Luglio A CURA DELLO STUDIO Dott.ssa ELENA TROMBETTA Como Via Giovane Italia, 13. Studi di settore: il regime premiale per il 2014

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Luglio 2015. A CURA DELLO STUDIO Dott.ssa ELENA TROMBETTA Como Via Giovane Italia, 13. Studi di settore: il regime premiale per il 2014"

Transcript

1 A CURA DELLO STUDIO Dott.ssa ELENA TROMBETTA Como Via Giovane Italia, 13 INFORMA AZIENDE DEL MESE DI LUGLIO 2015 Studi di settore: il regime premiale per il precompilato e ordinario: proroga scadenza al 23 luglio Scadenziario

2 Pagina 2 / 10 STUDI DI SETTORE: IL REGIME PREMIALE PER IL 2014 Con il provv.78324/2015, l'agenzia ha ampliato la platea dei soggetti potenzialmente interessati dal regime premiale, essendo aumentato il numero delle categorie economiche ammesse. In particolare, rispetto allo scorso anno: sono aumentati a 157 (in luogo di 116) gli studi di settore che possono beneficiare del regime; è confermata l'esclusione dal regime in esame per gli studi relativi ad attività professionali, in quanto, secondo il provvedimento, la funzione di stima di alcuni studi basata sulle prestazioni rese non riesce a cogliere appieno i possibili casi di omessa fatturazione; sono variati i criteri di scelta degli studi in base agli indicatori di coerenza approvati. REGIME PREMIALE - DISPOSIZIONI GENERALI Come noto, l art.10 DL 201/2011 (cd "Salva Italia") ha previsto uno specifico "regime premiale" applicabile ai contribuenti cd virtuosi nell applicazione degli studi di settore. SOGGETTI BENEFICI CONDIZIONI REGIME PREMIALE IN SINTESI Il regime premiale è fruibile dai soggetti "potenzialmente" accertabili sulla base degli studi di settore; restano esclusi tutti quei contribuenti che presentano cause di inapplicabilità o di esclusione dagli studi, compresi quelli nei cui confronti lo strumento accertativo non si rende applicabile ai sensi del DM 11/02/2008 (CM 8/2012). I contribuenti possono beneficiare delle seguenti misure: 1) ACCERTAMENTO DA PRESUNZIONI SEMPLICI: preclusione degli accertamenti basati sulle presunzioni semplici (art. 39 DPR 600/73 e art. 54 DPR 633/72). In pratica: non sono ammessi accertamenti cd. analitico induttivi che, nell ambito delle PMI, risultano essere le più frequenti (si tratta dei vari tovagliometri per i ristoranti, lenzuolometri per gli alberghi, ecc. - v. Ino Fisco 285/2014), rimanendo esperibili solo accertamenti di natura diversa (analitico puro, fondato sulle indagini finanziarie, induttivo, ecc.). 2) PRESCRIZIONE: riduzione di 1 anno degli ordinari termini di decadenza per l attività di accertamento (art. 43, DPR 600/73 e art. 57, DPR 633/72); la disposizione non si applica in presenza di reati tributari di cui al DLgs.74/2000. In pratica, nei confronti dei soggetti che possono beneficiare del regime premiale, l'ordinario termine di prescrizione diventa il 31/12 del 3 anno successivo a quello in cui è stata presentata la dichiarazione, in luogo del quarto. Diversamente, in caso di violazione che comporti l'obbligo di denuncia per uno dei reati previsti dal D.Lgs.74/2000, troverà applicazione il raddoppio dei termini di accertamento, con l effetto che l'amministrazione potrà notificare gli eventuali accertamenti entro il 31/12 dell'8 anno successivo a quello di presentazione della dichiarazione. 3) REDDITOMETRO: la determinazione sintetica del reddito complessivo (art. 38 DPR 600/73) è ammessa a condizione che i reddito complessivo accertabile ecceda di almeno 1/3 (anziché 1/5) quello dichiarato. L incremento dello scostamento (da 1/5 a 1/3) non riguarda, però, i soci di soggetti trasparenti di cui all art. 5 del TUIR (società di persone, associazioni professionali), ovvero i soci di Srl trasparenti, posto che il regime premiale riguarda solo i contribuenti soggetti all accertamento in base agli studi di settore (CM 25/2012). Per accedere al regime in esame è necessario che il contribuente: congruità dei ricavi: dichiari, anche per effetto dell adeguamento, ricavi o compensi pari o superiori a quelli risultanti dell applicazione degli studi di settore (si ritiene tenuto conto dell effetto di INE) fedeltà dei dati: abbia regolarmente assolto gli obblighi di comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell'applicazione degli studi di settore, indicando fedelmente tutti i dati richiesti

3 Pagina 3 / 10 indicatori di coerenza: risulti coerente agli specifici indicatori previsti dai decreti di approvazione dello studio di settore o degli studi di settore applicabili. REGIME PREMIALE LE INDICAZIONI DELLE ENTRATE SOGGETTI INTERESSATI Accedono al regime premiale i contribuenti che, congiuntamente: a) dichiarano ricavi congrui (anche tramite l adeguamento in Unico) b) risultano coerenti a tutti gli indicatori previsti dai DM di approvazione degli studi. Secondo l Agenzia, è necessario che: la coerenza sussista per tutti gli indicatori di coerenza economica e di normalità economica (cd. INE ) previsti dallo studio di settore applicabile Nota: mentre la congruità dei ricavi può essere ottenuta tramite l adeguamento, in relazione agli indicatori di coerenza appaiono difficile eventuali manovre del contribuente. Inoltre, l eventuale forzatura di un INE (con indicazione di un diverso dato) o la sua disapplicazione comportano l esclusione del regime premiale. DUBBIO: gli INE non coerenti agiscono sulla redditività, imputando dei maggiori ricavi. In presenza di tale effetto, andrà chiarito se, in presenza di ricavi dichiarati comunque congrui (anche in seguito ad adeguamento), la non coerenza dell INE possa essere considerata sanata (fino a chiarimento ufficiale in tal senso, si deve ritenere che ciò non trovi applicazione). attività professionale e di impresa: nel caso in cui il contribuente applichi 2 diversi studi di settore, la congruità e la coerenza sussistano per entrambi gli studi; inoltre entrambi gli studi devono risultare interessati dall applicazione del regime premiale. SOGGETTI ESCLUSI: restano esclusi dal regime in esame i contribuenti che (CM 8/2012): presentano cause di inapplicabilità o di esclusione dagli studi inclusi quelli nei cui confronti lo studio non si rende applicabile ai sensi del DM 11/02/2008 (imprese multiattività; inapplicabilità dello studio; contribuenti ex-minimi, ecc.). BENEFICIARI DEL REGIME PREMIALE PER IL 2014 Per il periodo 2014 possono accedere al regime premiale i contribuenti che applicano uno degli studi di settore indicati nell allegato 1 al provvedimento, ovvero: INDIVIDUAZIONE DEGLI STUDI INTERESSATI 1) 2) studi di settore per i quali risultano approvati indicatori di coerenza economica riferibili ad almeno 4 delle seguenti tipologie: efficienza e produttività del fattore lavoro; efficienza e produttività del fattore capitale; efficienza di gestione delle scorte; redditività; struttura. studi di settore che presentano almeno 3 delle suddette tipologie e che, contemporaneamente, prevedano l indicatore di coerenza Indice di copertura del costo per il godimento di beni di terzi e degli ammortamenti. DIVERSI STUDI APPLICABILI: se il contribuente applica 2 diversi studi di settore (es: soggetto che esercita attività sia professionale che d impresa) per accedere al regime premiale è necessario che entrambi gli studi rientrino tra quelli individuati dall'agenzia nell allegato 1 al provvedimento.

4 Pagina 4 / 10 FEDELTA DEI DATI Considerato che l'accesso al regime premiale è subordinato alla indicazione "fedele" dei dati inclusi nello Studio, risulta fondamentale individuare il concetto di fedeltà dei dati. CONCETTO DI FEDELTÀ DEI DATI: l'accesso al regime premiale sussiste: anche in presenza di errori e/o omissioni nella compilazione degli studi di settore laddove gli stessi non comportino la modifica: dell assegnazione ai cluster del calcolo dei ricavi o dei compensi stimati del posizionamento rispetto agli indicatori di normalità e di coerenza rispetto alle risultanze dell applicazione degli studi di settore sulla base dei dati veritieri. Nota: tale concetto potrebbe forse trovare utile applicazione più generalizzata, al fine di evitare la sanzione formale di. 258 spesso irrogata in presenza di errata compilazione dello studio. INDICATORI DI COERENZA In allegato al citato provvedimento viene riportato anche l elenco degli indicatori di coerenza economica, rilevanti per il regime premiale e previsti dai decreti di approvazione e modifica degli studi, distinti in base alle tipologie individuate. Sul punto, l Agenzia ha precisato che: la presenza di diverse tipologie di indicatori (nel caso in cui forniscano un risultato di coerenza) può garantire la correttezza dei dati dichiarati nella modulistica degli studi di settore fermo restando la facoltà per l Amministrazione di procedere al controllo degli stessi. CONTROLLI Si rammenta che secondo l art. 10, co.11 del DL 201/2011, i contribuenti soggetti agli studi che non soddisfano le citate condizioni saranno oggetto di controlli più rigidi; in particolare: CONTRIBUENTI NON CONGRUI, NON FEDELI O NON COERENTI NON CONGRUI E NON COERENTI CONTROLLI è prevista l effettuazione di specifici piani di controllo da parte dell Agenzia delle Entrate e della Guardia di Finanza: articolati su tutto il territorio nazionale in modo proporzionato alla numerosità dei contribuenti interessati basati su specifiche analisi del rischio di evasione che tengano anche conto delle informazioni contenute nell apposita sezione dell anagrafe tributaria (art.7, DPR 605/73) i controlli sono svolti in via prioritaria con l utilizzo dei poteri istruttori relativi ai cd accertamenti bancari. Nei confronti di quest ultimi contribuenti i controlli sono svolti prioritariamente tramite le indagini finanziarie, ossia con l utilizzo dei poteri istruttori (art.32, DPR 600/73 e art.51, DPR 633/72); nello specifico, potrà essere richiesto a: soggetti sottoposti ad accertamento: il rilascio di una dichiarazione contenente l indicazione della natura, del numero e degli estremi identificativi dei rapporti intrattenuti con intermediari finanziari in corso o estinti da non più di 5anni dalla data della richiesta. intermediari finanziari: dati/notizie/documenti per qualsiasi rapporto intrattenuto o operazione effettuata.

