Aggiornamento luglio 2009

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Aggiornamento luglio 2009"

Transcript

1 - Ufficio Studi - Aggiornamento luglio 2009 Confartigianato Imprese Piemonte Via Andrea Doria, Torino - Tel. 011/ / Fax 011/

2 PREMESSA Come di consueto l Ufficio Studi di Confartigianato Imprese Piemonte ha realizzato il compendio dei dati di metà anno, riguardanti gli aspetti principali dell andamento del comparto artigiano nella nostra regione. Il quadro generale dei dati statistici sull artigianato in Piemonte dedica uno spazio specifico alle varie realtà provinciali delle piccole imprese. Il compendio è corredato anche da una parte specifica che contiene la distribuzione nelle province piemontesi della popolazione, degli occupati, degli stranieri residenti e della totalità delle imprese attive confrontate con quelle artigiane. L elaborato tratta i dati statistici dei seguenti argomenti: Le imprese per dimensione occupazionale L artigianato per settori produttivi L artigianato per province L occupazione nel comparto L Apprendistato L Ente Bilaterale I dati congiunturali Il Credito Gli indicatori regionali Elaborazione Ufficio Studi Confartigianato Imprese Piemonte 1

3 ARTIGIANATO PIEMONTESE ANDAMENTO DEL PRIMO SEMESTRE ANNO 2009 Le imprese artigiane in Piemonte a luglio 2009, in base agli ultimi dati disponibili riferiti al 31 dicembre 2008, risultano essere , delle quali sono composte dal solo titolare; contano da 2 a 4 addetti tra titolari e dipendenti; occupano da 5 a 10 addetti; impiegano da 11 a 20 addetti; 784 danno lavoro a più di 20 unità lavorative. IMPRESE PER DIMENSIONE OCCUPAZIONALE al 31/12/2008* anno 2009 (stima) Dimensione Imprese Dimensione Imprese > > TOTALE TOTALE * dati ricavati dal Sistema Informativo dell Artigianato Regione Piemonte Il comparto artigiano, anche in questa situazione di forte crisi, dimostra una buona capacità di tenuta che vede nelle previsioni relative al secondo semestre del 2009 una contenuta diminuzione di imprese attive. Si prevede quindi che per l anno 2009 vi sarà un lieve calo pari a 498 unità produttive riguardante in misura prevalente la classe dimensionale da 0 a 1 addetti e quella da 11 a 20, mentre nelle altre i decrementi saranno più contenuti. Non si esclude che entro la fine dell anno possano manifestarsi segnali positivi tali da invertire la tendenza prevista. Esauriti gli effetti negativi della crisi finanziaria, un recupero di fiducia dei mercati borsistici e la stabilizzazione del prezzo del petrolio, potrebbero innescare nel medio periodo una ripresa della produttività a tutti i livelli, nonché un riavvio dei consumi. Elaborazione Ufficio Studi Confartigianato Imprese Piemonte su Sistema Informativo dell Artigianato Regione Piemonte 2

4 DATI DELL ARTIGIANATO PER SETTORI PRODUTTIVI Si riportano qui i dati dei macro settori produttivi, riferiti al mese di dicembre La tabella illustra l aggregazione delle imprese artigiane per rami di attività, suddivise per provincia. Imprese artigiane per provincia e ramo di attività Ramo di attività Imprese attive Provincia TO VC NO CN AT AL BI VB Totale Metalmeccanica Manifatture leggere Manifattura varia Costruzioni Riparazioni Trasporti Servizi alle imprese Servizi alla persona Attività non dichiarata Totale Il grafico a torta indica i valori percentuali dei macro settori dell artigianato piemontese; al primo posto si collocano le costruzioni con il 43%, al secondo la metalmeccanica con il 12%, al terzo i servizi alla persona con il 10%, al quarto le manifatture leggere con il 9%, al quinto i trasporti e le riparazioni entrambe con il 7%, ed a seguire tutti gli altri settori. Imprese Artigiane per ramo di attività Attività non dichiarata Servizi alla persona 0% Servizi alle imprese 10% 6% Trasporti 7% Riparazioni 7% Metalmeccanica 12% Manifatture leggere 9% Manifattura varia 6% Costruzioni 43% Metalmeccanica Manifatture leggere Manifattura varia Costruzioni Riparazioni Trasporti Servizi alle imprese Servizi alla persona Attività non dichiarata Elaborazione Ufficio Studi Confartigianato Imprese Piemonte su dati Sistema Informativo dell Artigianato Regione Piemonte 3

5 I DATI DELL ARTIGIANATO PER PROVINCE Le imprese artigiane iscritte agli Albi a dicembre 2008 sono L Ufficio Studi di Confartigianato Imprese Piemonte stima che le imprese artigiane a fine anno diminuiranno collocandosi sulle unità, con un saldo negativo di Naturalmente, visto il peso specifico della concentrazione delle imprese su Torino e Provincia, in questa realtà si registra il calo maggiore. PROVINCIA imprese 2008* imprese 2009(stima) Alessandria Asti Biella Cuneo Novara Torino Verbano Cusio Ossola Vercelli TOTALE * dati ricavati dal Sistema Informativo dell Artigianato Regione Piemonte al 31/12/2008 L OCCUPAZIONE NEL COMPARTO Al 31 dicembre 2007, secondo gli ultimi dati disponibili, gli occupati nel settore artigiano in Piemonte ammontavano a unità di cui autonomi e dipendenti. Dal raffronto tra il 2006 ed il 2007 si evince un aumento complessivo degli occupati, con un incremento di unità lavorative; gli occupati dipendenti fanno registrare una crescita pari a rispetto all anno 2006, mentre il numero degli autonomi sale di unità. Tale situazione dimostra la vitalità del comparto artigiano. Occorre però tener presente che non sono ancora disponibili i dati relativi all anno 2008 nonché al primo semestre dell anno in corso, su cui continuano a farsi sentire gli effetti della crisi. OCCUPATI Settori anno 2006 anno 2007** Autonomi Dipendenti Occupati Tot. Autonomi Dipendenti Occupati Tot. Metalmeccanica Manifatture leggere Manifattura varia Costruzioni Riparazioni Trasporti Servizi alla persona Servizi alle imprese TOTALE **ultimo dato disponibile (Sistema Informativo dell Artigianato Regione Piemonte /Unioncamere/INPS) Elaborazione Ufficio Studi Confartigianato Imprese Piemonte su dati Sistema Informativo dell Artigianato Regione Piemonte 4

6 APPRENDISTATO Nella tabella 1 vengono riportati i dati complessivi di tutti i comparti produttivi relativi agli apprendisti avviati al lavoro in Piemonte. Il totale degli apprendisti nell anno 2005 ammontava a unità; nell anno 2006 ha raggiunto unità; il dato 2007 è pari a unità; mentre nell anno 2008 il valore si attesta nel mese di dicembre a Si evidenzia che gli apprendisti inseriti nel comparto dell artigianato sono oltre il 30% del totale. La tabella 2 riporta i dati relativi alla suddivisione per sesso degli apprendisti con riferimento agli anni sopra richiamati. Tabella 1 Tabella 2 PROVINCIA ANNO 2005 ANNO 2006 ANNO 2007 ANNO 2008 Alessandria Asti Biella Cuneo Novara Torino Verbano Cusio Ossola Vercelli TOTALE * ultimo dato disponibile 31/12/2008 ANNO M F TOT * *ultimo dato disponibile al 31/12/2008 Si evidenzia, come riportato in tabella 1, che il numero degli apprendisti a livello regionale è in aumento fino all anno 2007, mentre nell anno 2008 vi è un decremento di apprendisti, di cui uomini e donne, pari al 12,48% rispetto all anno precedente. Elaborazione Ufficio Studi Confartigianato Imprese Piemonte su dati Osservatorio Regionale Mercato del Lavoro 5

7 25000 APPRENDISTATO * *(ultimo dato riferito al mese di dicembre.) apprendisti maschi apprendisti femmine Elaborazione Ufficio Studi Confartigianato Imprese Piemonte su dati Osservatorio Regionale Mercato del Lavoro 6

8 EBAP - ENTE BILATERALE ARTIGIANATO PIEMONTESE L Ente Bilaterale dell Artigianato Piemontese, nato nel settembre 1993 a seguito del recepimento in Piemonte dell Accordo interconfederale nazionale da parte di Confartigianato Imprese Piemonte di concerto con le altre Organizzazioni artigiane e le Organizzazioni sindacali dei lavoratori, costituisce un sistema integrato i cui obbiettivi principali sono: il sostegno al reddito a favore delle imprese artigiane iscritte e dei loro dipendenti, in caso di: crisi congiunturali, eventi calamitosi, acquisti di macchinari ad alta tecnologia; la sicurezza sul lavoro, realizzata mediante interventi in applicazione del D.l.vo 626/94 e successive modificazioni ed integrazioni, nonché la formazione dei Rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza territoriali (RLSt). EBAP-Formazione ha il compito di realizzare e diffondere la manualistica specifica di settore sulla sicurezza sui luoghi di lavoro. All interno del sistema EBAP è collocata l Articolazione Regionale del Fondo Artigianato Formazione che ha il compito di valutare i progetti di formazione continua a valere sui lavoratori delle imprese artigiane aderenti al Fondo. Sostegno al reddito Le prestazioni erogate alle imprese artigiane dal sistema bilaterale in Piemonte, riferite all anno 2009, sono aggiornate al primo trimestre PROVINCIA PRESTAZIONI ANNO 2009 (primo trimestre) Acquisto Progetti macchinari per la ed attrezzature ad certificazione alta tecnologia della qualità imprese importo impres importo Acquisto automezzi trasporto merci e autocarri impres importo e e ALESSANDRIA 1 276, ,00 ASTI , BIELLA CUNEO ,00 NOVARA TORINO , ,90 VERCELLI ,33 V.C.O , TOTALE , ,23 Sul Bacino di Torino è stata erogata una prestazione per Eventi Atmosferici per Euro 188,05 ad impresa, per un totale erogato di Euro ,12. Elaborazione Ufficio Studi Confartigianato Imprese Piemonte su dati Ebap 7

9 Le prestazioni di Ebap-Sostegno al reddito di cui hanno fruito i lavoratori delle imprese artigiane aderenti al sistema bilaterale in Piemonte, riportate nella tabella, sono aggiornate alle erogazioni effettuate al mese di luglio Rispetto all anno precedente le imprese ai cui lavoratori sono state erogate le prestazioni sono diminuite da 572 a 349; i lavoratori coinvolti sono scesi da a 711. Questa diminuzione è conseguenza della proroga della Cassa Integrazione Guadagni in Deroga. PROVINCIA PRESTAZIONI ANNO 2009 (primo trimestre) Sostegno al reddito lavoratori n imprese n Monte ore importo erogato lavoratori ALESSANDRIA ,71 ASTI ,20 BIELLA ,13 CUNEO ,10 NOVARA ,88 TORINO ,71 VERCELLI ,83 V.C.O ,97 TOTALE ,54 La tabella seguente indica l andamento delle prestazioni erogate dall Ebap-Sostegno al reddito dei lavoratori delle imprese artigiane aderenti, a partire dall avvio dell operatività del sistema bilaterale piemontese. Rispetto all anno precedente, la somma degli interventi erogati passa da ,00 a ,59 euro, con un incremento pari a ,58 euro. Sostegno al reddito lavoratori- Serie storica ANNI n n monte importo erogato importo erogato imprese lavoratori ore (euro) (lire) 1994/ , , , , , , , , (primo trim.) ,54 - TOTALE , TOTALE COMPLESSIVO in euro ,52 Elaborazione Ufficio Studi Confartigianato Imprese Piemonte su dati Ebap 8

10 INDAGINE CONGIUNTURALE CONFARTIGIANATO: ULTIMI QUATTRO TRIMESTRI (LUGLIO 2008 GIUGNO 2009) PREVISIONI 3 TRIMESTRE 2009 In base all indagine trimestrale svolta dall Ufficio Studi di Confartigianato Imprese Piemonte utilizzando un campione significativo di circa 2500 imprese, vengono posti a confronto i dati riguardanti gli ultimi due trimestri 2008 ed i primi tre del Vengono esaminati i saldi ottimisti/pessimisti riferiti agli indicatori maggiormente significativi: previsioni andamento occupazionale, previsioni produzione totale, previsione acquisizione nuovi ordini, previsione acquisizione nuovi ordini per esportazioni. Il quadro generale (Tab. 1) pone in luce un trend negativo che però si riduce nelle previsioni relative al terzo trimestre Le stime previste sull andamento occupazionale (Tab. 1A) sono negative nel terzo trimestre 2008 ( 4,40%), migliorano leggermente nel quarto ( 3,46%), scendono ancora nel primo e secondo trimestre 2009 ( 4,07% e 4,93%), ma risalgono a 3,55% nel terzo. La produzione totale (Tab. 1B) scende costantemente per quattro trimestri: -15,0% nel terzo trimestre 2008, 27,0% nel quarto, 28,3% nel primo trimestre 2009, 29,1% nel secondo; finalmente si registra un inversione di tendenza nel terzo: 20,3%. Le proiezioni sull acquisizione di nuovi ordini (Tab. 1C) presentano un percorso simile a quello della produzione totale: 10,2% nel terzo trimestre 2008, 29,1% nel quarto, 28,4% nel primo trimestre 2009, 31,4% nel secondo, 16,3% nel terzo. Un Commento analogo si può fare per le previsioni di nuovi ordini per esportazioni (Tab. 1D): 1,67% (terzo trimestre 2008); 3,26% (quarto trimestre); 3,00% (primo trimestre 2009); 3,64% (secondo); 2,32% (terzo). La tabella 2 riguarda le previsioni sugli investimenti programmati per i prossimi 12 mesi. Coloro che intendono investire in ampliamenti scendono dal 5,03% del terzo trimestre 2008 al 2,44% del quarto, per risalire al 3,10% nel primo trimestre 2009, ridiscendere al 2,86% nel secondo ed attestarsi a 3,96% nel terzo. Per quanto concerne gli investimenti per sostituzioni, si presenta un trend altalenante: 9,64% (terzo trimestre 2008); 4,48% (quarto trimestre 2008); 5,14% (primo trimestre 2009); 5,02% (secondo trimestre); 7,50% (terzo trimestre). Elaborazione Ufficio Studi Confartigianato Imprese Piemonte 9

11 Risulta sempre alta la percentuale di coloro che non intendono effettuare investimenti: 59,96% (terzo trimestre 2008); 91,45% (quarto trimestre 2008); 82,87% (primo trimestre 2009); 81,97% (secondo trimestre); 71,35% (terzo trimestre). Dall insieme dei dati si evince la volontà delle imprese artigiane piemontesi di continuare ad essere una delle componenti essenziali del nostro sistema produttivo, resistendo alla situazione di crisi e guardando alle possibili future opportunità di ripresa. L ultima tabella illustra l andamento storico anni 2002/2009 inerente gli indicatori più significativi riguardanti i saldi ottimisti/pessimisti su: previsioni andamento occupazionale, previsioni produzione totale, previsione acquisizione nuovi ordini, previsione acquisizione nuovi ordini per esportazioni. Elaborazione Ufficio Studi Confartigianato Imprese Piemonte 10

12 Saldi trimestrali ottimisti/pessimisti -Tab. 1 (luglio luglio 2009) 0,00-5,00-10,00-15,00-20,00-25,00-30,00-35,00 previsioni andamento occupazionale -4,40-3,46-4,07-4,93-3,55 previsioni produzione totale -15,00-27,00-28,30-29,10-20,30 previsioni acquisizione nuovi ordini -10,20-29,10-28,40-31,40-16,30 previsione acquisizione nuovi ordini per esportazione 3 /08 4 /08 1 /09 2 /09 3 /09-1,67-3,26-3,00-3,64-2,32 Elaborazione Ufficio Studi Confartigianato Imprese Piemonte 11

13 Saldi percentuali ottimisti/pessimisti -1A (luglio luglio 2009) 0,00-0,50-1,00-1,50-2,00-2,50-3,00-3,50-4,00-4,50-5,00 3 /08 4 /08 1 /09 2 /09 3 /09 previsioni andamento occupazionale 3 /08 4 /08 1 /09 2 /09 3 /09 previsioni andamento occupazionale -4,40-3,46-4,07-4,93-3,55 Elaborazione Ufficio Studi Confartigianato Imprese Piemonte 12

14 Saldi percentuali ottimisti/pessimisti -1B (luglio luglio 2009) 0,00-5,00-10,00-15,00-20,00-25,00-30,00 3 /08 4 /08 1 /09 2 /09 3 /09 previsione produzione totale 3 /08 4 /08 1 /09 2 /09 3 /09 previsione produzione totale -15,00-27,00-28,30-29,10-20,30 Elaborazione Ufficio Studi Confartigianato Imprese Piemonte 13

