QUESITI RELATIVI AL BANDO DI GARA 2013/S AFFIDAMENTO DI SERVIZI SISTEMISTICI DEL SISTEMA INFORMATIVO NAZIONALE MIBAC CIG B33

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "QUESITI RELATIVI AL BANDO DI GARA 2013/S 133-230540 AFFIDAMENTO DI SERVIZI SISTEMISTICI DEL SISTEMA INFORMATIVO NAZIONALE MIBAC CIG 5226586B33"

Transcript

1 QUESITI RELATIVI AL BANDO DI GARA 2013/S AFFIDAMENTO DI SERVIZI SISTEMISTICI DEL SISTEMA INFORMATIVO NAZIONALE MIBAC CIG B33 QUESITO 1: Si chiede di indicare se le risorse professionali proposte debbano essere dipendenti della società alla data di presentazione dell offerta. RISPOSTA: Non è necessario che le risorse professionali siano dipendenti alla data di presentazione delle offerte; ma che il concorrente abbia la disponibilità giuridica delle prestazioni professionali corrispondenti almeno a quelle dichiarate in sede di offerta. In fase di esecuzione, ai sensi del punto 7.3 dello schema di contratto di appalto L Impresa prende atto che potrà avvalersi, per lo svolgimento delle prestazioni di cui al presente contratto, soltanto di personale regolarmente contrattualizzato dalla medesima impresa.. QUESITO 2: Con riferimento alla procedura di gara di cui in oggetto, con la presente, si richiede di conoscere i termini e le tempistiche di fatturazione relative ai servizi oggetto di appalto. Si chiede, inoltre, di specificare la frequenza di tale fatturazione (mensile, bimestrale, trimestrale, o altro) e se sarà anticipata o posticipata. RISPOSTA: ai sensi dell art. 7.2 del Capitolato Tecnico al termine di ogni mese, ed entro il quinto giorno lavorativo successivo, dovrà essere presentata una rendicontazione delle attività. Approvata tale rendicontazione, potrà essere emessa fattura, ai sensi dell art. 10 dello schema di Contratto, ed il pagamento avverrà entro i 30 giorni successivi. QUESITO 3: L importo a base d asta previsto per i 12 mesi dell appalto è pari ad ,00 (quattrocentocinquantamila/00)? RISPOSTA: si conferma che l importo a base d asta previsto per i 12 mesi dell appalto è pari ad ,00, di cui euro 642,34 per oneri della sicurezza non soggetti a ribasso. QUESITO 4: L importo della cauzione provvisoria corrisponde ad 9.000,00 (novemila/00)con una riduzione del 50% nel caso di possesso della certificazione iso 9001? RISPOSTA: si conferma che l importo della cauzione provvisoria corrisponde ad 9.000,00 (novemila/00), con una riduzione del 50% nel caso di possesso della certificazione di qualità in conformità alle norme europee della serie UNI En Iso QUESITO 5: Quali elementi concorrono a dimostranza delle esperienze lavorative dichiarate? RISPOSTA: i curricula costituiscono autodichiarazione del concorrente che non deve essere accompagnata da elementi di prova ma che, in caso di dichiarazione non veritiera, comporta la responsabilità del dichiarante ai sensi di legge. Pagina 1 di 8

