Efficienza dei Sistemi di Accumulo: la Frontiera tra Consumo e Autoconsumo

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Efficienza dei Sistemi di Accumulo: la Frontiera tra Consumo e Autoconsumo"

Transcript

1 Efficienza dei Sistemi di Accumulo: la Frontiera tra Consumo e Autoconsumo Come massimizzare le prestazioni del tuo sistema di accumulo per renderlo realmente interessante e redditizio per i tuoi clienti Gennaio 2014/ White Paper CalBatt S.r.l. Technest, P.zza Vermicelli, Rende, CS Ph

2 Indice Introduzione... 1 Accumulo ed autoconsumo: il punto di vista dell utente finale... 1 L efficienza di picco conta, ma non è tutto... 4 L obiettivo di CalBatt: il Maximum Efficiency Point Tracking... 7 Conclusioni Riferimenti Chi è CalBatt Il white paper discute come la redditività di un Sistema di Accumulo (Energy Storage System, ESS) dipenda fortemente dalla sua efficienza operativa. E riportata un analisi quantitativa che mostra il forte impatto dell efficienza sul periodo di payback e sul ritorno sull investimento, quindi sulla fattibilità per gli utenti finali dell investimento in impianti solari dotati di accumulo. E anche illustrato come, in tipiche condizioni pratiche di carica/scarica, l efficienza operativa reale degli ESS possa essere significativamente più bassa dell efficienza di picco potenzialmente raggiungibile dal sistema, vanificando in parte gli sforzi dei produttori nella progettazione di inverter e batterie ad alte prestazioni. Questo problema può essere risolto equipaggiando il sistema di accumulo con ottimizzatori dinamici intelligenti, capaci di implementare strategie di Maximum Efficiency Point Tracking (MEPT) per portare l efficienza operativa dell ESS sempre ai massimi livelli. Come mostrato da test sperimentali, effettuati da CalBatt con la collaborazione della Divisione Ingegneria e Ricerca di Enel S.p.a su diversi ESS al Piombo ed agli Ioni di Litio, i suddetti ottimizzatori dinamici intelligenti possono consentire un incremento fino al 15% dell efficienza di carica, con un aumento significativo della redditività del sistema per gli utenti finali. 2

3 Introduzione Una frazione dell energia usata per caricare la batteria dell ESS viene sprecata anziché autoconsumata, essendo dissipata sotto forma di calore a causa di inefficienze del sistema di accumulo Autoconsumo è la parola d ordine per il mercato del solare al giorno d oggi. Infatti, a causa della continua riduzione delle tariffe per l energia immessa in rete (tariffe feed- in) e dell aumento del costo dell elettricità, sta diventando sempre più conveniente usare l energia prodotta dagli impianti FV per alimentare direttamente i carichi domestici. In questo nuovo scenario, i sistemi di accumulo (Energy Storage System, ESS) sono diventati un fattore cruciale per favorire una nuova esplosione del mercato del solare, consentendo di aumentare l autoconsumo usando parte dell energia FV prodotta anche di notte. Tuttavia, esiste un fattore critico da considerare in questo nuovo utilizzo dell energia solare, in quanto in realtà una frazione dell energia usata per caricare la batteria dell ESS viene sprecata anziché autoconsumata, essendo dissipata sotto forma di calore a causa di inefficienze del sistema di accumulo. Ciò può comportare una duplice perdita economica per l utente, in quanto l energia sprecata: sarebbe potuta essere immessa in rete e remunerata in presenza di tariffe feed- in; è ovviamente inutilizzabile per alimentare i carichi notturni, e quindi deve essere rimpiazzata da un medesimo ulteriore quantitativo di energia comprata dalla rete. Pertanto, oltre alla riduzione del costo delle batterie ed a possibili schemi incentivati per l acquisto di sistemi di accumulo, l ottimizzazione dell efficienza dello storage è uno dei fattori cruciali per rendere l investimento in sistemi FV realmente fattibile per gli utenti finali. Questo aspetto fondamentale sarà discusso in dettaglio nella prossima sezione mediante alcuni esempi pratici. Accumulo ed autoconsumo: il punto di vista dell utente finale Di seguito si analizzerà la redditività di sistemi di accumulo in due scenari differenti: Scenario 1: Case residenziali in Italia. L analisi è effettuata per entrambi i casi di: impianti FV esistenti incentivati secondo il V Conto Energia ; nuovi impianti FV senza incentivi per l autoconsumo e con una tariffa base per l energia immessa in rete garantita dal Gestore del Sistema Elettrico (GSE). Scenario 2: Case residenziali in Germania. L analisi è effettuata per nuovi impianti FV con una tariffa per l energia immessa in rete e senza incentivi per l autoconsumo. 1

4 La Fig. 1 riassume le assunzioni alla base dell analisi relative alle tariffe, agli incentivi ed alle caratteristiche sia di consumo di energia dell utenza che di produzione di energia FV, essendo specificata per quest ultima la quota di autoconsumo naturale (cioè la percentuale di energia FV consumata dall utenza senza ESS) e la quota incrementale di autoconsumo garantita dall uso di sistemi di accumulo [1]- [6]. Scenario 1 (Italia): assunzioni Scenario 2 (Germania): assunzioni Fig. 1. Assunzioni alla base dell analisi per i diversi scenari considerati Gli esempi discussi di seguito si riferiscono alla comparazione, in termini di fattibilità economica, tra quattro situazioni differenti: Casa residenziale senza impianto FV; Casa residenziale con impianto FV; Casa residenziale con impianto FV + ESS: Caso 1. In questo caso, si assume un efficienza di carica dell 80%. Casa residenziale con impianto FV + ESS: Caso 2. In questo caso, si assume un efficienza di carica del 92%, sotto l ipotesi di ottenere, ad esempio, un incremento relativo del 15% dell efficienza ottimizzando le prestazioni dell ESS del caso 1. In particolare, i casi 1 e 2 in cui si considera la presenza di un ESS, sono comparati a parità di: energia autoconsumata, considerando le diverse quantità di energia realmente accumulate nella batteria durante la carica a causa dei diversi valori dell efficienza di carica; efficienza di scarica, che è assunta essere pari all 80% [1] in entrambi i casi allo scopo di concentrare l attenzione soltanto sull impatto dell efficienza sulla redditività del sistema per motivi di chiarezza. 2

5 Come appare dai dati della Fig. 2, i risultati dell analisi mostrano che la maggiore efficienza di carica del caso 2 consente un profitto di circa 40 /anno per l utente finale, con un incremento della redditività annuale dell ESS nell intervallo 34-62%. Scenario 1 (Italia): Analisi della redditività Scenario 2 (Germania): Analisi della redditività Fig. 2. Analisi della redditività del sistema di accumulo nei diversi scenari considerati L aumento delle prestazioni discusso si può tradurre in un differente incremento del ritorno sull investimento (ROI) a seconda del prezzo dell ESS. In una prima analisi, si è ipotizzato un costo dell ESS di 600 /kwh (indicato come prezzo ESS 1). Tuttavia, è stato considerato anche un costo inferiore pari a 300 /kwh (indicato come prezzo ESS 2), sulla base di recenti previsioni riguardanti l andamento del prezzo dei sistemi di accumulo per FV nei prossimi anni [7], [8]. Sotto queste assunzioni, la maggiore efficienza di carica del caso 2 comporta una riduzione del periodo di payback dell ESS nell intervallo 25-38% ed un incremento del ROI a 20 anni nell intervallo 36-80% (Fig. 3). Ovviamente, considerazioni similari si possono applicare all impatto dell efficienza di scarica sulle prestazioni del sistema. Quindi, considerando anche la possibilità di aumentare l efficienza di scarica della batteria, i margini di miglioramento delle prestazioni potrebbero essere anche più elevati di quelli mostrati in precedenza. 3

