COMUNE DI FINALE EMILIA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNE DI FINALE EMILIA"

Transcript

1 COMUNE DI FINALE EMILIA PROVINCIA DI MODENA DELIBERAZIONE DEL CONIGLIO COMUNALE C O P I A ERVIZI A DOMANDA INDIVIDUALE ANNO PERCENTUALE DI COPERTURA DEI COTI NR. Progr. Data 68 27/06/2012 eduta NR. 8 Adunanza ORDINARIA eduta PUBBLICA di PRIMA convocazione in data 27/06/2012 alle ore 21:00. Il PREIDENTE ha convocato il CONIGLIO COMUNALE nel tendone del campo del eminario, oggi 27/06/2012 alle ore in adunanza ORDINARIA di PRIMA Convocazione. Fatto l'appello nominale risultano: Cognome e Nome FERIOLI FERNANDO Pre. Cognome e Nome BALDINI CLAUDIO Pre. Cognome e Nome GARUTTI MIRCO Pre. RATTI ANDREA LODI LAURA BIAGI LORENZO POLLATRI GIULIO-MARIA GOLINELLI GIOVANNI BOETTI MAURIZIO BENATI VALERIA N GULINELLI MICHELE POLETTI CLAUDIO N POLETTI MAURIZIO CACCHETTI MICHELE BORGATTI GIANLUCA MANTOVANI LETIZIA PALAZZI ANDRO Totale Presenti 15 Totali Assenti 2 ono presenti gli Assessori: MONARI DANIELE, TIPA TEFANO, RIGHINI MAIMILIANO, D'AIELLO ANGELO, POLETTI LIA Partecipa alla seduta il VICEEGRETARIO COMUNALE MONICA MANTOVANI. In qualità di PREIDENTE, il ig. MICHELE CACCHETTI constatata la legalità della adunanza, invita il Consiglio a deliberare sull'oggetto sopraindicato. Fungono da scrutatori i seguenti Consiglieri:,,. Pagina 1

2 Deliberazione del Consiglio Comunale n. 68 DEL 27/06/2012 ad oggetto: ERVIZI A DOMANDA INDIVIDUALE ANNO PERCENTUALE DI COPERTURA DEI COTI OGGETTO: ERVIZI A DOMANDA INDIVIDUALE ANNO PERCENTUALE DI COPERTURA DEI COTI IL CONIGLIO COMUNALE Presidente ig. Michele cacchetti: Passiamo a trattare i punti connessi all oggetto relativo al bilancio, cioè gli oggetti n Iniziamo con l oggetto n. 2. La parola al Vice indaco Monari. Assessore Vice indaco ig. Daniele Monari: Questi sono atti propedeutici al bilancio, quindi devono essere approvati precedentemente. Premetto che questo è un bilancio praticamente morto. La discussione è superflua perché è un bilancio superato dagli eventi, ma è un atto dovuto. Ritengo che sulle aliquote IMU la discussione sia superflua. Purtroppo questo bilancio si basa su queste aliquote, quindi non si può non approvare; però io spero che la realtà sia ben diversa da ciò che adesso amministrativamente certificheremo. apete benissimo che il punto numero 2 riguarda le tariffe dei servizi a domanda individuale per l anno 2012, come indicate nell allegato carteggio. Non è proprio una delle materie in cui ho la delega, ma la conoscete bene perché si è già discussa, quindi mi esimo da ulteriori commenti e la mettiamo ai voti. Presidente ig. Michele cacchetti. Come procedura, questi sono oggetti tutti collegati all approvazione del bilancio. La proposta dell Assessore Monari era quella di considerarli tutti insieme, ovviamente con votazioni separate, per evitare una trattazione nello specifico e passare all approvazione del bilancio, se siete d accordo. Assessore Vice indaco ig. Daniele Monari: In condizioni di normalità ci saremmo giustamente dibattuti, anche sull aliquota IMU. apete benissimo che la situazione può cambiare e si può modificare fino a settembre, anche qui a Finale; vorremmo contrattare tutta la disciplina dell IMU nelle sedi competenti; non lo facciamo perché fotografiamo la situazione di un bilancio ante terremoto che è stato superato, come ho detto, dagli eventi, dunque nel merito. Il bilancio che ci troveremo sarà totalmente diverso, ma su tanti punti di vista sarà stravolto perché è stata stravolta la gestione del Comune dagli eventi. Per quanto riguarda la discussione, se volete trattiamo congiuntamente tutti i punti, oppure uno per uno. Consigliere ig. Lorenzo Biagi (Lega Nord): Io non sono tanto d accordo, anche perché il Consigliere Boetti aveva qualcosa da dire praticamente su tutto. E chiaro che cercheremo di essere più brevi possibile, però qualcosa va detto. Presidente ig. Michele cacchetti: Grazie Consigliere Biagi. Prego, Consigliere Poletti. Consigliere ig. Maurizio Poletti (Lista Civica Lo cariolante): Come ho detto ai Capigruppo, farò un unico intervento per tutti gli oggetti collegati al bilancio. Questo è il mio atteggiamento. Presidente ig. Michele cacchetti: Bene, grazie. Chi chiede la parola? Consigliere Palazzi, prego. Consigliere ig. andro Palazzi (Il Popolo della Libertà): arò brevissimo, solo per dire che il nostro gruppo voterà a favore del bilancio, ma voterà contro l applicazione dell aliquota IMU. Non ha nessun valore se voteremo a favore del bilancio, proprio perché, lo sapete benissimo, è un bilancio che avremmo contrastato fino alla fine in una condizione di normalità. Noi sappiamo benissimo che questo è un bilancio virtuale, non ha nessun significato, è solo una formalità. Vogliamo però partecipare in modo solidale, facendo squadra con la Giunta e con l Amministrazione Comunale; vogliamo dare questo segnale. emplicemente per questo motivo voteremo a favore del bilancio: ci troviamo in una situazione che, è inutile ripeterlo, è di

3 Deliberazione del Consiglio Comunale n. 68 DEL 27/06/2012 ad oggetto: ERVIZI A DOMANDA INDIVIDUALE ANNO PERCENTUALE DI COPERTURA DEI COTI emergenza. Pensavamo che anche da parte dell opposizione fosse giusto assumere un atteggiamento di questo tenore, per solidarietà nei confronti della cittadinanza che deve capire che tutto il Consiglio Comunale in questa situazione si presenta in modo uniforme. Però ribadiamo che in una condizione di normalità se questo bilancio fosse stato discusso, avrebbe naturalmente suscitato in noi diverse problematiche. Io l avevo già discusso prima del venti di maggio in quella famosa riunione con i Capi ervizio, e c erano diverse cose che non andavano bene, però in queste condizioni noi vogliamo essere solidali, quindi voteremo a favore. o che questa decisione può sembrare incoerente, anche nei confronti dei nostri colleghi dell opposizione, che invece assumeranno un altro atteggiamento, ma ripeto che questo bilancio è carta straccia, le voci iscritte non hanno nessun significato perché anche l IMU, come diceva all inizio di serata il Vice indaco, è di un importo che se fosse incassato nei termini previsti sarebbe già di un valore più che dimezzato. L intero castello del bilancio si basava proprio sull importo dell entrata dell IMU perché era la voce maggiore di tutte le entrate. E poi pensiamo alla dimensione di tutti i costi che il Comune dovrà affrontare in queste emergenze. Nel piano delle alienazioni erano previsti quattrocentomila euro dal ricavo dei capannoni, che mi risulta siano inagibili, quindi, già quello E un ulteriore prova che noi questa sera votiamo un documento che non ha nessun significato, non ha nessuna base concreta, e che quindi troviamo inutile anche discutere. Parlando invece dell IMU, io volevo invitare l Amministrazione ad applicare le aliquote base, perché, poiché le possiamo cambiare quando vogliamo e siamo in una situazione di stand-by (perché non sappiamo se il Governo accetterà o meno una proroga della data di scadenza) non capisco perché si voglia a tutti i costi applicare le aliquote previste prima: non ha nessun significato, secondo noi, perché non avendo più significato per il bilancio nella sua interezza, anche l IMU in questo contesto non conta e le aliquote che avevate deciso di applicare sono inutili. iccome è un atto formale, io avrei preferito che la Giunta applicasse le aliquote base in attesa di vedere come si evolve la situazione. Questa è la nostra posizione come gruppo PDL, quindi noi voteremo a favore del bilancio, ma voteremo contro l applicazione di queste aliquote, se voi intendete mantenerle. Assessore Vice indaco ig. Daniele Monari: Per me l aliquota base dovrebbe essere il minimo, però quel numero inscritto in bilancio, così come redatto in quei tempi, si base su quelle aliquote che producono quel gettito. Non siamo nella possibilità di non approvarle, perché crolla la copertura di bilancio così come redatto in questa versione. Come ho detto ed auspicato, sarà opportuno trattare una diversa disciplina IMU, anche per chi non ha l ordinanza di inagibilità; però è importante che ciò che sarà pagato, e se sarà pagato, rimanga a noi. Consigliere ig. Mirco Garutti (Il Popolo della Libertà): Io sarò brevissimo: il Governo mi può anche imporre le aliquote base, io non le voglio. Anche prima del terremoto, era nostra intenzione ammorbidire il peso dell IMU, perché questa imposta colpisce la casa, il terremoto colpisce la casa, e il legame tra queste due cose è stretto. Noi riteniamo che bisogna considerare non solo i cittadini finalesi che hanno visto crollare la casa in modo inagibile, ma anche i cittadini che hanno avuto dei danni. Assessore Vice indaco ig. Daniele Monari Il nostro indirizzo è in quella direzione, ma in questo momento non lo possiamo fare per una questione tecnica. Consigliere ig. Mirco Garutti (Il Popolo della Libertà): Io, al contrario dei miei colleghi non voterò questo bilancio, non voterò né sì e né no, ma questa non è una forma di protesta nei confronti dell Amministrazione Comunale, ma nei confronti del Governo delle tasse Monti. Noi abbiamo bisogno di finanziamenti, quindi abbiamo per anni pagato tasse su tasse su tasse, e adesso ci fanno pagare anche l IMU. Dobbiamo fare un bilancio praticamente nullo perché con gli eventi che sono accaduti, il bilancio praticamente è una cosa formale, sulla carta, che verrà variato. Io non mi sento di votarlo, ma non ce l ho con voi, ce l ho con il Governo delle tasse, quindi come forma di protesta io non lo voterò.

