Piano di Miglioramento (PDM) Dell'istituzione scolastica VIIC85900E IC SANDRIGO "G.ZANELLA"

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Piano di Miglioramento (PDM) Dell'istituzione scolastica VIIC85900E IC SANDRIGO "G.ZANELLA""

Transcript

1 Piano di Miglioramento (PDM) Dell'istituzione scolastica VIIC85900E IC SANDRIGO "G.ZANELLA" Modello di Piano di Miglioramento INDIRE (Pagina 1 di 32)

2 Indice Sommario 1. Obiettivi di processo o 1.1 Congruenza tra obiettivi di processo e priorità/traguardi espressi nel Rapporto di Autovalut (RAV) o 1.2 Scala di rilevanza degli obiettivi di processo o 1.3 Elenco degli obiettivi di processo alla luce della scala si rilevanza 2. Azioni previste per raggiungere ciascun obiettivo di processo 3. Pianific delle azioni previste per ciascun obiettivo di processo individuato o 3.1 Impegno di risorse umane e strumentali o 3.2 Tempi di attu delle attività o 3.3 Monitoraggio periodico dello stato di avanzamento del raggiungimento dell'obiettivo di processo 4 Valut, condivisione e diffusione dei risultati del piano di miglioramento o 4.1 Valut dei risultati raggiunti sulla base degli indicatori relativi ai traguardi del RAV o 4.2 Processi di condivisione del piano all'interno della scuola o 4.3 Modalità di diffusione dei risultati del PdM sia all'interno sia all'esterno dell'organizz scolastica o 4.4 Componenti del Nucleo di valut e loro ruolo Modello di Piano di Miglioramento INDIRE (Pagina 2 di 32)

3 1. Obiettivi di processo 1.1 Congruenza tra obiettivi di processo e priorità/traguardi espressi nel Rapporto di Autovalut (RAV) Priorità 1 Aumentare la percentuale di alunni che seguono il consiglio orientativo, nel passaggio alla Scuola secondaria di secondo grado. Traguardi Passare dal 67,7 al 70% di alunni che seguono il consiglio orientativo nel passaggio alla scuola sec. di secondo grado rispetto al benchmark nazionale Obiettivi funzionali al raggiungimento del traguardo 1 Coinvolgere tutti i docenti di classe terza Sc.Sec. nella formul del consiglio orientativo 2 Creare e allestire spazi e laboratori orientanti (es. progetto Orienta la mente) 3 Curare il rapporto con le famiglie e accompagnarle lungo il percorso di orientamento (Sportello) 4 Riorganizz del piano delle attività collegiali Priorità 2 Garantire la continuità educativa per gli alunni nel passaggio da un ordine di scuola all'altro nell'istituto. Traguardi Creare un sistema di valut coerente ed omogeneo tra gli ordini di scuola per formare classi eterogenee e facilitare i ragazzi nel passaggio Obiettivi funzionali al raggiungimento del traguardo 1 Elabor del Curricolo verticale d Istituto (declinato anno per anno) 2 Riorganizz del piano delle attività collegiali Modello di Piano di Miglioramento INDIRE (Pagina 3 di 32)

4 1.2 Scala di rilevanza degli obiettivi di processo Calcolo della necessità dell'intervento sulla base di fattibilità ed impatto elencati 1 Coinvolgere tutti i docenti di classe terza Sc.Sec. nella formul del consiglio orientativo 2 Condividere il percorso con le famiglie e il territorio 3 Creare e allestire spazi e laboratori orientanti (es. progetto Orienta la mente) 4 Curare il rapporto con le famiglie e accompagnarle lungo il percorso di orientamento (Sportello) 5 Elabor del Curricolo verticale d Istituto (declinato anno per anno) 6 Riorganizz del piano delle attività collegiali Fattibilità (da 1 a 5) Impatto (da 1 a 5) Prodotto: valore che identifica la rilevanza dell'intervento Elenco degli obiettivi di processo alla luce della scala si rilevanza in via di attu Coinvolgere tutti i docenti di classe terza Sc.Sec. nella formul del consiglio orientativo Risultati attesi Maggior condivisione del consiglio orientativo Definizione collegiale e precisa delle competenze, delle abilità, dei talenti e delle predisposizioni naturali dello studente Maggior adesione dei ragazzi al consiglio orientativo proposto Indicatori di monitoraggio N. partecipanti del consiglio di classe N. risposte positive nel grado di coinvolgimento del consiglio nella formul del consiglio orientativo Condivisione profilo dello studente Partecip dei docenti al progetto d Istituto Orienta la mente Modello di Piano di Miglioramento INDIRE (Pagina 4 di 32)

5 Modalità di rilev Moduli presenze consigli di classe Questionari grado partecip e coinvolgimento membri consiglio di classe Convergenza/divergenza del Consiglio sull immagine dello studente (istogramma) Rilev iscrizioni scuole superiori in via di attu Condividere il percorso con le famiglie e il territorio Risultati attesi Indicatori di monitoraggio Modalità di rilev in via di attu Creare e allestire spazi e laboratori orientanti (es. progetto Orienta la mente) Risultati attesi Definizione di ambienti di apprendimento differenziati e progressivamente arricchiti (continuità come utile discontinuità) Creare ambienti orientanti innovativi Offrire uno spazio di supporto alle scelte e ai dubbi dei ragazzi Indicatori di monitoraggio Partecip dei ragazzi agli spazi orientanti Organizz di spazi didattici innovativi graduati e differenziati Modalità di rilev Registro presenze Cre di uno o più spazi orientanti e strutturalmente aperti alle predisposizioni intellettive dei ragazzi Modello di Piano di Miglioramento INDIRE (Pagina 5 di 32)

6 in via di attu Curare il rapporto con le famiglie e accompagnarle lungo il percorso di orientamento (Sportello) Risultati attesi Maggiore condivisione e fiducia nella proposta della scuola e nel percorso di orientamento da questa organizzato Rendere chiaro e comprensibile sia l iter percorso, sia il valore e la motiv del consiglio espresso Minore divergenza tra educatori Indicatori di monitoraggio Partecip genitori agli incontri organizzati dall Istituto e dagli Istituti Superiori Partecip allo sportello Colloqui con i coordinatori e le funzioni strumentali orientamento Coinvolgere le famiglie in incontri sul consiglio orientativo Modalità di rilev Rilev presenze Rilevare l idea della famiglia sui propri figli Pubblicità sugli incontri e le attività organizzate dalla scuola e dagli altri Istituti Attestato partecip open day Registro appuntamenti sportello in via di attu Elabor del Curricolo verticale d Istituto (declinato anno per anno) Risultati attesi Costruzione di uno strumento di lavoro punto imprescindibile per la costruzione di ulteriori documenti Lavorare su un progetto comune e coerente Responsabilità condivisa nella form Nuovo Concetto di Continuità Elabor Curricolo Orientante Indicatori di monitoraggio Partecip e grado di coinvolgimento dei docenti nel lavoro Unitarietà dei percorsi Verifica andamento incontri Modalità di rilev Gruppi di ricerca N. incontri di programm orizzontale e verticale Misur grado di coinvolgimento e partecip docenti nel lavoro Modello di Piano di Miglioramento INDIRE (Pagina 6 di 32)

7 in via di attu Riorganizz del piano delle attività collegiali Risultati attesi Maggior corrispondenza agli obiettivi di miglioramento e alle priorità del RAV Maggior funzionalità alle scelte dell Istituto in termini di continuità e orientamento Indicatori di monitoraggio Adattamento delle modifiche agli impegni e alle incombenze scolastiche Ri-organizz dell Istituto ai cambiamenti apportati Modalità di rilev Misur partecip del personale agli impegni Grado di adattamento del personale agli impegni Misur del grado di fattibilità e di impatto delle modifiche apportate Modello di Piano di Miglioramento INDIRE (Pagina 7 di 32)

8 2. Azioni previste per raggiungere ciascun obiettivo di processo Coinvolgere tutti i docenti di classe terza Sc.Sec. nella formul del consiglio orientativo Azione prevista Form Docenti Effetti positivi a medio termine Sviluppo professionalità docente Effetti negativi a medio termine Rischio di sterilità di proposte Effetti positivi a lungo termine Costruzione di una professionalità orientante tra i docenti Effetti negativi a lungo termine Unica direzionalità di proposte, perdere di vista altri canali di form Coinvolgere tutti i docenti di classe terza Sc.Sec. nella formul del consiglio orientativo Azione prevista Motivare i docenti dell'intero Consiglio di classe alla partecip alla formul del consiglio orientativo Effetti positivi a medio termine Condivisione collegiale di un percorso Effetti negativi a medio termine Rischio di far sentire i docenti sotto pressione Effetti positivi a lungo termine Condivisione dell'immagine dell'alunno Effetti negativi a lungo termine Perdita di figure di riferimento Modello di Piano di Miglioramento INDIRE (Pagina 8 di 32)

9 Condividere il percorso con le famiglie e il territorio Azione prevista Accompagnamento famiglie nel percorso orientativo Effetti positivi a medio termine Riconoscere la famiglia e la scuola come soggetti attivi e collaboranti nell' educativa Effetti negativi a medio termine Coincidenze/ripetizioni con altri impegni Effetti positivi a lungo termine Corresponsabilità educativa - cre di percorsi paralleli Effetti negativi a lungo termine Delegare la scuola Condividere il percorso con le famiglie e il territorio Azione prevista Scuole Aperte Effetti positivi a medio termine Possibilità di vivere per un giorno la scuola insieme al proprio figlio Effetti negativi a medio termine Difficoltà a capire realmente l'ambiente scolastico Effetti positivi a lungo termine Aprirsi al territorio - capirne i reali bisogni Effetti negativi a lungo termine Creare aspettative troppo alte Modello di Piano di Miglioramento INDIRE (Pagina 9 di 32)

