Novità di VMware vsphere Storage DOCUMENTAZIONE DI MARKETING TECNICO V 1.0 / ULTIMO AGGIORNAMENTO MAGGIO 2011

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Novità di VMware vsphere 5.0 - Storage DOCUMENTAZIONE DI MARKETING TECNICO V 1.0 / ULTIMO AGGIORNAMENTO MAGGIO 2011"

Transcript

1 Novità di ware vsphere Storage DOCUMENTAZIONE DI MARKETING TECNICO V 1.0 / ULTIMO AGGIORNAMENTO MAGGIO 2011

2 Le novità di ware vsphere Storage Sommario Introduzione vsphere FS vsphere Storage DRS Cluster di datastore Suggerimenti per il posizionamento Regole di affinità e modalità di manutenzione vsphere Storage API - Storage Awareness Profile-Driven Storage Stato di conformità delle macchine virtuali Iniziatore software Fibre Channel over Ethernet Miglioramenti dell'iniziatore iscsi vsphere Storage I/O Control vsphere Storage APIs Array Integration vsphere Thin Provisioning Accelerazione hardware per NAS Conformità T vsphere Storage vmotion Conclusione WHITE PAPER TECNICO / 2

3 Le novità di ware vsphere Storage Introduzione ware vsphere 5.0 ("vsphere") offre molte nuove funzionalità per estendere i vantaggi di vsphere 4.1. Novità e miglioramenti delle funzionalità principali di vsphere forniscono una superiore ottimizzazione delle prestazioni e una maggiore facilità di provisioning, monitoraggio e risoluzione dei problemi. Questo documento, incentrato sui miglioramenti e sulle funzionalità per lo storage disponibili in vsphere 5.0, descrive in che modo tali novità ottimizzano l'utilizzo dello storage, facilitano il monitoraggio e aumentano l'efficienza operativa. Se possibile, sono riportati anche casi di utilizzo e requisiti eventualmente applicabili alle nuove funzioni. Il documento tratta i seguenti argomenti: vsphere FS-5 vsphere Storage Distributed Resource Scheduler (Storage DRS) vsphere Storage APIs - Storage Awareness Profile-Driven Storage Fibre Channel over Ethernet vsphere Storage I/O Control (Storage I/O Control) vsphere Storage APIs Array Integration vsphere Storage vmotion (Storage vmotion) Questa panoramica tecnica descrive le nuove funzionalità e i miglioramenti, oltre a riportare i link a informazioni aggiuntive su ognuna delle nuove caratteristiche di storage. vsphere FS-5 vsphere 5.0 introduce una nuova versione di vsphere FS (FS), FS-5, contenente molte importanti modifiche dell'architettura che migliorano scalabilità e prestazioni riducendo al contempo le complessità. Tra i numerosi cambiamenti fondamentali inclusi, i seguenti miglioramenti sono particolarmente significativi dal punto di vista operativo e dell'architettura: Supporto di dispositivi da 64 TB Dimensioni dei blocchi unificate Meccanismo dei sottoblocchi migliorato vsphere 5.0 agevola un aggiornamento senza interruzioni da FS-3 a FS-5, garantendo la coerenza tra le infrastrutture virtuali. Le dimensioni dei blocchi unificate, 1 MB, assicurano operazioni di distribuzione più semplici e complessità ridotte dal punto di vista operativo e dell'architettura, mantenendo al contempo la scalabilità e la flessibilità che in passato erano possibili solo con blocchi di grandi dimensioni. Si noti che i volumi che vengono aggiornati da FS-3 a FS-5 mantengono le dimensioni dei blocchi originali, dal momento che la modifica delle dimensioni dei blocchi richiede una riformattazione dei volumi stessi. Diversi miglioramenti sono stati applicati a FS-5 per garantire una maggiore scalabilità e ridurre i requisiti di spazio associati ai file di piccole dimensioni. Tali miglioramenti includono dimensioni dei sottoblocchi ottimizzate e allocazione di tali blocchi. È stato così possibile ottenere il supporto per grandi volumi (64 TB con una singola estensione) e una maggiore densità di macchine virtuali, riducendo al contempo i requisiti di spazio associati ai file di piccole dimensioni. FS-5 è in grado di allocare sottoblocchi di 8 KB per file quali file di log e metadati delle macchine virtuali (file.vmx). Per i file con dimensioni inferiori a 1 KB, vengono utilizzati i cosiddetti "blocchi di piccoli file". Nella seguente tabella sono illustrati i cambiamenti architetturali più significativi per FS-5 rispetto a FS-3. WHITE PAPER TECNICO / 3

4 Le novità di ware vsphere Storage C A R AT T E R I S T I C A V M F S -3 FS-5 Supporto per volumi FS più grandi con singola estensione, fino a 64 TB No Sì Supporto per RDM pass-through di dimensioni maggiori di 2 TB No Sì Blocco secondario per l'efficienza dello spazio Sì (64 KB, massimo circa 3.000) Sì (8 KB, massimo circa ) Supporto di file di piccole dimensioni No Sì (1 KB) Dimensioni dei blocchi unificate No Sì Tabella 1. Confronto tra FS-5 e FS-3 vsphere Storage DRS Il provisioning di macchine virtuali ha sempre comportato alcune problematiche operative. Il monitoraggio della capacità dei datastore e del carico di I/O è un'operazione molto complessa e, di conseguenza, spesso trascurata. Durante il processo di provisioning di macchine virtuali e dischi virtuali, i datastore vengono spesso selezionati in modo casuale; ciò può causare la presenza di aree critiche e datastore sovrautilizzati o sottoutilizzati. Storage DRS, una nuova funzionalità introdotta in vsphere 5.0, offre meccanismi intelligenti per il posizionamento delle macchine virtuali e il bilanciamento del carico, basati sulle capacità di I/O e spazio. Storage DRS aiuta a ridurre l'impegno operativo associato al provisioning delle macchine virtuali e al monitoraggio dell'ambiente di storage. Cluster di datastore Con vsphere 5.0, viene introdotto un nuovo oggetto di ware vcenter denominato cluster di datastore. I cluster di datastore costituiscono il fondamento della funzionalità Storage DRS. Un cluster di datastore è un insieme di datastore aggregati in una singola unità di consumo dal punto di vista di un amministratore. Quando viene creato un cluster di datastore, il modo in cui Storage DRS può gestire le risorse di storage è simile a quello in cui gestisce le risorse di elaborazione in un cluster. Come avviene per un cluster di host, un cluster di datastore viene utilizzato per aggregare risorse di storage, consentendo il posizionamento rapido e intelligente di nuovi macchine virtuali e unità disco virtuali, nonché il bilanciamento dei carichi di lavoro esistenti. La figura 1 illustra un cluster di datastore di 12 TB formato da quattro datastore di 3 TB ciascuno. 12TB 3 TB 3 TB Cluster di datastore 3 TB 3 TB Datastore Figura 1. Cluster di datastore WH ITE PAPE R TECN I CO / 4

