REGIONE LAZIO AZIENDA OSPEDALIERA COMPLESSO OSPEDALIERO SAN GIOVANNI ADDOLORATA L.R. Lazio!6,06.94, n, 18 - D.G.R. Lnzio

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "REGIONE LAZIO AZIENDA OSPEDALIERA COMPLESSO OSPEDALIERO SAN GIOVANNI ADDOLORATA L.R. Lazio!6,06.94, n, 18 - D.G.R. Lnzio 30.06.94."

Transcript

1 REGIONE LAZIO AZIENDA OSPEDALIERA COMPLESSO OSPEDALIERO SAN GIOVANNI ADDOLORATA L.R. Lazio!6,06.94, n, 18 - D.G.R. Lnzio n,5163 REGIONE l.4zio DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N. ":( ~ DEL O 9 SEI Oggetto: procedura negoziata su Mercato elettronico della P.A. gestito da CONSIP. Affidamento del servizio di igiene ambientale di durata biennale dal 01/08/2013 al 31/07/2015 per un importo biennale omnicomprensivo di ,00 IV A esclusa = ,00 IV A inclusa + 820,OO per oneri della sicurezza non soggetti al ribasso. (CfC) XBEOAI17B9) Prosecuzione del servizio dalo al ef liti importo~ri a ~ 2.164, 12 IV A inclusa. Esercizio 2013 Conto ' Centro di Costo Budget:.. Assegnato - Utilizzato - Presente Atto sicurezza - Residuo Ovvero schema allegato _~OI'1'_ol)()... ~1,i I.~._ ,97 -I oneri per la :;:8'fo-:-Gliq~f- _..._.._._._...~..1_._.._, _ Scostamcn10 Budget ~ SI Il Direttore del BjlanCjO~..(~L.~ pata~ù::t.\,2-?~)...~~~_"._' _ Dala, U.O,e. Approvvigionamenti e Gestione -~\a \ Procedure e Contratti per il Programma Edilizio 11Responsabile Data G ~'" _A.c!f;, Estensore _ 11Direttore Dr.ssa Angda Tiziana Chiodi dci Procedimento Firma Antonietta Giuzio Firma \ PARERE nel omettore SANITARIO t:lii_o_q.:;:',1 ~L _ D"".n4-0-~'J...J)~ 'fi;\j"", "h Ql&./~~2 D"", ILO RE A ARIa Dott. Geri1rdo Srum) Anto io Corea,,.....,-L...,...._--1 La ~resentc delibçrazion~ si ~ompon: di.no. rf:...5 di c~lj 1\0 b Z,. di pagine di alleg,~lìe di unal pagma attestante la pubblicazlooe c l'esccutlvllu, che ne torm::mo parte 111[cgrante e soslanzwle. I..._. J

2 Azienda Ospedaliera Complesso Ospedaliero San Giovanni Addolorata Esercizio Conto Esercizio 2015 Conto t Centro di Costo Centro di Costo Sottoconto n... Sottoconto n... Budget: Budget: - Assegnato. - Assegnato - Utilizzato - Utilizzato - Presente Atto ,00 - Presente Atto ,19 D - Residuo. D - Residuo E.. D D D Ovvero schema allegato Ovvero schema allegato Scosta mento Budget NO SI D Scostamento Budget NO SI Il Direttore del Bilancio Il Direttore del Bilancio -.J~ _

3 \ Il DIRETTORE V.O.C. APPROVVIGIONAMENTI E G;~~~~;;~O;;;'O~Eh~~"i CONTRATTI PER IL PROGRAMMA EDILIZIO VISTO il D.L.gs. n. 502/1992 e s.m.i.; il D.L.gs. n. 163/2006 e s.m.i.. PREMESSO che con deliberazione n. 340IDG del 30, è stato aggiudicato con procedura negoziata MEPA, alla Società SOGEA il servizio di igiene ambientale di ~urata biennale per un importo pari a ,80 IV A inclusa; che con nota prot del è stata richiesta alla Regione Lazio autorizzazione per procedere all'espletamento di gara biennale per un importo annuale di ,00 IVA esclusa (ALL.I) che la Regione Lazio con nota prot. n del 2'P/ ha autorizzato questa Azienda Ospedaliera all'espletamento delle procedure di gara per la durata di anni 2 (ALL.2); che nelle more della nuova gara con deliberazione del Direttore Generale n. 298IDG del si è proceduto ad autorizzare la prosecuzione del servizio alla Ditta SOGEA.S.r.1. per mesi quattro dal 28/02/2013 al 30/06/2013; che in data 11/07/2013 si è provveduto al lancio della R.D.O. per il servizio di cui trattasi in coerenza con la normativa vigente e secondo le direttive Regionali tale da garantire un risparmio non inferiore al 10% della spesa precedentemente sostenuta per il medesimo servizio, per un importo annuale pari a ,00 IVA esclusa + 820,00 per oneri della sicurezza non soggetti a ribasso; che la Ditta SOGE-A s.r.l. ha provveduto a garantire il servizio a tutt'oggi nelle.more dell 'aggiudicazione della nuova procedura di gara; che alla procedura di gara da aggiudicare al prezzo più basso per un affid~mento di durata biennale hanno partecipato n. 3 Ditte; che il migliore offerente, secondo la graduatoria fannulata dal MEPA, è risultata la Ditta SOGEA s.r.l. 1' con sede in Via Tiburtina, ROMA per un offerta di importo biennale omnicomprensivo di ,00 IVA esclusa ~ ,00 IVA inclusa; (ALL. 3) che 1'offerta dc.ha Ditta SOGEA s.r.l. è risultata valida in quanto completa dei relativi documenti richiesti digitalmente firmati: DUVRI (ALLA)) Schede tecniche dci prodotti utilizzati in copia conforme all'originale del DPR 445/2000.(ALL.5) ai sensi Condizioni particolari di contratto fimlate per integrale accettazione (ALL.6). VCTbaledi sopralluogo controfirmato come da schema fornito (ALL 7) 19t- Elenco dettagliato degli interventi di igiene ambientale effettuati nel corso dell'anno 2012 con l'indicazione delle diverse aree di intervento (ALL..8)

4 Ccrt;.-:,t!, (C ~~~ ~--:::""i dichiarazione resa dal legale rappresentante come da s ema fornito di impegno formale a eseguire per ogni anno dell'affidamento un numero di interventi di igiene ambientale almeno pari per numero e tipo a quelli realizzati nel corso dell'anno 2012 di cui all'art. 1 delle presenti Condizioni Particolari di Contratto, secondo le prescrizioni tecnico operative fornite, in base al piano operativo che verrà concordato con la Direzione Sanitaria (ALL.9) RITENUTO che lc condizioni contrattuali di svolgimento risultano regolate sul piano generale dalle Condizioni Generali di contratto BANDO SIA I 04 ~ Servizi di Igiene Ambientale del Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione e da quelle particolari precisate nelle Condizioni particolari di Contratto di questa Azienda; di autorizzare il servizio reso dal 01107/2013 al 31/07/2013 per un importo pari a 2.164,12IVA inclusa; che rispetto alla preccdente aggiudicazione questa Azienda ha conseguito un risparmio pari al 33,19% ATTESTATO che il presente provvedimento, a seguito dell'istruttoria effettuata, nella forma e nella sostanza è totalmente legittimo e utile per il servizio pubblico, ai sensi dell'art. l della L. 20/94 e s.m.ì., nonché alla stregua dei criteri di economicità e di efficacia di cui all'art. 1 della L. 241/90 e s.m.ì.: in particolare che il presente provvedimento è stato predisposto nel pieno rispetto delle indicazioni e dei vincoli stabiliti dai decreti del Commissario ad acta per la realizzazione del Piano di Rientro dal disavanzo del settore sanitario della Regione Lazio; l'rapone Per i motivi dettagliatamente esposti in narrativa che costituiscono parte integrante e sostanziale del presente provvedimento: di aggiudicare a far data dal 01/08/2013 alla Ditta SOGEA s. LI. 1' con sede in Via Tiburtina, ROMA per un importo biennale amni comprensivo di ,00 IVA esclusa = ,00 IVA inclusa + 820,00 per oneri della sicurezza non soggetti al ribasso; ~. ~~ di autorizzare il servizio reso dal 01/07/2013 al 31107/2013 dalla Ditta SOGEA S.r.l. per un imp:;: \ pari a 2.164,12 IVA inclusa; q La dire.zione d~ll'csecuzione del.c~~tratlo con funz~on~ di vigilal~z? e control~o s~~ilivelli di qualità, efficacia, efficienza ed economi cita delle prestazlolll rese dall'esecutore e afhdata alla V.O.c. Direzione Medica di Polo Ospedaliero. I conseguenti adempimenti quali il rilascio delle attestazioni necessarie alla emissione degli ordinativi di spesa liquidazione dei corrispettivi, sulla base delle attestazioni di regolare esecuzione del contratto rese dalla Direzione Medica di Polo Ospedali ero è affidata alla Direzione Amministrativa di Polo Ospedali ero e Gestione Risorse Umane che provvederà ad ordinare gli interventi con inoltro di richiesta.

5 J.().C.,"'~;ie Proce(,ÌI~~.. ~.jicu kr.'lm.vi 8(')rtr.::~~:.".. '.~~j1 L'onere derivante dal presente provvedimento pari a iva inclusa + 820,00 per oneri per la sicurezza non soggetti al ribasso trova imputazione sul conto (pulizia) così suddivisi: anno ,97 IV A inclusa anno ,00 IVA inclusa anno ,19 IVA inclusa La U.O.c. Bilancio curerà la registrazione contabile del valore economico riferito all'esercizio. I ton e t Giuzio IL DIRETTORE GENERALE VISTO IN VIRTU' PRESO ATTO il D.Lgs. 502/1992 c s.m.i.; dei poteri conferitigli con decreto del Presidente della Regione Lazio ll. T0538 del 19/1 1/2010; che il Dirigente proponente il presente provvedimento, sottoscrivendolo, attesta che lo stesso a seguito dell'istruttoria effettuata, nella forma e nella sostanza è totalmente legittimo e utile per il servizio pubblico. ai sensi dell'art. 1 della L. 20/94 e s.m.i., nonché alla stregua dei criteri di economicità e di efficacia di cui all'art. l della L. 241/90 e s.m.i.; PRESO ATTO altresì che il Dirigente proponente il presente provvedimento, sottoscrivendolo attesta, in particolare, che lo stesso è stato predisposto nel pieno rispetto delle indicazioni e dei vincoli stabiliti dai decreti del Commissario ad acta per la realizzazione del Piano di Rientro dal disavanzo del settore sanitario della Regione Lazio; VISTO il parere favorevole del Direttore Amministrativo e del Direttore Sanitario; ritenuto di dover procedere DELIBERA di approvare la proposta così come formulata, rendendola disposto. La U.O.c. Atti e Procedimenti Giuridico Amministrativi Contratti e Convenzioni curerà tutti gli adempimenti per l'esecuzione della presente deliberazione. IL DIRETTO Gian Luig

