Guida all'installazione di XenClient Enterprise Engine

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Guida all'installazione di XenClient Enterprise Engine"

Transcript

1 Guida all'installazione di XenClient Enterprise Engine Versione agosto 2013

2 Sommario Download ed esecuzione dello strumento di verifica della compatibilità...3 Impostazioni BIOS...3 Disco crittografato...4 Installazione con disco intero o con spazio non allocato...4 Installazione di XenClient Enterprise Engine su un PC utilizzando un CD o un DVD...5 Installazione di XenClient Enterprise Engine tramite un memory stick USB...6 Installazioni con avvio doppio...9 Utilizzo dell'avvio PXE per le installazioni XenClient Enterprise Engine Copyright 2012 Citrix Tutti i diritti riservati. Versione: 2.1 Citrix, Inc. 851 West Cypress Creek Road Fort Lauderdale, FL Stati Uniti Il presente documento è fornito "senza garanzie accessorie". Citrix, Inc. declina qualsiasi garanzia riguardante il contenuto del presente documento incluse, senza limitazione ad esse, garanzie implicite di commerciabilità e idoneità per qualsiasi scopo. Il presente documento può contenere imprecisioni tecniche o di altra natura, nonché errori tipografici. Citrix, Inc. si riserva il diritto di aggiornare le informazioni contenute nel presente documento, in qualsiasi momento e senza preventiva comunicazione. Questo documento e il software ivi descritto sono oggetto di informazioni riservate di Citrix, Inc. e dei suoi concessori di licenza e vengono forniti su licenza da parte di Citrix, Inc. Citrix Systems, Inc., il logo Citrix e Citrix XenClient sono marchi commerciali di Citrix Systems, Inc. negli Stati Uniti e in altri Paesi. Tutti gli altri prodotti o servizi menzionati nel presente documento sono marchi o marchi registrati delle rispettive aziende. Citrix Systems, Inc. riconosce tutti i marchi utilizzati nel presente documento. Linux è un marchio registrato di Linus Torvalds e Ubuntu è un marchio registrato di Canonical Ltd. Windows è un marchio registrato di Microsoft Corporation. Tutti i marchi registrati sono proprietà dei rispettivi titolari. 2

3 Informazioni sulla guida Il presente documento fornisce informazioni sull'installazione e l'aggiornamento di XenClient Enterprise Engine sul computer. Fornisce le linee guida di installazione generali e per la verifica della compatibilità. È possibile scaricare gli aggiornamenti successivi per XenClient Enterprise Engine da XenClient Enterprise Synchronizer (l'applicazione di gestione), da un CD/DVD o da un supporto multimediale USB. Verifica della compatibilità XenClient Enterprise Engine viene eseguito su una vasta gamma di personal computer. I requisiti hardware includono: Processore Intel o AMD dual-core con tecnologia di virtualizzazione hardware Intel-VT (VT-x) o AMD-V. Intel fornisce uno strumento per determinare se il chip del computer supporta la virtualizzazione: 2 GB di RAM; Citrix consiglia vivamente di utilizzare 4 GB per facilitare l'esecuzione di più macchine virtuali contemporaneamente. 60 GB di spazio libero su disco; l'esecuzione di più sistemi operativi può richiedere una quantità significativa di spazio su disco. Se l'installazione viene effettuata sull'intero disco, XenClient Enterprise Engine utilizza completamente il disco rigido, sostituendo i file e i sistemi operativi nativi. L'intero disco è disponibile per XenClient Enterprise Engine e per eventuali macchine virtuali. Download ed esecuzione dello strumento di verifica della compatibilità Citrix semplifica come determinare se il computer funzionerà con l'engine. Accedere a XenClient Platform Check sul sito Web di Citrix per verificare se la macchina Windows esistente supporta la virtualizzazione richiesta per l'esecuzione dell'engine. Impostazioni BIOS Per supportare l'engine, il sistema deve supportare la virtualizzazione. È inoltre necessario configurare le impostazioni BIOS in modo che siano soddisfatti i seguenti criteri: Virtualizzazione: VT: Esecuzione affidabile: attivata (selezionata) attivata (selezionata) attivata (non selezionata) 3

4 Per i computer Lenovo: Riattivazione timer con batteria: attivata Affinché le modifiche al BIOS diventino effettive è necessario riavviare il computer. In alcuni sistemi potrebbe essere necessario interrompere l'alimentazione per alcuni minuti, quindi riavviare. Selezione delle installazioni Quando l'engine viene installato, l'utente deve prendere due decisioni che condizionano il funzionamento dell'engine. In questa sezione vengono spiegate tali scelte e i relativi effetti. Se non si è certi dell'opzione da selezionare, consultare l'amministratore di XenClient. Le opzioni includono il disco crittografato, le installazioni che utilizzano il disco intero oppure lo spazio non allocato. Disco crittografato È possibile crittografare il disco rigido. Questa operazione eseguirà la crittografia di tutti i dati sul disco rigido, in modo tale che l'accesso non possa essere effettuato se non viene immessa la password del proprietario registrato. La password dell'utente deve essere immessa prima che l'engine venga avviato. Una volta che l'utente accede, il disco rigido è accessibile e l'utente non rileva differenze dovute alla crittografia. Questa è una solida misura di sicurezza: non è possibile accedere al disco crittografato senza un'autenticazione appropriata. La differenza riscontrabile è un leggero aumento nell'uso della CPU, in minima percentuale. Installazione con disco intero o con spazio non allocato È possibile installare l'engine sul disco intero o nello spazio non allocato su un disco in cui è stata effettuata la partizione. Quando si utilizzano tali metodi, considerare quanto segue: Se l'installazione viene effettuata sull'intero disco, l'engine utilizza completamente il disco rigido, sostituendo i file e i sistemi operativi nativi. L'intero disco è disponibile per l'engine e per eventuali macchine virtuali. Vedere Installazione di XenClient Enterprise Engine su un PC a pagina 5 per maggiori dettagli. Se l'installazione avviene in uno spazio non allocato su un disco con partizione, è necessario utilizzare uno strumento di partizione del disco per rimuovere lo spazio dalle partizioni esistenti. L'Engine viene quindi installato in quello spazio non allocato. Lo spazio non allocato deve includere spazio sufficiente per l'engine e per eventuali macchine virtuali previste. L'Engine coesiste con un sistema operativo esistente, anziché sostituirlo, tuttavia il funzionamento viene garantito da un solo sistema operativo per volta. Vedere Installazioni a pagina 9 per maggiori dettagli. 4