4 Deliberazione del Consiglio Comunale n. 68 DEL 27/06/2012 ad oggetto: ERVIZI A DOMANDA INDIVIDUALE ANNO PERCENTUALE DI COPERTURA DEI COTI Presidente ig. Michele cacchetti: Va bene, Consigliere Garutti. Prego ig. Poletti. Consigliere ig. Maurizio Poletti (Lista Civica Lo cariolante): Io ho provato in tutti i modi, dico molto francamente, di convincere i colleghi del PDL del fatto che non si può votare un bilancio di questo tipo, e lo dico scevro da polemiche perché io non sono assolutamente d accordo con quanto diceva l Assessore. Non è una cosa superflua questo bilancio che l Assessore ha detto essere superato dagli eventi. Allora, attenzione al bilancio che era. E comunque un atto che, se è stato presentato, evidentemente va votato perché deve essere sottoposto al voto di un Consiglio Comunale, quindi praticamente è un atto che costituisce il punto di partenza; cioè prima del 20 maggio lo stato dell arte del bilancio di questa Amministrazione era questo, e noi, per oltre un anno, abbiamo criticato punto su punto, in maniera scientifica, i suoi disastri. La situazione emergenziale, come abbiamo detto tutti in maniera responsabile, è certa, ma la lucidità non va persa e i ruoli vanno ben distinti, e l opposizione ha alcuni doveri, oserei dire, istituzionali. Tra questi c è quello del voto contrario al bilancio, perché se si vota a favore di un bilancio, si condividono le scelte fatte fin qui, prima di quel maledetto 20 maggio. Noi giudichiamo questi numeri prima del 20 maggio; dopo, è evidente che questi numeri verranno stravolti da variazioni di bilancio, è logico e persino banale dirlo. Però la fotografia, il giudizio che noi dobbiamo esprimere questa sera, è un giudizio dell operato di questa Amministrazione prima del 20 maggio, un bilancio che noi avevamo denunciato delle tasse, con delle aliquote IMU insopportabili, con un aumento dei costi di tutti i servizi a domanda individuale dove non c erano apprezzabili tagli alla spesa. Noi avevamo ben chiara la radiografia di questo bilancio che avrebbe veramente creato difficoltà enormi alla nostra città, poi è arrivato questo maledetto giorno che ha stravolto tutto, però ripeto, politicamente parlando, il nostro ruolo è quello di controllo, di pungolo, l ho detto prima dell intervento precedente, e quindi in maniera molto seria proprio nei confronti dei cittadini, il mio voto al bilancio sarà contrario. Dà anche il segnale dei ruoli che devono esserci, noi dobbiamo stare fuori da questo bilancio, dobbiamo essere contro questo documento. e questo bilancio fosse stato virtuoso, sarebbe stato molto meglio anche per la situazione in cui noi ci troviamo, cioè se questa Amministrazione avesse avuto le casse piene (quindi fosse stato virtuoso, mentre invece sappiamo benissimo che le casse sono vuote), avrebbe potuto applicare aliquote IMU molto più basse. Quel punto di partenza avrebbe consentito anche maggiori risorse in un momento difficile come quello attuale. Quindi, ribadisco che il significato del mio voto contrario è proprio di coerenza rispetto a tutto quello che ho detto in questo anno e mezzo sulla vicenda del bilancio, che ribadisco è un bilancio congelato al giorno 20 maggio, prima della scossa. Questo è un bilancio fallimentare perché prima di quella data era praticamente il bilancio reale, che ora sarà stravolto: è virtuale da un certo punto di vista, però la coerenza mi impone, per tutte le battaglie e le denunce che ho fatto, di dare un voto fortemente contrario che ribadisco essere anche in questo caso un pungolo, un controllo molto forte nei confronti di chi amministra. Quindi, io credo di avere detto tutto e perciò esprimo ufficialmente il voto contrario al bilancio e a tutti i suoi collegati. Presidente ig. Michele cacchetti: Grazie Consigliere Poletti; la parola al Consigliere Ratti, poi al Consigliere Biagi. Consigliere ig. Andrea Ratti: Tre parole solo per ricordare tutto l impegno che Monari e la Giunta ci hanno messo per mettere in piedi questo bilancio, che però è superato dagli eventi. o che era stato fatto lo sforzo massimo per riuscire a chiudere quello che avevamo definito, anche tra di noi, il bilancio più sofferente e difficile della storia di questo Comune. Quello che è successo ha scompaginato tutto quanto, però volevo ricordare quell impegno che forse adesso ci sembrerebbe una passeggiata rispetto a quello che stiamo affrontando. Aggiungo che apprezzo molto, ma veramente molto, il segnale che viene da alcuni colleghi dell opposizione, perché viene interpretato lo spirito col quale noi vogliamo affrontare questa situazione, quindi io accolgo questo segnale e credo di interpretarlo nella maniera più genuina. o che non ci avreste fatto sconti, so che sicuramente Palazzi ci avrebbe contato tutte le virgole, e a maggior ragione apprezzo questo segnale contestualizzato in questa nuova situazione. Tutto qua.

5 Deliberazione del Consiglio Comunale n. 68 DEL 27/06/2012 ad oggetto: ERVIZI A DOMANDA INDIVIDUALE ANNO PERCENTUALE DI COPERTURA DEI COTI Presidente ig. Michele cacchetti: Grazie Consigliere Ratti. La parola al Consigliere Biagi. Consigliere ig. Lorenzo Biagi (Lega Nord): Io intervengo per fare la dichiarazione di voto del mio gruppo su tutti e quattro gli oggetti, e condivido sostanzialmente quello che ha detto il Consigliere Poletti. oprattutto per una forma anche di coerenza con tutto il lavoro che abbiamo fatto nei mesi e nei giorni precedenti al 20 maggio (un lavoro molto dettagliato): sul bilancio non eravamo d accordo prima e non lo siamo tanto meno adesso, senza entrare ovviamente in tutti i meandri del documento, in tutte le particolarità. Un dato che subito ci impedisce, ma veramente fortemente, di votare a favore è il fatto che sia presente l IMU. Io apprezzo le parole di Monari, ma ce n è una che blocca completamente, quando parla di auspicio. Capisco perfettamente la sua posizione, non può garantire ovviamente cose che dipendono dal Governo e non solo da noi, ma noi non possiamo assolutamente, ribadisco, votare un bilancio che si regge praticamente sull IMU. E completamente senza senso, quindi, se il Governo avesse dato un segnale, se avesse detto nell arco di questo mese ragiono per assurdo vi diamo i cinque milioni e otto, cinque milioni e sette, ve li diamo così, sull unghia, e così voi pareggiate il bilancio, non dico che avremmo votato a favore, però perlomeno ci avremmo pensato. Ma così noi non possiamo assolutamente votare a favore. Poi, parliamoci chiaro, io l ho detto anche con i miei colleghi ieri sera e non ho paura di dirlo pubblicamente, se questa sera per assurdo, alcuni Consiglieri di maggioranza non fossero stati presenti, io non avrei avuto nessun problema a votare a favore perché volevo fare andare avanti la macchina amministrativa che non si deve bloccare adesso, anche per rispetto a quello che diceva Palazzi. Condivido il fine dell unità, in un certo senso, e di andare tutti nella stessa direzione, pur distinguendo i ruoli come ha detto Poletti, perché i ruoli vanno ben distinti. Condivido il fine, ma non condivido il mezzo per dimostrare un unica unità. Per questo motivo non ci sentiamo di votare a favore, quindi, anche il voto della Lega Nord sarà contrario. Consigliere ig. andro Palazzi (Il Popolo della Libertà): Intendo specificare ancora una volta la nostra posizione, perché forse non si è capito: qui stiamo discutendo di qualche cosa che non esiste. Il discorso è tutto qua. Non si tratta di coerenza; sono stato quattro anni Consigliere e in questo periodo ho sempre cercato di fare la punta ai chiodi a tutte le variazioni di bilancio. Mi sembra di essere stato sempre coerente nel corso del tempo. e questa volta dico sì all Amministrazione Comunale è per la situazione in cui ci troviamo, che questa volta ci condiziona troppo. Qui stiamo parlando di qualcosa che non esiste più e non sappiamo quanti soldi incasseremo e quanti soldi spenderemo; anzi, sappiamo benissimo che spenderemo una valanga di soldi, ma non sappiamo se questi soldi ci saranno rimborsati dallo tato, o da quale Ente. Partendo da questo semplice presupposto e senza cercare una motivazioni ideologica, credo che si tratti semplicemente di fare squadra, di dire sì. iamo in questa situazione, è un atto puramente formale, diamo un segnale alla popolazione. iamo veramente messi male e io non capisco quali siano in questi momenti, i nostri interventi di coscienza, che dobbiamo essere a tutti i costi coerenti con quello che abbiamo detto prima: qui è successo il finimondo. Questo è un atto formale che non vale niente. La mia coscienza non riesce nemmeno a discutere, non deve nemmeno soffermarsi più di tanto su un atto che veramente non ha nessun significato. Questo non è un punto di partenza, questo non è niente, è puramente un atto formale perché la legge ci impone entro il 30 di giugno dell anno, di votare un bilancio preventivo che è totalmente fuori da qualsiasi dimensione del dimensionamento corretto, perché, ripeto, non sappiamo quanti soldi spenderemo, e ne spenderemo molti di più dei venti milioni che spendiamo ogni anno per i servizi a domanda individuale, per gli investimenti, per gli stipendi, eccetto forse un unica voce che rimarrà costante. Tutto il resto sarà completamente sconclusionato, completamente squilibrato, quindi come facciamo a fare una discussione equilibrata prendendo in esame dei valori e delle poste di bilancio che non esistono? Questo è il significato del nostro voto positivo, semplicemente vuol dire: Guardate, avremmo veramente combattuto fino alla morte in condizioni normali, ma con quello che è successo chi se ne importa del bilancio, diamo un segnale positivo e facciamo capire alla gente che siamo tutti una squadra in questo momento di emergenza. Quando fra un anno o due le