6 Scenario 1 (Italy): Analisi del periodo di payback e del ROI del sistema di accumulo 3 Scenario 2 (Germania): Analisi del periodo di payback e del ROI del sistema di accumulo Oltre che alla riduzione del costo delle batterie, i produttori di sistemi di accumulo devono lavorare alla massimizzazione dell efficienza del sistema allo scopo di rendere l investimento in ESS realmente fattibile per i loro clienti Fig. 3. Analisi del periodo di payback e del ROI nei diversi scenari considerati In definitiva, l analisi presentata evidenzia chiaramente che, oltre che alla riduzione del costo delle batterie, i produttori di sistemi di accumulo devono lavorare alla massimizzazione dell efficienza del sistema allo scopo di rendere l investimento in ESS realmente fattibile per i loro clienti. Per questo motivo, la prossima sezione sarà dedicata all analisi di strategie per massimizzare l efficienza dell accumulo. L efficienza di picco conta, ma non è tutto Indubbiamente, il primo passo verso l ottimizzazione dell efficienza dei sistemi di accumulo è massimizzare l efficienza di picco dell ESS, massimizzando l efficienza dei due blocchi principali della catena di accumulo: la batteria e l inverter/charger (indicato semplicemente con inverter nel seguito). Tuttavia, l efficienza di picco dell ESS è soltanto una misura delle massime prestazioni ottenibili dal sistema quando la batteria e l inverter lavorano nelle loro condizioni operative ottimali. Nelle situazioni reali, i componenti del sistema possono lavorare invece lontano dalle loro regioni operative ottimali durante i normali processi di carica (scarica), portando ad un efficienza operativa reale dell ESS significativamente inferiore rispetto alla sua efficienza di picco. 4

7 Questo è ciò che accade nelle tipiche situazioni pratiche in cui l ESS è usato semplicemente come un serbatoio per la potenza FV in eccesso. In questi casi, infatti, i profili della potenza di carica (scarica) sono adattati normalmente alla cieca alla potenza istantanea generata dall impianto FV ed alla richiesta dei carichi domestici, senza interessarsi se l ESS lavora o meno nelle sue condizioni operative ottimali. Per evidenziare il problema, la Fig. 4 mostra un esempio concettuale di cosa può accadere, durante un processo di carica, all efficienza operativa reale di un sistema i cui inverter e batteria sono caratterizzati rispettivamente da un efficienza massima del 95% e del 97%, che comportano quindi un efficienza di picco dell ESS del 92%. Fig. 4. Esempio concettuale di andamento dell efficienza operativa durante un processo di carica Durante l evoluzione del processo di carica, la variazione dello stato di carica (State of Charge, SOC) della batteria comporta un cambiamento continuo delle caratteristiche dell ESS. Se la carica non è effettuata con cura, l efficienza operativa reale sarà inevitabilmente più bassa dell efficienza di picco, eccetto nel caso di condizioni fortuite in cui la potenza disponibile per la carica è casualmente proprio quella che fa in modo che l inverter e la batteria lavorino nelle loro regioni di funzionamento ottimali in quello specifico momento. Nell esempio grafico di Fig. 4, questo fenomeno ricorre solo una volta durante il singolo processo di carica a valori intermedi del SOC, ma in generale può ricorrere a differenti livelli del SOC e per durate temporali differenti a seconda di diversi fattori, così come può anche non ricorrere mai durante la carica. 5

8 Ovviamente, il problema discusso può rendere gli sforzi progettuali dei produttori di inverter e batterie meno fruttuosi di quanto ci si aspetti in termini di denaro nelle tasche dell utente finale. Pertanto, dopo avere costruito dispositivi capaci di elevate prestazioni, è cruciale essere in grado di ottimizzare realmente le prestazioni dell ESS sul campo per accrescere la soddisfazione dei clienti. Ciò può essere ottenuto soltanto fissando profili di carica (scarica) ottimali che consentono di spingere l efficienza operativa dell ESS realmente ai livelli dell efficienza di picco raggiungibile dal sistema (Fig.5). Dopo avere costruito dispositivi capaci di elevate prestazioni, è cruciale essere in grado di ottimizzare realmente le prestazioni dell ESS sul campo per accrescere la soddisfazione dei clienti Fig. 5. Esempio dell effetto di strategie MEPT sull efficienza operativa dell ESS Sfortunatamente, non esiste una sorta di regola aurea per selezionare a priori un profilo di carica (scarica) che sia buono ogni giorno per qualunque ESS, in quanto il profilo ottimale dipende in maniera complessa da: le caratteristiche della particolare accoppiata inverter/batteria dell ESS, che in generale sono anche affette dall invecchiamento e dalla storia precedente dei dispositivi; parametri che cambiano continuamente, quali lo stato di carica della batteria, condizioni ambientali, la potenza disponibile dall impianto FV e quella richiesta dai carichi domestici. Similmente a quanto accade con pannelli FV, la massimizzazione dell efficienza operativa dell ESS può essere ottenuta quindi soltanto implementando strategie di Inseguimento del Punto di Massima Efficienza (Maximum Efficiency Point Tracking, MEPT) capaci di: 6

9 monitorare sul campo le caratteristiche reali degli specifici inverter e batteria dell ESS utilizzato; effettuare un profilo di carica (scarica) ottimale su misura per lo specifico ESS nelle particolari condizioni in cui sta operando. A questo scopo, i tipici strumenti esistenti come i misuratori di energia sono praticamente inutili, in quanto non forniscono un idea chiara di come ottimizzare in maniera sistematica e dinamicamente ogni profilo di carica (scarica) del sistema di accumulo. Quindi, l implementazione di un ESS che mira ad essere realmente appetibile per l utente finale, richiede ulteriormente la presenza essenziale di una nuova tipologia di ottimizzatori dinamici intelligenti capaci di realizzare opportune strategie MEPT. L obiettivo di CalBatt: il Maximum Efficiency Point Tracking CalBatt ha risposto all urgente bisogno di ottimizzatori dinamici intelligenti, sviluppando soluzioni innovative basate su un metodo proprietario che consente, per ogni specifico ESS, di: analizzare dinamicamente le prestazioni della particolare accoppiata inverter/batteria in tempo reale, ogni qualvolta sia richiesto e durante l intera vita del sistema; predire come l ESS si comporterebbe durante ogni processo di carica (scarica) in ogni possibile condizione operativa; effettuare una strategia MEPT, fissando automaticamente in tempo reale i settaggi dell inverter per massimizzare l efficienza operativa dell accumulo, tenendo conto della disponibilità di potenza FV e della richiesta di potenza dei carichi. Le soluzioni CalBatt sono concepite per essere uno strumento decisionale complementare da integrare facilmente con le altre funzionalità già offerte dagli ESS, fornendo il link ancora mancante tra convertitori elettronici di potenza, batterie e sistemi intelligenti di gestione dell energia (home energy management). Esse sono offerte ai produttori di ESS come schede elettroniche add- on, che possono essere customizzate per essere ospitate direttamente nell inverter o dove si ritiene più conveniente. Per esempio, la Fig. 6 mostra gli schemi a blocchi relativi alle possibili connessioni di moduli CalBatt all interno di ESS sia nel caso di retrofitting di impianti FV mediante l aggiunta di inverter/charger bidirezionali (Fig. 6a), che nel caso di nuovi impianti FV in cui l ESS è direttamente connesso in DC (Fig. 6b). Mediante un semplice canale di comunicazione per lo scambio di dati tra il modulo CalBatt e l inverter (o il DC/DC solar charge controller), è possibile aggiungere importanti funzionalità intelligenti all ESS, quali: 7

