Guida Rapida. all utilizzo dell applicazione: Actalis FILE PROTECTORTM

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Guida Rapida. all utilizzo dell applicazione: Actalis FILE PROTECTORTM"

Transcript

1 Guida Rapida all utilizzo dell applicazione: Actalis FILE PROTECTORTM

2 INDICE Guida Rapida all utilizzo dell applicazione: Actalis FILE PROTECTORTM Introduzione Scopo del documento 2 Primo avvio Configurazione 3 La firma digitale Firmare un documento 10 La firma con crittografia Firmare e crittografare un documento 19 La verifica della firma Verificare un documento firmato 26 La decrittografia con verifica firma Decrittografare e verificare un documento cifrato e firmato 31 Il database personale dei certificati Importazione del certificato Certification Authority Importazione dei certificati Utility La marca temporale Apporre una marca temporale su un documento 51 Configurazione connessioni Configurare il collegamento alla CA per lo scarico della CRL Configurare il collegamento al server di marca temporale 56 1

3 1 Introduzione 1.1 Scopo del documento La presente Guida Rapida all utilizzo dell applicazione: ACTALIS FILE PROTECTORTM ha l obiettivo di orientare l utente ad un utilizzo immediato delle funzionalità base di File Protector. Il documento non è da considerarsi come sostitutivo del manuale fornito con l applicazione, File Protector Guida all uso di File Protector v3x, in alcuna sua parte e si rimanda ad esso in caso di chiarimenti e/o approfondimenti. 2

4 2 Primo avvio In questo capitolo vengono descritte le azioni da effettuare per configurare FILE PROTECTOR (nel seguito FP) in modo da attivarlo all utilizzo immediato. Tutte le operazioni descritte sono da eseguire solamente al primo utilizzo, successivo all installazione dell applicazione. 2.1 Configurazione FP può essere avviato da menù START, PROGRAMMI, ACTALIS, FILE PROTECTOR 3.0 Figura n 1 avvio di File Protector dalla barra delle applicazioni oppure dall icona presente sul desktop: Figura n 2 avvio di File Protector da Desktop 3

5 FP si avvia presentando la seguente immagine: Figura n 3 avvio di File Protector Al primo avvio appare il messaggio: Figura n 4 primo avvio: assenza di utenze configurate che invita l utente a creare un nuovo profilo. Questa operazione consente di riservare un area personale in cui vengono immagazzinati sia i certificati utente che delle Certification Authority utilizzati nelle diverse attività. Cliccando su OK appare la finestra per la configurazione del profilo, dove è necessario impostare il nome dell utenza e scegliere una password di accesso: 4

6 Figura n 5 configurazione del profilo di utenza La correttezza della configurazione viene segnalata dal seguente messaggio: Figura n 6 profilo utente creato con successo Infine, selezionando OK, si ha accesso all applicazione FP che si presenta come in figura: Figura n 7 File Protector Il successivo passo per concludere la configurazione di FP è la scelta del dispositivo: ovvero l impostazione del tipo di smart card che si è ricevuto in dotazione. IMPORTANTE la configurazione del dispositivo deve essere eseguita inserendo prima la smart card nel lettore. La smart card deve essere inserita con il microchip rivolto verso l alto ed è inserita correttamente quando il led verde del lettore lampeggia. 5

7 Questa operazione si effettua dal menù DISPOSITIVO, CONFIGURAZIONE: Figura n 8 configurazione Smart Card Selezionare l opzione HARDWARE e cliccare sul pulsante IMPOSTARE AUTOMATICAMENTE (SE POSSIBILE); Figura n 9 impostazione modello Smart Card Selezionando il primo pulsante a sinistra dell applicazione si attiva la lettura del contenuto della smart card: Figura n 10 accesso al contenuto della Smart Card ed appare la finestra di login; se non si è effettuata l impostazione del dispositivo, dopo alcuni istanti, compare il seguente messaggio di errore: 6

8 Figura n 11 accesso alla Smart Card fallito In questo caso è necessario scegliere il menù DISPOSITIVO, CONFIGURAZIONE ed effettuare il controllo delle impostazioni selezionate. 7

9 Se FP è stato configurato correttamente, cliccando sul pulsante di LOGIN compare la finestra: Figura n 12 richiesta PIN di accesso alla Smart Card contraddistinta dal messaggio DISPOSITIVO INSERITO seguito da un visto verde. Per poter accedere al contenuto della smart card è necessario digitare il suo PIN nella casella di testo e selezionare il pulsante OK. IMPORTANTE il PIN della smart card è composto nel seguente modo: o leprimetrecifresonoriportatesullalettera accompagnatoria del kit cliente alla voce PIN della carta ; ad esempio: 123xxxxx. o a queste cifre vanno aggiunte quelle contenute nella busta disicurezzaconsegnataall utenteall attodella registrazione; se ad esempio il codice segreto della busta è il PIN della smart card sarà

10 Per interrompere la consultazione del contenuto della smart card selezionare il primo pulsante a sinistra di FP e confermare l uscita. Figura n 13 uscita dalla Smart Card A questo punto FP è pronto per esse utilizzato in tutte le sue funzionalità: firmare un documento; firmare e crittografare un documento, busta crittografica; verificare la firma di un documento; decrittografare e verificare una busta crittografica; gestire il database personale dei certificati; apporre una marca temporale; gestire la configurazione delle connessioni; 9

11 3 La firma digitale Nel presente capitolo vengono descritti tutti i passi necessari per ottenere la firma di un documento, in modo da salvaguardarne e garantirne l integrità e l autenticità. 3.1 Firmare un documento FP permettere di accedere alle funzionalità di firma attraverso il secondo pulsante da sinistra: Figura n 14 pulsante firma documento oppure da menù FILE, FIRMA: Figura n 15 menù firma 10

12 L applicazione in prima istanza richiede di selezionare il file da sottomettere alla firma; in questo caso si è scelto il file prova firma.txt residente nella directory Documenti : Figura n 16 selezione documento da firmare Selezionando APRI, FP propone la posizione in cui salvare il file firmato. Figura n 17 predisposizione file da firmare 11

13 Come si può notare dalla casella di testo, contrassegnata da SPECIFICARE LA POSIZIONE IN CUI SALVARE IL DOCUMENTO FIRMATO:, FP propone automaticamente la cartella DOCUMENTI\FIRMATI contenuta all interno della directory d installazione dell applicativo: Figura n 18 percorso directory file firmati è possibile scegliere una diversa posizione attraverso il pulsante SFOGLIA... Il pulsante APRI IL DOCUMENTO... permette di controllare il contenuto del documento prima che questo venga firmato. Gli option button DER (BINARIO), PEM (BASE64), consentono di scegliere il formato con cui verrà generato il documento firmato. 12

14 Per procedere alla firma del file prescelto è necessario selezionare il pulsante AGGIUNGI FIRMA...; in questo caso FP richiede l accesso alla smart card che deve essere inserita correttamente nel lettore: Figura n 19 accesso alla smart card per firma Digitare il PIN della smart card e selezionare il pulsante OK; Se si presenta il seguente messaggio: Figura n 20 certificato emittente non censito significa che nel database personale dell utente non è presente il certificato della Certification Authority che ha emesso la credenziale del firmatario. In questo caso è necessario procedere all importazione del 13

15 certificato dell emittente, seguendo le operazioni descritte nel par. 7.1 Importazione del certificato Certification Authority. IMPORTANTE il database dei certificati è personale; questo significa che ogni utenza di FP ha un suo database ed i certificati importati da un utente non vengono condivisi. Ogni utente deve quindi provvedere ad aggiornare il proprio database con i certificati con cui si trova ad operare. La seguente segnalazione: Figura n 21 certificato utente scaduto si manifesta quando il certificato di tipo Identity, contenuto nella smart card è scaduto. In questo caso è necessario ripetere l operazione di firma utilizzando la smart card contenente il certificato rinnovato. IMPORTANTE il rinnovo del certificato scaduto e non sospeso, avviene automaticamente e l utente riceve una nuova smart card contenete il certificato aggiornato. Il PIN della smart card non corrisponde a quello contenete il certificato scaduto ed è composto come segue: o le prime tre cifre sono riportate sulla lettera accompagnatoria del kit cliente alla voce PIN della carta ; ad esempio: 123xxxxx. o a queste cifre vanno aggiunte quelle contenute nella busta di sicurezza consegnata all utente all atto della registrazione; se ad esempio il codice segreto della busta è il PIN della smart card sarà

