Altroconsumo Finanza: 10 anni di indice della fiducia dei risparmiatori

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Altroconsumo Finanza: 10 anni di indice della fiducia dei risparmiatori"

Transcript

1 Altroconsumo Finanza: 10 anni di indic dlla fiducia di risparmiatori Pitro Cazzaniga L indic Altroconsumo Finanza sulla fiducia di risparmiatori è nato nl 2002 all intrno dll associazion consumristica Altroconsumo al fin di monitorar l andamnto dll aspttativ dgli italiani ni confronti dl futuro dlla propria situazion finanziaria la loro volontà di mttr in atto invstimnti immobiliari o in titoli (azioni oppur obbligazioni). Nl corso di dici anni di vita dll indic Altroconsumo Finanza è stato possibil rgistrar uno strtto lgam tra l andamnto di mrcati borsistici l atts di risparmiatori intrvistati sulla propria situazion conomica nll anno a vnir. La crisi subprim il crack Lhman ngli Stati Uniti sono stati, infatti, chiari vttori di pssimismo, così com la più rcnt crisi in sno ai Pasi dll urozona cosiddtti Piigs (Portogallo, Irlanda, Italia, Grcia Spagna). Tuttavia, è intrssant rilvar ch, in ntrambi i casi, a un aumnto dl pssimismo da part dl campion indagato non è mai corrisposto un duraturo pggioramnto dl dsidrio di invstir in immobili o in titoli ch, anzi, si è smpr mantnuto su posizioni modratamnt ottimistich anch ni momnti pggiori dll du crisi ch hanno funstato la storia mondial dgli ultimi dici anni (vdi Fig. 1). Smmai l indagini pr l indic Altroconsumo Finanza hanno rgistrato un lnto dclino dlla volontà di invstir, ch prnd l intro arco di dici anni ossrvati ch, più probabilmnt, si lga più a una lnta rosion dlla capacità di invstir dgli italiani ch a singoli vnti. La mtodologia d indagin 138 L indagin pr l indic Altroconsumo Finanza sulla fiducia di risparmitori è condotta tlfonicamnt con priodicità trimstral vin ralizzata su un campion di 300 lttori dlla rivista Altroconsumo Finanza sclti in manira casual. Il campion slzionato pr ogni fas dll indagin è indipndnt risptto ai campioni dll fasi prcdnti; dall univrso di rifrimnto, cioè, non vngono sclusi gli lttori già intrvistati in altr fasi dll indagin. In particolar agli intrvistati vngono post cinqu domand volt ad accrtar la loro vision dl futuro conomico familiar la loro volontà di ffttuar invstimnti. Pitro Cazzaniga Altroconsumo Associazion Indipndnt di Consumatori numro 3/2012 Mrcato

2 Nlla prima domanda (qulla ch dà vita all indic Altroconsumo Finanza propriamnt dtto) si chid, riguardo alla situazion finanziaria dlla loro famiglia rlativa ai 12 msi succssivi all intrvista, s si sntono molto ottimisti, piuttosto ottimisti, incrti, piuttosto pssimisti, molto pssimisti. Nll succssiv quattro domand (qull ch danno vita a quattro sottoindici), si chid agli intrvistati s, smpr ni 12 msi succssivi, pnsano di invstir in immobili, s intndono far invstimnti divrsi dagli immobili, s intndono acquistar azioni, oppur obbligazioni. 1 Anch in qusto caso l rispost sono graduat scondo cinqu possibilità: notvol incrmnto dgli invstimnti, incrmnto dgli invstimnti, situazion invariata, liv riduzion dgli invstimnti, fort riduzion dgli invstimnti. A ogni risposta vin dato un valor ch part da 2 pr chi sprim molto ottimismo o l intnzion di invstir notvolmnt nl mrcato suggrito, cala di mzzo punto man mano ch il soggtto intrvistato sprim una posizion di minor ottimismo, fino a giungr a un valor pari a 0 pr chi sprim molto pssimismo oppur l intnzion di disinvstir notvolmnt. L indic è il risultato dl valor numrico dll rispost moltiplicato pr il numro di intrvistati ch hanno fornito qulla risposta. Il suo valor può, dunqu, variar tra un massimo di 200 (il 100% dgli intrvistati è molto ottimista o intnd invstir notvolmnt nl mrcato invstito) un minimo di 0 (il 100% dgli intrvistati è molto pssimista o intnd disinvstir notvolmnt). Va da sé, quindi, ch i valori comprsi tra 100 a 200 sprimano una vision positiva dl futuro dgli intrvistati da qui a 12 msi, mntr valori comprsi tra sprimano una vision ngativa. In qusto contsto, è bn sottolinar ch il campion non è stratto all intrno dll intra popolazion italiana, ma solo tra i lttori di Altroconsumo Finanza. L diffrnz tra l du popolazioni su cui si va a far il carotaggio in qusto snso possono ssr notvoli (vdi Tab. 1 pr alcuni smpi), ma non costituiscono una difficoltà ai fini dll indagin. La sclta di un campion non rapprsntativo dll intra popolazion, ma di un solo sgmnto è, infatti, voluta, in lina con quanto accad pr molti indici anticipatori 2 intrnazionalmnt utilizzati, com pr smpio lo Zw (fiducia dgli sprti finanziari tdschi) o Ifo (fiducia dll azind in Grmania). 3 Lo scopo dlla rilvazion dll indic Altroconsumo Finanza sulla fiducia di risparmiatori, infatti, non è di catturar l atts dgli italiani, ma qull di risparmiatori, andando a pscar su un campion ralmnt attivo nlla sclta dgli invstimnti, ch ama tnrsi informato sull andamnto di mrcati finanziari 1 Il tono dll domand rlativ agli invstimnti in immobili agli invstimnti in titoli (sprssi in gnral) è il sgunt: «Nl corso di prossimi 12 msi pnsa di invstir (acquistar o ristrutturar) in immobili (cas, appartamnti, trrni... ) o al contrario pnsa di vndr tutto o part dl suo attual patrimonio immobiliar?» poi «Escludndo ora i bni immobili, pnsa, ni prossimi 12 msi, di ffttuar nuovi invstimnti o, al contrario, pnsa di disinvstir?». 2 Un indic anticipator è un indic ch aiuta a prvdr in anticipo il comportamnto di un particolar fnomno conomico. 3 Pr lo Zw vdi php3, mntr pr l Ifo vdi d/ifohom/facts/survy-rsults/businss-climat/calculating-th-ifo-businss-climat.html. numro 3/2012 Mrcato 139

3 ch ha anch una consistnza conomica tal da prmttrgli di far invstimnti, com dimostrano i dati raccolti sui lttori di Altroconsumo Finanza di dicmbr 2011 (vdi Tab. 2), da cui si vinc un patrimonio immobiliar piuttosto consistnt nlla maggior part di casi una liquidità disponibil non infrior ai 50mila uro. La fort prsnza di pnsionati, pari a circa un trzo di lttori di Altroconsumo Finanza, sottolina la prsnza nl campion d indagin di una larga ftta di prson ch, da un lato, ha a disposizion molto tmpo pr ddicarsi all propri sclt di invstimnto tnrsi informata, da un altro lato, ha un intrss molto fort nlla gstion di propri risparmi, in quanto da ssi più ch dall propri carrir lavorativ dipnd in manira prpondrant la possibilità di migliorar, o almno mantnr inaltrato, il proprio tnor di vita. Da qusto si vinc ch un campion ch pscass sull intra popolazion manchrbb di concntrasi su qulla ch è la carattristica principal dll indic Altroconsumo Finanza, ossia di catturar la fiducia di soli risparmiatori. Tab. 1 Diffrnz tra la popolazion italiana il campion di Altroconsumo Finanza Italia Ripartizion gografica Altroconsumo Finanza Italia Ripartizion pr classi di tà Altroconsumo Finanza Nord Ovst 26,6% 42,5% 0-25 anni 24,1% 0,0% Nord Est 19,3% 26,9% anni 12,4% 1,2% Cntro 19,5% 18,9% anni 16,1% 14,2% Sud isol 34,6% 11,7% anni 14,7% 27,9% Ripartizion pr ssso anni 12,5% 32,1% Maschi 48,3% 83,3% anni 10,2% 18,9% Fmmin 51,7% 16,7% 75 anni oltr 10,1% 5,5% Font: Istat (pr l Italia), cnsimnto 2011 pr la ripartizion gografica ssso. Non indica 0,2% 140 Tab. 2 Informazioni sugli abbonati di Altroconsumo Finanza Ammontar dgli invstimnti (sclusi i bni immobiliari) in uro Posssso di uno o più bni immobili (inclusa la casa di rsidnza) Mno di 50mila 29,7% Uno 51,5% Da 50mila a 150mila 22,6% Più di uno 33,6% Da 150mila a 250mila 10,6% No 14,9% Più di 250mila 8,0% Profssion Non rispond 29,1% Impigato 28,8% Durata prvista dgli invstimnti Dirignt, quadro 10,4% Brv trmin (< 1 anno) 20,2% Profssionista, imprnditor 17,4% Mdio trmin (da 2 a 4 anni) 44,4% Pnsionato 34,3% Lungo trmin (> 5 anni) 22,7% Altro 8,9% Al momnto non ho invstimnti 12,7% Non rispond 0,2% numro 3/2012 Mrcato