6 ., IJ.n.c. Appronigionamcnti e Gestiune Proccdul'e e Contralti per il Progranllllli Edilizio Rcspol/sllhi/e del procedimellto f)"ii.s."li /llig~l(f Giu::!11 l'rol IL2 ':3 { q )1D{ U Roma. - 6 HOV AI Dirctiorc Dipartimento ProgrammaZIone Economica e Sociale Direzione Regionale Bilam:lo. Ragioneria. Finanza e Tributi Area Centrale Acquisti e Crediti Sanitari Fax Ogg. SERVIZIO DI IGIENE AMBIENTALE. Importo annuo presunto 23.S47,OO IVA esclusa. In ottemperanza n quanto previslo con Decrclo del Ccmmissario ad ;\c(a Il (joi9! dci IG/l 0/20 12, si rappresenta che questa Azienda si Irova nella necessiti! di indire apposita gara per il SERVIZIO DI IGIENE AMBIENTALE c che nelle more dovrà procedere ad assicurare la continuità delle attività. Si chiede pertanto autol'izzazionc a procedere all'espil'l,mlcnio di procedura di garcll', nelle more, la prosecuzione del servizio. Distinti saluti. /' II Dir 1"~C 'rale (Gian _uigi Bracciale) '"'.1''.11,'''''

7 -s: E.~ ~ - /'I$~,f""";:~' ALLEGATO 1- MODELLO STANDARD PER LA RICHIESTA DI AUTORIZZAZIONE ALL'ESPLETAMENTO DI PROCEDURE DI GARA ~ì~,;:' l -"~i!''''''''"'> -"~'." Regione Lazio RAZIENDA SANITARIA, A,lenda O,peda!;era San Glovann; - Addolorata ~~ _ '~"'"" cf"'- '", " " -;,: DESCRIZIONE OGGETTO DELLA RICHIESTA: Servizio di Igiene Ambientale TIPOLOGIA DI PROCEDURA: Procedura aperta ~ [In caso di acquisto di prodotti in esclusiva, è necessario allegare alla presente richiesta idonea documentazione comprovante l'esclusività] IMPORTO ANNUO CONTRATTO IVA ESCLUSA: ,00 % lva: 21% _ DURATA APPALTO RICHIESTO (IN ANNI): 2 DATA SCADENZA CONTRATTO IN ESSERE:28/02/2013 BENE ACQUISTABILE TRAMITE CONVENZIONI CONSIP O DA MEPA: 1251 SI D NO TIPOLOGIA DI SPESARICHIESTA: D SPESA CORRENTE D INVESTIMENTO IN CASO DI INVESTIMENTO, SPECIFICARELA FONTE DI COPERTURA: D FINANZIAMENTO STATALE: _._ D FINANZIAMENTO REGIONALE: _ D ALTRO, ~. ESTREMI DEll'ATTO DI APPROVAZIONE DEl FINANZIAMENTO: DETERMINA W DEL ~ / /~

8 RAPPORTO DI TRASMISSIONE Lago APPROVVIGIONAMENTI NUlfIero 3381 Data :24 Data/Ora :24 Destinatario 3242 No. ID 3242 Durata 0'21" Ris. t40rm Pago 2 Esito OH 'l.'. """''''''''0-'-'1 "'"1''-.'''''''.'''''''''''.,,,..,,".."t.'. "-, ;c"""."'"~","""'-"",.,''!,! ",'~"""",. 0 ""~""'"). ".""p.>d'1),~""",- '1 0;'.-, ",'" p. "',," ''',.... _,, "'''' ",'" \':'~~~i Iv" ~'lt;<)/~~i """,,~,.. ' "-"" 1 11/ 1 t l -.".",,'" I>P >\lo,,,,,,,,,,,j 'I ""'" 'IlO" -o' 'I." W ':J"F,,,,,J 'r '''U''~'''''~''.Ii" 'c'è._,,,,,f " "''''''''''''''''"" ",",,,,,,,1'P."4-' 'S C" "-Ile' o,p\'."nu"uu, "I.'''''"''''" r" ''''f~,><",j """\',,","u 'il.~' "I-".n~l.'il1m\\' ~_'iji01io (liliaii}, l!,.-,,'.w' c"",jù,' '"r''' 'l' ",!",'_U" '11'" "'."" ''''l'"'''~ Cl;"'"."1) ",,,,,,.,,id,,, rs '~.I",,"li)t,'i L 1>1',""~'." "'.,~ pc <)""SS""\"",~ l'p ""10'<1 TtO.'.",,,,,,1,,""ni> " "u,,;,jlljou,' "I -e,,,i".' "AI ()1"~tn'~.I["".,,,J.,,,,",, ",J<<!wl TIV1"111Il'lV.lN"",'II<!,1I71,11Ei, ~~.-) 1J""Ul'~"'r"..' '1",,1'.'1' 'l'''u,,,, e,,\' "''-.l''j.'.'u"'ilj l'!"",,!.l,,~ ''''''''''1'<1"IU"'''''.'~'''''''''-'''<] 'l''''''',"".'''u''"'''] '''O'''"'''Ul'J'''''.1 """'''!U''"'<I_'''''''''(J 1'<' lull'lli i.?j{.'~w H""'",.~,.,",.'.: ".". ",,,,~\,,,,,,,,,... -,,..,,,,,.-,.., ""IIP'1,."w.',",IJ LI,., ''''''"''J' "'"'"'' ' ",',.~., ""'''"'''1'' "",dd.-..,-li

9 ., RAPPORTO DI Logo APPROUU[GIONA"ENTI NUMero 33B1 Data!'I :25 Data/Ora :25 Destinatario Bl:J No. ID B Durata. 8'14" Ris. NORn Pago 2 Esito OH.-".., ',","'0. ',l' ) ';' "_'''''' _"--;"'.-""'."w '"".,._."""",,'.'.',;"_0.' '-'-""'."~' "I _'"'''''''''' '.''''''-''w, ""..''''.l'pp',m'o.".",-""ll'p,d", ""I,,,.,>. '-'\'.""0,~".,'" '"!''!''''' 1"I"".)!m""~"J"I"JO~','II'" -.' 1~"~'~<"P'C'''~'r' '"""""1,1".11".",p...,,,,,1" >"''f'"''"'u'_'''''' "1"""",1 ":"'1'1-'" """!~' '11,11' ',,"'-,""""' "I,'""n",',c l'",'j.'p"><ud,.",',''r "'''U _'I:,~I "l" fwi.',~i'h\~'.'.'1'1r"1iij Olll.\ln~ l' '...,J "'"",,,,,,,I,i,- ""1'"' 'r """,,,,, "II'" """. h "1'0>'2\'- ""."'1>'''j.' "".;,'''1.1,-, " ',1<),:"1 ~I pr InIU" -li t',,\. l''' '''IO''''''''"",) l'p otm,'(] "",' ""!"ld ",un-,!'" "'""I,'J,,,,,,,, UI,~nl.'"..'.1,"i (r;;'i, """",<J u""". ""',.]'"1 ~ ]\, 1~'l~ll1,',- :J_~01')1 III ',1171,Hr;~ -:'110 "'1[''', "'[Y' -' '!"!"l,,..'l''''"'.l ""1-' ""'''l ""''''"''J '''!l,,,,.-,,,j,,~'""''''''1'5]'l''u''''_'~ """""[11 'l'!'o,,' ',,"w"""''l,~i",,,,,u"""j:oj,1"". """"J" I>'''l''''(] 1\- ljav S,IH --".' "": "'''''c,_',,,~ ",."~",,,-:.,,,""""."',.,, '""l'e",~w.a".",,,"'"""'''''''. ''''.,''''l''', '''.''''''''''','''"'''', "'."1

10 Une...,. r::" ;' O C..A.EIC ProceWr:'\o;','1 ;.,.,,!J., r ""~ I :28 Pag: 1 DIPARTIMENTO PROGRAMMAZIONE ECONOMICA f SOCIALE DIREZIONE REGIONALE BllANCIO, RAGIONERIA, FINANZA I: TRrBUTl Area CentraLe Acquisti e'crediti Sanitari AreaDB0112 Pro! n.. QI9,J.;2..2:> Roma, 'i.2*1"j~2 AI Di.~ttore della U,O.C. Approvvigionamt,nti della Azienda Ospedaliera San GiOViInni Addolorata Fax (, Oggetto: Decreto del Commissario ad Acta no U0042/2010 e n~ U00191/2012 _ Autorizzazione all'espletamento delle procedure di gara per l'acquistc, di beni e servizi. Con riferimento alla lettera protocollo n del 06/ si comunica che la Centrale Acquisti della Regione Lazio autorizza codesta Azienda Sanitafa all'espletamento delle procedure di gara per i beni indicati ln allegato, in coerenza COn la norrnath.3 vigente. La strategia di gara e la base d'asta definite dalla Stazi :me Appaltante devono essere tali da garantire un risparmio non inferiore a110% della spesa prec ;~dentemente sostenuta per la medesima fornitura. Inoltre, si fa presente che è preventiva mente necessario valutare la disponibilità dei prodotti/servizi sul MEPA, anche attraverso il ricorso alla Richiesta d Offerta (ROO), o tramile convenzioni Consip, così come disposto dalle Leggi n, 94 del 06/07/20'1;Z e n 135 del 07/ Cordiali saluti, ~<;3Q{J!'~l~:ilic[\-. s..\;ì\~i1i.-\,~~""'o1.!~.dl;,'~" cc.-'l"nok ~ <1;,lu <:",--t>j'-:.:-~~,. ijo..;<",ta ",.;~~,:,i,':~j,'..,~..,., " \,,\..'~- _'. '" A.P 27 NOV 2012, i\ R RI V O L (',l!lljlk'\(l {hp"'!.,lit,,,, (J.'fl<.,j,llc <ii "Ii,,~,) gz D}$'GE~T71iJ/r;; (Dott~j~n~' s. (iio','.iijjlr-,\dd""'r:iio Udij"o,<1<-" d,,,11;1,-r'."',.,lu "'''''"r l'\/i,'nd,, n'reei.)iirr.ll i,- I.):;. ",.,,'1'1'1.1n. IS,1i1 :,) I ---. _. 2 ì Muv Lvii 111'W. re;:;o11e.1 G<:io.if

11 Pag: l DIPARTIMENTO PROGRAMMAZ10NE ECONOMICA E SOCIALE DIREZIONE REGIONALE BILANCIO, RAGIONERIA, FINANZA E TRiBUTI Area Centrale Acquisti e Crediti Sanitari Allegato gare I 06/11/2012 i SERVIZIO DI IGIENE AMBIENTAlE ( 23,847,00 2 ANNI J,'i~R(Jsa!ì.~im(mdi r]arihaldi, '7-00}45 Roma - Tel YJ,1,- Fax." a6:j rfi8.449j----ltl~w",.egione-{a;:io"ir

