LETTERATURA INGLESE B - Prof. Ferreccio A.A. 2013/2014

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LETTERATURA INGLESE B - Prof. Ferreccio A.A. 2013/2014"

Transcript

1 LETTERATURA INGLESE B - Prof. Ferreccio A.A. 2013/ /09/13 Programma: impersonalità, oggettività, 900. Beckett: a metà tra modernismo e post modernismo. Eliot: The waste land edizione bur, intro di Serpieri. Saggio: Tradition and individual talent (tabacco). Pound: Huge Selwin H. S. Mauberly + Cantos (fotocopie tabacco). Beckett: End Game (convegno novembre) qualsiasi edizione in inglese. To the lighthouse: edizione oxford. Joyce: Portrait edizione oxford. Bibliografia: saggi fotocopie, più importanti saggi di carattere generale in particolare i due introduttivi. Relazione scritta una settimana prima dell'esame, argomento molto specifico, 8-10 pagine, con molte citazioni. Saggistica inglese: focalizzare argomento. Centro arti della modernità. Modernismo: da metà 800 alla contemporaneità, fenomeno anglo-americano, francese e tedesco; cultura italiana esclusa, modernità arriva dopo. Modernismo. Termine che nasce nell'ambito della cultura anglo-americana, come riflessione sulla letteratura e sull'arte che la cultura anglo-americana produce negli anni a partire dal 1910 fino agli anni 60. Gli autori si definivano moderni in quanto nuovi, sperimentalismo. Le novità erano prese come provocazione, sfida, critica. La cultura che era più nella tradizione sovente rifiutava il modernismo. Il termine è coniato negli anni 60 perché quel fenomeno sta finendo. In inglese si usa definire gli autori chiave high modernism. Cominciano ad uscire i testi che lo definiscono. La nuova cultura contemporanea aveva caratteristiche molto diverse, che verranno in seguito definite post-moderne. Ciò succede meno in Italia. Quando il postmoderno è stato teorizzato negli anni 80, i grandi autori non sono anglo-americani: Borges e Calvino il centro si muove. Borges non lo si definiva postmoderno, tanto meno Calvino. Quando il postmoderno iniziava negli Stati Uniti, da noi c'era l'avanguardia: si rifacevano a Pound e Eliot o al nouveau romane. Movimento francese negli anni che fa capo a romanzieri, filosofi e al cinema: sperimentazione di cui gli italiani erano a conoscenza, rientrava nel fenomeno delle avanguardie. Modernismo e avanguardia non sono la stessa cosa; il primo designa autori, artisti che hanno un'impostazione cosmopolita, però è un fenomeno culturale è visto nell'ambito angloamericano. Oggi il termine avanguardia ha perso campo, ha perso il senso che aveva. Modernismo implica il nuovo, sperimentalismo; ci sono due famose frasi: Pound aveva coniato make it new; uno dei precursori, Rambaud bisogna essere assolutamente moderni (intorno al 1860). Avanguardia. Il movimento copre tutte le arti, ma è la pittura che guida. Grande attenzione alla tradizione, anche se contraddetta e capovolta Klimt (modernismo). Apolinaire, esempio di avanguardismo, poesia sperimentale. Nella parola avanguardia vi sono due elementi: periodo prima della prima guerra mondiale, aveva il senso di coloro che sono avanti rispetto ad altri grande valutazione del sapere artistico, l'arte non è ornamento, non è insegnamento, è un linguaggio che scopre ciò che altri linguaggi non conoscono ancora, idea di un gruppo ristretto che si differenzia da una cultura allargata e coglie prima degli altri saperi l'essenza e il dinamismo del mondo contemporaneo, forte valutazione dell'artista, riconoscimento non dato da cultura più diffusa. Joyce si ispira a Flaubert, stile naturalista in Dubliners. Rifiutato da tutti editori irlandesi. Si sposta a Trieste, contatto con avanguardia, con Pound, viene pubblicato solo dopo Portrait. Era un'accusa al perbenismo, piattezza, arretratezza della società di Dublino, ma in realtà dell'europa. Contenuto dimesso, lugubre. Non c'è la voce dell'autore che salvi la situazione (come in Madame Bovary). Rifiutato per lo stile naturalistico e per il contenuto provocatorio, critico. Portrait ha qualcosa di tradizionale, la storia del giovane. Entrambi i romanzi escono su little magazines, strumenti attraverso i quali l'avanguardia si crea un pubblico. Il grande pubblico è ostile alle avanguardie. Attività rischiosa l'artista. Chi appoggia le avanguardie? Fanno la fame. Joyce aiutato molto da Pound. Chi sono i fruitori? Classe alto-borghese o aristocratica. Penny Guggenheim, famiglia americana ricca, mecenate dell'arte. Arriva a Parigi negli anni 20 e inizia a collezionare opere d'arte europee, perché sa che in America questa cultura non c'è. Sovvenziona artisti. La sua famiglia fonda due musei: uno a Venezia e uno a New York. Rimane a Parigi fino al 42, fugge poi a New York e diffonde la cultura europea negli Stati Uniti. Da quel momento la grande arte nasce degli Stati Uniti. 24/09/13 Studi post coloniali: si vedeva Joyce prevalentemente come irlandese, tralasciando la dimensione

2 cosmopolita. Importante la differenza tra modernismo e avanguardia. Avanguardia è un termine militare. C'è lo stesso esser contro, ma il termine avanguardia e chi lo usa idea dello staccarsi dall'esercito, impresa rischiosa, staccarsi dal gruppo: una cultura diffusa. Elemento implicito anche nel modernismo, che però non insiste su questo aspetto. Il termine avanguardia contiene una voluta provocazione nei confronti della cultura dominante; le avanguardie insistevano sull'opposizione contro una cultura borghese. Borghese vuol dire liberale, cultura del progresso; ambito angloamericano si scagliano contro vittorianesimo, ottocento inglese. Periodo successivo alla prima guerra mondiale. Date simbolo del momento modernista: 1910 e L'epoca prima della guerra sembrava eterna. Nel 22 riflessione. Ci sono alcune opere simbolo di questi due momenti. Difficile piazzare gli scrittori. Famosa frase di Woolf: intorno al dicembre 1910 il carattere umano cambiò. Eliot nasce negli Stati Uniti, studia a Harvard ma nel '10 trascorre un anno a Parigi. L'America di quegli anni è definita da Pound nel Mauberly: half-savage country. Eliot viene a fare il grand tour. Idea di scandalo che reggeva la cultura borghese. Idea che l'arte insegni. Influenza balletti russi. Cfr Sagra della primavera, Nureyev: scandaloso per i contenuti (erotismo) e per la forma, nuovo stile della danza. Eliot è colpito dalla commistione tra primitivo e meccanico. Il compositore è Stravinskyi. Nell'11 a Londra Roger Fry, critico d'arte, organizza una mostra di pittura che intitola Post impressionism Cézanne introduce per la Francia idea di astrattismo (cfr impersonalità). Fa scalpore questa mostra. Inghilterra poco aperta a influssi europei nell'800 a causa del vittorianesimo, soprattutto chiusa verso la cultura francese, perché i francesi sono scandalosi! Arte che deve essere decorosa: no al sesso, politica o religione. Arte è anche il bello scrivere, lo scrivere tradizionale. Agli inizi del 900 i modernisti, tra cui il gruppo di Bloomsbury (Woolf, Londra e Cambridge), scoprono l'arte europea: Flaubert, russi e l'arte pittorica post-impressionista scalpore (arte anti-figurativa). A New York è introdotta la nuova, scandalosa pittura francese in una mostra ospitata all'armery Show nel Fusione tra avanguardie e modernismo in questo periodo. I futuristi vanno a Parigi, a Londra Marinetti è apprezzato da Pound, nel '14. Prima guerra mondiale non era diffusa l'idea della fine di una cultura nel mondo borghese. La cultura diffusa non è la cultura di massa, i media come li conosciamo oggi. La cultura borghese non percepisce questo disfacimento. Perdita della centralità dell'europa sentita da alcuni piccoli gruppi; decadenza e crisi della cultura europea. Caduta di imperi: impero russo, ottomano, austro-ungarico, tedesco. Massificazione, partiti di massa, comunismo. Orrore e grandi entusiasmi. Divergenza tra modernismo e avanguardia: gli autori modernisti sono conservatori in politica, avanguardisti nelle opere artistiche; l'ambito principale è la cultura anglo-americana. Nella cultura europea le avanguardie non lo sono solo in senso artistico, sono di tendenze comuniste, rivoluzionarie impegno politico di sinistra, rottura con la tradizione. Quale tradizione? Quella umanistica ( rinascimento), è quella che va smantellata. Linea ininterrotta che va dal rinascimento ai primi del 900 che caratterizza la cultura europea: illuminismo, positivismo. Umanesimo parallelo alla riforma protestante. Termine chiave: secolarizzazione, che definisce la modernità; processo che non tocca la grande massa delle persone, anche colte. Il positivismo convive con la religione in Inghilterra. Convivenza tra secolarizzazione e religione Inghilterra: va in crisi con Darwin! Punto chiave: crisi dell'umanesimo. Pittura. Quale elemento viene tolto? Cambia l'idea di realtà. C'era un consenso sull'idea che l'arte debba rappresentare la realtà, non una realtà; gli impressionisti dipingono una realtà che è ridotta alle impressioni. Realtà: questione chiave dell'umanesimo. Picasso: scandalo nel modo di rappresentare la realtà; non è il modo impressionista, è un punto di vista sulla realtà che cambia. Per rappresentare la nuova realtà occorre scomporla, non è più un tutt'uno, è una realtà di cui si può solo descrivere la superficie. C'è una nuova realtà di cui si sa poco, non si può ipotizzarne l'esistenza. Presume un nuovo punto di vista, che si sposti intorno alla realtà, che la riduca in una superficie piana fatta di immagini giustapposte. Punto di vista che si frantuma. Crisi dell'umanesimo: culturale e cognitiva. L'umanesimo si diceva rappresentare interessi universali (rivoluzione russa, movimenti femministi, movimenti di liberazione dei paesi colonizzati) sono una facciata questi movimenti, non rappresentano l'universale. Idea del progresso importante per la cultura umanistica The white man's burden. In realtà il progresso porta gli orrori prodotti dalla tecnologia scatenata, della tecnologia al servizio del grande capitale (anche secondo Pound). I modernisti si dichiarano anti-romantici, in particolare Pound e Eliot polemicamente. Il modernismo di Eliot è stato egemone in America e Inghilterra fino agli anni 50. Ma dagli anni 60 arriva Pound. Poi, nascita della Yale school: critici geniali, Harold Bloom in particolare. È ebreo, rivaluta il romanticismo contro il modernismo. Modernismo: grande valutazione figura dell'artista ma impersonale, scientifico, l'arte non

3 insegna, non svaga. Per i modernisti l'arte è creazione, è il sapere. Dadà: arte è gioco. 25/09/13 V. Woolf negli anni 30 scrive una biografia di Roger Fry, una biografia inventata legame tra artisti e gruppo di Bloomsbury. Es. Whistler. Arte impersonale cancella idea di volontà individuale tipica dell'umanesimo. Nell'impersonalità dell'arte c'è l'idea di uno sguardo scientifico, impersonale sul mondo. Saggio sulla tradizione di Eliot. Termine mal reso in italiano: medium; poeta paragonato a filo di platino immerso nella soluzione. Paragone: elemento principale poeta come ricettacolo passivo. Il poeta non è un agente, ma un medium: tradotto come mezzo. Tre questioni principali: senso storico, idea dell'impersonalità del poeta, idea di tradizione come un insieme che cambia continuamente tradizione che continuamente è in movimento, mai fissa. Attacchi polemici, alcuni espliciti. Polemica contro Wordsworth: grande poeta romantico. Tutti i modernisti sono polemici nei suoi confronti, perché viene a essere nel primo 900 inteso come poeta di tre elementi: è il poeta della natura, il poeta dell'inglesità (Englishness), il poeta che esalta l'io romantico. Il poeta si lascia travolgere dalle emozioni; la poesia è un traboccare di possenti emozioni (romanticismo). Sentimenti possenti che rafforzano, sono parte dell'io. Importante il ricordo nel saggio polemica contro la poesia come ricordo. La poesia non è il ricordo di qualcosa che c'è stato; le emozioni rimangono, fluttuano in modo impreciso nella mente del poeta, finché una parola le fa emergere da una zona che è l'inconscio, anche se Eliot non la definisce esplicitamente come tale. La parola crea l'emozione. In Eliot c'è grande attenzione al linguaggio! Per i modernisti il linguaggio viene prima del pensiero: punto chiave. È il linguaggio che crea l'emozione. La teoria dell'impersonalità elimina l'immediatezza. Eliot usa il noi : critica anglo-americana valori condivisi, comunità. Il noi colpisce per il fatto che Elio è americano. Siamo nel 1919, fine della guerra. Ha scritto nel 1910 il Prufrock: poesia narrativa. Ancora indeciso tra carriera di poeta e di filosofo. A Harvard sente una conferenza di Russel, filosofo inglese. In Inghilterra, nel 14, cerca di incontrarlo. Nel 15 incontra Pound e si sposa con un inglese non torna negli Stati Uniti. Pound, dopo aver letto il Prufrock, dice che Eliot ha modernizzato se stesso, senza teorizzare nulla ha creato gli inizi della poesia moderna. In questo periodo Eliot è ancora incerto, fino al Il saggio diventa subito un punto di riferimento per la nuova critica, influenza tutto il 900. Nel 20 pubblica volume di saggi critici, The sacred wood. Diventa personaggio famoso per la nuova critica. Wordsworth poesia della natura, tradizione inglese che continua inalterata fino agli inizi della guerra, con grandi poeti. Ma la natura non esiste più, soprattutto in Inghilterra: paesaggio industrializzato. Wordsworth denuncia intorno al 30 la costruzione delle ferrovie che sfigurano il paesaggio, che è il fondamento dell'inglesità. Da questo momento, la poesia di paesaggio tipicamente inglese avrà poco a che fare con la direzione della vita inglese. Eliot dice che la poesia moderna è una poesia di città (inaugurata dal modernismo), poesia dell'antiestetico. Punto di riferimento: Baudelaire. Tanti romanzi per bambini, scrittori che scelgono la via della nostalgia natura che non esiste più; mondo in miniatura, sovente con protagonisti animali antropomorfizzati. La poesia della natura sovente ha connotazioni nazionalistiche. L'Inghilterra entra in guerra per difendere tradizione di libertà. L'io non è unitario, secondo Eliot. Non esiste un io che sia un'anima organica, unitaria. Molti poeti e romanzieri del periodo odiano Freud, ma il sapere della psicanalisi si sta diffondendo. C'è Freud dietro l'idea dell'io di Eliot, anche se non in modo esplicito. La tradizione non fa parte della cultura inglese, dice Eliot. Tradizionale è un termine negativo: l'america nasce come nuova nazione, paese della libertà che non ha avuto né una propria storia né la monarchia né l'aristocrazia rappresenta l'uomo nuovo. Emerson scrive un saggio: Self-reliance. Bisogna imparare dal bambino, impone se stesso nel mondo. Eliot si riferisce anche all'inghilterra. 1. Cultura protestante si sviluppa come la nuova vera religione dell'uomo nuovo, uomo la cui anima non si forma seguendo l'insegnamento della Chiesa, ma leggendo direttamente la Bibbia (letta da tutti): l'autorità passa dai classici alla lettura del testo sacro e alla introspezione, alla verità del cuore. Nell'introspezione il protestante trova Dio, senza mediazione dell'istituzione ecclesiastica. 2. Rivoluzione di Cromwell. Puritano che sconfigge la monarchia assoluta cattolica, diventa dittatore ma muore e la restaurazione non provoca danni la società ormai è cambiata. Nell'88 il Parlamento chiama un re a governare no dinastia che continua. La tradizione inglese è un rivolgimento, no autorità dei classici a cui rifarsi. L'autorità che i romantici invocano al posto di quella dei classici è la natura. Eliot è polemico con questa impostazione. Polemico anche con le avanguardie europee, che non parlano della tradizione. Polemico con lo stacco totale dalla tradizione. Ha in mente una diversa tradizione tutta la tradizione europea, da Omero ai giorni nostri. Il poeta deve far propria la tradizione della letteratura europea. Perché? La tradizione non è data per scontata, bisogna appropriarsene. Occorre avere il senso del passato. Non vuol dire ristabilire un contatto con il