4 Il lgam tra ottimismo andamnto di mrcati finanziari La sri storica dll indic ha ormai dici anni di vita. In qust arco tmporal si possono notar alcun cos. La prima è ch l indic Altroconsumo Finanza risulta piuttosto rattivo al contsto conomico gnral, con cali sotto quota 100 (quindi in ara di pssimismo) sia ngli anni dlla crisi mondial lgata ai subprim al crack Lhman (grosso modo agosto 2007-marzo 2009), sia nl priodo succssivo alla crisi grca di Piigs iniziata ni primi msi dl 2010 sfociata nl primo pacchtto di aiuti al Pas llnico nl maggio dllo stsso anno (vdi Fig. 1). Fig. 1 Andamnto dll indic Altroconsumo Finanza di suoi principali sottoindici In particolar l indic Altroconsumo Finanza sulla fiducia di rispamiatori smbra ssr influnzato in qualch misura dall andamnto di mrcati finanziari (vdi Fig. 2) con una corrlazion dal 2003 pari a circa 70% risptto alla diffrnza tra l andamnto dll indic dlla Borsa italiana Fts Mib alla fin dl trimstr di ossrvazion dll indic Altroconsumo Finanza la mdia di valori dll indic stsso nll anno prcdnt. Un altra analisi intrssant riguarda il lgam tra indic Altroconsumo Finanza sulla fiducia di risparmiatori il dato trimstral sul Prodotto intrno lordo italiano (Pil). In tal caso l indic Altroconsumo Finanza smbra muovrsi (vdi Fig. 3 con i dati da dicmbr 2002) in sintonia con il dato trimstral sul Pil italiano. In particolar, è possibil rilvar dal 2003 una corrlazion di circa il 65% risptto alla diffrnza tra il dato trimstral sul Pil italiano nl trimstr di ossrvazion dll indic Altroconsumo Finanza la mdia di valori numro 3/2012 Mrcato 141

5 dl Pil italiano nll anno prcdnt. S si tin conto dl fatto ch il dato sul Pil italiano vin pubblicato dall Istat circa 40 giorni dopo la chiusura dl trimstr di rifrimnto, appar vidnt ch l indic Altroconsumo Finanza sulla fiducia di risparmiatori risc in alcuni casi a catturar qualch anticipazion dl dato dfinitivo. Fig. 2 Indic Altroconsumo Finanza Borsa italiana: un confronto Fig. 3 Indic Altroconsumo Finanza ricchzza dgli italiani: un confronto 142 numro 3/2012 Mrcato

6 Visto ch l indic Altroconsumo Finanza sulla fiducia di risparmiatori è una paramtrizzazion dlla mdia dll rispost dat nl corso di un intrvista tlfonica, è in alcuni casi intrssant scindr qusto dato di sintsi nll su componnti originari pr comprndr alcun dinamich ch il succssivo lavoro di sintsi tnd ad oscurar. Emrg, quindi, da un lato chi è ottimista o molto ottimista sul futuro (part alta dlla Fig. 4), da un altro lato chi è pssimista o molto pssimista circa il futuro (part bassa dlla Fig. 4) in mzzo (ara scura nlla Fig. 4) chi non ha una vision dl futuro o ha una vision nutra. Fig. 4 Indic Altroconsumo Finanza: la crisi dgli ultimi anni ha ridotto gli ottimisti Ebbn in qusto caso si nota una divrsa composizion dll rispost all intrno dll du diffrnti fasi in cui l indic è crollato sotto quota 100. Durant la crisi subprim il crack Lhman, la crscita dl numro di chi avva una vision pssimista dl futuro ha inciso solo in misura rlativa sul numro dgli ottimisti, ma è andato pr lo più a ridurr il ploton di chi non avva una vision dl futuro o n avva una vision nutra. In altri trmini, durant la crisi subprim il crack Lhman, la massa di indcisi si è trasformata in una massa di pssimisti, mntr rsistva uno zoccolo duro di ottimisti pari all incirca a un trzo dl campion. Durant gli anni dlla crisi in Europa, è stato invc il numro dgli ottimisti a ridursi fortmnt fino a ssr comprso tra un quinto un quarto dl campion intrvistato, con parimnti un fort aumnto di coloro ch non avvano una chiara vision dl futuro o n avvano una nutra. Sgno numro 3/2012 Mrcato 143

7 di un salto qualitativo nlla tipologia di crisi, ch ora arriva a lambir in manira più radical pricolosa l crtzz di risparmiatori italiani. Il dato è dl tutto cornt con l ultim stim sull andamnto dl Pil italiano ngli ultimi trimstri con la prospttiva ch l uscita dalla crisi conomica non sia affatto ditro l angolo. Ma soprattutto può ssr ltto in un ottica di più lungo priodo, com un ultrior momnto di crisi nll ambito di un un procsso di rallntamnto dlla crscita dlla ricchzza dll famigli italian in corso già da divrsi anni. S si va, infatti, a vdr il supplmnto dl bollttino statistico dlla Banca d Italia n. 64 dl 14 dicmbr 2011 La ricchzza dll famigli italian - anno 2010, si nota chiaramnt com dopo un lungo priodo ( ) in cui la ricchzza dll famigli italian è praticamnt raddoppiata da circa miliardi di uro a oltr 9.000, si è assistito ngli anni sgunti (i dati sono aggiornati al 1 smstr 2011) a una fas di stasi, con una crscita dll passività finanziari in mano all famigli. In particolar, la ricchzza ntta pr famiglia, di poco suprior ai 300mila uro nl 1995 (il dato è a przzi corrnti dl 2010), ra salita sopra i 380mila uro nl 2006, pr poi dclinar a quota 360mila uro ni quattro anni sgunti pr via dlla crisi. A incidr, dopo il 2007, ha contribuito anch il mancato apprzzamnto dl patrimonio immobiliar dgli italiani. Il lnto dclino dlla voglia di invstir 144 Divrsamnt dall indic Altroconsumo Finanza sulla fiducia di risparmiatori, i quattro sottoindici rlativi alla voglia di invstir si sono mostrati, tuttavia, assai mno rattivi nl corso dl tmpo bn tr di ssi ( voglia di invstir in immobili, voglia di invstir divrsamnt dagli immobili, voglia di invstir in obbligazioni) hanno smpr mostrato una (sppur liv) voglia di invstir, non ssndo mai scsi sotto quota 100 solo l indic rlativo alla voglia di invstir in azioni ha mostrato saltuariamnt rilvazioni infriori a tal quota, scivolando in ara di pssimismo/disinvstimnto (vdi Fig. 1 5). L spigazioni di qusto diffrnt andamnto dgli indici si possono ritrovar innanzitutto nl fatto ch la domanda posta pr la rilvazion dll indic Altroconsumo Finanza chid di indicar l propri prospttiv di pssimismo o di ottimismo a livllo global, includndo, cioè, anch il rddito lavorativo non solo qullo drivant da invstimnti in immobili o in titoli. In fftti, il potr d acquisto dll famigli italian, così com rgistrato dall Istat, a part un picco a dicmbr 2005, mostra un trnd ascndnt fino a giugno 2008, dov si ha un punto di svolta dov inizia un calo ch smbra arrstarsi tra sttmbr 2009 dicmbr 2012 pr poi riprndr dcisamnt (vdi Fig. 6). L indic Altroconsumo Finanza di pari passo si è mantnuto stabilmnt su valori supriori a 100 o, comunqu, s pur infriori a 100 molto prossimi a tal spartiacqu fino al dato di dicmbr 2007, quando è passato in ara di pssimismo ha numro 3/2012 Mrcato

