CITTA DI LAURIA Provincia di Potenza. III SETTORE Assetto ed uso del Territorio - Servizio Igiene Ambientale

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CITTA DI LAURIA Provincia di Potenza. III SETTORE Assetto ed uso del Territorio - Servizio Igiene Ambientale"

Transcript

1 ALLEGATO A Alla delibera di Giunta Comunale n 20 del CITTA DI LAURIA Provincia di Potenza III SETTORE Assetto ed uso del Territorio - Servizio Igiene Ambientale DISCIPLINARE/CAPITOLATO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO RACCOLTA DIFFERENZIATA R.S.U. E SERVIZIO DISINFEZIONE, DISINFESTAZIONE E DERATTIZZAZIONE PARTE I^ - Servizio Raccolta Differenziata Rifiuti Solidi Urbani (artt. 1 31) PARTE II^ - Servizio Disinfezione, Disinfestazione e derattizzazione (artt )

2 PARTE I^ Servizio Raccolta Differenziata Rifiuti Solidi Urbani ART. 1 ASSUNZIONE DEI SERVIZI Il servizio raccolta differenziata dei rifiuti solidi urbani, specificato nel presente capitolato speciale d oneri per l espletamento del servizio, è assunto con diritto di privativa dal Comune, ai sensi dell art. 21 del D.Lgs. 5 febbraio 1997, n. 22 modificato ed integrato dal decreto legislativo 8 novembre 1998, n. 389, che vi provvede mediante affidamento in convenzione, secondo i criteri di cui all art. 10 comma 3 del D.Lgs. 468/97 e del D.Lgs. 81/2000, che ha riordinato complessivamente la disciplina del LL.SS.UU., per la creazione di sbocchi occupazionali per questi ultimi. Oggetto del servizio è la raccolta differenziata del vetro, plastica, pile esauste, farmaci scaduti, carta e cartone, rifiuti ingombranti, beni durevoli, nonché il relativo trasporto ed il conferimento, la selezione dei materiali ed il successivo riciclo degli stessi, il tutto con servizio, oneri e costi a carico dell Appaltatore. Tale servizio interesserà le seguenti categorie di utenza: - residenziali, direzionali, commerciali, artigianali. Il servizio di raccolta interesserà le seguenti zone urbane: il centro abitato Rione Sup.; il centro abitato Rione Inf.; le contrade servite ; Obiettivo dell Amministrazione è quello di raggiungere nell arco del triennio il 35% dei rifiuti urbani secondo quanto stabilito dal Decreto Ronchi con riferimento ai dati della composizione merceologica e dei flussi di provenienza dei R.S.U. rilevati dal Ministero dell Ambiente e pubblicati dalla Regione Basilicata. Obiettivo per il primo anno (2002) è il raggiungimento di una percentuale pari al 25% sulla base dei dati relativi al 2001 i rifiuti urbani in discarica sono pari a circa 4000 t. Pertanto sulla base dei dati disponibili dalla composizione merceologica per il primo anno il servizio dovrebbe garantire i seguenti risultati: - materiale cellulosico 12% circa 480 t.; - vetro 5% circa 200 t. - Plastica 3% circa 120 t. - Rifiuti Ingombranti + altro 5% circa 200 t. L Amministrazione verificherà in corso d opera l andamento del Servizio e conseguentemente alla fine di ogni annualità sarà eseguita una valutazione rispetto agli obiettivi prefissati evidenziando le anomalie e le difficoltà riscontrate ed apportando eventuali correttivi e modifiche al sistema di gestione rappresentato. A Tal fine sarà compito dell Ufficio comunale competente fornire all appaltatore l elenco delle utenze, nonché dei cittadini residenti ove dover svolgere il servizio. Limitatamente al vetro, plastica e cartone il sistema di raccolta sarà del tipo domiciliare con le modalità specificate nel presente capitolato.

3 TABELLA DI SINTESI DEL SERVIZIO PRESTAZIONI RICHIESTE NEL SERVIZIO RESIDENZIALE Raccolta presso tutte le abitazioni dei sacchetti contenenti il materiale differenziato ABITANTI SERVITI Rione Inf. da P.zza S. Giacomo a Supermercato SMA; da Via Fontana Inf. a Via Caduti; Rione Sup. da Via Roma a Via R. Scotellaro (Ristorante Panaino) Da via XXV Aprile (Palazzine)- Circonvallazione campo sportivo (Billy Bar) MATERIALI RACCOLTI Plastica Vetro Carta Cartone FREQUENZA SERVIZIO 2 volte la settimana PRESTAZIONI RICHIESTE NEL SERVIZIO BAR/TRATTORIE RISTORANTI MATERIALI RACCOLTI FREQUENZA SERVIZIO COMMERCIALI- BAR NEGOZI DI GENERI ALIMENTARI RISTORANTI TRATTORIE Centro urbano e contrade Raccolta di vetro, plastica, carta e cartone A giorni alterni COMMERCIALI/ARTIG. PRESTAZIONI RICHIESTE NEL SERVIZIO MACELLERIE- OREFICERIE ARTICOLI DA REGALO FIORI E PIANTE ARTICOLI OTTICI RREDAMENTI ELETTRODOMESTICI TELEFONI COMPUTER VESTIARIO CAZATURE. FARMACIE NEGOZI PER FUMATORI CARTOLIBRERIE RICAMBI AUTO - VARIE COME DA ELENCO ALTRE ATTIVITA CMMERCIALI NON COMPRESE NELLA TAB PRECEDENTE -Prodotti per la zootecnia -Varie, -Materiale da costruzione; EDIFICI SCOLASTICI UFFICI COMUNALI UFFICI POSTALI COMUNITA MONTANA Si MATERIALI RACCOLTI Raccolta, carta e cartone. FREQUENZA SERVIZIO A giorni alterni

4 PRESTAZIONI RICHIESTE NEL SERVIZIO Raccolta dei Contenitori da cm N. CONTENITORI n. 40 Vetro n. 40 Plastica n. 30 Carta MATERIALI RACCOLTI Raccolta carta, plastica e vetro. FREQUENZA SERVIZIO Mensilmente PRESTAZIONI RICHIESTE NEL SERVIZIO Raccolta dei contenitori da lt N. CONTENITORI n. 10 Pile n. 10 Farmaci MATERIALI RACCOLTI Raccolta di pile e farmaci FREQUENZA SERVIZIO Mensilmente ART. 2 MODALITA DI ESECUZIONE DEL SERVIZIO Orario giorni Il servizio oggetto del presente appalto, dovrà essere assicurato con personale di provata esperienza e competenza in materia, e con adeguato automezzo idoneo al servizio da svolgere. Il personale dovrà indossare una tenuta decorosa, pulita e spesso ricambiata, oltre ad avere ben esposto regolare tesserino di riconoscimento. Ove un dipendente dell impresa assuma un comportamento ritenuto sconveniente dall Amministrazione o irriguardoso verso gli utenti, l appaltatore dovrà provvedere, se richiesto, alla sostituzione dello stesso. VETRO PLASTICA La raccolta di vetro e Plastica dovrà essere effettuata a giorni alterni(un giorno la raccolta della plastica l altro del vetro) La Ditta dovrà consegnare alle attività commerciali e artigianali due sacchetti di colore diverso. Le utenze interessate dovranno depositare davanti le proprie entrate negli orari e nei giorni prestabiliti i sacchetti contenenti il rifiuto. CARTA La raccolta della carta dovrà essere effettuata presso uffici pubblici e privati, Scuole ecc., a giorni alterni. Le utenze interessate dovranno depositare davanti le proprie entrate negli orari e nei giorni prestabiliti i sacchetti contenenti il rifiuto.

5 CARTONE La raccolta del cartone dovrà essere effettuata presso le attività artigianali con frequenza giornaliera. CARTA CARTONE La raccolta di carta e cartone dovrà essere effettuata presso le abitazioni dei cittadini residenti nei rioni Inferiore e Superiore, due volte la settimana. La ditta dovrà distribuire a tutte le famiglie due sacchi x settimana di colore azzurro recante la scritta RACCOLTA DIFFERENZIATA CARTA Comune di Lauria -. RIFIUTI INGOMBRANTI La raccolta dei rifiuti ingombranti dovrà essere effettuata a domicilio, dovrà essere istituito un numero verde, al quale tutti i cittadini potranno chiamare e prenotare il ritiro del rifiuti direttamente a casa. La Ditta dovrà effettuare il ritiro del rifiuto entro 5 giorni dalla data di prenotazione. Tutti i rifiuti raccolti dovranno essere depositati in un area, segnalata dall Amministrazione comunale, dove saranno sistemati i cassoni che conterranno VETRO CARTA PLASTICA INGOMBRANTI. L Amministrazione comunale provvederà all individuazione dell area e all adeguamento della stessa, oltre che alla fornitura di energia elettrica. ALTRI CONTENITORI DISLOCATI SUL TERRITORIO COMUNALE. Per quanto riguarda la raccolta dei contenitori dislocati sul territorio comunale, la stessa dovrà essere svolta a cadenza mensile. ART. 3 MODALITA DI AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO L affidamento del servizio di cui al presente capitolato d oneri avverrà ai sensi del D.Lgs. 468/97 art. 10 comma 3 e art. 12 comma 6, nonché del D.Lgs. 81/2000 e successive modifiche e/o integrazioni per assicurare sbocchi occupazionali ai LLSS..UU. ART. 4 DURATA DELLA CONVENZIONE La convenzione, oggetto del presente capitolato d oneri, avrà la durata di anni tre, decorrenti dal 1 Gennaio L Amministrazione si riserva, tre mesi prima della scadenza e previo accertamento della sussistenza di ragioni di convenienza e di pubblico interesse, di comunicare alla ditta affidataria la volontà di procedere alla rinnovazione del contratto secondo quanto previsto dall art. 44 della Legge 24 dicembre 1995, n. 724.