4 passato (dell'europa). Dà per scontato che il legame con il passato sia interrotto. Vuol dire avere la consapevolezza che il passato è altro rispetto al presente, distanza. Conosciamo la loro passatezza, il fatto che loro siano passati (anche se essenziali per il presente): gli autori del passato sono ciò che noi sappiamo. Si può creare qualcosa di nuovo sapendo che il passato è passato. Elio ha in mente la critica letteraria come scienza, non deve essere contesto storico. Non deve interessarsi dell'opera come espressione dell'autore. Polemica contro la critica romantica. Introduce l'idea della cumulatività del sapere nella critica letteraria. Diverso il discorso per il passato: gli autori antichi contano per la poesia perché non possiamo renderci conto di essere nel presente se non abbiamo la consapevolezza del distacco con il passato. Nega l'idea di influenza, influsso dell'autore passato sul presente. L'autore passato torna in vita nel testo presente: no continuità, ma l'autore del passato rivive attraverso quello presente. Nuova definizione della continuità storica. Definisce un rapporto che non sia rapporto di continuità. The waste land è fatta di frammenti che arrivano al poeta. Il passato arriva anche attraverso canali inconsci, non detto da Eliot. Anni 50 intertestualità. Termine più adatto. Influenza implica che il presente non influenzi il passato. Eliot ha in mente un organismo in continua trasformazione, in cui le opere del passato sono trasformate dalle opere del presente. Rapporto autonomo fra testi, non fra individui. The waste land: accozzaglia di frammenti collegati dall'idea di impresa difficile, poi inconcludente. Opera intrisa di scetticismo. Bachtin. Eliot nega l'importanza del contesto in questa fase: presa di posizione polemica, anche contro la critica positivista (centrata sui contesti). Senso del passato tutte le epoche sono simultanee, non c'è divenire. No interpretazione definitiva. Il fruitore è chiamato a costruire l'opera. Eliot aveva idea dell'opera aperta: non esiste unica spiegazione come non esiste una spiegazione della realtà. Ci si avvicina all'opera d'arte in modo empirico (no in modo soggettivo). 30/09/13 Metodo scientifico in mente a Eliot: antiromantico metodo che non deve essere espressivo, ma distaccato e quindi scientifico; Eliot è un filosofo, molti modernisti conoscono tendenze filosofiche del tempo. Crisi con diramazioni in tutte le discipline, ne fa nascere di nuove: psicanalisi, antropologia. Eliot ha in mente sviluppi della filosofia, entra talvolta nell'antropologia. Inizia la propria carriera filosofica a Harvard; nel mondo anglo-americano del primo 900 c'è una disputa, che troveremo anche in To the lighthouse: contrasto tra filosofia di tipo idealistico, con origini tedesche, e nuova filosofia di stampo empiristico (empirismo cultura inglese). Foster, Howards End: protagonista (Inghilterra colta contro Inghilterra arrivista) si chiama Schlegel, cognome di origine tedesca. Filosofo più famoso dell'empirismo nuovo: B. Russell, amico di Eliot. Scrive tesi di dottorato poi incompiuta intorno al 14 per confutare un filosofo idealista, ispirato proprio dalle lezioni di Russell a Harvard. Bergson influenza anche Eliot: mette in discussione l'oggettività della concezione del tempo atemporalità di The waste land. Saggio. La poesia non deve esprimere personalità e sentimenti dell'autore (come in Byron). La nuova poesia deve essere impersonale. Non vuol dire che il poeta non parli della propria esperienza, ma questa esperienza va filtrata in modo impersonale, poesia distaccata, oggettiva. La nuova arte secondo i modernisti ha lo scopo di arrivare alla verità; se l'arte non è didattica, non deve comunicare, non è un ornamento, allora punta alla verità l'arte è un sapere autonomo, non illustra qualcosa ma crea, fa scoprire qualcosa. Se così è, l'arte deve essere aggiornata sulle questioni del momento, deve parlare di un mondo nuovo, deve farlo da un punto di vista di un io che non è più l'io tradizionale, come lo si intendeva nell'800: l'io moderno è diviso; nuovo linguaggio per dire quella realtà. 1. Realtà problematica nuovi sviluppi delle scienze e della filosofia, problematicità non vista solo dagli artisti (Eliot nel va in Germania per imparare il tedesco; la cultura inglese è ostile al tedesco, per via della guerra in arrivo; viene in contatto con Husserl) 2. Punto di vista, l'io nell'800 c'era la psicologia, che era una scienza medica nell'ambito positivista; Freud è un medico, si accorge che certe malattie non erano fisiche, collega certi disturbi ad una situazione mentale che non è facilmente constatabile. Queste malattie sono provocate da un conflitto nella mente, tra l'aspetto conscio e quello inconscio, che in realtà domina la parte conscia. Per curare la malattia, capisce che la mente possiede un linguaggio proprio linguaggio dell'inconscio: sogno, lapsus. L'io è frantumato! L'io può essere l'autore. 3. Linguaggio nuovo; Saussure; la linguistica nasce dalla disgregazione della scienza positivista; scuola dei linguisti russi Jakobson + formalisti russi; scuola di Praga. Le due scuole di linguistica con gli anni 30 emigrano negli Stati Uniti o in Inghilterra, pongono le basi per la nuova linguistica del 900. No immediatezza fra io e realtà mezzi impersonali. Il testo letterario mette in evidenza la problematicità del punto di vista. Saggio di V. Woolf contro il realismo, Mister Bennet and Mrs Brown: Bennet è il romanziere che tutti conoscono, scrive con uno stile realistico, che secondo Woolf non ha niente da dire a

5 Mrs Brown perché essa ha una vita nuova, che va presentata con un linguaggio moderno. The waste land. Eliot è convinto da Pound a intraprendere carriera di poeta. Sposa un'inglese e rompe con la famiglia. Accetta di lavorare in banca, e la banca torna nel testo. Vita stressata. Butta giù frammenti, ma non riesce a concludere. Tra il 20 e il 21 va a Losanna a farsi curare per una nevrosi ( La montagna incantata). Passa per Parigi al ritorno e dà i frammenti a Pound, che li rivede e li taglia e glieli rimanda con una lettera. The waste land esce prima in rivista, poi pubblicata dai Woolf, Hogarth Press (1922). Esce in questo periodo anche l'opera di Faulkner, The sound and the fury. Eliot è molto attivo. Scrive un commento a Ulysses. The waste land fu accusata di oscurità, ma soprattutto di plagio opera composta di citazioni. Nell'articolo su Joyce ha in mente anche la propria opera, conia un termine famoso: metodo mitico parallelismo tra mondo contemporaneo e mondo antico; il metodo mitico non vuol dire mescolare mito e contemporaneità. Si sostituisce al metodo narrativo. La sensazione che una storia venga narrata in WL è molto labile. Una possibile parafrasi lascerebbe fuori il metodo che Eliot usa, che non è narrativo. Anziché raccontare (to tell), presenta (shows). È un'opera fatta di frammenti, che non tollerano la narrazione, la quale metterebbe gli eventi in successione temporale con un rapporto di causa ed effetto. Eliot con il metodo mitico sospende la logica narrativa; si può solo accostare frammenti. Eliot comunica l'idea di un autore che si tira indietro, un commento o un giudizio non devono esserci perché l'opera sia vera. Flaubert è il grande modello per gli anglo-americani dell'impersonalità; era stato accusato per la materia scabrosa e perché non entrava a commentare i fatti. I. Primo spezzone: registro comune, culturale, religioso che la poesia tiene sempre insieme, sullo stesso piano. Tecniche di versificazione che usa per far corrispondere l'aspetto formale al contenuto; no regolarità delle rime, delle strofe, del metro; cosa tiene insieme la poesia? Il ritmo, che corrisponde alla vita che viene bloccata. La voce vuole dimenticanza e assenza di futuro. Il mondo di cui ci parla è un mondo che non vuole memoria e non vuole futuro. Assenza di desiderio presentata nell'incontro della dattilografa con Neil. Mondo desolato a causa della sterilità del mondo contemporaneo. 1/10/13 Caratteristica del linguaggio artistico messa in rilievo dai modernista: esiste una peculiarità del linguaggio artistico o è come la lingua comune? Problema che i teorici si pongono. C'è qualcosa che l'arte dice e che il sapere discorsivo non può dire allora è riconosciuta la peculiarità del linguaggio artistico. Posizioni: 1. posizione promossa da un filosofo che distingue due caratteristiche del linguaggio: una è quella di denotare, l'altra è quella di connotare (es. Mario è codardo vs Mario non è un leone) questa differenza la troviamo fra linguaggio discorsivo e poetico; metafore, modi di dire, proverbi per rappresentare qualcosa modo connotativo: effetto della frase prima del significato; 2. artisti e teorici della letteratura, formalisti russi: linguaggio artistico definito come una funzione di straniamento, colpisce, strania le aspettative Eliot non narra, è il testo che presenta. Cfr Heart of Darkness: il protagonista si addentra nell'oscurità e capisce che non bisogna interpretare. Cosa fa per arrivare? Guarda l'acqua. Non può interpretare perché non capisce, può solo guardare attentamente il fiume che nasconde dei tronchi vaganti. Marlow descrive e rimane in superficie, chi interpreta va a fondo. Testo. Voce impersonale, astorica, atemporale, che rappresenta un mondo ma l'incipit è una citazione. Canterbury tales: racconti modellati sul Decameron, con la differenza che questi racconti sono fatti da personaggi che rappresentano la società, vizi e virtù e raccontano durante un pellegrinaggio a Canterbury, sede della cristianità inglese ancora cattolica. Si faceva in primavera per purificare lo spirito e perché indica la rinascita. Canterbury è il punto d'arrivo, della salvezza. Inizia con al frase opposta. Eliot oltre a citare, capovolge il senso del verso di Chaucer. Questa allusione ha molto senso per il resto di WL. In questo poema non si tratterà di un pellegrinaggio. Il Re Pescatore è il protagonista: lo possiamo sapere da un punto del poema. Il finale ci rivela che c'è stato un personaggio che ci ha condotto attraverso la terra desolata, e non compare nell'opera se non in alcuni accenni. V 422 ss: fishing parallelo biblico parodiato. Sotto WL c'è la struttura della quest, la ricerca. Filastrocca: il ponte era già comparso, richiamo paradigmatico momento precedente della poesia, momento importante, immagine chiave del poema. Pratica del paradigma: non un elemento dopo l'altro (sintagmatico) ma è il paradigma che dà senso, riferimenti in lontananza. La Commedia è uno dei testi che regge WL; citazione in italiano poema cosmopolita anche nelle lingue. 429: opera tardo-latina in cui c'è una rondine; c'è un uccello all'inizio della seconda parte. Frammenti interrompono la narrazione, sommergono la voce del Re Pescatore. Non abbiamo mai visto il protagonista, la ricerca non c'è mai stata: questa non è una ricerca il protagonista e la ricerca sono una struttura assente, non c'è l'io. Nella parte seconda il personaggio femminile si trasforma in continuazione, presentata attraverso la propria

6 voce una donna al v. 111 donna dell'epoca contemporanea. Dialogo innervosito, petulante, che denuncia un'ansia. Dialogo giustificato dal titolo A game of chess (riferimento a un dramma in cui il gioco avviene tra uomo e donna, gioco come lotta tra i sessi, opera di A, Pope, Il riccio rapito). Topo: umidità, pericolo, aggressività. Immagine che rimane autonoma rispetto al testo, immagine creativa che si può ricostruire. La concezione di autonomia del testo si stava costruendo in quegli anni. Teologia negativa: ricerca spasmodica sempre fallita di una qualche unitarietà (modernisti); Eliot la adombra nel mito del Re Pescatore, che gli serve come struttura narrativa. Postmodernismo: i problemi del modernismo non sono più sentiti come tragici la voce dell'autore ci dice che è una finzione, cambia il modo di rapportarsi ai problemi da parte degli artisti. Eliot nel 1927 si converte all'anglo-cattolicesimo. Era nato nella cultura puritana di Boston, la abbandona. Anno chiave per l'europa; in Inghilterra sciopero generale del 1926; nel 1928 arriva dalla Russia uno slogan: Socialismo in un paese solo la Russia non ha più come obiettivo la rivoluzione mondiale; nel 1929 crollo della borsa. Gli intellettuali si schierano: molti per la sinistra, altri per la destra (cultura conservatrice). Tra i modernisti molti sono a destra (ma non il gruppo della Woolf). Scelte caratterizzate dal rifiuto della cultura liberale più che dalla scelta di un'opzione in particolare: un mondo che non sa morire per rinascere (ciò che Eliot vuole descrivere in WL). Lutto che non si vuol elaborare. 2/10/13 Marie è situata nella storia indicatori precisi storici e sociali. Prima strofa: aspetto atemporale e mitico, archetipico tenuti insieme. Spazio concreto e geografico; l'opera modernista spazializza il tempo: non c'è un tempo consecutivo inteso in senso tradizionale; dimensione atemporale. Protagonista non c'è, percorso che non c'è, fallisce atemporalità del poema; il tempo è circolare, non progressivo. Il tempo circolare si ritrova in Portrait (romanzo d'artista, künstler roman): la fabula ci dà un processo lineare, ma nella struttura dei capitoli Stephen ha un percorso di salita e di discesa Stephen è sempre in un circolo vizioso. In WL negazione totale del percorso, del progresso; critica l'idea di progresso. Ciclicità: Vico letto da tutti, da Joyce, da Becket, da Yeats, non tanto da Eliot. Decadenza: Spengler. Struttura della prima parte. 1. Spaccato di Belle epoque 2. registro biblico 3. Madame Sosostris 4. Unreal city V 19: voce biblica che si contrappone alla voce di Marie. Spaccato giustapposto. Registro biblico (all'inizio registro mitico antropologico). L'aridità e le radici si collegano al primo spezzone, ritorna anche la frammentarietà al v 22. L'acqua non purifica, è putrida, accompagna amori illeciti delle prostitute lungo il Tamigi. Nella parte IV: marinaio fenicio, Death by water. Episodio di Madame Sosostris. Romanzi concentrati che danno idea di un'epoca, questi episodi. Metodo mitico, allusione, parodia. Episodio parodico che ha una doppia valenza: annuncia qualcosa di tragico. Agganci con la sibilla dell'inizio e con Tiresia. Rappresenta nel presente contemporaneo la parodia del veggente. Tutte le epoche sono contemporanee, siamo costretti a vederle così dal testo. Il suo è un nome straniero, esotico, che richiama personaggi a metà tra scienza e filosofia misticheggiante teosofia. Si riferisce a Madame Blavatzki (cfr Mann). Ispiratrice di Yeats, lamenta la mancanza di un sapere condiviso e si costruisce attraverso vari misticismi una mitologia; scrittura automatica. Yeats crede in questi sistemi ma la scrittura automatica era praticata anche dai surrealisti. Basata sull'idea che si possa comunicare con gli spiriti, idea positivista; il medium entrava in trance e portava i messaggi dall'aldilà (che richiama idea di far rivivere il poeta morto aprendosi al suo testo), li trasmetteva con linguaggio figurato o con scrittura automatica. Sosostris: parodia dell'antico, antico che ritorna decostruzione. Mrs. Equitone: cognome quasi farsesco. Spaccato socio-storico. Sta facendo i tarocchi non per strada, ma in ambienti borghesi, benestanti; ambiente un po' all'altezza della cultura diffusa del tempo. Katherine Mansfield si affida per curare la tisi a un mezzo santone, medico, psicanalista, che la farà morire senza cure. Incroci tra spiritualismo russo e teosofia occidentale. Unreal city. Eliot crea lo spazio. Ci fa capire che lui è su e sotto c'è la città; importante il punto di vista, ci dà l'aggancio con l'inferno. Eliot ha decontestualizzato dall'originale i versi danteschi, che sono citazioni. Eliot definisce Baudelaire un deformed Dante. Dante è importante ora per la concretezza delle immagini (lo legge in traduzione). In seguito Eliot si avvicina a Dante come filosofo. Correlativo oggettivo teorizzato da Eliot in un saggio su Amleto (Hamlet and his problems): qualcosa che contiene in sé tutta l'opera, non c'è spiegazione, autonomo. Parla della madre di Amleto, di cui non c'è un correlativo oggettivo. L'Inferno di Dante è l'inferno di oggi ma non c'è continuità. La Commedia è un testo che struttura WL, soprattutto l'inferno. Opera che si

