per saperne di più IPERTENSIONE

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "per saperne di più IPERTENSIONE"

Transcript

1 per saperne di più

2 COPIA GRATUITA Guida multimediale sulla salute per saperne di più sull IPERTENSIONE ARTERIOSA Azienda Ulss 18 di Rovigo viale Tre Martiri 89, Rovigo tel fax Azienda Ulss 18 Direttore generale Arturo Orsini Coordinamento scientifico Alberto Mazza Emilio Ramazzina Coordinamento editoriale Annalisa Boschini Grafica e Stampa Tipografia Nike Kai Dike via Martiri della Libertà, Fiesso Umbertiano (Ro) Finito di stampare nel mese di gennaio 2013

3 Non vi è una linea divisoria netta tra pressione arteriosa normale ed elevata. La correlazione tra pressione arteriosa e mortalità è quantitativa: quanto più elevata è la pressione, tanto più infausta è la prognosi (Pickering 1972). Pickering G. Hypertension. Definitions, natural histories and consequences. Am J Med 1972;52: La definizione operativa di ipertensione è il livello al quale i benefici dell azione superano quelli dell astensione (Rose, 1980). Rose G. Epidemiology. In: Marshall AJ, Barritt DW, eds. The Hypertensive Patient. Kent, UK: Pitman Medical, 1980:1-21.

4 Indice 5 Chi siamo e cosa facciamo per voi 11 Come accedere al centro dell ipertensione 13 Attivita per l ipertensione 19 Ambiti di intervento 29 Per tenersi aggiornati 33 Glossario

5 CHI SIAMO E COSA FACCIAMO PER VOI Siamo un equipe di professionisti specializzati composta da medici, infermieri, studenti di medicina interna, laureati con borse studio per ricerca scientifica ed operatori all assistenza. Ci occupiamo di ipertensione arteriosa, condizione caratterizzata da un aumento dei valori della pressione sanguigna. L ipertensione arteriosa non è una malattia di per sé, ma aumenta notevolmente il rischio di essere colpiti da ictus cerebrale, infarto del miocardio, scompenso cardiaco, insufficienza renale, disturbi della vista ed altre malattie vascolari. Se avete scoperto di essere affetti da ipertensione arteriosa in modo casuale, durante un controllo medico o in occasione di un ricovero in ospedale, fate parte di quell ampio numero di persone che non avvertono i sintomi dell ipertensione. Infatti, l ipertensione IPERTENSIONE 5

6 è denominata anche «killer silenzioso» perché provoca danni ben prima di causare sintomi. Quando ci si ammala di ipertensione arteriosa? La pressione del sangue è la somma di due forze che in condizioni normali agiscono sulla parete dei vasi sanguigni: la prima è legata alla pressione idrostatica esercitata dal sangue, la seconda dalla resistenza opposta dalla parete dei vasi. La pressione arteriosa permette il trasporto del sangue dal cuore alle altri parti del corpo attraverso dei canali (vasi sanguigni) che originano dal cuore e dalle loro diramazioni (le arterie). In condizioni normali il cuore batte dalle 60 alle 100 volte al minuto ed il compito del cuore è di pompare il sangue nelle arterie con una forza (pressione) che gli permetta di raggiungere tutte le parti dell organismo, ma allo stesso tempo che non danneggi le pareti dei vasi sanguigni. La pressione del sangue aumenta ogni volta che il cuore si contrae e diminuisce quando il cuore si rilassa tra un battito e l altro. Per comprendere in modo corretto la relazione tra cuore e pressione del sangue bisogna conoscere le fasi del ciclo cardiaco (Figura 1). Nella prima fase, detta diastole, il cuore si rilassa e riempie di sangue; in questa fase la pressione è detta «minima o diastolica» e corrisponde al numero più basso dei 6 per saperne di più

7 due valori con cui si misura la pressione. Nella seconda fase, le camere superiori del cuore (gli atri) si contraggono e spingono il sangue nelle cavità inferiori del cuore (i ventricoli). Nella terza ed ultima fase, detta sistole, i ventricoli si contraggono spingendo il sangue fuori dal cuore nell aorta e nell arteria polmonare; in questa fase la pressione è «massima o sistolica» e corrisponde al numero più alto dei due valori con cui si misura la pressione. In condizioni normali la pressione arteriosa è regolata da sistemi molto complessi che coinvolgono il sistema nervoso, il rene ed alcuni ormoni prodotti dalle ghiandole surrenali. Quando questi sistemi non sono in grado di rispondere in modo adeguato alle variazioni della pressione che avvengono nel corso del giorno per esempio a seguito di stress fisico o emotivo o per attività fisica, può comparire l ipertensione arteriosa. IPERTENSIONE 7

8 La misurazione della pressione arteriosa. Per sapere se siete affetti da ipertensione arteriosa bisogna misurare la pressione del sangue. A questo scopo si utilizza un apparecchio dotato di un manicotto gonfiabile da porre attorno al braccio ed un misuratore di pressione (sfigmomanometro); si ottengono così due valori di pressione arteriosa, sistolica (o massima) e diastolica (o minima) espressi in millimetri di mercurio (mmhg). In dettaglio, con una pompetta si insuffla aria dentro il manicotto fino a quando l arteria è completamente chiusa (Figura 2, 1). Con uno stetoscopio si ascoltano (Figura 2, 2) i suoni che provengono dal flusso sanguigno man mano che si sgonfia il manicotto. I suoni hanno un loro significato preciso (Figura 2, 3): quando non si 8 per saperne di più

9 percepisce alcun suono l arteria schiacciata dal manicotto è chiusa; quando ricompare il battito cardiaco l arteria si apre e si chiude (pressione sistolica o massima) ed infine quando non si percepisce alcun rumore l arteria è aperta (pressione diastolica o minima). Per quanto concerne la misurazione della pressione si è diffusa l opinione che la misurazione corretta debba essere effettuata sul braccio sinistro, «quello del cuore». Il fatto che il ventricolo sinistro (la punta del cuore) in condizioni normali sia rivolta verso sinistra è del tutto irrilevante, in quanto vi sono casi rari, nei quali il cuore è ruotato a destra (destrocardia). Per convenzione è preferibile misurare la pressione sul braccio sinistro perchè i valori normali di pressione si riferiscono a quel braccio e perchè si può controllare anche il battito cardiaco, che è maggiormente percepibile, in quanto le arterie si dipartono direttamente dall aorta. In realtà la pressione «può e deve» essere misurata, almeno la prima volta, sul braccio destro che sul sinistro; se la differenza dei valori di pressione tra le due braccia è maggiore o uguale a 20 mmhg per la sistolica e maggiore o uguale a 10 mmhg per la diastolica, bisogna misurare la pressione arteriosa nel braccio IPERTENSIONE 9

10 dove è più alta. Una volta misurata la pressione potete confrontare i vostri valori con la tabella qui sotto verificando se siete affetti o meno da ipertensione arteriosa. Come potete osservare, di età mmhg» è completamente sbagliata e soprattutto pericolosa. Se così fosse per una persona di 65 anni dovrebbe essere considerato normale un valore di pressione Tabella. Classificazione dell ipertensione arteriosa suggerita dall organizzazione mondiale della sanità e dalla società internazionale dell ipertensione, basata su livelli di pressione arteriosa nei soggetti adulti di età uguale o superiore a 18 anni; <: inferiore; >: maggiore. Pressione arteriosa (mmhg) Categoria Sistolica Diastolica Ottimale <120 e <80 Normale e/o Normale-alta e/o Ipertensione grado 1 borderline e/o Ipertensione grado 1 lieve e/o Ipertensione grado 2 moderata e/o Ipertensione grado 3 grave 180 e/o 110 Ipertensione sistolica isoalata borderline e <90 Ipertensione sistolica isolata 150 e <90 l opinione popolare secondo la quale i valori normali di pressione arteriosa sono il risultato della «somma degli anni arteriosa di 165 mmhg ( ); in realtà per questi valori di pressione questa persona ha un rischio 10 volte 10 per saperne di più

11 più elevato di avere un ictus cerebrale e 7 volte maggiore di avere un infarto del miocardio rispetto ad uno stesso soggetto della stessa età ma con valori di pressione inferiori a 140 mmhg. Quindi se i vostri valori pressori sono elevati sappiate che si possono ridurre ed a questo scopo è molto importante la vostra collaborazione con il medico, che a sua volta farà un quadro generale della vostra salute e vi indicherà i provvedimenti da adottare, verificando con voi gli effetti nel tempo. COME ACCEDERE AL CENTRO DELL IPERTENSIONE Si può accedere al Centro entrando dalla parte del nuovo ingresso dell ospedale in prossimità del pronto soccorso, dove è disponibile un ampio parcheggio. Una volta entrati attraverso le porte scorrevoli si prosegue diritto (lasciando alla vostra sinistra il bar) fino alle scale mobili (sulla vostra destra), in prossimità delle quali svoltate a sinistra. Percorrete quindi pochi metri entrando in un vano aperto e girate subito a destra dove alla vostra sinistra vi sono IPERTENSIONE 11

12 delle scale in muratura. Proseguite diritti per pochi metri e vi troverete in un vano aperto con i nuovi ascensori alle vostre spalle: a questo punto facendo pochi passi in avanti vi immetterete in lungo corridoio, posto in senso trasversale al vostro senso di marcia. A questo punto girate subito a destra e percorrete fino in fondo il corridoio dove troverete davanti a voi una porta bianca con su scritto ambulatorio medico, visite per ipertensione arteriosa (siete arrivati). Una volta entrati nel Centro sarete accolti dal personale infermieristico e di volta in volta potrete incontrare Bressan Emanuela, Duò Chiara, Menegotto Chiara e Redi Rossana, o la loro coordinatrice Braghin Gabriella. Il Centro è aperto il mercoledì e il venerdì dalle ore alle ore per le visite mediche, il martedì ed il giovedì dalle 8.30 per l applicazione del monitoraggio della pressione arteriosa delle 24h. Per qualsiasi necessità potrete contattare telefonicamente il Centro da martedì a venerdì dalle ore al numero per saperne di più