10 Le soluzioni CalBatt possono offrire la possibilità unica di usare l accumulo non più come un semplice serbatoio per l energia in eccesso prodotta dall impianto FV, ma come un ulteriore dispositivo intelligente la cui potenza può essere modulata in maniera ottimale predire, ogni qualvolta è necessario, il tempo di carica e l efficienza relativa ad un dato profilo di carica; pianificare ogni giorno il migliore profilo di carica sulla base delle specifiche necessità dell utente, di previsioni meteo e dei carichi, ecc., allo scopo di ottenere sempre il bilancio più conveniente tra l energia immessa in rete, l energia autoconsumata e quella comprata dalla rete di notte. In altre parole, così come gli odierni sistemi FV più avanzati offrono la possibilità di traslare nel tempo i carichi per aumentare l autoconsumo, gli ESS che incorporano le soluzioni CalBatt possono offrire la possibilità unica di usare l accumulo non più come un semplice serbatoio per l energia in eccesso prodotta dall impianto FV, ma come un ulteriore dispositivo intelligente la cui potenza può essere modulata in maniera ottimale durante la carica (e durante la scarica qualora sia possibile) per massimizzare la redditività per l utente finale. PV array DC bus AC bus (a) DC/AC Inverter Loads Grid DC/DC Solar Charge Controller Bidirectional Inverter/Charger CalBatt module Communication channel DC/AC Inverter Battery PV array Communication channel Grid Loads (b) CalBatt module Battery Fig. 6. Possibili connessioni dei moduli CalBatt nei casi di: a) retrofitting di impianti FV esistenti in cui è aggiunto un inverter/charger bidirezionale; b) nuovi impianti FV in cui l ESS è connesso in DC 8

11 Per dimostrare l efficacia della tecnologia sviluppata, CalBatt ha effettuato test sperimentali con la collaborazione della Divisione Ingegneria e Ricerca di Enel S.p.a. In questi test, le soluzioni CalBatt sono state utilizzate per massimizzare l efficienza operativa del processo di carica di quattro ESS differenti, che sono stati implementati usando lo stesso caricabatterie commerciale (un UNI prodotto da EDP S.r.l.) con quattro pacchi batterie differenti: ESS 1: pacco batterie 48V- 41Ah al Piombo composto da 4 batterie Sonneschein SB12/41 (12V 41Ah); ESS 2: pacco batterie 48V- 42Ah al Piombo composto da 4 batterie FIAMM FGC24207 (12V 42Ah); ESS 3: pacco batterie 38.4V- 40Ah agli Ioni di Litio (LIFeYPO 4 ) composto da 12 batterie Winston WB- LFP040AH (3.2V 40Ah); ESS 4: pacco batterie 38.4V- 40Ah agli Ioni di Litio (LIFePO 4 ) composto da 12 batterie Calb- SE40AHA (3.2V 40Ah). Come discusso in precedenza, una delle funzionalità garantite dalle soluzioni CalBatt è la possibilità di predire accuratamente il comportamento del sistema di accumulo per ogni possibile profilo di carica. Per esempio, questo è mostrato in Fig. 7, che riporta l andamento misurato e quello predetto dell energia assorbita dalla rete da parte del caricabatterie in funzione dello stato di carica (SOC) della batteria, durante un dato processo di carica dell ESS 1 effettuato partendo da un SOC iniziale del 50%. In questo caso, il massimo errore nella stima è stato inferiore all 1%. In generale, nei diversi test effettuati, è stato rilevato un errore massimo di circa il 5% nella stima del tempo di carica e dell energia richiesta Fig. 7. Comparazione tra i valori misurati e predetti dell energia assorbita dal caricabatterie durante un processo di carica dell ESS 1 in funzione del SOC della batteria 9

12 per completare il processo di carica. Le capacità di predizione del metodo CalBatt consentono di avere una visione chiara di come ottimizzare in maniera sistematica il profilo di carica per ogni specifico ESS, consentendo un risparmio di energia considerevole. Ciò è mostrato nella Tabella 1, che compara i quantitativi di energia spesi dai differenti ESS per completare due diversi processi di carica, effettuati partendo dallo stesso SOC iniziale del 50% ed usando due diversi profili di carica: un profilo di carica non ottimale scelto alla cieca ; un profilo di carica ottimizzato dinamicamente, determinato sulla base del metodo CalBatt per implementare una strategia MEPT. Tabella 1: Risultati dei test sperimentali effettuati su quattro diversi ESS Batteria Piombo Sonneschein SB12/41 (48V- 41Ah ) Profilo di carica OTTIMO Non ottimo Energia dalla sorgente (kwh) Aumento di efficienza CalBatt 13.0% Piombo FIAMM FGC24207(48V 42Ah) OTTIMO Non ottimo % LiFeYPO4 Winston WB- LiFeYPO4 (38.4V- 40Ah) OTTIMO Non ottimo % LiFePO4 Calb SE40AHA (38.4V- 40Ah) OTTIMO Non ottimo % Come evidenziato dai dati in tabella, la strategia di gestione ottimale garantita dalle soluzioni CalBatt può comportare un incremento dell efficienza operativa dell ESS fino al 15% (il miglioramento può essere persino superiore nei casi in cui l approccio possa essere esteso anche alla fase di scarica della batteria). Ciò consente di risparmiare un notevole quantitativo di energia, che può essere venduta alla rete o realmente autoconsumata per alimentare i carichi, e che si può tradurre direttamente in un aumento significativo del profitto per l utente finale. Sulla base dell analisi mostrata in precedenza, l aumento misurato del 15% dell efficienza, ottenuto aggiungendo le soluzioni CalBatt all ESS, può garantire: un aumento della redditività fino al 60%; una riduzione del periodo di payback fino al 40%; un aumento del ROI fino all 80%, compiendo quindi un decisivo passo in avanti nel rendere l investimento in impianti FV dotati di accumulo realmente interessante per gli utenti finali. 10

13 Gli ESS che incorporano le soluzioni CalBatt possono garantire la possibilità di raggiungere ogni giorno il bilancio più conveniente tra energia venduta alla rete, energia autoconsumata ed energia comprata dalla rete di notte Conclusioni La redditività, il periodo di payback ed il ritorno sull investimento in sistemi di accumulo (Energy Storage System, ESS), sono affetti in maniera significativa dall efficienza del sistema. Per questa ragione, insieme alla riduzione del costo delle batterie, i produttori di ESS dovrebbero lavorare molto attentamente alla massimizzazione dell efficienza energetica dell accumulo per rendere l investimento in ESS realmente fattibile e redditizio per i loro clienti. A questo scopo, oltre che ottimizzare la progettazione degli inverter e delle batterie, è fondamentale dotare il sistema di accumulo con ottimizzatori dinamici intelligenti, capaci di implementare sul campo strategie di Inseguimento del Punto di Massima Efficienza (Maximum Efficiency Point Tracking (MEPT)), per garantire sempre profili di carica e scarica ottimizzati su misura per lo specifico ESS, nelle particolari condizioni operative in cui sta lavorando. Le soluzioni CalBatt rispondono a questa necessità mediante un metodo proprietario che consente di analizzare le caratteristiche reali di ogni elemento della catena di accumulo, e di pianificare quotidianamente la strategia di gestione ottimale del sistema sulla base delle particolari condizioni operative giornaliere. Sulla base di test sperimentali effettuati da CalBatt con la collaborazione della Divisione Ingegneria e Ricerca di Enel S.p.a, il metodo CalBatt può garantire un incremento dell efficienza operativa fino al 15% durante i processi di carica. Il metodo è applicabile anche al processo di scarica della batteria nei casi in cui questo sia fattibile da un punto di vista pratico. Grazie a queste caratteristiche uniche, gli ESS che incorporano le soluzioni CalBatt possono garantire la possibilità di raggiungere ogni giorno il bilancio più conveniente tra energia venduta alla rete, energia autoconsumata ed energia comprata dalla rete di notte, consentendo un incremento significativo della redditività del sistema di accumulo per gli utenti finali. 11

14 Riferimenti [1] Residential Energy Storage Systems, ANIE, [2] SMA Smart Home. Smart energy management systems for energy storage applications, SMA Solar Technology, [3] Incentivi per sistemi FV in Italia secondo il V ContoEnergia, [4] Tariffe feed- in minime garantite dal GSE, 2013 [5] Statistiche dei prezzi di elettricità e gas, Eurostat European Commission, [6] The German Feed- in Tariff: Recent Policy Changes, Deutsche Bank Group, [7] Energy Storage in Australia Commercial Opportunities, Barriers and Policy Options, Marchment Hill Consulting, 2013 [8] Large scale Factories for Li- Ion Batteries, M+W Group, Chi è CalBatt CalBatt è una società spin- off company dell Università della Calabria. L idea di business è nata dalla volontà di valorizzare il know- how e la proprietà intellettuale sviluppata nella continua ricerca accademica, riconosciuta a livello internazionale, dei fondatori della Società. Nel 2013, CalBatt è stata premiata nella competizione Enel Lab. CalBatt punta a diventare un azienda leader nel settore dei sistemi di accumulo per impieghi di storage stazionario e trasporto elettrico, fornendo tecnologie innovative per l analisi dinamica e l ottimizzazione dell efficienza e della redditività dell accumulo. La strategia della Società è costruire partnership forti di lungo periodo con i migliori operatori e trend setters nei settori dell Energy Storage e della Mobilità Elettrica, fornendo le soluzioni più performanti per migliorare i prodotti dei propri partners. Per scoprire come il tuo business può beneficiare dell utilizzo delle soluzioni CalBatt, contattaci al o visita: CalBatt è un marchio registrato di CalBatt Srl. Gli altri marchi sono di proprietà dei rispettivi proprietari. 12

IMPIANTI OFF GRID E SISTEMI DI ACCUMULO

IMPIANTI OFF GRID E SISTEMI DI ACCUMULO IMPIANTI OFF GRID E SISTEMI DI ACCUMULO VIDEO SMA : I SISTEMI OFF GRID LE SOLUZIONI PER LA GESTIONE DELL ENERGIA Sistema per impianti off grid: La soluzione per impianti non connessi alla rete Sistema

Dettagli

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto Gentile Cliente, il momento storico della fine del Conto Energia in Italia è arrivato lo scorso 6 luglio ed ha rappresentato un punto di svolta per tutti gli operatori del solare. La tanto discussa grid

Dettagli

IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA

IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA Un impianto solare fotovoltaico consente di trasformare l energia solare in energia elettrica. Non va confuso con un impianto solare termico, che è sostanzialmente

Dettagli

www.energystrategy.it 1

www.energystrategy.it 1 www.energystrategy.it 1 C è ancora un mercato italiano del fotovoltaico? Quanto è importante la gestione degli asset? Cosa vuol dire fare gestione degli asset e chi la fa oggi in Italia? www.energystrategy.it

Dettagli

I testi sono così divisi: HOME. PRODUZIONE DI ENERGIA VERDE o Energia eolica o Energia fotovoltaica o Energia a biomassa

I testi sono così divisi: HOME. PRODUZIONE DI ENERGIA VERDE o Energia eolica o Energia fotovoltaica o Energia a biomassa Testi informativi sugli interventi e gli incentivi statali in materia di eco-efficienza industriale per la pubblicazione sul sito web di Unioncamere Campania. I testi sono così divisi: HOME EFFICIENTAMENTO

Dettagli

L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale

L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale Prof. Gianni Comini Direttore del Dipartimento di Energia e Ambiente CISM - UDINE AMGA - Iniziative per la Sostenibilità EOS 2013

Dettagli

Impianti fotovoltaici

Impianti fotovoltaici saeg Impianti fotovoltaici che manda calore e luce che giungono ai nostri sensi e ne risplendono le terre - Inno al SOLE FONTE DI TUTTA L ENERGIA SULLA TERRA calor lumenque profusum perveniunt nostros

Dettagli

< 3-4 metri/secondo. 3-4 metri/secondo. 4-5 metri/secondo. 5-6 metri/secondo. 6-7 metri/secondo. 7-8 metri/secondo.

< 3-4 metri/secondo. 3-4 metri/secondo. 4-5 metri/secondo. 5-6 metri/secondo. 6-7 metri/secondo. 7-8 metri/secondo. Chi abita in una zona ventosa può decidere di sfruttare il vento per produrre energia elettrica per gli usi domestici. In modo simile al fotovoltaico godrà di incentivi per la realizzazione, ma prima è

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

y e Lo scambio sul posto cos è, come funziona e come viene calcolato. ire co www.vic-energy.com

y e Lo scambio sul posto cos è, come funziona e come viene calcolato. ire co www.vic-energy.com y e Lo scambio sul posto Guida per capire ire co cos è, come funziona e come viene calcolato. 1 Lo scambio sul posto fotovoltaico. Per capire cosa è e come funziona, lo scambio sul posto è necessario capire

Dettagli

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Roma, 29 maggio 2012 Indice Il Gestore dei Servizi Energetici GSE S.p.A. I nostri servizi Nuove attività 2012-2013 Evoluzione delle attività

Dettagli

Avviso pubblico Fondo di promozione dell efficienza energetica e della produzione di energia rinnovabile

Avviso pubblico Fondo di promozione dell efficienza energetica e della produzione di energia rinnovabile POR FESR LAZIO 2007-2013 Avviso pubblico Fondo di promozione dell efficienza energetica e della produzione di energia rinnovabile FAQ Quesito n. 1 Il Bando PSOR al punto n delle premesse definisce impianti

Dettagli

Nuova finanza per la green industry

Nuova finanza per la green industry Nuova finanza per la green industry Green Investor Day / Milano, 9 maggio 2013 Barriere di contesto a una nuova stagione di crescita OSTACOLI PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE Fine degli incentivi e dello sviluppo

Dettagli

L impianto di trigenerazione del Policlinico di Modena: le motivazioni delle scelte progettuali dal punto di vista dell Energy Manager

L impianto di trigenerazione del Policlinico di Modena: le motivazioni delle scelte progettuali dal punto di vista dell Energy Manager Workshop Tecnico Efficientamento energetico nelle strutture ospedaliere e residenziali sanitarie Area Science Park Padriciano, Trieste 29 aprile 2015 L impianto di trigenerazione del Policlinico di Modena:

Dettagli

NUOVA DIRETTIVA ECODESIGN. Costruire il futuro. Per climatizzatori per uso domestico fino a 12kW (Lotto 10)

NUOVA DIRETTIVA ECODESIGN. Costruire il futuro. Per climatizzatori per uso domestico fino a 12kW (Lotto 10) NUOVA DIRETTIVA ECODESIGN Costruire il futuro Per climatizzatori per uso domestico fino a 12kW (Lotto 10) 1 indice Obiettivi dell Unione Europea 04 La direttiva nel contesto della certificazione CE 05

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

SOFTWARE PV*SOL. Programma di simulazione dinamica per calcolare dimensionamento e rendimento di impianti fotovoltaici

SOFTWARE PV*SOL. Programma di simulazione dinamica per calcolare dimensionamento e rendimento di impianti fotovoltaici SOFTWARE PV*SOL Programma di simulazione dinamica per calcolare dimensionamento e rendimento di impianti fotovoltaici Introduzione PV*SOL è un software per il dimensionamento e la simulazione dinamica,

Dettagli

Impianti Solari Fotovoltaici

Impianti Solari Fotovoltaici Impianti Solari Fotovoltaici Sono da considerarsi energie rinnovabili quelle forme di energia generate da fonti che per loro caratteristica intrinseca si rigenerano o non sono "esauribili" nella scala

Dettagli

Guida alla Cogenerazione ad Alto Rendimento CAR

Guida alla Cogenerazione ad Alto Rendimento CAR Guida alla Cogenerazione ad Alto Rendimento CAR Edizione n.1 Marzo 2012 - 1 - INDICE GENERALE 1 Premessa... - 7-2 Cogenerazione ad Alto Rendimento (CAR)... - 8-2.1 Principi generali della... - 8 - Box:

Dettagli

Dal kw risorse per la competitività

Dal kw risorse per la competitività Dal kw risorse per la competitività Soluzioni di efficienza e ottimizzazione energetica dalla PMI alla grande impresa Salvatore Pinto AD Presidente Axpo Italia SpA Axpo Italia SpA Da fornitore a partner

Dettagli

In collaborazione con. Sistema FAR Echo. Sistema FAR ECHO

In collaborazione con. Sistema FAR Echo. Sistema FAR ECHO In collaborazione con Sistema FAR ECHO 1 Sistema FAR ECHO Gestione intelligente delle informazioni energetiche di un edificio Tecnologie innovative e metodi di misura, contabilizzazione, monitoraggio e

Dettagli

Qual è il fine dell azienda?

Qual è il fine dell azienda? CORSO DI FINANZA AZIENDALE SVILUPPO DELL IMPRESA E CREAZIONE DI VALORE Testo di riferimento: Analisi Finanziaria (a cura di E. Pavarani) - McGraw-Hill - 2001 Cap. 9 1 Qual è il fine dell azienda? Massimizzare

Dettagli

IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI

IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI LINEE D INDIRIZZO PER LA VALUTAZIONE DEI RISCHI CORRELATI ALL INSTALLAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOTAICI SU EDIFICI DESTINATI

Dettagli

REGOLE TECNICHE PER L ATTUAZIONE DELLE DISPOSIZIONI RELATIVE ALL INTEGRAZIONE DI SISTEMI DI ACCUMULO DI ENERGIA ELETTRICA NEL SISTEMA ELETTRICO

REGOLE TECNICHE PER L ATTUAZIONE DELLE DISPOSIZIONI RELATIVE ALL INTEGRAZIONE DI SISTEMI DI ACCUMULO DI ENERGIA ELETTRICA NEL SISTEMA ELETTRICO REGOLE TECNICHE PER L ATTUAZIONE DELLE DISPOSIZIONI RELATIVE ALL INTEGRAZIONE DI SISTEMI DI ACCUMULO DI ENERGIA ELETTRICA NEL SISTEMA ELETTRICO NAZIONALE ai sensi della deliberazione 574/2014/R/EEL Roma,

Dettagli

ITER AUTORIZZATIVO per un GRANDE IMPIANTO FOTOVOLTAICO ISCRIVERSI AL REGISTRO GRANDI IMPIANTI (E RISULTARE ISCRITTI NELLA GRADUATORIA GSE)

ITER AUTORIZZATIVO per un GRANDE IMPIANTO FOTOVOLTAICO ISCRIVERSI AL REGISTRO GRANDI IMPIANTI (E RISULTARE ISCRITTI NELLA GRADUATORIA GSE) Per accedere al IV Conto Energia è necessario superare 4 step per i grandi impianti. Questo documento ha lo scopo di analizzare in dettaglio ognuna delle fasi, presentandovi il quadro generale e offrendovi

Dettagli

Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica. Alessandro Clerici

Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica. Alessandro Clerici Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica Alessandro Clerici Presidente FAST e Presidente Onorario WEC Italia Premessa La popolazione mondiale è ora di 6,7 miliardi

Dettagli

Informazione Tecnica Derating termico per Sunny Boy e Sunny Tripower

Informazione Tecnica Derating termico per Sunny Boy e Sunny Tripower Informazione Tecnica Derating termico per Sunny Boy e Sunny Tripower Mediante il derating termico l inverter riduce la propria potenza per proteggere i propri componenti dal surriscaldamento. Il presente

Dettagli

RELAZIONE TECNICA MODALITÀ E CONDIZIONI TECNICO ECONOMICHE PER L EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI SCAMBIO SUL POSTO

RELAZIONE TECNICA MODALITÀ E CONDIZIONI TECNICO ECONOMICHE PER L EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI SCAMBIO SUL POSTO RELAZIONE TECNICA MODALITÀ E CONDIZIONI TECNICO ECONOMICHE PER L EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI SCAMBIO SUL POSTO Relazione tecnica alla deliberazione 20 dicembre 2012, 570/2012/R/efr Mercato di incidenza:

Dettagli

La policy incentivante non è stata priva di errori, in cui sono incorsi anche altri Paesi, spesso per rompere le forti inerzie d avvio.

La policy incentivante non è stata priva di errori, in cui sono incorsi anche altri Paesi, spesso per rompere le forti inerzie d avvio. Un complesso avvio delle policy di sostegno alle rinnovabili La policy incentivante non è stata priva di errori, in cui sono incorsi anche altri Paesi, spesso per rompere le forti inerzie d avvio. Inefficace

Dettagli

Come utilizzare il contatore elettronico monofase. E scoprirne tutti i vantaggi.

Come utilizzare il contatore elettronico monofase. E scoprirne tutti i vantaggi. Come utilizzare il contatore elettronico monofase. E scoprirne tutti i vantaggi. Indice Il contatore elettronico. Un sistema intelligente che vive con te 2 Un contatore che fa anche bella figura 3 Oltre

Dettagli

Il sistema di accumulo di energia modulare per un'alimentazione di energia affidabile

Il sistema di accumulo di energia modulare per un'alimentazione di energia affidabile Totally Integrated Power SIESTORAGE Il sistema di accumulo di energia modulare per un'alimentazione di energia affidabile www.siemens.com/siestorage Totally Integrated Power (TIP) Portiamo la corrente

Dettagli

European Energy Manager

European Energy Manager Diventare Energy Manager in Europa oggi EUREM NET V: programma di formazione e specializzazione per European Energy Manager Durata del corso: 110 ore in 14 giorni, di cui 38 ore di workshop ed esame di

Dettagli

Come utilizzare il contatore elettronico trifase. E scoprirne tutti i vantaggi.

Come utilizzare il contatore elettronico trifase. E scoprirne tutti i vantaggi. Come utilizzare il contatore elettronico trifase. E scoprirne tutti i vantaggi. Indice Il contatore elettronico. Un sistema intelligente che lavora con te 2 Un contatore che fa anche bella figura 3 Oltre

Dettagli

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro.

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro. C Caldaia L'unità centrale scambiatore termico-bruciatore destinata a trasmettere all'acqua il calore prodotto dalla combustione. v. Camera di combustione, Centrali termiche, Efficienza di un impianto

Dettagli

TARIFFE LUCE E GAS: CONFRONTO INTERNAZIONALE

TARIFFE LUCE E GAS: CONFRONTO INTERNAZIONALE TARIFFE LUCE E GAS: CONFRONTO INTERNAZIONALE Italiani Energia elettrica e metano costano poco, rispetto al resto d Europa, solo per livelli bassi di consumo. Man mano che l utilizzo aumenta, diventiamo

Dettagli

Riscaldamento dell acqua con pannelli fotovoltaici

Riscaldamento dell acqua con pannelli fotovoltaici RISCALDATORI DI ACQUA IBRIDI LOGITEX LX AC, LX AC/M, LX AC/M+K Gamma di modelli invenzione brevettata Riscaldamento dell acqua con pannelli fotovoltaici Catalogo dei prodotti Riscaldatore dell acqua Logitex

Dettagli

PROCESSO ALLE PROMOZIONI IL GIOCO VALE LA CANDELA?

PROCESSO ALLE PROMOZIONI IL GIOCO VALE LA CANDELA? PROCESSO ALLE PROMOZIONI IL GIOCO VALE LA CANDELA? La maggior parte dei Retailer effettua notevoli investimenti in attività promozionali. Non è raro che un Retailer decida di rinunciare al 5-10% dei ricavi

Dettagli

Il software per la gestione smart del Call Center

Il software per la gestione smart del Call Center Connecting Business with Technology Solutions. Il software per la gestione smart del Call Center Center Group srl 1 Comunica : per la gestione intelligente del tuo call center Comunica è una web application

Dettagli

AzzeroCO2 : Servizi informatici, gestionali e consulenziali a servizio degli Asset Manager. Novembre 2014

AzzeroCO2 : Servizi informatici, gestionali e consulenziali a servizio degli Asset Manager. Novembre 2014 AzzeroCO2 : Servizi informatici, gestionali e consulenziali a servizio degli Asset Manager Novembre 2014 AZZEROCO 2 AzzeroCO 2 è una società di consulenza energetico-ambientale creata da Legambiente, Kyoto

Dettagli

Incentivazione dell energia elettrica da altre fonti rinnovabili

Incentivazione dell energia elettrica da altre fonti rinnovabili Incentivazione dell energia elettrica da altre fonti rinnovabili Beneficiari Riferimenti normativi Finalità dello strumento Regime transitorio Impianti, alimentati da fonti rinnovabili diverse da quella

Dettagli

LO SCAMBIO SUL POSTO E IL RITIRO DEDICATO DELL ENERGIA ENERGIA ELETTRICA

LO SCAMBIO SUL POSTO E IL RITIRO DEDICATO DELL ENERGIA ENERGIA ELETTRICA LO SCAMBIO SUL POSTO E IL RITIRO DEDICATO DELL ENERGIA ENERGIA ELETTRICA GESTORE DEI SERVIZI ELETTRICI GSE SPA Direzione Operativa www.gse.it www.gsel.it 2 Commercializzazione dell energia energia elettrica

Dettagli

Energie rinnovabili - energie di fonti energetiche inesauribili - sono un importante alternativa rispetto allo sfruttamento delle fonti energetiche

Energie rinnovabili - energie di fonti energetiche inesauribili - sono un importante alternativa rispetto allo sfruttamento delle fonti energetiche Energie rinnovabili - energie di fonti energetiche inesauribili - sono un importante alternativa rispetto allo sfruttamento delle fonti energetiche tradizionali. Il principo dell uso è di deviare energie

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

Le fonti rinnovabili in Italia

Le fonti rinnovabili in Italia Le fonti rinnovabili in Italia Gerardo Montanino Direttore Divisione Operativa LEGAMBIENTE - Comuni rinnovabili 2010 Roma, 23 marzo 2010 www.gse.it 2 Indice Le attività del Gestore dei Servizi Energetici

Dettagli

COMPANY PROFILE. Facility management Energy services Engineering General Contracting. FSI Servizi Integrati S.r.l. Settembre 13

COMPANY PROFILE. Facility management Energy services Engineering General Contracting. FSI Servizi Integrati S.r.l. Settembre 13 Facility management Energy services Engineering General Contracting COMPANY PROFILE Settembre 13 20834 Nova Milanese (MB) 1. Storia e mission FSI Servizi Integrati è una società di servizi giovane, di

Dettagli

La bolletta dimagrisce

La bolletta dimagrisce La bolletta dimagrisce Bolletta più leggera e più equa per le Pmi La spesa energetica delle imprese Il costo dell energia è un importante fattore di competitività per le imprese; La spesa per l energia

Dettagli

La ricetta italiana. Le proposte degli Amici della Terra in occasione dell iniziativa del Governo:

La ricetta italiana. Le proposte degli Amici della Terra in occasione dell iniziativa del Governo: AMICI DELLA TERRA ITALIA www.amicidellaterra.it La ricetta italiana Le proposte degli Amici della Terra in occasione dell iniziativa del Governo: Verso Parigi 2015. Gli Stati generali dei cambiamenti climatici

Dettagli

L evoluzione delle energie rinnovabili in Italia

L evoluzione delle energie rinnovabili in Italia L evoluzione delle energie rinnovabili in Italia Gerardo Montanino Direttore Divisione Operativa ALTHESYS Presentazione IREX Annual Report 2013 GSE Roma, 18 aprile 2013 Non solo energia elettrica INDICE

Dettagli

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA Axpo Italia AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA UN GRUPPO A DIMENSIONE EUROPEA Axpo opera direttamente in oltre 20 paesi europei L Italia è uno dei mercati principali del gruppo Axpo in Italia Alla presenza

Dettagli

Guido Candela, Paolo Figini - Economia del turismo, 2ª edizione

Guido Candela, Paolo Figini - Economia del turismo, 2ª edizione 8.2.4 La gestione finanziaria La gestione finanziaria non dev essere confusa con la contabilità: quest ultima, infatti, ha come contenuto proprio le rilevazioni contabili e il reperimento dei dati finanziari,

Dettagli

Applicazione dei sistemi di accumulo elettrici in ambito industriale

Applicazione dei sistemi di accumulo elettrici in ambito industriale Applicazione dei sistemi di accumulo elettrici in ambito industriale D. Iannuzzi, E. Pagano, P. Tricoli Report RSE/2009/46 Ente per le Nuove tecnologie, l Energia e l Ambiente RICERCA SISTEMA ELETTRICO

Dettagli

dei processi di customer service

dei processi di customer service WHITE PAPER APRILE 2013 Il Business Process Orchestrator dei processi di customer service Fonte Dati: Forrester Research Inc I marchi registrati citati nel presente documento sono di proprietà esclusiva

Dettagli

1 LA CORRENTE ELETTRICA CONTINUA

1 LA CORRENTE ELETTRICA CONTINUA 1 LA CORRENTE ELETTRICA CONTINUA Un conduttore ideale all equilibrio elettrostatico ha un campo elettrico nullo al suo interno. Cosa succede se viene generato un campo elettrico diverso da zero al suo

Dettagli

L identità Valenia. VALORE all'energia. Valenia significa. Tecnologia Inverter al servizio dell'ambiente

L identità Valenia. VALORE all'energia. Valenia significa. Tecnologia Inverter al servizio dell'ambiente L identità Valenia Valenia significa VALORE all'energia Diamo valore all'energia con soluzioni innovative per lo sfruttamento delle fonti rinnovabili Tecnologia Inverter al servizio dell'ambiente Da dove

Dettagli

AC Anywhere. Inverter. Manuale utente. F5C400u140W, F5C400u300W F5C400eb140W e F5C400eb300W