5 Le novità di ware vsphere Storage Suggerimenti per il posizionamento Storage DRS offre suggerimenti per il posizionamento iniziale e il bilanciamento continuo, aiutando gli amministratori di vsphere a prendere decisioni sul posizionamento in base alle capacità di I/O e spazio. Durante il provisioning di una macchina virtuale, un cluster di datastore può essere selezionato come destinazione per una macchina virtuale o un disco virtuale; successivamente, viene proposto un suggerimento per il posizionamento iniziale in base alle capacità di I/O e spazio. Il posizionamento iniziale in un processo di provisioning manuale si è rivelato molto complesso nella maggior parte degli ambienti. Di conseguenza, vengono spesso ignorati alcuni fattori essenziali relativi al provisioning, quali ad esempio l'utilizzo di spazio corrente e il carico di I/O. Storage DRS garantisce che i suggerimenti per il posizionamento iniziale siano conformi alle limitazioni di spazio e agli obiettivi di bilanciamento dello spazio e del carico di I/O. Questi ultimi mirano a ridurre il più possibile il rischio di colli di bottiglia nelle operazioni di I/O di storage e l'impatto sulle prestazioni delle macchine virtuali. La figura 2 illustra queste soglie definibili. Figura 2. Definizione delle soglie per Storage DRS I suggerimenti per il bilanciamento continuo vengono proposti quando uno o più datastore in un cluster di datastore superano le soglie configurabili dall'utente per utilizzo di spazio o latenza I/O. Tali soglie vengono solitamente definite durante la configurazione del cluster di datastore. Storage DRS applica il meccanismo per la creazione di report di utilizzo del datastore di ware vcenter Server, allo scopo di proporre suggerimenti ogni volta che la soglia configurata per lo spazio utilizzato viene superata. Per impostazione predefinita, il carico di I/O viene valutato ogni 8 ore. Quando la soglia massima configurata per l'utilizzo dello spazio o la latenza I/O (15 ms per default) viene superata, Storage DRS calcola tutti i possibili spostamenti in modo da bilanciare il carico di conseguenza, considerando al contempo anche il costo e il vantaggio della migrazione. WHITE PAPER TECNICO / 5

6 Le novità di ware vsphere Storage Applicazione consigli per il bilanciamento 2 TB 500GB 500GB Cluster di datastore (Pod) 500GB 500GB Datastore Figura 3. Definizione delle soglie per Storage DRS Regole di affinità e modalità di manutenzione Le regole di affinità di Storage DRS consentono di controllare quali dischi virtuali devono o non devono essere posizionati nello stesso datastore all'interno di un cluster di datastore. Per impostazione predefinita, i dischi virtuali di una macchina virtuale vengono mantenuti uniti nello stesso datastore. Storage DRS offre tre tipi di regole di affinità: Anti-affinità DK I dischi virtuali di una macchina virtuale con più dischi virtuali vengono posizionati in datastore differenti. Affinità DK I dischi virtuali vengono mantenuti uniti nello stesso datastore. Anti-affinità Due macchine virtuali specificate, inclusi i dischi associati, vengono posizionate in datastore differenti. Inoltre, Storage DRS fornisce la modalità di manutenzione datastore, che svuota automaticamente il datastore selezionato da tutte le macchine virtuali e le unità disco virtuali, inserendole negli altri datastore del cluster. Cluster di datastore Cluster di datastore Affinità DK Anti-affinità DK Cluster di datastore Anti-affinità Figura 4. Regole di affinità Storage DRS funziona con datastore basati sia su FS che su NFS. Tuttavia, l'uso simultaneo di datastore di tipo FS e NFS nello stesso cluster di datastore non è attualmente supportato. Per ulteriori informazioni su questa funzionalità, oltre che per considerazioni di progettazione e suggerimenti sull'implementazione, consultare il documento: Guida alla gestione delle risorse, capitolo 11. WH ITE PAPE R TECN I CO / 6

7 Le novità di ware vsphere Storage vsphere Storage APIs Storage Awareness vsphere Storage APIs - Storage Awareness è una nuova raccolta di interfacce di programmazione (API) che consente a ware vcenter Server di rilevare le funzionalità di LUN/datastore degli array di storage, facilitando la selezione del disco appropriato per il posizionamento delle macchine virtuali o la creazione dei cluster di datastore. vsphere Storage APIs - Storage Awareness può anche agevolare, ad esempio, il processo di risoluzione dei problemi o le comunicazioni tra vsphere e gli amministratori di storage. Le caratteristiche di storage, ad esempio livello RAID, thin o thick provisioning e stato di replica, possono essere visualizzate in ware vcenter Server attraverso "funzionalità definite in base al sistema", che sono descrittori per datastore, oppure attraverso attributi, che vengono esposti tramite Storage Views e SMS API. vsphere Storage APIs - Storage Awareness mira ad eliminare la necessità di gestire fogli di calcolo voluminosi contenenti, per ogni LUN, i dettagli delle caratteristiche di storage necessarie a garantire il corretto SLA sulle macchine virtuali. Profile-Driven Storage La gestione dei datastore e il rispetto dei requisiti degli SLA sulle macchine virtuali attraverso il datastore appropriato possono rivelarsi attività complesse e laboriose. vsphere 5.0 introduce Profile-Driven Storage, che consente il posizionamento rapido e intelligente delle macchine virtuali in base a SLA, disponibilità, prestazioni o altri requisiti e alle funzionalità di storage fornite. Grazie a Profile-Driven Storage, diverse caratteristiche di storage, solitamente definite "livelli", possono essere richieste in un profilo di storage di una macchina virtuale. Tali profili vengono impiegati durante il provisioning, la duplicazione e l'uso di Storage vmotion per garantire la disponibilità solo dei datastore o dei cluster di datastore conformi al profilo di storage della macchina virtuale. Quest'ultimo può anche agevolare la selezione di un tipo simile di datastore durante la creazione di un cluster di datastore Storage DRS. Profile-Driven Storage riduce la quantità di operazioni manuali di amministrazione richieste per il posizionamento delle macchine virtuali, migliorando al contempo la conformità dello storage agli SLA delle macchine virtuali. Conforme Non conforme APP SO Profilo di storage della Associato alla macchina virtuale Oro Profilo di storage della Descrizione requisiti di storage Funzionalità di storage Supportate da vsphere Storage APIs-Storage Awareness o definiti dall'utente Figura 5. Profilo di storage della macchina virtuale WHITE PAPER TECNICO / 7

8 Le novità di ware vsphere Storage Profile-Driven Storage offre questi vantaggi grazie alle seguenti caratteristiche: Integrazione completa con vsphere Storage APIs - Storage Awareness, che consente quindi l'utilizzo delle caratterizzazioni di storage offerte dai fornitori di sistemi di storage Supporto per lo storage NFS, iscsi e Fibre Channel (FC), e per tutti gli array di storage inclusi nell'elenco di compatibilità hardware Possibilità per l'amministratore di vsphere di applicare tag allo storage in base a descrizioni specifiche per cliente o azienda Uso delle caratterizzazioni di storage e/o delle descrizioni definite dall'amministratore per creare regole di posizionamento per le macchine virtuali sotto forma di profili di storage Possibilità di verificare facilmente la conformità di una macchina virtuale con tali regole, garantendo in tal modo che la macchina virtuale stessa non venga distribuita o trasferita ad un tipo errato di storage senza che l'amministratore ne sia informato Stato di conformità delle macchine virtuali Come descritto in precedenza, i profili di storage delle macchine virtuali consentono di verificare la conformità di tutte le macchine virtuali e dei dischi virtuali associati in un'unica finestra (figura 6). Inoltre, permettono di visualizzare tali informazioni per ogni singola macchina virtuale, assicurando anche agli "amministratori delle macchine virtuali" che non hanno necessariamente accesso a tutti i diversi layer la possibilità di convalidare la conformità nella scheda del riepilogo di una specifica macchina virtuale (figura 7). Figura 6. Profili di storage delle macchine virtuali - Finestra unica per la conformità Figura 7. Conformità per ogni singolo profilo di macchina virtuale Di conseguenza, le operazioni di gestione dei livelli di storage, di provisioning, di migrazione, di duplicazione delle macchine virtuali e di posizionamento corretto delle macchine virtuali nelle distribuzioni di vsphere sono diventate più efficienti e semplici da eseguire. Profile-Driven Storage elimina la necessità sia di gestire fogli di calcolo complessi e laboriosi che di convalidare manualmente la conformità durante ogni processo di migrazione o creazione di una macchina virtuale o di un disco virtuale. WHITE PAPER TECNICO / 8

9 Le novità di ware vsphere Storage Iniziatore software Fibre Channel over Ethernet vsphere 4.0 aveva introdotto il supporto per gli adattatori hardware FCoE (Fibre Channel over Ethernet). vsphere 5.0 porta l'adozione di FCoE a un nuovo livello grazie all'introduzione di un adattatore FCoE software. L'attivazione dell'adattatore FCoE software richiede innanzitutto una scheda di rete in grado di supportare funzionalità di riduzione parziale del carico di lavoro FCoE (figura 8). Figura 8. Aggiunta di un adattatore FCoE software Una volta attivato l'adattatore FCoE software, viene creato un nuovo adattatore. Dopo quest'ultima operazione, i dispositivi che vengono presentati a questo specifico adattatore vengono riconosciuti (figura 9) da vsphere, consentendo la creazione di un nuovo datastore. L'adattatore FCoE software permette di utilizzare le funzionalità FCoE senza dover fare ricorso a specifici adattatori FCoE hardware, creando così un'infrastruttura più agile e flessibile. Figura 9. Adattatore FCoE WHITE PAPER TECNICO / 9

10 Le novità di ware vsphere Storage Miglioramenti dell'iniziatore iscsi Con vsphere 4.0, era stato rilasciato un nuovo iniziatore iscsi più efficiente e capace di far funzionare un numero ancora maggiore di IOPS. L'intero stack dell'iniziatore software iscsi era stato riscritto e ottimizzato in termini di prestazioni. vsphere 4.0 consentiva la connessione all'array iscsi di più schede di rete kernel. La configurazione era possibile solo attraverso la riga di comando ed era considerata un'attività particolarmente complessa. vsphere 5.0 introduce la possibilità di configurare completamente iscsi attraverso il cliente vsphere, come illustrato nella figura 10. Figura 10. Iniziatore iscsi WHITE PAPER TECNICO / 10

11 Le novità di ware vsphere Storage vsphere Storage I/O Control vsphere Storage I/O Control è stato inizialmente introdotto in vsphere 4.1 per stabilire le priorità di I/O delle macchine virtuali eseguite in un cluster di server ware ESX con accesso a un pool di storage condiviso, iscsi o FC. Questa funzionalità espandeva le comuni strutture delle condivisioni e dei limiti, configurate per CPU e memoria, per gestire l'utilizzo dello storage attraverso un'allocazione dinamica di slot di coda I/O in un cluster di server ware ESX. vsphere 5.0 estende il controllo I/O di storage per offrire limiti e condivisioni I/O a livello di cluster per i datastore NFS. Ciò significa che nessuna macchina virtuale deve essere in grado di creare da sola un collo di bottiglia in qualsiasi ambiente, indipendentemente dal tipo di storage condiviso utilizzato. Storage I/O Control riduce automaticamente la velocità di una macchina virtuale che consuma una grande quantità di larghezza di banda I/O quando viene superata la soglia di latenza configurata. Ciò consente ad altre macchine virtuali che utilizzano lo stesso datastore di ricevere un'equa porzione di I/O. Storage DRS e Storage I/O Control sono i partner perfetti per impedire la violazione degli accordi sui livelli di servizio garantendo al contempo un'equa distribuzione di I/O a lungo e breve termine. vsphere Storage APIs Array Integration L'introduzione di vsphere Storage APIs - Array Integration (VAAI) è avvenuta per la prima volta con vsphere 4.1, assicurando il supporto delle funzionalità di riduzione del carico per tre primitive: 1. Copia completa, che consente all'array di storage di creare copie complete dei dati all'interno dell'array 2. Azzeramento dei blocchi, che consente all'array di azzerare quantità elevate di blocchi 3. Blocco assistito da hardware, che offre un meccanismo alternativo per proteggere i metadati FS Con vsphere 5.0, il supporto per le primitive VAAI è stato migliorato e sono state introdotte primitive aggiuntive: vsphere Thin Provisioning (Thin Provisioning), che consente il recupero dello spazio inutilizzato e il monitoraggio dell'utilizzo di spazio per LUN con thin provisioning Accelerazione hardware per NAS Standardizzazione SCSI tramite conformità T10 per copia completa, azzeramento dei blocchi e blocco assistito da hardware vsphere Thin Provisioning vsphere 5.0 introduce svariati miglioramenti VAAI per gli ambienti che utilizzano funzionalità di thin provisioning basate su array. Da sempre, le due principali sfide per le LUN con thin provisioning sono state il recupero dello spazio inutilizzato e le complessità relative al monitoraggio dell'utilizzo di spazio. VAAI Thin Provisioning introduce quanto segue: La funzione di recupero dello spazio inutilizzato informa l'array dello spazio che viene liberato a seguito di operazioni di eliminazione o rimozione di file dal datastore mediante Storage vmotion. L'array può quindi recuperare i blocchi di spazio liberati La funzione relativa alle condizioni di spazio insufficiente controlla l'utilizzo dello spazio sulle LUN con thin provisioning per evitare l'esaurimento dello spazio fisico. Un nuovo avviso in tempo reale è stato aggiunto a vsphere 5.0 per una condizione di spazio insufficiente in thin provisioning La funzione di recupero dello spazio inutilizzato consente di recuperare i blocchi di una LUN con thin provisioning sull'array in seguito all'eliminazione o alla migrazione in un altro datastore di un disco virtuale, ad esempio tramite Storage DRS (figura 10). Da sempre, in occasione della migrazione di macchine virtuali da un datastore, i blocchi utilizzati dalle macchine virtuali stesse prima della migrazione venivano ancora segnalati come "in uso" da parte dell'array. Questo significava che le statistiche di utilizzo dall'array di storage potevano essere fuorvianti e che in tali occasioni poteva verificarsi un notevole spreco di spazio su disco. Grazie a questa nuova primitiva VAAI, il dispositivo di storage viene informato che i blocchi non sono più in uso, con conseguente miglioramento della segnalazione del consumo di spazio su disco e possibilità di recupero dei blocchi inutilizzati. WHITE PAPER TECNICO / 11

12 Le novità di ware vsphere Storage ware ESX Blocchi di dati di file della macchina virtuale obsoleti 2 Storage vmotion FS-A FS-B Figura 11. Recupero dello spazio inutilizzato Una "condizione di spazio insufficiente" rappresenta l'incubo peggiore per ogni amministratore di storage e virtualizzazione negli ambienti di thin provisioning basati su array. La "sovrallocazione dello storage" negli ambienti di thin provisioning può causare scenari catastrofici nel caso in cui si verifichi una condizione di spazio insufficiente. vsphere 5.0 mitiga questi problemi e semplifica la gestione dello storage attraverso l'aggiunta di avvisi in tempo reale (figura 12) e di errori in caso di raggiungimento delle soglie per i datastore con thin provisioning. I miglioramenti includono meccanismi che mettono temporaneamente in pausa una macchina virtuale nell'eventualità in cui lo spazio su disco venga esaurito, consentendo l'allocazione di spazio aggiuntivo al datastore oppure la migrazione di una macchina virtuale esistente, senza che la macchina virtuale stessa si blocchi. Figura 12. Condizione di spazio insufficiente WHITE PAPER TECNICO / 12

13 Le novità di ware vsphere Storage Accelerazione hardware per NAS L'accelerazione hardware per NAS consente un provisioning più rapido e l'uso di dischi virtuali "thick" attraverso due primitive VAAI di nuova introduzione: Full File Clone - Simile alla funzione di copia completa. Consente al dispositivo NAS di duplicare i dischi virtuali Reserve Space - Consente la creazione di file di dischi virtuali "thick" su NAS Full File Clone consente il provisioning rapido delle macchine virtuali sui dispositivi NAS, in modo analogo alla funzione di copia completa fornita per gli array iscsi/fc. Prima dell'avvento di vsphere 5.0, un disco virtuale veniva creato come disco con thin provisioning, non consentendo in alcun modo la creazione di un disco "thick". Con vsphere 5.0, invece, le estensioni NAS VAAI consentono ai fornitori NAS di prenotare lo spazio per un intero disco virtuale (figura 13). In questo modo, è possibile creare dischi "thick" sui datastore NFS. Figura 13. Creazione di dischi "thick" WHITE PAPER TECNICO / 13

14 Le novità di ware vsphere Storage I plug-in VAAI NAS non vengono forniti in dotazione con vsphere 5.0. Vengono sviluppati e distribuiti dai fornitori di storage, tuttavia vengono firmati dal programma di certificazione ware come garanzia di qualità. Conformità T10 vsphere 4.1 aveva introdotto la conformità T10 per l'azzeramento dei blocchi, consentendo ai fornitori di utilizzare gli standard T10 con il plug-in predefinito fornito in dotazione. vsphere 5.0 introduce il supporto potenziato per T10, con conseguente possibilità di utilizzare le primitive VAAI senza la necessità di installare un plug-in e abilitazione del supporto per molti dispositivi di storage aggiuntivi. vsphere Storage vmotion vsphere Storage vmotion (Storage vmotion) consente la migrazione live dei file di unità disco della macchina virtuale in uso da un sistema di storage a un altro, senza downtime o interruzione delle attività. Con vsphere 5.0, sono stati introdotti svariati miglioramenti per aumentare l'efficienza del processo di Storage vmotion, per migliorare le prestazioni complessive e per ottimizzare il supporto. Storage vmotion in vsphere 5.0 supporta anche la migrazione delle macchine virtuali con uno snapshot vsphere e la migrazione dei cloni collegati. I miglioramenti apportati a Storage vmotion includono un nuovo e più efficiente processo di migrazione attraverso l'uso di una nuova funzionalità denominata "modalità di mirroring". Quest'ultima consente una copia di blocco in un singolo passaggio del disco di origine nel disco di destinazione mediante mirroring degli I/O dei blocchi copiati. Questa funzione non solo aumenta l'efficienza di Storage vmotion, ma anche la prevedibilità dei tempi di migrazione, semplificando così la pianificazione delle migrazioni e riducendo il tempo di esecuzione per ciascuna migrazione. Il driver del mirroring viene attivato per ogni macchina virtuale e si trova all'interno del kernel. Quando il sistema operativo guest della macchina virtuale su cui si sta eseguendo il processo tramite Storage vmotion avvia un'operazione di scrittura su un blocco già copiato, il driver del mirroring (figura 14) esegue allo stesso tempo il mirroring della suddetta operazione e attende entrambe le conferme prima di inviarne comunicazione al sistema operativo guest. M/Guest SO guest Datamover Mirror Driver kernel Userworld 2 Origine Figura 14. Flusso dei dati con la modalità di mirroring di Storage vmotion Destinazione WHITE PAPER TECNICO / 14

15 Le novità di ware vsphere Storage Conclusione vsphere 5.0 aggiunge molte novità per lo storage al set di funzionalità già ricco supportato da vsphere 4.1. Le complessità vengono ridotte assicurando al contempo una maggiore scalabilità. Il provisioning di macchine virtuali ha sempre comportato alcune problematiche operative. Il monitoraggio e il bilanciamento manuale dei carichi di lavoro, oppure il provisioning delle macchine virtuali basato su capacità di I/O e utilizzo dello spazio, si sono rivelate attività alquanto complesse e, di conseguenza, spesso trascurate, causando così la presenza di aree critiche e datastore sovrautilizzati o sottoutilizzati. Storage DRS è una nuova funzionalità introdotta in vsphere 5.0 che offre meccanismi intelligenti per il posizionamento delle macchine virtuali e il bilanciamento dei carichi in base alle capacità di I/O e spazio. Il risultato è una riduzione dell'impegno operativo associato al provisioning delle macchine virtuali e al monitoraggio dell'ambiente di storage. Informazioni sull'autore Duncan Epping, Principal Architect nel gruppo Technical Marketing di ware, si occupa in particolar modo di storage e ware ESXi. In precedenza, ha lavorato per Oracle e svariate aziende di consulenza, accumulando oltre 10 anni di esperienza nella progettazione e nello sviluppo di infrastrutture e best practice di distribuzione. È stato tra i primi membri del programma ware Certified Design Expert (VCDX 007). Epping è anche coautore di molti testi, tra cui ware vsphere 4.1 HA and DRS Technical Deepdive, ware vsphere 4.0 Quick Start Guide, Foundation for Cloud Computing with ware vsphere 4 e Foundation for Cloud Computing with ware vcloud Director, la sua pubblicazione più recente. ware, Inc Hillview Avenue Palo Alto CA USA Tel Fax ware, Inc. - Via Spadolini Milano - Tel: (+39) Fax: (+39) Copyright 2011 ware, Inc. Tutti i diritti sono riservati. Questo prodotto è protetto dalle leggi sul copyright vigenti negli Stati Uniti e in altri Paesi e da altre leggi sulla proprietà intellettuale. I prodotti ware sono coperti da uno o più brevetti, come indicato nella pagina ware è un marchio registrato o un marchio di ware Inc. negli Stati Uniti e/o in altre giurisdizioni. Tutti gli altri marchi e nomi menzionati possono essere marchi delle rispettive società. Cod. articolo: W-WP-5-0-STORAGE-A4-101-WEB

Sizing di un infrastruttura server con VMware

Sizing di un infrastruttura server con VMware Sizing di un infrastruttura server con VMware v1.1 Matteo Cappelli Vediamo una serie di best practices per progettare e dimensionare un infrastruttura di server virtuali con VMware vsphere 5.0. Innanzitutto

Dettagli

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Declinazione di responsabilità e informazioni sul copyright Le informazioni contenute nel presente documento rappresentano le conoscenze

Dettagli

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it il server? virtualizzalo!! Se ti stai domandando: ma cosa stanno dicendo? ancora non sai che la virtualizzazione è una tecnologia software, oggi ormai consolidata, che sta progressivamente modificando

Dettagli

Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition. Guida introduttiva

Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition. Guida introduttiva Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition Guida introduttiva Questo documento descrive come installare e iniziare a utilizzare Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition.