10 Creare e allestire spazi e laboratori orientanti (es. progetto Orienta la mente) Azione prevista Progetto Orienta la mente Effetti positivi a medio termine Sperimentare la didattica laboratoriale, coinvolgere le famiglie e il territorio Effetti negativi a medio termine Vivere i progetti passivamente Effetti positivi a lungo termine Innov didattica ed educativa, condivisione e collabor nella progettualità educativa con genitori e comunità Effetti negativi a lungo termine Tener vivo ciò che si è creato Creare e allestire spazi e laboratori orientanti (es. progetto Orienta la mente) Azione prevista Sportello orientamento Effetti positivi a medio termine Attenzione e supporto al rapporto con le famiglie e i ragazzi e il personale scolastico Effetti negativi a medio termine Mancanza di dialogo con il docente di classe Effetti positivi a lungo termine Servizio consolidato a supporto delle famiglie e dei docenti Effetti negativi a lungo termine De-responsabilizz dei docenti, perdita dell'effetto dei compens del servizio con la scuola Modello di Piano di Miglioramento INDIRE (Pagina 10 di 32)

11 Creare e allestire spazi e laboratori orientanti (es. progetto Orienta la mente) Azione prevista Scuole Aperte Effetti positivi a medio termine Aprire le porte delle scuole ed offrire la possibilità di vivere gli ambienti scolastici con laboratori ed esperienze concrete Effetti negativi a medio termine Vincoli temporali Effetti positivi a lungo termine Creare momenti di condivisione e apertura all'esterno Effetti negativi a lungo termine Creare aspettative troppo"distanti" Curare il rapporto con le famiglie e accompagnarle lungo il percorso di orientamento (Sportello) Azione prevista Incontri di form per le famiglie Effetti positivi a medio termine Riconoscere nella famiglia il ruolo di educatore concorrente Effetti negativi a medio termine Coincidenze/ripetizioni con altri impegni Effetti positivi a lungo termine Corresponsabilità educativa cre di percorsi paralleli Effetti negativi a lungo termine Delegare la scuola Modello di Piano di Miglioramento INDIRE (Pagina 11 di 32)

12 Curare il rapporto con le famiglie e accompagnarle lungo il percorso di orientamento (Sportello) Azione prevista Attiv servizio Sportello Effetti positivi a medio termine Attenzione e supporto al rapporto con le famiglie e i ragazzi e il personale scolastico Effetti negativi a medio termine Mancanza di dialogo con il docente di classe Effetti positivi a lungo termine Servizio consolidato a supporto delle famiglie e dei docenti Effetti negativi a lungo termine De-responsabilizz dei docenti, perdita dell'effetto dei compens del servizio con la scuola Curare il rapporto con le famiglie e accompagnarle lungo il percorso di orientamento (Sportello) Azione prevista Somministr questionario individuale per le famiglie all'inizio delle classi prime e terze per condividere le aspettative della famiglia e le predisposizioni dell'alunno Effetti positivi a medio termine Maggior conoscenza delle aspirazioni dell'alunno da parte dei docenti Effetti negativi a medio termine Rischio di assunzione di responsabilità che va al di là del ruolo di docente Effetti positivi a lungo termine Acquisizione di prospettive diverse Effetti negativi a lungo termine Sovraccaricare i docenti, concentr di energie in unico canale Modello di Piano di Miglioramento INDIRE (Pagina 12 di 32)

13 Elabor del Curricolo verticale d Istituto (declinato anno per anno) Azione prevista Completamento e aggiornamento del Curricolo verticale d Istituto declinato su competenze Effetti positivi a medio termine Completamento del lavoro iniziato negli anni precedenti Effetti negativi a medio termine Tralasciare altri impegni Effetti positivi a lungo termine Cre di un documento rappresentativo del concetto di continuità Effetti negativi a lungo termine Staticità del documento Elabor del Curricolo verticale d Istituto (declinato anno per anno) Azione prevista Programm di Dipartimenti per la costruzione dello strumento Effetti positivi a medio termine Condivisione e confronto Effetti negativi a medio termine Poca flessibilità nell'uso dello strumento Effetti positivi a lungo termine Rendere questa attività un bisogno, un'esigenza non un impegno dovuto Effetti negativi a lungo termine Standardizz dei contenuti Modello di Piano di Miglioramento INDIRE (Pagina 13 di 32)

14 Elabor del Curricolo verticale d Istituto (declinato anno per anno) Azione prevista Form dei docenti sulle competenze Effetti positivi a medio termine Valore aggiunto e supporto al percorso di elabor del curricolo Effetti negativi a medio termine Numero chiuso di partecip Effetti positivi a lungo termine Sviluppo professionalità docente Effetti negativi a lungo termine Sterilità delle proposte - mancanze di risorse economiche Riorganizz del piano delle attività collegiali Azione prevista Modifica e aggiornamento al Piano delle attività Effetti positivi a medio termine Adeguamento agli obiettivi di miglioramento Effetti negativi a medio termine Difficoltà ad individuare i momenti necessari Effetti positivi a lungo termine Flessibilità Effetti negativi a lungo termine Mancanza di un progetto definito a priori poca stabilità Modello di Piano di Miglioramento INDIRE (Pagina 14 di 32)

15 3. Pianific delle azioni previste per ciascun obiettivo di processo individuato 3.1 Impegno di risorse umane e strumentali Coinvolgere tutti i docenti di classe terza Sc.Sec. nella formul del consiglio orientativo Impegno di risorse umane interne alla scuola Figure professionali Tipologia di attività Ore aggiuntive presunte Costo previsto Fonte finanziaria Docenti Personale ATA Altre figure Consigli di classe terza Scuola Secondaria apertura/chiusura locali figura strumentale orientamento M.O.F. Impegno finanziario per figure professionali esterne alla scuola e/o beni e servizi Impegni finanziari per tipologia di spesa Impegno presunto Fonte finanziaria Formatori 250 Programma annuale P3 form personale scolastico Consulenti 0 Attrezzature 0 Servizi 0 Altro 0 Modello di Piano di Miglioramento INDIRE (Pagina 15 di 32)

16 Condividere il percorso con le famiglie e il territorio Impegno di risorse umane interne alla scuola Figure professionali Tipologia di attività Ore aggiuntive presunte Costo previsto Fonte finanziaria Docenti 0 M.O.F. Personale ATA Altre figure apertura/chiusura locali figure strumentali orientamento e continuità M.O.F. Impegno finanziario per figure professionali esterne alla scuola e/o beni e servizi Impegni finanziari per tipologia di spesa Impegno presunto Fonte finanziaria Formatori 350 Programma annuale - P5 Continuità e Orientamento Consulenti Attrezzature Servizi Altro Creare e allestire spazi e laboratori orientanti (es. progetto Orienta la mente) Impegno di risorse umane interne alla scuola Figure professionali Tipologia di attività Ore aggiuntive presunte Costo previsto Fonte finanziaria Docenti Personale ATA Altre figure Organizz progetto Orienta la mente collabor supporto progetti allestimento laboratori progetto Orientalamente M.O.F Impegno finanziario per figure professionali esterne alla scuola e/o beni e servizi Impegni finanziari per tipologia di spesa Formatori 0 Consulenti Impegno presunto Fonte finanziaria Attrezzature 250 programma annuale Servizi Altro Modello di Piano di Miglioramento INDIRE (Pagina 16 di 32)

17 Curare il rapporto con le famiglie e accompagnarle lungo il percorso di orientamento (Sportello) Impegno di risorse umane interne alla scuola Figure professionali Tipologia di attività Ore aggiuntive presunte Costo previsto Fonte finanziaria Docenti Personale ATA Altre figure Sportello Orientamento rete CTSS Bassano - Asiago Impegno finanziario per figure professionali esterne alla scuola e/o beni e servizi Impegni finanziari per tipologia di spesa Formatori Consulenti Attrezzature Servizi Altro Impegno presunto Fonte finanziaria Elabor del Curricolo verticale d Istituto (declinato anno per anno) Impegno di risorse umane interne alla scuola Figure professionali Docenti Tipologia di attività Ore aggiuntive presunte Costo previsto Fonte finanziaria M.O.F. Personale ATA Altre figure organizz, raccolta e predisposizione materiale Impegno finanziario per figure professionali esterne alla scuola e/o beni e servizi Impegni finanziari per tipologia di spesa Impegno presunto Fonte finanziaria Formatori 1575 programma annuale - P03 form personale Consulenti Attrezzature Servizi Altro Modello di Piano di Miglioramento INDIRE (Pagina 17 di 32)

18 Riorganizz del piano delle attività collegiali Impegno di risorse umane interne alla scuola Figure professionali Tipologia di attività Ore aggiuntive presunte Costo previsto Fonte finanziaria Docenti Personale ATA Altre figure staff figure di coordinamento M.O.F. Impegno finanziario per figure professionali esterne alla scuola e/o beni e servizi Impegni finanziari per tipologia di spesa Impegno presunto Fonte finanziaria Modello di Piano di Miglioramento INDIRE (Pagina 18 di 32)