7 regge sul mito come contenuto, sulla Bibbia, sui grandi testi del passato, in particolare l'inferno, la Città di Baudelaire (poeta della città, modernità). In Baudelaire trova linguaggio poetico che colga l'effimero della contemporaneità e lo coniughi all'eterno. Importante anche Shakespeare. Opera basata sul flusso si coscienza. Caratteristica importante dell'opera modernista (critica, decostruttiva, denuncia qualcosa ma chi scrive e chi legge non è mai fuori dalla critica. 7/10/13 Intervento di Pound su WL. Periodo di esaurimento nervoso di Eliot, va a Margate prostituta alla fine della III parte. Importante riferimento a Losanna per cultura psicanalistica. Non riesce a concludere l'opera, passa a Parigi da Pound, che taglia moltissimo. Fino al 1971 l'unico testo era quello letto ora, al quale Pound aveva fatto correzioni. La vedova di Eliot amministra la sua produzione. Esiste una versione originaria, che compare nel mondo anglo-americano negli anni 70: sorprende tutti. L'aveva regalata ad un amico. Manoscritto viene fuori nella biblioteca di New York. Importante confronto tra le due versioni. Pound fa piccoli interventi formali e toglie tre lunghi brani: uno apriva il testo (notte di bagordi di un giovane universitario che gira per la città con una compagnia di ubriaconi e si addormenta al mattino), uno era ampliamento dell'inizio della II parte (pastiche, opera letteraria di solito fatta da giovani scrittori che è imitazione parodistica dello stile di un altro autore esercitazione; imita un poeta del 700 inglese, Alexander Pope, The rape of the locke lotta dei sessi: Pound lo critica, non si può fare la satira di un poeta che non si può eguagliare, e vuole eliminare l'aspetto satirico), terzo brano allunga la parte IV (Death by water). Nottata inizia andando ad assistere ad un musical (cultura radicata in America e a Parigi) Music Hall. Tappa in un bordello; la padrona si lamenta perché fanno scappare la clientela. Vanno a casa del vecchio Tom (old Tom, linguaggio del tempo), che è sbronzo. Alla fine il protagonista si addormenta. Storiella che potrebbe essere parte di un romanzo, sulla formazione del giovane. Linguaggio tratto da quello dei giovani del periodo, con infiltrazioni popolari irlandesi. Alcuni hanno pensato che si ispiri a Joyce (che inizia a scrivere Ulysses nel 14, usa parlate popolari). Scena ambientata a Boston, importante per la sua eredità americana. Titolo originale: He do the police in different voices. Riferimenti a luoghi di Boston e suoi bassifondi. Parte tolta da Pound: autobiografismo (riferimenti nel resto dell'opera sono talmente esibiti che non contrastano con l'opera modernista, come se fossero una firma), protagonista definito, forma narrativa, riferimenti storici elimina ciò che andava nella direzione opposta a quella dell'impersonalità. Poesia diventa più universale. Scena del pub, personaggi femminili importanti, rapporto uomo donna (stessa tecnica in Picasso e nei collage in pittura pezzo non artistico trasposto nell'opera artistica). L'opera d'arte incamera la banalità del quotidiano, trasponendola senso dello stile della scena del pub. Importanti i testi che parlano. Scena del pub sullo stesso piano di Filomela (fondamentali le Metamorfosi di Ovidio). L'autore è quasi un portatore passivo di questi testi. Il titolo viene da Dickens; frase di Il nostro comune amico: ragazzo strano che ha abilità, quando legge giornale per popolani, fa la polizia in voci diverse; errore tipico dello slang. Pound elimina riferimento a Dickens, all'800, alla non impersonalità. Epigrafe di WL frase che conclude Heart of Darkness: The horror! The horror! Eliminato da Pound, che ritiene che Conrad non sia abbastanza moderno. Eliot sceglie altre due epigrafi: la Sibilla. Quest romanzi cavallereschi. Idea della ricerca di se stessi, perfezionamento di se stessi che ha sempre una matrice cristiana. Si incrociano elementi pagani, popolari digressioni che impediscono la ricerca. Ricerca del Graal risanare la terra malata. Cfr Tasso, Gerusalemme liberata. Torna nell'800: Wagner. Elemento antropologico: prove da superare, riti di passaggio. Ostacoli non si superano in WL, non c'è la quest: struttura assente a cui si allude. 8/10/13 Aspetto esoterico di Dante; era letto in traduzione: emerge il plurilinguismo? Eliot e Pound vedono in Dante colui che inventa una nuova lingua concretezza, realismo, poesia che tocca tutti gli argomenti. Pound in Dante e nella continuità tra i provenzali e il Dolce stil novo vede un filo conduttore soprattutto della cultura pagana (repressa, perseguitata), una cultura misterica. Pound ha sempre tendenze neoplatoniche in tutta la sua carriera. Si accorge del plurilinguismo di Dante? Nota una sapienza misterica in Dante e Cavalcanti. La repressione di questa cultura è vista da Pound come repressione della verità. L'arte è verità. Dal 1910 abbandona Dante e preferisce Cavalcanti, personaggio che sapeva più di anticonformista. In lui vede tracce della filosofia araba (Averroè, Avicenna). Quest: struttura narrativo-antropologica opere di antropologia che Eliot legge. Definire rapporto che lega i frammenti, che cambia; sovente rapporto di ironia, parodia, spiazzamento. Continuità contenutistica fra signora del salotto che si trucca e signora del presente e poi scena del pub. Descrizione del boudoir: molto

8 lunga. Burnished throne: barocco rifatto artificialmente dell'epoca, regalità finta, esagerazione. Cleopatra: regina di un impero che sta morendo cfr presente degradato, meccanico, vuoto di valori, narcisistico (vedi incontro della dattilografa con amante). Storia amorosa tragica tra Antonio e Cleopatra in cui c'è lotta, conflitto; suicidio di Cleopatra rito. Il passato che vive nel presente ci fa cogliere la discrepanza, la dissonanza. Termine coniato da Adorno per descrivere funzionamento dell'arte d'avanguardia. Filomela: degradazione dell'eros in violenza. Ma nel passato c'era la trasformazione, la metamorfosi, il morire e rinascere: il presente non riesce a farlo, non può accettare la morte per rinascere. Passato tragedia, rito; presente parodia, lutto che non finisce mai. Nel 17 esce saggio di Freud, Lutto e melanconia : analizzava casi di traumi della guerra; cosa succede a chi subisce questi traumi? Queste persone hanno perso qualcosa. Il lutto può essere per persona amata o per un'idea in cui non crediamo più. Il lutto si elabora mancanza della ritualità nella società contemporanea, una volta si era in lutto, isolamento. Ci sono dei casi in cui il lutto non si elabora mai: melanconia, incapacità di separarsi da ciò che è morto. Stato d'animo di chi non può elaborare il lutto. In WL insistenza su un corpo morto che continua a tornare, non viene sepolto; importante il bisogno antropologico di distinguere vita dalla morte compagno di Ulisse annegato ma non seppellito, poi incontrato nell'ade. Allusioni di Eliot alle ossa, ossa di Phlebas che non si trasformano come accade nella Tempesta. Mai passato che si recupera, no continuità. Emerge il passato, che indica la distanza incolmabile tra passato e presente. Il passato torna in quanto diverso. La crisi, i problemi filosofici, la nascita di nuove discipline sono precedenti la guerra. Passaggio da Cleopatra alla lady: letteratura di consumo. Il vedere o il non vedere la continuità dipende anche dal punto di partenza, ossia dalla cultura a cui si appartiene. Discorso sul metodo mitico, che è un modo per dar ordine, costruirlo, inventarselo. L'ordine è di forma, estetico: dar forma al caos. Il metodo mitico sostituisce il metodo narrativo, con la tecnica del montaggio (decontestualizzazione) no continuità, non c'è nell'esperienza contemporanea e non può esserci nella resa di quell'esperienza. Arte popolare diventa arte di massa e perde l'elemento dialogico. Old possum's book of Practical cats non sense. Rapporto di Eliot con la cultura popolare. Importanza del jazz, influenza Eliot, quello delle origini. Morte per acqua legata alla cultura del New England di Eliot. Simbolismo dell'acqua: negativo. Quest: importante idea della narrazione. La quest è la struttura che sta sotto a qualsiasi romanzo. Ma Eliot trova l'idea della quest soprattutto in alcuni testi di antropologia: Frazer, Weston. A Cambridge si forma la grande scuola di antropologia inglese. Eliot legge anche Durkheim. Scoperta che la mitologia fosse un sapere, anche nel mito c'è una scienza, che va letta comparazione dei miti. Miti che si associano a riti che si officiavano alla fine dell'inverno per l'inizio della primavera. Legame importante tra mito e rito. Terra malata il cui re anche è malato; un cavaliere puro può salvare la terra, il salvataggio della terra avviene grazie al sacrificio del re. Storia che si ritrova in varie mitologie, ma anche nella leggenda cristiana. La Weston vede la continuità. Re Pescatore: riprende tutti questi miti. Ciò spiega anche l'assenza del protagonista in WL. Collegata con impersonalità. Non interessa solo Eliot, ma anche Jjoyce e Woolf, anche se non la chiamano nello stesso modo. Non c'è chi narra e non c'è un protagonista che sorregga la narrazione. W. Benjamin, Il narratore. Scomparsa del narratore. Impossibilità di trasmettere esperienza attraverso il racconto. 9/10/13 Problematica di WL incomunicabilità; esito del morire del mito: silenzio. The hollow men: forse la continuazione di WL, aveva avuto molto successo. Questione dell'apocalisse, WL è il poema della fine. In Eliot emerge anche crisi del linguaggio, non specificatamente in WL; idea che il linguaggio non riesca a comunicare la nuova realtà anche in ambito austriaco, Hugo von Hofamsthal, La lettera a Lord Chandos: il narratore si presenta come un elisabettiano che scrive a un altro nobile, disperato, chiede aiuto perché non riesce più a dire il mondo con le parole, quando ci prova le parole gli tornano addosso, rimane solo l'oggetto muto, nel momento in cui si esprime diventa falso. Problematica tipica di quegli anni, c'è in Beckett. Coetzee, Waiting for the barbarians; Disgrace (non grazia). La lettera segna la sensibilità culturale del momento. Tematica c'è anche in Eliot, implicitamente contenuta nel metodo mitico, che però riguarda più la narrazione. Problema che viene fuori nei Four Quartets, opera sperimentale. Dissonanza. Gli elementi di un'opera artistica agiscono l'uno contro l'altro in modo dissonante montaggio. Idea che si collega prevalentemente alla questione dell'arte che demistifica, decostruisce, critica vs arte della cultura media. Virginia Woolf. Numerosi punti in comune con WL. Gruppo di Bloomsbury: intellettuali che criticano la cultura contemporanea, prevalentemente il vittorianesimo, l'800. Importante l'origine familiare della Woolf

9 (come è importante la cultura puritana per Eliot, nato a St. Louis; famiglia di buona borghesia colta con profonde radici nella cultura e nella politica americane, da cui prende le distanze). Proviene da famiglia di alta borghesia molto legata all'arte e alle questioni intellettuali. Padre, modello di Mr Ramsay, si chiamava Leslie Stephen: Ramsay nelle letture femministe è un personaggio messo in luce ridicola errore! Conflitto tra marito e moglie, ma risultano complementari. Il padre di Virginia era filosofo, un esempio della cultura liberale di quegli anni: pensiero laico; interesse e ripresa del retaggio culturale del 700 inglese, illuministico. Redattore del Dictionary of national biography, grandi personaggi della cultura inglese. Discorso sull'arrivare alla r allusione all'opera di Stephen. Famoso Stephen come alpinista; erano gli inglesi che conquistavano le vette in quel periodo romanzo L'egoista su Stephen. Per Virginia un personaggio amato ma anche scomodo; no istruzione istituzionale, le ragazze non andavano all'università. Si ciba di cultura attraverso le amicizie, i fratelli vanno a Cambridge (apostoli di Cambridge Keynes, Forster, che scrive prima sistematica opera di teoria del romanzo, Strachey, Russell). Sul padre scrive moltissimo, ma è ingombrante per lei come scrittrice. Discendenti di Thackeray. La madre ha ascendenze colte nell'arte, ed è nota per la sua personalità, fascino, capacità di comprendere le persone, disponibilità, opere benefiche, carattere molto forte. Quando scrive To the lighthouse, è accolto favorevolmente dalla critica. La Woolf sa di aver scritto un'opera sperimentale, ma lo sperimentalismo non blocca la lettura come succede in WL. La facilità però è apparente. È un romanzo difficile per la grande ricercatezza stilistica, che un tempo era presa come forma di scrittura lirica, e per questo molto femminile giudizio dato subito, inglobato dalla critica femminista. In realtà non è così, c'è molto lirismo, che serve per costruire dimensione parallela e simbolica di lettura, molto importante. Al lirismo si accompagna una struttura dura, forte, definita così da lei stessa, seria, quasi di ferro. Abbina queste due caratteristiche: struttura eterna e aspetto trasparente, estetico. C'è leggerezza e c'è solidità nel romanzo. Quando ne parla dice di aver scritto qualcosa per cui ci vorrebbe un nome che non sia romanzo. Perché? Elementi importanti, tre aspetti: 1. struttura 2. metanarratività (racconto sul racconto), elemento auto riflessivo Lily che diventa pittrice; menzione di Pounceforth, stile di pittura edulcorato, etereo, non preciso, che è la pittura del tempo, dalla quale Lily prende le distanze. L'autrice non descrive Pounceforth, il lettore deve cogliere il dettaglio. 3. tecnica narrativa improntata a Narrated monologue (monologo interiore, discorso indiretto libero): il narratore prende la voce del personaggio senza avvertire, il narratore scompare e si mimetizza con la voce dei personaggi. Tecnica usata con vari scopi: in TTL impedisce di dare un'interpretazione definitiva sui personaggi, no unico modo di dire la realtà. L'autrice ci chiede di guardare la realtà da tanti punti di vista. Tecnica usata da Henry James, anche teorizzata The turn of the screw. Trittico: la prima e la terza sono le più lunghe. Dissonanza: la parte più breve copre il periodo storico più lungo. Una parte dello sperimentalismo tocca il problema del tempo. Il romanzo non crea l'illusione di rappresentare lo scorrere del tempo. Trittico che ha come contenuto e come struttura formale il problema del tempo. Parte seconda è più lirica, narrazione sospesa e indica dieci anni in cui c'è anche la guerra mondiale grandi cambiamenti. Casa abitata dalle arie. Il tempo passa attraverso la casa, rovinandola finché due donne si incaricano di pulire e riaprire la casa. Talmente concentrata da dare l'impressione che il finale della prima parte e l'inizio della terza siano concomitanti. Terza parte: mattina di settembre (prima era giornata di settembre) circolarità. Modifica i generi letterari. C'è una storia, che poteva essere argomento di un romanzo tradizionale. Viene giocata mutando il genere: romanzo familiare, di formazione soprattutto. In realtà non c'è la formazione, piuttosto una presa d'atto del trionfo del passaggio del tempo. James diventa sempre più come il padre, ne prende il posto. Il padre prende atto della morte della moglie. Lily diventa pittrice. Ma la storia lineare è messa in discussione con il metodo. Incipit. Importante leggere in lingua. All'inizio si vede Mr Ramsay con gli occhi di James. Esempio di realismo europeo (Auerbach). Idea del coltello e della lama saranno attribuite a James, se non si mantengono stessi aggettivi si perde l'idea che James sia diventato suo padre. Importante aspetto paradigmatico, più importante del plot. Chi sta pensando? La prima parte è narrata attraverso pensieri dei personaggi. Difficile trovare intervento esplicativo del narratore. Pensieri liberi, libere associazioni. Terrace non è terrazza, ma giardino ampio in piano dove si muovono i personaggi. Narrata la storia dei personaggi attraverso i rimuginamenti dei personaggi. Ogni spezzone di vicenda ricordata è visto da punto di vista particolare. Punto di vista di James è volutamente esagerato. Parla il desiderio di James. Il narratore in terza persona sbaglia a volte. Atteggiamento di Mrs Ramsay perché sa quanto la vita dei figli sarà dura. Vuole che il mondo del bambino non sia distrutto dalla precisione della realtà di suo marito. Il monologo narrato ci impedisce di identificarci con il narratore in terza persona e in più ci dice qualcosa sul personaggio. Romanzo ambientato all'inizio del 900, epoca edoardiana, sovente definita come belle epoque. L'autrice ricrea l'epoca con piccoli tocchi di critica, fa vedere quanto poco sicura fosse l'armonia di quell'epoca, come l'equilibrio che Mrs