8 anticipato di tr trimstri la svolta compiuta dal potr d acquisto dll famigli italian. Dopodiché è tornato in trritorio positivo tra sttmbr 2009 marzo 2010 in concomitanza con il priodo in cui il calo dl potr d acquisto smbrava ssrsi arrstato, nuovamnt è tornato in ara ngativa, anticipando di tr msi la riprsa dl calo dl potr d acquisto dgli italiani iniziato nl ms di dicmbr dl Fig. 5 La voglia di invstir in azioni obbligazioni è calata lntamnt, ma ha rsistito Fig. 6 Indic Altroconsumo Finanza potr di acquisto dll famigli: un confronto numro 3/2012 Mrcato 145

9 Un scondo fatto important da sottolinar è ch, s la rilvazion dll indic Altroconsumo Finanza sulla fiducia di risparmiatori pon una qustion rlativa alla prczion dl futuro da part dll intrvistato, i sottoindici rlativi agli invstimnti in immobili in titoli sono costruiti sulla bas di domand rlativ all sclt ffttiv ch l intrvistato intnd far. Non è dtto, dunqu, ch un intrvistato pur prcpndo una situazion conomica prcaria pr il proprio futuro non si ritrovi a crcar comunqu di compnsarla attravrso maggiori invstimnti in immobili in titoli, ffttuati magari a scapito di consumi. La maggior stabilità nl tmpo dgli indici rlativi agli invstimnti in immobili in titoli non dv ssr, quindi, ncssariamnt intrprtata com in contrasto con il frqunt saliscndi dll indic Altroconsumo Finanza sulla fiducia di risparmiatori, ma è un dato ch lo complta ch, giustamnt, n arricchisc la lttura. Tanto più ( non si tratta crto di un lmnto scondario) ch, com abbiamo visto, il campion intrvistato è sclto all intrno di una popolazion di risparmiatori ch, di pr sé, sono intrssati al fatto stsso di invstir in immobili in titoli. Conclusioni: gli italiani hanno smsso di sprar nl futuro? 146 Dopo quanto visto finora, dall sam dgli indici su una bas storica di dici anni risulta comunqu vidnt prsso gli invstitori italiani una lnta, ma insorabil, rosion dlla voglia di invstir. Tra , qusti indici mostrano tutti un trnd discndnt, sgno ch la lunghissima crisi in cui è incorsa l Italia sta riducndo la voglia ( l possibilità) di invstir dgli italiani. Qusto sgno vin rso ancora più vidnt dal fatto ch il calo è gnralizzato ch colpisc bn o mal tutt l possibilità di invstimnto (vdi Fig. 4). Imprssiona, prò, la lntzza di qusto procsso, ch ha impigato dici anni du gravissim crisi conomich com qulla subprim/lhman qulla grca prima di arrivar a portar gli indici dlla voglia di invstir su livlli vicini alla pina indiffrnza ni confronti dl futuro. Tutto ciò potrbb ssr intrprtato com un sgno dlla rsilinza dll famigli italian, capaci di trovar forza in quanto accumulato in passato nlla propria crativa volontà di riorganizzarsi. Non divrsamnt la propnsion al risparmio da part dll famigli italian nl corso di qusti anni, così com rgistrato dall Istat, ha subìto un lungo insorabil dclino (vdi Fig. 7) la quota dl risparmio lordo sul rddito disponibil lordo è calata nllo stsso priodo dal 16,5% al 12,3 prcnto. Gli anni a vnir prsntano, dunqu, un imporant sfida pr i risparmiatori, ch risultano quanto mai coinvolti in un lungo procsso di riorganizzazion dll conomia italiana in cui la loro volontà di invstir di puntar sul futuro appar oggi quantomno incrta. numro 3/2012 Mrcato

10 Fig. 7 Voglia di invstir in dclino: un monito pr il futuro Rifrimnti bibliografici Banca d Italia, La ricchzza dll famigli italian, supplmnti al Bollttino Statistico, anno XXI, numro 64, 14 Dicmbr Istat, Rddito risparmio dll famigli profitti dll socità, 6 luglio Istat, 15 Cnsimnto gnral dlla popolazion dll abitazioni - Sintsi di primi risultati, 9 ottobr Istat, Conti conomici trimstrali - I trimstr 2012, 11 giugno Pr i dati sull indic Altroconsumo Finanza: numro 3/2012 Mrcato 147

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE. Progetto di RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE. del (...)

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE. Progetto di RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE. del (...) COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE Bruxlls, xxx COM (2001) yyy final Progtto di RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE dl (...) modificando la raccomandazion 96/280/CE rlativa alla dfinizion dll piccol mdi

Dettagli

Tariffe delle prestazioni sanitarie nelle diverse regioni italiane. Laura Filippucci

Tariffe delle prestazioni sanitarie nelle diverse regioni italiane. Laura Filippucci Consumatori in cifr Tariff dll prstazioni sanitari nll divrs rgioni italian Laura Filippucci La rcnt proposta dl Govrno di aggiornar il tariffario dll prstazioni sanitari di laboratorio ha sollvato un

Dettagli

La popolazione in età da 0 a 2 anni residente nel comune di Bologna

La popolazione in età da 0 a 2 anni residente nel comune di Bologna Sttor Programmazion, Controlli La popolazion in tà da 0 a 2 anni rsidnt nl comun di Bologna Maggio 2007 La prsnt nota è stata ralizzata da un gruppo di dirignti funzionari dl Sttor Programmazion, Controlli

Dettagli

Regimi di cambio. In questa lezione: Studiamo l economia aperta nel breve e nel medio periodo. Studiamo le crisi valutarie.

Regimi di cambio. In questa lezione: Studiamo l economia aperta nel breve e nel medio periodo. Studiamo le crisi valutarie. Rgimi di cambio In qusta lzion: Studiamo l conomia aprta nl brv nl mdio priodo. Studiamo l crisi valutari. Analizziamo brvmnt l Ar Valutari Ottimali. 279 Il mdio priodo Abbiamo visto ch gli fftti di politica

Dettagli

Il paradosso dei carburanti in Italia. Marco Bulfon

Il paradosso dei carburanti in Italia. Marco Bulfon Consumatori in cifr Il paradosso di carburanti in Italia Marco Bulfon I carburanti hanno un norm incidnza sull inflazion gnral. È pr qusta ragion ch la dinamica di loro przzi è così important. Nl momnto

Dettagli

Lezione 16 (BAG cap. 15) Corso di Macroeconomia Prof. Guido Ascari, Università di Pavia. Schema Lezione

Lezione 16 (BAG cap. 15) Corso di Macroeconomia Prof. Guido Ascari, Università di Pavia. Schema Lezione Lzion 6 (BAG cap. 5) Mrcati finanziari aspttativ Corso di Macroconomia Prof. Guido Ascari, Univrsità di Pavia Schma Lzion Ruolo dll aspttativ nl dtrminar ii przzi di azioni obbligazioni Sclta fra tanti

Dettagli

Procedura Operativa Standard. Internal Dealing. Rev. 0 In vigore dal 28 marzo 2012 COMITATO DI CONTROLLO INTERNO. Luogo Data Per ricevuta

Procedura Operativa Standard. Internal Dealing. Rev. 0 In vigore dal 28 marzo 2012 COMITATO DI CONTROLLO INTERNO. Luogo Data Per ricevuta REDATTO: APPROVATO: APPROVATO: INTERNAL AUDITOR COMITATO DI CONTROLLO INTERNO C.D.A. Luogo Data Pr ricvuta INDICE 1.0 SCOPO E AMBITO DI APPLICAZIONE 2.0 RIFERIMENTI NORMATIVI 3.0 DEFINIZIONI 4.0 RUOLI