16 Selezionando AGGIUNGI FIRMA... FP richiede nuovamente il PIN della smart card: Figura n 22 firma documento - richiesta PIN smart card Se si digita un pin errato compare il messaggio: Figura n 23 PIN errato IMPORTANTE la smart card è in grado di memorizzare il numero di volte che si è digitato un PIN errato. Questo numero viene azzerato appena si digita il PIN corretto ma se si effettuano 4 tentativi errati, consecutivi, la smart card si blocca inibendo ogni suo utilizzo. 15

17 Nel caso la smart card sia bloccata viene visualizzato il messaggio: Figura n 24 smart card bloccata in questo caso vengono inibite tutte le sue funzionalità. N.B.: Per la procedura di sblocco della smart-card, fare riferimento all apposito paragrafo del Manuale Cliente Dopo aver digitato correttamente il PIN ed aver selezionato OK, il documento prova firma.txt viene firmato con le credenziali contenute nella smart card utilizzata: Figura n 25 firma documento 16

18 La figura sopra fornisce l esito ed un riepilogo dell operazione di firma, infatti da questa si può dedurre che: o il visto verde nella casella FIRMA conferma che il file prova firma.txt è stato correttamente firmato; o il documento è stato firmato dal Sig. Rossi il 22/11/2005 alle ore 17,31; o la firma è stata generata utilizzando la credenziale di tipo Identity; o il documento firmato si chiama prova firma.txt.p7m. N.B.: per evitare di cancellare il file firmato è necessario selezionare il pulsante Salva. Se si seleziona annulla o la x in alto a destra, il documento firmato non viene salvato e per rigenerarlo sarà necessario ripetere tutta la procedura di firma Selezionare il pulsante SALVA per salvare il documento firmato: Figura n 26 salvataggio file documento firmato 17

19 A questo punto il file prova firma.txt.p7m è pronto per essere utilizzato da ogni procedura capace di verificarne la sua integrità ed autenticità. Figura n 27 documento firmato 18

20 4 La firma con crittografia Il presente capitolo descrive tutte le azioni da compiere per firmare e crittografare un documento, in modo da garantirne l integrità, l autenticità e la riservatezza. 4.1 Firmare e crittografare un documento FP permette di accedere alle funzionalità di firma attraverso il quarto pulsante: Figura n 28 pulsante firma e crittografia documento oppure da menù FILE, FIRMA E CIFRA: Figura n 29 menù firma e crittografia 19

21 La prima operazione da effettuare è la selezione del file da sottomettere alla firma e da crittografare; in questo caso si è scelto il file prova firma crittografia.txt residente nella directory Documenti : Figura n 30 selezione documento da firmare e crittograficare Dopo aver selezionato APRI, si accede alla videata di gestione della firma e crittografia: Figura n 31 avvio firma e crittografia senza smart card 20

22 La prima azione da compiere è avviare la firma del documento prescelto selezionando il pulsante AGGIUNGI FIRMA Se a questo punto si seleziona erroneamente il tasto AVANTI > FP procede alla sola crittografia del file, impedendo l apposizione della firma: Figura n 32 avvio crittografia senza firma Selezionando il pulsante AGGIUNGI FIRMA l applicazione richiede l inserimento della smart card contenete la credenziale Identity: Figura n 33 richiesta pin accesso smart card 21

23 Dopo aver digitato il pin di accesso alla smart card e aver selezionato OK, viene richiesto nuovamente il pin della smart card per accedere alla credenziale Identity e poter avviare la firma del documento: Figura n 34 richiesta pin accesso credenziale Identity Nel caso in cui si utilizzi una smart card contenete un certificato Identity scaduto, si presenta il seguente messaggio: Figura n 35 firma errata certificato Identity scaduto 22

24 Al termine della firma del documento, FP riporta gli estremi del firmatario, la data e ora di apposizione e la conferma della correttezza dell operazione: Figura n 36 firma conclusa correttamente A questo punto si può procedere alla crittografia del file prescelto, selezionando il pulsante AVANTI > per accedere al pannello di controllo della crittografia. N.B.: Per cifrare un documento è necessario disporre della chiave pubblica del destinatario al quale si vuole inviare il documento. Cifrare un documento significa dare certezza a chi riceve della confidenzialità del documento. Chi riceve, tramite la propria chiave privata sarà il solo in grado di aprire il documento. Pertanto sarà necessario avere nel database dei certificati di file protector, le chiavi pubbliche delle persone (certificati di Utility dei destinatari) alle quali andranno inviati i documenti. In caso non fossero presenti, (lista dei destinatari di File Protector vuota) riferirsi alla presente Guida Rapida cap. 7.2 per effettuarne il caricamento. 23

25 Il processo di crittografia viene attivato scegliendo i destinatari da abilitare alla decrittografia e selezionando il pulsante AGGIUNGI >: Figura n 37 avvio crittografia documento firmato A questo punto viene generato il file prova firma crittografia.txt.p7e, contenete il documento firmato e crittografato. Figura n 38 fine processo firma e crittografia documento IMPORTANTE per evitare di cancellare il file firmato e crittografato è necessario selezionare il pulsante SALVA. Se si seleziona annulla o la x in alto a destra, il documento firmato e crittografato non viene salvato e per rigenerarlo sarà necessario ripetere tutta la procedura di firma e crittografia. 24

26 Selezionare il pulsante SALVA per salvare il documento firmato e crittografato: Figura n 39 salvataggio documento firmato e crittografato in questo modo viene creato il file prova firma crittografia.txt.p7e nella directory riportata nella figura seguente Figura n 40 percorso directory file firmati e crittografati ed è pronto per essere utilizzato da ogni procedura capace di decrittografarlo e verificarne la sua integrità ed autenticità. 25

27 5 La verifica della firma In questo capitolo vengono descritte tutte le azioni da compiere per verificare la firma apposta su un documento, in modo da accertarne l integrità e valutare l autenticità del firmatario. 5.1 Verificare un documento firmato È possibile accedere alle funzionalità di verifica firma attraverso il terzo pulsante da destra: Figura n 41 pulsante verifica documento oppure da menù FILE, APRI BUSTA: Figura n 42 menù apri busta 26

28 FP in prima istanza richiede di selezionare il file da sottoporre al processo di verifica: Figura n 43 selezione documento da verificare Come si può notare dalla figura precedente i documenti firmati hanno di solito estensione.p7m ma potrebbero anche non avere alcuna estensione. In ogni caso, se si sottopone al processo di verifica un file non firmato si manifesta il seguente messaggio: Figura n 44 selezione documento non firmato 27

29 Selezionando un documento firmato, FP procede automaticamente alla verifica della firma e, al termine presenta la seguente finestra riepilogativa: Figura n 45 verifica firma documento Da questa videata si può concludere che la firma contenuta nel file prova firma.txt.p7m, apposta da Rossi Renato, in data 22/11/2005, alle 17,31 e 41 secondi è valida e quindi il documento prova firma.txt è integro. Se diversamente ad un visto verde la finestra della verifica firma riporta una x rossa: Figura n 46 verifica firma errata 28

30 significa che la firma NON è valida e che il documento in nostro possesso NON è integro, cioè non corrisponde a quello firmato da Rossi Renato. IMPORTANTE fino a questo punto si è solamente accertata l integrità del documento firmato e nulla si può dire riguardo la sua autenticità. Per verificarne l autenticità in modo da accertare che la firma appartenga effettivamente al firmatario e non sia apocrifa è necessario procedere alla verifica del certificato firmatario. Selezionando il pulsante VERIFICA FIRMATARIO si avvia il processo di verifica del certificato firmatario: l applicazione presenta una finestra da cui si può accedere a tutti i particolari del certificato firmatario. Figura n 47 verifica formale certificato firmatario In questo caso è possibile operare sul certificato la verifica: o formale, ovvero constatarne la sua validità temporale; o sostanziale cioè accertare che il certificato sia stato effettivamente emesso dalla Certification Authority dichiarata nella casella di testo ISSUER: Come si può notare dalla figura precedente, non è possibile verificare se il certificato è stato revocato o meno perché non è stato possibile verificare la CRL. 29

31 IMPORTANTE per completare in modo integrale la verifica del firmatario è necessario abilitare la VERIFICA descritte nel paragrafo 9.1. CERTIFICATI seguendo le operazioni Solo ultimando la verifica della CRL è possibile constatare che il certificato non è stato revocato, almeno al momento di apposizione della firma, in modo da ritenere la stessa legalmente valida. Se la VERIFICA FIRMATARIO produce la seguente videata: Figura n 48 certificato firmatario scaduto significa che il certificato del firmatario è scaduto al momento della verifica ma era formalmente valido al momento della sua apposizione. In questo caso rimane legittima la validità formale e sostanziale del certificato e, previo controllo della CRL, la firma resta legalmente valida. Per salvare il contenuto del documento verificato è necessario selezionare il pulsante SALVA: Figura n 49 salvataggio file verificato 30