12 SIORVIZIO DI IGIENIO AMllIENTALI,1 Pagclol"1 SERVIZIO DI IGIENE At-18IENTAlfl Nella tabella sottostante sono mostrate le offerte presentate d<jifornitori in çorso di gara. Prima di procedere all'aggiudicazione provvisoria esaminare la documentazione economica cliccando sulla colonna del lotto di interesse, Per confermare un partecipante precedentemente designato cliccare su Aggiudica provvisoriamente. Se compare la scritta Aggiudicatario non è più possibile cambiare la designazione. Lotto, Offerte Ofr",rente Lotto LA ECO,SAN. ';;RL Offerta esclusa SOG ;A SRL 31600,00 Ema A09iudica definitivamente EURQOISI,'IFE$TAZIOrJl SERVlCE S.R.L ,16 EulO Aggiudica provv,sorlamente Miglior offerta: 31600,00 Euro ';1,; OocurTlcntc r,on inviato b:..lcmatiç;:unente Ooçum,~I,to approvato "'. GourmelllQ non atjprov~to 'ct. I.lnk Ò P,JCimd,11 vjiijta;:lon", cicl docijmcnw / pu"tcf)gl,' ')Cll~Cl)ln'III%IOlle Lrnk " pilgjlla di '1alutil.:iolle ucl documento I punteggio rlellil COrl1l111S5ione con note ;nsente Valut~~ionc documento IlOOl acç05sibile ùo~:uln;;>il'.o non ;)C02~c;lbile Lirlk iii clùwjli,)<ld di un documento rlrrn~to I il~k _,I.c:ovllrlOdd do chl (locurnt'nl'j; o,nj fonn;,to (word, 'Òxç,~I.!Xl'-.) i'" Uri,,! sua i~o,,~ ç;ppl'~iti.'. https)/www.acqllislil1rctcpa.it/no.:gozi:v:ìoll i/prv'? pag inu '-\', tl LIUI/.iOIl<': CIassi llca&ier j'-

13 , REGIONE LAZIO AZIENDA OSPEDALI ERA COMPLESSO OSPEDAUERO SAN GlOVANNI ADDOLORATA ~EC'ONE LAZIO U.O.S. SCrl'Ì;i(} l'rcrcn:iol/<! C 1'1"0/(':;011" DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENTI (art. 26, com111a 3, D.Lgs. 81/2008 come moditicato ed integrato dal D.Lgs. 106(2009) SERVIZIO DI IGIENE AMBIENTALE Azienda o Ente Committente: Azienda Ospedalienl "Complesso Ospcdalicro S.Giovanni Addolorata Redattore del DUVRI: Fnbrizio Longhi Azienda sede dei lavori. ròrnilurc o servizi dci DUVRI: Aziendn Ospedalicra "Complesso Ospedalicrn S.Giovanni Addolorntn ç Briwnnico" Datore di lavoro: Dr. Gian Luigi Bracciale Progressivo DUVRln 25 Dr. Gian A pprova1o j I. Pro1: V"'I".,ùmc 1,1"I,n,, I ; /l' L L,' L_'- D,,((I /~!lj2j21if3 l'(i!'._ Id, 30, u

14 INTRODUZIONE 3 CONDIZIONI PRELIMINARI PER LE DITTE ESTERNE 4 DISPOSIZIONI GENERALI PER LA SICUREZZA DELL'APPALTO 4 ANAGRAFICA COMMITTENTE j ANAGRAfiCA ESECUTORI, PRESTA TORI, FORNITORI E OGGETTI DEI CONTRATTI 7 RISCHI INTERFERENTI DEI LUOGHI E MISURE (INTERNI) g RISCHIO INVESTIMENTO 16 RISCHIO CADUTA MATERIALI DALL' ALTO 17 CHIMICO 19 RISCHIO BIOLOGICO 21 RISCHIO ELETTROCUZIONE 22 STIMA DEI COSTI PER LA SICUREZZA 23 SISTEMA DJ VERIFICA 24 INFORMAZIONI UTILI 25 GESTIONE DELLE EMERGENZE 26 Antincendio Piano Di Emergenza Ed Evacuazione 26 Incendio l(} Fughe di Gas 27 Terremoto 2S Allagamenti 28 Primo Soccorso 29 Infortunio 29 CONCLUSIONI 30 "-"U" ' 1 /,"I,., I i / \.: (/" L,/,, Il'.- J)[lw/o)/irY21!/3

15 INTRODUZIONE Il presente documento costituisce assolvimento all'obbligo djspost0 dall'articolo 26, comma:; dci DLgs. 81/2009, come ll1odincato cd integralo dal DLgs. 106/2009.L'obicttivo primario che si prefigge è quello di eliminare 0, ave ciò non sia stato possibile, di ridurre al minimo, 111 relazione all'evoluzione tecnologica, i cosiddetti rischi interferenti, cioè i rischi dovuti alla presenza simult<mecl nei luoghi di lavoro nell' Azicnd<1 Ospedaliera San Giovanni Addolorata (di seguito indicata come Azienda), in cui si ha la disponibilità giuridica, di più operatori economici che svolgono lavori o forniture o servizi per nostro conto, in aggiunta alle attività normalmente espletate da questa azienda. Il documento. per la complessità e 13 varietà di tutti i servizi presenti in Azienda, è attualmente un allegato DUVRI che concorre insieme ad altri allegati DUVRI alla realizzazione di un Documento Unico, il DUVRI dell'azie-nda, che contempla contemporaneamente, per luoghi di lavoro autonomi solto il profilo prevenzionale, tutte le attività affidate a terzi. Proprio per raggiungere tale documento finale, valutata la complessità e la variabilità delle lavorazioni affidate a terzi, che possono svolgersi al1'interno dell"azicnda S.Giovanni-Addolorata, si procede in prima istanza con l'elahoraziol1e di diversi allegati. aggiornati per ciascuna auività appaltata, che analizzano i rischi in funzione dell'evoluzione dei lavori, servizi e forniture. Il documento individua tutti i rischi interferenti. le relative misure di prevenzione e protezione e i soggetti obbligati ad atluarle. Dispone, inoltre, Ull sistema di controllo dell'atluazionc delle suddette misure, sia da parte dell'azienda esecutrice/fornitricc/prestatricc che da parte di questa azienda committente, per rendere quanto più possibile efficace in termini prevenzionistici. Non costituiscono oggetto del Duvri Ì rischi specifici propri dell'attività svolta dall"impresa appaltatrice. Il presente documento è redatto come DUVRI GENERICO, considera pertanto. preliminannellic al1'espletameno della gara e/o assegnazione del servizio, i rischi interferenti potenzialmente presenti: sarà oggetto di aggiornamenti a seguito della inividuazìonc dell<l ditta aggiudicataria. Il RUP individuato dall'azienda per la gestione del servizio oggetto di deliberazione curerà tutti gli adempimenti di legge avvalendosi, ove ritenuto necessario, anche della consulenza del SPP per la redazione del DUVRI "DINAMICO". In tal caso andranno fornite al SPP tutte le informazioni relalive alla ditta interessata necessarie per le integrazioni/aggiornamenli del DUVRl anche in corso d'opera. in panicolare i protocolli operativi di intervento. Tali protocolli saranno oggetto di tutte Ic integrazioni utili a ridurre i rischi da interferenza. A contrailo definito la ditta affidataria è tenuta al recepimento delle "DoclImento li?fol"mgziolji Dettagliale" e del "Piano di Emergel1za" da ritirare presso il SPP. nonché al ritiro del "Capilulalo Preslaziona!c" depositato presso la U.O.c. Approvvigionamenti. I c-, I \ IVerSlOlle l,o_o Vara 191fJ]1]1I13 Pa): 3dl31! " '1/ Il ;'I -..j\,,\ '. v \:,, ", r

16 CONDIZIONI PRELIMINARI PER LE DITTE ESTERNE Si ricord<l che tutte le imprese esterne hanno l'obbligo di provvedere al rispetto di tutti gli obblighi in materij di salute c sicuraza Ilei luoghi di lavoro nel rispetto di quanto stahilito dal D.Lgs 81/08 c m.]I. Tutto il personale dell 'impresa aggiudicatricc che presterà servizio all' interno dcii' Azienda dovrà: essere munito di tesserini dì identificazione in ottempernl1za ed in conformità con l'articolo 18 lettera u) del D.Lgs. 81/08 e s.m.i. Tutto il personale dell'appaltatore devl' esporre per lutto il tempo di permanenza nella sede del committente la tessera di riconoscimento corredata di fotografia contenente le sue generalità e l'indicazione del datore di lavoro; essere regolarmente assunto ed in regola con i premi assicurativi INAIL: ricevere adeguata e completa informazione, formazione ed addestramento sui rischi specifici relativi alle loro mansioni ai sensi degli articoli 36 e 37 del D.Lgs. 8\/2008, nonché sui contenuti e le procedure contenute nel DUVRI e nel Documento Informazioni!Jcllagliale; essere in possesso del giudizio di idoneità alla mansione specifica, sottoponendosi ai protocolli di sorveglianza sanitaria previsti d<.llmedico Competente de\l'impresa appaltatrice: indossare ave previsti, i Dispositivi di Protezione Individuale così come evidenziato dalla valutazione dei rischi stilata ai sensi dell'an 18 lettera d) del D.Lgs. 81/2008 e s.m.i.: attenersi scrupolosamente alle procedure e disposizioni dell'azienda. DISPOSIZIONI GENERALI PER LA SICUREZZA DELL'APPALTO Di seguito vengono elencate le disposizioni genemli cui dovranno attenersi le imprese appaltatrici: Prima di accedere alle aree interessate dall'intervento, occorre concordare con il RUr (o Responsabile esecuzione del contratto o altro referente delegato dal committente) le tempistiche e le modalità di effettuazione delle attività e formalizzare attraverso il verbale di riunione le misure di prevenzione e protezione concordate (DUVRI DINAMICO del presente DUVRI); E' fatto obbligo di attenersi a tutte le indicazioni segnaletiche presenti (divieti, pericoli, dispositivi emergenza, ecc.), e al rispetto del senso di marcia delle vie di circolazione interne: Non si devono ingombrare le vie di fug<l con attrezzature e materinli vari. In particolare è rigorosamente vietato depositare anche solo momentaneamente in prossimità delle uscite di emergenza qualsiasi oggetto, mez7.0 o materiale; Non si devono lasciare nelle aree di lavoro attrez7.ature incustodite che possono costituire fonte di pe-ricolo se non dopo averle messe in sicurezza: Non si devono sposture, occultare o togliere i presidi e la segnaletica di sicurezza, se non in caso di assoluta necessità e solo dopo avere sentito il RSPP della sede oggetto dello svolgimento delle attività contrattuali: E' severamente vietato fumare in tutti i locali dell' Azienda; L'impresa dovrà utilizzare, per l'esecuzione dei lavori oggetto dell'appalto, esclusivamente macchine o attrezzature o sostanze conformi alle vigenti Norme di Legge e norme di buona tecnica: \n caso di sostituzione di lavoratori nel corso della durata contrattuale, deve essere preventivamente,comunicato, al committente per il tramite dci RUP, il nominativo del nuovo lavoratore. '.' I ''i-1''''''''" I n.n. : iii / i/( l ~/ li Dmo 191(J1'111I3 l

17 ANAGRAFICA COMMITTENTE COMMITTENTE -Denominazione ;Indirizzo ;CAP, Città c Provincia, :Nazionc!Tel~f()no c-fax AZIENDA O ENTE COMMITTENTE _.--- Azienda Ospedaliera "Complesso Ospedali ero S.Giovanni Addolorata ~- _..~ Via dell'amba Aradam, I84 ROMA RM ITALIA i =-~l ~3-2~5_3-_-_-_-_- -_~- _-_ -_-_-_-_-_-- ---,Nominativo Qualifica 'Indirizzo :CAP, Cittil c Pro~incia - Telefono inominativo,.--- IOualifica - Indirizzo e Fax CAP, Città c Provincia INazione! -. -,Telefono e Fax i ' SOGGETTO COMMITTENTE Dr. Gian Luigi Bracciale kcc--~---c Direttore Generale Via dell'amba Aradam, ROMA _.-.' ITALIA I=~-=~== _ _67_7_ _5_1_ _6_7_7_ 5_3_3_4_ l ---ì Via dell'amha Aradam. 9 Fabrizio REDA Tl'ORE Longhi TdP ~:~OMA DEL IlUVRI = - -~ j I, -I, I /)(l/o/9/fi2!]!i/3 l'''x. j d,.w " ~(

18 , -,Indirizzo AZIENnA SEDE nel LAVORI, SIèRVJZI E FORNITURE E OGGETTO DEL DUVRI Denominazione -- CAP, Città (' Provincia.Nazione - Telefollo c Fax INominativo,Indirizzo icap, Città e Provincia inazione I. 'Telefono c Fax OspcdaCicra "Comp-I~--;;s;-Ospcd~licro ~Giovm~lTAad(~loratl~ i Azienda Via dell'amba Aradam. - 9 I ROMA RM ITALIA i J DATORE DI LAVORO IDr_, Gian Luigi I:3raccia~ Via dell'amba Aradam ROMA ITALIA _ _--I i.nominativo :lndiri~zo I 'CAP, Città c Provincia,Nazione!T-cl~--r~n~ c Fax IFrancesco Arearo ;Pietro Lungo I I Fabrizio iguido I _ lmarco Agli GESTIONE nella SICUREZZA RESI'ONSABILE SERVIZIO IllI'REVENZIONE E l'rotezione --~----~~ Dott.ssa Francesca Pofi Longhi I - Ilvano Massari VcrsiOIli' I.IU! Simonc -I c---,---~ ~..-_._- Via dell'amba Aradam. 9 ' -----_ ROMA L ITALlA ADDETTI SERVIZIO DlI'REVENZIONE E l'hotezione Te!' 3366 Te\ 'l'cl Te\.3459 gag! - -~--~ j l I Tel ~-~-I ~ ~ Tel I I --I,..J I 1 i j l'''i: {, di 311 / /'.' -ti. -C

19 ANAGRAFICA ESECUTORI, PRESTATORI, FORNITORI E OGGETTI DEI CONTRATTI - - Contratto Dci Durata di Pcr conto Committente CONTRATTO ESTRlèMI CONTRATTUALI Ambientale del Contratto per l'affidamento del servizio di Igiene Complesso Ospedaliero S.Giovanni Addolorata i 201) J La durata dell'affidamento del servizio è di dodici mesi dalln data di! aggiudicazione.e' fatto ohbligo alla ditta aggiudicahlria di accettarci un'eventuale proroga del contratto per un periodo di mesi tfc,\ rinnovabilc alle stesse norme e condizioni, a semplice richiestaj dcii' Amministrazione ( cfr Capitolato d'appalto) _.- _.--- REFERENTI (R.U.P.) E.ssa Angela Antonietta Giuzio - U.o.c. Approvvigionamenti AFFIDATARIO ;Tipologia _1, J ORGANIGRAMMA SICUREZZA DATORE 1JI LAVOIW Nominativo J - ;Nominati\'o RESPONSABILE SERVIZIO ili PREVENZIONE E PROTEZIONE i _ L _ ADDETTI SERVIZIO ili PREVENZIONE E PROTEZIONE!Ccrtificato Numero - - C.C.I.A.A. di VERIFICA IDONEIT A' TECNICO-PROFESSIONALE ----l J \ PERSONALE IMPIEGATO NELL'ESECUZIONE DEL CONTRATTO , I,Tecnico specializzato -,~~ '=~-----~~~ ~ () -,l'n,'-iollel.n..ll Vllw19 f 02i21!/3 cp'y~:ìwdi3()1,.- i, \II{ /- -,-/ /' v - 0; fl

20 RISCHI INTERFERENTI DEI LUOGHI E MISURE (INTERNI) LUOGO Il1 LAVORO ~-_.-- AZienda Ospedalicra, Complesso Ospedalicro S.Giovanlli Addolorata- Via Dell' Amb8 Aradam, Roma :!, Descrizione Tutti i Presidi: San Giovanni, Addolorata, Britannico, Santa Maria e Sede Legale La mappa dci luoghi è consu!lab-ile sul portnle aziendale all'indirizzo --I \\~w\~angiovanni.roma.it J ;-c-c - 1+) Contratto - Attività - Inizio Affidamento ATTI VITA' del Servizio di igiene Ambientale -----~ _. -- interventi di bonifiche ambientali in materia di igiene in tutti [oe<lli dell'azienda OSpcdCllicra e relative pertincnze ,,, I - - Fine -, Orano f---- N0 d' ' ' l' I IOtervcntl annua I - Descrizione ~ Il numero, c le modalità di intervento. è descritto nell'allegato. (All.to B) delle "Condizioni partico/tlri di contra110 serl'ìzio dii igiene ambientale" Il servizio prevede le seguenti tipologie di intervento:, I!, Derattizzaziolle Disinfestazione a carallere repellenlc relfili Deblallizzuziollc Allontanamento volatili Allol1/(llJamel1lo api Demuscarizzazionc Dczanzarizzazionc Disinfestazione vespe e calahroni La Ditta dovrà intervenire col11l1odalità idonee secondo la specilìca) attivit;] svolta in tutti i locali dell'azienda Ospedaliera e relative', pertinenze. Sono pertanto oggetto del servizio la valutazione det! rischio ambientale conse!.!uente alle attività svolte e gli interventi di igiene ambientale secondo uno specifico programma operativo che: privilegi la prevenzione dai singoli rischi potenziali. ~~ Vcrsi<mc /.v,n,ii /

LA GESTIONE DELLA SICUREZZA NEI LAVORI IN APPALTO

LA GESTIONE DELLA SICUREZZA NEI LAVORI IN APPALTO LA GESTIONE DELLA SICUREZZA NEI LAVORI IN APPALTO art. 7, D. Lgs. 626/94 Legge delega n 123/2007 art. 26 Testo Unico 1 art.7 D.Lgs. 626/94 Il datore di lavoro, in caso di AFFIDAMENTO DEI LAVORI ALL INTERNO

Dettagli

UBALDO CAMPAGNOLA di AVIO. Azienda Pubblica di Servizi alla Persona DUVRI. Servizio Infermieristico Aziendale

UBALDO CAMPAGNOLA di AVIO. Azienda Pubblica di Servizi alla Persona DUVRI. Servizio Infermieristico Aziendale UBALDO CAMPAGNOLA di AVIO Azienda Pubblica di Servizi alla Persona DUVRI Azienda committente Ubaldo Campagnola di Avio A.P.S.P. Azienda Pubblica di Servizi alla Persona Appalto/Contratto d opera Servizio

Dettagli

ACCLUSO AL CONTRATTO N... DEL... ai sensi dell art. 26, comma 3 del D.Lgs. 81/08 FORNITURA DI MATERIALE SOSTITUTIVO DELL OSSO

ACCLUSO AL CONTRATTO N... DEL... ai sensi dell art. 26, comma 3 del D.Lgs. 81/08 FORNITURA DI MATERIALE SOSTITUTIVO DELL OSSO Pag. 1 / 12 ACCLUSO AL CONTRATTO N.... DEL... ai sensi dell art. 26, comma 3 del D.Lgs. 81/08 FORNITURA DI MATERIALE SOSTITUTIVO DELL OSSO Il presente documento denominato DUVR-I è redatto ai sensi dell

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE D.U.V.R.I. (art. 26 comma 3 del D.Lgs. 81/2008 e s.m.i.)

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE D.U.V.R.I. (art. 26 comma 3 del D.Lgs. 81/2008 e s.m.i.) SERVIZIO DI MANUTENZIONE HARDWARE E SOFTWARE DEL SISTEMA INFORMATIVO DELL ISTITUTO AUTONOMO CASE POPOLARI DELLA PROVINCIA DI CASERTA DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE D.U.V.R.I.

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DOVUTI ALLE INTERFERENZE

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DOVUTI ALLE INTERFERENZE REGIONE LAZIO AZIENDA SANITARIA LOCALE VITERBO DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DOVUTI ALLE INTERFERENZE (Preliminare) (Art. 26 Decreto Legislativo 81/08) GARA PER L AFFIDAMENTO DELLA MANUTENZIONE

Dettagli

REGIONE LAZIO AZIENDA OSPEDALIERA COMPLESSO OSPEDALIERO SAN GIOVANNI ADDOLORATA L-R. Lazio 1606,94, n, 18 - D,G.R. Lazio 30.06.

REGIONE LAZIO AZIENDA OSPEDALIERA COMPLESSO OSPEDALIERO SAN GIOVANNI ADDOLORATA L-R. Lazio 1606,94, n, 18 - D,G.R. Lazio 30.06. REGIONE LAZIO AZIENDA OSPEDALIERA COMPLESSO OSPEDALIERO SAN GIOVANNI ADDOLORATA L-R. Lazio 1606,94, n, 18 - D,G.R. Lazio 30.06.94, n, 5163 DELIBERA 62.0~i:. 1 9 A~ 2012 ----- -Q-------------- numer data

Dettagli

COMMITTENTE Comune di Novate Milanese SERVIZI CENTRI RICREATIVI DIURNI D.U.V.R.I.

COMMITTENTE Comune di Novate Milanese SERVIZI CENTRI RICREATIVI DIURNI D.U.V.R.I. COMMITTENTE Comune di Novate Milanese SERVIZI CENTRI RICREATIVI DIURNI D.U.V.R.I. DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE Art. 26 del D.Lgs. n. 81/2008 e s.m.i. PERIODO: ANNI 2013 E 2014

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE Agenzia Lucana di Sviluppo e Innovazione in Agricoltura - Viale Carlo Levi n. 6/i - Matera DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE (art. 26 comma 3 del D.Lgs. 81/08) Gara per la fornitura

Dettagli

RISPETTO DELL'AMBIENTE E DELLA SICUREZZA DA PARTE DEI PRESTATORI DI OPERA IN APAM

RISPETTO DELL'AMBIENTE E DELLA SICUREZZA DA PARTE DEI PRESTATORI DI OPERA IN APAM 4 01.02. 2014 5 1 RISPETTO DELL'AMBIENTE E DELLA SICUREZZA DA PARTE DEI PRESTATORI DI OPERA IN APAM SOMMARIO 1. Scopo 2. Categoria di fornitori da tenere sotto controllo 3. Responsabilità 4. Controllo

Dettagli

Per il Comune di Faenza SETTORE SERVIZI SOCIALI ASSOCIATI DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEL RISCHIO

Per il Comune di Faenza SETTORE SERVIZI SOCIALI ASSOCIATI DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEL RISCHIO Comune di Faenza SETTORE SERVIZI SOCIALI ASSOCIATI DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEL RISCHIO INDIVIDUAZIONE DEI RISCHI SPECIFICI DEL LUOGO DI LAVORO (art. 26 comma 1 lett. b D.Lgs 81/2008) e MISURE ADOTTATE

Dettagli

Convenzione per attività di collaborazione professionale per prestazioni di ingegneria clinica.

