D INSTALLAZIONE, USO E MANUTENZIONE

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "D INSTALLAZIONE, USO E MANUTENZIONE"

Transcript

1 ES. 7 edizione dicembre 03 0 MANUALE La recinzione sicura elegante e di rapida installazione D INSTALLAZIONE, USO E MANUTENZIONE RECINZIONI MODULARI IN FILO METALLICO Elementi in dotazione Ø Contenuti - INTRODUZIONE - CARATTERISTICHE 3 - AVVERTENZE 4 - OPERAZIONI PRELIMINARI 5 - ELEMENTI DEL SISTEMA 6 - POSA ED ATTREZZATURA 7 - MONTAGGIO 8 - VARIANTI DI MONTAGGIO 9 - MANUTENZIONE 0 - SMANTELLAMENTO 070 PANNELLI - lunghezza 045 mm PIANTANA 760 con piastra inclusi: tappo - /4 blocchetti - tasselli - copri 570 dado cunei - dima PIANTANA da cementare inclusi: tappo /4 blocchetti dima 90 PIANTANA con perno da cementare inclusi: tappo /4 blocchetti dima Produzione e distribuzione materiali edili

2 - INTRODUZIONE COMIVA srl fornisce al proprio Cliente le indicazioni e le informazioni per il corretto utilizzo e montaggio del sistema modulare di recinzione PrimaFix da lei progettato e costruito. Il presente manuale deve essere letto e conservato con cura per successiva referenza. PrimaFix è stato progettato e costruito secondo le normative vigenti : UNI 0805:999, UNI 0807:999, UNI 0808:999 e UNI 0809:999 collaudate presso il Costruttore. É consentita l installazione da parte di utenti professionisti e non. Il prodotto è sicuro nell ambito d uso cui è destinato. Si declina ogni responsabilità per montaggio/utilizzo improprio non diachiarate in questo manuale. La garanzia è di 5 anni dalla data di consegna. Ogni alterazione e/o modifica di PrimaFix da parte di terzi, non concordata con il Costruttore rispetto allo stato di consegna, implica l annullamento della suddetta garanzia, così pure il mancato rispetto delle indicazioni d uso, pulizia e manutenzione da parte dell utilizzatore. - CARATTERISTICHE PrimaFix delimita fisicamente porzioni di aree scoperte, contribuendo, con eventuali altre strutture perimetrali, a limitare l accesso alla proprietà. Con PrimaFix si realizzano: recinzioni esterne domestiche, civili ed industriali di qualsiasi sviluppo in lunghezza, con pregevole risultato estetico e paesaggistico, in modo semplice e con costi contenuti, PrimaFix è destinato ad essere impiegato all esterno, non teme l esposizione agli agenti atmosferici grazie ai trattamenti di zincatura, ramatura e verniciatura a polveri epossidiche a 00 C cui è stato sottoposto. PrimaFix è destinato ad operare nell intervallo di temperatura -5 C 55 C e di umidità relativa 0% 80 %. PrimaFix è ignifugo, ma non è destinato a resistere alla fiamma. 3 - AVVERTENZE PrimaFix è destinato ad essere utilizzato nei soli modi descritti al punto precedente. Ogni altro uso è da considerarsi potenzialmente pericoloso e si raccomanda in particolare di: - Non arrampicarsi alla recinzione - Non tentare di raggiungere oggetti che si trovino sul lato opposto della recinzione rispetto a dove ci si trova. - Non utilizzare il prodotto come appoggio od ancoraggio per scale, ponteggi o simili, perché la recinzione ed i suoi fissaggi non sono calcolati per sopportare questi tipi di carichi. - Non caricare la sommità della recinzione (pannelli e piantane) con pesi eccessivi, in particolare se sbilanciati da un solo lato come avviene, ad esempio, con fioriere, balconette ecc: potrebbero causare rotture anche a distanza di tempo e gli oggetti pesanti provocare danni a persone, animali o cose.

3 ../distanziatori/distanziatori in plastica 4 - OPERAZIONI PRELIMINARI Nel movimentare, trasportare ed immagazzinare gli elementi del sistema PrimaFix si raccomanda di procedere con cautela e fare attenzione per evitare urti, cadute o abrasioni che potrebbero rigare, ammaccare, o piegare il prodotto nei suoi elementi. Attenzione! Per movimentare a mano gli elementi del sistema (l unità base pesa fino a 5kg) sollevare impugnando con due mani il pannello avanti a sé, mantenendo la schiena in posizione verticale. Non deve essere eseguita alcuna torsione laterale del busto. In caso di lunga permanenza in magazzino riporre gli elementi al riparo dalla luce diretta del sole e lontano da fiamme o altre fonti di calore. Si raccomanda: nel disporre i pannelli, specie in ambiente domestico ed in presenza di bambini ed animali, di appoggiare gli elementi al suolo o contro le pareti avendo cura di verificare che la posizione sia stabile e non rappresenti un pericolo di inciampo. 5 - ELEMENTI DEL SISTEMA PrimaFix si compone intervallando con regolarità piantane / pannelli / componenti dati in dotazione. Nel calcolare il numero di elementi necessari si deve considerare singolarmente ogni tratto rettilineo: per ciascuno saranno necessari tanti pannelli e tante piantane quanto sufficienti a coprire per eccesso la lunghezza del tratto. Qualsiasi composizione continua (rettilinea o con angoli) interrotta da varchi intermedi deve essere completata con l aggiunta di una piantana. TRATTI : a + b = c = passo = 055 mm b LATI : a = b = c = 6000 mm 3000 mm 00 mm a esempio di calcolo elementi necessari EDIFICIO c CALCOLO N PANNELLI Lato : passo = a : 055 = 6000 : 055 =,9 (per eccesso) = 3 b : 055 = 3000 : 055 = 6,3 (per eccesso) = 7 c : 055 = 00 : 055 = 5,9 (per eccesso) = 6 TOTALE = 6 pannelli CALCOLO N PIANTANE 3 pannelli = 3 7 pannelli = 7 6 pannelli = 6 = 6 piantane + piantana angolare tratto + piantana tratto TOTALE = 8 piantane

