Giuseppe Mazzini e la cultura inglese: testimonianze dall Epistolario

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Giuseppe Mazzini e la cultura inglese: testimonianze dall Epistolario"

Transcript

1 Giuseppe De Matteis Giuseppe Mazzini e la cultura inglese: testimonianze dall Epistolario di Giuseppe De Matteis Il XIX secolo è considerato uno dei più ricchi e travagliati della storia europea: vide fiorire il Romanticismo, con tutte le sue diverse connotazioni, strettamente legate alle situazioni storico politiche e sociali dei vari Paesi europei. In Italia il Romanticismo assunse una veste diversa e coincise con il Risorgimento, contribuendo con e per esso alla creazione di un Regno Italiano Unito. Questo secolo segnò, infatti, in Italia l atto di nascita della Nazione ad opera di illustri padri fondatori quali Cavour, diplomatico e statista, Garibaldi, il protagonista dell azione; ma il vero ideologo del movimento patriottico fu Giuseppe Mazzini, a cui la storia non ha reso giustizia, perché, costretto all esilio per lungo tempo, è stato, suo malgrado, un protagonista nascosto. Pochi altri italiani sono stati considerati come Mazzini, la personificazione cioè di virtù tipicamente italiane: la generosità, l eroismo, l onestà. Mazzini è stato il personaggio storico italiano più ammirato in Inghilterra, tanto è vero che le migliori biografie dedicate a lui sono state proprio quelle scritte da alcuni noti studiosi britannici: dalle prime, opere di due donne che in vita gli erano state legatissime, Emily Ashurst Venturi e Jessie White Mario; a quelle di Balton King e di Gwillim O. Griffith. In Italia per vari decenni ha dominato, ai danni del Mazzini, un grave pregiudizio ideologico: poco amato dagli storici di area liberal moderata, dopo la seconda guerra mondiale, Mazzini non ha riscosso molta simpatia, neppure tra gli studiosi di formazione marxista, che hanno spesso posto in scarsissimo rilievo il contenuto spiritualistico del credo mazziniano e la sua avversione per il socialismo scientifico. In molti si sono chiesti e si chiedono ancora, specie in occasione di questo secondo centenario della nascita, se gli italiani amano veramente Mazzini. Giuseppe Galasso, ad esempio, in un articolo apparso il 27 febbraio del 2005, Mazzini, chi è costui, sul «Corriere della Sera», ha affermato che l Italia ingrata si dimentica del Mazzini: anche questo bicentenario della nascita appare sottotono ; e, sempre l autorevole storico partenopeo, aggiunge, in un altro articolo apparso sul «Corriere della Sera» (19 ottobre 2005) che in Mazzini si è sempre visto (al contrario del popolarissimo Garibaldi, l uomo d azione, e del Cavour, il grande tessitore della politica italiana, cioè del- 117

2 Giuseppe Mazzini e la cultura inglese: testimonianze dall Epistolario l unità e del regime di libertà in Italia) qualcosa di severo e di triste; sempre i doveri prima e sopra i diritti, coerenza ed unità di pensiero e di azione, spirito di sacrifico, la vita come impegno morale totale, la solidarietà sociale come valore fondante [ ]. Figurarsi se, col discredito dell idea nazionale dopo il fascismo e, ancora più negli ultimi decenni, si poteva avere un Mazzini più popolare e più amato di prima. Eppure il mazzinianesimo non è mai sparito dalla scena storica. Ha alimentato, dopo la grande spinta al Risorgimento, un movimento riformatore molte volte distintosi per la sua qualità nell Italia Unita. Ha mantenuto viva la fiaccola dell idea della Repubblica, anche quando la vittoria della monarchia fu definitiva e irreversibile. Egli è stato all origine della prima grande stagione italiana del movimento operaio e sindacale, dell associazionismo cooperativo e mutualistico, delle leghe artigiane. Né solo in Italia, perché nel sorgere della Prima Internazionale socialista, nel 1864, fu considerato l antagonista di Marx. Lasciò un nome di apostolo dell indipendenza e della libertà di tutti i popoli [ ] fino all India e all Indonesia. E lo stesso nome ha lasciato negli annali dell idea della democrazia, impostando, tra l altro, il problema arduo ma decisivo dell etica e della solidarietà sociale. Nonostante ciò, è come se gli studiosi fossero andati in senso inverso a quello della fama del personaggio, cioè nell opinione e nella cultura corrente l icona mazziniana perdeva sempre più colore e nettezza [ ]. In tempi, come i nostri, almeno uno dei punti di fondo delle idee mazziniane, cioè l etica della solidarietà sociale, pare conclude il Galasso nell articolo sopra citato si stia avviando a diventare sempre più un caposaldo della discussione e della vita politica e civile; e ciò fa pensare che il nome di Mazzini ha probabilmente più frecce al suo arco di quanto si potrebbe credere ; certo è che quest uomo in Italia è risultato sempre più scomodo; ebbe rilievo piuttosto fuori dal nostro Paese, perché egli comprese bene il valore etico e politico della nazionalità, credette alla fratellanza dei popoli ed auspicò per primo l unione dell Europa. In tutto il programma politico mazziniano è evidente l approccio pedagogico alla questione nazionale: egli fu un grande educatore del popolo, e l educazione resta sempre un elemento indispensabile per dare vita ad una vera nazione. Mazzini fu, insomma, il teorico che diede corso e vigore ad un autentico sentimento patriottico italiano. Fin da giovane scrisse e lesse moltissimo, soprattutto autori francesi, attribuendo alla letteratura la capacità di oltrepassare le frontiere politiche e costruire così una comune coscienza europea. Fu grande lettore ed estimatore di autori come Dante, Foscolo, Byron, nei quali scorse i profeti di un Italia unita e repubblicana, e dunque dimostrò di prediligere scrittori impegnati a portare avanti un messaggio sociale e politico. Di Dante in una lettera Mazzini scrisse: Imprime se stesso, le sue tendenze, le sue aspirazioni nell universo che percorre ; e, sempre a proposito dell Alighieri, aggiunse: Dante spinge alla missione, al dovere dell azione, alla sofferenza, al martirio. 1 1 Giovanna ZAVATTI, Perché e nonostante, Milano, Edizioni Aries, 2000, p

3 Giuseppe De Matteis Fin da giovane si adoperò ad inseguire i suoi nobili ideali: la libertà individuale, l indipendenza dal dominio straniero, il sentimento patriottico. Costretto a trascorrere buona parte della sua vita all estero necessariamente i suoi contatti con l Italia furono prevalentemente di natura epistolare; è, anzi, fu proprio l epistolario mazziniano a costruire la spina dorsale di tutti gli studi più importanti intorno a questo grande uomo. 2 Tutto ciò che Mazzini fece nel corso della sua vita non lo fece né a scopo di lucro, né per cercare ed ottenere il plauso del prossimo o il consenso immediato: egli agì sempre e senza mai stancarsi, spinto solo dal desiderio di far progredire l Umanità. Non si stancò mai di incitare, stimolare chi lo ascoltava, ma cercò anche di rincuorarlo e rassicurarlo. Ciò che più gli importava era agire sulle coscienze e sul pensiero. Solo dopo molti anni (circa trenta) di lotte, di sogni, di speranza lo scopo della sua vita poté realizzarsi, ma egli non mutò e continuò a vivere in povertà. Hamilton King, in proposito, traccia un ritratto dell esule Mazzini molto esauriente, sottolineandone, oltre le qualità fisiche, anche quelle peculiari del suo carattere. La donna descrive Mazzini, incontrato per la prima volta nel 1864, come un uomo di mezza età che sembrava più alto di quanto in realtà non fosse a causa della sua magrezza ed eleganza: i capelli brizzolati e folti, nonostante avesse la fronte alta. Per quanto attiene alle qualità morali, la King giudicava Mazzini un uomo di straordinaria purezza, nel senso di scorgere in lui qualcosa di trascendente. Prima di parlare del soggiorno mazziniano in Inghilterra come esule, credo sia opportuno accennare al pensiero politico e religioso del Mazzini. È risaputo ormai che, alla base del suo pensiero politico, Mazzini pone la religione, una religione tutta sua, che è sentimento morale, forza eterna della politica. La concezione democratica del Mazzini non concepisce le classi, ma il Popolo, categoria molto ampia, che può essere politica, sociale, economica e che deve tendere al miglioramento delle condizioni umane e morali della società. Da qui l attenzione particolare e di grande rilevanza data dal Mazzini all educazione. Egli sostiene che è necessario il ricorso alla rivolta armata, qualora il governo risulti dispotico ed assolutista e respinge la crudeltà punitiva, la pena di morte e il duello: l assassinio è considerato da lui una vera assurdità. Pur accogliendo le istanze di giustizia sociale, che sono alla base del socialismo marxiano, Mazzini rifiuta la lotta di classe e la violenza come mezzo di lotta politica. La nazionalità mazziniana va intesa come nazionalità dei popoli, affratellati da un intento comune. Mazzini non è un nazionalista, ma un patriota, perché il suo patriottismo sottintende il rispetto dei diritti dell umanità. Egli parla e difende l identità nazionale, che prescinde dalla biologia e dalla razza delle popolazioni. Gli elementi costitutivi dell Italia, sempre secondo il suo pensiero, sono la lingua e soprattutto le tradizioni storiche, con un forte senso della comunità; non è concepibile per Mazzini la frantumazione dell Italia in tanti staterelli o aree regionali e provinciali. 2 Michele FINELLI, Il prezioso elemento, Verrocchio, Pazzini, 1999, p

4 Giuseppe Mazzini e la cultura inglese: testimonianze dall Epistolario Va anche osservato che il Mazzini, al primato della Francia in Europa, oppone sempre l iniziativa italiana. Importante è in lui il concetto di libertà, che non è un fatto materiale ma è un sentimento, una conquista morale, rappresenta cioè il senso della propria dignità e dei propri diritti. Ogni individuo, infatti, ha diritto alla propria libertà, la quale si conquista con la consapevolezza di assolvere ai problemi sociali: diritti e doveri devono convivere e solo in questo senso si contengono gli individualismi egoistici. La vita per Mazzini è una missione e come tale deve essere guidata dalla legge del dovere, cosicché anche l Unità d Italia diventa per lui un vero e proprio dovere religioso. Per quanto concerne l istruzione, essa deve essere obbligatoria e gratuita per tutti. Della religione cristiana il Mazzini apprezza l uguaglianza di tutti gli uomini davanti a Dio; deplora il clero, perché si è allontanato spesso dallo spirito evangelico, simpatizzando per forme deteriori di modernità e perché è allineato con il dispotismo del papato (non a caso egli dimostra grande simpatia per il trattato politico dantesco De Monarchia). Mazzini rispetta, però, le altre fedi religiose: egli è un panteista che vede Dio in ogni cosa; non è né cattolico, né cristiano e persegue solo un obiettivo da raggiungere: il progresso morale dell uomo e dell umanità, auspicando una rivoluzione sociale e politica che vada di pari passo con una rivoluzione religiosa e morale. 3 Va, infine, osservato che il Mazzini, pur di raggiungere il suo obiettivo, cioè l unificazione dell Italia, continuava a propendere per la Repubblica e non guardava con simpatia né alla Monarchia, né al Socialismo, né al Comunismo. La triste esperienza dell esilio mazziniano comincia nel 1831, con la condanna a morte in contumacia, a Marsiglia, dove egli dà vita alla Giovine Italia : legge molti scritti politici contemporanei, soprattutto in lingua francese, e scrive moltissime lettere. Conosce ed ama Giuditta Sidoli, dalla quale relazione si dice fosse nato un figlio, morto ancora bambino. 4 La sua espulsione dalla Francia avverrà nel 1833; si rifugia a Ginevra, dove organizzerà varie spedizioni militari. Nel 1834 lo troviamo a Berna e qui creerà l associazione Giovine Europa, con la quale si auspicava che in futuro le libere nazioni si sarebbero unite per creare una Repubblica Federale Europea. La Giovine Europa non perseguiva un intento pratico, ma morale. Mazzini maturerà bene in Svizzera il suo pensiero e il suo programma politico: a Berna, pur essendo attanagliato da forte malinconia e depressione, si rende conto di aver conquistato una profonda fede religiosa e un senso del proprio dovere e della propria missione; contemporaneamente matureranno nel suo pensiero e si concretizzeranno sia la sua profonda fede religiosa che le sue convinzioni politiche. La Svizzera accoglierà l esule Mazzini dopo il suo lungo soggiorno in Inghilterra, un po prima cioè della morte; in Svizzera, anzi, egli conobbe la grande amica Sara Nadham, un italiana di Livorno che il Mazzini aveva già avuto occasione di conoscere a Londra. 3 G. ZAVATTI, Perché e nonostante..., cit., p Cfr. Salvo MASTELLONE, Mazzini e la Giovine Italia ( ), Pisa, Nistri-Lischi, 1960, vol. II. 120

5 Giuseppe De Matteis Nel 1836, all età di 31 anni, Mazzini fu espulso dalle autorità federali della Svizzera e raggiunse, dopo circa sei mesi di fughe e nascondimenti, l Inghilterra, dove riuscì finalmente a respirare un aria di libertà e serenità. Al primo impatto con la capitale inglese, Mazzini non ebbe buona impressione della città, perché la trovò sporca, umida e appiccicosa; gli inglesi bevevano molto gin, dimostrando d essere schiavi dell alcool. Unico aspetto affascinante della capitale londinese era, agli occhi di Mazzini, la nebbia che gli ricordava i Canti di Ossian. In Inghilterra la vita era più cara delle altre città europee: i sigari, ad esempio, costavano almeno tre volte di più della Svizzera e costosissimi erano anche gli affitti delle case. 5 Mazzini, comunque, sbarcò bene il lunario a Londra, scrivendo articoli (15 circa) sulla società e sulla politica inglese, apparsi su «Le Monde», di Parigi, guadagnando discretamente; continuò, intanto, a lamentarsi delle abitudini inglesi: troppo pratici, dominati dalla filosofia utilitaristica, trascurano i sani principi morali, i doveri, la religione e la morale. Mazzini pose molte attenzioni alla politica estera inglese e criticò l imperialismo inglese in Cina, con la pena di morte; notò con disappunto il grande divario tra ricchi e poveri, ammirando invece la partecipazione popolare alle manifestazioni pubbliche (i comizi, le petizioni, la tolleranza); ma Mazzini apprezzò soprattutto la preparazione politica degli inglesi e la loro pazienza sconfinata, anche se non poche riserve dimostrò di avere per l isolazionismo inglese e per lo scarso interesse degli stessi verso i popoli stranieri. Mazzini ammirava però degli inglesi la libertà di stampa, le loro idee repubblicane e il loro dissenso religioso. Censurava, inoltre, i politici inglesi che si sentivano padroni, mentre era più giusto che si sentissero servitori del popolo, considerando le tristi condizioni di vita dei bassifondi londinesi specie di molti emigrati italiani. Per questo fenomeno di indigenza di grandi masse di persone, Mazzini pensò ad una scuola per emigrati italiani e, come rovescio di medaglia, evidenziò varie altre pecche della vita londinese d allora: le grandi distanze da percorrere da un capo all altro delle città; il clima pessimo e il caos insopportabile che costringevano spesso il Mazzini a restare tappato in casa e a desiderare solo di far ritorno in Svizzera. Tuttavia a Londra il Mazzini ebbe modo di apprezzare alcuni aspetti della città e degli inglesi. Da qui egli ebbe modo di incrementare vari contatti culturali con poeti e scrittori allora famosi non solo in Inghilterra, ma in tutto il mondo: Elisa Fletcher, ad esempio, che presentò il Mazzini al poeta Thomas Campbell, per distoglierlo dal suo isolamento; a questo scopo Campbell procurò al Mazzini uno speciale permesso per studiare nella biblioteca del British Museum, dove Mazzini conobbe l esule Antonio Panizzi, carbonaro, condannato anche lui a morte. Mazzini fu costretto, come si è già osservato, a industriarsi nel modo migliore a Londra, per poter sopravvivere: scriveva articoli e traduzioni. Stuart Mill lo invitò a scrivere qualcosa sulla letteratura italiana contemporanea e Victor Ugo gli chiese un saggio su John Kemble da pubblicare 5 Giuseppe MAZZINI, Epistolario (lettera alla madre del 13/01/1857). 121

6 Giuseppe Mazzini e la cultura inglese: testimonianze dall Epistolario su «Monthly Cronicle». Nel 1851 Mazzini rientrò in Italia, dopo diciassette anni di assenza. Andò successivamente in Svizzera e da qui a Londra nel 1851, dove restò parecchi anni, comprendendo che solo lì poteva trovare un po di pace, tranquillità e sincerità di rapporti con persone ed intellettuali che lo apprezzavano molto; qui non smise mai di occuparsi delle vicende politiche dell Italia: riorganizzò la rete cospirativa della Giovine Italia e della Giovine Europa, alimentando senza tregua il suo progetto repubblicano. D ora in poi considererà Londra e l Inghilterra tutta la sua seconda patria, perché si sentiva più compreso e al sicuro. Solo nel 1857 egli raggiunse segretamente e per poco tempo l Italia, per poi ritornare a Londra, dove restò fino al 1871, allorché lasciò definitivamente l Inghilterra per l Italia, prima a Genova, poi a Pisa, dove morì nel Bello il ritratto che traccia di lui e della sua casa a Londra, piena di libri e canarini, King Hamilton: egli era confidenzialmente chiamato da lei e da altri amici il Signor Ernest e le sue missive erano così indirizzate, anche se la Polizia sapeva benissimo che si trattava del famoso esule italiano. Fu la frequentazione che egli ebbe, a cominciare dal 1838, con Thomas Carlyle, che spinse il Mazzini, col tempo, a innamorarsi di Londra e a ritrovare il suo buonumore. Mazzini, sollecitato da Carlyle, si trasferì a Chelsea, vicinissimo all amico; pur essendo su posizioni diverse, i due diventarono grandi amici e condivisero insieme la condanna contro l utilitarismo e la dilagante ricerca della felicità individuale. Ogni settimana, il venerdì per la precisione, Mazzini si recava a casa di Carlyle e qui ebbe modo di stringere amicizia anche con la moglie di Thomas, Jane Welsh Carlyle. Io non l amo, mamma confessava Mazzini a sua madre se non come sorella. È, comunque, una donna eccezionale. E, fu proprio grazie a Carlyle che Mazzini riuscì ad allargare i contatti con la società bene di Londra, conoscendo molti scrittori, poeti, e a superare la noia e la malinconia. Conobbe Lady Byron, Dickens e i coniugi Taylor, ricco industriale quest ultimo, radicale e rappresentante della scuola liberale di Manchester. Ma a Londra Mazzini ebbe anche nemici e dovè a Taylor se, spesso, su «Morning Chronicle» fu difeso. Conobbe anche la scrittrice inglese Emily Ashurst, la quale, con un cospicuo gruppo di amici, appoggiò l azione politica del Mazzini sia in Italia che in Inghilterra. In casa Ashurst Mazzini trovò pace, accoglienza ed amicizia sincere e venne definito da essi un angelo. Anche la famiglia Natham soccorse Mazzini in quest ultimo periodo di vita, sia economicamente che moralmente: egli conobbe ancora Harriet Hamilton King, nota poetessa che fece di lui un idolo come poeta, mistico sognatore, profeta, maestro religioso, santo, insomma, un misto di ascetismo, di dolcezza e di forza. Molti furono anche gli scrittori inglesi che si ispirarono al Mazzini: Charles Swinburne, Tennyson e Wordsworth. Mazzini fu molto corteggiato ed amato dalle donne: ebbe grande ammirazione per George Sand, con la quale ebbe una lunga corrispondenza epistolare. Di grande interesse sono anche i rapporti tra Mazzini e la realtà politica inglese del tempo, perché egli esercitò una grossa spinta, col suo credo politico, all evoluzione del liberalismo inglese e al processo di formazione dei leaders radicali e del movimento operaio; Maddison, infatti, leader del New Unionism (anni 80), affermava: 122