10 Ramsay mantiene nella prima parte. È il centro della prima parte, il fulcro dell'equilibrio che dovrebbe realizzarsi nella cena finale. 14/10/13 In questo romanzo la Woolf gioca sui generi letterari. Struttura narrativa di riferimento: romanzo familiare. La struttura c'è: famiglia, società. Entra anche nel romanzo la società in senso più lato piccoli accenni. Alcuni segnali indicano il periodo storico, ma anche il tema dell'effimero. Accenni alla storia che si collegano al senso del passaggio del tempo, mondo destinato a finire. Tansley è definito ateo dai ragazzi, riportato da Mrs Ramsay, lo difende, le dispiace che sia escluso; è povero. Quando i ragazzi lo chiamano the atheist, lo stigmatizzano come estraneo al loro gruppo. La famiglia rispetta la religione come forma istituzionale della società. Importanza del matrimonio per Mrs Ramsay. Origine sociale umile: discorso sul circo, lui non ci è mai stato. Narrazione filtrata in primo luogo dal monologo interiore! Virginia passava le estati in Cornovaglia; sposta la narrazione alle Ebridi, su un'isola. Attraverso il linguaggio dei ragazzi capiamo il rapporto di Tansley con la famiglia. Cravatte di Tansley, vuole farle notare. Aspetti inseriti nel romanzo per darci un'idea della classe sociale della famiglia Ramsay con tutti i suoi pregiudizi. Tansley discute con Bankes della situazione politica: capiamo che non solo è un ateo, ma che è anche socialista, prevede un grande cambiamento sociale. Borghesia arriva al potere politico; estensione voto (nel 1832 passa il Riform bill, legge di riforma del voto: si allarga il voto alla borghesia e in parte ai maschi che possiedono qualcosa; riforma delle zone elettorali ampie zone elettorali degli aristocratici, lotte operaie; cresce alfabetizzazione, intorno al 60 si ampia il numero di persone che può votare, sia ampia ancora alla fine dell'800, le donne dopo la guerra); rivoluzione industriale e sociale; non proprio socialismo in Inghilterra, alla fine della guerra va al potere il labour party (socialdemocratici) vs liberal. Tansley discute di ciò che sta cambiando politicamente in Inghilterra: sta cambiando a sfavore della upper middle class (Ramsay). Per parlare di un personaggio bisogna ricostruire vari percorsi; il quadro complessivo non c'è mai, deve essere ricostruito dal lettore coi diversi punti di vista. Qualcosa ci dice che con il passare del tempo Tansley è diventato qualcosa: professore, sposato, abita in una zona nuova apparentemente elegante, suburbs: luogo in cui va a vivere chi arriva in una certa classe sociale. Probabilmente il suo essere ateo non è più stigmatizzato; ma ha sempre quella brutta cravatta, cattivo gusto. Minta e Paul. Lei lo tradisce, lui passa le serate al pub: richiamo a WL, Hemingway. Monologo narrato. Difficile stabilire chi lo stia compiendo: elemento voluto non si sta solo ritraendo dei personaggi, la tecnica di questo romanzo ci dice sul mondo che è impossibile entrare in una coscienza singola. Tutto ciò che possiamo dire di questo mondo è l'esistenza di una coscienza che non appartiene psicologicamente ai singoli individui. Il mondo è costituito dalla coscienza degli individui che si incrociano gli uni con gli altri impersonalità l'autore ci presenta lo stato fluttuante di questa coscienza. L'arte (Lily) tiene tutto insieme, importante funzione dell'arte; la forma è data dall'arte. WL: posizione più scettica. Lily: all'inizio risentimento dovuto al fatto che il potere di Mrs Ramsay non durerà, capisce che il mondo non funziona più. Il quadro di Lily è un venire a patti con la propria storia, lo fa quando ha la visione nella terza parte; ha visto Mrs Ramsay, riesce a vederla adesso che è morta, la evoca. La visione di Lily (ispirata al postimpressionismo), arte astratta basata non sul realismo ma sulla visione. Elemento di misticismo, trascendenza, chiaro quando Mrs Ramsay è vista più puntualmente dal marito. La vediamo quando si stacca dal figlio, rimane sola davanti al faro terzo fascio di luce, lei è definita come un cuneo d'ombra ma si identifica nel fascio del faro: aspetto oscuro e terribile di questa donna, dubbi e paure dell'età vittoriana. Il faro è quello che è Tiresia per WL, ma non illumina, non spiega nulla. Il faro è tema, struttura e simbolo. La finestra è un altro luogo simbolico, finestra della prospettiva che ci presenta romanzo basato sull'assenza della prospettiva, la casa è ambigua: resta anche se distrutta dalle arie, il quadro di Lily: forma data solo attraverso l'arte. Regna il non detto rapporto tra i personaggi, elemento che si vede nel finale della prima parte. Inizio di Portrait: flusso di coscienza, trasporta il lettore nella coscienza del bambino. Non ci dà i pensieri strutturati in modo razionale come nella Woolf. Nel flusso l'autore è ancora più estraneo. Ci viene presentata una mente trasparente (Transparent minds): il romanzo modernista ci trasporta nella mente del personaggio. In TTL c'è la quest, punto d'arrivo ottenuto (Lily diventa pittrice); l'arte dà ordine a caos, ma caos e rottura rimangono, evidenti nell'ultima parte. Nella 3a parte si intraprende il viaggio quando non si danno più le condizioni che lo presentavano come la realizzazione del desiderio (di James): si tratta di un'altra cosa, viaggio verso la realtà che Ramsay tentava di contrapporre ai desideri della moglie. La realtà si dà nella 3a parte, ma non c'è ordine né ritrovamento. Lily fa il quadro mentre pensa che Ramsay è arrivato: entrambi concludono qualcosa, l'arte ha dato una forma al caos (non è un elemento di conciliazione che incida sulla

11 realtà) per Lily. Il padre è esigente, emotivo, fragile. Lily facendo il quadro si libera di Mr Ramsay. Sulla barca James fa una virata giusta e Mr Ramsay si distrae da ciò su cui era concentrato e fa un complimento al figlio, ciò che James desiderava (lo sappiamo dal monologo di Cam). Quando arrivano al faro entriamo nella mente di James; Ramsay prende atto di ciò che è il faro, la realtà: la moglie non c'è più. James guarda il faro con gli occhi della realtà, non con gli occhi del desiderio che la madre aveva incoraggiato (psicanalisi). James prende atto del fatto di essere simile al padre e ne prende il posto: cancella il desiderio del bambino. C'è un arrivo quest: che porta alla presa d'atto dell'effimero. 15/10/13 Pound imagismo e vorticismo. La sorella della Woolf è una pittrice, post-impressionista. Concezione del tempo si allontana da quella tradizionale, di un tempo lineare, aveva le basi nell'idea di un tempo che procede verso il progresso. Il tempo diventa oggetto di studio, argomento di romanzo: evidente in WL e TTL. Il tempo diventa dimensione spaziale più che cronologica, attimo dilatato, tempo privato che si restringe in una breve narrazione. Il romanzo modernista gioca con il tempo. Filosofi: Bergson, tempo come durata; Heidegger. Tecniche narrative diversa visione del tempo. Presenza di Nietzche in questo periodo; Nascita della tragedia: affermazione rivoluzionaria, l'arte non insegna, non pacifica, non consola, l'arte ha un lato nichilistico, da lui definito dionisiaco, momento della perdita di sé. Recepito in modi diversi nei diversi paesi; ciò che filtra è la visione dionisiaca dell'arte per cui l'artista è in parte diabolico, non può vivere nella vita normale. Rapporto stretto tra arte e morte Thomas Mann. Studi del rapporto tra tragedia e mito, presente in WL. Problema della conoscenza, nasce dal fatto che l'artista si pone il problema di come conoscere una realtà che è diventata inconoscibile, esterna ed interna. Nemmeno l'arte riesce a dire la realtà dadaismo. Non è la posizione dei modernisti che noi studiamo. La troveremo in modo problematico in Beckett, che vede nell'artificio un limite dell'arte prodotto effimero, arbitrario. A cosa punta l'arte? È inutile. Non può fare a meno di fare arte. Problema di linguaggio. Cultura inglese anni 20-30: svolta verso empirismo, allontanamento dall'idealismo. The window: il faro sta al centro di un modo di narrare. Il monologo narrato elimina il tempo cronologico. Tansley entra nella narrazione attraverso il rimuginare di Mrs Ramsay, i suoi ricordi. Mrs Ramsay riflette sui conflitti sociali, è vagamente interessata dal punto di vista della beneficenza di una signora vittoriana. Tempo uniforme, l'autrice non vuole che ci accorgiamo dei passaggi da presente e passato; tempo veicolato dalla tecnica narrativa. Dobbiamo confondere i tempi. Vedi passeggiata di Mrs Ramsay e Tansley: inserto che ci fa capire i personaggi, senza che l'autrice ci spieghi. Sono presentati, non narrati. Tecnica difficile da tradurre, perché l'inglese non ha differenza tra imperfetto e passato remoto, unica forma di passato. Un traduttore abile rende l'idea che si tratti di qualcosa richiamato alla mente. Tema Mr Ramsay che cammina nervoso, così immerso nei propri pensieri che non pensa agli altri, sembra che stia per investire Lily che sta dipingendo: atto visto da tre punti di vista, Lily, Mrs Ramsay, lui stesso. La narrazione ci porta in queste tre prospettive, no quadro d'insieme. Battaglia di Balaclava: guerra di Crimea, punto di vista della cultura inglese i comandanti ordinano alla cavalleria di attaccare pur sapendo che sarebbe stato sacrificio inutile, episodio che rimane impresso nella mente inglese, lirica di Tennenson. Mr Ramsay si sta identificando in questa battaglia (e nel naufragio), e gli altri se ne accorgono. Un altro problema dei personaggi in questo romanzo è l'isolamento, a cui Mrs Ramsay cerca di rimediare, ma non sempre riesce. Mr Ramsay capisce quello che sta facendo quando vede le facce di Lily e Bankes sconvolte perché sta per andargli addosso (cap IV). Capitolo VI: ripete delle parole nel momento del silenzio. Cerca di riflettere. È successo qualcosa a chi ripeteva quelle parole. La Woolf e Eliot discutono sulla mescolanza tra romanzo e teatro. Aspetto teatrale di un'opera, in senso drammatico (azione). Il monologo narrato è un termine derivato dal teatro (la Woolf non lo definisce così), dove si rivolge allo spettatore. Romanzo costruito su punti di vista monologanti. Nel teatro non sappiamo cosa pensa l'autore, forma impersonale. 16/10/13 Differenza tra autore biografico e autore in quanto autore dell'opera, importante per i romanzi modernisti. I due aspetti interagiscono fino ad un certo punto. I modernisti insistono sulla distinzione fra the man who suffers e the mind which creates (Tradizione e talento). Periodo in cui scrivono segnato da grandi rotture, culturali e storiche che corrispondono a grandi mutamenti sociali; chi li vive si rende conto dell'insufficienza della cultura che ha ereditato, insoddisfazione. Quella cultura non risponde ai quesiti della contemporaneità. Forti ribellioni, che sovente si accompagnano con la scelta dell'esilio; nel caso della Woolf si tratta di una presa di distanza dal vittorianesimo, che rimane

12 comunque la cultura che questi autori si portavano dietro. Hanno bisogno di un nuovo linguaggio per dire quella cultura, che quindi cambia aspetto. Il vero artista moderno riscrive la tradizione, la plasma. Cambiano così anche i testi precedenti. L'esilio è scelto da molti modernisti anglo-americani: Eliot, Pound, Joyce, Yeats, Lawrence. Costruire distanza fra sé e la propria cultura. Conquistare la propria cultura, non è qualcosa che si eredita passivamente, direttamente. Per mettersi in sintonia con quella tradizione bisogna conquistarla e quindi decostruirla. Problema del rapporto con la tradizione è fondamentale per scrittori soprattutto di lingua inglese dopo la seconda guerra mondiale. Questione dell'identità attraverso la lingua. Rotture sono diventate normali nella seconda metà del 900. Coetzee viene a patti con l'idea di identità: riscrive testi della tradizione; creazione come riscrittura: prendere letteralmente un'opera della tradizione letteraria inglese e metterne in evidenza gli aspetti socio-politici che la tradizione non ha colto. Scrive Foe: c'è una protagonista donna, racconta la propria storia e dice di aver trovato su un'isola Crusoe. Viene salvata, lui muore. La donna entra in patria con Venerdì, il selvaggio a cui Crusoe ha tagliato la lingua. Crusoe è sempre stato visto come self made man, mito che viene messo in discussione. In patria la donna racconta la storia a Defoe, il quale elimina la donna dalla storia e scrive la storia di Crusoe. Oppressione della cultura inglese. Coetzee decostruisce il mito. Modo di scrivere diffuso fra gli scrittori post-coloniali. Ezra Pound. Nasce da una famiglia di notabili americani, coinvolta nelle vicende politiche americane e di una cultura abbastanza elevata. No cultura contemporanea francese. La cultura dell'america che Pound frequenta è molto provinciale. Anni 80 dell'800; Pound nasce nel Middlewest, America della frontiera, sogno americano. America ottimista, puntata sull'acquisizione materiale. Siamo dopo la guerra civile, periodo che ha segnato l'entrata dell'america nel mondo come potenza economica e inizio della sua potenza politica. L'America ha sviluppato grande capacità di introdurre tecnologie nell'industria, incoraggiata dalla guerra. Grande potenza industriale, non ancora finanziaria: settore tessile e dell'acciaio. Molta forza lavoro immigrazioni negli Stati Uniti (est Europa, Irlanda, Italia, ebrei). La sua famiglia si sposta sall'idaho in Pensylvania. Frequenta college di provincia (mentre Eliot era andato a Harvard e aveva frequentato scuole provate), dove inizia a insegnare a inizio 900 e si specializza in letterature romanze. Insegna poesia provenzale, al tempo un grande mistero. Si specializza in Dante e Cavalcanti. Ambito di studio: medioevo corrente legata al decadentismo europeo. Compie diversi viaggi in Europa quasi una tappa obbligata, fa parte dell'educazione. Il personaggio Pound è opposto a Eliot. Arriva a Londra nel Aveva deciso di essere il grande poeta epico americano. Proposito di segnare la cultura inglese. Le sue provocazioni funzionano. La cultura inglese era caratterizzata da forme antiquate, ciò che era rimasto dall'800. Scrive per una rivista, The new age. Gli anni tra il 1911 e il 1913 segnano molto Pound. Rivista composta da socialisti fabiani (radici protestanti, movimento operaio), anarchici, individualismo, movimenti femministi e avanguardie artistiche. Si immette in un ambiente caratterizzato da spinte avanguardistiche e anticonformismo politico e sociale. In questo periodo nasce la sociologia inglese. Istanze orientate verso il socialismo in generale. Socialismo non marxiano ma radicale. Stati Uniti e Inghilterra: non c'è mai stata una cultura comunista differenza dall'europa. Nel 1913 inizia a costruire un gruppo di avanguardia, definito da lui stesso Imagismo. Scuola fondata dando definizioni: è la nuova poesia, consiste nell'usare immagini concrete, precise e concise. La poesia deve avere al centro un'immagine che tiene insieme organicamente il tutto. La poesia non deve essere espressione di sentimenti, ma deve presentare. Deve essere breve. In a station of the metro. Impressione su una visione che ha avuto in una primavera a Parigi. Toglie poi le riflessioni, l'aspetto filosofico. The apparition of these faces in the crowd Petals on a wet, black bough. Reagisce ad un'apparizione. Descrive una folla e gli individui. Conta l'apparizione delle facce nell'oscurità della folla. Ritmo arbitrario, che lui impone alla poesia. Il primo verso è più usuale, ma poi cambia. Gioca sul mutamento di accenti. Ritmo che è dato dalle immagini concise, precise e concrete. Improvvisa visione, bagnato, oscurità. Sensazioni si collegano al ritmo, all'immagine grafica giapponese. L'immagine contiene la sensazione, l'idea, il ritmo. Manifesto dell'imagismo. Anticipa l'ermetismo. L'immagine definisce la nuova poetica. Arrivano a Parigi i futuristi; Pound li incontra, condivide molte cose, amico di Marinetti. Portano la macchina, il moderno non esalta Pound. Gli interessa il movimento. Ritiene la poesia imagista troppo estetizzante, troppo legata all'idea dell'arte per l'arte. Manca il movimento, che implica la storia, la dinamica