Dettagli

La ricchezza delle famiglie: confronto internazionale 1. Riccardo De Bonis

La ricchezza delle famiglie: confronto internazionale 1. Riccardo De Bonis La ricchzza dll famigli: confronto intrnazional 1 Riccardo D Bonis L articolo confronta la ricchzza dll famigli italian con qulla di altri si Pasi industrializzati. L famigli italian occupano una posizion

Dettagli

13 - LA PROGRAMMAZIONE DELL'ALLENAMENTO

13 - LA PROGRAMMAZIONE DELL'ALLENAMENTO 132 13 - LA PROGRAMMAZIONE DELL'ALLENAMENTO La prparazion complta dl calciator si ralizza sottoponndo il suo organismo, la sua prsonalità la sua potnzialità motoria, ad una gran quantità di stimoli ch

Dettagli

Il mercato elettrico dopo la liberalizzazione per i clienti domestici

Il mercato elettrico dopo la liberalizzazione per i clienti domestici Il mrcato lttrico dopo la libralizzazion pr i clinti domstici Paolo Cazzaniga Introduzion: struttura dl mrcato lttrico dlla tariffa Dal 1 luglio 2007 la libralizzazion dl mrcato lttrico è compltata: anch

Dettagli

La lunga crisi dei consumi delle famiglie italiane

La lunga crisi dei consumi delle famiglie italiane La lunga crisi di consumi dll famigli italian Fdl D Novllis La fas di bassa crscita di consumi in Italia ch si è prodotta dall inizio dl dcnnio dipnd dalla mancata crscita dl rddito dll famigli. Qusta

Dettagli

Mercato globale delle materie prime: il caso Ferrero

Mercato globale delle materie prime: il caso Ferrero Mrcato global dll matri prim: il caso Frrro Mauro Fontana In un priodo di fort crisi, com qullo ch attualmnt stiamo vivndo, il vincolo dl potr di acquisto di consumatori assum un importanza fondamntal

Dettagli

La Formazione in Bilancio delle Unità Previsionali di Base

La Formazione in Bilancio delle Unità Previsionali di Base La Formazion in Bilancio dll Unità Prvisionali di Bas Con la Lgg 3 april 1997, n. 94 sono stat introdott l Unità Prvisionali di Bas (di sguito anch solo UPB), ch rapprsntano un di aggrgazion di capitoli

Dettagli

Il prezzo del petrolio e dei carburanti tra maggio e settembre 2008

Il prezzo del petrolio e dei carburanti tra maggio e settembre 2008 Consumatori in cifr Il przzo dl ptrolio di carburanti tra maggio sttmbr 2008 Marco Bulfon Introduzion 142 Nl corso dll ultimo anno i przzi intrnazionali di molt matri prim hanno subìto un comportamnto

Dettagli

I limiti della pubblicità televisiva

I limiti della pubblicità televisiva Consumatori in cifr I limiti dlla pubblicità tlvisiva Lucia Canzi Michl Cavuoti Prmssa 134 In Italia la rgolamntazion dlla pubblicità in tlvision è costituita da una sri di lggi, dcrti, rgolamnti codici

Dettagli

Comunità Europea (CE) International Accounting Standards, n. 17

Comunità Europea (CE) International Accounting Standards, n. 17 Scopo contnuto dl documnto Comunità Europa (CE) Intrnational Accounting Standards, n. 17 Lasing Lasing Finalità SOMMARIO Paragrafi 1 Ambito di applicazion 2-3 Dfinizioni 4-6 Classificazion dll oprazioni

Dettagli

Test di autovalutazione

Test di autovalutazione UNITÀ FUNZINI E LR RAPPRESENTAZINE Tst di autovalutazion 0 0 0 0 0 50 60 70 80 90 00 n Il mio puntggio, in cntsimi, è n Rispondi a ogni qusito sgnando una sola dll 5 altrnativ. n Confronta l tu rispost

Dettagli

Documento tratto da La banca dati del Commercialista

Documento tratto da La banca dati del Commercialista Documnto tratto da La banca dati dl Commrcialista Intrnational Accounting Standards Board Intrnational Accounting Standards, n. 17 SCOPO E CONTENUTO DEL DOCUMENTO Lasing Il prsnt Principio sostituisc lo

Dettagli

ESERCIZI PARTE I SOLUZIONI

ESERCIZI PARTE I SOLUZIONI UNIVR Facoltà di Economia Corso di Matmatica finanziaria 008/09 ESERCIZI PARTE I SOLUZIONI Domini di funzioni di du variabili Esrcizio a f, = log +. L unica condizion di sistnza è data dalla disquazion

Dettagli

Ulteriori esercizi svolti

Ulteriori esercizi svolti Ultriori srcizi svolti Effttuar uno studio qualitativo dll sgunti funzioni ) 4 f ( ) ) ( + ) f ( ) + 3) f ( ) con particolar rifrimnto ai sgunti asptti: a) trova il dominio di f b) indica quali sono gli

Dettagli

TEMPI SOGGETTI AZIONI Gennaio- Docenti dei due ordini di scuola e Pianificazione del progetto ponte per gli Anno

TEMPI SOGGETTI AZIONI Gennaio- Docenti dei due ordini di scuola e Pianificazione del progetto ponte per gli Anno PROGETTO PONTE TRA ORDINI DI SCUOLA Pr favorir la continuità ducativo didattica nl momnto dl passaggio da un ordin di scuola ad un altro, si labora un pont, sul modllo di qullo sottolncato. TEMPI SOGGETTI

Dettagli

Aspettative, produzione e politica economica

Aspettative, produzione e politica economica Lzion 18 (BAG cap. 17) Aspttativ, produzion politica conomica Corso di Macroconomia Prof. Guido Ascari, Univrsità di Pavia 2 1 L aspttativ la curva IS Dividiamo il tmpo in du priodi: 1. un priodo corrnt

Dettagli

PROGRAMMA DI RIPASSO ESTIVO

PROGRAMMA DI RIPASSO ESTIVO ISTITUTO TECNICO PER IL TURISMO EUROSCUOLA ISTITUTO TECNICO PER GEOMETRI BIANCHI SCUOLE PARITARIE PROGRAMMA DI RIPASSO ESTIVO CLASSI MATERIA PROF. QUARTA TURISMO Matmatica Andra Brnsco Làvor ANNO SCOLASTICO

Dettagli

APPROFONDIMENTO MANAGEMENT

APPROFONDIMENTO MANAGEMENT APPROFONDIMENTO MANAGEMENT Iniziativa Comunitaria Equal II Fas IT G2 CAM - 017 Futuro Rmoto Approfondimnto LIQUIDAZIONI E VERSAMENTI IVA ORGANISMO BILATERALE PER LA FORMAZIONE IN CAMPANIA LIQUIDAZIONE

Dettagli

Opuscolo sui sistemi. Totogoal

Opuscolo sui sistemi. Totogoal Opuscolo sui sistmi Totogoal Più info Conoscnz calcistich pr vincr Jackpot alti Informazioni dttagliat costantmnt aggiornat sul Totogoal, sui programmi Toto sui risultati rpribili su Tltxt, a partir dalla

Dettagli

Tassare i redditi o i consumi? Giampaolo Arachi e Massimo D Antoni

Tassare i redditi o i consumi? Giampaolo Arachi e Massimo D Antoni Tassar i rdditi o i consumi? Giampaolo Arachi Massimo D Antoni Divrs ragioni sono stat avanzat a favor di uno spostamnto dll imposizion dal rddito al consumo, in particolar vrso l Iva: la possibilità di

Dettagli

Teoria dell integrazione secondo Riemann per funzioni. reali di una variabile reale.