5 Pagina 5 / PRECOMPILATO E ORDINARIO: PROROGA SCADENZA AL 23 LUGLIO Con un apposito DPCM in corso di pubblicazione in GU : slitta dal 07/07 al 23/07 il termine entro cui CAF e professionisti abilitati sono tenuti a presentare il modello 730 precompilato (ma anche quello ordinario ). Nota: l'allungamento dei tempi, che è stato sollecitato dai CAF, si è reso necessario per venire incontro alle esigenze dei contribuenti e degli assistenti fiscali alle prese con le novità della dichiarazione precompilata. Tuttavia, il differimento dei termini: riguarda l invio del modello (nonché la consegna al contribuente di copia della dichiarazione e del relativo prospetto di liquidazione) attraverso i CAF ed i professionisti abilitati a condizione che questi abbiano già trasmesso al 7/07 l 80% delle dichiarazioni in carico all Agenzia delle Entrate. non dovrebbe riguardare i contribuenti che hanno scelto di utilizzare il canale diretto dell'agenzia delle Entrate; per questi resta fermo l'invio entro il 7 luglio. La formulazione del decreto (che ricalca quella già adottata nel 2007) consente, quindi, la lavorazione di non più del 20% delle dichiarazioni complessive nel periodo della proroga (dall 8 al 23 luglio). Pertanto, per effetto della proroga si potrebbe determinare, in presenza di un credito, un allungamento dei tempi per l erogazione dei rimborsi che potrebbero slittare dalla busta paga di luglio a quella del mese di agosto. ASSISTENZA FISCALE RESA DA CAF / PROFESSIONISTA ABILITATO consegna al dipendente/ pensionato o collaboratore del modello 730 e del prospetto di liquidazione invio telematico alle Entrate dei modelli 730 comprensivi dei CAF / professionista abilitato ha inviato alle Entrate entro il 07/07/2015 almeno l 80% delle dichiarazioni Termine consegna /invio NO 7/07/2015 SI 23/07/2015 NESSUNA PROROGA PER IL 770: nel corso del question time alla Camera il Ministro dell Economia conferma che : Non si ravvisano ragioni tecniche valide per il differimento della scadenza della presentazione del modello 770 per il Pertanto, la scadenza per l invio dei modelli 770 (semplificato e ordinario) che riguarda i sostituti d imposta resta ferma, per il momento, al 31 luglio DECRETO PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI I Caf dipendenti e i professionisti abilitati, nell'ambito delle attività di assistenza fiscale di cui all articolo 34 comma 4 del decreto legislativo 9 luglio 1997 n. 241, possono completare entro il 23 luglio 2015 la consegna al contribuente di copia della dichiarazione elaborata e del relativo prospetto di liquidazione nonché la comunicazione del risultato contabile delle dichiarazioni e la trasmissione in via telematica all'agenzia delle entrate delle dichiarazioni presentate ai sensi dell articolo 13 del decreto ministeriale 31 maggio 1999, n.164, a condizione che entro il 7 luglio 2015 abbiano effettuato la trasmissione di almeno l'80% delle medesime dichiarazioni". PRINCIPALI SCADENZE DI LUGLIO 2015

6 Pagina 6 / 10 Le scadenze dei versamenti derivanti da Unico 2015 sono riportate alla luce della proroga disposta dal DPCM 9/06/2015; questa riguarda, in particolare: i contribuenti che esercitano attività economiche per le quali sono stati elaborati gli studi di settore i titolari di redditi di partecipazione in soggetti che beneficiano della proroga; i contribuenti minimi. 06 LUNEDÌ DIRITTO ANNUALE CCIAA UNICO PF 2015 UNICO SP 2015 Versamento del diritto CCIAA 2015 (codice tributo 3850) Termine entro il quale effettuare i versamenti relativi a: IRPEF (saldo 2014 e 1 acconto 2015) addizionale regionale IRPEF (saldo 2014) addizionale comunale IRPEF (saldo 2014 e acconto 2015) saldo IVA 2014 con maggiorazione dell 1,2% (0,4% per mese 16/3) imposta sostitutiva regime nuovi minimi (5%, saldo 2014/1 acconto 2015) imposta sostitutiva regime nuove iniziative produttive (10%) acconto 20% dell imposta dovuta per i redditi a tassazione separata cedolare secca (saldo 2014 e 1 acconto 2015) contributo di solidarietà (3%) in caso di reddito superiore a IVIE/IVAFE (saldo 2014 e 1 acconto 2015) fiscale dei beni esistenti al 31/12/2014 da quadro EC contributi IVS (saldo 2014 e 1 acconto 2015) contributi Gestione separata INPS (saldo 2014 e 1 acconto 2015) contributi previdenziali geometri (saldo 2014) Termine entro il quale effettuare i versamenti relativi a: saldo IVA 2014 maggiorato 1,2% (0,4% per mese/frazione di mese dal 16/3) fiscale a seguito di operazioni straordinarie effettuate nel 2013 e Per i riallineamenti di esercizi precedenti vanno versate le rate successive. imposta sostitutiva % riallineamento valore civile e fiscale beni esistenti al 31/12/2014 da quadro EC imposta sostitutiva 16% (unica soluzione) dovuta per il riallineamento del valore civile e fiscale dei beni immateriali a seguito di operazioni straordinarie Termine entro cui effettuare i versamenti relativi a: saldo IVA 2014 maggiorato dell 1,2% (0,4% mese/frazione di mese dal 16/3) IRES (saldo 2014 e 1 acconto 2015) UNICO SC 2015 maggiorazione IRES (10,50%) società di comodo (saldo 2014 e 1 acconto 2015) fiscale a seguito di operazioni straordinarie effettuate nel 2013 e Per i riallineamenti di esercizi precedenti vanno versate le rate successive imposta sostitutiva % riallineamento valore civile e fiscale beni esistenti al 31/12/2014 da quadro EC; imposta sostitutiva 16% (unica soluzione) dovuta per il riallineamento del valore

7 Pagina 7 / 10 civile e fiscale dei beni immateriali a seguito di operazioni straordinarie MOD. IRAP 2015 ADEGUAMENTO STUDI DI SETTORE Versamento IRAP (saldo 2014 e 1 acconto 2015) da parte di persone fisiche, società di persone e soggetti assimilati, società di capitali ed enti non commerciali con esercizio coincidente con l anno solare. Versamento dell IVA dovuta sui maggiori ricavi o compensi da parte dei soggetti che si adeguano agli studi di settore (cod. trib. 6494) e dell eventuale maggiorazione del 3% (cod. trib per persone fisiche e 2118 per soggetti diversi da persone fisiche). 07 MARTEDÌ 730/2015 Presentazione al datore di lavoro/ente pensionistico che presta direttamente l assistenza fiscale del mod.730 e del mod per la scelta della destinazione dell ; Presentazione al CAF/professionista abilitato, da parte del dipendente, pensionato, collaboratore, del mod.730, del mod per la scelta della destinazione dell e della documentazione necessaria per la verifica della conformità dei dati della dichiarazione; Consegna al dipendente/pensionato/collaboratore, da parte del datore di lavoro / Ente pensionistico che presta direttamente l assistenza fiscale, della copia del mod.730 e del prospetto di liquidazione mod Invio telematico alle Entrate dei modelli 730 da parte del datore di lavoro / Ente pensionistico che presta direttamente l assistenza fiscale invio telematico alle Entrate del mod.730 precompilato e del mod per la scelta della destinazione dell da parte del contribuente. 15 MERCOLEDÌ IVA - CORRISPETTIVI GRANDE DISTRIBUZIONE FATTURAZIONE DIFFERITA FATTURE E AUTOFATTURE DI IMPORTO <.300,00 REGISTRAZIONE DEI CORRISPETTIVI ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE Invio telematico dei corrispettivi relativi al mese di giugno da parte delle imprese della grande distribuzione commerciale e di servizi Emissione e registrazione delle fatture differite relative a beni consegnati o spediti nel corso del mese di giugno e risultanti da documenti di accompagnamento (Ddt, bolla di consegna e simili), tenendo presente che l annotazione deve avvenire con riferimento al mese di effettuazione. Annotazione dell eventuale cumulativa delle fatture emesse e/o ricevute, nonché delle autofatture emesse dal cessionario/committente per le operazioni, rilevanti in Italia, poste in essere dal cedente/prestatore non residente di ammontare <.300 Annotazione, anche cumulativa, delle operazioni, effettuate nel corso del mese di giugno, per le quali risultano emessi scontrino o ricevuta fiscale. Annotazione, anche in unica registrazione, dell importo dei corrispettivi e dei proventi conseguiti nell'esercizio dell'attività commerciale nel mese di giugno. 16 GIOVEDÌ IVA LIQUIDAZIONE MENSILE RITENUTE (sui pagamenti effettuati nel mese di giugno 2015) Liquidazione e versamento dell imposta eventualmente a debito relativa al mese di giugno (contribuenti mensili) Irpef sui redditi lavoro dipendente e assimilati: versamento delle ritenute relative a redditi di lavoro dipendente (cod. trib.1001) e assimilati (cod. trib. 1004) Irpef sui redditi lavoro autonomo e provvigioni: versamento delle ritenute relative