13 e quindi il racconto. Non può esserci narratore, la sua voce non funziona. Anno fondamentale: Pound fonda il vorticismo vortex, tentativo di dinamicizzare l'immagine. In guerra muore Gaudrer Brezska. Morte che segna Pound (II e III sezione del Mauberley). Scrive poesie medievaleggianti in questo periodo, di cui ad un certo punto non è più soddisfatto. Si dedica ad una poesia satirica. Sta cercando la propria strada. Dopo la guerra, Pound si è inimicato molte personalità della cultura inglese. Pound era molto povero, contava sulle collaborazioni. È isolato. Si stufa di Londra e si trasferisce a Parigi. Tra il 19 e il 21 scrive il Mauberley. Diviso in due parti. Opera lirica ma anche narrativa, forma di narrazione sincopata. Fase in cui Pound riflette su cosa voglia dire ampliare il poema imagista introducendovi la storia. Prima parte narrata da qualcuno, la seconda parla del poeta Mauberley. No convergenza tra voce narrante e protagonista. Usa nella lirica una tecnica simile a quella della Woolf distanziare. Tecnica imparata soprattutto da Joyce. Cerca di far pubblicare giovani artisti, mecenate. A quel tempo la vita a Parigi è poco cara, ancora meno in Italia. Il Mauberley è l'addio di Pound a Londra e a se stesso come poeta giovane. Periodo di incertezza. Scrive un'opera musicale sperimentale: Le testament de Villon (poeta maledetto medievale). Il Mauberley è una specie di testamento anche. A Parigi Pound riceve WL. Lavoro che lo aiuta a proseguire con la sua nuova poetica. Conclude la prima stesura di Cantos. Trova un modo per iniziare. Pubblicati poi a gruppi di dieci, decade o draft (stesura). La prima stesura la pubblica nel Trasferito a Rapallo, dove si ferma fino alla seconda guerra mondiale. Relazione con violinista americana, nasce una figlia. Data in adozione a contadini del Tirolo. Inizia a vivere con le due donne. Segue molto poeti americani. Diventa grande modello, un mito. Scrive diverse stesure di Cantos. Poesia basata sul ritmo, no scansione convenzionale. Ritmo della parola e del parlato. Collegamenti con Dante. Prende dalla Commedia la struttura della discesa agli inferi: inferno della contemporaneità e della ripetizione. La storia contemporanea è una continua ripetizione (cfr WL). Vi entra anche la risalita del Purgatorio: compensazione, riscatto. Quello che dovrebbe essere il Paradiso è la visione, momento epifanico. Tre fasi che si alternano nelle liriche. Grande produzione critica. Idealizza l'italia. Si innamora di Mussolini. Ad un certo punto sembrava aver salvato l'italia. Lo colpisce l'aspetto popolare di Mussolini. Elimina il vecchio. Pound si occupa di economia. Fase del New Deal. Pound si porta dietro una sorta di populismo americano, mitizza i personaggi del popolo americano. Approva politica economica delle corporazioni di Mussolini, intervento dello stato. Si isola dalle tendenze culturali del periodo. È convinto che l'america di Roosevelt debba allearsi con l'italia. Fa trasmissioni a Radio Roma per incoraggiare gli americani ad allearsi con Mussolini. Alto tradimento dal punto di vista degli Stati Uniti. Nel 45 è arrestato da partigiani. Internato in campo di correzione da americani. Dà segni di squilibrio. Nella gabbia scrive i Canti Pisani. 21/10/13 Cantos: intesi da Pound come una commedia dantesca, opera fiume molto comporta, ricettacolo di tutto ciò che scrive dopo il Mauberley. Divisi in varie sezioni che intitola drafts. Opera in fieri, provvisoria. Revisiona ogni volta ciò che viene in precedenza, non chiude le varie sezioni ma aggiunge in continuazione, mutando il senso globale dell'opera. Idea dell'energia, del flusso caratterizza l'opera. Parte più riuscita: Pisan Cantos. Introduce il tema della memoria, implicitamente. Scrive per ricordare. Fatti di frammenti, ma di memoria: persone incontrate, opere scritte, fatti storici. Pubblicati nel e in America hanno grande successo. Aveva sempre tenuto contatti con giovani poeti americani, da molti considerato maestro. La fama si allarga. Lo vanno a trovare nel carcere psichiatrico di Washington. Sta lì dal 45 al 58. È molto isolato in realtà. Gli amici si danno da fare per fargli attribuire un premio letterario di poesia e per farlo liberare. Liberato nel Cambia molto il mondo mentre è rinchiuso. Torna in Italia. Non riconosce come proprio il mondo che trova. A un certo punto non parla più. Epigrafe nella carta da lettere come se fosse morto nel Scrive ancora alcuni Cantos, che sono stampati senza le autorizzazioni e diffusi in riviste studentesche. Diventa scrittore di una cultura alta ma già massificata. Lo stesso editore corregge certi Cantos. La parte finale è quindi discussa ancora oggi. Quando arriva in Italia è preso come esempio da due grandi poeti: Sanguineti e Pasolini. Al primo interessa per lo stile. Intervista di Pasolini a Pound: amore per la cultura arcaica, culture cancellate dall'industrializzazione. La parte finale è la più lirica dei Cantos; sembra che Pound abbia accantonato l'aspetto storico e che punti sulla natura intesa in senso di energia. Perché a partire dai primi anni era andato maturando la convinzione che la cultura occidentale e la cultura della chiesa avessero soppresso una verità poetica e naturale allo stesso tempo che si era rivelata attraverso alcuni momenti in cui un poeta aveva colto il segreto di questa unità (di parola poetica e natura). Questi momenti li definisce vortex. Un poeta capisce che qualcosa sta cambiando nella sua cultura, coglie ciò che

14 sta cambiando, coglie il dinamismo e anticipa ciò che verrà. Il vortex è un movimento dinamico che si coglie nella storia ed è un movimento che è dato dall'immagine poetica. Esempi di questi uomini d'azione ce ne sono molti nel Mauberley, tra cui Malatesta. Verità nascosta dalle istituzioni, colta da artisti, continuamente repressa. Verità ha a che fare con processi naturali. Poeta preferito: Cavalcanti, che secondo lui ha il segreto di questa sapienza. Segreto è qualcosa che la poesia offre e nasconde, presente; perché la poesia possa contenere l'idea, il linguaggio deve essere tutt'uno con l'oggetto. Aspetto utopistico di Pound: coincidenza fra linguaggio e significato. Critica il linguaggio delle culture occidentali perché usurato. Crede di trovare questa aderenza nell'ideogramma cinese o giapponese, perché è una parola che è allo stesso tempo immagine secondo Pound. Sta tutto nel linguaggio. Definisce il proprio metodo come ideogrammico; il metodo dei Cantos è quello del montaggio, coperto revisionando WL. I Cantos riveleranno la propria struttura grazie all'ideogramma, perché rivelerà una verità che è nella natura, cioè la coesione del tutto; ricerca di un principio ordinatore a cui tendono tutti i modernisti, ma a cui non arrivano mai. Beckett mette in discussione la possibilità di trovare questa coesione attraverso l'arte. Alla fine Pound si rende conto che questa coesione i suoi Cantos non l'ha trovata. 22/10/13 Di Burne Jones interessa il medievalismo (in parte ripresa religione, ritorno all artigianato, utopia politica [Reskin] che si aggancia ad una società passata) -> ripreso all inizio da Pound e poi abbandonato. Privilegiando la lirica si passa all Art Nouveau -> aggancio con Klimt. Rossetti rievoca l amor cortese. Per Pound anche la Venere di Botticelli è un punto di riferimento. Il 900 ha criticato la società vittoriana: produce una cultura intrisa di criticismo verso la visione borghese. Denunciare, mettere in evidenza gli squilibri. Pound si oppone all artigianato industrializzato propugna l arte del togliere: pensa che l Art Nouveau non abbia ornamento. Coglie lo spirito della Materia. Il Mauberley contiene ciò che i Cantos svilupperanno. Nella prima parte presentazione di E. P. Poi ritratto d epoca, The age demanded. La nuova poesia deve contrapporre lo schema chiuso al ritmo parlato. Elementi negativi: arte meccanica popolare -> si oppone alla diffusione dei media (stampa). Per Pound la poesia deve impegnarsi dopo la guerra. 23/10/13 Frammenti finale dei Cantos sono molto lirici. Pound collega la decadenza dell'arte alla decadenza morale. Idea esaltante del ruolo del poeta: è colui che salva, purifica la lingua, raccoglie l'eredità del passato e anticipa il futuro. Mauberley, poesie sulla guerra. Cfr pittura di Otto Dix. Prima volta che c'è la leva obbligatoria. Guerra vista come battaglia d'onore, medievale. Onore della nazione inglese, della democrazia europea. Vista come guerra contro la barbarie degli imperi tedeschi. Molti partono volontari. Molte morti nell'alta borghesia una delle ragioni della sua decadenza. Colpa data da Pound ai governanti ciechi, non sono all'altezza del loro compito. Uomo di stato giusto è artista, colto, coltiva le arti rinascimento. Poesie si collegano a canto 45. usura: predominio del capitale finanziario, ciò che produce usurarsi del linguaggio artistico, che non si basa sul togliere come la scultura, né sulla linea perfetta, ma sulla linea spessa, sull'aggiungere. La bibbia è la sua guida nei Pisan Cantos. A Rapallo prende una bacca di eucalipto che gli ricorda il muso di un felino, con il quale si identifica: le belve di Dioniso. Prende poi la bibbia e il libro di Confucio. Tono biblico e delle geremiade nei Pisan Cantos: cultura puritana. Dopo le poesie sulla guerra si occupa di economia, segue un economista che criticava la cattiva distribuzione di denaro come causa della guerra: le banche non aiutano gli individui a produrre. Importante idea della distribuzione, appartiene molto alla cultura americana: guai del capitalismo non nello sfruttamento, ma nella distribuzione ineguale. Terza parte di Mauberley: ritratti. Epoca finita, soppiantata dall'arte commerciale. Non ha saputo resistere al proprio declino. Sovrapposizione di epoca che Pound ha vissuto a Londra e epoca del preraffaelliti. Arte estetica, no arte che mira alla verità. Pound vuole far rivivere l'arcaico. Cantos. 45: denuncia di ciò che accade all'arte nell'epoca dell'usura. Modellati su divina commedia, senza aspetto teologico e filosofico. Pound non ha un sistema filosofico come dante aveva la scolastica. L'usura si oppone al paradiso. Le tre cantiche per Pound sono stati d'animo e momenti culturali nei Cantos si alternano. I primi sono dedicati al mondo contemporaneo, cioè all'inferno. La parte centrale è dedicata a epoche storiche: storia americana, dinastie cinesi (portatori di civiltà, avevano condiviso le stesse misure culturali e economiche di Jefferson e Malatesta costanti culturali), riforme leopoldine. Contrappone alle

15 banche il cui prototipo è la banca d'inghilterra. Parla del monte dei paschi di Siena come banca popolare. Vorrebbe scrivere il paradiso ma scoppia la guerra. L'idea torna nei Pisan Cantos. Paradiso terrestre diventa natura mediterranea che lo circonda, abitata dal divino. 28/10/13 Portrait of the Artist as a Young Man. S inserisce nel genere del romanzo d artista (künstherroman). Romanzo abbastanza tradizionale: linea narrativa piuttosto semplice. No scontro tra punto di vista del narratore e punto di vista del personaggio come nella Woolf (prospettiva frammentata). Stile ricercato: sperimentazione del monologo narrato ma solo un punto di vista. Romanzo di formazione che si distacca da quello tradizionale (l eroe deve imparare a vivere nella società, deve maturare e capire il senso di questi valori; non prevede il diventare artista, in conflitto con la società). Tra 800 e 900 vengono pubblicati molti romanzi con l artista come protagonista. Crisi valori borghesi (Mann, Musil, Proust, Faulkner). Joyce inizia a scrivere nel 1904 (l anno in cui lascia Dublino). Varie riscritture. Manoscritto spesso evitato per i contenuti: difficoltà di pubblicazione per lo scandalo. Grazie all intervento di Pound il romanzo esce a puntate e poi in versione integrale. Romanzo in parte autobiografico ma Stephen non è Joyce, è l artista giovane. Il problema di scrivere una versione di sé passata pone la questione della tecnica narrativa. Tecnica improntata all ironia, che permette di prendere le distanze dalla narrazione (cfr. Sant Agostino e le confessioni): suo modo di mettere in atto l impersonalità. L uomo non può conoscere la natura né se stesso. Scrive un romanzo autobiografico in cui non c è coincidenza tra l io che crea e l io che soffre. Artista giovane ma eroico, quindi ingenuo. La narrazione è in terza persona per ottenere la sensazione dell impersonalità. Ma tutto è visto secondo la prospettiva di Stephen. Vita. Joyce nasce nel Si sente staccato dalla propria società: Dublino è una città provinciale. L Irlanda è un paese dominato da una potenza straniera: divisione all interno della popolazione (classe ricca protestante classe povera cattolica). Joyce è cattolico. La chiesa è a favore dell indipendenza. Parnell, eminente politico, perde il sostegno della chiesa per la sua relazione adulterina. Agli occhi di Stephen è l eroe, ma tradito dagli stessi irlandesi. Famiglia, nazione e religione sono le reti che imprigionano Stephen e di cui deve liberarsi per diventare artista. Joyce è visto come uno dei primi autori post-coloniali. Confronto nel capitolo V fra Stephen e il decano della sua scuola. Il decano chiede di prendere un imbuto: funnel, ma per Stephen si dice tundish (pag 184). Ma quando il romanzo si trasforma in diario si rende conto che l irlandese è una lingua precedente e quindi più aulica. L altra dominazione è quella della chiesa cattolica (perché viene da Roma): Roman Catholic. La struttura è parte del contenuto. Joyce gioca con vari generi letterari. Ogni stadio della crescita di Stephen è caratterizzato da uno stile differente. Es: all inizio linguaggio del bambino, flusso di coscienza. Ouverture: elencati i temi che saranno sviluppati. Capitolo I: Stephen in collegio di gesuiti + vacanze natalizie a casa. Società e scuola. Si confronta con un gruppo sociale cui non appartiene. Per capire questo mondo analizza il linguaggio. Prove: episodio dell infermeria (pag 18 ss): nella mente del bambino. Sogna di morire: mescola il sogno con il ricordo del funerale di Parnell. Occhiali rotti: punizione. Denuncia il fatto al direttore (pag 51 ss). Nel finale quasi prosa poetica: Stephen ha superato la prova, è un eroe. Ascesa e caduta (come sconfitta, da punto di vista mitologico e poi religioso). Capitolo II. I genitori si sono trasferiti vicino a Dublino, inizia la decadenza della famiglia. Per alcuni mesi Stephen non va a scuola: periodo di scoperte (anche sessuali), esplora i labirinti (immagine) della periferia. Riflessione sul Conte di Montecristo (pag 57), amore per Mercedes (pag 59) Inizia a frequentare una prostituta; possibilità di perdersi nelle scoperte (pag 93 ss) Viaggio con il padre per disporre delle ultime proprietà (pag 81 ss). Rapporto con la figura paterna (fonte di imbarazzo) Capitolo III. Confronto con i compagni di liceo, convinto delle proprie idee. Stephen è un eretico e legge Byron, mentre i compagni sostengono Tennyson. Ma a fine 800 schierarsi con Byron era già fuori moda. Quando sceglie di diventare artista, pronuncia una frase satanica byroniana: Non serviam -> Satana si ribella, ma cade. Eroe romantico, ma in questo romanzo il romanticismo non può funzionare. Incontri con varie ragazze, ma non sempre si capisce se siano reali o immaginari. Continua il rapporto con la prostituta, si sente in peccato. Il capitolo si conclude con esercizi spirituali sulle pene dell inferno. Si purifica spiritualmente, scegliendo la strada della santità. Capitolo IV. Vuole fare il sacerdote e frequenta il seminario, ma poi si accorge che questa non è la sua vocazione. Consapevolezza (epifania) in due stadi:

