ALIMENTATORE SUPPLEMENTARE

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ALIMENTATORE SUPPLEMENTARE"

Transcript

1 ALIMENTATORE SUPPLEMENTARE ART. 48ALM000 48ALM001 Leggere questo manuale prima dell uso e conservarlo per consultazioni future

2 1 CARATTERISTICHE GENERALI Gli alimentatori 48ALM000 e 48ALM001 sono progettati per essere idonei all'uso come unità di potenza con riserva di energia per l'alimentazione di impianti di sicurezza antincendio in conformità con quanto espresso dal regolamento prodotti da costruzione CPR 305/2011 (sostituisce la direttiva prodotti da costruzione CPD 89/106/CEE). La realizzazione elettrica e meccanica di tali prodotti è realizzata per soddisfare le normative EN 54-4: A1: A2:2006, EN :2006 ed EN : Le apparecchiature possono essere impiegate in ambito diverso da quello specificato purché siano rispettati i limiti indicati nel presente documento ai par. 1-2 e CARATTERISTICHE COSTRUTTIVE Queste unità di alimentazione utilizzano una regolazione switching buck. Grazie a questa scelta progettuale si ottengono: notevole riduzione nell'ingombro e nel peso; maggiore efficienza di conversione (che si traduce in risparmio energetico); eccellente stabilità nel tempo. Per garantire la massima sicurezza all operatore ed alle apparecchiature che saranno alimentate si è inoltre scelto di utilizzare un trasformatore di disaccoppiamento da rete. Le tensioni presenti su tutti i circuiti a valle di quest'ultimo sono quindi mantenute al disotto dei 60V, riducendo al minimo il rischio di contatto accidentale con tensioni pericolose. Le apparecchiature sono composte di un involucro metallico con grado di protezione IP30 contenente il modulo di alimentazione e l'alloggiamento per le batterie al piombo tampone. Sul frontale sono riportati due led (verde e giallo) per le segnalazioni di presenza rete e di guasto. Le unità rendono disponibili due uscite di alimentazione distinte ognuna delle quali prevede un proprio fusibile di protezione. Sono presenti inoltre due uscite a relè in scambio libere da potenziale per la segnalazione delle condizioni di guasto e di assenza rete. 1-2 CARATTERISTICHE FUNZIONALI Il gruppo di alimentazione fornisce una tensione continua compresa tra 21Vdc e 28,5Vdc ±2% in funzione delle condizioni operative e della temperatura ambiente (ricarica batteria compensata in temperatura). L unità è costantemente supervisionata da un microprocessore di ultima generazione che provvede a segnalare la condizione di guasto qualora si presenti una delle seguenti anomalie: stacco della batteria o guasto fusibile batteria batteria non efficiente ricarica batteria non efficiente tensione di alimentazione da rete assente tensione di uscita dal modulo alimentatore non regolare ( <22,5V o >29,6V ±2%) guasto fusibili di uscita Queste segnalazioni di guasto sono fornite per mezzo dei due led presenti sul frontale dell unità, ciascuno dei quali può assumere 3 differenti stati: acceso, spento e lampeggiante. Le combinazioni principali con il relativo significato, oltre ad essere indicate sulla serigrafia a fianco dei led, sono descritte al paragrafo 3. La verifica dell efficienza delle batterie viene fatta periodicamente (ogni 4 minuti in condizioni normali di funzionamento) dal gruppo di alimentazione tramite un effettiva prova funzionale. Per controllare la batteria il sistema riduce per alcuni istanti la tensione di alimentazione portandola dal valore nominale di 27,5V a 21V e contemporaneamente verificando la tensione in uscita (fornita durante questi istanti dalla batteria). Qualora la tensione non scenda sotto il valore di 22,5V la batteria viene considerata efficiente, viceversa viene segnalata la condizione di guasto. Il sistema verifica inoltre periodicamente il valore della resistenza di batteria e circuiti associati, come richiesto dalla norma EN54-4/A2, segnalando guasto se la resistenza è maggiore di 0,8Ω.

3 1-3 SPECIFICHE TECNICHE CARATTERISTICHE GENERALI NOME APPARECCHIATURA 48ALM000 (27,5Vcc - 2A, box metallico) 48ALM001 (27,5Vcc - 4A, box metallico) CARATTERISTICHE COSTRUTTIVE CONTENITORE DIMENSIONI ESTERNE Certificazione : EN54-4: A1: A2:2006, EN : 2006 EN : 2006 Metallico, verniciatura epossidica Indice di protezione IP30 box metallico CM02: H385 x L405 x P160 mm PESO (batterie escluse) 7 Kg 8 Kg CONDIZIONI AMBIENTALI RAFFREDDAMENTO AMBIENTE DI INSTALLAZIONE Da -5 C a +40 C, umidità max 93% senza condensa Classe ambientale 1 (EN ) Naturale per convezione Al riparo da agenti atmosferici (ambiente secco e stabile) CARATTERISTICHE ELETTRICHE 48ALM000 48ALM001 TENSIONE DI ALIMENTAZIONE 230Vac +10% / -15% FREQUENZA ALIMENTAZIONE 50Hz sinusoidale CORRENTE MAX ASSORBITA DA RETE 550 ma 1,1A TRASFORMATORE DI SICUREZZA 80VA primario 230Vac, secondario 34Vac 150VA primario 230Vac, secondario 34Vac TIPO DI REGOLAZIONE Switching PWM BUCK con frequenza di commutazione di 50kHz e trasformatore di sicurezza per isolamento da rete TIPO DI CONTROLLO Controllo a µp a bordo con possibilità di sincronizzazione del test batteria da comando esterno NUMERI DI USCITE DISPONIBILI TENSIONE DI USCITA MIN/MAX TENSIONE DI RIPPLE MAX 2 protette da fusibili indipendenti min=21v±2% max=28,5v±2% (tensione disponibile sull uscita, nelle varie condizioni operative, per alimentazione centrale, carichi esterni e ricarica batteria). <500 mvpp in ogni condizione di carico e di alimentazione da rete (<2%) <800 mvpp in ogni condizione di carico e di alimentazione da rete (<3%) TENSIONE DI RIPPLE TIPICA 50 mvpp (0.2%) 100 mvpp (0.4%) CARICO MINIMO USCITA UTILIZZATORI 100mA CORRENTE TOTALE DISPONIBILE PER CARICHI ESTERNI E PER RICARICA 2A 4A BATTERIE CORRENTE MAX CONTINUA DISPONIBILE PER CARICHI ESTERNI (complessiva su 1,5A 3A uscite 1 + 2) CORRENTE MAX PERMANENTE DISPONIBILE PER RICARICA BATTERIA 0,5A 1A 3

4 USCITE PER LA SEGNALAZIONE DI STATO RETE E DI GUASTO USCITA DI SEGNALAZIONE STATO RETE INGRESSO DI COMANDO TEST BATTERIE CORRENTE MAX ASSORBITA DALL UNITA IN ASSENZA DI RETE TIPOLOGIA BATTERIE ALLOCABILI VALORE MAX AMMISSIBILE RESISTENZA INTERNA BATTERIE E CIRCUITI ASSOCIATI REGOLAZIONE VERSO VARIAZIONI RETE (-15%/+10%) REGOLAZIONE VERSO VARIAZIONI CARICO ( %) PROTEZIONE INVERSIONE POLARITA' BATTERIE FUSIBILI: INGRESSO RETE SEC. TRASFORMATORE BATTERIE USCITE 1 e 2 Corrente max disponibile per garantire un autonomia di 72h in assenza di rete (batt.consigliate) Corrente max disponibile per garantire un autonomia di 30h in assenza di rete (batt.consigliate) Corrente max disponibile per garantire un autonomia di 4h in assenza di rete (batt.consigliate) 48ALM000 48ALM001 Relè con contatto in scambio Potere di interruzione 30Vdc, 1A Uscita elettronica Fornisce una tensione positiva compresa tra 19,2Vdc e 28,5Vdc (se presente alimentazione di rete). Corrente max disponibile 10mA. L ingresso non deve essere utilizzato con unità di alimentazione funzionante in modo autonomo. Accetta una tensione compresa tra 0 e 5V=. Corrente di sorveglianza <1mA. 2 batterie ermetiche al piombo Collegate in serie 12V 12Ah, involucro di classe HB o migliore Tipo: YUASA NP12-12 T0,63A 250V certificato T3,15A 250V certificato T3,15A 250V certificato T1,6A 250V certificato 48ALM000 50mA 0,8Ω ± 5% <2% <2% Tipo Diodo e fusibile 2 batterie ermetiche al piombo Collegate in serie 12V 24Ah, involucro di classe HB o migliore Tipo: YUASA NP24-12 T1,6A 250V certificato T6,3A 250V certificato T6,3A 250V certificato T3,15A 250V certificato 48ALM A 0.25A 0.35A 0.75A 1.5A 3A

