareness degli amici (presenza): Si basano su liste di amici (buddy list) Generalmente una persona è un nostro buddy solo se autorizzato in qualche modo Segnalano chi è on-line (connesso alla rete o a un server) e permettono di contattarlo ICQ, un esempio di IM La tecnologia si basa su un server proprietario tutti gli utenti sono registrati in un database (Universal Internet Number) Eseguito in background, visivamente poco intrusivo richiede poche risorse (CPU, memoria, banda ) Consente chat multi-utente (testuale), Instant Messaging, e- mail, trasferimento file (i dati passano attraverso il server, eccetto il trasferimento file) Segnala chi, di una lista di amici, si connette e permette di contattarlo 7

8 ICQ, interfaccia ICQ Mostra lo stato degli amici (es: Online, Offline, Away, Do Not Disturb); rilevazione automatica stato tramite lo screen-saver Un utente può vedere altri utenti senza essere visto (funzione invisible ) Vista della storia dei messaggi scambiati con una persona Spesso è usato come piattaforma da cui lanciare altre applicazioni peer-to-peer (es. Microsoft NetMeeting) Marco Loregian - DISCo, University of Milano Bicocca 29 ICQ Altri esempi di buddy list Permette di inviare messaggi anche a utenti non connessi, vengono recapitati quando si connettono Privatezza/intrusività, si può richiedere: l approvazione dell utente prima di essere inserito nella lista di qualcuno di accettare messaggi solo dagli amici organizzare gli amici in gruppi (à la ICHAT PAGER) e trattarli come tali ICQ non permette di: vedere chi ti sta guardando (mentre altri sistemi, come DING lo permettevano) 8

9 Caso studio di uso di IM Nel seguito è riportato uno studio di caso che analizza l uso di AOL Istant Messenger (AIM, ora compatibile con ichat) [Nardi, et al., 2000]: 20 persone (tipo org.: Internet) telecomunicazioni e interviste mirate e registrazione di video Comunicazione informale Nell azienda analizzata, ma anche in generale: La comunicazione informale è molto importante per un effettiva collaborazione (vari studi precedenti) Avviene in massima parte per interazione vis à vis (es. macchinetta del caffè) ma aumenta l uso della Ultimamente si inizia a usare anche IM Quattro interazioni base Domande-risposte e chiarificazioni brevi (es: la posizione di un logo in una pagina Web) Coordinamento e schedulazione (es: per fissare data e orario di un meeting); meno intrusivo del telefono ma altrettanto veloce Coordinamento incontri sociali estemporanei (es. coffeebreak, pausa pranzo) Per tenersi in contatto con amici e parenti (la buddy list media contiene 6 amici-parenti e 16 colleghi) Pro: Alcuni pareri utenti Meno intrusivo del telefono ma altrettanto veloce Più informale della (come com. vis à vis) Sai subito chi ti scrive (a differenza del telefono) Più veloce dell (se doppio click per invio IM) Contro (3 utenti assolutamente contrari): non tiene traccia delle comunicazioni (quindi usa ) [ma i nuovi IM lo fanno] continue interruzioni, distrae dal lavoro (anche utenti pro riportano di disattivarlo in prossimità di scadenze) 9

10 La posta elettronica Componenti e protocolli POP, SMTP, IMAP, MIME Un client di posta Mozilla Thunderbird Funzioni di un client di posta Indirizzamento To, cc, bcc (in italiano: A, Cc, Ccn) Priorità Attachments Ricevute di lettura e ritorno Regole, Filtri e antispam Marco Loregian - DISCo, University of Milano Bicocca 37 Marco Loregian - DISCo, University of Milano Bicocca 38 Come si classifica? Come si classifica l rispetto alle caratteristiche e ai criteri che abbiamo usato per Skype, Netmeeting e i Buddy Systems in generale? Tassonomia spazio/tempo Tipo di attività e dimensione del gruppo Comunicazione, condivisione delle risorse e coordinamento Intrusività e Awareness Costo (anche tecnologico) e skills richieste Message system e Caratteristiche della posta elettronica: asincrona (la comunicazione non è vincolata alla disponibilità fisica del ricevente) distribuita indirizzamento multiplo (comunicazione uno a molti) facile scambio di informazioni (allegati) assenza di attesa da parte del mittente gestione ottimale del tempo di lettura per il ricevente definizione del gruppo gestita dagli utenti stessi (versus administator, es: web) Marco Loregian - DISCo, University of Milano Bicocca 39 10

11 Message system e differenziazione del grado/ruolo degli appartenenti al gruppo (es: ricevente, Cc, Ccn); facilità di risposta e re-indirizzamento (ricevente) con memoria e direttamente elaborabile dal computer le interfacce grafiche permettono di utilizzare meglio la metafora dell ufficio postale gli attuali standard di posta permettono la composizione di messaggi multimediali riservatezza eventualmente garantita dalla cifratura dei messaggi integrazione con altre applicazioni (es. Word Processors) Lezione 2 Marco Loregian unimib.itit Riprendiamo i concetti introdotti, poi parliamo di Content Management Diversi tipi di classificazione Abbiamo introdotto fondamentalmente due tipi di classificazione delle tecnologie Tassonomia spazio/temporale Stesso Luogo Luogo Differente Stesso Tempo Interazione Vis à Vis Interazione Sincrona Distribuita Tempo Differente Interazione Asincrona Co-locata Interazione Asincrona Distribuita 3C (Comunicazione, Collaborazione e Coordinamento) Altri parametri Abbiamo introdotto anche altri parametri per valutare gli strumenti Tipo di attività Dimensione del gruppo supportato Individuo, (piccolo) gruppo, organizzazione Intrusività Awareness Marco Loregian - DISCo, University of Milano Bicocca 43 Marco Loregian - DISCo, University of Milano Bicocca 44 11

12 Esempi presentati Abbiamo analizzato I Buddy Systems (IM) come tipico esempio di strumento per il supporto alla comunicazione. Collaborazione e coordinamento non possono prescindere dalla comunicazione, ma col crescere del gruppo di lavoro emerge una maggiore necessità di supporto globale e (possibilmente) integrato. Marco Loregian - DISCo, University of Milano Bicocca 45 Supporto alla Collaborazione Collaborare vuol dire interagire su una risorsa comune. Spesso nelle organizzazioni molti utenti (tutti) hanno bisogno di accedere a risorse condivise, elaborarle all interno di un proprio spazio di lavoro personale, e poi di ripubblicarle affinché gli altri possano accedervi C é bisogno di essere aware del proprio ruolo e di quello degli altri Servono strumenti (tecnologie) per condividere le risorse, in particolare per condividere le informazioni e i documenti Marco Loregian - DISCo, University of Milano Bicocca 46 Scelte tecnologiche Sarebbe possibile presentare una moltitudine di di tecnologie disponibili e di criteri per scegliere la più adatta ad ogni contesto Noi presenteremo (solo) Content Management Systems: strumenti per condividere documenti tramite un sito web, in particolare Joomla Strumenti per la gestione di documenti e informazioni personali (PIM, personal information managers) come Groove Content Management Systems Piattaforme software che consentono di gestire in autonomia, tramite un browser e senza personale tecnico, i contenuti di un sito web (in modo centralizzato) Utili a tutti coloro che devono aggiornare spesso i contenuti di un sito e/o che vogliono molta interattività con il visitatore I CMS sono utili per organizzare le informazioni, in modo che sia più semplice accedervi ed aggiornarle, e per condividerle all interno di una struttura. Marco Loregian - DISCo, University of Milano Bicocca 47 Marco Loregian - DISCo, University of Milano Bicocca 48 12