5 Installazione di XenClient Enterprise Engine Installare l'engine su un personal computer seguendo i passaggi di questa sezione. L'installazione dell'engine su un computer può rimuovere il sistema operativo nativo e i relativi dati. Prima di effettuare l'installazione, effettuare il backup dei dati dal computer che si desidera preservare. È possibile installare l'engine inizialmente tramite PXE Boot, un memory stick USB, oppure da un CD o un DVD. 1. Scaricare il file ISO per l'installazione dell'engine. In alcuni casi può essere necessario verificare la validità del file ISO, controllando il checksum MD5. Sono disponibili diversi strumenti gratuiti per il calcolo e il confronto dei file MD5 (ad esempio: 2. Utilizzare un'utilità per masterizzare il file di immagine ISO su un CD o un DVD avviabile. In alternativa, è possibile creare un programma di installazione USB utilizzando UNetbootin. Sono presenti diverse utilità disponibili come freeware o shareware. Verificare le impostazioni dello strumento per assicurarsi che il CD o il DVD sia avviabile. Installazione di XenClient Enterprise Engine su un PC utilizzando un CD o un DVD Per installare l'engine su un PC, sostituendo il sistema operativo nativo: 1. Caricare il supporto di installazione di XenClient Enterprise sull'unità CD o DVD del laptop. 2. Leggere la prima schermata delle istruzioni e premere il tasto Invio. 3. Leggere il contratto di licenza. Utilizzare i tasti con le frecce per scorrere il documento. Premere il tasto Invio per accettare il contratto di licenza oppure premere Esc per non accettare e terminare l'installazione. 4. Se questa installazione utilizza l'intera unità, usare il tasto di tabulazione per selezionare Disco intero (oppure Stop per arrestare l'installazione) e premere Invio. 5. Utilizzare i tasti delle frecce su e giù per selezionare una lingua (tastiera) per l'installazione e premere il tasto Invio. 6. Se si esegue l'installazione su un Engine precedente, è possibile scegliere di aggiornare la versione o di sostituire l'engine precedente, incluse tutte le informazioni dell'utente e le macchine virtuali. 5

6 Se si sostituisce l'engine esistente, il processo di installazione viene riavviato dall'inizio dopo la rimozione della precedente versione dell'engine. 7. Immettere il nome del computer e premere il tasto Invio per passare alla schermata successiva. Il computer verrà identificato su XenClient Enterprise Synchronizer principalmente con questo nome. Per tornare indietro, utilizzare il tasto di tabulazione per evidenziare il pulsante Indietro e premere Invio. 8. Immettere il tag risorsa per il computer, quindi premere Invio. 9. Utilizzare i tasti freccia per selezionare se usare la crittografia del disco e premere Invio per passare alla schermata successiva. 10. Le selezioni vengono visualizzate con un avviso che indica che continuando l'installazione con il disco pieno tutti i dati sul disco verranno cancellati. Se il riepilogo è corretto, immettere sì e premere Invio per installare l'engine. L'Engine viene installato, con la visualizzazione della barra di stato. Una volta installato, il computer viene riavviato. Installazione di XenClient Enterprise Engine tramite un memory stick USB Questa sezione descrive come configurare uno stick USB da utilizzare come dispositivo di installazione per l'engine. Se si desidera utilizzare tale metodo, per poter installare l'engine è necessario disporre di uno stick USB da almeno 2 GB. Inoltre, sarà necessario scaricare il software UNetbootin dal sito Web Citrix al fine di utilizzare correttamente le istruzioni presenti in questa sezione. Creazione di un programma di installazione USB Innanzitutto, scaricare l'engine ISO corrente e UNetbootin dal portale di download di Citrix. Se si utilizza una distribuzione di UNetbootin di un'altra provenienza, accertarsi che si tratti almeno della versione 549 o successiva. Sarà necessario registrarsi sul sito per poter accedere alla pagina di download. Una volta scaricati ISO e UNetbootin è possibile avviare il processo di creazione del programma di installazione USB. Per creare un programma di installazione USB: 1. Aprire prima UNetbootin e selezionare DiskImage: 6

7 2. Selezionare la posizione di ISO; selezionare il pulsante di opzione Diskimage e selezionare la posizione del file. 3. Una volta selezionata la posizione di ISO, utilizzare il menu a discesa per selezionare la lettera dell'unità dello stick USB dove si andrà a creare il programma di installazione: 4. Facendo clic su OK verrà visualizzato l'avanzamento del programma di installazione che viene creato. 5. Quando l'operazione è stata completata, fare clic su Esci. 7

8 Dopo aver completato il processo UNetbootin, è possibile scegliere l'usb dal menu di avvio sul desktop o sul laptop per installare l'engine. Installazione tramite il programma di installazione USB Quando si esegue un'installazione con un'unità USB considerare quanto segue: Assicurarsi che l'impostazione BIOS del computer consenta l'avvio dal supporto multimediale basato sull'usb. È possibile impostare la sequenza di avvio del computer per l'avvio automatico da qualsiasi dispositivo USB installato; nella sezione di configurazione BIOS>BOOT, spostare l'unità USB sopra il disco locale nell'ordine di avvio della macchina. Se si dispone l'ordine di avvio in modo che l'unità USB sia il dispositivo di avvio primario, ricordarsi di rimuovere lo stick USB che contiene il programma di installazione prima di riavviare la prossima volta. Se non si osserva tale precauzione, l'engine potrebbe dover essere reinstallato. Se l'ordine di avvio del dispositivo USB è più in basso rispetto al disco locale, o se non viene specificato, selezionare il tasto del menu dell'ordine di avvio, solitamente F12. Per installare l'engine utilizzando il programma di installazione USB: 1. Arrestare il computer. 2. Collegare l'unità USB ad uno slot disponibile. 3. Riavviare il computer. Per effettuare l'avvio dall'unità USB, l'ordine di avvio deve essere modificato affinché il disco locale sia al di sotto dell'unità USB quando si avvia il sistema. 4. Leggere e accettare il contratto di licenza per l'utente finale. 5. Se questa installazione utilizza l'intera unità, usare il tasto di tabulazione per selezionare Disco intero (oppure Stop per arrestare l'installazione) e premere Invio. 6. Utilizzare i tasti delle frecce su e giù per selezionare una lingua (tastiera) per l'installazione e premere il tasto Invio. 7. Se si esegue l'installazione su un Engine precedente, è possibile scegliere di aggiornare la versione o di sostituire quella vecchia, incluse tutte le informazioni dell'utente e le macchine virtuali NxTop. 8. Immettere il nome del computer e premere il tasto Invio per passare alla schermata successiva. Il computer verrà identificato su Synchronizer principalmente con questo nome. Per tornare indietro, utilizzare il tasto di tabulazione per evidenziare Indietro e premere Invio. 9. Immettere il tag risorsa per il computer, quindi premere Invio. 8

9 10. Utilizzare i tasti freccia per selezionare se usare la crittografia del disco e premere Invio per passare alla schermata successiva. 11. Le selezioni vengono visualizzate con un avviso che indica che continuando l'installazione con il disco pieno tutti i dati sul disco verranno cancellati. Se il riepilogo è corretto, immettere sì e premere Invio per installare l'engine. L'Engine viene installato, con la visualizzazione della barra di stato. Una volta installato, il computer viene riavviato. 12. Immettere il nome di dominio interamente qualificato (FQDN, fully qualified domain name). Se non si dispone di tale informazione, chiedere all'amministratore IT. 13. Immettere il nome utente e la password. Tale operazione identifica l'utente sul Synchronizer selezionato ed effettua la registrazione del computer. Una volta installato, l'engine può essere aggiornato automaticamente. Quando l'utente effettua l'accesso, Synchronizer invia eventuali macchine virtuali assegnate all'utente. Installazioni con avvio doppio La funzionalità di avvio doppio consente di installare l'engine come secondo o terzo sistema operativo sul computer. L'Engine include un programma di caricamento ad avvio multiplo che consente di scegliere l'avvio di un sistema operativo nativo o dell'engine; uno dei due deve essere un sistema operativo Windows. L'accesso degli ospiti non Windows potrebbe non essere disponibile quando l'engine è installato. Sono disponibili diversi strumenti per la partizione del disco. Per i computer basati su Windows XP, Citrix ha testato le procedure presenti in questo manuale utilizzando EASEUS Partition Master Home Edition. Per Vista e Windows 7, per creare la partizione utilizzare la Gestione disco nativa. Le seguenti istruzioni per l'impostazione con avvio doppio sono state testate sui sistemi operativi Windows XP e Windows 7. L'installazione con avvio doppio è composta da due fasi: Nella fase 1, vengono ridimensionate le partizioni sul disco rigido per creare spazio non allocato (almeno 60 GB). Installare software di partizione di terze parti per installare l'engine su una macchina con Windows XP; Windows 7 include uno strumento di partizione. Utilizzare le istruzioni per Windows 7 se si dispone di entrambi i sistemi operativi Windows sul disco rigido. Può essere necessario effettuare una deframmentazione del disco prima di ripartire un sistema che è stato utilizzato per un lungo periodo di tempo. In caso contrario, il sistema operativo potrebbe non essere in grado di liberare spazio sufficiente per ridurre il volume a causa della mancanza di spazio libero contiguo. Nella fase 2, installare l'engine nello spazio non allocato sul disco rigido creato nella fase 1. L'Engine può essere installato da CD, DVD, dispositivo di archiviazione USB o da un server PXE. 9