Teoria dell integrazione secondo Riemann per funzioni. reali di una variabile reale. Capitolo 2 Toria dll intgrazion scondo Rimann pr funzioni rali di una variabil ral Esistono vari tori dll intgrazion; tutt hanno com comun antnato il mtodo di saustion utilizzato dai Grci pr calcolar l

Dettagli

Il punto sulla liberalizzazione del mercato postale

Il punto sulla liberalizzazione del mercato postale Il punto sulla libralizzazion dl mrcato postal Andra Grillo Il punto di vista di Post Italian sul procsso di libralizzazion l implicazioni concorrnziali; l carattristich dl srvizio univrsal nll ambito

Dettagli

-LE ASPETTATIVE: NOZIONI DI - MERCATI FINANZIARI E BASE ASPETTATIVE

-LE ASPETTATIVE: NOZIONI DI - MERCATI FINANZIARI E BASE ASPETTATIVE 1 -LE ASPETTATIVE: NOZIONI DI BASE - MERCATI FINANZIARI E ASPETTATIVE DUE DEFINIZIONI PER IL TASSO DI INTERESSE Il tasso di intrss in trmini di monta è chiamato tasso di intrss nominal (i). Il tasso di

Dettagli

730, Unico 2014 e Studi di settore

730, Unico 2014 e Studi di settore 730, Unico 2014 Stu sttor Pillol aggiornamnto N. 39 27.06.2014 Il prosptto Dati bilancio in Unico2014 ENC. La riconciliazion dati dllo Stato Patrimonial nl prosptto Dati bilancio. Catgoria: Dichiarazion

Dettagli

ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI

ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI COMUNICATO STAMPA Informazioni rlativ ai piani di stock option di ITALMOBILIARE S.p.A. ITALCEMENTI S.p.A. già sottoposti alla dcision di rispttivi organi comptnti antcdntmnt

Dettagli

Le famiglie italiane: meno risparmio e più debiti?

Le famiglie italiane: meno risparmio e più debiti? L famigli italian: mno risparmio più dbiti? Giorgio Gobbi Silvia Magri 1 Tra il 2000 il 2007 il crdito concsso da banch socità finanziari alla famigli italian è quasi raddoppiato, in prsnza dlla modsta

Dettagli

M G I U S T I Z I A N O R I L O M B A R D I A E

M G I U S T I Z I A N O R I L O M B A R D I A E Ministro dlla Giustizia Dipartimnto Giustizia Minoril Cntro pr la Giustizia Minoril pr la Lombardia M G I U S T I Z I A N O R I L O M B A R D I A E Rapporto sulla Giustizia Minoril in Lombardia anno 2009

Dettagli

1995-2010. Nazionale Regionale Provinciale. Nazionale Regionale Provinciale 2004-2010

1995-2010. Nazionale Regionale Provinciale. Nazionale Regionale Provinciale 2004-2010 Progtto BES dll Provinc (PSU-00003) maggio 2013, abstract Bnssr conomico /Standard matriali di vita TEMA Rl co n il BE S Consumi - Incidn di consumi alimntari sulla spsa dll famigli Rddito + Stima dl rddito

Dettagli

Le problematiche della consulenza finanziaria

Le problematiche della consulenza finanziaria L problmatich dlla consulnza finanziaria Anna Vizzari MIFID: una dirttiva a tutla di piccoli risparmiatori? MIFID è l acronimo di Markt in Financial Instrumnts Dirctiv. Individua una dirttiva dll Union

Dettagli

Big Switch: prospettive nel mercato elettrico italiano

Big Switch: prospettive nel mercato elettrico italiano Big Switch: prospttiv nl mrcato lttrico italiano Ottavio Slavio I mrcati lttrici libralizzati non smpr consntono ai consumatori finali di trarr vantaggio dalla concorrnza tra i produttori. Il caso ingls

Dettagli

Banda larga: su tecnologia e innovazione si gioca il futuro del Paese

Banda larga: su tecnologia e innovazione si gioca il futuro del Paese Banda larga: su tcnologia innovazion si gioca il futuro dl Pas Antonllo Bustto Quando facciamo rifrimnto alla cosiddtta crisi conomica è bn inquadrar chiaramnt il fnomno. S guardiamo la Fig. 1 possiamo

Dettagli

Detrazione fiscale e risparmio energetico

Detrazione fiscale e risparmio energetico Consumatori in cifr Dtrazion fiscal risparmio nrgtico Giampaolo Valntini I risultati L dtrazioni fiscali dl 55%, 1 in vigor dal gnnaio 2007, hanno costituito il più gnroso sistma di incntivi mai msso in

Dettagli

Liberalizzazioni, consumatori e produttori

Liberalizzazioni, consumatori e produttori Argomnti Libralizzazioni, consumatori produttori Francsco Silva Pr una più fficint qualificata offrta di srvizi è ncssario libralizzar, ma l libralizzazioni sono fficaci solo s sono molto mirat non dmagogich.

Dettagli

1 Derivate parziali 1. 2 Regole di derivazione 5. 3 Derivabilità e continuità 7. 4 Differenziabilità 7. 5 Derivate seconde e teorema di Schwarz 8

1 Derivate parziali 1. 2 Regole di derivazione 5. 3 Derivabilità e continuità 7. 4 Differenziabilità 7. 5 Derivate seconde e teorema di Schwarz 8 UNIVR Facoltà di Economia Sd di Vicnza Corso di Matmatica Drivat dll funzioni di più variabili Indic Drivat parziali Rgol di drivazion 5 3 Drivabilità continuità 7 4 Diffrnziabilità 7 5 Drivat scond torma

Dettagli

MATER NITÀ. La legge recentemente approvata non si limita ad emanare. eciale. congedi parentali. Legge sui congedi parentali. Legge 8 marzo2000 n.

MATER NITÀ. La legge recentemente approvata non si limita ad emanare. eciale. congedi parentali. Legge sui congedi parentali. Legge 8 marzo2000 n. Lcco Sp ciale congdi parntali Lgg 8 marzo2000 n. 53 Lgg sui congdi parntali La lgg rcntmnt approvata non si limita ad manar disposizioni spcifich pr il sostgno dlla matrnità dlla patrnità, pr il diritto

Dettagli

ASSESSORATO DELLA PROGRAMMAZIONE, BILANCIO, CREDITO E ASSETTO DEL TERRITORIO Centro Regionale di Programmazione

ASSESSORATO DELLA PROGRAMMAZIONE, BILANCIO, CREDITO E ASSETTO DEL TERRITORIO Centro Regionale di Programmazione ASSESSORATO DELLA PROGRAMMAZIONE, BILANCIO, CREDITO E ASSETTO DEL TERRITORIO Cntro Rgional di Programmazion I n t r POR Sardgna FESR 2007/2013 - ASSE VI COMPETITIVITÀ Lina di attività 6.1.1.A Promozion

Dettagli

le Segreterie degli Organi di Coordinamento delle rr.ss.aa. FABI DIRCREDITO SINFUB

le Segreterie degli Organi di Coordinamento delle rr.ss.aa. FABI DIRCREDITO SINFUB In rlazion a quanto prvisto dall art.2120 C.C., dall norm di lgg dagli accordi collttivi vignti, convngono ch, in aggiunta alla casistica sprssamnt prvista, il dipndnt possa chidr la anticipazion dl proprio

Dettagli

Casi clinici Una Esperienza di Trattamento ACUDETOX Antifumo in Fabbrica

Casi clinici Una Esperienza di Trattamento ACUDETOX Antifumo in Fabbrica Una Esprinza di Trattamnto ACUDETOX Antifumo in Fabbrica Rmo ANGELINO Dirttor SC Dipndnz Patologich - ASL 10 Pinrolo TO, Antonio POTOSNJAK I.P. SC Dipndnz Patologich - ASL 10 Pinrolo TO Prmssa La rlazion

Dettagli

Esercizio 1. Cov(X,Y)=E(X,Y)- E(X)E(Y).