32 6 La decrittografia con verifica firma Il presente capitolo descrive tutte le azioni da compiere per decrittografare e verificare la firma di un documento, in modo da valutarne, in riservatezza, l integrità e l autenticità. IMPORTANTE per decrittografare un documento firmato e crittografato con il proprio certificato Utility è necessario utilizzare la smart card che lo contiene. È fondamentale averne cura, conservandola, anche quando il certificato è scaduto e la smart card viene sostituita con un altra aggiornata. La decrittografia non è vincolata alla durata temporale del certificato. 6.1 Decrittografare e verificare un documento cifrato e firmato È possibile accedere alle funzionalità di decrittografia e verifica firma attraverso il terzo pulsante da destra: Figura n 50 pulsante decrittografia e verifica documento oppure da menù FILE, APRI BUSTA: Figura n 51 menù apri busta 31

33 FP in prima istanza richiede di selezionare il file da sottoporre al processo di decrittografia e verifica: Figura n 52 selezione documento crittografato e firmato Per decrittografare un documento è necessario inserire nel lettore la smart card, contenete la credenziale Utility, prima di selezionare il file; in caso contrario si manifesta il seguente messaggio: Figura n 53 smart card con credenziale Utility non presente 32

34 Dopo aver scelto il file crittografato e firmato ed aver inserito la smart card, selezionando il pulsante APRI viene richiesto il pin di accesso alla smart card: Figura n 54 accesso smart card digitando il PIN della smart card e selezionando OK si attiva la decrittografia e la verifica del file prescelto. A questo punto FP presenta la seguente videata riepilogativa: Figura n 55 decrittografia e verifica firma documento corretta Da questa si può concludere che il documento è stato decrittografato e che la firma apposta da Rossi Renato, in data 06/06/2006, alle 15,08 e 07 secondi è valida e quindi il documento è integro ed autentico. Selezionando il pulsante VERIFICA FIRMATARIO si avvia il processo di verifica del certificato firmatario in modo del tutto analogo a quanto riportato nel capitolo precedente; 33

35 Selezionando APRI IL DOCUMENTO è possibile accedere al contenuto, in chiaro, del documento mentre per salvarlo è necessario selezionare il pulsante SALVA: Figura n 56 salvataggio file decrittografato e verificato 34

36 7 Il database personale dei certificati In questo capitolo vengono descritte tutte le azioni necessarie per effettuare l importazione dei certificati delle Certification Authority e dei destinatari dei documenti crittografati. IMPORTANTE l importazione nel database personale di certificati di CA, permette di validare automaticamente i certificati firmatari emessi dalle stesse. È quindi un operazione importante dal punto di vista della sicurezza e deve essere eseguita solo se si è certi che il certificato è autentico ed appartiene ad un CA fidata. Per ulteriori informazioniconsultareilmanualedifp. Si ricorda inoltre che il database dei certificati è personale; questo significa che ogni utenza di FP ha un suo database ed i certificati importati da un utente non vengono condivisi. Ogni utente deve quindi provvedere ad aggiornare il proprio database con i certificati con cui si trova ad operare. 7.1 Importazione del certificato Certification Authority Il presente paragrafo descrive le operazioni da compiere per: o o estrarre dalla propria smart card il certificato della CA che ha emesso le credenziali Identity e Utility; importare nel data base personale dei certificati il certificato della CA estratto. Per visualizzare il contenuto della smart card, dopo averla inserita nel lettore ed aver digitato il pin di accesso, è necessario selezionare il menù STRUMENTI E OPZIONI, KEY MANAGER: Figura n 57 Key Manager gestione credenziali/certificati 35

37 L applicazione attiva una finestra che riporta il contenuto della smart card inserita: Figura n 58 Key Manager contenuto della smart card Come si può notare dalle figura, in questo caso la smart card contiene: o o o due certificati di CA indicati con CA CERTIFICATE e LEVEL 1 CERTIFICATE; una credenziale Identity, IDENTITY CERTIFICATE, per la firma elettronica; una credenziale Utility, UTILITY CERTIFICATE, per la crittografia e la decrittografia; 36

38 L obbiettivo di questo paragrafo è quello di abilitare la credenziale Identity, alla firma di documenti e per farlo è necessario esportare i certificati delle due Certification Authority che l hanno emessa. L esportazione si avvia cliccando con il tasto destro del mouse, sul certificato selezionato e selezionando la voce ESPORTA dal menù a tendina: Figura n 59 esportazione certificato emittente certificatore In questo modo FP richiede il nome da assegnare al certificato da esportare: Figura n 60 salvataggio su file certificato - emittente certificatore 37

39 Selezionando il pulsante ESPORTA il certificato selezionato viene salvato, in formato PEM, nel file chiamato CAEMITTENTE. Figura n 61 salvataggio su file certificato - sub emittente certificatore Effettuando le stesse operazioni sul secondo certificato della CA lo si esporta generando il file CAEMITTENTELIVELLO1. IMPORTANTE FP permette di gestire certificati salvati in file senza alcuna estensione. Solitamente è buona norma associare ai file contenete certificati l estensione.crt oppure.cer. In questo modo il sistema operativo interpreta tali file come certificati ed è più agevole utilizzarli anche in altre applicazioni come, ad esempio, Internet Explorer. 38

40 Selezionando OK si conferma la correttezza dell esportazione: Figura n 62 salvataggio certificati corretto A questo punto, per importare nel database personale i certificati appena estratti, è necessario selezionare il menù STRUMENTI E OPZIONI, DATABASE CERTIFICATI: Figura n 63 accesso da menù al database personale certificati oppure selezionare il secondo pulsante da destra: Figura n 64 accesso al database personale certificati 39

41 FP propone quindi la videata riepilogativa dei certificati delle autorità di certificazione, già contenuti nel data base personale associato all utente: Figura n 65 database personale dei certificati 40

42 Azionando il pulsante IMPORTA DA FILE, si avvia l importazione del certificato CAEMITTENTE: Figura n 66 importazione certificato - emittente certificatore Dopo aver selezionato IMPORTA, l applicazione conferma il successo dell operazione presentando la seguente finestra: 41

43 Figura n 67 conferma importazione certificato Leggere attentamente il messaggio proposto e confermare selezionando SI. 42

44 Infine FP conferma la correttezza dell importazione. Figura n 68 importazione certificato corretta Selezionare OK e ripetere tutti i passi descritti dalla figura n. 66 in poi, per importare il certificato della CA secondaria. 43

45 7.2 Importazione dei certificati Utility Per importare il certificato di una persona a cui si vuole destinare un documento riservato, è necessario selezionare il menù STRUMENTI E OPZIONI, DATABASE CERTIFICATI: Figura n 69 accesso da menù al database personale certificati oppure selezionare il secondo pulsante da destra: Figura n 70 accesso da menù al database personale certificati 44

46 FP propone quindi la videata riepilogativa dei certificati delle autorità di certificazione, già contenuti nel data base personale associato all utente: Figura n 71 database personale certificati autorità di certificazione 45

47 Selezionando l opition button TIPO DI ENTITÀ, UTENTI FINALI, si accede alla sezione del database personale riservata ai certificati dei destinatari dei documenti crittografati: Figura n 72 database personale certificati utenti finali 46

48 In fase di primo utilizzo il data base è vuoto e per procedere all importazione è necessario selezionare il pulsante IMPORTA DA FILE: Figura n 73 importazione certificato utente per crittografia A questo punto è possibile scegliere il certificato da importare, selezionando il pulsante SFOGLIA 47

49 Selezionare APRI per avviare l importazione: Figura n 74 selezione certificato utente per crittografia Se il certificato da importare ha un estensione diversa da.cer è necessario scegliere come TIPO FILE, TUTTI I FILE: Figura n 75 selezione certificato utente per crittografia estensione.crt e scegliere il file opportuno. 48

50 Selezionando IMPORTA: Figura n 76 importazione certificato il certificato scelto viene importato nel database personale dei certificati. Figura n 77 importazione certificato corretta 49

51 Dopo aver confermato la correttezza dell importazione è possibile visualizzare gli estremi del certificato immesso nel database: Figura n 78 archiviazione certificato utente per crittografia A questo punto il certificato è pronto per essere inserito fra i destinatari dei documenti riservati. 50

52 8 La marca temporale Il presente paragrafo riporta tutte le operazioni da effettuare per apporre su un documento, una marca temporale a valore legale. 8.1 Apporre una marca temporale su un documento È possibile accedere alle funzionalità di marcatura temporale attraverso il primo pulsante da destra: Figura n 79 pulsante marcatura temporale oppure da menù FILE, RICHIEDI MARCA TEMPORALE: Figura n 80 menù richiedi marca temporale 51

