Stoccare l idrogeno: le soluzioni italiane Italian solutions to stock hydrogen

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Stoccare l idrogeno: le soluzioni italiane Italian solutions to stock hydrogen"

Transcript

1 Stoccare l idrogeno: le soluzioni italiane Italian solutions to stock hydrogen CREA VERONA - 25 Ottobre 2007 prof. Sergio Lo Russo dr. Alvise Bianchin Hydrogen Group - Dipartimento di Ingegneria Meccanica, settore materiali, e Dipartimento di Fisica - Università di Padova 1

2 allo stato Gassoso in pressione a 200 atm fino a 700 atm allo stato Liquido mantenuto a 21 K (-252 C) e ~5 atm allo stato Solido Legato chimicamente ad un altro elemento, fisisorbito o assorbito un una matrice metallica 2

3 Gas Densità kg/m atm in bombole d acciaio atm in bombole rinforzate con fibra di C 39 Idrogeno liquido a -252 C 73 3

4 Gas 6 Perché 700 atm Peso percentuale di Idrogeno (wt.%) Rinforzo standard Fibra di Carbonio Pressione (MPa) Il peso della bombola determina la capacità di stoccaggio in peso percentuale di idrogeno. All aumentare della pressione del gas aumenta il peso della bombola anche utilizzando fibre di carbonio come rinforzo. 4

5 Liquid Boil-off: evaporazione del liquido intrinseca per ogni serbatoio Attualmente si possono produrre serbatoi per veicoli con boil-off del 1% al giorno Superficie Volume Implica Boil-Off 5

6 Liquid Temperature di liquefazione K C C3H8 (GPL) 231,1 42 CH4 111,8-161,4 N2 77,35-195,82 H2 20,27-252,78 Lower Heating Value (or Net Calorific Value) Energy spent for H2 liquefaction net Energy 33,3 kwh/kg 11 kwh/kg 22,3 kwh/kg La spesa energetica per la liquefazione dell idrogeno corrisponde a circa 1/3 dell energia totale ottenibile dall idrogeno stesso. 6

7 Solid Metal Hydride Magnesium AB5 (as LaNi5) Laves phase AB2 Complex Hydrides Tetraidroalanati Tetraidroborati Ammine-Immidi Physisorbed CNTs MOFs HS-Cs Metalli + H2O Alternative non reversibili Ammoniaca Capsule in vetro Ammoniaborano Alanati + H2O Metanolo Borati + H2O 7

8 Solid Metal Hydride Magnesium AB5 (as LaNi5) Laves phase AB2 Complex Hydrides Tetraidroalanati Tetraidroborati Ammine-Immidi COSTI Physisorbed CNTs MOFs HS-Cs Metalli + H2O Alternative non reversibili PROPRIETA' Ammoniaca TERMODINAMICHE Ammoniaborano Metanolo Capsule in vetro Alanati + H2O Borati + H2O 7

9 Solid Metal Hydride Magnesium AB5 (as LaNi5) Complex Hydrides PROPRIETA' CINETICHE Tetraidroalanati Tetraidroborati Physisorbed CNTs MOFs Laves phase AB2 CAPACITA' wt.% Ammine-Immidi COSTI Alternative non reversibili HS-Cs Metalli + H2O PROPRIETA' Ammoniaca TERMODINAMICHE Ammoniaborano Metanolo Capsule in vetro Alanati + H2O Borati + H2O 7

10 Physisorbed Il principio è lo stesso della condensa dell umidità sul vetro. Solid: Physisorbed CNTs MOFs HS-Cs L a s u p e r fi c i e s p e c i fi c a è proporzionale alla capacità di stoccaggio. Il fisisorbimento di più strati di H2 richiede basse temperature ed alte pressioni. 8

11 Solid: Physisorbed Physisorbed CNTs Carbon NanoTubes a 25 C MOFs HS-Cs 0,6 fig. ref.: Xu 2007: Investigation of hydrogen storage capacity of various carbon materials, Int. Journal of Hy. Energy 32 (2007)

12 Solid: Physisorbed Physisorbed CNTs Carbon NanoTubes a -196 C MOFs HS-Cs 4 Le migliori prestazioni si ottengono a: Bassa temperatura (azoto liquido) Alta pressione (100 atm) fig. ref.: Xu 2007: Investigation of hydrogen storage capacity of various carbon materials, Int. Journal of Hy. Energy 32 (2007)

13 Solid: Physisorbed Physisorbed High Surface Carbons CNTs Activated Carbon MOFs 0,7 HS-Cs fig. ref.: Xu 2007: Investigation of hydrogen storage capacity of various carbon materials, Int. Journal of Hy. Energy 32 (2007)

14 Solid: Physisorbed Physisorbed High Surface Carbons CNTs Graphitic Carbon Fiber MOFs HS-Cs 0,2 6 μm Graphitic Nano Fiber fig. ref.: Xu 2007: Investigation of hydrogen storage capacity of various carbon materials, Int. Journal of Hy. Energy 32 (2007)

15 Solid Tavola Periodica degli Idruri con elettronegatività dell elemento corrispondente 11

16 Solid Tavola Periodica degli Idruri con elettronegatività dell elemento corrispondente Idruri Ionici 2,20 Idruri Metallici Soluzioni Solide He LiH 0,97 Be 1,47 Idruri Covalenti Polimerici BH 3 2,01 CH 4 2,50 NH 3 3,07 O 3,50 HF 4,10 Ne NaH 1,01 Mg 1,23 Idruri Covalenti AlH 3 1,47 SiH 4 1,74 PH 3 2,06 S 2,44 HCl 2,83 Ar KH 0,91 Ca 1,04 Sc 1,20 Ti 1,32 VH V 1,45 CrH Cr 1,56 Mn 1,60 Fe 1,64 Co 1,70 NiH <1 1,75 CuH 1,32 Zn 1,66 GaH 3 1,82 GeH 4 2,02 AsH 3 2,20 Se 2,48 HBr 2,74 Kr RbH 0,89 Sr 0,99 Y YH 3 1,11 Zr 1,22 Nb 1,23 Mo 1,30 Tc 1,36 Ru 1,42 Rh 1,45 PdH <1 1,35 Ag 1,42 Cd 1,46 InH 3 1,49 SnH 4 1,72 SbH 3 1,82 Tc 2,01 HI 2,21 Xe CsH 0,86 Ba 0,97 La LaH 3 1,08 Hf 1,23 TaH 1,33 W 1,40 Re 1,46 Os 1,52 Ir 1,55 Pt 1,44 Au 1,42 Hg 1,44 TlH 3 1,44 PbH 4 1,55 BiH 4 1,67 Po 1,76 HAt 1,32 Ra Fr Ra Ac 1,00 11

17 Solid Tavola Periodica degli Idruri con elettronegatività dell elemento corrispondente Idruri Ionici 2,20 Idruri Metallici Soluzioni Solide He LiH 0,97 Be 1,47 Idruri Covalenti Polimerici BH 3 2,01 CH 4 2,50 NH 3 3,07 O 3,50 HF 4,10 Ne NaH 1,01 Mg 1,23 Idruri Covalenti AlH 3 1,47 SiH 4 1,74 PH 3 2,06 S 2,44 HCl 2,83 Ar KH 0,91 Ca 1,04 Sc 1,20 Ti 1,32 VH V 1,45 CrH Cr 1,56 Mn 1,60 Fe 1,64 Co 1,70 NiH <1 1,75 CuH 1,32 Zn 1,66 GaH 3 1,82 GeH 4 2,02 AsH 3 2,20 Se 2,48 HBr 2,74 Kr RbH 0,89 Sr 0,99 Y YH 3 1,11 Zr 1,22 Nb 1,23 Mo 1,30 Tc 1,36 Ru 1,42 Rh 1,45 PdH <1 1,35 Ag 1,42 Cd 1,46 InH 3 1,49 SnH 4 1,72 SbH 3 1,82 Tc 2,01 HI 2,21 Xe CsH 0,86 Ba 0,97 La LaH 3 1,08 Hf 1,23 TaH 1,33 W 1,40 Re 1,46 Os 1,52 Ir 1,55 Pt 1,44 Au 1,42 Hg 1,44 TlH 3 1,44 PbH 4 1,55 BiH 4 1,67 Po 1,76 HAt 1,32 Ra Fr Ra Ac 1,00 12