Esercizio 1. Cov(X,Y)=E(X,Y)- E(X)E(Y). Esrcizi di conomtria: sri 4 Esrcizio Siano, Z variabili casuali distribuit scondo la lgg multinomial di paramtri n, p, p, p p p.. Calcolar la Covarianza tra l variabili d. Soluzion Dat du variabili dinit

Dettagli

ACCORDO DI COLLABORAZIONE TRA LA REGIONE VENETO E L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA, L UNIVERSITA DEGLI

ACCORDO DI COLLABORAZIONE TRA LA REGIONE VENETO E L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA, L UNIVERSITA DEGLI ACCORDO DI COLLABORAZIONE TRA LA REGIONE VENETO E L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA, L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI VERONA, L UNIVERSITA IUAV DI VENEZIA, L UNIVERSITA CA FOSCARI E L AZIENDA REGIONALE PER

Dettagli

EUCENTRE. European Centre for Training and Research in Earthquake Engineering

EUCENTRE. European Centre for Training and Research in Earthquake Engineering Europan Cntr for Rsarch in Earthquak Enginring Parr sulla vntual obbligatorità di un intrvnto di adguamnto sismico nll ambito dll intrvnto di ristrutturazion, adguamnto ampliamnto dlla Casa Albrgo pr Anziani

Dettagli

LA NOSTRA AVVENTURA NEL CREARE UN LIBRO

LA NOSTRA AVVENTURA NEL CREARE UN LIBRO LA NOSTRA AVVENTURA NEL CREARE UN LIBRO Abbiamo iniziato a lggr in class Nonno Tano la casa dll strgh. Lo scopo ra ascoltar comprndr. Sguir la mastra ch dava sprssività alla lttura imparar da lla a lggr.

Dettagli

ORGANO GOLD PIANO COMPENSI. E Facile, E semplice. E caffè. Italia

ORGANO GOLD PIANO COMPENSI. E Facile, E semplice. E caffè. Italia ORGANO GOLD PIANO COMPENSI E Facil, E smplic. E caffè. Italia INDICE Indic INTRODUZIONE...2 PIANO COMPENSI...3 DEFINIZIONI ED ACRONIMI.4 COME DIVENTARE UN INCARICATO ALLE VENDITE OG...5 I SETTE MODI PER

Dettagli

Tecniche per la ricerca delle primitive delle funzioni continue

Tecniche per la ricerca delle primitive delle funzioni continue Capitolo 4 Tcnich pr la ricrca dll primitiv dll funzioni continu Nl paragrafo.7 abbiamo dato la dfinizion di primitiva di una funzion f avnt pr dominio un intrvallo I; abbiamo visto ch s F 0 è una primitiva

Dettagli

Concorrenza e scelte informate nel settore Rc auto 1. Paolo Martinello

Concorrenza e scelte informate nel settore Rc auto 1. Paolo Martinello Concorrnza sclt informat nl sttor Rc auto 1 Paolo Martinllo I canali distributivi vincolati hanno limitato la concorrnza l informazioni a disposizion di consumatori nl mrcato dll polizz Rc auto. L rcnti

Dettagli

POR Calabria 2014-2020

POR Calabria 2014-2020 POR Calabria 20142020 Obittivo Tmatico 9 PROMUOVERE L INCLUSIONE SOCIALE, COMBATTERE LA POVERTÀ E OGNI FORMA DI DISCRIMINAZIONE Priorità 9 PROMUOVERE L INCLUSIONE SOCIALE, COMBATTERE LA POVERTÀ E OGNI

Dettagli

0 < a < 1 a > 1. In entrambi i casi la funzione y = a x si può studiare per punti e constatare che essa presenta i seguenti andamenti y.

0 < a < 1 a > 1. In entrambi i casi la funzione y = a x si può studiare per punti e constatare che essa presenta i seguenti andamenti y. INTRODUZIONE Ossrviamo, in primo luogo, ch l funzioni sponnziali sono dlla forma a con a costant positiva divrsa da (il caso a è banal pr cui non sarà oggtto dl nostro studio). Si possono allora vrificar

Dettagli

Politiche fiscali per la famiglia

Politiche fiscali per la famiglia Politich fiscali pr la famiglia Tatiana Onta Lo Stato social fonda l su radici nlla Costituzion: infatti, compito dllo Stato è il sostgno alla famiglia alla matrnità, 1 utilizzando l ntrat gnrat da un

Dettagli

Per tutte le condizioni economiche e contrattuali dei prodotti si rimanda al relativo Foglio Informativo

Per tutte le condizioni economiche e contrattuali dei prodotti si rimanda al relativo Foglio Informativo Foglio Comparativo sull tipologi mutuo ipotcario/fonario pr l acquisto dll abitazion principal (sposizioni trasparnza ai snsi dll art. 2 comma 5 D.L. 29.11.2008 n. 185) Pr tutt l conzioni conomich contrattuali

Dettagli

IL RUOLO DELLA SPENDING REVIEW

IL RUOLO DELLA SPENDING REVIEW IL RUOLO DELLA SPENDING REVIEW PREMESSA 1. La spnding rviw, ch trova appoggio su numros sprinz intrnazionali, è una procdura di govrno lgata all dcisioni, alla gstion al controllo dlla spsa pubblica ch

Dettagli

Pubblicità ingannevole: Autorità Antitrust vs Giurì di Autodisciplina

Pubblicità ingannevole: Autorità Antitrust vs Giurì di Autodisciplina Pubblicità ingannvol: Autorità Antitrust vs Giurì di Autodisciplina Marco Di Toro Individuati tr sttori, la biglittria ara low cost, i viaggi il turismo, infin, il crdito al consumo, si è procduto alla

Dettagli

METODO DEGLI ELEMENTI FINITI

METODO DEGLI ELEMENTI FINITI Dal libro di tsto Zinkiwicz Taylor, Capitolo 14 pag. 398 Il mtodo dgli lmnti finiti fornisc una soluzion approssimata dl problma lastico; tal approssimazion driva non dall avr discrtizzato il dominio in

Dettagli

COMUNE DI BOLOGNA Dipartimento Economia e Promozione della Città

COMUNE DI BOLOGNA Dipartimento Economia e Promozione della Città COMUNE DI BOLOGNA Dipartimnto Economia Promozion dlla Città Allgato C all Avviso pubblico pr la prsntazion di progtti di sviluppo alla Agnda Digital di Bologna Modllo di dichiarazion sul posssso di rquisiti

Dettagli

UFFICIO EUROPEO DI SELEZIONE DEL PERSONALE (EPSO)

UFFICIO EUROPEO DI SELEZIONE DEL PERSONALE (EPSO) 10.11.2010 IT Gazztta ufficial dll'union uropa C 304 A/1 V (Avvisi) PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI UFFICIO EUROPEO DI SELEZIONE DEL PERSONALE (EPSO) BANDO DI CONCORSI GENERALI EPSO/AST/109-110/10 CORRETTORI

Dettagli

SCHEMA PER LA STESURA DEL PIANO DI MIGLIORAMENTO INTRODUZIONE. Per la predisposizione del piano, è necessario fare riferimento alle Linee Guida.

SCHEMA PER LA STESURA DEL PIANO DI MIGLIORAMENTO INTRODUZIONE. Per la predisposizione del piano, è necessario fare riferimento alle Linee Guida. INTRODUZIONE Pr la prdisposizion dl piano, è ncssario far rifrimnto all Lin Guida. Lo schma proposto di sguito è stato sviluppato nll ambito dl progtto Miglioramnto dll prformanc dll istituzioni scolastich

Dettagli

Studio di funzione. R.Argiolas

Studio di funzione. R.Argiolas Studio di unzion R.Argiolas Introduzion Prsntiamo lo studio dl graico di alcun unzioni svolt durant l srcitazioni dl corso di analisi matmatica I assgnat nll prov scritt. Ringrazio anticipatamnt tutti

Dettagli

04/11/2014. Coordinatore per la progettazione. Coordinatore per l esecuzione

04/11/2014. Coordinatore per la progettazione. Coordinatore per l esecuzione Committnt /o Rsponsabil di lavori Imprsa affidataria, Imprs scutrici Lavoratori autonomi 1 Committnt CHI E : soggtto pr conto dl qual l intra opra vin ralizzata, indipndntmnt da vntuali frazionamnti dlla

Dettagli

LA CONDIVISIONE DELL IRPEF TRA LIVELLI DI GOVERNO:

LA CONDIVISIONE DELL IRPEF TRA LIVELLI DI GOVERNO: LA CONDIVISIONE DELL IRPEF TRA LIVELLI DI GOVERNO: ALCUNE QUESTIONI APERTE Francsca Gastaldi, Ernsto Longobardi Albrto Zanardi Introduzion La riforma dl sistma di finanziamnto dll rgioni dll autonomi locali,