16 1. Percezione linguistica 2. Esperienza epifanica di essere un tutt uno con il mondo circostante, che secondo lui gli deriva dal suo essere artista Leggendo le targhette dei nomi comprende che non apparterrà a quel mondo vuoto, banale. Mentre passeggia sulla spiaggia sente i suoi compagni che lo guardano: trova i loro corpi repellenti. Lo prendono in giro chiamandolo Stephanoumeros, Stephanoeros Il linguaggio gli dice qualcosa sul proprio nome: ha una visione di una ragazza che si trasforma nell arte (possibilità di conciliare gli opposti, portando alla verità). Comprende la sua vera vocazione. Capitolo V. Come bisogna interpretare il finale? Vittoria o sconfitta? Nell Ulysses è sconfitto. Vari generi letterari: flusso di coscienza in apertura, collage durante i giochi spirituali, diario nella parte finale. Nel capitolo I, mentre Stephen gioca a football, si vedono la terza persona e il punto di vista di Stephen attraverso le differenze di linguaggio. Evoluzione dello stile. Nel capitolo V Stephen, ormai artista, dialoga con tre amici in modo colto. Impersonalità: the artist, like the god of creation rimane dietro, oltre o al di sopra della propria opera, invisibile, indifferente. Narrazione lineare ostacolata dall interiorità di Stephen, importante l aspetto paradigmatico. 29/10/13 Uso del mito: cognome Dedalus -> Dedalo; nome Stephen -> si ribella al padre, ma ambiguità perché nel mito è Icaro che si ribella. Non si accorge di impersonare Icaro (osa troppo). Ascesa e caduta. Orgoglio (Satana ribelle). Rifiuta di sottomettersi. Dialogo con Davin e altri amici, rifiuto di vecchi ideali. Davin è un combattente dell IRA. Lo accusa di essere un reazionario. Rifiuto nazionalità. L artista romantico rifiuta l impegno sociale. Lynch fa da contraltare. Dialogo sull estetica. Cranly è il confidente. Maggiore affinità, lessico familiare, ma c è anche competizione. Crescita reciproca. Si allontanano quando parlano della fede (rapporto con la madre cfr diario). Rapporto con la ragazza. Il capitolo V realizza il percorso artistico. Poesia per la ragazza in stile rinascimentale. Ben Johnson è il suo modello. Ma la lingua dell oppressore è la lingua della poesia. Il mito è usato in modo ambiguo. La fuga, la scelta dell esilio finiranno con la caduta di Icaro (vari riferimenti al volo degli uccelli). Icaro ignora le istruzioni. Dedalo è l artefix. Icaro ha visto il padre costruire le ali, ma ignora la tecnica nel proprio entusiasmo (si lascia trascinare dall ispirazione): l arte non è ispirazione, ma tecnica. Citazione di Ovidio. Deve inventare una nuova arte. Si riferisce anche al cambiamento di stile di capitolo in capitolo. Rispettare l altro. Il cognome fa scoprire a Stephen l affinità con Dedalo, che lo fa cadere nella trappola di Icaro. Santo Stefano: martire che si immola per la ragione dell arte, attraverso la quale si sacrifica per l Irlanda. È Ulisse nel desiderio di allontanarsi e conoscere. Il mito è richiamato attraverso il linguaggio Incipit: ricezione da parte del bambino della voce del padre. Flusso di coscienza. Prima parte incentrata sulle sensazioni fisiche. Dante: una zia che impedisce l armonia durante la cena di Natale. Coscienza del bambino che prende atto del mondo esterno. End Game. Samuel Barclay Beckett (Dublino, 13 aprile 1906 Parigi, 22 dicembre 1989): famiglia protestante (ascendency dai primi protestanti trasferiti in Irlanda). Frequenta buone scuole. Si laurea in lettere straniere, conosce bene italiano (Dante) e francese. A metà degli anni 20 va a Parigi. Diventa lettore di lingua inglese. Amicizia con Joyce: modello. Scrive un saggio per introdurre Finnegan s Wake nel mondo colto: Dante... Bruno. Vico.. Joyce (1929). Influenze: Joyce (gioco linguistico, pins) e Proust (attenzione al tempo). Rinuncia poi all insegnamento. Scrive romanzi sperimentali. C è sempre la coppia nelle sue opere. Insieme alla compagna entra nella Resistenza. Dopo la guerra va in Normandia e vi trova un paesaggio devastato. A Parigi scrive la Trilogia, Molloy (1951), Malone meurt (1951; Malone Dies) and L'innommable (1953: The Unnamable), in francese per prendere le distanze, lingua neutra, classica, non antipatica, straniera. En attendant Godot (published 1952, performed,1953) (Waiting for Godot, pub.1954, perf. 1955): scalpore e successo, si traduce da solo. Svolta nel teatro nel Novecento (come Pirandello e Brecht, il quale incide sul teatro epico con il linguaggio, interrompe l azione e l illusione, rende attivo lo spettatore con l intento di smascherare ciò che sta sotto la società e la storia, il capitalismo. 30/10/13

17 Il modo per allontanarsi da Joyce è scrivere in francese. Evitare: lirismo, parodia, comico (tipico del teatro irlandese). Nelle sue opere questi elementi sono straniati. Godot: temi ricorrenti dell epoca -> attesa, ambiente: terra desolata, pessimismo, orrori della guerra. Interpretazione allegorica. La coppia ha un rapporto servo padrone. Con End Game (1957) Beckett vuole essere più inumano per non permettere interpretazione allegorica. Evita i simboli. Contesto culturale: esistenzialismo (Camus, che non si schiera politicamente, criticato dalla sinistra, e Sartre, che importa Heidegger in Francia, caratterizzazione politica: estremismo di sinistra, scrive anche drammi). Dibattito: meglio sbagliare con Sartre che avere ragione con Aron 1. Beckett non prende posizioni pubbliche, ma il suo pensiero si ricollega all esistenzialismo. Contatti con il teatro dell assurdo: Edward Albee, Harold Pinter, Eugène Ionesco. Legame negato negli anni Ottanta a favore della farsa, si privilegia l aspetto comico grottesco. Ma guardando al teatro dell assurdo si ignora l importanza della sperimentazione linguistica, giochi linguistici. End Game: gioco degli scacchi. Play: giocare (con il linguaggio) e recitare. Si ignora anche la meta teatralità. Se si guarda l aspetto comico, si perde il pathos tragico, ricordato proprio da quel comico grottesco. Miscuglio di comico e tragico. In End Game si dice: non c è nulla di più divertente dell infelicità. Saggio di Baudelaire sul riso. Si ride delle tragedie altrui per l ingenuità umana, ma in realtà si ride di se stessi. Novità drammaturgica: nega la possibilità di immedesimarsi con l attore. Godot segna una svolta. In End Game: racconti di Hamm mediati e filtrati. La narrazione interrompe la finzione teatrale. Beckett: teatro della coscienza. In discussione la possibilità della parola di comunicare (il linguaggio comunica?) e l identità (chi sta parlando? Chi e è l Io?), elementi non presenti in Brecht. Novelle Vague: straniamento linguaggio filmico. Alain Robbe-Grillet, La Jalousie (1957): ripetizioni con minime variazioni che si ritrovano in Beckett. Esiti diversi delle sperimentazioni teatrali: il teatro privilegia una forma che porta all esaurirsi delle potenzialità del teatro (linguaggio, contenuto, attori). Mai abbandonata l idea della forma (istruzioni di scena precisissime, quasi parte del testo). Beckett dirige i propri drammi in modo ossessivo. Vuole togliere il teatro agli attori e togliere dal teatro il dramma. Crea una forma attraverso cui si fa sentire il caos, non dà forma al caos. Beckett è colpito dal mimo e dal cinema muto, cambia continuamente. Tecnologia, scrive anche drammi per la radio. Nei drammi c è la negazione dell azione sostituita dalla parola. Ciò che tutti attendono è la fine, la morte. Altro elemento di straniamento è il luogo: non c è il salotto (teatro di conversazione). Luogo non definito, claustrofobico. Non c è azione, ma movimento -> Clov (importato dal mimo) vs stasi -> Hamm. Rapporto servo padrone (origini plautine, commedia dell arte), interdipendenza. Non si può uscire, pena il non esistere. Serve a dimostrare l esistenza. Punti di riferimento filosofici: Cartesio (negata la razionalità, se non dal punto di vista della forma), Schopenhauer, pessimismo. I drammi di Beckett non si possono ridurre a filosofia. Esperienza staccata: il dramma non cerca di incarnare la filosofia. Eliot e Pound cercano il correlativo tra immagine e idea. Postmodernisti: no idea della verità dell arte; finzione dichiarata, pastiche, frammento, caos, circolarità, giochi di parole. 1 Raymond Claude Ferdinand Aron (Parigi, 14 marzo 1905 Parigi, 17 ottobre 1983) è stato un sociologo, filosofo e giornalista francese. Fu noto al grande pubblico per l'amicizia di lunga data con Jean-Paul Sartre (anche se i due non si risparmiarono critiche reciproche) e per la sua analisi critica della popolarità che riscosse l'ideologia marxista in Francia nella seconda metà del XX secolo.

PROGRAMMAZIONE ANNUALE RELIGIONE CATTOLICA

PROGRAMMAZIONE ANNUALE RELIGIONE CATTOLICA PROGRAMMAZIONE ANNUALE RELIGIONE CATTOLICA DIREZIONE DIDATTICA II CIRCOLO - MONDOVI Insegnanti: CRAVERO ELENA FIORENTINO STEFANIA SALVAGNO MARIA ANNO SCOLASTICO 20-20 Traguardi per lo sviluppo delle competenze

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE RELIGIONE CATTOLICA

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE RELIGIONE CATTOLICA ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE ANNO SCOLASTICO 2015/2016 CLASSE PRIMA L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sui dati fondamentali

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE DI ISTITUTO SCUOLA DELL INFANZIA - PRIMARIA - SECONDARIA RELIGIONE CATTOLICA

CURRICOLO VERTICALE DI ISTITUTO SCUOLA DELL INFANZIA - PRIMARIA - SECONDARIA RELIGIONE CATTOLICA CURRICOLO VERTICALE DI ISTITUTO SCUOLA DELL INFANZIA - PRIMARIA - SECONDARIA RELIGIONE CATTOLICA L I.R.C., come ogni altra materia curricolare, contribuisce allo sviluppo delle competenze per l apprendimento

Dettagli

RELIGIONE SCUOLA PRIMARIA

RELIGIONE SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CLASSE PRIMA SCUOLA PRIMARIA 1 - IO NELLA CLASSE 1. Presentarsi nella propria particolarità 2. Capire che ognuno ha un posto 3. Comprendere che in classe non si è soli Presentazione degli insegnanti

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA

RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA ELABORATO DAI DOCENTI DELLA SCUOLA PRIMARIA DIREZIONE DIDATTICA 5 CIRCOLO anno scolastico 2012-2013 RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA TRAGUARDI DI COMPETENZA DA SVILUPPARE AL TERMINE DELLA CLASSE PRIMA

Dettagli

LICEO MUSICALE PROGRAMMA STORIA DELL'ARTE

LICEO MUSICALE PROGRAMMA STORIA DELL'ARTE LICEO MUSICALE PROGRAMMA STORIA DELL'ARTE Il Dipartimento, nell'ambito della discussione preliminare relativa alla Programmazione, ed in considerazione del riordino dei cicli scolastici previsti dalla

Dettagli

Maria Teresa Serafini COME SI LEGGE (E SCRIVE) UN RACCONTO

Maria Teresa Serafini COME SI LEGGE (E SCRIVE) UN RACCONTO Maria Teresa Serafini COME SI LEGGE (E SCRIVE) UN RACCONTO STRUMENTI BOMPIANI 2009 RCS Libri S.p.A. Via Mecenate 91-20138 Milano I edizione Strumenti Bompiani maggio 2009 ISBN 978-88-452-5929-6 INDICE

Dettagli

Programmazione annuale

Programmazione annuale Istituto Comprensivo Bassa Anaunia Denno AREA RELIGIONE CATTOLICA SCUOLA PRIMARIA Programmazione annuale Anno scolastico 2012/13 Docenti: SP BORGHESI PATRIZIA GRANDI MARISA LEONARDI VIOLA ZUECH GIUDITTA

Dettagli

UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere. FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) IL TESTO, I TESTI

UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere. FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) IL TESTO, I TESTI UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) PER COMINCIARE: IL TESTO, I TESTI Es, Misto (Verbale/Non verbale) Fumetto Verbale Non verbale (Visivo/Acustico)

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA INDICATORE (CATEGORIA) DIO E L UOMO

RELIGIONE CATTOLICA INDICATORE (CATEGORIA) DIO E L UOMO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE Il bambino osserva con meraviglia ed esplora con curiosità il mondo, come dono di Dio Creatore. RELIGIONE CATTOLICA INDICATORE (CATEGORIA) DIO E L UOMO PRIMARIA

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria

RELIGIONE CATTOLICA Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria RELIGIONE CATTOLICA Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sugli dati fondamentali della vita di Gesù e sa collegare i contenuti

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DIPARTIMENTO DI RELIGIONE CATTOLICA

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DIPARTIMENTO DI RELIGIONE CATTOLICA Liceo Artistico E. Catalano Palermo PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DIPARTIMENTO DI RELIGIONE CATTOLICA A.S. 2010/2011 Palermo, settembre 2010 Programmazione dipartimento Religione Cattolica a.s. 2010-2011

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA

SCUOLA DELL INFANZIA IL SE E L ALTRO IL CORPO IN MOVIMENTO Prendere coscienza della propria identità Scoprire le diversità Apprendere le prime regole di vita sociale Osservare l ambiente che lo circonda Ascoltare le narrazioni

Dettagli

Montale - poetica pag. 1

Montale - poetica pag. 1 pag. 1 Genova 1896 - Milano 1981 Premio nobel 1975 Percorso poetico lungo e complesso; vive in prima persona, da intellettuale, poeta, saggista, cittadino, tutti i movimenti letterari (ma anche avvenimenti

Dettagli

CURRICOLO QUINQUENNALE SCUOLA PRIMARIA

CURRICOLO QUINQUENNALE SCUOLA PRIMARIA CURRICOLO QUINQUENNALE SCUOLA PRIMARIA Traguardi di sviluppo e obiettivi di apprendimento per la classe SECONDA desunti dalle Indicazioni per il Curricolo Disciplina OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO Italiano

Dettagli

vivo noi tra VERSIONE MISTA strumenti per una didattica inclusiva Scarica gratis il libro digitale con i Contenuti Digitali integrativi

vivo noi tra VERSIONE MISTA strumenti per una didattica inclusiva Scarica gratis il libro digitale con i Contenuti Digitali integrativi Gruppo Scuola Nuova Percorsi facilitati per lo sviluppo e la valutazione della competenza religiosa è vivo tra noi strumenti per una didattica inclusiva Scarica gratis il libro digitale con i Contenuti

Dettagli

ALL.A - CURRICOLO D ISTITUTO

ALL.A - CURRICOLO D ISTITUTO ALL.A - CURRICOLO D ISTITUTO CURRICOLO SCUOLA DELL INFANZIA TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA DELL INFANZIA (dalle INDICAZIONI NAZIONALI) IL SE E L ALTRO: Il bambino gioca

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO ORZINUOVI ANNO SCOLASTICO 2012-2013 PROGRAMMAZIONE di RELIGIONE CATTOLICA

ISTITUTO COMPRENSIVO ORZINUOVI ANNO SCOLASTICO 2012-2013 PROGRAMMAZIONE di RELIGIONE CATTOLICA PROGRAMMAZIONE di RELIGIONE CATTOLICA 1 QUADRIMESTRE COMPETENZE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO ATTIVITÀ 1. L alunno riflette su Dio creatore e Padre, sui dati fondamentali della vita di Gesù e sa collegare

Dettagli

PIANO DI LAVORO INDIVIDUALE a.s. 2014-15 Disciplina: RELIGIONE Prof. Sergio Garavaglia Classe 2 A

PIANO DI LAVORO INDIVIDUALE a.s. 2014-15 Disciplina: RELIGIONE Prof. Sergio Garavaglia Classe 2 A LICEO SCIENTIFICO STATALE "Donato Bramante" Via Trieste, 70-20013 MAGENTA (MI) MPI: MIPS25000Q - Tel.: +39 02 97290563/4/5 Fax: 02 97290566 Sito: www.liceobramante.gov.it - E-mail: mips25000qistruzione.it

Dettagli

Curricolo verticale di Religione Cattolica

Curricolo verticale di Religione Cattolica Curricolo verticale di Religione Cattolica Classe Prima Primaria Indicatori Obiettivi di apprendimento 1. DIO E L UOMO 2. LA BIBBIA E LE ALTRE FONTI 3. IL LINGUAGGIO RELIGIOSO 1.1 Scoprire che la vita,

Dettagli

Programmazione didattica

Programmazione didattica Programmazione didattica di italiano IN BASE AL LIVELLO LOGICO COGNITIVO ESPRESSIVO DELLA CLASSE E DEI PROCESSI INTELLETTIVI E PSICODINAMICI DELL ETÀ EVOLUTIVA, SI INDIVIDUANO: GLI OBIETTIVI FORMATIVI

Dettagli

Dante Alighieri 1265-1321

Dante Alighieri 1265-1321 Dante Alighieri 1265-1321 La vita Anni Eventi 1265 Nasce a Firenze da una famiglia nobile decaduta 1289 Frequenta i poeti stilnovisti 1295 Inizia l attività politica in Firenze; è un guelfo bianco 1301

Dettagli

LA RAGAZZA DELLA FOTO

LA RAGAZZA DELLA FOTO dai 9 anni LA RAGAZZA DELLA FOTO LIA LEVI Illustrazioni di Desideria Guicciardini Serie Arancio n 78 Pagine: 240 Codice: 978-88-566-3995-7 Anno di pubblicazione: 2014 L AUTRICE Lia Levi, di famiglia ebrea,

Dettagli

Traccia per la scuola secondaria di primo grado: materiali e proposte di percorso

Traccia per la scuola secondaria di primo grado: materiali e proposte di percorso Traccia per la scuola secondaria di primo grado: materiali e proposte di percorso Titolo: Confronto tra fiabe: Pinocchio e le fiabe di paesi lontani Possibili discipline coinvolte - Italiano, Lingua2 (inglese,

Dettagli

Curricolo di Religione Cattolica

Curricolo di Religione Cattolica Curricolo di Religione Cattolica Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria - L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sugli elementi fondamentali della vita di Gesù

Dettagli

PER LA PSICANALISI LAICA INTERVENTO M. PLON

PER LA PSICANALISI LAICA INTERVENTO M. PLON PER LA PSICANALISI LAICA INTERVENTO M. PLON C è un libro sui ragazzini agitati, dal titolo On agite un enfant: è un gioco di parole, perché c era una pubblicità di una bevanda gassata che se non ricordo

Dettagli

Istituto Comprensivo I. Nievo di San Donà di Piave(VE) PROGRAMMAZIONE DIDATTICA -CLASSI PARALLELE- SCUOLA PRIMARIA IRC

Istituto Comprensivo I. Nievo di San Donà di Piave(VE) PROGRAMMAZIONE DIDATTICA -CLASSI PARALLELE- SCUOLA PRIMARIA IRC Istituto Comprensivo I. Nievo di San Donà di Piave(VE) PROGRAMMAZIONE DIDATTICA -CLASSI PARALLELE- SCUOLA PRIMARIA IRC A.S. 2008-2009 IRC (Insegnamento della Religione Cattolica) PREMESSA Il percorso didattico

Dettagli

Scuola Secondaria Statale di I grado Manara Valgimigli ALBIGNASEGO

Scuola Secondaria Statale di I grado Manara Valgimigli ALBIGNASEGO PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA Anno scolastico 2011/12 Docente Ketti Demo Disciplina Storia Classe II Sezione A n. alunni 23 SITUAZIONE DI PARTENZA Livello della classe (indicare con X a sinistra):

Dettagli

Il libro vuole invitare i giovani che ancora cercano il loro cammino ad una conoscenza più intima e approfondita della vita di padre Mario Borzaga,

Il libro vuole invitare i giovani che ancora cercano il loro cammino ad una conoscenza più intima e approfondita della vita di padre Mario Borzaga, Saggistica Aracne Il libro vuole invitare i giovani che ancora cercano il loro cammino ad una conoscenza più intima e approfondita della vita di padre Mario Borzaga, missionario Oblato di Maria Immacolata.