Convenzione per attività di collaborazione professionale per prestazioni di ingegneria clinica. DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE - -------------------------------------------------------------------- ----------------------------------------------------------------------------------- numero data

Dettagli

DOCUMENTO UNICO VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENTI ( art. 26, comma3, D.Lgs. 81/2008 e ss.mm.e ii.)

DOCUMENTO UNICO VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENTI ( art. 26, comma3, D.Lgs. 81/2008 e ss.mm.e ii.) DOCUMENTO UNICO VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENTI ( art. 26, comma3, D.Lgs. 81/2008 e ss.mm.e ii.) APPALTO DEL SERVIZIO PER LA GESTIONE DEL CANILE COMUNALE DI MONTE DI EBOLI PER MESI 18 PREMESSE ll presente

Dettagli

Data \O! OL..2.9/C; Firma, Data 19. O L,. 2ol'; Firma. Proposta no_~2. del

Data \O! OL..2.9/C; Firma, Data 19. O L,. 2ol'; Firma. Proposta no_~2. del + 5ISTEi".A 5ANIT'IRIO REGION~.u; AZIENDA OSPEDALIERA SAN GIOVANNI ADDOLORATA DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE 2.-28 11>

Dettagli

DUVRI (DOCUMENTO VALUTAZIONE RISCHI INTERFERENZE) AI SENSI DELL ART. 26 DEL D.LGS 81/08

DUVRI (DOCUMENTO VALUTAZIONE RISCHI INTERFERENZE) AI SENSI DELL ART. 26 DEL D.LGS 81/08 SAPIENZA UNIVERSITA DI ROMA AREA PATRIMONIO E SERVIZI ECONOMALI UFFICIO PATRIMONIO IMMOBILIARE SETTORE VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO CAPITOLATO SPECIALE GARA DIGITAL SIGNAGE CONCESSIONE DI SERVIZIO PER

Dettagli

APPALTO DI SERVIZI DI PULIZIA DEI COMPLESSI IMMOBILIARI DI PROPRIETÀ DELLA FONDAZIONE ENPAM SITI IN MILANO E PROVINCIA COMMITTENTE DATI RELATIVI

APPALTO DI SERVIZI DI PULIZIA DEI COMPLESSI IMMOBILIARI DI PROPRIETÀ DELLA FONDAZIONE ENPAM SITI IN MILANO E PROVINCIA COMMITTENTE DATI RELATIVI INDIVIDUAZIONE DEI RISCHI SPECIFICI DEL LUOGO DI LAVORO E MISURE ADOTTATE PER ELIMINARE LE INTERFERENZE ai sensi dell art. 26 del d.lgs. 9 aprile 2008 n. 81 APPALTO DI SERVIZI DI PULIZIA DEI COMPLESSI

Dettagli

REGIONE LAZIO AZIENDA OSPEDALIERA COMPLESSO OSPEDALIERO SAN GIOVANNI ADDOLORATA L.R. Lazio 16.06.94, n. 18 -D.G.R Lazio 30.06.94, n. 5163.

REGIONE LAZIO AZIENDA OSPEDALIERA COMPLESSO OSPEDALIERO SAN GIOVANNI ADDOLORATA L.R. Lazio 16.06.94, n. 18 -D.G.R Lazio 30.06.94, n. 5163. REGIONE LAZIO AZIENDA OSPEDALIERA COMPLESSO OSPEDALIERO SAN GIOVANNI ADDOLORATA L.R. Lazio 16.06.94, n. 18 -D.G.R Lazio 30.06.94, n. 5163 R"GIONI'. LAZIO l \ DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE JiJ9-1Jl)_~

Dettagli

U.O.C. Acquisizione di Beni e Servizi. Esercizio 2015 Conto 5020203. Centro di Costo-

U.O.C. Acquisizione di Beni e Servizi. Esercizio 2015 Conto 5020203. Centro di Costo- + DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE Numero data Oggetto: Corsi per la Formazione Obbligatoria per il personale dell Azienda Ospedaliera San Giovanni-Addolorata in materia di salute e sicurezza ai sensi

Dettagli

A.M.I.U. GENOVA s.p.a.

A.M.I.U. GENOVA s.p.a. DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE D.U.V.R.I. (art. 7, c.3, D.Lgs 626/94, come modificato dall art. 3, c 1, lett. A della L.123/07, art. 26 Testo Unico sulla sicurezza 81/08) RIFERIMENTO

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE Preliminare

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE Preliminare DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE Preliminare (art. 26 del D.Lgs. 81/2008 s.m.i.) OGGETTO DEL CONTRATTO: AFFIDAMENTO, PER DUE MESI, DEL SERVIZIO DI TRASPORTO INFERMI E DIALIZZATI

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENTI

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENTI Servizio Sanitario Nazionale Regione Marche Azienda Ospedaliera Ospedali Riuniti Marche Nord SEDE LEGALE: p.le Cinelli, 4 61121 PESARO DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENTI ai sensi dell

Dettagli

SL ES 01147. RT - Relazioni. SLV - Sicurezza sul Lavoro 04/05/2012 ETQ-00018007. SL - Saluggia

SL ES 01147. RT - Relazioni. SLV - Sicurezza sul Lavoro 04/05/2012 ETQ-00018007. SL - Saluggia ETQ-0187 RT - Relazioni SLV - Sicurezza sul Lavoro 04/05/2012 SL - Saluggia specifici di area per la fornitura di un sistema per il monitoraggio dei materiali provenienti dal emissione Il sistema informatico

Dettagli

La Casa Centro Assistenza Servizi per Anziani Via Baratto 39 36015 Schio (VI)

La Casa Centro Assistenza Servizi per Anziani Via Baratto 39 36015 Schio (VI) Ente committente: La Casa Centro Assistenza Servizi per Anziani Via Baratto 39 36015 Schio (VI) DOCUMENTO UNICO VALUTAZIONE RISCHI INTERFERENTI Art. 26 D.Lgs. 81/2008 Fornitura di generi alimentari per

Dettagli

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI E RELATIVE MISURE ADOTTATE PER L ELIMINAZIONE DELLE INTERFERENZE DERIVANTI DA ATTIVITÀ IN APPALTO E SUBAPPALTO

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI E RELATIVE MISURE ADOTTATE PER L ELIMINAZIONE DELLE INTERFERENZE DERIVANTI DA ATTIVITÀ IN APPALTO E SUBAPPALTO DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI E RELATIVE MISURE ADOTTATE PER L ELIMINAZIONE DELLE INTERFERENZE DERIVANTI DA ATTIVITÀ IN APPALTO E SUBAPPALTO (ai sensi dell articolo 26 del D.Lgs. 81/2008) Allegato

Dettagli

REGIONE CALABRIA Azienda Ospedaliera Bianchi Melacrino Morelli

REGIONE CALABRIA Azienda Ospedaliera Bianchi Melacrino Morelli REGIONE CALABRIA Azienda Ospedaliera Bianchi Melacrino Morelli ALLEGATO AL CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO DOCUMENTO UNICO VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZA (DUVRI) Allegato al Capitolato Speciale

Dettagli

COMUNE DI BANZI Provincia di Potenza. DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENZIALI (DUVRI) ( art. 26 del D.Lgs. n.

COMUNE DI BANZI Provincia di Potenza. DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENZIALI (DUVRI) ( art. 26 del D.Lgs. n. COMUNE DI BANZI Provincia di Potenza SETTORE AMMINISTRATIVO - SERVIZIO PUBBLICA ISTRUZIONE Piazza A.Moro n. 1 Tel 0971 947812/22 - fax 0971947825 e-mail : comunedibanzi@hotmail.it comune.banzi@cert.ruparbasilicata.it

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INDIVIDUAZIONE DELLE MISURE DA ADOTTARE PER ELIMINARE/RIDURRE AL MINIMO I RISCHI DA INTERFERENZE

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INDIVIDUAZIONE DELLE MISURE DA ADOTTARE PER ELIMINARE/RIDURRE AL MINIMO I RISCHI DA INTERFERENZE Pagina 1 di 6 DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INDIVIDUAZIONE DELLE MISURE DA ADOTTARE PER ELIMINARE/RIDURRE AL MINIMO I RISCHI DA INTERFERENZE (art. 26 del D. Lgs. 9 aprile 2008, n. 81 e s.m.i.)

Dettagli

COMUNE DI PASIAN DI PRATO

COMUNE DI PASIAN DI PRATO COMUNE DI PASIAN DI PRATO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO SERVIZIO PULIZIA IMMOBILI COMUNALI ALLEGATO A D.U.V.R.I. (DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE) (art. 26, comma 3, D.Lgs. n.

Dettagli

INFORMAZIONE SUI RISCHI SPECIFICI ESISTENTI NELL'AMBIENTE E MISURE DI PREVENZIONE/EMERGENZE

INFORMAZIONE SUI RISCHI SPECIFICI ESISTENTI NELL'AMBIENTE E MISURE DI PREVENZIONE/EMERGENZE Viale Indipendenza 3, 27100 Pavia APPLICAZIONE DELL'ART. 26 D. Lgs. 81/08 s.m.i. OBBLIGHI CONNESSI AI CONTRATTI D'APPALTO O D'OPERA O DI SOMMINISTRAZIONE INFORMAZIONE SUI RISCHI SPECIFICI ESISTENTI NELL'AMBIENTE

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI U.L.S.S. n. 7 UNITA LOCALE SOCIO SANITARIA Sede : Via Lubin 16, - 31053 PIEVE DI SOLIGO - Telefono (0438) 663931 Codice Fiscale - P. IVA 00896790268 UNI EN ISO 9001:2000 certificato n 13724/05/S DOCUMENTO

Dettagli

Appalto per l affidamento dei Servizi relativi alle aree infanzia e adolescenza dei Comuni di Sotto il Monte Giovanni XXIII e Carvico

Appalto per l affidamento dei Servizi relativi alle aree infanzia e adolescenza dei Comuni di Sotto il Monte Giovanni XXIII e Carvico CITTA DI SOTTO IL MONTE GIOVANNI XXIII PROVINCIA DI BERGAMO Appalto per l affidamento dei Servizi relativi alle aree infanzia e adolescenza dei Comuni di Sotto il Monte Giovanni XXIII e Carvico Biennio

Dettagli

Appalto per l affidamento del Servizio di Assistenza Scolastica

Appalto per l affidamento del Servizio di Assistenza Scolastica CITTA DI SOTTO IL MONTE GIOVANNI XXIII PROVINCIA DI BERGAMO Appalto per l affidamento del Servizio di Assistenza Scolastica Anno Scolastico 2013/2014 e 2014/2015 DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI

Dettagli

COMMITTENTE Comune di Novate Milanese SERVIZI SCOLASTICI INTEGRATIVI D.U.V.R.I.

COMMITTENTE Comune di Novate Milanese SERVIZI SCOLASTICI INTEGRATIVI D.U.V.R.I. COMMITTENTE Comune di Novate Milanese SERVIZI SCOLASTICI INTEGRATIVI D.U.V.R.I. DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE Art. 26 del D.Lgs. n. 81/2008 e s.m.i. A.S. 2013/2014 A.S. 2014/2015

Dettagli

SPECIFICA TECNICA PER ATTIVITA DI DISINFEZIONE, DISINFESTAZIONE, DERATTIZZAZIONE, SANIFICAZIONE E CURA DEL VERDE.