7 Giuseppe De Matteis Se dovessi menzionare l autore che [ ] mi ha più influenzato, questi dovrebbe essere Mazzini, specie col suo saggio sui Doveri dell uomo. Egli ha plasmato il mio pensiero politico, economico, religioso, ottenendo la mia più piena approvazione. E, dal dibattito aperto alla Camera dei Comuni, venne fuori una nobile immagine dell esule piemontese: Il Signor Mazzini, tenuto in grande considerazione nel suo paese, è un valente scrittore di idee liberali e un entusiasta della causa della libertà. Da sette anni vive in Inghilterra [ ]. Egli è un uomo di lettere ed il suo intento è quello di diffondere la cultura. 6 E, ancora, il deputato Bowling osservava: Il Signor Mazzini non ha avvicinato nessuna persona [in Inghilterra] senza lasciare la più favorevole impressione della sua intelligenza e della sua insospettata moralità. 7 Nel 1851 giunsero dall Italia al Governo britannico proteste per la permanenza a Londra di Mazzini, elevate dal Papa, dall Austria, dalla Prussia e dalla Russia. Anche Napoleone ne chiese l espulsione, ma intanto sui giornali inglesi continuavano i consensi e gli elogi per Mazzini, considerato da tutti un ospite di riguardo, un rappresentante eletto della popolazione di Roma, uno che prendeva veramente a cuore la causa dell Italia. Tutti, anche chi dissentiva da lui, ne ammirava l integrità, la schiettezza e la perseveranza, anche se la Regina Vittoria e il cardinale Wiseman lo definirono spietato apostolo dell assassinio. Mazzini trovò, comunque, molti appoggi ed aiuti in denaro proprio tra numerosi amici inglesi, che lo ritenevano leale, di forte personalità, cordiale, amabile, affettuoso, gentile, allegro, di buon umore, saggio e di acuta intelligenza. Mazzini sentì la connessione tra etica artistica ed etica sociale, esattamente come i romantici inglesi della prima generazione ( ). Nel Romanticismo inglese, è bene ricordarlo, si fa strada la concezione secondo cui i grandi uomini, i cosiddetti geni, rappresentano una incarnazione del soprannaturale, giungendo ad identificare il tipo più alto di individuo con Colui che aveva un destino, una missione da compiere. A questo proposito Wordsworth, il noto autore di Lirical Ballads, afferma che le sue poesie dovevano essere giudicate sui generis rispetto all intera altra produzione poetica britannica, perché ognuna ha uno scopo degno, in sostanza il didatticismo come missione del poeta. Wordsworth, teorico della pedagogia poetica romantica, si avvicina molto al nostro Mazzini educatore : entrambi si dedicarono ad aiutare il prossimo; ed entrambi, sul piano politico, dichiararono il loro anticlericalismo, il loro ateismo, con frequenti incursioni teiste e panteistiche. Nella seconda metà dell Ottocento, insomma, l Italomania in Inghilterra era giunta al culmine. Byron, ad esempio, dichiarerà, che dell Inghilterra egli ama la penna e la libertà di usarla, ciò che anche Mazzini amava di quell isola; non a caso, infatti, egli celebrò tanto il valore politico della poesia che il valore poetico dell azione; non, dunque, arte per arte, in Mazzini, ma arte per la vita. Da qui scaturisce la vicinanza così naturale del Mazzini con le figure poetiche di Goethe, di Byron, di Dante e di Foscolo. 6 Giuseppe MAZZINI, Scritti, Edizione Nazionale, Imola, Galeati, , vol. XXVI. 7 Andreina BIONDI, Mazzini uomo, Bresso (Mi), Edizioni Tramontana, 1969, p

8 Giuseppe Mazzini e la cultura inglese: testimonianze dall Epistolario In comune con Byron, ad esempio, Mazzini ha anche la convinzione dell importanza di non aver vissuto invano, vicinissima al concetto oraziano del non omnis moriar. E proprio su Byron e Goethe il Mazzini scrisse un saggio, pubblicato nel 1847 nel noto suo libro Scritti letterari di un italiano vivente. Mazzini è assai grato ai due poeti per avere aiutato la causa della emancipazione intellettuale e per aver risvegliato il sentimento di libertà nella mente degli uomini, combattendo i giudizi aristocratici ed incrementando il sentimento di uguaglianza. E ancora, Mazzini evidenzia quanto sia stretto il rapporto tra il pubblico, il poeta e l importanza del genio, capace di interpretare le aspirazioni dell umanità. C è, dunque, affinità tra Byron e Mazzini: stessa vita grama, stesse tribolazioni e ambasce, s tessa concezione di vita e stessi ideali da perseguire e realizzare; Mazzini, anzi, alla fine del suo saggio citato pocanzi, sente il dovere di esprimere a Goethe la sua profonda stima e gratitudine per aver recepito tanti buoni messaggi dal suo insegnamento e dal suo splendido esempio di vita, anzi di eroicità di vita: egli, genio ed eroe, spentosi per la causa dell indipendenza greca proprio in quel paese. Va anche ricordato che Mazzini, approdato in Inghilterra nel 1837, fu colpito dalle molte pubblicazioni a carattere popolare allora esistenti, dalle biblioteche circolanti (si pubblicavano allora i romanzi a puntate e Dickens raggiungeva la sua piena affermazione come scrittore con il romanzo Oliver Twist). La Scuola di Londra, inaugurata nel 1841, rappresenterà un esempio luminoso dell impegno profuso dal Mazzini nel diffondere la cultura, ma anche la sua ferma convinzione della funzione comunicativa assegnata alla democrazia, un idea felicissima da cui scaturiranno poi le istanze pedagogiche e civili comprese nel noto libro mazziniano dei Doveri dell uomo, del E, a chiusura di questo nostro discorso, non possiamo non ricordare l indefessa attività degli ultimi anni di vita del Mazzini: l Unione degli operai italiani, ad esempio, del 1840, una fondazione ideata con l intento di promuovere la stampa di un giornale e di una scuola per adulti; il primo numero di questo periodico, che uscì nel mese di novembre 1840, era intitolato «L Apostolato popolare» e denunciava all opinione pubblica la condizione di povertà e di disagio della classe operaia del momento; nel secondo numero dello stesso giornale, Mazzini ritornava su questo argomento che gli stava a cuore, affermando che solo il progresso e la democrazia possono permettere l innalzamento del popolo ; nel numero terzo dello stesso giornale, apparso nel novembre 1841, Mazzini annunciava con gioia l apertura della Scuola di Londra. Successivamente nacquero altri due periodici scolastici, «Il Pellegrino» e «L educazione», sempre per iniziativa del Mazzini; e, di lì a poco, a Londra, nel 1847, comparve la Lega Internazionale dei Popoli, un associazione che aveva lo scopo di fornire un esatta rendicontazione, diffondendone i contenuti, delle reali condizioni politiche ed economiche degli altri paesi europei in quel periodo. La lega nacque, dunque, per scopi umanitari, rivolti alla crescita della popolazione: fu fondata per fini di pace, basati sul diritto e garantita dalla giustizia. Mazzini auspicava addirittura, con lungimiranza, la realizzazione di un mercato comune europeo. Nel 1847 Mazzini fondò ancora un Associazione Nazionale e Un fondo Nazionale ; nel 1851, infine, fu ideata e creata sempre da lui l Associazione Amici 124

9 Giuseppe De Matteis dell Italia, con la quale si rivendicava coram populo l unità e l indipendenza dell Italia. Come appendice a questo nostro discorso, crediamo sia opportuno tracciare un breve itinerario del ricco patrimonio epistolare lasciato dal Mazzini: è il modo migliore per potersi avvicinare al suo pensiero. Le lettere sono depositarie di una varietà di argomenti (politica, letteratura, educazione, religione, aspirazioni dell autore, ecc...); una corrispondenza esemplare è quella tra Mazzini e Maria Algoult (quarantasei missive in tutto), l affascinante contessa parigina, reduce dalla tempestosa relazione con Franz Liszt, scrittrice che firmava le sue opere con il nome maschile di Daniel Stern.Ci sono poi, le lettere alla madre, morta nel 1852, la persona certamente più vicina e più cara al Mazzini: tra loro perfetta era la consonanza di affetto, la confidenza, la comprensione. Queste lettere finirono quasi tutte nelle mani della sorella del Mazzini, che amava pochissimo il fratello e che le fece sparire. Un altro importante epistolario è quello tra Mazzini e la famiglia Ashurst, che per Mazzini costituì una seconda famiglia. Anche queste lettere furono sempre distrutte dalla Signora Emily (Madame Venturi). Il quarto gruppo di lettere è quello tra Mazzini e Hamilton King, mentre il quinto gruppo (che vanno dal ) è tra Mazzini e George Sand, scrittrice molto amata e stimata dal Mazzini: entrambi erano ammiratori di Byron. Tutti gli scritti e l Epistolario del Mazzini sono raccolti nell Edizione Nazionale decretata nel 1905 (centenario della nascita del Mazzini). La cura dell Opera omnia fu affidata ad una speciale commissione che curò fino al 1943 i cento volumi dell Edizione Nazionale (Imola, Galeati, ): Scritti letterari, 5 volumi; politici, 30 volumi; Epistolario, 58 volumi; in più: 8 vol. di Appendice e un altro volume ancora che comprende sia scritti letterari che politici. In sostanza, tutto l Epistolario mazziniano comprende: lettere di natura politica, lettere sentimentali e lettere ideologiche. Le Lettere politiche: si veda quella ad Aurelio Saffi, ad esempio, del 29 maggio 1849, dove Mazzini chiede al triumviro Saffi di provvedere ad alcune importanti questioni. Vi sono, poi, lettere che danno testimonianza degli intensi contatti del Mazzini con gli ambienti rivoluzionari polacchi: Marjan Langiewiez, polacco, naturalizzato svizzero, partecipò alla Spedizione dei Mille e, fuggito poi a Londra nel 1864, ebbe lì stretti contatti con il Mazzini. Temi di natura politica sono presenti anche nelle lettere Mazzini Agoult: Mazzini condanna il socialismo e disprezza chi considera l uomo come un animale sì razionale, ma orientato solo alla ricerca del benessere personale; e anche sul comunismo Mazzini esprime idee contrarie in alcune missive indirizzate ai suoi familiari: [i Comunisti] vogliono egli osserva abolire la proprietà, mettere tutto nelle mani del governo, e fare in modo che il governo, dando non so quante ore di lavoro a tutti, distribuisca in natura, cioè non in denaro, il bisognevole a tutti. Questo è pensiero irrealizzabile, assurdo, che distruggerebbe qualsiasi stimolo all attività dell umanità. A Mazzini, in pratica, non interessava un Italia unita politicamente e libera dallo straniero, se essa deve essere un Italia materialistica, schiava di interessi immediati e di una visione riduttiva della vita. Mazzini riversò in queste sue lettere politiche tutta la sua passione, l entusia- 125

10 Giuseppe Mazzini e la cultura inglese: testimonianze dall Epistolario smo, la tenacia per sostenere la causa della libertà della sua patria. Per questo diventò bersaglio della stampa londinese («Times»), che sferrò una serrata critica al suo pensiero e alle sue opere. Le Lettere sentimentali: Mazzini lamenta le sue esigue condizioni economiche come esule a Londra, la vita carissima della città e i disagi degli alloggi. Sono lettere che egli invia prevalentemente ai suoi familiari (dal 1837 al 1843 come si è detto), soprattutto alla madre, dove si lamenta del cattivo clima (pioggia, fango, umidità) di Londra, esprimendo tutta la sua nostalgia per il cielo azzurro dell Italia e della Svizzera; un altro gruppo di lettere sono dirette alla Sand e qui il Mazzini racconta l episodio della morte di Giacomo Ruffini; in un altra bella missiva Mazzini confessa il suo amore per la Sand, manifestando grande sensibilità. Ma, traboccante di confidenze personali e passioni è anche l epistolario tra Mazzini e la contessa Agoult: Mazzini la definisce amica e sorella di Dante e presto diventerà l interlocutrice privilegiata delle conversazioni letterarie e culturali con il Mazzini. In altre lettere alla Agoult tornano i problemi di salute del Mazzini (egli ha dolori allo stomaco che lo intristiscono, facendolo innervosire e impedendogli di scrivere). Le ultime lettere del Mazzini sono piene di malinconia e di rammarico; bella è soprattutto quella del 1871, quando Mazzini sta per abbandonare l Inghilterra. Il terzo ed ultimo gruppo riguardante le Lettere ideologiche tratta del programma pedagogico mazziniano. Mazzini scrive su questo argomento otto articoli, apparsi sul «Giornale del popolo» londinese dal 1846 al giugno Tradotti da Salvo Mastellone, col titolo di G. Mazzini, pensieri sulla democrazia in Europa, rappresentano una sintesi dell idea della democrazia mazziniana, il cui compito è di migliorare la condizione morale dell uomo e consentirgli di comunicare con gli altri suoi simili (è chiarita bene qui la funzione comunicativa assegnata alla democrazia e la necessità di creare un programma pedagogico che non si rivolga alle classi, ma al popolo, in una visione più ampia, più spaziata, più ecumenica). Mazzini intendeva abbattere le barriere o ogni forma di steccato e far diventare uguali tutti, perché ogni ineguaglianza porta con sé egli scriveva una quantità proporzionale di tirannia. In una lettera alla King Mazzini afferma che l azione è lo scopo principale della vita e che la rassegnazione dev essere l ultima spiaggia. Pensiero ed azione coincidono solo in Dio, essere perfetto; ogni pensiero in Lui è creazione, ciò non può accadere con noi uomini, perché siamo esseri imperfetti. Bellissima è anche la missiva inviata alla Fletcher (Londra, aprile 1837, Epistolario). L impegno sociale e morale del Mazzini è ribadito, infine, anche in altre lettere indirizzate alla Agoult. È, però, nella istituzione scolastica italiana di Londra che si concretizzeranno le aspirazioni del Mazzini. E, a tal proposito, si consiglia la lettura delle missive dirette a sua madre e gli ottimi e recenti due volumi del Finelli. 8 8 Il prezioso elemento... cit.; cfr. anche Michele FINELLI, Il monumento di carta, Verrocchio, Pazzini,

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI UMANI. Preambolo

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI UMANI. Preambolo Il 10 dicembre 1948, l'assemblea Generale delle Nazioni Unite approvò e proclamò la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, il cui testo completo è stampato nelle pagine seguenti. Dopo questa solenne

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO PRINCIPI FONDANTI 1. Volontario è la persona che, adempiuti i doveri di ogni cittadino, mette a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità per gli altri, per

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL'UOMO DEL 1948

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL'UOMO DEL 1948 DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL'UOMO DEL 1948 PREAMBOLO Considerato che il riconoscimento della dignità inerente a tutti i membri della famiglia umana, e dei loro diritti, uguali ed inalienabili,

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali LA RICERCA DI DIO Gradi della fede in Dio La maggior parte delle persone non sospetta nemmeno la reale esistenza di Dio, e naturalmente non s interessa molto a Dio. Ce ne sono altre che, sotto l influsso

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO P. F. Fumagalli, 31.10.2104 Il Dialogo è una componente essenziale dell essere umano nel mondo, in qualsiasi cultura alla quale si voglia fare riferimento: si

Dettagli

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata Osservatorio internazionale Cardinale Van Thuân La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata + Giampaolo Crepaldi Arcivescovo-Vescovo Relazione introduttiva al Convegno del 3 dicembre 2011

Dettagli

" CI SON DUE COCCODRILLI... "

 CI SON DUE COCCODRILLI... PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 " CI SON DUE COCCODRILLI... " Le attività in ordine all'insegnamento della religione cattolica, per coloro che se ne avvalgono, offrono

Dettagli

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Forse sarebbe necessario che iniziassi correggendo il titolo di questa mia breve introduzione: non cultura, creatività e sviluppo sostenibile, ma cultura globalizzata,

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

CHE COS È L INDULGENZA?

CHE COS È L INDULGENZA? CHE COS È L INDULGENZA? La dottrina dell'indulgenza è un aspetto della fede cristiana, affermato dalla Chiesa cattolica, che si riferisce alla possibilità di cancellare una parte ben precisa delle conseguenze

Dettagli

(da I Malavoglia, cap. XV)

(da I Malavoglia, cap. XV) 4. GIOVANNI VERGA (ANALISI DEL TESTO) L addio di Ntoni Una sera, tardi, il cane si mise ad abbaiare dietro l uscio del cortile, e lo stesso Alessi, che andò ad aprire, non riconobbe Ntoni il quale tornava

Dettagli

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM XXVIII TEMPO ORDINARIO 11 ottobre 2009 VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM Mc 10, 17-30 [In quel tempo], mentre Gesù andava per la strada, un tale gli corse incontro

Dettagli

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio CREDO IN GESÙ CRISTO, IL FIGLIO UNIGENITO DI DIO La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio Incominciamo a sfogliare il Catechismo della Chiesa Cattolica. Ce ne sono tante edizioni. Tra le mani abbiamo

Dettagli

NEL 1600. Ma la prima metà del '600 fu dominata dalla guerra dei Trent'anni. combattuta dal 1618 al 1648

NEL 1600. Ma la prima metà del '600 fu dominata dalla guerra dei Trent'anni. combattuta dal 1618 al 1648 NEL 1600 1. c'erano Stati che avevano perso importanza = SPAGNA ITALIA- GERMANIA 2. altri che stavano acquisendo importanza = OLANDA INGHILTERRA FRANCIA Ma la prima metà del '600 fu dominata dalla guerra

Dettagli

LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI

LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI Promesse di Gesù per coloro che reciteranno questa preghiera per 12 anni. Attraverso Santa Brigida, Gesù ha fatto meravigliose promesse alle anime

Dettagli

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO 1. Il bambino sviluppa il senso dell identità personale, è consapevole delle proprie esigenze e dei propri sentimenti, sa controllarli ed esprimerli in modo adeguato

Dettagli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Decisamente stimolanti le provocazioni del brano di Matteo (22,1-14) che ci accompagnerà nel corso dell anno associativo 2013-2014: terzo

Dettagli

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA DE ACCESO A LA UNIVERSIDAD MAYORES DE 25 Y 45 AÑOS PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA 2013ko MAIATZA MAYO 2013 L incontro con Guido Dorso Conobbi Dorso quando ero quasi un ragazzo. Ricordo che un amico

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI L argomento che tratterò è molto discusso in tutto il mondo. Per introdurlo meglio inizio a darvi alcune informazioni sul matrimonio omosessuale, il quale ha sempre

Dettagli

VADANO PER IL MONDO ANNUNZIANDO I VIZI E LE VIRTÙ CON BREVITÀ DI DISCORSO

VADANO PER IL MONDO ANNUNZIANDO I VIZI E LE VIRTÙ CON BREVITÀ DI DISCORSO VADANO PER IL MONDO ANNUNZIANDO I VIZI E LE VIRTÙ CON BREVITÀ DI DISCORSO I frati non predichino nella diocesi di alcun vescovo qualora dallo stesso vescovo sia stato loro proibito. E nessun frate osi

Dettagli

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ====================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

Dettagli

Le origini della società moderna in Occidente

Le origini della società moderna in Occidente Le origini della società moderna in Occidente 1 Tra il XVI e il XIX secolo le società occidentali sono oggetto di un processo di trasformazione, che investe la sfera: - economica - politica - giuridica

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo L utopia dell educazione L educazione è un mezzo prezioso e indispensabile che

Dettagli

Conferenza Episcopale Italiana. MESSAGGIO PER LA 37 a GIORNATA NAZIONALE PER LA VITA (1 febbraio 2015)

Conferenza Episcopale Italiana. MESSAGGIO PER LA 37 a GIORNATA NAZIONALE PER LA VITA (1 febbraio 2015) Conferenza Episcopale Italiana MESSAGGIO PER LA 37 a GIORNATA NAZIONALE PER LA VITA (1 febbraio 2015) SOLIDALI PER LA VITA «I bambini e gli anziani costruiscono il futuro dei popoli; i bambini perché porteranno

Dettagli

Presentazione Prologo all edizione francese

Presentazione Prologo all edizione francese INDICE Presentazione Prologo all edizione francese IX XVIII PARTE PRIMA CAPITOLO I Finché portiamo noi stessi, non portiamo nulla che possa valere 3 CAPITOLO II Non dobbiamo turbarci di fronte ai nostri

Dettagli

NOSTRO SIGNORE. Is 45, 1 7 Sal 146 (145) At 2, 29 36 Gv 21, 5 7

NOSTRO SIGNORE. Is 45, 1 7 Sal 146 (145) At 2, 29 36 Gv 21, 5 7 NOSTROSIGNORE Is45,1 7 Sal146(145) At2,29 36 Gv21,5 7 Tra gli elementi costitutivi dell'esistenza umana, la dipendenza dell'uomo daun'autoritàè unfattoincontrovertibile. L'aggettivosostantivatokyriossignifica:

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

MA VOI CHI DITE CHE IO SIA? Mc 8,27-30 (cf Mt 16,13-23; Lc 9,18-27

MA VOI CHI DITE CHE IO SIA? Mc 8,27-30 (cf Mt 16,13-23; Lc 9,18-27 MA VOI CHI DITE CHE IO SIA? Mc 8,27-30 (cf Mt 16,13-23; Lc 9,18-27 2 L Siamo alla domanda fondamentale, alla provocazione più forte perché va diritta al cuore della mia vita, della tua, di ogni uomo che,

Dettagli

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Corona Biblica per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Imprimatur S. E. Mons. Angelo Mascheroni, Ordinario Diocesano Curia Archiepiscopalis

Dettagli

Il Quarantotto. 1. Cause di una rivoluzione

Il Quarantotto. 1. Cause di una rivoluzione Il Quarantotto 1. Cause di una rivoluzione Una crisi di tipo nuovo Intorno alla metà del 1800 una serie di ondate rivoluzionarie in Europa fece crollare l ordine della Restaurazione. Occorre comprendere

Dettagli

Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto

Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto Ci sono momenti nella storia in cui i popoli sono chiamati a compiere scelte decisive. Per noi europei, l inizio del XXI secolo rappresenta uno di