6 ART. 5 CAUZIONE L Ente si riserva di trattenersi direttamente dal canone stabilito eventuali penalità attribuite all appaltatore come previsto dall art. 20 del presente capitolato. ART. 6 CARATTERE PUBBLICO DEI SERVIZI Tutti i servizi oggetto del presente capitolato d oneri sono, ad ogni effetto, sevizi pubblici e per nessuna ragione potranno essere sospesi od abbandonati. In caso di sospensione o di abbandono, anche parziale, dei servizi di che trattasi, eccettuati i casi di forza maggiore e salvo il diritto di sciopero dei lavoratori dipendenti, per cause non addebitabili alla ditta, l Amministrazione Comunale potrà sostituirsi d Ufficio in danno ed a spese della ditta e/o applicare le ammende previste dall art. 20 del presente capitolato. ART. 7 CORRISPETTIVO DELLA CONCESSIONE Il corrispettivo del servizio è fissato in (euro ,93) oltre I.V.A all anno. Detto canone si intende remunerativo di tutti gli oneri e gli obblighi assunti contrattualmente per l esecuzione dei servizi indicati in Capitolato, giacchè in ciascun anno sono compresi tutti i servizi oggetto della presente convenzione. Tale corrispettivo comprende tutte le spese dirette ed indirette per il personale dipendente compresi i contributi e gli accantonamenti. Le contribuzioni dovranno essere riferite al Contratto Collettivo Nazionale dei Lavoratori della categoria. Il canone comprende, inoltre, gli oneri d ammortamento ed interessi sul capitale per i materiali e le attrezzature, le spese di manutenzione ordinaria e straordinaria di tutti i beni mobili. Restano a carico dell appaltatore i costi relativi allo smaltimento dei rifiuti in discarica autorizzata. L importo del corrispettivo come sopra fissato non subirà nessuna variazione per l intero periodo dell appalto, salvo variazione legate all indice ISTAT riferito alla data di inizio della prestazione da calcolarsi annualmente a partire dall anno successivo a quello di inizio dell appalto. ART. 8 PAGAMENTO DEL CANONE Il pagamento del canone sarà effettuato in rate mensili posticipate entro la prima decade del mese successivo alla scadenza e sarà subordinato alla presentazione di regolari fatture che dovranno essere vistate dal Dirigente del Settore. L eventuale ritardato pagamento, da parte dell Amministrazione Comunale, delle rate del canone, non farà sorgere in capo alla ditta il diritto di abbandono o di riduzione parziale dei servizi, sotto pena della risoluzione del contratto con tutti i danni patiti o patenti da parte del Comune.

7 ART. 9 MODALITA DI CONTROLLO DEL SERVIZIO Dell avvenuto servizio, dovrà essere inviato entro gg. 10 apposito rendiconto con il quale si evidenziano: - i giorni della raccolta; - il totale delle raccolte riferite alle abitazioni ed attività commerciali effettuate; - il quantitativo, distinto per ogni categoria di rifiuti differenziati, raccolti. A tal fine l Amministrazione si riserva di far effettuare controlli anche a mezzo della Polizia Municipale e/o personale del Servizio igiene Ambientale. In tal caso l appaltatore dovrà fornire la più ampia collaborazione atta alle verifiche che si rendessero necessarie. ART. 10 COMPITO DELL APPALTATORE L appaltatore dovrà attenersi a tutte le norme di leggi e regolamenti vigenti, nonché alle ordinanze sindacali e dirigenziali relative al servizio di igiene ambientale. In caso di circostanze eccezionali il Sindaco o il dirigente del Settore potrà emanare norme speciali sul funzionamento del servizio che l appaltatore si obbliga ad osservare. L appaltatore dovrà comunicare almeno 5 gg. Prima eventuali variazioni dell osservanza di quanto stabilito nel programma di raccolta. L appaltatore, al fine di permettere all utenza la raccolta di vetro, plastica, alluminio e carta, provvederà anche alla fornitura, all ente pubblico, di confezione di sacchetti da cm. (50x70) spessore mm4 contenenti n. 50 buste per le utenze residenziali e da cm. (70x120) spessore mm. 4 contenenti 400 buste per le utenze commerciali. Le stesse dovranno portare la dicitura Comune di Lauria Servizio Raccolta Differenziata. L appaltatore provvederà alla distribuzione dei sacchetti di cui sopra prima dell inizio del servizio. Inoltre, al fine di potenziare il servizio, la ditta dovrà provvedere, anche alla fornitura in comodato d uso a titolo gratuito e per la durata dell appalto, di n. 40 campane di vetro, n. 40 campane per la plastica e n. 30 campane per la carta, tutte da mc. 2.20, che saranno posizionate, dalla ditta, in luoghi indicati dall ufficio tecnico. Il servizio inoltre, dovrà essere assicurato con la fornitura e posa in opera, da parte dell appaltatore di n. 20 nuovi contenitori per la raccolta di pile e farmaci scaduti da posizionare nei luoghi segnalati dall Amministrazione.

8 ART. 11 CONDUZIONE DEL SERVIZIO L appaltatore deve usare, nella conduzione dei servizi, la diligenza del buon padre di famiglia. L Appaltatore ha l obbligo di segnalare immediatamente al Comune tutte le circostanze e fatti che, nell espletamento del suo compito, possono pregiudicare il regolare svolgimento del servizio. ART. 12 AUTORIZZAZIONI L appaltatore dovrà presentare tutte le autorizzazioni di legge, previste alla data di affidamento del servizio, atte a svolgere il servizio di che trattasi. ART. 13 OCCUPAZIONE SPAZI ED AREE PUBBLICHE I contenitori sono installati su spazio pubblico adibito dall Amministrazione comunale a scopo di pubblica utilità. Trattandosi di servizio di interesse pubblico svolto per conto del Comune, all Appaltatore non sarà Imputata alcuna tassa per l occupazione della spazio pubblico occorrente per l installazione dei contenitori medesimi ART. 14 TRANSITO AUTOMEZZI Si prevede un implicita autorizzazione alla libera circolazione degli automezzi preposti alla raccolta qualora i contenitori fossero posizionati in aree vietate agli stessi. ART. 15 NORME IGIENICHE Il servizio dovrà svolgersi in modo da non provocare problemi di ordine igienicosanitario, in particolare l appaltatore dovrà: - rispettare gli orari di raccolta. - Mantenere pulite le zone oggetto di intervento, significando che nell eventualità che durante il servizio dovesse verificarsi, a causa dell operatore, una dispersione di materiale raccolto, lo stesso dovrà essere immediatamente raccolto e trasposto sull automezzo.

9 ART. 16 PROPAGANDA Sia l appaltatore che l Amministrazione Comunale si impegnano a svolgere opera di sensibilizzazione della cittadinanza verso l iniziativa della raccolta del vetro, delle lattine in alluminio, della carta e cartone, della plastica e dei farmaci scaduti e pile esauste, mediante le forme di pubblicità e promozione ritenute di volta in volta più idonee e che saranno preventivamente concordate. La campagna promozionale dovrà sottolineare la necessità di effettuare una precisa e puntuale raccolta differenziata. Nell ambito del programma di informazione l Appaltatore fornirà dati mensili e le statistiche annuali relativi alla raccolta, divisi per tipologia di materiale e dovrà proporre all Amministrazione Comunale iniziative tese a promuovere e a diffondere la raccolta differenziata del vetro, delle lattine in alluminio, della plastica, della carta e del cartone, delle pile esauste e farmaci scaduti. ART. 17 ULTERIORI COMPITI DELL APPALTATORE Nell ambito del servizio fornito, l appaltatore fornirà gratuitamente gli adesivi indicanti il conferimento congiunto di vetro, lattine e barattoli in banda stagnata, oltre ad effettuare le operazioni di lavaggio esterno e di sanificazione dei contenitori secondo, quanto disposto all art. 25 del presente capitolato. Dovendosi procedere alla stampa di opuscoli, da consegnare all utenza al fine di stabilire i giorni di raccolta e le zone da servire, l appaltatore entro 7 gg. Deve trasmettere all ufficio Igiene Ambientale il programma di lavoro. ART. 18 PERSONALE, OBBLIGHI ASSICURATIVI, INFORTUNI E DANNI L Appaltatore deve assicurare il servizio con proprio personale specializzato nelle operazioni di svuotamento, manutenzione, pulizia e sanificazione delle campane, nonché di caricamento e trasporto del cartone che sarà raccolto con cadenza giornaliera, all uopo utilizzando mezzi d opera adeguati all effettuazione del servizio al fine di garantire efficienza, puntualità e decoro urbano. L Appaltatore si impegna ad osservare ed applicare integralmente tutte le norme contenute nel contratto collettivo nazionale di lavoro per i dipendenti delle imprese del settore, in vigore per tutta la durata dell appalto. Tutti gli obblighi e gli oneri assicurativi relativi ad infortuni, assistenza e previdenza, sono a carico dell Appaltatore, il quale ne è l unico responsabile. L appaltatore risponde inoltre direttamente dei danni alle persone o alle cose comunque provocati nell esecuzione del servizio.

10 ART. 19 COLLABORAZIONE TECNICA L Amministrazione Comunale provvederà alla vigilanza ed al controllo del servizio gestito dall Appaltatore, a mezzo di dipendenti della Polizia Municipale o dell ufficio preposto al servizio di Igiene Ambientale, dal quale l Appaltatore stesso dipenderà direttamente per tutte le disposizioni che il Comune potrà emanare nei riguardi del servizio oggetto dell appalto. Per gli eventuali contenitori (quelli da mc 2.2 o di capacità superiore) che saranno installati successivamente all inizio del servizio e comunque fino ad un massimo di 15, per la loro raccolta, l appaltatore non avrà nulla a pretendere. ART. 20 PENALITA In caso di infrazione di lieve entità o di inadempienze o ritardi o cattiva esecuzione del servizio, la penale è fissata in 700 euro oltre alle spese per l esecuzione di ufficio delle prestazioni non eseguiti o male effettuate. Per più gravi infrazioni, come il prolungato disservizio, la parziale o totale mancanza di esecuzione del servizio, si procederà alla rescissione del contratto. ART. 21 ALTRI EVENTUALI SERVIZI L Amministrazione Comunale ha la facoltà di stipulare eventualmente anche con altre Aziende servizi di raccolta differenziata avente per oggetto il recupero del vetro, delle lattine e della plastica, della carta e cartone, nonché pile e farmaci, per tutta la durata del presente contratto. L Amministrazione provvederà direttamente alla stipula delle convenzioni con il CONAI. ART. 22 DIVIETO DI CESSIONE E SUBAPPALTO E fatto divieto all impresa di cedere o subappaltare il servizio senza preventivo consenso del Dirigente del Settore competente nel rispetto della normativa anche in regime di legislazione antimafia, pena l immediata risoluzione del contratto e il risarcimento dei danni e delle spese causati all Amministrazione. Nel caso di autorizzazione al subappalto, l Amministrazione potrebbe riservarsi la possibilità di una anticipazione del termine di scadenza del contratto, fermo restando l obbligo della Ditta subentrante di accettare e rispettare tutti gli obblighi derivanti dalla presente convenzione.