6 Deliberazione del Consiglio Comunale n. 68 DEL 27/06/2012 ad oggetto: ERVIZI A DOMANDA INDIVIDUALE ANNO PERCENTUALE DI COPERTURA DEI COTI cose si rimetteranno un po a posto, potremo esercitare il nostro ruolo di controllo. Non abbiamo alzato bandiera bianca, non ci togliamo, non abbiamo intenzione di non fare più niente. Volevo specificare questo: non è una resa a favore della Giunta, ma è per un motivo molto banale e superficiale; in realtà noi stiamo votando poche cose totalmente inesistenti, perché le voci del bilancio preventivo non hanno nessun significato, nessun fondamento reale. E per questo che noi daremo un voto favorevole. Presidente ig. Michele cacchetti: Grazie, Consigliere Palazzi. Ha chiesto la parola il Consigliere Boetti. Consigliere ig. Maurizio Boetti (Lega Nord): Io non voglio entrare nel merito di questa disquisizione, e comunque la matematica non è un opinione, quindi le variazioni di bilancio saranno successive e saranno discusse. e ci saranno variazioni di bilancio, vuol dire che da qualche parte i quattrini ci sono; se non ci saranno significherà che i quattrini non ci sono. E chiaro che in questo bilancio redatto prima del 20 maggio c erano dei punti in cui io volevo intervenire, e posso chiedere eventualmente alcune informazioni. e sono scritti in bilancio, non è detto che questi dati non valgano niente, perché sono comunque dati, e quindi tutti, da Roma a Finale, possono intervenire sul bilancio; penso che sia un atto pubblico, legale, quindi non è detto che sia tutto finto. e qualcuno lo va a votare, vuole dire che ci sono anche delle verità su questo documento. Non voglio entrare nel merito più ampio, ma solo nel fatto tecnico; volevo chiedere alcune cose. Le volevo chiedere prima, e le chiedo adesso, perché dal mio punto di vista ci sono, e rimangono. Volevo soffermarmi un minuto sui servizi a domanda individuale e un minuto sul servizio impianti sportivi, dove si dice: proventi per uso impianti sportivi ,00 euro; spese impianti sportivi ,00 euro, la cui percentuale di copertura è del 6,70%, quindi, se questo è un bilancio fasullo Il ignor Assessore mi dovrebbe dire se questo è vero o non è vero. E così e rimarrà così. e rimane così, vorrei chiedere: i famosi trasferimenti, i euro che sono del centro sportivo (mi sembra di aver letto nel bilancio) sono ancora in essere o alla ocietà Futura verranno concessi tutti questi soldi per la prima parte dell anno. L altra domanda è relativa ai proventi per uso impianti sportivi, di ,00 euro: è possibile sapere chi è che paga questi soldi? Quando abbiamo fatto la Commissione non ho avuto la possibilità di fare questa domanda, c erano altri problemi e mi ero riproposto di chiederlo in Consiglio. Chiedo questo perché qui io ho un altro foglio; la Bocciofila Massese penso che faccia parte dei proventi per uso impianti sportivi, giusto? Nei ,00 euro ci sono anche le competenze della bocciofila? E possibile saperlo? e lo sapete a memoria, mi fa piacere. Le mie richieste sono tecniche, non politiche, quindi me le ero già scritte prima del 20 maggio, e le ripeto. Non è nulla di particolare, solo un informazione. Presidente ig. Michele cacchetti: Grazie Consigliere Boetti. e non ci sono altri, passo la parola al Vice indaco per la replica. Assessore Vice indaco ig. Daniele Monari: Il documento è stato attentamente studiato, valutato, pensato voce per voce, costo per costo, entrata su entrata. Ed è un bilancio che derivava da una situazione di estrema difficoltà, perché sapete, non vogliamo nasconderci, dovevamo pagare tre milioni e mezzo di debito all anno, ed è una cifra che nel nostro bilancio incide in modo considerevole. E stato uno sforzo di rigore ed equità, con notevoli tagli alla spesa. Ho avuto occasione di confrontarmi in Commissione evidenziando che i tagli di spesa erano considerevoli, però questi numeri, ahimè, sono ormai superati. Vi voglio fare riflettere un attimo; quando guardiamo il bilancio vediamo le voci: sanzioni amministrative, violazioni al codice della strada; ma secondo voi, in una situazione del genere, i nostri Vigili vanno in giro a fare le multe, come in condizioni normali è giusto che sia? Per la TOAP e l addizionale IRPEF le entrate saranno meno degli altri anni. Io avevo fatto un piano di alienazioni di immobili non strategici, ma sono danneggiati anche questi. Avevamo già fatto i bandi d asta, eravamo pronti per la pubblicazione. Anche lì, saltato tutto. Tutto il progetto su cui si basava quel bilancio è saltato completamente, soprattutto nella parte entrata, perché le spese ci saranno, e saranno sicuramente molte di più.

7 Deliberazione del Consiglio Comunale n. 68 DEL 27/06/2012 ad oggetto: ERVIZI A DOMANDA INDIVIDUALE ANNO PERCENTUALE DI COPERTURA DEI COTI Ahimè, tutto questo lavoro è superato, abbiamo altri problemi da affrontare. Rispetto ogni decisione di chi decide di votarlo, e rispetto anche chi con argomentazioni ritiene di non votarlo. Lo facciamo come atto dovuto, poi dovremo lavorare su tutte le variazioni, che saranno delle maxi variazioni; di fatto si dovrà ricostruire un nuovo bilancio preventivo, un bilancio in divenire, per natura preventivo, ma che ha continuamente variazioni in base alle circostanze che affronta il Comune. Dunque tutto qua, il terremoto è arrivato anche per le spese. Avete visto che gli impianti sportivi sono stati, ahimè anche loro, molto devastati dal terremoto perché anche quelli che non sono stati danneggiati sono stati usati per fare i campi o per la logistica. L unico che si è salvato è quello di Canaletto, ma c è un motivo, perché il Campo di Cataletto, come ben sa il Dott. tipa, deve essere libero per l atterraggio dell elicottero d emergenza; gli altri, da Massa a Finale, sono stati totalmente occupati, e il manto devastato in modo quasi irrecuperabile. u Futura abbiamo attualmente sospeso l attività ed è sospeso anche il costo per il Comune, adesso. Avremo occasione poi di valutare il da farsi, ma ovviamente Futura svolge un attività che, se la fa, viene remunerata in base alla convenzione; ma se la convenzione in base ad eventi straordinari non viene pagata questa è stata pagata fino a maggio, ma dopo non è stata più pagata. Anzi, sinceramente abbiamo da pagare anche maggio e aprile, però dovrebbe essere pagata fino all evento, dopo no. Dunque, questo è quanto. La Bocciofila di Massa è stata danneggiata nella parte vecchia, la parte precedentemente fatta, e ha avuto danni anche dal terremoto. ul quantum, anche per quello c è una convenzione che prevede che paghino un provento al Comune. La palestra di Massa è da demolire; come avete sentito, il campo di Massa non è utilizzabile; Massa se non ha impianti non ha più niente per fare attività, dunque tutto salta, ma che possiamo dargli? Quello che c è scritto in convenzione, perché non svolgono la loro attività, il terremoto ha veramente sconvolto tutta la vita normale, e dunque anche quelle convenzioni. Il bilancio che verrà approvato ha dei numeri che pure saranno stravolti e da aggiornare con variazioni di bilancio e lì, giustamente, ci sarà una discussione nel merito. E giusto che l opposizione entri nel merito e possa anche criticare certe scelte, come è giusto che sia, adesso questa è una discussione che ha perso valore e io ci tenevo tanto... Grazie. Premesso che il primo comma dell art. 6 del D.L , n. 55, convertito nella Legge , n. 131, impone ai Comuni di definire, non oltre la data della deliberazione del bilancio di previsione, una misura percentuale dei costi complessivi di tutti i servizi pubblici a domanda individuale che viene finanziata da tariffe o contribuzioni ed entrate specificatamente destinate; Visto il decreto del Ministero dell Interno in data , e s.m.i., con cui sono individuate le categorie dei servizi pubblici a domanda individuale; Dato atto che l Ente non è nelle condizioni strutturalmente deficitarie di cui all art. 242 del D.Lgs , n. 267; Visto altresì l art. 172 del D.Lgs n. 267; Considerato che questo ente gestisce i seguenti servizi: 1) refezione scolastica; 2) asilo nido comunale; 3) impianti sportivi; Visto l allegato prospetto relativo ai singoli servizi dai quali risultano, per ciascuno di essi: - le spese previste per l anno 2012 con riferimento a singoli interventi in bilancio; - la ripartizione degli eventuali costi comuni a più servizi; - i proventi totali derivanti da tali tariffe o da contribuzioni specificatamente destinate così come risultano nella parte entrata del bilancio, giuste le indicazioni ivi contenute; Visto altresì il riepilogo generale in calce al predetto prospetto dal quale si rileva una copertura pari al 58,11% del totale dei costi dei servizi, tenuto conto che le spese relative al servizio asilo nido

8 Deliberazione del Consiglio Comunale n. 68 DEL 27/06/2012 ad oggetto: ERVIZI A DOMANDA INDIVIDUALE ANNO PERCENTUALE DI COPERTURA DEI COTI sono state considerate nella misura del 50%; Dato atto che sulla proposta della presente deliberazione è stato acquisito il parere favorevole in ordine alla regolarità tecnica e contabile del Responsabile del ervizio finanziario, D.ssa Cinzia Baravelli, ai sensi dell art. 49, comma 1, del T.U.E.L. 267/2000. Il Consigliere ig. Mirco Garutti non partecipa alla votazione. Con voti favorevoli n. 11, voti contrari n. 3 (Biagi, Boetti, Poletti Maurizio), espressi in forma palese, DELIBERA 1) per quanto in premessa esposto e che qui si intende interamente richiamato, di individuare, nei seguenti servizi prestati dal Comune, i servizi pubblici a domanda individuale da erogare durante l anno 2012: - refezione scolastica; - asilo nido comunale; - impianti sportivi; 2) di approvare il prospetto allegato al presente atto, dando atto che il provento complessivo dei servizi di cui trattasi, che è già stato previsto nel bilancio dell esercizio 2012, depositato, in fase di approvazione, ammonta ad ,86, pertanto pari al 58,11% del totale dei costi dei servizi che ascende a ,36; 3) di dare atto che per l esercizio 2012 le rette e le tariffe, relative ai predetti servizi, sono state determinati con atti propri della Giunta comunale. Il presente atto, con voti favorevoli n. 11 e contrari n. 3 (Biagi, Boetti, Poletti Maurizio) è dichiarato immediatamente eseguibile, ai sensi dell art. 134, comma 4, del T.U.E.L. 267/2000, stante l urgenza di provvedere in merito. (Il Consigliere ig. Mirco Garutti non partecipa alla votazione). Allegato: A) Prospetto servizi a domanda individuale

9 Deliberazione del Consiglio Comunale n. 68 DEL 27/06/2012 ad oggetto: ERVIZI A DOMANDA INDIVIDUALE ANNO PERCENTUALE DI COPERTURA DEI COTI

10 COMUNE DI FINALE EMILIA PROVINCIA DI MODENA Il presente verbale viene approvato e sottoscritto; IL PREIDENTE F.to MICHELE CACCHETTI IL VICEEGRETARIO COMUNALE F.to MONICA MANTOVANI ATTETATO DI PUBBLICAZIONE i attesta che copia della presente deliberazione viene pubblicata all'albo Pretorio di questo Comune per 15 giorni consecutivi dal 21/08/2012 al 05/09/2012 Lì, 21/08/2012 IL VICE EGRETARIO F.to MONICA MANTOVANI E' copia conforme all'originale ad uso amministrativo. Lì, 21/08/2012 ITRUTTORE AMMINITRATIVO MONICA PADOVANI EECUTIVITA' La presente deliberazione, trascorsi 10 giorni dalla su indicata data di pubblicazione è divenuta esecutiva il 31/08/2012. Lì, E' copia conforme all'originale ad uso amministrativo. Lì,... p. IL EGRETARIO COMUNALE L'IMPIEGATO ADDETTO Atto di Consiglio Comunale n. 68 del 27/06/2012

11 COMUNE DI FINALE EMILIA PROVINCIA DI MODENA ORGANO COMPETENTE x CONIGLIO COMUNALE GIUNTA COMUNALE ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE DI NR. 68 DEL 27/06/2012 IL EGRETARIO COMUNALE Il Responsabile del ervizio Ragioneria, Controllo di Gestione, Provveditorato trasmette la proposta deliberativa concernente: ERVIZI A DOMANDA INDIVIDUALE ANNO PERCENTUALE DI COPERTURA DEI COTI In ordine alla quale esprime, per quanto di competenza, il seguente parere in ordine alla regolarità tecnica (art. 49, comma 1, D.Lgs. 267/ T.U.E.L.): X FAVOREVOLE CONTRARIO Finale Emilia, lì 25/06/2012 IL REPONABILE CINZIA BARAVELLI ERVIZIO FINANZIARIO Parere in ordine alla regolarità contabile (art. 49, comma 1, D.Lgs. 267/ T.U.E.L.) X FAVOREVOLE CONTRARIO Finale Emilia, lì 25/06/2012 IL REPONABILE ERVIZI FINANZIARI CINZIA BARAVELLI

12 ERVIZI A DOMANDA INDIVIDUALE - Rilevazione dei dati dal Bilancio Preventivo 2012 *** ERVIZIO DELLA REFEZIONE COLATICA *** N RI. ENTRATA OMME PREV.TE N CAP. PEA OMME PREV.TE 415 PROVENTI DA REFEZIONE COLATICA , ACQUITI PER MANUTENZIONE IMPIANTI 225, CREDITI DUBBIA EIGIBILITA' , ACQUITI PER MANUTENZIONI BENI IMMOBILI 337, RECUPERO DALLO TATO PEE PER PATI INEGNANTI , DIINFETAZIONE E DERATTIZZAZIONE 187,50 C. ELEM MANUTENZIONE ACENORI ED ELEVATORI 435, GETIONE CALORE , GETIONE IMPIANTI TERMICI 225, VIGILANZA FABBRICATI 266, MANUTENZIONE IMPIANTI ED ALTRI BENI 525, MANUTENZIONE IMMOBILI 675, PEE TELEFONICHE 1.657, ENERGIA ELETTRICA 2.907, FORNITURA ACQUA POTABILE 868, GETIONE ENERGIA 3.366, ERVIZIO INTEGRATO ILLUMINAZIONE A RIPARMIO 1.568, QUOTE INTEREI MUTUI CAA DD.PP. 520, QUOTE INTEREE BOC 4.961, ACQUITI PER MANUTENZIONE IMPIANTI ED ATTREZZ. 250, ACQUITI PER MANUTENZIONI BENI IMMOBILI 1.000, DIINFETAZIONE E DERATTIZZAZIONE 1.250, REFEZIONE COLATICA , EMIIONE BOLLETTINI MENE 6.000, ACQUITI PER MANUTENZIONE IMPIANTI 195, ACQUITI PER MANUTENZIONE BENI IMMOBILI 292, GETIONE IMPIANTI TERMICI 130, VIGILANZA FABBRICATI 115, DIINFETAZIONE E DERATTIZZAZIONE 162, GETIONE CALORE 5.038, MANUTENZIONE IMPIANTI ED ALTRI BENI 455, PICCOLE MANUTENZIONI 258, MANUTENZIONI IMMOBILI 585, PEE TELEFONICHE 396, ENERGIA ELETTRICA 3.427, ACQUA 608, QUOTE INTEREI BOC 5.553,85 vari RETRIBUZIONE PERONALE AMM.VO ,00 AICURAZIONI 3.000,00 Totale delle entrate previste ,00 Totale delle spese previste ,44 La misura percentuale di copertura dei costi è pari al 81,18% differenza ,44 Pagina 1 di 3

13 ERVIZI A DOMANDA INDIVIDUALE - Rilevazione dei dati dal Bilancio Preventivo 2012 *** ERVIZIO AILO NIDO COMUNALE *** N RI. ENTRATA OMME PREV.TE N CAP. PEA OMME PREV.TE 455 RETTE PER AILO NIDO ,00 vari RETRIBUZIONI AL PER.LE , PROVENTI ALTRI ERVIZI EDUCATIVI , PEE TELEFONICHE 3.100, FONDI REG.LI A.ZA ALL'INFANZIA ,00 vari ALARIO ACCEORIO oltre oneri e irap , TRAF. REG.LE PER FILO D'ARIANNA 4.000,00 vari ONERI A CARICO DEL COMUNE , CREDITI DUBBIA EIGIBILITA' , IRAP 4.134, RIMBORO DA COORDINAMENTO PEDAGOGICO ,10 vari INCARICO PER PEDAGOGITA , REALIZZ. PROGETTO QUALIF. ERV. INFANZIA 3.500, ENERGIA ELETTRICA E F.M , ERV. INTEGRATO ILLUMINAZIONE RIP. ENERGETICO 1.069, ACQUA POTABILE 4.329, PRODOTTI DI PULIZIA 7.140, FORNITURA ACCEORI E PEZZI DI RICAMBIO 309, ACQUITO LIBRI E PUBBLICAZIONI 500, REFEZIONE COLATICA NIDI E ERVIZI 0/3 ANNI , DIINFETAZIONE E DERATTIZZAZIONE 1.250, GETIONE CALORE , MANUTENZIONE IMPIANTI E BENI MOBILI 2.300, PICCOLE MANUTENZIONI 1.856, MANUTENZIONE IMMOBILI 3.500, QUOTE INTEREI MUTUI CAA DD.PP. 170, QUOTE INTEREI BOC ,79 AICURAZIONI 3.000, PRODOTTI DIVERI DI PULIZIA 6.000,00 vari RETRIBUZIONE PERONALE AMM.VO , BENI E MATERIE PRIME DIVERE 510, BENI DI CONUMO E MATERIE PRIME DIVERE 3.000, VIGILANZA FABBRICATI 888, COPIE ELIOGRAFICHE E MATERIALE FOTOGRAFICO 204, VETIARIO AL PERONALE 816, PULIZIA LOCALI FILO D'ARIANNA 408, ALTRI ERVIZI PECIFICI 510,00 * in quota parte Totale delle entrate previste ,10 Totale delle spese previste ,72 abbattimento 50% ,86 La misura percentuale di copertura dei costi è pari al 62,05% differenza effettiva ,62 Pagina 2 di 3

14 ERVIZI A DOMANDA INDIVIDUALE - Rilevazione dei dati dal Bilancio Preventivo 2012 *** ERVIZIO IMPIANTI PORTIVI *** N CAP. ENTRATA OMME PREV.TE INTERV * PEA OMME PREV.TE 625 PROVENTI PER UO IMPIANTI PORTIVI , ACQUITO DI BENI DI CONUMO E/O MATERIE PRIME 3.000, PRETAZIONI DI ERVIZI , TRAFERIMENTI , INTEREI PAIVI ,68 * interventi della funzione 06, servizi 01 e 02 Totale delle entrate previste ,76 Totale delle spese previste ,06 La misura percentuale di copertura dei costi è pari al 6,70% differenza ,30 R I E P I L O G O G E N E R A L E ERVIZI entrata prevista spesa prevista 1 ERVIZIO DELLA REFEZIONE COLATICA , ,44 2 ERVIZIO AILO NIDO COMUNALE , ,86 3 ERVIZIO IMPIANTI PORTIVI , ,06 Totale generale delle entrate ,86 Totale generale delle spese ,36 La misura percentuale di copertura dei costi è pari al 58,11% Pagina 3 di 3

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA. DETERMINAZIONE ALIQUOTE ANNO 2014

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA. DETERMINAZIONE ALIQUOTE ANNO 2014 COMUNE DI TAINO Provincia di Varese Prot. N. 3207 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Copia N. 6 del 28/04/2014 OGGETTO: IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA. DETERMINAZIONE ALIQUOTE ANNO 2014 L'anno

Dettagli

C O M U N E DI O P E R A

C O M U N E DI O P E R A copia Codice Ente 11047 OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE IMU ANNO 2014 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Adunanza Ordinaria di Prima convocazione - seduta Pubblica. L'anno duemilaquattordici

Dettagli

Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA

Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA N. 37 del 16.12.2013 OGGETTO: Legge Regionale N. 1 Del 03/01/1986, Art. 8. Alienazione di terreni di proprietà collettiva di uso civico edificati o edificabili.

Dettagli

COMUNE DI MARUGGIO. (Provincia di Taranto) REGISTOR ORIGINALE DELIBERAZIONE GIUNTA COMUNALE

COMUNE DI MARUGGIO. (Provincia di Taranto) REGISTOR ORIGINALE DELIBERAZIONE GIUNTA COMUNALE COMUNE DI MARUGGIO (Provincia di Taranto) N. 231 del Reg. delib. REGISTOR ORIGINALE DELIBERAZIONE GIUNTA COMUNALE Oggetto: Riqualificazione dell area comunale in Campomarino denominata Parco Comunale Via

Dettagli

Verbale di deliberazione n. 47 della Giunta Comunale

Verbale di deliberazione n. 47 della Giunta Comunale COMUNE DI DIMARO Provincia di Trento Verbale di deliberazione n. 47 della Giunta Comunale OGGETTO: A pprovazione disciplinare per il trasferimento volontario delle attività propedeutiche alla riscossione

Dettagli

PROVINCIA DI TREVISO. Piazza Ercole Bottani n.4 - C.A.P. 31040 - C.F./P.I. 00529220261 UFFICIO SEGRETERIA - Tel. 0423/873400

PROVINCIA DI TREVISO. Piazza Ercole Bottani n.4 - C.A.P. 31040 - C.F./P.I. 00529220261 UFFICIO SEGRETERIA - Tel. 0423/873400 C OMUNE DI VOLPAGO DEL MONTELLO PROVINCIA DI TREVISO Piazza Ercole Bottani n.4 - C.A.P. 31040 - C.F./P.I. 00529220261 UFFICIO SEGRETERIA - Tel. 0423/873400 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

Dettagli

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIAROMAGNA PER I SERVIZI IDRICI E RIFIUTI CAMB/2014/71 del 30 dicembre 2014 CONSIGLIO D AMBITO Oggetto: Proroga delle scadenze temporali previste dall'art. 12 del "Regolamento

Dettagli

Provincia di Udine. Copia. N. 120 Reg.

Provincia di Udine. Copia. N. 120 Reg. COMUNE DI PALMANOVA Provincia di Udine Verbale di deliberazione della Giunta Comunale Copia N. 120 Reg. OGGETTO: Integrazione del G.C. 34 dd. 11.04.2012 "Servizi pubblici a domanda individuale 2012 - determinazione

Dettagli

COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO

COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO Provincia di Pisa DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Nr. 263 di Mercoledi 7 Dicembre 2011 Oggetto: Determinazione dei valori minimi delle aree edificabili ai fini dell'imposta

Dettagli

Autorizzazione per l'anno 2015 all'emissione della bollettazione in acconto per il primo semestre da parte del soggetto gestore AMA

Autorizzazione per l'anno 2015 all'emissione della bollettazione in acconto per il primo semestre da parte del soggetto gestore AMA Protocollo RC n. 4480/15 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 20 FEBBRAIO 2015) L anno duemilaquindici, il giorno di venerdì venti del mese di febbraio, alle ore

Dettagli

PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo----------

PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo---------- PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo---------- ESTRATTO DELLE DELIBERAZIONI DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO CON POTERI DELLA GIUNTA Atto con dichiarazione di immediata eseguibilità: art. 134, comma 4, D.Lgs.267/2000

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 317 della Giunta Comunale

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 317 della Giunta Comunale COMUNE DI FOLGARIA Provincia di Trento - C.A.P. 38064 Via Roma, 60 Tel. 0464/729333 - Fax 0464/729366 E-mail: info@comune.folgaria.tn.it Codice Fiscale e P. IVA 00323920223 VERBALE DI DELIBERAZIONE N.

Dettagli

OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE TASI

OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE TASI Provincia di Bologna COPIA n. 28 del 30.04.2014 OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE TASI Il giorno 30 aprile 2014 alle ore 20.30 nella sala consiliare del Municipio, previa l'osservanza di tutte le formalità

Dettagli

Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013. (Seduta del 28 Ottobre 2013)

Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013. (Seduta del 28 Ottobre 2013) Municipio Roma V (ex VI e VII) Unità di Direzione Servizio di Assistenza agli Organi Istituzionali Ufficio Consiglio Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 031 della Giunta Comunale

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 031 della Giunta Comunale COMUNE DI FOLGARIA Provincia di Trento Via Roma, 60 - C.A.P. 38064 Tel. 0464/729333 - Fax 0464/729366 Codice Fiscale e P. IVA 00323920223 E-mail: info@comune.folgaria.tn.it PEC: comune@pec.comune.folgaria.tn.it

Dettagli

COMUNE DI FINALE EMILIA

COMUNE DI FINALE EMILIA COMUNE DI FINALE EMILIA PROVINCIA DI MODENA DETERMINAZIONE N. 398 DEL 17/05/2011 PROPOSTA N. 93 Centro di Responsabilità: Servizio Economato,patrimonio,servizi Informatici, Ambiente Servizio: Patrimonio

Dettagli

COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza

COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza COPIA COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza N. 64 del Reg. Delib. N. 6258 di Prot. Verbale letto approvato e sottoscritto. IL PRESIDENTE f.to Antecini IL SEGRETARIO COMUNALE f.to Scarpari N. 433 REP.

Dettagli

L'anno duemilaquattordici, il giorno ventidue del mese di agosto, nel proprio ufficio, IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO

L'anno duemilaquattordici, il giorno ventidue del mese di agosto, nel proprio ufficio, IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO C O M U N E D I A L A N N O (PROVINCIA DI PESCARA) DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO AREA AFFARI GENERALI - UFFICIO PERSONALE N. 162 del Reg. Oggetto: PROCEDURA DI MOBILITA, PER TITOLI E COLLOQUIO

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 30 DICEMBRE 2014)

ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 30 DICEMBRE 2014) Protocollo RC n. 28105/14 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 30 DICEMBRE 2014) L anno duemilaquattordici, il giorno di martedì trenta del mese di dicembre, alle

Dettagli

COMUNE DI PERTICA ALTA PROVINCIA DI BRESCIA

COMUNE DI PERTICA ALTA PROVINCIA DI BRESCIA COMUNE DI PERTICA ALTA PROVINCIA DI BRESCIA Codice ente Protocollo n. 10388 DELIBERAZIONE N. 33 in data: 28.10.2014 Soggetta invio capigruppo Trasmessa al C.R.C. VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

Dettagli

COMUNE DI PERTICA BASSA PROVINCIA DI BRESCIA CAP 25078 TEL. (0365) 821131 FAX (0365) 821195

COMUNE DI PERTICA BASSA PROVINCIA DI BRESCIA CAP 25078 TEL. (0365) 821131 FAX (0365) 821195 COMUNE DI PERTICA BASSA PROVINCIA DI BRESCIA CAP 25078 TEL. (0365) 821131 FAX (0365) 821195 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 26 DEL 27.10.2014 VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 26 DELLA GIUNTA COMUNALE

Dettagli

COMUNE DI GAVORRANO PROVINCIA DI GROSSETO. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 15 del 30/06/2011

COMUNE DI GAVORRANO PROVINCIA DI GROSSETO. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 15 del 30/06/2011 COMUNE DI GAVORRANO PROVINCIA DI GROSSETO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 15 del 30/06/2011 ================================================================= OGGETTO: CORREZIONE ERRORE MATERIALE

Dettagli

COMUNE DI MAGLIANO IN TOSCANA PROVINCIA DI GROSSETO

COMUNE DI MAGLIANO IN TOSCANA PROVINCIA DI GROSSETO VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE ADUNANZA STRAORDINARIA DI 1 CONVOCAZIONE SEDUTA PUBBLICA N 25 DEL 14/08/2014 COPIA Oggetto: Tributo per i Servizi Indivisibili (TASI) - Aliquote per l'anno

Dettagli

COMUNE di FORMIA. Provincia di Latina COPIA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

COMUNE di FORMIA. Provincia di Latina COPIA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE di FORMIA Provincia di Latina COPIA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N.77 del 17.04.2015 OGGETTO: DELIBERA G.M. 68 DEL 10.04.2015 - APPROVAZIONE PROPOSTA RENDICONTO 2014 E RELAZIONE ILLUSTRATIVA

Dettagli

COMUNE DI BOSCHI SANT ANNA

COMUNE DI BOSCHI SANT ANNA COMUNE DI BOSCHI SANT ANNA PROVINCIA DI VERONA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 70 O G G E T T O AFFIDAMENTO INCARICO ALLA SIG.RA CARLA GANZAROLI DEL COMUNE DI LEGNAGO PER PRESTAZIONI

Dettagli

COMUNE DI NE Provincia di Genova

COMUNE DI NE Provincia di Genova COMUNE DI NE Provincia di Genova COPIA Deliberazione del Consiglio Comunale Adunanza del 28.04.2014 Reg. Verb. N. 5 OGGETTO: GESTIONE COMPONENTE TASI (TRIBUTO SERVIZI INDIVISIBILI) ANNO 2014. L anno duemilaquattordici

Dettagli

N. 68/11 del 19 ottobre 2011

N. 68/11 del 19 ottobre 2011 COPIA EDUCATORIO DELLA PROVVIDENZA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE OGGETTO: N. 68/11 del 19 ottobre 2011 ADEGU DEGUAMENTO ALLA NORMATIVA A DI PREVENZIONE INCENDI ENDI: : IMPIANTO

Dettagli

Adempimenti fiscali nel fallimento

Adempimenti fiscali nel fallimento ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI DI LECCO Adempimenti fiscali nel fallimento A cura della Commissione di studio in materia fallimentare e concorsuale Febbraio 2011 INDICE 1. Apertura

Dettagli

COMUNE DI MACCAGNO con PINO e VEDDASCA

COMUNE DI MACCAGNO con PINO e VEDDASCA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE N 26 del 30/09/2014 OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE E DETRAZIONI DELL'IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (I.M.U.) - ANNO 2014 L'anno 2014, addì trenta

Dettagli

INTRODUZIONE AL RAPPORTO TRA PEG E PDO

INTRODUZIONE AL RAPPORTO TRA PEG E PDO INTRODUZIONE AL RAPPORTO TRA PEG E PDO Generalmente il piano dettagliato degli obiettivi (art. 108 e 197 del Tuel) coincide con la c.d. parte descrittiva del Peg, cioè quella parte che individua gli obiettivi

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 48 DEL 24.10.2013

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 48 DEL 24.10.2013 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 48 DEL 24.10.2013 OGGETTO: Recepimento verbale commissione trattante aziendale del 15.10.2013. L anno Duemilatredici, il giorno ventiquatto del mese di

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO IMMEDIATAMENTE ESEGUIBILE Deliberazione n. 217 del 14/11/2013 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO CESSIONE IN PROPRIETÀ DI AREA GIÀ CONCESSA IN DIRITTO DI SUPERFICIE NELL AMBITO DEL

Dettagli

LEZIONE 2 L ORDINAMENTO COMUNALE RIPORTATO NEL T.U.E.L. (D.LGS N. 267/2000 E SUCC. MODIFICHE)

LEZIONE 2 L ORDINAMENTO COMUNALE RIPORTATO NEL T.U.E.L. (D.LGS N. 267/2000 E SUCC. MODIFICHE) Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione Locale LEZIONE 2 L ORDINAMENTO COMUNALE RIPORTATO NEL T.U.E.L. (D.LGS N. 267/2000 E SUCC. MODIFICHE) ELEMENTI DI CONTABILITA RIFERITI ALLA FASE DELLA SPESA

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA RELATIVO ALLE MODALITA E TEMPI DI RIVERSAMENTO DEL TRIBUTO PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI AMBIENTALI (TEFA) TRA

PROTOCOLLO D INTESA RELATIVO ALLE MODALITA E TEMPI DI RIVERSAMENTO DEL TRIBUTO PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI AMBIENTALI (TEFA) TRA PROTOCOLLO D INTESA RELATIVO ALLE MODALITA E TEMPI DI RIVERSAMENTO DEL TRIBUTO PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI AMBIENTALI (TEFA) TRA L Amministrazione Città metropolitana di Roma Capitale, con sede in Roma,

Dettagli

3. Determinazione dei servizi a domanda individuale e relativi costi di gestione

3. Determinazione dei servizi a domanda individuale e relativi costi di gestione 1. Approvazione addendum al contratto di concessione della progettazione, realizzazione e gestione di impianti fotovoltaici asserviti ad immobili di proprietà del Comune di Casapinta 2. Verifica quantità

Dettagli

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA COMUNE DI COLLESANO Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA DETERMINAZIONE N. _791_ DEL _16.12.2013 (n int. _299_ del _16.12.2013_) OGGETTO: Lavori di Riqualificazione Quartiere Bagherino-Stazzone

Dettagli

Data Tipo Codice bilancio Capitolo-Articolo Note Previsione 2011- Accer. Impegnato al 08-08-2011 E 1011060 E 75-0

Data Tipo Codice bilancio Capitolo-Articolo Note Previsione 2011- Accer. Impegnato al 08-08-2011 E 1011060 E 75-0 Numer o Data Tipo Codice bilancio Capitolo-Articolo Note Previsione 2011- Accer. Impegnato al 08-08-2011 Previsione 2012 Previsione 2013 1 16/08/2011 E 1011060 E 75-0 1011060: ADDIZIONALE COMUNALE ALL'IRPEF

Dettagli

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA PER I SERVIZI IDRICI E RIFIUTI CAMB/2014/60 del 12 novembre 2014 CONSIGLIO D AMBITO Oggetto: Servizio Idrico Integrato - Approvazione della revisione tariffaria

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA Lombardia 300/2014/PAR REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA composta dai magistrati: dott. Gianluca Braghò dott. Donato Centrone dott. Andrea Luberti

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE STATUTO CIRCOLO TBLUE Art. 1 COSTITUZIONE - SEDE E costituito, come associazione culturale ricreativa non riconosciuta ai sensi dell art 36 e ss. Codice Civile ed art. 148 comma 3 D.P.R. 917/1986 (T.U.I.R.),

Dettagli

Istituzione della figura di Agente Ambientale.