15 Saldi percentuali ottimisti/pessimisti -1C (luglio luglio 2009) 0,00-5,00-10,00-15,00-20,00-25,00-30,00-35,00 3 /08 4 /08 1 /09 2 /09 3 /09 previsione acquisizione nuovi ordini 3 /08 4 /08 1 /09 2 /09 3 /09 previsione acquisizione nuovi ordini -10,20-29,10-28,40-31,40-16,30 Elaborazione Ufficio Studi Confartigianato Imprese Piemonte 14

16 Saldi percentuali ottimisti/pessimisti -1D (luglio luglio 2009) 0,00-0,50-1,00-1,50-2,00-2,50-3,00-3,50-4,00 3 /08 4 /08 1 /09 2 /09 3 /09 previsione acquisizione nuovi ordini per esportazione previsione acquisizione nuovi ordini per esportazione 3 /08 4 /08 1 /09 2 /09 3 /09-1,67-3,26-3,00-3,64-2,32 Elaborazione Ufficio Studi Confartigianato Imprese Piemonte 15

17 investimenti programmati per i prossimi 12 mesi -Tab. 2 (luglio luglio 2009) 100,00 90,00 80,00 70,00 60,00 50,00 40,00 30,00 20,00 10,00 0,00 3 /08 4 /08 1 /09 2 /09 3 /09 per ampliamenti 5,03 2,44 3,10 2,86 3,96 per sostituzioni 9,64 4,48 5,14 5,02 7,50 no investimenti 59,96 91,45 82,87 81,97 71,35 non risponde 25,37 1,63 8,89 10,15 17,19 Elaborazione Ufficio Studi Confartigianato Imprese Piemonte 16

18 La tabella contiene gli indicatori più significativi riguardanti i saldi ottimisti/pessimisti riferiti a: previsioni andamento occupazionale, previsioni produzione totale, previsione acquisizione nuovi ordini, previsione acquisizione nuovi ordini per esportazioni a partire dall anno Le proiezioni riguardanti il terzo trimestre 2009 vedono il trend in salita, ma ancora negativo. Si intravede quindi un inizio di superamento della crisi anche se non a breve SALDI TRIMESTRALI % OTTIMISTI/PESSIMISTI (serie storica dall'anno 2002) 1 /02 2 /02 3 /02 4 /02 1 /03 2 /03 3 /03 4 /03 1 /04 2 /04 3 /04 4 /04 1 /05 2 /05 3 /05 4 /05 1 /06 2 /06 3 /06 4 /06 1 /07 2 /07 3 /07 4 /07 1 /08 2 /08 3 /08 4 /08 1 /09 2 /09 3 / 09 previsioni andamento occupazionale 13,6-9,40-4,40-3,15 1,00 0,60 1,72-1,65-1,65-9,22-3,20-6,98-4,10-2,80-0,20-6,61-4,35-2,12 1,06-1,29 5,59 1,06-1,47-0,87 1,64-1,51-4,40-3,46-4,07-4,93-3,55 previsione produzione totale 13,8-8,80-24, ,0-20,4-13,1-19,8-25,0-32,6-17,8-25,1-22,0-29,4-25,8-25,8-18,0-19,3 4,38-6,16-15,5-10,0-2,96-6,80-8,27-3,02-15,0-27,0-28,3-29,1-20,3 previsioni acquisizione nuovi ordini 7,05-2,00-15,4-15,8-5,00-7,60-8,57-8,96-9,71-16,6-9,60-13,9-11,5-17,2-14,6-13,2-10,5-14,1 4,21-2,05-6,47-2,50-1,73-3,31-3,33-2,55-10,2-29,1-28,4-31,4-16,3 previsione acquisizione nuovi ordini per esportazione 1,57-2,40-2,60-1,38 2,00-2,00-2,29 0-2,06-1,42-0,20-1,60-1,42-2,60-4,20-3,41-0,52-1,62 0,53-0,77-0,87-0,68-0,24-1,40-1,91-0,93-1,67-3,26-3,00-3,64-2,32 Elaborazione Ufficio Studi Confartigianato Imprese Piemonte 17

19 SITUAZIONE OPERATIVA ARTIGIANCASSA Gennaio Giugno 2009 FINANZIAMENTI AGEVOLATI - OPERAZIONI PRESENTATE (importi in migliaia di euro) PROVINCE CREDITO LEASING TOTALE e REGIONE Numero Importo Numero Importo Numero Importo AL AT BI CN NO TO VB VC PIEMONTE NORD CENTRO SUD TOTALE ITALIA OPERAZIONI DI CREDITO AMMESSE AL CONTRIBUTO (importi in migliaia di euro) PROVINCE e REGIONE FINANZIAMENTO Numero Importo INVESTIMENTI REALIZZATI Nuovi posti di Lavoro AL AT BI CN NO TO VB VC PIEMONTE NORD CENTRO SUD TOTALE ITALIA Elaborazione Ufficio Studi Confartigianato Imprese Piemonte su dati Artigiancassa 18

20 OPERAZIONI DI LEASING AMMESSE AL CONTRIBUTO (importi in migliaia di euro) PROVINCE e REGIONE FINANZIAMENTO Numero Importo INVESTIMENTI REALIZZATI Nuovi posti di Lavoro AL AT BI CN NO TO VB VC PIEMONTE NORD CENTRO SUD TOTALE ITALIA OPERAZIONI DI CREDITO E DI LEASING AMMESSE AL CONTRIBUTO (importi in migliaia di euro) PROVINCE e REGIONE FINANZIAMENTO Numero Importo INVESTIMENTI REALIZZATI Nuovi posti di Lavoro AL AT BI CN NO TO VB VC PIEMONTE NORD CENTRO SUD TOTALE ITALIA Elaborazione Ufficio Studi Confartigianato Imprese Piemonte su dati Artigiancassa 19

21 INDICATORI REGIONALI La tabella riporta alcuni dati socio-economici particolarmente significativi e pone in rilievo il peso del comparto artigiano nelle varie province piemontesi, in relazione al totale delle imprese attive nella nostra Regione. Superficie Popolazione Stranieri Popolazione Imprese Imprese % Imprese Pr. 2 residenti Attiva Attive Artigiane Artigiane Km/Q sul totale AL ,24 AT ,29 BI ,05 CN ,76 NO ,44 TO ,85 VB ,62 VC ,99 TOT ,09 Imprese Artigiane 2008 VB 4% VC 4% AL 10% AT 5% BI 5% TO 49% NO 8% CN 15% AL AT BI CN NO TO VB VC Elaborazione Ufficio Studi Confartigianato Imprese Piemonte su dati su dati Unioncamere Piemonte 20

Dicembre 2014 Ufficio Studi Confartigianato Imprese Piemonte

Dicembre 2014 Ufficio Studi Confartigianato Imprese Piemonte Dicembre 2014 Ufficio Studi Confartigianato Imprese Piemonte Via Andrea Doria, 15-10123 Torino - Tel. 011/8127500 011/8127416 Fax 011/8125775 www.confartigianato.piemonte.it e-mail: info@confartigianato.piemonte.it

Dettagli

INDAGINE CONGIUNTURALE SULLE PREVISIONI DI ANDAMENTO DELL INDUSTRIA IN LIGURIA NEL TERZO TRIMESTRE 2013

INDAGINE CONGIUNTURALE SULLE PREVISIONI DI ANDAMENTO DELL INDUSTRIA IN LIGURIA NEL TERZO TRIMESTRE 2013 INDAGINE CONGIUNTURALE SULLE PREVISIONI DI ANDAMENTO DELL INDUSTRIA IN LIGURIA NEL TERZO TRIMESTRE 2013 Le previsioni delle imprese manifatturiere liguri per il terzo trimestre 2013 hanno confermato alcuni

Dettagli

Approfondimenti: Provincia di Cuneo

Approfondimenti: Provincia di Cuneo Approfondimenti: Provincia di Cuneo Premessa Contesto e attività/1 Nel generale contesto di crisi che ha continuato a caratterizzare il sistema economico italiano nel 2013 i dati relativi al Piemonte hanno

Dettagli

a cura del Centro Studi primo semestre 2013

a cura del Centro Studi primo semestre 2013 a cura del Centro Studi primo semestre 2013 INDAGINE CONGIUNTURALE TRA LE IMPRESE EDILI DEL PIEMONTE E DELLA VALLE D AOSTA INDAGINE CONGIUNTURALE TRA LE IMPRESE EDILI DEL PIEMONTE E DELLA VALLE D AOSTA

Dettagli

Nota Congiunturale Numero 2 Giugno 2009

Nota Congiunturale Numero 2 Giugno 2009 Nota Congiunturale Numero 2 Giugno 2009 Comitato per la qualificazione della spesa pubblica Comitato per lo sviluppo provinciale Sandro Trento Enrico Zaninotto Quadro internazionale: 2010 migliore, ma

Dettagli

INDAGINE TRIMESTRALE SETTORE SERVIZI. 1 trimestre 2015 Allegato Statistico. Unioncamere Lombardia Funzione Informazione economica

INDAGINE TRIMESTRALE SETTORE SERVIZI. 1 trimestre 2015 Allegato Statistico. Unioncamere Lombardia Funzione Informazione economica INDAGINE TRIMESTRALE SETTORE SERVIZI 1 trimestre 201 Allegato Statistico Unioncamere Lombardia Funzione Informazione economica Maggio 201 1. Gli indicatori congiunturali Nel primo trimestre 201 le imprese

Dettagli

CONGIUNTURA FRIULI VENEZIA GIULIA Consuntivo 4 trimestre 2015 e previsioni 1 trimestre 2016

CONGIUNTURA FRIULI VENEZIA GIULIA Consuntivo 4 trimestre 2015 e previsioni 1 trimestre 2016 CONGIUNTURA FRIULI VENEZIA GIULIA Consuntivo 4 trimestre 2015 e previsioni 1 trimestre 2016 Trieste, 19 febbraio 2016 Corso Vittorio Emanuele II, 47-33170 Pordenone - Tel. +39 0434 381211 - fax +39 0434

Dettagli

Osservatorio sulla Finanza. per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT

Osservatorio sulla Finanza. per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Osservatorio sulla Finanza per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Volume 16 DICEMBRE 2010 Microimprese ancora in affanno ma emergono i primi timidi segnali di miglioramento negli investimenti Calano

Dettagli

I TRASFERIMENTI REGIONALI ALLE PROVINCE PIEMONTESI L ANALISI DEI DATI DELL ANNO 2009 IN RAPPORTO A QUELLI DEGLI ANNI PRECEDENTI

I TRASFERIMENTI REGIONALI ALLE PROVINCE PIEMONTESI L ANALISI DEI DATI DELL ANNO 2009 IN RAPPORTO A QUELLI DEGLI ANNI PRECEDENTI I TRASFERIMENTI REGIONALI ALLE PROVINCE PIEMONTESI L ANALISI DEI DATI DELL ANNO 2009 IN RAPPORTO A QUELLI DEGLI ANNI PRECEDENTI Dall anno 2003 l Unione Province Piemontesi raccoglie, con la collaborazione

Dettagli

8. Occupazione e forze di lavoro

8. Occupazione e forze di lavoro 8. Occupazione e forze di lavoro Dall Indagine continua sulle forze di lavoro condotta dall Istat risulta che nel 2005 erano occupate, a Roma, 1.086.092 persone, mentre a livello provinciale gli occupati,

Dettagli

CREDITO E SULLA RICCHEZZA FINANZIARIA DELLE IMPRESE ARTIGIANE

CREDITO E SULLA RICCHEZZA FINANZIARIA DELLE IMPRESE ARTIGIANE CREDITO E SULLA RICCHEZZA FINANZIARIA DELLE IMPRESE ARTIGIANE Edizione 2002 in collaborazione con RAPPORTO SUL CREDITO E SULLA RICCHEZZA FINANZIARIA DELLE IMPRESE ARTIGIANE - Edizione 2002 RAPPORTO SUL

Dettagli

Osservatorio 2. L INDUSTRIA METALMECCANICA E IL COMPARTO SIDERURGICO. I risultati del comparto siderurgico. Apparecchi meccanici. Macchine elettriche

Osservatorio 2. L INDUSTRIA METALMECCANICA E IL COMPARTO SIDERURGICO. I risultati del comparto siderurgico. Apparecchi meccanici. Macchine elettriche Osservatorio24 def 27-02-2008 12:49 Pagina 7 Osservatorio 2. L INDUSTRIA METALMECCANICA E IL COMPARTO SIDERURGICO 2.1 La produzione industriale e i prezzi alla produzione Nel 2007 la produzione industriale

Dettagli

I progetti sulla sicurezza integrata nella Regione Piemonte. Gruppo di lavoro regionale sulla sicurezza integrata

I progetti sulla sicurezza integrata nella Regione Piemonte. Gruppo di lavoro regionale sulla sicurezza integrata I progetti sulla sicurezza integrata nella Regione Piemonte Analisi dei bandi provinciali 2011 2012 Incontro con i referenti provinciali Gruppo di lavoro regionale sulla sicurezza integrata 1 Unosguardod

Dettagli

REGIONE LIGURIA Commissione Regionale Artigianato

REGIONE LIGURIA Commissione Regionale Artigianato REGIONE LIGURIA Commissione Regionale Artigianato OSSERVATORIO CONGIUNTURALE SULL ARTIGIANATO E LA PICCOLA IMPRESA IN LIGURIA L Osservatorio Congiunturale sull Artigianato e la Piccola Impresa in Liguria

Dettagli

Rapporto Artigiancassa sul credito e sulla ricchezza finanziaria delle imprese artigiane. 12 edizione. 60 anni Artigiancassa.

Rapporto Artigiancassa sul credito e sulla ricchezza finanziaria delle imprese artigiane. 12 edizione. 60 anni Artigiancassa. Rapporto Artigiancassa sul credito e sulla ricchezza finanziaria delle imprese artigiane 12 edizione 60 anni Artigiancassa Abstract SOMMARIO Descrizione sintetica dei risultati del Rapporto 3 Finanziamenti

Dettagli

Il settore metalmeccanico veneto aziende e lavoratori nella crisi (2009-2012)

Il settore metalmeccanico veneto aziende e lavoratori nella crisi (2009-2012) Il settore metalmeccanico veneto aziende e lavoratori nella crisi (2009-2012) report marzo 2013 IX congresso regionale Veneto Dal lavoro rinasce il futuro Dolo (Venezia) 4-5 aprile 2013 - 2 - Il quadro

Dettagli

a cura della CGIL e dell IRES CGIL di MESSINA

a cura della CGIL e dell IRES CGIL di MESSINA a cura della CGIL e dell IRES CGIL di MESSINA Presentazione dei dati del 4 Studio sullo stato dell occupazione nella provincia di Messina a cura della CGIL e dell IRES CGIL di MESSINA 1 Nell ormai consueto

Dettagli

Flash Industria 4.2011

Flash Industria 4.2011 15 febbraio 2011 Flash Industria 4.2011 Nel quarto trimestre 2011, sulla base dell'indagine VenetoCongiuntura, la produzione industriale ha registrato una flessione del -1,4 per cento rispetto allo stesso

Dettagli

Fonte: Ufficio Studi Gruppo Tecnocasa,sezione mediazione creditizia

Fonte: Ufficio Studi Gruppo Tecnocasa,sezione mediazione creditizia PIEMONTE Mutui IV trimestre 2012 Anche per il quarto trimestre del 2012 l'ufficio Studi Tecnocasa - sezione mediazione creditizia ha provveduto ad analizzare nel dettaglio l'andamento dei finanziamenti

Dettagli

COMUNICATO STAMPA N. 12 DEL 10 GIUGNO 2015

COMUNICATO STAMPA N. 12 DEL 10 GIUGNO 2015 COMUNICATO STAMPA N. 12 DEL 10 GIUGNO 2015 Presidenza Comm. Graziano Di Battista Positive anche le previsioni degli imprenditori per il futuro. Unico elemento negativo l occupazione che da gennaio alla

Dettagli

Giovani, scuola e crisi in Piemonte. Progetto giovani carla nanni

Giovani, scuola e crisi in Piemonte. Progetto giovani carla nanni Giovani, scuola e crisi in Piemonte Progetto giovani carla nanni I giovani in obbligo di istruzione/formativo Descrizione della partecipazione dei giovani in obbligo di istruzione e formazione prima e

Dettagli

La congiuntura. italiana. La stima trimestrale del Pil

La congiuntura. italiana. La stima trimestrale del Pil La congiuntura italiana N. 6 LUGLIO 2015 Secondo i dati congiunturali più recenti la lieve ripresa dell attività economica nel primo trimestre sta proseguendo. Tuttavia le indicazioni degli indicatori

Dettagli

Il Mercato del Lavoro in Provincia di Pavia

Il Mercato del Lavoro in Provincia di Pavia Settore Sviluppo e Lavoro - Servizi alla Persona e all'impresa Servizi per l Impiego della Provincia di Pavia Il Mercato del Lavoro in Provincia di Pavia 2 trimestre 2015 Premessa Il report sul mercato

Dettagli

TrendRa, l'indagine di CNA sull andamento economico e occupazionale dell artigianato a Ravenna

TrendRa, l'indagine di CNA sull andamento economico e occupazionale dell artigianato a Ravenna TrendRa, l'indagine di CNA sull andamento economico e occupazionale dell artigianato a Ravenna Venerdì 9 Ottobre 2015 Si intravede qualche segnale di ripresa, ma i principali indicatori economici rimangono

Dettagli

La congiuntura. italiana. Confronto delle previsioni

La congiuntura. italiana. Confronto delle previsioni La congiuntura italiana N. 3 FEBBRAIO 2014 Il Pil torna positivo nel quarto trimestre ma il dato è sotto le attese. La crescita si prospetta debole, penalizzata della mancanza di credito e per ora sostenuta

Dettagli

Osservatorio sull Imprenditoria femminile in provincia di Cuneo 4 edizione. Lunedì 24 novembre 2008 ore 15.00

Osservatorio sull Imprenditoria femminile in provincia di Cuneo 4 edizione. Lunedì 24 novembre 2008 ore 15.00 Osservatorio sull Imprenditoria femminile in provincia di Cuneo 4 edizione Lunedì 24 novembre 2008 ore 15.00 1 L IMPRESA E E FEMMINILE (cfr. L. 215/92) SE: Ditta individuale con titolare donna Società

Dettagli

D. Fornitura di energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata i

D. Fornitura di energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata i D. i La Tabella 1 illustra le previsioni concernenti, il quadro economico e del mercato del lavoro con riferimento al settore. Il valore aggiunto totale aumenterà dell 8,5% dal 2014 al 2018, passando da

Dettagli

Congiuntura (dati aggiornati al 2 ottobre 2015)

Congiuntura (dati aggiornati al 2 ottobre 2015) La Congiuntura (dati aggiornati al 2 ottobre 2015) 1 ECONOMIA IN ITALIA In Italia, dopo tre cali annuali consecutivi (2012-2,8%, 2013-1,7%, 2014-0,4%), il CSC prevede una crescita del PIL dell 1%. quest

Dettagli

Lavoro occasionale Di tipo accessorio

Lavoro occasionale Di tipo accessorio Lavoro occasionale Di tipo accessorio PRIMO TRIMESTRE/ 211 Lavoro occasionale di tipo accessorio I trim 211 gennaio 212 Il Report è stato realizzato da Giorgio Plazzi e Chiara Cristini, ricercatori dell

Dettagli

Servizio Rapporti Internazionali e Studi Sezione Studi e Statistica

Servizio Rapporti Internazionali e Studi Sezione Studi e Statistica Servizio Rapporti Internazionali e Studi Sezione Studi e Statistica Statistiche relative alla gestione dei rami: 1. Infortuni; 2. Malattia; 8. Incendio ed elementi naturali; 13. Responsabilità civile generale

Dettagli

imprese della provincia di latina luglio 2013

imprese della provincia di latina luglio 2013 imprese della provincia di latina luglio 2013 indagine trimestrale congiunturale sulle imprese della provincia di rapporto di ricerca secondo trimestre 2013 roma, 30 luglio 2013 (12153lq 02) agenda 1.

Dettagli

Osservatorio sui dati contabili delle imprese del commercio e dei servizi di vicinato: dati relativi al IV trimestre 2007

Osservatorio sui dati contabili delle imprese del commercio e dei servizi di vicinato: dati relativi al IV trimestre 2007 Osservatorio sui dati contabili delle imprese del commercio e dei servizi di vicinato: dati relativi al IV trimestre 2007 a cura di Ascom e Confesercenti Ricerca effettuata da Paolo Vaglio (Ceris-Cnr)

Dettagli

PRESENTAZIONE ALLA STAMPA

PRESENTAZIONE ALLA STAMPA Torino, 17/7/2015 ore 10,30 Sala E. Vaglio Via Pietro Micca 17 FISAC/CGIL Torino e Piemonte PRESENTAZIONE ALLA STAMPA ANALISI CONGIUNTURALE DEL SISTEMA DEL CREDITO LOCALE IN PIEMONTE A cura di Francesco

Dettagli

CONGIUNTURA FRIULI VENEZIA GIULIA Consuntivo 3 trimestre 2015 e previsioni 4 trimestre 2015

CONGIUNTURA FRIULI VENEZIA GIULIA Consuntivo 3 trimestre 2015 e previsioni 4 trimestre 2015 CONGIUNTURA FRIULI VENEZIA GIULIA Consuntivo 3 trimestre 2015 e previsioni 4 trimestre 2015 Udine, 20 novembre 2015 Corso Vittorio Emanuele II, 47-33170 Pordenone - Tel. +39 0434 381211 - fax +39 0434

Dettagli

Elaborazione flash. Ufficio Studi Confartigianato Vicenza 25/01/2013

Elaborazione flash. Ufficio Studi Confartigianato Vicenza 25/01/2013 Elaborazione flash Ufficio Studi Confartigianato Vicenza 25/01/2013 Alcuni indicatori economici Focus sull artigianato nella provincia di Vicenza Dati a supporto della mobilitazione nazionale Rete Imprese

Dettagli

Regione Campania. 1. Dati congiunturali del secondo trimestre 2014

Regione Campania. 1. Dati congiunturali del secondo trimestre 2014 1 Regione Campania 1. Dati congiunturali del secondo trimestre 2014 Il saldo tra iscrizioni e cessazioni Il secondo trimestre del 2014 mostra un deciso rafforzamento numerico del sistema imprenditoriale

Dettagli

INCHIESTA CONGIUNTURALE SULL INDUSTRIA

INCHIESTA CONGIUNTURALE SULL INDUSTRIA INCHIESTA CONGIUNTURALE SULL INDUSTRIA RISULTATI GENERALI L andamento dell Industria di Roma e Provincia nel quarto trimestre del 2002 è risultato sostanzialmente negativo. Con riferimento al Comune, i

Dettagli

Indagine di previsione per il I trimestre 2016 per le imprese della provincia di Cuneo

Indagine di previsione per il I trimestre 2016 per le imprese della provincia di Cuneo Nota congiunturale Indagine di previsione per il I trimestre 2016 per le imprese della provincia di Cuneo L indagine congiunturale di previsione per il primo trimestre 2016 di Confindustria Cuneo evidenzia

Dettagli

primo trimestre 2012

primo trimestre 2012 osservatorio congiunturale sulle imprese della provincia di Latina primo trimestre 2012 Pierluigi Ascani Format Research Sala Conferenze Facoltà di Economia Università di Roma Sapienza, Sede di Latina

Dettagli

REGIONE. Rapporto sull artigianato in Piemonte PIEMONTE. Edizione 2010

REGIONE. Rapporto sull artigianato in Piemonte PIEMONTE. Edizione 2010 REGIONE PIEMONTE Rapporto sull artigianato in Piemonte Edizione 2010 REGIONE PIEMONTE Rapporto sull artigianato in Piemonte Edizione 2010 ASSESSORATO SVILUPPO ECONOMICO: INDUSTRIA, PICCOLA E MEDIA IMPRESA,

Dettagli

IL SETTORE. COSTRUZIONI in provincia di Trento

IL SETTORE. COSTRUZIONI in provincia di Trento 26 marzo 2013 IL SETTORE DELLE COSTRUZIONI in provincia di Trento il contesto economico Nel 2012 l area dell euro è nuovamente in recessione, con una riduzione del Pil pari allo 0,6%; si stima che permanga

Dettagli

L attuazione della GARANZIA GIOVANI in Italia

L attuazione della GARANZIA GIOVANI in Italia L attuazione della GARANZIA GIOVANI in Italia 2 ottobre 2015 1. Programmazione attuativa (dati al 1 ottobre 2015) Le risorse finanziarie del Programma Operativo Nazionale Iniziativa Occupazione Giovani

Dettagli

- 2 trimestre 2014 -

- 2 trimestre 2014 - INDAGINE TRIMESTRALE SULLA CONGIUNTURA IN PROVINCIA DI TRENTO - 2 trimestre 2014 - Sommario Riepilogo dei principali risultati... 2 Giudizio sintetico sul trimestre... 3 1. Il quadro generale... 4 1.1

Dettagli

N.9. EDI.CO.LA.NEWS Edilizia e Costruzioni nel Lazio. Dati&Mercato

N.9. EDI.CO.LA.NEWS Edilizia e Costruzioni nel Lazio. Dati&Mercato EDI.CO.LA.NEWS Dati&Mercato N.9 EDILIZIA RESIDENZIALE: IL RINNOVO SI FERMA E PROSEGUE IL CALO DELLE NUOVE COSTRUZIONI Il valore di un mercato è determinato dalla consistenza degli investimenti che vi affluiscono.