4 Posizionamento piantane da cementare. Segnare con matita o gesso il muretto centrando la mezzeria. Forare il muretto con apposito trapano/tassellatore, con punta muro Ø 0 mm, per una profondità di foro da 50 mm c.a., pulire il foro.. Servirsi dell apposita Dimasystem e ripetere l operazione precedente fino alla fine del tratto cercando la posizione migliore. 3. Per il fissaggio delle piantane Std usare apposito cemento a presa rapida o chimico, riempire il foro quanto basta ed inserire la piantana. ø 0 mm 50 mm ATTENZIONE! - Utilizzando la bolla o il filo a piombo individuare la posizione verticale compensando l eventuale pendenza del muretto/cordolo sotto la piantana Std alla base con i piccoli cunei in materiale plastico che sono forniti in dotazione a questo scopo. Posizionamento pannelli. Inserire su ogni piantana un tappo di chiusura.. Prelevare dal pacco recinzione un pannello Std ed inserirlo nei ganci del tappo di chiusura delle piantane, proseguire l operazione fino a completare la posa. Fissaggio pannelli. appoggiare e allineare i blocchetti in corrispondenza degli inserti filettati presenti sulla piantana. puntare le viti e avvitare con l apposita brugola Adattamento pannelli - Misurare la distanza tra piantana Std e piantana Std facendo attenzione a non sbagliare il taglio. - Per tagliare il pannello Std servirsi di una trancia o mola a disco. Tagliare i fili orizzontali accostandosi al filo verticale. Inserire il pannello Std nei ganci del tappo di chiusura delle piantane. 3 cemento a presa rapida o chimico VARIANTI DI MONTAGGIO Salti di quota Nel caso in cui il muro/cordolo d appoggio presenti un salto di quota, è necessario utilizzare una piantana di altezza superiore A, da ordinare appositamente e tagliare secondo il dislivello:. La piantana A non presenta fori per l innesto dei blocchetti ferma rete, dovranno quindi essere eseguiti in base all altezza della rete stessa. Posizionare la piantana A sul muretto/cordolo più basso, all estremo, quasi a ridosso del salto di quota, tenendo conto sempre del passo della rete.. Utilizzando come riferimento una normale piantana Std, in appoggio oltre il dislivello (piano più alto), tracciare la posizione dei fori per i blocchetti B e l altezza massima a cui tagliare la piantana A. Forare in corrispondenza delle posizioni individuate, utilizzando il trapano con punta Ø6 mm per metalli. 3. Rimuovere il tratto superiore (in eccesso) della piantana A, utilizzando il seghetto per metalli o la mola a disco. 4. Inserire il tappo superiore di chiusura. Fissare la rete con i blocchetti utilizzando le viti autofilettanti ed allineare la piantana A come di consueto. ø 6 mm 4 3

5 ../distanziatori/distanziatori in plastica 6 - POSA ED ATTREZZATURA NECESSARIA PrimaFix deve essere montato sopra un muretto o un cordolo di calcestruzzo armato: la larghezza del cordolo o lo spessore del muretto deve essere di almeno 30 mm per le piantane a tassellare e di 80 mm per quelle a cementare. Si prevede la possibilità di compensare piccoli dislivelli, il risultato sarà tanto migliore quanto più il piano superiore del muretto/cordolo sarà liscio ed orizzontale. Il montaggio deve essere eseguito almeno da una persona adulta. Oltre ai componenti forniti: blocchetti, tappi, viti svasate con testa esagonale, brugola, tasselli, copri dadi, cunei e la speciale DIMASYSTEM, sono necessarie le seguenti attrezzature: - Matita o gesso per tracciare - Spago - Bolla o filo a piombo - Trapano a percussione con punta da muro Ø0 mm - Chiave esagonale n MONTAGGIO - Martello - Trancia filo metallico o mola a disco - Metro flessibile - Punta da ferro Ø 6 mm per forare piantana ad angolo ATTENZIONE! Il montaggio della recinzione NON E UN GIOCO : ALLONTANARE I BAMBINI! Tracciatura Contrassegnare sul muretto/cordolo la mezzeria, tracciando la linea, servirà come riferimento per l allineamento di tutte le piantane della recinzione. Utilizzare lo spago teso lungo il muro/cordolo e tracciare con la matita o il gesso. Posizionamento piantane con piastra. Posizionare la prima piantana Std sopra al muretto centrando la mezzeria usando i riferimenti stampati nella piastra. Forare il muretto con apposito trapano/tassellatore con punta muro Ø 0 mm per una profondità di foro da 00 mm c.a. 3. Pulire i fori ed inserire i tasselli ad espansione servendosi del martello. 4. Usare apposita Dimasystem per posizionare la seconda piantana Std e ripetere l operazione precedente fino alla fine del tratto. Per la piantana Std di chiusura o d angolo, usare sempre la Dimasystem per la posizione più precisa alla mezzeria e ripetere l operazione come sopra descritta. ø 0 mm 00 mm 3 00 mm ATTENZIONE! - Non serrare completamente i dadi! Avvitarle quanto basta affinchè la piantana Std non cada, ma possa ugualmente oscillare di qualche grado rispetto alla verticale: è necessario infatti provvedere al corretto allineamento prima del serraggio definitivo. - Utilizzando la bolla o il filo a piombo individuare la posizione verticale compensando l eventuale pendenza del muretto/cordolo con i piccoli cunei in materiale plastico che sono forniti in dotazione a questo scopo. - Serrare lentamente i dadi utilizzando una chiave esagonale n 7. - Non eccedere inutilmente nel serraggio dei dadi, quando la piantana Std è salda è inutile e dannoso stringere ulteriormente i dadi, si rischia di rovinare i tasselli. 4 7

6 Piantane ad angolo a 90 Nel caso in cui il tratto presenti un angolo di 90 :. Tracciare lateralmente la posizione dei fori per i blocchetti sulla piantana Std seguendo il riferimento degli esistenti.. Forare in corrispondenza delle posizioni individuate,utilizzando il trapano con punta Ø 6 mm per metalli. - Allineare la piantana Std come di consueto e fissare la rete con i blocchetti mediante viti autofilettanti. ø 6 mm 9 - MANUTENZIONE Pulizia - Dopo l installazione ed annualmente, è opportuno procedere alla pulizia di PrimaFix eliminando i residui e le polveri eventualmente depositate. - Evitare l uso di solventi, agenti chimici aggressivi, diluenti, acidi, abrasivi o quant altro sia in grado di alterare verniciature, zincature e componenti. - Le superfici verniciate, vanno pulite con acqua e sapone neutro usando una spugna morbida osservando quanto segue: - Non utilizzare macchine a spruzzo di vapore o idropulitrici. - Non utilizzare detergenti alcalini. - Non utilizzare acidi o basi. - Non utilizzare materiali abrasivi. - Non utilizzare diluenti o altre sostanze aggressive. - Non utilizzare solventi organici o di altro tipo. - Non utilizzare detergenti di composizione chimica sconosciuta. Controllo periodico del serraggio Se il montaggio della recinzione è stato eseguito correttamente e l uso è appropriato, non sono di norma necessari controlli periodici. Si consiglia, in ogni caso e specialmente in presenza di bambini ed animali, di verificare saltuariamente che non si siano allentati i dadi di ancoraggio al suolo, in tal caso provvedere al serraggio. 0 - SMANTELLAMENTO La dismissione definitiva della recinzione a fine vita, richiede che siano eseguite le operazioni di smontaggio (il ciclo descritto per il montaggio dovrà essere ripercorso in ordine inverso) ed il materiale destinarlo nelle apposite discariche di riciclo. COMIVA s.r.l. - Via dell Artigianato, Origgio (VA) Italy infoline: fax: Reg.Imprese di VARESE C.F./P.IVA R.E.A. VA Cap.Soc ,00 i.v.

manuale d uso ALZAMALATI A BASE ED INNESTO Miglioriamo la qualità della vita www.vaimas.com

manuale d uso ALZAMALATI A BASE ED INNESTO Miglioriamo la qualità della vita www.vaimas.com manuale d uso ALZAMALATI A BASE ED INNESTO Indice AVVERTENZE DESCRIZIONE COMPONENTI MONTAGGIO SICUREZZA Consigli d uso MANUTENZIONE PULIZIA DEMOLIZIONI DATI TECNICI Componenti GARANZIA 02 03 04 05 05 05