53 FP in prima istanza richiede di selezionare il file su cui apporre la marca temporale: Figura n 81 selezione documento da marcare Selezionando APRI si avvia il processo di marcatura; se compare il messaggio: Figura n 82 errore di connessione significa che FP non è opportunamente configurato per connettersi all autorità di certificazione temporale; per rimediare a questa situazione è necessario seguire le operazioni illustrate nel paragrafo

54 9 Configurazione connessioni In questo capitolo vengono descritte tutte le azioni necessarie per configurare FP in modo da attivare: o o la verifica on line dei certificati firmatari, con controllo di eventuale revoca pubblicata sulla Certificate Revocation List (CRL); il collegamento alla CA di Timestamping 9.1 Configurare il collegamento alla CA per lo scarico della CRL Per configurare il collegamento alla CA è necessario selezionare il menù STRUMENTI E OPZIONI, PREFERENZE: Figura n 83 menù preferenze 53

55 In questo modo l applicazione attiva una finestra che riporta tutti i sui parametri di configurazione: Figura n 84 impostazione directory predefinite Selezionando la linguetta VERIFICA CERTIFICATI: Figura n 85 attivazione verifica certificati firmatari è possibile scegliere i PROTOCOLLI e la MODALITÀ DI ACCESSO ALLA CRL; selezionando l option button ON-LINE si attiva il controllo di un eventuale revoca del certificato firmatario, con la consultazione, in tempo reale, del contenuto della CRL direttamente alla CA emittente. Quest operazione offre la massima garanzia sull attendibilità ed autenticità del certificato. 54

56 Attraverso la linguetta SERVER PROXY è possibile impostare i parametri per la connessione a Internet e per la loro corretta configurazione è necessario rivolgersi ad un sistemista. Figura n 86 impostazione connessioni 55

57 9.2 Configurare il collegamento al server di marca temporale Per configurare il collegamento alla CA di Timestamping è necessario selezionare il menù STRUMENTI E OPZIONI, PREFERENZE: Figura n 87 menù preferenze In questo modo l applicazione attiva una finestra che riporta tutti i sui parametri di configurazione: Figura n 88 impostazione preferenze 56

58 Selezionando la linguetta Timestamping: è possibile impostare i parametri di configurazione per attivare il servizio di marcatura temporale; per reperire il loro corretto valore, è necessario far riferimento all Help Desk dedicato. Figura n 89 attivazione servizio di marcatura temporale Fine documento. 57

59 Quick reference Use of the Application: Actalis FILE PROTECTORTM

60 INDICE Quick use of the application: Actalis FILE PROTECTORTM Introduction Document goals 2 First start Configuration 3 The digital signature Signing a document 10 The signature encryption Sign and encrypt a document 19 The signature verification Verify a signed document 26 The decryption with signature verification Decrypt and verify encrypted and signed a document 31 The personal database of certified Importing the certificate Certification Authority Import Certificate Utility The timestamp Affix a time stamp on a document 51 Configuring connections Configure the connection to the CA for the discharge of the CRL Configure the connection to the server timestamp 56 1

User Guide Guglielmo SmartClient

User Guide Guglielmo SmartClient User Guide Guglielmo SmartClient User Guide - Guglielmo SmartClient Version: 1.0 Guglielmo All rights reserved. All trademarks and logos referenced herein belong to their respective companies. -2- 1. Introduction

Dettagli

ECVUSBO MANUALE DEL PRODOTTO DEVICE MANUAL

ECVUSBO MANUALE DEL PRODOTTO DEVICE MANUAL ECVUSBO MANUALE DEL PRODOTTO DEVICE MANUAL INDICE TABLE OF CONTENTS 1. Introduzione... pag. 3 1. Introduction... pag. 3 2. Requisiti di sistema... pag. 3 1. System requirements... pag. 3 3. Installazione...

Dettagli

REGISTRATION GUIDE TO RESHELL SOFTWARE

REGISTRATION GUIDE TO RESHELL SOFTWARE REGISTRATION GUIDE TO RESHELL SOFTWARE INDEX: 1. GENERAL INFORMATION 2. REGISTRATION GUIDE 1. GENERAL INFORMATION This guide contains the correct procedure for entering the software page http://software.roenest.com/

Dettagli

Installazione interfaccia e software di controllo mediante PC Installing the PC communication interface and control software

Installazione interfaccia e software di controllo mediante PC Installing the PC communication interface and control software Windows 7 Installazione interfaccia e software di controllo mediante PC Installing the PC communication interface and control software Contenuto del kit cod. 20046946: - Interfaccia PC-scheda (comprensiva

Dettagli

How to use the WPA2 encrypted connection

How to use the WPA2 encrypted connection How to use the WPA2 encrypted connection At every Alohawifi hotspot you can use the WPA2 Enterprise encrypted connection (the highest security standard for wireless networks nowadays available) simply

Dettagli

Posta elettronica per gli studenti Email for the students

Posta elettronica per gli studenti Email for the students http://www.uninettunouniverstiy.net Posta elettronica per gli studenti Email for the students Ver. 1.0 Ultimo aggiornamento (last update): 10/09/2008 13.47 Informazioni sul Documento / Information on the

Dettagli

Aggiornamento dispositivo di firma digitale

Aggiornamento dispositivo di firma digitale Aggiornamento dispositivo di firma digitale Updating digital signature device Questo documento ha il compito di descrivere, passo per passo, il processo di aggiornamento manuale del dispositivo di firma

Dettagli

sdforexcontest2009 Tool

sdforexcontest2009 Tool sdforexcontest2009 Tool Guida all istallazione e rimozione. Per scaricare il tool del campionato occorre visitare il sito dell organizzatore http://www.sdstudiodainesi.com e selezionare il link ForexContest

Dettagli

WELCOME. Go to the link of the official University of Palermo web site www.unipa.it; Click on the box on the right side Login unico

WELCOME. Go to the link of the official University of Palermo web site www.unipa.it; Click on the box on the right side Login unico WELCOME This is a Step by Step Guide that will help you to register as an Exchange for study student to the University of Palermo. Please, read carefully this guide and prepare all required data and documents.

Dettagli

Portale Materiali Grafiche Tamburini. Grafiche Tamburini Materials Portal

Portale Materiali Grafiche Tamburini. Grafiche Tamburini Materials Portal Portale Materiali Grafiche Tamburini Documentazione utente italiano pag. 2 Grafiche Tamburini Materials Portal English user guide page 6 pag. 1 Introduzione Il Portale Materiali è il Sistema Web di Grafiche

Dettagli

INSTALLARE PALLADIO USB DATA CABLE IN WINDOWS XP/ME/2000/98

INSTALLARE PALLADIO USB DATA CABLE IN WINDOWS XP/ME/2000/98 rev. 1.0-02/2002 Palladio USB Data Cable INSTALLARE PALLADIO USB DATA CABLE IN WINDOWS XP/ME/2000/98 (tutti i KIT, escluso KIT MOTOROLA V6x-T280) La procedura di installazione del Palladio USB Data Cable

Dettagli

bla bla Guard Manuale utente

bla bla Guard Manuale utente bla bla Guard Manuale utente Guard Guard: Manuale utente Data di pubblicazione martedì, 13. gennaio 2015 Version 1.2 Diritto d'autore 2006-2013 OPEN-XCHANGE Inc., Questo documento è proprietà intellettuale

Dettagli

CONFIGURATION MANUAL

CONFIGURATION MANUAL RELAY PROTOCOL CONFIGURATION TYPE CONFIGURATION MANUAL Copyright 2010 Data 18.06.2013 Rev. 1 Pag. 1 of 15 1. ENG General connection information for the IEC 61850 board 3 2. ENG Steps to retrieve and connect

Dettagli

Guida utente User Manual made in Italy Rev0

Guida utente User Manual made in Italy Rev0 Guida utente User Manual Rev0 made in Italy Indice/Index Informazioni generali General Info... 3 Guida Rapida per messa in funzione Start Up procedure... 3 Login Login... 3 Significato dei tasti Botton

Dettagli

Downloading and Installing Software Socio TIS

Downloading and Installing Software Socio TIS Object: Downloading and Installing Software Socio TIS compiler: L.D. Date Revision Note April 17 th 2013 --- For SO XP; Win 7 / Vista step Operation: Image A1 Open RUN by clicking the Start button, and

Dettagli

Compatibilità del Portale Piaggio con Internet Explorer 10 e 11. Internet Explorer 10

Compatibilità del Portale Piaggio con Internet Explorer 10 e 11. Internet Explorer 10 Italiano: Explorer 10 pagina 1, Explorer 11 pagina 2 English: Explorer 10 page 3 and 4, Explorer 11 page 5. Compatibilità del Portale Piaggio con Internet Explorer 10 e 11 Internet Explorer 10 Con l introduzione

Dettagli

LOGIN: please, go to webpage https://studiare.unife.it and login using Your user id and password (the same as the first registration).