Dettagli

Active Solution & Systems illustra La virtualizzazione dei Server secondo il produttore di Storage Qsan

Active Solution & Systems illustra La virtualizzazione dei Server secondo il produttore di Storage Qsan Active Solution & Systems illustra La virtualizzazione dei secondo il produttore di Storage Qsan Milano, 9 Febbraio 2012 -Active Solution & Systems, società attiva sul mercato dal 1993, e da sempre alla

Dettagli

Acronis Backup & Recovery 11. Affidabilità dei dati un requisito essenziale

Acronis Backup & Recovery 11. Affidabilità dei dati un requisito essenziale Protezio Protezione Protezione Protezione di tutti i dati in ogni momento Acronis Backup & Recovery 11 Affidabilità dei dati un requisito essenziale I dati sono molto più che una serie di uno e zero. Sono

Dettagli

Cinque best practice per amministratori VMware: Microsoft Exchange su VMware

Cinque best practice per amministratori VMware: Microsoft Exchange su VMware Cinque best practice per amministratori VMware: Microsoft Exchange su VMware Scott Lowe Founder and Managing Consultant del 1610 Group Modern Data Protection Built for Virtualization Introduzione C è stato

Dettagli

Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS)

Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS) Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS) EZChrom Edition e ChemStation Edition Requisiti hardware e software Agilent Technologies Informazioni legali Agilent Technologies, Inc. 2013 Nessuna parte

Dettagli

Efficienza e performance. Soluzioni di storage NetApp

Efficienza e performance. Soluzioni di storage NetApp Efficienza e performance Soluzioni di storage NetApp Sommario 3 Introduzione n EFFICIENZA A LIVELLO DI STORAGE 4 Efficienza di storage: il 100% dei vostri dati nel 50% del volume di storage 6 Tutto in

Dettagli

PUBLIC, PRIVATE O HYBRID CLOUD: QUAL È IL TIPO DI CLOUD OTTIMALE PER LE TUE APPLICAZIONI?

PUBLIC, PRIVATE O HYBRID CLOUD: QUAL È IL TIPO DI CLOUD OTTIMALE PER LE TUE APPLICAZIONI? PUBLIC, PRIVATE O HYBRID CLOUD: QUAL È IL TIPO DI CLOUD OTTIMALE PER LE TUE APPLICAZIONI? Le offerte di public cloud proliferano e il private cloud è sempre più diffuso. La questione ora è come sfruttare

Dettagli

Guida Dell di base all'acquisto dei server

Guida Dell di base all'acquisto dei server Guida Dell di base all'acquisto dei server Per le piccole aziende che dispongono di più computer è opportuno investire in un server che aiuti a garantire la sicurezza e l'organizzazione dei dati, consentendo

Dettagli

DigitPA egovernment e Cloud computing

DigitPA egovernment e Cloud computing DigitPA egovernment e Cloud computing Esigenze ed esperienze dal punto di vista della domanda RELATORE: Francesco GERBINO 5 ottobre 2010 Agenda Presentazione della Società Le infrastrutture elaborative

Dettagli

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control Asset sotto controllo... in un TAC Latitudo Total Asset Control Le organizzazioni che hanno implementato e sviluppato sistemi e processi di Asset Management hanno dimostrato un significativo risparmio

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI Architettura di un sistema informatico Realizzata dal Dott. Dino Feragalli 1 CONCETTI GENERALI 1.1 Obiettivi Il seguente progetto vuole descrivere l amministrazione dell ITC (Information Tecnology end

Dettagli

Lo storage di prossima generazione

Lo storage di prossima generazione Juku.it Lo storage di prossima generazione white paper (settembre 2012) Enrico Signoretti Juku consulting srl - mail: info@juku.it web: http://www.juku.it Indice Note legali 3 Juku 1 Perchè Juku 1 Chi

Dettagli

La piattaforma IBM Cognos

La piattaforma IBM Cognos La piattaforma IBM Cognos Fornire informazioni complete, coerenti e puntuali a tutti gli utenti, con una soluzione economicamente scalabile Caratteristiche principali Accedere a tutte le informazioni in

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

Redatto da Product Manager info@e4company.com. Verificato da E4 Team Supporto supporto@e4company.com

Redatto da Product Manager info@e4company.com. Verificato da E4 Team Supporto supporto@e4company.com Redatto da Product Manager info@e4company.com Verificato da E4 Team Supporto supporto@e4company.com 2 SOMMARIO 1 INTRODUZIONE... 4 2 SOLUTION OVERVIEW... 5 3 SOLUTION ARCHITECTURE... 6 MICRO25... 6 MICRO50...

Dettagli

Per questa ragione il nostro sforzo si è concentrato sugli aspetti elencati qui di seguito:

Per questa ragione il nostro sforzo si è concentrato sugli aspetti elencati qui di seguito: Autore : Giulio Martino IT Security, Network and Voice Manager Technical Writer e Supporter di ISAServer.it www.isaserver.it www.ocsserver.it www.voipexperts.it - blogs.dotnethell.it/isacab giulio.martino@isaserver.it

Dettagli

CA RC/Update for DB2 for z/os

CA RC/Update for DB2 for z/os SCHEDA PRODOTTO CA RC/Update for DB2 for z/os CA RC/Update for DB2 for z/os CA RC/Update for DB2 for z/os (CA RC/Update) è uno strumento di gestione di dati e oggetti DB2 che consente agli amministratori

Dettagli

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. WebSphere IL

Dettagli

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com CORPORATE OVERVIEW www.akhela.com BRIDGE THE GAP CORPORATE OVERVIEW Bridge the gap Akhela è un azienda IT innovativa che offre al mercato servizi e soluzioni Cloud Based che aiutano le aziende a colmare

Dettagli

Samsung Data Migration v2.6 Introduzione e Guida all'installazione

Samsung Data Migration v2.6 Introduzione e Guida all'installazione Samsung Data Migration v2.6 Introduzione e Guida all'installazione 2013. 12 (Revisione 2.6.) Esclusione di responsabilità legale SAMSUNG ELECTRONICS SI RISERVA IL DIRITTO DI MODIFICARE I PRODOTTI, LE INFORMAZIONI

Dettagli

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Oggi più che mai, le aziende italiane sentono la necessità di raccogliere,

Dettagli

PLM Software. Answers for industry. Siemens PLM Software

PLM Software. Answers for industry. Siemens PLM Software Siemens PLM Software Monitoraggio e reporting delle prestazioni di prodotti e programmi Sfruttare le funzionalità di reporting e analisi delle soluzioni PLM per gestire in modo più efficace i complessi

Dettagli

Tematiche tecniche relative ai contratti di Housing/Hosting e Servizi Web-Based

Tematiche tecniche relative ai contratti di Housing/Hosting e Servizi Web-Based Tematiche tecniche relative ai contratti di Housing/Hosting e Servizi Web-Based Prof. Franco Sirovich Dipartimento di Informatica Università di Torino www.di.unito.it franco.sirovich@di.unito.it 1 Definizioni

Dettagli

Mettere in sicurezza l infrastruttura dei desktop virtuali con Citrix NetScaler

Mettere in sicurezza l infrastruttura dei desktop virtuali con Citrix NetScaler Mettere in sicurezza l infrastruttura dei desktop virtuali con Citrix NetScaler 2 Le aziende attuali stanno adottando rapidamente la virtualizzazione desktop quale mezzo per ridurre i costi operativi,

Dettagli

SISTEMI DI VIRTUALIZZAZIONE: STATO DELL ARTE, VALUTAZIONI, PROSPETTIVE

SISTEMI DI VIRTUALIZZAZIONE: STATO DELL ARTE, VALUTAZIONI, PROSPETTIVE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI UDINE Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali Corso di Laurea Triennale in Informatica Tesi di Laurea SISTEMI DI VIRTUALIZZAZIONE: STATO DELL ARTE, VALUTAZIONI, PROSPETTIVE

Dettagli

VCP5 Blueprint con appunti e note

VCP5 Blueprint con appunti e note VCP5 Blueprint con appunti e note http://vinfrastructure.it/en/certifications-on-virtualization/vcp/vcp5/ La versione attuale del blueprint è la 1.2 (mente la 1.4 era l ultima disponibile riferita ancora

Dettagli

Accordo d Uso (settembre 2014)

Accordo d Uso (settembre 2014) Accordo d Uso (settembre 2014) Il seguente Accordo d uso, di seguito Accordo, disciplina l utilizzo del Servizio on line 4GUEST, di seguito Servizio, che prevede, la creazione di Viaggi, Itinerari, Percorsi,

Dettagli

AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata

AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata Giampiero Carboni Davide Travaglia David Board Rev 5058-CO900C Interfaccia operatore a livello di sito FactoryTalk

Dettagli

Virtualizzazione e installazione Linux

Virtualizzazione e installazione Linux Virtualizzazione e installazione Linux Federico De Meo, Davide Quaglia, Simone Bronuzzi Lo scopo di questa esercitazione è quello di introdurre il concetto di virtualizzazione, di creare un ambiente virtuale

Dettagli

Simplex Gestione Hotel

Simplex Gestione Hotel Simplex Gestione Hotel Revisione documento 01-2012 Questo documento contiene le istruzioni per l'utilizzo del software Simplex Gestione Hotel. E' consentita la riproduzione e la distribuzione da parte

Dettagli

agility made possible

agility made possible SOLUTION BRIEF CA IT Asset Manager Come gestire il ciclo di vita degli asset, massimizzare il valore degli investimenti IT e ottenere una vista a portfolio di tutti gli asset? agility made possible contribuisce

Dettagli

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC 5 giugno 09 IT-BOOK Configurazioni e cartatteristiche tecniche possono essere soggette a variazioni senza preavviso. Tutti i marchi citati sono registrati dai rispettivi proprietari. Non gettare per terra:

Dettagli

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Forniamo in questo articolo le risposte ai 53 quesiti ricevuti

Dettagli

Webinar: Cloud Computing e Pubblica Amministrazione

Webinar: Cloud Computing e Pubblica Amministrazione Webinar: Cloud Computing e Pubblica Amministrazione Forum PA Webinar, 21 luglio 2015 Parleremo di: Il Gruppo e il network di Data Center Panoramica sul Cloud Computing Success Case: Regione Basilicata

Dettagli

EuroColori YOUR BEST PARTNER IN COLOR STRATEGY

EuroColori YOUR BEST PARTNER IN COLOR STRATEGY EuroColori YOUR BEST PARTNER IN COLOR STRATEGY EuroColori YOUR BEST PARTNER IN COLOR STRATEGY THE FUTURE IS CLOSER Il primo motore di tutte le nostre attività è la piena consapevolezza che il colore è

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi.

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. LIBERI DI NON PENSARCI Basta preoccupazioni per il back-up e la sicurezza dei tuoi dati. Con la tecnologia Cloud Computing l archiviazione e la protezione dei

Dettagli

CA Process Automation

CA Process Automation CA Process Automation Glossario Release 04.2.00 La presente documentazione, che include il sistema di guida in linea integrato e materiale distribuibile elettronicamente (d'ora in avanti indicata come

Dettagli

InitZero s.r.l. Via P. Calamandrei, 24-52100 Arezzo email: info@initzero.it

InitZero s.r.l. Via P. Calamandrei, 24-52100 Arezzo email: info@initzero.it izticket Il programma izticket permette la gestione delle chiamate di intervento tecnico. E un applicazione web, basata su un potente application server java, testata con i più diffusi browser (quali Firefox,

Dettagli

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu SOA IN AMBITO TELCO Al fine di ottimizzare i costi e di migliorare la gestione dell'it, le aziende guardano, sempre più con maggiore interesse, alle problematiche di gestionee ed ottimizzazione dei processi

Dettagli

Gestire le informazioni con un sorriso sulle labbra

Gestire le informazioni con un sorriso sulle labbra Gestire le informazioni con un sorriso sulle labbra Enterprise Content Management vi semplifica la vita Enterprise-Content-Management Gestione dei documenti Archiviazione Workflow www.elo.com Karl Heinz

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence.

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. Per le aziende manifatturiere, oggi e sempre più nel futuro individuare ed eliminare gli

Dettagli

Il Concetto di Processo

Il Concetto di Processo Processi e Thread Il Concetto di Processo Il processo è un programma in esecuzione. È l unità di esecuzione all interno del S.O. Solitamente, l esecuzione di un processo è sequenziale (le istruzioni vengono

Dettagli

Sempre attenti ad ogni dettaglio Bosch Intelligent Video Analysis

Sempre attenti ad ogni dettaglio Bosch Intelligent Video Analysis Sempre attenti ad ogni dettaglio Bosch Intelligent Video Analysis 2 Intervento immediato con Bosch Intelligent Video Analysis Indipendentemente da quante telecamere il sistema utilizza, la sorveglianza

Dettagli

SICUREZZA SENZA COMPROMESSI PER TUTTI GLI AMBIENTI VIRTUALI. Security for Virtual and Cloud Environments

SICUREZZA SENZA COMPROMESSI PER TUTTI GLI AMBIENTI VIRTUALI. Security for Virtual and Cloud Environments SICUREZZA SENZA COMPROMESSI PER TUTTI GLI AMBIENTI VIRTUALI Security for Virtual and Cloud Environments PROTEZIONE O PRESTAZIONI? Già nel 2009, il numero di macchine virtuali aveva superato quello dei