SPECIFICA TECNICA PER ATTIVITA DI DISINFEZIONE, DISINFESTAZIONE, DERATTIZZAZIONE, SANIFICAZIONE E CURA DEL VERDE. Allegato n. 4 SPECIFICA TECNICA PER ATTIVITA DI DISINFEZIONE, DISINFESTAZIONE, DERATTIZZAZIONE, SANIFICAZIONE E CURA DEL VERDE. Tali Specifiche Tecniche sono valevoli per ogni singolo lotto Indice Art.

Dettagli

Città di Spinea Provincia di Venezia

Città di Spinea Provincia di Venezia Città di Spinea Provincia di Venezia APPALTO: servizio di pulizia interna uffici comunali 2013 2014 AFFIDAMENTO: da appaltare REDATTO DA REVISIONE N. DATA APPROVATO DA 1 SOMMARIO 1. SEZIONE DESCRITTIVA...

Dettagli

Gerarchia dei soggetti

Gerarchia dei soggetti Gerarchia dei soggetti Dipartimento di Prevenzione Struttura Complessa P.S.A.L. Via Collodi 13-17100 Savona Direttore dott. Angelo SERGI COMMITTENTE RESPONSABILE DEI LAVORI COORDINATORE IN FASE DI PROGETTAZIONE

Dettagli

AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CIMITERIALI (Cimiteri di Oderzo, Camino, Colfrancui, Faè, Rustignè e Piavon)

AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CIMITERIALI (Cimiteri di Oderzo, Camino, Colfrancui, Faè, Rustignè e Piavon) Comune di Oderzo Provincia di Treviso AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CIMITERIALI (Cimiteri di Oderzo, Camino, Colfrancui, Faè, Rustignè e Piavon) DUVRI DOCUMENTO UNICO DI INDIVIDUAZIONE DEI RISCHI E MISURE ADOTTATE

Dettagli

Corso di formazione per la Salute e Sicurezza nei luoghi di lavoro ai sensi del D.Lgs. 81/08 e s.m.i.

Corso di formazione per la Salute e Sicurezza nei luoghi di lavoro ai sensi del D.Lgs. 81/08 e s.m.i. Ente di formazione accreditato dalla Regione Siciliana Corso di formazione per la Salute e Sicurezza nei luoghi di lavoro ai sensi del D.Lgs. 81/08 e s.m.i. Page1 Sommario 1. IL QUADRO NORMATIVO IN MATERIA

Dettagli

COMUNE DI SANREMO SETTORE SICUREZZA SOCIALE RESIDENZA PROTETTA CASA SERENA

COMUNE DI SANREMO SETTORE SICUREZZA SOCIALE RESIDENZA PROTETTA CASA SERENA Allegato 7 COMUNE DI SANREMO SETTORE SICUREZZA SOCIALE RESIDENZA PROTETTA CASA SERENA DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENZIALI PER ATTIVITA DI COORDINAMENTO RELATIVO ALLE ATTIVITA DI GESTIONE

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE - ------------------------------------------------.. numero data Oggetto: Philips Medical Systems Spa Affidamento del servizio di manutenzione di n.1 Tomografo a Risonanza

Dettagli

Servizio di Pulizia della sede del Comando di Roma Carabinieri per la tutela della Salute, viale dell Aeronautica n. 122

Servizio di Pulizia della sede del Comando di Roma Carabinieri per la tutela della Salute, viale dell Aeronautica n. 122 MINISTERO DELLA SALUTE UFFICIO GENERALE DELLE RISORSE DELL ORGANIZZAZIONE E DEL BILANCIO UFFICIO VIII EX DGPOB LOTTO 2. AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DELLA SEDE DEL COMANDO CARABINIERI PER LA TUTELA

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEL RISCHIO

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEL RISCHIO COMUNE DI LONATE POZZOLO (VA) AREA SOCIO CULTURALE APPALTO PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI DI: PRE-SCUOLA ED ASSISTENZA POMERIDIANA ALUNNI - SOSTEGNO SCOLASTICO MINORI - ASSISTENZA DOMICILIARE

Dettagli

Sicurezza sul Lavoro Il nuovo Testo Unico - D.Lgs. 81/2008

Sicurezza sul Lavoro Il nuovo Testo Unico - D.Lgs. 81/2008 Sicurezza sul Lavoro Il nuovo Testo Unico - D.Lgs. 81/2008 1 UCTSP MILANO 27 GIUGNO 2008 STEFANIA CASOTTO RESPONSABILE DEI SERVIZI AMBIENTE - SICUREZZA - POLITICHE ENERGETICHE Agenda 2 La definizione di

Dettagli

A.G.E.C. Onoranze Funebri S.p.A. VERONA

A.G.E.C. Onoranze Funebri S.p.A. VERONA A.G.E.C. Onoranze Funebri S.p.A. VERONA APPALTO PER FORNITURA DI COFANI DI TIPO ECONOMICO PER ONORANZE E TRASPORTI FUNEBRI DUVRI DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENZIALI (ALL. 1/A) DOCUMENTO

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE Servizio di Prevenzione e Protezione Via Celso Ulpiani (ex palazzo CEDAM) 70125 BARI (Italia) Tel. +39.080.5712425-6 Fax +39.080.5712427 Università degli Studi di Bari Aldo MORO DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE

Dettagli

COMUNE DI TERNI DIREZIONE LL.PP. E MANUTENZIONI - PATRIMONIO UFFICIO GESTIONE SERVIZI CIMITERIALI

COMUNE DI TERNI DIREZIONE LL.PP. E MANUTENZIONI - PATRIMONIO UFFICIO GESTIONE SERVIZI CIMITERIALI COMUNE DI TERNI DIREZIONE LL.PP. E MANUTENZIONI - PATRIMONIO UFFICIO GESTIONE SERVIZI CIMITERIALI DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE (D.U.V.R.I.) (ART. 26 DEL D.LGS 81/2008) 1. PREMESSA

Dettagli

DUVRI. Individuazione dei rischi e misure adottate per eliminare le interferenze - Art. 26, commi 3 e 5, D.Lgs 9 aprile 2008, n. 81 D.U.V.R.I.

DUVRI. Individuazione dei rischi e misure adottate per eliminare le interferenze - Art. 26, commi 3 e 5, D.Lgs 9 aprile 2008, n. 81 D.U.V.R.I. AFFIDAMENTO GESTIONE, IN VIA TEMPORANEA E SPERIMENTALE, DEL SERIVIZO DI ASSISTENZA SPECIALISTICA AGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI PER IL PERIODO DAL 01.03.2012 AL 30.06.2012 DUVRI DOCUMENTO UNICO VALUTAZIONE

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) LOTTO.. A) ANAGRAFICA DELL APPALTO

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) LOTTO.. A) ANAGRAFICA DELL APPALTO ALLEGATO D DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) LOTTO.. A) ANAGRAFICA DELL APPALTO CONTRATTO. DATORE DI LAVORO COMMITTENTE : MINISTERO DELL INTERNO DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA

Dettagli

DUVRI Documento Unico di Valutazione

DUVRI Documento Unico di Valutazione DUVRI Documento Unico di Valutazione Rischi Interferenti D. Lgs. 81/08 integrato con il D. Lgs. 106/09 Committente Lavori di Università degli Studi Mediterranea di Reggio Calabria Servizio di pulizia locali

Dettagli

COMUNE DI RUDA Provincia di Udine * * *

COMUNE DI RUDA Provincia di Udine * * * COMUNE DI RUDA Provincia di Udine * * * Allegato 9 Documento unico di valutazione dei rischi derivanti da attività affidate ad imprese appaltatrici o a lavoratori autonomi, ai sensi del D.Lgs. 81/2008

Dettagli

Regione del Veneto Istituto Oncologico Veneto Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico

Regione del Veneto Istituto Oncologico Veneto Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico Regione del Veneto Istituto Oncologico Veneto Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico Regolamento per l applicazione del D.Lgs. 81/08 all Istituto Oncologico Veneto I.R.C.C.S. di Padova che

Dettagli

COMUNE DI CISLIANO. Provincia di Milano D.U.V.R.I. DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZ E (ART. 26 DEL D.LGS N.

COMUNE DI CISLIANO. Provincia di Milano D.U.V.R.I. DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZ E (ART. 26 DEL D.LGS N. D.U.V.R.I. DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZ E (ART. 26 DEL D.LGS N. 81/08) SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI IMMOBILI COMUNALI CIG Z7C0D7B416 1 Premessa Il presente documento unico di valutazione

Dettagli

Frontespizio da restituire firmato e timbrato da parte datore di lavoro appaltatore

Frontespizio da restituire firmato e timbrato da parte datore di lavoro appaltatore ALLEGATO E Regione Piemonte AZIENDA SANITARIA LOCALE CN1 Via Carlo Boggio n. 12 12100 CUNEO protocollo@aslcn1.legalmailpa.it P.IVA 01128930045 D.U.V.R.I. Documento Unico di Valutazione dei Rischi Misure

Dettagli

REGIONE LAZIO AZIENDA OSPEDALlERA COMPLESSO OSPEDALIERO SAN GIOVANNI ADDOLORATA L.R. Lazio 1606,94, n. 18 - D,G,R. Lazio 30.06.94, Il. 5163.

REGIONE LAZIO AZIENDA OSPEDALlERA COMPLESSO OSPEDALIERO SAN GIOVANNI ADDOLORATA L.R. Lazio 1606,94, n. 18 - D,G,R. Lazio 30.06.94, Il. 5163. REGIONE LAZIO AZIENDA OSPEDALlERA COMPLESSO OSPEDALIERO SAN GIOVANNI ADDOLORATA L.R. Lazio 1606,94, n. 18 - D,G,R. Lazio 30.06.94, Il. 5163 R~l;'DNE UlZIO DELmERA del 2 5 FEB, 2013 --_..-------_._---------_..._---------_._------_."..._-_._-

Dettagli

+AZIENDA OSPEDALI ERA

+AZIENDA OSPEDALI ERA l _ \. +AZIENDA OSPEDALI ERA SAN GIOVANNI ADDOLORATA 8; REGIONE/ ULAZIO "c DETERMINAZIONE "mcco -1 'S( /VOc. Af'PiZ.'11 di 2 7 MAG. 2015 u.o.e. PROPONENTE: Dir-ezione Approvvigionamenti e Gestione Procedure

Dettagli

la valutazione dei rischi nelle costruzioni edili

la valutazione dei rischi nelle costruzioni edili COMITATO PARITETICO TERRITORIALE DI TORINO E PROVINCIA la valutazione dei rischi nelle costruzioni edili MODELLI PER LA REDAZIONE DEL DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI, PIANO OPERATIVO DI SICUREZZA E

Dettagli

APPALTO GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI COMUNALI

APPALTO GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI COMUNALI COMUNE DI MONSUMMANO TERME Provincia di Pistoia APPALTO GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI COMUNALI DUVRI DOCUMENTO UNICO DI INDIVIDUAZIONE DEI RISCHI E MISURE ADOTTATE PER ELIMINARE LE INTERFERENZE (Artt.