LOGIN: please, go to webpage https://studiare.unife.it and login using Your user id and password (the same as the first registration). Università degli studi di Ferrara IMMATRICOLAZIONE online ai corsi di DOTTORATO PhD: Instructions for ENROLMENT of the winners English version below 1) EFFETTUARE IL LOGIN: collegarsi da qualsiasi postazione

Dettagli

DICHIARAZIONE DI RESPONSABILITÀ

DICHIARAZIONE DI RESPONSABILITÀ - 0MNSWK0082LUA - - ITALIANO - DICHIARAZIONE DI RESPONSABILITÀ Il produttore non accetta responsabilità per la perdita di dati, produttività, dispositivi o qualunque altro danno o costo associato (diretto

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO. Instructions to apply for exams ONLINE Version 01 updated on 17/11/2014

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO. Instructions to apply for exams ONLINE Version 01 updated on 17/11/2014 Instructions to apply for exams ONLINE Version 01 updated on 17/11/2014 Didactic offer Incoming students 2014/2015 can take exams of courses scheduled in the a.y. 2014/2015 and offered by the Department

Dettagli

Guida alla configurazione Configuration Guide

Guida alla configurazione Configuration Guide Guida alla configurazione Configuration Guide Configurazione telecamere IP con DVR analogici, compatibili IP IP cameras configuration with analog DVR, IP compatible Menu principale: Fare clic con il pulsante

Dettagli

LabSoftView. Programming software for PIXSYS controllers ATR121-ATR141-ATR142-ATR236-ATR243-DRR245

LabSoftView. Programming software for PIXSYS controllers ATR121-ATR141-ATR142-ATR236-ATR243-DRR245 LabSoftView Programming software for PIXSYS controllers ATR121-ATR141-ATR142-ATR236-ATR243-DRR245 Summary / Sommario ENGLISH... 3 1 Introduction... 3 2 Installation and minimum requirements... 4 3 How

Dettagli

Guida rapida di installazione

Guida rapida di installazione Configurazione 1) Collegare il Router Hamlet HRDSL108 Wireless ADSL2+ come mostrato in figura:. Router ADSL2+ Wireless Super G 108 Mbit Guida rapida di installazione Informiamo che il prodotto è stato

Dettagli

Manuale d uso. Applicazione client Postecert Firma Digitale per Postemailbox

Manuale d uso. Applicazione client Postecert Firma Digitale per Postemailbox per Postemailbox Documento pubblico Pagina 1 di 22 Indice INTRODUZIONE... 3 REQUISITI... 3 SOFTWARE... 3 HARDWARE... 3 INSTALLAZIONE... 3 AGGIORNAMENTI... 4 AVVIO DELL APPLICAZIONE... 4 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE...

Dettagli

3G HSPA USB MULTIMODEM High Speed Wireless Connectivity MT4211

3G HSPA USB MULTIMODEM High Speed Wireless Connectivity MT4211 3G HSPA USB MULTIMODEM High Speed Wireless Connectivity MT4211 Instructions Manual Introduction Thank you for your purchasing our HSUPA USB modem with TF fl ash card socket. Device is backward compatible

Dettagli

Copyright 2012 Binary System srl 29122 Piacenza ITALIA Via Coppalati, 6 P.IVA 01614510335 - info@binarysystem.eu http://www.binarysystem.

Copyright 2012 Binary System srl 29122 Piacenza ITALIA Via Coppalati, 6 P.IVA 01614510335 - info@binarysystem.eu http://www.binarysystem. CRWM CRWM (Web Content Relationship Management) has the main features for managing customer relationships from the first contact to after sales. The main functions of the application include: managing

Dettagli

THIS DOCUMENT WILL GUIDE YOU STEP BY STEP THROUGH THE DONATION PROCESS RELATED TO THE CROWDFUNDING CAMPAIGN MADE BY STANZE AL GENIO S HOUSE MUSEUM.

THIS DOCUMENT WILL GUIDE YOU STEP BY STEP THROUGH THE DONATION PROCESS RELATED TO THE CROWDFUNDING CAMPAIGN MADE BY STANZE AL GENIO S HOUSE MUSEUM. QUESTO DOCUMENTO TI GUIDA PASSO PASSO NELLA PROCEDURA DI DONAZIONE NELL AMBITO DELLA CAMPAGNA DI RACCOLTA FONDI PROMOSSA DALLA CASA MUSEO STANZE AL GENIO. THIS DOCUMENT WILL GUIDE YOU STEP BY STEP THROUGH

Dettagli

CCTV DIVISION GUIDA RAPIDA PER LA CONFIGURAZIONE DELL IP STATICO SU SISTEMI TVCC QUICK GUIDE FOR STATIC IP CONFIGURATION ABOUT CCTV SYSTEM

CCTV DIVISION GUIDA RAPIDA PER LA CONFIGURAZIONE DELL IP STATICO SU SISTEMI TVCC QUICK GUIDE FOR STATIC IP CONFIGURATION ABOUT CCTV SYSTEM CCTV DIVISION GUIDA RAPIDA PER LA CONFIGURAZIONE DELL IP STATICO SU SISTEMI TVCC QUICK GUIDE FOR STATIC IP CONFIGURATION ABOUT CCTV SYSTEM ITALIANO Principali Step per la configurazione I dispositivi di

Dettagli

MANUALE UTENTE MODULO ESPANSIONE TASTI MANUALE UTENTE MANUALE UTENTE Descrizione Il modulo fornisce al telefono VOIspeed V-605 flessibilità e adattabilità, mediante l aggiunta di trenta tasti memoria facilmente

Dettagli

Nautilus Installazione Aggiornato a versione 2.4.1092

Nautilus Installazione Aggiornato a versione 2.4.1092 Nautilus Installazione Aggiornato a versione 2.4.1092 IMPORTANTE: NON INSERIRE LA CHIAVE USB DI LICENZA FINO A QUANDO RICHIESTO NOTA: se sul vostro computer è già installato Nautilus 2.4, è consigliabile

Dettagli

Printer Driver. Prima di procedere con l utilizzo del driver stampante, leggere il file Readme. Prima dell utilizzo del software 4-152-267-42(1)

Printer Driver. Prima di procedere con l utilizzo del driver stampante, leggere il file Readme. Prima dell utilizzo del software 4-152-267-42(1) 4-152-267-42(1) Printer Driver Guida per l installazione Questa guida descrive l installazione del driver stampante per Windows 7, Windows Vista, Windows XP e. Prima dell utilizzo del software Prima di

Dettagli

http://www-5.unipv.it/eduroam/

http://www-5.unipv.it/eduroam/ EduRoam - UniPv http://www-5.unipv.it/eduroam/ Page 1 of 1 30/01/2014 EduRoam è un servizio internazionale che permette l'accesso alla rete wireless agli utenti mobili (roaming users) in tutte le organizzazioni

Dettagli

Richiesta di licenza di matrimonio (Marriage License Request)

Richiesta di licenza di matrimonio (Marriage License Request) Richiesta di licenza di matrimonio (Marriage License Request) Il presente documento contiene la traduzione della domanda online per la licenza o permesso di matrimonio. Per ricevere assistenza tecnica,

Dettagli

Manuale utente del servizio di Posta Elettronica Certificata

Manuale utente del servizio di Posta Elettronica Certificata 27 Ottobre 26 Manuale utente del servizio di Posta Elettronica Certificata Pagina 1 di 5 27 Ottobre 26 TABELLA DELLE VERSIONI Versione Data Paragrafo Descrizione delle modifiche apportate 1A 7-8-22 Tutti

Dettagli

4.4 MANUALE 4.5 AUTOMATICO

4.4 MANUALE 4.5 AUTOMATICO DOC. NO. 599402P01 FOGLIO AGGIUNTIVO al libretto 5954 006 01 5954 007 01 5954 008 01 ADDITIONAL SHEET to handbook 5954 00U 01 5954 00V 01 (28-4-2014) 5954 00H 01 5954 00J 01 5954 00X 01 5954 00W01 IT 4.4

Dettagli

Si ricorda che il pagamento è possibile solo tramite CARTE DI CREDITO del circuito VISA VBV (Verified By Visa) o MASTERCARD SECURECODE

Si ricorda che il pagamento è possibile solo tramite CARTE DI CREDITO del circuito VISA VBV (Verified By Visa) o MASTERCARD SECURECODE BENVENUTO WELCOME Dopo aver acconsentito al trattamento dati personali potrai accedere alla procedura di iscrizione online agli eventi messi a disposizione dal Gruppo Cinofilo Fiorentino. Ti consigliamo

Dettagli

RuparPiemonte Manuale di installazione certificato digitale per la sicurezza Certification Authority di SistemaPiemonte

RuparPiemonte Manuale di installazione certificato digitale per la sicurezza Certification Authority di SistemaPiemonte RuparPiemonte Manuale di installazione certificato digitale per la sicurezza Certification Authority di SistemaPiemonte Pag. 1 di 17 SOMMARIO 1. PREMESSE...2 2. IL...2 3. VERIFICA DELLA VERSIONE CORRETTA

Dettagli

Introduzione Kerberos. Orazio Battaglia

Introduzione Kerberos. Orazio Battaglia Orazio Battaglia Il protocollo Kerberos è stato sviluppato dal MIT (Massachusetts Institute of Tecnology) Iniziato a sviluppare negli anni 80 è stato rilasciato come Open Source nel 1987 ed è diventato

Dettagli

Quick Start Guide ITA/ENG

Quick Start Guide ITA/ENG Quick Start Guide ITA/ENG Compatible with GoPro (HERO3, HERO3+ and HERO4). Build data, music and fun! Data Music è un dispositivo da applicare a GoPro HERO3, HERO3+ e HERO4 che, in abbinamento a uno smartphone,

Dettagli

Guida all installazione del prodotto 4600 in configurazione plip

Guida all installazione del prodotto 4600 in configurazione plip Guida all installazione del prodotto 4600 in configurazione plip Premessa Questo prodotto è stato pensato e progettato, per poter essere installato, sia sulle vetture provviste di piattaforma CAN che su

Dettagli

Clicca sulle immagini di preview qui sotto per aprire e visualizzare alcuni esempi di presentazioni dinamiche create con Focusky:

Clicca sulle immagini di preview qui sotto per aprire e visualizzare alcuni esempi di presentazioni dinamiche create con Focusky: Focusky Focusky è l innovativo e professionale software progettato per creare resentazioni interattive ad alto impatto visivo e ricco di effetti speciali (zoom, transizioni, flash, ecc..). A differenza

Dettagli

CAMBIO DATI PERSONALI - Italy

CAMBIO DATI PERSONALI - Italy CAMBIO DATI PERSONALI - Italy Istruzioni Per La Compilazione Del Modulo / Instructions: : Questo modulo è utilizzato per modificare i dati personali. ATTENZIONE! Si prega di compilare esclusivamente la

Dettagli

Progetto Michelangelo. Click4Care - ThinkHealth System. Paolo Rota Sperti Roma, 08 Novembre 2008. 2008 Pfizer Italy. Tutti i diritti riservati.

Progetto Michelangelo. Click4Care - ThinkHealth System. Paolo Rota Sperti Roma, 08 Novembre 2008. 2008 Pfizer Italy. Tutti i diritti riservati. Progetto Michelangelo Click4Care - ThinkHealth System Paolo Rota Sperti Roma, 08 Novembre 2008 2008 Pfizer Italy. Tutti i diritti riservati. 1 Storia Pfizer ha sviluppato negli ultimi anni know-how nel

Dettagli

Caratteristiche principali. la struttura open source (escluse alcune versioni intermedie) il suo basarsi su kernel Linux.

Caratteristiche principali. la struttura open source (escluse alcune versioni intermedie) il suo basarsi su kernel Linux. Android s.o. Androidè un sistema operativo per dispositivi mobili costituito da uno stack software che include: un sistema operativo di base, i middleware per le comunicazioni le applicazioni di base.

Dettagli

Utilizzando il nostro sito, l'utente accetta che tali cookie possono essere installati sul proprio dispositivo.

Utilizzando il nostro sito, l'utente accetta che tali cookie possono essere installati sul proprio dispositivo. Cookie Per rendere il nostro sito web più facile ed intuitivo, facciamo uso dei cookie. Utilizziamo i dati raccolti grazie ai cookie per rendere l'esperienza di navigazione più piacevole e più efficiente.

Dettagli

Quando mi collego ad alcuni servizi hosting ricevo un messaggio relativo al certificato di protezione del sito SSL, come mai?

Quando mi collego ad alcuni servizi hosting ricevo un messaggio relativo al certificato di protezione del sito SSL, come mai? IT FAQ-SSL Quando mi collego ad alcuni servizi hosting ricevo un messaggio relativo al certificato di protezione del sito SSL, come mai? Il certificato SSL relativo ai servizi hosting è stato rinnovato

Dettagli

You can visualize the free space percentage in Compact Flash memory from the MENU/INFO C.F. UTILITY-FREE SPACE page.

You can visualize the free space percentage in Compact Flash memory from the MENU/INFO C.F. UTILITY-FREE SPACE page. This release introduces some new features: -TUNE PITCH -FREE SPACE -TUNER -DRUMKIT EDITOR From the PARAM MIDI page, it is possible to modify the "TUNE PITCH" parameter, which allows you to tune up the

Dettagli

PIATTAFORMA TELEMATICA INTEGRATA REGIONE SICILIANA. Componente Autonoma Firma Digitale - Rimodulazione Manuale di Esercizio

PIATTAFORMA TELEMATICA INTEGRATA REGIONE SICILIANA. Componente Autonoma Firma Digitale - Rimodulazione Manuale di Esercizio PIATTAFORMA TELEMATICA INTEGRATA REGIONE SICILIANA Componente Autonoma Firma Digitale - Rimodulazione Manuale di Esercizio Redatto da: Eleonora Bordino 09/01/2012 Verificato da: Pierluigi Trombetti 09/01/2012

Dettagli

Archiviare messaggi da Microsoft Exchange 2003

Archiviare messaggi da Microsoft Exchange 2003 Archiviare messaggi da Microsoft Exchange 2003 Nota: Questo tutorial si riferisce specificamente all'archiviazione da Microsoft Exchange 2003. Si dà come presupposto che il lettore abbia già installato

Dettagli

1.2 Prendere visione dell Informativa sul trattamento dei dati personali, quindi selezionare il pulsante Avanti.

1.2 Prendere visione dell Informativa sul trattamento dei dati personali, quindi selezionare il pulsante Avanti. Dottorati di Ricerca Guida all iscrizione online al concorso d ammissione How to register online for the Ph.D. selection (English version below) ATTENZIONE: per effettuare l iscrizione è indispensabile

Dettagli

Aruba Sign 2 Guida rapida

Aruba Sign 2 Guida rapida Aruba Sign 2 Guida rapida 1 Indice Indice...2 1 Informazioni sul documento...3 1.1 Scopo del documento...3 2 Prerequisiti...4 2.1.1 Software...4 2.1.2 Rete...4 3 Installazione...5 Passo 2...5 4 Avvio di

Dettagli

Manuale Utente del Portale CA. Firma Digitale su CNS/CRS

Manuale Utente del Portale CA. Firma Digitale su CNS/CRS - Carta Regionale dei Servizi e Certificati Qualificati di Firma Digitale Manuale Utente del Portale CA Firma Digitale su CNS/CRS Codice del Documento: CRS-CA-MES#01 Revisione del Documento: 1.0 Data di

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TRENTO DOCUMENTO ELETTRONICO, FIRMA DIGITALE E SICUREZZA IN RETE.

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TRENTO DOCUMENTO ELETTRONICO, FIRMA DIGITALE E SICUREZZA IN RETE. UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TRENTO DOCUMENTO ELETTRONICO, FIRMA DIGITALE E SICUREZZA IN RETE. ENTRUST/PKI 6.0 MANUALE PER L UTENTE. A cura di: Eleonora Brioni, Direzione Informatica e Telecomunicazioni ATI

Dettagli

Mod. 1067 INTERFACCIA USB/KEY USB/KEY INTERFACE. Sch./Ref.1067/003

Mod. 1067 INTERFACCIA USB/KEY USB/KEY INTERFACE. Sch./Ref.1067/003 Mod. 1067 DS1067-019 LBT8388 INTERFACCIA USB/KEY USB/KEY INTERFACE Sch./Ref.1067/003 ITALIANO DESCRIZIONE GENERALE L interfaccia 1067/003 consente di collegare alla Centrale 1067/032 o 1067/042 (ver. 2.00

Dettagli

COSA FARE APPENA ACQUISTATA UNA SMARTBOARD TM

COSA FARE APPENA ACQUISTATA UNA SMARTBOARD TM COSA FARE APPENA ACQUISTATA UNA SMARTBOARD TM Una volta acquistata una Lavagna Interattiva Multimediale SMARTBoard TM, è necessario effettuare una procedura di registrazione al fine di:. Estendere la garanzia