Dettagli

Riferimenti NORMATIVI

Riferimenti NORMATIVI REALIZZAZIONE DI SCALE FISSE CON PROTEZIONE NORMA UNI EN ISO 14122-4 : 2010 DISTANZA TRA LA SCALA E OSTRUZIONI PERMANENTI: La distanza tra la scala e le ostruzioni permanenti deve essere: - Di fronte alla

Dettagli

PIATTI DOCCIA SLATE E MADERA DESCRIZIONI TECNICHE E NOTE DI INSTALLAZIONE

PIATTI DOCCIA SLATE E MADERA DESCRIZIONI TECNICHE E NOTE DI INSTALLAZIONE PIATTI DOCCIA SLATE E MADERA DESCRIZIONI TECNICHE E NOTE DI INSTALLAZIONE CARATTERISTICHE GENERALI I piatti doccia di CVS delle serie MADERA e SLATE sono realizzati in pietra ricostituita. Si tratta di

Dettagli

art.4580/2 porta calcio in lega leggera con reggirete posteriori in alluminio, incassati nel terreno, misure 7.32x2.44m. prodotto certificato

art.4580/2 porta calcio in lega leggera con reggirete posteriori in alluminio, incassati nel terreno, misure 7.32x2.44m. prodotto certificato La porta in oggetto, rientra nella normativa europea EN 748, documento elaborato dal CEN/TC 136; tale documento, contempla i requisiti di funzionalità di 4 tipi e due dimensioni di porte da calcio ed è

Dettagli

MANUALE D'ISTRUZIONI PER IL MONTAGGIO E L'USO DELLA VISIVA

MANUALE D'ISTRUZIONI PER IL MONTAGGIO E L'USO DELLA VISIVA MANUALE D'ISTRUZIONI PER IL MONTAGGIO E L'USO DELLA VISIVA 1 INDICE 1 INFORMAZIONI GENERALI 1.1 Simbologia utilizzata nel manuale...3 1.2 Avvertenze generali...3 1.3 Avvertenze per la sicurezza...3 2 CARATTERISTICHE

Dettagli

Posizionare correttamente il gradino di arrivo C20-50/60/70 nel foro, e con il filo a piombo determinare l esatta centratura del palo [Fig. 8].

Posizionare correttamente il gradino di arrivo C20-50/60/70 nel foro, e con il filo a piombo determinare l esatta centratura del palo [Fig. 8]. ISTRUZIONI DI POSA CHIOCCIOLA LEGNO - ITALIANO - OPERAZIONI PRELIMINARI Prima di procedere alla posa della scala, controllare il contenuto dell imballo. Stendere tutti i componenti su un ampia superficie

Dettagli

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI PROCEDURE PROCEDURA H. Procedura utilizzo gas compressi

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI PROCEDURE PROCEDURA H. Procedura utilizzo gas compressi DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI PROCEDURE EDIZIONE N 01 REVISIONE N 00 DATA 20/06/08 SEZIONE 08 PAGINA 1 di 3 PROCEDURA H Procedura utilizzo gas compressi Le bombole di gas compresso sono costituite

Dettagli

VELIEROFRANCO ALBINI ISTRUZIONI PER IL MONTAGGIO

VELIEROFRANCO ALBINI ISTRUZIONI PER IL MONTAGGIO VELIEROFRANCO ALBINI ISTRUZIONI PER IL MONTAGGIO 3 5 6 7 7 8 9 11 11 12 14 15 16 18 19 20 21 22 24 25 27 28 30 31 33 34 36 37 CAPITOLO 1 PRE-MONTAGGIO 1.1 IMBALLI 1.2 CONTENUTO IMBALLO 1 1.3 CONTENUTO

Dettagli

Manuale d uso e manutenzione

Manuale d uso e manutenzione Manuale d uso e manutenzione Scaffalatura fissa TECFIX Documento generico riferito al prodotto Tecnofix. Per dettagli specifici riferiti ad ogni singolo impianto personalizzato contattare l Ufficio Tecnico

Dettagli

MANUALE DI INSTALLAZIONE PORTONI INDUSTRIALI A LIBRO

MANUALE DI INSTALLAZIONE PORTONI INDUSTRIALI A LIBRO Zona Industriale Taccoli, 62027 SAN SEVERINO MARCHE (MC) Tel. e Fax 0733.636253 www. Cometsrl.it e-mail: info@cometsrl.it MANUALE DI INSTALLAZIONE PORTONI INDUSTRIALI A LIBRO INDICE 1. AVVERTENZE GENERALI

Dettagli

manuale di utilizzo e manutenzione

manuale di utilizzo e manutenzione Dispositivo classe A2 su tetti inclinati manuale di utilizzo e manutenzione CONFORME ALLA NORMA UNI EN 795-2005 CLASSE A2 Dispositivo classe A2 su tetti inclinati Indice 1. NOTE GENERALI DI SICUREZZA pag.

Dettagli

SOLLEVATORE IDRAULICO

SOLLEVATORE IDRAULICO SOLLEVATORE IDRAULICO MANUALE UTENTE www.motogalaxy.it Pagina 1 www.motogalaxy.it Pagina 1 ISTRUZIONI Lista componenti LISTA COMPONENTI Assemblaggio Inserire i piedi nel sollevatore a assicurarli con un

Dettagli

MANUALE TECNICO DI INSTALLAZIONE

MANUALE TECNICO DI INSTALLAZIONE MANUALE TECNICO DI INSTALLAZIONE Dichiarazione di conformità CE Avvertenze per l installatore Dati tecnici e caratteristiche Distinta base componenti Predisposizione e posa Procedure di manutenzione Programmazione

Dettagli

Sostituzione di listelli del parquet con giunzione senza colla

Sostituzione di listelli del parquet con giunzione senza colla N 527 Sostituzione di listelli del parquet con giunzione senza colla A Descrizione In questo esempio viene illustrata la sostituzione dei listelli del parquet in un pavimento di parquet posato. In un pavimento

Dettagli

VETROMATTONE ONDULATO CHIARO TERMINALE CURVO

VETROMATTONE ONDULATO CHIARO TERMINALE CURVO INDICE 1. Anagrafica 2. Caratteristiche Tecniche 3. Certificazioni 4. Utilizzo 5. Posa in Opera 5.A. Fase preliminare 5.B. Fase di installazione 5.C. Fase di finitura 6. Disegni 7. Voce di capitolato 1/5

Dettagli

Linea vita temporanea orizzontale SOIT402/HLLW1 Manuale d Utilizzo e Manutenzione rev.00

Linea vita temporanea orizzontale SOIT402/HLLW1 Manuale d Utilizzo e Manutenzione rev.00 (immagine puramente indicativa per identificare il prodotto) Introduzione Linea vita orizzontale temporanea SOIT402/HLLW1 La linea vita orizzontale temporanea SOIT402/HLLW1 è un sistema di protezione provvisorio

Dettagli

KIT MONTAGGIO VETRO INTERNO OBLO

KIT MONTAGGIO VETRO INTERNO OBLO K97810X_02 (E11103A) 08/01/2015 KIT MONTAGGIO VETRO INTERNO OBLO PER ESSICCATOI SERIE T MOD. 55/75 Kg. IMESA S.p.A. Via degli Olmi 22 3100 Cessalto (TV), Italia tel. +39.021.68011 fax +39.021.68000 www.imesa.it

Dettagli

REP 050 MISURATORE DI ECCENTRICITA PER RUOTE VEICOLI INDUSTRIALI.