AC Anywhere. Inverter. Manuale utente. F5C400u140W, F5C400u300W F5C400eb140W e F5C400eb300W AC Anywhere Inverter (prodotto di classe II) Manuale utente F5C400u140W, F5C400u300W F5C400eb140W e F5C400eb300W Leggere attentamente le istruzioni riguardanti l installazione e l utilizzo prima di utilizzare

Dettagli

Manuale d uso. Per abitazioni, baite, camper, caravan, barche

Manuale d uso. Per abitazioni, baite, camper, caravan, barche Manuale d uso Regolatore di carica EP5 con crepuscolare Per abitazioni, baite, camper, caravan, barche ITALIANO IMPORTANTI INFORMAZIONI SULLA SICUREZZA Questo manuale contiene importanti informazioni sulla

Dettagli

I CONSUMI ED IL RENDIMENTO

I CONSUMI ED IL RENDIMENTO I CONSUMI ED IL RENDIMENTO E buona prassi che chiunque sia interessato a realizzare un impianto di riscaldamento, serio, efficiente ed efficace, si rivolga presso uno Studio di ingegneria termotecnica

Dettagli

Organizzazione scientifica del lavoro

Organizzazione scientifica del lavoro Organizzazione scientifica del lavoro 1 Organizzazione scientifica del lavoro Organizzazione scientifica del lavoro è la teoria fondata da Frederick WindsdowTaylor (1865-1915) ingegnere minerario americano

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

European Energy Manager

European Energy Manager Diventare Energy Manager in Europa oggi EUREM V e VI: programma di formazione e specializzazione per European Energy Manager Durata del corso: 110 ore in 14 giorni, di cui 38 ore di workshop ed esame di

Dettagli

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy CST Consulting è una azienda di Consulenza IT, System Integration & Technology e Servizi alle Imprese di respiro internazionale. E

Dettagli

Le opportunità economiche dell efficienza energetica

Le opportunità economiche dell efficienza energetica Le opportunità economiche dell efficienza energetica i problemi non possono essere risolti dallo stesso atteggiamento mentale che li ha creati Albert Einstein 2 SOMMARIO 1. Cosa è una ESCO 2. Esco Italia

Dettagli

ENERGIA. Massimo Telesca ARPA FVG Indirizzo tecnicoscientifico. e coordinamento dei Dipartimenti provinciali

ENERGIA. Massimo Telesca ARPA FVG Indirizzo tecnicoscientifico. e coordinamento dei Dipartimenti provinciali ENERGIA 269 ENERGIA Il ricorso all utilizzo di fonti rinnovabili sovvenzionate comporta dei potenziali impatti ambientali. Fra questi, vi sono l alterazione dei corsi d acqua a causa delle derivazioni

Dettagli

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Presentazione della società Agenda Chi siamo 3 Cosa facciamo 4-13 San Donato Milanese, 26 maggio 2008 Come lo facciamo 14-20 Case Studies 21-28 Prodotti utilizzati

Dettagli

Consigli per la compilazione del questionario

Consigli per la compilazione del questionario Istruzioni per l accesso al SIAD e la compilazione della scheda Normativa Il Decreto Ministeriale del 14 gennaio 2012 ha definito che il GSE si occupi della rilevazione degli impianti con potenza fino

Dettagli

U.D. 6.2 CONTROLLO DI VELOCITÀ DI UN MOTORE IN CORRENTE ALTERNATA

U.D. 6.2 CONTROLLO DI VELOCITÀ DI UN MOTORE IN CORRENTE ALTERNATA U.D. 6.2 CONTROLLO DI VELOCITÀ DI UN MOTORE IN CORRENTE ALTERNATA Mod. 6 Applicazioni dei sistemi di controllo 6.2.1 - Generalità 6.2.2 - Scelta del convertitore di frequenza (Inverter) 6.2.3 - Confronto

Dettagli

L IMPRESA: OBIETTIVI E CONTESTO

L IMPRESA: OBIETTIVI E CONTESTO DISPENSA 1 Economia ed Organizzazione Aziendale L IMPRESA: OBIETTIVI E CONTESTO - Parte I - Indice Impresa: definizioni e tipologie Proprietà e controllo Impresa: natura giuridica Sistema economico: consumatori,

Dettagli

Cos è una. pompa di calore?

Cos è una. pompa di calore? Cos è una pompa di calore? !? La pompa di calore aria/acqua La pompa di calore (PDC) aria-acqua è una macchina in grado di trasferire energia termica (calore) dall aria esterna all acqua dell impianto

Dettagli

Consulenza tecnologica globale

Consulenza tecnologica globale Orientamento al cliente Innovazione Spirito di squadra Flessibilità Un gruppo di professionisti dedicati alle imprese di ogni settore merceologico e dimensione, capaci di supportare il Cliente nella scelta

Dettagli

Relazione specialistica

Relazione specialistica Relazione specialistica Dipl.-Ing. Hardy Ernst Dipl.-Wirtschaftsing. (FH), Dipl.-Informationswirt (FH) Markus Tuffner, Bosch Industriekessel GmbH Basi di progettazione per una generazione ottimale di vapore

Dettagli

Automotive Business Intelligence. La soluzione per ogni reparto, proprio quando ne avete bisogno.

Automotive Business Intelligence. La soluzione per ogni reparto, proprio quando ne avete bisogno. Automotive Business Intelligence La soluzione per ogni reparto, proprio quando ne avete bisogno. Prendere decisioni più consapevoli per promuovere la crescita del vostro business. Siete pronti ad avere

Dettagli

E=mc 2 : l innovazione tecnologica per la tutela dell ambiente e la produzione di energia dalle fonti rinnovabili

E=mc 2 : l innovazione tecnologica per la tutela dell ambiente e la produzione di energia dalle fonti rinnovabili E=mc 2 : l innovazione tecnologica per la tutela dell ambiente e la produzione di energia dalle fonti rinnovabili «Pas du pétrole mais des idées..» Lucio IPPOLITO Fisciano, 12 maggio 2011 L. IPPOLITO 2011

Dettagli

END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE

END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE In un mercato delle Telecomunicazioni sempre più orientato alla riduzione delle tariffe e dei costi di

Dettagli

UNIVERSITA DI PALERMO

UNIVERSITA DI PALERMO PILLAR OBIETTIVO SPECIFICO MASTER CALL CALL INDUSTRIAL LEADERSHIP LEADERSHIP IN ENABLING AND INDUSTRIAL TECHNOLOGIES (LEIT) H2020-SPIRE-2014-2015 - CALL FOR SPIRE - SUSTAINABLE PROCESS INDUSTRIES H2020-SPIRE-2014

Dettagli

CABLAGGI ED ISTRUZIONI DI UTILIZZO

CABLAGGI ED ISTRUZIONI DI UTILIZZO VALIDO PER MOD. DTCHARGE E 1000 CABLAGGI ED ISTRUZIONI DI UTILIZZO LEGGERE CON CURA IN OGNI SUA PARTE PRIMA DI ALIMENTARE TOGLIAMO IL COPERCHIO, COSA FARE?? Il DTWind monta alternatori tri fase. Ne consegue

Dettagli

STATO DI UTILIZZO E INTEGRAZIONE DEGLI IMPIANTI DI PRODUZIONE

STATO DI UTILIZZO E INTEGRAZIONE DEGLI IMPIANTI DI PRODUZIONE RELAZIONE 277/2014/I/EFR STATO DI UTILIZZO E INTEGRAZIONE DEGLI IMPIANTI DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA ALIMENTATI DA FONTI RINNOVABILI Relazione sullo stato dei servizi 12 giugno 2014 1 1. QUADRO

Dettagli

Cos è il fotovoltaico?

Cos è il fotovoltaico? Cos è il fotovoltaico? Il termine fotovoltaico si spiega (quasi) da solo: è composto dalla parola greca phos (=luce) e Volt (=unitá di misura della tensione elettrica). Si tratta dunque della trasformazione

Dettagli

AUTOMAZIONE DI FABRICA IDENTIFICAZIONE DEI CODICI 1D E 2D LETTORI PORTATILI DI CODICI DATA MATRIX

AUTOMAZIONE DI FABRICA IDENTIFICAZIONE DEI CODICI 1D E 2D LETTORI PORTATILI DI CODICI DATA MATRIX AUTOMAZIONE DI FABRICA IDENTIFICAZIONE DEI CODICI 1D E 2D LETTORI PORTATILI DI CODICI DATA MATRIX ADATTATO PER QUALSIASI APPLICAZIONE DISPOSITIVI PORTATILI DI PEPPERL+FUCHS SICUREZZA INTRINSECA I lettori

Dettagli

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI Risorse energetiche e struttura del mercato L Italia produce piccoli volumi di gas naturale

Dettagli

Convegno 6 giugno 2013 Federlazio Frosinone

Convegno 6 giugno 2013 Federlazio Frosinone Convegno 6 giugno 2013 Federlazio Frosinone pag. 1 6 giugno 2013 Federlazio Frosinone Introduzione alla Business Intelligence Un fattore critico per la competitività è trasformare la massa di dati prodotti

Dettagli

Ottimizzare gli sconti per incrementare i profitti

Ottimizzare gli sconti per incrementare i profitti Ottimizzare gli sconti per incrementare i profitti Come gestire la scontistica per massimizzare la marginalità di Danilo Zatta www.simon-kucher.com 1 Il profitto aziendale è dato da tre leve: prezzo per

Dettagli

Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore

Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore Osservatorio ICT nel Real Estate Presentazione dei Risultati 2013 21 Maggio 2013 CON IL PATROCINIO DI PARTNER IN

Dettagli

RISOLUZIONE N. 13/E. Roma, 20 gennaio 2009

RISOLUZIONE N. 13/E. Roma, 20 gennaio 2009 RISOLUZIONE N. 13/E Roma, 20 gennaio 2009 Direzione Centrale Normativa e Contenzioso OGGETTO: Istanza di interpello Art. 11 Legge 27 luglio 2000, n. 212 Gestore dei Servizi Elettrici, SPA Dpr 26 ottobre

Dettagli

In Olanda serricoltori come broker di borsa

In Olanda serricoltori come broker di borsa ORTICOLTURA In Olanda serricoltori come broker di borsa Le importazioni a basso prezzo di energia dalla Germania hanno reso poco redditizia la vendita alla rete, i coltivatori monitorano le quotazioni

Dettagli

02. Alta Riflettività. Sistemi autoadesivi ad alta riflettanza ed emissività

02. Alta Riflettività. Sistemi autoadesivi ad alta riflettanza ed emissività 02. Alta Riflettività Sistemi autoadesivi ad alta riflettanza ed emissività Alta riflettanza ed emissività si traducono in un maggior risparmio energetico e di denaro, oltre che in un applicazione sicura

Dettagli

CIRCOLARE N. 12/E. Roma, 19 febbraio 2008

CIRCOLARE N. 12/E. Roma, 19 febbraio 2008 CIRCOLARE N. 12/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 19 febbraio 2008 OGGETTO: Profili interpretativi emersi nel corso della manifestazione Telefisco 2008 del 29 Gennaio 2008 e risposte ad

Dettagli

Governance e performance nei servizi pubblici locali

Governance e performance nei servizi pubblici locali Governance e performance nei servizi pubblici locali Anna Menozzi Lecce, 26 aprile 2007 Università degli studi del Salento Master PIT 9.4 in Analisi dei mercati e sviluppo locale Modulo M7 Economia dei

Dettagli

ESTIMO GENERALE. 1) Che cos è l estimo?

ESTIMO GENERALE. 1) Che cos è l estimo? ESTIMO GENERALE 1) Che cos è l estimo? L estimo è una disciplina che ha la finalità di fornire gli strumenti metodologici per la valutazione di beni economici, privati o pubblici. Stimare infatti significa

Dettagli

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020)

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Enzo De Sanctis Società Italiana di Fisica - Bologna Con questo titolo, all inizio del 2008, la Società Italiana di Fisica (SIF) ha pubblicato un libro

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS DELIBERAZIONE 12 DICEMBRE 2013 578/2013/R/EEL REGOLAZIONE DEI SERVIZI DI CONNESSIONE, MISURA, TRASMISSIONE, DISTRIBUZIONE, DISPACCIAMENTO E VENDITA NEL CASO DI SISTEMI SEMPLICI DI PRODUZIONE E CONSUMO

Dettagli

Solar Impulse Revillard Rezo.ch. Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente.

Solar Impulse Revillard Rezo.ch. Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente. Solar Impulse Revillard Rezo.ch Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente. La visione di ABB ABB è orgogliosa della sua alleanza tecnologica e innovativa con Solar Impulse, l aereo

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

Industrial Batteries Europa Medio Oriente Africa ITALIANO

Industrial Batteries Europa Medio Oriente Africa ITALIANO Secure Power Solutions Industrial Batteries Europa Medio Oriente Africa ITALIANO AGM VRLA (regolate da valvola) FG FGL FGC FGH FGHL AGM VRLA AGM VRLA AGM VRLA AGM VRLA AGM VRLA Le batterie FIAMM con tecnologia

Dettagli

CONSULENZA STRATEGICA A SUPPORTO DELL HOTEL. Annarita Maggi

CONSULENZA STRATEGICA A SUPPORTO DELL HOTEL. Annarita Maggi La Business Intelligence che aumenta fatturati e redditività Una piattaforma semplice, alla portata di tutte le strutture, che consente un controllo costante degli andamenti, mette in relazione i dati

Dettagli

2013-2018 ROMA CAPITALE

2013-2018 ROMA CAPITALE 2013-2018 ROMA CAPITALE Proposte per il governo della città Sintesi stampa IL VINCOLO DELLE RISORSE ECONOMICO-FINANZIARIE Il debito del Comune di Roma al 31/12/2011 ammonta a 12,1 miliardi di euro; di

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

Osservazioni su bozza di Decreto di incentivazione altre FER

Osservazioni su bozza di Decreto di incentivazione altre FER Osservazioni su bozza di Decreto di incentivazione altre FER 15 giugno 2015 Il Decreto di incentivazione delle FER non fotovoltaiche in via di emanazione dal Ministero dello Sviluppo Economico dovrebbe

Dettagli

Le pompe di calore II

Le pompe di calore II Le pompe di calore II G.L. Morini Laboratorio di Termotecnica Dipartimento di Ingegneria Energetica, Nucleare e del Controllo Ambientale Viale Risorgimento 2, 40136 Bologna COP medio effettivo: SCOP COP

Dettagli

IDROGENO E FONTI RINNOVABILI: UNA POSSIBILE SOLUZIONE AI PROBLEMI ENERGETICI

IDROGENO E FONTI RINNOVABILI: UNA POSSIBILE SOLUZIONE AI PROBLEMI ENERGETICI IDROGENO E FONTI RINNOVABILI: UNA POSSIBILE SOLUZIONE AI PROBLEMI ENERGETICI di Gaetano Cacciola 1 Secondo il World Energy Outlook (WEO) 2007, dell Agenzia Internazionale dell Energia, l aumento dei consumi

Dettagli