18 Solid Tavola Periodica degli Idruri con elettronegatività dell elemento corrispondente Idruri Ionici 2,20 LiH 0,97 Be 1,47 Idruri Metallici Soluzioni Solide 2,20 Idruri Covalenti Polimerici BH 3 2,01 CH 4 2,50 NH 3 3,07 O 3,50 HF 4,10 He Ne NaH 1,01 KH 0,91 Mg 1,23 Ca 1,04 Sc 1,20 Ti 1,32 Idruri Covalenti Energia VH V 1,45 CrH Cr 1,56 Mn 1,60 Fe 1,64 Co 1,70 NiH <1 1,75 CuH 1,32 Zn 1,66 AlH 3 1,47 SiH 4 1,74 energia GaH 3 1,82 GeH 4 2,02 PH 3 2,06 AsH 3 2,20 S 2,44 Se 2,48 HCl 2,83 HBr 2,74 Ar Kr RbH 0,89 Sr 0,99 Y YH 3 1,11 Zr 1,22 Nb 1,23 Mo 1,30 Tc 1,36 Ru 1,42 Rh 1,45 PdH <1 1,35 Ag 1,42 Cd 1,46 InH 3 1,49 SnH 4 1,72 SbH 3 1,82 Tc 2,01 HI 2,21 Xe CsH 0,86 Ba 0,97 La LaH 3 1,08 Hf 1,23 TaH 1,33 W 1,40 Re 1,46 Os 1,52 Ir 1,55 Pt 1,44 Au 1,42 Hg 1,44 TlH 3 1,44 PbH 4 1,55 BiH 4 1,67 Po 1,76 HAt 1,32 Ra Fr Ra Ac 1,00 O 3,50 12

19 Solid Tavola Periodica degli Idruri con elettronegatività dell elemento corrispondente 2,20 LiH 0,97 Be 1,47 Idruri Ionici Idruri Metallici Soluzioni Solide Pt 1,44 NiH <1 1,75 2,20 Idruri Covalenti Polimerici BH 3 2,01 CH 4 2,50 NH 3 3,07 O 3,50 HF 4,10 He Ne NaH 1,01 KH 0,91 RbH 0,89 Mg 1,23 Ca 1,04 Sr 0,99 Sc 1,20 Y YH 3 1,11 Ti 1,32 Zr 1,22 Idruri Covalenti Energia VH V 1,45 Nb 1,23 energia CrH CrH Mn Mg Fe 2 1,601,23 LiH 1,56 0,97 Mo 1,30 Tc 1,36 1,64 Ru 1,42 Ti 1,32 Co 1,70 Rh 1,45 La LaH 3 1,08 NiH <1 1,75 PdH <1 1,35 CuH 1,32 Ag 1,42 Zn 1,66 Cd 1,46 AlH 3 1,47 SiH 4 1,74 energia GaH 3 1,82 InH 3 1,49 GeH 4 2,02 SnH 4 1,72 PH 3 2,06 AsH 3 2,20 SbH 3 1,82 S 2,44 Se 2,48 Tc 2,01 HCl 2,83 HBr 2,74 HI 2,21 Ar Kr Xe CsH 0,86 Ba 0,97 La LaH 3 1,08 Hf 1,23 TaH 1,33 W 1,40 Re 1,46 AlH Os 3 1,47 1,52 NH Ir 3 3,07 1,55 Pt 1,44 Au 1,42 Hg 1,44 TlH 3 1,44 PbH 4 1,55 BiH 4 1,67 Po 1,76 HAt 1,32 Ra Fr Ra Ac 1,00 O 3,50 12

20 25%#'-(38D3((%/# HYDROGEN STORAGE Solid: Ionic and Intermetallic hydrides equazione di Vant Hoff:!"#$%&'()*'#)*)+,-+./0,-%12-*'/-34,556/7)8'9:6-;)-);/6<'96-) *65:6-)9:'/8':,33)+6-=5 # G%()# DH3# *%# ;%8'%A')-3# 6'# 3-(8)&'%# 63*# 2'2(37%# <# 6);5(%# 3223-A'%*73-(3# %*# D% '68)43-)# 7)*3D)*%83# 4%22)2)# %# '68)43-)# 6'2D')*()#dell idruro %**)# 2(%()# 2)*'6)# -3*# 7%(38 ΔH f Stabilità 322%# &5I# # D)-2'638%(%# &8322)DHJ# 2'7'*3# '-# (5(('# '# 2'2(37'# 73(%**)K'68 13

21 Solid: Ionic and Intermetallic hydrides equazione di Vant Hoff: ΔHf ideale: 39,2 kj/mol 14

22 Solid: Ionic and Intermetallic hydrides equazione di Vant Hoff: ΔHf ideale: 39,2 kj/mol Lavorare a temperature e pressioni facilmente gestibili (1-10 atm, C) 14

23 Solid: Ionic and Intermetallic hydrides equazione di Vant Hoff: ΔHf ideale: 39,2 kj/mol Lavorare a temperature e pressioni facilmente gestibili (1-10 atm, C) Avere una conveniente capacità gravimetrica (>5-6 wt.%) 14

24 Solid: Ionic and Intermetallic hydrides equazione di Vant Hoff: ΔHf ideale: 39,2 kj/mol Lavorare a temperature e pressioni facilmente gestibili (1-10 atm, C) Avere una conveniente capacità gravimetrica (>5-6 wt.%) Avere una buona reversibilità, veloce e completa, e buon tempo di vita 14

25 Solid: Ionic and Intermetallic hydrides equazione di Vant Hoff: ΔHf ideale: 39,2 kj/mol Lavorare a temperature e pressioni facilmente gestibili (1-10 atm, C) Avere una conveniente capacità gravimetrica (>5-6 wt.%) Avere una buona reversibilità, veloce e completa, e buon tempo di vita Avere dei costi competitivi 14

26 Solid: Ionic and Intermetallic hydrides Metal Hydride Magnesium AB5 (as LaNi5) Laves phase AB2 Gli idruri formati da metalli di transizione sono del tipo ABx: x può essere 1, 2 or 5 A è generalmente un metallo o una lega di metalli che forma un idruro stabile B è un metallo che forma un idruro instabile examples T C P atm wt.% examples T C P atm wt.% LaNi ,44 TiCr1,1V0, ,9 MnNi4,6Fe0, ,44 Zr(Cr0,8Mo) ,99 LaNi4,8Sn0, ,16 TiCrMn ,80 MnNi4,6Al0, ,30 Ti45Zr18Ni ,25 FeTi ,92 Mg2Ni ,2-4,1 ref.: Sakintuna 2006: Metal hydride materials for solid hydrogen storage: A review, Int. Journal of Hy. Energy 15

27 Solid: Ionic and Intermetallic hydrides Metal Hydride Magnesium AB5 (as LaNi5) Laves phase AB2 Labtech HBond Capacità di stoccaggio: 1500 N litri Diametro: 145 mm Lunghezza: 284 mm Peso: 12 kg [1,12 wt.%] eq ~4,6 litri di cui 9 Kg di idruro metallico [1,50 wt.%] Pressione di carica: 15 Bar Temperature di carica: C Tempo di carica: 1 ora Pressione di scarica: da 2 a 6 Bar Temperatura di scarica: C Bombola equivalente a 200 atm: 9 litri 16

28 Metal Hydride Magnesium AB5 (as LaNi5) Laves phase AB2 Solid: Ionic and Intermetallic hydrides E economico Ha un alta capacità gravimetrica (7,6 wt.%) Non è tossico Può essere facilmente catalizzato e raggiungere delle buone cinetiche ma Assorbe e desorbe idrogeno a C MgH2 + Nb2O5 (0.5% mol.) +Graphite (1 wt.%) 17

29 Solid: Ionic and Intermetallic hydrides Metal Hydride Cinetiche di Assorbimento Magnesium AB5 (as LaNi5) Laves phase AB2 Vari catalizzatori ed additivi si possono aggiungere al magnesio per migliorarne le prestazioni Ni, Fe Nb2O5 MmNi4.7Al0.3 (Mm=Mischmetal, una composizione naturale di terre rare) ZrCr0.6Fe1.4 18

30 Solid: Ionic and Intermetallic hydrides Metal Hydride Cinetiche di Assorbimento Magnesium AB5 (as LaNi5) Laves phase AB2 Vari catalizzatori ed additivi si possono aggiungere al magnesio per migliorarne le prestazioni Ni, Fe Nb2O5 MmNi4.7Al0.3 (Mm=Mischmetal, una composizione naturale di terre rare) ZrCr0.6Fe1.4 Hanno un evidente effetto nel migliorare le cinetiche, ma n e s s u n s o s t a n z i a l e miglioramento delle prestazioni termodinamiche 18

31 Solid: Ionic and Intermetallic hydrides Metal Hydride Isoterme di Pressione vs Composizione Magnesium AB5 (as LaNi5) Laves phase AB2 Vari catalizzatori ed additivi si possono aggiungere al magnesio per migliorarne le prestazioni Ni, Fe Nb2O5 MmNi4.7Al0.3 (Mm=Mischmetal, una composizione naturale di terre rare) ZrCr0.6Fe1.4 Hanno un evidente effetto nel migliorare le cinetiche, ma n e s s u n s o s t a n z i a l e miglioramento delle prestazioni termodinamiche 18