REP 050 MISURATORE DI ECCENTRICITA PER RUOTE VEICOLI INDUSTRIALI. Cod. 024.042 REP 050 MISURATORE DI ECCENTRICITA PER RUOTE VEICOLI INDUSTRIALI. REP 050 è un nuovo strumento per la misurazione dell eccentricità radiale e laterale dei pneumatici di ruote per veicoli industriali.

Dettagli

Corriacqua Advantix Basic parete

Corriacqua Advantix Basic parete Corriacqua Advantix Basic parete Modello 4980.30 03.2/2011 A 520549 Modell 4980.30 B C Modell Art.-Nr. 4964.95 619 121 KD 2 Modell 4980.30 KE 21 22 23 24 Modell 4980.30 E 25 쎻 26 쎻 27 쎻 28 쎻 햲 햳 햴 햵 햶

Dettagli

TELAI ALLUMINIO MONOCOLORE SENZA CONTROTELAIO

TELAI ALLUMINIO MONOCOLORE SENZA CONTROTELAIO GUIDA AL MONTAGGIO TELAI ALLUMINIO MONOCOLORE SENZA CONTROTELAIO DIBI PORTE BLINDATE S.R.L. Sede Legale e Amministrativa: Via Einaudi, 2 (Zona Industriale) Stabilimento: Via Toniolo, 13/A (Zona Industriale)

Dettagli

La vita domestica di tutti i giorni ci vede molto esigenti nei confronti di televisori e sistemi audio. La serie UPPLEVA viene sottoposta a rigorosi

La vita domestica di tutti i giorni ci vede molto esigenti nei confronti di televisori e sistemi audio. La serie UPPLEVA viene sottoposta a rigorosi UPPLEVA La vita domestica di tutti i giorni ci vede molto esigenti nei confronti di televisori e sistemi audio. La serie UPPLEVA viene sottoposta a rigorosi test che ci permettono di garantirne la conformità

Dettagli

MANUALE DI INSTALLAZIONE

MANUALE DI INSTALLAZIONE MANUALE DI INSTALLAZIONE Rev. 0 del 16.07.2012 Fi.Met s.r.l. Sede operativa: SP. 231 KM. 80+10070026 MODUGNO (BA) Tel./Fax 080.5354987 Sede legale e amministrativa: Str. Prov. Bari-Modugno KM. 1,570026

Dettagli

INFORMAZIONI SUL PRODOTTO

INFORMAZIONI SUL PRODOTTO INFORMAZIONI SUL PRODOTTO MISURE-MONTAGGIO UTILIZZO MANUTENZIONE GARANZIA CONSIGLI PER IL MONTAGGIO DELLA ZANZARIERA COBRA L installazione della zanzariera può essere montata anche da personale non esperto.nel

Dettagli

Manuale d Uso e Manutenzione Scala Telescopica 4+4 COD. ABUNIALURED

Manuale d Uso e Manutenzione Scala Telescopica 4+4 COD. ABUNIALURED Manuale d Uso e Manutenzione Scala Telescopica 4+4 COD. ABUNIALURED O ABUNIALURED TELESCOPICA 4+4 CONFORME A: D.LGS. 81/08 ART. 113 EDIZIONE SETTEMBRE 2014 R1 1 MANUALE D USO E MANUTENZIONE Il presente

Dettagli

PRODOTTI. SOSTEGNI GENERICI... pag. 4. PALI TELESCOPICI... pag. 5. PALI CON PIASTRA GIREVOLE CLASSE A1... pag. 5. PIASTRA A PARETE... pag.

PRODOTTI. SOSTEGNI GENERICI... pag. 4. PALI TELESCOPICI... pag. 5. PALI CON PIASTRA GIREVOLE CLASSE A1... pag. 5. PIASTRA A PARETE... pag. PRODOTTI SOSTEGNI GENERICI... pag. 4 PALI TELESCOPICI... pag. 5 PALI CON PIASTRA GIREVOLE CLASSE A1... pag. 5 PIASTRA A PARETE... pag. 5 DOPPIA PIASTRA REGOLABILE... pag. 8 GANCIO ANTIPENDOLO E ANCORAGGIO...

Dettagli

CASSETTE IN PLASTICA "TUTTO"

CASSETTE IN PLASTICA TUTTO ST.06.02.00 CASSETTE IN PLASTICA "TUTTO" 1. DESCRIZIONE Art. 7420-7425-7450-7460 Cassetta d ispezione in plastica TUTTO. Possibilità di alloggiare collettori semplici, multifar e complanari usando gli

Dettagli

Capitolo 3. Iniziamo col far vedere cosa si è ottenuto, per far comprendere le successive descrizioni, avendo in mente ciò che si vuole realizzare.

Capitolo 3. Iniziamo col far vedere cosa si è ottenuto, per far comprendere le successive descrizioni, avendo in mente ciò che si vuole realizzare. Realizzazione meccanica Iniziamo col far vedere cosa si è ottenuto, per far comprendere le successive descrizioni, avendo in mente ciò che si vuole realizzare. - 37 - 3.1 Reperibilità dei pezzi La prima

Dettagli

RETE SICURA RETE SICURA

RETE SICURA RETE SICURA Manuale di montaggio RETE SICURA RETE SICURA Larghezza della maglia Larghezza della maglia A) Sicura 1. Luogo e scopi d impiego La rete Sicura ferma persone o oggetti che precipitano. Viene utilizzata

Dettagli

MANUALE TECNICO D INSTALLAZIONE. Porta blindata (tutti i modelli)

MANUALE TECNICO D INSTALLAZIONE. Porta blindata (tutti i modelli) MANUALE TECNICO D INSTALLAZIONE Porta blindata (tutti i modelli) pag. 1/8 DICHIARAZIONE DI CONFORMITA La Porta Blindata: Modello: Matricola: Annodi costruzione: E conforme alle seguenti direttive: 89/106CE

Dettagli

Arredobagno. Compab ISTRUZIONI DI MONTAGGIO. Aggiornato Febbraio 2007

Arredobagno. Compab ISTRUZIONI DI MONTAGGIO. Aggiornato Febbraio 2007 ISTRUZIONI DI MONTAGGIO Aggiornato Febbraio 2007 Compab Arredobagno SOMMARIO SCHEDA NR. 1 SCHEDA NR. 2 SCHEDA NR. 3 SCHEDA NR. 4 SCHEDA NR. 5 SCHEDA NR. 6 SCHEDA NR. 7 SCHEDA NR. 8 SCHEDA NR. 9 SCHEDA

Dettagli

Cap. 3 METODI E MEZZI DI CARICAMENTO

Cap. 3 METODI E MEZZI DI CARICAMENTO Cap. 3 METODI E MEZZI DI CARICAMENTO Rev. 1.02 22/07/2014 Numerosi sono i metodi ed i mezzi con cui si possono trasportare pazienti ed infortunati. Quelli maggiormente usati sono: 1. La sedia portantina

Dettagli

AMBIENTE. Istruzioni di posa per professionisti

AMBIENTE. Istruzioni di posa per professionisti AMBIENTE Istruzioni di posa per professionisti Indice Travetti 4 Scelta del materiale Posa dei travetti Posa di travetti per terrazzoa senza profilo di finitura (Sit. A) Preparazione dei travetti Preparazione

Dettagli

Murali Condensing. Sommario. Introduzione 2 Configurazioni di scarico 3 Installazione 10 Gamma condotti fumi 12