10 Dopo l'installazione l'utente può selezionare il riavvio di un sistema operativo Windows nativo o l'engine, ogni volta che il sistema viene alimentato. L'Engine e le eventuali macchine virtuali che si desidera includere devono trovare collocazione nello spazio non allocato, quindi è necessario selezionarlo conformemente a tale esigenza. Ridimensionamento delle partizioni sul disco rigido per la creazione di spazio non allocato Utilizzare uno strumento di partizione del sistema operativo per ridimensionare le partizioni del disco esistenti al fine di creare spazio non allocato sufficiente (almeno 60 GB) per l'engine e per le macchine virtuali. Per i sistemi Windows XP: 1. Installare ed eseguire il software di partizione dal sistema operativo nativo. Le istruzioni utilizzano EASEUS Partition Manager Home Edition. Altri strumenti possono funzionare in modo leggermente diverso, ma utilizzano funzioni analoghe per produrre i medesimi risultati. 2. Avviare lo strumento di partizione. 3. Scegliere il disco rigido che si desidera modificare e selezionare lo strumento Ridimensiona. L'Engine verrà installato solo nella prima unità del sistema. 10

11 4. Ridimensionare le partizioni affinché siano presenti almeno 60 GB di spazio non allocato disponibile. È necessario che l'engine e le eventuali macchine virtuali che si pensa di includere nell'engine trovino collocazione nello spazio non allocato; selezionare lo spazio adeguato per l'uso previsto. 5. Applicare le modifiche e arrestare il computer. La maggior parte dei software di partizione richiedono automaticamente il riavvio al completamento delle modifiche nel disco. Il disco rigido verrà modificato selezionando Applica e facendo clic su Sì nella finestra di dialogo di conferma risultante. Accertarsi di ridimensionare la partizione per evitare perdite di dati. 11

12 12

13 Per i sistemi Windows 7: 1. Aprire Esplora risorse. 2. Fare clic con il pulsante destro del mouse sulla scheda Computer nel pannello a sinistra e selezionare Gestisci. 3. Quando viene visualizzata la finestra Gestisci, selezionare Archiviazione>Gestione disco. 13

14 4. Fare clic con il pulsante destro del mouse sul disco in cui si desidera installare l'engine e selezionare Riduci volume. 14

15 5. Immettere la quantità di volume da ridurre in MB, quindi selezionare Riduci. Il disco rigido viene modificato facendo clic su Riduci. Assicurarsi di ridimensionare la partizione nella quantità appropriata = 10 GB. 6. Lo spazio non allocato ora è di almeno 59,99 GB nella partizione del Disco 0. 15

16 Installazione di XenClient Enterprise Engine per l'avvio doppio Se viene creato spazio non allocato sul quale installare l'engine, l'engine e il sistema operativo nativo possono coesistere sul computer. Quando il computer viene avviato, è possibile selezionare il sistema operativo che si desidera utilizzare. Prima di installare con questa modalità, creare una partizione sul disco rigido. L'Engine e le eventuali macchine virtuali utilizzeranno lo spazio all'interno della partizione, pertanto ridimensionare in base alle esigenze. Lo spazio minimo effettivo comprenderebbe le dimensioni totali dei dischi delle macchine virtuali da caricare più 10 GB. 1. Caricare il supporto di installazione di XenClient Enterprise sull'unità CD o DVD del laptop. Se il computer non si avvia automaticamente dall'unità CD/DVD, accedere al menu di avvio, solitamente F12, per selezionare il dispositivo di avvio. 2. Leggere la prima schermata delle istruzioni e premere il tasto Invio. 3. Leggere il contratto di licenza. Utilizzare i tasti con le frecce per scorrere il documento. Premere il tasto Invio per accettare il contratto di licenza oppure premere Esc per non accettare e terminare l'installazione. 16

17 4. Se il disco rigido del computer ha una partizione e spazio non allocato sufficiente, è possibile installare l'engine nello spazio non allocato e lasciare installati eventuali sistemi operativi esistenti. Utilizzare il tasto di tabulazione per selezionare Usa spazio disponibile e premere Invio. 5. Utilizzare i tasti delle frecce su e giù per selezionare una lingua (tastiera) per l'installazione e premere Invio. 6. Immettere il nome del computer e premere il tasto Invio per passare alla schermata successiva. Il computer verrà identificato su Synchronizer principalmente con questo nome. Per tornare indietro, utilizzare il tasto di tabulazione per evidenziare Indietro e premere Invio. 7. Immettere il tag risorsa del computer e premere il tasto Invio per passare alla schermata successiva. 8. Utilizzare i tasti freccia per selezionare se usare la crittografia del disco e premere Invio per passare alla schermata successiva. 9. Viene visualizzato un riepilogo delle selezioni. Se il riepilogo è corretto, immettere sì e premere Invio per installare l'engine. L'Engine viene installato, con la visualizzazione della barra di stato. Una volta installato, il computer viene riavviato. 10. Immettere il nome di dominio interamente qualificato (FQDN, fully qualified domain name). Se non si dispone di tale informazione, chiedere all'amministratore IT. 11. Immettere il nome utente e la password. Tale operazione identifica l'utente sul Synchronizer selezionato ed effettua la registrazione del computer. Una volta installato, l'engine può essere aggiornato automaticamente. Quando l'utente effettua l'accesso, Synchronizer invia eventuali macchine virtuali assegnate all'utente. Utilizzo dell'avvio PXE per le installazioni XenClient Enterprise Engine PXE (Preboot execution Environment o "pixie") è un ambiente per l'avvio dei computer con l'utilizzo di un'interfaccia di rete indipendente dai dispositivi di archiviazione dati locali disponibili (come i dischi rigidi) o dai sistemi operativi installati. In termini semplici, l'ambiente PXE consente al computer l'avvio da un server di rete anziché dal disco rigido locale. Quando viene utilizzato nell'implementazione di Citrix, il computer è in grado di scaricare un Engine aggiornato da un server e avviare tale versione aggiornata. La nuova versione viene considerata come un aggiornamento e conserva le informazioni e le macchine virtuali per l'utente registrato. Il presente argomento riguarda le procedure per l'uso dell'avvio PXE nell'engine. Per le procedure di avvio PXE che riguardano una macchina virtuale (cioè una macchina virtuale 17

18 personale), assicurarsi che il NIC sia in modalità bridge in modo che venga utilizzato il servizio DHCP della macchina virtuale personale anziché il servizio DHCP dell'engine in modalità NAT. Il processo seguente descrive come impostare un servizio di avvio PXE per scaricare e installare l'engine. Installazione di un server di avvio PXE Installare un server PXE su un computer con un server Web. Sono disponibili diversi server di avvio PXE quali Windows RIS (Servizio di installazione remota), il servizio di avvio Redhat Linux PXE e il server FOG. L'esempio descritto in basso riguarda un server basato su Linux, sebbene tutti i servizi di avvio PXE utilizzino una configurazione analoga. 1. Scaricare l'iso del programma di installazione dell'engine corrente. 2. Creare una directory xenclient-numero DI VERSIONE nella radice del documento Web e copiarvi l'engine ISO scaricato. Rinominare il file xenclientengine.iso. 3. Estrarre i quattro file seguenti: initrd.img vmlinuz mboot.c32 xen.gz 4. Copiare i file nel server PXE: Copiare mboot.c32 nella directory principale tftpboot. Creare una directory dell'engine per la directory principale tftpboot e copiare il restanti tre file (initrd.img, vmlinuz e xen.gz) nella directory. 5. È possibile creare, facoltativamente, un elenco di client che ricevano automaticamente l'engine e inserire questo nell'elenco, in un file INI denominato client.ini nella stessa posizione del documento Web come file xenclientengine.iso ($WEB_ROOT/xenclient- 5.0). Per ulteriori informazioni sulla formattazione di client.ini, consultare la documentazione seguente. Un file client.ini campione viene fornito in un'appendice nella parte conclusiva del presente documento. 6. Aggiungere le tre righe seguenti al file /pxelinux.cfg/default per avviare il programma di installazione (xenclient-[numero versione] ora visualizzato come opzione di avvio): La terza riga che inizia con append è una singola riga lunga che contiene diverse opzioni separate in tre gruppi con triplo trattino (ad esempio ---). Assicurarsi che questa riga non venga spezzata in più righe quando viene copiata nel file di configurazione. 18

19 LABEL xenclient-<numero VERSIONE> kernel mboot.c32 append xenclient-<numero VERSIONE>/xen.gz dom0_mem=2048m --- xenclient-<numero VERSIONE> /vmlinuz boot=casper webboot=http://<indirizzo_ip>/dom0/xenclientengine.iso ro quiet console=tty8 vc_config=http://<indirizzo_ip)/client.ini --- xenclient-<numero VERSIONE> /initrd.img --- dove indirizzo_ip è l'indirizzo IP del server PXE contenente il file xenclientengine.iso (e quello client.ini se utilizzato). Il parametro vc_config= è facoltativo. La riga dom0_mem=2048m dovrebbe essere usata solo per le installazioni XenClient Enterprise 4.1; le versioni antecedenti alla 4.0.x non richiedono tale parametro. 7. Sostituire indirizzo_ip con l'indirizzo IP del server PXE contenente il file xenclientengine.iso (e l'elenco dei client se utilizzato). Gli indirizzi IP sono necessari, diversamente dai nomi dei domini, perché il DNS non è disponibile nel initramfs nel momento in cui l'immagine viene scaricata. Installazione dell'engine non monitorata È possibile fornire, facoltativamente, un elenco di computer che dovrebbero ricevere e installare l'engine ISO quando vengono alimentati e uniti alla rete. Il server di avvio PXE riconosce gli indirizzi MAC e li invia all'iso per l'installazione. L'elenco di questi computer client è archiviato in un file CSV denominato client_list che si trova nell'engine ISO. Un file client.ini annotato campione è reperibile nei supporti di installazione in extra/ms-client.in. Tale file è formattato in più sezioni.ini: [GLOBAL] Le impostazioni in questa sezione verranno applicate a tutte le macchine in connessione, indipendentemente dall'indirizzo MAC. [XX:XX:XX:XX:XX] (indirizzo MAC) Le impostazioni in questa sezione sovrascriveranno quelle impostate in GLOBAL. I parametri richiesti per l'installazione automatica e la registrazione automatica sono separati. È possibile effettuare un'installazione automatica senza una registrazione automatica. Aggiornamento di un XenClient Enterprise Engine esistente Questa sezione fornisce le informazioni sull'aggiornamento di un Engine esistente. È possibile installare gli aggiornamenti da un CD di installazione, da un programma di installazione USB o importarli nella Software Library di Synchronizer e scaricarli quindi nei computer client registrati. 19

20 Per aggiornare un Engine: 1. Scaricare un aggiornamento effettuando l'accesso al Portale clienti Citrix. 2. Fare clic sul collegamento al kit di aggiornamento di XenClient Enterprise Engine. 3. Salvare la patch nella cartella di importazione del file Synchronizer sul server che ospita Synchronizer (c:\programfiles\citrix\synchronizer\file Import by default) oppure ovunque nella rete locale accessibile da Synchronizer. 4. Importare l'aggiornamento nella Synchronizer Software Library: a. Accedere a Synchronizer. b. Selezionare Software Library nel pannello di navigazione; fare clic su Import nel pannello Actions. c. Nel pannello Import Software: i. Immettere un nome e una descrizione per identificare l'aggiornamento. ii. Fare clic sul pulsante di opzione XenClient Enterprise Update per il tipo di software. iii. Specificare la posizione e il file da importare: Posizione Computer Cartella di importazione del file sul server File Andare alla posizione del file ed evidenziarlo Selezionare dall'elenco dei file nella cartella di importazione 5. Assegnare l'aggiornamento ai computer registrati: a. Fare clic su Software Library>XenClient Enterprise Engine Updates nel pannello di navigazione e selezionare l'aggiornamento. b. Fare clic sulla scheda Computers nel pannello di navigazione, per visualizzare un elenco di tutti i computer registrati su Synchronizer. c. Selezionare la casella di controllo affinché ciascun computer riceva l'aggiornamento dell'engine selezionato. d. Fare clic su Save. 20

21 La nuova versione dell'engine viene scaricata da ciascun computer selezionato quando questo contatta Synchronizer e viene utilizzata dopo il riavvio successivo. Quando l'engine aggiornato è stato distribuito, arrestarlo e riavviarlo prima di eseguire le macchine virtuali pubblicate su Synchronizer. Appendice: file client.ini campione Questa sezione offre un esempio del file client.ini. L'esempio più aggiornato andrebbe copiato dal supporto di installazione (install/extra/client.ini). XenClient Enterprise install autoconfig file The XenClient Enterprise autoconfig file is comprised of multiple ini "sections" - denoted by square brackets at the start of a line, such as GLOBAL GLOBAL settings are processed first, and then overridden on a per MAC address section, allowing for a per-machine control of autoinstall parameters. Minimum parameters to perform an auto install are: name assettag encrypt keyboard The install can also perform an auto-registration upon first boot. The minimum parameters to perform this operation, (in addition to the above) are: username password server port This file is served up by the Synchronizer's MgmtInfoSvc, with appropriate substitutions (noted below) at: File format notes: Sections are case insensitive Keys are case insensitive Values are case sensitive Anything following a '' symbol will be ignored Spaces in values are not supported Begin GLOBAL Section [GLOBAL] Autoinstallation/Autoregistration control 21

Boot Camp Guida di installazione e configurazione

Boot Camp Guida di installazione e configurazione Boot Camp Guida di installazione e configurazione Indice 3 Introduzione 4 Panoramica dell'installazione 4 Passo 1: Verificare la presenza di aggiornamenti 4 Passo 2: Per preparare il Mac per Windows 4

Dettagli

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Indice 4 Introduzione 5 Cosa ti occorre 6 Panoramica dell installazione 6 Passo 1: verifica la presenza di aggiornamenti. 6 Passo 2: apri Assistente