8 Pagina 8 / 10 INTRATTENIMENTI PREVIDENZA INPS AGRICOLTURA DIRITTO ANNUALE CCIAA SOGGETTI CHE NON BENEFICIANO DELLA PROROGA MOD. UNICO 2015 PERSONE FISICHE SOGGETTI CHE NON BENEFICIANO DELLA PROROGA ai professionisti ed altre attività di lavoro autonomo (cod. trib. 1040) ed agli agenti e rappresentanti (cod. trib. 1038) Addiz. Regionali/comunali sui redditi da lavoro dipendente del mese precedente Condomini: versamento ritenute (4%) per le prestazioni derivanti da contratti d'appalto d opera o servizi effettuate nell esercizio di impresa o attività commerciali non abituali (cod. trib prestatori IRES, cod. trib prestatori IRPEF) Associati in partecipazione: versamento ritenute sugli associati in partecipazione con apporto di solo lavoro (cod. trib. 1040) e di capitale o misto (cod. trib. 1030) per gli associati "qualificati" Banche e le Poste Italiane: versamento della ritenuta sui bonifici per lavori che danno accesso alla detrazione Irpef Ritenute alla fonte su dividendi: versamento delle ritenute operate (26%) relativamente ai dividendi corrisposti nel primo trimestre per partecipazioni non qualificate (codice tributo 1035). Versamento imposta: versamento dell imposta sugli intrattenimenti relativa alle attività svolte, in maniera continuativa, nel mese di giugno. Contributi Inps / Enpals mensili: versamento all'inps da parte dei datori di lavoro dei contributi previdenziali a favore della generalità dei dipendenti, relativi alle retribuzioni maturate nel mese di giugno. INPS - Gestione Separata: versamento del contributo del 23,5% o 30,72%, da parte dei committenti, sui compensi corrisposti a giugno a collaboratori coordinati e continuativi/progetto, collaboratori occasionali, nonché incaricati alla vendita a domicilio e lavoratori autonomi occasionali (compenso > 5.000). Versamento da parte dell'associante del contributo dovuto sui compensi corrisposti a giugno agli associati in partecipazione con apporto esclusivo di lavoro, nella misura del 23,5% o 30,72% (soggetti non pensionati/non iscritti ad altra previdenza). Versamento della prima rata 2015 dei contributi previdenziali sul reddito convenzionale da parte dei coltivatori diretti e IAP Versamento, con la maggiorazione dello 0,40%, del diritto CCIAA 2015 (codice tributo 3850) Termine entro il quale effettuare i versamenti, con la maggiorazione dello 0,40%, relativi a: IRPEF (saldo 2014 e 1 acconto 2015) addizionale regionale IRPEF (saldo 2014) addizionale comunale IRPEF (saldo 2014 e acconto 2015) imposta sostitutiva regime nuove iniziative produttive (10%) e contribuenti minimi (5%, saldo 2014 e 1 acconto 2015) saldo IVA 2014 con maggiorazione 1,6% (0,4% mese/frazione di mese dal 16/3) acconto 20% dell imposta dovuta per i redditi a tassazione separata fiscale dei beni esistenti al 31/12/2014 da quadro EC contributi IVS (saldo 2014 e 1 acconto 2015) contributi Gestione separata INPS (saldo 2014 e 1 acconto 2015) contributi previdenziali geometri (saldo 2014 e minimo 2015)

9 Pagina 9 / 10 MOD. UNICO 2015 SOCIETÀ DI PERSONE SOGGETTI CHE NON BENEFICIANO DELLA PROROGA MOD. UNICO 2015 SOCIETÀ DI CAPITALI ED ENTI NON COMMERCIALI SOGGETTI CHE NON BENEFICIANO DELLA PROROGA MOD. IRAP 2015 SOGGETTI CHE NON BENEFICIANO DELLA PROROGA UNICO/IRAP 2015 Società di Capitali ed Enti non commerciali Diritto annuale CCIAA Bilancio differito a 180 gg cedolare secca (saldo 2014 e 1 acconto 2015) contributo di solidarietà (3%) IVIE/IVAFE (saldo 2014 e 1 acconto 2015) Termine entro il quale effettuare i versamenti, con la maggiorazione dello 0,40%, relativi a: saldo IVA 2014 maggiorato 1,6% (0,4% per mese o frazione di mese dal 16/3) fiscale a seguito di operazioni straordinarie effettuate nel 2013 e Per i riallineamenti di esercizi precedenti vanno versate le rate successive alla prima. imposta sostitutiva % riallineamento valore civile e fiscale beni esistenti al 31/12/2014 da quadro EC imposta sostitutiva 16% (unica soluzione) dovuta per il riallineamento del valore civile e fiscale dei beni immateriali a seguito di operazioni straordinarie ex art. 15, DL n. 185/2008. Termine entro il quale effettuare, con la maggiorazione dello 0,40%, da parte dei soggetti con esercizio coincidente con l anno solare (approvazione del bilancio nei termini ordinari), i versamenti relativi a: saldo IVA 2014 maggiorato dell 1,6% (0,4% mese/frazione di mese dal 16/3) IRES (saldo 2014 e 1 acconto 2015) maggiorazione IRES società di comodo (saldo 2014 e 1 acconto 2015) fiscale a seguito di operazioni straordinarie effettuate nel 2013 e 2014.Per i riallineamenti di esercizi precedenti vanno versate le rate successive alla prima. imposta sostitutiva % riallineamento valore civile e fiscale beni esistenti al 31/12/2014 da quadro EC; imposta sostitutiva 16% (unica soluzione) dovuta per il riallineamento del valore civile e fiscale dei beni immateriali a seguito di operazioni straordinarie ex art. 15, DL n. 185/2008. Versamento IRAP (saldo 2014 e 1 acconto 2015), con la maggiorazione dello 0,40%, da parte di persone fisiche, società di persone e assimilati, società di capitali ed enti non commerciali con esercizio coincidente con l anno solare. Termine entro il quale effettuare, senza la maggiorazione dello 0,40%, da parte dei soggetti con esercizio coincidente con l anno solare e che hanno differito l approvazione del bilancio entro 180 giorni per particolari esigenze (approvazione effettiva nel mese di giugno o successivi), i versamenti relativi a: saldo IVA 2014 maggiorato 1,6% (0,4% per mese o frazione di mese dal 16/3) IRES / IRAP (saldo 2014 e 1 acconto 2015) maggiorazione IRES società di comodo (saldo 2014 e 1 acconto 2015) fiscale a seguito di operazioni straordinarie effettuate nel 2013 e 2014; fiscale dei beni esistenti al 31/12/2014 da quadro EC imposta sostitutiva 16% (unica soluzione) dovuta per il riallineamento del valore civile e fiscale dei beni immateriali a seguito di operazioni straordinarie

10 Pagina 10 / 10 diritto CCIAA 2015 (codice tributo 3850) 20 LUNEDÌ VERIFICHE PERIODICHE REGISTRATORI DI CASSA IVA LIQUIDAZIONE MOSS Invio telematico alle Entrate dei dati relativi alle verifiche periodiche dei registratori di cassa effettuati nel 2 trimestre, da parte dei laboratori e fabbricanti abilitati. Termine entro cui effettuare la dichiarazione IVA riferita al secondo trimestre dei servizi elettronici resi a soggetti privati UE ed il relativo versamento, da parte dei soggetti iscritti al Mini sportello unico (MOSS). 23 GIOVEDÌ Mod. 730/2015 Consegna al dipendente/pensionato/collaboratore, da parte del CAF / professionista abilitato, del mod. 730 e del mod ; invio telematico all Agenzia delle Entrate dei modd. 730 comprensivi dei modd da parte dei CAF / professionisti abilitati. 27 LUNEDÌ INTRASTAT MENSILI/ TRIMESTRALI Invio telematico degli elenchi riepilogativi di cessioni/acquisti di beni e servizi resi/ricevuti in ambito comunitario registrati o soggetti a registrazione relative al mese di giugno (mensili) e al secondo trimestre (trimestrali). 31 VENERDÌ IVA CREDITO TRIMESTRALE E-MENS INPS AGRICOLTURA MOD. 770/2015 SEMPLIFICATO MOD. 770/2015 ORDINARIO ACQUISTI DA SAN MARINO Invio telematico alle Entrate della domanda di rimborso/compensazione del credito IVA relativo al secondo trimestre, utilizzando il nuovo mod. IVA TR. Invio telematico del mod. UNI-EMENS contenente sia i dati contributivi che quelli retributivi relativi al mese di giugno. L adempimento riguarda anche i compensi corrisposti a collaboratori coordinati e continuativi/lavoratori a progetto, incaricati alla vendita a domicilio, autonomi occasionali, nonché associati in partecipazione con apporto esclusivo di lavoro. Invio telematico del mod. DMAG relativo alla denuncia delle retribuzioni degli operai agricoli erogate nel secondo trimestre. Termine ultimo per l invio telematico, diretto o tramite intermediari abilitati, del modello 770 Semplificato relativo al Termine ultimo per l invio telematico, diretto o tramite intermediari abilitati, del modello 770 Ordinario relativo al Invio telematico della comunicazione degli acquisti (senza IVA) da operatori economici aventi sede a San Marino, annotati a giugno. A tal fine va utilizzato il quadro SE del modello di comunicazione polivalente.

ULTIME NOVITÀ FISCALI

ULTIME NOVITÀ FISCALI Pag. 1 di 7 SPAZIO AZIENDE luglio 2015 DURC on-line Decreto Ministero del Lavoro e Politiche sociali 30.1.2015 Rimborso prioritario Decreto MEF 27.4.2015 Rateizzazione plusvalenze / sopravvenienze e comunicazione

Dettagli

chiarimento e cogliamo l occasione per porgere distinti saluti.

chiarimento e cogliamo l occasione per porgere distinti saluti. Alle ditte Clienti Loro sedi Collecchio, 06/07/2015 Oggetto: Adempimenti e scadenze del mese di luglio 2015. La presente per informarvi in merito a: Adempimenti e scadenze. Certi di garantire un sempre

Dettagli

Si riportano di seguito le principali scadenze del TERZO TRIMESTRE 2015.

Si riportano di seguito le principali scadenze del TERZO TRIMESTRE 2015. INFORMAT N. 190 30 GIUGNO 2015 Si riportano di seguito le principali scadenze del TERZO TRIMESTRE 2015. LUGLIO Le scadenze dei versamenti derivanti dal mod. UNICO 2015 sono riportate alla luce della proroga

Dettagli

SCADENZARIO LUGIO - AGOSTO - SETTEMBRE 2015 LUGLIO

SCADENZARIO LUGIO - AGOSTO - SETTEMBRE 2015 LUGLIO INFORMAT N. 190 30 GIUGNO 2015 INFORMAT N. 005 07 GENNAIO 2013 SCADENZARIO LUGIO - AGOSTO - SETTEMBRE 2015 Si riportano di seguito le principali scadenze del PRIMO TRIMESTRE 2013. Si riportano di seguito

Dettagli

Si riportano di seguito le principali scadenze del TERZO TRIMESTRE 2011.

Si riportano di seguito le principali scadenze del TERZO TRIMESTRE 2011. INFORMAT N. 156 29 GIUGNO 2011 Si riportano di seguito le principali scadenze del TERZO TRIMESTRE 2011. LUGLIO Le scadenze dei versamenti riferite al mod. UNICO 2011 sono riportate alla luce della proroga

Dettagli

SCADENZARIO OTTOBRE - NOVEMBRE - DICEMBRE 2015 OTTOBRE

SCADENZARIO OTTOBRE - NOVEMBRE - DICEMBRE 2015 OTTOBRE INFORMAT N. 271 01 OTTOBRE 2015 INFORMAT N. 005 07 GENNAIO 2013 SCADENZARIO OTTOBRE - NOVEMBRE - DICEMBRE 2015 Si riportano di seguito le principali scadenze del PRIMO TRIMESTRE 2013. Si riportano di seguito

Dettagli

GENNAIO INFORMATIVA N. 329 29 DICEMBRE 2014

GENNAIO INFORMATIVA N. 329 29 DICEMBRE 2014 INFORMAT N. 329 29 DICEMBRE 2014 Si riportano di seguito le principali scadenze del PRIMO TRIMESTRE 2015. A seguito dell entrata in vigore delle semplificazioni contenute nel D.Lgs. n. 175/2014 alcuni

Dettagli

OTTOBRE INFORMATIVA N. 243 30 SETTEMBRE 2014 IVA CORRISPETTIVI GRANDE DISTRIBUZIONE

OTTOBRE INFORMATIVA N. 243 30 SETTEMBRE 2014 IVA CORRISPETTIVI GRANDE DISTRIBUZIONE INFORMAT N. 243 30 SETTEMBRE 2014 Si riportano di seguito le principali scadenze del QUARTO TRIMESTRE 2014. Si rammenta che a decorrere dell 1.10.2014 è operativo l obbligo di utilizzo dei servizi telematici

Dettagli

Si riportano di seguito le principali scadenze del SECONDO TRIMESTRE 2014. APRILE. Mercoledì 16 aprile

Si riportano di seguito le principali scadenze del SECONDO TRIMESTRE 2014. APRILE. Mercoledì 16 aprile Si riportano di seguito le principali scadenze del SECONDO TRIMESTRE 2014. Giovedì 10 aprile CLIENTI-FORNITORI SOGGETTI MENSILI OPERAZIONI LEGATE AL TURISMO SOGGETTI MENSILI Martedì 15 aprile APRILE Invio

Dettagli

ULTIME NOVITÀ FISCALI

ULTIME NOVITÀ FISCALI Modena, 07 aprile 2015 Fiscale Spazio aziende è destinato alle impresa dello Studio e contiene, con un linguaggio semplice e sintetico, un riepilogo delle ultime novità fiscali, alcuni commenti relativi

Dettagli

CIRCOLARE INFOMATIVA N. 10 NOVEMBRE 2011

CIRCOLARE INFOMATIVA N. 10 NOVEMBRE 2011 CIRCOLARE INFOMATIVA N. 10 NOVEMBRE 2011 Ultime novità fiscali Diritto di informazione del socio di minoranza Sentenza Corte Cassazione 13.10.2011, n. 36924 Il socio ha diritto a ricevere informazioni

Dettagli

Confederazione Italiana Agricoltori del Veneto

Confederazione Italiana Agricoltori del Veneto Confederazione Italiana Agricoltori del Veneto AGRIPROGETTO SRL Ufficio fiscale REDDITI-IVA-PAGHE Marghera 11 giugno 2012 Oggetto: PROROGA SCADENZE Il 6 giugno 2012 è stato pubblicato in G.U. il Dpcm che

Dettagli

Versamenti Iva mensili Scade oggi il termine di versamento dell'iva a debito eventualmente dovuta per il mese di giugno (codice tributo 6006).

Versamenti Iva mensili Scade oggi il termine di versamento dell'iva a debito eventualmente dovuta per il mese di giugno (codice tributo 6006). PRINCIPALI SCADENZE DAL 15 LUGLIO 2013 AL 15 AGOSTO 2013 Di seguito evidenziamo i principali adempimenti dal 15 2013 al 15 agosto 2013, con il commento dei termini di prossima scadenza. Si segnala che

Dettagli

STUDIO SALVETTA DOTTORI COMMERCIALISTI ASSOCIATI Agosto 2011

STUDIO SALVETTA DOTTORI COMMERCIALISTI ASSOCIATI Agosto 2011 DOTTORI COMMERCIALISTI E REVISORI CONTABILI DOTT. COMM. FRANCESCO SALVETTA DOTT. COMM. MARA DAVI COLLABORATORI DOTT. COMM. EMANUELE FRANZOIA DOTT. LUCA VALLE RAG. ERICA CALIARI OP. GEST. BARBARA RAFFONE

Dettagli

STUDIO PROFESSIONALE CARRARA

STUDIO PROFESSIONALE CARRARA STUDIO PROFESSIONALE CARRARA sede legale: MILANO, piazza IV Novembre, 4 ufficio: NARZOLE, viale Rimembranza, 28 dott. Marcello Carrara tel. 0173-77432/776296 Commercialista Revisore Contabile ufficio:

Dettagli

COMMENTI L OBBLIGO DELLA PEC PER LE IMPRESE INDIVIDUALI

COMMENTI L OBBLIGO DELLA PEC PER LE IMPRESE INDIVIDUALI MAURIZIO MARTINI ENZO DRAPELLI partners ragionieri commercialisti economisti d impresa valdagno (vi) via l. festari,15 tel. 0445/406758/408999 - fax 0445/408485 dueville (vi) - via g. rossi, 26 tel. 0444/591846

Dettagli

1. PRINCIPALI SCADENZE DAL 16 SETTEMBRE 2014 AL 15 OTTOBRE 2014

1. PRINCIPALI SCADENZE DAL 16 SETTEMBRE 2014 AL 15 OTTOBRE 2014 Principali scadenze 1. PRINCIPALI SCADENZE DAL SETTEMBRE 2014 AL 15 OTTOBRE 2014 Di seguito evidenziamo i principali adempimenti dal al 15 ottobre 2014, con il commento dei termini di prossima scadenza.

Dettagli

SCADENZIARIO DAL 16 GIUGNO 2014 AL 15 LUGLIO 2014

SCADENZIARIO DAL 16 GIUGNO 2014 AL 15 LUGLIO 2014 Modena, 12 2014 SCADENZIARIO DAL 16 GIUGNO 2014 AL 15 LUGLIO 2014 Si segnala ai Signori clienti che tutti gli adempimenti sono stati inseriti, prudenzialmente, con le loro scadenze naturali, nonostante

Dettagli

SCADENZARIO PER LE ASD APRILE

SCADENZARIO PER LE ASD APRILE SCADENZARIO PER LE ASD Si segnala che le scadenze riportate tengono conto del rinvio al giorno lavorativo seguente per gli adempimenti che cadono al sabato o giorno festivo, così come stabilito dall art.7

Dettagli

SPAZIO AZIENDE giugno 2013

SPAZIO AZIENDE giugno 2013 Con la collaborazione del Centro Studi SEAC siamo lieti di inviarle il n. 06 di SPAZIO AZIENDE giugno 2013 ULTIME NOVITÀ FISCALI Studi di settore e chiusura della strada Sentenza CTR Lazio 10.4.2013, n.

Dettagli

Gli esperti del Centro Studi SEAC predispongono mensilmente la rubrica Spazio aziende a disposizione degli abbonati alle Informative Fiscali.

Gli esperti del Centro Studi SEAC predispongono mensilmente la rubrica Spazio aziende a disposizione degli abbonati alle Informative Fiscali. INFORMAT N. 174 BIS 03 LUGLIO 2013 Gli esperti del Centro Studi SEAC predispongono mensilmente la rubrica Spazio aziende a disposizione degli abbonati alle Informative Fiscali. Spazio aziende è destinato

Dettagli

PRINCIPALI SCADENZE DAL 16 NOVEMBRE 2014 AL 15 DICEMBRE

PRINCIPALI SCADENZE DAL 16 NOVEMBRE 2014 AL 15 DICEMBRE Principali scadenze PRINCIPALI SCADENZE DAL 16 NOVEMBRE 2014 AL 15 DICEMBRE 2014 Di seguito evidenziamo i principali adempimenti dal 16 al 15 2014, con il commento dei termini di prossima scadenza. Si

Dettagli

PRINCIPALI SCADENZE DAL 16 GIUGNO AL 15 LUGLIO 2015

PRINCIPALI SCADENZE DAL 16 GIUGNO AL 15 LUGLIO 2015 Principali scadenze PRINCIPALI SCADENZE DAL GIUGNO AL 15 LUGLIO 2015 Di seguito evidenziamo i principali adempimenti dal al 15 luglio 2015, con il commento dei termini di prossima scadenza. Si segnala

Dettagli

SCADENZIARIO DAL 16 SETTEMBRE 2014 AL 15 OTTOBRE 2014

SCADENZIARIO DAL 16 SETTEMBRE 2014 AL 15 OTTOBRE 2014 SCADENZIARIO DAL 16 SETTEMBRE 2014 AL 15 OTTOBRE 2014 Modena, 08 2014 Di seguito evidenziamo i principali adempimenti dal 16 al 15 ottobre 2014, con il commento dei termini di prossima scadenza. Si segnala

Dettagli

Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DAL 15 NOVEMBRE AL 15 DICEMBRE 2011

Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DAL 15 NOVEMBRE AL 15 DICEMBRE 2011 Occhio alle scadenze Ai gentili Clienti Loro sedi Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DAL 15 NOVEMBRE AL 15 DICEMBRE 2011 Di seguito evidenziamo i principali adempimenti dal 15 al 15 dicembre 2011, con il commento

Dettagli

SCADENZIARIO FISCALE PER IL MESE DI. Giugno 2008. Approfondimento su: Interessi passivi su mutui relativi all acquisto dell abitazione principale.

SCADENZIARIO FISCALE PER IL MESE DI. Giugno 2008. Approfondimento su: Interessi passivi su mutui relativi all acquisto dell abitazione principale. SCADENZIARIO FISCALE PER IL MESE DI Giugno 2008 Approfondimento su: Interessi passivi su mutui relativi all acquisto dell abitazione principale. Dom. 15 (termine prorogato a lun.16) Fattura differita Scade

Dettagli

PRINCIPALI SCADENZE DAL 16 AGOSTO AL 15 SETTEMBRE 2015

PRINCIPALI SCADENZE DAL 16 AGOSTO AL 15 SETTEMBRE 2015 Principali scadenze PRINCIPALI SCADENZE DAL 16 AGOSTO AL 15 SETTEMBRE 2015 Di seguito evidenziamo i principali adempimenti dal 16 al 15 settembre 2015, con il commento dei termini di prossima scadenza.

Dettagli

Di seguito evidenziamo i principali adempimenti dal 16 novembre al 15 dicembre 2015, con il commento dei termini di prossima scadenza.

Di seguito evidenziamo i principali adempimenti dal 16 novembre al 15 dicembre 2015, con il commento dei termini di prossima scadenza. FABIO BETTONI LAURA LOCATELLI RACHELE DENEGRI Circolare n. 23 del 11 Novembre 2015 PRINCIPALI SCADENZE DAL NOVEMBRE AL 15 DICEMBRE 2015 Di seguito evidenziamo i principali adempimenti dal al 15 dicembre

Dettagli

Torino, 10/09/2015 SCADENZARIO TRIBUTARIO: SETTEMBRE 2015. Vi ricordiamo le principali scadenze tributarie del mese di settembre 2015.

Torino, 10/09/2015 SCADENZARIO TRIBUTARIO: SETTEMBRE 2015. Vi ricordiamo le principali scadenze tributarie del mese di settembre 2015. Torino, 10/09/2015 SCADENZARIO TRIBUTARIO: SETTEMBRE 2015 Vi ricordiamo le principali scadenze tributarie del mese di settembre 2015. 15 Martedì IVA Fatturazione differita: scade il termine per l emissione

Dettagli

1 - ULTIME NOVITÀ FISCALI

1 - ULTIME NOVITÀ FISCALI 3 C:\Users\Administrator\Desk... CIRCOLARE n. 11/2010 Spett.li Clienti Loro SEDI Pesaro, 07 settembre 2010 1. Ultime novità fiscali; 2. Ripristinato il limite di Euro 5.000 per i trasferimenti in contante

Dettagli

MERCOLEDI 14 DICEMBRE 2011

MERCOLEDI 14 DICEMBRE 2011 MERCOLEDI 14 DICEMBRE 2011 UNICO PF E SP RAVVEDIMENTO SECONDO ACCONTO regolarizzare, mediante il ravvedimento, il versamento del 2 acconto di IRPEF e IRAP dovuto in base alla dichiarazione Unico Persone

Dettagli

1. PRINCIPALI SCADENZE DAL 15 SETTEMBRE 2013 AL 15 OTTOBRE 2013

1. PRINCIPALI SCADENZE DAL 15 SETTEMBRE 2013 AL 15 OTTOBRE 2013 Principali scadenze 1. PRINCIPALI SCADENZE DAL 15 SETTEMBRE 2013 AL 15 OTTOBRE 2013 Di seguito evidenziamo i principali adempimenti dal 15 2013 al 15 ottobre 2013, con il commento dei termini di prossima

Dettagli

Scadenziario Febbraio 2015

Scadenziario Febbraio 2015 Studio Creanza & Partners Creanza rag. Flavio D Onofrio rag. Loredana Stramazzo dott.ssa Caterina Scadenziario Febbraio 2015 1 Domenica Soggetti con partita Termine iniziale per la presentazione telematica

Dettagli

ADEMPIMENTI MESE DI LUGLIO 2012

ADEMPIMENTI MESE DI LUGLIO 2012 ADEMPIMENTI MESE DI LUGLIO 2012 01 DOMENICA Antiriciclaggio Pagamenti in contante Dal 1.07.2012 le Pubbliche Amministrazioni potranno erogare stipendi, pensioni e ogni altro tipo di emolumento, di importo

Dettagli

Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DEL TERZO TRIMESTRE 2012 LUGLIO

Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DEL TERZO TRIMESTRE 2012 LUGLIO Bassano del Grappa, 4 Luglio 2012 Circolare n. 08/2012 Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DEL TERZO TRIMESTRE 2012 Di seguito evidenziamo le prossime scadenze fiscali relative al 3 trimestre 2012, con il commento

Dettagli

Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DEL TERZO TRIMESTRE 2011 LUGLIO

Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DEL TERZO TRIMESTRE 2011 LUGLIO Bassano del Grappa, 30 Giugno 2011 Circolare n. 11/2011 Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DEL TERZO TRIMESTRE 2011 Di seguito evidenziamo le prossime scadenze fiscali relative al 3 trimestre 2011, con il commento

Dettagli

Per Unico 2011, modello 730 e versamenti e adempimenti di agosto è proroga

Per Unico 2011, modello 730 e versamenti e adempimenti di agosto è proroga Fabio Mora Dottore Commercialista Revisore Contabile partita iva 01520610443 Cod. Fisc. MROFBA66B10G920A A mezzo fax / e.mail Circolare n. 9/2011 A tutti i signori clienti loro sedi Porto San Giorgio,

Dettagli

OGGETTO: Le principali scadenze Fiscali di Ottobre 2014

OGGETTO: Le principali scadenze Fiscali di Ottobre 2014 OGGETTO: Le principali scadenze Fiscali di Ottobre 2014 ADEMPIMENTI Mercoledì 1 Ottobre CONTRATTI DI LOCAZIONE Registrazione e versamento Venerdì 10 Ottobre NUOVE INIZIATIVE PRODUTTIVE - Invio telematico

Dettagli

OGGETTO: Le principali scadenze Fiscali di Luglio 2013

OGGETTO: Le principali scadenze Fiscali di Luglio 2013 Informativa per la clientela di studio Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Le principali scadenze Fiscali di Luglio 2013 Gentile Cliente, è nostra cura metterla al corrente, con il presente documento

Dettagli

Anche quest anno questo Studio predisporrà mensilmente la rubrica Normative Aziende.

Anche quest anno questo Studio predisporrà mensilmente la rubrica Normative Aziende. DI MASTROMATTEI LUIGI C.F. MSTLGU48M08F631R - P. 041834209699 REA 1731503 E-MAIL: GECOSRL@GECO.191.IT SITO WEB: WWW.STUDIOGECO.BIZ ELABORAZIONE DATI CONTABILI SEDE: VIALE MATTEOTTI, 8 20095 CUSANO MILANINO

Dettagli

Circolare informativa

Circolare informativa Circolare informativa Ultime novità fiscali Incentivi acquisto eco-veicoli Dati forniti dal contribuente indagato per evasione Decreto Ministero Sviluppo Economico 11.1.2013 È stato pubblicato sulla G.U.

Dettagli

SCADENZARIO MESE DI AGOSTO 2012

SCADENZARIO MESE DI AGOSTO 2012 SCADENZARIO MESE DI AGOSTO 2012 01/08/2012 Contenzioso Dal 1 agosto 2012 (e fino al 15 settembre 2012) inizia il periodo di sospensione feriale dei termini processuali per le giurisdizioni ordinarie, amministrative

Dettagli

Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DAL 16 APRILE 2014 AL 15 MAGGIO 2014

Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DAL 16 APRILE 2014 AL 15 MAGGIO 2014 CIRCOLARE Aprile 2014 Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DAL 16 APRILE 2014 AL 15 MAGGIO 2014 Gentili clienti! Con la presente circolare vorremmo portarla a conoscenza delle ultime novità. Si segnala ai Signori

Dettagli

Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DAL 16 OTTOBRE AL 15 NOVEMBRE 2015

Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DAL 16 OTTOBRE AL 15 NOVEMBRE 2015 Occhio alle scadenze Ai gentili Clienti Loro sedi Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DAL OTTOBRE AL 15 NOVEMBRE 2015 Di seguito evidenziamo i principali adempimenti dal al 15 novembre 2015, con il commento dei

Dettagli

CNA SERVIZI INFORMA MAGGIO 2010

CNA SERVIZI INFORMA MAGGIO 2010 CNA SERVIZI INFORMA 2010 ELENCO ARGOMENTI TRATTATI Detassazione degli investimenti per ricerca e sviluppo per la realizzazione dei campionari1 Presentazione modello unico dichiarazione ambientale (MUD)

Dettagli

PRINCIPALI SCADENZE FISCALI DAL 1 OTTOBRE 2013 AL 31 OTTOBRE 2013

PRINCIPALI SCADENZE FISCALI DAL 1 OTTOBRE 2013 AL 31 OTTOBRE 2013 PRINCIPALI SCADENZE FISCALI DAL 1 OTTOBRE 2013 AL 31 OTTOBRE 2013 Martedì 15 ottobre Fatture e autofatture di importo inferiore a euro 300,00 Annotazione dell'eventuale documento cumulativo delle fatture

Dettagli

Dicembre 2015. A CURA DELLO STUDIO Dott.ssa ELENA TROMBETTA Como Via Giovane Italia, 13. L acconto Iva 2015. Scadenziario

Dicembre 2015. A CURA DELLO STUDIO Dott.ssa ELENA TROMBETTA Como Via Giovane Italia, 13. L acconto Iva 2015. Scadenziario A CURA DELLO STUDIO Dott.ssa ELENA TROMBETTA Como Via Giovane Italia, 13 INFORMA AZIENDE DEL MESE DI DICEMBRE 2015 L acconto Iva 2015 Scadenziario Pagina 2 / 10 L ACCONTO IVA Come di consueto, entro il

Dettagli

S C A D E N Z A R I O A P R I L E 2 0 1 5

S C A D E N Z A R I O A P R I L E 2 0 1 5 S C A D E N Z A R I O A P R I L E 2 0 1 5 01.04.15 SETTORI: TESSILE, ABBIGLIAMENTO, MODA, CALZATURE, PELLI E CUOIO (PICCOLA INDUSTRIA) AUMENTO MINIMI CONTRATTUALI: seguiranno apposite circolari con nuovi

Dettagli

Studio Aldrovandi. Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DAL 15 FEBBRAIO 2013 AL 15 MARZO 2013

Studio Aldrovandi. Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DAL 15 FEBBRAIO 2013 AL 15 MARZO 2013 Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DAL 15 FEBBRAIO 2013 AL 15 MARZO 2013 Di seguito evidenziamo i principali adempimenti dal 15 2013 al 15 marzo 2013, con il commento dei termini di prossima scadenza. Si segnala

Dettagli

l. Tassazione agevolata per premi e incrementi produttività;

l. Tassazione agevolata per premi e incrementi produttività; Pesaro, lì 07 settembre 2011 A TUTTI I CLIENTI LORO SEDI CIRCOLARE n. 14/2011 1. Ultime novità fiscali; 2. Commenti alla manovra correttiva (D.L. 98/2011); a. Imposta bollo deposito titoli; b. Ritenuta

Dettagli

SCADENZE SETTEMBRE 2014

SCADENZE SETTEMBRE 2014 SCADENZE SETTEMBRE 2014 LUNEDì 1 SETTEMBRE REGISTRO - Scade il termine per la registrazione dei nuovi contratti di locazione di immobili con decorrenza 1 a- gosto 2014 e per il versamento dell imposta

Dettagli

ULTIME NOVITÀ FISCALI

ULTIME NOVITÀ FISCALI GGG Con la collaborazione del Centro Studi SEAC settembre 2015 ULTIME NOVITÀ FISCALI Credito d imposta ricerca & sviluppo Decreto MEF 27.5.2015 Imposta di pubblicità su macchine da cantiere Sentenza CTP

Dettagli

Anche quest anno questo Studio predisporrà mensilmente la rubrica Normative Aziende.

Anche quest anno questo Studio predisporrà mensilmente la rubrica Normative Aziende. DI MASTROMATTEI LUIGI C.F. MSTLGU48M08F631R - P. 041834209699 REA 1731503 E-MAIL: GECOSRL@GECO.191.IT SITO WEB: WWW.STUDIOGECO.BIZ ELABORAZIONE DATI CONTABILI SEDE: VIALE MATTEOTTI, 8 20095 CUSANO MILANINO

Dettagli

PRINCIPALI SCADENZE FISCALI DAL 1 SETTEMBRE 2013 AL 30 SETTEMBRE 2013

PRINCIPALI SCADENZE FISCALI DAL 1 SETTEMBRE 2013 AL 30 SETTEMBRE 2013 PRINCIPALI SCADENZE FISCALI DAL 1 SETTEMBRE 2013 AL 30 SETTEMBRE 2013 I versamenti di ritenute, imposte, contributi, ecc., contemplati dall art. 17, D.Lgs. 241/1997 e gli adempimenti fiscali che cadono

Dettagli

Sperando di farle cosa gradita, Le inviamo lo scadenzario di agosto 2010. Cordialmente. Lo Studio

Sperando di farle cosa gradita, Le inviamo lo scadenzario di agosto 2010. Cordialmente. Lo Studio www..com posta@.com Sperando di farle cosa gradita, Le inviamo lo scadenzario di agosto 2010. Cordialmente. Lo Studio associati dottori commercialisti pierpaolo baldinato gabriele pantaleoni collaboratori

Dettagli

Rag. VITO MAURIZIO CULICCHIA - Commercialista - Revisore dei Conti

Rag. VITO MAURIZIO CULICCHIA - Commercialista - Revisore dei Conti Occhio alle scadenze Ai gentili Clienti Loro sedi Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DAL 15 FEBBRAIO 2014 AL 15 MARZO 2014 Di seguito evidenziamo i principali adempimenti dal 15 2014 al 15 2014, con il commento

Dettagli

CIRCOLARE MARZO 2013 ULTIME NOVITÀ FISCALI

CIRCOLARE MARZO 2013 ULTIME NOVITÀ FISCALI CIRCOLARE MARZO 2013 ULTIME NOVITÀ FISCALI Incentivi acquisto eco-veicoli Decreto Ministero Sviluppo Economico 11.1.2013 Dati forniti dal contribuente indagato per evasione Sentenza Corte Cassazione 31.1.2013,

Dettagli

RECENTI NOVITÀ FISCALI

RECENTI NOVITÀ FISCALI Egregi CLIENTI - Loro SEDI Treviso, 8 aprile 2013. Aliquota manutenzione impianti di riscaldamento Risoluzione Agenzia Entrate 4.3.2013, n. 15/E Amministratore di condominio Sentenza Corte Cassazione 5.3.2013,

Dettagli

Circolare informativa

Circolare informativa Circolare informativa Ultime novità fiscali Ricarico irragionevole Sentenza CTR Marche 27.9.2012, n. 121/1/12 L accertamento induttivo dei ricavi è legittimo qualora il ricarico praticato è eccessivo rispetto

Dettagli

Scadenziario Fiscale Settembre 2014

Scadenziario Fiscale Settembre 2014 Scadenziario Fiscale Settembre 2014 DATA 1 Settembre 15 Settembre ADEMPIMENTI CONTRATTI DI LOCAZIONE Registrazione e versamento IVA Comunicazione dati Black list IVA Comunicazione dati acquisti San Marino

Dettagli

OGGETTO: Le principali scadenze Fiscali di Novembre 2014

OGGETTO: Le principali scadenze Fiscali di Novembre 2014 Informativa per la clientela di studio N. 002 del 26.10.2014 OGGETTO: Le principali scadenze Fiscali di Novembre 2014 Gentile Cliente, Ai gentili Clienti Loro sedi è nostra cura metterla al corrente, con

Dettagli

SCADENZE SETTEMBRE 2013

SCADENZE SETTEMBRE 2013 SCADENZE SETTEMBRE 2013 LUNEDì 2 SETTEMBRE IMPOSTE RATEIZZATE - Ultimo giorno utile per effettuare il versamento della rata delle imposte rateizzate da parte dei contribuenti non titolari di partita Iva.

Dettagli

SCADENZIARIO FISCALE PER IL MESE DI. Gennaio 2011. Approfondimento su: Rendicontazione del 5 per mille dell irpef

SCADENZIARIO FISCALE PER IL MESE DI. Gennaio 2011. Approfondimento su: Rendicontazione del 5 per mille dell irpef SCADENZIARIO FISCALE PER IL MESE DI Gennaio 2011 Approfondimento su: Rendicontazione del 5 per mille dell irpef Sab. 15 (termine prorogato a lunedì 17) Fattura differita Scade oggi il termine per l emissione

Dettagli

Febbraio 2014 A CURA DELLO STUDIO. Dott.ssa ELENA TROMBETTA Como Via Giovane Italia, 13. Credito Iva 2013: utilizzo in compensazione

Febbraio 2014 A CURA DELLO STUDIO. Dott.ssa ELENA TROMBETTA Como Via Giovane Italia, 13. Credito Iva 2013: utilizzo in compensazione A CURA DELLO STUDIO Dott.ssa ELENA TROMBETTA Como Via Giovane Italia, 13 INFORMA AZIENDE DEL MESE DI FEBBRAIO 2014 Credito Iva 2013: utilizzo in compensazione Pos per professionisti e imprese Scadenziario

Dettagli

ULTIME NOVITÀ FISCALI

ULTIME NOVITÀ FISCALI STUDIO BAROZZI Commercialisti Bruno Barozzi Ragioniere Commercialista Piazza Grazioli, 16 Consulente tecnico del Giudice Revisore Contabile info@studiobarozzi.it Via Indipendenza, 42 Renata Barozzi Tel.

Dettagli

Scadenze fiscali: APRILE 2015 10 APRILE 2015

Scadenze fiscali: APRILE 2015 10 APRILE 2015 Scadenze fiscali: APRILE 2015 10 APRILE 2015 SOGGETTI PASSIVI IVA CHE EFFETTUANO LA LIQUIDAZIONE MENSILE AI FINI DELL'IMPOSTA SUL VALORE AGGIUNTO (CONTRIBUENTI IVA MENSILI) Esclusivamente in via telematica,

Dettagli

CIRCOLARE N. 7 / 2015. IL RIMBORSO / COMPENSAZIONE DEL CREDITO IVA TRIMESTRALE

CIRCOLARE N. 7 / 2015. IL RIMBORSO / COMPENSAZIONE DEL CREDITO IVA TRIMESTRALE Egregi CLIENTI - Loro SEDI Treviso, 9 aprile 2015. CIRCOLARE N. 7 / 2015. IL RIMBORSO / COMPENSAZIONE DEL CREDITO TRIMESTRALE I contribuenti possono richiedere, al sussistere di specifiche condizioni,

Dettagli

NEWSLETTER FISCALE FEBBRAIO 2014 ULTIME NOVITÀ FISCALI

NEWSLETTER FISCALE FEBBRAIO 2014 ULTIME NOVITÀ FISCALI NEWSLETTER N. 2/2014 NEWSLETTER FISCALE FEBBRAIO 2014 ULTIME NOVITÀ FISCALI ULTIME NOVITA FISCALI NUOVO ISEE DPCM 5.12.2013, N. 150 MEDIE DI SETTORE E IMPRESA SITUATA IN PERIFERIA CESSIONE IMMOBILE SOTTOCOSTO

Dettagli

OGGETTO: Le principali scadenze Fiscali e Previdenziali di Luglio 2015

OGGETTO: Le principali scadenze Fiscali e Previdenziali di Luglio 2015 Scadenziario Fiscale e Previdenziale - Luglio 2015 - N. 20 23 Giugno 15 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Le principali scadenze Fiscali e Previdenziali di Luglio 2015 Gentile Cliente, è nostra cura

Dettagli

Le principali scadenze fiscali di Aprile 2013

Le principali scadenze fiscali di Aprile 2013 Periodico informativo n. 37/2013 Le principali scadenze fiscali di Aprile 2013 Gentile cliente, è nostra cura metterla al corrente, con il presente documento informativo, sulle principali scadenze Fiscali

Dettagli

SCADENZE FISCALI E TRIBUTARIE APRILE 2014

SCADENZE FISCALI E TRIBUTARIE APRILE 2014 SCADENZE FISCALI E TRIBUTARIE APRILE 2014 A cura di Dott. Francesco Zanato Confapi Padova Viale dell Industria, 23 35129 Padova Tel. 049 8072273 info@confapi.padova.it www.confapi.padova.it GIOVEDI 10

Dettagli

SCADENZE DEL MESE DI GIUGNO 2014 DATORI DI LAVORO/COMMITTENTI. Entro martedì 3 giugno (il 31 maggio cade di sabato ed il 2 giugno è festivo)

SCADENZE DEL MESE DI GIUGNO 2014 DATORI DI LAVORO/COMMITTENTI. Entro martedì 3 giugno (il 31 maggio cade di sabato ed il 2 giugno è festivo) SCADENZE DEL MESE DI GIUGNO 2014 Entro martedì 3 (il 31 maggio cade di sabato ed il 2 è festivo) DATORI DI LAVORO/COMMITTENTI. 1. Invio Modello EMens all INPS. Entro oggi gli enti associativi che abbiano

Dettagli

Gentile Cliente, è nostra cura metterla al corrente, con il presente documento informativo, sulle principali scadenze Fiscali di Settembre 2014.

Gentile Cliente, è nostra cura metterla al corrente, con il presente documento informativo, sulle principali scadenze Fiscali di Settembre 2014. Gentile Cliente, è nostra cura metterla al corrente, con il presente documento informativo, sulle principali scadenze Fiscali di Settembre 2014. ADEMPIMENTI 1 Settembre CONTRATTI DI LOCAZIONE Registrazione

Dettagli

ADEMPIMENTI MESE DI OTTOBRE 2012

ADEMPIMENTI MESE DI OTTOBRE 2012 10 ADEMPIMENTI MESE DI OTTOBRE 2012 10 MERCOLEDI Inps Lavoratori domestici - Ultimo giorno per il versamento dei contributi previdenziali/assistenziali a cadenza trimestrale relativi ai lavoratori domestici.

Dettagli

STUDIO SOGLIA SRL. SPAZIO AZIENDE giugno 2015

STUDIO SOGLIA SRL. SPAZIO AZIENDE giugno 2015 SPAZIO AZIENDE giugno 2015 Mancata iscrizione al CONI e regime forfetario Sentenza CTR Lombardia 9.3.2015, n. 873 Voucher e limiti annui Circolare INPS 16.4.2015, n. 77 Omesso versamento IVA e crisi di

Dettagli

SCADENZE MAGGIO 2013 DOMENICA 12 MAGGIO

SCADENZE MAGGIO 2013 DOMENICA 12 MAGGIO SCADENZE MAGGIO 2013 DOMENICA 12 MAGGIO AGENTI DI COMMERCIO, MEDIATORI E SPEDIZIONIERI Gli adempimenti previsti entro tale data ed indicati all interno della nostra circolare 10.2013 (http://www.contrino.it/?p=1555)

Dettagli

Scadenzario Fiscale 2015

Scadenzario Fiscale 2015 Scadenzario Fiscale 2015 Settembre 2015 2014embre 2013 Inquadra il codice QR con il tuo smartphone Per informazioni: Tel: 0573 402389 Fax 0573 905301 info@gcmelaborazioni.it www.gcmelaborazioni.it www.vienintoscana.it

Dettagli

Scadenza Tributo/Contributo Soggetti Descrizione 5 GIOVEDÌ

Scadenza Tributo/Contributo Soggetti Descrizione 5 GIOVEDÌ Scadenzario fiscale FEBBRAIO 2009 Scadenza Tributo/Contributo Soggetti Descrizione 5 GIOVEDÌ 6 VENERDÌ IMPOSTE DIRETTE E Soggetti con partita e cessioni intra-ue relative all anno precedente > 40.000,00

Dettagli

Gli esperti del Centro Studi SEAC predispongono mensilmente la rubrica Spazio aziende a disposizione degli abbonati alle Informative Fiscali.

Gli esperti del Centro Studi SEAC predispongono mensilmente la rubrica Spazio aziende a disposizione degli abbonati alle Informative Fiscali. INFORMAT N. 063 BIS 07 MARZO 2013 Gli esperti del Centro Studi SEAC predispongono mensilmente la rubrica Spazio aziende a disposizione degli abbonati alle Informative Fiscali. Spazio aziende è destinato

Dettagli

CIRCOLARE N. 33 2013/2014 DEL 29 GENNAIO 2014

CIRCOLARE N. 33 2013/2014 DEL 29 GENNAIO 2014 CIRCOLARE N. 33 2013/2014 DEL 29 GENNAIO 2014 Lega Italiana Calcio Professionistico Alle Società di 1 a e 2 a Divisione della Lega Italiana Calcio Professionistico LORO SEDI Circolare n. 2 2014 dell Ufficio

Dettagli

CIRCOLARE N. 15 / 2015.

CIRCOLARE N. 15 / 2015. Egregi CLIENTI - Loro SEDI Treviso, 4 dicembre 2015. CIRCOLARE N. 15 / 2015. L ACCONTO IVA 2015 Come noto, nel mese di dicembre scade il versamento dell acconto IVA, relativamente: al mese di dicembre,

Dettagli

Periodico informativo n. 83/2014. Le principali scadenze fiscali di Giugno 2014

Periodico informativo n. 83/2014. Le principali scadenze fiscali di Giugno 2014 Periodico informativo n. 83/2014 Le principali scadenze fiscali di Giugno 2014 Gentile cliente, è nostra cura metterla al corrente, con il presente documento informativo, sulle principali scadenze Fiscali

Dettagli

ADEMPIMENTI. Mercoledì 16

ADEMPIMENTI. Mercoledì 16 ADEMPIMENTI Giovedì 3 RAVVEDIMENTO Ravvedimento sprint imposte di Unico Martedì 15 IVA FATTURAZIONE DIFFERITA Emissione e registrazione della fattura IVA Operazioni per le quali sono state rilasciate le

Dettagli

SCADENZARIO DEL MESE DI GIUGNO 2010

SCADENZARIO DEL MESE DI GIUGNO 2010 Sabrina Causio Vincenzo Consiglio Antonello Fagotti Giuseppe Fornari Annalisa Monelletta Sandro Paiano Filippo Maria Pantini Flavia Ricci Massimiliano Tessenda Luca Vannucci * Francesca Ferroni Consuelo

Dettagli

Sostituti di imposta che prestano assistenza fiscale diretta, CAF e intermediari abilitati

Sostituti di imposta che prestano assistenza fiscale diretta, CAF e intermediari abilitati Scadenza Tributo/Contribu to Soggetti Descrizione 10 GIOVEDI IRPEF Sostituti di imposta Termine per la trasmissione in via telematica all Amministrazione Finanziaria tramite intermediario abilitato della

Dettagli

Più tempo per i versamenti di UNICO 2012: ufficializzata la proroga

Più tempo per i versamenti di UNICO 2012: ufficializzata la proroga Più tempo per i versamenti di UNICO 2012: ufficializzata la proroga Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che è stato firmato il Decreto che prevede lo spostamento dei termini, dal 18

Dettagli

Circolare N.52 del 06 Aprile 2012

Circolare N.52 del 06 Aprile 2012 Circolare N.52 del 06 Aprile 2012 Modello 730/2012. Il 30 Aprile è la scadenza per chi ha scelto di presentare la dichiarazione al proprio sostituto di imposta Modello 730/2012: il 30 aprile 2012 è la

Dettagli

Gli studi di settore dopo le modifiche della manovra Monti

Gli studi di settore dopo le modifiche della manovra Monti Gli studi di settore dopo le modifiche della manovra Monti Pagina 1 di 8 Numero : -------------2012 Gruppo : STUDI DI SETTORE Oggetto : GLI STUDI DI SETTORE DOPO LA MANOVRA MONTI Norme e prassi : ART.

Dettagli

GENNAIO INPS DIPENDENTI IVA LIQUIDAZIONE MENSILE

GENNAIO INPS DIPENDENTI IVA LIQUIDAZIONE MENSILE GENNAIO Lunedì 2 gennaio mese di novembre 2005; mese di novembre 2005. L adempimento interessa anche i compensi Lunedì 16 gennaio LIQUIDAZIONE MENSILE DICHIARAZIONI D'INTENTO RITENUTE ALLA FONTE SU DIVIDENDI

Dettagli

soggetti ex artt. 73 e 74, TUIR (società di capitali, cooperative, Enti pubblici, ecc.).

soggetti ex artt. 73 e 74, TUIR (società di capitali, cooperative, Enti pubblici, ecc.). Pesaro, lì 15 aprile 2013 CIRCOLARE n. 08/2013 1- La responsabilità nei contratti di appalto e subappalto; 2- Da quest anno l INPS non invierà più i bollettini INPS gestione commercianti - artigiani; 3-

Dettagli

Circolare informativa. Ultime novità fiscali

Circolare informativa. Ultime novità fiscali Circolare informativa Ultime novità fiscali Redditometro Sentenza CTP Brescia n. 774/06/2014 Nell accertamento tramite redditometro, il reddito complessivo del nucleo familiare deve essere imputato pro-quota

Dettagli

Febbraio 2015 A CURA DELLO STUDIO. Dott.ssa ELENA TROMBETTA Como Via Giovane Italia, 13. Nuove regole per il rimborso del credito Iva.

Febbraio 2015 A CURA DELLO STUDIO. Dott.ssa ELENA TROMBETTA Como Via Giovane Italia, 13. Nuove regole per il rimborso del credito Iva. A CURA DELLO STUDIO Dott.ssa ELENA TROMBETTA Como Via Giovane Italia, 13 INFORMA AZIENDE DEL MESE DI FEBBRAIO 2015 Nuove regole per il rimborso del credito Iva Scadenziario Pagina 2 / 11 NUOVE REGOLE PER

Dettagli

Scadenze fiscali Maggio 2012 Econ test.it. Di seguito elenco le scadenze fiscali e non del mese di Maggio 2012.

Scadenze fiscali Maggio 2012 Econ test.it. Di seguito elenco le scadenze fiscali e non del mese di Maggio 2012. Scadenze fiscali Maggio 2012 Econ test.it Di seguito elenco le scadenze fiscali e non del mese di Maggio 2012. Ricordiamo che per qualsiasi difficoltà o chiarimento diamo assistenza gratuita attraverso

Dettagli

SCADENZIARIO TRIBUTARIO Memorandum Gennaio 2012

SCADENZIARIO TRIBUTARIO Memorandum Gennaio 2012 SCADENZIARIO TRIBUTARIO Memorandum Gennaio 2012 2 Lunedì CALAMITÀ ED EVENTI ECCEZIONALI - Imposte e tasse - Termini di adempimento Sintesi delle disposizioni relative alla sospensione dei termini a favore

Dettagli

SCADENZARIO GENNAIO 2011

SCADENZARIO GENNAIO 2011 SCADENZARIO GENNAIO 2011 1 Sabato SETTORE ACCISE: avvio sistema telematico per la generazione del Documento Amministrativo di Accompagnamento dei prodotti spediti in sospensione di accisa (ex DAA) RIFIUTI

Dettagli

Scadenzario Fiscale 2015

Scadenzario Fiscale 2015 Scadenzario Fiscale 2015 Aprile 2015 2014embre 2013 Inquadra il codice QR con il tuo smartphone Per informazioni: Tel: 0573 402389 Fax 0573 905301 info@gcmelaborazioni.it www.gcmelaborazioni.it www.vienintoscana.it

Dettagli

Vigevano, 15 giugno 2014 INDICE. Proroga dei termini di versamento - differimento delle scadenze di agosto 2014

Vigevano, 15 giugno 2014 INDICE. Proroga dei termini di versamento - differimento delle scadenze di agosto 2014 Vigevano, 15 giugno 2014 Proroga dei termini di versamento - differimento delle scadenze di agosto 2014 INDICE 1 Premessa... 2 2 Proroga dei versamenti collegati alle dichiarazioni... 2 2.1 Contribuenti

Dettagli

Via Guantai Nuovi, 25 80133 Napoli Tel. 081/5520148 Fax 081/5800322 E-mail: info@studioforlani.it

Via Guantai Nuovi, 25 80133 Napoli Tel. 081/5520148 Fax 081/5800322 E-mail: info@studioforlani.it Ultime novità fiscali Movimentazioni di c/c sospette e falsa fatturazione Sentenza Corte Cassazione 7.4.2009, n. 14933 La presenza sul c/c bancario di movimentazioni sospette, ossia non corrispondenti

Dettagli

Circolare informativa

Circolare informativa Circolare informativa Ultime novità fiscali Studi di settore e malattia del contribuente Agevolazione prima casa - abitazione di lusso determinazione superficie Agevolazione prima casa - mancato trasferimento

Dettagli

ULTIME NOVITÀ FISCALI

ULTIME NOVITÀ FISCALI ULTIME NOVITÀ FISCALI Contabilità regolare e accertamento induttivo Sentenza Corte Cassazione 21.3.2014, n. 6658 È legittimo l utilizzo, da parte dell Ufficio, dell accertamento induttivo anche in presenza

Dettagli