11 ART. 23 REVOCA DEL SERVIZIO Il Comune si riserva la possibilità di revocare il servizio, nel caso in cui l Appaltatore non si attenga alle disposizioni contrattuali o in caso di tre ripetuti richiami per grave inadempienza. Nel caso in cui a causa di diverse indicazioni tecniche e politiche da parte della Regione Basilicata e/o del Comune di Lauria e/o altro Ente, si rendessero necessarie scelte diverse ed in antagonismo con il presente servizio, l Amministrazione Comunale potrà sciogliere il contratto in qualsiasi momento, al fine di allinearsi con le scelte determinate dagli Enti sopra citati, senza che la Ditta appaltatrice del servizio possa rivalersi sull Amministrazione Comunale, per la mancata continuazione del servizio nei termini fissati contrattualmente. ART. 24 ALTRE DISPOSIZIONI Sulla base dell eventuale piano regionale di smaltimento dei rifiuti solidi urbani, l appaltatore è tenuto ad effettuare lo smaltimento nell impianto indicato dalla Amministrazione senza nulla a pretendere per maggiori oneri. ART. 25 NOLEGGIO, MANUTENZONE, PULIZIA E SANIFICAZIONE DEI CONTENITORI A CAMPANA L Appaltatore si impegna a fornire, a noleggiare(nel caso in cui non disponga dei contenitori) e posizionare i contenitori (campane) da 2.2 mc e da lt. 140 da adibire al servizio di raccolta, senza pretendere alcun compenso per il noleggio. I contenitori, di proprietà dell Appaltatore, saranno a fine rapporto ritirati dallo stesso a proprie spese e pertanto dovranno essere contrassegnati e riconoscibili. La manutenzione, la pulizia e la sanificazione dei contenitori, da effettuarsi 3 (tre) volte all anno (nei mesi di marzo agosto dicembre), sono a carico dell appaltatore, come pure la pulizia dell area circostante agli stessi. I contenitori e le campane posizionate sul territorio dovranno, in caso di necessità, essere sostituiti entro 48 ore a partire dalla chiamata o avviso fax inviato all appaltatore dal Dirigente del Settore. ART. 26 DOMICILIO DEL PRESTATORE DEL SERVIZIO Per tutti gli effetti del presente disciplinare/capitolato, come per tutti gli atti esecutivi ed in genere per qualsiasi atto giudiziale od extragiudiziale, per ogni conseguente notifica, la

12 ditta affidataria deve, in sede di stipulazione del contratto, eleggere il proprio domicilio in Lauria (PZ). ART. 27 SPESE DI COMPETENZA DELLA DITTA AFFIDATARIA DEL SERVIZIO Tutte le spese inerenti e conseguenti alla stipula del contratto, nessuna esclusa od eccettuate, nonché le imposte e tasse, sono a carico della ditta assuntrice del servizio. ART. 28 VIGILANZA Indipendentemente da specifici incarichi di cui si è fatto cenno nei precedenti articoli, l Amministrazione Comunale si riserva la più ampia facoltà di vigilanza e il controllo sulla esecuzione dei servizi di igiene urbana, sull esatto adempimento degli obblighi da parte dell affidatario e sul comportamento del personale addetto al servizio. Ai competenti organi del Comune, cui spetta la vigilanza ed il controllo circa l esatto adempimento delle obbligazioni e degli oneri incombenti al prestatore del servizio è riconosciuto il diritto di accesso nei locali destinati al servizio. ART. 29 CONTROVERSIE Tutte le eventuali controversie e contestazioni che dovessero insorgere tra l Amministrazione Comunale e il prestatore del servizio, sia in corso che al termine della convenzione, qualunque sia la natura di esse, potranno essere definite da un collegio arbitrale composto da tre arbitri, uno designato dall Amministrazione Comunale, uno dall appaltatore ed il terzo, d accordo, dai due arbitri di parte o, in caso di disaccordo, dal Presidente del Tribunale. Quest ultimo presiederà il Collegio. La parte, che richiede l arbitrato, dovrà designare il proprio arbitro con l atto di richiesta o comunque, non oltre il decimo giorno dalla data della notifica dell atto stesso. Nel successivo termine di trenta giorni dalla nomina del primo arbitro, dovrà aver luogo la designazione dell arbitrato della controparte. Trascorso infruttuosamente tale termine, a richiesta dalla parte interessata, il presidente del Tribunale provvederà alla nomina dell arbitro della parte negligente. Il Collegio arbitrale giudicherà secondo equità, con lodo non impugnabile, nel termine di quaranta giorni dalla data della sua costituzione, che dovrà avvenire entro e non oltre il trentesimo giorno dalla nomina del terzo arbitro. Le spese di giudizio arbitrale saranno anticipate dalla parte che avrà presentato domanda di arbitrato. Gli arbitri decideranno a carico di quale delle parti ed in quale misura dovranno ricadere le spese di giudizio. Per l esecuzione della sentenza arbitrale si osserveranno le norme del Codice di Procedura Civile. Agli effetti di quanto inerente e conseguente alla procedura prevista dal presente articolo, tanto l atto di accesso arbitrale, quanto ogni altro atto ad esso consequenziale, saranno notificati alle sedi legali delle parti.

13 ART. 30 DISPOSIZIONI FINALI L impresa affidataria si considera, all atto dell esecuzione dei servizi, a perfetta conoscenza del territorio su ci dovranno espletarsi i servizi oggetto del presente capitolato. Il Comune notificherà all impresa tutte le deliberazioni, ordinanze ed altri provvedimenti che comportino variazioni di tale situazione iniziale. Per quanto non previsto nel presente capitolato, si intendono richiamate e applicabili le disposizioni di legge che regolano la materia, nonché le norme del capitolato generale d appalto per le opere di competenza del Ministero dei LL.PP e le successive modificazioni, in quanto compatibili e non siano in contrasto con le norme previste nel presente capitolato. ART. 31 FORO COMPETENTE Foro competente a chiudere qualsiasi controversia che potrà derivare dalla interpretazione ed esecuzione del presente capitolato, ad eccezione dei casi di competenza del collegio arbitrale, sarà quello di Lagonegro.

14 PARTE II^ Servizio Disinfezione, Disinfestazione e derattizzazione ART. 32 La concessione che forma oggetto del presente capitolato comprende i seguenti servizi di sanificazione ambientale: - disinfezione dell Asilo Nido comunale, delle scuole materne e dell obbligo, degli Istituti Superiori situati nel centro urbano e nelle zone rurali del Comune di Lauria, dei mercati pubblici, di tutte le palestre pubbliche, della tendostruttura comunale, delle fermate degli autobus urbani ed extraurbani dotati di pensilina, del macello comunale; - Disinfestazione del centro urbano, delle sue frazioni e dei nuclei abitati rurali ; - Derattizzazione ; ART Le operazioni di disinfezione - disinfestazione derattizzazione devono essere eseguite secondo l articolazione di seguito descritta: DISINFESTAZIONE Il servizio di disinfestazione dovrà essere effettuato nel periodo febbraio ottobre come segue: - n 5 interventi ovicida e larvicida nei mesi di febbraio, marzo e aprile con frequenza quindicinale in luoghi mirati, ottimali alla riproduzione degli insetti; - n 7 interventi adulticida nel centro urbano e nei nuclei abitati nel periodo aprile settembre. DISINFEZIONE Il servizio di disinfezione dovrà essere effettuato presso tutte le scuole dell obbligo, negli asili infantili e in tutti i luoghi che l Amministrazione Comunale riterrà opportuno. Gli interventi dovranno essere almeno 2, da concordare con le autorità scolastiche. Inoltre si dovrà provvedere alla disinfezione delle scuole dopo ogni consultazione elettorale. DERATTIZZAZIONE 1. Il servizio di derattizzazione dovrà essere effettuato in tutti i luoghi dei centri abitati dove sarà avvistata la presenza di ratti, dovranno essere effettuati n 6 interventi nel periodo aprile - settembre, e comunque dovranno essere effettuati tutti gli interventi richiesti dalle autorità sanitarie competenti. 2. Nell esplicazione del servizio di derattizzazione debbono essere impiegati, solo ed esclusivamente, prodotti i cui formulati siano stati regolarmente registrati ed autorizzati dal Ministero della Sanità.

15 3. Gli stessi prodotti debbono essere utilizzati secondo le modalità le istruzioni indicate nei rispettivi decreti di autorizzazione. Viene imposto l uso di rodenticidi orali ad effetto protratto o di accumulo a base di dicumarolici. In particolari condizioni possono essere impiegati anche prodotti a base di norbormide o di altro principio attivo. ART nell esplicazione del servizio di disinfezione debbono essere impiegati solo ed esclusivamente, prodotti i cui formulati siano regolarmente registrati ed autorizzati dal Ministero della Sanità il cui elenco sarà preventivamente comunicato all Ufficio comunale Igiene del territorio. 2. Gli stessi prodotti debbono essere utilizzati, unicamente, secondo le modalità e concentrazioni indicate nei rispettivi decreti di autorizzazione. 3. La ditta si obbliga, al rigoroso rispetto delle norme contenute nella Legge n. 55 e successive modifiche ed integrazioni, con particolare riferimento a quanto disposto dall art. 18 della legge stessa, nonché delle norme di cui all art. 9 del D.P.C.M 10/01/91 n 55 ART Le operazioni di disinfestazione nel centro urbano e nei nuclei abitati rurali saranno effettuate dalle ore 24,00 alle ore 5,00. ART Nell esplicazione del servizio di disinfestazione debbono essere impiegati, solo ed esclusivamente, prodotti i cui formulati siano stati regolarmente registrati ed autorizzati dal Ministero della Sanità. 3. Gli stessi prodotti debbono essere utilizzati, unicamente, secondo le modalità e le concentrazioni indicati nei rispettivi decreti di autorizzazione. 4. Al fine di tutelare sia l ambiente che la salute pubblica si impone l uso, principalmente, di prodotti a base di piretrodi e insetticidi biologici a basso rischio di tossicità. I primi debbono essere utilizzati per la lotta adulticida, mentre i secondi per la lotta larvicida, in special modo quando vengono trattati corsi d acqua e/o similari. 5. Solo in particolari condizioni, possono essere utilizzati anche prodotti a base di composti organico clorurati e/o organofosforati. A parità di principio attivo debbono essere sempre utilizzati prodotti che garantiscono sia l efficacia che la tutla dell ambiente e della salute pubblica ovvero quelli che presentano il più basso rischio di tossicità. Art. 37