5 Caratteristiche delle uscite C.T. C.U1+C.U2 C.B Ripartizione della corrente totale (C.T.) tra uscite (C.U1+C.U2) e batterie (C.B) (48ALM001) C.T. C.U1+C.U2 C.B Ripartizione della corrente totale (C.T.) tra uscite (C.U1+C.U2) e batterie (C.B) (48ALM000) NOTA : Le correnti evidenziate corrispondono ai valori minimi necessari per soddisfare le prescrizioni di ricarica delle batterie indicate dalla norma AS T.U. T.B CSU RC LC Caratteristiche uscite utilizzatori vs. uscita batterie LEGENDA : AS : Assenza rete; la differenza tra le tensioni delle uscite utilizzatori e di batteria dipende dal carico applicato CSU : Isolamento delle uscite utilizzatori (batteria a 21Vdc ±5%, consumo <8mA±10%); uscite riconnesse in presenza rete RC : Riduzione del consumo a 3.5mA±10% (batteria a 18V±5%) LC : Limitazione del consumo a 500µA±10% (batteria a 16.5V±5%) 5

6 1-4 DICHIARAZIONI DEL COSTRUTTORE Il costruttore che ha progettato e che produce le unità di alimentazione indicate nel presente manuale dichiara che: Il progetto dei dispositivi è stato sviluppato nell ambito di un sistema interno di gestione qualità che prevede una serie di regole per una corretta progettazione di tutti gli elementi del prodotto. Il progetto elettrico e meccanico di questi prodotti è stato sviluppato conformemente alle caratteristiche di sicurezza previste dalla norma EN : Tutti i componenti impiegati sono stati selezionati per gli scopi previsti e che le loro caratteristiche sono assicurate quando le condizioni ambientali all esterno dell involucro corrispondono a quelle indicate per la classe 3K5 della IEC INFORMAZIONI DI SICUREZZA Questi prodotti sono destinati ad essere collegati alla rete di distribuzione pubblica 230Vac. Al fine di evitare il rischio di shock elettrici, tutti gli interventi devono essere realizzati in assenza di tensione. I prodotti rispondono alla normativa EN : Gli interventi sotto tensione non sono autorizzati salvo nel caso in cui la messa fuori tensione sia impossibile. Gli interventi sono riservati esclusivamente a personale qualificato. 2 INSTALLAZIONE E COLLEGAMENTO 2-1 MODULO ALIMENTATORE: RV2 F2 1 JP2 F1 JP3 JP1 1 2 RL1 F3 F4 1 2 M4 RV1 RL2 RL L N 230V~ M1 LD1 F5 FUSE LD2 LD3 fig.1 - Modulo di alimentazione

7 2-2 DISPOSITIVI E COLLEGAMENTI Morsettiere M1: 1 USCITA ALIMENTAZIONE N.1 (+): 27,5V= (nominali a 20 C e con carico 100mA). L uscita è protetta dal fusibile F3 2 USCITA ALIMENTAZIONE N.1 (-) 3 USCITA ALIMENTAZIONE N.2 (+): 27,5V= (nominali a 20 C e con carico 100mA). L uscita è protetta dal fusibile F4 4 USCITA ALIMENTAZIONE N.2 (-) 5 USCITA PRESENZA RETE. Fornisce una tensione positiva in condizioni di alimentazione da rete presente (non usare in modalità autonoma). 6 INGRESSO TEST ESTERNO (non usare in modalità autonoma). 7 RELE DI GUASTO normalmente aperto (N.A.) 8 (relè attivo se funzionamento normalmente chiuso (N.C.) 9 regolare) comune (COM) 10 normalmente aperto (N.A.) RELE DI PRESENZA RETE 11 normalmente chiuso (N.C.) (relè attivo se rete presente) 12 comune (COM) JP3: 1,2 INGRESSO SECONDARIO TRASFORMATORE 34V~ (protetto con fusibile F2) JP1: 1 POSITIVO PER BATTERIE: 27,5V (nominali a 20 C con batterie scollegate o cariche al 100%) protetta con fusibile F1. L uscita può essere sezionata da RL1 in condizioni di guasto batteria (tensione di batteria < 21V±2%, tensione d uscita <21V±2%). 2 NEGATIVO PER BATTERIE M4: L, N INGRESSO RETE 230V~ +10%/-15% 50Hz COLLEGAMENTO TERRA ELETTRICA NOTA Il collegamento dell alimentazione da rete deve essere eseguito da personale qualificato nel rispetto delle normative vigenti. Dovranno inoltre venire rispettati i seguenti criteri: a) Per l entrata dei cavi di collegamento da rete e per l uscita dei cavi verso le apparecchiature da alimentare utilizzare fori passacavi distinti. b) Per il collegamento della tensione di rete usare conduttori adeguati con sezione minima di 1,5mm² e con classe di infiammabilità HB o migliore. c) Predisporre i terminali dei conduttori eliminando l isolante solo per la parte necessaria all inserimento in morsettiera ed evitando di effettuare la stagnatura dei terminali cordati. d) Inserire i terminali nei relativi morsetti verificando che tutti i conduttori siano inseriti, stringere quindi i morsetti esercitando una torsione di serraggio decisa ma non eccessiva. e) Raccogliere i conduttori di collegamento tra loro e fissarli al fondo del contenitore tramite fascette e fissaggi adesivi forniti in dotazione. f) Tenere i cavi di rete separati dall elettronica e dai collegamenti a bassissima tensione. g) Effettuare e verificare il collegamento di terra. h) Predisporre a monte del collegamento un adeguato dispositivo magnetotermico/differenziale bipolare di sezionamento e protezione dell alimentazione di rete, con una capacità di taglio adeguata al dispositivo e una distanza di isolamento di almeno 3 mm. F1: FUSIBILE PROTEZIONE BATTERIE T3.15A 250V certificato per 48ALM000 o T6,3A 250V certificato per 48ALM001. F2: FUSIBILE PROTEZIONE SECONDARIO TRASFORMATORE T3.15A 250V certificato per 48ALM000 o T6,3A 250V certificato per 48ALM001. F3,F4: FUSIBILI PROTEZIONE USCITE 1 e 2 T1,6A 250V certificato per 48ALM000 o T3,15A 250V certificato per 48ALM001. 7

8 F5: FUSIBILE PROTEZIONE RETE T0,63A 250V certificato per 48ALM000 o T1,6A 250V certificato per 48ALM001. JP2: CONNETTORE DI COLLEGAMENTO MODULO DI VISUALIZZAZIONE PRESENTE SUL PANNELLO FRONTALE. Il modulo di visualizzazione è fornito già collegato su JP2 NON SCOLLEGARE LD1: LED SEGNALAZIONE PRESENZA RETE. Acceso indica che l unità di alimentazione sta funzionando con la tensione di rete. LD2: LED DI SEGNALAZIONE FUNZIONAMENTO OK. Acceso indica che non sono presenti condizioni di guasto sull unità di alimentazione. LD3: LED SEGNALAZIONE BATTERIA SEZIONATA. Acceso indica che l unità ha sezionato la batteria a causa di un guasto (in presenza di rete). RV1: SENSORE PER LA COMPENSAZIONE TERMICA della tensione di ricarica delle batterie RV2: TRIMMER PER TARATURA TENSIONE D'USCITA (NON MODIFICARE L IMPOSTAZIONE DI FABBRICA) RL1: RELÈ DI SEZIONAMENTO BATTERIE RL2 RELÉ DI GUASTO. È eccitato in condizioni di guasto non presente (sicurezza positiva) e si diseccita in presenza di una qualsiasi condizione di guasto. Carico massimo 1A a 30V= RL3 RELÉ DI RETE. È eccitato in condizioni di rete presente (sicurezza positiva) e si diseccita in assenza della stessa. Carico massimo 1A a 30V= NOTA NOTA Le indicazioni N.C., N.A., COM dei relè si riferiscono alla condizione di relè eccitati, cioè di funzionamento regolare. Ai contatti dei relè possono essere collegati solo circuiti operanti con tensioni SELV (circuiti a bassissima tensione separati galvanicamente dagli altri sistemi elettrici ed isolati da terra). 2-3 UTENSILI NECESSARI ALL'INSTALLAZIONE Per poter installare l'unità di alimentazione sono necessari gli strumenti di seguito indicati. - 4 tasselli di tipo e dimensioni adeguate per il montaggio a parete, viti e rondelle; - strumenti per il fissaggio della scatola al muro (trapano, ecc) e per il cablaggio; - accessori forniti per il cablaggio, il fissaggio dei cavi e la chiusura dei fori. 2-1 INSTALLAZIONE A PARETE L unità di alimentazione dev essere installata in posizione verticale fissandola ad una parete stabile ed idonea a sostenere il peso dell'apparecchiatura con le sue batterie. Per mezzo di quattro tasselli da 8mm, di viti e rondelle adatte, fissare il fondo del contenitore a detta parete. Delle placche di fissaggio sono integrate sul fondo del contenitore per mantenerlo ad un adeguata distanza dalla parete: Unità alimentazione Parete Per l installazione utilizzare solo i quattro fori sulle piastre di fissaggio a parete che sono integrati sul fondo della scatola.