19 3.2 Tempi di attu delle attività Coinvolgere tutti i docenti di classe terza Sc.Sec. nella formul del consiglio orientativo Tempistica delle attività Attività Set Ott Nov Dic Gen Feb Mar Apr Mag Giu Consigli Orientativi Consulenza Docente esterno (attuata o conclusa) Rilev questionari docenti Condividere il percorso con le famiglie e il territorio Tempistica delle attività Attività Set Ott Nov Dic Gen Feb Mar Apr Mag Giu Serate di orientamento per genitori - Aiuto mio figlio ad orientarsi senza disorientarlo Collabor con agenzie educative del territorio - incontro con ragazzi per progetti Start Up! Stage Istituti Superiori (attuat a o conclu sa) (attuat a o conclu sa) (attuat a o conclu sa) Open Day - Scuola aperta alle famiglie (attuat a o conclu sa) Progett e organizz percorso di Orientamento e Continuità (attuat a o conclu sa) (attuat a o conclu sa) (attuat a o conclu sa) (attuat a o conclu sa) Modello di Piano di Miglioramento INDIRE (Pagina 19 di 32)

20 Creare e allestire spazi e laboratori orientanti (es. progetto Orienta la mente) Tempistica delle attività Attività Set Ott Nov Dic Gen Feb Mar Apr Mag Giu Restituzione docenti e ragazzi Delibera Collegio Docenti Progetto Orienta la mente (attuata o conclusa) Restituzione famiglie - Social Day Pianific e organizz progetto - raccolta proposte Docenti e personale esterno Curare il rapporto con le famiglie e accompagnarle lungo il percorso di orientamento (Sportello) Tempistica delle attività Attività Set Ott Nov Dic Gen Feb Mar Apr Mag Giu present Sportello Famiglie e studenti (attuata o conclusa) Sportello Orientamento Restituzione attività sportello Modello di Piano di Miglioramento INDIRE (Pagina 20 di 32)

21 Elabor del Curricolo verticale d Istituto (declinato anno per anno) Tempistica delle attività Attività Set Ott Nov Dic Gen Feb Mar Apr Mag Giu Pianific attività form nuovo modello di certific delle competenze Restituzione collegiale percorso di form Pianific e progett form personale competenze (attuata o conclusa) (attuata o conclusa) Predisposizione e organizz materiale Costruzione framework (attuata o conclusa) Corso form competenze Riorganizz del piano delle attività collegiali Tempistica delle attività Attività Set Ott Nov Dic Gen Feb Mar Apr Mag Giu Predisposizione piano delle attività Vari al Piano delle attività in linea con le indicazioni ministeriali e con le modifiche e gli aggiustamenti al Piano di Miglioramento Modello di Piano di Miglioramento INDIRE (Pagina 21 di 32)

22 3.3 Monitoraggio periodico dello stato di avanzamento del raggiungimento dell'obiettivo di processo Monitoraggio delle azioni Coinvolgere tutti i docenti di classe terza Sc.Sec. nella formul del consiglio orientativo Data di rilev 18/03/2016 Indicatori di monitoraggio del processo Questionario docenti attività accompagnamento orientamento Strumenti di misur Modulo on-line Criticità rilevate Progressi rilevati Modifiche/necessità di aggiustamenti Data di rilev 07/01/2016 Indicatori di monitoraggio del processo Moduli rilev presenze questionari consigli orientativi Strumenti di misur Modulo on-line registro presenze Criticità rilevate Progressi rilevati Modifiche/necessità di aggiustamenti Modello di Piano di Miglioramento INDIRE (Pagina 22 di 32)

23 Condividere il percorso con le famiglie e il territorio Data di rilev 03/06/2016 Indicatori di monitoraggio del processo Interesse studenti al progetto Coinvolgimento agenzie educative Strumenti di misur Questionari alunni - feedback ragazzi e famiglie Criticità rilevate Progressi rilevati Modifiche/necessità di aggiustamenti Data di rilev 26/02/2016 Indicatori di monitoraggio del processo Colloqui con i coordinatori e il responsabile dell Sportello Orientamento Rilevare coincidenza/divergenza consiglio orientativo Strumenti di misur Questionario famiglie e coordinatori Quaderno orientamento N.colloqui con docenti coordinatori e/o responsabile sportello orientamento Criticità rilevate Progressi rilevati Modifiche/necessità di aggiustamenti Modello di Piano di Miglioramento INDIRE (Pagina 23 di 32)

24 Data di rilev 26/02/2016 Indicatori di monitoraggio del processo Percezione delle famiglie relativa all'accompagnamento al percorso Strumenti di misur Questionario - modulo on-line Criticità rilevate Progressi rilevati Modifiche/necessità di aggiustamenti Data di rilev 30/11/2015 Indicatori di monitoraggio del processo Partecip genitori agli incontri organizzati dall Istituto e dagli Istituti Superiori Coinvolgere tutte le famiglie in uno o più incontri sul valore percorso Strumenti di misur Rilev presenze monitoraggio attività svolte (attestati stage, partecipazioni fiere,...) Criticità rilevate Basso livello partecip famiglie Progressi rilevati Partecip adeguata agli incontri con gli istituti superiori Maggior accompagnamento per le famiglie Guida al valore del Consiglio Orientativo Maggior conoscenza del percorso orientativo Modifiche/necessità di aggiustamenti Verificare non coincidenza altre attività orientanti Riuscire a garantire ad ogni ragazzo la partecip almeno ad uno stage Maggior pubblicità delle iniziative - necessità di individuare un sistema per comunicare in maniera più efficace Modello di Piano di Miglioramento INDIRE (Pagina 24 di 32)

25 Creare e allestire spazi e laboratori orientanti (es. progetto Orienta la mente) Data di rilev 30/04/2016 Indicatori di monitoraggio del processo Partecip personale scolastico e famiglie Strumenti di misur Social Day Criticità rilevate Progressi rilevati Modifiche/necessità di aggiustamenti Data di rilev 13/02/2016 Indicatori di monitoraggio del processo Gradimento laboratori Grado orientante Strumenti di misur Scheda customer satisfaction Criticità rilevate Progressi rilevati Modifiche/necessità di aggiustamenti Data di rilev 14/12/2015 Indicatori di monitoraggio del processo Partecip e grado coinvolgimento docenti e famiglie Strumenti di misur Modulo on-line Modello di Piano di Miglioramento INDIRE (Pagina 25 di 32)

26 Criticità rilevate Progressi rilevati Modifiche/necessità di aggiustamenti Curare il rapporto con le famiglie e accompagnarle lungo il percorso di orientamento (Sportello) Data di rilev 08/06/2016 Indicatori di monitoraggio del processo Gradimento servizio utenza Strumenti di misur Modulo on-line - customer satisfaction Criticità rilevate Progressi rilevati Modifiche/necessità di aggiustamenti Data di rilev 08/06/2016 Indicatori di monitoraggio del processo Partecip al servizio sportello Strumenti di misur Registro appuntamenti rilev bisogni - richieste Criticità rilevate Progressi rilevati Modifiche/necessità di aggiustamenti Modello di Piano di Miglioramento INDIRE (Pagina 26 di 32)

27 Elabor del Curricolo verticale d Istituto (declinato anno per anno) Data di rilev 29/06/2016 Indicatori di monitoraggio del processo Condivisione collegiale Strumenti di misur Collegio dei docenti - restituzione collegiale Criticità rilevate Progressi rilevati Modifiche/necessità di aggiustamenti Data di rilev 28/03/2016 Indicatori di monitoraggio del processo Monitoraggio curricolo in verticale Strumenti di misur Competenze chiave e framework elaborato Criticità rilevate Progressi rilevati Modifiche/necessità di aggiustamenti Data di rilev 08/01/2016 Indicatori di monitoraggio del processo Richieste iscrizione corso Strumenti di misur Compil modulo iscrizione Modello di Piano di Miglioramento INDIRE (Pagina 27 di 32)

28 Criticità rilevate nessuna Progressi rilevati alta richiesta Modifiche/necessità di aggiustamenti Riorganizz del piano delle attività collegiali Data di rilev 08/06/2016 Indicatori di monitoraggio del processo Partecip impegni collegiali Strumenti di misur Rilev presenze Criticità rilevate Progressi rilevati Modifiche/necessità di aggiustamenti Modello di Piano di Miglioramento INDIRE (Pagina 28 di 32)

29 4. Valut, condivisione e diffusione dei risultati del piano di miglioramento 4.1 Valut dei risultati raggiunti sulla base degli indicatori relativi ai traguardi del RAV In questa sezione si considerare la dimensione della valut degli esiti, facendo esplicito riferimento agli indicatori che erano stati scelti nel RAV come strumenti di misur dei traguardi previsti. Priorità 1A Esiti Risultati a distanza Data rilev 30/09/2016 Indicatori scelti - condivisione docenti - form - cura rapporto famiglie - creazioni spazi e laboratori orientanti - valore al percorso di orientamento - monitoraggio scelte studenti - accompagnamento famiglie Risultati attesi Aumento percentuale ragazzi che seguono il consiglio orientativo Risultati riscontrati Differenza Considerazioni critiche e proposte di integr e/o modifica Modello di Piano di Miglioramento INDIRE (Pagina 29 di 32)