Dettagli

DALL ALTRA PARTE DEL MARE

DALL ALTRA PARTE DEL MARE PIANO DI LETTURA dai 9 anni DALL ALTRA PARTE DEL MARE ERMINIA DELL ORO Illustrazioni di Giulia Sagramola Serie Arancio n 149 Pagine: 128 Codice: 566-3278-1 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTRICE La scrittrice

Dettagli

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS PIANO DI LETTURA dagli 11 anni DA CHE PARTE STARE ALBERTO MELIS Illustrazioni di Paolo D Altan Serie Rossa n 78 Pagine: 144 Codice: 566-3117-3 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTORE Alberto Melis, insegnante,

Dettagli

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. Come era nel principio, e ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. Come era nel principio, e ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen Modo di recitare il Santo Rosario Segno della Croce Credo Si annuncia il primo Mistero del giorno Padre Nostro Dieci Ave Maria Gloria Si continua fino a completare i 5 misteri del giorno Preghiera finale

Dettagli

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Affermazioni incentrate sulla Verità per le dodici categorie del Codice di Guarigione Troverete qui di seguito una

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

CASTEL SANT ANGELO SALA PAOLINA TUTT ALTRA ITALIA IO SOGNAVO PUBBLICATO IL 25 OTT 2010 Data Evento: da 08/11/2010 a 03/04/2011

CASTEL SANT ANGELO SALA PAOLINA TUTT ALTRA ITALIA IO SOGNAVO PUBBLICATO IL 25 OTT 2010 Data Evento: da 08/11/2010 a 03/04/2011 Roma CASTEL SANT ANGELO SALA PAOLINA TUTT ALTRA ITALIA IO SOGNAVO PUBBLICATO IL 25 OTT 2010 Data Evento: da 08/11/2010 a 03/04/2011 Castel Sant Angelo Sala Paolina Mostra su Giuseppe Garibaldi Tutt altra

Dettagli

Gli ebrei nel medioevo. L istituzione di uno dei primi capri espiatori della Storia

Gli ebrei nel medioevo. L istituzione di uno dei primi capri espiatori della Storia Gli ebrei nel medioevo L istituzione di uno dei primi capri espiatori della Storia I rapporti tra ebrei e cristiani Gli ebrei entrarono nel turbine della storia, dopo la dissoluzione del loro stato, con

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

C.5 PER UNA RIFLESSIONE TEOLOGICA SUL LAVORO

C.5 PER UNA RIFLESSIONE TEOLOGICA SUL LAVORO C.5 PER UNA RIFLESSIONE TEOLOGICA SUL LAVORO 1.La nuova creazione come struttura teologica 2.L approccio pneumatologico 3. L alienazione del lavoro in prospettiva teologica 4. La spiritualità del lavoro

Dettagli

CHE COS E L EUTANASIA?

CHE COS E L EUTANASIA? CHE COS E L EUTANASIA? Che cosa si intende per eutanasia? Il termine eutanasia deriva dal greco: eu=buono, e thanatos=morte. Interpretato letteralmente quindi, esso significa: buona morte. Nel significato

Dettagli

PASQUA DI NOSTRO SIGNORE GESU CRISTO

PASQUA DI NOSTRO SIGNORE GESU CRISTO PASQUA DI NOSTRO SIGNORE GESU CRISTO Annuncio della Pasqua (forma orientale) EIS TO AGHION PASCHA COMUNITÀ MONASTICA DI BOSE, Preghiera dei Giorni, pp.268-270 È la Pasqua la Pasqua del Signore, gridò lo

Dettagli

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) Savignano SI FEST 2014 a cura di Italo Zannier di Io sono una forza della natura.. Io sono una forza del Passato. Solo nella tradizione

Dettagli

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato L amicizia tra uomo e donna. Questo tipo di relazione può esistere? Che rischi comporta?quali sono invece i lati positivi? L amicizia tra uomini e donne è possibile solo in età giovanile o anche dopo?

Dettagli

Per ulteriori informazioni visita il nostro Sito Web: www.a-light-against-human-trafficking.info

Per ulteriori informazioni visita il nostro Sito Web: www.a-light-against-human-trafficking.info Per ulteriori informazioni visita il nostro Sito Web: www.a-light-against-human-trafficking.info Ogni essere umano uomo, donna, bambino, bambina è immagine di Dio; quindi ogni essere umano è una persona

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

Fin dove andrà il clonaggio?

Fin dove andrà il clonaggio? Fin dove andrà il clonaggio? Mark Post, il padrone della sezione di fisiologia dell Università di Maastricht, nei Paesi Bassi, ha dichiarato durante una conferenza tenuta a Vancouver, in Canada, che aveva

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

L ALFABETO DELLA LEGALITA

L ALFABETO DELLA LEGALITA L alfabeto, che sta alla base dell acquisizione di ogni lingua, diventa, in questo nostro giornalino, il punto di partenza per la conoscenza di quei valori fondamentali che è indispensabile interiorizzare

Dettagli

163 ANNIVERSARIO DELLA FONDAZIONE DELLA POLIZIA DI STATO CATANZARO VENERDÌ 22 MAGGIO 2015 DISCORSO DEL QUESTORE GIUSEPPE RACCA

163 ANNIVERSARIO DELLA FONDAZIONE DELLA POLIZIA DI STATO CATANZARO VENERDÌ 22 MAGGIO 2015 DISCORSO DEL QUESTORE GIUSEPPE RACCA 163 ANNIVERSARIO DELLA FONDAZIONE DELLA POLIZIA DI STATO CATANZARO VENERDÌ 22 MAGGIO 2015 DISCORSO DEL QUESTORE GIUSEPPE RACCA Sig. Prefetto, Sig. Sindaco, Sig. Presidente della Provincia, Eccellenza Reverendissima,

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

3) Heidegger: dall esistenza all ontologia

3) Heidegger: dall esistenza all ontologia 3) Heidegger: dall esistenza all ontologia Vita e opere Martin Heidegger (1889-1976) frequentò la facoltà di teologia dell Università di Friburgo. Nel 1919 divenne assistente e in seguito successore di

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE Presentazione La guida dell educatore vuole essere uno strumento agile per preparare gli incontri con i ragazzi.