Istituzione della figura di Agente Ambientale. Estratto del verbale della seduta della Giunta Comunale NUMERO DI REGISTRO SEDUTA DEL 7 21 gennaio 2015 Oggetto : Istituzione della figura di Agente Ambientale. Il giorno 21 gennaio 2015 in Cremona, con

Dettagli

COMUNE DI FINALE EMILIA

COMUNE DI FINALE EMILIA COMUNE DI FINALE EMILIA PROVINCIA DI MODENA DETERMINAZIONE N. 922 DEL 12/11/2013 PROPOSTA N. 191 Centro di Responsabilità: Servizi Sociali, Istruzione, Associazionismo, Cultura, Promozione del Territorio

Dettagli

Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo

Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo DECRETO N. 12 (Disposizioni regolamentari per la costituzione dei consorzi obbligatori ai sensi dell art. 7 dell ordinanza

Dettagli

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA Allegato alla deliberazione consiliare n. 03 del 31.01.2014 COMUNE DI ROTA D IMAGNA PROVINCIA DI BERGAMO TELEFONO E FAX 035/868068 C.F. 00382800167 UFFICI: VIA VITTORIO EMANUELE, 3-24037 ROTA D IMAGNA

Dettagli

EX PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS

EX PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS EX PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS Legge Regionale 28 giugno 2013 n. 15 - Disposizioni transitorie in materia di riordino delle province Legge Regionale 12 marzo 2015 n. 7 - Disposizioni urgenti in materia

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI. Art. 1 - Fonti

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI. Art. 1 - Fonti REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI Art. 1 - Fonti 1. Il presente Regolamento disciplina la composizione, la durata e le modalità di funzionamento del Collegio dei Revisori

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA COMMISSIONE COMUNALE DI CONTROLLO DI CUI ALL ART. 15 DELLO STATUTO

REGOLAMENTO DELLA COMMISSIONE COMUNALE DI CONTROLLO DI CUI ALL ART. 15 DELLO STATUTO COMUNE di SAN COLOMBANO AL LAMBRO BORGO INSIGNE (Titolo Araldico) Provincia di MILANO REGOLAMENTO DELLA COMMISSIONE COMUNALE DI CONTROLLO DI CUI ALL ART. 15 DELLO STATUTO (Approvato con delibera del Consiglio

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 039 del Consiglio comunale. OGGETTO: nomina del Revisore dei Conti del Comune per il triennio 2014 2017.

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 039 del Consiglio comunale. OGGETTO: nomina del Revisore dei Conti del Comune per il triennio 2014 2017. Comune di Folgaria Provincia di Trento Via Roma, 60 - C.A.P. 38064 Tel. 0464/729333 - Fax 0464/729366 Codice Fiscale e P. IVA 00323920223 E-mail: info@comune.folgaria.tn.it PEC: comune@pec.comune.folgaria.tn.it

Dettagli

Istituto per il Credito Sportivo

Istituto per il Credito Sportivo Istituto per il Credito Sportivo REGOLAMENTO SPAZI SPORTIVI SCOLASTICI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI SUI MUTUI AGEVOLATI DELL ISTITUTO PER IL CREDITO SPORTIVO INDICE 1. Perché vengono concessi contributi

Dettagli

RIDUZIONE CONTRIBUTO ORDINARIO A SEGUITO DEL PRESUNTO MAGGIOR GETTITO ICI FABBRICATI EX-RURALI, CAT. E, B

RIDUZIONE CONTRIBUTO ORDINARIO A SEGUITO DEL PRESUNTO MAGGIOR GETTITO ICI FABBRICATI EX-RURALI, CAT. E, B RIDUZIONE CONTRIBUTO ORDINARIO A SEGUITO DEL PRESUNTO MAGGIOR GETTITO ICI FABBRICATI EX-RURALI, CAT. E, B L articolo 2 commi da 39 a 46 del D.L. 262/2006 conv. L. 286/2006 aveva previsto per gli enti locali

Dettagli

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC Il bilancio con dati a scelta Classe V ITC Il metodo da seguire Premesso che per la costruzione di un bilancio con dati a scelta si possono seguire diversi metodi, tutti ugualmente validi, negli esempi

Dettagli

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI Allegato 1 COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI REGOLAMENTO PER LA DOTAZIONE FINANZIARIA COMUNALE PER INTERVENTI DI MANUTENZIONE ORDINARIA E DI FUNZIONAMENTO IN FAVORE DEGLI ISTITUTI DI ISTRUZIONE PRIMARIA

Dettagli

Deliberazione n.57/pareri/2008

Deliberazione n.57/pareri/2008 Deliberazione n.57/pareri/2008 REPUBBLICA ITALIANA CORTE DEI CONTI SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA composta dai magistrati: dott. Nicola Mastropasqua Presidente dott. Giorgio Cancellieri

Dettagli

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni generali di amministrazione, di gestione e di controllo - Organi istituzionali, partecipazione e decentramento - Segreteria generale, Personale e Organizzazione - Gestione economica, Finanziaria, Programmazione,

Dettagli

C O P I A DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

C O P I A DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE C O P I A DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 140 del 25.09.2013 OGGETTO:Accordo tra Comune di Sarzana e Consorzio Sviluppo Sarzana per la realizzazione dell'edizione 2013 del L anno duemilatredici,

Dettagli

I RAPPORTI DI LAVORO IN AMBITO SPORTIVO DILETTANTISTICO

I RAPPORTI DI LAVORO IN AMBITO SPORTIVO DILETTANTISTICO SERVIZIO DECENTRAMENTO E ASSISTENZA AMMINISTRATIVA AI PICCOLI COMUNI SERVIZIO PROGRAMMAZIONE E GESTIONE ATTIVITA TURISTICHE E SPORTIVE www.provincia.torino.gov.it FORUM IN MATERIA DI ENTI SPORTIVI DILETTANTISTICI

Dettagli

Partecipa il SEGRETARIO GENERALE Dr.ssa Adriana Morittu PAG. 1

Partecipa il SEGRETARIO GENERALE Dr.ssa Adriana Morittu PAG. 1 LA PRESENTE COPIA NON SOSTITUISCE L ORIGINALE DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA PROVINCIALE N 133 DEL 08/10/2009 OGGETTO: ATTO D'INDIRIZZO PER PERFEZIONAMENTO AZIONI CONCLUSIVE PROGETTO ''LAVOR@BILE''. INSERIMENTO

Dettagli

Decreto di attribuzione di posizioni organizzative ai responsabili di settore IL SINDACO

Decreto di attribuzione di posizioni organizzative ai responsabili di settore IL SINDACO Taviano Città dei Fiori (Lecce Italy) Decreto sindacale 02 lì 22 gennaio 2014 Decreto di attribuzione di posizioni organizzative ai responsabili di settore IL SINDACO VISTA la legge 191/98, recante modifiche

Dettagli

Tariffe a carico degli utenti nella RSA Anni Azzurri di Ancona. La sospensiva del TAR Marche

Tariffe a carico degli utenti nella RSA Anni Azzurri di Ancona. La sospensiva del TAR Marche Fabio Ragaini, Gruppo Solidarietà Tariffe a carico degli utenti nella RSA Anni Azzurri di Ancona. La sospensiva del TAR Marche Con Ordinanza 189/2010, www.grusol.it/informazioni/12-04-10.pdf, Il Tar delle

Dettagli

La presente copia informatica, destinata unicamente alla pubblicazione sull'albo Pretorio on Line, e' conforme al documento originale ai sensi del

La presente copia informatica, destinata unicamente alla pubblicazione sull'albo Pretorio on Line, e' conforme al documento originale ai sensi del COMUNE DI MILANO Dichiarazione di conformità dei documenti informatici con gli originali cartacei. Ai sensi del DPR 445/2000 attesto che il documento che precede, composto di n. 20 fogli, è copia conforme

Dettagli

A cura del Dott. Maurizio Santoloci e della Dott.ssa Valentina Vattani

A cura del Dott. Maurizio Santoloci e della Dott.ssa Valentina Vattani Un commento sugli effetti del decreto legge n. 138 del 2011 in antitesi alle teorie che vorrebbero una vacatio legis nel campo del trasporto dei rifiuti anche pericolosi L ABROGAZIONE DEL SISTRI NON CREA

Dettagli

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD -

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - REGOLAMENTO DI CONTABILITÀ SOMMARIO: Capo I - Le competenze del servizio economico-finanziario Capo II - La programmazione

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA Lombardia/169/2015/PAR REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA composta dai magistrati: dott.ssa Simonetta Rosa dott. Gianluca Braghò dott. Donato Centrone

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 C 1 I V I T A S E M P L I T Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 SCUOLA CIVICA DI MUSICA DI TEMPIO PAUSANIA In collaborazione con i comuni

Dettagli

Consiglio Nazionale del Notariato

Consiglio Nazionale del Notariato Consiglio Nazionale del Notariato REGOLAMENTO DEL FONDO DI GARANZIA DI CUI AGLI ARTT. 21 E 22 DELLA LEGGE 16 FEBBRAIO 1913, N. 89 E SUCCESSIVE MODIFICAZIONI Capo I Istituzione e finalità del Fondo di garanzia

Dettagli

Documento su. Conferenza Stato Città Autonomie locali

Documento su. Conferenza Stato Città Autonomie locali Documento su Situazione finanziaria delle Province e valutazione sulla sostenibilità del concorso delle Province e Città metropolitane alla riduzione della spesa pubblica Analisi tecnica operata sulla

Dettagli

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare 1 Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare.. 1. LA RAPPRESENTAZIONE DEI MEDIA Dal 23 aprile 2010 dai mezzi di comunicazione italiani, tramite: Agenzie stampa;

Dettagli

VERBALE DI DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SETTORE

VERBALE DI DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SETTORE COPIA Determinazione n. 812 del 28/11/2013 N. registro di area 139 VERBALE DI DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SETTORE Assunta nel giorno 28/11/2013 da Laura Dordi Responsabile del Settore AFFARI GENERALI

Dettagli

Deliberazione n. 15 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELL ASSEMBLEA CAPITOLINA

Deliberazione n. 15 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELL ASSEMBLEA CAPITOLINA Protocollo RC n. 6578/15 Deliberazione n. 15 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELL ASSEMBLEA CAPITOLINA Anno 2015 VERBALE N. 38 Seduta Pubblica del 25 marzo 2015 Presidenza: BAGLIO AZUNI MARINO

Dettagli

Approvazione del nuovo Regolamento sull'accesso agli e documenti amministrativi.

Approvazione del nuovo Regolamento sull'accesso agli e documenti amministrativi. VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE n. 1 2 OGGETTO: Approvazione del nuovo Regolamento sull'accesso agli e documenti amministrativi. L anno 2012 (Duemiladodici) addì 27 (Ventisette) del mese

Dettagli

STATUTO DEL CONSIGLIO PARROCCHIALE PER GLI AFFARI ECONOMICI. La Parrocchia

STATUTO DEL CONSIGLIO PARROCCHIALE PER GLI AFFARI ECONOMICI. La Parrocchia STATUTO DEL CONSIGLIO PARROCCHIALE PER GLI AFFARI ECONOMICI La Parrocchia Art. 1. La parrocchia è una persona giuridica pubblica, costituita con decreto dell Ordinario Diocesano (can. 515,3 ), riconosciuta

Dettagli

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale Protocollo N. del. Deliberazione N. del ASSESSORATO SERVIZI SOCIALI Proposta N. 66 del 24/03/2015 SERVIZIO SERVIZI SOCIALI Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Dettagli

Deliberazione di Giunta Comunale

Deliberazione di Giunta Comunale Comune di Selargius Numero Data Prot. 155 25/05/99 Deliberazione di Giunta Comunale Oggetto: LAVORI DI ADEGUAMENTO E MESSA A NORMA DEGLI IMPIANTI ELETTRICI DEGLI EDIFICI SCOLASTICI. APPROVAZIONE PROGETTO

Dettagli

GTECH S.p.A. REGOLAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA. ex D.Lgs. n. 231/2001

GTECH S.p.A. REGOLAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA. ex D.Lgs. n. 231/2001 GTECH S.p.A. REGOLAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA ex D.Lgs. n. 231/2001 Approvato dal consiglio di amministrazione in data 31 luglio 2014 INDICE ARTICOLO 1 - SCOPO ED AMBITO DI APPLICAZIONE... 3 ARTICOLO

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

Processo verbale delle deliberazioni del Consiglio Comunale

Processo verbale delle deliberazioni del Consiglio Comunale COMUNE DI CESENA Processo verbale delle deliberazioni del Consiglio Comunale Seduta del 31/07/2014 - delibera n. 57 OGGETTO: TRIBUTO PER I SERVIZI INDIVISIBILI (IUC-TASI) - ALIQUOTE E ALTRE MISURE APPLICATIVE

Dettagli

TRASFERIMENTI FINANZIARI AI COMUNI «IERI, OGGI E DOMANI»

TRASFERIMENTI FINANZIARI AI COMUNI «IERI, OGGI E DOMANI» TRASFERIMENTI FINANZIARI AI COMUNI «IERI, OGGI E DOMANI» Prefettura Ufficio Territoriale del Governo di Avellino a cura del dr. Pasquale Trocchia Dirigente del Ministero dell Interno Responsabile delle

Dettagli

Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno

Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno di martedì trenta del mese di giugno, alle ore 10 e

Dettagli

Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo

Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo ALL. 1) Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo 1. Sono eleggibili a sindaco, presidente della provincia, consigliere comunale, provinciale e circoscrizionale gli elettori di un qualsiasi

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA 1. A norma degli articoli 14 e seguenti del Codice Civile è costituita la Fondazione dell

Dettagli

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLE PROPOSTE CONCERNENTI LE MATERIE POSTE ALL ORDINE DEL GIORNO DELLA ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI DEL

Dettagli

Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7

Allegato A al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE In Atto Art. 1) Ai sensi della Legge 7 Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7 dicembre 2000, n. 383 e delle norme del codice civile in tema

Dettagli

Decreto del Commissario Straordinario

Decreto del Commissario Straordinario Decreto del Commissario Straordinario N. 8 del Reg. Data 30/07/2014 OGGETTO: PROGETTO ESECUTIVO PER INTERVENTI DI PREVENZIONE ANTICENDIO NELLA FORESTA DEMANIALE REGIONALE DEL MONTE CARPEGNA - PSR MARCHE

Dettagli

COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari

COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari - 2 COPIA- VERBALE DI ADUNANZA DEL CONSIGLIO COMUNALE Sessione Ordinaria Seduta Pubblica N. 2 Del 21.01.2010 OGGETTO: DETERMINAZIONE QUANTITA E QUALITA DELLE AREE

Dettagli

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 Norme sui procedimenti e giudizi di accusa (Gazzetta Ufficiale 13 febbraio 1962, n. 39) Artt. 1-16 1 1 Articoli abrogati dall art. 9 della legge 10 maggio 1978, n. 170. Si

Dettagli

COMUNE DI BRIGNANO GERA D ADDA (Provincia di Bergamo) Regolamento recante la disciplina dei Controlli interni

COMUNE DI BRIGNANO GERA D ADDA (Provincia di Bergamo) Regolamento recante la disciplina dei Controlli interni COMUNE DI BRIGNANO GERA D'ADDA (c_b178) - Codice AOO: AOOBRIGNANOADDA - Reg. nr.0001628/2013 del 18/02/2013 ALLEGATO A alla deliberazione del Consiglio comunale n. 2 del 04.02.2013 COMUNE DI BRIGNANO GERA

Dettagli

RISOLUZIONE N. 69/E. Quesito

RISOLUZIONE N. 69/E. Quesito RISOLUZIONE N. 69/E Roma, 16 ottobre 2013 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Consulenza giuridica Art. 2, comma 5, d.l. 25 giugno 2008, n. 112 IVA - Aliquota agevolata - Opere di urbanizzazione primaria

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*)

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) 1 STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) I - Costituzione dell Accademia Articolo 1 1. L Accademia Nazionale dei Lincei, istituzione di alta cultura, con sede in Roma, ai sensi dell art. 33 della

Dettagli

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 E, P.C. EGREGIO DOTT. MATTEO CLAUDIO ZARRELLA PRESIDENTE DEL TRIBUNALE DI LAGONEGRO Via Lagonegro - 85042 LAGONEGRO (Pz) Trasmissione al telefax 0973.2333115

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL PART - TIME, DELLE INCOMPATIBILITÀ E DEI SERVIZI ISPETTIVI.

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL PART - TIME, DELLE INCOMPATIBILITÀ E DEI SERVIZI ISPETTIVI. REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL PART - TIME, DELLE INCOMPATIBILITÀ E DEI SERVIZI ISPETTIVI. APPROVATO CON DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 244 IN DATA 28 OTTOBRE 1997. MODIFICATO CON DELIBERAZIONI

Dettagli

SEZIONE PRIMAVERA PROGETTO DI AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA RIVOLTO AI BAMBINI DAI 24 36 MESI A.S. 2012/13

SEZIONE PRIMAVERA PROGETTO DI AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA RIVOLTO AI BAMBINI DAI 24 36 MESI A.S. 2012/13 Con l Europa investiamo nel vostro futuro DIREZIONE DIDATTICA STATALE Circolo San Giovanni Bosco C.so Fornari, 68-70056 - MOLFETTA (Ba) Tel 080809 Fax 0808070 Codice Fiscale N 80047079 Distretto n. 6 Molfetta

Dettagli

COMUNE DI LARI Provincia di Pisa

COMUNE DI LARI Provincia di Pisa COMUNE DI LARI Provincia di Pisa DETERMINAZIONE N. 519 Numerazione servizio 201 Data di registrazione 17/12/2009 COPIA Oggetto : DECRETO DI ESPROPRIO RELATIVO A PROCEDIMENTO ESPROPRIATIVO PER PUBBLICA

Dettagli

FUNZIONI FONDAMENTALI DEI COMUNI E MODALITA DI ESERCIZIO ASSOCIATO DI FUNZIONI E SERVIZI COMUNALI ( ART. 19 DL 95/2012)

FUNZIONI FONDAMENTALI DEI COMUNI E MODALITA DI ESERCIZIO ASSOCIATO DI FUNZIONI E SERVIZI COMUNALI ( ART. 19 DL 95/2012) FUNZIONI FONDAMENTALI DEI COMUNI E MODALITA DI ESERCIZIO ASSOCIATO DI FUNZIONI E SERVIZI COMUNALI ( ART. 19 DL 95/2012) L art.19 del DL 95/2012 convertito, con modificazioni, dalla legge 7 agosto 2012,

Dettagli