30 Priorità 2A Esiti Risultati a distanza Data rilev 30/09/2016 Indicatori scelti - definizione impegni Commissione continuità - condivisione immagine studenti tra i diversi ordini - pianific scuole aperte - stesura curricolo verticale e costruzione prove di valut Risultati attesi - maggior coerenza, form classi più equilibrate Risultati riscontrati Differenza Considerazioni critiche e proposte di integr e/o modifica 4.2 Processi di condivisione del piano all'interno della scuola Momenti di condivisione interna Collegio dei Docenti Persone coinvolte Docenti dell'istituto comprensivo Strumenti Sintesi ppt del Piano di Miglioramento - risultati indagini svolte in itinere Considerazioni nate dalla condivisione Momenti di condivisione interna Consiglio d'istituto Persone coinvolte genitori, personale scolastico Strumenti verifica moduli presenza serate e incontri sportello Considerazioni nate dalla condivisione Modello di Piano di Miglioramento INDIRE (Pagina 30 di 32)

31 Momenti di condivisione interna Staff Organizzativo Persone coinvolte coordinatori di plesso e figure strumentali Strumenti risultati questionari, verifica moduli presenze, restituzione docenti incontri continuità Considerazioni nate dalla condivisione 4.3 Modalità di diffusione dei risultati del PdM sia all'interno sia all'esterno dell'organizz scolastica Azioni per la diffusione dei risultati del PdM all interno della scuola Metodi/Strumenti Condivisione collegiale Destinatari Docenti Istituto Comprensivo Tempi Fine anno scolastico Metodi/Strumenti Staff organizzativo Destinatari Coordinatori di plesso e figure strumentali (ptof, continuità, orientamento, autovalut) Tempi Chiusura anno scolastico Metodi/Strumenti Trasmissione risultati PdM via condivisione collegiale Destinatari Docenti e personale Istituto Tempi Chiusura anno scolastico Modello di Piano di Miglioramento INDIRE (Pagina 31 di 32)

32 Azioni per la diffusione dei risultati del PdM all esterno Metodi/Strumenti Condivisione collegiale con Comitato Genitori Destinatari delle azioni Membri comitato genitori - genitori interessati Tempi Inizio anno scolastico successivo (settembre 2016) Metodi/Strumenti Sito web Istituto Destinatari delle azioni Stakeholders (famiglie e chiunque ne fosse interessato) Tempi Maggio/giugno Metodi/Strumenti Consiglio d'istituto con presenza Amministrazioni Comunali - Agenzie educative Destinatari delle azioni Famiglie, agenzie educative, Amministrazioni Comunali Tempi Momento di condivisione finale in un Consiglio d'istituto allargato inizio anno scolastico successivo 4.4 Componenti del Nucleo di valut e loro ruolo Nome Luisa Meneghini Doride Galvan Fabiola Secco Monica Carta Martina Polo Squizzato Pamela Daniela Garziera Ruolo Docente - Sc. dell'infanzia Docente - Sc.Secondaria - F.S. Autovalut Docente - Sc.Primaria - F.S. Autovalut Vicario - Docente Sc.Secondaria Dirigente Scolastico Docente - Sc.Primaria Secondo collaboratore - Docente Sc.Primaria Modello di Piano di Miglioramento INDIRE (Pagina 32 di 32)

Piano di Miglioramento (PDM) Dell'istituzione scolastica PEIS00400Q I.I.S. "B.SPAVENTA"

Piano di Miglioramento (PDM) Dell'istituzione scolastica PEIS00400Q I.I.S. B.SPAVENTA Piano di Miglioramento (PDM) Dell'istituzione scolastica PEIS00400Q I.I.S. "B.SPAVENTA" Indice Sommario 1. Obiettivi di processo 1.1 Congruenza tra obiettivi di processo e priorità/traguardi espressi nel

Dettagli

Piano di Miglioramento (PDM) Dell'istituzione scolastica PIIC84100T I.C. FALCONE CASCINA

Piano di Miglioramento (PDM) Dell'istituzione scolastica PIIC84100T I.C. FALCONE CASCINA Piano di Miglioramento (PDM) Dell'istituzione scolastica PIIC84100T I.C. FALCONE CASCINA Modello di Piano di Miglioramento INDIRE (Pagina 1 di 11) Indice Sommario 1. Obiettivi di processo o 1.1 Congruenza

Dettagli

Piano di Miglioramento (PDM)

Piano di Miglioramento (PDM) Piano di Miglioramento (PDM) Dell'istituzione scolastica METD05000E I.T. L.DA VINCI ECONOMICO TECNOLOGICO Modello di Piano di Miglioramento INDIRE (Pagina 1 di 23) Indice Sommario 1. Obiettivi di processo

Dettagli

Piano di Miglioramento

Piano di Miglioramento Piano di Miglioramento RMIC83000Q GIUSEPPE MONTEZEMOLO SEZIONE 1 - Scegliere gli obiettivi di processo più rilevanti e necessari in tre passi Passo 1 - Verificare la congruenza tra obiettivi di processo

Dettagli

Piano di Miglioramento

Piano di Miglioramento Piano di Miglioramento PEIC828004 I. C. I.SILONE-MONTESILVANO SEZIONE 1 - Scegliere gli obiettivi di processo più rilevanti e necessari in tre passi Passo 1 - Verificare la congruenza tra obiettivi di

Dettagli

Piano di Miglioramento (PDM)

Piano di Miglioramento (PDM) Piano di Miglioramento (PDM) IST. SECONDARIO SUP. DI CAIRO MONTENOTTE Corso XXV Aprile, 76 17014 Cairo Montenotte (SV) - tel.: 019-504684 e-mail: svis00300a@istruzione.it PEC: svis00300a@pec.istruzione.it

Dettagli

PROT. N. 202-A/2 del 15.01.2016. Piano di Miglioramento (PDM) Dell'istituzione scolastica CZIC856002 IC CATANZARO "DON MILANI" SALA

PROT. N. 202-A/2 del 15.01.2016. Piano di Miglioramento (PDM) Dell'istituzione scolastica CZIC856002 IC CATANZARO DON MILANI SALA PROT. N. 202-A/2 del 15.01.2016 Piano di Miglioramento (PDM) Dell'istituzione scolastica CZIC856002 IC CATANZARO "DON MILANI" SALA Indice Sommario 1. Obiettivi di processo 1.1 Congruenza tra obiettivi

Dettagli

Piano di Miglioramento

Piano di Miglioramento Piano di Miglioramento TOIC837002 I.C. - BRUINO SEZIONE 1 - Scegliere gli obiettivi di processo più rilevanti e necessari in tre passi Passo 1 - Verificare la congruenza tra obiettivi di processo e priorità/traguardi

Dettagli

Piano di Miglioramento (PDM) dell'istituzione scolastica ARVC010009 V.EMANUELE II

Piano di Miglioramento (PDM) dell'istituzione scolastica ARVC010009 V.EMANUELE II Piano di Miglioramento (PDM) dell'istituzione scolastica ARVC010009 V.EMANUELE II Allegato all Atto d indirizzo al Collegio dei docenti per la predisposizione del Piano Triennale dell Offerta Formativa.

Dettagli

Piano di Miglioramento (PDM)

Piano di Miglioramento (PDM) ISTITUTO SUPERIORE VERONA - TRENTO I.T.T. VERONA TRENTO - I.PIA. MAJORANA MEIS027008 IST. D'ISTRUZ. SUPERIORE IITI "VERONA TRENTO" MESSINA Via U. Bassi Is. 148 - Tel. ( 090 ) 29.34.854-29.34.070 - Fax

Dettagli

Piano di Miglioramento

Piano di Miglioramento Piano di Miglioramento PDIS003009 "C.CATTANEO" SEZIONE 1 - Scegliere gli obiettivi di processo più rilevanti e necessari in tre passi Passo 1 - Verificare la congruenza tra obiettivi di processo e priorità/traguardi

Dettagli

Piano di Miglioramento (PDM) Dell'istituzione scolastica RCPS04000R "ZALEUCO" LOCRI

Piano di Miglioramento (PDM) Dell'istituzione scolastica RCPS04000R ZALEUCO LOCRI Piano di Miglioramento (PDM) Dell'istituzione scolastica RCPS04000R "ZALEUCO" LOCRI Modello di Piano di Miglioramento INDIRE (Pagina! 1 di 13! ) Indice Sommario 1. Obiettivi di processo o 1.1 Congruenza

Dettagli

Piano di Miglioramento

Piano di Miglioramento Piano di Miglioramento AGIS014002 I.I.S.S. "MICHELE FODERA'" SEZIONE 1 - Scegliere gli obiettivi di processo più rilevanti e necessari in tre passi Passo 1 - Verificare la congruenza tra obiettivi di processo

Dettagli

Piano di Miglioramento (PDM) Dell'istituzione scolastica CTPM01000E LICEO STATALE FRANCESCO DE SANCTIS

Piano di Miglioramento (PDM) Dell'istituzione scolastica CTPM01000E LICEO STATALE FRANCESCO DE SANCTIS Piano di Miglioramento (PDM) Dell'istituzione scolastica CTPM01000E LICEO STATALE FRANCESCO DE SANCTIS Modello di Piano di Miglioramento INDIRE (Pagina 1 di 22) Indice Sommario 1. Obiettivi di processo

Dettagli

Piano di Miglioramento (PDM) Dell'istituzione scolastica AGPM03000A LICEO SCIENTIFICO E SCIENZE UMANE POLITI

