Guida Rapida. all utilizzo dell applicazione: Actalis FILE PROTECTORTM

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Guida Rapida. all utilizzo dell applicazione: Actalis FILE PROTECTORTM"

Transcript

1 Guida Rapida all utilizzo dell applicazione: Actalis FILE PROTECTORTM

2 INDICE Guida Rapida all utilizzo dell applicazione: Actalis FILE PROTECTORTM Introduzione Scopo del documento 2 Primo avvio Configurazione 3 La firma digitale Firmare un documento 10 La firma con crittografia Firmare e crittografare un documento 19 La verifica della firma Verificare un documento firmato 26 La decrittografia con verifica firma Decrittografare e verificare un documento cifrato e firmato 31 Il database personale dei certificati Importazione del certificato Certification Authority Importazione dei certificati Utility La marca temporale Apporre una marca temporale su un documento 51 Configurazione connessioni Configurare il collegamento alla CA per lo scarico della CRL Configurare il collegamento al server di marca temporale 56 1

3 1 Introduzione 1.1 Scopo del documento La presente Guida Rapida all utilizzo dell applicazione: ACTALIS FILE PROTECTORTM ha l obiettivo di orientare l utente ad un utilizzo immediato delle funzionalità base di File Protector. Il documento non è da considerarsi come sostitutivo del manuale fornito con l applicazione, File Protector Guida all uso di File Protector v3x, in alcuna sua parte e si rimanda ad esso in caso di chiarimenti e/o approfondimenti. 2

4 2 Primo avvio In questo capitolo vengono descritte le azioni da effettuare per configurare FILE PROTECTOR (nel seguito FP) in modo da attivarlo all utilizzo immediato. Tutte le operazioni descritte sono da eseguire solamente al primo utilizzo, successivo all installazione dell applicazione. 2.1 Configurazione FP può essere avviato da menù START, PROGRAMMI, ACTALIS, FILE PROTECTOR 3.0 Figura n 1 avvio di File Protector dalla barra delle applicazioni oppure dall icona presente sul desktop: Figura n 2 avvio di File Protector da Desktop 3

5 FP si avvia presentando la seguente immagine: Figura n 3 avvio di File Protector Al primo avvio appare il messaggio: Figura n 4 primo avvio: assenza di utenze configurate che invita l utente a creare un nuovo profilo. Questa operazione consente di riservare un area personale in cui vengono immagazzinati sia i certificati utente che delle Certification Authority utilizzati nelle diverse attività. Cliccando su OK appare la finestra per la configurazione del profilo, dove è necessario impostare il nome dell utenza e scegliere una password di accesso: 4

6 Figura n 5 configurazione del profilo di utenza La correttezza della configurazione viene segnalata dal seguente messaggio: Figura n 6 profilo utente creato con successo Infine, selezionando OK, si ha accesso all applicazione FP che si presenta come in figura: Figura n 7 File Protector Il successivo passo per concludere la configurazione di FP è la scelta del dispositivo: ovvero l impostazione del tipo di smart card che si è ricevuto in dotazione. IMPORTANTE la configurazione del dispositivo deve essere eseguita inserendo prima la smart card nel lettore. La smart card deve essere inserita con il microchip rivolto verso l alto ed è inserita correttamente quando il led verde del lettore lampeggia. 5

7 Questa operazione si effettua dal menù DISPOSITIVO, CONFIGURAZIONE: Figura n 8 configurazione Smart Card Selezionare l opzione HARDWARE e cliccare sul pulsante IMPOSTARE AUTOMATICAMENTE (SE POSSIBILE); Figura n 9 impostazione modello Smart Card Selezionando il primo pulsante a sinistra dell applicazione si attiva la lettura del contenuto della smart card: Figura n 10 accesso al contenuto della Smart Card ed appare la finestra di login; se non si è effettuata l impostazione del dispositivo, dopo alcuni istanti, compare il seguente messaggio di errore: 6

8 Figura n 11 accesso alla Smart Card fallito In questo caso è necessario scegliere il menù DISPOSITIVO, CONFIGURAZIONE ed effettuare il controllo delle impostazioni selezionate. 7

9 Se FP è stato configurato correttamente, cliccando sul pulsante di LOGIN compare la finestra: Figura n 12 richiesta PIN di accesso alla Smart Card contraddistinta dal messaggio DISPOSITIVO INSERITO seguito da un visto verde. Per poter accedere al contenuto della smart card è necessario digitare il suo PIN nella casella di testo e selezionare il pulsante OK. IMPORTANTE il PIN della smart card è composto nel seguente modo: o leprimetrecifresonoriportatesullalettera accompagnatoria del kit cliente alla voce PIN della carta ; ad esempio: 123xxxxx. o a queste cifre vanno aggiunte quelle contenute nella busta disicurezzaconsegnataall utenteall attodella registrazione; se ad esempio il codice segreto della busta è il PIN della smart card sarà

10 Per interrompere la consultazione del contenuto della smart card selezionare il primo pulsante a sinistra di FP e confermare l uscita. Figura n 13 uscita dalla Smart Card A questo punto FP è pronto per esse utilizzato in tutte le sue funzionalità: firmare un documento; firmare e crittografare un documento, busta crittografica; verificare la firma di un documento; decrittografare e verificare una busta crittografica; gestire il database personale dei certificati; apporre una marca temporale; gestire la configurazione delle connessioni; 9

11 3 La firma digitale Nel presente capitolo vengono descritti tutti i passi necessari per ottenere la firma di un documento, in modo da salvaguardarne e garantirne l integrità e l autenticità. 3.1 Firmare un documento FP permettere di accedere alle funzionalità di firma attraverso il secondo pulsante da sinistra: Figura n 14 pulsante firma documento oppure da menù FILE, FIRMA: Figura n 15 menù firma 10

12 L applicazione in prima istanza richiede di selezionare il file da sottomettere alla firma; in questo caso si è scelto il file prova firma.txt residente nella directory Documenti : Figura n 16 selezione documento da firmare Selezionando APRI, FP propone la posizione in cui salvare il file firmato. Figura n 17 predisposizione file da firmare 11

13 Come si può notare dalla casella di testo, contrassegnata da SPECIFICARE LA POSIZIONE IN CUI SALVARE IL DOCUMENTO FIRMATO:, FP propone automaticamente la cartella DOCUMENTI\FIRMATI contenuta all interno della directory d installazione dell applicativo: Figura n 18 percorso directory file firmati è possibile scegliere una diversa posizione attraverso il pulsante SFOGLIA... Il pulsante APRI IL DOCUMENTO... permette di controllare il contenuto del documento prima che questo venga firmato. Gli option button DER (BINARIO), PEM (BASE64), consentono di scegliere il formato con cui verrà generato il documento firmato. 12

14 Per procedere alla firma del file prescelto è necessario selezionare il pulsante AGGIUNGI FIRMA...; in questo caso FP richiede l accesso alla smart card che deve essere inserita correttamente nel lettore: Figura n 19 accesso alla smart card per firma Digitare il PIN della smart card e selezionare il pulsante OK; Se si presenta il seguente messaggio: Figura n 20 certificato emittente non censito significa che nel database personale dell utente non è presente il certificato della Certification Authority che ha emesso la credenziale del firmatario. In questo caso è necessario procedere all importazione del 13