16 1. L Appaltatore assume l obbligo di assicurare, tramite propri operai e mezzi, la regolare esecuzione del servizio di cui al precedente art. 10 al fine di distruggere e/o inibire la crescita della specie murina. Art Il servizio dovrà essere espletato da personale specializzato e provvisto di idoneo titolo e con lunga esperienza, mediante l uso di autocarri moderni ed efficienti perfettamente attrezzati e comunque in numero non inferiore a tre. Qualora i predetti mezzi non siano di proprietà della Ditta dovrà essere data prova della effettiva disponibilità degli stessi per tutta la durata del servizio di che trattasi. 2. La Ditta Appaltatrice dovrà avvalersi di un Direttore Tecnico le cui cognizioni tecnico scientifiche siano tali da garantire la perfetta esecuzione di ogni intervento con immediata individuazione della metodologia di trattamento in rapporto al luogo oggetto dell intervento, alla specie infestante ed al formulato da impiegare. 3. Il numero degli operatori da adibire al servizio in questione deve essere tale da effettuare ogni intervento in tempi tecnici molto ristretti in modo da rendere l operazione omogenea e contemporanea su tutto il territorio comunale. ART L Appaltatore assume a proprio carico ogni onere e spesa per l acquisto dei prodotti da impiegare, per le apparecchiature e gli automezzi da utilizzare, per il personale operaio e tecnico da adibire al servizio e per quant altro possa occorrere per l attuazione regolare e costante dei trattamenti di disinfezione, disinfestazione, derattizzazione. ART I trattamenti debbono essere effettuati sotto la vigilanza dell Ufficio Municipale igiene del Territorio. A Tal fine deve essere approntato, a cura dell Appaltatore, con congruo anticipo, un programma dettagliato degli interventi da effettuarsi, specificando per ognuno di essi la data, l ora, il luogo di esecuzione ed i prodotti da impiegare. ART L Amministrazione Comunale si riserva il diritto di far eseguire controlli a campione sui prodotti utilizzati con specifico riferimento alle quantità, alle concentrazioni ed alla esatta rispondenza dei formulati. I prelievi dei campioni verranno effettuati in contraddittorio con il rappresentante della Ditta, intendendosi per tale anche l operatore che deve ritenersi espressamente autorizzato a ciò. 2. Qualora le analisi, eseguite da idoneo Istituto scelto discrezionalmente dall Amministrazione Comunale, stabilissero la non rispondenza dei prodotti impiegati ai requisiti richiesti, alla ditta appaltatrice saranno addebitate tutte le spese sostenute dall Amministrazione per le analisi ed inoltre dovrà ripetere l intervento durante il quale è stato prelevato il campione.

17 3. L Amministrazione comunale si riserva altresì la facoltà di effettuare, anche tramite propri operatori, controlli occasionali circa la regolare attuazione degli interventi programmati. 4. Laddove dovessero riscontrarsi delle inadempienze e/o delle carenze tecniche e/o di personale, l Amministrazione appaltante ha diritto di risolvere il contratto e di sospendere ogni forma di pagamento. 5. Fermo restante questa facoltà dell Amministrazione Comunale, si ribadisce che la vigilanza e la verifica della osservanza del programma di esercizio è affidata al personale dell Ufficio di Igiene del territorio del Comune di Lauria che potrà avvalersi della collaborazione del Corpo di Polizia Municipale e della consulenza tecnica del Servizio di igiene e sanità Pubblica della A.S.L. territorialmente competente. ART L Amministrazione Comunale è sollevata da ogni responsabilità civile e penale per danni ed inconvenienti a persone, e/o animali, e/o cose, che dovessero verificarsi in dipendenza di uso improprio dei prodotti adoperati o per altra causa inerente allo svolgimento delle operazioni di disinfezione, disinfestazione, derattizzazione. 2. A tal proposito, saranno addebitate all Appaltatore anche eventuali spese derivanti da incuria nell esecuzione del servizio medesimo e/o mancato rispetto di tutte le norme legislative in materia di sanificazione ambientale, nonché quelle relative al commercio e all impiego dei presidi sanitari. 3. La Ditta è tenuta a stipulare contratto di assicurazione, con opportuni massimali, per il risarcimento di danni che fossero causati dagli operatori nell esecuzione dei servizi, qualora la Ditta stessa non ritenga di provvedere direttamente al pagamento dei danni, con sottoscrizione di atto di impegno. ART Tutte le operazioni di disinfezione, disinfestazione e derattizzazione dovranno effettuarsi senza indurre intralcio al normale svolgimento della vita cittadina, pertanto, l Appaltatore dovrà, a proprie cure e spese e con le modalità che saranno concordate con l Ufficio comunale Igiene del territorio, dare ampia informazione ai cittadini, specificando per ogni intervento, il giorno, l ora ed i prodotti da impiegare nonché circa le eventuali cautele da attuare. ART L Appaltatore si impegna a eseguire, altresì, a proprie cure e spese eventuali interventi straordinari che dovessero rendersi necessari ad insindacabile giudizio del Sindaco. ART A titolo di cauzione la Ditta appaltatrice dovrà versare un deposito definitivo pari al 10% dell ammontare annuo netto dell appalto mediante polizza fidejussoria bancaria o assicurativa, a garanzia dell esatto adempimento degli obblighi derivanti dal contratto, dall eventuale risarcimento danni, nonché delle somme che

18 l Amministrazione dovesse attualmente sostenere durante la gestione appaltata per fatto dell impresa a causa di inadempimento. 2. La Ditta potrà essere obbligata a reintegrare la cauzione di cui il Comune avesse dovuto avvalersi, in tutto o in parte, durante l esecuzione del contratto. ART Resta vietata alla Ditta appaltatrice, sottopena di rescissione de jure del contratto e dell incameramento della cauzione, la cessione e qualsiasi altra forma di subappalto totale o parziale del servizio.

APPALTO PER IL SERVIZIO DI CONSULENZA ED ASSISTENZA ASSICURATIVA BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO SPECIALE

APPALTO PER IL SERVIZIO DI CONSULENZA ED ASSISTENZA ASSICURATIVA BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO SPECIALE APPALTO PER IL SERVIZIO DI CONSULENZA ED ASSISTENZA ASSICURATIVA BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO SPECIALE ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO Il presente capitolato ha per oggetto l appalto del servizio professionale

Dettagli

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA L Amministrazione Comunale di Palermo deve procedere, ai sensi della L.R. 7/2002 e successive modifiche ed

Dettagli

PROVINCIA DI BENEVENTO

PROVINCIA DI BENEVENTO PROVINCIA DI BENEVENTO CAPITOLATO SPECIALE PER LA CONCESSIONE DELLA GESTIONE DELLA PISTA CICLABILE DI C.DA ACQUAFREDDA ART. 1 - OGGETTO DELLA CONCESSIONE La concessione ha per oggetto la gestione della

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Consorzio per lo Sviluppo Industriale della Provincia di Potenza Centro Direzionale Zona Industriale 85050 TITO SCALO (PZ) Tel.0971/659111 Fax 0971/485881 Sito internet: www.consorzioasipz.it E-mail: asi@consorzioasipz.it

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE. Fornitura ed installazione di Personal Computer ed attrezzature hardware per il VI settore del Comune di Portici

CAPITOLATO SPECIALE. Fornitura ed installazione di Personal Computer ed attrezzature hardware per il VI settore del Comune di Portici CAPITOLATO SPECIALE Fornitura ed installazione di Personal Computer ed attrezzature hardware per il VI settore del Comune di Portici ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto ammonta ad. 10250 oltre IVA al

Dettagli

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA L Amministrazione Comunale di Palermo deve procedere, ai sensi della L.R. 7/2002 e successive modifiche ed

Dettagli

- CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SOMMINISTRAZIONE DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO MEDIANTE PROCEDURA SEMPLIFICATA.

- CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SOMMINISTRAZIONE DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO MEDIANTE PROCEDURA SEMPLIFICATA. Azienda Ospedaliera Ospedale San Carlo Borromeo Via Pio II 20153 Milano - CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SOMMINISTRAZIONE DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO MEDIANTE PROCEDURA SEMPLIFICATA.

Dettagli

Città di Portici Provincia di Napoli

Città di Portici Provincia di Napoli CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO SERVIZIO DI RACCOLTA E SMALTIMENTO DEGLI OLII ESAUSTI DI ORIGINE DOMESTICA CLASSIFICATI CON IL C.E.R. 20.01.25 (OLI E GRASSI COMMESTIBILI) ART. 1 NATURA E OGGETTO DEL SERVIZIO

Dettagli

COMUNE DI PORDENONE DIRETTIVA PER IL SERVIZIO ISPETTIVO CONTROLLO IMPIANTI SPORTIVI DI PROPRIETA COMUNALE MODALITA ATTUAZIONE SERVIZIO

COMUNE DI PORDENONE DIRETTIVA PER IL SERVIZIO ISPETTIVO CONTROLLO IMPIANTI SPORTIVI DI PROPRIETA COMUNALE MODALITA ATTUAZIONE SERVIZIO COMUNE DI PORDENONE DIRETTIVA PER IL SERVIZIO ISPETTIVO CONTROLLO IMPIANTI SPORTIVI DI PROPRIETA COMUNALE MODALITA ATTUAZIONE SERVIZIO Direttiva approvata con deliberazione della Giunta comunale n. 381

Dettagli

Art. 1) Oggetto del contratto. Il presente contratto disciplina la concessione del

Art. 1) Oggetto del contratto. Il presente contratto disciplina la concessione del COMUNE DI LECCO SETTORE LAVORI PUBBLICI SCHEMA DI CONTRATTO PER L AFFIDAMENTO DELLA CONCESSIONE DI SERVIZIO RELATIVA ALL AREA DI PARCHEGGIO PUBBLICO DI PIAZZA SASSI. Art. 1) Oggetto del contratto. Il presente

Dettagli

ROMA CAPITALE Municipio 18 Roma Aurelio U.O.S.E.C.S. Servizi Sociali Il Dirigente

ROMA CAPITALE Municipio 18 Roma Aurelio U.O.S.E.C.S. Servizi Sociali Il Dirigente CONVENZIONE Attività di ballo e ginnastica presso i Centri Anziani del Municipio 18 CIG n. 5110477308 Il giorno. del mese di. dell anno 2013 presso la sede del Servizio Sociale del Municipio 18 Roma Aurelio,

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO FORNITURA GASOLIO AUTOTRAZIONE PER AUTOMEZZI - ANNO 2009

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO FORNITURA GASOLIO AUTOTRAZIONE PER AUTOMEZZI - ANNO 2009 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO FORNITURA GASOLIO AUTOTRAZIONE PER AUTOMEZZI - ANNO 2009 Novembre 2008 Art. 1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto ha per oggetto l affidamento del servizio di fornitura gasolio

Dettagli

VISTI. gli articoli 1, 2, 4, 5, 8, 9 della Legge 381/91 e l articolo 11 della Legge Regionale 21/2003 PREMESSO

VISTI. gli articoli 1, 2, 4, 5, 8, 9 della Legge 381/91 e l articolo 11 della Legge Regionale 21/2003 PREMESSO SCHEMA DI CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI CREMONA E LA SOCIETA COOPERATIVA SOCIALE L ARCA AI SENSI DELL ART. 5, COMMA 1, DELLA LEGGE 8 NOVEMBRE 1991, N. 381 (ESENTE DA BOLLO AI SENSI D.L. 4.12.1997 N. 460

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE

SCHEMA DI CONVENZIONE SCHEMA DI CONVENZIONE NUMERO GARA 2367978 CIG 229069989B CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI RIMINI E.. PER L AFFIDAMENTO IN ECONOMIA DEL SERVIZIO DI STAMPA DI MATERIALE A FAVORE DEI SERVIZI ED ISTITUZIONI FACENTI

Dettagli

SCHEMA CONTRATTO DI APPALTO SERVIZI ASSISTENZIALI SANITARI E ALTRI SERVIZI AUSILIARI

SCHEMA CONTRATTO DI APPALTO SERVIZI ASSISTENZIALI SANITARI E ALTRI SERVIZI AUSILIARI 1 SCHEMA CONTRATTO DI APPALTO SERVIZI ASSISTENZIALI SANITARI E ALTRI SERVIZI AUSILIARI Codice CIG L anno duemila, il giorno del mese di nella sede della Casa per Anziani Umberto I - Piazza della Motta

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA. Repertorio: n. I.N.R.C.A. AMMINISTRAZIONE CENTRALE

REPUBBLICA ITALIANA. Repertorio: n. I.N.R.C.A. AMMINISTRAZIONE CENTRALE REPUBBLICA ITALIANA Repertorio: n. I.N.R.C.A. AMMINISTRAZIONE CENTRALE OGGETTO: Contratto estimatorio per la fornitura di dispositivi medici occorrenti al servizio di radiologia interventistica e vascolare

Dettagli

tra con sede legale in n. con sede legale in - impianto, l impianto ubicato nel Comune di, autorizzato

tra con sede legale in n. con sede legale in - impianto, l impianto ubicato nel Comune di, autorizzato SERVIZI COMUNALI S.p.A. CONTRATTO DI SMALTIMENTO Rifiuti solidi urbani e assimilati tra con sede legale in n., codice fiscale e partita I.V.A. n., in persona del Suo Legale Rappresentante sig. (di seguito

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO SUB A 2 SETTORE: RAGIONERIA-FINANZA-PROVVEDITORATO CED SERVIZIO ECONOMATO-PROVVEDITORATO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO SERVIZIO DI MANUTENZIONE, VERIFICA E RICARICA DEL PARCO ESTINTORI INSTALLATI NEGLI

Dettagli

COMUNE DI ANZIO. Provincia di Roma c.f. 82005010580 P.IVA 02144071004 SERVIZIO DI PRELIEVO E RECAPITO POSTALE CIG Z511544602 CAPITOLATO D ONERI

COMUNE DI ANZIO. Provincia di Roma c.f. 82005010580 P.IVA 02144071004 SERVIZIO DI PRELIEVO E RECAPITO POSTALE CIG Z511544602 CAPITOLATO D ONERI COMUNE DI ANZIO Provincia di Roma c.f. 82005010580 P.IVA 02144071004 SERVIZIO DI PRELIEVO E RECAPITO POSTALE CIG Z511544602 CAPITOLATO D ONERI Art. 1 - OGGETTO L appalto ha per oggetto il servizio di prelievo

Dettagli

SETTORE ECONOMICO-FINANZIARIO

SETTORE ECONOMICO-FINANZIARIO Città di Morcone (BN) SETTORE ECONOMICO-FINANZIARIO Tel. 0824 955440 - Fax 0824 957145 - E mail: responsabileeconomico@comune.morcone.bn.it CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI RECUPERO

Dettagli

P R O V I N C I A D I C O S E N Z A Via Panoramica al Porto, 9 87020 TORTORA Codice Fiscale Partita I.V.A. 00407150788

P R O V I N C I A D I C O S E N Z A Via Panoramica al Porto, 9 87020 TORTORA Codice Fiscale Partita I.V.A. 00407150788 di COMUNE DI TORTORA P R O V I N C I A D I C O S E N Z A Via Panoramica al Porto, 9 87020 TORTORA Codice Fiscale Partita I.V.A. 00407150788 tel. 0985-7660240-7660216 (ufficio tecnico) fax 0985-7660400

Dettagli

REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO DEGLI INCARICHI PROFESSIONALI DI IMPORTO INFERIORE AD EURO 100.000,00 ATTINENTI I SERVIZI DI ARCHITETTURA ED INGEGNERIA

REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO DEGLI INCARICHI PROFESSIONALI DI IMPORTO INFERIORE AD EURO 100.000,00 ATTINENTI I SERVIZI DI ARCHITETTURA ED INGEGNERIA REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO DEGLI INCARICHI PROFESSIONALI DI IMPORTO INFERIORE AD EURO 100.000,00 ATTINENTI I SERVIZI DI ARCHITETTURA ED INGEGNERIA IN MATERIA DI LAVORI PUBBLICI E I SERVIZI IN MATERIA

Dettagli

BOZZA DI CONTRATTO DI SERVIZIO PER IL TRASPORTO PUBBLICO LOCALE. Tra

BOZZA DI CONTRATTO DI SERVIZIO PER IL TRASPORTO PUBBLICO LOCALE. Tra BOZZA DI CONTRATTO DI SERVIZIO PER IL TRASPORTO PUBBLICO LOCALE Tra La (P.A..)...in persona del...pro tempore, Sig... nato a...e residente in...qui di seguito denominato Ente affidante. e l impresa...in

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA CONCESSIONE DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA SPORTIVA COMUNALI DI V.LE RIMEMBRANZE.

SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA CONCESSIONE DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA SPORTIVA COMUNALI DI V.LE RIMEMBRANZE. SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA CONCESSIONE DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA SPORTIVA COMUNALI DI V.LE RIMEMBRANZE. Art. 1 - OGGETTO E DURATA 1. La presente convenzione ha per oggetto la concessione dell uso

Dettagli

Convenzione bonifica, rimozione e smaltimento piccole quantità materiali contenenti amianto

Convenzione bonifica, rimozione e smaltimento piccole quantità materiali contenenti amianto Convenzione bonifica, rimozione e smaltimento piccole quantità materiali contenenti amianto SCHEMA di Contratto d'appalto tipo CONTRATTO D APPALTO TRA Il sig. nato a il e residente a C.F. in seguito denominato

Dettagli

COMUNE DI PORTO SANT ELPIDIO. Provincia di Fermo CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO ALLA SOC. COOP. A R.L.

COMUNE DI PORTO SANT ELPIDIO. Provincia di Fermo CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO ALLA SOC. COOP. A R.L. COMUNE DI PORTO SANT ELPIDIO Provincia di Fermo CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO ALLA SOC. COOP. A R.L. MARINA SERVICE DI PORTO SAN GIORGIO GESTIONE SERVIZIO DI SALVATAGGIO A MARE NELLE SPIAGGE LIBERE DEL

Dettagli

COMUNE DI ALTOPASCIO

COMUNE DI ALTOPASCIO COMUNE DI ALTOPASCIO PROVINCIA DI LUCCA C.A.P. 55011 tel. 0583 / 216455 c.f. 00197110463 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO per affidamento incarico del servizio di brokeraggio assicurativo 1 INDICE ART.1 Oggetto

Dettagli

CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. periodo dal 01/03/2016 al 31/12/2018

CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. periodo dal 01/03/2016 al 31/12/2018 SEUS SICILIA EMERGENZA-URGENZA SANITARIA SCpA Sede Legale: Via Villagrazia, 46 Edificio B - 90124 Palermo Registro delle Imprese di Palermo Codice Fiscale e Partita Iva. 05871320825 CAPITOLATO D APPALTO

Dettagli

Rio Marina AVVISO PUBBLICO

Rio Marina AVVISO PUBBLICO Rio Marina Comune elbano AVVISO PUBBLICO OGGETTO : Avviso di gara di licitazione privata per l affidamento del servizio di assistenza domiciliare agli anziani non autosufficienti. Si rende noto che con

Dettagli

AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE LATINA CONTRATTO DI APPALTO TRA PER

AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE LATINA CONTRATTO DI APPALTO TRA PER AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE LATINA CONTRATTO DI APPALTO TRA Azienda Unità Sanitaria Locale Latina con sede legale in V.le P.L. Nervi Centro Direzionale Latinafiori/torre G2 04100 Latina codice fiscale

Dettagli

COMUNE DI PALERMO R A G I O N E R I A G E N E R A L E SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI

COMUNE DI PALERMO R A G I O N E R I A G E N E R A L E SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI COMUNE DI PALERMO R A G I O N E R I A G E N E R A L E SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI CAPITOLATO SPECIALE D ONERI PER IL SERVIZIO DI DISINFESTAZIONE DERATTIZZAZIONE E DISINFEZIONE DEI LOCALI INTERNI

Dettagli

CONVENZIONE PER IL TRASPORTO SOCIALE DI SOGGETTI HANDICAPPATI OSPITI DEI CENTRI DIURNI

CONVENZIONE PER IL TRASPORTO SOCIALE DI SOGGETTI HANDICAPPATI OSPITI DEI CENTRI DIURNI CONVENZIONE PER IL TRASPORTO SOCIALE DI SOGGETTI HANDICAPPATI OSPITI DEI CENTRI DIURNI Premesso che l Istituzione per i Servizi alla Persona del Comune di Livorno interviene per garantire il trasporto

Dettagli

CONTRATTO PER LA FORNITURA DEL SERVIZIO DI MANUTENZIONE DELL ASCENSORE MONTACARICHI INSTALLATO NELLA SEDE DELLA CCIAA DI LODI CUP B19H10000680005

CONTRATTO PER LA FORNITURA DEL SERVIZIO DI MANUTENZIONE DELL ASCENSORE MONTACARICHI INSTALLATO NELLA SEDE DELLA CCIAA DI LODI CUP B19H10000680005 CONTRATTO PER LA FORNITURA DEL SERVIZIO DI MANUTENZIONE DELL ASCENSORE MONTACARICHI INSTALLATO NELLA SEDE DELLA CCIAA DI LODI CUP B19H10000680005 FRA Camera di Commercio di Lodi, con sede in Lodi via Haussmann,

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA DI RILIEVO NAZIONALE "SANTOBONO-PAUSILIPON" VIA DELLA CROCE ROSSA N 8-80122 NAPOLI CF/p. IVA 06854100630

AZIENDA OSPEDALIERA DI RILIEVO NAZIONALE SANTOBONO-PAUSILIPON VIA DELLA CROCE ROSSA N 8-80122 NAPOLI CF/p. IVA 06854100630 AZIENDA OSPEDALIERA DI RILIEVO NAZIONALE "SANTOBONO-PAUSILIPON" VIA DELLA CROCE ROSSA N 8-80122 NAPOLI CF/p. IVA 06854100630 CONTRATTO RELATIVO ALL AFFIDAMENTO ANNUALE (PROROGABILE DI UN ULTERIORE ANNO)

Dettagli

Art. 1 Oggetto. Art. 2 Durata e canone. Modalità di aggiudicazione.

Art. 1 Oggetto. Art. 2 Durata e canone. Modalità di aggiudicazione. QUADERNO D ONERI PER I SERVIZI DI SORVEGLIANZA ARMATA E DI TELESORVEGLIANZA MEDIANTE COLLEGAMENTO AL SISTEMA D ALLARME DEL MUSEO G. FATTORI PRESSO VILLA MIMBELLI E DELLA STRUTTURA ESPOSITIVA ATTIGUA EX

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DELL AZIENDA DI SOGGIORNO E TURISMO DI TERMOLI

SCHEMA DI CONTRATTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DELL AZIENDA DI SOGGIORNO E TURISMO DI TERMOLI Allegato alla delibera n 04 del 20.01.2016 SCHEMA DI CONTRATTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DELL AZIENDA DI SOGGIORNO E TURISMO DI TERMOLI Periodo 01 marzo 2016 31 dicembre 2018 Allegato alla

Dettagli

FRA 1 - OGGETTO DEL SERVIZIO

FRA 1 - OGGETTO DEL SERVIZIO CONTRATTO PER LA FORNITURA DI SERVIZI DI MANUTENZIONE DEGLI IMPIANTI ELETTRICI DELLA CCIAA DI LODI PER IL PERIODO - 01/01/2011-31/12/2013 CIG 06218796C7 FRA Camera di Commercio di Lodi, P.IVA 11125130150

Dettagli

)2*/,2&21',=,21, $33$/72 3(5 / $)),'$0(172 '(/ 6(59,=,2 ', 6200,1,675$=,21( ', /$9252 $ 7(50,1(

)2*/,2&21',=,21, $33$/72 3(5 / $)),'$0(172 '(/ 6(59,=,2 ', 6200,1,675$=,21( ', /$9252 $ 7(50,1( )2*/,2&21',=,21, $33$/72 3(5 / $)),'$0(172 '(/ 6(59,=,2 ', 6200,1,675$=,21( ', /$9252 $ 7(50,1( ART.1 OGGETTO Il presente appalto ha ad oggetto il servizio di somministrazione di lavoratori a termine,

Dettagli

IL AREA AMMINISTR.CONTABILE

IL AREA AMMINISTR.CONTABILE OGGETTO: Manutenzione ordinaria arredo urbano. Affidamento alla Cooperativa Promozione Lavoro di San Bonifacio. IL AREA AMMINISTR.CONTABILE RICHIAMATA la delibera di Giunta Comunale n. 13 del 01.03.2012,

Dettagli

ALLEGATO 5 Schema di Contratto

ALLEGATO 5 Schema di Contratto ALLEGATO 5 Schema di Contratto Allegato 5: Schema di contratto Pag. 1 SCHEMA DI CONTRATTO GARA A PROCEDURA APERTA, INDETTA AI SENSI DEL D. LGS. N. 163/06, PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PROGETTAZIONE

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO Per

SCHEMA DI CONTRATTO Per SCHEMA DI CONTRATTO Per L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA LEGALE IN MATERIA DI SERVIZI PUBBLICI LOCALI E PARTECIPAZIONI SOCIETARIE PER LA VALUTAZIONE DEGLI ASPETTI GIURIDICO - AMMINISTRATIVI SOTTOSTANTI

Dettagli

CAPITOLATO D ONERI PER L AFFIDAMENTO DEGLI INTERVENTI DI EDUCAZIONE AMBIENTALE PERIODO 01.10.2011 30.06.2013. Art. 1 Oggetto dell appalto

CAPITOLATO D ONERI PER L AFFIDAMENTO DEGLI INTERVENTI DI EDUCAZIONE AMBIENTALE PERIODO 01.10.2011 30.06.2013. Art. 1 Oggetto dell appalto CAPITOLATO D ONERI PER L AFFIDAMENTO DEGLI INTERVENTI DI EDUCAZIONE AMBIENTALE PERIODO 01.10.2011 30.06.2013 Art. 1 Oggetto dell appalto Il presente capitolato ha per oggetto l appalto della gestione di

Dettagli

CONTRATTO PER IL SERVIZIO DI BROKERAGGIO

CONTRATTO PER IL SERVIZIO DI BROKERAGGIO MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE DEI SERVIZI GENERALI I Reparto 1 Divisione Piazza della Marina, 4 00196 - Roma www.commiservizi.difesa.it e-mail: commiservizi@commiservizi.difesa.it Tel.: 06/36806378

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO Il Coordinamento delle Confraternite della Diocesi di Cerignola Ascoli Satriano, con sede in Cerignola, Via Addolorata n. 12, Tel. 0885/417501 (Presidente Dr. Vito Colangione

Dettagli

COMUNE DI CATTOLICA AZIENDA CASA EMILIA ROMAGNA DELLA PROVINCIA DI RIMINI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DI IMMOBILI AD USO

COMUNE DI CATTOLICA AZIENDA CASA EMILIA ROMAGNA DELLA PROVINCIA DI RIMINI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DI IMMOBILI AD USO COMUNE DI CATTOLICA AZIENDA CASA EMILIA ROMAGNA DELLA PROVINCIA DI RIMINI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DI IMMOBILI AD USO ABITATIVO NON COMPRESI NELL E.R.P. Il giorno. del mese di dell anno 2013 TRA Il

Dettagli

CONVENZIONE DI SERVIZIO DELLA CONSERVAZIONE DEI DOCUMENTI INFORMATICI RELATIVI AI SERVIZI DI tra

CONVENZIONE DI SERVIZIO DELLA CONSERVAZIONE DEI DOCUMENTI INFORMATICI RELATIVI AI SERVIZI DI tra COMUNE DI CUNEO SETTORE ELABORAZIONE DATI ED ATTIVITA PRODUTTIVE Via Roma 28, 12100 CUNEO CONVENZIONE DI SERVIZIO DELLA CONSERVAZIONE DEI DOCUMENTI INFORMATICI RELATIVI AI SERVIZI DI tra Il Comune di Cuneo,

Dettagli

Prot. 9740/C14g Roma 15 ottobre 2014 CIG N. ZEE113F818

Prot. 9740/C14g Roma 15 ottobre 2014 CIG N. ZEE113F818 Prot. 9740/C14g Roma 15 ottobre 2014 CIG N. ZEE113F818 BANDO DI GARA NOLEGGIO FOTOCOPIATRICI Alle ditte RCO - l.bassotti@rcoonline.it Vema Copy info@vemacopy.it BASCO BAZAR info@basco-bazar2.it FASTREND

Dettagli

COMUNE DI VALPELLINE

COMUNE DI VALPELLINE COMUNE DI VALPELLINE c/o Municipio: Loc. Les Prailles, 7 11010 Valpelline (AO) - Tel. 0165/73227 CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFITTO LOCALI DEL BAR RISTORANTE DI PROPRIETÀ COMUNALE, SITO IN FRAZ. LES PRAILLES

Dettagli

COMUNE DI TEGLIO Provincia di Sondrio

COMUNE DI TEGLIO Provincia di Sondrio COMUNE DI TEGLIO Provincia di Sondrio Piazza S.Eufemia, 7-23036 Teglio (S0) - Tel. 0342/789.011 - Telefax 0342/781336- C/c postale 11837234 P.IVA 00114190143 - Cod.fisc. 83000770145 SETTORE AFFARI GENERALI

Dettagli

Città di Benevento. Ordinanza Sindacale n 97 del 13 luglio 2010 IL SINDACO

Città di Benevento. Ordinanza Sindacale n 97 del 13 luglio 2010 IL SINDACO Ordinanza Sindacale n 97 del 13 luglio 2010 IL SINDACO VISTE e RICHIAMATE integralmente le proprie Ordinanza Sindacali n 213 del 13 novembre 2009 disciplinante il servizio di raccolta dei rifiuti urbani

Dettagli

COMUNE DI FIAMIGNANO P.ZZA G. D Annunzion. 2, Fiamignano (RI)

COMUNE DI FIAMIGNANO P.ZZA G. D Annunzion. 2, Fiamignano (RI) COMUNE DI FIAMIGNANO P.ZZA G. D Annunzion. 2, Fiamignano (RI) CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO OGGETTO: Procedura aperta per la progettazione, fornitura e installazione di impianti solari termici e fotovoltaici,

Dettagli

L anno... il giorno... del mese... presso la sede del... via... tra

L anno... il giorno... del mese... presso la sede del... via... tra CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI BOLSENA E LA LABOR SOCIETA COOPERATIVA SOCIALE PER SERVIZI BIBLIOTECARI E SERVIZI DI FRONT OFFICE E DI SUPPORTO DELL UFFICIO INFORMAZIONI TURISTICHE ANNO 2013 CIG Z4508662A8

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO ex art. 2, comma 1, l. 09.12.1998, n. 431

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO ex art. 2, comma 1, l. 09.12.1998, n. 431 A) LOCATORE CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO ex art. 2, comma 1, l. 09.12.1998, n. 431 COGNOME E NOME, nato a Luogo (CO) in data data e residente in Luogo(CO), Indirizzo e n. civico, C.F. Se società:

Dettagli

COMUNE DI PASIAN DI PRATO PROVINCIA DI UDINE SERVIZIO DI BROKER ASSICURATIVO

COMUNE DI PASIAN DI PRATO PROVINCIA DI UDINE SERVIZIO DI BROKER ASSICURATIVO COMUNE DI PASIAN DI PRATO PROVINCIA DI UDINE internet: www.pasian.it SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI BROKER ASSICURATIVO INDICE Articolo 1 Affidamento del servizio pagina 2 Articolo

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO DI LOCAZIONE. Premessa. Il Comune di Palermo è proprietario di un immobile sito in Palermo Via

SCHEMA DI CONTRATTO DI LOCAZIONE. Premessa. Il Comune di Palermo è proprietario di un immobile sito in Palermo Via SCHEMA DI CONTRATTO DI LOCAZIONE Premessa Il Comune di Palermo è proprietario di un immobile sito in Palermo Via pervenuto al Comune di Palermo giusta confisca ex L. 575/65 e succ. mod. ed integr. in pregiudizio

Dettagli

AREA VIII DISCIPLINA DEL MERCATO P.O. CONTRATTUALISTICA E CONCORRENZA CONTRATTO TIPO PER APPALTO DI SERVIZI DI PULIZIA PRESSO I CONDOMINI

AREA VIII DISCIPLINA DEL MERCATO P.O. CONTRATTUALISTICA E CONCORRENZA CONTRATTO TIPO PER APPALTO DI SERVIZI DI PULIZIA PRESSO I CONDOMINI AREA VIII DISCIPLINA DEL MERCATO P.O. CONTRATTUALISTICA E CONCORRENZA CONTRATTO TIPO PER APPALTO DI SERVIZI DI PULIZIA PRESSO I CONDOMINI 1 CONTRATTO PER APPALTO DEI SERVIZI DI PULIZIA TRA Il Condominio

Dettagli

26/03/2015. MODALITÀ DI FORMULAZIONE DELLA PROPOSTA

26/03/2015. MODALITÀ DI FORMULAZIONE DELLA PROPOSTA AVVISO ESPLORATIVO Oggetto: Fornitura di energia elettrica e servizi connessi per sessantacinque utenze intestate all EFS. - Importo complessivo annuo stimato 37.000,00 oltre iva di legge. - Procedura

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO PER LA SOCIETA ASCOLI SERVIZI COMUNALI S.u.r.l.

CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO PER LA SOCIETA ASCOLI SERVIZI COMUNALI S.u.r.l. CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO PER LA SOCIETA ASCOLI SERVIZI COMUNALI S.u.r.l. ART. 1 OGGETTO DEL SERVIZIO 1. Il servizio, qualificabile come

Dettagli

COMUNE DI CARAVAGGIO PROVINCIA DI BERGAMO... DI PORZIONE DI IMMOBILE SITO IN CARAVAGGIO. Caravaggio, il quale interviene al presente atto in nome e

COMUNE DI CARAVAGGIO PROVINCIA DI BERGAMO... DI PORZIONE DI IMMOBILE SITO IN CARAVAGGIO. Caravaggio, il quale interviene al presente atto in nome e COMUNE DI CARAVAGGIO PROVINCIA DI BERGAMO SCHEMA DI ATTO DI CONCESSIONE IN USO A FAVORE DI... DI PORZIONE DI IMMOBILE SITO IN CARAVAGGIO VIA CARLO PORTA 2, DELLA SUPERFICIE COMPLESSIVA DI MQ. 940 DI CUI

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO Per

SCHEMA DI CONTRATTO Per SCHEMA DI CONTRATTO Per L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA PER LA VALUTAZIONE DEGLI ASPETTI ECONOMICO AZIENDALI SOTTOSTANTI ALL IPOTESI DI INTERNALIZZAZIONE DELL ATTIVITA DI GESTIONE DEI

Dettagli

CRITERI PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI RISCOSSIONE TARIFFE D INGRESSO AL MERCATO ORTOFRUTTICOLO DI C.DA FANELLO DEL COMUNE DI VITTORIA

CRITERI PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI RISCOSSIONE TARIFFE D INGRESSO AL MERCATO ORTOFRUTTICOLO DI C.DA FANELLO DEL COMUNE DI VITTORIA Allegato A CRITERI PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI RISCOSSIONE TARIFFE D INGRESSO AL MERCATO ORTOFRUTTICOLO DI C.DA FANELLO DEL COMUNE DI VITTORIA INDICE DEGLI ARTICOLI: Art. 1 Oggetto della convenzione

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO Acquisto di n. 1 mini escavatore da impiegare nei lavori di manutenzione delle strade SALERNO, 10 ottobre 2012 IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO (ing. Bernardo Saja) Oggetto

Dettagli

COMUNE DI NOLA Provincia di Napoli REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLE PALESTRE SCOLASTICHE COMUNALI IN ORARIO EXTRASCOLASTICO

COMUNE DI NOLA Provincia di Napoli REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLE PALESTRE SCOLASTICHE COMUNALI IN ORARIO EXTRASCOLASTICO COMUNE DI NOLA Provincia di Napoli REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLE PALESTRE SCOLASTICHE COMUNALI IN ORARIO EXTRASCOLASTICO ART. 1 - OGGETTO E FINALITA 1. Il presente Regolamento disciplina l utilizzo

Dettagli

Comune di Villa di Tirano

Comune di Villa di Tirano Comune di Villa di Tirano! "" #$% &' ( CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO 1. OGGETTO DELL APPALTO L appalto ha per oggetto l affidamento del servizio

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER LA SOMMINISTRAZIONE DI ENERGIA ELETTRICA PER LE UTENZE AMIU GENOVA SPA PERIODO 01 LUGLIO 2010 31 DICEMBRE 2011 C.I.

CAPITOLATO SPECIALE PER LA SOMMINISTRAZIONE DI ENERGIA ELETTRICA PER LE UTENZE AMIU GENOVA SPA PERIODO 01 LUGLIO 2010 31 DICEMBRE 2011 C.I. Pagina 1 di 5 CAPITOLATO SPECIALE PER LA SOMMINISTRAZIONE DI ENERGIA ELETTRICA PER LE UTENZE AMIU GENOVA SPA PERIODO 01 LUGLIO 2010 31 DICEMBRE 2011 C.I.G. 0437368F79 Pagina 2 di 5 INDICE ART. 1 - OGGETTO

Dettagli

COMUNE DI ADRANO REGOLAMENTO. del Servizio di ILLUMINAZIONE VOTIVA

COMUNE DI ADRANO REGOLAMENTO. del Servizio di ILLUMINAZIONE VOTIVA Pagina 1 di 5 COMUNE DI ADRANO Provincia di Catania REGOLAMENTO del Servizio di ILLUMINAZIONE VOTIVA Approvato con deliberazione del Consiglio comunale n. 11 del 27/02/2010 Pagina 1 INDICE Pagina 2 di

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE IMMOBILE ADIBITO AD USO DIVERSO DA QUELLO DI ABITAZIONE POSTI AUTO SITI

CONTRATTO DI LOCAZIONE IMMOBILE ADIBITO AD USO DIVERSO DA QUELLO DI ABITAZIONE POSTI AUTO SITI CONTRATTO DI LOCAZIONE IMMOBILE ADIBITO AD USO DIVERSO DA QUELLO DI ABITAZIONE POSTI AUTO SITI IN REGISTRO SCRITTURE PRIVATE N REP. N. L anno duemila, il giorno del mese di, in Novate Milanese presso e

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO. Servizio di Consulenza ed Assistenza Assicurativa (brokeraggio)

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO. Servizio di Consulenza ed Assistenza Assicurativa (brokeraggio) CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Servizio di Consulenza ed Assistenza Assicurativa (brokeraggio) Art. 1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto ha per oggetto l affidamento del servizio di consulenza ed assistenza

Dettagli

CIG: 1724479D13. DISCIPLINARE DI AFFIDAMENTO

CIG: 1724479D13. DISCIPLINARE DI AFFIDAMENTO ALL. B AFFIDAMENTO AI SENSI DEGLI ARTT. 19 E 27 DEL D. LGS. 163/2006 E S.M.I. DELLE ATTIVITÀ DI CONSULENZA SPECIALISTICA PER L ELABORAZIONE DEL MODELLO DI FLUSSO DEGLI ACQUIFERI E DI DISPERSIONE DEGLI

Dettagli

COMUNE DI PALERMO R A G I O N E R I A G E N E R A L E SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI ART. 1) OGGETTO DELLA FORNITURA E DESCRIZIONE

COMUNE DI PALERMO R A G I O N E R I A G E N E R A L E SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI ART. 1) OGGETTO DELLA FORNITURA E DESCRIZIONE COMUNE DI PALERMO R A G I O N E R I A G E N E R A L E SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI CAPITOLATO SPECIALE D ONERI PER LA FORNITURA DI: MANGIME PER CANI E GATTI IMPORTO DISPONIBILE 47.603,31 OLTRE

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER LA MANUTENZIONE PROGRAMMATA E STRAORDINARIA DEGLI AUTOMEZZI SOCIETARI ART.1 OGGETTO ART.2 - MANUTENZIONE PROGRAMMATA

CAPITOLATO SPECIALE PER LA MANUTENZIONE PROGRAMMATA E STRAORDINARIA DEGLI AUTOMEZZI SOCIETARI ART.1 OGGETTO ART.2 - MANUTENZIONE PROGRAMMATA CAPITOLATO SPECIALE PER LA MANUTENZIONE PROGRAMMATA E STRAORDINARIA DEGLI AUTOMEZZI SOCIETARI ART.1 OGGETTO L appalto ha per oggetto l affidamento del servizio di manutenzione programmata e straordinaria

Dettagli

COMUNE DI PIANSANO Provincia di Viterbo

COMUNE DI PIANSANO Provincia di Viterbo COMUNE DI PIANSANO Provincia di Viterbo Regolamento per gli affidamenti in economia. pagina 1 di pagine 10 Articolo 1 Ambito di applicazione, oggetto. Il presente regolamento disciplina l attività dell

Dettagli

OGGETTO: servizio di derattizzazione e disinfestazione negli immobili di proprietà o pertinenza del Comune di Trieste decorrenza dal.

OGGETTO: servizio di derattizzazione e disinfestazione negli immobili di proprietà o pertinenza del Comune di Trieste decorrenza dal. SCHEMA DI CONTRATTO allegato sub E) OGGETTO: servizio di derattizzazione e disinfestazione negli immobili di proprietà o pertinenza del Comune di Trieste decorrenza dal. IMPRESA: (denominazione e codice

Dettagli

R E G I O N E S I C I L I A N A COMUNE DI BUCCHERI Provincia di Siracusa

R E G I O N E S I C I L I A N A COMUNE DI BUCCHERI Provincia di Siracusa R E G I O N E S I C I L I A N A COMUNE DI BUCCHERI Provincia di Siracusa CAPITOLATO D ONERI FORNITURA MATERIALI A PIE D OPERA, TRASPORTI e NOLI OGGETTO : Cantiere di lavoro n. 1001467/SR-18 (Circolare

Dettagli

COPIA Comune di Trescore Cremasco Provincia di Cremona

COPIA Comune di Trescore Cremasco Provincia di Cremona COPIA Comune di Trescore Cremasco Provincia di Cremona Determinazione del 16.04.2014 N Generale: 81 N Settoriale: 24 AREA AMMINISTRATIVA UFFICIO OGGETTO: APPALTO LAVORI CIMITERIALI. AFFIDAMENTO DIRETTO

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DI LOCALI DI PROPRIETA COMUNALE SITI IN VIA MOLINI.