13 ATTIVITA PER L IPERTENSIONE Il Centro fornisce ai pazienti ipertesi un riferimento assistenziale ambulatoriale, in regime di dayhospital o di ricovero ospedaliero di secondo livello. Vi afferiscono principalmente ipertesi inviati dai Medici di Medicina Generale dell ULSS 18 ma anche delle ULSS vicine, generalmente per il difficile controllo della pressione arteriosa o nel sospetto di forme secondarie di ipertensione. Il Centro è diventato un punto di riferimento anche per i medici del Pronto Soccorso e dei diversi reparti ospedalieri dell ULSS 18 per la gestione di forme di ipertensione resistenti al trattamento o pericolose per la vita (crisi ipertensive). Il Centro, coordinato dal dr. Alberto Mazza, nell Agosto 2012 è stato accreditato e inserito dalla Società Italiana dell Ipertensione Arteriosa (SIIA) tra gli 80 centri migliori d Italia ( La struttura organizzativa e la professionalità con alta specializzazione dei medici della struttura di Medicina Interna del Dr. Emilio Ramazzina, consentono un adeguato approfondimento diagnostico e un adeguata terapia dell ipertensione arteriosa. IPERTENSIONE 13

14 Day-Hospital Multidisciplinare Area Medica. Questo servizio, ubicato al 6 piano del corpo M, gestito dalla coordinatrice Sig.ra Natali Maria Grazia con l infermiera referente Tomasi Monica, garantisce un adeguato screening - anche con test farmacologici (captopril) - di tutte le forme secondarie di ipertensione arteriosa e per quelle forme resistenti ai comuni trattamenti farmacologici. In particolare si eseguono prelievi del sangue per il dosaggio di renina, aldosterone, glicemia, lipidi, emocromo, uricemia e creatinina. Vengono inoltre forniti ai pazienti contenitori per la raccolta delle urine della 24 ore dove è possibile valutare la funzione del rene (dosaggio di clearance creatinina e 14 per saperne di più

15 microalbuminuria) e di ormoni (metanefrine, catecolamine, cortisolo ed altri) che potrebbero essere implicati nella genesi dell ipertensione. Indagini strumentali e valutazione del danno agli organi bersaglio dell ipertensione. Se l ipertensione non viene diagnostica o non adeguatamente trattata vi è il rischio di provocare danni a livello del cuore e degli altri organi bersaglio dell ipertensione stessa, come il rene, il cervello, la retina e le arterie periferiche. In particolare vengono eseguite in casi selezionati le seguenti metodiche: 1. Elettrocardiogramma a 12 derivazioni: tramite l analisi del tracciato è possibile valutare la presenza di un aumento dello spessore del cuore, in particolare del ventricolo sinistro (ipertrofia ventricolare), un ingrandimento dell atrio, la presenza di difetti di conduzione o eventuali aritmie. 2. Monitoraggio ambulatoriale della pressione arteriosa delle 24 ore: permette la registrazione dell andamento dei valori pressori durante l intera giornata con l impiego di strumenti automatici portatili che sono in grado di effettuare la misurazione ad intervalli programmati (di giorno e di notte) mentre il paziente è dedito alle sue attività. Durante la giornata del monitoraggio IPERTENSIONE 15

16 il paziente dovrà compilare un diario delle attività giornaliere perché queste possono influenzare i valori pressione arteriosa. Il centro dispone di bracciali di diverse dimensioni rendendo la metodica applicabile in tutti i soggetti ipertesi, inclusi gli obesi, quelli in età pediatrica e nelle donne in gravidanza. 3. Ecocardiogramma color-doppler: si esegue in un ambulatorio dedicato sito al piano terra all interno del servizio di Radiologia. L ecocardiogramma è indubbiamente più sensibiledell elettrocardiogramma nel rivelare la presenza d ipertrofia ventricolare sinistra e nel predire eventi cardiovascolari. La valutazione ecocardiografica essenziale comprende: la misurazione degli spessori del setto interventricolare, della parete posteriore e del diametro tele diastolico, il calcolo della massa ventricolare sinistra indicizzata per la superficie corporea (in g/m 2 ). In presenza di un aumento della massa ventricolare sinistra (maggiore di 125 g/m 2 per gli uomini e maggiore di 110 g/m 2 per le donne) si può classificare il tipo di ipertrofia in base a due indici: il Relative Wall Thickness RWT: è il rapporto tra lo spessore della parete posteriore (PWT) più lo spessore del setto interventricolare (IVS) e il diametro telediastolico della cavità ventricolare sinistra (LVDD) secondo 16 per saperne di più

17 la formula RWT =(IVS+PWT)/LVIDD (valori normali <0,45); il Left Ventricular Internal Diastolic Diameter Index LVIDDI: è il diametro ventricolare sinistro telediastolico indicizzato per la superficie corporea (valori normali <3,1 cm/ m 2 nell uomo e <3,2 cm/ m 2 nella donna). Sulla base di questi indici si distinguono tre tipi di ipertrofia: 1) concentrica, se è presente un aumento del RWT, senza ipertrofia settale asimmetrica; 2) eccentrica, non dilatata quando sono presenti normale RWT e normale LVIDDI e 3) eccentrica dilatata quando sono presenti normale RWT ma aumentato LVIDDI. L ipertrofia è considerata adeguata quando lo stress parietale telesistolico è inferiore a 90 kdynes/ cm 2. L ecocardiogramma permette inoltre una valutazione della funzione diastolica, che spesso è alterata già prima che sia evidente un incremento della massa ventricolare. Circa due terzi degli ipertesi hanno alterazioni della funzione diastolica isolata, cioè con normale funzione sistolica. 4. Ecografia vascolare: in collaborazione con il servizio di Angiologia Medica della SOC di Medicina Interna, i pazienti ipertesi afferenti al Centro dell Ipertensione possono eseguire l esame ecografico color-doppler delle arterie carotidi per IPERTENSIONE 17

18 la misurazione dello spessore intima media (IMT, in mm) e degli altri vasi sovraaortici visualizzando eventuali placche aterosclerotiche, la cui presenza aumenta il rischio di avere un ictus cerebrale o un infarto del miocardio. La presenza di placche ateromasiche o di un IMT >0,9 mm sono indici di danno d organo. Inoltre per la ricerca di arteriopatia alle gambe si valuta l indice ABI, dall inglese ankle-brachial-index. Tale indice si rileva misurando la pressione sistolica in entrambe le braccia e la pressione sistolica a livello dei polsi periferici pedidii e tibiali posteriori. Il valore normale equivale a un rapporto maggiore di 0,90. La presenza di arteriopatia periferica (in particolare quando severa, ABI inferiore a 0,40) aumenta il rischio di morte per malattia coronarica di 6,6 volte e il rischio di morte vascolare di 5,9 volte rispetto alla popolazione generale. In caso di riscontro di tali dati l arteriopatia periferica merita un attenta ricerca mediante test provocativi d ischemia miocardica inducibile (test da sforzo al cicloergometro, ecocardiogramma con stress farmacologico o scintigrafia miocardica) che si possono eseguire in collaborazione con la locale Cardiologia. 5. Ecocolor-doppler delle arterie renali: utile per la diagnosi di 18 per saperne di più

19 forme secondarie di ipertensione dovute a restringimento (stenosi) delle arterie renali, viene eseguito in collaborazione con la SOC di Nefrologia. Lo studio ecografico permette inoltre oltre alla valutazione morfologica dei reni il calcolo delle resistenze intraparechimali renali con il color-doppler. 6. Scintigrafia renale, surrenalica e tiroidea con radiofarmaci: viene eseguita in casi selezionati in collaborazione con la SOC di Medicina Nucleare dell ULSS 18 nel sospetto di forme di ipertensione secondaria (reno-vascolare, feocromocitoma, paranglioma, neoplasie tiroidee e altre. Una volta eseguite le suddette indagini i medici del Centro sulla base del rischio cardiovascolare globale o sulla presenza di forme secondarie di ipertensione rilasciano l esenzione per patologia ipertensiva. AMBITI DI INTERVENTO Diagnosi di ipertensione essenziale e secondaria. Le forme di ipertensione arteriosa in cui è possibile dimostrare una causa precisa, cioè organica, legata a specifiche malattie di un organo, sono definite secondarie. In molti casi la causa di ipertensione è una malattia del rene, conseguente a precedenti nefriti, pielonefriti o infezioni delle vie urinarie particolarmente frequenti. Talora sono IPERTENSIONE 19

20 in gioco malattie dell apparato endocrino, in particolare affezioni delle ghiandole surrenali che possono dar luogo alla sindrome di Cushing, all iperaldosteronismo o al feocromocitoma. In altri casi ancora la causa dell ipertensione è dovuta a restringimenti localizzati delle arterie (coartazione aortica, stenosi dell arteria renale), ma comunque solo nel 5-10% circa dei casi è possibile individuare una causa specifica dell ipertensione. Al contrario in circa il 90-95% dei casi, gli accertamenti diagnostici comunemente utilizzati non evidenziano alcuna malattia che possa essere considerata responsabile dell ipertensione; in questi casi l ipertensione arteriosa viene definita essenziale o primaria o idiopatica, tutti termini che spiegano l incapacità di definire con esattezza i meccanismi che hanno causato l aumento pressorio. L ipertensione arteriosa essenziale è un disordine multifattoriale dei meccanismi di controllo della pressione arteriosa che si esprime negli individui per differenti combinazioni. Fattori genetici, ambientali, stile di vita, alimentazione, sesso e massa corporea possono infatti variamente contribuire all elevazione dei valori pressori. 20 per saperne di più

21 Modifiche dello stile di vita. Le modifiche dello stile di vita dovrebbero essere istituite in tutti gli ipertesi, compresi quelli che richiedono un trattamento farmacologico. Lo scopo è quello di ridurre la pressione arteriosa e modulare gli altri fattori di rischio riducendo il numero e la posologia dei farmaci antipertensivi da utilizzare. Le modifiche dello stile di vita dovrebbero essere consigliate anche ai soggetti con pressione arteriosa normale-alta e con fattori di rischio associati per ritardare la comparsa di ipertensione. Essi includono: abolizione del fumo; calo ponderale; riduzione dell eccesso di consumo alcolico; esercizio fisico (camminare per almeno 30 minuti tre volte la settimana); riduzione del consumo di sodio nella dieta (non più di 3 g al giorno); incremento dell apporto di frutta e verdura e riduzione della quantità di grassi alimentari e in particolare di grassi saturi. E compito dei Medici del Centro informare in modo attento i pazienti ipertesi circa le modifiche dello stile di vita da adottare. A questo scopo vengono consegnati ai pazienti diari tascabili dove segnare i valori di pressione arteriosa, consigli dietetici e IPERTENSIONE 21

22 sull attività fisica da condurre sottoforma di materiale cartaceo. Trattamento farmacologico. Quando le modifiche dello stile di vita sono insufficienti a controllare i valori pressori è necessario iniziare il trattamento farmacologico. La scelta del farmaco si basa su una serie di considerazioni: 1) l esperienza del paziente nei confronti di una determinata classe di farmaci antipertensiva in termini di efficacia e di effetti collaterali; 2) gli effetti del farmaco sui fattori di rischio cardiovascolari in relazione al profilo di rischio del singolo paziente; 3) la presenza di danno d organo e di patologie cardiovascolari, renali o di diabete clinicamente manifesto; 4) la presenza di patologie concomitanti che possono favorire o limitare l impiego di specifiche classi di farmaci antipertensivi; 5) la possibilità di interferenze con altri farmaci che il paziente assume; 6) il costo dei farmaci. I farmaci indicati come scelta terapeutica con cui iniziare e proseguire il trattamento, in monoterapia o in associazione sono: 1) ACE-inibitori; 2) betabloccanti; 3) bloccanti dei recettori 22 per saperne di più

23 dell angiotensina seconda (sartani); 4) calcio-antagonisti; 5) diuretici tiazidici e 6) i nuovi inibitori diretti della renina. Ipertensione in gravidanza. L ipertensione in gravidanza rappresenta una delle principali cause di mortalità e morbilità materna, fetale e neonatale. In condizioni fisiologiche, la pressione arteriosa si riduce nel 2 semestre di gravidanza, raggiungendo valori in media di 15 mmhg inferiori rispetto a quelli del periodo pre-gravidico. Nel 3 trimestre la pressione arteriosa aumenta e ritorna ai valori riscontrati prima della gravidanza. Queste oscillazioni pressorie si possono riscontrare in donne normotese, in donne già affette da ipertensione prima della gravidanza e in quelle che svilupperanno ipertensione nel corso della gravidanza. La definizione di ipertensione in gravidanza non è univoca, ma si preferisce una definizione basata sui valori assoluti di pressione arteriosa, cioè per valori di pressione sistolica pari o superiore a 140 mmhg o pressione diastolica pari o superiore a 90 mmhg. L ipertensione in gravidanza include: l ipertensione pre-esistente alla gravidanza (ipertensione cronica); IPERTENSIONE 23

24 l ipertensione gravidica: si sviluppa dopo 20 settimane di gestazione in donne senza ipertensione cronica, generalmente senza perdita significativa di proteine nelle urine (proteinuria). Se compare proteinuria (maggiore di 300 mg/24 ore), l ipertensione viene definita pre-eclampsia. Nella maggior parte dei casi i valori pressori ritornano allo stato pre-gravidico entro 42 giorni dal parto; l ipertensione gravidica con proteinuria in donna con ipertensione cronica: ipertensione con aumento dei valori pressori dopo 20 settimane di gestazione e con proteinuria maggiore o uguale 3 gr/24h; l ipertensione prenatale non classificabile. E l ipertensione con presenza o assenza di manifestazioni cliniche sistemiche che viene diagnosticato dopo 20 settimane di gestazione, in quanto solo in quest epoca della gravidanza è stata effettuata la prima misurazione pressoria. E necessario una nuova valutazione pressoria dopo 42 giorni dal parto. Se l ipertensione non è più evidenziabile, si dovrebbe riclassificare l ipertensione come ipertensione gravidica con o senza proteinuria. Se l ipertensione persiste, si dovrebbe parlare di ipertensione preesistente alla gravidanza. Per valori di pressione 24 per saperne di più

25 maggiore o uguali a 140/90 mmhg (con o senza proteinuria) è necessario iniziare la terapia anti-ipertensiva, mentre valori di pressione sistolica maggiore o uguali a 170 o di diastolica maggiore o uguali a 110 mmhg rappresentano una emergenza ipertensiva e richiedono il ricovero ospedaliero. In presenza di un ipertensione di grado moderato i farmaci di scelta includono: metildopa, labetololo, calcio-antagonisti e betabloccanti (meno frequentemente). Il monitoraggio pressorio delle 24 ore eseguibile nel nostro Centro è molto utile per la diagnosi e la scelta della terapia nelle gravide ipertese a rischio elevato o in quelle con diabete o danno renale. Gestione delle crisi ipertensive. Le crisi ipertensive si dividono in urgenze ed emergenze ipertensive. L ipertensione arteriosa che si accompagna a sintomi acuti di danno d organo e che espone il paziente a rischio di vita o a complicanze gravi nel giro di minuti o di ore è definita emergenza ipertensiva. L urgenza ipertensiva si riferisce a una crisi ipertensiva senza contemporaneo sviluppo di danno organo; in questo secondo caso il paziente, se iperteso cronico, può avere un danno agli organi bersaglio dell ipertensione preesistenti alla crisi ipertensiva. Queste condizioni sono meno gravi delle emergenze ipertensive, sono IPERTENSIONE 25

26 responsabili di minore mortalità e pur necessitando di un approccio terapeutico urgente, la riduzione pressoria può essere più graduale nel tempo (in ore). Attività Preventive. Il Centro dell Ipertensione fin dal 2006 partecipa ed organizza in collaborazione con i volontari della Croce Rossa di Rovigo la Giornata Mondiale contro l Ipertensione arteriosa promossa in tutto il mondo dalla World Hypertension League. A questa campagna di informazione e di sensibilizzazione sull opinione pubblica aderisce la Società Italiana dell Ipertensione Arteriosa e la Lega Italiana contro l Ipertensione Arteriosa. L iniziativa si svolge con l Alto Patrocinio 26 per saperne di più

27 del Presidente della Repubblica. Nel 2012 l iniziativa si è svolta il 17 maggio in centro a Rovigo in prossimità del Palazzo Roverella, dove è stata offerta ai cittadini una postazione dove potersi misurare gratuitamente e senza impegnativa del medico curante la pressione arteriosa. Grazie alla preventiva informazione della manifestazione sui giornali la partecipazione è stata numerosa. Attività di formazione per studenti di medicina e di ricerca scientifica epidemiologica. Dal 2006 è in essere una convezione tra la SOC di Medicina Interna e la Clinica Medica 4 dell Università degli Studi di Padova per la formazione degli studenti di Medicina Interna. Presso il Centro gli studenti dell Università di Padova possono completare la loro formazione specialistica partecipando oltre all attività assistenziale anche a quella di ricerca; grazie a quest ultima è possibile per gli stessi raccogliere il materiale necessario per la compilazione della tesi di specializzazione in Medicina Interna. Infine il Centro dell Ipertensione in collaborazione con la Direzione Generale dell ULSS 18 e con l Università di Padova ha iniziato grazie al precedente Direttore della SOC di Medicina Interna IPERTENSIONE 27

28 Dr. Sergio Zamboni, uno studio epidemiologico sulla genetica delle malattie cardiovascolari in soggetti di età maggiore o uguale a 65 anni, nati e residenti a Rovigo. Tale studio, fa parte del Progetto di Ricerca Sanitaria Finalizzata della Regione Veneto n (Progetto N. 117 RS) dal titolo: Interazione fra fattori genetici e ambientali nell anziano: genetica di popolazione in un area del Veneto meridionale con creazione di un database genetico, il ROVIGO Study (Risk Of Vascular Complications: Impact of Genetic in Old people). I risultati preliminari di questo studio sono stati presentati nel corso del Congresso Europeo dell Europeo dell Ipertensione Arteriosa tenutosi a Londra nello scorso Aprile 2012 e sono in attesa di pubblicazione su una rivista internazionale. 28 per saperne di più

29 PER TENERSI AGGIORNATI American Academy of Family Physicians. Dedicato al medico di medicina generale ed ai suoi assistiti, contiene numerosi quiz per l aggiornamento del medico ed una interessante monografia sull ipertensione arteriosa giovanile. org/afp/ dabl Educational Trust. Sito interamente dedicato alle tecniche di misurazione della pressione arteriosa, in particolare della misurazione con monitoraggio continuo ambulatorio delle 24 ore. E possibile trovare le apparecchiature automatiche in commercio per l automisurazione domiciliare validate dalle diverse società scientifiche. Sito dedicato ai medici ma anche ai pazienti ipertesi, dove possono trovare utili informazioni per l eventuale acquisto di misuratori automatici raccomandati e validati. dableducational.org European Society of Hypertension. Sito web che rappresenta l organo ufficiale della società europea dell ipertensione arteriosa (ESH) dedicato principalmente ai Medici. Promuovere le attività di ricerca, aggiornamento IPERTENSIONE 29

30 scientifico e prevenzione cardiovascolare. Vi si trovano elencati gli European Hypertension Specilists ed i Centri di Eccellenza delle società nazionali europee dell ipertensione arteriosa; è possibile scaricare in formato Acrobat articoli scientifici sulle linee guida per la diagnosi e la terapia dell ipertensione. Hypertension Network. E uno dei siti più interessanti e completi sull ipertensione dedicato sia al medico che al paziente. Tra l altro offre novità su prodotti biomedicali e farmacologici, aggiornamenti su trial clinici. bloodpressure.com Lab Tests Online. In circa il 70% dei casi i dati di laboratorio influenzano la diagnosi e le successive decisioni cliniche. Alcuni tests di laboratorio sono molto costosi e per questo devono essere prescritti in modo appropriato. Questo sito diretto principalmente ai Medici offre la possibilità di richiedere l esame giusto per il paziente giusto per giungere più velocemente alla diagnosi clinica. Pressione Arteriosa Net. Sito interamente dedicato alla pressione arteriosa ed alla sua misurazione utile sia al Medico di 30 per saperne di più

31 Medicina Generale che allo specialista, come strumento di aggiornamento e formazione realmente utile ed innovativo sulle metodiche di misurazione della pressione arteriosa e le loro applicazioni in campo clinico, nella diagnosi e cura dell ipertensione arteriosa. Il sito è rivolto anche al paziente iperteso, configurandosi come strumento informativo e di divulgazione molto pratico. Società Italiana dell Ipertensione Arteriosa. Sito web ufficiale della Società Italiana dell Ipertensione Arteriosa (SIIA) rivolto in particolare ai Medici di medicina Generale e specialisti che operano nel campo dell ipertensione arteriosa. Promuovere la diffusione delle conoscenze nel campo dell ipertensione ed offre ampie informazioni sulle iniziative promosse dalla SIIA a livello nazionale ed internazionale; è inoltre possibile scaricare in formato Acrobat articoli scientifici sulle linee guida per la diagnosi e terapia dell ipertensione. World Hypertension League. La World Hypertension League è dedicata al controllo dell ipertensione arteriosa nella popolazione e come tale il IPERTENSIONE 31

32 sito si rivolge sia ai medici che ai pazienti. Contiene informazioni sulla società, una newsletter, articoli per il pubblico tra cui uno su come misurare la pressione e link ad altri siti per saperne di più

33 GLOSSARIO Aritmia: irregolarità del ritmo cardiaco. Arteria: vaso che trasporta il sangue dal cuore ai tessuti. Arteriosclerosi: ispessimento delle pareti delle arterie con perdita di elasticità e contrattilità (indurimento). Ateroma: placca aterosclerotica, cioè ispessimento dell intima, lo strato più interno delle arterie con accumulo di lipidi (grassi) rivestita da una cappa fibrosa di tessuto connettivo. Aterosclerosi: tipo di arteriosclerosi caratterizzata dalla presenza di ateroma o placca aterosclerotica. Atrio: cavità superiore del cuore. Destrocardia: rientamento verso destra del cuore. Diastole: fase del ciclo cardiaco in cui ventricoli si rilasciano e si riempiono del sangue proveniente dagli atri. Durante la sistole la pressione del sangue raggiunge il suo minimo valore (pressione diastolica). Iper-: prima parte di parola (prefisso) che indica aumento. Ipertensione: valori elevati di pressione sanguigna. Ipertrofia ventricolare: aumento dello spessore IPERTENSIONE 33

34 del cuore, in particolare del ventricolo sinistro. Ischemia: mancato afflusso (arrivo) di sangue in una parte del corpo. Proteinuria: presenza di proteine nelle urine. Sfigmomanometro: misuratore di pressione. Sistole: fase del ciclo cardiaco dove con la contrazione dei ventricoli il sangue viene spinto fuori dal cuore nell aorta e poi nella grande circolazione. Durante la sistole la pressione del sangue raggiunge il suo massimo valore (pressione sistolica). Stenosi: restringimento patologico di un vaso sanguigno (arteria). Vasi sanguigni: canali che trasportano il sangue. Vena: vaso che trasporta il sangue dai tessuti al cuore. Ventricolo: cavità inferiore del cuore. 34 per saperne di più

35

36 per saperne di più collana di guide multimediali dell Azienda ULSS 18 di Rovigo

IPERTENSIONE IPERTENSIONE ARTERIOSA

IPERTENSIONE IPERTENSIONE ARTERIOSA UNIVERSITA di FOGGIA C.D.L. in Dietistica AA. 2006-2007 IPERTENSIONE ARTERIOSA IPERTENSIONE L ipertensione è la più comune malattia cardiovascolare. Corso di Medicina Interna Docente: PROF. Gaetano Serviddio

Dettagli

L ipertensione arteriosa. Vittorio Caimi Medico di Medicina Generale, Monza

L ipertensione arteriosa. Vittorio Caimi Medico di Medicina Generale, Monza L ipertensione arteriosa Vittorio Caimi Medico di Medicina Generale, Monza Che cosa faremo 1. Brainstorming: che cosa sapete sull ipertensione arteriosa? 2. Presentazione: prove disponibili ( che cosa

Dettagli

LA PRESSIONE ARTERIOSA

LA PRESSIONE ARTERIOSA LA PRESSIONE ARTERIOSA La pressione arteriosa è quella forza con cui il sangue viene spinto attraverso i vasi. Dipende dalla quantità di sangue che il cuore spinge quando pompa e dalle resistenze che il

Dettagli

L ipertensione arteriosa è una tra le malattie più diffuse nei paesi industrializzati

L ipertensione arteriosa è una tra le malattie più diffuse nei paesi industrializzati ANTIPERTENSIVI (1) L ipertensione arteriosa è una tra le malattie più diffuse nei paesi industrializzati E uno dei maggiori problemi clinici dei tempi moderni. 1. Molte volte chi è iperteso lo scopre occasionalmente

Dettagli

CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE

CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE Lega Friulana per il Cuore CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE Materiale predisposto dal dott. Diego Vanuzzo, Centro di Prevenzione Cardiovascolare, Udine a nome del Comitato Tecnico-Scientifico

Dettagli

Venezia, il Centro ipertensione compie venticinque anni Leprotti: Pressione alta? Nemico silenzioso, ecco come combatterlo

Venezia, il Centro ipertensione compie venticinque anni Leprotti: Pressione alta? Nemico silenzioso, ecco come combatterlo L esperienza di un quarto di secolo tradotta nelle migliori cure per i pazienti Venezia, il Centro ipertensione compie venticinque anni Leprotti: Pressione alta? Nemico silenzioso, ecco come combatterlo

Dettagli

uno dei maggiori problemi clinici del nostro secolo. "essenziale" "secondaria".

uno dei maggiori problemi clinici del nostro secolo. essenziale secondaria. L ipertensione arteriosa, una tra le malattie più diffuse nei paesi industrializzati, si riscontra nel 20 percento della popolazione adulta ed è considerata uno dei maggiori problemi clinici del nostro

Dettagli

revenzione Conoscerla, riconoscerla e curarla per prevenire l ICTUS Società Italiana Di Medicina Generale

revenzione Conoscerla, riconoscerla e curarla per prevenire l ICTUS Società Italiana Di Medicina Generale revenzione ICTUS La Fibrillazione atriale Conoscerla, riconoscerla e curarla per prevenire l ICTUS Società Italiana Di Medicina Generale L ICTUS Un ICTUS per il cervello equivale ad un infarto per il cuore:

Dettagli

Al Centro ipertensione afferiscono pazienti ipertesi inviati dai MMG o dagli specialisti con particolare riguardo a:

Al Centro ipertensione afferiscono pazienti ipertesi inviati dai MMG o dagli specialisti con particolare riguardo a: Al Centro ipertensione afferiscono pazienti ipertesi inviati dai MMG o dagli specialisti con particolare riguardo a: sospetta ipertensione arteriosa secondaria ipertensione resistente ipertensione in gravidanza

Dettagli

VALUTAZIONE E STRATIFICAZIONE DEL PROFILO DI RISCHIO DEL DEL MEDICO DI FAMIGLIA

VALUTAZIONE E STRATIFICAZIONE DEL PROFILO DI RISCHIO DEL DEL MEDICO DI FAMIGLIA VALUTAZIONE E STRATIFICAZIONE DEL PROFILO DI RISCHIO DEL PAZIENTE IPERTESO NELLO STUDIO DEL MEDICO DI FAMIGLIA Traduzione Pratica Ho idea del livello di rischio cardiovascolare del paziente iperteso che

Dettagli

CUORE E MONTAGNA ALTITUDINE. Bassa quota fino a 1800 m. Media quota tra 1800 e 3000 m. Alta quota tra 3000 e 5500 m. Altissima quota sopra i 5500 m.

CUORE E MONTAGNA ALTITUDINE. Bassa quota fino a 1800 m. Media quota tra 1800 e 3000 m. Alta quota tra 3000 e 5500 m. Altissima quota sopra i 5500 m. CUORE E MONTAGNA ALTITUDINE Bassa quota fino a 1800 m. Media quota tra 1800 e 3000 m. Alta quota tra 3000 e 5500 m. Altissima quota sopra i 5500 m. CARATTERISTICHE FISICHE DELL AMBIENTE DI MONTAGNA riduzione

Dettagli

Prevenzione delle malattie cardiovascolari. Percorso per le classi quinte superiori

Prevenzione delle malattie cardiovascolari. Percorso per le classi quinte superiori Prevenzione delle malattie cardiovascolari Percorso per le classi quinte superiori Per cominciare qualche cenno di anatomia Il cuore Il cuore è un organo di tessuto muscolare striato, detto miocardio,

Dettagli

MEDICINA DELLO SPORT LEZIONE 5 IPERTENSIONE ARTERIOSA

MEDICINA DELLO SPORT LEZIONE 5 IPERTENSIONE ARTERIOSA MEDICINA DELLO SPORT LEZIONE 5 IPERTENSIONE ARTERIOSA DEFINIZIONE È la forza che il sangue esercita nel passare nelle arterie contro la parete dei vasi. Pa si intende Gc x resistenza vascolare Siccome

Dettagli

GLI INFERMIERI E I CITTADINI

GLI INFERMIERI E I CITTADINI GLI INFERMIERI E I CITTADINI La Direzione Nazionale CIVES, ha deciso di dare vita ad una Campagna Nazionale che promuova la Salute dei cittadini, sviluppando quei temi utili a prevenire danni e malattie

Dettagli

VADEMECUM PER IL CONTROLLO DELLA PRESSIONE ARTERIOSA

VADEMECUM PER IL CONTROLLO DELLA PRESSIONE ARTERIOSA 1 VADEMECUM PER IL CONTROLLO DELLA PRESSIONE ARTERIOSA a cura di ANCE Cardiologia Italiana del Territorio 2 Presentazione L Associazione ANCE Cardiologia Italiana del Territorio propone questo Vademecum

Dettagli

Allegato 3: Tabella esami baseline per valutazione rischio e danno d organo e follow-up

Allegato 3: Tabella esami baseline per valutazione rischio e danno d organo e follow-up Allegato 3: Tabella esami baseline per valutazione rischio e danno d organo e follow-up Esami Routine Valori o risultato al Intervento baseline ECG Routine Neg per IVS Programmare Eco in 3-4 mesi (se compatibile

Dettagli

Studio di marcatori molecolari di ipertensione essenziale ed eventi cardiovascolari associati

Studio di marcatori molecolari di ipertensione essenziale ed eventi cardiovascolari associati IDENTIFICAZIONE DEL CASO INDICE (MALATO/PROPOSITO) / FAMILIARE (campo obbligatorio, barrare se non interessa) Nome: Data di nascita: - Sesso: M F; Etnia e provenienza: -del proposito ; - della Madre, -

Dettagli

COLESTEROLO. l insidioso killer del cuore. A cura della Dott.ssa Anna Maria Marcellini Direttore Tecnico del Laboratorio Gruppo Ippocrate

COLESTEROLO. l insidioso killer del cuore. A cura della Dott.ssa Anna Maria Marcellini Direttore Tecnico del Laboratorio Gruppo Ippocrate COLESTEROLO l insidioso killer del cuore A cura della Dott.ssa Anna Maria Marcellini Direttore Tecnico del Laboratorio Gruppo Ippocrate Cos è il COLESTEROLO Il Colesterolo è una sostanza che appartiene

Dettagli

La pressione arteriosa

La pressione arteriosa La pressione arteriosa Inquadramento semeiologico e diagnostico al paziente iperteso Prof. Giovanni Murialdo Corso Integrato di Semeiotica e Metodologia Clinica La Progressione dell Insufficienza Cardiaca

Dettagli

Domenica 21 Marzo 2010 Loc. Poggiardelli Montepulciano

Domenica 21 Marzo 2010 Loc. Poggiardelli Montepulciano Domenica 21 Marzo 2010 Loc. Poggiardelli Montepulciano Pazienti in trattamento sostitutivo della funzione renale (USL 7 Zona Valdichiana) N Dialisi extracorporea 40 Dialisi peritoneale 10 Trapianto attivo

Dettagli

Pressione arteriosa (mmhg) Normale alta PAS 130-139 o PAD 85-89. Rischio nella media. basso. Rischio aggiunto. basso. elevato.

Pressione arteriosa (mmhg) Normale alta PAS 130-139 o PAD 85-89. Rischio nella media. basso. Rischio aggiunto. basso. elevato. 2007 ESH/ESC Guidelines Quando iniziare il trattamento antipertensivo Altri fattori di rischio, danno d organo o riscontro di patologia concomitante Normale PAS 120-129 o PAD 80-84 Normale alta PAS 130-139

Dettagli

L ipertensione arteriosa nell adolescente

L ipertensione arteriosa nell adolescente L ipertensione arteriosa nell adolescente PD Dr. med. Giacomo D. Simonetti Einheit für pädiatrische Nephrologie 2 Road Map 1. Introduzione lo sviluppo della pressione arteriosa nel bambino, definizione

Dettagli

I consigli per invecchiare bene: la dieta mediterranea, l attività fisica, la cura del nostro cuore, l esercizio della nostra mente

I consigli per invecchiare bene: la dieta mediterranea, l attività fisica, la cura del nostro cuore, l esercizio della nostra mente I consigli per invecchiare bene: la dieta mediterranea, l attività fisica, la cura del nostro cuore, l esercizio della nostra mente Dott.ssa Silvia Navarin Scuola di Specializzazione Medicina d Emergenza-Urgenza

Dettagli

FONDAMENTI SULLA PRESSIONE ARTERIOSA

FONDAMENTI SULLA PRESSIONE ARTERIOSA FONDAMENTI SULLA PRESSIONE ARTERIOSA COS È LA PRESSIONE ARTERIOSA? La pressione arteriosa è la forza che il sangue esercita contro la parete delle arterie. È come la pressione dell acqua in un tubo per

Dettagli

La principale causa di patologia cardiovascolare è la cardiopatia ischemica.

La principale causa di patologia cardiovascolare è la cardiopatia ischemica. MEDICINA DELLO SPORT LEZIONE 4 CARDIOPATIA ISCHEMICA E DILATATIVA La principale causa di patologia cardiovascolare è la cardiopatia ischemica. ISCHEMIA È un processo generale che può interessare qualsiasi

Dettagli

Scompenso cardiaco cronico: conoscerlo per aiutare il tuo cuore a farti vivere meglio

Scompenso cardiaco cronico: conoscerlo per aiutare il tuo cuore a farti vivere meglio Scompenso cardiaco cronico: conoscerlo per aiutare il tuo cuore a farti vivere meglio Scompenso cardiaco cronico: che cosa e? Il tuo medico ti ha detto che sei ammalato di scompenso cardiaco.... Ma che

Dettagli

Dimensioni, aree e volumi intracavitari Massa e stress parietale Funzione globale Segmentazione e funzione regionale Funzione ventricolare dx

Dimensioni, aree e volumi intracavitari Massa e stress parietale Funzione globale Segmentazione e funzione regionale Funzione ventricolare dx CORSO DI ECOCARDIOGRAFIA di I Livello 23-24-25 Gennaio 2014 Palermo Grand Hotel Piazza Borsa PRIMO GIORNO 23 GENNAIO 2014 8,30 Registrazione dei partecipanti e consegna del materiale didattico ECM Presentazione

Dettagli

www.ecocardiografiaveterinaria.it www.clinicaveterinariagransasso.it

www.ecocardiografiaveterinaria.it www.clinicaveterinariagransasso.it Stenosi polmonare www.ecocardiografiaveterinaria.it www.clinicaveterinariagransasso.it Arteria polmonare L arteria polmonare è il vaso sanguigno che porta il sangue dal ventricolo destro ai polmoni dove

Dettagli

Misurarsi la pressione non è sempre facile. Guida alla corretta automisurazione domiciliare.

Misurarsi la pressione non è sempre facile. Guida alla corretta automisurazione domiciliare. Misurarsi la pressione non è sempre facile. Guida alla corretta automisurazione domiciliare. L ipertensione (alti valori della pressione arteriosa) è il più importante fattore di rischio per malattie cardiache,

Dettagli

AMBULATORIO DI DIAGNOSTICA VASCOLARE

AMBULATORIO DI DIAGNOSTICA VASCOLARE Centro Cardiovascolare Azienda per i Servizi Sanitari n. 1 Triestina Area Vascolare AMBULATORIO DI DIAGNOSTICA VASCOLARE Processo patologico L aterosclerosi è una malattia lenta e progressiva delle arterie

Dettagli

Azienda USL 6 di LIVORNO Progetto Chronic care model Flow chart scompenso cardiaco Versione 2.1 del 29.3.2010

Azienda USL 6 di LIVORNO Progetto Chronic care model Flow chart scompenso cardiaco Versione 2.1 del 29.3.2010 INIZIO a) Richiesta visita per sintomatologia o b) Controlli clinici a seguito di altra patologia INIZIO Individua tipologia dei pazienti Realizza elenco di pazienti con sintomi di SC e alterazioni strutturali

Dettagli

Ipertensione arteriosa Pressione arteriosa sistolica Pressione arteriosa diastolica

Ipertensione arteriosa Pressione arteriosa sistolica Pressione arteriosa diastolica Ipertensione arteriosa Il cuore è una pompa che, con le sue contrazioni (sistoli) invia il sangue a tutti gli organi e tessuti del corpo. La pressione arteriosa è la pressione che il cuore esercita per

Dettagli

1. Ipertensione Arteriosa: definizione, classificazione, complicanze. 2. Diabete Mellito: classificazione, segni clinici, complicanze. 3.

1. Ipertensione Arteriosa: definizione, classificazione, complicanze. 2. Diabete Mellito: classificazione, segni clinici, complicanze. 3. 1. Ipertensione Arteriosa: definizione, classificazione, complicanze. 2. Diabete Mellito: classificazione, segni clinici, complicanze. 3. Disfunzioni della tiroide: ipotiroidismo ed ipertiroidismo. 4.

Dettagli

IPERTENSIONE ARTERIOSA E ATTIVITÀ FISICA a cura di Luigi Ferritto

IPERTENSIONE ARTERIOSA E ATTIVITÀ FISICA a cura di Luigi Ferritto IPERTENSIONE ARTERIOSA E ATTIVITÀ FISICA a cura di Luigi Ferritto LA PRESSIONE ARTERIOSA La pressione arteriosa è la "forza" con cui il cuore pompa il sangue per farlo scorrere all'interno dei vasi sanguigni

Dettagli

Dia 1 L ipertensione arteriosa è una patologia più frequente nella popolazione diabetica rispetto alla popolazione generale, soprattutto da quando i criteri per definire un iperteso si sono fatti più rigorosi.

Dettagli

Tu sei nel cuore di Fondo Est!

Tu sei nel cuore di Fondo Est! Tu sei nel cuore di Fondo Est! Prevenzione della Sindrome Metabolica 1 Fondo EST in collaborazione con Unisalute ti invita a partecipare alla campagna TU SEI NEL CUORE DI FONDO EST. Si tratta di uno screening

Dettagli

25 Maggio 2013. Giornata Mondiale della TIROIDE. TIROIDE: meglio prevenire che curare

25 Maggio 2013. Giornata Mondiale della TIROIDE. TIROIDE: meglio prevenire che curare 25 Maggio 2013 Giornata Mondiale della TIROIDE Durante la settimana che va dal 20 al 24 maggio 2013 di fronte a PALAZZO MORONI Via del Municipio,1 - Sede Comunale dalle ore 9,00 alle 17,00 Un Equipe Medica

Dettagli

A.M. Maresca. Dipartimento di Medicina Clinica e Sperimentale, Università degli Studi dell Insubria, Varese.

A.M. Maresca. Dipartimento di Medicina Clinica e Sperimentale, Università degli Studi dell Insubria, Varese. L urgenza medica tra pronto soccorso e reparto Varese 25 ottobre 2014 Quando e come trattare l ipertensione arteriosa nell urgenza? Ictus Sindrome coronarica acuta/edema polmonare acuto A.M. Maresca Dipartimento

Dettagli

IPERTENSIONE. L ipertensione è definita come una Pressione sistolica di riposo 140 mmhg o diastolica 90 mmhg.

IPERTENSIONE. L ipertensione è definita come una Pressione sistolica di riposo 140 mmhg o diastolica 90 mmhg. IPERTENSIONE L ipertensione è definita come una Pressione sistolica di riposo 140 mmhg o diastolica 90 mmhg. L ipertensione è uno dei fattori di rischio per le malattie cardiovascolari (CVD), infarto,

Dettagli

L OBESITA : FATTO DI ESTETICA O MALATTIA?

L OBESITA : FATTO DI ESTETICA O MALATTIA? Cernusco Lombardone 11-05-2013 L OBESITA : FATTO DI ESTETICA O MALATTIA? Dott Ivano Baragetti Divisione di Nefrologia e Dialisi Ospedale Bassini, Cinisello Balsamo Azienda Ospedaliera ICP Milano IN UN

Dettagli

Nuove Linee Guida per la Prevenzione Cardiovascolare

Nuove Linee Guida per la Prevenzione Cardiovascolare Nuove Linee Guida per la Prevenzione Cardiovascolare 3 Congresso di Medicina Interna dell'area Vasta Fermana Fermo, 10-11 Ottobre 2014 Dr. Andrea Belletti Medico di Medicina Generale Specificità della

Dettagli

IPERALDOSTERONISMO PRIMITIVO

IPERALDOSTERONISMO PRIMITIVO IPERALDOSTERONISMO PRIMITIVO Codice di esenzione: RCG010 Definizione. L iperaldosteronismo primitivo (IP) è una sindrome clinica dovuta ad una ipersecrezione primitiva di aldosterone da parte della corteccia

Dettagli

Titolo della relazione: Ruolo dell infermiere professionale nella testistica" (*) Relatore: Babini Elide ( ), UOS Endocrinologia ASL Ravenna

Titolo della relazione: Ruolo dell infermiere professionale nella testistica (*) Relatore: Babini Elide ( ), UOS Endocrinologia ASL Ravenna 1 CONVEGNO AME EMILIA-ROMAGNA, 15 MAGGIO 2010 III Sessione: Incidentaloma surrenalico: problemi aperti Titolo della relazione: Ruolo dell infermiere professionale nella testistica" (*) Relatore: (*) limitatamente

Dettagli

IO SCELGO DI AGIRE Dott. Giuseppe Del Prete Dott.ssa Romina Giordano Dott.ssa Elisa Langone

IO SCELGO DI AGIRE Dott. Giuseppe Del Prete Dott.ssa Romina Giordano Dott.ssa Elisa Langone IO SCELGO DI AGIRE Capire come funziona il cuore e come posso proteggermi dalla malattia. INDICE 1. IL CUORE p. 3 2. LA PRESSIONE ARTERIOSA p. 4 3. LE MALATTE CARDIOVASCOLARI p. 5 4. I FATTORI DI RISCHIO

Dettagli

Materiale di approfondimento

Materiale di approfondimento Materiale di approfondimento Cos è lo scompenso cardiaco Lo scompenso cardiaco è una malattia sempre più frequente che compare quando il cuore, danneggiato, non è più in grado di svolgere la sua normale

Dettagli

Red Alert for Women s Heart. Compendio LE DONNE E LA RICERCA CARDIOVASCOLARE

Red Alert for Women s Heart. Compendio LE DONNE E LA RICERCA CARDIOVASCOLARE Red Alert for Women s Heart Compendio LE DONNE E LA RICERCA CARDIOVASCOLARE Molti sono gli allarmi rossi legati al genere e alle malattie cardiovascolari. Di seguito sono descritti i risultati più importanti

Dettagli

Misurazione della pressione sanguigna

Misurazione della pressione sanguigna 2012 Polonio Davide Biologia Laboratorio 01/01/2012 2 Biologia Laboratorio Misurazione della pressione Sanguigna Presupposti teorici Il Sangue è un tessuto liquido del nostro organismo, circolante all

Dettagli

Nome Cognome: GIOVANNI DEZIO Titolo della Relazione:LINEE GUIDA AZIENDALI- MALATTIA IPERTENSIVA AUSL 7 RAGUSA-

Nome Cognome: GIOVANNI DEZIO Titolo della Relazione:LINEE GUIDA AZIENDALI- MALATTIA IPERTENSIVA AUSL 7 RAGUSA- Nome Cognome: GIOVANNI DEZIO Titolo della Relazione:LINEE GUIDA AZIENDALI- MALATTIA IPERTENSIVA AUSL 7 RAGUSA- COMMISSIONE DR.R.LICITRA MEDICO DI M.G. COORDINATORE DELLA COMMISSIONE- PROF. L. MALATINO-

Dettagli

C A R D I O P A T I A I S C H E M I C A : R I D U R R E I L R I S C H I O. Riassunto

C A R D I O P A T I A I S C H E M I C A : R I D U R R E I L R I S C H I O. Riassunto Riassunto 1 Introduzione 1.1 Premessa 1.2 Spesa sanitaria e cardiopatia ischemica 1.3 Fattori di rischio coronarico come causa di cardiopatia ischemica 1.3.1 Prospettive future 1.3.2 Nutrizione e malattie

Dettagli

GIORNATA CONTRO LA FIBRILLAZIONE ATRIALE. 3 ottobre 2015 Verona / Palermo

GIORNATA CONTRO LA FIBRILLAZIONE ATRIALE. 3 ottobre 2015 Verona / Palermo CONTRO LA 3 ottobre 2015 Verona / Palermo 2015 POSTER - LOCANDINA 32015 OTTOBRE VERONA - P.zza Cittadella PALERMO - P.zza Bologni 10:00-18.00 32015 OTTOBRE VERONA - P.zza Cittadella PALERMO - P.zza Bologni

Dettagli

Visite ed esami ambulatoriali

Visite ed esami ambulatoriali Visite ed esami ambulatoriali II di Milano è un Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifi co (IRCCS) dedicato alle malattie cardiovascolari. E convenzionato con l Università degli Studi di Milano.

Dettagli

CHE COS E E COME SI SVILUPPA L ATEROSCLEROSI

CHE COS E E COME SI SVILUPPA L ATEROSCLEROSI Lega Friulana per il Cuore CHE COS E E COME SI SVILUPPA L ATEROSCLEROSI Materiale predisposto dal dott. Diego Vanuzzo, Centro di Prevenzione Cardiovascolare, Udine a nome del Comitato Tecnico-Scientifico

Dettagli

AZIENDA USL 1 di MASSA e CARRARA

AZIENDA USL 1 di MASSA e CARRARA ARTERIOSA REV 00 del Pagina 1 di 9 INDICE 1. PREMESSA 2. SCOPO 3. CAMPO DI APPLICAZIONE 4. RIFERIMENTI (norme, Leggi, delibere, ecc.) 5. TERMINOLOGIA ED ABBREVIAZIONI 6. RESPONSABILITA 7. DESCRIZIONE DELLE

Dettagli

APPARATO CARDIOCIRCOLATORIO CARDIOCIRCOLATORIO

APPARATO CARDIOCIRCOLATORIO CARDIOCIRCOLATORIO APPARATO CARDIOCIRCOLATORIO TURBE del SISTEMA CARDIOCIRCOLATORIO Storti Chiara Francesca Istruttore PSTI APP. CARDIOCIRCOLATORIO OBIETTIVI Cenni di ANATOMIA e FISIOLOGIA dell APP. CARDICIRCOLATORIO il

Dettagli

Screening neonatale: un semplice test per proteggere la salute dei bimbi

Screening neonatale: un semplice test per proteggere la salute dei bimbi Screening neonatale: un semplice test per proteggere la salute dei bimbi Informazioni per i genitori A cosa serve lo screening neonatale Questa pubblicazione serve ad illustrare perché è così importante

Dettagli

Terapie nel DM2 non. Reggio Emilia 2009

Terapie nel DM2 non. Reggio Emilia 2009 Terapie nel DM2 non Ipoglicemizzanti Reggio Emilia 2009 Ipertensione: obiettivi Il trattamento anti-ipertensivo nei pazienti con diabete ha come obiettivo il raggiungimento di valori di pressione sistolica

Dettagli

Ipertensione arteriosa: le modifiche dei comportamenti

Ipertensione arteriosa: le modifiche dei comportamenti Ipertensione arteriosa: le modifiche dei comportamenti Nei paesi industrializzati e quindi anche in Italia l ipertensione è una questione rilevante di salute pubblica. Molti casi di ipertensione sono legati

Dettagli

INCONTRI DELLA SALUTE

INCONTRI DELLA SALUTE INCONTRI DELLA SALUTE TERZO APPUNTAMENTO 16.10.2014 CONTR-ATTACCO CARDIACO: ELEMENTI DI PRIMO SOCCORSO CARDIACO Relatore: Dott.ssa Marcella Camellini Dirigente Medico Cardiologia Ospedale di Sassuolo APPUNTI:

Dettagli

COSA FARE DOPO IL RISCONTRO DI ATEROSCLEROSI ASINTOMATICA DELLE CAROTIDI

COSA FARE DOPO IL RISCONTRO DI ATEROSCLEROSI ASINTOMATICA DELLE CAROTIDI Lega Friulana per il Cuore COSA FARE DOPO IL RISCONTRO DI ATEROSCLEROSI ASINTOMATICA DELLE CAROTIDI Materiale predisposto dal dott. Diego Vanuzzo, Centro di Prevenzione Cardiovascolare, Udine a nome del

Dettagli

MO D E L L O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

MO D E L L O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E MO D E L L O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Curriculum Vitae Dr Badin Adolfo Data di Nascita 19/03/1955 Qualifica Dirigente Medico di I livello : IAS Amministrazione USL

Dettagli

Il respiro è la capacità d immettere ed espellere aria dai polmoni, la capacità respiratoria viene misurata come

Il respiro è la capacità d immettere ed espellere aria dai polmoni, la capacità respiratoria viene misurata come PARAMETRI VITALI Definizione : I parametri vitali esprimono le condizioni generali della persona. Principali parametri vitali 1- Respiro 2- Polso 3- Pressione arteriosa 4- Temperatura corporea RESPIRO

Dettagli

MODELLO PER IL CURRICULUM VITAE

MODELLO PER IL CURRICULUM VITAE MODELLO PER IL CURRICULUM VITAE DATI PERSONALI Cognome e nome MILANI LOREDANO Qualifica MEDICO CHIRURGO SPECIALISTA CARDIOLOGIA Amministrazione Incarico attuale DIRETTORE UOC DI CARDIOLOGIA OSPEDALE CIVILE

Dettagli

Ipotensione Ortostatica. Raffaello Furlan

Ipotensione Ortostatica. Raffaello Furlan Ipotensione Ortostatica Raffaello Furlan OUT LINE Definizione e Diagnosi Etiopatogenesi Cause Problematiche particolari Terapia Definizione Ipotensione Ortostatica: diminuzione della pressione arteriosa

Dettagli

PROCESSI ASSISTENZIALI DEI PAZIENTI IN TERAPIA EMODIALITICA E TRAPIANTATI IN APPLICAZIONE DEI NUOVI CRITERI PREVISTI DAL DAY SERVICE

PROCESSI ASSISTENZIALI DEI PAZIENTI IN TERAPIA EMODIALITICA E TRAPIANTATI IN APPLICAZIONE DEI NUOVI CRITERI PREVISTI DAL DAY SERVICE PROCESSI ASSISTENZIALI DEI PAZIENTI IN TERAPIA EMODIALITICA E TRAPIANTATI IN APPLICAZIONE DEI NUOVI CRITERI PREVISTI DAL DAY SERVICE Dr.ssa S. Melli Dr. Cristoforo Cuzzola MODALITA DI ACCESSO ALLE PRESTAZIONI

Dettagli

L APPARATO CARDIO-CIRCOLATORIO

L APPARATO CARDIO-CIRCOLATORIO L APPARATO CARDIO-CIRCOLATORIO L' APPARATO CARDIOCIRCOLATORIO è un sistema complesso costituito dal cuore e da una serie di condotti, i vasi sanguigni dentro i quali scorre il sangue. Il modo più semplice

Dettagli

Prevenire mortalità e morbosità cardiovascolare mediante la valutazione del rischio individuale

Prevenire mortalità e morbosità cardiovascolare mediante la valutazione del rischio individuale ASSESSORATO DELL'IGIENE E SANITA' E DELL'ASSISTENZA SOCIALE PIANO OPERATIVO DEL PRP REGIONE SARDEGNA 200-202 ) Regione: Regione Autonoma della Sardegna Allegato 2 2) Titolo del progetto o del programma:

Dettagli

GESTIONE DELLA GLICEMIA GUIDA PER ADULTI CON DIABETE DI TIPO 2

GESTIONE DELLA GLICEMIA GUIDA PER ADULTI CON DIABETE DI TIPO 2 GUIDE AI PAZIENTI GESTIONE DELLA GLICEMIA GUIDA PER ADULTI CON DIABETE DI TIPO 2 RIGUARDO QUESTA INFORMATIVA Questa informativa: è dedicata ai soggetti adulti con diabete di tipo 2, ai loro parenti e a

Dettagli

Introduzione QUANTO È DIFFUSA L IPERTENSIONE?

Introduzione QUANTO È DIFFUSA L IPERTENSIONE? Introduzione QUANTO È DIFFUSA L IPERTENSIONE? Chi ha più di 30 anni e non ricorda quando ha misurato la pressione l ultima volta potrebbe far parte di quei sette-dieci milioni di persone che soffrono di

Dettagli

Scegli il tuo cammino e mettici il cuore. Perché se lo fai con il cuore sei arrivato ancora prima di partire.

Scegli il tuo cammino e mettici il cuore. Perché se lo fai con il cuore sei arrivato ancora prima di partire. Scegli il tuo cammino e mettici il cuore. Perché se lo fai con il cuore sei arrivato ancora prima di partire. Il cuore : è un muscolo grande all'incirca come il pugno della propria mano. pesa circa 500

Dettagli

Visite ed esami ambulatoriali

Visite ed esami ambulatoriali IST301 www.cardiologicomonzino.it Nel sito web sono disponibili tutte le informazioni relative al, comprese quelle riportate nel presente documento; è inoltre possibile prenotare visite ed esami ed iscriversi

Dettagli

a.a. 2005/2006 Laurea Specialistica in Fisica Corso di Fisica Medica 1 Tutori per il cuore 16/3/2006

a.a. 2005/2006 Laurea Specialistica in Fisica Corso di Fisica Medica 1 Tutori per il cuore 16/3/2006 a.a. 2005/2006 Laurea Specialistica in Fisica Corso di Fisica Medica 1 Tutori per il cuore 16/3/2006 Morte cardiaca improvvisa Il cuore va in fibrillazione ventricolare (si muove disordinatamente) e smette

Dettagli

La minaccia nascosta. Smascherare i pericoli del diabete e del colesterolo alto

La minaccia nascosta. Smascherare i pericoli del diabete e del colesterolo alto La minaccia nascosta Farmacia Ferrari Dott.ssa Teresa Via A. Manzoni 215/A - 80123 - NAPOLI tel. 081.5755329 - fax 081.19722793 Cod. Fiscale FRRTRS35L67F839O Partita IVA 00686520636 http://www.farmaciaferrari.altervista.org

Dettagli

GLI EFFETTI DELL ESERCIZIO IN ACQUA. Le risposte fisiologiche dell immersione

GLI EFFETTI DELL ESERCIZIO IN ACQUA. Le risposte fisiologiche dell immersione GLI EFFETTI DELL ESERCIZIO IN ACQUA Le risposte fisiologiche dell immersione L acqua È importante che chi si occupa dell attività in acqua sappia che cosa essa provoca nell organismo EFFETTI DELL IMMERSIONE

Dettagli

Le malattie cardiovascolari (MCV) sono la principale causa di morte nelle donne, responsabili del 54% dei decessi femminili in Europa

Le malattie cardiovascolari (MCV) sono la principale causa di morte nelle donne, responsabili del 54% dei decessi femminili in Europa Red Alert for Women s Heart Compendio DONNE E RICERCA CARDIOVASCOLARE Le malattie cardiovascolari (MCV) sono la principale causa di morte nelle donne, responsabili del 54% dei decessi femminili in Europa

Dettagli

SERVIZIO DI ANGIOLOGIA E CHIRURGIA VASCOLARE

SERVIZIO DI ANGIOLOGIA E CHIRURGIA VASCOLARE SERVIZIO DI ANGIOLOGIA E CHIRURGIA VASCOLARE ASSOCIAZIONE ITALIANA PER L EDUCAZIONE DEMOGRAFICA SEZIONE DI ROMA Il Servizio di Angiologia e Chirurgia vascolare dell AIED si occupa di prevenzione, diagnosi

Dettagli

EPIDEMIOLOGIA CARDIOPATIA ISCHEMICA 1 CAUSA DI MORTE IN ITALIA 44% DI TUTTI I DECESSI ANNUI TOLGONO OGNI ANNO OLTRE 300.000 NEGLI UOMINI E 68

EPIDEMIOLOGIA CARDIOPATIA ISCHEMICA 1 CAUSA DI MORTE IN ITALIA 44% DI TUTTI I DECESSI ANNUI TOLGONO OGNI ANNO OLTRE 300.000 NEGLI UOMINI E 68 1 OBIETTIVI RICONOSCERE LE PRINCIPALI PATOLOGIE CARDIOCEREBRO VASCOLARI, CHE RICHIEDONO L ATTIVAZIONE DEL SISTEMA D EMERGENZA CON UN FOCUS PARTICOLARE SU ICTUS ED IMA IDENTIFICARE IL RUOLO DEL SOCCORRITORE

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 3308

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 3308 Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 3308 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa del senatore FLERES COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 21 MAGGIO 2012 Norme per l istituzione di strutture di riferimento per il

Dettagli

BELLI DI DENTRO Stili di vita e stili alimentari per mantenere giovani cuore e cervello. Drssa Grazia Foti

BELLI DI DENTRO Stili di vita e stili alimentari per mantenere giovani cuore e cervello. Drssa Grazia Foti BELLI DI DENTRO Stili di vita e stili alimentari per mantenere giovani cuore e cervello Drssa Grazia Foti MALATTIE CARDIOVASCOLARI Più importante causa di morte nel mondo, (17.3 milioni di morti ogni anno)

Dettagli

Dall equazione del flusso si ricava la P arteriosa come il prodotto del flusso (GC) per la resistenza (RPT):

Dall equazione del flusso si ricava la P arteriosa come il prodotto del flusso (GC) per la resistenza (RPT): Dall equazione del flusso si ricava la P arteriosa come il prodotto del flusso (GC) per la resistenza (RPT): Il volume di sangue nelle arterie determina il valore di Pa. Esso dipende dal volume immesso

Dettagli

DIABETE MELLITO. Organi danneggiati in corso di diabete mellito INSULINA

DIABETE MELLITO. Organi danneggiati in corso di diabete mellito INSULINA DIABETE MELLITO Il diabete mellito è la più comune malattia endocrina: 1-2% della popolazione E caratterizzato da : -alterazione del metabolismo del glucosio -danni a diversi organi Complicanze acute:

Dettagli

Il vostro bambino e lo Screening Neonatale

Il vostro bambino e lo Screening Neonatale Il vostro bambino e lo Screening Neonatale Guida per i Genitori A cura di: Centro Fibrosi Cistica e Centro Malattie Metaboliche AOU A. Meyer, Firenze Cari genitori, la Regione Toscana, secondo un programma

Dettagli

Il problema delle calcificazioni. Este 29.11.2013

Il problema delle calcificazioni. Este 29.11.2013 Il problema delle calcificazioni Este 29.11.2013 il tratto extracranico delle arterie carotidi si presta in maniera ottimale allo studio mediante eco-color-doppler I miglioramenti tecnologici apportati

Dettagli

Andamento della pressione

Andamento della pressione Il gradiente pressorio per la circolazione sanguigna è generato dalla pompa del cuore Vasi di trasporto veloce a bassa resistenza Vasi di resistenza Vasi di capacitanza Legge di Poiseuille: P = GS x R

Dettagli

CROCE ROSSA ITALIANA. Croce Rossa Italiana - Comitato Locale di Palmanova

CROCE ROSSA ITALIANA. Croce Rossa Italiana - Comitato Locale di Palmanova CROCE ROSSA ITALIANA Croce Rossa Italiana - Comitato Locale di Palmanova 1 SALUTE-MALATTIA Definizione dell OMS: La salute è uno stato di completo benessere fisico, psichico e sociale e non semplicemente

Dettagli

DATASET (cosa registra il MMG partecipante a CGDM):

DATASET (cosa registra il MMG partecipante a CGDM): DATASET (cosa registra il MMG partecipante a CGDM): diagnosi di diabete mellito (codificata ICD9): Diabete mellito (non altrimenti specificato): cod. 250.0 Diabete mellito di tipo 1: cod. 250.01 (non considerato

Dettagli

Ipertensione arteriosa e nefropatia cronica. Per pazienti con nefropatia cronica stadio da 1 4

Ipertensione arteriosa e nefropatia cronica. Per pazienti con nefropatia cronica stadio da 1 4 Ipertensione arteriosa e nefropatia cronica Per pazienti con nefropatia cronica stadio da 1 4 Risultati dell'iniziativa qualità della National Kidney Foundation (NKF-KDOQI ) per le patologie renali La

Dettagli

LINEE DI RICERCA SOSTENUTE DAL 5xMILLE 2013

LINEE DI RICERCA SOSTENUTE DAL 5xMILLE 2013 LINEE DI RICERCA SOSTENUTE DAL 5xMILLE 2013 I Ricercatori del Centro di Genomica e Bioinformatica Traslazionale stanno lavorando a linee di ricerca legate a 1. Sclerosi Multipla 2. Tumore della Prostata

Dettagli

Vivere con. l Ipertensione. a cura di Giuliana Maria Giambuzzi

Vivere con. l Ipertensione. a cura di Giuliana Maria Giambuzzi Vivere con l Ipertensione a cura di Giuliana Maria Giambuzzi Controlla la tua Pressione Arteriosa Cambia il tuo stile di vita Esegui controlli regolari dal tuo medico 1 Che cos è la Pressione Arteriosa?

Dettagli

Finalmente ad abano Terme un centro di Riabilitazione CaRdiologiCa

Finalmente ad abano Terme un centro di Riabilitazione CaRdiologiCa Finalmente ad abano Terme un centro di Riabilitazione CaRdiologiCa e non solo! abbiamo ideato per voi servizi medici di alto livello con un equipe di eccellenza: CaRdiologia nutrizione ortopedia e FisiatRia

Dettagli

10 Congresso Nazionale

10 Congresso Nazionale 10 Congresso Nazionale medico - infermieristico MI PUO CAPITARE! L URGENZA IN PEDIATRIA sul territorio, in pronto soccorso, in reparto L ecografia nell arresto cardiaco Adele Borghi Cardiologia Pediatrica

Dettagli

Studio SVATCH: L'autocontrollo della pressione arteriosa migliora la terapia antipertensiva?

Studio SVATCH: L'autocontrollo della pressione arteriosa migliora la terapia antipertensiva? Prof. Dr. med. Claudio Marone eoc Ospedale San Giovanni, Schweiz Studio SVATCH: L'autocontrollo della pressione arteriosa migliora la terapia antipertensiva? Keywords: ipertensione, automisurazione della

Dettagli

TIENI D OCCHIO LA TUA PRESSIONE!

TIENI D OCCHIO LA TUA PRESSIONE! TIENI D OCCHIO LA TUA PRESSIONE! PREVENZIONE DELLE MALATTIE RENALI NELLA PROVINCIA DI FOGGIA L ASPNAT ONLUS, Associazione per lo Studio e la Prevenzione delle Nefropatie Alto Tavoliere, è stata fondata

Dettagli

I MERCOLEDÌ DEL CITTADINO: 23 ottobre 2013 Sala Piccolotto ore 18.00

I MERCOLEDÌ DEL CITTADINO: 23 ottobre 2013 Sala Piccolotto ore 18.00 I MERCOLEDÌ DEL CITTADINO: CONOSCERE PER PREVENIRE Prevenzione dell'ictus cerebrale dr. Francesco malfa Dirigente Medico Neurologia di Feltre neurosonologo 23 ottobre 2013 Sala Piccolotto ore 18.00 Dati

Dettagli

ADOTTATO DALLA DIVISIONE DI CARDIOLOGIA DELL UNIVERSITA MAGNA GRAECIA

ADOTTATO DALLA DIVISIONE DI CARDIOLOGIA DELL UNIVERSITA MAGNA GRAECIA IL COLESTEROLO BENVENUTI NEL PROGRAMMA DI RIDUZIONE DEL COLESTEROLO The Low Down Cholesterol DELL American Heart Association ADOTTATO DALLA DIVISIONE DI CARDIOLOGIA DELL UNIVERSITA MAGNA GRAECIA www.unicz.it/cardio

Dettagli

Attività fisica_raccomandazioni progetto cuore

Attività fisica_raccomandazioni progetto cuore Attività fisica_raccomandazioni progetto cuore Attività fisica_raccomandazioni progetto cuore Attività fisica_raccomandazioni progetto cuore Attività fisica_esercizio aerobico Aiuta mantenere peso ideale

Dettagli

perchè vengono, QUali sono, Come possiamo evitarle lingua italiana

perchè vengono, QUali sono, Come possiamo evitarle lingua italiana Le complicanze perchè vengono, QUali sono, Come possiamo evitarle lilly Le cause delle complicanze Il diabete è una malattia cronica caratterizzata da elevati valori di zucchero nel sangue, elevata glicemia,

Dettagli

Un problema di cuore.

Un problema di cuore. Le malattie cardiovascolari nella donna Le malattie cardiovascolari nella donna Opuscolo redatto da Maria Lorenza Muiesan* e Maria Vittoria Pitzalis*. Alla stessa collana, coordinata da Nicola De Luca*,

Dettagli

IL RUOLO DELL INFERMIERE

IL RUOLO DELL INFERMIERE A06 152 Maria Grazia Belvedere Paolo Ruggeri IL RUOLO DELL INFERMIERE NELL ASSISTENZA AL PAZIENTE AFFETTO DA IPERTENSIONE ARTERIOSA POLMONARE ANALISI DI UN CASO CLINICO E REVISIONE DELLA LETTERATURA Copyright

Dettagli

In letteratura scientifica la prevalenza degli incidentalomi varia seconda del tipo di studio.

In letteratura scientifica la prevalenza degli incidentalomi varia seconda del tipo di studio. LESIONE NODULARE DEL SURRENE: RISCONTRO SPESSO CASUALE Stefano Folzani Direttore f.f. Servizio di Radiologia Ospedale di Suzzara Lucrezia Emanuela Guerra, Luisella Orru, Massimo Mase Dari Servizio di Radiologia

Dettagli

COSA FARE DOPO UNA ARTERIOPATIA PERIFERICA

COSA FARE DOPO UNA ARTERIOPATIA PERIFERICA Lega Friulana per il Cuore COSA FARE DOPO UNA ARTERIOPATIA PERIFERICA Materiale predisposto dal dott. Diego Vanuzzo, Centro di Prevenzione Cardiovascolare, Udine a nome del Comitato Tecnico-Scientifico

Dettagli