Dettagli

Politica energetica e costi in bolletta. Giorgio Ragazzi

Politica energetica e costi in bolletta. Giorgio Ragazzi Politica nrgtica costi in bolltta Giorgio Ragazzi Il przzo dll nrgia lttrica in Italia è uno di più alti d Europa. Tra i vari motivi, in qusto articolo ci si soffrma in particolar sugli Onri gnrali di

Dettagli

Informazioni in Rete

Informazioni in Rete Argomnti Informazioni in Rt Marco Gambaro Ngli ultimi anni Intrnt è divntato part dlla nostra vita quotidiana ha trasformato profondamnt il ruolo i confini di mzzi di comunicazion tradizionali attravrso

Dettagli

ALLEGATO N.3 STRATEGIE PER IL RECUPERO-POTENZIAMENTO E VALORIZZAZIONE ECCELLENZE

ALLEGATO N.3 STRATEGIE PER IL RECUPERO-POTENZIAMENTO E VALORIZZAZIONE ECCELLENZE ALLEGATO N.3 STRATEGIE PER IL RECUPERO-POTENZIAMENTO E VALORIZZAZIONE ECCELLENZE a. STRATEGIE PER IL RECUPERO DESTINATARI Il Rcupro sarà rivolto agli alunni ch prsntano ancora difficoltà nll adozion di

Dettagli

In vista dell organizzazione di un seminario dal tema:

In vista dell organizzazione di un seminario dal tema: In vista dll organizzazion di un sminario dal tma: Comprndr gli Emirati Arabi Uniti: opportunità strumnti di businss pr l azind Italian Si chid la manifstazion d intrss con la compilazion dl sgunt qustionario,

Dettagli

Il credito al consumo

Il credito al consumo Il crdito al consumo Anna Vizzari Scnario di rifrimnto I lttori di ricordranno ch abbiamo ddicato il focus dl numro 2/2006 proprio al crdito al consumo. Oggi, a distanza di circa du anni, aggiorniamo i

Dettagli

COMUNE DI CASLANO MESSAGGIO MUNICIPALE N. 1116

COMUNE DI CASLANO MESSAGGIO MUNICIPALE N. 1116 CANTON z j J COMUNE DI CASLANO CONFEDERAZIONE SVIZZERA - TICINO MESSAGGIO MUNICIPALE N. 1116 Modifica parzial dii art. 56 di Rgolamnto organico i dipndnti comunali (ROD) con l insrimnto di nuov funzioni

Dettagli

Terremoti: intervento pubblico e/o assicurazione privata 1

Terremoti: intervento pubblico e/o assicurazione privata 1 Argomnti Trrmoti: intrvnto pubblico /o assicurazion privata 1 Luigi Buzzacchi Marcllo Pagnini 2 La prassi italiana basata su intrvnti x post da part dllo Stato nl caso di catastrofi naturali prsnta asptti

Dettagli

Le politiche per l equilibrio della bilancia dei pagamenti

Le politiche per l equilibrio della bilancia dei pagamenti L politich pr l quilibrio dlla bilancia di pagamnti Politich pr ottnr l quilibrio dlla bilancia di pagamnti (BP = + MK = 0) nl lungo priodo BP 0 non è sostnibil prchè In cambi fissi S BP0 si sauriscono

Dettagli

Assicurazioni: liberalizzazione mancata. Paolo Martinello

Assicurazioni: liberalizzazione mancata. Paolo Martinello Assicurazioni: libralizzazion mancata Paolo Martinllo Gli intrvnti nl sttor assicurativo auto costituiscono probabilmnt il capitolo mno convincnt dll misur di libralizzazion dl Govrno Monti. Il mrcato

Dettagli

Agenzia regionale per il lavoro Unità organizzativa: Osservatorio regionale del mercato del lavo

Agenzia regionale per il lavoro Unità organizzativa: Osservatorio regionale del mercato del lavo Agnzia rgional pr il lavoro Unità organizzativa: Ossrvatorio rgional dl mrcato dl lavo - Guida oprativa all strazion di dati dal SIL Sardgna scondo lo Standard Multirgional di Dati Amministrativi - Sttmbr

Dettagli

AZIONI SISMICHE TRAMITE SPETTRO DI RISPOSTA- LA NUOVA NORMA 2007

AZIONI SISMICHE TRAMITE SPETTRO DI RISPOSTA- LA NUOVA NORMA 2007 ispns orso ostr Zon ismica 2 mod _Prof amillo Nuti_ AA 2006 2007 AZIONI IMIHE RAMIE PERO I RIPOA- LA NUOVA NORMA 2007 AZIONI IMIHE L azioni sismich di protto con l quali valutar il risptto di divrsi stati

Dettagli

Quanto (non) sanno gli italiani di Rc auto

Quanto (non) sanno gli italiani di Rc auto Quanto (non) sanno gli italiani di Rc auto Barbara Baggi Lornzo Zucchi La conoscnza dll assicurazion pr la rsponsabilità civil dgli autovicoli prsnta luci ombr. Grazi a un inchista statistica di Altroconsumo

Dettagli

La politica degli incentivi al consumo: dimensioni, caratteristiche, valutazione, problemi 1. Augusto Ninni

La politica degli incentivi al consumo: dimensioni, caratteristiche, valutazione, problemi 1. Augusto Ninni La politica dgli incntivi al consumo: dimnsioni, carattristich, valutazion, problmi 1 Augusto Ninni Nll articolo si discut la politica dgli incntivi al consumo, insriti nl Dcrto lgg n. 40 dl 25 marzo 2010.

Dettagli

Valore della posizione individuale (euro) Comparto. Dettaglio delle operazioni effettuate dall' 1/1/2014 al 31/12/2014 Entrate Datore di

Valore della posizione individuale (euro) Comparto. Dettaglio delle operazioni effettuate dall' 1/1/2014 al 31/12/2014 Entrate Datore di In caso di mancato rcapito rstituir a: Via V. Pisani 19 20124 Milano Codic Fiscal 97207290152 Iscritto all albo di fondi pnsion con il numro 61 DCOOS1412 COM L0001804490-P696-D3-1/6 0-0-0-0 70001804490157735

Dettagli

ANALISI PROGRAMMA ANNUALE

ANALISI PROGRAMMA ANNUALE ANALISI PROGRAMMA ANNUALE VERBALE N. 2014/002 Prsso l'istituto I.I.S. "CASSATA - GATTAPONE" di GUBBIO, l'anno 2014 il giorno 16, dl ms di ottobr, all or 10:00, si sono riuniti i Rvisori di Conti dll'ambito

Dettagli

Anna Soru e Cristina Zanni

Anna Soru e Cristina Zanni Consumatori in cifr L prospttiv occupazionali di laurati in Lombardia Anna Soru Cristina Zanni La CCIAA di Milano Unioncamr Lombardia, attravrso Formapr con il coinvolgimnto dll dodici univrsità dlla Lombardia,

Dettagli

CRITERI DI VALUTAZIONE

CRITERI DI VALUTAZIONE CRITERI DI VALUTAZIONE Poiché nl nostro prcorso si darà ampio spazio all mtodologi finalizzat a sviluppar l comptnz dgli allivi ( attravrso la dattica laboratorio, l sprinz in contsti applicativi, l analisi

Dettagli

Nuove tendenze di consumo. Vanni Codeluppi

Nuove tendenze di consumo. Vanni Codeluppi Nuov tndnz di consumo Vanni Codluppi La crisi conomica ha dtrminato di cambiamnti ni comportamnti di consumatori, ch si sono maggiormnt spostati vrso i bni ssnziali. In Occidnt in Italia l andamnto di

Dettagli

Comunità Europea (CE) International Accounting Standards, n. 36. Riduzione durevole di valore delle attività

Comunità Europea (CE) International Accounting Standards, n. 36. Riduzione durevole di valore delle attività Scopo contnuto dl documnto Comunità Europa (CE) Intrnational Accounting Standards, n. 36 Riduzion durvol di valor dll attività Riduzion durvol di valor dll attività SOMMARIO Finalità 1 Ambito di applicazion

Dettagli

SINDACATO PENSIONATI ITALIANI BERGAMO - via Garibaldi 3 Tel FUNZIONE PUBBLICA BERGAMO - via Garibaldi 3 Tel

SINDACATO PENSIONATI ITALIANI BERGAMO - via Garibaldi 3 Tel FUNZIONE PUBBLICA BERGAMO - via Garibaldi 3 Tel SIACATO PENSIONATI ITALIANI 24122 BERGAMO - via Garibaldi 3 Tl. 035-35.94.150 FUNZIONE PUBBLICA 24122 BERGAMO - via Garibaldi 3 Tl. 035-35.94.310 In una situazion di grav carnza conomica pr i comuni pr

Dettagli

PROPORZIONI. Cosa possiamo dire di esse? Che la superficie della figura A sta alla superficie della figura B come 4 sta a 6.