13 Come funziona un CMS Interfaccia di gestione via web Gestione dei contenuti Amministrazione degli utenti Visualizzazione per blocchi di informazione Cosa serve a un CMS Da un punto di vista tecnologico, l ingrediente principale di un CMS è un database, anche se in realtà serve molto di più, ad esempio tutta la tecnologia necessaria per immagazzinare e recuperare molto velocemente enormi quantità di files (es. Motore di ricerca, sistemi di backup, ecc.). Schematicamente servono almeno: Una connessione di rete (per essere disponibile) Un web server, per essere visibile (es. Apache) Compatibilità con un linguaggio di scripting (es. PhP) Un database, per memorizzare i dati inseriti nel sistema (es. MySQL) Marco Loregian - DISCo, University of Milano Bicocca 49 Marco Loregian - DISCo, University of Milano Bicocca 50 Architettura di un CMS Gestione dei contenuti Dopo che una pagina è stata creata, è salvata in un repository (cioè in una base di dati) centrale Grazie al repository è possibile Gestire diverse versioni della stessa pagina (evoluzione cronologica) Garantire permessi di accesso e modifica differenti (peronalizzati, limitati ad alcune sezioni o documenti, ) Integrarsi con sistemi aziendali esterni (ma compatibili) Lo stesso documento può essere disponibile attraverso siti differenti, ma che fanno riferimento agli stessi dati Abilita la definizione di workflows (flussi automatici di azioni) Es. Quando una pagina è creata, una notifica è spedita ai redattori che la devono approvare, La definizione delle regole di workflow mettono ordine nei processi manuali Marco Loregian - DISCo, University of Milano Bicocca 51 Marco Loregian - DISCo, University of Milano Bicocca 52 13

14 Pubblicazione dei contenuti Un work flow in un CMS Quando il contenuto di un nuovo documento è salvato nel repository, può essere reso pubblico, cioè disponibile alle altre persone Di solito questo passaggio non è automatico: serve l approvazione di un responsabile Con la pubblicazione, alle informazioni immesse in fase di creazione vengono applicate le impostazioni grafiche del sito (o dei siti) Questo consente agli autori di concentrarsi sui contenuti e non sulla presentazione Un CMS rende completamente automatico il processo di pubblicazione Autore Editor/Manager No Approvato Sì Pubblicazione Marco Loregian - DISCo, University of Milano Bicocca 53 Marco Loregian - DISCo, University of Milano Bicocca 54 Presentazione dei contenuti Esistono criteri per valutare usabilità e accessibilità di un sito, che specificano quali dovrebbero essere le caratteristiche di ogni pagina di un sito, indipendentemente dal contenuto Un CMS permette di inserire le informazioni all interno di una struttura predefinita: il template della pagina Per garantire usabilità e accessibilità basta progettare bene il template Si risparmia tempo, si possono realizzare siti di maggior impatto e accuratezza Un esempio: Mambo/Joomla Ci sono molti CMS disponibili sul mercato, molti anche gratuiti, per una lista estesa vedere: Come esempio di riferimento noi useremo MamboServer, noto anche come Mambo Mambo è stato creato come prodotto Open Source, cioè liberamente distribuibile e gratuito, ma c è stata di recente una spaccatura all interno del team di sviluppo per cui le ultime versioni di Mambo in realtà prendono il nome di Joomla Sul sito del corso è disponibile la Quick Start Guide per Joomla 1.0 o Marco Loregian - DISCo, University of Milano Bicocca 55 Marco Loregian - DISCo, University of Milano Bicocca 56 14

15 Ecco l home l page Concetto di base: i contenuti Lo scopo fondamentale di un CMS è di permettere agli utenti di concentrarsi sui contenuti che vogliono pubblicare invece che sulla forma della presentazione Occorre una struttura gerarchica per organizzare i contenuti Ontologia? I contenuti sono strutturati secondo Sezioni, Categorie e Oggetti (Sections, Categories, Items) Es. Corsi / Internet e Nuove Tecnologie / Lezione sui CMS sez. Categoria item Marco Loregian - DISCo, University of Milano Bicocca 57 Marco Loregian - DISCo, University of Milano Bicocca 58 Pubblicazione Gli utenti autorizzati a farlo (come da work flow) possono pubblicare una notizia solo dopo averla indicizzata propriamente all interno di una sezione e categoria Dopo di che, gli elementi sono raggiungibili tramite dei menu, che possono (ma non devono farlo necessariamente) rispecchiare la struttura gerarchica di sezioni/categorie Non tutti gli utenti sono uguali La prima distinzione è tra amministratori e utenti Gli amministratori (normali o addirittura super) hanno controllo totale sul sito, sia sull aspetto che sulla struttura Gli utenti possono manipolare i contenuti (secondo diverse modalità) ma non hanno accesso al motore del CMS Marco Loregian - DISCo, University of Milano Bicocca 59 Marco Loregian - DISCo, University of Milano Bicocca 60 15

16 Amministrazione del CMS Manipolare le sezioni Marco Loregian - DISCo, University of Milano Bicocca 61 Marco Loregian - DISCo, University of Milano Bicocca 62 Proprietà à delle sezioni Nuova sezione Pubblicata o no Ordine Chi può leggere Marco Loregian - DISCo, University of Milano Bicocca 63 Marco Loregian - DISCo, University of Milano Bicocca 64 16

17 e e le categorie? E praticamente la stessa cosa Gestione dei contenuti Ecco le proprietà visibili: Marco Loregian - DISCo, University of Milano Bicocca 65 Marco Loregian - DISCo, University of Milano Bicocca 66 Modificare/creare un item I metadati Servono ad indicizzare in maniera corretta i contenuti, in modo che siano ricercabili Creare un nuovo contenuto è uguale ma si hanno campi vuoti Marco Loregian - DISCo, University of Milano Bicocca 67 Joomla non prevede l utilizzo effettivo di un ontologia di riferimento (come invece possono fare altri sistemi) o come potrebbe essere possibile fare estendendo Joomla mediante un modulo apposito Marco Loregian - DISCo, University of Milano Bicocca 68 17

18 La gestione dei menu Nuova voce in un menu Nei menu posso creare molti tipi di collegamenti, a tutti i tipi di oggetti previsti Marco Loregian - DISCo, University of Milano Bicocca 69 Marco Loregian - DISCo, University of Milano Bicocca 70 Gestione degli utenti Ma le operazioni viste finora sono fatte dagli amministratori e gli utenti? Innanzitutto bisogna essere in grado di creare account e di gestirli Utenti e contenuti Joomla definisce diversi livelli di accesso al sistema, per quanto riguarda la generazione e pubblicazione di contenuti: Registered: utenti con account che possono accedere alle sezioni non pubbliche del sito Author: utenti che possono creare dei contenuti Editor: utenti che possono editare anche contenuti scritti da altri Publisher: utenti che decidono quali contenuti sono visibili (pubblicati) (e da chi sonoo visibili) [ovviamente ogni livello include i privilegi dei precedenti] Marco Loregian - DISCo, University of Milano Bicocca 71 Marco Loregian - DISCo, University of Milano Bicocca 72 18