15 certificato dell emittente, seguendo le operazioni descritte nel par. 7.1 Importazione del certificato Certification Authority. IMPORTANTE il database dei certificati è personale; questo significa che ogni utenza di FP ha un suo database ed i certificati importati da un utente non vengono condivisi. Ogni utente deve quindi provvedere ad aggiornare il proprio database con i certificati con cui si trova ad operare. La seguente segnalazione: Figura n 21 certificato utente scaduto si manifesta quando il certificato di tipo Identity, contenuto nella smart card è scaduto. In questo caso è necessario ripetere l operazione di firma utilizzando la smart card contenente il certificato rinnovato. IMPORTANTE il rinnovo del certificato scaduto e non sospeso, avviene automaticamente e l utente riceve una nuova smart card contenete il certificato aggiornato. Il PIN della smart card non corrisponde a quello contenete il certificato scaduto ed è composto come segue: o le prime tre cifre sono riportate sulla lettera accompagnatoria del kit cliente alla voce PIN della carta ; ad esempio: 123xxxxx. o a queste cifre vanno aggiunte quelle contenute nella busta di sicurezza consegnata all utente all atto della registrazione; se ad esempio il codice segreto della busta è il PIN della smart card sarà

16 Selezionando AGGIUNGI FIRMA... FP richiede nuovamente il PIN della smart card: Figura n 22 firma documento - richiesta PIN smart card Se si digita un pin errato compare il messaggio: Figura n 23 PIN errato IMPORTANTE la smart card è in grado di memorizzare il numero di volte che si è digitato un PIN errato. Questo numero viene azzerato appena si digita il PIN corretto ma se si effettuano 4 tentativi errati, consecutivi, la smart card si blocca inibendo ogni suo utilizzo. 15

17 Nel caso la smart card sia bloccata viene visualizzato il messaggio: Figura n 24 smart card bloccata in questo caso vengono inibite tutte le sue funzionalità. N.B.: Per la procedura di sblocco della smart-card, fare riferimento all apposito paragrafo del Manuale Cliente Dopo aver digitato correttamente il PIN ed aver selezionato OK, il documento prova firma.txt viene firmato con le credenziali contenute nella smart card utilizzata: Figura n 25 firma documento 16

18 La figura sopra fornisce l esito ed un riepilogo dell operazione di firma, infatti da questa si può dedurre che: o il visto verde nella casella FIRMA conferma che il file prova firma.txt è stato correttamente firmato; o il documento è stato firmato dal Sig. Rossi il 22/11/2005 alle ore 17,31; o la firma è stata generata utilizzando la credenziale di tipo Identity; o il documento firmato si chiama prova firma.txt.p7m. N.B.: per evitare di cancellare il file firmato è necessario selezionare il pulsante Salva. Se si seleziona annulla o la x in alto a destra, il documento firmato non viene salvato e per rigenerarlo sarà necessario ripetere tutta la procedura di firma Selezionare il pulsante SALVA per salvare il documento firmato: Figura n 26 salvataggio file documento firmato 17

19 A questo punto il file prova firma.txt.p7m è pronto per essere utilizzato da ogni procedura capace di verificarne la sua integrità ed autenticità. Figura n 27 documento firmato 18

20 4 La firma con crittografia Il presente capitolo descrive tutte le azioni da compiere per firmare e crittografare un documento, in modo da garantirne l integrità, l autenticità e la riservatezza. 4.1 Firmare e crittografare un documento FP permette di accedere alle funzionalità di firma attraverso il quarto pulsante: Figura n 28 pulsante firma e crittografia documento oppure da menù FILE, FIRMA E CIFRA: Figura n 29 menù firma e crittografia 19

21 La prima operazione da effettuare è la selezione del file da sottomettere alla firma e da crittografare; in questo caso si è scelto il file prova firma crittografia.txt residente nella directory Documenti : Figura n 30 selezione documento da firmare e crittograficare Dopo aver selezionato APRI, si accede alla videata di gestione della firma e crittografia: Figura n 31 avvio firma e crittografia senza smart card 20

22 La prima azione da compiere è avviare la firma del documento prescelto selezionando il pulsante AGGIUNGI FIRMA Se a questo punto si seleziona erroneamente il tasto AVANTI > FP procede alla sola crittografia del file, impedendo l apposizione della firma: Figura n 32 avvio crittografia senza firma Selezionando il pulsante AGGIUNGI FIRMA l applicazione richiede l inserimento della smart card contenete la credenziale Identity: Figura n 33 richiesta pin accesso smart card 21

23 Dopo aver digitato il pin di accesso alla smart card e aver selezionato OK, viene richiesto nuovamente il pin della smart card per accedere alla credenziale Identity e poter avviare la firma del documento: Figura n 34 richiesta pin accesso credenziale Identity Nel caso in cui si utilizzi una smart card contenete un certificato Identity scaduto, si presenta il seguente messaggio: Figura n 35 firma errata certificato Identity scaduto 22

24 Al termine della firma del documento, FP riporta gli estremi del firmatario, la data e ora di apposizione e la conferma della correttezza dell operazione: Figura n 36 firma conclusa correttamente A questo punto si può procedere alla crittografia del file prescelto, selezionando il pulsante AVANTI > per accedere al pannello di controllo della crittografia. N.B.: Per cifrare un documento è necessario disporre della chiave pubblica del destinatario al quale si vuole inviare il documento. Cifrare un documento significa dare certezza a chi riceve della confidenzialità del documento. Chi riceve, tramite la propria chiave privata sarà il solo in grado di aprire il documento. Pertanto sarà necessario avere nel database dei certificati di file protector, le chiavi pubbliche delle persone (certificati di Utility dei destinatari) alle quali andranno inviati i documenti. In caso non fossero presenti, (lista dei destinatari di File Protector vuota) riferirsi alla presente Guida Rapida cap. 7.2 per effettuarne il caricamento. 23

25 Il processo di crittografia viene attivato scegliendo i destinatari da abilitare alla decrittografia e selezionando il pulsante AGGIUNGI >: Figura n 37 avvio crittografia documento firmato A questo punto viene generato il file prova firma crittografia.txt.p7e, contenete il documento firmato e crittografato. Figura n 38 fine processo firma e crittografia documento IMPORTANTE per evitare di cancellare il file firmato e crittografato è necessario selezionare il pulsante SALVA. Se si seleziona annulla o la x in alto a destra, il documento firmato e crittografato non viene salvato e per rigenerarlo sarà necessario ripetere tutta la procedura di firma e crittografia. 24

26 Selezionare il pulsante SALVA per salvare il documento firmato e crittografato: Figura n 39 salvataggio documento firmato e crittografato in questo modo viene creato il file prova firma crittografia.txt.p7e nella directory riportata nella figura seguente Figura n 40 percorso directory file firmati e crittografati ed è pronto per essere utilizzato da ogni procedura capace di decrittografarlo e verificarne la sua integrità ed autenticità. 25

27 5 La verifica della firma In questo capitolo vengono descritte tutte le azioni da compiere per verificare la firma apposta su un documento, in modo da accertarne l integrità e valutare l autenticità del firmatario. 5.1 Verificare un documento firmato È possibile accedere alle funzionalità di verifica firma attraverso il terzo pulsante da destra: Figura n 41 pulsante verifica documento oppure da menù FILE, APRI BUSTA: Figura n 42 menù apri busta 26

28 FP in prima istanza richiede di selezionare il file da sottoporre al processo di verifica: Figura n 43 selezione documento da verificare Come si può notare dalla figura precedente i documenti firmati hanno di solito estensione.p7m ma potrebbero anche non avere alcuna estensione. In ogni caso, se si sottopone al processo di verifica un file non firmato si manifesta il seguente messaggio: Figura n 44 selezione documento non firmato 27

29 Selezionando un documento firmato, FP procede automaticamente alla verifica della firma e, al termine presenta la seguente finestra riepilogativa: Figura n 45 verifica firma documento Da questa videata si può concludere che la firma contenuta nel file prova firma.txt.p7m, apposta da Rossi Renato, in data 22/11/2005, alle 17,31 e 41 secondi è valida e quindi il documento prova firma.txt è integro. Se diversamente ad un visto verde la finestra della verifica firma riporta una x rossa: Figura n 46 verifica firma errata 28

30 significa che la firma NON è valida e che il documento in nostro possesso NON è integro, cioè non corrisponde a quello firmato da Rossi Renato. IMPORTANTE fino a questo punto si è solamente accertata l integrità del documento firmato e nulla si può dire riguardo la sua autenticità. Per verificarne l autenticità in modo da accertare che la firma appartenga effettivamente al firmatario e non sia apocrifa è necessario procedere alla verifica del certificato firmatario. Selezionando il pulsante VERIFICA FIRMATARIO si avvia il processo di verifica del certificato firmatario: l applicazione presenta una finestra da cui si può accedere a tutti i particolari del certificato firmatario. Figura n 47 verifica formale certificato firmatario In questo caso è possibile operare sul certificato la verifica: o formale, ovvero constatarne la sua validità temporale; o sostanziale cioè accertare che il certificato sia stato effettivamente emesso dalla Certification Authority dichiarata nella casella di testo ISSUER: Come si può notare dalla figura precedente, non è possibile verificare se il certificato è stato revocato o meno perché non è stato possibile verificare la CRL. 29

31 IMPORTANTE per completare in modo integrale la verifica del firmatario è necessario abilitare la VERIFICA descritte nel paragrafo 9.1. CERTIFICATI seguendo le operazioni Solo ultimando la verifica della CRL è possibile constatare che il certificato non è stato revocato, almeno al momento di apposizione della firma, in modo da ritenere la stessa legalmente valida. Se la VERIFICA FIRMATARIO produce la seguente videata: Figura n 48 certificato firmatario scaduto significa che il certificato del firmatario è scaduto al momento della verifica ma era formalmente valido al momento della sua apposizione. In questo caso rimane legittima la validità formale e sostanziale del certificato e, previo controllo della CRL, la firma resta legalmente valida. Per salvare il contenuto del documento verificato è necessario selezionare il pulsante SALVA: Figura n 49 salvataggio file verificato 30

32 6 La decrittografia con verifica firma Il presente capitolo descrive tutte le azioni da compiere per decrittografare e verificare la firma di un documento, in modo da valutarne, in riservatezza, l integrità e l autenticità. IMPORTANTE per decrittografare un documento firmato e crittografato con il proprio certificato Utility è necessario utilizzare la smart card che lo contiene. È fondamentale averne cura, conservandola, anche quando il certificato è scaduto e la smart card viene sostituita con un altra aggiornata. La decrittografia non è vincolata alla durata temporale del certificato. 6.1 Decrittografare e verificare un documento cifrato e firmato È possibile accedere alle funzionalità di decrittografia e verifica firma attraverso il terzo pulsante da destra: Figura n 50 pulsante decrittografia e verifica documento oppure da menù FILE, APRI BUSTA: Figura n 51 menù apri busta 31

33 FP in prima istanza richiede di selezionare il file da sottoporre al processo di decrittografia e verifica: Figura n 52 selezione documento crittografato e firmato Per decrittografare un documento è necessario inserire nel lettore la smart card, contenete la credenziale Utility, prima di selezionare il file; in caso contrario si manifesta il seguente messaggio: Figura n 53 smart card con credenziale Utility non presente 32

34 Dopo aver scelto il file crittografato e firmato ed aver inserito la smart card, selezionando il pulsante APRI viene richiesto il pin di accesso alla smart card: Figura n 54 accesso smart card digitando il PIN della smart card e selezionando OK si attiva la decrittografia e la verifica del file prescelto. A questo punto FP presenta la seguente videata riepilogativa: Figura n 55 decrittografia e verifica firma documento corretta Da questa si può concludere che il documento è stato decrittografato e che la firma apposta da Rossi Renato, in data 06/06/2006, alle 15,08 e 07 secondi è valida e quindi il documento è integro ed autentico. Selezionando il pulsante VERIFICA FIRMATARIO si avvia il processo di verifica del certificato firmatario in modo del tutto analogo a quanto riportato nel capitolo precedente; 33

35 Selezionando APRI IL DOCUMENTO è possibile accedere al contenuto, in chiaro, del documento mentre per salvarlo è necessario selezionare il pulsante SALVA: Figura n 56 salvataggio file decrittografato e verificato 34

36 7 Il database personale dei certificati In questo capitolo vengono descritte tutte le azioni necessarie per effettuare l importazione dei certificati delle Certification Authority e dei destinatari dei documenti crittografati. IMPORTANTE l importazione nel database personale di certificati di CA, permette di validare automaticamente i certificati firmatari emessi dalle stesse. È quindi un operazione importante dal punto di vista della sicurezza e deve essere eseguita solo se si è certi che il certificato è autentico ed appartiene ad un CA fidata. Per ulteriori informazioniconsultareilmanualedifp. Si ricorda inoltre che il database dei certificati è personale; questo significa che ogni utenza di FP ha un suo database ed i certificati importati da un utente non vengono condivisi. Ogni utente deve quindi provvedere ad aggiornare il proprio database con i certificati con cui si trova ad operare. 7.1 Importazione del certificato Certification Authority Il presente paragrafo descrive le operazioni da compiere per: o o estrarre dalla propria smart card il certificato della CA che ha emesso le credenziali Identity e Utility; importare nel data base personale dei certificati il certificato della CA estratto. Per visualizzare il contenuto della smart card, dopo averla inserita nel lettore ed aver digitato il pin di accesso, è necessario selezionare il menù STRUMENTI E OPZIONI, KEY MANAGER: Figura n 57 Key Manager gestione credenziali/certificati 35

37 L applicazione attiva una finestra che riporta il contenuto della smart card inserita: Figura n 58 Key Manager contenuto della smart card Come si può notare dalle figura, in questo caso la smart card contiene: o o o due certificati di CA indicati con CA CERTIFICATE e LEVEL 1 CERTIFICATE; una credenziale Identity, IDENTITY CERTIFICATE, per la firma elettronica; una credenziale Utility, UTILITY CERTIFICATE, per la crittografia e la decrittografia; 36

38 L obbiettivo di questo paragrafo è quello di abilitare la credenziale Identity, alla firma di documenti e per farlo è necessario esportare i certificati delle due Certification Authority che l hanno emessa. L esportazione si avvia cliccando con il tasto destro del mouse, sul certificato selezionato e selezionando la voce ESPORTA dal menù a tendina: Figura n 59 esportazione certificato emittente certificatore In questo modo FP richiede il nome da assegnare al certificato da esportare: Figura n 60 salvataggio su file certificato - emittente certificatore 37

39 Selezionando il pulsante ESPORTA il certificato selezionato viene salvato, in formato PEM, nel file chiamato CAEMITTENTE. Figura n 61 salvataggio su file certificato - sub emittente certificatore Effettuando le stesse operazioni sul secondo certificato della CA lo si esporta generando il file CAEMITTENTELIVELLO1. IMPORTANTE FP permette di gestire certificati salvati in file senza alcuna estensione. Solitamente è buona norma associare ai file contenete certificati l estensione.crt oppure.cer. In questo modo il sistema operativo interpreta tali file come certificati ed è più agevole utilizzarli anche in altre applicazioni come, ad esempio, Internet Explorer. 38

40 Selezionando OK si conferma la correttezza dell esportazione: Figura n 62 salvataggio certificati corretto A questo punto, per importare nel database personale i certificati appena estratti, è necessario selezionare il menù STRUMENTI E OPZIONI, DATABASE CERTIFICATI: Figura n 63 accesso da menù al database personale certificati oppure selezionare il secondo pulsante da destra: Figura n 64 accesso al database personale certificati 39

41 FP propone quindi la videata riepilogativa dei certificati delle autorità di certificazione, già contenuti nel data base personale associato all utente: Figura n 65 database personale dei certificati 40

42 Azionando il pulsante IMPORTA DA FILE, si avvia l importazione del certificato CAEMITTENTE: Figura n 66 importazione certificato - emittente certificatore Dopo aver selezionato IMPORTA, l applicazione conferma il successo dell operazione presentando la seguente finestra: 41

43 Figura n 67 conferma importazione certificato Leggere attentamente il messaggio proposto e confermare selezionando SI. 42

44 Infine FP conferma la correttezza dell importazione. Figura n 68 importazione certificato corretta Selezionare OK e ripetere tutti i passi descritti dalla figura n. 66 in poi, per importare il certificato della CA secondaria. 43

45 7.2 Importazione dei certificati Utility Per importare il certificato di una persona a cui si vuole destinare un documento riservato, è necessario selezionare il menù STRUMENTI E OPZIONI, DATABASE CERTIFICATI: Figura n 69 accesso da menù al database personale certificati oppure selezionare il secondo pulsante da destra: Figura n 70 accesso da menù al database personale certificati 44

46 FP propone quindi la videata riepilogativa dei certificati delle autorità di certificazione, già contenuti nel data base personale associato all utente: Figura n 71 database personale certificati autorità di certificazione 45

47 Selezionando l opition button TIPO DI ENTITÀ, UTENTI FINALI, si accede alla sezione del database personale riservata ai certificati dei destinatari dei documenti crittografati: Figura n 72 database personale certificati utenti finali 46

48 In fase di primo utilizzo il data base è vuoto e per procedere all importazione è necessario selezionare il pulsante IMPORTA DA FILE: Figura n 73 importazione certificato utente per crittografia A questo punto è possibile scegliere il certificato da importare, selezionando il pulsante SFOGLIA 47

49 Selezionare APRI per avviare l importazione: Figura n 74 selezione certificato utente per crittografia Se il certificato da importare ha un estensione diversa da.cer è necessario scegliere come TIPO FILE, TUTTI I FILE: Figura n 75 selezione certificato utente per crittografia estensione.crt e scegliere il file opportuno. 48

50 Selezionando IMPORTA: Figura n 76 importazione certificato il certificato scelto viene importato nel database personale dei certificati. Figura n 77 importazione certificato corretta 49

51 Dopo aver confermato la correttezza dell importazione è possibile visualizzare gli estremi del certificato immesso nel database: Figura n 78 archiviazione certificato utente per crittografia A questo punto il certificato è pronto per essere inserito fra i destinatari dei documenti riservati. 50

52 8 La marca temporale Il presente paragrafo riporta tutte le operazioni da effettuare per apporre su un documento, una marca temporale a valore legale. 8.1 Apporre una marca temporale su un documento È possibile accedere alle funzionalità di marcatura temporale attraverso il primo pulsante da destra: Figura n 79 pulsante marcatura temporale oppure da menù FILE, RICHIEDI MARCA TEMPORALE: Figura n 80 menù richiedi marca temporale 51

53 FP in prima istanza richiede di selezionare il file su cui apporre la marca temporale: Figura n 81 selezione documento da marcare Selezionando APRI si avvia il processo di marcatura; se compare il messaggio: Figura n 82 errore di connessione significa che FP non è opportunamente configurato per connettersi all autorità di certificazione temporale; per rimediare a questa situazione è necessario seguire le operazioni illustrate nel paragrafo

54 9 Configurazione connessioni In questo capitolo vengono descritte tutte le azioni necessarie per configurare FP in modo da attivare: o o la verifica on line dei certificati firmatari, con controllo di eventuale revoca pubblicata sulla Certificate Revocation List (CRL); il collegamento alla CA di Timestamping 9.1 Configurare il collegamento alla CA per lo scarico della CRL Per configurare il collegamento alla CA è necessario selezionare il menù STRUMENTI E OPZIONI, PREFERENZE: Figura n 83 menù preferenze 53

55 In questo modo l applicazione attiva una finestra che riporta tutti i sui parametri di configurazione: Figura n 84 impostazione directory predefinite Selezionando la linguetta VERIFICA CERTIFICATI: Figura n 85 attivazione verifica certificati firmatari è possibile scegliere i PROTOCOLLI e la MODALITÀ DI ACCESSO ALLA CRL; selezionando l option button ON-LINE si attiva il controllo di un eventuale revoca del certificato firmatario, con la consultazione, in tempo reale, del contenuto della CRL direttamente alla CA emittente. Quest operazione offre la massima garanzia sull attendibilità ed autenticità del certificato. 54

56 Attraverso la linguetta SERVER PROXY è possibile impostare i parametri per la connessione a Internet e per la loro corretta configurazione è necessario rivolgersi ad un sistemista. Figura n 86 impostazione connessioni 55

57 9.2 Configurare il collegamento al server di marca temporale Per configurare il collegamento alla CA di Timestamping è necessario selezionare il menù STRUMENTI E OPZIONI, PREFERENZE: Figura n 87 menù preferenze In questo modo l applicazione attiva una finestra che riporta tutti i sui parametri di configurazione: Figura n 88 impostazione preferenze 56

58 Selezionando la linguetta Timestamping: è possibile impostare i parametri di configurazione per attivare il servizio di marcatura temporale; per reperire il loro corretto valore, è necessario far riferimento all Help Desk dedicato. Figura n 89 attivazione servizio di marcatura temporale Fine documento. 57

59 Quick reference Use of the Application: Actalis FILE PROTECTORTM

60 INDICE Quick use of the application: Actalis FILE PROTECTORTM Introduction Document goals 2 First start Configuration 3 The digital signature Signing a document 10 The signature encryption Sign and encrypt a document 19 The signature verification Verify a signed document 26 The decryption with signature verification Decrypt and verify encrypted and signed a document 31 The personal database of certified Importing the certificate Certification Authority Import Certificate Utility The timestamp Affix a time stamp on a document 51 Configuring connections Configure the connection to the CA for the discharge of the CRL Configure the connection to the server timestamp 56 1

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

Di seguito sono descritti i prerequisiti Hardware e Software che deve possedere la postazione a cui viene collegata l Aruba Key.

Di seguito sono descritti i prerequisiti Hardware e Software che deve possedere la postazione a cui viene collegata l Aruba Key. 1 Indice 1 Indice... 2 2 Informazioni sul documento... 3 2.1 Scopo del documento... 3 3 Caratteristiche del dispositivo... 3 3.1 Prerequisiti... 3 4 Installazione della smart card... 4 5 Avvio di Aruba

Dettagli

Firma Digitale Remota. Manuale di Attivazione, Installazione,Utilizzo

Firma Digitale Remota. Manuale di Attivazione, Installazione,Utilizzo Firma Digitale Remota Manuale di Attivazione, Installazione,Utilizzo Versione: 0.3 Aggiornata al: 02.07.2012 Sommario 1. Attivazione Firma Remota... 3 1.1 Attivazione Firma Remota con Token YUBICO... 5

Dettagli

DEFT Zero Guida Rapida

DEFT Zero Guida Rapida DEFT Zero Guida Rapida Indice Indice... 1 Premessa... 1 Modalità di avvio... 1 1) GUI mode, RAM preload... 2 2) GUI mode... 2 3) Text mode... 2 Modalità di mount dei dispositivi... 3 Mount di dispositivi

Dettagli

Zeroshell come client OpenVPN

Zeroshell come client OpenVPN Zeroshell come client OpenVPN (di un server OpenVpn Linux) Le funzionalità di stabilire connessioni VPN di Zeroshell vede come scenario solito Zeroshell sia come client sia come server e per scelta architetturale,

Dettagli

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process)

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) All data aquired from a scan position are refered to an intrinsic reference system (even if more than one scan has been performed) Data

Dettagli

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Under the Patronage of Comune di Portofino Regione Liguria 1ST INTERNATIONAL OPERA SINGING COMPETITION OF PORTOFINO from 27th to 31st July 2015 MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Direzione artistica

Dettagli

RefWorks Guida all utente Versione 4.0

RefWorks Guida all utente Versione 4.0 Accesso a RefWorks per utenti registrati RefWorks Guida all utente Versione 4.0 Dalla pagina web www.refworks.com/refworks Inserire il proprio username (indirizzo e-mail) e password NB: Agli utenti remoti

Dettagli

Il Form C cartaceo ed elettronico

Il Form C cartaceo ed elettronico Il Form C cartaceo ed elettronico Giusy Lo Grasso Roma, 9 luglio 2012 Reporting DURANTE IL PROGETTO VENGONO RICHIESTI PERIODIC REPORT entro 60 giorni dalla fine del periodo indicato all Art 4 del GA DELIVERABLES

Dettagli

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE APPLICATION FORM Thank you for your interest in our project. We would like to understand better your motivation in taking part in this specific project. So please, read carefully the form, answer the questions

Dettagli

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam.

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam. Laurea in INFORMATICA INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 Dynamic Host Configuration Protocol fausto.marcantoni@unicam.it Prima di iniziare... Gli indirizzi IP privati possono essere

Dettagli

MailStore Proxy è disponibile gratuitamente per tutti i clienti di MailStore Server all indirizzo http://www.mailstore.com/en/downloads.

MailStore Proxy è disponibile gratuitamente per tutti i clienti di MailStore Server all indirizzo http://www.mailstore.com/en/downloads. MailStore Proxy Con MailStore Proxy, il server proxy di MailStore, è possibile archiviare i messaggi in modo automatico al momento dell invio/ricezione. I pro e i contro di questa procedura vengono esaminati

Dettagli

AUTENTICAZIONE CON CERTIFICATI DIGITALI MOZILLA THUNDERBIRD

AUTENTICAZIONE CON CERTIFICATI DIGITALI MOZILLA THUNDERBIRD AUTENTICAZIONE CON CERTIFICATI DIGITALI MOZILLA THUNDERBIRD 1.1 Premessa Il presente documento è una guida rapida che può aiutare i clienti nella corretta configurazione del software MOZILLA THUNDERBIRD

Dettagli

Informazioni su questo libro

Informazioni su questo libro Informazioni su questo libro Si tratta della copia digitale di un libro che per generazioni è stato conservata negli scaffali di una biblioteca prima di essere digitalizzato da Google nell ambito del progetto

Dettagli

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso doc.4.12-06/03 Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso A belaying plate that can be used in many different conditions Una piastrina d'assicurazione che può essere utilizzata in condizioni diverse.

Dettagli

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR MANUALE DI ISTRUZIONI ACCENSIONE / SPEGNERE DEL TAG HOUND Finder GPS Il TAG HOUND

Dettagli

DDS elettronica srl si riserva il diritto di apportare modifiche senza preavviso /we reserves the right to make changes without notice

DDS elettronica srl si riserva il diritto di apportare modifiche senza preavviso /we reserves the right to make changes without notice Maccarone Maccarone Maccarone integra 10 LED POWER TOP alta efficienza, in tecnologia FULL COLOR che permette di raggiungere colori e sfumature ad alta definizione. Ogni singolo led full color di Maccarone

Dettagli

Per effettuare una chiamata in conferenza, seguire queste semplici istruzioni:

Per effettuare una chiamata in conferenza, seguire queste semplici istruzioni: premium access user guide powwownow per ogni occasione Making a Call Per effettuare una chiamata in conferenza, seguire queste semplici istruzioni: 1. Tell your fellow conference call participants what

Dettagli

EndNote Web. Quick Reference Card THOMSON SCIENTIFIC

EndNote Web. Quick Reference Card THOMSON SCIENTIFIC THOMSON SCIENTIFIC EndNote Web Quick Reference Card Web è un servizio online ideato per aiutare studenti e ricercatori nel processo di scrittura di un documento di ricerca. ISI Web of Knowledge, EndNote

Dettagli

BOSCH EDC16/EDC16+/ME9

BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 pag. 16 di 49 BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 Identificare la zona dove sono poste le piazzole dove andremo a saldare il connettore. Le piazzole sono situate in tutte le centraline Bosch

Dettagli

Windows Compatibilità

Windows Compatibilità Che novità? Windows Compatibilità CODESOFT 2014 é compatibile con Windows 8.1 e Windows Server 2012 R2 CODESOFT 2014 Compatibilità sistemi operativi: Windows 8 / Windows 8.1 Windows Server 2012 / Windows

Dettagli

sull argomento scelto ( evidenziare il testo passandoci sopra con il tasto sinistro del mouse e copiare premendo i tasti Ctrl + C )

sull argomento scelto ( evidenziare il testo passandoci sopra con il tasto sinistro del mouse e copiare premendo i tasti Ctrl + C ) This work is licensed under the Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License. To view a copy of this license, visit http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/3.0/.

Dettagli

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE edizione/edition 04-2010 HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE DESCRIZIONE GENERALE GENERAL DESCRIPTION L'unità di controllo COBO è una centralina elettronica Multiplex Slave ; la sua

Dettagli

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS La domanda di partecipazione deve essere compilata e

Dettagli

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07.

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07. Istruzione N 62 Data creazione 18/ 12/2009 Versione N 00 Ultima modifica TIPO ISTRUZIONE ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING MODIFICA TEST FUNZIONALE RIPARAZIONE/SOSTITUZIONE IMBALLO TITOLO DELL ISTRUZIONE

Dettagli

Dipartimento di Sistemi e Informatica Università degli Studi di Firenze. Dev-C++ Ing. Michele Banci 27/03/2007 1

Dipartimento di Sistemi e Informatica Università degli Studi di Firenze. Dev-C++ Ing. Michele Banci 27/03/2007 1 Dipartimento di Sistemi e Informatica Università degli Studi di Firenze Dev-C++ Ing. Michele Banci 27/03/2007 1 Utilizzare Dev-C++ Tutti i programmi che seranno realizzati richiedono progetti separati

Dettagli

PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DI MYSQL E VolT per utenti Visual Trader e InteractiveBrokers

PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DI MYSQL E VolT per utenti Visual Trader e InteractiveBrokers PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DI MYSQL E VolT per utenti Visual Trader e InteractiveBrokers La procedura di installazione è divisa in tre parti : Installazione dell archivio MySql, sul quale vengono salvati

Dettagli

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A Leggere attentamente questo manuale prima dell utilizzo e conservarlo per consultazioni future Via Don Arrigoni, 5 24020 Rovetta

Dettagli

Il test valuta la capacità di pensare?

Il test valuta la capacità di pensare? Il test valuta la capacità di pensare? Per favore compili il seguente questionario senza farsi aiutare da altri. Cognome e Nome Data di Nascita / / Quanti anni scolastici ha frequentato? Maschio Femmina

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

EndNote Web è un servizio online per la gestione di bibliografie personalizzate integrabili nella redazione di testi: paper, articoli, saggi

EndNote Web è un servizio online per la gestione di bibliografie personalizzate integrabili nella redazione di testi: paper, articoli, saggi ENDNOTE WEB EndNote Web è un servizio online per la gestione di bibliografie personalizzate integrabili nella redazione di testi: paper, articoli, saggi EndNote Web consente di: importare informazioni

Dettagli

Come scaricare sul Desktop i dati necessari allo svolgimento di un esercitazione link Save it to disk OK.

Come scaricare sul Desktop i dati necessari allo svolgimento di un esercitazione link Save it to disk OK. Come scaricare sul Desktop i dati necessari allo svolgimento di un esercitazione Per svolgere correttamente alcune esercitazioni operative, è previsto che l utente utilizzi dei dati forniti attraverso

Dettagli

Guida all Uso. L a t u a i m p r e s a, c h i av e i n m a n o. Guida_BusinessKey.indd 1 18-05-2007 10:53:34

Guida all Uso. L a t u a i m p r e s a, c h i av e i n m a n o. Guida_BusinessKey.indd 1 18-05-2007 10:53:34 Guida all Uso L a t u a i m p r e s a, c h i av e i n m a n o. Guida_BusinessKey.indd 1 18-05-2007 10:53:34 Cos è la Business Key La Business Key è una chiavetta USB portatile, facile da usare, inseribile

Dettagli

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 -

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 - Progetto SINTESI Comunicazioni Obbligatorie Modulo Applicativo COB - Versione Giugno 2013-1 Versione Giugno 2013 INDICE 1 Introduzione 3 1.1 Generalità 3 1.2 Descrizione e struttura del manuale 3 1.3 Requisiti

Dettagli

3. nella pagina che verrà visualizzata digitare l indirizzo e-mail che si vuole consultare e la relativa password (come da comunicazione)

3. nella pagina che verrà visualizzata digitare l indirizzo e-mail che si vuole consultare e la relativa password (come da comunicazione) CONFIGURAZIONE DELLA CASELLA DI POSTA ELETTRONICA La consultazione della casella di posta elettronica predisposta all interno del dominio patronatosias.it può essere effettuata attraverso l utilizzo dei

Dettagli

La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net. di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email.

La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net. di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email. La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email.it) Introduzione In questa serie di articoli, vedremo come utilizzare

Dettagli

Rilascio dei Permessi Volo

Rilascio dei Permessi Volo R E P U B L I C O F S A N M A R I N O C I V I L A V I A T I O N A U T H O R I T Y SAN MARINO CIVIL AVIATION REGULATION Rilascio dei Permessi Volo SM-CAR PART 5 Approvazione: Ing. Marco Conti official of

Dettagli

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito, semplice da utilizzare e fornisce

Dettagli

Alb@conference GO e Web Tools

Alb@conference GO e Web Tools Alb@conference GO e Web Tools Crea riunioni virtuali sempre più efficaci Strumenti Web di Alb@conference GO Guida Utente Avanzata Alb@conference GO Per partecipare ad un audioconferenza online con Alb@conference

Dettagli

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import definizione L operazione presuppone l emissione di una lettera di credito IMPORT in favore dell esportatore estero, con termine di pagamento differito (es. 180 gg dalla data di spedizione con documenti

Dettagli

Istruzioni per l importazione del certificato per Internet Explorer

Istruzioni per l importazione del certificato per Internet Explorer Istruzioni per l importazione del certificato per Internet Explorer 1. Prima emissione certificato 1 2. Rilascio nuovo certificato 10 3. Rimozione certificato 13 1. Prima emissione certificato Dal sito

Dettagli

Guida Titolo firma con certificato remoto DiKe 5.4.0. Sottotitolo

Guida Titolo firma con certificato remoto DiKe 5.4.0. Sottotitolo Guida Titolo firma con certificato remoto DiKe 5.4.0 Sottotitolo Pagina 2 di 14 Un doppio clic sull icona per avviare il programma. DiKe Pagina 3 di 14 Questa è la pagina principale del programma DiKe,

Dettagli

Progetto Istanze On Line

Progetto Istanze On Line 2014 Progetto Istanze On Line 09 aprile 2014 INDICE 1 INTRODUZIONE ALL USO DELLA GUIDA... 3 1.1 SIMBOLI USATI E DESCRIZIONI... 3 2 GESTIONE DELL UTENZA... 4 2.1 COS È E A CHI È RIVOLTO... 4 2.2 NORMATIVA

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Microsoft Windows 30/10/2014 Questo manuale fornisce le istruzioni per l'utilizzo della Carta Provinciale dei Servizi e del lettore di smart card Smarty sui sistemi operativi

Dettagli

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux.

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux. FAQ su GeCo Qual è la differenza tra la versione di GeCo con installer e quella portabile?... 2 Esiste la versione per Linux di GeCo?... 2 Quali sono le credenziali di accesso a GeCo?... 2 Ho smarrito

Dettagli

Posta Elettronica Certificata

Posta Elettronica Certificata Posta Elettronica Certificata Manuale di utilizzo del servizio Webmail di Telecom Italia Trust Technologies Documento ad uso pubblico Pag. 1 di 33 Indice degli argomenti 1 INTRODUZIONE... 3 1.1 Obiettivi...

Dettagli

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Indice 4 Introduzione 5 Cosa ti occorre 6 Panoramica dell installazione 6 Passo 1: verifica la presenza di aggiornamenti. 6 Passo 2: apri Assistente

Dettagli

Web conferencing software. Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti

Web conferencing software. Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti 1 Web conferencing software Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti Arpa Piemonte 2 Che cosa è Big Blue Button? Free, open source, web conferencing software Semplice ed immediato ( Just push

Dettagli

Guida all'installazione di SLPct. Manuale utente. Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it

Guida all'installazione di SLPct. Manuale utente. Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it Guida all'installazione di SLPct Manuale utente Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it Premessa Il redattore di atti giuridici esterno SLpct è stato implementato da Regione

Dettagli

Come installare e configurare il software FileZilla

Come installare e configurare il software FileZilla Come utilizzare FileZilla per accedere ad un server FTP Con questo tutorial verrà mostrato come installare, configurare il software e accedere ad un server FTP, come ad esempio quello dedicato ai siti

Dettagli

Gestione posta elettronica (versione 1.1)

Gestione posta elettronica (versione 1.1) Gestione posta elettronica (versione 1.1) Premessa La presente guida illustra le fasi da seguire per una corretta gestione della posta elettronica ai fini della protocollazione in entrata delle mail (o

Dettagli

Manuale BDM - TRUCK -

Manuale BDM - TRUCK - Manuale BDM - TRUCK - FG Technology 1/38 EOBD2 Indice Index Premessa / Premise............................................. 3 Il modulo EOBD2 / The EOBD2 module........................... 4 Pin dell interfaccia

Dettagli

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO...

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO... Modulo A Programmiamo in Pascal Unità didattiche 1. Installiamo il Dev-Pascal 2. Il programma e le variabili 3. Input dei dati 4. Utilizziamo gli operatori matematici e commentiamo il codice COSA IMPAREREMO...

Dettagli

Configuration Managment Configurare EC2 su AWS. Tutorial. Configuration Managment. Configurare il servizio EC2 su AWS. Pagina 1

Configuration Managment Configurare EC2 su AWS. Tutorial. Configuration Managment. Configurare il servizio EC2 su AWS. Pagina 1 Tutorial Configuration Managment Configurare il servizio EC2 su AWS Pagina 1 Sommario 1. INTRODUZIONE... 3 2. PROGRAMMI NECESSARI... 4 3. PANNELLO DI CONTROLLO... 5 4. CONFIGURARE E LANCIARE UN ISTANZA...

Dettagli

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari Narrare i gruppi Etnografia dell interazione quotidiana Prospettive cliniche e sociali ISSN: 2281-8960 Narrare i gruppi. Etnografia dell'interazione quotidiana. Prospettive cliniche e sociali è una Rivista

Dettagli

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA Manuale Utente Linux Debian, Fedora, Ubuntu www.ondacommunication.com Chiavet ta Internet MT503HSA Guida rapida sistema operativo LINUX V 1.1 33080, Roveredo in Piano (PN)

Dettagli

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Microsoft Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Profile Redirezione dei documenti Offline files Server Presentation Management Desktop Windows Vista Enterprise Centralized Desktop Application

Dettagli

Interfaccia Web per customizzare l interfaccia dei terminali e

Interfaccia Web per customizzare l interfaccia dei terminali e SIP - Session Initiation Protocol Il protocollo SIP (RFC 2543) è un protocollo di segnalazione e controllo in architettura peer-to-peer che opera al livello delle applicazioni e quindi sviluppato per stabilire

Dettagli

Cos'é Code::Blocks? Come Creare un progetto Come eseguire un programma Risoluzione problemi istallazione Code::Blocks Che cos è il Debug e come si usa

Cos'é Code::Blocks? Come Creare un progetto Come eseguire un programma Risoluzione problemi istallazione Code::Blocks Che cos è il Debug e come si usa di Ilaria Lorenzo e Alessandra Palma Cos'é Code::Blocks? Come Creare un progetto Come eseguire un programma Risoluzione problemi istallazione Code::Blocks Che cos è il Debug e come si usa Code::Blocks

Dettagli

Progetto Istanze On Line

Progetto Istanze On Line 2013 Progetto Istanze On Line ESAMI DI STATO ACQUISIZIONE MODELLO ES-1 ON-LINE 18 Febbraio 2013 INDICE 1 INTRODUZIONE ALL USO DELLA GUIDA... 3 1.1 SIMBOLI USATI E DESCRIZIONI... 3 2 COMPILAZIONE DEL MODULO

Dettagli

Nota Informativa Relativa alla Circolare 2009/1

Nota Informativa Relativa alla Circolare 2009/1 Nota Informativa Relativa alla Circolare 2009/1 In merito alla nuova circolare del Sottosegretariato per il Commercio Estero del Primo Ministero della Repubblica di Turchia, la 2009/21, (pubblicata nella

Dettagli

1. Uno studente universitario, dopo aver superato tre esami, ha la media di 28. Nell esame successivo

1. Uno studente universitario, dopo aver superato tre esami, ha la media di 28. Nell esame successivo Prova di verifica classi quarte 1. Uno studente universitario, dopo aver superato tre esami, ha la media di 28. Nell esame successivo lo studente prende 20. Qual è la media dopo il quarto esame? A 26 24

Dettagli

8. L'USO DEL PROGRAMMA DI POSTA ELETTRONICA INSIEME ALLA GESTIONE PROFESSIONALE DI DOCUMENTI IN FORMATO E-MAIL

8. L'USO DEL PROGRAMMA DI POSTA ELETTRONICA INSIEME ALLA GESTIONE PROFESSIONALE DI DOCUMENTI IN FORMATO E-MAIL This project funded by Leonardo da Vinci has been carried out with the support of the European Community. The content of this project does not necessarily reflect the position of the European Community

Dettagli

Problema: al momento dell autenticazione si riceve il messaggio Certificato digitale non ricevuto Possibili cause: 1) La smart card non è una CNS e

Problema: al momento dell autenticazione si riceve il messaggio Certificato digitale non ricevuto Possibili cause: 1) La smart card non è una CNS e Problema: al momento dell autenticazione si riceve il messaggio Certificato digitale non ricevuto Possibili cause: 1) La smart card non è una CNS e non contiene il certificato di autenticazione: è necessario

Dettagli

GLI ERRORI DI OUTLOOK EXPRESS

GLI ERRORI DI OUTLOOK EXPRESS Page 1 of 6 GLI ERRORI DI OUTLOOK EXPRESS 1) Impossibile inviare il messaggio. Uno dei destinatari non è stato accettato dal server. L'indirizzo di posta elettronica non accettato è "user@dominio altro

Dettagli

MANUALE GRANDE PUNTO. A number of this manual are strongly recommends you read and download manuale grande punto information in this manual.

MANUALE GRANDE PUNTO. A number of this manual are strongly recommends you read and download manuale grande punto information in this manual. MANUALE GRANDE PUNTO A number of this manual are strongly recommends you read and download information in this manual. Although not all products are identical, even those that range from same brand name

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCOTECH & S 8 SeccoTech & Secco Tecnologia al servizio della deumidificazione Technology at dehumidification's service Potenti ed armoniosi Seccotech

Dettagli

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of "typical tuscan"

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of typical tuscan Il vostro sogno diventa realtà... Vicinanze di Volterra vendita di porzione di fabbricato "tipico Toscano" realizzate da recupero di casolare in bellissima posizione panoramica. Your dream comes true...

Dettagli

minilector/usb Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento

minilector/usb Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento minilector/usb minilector/usb...1 Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento...1 1. La segnalazione luminosa (led) su minilector lampeggia?... 1 2. Inserendo una smartcard il led si accende

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

Manuale installazione KNOS

Manuale installazione KNOS Manuale installazione KNOS 1. PREREQUISITI... 3 1.1 PIATTAFORME CLIENT... 3 1.2 PIATTAFORME SERVER... 3 1.3 PIATTAFORME DATABASE... 3 1.4 ALTRE APPLICAZIONI LATO SERVER... 3 1.5 ALTRE APPLICAZIONI LATO

Dettagli

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tipo: Type: 5 cabine (1 main deck+ 4 lower deck) 5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tessuti: Dedar Fanfara, Paola Lenti Fabrics: Dedar Fanfara,

Dettagli

Guida alla configurazione della posta elettronica. bassanonet.com

Guida alla configurazione della posta elettronica. bassanonet.com Guida alla configurazione della posta elettronica bassanonet.com 02 Guida alla configurazione della posta elettronica I programmi di posta elettronica consentono di gestire una o più caselle e-mail in

Dettagli

COME DIVENTARE PARTNER AUTORIZZATO @

COME DIVENTARE PARTNER AUTORIZZATO @ COME DIVENTARE PARTNER AUTORIZZATO @ Come diventare Partner di Ruckus Utilizzare il seguente link http://www.ruckuswireless.com/ e selezionare dal menu : PARTNERS > Channel Partners Applicare per diventare

Dettagli

UNITA DI MISURA E TIPO DI IMBALLO

UNITA DI MISURA E TIPO DI IMBALLO Poste ALL. 15 Informazioni relative a FDA (Food and Drug Administration) FDA: e un ente che regolamenta, esamina, e autorizza l importazione negli Stati Uniti d America d articoli che possono avere effetti

Dettagli

ATLAS : Aula - COME ESEGUIRE UNA SESSIONE DEMO

ATLAS : Aula - COME ESEGUIRE UNA SESSIONE DEMO ATLAS : Aula - COME ESEGUIRE UNA SESSIONE DEMO Come eseguire una sessione DEMO CONTENUTO Il documento contiene le informazioni necessarie allo svolgimento di una sessione di prova, atta a verificare la

Dettagli

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Versione 04 1/28 INTRODUZIONE La Guida ai Parametri contiene la disciplina relativa ai limiti di variazione

Dettagli

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING UN BUON MOTIVO PER [cod. E603] L obiettivo del corso è fornire le competenze e conoscenze

Dettagli

Finanziamenti on line -

Finanziamenti on line - Finanziamenti on line - Manuale per la compilazione dei moduli di Gestione dei Progetti Finanziati del Sistema GEFO Rev. 02 Manuale GeFO Pagina 1 Indice 1. Introduzione... 4 1.1 Scopo e campo di applicazione...

Dettagli

Deutsche Bank. db Corporate Banking Web Guida al servizio

Deutsche Bank. db Corporate Banking Web Guida al servizio Deutsche Bank db Corporate Banking Web Guida al servizio INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 2. SPECIFICHE DI SISTEMA... 4 3 MODALITÀ DI ATTIVAZIONE E DI PRIMO COLLEGAMENTO... 4 3. SICUREZZA... 5 4. AUTORIZZAZIONE

Dettagli

INFRASTRUCTURE LICENSING WINDOWS SERVER. Microsoft licensing in ambienti virtualizzati. Acronimi

INFRASTRUCTURE LICENSING WINDOWS SERVER. Microsoft licensing in ambienti virtualizzati. Acronimi Microsoft licensing in ambienti virtualizzati Luca De Angelis Product marketing manager Luca.deangelis@microsoft.com Acronimi E Operating System Environment ML Management License CAL Client Access License

Dettagli

Installazione di GFI Network Server Monitor

Installazione di GFI Network Server Monitor Installazione di GFI Network Server Monitor Requisiti di sistema I computer che eseguono GFI Network Server Monitor richiedono: i sistemi operativi Windows 2000 (SP4 o superiore), 2003 o XP Pro Windows

Dettagli

Windows Mail Outlook Express 6 Microsoft Outlook 2003 Microsoft Outlook 2007 Thunderbird Opera Mail Mac Mail

Windows Mail Outlook Express 6 Microsoft Outlook 2003 Microsoft Outlook 2007 Thunderbird Opera Mail Mac Mail Configurare un programma di posta con l account PEC di Il Titolare di una nuova casella PEC può accedere al sistema sia tramite Web (Webmail i ), sia configurando il proprio account ii nel programma di

Dettagli

Manuale Operativo IL SOFTWARE PER LA GESTIONE CENTRALIZZATA DEL SISTEMA DELLE SEGNALAZIONI E DEI RECLAMI DELL ENTE

Manuale Operativo IL SOFTWARE PER LA GESTIONE CENTRALIZZATA DEL SISTEMA DELLE SEGNALAZIONI E DEI RECLAMI DELL ENTE Manuale Operativo IL SOFTWARE PER LA GESTIONE CENTRALIZZATA DEL SISTEMA DELLE SEGNALAZIONI E DEI RECLAMI DELL ENTE Il presente documento applica il Regolamento sulla gestione delle segnalazioni e dei reclami

Dettagli

Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB

Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB 30/04/2013 Sommario - Limitazioni di responsabilità e uso del manuale... 3 1 Glossario... 3 2 Presentazione... 4 3 Quando procedere al ripristino

Dettagli

T H O R A F L Y. Sistemi di drenaggio toracico Thoracic drainage systems. Catalogo 2009 - Catalogue 2009 GRUPPO C GROUP C

T H O R A F L Y. Sistemi di drenaggio toracico Thoracic drainage systems. Catalogo 2009 - Catalogue 2009 GRUPPO C GROUP C T H O R A F L Y Sistemi di drenaggio toracico Thoracic drainage systems Catalogo 2009 - Catalogue 2009 GRUPPO C GROUP C SOMMARIO GRUPPO C (SUMMARY C GROUP) 1/C II SISTEMI DI DRENAGGIO TORACICO COMPLETI

Dettagli

Portale Unico dei Servizi NoiPA

Portale Unico dei Servizi NoiPA Portale Unico dei Servizi NoiPA Guida all accesso al portale e ai servizi self service Versione del 10/12/14 INDICE pag. 1 INTRODUZIONE... 3 2 MODALITÀ DI PRIMO ACCESSO... 3 2.1 LA CONVALIDA DELL INDIRIZZO

Dettagli

ACCREDITAMENTO EVENTI

ACCREDITAMENTO EVENTI E.C.M. Educazione Continua in Medicina ACCREDITAMENTO EVENTI Manuale utente Versione 1.5 Maggio 2015 E.C.M. Manuale utente per Indice 2 Indice Revisioni 4 1. Introduzione 5 2. Accesso al sistema 6 2.1

Dettagli

COPERTURA WI-FI (aree chiamate HOT SPOT)

COPERTURA WI-FI (aree chiamate HOT SPOT) Wi-Fi Amantea Il Comune di Amantea offre a cittadini e turisti la connessione gratuita tramite tecnologia wi-fi. Il progetto inserisce Amantea nella rete wi-fi Guglielmo ( www.guglielmo.biz), già attivo

Dettagli

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA IL PRIMO GIORNO CON LA FAMIGLIA OSPITANTE FIRST DAY WITH THE HOST FAMILY Questa serie di domande, a cui gli studenti risponderanno insieme alle loro famiglie, vuole aiutare

Dettagli

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM ALLEGATO 2 FULL PROJECT FORM FORM 1 FORM 1 General information about the project PROJECT SCIENTIFIC COORDINATOR TITLE OF THE PROJECT (max 90 characters) TOTAL BUDGET OF THE PROJECT FUNDING REQUIRED TO

Dettagli

AGLI OPERATORI DELLA STAMPA E attiva la procedura di accredito alle Serie WSK 2014. La richiesta di accredito deve pervenire entro il 9 febbraio 2014

AGLI OPERATORI DELLA STAMPA E attiva la procedura di accredito alle Serie WSK 2014. La richiesta di accredito deve pervenire entro il 9 febbraio 2014 AGLI OPERATORI DELLA STAMPA E attiva la procedura di accredito alle Serie WSK 2014. La richiesta di accredito deve pervenire entro il 9 febbraio 2014 Per la richiesta di accredito alla singola gara, le

Dettagli

Progetto Istanze On Line

Progetto Istanze On Line 2012 Progetto Istanze On Line MOBILITÀ IN ORGANICO DI DIRITTO PRESENTAZIONE DOMANDE PER LA SCUOLA SEC. DI I GRADO ON-LINE 13 Febbraio 2012 INDICE 1 INTRODUZIONE ALL USO DELLA GUIDA... 3 1.1 SIMBOLI USATI

Dettagli

These data are only utilised to the purpose of obtaining anonymous statistics on the users of this site and to check correct functionality.

These data are only utilised to the purpose of obtaining anonymous statistics on the users of this site and to check correct functionality. Privacy INFORMATIVE ON PRIVACY (Art.13 D.lgs 30 giugno 2003, Law n.196) Dear Guest, we wish to inform, in accordance to the our Law # 196/Comma 13 June 30th 1996, Article related to the protection of all

Dettagli

La procedura di registrazione prevede cinque fasi: Fase 4 Conferma

La procedura di registrazione prevede cinque fasi: Fase 4 Conferma Guida Categoria alla registrazione StockPlan Connect Il sito web StockPlan Connect di Morgan Stanley consente di accedere e di gestire online i piani di investimento azionario. Questa guida offre istruzioni

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

Autenticazione con CNS (Carta Nazionale dei Servizi) Configurazione e utilizzo con il portale GisMasterWeb (v1.02 del 09/07/2014)

Autenticazione con CNS (Carta Nazionale dei Servizi) Configurazione e utilizzo con il portale GisMasterWeb (v1.02 del 09/07/2014) Autenticazione con CNS (Carta Nazionale dei Servizi) Configurazione e utilizzo con il portale GisMasterWeb (v1.02 del 09/07/2014) La Carta Nazionale dei Servizi (CNS) è lo strumento attraverso il quale

Dettagli

Comunicazione scuola famiglia

Comunicazione scuola famiglia Manuale d'uso Comunicazione scuola famiglia INFOZETA Centro di ricerca e sviluppo di soluzioni informatiche per la scuola Copyright InfoZeta 2013. 1 Prima di iniziare l utilizzo del software raccomandiamo

Dettagli