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DI LOCALI DI PROPRIETA COMUNALE SITI IN VIA MOLINI. REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DI LOCALI DI PROPRIETA COMUNALE SITI IN VIA MOLINI. ART. 1 - CAMPO DI APPLICAZIONE - Il presente regolamento disciplina l uso dei seguenti immobili di proprietà comunale:

Dettagli

COMUNE DI SAN VITTORE OLONA

COMUNE DI SAN VITTORE OLONA (Provincia di Milano) COMUNE DI SAN VITTORE OLONA Affidamento del servizio dal 01.07.2016 al 31.12.2020 CAPITOLATO D ONERI SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ACCERTAMENTO E RISCOSSIONE, ANCHE COATTIVA

Dettagli

ALLEGATO B CAPITOLATO TECNICO. relativo alla

ALLEGATO B CAPITOLATO TECNICO. relativo alla ALLEGATO B CAPITOLATO TECNICO relativo alla Procedura selettiva n. 238/2014 ai sensi dell art. 125 comma 11 del D.Lgs. n.163/2006 per l affidamento del servizio di consulenza ed assistenza di carattere

Dettagli

Servizio di raccolta, trasporto e recupero di indumenti, scarpe ed accessori usati, di provenienza domestica

Servizio di raccolta, trasporto e recupero di indumenti, scarpe ed accessori usati, di provenienza domestica COMUNE DI PUTIFIGARI PROVINCIA DI SASSARI P.zza Boyl n 6/8-07040 PUTIFIGARI (SS) Telefono 079905023 Telefax 079905010 e-mail: utc.putifigari@tiscali.it DISCIPLINARE DI GARA PER Servizio di raccolta, trasporto

Dettagli

Contratto di Assistenza e manutenzione del software applicativo e di fornitura di assistenza sistemistica della PANTAREI INFORMATICA S.r.l.

Contratto di Assistenza e manutenzione del software applicativo e di fornitura di assistenza sistemistica della PANTAREI INFORMATICA S.r.l. Contratto di Assistenza e manutenzione del software applicativo e di fornitura di assistenza sistemistica della PANTAREI INFORMATICA S.r.l. N del Tra la PANTAREI INFORMATICA S.r.l. - Via degli Innocenti,

Dettagli

CAPITOLATO D APPALTO

CAPITOLATO D APPALTO CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO A FAVORE DELL'OPERA NAZIONALE DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DEL CORPO NAZIONALE DEI VIGILI DEL FUOCO CIG 6201196CD0

Dettagli

Condizioni generali di Noleggio

Condizioni generali di Noleggio Condizioni generali di Noleggio 1. Oggetto del contratto Il Contratto ha per oggetto la fornitura del servizio di noleggio di articoli di puericultura e relativi accessori (di seguito Bene o Beni ) tra

Dettagli

COMUNE DI PALERMO SETTORE FINANZIARIO SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI Via Roma n. 209 90133 Palermo

COMUNE DI PALERMO SETTORE FINANZIARIO SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI Via Roma n. 209 90133 Palermo LOTTO N. 12 CAPITOLATO SPECIALE D ONERI PER LA FORNITURA DEL SERVIZIO DI TRASPORTO ALUNNI PER VISITE FUORI COMUNE. IMPORTO DISPONIBILE 27.272,72 oltre IVA (10%) ART. 1) OGGETTO DEL SERVIZIO, DESCRIZIONE

Dettagli

COMUNE DI CREMONA. Settore Economato

COMUNE DI CREMONA. Settore Economato Allegato A) COMUNE DI CREMONA Settore Economato Capitolato speciale d oneri relativo a: FORNITURA CON CONSEGNE RIPARTITE DI CARTA NATURALE E RICICLATA PER LE FOTOCOPIATRICI DEGLI UFFICI COMUNALI ANNO 2014

Dettagli

COMUNE DI SELEGAS Provincia di Cagliari

COMUNE DI SELEGAS Provincia di Cagliari COMUNE DI SELEGAS Provincia di Cagliari Via Daga 4, 09040 Selegas (CA) Telefono 070.985828 0707.985343 Fax 070.985785 Sede: Via Daga 4 09040 Selegas tel.: 070.985828 fax: 070.985785 E mail: selegas.ing@tiscali.it

Dettagli

Capitolato per il servizio di consulenza e brokeraggio assicurativo dell Università degli Studi di Camerino. Codice CIG: 03477181F8

Capitolato per il servizio di consulenza e brokeraggio assicurativo dell Università degli Studi di Camerino. Codice CIG: 03477181F8 ALLEGATO 2 Capitolato per il servizio di consulenza e brokeraggio assicurativo dell Università degli Studi di Camerino Codice CIG: 03477181F8 ART. 1 - OGGETTO DELL APPALTO E CARATTERISTICHE DEL SERVIZIO

Dettagli

CONTRATTO PER LA GESTIONE DEI SERVIZI CONNESSI ALLA BALNEAZIONE SU SPIAGGE LIBERE IN CONCESSIONE AL MUNICIPIO XIII

CONTRATTO PER LA GESTIONE DEI SERVIZI CONNESSI ALLA BALNEAZIONE SU SPIAGGE LIBERE IN CONCESSIONE AL MUNICIPIO XIII CONTRATTO PER LA GESTIONE DEI SERVIZI CONNESSI ALLA BALNEAZIONE SU SPIAGGE LIBERE IN CONCESSIONE AL MUNICIPIO XIII Il giorno 2006, presso la sede della Direzione Unità Organizzativa Ambiente e Litorale

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER LA SICUREZZA DEL LAVORO NEI CONTRATTI D APPALTO, D OPERA O DI SOMMINISTRAZIONE

CAPITOLATO SPECIALE PER LA SICUREZZA DEL LAVORO NEI CONTRATTI D APPALTO, D OPERA O DI SOMMINISTRAZIONE ALLEGATO 6 CAPITOLATO SPECIALE PER LA SICUREZZA DEL LAVORO NEI CONTRATTI D APPALTO, D OPERA O DI SOMMINISTRAZIONE Articolo 1 Definizioni 1. Ai fini del presente Capitolato, alle seguenti espressioni sono

Dettagli

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI Allegato 1 COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI REGOLAMENTO PER LA DOTAZIONE FINANZIARIA COMUNALE PER INTERVENTI DI MANUTENZIONE ORDINARIA E DI FUNZIONAMENTO IN FAVORE DEGLI ISTITUTI DI ISTRUZIONE PRIMARIA

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZI DI TELEFONIA FISSA DI BASE PER IL CENTRALINO DEL COMUNE DI CREMONA. Dal 1-7-2005 al 31-12-2006

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZI DI TELEFONIA FISSA DI BASE PER IL CENTRALINO DEL COMUNE DI CREMONA. Dal 1-7-2005 al 31-12-2006 COMUNE DI CREMONA Settore Economato CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZI DI TELEFONIA FISSA DI BASE PER IL CENTRALINO DEL COMUNE DI CREMONA Dal 1-7-2005 al 31-12-2006 INDICE 1 ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO

Dettagli

Schema di CONVENZIONE

Schema di CONVENZIONE Schema di CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI NEMBRO E LA SOCIETA SERIO SERVIZI AMBIENTALI S.R.L. PER LA REALIZZAZIONE DEI SEGUENTI IMPIANTI FOTOVOLTAICI: - IMPIANTO FOTOVOLTAICO SULLA SCUOLA PRIMARIA DEL CENTRO;

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI GESTIONE

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI GESTIONE CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI GESTIONE DELL IMPIANTO CASA PENTA E TRASPORTO RIFIUTI A SMALTIMENTO FINALE 1 Articolo n 1: (Oggetto Dell appalto) L appalto ha per oggetto l affidamento

Dettagli

ARTICOLO 1 Premesse Le premesse costituiscono parte integrante e sostanziale del presente atto.

ARTICOLO 1 Premesse Le premesse costituiscono parte integrante e sostanziale del presente atto. SCRITTURA PRIVATA TRA la Diocesi/Parrocchia di..., con sede in..., Via/Piazza,..., codice fiscale/partita iva..., in persona del legale rappresentante pro-tempore, di seguito denominato anche Committente

Dettagli

C O M U N E D I P I A N O R O

C O M U N E D I P I A N O R O CAPITOLATO RELATIVO ALLA GESTIONE DELLE ATTIVITA DI ASSISTENZA PER ALUNNI DISABILI Art. 1 - Oggetto e modalità di svolgimento del servizio Oggetto del presente capitolato è la gestione delle attività di

Dettagli

COMUNE DI CARDITO PROVINCIA DI NAPOLI SERVIZIO AMBIENTE E VERDE PUBBLICO

COMUNE DI CARDITO PROVINCIA DI NAPOLI SERVIZIO AMBIENTE E VERDE PUBBLICO COMUNE DI CARDITO PROVINCIA DI NAPOLI SERVIZIO AMBIENTE E VERDE PUBBLICO C.so Cesare Battisti,44 80024 Cardito (NA) Tel./Fax 081/8301413 mail: ambiente2004@libero.it DISCIPLINARE DI GARA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

SCHEMA CONTRATTO DI APPALTO

SCHEMA CONTRATTO DI APPALTO SCHEMA CONTRATTO DI APPALTO REPUBBLICA ITALIANA L anno duemila. il giorno. del mese di. nella sede della stazione appaltante sita.., alla via.. n..., avanti a me dott, autorizzato a ricevere atti e contratti

Dettagli

CITTA DI SPINEA c.a.p. 30038 Provincia di Venezia

CITTA DI SPINEA c.a.p. 30038 Provincia di Venezia CITTA DI SPINEA c.a.p. 30038 Provincia di Venezia SERVIZIO PERSONALE ED ORGANIZZAZIONE CONVENZIONE PER LA GESTIONE DI SERVIZI DI SUSSIDIARIETA L anno duemilanove il giorno del mese tra Il Comune di Spinea,

Dettagli

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI Capitolato speciale d Appalto per il servizio di manutenzione da effettuarsi mediante somministrazione - di tutti gli estintori

Dettagli

------------------------ COMUNE DI GENOLA ----------------------- ----------------------------Provincia di Cuneo ----------------------------

------------------------ COMUNE DI GENOLA ----------------------- ----------------------------Provincia di Cuneo ---------------------------- ------------------------ COMUNE DI GENOLA ----------------------- ----------------------------Provincia di Cuneo ---------------------------- Contratto-disciplinare per incarico professionale per la progettazione

Dettagli

BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA

BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA Prot. n. 000961/2015 Tolentino, li 11/03/2015 BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA a) Stazione appaltante: COSMARI Srl - Località Piane di Chienti - 62029 Tolentino (MC) - tel. 0733/203504 - fax 0733/204014

Dettagli