19 Templates Un template definisce l aspetto grafico di un sito Sviluppare un template richiede l integrazione di strumenti grafici (web-design) con il codice dei moduli del CMS (linguaggio di scripting, php) Avendo a disposizione templates d esempio è effettivamente abbastanza intuitivo farlo Su uno stesso sito è possibile applicare dinamicamente divesi templates Utenti/amministratori Template chooser: ogni utente registrato può scegliere la veste grafica che preferisce (tra quelle disponibili) Moduli e Componenti Joomla si basa sulle funzionalità dei moduli Joomla può essere esteso utilizzando componenti sviluppati anche da terze parti (es. forum,...) Marco Loregian - DISCo, University of Milano Bicocca 73 Marco Loregian - DISCo, University of Milano Bicocca 74 Altre possibilità Oltre a pubblicare news in forma di articoli in senso classico, le moderne tecnologie permettono di organizzare e di elaborare i contenuti secondo altre modalità. Parleremo di Weblog Wiki Weblog Contrazione di Web e Log cioè Diario sul Web In generale, è una pagina web nella quale vengono pubblicati in ordine cronologico testi, piuttosto che immagini, suoni, filmati e link. Una notizia inserita prende il nome di Post Gli utenti possono lasciare Commenti ai post ed esprimere Valutazioni Oltre che come componente di un CMS, il weblog può effettivamente essere considerato come un particolare tipo di CMS (una versione semplificata) che si presta a scopi e usi molteplici: rassegna e segnalazione, commento (alle notizie di cronaca), narrazione, progetto, blogzine I blog possono essere individuali (cioè con un solo autore), collaborativi (cioè con una redazione fissa, vd. Utenti di Joomla), o aperti (ai visitatori, l accesso è regolamentato dinamicamente ma la politica è di avere il contributo di molti visitatori, vd. Social blogging, social bookmarking, ) Marco Loregian - DISCo, University of Milano Bicocca 75 Marco Loregian - DISCo, University of Milano Bicocca 76 19

20 Un blog Strumenti per i blog Tra gli strumenti e le piattaforme più in uso per gestire blog (ce ne sono davvero molte) Blogger.com permette di creare un blog in pochi secondi, di gestire gruppi di utenti e di applicare templates WordPress TypePad MySpace Marco Loregian - DISCo, University of Milano Bicocca 77 Marco Loregian - DISCo, University of Milano Bicocca 78 Wiki What I Know Is Wiki wiki deriva da un termine in lingua hawaiana che significa "rapido" o "molto veloce Software (sul server) che permette agli utenti di modificare il contenuto di una pagina Web usando solo il proprio Web browser tramite un linguaggio di markup (o plugin WYSIWYG). Open Editing Campi di applicazione Documentazione di progetti collaborativi (non solo informatici) Enciclopedie e knowledge base on line Knowledge base d'impresa, per permettere di condividere conoscenze e di comunicare in seno all'impresa; Wiki comunitarie, che raccolgono persone attorno ad un argomento al fine di incontrarsi, di dividere la conoscenza, ecc. Wiki personali come strumento di produttività e di gestione dell'informazione: dal block-notes evoluto fino all'applicazione molto varia come un'agenda Traduzione di libri di dominio pubblico Marco Loregian - DISCo, University of Milano Bicocca 79 Marco Loregian - DISCo, University of Milano Bicocca 80 20

21 Wikipedia Home Page (Italiano) Progetto (internazionale e multilingue) lanciato nel 2001 per la creazione libera di un enciclopedia online. Conoscenza Pubblica Marco Loregian - DISCo, University of Milano Bicocca 81 Marco Loregian - DISCo, University of Milano Bicocca 82 Versioni e Correzioni I wiki generalmente seguono la filosofia di rendere facile la correzione di eventuali errori, piuttosto che rendere difficile commettere un errore. Cosí, i wiki oltre ad essere completamente aperti, forniscono anche vari modi per verificare la validità di aggiornamenti recenti al contenuto delle pagine Ultime Modifiche (controllo versioni) Alcuni wiki permettono di filtrare dette liste in modo che le modifiche minori - o le modifiche effettuate automaticamente dai cossiddetti bot (codici di programmazione eseguiti in maniera automatica) - possano essere escluse. Controllo degli utilizzatori Spesso l accesso in scrittura è libero, a volte controllo su username (e pwd) o IP Tracciatura delle modifiche e cancellazioni con possibilità di undo (poco pratico in caso di modifiche sistematiche) Pagine protette da modifica, gli amministratori devono accettare le modifiche proposte (ma è contrario alla filosofia wiki) Marco Loregian - DISCo, University of Milano Bicocca 83 Marco Loregian - DISCo, University of Milano Bicocca 84 21

22 Auto-controllo Wikipedia ha ubblicato un codice di regolamentazione per gli utenti, con regole del tipo: Presupponi il meglio dagli altri e la buona fede ogni volta che è possibile. Wikipedia ha lavorato decisamente bene fin qui, basandosi su una politica di quasi completa libertà di revisione. Le persone vengono qui per collaborare e scrivere buone voci. Evita di ritornare a revisioni precedenti e cancellare dovunque sia possibile, seguendo la regola di non riportare mai indietro una pagina più di 3 volte in 24 ore, tranne che in casi di evidente vandalismo. Spiega agli altri le tue modifiche usando il campo "oggetto". Sii educato. La gente non può vederti e sapere di che umore sei. L'ironia non è sempre ovvia, e un testo crudo e insensibile può facilmente risultare sgarbato. Sii attento alle parole che scegli: ciò che intendi potrebbe non essere ciò che gli altri penseranno. Supporto alla collaborazione Dopo aver visto dei semplici esempi di supporto alla collaborazione basati su un server, vedremo come sia possibile creare spazi condivisi con meccanismi di tipo peer-to-peer Groove: Shared Workplace e Virtual Office Marco Loregian - DISCo, University of Milano Bicocca 85 Marco Loregian - DISCo, University of Milano Bicocca 86 Il valore della collaborazione Lezione 3 Marco Loregian unimib.itit Strumenti decentralizzati per la collaborazione, Groove: Ogni azienda dipende dal libero flusso di informazioni e di idee tra i suoi dipendenti Una collaborazione efficace si ottiene riducendo i tempi morti nella comunicazione (es. Per attendere persone irreperibili), migliorando la capacità di adattamento alla mutevolezza delle situazioni (es. mercato) e riducendo i costi di attività ridondanti o in conflitto tra loro 22

23 Collaborazione Cross-Enterprise E la capacità ideale: essere in grado di collaborare anche trasversalmente rispetto alle organizzazioni (con partners, clienti, fornitori) fa risparmiare tempo e denaro, e accresce l agilità dei processi e la reattività del personale Le persone interagiscono all interno di un contesto e di processi (manageriali, di business) ben definiti, utilizzando di volta in volta il materiale che hanno a disposizione (documenti, ecc.) La predominanza dell La maggioranza delle persone usa l come principale (e spesso unico) mezzo di collaborazione cross-enterprise isn t really broken, it s just misunderstood and often forced to operate outside its domain of competence. (Jon Udell, scrittore e consulente) Cos è Groove? Software di collaborazione che espande l uso della messaggistica ( ) e di Microsoft Office per l interazione di piccoli gruppi attraverso le barriere (fisiche, tecnologiche o virtuali) implicitamente imposte dall azienda e dalle sue relazioni Demo Vediamo un breve filmato dimostrativo di groove Sul sito è possibile vederne un altro, più aggiornato e più inerente alle funzionalità del prodotto Ovviamente dovete guardarlo per conto vostro Marco Loregian - DISCo, University of Milano Bicocca 91 Marco Loregian - DISCo, University of Milano Bicocca 92 23

CMS CMS. Content Management Systems. Marco Loregian. Comunicazione Aziendale. Tecnologie per la. loregian@disco.unimib.it

CMS CMS. Content Management Systems. Marco Loregian. Comunicazione Aziendale. Tecnologie per la. loregian@disco.unimib.it Esercitazioni del corso di Tecnologie per la Comunicazione Aziendale Content Management Systems Marco Loregian loregian@disco.unimib.it www.siti.disco.unimib.it/didattica/tca2008 CMS CMS ITIS Lab http://www.itis.disco.unimib.it

Dettagli

CMS & WIKI & web 2.0. Marco P. Locatelli locatelli@disco.unimib.it Presentazione originale: Marco Loregian

CMS & WIKI & web 2.0. Marco P. Locatelli locatelli@disco.unimib.it Presentazione originale: Marco Loregian CMS & WIKI & web 2.0 Marco P. Locatelli locatelli@disco.unimib.it Presentazione originale: Marco Loregian Eventi interessanti Service Oriented Computing (per informatici) Mercoledì 28 (domani) 10:30-12:30

Dettagli

WEB TECHNOLOGY. Il web connette. LE persone. E-book n 2 - Copyright Reserved

WEB TECHNOLOGY. Il web connette. LE persone. E-book n 2 - Copyright Reserved WEB TECHNOLOGY Il web connette LE persone Indice «Il Web non si limita a collegare macchine, ma connette delle persone» Il Www, Client e Web Server pagina 3-4 - 5 CMS e template pagina 6-7-8 Tim Berners-Lee

Dettagli

VIDEO CONFERENZE NETMEETING

VIDEO CONFERENZE NETMEETING VIDEO CONFERENZE Come prima cosa dobbiamo distinguere che esistono due grande categorie di "canali comunicativi: Non Real Time: che operano in modalità asincrona come la posta elettronica, il web, i newsgroup

Dettagli

Uso del browser, posta elettronica e motori di ricerca Gmail e Google

Uso del browser, posta elettronica e motori di ricerca Gmail e Google Facoltà di Lettere e Filosofia Cdl in Scienze dell Educazione A.A. 2010/2011 Informatica (Laboratorio) Uso del browser, posta elettronica e motori di ricerca Gmail e Google Author Kristian Reale Rev. 2011

Dettagli

La piattaforma Moodle dell' ISFOL

La piattaforma Moodle dell' ISFOL La piattaforma Moodle dell' ISFOL Un CMS per la condivisione della conoscenza nei Gruppi di Lavoro e di Ricerca dell'istituto Franco Cesari - ISFOL Gruppi di Lavoro e di Ricerca come Comunità di Pratica

Dettagli

Office 2010 e Office 365: il tuo ufficio sempre con te

Office 2010 e Office 365: il tuo ufficio sempre con te Office 2010 e Office 365: il tuo ufficio sempre con te Accedi ai tuoi documenti e messaggi di posta ovunque sei, sia online che offline, sul PC, sul telefono o sul browser. Usi Office, Excel, Word in ufficio

Dettagli

MDaemon e Outlook Connector for MDaemon

MDaemon e Outlook Connector for MDaemon MDaemon e Outlook Connector for MDaemon Introduzione...2 Cos'è il groupware...2 Che cosa significa groupware?...2 Cos è WorldClient...2 MDaemon e l evoluzione delle funzionalità groupware...3 Nuove funzionalità

Dettagli

Presentazione piattaforma Csv

Presentazione piattaforma Csv Presentazione piattaforma Csv Il Csv di Rovigo ha preparato una piattaforma web con l obiettivo di fornire alle associazioni che lo richiedono la possibilità di creare e mantenere in modo semplice un sito

Dettagli

A cura di.denis Celotti.. Installazione. Linguaggio specifico e primi passi con wordpress

A cura di.denis Celotti.. Installazione. Linguaggio specifico e primi passi con wordpress A cura di.denis Celotti.. 02/05/2012 Installazione Linguaggio specifico e primi passi con wordpress In breve Conoscere il significato di hosting, database, dominio e template Saper identificare e utilizzare

Dettagli

VoIP e. via SOLUZIONI E INNOVAZIONE PER LA COMUNICAZIONE

VoIP e. via SOLUZIONI E INNOVAZIONE PER LA COMUNICAZIONE VoIP e via SOLUZIONI E INNOVAZIONE PER LA COMUNICAZIONE VoIP è Voice over IP (Voce tramite protocollo Internet), acronimo VoIP, è una tecnologia che rende possibile effettuare una conversazione telefonica

Dettagli

Manuale Piattaforma Didattica

Manuale Piattaforma Didattica Manuale Piattaforma Didattica Ver. 1.2 Sommario Introduzione... 1 Accesso alla piattaforma... 1 Il profilo personale... 3 Struttura dei singoli insegnamenti... 4 I Forum... 5 I Messaggi... 7 I contenuti

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione La Rete Internet Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Che cos è Internet? Il punto

Dettagli

Installare un nuovo programma

Installare un nuovo programma Installare un nuovo programma ICT per la terza età Le video lezioni della Fondazione Mondo Digitale Diapositiva Introduzione Installare un nuovo programma sul computer installazione Quando acquistiamo

Dettagli

Scopri il nuovo Office

Scopri il nuovo Office Scopri il nuovo Office Sommario Scopri il nuovo Office... 4 Scegli la versione di Office più adatta a te...9 Confronta le versioni...14 Domande frequenti...16 Applicazioni di Office: Novità...19 3 Scopri

Dettagli

INTERNET. Un percorso per le classi prime Prof. Angela Morselli

INTERNET. Un percorso per le classi prime Prof. Angela Morselli INTERNET Un percorso per le classi prime Prof. Angela Morselli PARTE 1 INTERNET: LA RETE DELLE RETI 2 È ALQUANTO DIFFICILE RIUSCIRE A DARE UNA DEFINIZIONE ESAUSTIVA E CHIARA DI INTERNET IN POCHE PAROLE

Dettagli

Basic Standard Suite WEB. Contatto. fidelizzare

Basic Standard Suite WEB. Contatto. fidelizzare Basic Standard Suite WEB organizzare collaborazione Memorizzare Comunicare CONDIVISIONE QuALSIASI Contatto fidelizzare Dovunque Gestione ricerca Attività File è la soluzione software di nuova concezione

Dettagli

Applicazioni delle reti. Dalla posta elettronica al telelavoro

Applicazioni delle reti. Dalla posta elettronica al telelavoro Applicazioni delle reti Dalla posta elettronica al telelavoro Servizi su Internet La presenza di una infrastruttura tecnologica che permette la comunicazione tra computer a distanze geografiche, ha fatto

Dettagli

Soluzione per la VIDEOCONFERENZA EW2

Soluzione per la VIDEOCONFERENZA EW2 Soluzione per la VIDEOCONFERENZA EW2 1.Descrizione della Soluzione La soluzione per la audio/videoconferenza EW2 proposta da Gruppo SIGLA consente di comunicare e collaborare a distanza, senza muoversi

Dettagli

Alcune semplici definizioni

Alcune semplici definizioni Alcune semplici definizioni Un CMS (Content management system), in italiano Sistema di gestione dei contenuti è uno strumento software che si installa generalmente su un server web, il cui compito è facilitare

Dettagli

PIÙ IN DETTAGLIO Come si crea una scuola virtuale? Come viene associato un insegnate alla scuola? Cos è il Codice scuola?