Dettagli

ALLEGATO 1 - Dichiarazione del datore di lavoro dell'impresa appaltatrice

ALLEGATO 1 - Dichiarazione del datore di lavoro dell'impresa appaltatrice ALLEGATO 1 - Dichiarazione del datore di lavoro dell'impresa appaltatrice DICHIARAZIONE DEL DATORE DI LAVORO DELL IMPRESA APPALTATRICE IN MERITO AL POSSESSO DEI REQUISITI TECNICO PROFESSIONALI OBBLIGATORI

Dettagli

FEDERAZIONE SOVRAZONALE PIEMONTE 3 TORINO OVEST s.c.a.r.l. Codice Fiscale Partita IVA 10751090019 REA:TO - 1158850

FEDERAZIONE SOVRAZONALE PIEMONTE 3 TORINO OVEST s.c.a.r.l. Codice Fiscale Partita IVA 10751090019 REA:TO - 1158850 FEDERAZIONE SOVRAZONALE PIEMONTE 3 TORINO OVEST s.c.a.r.l. Codice Fiscale Partita IVA 10751090019 REA:TO - 1158850 OGGETTO DELL APPALTO/FORNITURA FUNZIONE ACQUISIZIONE BENI E SERVIZI SERVIZIO DI TRASLOCHI,

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENZIALI

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENZIALI DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENZIALI ai sensi del D.Lgs. 81/08 e s.m.i. SEDE OPERATIVA PISCINA COMUNALE COMUNE DI FIGLINE VALDARNO Gestione Piscina Comunale Data emissione I revisione

Dettagli

OBBLIGHI CONNESSI AI CONTRATTI D APPALTO O D OPERA O DI SOMMINISTRAZIONE Documento elaborato ai sensi dell art. 26 del D.Lgs.

OBBLIGHI CONNESSI AI CONTRATTI D APPALTO O D OPERA O DI SOMMINISTRAZIONE Documento elaborato ai sensi dell art. 26 del D.Lgs. CLI:1608 Committente: COMUNITA MONTANA DELL ESINO-FRASASSI via DANTE, FABRIANO - (AN) 0732-6951 Ditta Appaltatrice: ragione sociale indirizzo recapito telefonico e fax OBBLIGHI CONNESSI AI CONTRATTI D

Dettagli

OGGETTO: Documento Unico di Valutazione dei Rischi Interferenziali

OGGETTO: Documento Unico di Valutazione dei Rischi Interferenziali Lettera Rischi Interferenziali Spett.le Ditta Appaltatrice Ditta Subappaltatrice Luogo, Data 2 OGGETTO: Documento Unico di Valutazione dei Rischi Interferenziali In relazione alla necessità di una possibile

Dettagli

Corso di formazione Modulo aggiuntivo per Preposti

Corso di formazione Modulo aggiuntivo per Preposti Secondo il D.Lgs. 81/2008 s.m. e l Accordo della Conferenza Stato-Regioni per la formazione del 21 dicembre 2011 Corso di formazione Modulo aggiuntivo per Preposti Dr. Sebastiano Papa Principali soggetti

Dettagli

~~ (1~a.e. Estensore (Donata Fraioli)

~~ (1~a.e. Estensore (Donata Fraioli) r + AZIENDA OSPEDALIERA SAN GIOVANNI ADDOLORATA U.O.C.Atti f. ocedimenti Giu l. rid.", ~,","' ttieem'one~. LAZIO-C DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE umer-o 3 Oggetto: Ditta Elettronica Bio Medicare

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEL RISCHIO

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEL RISCHIO Committente Consob Via G.B. Martini 3 Via Campania 59C - Roma DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEL RISCHIO INDIVIDUAZIONE DEI RISCHI SPECIFICI DEL LUOGO DI LAVORO (Art. 26 comma 1 lett. b del D.Lgs 81/2008)

Dettagli

COMUNE di ASSEMINI. Provincia di Cagliari UFFICIO DATORE DI LAVORO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO

COMUNE di ASSEMINI. Provincia di Cagliari UFFICIO DATORE DI LAVORO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO COMUNE di ASSEMINI Provincia di Cagliari UFFICIO DATORE DI LAVORO Via Marconi n. 87-09032 ASSEMINI e-mail: ambiente.assemini@tiscali.it tel. 070 949.365 - fax 070/949.366 Prot. n. Prot. Utc /Amb CAPITOLATO

Dettagli

CITTA DI MELEGNANO. Documento Unico di Valutazione dei Rischi da Interferenze Ai sensi dell articolo 26 del D.Lgs. n. 81/2008

CITTA DI MELEGNANO. Documento Unico di Valutazione dei Rischi da Interferenze Ai sensi dell articolo 26 del D.Lgs. n. 81/2008 Allegato D) al capitolato speciale CITTA DI MELEGNANO Provincia di Milano Documento Unico di Valutazione dei Rischi da Interferenze Ai sensi dell articolo 26 del D.Lgs. n. 81/2008 SERVIZIO DI REFEZIONE

Dettagli

Comune di Gaggiano Provincia di Milano

Comune di Gaggiano Provincia di Milano Comune di Gaggiano Provincia di Milano Specifiche tecniche del DOCUMENTO UNICO di VALUTAZIONE dei RISCHI da INTERFERENZE D.U.V.R.I. PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI PREPARAZIONE, SPORZIONAMENTO, DISTRIBUZIONE

Dettagli

DUVRI RISONANZA MAGNETICA

DUVRI RISONANZA MAGNETICA AZIENDA OSPEDALIERA ISTITUTO ORTOPEDICO GAETANO PINI DUVRI RISONANZA MAGNETICA Art. 26 D.Lgs 81/2008 D. LGS 81/2008 SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE ANNO 2008 Preparato da Verificato da Approvato da

Dettagli

2. SCOPO Gestione dei fornitori di beni e servizi; Gestione delle imprese esterne e degli appaltatori operanti per conto di Alac SpA.

2. SCOPO Gestione dei fornitori di beni e servizi; Gestione delle imprese esterne e degli appaltatori operanti per conto di Alac SpA. Acquedotto Langhe e Alpi Cuneesi SpA Sede legale in Cuneo, Corso Nizza 9 acquedotto.langhe@acquambiente.it www.acquambiente.it SGSL Procedura Acquisto beni - servizi P06 Rev 01 del 16/09/09 1. DISTRIBUZIONE

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) (Da allegare al Contratto di Appalto)

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) (Da allegare al Contratto di Appalto) DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) (Da allegare al Contratto di Appalto) Il presente documento unico di valutazione dei rischi da interferenze è redatto ai fini dell adempimento

Dettagli

OGGETTO: Comunicazione del Responsabile Esterno del Servizio di Protezione e Prevenzione.

OGGETTO: Comunicazione del Responsabile Esterno del Servizio di Protezione e Prevenzione. OGGETTO: Comunicazione del Responsabile Esterno del Servizio di Protezione e Prevenzione. Addetti Pulizie : Procedure per gli Operatori Esterni / DUVRI. Il sottoscritto, Arch. Filippo Fasulo, in qualità

Dettagli

Il Direttore della U.o.c. Dr.ssa Floriana Rosati

Il Direttore della U.o.c. Dr.ssa Floriana Rosati DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE Numero data Oggetto: Inquadramento nel profilo professionale di Operatore socio sanitario cat. B, livello economico Bs, in applicazione dell art. 17, comma terzo, del

Dettagli

PROCEDURA DI SICUREZZA PER PERSONALE ESTERNO

PROCEDURA DI SICUREZZA PER PERSONALE ESTERNO PROCEDURA DI SICUREZZA PER INDICE 1 Scopo 2 Campo di applicazione e funzioni coinvolte 3 Contenuti 4 Attività e responsabilità ALLEGATI 1 Scheda informativa di sicurezza 2 Modulo di verifica di idoneità

Dettagli

CENTRO PER L INFANZIA sito in Trento Via Coni Zugna. D.U.V.R.I. Documento Unico di Valutazione Rischi attivita' Interferenti

CENTRO PER L INFANZIA sito in Trento Via Coni Zugna. D.U.V.R.I. Documento Unico di Valutazione Rischi attivita' Interferenti PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Servizio politiche sociali e abitative Via Zambra, 42 Top Center 38100 Trento CENTRO PER L INFANZIA sito in Trento Via Coni Zugna D.U.V.R.I. Documento Unico di Valutazione

Dettagli

ç~, Firm\J~~C~~~ ds\ biti,? ,l') ~tll iteseqll

ç~, Firm\J~~C~~~ ds\ biti,? ,l') ~tll iteseqll '. + SISTEMA, SANITARIQ F\EGfONAtE AZIENDA OSPEDALIERA SAN GIOVANNI ADDOLORATA DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE Oggetto: ordine diretto di acquisto sul Mercato Elettronico della P.A. per l'acquisizione

Dettagli

VALUTAZIONE RICOGNITIVA DEI RISCHI STANDARD

VALUTAZIONE RICOGNITIVA DEI RISCHI STANDARD DOCUMENTO DI VALUTAZIONE RICOGNITIVA DEI RISCHI STANDARD E RELATIVE MISURE ADOTTATE PER L ELIMINAZIONE DELLE INTERFERENZE DERIVANTI DA ATTIVITÀ IN APPALTO E SUBAPPALTO (ai sensi dell articolo 26, co.3-ter

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE - -------------------------------------------------------------------- ----------------------------------------------------------- numero data Oggetto: Regolazione

Dettagli

CASA PER ANZIANI UMBERTO I AZIENDA PUBBLICA DI SERVIZI ALLA PERSONA PORDENONE

CASA PER ANZIANI UMBERTO I AZIENDA PUBBLICA DI SERVIZI ALLA PERSONA PORDENONE 1 CASA PER ANZIANI UMBERTO I AZIENDA PUBBLICA DI SERVIZI ALLA PERSONA PORDENONE DATORE DI LAVORO AZIENDA APPALTANTE: FLORA EMILIA BOMBEN RSPP: LINO ROSSET DATA DOCUMENTO: GIUGNO 2012 2 ANAGRAFICA AZIENDA

Dettagli

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENZIALI PER ATTIVITA DI COORDINAMENTO RELATIVO AI SERVIZI DI :

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENZIALI PER ATTIVITA DI COORDINAMENTO RELATIVO AI SERVIZI DI : Allegato 3 COMUNE DI SANREMO SETTORE SICUREZZA SOCIALE RESIDENZA PROTETTA CASA SERENA DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENZIALI PER ATTIVITA DI COORDINAMENTO RELATIVO AI SERVIZI DI : ASSISTENZA

Dettagli

AUTORIZZAZIONE DEGLI STUDI PROFESSIONALI MEDICI ED ODONTOIATRICI INDIRIZZI PER LA DEFINIZIONE DELL ELENCO DEI DOCUMENTI

AUTORIZZAZIONE DEGLI STUDI PROFESSIONALI MEDICI ED ODONTOIATRICI INDIRIZZI PER LA DEFINIZIONE DELL ELENCO DEI DOCUMENTI ALLEGATO 2 AUTORIZZAZIONE DEGLI STUDI PROFESSIONALI MEDICI ED ODONTOIATRICI INDIRIZZI PER LA DEFINIZIONE DELL ELENCO DEI DOCUMENTI Contenuto: 1. indicazioni generali, 2. elenco dei requisiti che prevedono

Dettagli

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI E RELATIVE MISURE ADOTTATE PER L ELIMINAZIONE DELLE INTERFERENZE DERIVANTI DA ATTIVITÀ IN APPALTO E SUBAPPALTO

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI E RELATIVE MISURE ADOTTATE PER L ELIMINAZIONE DELLE INTERFERENZE DERIVANTI DA ATTIVITÀ IN APPALTO E SUBAPPALTO DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI E RELATIVE MISURE ADOTTATE PER L ELIMINAZIONE DELLE INTERFERENZE DERIVANTI DA ATTIVITÀ IN APPALTO E SUBAPPALTO (ai sensi dell articolo 26 del D.Lgs. 81/2008) Allegato

Dettagli

DUVRI. Allegato _6_. al Bando di gara per l'appalto dei servizi di ristorazione comunale

DUVRI. Allegato _6_. al Bando di gara per l'appalto dei servizi di ristorazione comunale Appalto dei servizi di ristorazione scolastica (2013-2016) Allegato 6 DUVRI DUVRI Allegato _6_ al Bando di gara per l'appalto dei servizi di ristorazione comunale dal 15 ottobre 2013 al 30 maggio 2015

Dettagli

Coordinamento tra Datori di Lavoro Documento Unico di Valutazione dei Rischi Interferenti. DUVRI Rev. N 00. (Art. 26 D.Lgs.

Coordinamento tra Datori di Lavoro Documento Unico di Valutazione dei Rischi Interferenti. DUVRI Rev. N 00. (Art. 26 D.Lgs. DOCUMENTO UNIICO I VALUTAZIIONE DEII RIISCHII PER LE ATTIIVIITÀ IINTERFERENTII RELATIIVE ALL APPALTO DEL SERVIIZIIO I ASSIISTENZA DOMIICIILIIARE E GESTIIONE CENTRO IURNO PER ANZIIANII (Art. 26 D.Lgs. 81/2008)

Dettagli

AREA SOCIO-ASSISTENZIALE APPALTO DELLA GESTIONE DI SERVIZI SOCIO- EDUCATIVI PRESSO L ASILO NIDO COMUNALE SEZIONI LATTANTI E MISTE.

AREA SOCIO-ASSISTENZIALE APPALTO DELLA GESTIONE DI SERVIZI SOCIO- EDUCATIVI PRESSO L ASILO NIDO COMUNALE SEZIONI LATTANTI E MISTE. COMUNE DI CITTÀ DELLA PIEVE PROVINCIA DI PERUGIA P.ZZA XIX GIUGNO, 1 - C.A.P. 06062 - TEL. 0578 / 291111 - FAX 0578 / 291291 - C.F. e PART. IVA 00451610547 AREA SOCIO-ASSISTENZIALE APPALTO DELLA GESTIONE

Dettagli

DOCUMENTO UNICO PER LA VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENTI. FORNITURA REAGENTI CHIMICI DI PROCESSO. Premessa... 2. Dati del Committente...

DOCUMENTO UNICO PER LA VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENTI. FORNITURA REAGENTI CHIMICI DI PROCESSO. Premessa... 2. Dati del Committente... DOCUMENTO UNICO PER LA VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENTI. FORNITURA REAGENTI CHIMICI DI PROCESSO Indice Premessa... 2 Dati del Committente... 3 Dati dell Appaltatore... 4 Rischi specifici e norme generali

Dettagli

~:APt ~ -t\ D", :<. 5 ':l, I ')~ l, DataAlf/Ot)/lLJ!' 2 B MAG, 2015 --.J51J3~~Q ~ 2.252,00~ f'-<:lvq(là,j I:J ùi. fr;~mero.

~:APt ~ -t\ D, :<. 5 ':l, I ')~ l, DataAlf/Ot)/lLJ!' 2 B MAG, 2015 --.J51J3~~Q ~ 2.252,00~ f'-<:lvq(là,j I:J ùi. fr;~mero. OSPEDALIERA.+AZIENDA SAN GIOVANNI ADDOLORATA DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE _4.L~/!Hi.... fr;~mero 2 B MAG, 2015 Oggetto; Sinistro n. 53/2014. Liquidazione della somma di 2.252,00 al sig. D.A.S.

Dettagli

Estensore. Esercizio 2015 Conto 5010201. Centro di Costo - Sottoconto n 501020107 Budget: - Assegnato. - Utilizzato. - Presente Atto 808,84

Estensore. Esercizio 2015 Conto 5010201. Centro di Costo - Sottoconto n 501020107 Budget: - Assegnato. - Utilizzato. - Presente Atto 808,84 + DETERMINAZIONE numero del U.O.C. PROPONENTE: ACQUISIZIONE BENI E SERVIZI Oggetto: Affidamento ex art. 125 Dlgs n. 163 del 12/04/2006 e smi della fornitura di n. 2 borse isotermiche per il trasporto dei

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE G. GALILEI PROGETTO ESECUTIVO DTJVRT NAPOLI. COD.NAPSB6OOO5 i. Via S.Domenico, L07

LICEO SCIENTIFICO STATALE G. GALILEI PROGETTO ESECUTIVO DTJVRT NAPOLI. COD.NAPSB6OOO5 i. Via S.Domenico, L07 1i,,,,''. rqiii..,;:ìàì, i.j\*"i ;.7 -l - rl ] CUP Intervento C-3 : 168G10001210007 CUP lntervento C-5 : 168G10001 340007 I LAD l'" i LICEO SCIENTIFICO STATALE G. GALILEI I I I ;l Via S.Domenico, L07 NAPOLI

Dettagli

Salute e sicurezza nei luoghi di lavoro D.Lgs. 81/2008

Salute e sicurezza nei luoghi di lavoro D.Lgs. 81/2008 Formazione del personale Salute e sicurezza nei luoghi di lavoro DATORE DI LAVORO Soggetto titolare del rapporto di lavoro con il lavoratore, responsabile della organizzazione o dell unità produttiva in

Dettagli

Documento unico di valutazione dei rischi interferenziali

Documento unico di valutazione dei rischi interferenziali Documento unico di valutazione dei rischi interferenziali Art. 26 comma 3 D.L.vo 81/2008 modificato dal D.Lgs.106/2009 Oggetto dell appalto: contratto per il servizio di refezione scolastica e di sporzionamento

Dettagli

+AZIENDA OSPEDALI ERA

+AZIENDA OSPEDALI ERA +AZIENDA OSPEDALI ERA SAN GIOVANNI ADDOLORATA ji1i\) REGIONE r ~.;j,'lazio "c - JH:Tt:RMINAZIONE numero..-1/1f I IIOe. l C j 'ei 2 O AGO. 2014 O.O.c. PHOPONENTE: Sish'ma Infurmati,'o, Sistema di Reporting

Dettagli

COMUNE DI FARA GERA D ADDA Provincia di Bergamo c.a.p. 24045 Piazza Roma n. 1 P.IVA 00294190160 Tel. 03633915109 0363391501 Fax 0363398774 D.U.V.R.I.

COMUNE DI FARA GERA D ADDA Provincia di Bergamo c.a.p. 24045 Piazza Roma n. 1 P.IVA 00294190160 Tel. 03633915109 0363391501 Fax 0363398774 D.U.V.R.I. D.U.V.R.I. DOCU M E N T O UNICO DI VALUTAZIO N E DEI RISC HI DA INTERFE R E N Z E (ART. 26 DEL D.LG S N. 81/08) SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI IMMOBILI COMUNALI PER IL TRIENNIO 01/07/2010 30/06/2013 Premessa

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER IL SERVIZIO DI DERATTIZZAZIONE DISINFESTAZIONE E DISINFEZIONE DEL MAAS MERCATI AGRO ALIMENTARI ALL INGROSSO

CAPITOLATO SPECIALE PER IL SERVIZIO DI DERATTIZZAZIONE DISINFESTAZIONE E DISINFEZIONE DEL MAAS MERCATI AGRO ALIMENTARI ALL INGROSSO CAPITOLATO SPECIALE PER IL SERVIZIO DI DERATTIZZAZIONE DISINFESTAZIONE E DISINFEZIONE DEL MAAS MERCATI AGRO ALIMENTARI ALL INGROSSO ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto ha per oggetto il servizio di derattizzazione,

Dettagli

COMUNE DI BONO. C.A.P. 07011 Provincia di Sassari. E-mail combono@tiscalinet.it. Tel. 079/7916900 Fax 079-790116 P.IVA 00197030901

COMUNE DI BONO. C.A.P. 07011 Provincia di Sassari. E-mail combono@tiscalinet.it. Tel. 079/7916900 Fax 079-790116 P.IVA 00197030901 Allegato 1 COMUNE DI ONO C.A.P. 07011 Provincia di Sassari E-mail combono@tiscalinet.it Tel. 079/7916900 Fax 079-790116 P.IVA 00197030901 SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA NELLE SCUOLE DELLE SCUOLE DELL

Dettagli

APPALTO SERVIZIO RISTORAZIONE SCOLASTICA PER IL TRIENNIO SCOLASTICO 2009/2010 2010/2011 2011/2012 ( DECORRENZA APPALTO 01.01.2010)

APPALTO SERVIZIO RISTORAZIONE SCOLASTICA PER IL TRIENNIO SCOLASTICO 2009/2010 2010/2011 2011/2012 ( DECORRENZA APPALTO 01.01.2010) COMUNE DI MARRUBIU Provincia di Oristano - Piazza Roma n.7 C.A.P. 09094 Cod. Fisc. 80001090952 P. IVA 00089760953 Tel. 0783/85531 Fax 0783/858209 www.comune.marrubiu.or.it APPALTO SERVIZIO RISTORAZIONE

Dettagli

Sicurezza e prevenzione D.lgs 81/08

Sicurezza e prevenzione D.lgs 81/08 Sicurezza e prevenzione D.lgs 81/08 L obbiettivo di tale documento è quello di fornire all amministratore chiarezza proprio sulle responsabilità specifiche del suo ruolo e, non meno importante, di proporre

Dettagli

SISTEMA DELLE DELEGHE IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO

SISTEMA DELLE DELEGHE IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO I.R.P.E.T Istituto Regionale per la Programmazione Economica della Toscana SISTEMA DELLE DELEGHE IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO (in attuazione degli articoli 16 ss. del D.Lgs. 9 aprile 2008, n. 81

Dettagli

COMPITI DEI DIRIGENTI, DEI PREPOSTI E DEI LAVORATORI

COMPITI DEI DIRIGENTI, DEI PREPOSTI E DEI LAVORATORI GRUPPO DI RIFERIMENTO PER LA SALUTE E LA SICUREZZA SUL LAVORO COMPITI DEI DIRIGENTI, DEI PREPOSTI E DEI LAVORATORI REV. DATA 0 8.03.2011 1 24.06.2013 2 3 IL REFERENTE DEL GRUPPO Ing. Alessandro Selbmann

Dettagli

Dlgs 81/2008 qualche domanda e risposta

Dlgs 81/2008 qualche domanda e risposta Dlgs 81/2008 qualche domanda e risposta A cura dello Studio Commercialista Di Michele di Roma e Milano Quale documentazione occorre per essere in regola con il D.lgs. 81/08? Occorre l organigramma della

Dettagli

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZA

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZA DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZA PALAZZO DEI CONGRESSI PIAZZALE KENNEDY, 1 ROMA Sommario Pulizia e facchinaggio Revisione: 1 Pagina 1 di 15 Sommario... 1 A.FINALITA... 2 B.DESCRIZIONE

Dettagli