Dettagli

ANDAMENTO DELLA CONGIUNTURA IN PIEMONTE: I RISULTATI A CONSUNTIVO PER IL IV TRIMESTRE E L ANNO Marzo 2016

ANDAMENTO DELLA CONGIUNTURA IN PIEMONTE: I RISULTATI A CONSUNTIVO PER IL IV TRIMESTRE E L ANNO Marzo 2016 ANDAMENTO DELLA CONGIUNTURA IN PIEMONTE: I RISULTATI A CONSUNTIVO PER IL IV TRIMESTRE E L ANNO 2015 1 Marzo 2016 La produzione industriale e il clima di fiducia delle imprese in Italia La produzione industriale

Dettagli

Viste: - la Convenzione quadro rep. n. 13692 in data 21.8.2008 stipulata tra la Regione Piemonte e ARPEA in attuazione della l.r. 21.6.2002, n.

Viste: - la Convenzione quadro rep. n. 13692 in data 21.8.2008 stipulata tra la Regione Piemonte e ARPEA in attuazione della l.r. 21.6.2002, n. REGIONE PIEMONTE BU8 24/02/2011 Codice DB1111 D.D. 15 novembre 2010, n. 1281 Mandato ad ARPEA di procedere al a favore degli ATC e dei CA e delle Province delle somme indicate nelle liste incluse nella

Dettagli

Annuario Istat-Ice 2008

Annuario Istat-Ice 2008 Le informazioni statistiche sul Commercio estero e sulle Attività Internazionali delle imprese Luigi Biggeri 1 Struttura della presentazione 1. L Annuario e lo sviluppo delle informazioni statistiche sul

Dettagli

L economia italiana nella Relazione della Banca d Italia

L economia italiana nella Relazione della Banca d Italia L economia italiana nella Relazione della Banca d Italia Paolo Sestito Servizio struttura Economica, Banca d Italia Modena, 4 giugno 215 Il contesto internazionale e l area dell euro 2 Nei paesi emergenti,

Dettagli

Assessorato al Lavoro e alle Attività di Orientamento per il mercato del lavoro

Assessorato al Lavoro e alle Attività di Orientamento per il mercato del lavoro Assessorato al Lavoro e alle Attività di Orientamento per il mercato del lavoro Obiettivo della esposizione Fornire (attingendo alle diverse fonti) le principali informazioni sulle dinamiche occupazionali

Dettagli

economico congiunturale

economico congiunturale indicatori Economica Numero 6 novembre-dicembre 55 Osservatorio economico congiunturale indicatori ll punto sull economia della provincia di 56 Economica Numero 6 novembre-dicembre I RISULTATI DI BILANCIO

Dettagli

ANNUARIO STATISTICO REGIONALE 2010: TUTTI I DATI SU WWW.PIEMONTEINCIFRE.IT

ANNUARIO STATISTICO REGIONALE 2010: TUTTI I DATI SU WWW.PIEMONTEINCIFRE.IT ANNUARIO STATISTICO REGIONALE 2010: TUTTI I DATI SU WWW.PIEMONTEINCIFRE.IT Unioncamere Piemonte, Regione Piemonte e Istat tracciano un bilancio del 2009 attraverso le principali statistiche socio-economiche

Dettagli

Indagine conoscitiva sui rapporti di lavoro presso i call center presenti sul territorio italiano. Audizione dell Istituto nazionale di statistica:

Indagine conoscitiva sui rapporti di lavoro presso i call center presenti sul territorio italiano. Audizione dell Istituto nazionale di statistica: VERSIONE PROVVISORIA Indagine conoscitiva sui rapporti di lavoro presso i call center presenti sul territorio italiano Audizione dell Istituto nazionale di statistica: Dott. Roberto Monducci Direttore

Dettagli

Ripresa in vista ma a passo lento: previsioni CSC per l Italia nel biennio 2013-2014

Ripresa in vista ma a passo lento: previsioni CSC per l Italia nel biennio 2013-2014 Ripresa in vista ma a passo lento: previsioni CSC per l Italia nel biennio 2013-2014 Indagine Confindustria sul mercato del lavoro nel 2012 Francesca Mazzolari In Italia segnali di fine caduta e ripresa

Dettagli

DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI IL MERCATO IMMOBILIARE RESIDENZIALE

DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI IL MERCATO IMMOBILIARE RESIDENZIALE DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI IL MERCATO IMMOBILIARE RESIDENZIALE Estratto dall Osservatorio Congiunturale sull Industria delle Costruzioni Luglio 1985 1986 1987 1988 1989 1990 1991 1992 1993

Dettagli

Servizio Rapporti Internazionali e Studi Sezione Studi e Statistica

Servizio Rapporti Internazionali e Studi Sezione Studi e Statistica Servizio Rapporti Internazionali e Studi Sezione Studi e Statistica Premi lordi contabilizzati al 1 trimestre 2013 dalle Imprese di assicurazione nazionali e dalle Rappresentanze per l Italia delle imprese

Dettagli

L INDUSTRIA VENETA AFFRONTA LO SHOCK FINANZIARIO

L INDUSTRIA VENETA AFFRONTA LO SHOCK FINANZIARIO Venezia, 10 novembre 2008 COMUNICATO STAMPA Indagine congiunturale di Unioncamere del Veneto sulle imprese manifatturiere III trimestre 2008 L INDUSTRIA VENETA AFFRONTA LO SHOCK FINANZIARIO Trimestre negativo

Dettagli

GLI AMMINISTRATORI DEL PIEMONTE

GLI AMMINISTRATORI DEL PIEMONTE GLI AMMINISTRATORI DEL PIEMONTE Gennaio 2003 Direzione Comunicazione Istituzionale dell Assemblea Settore Documentazione DIREZIONE COMUNICAZIONE ISTITUZIONALE DELL ASSEMBLEA Direttore: Luciano CONTERNO

Dettagli

Il Mezzogiorno usufruisce solo del restante 16,2%

Il Mezzogiorno usufruisce solo del restante 16,2% Il rapporto elaborato dall Ufficio Studi Confartigianato relativamente all andamento del credito nel nostro Paese evidenzia una serie di criticità particolarmente accentuate per ciò che concerne la capacità

Dettagli

IL MERCATO DEL LAVORO IN LOMBARDIA

IL MERCATO DEL LAVORO IN LOMBARDIA IL MERCATO DEL LAVORO IN LOMBARDIA Nota congiunturale trimestrale Giugno 21 In breve Il quadro del mercato del lavoro lombardo rimane nel complesso debole, sebbene con qualche segnale di miglioramento.

Dettagli

I MERCATI REGIONALI DEL LAVORO

I MERCATI REGIONALI DEL LAVORO SECO STATISTICHE E COMUNICAZIONI OBBLIGATORIE I MERCATI REGIONALI DEL LAVORO Le dinamiche trimestrali Aggiornamento al 4 trimestre 2013 a cura del NETWORK SECO marzo 2014 Il Network SeCO è costituito da:

Dettagli

Note Brevi LE COOPERATIVE NELL AMBITO DELLA STRUTTURA PRODUTTIVA ITALIANA NEL PERIODO 2007-2008. a cura di Francesco Linguiti

Note Brevi LE COOPERATIVE NELL AMBITO DELLA STRUTTURA PRODUTTIVA ITALIANA NEL PERIODO 2007-2008. a cura di Francesco Linguiti Note Brevi LE COOPERATIVE NELL AMBITO DELLA STRUTTURA PRODUTTIVA ITALIANA NEL PERIODO 2007-2008 a cura di Francesco Linguiti Luglio 2011 Premessa* In questa nota vengono analizzati i dati sulla struttura

Dettagli

INDUSTRIA METALMECCANICA ITALIANA INDAGINE CONGIUNTURALE. Sintesi per la stampa

INDUSTRIA METALMECCANICA ITALIANA INDAGINE CONGIUNTURALE. Sintesi per la stampa INDUSTRIA METALMECCANICA ITALIANA INDAGINE CONGIUNTURALE Sintesi per la stampa Roma, 11 settembre 2014 Sintesi per la Stampa L attività produttiva del settore metalmeccanico, dopo la fase recessiva protrattasi

Dettagli

Tasso di occupazione per fasce di età. Provincia di Piacenza, 2009 90,3 83,1 77,7 27,6 16,4. 15-24 anni. 25-34 anni. 45-54 anni.

Tasso di occupazione per fasce di età. Provincia di Piacenza, 2009 90,3 83,1 77,7 27,6 16,4. 15-24 anni. 25-34 anni. 45-54 anni. La situazione occupazionale dei giovani in provincia di Piacenza Premessa Una categoria di soggetti particolarmente debole nel mercato del lavoro è rappresentata, di norma, dai lavoratori di età più giovane

Dettagli

Note per la lettura dei report

Note per la lettura dei report Note per la lettura dei report Report strutturali 0. IMPRESE REGISTRATE PER STATO DI ATTIVITÀ. ANNO 2012 E TASSO DI CRESCITA 2012 Contiene la distribuzione dell insieme delle imprese registrate, ovvero

Dettagli

BOLLETTINO DEL LAVORO N.3/2013 Pubblicazione periodica a cura del Centro studi Politiche del lavoro e società locale della Provincia di Rimini

BOLLETTINO DEL LAVORO N.3/2013 Pubblicazione periodica a cura del Centro studi Politiche del lavoro e società locale della Provincia di Rimini BOLLETTINO DEL LAVORO N.3/2013 Pubblicazione periodica a cura del Centro studi Politiche del lavoro e società locale della Provincia di Rimini Il Centro studi Politiche del lavoro e società locale della

Dettagli

IL SETTORE LEGNO-MOBILE-SEDIA IN PROVINCIA DI UDINE ANALISI STATISTICA. (aggiornamento maggio 2015)

IL SETTORE LEGNO-MOBILE-SEDIA IN PROVINCIA DI UDINE ANALISI STATISTICA. (aggiornamento maggio 2015) IL SETTORE LEGNO-MOBILE-SEDIA IN PROVINCIA DI UDINE ANALISI STATISTICA (aggiornamento maggio 2015) Il Sistema Legno-Mobile Sedia costituisce uno degli assi portanti del manifatturiero in Provincia di Udine

Dettagli

Flash Industria 3.2011

Flash Industria 3.2011 08 novembre 2011 Flash Industria 3.2011 Nel terzo trimestre 2011, sulla base dell'indagine VenetoCongiuntura, la produzione industriale ha registrato una crescita del +2,0 per cento rispetto allo stesso

Dettagli

I NUMERI DELLA DMO. Rappresenta il 58% dei 222 Mdi degli acquisti che vengono fatti nei negozi (cd consumi commercializzabili)

I NUMERI DELLA DMO. Rappresenta il 58% dei 222 Mdi degli acquisti che vengono fatti nei negozi (cd consumi commercializzabili) 1 I NUMERI DELLA DMO Rappresenta il 58% dei 222 Mdi degli acquisti che vengono fatti nei negozi (cd consumi commercializzabili) Occupa oltre 450.000 dipendenti su 1.845.000 del commercio Investe ogni anno

Dettagli

Sardegna ANDAMENTO DELL ECONOMIA REGIONALE. Luglio 2008. Osservatorio regionale sul Leasing 2007

Sardegna ANDAMENTO DELL ECONOMIA REGIONALE. Luglio 2008. Osservatorio regionale sul Leasing 2007 Osservatorio regionale sul Leasing 2007 Luglio 2008 Sardegna ANDAMENTO DELL ECONOMIA REGIONALE L economia regionale ha registrato nel 2007 una crescita a ritmo sostenuto, pari al 4.2% valutato a prezzi

Dettagli

Figura 1 Andamento della popolazione residente in Piemonte dal 1951 al 2014

Figura 1 Andamento della popolazione residente in Piemonte dal 1951 al 2014 Capitolo 5.1 ANALISI DEI MOVIMENTI ANAGRAFICI DELLA PO- POLAZIONE 1 Maria Cristina Migliore Un primo sguardo di sintesi Nel 2014 la popolazione residente in Piemonte è diminuita di oltre 10mila unità.

Dettagli

terziario friuli venezia giulia ottobre 2013

terziario friuli venezia giulia ottobre 2013 ! terziario friuli venezia giulia ottobre 2013 osservatorio trimestrale sull andamento delle imprese del terziario del friuli venezia giulia rapporto di ricerca terzo trimestre 2013 trieste, 17 ottobre

Dettagli

Capitolo 2.3. La situazione internazionale. Relazione Annuale

Capitolo 2.3. La situazione internazionale. Relazione Annuale Capitolo 2.3 Il turismo in Piemonte Carlo Alberto Dondona Si ringraziano Cristina Bergonzo (Sviluppo Piemonte Turismo), Amedeo Mariano(Città Metropolitana di Torino Sistema Informativo Turistico) La situazione

Dettagli

DELLA RIFORMA DEL MERCATO DEL LAVORO

DELLA RIFORMA DEL MERCATO DEL LAVORO 26 marzo. 2013 MONITORAGGIO DELLA RIFORMA DEL MERCATO DEL LAVORO (legge n. 92/2012) Prime evidenze empiriche sulle forme contrattuali 1. INTRODUZIONE Il Ministero del Lavoro ha affidato all Isfol il compito

Dettagli

INCHIESTA CONGIUNTURALE SUI SERVIZI

INCHIESTA CONGIUNTURALE SUI SERVIZI INCHIESTA CONGIUNTURALE SUI SERVIZI RISULTATI GENERALI Nel secondo trimestre del 2003 è continuato il trend negativo per domanda e occupazione. Il fatturato è rimasto sui livelli precedentemente raggiunti.

Dettagli

TrendRA RAPPORTO CONGIUNTURALE ED ECONOMICO DELLA PROVINCIA DI RAVENNA Anno 2014 e prime tendenze 2015.

TrendRA RAPPORTO CONGIUNTURALE ED ECONOMICO DELLA PROVINCIA DI RAVENNA Anno 2014 e prime tendenze 2015. TrendRA RAPPORTO CONGIUNTURALE ED ECONOMICO DELLA PROVINCIA DI RAVENNA Anno 2014 e prime tendenze 2015. Questa mattina, nel corso di una conferenza stampa a cui hanno partecipato il direttore, Massimo

Dettagli

INDAGINE ANNUALE OCCUPAZIONALE

INDAGINE ANNUALE OCCUPAZIONALE INDAGINE ANNUALE OCCUPAZIONALE Anno 2014 Parma, giugno 2015 A cura di OSSERVATORIO ECONOMICO UFFICIO STUDI Introduzione La prima edizione dell indagine sull occupazione condotta dell Unione Parmense degli

Dettagli

su Finanza e Terzo Settore Indagine sui fabbisogni finanziari della cooperazione sociale in Italia Executive Summary Fare banca per bene.

su Finanza e Terzo Settore Indagine sui fabbisogni finanziari della cooperazione sociale in Italia Executive Summary Fare banca per bene. EDIZIONE osservatorio UBI Banca su Finanza e Terzo Settore Indagine sui fabbisogni finanziari della cooperazione sociale in Italia Executive Summary Gennaio 2012 con il contributo scientifico di Fare banca

Dettagli

ARTIGIANATO E PICCOLA IMPRESA NEL VENETO

ARTIGIANATO E PICCOLA IMPRESA NEL VENETO Ufficio Comunicazione&Studi Confartigianato del Veneto ARTIGIANATO E PICCOLA IMPRESA NEL VENETO INDAGINE CONGIUNTURALE ANDAMENTO 2 SEMESTRE 2010 PREVISIONE 1 SEMESTRE 2011 In collaborazione con INDAGINE

Dettagli

«FOCUS» ANIA: R.C. AUTO

«FOCUS» ANIA: R.C. AUTO «FOCUS» ANIA: R.C. AUTO -- Numero 2 -- Marzo 2004 STATISTICA TRIMESTRALE R.C. AUTO () EXECUTIVE SUMMARY Con la disponibilità dei dati per l intero 2003 relativi ad un campione di imprese esercitanti il

Dettagli

AREA COLLETTIVA PIEMONTE AF 2015 L ARTIGIANO IN FIERA FIERA MILANO 5-13/12/2015

AREA COLLETTIVA PIEMONTE AF 2015 L ARTIGIANO IN FIERA FIERA MILANO 5-13/12/2015 AREA COLLETTIVA PIEMONTE AF 2015 L ARTIGIANO IN FIERA FIERA MILANO 5-13/12/2015 1. Presentazione: I NUMERI DEL SALONE (dati ufficiali edizione 2014): - oltre 3000 espositori provenienti da 110 Paesi del

Dettagli

Indagine trimestrale sul settore alberghiero high level

Indagine trimestrale sul settore alberghiero high level Studi e Analisi presenta elaborazioni e indagini prodotte dal Centro Studi nei suoi ambiti d interesse Indagine trimestrale sul settore alberghiero high level Terzo trimestre 2007 a cura di Maria Grazia

Dettagli

I dati significativi del mercato assicurativo italiano

I dati significativi del mercato assicurativo italiano I dati significativi del mercato assicurativo italiano Presentazione del rapporto annuale L'ASSICURAZIONE ITALIANA 2013-2014 Sergio Desantis Attuariato, Statistiche e Analisi Banche Dati Milano, 9 luglio

Dettagli

L ADOZIONE DEL CONTRATTO DI RETE: LO SCENARIO ATTUALE IN ITALIA. IL BANDO UNIONCAMERE PIEMONTE PER IL SOSTEGNO ALLE RETI D IMPRESA

L ADOZIONE DEL CONTRATTO DI RETE: LO SCENARIO ATTUALE IN ITALIA. IL BANDO UNIONCAMERE PIEMONTE PER IL SOSTEGNO ALLE RETI D IMPRESA L ADOZIONE DEL CONTRATTO DI RETE: LO SCENARIO ATTUALE IN ITALIA. IL BANDO UNIONCAMERE PIEMONTE PER IL SOSTEGNO ALLE RETI D IMPRESA Sarah Bovini Ufficio Studi e Statistica Unioncamere Piemonte Reti d impresa

Dettagli

I dati dell export piemontese di prodotti alimentari

I dati dell export piemontese di prodotti alimentari I dati dell export piemontese di prodotti alimentari Novara, 29 Ottobre 2015 Corso L export prodotti alimentari di origine animale e vegetale 1 L industria alimentare piemontese in cifre (industria alimentare

Dettagli

Agenzia PIEMONTE Lavoro

Agenzia PIEMONTE Lavoro 2010 2011 Dicembre Agenzia PIEMONTE Lavoro Indice Presentazione 5 Cap. 1: IL CONTESTO OCCUPAZIONALE IN PIEMONTE 7 1.1 Il contesto occupazionale in Piemonte nel primo semestre 2011 9 1.2 Il flusso dei contratti

Dettagli

1. La situazione economica e del mercato del lavoro

1. La situazione economica e del mercato del lavoro 1. La situazione economica e del mercato del lavoro Per la lettura dei dati non si può prescindere dal considerare l impatto dei molteplici fattori che hanno mutato radicalmente il mondo del lavoro a causa

Dettagli

Executive Summary Rapporto 2011/2012

Executive Summary Rapporto 2011/2012 Executive Summary Rapporto 2011/2012 In collaborazione con Anticipazione dei risultati Dati macro Il settore del Management Consulting rappresenta un mercato molto frammentato, dove sono presenti circa

Dettagli

Servizio Studi e Gestione Dati Divisione Studi e Statistiche

Servizio Studi e Gestione Dati Divisione Studi e Statistiche Servizio Studi e Gestione Dati Divisione Studi e Statistiche Premi lordi contabilizzati a tutto il quarto trimestre 2013 dalle Imprese di assicurazione nazionali e dalle Rappresentanze per l Italia delle

Dettagli

LA CRISI DELLE COSTRUZIONI

LA CRISI DELLE COSTRUZIONI Direzione Affari Economici e Centro Studi COSTRUZIONI: ANCORA IN CALO I LIVELLI PRODUTTIVI MA EMERGONO ALCUNI SEGNALI POSITIVI NEL MERCATO RESIDENZIALE, NEI MUTUI ALLE FAMIGLIE E NEI BANDI DI GARA I dati

Dettagli

QUADERNO DI LAVORO: GLI SCENARI ECONOMICI (gennaio 2007)

QUADERNO DI LAVORO: GLI SCENARI ECONOMICI (gennaio 2007) QUADERNO DI LAVORO: GLI SCENARI ECONOMICI (gennaio 2007) CRS PO-MDL 1 GLI SCENARI ECONOMICI Prima di affrontare una qualsiasi analisi del mercato del lavoro giovanile, è opportuno soffermarsi sulle caratteristiche

Dettagli

CREDITO E SVILUPPO delle PMI nel Lazio: opportunità, vincoli e proposte per il sistema regionale

CREDITO E SVILUPPO delle PMI nel Lazio: opportunità, vincoli e proposte per il sistema regionale CREDITO E SVILUPPO delle PMI nel Lazio: opportunità, vincoli e proposte per il sistema regionale Realizzato dall EURES Ricerche Economiche e Sociali in collaborazione con il Consiglio Regionale dell Economia

Dettagli

Industria: I risultati dell indagine congiunturale sul 1 trimestre 2012

Industria: I risultati dell indagine congiunturale sul 1 trimestre 2012 34indicatori Industria: stabile la produzione I risultati dell indagine congiunturale sul 1 trimestre 2012 E. S. Produzione sugli stessi livelli dello scorso anno, debole la domanda interna, ma rimane

Dettagli

ANALISI CONGIUNTURALE DEL SISTEMA DEL CREDITO LOCALE IN PIEMONTE. Luglio 2013. Coordinamento: Francesco Montemurro Davide Riccardi

ANALISI CONGIUNTURALE DEL SISTEMA DEL CREDITO LOCALE IN PIEMONTE. Luglio 2013. Coordinamento: Francesco Montemurro Davide Riccardi Associazione Ires Lucia Morosini ANALISI CONGIUNTURALE DEL SISTEMA DEL CREDITO LOCALE IN PIEMONTE Luglio 2013 Coordinamento: Francesco Montemurro Davide Riccardi A cura di Francesco Montemurro e Cristian

Dettagli

VARIABILI MACROECONOMICHE Graf. 2.1 La provincia di Modena è notoriamente caratterizzata da una buona economia. Ciò è confermato anche dall andamento del reddito procapite elaborato dall Istituto Tagliacarne

Dettagli

I SERVIZI MANTENGONO IL TREND DI CRESCITA :+0,6% NEGATIVO L ANDAMENTO DELLE VENDITE AL DETTAGLIO:-1%

I SERVIZI MANTENGONO IL TREND DI CRESCITA :+0,6% NEGATIVO L ANDAMENTO DELLE VENDITE AL DETTAGLIO:-1% Venezia, 26 dicembre 2008 COMUNICATO STAMPA Indagine congiunturale Unioncamere del Veneto sulle imprese del commercio e dei servizi III trimestre 2008 I SERVIZI MANTENGONO IL TREND DI CRESCITA :+0,6% NEGATIVO

Dettagli

QUADERNO. n.2 2015 I QUADERNI. dell edilizia FUORI DAL TUNNEL. n.3 2015. primo identikit delle imprese edili

QUADERNO. n.2 2015 I QUADERNI. dell edilizia FUORI DAL TUNNEL. n.3 2015. primo identikit delle imprese edili QUADERNO tecnico n.2 2015 dell edilizia n.3 2015 FUORI DAL TUNNEL primo identikit delle imprese edili sommario Introduzione p. 3 Le cartine di tornasole dell edilizia p. 4 I segnali positivi p. 5 Identikit

Dettagli

IL CREDITO ARTIGIANO NELLA PROVINCIA DI VENEZIA

IL CREDITO ARTIGIANO NELLA PROVINCIA DI VENEZIA IL CREDITO ARTIGIANO NELLA PROVINCIA DI VENEZIA - report gennaio-giugno 2009 - Anche nella prima metà del 2009 Cofidi Veneziano si conferma la struttura di garanzia del credito più importante nella provincia

Dettagli

RAPPORTO SUL MERCATO DEL LAVORO IN PROVINCIA DI RIMINI

RAPPORTO SUL MERCATO DEL LAVORO IN PROVINCIA DI RIMINI RAPPORTO SUL MERCATO DEL LAVORO IN PROVINCIA DI RIMINI ANNO 2012 Giugno 2013 1 INDICE 1 Il mercato del lavoro provinciale secondo l Istat p. 3 1.1 Premessa 3 1.2 La partecipazione al mercato del lavoro

Dettagli

RAPPORTO TRENDER - I SEMESTRE 2008 -

RAPPORTO TRENDER - I SEMESTRE 2008 - RAPPORTO TRENDER - I SEMESTRE 2008 - L analisi congiunturale di TRENDER: indicatori di domanda fatturato totale - totale settori fatturato interno - totale settori 115 105,00 113,74 102,97 115,55 108,51

Dettagli

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 2013 1. Provincia di Salerno Indicatori socio-economici -0,60% -28,3%

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 2013 1. Provincia di Salerno Indicatori socio-economici -0,60% -28,3% Osservatorio sul Mercato Immobiliare, Marzo 13 SALERNO NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 13 1 Provincia di Indicatori socio-economici Figura 1 Negli ultimi dieci anni la popolazione

Dettagli