Murali Condensing. Sommario. Introduzione 2 Configurazioni di scarico 3 Installazione 10 Gamma condotti fumi 12 Murali Condensing Sommario Introduzione 2 Configurazioni di scarico 3 Installazione 10 Gamma condotti fumi 12 1 Sistemi di scarico in PP Introduzione Sistema per intubamento in PP per caldaie a condensazione

Dettagli

Istruzioni di montaggio

Istruzioni di montaggio 0 07/00 IT Per i tecnici specializzati Istruzioni di montaggio Gruppo sfiato aria SKS per collettori piani a partire dalla versione. Prego, leggere attentamente prima del montaggio Volume di fornitura

Dettagli

SCALE FISSE A DUE MONTANTI IN PRFV PER POZZETTI DI ISPEZIONE A MARCATURA CE

SCALE FISSE A DUE MONTANTI IN PRFV PER POZZETTI DI ISPEZIONE A MARCATURA CE SCALE VERTICALI CE MM13 30.07.2015 Rev. 3 SCALE FISSE A DUE MONTANTI IN PRFV PER POZZETTI DI ISPEZIONE A MARCATURA CE COMPOSITE SOLUTION PAGINA 1 SOMMARIO 1. APPLICAZIONI E CARATTERISTICHE... 3 2. RIFERIMENTI

Dettagli

MANUALE DI INSTALLAZIONE

MANUALE DI INSTALLAZIONE MANUALE DI INSTALLAZIONE INDICE 1. Introduzione 1.1. Revisione 1.2. Validità 1.3. A chi si rivolgono le seguenti istruzioni? 2. Linee guida sulla sicurezza 2.1. Norme di sicurezza 2.2. Qualifica del personale

Dettagli

LIBRETTO INSTALLAZIONE, USO E MANUTENZIONE VASCA DA BAGNO

LIBRETTO INSTALLAZIONE, USO E MANUTENZIONE VASCA DA BAGNO LIBRETTO INSTALLAZIONE, USO E MANUTENZIONE VASCA DA BAGNO 1.FUNZIONI ED EQUIPAGGIAMENTO TIPO MODELLO MISURE VASCA da bagno I-VNL01 170x77,5x77,5 cm I-VNL02 I-VNL03 165x88x75 cm 170x85x63 cm ISTRUZIONI

Dettagli

APPOGGI NEOARM APPOGGI NEOARM B04

APPOGGI NEOARM APPOGGI NEOARM B04 APPOGGI NEOARM APPOGGI NEOARM B04 DESCRIZIONE PRODOTTO La serie Neoarm è una linea di apparecchi d appoggio strutturali in elastomero armato, costituiti cioè da un blocco in elastomero nel quale sono inseriti

Dettagli

Profili per pavimenti in legno e laminato Alfix 615

Profili per pavimenti in legno e laminato Alfix 615 PROFILPAS S.P.A. VIA EINSTEIN, 38 35010 CADONEGHE (PADOVA) ITALY TEL. +39 (0)49 8878411 +39 (0)49 8878412 FAX. +39 (0)49-706692 EMAIL: INFO@PROFILPAS.COM Profili per pavimenti in legno e laminato Alfix

Dettagli

ISTRUZIONI DI MONTAGGIO DOCCIA TERMOSTATICA 1/2 CB404 1. Rimuovere dalla scatola del gruppo maniglia (FIG 1) i vari componenti con estrema cura: Corpo Maniglia (E) Manopola (G) Coperchio (H) Cam (F) Ghiera

Dettagli

Manuale d uso e manutenzione

Manuale d uso e manutenzione Manuale d uso e manutenzione Egregio Cliente, La ringraziamo per aver scelto la qualità dei nostri prodotti. La ditta LEON rimane, comunque, a Sua disposizione per ogni chiarimento o esigenza tecnica e

Dettagli

Per fare sogni d oro Con il suo design lineare e minimalista e i due comodini. Questo letto da sogno è anche molto trendy.

Per fare sogni d oro Con il suo design lineare e minimalista e i due comodini. Questo letto da sogno è anche molto trendy. Un letto minimalista Per fare sogni d oro Con il suo design lineare e minimalista e i due comodini. Questo letto da sogno è anche molto trendy. 1 Introduzione «Elegante e lineare»: è una tendenza sempre

Dettagli

Istruzione di montaggio L 28 SAUNA IN LEGNO MASSELLO senza finitura esterna sporgente

Istruzione di montaggio L 28 SAUNA IN LEGNO MASSELLO senza finitura esterna sporgente Istruzione di montaggio L 28 SAUNA IN LEGNO MASSELLO senza finitura esterna sporgente Misure: 191 x 141 cm Cod. serie: Data di produzione: Cod. fornitura: Istruzione di montaggio L 28 MILANO 2 Planimetria

Dettagli

VarioSole SE. Manuale di installazione

VarioSole SE. Manuale di installazione Manuale di installazione VarioSole SE Integrazione parziale Moduli con telaio Disposizione verticale Disposizione orizzontale Carico di neve zona I-IV Copertura in cemento Tegole Tegole piane Tegole in

Dettagli

Informazioni preliminare, valevoli per tutti i tipi di installazione:

Informazioni preliminare, valevoli per tutti i tipi di installazione: Le linee guida da seguire per prendere le misure corrette delle vostre antine in legno sono piuttosto semplici, esistono però alcune differenze specifiche in base al modello di antina Onlywood che vi piace,

Dettagli

MANUALE INSTALLAZIONE per SunNet Roof Tetto Piano

MANUALE INSTALLAZIONE per SunNet Roof Tetto Piano MANUALE INSTALLAZIONE per SunNet Roof Tetto Piano A+ Sun Systems Via San Giovanni Bosco 43 37047 San Bonifacio (Verona) Italia Tel: +39 045 7600 213 info@apsunsys.com www.apsunsys.com Indice Indice...

Dettagli

MANUALE DI USO ED INSTALLAZIONE CAMINETTI Il Canto del Fuoco _LEGNA

MANUALE DI USO ED INSTALLAZIONE CAMINETTI Il Canto del Fuoco _LEGNA MANUALE DI USO ED INSTALLAZIONE CAMINETTI Il Canto del Fuoco _LEGNA ATTENZIONE!!! Si declina ogni responsabilità relativa ad eventuali inesattezze contenute in queste istruzioni dovute ad errori di trascrizione.

Dettagli

PROGRAMMA LINEE VITA

PROGRAMMA LINEE VITA PROGRAMMA LINEE VITA Cosa sono le linee vita Pighi I DISPOSITIVI DI ANCORAGGIO CHE SALVANO LA VITA Cosa sono i dispositivi di sicurezza Un dispositivo di ancoraggio permette a qualunque operatore di operare

Dettagli

RAGGIUNGIBILITA PRIMARIO SISTEMA ANTICADUTA: Dall accesso deve potersi trovare un ancoraggio in grado di garantire all operatore la sicurezza prima

RAGGIUNGIBILITA PRIMARIO SISTEMA ANTICADUTA: Dall accesso deve potersi trovare un ancoraggio in grado di garantire all operatore la sicurezza prima AREA RAGGIUNGIBILE IN SICUREZZA DISTANZA E POSIZIONAMENTO ANCORAGGI RAGGIUNGIBILITA PRIMARIO SISTEMA ANTICADUTA: Dall accesso deve potersi trovare un ancoraggio in grado di garantire all operatore la sicurezza

Dettagli

sistema modulare di recinzioni per esterno

sistema modulare di recinzioni per esterno EASY sistema modulare di recinzioni per esterno Gridiron S.p.A. è un azienda moderna e dinamica specializzata nella produzione di grigliati tecnici, canali grigliati, recinzioni, chiusini e altro ancora.

Dettagli

Sistemi di scarico in PP

Sistemi di scarico in PP Sistemi di scarico in PP Condensazione / Accessori Residenziale SEZIONE 1 Introduzione 1.1 Sistema per intubamento in PP traslucido per caldaie a condensazione Beretta propone, esclusivamente per le caldaie

Dettagli

INDICAZIONI SU GIUNTI DEI NASTRI TRASPORTATORI

INDICAZIONI SU GIUNTI DEI NASTRI TRASPORTATORI GIAVA sas Manutenzione e Gestione Impianti Industriali www.giavasas.it INDICAZIONI SU GIUNTI DEI NASTRI TRASPORTATORI interventi di giunzione La giunzione di un nastro si rende necessaria quando bisogna

Dettagli

VILLA BORROMEO Sarmeola di Rubano Padova 25 novembre 2010. Relatore: Ing. Carlo Calisse

VILLA BORROMEO Sarmeola di Rubano Padova 25 novembre 2010. Relatore: Ing. Carlo Calisse LE RETI ANTICADUTA DALLE NORME UNI EN 1263-1 1 e 2 ALLE NUOVE LINEE GUIDA AIPAA VILLA BORROMEO Sarmeola di Rubano Padova 25 novembre 2010 Relatore: Ing. Carlo Calisse INTRODUZIONE ALLE NORME UNI EN 1263-1:

Dettagli

ATTENZIONE. Le istruzioni contenute nella presente descrizione sono per alcuni particolari indicative.

ATTENZIONE. Le istruzioni contenute nella presente descrizione sono per alcuni particolari indicative. Pagina 1 di 13 ATTENZIONE Le istruzioni contenute nella presente descrizione sono per alcuni particolari indicative. Tali indicazioni sono da ritenersi esaustive per le finalità che si propone il seguente

Dettagli

delle pietre da rivestimento

delle pietre da rivestimento EDILIZIA 14 Realizzare la posa delle pietre da rivestimento 1 La scelta del materiale I criteri di scelta del materiale da rivestimento non sono legati solo all'aspetto estetico del prodotto (colore, tipologia,

Dettagli

SINTESI DELLA NORMATIVA EUROPEA EN 1263-1 RELATIVA AL MONTAGGIO DELLA RETE ANTICADUTA PER APPLICAZIONI ORIZZONTALI E PER APPLICAZIONI VERTICALI.

SINTESI DELLA NORMATIVA EUROPEA EN 1263-1 RELATIVA AL MONTAGGIO DELLA RETE ANTICADUTA PER APPLICAZIONI ORIZZONTALI E PER APPLICAZIONI VERTICALI. SINTESI DELLA NORMATIVA EUROPEA EN 1263-1 RELATIVA AL MONTAGGIO DELLA RETE ANTICADUTA PER APPLICAZIONI ORIZZONTALI E PER APPLICAZIONI VERTICALI. 1. RETE ANTICADUTA CERTIFICATA EN 1263-1, PER APPLICAZIONI

Dettagli

Memoria tecnica installazione pannelli laminati

Memoria tecnica installazione pannelli laminati Memoria tecnica installazione pannelli laminati Istruzioni di montaggio VOLTAJOINT VOLTABRI Notice de pose Kit - VOLTAJOINT 2/31 Sommario 1_ KIT ABITAZIONI INDIVIDUALI... 3 2_ NOMENCLATURA (ESCLUSI LAMIERATI

Dettagli

ECONET S CONFORME ALLE NORMATIVE EUROPEE EN 1263-1 E EN

ECONET S CONFORME ALLE NORMATIVE EUROPEE EN 1263-1 E EN Scheda tecnica e manuale di montaggio RETE DI SICUREZZA ECONET S CONFORME ALLE NORMATIVE EUROPEE EN 1263-1 E EN 1263-2 1 CARATTERISTICHE TECNICHE MATERIALE: POLIPROPILENE, stabilizzato ai raggi UV. COLORE:

Dettagli

MANUALE GENERALE Guardian S.r.l.

MANUALE GENERALE Guardian S.r.l. MANUALE GENERALE CARATTERISTICHE Alimentazione batteria alcalina 9V 6LR61/MN1604/1604A (inclusa nella confezione) Consumo

Dettagli

LAVORI SPECIALI. (Articolo 148 D.Lgs 81/08)

LAVORI SPECIALI. (Articolo 148 D.Lgs 81/08) 146 LAVORI SPECIALI (Articolo 148 D.Lgs 81/08) Prima di procedere alla esecuzione di lavori su lucernari, tetti, coperture e simili, fermo restando l obbligo di predisporre misure di protezione collettiva,

Dettagli

MANUALE DI ISTRUZIONI

MANUALE DI ISTRUZIONI MANUALE DI ISTRUZIONI MINI CESOIA PIEGATRICE Art. 0892 ! ATTENZIONE Leggere il presente manuale prima di qualsiasi operazione Prima di iniziare qualsiasi azione operativa è obbligatorio leggere il presente

Dettagli

Robert Bosch GmbH. Sgabello per bambini

Robert Bosch GmbH. Sgabello per bambini Sgabello per bambini Robusto e variopinto Sgabello per bambini I bambini vivono nel loro mondo. E questo mondo deve essere arredato con mobili davvero speciali. Come questo fantasioso sgabello. 1 Introduzione

Dettagli

Convertitore RS232 / fibra ottica

Convertitore RS232 / fibra ottica Caratteristiche tecniche e collegamenti Cod.: Rev.: Ediz.: C5844E0027ITA 00 16/05/2008 Modulo SOI Convertitore RS232 / fibra ottica Via del Lavoro 13-48011 Alfonsine (RA) - Italy Tel.: +39-054484277 Fax:

Dettagli

STIGA PARK 121 M 8211-3011-10

STIGA PARK 121 M 8211-3011-10 STIGA PARK 121 M 8211-3011-10 D 5b. 1. Park -1993 5a. 2. Park -1993 6a. Park -1999 F G H 3. Park -1993 7. I I 4. Park -1993 8. 6b. Park 2000- J 9. 13. 10. 14. X Z Y W 11. V 15. Denna produkt, eller delar

Dettagli

Istruzioni originali Accessorio Orion per un allineamento semplificato Orion Laser

Istruzioni originali Accessorio Orion per un allineamento semplificato Orion Laser Istruzioni originali Accessorio Orion per un allineamento semplificato Orion Laser Nonostante sia stato impiegato ogni sforzo possibile per assicurare l'accuratezza delle informazioni contenute nel presente

Dettagli

Ricevimento, movimentazione e stoccaggio

Ricevimento, movimentazione e stoccaggio Istruzioni Centro controllo motori CENTERLINE 2500 - Ricevimento, movimentazione e stoccaggio Ricevimento IMPORTANTE Quando Rockwell Automation consegna al corriere l'apparecchiatura, questa viene considerata

Dettagli

Monosplit a Parete Alta - Installazione

Monosplit a Parete Alta - Installazione Prima di iniziare l installazione, è necessario scegliere il luogo di installazione delle apparecchiature, verificandone l idoneità tecnica. Per una installazione a regola d arte, non è sufficiente applicare

Dettagli

Voliera per balcone e giardino

Voliera per balcone e giardino Voliera per balcone e giardino Spedizione nel regno animale. Voliera Zoologi grandi e piccoli potranno presto appostarsi e riscoprire il mondo dalla porta del balcone. 1 Introduzione Con questa casetta-nido

Dettagli

Descrizione. Caratteristiche tecniche

Descrizione. Caratteristiche tecniche brevettato Descrizione La CMO è un dispositivo atto a garantire la protezione di persone/cose da urti provocati da organi meccanici in movimento quali cancelli o porte a chiusura automatica. L ostacolo

Dettagli

L LSS-1, trasduttore StructureScan e la sua staffa di montaggio

L LSS-1, trasduttore StructureScan e la sua staffa di montaggio DRAFT III Installazione dello StructureScan Hardware La vostra scatola StructureScan viene fornita con un Cavo di alimentazione, il trasduttore StructureScan ed una staffa di montaggio. Al trasduttore

Dettagli

Istruzioni per l installazione. combinazione frigo-congelatore Pagina 18 7081 401-00. CNes 62 608

Istruzioni per l installazione. combinazione frigo-congelatore Pagina 18 7081 401-00. CNes 62 608 struzioni per l installazione combinazione frigo-congelatore Pagina 18 I 7081 401-00 CNes 62 608 Posizionamento Evitare la posizionatura dell'apparecchio in aree direttamente esposte ai raggi del sole,

Dettagli

Consultare le avvertenze di rischio e i consigli per la sicurezza durante le operazioni di travaso.

Consultare le avvertenze di rischio e i consigli per la sicurezza durante le operazioni di travaso. Istruzioni per la pulizia e la conservazione dei pavimenti PANDOMO Terrazzo Indicazioni preliminari Una cura periodica e adeguata, così come una protezione specifica dei pavimenti pandomo TerrazzoBasic,

Dettagli

2. SPECIFICHE PRINCIPALI

2. SPECIFICHE PRINCIPALI ! ATTENZIONE Leggere il presente manuale prima di qualsiasi operazione Prima di iniziare qualsiasi azione operativa è obbligatorio leggere il presente manuale di istruzioni. La garanzia del buon funzionamento

Dettagli

Zanzariera Plissè laterale singola e doppia

Zanzariera Plissè laterale singola e doppia Zanzariera Plissè laterale singola e doppia Guida a pavimento 3 mm Rete plissettata Modello nta oppia plissettata a scorrimento orizzontale. Grazie all assenza di molle di richiamo della rete, i requisiti

Dettagli

MANUALE D USO E MANUTENZIONE

MANUALE D USO E MANUTENZIONE MANUALE D USO E MANUTENZIONE Istruzioni di uso, montaggio, smontaggio e manutenzione Altezza max mt. 8,80 (ultimo piano mt. 7,23) DPR 164/56 D. Lgs 626/94 Questo documento deve sempre accompagnare il trabattello

Dettagli

7.2 Controlli e prove

7.2 Controlli e prove 7.2 Controlli e prove Lo scopo dei controlli e delle verifiche è quello di: assicurare che l ascensore sia stato installato in modo corretto e che il suo utilizzo avvenga in modo sicuro; tenere sotto controllo

Dettagli

Vetrate fisse in acciaio la semplicità che fa risparmiare

Vetrate fisse in acciaio la semplicità che fa risparmiare in la semplicità che fa risparmiare www.ninz.it Caratteristiche in EI 30 o EI 60 con telaio in vista Telaio costruito con profilo portante in tubolare d dello spessore di 15/10 mm formato a freddo, isolato

Dettagli

Istruzioni per l uso BILANCIA PESAPERSONE PESAPERSONE

Istruzioni per l uso BILANCIA PESAPERSONE PESAPERSONE Istruzioni per l uso BILANCIA PESAPERSONE PESAPERSONE IT pagina 1 [A] 1 2 3 UNIT I II III TYPE H4201 SOLAR CELL ISTRUZIONI PER L USO DELLA BILANCIA PESAPERSONE IT Gentile cliente, IMETEC La ringrazia per

Dettagli

ISTRUZIONI PER L INSTALLAZIONE INTERRATA DEI SERBATOI IN POLIETILENE

ISTRUZIONI PER L INSTALLAZIONE INTERRATA DEI SERBATOI IN POLIETILENE ISTRUZIONI PER L INSTALLAZIONE INTERRATA DEI SERBATOI IN POLIETILENE (rev. 20140217) 1. Prima dell installazione deve essere verificata l idoneità tecnica del suolo dal punto di vista strutturale, eventuali

Dettagli

ISTRUZIONI DI MONTAGGIO

ISTRUZIONI DI MONTAGGIO MANUALE DI INSTALLAZIONE MANUTENZIONE ED USO. INDICE: AVVERTENZE GENERALI PER LA SICUREZZA...PAG. 2 INSTALLAZIONE GUIDE VERTICALI...PAG. 2 INSTALLAZIONE GRUPPO MOLLE...PAG. 2 INSTALLAZIONE CON VELETTA

Dettagli

Gruppo Freno a Disco MILLENNIUM

Gruppo Freno a Disco MILLENNIUM Gruppo Freno a Disco MILLENNIUM Manutenzione Sistema 11 17-19 idraulico Bassano Grimeca S.p.A. Via Remigia, 42 40068 S. Lazzaro di Savena (Bologna) Italy tel. +39-0516255195 fax. +39-0516256321 www.grimeca.it

Dettagli

Il programma. I lavori in quota

Il programma. I lavori in quota Il programma I lavori in quota Definizioni Obblighi del datore di lavoro Scale a pioli Scale fisse a gradini Scale fisse a pioli Scale semplici portatili Definizione D.Lgs. 9 Aprile 2008 n.81 Titolo IV,

Dettagli

Parapetti. come protezione di accessi fissi ad impianti e macchinari

Parapetti. come protezione di accessi fissi ad impianti e macchinari Parapetti come protezione di accessi fissi ad impianti e macchinari Questo opuscolo descrive le regole tecniche da osservare nella costruzione di parapetti posti a protezione di macchinari e impianti.

Dettagli

PONTE SU RUOTE A TORRE (trabattelli)

PONTE SU RUOTE A TORRE (trabattelli) SCHEDA TECNICA N 25 PONTE SU RUOTE A TORRE (trabattelli) SERVIZIO PREVENZIONE E PROTEZIONE V I A M A S S A R E N T I, 9-4 0 1 3 8 B O L O G N A 0 5 1. 6 3. 6 1 4. 5 8 5 - FA X 0 5 1. 6 3. 6 4. 5 8 7 E-mail:

Dettagli

2^ OPERAZIONE TOGLIERE IL LISTELLO BLOCCA PIASTRA FRONTALE E RELATIVA PIASTRA FRONTALE

2^ OPERAZIONE TOGLIERE IL LISTELLO BLOCCA PIASTRA FRONTALE E RELATIVA PIASTRA FRONTALE CONFEZIONE: - colonna completa di basamento - carter di copertura basamento - viti di fissaggio - chiavetta esagonale ATTENZIONE: TUTTE LE OPERAZIONI CHE SEGUONO, FINO AL PUNTO 8, DEVONO ESSERE EFFETTUATE

Dettagli

26 GIUGNO 2012 AULA MAGNA DELLA SCUOLA EDILE CPIPE - VIA BASILICATA, 10/12 LOCALITÀ CAMIN PADOVA

26 GIUGNO 2012 AULA MAGNA DELLA SCUOLA EDILE CPIPE - VIA BASILICATA, 10/12 LOCALITÀ CAMIN PADOVA 26 GIUGNO 2012 AULA MAGNA DELLA SCUOLA EDILE CPIPE - VIA BASILICATA, 10/12 LOCALITÀ CAMIN PADOVA 26 GIUGNO 2012 Intervento ing. Donato Chiffi Progettazione costruttiva dei dispositivi di ancoraggio e verifica

Dettagli

Industria Produzione porte e serramenti in legno lamellare e massello CERTIFICATO DI GARANZIA

Industria Produzione porte e serramenti in legno lamellare e massello CERTIFICATO DI GARANZIA Industria Produzione porte e serramenti in legno lamellare e massello CERTIFICATO DI GARANZIA CERTIFICATO DI GARANZIA MEDEA Premessa: Tutti gli infissi esterni, adeguatamente manutentati, possono avere

Dettagli

SISTEMI DI SICUREZZA ANTICADUTA

SISTEMI DI SICUREZZA ANTICADUTA PARAPETTO PERMANENTE MH CERTIFICATO Modello ELITE Parapetto modulare permanente per la messa in sicurezza di macchinari in quota contro la caduta dall alto secondo la normativa EN 14122-3 MANUALE D USO

Dettagli

ESPLOSO ASSONOMETRICO - PARETE (leggere con attenzione le spiegazioni sottoriportate)

ESPLOSO ASSONOMETRICO - PARETE (leggere con attenzione le spiegazioni sottoriportate) ESPLOSO ASSONOMETRICO - PARETE (leggere con attenzione le spiegazioni sottoriportate) Profilo policarbonato Profilo fermavetro Carter di copertura Piede di regolazione Profilo fisso PARETE MONOLITICA:

Dettagli

29.09.13 MOD. ALADINO RIBALTA VERTICALE MANUALE MATRIMONIALE

29.09.13 MOD. ALADINO RIBALTA VERTICALE MANUALE MATRIMONIALE 29.09.13 MOD. ALADINO RIBALTA VERTICALE MANUALE MATRIMONIALE 2 MANUALE D USO E MANUTENZIONE ISTRUZIONI ORIGINALI INDICE CAPITOLO PAGINA 1. DESCRIZIONE GENERALE Congratulazioni 3 Destinazione d uso Descrizione

Dettagli

GUIDA ALLA POSA DEI BATTISCOPA

GUIDA ALLA POSA DEI BATTISCOPA GUIDA ALLA POSA DEI BATTISCOPA I battiscopa nascono per coprire i punti di congiunzione tra muri e pavimento ma nel corso del tempo sono diventati un vero e proprio elemento di arredo. I battiscopa sono

Dettagli

IDENTIFICAZIONE PRODOTTO

IDENTIFICAZIONE PRODOTTO FS 08 1S E un sollevatore manuale uso gancio per operatori professionali del settore ferroviario. Consente il sollevamento di attrezzature ferroviarie dopo essere stato assemblato nei 3 moduli che lo compongono

Dettagli

TORCIA RICARICABILE 19 LED MANUALE DI ISTRUZIONI

TORCIA RICARICABILE 19 LED MANUALE DI ISTRUZIONI TORCIA RICARICABILE 19 LED MANUALE DI ISTRUZIONI AVVERTENZE GENERALI - Non utilizzare l apparecchio per scopi diversi da quelli indicati. Il costruttore non può essere considerato responsabile, per eventuali

Dettagli

DEVIATORE FUMI. Istruzioni d uso e installazione. Codice prodotto: REU-UOP-26. Informazioni generali. Figura 1 Scarico Fumi

DEVIATORE FUMI. Istruzioni d uso e installazione. Codice prodotto: REU-UOP-26. Informazioni generali. Figura 1 Scarico Fumi DEVIATORE FUMI Istruzioni d uso e installazione Informazioni generali Codice prodotto: REU-UOP-26 Il deviatore fumi laterale Rinnai REU-UOP-26 è compatibile con i seguenti modelli di scaldacqua Rinnai

Dettagli

INSTALLAZIONE KIT PASSAGGIO TETTO IN LEGNO KIT NV2 ATTRAVERSAMENTO IN CONDIZIONI NON VENTILATE

INSTALLAZIONE KIT PASSAGGIO TETTO IN LEGNO KIT NV2 ATTRAVERSAMENTO IN CONDIZIONI NON VENTILATE INSTALLAZIONE KIT PASSAGGIO TETTO IN LEGNO KIT NV2 ATTRAVERSAMENTO IN CONDIZIONI NON VENTILATE Dopo aver scelto la posizione di installazione del Kit passaggio tetto in legno KIT NV2, è necessario forare

Dettagli

Lavori in quota. Lavori in quota. frareg.com 1/22

Lavori in quota. Lavori in quota. frareg.com 1/22 Lavori in quota 1/22 D.Lgs 81/08 e s.m.i., art. 111 1. Il datore di lavoro, nei casi in cui i lavori temporanei in quota non possono essere eseguiti in condizioni di sicurezza e in condizioni ergonomiche

Dettagli

ALLEGATO XIX. Verifiche di sicurezza dei ponteggi metallici fissi

ALLEGATO XIX. Verifiche di sicurezza dei ponteggi metallici fissi ALLEGATO XIX Verifiche di sicurezza dei ponteggi metallici fissi Si ritiene opportuno sottolineare che nel metallico fisso la sicurezza strutturale, che ha un rilievo essenziale, dipende da numerosi parametri,

Dettagli

MANUALE DI INSTALLAZIONE

MANUALE DI INSTALLAZIONE MANUALE DI INSTALLAZIONE INDICE 1. Introduzione 1.1. Revisione 1.2. Validità 1.3. A chi si rivolgono le seguenti istruzioni? 2. Linee guida sulla sicurezza 2.1. Norme di sicurezza 2.2. Qualifica del personale

Dettagli

Piscineitalia.it. Indicazioni di montaggio per cabina sauna Modello con pareti in legno massello

Piscineitalia.it. Indicazioni di montaggio per cabina sauna Modello con pareti in legno massello Indicazioni di montaggio per cabina sauna Modello con pareti in legno massello 1 Raccomandazioni Si raccomanda di preforare sempre prima di avvitare, in modo da evitare che il legno si rompa. Nella tabella

Dettagli

Posizione inversa rispetto al senso di marcia. Manuale dell utente. Gruppo Peso Età. 0+ 0-13 kg 0-12 m

Posizione inversa rispetto al senso di marcia. Manuale dell utente. Gruppo Peso Età. 0+ 0-13 kg 0-12 m Posizione inversa rispetto al senso di marcia Manuale dell utente ECE R44 04 Gruppo Peso Età 0+ 0-13 kg 0-12 m 1 Grazie per aver scelto izi Sleep ISOfix di BeSafe BeSafe ha sviluppato questo seggiolino

Dettagli