Dettagli

Software di interfacciamento sistemi gestionali Manuale di installazione, configurazione ed utilizzo

Software di interfacciamento sistemi gestionali Manuale di installazione, configurazione ed utilizzo 01595 Software di interfacciamento sistemi gestionali Manuale di installazione, configurazione ed utilizzo INDICE DESCRIZIONE DEL SOFTWARE DI INTERFACCIAMENTO CON I SISTEMI GESTIONALI (ART. 01595) 2 Le

Dettagli

Babaoglu 2006 Sicurezza 2

Babaoglu 2006 Sicurezza 2 Key Escrow Key Escrow Ozalp Babaoglu! In many situations, a secret (key) is known to only a single individual " Private key in asymmetric cryptography " The key in symmetric cryptography or MAC where the

Dettagli

IBM Software Demos Tivoli Identity Manager e Tivoli Directory Integrator

IBM Software Demos Tivoli Identity Manager e Tivoli Directory Integrator Tivoli_Identity_Manager_Directory_Integrator_Integration_D_Dec05 1a 0:13 Le soluzioni per la gestione della sicurezza IBM Tivoli affrontano due sfide dell'e-business: la gestione delle identità automatizzata

Dettagli

Software version 1.1 Document version 1.0

Software version 1.1 Document version 1.0 Software version 1.1 Document version 1.0 Indice Installazione del Software DVA Network... 3 Requisiti del sistema... 3 Installazione DVA Network... 3 Disabilitazione della firma digitale del driver e

Dettagli

Manuale d uso firmaok!gold

Manuale d uso firmaok!gold 1 Manuale d uso firmaok!gold 2 Sommario Introduzione... 4 La sicurezza della propria postazione... 5 Meccanismi di sicurezza applicati a FirmaOK!gold... 6 Archivio certificati... 6 Verifica dell integrità

Dettagli

TNCguide OEM Informativa sull introduzione di documentazione aggiuntiva nella TNCguide

TNCguide OEM Informativa sull introduzione di documentazione aggiuntiva nella TNCguide Newsletter Application 4/2007 OEM Informativa sull introduzione di documentazione aggiuntiva nella APPLICABILITÀ: CONTROLLO NUMERICO itnc 530 DA VERSIONE SOFTWARE 340 49x-03 REQUISITI HARDWARE: MC 420

Dettagli

5. SVILUPPO DI UNA PRESENTAZIONE POWER POINT

5. SVILUPPO DI UNA PRESENTAZIONE POWER POINT This project funded by Leonardo da Vinci has been carried out with the support of the European Community. The content of this project does not necessarily reflect the position of the European Community

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE E L INVIO DELLE DOMANDE ON-LINE PARTERSHIP STRUTTURATE E DOUBLE DEGREE MOBILITA INTERNAZIONALE

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE E L INVIO DELLE DOMANDE ON-LINE PARTERSHIP STRUTTURATE E DOUBLE DEGREE MOBILITA INTERNAZIONALE ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE E L INVIO DELLE DOMANDE ON-LINE PARTERSHIP STRUTTURATE E DOUBLE DEGREE MOBILITA INTERNAZIONALE N.B. La domanda si potrà compilare e inviare on-line nelle scadenze indicate

Dettagli

Firma Digitale dei documenti

Firma Digitale dei documenti Manuale d uso Fornitore Configurazione software per Firma Digitale e Marca Temporale Obiettivi e struttura del documento Il presente documento mira a fornire un supporto ai fornitori nelle seguenti fasi:

Dettagli

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

Laboratorio di Amministrazione di Sistema (CT0157) parte A : domande a risposta multipla

Laboratorio di Amministrazione di Sistema (CT0157) parte A : domande a risposta multipla Laboratorio di Amministrazione di Sistema (CT0157) parte A : domande a risposta multipla 1. Which are three reasons a company may choose Linux over Windows as an operating system? (Choose three.)? a) It

Dettagli

La Sua banca dovrá registrare il mandato di addebito nei propri sistemi prima di poter iniziare o attivare qualsiasi transazione

La Sua banca dovrá registrare il mandato di addebito nei propri sistemi prima di poter iniziare o attivare qualsiasi transazione To: Agenti che partecipano al BSP Italia Date: 28 Ottobre 2015 Explore Our Products Subject: Addebito diretto SEPA B2B Informazione importante sulla procedura Gentili Agenti, Con riferimento alla procedura

Dettagli

RELAZIONE SCRITTA RELATIVA AL PROGRAMMA DI GESTIONE TABELLA ATTORI

RELAZIONE SCRITTA RELATIVA AL PROGRAMMA DI GESTIONE TABELLA ATTORI Nicoletta Barbaro 4C Mercurio TRACCIA DEL PROBLEMA: RELAZIONE SCRITTA RELATIVA AL PROGRAMMA DI GESTIONE TABELLA ATTORI Un'azienda che distribuisce film in formato dvd chiede ad una software house(4c mercurio)

Dettagli

Manuale Utente CryptoClient

Manuale Utente CryptoClient Codice Documento: CERTMOB1.TT.DPMU12005.01 Firma Sicura Mobile Telecom Italia Trust Technologies S.r.l. - Documento Pubblico Tutti i diritti riservati Indice degli argomenti... 1 Firma Sicura Mobile...

Dettagli

Configurazione schede

Configurazione schede Configurazione schede 1 SO Windows XP con schede WIFI Telecom o qualsiasi Occorre aprire il Client Reti senza fili con un doppio click sulla icona presente nella taskbar (o barra delle applicazioni) in

Dettagli

GUIDA RAPIDA D'INSTALLAZIONE: QUICK INSTALLATION GUIDE: Gentile Cliente, La ringraziamo per la fiducia riposta nei nostri prodotti. La preghiamo di seguire le norme d'uso e manutenzione: al termine del

Dettagli

GUIDE FOR ADMISSION APPLICATION ON LINE TO PH.D. PROGRAMMES

GUIDE FOR ADMISSION APPLICATION ON LINE TO PH.D. PROGRAMMES GUIDE FOR ADMISSION APPLICATION ON LINE TO PH.D. PROGRAMMES CYCLE XXXI ACADEMIC YEAR. 2015-2016 USEFUL LINKS: Dottorato di Ricerca Corsi di Dottorato di Ricerca: http://portale.unibas.it/site/home/ricerca/dottorati-di-ricerca.html

Dettagli

IF2E001 Interfaccia Ethernet-RS485

IF2E001 Interfaccia Ethernet-RS485 IF2E001 Interfaccia Ethernet-RS485 Manuale utente File : Ethernet interfaccia-manuale utente.doc 1/4 Interfaccia Ethernet manuale utente Versione 1.1 1 DESCRIZIONE GENERALE Questo dispositivo consente

Dettagli

Servizio di Posta Elettronica Cetrificata EDS Italia

Servizio di Posta Elettronica Cetrificata EDS Italia Servizio di Posta Elettronica Cetrificata EDS Italia Manuale di configurazione ed uso per l utente finale Sistema Pubblico di Connettività Scopo del : Il presente manuale intende fornire un aiuto all utente

Dettagli

UNIPA REGISTRATION: Go to the link of the University of Palermo website: http://www.unipa.it/target/studenti/servizi-online/portale-studenti

UNIPA REGISTRATION: Go to the link of the University of Palermo website: http://www.unipa.it/target/studenti/servizi-online/portale-studenti WELCOME This is a Guide that will help you to enroll to an Italian University and to register as Italian students with a foreign qualification or EU students or Extra EU students living in Italy to the

Dettagli

Il programma di installazione per l'applicazione SanDisk +Cloud si trova sull'unità flash SanDisk.

Il programma di installazione per l'applicazione SanDisk +Cloud si trova sull'unità flash SanDisk. Installazione Il programma di installazione per l'applicazione SanDisk +Cloud si trova sull'unità flash SanDisk. Assicurarsi che il computer sia collegato ad internet. Successivamente, collegare l'unità

Dettagli

MANUALE DELL UTENTE DELLA SERIE HD PER IL BACKUP

MANUALE DELL UTENTE DELLA SERIE HD PER IL BACKUP MANUALE DELL UTENTE DELLA SERIE HD PER IL BACKUP GRAZIE per avere acquistato il dispositivo Clickfree Backup. Le presenti istruzioni sono state preparate per aiutare l utente ad utilizzare il prodotto,

Dettagli

Contenuto della confezione. Elenco dei termini. Powerline Adapter

Contenuto della confezione. Elenco dei termini. Powerline Adapter Powerline Adapter Importante! Non esporre lo Powerline Adapter a temperature estreme. Non lasciare l apparecchio alla luce diretta del sole o in prossimità di elementi di riscaldamento. Non utilizzare

Dettagli

www.aylook.com -Fig.1-

www.aylook.com -Fig.1- 1. RAGGIUNGIBILITA DI AYLOOK DA REMOTO La raggiungibilità da remoto di Aylook è gestibile in modo efficace attraverso una normale connessione ADSL. Si presentano, però, almeno due casi: 1.1 Aylook che

Dettagli

Manuale DigitalSign installazione, configurazione, utilizzo e risoluzione di problematiche ed errori comuni

Manuale DigitalSign installazione, configurazione, utilizzo e risoluzione di problematiche ed errori comuni Manuale DigitalSign installazione, configurazione, utilizzo e risoluzione di problematiche ed errori comuni DigitalSign è il software fornito da Telecom Italia Trust Technologies S.r.l che consente di

Dettagli

Attività relative alla Firma Digitale di documenti in ingresso e in uscita

Attività relative alla Firma Digitale di documenti in ingresso e in uscita Attività relative alla Firma Digitale di documenti in ingresso e in uscita Manuale d uso Fornitore - Predisposizione documento e firma digitale - Roma, Ottobre 0 Obiettivi e struttura del documento Il

Dettagli

IMPORTANTE : La XM200LAN non può essere utilizzata contemporaneamente da più computer. Tasto RESET

IMPORTANTE : La XM200LAN non può essere utilizzata contemporaneamente da più computer. Tasto RESET XM200LN Made in Italy EMC/2006/95/CE zienda con Sistema di gestione per la Qualità UNI EN ISO 9001:2000 Lead free Pb RoHS compliant REE Modulo connessione LN per centrali Serie XM Tensione nominale di

Dettagli

Token USB V1 - Guida rapida

Token USB V1 - Guida rapida Token USB V1 - Guida rapida 1 Indice Indice... 2 1 Informazioni sul documento... 3 1.1 Scopo del documento... 3 2 Caratteristiche del dispositivo... 4 2.1 Prerequisiti... 4 2.1.1 Software... 4 2.1.2 Rete...

Dettagli

Configurazione di Windows per comunicazioni OPC Server-Client

Configurazione di Windows per comunicazioni OPC Server-Client Configurazione di Windows per comunicazioni OPC Server-Client Come impostare il sistema e DCOM Windows per utilizzare la comunicazione OPC di WinCC RT Advanced / WinCC RT Flexible 1 1. Introduzione Utilizzando

Dettagli

Guida all installazione rapida

Guida all installazione rapida Italian 1. Guida all installazione rapida Requisiti del sistema Il PC deve essere attrezzato con quanto segue per configurare Thecus YES Box N2100: Unità CD-ROM o DVD-ROM Porta Ethernet collegata ad un

Dettagli

Guida sintetica importazione SD Syntethic guide for SD import

Guida sintetica importazione SD Syntethic guide for SD import Guida sintetica importazione SD Syntethic guide for SD import LEGGERE E CONSERVARE READ AND KEEP Rev. 01-15 ITA ENG TeleNET SD TeleNET SD Indice - Index INDICE / CONTENTS INTRODUZIONE INTRODUCTION Pag.

Dettagli

Bancaidentity SERVIZIO DI FIRMA DIGITALE MANUALE CLIENTE

Bancaidentity SERVIZIO DI FIRMA DIGITALE MANUALE CLIENTE Bancaidentity SERVIZIO DI FIRMA DIGITALE MANUALE CLIENTE 1 INDICE 1. PRESENTAZIONE DEL SERVIZIO 3 2. FUNZIONALITÀ DI PRIMO ACCESSO 4 2.1 Test configurazione postazione e prova di firma 5 2.2 Cambio PIN

Dettagli

DIKE - MANUALE UTENTE

DIKE - MANUALE UTENTE InfoCert S.p.A. Ente Certificatore InfoCert Dike Manuale Utente Codice documento: Dike-MU Redatto da Certificazione Digitale e Sistemi Nome file: manuale dike4.sxw Dike - Manuale Utente - Vers. 5 del 24/01/2008

Dettagli

PULSANTIERA ESTERNA CON RUBRICA ELETTRONICA ENTRANCE PANEL WITH ELECTRONIC DIRECTORY "DB CONFIG 2 LINE" APPLICATION Specifiche soggette a variazioni senza preavviso. Specifications subject to modifications

Dettagli

SOMMARIO GENERALITÀ 3 AGGIORNAMENTO FIRMWARE 4 PROGRAMMAZIONE DEL MICROPROCESSORE 7 AGGIORNAMENTO MULTICOM 302 / 352 4 AGGIORNAMENTO MULTI I/O 5

SOMMARIO GENERALITÀ 3 AGGIORNAMENTO FIRMWARE 4 PROGRAMMAZIONE DEL MICROPROCESSORE 7 AGGIORNAMENTO MULTICOM 302 / 352 4 AGGIORNAMENTO MULTI I/O 5 MultiCOM - Mult lti I/O - Remote Panel - Istruzioni aggiornamento firmware - - Firmware upgrade instructions - SOMMARIO GENERALITÀ 3 AGGIORNAMENTO FIRMWARE 4 AGGIORNAMENTO MULTICOM 301 / 351 4 AGGIORNAMENTO

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO ENROLMENT PROCEDURE FOR INCOMING STUDENTS ACADEMIC YEAR 2015/2016 Version 01 dated 2015-06-16 This procedure is addressed to international students spending a study period at the University of Torino during

Dettagli

CIT.00.M.DI.01#9.1.0# CRS-FORM-MES#346

CIT.00.M.DI.01#9.1.0# CRS-FORM-MES#346 Carta Regionale dei Servizi Sistema Informativo Socio Sanitario Installazione e Configurazione PDL Cittadino CRS-FORM-MES#346 INDICE DEI CONTENUTI 1 INTRODUZIONE... 3 1.1 SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE...

Dettagli

Consulenza Informatica ======================================================================= Introduzione. Documentazione tecnica

Consulenza Informatica ======================================================================= Introduzione. Documentazione tecnica Introduzione Le novità che sono state introdotte nei terminal services di Windows Server 2008 sono davvero tante ed interessanti, sotto tutti i punti di vista. Chi già utilizza i Terminal Services di Windows

Dettagli

Manuale d istruzioni

Manuale d istruzioni Manuale d istruzioni Contenuti 1. Caratteristiche 2. Specifiche 3. Parti ed accessori 4. Panoramica del dispositivo 5. Installazione di una unità disco rigido SATA 6. Installazione del software 7. Il software

Dettagli

Corsi di Laurea Magistrale/ Master Degree Programs

Corsi di Laurea Magistrale/ Master Degree Programs Corsi di Laurea Magistrale/ Master Degree Programs Studenti iscritti al I anno (immatricolati nell a.a. 2014-2015 / Students enrolled A. Y. 2014-2015) Piano di studi 17-27 Novembre 2014 (tramite web self-service)

Dettagli

Richiesta Autorizzazione a «bestandard»

Richiesta Autorizzazione a «bestandard» Richiesta Autorizzazione a «bestandard» Accesso al Sistema System Access Richiesta Abilitazione Authorization Request Cambio password Fornitori Suppliers Password Change Accesso al Sistema HOME PAGE Per

Dettagli

RELAZIONE SCRITTA RELATIVA AL PROGRAMMA DI GESTIONE CISALFA

RELAZIONE SCRITTA RELATIVA AL PROGRAMMA DI GESTIONE CISALFA Bianca Pasetti TRACCIA DEL PROBLEMA: RELAZIONE SCRITTA RELATIVA AL PROGRAMMA DI GESTIONE CISALFA Il negozio Cisalfa vuole tener traccia dei prodotti acquistati dai clienti. Di ogni cliente si vuole conoscere

Dettagli

URMET DOMUS Spa sito web : http://www.urmetdomus.it - e-mail : info@urmetdomus.it CCTV DIVISION

URMET DOMUS Spa sito web : http://www.urmetdomus.it - e-mail : info@urmetdomus.it CCTV DIVISION CCTV DIVISION GUIDA ALL USO E CONFIGURAZIONE DEL BLACKBERRY PER APPLICAZIONI DI TERZI PARTI CHE NON SONO SUPPORTATE DA BIS E BES BLACKBERRY USE AND CONFIGURATION MANUAL FOR THIRD PARTY APPLICATIONS NOT

Dettagli

Prova finale di Ingegneria del software

Prova finale di Ingegneria del software Prova finale di Ingegneria del software Scaglione: Prof. San Pietro Andrea Romanoni: Francesco Visin: andrea.romanoni@polimi.it francesco.visin@polimi.it Italiano 2 Scaglioni di voto Scaglioni di voto

Dettagli