Dettagli

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Celebriamo Colui che tu, o Vergine, hai portato a Elisabetta Sulla Visitazione della beata vergine Maria Festa del Signore Appunti dell incontro

Dettagli

Oleggio, 25/12/2009. Natività- Dipinto del Ghirlandaio

Oleggio, 25/12/2009. Natività- Dipinto del Ghirlandaio 1 Oleggio, 25/12/2009 NATALE DEL SIGNORE Letture: Isaia 9, 1-6 Salmo 96 Tito 2, 11-14 Vangelo: Luca 2, 1-14 Cantori dell Amore Natività- Dipinto del Ghirlandaio Ci mettiamo alla Presenza del Signore, in

Dettagli

Epidemiologia & Salute pubblica

Epidemiologia & Salute pubblica Epidemiologia & Salute pubblica a cura del Medico cantonale vol. VI nr. 3 La medicina non è una scienza esatta Con questo slogan il Dipartimento delle opere sociali è entrato nelle case dei ticinesi. L

Dettagli

Novena del lavoro. 4a San Josemaría Escrivá

Novena del lavoro. 4a San Josemaría Escrivá Novena del lavoro 4a San Josemaría Escrivá Preghiera a San Josemaría San Josemaría Escrivá Fondatore dell'opus Dei PREGHIERA Oh Dio, che per mediazione di Maria Santissima concedesti a San Josemaría, sacerdote,

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE un indagine demoscopica svolta da Astra Ricerche per Telefono Amico Italia con il contributo di Nokia Qui di seguito vengono presentati i principali risultati

Dettagli

Codice deontologico dell Assistente Sociale

Codice deontologico dell Assistente Sociale Codice deontologico dell Assistente Sociale Approvato dal Consiglio Nazionale dell Ordine Roma, 6 aprile 2002 TITOLO I Definizione e potestà disciplinare 1. Il presente Codice è costituito dai principi

Dettagli

Senato della Repubblica. Costituzione

Senato della Repubblica. Costituzione Senato della Repubblica Incontro con la Costituzione giugno 2010 A cura dell'ufficio comunicazione istituzionale del Senato della Repubblica La presente pubblicazione è edita dal Senato della Repubblica.

Dettagli

Guai a me se non predicassi il Vangelo

Guai a me se non predicassi il Vangelo Guai a me se non predicassi il Vangelo (1 Cor 9,16) Io dunque corro 1 Cor 9,26 La missione del catechista come passione per il Vangelo Viaggio Esperienza L esperienza di Paolo è stata accompagnata da un

Dettagli

LA STORIA DEL VECCHIO F di Patrizia Toia

LA STORIA DEL VECCHIO F di Patrizia Toia Patrizia Toia Patrizia Toia (born on 17 March 1950 in Pogliano Milanese) is an Italian politician and Member of the European Parliament for North-West with the Margherita Party, part of the Alliance of

Dettagli

L'intuizione e la sua difficile realizzazione

L'intuizione e la sua difficile realizzazione P. Maranesi - Facere misericordiam FRANCESCO, I LEBBROSI E I SUOI FRATI: L'intuizione e la sua difficile realizzazione FRANCESCO CI PARLA DELLA SUA CONVERSIONE Il Testamento di Francesco potrebbe essere

Dettagli

[Pagina 1] [Pagina 2]

[Pagina 1] [Pagina 2] [Pagina 1] Gradisca. 2.10.44 Rina amatissima, non so se ti rivedrò prima di morire - in perfetta salute - ; lo desidererei molto; l'andarmene di là con la tua visione negli occhi sarebbe per me un grande

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Sintesi primo incontro preparazione Colloqui Fiorentini Poco noto ad altrui, poco a me stesso. Conoscere Manzoni attraverso i testi 2 novembre 2010

Sintesi primo incontro preparazione Colloqui Fiorentini Poco noto ad altrui, poco a me stesso. Conoscere Manzoni attraverso i testi 2 novembre 2010 Sintesi primo incontro preparazione Colloqui Fiorentini Poco noto ad altrui, poco a me stesso. Conoscere Manzoni attraverso i testi 2 novembre 2010 Scopo di questo primo incontro è assumere l ipotesi interpretativa

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

E vestirti coi vestiti tuoi DO#-7 SI4 dai seguimi in ciò che vuoi. e vestirti coi vestiti tuoi

E vestirti coi vestiti tuoi DO#-7 SI4 dai seguimi in ciò che vuoi. e vestirti coi vestiti tuoi SOGNO intro: FA#4/7 9 SI4 (4v.) SI4 DO#-7 Son bagni d emozioni quando tu FA# sei vicino sei accanto SI4 DO#-7 quando soltanto penso che tu puoi FA# FA#7/4 FA# SI trasformarmi la vita. 7+ SI4 E vestirti

Dettagli

Venite, saliamo sul monte del Signore, al tempio quanto è mirabile il tuo nome su tutta la terra! (Sal 8,10) Rit.

Venite, saliamo sul monte del Signore, al tempio quanto è mirabile il tuo nome su tutta la terra! (Sal 8,10) Rit. OTTOBRE: Giornata del Carisma Introduzione TEMA: Fede e missione La mia intenzione è solamente questa: che [le suore] mi aiutino a salvare anime. (Corrispondenza, p. 7) Questa lapidaria intenzione, che

Dettagli

Proposta di legge «Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT). Istituzione e accesso al Registro Regionale»

Proposta di legge «Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT). Istituzione e accesso al Registro Regionale» Proposta di legge «Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT). Istituzione e accesso al Registro Regionale» La proposta di legge «Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT). Istituzione e accesso

Dettagli

Il matrimonio sia rispettato da tutti (Eb 13,4) Una parola sul matrimonio oggi

Il matrimonio sia rispettato da tutti (Eb 13,4) Una parola sul matrimonio oggi Il matrimonio sia rispettato da tutti (Eb 13,4) Una parola sul matrimonio oggi Lettera pastorale per la Quaresima 2012 di Mons. Dr. Vito Huonder Vescovo di Coira Questa Lettera pastorale va letta in chiesa

Dettagli

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore g Dimore di La o Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore Dimore di Lago Dimore di Lago, terzo volume storico della Collana

Dettagli

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA Il ciclo di Arcabas Arcabas è lo pseudonimo dell artista francese Jean Marie Pirot, nato nel 1926. Nella chiesa della Risurrezione a Torre de Roveri (BG) negli anni 1993-1994 ha realizzato un ciclo di

Dettagli

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE 66 Bologna, 11 febbraio 2015 MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE Per dare feste non serve sempre un motivo. Ma quelle di Meglio Così, il ciclo di eventi che si terrà a Bologna tra febbraio

Dettagli

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DELL'UNESCO SULLA DIVERSITA' CULTURALE

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DELL'UNESCO SULLA DIVERSITA' CULTURALE DICHIARAZIONE UNIVERSALE DELL'UNESCO SULLA DIVERSITA' CULTURALE Adottata all'unanimità a Parigi durante la 31esima sessione della Conferenza Generale dell'unesco, Parigi, 2 novembre 2001 La Conferenza

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

DICHIARAZIONE DELL ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE DEL LAVORO SUI PRINCIPI E I DIRITTI FONDAMENTALI NEL LAVORO E SUOI SEGUITI

DICHIARAZIONE DELL ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE DEL LAVORO SUI PRINCIPI E I DIRITTI FONDAMENTALI NEL LAVORO E SUOI SEGUITI DICHIARAZIONE DELL ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE DEL LAVORO SUI PRINCIPI E I DIRITTI FONDAMENTALI NEL LAVORO E SUOI SEGUITI adottata dalla Conferenza internazionale del Lavoro nella sua Ottantaseiesima

Dettagli

L educazione non formale e l apprendimento interculturale. Info days

L educazione non formale e l apprendimento interculturale. Info days L educazione non formale e l apprendimento interculturale Info days Roma, 16 novembre 2009 Una donna portò suo figlio a vedere Gandhi, il quale le chiese il motivo della sua presenza. Vorrei che mio figlio

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli