CARTA DEI SERVIZI 2013

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CARTA DEI SERVIZI 2013"

Transcript

1 Area VII Ambiente e Parchi CARTA DEI SERVIZI 2013 Ass.re Dir. Area VII Resp. U.O. Dott. Andrea di Palma Arch. Giovanna Recchia Arch. Antonio Tuzia Dott. Domenico Nardi

2 A Attività e Oggetto dei Servizi 4 C Carta dei Servizi Ambiente e Parchi 4 D Destinatari 9 M Modalità d Accesso e di Fruizione 9 O Obiettivi del Servizio 4 P Premessa 3 Principi fondamentali dell erogazione del servizio 9 S Strumenti per l attuazione dei principi fondamentali 10 T Tabella dei fattori, degli indicatori e degli standard di qualità dei servizi 14 Tabella dei procedimenti e tempi di attesa 11

3 Premessa Il quadro normativo che caratterizza la Carta dei Servizi risulta fitto di interventi che si snodano in oltre venti anni. Con Il DPCM del 27 gennaio 1994 si stabiliscono i princìpi cui deve uniformarsi l'erogazione dei servizi pubblici disponendo l obbligo per tutti i soggetti erogatori, pubblici e privati, di definire e di adottare standard specifici di qualità e quantità dei servizi. L art. 2 del D.L. 163/1995 convertito nella L. 273/1995 ha poi espressamente previsto l obbligo di adozione, rispettivamente per ciascun soggetto erogatore, di una propria specifica Carta dei Servizi. La disciplina in materia di Carte dei Servizi ha trovato un punto fondamentale nel D. Lgs. n. 286 del 1999, che nell art. 11 stabilisce l obbligo per le imprese e gli enti erogatori di servizi pubblici di improntare la propria attività al rispetto dei parametri qualitativi, essenzialmente determinati all interno delle Carte dei Servizi. Le successive deliberazioni e disposizioni di legge hanno infine portato la Carta della Qualità e dei Servizi ad essere lo strumento attraverso cui la P.A. e le imprese private individuano gli standard della propria prestazione, dichiarando i propri obiettivi e riconoscendo specifici diritti in capo al cittadino-utenteconsumatore. 3

4 Carta dei Servizi Ambiente e Parchi La Carta dei servizi dell area Ambiente e Parchi permette di stabilire una relazione diretta con i cittadini, di modo che loro stessi conoscano in modo dettagliato l organizzazione e le competenze in campo, oltre ai servizi e le attività offerte dal nostro settore. Attraverso questo strumento la nostra Area si impegna, dunque, a rispettare determinati standard qualitativi e quantitativi, con l intento di monitorare e migliorare le modalità di fornitura e somministrazione. Obiettivi del Servizio I Servizi dell Area Ambiente e Parchi mirano a costituire un punto di riferimento per i cittadini nelle attività che incidono sull ambiente, quali: ciclo differenziato dei rifiuti, inquinamento acustico/ambientale/atmosferico, problematiche igienico-sanitarie, tutela degli animali abbandonati e lotta a quelli nocivi (adempimenti riguardanti l anagrafe canina e le diverse problematiche animali riscontrate sul territorio disinfestazione/derattizzazione), tutela e manutenzione dei parchi pubblici. Attività e Oggetto dei Servizi L area VII Ambiente e Parchi è costituita da due Unità Operative: Verde Pubblico, Parchi e Scuole e Arredo Urbano e Deleghe Ambientali. I servizi svolti dall unità Verde Pubblico, Parchi e Scuole (A) riguardano: Manutenzione degli Spazi Verdi Urbani (parchi, giardini, aree dei plessi scolastici e cortili comunali) Parchi e Giardini pubblici, tutela, fruibilità e sponsorizzazione Monitoraggio e Manutenzione del patrimonio Arboreo Comunale Arredo Urbano e attrezzature-giochi per bambini Piano di Classificazione Acustica del territorio comunale Verifiche relative a inquinamento acustico/ambientale/atmosferico/elettromagnetico Sopralluoghi e adozione di provvedimeni in materia Ambientale (esposti per bonifiche da amianto, manutenzione aree verdi, ricoveri di animali, inquinamento Autorizzazioni impianti privati Tutela e Diritti degli animali Controllo del Randagismo Gestione Rapporti ASL servizio veterinario (iscrizione/variazione anagrafica dei cani nella banca dati Regionali) Mantenimento cani presso strutture autorizzate (Canile Rifugio, Canile Sanitario) Gestione degli Interventi di Disinfestazione e Derattizzazione Autoparco Comunale Approvvigionamento: vestiario da lavoro e D.P.I. per il personale avente diritto; beni di consumo per il funzionamento degli uffici e servizi; materiali da utilizzare per le consultazioni elettorali Gestione del personale interno/esterno Gestione delle procedure, atti e autorizzazioni inerenti le attività sanitarie (ambulatori polispecialistici, laboratori di analisi, gabinetti di radiologia ecc) Predisposizione atti per la formazione del bilancio e del PEG di settore Attività di RUP per lavori pubblici in verde attrezzato Rilascio di pareri/autorizzazioni/ordinanze ecc inerenti le materie di competenza (sinistri, taglio boschi, provvedimenti a tutela della salute pubblica e dell ambiente ecc) 4

5 I servizi svolti dall unità Arredo Urbano e Deleghe Ambientali (B) prevedono: Gestione servizio raccolta differenziata dei rifiuti/materiali con trasporto a smaltimento o agli impianti di riciclo. Rapporti con la Discarica Contratti con Consorziati CONAI e Impianti di Recupero/Riciclo Conferenze dei Servizi con Regione e Provincia per Autorizzazioni Impianti Problematiche inerenti l Inquinamento Ambientale Regolamento sulla Gestione dei Rifiuti Solidi Urbani Regolamento sulla Gestione del Centro di Raccolta comunale Campagne informative, campagne ecologiche, gestione giornate ecologiche Compostaggio Domestico Predisposizione atti per la formazione del Bilancio e del PEG di settore Più nello specifico, nella parte A dell Area VII Ambiente e Parchi, si individuano voce per voce le seguenti attribuzioni. MANUTENZIONE DEGLI SPAZI VERDI URBANI (parchi, giardini, aree dei plessi scolastici e cortili comunali) Manutenzione ordinaria e straordinaria delle alberature comunali Pinus Pinea e piano di sicurezza Manutenzione areee verdi e dei plessi scolastici Sfalcio erbe infestanti lungo le strade e su aree di proprietà comunale Potature essenze arboree Interventi di emergenza Progetti finalizzati (Punteruolo Rosso, ripiantumazioni ) PARCHI E GIARDINI PUBBLICI, TUTELA, FRUIBILITA E SPONSORIZZAZIONE Approvazioni progetti volti alla valorizzazione delle aree verdi comunali Affidamento in custodia parchi e uffici pubblici attrezzati comunali Manutenzione ordinaria parchi comunali, procedure di scelta del contraente Convenzioni, capitolati, contratti, oneri/obblighi, verifiche attivazioni/controlli Conclusione lavori per la sistemazione di otto parchi comunali Apertura/ chiusura e controlli MONITORAGGIO E MANUTENZIONE DEL PATRIMONIO ARBOREO COMUNALE Potatura alberatura patrimonio arboreo platani ecc. Cura del patrimonio arboreo, anche attraverso specifici trattamenti fitoterapici, con particolare attenzione ai viali alberati storici Su istanza di parte predisposizione delle autorizzazioni per l abbattimento di alberi su suolo privato previo sopralluogo per verificare le condizioni di salute della pianta ARREDO URBANO E ATTREZZATURE-GIOCHI PER BAMBINI Attrezzature ludico-ricreative e arredi (giochi, panchine, cestini, cartelloni ecc), acquisto ed installazione presso parchi Manutenzione attrezzature ludico-ricreative installate nei parchi e nei giardini comunali Manutenzione ordinaria arredi, fontane, impianti, recinzioni Manutenzione straordinaria e adeguamento alle vigenti norme per le attrezzature ludico-ricreative, presenti sia nei parchi cittadini sia nei giardini della scuole comunali 5

6 PIANO DI CLASSIFICAZIONE ACUSTICA DEL TERRITORIO COMUNALE Gestione del piano di classificazione acustica del comune e predisposizione/verifica dei piani di risanamento acustico Pubblicazione e trasmissione del piano di classificazione acustica del territorio comunale a tutti gli Enti competenti Gestione del regolamento per il controllo delle attività rumorose, rilascio di autorizzazioni per il superamento dei limiti del rumore per attività temporanee (cantieri, spettacoli e manifestazioni) Autorizzazioni in deroga VERIFICHE RELATIVE A INQUINAMENTO ACUSTICO / AMBIENTALE / ATMOSFERICO / ELETTROMAGNETICO Verifica osservazioni, controdeduzioni Gestione esposti (inquinamento atmosferico, di corpi idrici superficiali, di terreni per presenza di ratti, insetti ) Gestione di inconvenienti ambientali in materia di inquinamento elettromagnetico (su segnalazione ARPA) Interventi in campo di tutela dal Rumore (D.P.C.M e L. 447/95) Collaborazione con l ARPA nel monitoraggio dell inquinamento atmosferico da cementifici e polveri sottili in ambito urbano SOPRALLUOGHI E ADOZIONE DI PROVVEDIMENTI IN MATERIA AMBIENTALE (esposti per bonifiche da amianto, manutenzione aree verdi, ricoveri di animali, inquinamento) Verifica osservazioni, segnalazioni, controdeduzioni su istanza di parte Gestione esposti Controlli e verifiche periodiche e straordinarie Istruttoria di pratiche per nuovi impianti o modifiche sostanziali di impianti esistenti con attività di recupero o smaltimento rifiuti AUTORIZZAZIONI IMPIANTI PRIVATI Partecipazione a conferenze servizi per autorizzazioni impianti privati TUTELA E DIRITTI DEGLI ANIMALI Mantenimento cani randagi del territorio comunale presso strutture convenzionate CONTROLLO DEL RANDAGISMO Segnalazioni, adozioni Sterilizzazioni e cure (ambulatorio veterinario comunale, o presso canile) GESTIONE RAPPORTI ASL-SERVIZIO VETERINARIO (iscrizione/variazione anagrafica nella banca dati regionale) Controlli, comunicazioni, fatture e liquidazioni Protocolli catture e trasporti Rapporti con ASL Roma G Gestione dei finanziamenti regionali, nazionali, comunali MANTENIMENTO CANI PRESSO STRUTTURE AUTORIZZATE (Canile Rifugio, Canile Sanitario) Affido presso strutture convenzionate (Casa Luca (Rifugio), Fattoria di Tobia (Sanitario, Rifugio)) 6

7 Mantenimento alimentare e trattamento sanitario con relative cure, ove abbisogna, dei cani randagi fino all affido definitivo a privato o a decesso dell animale GESTIONE DEGLI INTERVENTI DI DISINFESTAZIONE E DERATTIZZAZIONE Servizi di Disinfezione e disinfestazione del territorio comunale (zanzare, processionarie, ratti, ecc ) Affidamento a ditte specializzate delle attività di lotta alle zanzare, ai ratti e agli altri animali nocivi e verifica dei risultati AUTOPARCO COMUNALE Gestione Carburanti (carte, buoni ecc) Gestione mezzi (bolli, revisioni, assicurazioni, multe, viacard, ztl, ecc) Manutenzione mezzi (acquisti, buoni, preventivi, fatture, ecc) Nuovi acquisti e demolizioni Incidenti (rapporti con assicurazione) Mentre nella parte B dell Area VII Ambiente e parchi abbiamo le relative attribuzioni per ogni voce: GESTIONE DEL SERVIZIO RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI/MATERIALI CON TRASPORTO O SMALTIMENTO AGLI IMPIANTI DI RICICLO Gestione Database quantitativi/qualitativi sulla raccolta differenziata Monitoraggio e controllo della raccolta differenziata Controllo del parco cassonetti, dei cestoni gettacarta, e delle campane per la raccolta differenziata stradale dei RSU in tutto il territorio comunale; consegna contenitori per il porta a porta Studio delle problematiche emergenti e delle possibili soluzioni Progetto impianto preselezione Rapporti e segnalazioni in convenzione con i Volontari del Nucleo Tutela Ambiente per irregolarità nel conferimento Rilascio di Pareri, Autorizzazioni e partecipazioni Conferenze dei Servizi nell ambito del D.Lgs 152/06 e della L. R. 27/98 (disciplina dei rifiuti) Servizio di raccolta, trasporto rifiuti e nettezza urbana (operato in appalto da Ecocar S.r.l./ Coop. Arcobaleno) Servizio di ritiro a domicilio rifiuti ingombranti su chiamata (operato da Ecocar S.r.l., in maniera gratuita quattro volte all anno) Controllo della qualità del servizio di raccolta e trasporto, nel rispetto del contratto sottoscritto Gestione delle segnalazioni riguardanti carenze o ritardi nel servizio di raccolta differenziata, con immediata comunicazione alla Ecocar S.r.l. RAPPORTI CON LA DISCARICA Servizio di Smaltimento rifiuti solidi urbani nella discarica Inviolata di Guidonia CONTRATTI CON CONSORZIATI CONAI E IMPIANTI AUTORIZZATI DI RECUPERO/RICICLO Gestione dei contratti con la filiera CONAI Carta: COMIECO Plastica/Metalli/Vetro: Innocenti S.r.l. Olii vegetali e minerali esausti, toner, vernici/bombolette: con impianti autorizzati Frazione organica: Ecoconsul s.r.l Acque di lavaggio dei cassonetti: con impianto autorizzato 7

8 CONFERENZE DEI SERVIZI CON REGIONE E PROVINCIA PER AUTORIZZAZIONI IMPIANTI Partecipazione a conferenze ordinarie e/o straordinarie indette dalla Regione e dalla Provincia, in materia di rifiuti, impianti di preselezione e compostaggio PROBLEMATICHE INERENTI L INQUINAMENTO AMBIENTALE Sopralluoghi e adozioni dei provvedimenti in materia di rifiuti (discariche abusive) Gestione degli esposti per abbandono di rifiuti urbani sul suolo pubblico e le richieste di intervento per la rimozione e lo smaltimento Procedure bonifica siti inquinati REGOLAMENTO SULLA GESTIONE DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI Gestione del regolamento sulla gestione dei Rifiuti Solidi Urbani REGOLAMENTO SULLA GESTIONE DEL CENTRO DI RACCOLTA COMUNALE Gestione del regolamento del centro di raccolta comunale CAMPAGNE INFORMATIVE, CAMPAGNE ECOLOGICHE, GESTIONE GIORNATE ECOLOGICHE Programmazione e gestione delle Giornate ecologiche per lo smaltimento dei rifiuti ingombranti e potature presso i centri urbani di: Villalba, Villanova, Guidonia, Montecelio, Pichini, La Botte, Collefiorito, Colleverde, Marco Simone, Albuccione, Setteville Campagne di comunicazione e sensibilizzazione sulla Raccolta Differenziata nei vari centri comunali Iniziative di divulgazione ambientale nell area comunale Campagne Informative COMPOSTAGGIO DOMESTICO Consegna compostiere domestiche in promozione con la Provincia di Roma Costituzione dell albo dei Compostatori, con lo scopo di avere una quantità minore di rifiuti Modalità d Accesso e di Fruizione Informazioni generali o specifiche sui Servizi erogati possono essere ottenute: Mediante libero accesso agli uffici negli orari di apertura al pubblico Telefonicamente al numero dell Area VII tel fax Gli uffici dell Area VII Ambiente e Parchi, situati n via Roma 145 al primo piano, sono aperti il Lunedì dalle 9.00 alle ed il giovedì nel seguente orario / per ciò che riguarda la segnalazione problemi, disservizi e richieste, e negli stessi giorni, dalle 8.00 alle per ciò che concerne il ritiro e/o la sostituzione dei contenitori per la raccolta differenziata. Destinatari La presente carta dei Servizi è destinata a: Privati o aziende che necessitano di autorizzazioni; Privati che hanno bisogno di informazioni su problematiche legate all ambiente; Coloro i quali esercitano attività rumorose o potenzialmente inquinanti di qualunque tipo; Coloro che desiderano effettuare segnalazioni, denunce, relative a fenomeni di inquinamento o a violazioni di regolamenti e ordinanze; 8

9 Privati o aziende che richiedono sostituzioni o integrazioni di contenitori per la raccolta differenziata; Utenti di spazi pubblici e verde pubblico attrezzato; Utenti dei servizi pubblici erogati; Operatori/appaltatori per forniture/servizi/lavori per incarichi del comune L Area VII Ambiente e Parchi per garantire la trasparenza e per consentire l applicazione di quanto previsto dall art. 125 del D.lgs 163/06, provvede alla formazione ed aggiornamento periodico di singoli elenchi relativi alle ditte convenzionate per ogni categoria di lavoro, fornitura o servizio, nonché alla formazione dell albo dei professionisti con singole sezioni distinte per analoghe specializzazioni. Tali elenchi sono presenti e consultabili online sul sito del comune. Principi fondamentali dell erogazione del servizio Nel servizio svolto dall Area VII ambiente e Parchi sono impiegate complessivamente, come si evince dall organigramma allegato, venti persone, suddivise fra dirigenti, funzionari, impiegati, operai ed autisti. Il servizio si fonda sulla partecipazione, sulla continuità, sull eguaglianza, l imparzialità, sulla cortesia, la disponibilità, la chiarezza, l identificabilità e si ispira ai principi dell efficienza e dell efficacia. Partecipazione I destinatari al servizio possono esercitare il loro diritto a partecipare: - All erogazione del servizio (confrontandosi con il responsabile del procedimento e/o con l istruttore incaricato sui contenuti e sulle modalità di erogazione del servizio atteso) - Al miglioramento dei procedimenti in termini di semplificazione, trasparenza, efficacia ed efficienza, presentando memorie o note scritte, a cui il responsabile deve dare riscontro; fornendo suggerimenti verbali al responsabile o all istruttore incaricato - All istruttoria del procedimento di interesse, esercitando i diritti di accesso agli atti (per visione/estrazione di copia) secondo la L. 241/90 e dal regolamento comunale; di presentazione di memorie e documenti, come previsto dalla medesima legge Continuità L erogazione del servizio avviene di norma con continuità, regolarità e senza interruzioni, come da orari dichiarati nel paragrafo dedicato. Eventuali interruzioni sono da ritenersi dovute a causa di forza maggiore oppure sono comunicate per tempo all utenza, unitamente alla motivazione dell interruzione, attraverso: 1) affissione di cartelli all ingresso degli uffici, 2) pubblicazioni sul sito Internet del Comune, 3) con comunicazioni dirette. Efficienza ed efficacia I servizi qui descritti improntano la propria azione organizzativa e di erogazione delle prestazioni ai principi di efficienza ed efficacia. Per efficienza si intende la fornitura di prestazioni e servizi al massimo livello quantitativo/qualitativo rispetto alle risorse a disposizione ed hai programmi stabiliti, al fine di ottenere maggiore semplificazione, minori adempimenti burocratici e riduzione dei costi. Per efficacia si intende la fornitura di prestazione e servizi al massimo livello quantitativo/qualitativo rispetto alle esigenze degli utenti, nell intento di rendere il servizio corretto (conformità alle norme), 9

10 favorevole all utente (tenendo conto degli interessi della collettività), tempestivo (in linea con le necessità e le urgenze), autoregolato (adottando gli accorgimenti idonei a prevenire i disservizi). Eguaglianza ed Imparzialità Gli operatori dell Area VII Ambiente e Parchi ispirano i loro comportamenti nei confronti degli utenti a criteri di obiettività, giustizia e imparzialità. Cortesia e Disponibilità Il dirigente, i funzionari ed i Resp. dei Servizi si impegnano a far si che il comportamento dei propri collaboratori si ispiri a presupposti di gentilezza, cortesia e disponibilità nei rapporti con gli utenti. Si impegnano inoltre a favorire l applicazione di tali elementi relazionali anche attraverso opportune e specifiche azioni formative rivolte agli operatori di ogni ordine e grado. Chiarezza ed identificabilità Gli operatori dei Servizi si impegnano ad utilizzare in ogni occasione di comunicazione sia verbale che scritta un linguaggio semplificato e comprensibile ai destinatari. Gli stessi, attraverso l esposizione di una targhetta recante le loro generalità, garantiscono la loro identificabilità. Strumenti per l attuazione dei principi fondamentali L Area VII Ambiente e Parchi, attraverso il monitoraggio dei servizi erogati, valuta gli effetti ottenuti. Il lavoro è finalizzato ad esaminare i risultati dei servizi rispetto alle prospettive stabilite in sede organizzativa, confrontandole con gli standard qualitativi/quantitativi dei procedimenti, motivati seguendo gli indirizzi degli organi elettivi. Si adottano poi strumenti utili ad assicurare la piena informazione degli utenti circa le modalità di prestazione dei servizi. In particolare si forniscono, tramite gli addetti, tutte le informazioni verbali necessarie all utente affinché possa presentare in modo chiaro e completo la propria istanza; si predispone, per ogni procedimento, apposita modulistica contenente i dati necessari alla presentazione delle istanze Si forniscono informazioni agli utenti sui loro diritti di partecipazione, accesso e trasparenza comunicando esplicitamente: - il nominativo del Responsabile del procedimento e dell Istruttore che materialmente fornisce il supporto tecnico - il termine previsto per la chiusura del procedimento e l eventuale termine di impegno del Servizio, introdotto come elemento di maggior favore per l utente - indicano esplicitamente, in ogni atto di diniego, l Autorità alla quale l utente può presentare ricorso ed i termini entro cui poterlo fare Il Dirigente dell Area VII predispone tutte le necessarie azioni formative nei confronti del personale operativo del servizio, affinché i rapporti dello stesso con gli utenti siano sempre improntati al massimo rispetto e cortesia ed il loro atteggiamento sia tale da agevolare gli stessi nell esercizio dei diritti e nell adempimento degli obblighi. Ogni utente può presentare, al Responsabile del Servizio ovvero all istruttore di supporto al procedimento, reclami relativamente all erogazione del servizio, con particolare riferimento a quanto disposto dalla presente Carta e dalla Carta generale dei Servizi del Comune di Guidonia Montecelio. Il reclamo può essere presentato anche tramite consegna dello stesso negli uffici dell Area VII nei giorni e con le modalità stabilite e comunicate nei paragrafi della presente Carta. Il reclamo dovrà essere presentato in forma scritta (mediante consegna diretta, per posta, via fax, per posta elettronica) e 10

11 sottoscritto dal presentatore. Può essere eseguita segnalazione telefonica che sarà considerata in ogni caso, previi i necessari controlli. In caso di presentazione formale, l ufficio Ambiente e Parchi risponde all utente con la massima celerità e comunque entro trenta giorni dalla presentazione del reclamo. L insieme dei reclami e gli indicatori relativi alla loro gestione entrano a far parte del Rapporto annuale di valutazione della Carta del servizio ed esaminati al fine della redazione del Piano di miglioramento della qualità. I Responsabili del Servizio, sentiti periodicamente gli operatori, registrano le anomalie che presentano i procedimenti, formulano le proposte di miglioramento degli stessi e le trasmettono al Dirigente affinché le includa nel Rapporto Qualità e vengano considerate nella redazione del Piano di miglioramento della qualità. Tabella dei procedimenti e tempi di attesa Nella tabella che segue sono elencati I procedimenti amministrativi oggetto del servizio. Per ognuno di essi sono indicati: 1) il procedimento amministrativo, 2) i riferimenti normativi, 3) Il riferimento al responsabile del Servizio (R) e all istruttore che, eventualmente, fornisce al responsabile il supporto necessario (S); 4) i tempi massimi di legge entro i quali deve essere concluso l iter procedurale, 5) I tempi in cui si auspica di chiuderlo; 5) la percentuale di successo nella conclusione del procedimento rispetto ai tempi previsti dai termini di legge. Procedimento Rif. Normativi Rif. Responsabile/Supporto Termine Ex Lege Ter. di Impegno % St. Q. Gestione degli inconvenienti ambientali in materia di superamento dei limiti di rumore, inquinamento elettromagnetico DPCM 14/11/1997 L. 36/2001 DPR 203/1988 DPCM 01/03/1991 L. 447/95 Partecipazione a C.d.S. regione verso approvazione dei piani di caratterizzazione/bonifica dei siti inquinati Partecipazione a C.d.S. per VIA (valutazione impatto ambientale) e VAS (valutazione ambientale strategica) un materia di nuovi impianti o modifiche sostanziali di impianti esistenti Autorizzazioni in deroga dei limiti di rumore per attività temporanee (produttive o goliardiche) D.Lgs 205/2010 D.Lgs 205/2010 DPCM 01/03/1991 L. 447/1995 art. 6 S: Geom. Maurizio Rocchi 45 gg 30 gg 100% Gestione degli inconvenienti igienico-sanitari, segnalazioni dei cittadini, predisposizione di diffide, ordinanze, eventuali segnalazioni all'autorità Giudiziaria D.Lgs 205/2010 R: Arch. Giovanna Recchia S: Geom. Maurizio Rocchi Rilascio autorizzazioni per l'abbattimento di alberi di alto e medio fusto 11

12 Verifica dati anagrafe canina L. 34/1997 Sponsorizzazioni e affidamento in custodia Verde Pubblico Gestione e manutenzione Verde Pubblico Man. ordinaria e straordinaria aree verdi e strade (sfalcio erbe, potature essenze arboree ) Manutenzione attrezzature ludicoricreative, arredi, fontane, impianti, recinzioni nei parchi e nelle scuole comunali Disinfezione e disinfestazione del territorio comunale (zanzare, processionarie, ratti ) Autorizzazioni per iniziative di privati in parchi pubblici Bonifica di siti inquinati a seguito di abbandono di rifiuti e scarici abusivi Concessione in comodato d'uso di biocomposter Concessione in comodato d'uso e consegna di contenitori per la raccolta differenziata Nuovi Impianti o modifiche sostanziali di impianti esistenti di recupero e smaltimento rifiuti Gestione Database quantitativi/qualitativi sulla raccolta differenziata Monitoraggio e controllo della raccolta differenziata Rapporti e segnalazioni al Nucleo Tutela Ambiente per irregolarità nel conferimento Rilascio Pareri e Autorizzazioni di competenza comunale, partecipazioni a Conferenze dei Servizi Servizio raccolta, trasporto, smaltimento rifiuti e nettezza urbana Gare appalto forniture/servizi/ll.pp. L. 449/1997 DD 54/2011 L. Reg. 39/2002 e L. 53/1998 DD 74/2011 DD 27/2011 DD 33/2011 DD 89/2011 DD 119/2011 DD 4/2011 DD 22/2011 DD 117/2011 R. Verde Pubblico D. Lgs 205/2010 DD 15/2011 DD 63/2011 DD 110/2011 R: Arch. Giovanna Recchia S: Arch. Antonio Tuzia R: Arch. Giovanna Recchia S: Dott. Domenico Nardi D. Lgs 152/97 L. Reg. 27/98 D. Lgs 163/2006 R: Arch. Giovanna Recchia R: Geom. Maurizio Rocchi 24 h 100% 24 h 100% 7 gg 100% 12

13 Gestione delle segnalazioni riguardanti carenze o ritardi nel servizio di raccolta differenziata Servizio di smaltimento rifiuti solidi urbani nella discarica inviolata di Guidonia Gestione dei Contratti con consorziati Sopralluoghi su segnalazioni/esposti e adozione dei provvedimenti in materia di rifiuti Rilascio di pareri all'amministrazione provinciale sulle emissioni in atmosfera da parte delle attività produttive 24 h 100% 24 h 100% D.Lgs 205/2010 R: Arch. Giovanna Recchia R: Arch. Giovanna Recchia S: Dott. Domenico Nardi 7 gg 100% 45 gg 30 gg 100% Tabella dei fattori, degli indicatori e degli standard di qualità dei servizi Nella tabella che segue sono elencati: 1) i fattori di qualità, 2) gli indicatori di qualità, 3) lo standard di qualità per l anno in corso. Fattore di Qualità Indicatori di Qualità Standard Qualità 2013 Accessibilità dell utenza Trasparenza ed accesso agli atti Informazioni all utenza Formazione professionale delle R.U. Ampiezza orario apertura al pubblico Disponibilità agli appuntamenti extra orario di apertura al pubblico Tempo medio di attesa Tempi di ricerca per visura/rilascio copia di atti su domanda Disponibilità di bacheca visibile negli spazi di attesa a disposizione dell utenza Modulistica Identificabilità del personale Corsi di aggiornamento tecnico, teorico/pratico 10 ore settimanali 10 ore settimanali 5 min 7 giorni Presente e visibile Redazione moduli pertinenti ai vari procedimenti/servizi a disposizione del pubblico Agevole identificazione con cognome nome e funzione, sia individuale sia per ufficio Formazione e aggiornamento del personale in maniera costante 13

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA COMUNE DI COLLESANO Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA DETERMINAZIONE N. _791_ DEL _16.12.2013 (n int. _299_ del _16.12.2013_) OGGETTO: Lavori di Riqualificazione Quartiere Bagherino-Stazzone

Dettagli

COMUNE DI INVERUNO Provincia di Milano

COMUNE DI INVERUNO Provincia di Milano COMUNE DI INVERUNO Provincia di Milano REGOLAMENTO PER IL DIRITTO ALL INFORMAZIONE E ALL ACCESSO AGLI ATTI E DOCUMENTI AMMINISTRATIVI Approvato dal Consiglio Comunale con atto n. 8 in data 9/2/1995 Annullato

Dettagli

Istituzione della figura di Agente Ambientale.

Istituzione della figura di Agente Ambientale. Estratto del verbale della seduta della Giunta Comunale NUMERO DI REGISTRO SEDUTA DEL 7 21 gennaio 2015 Oggetto : Istituzione della figura di Agente Ambientale. Il giorno 21 gennaio 2015 in Cremona, con

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

Regolamento di Accesso agli atti amministrativi

Regolamento di Accesso agli atti amministrativi ISTITUTO COMPRENSIVO DANTE ALIGHIERI 20027 RESCALDINA (Milano) Via Matteotti, 2 - (0331) 57.61.34 - Fax (0331) 57.91.63 - E-MAIL ic.alighieri@libero.it - Sito Web : www.alighierirescaldina.it Regolamento

Dettagli

La filosofia di Idecom è idee e comunicazione con contenuti, che sviluppa nei seguenti diversi ambiti di attività:

La filosofia di Idecom è idee e comunicazione con contenuti, che sviluppa nei seguenti diversi ambiti di attività: Idecom è una società nata dal gruppo Ladurner che da anni è specializzato nella progettazione, costruzione e gestione di impianti nel campo dell ecologia e dell ambiente, in particolare in impianti di

Dettagli

Dir.P.C.M. 27 gennaio 1994 Princìpi sull erogazione dei servizi pubblici

Dir.P.C.M. 27 gennaio 1994 Princìpi sull erogazione dei servizi pubblici Dir.P.C.M. 27 gennaio 1994 Princìpi sull erogazione dei servizi pubblici IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI Visto l art. 5, comma 2, lettere b), e) ed f), della legge 23 agosto 1988, n. 400; Ritenuta

Dettagli

MANUALE DI GESTIONE GOVERNO QUOTIDIANO DEGLI ANIMALI

MANUALE DI GESTIONE GOVERNO QUOTIDIANO DEGLI ANIMALI MANUALE DI GESTIONE Breve descrizione del canile (fabbricati: box, locali accessori). Modalità di approvvigionamento idrico e smaltimento reflui animali. Individuazione responsabile generale (titolare)

Dettagli

COMUNE DI TERRALBA. (Provincia di Oristano) Via Baccelli n 1 09098 Terralba Tel. 078385301 Fax 078383341 P.IVA 00063150957

COMUNE DI TERRALBA. (Provincia di Oristano) Via Baccelli n 1 09098 Terralba Tel. 078385301 Fax 078383341 P.IVA 00063150957 COMUNE DI TERRALBA (Provincia di Oristano) Via Baccelli n 1 09098 Terralba Tel. 078385301 Fax 078383341 P.IVA 00063150957 Ordinanza Sindacale n. 41/2012 Prot. n. 12292 ORDINANZA SINDACALE (Adozione misure

Dettagli

PICCOLI TRATTENIMENTI MUSICALI O DIFFUSIONE SONORA NEI DEHORS E NELLE AREE DI PERTINENZA PRIVATE ANNESSE AI LOCALI DI SOMMINISTRAZIONE AL PUBBLICO

PICCOLI TRATTENIMENTI MUSICALI O DIFFUSIONE SONORA NEI DEHORS E NELLE AREE DI PERTINENZA PRIVATE ANNESSE AI LOCALI DI SOMMINISTRAZIONE AL PUBBLICO Dipartimento Economia e Promozione della Città Settore Attività Produttive e Commercio U.O. Somministrazione, manifestazioni, artigianato e ricettive 40129 Bologna Piazza Liber Paradisus, 10, Torre A -

Dettagli

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI Allegato 1 COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI REGOLAMENTO PER LA DOTAZIONE FINANZIARIA COMUNALE PER INTERVENTI DI MANUTENZIONE ORDINARIA E DI FUNZIONAMENTO IN FAVORE DEGLI ISTITUTI DI ISTRUZIONE PRIMARIA

Dettagli

COMUNE DI RUFFANO. - Provincia di Lecce - REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L'UTILIZZO DEL CENTRO DI RACCOLTA COMUNALE

COMUNE DI RUFFANO. - Provincia di Lecce - REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L'UTILIZZO DEL CENTRO DI RACCOLTA COMUNALE COMUNE DI RUFFANO - Provincia di Lecce - REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L'UTILIZZO DEL CENTRO DI RACCOLTA COMUNALE approvato con Deliberazione del Commissario Straordinario con i poteri del Consiglio Comunale

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE TECNICO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DERATIZZAZIONE E DISINFESTAZIONE SULLE AREE PUBBLICHE COMUNALI

CAPITOLATO SPECIALE TECNICO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DERATIZZAZIONE E DISINFESTAZIONE SULLE AREE PUBBLICHE COMUNALI Provincia di Salerno Area Tecnica Assetto ed Utilizzazione del Territorio CAPITOLATO SPECIALE TECNICO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DERATIZZAZIONE E DISINFESTAZIONE SULLE AREE PUBBLICHE COMUNALI ART.1

Dettagli

REGOLAMENTO Autorizzazione al funzionamento e Accreditamento delle strutture, Accreditamento Soggetti erogatori Servizi Sociali

REGOLAMENTO Autorizzazione al funzionamento e Accreditamento delle strutture, Accreditamento Soggetti erogatori Servizi Sociali AMBITO TERRITORIALE DI AGNONE AGNONE BELMONTE DEL SANNIO CAPRACOTTA CAROVILLI CASTEL DEL GIUDICE CASTELVERRINO PESCOPENNATARO PIETRABBONDANTE POGGIO SANNITA SAN PIETRO AVELLANA SANT ANGELO DEL PESCO VASTOGIRARDI

Dettagli

Comune di Grado Provincia di Gorizia

Comune di Grado Provincia di Gorizia Comune di Grado Provincia di Gorizia REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI INCENTIVI PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI LAVORI PUBBLICI, AI SENSI DELL ART.11 DELLA LEGGE REGIONALE 31 MAGGIO 2002,

Dettagli

TITOLO I Ambito di applicazione. TITOLO II Disposizioni generali.

TITOLO I Ambito di applicazione. TITOLO II Disposizioni generali. Regolamento d uso del verde Adottato dal Consiglio Comunale nella seduta del 17.7.1995 con deliberazione n. 173 di Reg. Esecutiva dal 26.10.1995. Sanzioni approvate dalla Giunta Comunale nella seduta del

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI. (approvato con delibera commissariale n 21 del 07/06/2011)

REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI. (approvato con delibera commissariale n 21 del 07/06/2011) REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI (approvato con delibera commissariale n 21 del 07/06/2011) Art. 1 Fonti 1. Il presente regolamento, adottato in attuazione dello Statuto, disciplina

Dettagli

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO Regione Puglia COMUNE DI VICO DEL GARGANO Provincia di Foggia - Ufficio Tecnico Comunale - III SETTORE - Largo Monastero, civ.6 e-mail aimolaelio@fastwebnet.it. e-mail aimolaelio@comune.vicodelgargano.fg.it

Dettagli

REGISTRO DELLE MANUTENZIONI per la prevenzione delle diffusione delle malattie infettive Art. 10, Legge Regionale n.45 del 23 dicembre 2008

REGISTRO DELLE MANUTENZIONI per la prevenzione delle diffusione delle malattie infettive Art. 10, Legge Regionale n.45 del 23 dicembre 2008 REGISTRO DELLE MANUTENZIONI per la prevenzione delle diffusione delle malattie infettive Art. 10, Legge Regionale n.45 del 23 dicembre 2008 REGISTRO DELLE MANUTENZIONI IMPIANTI DI CONDIZIONAMENTO DELL

Dettagli

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA Allegato alla deliberazione consiliare n. 03 del 31.01.2014 COMUNE DI ROTA D IMAGNA PROVINCIA DI BERGAMO TELEFONO E FAX 035/868068 C.F. 00382800167 UFFICI: VIA VITTORIO EMANUELE, 3-24037 ROTA D IMAGNA

Dettagli

Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A.

Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Firenze, 27 novembre 2013 Classificazione Consip Public indice Il Programma per la razionalizzazione degli acquisti Focus: Convenzione per

Dettagli

Art.1. Oggetto del regolamento

Art.1. Oggetto del regolamento REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE AMMINISTRAZIONI COMUNALI A SOSTEGNO DELLE INIZIATIVE SVOLTE PER L ORGANIZZAZIONE DELLA GI ORNATA DEL VERDE PULITO Art.1 Oggetto del regolamento Il presente

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E DI FUNZIONAMENTO DELLO SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA S U E Settore URBANISTICA ED EDILIZIA PRIVATA Febbraio 2013 TITOLO I PRINCIPI GENERALI... 3 Art. 1 Definizioni... 3

Dettagli

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 19 del 6 febbraio 2006 e rettificato con deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

NOTA INFORMATIVA PER I PIANI DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALI EDILIZI IN CEMENTO-AMIANTO E IN VINIL-AMIANTO

NOTA INFORMATIVA PER I PIANI DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALI EDILIZI IN CEMENTO-AMIANTO E IN VINIL-AMIANTO NOTA INFORMATIVA PER I PIANI DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALI EDILIZI IN CEMENTO-AMIANTO E IN VINIL-AMIANTO In base all art. 256 del D. Lgs. 81/2008, così come modificato dal D. Lgs. 106/2009, i

Dettagli

per la durata di seguito indicata: nel periodo dal al nella/e giornata/e:

per la durata di seguito indicata: nel periodo dal al nella/e giornata/e: Marca da bollo 14,62 AL SIGNOR SINDACO DEL COMUNE DI BERTINORO OGGETTO: Richiesta licenza di spettacolo o trattenimento pubblici di cui all art. 68/ 69 del regio decreto 18 giugno 1931, n. 773, a carattere

Dettagli

1. Quali sono gli estremi per l iscrizione all Albo Nazionale Gestori Ambientali?

1. Quali sono gli estremi per l iscrizione all Albo Nazionale Gestori Ambientali? Domanda: Risposta (a cura di Maurizio Santoloci): Oggi un impresa edile che trasporta in proprio i rifiuti non pericolosi con proprio mezzo al contrario di quanto accadeva nella previdente disciplina deve

Dettagli

AMIANTO PIANO DI LAVORO

AMIANTO PIANO DI LAVORO AMIANTO PIANO DI LAVORO Piano di lavoro [art. 256 D. Lgs. 81/2008] I lavori di demolizione o rimozione dei materiali contenenti amianto possono essere effettuati solo da imprese iscritte all Albo nazionale

Dettagli

15067 NOVI LIGURE AL. Tel.: 0143 744516 - Fax: 0143 321556 e-mail: srtspa@srtspa.it

15067 NOVI LIGURE AL. Tel.: 0143 744516 - Fax: 0143 321556 e-mail: srtspa@srtspa.it Allegato 4) Regolamento... li... ALLA SRT - SOCIETA PUBBLICA PER IL RECUPERO ED IL TRATTAMENTO DEI RIFIUTI S.p.A. Strada Vecchia per Boscomarengo s.n. 15067 NOVI LIGURE AL Tel.: 0143 744516 - Fax: 0143

Dettagli

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI Art. 1 Oggetto del capitolato Il presente appalto prevede: la

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI Art. 1 - Oggetto del Regolamento Il presente documento regolamenta l esercizio del diritto di accesso ai documenti amministrativi in conformità a quanto

Dettagli

1. Premessa. Il contesto generale.

1. Premessa. Il contesto generale. Linee di indirizzo del Comitato interministeriale (d.p.c.m. 16 gennaio 2013) per la predisposizione, da parte del Dipartimento della funzione pubblica, del PIANO NAZIONALE ANTICORRUZIONE di cui alla legge

Dettagli

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007)

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) COMUNE DI NORMA Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) Articolo 1 SCOPI DEL REGOLAMENTO 1. L Amministrazione Comunale, in

Dettagli

CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO

CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO 1. Il presente Codice di Comportamento integrativo definisce, in applicazione dell'art. 54 del DLgs. n. 165/2001 come riformulato dall'art.1, comma

Dettagli

Avviso Pubblico Giovani Attivi

Avviso Pubblico Giovani Attivi All. A Avviso Pubblico Giovani Attivi P.O.R. Campania FSE 2007-2013 Asse III Obiettivo Specifico: g) Sviluppare percorsi di integrazione e migliorare il (re)inserimento lavorativo dei soggetti svantaggiati

Dettagli

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ALL. 5 CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ***** Regolamento sul funzionamento dell Organismo Indipendente di valutazione \ Approvato con deliberazione

Dettagli

CORSO DI SICUREZZA NEI CANTIERI

CORSO DI SICUREZZA NEI CANTIERI Corso di laurea in Ingegneria Edile CORSO DI SICUREZZA NEI CANTIERI Anno Accademico 2011/2012 Definire: Obbiettivi della lezione Rischi Interferenziali - DUVRI e PSC Rischi Propri - POS Conoscere gli aspetti

Dettagli

CITTA' DI TRAPANI PROVINCIA REGIONALE DI TRAPANI

CITTA' DI TRAPANI PROVINCIA REGIONALE DI TRAPANI CITTA' DI TRAPANI PROVINCIA REGIONALE DI TRAPANI 6 Settore: Tutela Ambientale Servizio Proponente:Servizi per l'ambiente Responsabile del Procedimento:G.Laudicina Responsabile del Settore: R.Quatrosi DETERMINAZIONE

Dettagli

Domanda di congedo straordinario per assistere il coniuge disabile in situazione di gravità

Domanda di congedo straordinario per assistere il coniuge disabile in situazione di gravità Hand 6 - COD.SR64 coniuge disabile in situazione di gravità (art. 42 comma 5 T.U. sulla maternità e paternità - decreto legislativo n. 151/2001, come modificato dalla legge n. 350/2003) Per ottenere i

Dettagli

PARTE PRIMA ATTI DELLA REGIONE

PARTE PRIMA ATTI DELLA REGIONE BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 41 DEL 5 SETTEMBRE 2006 1 PARTE PRIMA ATTI DELLA REGIONE REGOLAMENTI DELLA GIUNTA REGIONALE REGOLAMENTO N. 2 del 31 luglio 2006 Regolamento per l accesso

Dettagli

CANTIERI TEMPORANEI E MOBILI. TITOLO IV DEL D.Lgs. 81/08 e s.m.i. Arezzo, 06 maggio 2011

CANTIERI TEMPORANEI E MOBILI. TITOLO IV DEL D.Lgs. 81/08 e s.m.i. Arezzo, 06 maggio 2011 CANTIERI TEMPORANEI E MOBILI TITOLO IV DEL D.Lgs. 81/08 e s.m.i Arezzo, 06 maggio 2011 Dott. DAVIDDI Paolo STOLZUOLI Stefania Tecnici di Prevenzione Dipartimento della Prevenzione Azienda USL 8 - Arezzo

Dettagli

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto)

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO DI ISTITUZIONE DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE Art. 1 - Area delle posizione organizzative 1. Nel rispetto dei criteri generali contenuti nelle disposizioni

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI In base alla Deliberazione del Direttore Generale n. 312 del 18 ottobre 2012 si è provveduto all istituzione e disciplina dell Albo dei Fornitori dell

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Villanova d Asti (AT) Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di 1

Istituto Comprensivo Statale Villanova d Asti (AT) Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di 1 Pagina 1 di 8 REGOLAMENTO SULL USO DI INTERNET E DELLA POSTA ELETTRONICA MESSO A DISPOSIZONE DEI DIPENDENTI PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI D UFFICIO () Approvato con deliberazione del Consiglio di Istituto

Dettagli

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI AVVISO PUBBLICO PER L USO TEMPORANEO E SUPERFICIARIO DI UN AREA PUBBLICA SITA NEL PZ9 POLIGONO DEL GENIO Vista: IL DIRIGENTE la presenza

Dettagli

CODICE FISCALE: DNG LDA 65R17 F205S PARTITA IVA: 12131140159 Corso Matteotti, 56 20081 ABBIATEGRASSO (MI) Tel/Fax: 02.94.60.85.56

CODICE FISCALE: DNG LDA 65R17 F205S PARTITA IVA: 12131140159 Corso Matteotti, 56 20081 ABBIATEGRASSO (MI) Tel/Fax: 02.94.60.85.56 Cosa devo fare per quanto riguarda la sicurezza sul lavoro se assumo il primo dipendente/collaboratore? Come datore di lavoro devo: 1. valutare i rischi a cui andrà incontro questa persona compiendo il

Dettagli

REGOLAMENTO ALBO PRETORIO ON LINE

REGOLAMENTO ALBO PRETORIO ON LINE REGOLAMENTO ALBO PRETORIO ON LINE Approvato con deliberazione del Direttore Generale n. 500 del 9.6.2011 INDICE Art. 1 Oggetto Art. 2 Albo Pretorio on line Art. 3 Modalità di pubblicazione e accesso Art.

Dettagli

Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015

Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015 IL PRESIDENTE IN QUALITA DI COMMISSARIO DELEGATO AI SENSI DELL ART. 1 COMMA 2 DEL D.L.N. 74/2012 CONVERTITO CON MODIFICAZIONI DALLA LEGGE N. 122/2012 Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015 Modalità attuative

Dettagli

Raccordo tra VAS-VIA-VIC (Valutazione ambientale, Valutazione di impatto ambientale, Valutazione di incidenza)

Raccordo tra VAS-VIA-VIC (Valutazione ambientale, Valutazione di impatto ambientale, Valutazione di incidenza) Allegato 2 Raccordo tra VAS-VIA-VIC (Valutazione ambientale, Valutazione di impatto ambientale, Valutazione di incidenza) Sono molto frequenti le situazioni in cui l obbligo di effettuare valutazioni ambientali

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI ART. 1 Campo di applicazione e definizioni 1. Il presente regolamento

Dettagli

GUIDA di ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI e ALLA TRASPARENZA (Allegata al modulo di richiesta di accesso agli atti amministrativi)

GUIDA di ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI e ALLA TRASPARENZA (Allegata al modulo di richiesta di accesso agli atti amministrativi) GUIDA di ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI e ALLA TRASPARENZA (Allegata al modulo di richiesta di accesso agli atti amministrativi) Principali norme di riferimento 1) Legge n. 241/1990 - Nuove norme in

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR

REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR Indice degli articoli Art. 1 Definizioni...2 Art. 2 Oggetto ed ambito di applicazione...2 Art. 3 Deroghe al divieto di circolazione

Dettagli

PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo----------

PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo---------- PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo---------- ESTRATTO DELLE DELIBERAZIONI DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO CON POTERI DELLA GIUNTA Atto con dichiarazione di immediata eseguibilità: art. 134, comma 4, D.Lgs.267/2000

Dettagli

COMUNE DI LENDINARA Provincia di Rovigo REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DIFESA DELL ASSETTO IDRAULICO DEL TERRITORIO

COMUNE DI LENDINARA Provincia di Rovigo REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DIFESA DELL ASSETTO IDRAULICO DEL TERRITORIO COMUNE DI LENDINARA Provincia di Rovigo REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DIFESA DELL ASSETTO IDRAULICO DEL TERRITORIO Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n 74 del 30.11.2009 ESECUTIVO DAL 28.12.2009

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI TRENTO (Approvato con delibera del Consiglio in data 12 gennaio

Dettagli

Criteri Ambientali Minimi (CAM) Gestione del verde pubblico

Criteri Ambientali Minimi (CAM) Gestione del verde pubblico Criteri Ambientali Minimi (CAM) Gestione del verde pubblico Marco Glisoni Maria Lisa Procopio Incontro formativo Progetto APE settembre 2014 Il Piano d Azione Nazionale per il GPP Piano d azione per la

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI.

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI. REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI. Foglio notizie: APPROVATO con deliberazione di Consiglio Comunale n. 23 del 05.05.2009 MODIFICATO PUBBLICATO All Albo Pretorio per 15 giorni: - all adozione

Dettagli

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014 PROCEDURA IN ECONOMIA ex art. 125 del D. Lgs. n. 63/2006 per l affidamento del servizio di CONTROLLO INTEGRATO DELLE INFESTAZIONI ENTOMATICHE E MURINE PRESSO LE STRUTTURE UNIVERSITARIE Periodo: 1.3.2011

Dettagli

Autorizzazione per l'anno 2015 all'emissione della bollettazione in acconto per il primo semestre da parte del soggetto gestore AMA

Autorizzazione per l'anno 2015 all'emissione della bollettazione in acconto per il primo semestre da parte del soggetto gestore AMA Protocollo RC n. 4480/15 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 20 FEBBRAIO 2015) L anno duemilaquindici, il giorno di venerdì venti del mese di febbraio, alle ore

Dettagli

Decreto di attribuzione di posizioni organizzative ai responsabili di settore IL SINDACO

Decreto di attribuzione di posizioni organizzative ai responsabili di settore IL SINDACO Taviano Città dei Fiori (Lecce Italy) Decreto sindacale 02 lì 22 gennaio 2014 Decreto di attribuzione di posizioni organizzative ai responsabili di settore IL SINDACO VISTA la legge 191/98, recante modifiche

Dettagli

Comune di Sant'Agata sul Santerno

Comune di Sant'Agata sul Santerno CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: AREA SERVIZI GENERALI RESPONSABILE: RAMBELLI STEFANO 100 Miglioramento e razionalizzazione attività ordinarie Area Servizi Generali 1 UFFICIO SEGRETERIA

Dettagli

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili TITOLO I - PRINCIPI GENERALI Art. 1 Oggetto e ambito di applicazione Art. 2 Principi normativi Art. 3 Finalità Art. 4 Destinatari degli interventi

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI LOMAGNA (Prov. di Lecco) Contratto Rep. n. del SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG 6170496661 L anno duemilaquindici addì del mese di presso

Dettagli

Comune di Fusignano ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa. Sottoreport Comune

Comune di Fusignano ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa. Sottoreport Comune CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: AREA AMMINISTRATIVA RESPONSABILE: GIANGRANDI TIZIANA 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa 1 UFFICIO SEGRETERIA

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA SU ARPAT

SCHEDA INFORMATIVA SU ARPAT SCHEDA INFORMATIVA SU ARPAT ARPAT: cos è ARPAT, l Agenzia regionale per la protezione ambientale della Toscana, è attiva dal 1996. Attraverso una rete di Dipartimenti provinciali presenti sul territorio

Dettagli

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO Comune di CORI (Lt) Assessorato all RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO pagina 1 SOMMARIO Premessa... 3 1 Principi generali: Cos è il Compostaggio... 4 2 Cosa mettere nella

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA

ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA Via Albergati 30 40069 Zola Predosa (BO) Tel. 051/755355 755455 - Fax 051/753754 E-mail: BOIC86400N@istruzione.it - C.F. 80072450374 Pec : boic86400n@pec.istruzione.it

Dettagli

Settori. Personale qualificato. Chi siamo

Settori. Personale qualificato. Chi siamo Settori Pubblico Pulizia di edifici di Pubbliche amministrazioni seguendo le richieste indicate nei capitolati d oneri, controllate inoltre delle specifiche norme UNI EN ISO 9001 e SA8000. Privato personalizzati

Dettagli

S.C. Igiene degli alimenti di origine animale. Requisiti igienico-sanitari applicati al settore della pesca

S.C. Igiene degli alimenti di origine animale. Requisiti igienico-sanitari applicati al settore della pesca Requisiti igienico-sanitari applicati al settore della pesca La Spezia 20 ottobre 2009 Requisiti : Strutturali (Strutture ed attrezzature) Funzionali Requisiti strutturali : n Applicabili a tutte le imbarcazioni

Dettagli

AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE SIRACUSA

AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE SIRACUSA REGIONE SICILIANA AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE SIRACUSA REGOLAMENTO PER L AUTORIZZAZIONE E LA DISCIPLINA DEGLI INCARICHI ESTERNI OCCASIONALi, NON COMPRESI NEI COMPITI E DOVERI D UFFICIO, CONFERITI AL