Piano di Miglioramento (PDM) Dell'istituzione scolastica AGPM03000A LICEO SCIENTIFICO E SCIENZE UMANE POLITI Piano di Miglioramento (PDM) Dell'istituzione scolastica AGPM03000A LICEO SCIENTIFICO E SCIENZE UMANE POLITI Modello di Piano di Miglioramento INDIRE (Pagina 1 di 40) Indice Sommario 1. Obiettivi di processo

Dettagli

Piano di Miglioramento (PDM)

Piano di Miglioramento (PDM) Piano di Miglioramento (PDM) Dell'istituzione scolastica RGIC82000T BERLINGUER Anno Scolastico 2015/2016 Modello di Piano di Miglioramento INDIRE (Pagina 1 di 28) Indice Sommario 1. Obiettivi di processo

Dettagli

PIANO DI MGLIORAMENTO ELABORATO SUL MODELLO INDIRE (Approvato dal Collegio dei Docenti e dal Consiglio d Istituto in data 14 gennaio 2016)

PIANO DI MGLIORAMENTO ELABORATO SUL MODELLO INDIRE (Approvato dal Collegio dei Docenti e dal Consiglio d Istituto in data 14 gennaio 2016) MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Scuola Infanzia, Primaria e Secondaria VIA PIAVE, 11 24050 BARIANO Tel 0363/958350 Fax 0363/959455 C.F. 92015020164

Dettagli

Tutorial. al Piano di Miglioramento

Tutorial. al Piano di Miglioramento Tutorial al Piano di Miglioramento Il presente documento è protetto ai sensi della vigente normativa sul diritto d'autore Legge 6 del 9 e ss.mm.ii. Come definito nell introduzione il Piano di Miglioramento

Dettagli

Piano di Miglioramento

Piano di Miglioramento Piano di Miglioramento TRPS03000X TERNI "R. DONATELLI" SEZIONE 1 - Scegliere gli obiettivi di più rilevanti e necessari in tre passi Passo 1 - Verificare la congruenza tra obiettivi di e priorità/traguardi

Dettagli

Piano di Miglioramento (PDM) Dell'istituzione scolastica BGIC86600B PONTE S. PIETRO

Piano di Miglioramento (PDM) Dell'istituzione scolastica BGIC86600B PONTE S. PIETRO Piano di Miglioramento (PDM) Dell'istituzione scolastica BGIC86600B PONTE S. PIETRO 1 Sommario 1. Obiettivi di processo o 1.1 Congruenza tra obiettivi di processo e priorità/traguardi espressi nel Rapporto

Dettagli

PDM Istituto Comprensivo di Castel San Pietro Terme

PDM Istituto Comprensivo di Castel San Pietro Terme ISTITUTO COMPRENSIVO DI CASTEL SAN PIETRO TERME SCUOLA DELL INFANZIA STATALE GABRIELLA GRANDI DI OSTERIA GRANDE SCUOLA PRIMARIA STATALE GUSTAVO SEROTTI DI OSTERIA GRANDE SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO

Dettagli

PIANO DI MIGLIORAMENTO

PIANO DI MIGLIORAMENTO PIANO DI MIGLIORAMENTO Premessa Nel mese di settembre 2015 si è conclusa la fase di autovalutazione di Istituto con la pubblicazione del Rapporto di Autovalutazione consultabile sul sito dell Istituto

Dettagli

Il Progetto Continuità per l A.S. 2012/2013 si è basato su diversi riferimenti legislativi che vedono la continuità come una vera e propria filosofia

Il Progetto Continuità per l A.S. 2012/2013 si è basato su diversi riferimenti legislativi che vedono la continuità come una vera e propria filosofia Il Progetto Continuità per l A.S. 2012/2013 si è basato su diversi riferimenti legislativi che vedono la continuità come una vera e propria filosofia della scuola poiché traduce in prassi un comune senso

Dettagli

Piano di Miglioramento

Piano di Miglioramento Piano di Miglioramento BAIC867006 "PIETRO MENNEA" SEZIONE 1 - Scegliere gli obiettivi di processo più rilevanti e necessari in tre passi Passo 1 - Verificare la congruenza tra obiettivi di processo e priorità/traguardi

Dettagli

Piano di Miglioramento (PDM)

Piano di Miglioramento (PDM) Piano di Miglioramento (PDM) Dell'istituzione scolastica TPRH02000T I.P.S.E.O.A. " I. E V. FLORIO" ERICE Sommario 1. OBIETTIVI DI PROCESSO... 3 1.1 Congruenza tra obiettivi di processo e priorità/traguardi

Dettagli

P. D. M.19 ISTITUTO COMPRENSIVO CASTELNUOVO D. B., COCCONATO, MONTIGLIO MO.TO 2015/19

P. D. M.19 ISTITUTO COMPRENSIVO CASTELNUOVO D. B., COCCONATO, MONTIGLIO MO.TO 2015/19 P. D. M.19 ISTITUTO COMPRENSIVO CASTELNUOVO D. B., COCCONATO, MONTIGLIO MO.TO 2015/19 Sommario 1. PREMESSA... 3 DESCRIZIONE DELL AZIONE DI MIGLIORAMENTO... 3 2. PIANIFICAZIONE DEL MIGLIORAMENTO... 4 2.1

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO di SCUOLA dell INFANZIA, PRIMARIA e SECONDARIA di PRIMO GRADO BORGO TOSSIGNANO

ISTITUTO COMPRENSIVO di SCUOLA dell INFANZIA, PRIMARIA e SECONDARIA di PRIMO GRADO BORGO TOSSIGNANO ISTITUTO COMPRENSIVO di SCUOLA dell INFANZIA, PRIMARIA e SECONDARIA di PRIMO GRADO BORGO TOSSIGNANO RESPONSABILE DEL PIANO La Dirigente scolastica Grassi Grazia RIELABORAZIONE DEL PIANO Dall Osso Silvia

Dettagli

PIANO DI MIGLIORAMENTO

PIANO DI MIGLIORAMENTO Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI 1 GRADO PADRE VITTORIO FALSINA Via Scuole, 14 25045 Castegnato

Dettagli

SCHEDA PROGETTO DI SINTESI/PIANIFICAZIONE

SCHEDA PROGETTO DI SINTESI/PIANIFICAZIONE Ministero dell Istruzione,Università e Ricerca Istituto Comprensivo Sancia D Angiò Via vesuvio Scuola dell Infanzia Primaria Sec. 1 grado Via Cattaneo,35-80040 - Trecase (Na) C.M. NAIC8GF006 C.F: 90087910635

Dettagli

ISTITUTO STATALE AUGUSTO MONTI - ASTI PIANO DI MIGLIORAMENTO

ISTITUTO STATALE AUGUSTO MONTI - ASTI PIANO DI MIGLIORAMENTO ISTITUTO STATALE AUGUSTO MONTI - ASTI PIANO DI MIGLIORAMENTO ISTITUTO STATALE AUGUSTO MONTI ASTI - PIANO DI MIGLIORAMENTO 2015/18 2 INDICE SEZIONE 1 Scegliere gli obiettivi di processo più utili e necessari

Dettagli

Legge 633 del 1941 e ss.mm.ii.

Legge 633 del 1941 e ss.mm.ii. Il Piano di Miglioramento (PdM) Il presente documento è protetto ai sensi della vigente normativa sul diritto d'autore Legge 633 del 1941 e ss.mm.ii. 1 Indice Introduzione SEZIONE 1 - Scegliere gli obiettivi

Dettagli

Rapporto di AutoValutazione dell I.C. Spinea 1 a.s. 2014/2015

Rapporto di AutoValutazione dell I.C. Spinea 1 a.s. 2014/2015 Rapporto di AutoValutazione dell I.C. Spinea 1 a.s. 2014/2015 a cura del nucleo di autovalutazione guidato dalla FS prof. Busatto Il percorso di formazione In vista della compilazione del RAV (Rapporto

Dettagli

SISTEMA NAZIONALE DI VALUTAZIONE - AUTOVALUTAZIONE ANNAMARIA BIANCO

SISTEMA NAZIONALE DI VALUTAZIONE - AUTOVALUTAZIONE ANNAMARIA BIANCO AUTOANALISI D ISTITUTO SISTEMA NAZIONALE DI VALUTAZIONE - AUTOVALUTAZIONE ANNAMARIA BIANCO RAV A partire dal corrente anno scolastico tutte le scuole del Sistema Nazionale di Istruzione, statali e paritarie,

Dettagli

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO 1 ISTITUTO COMPRENSIVO - CASSINO (FR)

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO 1 ISTITUTO COMPRENSIVO - CASSINO (FR) Prot. n. 4723/A01 Cassino 19 settembre2015 Ai docenti dell istituto comprensivo Loro sedi Atti Oggetto: indicazioni e chiarimenti in merito al POF 2015/16 IL DIRIGENTE SCOLASTICO Vista la L. n.107/2015

Dettagli

Istituto Statale d Istruzione Superiore Pitagora Montalbano Jonico (MT) A.S. 2015/2016

Istituto Statale d Istruzione Superiore Pitagora Montalbano Jonico (MT) A.S. 2015/2016 Istituto Statale d Istruzione Superiore Pitagora Montalbano Jonico (MT) A.S. 2015/2016 PIANO DI MIGLIORAMENTO PREMESSE Visti gli esiti del Rapporto di autovalutazione dell'istituto (RAV) che sottolineano:

Dettagli

Presentazione dei lavori laboratoriali

Presentazione dei lavori laboratoriali Presentazione dei lavori laboratoriali «Progetto NEVERSTOPLEARNING» Istituto Tecnico Tecnologico Statale Alessandro Volta Dott.ssa Raffaella Gentile Psicologa Insegnante organizzazione: gli insegnanti

Dettagli

Piano Annuale per l Inclusione

Piano Annuale per l Inclusione Scuola _I.C. NOLE CAN.SE (TO) a.s._2014/2015 Piano Annuale per l Inclusione Parte I analisi dei punti di forza e di criticità A. Rilevazione dei BES presenti: n 1. disabilità certificate (Legge 104/92

Dettagli

PIANO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE PER IL PNSD

PIANO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE PER IL PNSD Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca L I C E O S T A T A L E G a l i l e o G a l i l e i Liceo Scientifico- Liceo delle Scienze Applicate - Liceo Linguistico Via S. Francesco n. 63-24043

Dettagli

COSA PREVEDE L AUTOVALUTAZIONE D ISTITUTO NELL ANNO SCOLASTICO 2015/2016?