2 QUESITO 6: I curricula dei soggetti offerti per i profili professionali richiesti devono essere presentati in forma anonima secondo l Allegato B Curricula vitae delle figure professionali offerte, mentre in forma esplicitata nell Allegato C al Capitolato Tecnico Identificazione nominativa delle figure? RISPOSTA: L allegato C è costituito esclusivamente dalla dichiarazione contenente i nominativi delle figure professionali offerte accanto ai rispettivi codici univoci, come da modello allegato al capitolato tecnico. L associazione del curriculum al nominativo è così assicurata da tale corrispondenza, senza la necessità di presentare nuovamente il curriculum in forma esplicita. QUESITO 7: Bando di gara. Paragrafo III.2.2) Capacità economica e finanziaria Quale tipologia di servizi concorrono al soddisfacimento del punto b) e c)? RISPOSTA: I servizi che concorrono al soddisfacimento dei citati requisiti sono quelli relativi ai Servizi di gestione connessi all informatica, CPV Le attività comprese nel settore sono quelle per la progettazione, realizzazione, manutenzione, gestione e conduzione operativa di sistemi informativi automatizzati. QUESITO 8: Riguardo la comprova dei relativi requisiti, nel caso di attività svolte presso committenti privati, è corretto stilare una dichiarazione del legale rappresentante? RISPOSTA: Il Nota Bene nella parte finale del punto 8 del disciplinare di Gara precisa che : punto III.2.2) lettera b), (...) se trattasi di servizi e forniture prestati a favore di amministrazioni o enti pubblici, esse sono provate da certificati rilasciati e vistati dalle amministrazioni o dagli enti medesimi; se trattasi di servizi e forniture prestati a privati, l'effettuazione effettiva della prestazione è dichiarata da questi o, in mancanza, dallo stesso concorrente ; punto III 2.2) lettera c), certificato rilasciato e vistato dalle amministrazioni o dagli enti pubblici committenti; se trattasi di servizio prestato a privati, l'effettuazione effettiva della prestazione è dichiarata da questi o, in mancanza, dallo stesso concorrente (..).. QUESITO 9: Nel Capitolato Tecnico a pagina 10 (Paragrafo 5.1.1) si menziona quanto segue: Il dimensionamento del gruppo di lavoro deve essere dichiarato in sede di offerta per tutte le attività e il fornitore dovrà esplicitare in offerta il numero di gg/pp e la tariffa giornaliera per ciascuna figura professionale proposta per l'esecuzione del servizio". Le tariffe dovranno essere specificate nell'offerta economica oppure nella relazione tecnica? RISPOSTA: Le tariffe debbono essere esposte esclusivamente nel Modello di Offerta Economica, allegato n. 3 al Disciplinare di Gara, da includere nella Busta C, Offerta Economica, di cui al punto 10 del Disciplinare di Gara. Peraltro, il punto 9 Busta B- Offerta Tecnica, del Disciplinare di Gara, precisa che la Relazione Tecnica deve essere priva di qualsivoglia indicazione (diretta ed indiretta) di carattere economico. QUESITO 10: Nel bando di gara viene richiesta, al punto III.2.3) capacità tecnica, la presentazione della relazione tecnica e dei curricula degli specialisti, mentre è prassi consolidata, così come recitano i richiamati artt. 42 e 43 del d.lgs. n.163/2006 e s.m.i., che al punto III.2.3) capacità tecnica sia richiesto ad esempio, l elenco dei principali lavori prestati negli ultimi 3 anni, o il possesso di certificati che attestino il rispetto Pagina 2 di 8

3 dell operatore economico a norme in materia di qualità. Peraltro nel disciplinare di gara, gli stessi documenti, vengono richiesti in quanto oggetto di valutazione di merito tecnico, nell apposita Busta B Offerta tecnica (cfr. punto 9 del Disciplinare). Si chiede, pertanto, se trattasi di un mero refuso la dicitura riportata nel punto III.2.3) del bando; e se in luogo dell offerta tecnica e dei Cv occorre fornire quanto indicato negli artt. 42 e 43 del codice degli appalti. RISPOSTA: L art. 42 Capacità tecnica e professionale dei fornitori e dei prestatori di servizi, del d.lgs 163/06 s.m.i., prevede, al comma 1, che la dimostrazione delle capacità tecniche dei concorrenti può essere fornita in uno o più dei modi elencati nel medesimo comma, a seconda della natura, della quantità o dell'importanza e dell'uso delle forniture o dei servizi. Ai sensi del comma 2 del medesimo art. 42 la stazione appaltante precisa nel bando di gara o nella lettera d'invito, quali dei suindicati documenti e requisiti devono essere presentati o dimostrati. Orbene, la scrivente amministrazione ha ritenuto di individuare tra i vari modi indicati al comma 1 quelli relativi a : lettera b) indicazione dei tecnici e degli organi tecnici, facenti direttamente capo, o meno, al concorrente e, in particolare, di quelli incaricati dei controlli di qualità; lettera e) indicazione dei titoli di studio e professionali dei prestatori di servizi o dei dirigenti dell'impresa concorrente e, in particolare, dei soggetti concretamente responsabili della prestazione di servizi. Di tali elementi minimi, punto III.2.3., lett. B), è prescritta la prova, da inserire nella busta B Offerta Tecnica ma non in quanto elemento di valutazione del merito tecnico, come esposto nel quesito, ma al fine della verifica del possesso del requisito minimo di bando ex art. 42, in termine di risorse e di competenze dei soggetti concretamente responsabili della prestazione, prescritto a pena di esclusione dal Capitolato Tecnico, come consta dal punto 9.Busta B- Offerta Tecnica, punto B, del Disciplinare di gara. Le eventuali competenze aggiuntive offerte saranno, invece, valutate, nei limiti di quanto previsto nel Disciplinare di gara, rispetto alle singole figure professionali. Al riguardo, si richiamano il punto 11. Valore tecnico, criterio C del Disciplinare di Gara nonché il punto Allegato A, di cui al Capitolato Tecnico, pag.17. In tale ottica la collocazione topografica della Relazione Tecnica nel punto III.2.3, lettera A), del Bando, costituisce, pertanto, un refuso, non rilevando sotto il profilo dei requisiti, come sopra precisato e dovendo essere contenuta, come prescritto dal Disciplinare di Gara, nella Busta B Offerta Tecnica. QUESITO 11: All art. 7.3 della bozza di contratto viene affermato che, per lo svolgimento dei lavori, l Impresa potrà avvalersi solo di personale regolarmente contrattualizzato, e al punto III.2.1) (n.9 lettera a) del bando di gara, si parla di regolarità delle assunzioni nei confronti dei dipendenti occupati nelle prestazioni del servizio. Con questa premessa s intende chiedere se l Impresa può avvalersi di forme contrattuali quali, ad esempio, contratti di lavoro atipici e simili (contratti di collaborazione a progetto, partite Iva), oppure se è necessariamente previsto un tipo di contratto di natura subordinata, ovvero alle dirette dipendenze dell Impresa. RISPOSTA: L utilizzo di personale assunto con forme cc.dd. atipiche, quali le collaborazioni coordinate e continuative o contratti a progetto, deve ritenersi ammissibile per l`espletamento di un appalto. Invero, come è già stato chiarito dalla giurisprudenza, la collaborazione a progetto non rappresenta una forma di lavoro meramente occasionale, e, come tale, inadatta a garantire la continuità del servizio. Ragion per cui detti lavoratori potranno essere computati ai fini della valutazione della consistenza organizzativa del concorrente quale requisito di carattere tecnico nell'ambito della procedura di gara. Si precisa che, in fase di esecuzione del contratto, l'appaltatore dovrà garantire il rispetto dell'orario di presenza del personale in presidio presso il Ministero, adottando, per tali prestazioni, la forma contrattuale giuslavoristica più adatta ed osservando i minimi retributivi di cui ai CCNL pro tempore vigenti, ai sensi dell art. 67 del d.lgs 276 del 2003 e successive modifiche e integrazioni. Pagina 3 di 8