Dettagli

> MULTI TASKING > MULTI PROCESS > MULTI CORE

> MULTI TASKING > MULTI PROCESS > MULTI CORE > MULTI TASKING > MULTI PROCESS > MULTI CORE WorkNC V21 multicore 64 bits : Benefici di WorkNC Aumento generale della produttività, grazie alle nuove tecnologie multi-core, 64 bit e Windows 7 Calcolo di

Dettagli

Zeroshell su vmware ESXi 4.1

Zeroshell su vmware ESXi 4.1 Zeroshell su vmware ESXi 4.1 Introduzione Vediamo come installare Zeroshell su Vmware ESXi 4.1 usando come immagine quella per IDE,SATA e USB da 1GB. Cosa ci serve prima di iniziare: Una distro Live io

Dettagli

FileMaker Server 13. Guida di FileMaker Server

FileMaker Server 13. Guida di FileMaker Server FileMaker Server 13 Guida di FileMaker Server 2010-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti FileMaker e Bento sono

Dettagli

Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64

Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64 Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64 telecamere. I sistemi di acquisizione ed archiviazione

Dettagli

Boot Camp Guida di installazione e configurazione

Boot Camp Guida di installazione e configurazione Boot Camp Guida di installazione e configurazione Indice 3 Introduzione 4 Panoramica dell'installazione 4 Passo 1: Verificare la presenza di aggiornamenti 4 Passo 2: Per preparare il Mac per Windows 4

Dettagli

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A.

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A. Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica Laboratorio di Informatica Applicata Introduzione all IT Governance Lezione 5 Marco Fusaro KPMG S.p.A. 1 CobiT: strumento per la comprensione di una

Dettagli

Il portafoglio VidyoConferencing. Tutto ciò di cui avete bisogno per realizzare videoconferenze HD di qualità, accessibili e a costi vantaggiosi

Il portafoglio VidyoConferencing. Tutto ciò di cui avete bisogno per realizzare videoconferenze HD di qualità, accessibili e a costi vantaggiosi Il portafoglio VidyoConferencing Tutto ciò di cui avete bisogno per realizzare videoconferenze HD di qualità, accessibili e a costi vantaggiosi La qualità HD di Vidyo mi permette di vedere e ascoltare

Dettagli

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A Leggere attentamente questo manuale prima dell utilizzo e conservarlo per consultazioni future Via Don Arrigoni, 5 24020 Rovetta

Dettagli

IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget

IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget Data Sheet IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget Panoramica Le medie aziende devono migliorare nettamente le loro capacità

Dettagli

2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto

2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto 2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto previsto in Avvisi legali. 23 giugno 2014 Indice 3 Indice...5

Dettagli

Per Iniziare con Parallels Desktop 10

Per Iniziare con Parallels Desktop 10 Per Iniziare con Parallels Desktop 10 Copyright 1999-2014 Parallels IP Holdings GmbH e i suoi affiliati. Tutti i diritti riservati. Parallels IP Holdings GmbH Vordergasse 59 8200 Schaffhausen Svizzera

Dettagli

Perché un software gestionale?

Perché un software gestionale? Gestionale per stabilimenti balneari Perché un software gestionale? Organizzazione efficiente, aumento della produttività, risparmio di tempo. Basato sulle più avanzate tecnologie del web, può essere installato

Dettagli

Guida dell'utente di Norton Save and Restore

Guida dell'utente di Norton Save and Restore Guida dell'utente Guida dell'utente di Norton Save and Restore Il software descritto in questo manuale viene fornito con contratto di licenza e può essere utilizzato solo in conformità con i termini del

Dettagli

Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE

Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE Programma Enti Locali Innovazione di Sistema Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE 1 Premessa Il presente documento ha lo scopo di facilitare la disseminazione e il riuso

Dettagli

CWS32-H01 Soluzione Software Professionale per Monitoraggio & Telecontrollo Web

CWS32-H01 Soluzione Software Professionale per Monitoraggio & Telecontrollo Web CWS32-H01 Soluzione Software Professionale per Monitoraggio & Telecontrollo Web Attenzione!! Rif. Rev. 2.2 www.cws32.it Questa presentazione non sostituisce il manuale operativo del prodotto, in quanto

Dettagli

1. Si consideri uno spazio di indirizzamento logico di otto pagine di 1024 parole ognuna, mappate su una memoria fisica di 32 frame.

1. Si consideri uno spazio di indirizzamento logico di otto pagine di 1024 parole ognuna, mappate su una memoria fisica di 32 frame. 1. Si consideri uno spazio di indirizzamento logico di otto pagine di 1024 parole ognuna, mappate su una memoria fisica di 32 frame. (a) Da quanti bit è costituito l indirizzo logico? (b) Da quanti bit

Dettagli

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA Manuale Utente Linux Debian, Fedora, Ubuntu www.ondacommunication.com Chiavet ta Internet MT503HSA Guida rapida sistema operativo LINUX V 1.1 33080, Roveredo in Piano (PN)

Dettagli

A vele spiegate verso il futuro

A vele spiegate verso il futuro A vele spiegate verso il futuro Passione e Innovazione per il proprio lavoro La crescita di Atlantica, in oltre 25 anni di attività, è sempre stata guidata da due elementi: la passione per il proprio lavoro

Dettagli

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras 2 Introduzione Le architetture basate sui servizi (SOA) stanno rapidamente diventando lo standard de facto per lo sviluppo delle applicazioni aziendali.

Dettagli

FileMaker Server 13. Guida introduttiva

FileMaker Server 13. Guida introduttiva FileMaker Server 13 Guida introduttiva 2007-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti FileMaker e Bento sono marchi

Dettagli

PROGETTO VIRTUALIZZAZIONE DELLA SERVER FARM DI TURISMO TORINO E PROVINCIA E SERVIZI CONNESSI CAPITOLATO TECNICO. Pagina 1 di 10

PROGETTO VIRTUALIZZAZIONE DELLA SERVER FARM DI TURISMO TORINO E PROVINCIA E SERVIZI CONNESSI CAPITOLATO TECNICO. Pagina 1 di 10 PROGETTO VIRTUALIZZAZIONE DELLA SERVER FARM DI TURISMO TORINO E PROVINCIA E SERVIZI CONNESSI CAPITOLATO TECNICO Pagina 1 di 10 INDICE: DESCRIZIONE NR. PAGINA 1. PREMESSA 3 2. OGGETTO DELL APPALTO 3 3.

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

INFORMATIVA SUI COOKIE

INFORMATIVA SUI COOKIE INFORMATIVA SUI COOKIE I Cookie sono costituiti da porzioni di codice installate all'interno del browser che assistono il Titolare nell erogazione del servizio in base alle finalità descritte. Alcune delle

Dettagli

Informatica per la comunicazione" - lezione 9 -

Informatica per la comunicazione - lezione 9 - Informatica per la comunicazione" - lezione 9 - Protocolli di livello intermedio:" TCP/IP" IP: Internet Protocol" E il protocollo che viene seguito per trasmettere un pacchetto da un host a un altro, in

Dettagli

Acronis Compute with Confidence, Acronis Startup Recovery Manager, Acronis Active Restore ed il logo Acronis sono marchi di proprietà di Acronis, Inc.

Acronis Compute with Confidence, Acronis Startup Recovery Manager, Acronis Active Restore ed il logo Acronis sono marchi di proprietà di Acronis, Inc. Copyright Acronis, Inc., 2000-2011.Tutti i diritti riservati. Acronis e Acronis Secure Zone sono marchi registrati di Acronis, Inc. Acronis Compute with Confidence, Acronis Startup Recovery Manager, Acronis

Dettagli

Requisiti di sistema di Cisco WebEx Meetings Server

Requisiti di sistema di Cisco WebEx Meetings Server Prima pubblicazione: 21 Ottobre 2012 Ultima modifica: 21 Ottobre 2012 Americas Headquarters Cisco Systems, Inc. 170 West Tasman Drive San Jose, CA 95134-1706 USA http://www.cisco.com Tel: 8 526-00 800

Dettagli

GARR WS9. OpenSource per l erogazione di servizi in alta disponibilità. Roma 17 giugno 2009

GARR WS9. OpenSource per l erogazione di servizi in alta disponibilità. Roma 17 giugno 2009 GARR WS9 OpenSource per l erogazione di servizi in alta disponibilità Roma 17 giugno 2009 Mario Di Ture Università degli Studi di Cassino Centro di Ateneo per i Servizi Informatici Programma Cluster Linux

Dettagli

MISURARE CON INTELLIGENZA BARRIERA OPTOELETTRONICA DI MISURAZIONE LGM

MISURARE CON INTELLIGENZA BARRIERA OPTOELETTRONICA DI MISURAZIONE LGM MISURARE CON INTELLIGENZA BARRIERA OPTOELETTRONICA DI MISURAZIONE LGM Barriera optoelettronica di misurazione LGM Misurare con intelligenza - nuove dei materiali in tutti i mercati La nuova Serie LGM di

Dettagli

APPENDICE 3 AL CAPITOLATO TECNICO

APPENDICE 3 AL CAPITOLATO TECNICO CONSIP S.p.A. APPENDICE 3 AL CAPITOLATO TECNICO Manuale d uso del programma Base Informativa di Gestione (BIG), utilizzato per la raccolta delle segnalazioni ed il monitoraggio delle attività di gestione

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

UNIVERSITA DI PALERMO

UNIVERSITA DI PALERMO PILLAR OBIETTIVO SPECIFICO MASTER CALL CALL INDUSTRIAL LEADERSHIP LEADERSHIP IN ENABLING AND INDUSTRIAL TECHNOLOGIES (LEIT) H2020-SPIRE-2014-2015 - CALL FOR SPIRE - SUSTAINABLE PROCESS INDUSTRIES H2020-SPIRE-2014

Dettagli

Gestire le comunicazione aziendali con software Open Source

Gestire le comunicazione aziendali con software Open Source Gestire le comunicazione aziendali con software Open Source Data: Ottobre 2012 Firewall pfsense Mail Server Zimbra Centralino Telefonico Asterisk e FreePBX Fax Server centralizzato Hylafax ed Avantfax

Dettagli

Access Point WiFi Powerline 500 XWNB5201 - Guida all installazione

Access Point WiFi Powerline 500 XWNB5201 - Guida all installazione Access Point WiFi Powerline 500 XWNB5201 - Guida all installazione Assistenza tecnica Grazie per aver scelto i prodotti NETGEAR. Una volta completata l'installazione del dispositivo, individuare il numero

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

Il Cloud Computing. Lo strumento per un disaster recovery flessibile. Giorgio Girelli. Direttore Generale Actalis 12/10/2012

Il Cloud Computing. Lo strumento per un disaster recovery flessibile. Giorgio Girelli. Direttore Generale Actalis 12/10/2012 Il Cloud Computing Lo strumento per un disaster recovery flessibile Giorgio Girelli Direttore Generale Actalis 12/10/2012 Agenda Il Gruppo Aruba Disaster Recovery: costo od opportunità? L esperienza Aruba

Dettagli

RedDot Content Management Server Content Management Server Non sottovalutate il potenziale della comunicazione online: usatela! RedDot CMS vi permette di... Implementare, gestire ed estendere progetti

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

1 Stampanti HP Deskjet 6500 series

1 Stampanti HP Deskjet 6500 series 1 Stampanti HP Deskjet 6500 series Per trovare la risposta a una domanda, fare clic su uno dei seguenti argomenti: HP Deskjet 6540-50 series Avvisi Funzioni speciali Introduzione Collegamento alla stampante

Dettagli

Analisi per tutti. Panoramica. Considerazioni principali. Business Analytics Scheda tecnica. Software per analisi

Analisi per tutti. Panoramica. Considerazioni principali. Business Analytics Scheda tecnica. Software per analisi Analisi per tutti Considerazioni principali Soddisfare le esigenze di una vasta gamma di utenti con analisi semplici e avanzate Coinvolgere le persone giuste nei processi decisionali Consentire l'analisi

Dettagli

Introduzione alla VPN del progetto Sa.Sol Desk Formazione VPN

Introduzione alla VPN del progetto Sa.Sol Desk Formazione VPN Introduzione alla VPN del progetto Sa.Sol Desk Sommario Premessa Definizione di VPN Rete Privata Virtuale VPN nel progetto Sa.Sol Desk Configurazione Esempi guidati Scenari futuri Premessa Tante Associazioni

Dettagli

Client di Posta Elettronica PECMailer

Client di Posta Elettronica PECMailer Client di Posta Elettronica PECMailer PECMailer è un semplice ma completo client di posta elettronica, ovvero un programma che consente di gestire la composizione, la trasmissione, la ricezione e l'organizzazione

Dettagli

Rational Asset Manager, versione 7.1

Rational Asset Manager, versione 7.1 Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Note Prima di utilizzare queste informazioni e il prodotto

Dettagli

Guida al ripristino e alla risoluzione dei problemi. Creare i dischi di ripristino subito dopo l'impostazione.

Guida al ripristino e alla risoluzione dei problemi. Creare i dischi di ripristino subito dopo l'impostazione. Guida al ripristino e alla risoluzione dei problemi Creare i dischi di ripristino subito dopo l'impostazione. Indice Trovare le informazioni necessarie... 3 Ripristino e backup... 4 Cos'è il ripristino

Dettagli

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente:

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente: IDENTITY AND ACCESS MANAGEMENT: LA DEFINIZIONE DI UN MODELLO PROCEDURALE ED ORGANIZZATIVO CHE, SUPPORTATO DALLE INFRASTRUTTURE, SIA IN GRADO DI CREARE, GESTIRE ED UTILIZZARE LE IDENTITÀ DIGITALI SECONDO

Dettagli

Istruzioni operative per la gestione delle Non Conformità e delle Azioni Correttive. https://nonconf.unife.it/

Istruzioni operative per la gestione delle Non Conformità e delle Azioni Correttive. https://nonconf.unife.it/ Istruzioni operative per la gestione delle Non Conformità e delle Azioni Correttive https://nonconf.unife.it/ Registrazione della Non Conformità (NC) Accesso di tipo 1 Addetto Registrazione della Non Conformità

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli