12agosto agosto2012. Augusta, 12 Agosto. LETTERA APERTA Gli Angeli Custodi. Richiesta derattizzazione e disinfestazione urgente - C.C.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "12agosto2012. 09agosto2012. Augusta, 12 Agosto. LETTERA APERTA Gli Angeli Custodi. Richiesta derattizzazione e disinfestazione urgente - C.C."

Transcript

1

2 12agosto2012 LETTERA APERTA Gli Angeli Custodi Posted: 12 Aug :05 AM PDT Augusta, 12 Agosto Ancora una volta, il tempestivo ed efficace intervento della polizia penitenziaria ha impedito che la lunga scia di morte per suicidio in cella potesse allungarsi. Attorno alle dell 11 agosto 2012 un detenuto poco più che trentenne si era legato un lenzuolo al collo per impiccarsi e solo grazie al tempestivo intervento di due operatori si è risolto l'evento critico. L UGL esprime soddisfazione per il salvataggio del detenuto ma allo stesso tempo senso di tristezza, perchè non è giusto che spesso una sola unità, soprattutto nei turni notturni, debba vigilare circa 140 detenuti. Urge un provvedimento tampone per mettere fine al notevole carico di lavoro del personale di Polizia Penitenziaria, anche ricorrendo all'utilizzo dei militari per la sorveglianza esterna dei penitenziari Repubblicani. Insomma se proprio servisse confermare, oggi come sempre, si conferma che la Polizia Penitenziaria continua a salvare vite, ad essere oggetto di aggressioni anche se è messa in condizione di operare senza slavaguardia dei livelli minimi di sicurezza, oltre al grave disagio lavorativo ci si mettono anche le scellerate politiche economiche di un Governo che ragiona solo in termini ragioneristici perdendo di vista la centralità degli operatori di polizia e dei loro diritti. Nonostante tutto è solo grazie all impegno, alla dedizione, alla professionalità dei poliziotti penitenziari che si continuano a salvare vite umane e a garantire la sicurezza all interno dei Penitenziari in condizioni lavorative tragiche. Concludiamo invitando il Ministro Severino a riflette a seguitodell ennesimo evento critico, di recepire una volta per tutte l urgenza e la necessità di procedere ad assumere operatori di polizia i cui organici registrano vacanze per circa 7000 unità che aumenteranno alla fine di quest anno a causa della mancata copertura del tournover. 09agosto2012 Richiesta derattizzazione e disinfestazione urgente - C.C. Cosenza Inaugurazione reparto protetto presso nosocomio Matera CARCERI. UGL: BENE MIGLIORAMENTO CONDIZIONI DI DETENZIONE - LETTERA AD ALTRE REGIONI PER SEGUIRE PROVVEDIMENTI LAZIO CARCERI: UGL, BENE ACCELERAZIONE DDL MISURE ALTERNATIVE REGINA COELI, POLVERINI:SARA INSEDIATA COMMISSIONE PARITETICA Richiesta derattizzazione e disinfestazione urgente - C.C. Cosenza Posted: 09 Aug :00 AM PDT Con nota n 29SRC del 17/05/2012, (tanto per cambiare) ad oggi

3 non riscontrata e che ad ogni buon fine si allega in copia alla presente, la scrivente O.S. ebbe modo di segnalare una problematica, quale quella inerente alla ragguardevole presenza di topi di dimensioni mastodontiche presso la C.C. Cosenza, che in questi giorni sembra abbia avuto ulteriori sviluppi, tanto che gli avvistamenti e le scorribande di tali amabili creature pare si siano moltiplicate in maniera esponenziale, tanto la lambire, se non interessare direttamente, in particolare, la mensa agenti, ma anche: i reparti detentivi (isolamento su tutti),atrio mandorla,lavanderia,caserma agenti,parcheggi esterni,ecc... Tale situazione, che ha ingenerato nel personale enorme malumore, pare sia sfociata in data odierna in una più che legittima protesta pacifica del Personale consistita con l'astensione dalla M.O.S., allo stato delle cose, a tempo indeterminato. Atteso che presso la Casa Circondariale di Cosenza pare si stia assistendo ad una sorta di fobia collettiva (giustificata), in particolar modo nelle ore notturne, allorquando i roditori notoriamente escono maggiormente allo scoperto in quanto il buio ne incoraggia l'attività predatoria, pregiudica enormemente, oltre che la tranquillità lavorativa, la salubrità, l'igiene e la dignità degli ambienti dove soggiorna la Polizia Penitenziaria, già provata dagli immani carichi di lavoro, dalla calura estiva, dal sovraffollamento delle patrie galere e dalla mancanza di personale, acuita da un piano ferie in corso di svolgimento, l'ugl Polizia Penitenziaria ritiene che sia giunto il momento di mettere fine a questa situazione incresciosa procedendo con sollecitudine alla derattizzazione dell'istituto bruzio. D'altro canto, non si comprendono le motivazioni di tanto immobilismo e tergiversare, rispetto ad una situazione che potrebbe compromettere, in aggiunta alle temperature elevate di questo periodo, lo stato di salute dei Poliziotti Penitenziaria (che ci stanno maggiormente a cuore), del personale "civile", di tutti coloro che accedono in istituto a vario titolo e dell'utenza che, in quegli ambienti, deve permanerci 24h su 24h. Con nota n 29SRC del 17/05/2012, (tanto per cambiare) ad oggi non riscontrata e che ad ogni buon fine si allega in copia alla presente, la scrivente O.S. ebbe modo di segnalare una problematica, quale quella inerente alla ragguardevole presenza di topi di dimensioni mastodontiche presso la C.C. Cosenza, che in questi giorni sembra abbia avuto ulteriori sviluppi, tanto che gli avvistamenti e le scorribande di tali amabili creature pare si siano moltiplicate in maniera esponenziale, tanto la lambire, se non interessare direttamente, in particolare, la mensa agenti, ma anche: i reparti detentivi (isolamento su tutti),atrio mandorla,lavanderia,caserma agenti,parcheggi esterni,ecc...tale situazione, che ha ingenerato nel personale enorme malumore, pare sia sfociata in data odierna in una più che legittima protesta pacifica del Personale consistita con l'astensione dalla M.O.S., allo stato delle cose, a tempo indeterminato. Atteso che presso la Casa Circondariale di Cosenza pare si stia assistendo ad una sorta di fobia collettiva (giustificata), in particolar modo nelle ore notturne, allorquando i roditori notoriamente escono maggiormente allo scoperto in quanto il buio ne incoraggia l'attività predatoria, pregiudica enormemente, oltre che la tranquillità lavorativa, la salubrità, l'igiene e la dignità degli ambienti dove soggiorna la Polizia Penitenziaria, già provata dagli immani carichi di lavoro, dalla calura estiva, dal sovraffollamento delle patrie galere e dalla

4 mancanza di personale, acuita da un piano ferie in corso di svolgimento, l'ugl Polizia Penitenziaria ritiene che sia giunto il momento di mettere fine a questa situazione incresciosa procedendo con sollecitudine alla derattizzazione dell'istituto bruzio. D'altro canto, non si comprendono le motivazioni di tanto immobilismo e tergiversare, rispetto ad una situazione che potrebbe compromettere, in aggiunta alle temperature elevate di questo periodo, lo stato di salute dei Poliziotti Penitenziaria (che ci stanno maggiormente a cuore), del personale "civile", di tutti coloro che accedono in istituto a vario titolo e dell'utenza che, in quegli ambienti, deve permanerci 24h su 24h.In attesa di urgente riscontro e riservandosi sin da ora ulteriori iniziative a tutela del Personale in servizio presso la C.C. Cosenza, l'occasione é gradita per porgere Distinti saluti. Inaugurazione reparto protetto presso nosocomio Matera Posted: 09 Aug :58 AM PDT CARCERI. UGL: BENE MIGLIORAMENTO CONDIZIONI DI DETENZIONE - LETTERA AD ALTRE REGIONI PER SEGUIRE PROVVEDIMENTI LAZIO Posted: 08 Aug :29 PM PDT (DIRE) Roma, 8 ago. - "Ci conforta l'accelerazione al provvedimento sulle misure alternative alla detenzione annunciata dal ministro Severino, perche' cosi' e' possibile ridurre il sovrappopolamento delle carceri. Siamo, tuttavia, fortemente preoccupati dall'apertura entro l'anno di ben nuovi posti detentivi, perche' in netto contrasto con quanto approvato solo ieri dall'aula della Camera rispetto ai tagli del turn over per l'attuazione della spending review". Lo dichiara il segretario nazionale dell'ugl Polizia Penitenziaria, Giuseppe Moretti, aggiungendo che "il ministro sa bene che le condizioni di lavoro del personale sono inaccettabili gia' ora a causa della grave carenza di organico e se il Parlamento non si rende conto che l'apertura di nuove carceri significhera' un'ulteriore riduzione di personale in quelle esistenti, vuol dire che non c'e' una vera volonta' di mantenere l'ordine e la sicurezza nelle case circondariali". "Siamo molto colpiti dalla assidua presenza nelle strutture penitenziarie del Guardasigilliaggiunge Moretti- e la visita di oggi a Regina Coeli, con la presidente della Regione Lazio, Renata Polverini, indica il proposito di voler affrontare e risolvere le criticita', ma occorre fare di piu' per il benessere di chi nelle carceri vi opera 'silenziosamente', come detto dalla stessa Severino. Speriamo che provvedimenti straordinari come quelli programmati con la Regione Lazio non restino isolati. Per questa ragione- conclude il sindacalista- oggi abbiamo inviato una lettera ai presidenti di ciascun Regione affinche' si attivino nella stessa direzione della Regione Lazio, per il miglioramento delle condizioni lavorative e di detenzione". (Com/Rel/Dire) 18: NNNN CARCERI: UGL, BENE ACCELERAZIONE DDL MISURE ALTERNATIVE Posted: 08 Aug :28 PM PDT (ANSA) - ROMA, 8 AGO - "Ci conforta l'accelerazione al provvedimento sulle misure alternative alla detenzione annunciata dal ministro Severino, perché così è possibile ridurre il sovrappopolamento delle carceri. Siamo, tuttavia, fortemente preoccupati dall'apertura entro l'anno di ben 3500 nuovi posti detentivi, perché in netto contrasto con quanto approvato solo ieri dall'aula della Camera rispetto ai tagli del turn over per

5 l'attuazione della spending review". Lo dichiara il segretario nazionale dell'ugl Polizia Penitenziaria, Giuseppe Moretti, aggiungendo che "il ministro sa bene che le condizioni di lavoro del personale sono inaccettabili già ora a causa della grave carenza di organico e se il Parlamento non si rende conto che l'apertura di nuove carceri significherà un'ulteriore riduzione di personale in quelle esistenti, vuol dire che non c'é una vera volontà di mantenere l'ordine e la sicurezza nelle case circondariali". "Siamo molto colpiti dalla assidua presenza nelle strutture penitenziarie del Guardasigilli, - aggiunge Moretti - e la visita di oggi a Regina Coeli, con la presidente della Regione Lazio, Renata Polverini, indica il proposito di voler affrontare e risolvere le criticità, ma occorre fare di più per il benessere di chi nelle carceri vi opera 'silenziosamente', come detto dalla stessa Severino". "Speriamo che provvedimenti straordinari come quelli programmati con la Regione Lazio non restino isolati. Per questa ragione - conclude il sindacalista - oggi abbiamo inviato una lettera ai Presidenti di ciascun Regione affinché si attivino nella stessa direzione della Regione Lazio, per il miglioramento delle condizioni lavorative e di detenzione". (ANSA). COM-BOS 08-AGO-12 18:13 NNNN Prendiamo atto che chi cantava vittoria oggi esprime preoccupazione, x il voto della Camera. Un caso di tardivo ma miracoloso ravvedimento. Ugl Pol Pen Agosto 8, 2012 REGINA COELI, POLVERINI:SARA INSEDIATA COMMISSIONE PARITETICA Posted: 08 Aug :27 PM PDT La presidente della Regione Lazio, Renata Polverini e il ministro della Giustizia, Paola Severino hanno visitato il centro diagnostico terapeutico del Regina Coeli 08/08/ Una Commissione paritetica tra Regione Lazio e Ministero della Giustizia, per risolvere le criticità del Centro diagnostico terapeutico dell istituto penitenziario Regina Coeli. È quanto ha annunciato la presidente della Regione Lazio, Renata Polverini, che ha visitato insieme al Guardasigilli, Paola Severino, il centro clinico del carcere romano di via della Lungara. La Commissione - ha detto Polverini - formata da personale tecnico delle due istituzioni, indicherà entro il 20 settembre le tappe e i lavori che andranno effettuati nel centro clinico di Regina Coeli. Ci siamo dati tempi brevi e la visita congiunta di oggi dimostra che se le istituzioni collaborano i problemi di possono risolvere. La Commissione si occuperà della tipologia di prestazioni erogabili all interno del Centro su una base di analisi costi benefici e delle linee di attività prevalenti relative alla popolazione malata detenuta. Ad oggi, il centro clinico di Regina Coeli conta 80 posti letto e sono circa 70 i detenuti in cura, mentre il personale medico è composto da circa 130 unità. Il numero del personale medico è adeguato ha aggiunto la presidente - valuteremo tuttavia, contratto per contratto, la possibilità di allungare l orario di lavoro e ho dato

6 mandato sin da adesso di implementare il numero degli psichiatri, in considerazione del fatto che questo è un carcere con un alto numero di detenuti in attesa di giudizio o che entrano per la prima volta e che quindi hanno bisogno di attenzione e di assistenza psicologica. Inoltre, ha aggiunto Polverini le sale operatorie hanno bisogno di un percorso post-operatorio adeguato per potere effettuare in futuro interventi che richiedono ricovero con decorso direttamente all interno della struttura, al fine di rendere questo centro un vero e proprio presidio sanitario regionale. La presidente ha infine ricordato come sia già attivo presso il centro diagnostico il progetto di tele cardiologia, realizzato in collaborazione tra la Asl RmA e l ospedale San Giovanni stiamo lavorando per far funzionare questo servizio h24 e a breve verrà esteso anche alla teleradiologia. Soddisfatta dell incontro il ministro Severino: È stata una visita molto costruttiva - ha detto - abbiamo programmato una serie di impegni e ci siamo raccontati le cose fatte e da fare. Abbiamo parlato delle novità del provvedimento sulle misure alternative al carcere, come la messa alla prova e i domiciliari, calendarizzato in aula a settembre. L'incontro con i detenuti è stato molto interessante, loro ci hanno posto una serie di problemi concreti legati al tema della recidiva e della tossicodipendenza. Regina Coeli : Prevista per oggi la visita della Presidente Polverini in particolareal Centro Clinico. In vista specifici stanziamenti Ugl Pol Pen Agosto 8, agosto2012 Graduatoria soggiorno per diplomati - Boston 2012 Posted: 07 Aug :25 PM PDT Si trasmette la ministeriale GDAP del relativa a quanto in oggetto indicato. SIGNOR MONTI NON FUGGA PARLIAMO DI ETHICAL REVIEW Posted: 07 Aug :16 PM PDT È troppo facile dire che non c è tempo per il confronto quando è il Governo che non convoca la Parti Sociali e, quando lo fa, i suoi rappresentanti parlano dei massimi sistemi senza mai entrare nei particolari. Gli stessi particolari che saranno oggetto delle norme approvate in tutta fretta e che sono state decise in qualche stanza del Ministero dell Economia o di Palazzo Chigi, tra tecnici e burocrati. Non accettiamo che le Parti Sociali siano rappresentate da Direttori Generali e dirigenti di prima fascia i quali, quando si decide sui tagli alla spesa pubblica sono in conflitto d interesse. Ed infatti, caro professor Monti, noi siamo disponibili a parlare di tagli nel pubblico impiego ma iniziando: dalle fantomatiche consulenze, ultimo tentacolo della classe politica per sistemare amici, parenti e affini

7 dai privilegi della nostra classe dirigente: dal divario enorme che si è creato tra le retribuzioni dei dirigenti e quello del personale contrattualizzato che, per di più, viene strumentalizzato quando si pubblicano le statistiche delle retribuzioni, fornendo al Paese un dato falsato della realtà. o che non ha alcun controllo sui propri tempi di lavoro e gli impegni extra ufficio o che autocertifica i risultati ed arriva ad autocertificare anche i propri buoni pasto arrivando a sommarne più di 60 in un mese o che, per aggirare la riduzione delle auto blu, stipula contratti con società di autonoleggio o usa le auto per i servizi di sicurezza come taxi PROFESSOR MONTI NON FUGGA DAL TAVOLO DELLA CONCERTAZIONE! Non ci spaventano i tagli,quanto l ingiustizia e il pressappochismo,che regnano in questo Paese, dove si parla tanto solo per accontentare la forma, ma alla fine decidono in pochi e sempre per tutelare singoli privilegi. Noi non accettiamo passivamente il trasferimento coatto del personale, la riduzione del nostro reddito (che si chiami buoni pasto, tredicesima o altro) senza che siano toccati i punti fondamentali di equità e di giustizia sociale, senza la quale la sua è, e sarà, solo un operazione di cassa che poteva effettuare l ultimo dei Fantozzi! SCIOPERO 07agosto2012 Commisione art.22 comma 3 DPR 395/95 - Trasmissione Verbale AGOSTO : BREVE PAUSA TECNICA, MA NON NEL PROCESSO DI MOBILITAZIONE SIAMO PREOCCUPATI PER IL FUTURO DELLA GIUSTIZIA MINORILE IN CALABRIA Spending review: Ugl, rivedere tagli al comparto sicurezza CARCERI:UGL, DA UE DISPONIBILITA'VALUTARE AZIONI APPROPRIATE Competenze dei coordinatori ntp e uscite extracomunali Uniforme di servizio per il personale del Corpo di Polizia Penitenziaria e servizio di autista Fumo passivo in ambiente carcerario e dipendenti con cause di servizio ad hoc La denuncia deil'ugl: detenuti in ospedale con un solo piantone Commisione art.22 comma 3 DPR 395/95 - Trasmissione Verbale Posted: 06 Aug :18 PM PDT Si trasmette la nota n datata di cui all'oggetto. AGOSTO : BREVE PAUSA TECNICA, MA NON NEL PROCESSO DI MOBILITAZIONE Posted: 06 Aug :16 PM PDT VENERDI 28 SETTEMBRE 2012 di tutti i Dipendenti del Pubblico Impiego Fra qualche giorno la sede della Segreteria Nazionale sospenderà la propria attività organizzativa per un breve periodo di riposo dei suoi addetti, ma in questo

8 momento clou che caratterizza l estate con il rito dell anguria mangiata a ferragosto con gli amici, magari sotto una pergola con l uva da tavola che non riesce a non essere mangiata direttamente dalla vite, vogliamo rassicurare tutti coloro che avranno bisogno di assistenza che i nostri canali mediatici continueranno ad essere attivi e sempre a disposizione, soprattutto il nostro ufficio legale e la nostra stazione informativa presso il dipartimento a cui chi ha bisogno può rivolgersi direttamente. Continuerà ad essere attiva la nostra determinazione nel rivendicare i diritti della Polizia Penitenziaria con tante iniziative come quella della visita nelle sedi penitenziarie di diversi segretari nazionali e regionali nel giorno di Ferragosto anche per dire a qualche politico che farà la solita passerella, che siamo stufi dei riti simbolici e vogliamo i fatti. Anche per ribadire la nostra assoluta vicinanza ai colleghi che ad agosto lavoreranno, proprio il 1 agosto si è tenuta una riunione straordinaria della Segreteria Nazionale Federale finalizzata a riprogrammare e focalizzare l attività e gli obiettivi che intende perseguire la Federazione nell ultima parte del 2012 con particolare riferimento ai seguenti temi : - Tragico fenomeno suicidi tra il personale di Polizia Penitenziaria; - Determinazione Piante Organiche Nazionali e sedi non penitenziaria (DAP, Scuole, PRAP); - Analisi progetti per la realizzazione dei Circuiti Regionali; - Modifica PCD mobilità ordinaria; - FESI Dopo un ampia disamina degli argomenti sopra elencati la Segreteria Federale ha stabilito quanto segue : Sul Fenomeno dei suicidi, pur considerando la moratoria chiesta dall Amministrazione Penitenziaria, si procederà ad inviare una lettera ai Provveditori regionali con richiesta di notizie sull attuazione delle norme in vigore che riguardano gli adempimenti rispetto alla verifica dello stress da lavoro correlato. Monitoraggio affidato anche ai Segretari Regionali. Per sostenere le iniziative sul benessere del personale e sensibilizzare le istituzioni sul fenomeno dei suicidi, sarà inviata una lettera ai Presidenti delle Regioni con cui si trasmetterà copia della delibera n.603 del 16/12/2011 della Regione Lazio che ha stanziato 100 mila euro per l apertura di centri d ascolto psicologico. Per quanto attiene le iniziative di tutela interne, dal mese di settembre anche la federazione aprirà uno sportello di consueling con un servizio iniziale di tre ore a settimana in cui si alterneranno al telefono tre esperti, un consulente psicologico, un consulente legale e un consulente sindacale. Tale servizio completerà quanto già avviato in via sperimentale dalla federazione in materia di tutela del personale. In merito alle assegnazioni dei neo agenti da cui ne è conseguita una discreta mobilità a domanda, poiché non sembra che la Direzione Generale del Personale abbia tenuto conto dei tagli al turn over che si vorrebbero attuare e non sembra siano state considerate le nuove aperture previste in alcune regioni in particolare, si è convenuto di inviare una nota all amministrazione e al ministro per segnalare il dissenso a riguardo, richiedendo altresì che per il futuro si effettuino piani di assegnazione tenendo conto dei posti di servizio e non di parametri e coefficienti che non possono dare risultati veritieri e corretti. Poiché sempre la Direzione Generale del personale ha chiesto un parere sulle piante organiche delle sedi diverse dai penitenziari, si è deciso di chiedere (congiuntamente alle altre OO.SS.) un urgente convocazione trattandosi di materia oggetto di contrattazione riguardando anche la mobilità del personale interessato e la ;

9 scopertura di sedi penitenziarie sul territorio. A ciò quindi dovrà seguire un serio esame delle dotazioni organiche nazionali come chiede da tempo l UGL. In riferimento ai circuiti penitenziari, in vista dell incontro preannunciato dal Ministro per metà settembre, risultato di una battaglia svolta sia congiuntamente che singolarmente, si è dato incarico all Osservatorio Scientifico della Federazione di procedere alla stesura di osservazioni e proposte che debbono basarsi sul concetto di tutelare l importanza dell osservazione e della prevenzione che viene esercitata dall agente con la presenza fisica nelle sezioni detentive. Tale proposta e uno studio per le modifiche da apportare al P.C.D. sulla mobilità ordinaria, saranno oggetto di un preventivo esame nel corso della prossima riunione della Segreteria Federale allargata anche alla Conferenza permanente dei Segretari Regionali. Al tavolo che la Direzione generale del Personale intenderà aprire, l UGL proporrà di valutare una stabilizzazione anche di alcune tipologie distacchi territoriali (purché extra pianta organica con riassorbimento come proposto per il DAP) per evitare che si prosegua con l ambigua situazione attuale di non chiarezza nel numero dei distacchi per ragioni diverse da quelle di cui all articolo 7 del dpr 254/99 (ivi compresi i distacchi di tipo amministrativo). Questa decisione fa salve eventuali iniziative che saranno adottate congiuntamente alle OO.SS. con le quali si stanno portando avanti positive iniziative rivendicative. In ultimo sulla questione FESI, si è convenuto sulla necessità della ratifica del piano di ripartizione sottoscritto per l anno scorso, considerando valide le ragioni riportate nel comunicato congiunto emesso a seguito dell incontro in questione. In aggiunta a tali motivazioni va comunque sottolineato che l UGL Polizia Penitenziaria intende salvaguardare la contrattazione decentrata per poter retribuire anche coloro che svolgono più di un servizio nello stesso turno, senza parlare dell inopportunità di ridurre maggiormente il contributo ora inviato a chi svolge servizio nelle sezioni detentive, che sarebbe pregiudicato se si stabilisse oggi un sistema di distribuzione a pioggia con bonus al raggiungimento di un tetto annuale (come propone qualcuno) in assenza di ulteriori stanziamenti. Inoltre, la segreteria si è riservata per l accordo del 2013 di valutare l assegnazione di un incentivo al raggiungimento di un tetto di presenze, nonché di acquisire un parere su formule diverse di incentivazione attraverso un sondaggio che sarà avviato entro il mese di settembre. Sempre come ipotesi di proposta la segreteria federale si è riservata di valutare la presentazione una richiesta sul prossimo testo, di differenziazione di incentivo rispetto alla diversa attività svolta tra sezioni ordinarie e sezioni A.S., così come proposto dalla Segreteria Regionale della Sicilia. La Segreteria Federale ha altresì deciso di agire in modo incisivo per un ripristino di corrette relazioni sindacali soprattutto riferite ai rapporti sul territorio, rilevandosi anche a livello nazionale una disicrasia tra i rapporti con le OO.SS. Una molteplicità di iniziative che non trascureranno quelle di lotta più specifica riferite alle storiche rivendicazioni che porta avanti la federazione e che costituiscono l ossatura di una mobilitazione che si svilupperà nei prossimi mesi qualora non arrivino concrete risposte su temi scottanti, quali non ultimo l annoso problema del riallineamento dei funzionari del corpo. Molti sono dunque gli elementi messi all ordine del giorno di questo agosto per non allentare l attenzione, bensì rinforzare le iniziative rivendicative che ci contraddistinguono e che non disdegneremo di condurre unitamente alle altre sigle con cui è bene ribadirlo, abbiamo fattivamente lavorato a livello nazionale in questi ultimi mesi. <

10 Per prepararci ad un settembre pieno di impegni ad incominciare dalla possibile sensibilizzazione sulle modifiche da attuare rispetto ai tagli del turn over, abbiamo delineato un complessivo riassetto organizzativo che vedrà una maggiore partecipazione dei Segretari Federali e dei Responsabili dei Coordinamenti Nazionali presso la Segretaria Nazionale. A riguardo, ricordando a chi legge che i coordinamenti tematici (NTP, FUNZIONARI, MINORI e DONNE) sono organismi tecnici di supporto alla Segreteria Nazionale rispetto alle specifiche dinamiche che contraddistinguono ampi settori della nostra categoria, dando attuazione a quanto stabilito con precedenti delibere che avevano previsto la costituzione anche di un Coordinamento Pensionati UGL Polizia Penitenziaria, si è deciso di individuare entro il mese di settembre un Responsabile e di procedere alla costituzione formale di un gruppo che possa esprimersi per rivendicare la propria identità in modo libero e non certo autoreferenziale. Un piccolo segnale che vogliamo dare anche ai colleghi in quiescenza, spiegando loro che si può ancora fare bene per i colleghi in servizio. Queste iniziative si spera possano dare il senso di un intensa mobilitazione che riguarda ogni singolo dirigente dell UGL Polizia Penitenziaria ma anche chi da semplice iscritto vuole essere protagonista del suo futuro, perché, nonostante qualche tecnico tenti di sminuirne il ruolo è solo grazie al sindacato che si sono raggiunte le conquiste che oggi caratterizzano la società moderna. Non è certo qualcosa che può essere dimenticato. Certi che avremmo modo di far sentire la nostra voce e le nostre idee, approfitto dell occasione augurare a tutti un buon ferragosto. SIAMO PREOCCUPATI PER IL FUTURO DELLA GIUSTIZIA MINORILE IN CALABRIA Posted: 06 Aug :13 PM PDT Roma, 6 ago. (Adnkronos) - "Mentre il governo continua a lavorare sulla spending review, cercando di mettere a punto il piano di risparmio della macchina statale, con la chiusura del Centro di prima accoglienza (Cpa) di Reggio Calabria, assistiamo, paradossalmente, ad uno vero spreco di risorse umane ed economiche". Lo dichiarano il segretario nazionale dell'ugl Polizia penitenziaria, Giuseppe Moretti, ed il coordinatore nazionale del settore minorile, Walter Campagna, aggiungendo che "l'attivita' del Cpa risulta fondamentale per tutto il comprensorio reggino e dopo la sua chiusura siamo preoccupati per il futuro della giustizia minorile in Calabria". "Le forze dell'ordine e della polizia penitenziaria operanti nella provincia di Reggio Calabria -proseguono i sindacalistiin esecuzione di un provvedimento d'arresto o di fermo nei confronti di un minore, sono ora costretti a raggiungere la medesima struttura presente nella citta' di Catanzaro. Riteniamo, quindi, che sarebbe stato meglio rivedere il ruolo e la posizione di altri uffici periferici della giustizia minorile, anziche' sospendere l'attivita' di una struttura importante come il Centro di prima accoglienza". "La situazione delle carceri minorili - concludono Moretti e Campagna- e' assolutamente critica e la speranza e' che la recente nomina di Caterina Chinnici a capo del Dipartimento della giustizia minorile, possa avviare un progetto di complessivo riassetto del sistema detentivo dei minori, essendo chiaro che non si puo' continuare a considerare tale settore dell'esecuzione detentiva meno importante di quello degli adulti, per i riflessi sociali che ha il recupero del minore reo". Spending review: Ugl, rivedere tagli al comparto sicurezza Posted: 06 Aug :12 PM PDT =

11 (ASCA) - Roma, 6 ago - ''Se non si interverra' prontamente per rivedere i tagli previsti dalla spending review e non verranno rese disponibili quanto prima le risorse del Fondo Unico Giustizia, le ricadute sul comparto sicurezza saranno tali da non poter piu' garantire la tranquillita' dei cittadini''. A lanciare l'allarme e' il Coordinamento Sicurezza Ugl, organo che riunisce il personale di Polizia di Stato, Polizia Penitenziaria, Corpo Forestale dello Stato e Vigili del Fuoco, che in una nota chiede che vengano messi a disposizione del settore ''i proventi derivanti da misure di prevenzione antimafia, nonche' i beni confiscati alla criminalita' organizzata e, quindi, tutte quelle risorse recuperate grazie al costante lavoro delle Forze dell'ordine e della Magistratura, incluse nel Fondo Unico Giustizia''. ''I lavoratori del comparto sicurezza, difesa e soccorso pubblico, - prosegue la nota - continuano a lavorare con eguale professionalita' ed impegno, nonostante le difficolta' ed i sacrifici imposti dai tagli alle risorse, per rispetto sia delle Istituzioni sia di quell'innato senso dello Stato che l'attuale Esecutivo, invece, sembra aver ''rimpiazzato' con un congenito senso dell'economia''. ''E' del tutto evidente - conclude la nota -che in assenza di risposte concrete da parte di Governo e Parlamento, il sottile confine tra diritti e doveri, non sempre identificabile nell'attivita' dei rappresentanti delle Forze dell'ordine, ci costringera' a porre dei paletti ben evidenti, affinche' non siano i colleghi che rappresentiamo a pagare il prezzo di politiche sbagliate che stanno comportando scelte scellerate''. CARCERI:UGL, DA UE DISPONIBILITA'VALUTARE AZIONI APPROPRIATE della Commissione europea e responsabile per la Giustizia, i diritti fondamentali e la cittadinanza, Viviane Reding, in risposta alla lettera che l'ugl Polizia Penitenziaria aveva indirizzato per "sollecitare atti di indirizzo specifici e provvedimenti volti a garantire la piena tutela degli agenti". Lo rende noto il segretario nazionale dell'ugl Polizia Penitenziaria, Giuseppe Moretti, spiegando che "nella lettera, la Commissione Ue ricorda che 'la responsabilità della gestione delle carceri e del loro personale spetta agli stati membri e rientra quindi nella sfera di competenza delle autorità italiane'. Ricordando che nel 2011 la Commissione ha pubblicato un libro verde sull'applicazione della normativa dell'ue sulla giustizia penale nel settore della detenzione, nella missiva si sottolinea - spiega Moretti - che sono state circa 90 le risposte dagli Stati Membri e dai soggetti interessati, che saranno analizzate 'attentamente per valutare le azioni più appropriate che possono essere adottate a livello europeo'". "L'attenzione da parte della Commissione europea sulle criticità del comparto - spiega il sindacalista - è un segnale importante perché la situazione nel nostro Paese si fa sempre più drammatica: gli agenti della Polizia Penitenziaria è costretta a sostenere carichi di lavoro molto pesanti in condizioni di scarsa sicurezza e senza strumenti adeguati a garantire il reale recupero del detenuto con grandi difficoltà per la sicurezza del personale stesso e dei detenuti. Le misure contenute nel decreto sulla spending review, a partire dalla riduzione dell'80% del turn over del personale, rischiano di peggiorare una situazione".(ansa). Competenze dei coordinatori ntp e uscite extracomunali Posted: 06 Aug :09 PM PDT Posted: 06 Aug :10 PM PDT (ANSA) - ROMA, 6 AGO - "La Commissione europea è consapevole della situazione dei detenuti in Europa e delle sue conseguenze sulle condizioni di lavoro del personale carcerario". E' quanto scrive il Gabinetto della vicepresidente >

12 Uniforme di servizio per il personale del Corpo di Polizia Penitenziaria e servizio di autista La denuncia deil'ugl: detenuti in ospedale con un solo piantone Posted: 06 Aug :04 PM PDT Posted: 06 Aug :08 PM PDT Fumo passivo in ambiente carcerario e dipendenti con cause di servizio ad hoc Posted: 06 Aug :06 PM PDT

Il Comitato dei Ministri, ai sensi dell'articolo 15.b dello Statuto del Consiglio d'europa,

Il Comitato dei Ministri, ai sensi dell'articolo 15.b dello Statuto del Consiglio d'europa, CONSIGLIO D EUROPA Raccomandazione CM/REC(2014) 3 del Comitato dei Ministri agli Stati Membri relativa ai delinquenti pericolosi (adottata dal Comitato dei Ministri il 19 febbraio 2014 nel corso della

Dettagli

CONDIVIDE E PARTECIPA

CONDIVIDE E PARTECIPA il 13 OTTOBRE 2007 - inform@ su: Delibera della Direzione Nazionale il S.I.A.P. privilegia il confronto interno Dal Governo Consiglio dei Ministri nr. 69 Decreto di razionalizzazione dell assetto organizzativo

Dettagli

Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2010

Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2010 Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2010 Sottoscritto definitivamente in data 20 dicembre 2010 Comune di MERCATELLO SUL METAURO

Dettagli

inform@ata news n.02.14

inform@ata news n.02.14 inform@ata news n.02.14 Per contatti o segnalazioni: e-mail: r.fiore@flcgil.it siti internet: www.flc-cgiltorino.it www.flcgil.it la newsletter di informazione sulle problematiche del settore ATA della

Dettagli

Allegato al CCNL 1998/2001 sottoscritto il 29 maggio 1999 ATTUAZIONE DELLA LEGGE 146/90

Allegato al CCNL 1998/2001 sottoscritto il 29 maggio 1999 ATTUAZIONE DELLA LEGGE 146/90 Allegato al CCNL 1998/2001 sottoscritto il 29 maggio 1999 ATTUAZIONE DELLA LEGGE 146/90 ART. 1 SERVIZI PUBBLICI ESSENZIALI 1. Ai sensi della legge 12 giugno 1990, n. 146, i servizi pubblici da considerare

Dettagli

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME Gli Orari Visite Fiscali 2014 2015 INPS lavoratori assenti per malattia dipendenti pubblici, insegnanti, privati,

Dettagli

inform@ata news n.02.15

inform@ata news n.02.15 Per contatti o segnalazioni: e-mail: r.fiore@flcgil.it siti internet: www.flc-cgiltorino.it www.flcgil.it inform@ata news n.02.15 la newsletter di informazione sulle problematiche del settore ATA della

Dettagli

CODICE FISCALE: DNG LDA 65R17 F205S PARTITA IVA: 12131140159 Corso Matteotti, 56 20081 ABBIATEGRASSO (MI) Tel/Fax: 02.94.60.85.56

CODICE FISCALE: DNG LDA 65R17 F205S PARTITA IVA: 12131140159 Corso Matteotti, 56 20081 ABBIATEGRASSO (MI) Tel/Fax: 02.94.60.85.56 Cosa devo fare per quanto riguarda la sicurezza sul lavoro se assumo il primo dipendente/collaboratore? Come datore di lavoro devo: 1. valutare i rischi a cui andrà incontro questa persona compiendo il

Dettagli

RFI:Informativa e invio documentazione. Verbale di accordo e comunicato unitario. Convocazione comitato di settore

RFI:Informativa e invio documentazione. Verbale di accordo e comunicato unitario. Convocazione comitato di settore ATTIVITA FERROVIARIE RFI:Informativa e invio documentazione ACI GLOBALE Verbale di accordo e comunicato unitario AUTONOLEGGIO Comunicato unitario di proclamazione sciopero TRASPORTO MERCI LOGISTICA AUTOSTRADE

Dettagli

Concluso il 10 settembre 1998 Approvato dall Assemblea federale il 20 aprile 1999 1 Entrato in vigore mediante scambio di note il 1 maggio 2000

Concluso il 10 settembre 1998 Approvato dall Assemblea federale il 20 aprile 1999 1 Entrato in vigore mediante scambio di note il 1 maggio 2000 Testo originale 0.360.454.1 Accordo tra la Confederazione Svizzera e la Repubblica italiana relativo alla cooperazione tra le autorità di polizia e doganali Concluso il 10 settembre 1998 Approvato dall

Dettagli

DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLE MISURE FINALIZZATE AL MIGLIORAMENTO DEL BENESSERE ORGANIZZATIVO NELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI

DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLE MISURE FINALIZZATE AL MIGLIORAMENTO DEL BENESSERE ORGANIZZATIVO NELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLE MISURE FINALIZZATE AL MIGLIORAMENTO DEL BENESSERE ORGANIZZATIVO NELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI A tutti i Ministeri - Uffici di Gabinetto -Uffici del

Dettagli

CARCERI UIL : Sollicciano infestata dalle zecche dei piccioni

CARCERI UIL : Sollicciano infestata dalle zecche dei piccioni COMUNICATO STAMPA 7 ottobre 2011 CARCERI UIL : Sollicciano infestata dalle zecche dei piccioni Speriamo vivamente che le competenti autorità del Provveditorato e del Dipartimento, nonché le autorità sanitarie

Dettagli

ESECUZIONE DI PENE DETENTIVE. PROBLEMATICHE RELATIVE AL DECRETO DI SOSPENSIONE PER LE PENE DETENTIVE BREVI

ESECUZIONE DI PENE DETENTIVE. PROBLEMATICHE RELATIVE AL DECRETO DI SOSPENSIONE PER LE PENE DETENTIVE BREVI 1 ESECUZIONE DI PENE DETENTIVE. PROBLEMATICHE RELATIVE AL DECRETO DI SOSPENSIONE PER LE PENE DETENTIVE BREVI. LINEAMENTI DELLE MISURE ALTERNATIVE ALLE PENE DETENTIVE BREVI Dott. Umberto Valboa Il pubblico

Dettagli

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE STATUTO CIRCOLO TBLUE Art. 1 COSTITUZIONE - SEDE E costituito, come associazione culturale ricreativa non riconosciuta ai sensi dell art 36 e ss. Codice Civile ed art. 148 comma 3 D.P.R. 917/1986 (T.U.I.R.),

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA NUOTO (F.I.N.) - ASSOCIAZIONE NAZIONALE DI VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE REGOLAMENTO DELLA STRUTTURA DI PROTEZIONE CIVILE

FEDERAZIONE ITALIANA NUOTO (F.I.N.) - ASSOCIAZIONE NAZIONALE DI VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE REGOLAMENTO DELLA STRUTTURA DI PROTEZIONE CIVILE FEDERAZIONE ITALIANA NUOTO (F.I.N.) - ASSOCIAZIONE NAZIONALE DI VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE Premessa La Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento di Protezione Civile, in base alla Legge

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA PROFESSIONALE PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO - Approvato con deliberazione

Dettagli

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA D.LGS 231/01 DI GALA S.P.A. DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE 2013 INDICE ARTICOLO 1 SCOPO E AMBITO DI APPLICAZIONE..3

Dettagli

Protocollo d intesa. tra. Ministero della Giustizia. Autorità garante per l'infanzia e l adolescenza. Bambinisenzasbarre ONLUS

Protocollo d intesa. tra. Ministero della Giustizia. Autorità garante per l'infanzia e l adolescenza. Bambinisenzasbarre ONLUS Protocollo d intesa tra Ministero della Giustizia Autorità garante per l'infanzia e l adolescenza e Bambinisenzasbarre ONLUS IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA L'AUTORITÀ GARANTE PER L'INFANZIA E L ADOLESCENZA

Dettagli

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 SEZIONE I 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI LEGGE REGIONALE 3 aprile 2006, n. 12 Norme in materia di polizia comunale. IL CONSIGLIO REGIONALE

Dettagli

Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia

Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia Perugia, 17 febbraio 2013 Ai Soci CIPUR Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia Cari colleghi, la progressiva implementazione

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

Procura della Repubblica presso il Tribunale di MILANO

Procura della Repubblica presso il Tribunale di MILANO INFORMAZIONI GENERALI PER LA PERSONA INFORMATA SUI FATTI CITATA A COMPARIRE DAVANTI AL PUBBLICO MINISTERO Il decreto di citazione di persona informata sui fatti, per rendere sommarie informazioni testimoniali

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo----------

PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo---------- PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo---------- ESTRATTO DELLE DELIBERAZIONI DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO CON POTERI DELLA GIUNTA Atto con dichiarazione di immediata eseguibilità: art. 134, comma 4, D.Lgs.267/2000

Dettagli

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ Tra le modifiche introdotte nell agosto 2010 all art. 186, C.d.S., vi è anche l inserimento del nuovo comma 9 bis, che prevede l applicazione del lavoro

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 E, P.C. EGREGIO DOTT. MATTEO CLAUDIO ZARRELLA PRESIDENTE DEL TRIBUNALE DI LAGONEGRO Via Lagonegro - 85042 LAGONEGRO (Pz) Trasmissione al telefax 0973.2333115

Dettagli

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE 7 TH QUALITY CONFERENCE Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE INFORMAZIONI DI BASE 1. Stato: Italia 2. Nome del progetto: La diffusione di Best Practice presso gli Uffici Giudiziari

Dettagli

CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO

CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO 1. Il presente Codice di Comportamento integrativo definisce, in applicazione dell'art. 54 del DLgs. n. 165/2001 come riformulato dall'art.1, comma

Dettagli

STATUTO ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE

STATUTO ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE STATUTO L Associazione denominata CORILA - Consorzio per il coordinamento delle ricerche inerenti al sistema lagunare di Venezia, è costituita ai sensi degli artt. 14

Dettagli

COORDINAMENTO PROVINCIALE FP-CGIL VIGILI DEL FUOCO LA SPEZIA

COORDINAMENTO PROVINCIALE FP-CGIL VIGILI DEL FUOCO LA SPEZIA COORDINAMENTO PROVINCIALE FP-CGIL VIGILI DEL FUOCO LA SPEZIA Al comando prov.le VV.F.La Spezia Ai funzionari responsabili Ai responsabili gestione tecnica E p.c. alle altre OO.SS. Oggetto: problematiche

Dettagli

GTECH S.p.A. REGOLAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA. ex D.Lgs. n. 231/2001

GTECH S.p.A. REGOLAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA. ex D.Lgs. n. 231/2001 GTECH S.p.A. REGOLAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA ex D.Lgs. n. 231/2001 Approvato dal consiglio di amministrazione in data 31 luglio 2014 INDICE ARTICOLO 1 - SCOPO ED AMBITO DI APPLICAZIONE... 3 ARTICOLO

Dettagli

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1-

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1- All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI Art. 1- Diritti e doveri degli studenti I diritti e i doveri degli studenti sono disciplinati dagli art. 2 e 3 del D.P.R. 21

Dettagli

Che fare quando un RLS vede una situazione di rischio o di disagio per i lavoratori?

Che fare quando un RLS vede una situazione di rischio o di disagio per i lavoratori? Le proposte emerse dai gruppi di RLS 1 Che fare quando un RLS vede una situazione di rischio o di disagio per i lavoratori? Il RLS consulta il documento di valutazione dei rischi e verifica se il rischio

Dettagli

VADEMECUM SUL PART-TIME (RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE)

VADEMECUM SUL PART-TIME (RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE) Normativa VADEMECUM SUL PART-TIME (RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE) a cura di Libero Tassella da Scuola&Scuola, 8/9/2003 Riferimenti normativi: artt. 7,8 legge 29.12.1988, N. 554; artt. 7,8 Dpcm 17.3.1989,

Dettagli

LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8

LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8 9306 LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8 Norme per la sicurezza, la qualità e il benessere sul lavoro. IL CONSIGLIO REGIONALE HA APPROVATO IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE PROMULGA LA SEGUENTE LEGGE:

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F.

CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F. ISTITUTO ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE Giovanni Caboto GAETA CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F. A.S. 2013-2014 1. Richiesta per accedere alle Funzioni strumentali al P.O.F.

Dettagli

Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2011

Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2011 Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2011 Sottoscritto definitivamente in data 5 settembre 2012 Comune di MERCATELLO SUL METAURO

Dettagli

COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza

COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza COPIA COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza N. 64 del Reg. Delib. N. 6258 di Prot. Verbale letto approvato e sottoscritto. IL PRESIDENTE f.to Antecini IL SEGRETARIO COMUNALE f.to Scarpari N. 433 REP.

Dettagli

JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE

JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE Lavoro Modena, 02 agosto 2014 JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE Legge n. 78 del 16 maggio 2014 di conversione, con modificazioni, del DL n. 34/2014 Ministero del Lavoro, Circolare n. 18

Dettagli

INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUL SERVIZIO DELL ASSISTENZA OSPEDALIERA DELLA ASP. Relazione Generale

INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUL SERVIZIO DELL ASSISTENZA OSPEDALIERA DELLA ASP. Relazione Generale SERVIZIO SANITARIO REGIONALE BASILICATA Azienda Sanitaria Locale di Potenza INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUL SERVIZIO DELL ASSISTENZA OSPEDALIERA DELLA ASP Relazione Generale A cura degli Uffici URP

Dettagli

1. Premessa. Il contesto generale.

1. Premessa. Il contesto generale. Linee di indirizzo del Comitato interministeriale (d.p.c.m. 16 gennaio 2013) per la predisposizione, da parte del Dipartimento della funzione pubblica, del PIANO NAZIONALE ANTICORRUZIONE di cui alla legge

Dettagli

LINEE DI RIFORMA DELL ORDINE DEI GIORNALISTI

LINEE DI RIFORMA DELL ORDINE DEI GIORNALISTI LINEE DI RIFORMA DELL ORDINE DEI GIORNALISTI Deliberazione del Consiglio nazionale dell Ordine dei giornalisti 9 luglio 2014 1. Canale unico di accesso alla professione Per esercitare l attività professionale

Dettagli

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ALL. 5 CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ***** Regolamento sul funzionamento dell Organismo Indipendente di valutazione \ Approvato con deliberazione

Dettagli

Deliberazione n.119/2015/par. REPUBBLICA ITALIANA Corte dei conti Sezione di controllo per la Regione siciliana

Deliberazione n.119/2015/par. REPUBBLICA ITALIANA Corte dei conti Sezione di controllo per la Regione siciliana Deliberazione n.119/2015/par REPUBBLICA ITALIANA Corte dei conti Sezione di controllo per la Regione siciliana nella camera di consiglio del 12 febbraio 2015 visto il T.U. delle leggi sulla Corte dei conti,

Dettagli

ACCORDO PER L'UTILIZZAZIONE DELLE RISORSE PREVISTE DAL FONDO UNICO PER L'EFFICIENZA DEI SERVIZI ISTITUZIONALI. ART. 1 (Risorse)

ACCORDO PER L'UTILIZZAZIONE DELLE RISORSE PREVISTE DAL FONDO UNICO PER L'EFFICIENZA DEI SERVIZI ISTITUZIONALI. ART. 1 (Risorse) ACCORDO PER L'UTILIZZAZIONE DELLE RISORSE PREVISTE DAL FONDO UNICO PER L'EFFICIENZA DEI SERVIZI ISTITUZIONALI ART. 1 (Risorse) 1) Al finanziamento del Fondo costituito ai sensi dell'art. 14 del DPR 16

Dettagli

La definizione L approccio

La definizione L approccio I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI (BES) La definizione Con la sigla BES si fa riferimento ai Bisogni Educativi Speciali portati da tutti quegli alunni che presentano difficoltà richiedenti interventi individualizzati

Dettagli

28.02.2012 08.03.2012 08.07.2014, 25.09.2014, 11.11.2014, 10.12.2014, 22.12.2014, 14.01.2015 10.02.2015) 12.11.2014, 02.12.2014 23.12.

28.02.2012 08.03.2012 08.07.2014, 25.09.2014, 11.11.2014, 10.12.2014, 22.12.2014, 14.01.2015 10.02.2015) 12.11.2014, 02.12.2014 23.12. Disposizioni regolamentari relative agli Organi Ausiliari approvate dal Senato Accademico in data 28.02.2012 e dal Consiglio di Amministrazione in data 08.03.2012 e successivamente modificate dal Senato

Dettagli

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 Norme sui procedimenti e giudizi di accusa (Gazzetta Ufficiale 13 febbraio 1962, n. 39) Artt. 1-16 1 1 Articoli abrogati dall art. 9 della legge 10 maggio 1978, n. 170. Si

Dettagli

SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE IN PUBBLICI ESERCIZI E CIRCOLI PRIVATI

SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE IN PUBBLICI ESERCIZI E CIRCOLI PRIVATI CITTÀ DI BARLETTA COMANDO POLIZIA MUNICIPALE SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE IN PUBBLICI ESERCIZI E CIRCOLI PRIVATI Descrizione : L apertura e il trasferimento di sede degli esercizi di somministrazione

Dettagli

I Militari possono far politica?

I Militari possono far politica? I Militari possono far politica? Il personale in servizio attivo delle Forze Armate (Esercito, Marina, Aeronautica, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza) può fare politica? Siccome ci sono tanti mestatori,

Dettagli

Consiglio Nazionale del Notariato

Consiglio Nazionale del Notariato Consiglio Nazionale del Notariato REGOLAMENTO DEL FONDO DI GARANZIA DI CUI AGLI ARTT. 21 E 22 DELLA LEGGE 16 FEBBRAIO 1913, N. 89 E SUCCESSIVE MODIFICAZIONI Capo I Istituzione e finalità del Fondo di garanzia

Dettagli

STATUTO del CNCP. Associazione CNCP: Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti

STATUTO del CNCP. Associazione CNCP: Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti STATUTO del CNCP Associazione CNCP: Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti ARTICOLO 1 DENOMINAZIONE E costituita ai sensi degli articoli 36 e seguenti del codice civile un Associazione di rappresentanza,

Dettagli

CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE

CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE La Santa Sede ed il Governo della Repubblica Italiana, qui di seguito denominati anche Parti contraenti; tenuto conto

Dettagli

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA 4 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 162 suppl. del 15-10-2009 PARTE PRIMA Corte Costituzionale LEGGE REGIONALE 7 ottobre 2009, n. 20 Norme per la pianificazione paesaggistica. La seguente

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE UNICA NAZIONALE DEI CONIGLI VIVI DA CARNE DA ALLEVAMENTO NAZIONALE

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE UNICA NAZIONALE DEI CONIGLI VIVI DA CARNE DA ALLEVAMENTO NAZIONALE REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE UNICA NAZIONALE DEI CONIGLI VIVI DA CARNE DA ALLEVAMENTO NAZIONALE ARTICOLO 1 (Istituzione e scopo) Con Protocollo di intesa, posto in allegato (All. 1),

Dettagli

Direzione Centrale Pensioni. Roma, 20/03/2015

Direzione Centrale Pensioni. Roma, 20/03/2015 Direzione Centrale Pensioni Roma, 20/03/2015 Circolare n. 63 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali Al Coordinatore

Dettagli

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale Protocollo N. del. Deliberazione N. del ASSESSORATO SERVIZI SOCIALI Proposta N. 66 del 24/03/2015 SERVIZIO SERVIZI SOCIALI Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Dettagli

Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina

Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina Traduzione 1 Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina (Convenzione sui diritti dell uomo e la biomedicina)

Dettagli

COMUNE DI CAPOTERRA Provincia di Cagliari

COMUNE DI CAPOTERRA Provincia di Cagliari COMUNE DI CAPOTERRA Provincia di Cagliari UFFICIO DEL SEGRETARIO GENERALE Responsabile Settore Affari del Personale-Anticorruzione-Trasparenza CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO Il

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE

REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE INDICE Art. 1 - Oggetto e finalità del regolamento Art. 2 - Requisiti di ammissibilità al contributo Art. 3 - Tipologie di spese ammissibili

Dettagli

STATUTO DEL CONSIGLIO PARROCCHIALE PER GLI AFFARI ECONOMICI. La Parrocchia

STATUTO DEL CONSIGLIO PARROCCHIALE PER GLI AFFARI ECONOMICI. La Parrocchia STATUTO DEL CONSIGLIO PARROCCHIALE PER GLI AFFARI ECONOMICI La Parrocchia Art. 1. La parrocchia è una persona giuridica pubblica, costituita con decreto dell Ordinario Diocesano (can. 515,3 ), riconosciuta

Dettagli

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA ai sensi dell art. 20 della L.P. 3 gennaio 1983 n.2 e s.m. e i. e del relativo Regolamento

Dettagli

PRESENTA LA SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO DELL ATTIVITÀ ² (ai sensi dell art. 19 L. 241/1990)

PRESENTA LA SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO DELL ATTIVITÀ ² (ai sensi dell art. 19 L. 241/1990) Scia/82 ¹ Segnalazione certificata di inizio dell attività pulizia, disinfezione, disinfestazione, derattizzazione e sanificazione (Legge n. 82 del 25/1/94) La/il sottoscritta/o nata/o a (Prov. ) il in

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

SANITA': ANAAO, INACCETTABILE IL DOCUMENTO DELLE REGIONI TROISE, COSI' SI SALVAGUARDA L'INVADENZA DELLA POLITICA

SANITA': ANAAO, INACCETTABILE IL DOCUMENTO DELLE REGIONI TROISE, COSI' SI SALVAGUARDA L'INVADENZA DELLA POLITICA SANITA': ANAAO, INACCETTABILE IL DOCUMENTO DELLE REGIONI TROISE, COSI' SI SALVAGUARDA L'INVADENZA DELLA POLITICA (ANSA) ROMA, 3 SET "Il documento ultimatum che gli Assessori alla Salute hanno inviato al

Dettagli

STRESS DA LAVORO CORRELATO

STRESS DA LAVORO CORRELATO STRESS DA LAVORO CORRELATO Il presente documento costituisce uno strumento utile per l adempimento dell obbligo di valutazione dei rischi da stress da lavoro correlato sancito dal Testo Unico in materia

Dettagli

PROTOCOLLO RELATIVO ALLA CONVENZIONE PER LA PROTEZIONE DELLE ALPI (CONVENZIONE DELLE ALPI) SULLA COMPOSIZIONE DELLE CONTROVERSIE

PROTOCOLLO RELATIVO ALLA CONVENZIONE PER LA PROTEZIONE DELLE ALPI (CONVENZIONE DELLE ALPI) SULLA COMPOSIZIONE DELLE CONTROVERSIE PROTOCOLLO RELATIVO ALLA CONVENZIONE PER LA PROTEZIONE DELLE ALPI (CONVENZIONE DELLE ALPI) SULLA COMPOSIZIONE DELLE CONTROVERSIE La Repubblica d Austria, la Repubblica Francese, la Repubblica Federale

Dettagli

MINISTERO DELLA SALUTE

MINISTERO DELLA SALUTE b) unica prova orale su due materie, il cui svolgimento è subordinato al superamento della prova scritta: una prova su deontologia e ordinamento professionale; una prova su una tra le seguenti materie

Dettagli

di Francesco Verbaro 1

di Francesco Verbaro 1 IL LAVORO PUBBLICO TRA PROCESSI DI RIORGANIZZAZIONE E INNOVAZIONE PARTE II - CAPITOLO 1 I L L A V O R O P U B B L I C O T R A P R O C E S S I D I R I O R G A N I Z Z A Z I O N E E I N N O V A Z I O N E

Dettagli

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE Verbale n. 10 del 5 Novembre 2014 RIUNIONE Il giorno 5 Novembre 2014, alle ore 10.40, il Nucleo di Valutazione dell Università degli Studi del Sannio, si è riunito per discutere sugli argomenti iscritti

Dettagli

Statuto dell Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF)

Statuto dell Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF) Statuto dell Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF) INDICE Articolo 1 - Finalità e natura dell Ente 2 Articolo 2 - Attività dell INAF 3 Articolo 3 - Principi di organizzazione 5 Articolo 4 - Organi 6

Dettagli

COSTRUIRE CITTÀ AMICHE DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI Nove passi per l azione

COSTRUIRE CITTÀ AMICHE DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI Nove passi per l azione UNICEF Centro di Ricerca Innocenti COSTRUIRE CITTÀ AMICHE DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI Nove passi per l azione Per ogni bambino Salute, Scuola, Uguaglianza, Protezione Firenze, 15 marzo 2004 UNICEF Centro

Dettagli

Carcere & Scuola: ne vale la Pena

Carcere & Scuola: ne vale la Pena PROGETTO DI EDUCAZIONE ALLA LEGALITA E CIVILTA Carcere & Scuola: ne vale la Pena Scuola di Alta Formazione in Scienze Criminologiche, Istituto FDE, Mantova Associazione LIBRA Rete per lo Studio e lo Sviluppo

Dettagli

Che cos è un focus-group?

Che cos è un focus-group? Che cos è un focus-group? Si tratta di interviste di tipo qualitativo condotte su un ristretto numero di persone, accuratamente selezionate, che vengono riunite per discutere degli argomenti più svariati,

Dettagli

Norme finalizzate alla promozione di forme flessibili e semplificate di telelavoro

Norme finalizzate alla promozione di forme flessibili e semplificate di telelavoro Lo smart working è una modalità di lavoro innovativa basata su un forte elemento di flessibilità, in modo particolare di orari e di sede. Il futuro dell organizzazione del lavoro passa necessariamente

Dettagli

CERVED RATING AGENCY. Politica in materia di conflitti di interesse

CERVED RATING AGENCY. Politica in materia di conflitti di interesse CERVED RATING AGENCY Politica in materia di conflitti di interesse maggio 2014 1 Cerved Rating Agency S.p.A. è specializzata nella valutazione del merito creditizio di imprese non finanziarie di grandi,

Dettagli

COMUNE DI CAMINO (AL) REGOLAMENTO SUI CONTROLLI INTERNI. Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 3 del 25/1/2013

COMUNE DI CAMINO (AL) REGOLAMENTO SUI CONTROLLI INTERNI. Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 3 del 25/1/2013 COMUNE DI CAMINO (AL) REGOLAMENTO SUI CONTROLLI INTERNI Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 3 del 25/1/2013 INDICE TITOLO I PRINCIPI GENERALI... 3 Articolo 1 Oggetto... 3 Articolo 2 Sistema

Dettagli

LA CONFERENZA UNIFICATA

LA CONFERENZA UNIFICATA Intesa tra il Governo e le Regioni e Province autonome di Trento e Bolzano e gli Enti locali sulla ripartizione del Fondo nazionale per le politiche giovanili di cui all art. 19, comma 2, del decreto legge

Dettagli

ORGANIZZAZIONE DEI RIPOSI E DURATA DEL LAVORO NOTTURNO

ORGANIZZAZIONE DEI RIPOSI E DURATA DEL LAVORO NOTTURNO Scheda esplicativa per la trattativa decentrata maggio 2009 ORGANIZZAZIONE DEI RIPOSI E DURATA DEL LAVORO NOTTURNO a cura di Giuseppe Montante e Carlo Palermo componenti la Delegazione trattante nazionale

Dettagli

LEGGE 27 LUGLIO, N.212. "Disposizioni in materia di statuto dei diritti del contribuente"

LEGGE 27 LUGLIO, N.212. Disposizioni in materia di statuto dei diritti del contribuente LEGGE 27 LUGLIO, N.212 "Disposizioni in materia di statuto dei diritti del contribuente" pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 177 del 31 luglio 2000 Art. 1. (Princìpi generali) 1. Le disposizioni della

Dettagli

DIPARTIMENTO DELL'AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA UFFICIO DEL CAPO DEL DIPARTIMENTO Ufficio dell'organizzazione e delle Relazioni 4. Roma, Dipartimento

DIPARTIMENTO DELL'AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA UFFICIO DEL CAPO DEL DIPARTIMENTO Ufficio dell'organizzazione e delle Relazioni 4. Roma, Dipartimento Ufficio dell'organizzazione e delle Relazioni 4 Q0AP-0397498-2011 PU-QDAP-iaOO-21/10/2011-0397498-2011 Roma, Ai Sigg. Vice Capi del Dipartimento Ai Sigg. Direttori Generali Al Sig. Direttore dell'ls.s.pe.

Dettagli

DIPARTIMENTO DI SCIENZE NEUROLOGICHE E PSICHIATRICHE Eugenio Ferrari

DIPARTIMENTO DI SCIENZE NEUROLOGICHE E PSICHIATRICHE Eugenio Ferrari Decreto Direttoriale n. 51 del 20.06.2011 SELEZIONE PUBBLICA, PER TITOLI E COLLOQUIO, PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO INDIVIDUALE CON CONTRATTO DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA VISTA DEL

Dettagli

LE FONTI DEL RAPPORTO DI LAVORO PRIVATO ALLE DIPENDENZE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

LE FONTI DEL RAPPORTO DI LAVORO PRIVATO ALLE DIPENDENZE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE LE FONTI DEL RAPPORTO DI LAVORO PRIVATO ALLE DIPENDENZE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE REPORT ANNUALE - 2011 - ITALIA (Aprile 2011) Prof. Alessandra PIOGGIA INDICE 1. LA PRIVATIZZAZIONE 2. LE COMPETENZE

Dettagli

LA SICUREZZA E LA SALUTE SUL LAVORO NELL'UNIONE EUROPEA

LA SICUREZZA E LA SALUTE SUL LAVORO NELL'UNIONE EUROPEA LA SICUREZZA E LA SALUTE SUL LAVORO NELL'UNIONE EUROPEA Da dove nasce l'esigenza, per l'unione, di occuparsi di sicurezza sul lavoro? La sicurezza e la salute sul lavoro è uno degli aspetti più importanti

Dettagli

Il Ministro della Pubblica Istruzione

Il Ministro della Pubblica Istruzione Prot. n. 30/dip./segr. Roma, 15 marzo 2007 Ai Direttori Generali Regionali Loro Sedi Ai Dirigenti degli Uffici scolastici provinciali Loro Sedi Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia di Bolzano

Dettagli

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 19 del 6 febbraio 2006 e rettificato con deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

163 ANNIVERSARIO DELLA FONDAZIONE DELLA POLIZIA DI STATO CATANZARO VENERDÌ 22 MAGGIO 2015 DISCORSO DEL QUESTORE GIUSEPPE RACCA

163 ANNIVERSARIO DELLA FONDAZIONE DELLA POLIZIA DI STATO CATANZARO VENERDÌ 22 MAGGIO 2015 DISCORSO DEL QUESTORE GIUSEPPE RACCA 163 ANNIVERSARIO DELLA FONDAZIONE DELLA POLIZIA DI STATO CATANZARO VENERDÌ 22 MAGGIO 2015 DISCORSO DEL QUESTORE GIUSEPPE RACCA Sig. Prefetto, Sig. Sindaco, Sig. Presidente della Provincia, Eccellenza Reverendissima,

Dettagli

AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA

AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA ESERCIZIO DI SOMMINISTRAZIONE AL PUBBLICO DI ALIMENTI E BEVANDE TIPOLOGIA C " art. 3 c. 6 SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO

Dettagli

Il comune non può costituire una fondazione per ricerca di finanziamenti

Il comune non può costituire una fondazione per ricerca di finanziamenti ........ Reperimento risorse per interventi in ambito culturale e sociale Il comune non può costituire una fondazione per ricerca di finanziamenti di Federica Caponi Consulente di enti locali... Non è

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

ARAN SICILIA AGENZIA PER LA RAPPRESENTANZA NEGOZIALE DELLA REGIONE SICILIANA

ARAN SICILIA AGENZIA PER LA RAPPRESENTANZA NEGOZIALE DELLA REGIONE SICILIANA ARAN SICILIA AGENZIA PER LA RAPPRESENTANZA NEGOZIALE DELLA REGIONE SICILIANA CONTRATTO COLLETTIVO REGIONALE DI LAVORO DEL PERSONALE CON QUALIFICA DIRIGENZIALE DELLA REGIONE SICILIANA E DEGLI ENTI DI CUI

Dettagli

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare 1 Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare.. 1. LA RAPPRESENTAZIONE DEI MEDIA Dal 23 aprile 2010 dai mezzi di comunicazione italiani, tramite: Agenzie stampa;

Dettagli

Regolamento di Accesso agli atti amministrativi

Regolamento di Accesso agli atti amministrativi ISTITUTO COMPRENSIVO DANTE ALIGHIERI 20027 RESCALDINA (Milano) Via Matteotti, 2 - (0331) 57.61.34 - Fax (0331) 57.91.63 - E-MAIL ic.alighieri@libero.it - Sito Web : www.alighierirescaldina.it Regolamento

Dettagli

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore Testo aggiornato al 29 novembre 2011 Legge 15 marzo 2010, n. 38 Gazzetta Ufficiale 19 marzo 2010, n. 65 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore La Camera dei

Dettagli

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto)

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO DI ISTITUZIONE DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE Art. 1 - Area delle posizione organizzative 1. Nel rispetto dei criteri generali contenuti nelle disposizioni

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI TRENTO (Approvato con delibera del Consiglio in data 12 gennaio

Dettagli