PROPORZIONI. Cosa possiamo dire di esse? Che la superficie della figura A sta alla superficie della figura B come 4 sta a 6. Corso di laura: BIOLOGIA Tutor: Floris Marta PRECORSI DI MATEMATICA PROPORZIONI Ossrvar l sgunti figur: Cosa possiamo dir di ss? Ch la suprfici dlla figura A sta alla suprfici dlla figura B com sta a 6.

Dettagli

INTERNAZIONALIZZ. E MARKETING TERRITORIALE DETERMINAZIONE. Estensore TENNENINI MASSIMO. Responsabile del procedimento TENNENINI MASSIMO

INTERNAZIONALIZZ. E MARKETING TERRITORIALE DETERMINAZIONE. Estensore TENNENINI MASSIMO. Responsabile del procedimento TENNENINI MASSIMO REGIONE LAZIO Dirzion Rgional: Ara: SVILUPPO ECONOMICO E ATTIVITA PRODUTTIVE INTERNAZIONALIZZ. E MARKETING TERRITORIALE DETERMINAZIONE N. G09834 dl 08/07/2014 Proposta n. 11437 dl 01/07/2014 Oggtto: Attuazion

Dettagli

Rischi catastrofali e intervento pubblico

Rischi catastrofali e intervento pubblico Rischi catastrofali intrvnto pubblico Luigi Buzzacchi Gilbrto Turati I grandi rischi - trrmoti, alluvioni, ruzioni cc. - pongono alla collttività un problma di prvnzion di coprtura di costi causati dall

Dettagli

b) promuovere e diffondere la cultura della legalità e della cittadinanza responsabile fra i giovani;

b) promuovere e diffondere la cultura della legalità e della cittadinanza responsabile fra i giovani; CONVENZIONE FRA IL COMUNE DI CASTEL MAGGIORE, L UNIONE RENO GALLIERA E I COMUNI DI ARGELATO, BENTIVOGLIO, SAN GIORGIO DI PIANO, SAN PIETRO IN CASALE, CASTELLO D ARGILE, PIEVE DI CENTO, GALLIERA, PER LA

Dettagli

Big Switch: un nuovo gruppo d acquisto nel mercato elettrico britannico

Big Switch: un nuovo gruppo d acquisto nel mercato elettrico britannico Argomnti Big Switch: un nuovo gruppo d acquisto nl mrcato lttrico britannico Pt Moory Il Big Switch ralizzato da Which? - organizzazion di consumatori ingls - è la dimostrazion ch un gruppo d acquisto

Dettagli

APPUNTI DI MACROECONOMIA

APPUNTI DI MACROECONOMIA Brtocco G., Kalajzić A. Mourad Agha G. Univrsità dgli Studi dll Insubria Dipartimnto di Economia Anno accadmico 2014-2015 APPUNTI DI MACROECONOMIA (Sconda part pp. 175-296) Il modllo IS-LM pr una conomia

Dettagli

1 Il concetto di funzione 1. 2 Funzione composta 4. 3 Funzione inversa 6. 4 Restrizione e prolungamento di una funzione 8

1 Il concetto di funzione 1. 2 Funzione composta 4. 3 Funzione inversa 6. 4 Restrizione e prolungamento di una funzione 8 UNIVR Facoltà di Economia Sd di Vicnza Corso di Matmatica 1 Funzioni Indic 1 Il conctto di funzion 1 Funzion composta 4 3 Funzion invrsa 6 4 Rstrizion prolungamnto di una funzion 8 5 Soluzioni dgli srcizi

Dettagli

Parcheggi e altre rendite aeroportuali

Parcheggi e altre rendite aeroportuali Argomnti Parchggi altr rndit aroportuali Marco Ponti Elna Scopl La rgolamntazion dl sistma aroportual italiano fino al 2007 non ha vitato la formazion di rndit ingiustificat. In particolar l attività non-aviation,

Dettagli

Laboratori Laurea Scienze Pedagogiche e dell Educazione e Laurea Magistrale in Scienze Pedagogiche a.a. 2015/16

Laboratori Laurea Scienze Pedagogiche e dell Educazione e Laurea Magistrale in Scienze Pedagogiche a.a. 2015/16 Laboratori Scinz Pdagogich dll Educazion in Scinz Pdagogich a.a. 2015/16 L'organizzazion didattica di laboratori pr l'aa 2015-2016 è qulla indicata nll tabll sottostanti. iscrizioni (salvo divrsa indicazion)

Dettagli

VIRUS PATOGENI PER L UOMO: il rischio da zanzare Aedes

VIRUS PATOGENI PER L UOMO: il rischio da zanzare Aedes Tutla AmbintalE Vrd PROTEZIONE CIVILE VIRUS PATOGENI PER L UOMO: il rischio da zanzar Ads Rita Di Domnicantonio. Tutla Ambintal vrd Protzion Civil Tutla AmbintalE Vrd PROTEZIONE CIVILE Com è arrivata si

Dettagli

La Tv nella formazione dei minori

La Tv nella formazione dei minori Argomnti La Tv nlla formazion di minori Marina D Amato La tlvision assolv un indubbio ruolo di omognizzazion cultural, anch s vi è discordanza sui suoi fftti ni confronti dlla formazion di minori. Il contsto

Dettagli

ACCORDO DI COLLABORAZIONE

ACCORDO DI COLLABORAZIONE ACCORDO DI COLLABORAZIONE TRA EXPO 2015 S.p.A. Rgion Lombardia il Ministro dll Istruzion, dll Univrsità dlla Ricrca Ufficio Scolastico Rgional pr la Lombardia in accordo con ANCI Lombardia Rgion Ecclsiastica

Dettagli

L impatto delle liberalizzazioni sull economia delle famiglie

L impatto delle liberalizzazioni sull economia delle famiglie Consumatori in cifr L impatto dll libralizzazioni sull conomia dll famigli Michl Cavuoti Marco Pirani Uno dgli asptti pr i quali si è fino a ora cotraddistinto il scondo Govrno Prodi è qullo dl rilancio

Dettagli

SIMT-POS 042 GESTIONE INDICATORI E MIGLIORAMENTO CONTINUO SIMT

SIMT-POS 042 GESTIONE INDICATORI E MIGLIORAMENTO CONTINUO SIMT 1 Prima Stsura Data: 14-08-2014 Rdattori: Gasbarri, Rizzo SIMT-POS 042 GESTIONE INDICATORI E MIGLIORAMENTO CONTINUO SIMT Indic 1 SCOPO... 2 2 CAMPO D APPLICAZIONE... 2 3 DOCUMENTI DI RIFERIMENTO... 2 4

Dettagli

Accordo quadro-operativo. tra. ICE - Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane

Accordo quadro-operativo. tra. ICE - Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane Accordo quadro-oprativo ICE - Agnzia pr la promozion all stro l intrnazionalizzazion dll imprs italian RtImprsa, Agnzia Confdral pr l Rti di Imprsa L ICE - Agnzia pr la promozion all stro intrnazionalizzazion

Dettagli

LE ESPORTAZIONI ITALIANE: UN ANALISI SHIFT-SHARE

LE ESPORTAZIONI ITALIANE: UN ANALISI SHIFT-SHARE Ministro dll Economia dll Finanz Dipartimnto dl Tsoro Not Tmatich N 2 18 Giugno 2015 ISSN XXXX-XXXX LE ESPORTAZIONI ITALIANE: UN ANALISI SHIFT-SHARE Andra Cossio, Cristina Mocci, Filippo Maria Pricoli

Dettagli