32 Solid: Complex hydrides Complex Hydrides Tetraidroalanati Tetraidroborati Gli idruri complessi sono costituiti da un catione (di Li, Na, Ca, Mg, K...) che coordina un anione del tipo AlH4 -, NH4 -, BH4 - Ammine-Immidi Anno le più alte alta capacità gravimetriche 3-13 wt.% Hanno buone caratteristiche termodinamiche Spesso perdono le buone caratteristiche iniziali dopo qualche decina di cicli di ass/des 19

33 Complex Hydrides Tetraidroalanati Tetraidroborati Ammine-Immidi Ball Milling Solid: Complex hydrides Aggiungono all ammide di litio idruro di magnesio si ottiene tramite ball milling un composto di LiH e Mg(NH2)2 capace di assorbire reversibilmente idrogeno con capacità teorica di 5,5 wt.% 2LiNH2 + MgH2 Mg(NH2)2 + 2LiH Li2Mg(NH)2 + 2H2 Una prolungata macinazione di Li-ammide e Mg-idruro porta a: migliori cinetiche di A/D maggiore capacità di stoccaggio (4,6 wt.%) 20

34 Solid: Complex hydrides Complex Hydrides Tetraidroalanati Tetraidroborati Ammine-Immidi La termodinamica del composto è buona: ha un valore di Entalpia (40,4 kj/mol) molto vicino a quello ideale (39,2 kj/mol) 21

35 Solid PROPRIETA' CINETICHE CAPACITA' wt.% COSTI PROPRIETA' TERMODINAMICHE 22

36 H2 Fisisorbito: Bassa capacità a temperatura e pressione ambiente (0,1-1 wt.%) Costi elevati (nanotubi) Stabilità poco verificata PROPRIETA' CINETICHE CAPACITA' wt.% H2 Fisisorbito COSTI Solid PROPRIETA' TERMODINAMICHE 22

37 H2 Fisisorbito: Bassa capacità a temperatura e pressione ambiente (0,1-1 wt.%) Costi elevati (nanotubi) Stabilità poco verificata ABx Leghe Intermetalliche: Bassa capacità di stoccaggio (1-2 wt.%) Elementi costosi (Ni, V, La) Buona termodinamica Buona stabilità CAPACITA' wt.% PROPRIETA' CINETICHE AB5 (LaNi5) COSTI Solid PROPRIETA' TERMODINAMICHE 22

38 H2 Fisisorbito: Bassa capacità a temperatura e pressione ambiente (0,1-1 wt.%) Costi elevati (nanotubi) Stabilità poco verificata ABx Leghe Intermetalliche: Bassa capacità di stoccaggio (1-2 wt.%) Elementi costosi (Ni, V, La) Buona termodinamica Buona stabilità MgH2 catalizzato: Buona capacità di stoccaggio (~6 wt.%) Basso costo Sfavorevole termodinamica Buona stabilità CAPACITA' wt.% PROPRIETA' CINETICHE MgH2 - doped PROPRIETA' TERMODINAMICHE COSTI Solid 22

39 H2 Fisisorbito: Bassa capacità a temperatura e pressione ambiente (0,1-1 wt.%) Costi elevati (nanotubi) Stabilità poco verificata ABx Leghe Intermetalliche: Bassa capacità di stoccaggio (1-2 wt.%) Elementi costosi (Ni, V, La) Buona termodinamica Buona stabilità MgH2 catalizzato: Buona capacità di stoccaggio (~6 wt.%) Basso costo Sfavorevole termodinamica Buona stabilità Complessi: Ottima capacità di stoccaggio (>8 wt.%) Buona termodinamica Stabilità incerta CAPACITA' wt.% PROPRIETA' CINETICHE Complessi PROPRIETA' TERMODINAMICHE COSTI Solid 22

40 H2 Fisisorbito: Bassa capacità a temperatura e pressione ambiente (0,1-1 wt.%) Costi elevati (nanotubi) Stabilità poco verificata ABx Leghe Intermetalliche: Bassa capacità di stoccaggio (1-2 wt.%) Elementi costosi (Ni, V, La) Buona termodinamica Buona stabilità MgH2 catalizzato: Buona capacità di stoccaggio (~6 wt.%) Basso costo Sfavorevole termodinamica Buona stabilità Complessi: Ottima capacità di stoccaggio (>8 wt.%) Buona termodinamica Stabilità incerta CAPACITA' wt.% PROPRIETA' CINETICHE Ammine-Immidi PROPRIETA' TERMODINAMICHE COSTI Ammidi-Immidi: Ottima capacità di stoccaggio (~4,5 wt.%) Buona termodinamica Cinetica penalizzante Solid 22

41 H2 Fisisorbito: Bassa capacità a temperatura e pressione ambiente (0,1-1 wt.%) Costi elevati (nanotubi) Stabilità poco verificata ABx Leghe Intermetalliche: Bassa capacità di stoccaggio (1-2 wt.%) Elementi costosi (Ni, V, La) Buona termodinamica Buona stabilità MgH2 catalizzato: Buona capacità di stoccaggio (~6 wt.%) Basso costo Sfavorevole termodinamica Buona stabilità Complessi: Ottima capacità di stoccaggio (>8 wt.%) Buona termodinamica Stabilità incerta CAPACITA' wt.% PROPRIETA' CINETICHE PROPRIETA' TERMODINAMICHE COSTI Ammidi-Immidi: Ottima capacità di stoccaggio (~4,5 wt.%) Buona termodinamica Cinetica penalizzante Solid 22

42 Progetto di serbatoio a due stadi, Maddalena et al. IJHE (2006) 3,2 kg di MgH2 catalizzato più 1,0 kg di una lega commerciale AB5 sono sufficienti per sostentare una fuel cell che alimenta per due ore un motore elettrico da 1 kw La capacità netta equivalente di idrogeno di questo serbatoio è circa 1800 Nlitri [4 wt.%] 23

43 HYDROGEN STORAGE Prototipo di serbatoio, CESI RICERCHE UniPD e VeTec E stato realizzato un prototipo da laboratorio che utilizza 500 grammi di polvere di idruro di magnesio catalizzato e può accumulare 300 Nlitri di idrogeno. 24

44 Stoccare l idrogeno: le soluzioni italiane Italian solutions to stock hydrogen CREA VERONA - 25 Ottobre 2007 prof. Sergio Lo Russo dr. Alvise Bianchin Hydrogen Group - Dipartimento di Ingegneria Meccanica, settore materiali, e Dipartimento di Fisica - Università di Padova 25

45 Stoccare l idrogeno: le soluzioni italiane Italian solutions to stock hydrogen GRAZIE CREA VERONA - 25 Ottobre 2007 prof. Sergio Lo Russo dr. Alvise Bianchin Hydrogen Group - Dipartimento di Ingegneria Meccanica, settore materiali, e Dipartimento di Fisica - Università di Padova 25

Figura VIII.10.1: Bombole a idrogeno compresso

Figura VIII.10.1: Bombole a idrogeno compresso Approfondimento 1. Stoccaggio come gas compresso. Il modo più semplice di immagazzinare l idrogeno è utilizzarlo in forma compressa ad alta pressione in bombole cilindriche in acciaio. Infatti per percorrere

Dettagli

HYDROGEN STORAGE. Chiara Cavallari. 30 aprile 2009. Materiali Nanostrutturati a base Carbonio

HYDROGEN STORAGE. Chiara Cavallari. 30 aprile 2009. Materiali Nanostrutturati a base Carbonio by Carbon Materials HYDROGEN STORAGE Chiara Cavallari Materiali Nanostrutturati a base Carbonio 30 aprile 2009 by Carbon Materials Sommario Idrogeno e le sue applicazioni dei Materiali a base di Carbonio

Dettagli

LE LEGHE DI ALLUMINIO E LO SMALTO PORCELLANATO

LE LEGHE DI ALLUMINIO E LO SMALTO PORCELLANATO LE LEGHE DI ALLUMINIO E LO SMALTO PORCELLANATO Angelo Ferraro, Technical Customer Service Manager Novelis Italia Angelo.Ferraro@novelis.com Premessa In questi ultimi anni c è stato un forte interesse per

Dettagli

Nanomateriali innovativi per stoccaggio di idrogeno in stato solido

Nanomateriali innovativi per stoccaggio di idrogeno in stato solido Nanomateriali innovativi per stoccaggio di idrogeno in stato solido S. Lo Russo, S. Pighin, Dipartimento di Fisica Galileo Galilei G. Capurso, A. Maddalena, G. Principi, Dipartimento di Ingegneria Meccanica

Dettagli

2014 2015 CCS - Biologia CCS - Fisica I gas e loro proprietà. I liquidi e loro proprietà

2014 2015 CCS - Biologia CCS - Fisica I gas e loro proprietà. I liquidi e loro proprietà 2014 2015 CCS - Biologia CCS - Fisica I gas e loro proprietà 1 I liquidi e loro proprietà 2 Proprietà Generali dei Gas I gas possono essere espansi all infinito. I gas occupano i loro contenitori uniformemente

Dettagli

Caratterizzazione del particolato organico e inorganico allo scarico del reattore ISOTHERM PWR

Caratterizzazione del particolato organico e inorganico allo scarico del reattore ISOTHERM PWR Caratterizzazione del particolato organico e inorganico allo scarico del reattore ISOTHERM PWR Antonio D Alessio, Andrea D Anna Report RSE/29/97 Ente per le Nuove tecnologie, l Energia e l Ambiente RICERCA

Dettagli

Selezione test GIOCHI DELLA CHIMICA

Selezione test GIOCHI DELLA CHIMICA Selezione test GIOCHI DELLA CHIMICA CLASSE A Velocità - Equilibrio - Energia Regionali 2010 36. Se il valore della costante di equilibrio di una reazione chimica diminuisce al crescere della temperatura,

Dettagli

Mission aziendale. Know how tecnologico. Descrizione della tecnologia

Mission aziendale. Know how tecnologico. Descrizione della tecnologia Mission aziendale MetEnergia si configura come una licensing company il cui scopo è la commercializzazione della proprietà intellettuale sviluppata nel campo dello stoccaggio reversibile di gas. Il mercato

Dettagli

C V. gas monoatomici 3 R/2 5 R/2 gas biatomici 5 R/2 7 R/2 gas pluriatomici 6 R/2 8 R/2

C V. gas monoatomici 3 R/2 5 R/2 gas biatomici 5 R/2 7 R/2 gas pluriatomici 6 R/2 8 R/2 46 Tonzig La fisica del calore o 6 R/2 rispettivamente per i gas a molecola monoatomica, biatomica e pluriatomica. Per un gas perfetto, il calore molare a pressione costante si ottiene dal precedente aggiungendo

Dettagli

Alma Mater Studiorum - Università di Bologna STUDIO DELL APPLICAZIONE DI UN SISTEMA ALIMENTATO AD IDROGENO PER UN SOLLEVATORE AUTOPROPULSO

Alma Mater Studiorum - Università di Bologna STUDIO DELL APPLICAZIONE DI UN SISTEMA ALIMENTATO AD IDROGENO PER UN SOLLEVATORE AUTOPROPULSO Alma Mater Studiorum - Università di Bologna SECONDA FACOLTA DI INGEGNERIA CON SEDE A CESENA CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA MECCANICA STUDIO DELL APPLICAZIONE DI UN SISTEMA ALIMENTATO AD IDROGENO PER UN

Dettagli

Applicazioni della Termochimica: Combustioni

Applicazioni della Termochimica: Combustioni CHIMICA APPLICATA Applicazioni della Termochimica: Combustioni Combustioni Il comburente più comune è l ossigeno dell aria Aria secca:! 78% N 2 21% O 2 1% gas rari Combustioni Parametri importanti:! 1.Potere

Dettagli

La combustione ed i combustibili

La combustione ed i combustibili La combustione ed i combustibili Concetti di base Potere calorifico Aria teorica di combustione Fumi: volume e composizione Temperatura teorica di combustione Perdita al camino Combustibili Gassosi Solidi

Dettagli

COMPITO DI CHIMICA DEL 19-04-2013

COMPITO DI CHIMICA DEL 19-04-2013 COMPITO DI CHIMICA DEL 19-04-2013 1) Una certa quantità di solfato di ferro (II), sciolta in una soluzione acquosa di acido solforico, viene trattata con 1.0 10-3 mol di permanganato di potassio. Si ottengono

Dettagli

LABORATORIO DI CHIMICA GENERALE E INORGANICA

LABORATORIO DI CHIMICA GENERALE E INORGANICA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali Corso di Laurea Triennale in Chimica CORSO DI: LABORATORIO DI CHIMICA GENERALE E INORGANICA Docente: Dr. Alessandro Caselli

Dettagli

ELETTROCHIMICA. Uso di reazioni chimiche per produrre corrente elettrica (Pile)

ELETTROCHIMICA. Uso di reazioni chimiche per produrre corrente elettrica (Pile) ELETTROCHIMICA Uso di reazioni chimiche per produrre corrente elettrica (Pile) Uso di forza elettromotrice (fem) esterna per forzare reazioni chimiche non spontanee (Elettrolisi) Coppia redox: Ossidazione

Dettagli

Università telematica Guglielmo Marconi. Chimica

Università telematica Guglielmo Marconi. Chimica Università telematica Guglielmo Marconi Chimica 1 Termodinamica 1 Argomenti Nell unità didattica dedicata alla termodinamica verranno affrontati i seguenti argomenti: L energia interna di un sistema Le

Dettagli

Stati di aggregazione della materia unità 2, modulo A del libro

Stati di aggregazione della materia unità 2, modulo A del libro Stati di aggregazione della materia unità 2, modulo A del libro Gli stati di aggregazione della materia sono tre: solido, liquido e gassoso, e sono caratterizzati dalle seguenti grandezze: Quantità --->

Dettagli

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI CASSINO E DEL LAZIO MERIDIONALE. Idrogeno: accumulo e distribuzione

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI CASSINO E DEL LAZIO MERIDIONALE. Idrogeno: accumulo e distribuzione UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI CASSINO E DEL LAZIO MERIDIONALE Idrogeno: accumulo e distribuzione Forme di accumulo di idrogeno Compresso IDROGENO ACCUMULATO IN FORMA PURA Liquido Ammoniaca IDROGENO ACCUMULATO

Dettagli

ELETTRONICHE AI FINI DEL RECUPERO. Dr. Ing. Giuseppe Todarello Senior Scientist Tecnologie Ambientali

ELETTRONICHE AI FINI DEL RECUPERO. Dr. Ing. Giuseppe Todarello Senior Scientist Tecnologie Ambientali SCHEDE ELETTRONICHE AI FINI DEL RECUPERO Dr. Ing. Giuseppe Todarello Senior Scientist Tecnologie Ambientali IL CENTRO SVILUPPO MATERIALI S.P.A. IN BREVE 2 Missione CSM è un Centro di Ricerca Industriale

Dettagli

SCALA DEI PESI ATOMICI RELATIVI E MEDI

SCALA DEI PESI ATOMICI RELATIVI E MEDI SCALA DEI PESI ATOMICI RELATIVI E MEDI La massa dei singoli atomi ha un ordine di grandezza compreso tra 10-22 e 10-24 g. Per evitare di utilizzare numeri così piccoli, essa è espressa relativamente a

Dettagli

Definiamo Entalpia la funzione: DH = DU + PDV. Variando lo stato del sistema possiamo misurare la variazione di entalpia: DU = Q - PDV.

Definiamo Entalpia la funzione: DH = DU + PDV. Variando lo stato del sistema possiamo misurare la variazione di entalpia: DU = Q - PDV. Problemi Una mole di molecole di gas ideale a 292 K e 3 atm si espandono da 8 a 20 L e a una pressione finale di 1,20 atm seguendo 2 percorsi differenti. Il percorso A è un espansione isotermica e reversibile;

Dettagli

Chimica. Ingegneria Meccanica, Elettrica e Civile Simulazione d'esame

Chimica. Ingegneria Meccanica, Elettrica e Civile Simulazione d'esame Viene qui riportata la prova scritta di simulazione dell'esame di Chimica (per meccanici, elettrici e civili) proposta agli studenti alla fine di ogni tutoraggio di Chimica. Si allega inoltre un estratto

Dettagli

ESERCIZI DI CHIMICA. 5. Calcolare le masse in grammi di: a) 0,30 moli di HNO 3 ; b) 2,50 moli di Na 2 SO 4. [19 g di HNO 3 ; 355 g di Na 2 SO 4 ]

ESERCIZI DI CHIMICA. 5. Calcolare le masse in grammi di: a) 0,30 moli di HNO 3 ; b) 2,50 moli di Na 2 SO 4. [19 g di HNO 3 ; 355 g di Na 2 SO 4 ] ESERCIZI DI CHIMICA 1. Calcolare:a) le moli di H 2 O e le moli di atomi d idrogeno ed ossigeno contenuti in 10g di H 2 O; b) il numero di molecole di H 2 O e di atomi di idrogeno e di ossigeno. [0,55 moli;

Dettagli

Esame di Chimica Generale (M-Z) A.A. 2011-2012 (25 gennaio 2012)

Esame di Chimica Generale (M-Z) A.A. 2011-2012 (25 gennaio 2012) CORSO DI LAUREA IN SCIENZE BIOLOGICHE Esame di Chimica Generale (M-Z) A.A. 2011-2012 (25 gennaio 2012) 1) Bilanciare la seguente ossidoriduzione: KMnO 4 + H 2 O 2 + H 2 SO 4 MnSO 4 + K 2 SO 4 + O 2 + H

Dettagli

WORKSHOP, 25 GENNAIO 2012 Roncegno Terme(TN) April 21 st 23 rd New Delhi (India) Senior researcher

WORKSHOP, 25 GENNAIO 2012 Roncegno Terme(TN) April 21 st 23 rd New Delhi (India) Senior researcher April 21 st 23 rd New Delhi (India) WORKSHOP: La micro cogenerazione con celle a combustibile SOFC e i progetti in corso in Italia 25 gennaio 2012 - Roncegno, TN Storage ad alta densità di energia: idrogeno

Dettagli

1. Un elemento Ä formato da particelle indivisibili chiamate atomi. 2. Gli atomi di uno specifico elemento hanno proprietå identiche. 3.

1. Un elemento Ä formato da particelle indivisibili chiamate atomi. 2. Gli atomi di uno specifico elemento hanno proprietå identiche. 3. Atomi e molecole Ipotesi di Dalton (primi dell 800) 1. Un elemento Ä formato da particelle indivisibili chiamate atomi. 2. Gli atomi di uno specifico elemento hanno proprietå identiche. 3. Gli atomi dei

Dettagli

Tecnologie di saldatura per fusione

Tecnologie di saldatura per fusione La saldatura laser Tecnologie di saldatura per fusione saldatura ad arco (MIG, TIG, SAW, Plasma ecc.) saldatura a gas (ossiacetilenica, ossidrica ecc.) saldatura ad elettroscoria saldatura alluminotermica

Dettagli

Combustione energia termica trasmissione del calore

Combustione energia termica trasmissione del calore Scheda riassuntiva 6 capitoli 3-4 Combustione energia termica trasmissione del calore Combustibili e combustione Combustione Reazione chimica rapida e con forte produzione di energia termica (esotermica)

Dettagli

Composizione degli acciai Conoscere bene per comprare meglio

Composizione degli acciai Conoscere bene per comprare meglio Composizione degli acciai Conoscere bene per comprare meglio Manuele Dabalà Dip. Ingegneria Industriale Università di Padova Introduzione Cos è l acciaio? Norma UNI EN 10020/01 Materiale il cui tenore

Dettagli

Una soluzione è un sistema omogeneo (cioè costituito da una sola fase, che può essere liquida, solida o gassosa) a due o più componenti.

Una soluzione è un sistema omogeneo (cioè costituito da una sola fase, che può essere liquida, solida o gassosa) a due o più componenti. Una soluzione è un sistema omogeneo (cioè costituito da una sola fase, che può essere liquida, solida o gassosa) a due o più componenti. Solvente (componente presente in maggior quantità) SOLUZIONE Soluti

Dettagli

Stati di aggregazione della materia

Stati di aggregazione della materia SOLIDO: Forma e volume propri. Stati di aggregazione della materia LIQUIDO: Forma del recipiente in cui è contenuto, ma volume proprio. GASSOSO: Forma e volume del recipiente in cui è contenuto. Parametri

Dettagli

NUMERI DI OSSIDAZIONE

NUMERI DI OSSIDAZIONE NUMERI DI OSSIDAZIONE Numeri in caratteri romani dotati di segno Tengono conto di uno squilibrio di cariche nelle specie poliatomiche Si ottengono, formalmente, attribuendo tutti gli elettroni di valenza

Dettagli

Quesiti e problemi (sul libro da pag. 510)

Quesiti e problemi (sul libro da pag. 510) Quesiti e problemi (sul libro da pag. 510) 2 Il numero di ossidazione 1 Assegna il n.o. a tutti gli elementi dei seguenti composti. a) Hg 3 (PO 3 ) 2 Hg: +2; P: +3; O: 2 b) Cu(NO 2 ) 2 Cu: +2; N: +3; O:

Dettagli

Una formula molecolare è una formula chimica che dà l'esatto numero degli atomi di una molecola.

Una formula molecolare è una formula chimica che dà l'esatto numero degli atomi di una molecola. Una formula molecolare è una formula chimica che dà l'esatto numero degli atomi di una molecola. La formula empirica e una formula in cui il rappporto tra gli atomi e il piu semplice possibil Acqua Ammoniaca

Dettagli

Gruppo Elettroni più esterni Valenza IV 4 (2+2) 2, 4 V 5 (1+2+2) 1, 3, 5 VI 6 (2 +2+2) 2, 4, 6 VII 7 (1+2+2+2) 1, 3, 5, 7

Gruppo Elettroni più esterni Valenza IV 4 (2+2) 2, 4 V 5 (1+2+2) 1, 3, 5 VI 6 (2 +2+2) 2, 4, 6 VII 7 (1+2+2+2) 1, 3, 5, 7 REAZINI CHIMICHE E BILANCIAMENT - Prof. Enrico Maria Bruti La Valenza La valenza è il numero di legami che un atomo può formare. La valenza è in stretta relazione con il numero di elettroni presenti nel

Dettagli

La caratterizzazione del rifiuto è solo una questione di analisi?

La caratterizzazione del rifiuto è solo una questione di analisi? La caratterizzazione del rifiuto è solo una questione di analisi? Dr Chimico Giuseppe Postorino Provincia di Reggio Calabria Reggio Calabria 30 maggio 2014 100 volume d affari dei servizi su base nazionale

Dettagli

STUDIO GEOCHIMICO DEL PARTICOLATO ATMOSFERICO

STUDIO GEOCHIMICO DEL PARTICOLATO ATMOSFERICO UNIVERSITA CA FOSCARI VENEZIA DIPARTIMENTO DI SCIENZE AMBIENTALI STUDIO GEOCHIMICO DEL PARTICOLATO ATMOSFERICO Prof. Rampazzo Giancarlo CHE COS E LA GEOCHIMICA 1.La geochimica studia la composizione chimica

Dettagli

Celle a combustibile per un'energia nel rispetto dell'ambiente: sfida o realtà?

Celle a combustibile per un'energia nel rispetto dell'ambiente: sfida o realtà? Celle a combustibile per un'energia nel rispetto dell'ambiente: sfida o realtà? Prof. Paolo Spinelli POLITECNICO DI TORINO Dipartimento di Scienza dei Materiali e Ingegneria Chimica 13 Ottobre 2008, Cuorgnè

Dettagli

PIANO DIDATTICO SCIENZA DEI MATERIALI PER LA CONVERSIONE FOTOVOLTAICA

PIANO DIDATTICO SCIENZA DEI MATERIALI PER LA CONVERSIONE FOTOVOLTAICA PIANO DIDATTICO SCIENZA DEI MATERIALI PER LA CONVERSIONE FOTOVOLTAICA Celle solari: dai mirtilli agli spaghetti CONVERSIONE FOTOVOLTAICA: L ENERGIA DEL FUTURO v Energia inesauribile e rinnovabile v Non

Dettagli

Fondamenti di chimica Raymond Chang Copyright 2009 The McGraw-Hill Companies srl CAPITOLO 5 I GAS

Fondamenti di chimica Raymond Chang Copyright 2009 The McGraw-Hill Companies srl CAPITOLO 5 I GAS CAPITOLO 5 I GAS 5.13 5.14 Strategia: poiché 1 atm = 760 mmhg, è necessario il seguente fattore di conversione per ottenere la pressione in atmosfere. Per la seconda conversione, 1 atm = 101.325 kpa. Soluzione:

Dettagli

Miscela omogenea monofasica i cui costituenti non è possibile separare meccanicamente

Miscela omogenea monofasica i cui costituenti non è possibile separare meccanicamente Miscela omogenea monofasica i cui costituenti non è possibile separare meccanicamente Soluzioni Sistema Omogeneo (presenta le stesse proprietà in qualsiasi sua porzione) Monofasico Nella fase omogenea

Dettagli

PCM-based cold storage as peak shaving for air

PCM-based cold storage as peak shaving for air PCM-based cold storage as peak shaving for air conditioning units. 1 LA TECNOLOGIA ColdPeak è un innovativo sistema di stoccaggio di energia frigorifera basato su materiali a cambio di fase (PCM Phase

Dettagli

Leggi dei gas. PV = n RT SISTEMI DI PARTICELLE NON INTERAGENTI. perché le forze tra le molecole sono differenti. Gas perfetti o gas ideali

Leggi dei gas. PV = n RT SISTEMI DI PARTICELLE NON INTERAGENTI. perché le forze tra le molecole sono differenti. Gas perfetti o gas ideali Perché nelle stesse condizioni di temperatura e pressione sostanze differenti possono trovarsi in stati di aggregazione differenti? perché le forze tra le molecole sono differenti Da che cosa hanno origine

Dettagli

Quesiti e problemi (sul libro da pag. 572)

Quesiti e problemi (sul libro da pag. 572) Quesiti e problemi (sul libro da pag. 572) 1 I metalli e la metallurgia 1 Quali metalli sono noti dalla Preistoria? oro e argento 2 Completa le seguenti frasi. a) I metalli che si trovano in natura allo

Dettagli

1 atm = 760 mm Hg = 760 torr = 101300 N/m 2 =101300 Pa. Anodo = Polo Positivo Anione = Ione Negativo. Catodo = Polo Negativo Catione = Ione Positivo

1 atm = 760 mm Hg = 760 torr = 101300 N/m 2 =101300 Pa. Anodo = Polo Positivo Anione = Ione Negativo. Catodo = Polo Negativo Catione = Ione Positivo 1) Concetti Generali 1. Unità di Misura: A. Pressione 1 atm = 760 mm Hg = 760 torr = 101300 N/m 2 =101300 Pa. B. Calore 1 joule = 10 7 Erg. 1 caloria = 4,185 joule. Anodo = Polo Positivo Anione = Ione

Dettagli

RICHIAMI DI TERMOCHIMICA

RICHIAMI DI TERMOCHIMICA CAPITOLO 5 RICHIAMI DI TERMOCHIMICA ARIA TEORICA DI COMBUSTIONE Una reazione di combustione risulta completa se il combustibile ha ossigeno sufficiente per ossidarsi completamente. Si ha combustione completa

Dettagli

Quesiti e problemi. 12 Individua l elemento del terzo periodo che appartiene. 13 Completa la parte evidenziata del sistema periodico,

Quesiti e problemi. 12 Individua l elemento del terzo periodo che appartiene. 13 Completa la parte evidenziata del sistema periodico, SUL LIBR DA PAG 184 A PAG 18 Quesiti e problemi 1 L energia di legame 1 Definisci l energia di legame. L energia di legame è la quantità di energia che è necessario fornire a una mole di sostanza per rompere

Dettagli

See more about www.scienzaescuola.it

See more about www.scienzaescuola.it See more about www.scienzaescuola.it ESERCIZI SUI GAS ORDINATI PER TIPOLOGIA E RISOLTI: Prof. Gabrielli Luciano (Lic. Scientifico L. da Vinci Sora FR) Charles, Boyle, Gay-Lussac, Eq. Stato, Eq. Stato e

Dettagli

La struttura della materia

La struttura della materia Unità didattica 11 La struttura della materia Competenze 1 Descrivere il modello atomico di Dalton 2 Spiegare le caratteristiche macroscopiche e microscopiche delle principali trasformazioni fisiche 3

Dettagli

Quesiti e problemi. 9 Calcola, con l aiuto della tavola periodica, la massa. 10 Calcola la massa molecolare di tre acidi piuttosto

Quesiti e problemi. 9 Calcola, con l aiuto della tavola periodica, la massa. 10 Calcola la massa molecolare di tre acidi piuttosto SUL LIBRO DA PAG 101 A PAG 10 Quesiti e problemi 1 La massa atomica e la massa molecolare 1 Qual è la definizione di unità di massa atomica u? a) è uguale a 1/12 della massa dell atomo di 12 C b) è uguale

Dettagli

di questi il SECONDO PRINCIPIO ΔU sistema isolato= 0

di questi il SECONDO PRINCIPIO ΔU sistema isolato= 0 L entropia e il secondo principio della termodinamica La maggior parte delle reazioni esotermiche risulta spontanea ma esistono numerose eccezioni. In laboratorio, ad esempio, si osserva come la dissoluzione

Dettagli

DALLA MOLE AI CALCOLI STECHIOMETRICI

DALLA MOLE AI CALCOLI STECHIOMETRICI Conversione Massa Moli DALLA MOLE AI CALCOLI STECHIOMETRICI - ESERCIZI GUIDATI - LEGENDA DEI SIMBOLI: M = Peso molecolare m(g) = quantità in g di elemento o di composto n = numero di moli Ricorda che l'unità

Dettagli

Capitolo 10 Il primo principio 113

Capitolo 10 Il primo principio 113 Capitolo 10 Il primo principio 113 QUESITI E PROBLEMI 1 Tenuto conto che, quando il volume di un gas reale subisce l incremento dv, il lavoro compiuto dalle forze intermolecolari di coesione è L = n 2

Dettagli

L E L E G G I D E I G A S P A R T E I

L E L E G G I D E I G A S P A R T E I L E L E G G I D E I G A S P A R T E I Variabili di stato Equazioni di stato Legge di Boyle Pressione, temperatura, scale termometriche Leggi di Charles/Gay-Lussac Dispense di Chimica Fisica per Biotecnologie

Dettagli

Simulazione test di ingresso Ingegneria Industriale Viterbo. Quesiti di Logica, Chimica e Fisica. Logica

Simulazione test di ingresso Ingegneria Industriale Viterbo. Quesiti di Logica, Chimica e Fisica. Logica Simulazione test di ingresso Ingegneria Industriale Viterbo Quesiti di Logica, Chimica e Fisica Logica L1 - Come si conclude questa serie di numeri? 9, 16, 25, 36,... A) 47 B) 49 C) 48 D) 45 L2 - Quale

Dettagli

ST1 Un serbatoio contenente azoto liquido saturo a pressione ambiente (temperatura di saturazione -196 C) ha forma sferica ed è realizzato con due gusci metallici concentrici di spessore trascurabile e

Dettagli

In anticipo sul futuro. Manifold digitale testo 550, per la regolazione di impianti di refrigerazione e pompe di calore

In anticipo sul futuro. Manifold digitale testo 550, per la regolazione di impianti di refrigerazione e pompe di calore In anticipo sul futuro Manifold digitale testo 550, per la regolazione di impianti di refrigerazione e pompe di calore Il nuovo manifold digitale testo 550 offre un rapporto qualità-prezzo imbattibile,

Dettagli

OSSIDORIDUZIONI N H H. H ammoniaca. acido nitroso N = + 3. acido nitrico N = + 5

OSSIDORIDUZIONI N H H. H ammoniaca. acido nitroso N = + 3. acido nitrico N = + 5 OSSIDORIDUZIONI Le reazioni acido-base sono quelle in cui viene scambiato, fra due specie reagenti, un H. Come si è visto, esistono casi di reazioni acido-base in cui ciò non avviene (definizione di Lewis),

Dettagli

Il bilanciamento delle reazioni chimiche

Il bilanciamento delle reazioni chimiche 1 Il bilanciamento delle reazioni chimiche Avete visto che gli atomi hanno diversi modi di unirsi l uno all altro. Si può anche iniziare a capire che una reazione chimica non è nient altro che un cambiamento

Dettagli

Diffusività dei Gas. componente A in direzione della diffusione di A in A+B gr.moli/m 3 Dx Distanza nella direzione della diffusione di A in A+B m

Diffusività dei Gas. componente A in direzione della diffusione di A in A+B gr.moli/m 3 Dx Distanza nella direzione della diffusione di A in A+B m Diffusività dei Gas Descriviamo l assorbimento di un gas in un liquido per introdurre il concetto di diffusività. Si voglia ad esempio assorbire con acqua dell ammoniaca contenuta in un gas sia per liberare

Dettagli

Compito d esame di CHIMICA-FISICA. Appello del 25/3/2004

Compito d esame di CHIMICA-FISICA. Appello del 25/3/2004 Compito d esame di CHIMICA-FISICA. Appello del 25/3/2004 Un campione di 0.85 moli di un gas ideale, inizialmente alla pressione di 15.0 atm e a 300 K, si espande isotermicamente finchè la pressione finale

Dettagli

) e 200 ml di NaOH 0.1 M. I volumi si considerano additivi.[ph = 4.085]

) e 200 ml di NaOH 0.1 M. I volumi si considerano additivi.[ph = 4.085] Chimica Analitica Prova scritta del 19 Gennaio 2004 1) 375 ml di soluzione acquosa contengono 21.2 µg di un principio attivo. Esprimere la concentrazione della soluzione in parti per milione (ppm) [0.056

Dettagli

Quesiti e problemi. 6 Indica quali dei seguenti sistemi sono da considerare. 7 Come puoi giustificare la liberazione di calore in

Quesiti e problemi. 6 Indica quali dei seguenti sistemi sono da considerare. 7 Come puoi giustificare la liberazione di calore in SUL LIBRO DA PAG 306 A PAG 310 Quesiti e problemi ESERCIZI 1 Le reazioni producono energia 1 Qual è il fattore più importante per stabilire se una reazione è esotermica o endotermica? Per stabilire se

Dettagli

Generatori di calore. Il generatore di calore a combustibile E CH Q D Q F. I generatori di calore

Generatori di calore. Il generatore di calore a combustibile E CH Q D Q F. I generatori di calore Generatori di calore Il generatore di calore a combustibile I generatori di calore Combustibile E CH Superficie di Confine del Sistema Aria comburente Generatore di calore Fluido in ingresso Fumi Calore

Dettagli

ECOLOGIA - AMBIENTE. RE-BIOMAS - Impianto Pilota per la Produzione di Biogas da Biomasse

ECOLOGIA - AMBIENTE. RE-BIOMAS - Impianto Pilota per la Produzione di Biogas da Biomasse ECOLOGIA - AMBIENTE RE-BIOMAS - Impianto Pilota per la Produzione di Biogas da Biomasse Foto puramente indicativa - Impianto base (Cod. 949100) 1. Generalità L impianto Re-Biomas è stato progettato per

Dettagli

L EQUILIBRIO CHIMICO

L EQUILIBRIO CHIMICO EQUIIBRIO CHIMICO Molte reazioni chimiche possono avvenire in entrambe i sensi: reagenti e prodotti possono cioè scambiarsi fra di loro; le reazioni di questo tipo vengono qualificate come reazioni reversibili.

Dettagli

Esercizi e Problemi di Termodinamica.

Esercizi e Problemi di Termodinamica. Esercizi e Problemi di Termodinamica. Dr. Yves Gaspar March 18, 2009 1 Problemi sulla termologia e sull equilibrio termico. Problema 1. Un pezzetto di ghiaccio di massa m e alla temperatura di = 250K viene

Dettagli

EQUILIBRI ETEROGENEI

EQUILIBRI ETEROGENEI EQUILIBRI ETEROGENEI Finora abbiamo implicitamente considerato di aver a che fare con equilibri omogenei gassosi. I sistemi eterogenei, ovvero costituiti da più di una fase, sono coinvolti in una grande

Dettagli

ENERGIA DA BIOMASSA. sistemi di combustione e problematiche connesse Bologna 11 novembre 2011. Ing. Francesco Gallucci. Ing.

ENERGIA DA BIOMASSA. sistemi di combustione e problematiche connesse Bologna 11 novembre 2011. Ing. Francesco Gallucci. Ing. ENERGIA DA BIOMASSA sistemi di combustione e problematiche connesse Bologna 11 novembre 2011 Ing. Francesco Gallucci CRA-ING Monterotondo (RM) Ing. Fulvio Palmieri DIMI ROMA TRE Per informazioni, francesco.gallucci@entecra.it

Dettagli

Gas perfetti e sue variabili

Gas perfetti e sue variabili Gas perfetti e sue variabili Un gas è detto perfetto quando: 1. è lontano dal punto di condensazione, e quindi è molto rarefatto 2. su di esso non agiscono forze esterne 3. gli urti tra le molecole del

Dettagli

TEST DI PERMEAZIONE MISCELE GASSOSE SIMULANTI CON MODULO A MEMBRANE CERAMICHE TUBOLARI MODIFICATE

TEST DI PERMEAZIONE MISCELE GASSOSE SIMULANTI CON MODULO A MEMBRANE CERAMICHE TUBOLARI MODIFICATE Agenzia Nazionale per le Nuove Tecnologie, l Energia e lo Sviluppo Economico Sostenibile RICERCA DI SISTEMA ELETTRICO TEST DI PERMEAZIONE MISCELE GASSOSE SIMULANTI CON MODULO A MEMBRANE CERAMICHE TUBOLARI

Dettagli

La Vita è una Reazione Chimica

La Vita è una Reazione Chimica La Vita è una Reazione Chimica Acqua Oro Zucchero Il numero atomico, il numero di massa e gli isotopi numero atomico (Z) = numero di protoni nel nucleo numero di massa (A) = numero di protoni + numero

Dettagli

Leggi dei Gas. 2 MnO 4 - + 3 H 2 O 2 2 MnO 2 + 3 O 2 + 2 OH - + 2 H 2 O (Mn: +7 +4 ; no = +3). 2 = +6e - (O: -1 0 ; no = -1; x 2 = -2).

Leggi dei Gas. 2 MnO 4 - + 3 H 2 O 2 2 MnO 2 + 3 O 2 + 2 OH - + 2 H 2 O (Mn: +7 +4 ; no = +3). 2 = +6e - (O: -1 0 ; no = -1; x 2 = -2). Leggi dei Gas Esercizio 3.1. a) Bilanciare in forma ionica (1) e in forma molecolare (2) la seguente reazione in soluzione acquosa: permanganato di potassio + perossido d idrogeno biossido di manganese

Dettagli

Scienza e Tecnologia dei Materiali

Scienza e Tecnologia dei Materiali Scienza e Tecnologia dei Materiali Ingegneria Civile Docente: Prof. Laura Montanaro laura.montanaro@polito.it Prof. L. Montanaro STM Ing. Civile 1 Generalità Orario lezioni: Lunedì 11.30-13.00 Martedì

Dettagli

NOBILIUM VEL. Velo per armatura di fibra NOBILIUM SCHEDA TECNICO-COMPARATIVA

NOBILIUM VEL. Velo per armatura di fibra NOBILIUM SCHEDA TECNICO-COMPARATIVA NOBILIUM VEL Velo per armatura di fibra NOBILIUM SCHEDA TECNICO-COMPARATIVA Origine: Il velo è un prodotto relativamente nuovo nel settore edilizio ed è principalmente associato alla fibra di vetro e/o

Dettagli

grado di fornire i propri servizi Dal 1959 la ditta E.L.B.A., con grande tempestività su Emporio, Lingotto, Bronzo, tuffo il territorio nazionale,

grado di fornire i propri servizi Dal 1959 la ditta E.L.B.A., con grande tempestività su Emporio, Lingotto, Bronzo, tuffo il territorio nazionale, Dal 1959 la ditta E.L.B.A., Emporio, Lingotto, Bronzo, Alluminio, inizia la commercializzazione di barre in bronzo a colata continua nella 1 sede del centro cittadino, fornendo i grado di fornire i propri

Dettagli

QUALITA DEL GNL CONSEGNATO E DEL GAS RICONSEGNATO

QUALITA DEL GNL CONSEGNATO E DEL GAS RICONSEGNATO QUALITA DEL GNL CONSEGNATO E DEL GAS RICONSEGNATO 1) QUALITÀ DEL GNL CONSEGNATO... 2 1.1) DETERMINAZIONE DELLA QUALITÀ DEL GNL SCARICATO... 2 1.2) SPECIFICHE DI QUALITÀ AL PUNTO DI CONSEGNA... 2 1.3) MISCELAZIONE

Dettagli

Formazione e Controllo degli Inquinanti nella Combustione

Formazione e Controllo degli Inquinanti nella Combustione Formazione e Controllo degli Inquinanti nella Combustione Prof. L. Tognotti Dott. E. Biagini ANALISI ENERGETICA SULL'UTILIZZO DELL AMMONIACA COME VETTORE DI TRASPORTO DELL IDROGENO Pasquale Salza Corso

Dettagli

Le tecnologie BTS Biogas per il biometano

Le tecnologie BTS Biogas per il biometano Le tecnologie BTS Biogas per il biometano Matthias Rogger, BTS Biogas Srl/GmbH TSenergyGroup 2014 1 Struttura Aspetti generali Descrizione della nuova situazione Tecnologia upgrading Configurazione impianto

Dettagli

Tipologie di celle a combustibile

Tipologie di celle a combustibile Approfondimento Tipologie di celle a combustibile AFC AFC sta per Alkaline Fuel Cell, cella a combustibile alcalina (FIGURA 1). Escludendo i prototipi di Grove, è il tipo più antico di cella combustibile,

Dettagli

Condensazione e premiscelazione con ARENA

Condensazione e premiscelazione con ARENA Condensazione e premiscelazione con ARENA La tecnologia imita la natura 2 PRINCIPIO DI FUNZIONAMENTO DELLA CONDENSAZIONE Nel loro processo di combustione (tabella 1) tutti i combustibili contenenti idrogeno

Dettagli

Leggero, compatto, ergonomico, sicuro POLARIS FID. Analizzatore Portatile TOC per Emissioni

Leggero, compatto, ergonomico, sicuro POLARIS FID. Analizzatore Portatile TOC per Emissioni Leggero, compatto, ergonomico, sicuro POLARIS FID Analizzatore Portatile TOC per Emissioni Il FID da Emissioni Portatile: leggero, compatto, ergonomico, sicuro L analizzatore POLARIS FID realizzato da

Dettagli

La L a c c o o m mb b u u st s i t o i n o ne ne 1

La L a c c o o m mb b u u st s i t o i n o ne ne 1 1 La sostanza combustibile può essere: Solida Liquida o Gassosa. I combustibili utilizzati negli impianti di riscaldamento sono quelli visti precedentemente cioè: Biomasse Oli Combustibili di vario tipo

Dettagli

ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01. Ecoenergia. I d e e d a i n s t a l l a r e

ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01. Ecoenergia. I d e e d a i n s t a l l a r e ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01 Ecoenergia I d e e d a i n s t a l l a r e Lo sviluppo sostenibile Per uno sviluppo energetico sostenibile, compatibile

Dettagli

Fisiologia della Respirazione 1.Introduzione-Leggi dei Gas. FGE aa.2015-16

Fisiologia della Respirazione 1.Introduzione-Leggi dei Gas. FGE aa.2015-16 Fisiologia della Respirazione 1.Introduzione-Leggi dei Gas FGE aa.2015-16 Obiettivi Trasporto ventilatorio convettivo dei gas integrato con trasporto convettivo circolatorio e respirazione cellulare Cenni

Dettagli

Nell'articolo saranno indicate approssimativamente le rese in LNG ottenibili.