Dettagli

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 3 giugno 2010, n. 1309

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 3 giugno 2010, n. 1309 18120 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 104 del 16-06-2010 vista la dichiarazione posta in calce al presente provvedimento da parte dei Dirigenti responsabili per competenza in materia che

Dettagli

RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE DI PUBBLICO SPETTACOLO

RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE DI PUBBLICO SPETTACOLO C O M U N E D I R O V E R B E L L A Via Solferino e San Martino, 1 46048 Roverbella Tel. 0376/6918220 Fax 0376/694515 PEC PROTOCOLLO : roverbella.mn@legalmail.it RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI

Dettagli

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento Servizio di Economato

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento Servizio di Economato PROVINCIA DI ROMA Regolamento Servizio di Economato Adottato con delibera del Consiglio Provinciale: n. 1111 dell 1 marzo 1995 Aggiornato con delibera del Consiglio Provinciale n. 34 del 12 luglio 2010

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI)

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) COMPITI DELLE IMPRESE E DOCUMENTAZIONE CONTRATTUALE AI SENSI DI QUANTO PREVISTO DAL D.L.GS 8108 e s.m.i. TIPOLOGIA APPALTO: SERVIZIO DI PULIZIA

Dettagli

GUIDA per la richiesta dei CERTIFICATI URBANISTICI e le Visure di Piano Regolatore

GUIDA per la richiesta dei CERTIFICATI URBANISTICI e le Visure di Piano Regolatore ROMA CAPITALE Dipartimento Programmazione e Attuazione Urbanistica Direzione Attuazione degli Strumenti Urbanistici U.O. Permessi di costruire Ufficio Sala Visure e Certificazioni Urbanistiche Viale della

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

Scheda 2.4 Imprese di pulizia, disinfezione, disinfestazione, derattizzazione e sanificazione

Scheda 2.4 Imprese di pulizia, disinfezione, disinfestazione, derattizzazione e sanificazione Scheda 2.4 Imprese di, disinfezione, disinfestazione, derattizzazione e sanificazione SOGGETTI RICHIEDENTI/AMBITO DI APPLICAZIONE La presente scheda riguarda unicamente soggetti ricadenti nella qualifica

Dettagli

Il suolo è una risorsa essenzialmente non rinnovabile, che garantisce la sopravvivenza degli ecosistemi e fornisce servizi essenziali per le attività

Il suolo è una risorsa essenzialmente non rinnovabile, che garantisce la sopravvivenza degli ecosistemi e fornisce servizi essenziali per le attività Il suolo è una risorsa essenzialmente non rinnovabile, che garantisce la sopravvivenza degli ecosistemi e fornisce servizi essenziali per le attività umane. Le pressioni ambientali a cui è sottoposto sono

Dettagli

dello dei E DEI Stato Sta tale dell per CF Mini e dei cotra Via 69, per delle che , con zzetta dest 63, ), ha per 147, che dest per il euro che

dello dei E DEI Stato Sta tale dell per CF Mini e dei cotra Via 69, per delle che , con zzetta dest 63, ), ha per 147, che dest per il euro che A LLEGATO Min nistero delle Infrastrutture e dei Trasporti DIPARTIMENTO PER LE INFRASTRUTTURE, I SERVIZI INFORMATIVI E STATISTICI DIREZIONE GENERALE EDILIZIA STATALE E INTERVENTI SPECIALI CONVENZIONE TRA

Dettagli

La Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano

La Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano La Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano VISTO gli articoli 2, comma 2, lett. b) e 4, comma 1 del decreto legislativo 28 agosto 1997,

Dettagli

ESAME ABBINATO DELLE P. L. N. 33/9^ - 62/9^ E 87/9^ TESTO PROPOSTO DAL RELATORE ON. A. DATTOLO

ESAME ABBINATO DELLE P. L. N. 33/9^ - 62/9^ E 87/9^ TESTO PROPOSTO DAL RELATORE ON. A. DATTOLO CONSIGLIO REGIONALE DELLA CALABRIA IV COMMISSIONE ASSETTO E UTILIZZAZIONE DEL TERRITORIO - PROTEZIONE DELL AMBIENTE ESAME ABBINATO DELLE P. L. N. 33/9^ - 62/9^ E 87/9^ TESTO PROPOSTO DAL RELATORE ON. A.

Dettagli

TABELLA B. RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8

TABELLA B. RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8 TABELLA B RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8 1 B1) Disponibilità dei locali B1.1) Scansione del documento di disponibilità esclusiva dei locali della sede operativa per almeno tre

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 317 della Giunta Comunale

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 317 della Giunta Comunale COMUNE DI FOLGARIA Provincia di Trento - C.A.P. 38064 Via Roma, 60 Tel. 0464/729333 - Fax 0464/729366 E-mail: info@comune.folgaria.tn.it Codice Fiscale e P. IVA 00323920223 VERBALE DI DELIBERAZIONE N.

Dettagli

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Cagliari 4 dicembre 2012 Centro di ricerca FO.CU.S. Progetto di ricerca a supporto dei territori per l individuazione

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Servizio Sanitario Nazionale - Regione dell Umbria AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE UMBRIA N. 2 Sede Legale Provvisoria: Viale Donato Bramante 37 Terni Codice Fiscale e Partita IVA 01499590550 DETERMINAZIONE

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO Mod. NAM FATT-PA Rev.7.0 RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO PREMESSE La presente Richiesta di attivazione del Servizio sottoscritta dal, Operatore Economico

Dettagli

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI dalla G.U. n. 59 del 12 marzo 2014 (s.o. n. 20) DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 3 dicembre 2013 Regole tecniche in materia di sistema di conservazione ai sensi degli articoli 20, commi

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA PROFESSIONALE PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO - Approvato con deliberazione

Dettagli

LA NUOVA PREVENZIONE INCENDI DM 07.08.2013. Siena, 10 maggio 2013

LA NUOVA PREVENZIONE INCENDI DM 07.08.2013. Siena, 10 maggio 2013 Ministero dell Interno Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile Comando Provinciale Vigili del fuoco SIENA "Noctu et Die Vigilantes" LA NUOVA PREVENZIONE INCENDI DM

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

N. 68/11 del 19 ottobre 2011

N. 68/11 del 19 ottobre 2011 COPIA EDUCATORIO DELLA PROVVIDENZA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE OGGETTO: N. 68/11 del 19 ottobre 2011 ADEGU DEGUAMENTO ALLA NORMATIVA A DI PREVENZIONE INCENDI ENDI: : IMPIANTO

Dettagli

Comune di Bagnacavallo

Comune di Bagnacavallo CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: SETTORE SEGRETERIA RESPONSABILE: GRATTONI ANGELA 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Settore Segreteria 1 SETTORE SEGRETERIA

Dettagli

Congedo parentale Domanda per i lavoratori dipendenti

Congedo parentale Domanda per i lavoratori dipendenti Domanda per i lavoratori dipendenti Per ottenere il congedo parentale, oltre a possedere i requisiti di legge, è necessario compilare il modulo in tutte le sue parti e consegnarlo sia al datore di lavoro

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

5.2. Esempio di procedura per l attività di ufficio

5.2. Esempio di procedura per l attività di ufficio 5.2. Esempio di procedura per l attività di ufficio Pag. 1 di 36 DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI PER LA SALUTE E LA SICUREZZA NEGLI AMBIENTI DI LAVORO ai sensi degli artt. 17, 28 e 29 del D.lgs 81/08

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE PROPONENTE Settore Cultura Musei e City Branding DIRETTORE QUAGLIA dott.ssa MAURIZIA Numero di registro Data dell'atto 849 10/06/2015 Oggetto : "Acquedotte" - Festival Musicale

Dettagli