9 Viti Rondelle Fori Chiudere dopo il fissaggio Fori di fissaggio Dettaglio fissaggio Dopo l'installazione è necessario chiudere i 4 fori con i tappi forniti per garantire la protezione IP30. Gli standard di sicurezza richiedono che, dopo l'installazione, il fissaggio dell apparecchiatura sia verificato come segue: una forza aggiuntiva è applicata verso il basso per 1 minuto attraverso il centro di gravità delle apparecchiature. La forza aggiuntiva è pari a tre volte il peso dell'apparecchiatura ma non inferiore a 50 N. Durante la prova, le attrezzature e i supporti associati non devono dissociarsi. 9

10 2-2 COLLEGAMENTO ALLA RETE DI ALIMENTAZIONE Il collegamento dell unità alla rete elettrica deve essere effettuato da personale qualificato nel rispetto delle normative vigenti. Per la connessione utilizzare conduttori idonei con sezione minima di 1,5mm² ed appositi passacavi, tutti i materiali impiegati dovranno avere classe di infiammabilità HB o migliore. I conduttori di rete dovranno essere fissati all apposito fermacavo presente sul fondo del contenitore (vedi fig.2) utilizzando le apposite fascette e fermacavi adesivi forniti in dotazione avendo cura di tenere i cavi stessi separati dall elettronica e dai collegamenti a bassissima tensione. In particolare si dovrà aver cura di utilizzare fori distinti per l entrata dei cavi di rete e per l uscita della tensione fornita dal gruppo di alimentazione. Installare a monte del gruppo di alimentazione un interruttore differenziale magneto-termico bipolare al fine di proteggere il sistema da cortocircuiti accidentali e da dispersioni verso terra. NOTA I terminali dei conduttori cordati non devono essere stagnati. L N FUSE Fissaggio del cavo di rete fig.2 Fissaggio cavo di alimentazione da rete NOTA Il collegamento elettrico del gruppo di alimentazione deve essere fatto in assenza di rete e con le batterie scollegate. 2-3 INSTALLAZIONE E COLLEGAMENTO DELLE BATTERIE L installazione o sostituzione delle batterie deve essere effettuata da personale qualificato nel rispetto delle regole indicate nel presente documento. Le batterie devono essere di tipo ermetico al piombo, regolate da valvole, adatte al funzionamento con ricarica tampone e con orientamento di installazione adeguato. La capacità potrà essere compresa tra 12Ah e 42Ah a seconda del tipo di unità di alimentazione Le batterie saranno collocate sul fondo del contenitore e fermate con l'apposita staffa metallica. Quest'ultima sarà fissata tramite 2 viti fornite in dotazione. Il collegamento con le batterie sarà realizzato con due conduttori (rosso / nero) adatti a garantire la ricarica delle batterie e l alimentazione in caso di mancanza rete. I conduttori sono intestati con terminali faston per batterie da 12Ah e sono forniti degli adattatori con occhielli per le batterie da 24Ah. Il collegamento delle batterie deve essere effettuato come segue: - Collegare i fili rosso e nero ai morsetti della batteria, assicurandosi che la polarità sia corretta e fissare insieme i cavi come illustrato. Il fissaggio, richiesto dalle norme di sicurezza, è necessario al fine di evitare che un distacco accidentale di un conduttore possa originare condizioni di pericolo. - Le batterie devono essere interconnesse con un altro cavo (in dotazione) che collega il terminale (+) della prima al terminale (-) della seconda. - Inserire le batterie nel contenitore.

11 Allocare le batterie nella parte inferiore del contenitore (vedi figura sotto); installare la piastra di fissaggio tramite i fori presenti sul fondo, le viti autofilettanti 2,9x9,5TC e le rondelle 4x12. Chiudere i fori indicati in figura con viti 4x8TC. Infine collegare cavi come illustrato prestando attenzione alla polarità, assicurandosi che i faston siano inseriti completamente e ben appoggiati alla superficie delle batterie. Fori da chiudere Viti di fissaggio per la piastra NOTA: Quando si collegano i cavi della batteria l'unità fornisce immediatamente tensione alle uscite. Si raccomanda di collegarli solo ad installazione completata. NOTE IMPORTANTI: a) Pur essendo prevista una protezione tramite fusibile/diodo è importante fare attenzione a non invertire i collegamenti delle batterie per evitare danni al sistema. b) Collegare le batterie solo a impianto finito e comunque dopo aver verificato i collegamenti e l isolamento di tutti i conduttori. c) Utilizzare batterie dello stesso tipo e con classe di infiammabilità dell involucro UL94-HB o migliore. Installazione delle batterie Dovrà essere usata una cura particolare nel corso delle operazioni di montaggio delle batterie per isolare elettricamente i terminali di collegamento per evitare rischi eventuali di contatto con il contenitore metallico dell'alimentatore. Il contatto può comportare un cortocircuito della batteria e dei danni importanti nella zona interessata. 11

12 2-4 COLLEGAMENTI Morsetto Dettaglio Tipo di cavo M4-1 M4-2 M4-3 Fase (L), neutro (N), terra ( ) Cavo 3 x 1,5mm² classe d infiammabilità >HB M1-1 Uscita n 1 (+) Cavo 2 x 1,5mm² M1-2 Uscita n 1 (-) classe d infiammabilità >HB M1-3 Uscita n 2 (+) Cavo 2 x 1,5mm² M1-4 Uscita n 2 (-) classe d infiammabilità >HB M1-7 M1-8 M1-9 M1-10 M1-11 M1-12 Relé guasto Relé rete presente Cavo 2-3 x 0,5mm² classe d infiammabilità >HB Cavo 2-3 x 0,5mm² classe d infiammabilità >HB 3 SEGNALAZIONI DEL PANNELLO FRONTALE Le segnalazioni possibili fornite dall'unità di alimentazione tramite i led verde e giallo presenti sul frontale sono descritte dalla tabella seguente: LED VERDE RETE LED GIALLO GUASTO STATO DELL UNITA DI ALIMENTAZIONE Funzionamento normale. Rete presente. Nessuna anomalia. Rete presente. Guasto elettronica di controllo. Rete presente. Guasto tensione d uscita (sovra/sottotensione). Rete presente. Batteria non collegata o inefficiente. Rete assente, funzionamento a batteria. Guasto mancanza rete (assenza rete da più di 20 min.) o guasto tensione d uscita. Rete assente e batterie scariche/scollegate. Unità inefficiente. Legenda: = Acceso = Spento = Lampeggiante 4 MANUTENZIONE PERIODICA PREVENTIVA Al fine di garantire la perfetta efficienza del gruppo di alimentazione sarà cura dell'utente prevedere una manutenzione periodica che dovrà essere eseguita da personale qualificato. La manutenzione dovrà includere il controllo delle connessioni di rete, delle connessioni di uscita, delle tensioni fornite dall unità di alimentazione sia per la ricarica della batteria che per i carichi collegati. Si dovrà inoltre verificare l efficienza delle batterie che in ogni caso dovranno essere secondo quanto indicato dal produttore e comunque non oltre ogni cinque anni. ATTENZIONE Per la sostituzione delle batterie rispettare i tipi indicati nel presente manuale. La sostituzione con batterie non conformi può comportare un rischio di esplosione.

Gruppo di alimentazione ALSCB138V24 Manuale d installazione

Gruppo di alimentazione ALSCB138V24 Manuale d installazione Gruppo di alimentazione ALSCB138V24 Manuale d installazione 1 CARATTERISTICHE GENERALI Il gruppo di alimentazione ALSCB138V24 è stato progettato per risultare idoneo all impiego con tutti i tipi di apparecchiature,

Dettagli

Gruppo di alimentazione ALSCC276V42C. Manuale di installazione

Gruppo di alimentazione ALSCC276V42C. Manuale di installazione Gruppo di alimentazione ALSCC276V42C Manuale di installazione PAGINA 1 CARATTERISTICHE GENERALI Il gruppo di alimentazione ALSCC276V42C è stato progettato in conformità alla normativa EN 54-4 ed. 1999.

Dettagli

ALIMENTATORE SUPPLEMENTARE. Sch. 1063/092

ALIMENTATORE SUPPLEMENTARE. Sch. 1063/092 DS1063-013A ALIMENTATORE SUPPLEMENTARE Sch. 1063/092 1 CARATTERISTICHE GENERALI 1.1 CARATTERISTICHE TECNICHE - Tensione nominale di alimentazione................................... 230V~ +10-15%, 50Hz

Dettagli

EG4 Star CENTRALE A MICROPROCESSORE

EG4 Star CENTRALE A MICROPROCESSORE Curtarolo (Padova) Italy MANUALE DI INSTALLAZIONE EG4 Star CENTRALE A MICROPROCESSORE IST0571V1.3-1 - Generalità Indice Generalità... pag. 2 Caratteristiche tecniche... pag. 2 Scheda della centrale...

Dettagli

EG8 Star CENTRALE A MICROPROCESSORE

EG8 Star CENTRALE A MICROPROCESSORE Curtarolo (Padova) Italy MANUALE DI INSTALLAZIE EG8 Star CENTRALE A MICROPROCESSORE IST0274V3.2-1 - Generalità Indice Generalità... pag. 2 Caratteristiche tecniche... pag. 2 Scheda della centrale... pag.

Dettagli

Sistema di rivelazione fughe gas. contatti del modulo relè opzionale LZY20-R. Descrizione. Centralina di comando. Sonda per gas metano IP44

Sistema di rivelazione fughe gas. contatti del modulo relè opzionale LZY20-R. Descrizione. Centralina di comando. Sonda per gas metano IP44 s 7 682.1 INTELLIGAS Sistema di rivelazione fughe gas per centrali termiche QA..13/A QA..13/A Sistema elettronico per la rivelazione di fughe gas per una o più sonde per il comando di una elettrovalvola

Dettagli

Istruzioni per l installazione - Scaldasalviette Elettrico

Istruzioni per l installazione - Scaldasalviette Elettrico Istruzioni per l installazione - Scaldasalviette Elettrico Radiatore Scaldasalviette elettrico. Lo scaldasalviette elettrico deve essere installato da un elettricista professionale o tecnico qualificato

Dettagli

Centrale d allarme monozona Mod. EA-104

Centrale d allarme monozona Mod. EA-104 XON Electronics Manuale Utente EA104 Centrale d allarme monozona Mod. EA104! Attenzione prodotto alimentato a 220V prima di utilizzare, leggere attentamente il manuale e particolarmente le Avvertenze a

Dettagli

TFPS-5 Gruppo di alimentazione indirizzato. TFPS-5 Alimentatore indirizzato. Gruppo di alimentazione TFPS-5

TFPS-5 Gruppo di alimentazione indirizzato. TFPS-5 Alimentatore indirizzato. Gruppo di alimentazione TFPS-5 Gruppo di alimentazione indirizzato Gruppo di alimentazione Gruppo di alimentazione supplementare indirizzato per sistemi di rivelazione e di segnalazione d incendio per edifici. Tensione nominale di alimentazione

Dettagli

CTR29 MANUALE TECNICO GENERALE

CTR29 MANUALE TECNICO GENERALE CTR29 MANUALE TECNICO GENERALE A) - Destinazione dell apparecchiatura Quadro elettronico adibito al comando di 1 motore asincrono monofase alimentato a 230 vac destinato all automazione di una tapparella

Dettagli

KIT DI PRESSURIZZAZIONE PER FILTRI A PROVA DI FUMO

KIT DI PRESSURIZZAZIONE PER FILTRI A PROVA DI FUMO KIT DI PRESSURIZZAZIONE PER FILTRI A PROVA DI FUMO KX300 Certificato DM 30-11-83 Unità di alimentazione e controllo Il kit di pressurizzazione a flusso variabile KX300 è il risultato di un progetto sviluppato

Dettagli

KNX/EIB Tensione di alimentazione 640 ma a prova di interruzione. 1 Indicazioni di sicurezza. 2 Struttura dell'apparecchio. N.

KNX/EIB Tensione di alimentazione 640 ma a prova di interruzione. 1 Indicazioni di sicurezza. 2 Struttura dell'apparecchio. N. N. ordine : 1079 00 Istruzioni per l uso 1 Indicazioni di sicurezza L'installazione e il montaggio di apparecchi elettrici devono essere eseguiti esclusivamente da elettrotecnici. In caso di inosservanza

Dettagli

Manuale Utente Leonardo Inverter 1500. Western Co. Leonardo Inverter

Manuale Utente Leonardo Inverter 1500. Western Co. Leonardo Inverter Western Co. Leonardo Inverter 1 Leonardo Inverter 1500 Inverter ad onda sinusoidale pura Potenza continua 1500W Potenza di picco 2250W per 10sec. Tensione di Output: 230V 50Hz Distorsione Armonica

Dettagli

KIT DI PRESSURIZZAZIONE PER FILTRI A PROVA DI FUMO

KIT DI PRESSURIZZAZIONE PER FILTRI A PROVA DI FUMO KIT DI PRESSURIZZAZIONE PER FILTRI A PROVA DI FUMO Unità di alimentazione e controllo KX300 Sistema Certificato n. 2050-2009 Il kit di pressurizzazione a flusso variabile KX300 è il risultato di un progetto

Dettagli

< Apparecchiatura di controllo di fiamma > RIVELAZIONE FIAMMA BI ELETTRODO. SAITEK srl

< Apparecchiatura di controllo di fiamma > RIVELAZIONE FIAMMA BI ELETTRODO. SAITEK srl Serie CF3q < Apparecchiatura di controllo di fiamma > SAITEK srl www.saitek.it info@saitek.it Casalgrande (RE) ITALY Tel. +39 0522 848211 Fax +39 0522 849070 CONTROLLO DI FIAMMA SERIE C F 3 Q pag. 1 di

Dettagli

Installazione del quadro di distribuzione

Installazione del quadro di distribuzione 10 Installazione del quadro di distribuzione Dopo aver realizzato l intero impianto, si conosce il numero di circuiti e dei punti di utilizzo. Questo permette di determinare il numero dei dispositivi di

Dettagli

MANUALE UTENTE VIVALDI MA-5240 MA-5120 MA-5060 MIXER AMPLIFICATO

MANUALE UTENTE VIVALDI MA-5240 MA-5120 MA-5060 MIXER AMPLIFICATO MANUALE UTENTE VIVALDI MA-5240 MA-5120 MA-5060 MIXER AMPLIFICATO ATTENZIONE: QUESTO APPARECCHIO DEVE ESSERE COLLEGATO A TERRA IMPORTANTE I conduttori del cavo di alimentazione di rete sono colorati secondo

Dettagli

Pericoli della corrente elettrica! 2. Generi degli impianti elettrici! 2. Sistemi di protezione! 2

Pericoli della corrente elettrica! 2. Generi degli impianti elettrici! 2. Sistemi di protezione! 2 Comandi Indice Pericoli della corrente elettrica 2 Generi degli impianti elettrici 2 Sistemi di protezione 2 Interruttore a corrente di difetto (FI o salvavita) 3 Costituzione: 3 Principio di funzionamento

Dettagli

KIT DI PRESSURIZZAZIONE PER FILTRI A PROVA DI FUMO

KIT DI PRESSURIZZAZIONE PER FILTRI A PROVA DI FUMO KIT DI PRESSURIZZAZIONE PER FILTRI A PROVA DI FUMO Unità di alimentazione e controllo KX300 Sistema Certificato n. 2050/09 Il kit di pressurizzazione a flusso variabile KX300 è il risultato di un progetto

Dettagli

CEMB S.p.A. - 23826 MANDELLO DEL LARIO (LC) - Via Risorgimento 9

CEMB S.p.A. - 23826 MANDELLO DEL LARIO (LC) - Via Risorgimento 9 CEMB S.p.A. - 23826 MANDELLO DEL LARIO (LC) - Via Risorgimento 9 Tel. (+39)0341/706.111 - Fax (+39)0341/706.299 www.cemb.com e-mail: stm@cemb.com Trasduttore Non Contatto T-NC/API Certificato secondo direttiva

Dettagli

IMPIANTI ELETTRICI DI CANTIERE IMPIANTO DI MESSA A TERRA DEI CANTIERI

IMPIANTI ELETTRICI DI CANTIERE IMPIANTO DI MESSA A TERRA DEI CANTIERI IMPIANTO DI MESSA A TERRA DEI CANTIERI Tutte le masse, le masse estranee e i dispositivi di protezione contro le scariche atmosferiche devono essere collegati ad un unico impianto di messa a terra, ovvero

Dettagli

Sistema di collegamento per elettrovalvole e distributori, compatibile con i bus di campo PROFIBUS-DP, INTERBUS-S, DEVICE-NET

Sistema di collegamento per elettrovalvole e distributori, compatibile con i bus di campo PROFIBUS-DP, INTERBUS-S, DEVICE-NET ValveConnectionSystem Sistema di collegamento per elettrovalvole e distributori, compatibile con i bus di campo PROFIBUS-DP, INTERBUS-S, DEVICE-NET P20.IT.R0a IL SISTEMA V.C.S Il VCS è un sistema che assicura

Dettagli

MANUALE DI ISTRUZIONE ED USO SCHEDE ELETTRONICHE DI FRENATURA PER MOTORI C.A. FRENOMAT-2, FRENOSTAT R

MANUALE DI ISTRUZIONE ED USO SCHEDE ELETTRONICHE DI FRENATURA PER MOTORI C.A. FRENOMAT-2, FRENOSTAT R MANUALE DI ISTRUZIONE ED USO SCHEDE ELETTRONICHE DI FRENATURA PER MOTORI C.A. FRENOMAT-2, FRENOSTAT R Utilizzo: Le schede di frenatura Frenomat2 e Frenostat sono progettate per la frenatura di motori elettrici

Dettagli

NOTE CENTRALI ANTIFURTO NOX300/500/900 ISTRUZIONI D'USO. elettronicas.n.c. R R + + + + + + + + + LED LINEE / MEMORIE DISINSERITO INSERITO

NOTE CENTRALI ANTIFURTO NOX300/500/900 ISTRUZIONI D'USO. elettronicas.n.c. R R + + + + + + + + + LED LINEE / MEMORIE DISINSERITO INSERITO LED / MEMORIE ESCLUSIONE / INCLUSIONE LED / MEMORIE ESCLUSIONE / INCLUSIONE LED / MEMORIE ESCLUSIONE / INCLUSIONE NOTE CENTRALI ANTIFURTO NOX300/500/900 ISTRUZIONI D'USO 1 2 3 4 1 2 R R Grazie per aver

Dettagli

Manuale di istruzioni del regolatore di carica per modulo fotovoltaico. Serie EPRC10-EC/PWM ITA

Manuale di istruzioni del regolatore di carica per modulo fotovoltaico. Serie EPRC10-EC/PWM ITA Manuale di istruzioni del regolatore di carica per modulo fotovoltaico Serie EPRC10-EC/PWM ITA Serie EPRC10-EC/PWM 12V O 24V (RICONOSCIMENTO AUTOMATICO) EPRC10-EC è un regolatore di carica PWM che accetta

Dettagli

Variatori di potenza per carichi elettrici, max 30 KW pausa/impulso 24 V AC

Variatori di potenza per carichi elettrici, max 30 KW pausa/impulso 24 V AC 4 936 Variatori di potenza per carichi elettrici, max 30 KW pausa/impulso 24 V AC SEA412 Impiego I variatori di potenza statica si utilizzano per il controllo delle resistenze elettriche negli impianti

Dettagli

AL244 GRUPPO DI ALIMENTAZIONE

AL244 GRUPPO DI ALIMENTAZIONE PREVENZIONE FURTO INCENDIO GAS BPT Spa Centro direzionale e Sede legale Via Cornia, 1/b 33079 Sesto al Reghena (PN) - Italia http://www.bpt.it mailto:info@bpt.it AL244 GRUPPO DI ALIMENTAZIONE CARATTERISTICHE

Dettagli

Manuale di installazione ALM-W002

Manuale di installazione ALM-W002 Manuale di installazione ALM-W002 ALM-W002 Sirena via radio - Manuale di installazione Tutti i dati sono soggetti a modifica senza preavviso. Conforme alla Direttiva 1999/5/EC. 1. Introduzione ALM-W002

Dettagli

1 Indicazioni di sicurezza. 2 Struttura dell'apparecchio. Inserto comando motore veneziane Universal AC 230 V ~ N. art. 232 ME. Istruzioni per l uso

1 Indicazioni di sicurezza. 2 Struttura dell'apparecchio. Inserto comando motore veneziane Universal AC 230 V ~ N. art. 232 ME. Istruzioni per l uso Inserto comando motore veneziane Universal AC 230 V ~ N. art. 232 ME Istruzioni per l uso 1 Indicazioni di sicurezza L'installazione e il montaggio di apparecchi elettrici devono essere eseguiti esclusivamente

Dettagli

Impianti di carica per i veicoli elettrici (Seconda parte) Sistemi di carica

Impianti di carica per i veicoli elettrici (Seconda parte) Sistemi di carica Impianti di carica per i veicoli elettrici (Seconda parte) Sistemi di carica Il sistema di carica dei veicoli elettrici è attualmente oggetto di acceso dibattito internazionale per la definizione o meglio

Dettagli

Si compongono di : Lato DC

Si compongono di : Lato DC Centralini di Campo precablati per DC e AC Monofase e Trifase Quadro di campo comprensivo di cablaggio lato DC e lato AC verso inverter e contatore ENEL. CENTRALINO ISL - CABUR DC Inverter Monofase / Trifase

Dettagli

DS1033-0094C LBT7914 SIRENA DA ESTERNO. Sch. 1033/415

DS1033-0094C LBT7914 SIRENA DA ESTERNO. Sch. 1033/415 DS1033-0094C LBT7914 SIRENA DA ESTERNO Sch. 1033/415 CARATTERISTICHE GENERALI Coperchio esterno in policarbonato ad elevata resistenza meccanica; Gabbia metallica interna di protezione; Controlli gestiti

Dettagli

1. Introduzione 2. Istruzioni per la sicurezza. 2 Verifica imballo 2. 2. Descrizione. 2. 3. Specifiche... 3. Dati Tecnici 3 Dimensioni...

1. Introduzione 2. Istruzioni per la sicurezza. 2 Verifica imballo 2. 2. Descrizione. 2. 3. Specifiche... 3. Dati Tecnici 3 Dimensioni... e allarme di MIN per sensore di flusso per basse portate ULF MANUALE di ISTRUZIONI IT 10-11 Indice 1. Introduzione 2 Istruzioni per la sicurezza. 2 Verifica imballo 2 2. Descrizione. 2 3. Specifiche...

Dettagli

Sistema di distribuzione di alimentazione SVS18

Sistema di distribuzione di alimentazione SVS18 Sistema di distribuzione di alimentazione SVS8 Descrizione Il sistema di distribuzione di energia elettrica SVS8 consente di ottimizzare l alimentazione DC a 24 V nelle applicazioni di processo automazione,

Dettagli

Norma 17-13. Generalità

Norma 17-13. Generalità QUADRI ELETTRICI Generalità Norma 17-13 I quadri elettrici, sono da considerare componenti dell impianto. Essi devono rispondere alla Norma CEI 17-13, che riporta le prescrizioni generali e distingue:

Dettagli

Wlink Extender. Router radio per sistemi WLINK

Wlink Extender. Router radio per sistemi WLINK Doc8wlink Wlink Extender Router radio per sistemi WLINK Tecnologia a microprocessore low-power a 32 bit Elegante involucro in robusto materiale plastico con segnalazioni luminose di attività per i due

Dettagli

arsic Italia Voltmetri

arsic Italia Voltmetri Voltmetri Il voltmetro è uno strumento per la misura della differenza di potenziale elettrico tra due punti di un circuito, la cui unità di misura è il volt con simbolo V. L'unità di misura possiede questo

Dettagli

BRAVO 15C REGOLATORE DI CARICA A MICROPROCESSORE PER MODULI FOTOVOLTAICI MANUALE D USO E DI INSTALLAZIONE PER IL SETTORE CIVILE

BRAVO 15C REGOLATORE DI CARICA A MICROPROCESSORE PER MODULI FOTOVOLTAICI MANUALE D USO E DI INSTALLAZIONE PER IL SETTORE CIVILE BRAVO 15C REGOLATORE DI CARICA A MICROPROCESSORE PER MODULI FOTOVOLTAICI >ITALIANO MANUALE D USO E DI INSTALLAZIONE PER IL SETTORE CIVILE TAU srl via E. Fermi, 43-36066 Sandrigo (VI) Italia - Tel ++390444750190

Dettagli

MANUALE DI INSTALLAZIONE E MESSA IN SERVIZIO INDICE. Funzione. Dati tecnici Dimensioni Collegamenti elettrici. Caratteristiche funzionali

MANUALE DI INSTALLAZIONE E MESSA IN SERVIZIO INDICE. Funzione. Dati tecnici Dimensioni Collegamenti elettrici. Caratteristiche funzionali 28111.03 www.caleffi.com Regolatore digitale SOLCAL 1 Copyright 2012 Caleffi Serie 257 MANUALE DI INSTALLAZIONE E MESSA IN SERVIZIO INDICE Funzione 1 Dati tecnici Dimensioni Collegamenti elettrici 3 Caratteristiche

Dettagli

706292 / 00 11 / 2012

706292 / 00 11 / 2012 Istruzioni per l uso (parte rilevante per la protezione antideflagrante) per sensori di temperatura ai sensi della direttiva europea 94/9/CE Appendice VIII (ATEX) gruppo II, categoria di apparecchi 3D/3G

Dettagli

INVERTER AD ONDA SINUSOIDALE PURA. SISTEMA DI ACCUMULO ENERGIA CON QUADRO INTERFACCIA E GESTIONE.

INVERTER AD ONDA SINUSOIDALE PURA. SISTEMA DI ACCUMULO ENERGIA CON QUADRO INTERFACCIA E GESTIONE. INVERTER AD ONDA SINUSOIDALE PURA. SISTEMA DI ACCUMULO ENERGIA CON QUADRO INTERFACCIA E GESTIONE. Inverter DC-AC ad onda sinusoidale pura Da una sorgente in tensione continua (batteria) 12Vdc, 24Vdc o

Dettagli

Dimensioni. Dati tecnici. Dati generali Funzione di un elemento di commutazione Contatto NC NAMUR Distanza di comando misura s n 2 mm

Dimensioni. Dati tecnici. Dati generali Funzione di un elemento di commutazione Contatto NC NAMUR Distanza di comando misura s n 2 mm Dimensioni M12x1 4 17 32 35 0102 LED Codifica PEPPERL+FUCHS NCB2-12GM35-N0 Caratteristiche Linea comfort 2 mm allineato Applicabile fino a SIL 2 secondo IEC 61508 Allacciamento Schema elettrico N / N0

Dettagli

Econtek. Tecnologie per l'energia e il controllo LAMPIONE STRADALE FOTOVOLTAICO TECNOLOGIA LED SOX

Econtek. Tecnologie per l'energia e il controllo LAMPIONE STRADALE FOTOVOLTAICO TECNOLOGIA LED SOX LAMPIONE STRADALE FOTOVOLTAICO TECNOLOGIA LED SOX Zero spese di energia elettrica massima sicurezza da folgorazione recupero dei vecchi pali e dei cavi interrati riciclandoli zero manutenzione linee elettriche

Dettagli

PA100. Pulsante manuale a riarmo wireless. Manuale Installazione/Uso

PA100. Pulsante manuale a riarmo wireless. Manuale Installazione/Uso I PA100 Pulsante manuale a riarmo wireless DS80SB32001 LBT80856 Manuale Installazione/Uso DESCRIZIONE GENERALE Il pulsante manuale a riarmo wireless PA100 è un dispositivo che consente di generare una

Dettagli

Avvertenze. Materiale necessario per il montaggio

Avvertenze. Materiale necessario per il montaggio Avvertenze ATTENZIONE: l installazione del Termostato Rialto deve essere effettuata solo da personale specializzato, in assenza di alimentazione in ingresso. Se non in possesso di tali requisiti, rivolgersi

Dettagli

Dispositivi per l'arresto di emergenza e per i ripari mobili

Dispositivi per l'arresto di emergenza e per i ripari mobili Caratteristiche del dispositivo ripari mobili Gertebild ][Bildunterschrift Modulo di sicurezza per il controllo dei pulsanti di arresto di emergenza e dei ripari mobili Certificazioni Gertemerkmale Uscite

Dettagli

L installazione delle insegne luminose e delle lampade a scarica con tensione superiore a 1 kv

L installazione delle insegne luminose e delle lampade a scarica con tensione superiore a 1 kv 1 L installazione delle insegne luminose e delle lampade a scarica con tensione superiore a 1 kv La Norma CEI EN 50107 ( entrata in vigore nel settembre del 1999 e classificata come 34-86) fornisce i criteri

Dettagli

Impianto di controllo automatico ZTL Comune di Como. Relazione tecnica di calcolo impianto elettrico SOMMARIO

Impianto di controllo automatico ZTL Comune di Como. Relazione tecnica di calcolo impianto elettrico SOMMARIO SOMMARIO 1. Finalità... 2 2. Dati del sistema di distribuzione e di utilizzazione dell energia elettrica... 2 3. Misure di protezione dai contatti diretti... 2 4. Misure di protezione dai contatti indiretti...

Dettagli

MA 431 DISPOSITIVO RILEVAZIONI ALLARMI DI BATTERIA PER XLD SWITCH BOX V 2.0/V 2.1

MA 431 DISPOSITIVO RILEVAZIONI ALLARMI DI BATTERIA PER XLD SWITCH BOX V 2.0/V 2.1 MA 431 DISPOSITIVO RILEVAZIONI ALLARMI DI BATTERIA PER XLD SWITCH BOX V 2.0/V 2.1 MONOGRAFIA DESCRITTIVA EDIZIONE Febbraio 2004 MON. 206 REV. 2.0 1 di 7 INDICE 1.0 GENERALITÁ 3 2.0 INTERFACCE 3 3.0 CARATTERISTICHE

Dettagli

Manuale tecnico Vedo Touch Art. VEDOTOUCH

Manuale tecnico Vedo Touch Art. VEDOTOUCH IT Manuale tecnico edo Touch rt. EDOTOUCH ERTENZE vvertenze Effettuare l installazione seguendo scrupolosamente le istruzioni fornite dal costruttore ed in conformità alle norme vigenti. Tutti gli apparecchi

Dettagli

MANUALE D USO POMPE CENTRIFUGHE CON SERBATOIO PER ACQUA DI CONDENSA COD. 12170027-12170013 - 12170012-12170011

MANUALE D USO POMPE CENTRIFUGHE CON SERBATOIO PER ACQUA DI CONDENSA COD. 12170027-12170013 - 12170012-12170011 MANUALE D USO POMPE CENTRIFUGHE CON SERBATOIO PER ACQUA DI CONDENSA COD. 12170027-12170013 - 12170012-12170011 INDICE INSTALLAZIONE...3 INTERRUTTORE DI SICUREZZA...3 SCHEMA ELETTRICO...4 GRAFICI PORTATE......5

Dettagli

Sistemi Elettrici }BT }AT

Sistemi Elettrici }BT }AT Sistemi Elettrici DEFINIZIONE (CEI 11-1) Si definisce SISTEMA ELETTRICO la parte di impianto elettrico costituita dai componenti elettrici aventi una determinata TENSIONE NOMINALE (d esercizio). Un sistema

Dettagli

SCHEDA COMANDO PER MOTORE MONOFASE TRIFASE 230 / 400 Vac

SCHEDA COMANDO PER MOTORE MONOFASE TRIFASE 230 / 400 Vac SCHEDA COMANDO PER MOTORE MONOFASE TRIFASE 230 / 400 Vac LOGICA CON MICROPROCESSORE STATO DEGLI INGRESSI VISUALIZZATO DA LEDs PROTEZIONE INGRESSO LINEA CON FUSIBILE FUNZIONE INGRESSO PEDONALE CIRCUITO

Dettagli

Criteri di progettazione elettrica di impianti gridconnected

Criteri di progettazione elettrica di impianti gridconnected Criteri di progettazione elettrica di impianti gridconnected Per quanto attiene gli impianti connessi alla rete elettrica, vengono qui presentati i criteri di progettazione elettrica dei principali componenti,

Dettagli

Istruzioni D Uso Tau Steril 2000 Automatic

Istruzioni D Uso Tau Steril 2000 Automatic Pag. 1 di 6 Istruzioni D Uso Tau Steril 2000 Automatic CEE 0426 DIRETTICTIVA 93/42 DISPOSITIVI MEDICI Pag. 2 di 6 INDICE Numero Titolo Pagina 1 Avvertenze 3 2 Introduzione 3 2.1 Riferimenti Normativi 3

Dettagli

0.0.2 Normalmente si considerano le seguenti tipologie di attività di manutenzione:

0.0.2 Normalmente si considerano le seguenti tipologie di attività di manutenzione: 0.0.0 PREMESSA 0.0.1 Come manutenzione si identifica un tipo di attività il cui scopo è quello di mantenere funzionanti ed in sicurezza, con le prescrizioni qualitative e quantitative gli impianti elettrici.

Dettagli

ALM-6816 INSTALLAZIONE E PROGRAMMAZIONE

ALM-6816 INSTALLAZIONE E PROGRAMMAZIONE ALM-6816 INSTALLAZIONE E PROGRAMMAZIONE Installazione e Programmazione v1.2 1 SISTEMA MARSS Solar Defender In questa guida sono contenute le specifiche essenziali di installazione e configurazione del

Dettagli

Q71A. 230V ac Q71A. CENTRALE DI GESTIONE PER CANCELLO BATTENTE Manuale di installazione e uso

Q71A. 230V ac Q71A. CENTRALE DI GESTIONE PER CANCELLO BATTENTE Manuale di installazione e uso Q71A CENTRALE DI GESTIONE PER CANCELLO BATTENTE Manuale di installazione e uso 230V ac Q71A Centrale di gestione per cancello battente 230Vac ad 1 o 2 ante Programmazione semplificata del ciclo di funzionamento

Dettagli

Caratteristiche elettriche

Caratteristiche elettriche RWR10 / RWR 20 REGOLATORE DI CARICA Regolatore di carica Caratteristiche Per batterie al piombo ermetiche,acido libero Auto riconoscimento tensione di batteria(12/24v) Max corrente di ricarica 10A (WR10)

Dettagli

Monitor di isolamento ISL Monitoraggio continuo dei sistemi IT dal fotovoltaico all industriale.

Monitor di isolamento ISL Monitoraggio continuo dei sistemi IT dal fotovoltaico all industriale. Monitor di isolamento ISL Monitoraggio continuo dei sistemi IT dal fotovoltaico all industriale. Assicurare la continuità di servizio Per assicurare la continuità di funzionamento di un impianto elettrico,

Dettagli

Operazioni da svolgere sul posto

Operazioni da svolgere sul posto Operazioni da svolgere sul posto Dopo aver portato l anta già completa nel luogo finale di installazione, le uniche operazioni da compiersi sono: g) Montaggio blocco di riscontro dell elettroserratura

Dettagli

Le verifiche negli impianti elettrici: tra teoria e pratica. Guida all esecuzione delle verifiche negli impianti elettrici utilizzatori a Norme CEI

Le verifiche negli impianti elettrici: tra teoria e pratica. Guida all esecuzione delle verifiche negli impianti elettrici utilizzatori a Norme CEI Le verifiche negli impianti elettrici: tra teoria e pratica (Seconda parte) Guida all esecuzione delle verifiche negli impianti elettrici utilizzatori a Norme CEI Concluso l esame a vista, secondo quanto

Dettagli

Linea antincendio wireless Dispositivi via radio per la rivelazione incendio

Linea antincendio wireless Dispositivi via radio per la rivelazione incendio Linea antincendio wireless Dispositivi via radio per la rivelazione incendio elmospa.com Global security solutions Rivelazione incendio via radio C on la nuova linea di dispositivi wireless, EL.MO. offre

Dettagli

PowerMust 400/600/1000 di tipo Offline Gruppo di continuità

PowerMust 400/600/1000 di tipo Offline Gruppo di continuità MANUALE DELL UTENTE IT PowerMust 400/600/1000 di tipo Offline Gruppo di continuità 1 IMPORTANTI ISTRUZIONI PER LA SICUREZZA CONSERVARE QUESTE ISTRUZIONI Questo manuale contiene importanti istruzioni per

Dettagli

CENTRALE ALLARME ANTINTRUSIONE G8 PLUS

CENTRALE ALLARME ANTINTRUSIONE G8 PLUS CENTRALE ALLARME ANTINTRUSIONE G8 PLUS Le centrali di allarme G-Quattro plus (4 zone) e G-Otto plus (8 zone) nascono con lo scopo di facilitare la realizzazione e la gestione di impianti di allarme di

Dettagli

Driver LED EcoSystemR Serie 5 (220-240 V~, CE)

Driver LED EcoSystemR Serie 5 (220-240 V~, CE) Driver LED EcoSystemR Serie 5 (220-240 V~, CE) 369753a 1 10.22.13 I driver LED EcoSystemR Serie 5 rappresentano una soluzione ad alte prestazioni per qualsiasi ambiente in qualsiasi applicazione e forniscono

Dettagli

Nuova armatura illuminante con tecnologia LED a fosfori remoti serie EV...-50...L

Nuova armatura illuminante con tecnologia LED a fosfori remoti serie EV...-50...L SCHEDA TECNICA NUOVO PRODOTTO Rev. 0 11/2012 Nuova armatura illuminante con tecnologia LED a fosfori remoti serie EV...-50...L 1 - Scheda Tecnica Nuovo Prodotto - Armatura illuminante serie EV...-50...L

Dettagli

- INFORMAZIONI SULLA GAMMA SCHUMACHER -

- INFORMAZIONI SULLA GAMMA SCHUMACHER - CARICABATTERIE : CARATTERISTICHE COMUNI A TUTTI I MODELLI Tutti i caricabatterie della gamma sono elettronici e gestiti da un microprocessore ( computer ) che regola la carica progressiva della batteria

Dettagli

QFM21... Sonda da canale. Siemens Building Technologies HVAC Products. Symaro. per umidità relativa e temperatura

QFM21... Sonda da canale. Siemens Building Technologies HVAC Products. Symaro. per umidità relativa e temperatura 1 864 1864P01 Symaro Sonda da canale per umidità relativa e temperatura QFM21 Impiego Tensione d alimentazione 24 V AC / 13535 V DC Segnale d uscita per umidità relativa 010 V DC / 4 20 ma Segnale d uscita

Dettagli

DVSIR SIRENA VIA FILO DA ESTERNO. Il presente manuale può essere soggetto a modifiche senza preavviso

DVSIR SIRENA VIA FILO DA ESTERNO. Il presente manuale può essere soggetto a modifiche senza preavviso DVSIR SIRENA VIA FILO DA ESTERNO MANUALE D USO E INSTALLAZIONE (VERSIONE 8.1) Il presente manuale può essere soggetto a modifiche senza preavviso ATTENZIONE L'INSTALLATORE È TENUTO A SEGUIRE LE NORME VIGENTI.

Dettagli

MC-62 Vintage. Manuale di Istruzioni. Centrale D allarme 6 Zone Filo con Esclusione o Parzializzazione e segnalazioni a LED ITALIANO

MC-62 Vintage. Manuale di Istruzioni. Centrale D allarme 6 Zone Filo con Esclusione o Parzializzazione e segnalazioni a LED ITALIANO MC-62 Vintage Centrale D allarme 6 Zone Filo con Esclusione o Parzializzazione e segnalazioni a LED ITALIANO Manuale di Istruzioni TRE i SYSTEMS S.r.l. Via del Melograno N. 13-00040 Ariccia, Roma Italy

Dettagli

PANNELLO REMOTO PER BARRIERE 48BFC000 E 48BFC001

PANNELLO REMOTO PER BARRIERE 48BFC000 E 48BFC001 PANNELLO REMOTO PER BARRIERE 48BFC000 E 48BFC001 ART.48BFA000 Leggere questo manuale prima dell uso e conservarlo per consultazioni future 1 CARATTERISTICHE GENERALI Il terminale 48BFA000 permette di

Dettagli

K (CA) Chromel / alumel

K (CA) Chromel / alumel Termoregolatore E5C2 Termoregolatore con impostazione analogica e dimensioni DIN 48x48 Termoregolatore compatto ed economico. Incorpora una funzione di controllo proporzionale e di regolazione del riassetto.

Dettagli

ACCESSORI INDICE SHEET TECNICI - ACCESSORI ACCESSORI. UPS ALIMENTATORE STABILIZZATO - Mod. PWS 200/5 PWS200/10 AC030 5

ACCESSORI INDICE SHEET TECNICI - ACCESSORI ACCESSORI. UPS ALIMENTATORE STABILIZZATO - Mod. PWS 200/5 PWS200/10 AC030 5 ACCESSORI INDICE SHEET TECNICI - ACCESSORI ACCESSORI NR. SHEET PAG. PANNELLI RIPETITORI ALLARMI mod. AP/1, AP/2, AP/3 e AP4 AC010 2 LAMPEGGIANTE, SIRENE, BUZZER AC020 4 UPS ALIMENTATORE STABILIZZATO -

Dettagli

KIT RIVELATORI DI GAS

KIT RIVELATORI DI GAS SEZIONE 4 KIT RIVELATORI DI GAS attivato guasto allarme sensore esaurito test Scaricabile dal sito www.urmetdomus.com nell area Manuali Tecnici. MT140-001_sez.4.pdf MT140-001 sez.4 1 INDICE SEZIONE 4 CONTROLLO

Dettagli

VIESMANN. Istruzioni di montaggio. Completamento EA1. Avvertenze sulla sicurezza. per il personale specializzato

VIESMANN. Istruzioni di montaggio. Completamento EA1. Avvertenze sulla sicurezza. per il personale specializzato Istruzioni di montaggio per il personale specializzato VIESMNN Completamento E1 vvertenze sulla sicurezza Si prega di attenersi scrupolosamente alle avvertenze sulla sicurezza per evitare pericoli e danni

Dettagli

Progetto impianto fotovoltaico 3kW sulla copertura del municipio. Amministrazione comunale Monte Marenzo Piazza Municipale, 5 23804 Monte Marenzo LC

Progetto impianto fotovoltaico 3kW sulla copertura del municipio. Amministrazione comunale Monte Marenzo Piazza Municipale, 5 23804 Monte Marenzo LC Documento: Oggetto: Progetto impianto fotovoltaico 3kW sulla copertura del municipio. Committente: Amministrazione comunale Monte Marenzo Piazza Municipale, 5 23804 Monte Marenzo LC Commessa: Documento:

Dettagli

RIVELATORI CONVENZIONALI DI GAS

RIVELATORI CONVENZIONALI DI GAS RIVELATORI CONVENZIONALI DI GAS 48RGS100 - RIVELATORE DI GAS METANO CONVENZIONALE IP55 48RGS102 - RIVELATORE DI VAPORI DI BENZINA CONVENZIONALE 48RGS104 - RIVELATORE CONVENZIONALE DI IDROGENO H2, IP55

Dettagli

Attuatore tre punti flottante K274J

Attuatore tre punti flottante K274J 0556IT febbraio 2013 Attuatore tre punti flottante K274J 0032A/2 0064L/0 Installazione L attuatore a tre punti flottante va montato sulle valvole serie K297 in posizione orizzontale o verticale con coperchio

Dettagli

VIESMANN. Istruzioni di montaggio e di servizio. Modulo di regolazione per impianti solari, tipo SM1. Avvertenze sulla sicurezza

VIESMANN. Istruzioni di montaggio e di servizio. Modulo di regolazione per impianti solari, tipo SM1. Avvertenze sulla sicurezza Istruzioni di montaggio e di servizio per il personale specializzato VIESMANN Modulo di regolazione per impianti solari, tipo SM1 per Vitocell 100-W, tipo CVUC-A Avvertenze sulla sicurezza Si prega di

Dettagli

REOVIB ELEKTRONIK REOVIB SWM 843 AZIONAMENTI PER SISTEMI DI TRASPORTO A VIBRAZIONE. Unità di sorveglianza per canali vibranti.

REOVIB ELEKTRONIK REOVIB SWM 843 AZIONAMENTI PER SISTEMI DI TRASPORTO A VIBRAZIONE. Unità di sorveglianza per canali vibranti. Istruzioni d uso REOVIB SWM 843 Unità di sorveglianza per canali vibranti REO ITALIA S.r.l. Via Treponti, 29 I- 25086 Rezzato (BS) Tel. (030) 2793883 Fax (030) 2490600 http://www.reoitalia.it email : info@reoitalia.it

Dettagli

Alimentatore con controllo remoto per Protezione Catodica Mod. CT36

Alimentatore con controllo remoto per Protezione Catodica Mod. CT36 Alimentatore con controllo remoto per Protezione Catodica Mod. CT36 Telemagnetica S.r.l. Via Teocrito, 36-20128 Milano Tel. +39-022552900 - Fax +39-022553097 E-Mail: info@telemagnetica.com Http:\\ Gennaio

Dettagli

SOCCORRITORE IN CORRENTE CONTINUA Rev. 1 Serie SE

SOCCORRITORE IN CORRENTE CONTINUA Rev. 1 Serie SE Le apparecchiature di questa serie, sono frutto di una lunga esperienza maturata nel settore dei gruppi di continuità oltre che in questo specifico. La tecnologia on-line doppia conversione, assicura la

Dettagli

Rilevatore di condensa

Rilevatore di condensa 1 542 1542P01 1542P02 Rilevatore di condensa Il rilevatore di condensa è utilizzato per evitare danni a causa della presenza di condensa sulle tubazioni e il è adatto per travi refrigeranti e negli impianti

Dettagli

PER L'USO E LA MANUTENZIONE

PER L'USO E LA MANUTENZIONE MANUALE PER L'USO E LA MANUTENZIONE DI QUADRI ELETTRICI SECONDARI DI DISTRIBUZIONE INDICE: 1) AVVERTENZE 2) CARATTERISTICHE TECNICHE 3) INSTALLAZIONE 4) ACCESSO AL QUADRO 5) MESSA IN SERVIZIO 6) OPERAZIONI

Dettagli

Stefano Bifaretti. Laurea Magistrale in Ingegneria Energetica

Stefano Bifaretti. Laurea Magistrale in Ingegneria Energetica Laurea Magistrale in Ingegneria Energetica Corso di Elettronica di Potenza (12 CFU) ed Elettronica Industriale (6CFU) a.a. 20I2/2013 Stefano Bifaretti 2/31 3/31 4/31 In questa fase vengono effettuate le

Dettagli

MANUALE D ISTRUZIONI MOTORE PER CANCELLO SCORREVOLE

MANUALE D ISTRUZIONI MOTORE PER CANCELLO SCORREVOLE MANUALE D ISTRUZIONI MOTORE PER CANCELLO SCORREVOLE BM_500B-7 BM_500M-7 Indice 1. Dotazione. 2 2. Funzioni. 3 3. Installazione. 3 4. Programmazione. 9 5. Specifiche tecniche. 13 6. Manutenzione. 13 7.

Dettagli

ATTUATORI TRASDUTTORE DI POSIZIONE

ATTUATORI TRASDUTTORE DI POSIZIONE TRASDUTTORE DI POSIZIONE 1 2 SOMMARIO P INTRODUZIONE PAG. 4 P TRASDUTTORE DI POSIZIONE LTS PAG. 5 P TRASDUTTORE DI POSIZIONE LTL PAG. 9 SOMMARIO P TRASDUTTORE DI POSIZIONE LTE PAG. 12 3 INTRODUZIONE INTRODUZIONE

Dettagli

MANUALE UTENTE VIVALDI MA-5060S MA-5120S MA-5240S MA-5360S MA-5480S. MIXER AMPLIFICATO Con player USB e Radio FM

MANUALE UTENTE VIVALDI MA-5060S MA-5120S MA-5240S MA-5360S MA-5480S. MIXER AMPLIFICATO Con player USB e Radio FM MANUALE UTENTE VIVALDI MA-5060S MA-5120S MA-5240S MA-5360S MA-5480S MIXER AMPLIFICATO Con player USB e Radio FM ATTENZIONE: QUESTO APPARECCHIO DEVE ESSERE COLLEGATO A TERRA IMPORTANTE I conduttori del

Dettagli

CALEFFI. www.caleffi.com. Regolatore di temperatura differenziale per impianti solari Termostato di controllo integrazione e valvole deviatrici

CALEFFI. www.caleffi.com. Regolatore di temperatura differenziale per impianti solari Termostato di controllo integrazione e valvole deviatrici CALEFFI www.caleffi.com Regolatore di temperatura differenziale per impianti solari Termostato di controllo integrazione e valvole deviatrici 7 Serie 7 Funzione Il regolatore differenziale acquisisce i

Dettagli

Attenzione! Rischio di cortocircuiti! Non aprite mai l apparecchio se collegato alla rete 230V.

Attenzione! Rischio di cortocircuiti! Non aprite mai l apparecchio se collegato alla rete 230V. Informazioni importanti! Grazie per aver acquistato questo caricabatterie switching a quattro stadi. Leggete attentamente queste istruzioni prima di utilizzare l apparecchio. Conservate il manuale d uso

Dettagli

TERMINALE REMOTO mod. 630 SCHEDA DECODIFICA mod. 633 ORGANO DI COMANDO PROGRAMMABILE A CODICE NUMERICO

TERMINALE REMOTO mod. 630 SCHEDA DECODIFICA mod. 633 ORGANO DI COMANDO PROGRAMMABILE A CODICE NUMERICO GESCO SECURKEY TERMINALE REMOTO mod. 630 SCHEDA DECODIFICA mod. 633 ORGANO DI COMANDO PROGRAMMABILE A CODICE NUMERICO Adatto a comandare impianti di allarme antiintrusione eda controllare accessi o apparecchiature,mediante

Dettagli

Sistema di rilevazione fughe gas. per centrali termiche e luoghi similari. Descrizione. Centralina di comando. Sonda per gas metano IP44

Sistema di rilevazione fughe gas. per centrali termiche e luoghi similari. Descrizione. Centralina di comando. Sonda per gas metano IP44 s 7 601 INTELLIGAS Sistema di rilevazione fughe gas per centrali termiche e luoghi similari Centralina elettronica per la rilevazione di fughe gas ad una sonda per il comando di una elettrovalvola di intercettazione

Dettagli

Codici 15307 Sistema per l allacciamento alla rete e il monitoraggio locale degli impianti PianetaSole Beghelli

Codici 15307 Sistema per l allacciamento alla rete e il monitoraggio locale degli impianti PianetaSole Beghelli CENTRALE PIANETASOLE BEGHELLI Codici 15307 Sistema per l allacciamento alla rete e il monitoraggio locale degli impianti PianetaSole Beghelli ISTRUZIONI PER L INSTALLAZIONE E L USO Indice Cos è la Centrale

Dettagli

POWER ROD 1365 GENERATORE art. 252

POWER ROD 1365 GENERATORE art. 252 CEBORA S.p.A. 1 POWER ROD 1365 GENERATORE art. 252 MANUALE DI SERVIZIO CEBORA S.p.A. 2 SOMMARIO 1 - INFORMAZIONI GENERALI... 3 1.1 - Introduzione... 3 1.2 - Filosofia generale d assistenza.... 3 1.3 -

Dettagli

SR136 SIRENA AUTOALIMENTATA PER ESTERNO

SR136 SIRENA AUTOALIMENTATA PER ESTERNO COMPLIANT CEI EN 50131-4:2010-08 SR136 SIRENA AUTOALIMENTATA PER ESTERNO MANUALE DI INSTALLAZIONE ITALIANO DESCRIZIONE SR136 è una sirena per esterno autoalimentata che risponde alle diverse esigenze di

Dettagli

GUIDA ALL INSTALLAZIONE DI UN SISTEMA FISSO AUTOMATICO DI RIVELAZIONE E ALLARME D INCENDIO

GUIDA ALL INSTALLAZIONE DI UN SISTEMA FISSO AUTOMATICO DI RIVELAZIONE E ALLARME D INCENDIO GUIDA ALL INSTALLAZIONE DI UN SISTEMA FISSO AUTOMATICO DI RIVELAZIONE E ALLARME D INCENDIO La presente guida mette in risalto solo alcuni punti salienti estrapolati dalla specifica norma UNI 9795 con l

Dettagli

Installatore: (Nome, indirizzo, telefono)

Installatore: (Nome, indirizzo, telefono) Installatore: (Nome, indirizzo, telefono) GUIDA UNAC N. 8 PER L INSTALLAZIONE DI BARRIERE MOTORIZZATE IN CONFORMITÀ ALLA DIRETTIVA MACCHINE 98/37/CE E ALLE PARTI APPLICABILI DELLE NORME EN 13241-1, EN

Dettagli

Manuale d uso. Per abitazioni, baite, camper, caravan, barche

Manuale d uso. Per abitazioni, baite, camper, caravan, barche Manuale d uso Regolatore di carica EP5 con crepuscolare Per abitazioni, baite, camper, caravan, barche ITALIANO IMPORTANTI INFORMAZIONI SULLA SICUREZZA Questo manuale contiene importanti informazioni sulla

Dettagli

MS93. Microfono selettivo Manuale d installazione Versione 1.0. Codice Manuale: MARG032

MS93. Microfono selettivo Manuale d installazione Versione 1.0. Codice Manuale: MARG032 MS93 Microfono selettivo Manuale d installazione Versione 1.0 Codice Manuale: MARG032 INDICE 1. GENERALITA' 1 2. DESCRIZIONE D'APPARATO 1-7 3. INSTALLAZIONE 8-11 4. CARATTERISTICHE TECNICHE 12-13 Indice

Dettagli