COSA PREVEDE L AUTOVALUTAZIONE D ISTITUTO NELL ANNO SCOLASTICO 2015/2016? ? COSA PREVEDE L AUTOVALUTAZIONE D ISTITUTO NELL ANNO SCOLASTICO 2015/2016? Con la chiusura e la pubblicazione del RAV sia apre la fase che il DPR n. 80/2013 all'art. 6 definisce delle "azioni di miglioramento".

Dettagli

AREA DI PROCESSO OBIETTIVI DI PROCESSO PRIORITA Curricolo, progettazione e valutazione

AREA DI PROCESSO OBIETTIVI DI PROCESSO PRIORITA Curricolo, progettazione e valutazione TABELLA 1 ALLEGATO1 AREA DI PROCESSO OBIETTIVI DI PROCESSO PRIORITA Curricolo, progettazione e valutazione Ambiente di apprendimento Inclusione e differenziazione Sviluppo e valorizzazione delle risorse

Dettagli

Il Piano di Miglioramento. (PdM)

Il Piano di Miglioramento. (PdM) Il Piano di Miglioramento (PdM) 1 IDEE GUIDA DEL PIANO DI MIGLIORAMENTO Nel RAV sono state individuate le seguenti priorità: Priorità 1: Riduzione dell insuccesso scolastico nelle classi del biennio, in

Dettagli

Aggiornamento RAV. Alcuni punti di attenzione. Monia Berghella - Coordinatrice AICQ Education ER

Aggiornamento RAV. Alcuni punti di attenzione. Monia Berghella - Coordinatrice AICQ Education ER Aggiornamento RAV. Alcuni punti di attenzione. Monia Berghella - Coordinatrice AICQ Education ER Prot. 7904 del 1 settembre 2015 Legge del 13 luglio 2015, n. 107 La Buona Scuola Prot. 1738 del 2 marzo

Dettagli

Risultati Secondo anno Risultati

Risultati Secondo anno Risultati PIANO DI MIGLIORAMENTO Nota MIUR 7904 del 01.09.2015 La tabella n. 2 mostra le priorità di miglioramento individuate dalla scuola nella sez. V del RAV e i relativi traguardi. Al termine di ogni anno la

Dettagli

RAV QUESTIONARIO DOCENTI MAGGIO 2015

RAV QUESTIONARIO DOCENTI MAGGIO 2015 RAV QUESTIONARIO DOCENTI MAGGIO 2015 1.AREA:CURRICOLO PROGETTAZIONE VALUTAZIONE (POLITICA SCOLASTICA) 1.1. In questa istituzione scolastica gli studenti sono assegnati alle diverse sezioni secondo modalità

Dettagli

QUESTIONARIO DOCENTI Riepilogo (48 questionari compilati)

QUESTIONARIO DOCENTI Riepilogo (48 questionari compilati) QUESTIONARIO DOCENTI Riepilogo (48 questionari compilati) 1) Pensi alla sua istituzione scolastica, comprensiva delle diverse sedi e dei diversi gradi di scuola. Quanto è d accordo con le seguenti affermazioni?

Dettagli

Elaborazione a cura di: Marcello Pedone

Elaborazione a cura di: Marcello Pedone 1 Per niente Poco Abbastanza Questionario Docenti 1. In questa istituzione scolastica gli studenti sono assegnati alle diverse sezioni secondo modalità chiare e condivise 6 29 56 8 2. Questa istituzione

Dettagli

Piano di Miglioramento (PDM) Dell'istituzione scolastica BO1M01300A SIT.RELIG. "SUOR TERESA VERONESI"

Piano di Miglioramento (PDM) Dell'istituzione scolastica BO1M01300A SIT.RELIG. SUOR TERESA VERONESI Indice Piano di Miglioramento (PDM) Dell'istituzione scolastica BO1M01300A SIT.RELIG. "SUOR TERESA VERONESI" Sommario 1. Obiettivi di processo 1.1 Congruenza tra obiettivi di processo e priorità/traguardi

Dettagli

PROGRAMMA ANNUALE - Esercizio Finanziario 2015

PROGRAMMA ANNUALE - Esercizio Finanziario 2015 PROGRAMMA ANNUALE - Esercizio Finanziario 2015 La definizione del Programma Il Programma annuale è elaborato ai sensi del Regolamento concernente le istruzioni generali sulla gestione amministrativo -

Dettagli

QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE D ISTITUTO (per i docenti dei tre ordini di scuola)

QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE D ISTITUTO (per i docenti dei tre ordini di scuola) QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE D ISTITUTO (per i docenti dei tre ordini di scuola) Docente di: scuola infanzia scuola primaria scuola secondaria I Professionalità dei docenti Programmazione e valutazione

Dettagli

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE DELLA SARDEGNA

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE DELLA SARDEGNA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE DELLA SARDEGNA PROGETTO DI FORMAZIONE PER DOCENTI E DIRIGENTI - A.S. 2012-2013 Curricolo,apprendimenti e valutazione nelle nuove indicazioni nazionali per il primo ciclo dell

Dettagli

Piano di Miglioramento (PDM)

Piano di Miglioramento (PDM) Piano di Miglioramento (PDM) Dell'istituzione scolastica BAIC84400D EL/7 C.D. MONTELLO - SM SANTOM Modello di Piano di Miglioramento INDIRE (Pagina 1 di 24) Indice 1. Obiettivi di processo o o o 1.1 Congruenza

Dettagli

2015 2016: un anno insieme Dove eravamo arrivati?

2015 2016: un anno insieme Dove eravamo arrivati? Dove eravamo arrivati? NOI... Alle prese con il RAV VOI... Tutti al mare Rapporto di AutoValutazione R.A.V. GIUDIZIO SINTETICO AREA ESITI e AREA PROCESSI 1) CONTESTO 2) ESITI AREE DI INDAGINE SITUAZIONE

Dettagli

Modello di Piano di Miglioramento INDIRE Pagina 1

Modello di Piano di Miglioramento INDIRE Pagina 1 ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO GIULIO DE PETRA CASOLI (CHIETI) Via San Nicola, 34 Tel 0872/981187 Fax 0872/993450 Cod.Fiscale 81002140697 Cod.Mecc. CHIC80600P

Dettagli

PIANO TRIENNALE DELL'OFFERTA FORMATIVA INTERVENTI DI SUPPORTO ALLA QUALITA DELL OFFERTA FORMATIVA

PIANO TRIENNALE DELL'OFFERTA FORMATIVA INTERVENTI DI SUPPORTO ALLA QUALITA DELL OFFERTA FORMATIVA Istituto Comprensivo "E. Toti" - Musile di Piave PIANO TRIENNALE DELL'OFFERTA FORMATIVA INTERVENTI DI SUPPORTO ALLA QUALITA DELL OFFERTA FORMATIVA PREMESSA PIANO TRIENNALE FORMAZIONE DOCENTI ED ATA TRIENNIO

Dettagli

PIANO DI MIGLIORAMENTO

PIANO DI MIGLIORAMENTO Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Scuola dell infanzia-scuola primaria-scuola secondaria di 1 a indirizzo musicale BOER-VERONA TRENTO Via XXIV Maggio,

Dettagli

2.3. COMPETENZE CHIAVE E DI CITTADINANZA

2.3. COMPETENZE CHIAVE E DI CITTADINANZA QUESTIONARIO DOCENTI Gentile docente, Le chiediamo di esprimere la sua opinione su alcuni aspetti della vita scolastica e sul funzionamento della scuola nella quale attualmente lavora. Le risposte che

Dettagli

PIANO DI MIGLIORAMENTO dell istituto ...

PIANO DI MIGLIORAMENTO dell istituto ... PIANO DI MIGLIORAMENTO dell istituto... RESPONSABILE del Piano di Miglioramento Il Team per il Miglioramento ha la responsabilità della scelta dei percorsi di miglioramento e dell organizzazione dei progetti

Dettagli

RAV e PDM (Rapporto di Auto-Valutazione) e (Piano di Miglioramento) L Aquila, 10 settembre 2015

RAV e PDM (Rapporto di Auto-Valutazione) e (Piano di Miglioramento) L Aquila, 10 settembre 2015 RAV e PDM (Rapporto di Auto-Valutazione) e (Piano di Miglioramento) L Aquila, 10 settembre 2015 IL RAV Il RAV (di seguito nominato Report) rappresenta la prima esperienza di autovalutazione dell Ist. Comprensivo

Dettagli

DOCUMENTO DI LINEE D INDIRIZZO DEL DIRIGENTE SCOLASTICO A.S.

DOCUMENTO DI LINEE D INDIRIZZO DEL DIRIGENTE SCOLASTICO A.S. MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO I.C. NUOVO PONTE DI NONA - VIA GASTINELLI N. 58-00132 ROMA TEL. 06/22180417- fax: 06/22188121 C.M.RMIC8CR006

Dettagli

Prot n. 36/C41 Cunardo, 11 gennaio 2016. Piano di Miglioramento Relativo al Piano Triennale dell Offerta Formativa triennio 2016-2019

Prot n. 36/C41 Cunardo, 11 gennaio 2016. Piano di Miglioramento Relativo al Piano Triennale dell Offerta Formativa triennio 2016-2019 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI CUNARDO Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria I grado Via Vaccarossi, 17-21035 Cunardo (VA) Codice Fiscale 93012080128 Tel. 0332 71 65 80 Fax 0332 71 60 58 E-mail

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE PRINCIPESSA ELENA DI NAPOLI RELAZIONE FINALE DELLA FUNZIONE STRUMENTALE PER LA VALUTAZIONE D ISTITUTO PROGETTO VALES

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE PRINCIPESSA ELENA DI NAPOLI RELAZIONE FINALE DELLA FUNZIONE STRUMENTALE PER LA VALUTAZIONE D ISTITUTO PROGETTO VALES ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE PRINCIPESSA ELENA DI NAPOLI RELAZIONE FINALE DELLA FUNZIONE STRUMENTALE PER LA VALUTAZIONE D ISTITUTO PROGETTO VALES A.S. 2014-15 INS. DARIO AMODEO PREMESSA La disponibilità

Dettagli

Piano di Miglioramento (PDM) Dell'istituzione scolastica PSPC03000N L. CLASSICO - LING. - SC. UMANE MAMIANI

Piano di Miglioramento (PDM) Dell'istituzione scolastica PSPC03000N L. CLASSICO - LING. - SC. UMANE MAMIANI Piano di Miglioramento (PDM) Dell'istituzione scolastica PSPC03000N L. CLASSICO - LING. - SC. UMANE MAMIANI Modello di Piano di Miglioramento INDIRE (Pagina 1 di 11) Indice Sommario 1. Obiettivi di processo

Dettagli

Progetto 5. Formazione, discipline e continuità

Progetto 5. Formazione, discipline e continuità Istituto Comprensivo Statale Lorenzo Bartolini di Vaiano Piano dell Offerta Formativa Scheda di progetto Progetto 5 Formazione, discipline e continuità I momenti dedicati all aggiornamento e all autoaggiornamento

Dettagli

Audit interno d Istituto

Audit interno d Istituto Audit interno d Istituto Riesame della Direzione (a.s. 2014/2015) I.I.S. Remo Brindisi Lido degli Estensi 20 maggio 2015 Riesame della Direzione: l Indice 1.Riesame della Direzione (esame di tutte le articolazioni

Dettagli

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER L INTEGRAZIONE

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER L INTEGRAZIONE PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER L INTEGRAZIONE FINALITA Il presente documento denominato Protocollo di Accoglienza è un documento che nasce da una più dettagliata esigenza d informazione relativamente all

Dettagli

Realizzato Dall ins. Guadalupi Francesca

Realizzato Dall ins. Guadalupi Francesca Allegato al PTOF dell I.C. Giuseppe Scelsa Realizzato Dall ins. Guadalupi Francesca Premessa L Animatore Digitale individuato in ogni scuola sarà (rif. Prot. n 17791 del 19/11/2015) destinatario di un

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO CORTONA 2 SEDE: Via dei Combattenti, TERONTOLA - 52044 - CORTONA (AR) - tel / fax 0575 67519

ISTITUTO COMPRENSIVO CORTONA 2 SEDE: Via dei Combattenti, TERONTOLA - 52044 - CORTONA (AR) - tel / fax 0575 67519 ISTITUTO COMPRENSIVO CORTONA 2 SEDE: Via dei Combattenti, TERONTOLA - 52044 - CORTONA (AR) - tel / fax 0575 67519 CF: 92082410512 - cod. MIUR: ARIC841007 - email: aric841007@istruzione.it pec:aric841007@pec.istruzione.it

Dettagli

Area POTENZIAMENTO Scientifico

Area POTENZIAMENTO Scientifico Area POTENZIAMENTO Scientifico ALLEGATO 5c Necessità di miglioramento Il potenziamento delle competenze matematico-logiche e scientifiche, teso sia all individuazione di percorsi funzionali alla premialità

Dettagli

Il Piano di Miglioramento (PdM) del LEONARDO DA VINCI NISCEMI

Il Piano di Miglioramento (PdM) del LEONARDO DA VINCI NISCEMI ISTITUTO ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE "LEONARDO DA VINCI" - NISCEMI Cod. Mecc. CLIS002004 C.F.: 82002400859 Via Carlo Alberto Dalla Chiesa s.n. - Tel. 953082 Fax 0933-955873 - e-mail: clis002004@istruzione.it

Dettagli

1.3. In questa scuola i laboratori sono usati

1.3. In questa scuola i laboratori sono usati 1.1. In questa istituzione scolastica gli studenti sono assegnati alle diverse sezioni secondo modalità chiare e condivise regolarmente 83% 1.3. In questa scuola i laboratori sono usati (POLITICA SCOLASTICA)

Dettagli

Piano di Miglioramento

Piano di Miglioramento Piano di Miglioramento NARH07000E IPSAR "CARMINE RUSSO" SEZIONE 1 - Scegliere gli obiettivi di processo più rilevanti e necessari in tre passi Passo 1 - Verificare la congruenza tra obiettivi di processo

Dettagli

Piano di Miglioramento

Piano di Miglioramento Piano di Miglioramento POIC818002 IC "PIER CIRONI" SEZIONE 1 - Scegliere gli obiettivi di più rilevanti e necessari in tre passi Passo 1 - Verificare la congruenza tra obiettivi di e priorità/traguardi

Dettagli

Istituto Comprensivo Sestri Est

Istituto Comprensivo Sestri Est Istituto Comprensivo Sestri Est via Ursone da Sestri, 5-16154 GENOVA (GE) Tel. (010) 6531858 * Fax (010) 6515147 e-mail: geic837008@istruzione.it pec: geic837008@pec.istruzione.it C.F. 95131650103 SCHEDA

Dettagli

Il Rapporto di Autovalutazione. Prof.ssa Maria Rosaria Villani

Il Rapporto di Autovalutazione. Prof.ssa Maria Rosaria Villani Il Rapporto di Autovalutazione Prof.ssa Maria Rosaria Villani D.P.R. 28 marzo 2013, n. 80 recante il Regolamento sul Sistema Nazionale di valutazione in materia di istruzione e formazione, in vigore dal

Dettagli

Concretamente ogni docente potrà utilizzare: Test e questionari di autovalutazione e autoanalisi. Test preliminari di autorientamento.

Concretamente ogni docente potrà utilizzare: Test e questionari di autovalutazione e autoanalisi. Test preliminari di autorientamento. ISTITUTO COMPRENSIVO ENRICO FERMI MONTOPOLI DI SABINA PIANO OFFERTA FORMATIVA A. S. 2012/2013 SINTESI DI PROPOSTA DI ATTIVITA - Sezione 1 Descrittiva 1.1 Denominazione attività Orientamento scolastico

Dettagli

2 - RISULTATI delle Prove standardizzate Nazionali

2 - RISULTATI delle Prove standardizzate Nazionali 1 R.A.V. - Priorità e traguardi Esiti degli studenti 1 - RISULTATI SCOLASTICI Priorità_COMPETENZA in LETTURA LINGUA MADRE Traguardo_Lettura espressiva ad alta voce in presenza di altri soggetti anche esterni

Dettagli

Con il DPR 28 marzo 2013, n. 80 è stato emanato il regolamento sul Sistema Nazionale di Valutazione (SNV) in materia di istruzione e formazione.

Con il DPR 28 marzo 2013, n. 80 è stato emanato il regolamento sul Sistema Nazionale di Valutazione (SNV) in materia di istruzione e formazione. Con il DPR 28 marzo 2013, n. 80 è stato emanato il regolamento sul Sistema Nazionale di Valutazione (SNV) in materia di istruzione e formazione. In vista dell avvio del Sistema Nazionale di Valutazione

Dettagli

PIANO NAZIONALE SCUOLA DIGITALE

PIANO NAZIONALE SCUOLA DIGITALE PIANO NAZIONALE SCUOLA DIGITALE Nella sezione 5 del RAV sono state indicate alcune priorità che la scuola intende perseguire nella sua azione di miglioramento e i relativi risultati/traguardi previsti

Dettagli

Anno scolastico 2011/2012 Prof.ssa Anna Barbieri. ITIS «A. Monaco di Cosenza

Anno scolastico 2011/2012 Prof.ssa Anna Barbieri. ITIS «A. Monaco di Cosenza Anno scolastico 2011/2012 Prof.ssa Anna Barbieri ITIS «A. Monaco di Cosenza ASCOLTO LABORATORIO Pomeridiano CONSULENZA Servizi territoriali Filo conduttore del mio lavoro: Sensibilizzare Partecipare Condividere

Dettagli

Progetto per l attuazione del PNSD nel PTOF 2016-2019

Progetto per l attuazione del PNSD nel PTOF 2016-2019 Progetto per l attuazione del PNSD nel PTOF 2016-2019 Premessa Il Piano nazionale scuola Digitale (PNSD) (D.M. n.851 del 27/10/2015) si pone nell ottica di scuola non più unicamente trasmissiva e di scuola

Dettagli

PERIODO DI PROVA DOCENTI: GUIDA AL D.M. 850/2015

PERIODO DI PROVA DOCENTI: GUIDA AL D.M. 850/2015 NOVEMBRE 2015 PERIODO DI PROVA DOCENTI: GUIDA AL D.M. 850/2015 A CURA DI SALVATORE PAPPALARDO Come anticipato nella legge 107 al comma 118 il 27 ottobre 2015 è stato pubblicato il decreto ministeriale

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO E. FERMI SUCCESSO SCOLASTICO- CONTINUITA - ACCOGLIENZA. Anno scolastico 2010-2011

LICEO SCIENTIFICO E. FERMI SUCCESSO SCOLASTICO- CONTINUITA - ACCOGLIENZA. Anno scolastico 2010-2011 LICEO SCIENTIFICO E. FERMI RELAZIONE FINALE FUNZIONE STRUMENTALE AREA ALUNNI SUCCESSO SCOLASTICO- CONTINUITA - ACCOGLIENZA Anno scolastico 2010-2011 Prof.ssa Anna Di Pietro Docenti Prof. Gianni Dosi Collegio

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO REGINA ELENA VIA PUGLIE, 4 ROMA. VALUTAZIONE e QUALITA'

ISTITUTO COMPRENSIVO REGINA ELENA VIA PUGLIE, 4 ROMA. VALUTAZIONE e QUALITA' Questionari Distribuiti n 89 Elaborati n di cui in bianco n ISTITUTO COMPRENSIVO REGINA ELENA VIA PUGLIE, 4 ROMA VALUTAZIONE e QUALITA' ANNO SCOLASTICO 2011 / 2012 Rilevazione della qualità del servizio

Dettagli

Istituto Scolastico Comprensivo Statale "R. Fucini"

Istituto Scolastico Comprensivo Statale R. Fucini Istituto Scolastico Comprensivo Statale "R. Fucini" Scuola Infanzia Primaria e Secondaria di I di Monteroni d Arbia e Murlo Viale Rimembranze,127 Tel 0577375118 53014 - MONTERONI D'ARBIA (SI) e. mail siic80800q@istruzione.it

Dettagli

IL PIANO ANNUALE PER L'INCLUSIVITA' - PAI

IL PIANO ANNUALE PER L'INCLUSIVITA' - PAI I.C. 2 SAN GIOVANNI LUPATOTO SCUOLA PRIMARIA SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO Sede centrale Via Ugo Foscolo 13 San Giovanni Lupatoto (VR) Tel.045 546418 fax 045 9251311 mail: vric8ad009@istruzione.it pec :

Dettagli

Azioni messe in atto nell'a.s. 2013/14 a supporto del processo di miglioramento

Azioni messe in atto nell'a.s. 2013/14 a supporto del processo di miglioramento Azioni messe in atto nell'a.s. 2013/14 a supporto del processo di miglioramento L'a.s. 2013/14 oltre alla realizzazione della fase di, è stato dedicato all'avvio e al proseguimento di azioni di Miglioramento

Dettagli

L I C E O S C I E N T I F I C O S T A T A L E D A L E S S A N D R O BA G H E R I A

L I C E O S C I E N T I F I C O S T A T A L E D A L E S S A N D R O BA G H E R I A 55 risposte su 70 email inviate. 78 % Contesto e Risorse La struttura dell'edificio è considerata in modo positivo 98,1 % dei docenti. I laboratori sono adeguatamente attrezzati per il 66 % dei docenti.

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI BALANGERO

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI BALANGERO ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI BALANGERO PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA Scuola Primaria Anno scolastico 2013/2014 Il Collegio dei Docenti della Scuola Primaria dell Istituto Comprensivo di Balangero condivide

Dettagli

All'albo della scuola e sul sito web

All'albo della scuola e sul sito web Prot. n. 4684 Roma, 28 settembre 2015 AL COLLEGIO DEI DOCENTI E p.c. Al Consiglio d istituto Alle famiglie Agli alunni Al personale ATA All'albo della scuola e sul sito web OGGETTO: ATTO DI INDIRIZZO DEL

Dettagli

Il mio futuro lo scelgo oggi

Il mio futuro lo scelgo oggi CARATTERISTICHE DEL PROGETTO TITOLO Il mio futuro lo scelgo oggi OBIETTIVI : sperimentare percorsi educativi didattici e metodologici comuni innovativi che permettano ai giovani di autogestire efficacemente

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO BOLZANO V GRIES

ISTITUTO COMPRENSIVO BOLZANO V GRIES Programma triennale per la trasparenza e l integritá Dell ISTITUTO COMPRENSIVO BOLZANO V GRIES 1 Scuola primaria Longon e Scuola secondaria di I grado Archimede Per gli anni 2014-2016 Introduzione Ai sensi

Dettagli

DIVERSI DA CHI? 2) RENDERE CONSAPEVOLI DELL IMPORTANZA DELLA SCUOLA DELL INFANZIA.

DIVERSI DA CHI? 2) RENDERE CONSAPEVOLI DELL IMPORTANZA DELLA SCUOLA DELL INFANZIA. DIVERSI DA CHI? Sintesi delle linee guida dell Osservatorio Nazionale per l integrazione degli alunni stranieri e per l intercultura del MIUR e protocollo di accoglienza dell IC di Porlezza 1) DIRITTO

Dettagli

Piano di miglioramento scuola secondaria di I grado N. Monterisi

Piano di miglioramento scuola secondaria di I grado N. Monterisi Piano di miglioramento scuola secondaria di I grado N. Monterisi Il presente Piano di Miglioramento è il documento programmatico successivo alla pubblicazione del Rapporto di Autovalutazione (RAV) previsto

Dettagli

PREMESSA. Piano Animatore Digitale per PTOF 2016/2019

PREMESSA. Piano Animatore Digitale per PTOF 2016/2019 La Scuola che cambia Proposta progettuale dell Animatore Digitale Ins. Francesca Cocchi Dirigente Scolastico Rosella Puzzuoli Allegato al POF TRIENNALE 2016/2019 PREMESSA Il Piano Nazionale per la Scuola

Dettagli

Il RAV è un documento articolato in 5 sezioni che prevedono: definizione di 49 indicatori (attraverso i quali le scuole potranno scattare la loro

Il RAV è un documento articolato in 5 sezioni che prevedono: definizione di 49 indicatori (attraverso i quali le scuole potranno scattare la loro RAV Il RAV è un documento articolato in 5 sezioni che prevedono: definizione di 49 indicatori (attraverso i quali le scuole potranno scattare la loro fotografia); individuazione dei punti di forza e di

Dettagli

RAV e dintorni. Laboratorio Regionale DiSAL LIGURIA 8 gennaio 2015. Maddalena Cassinari

RAV e dintorni. Laboratorio Regionale DiSAL LIGURIA 8 gennaio 2015. Maddalena Cassinari RAV e dintorni Laboratorio Regionale DiSAL LIGURIA 8 gennaio 2015 Maddalena Cassinari 1. Motivazione del RAV * La parola chiave è: MIGLIORAMENTO * Attraverso * azioni correttive * cambiamenti necessari

Dettagli

ESITI DEGLI STUDENTI

ESITI DEGLI STUDENTI ALLEGATO Priorità e Traguardi evidenziati nel Rapporto Autovalutazione Periodo di Riferimento - 2014/15 RAV Scuola NAIC812007 "CAMPO DEL MORICINO" ESITI DEGLI STUDENTI 1. Risultati scolastici Studenti

Dettagli

INDICE 1.SCOPO 2.CAMPO DI APPLICAZIONE 3.RESPONSABILITÀ 4.DESCRIZIONE DELLE ATTIVITÀ 5.INDICATORI DI PROCESSO 6.RIFERIMENTI 7.

INDICE 1.SCOPO 2.CAMPO DI APPLICAZIONE 3.RESPONSABILITÀ 4.DESCRIZIONE DELLE ATTIVITÀ 5.INDICATORI DI PROCESSO 6.RIFERIMENTI 7. www.iacpignataromaggiore.it Proc.09 Stesura del POF INDICE 1.SCOPO 2.CAMPO DI APPLICAZIONE 3.RESPONSABILITÀ 4.DESCRIZIONE DELLE ATTIVITÀ 5.INDICATORI DI PROCESSO 6.RIFERIMENTI 7.ARCHIVIAZIONI SCOPO Questa

Dettagli

REPORT ESITI MONITORAGGIO DEL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA

REPORT ESITI MONITORAGGIO DEL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA M.I.U.R. U.S.R. per la Campania Direzione Generale ISTITUTO COMPRENSIVO 3 - GADDA Via A. Gramsci,22 80010 Quarto (Na) Tel & Fax: 081/8768767 e-mail : naic8fc004@istruzione.it Sito web : www.icterzogadda.it

Dettagli

PROGETTO CONTINUITÀ. Anno scolastico 2015/2016. Docente referente: Franzosi Flavia

PROGETTO CONTINUITÀ. Anno scolastico 2015/2016. Docente referente: Franzosi Flavia PROGETTO CONTINUITÀ Anno scolastico 2015/2016 Docente referente: Franzosi Flavia PREMESSA Motivazione del Progetto La continuità nasce dall'esigenza primaria di garantire il diritto dell'alunno a un percorso

Dettagli