Dettagli

TEMI PER UNA LETTURA CRITICA DEI PROMESSI SPOSI

TEMI PER UNA LETTURA CRITICA DEI PROMESSI SPOSI I Promessi Sposi 1 TEMI PER UNA LETTURA CRITICA DEI PROMESSI SPOSI S - Interesse per la Storia A - Intervento dell Autore nella Narrazione I C - Impegno Civile D - Visuale religiosa del Manzoni P - Personaggi

Dettagli

INDICAZIONI NAZIONALI PER IL CURRICOLO 2010

INDICAZIONI NAZIONALI PER IL CURRICOLO 2010 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE G.Galilei www.istitutocomprensivosgt.it CURRICOLO D ISTITUTO a. s. 2012 / 2013 CLASSE : 5 anni SCUOLA INFANZIA Consapevolezza ed espressione culturale / imparare a imparare.

Dettagli

Istituto Comprensivo Perugia 9

Istituto Comprensivo Perugia 9 Istituto Comprensivo Perugia 9 Anno scolastico 2015/2016 Programmazione delle attività educativo didattiche SCUOLA PRIMARIA Disciplina RELIGIONE CLASSE: PRIMA L'alunno: - Riflette sul significato dell

Dettagli

Questa non è una pipa: l'assurdo e il sogno di René Magritte?

Questa non è una pipa: l'assurdo e il sogno di René Magritte? Questa non è una pipa: l'assurdo e il sogno di René Magritte? René Magritte (1898-1967) Nasce in Belgio da una famiglia piccolo borghese e perde la madre (in circostanze misteriose) all'età di soli 13

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE ANNO SCOLASTICO 2015/ 2016

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE ANNO SCOLASTICO 2015/ 2016 ISTITUTO COMPRENSIVO CARLO DEL PRETE DI CASSOLNOVO VIA TORNURA 1 27023 CASSOLNOVO (PAVIA) PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE ANNO SCOLASTICO 2015/ 2016 SCUOLA PRIMARIA DI CASSOLNOVO:Fossati, Gavazzi e

Dettagli

Curricolo Scuola Infanzia

Curricolo Scuola Infanzia Curricolo Scuola Infanzia CHIAVE COMPETENZA SOCIALE E CIVICA Riconosce ed esprime le proprie emozioni, è consapevole di desideri e paure, avverte gli stati d animo propri e altrui. Acquisire consapevolezza

Dettagli

PROGRAMMAZIONE COMUNE DEL DIPARTIMENTO: IRC

PROGRAMMAZIONE COMUNE DEL DIPARTIMENTO: IRC INDIRIZZO: TUTTI GLI INDIRIZZI MODULI o UNITA DIDATTICHE: 1. LA RELIGIONE A SCUOLA (Introduzione all IRC) Riconoscere l universalità della esperienza religiosa come componente importante nella storia e

Dettagli

Istituto Comprensivo n. 15 Bologna Scuola primaria statale Casaralta e Succursale Casaralta. Programmazione annuale IRC a.s.

Istituto Comprensivo n. 15 Bologna Scuola primaria statale Casaralta e Succursale Casaralta. Programmazione annuale IRC a.s. Classi 1^B-1^C- 2^A-2^B- 3^A-3^B- 4^A-4^B-4^C-5^A-5^B Insegnante Londino Irene Natura e finalità dell insegnamento della religione cattolica L insegnamento della religione cattolica si inserisce nel quadro

Dettagli

ANNO SCOLASTI CO 2010/ 2011

ANNO SCOLASTI CO 2010/ 2011 ANNO SCOLASTI CO 2010/ 2011 ANNO SCOLASTI CO 2010/ 2011 FINALITA OBIETTIVI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO CONTENUTI Acquisire atteggiamenti di stima e sicurezza di se e degli altri Scoprire attraverso i racconti

Dettagli

I rapporti sociali di produzione e la coscienza

I rapporti sociali di produzione e la coscienza Lettura 6 Karl Marx - Friedrich Engels I rapporti sociali di produzione e la coscienza K. Marx, F. Engels, L ideologia tedesca, Roma, Editori Riuniti, 1972, pp. 12-14; 35-38 Tra la fine del 1845 e l autunno

Dettagli

NOTE. ARTE E CONTEMPLAZIONE 1 di Santino Cavaciuti

NOTE. ARTE E CONTEMPLAZIONE 1 di Santino Cavaciuti ARTE E CONTEMPLAZIONE 1 di Santino Cavaciuti Uno dei caratteri fondamentali dell arte è quello di essere contemplativa, distinguendosi, in tal modo, da ciò che è attivo, nel senso, quest ultimo, di prendere

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ISTITUTO COMPRENSIVO MAFFI PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA Ins. Marina Striolo Marianna Chieppa Cinzia Di Folco ANNO SCOLASTICO 2015/2016 L IRC, come le altre discipline scolastiche della

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA "DANTE ALIGHIERI" PROGETTAZIONE ANNUALE ANNO SCOLASTICO 2010-2011 CLASSI QUINTE OBIETTIVO FORMATIVO

SCUOLA PRIMARIA DANTE ALIGHIERI PROGETTAZIONE ANNUALE ANNO SCOLASTICO 2010-2011 CLASSI QUINTE OBIETTIVO FORMATIVO SCUOLA PRIMARIA "DANTE ALIGHIERI" PROGETTAZIONE ANNUALE ANNO SCOLASTICO 2010-2011 CLASSI QUINTE OBIETTIVO FORMATIVO Favorire la formazione del pensiero critico e creativo attraverso lo sviluppo di una

Dettagli

FONDAZIONE MALAVASI. Scuola secondaria di 1 grado A. MANZONI

FONDAZIONE MALAVASI. Scuola secondaria di 1 grado A. MANZONI FONDAZIONE MALAVASI Scuola secondaria di 1 grado A. MANZONI PIANO DI LAVORO E PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINA: STORIA DOCENTE: Luna Martelli CLASSE IV SEZ. ITTL A.S.2015 /2016 1. OBIETTIVI E COMPETENZE

Dettagli

Religione Cattolica Classe 1 A.S. 2007/2008

Religione Cattolica Classe 1 A.S. 2007/2008 Religione Cattolica Classe A.S. 007/008 O.S.A. U.A. O.F. Contenuti Dio Creatore e Padre di tutti gli uomini Nuova scuola, nuovi compagni, io in crescita insieme agli altri Le bellezze della natura sono

Dettagli

DIPARTIMENTO DI LETTERE DEL LICEO CLASSICO NICOLA SPEDALIERI PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO ANNO SCOLASTICO 2010-2011 TRIENNIO

DIPARTIMENTO DI LETTERE DEL LICEO CLASSICO NICOLA SPEDALIERI PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO ANNO SCOLASTICO 2010-2011 TRIENNIO DIPARTIMENTO DI LETTERE DEL LICEO CLASSICO NICOLA SPEDALIERI PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO ANNO SCOLASTICO 2010-2011 TRIENNIO Competenze d ingresso Gli alunni, al termine del percorso formativo del biennio,

Dettagli

MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO I. C.

MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO I. C. MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO I. C. Via D Avarna RMIC8FY006 - Distretto 24 - Via D Avarna 9/11 00151 Roma - C.F. 97714020589 Tel. /

Dettagli

SCUOLA DELL'INFANZIA " MADRE LINDA LUCOTTI" ISTITUTO MARIA AUSILIATRICE R.C. A.S. 2011 \ 2012

SCUOLA DELL'INFANZIA  MADRE LINDA LUCOTTI ISTITUTO MARIA AUSILIATRICE R.C. A.S. 2011 \ 2012 ISTITUTO MARIA AUSILIATRICE PREMESSA L incontro con la fiaba è molto stimolante perché sollecita nei bambini esperienze altamente educative, sul piano cognitivo, affettivo, linguistico e creativo. La fiaba

Dettagli

INTERVISTA ALLA SCRITTRICE

INTERVISTA ALLA SCRITTRICE Tratto da: M. Cecconi, La morte raccontata ai bambini: il ciclo della vita. Intervista ad Angela Nanetti, Il Pepeverde n. 10, 2001, pp. 10 11. Copyright INTERVISTA ALLA SCRITTRICE ANGELA NANETTI LA MORTE

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO SASSUOLO 2 NORD Via Zanella, 7 41049 Sassuolo (Mo) PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA CLASSI 1^ 2^ 3^ 4^ 5^

ISTITUTO COMPRENSIVO SASSUOLO 2 NORD Via Zanella, 7 41049 Sassuolo (Mo) PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA CLASSI 1^ 2^ 3^ 4^ 5^ Via Zanella, 7 41049 Sassuolo (Mo) PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA CLASSI 1^ 2^ 3^ 4^ 5^ ANNO SCOLASTICO 2015/2016 www.ic2sassuolonord.gov.it CURRICOLO IRC 6 11 anni Diocesi di Reggio Emilia

Dettagli

TABELLA DI CORRISPONDENZA TRA GLI INSEGNAMENTI DEI VECCHI E DEI NUOVI ORDINAMENTI

TABELLA DI CORRISPONDENZA TRA GLI INSEGNAMENTI DEI VECCHI E DEI NUOVI ORDINAMENTI TABELLA DI CORRISPONDENZA TRA GLI INSEGNAMENTI DEI VECCHI E DEI ANTICHITÀ GRECHE ANTROPOLOGIA CULTURALE ARCHEOLOGIA E STORIA DELL'ARTE GRECA E ROMANA ARCHEOLOGIA MEDIEVALE BIBLIOGRAFIA E BIBLIOTECONOMIA

Dettagli

LABORATORIO TEATRALE PER LA SCUOLA ELEMENTARE E SCUOLA DELL INFANZIA PROGETTO: LA FIABA

LABORATORIO TEATRALE PER LA SCUOLA ELEMENTARE E SCUOLA DELL INFANZIA PROGETTO: LA FIABA LABORATORIO TEATRALE PER LA SCUOLA ELEMENTARE E SCUOLA DELL INFANZIA PROGETTO: LA FIABA L obbiettivo di questo laboratorio è quello di rielaborare ed interpretare un antica fiaba usando i significati profondi

Dettagli

8 Il futuro dei futures

8 Il futuro dei futures Introduzione Come accade spesso negli ultimi tempi, il titolo di questo libro è volutamente ambiguo, ma in questo caso non si tratta solo di un espediente retorico: come spero si colga nel corso della

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI MORI PIANI DI STUDIO RELIGIONE CATTOLICA

ISTITUTO COMPRENSIVO DI MORI PIANI DI STUDIO RELIGIONE CATTOLICA ISTITUTO COMPRENSIVO DI MORI PIANI DI STUDIO RELIGIONE CATTOLICA Per sviluppare una competenza di area occorre in primo luogo promuovere l acquisizione delle relative conoscenze e abilità in modo che esse

Dettagli

Il Cineforum. Cineforum: 25/12/2011. 1. Come si prepara 2. Come si realizza 3. Come si conduce

Il Cineforum. Cineforum: 25/12/2011. 1. Come si prepara 2. Come si realizza 3. Come si conduce Il Cineforum prof. Fabio Sandroni - prof.ssa Nadia Ciambrignoni Cineforum: 1. Come si prepara 2. Come si realizza 3. Come si conduce Progetto: Sentieri di Cinema CGS ACEC Marche Circuito di cinema di qualità

Dettagli

Giuseppe Ungaretti. Studiò a Parigi alla Sorbonne e collaborò con gli intellettuali d avanguardia del

Giuseppe Ungaretti. Studiò a Parigi alla Sorbonne e collaborò con gli intellettuali d avanguardia del Giuseppe Ungaretti Giuseppe Ungaretti nacque nel 1888 ad Alessandria d Egitto, dove i suoi genitori, che erano originari di Lucca, si erano trasferiti in quanto il padre lavorava alla realizzazione del

Dettagli

Corso di scrittura creativa. Dalla creazione di un romanzo al suo invio alle case editrici. Prima Lezione

Corso di scrittura creativa. Dalla creazione di un romanzo al suo invio alle case editrici. Prima Lezione Corso di scrittura creativa Dalla creazione di un romanzo al suo invio alle case editrici Prima Lezione Come nasce una storia Il materiale necessario ad uno scrittore Il corso che viene presentato, di

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA IST. COMPRENSIVO VIA MEROPE a.s 2014-15 - RELIGIONE

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA IST. COMPRENSIVO VIA MEROPE a.s 2014-15 - RELIGIONE DATTICA IST. COMPRENSIVO VIA MEROPE a.s 2014-15 - RELIGIONE Scoprire che per la religione cristiana Dio è creatore e Padre e che fin dalle origini ha voluto stabilire un alleanza con l uomo. Comunicazione

Dettagli

S C H E D A D I D A T T I C A

S C H E D A D I D A T T I C A Giulietta e Romeo a r 2 TA TE AT RO n a m i t t e In s o l o Andiamo a Giocare in Teatro! D FA N SCHEDA DIDATTICA Questa è una breve biografia del compositore russo Sergej Prokofiev. Nato nel 1891 e morto

Dettagli

PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE

PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE IRIS VERSARI - Cesano Maderno (MB) PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE Indirizzo : LICEO SCIENTIFICO MATERIA: INGLESE ANNO SCOLASTICO 2014/15 Profssa TERESA VOLGARINO

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

Scuola Secondaria Statale di I grado Manara Valgimigli ALBIGNASEGO

Scuola Secondaria Statale di I grado Manara Valgimigli ALBIGNASEGO PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA Anno scolastico 2011/12 Docente Di Bella Carmela Disciplina Italiano Classe I Sezione F n. alunni 25 SITUAZIONE DI PARTENZA Livello della classe (indicare con X a sinistra):

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA STATALE PROGETTAZIONE ANNUALE

SCUOLA DELL INFANZIA STATALE PROGETTAZIONE ANNUALE SCUOLA DELL INFANZIA STATALE PROGETTAZIONE ANNUALE PROGETTAZIONE PERIODO: Settembre - Ottobre COMPETENZE CHIAVE EUROPEE: competenze sociali e civiche comunicazione nella madrelingua imparare ad imparare

Dettagli

INDICAZIONI DIDATTICHE PER L INSEGNAMENTO DELLA RELIGIONE CATTOLICA NEL SECONDO CICLO DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE

INDICAZIONI DIDATTICHE PER L INSEGNAMENTO DELLA RELIGIONE CATTOLICA NEL SECONDO CICLO DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE INDICAZIONI DIDATTICHE PER L INSEGNAMENTO DELLA RELIGIONE CATTOLICA NEL SECONDO CICLO DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE N. 1 INDICAZIONI PER L INSEGNAMENTO DELLA RELIGIONE CATTOLICA NEI LICEI (in riferimento

Dettagli

PROGETTAZIONE ANNUALE A.S. 2010/2011 SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SAN GIUSEPPE SULLE ALI DELLE EMOZIONI

PROGETTAZIONE ANNUALE A.S. 2010/2011 SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SAN GIUSEPPE SULLE ALI DELLE EMOZIONI PROGETTAZIONE ANNUALE A.S. 2010/2011 SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SAN GIUSEPPE SULLE ALI DELLE EMOZIONI FESTE E RICORRENZE Le feste rappresentano esperienze belle e suggestive da vivere e ricordare per

Dettagli

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità Programmazione IRC 2014-2015 1 INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità della Chiesa, sia perché

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI PETRITOLI CURRICOLO IN VERTICALE DISCIPLINA: RELIGIONE CATTOLICA A.S. 2013/2014 SCUOLA DELL INFANZIA.

ISTITUTO COMPRENSIVO DI PETRITOLI CURRICOLO IN VERTICALE DISCIPLINA: RELIGIONE CATTOLICA A.S. 2013/2014 SCUOLA DELL INFANZIA. Campi di esperienza IL SE E L ALTRO ISTITUTO COMPRENSIVO DI PETRITOLI CURRICOLO IN VERTICALE DISCIPLINA: RELIGIONE CATTOLICA A.S. 2013/2014 SCUOLA DELL INFANZIA Traguardi per lo sviluppo delle Obiettivi

Dettagli

LE COMPETENZE ESSENZIALI DI DISEGNO E STORIA DELL ARTE

LE COMPETENZE ESSENZIALI DI DISEGNO E STORIA DELL ARTE LE ESSENZIALI DI DISEGNO E classe prima Liceo scientifico utilizzare regole e tecniche grafiche progettare un minimo percorso grafico costruire un disegno geometrico, impiegando in maniera appropriata

Dettagli

CURRICOLO RELIGIONE CATTOLICA

CURRICOLO RELIGIONE CATTOLICA CURRICOLO RELIGIONE CATTOLICA Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sui dati fondamentali della vita di Gesù e sa collegare

Dettagli

PROGRAMMA ANNUALE: ANNO SCOLASTICO 2014-2015

PROGRAMMA ANNUALE: ANNO SCOLASTICO 2014-2015 PROGRAMMA ANNUALE: ANNO SCOLASTICO 2014-2015 ISTITUTO: LINGUISTICO CLASSE: V MATERIA: FILOSOFIA Modulo n 1 KANT E LA FILOFOFIA CRITICA Il significato del criticismo come filosofia del limite. La Critica

Dettagli

Al fine di focalizzare l'attenzione sui problemi della traduzione e di incoraggiare nel Mondo Arabo l attività di traduzione in arabo, il progetto

Al fine di focalizzare l'attenzione sui problemi della traduzione e di incoraggiare nel Mondo Arabo l attività di traduzione in arabo, il progetto Al fine di focalizzare l'attenzione sui problemi della traduzione e di incoraggiare nel Mondo Arabo l attività di traduzione in arabo, il progetto Kalima (Parola) si propone di stringere una serie di accordi

Dettagli

I TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI ALL IRC NEI CAMPI DI ESPERIENZA.

I TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI ALL IRC NEI CAMPI DI ESPERIENZA. I TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI ALL IRC NEI CAMPI DI ESPERIENZA. (Cfr. Indicazioni nazionali per il curricolo Sc. Infanzia D.P.R. dell 11-02-2010) Il sé e l altro Le grandi domande,

Dettagli

SIMBOLISMO Paul Gauguin (1848-1903)

SIMBOLISMO Paul Gauguin (1848-1903) Scuola Secondaria di I grado Pio X Artigianelli Firenze Arte e Immagine Prof. Fortunato Rao La pittura deve suggerire più che descrivere, come invero fa la musica. (Paul Gauguin) SIMBOLISMO Paul Gauguin

Dettagli

Francesca Marzilla Rampulla

Francesca Marzilla Rampulla Con Eufrosina, edito da Dario Flaccovio, Licia Cardillo Di Prima abbandona l ambientazione provinciale dei suoi precedenti racconti per trasferirsi nella Palermo del XVI Secolo, ai tempi della dominazione

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA PRIMO CICLO D ISTRUZIONE

SCUOLA DELL INFANZIA PRIMO CICLO D ISTRUZIONE APPENDICE: INTEGRAZIONI ALLE INDICAZIONI NAZIONALI PER IL CURRICOLO DELLA SCUOLA DELL INFANZIA RELATIVE ALL INSEGNAMENTO DELLA RELIGIONE CATTOLICA (DPR 11 FEB- BRAIO 2010) SCUOLA DELL INFANZIA Le attività

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA Unità di Apprendimento - Anno Scolastico 2014-2015

RELIGIONE CATTOLICA Unità di Apprendimento - Anno Scolastico 2014-2015 Natura e finalità RELIGIONE CATTOLICA Unità di Apprendimento - Anno Scolastico 2014-2015 L insegnamento della religione cattolica si inserisce nel quadro delle finalità della scuola e contribuisce alla

Dettagli

CURRICULO VERTICALE DI RELIGIONE CATTOLICA PER LA SCUOLA DELL INFANZIA TRE ANNI

CURRICULO VERTICALE DI RELIGIONE CATTOLICA PER LA SCUOLA DELL INFANZIA TRE ANNI CURRICULO VERTICALE DI RELIGIONE CATTOLICA PER LA SCUOLA DELL INFANZIA TRE ANNI Traguardi per lo sviluppo delle competenze Obiettivi di apprendimento Contenuti A. IL SE E L ALTRO: Scopre nel Vangelo la

Dettagli

INDICE. Introduzione... 7. 1. Una bussola per capire il fenomeno moda: la psicologia sociale. 11

INDICE. Introduzione... 7. 1. Una bussola per capire il fenomeno moda: la psicologia sociale. 11 INDICE Introduzione... 7 1. Una bussola per capire il fenomeno moda: la psicologia sociale. 11 1.1 Premessa metodologica: la moda come fenomeno sociale... 11 1.2 Il campo di analisi: la moda tra sogni,

Dettagli

Conoscere l ambiente geografico, storico, culturale della Palestina al tempo di Gesù.

Conoscere l ambiente geografico, storico, culturale della Palestina al tempo di Gesù. RELIGIONE CATTOLICA CLASSE I U A OBIETTIVI GENERALI OBIETTIVI SPECIFICI CONTENUTI/ ATTIVIT À COMPETENZE PERIODO UA n 1 Unici e speciali Cogliere la diversità tra compagni ed amici come valore e ricchezza.

Dettagli

PIANO DI STUDIO Settore Scuola Primaria Anno Scolastico 2014/2015

PIANO DI STUDIO Settore Scuola Primaria Anno Scolastico 2014/2015 ISTITUTO COMPRENSIVO DI TAGGIA PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA PIANO DI STUDIO Settore Scuola Primaria Anno Scolastico 2014/2015 CLASSE QUARTA Ogni équipe pedagogica organizzerà, per gli alunni della rispettiva

Dettagli

I PROMESSI SPOSI (Unità didattiche per gli studenti stranieri di recente immigrazione dell ITIS J. TORRIANI di Cremona)

I PROMESSI SPOSI (Unità didattiche per gli studenti stranieri di recente immigrazione dell ITIS J. TORRIANI di Cremona) I PROMESSI SPOSI (Unità didattiche per gli studenti stranieri di recente immigrazione dell ITIS J. TORRIANI di Cremona) Unità 1 In prima e in seconda ITIS noi studiamo I PROMESSI SPOSI. Che cosa è? I Promessi

Dettagli

Superiori: quale scuola scegliere dopo le medie?

Superiori: quale scuola scegliere dopo le medie? Superiori: quale scuola scegliere dopo le medie? A cura dell I.I.S.S. di LERCARA FRIDDI A.S.2013-2014 Progetto P.O.F. UNA BUSSOLA PER ORIENTARSI! DOCENTE: Terrasi Francesca Nuovo impianto organizzativo

Dettagli

Programmazione annuale RELIGIONE CATTOLICA CLASSI I II III IV V

Programmazione annuale RELIGIONE CATTOLICA CLASSI I II III IV V Istituto Comprensivo G Pascoli - Gozzano Anno scolastico 2013/2014 Programmazione annuale RELIGIONE CATTOLICA CLASSI I II III IV V Obiettivi di apprendimento al termine della classe terza della scuola

Dettagli

Dante Alighieri, Oltre la sfera che più larga gira

Dante Alighieri, Oltre la sfera che più larga gira Dante Alighieri, Oltre la sfera che più larga gira Analisi della poesia Il testo e la parafrasi La prima strofa verso 1 Oltre la sfera che gira più larga Dante concepisce la Terra immobile al centro dell'universo.

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO. Progettazioni didattiche disciplinari per gli alunni della classe II Disciplina: STORIA

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO. Progettazioni didattiche disciplinari per gli alunni della classe II Disciplina: STORIA UNITÀ DI APPRENDIMENTO n 1 UNA NUOVA VISIONE DEL MONDO Durata prevista: SETTEMBRE - OTTOBRE Individuare e definire i caratteri fondamentali del nuovo periodo storico che ha inizio con l Umanesimo Cogliere

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE a. s. 2014-2015

PROGRAMMAZIONE ANNUALE a. s. 2014-2015 Scuola Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE FRATELLI CASETTI CREVOLADOSSOLA (VB) WWW.iccasetti.gov.it PROGRAMMAZIONE ANNUALE a. s. 2014-2015 RELIGIONE CATTOLICA COMPETENZE CHIAVE - competenze sociali

Dettagli

I nostri sogni e desideri cambiano il mondo.

I nostri sogni e desideri cambiano il mondo. PRESENTAZIONE Giornalino sul FATTO DA I BAMBINI DELLA 4^B CON L AIUTO DELL INS.TE (PISCHEDDA ELISABETTA) DELLA SCUOLA ELEMENTARE ITALO CALVINO DELL ISTITUTO COMPRENSIVO DI BEINASCO ANNO SCOLASTICO 2005/2006

Dettagli

La persuasione del mare. Il viaggio nell opera di Claudio Magris

La persuasione del mare. Il viaggio nell opera di Claudio Magris Davide Fantini La persuasione del mare. Il viaggio nell opera di Claudio Magris Il fascino della letteratura di viaggio si presenta a Claudio Magris già dall infanzia: in una recente intervista con Marco

Dettagli

a partire dal lessico già in suo possesso comprende nuovi significati e usa nuove parole ed espressioni.

a partire dal lessico già in suo possesso comprende nuovi significati e usa nuove parole ed espressioni. CLASSE I ITALIANO partecipa a scambi linguistici con compagni e docenti attraverso messaggi semplici, chiari e pertinenti; si esprime verbalmente su vissuti ed esperienze personali con ordine logico/cronologico,

Dettagli

1 Laboratorio La gabbianella e il gatto che le insegnò a volare

1 Laboratorio La gabbianella e il gatto che le insegnò a volare 1 Laboratorio La gabbianella e il gatto che le insegnò a volare LA GABBIANELLA E IL GATTO Messaggio: -importanza della diversità -diversità come ricchezza -rispetto dell altro -sostegno del gruppo nella

Dettagli

PIANI DI STUDIO D ISTITUTO INSEGNAMENTO RELIGIONE CATTOLICA AS 2012

PIANI DI STUDIO D ISTITUTO INSEGNAMENTO RELIGIONE CATTOLICA AS 2012 PIANI DI STUDIO D ISTITUTO INSEGNAMENTO RELIGIONE CATTOLICA AS 2012 CURRICOLO DI BASE PER IL PRIMO BIENNIO DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE ABILITA Scoprire che gli altri sono importanti per la vita. Saper

Dettagli

Programmazione di Storia Scuola Secondaria di I grado. Classe prima

Programmazione di Storia Scuola Secondaria di I grado. Classe prima Programmazione di Storia Scuola Secondaria di I grado Classe prima Indicatori di COMPETENZA OBIETTIVI\ABILITÁ CONOSCENZE 1.1 superamento della conoscenza della storia legata al singolo evento e avvio alla

Dettagli

FACELESS VOICEOVER (Manu Luksch & Mukul Patel 2007) (Un Nuovo Tempo la Nuova Macchina tra cui continua un sogno singolare.)

FACELESS VOICEOVER (Manu Luksch & Mukul Patel 2007) (Un Nuovo Tempo la Nuova Macchina tra cui continua un sogno singolare.) FACELESS VOICEOVER (Manu Luksch & Mukul Patel 2007) (Un Nuovo Tempo la Nuova Macchina tra cui continua un sogno singolare.) Questa è la storia di una donna perseguitata da un eco di una memoria, un sogno

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE RELIGIONE CATTOLICA

CURRICOLO VERTICALE RELIGIONE CATTOLICA Istituti Comprensivi di Udine allegato al Piano dell Offerta Formativa CURRICOLO VERTICALE Redatto sulla base delle Nuove Indicazioni Nazionali 2012 e I.N. 2007, in sintonia con le Raccomandazioni del

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO ROSSELLA CASINI Scuola Secondaria di primo grado Gianni Rodari

ISTITUTO COMPRENSIVO ROSSELLA CASINI Scuola Secondaria di primo grado Gianni Rodari ISTITUTO COMPRENSIVO ROSSELLA CASINI Scuola Secondaria di primo grado Gianni Rodari PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE LETTERE SULLA BASE DELLE INDICAZIONI NAZIONALI PER IL CURRICULO DELLA SCUOLA DELL INFANZIA

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA Traguardi Obiettivi di apprendimento Contenuti

RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA Traguardi Obiettivi di apprendimento Contenuti RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA Scoprire nell'ambiente i segni che richiamano ai cristiani e a tanti credenti la presenza di Dio Creatore e Padre Descrivere l'ambiente di vita di Gesù nei suoi aspetti

Dettagli

CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA

CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA ISTITUTO COMPRENSIVO 3-VICENZA DIPARTIMENTO DI RELIGIONE SCUOLA PRIMARIA CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA COMPETENZE CHIAVE EUROPEE Comunicazio ne nella madre lingua COMPETENZE SPECIFICHE Conoscere il

Dettagli

STORIA. CURRICOLO VERTICALE PRIMO CICLO indicazioni ministeriali e curricolo di Istituto

STORIA. CURRICOLO VERTICALE PRIMO CICLO indicazioni ministeriali e curricolo di Istituto CURRICOLO VERTICALE PRIMO CICLO e curricolo di Istituto TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA. L alunno/a conosce elementi significativi del passato del suo ambiente

Dettagli

PROF. RAFFAELLA AMICUCCI MATERIA: ITALIANO CLASSE : IIA

PROF. RAFFAELLA AMICUCCI MATERIA: ITALIANO CLASSE : IIA PROGRAMMAZIONE INDIVIDUALE DOCENTE ANNO SCOLASTICO 2013-14 PROF. RAFFAELLA AMICUCCI MATERIA: ITALIANO CLASSE : IIA DATA DI PRESENTAZIONE: 30/11/2013 FINALITÀ E OBIETTIVI FORMATIVI DELLA DISCIPLINA Lo sviluppo

Dettagli

CORSI. I corsi principali sono: Anatomia del racconto I-II-II-IV, Scrivere l'amore e Come costruire un personaggio.

CORSI. I corsi principali sono: Anatomia del racconto I-II-II-IV, Scrivere l'amore e Come costruire un personaggio. CORSI Sulla base della nostra esperienza professionale di sceneggiatrici abbiamo tenuto, in Italia e all estero, una serie di corsi di scrittura creativa partendo dall assunto che le regole base della

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO SOLIMENA DE LORENZO NOCERA INFERIORE ANNO SCOLASTICO 2013 2014 PROGETTAZIONE CURRICOLARE DI RELIGIONE

SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO SOLIMENA DE LORENZO NOCERA INFERIORE ANNO SCOLASTICO 2013 2014 PROGETTAZIONE CURRICOLARE DI RELIGIONE SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO SOLIMENA DE LORENZO NOCERA INFERIORE ANNO SCOLASTICO 2013 2014 PROGETTAZIONE CURRICOLARE DI RELIGIONE SEZIONE A COMPETENZA EUROPEA : Competenza sociale e civica ; Imparare

Dettagli