Dettagli

Introduzione a Puppy Linux: installazione su una chiavetta USB

Introduzione a Puppy Linux: installazione su una chiavetta USB Introduzione a Puppy Linux: installazione su una chiavetta USB Alex Gotev 1 Contenuti Che cos'è Puppy Linux? Come posso averlo? Come si avvia? Che programmi include? Installazione su Chiavetta USB Domande

Dettagli

Creare e ripristinare immagine di sistema con Windows 8

Creare e ripristinare immagine di sistema con Windows 8 Creare e ripristinare immagine di con Windows 8 La versione Pro di Windows 8 offre un interessante strumento per il backup del computer: la possibilità di creare un immagine completa del, ovvero la copia

Dettagli

Installare e configurare Easy Peasy (Ubuntu Eee) su Asus Eee PC mini howto

Installare e configurare Easy Peasy (Ubuntu Eee) su Asus Eee PC mini howto Installare e configurare Easy Peasy (Ubuntu Eee) su Asus Eee PC mini howto Augusto Scatolini (webmaster@comunecampagnano.it) Ver. 1.0 (marzo 2009) ultimo aggiornamento aprile 2009 Easy Peasy è una distribuzione

Dettagli

UBUNTU SERVER. Installazione e configurazione di Ubuntu Server. M. Cesa 1

UBUNTU SERVER. Installazione e configurazione di Ubuntu Server. M. Cesa 1 UBUNTU SERVER Installazione e configurazione di Ubuntu Server M. Cesa 1 Ubuntu Server Scaricare la versione deisiderata dalla pagina ufficiale http://www.ubuntu.com/getubuntu/download-server Selezioniare

Dettagli

Virtualizzazione e installazione Linux

Virtualizzazione e installazione Linux Virtualizzazione e installazione Linux Federico De Meo, Davide Quaglia, Simone Bronuzzi Lo scopo di questa esercitazione è quello di introdurre il concetto di virtualizzazione, di creare un ambiente virtuale

Dettagli

Guida al ripristino e alla risoluzione dei problemi. Creare i dischi di ripristino subito dopo l'impostazione.

Guida al ripristino e alla risoluzione dei problemi. Creare i dischi di ripristino subito dopo l'impostazione. Guida al ripristino e alla risoluzione dei problemi Creare i dischi di ripristino subito dopo l'impostazione. Indice Trovare le informazioni necessarie... 3 Ripristino e backup... 4 Cos'è il ripristino

Dettagli

Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option

Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Il software descritto nel presente

Dettagli

FileMaker Server 13. Guida introduttiva

FileMaker Server 13. Guida introduttiva FileMaker Server 13 Guida introduttiva 2007-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti FileMaker e Bento sono marchi

Dettagli

Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition. Guida introduttiva

Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition. Guida introduttiva Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition Guida introduttiva Questo documento descrive come installare e iniziare a utilizzare Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition.

Dettagli

Manuale installazione DiKe Util

Manuale installazione DiKe Util Manuale installazione DiKe Util Andare sul sito Internet: www.firma.infocert.it Cliccare su software nella sezione rossa INSTALLAZIONE: comparirà la seguente pagina 1 Selezionare, nel menu di sinistra,

Dettagli

Guida dell'utente di Norton Save and Restore

Guida dell'utente di Norton Save and Restore Guida dell'utente Guida dell'utente di Norton Save and Restore Il software descritto in questo manuale viene fornito con contratto di licenza e può essere utilizzato solo in conformità con i termini del

Dettagli

Per Iniziare con Parallels Desktop 10

Per Iniziare con Parallels Desktop 10 Per Iniziare con Parallels Desktop 10 Copyright 1999-2014 Parallels IP Holdings GmbH e i suoi affiliati. Tutti i diritti riservati. Parallels IP Holdings GmbH Vordergasse 59 8200 Schaffhausen Svizzera

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Microsoft Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Profile Redirezione dei documenti Offline files Server Presentation Management Desktop Windows Vista Enterprise Centralized Desktop Application

Dettagli

Installazione di GFI Network Server Monitor

Installazione di GFI Network Server Monitor Installazione di GFI Network Server Monitor Requisiti di sistema I computer che eseguono GFI Network Server Monitor richiedono: i sistemi operativi Windows 2000 (SP4 o superiore), 2003 o XP Pro Windows

Dettagli

Samsung Data Migration v2.6 Introduzione e Guida all'installazione

Samsung Data Migration v2.6 Introduzione e Guida all'installazione Samsung Data Migration v2.6 Introduzione e Guida all'installazione 2013. 12 (Revisione 2.6.) Esclusione di responsabilità legale SAMSUNG ELECTRONICS SI RISERVA IL DIRITTO DI MODIFICARE I PRODOTTI, LE INFORMAZIONI

Dettagli

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

DEFT Zero Guida Rapida

DEFT Zero Guida Rapida DEFT Zero Guida Rapida Indice Indice... 1 Premessa... 1 Modalità di avvio... 1 1) GUI mode, RAM preload... 2 2) GUI mode... 2 3) Text mode... 2 Modalità di mount dei dispositivi... 3 Mount di dispositivi

Dettagli

ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA

ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA Avvio di Atlas 2.x sul server CONTESTO La macchina deve rispecchiare le seguenti caratteristiche MINIME di sistema: Valori MINIMI per Server di TC con 10 postazioni d'esame

Dettagli

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 5 1.1 Informazioni sul software... 5 1.2 Informazioni sul

Dettagli

Per iniziare con Parallels Desktop 9

Per iniziare con Parallels Desktop 9 Per iniziare con Parallels Desktop 9 Copyright 1999-2013 Parallels Holdings, Ltd. and its affiliates. All rights reserved. Parallels IP Holdings GmbH. Vordergasse 59 CH8200 Schaffhausen Switzerland Tel:

Dettagli

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A Leggere attentamente questo manuale prima dell utilizzo e conservarlo per consultazioni future Via Don Arrigoni, 5 24020 Rovetta

Dettagli

FileMaker Server 13. Guida di FileMaker Server

FileMaker Server 13. Guida di FileMaker Server FileMaker Server 13 Guida di FileMaker Server 2010-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti FileMaker e Bento sono

Dettagli

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux.

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux. FAQ su GeCo Qual è la differenza tra la versione di GeCo con installer e quella portabile?... 2 Esiste la versione per Linux di GeCo?... 2 Quali sono le credenziali di accesso a GeCo?... 2 Ho smarrito

Dettagli

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam.

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam. Laurea in INFORMATICA INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 Dynamic Host Configuration Protocol fausto.marcantoni@unicam.it Prima di iniziare... Gli indirizzi IP privati possono essere

Dettagli

Manuale di installazione. Data Protector Express. Hewlett-Packard Company

Manuale di installazione. Data Protector Express. Hewlett-Packard Company Manuale di installazione Data Protector Express Hewlett-Packard Company ii Manuale di installazione di Data Protector Express. Copyright Marchi Copyright 2005 Hewlett-Packard Limited. Ottobre 2005 Numero

Dettagli

Installazione LINUX 10.0

Installazione LINUX 10.0 Installazione LINUX 10.0 1 Principali passi Prima di iniziare con l'installazione è necessario entrare nel menu di configurazione del PC (F2 durante lo start-up) e selezionare nel menu di set-up il boot

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto

2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto 2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto previsto in Avvisi legali. 23 giugno 2014 Indice 3 Indice...5

Dettagli

Manuale installazione KNOS

Manuale installazione KNOS Manuale installazione KNOS 1. PREREQUISITI... 3 1.1 PIATTAFORME CLIENT... 3 1.2 PIATTAFORME SERVER... 3 1.3 PIATTAFORME DATABASE... 3 1.4 ALTRE APPLICAZIONI LATO SERVER... 3 1.5 ALTRE APPLICAZIONI LATO

Dettagli

Guida Utente: Indicatore Trading Central per la MetaTrader4

Guida Utente: Indicatore Trading Central per la MetaTrader4 Guida Utente: Indicatore Trading Central per la MetaTrader4 1 Indice Descrizione...2 Installazione...3 Caratteristiche e parametri...7 Processo di aggiornamento... 10 2 Descrizione L`Indicatore Trading

Dettagli

Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente

Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente 2015 Seagate Technology LLC. Tutti i diritti riservati. Seagate, Seagate Technology, il logo Wave e FreeAgent sono marchi depositati o marchi registrati

Dettagli

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto Rev 8.0-12/2012 TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen www.teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 6 1.1 Informazioni sul software... 6

Dettagli

Acronis Compute with Confidence, Acronis Startup Recovery Manager, Acronis Active Restore ed il logo Acronis sono marchi di proprietà di Acronis, Inc.

Acronis Compute with Confidence, Acronis Startup Recovery Manager, Acronis Active Restore ed il logo Acronis sono marchi di proprietà di Acronis, Inc. Copyright Acronis, Inc., 2000-2011.Tutti i diritti riservati. Acronis e Acronis Secure Zone sono marchi registrati di Acronis, Inc. Acronis Compute with Confidence, Acronis Startup Recovery Manager, Acronis

Dettagli

Acronis Backup & Recovery 10 Server for Windows Acronis Backup & Recovery 10 Workstation

Acronis Backup & Recovery 10 Server for Windows Acronis Backup & Recovery 10 Workstation Acronis Backup & Recovery 10 Server for Windows Acronis Backup & Recovery 10 Workstation Guida introduttiva 1 Informazioni sul documento Questo documento descrive come installare e iniziare ad utilizzare

Dettagli

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati.

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. La prima colonna indica il tasto da premere singolarmente e poi rilasciare. La seconda e terza colonna rappresenta la combinazione dei i tasti da premere

Dettagli

Guida rapida Vodafone Internet Key K4607-Z. Progettata da Vodafone

Guida rapida Vodafone Internet Key K4607-Z. Progettata da Vodafone Guida rapida Vodafone Internet Key K4607-Z Progettata da Vodafone Benvenuti nel mondo della comunicazione in mobilità 1 Benvenuti 2 Impostazione della Vodafone Internet Key 4 Windows 7, Windows Vista,

Dettagli

Istruzioni per l uso Guida software

Istruzioni per l uso Guida software Istruzioni per l uso Guida software Leggere subito Manuali per questa stampante...8 Preparazione per la stampa Installazione rapida...9 Conferma del metodo di connessione...11 Connessione di rete...11

Dettagli

Corso di Alfabetizzazione Informatica

Corso di Alfabetizzazione Informatica Corso di Alfabetizzazione Informatica Scopo di questo corso, vuole essere quello di fornire ad ognuno dei partecipanti, indipendentemente dalle loro precedenti conoscenze informatiche, l apprendimento

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

Zeroshell come client OpenVPN

Zeroshell come client OpenVPN Zeroshell come client OpenVPN (di un server OpenVpn Linux) Le funzionalità di stabilire connessioni VPN di Zeroshell vede come scenario solito Zeroshell sia come client sia come server e per scelta architetturale,

Dettagli

Strumenti 3D per SMART Notebook 11.1. Manuale dell'utente

Strumenti 3D per SMART Notebook 11.1. Manuale dell'utente Strumenti 3D per SMART Notebook 11.1 Manuale dell'utente Registrazione del prodotto Se si registra il prodotto SMART, si verrà informati delle nuove funzionalità e aggiornamenti software disponibili. Registrazione

Dettagli

Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS)

Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS) Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS) EZChrom Edition e ChemStation Edition Requisiti hardware e software Agilent Technologies Informazioni legali Agilent Technologies, Inc. 2013 Nessuna parte

Dettagli

Setup e installazione

Setup e installazione Setup e installazione 2 Prima di muovere i primi passi con Blender e avventurarci nel vasto mondo della computer grafica, dobbiamo assicurarci di disporre di due cose: un computer e Blender. 6 Capitolo

Dettagli

Manuale - TeamViewer 6.0

Manuale - TeamViewer 6.0 Manuale - TeamViewer 6.0 Revision TeamViewer 6.0 9947c Indice Indice 1 Ambito di applicazione... 1 1.1 Informazioni su TeamViewer... 1 1.2 Le nuove funzionalità della Versione 6.0... 1 1.3 Funzioni delle

Dettagli

Guida all'installazione rapida di scansione su e-mail

Guida all'installazione rapida di scansione su e-mail Xerox WorkCentre M118i Guida all'installazione rapida di scansione su e-mail 701P42705 Questa guida fornisce un riferimento rapido per l'impostazione della funzione Scansione su e-mail su Xerox WorkCentre

Dettagli

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido SISSI IN RETE Quick Reference guide guida di riferimento rapido Indice generale Sissi in rete...3 Introduzione...3 Architettura Software...3 Installazione di SISSI in rete...3 Utilizzo di SISSI in Rete...4

Dettagli

Client di Posta Elettronica PECMailer

Client di Posta Elettronica PECMailer Client di Posta Elettronica PECMailer PECMailer è un semplice ma completo client di posta elettronica, ovvero un programma che consente di gestire la composizione, la trasmissione, la ricezione e l'organizzazione

Dettagli

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1-1/9 HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1 CARATTERISTICHE DI UN DATABASE SQL...1-2 Considerazioni generali... 1-2 Concetto di Server... 1-2 Concetto di Client... 1-2 Concetto di database SQL... 1-2 Vantaggi...

Dettagli

Come installare e configurare il software FileZilla

Come installare e configurare il software FileZilla Come utilizzare FileZilla per accedere ad un server FTP Con questo tutorial verrà mostrato come installare, configurare il software e accedere ad un server FTP, come ad esempio quello dedicato ai siti

Dettagli

File Leggimi relativo a Quark Licensing Administrator 4.5.0.2

File Leggimi relativo a Quark Licensing Administrator 4.5.0.2 File Leggimi relativo a Quark Licensing Administrator 4.5.0.2 INDICE Indice File Leggimi relativo a Quark Licensing Administrator 4.5.0.2...4 Requisiti di sistema: QLA Server...5 Requisiti di sistema:

Dettagli

NAS 208 WebDAV Un'alternativa sicura per la condivisione di file su FTP

NAS 208 WebDAV Un'alternativa sicura per la condivisione di file su FTP NAS 208 WebDAV Un'alternativa sicura per la condivisione di file su FTP Eseguire il collegamento al NAS tramite WebDAV A S U S T O R C O L L E G E OBIETTIVI DEL CORSO Al termine di questo corso si dovrebbe

Dettagli

Alb@conference GO e Web Tools

Alb@conference GO e Web Tools Alb@conference GO e Web Tools Crea riunioni virtuali sempre più efficaci Strumenti Web di Alb@conference GO Guida Utente Avanzata Alb@conference GO Per partecipare ad un audioconferenza online con Alb@conference

Dettagli

Testi della Guida introduttiva a cura di Martin Ley. Revisione e controllo qualità: Cristina Bachmann, Heiko Bischoff, Marion Bröer, Sabine Pfeifer,

Testi della Guida introduttiva a cura di Martin Ley. Revisione e controllo qualità: Cristina Bachmann, Heiko Bischoff, Marion Bröer, Sabine Pfeifer, Guida Introduttiva Testi della Guida introduttiva a cura di Martin Ley. Revisione e controllo qualità: Cristina Bachmann, Heiko Bischoff, Marion Bröer, Sabine Pfeifer, Heike Schilling. Data di rilascio:

Dettagli

Guida alla migrazione da Windows XP a Linux

Guida alla migrazione da Windows XP a Linux 2014/04/13 20:48 1/12 Guida alla migrazione da Windows XP a Linux Guida alla migrazione da Windows XP a Linux Introduzione Il prossimo 8 aprile, Microsoft cesserà il supporto e gli aggiornamenti per Windows

Dettagli

Schema Tipologia a Stella

Schema Tipologia a Stella Cos'e' esattamente una rete! Una LAN (Local Area Network) è un insieme di dispositivi informatici collegati fra loro, che utilizzano un linguaggio che consente a ciascuno di essi di scambiare informazioni.

Dettagli

Lezione su Informatica di Base

Lezione su Informatica di Base Lezione su Informatica di Base Esplora Risorse, Gestione Cartelle, Alcuni tasti di scelta Rapida Domenico Capano D.C. Viterbo: Lunedì 21 Novembre 2005 Indice Una nota su questa lezione...4 Introduzione:

Dettagli

RefWorks Guida all utente Versione 4.0

RefWorks Guida all utente Versione 4.0 Accesso a RefWorks per utenti registrati RefWorks Guida all utente Versione 4.0 Dalla pagina web www.refworks.com/refworks Inserire il proprio username (indirizzo e-mail) e password NB: Agli utenti remoti

Dettagli

Manuale Utente. S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i!

Manuale Utente. S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i! Manuale Utente S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i! INDICE INDICE... 3 INTRODUZIONE... 3 Riguardo questo manuale...3 Informazioni su VOLT 3 Destinatari 3 Software Richiesto 3 Novità su Volt...3

Dettagli

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO...

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO... Modulo A Programmiamo in Pascal Unità didattiche 1. Installiamo il Dev-Pascal 2. Il programma e le variabili 3. Input dei dati 4. Utilizziamo gli operatori matematici e commentiamo il codice COSA IMPAREREMO...

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

Manuale dell'amministratore

Manuale dell'amministratore Manuale dell'amministratore di LapLink Host 2 Introduzione a LapLink Host 4 Requisiti per LapLink Host 6 Esecuzione dell'installazione silent di LapLink Host 8 Modifica del file di procedura per l'installazione

Dettagli

GUIDA DELL UTENTE IN RETE

GUIDA DELL UTENTE IN RETE GUIDA DELL UTENTE IN RETE Memorizza registro di stampa in rete Versione 0 ITA Definizione delle note Nella presente Guida dell'utente viene utilizzata la seguente icona: Le note spiegano come intervenire

Dettagli

Guida pratica di base

Guida pratica di base Adolfo Catelli Guida pratica di base Windows XP Professional Dicembre 2008 Sommario Accedere a Windows XP 4 Avviare Windows XP 4 Uscire da Windows XP 5 L interfaccia utente di Windows XP 6 Il desktop di

Dettagli

PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DI MYSQL E VolT per utenti Visual Trader e InteractiveBrokers

PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DI MYSQL E VolT per utenti Visual Trader e InteractiveBrokers PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DI MYSQL E VolT per utenti Visual Trader e InteractiveBrokers La procedura di installazione è divisa in tre parti : Installazione dell archivio MySql, sul quale vengono salvati

Dettagli

Come scaricare sul Desktop i dati necessari allo svolgimento di un esercitazione link Save it to disk OK.

Come scaricare sul Desktop i dati necessari allo svolgimento di un esercitazione link Save it to disk OK. Come scaricare sul Desktop i dati necessari allo svolgimento di un esercitazione Per svolgere correttamente alcune esercitazioni operative, è previsto che l utente utilizzi dei dati forniti attraverso

Dettagli

minilector/usb Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento

minilector/usb Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento minilector/usb minilector/usb...1 Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento...1 1. La segnalazione luminosa (led) su minilector lampeggia?... 1 2. Inserendo una smartcard il led si accende

Dettagli

Germano Pettarin E-book per la preparazione all ECDL ECDL Modulo 2 Sistema Operativo Windows Argomenti del Syllabus 5.0

Germano Pettarin E-book per la preparazione all ECDL ECDL Modulo 2 Sistema Operativo Windows Argomenti del Syllabus 5.0 Germano Pettarin E-book per la preparazione all ECDL ECDL Modulo 2 Sistema Operativo Windows Argomenti del Syllabus 5.0 G. Pettarin ECDL Modulo 2: Sistema Operativo 2 Modulo 2 Il sistema operativo Windows

Dettagli

Background (sfondo): Finestra: Una finestra serve a mostrare il contenuto di un disco o di una cartella -, chiamata anche directory.

Background (sfondo): Finestra: Una finestra serve a mostrare il contenuto di un disco o di una cartella -, chiamata anche directory. @ PC (Personal computer): Questa sigla identificò il primo personal IBM del 1981 a cura di R.Mangini Archiviazione: Il sistema operativo si occupa di archiviare i file. Background (sfondo): Cursore: Nei

Dettagli

Conferencing Services. Web Meeting. Quick Start Guide V4_IT

Conferencing Services. Web Meeting. Quick Start Guide V4_IT Web Meeting Quick Start Guide V4_IT Indice 1 INFORMAZIONI SUL PRODOTTO... 3 1.1 CONSIDERAZIONI GENERALI... 3 1.2 SISTEMI OPERATIVI SUPPORTATI E LINGUE... 3 1.3 CARATTERISTICHE... 3 2 PRENOTARE UNA CONFERENZA...

Dettagli

Serie Aspire E 15 Manuale dell utente

Serie Aspire E 15 Manuale dell utente Serie Aspire E 15 Manuale dell utente 2-2014. Tutti i diritti riservati. Serie Aspire E 15 Copertine: E5-571 / E5-531 / E5-551 / E5-521 / E5-511 Questa versione: 04/2014 Registrarsi per un Acer ID e abilitare

Dettagli

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali di I.Stat 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della lingua 7 Individuazione

Dettagli

Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER

Installazione ed attivazione della SUITE OFFIS versione SERVER Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER Premessa La versione server di OFFIS può essere installata e utilizzata indifferentemente da PC/Win o Mac/Osx e consente l'accesso contemporaneo

Dettagli

2 Requisiti di sistema 4 2.1 Requisiti software 4 2.2 Requisiti hardware 5 2.3 Software antivirus e di backup 5 2.4 Impostazioni del firewall 5

2 Requisiti di sistema 4 2.1 Requisiti software 4 2.2 Requisiti hardware 5 2.3 Software antivirus e di backup 5 2.4 Impostazioni del firewall 5 Guida introduttiva Rivedere i requisiti di sistema e seguire i facili passaggi della presente guida per distribuire e provare con successo GFI FaxMaker. Le informazioni e il contenuto del presente documento

Dettagli

MANUALE DOS INTRODUZIONE

MANUALE DOS INTRODUZIONE MANUALE DOS INTRODUZIONE Il DOS è il vecchio sistema operativo, che fino a qualche anno fa era il più diffuso sui PC, prima dell avvento di Windows 95 e successori. Le caratteristiche principali di questo

Dettagli

Arcserve Replication and High Availability

Arcserve Replication and High Availability Arcserve Replication and High Availability Guida operativa per Oracle Server per Windows r16.5 La presente documentazione, che include il sistema di guida in linea integrato e materiale distribuibile elettronicamente

Dettagli

PCC - Pixia Centro Comunicazioni GUIDA PER L UTILIZZO

PCC - Pixia Centro Comunicazioni GUIDA PER L UTILIZZO PCC - Pixia Centro Comunicazioni GUIDA PER L UTILIZZO Informazioni generali Il programma permette l'invio di SMS, usufruendo di un servizio, a pagamento, disponibile via internet. Gli SMS possono essere

Dettagli

Windows Compatibilità

Windows Compatibilità Che novità? Windows Compatibilità CODESOFT 2014 é compatibile con Windows 8.1 e Windows Server 2012 R2 CODESOFT 2014 Compatibilità sistemi operativi: Windows 8 / Windows 8.1 Windows Server 2012 / Windows

Dettagli

Creare una pen drive bottabile con Zeroshell oppure installarlo su hard disk. by Gassi Vito info@gassielettronica.com

Creare una pen drive bottabile con Zeroshell oppure installarlo su hard disk. by Gassi Vito info@gassielettronica.com Creare una pen drive bottabile con Zeroshell oppure installarlo su hard disk by Gassi Vito info@gassielettronica.com Questa breve guida pratica ci consentirà installare Zeroshell su pen drive o schede

Dettagli

Guida all Uso. L a t u a i m p r e s a, c h i av e i n m a n o. Guida_BusinessKey.indd 1 18-05-2007 10:53:34

Guida all Uso. L a t u a i m p r e s a, c h i av e i n m a n o. Guida_BusinessKey.indd 1 18-05-2007 10:53:34 Guida all Uso L a t u a i m p r e s a, c h i av e i n m a n o. Guida_BusinessKey.indd 1 18-05-2007 10:53:34 Cos è la Business Key La Business Key è una chiavetta USB portatile, facile da usare, inseribile

Dettagli

MailStore Proxy è disponibile gratuitamente per tutti i clienti di MailStore Server all indirizzo http://www.mailstore.com/en/downloads.

MailStore Proxy è disponibile gratuitamente per tutti i clienti di MailStore Server all indirizzo http://www.mailstore.com/en/downloads. MailStore Proxy Con MailStore Proxy, il server proxy di MailStore, è possibile archiviare i messaggi in modo automatico al momento dell invio/ricezione. I pro e i contro di questa procedura vengono esaminati

Dettagli

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR MANUALE DI ISTRUZIONI ACCENSIONE / SPEGNERE DEL TAG HOUND Finder GPS Il TAG HOUND

Dettagli

Guida all'installazione di WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili

Guida all'installazione di WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili Guida all'installazione di WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili 2012 NETGEAR, Inc. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte della presente pubblicazione può essere riprodotta, trasmessa, trascritta,

Dettagli

CA Asset Portfolio Management

CA Asset Portfolio Management CA Asset Portfolio Management Guida all'implementazione Versione 12.8 La presente documentazione, che include il sistema di guida in linea integrato e materiale distribuibile elettronicamente (d'ora in

Dettagli

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA Manuale Utente Linux Debian, Fedora, Ubuntu www.ondacommunication.com Chiavet ta Internet MT503HSA Guida rapida sistema operativo LINUX V 1.1 33080, Roveredo in Piano (PN)

Dettagli

Zeroshell su HP Microserver

Zeroshell su HP Microserver Zeroshell su HP Microserver Introduzione Un Captive Portal su HP Microserver Approfondisco l argomento Zeroshell, mostrando la mia scelta finale per la fornitura di un captive portal in versione boxed,

Dettagli

Configuration Managment Configurare EC2 su AWS. Tutorial. Configuration Managment. Configurare il servizio EC2 su AWS. Pagina 1

Configuration Managment Configurare EC2 su AWS. Tutorial. Configuration Managment. Configurare il servizio EC2 su AWS. Pagina 1 Tutorial Configuration Managment Configurare il servizio EC2 su AWS Pagina 1 Sommario 1. INTRODUZIONE... 3 2. PROGRAMMI NECESSARI... 4 3. PANNELLO DI CONTROLLO... 5 4. CONFIGURARE E LANCIARE UN ISTANZA...

Dettagli

Gestione posta elettronica (versione 1.1)

Gestione posta elettronica (versione 1.1) Gestione posta elettronica (versione 1.1) Premessa La presente guida illustra le fasi da seguire per una corretta gestione della posta elettronica ai fini della protocollazione in entrata delle mail (o

Dettagli

MEGA Process. Manuale introduttivo

MEGA Process. Manuale introduttivo MEGA Process Manuale introduttivo MEGA 2009 SP4 1ª edizione (giugno 2010) Le informazioni contenute nel presente documento possono essere modificate senza preavviso e non costituiscono in alcun modo un

Dettagli

Il compilatore Dev-C++

Il compilatore Dev-C++ Il compilatore Dev-C++ A cura del dott. Marco Cesati 1 Il compilatore Dev-C++ Compilatore per Windows: http://www.bloodshed.net/devcpp.html Installazione Configurazione Utilizzazione 2 1 Requisiti di sistema

Dettagli

Manuale d'uso per Nokia Image Viewer SU-5. 9356197 Edizione 1

Manuale d'uso per Nokia Image Viewer SU-5. 9356197 Edizione 1 Manuale d'uso per Nokia Image Viewer SU-5 9356197 Edizione 1 DICHIARAZIONE DI CONFORMITÀ Noi, NOKIA CORPORATION, dichiariamo sotto la nostra esclusiva responsabilità che il prodotto SU-5 è conforme alle

Dettagli

Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink

Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink Questa guida riporta i passi relativi all'installazione ed all'utilizzo dell'app "RxCamLink" per il collegamento remoto in mobilità a sistemi TVCC basati

Dettagli

INDICE INTRODUZIONE...3 REQUISITI MINIMI DI SISTEMA...4 INSTALLAZIONE DEI PROGRAMMI...5 AVVIAMENTO DEI PROGRAMMI...7 GESTIONE ACCESSI...

INDICE INTRODUZIONE...3 REQUISITI MINIMI DI SISTEMA...4 INSTALLAZIONE DEI PROGRAMMI...5 AVVIAMENTO DEI PROGRAMMI...7 GESTIONE ACCESSI... ambiente Windows INDICE INTRODUZIONE...3 REQUISITI MINIMI DI SISTEMA...4 INSTALLAZIONE DEI PROGRAMMI...5 AVVIAMENTO DEI PROGRAMMI...7 GESTIONE ACCESSI...8 GESTIONE DELLE COPIE DI SICUREZZA...10 AGGIORNAMENTO

Dettagli

Uso del computer e gestione dei file

Uso del computer e gestione dei file 1 di 1 Uso del computer e gestione dei file Argomenti trattati: Sistema operativo Microsoft Windows: interfaccia grafica e suoi elementi di base Avvio e chiusura di Windows Le FINESTRE e la loro gestione:

Dettagli

iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti

iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti iphone è pronto per le aziende. Supporta Microsoft Exchange ActiveSync, così come servizi basati su standard, invio e ricezione di e-mail, calendari

Dettagli

Guida all'installazione di SLPct. Manuale utente. Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it

Guida all'installazione di SLPct. Manuale utente. Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it Guida all'installazione di SLPct Manuale utente Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it Premessa Il redattore di atti giuridici esterno SLpct è stato implementato da Regione

Dettagli