Nell'articolo saranno indicate approssimativamente le rese in LNG ottenibili. AMPLIAMENTO STOCCAGGI GAS NATURALE E PRODUZIONE LNG In questo articolo si esamina la possibilità di incrementare la capacità di stoccaggio di gas naturale nei giacimenti attualmente utilizzati. --------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

Processi basati sul trasferimento di materia

Processi basati sul trasferimento di materia Processi basati sul trasferimento di materia Introduzione Si tratta di processi volti alla separazione di un composto attraverso operazioni di trasferimento da un mezzo ad un altro. Lo scopo è solitamente

Dettagli

STATO LIQUIDO. Si definisce tensione superficiale (γ) il lavoro che bisogna fare per aumentare di 1 cm 2 la superficie del liquido.

STATO LIQUIDO. Si definisce tensione superficiale (γ) il lavoro che bisogna fare per aumentare di 1 cm 2 la superficie del liquido. STTO LIQUIDO Una sostanza liquida è formata da particelle in continuo movimento casuale, come in un gas, tuttavia le particelle restano a contatto le une alle altre e risentono sempre delle notevoli forze

Dettagli

Tecniche di monitoraggio chimico ed isotopico di manifestazioni di fuga da serbatoi di stoccaggio di CO2 in ambiente terrestre IGG-CNR 1

Tecniche di monitoraggio chimico ed isotopico di manifestazioni di fuga da serbatoi di stoccaggio di CO2 in ambiente terrestre IGG-CNR 1 Tecniche di monitoraggio chimico ed isotopico di manifestazioni di fuga da serbatoi di stoccaggio di CO2 in ambiente terrestre IGG-CNR 1 Meccanismi di fuga e di trasporto della CO2 iniettata IGG-CNR 2

Dettagli

DETERMINATION OF THE ACIDIC PROPERTIES OF MODIFIED SILICAS BY THERMOGRAVIMETRIC ANALYSIS

DETERMINATION OF THE ACIDIC PROPERTIES OF MODIFIED SILICAS BY THERMOGRAVIMETRIC ANALYSIS DETERMINATION OF THE ACIDIC PROPERTIES OF MODIFIED SILICAS BY THERMOGRAVIMETRIC ANALYSIS Antonella Gervasini, Simona Bennici e Paolo Carniti Dipartimento di Chimica Fisica ed Elettrochimica, Università

Dettagli

Corso di Laurea in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche Esame di Chimica Analitica e Complementi di Chimica Modulo di Chimica Analitica 8 Novembre 2012

Corso di Laurea in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche Esame di Chimica Analitica e Complementi di Chimica Modulo di Chimica Analitica 8 Novembre 2012 Modulo di Chimica Analitica 8 Novembre 2012 1. Una soluzione viene preparata sciogliendo1210 mg di K 3 Fe(CN) 6 in 775 ml di acqua. Calcolare: a) la concentrazione analitica di K 3 Fe(CN) 6 b) la concentrazione

Dettagli

Prodotti Progetti Investimenti/innovazione Proposte

Prodotti Progetti Investimenti/innovazione Proposte Prodotti Progetti Investimenti/innovazione Proposte Sviluppo e realizzazione di sistemi di propulsione innovativi Dalle specifiche del cliente al prodotto Generatori ad alta efficienza di conversione 2

Dettagli

SOMAIN SOTTOSISTEMI E MATERIALI INNOVATIVI PER LA GESTIONE INTEGRATA DEL CICLO DI VITA DELLE UNITÀ DA DIPORTO

SOMAIN SOTTOSISTEMI E MATERIALI INNOVATIVI PER LA GESTIONE INTEGRATA DEL CICLO DI VITA DELLE UNITÀ DA DIPORTO SOMAIN SOTTOSISTEMI E MATERIALI INNOVATIVI PER LA GESTIONE INTEGRATA DEL CICLO DI VITA DELLE UNITÀ DA DIPORTO A cura di: Prof. Ing. S. zanelli Componenti del gruppo di ricerca Fonoassorbenti per l assorbimento

Dettagli

I FENOMENI TERMICI. I fenomeni termici Fisica Medica Lauree triennali nelle Professioni Sanitarie. P.Montagna ott-07. pag.1

I FENOMENI TERMICI. I fenomeni termici Fisica Medica Lauree triennali nelle Professioni Sanitarie. P.Montagna ott-07. pag.1 I FENOMENI TERMICI Temperatura Calore Trasformazioni termodinamiche Gas perfetti Temperatura assoluta Gas reali Principi della Termodinamica Trasmissione del calore Termoregolazione del corpo umano pag.1

Dettagli

Deformulazione di materiali mediante TGA-FT-IR-GC-MS

Deformulazione di materiali mediante TGA-FT-IR-GC-MS Deformulazione di materiali mediante TGA-FT-IR-GC-MS Serena Santacesaria SRA Instruments SpA santacesaria@srainstruments.com Tecniche di caratterizzazione Analisi Termica FT-IR TGA-FT-IR Analisi Termica:

Dettagli

Lo stato gassoso e le caratteristiche dei gas

Lo stato gassoso e le caratteristiche dei gas Lo stato gassoso e le caratteristiche dei gas 1. I gas si espandono fino a riempire completamente e ad assumere la forma del recipiente che li contiene 2. Igasdiffondonounonell altroesonoingradodimescolarsiintuttiirapporti

Dettagli

Celle a Combustibile, una fonte competitiva. Meeting ITIS G. Marconi

Celle a Combustibile, una fonte competitiva. Meeting ITIS G. Marconi Celle a Combustibile, una fonte competitiva Meeting ITIS G. Marconi Catania - 24 Giugno 2008 S. Leonardi 1 Sommario Panoramica sulle Celle a Combustibile Attività Celle a Combustibile in Azienda Introduzione

Dettagli

Al Prof. Mario Beccari, professore ordinario di Impianti Chimici, va il mio ringraziamento per aver elaborato gli argomenti riportati qui.

Al Prof. Mario Beccari, professore ordinario di Impianti Chimici, va il mio ringraziamento per aver elaborato gli argomenti riportati qui. Al Prof. Mario Beccari, professore ordinario di Impianti Chimici, va il mio ringraziamento per aver elaborato gli argomenti riportati qui. Nota per gli studenti. Sono stati usati simboli diversi da quelli

Dettagli

BATTERIA AD IDROGENO. Reba S.r.l. Via Pillea 17 16153 Genova GE Tel 010 6505646 Fax 010 6505850

BATTERIA AD IDROGENO. Reba S.r.l. Via Pillea 17 16153 Genova GE Tel 010 6505646 Fax 010 6505850 BATTERIA AD IDROGENO Reba S.r.l. Via Pillea 17 16153 Genova GE Tel 010 6505646 Fax 010 6505850 Divisione Fuel Cells Ing. Andrea Balli Cell 329 1685469 andrea.balli@rebasrl.com www.rebasrl.com/fuelcell

Dettagli

30-lug-15. RENDINA Ambiente Srl STRADA VICINALE MONTELUNGO - ZONA INDUSTRIALE SAN NICOLA di MELFI (PZ)

30-lug-15. RENDINA Ambiente Srl STRADA VICINALE MONTELUNGO - ZONA INDUSTRIALE SAN NICOLA di MELFI (PZ) Rapporto di prova n Descrizione Accettazione Data Inizio prove Impianto: Emissioni gassose 150599 18-giu-15 Data fine prove 30-lug-15 Pagina 1\7 Spettabile: AGENZIA REGIONALE PER LA PROTEZIONE DELL'AMBIENTE

Dettagli