PIÙ IN DETTAGLIO Come si crea una scuola virtuale? Come viene associato un insegnate alla scuola? Cos è il Codice scuola? PIÙ IN DETTAGLIO Come si crea una scuola virtuale? Quando si compila il modulo di registrazione, selezionare l opzione scuola.una volta effettuata la registrazione, si può accedere a un ambiente molto

Dettagli

Navigare in Internet

Navigare in Internet Navigare in Internet ICT per la terza età Le video lezioni della Fondazione Mondo Digitale Diapositiva Introduzione Word Wide Web = WWW = Ragnatela estesa a tutto il mondo In questo argomento del nostro

Dettagli

CONTENT MANAGEMENT SYSTEM

CONTENT MANAGEMENT SYSTEM CONTENT MANAGEMENT SYSTEM P-2 PARLARE IN MULTICANALE Creare un portale complesso e ricco di informazioni continuamente aggiornate, disponibile su più canali (web, mobile, iphone, ipad) richiede competenze

Dettagli

ICEWARP VERSIONE 11.1 con WebRTC. www.icewarp.it

ICEWARP VERSIONE 11.1 con WebRTC. www.icewarp.it ICEWARP VERSIONE 11.1 con WebRTC IceWarp 11.1 è la prima soluzione disponibile sul mercato per chiamate audio e video, riunioni online e chat basate su WebRTC. Tutto ciò che ti occorre è un browser abilitato.

Dettagli

PRESENTAZIONE DEI SERVIZI PER LA SCUOLA

PRESENTAZIONE DEI SERVIZI PER LA SCUOLA PRESENTAZIONE DEI SERVIZI PER LA SCUOLA 1 Microsoft Live@edu IT Managed Self Managed Mail da 10 GB e Servizi di collaborazione online gratuiti e personalizzabili Outlook Live Outlook Live si basa sulla

Dettagli

INTERNET EXPLORER Breve manuale d uso

INTERNET EXPLORER Breve manuale d uso INTERNET EXPLORER Breve manuale d uso INDICE INTRODUZIONE... 3 COME IMPOSTARE LA PAGINA INIZIALE... 3 LA WORK AREA... 3 LE VOCI DI MENU... 5 IL MENU FILE... 5 IL MENU MODIFICA... 6 IL MENU VISUALIZZA...

Dettagli

Corso di Informatica

Corso di Informatica Corso di Informatica CL3 - Biotecnologie Orientarsi nel Web Prof. Mauro Giacomini Dott. Josiane Tcheuko Informatica - 2006-2007 1 Obiettivi Internet e WWW Usare ed impostare il browser Navigare in internet

Dettagli

WEBINAR DOCENTI ONLINE

WEBINAR DOCENTI ONLINE Aule Virtuali Archivium WEBINAR DOCENTI ONLINE 27 Maggio 2016 ore 20.30 Relatori: Marialberto Mensa e Gabriele Milano www.aule.archivium.biz 1 Informazioni Utili I siti di Archivium e HT Tecnologie Umanistiche

Dettagli

Progetto di Formazione in rete. La qualità della professione docente.

Progetto di Formazione in rete. La qualità della professione docente. LICEO SCIENTIFICO STATALE G. GALILEI Progetto di Formazione in rete. La qualità della professione docente. ESERCITAZIONE PER L UTILIZZO DELLA WEB-INTRANET DI COLLABORAZIONE ASINCRONA SU RETE INTERNET Ing.

Dettagli

Guida all uso della videoconferenza AGGIORNAMENTO IVASS 30 ORE

Guida all uso della videoconferenza AGGIORNAMENTO IVASS 30 ORE Guida all uso della videoconferenza AGGIORNAMENTO IVASS 30 ORE Prima della lezione Computer ed internet. Verifica che il computer sia collegato alla rete internet e che la linea sia libera. Ti sconsigliamo

Dettagli

Informatica Corso AVANZATO

Informatica Corso AVANZATO Informatica Corso AVANZATO Browser e Navigazione Internet Dott. Paolo PAVAN Il Browser: Internet Explorer E il browser leader di mercato con quote intorno al 70% E dotato di funzionalità complesse per

Dettagli

Moodle è un prodotto open source che realizza una piattaforma software di e-learning.

Moodle è un prodotto open source che realizza una piattaforma software di e-learning. Manuale sintetico Moodle è un prodotto open source che realizza una piattaforma software di e-learning. Moodle fornisce un supporto all attività didattica attraverso una serie di strumenti molto ampia

Dettagli

Piattaforma ilearn di Hiteco. Presentazione Piattaforma ilearn

Piattaforma ilearn di Hiteco. Presentazione Piattaforma ilearn Presentazione Piattaforma ilearn 1 Sommario 1. Introduzione alla Piattaforma Hiteco ilearn...3 1.1. Che cos è...3 1.2. A chi è rivolta...4 1.3. Vantaggi nell utilizzo...4 2. Caratteristiche della Piattaforma

Dettagli

Versione: 18/11/2013

Versione: 18/11/2013 Offerta Versione: 18/11/2013 1 Indice La piattaforma Sèmki-RV 3 Gli strumenti di comunicazione 4 Funzionalità in breve degli utenti del nuovo sistema Sèmki 6 Report e statistiche 9 Prerequisiti 10 Quotazione

Dettagli

SEZIONE TEMA RIF. Argomento 1 Concetti di navigazione in rete

SEZIONE TEMA RIF. Argomento 1 Concetti di navigazione in rete Modulo 2 Concetti fondamentali della rete Il presente modulo definisce i concetti e le competenze fondamentali necessari alla navigazione sulla rete, ad un efficace metodologia di ricerca delle informazioni,

Dettagli

Tecnico Superiore per la filiera delle nuove produzioni vegetali e florovivaistiche

Tecnico Superiore per la filiera delle nuove produzioni vegetali e florovivaistiche Fondazione Minoprio - corso ITS Tecnico Superiore per la filiera delle nuove produzioni vegetali e florovivaistiche I social media Facebook La maggior parte dei proprietari di piccole aziende hanno dichiarato

Dettagli

COMUNICAZIONE E VIDEO-COMUNICAZIONE

COMUNICAZIONE E VIDEO-COMUNICAZIONE 74 COMUNICAZIONE E VIDEO-COMUNICAZIONE Presentazione Una grande associazione come l Aics non può rimanere insensibile alla grande rivoluzione che si sta verificando nel campo delle comunicazioni interpersonali

Dettagli

1. Il Client Skype for Business

1. Il Client Skype for Business 1. Il Client Skype for Business 2. Configurare una Periferica Audio 3. Personalizzare una Periferica Audio 4. Gestire gli Stati di Presenza 5. Tabella Stati di Presenza 6. Iniziare una Chiamata 7. Iniziare

Dettagli

Gestione della supply chain e commercio collaborativo

Gestione della supply chain e commercio collaborativo Gestione della supply chain e commercio collaborativo Dr. Stefano Burigat Dipartimento di Matematica e Informatica Università di Udine www.dimi.uniud.it/burigat stefano.burigat@uniud.it La supply chain

Dettagli

Content Management Systems

Content Management Systems Content Management Systems L o Guido Porruvecchio Tecnologia e Applicazioni della Rete Internet Definizione Un Content Management System (CMS) è letteralmente un sistema per la gestione dei contenuti Definisce

Dettagli

Cresceresulweb. EMAIL PROFESSIONALE L'affidabilità di Gmail

Cresceresulweb. EMAIL PROFESSIONALE L'affidabilità di Gmail Cresceresulweb EMAIL PROFESSIONALE L'affidabilità di Gmail Le aziende italiane, di qualunque dimensione, fanno ormai un uso quotidiano della posta elettronica per gestire fornitori, parlare con i clienti,

Dettagli

CSCW e Groupware. Terminologia (1) CSCW

CSCW e Groupware. Terminologia (1) CSCW CSCW e Groupware Terminologia (1) CSCW computer-supported t cooperative work Disciplina scientifica che studia il lavoro di gruppo e cerca di scoprire come la tecnologia può essere di aiuto Termine prevalentemente

Dettagli

Corso Creare Siti WEB

Corso Creare Siti WEB Corso Creare Siti WEB INTERNET e IL WEB Funzionamento Servizi di base HTML CMS JOOMLA Installazione Aspetto Grafico Template Contenuto Articoli Immagini Menu Estensioni Sito di esempio: Associazione LaMiassociazione

Dettagli

Guida all uso della videoconferenza. Corso di preparazione all esame IVASS

Guida all uso della videoconferenza. Corso di preparazione all esame IVASS Guida all uso della videoconferenza Corso di preparazione all esame IVASS (sez. A e B del RUI) Prima della lezione Computer ed internet. Verifica che il computer sia collegato alla rete internet e che

Dettagli

Wess.Net MESSENGER AZIENDALE 1

Wess.Net MESSENGER AZIENDALE 1 Wess.Net MESSENGER AZIENDALE 1 Il MESSENGER AZIENDALE riunisce in un unico strumento le funzionalità di Instant Messaging (chat) e di posta elettronica. Uffici e reparti aziendali possono comunicare e

Dettagli

MCA nasce per ottimizzare i tempi ed aumentare la produttività.

MCA nasce per ottimizzare i tempi ed aumentare la produttività. MCA, ossia Multimedia Collaboration APP, è la soluzione di web collaboration contributiva e interattiva realizzata da HRC per apportare nuove funzionalità nella gestione di meeting e per poter condividere

Dettagli

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL?

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? archiviazione ottica, conservazione e il protocollo dei SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? Il software Facile! BUSINESS Organizza l informazione

Dettagli

DEMO OFFICE 365. OFFICE DOWLOAD Si entra nella Sottoscrizione pannello personale

DEMO OFFICE 365. OFFICE DOWLOAD Si entra nella Sottoscrizione pannello personale DEMO OFFICE 365 OFFICE DOWLOAD Si entra nella Sottoscrizione pannello personale Ogni utente può installare il proprio Office da Impostazioni / software http://community.office365.com/it-it/tools/helpcenter.aspx?hcs=b7430e03-97b5-403d-95f4-

Dettagli

La posta elettronica in cloud

La posta elettronica in cloud La posta elettronica in cloud www.kinetica.it Cosa significa avere la posta elettronica in cloud? I tuoi archivi di posta non sono residenti su un computer o un server della tua rete, ma su un server di

Dettagli

Var Group Approccio concreto e duraturo Vicinanza al Cliente Professionalità e metodologie certificate In anticipo sui tempi Soluzioni flessibili

Var Group Approccio concreto e duraturo Vicinanza al Cliente Professionalità e metodologie certificate In anticipo sui tempi Soluzioni flessibili Var Group, attraverso la sua società di servizi, fornisce supporto alle Aziende con le sue risorse e competenze nelle aree: Consulenza, Sistemi informativi, Soluzioni applicative, Servizi per le Infrastrutture,

Dettagli

Gestione efficiente dell'impresa Attivazione di una piattaforma "cloud" per le PMI

Gestione efficiente dell'impresa Attivazione di una piattaforma cloud per le PMI Progetto Gestione efficiente dell'impresa Attivazione di una piattaforma "cloud" per le PMI Martedì 13 novembre 2012 Il Progetto è realizzato con il contributo finanziario della Camera di Commercio di

Dettagli

Guida Moderatori e Conduttori

Guida Moderatori e Conduttori STEP ONE: Login to OnSync Guida Moderatori e Conduttori Guida Moderat ori e Condutt ori pag. Ultimo aggiornamento 10/2012 STEP ONE: Login to OnSync Cap. I - Quick Start Guide Guida Moderat ori e Condutt

Dettagli

LO STRUMENTO PRINCIPALE: IL SITO WEB

LO STRUMENTO PRINCIPALE: IL SITO WEB LO STRUMENTO PRINCIPALE: IL SITO WEB 1 Content Management System (CMS) Software (web based) dedicati alla gestione di un sito web: portali, siti aziendali, intranet, blog, Wiki L obiettivo è consentire

Dettagli

Reti Informatiche: Internet e posta. elettronica. Tina Fasulo. Guida a Internet Explorer e alla posta elettronica Windows Live Mail

Reti Informatiche: Internet e posta. elettronica. Tina Fasulo. Guida a Internet Explorer e alla posta elettronica Windows Live Mail Reti Informatiche: Internet e posta elettronica Tina Fasulo 2012 Guida a Internet Explorer e alla posta elettronica Windows Live Mail 1 Parte prima: navigazione del Web Il browser è un programma che consente

Dettagli

E-MAIL INTEGRATA OTTIMIZZAZIONE DEI PROCESSI AZIENDALI

E-MAIL INTEGRATA OTTIMIZZAZIONE DEI PROCESSI AZIENDALI E-MAIL INTEGRATA OTTIMIZZAZIONE DEI PROCESSI AZIENDALI E-MAIL INTEGRATA Ottimizzazione dei processi aziendali Con il modulo E-mail Integrata, NTS Informatica ha realizzato uno strumento di posta elettronica

Dettagli

PER FARE UN SITO INTERNET

PER FARE UN SITO INTERNET Diocesi Brescia Corso per animatori della Cultura e della Comunicazione PER FARE UN SITO INTERNET I diversi modelli di siti Internet. Dove e come pubblicarlo. INTERNET Rete di computer mondiale ad accesso

Dettagli

Corso di Web programming Modulo T3 A2 - Web server

Corso di Web programming Modulo T3 A2 - Web server Corso di Web programming Modulo T3 A2 - Web server 1 Prerequisiti Pagine statiche e dinamiche Pagine HTML Server e client Cenni ai database e all SQL 2 1 Introduzione In questa Unità si illustra il concetto

Dettagli

Scheda Informativa. Verizon Net Conferncing

Scheda Informativa. Verizon Net Conferncing Scheda Informativa Verizon Net Conferncing Net Conferencing 1.1 Informazioni generali sul Servizio Grazie a Net Conferencing Verizon e alle potenzialità di Internet, potrete condividere la vostra presentazione

Dettagli

CLAROLINE DIDATTICA ONLINE MANUALE DELLO STUDENTE

CLAROLINE DIDATTICA ONLINE MANUALE DELLO STUDENTE CLAROLINE DIDATTICA ONLINE MANUALE DELLO STUDENTE Sommario 1. Introduzione... 3 2. Registrazione... 3 3. Accesso alla piattaforma (login)... 4 4. Uscita dalla piattaforma (logout)... 5 5. Iscriversi a

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione La Rete Internet Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Che cos è Internet? Il punto

Dettagli

Guida agli strumenti etwinning

Guida agli strumenti etwinning Guida agli strumenti etwinning Registrarsi in etwinning Prima tappa: Dati di chi effettua la registrazione Seconda tappa: Preferenze di gemellaggio Terza tappa: Dati della scuola Quarta tappa: Profilo

Dettagli

système de publication pour l internet Sistema di pubblicazione per internet

système de publication pour l internet Sistema di pubblicazione per internet système de publication pour l internet Sistema di pubblicazione per internet Non solo un CMS (Content Management System) Gestire i contenuti è un compito che molti software svolgono egregiamente. Gestire

Dettagli

Docente: Di Matteo Marcello

Docente: Di Matteo Marcello Docente: Di Matteo Marcello Cos è la posta elettronica La posta elettronica è nata nel 1971; Ray Tomlinson aveva scritto un programma che permetteva agli utenti di un computer di scambiarsi messaggi e

Dettagli

MDaemon GroupWare Per offrire agli utenti le funzionalità di condivisione calendario, rubrica e gli altri oggetti di MS Outlook

MDaemon GroupWare Per offrire agli utenti le funzionalità di condivisione calendario, rubrica e gli altri oggetti di MS Outlook MDaemon GroupWare Per offrire agli utenti le funzionalità di condivisione calendario, rubrica e gli altri oggetti di MS Outlook La miglior alternativa a Microsoft Exchange Server...2 Il plug-in che abilita

Dettagli

CLS Citiemme Lotus Suite

CLS Citiemme Lotus Suite CLS Il pacchetto CLS v1.0 () è stato sviluppato da CITIEMME Informatica con tecnologia Lotus Notes 6.5 per andare incontro ad una serie di fabbisogni aziendali. E' composto da una serie di moduli alcuni

Dettagli

Nell'ambito del processo di acquisto sono molte le attività che puoi agevolmente delegare al nostro personale specializzato:

Nell'ambito del processo di acquisto sono molte le attività che puoi agevolmente delegare al nostro personale specializzato: Nell'ambito del processo di acquisto sono molte le attività che puoi agevolmente delegare al nostro personale specializzato: In Siav abbiamo una Divisione specializzata nei servizi in outsourcing: il nostro

Dettagli

RIEPILOGO SERVIZI. Per avere un sito web servono tre cose fondamentali:

RIEPILOGO SERVIZI. Per avere un sito web servono tre cose fondamentali: RIEPILOGO SERVIZI Un sito internet è un insieme organizzato di pagine web collegate tra loro per mezzo di collegamenti ipertestuali, è un semplice punto di incontro tra domanda e offerta; tra un fornitore

Dettagli

Posta Elettronica. Claudio Cardinali claudio@csolution.it

Posta Elettronica. Claudio Cardinali claudio@csolution.it Posta Elettronica Claudio Cardinali claudio@csolution.it Posta Elettronica: WebMail Una Webmail è un'applicazione web che permette di gestire uno o più account di posta elettronica attraverso un Browser.

Dettagli

SISTEMA EDITORIALE WEBMAGAZINE V.2.2

SISTEMA EDITORIALE WEBMAGAZINE V.2.2 SISTEMA EDITORIALE WEBMAGAZINE V.2.2 1 - Il funzionamento di Web Magazine Web Magazine è un applicativo pensato appositamente per la pubblicazione online di un giornale, una rivista o un periodico. E'

Dettagli

Negli anni cresce e supera Exchange migliorandone le funzioni e garantendo maggiore compatibilità.

Negli anni cresce e supera Exchange migliorandone le funzioni e garantendo maggiore compatibilità. Zimbra Mail Server Zimbra è la soluzione open source all'avanguardia per la gestione di messaggistica e processi collaborativi all interno di aziende ed enti pubblici di ogni dimensione. Zimbra Collaboration

Dettagli

Formazione sistema editoriale CMS

Formazione sistema editoriale CMS Ufficio Società dell'informazione Nome del Progetto Acronimo del Progetto Formazione sistema editoriale CMS Documento Data di stesura Maggio 2010 Versione 1.2 Sommario 1 Scopo... 3 2 Campo di applicazione...

Dettagli

Content Management Systems

Content Management Systems Content Management Systems Gabriele D Angelo http://www.cs.unibo.it/~gdangelo Università degli Studi di Bologna Dipartimento di Scienze dell Informazione Aprile, 2005 Scaletta della lezione

Dettagli

Ogni giorno un imprenditore si sveglia e cambia idea. Comprende che i macchinosi meccanismi che guidano il marketing e la comunicazione off-line non

Ogni giorno un imprenditore si sveglia e cambia idea. Comprende che i macchinosi meccanismi che guidano il marketing e la comunicazione off-line non Ogni giorno un imprenditore si sveglia e cambia idea. Comprende che i macchinosi meccanismi che guidano il marketing e la comunicazione off-line non fanno più per la sua azienda, capisce che ha bisogno

Dettagli

Internet e Storia. Internet. INTERNET, uno strumento per la didattica della storia

Internet e Storia. Internet. INTERNET, uno strumento per la didattica della storia INTERNET, uno strumento per la didattica della storia Internet e Storia Internet Internet è come la più grande rete mondiale ed anche detta rete delle reti che collega centinaia di milioni di computer.

Dettagli

Libera il tuo business UNIFIED COMMUNICATION CLOUD COMPUTING

Libera il tuo business UNIFIED COMMUNICATION CLOUD COMPUTING Libera il tuo business UNIFIED COMMUNICATION CLOUD COMPUTING 53% ottimizzazione dei costi di implementazione 48% risparmio sui costi di manutenzione 46% velocità di innovazione 30% costi adattabili in

Dettagli

ADOBE FLASH PLAYER 10.3 Pannello di controllo nativo

ADOBE FLASH PLAYER 10.3 Pannello di controllo nativo ADOBE FLASH PLAYER 10.3 Pannello di controllo nativo Note legali Note legali Per consultare le note legali, vedete http://help.adobe.com/it_it/legalnotices/index.html. iii Sommario Memorizzazione.......................................................................................................

Dettagli

10 step per creare un sito Wordpress

10 step per creare un sito Wordpress Sono Andrea Giavara, fondatore di WP Pratico, nel sito ci sono 7.000 iscritti e grazie ad esso ho aiutato più di 400 tra persone e aziende a realizzare il proprio sito online. In questo Documento troverai

Dettagli

Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 7. Lezione 3: Altri servizi in rete Netiquette. Anno 2011/2012 Syllabus 5.0

Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 7. Lezione 3: Altri servizi in rete Netiquette. Anno 2011/2012 Syllabus 5.0 Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 7 Lezione 3: Altri servizi in rete Netiquette Anno 2011/2012 Syllabus 5.0 Con RSS (Really Simple Syndacation) si intende un protocollo per la pubblicazione di

Dettagli

WEB 2.0 PER CRESCERE. Sfruttare le potenzialità del Web 2.0 per far conoscere la Lunigiana

WEB 2.0 PER CRESCERE. Sfruttare le potenzialità del Web 2.0 per far conoscere la Lunigiana WEB 2.0 PER CRESCERE Sfruttare le potenzialità del Web 2.0 per far conoscere la Lunigiana Web 2.0 L'insieme di tutte quelle applicazioni online che permettono uno spiccato livello di interazione tra il

Dettagli

Teleskill Live Quick User Guide Partecipante

Teleskill Live Quick User Guide Partecipante Teleskill Live Quick User Guide Partecipante Ottobre 2009 Indice 1. Introduzione...3 2. Accesso al servizio...3 2.1. Caratteristiche tecnologiche distintive e requisiti minimi del

Dettagli

Wordpress corso base. Mario Marino Corso Base Wordpress

Wordpress corso base. Mario Marino Corso Base Wordpress Wordpress corso base Mario Marino Corso Base Wordpress introduzione Cosa sappiamo fare adesso e cosa vorremmo sapere fare alla fine del corso Parole chiave Sito / Blog Database CMS Client / Server Account

Dettagli

Lavorare senza carta. + Bit - Atomi

Lavorare senza carta. + Bit - Atomi Lavorare senza carta. + Bit - Atomi 15/07/14 Il VALORE: 1 la conoscenza Il VALORE: 2 Tutto è rete Amm. Pubblica Scuola Rete informatica / Internet Rete per l Open Innovation Rete Relazionale Aziende Profit

Dettagli

Introduzione. Livello applicativo Principi delle applicazioni di rete. Stack protocollare Gerarchia di protocolli Servizi e primitive di servizio 2-1

Introduzione. Livello applicativo Principi delle applicazioni di rete. Stack protocollare Gerarchia di protocolli Servizi e primitive di servizio 2-1 Introduzione Stack protocollare Gerarchia di protocolli Servizi e primitive di servizio Livello applicativo Principi delle applicazioni di rete 2-1 Pila di protocolli Internet Software applicazione: di

Dettagli

EduCms: un ambiente autore per la formazione a distanza

EduCms: un ambiente autore per la formazione a distanza EduCms: un ambiente autore per la formazione a distanza A. Frascari, A. Pegoretti Anastasis, Bologna afrascari@anastasis.it Sommario EduCms è un servizio web accessibile per la produzione di unità didattiche

Dettagli

I servizi cloud per la didattica

I servizi cloud per la didattica I servizi cloud per la didattica Un servizio offerto da DidaCloud srls Fare startup significa fare cose nuove che cambiano la vita propria e altrui Riccardo Luna, primo direttore dell edizione italiana

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

LA TUA SOFTWARE HOUSE IN CANTON TICINO IL CENTRALINO IN CLOUD E LA PIATTAFORMA CHE INTEGRA TUTTI I PROCESSI DI COMUNICAZIONE AZIENDALE

LA TUA SOFTWARE HOUSE IN CANTON TICINO IL CENTRALINO IN CLOUD E LA PIATTAFORMA CHE INTEGRA TUTTI I PROCESSI DI COMUNICAZIONE AZIENDALE LA TUA SOFTWARE HOUSE IN CANTON TICINO IL CENTRALINO IN CLOUD E LA PIATTAFORMA CHE INTEGRA TUTTI I PROCESSI DI COMUNICAZIONE AZIENDALE Il Voice Management Cloud è pensato per Manager, consulenti, professionisti

Dettagli

Il funzionamento delle reti

Il funzionamento delle reti Il funzionamento delle reti La rete ci cambia la vita L Età dell Informazione ha prodotto profondi cambiamenti nessun luogo è remoto le persone sono interconnesse le relazioni sociali stanno mutando l

Dettagli

EUROPEAN COMPUTER DRIVING LICENCE. Online Collaboration. Syllabus

EUROPEAN COMPUTER DRIVING LICENCE. Online Collaboration. Syllabus EUROPEAN COMPUTER DRIVING LICENCE Online Collaboration Syllabus Scopo Questo documento presenta il syllabus di ECDL Standard Modulo 7 Collaborazione in rete. Il syllabus descrive, attraverso i risultati

Dettagli

La posta elettronica. ICT per la terza età Le video lezioni della Fondazione Mondo Digitale

La posta elettronica. ICT per la terza età Le video lezioni della Fondazione Mondo Digitale La posta elettronica ICT per la terza età Le video lezioni della Fondazione Mondo Digitale Diapositiva Introduzione Posta elettronica E mail Elettronica Posta In questo argomento del nostro corso impareremo

Dettagli

SEO: le fondamenta del marketing digitale

SEO: le fondamenta del marketing digitale SEO: le fondamenta del marketing digitale e-book a cura di Andrea Roversi, Note introduttive Alleghiamo in questo e-book alcuni principi guida legati al SEO (Search Engine Optimization). Lo sviluppo accurato

Dettagli

Guida dello studente all'uso di Moodle

Guida dello studente all'uso di Moodle Guida dello studente all'uso di Moodle Indice generale Introduzione...3 Registrazione...3 Iscrizione ad un corso...10 Navigazione nel corso...11 Blocchi...12 Risorse...13 Attività...13 Il tuo profilo...14

Dettagli

CONCORSO MED COMPUTER s.r.l. I.T.I.S. E. Divini. San Severino Marche

CONCORSO MED COMPUTER s.r.l. I.T.I.S. E. Divini. San Severino Marche CONCORSO MED COMPUTER s.r.l. I.T.I.S. E. Divini San Severino Marche Paciaroni Sara e Zega Michela - 1 - Titolo Some news in Med. Lasciatevi travolgere dalle nuove tecnologie. Abstract Oggi sono molte le

Dettagli

Web File System Manuale utente Ver. 1.0

Web File System Manuale utente Ver. 1.0 Web File System Manuale utente Ver. 1.0 Via Malavolti 31 41100 Modena Tel. 059-2551137 www.keposnet.com Fax 059-2558867 info@keposnet.com Il KDoc è un Web File System cioè un file system accessibile via

Dettagli

Nuova ECDL ONLINE COLLABORATION

Nuova ECDL ONLINE COLLABORATION PATENTE EUROPEA DEL COMPUTER Nuova ECDL ONLINE COLLABORATION CONCETTI FONDAMENTALI USO DI DISPOSITIVI MOBILI APPLICAZIONI SINCRONIZZAZIONE 4. COLLABORAZIONE MOBILE 4.1. Concetti fondamentali 4.1.1 Identificare

Dettagli

Sistemi per la produzione, gestione e conservazione di contenuti digitali CMS. L12 - Comunicazione e archiviazione digitale A.A 2015-2016.

Sistemi per la produzione, gestione e conservazione di contenuti digitali CMS. L12 - Comunicazione e archiviazione digitale A.A 2015-2016. Sistemi per la produzione, gestione e conservazione di contenuti digitali L12 - Comunicazione e archiviazione digitale A.A 2015-2016 Carlo Savoretti carlo.savoretti@unimc.it Produzione Contenuti prodotti

Dettagli

www.smartplus.it www.progettorchestra.com Per informazioni: info@smartplus.it info@progettorchestra.it Tel +39 0362 1857430 Fax+39 0362 1851534

www.smartplus.it www.progettorchestra.com Per informazioni: info@smartplus.it info@progettorchestra.it Tel +39 0362 1857430 Fax+39 0362 1851534 www.smartplus.it www.progettorchestra.com Per informazioni: info@smartplus.it info@progettorchestra.it Tel +39 0362 1857430 Fax+39 0362 1851534 Varedo (MI) - ITALIA applicazioni WEB Gestore di Portali

Dettagli

A cura di Claudia Zarabara scrivi@claudiazarabara.it Gennaio 2013

A cura di Claudia Zarabara scrivi@claudiazarabara.it Gennaio 2013 Web e Social Network: non solo comunicazione ma condivisione A cura di Claudia Zarabara scrivi@claudiazarabara.it Gennaio 2013 Dal Web 1.0 al Web 2.0 WEB 1.0 USO LA RETE WEB 2.0 SONO IN RETE WEB 2.0 SIAMO

Dettagli

Manuale LiveBox CLIENT DESKTOP (WINDOWS)

Manuale LiveBox CLIENT DESKTOP (WINDOWS) 2015 Manuale LiveBox CLIENT DESKTOP (WINDOWS) LiveBox Srl non rilascia dichiarazioni o garanzie in merito al contenuto o uso di questa documentazione e declina qualsiasi garanzia espressa o implicita di

Dettagli

INTERNET EXPLORER. Breve manuale d'uso

INTERNET EXPLORER. Breve manuale d'uso INTERNET EXPLORER Breve manuale d'uso INDICE INTRODUZIONE... 3 COME IMPOSTARE LA PAGINA INIZIALE...3 LA WORK AREA... 3 LE VOCI DI MENU... 5 IL MENU FILE... 5 IL MENU MODIFICA... 6 IL MENU VISUALIZZA...

Dettagli