4 QUESITO 12: in riferimento alla gara in oggetto si richiede la possibilità, laddove la risorsa indicata nella risposta alla gara non fosse più disponibile, la sostituzione con una di pari o superiori requisiti. RISPOSTA: il punto del Capitolato Tecnico prevede che In caso di indisponibilità del personale a causa di forza maggiore, il fornitore dovrà proporre all approvazione del Ministero la sostituzione con personale in possesso di professionalità ed esperienza non inferiore a quelle del personale indisponibile, entro e non oltre cinque giorni lavorativi. La sostituzione dovrà poi essere operativa dal giorno successivo all approvazione da parte dell Amministrazione. QUESITO 13: Si chiede di confermare che quanto riportato sul Disciplinare alla pag.3 art.8 comma 1, la dicitura All.1 è da considerarsi un refuso e che l unico allegato da presentare, come istanza di partecipazione è All.5 RISPOSTA: la dicitura All.1 alla pag.3 art.8 comma 1, costituisce un refuso, atteso che, come emerge dal Bando al punto III.2.1 e dal Disciplinare di Gara al successivo comma 3 del medesimo punto 1, il corretto riferimento, come osservato nel quesito, è all Allegato 5. QUESITO 14: Si chiede di chiarire cosa debba intendersi nell All.5 alla Pag. 1 nella riga n. 4 la dicitura per:.... RISPOSTA: la parola per nell All.5 alla Pag. 1 nella riga n. 4 costituisce un refuso. QUESITO 15: Si chiede di confermare che l importo della Cauzione Provvisoria è di Euro 9.000,00 (ridotta a euro 4.500,00 ai fini dell articolo 75 del DGLS 163/2006) per la gara per l affidamento di servizi sistemistici del sistema informativo nazionale MIBAC (CIG B33). RISPOSTA: si conferma che l'importo della Cauzione Provvisoria è di Euro 9.000,00 (ridotta a euro 4.500,00 ai sensi dell'art. 75 del d.lgs 163/06). QUESITO 16: Si chiede di confermare che ai fini della riduzione dell importo della cauzione del 50%, nel caso di possesso di certificazione del sistema qualità, è possibile allegare ai fini della dimostrazione del possesso di tale certificazione, fotocopia semplice del certificato di qualità accompagnato da dichiarazione rilasciata da Persona in grado di impegnare la società attestante la conformità all originale e allegando copia del documento di riconoscimento del sottoscrittore non scaduto. RISPOSTA: si conferma e' possibile autenticare la certificazione del sistema qualità, allegando fotocopia semplice del certificato di qualità accompagnato da dichiarazione rilasciata da Persona in grado di impegnare la società attestante la conformità all originale e allegando copia del documento di riconoscimento del sottoscrittore non scaduto. QUESITO 17: Con riferimento al punto 8.1 a pag. 3 del Disciplinare di Gara : 1) ISTANZA DI PARTECIPAZIONE, AUTODICHIARAZIONE SUL POSSESSO DEI REQUISITI E DICHIARAZIONE NEGOZIALE (redatta preferibilmente sull apposito modulo predisposto dalla Stazione Appaltante (Allegato 1), che costituisce parte integrante del Bando e Disciplinare di Gara da richiedere all indirizzo di cui al punto Pagina 4 di 8

5 1 del presente Disciplinare ovvero scaricabile dal sito ivi indicato) e sottoscritta, a pena di esclusione dalla gara dal legale rappresentante dell impresa offerente. Si chiede di confermare che invece che in Allegato 1 (Capitolato Tecnico) il modulo da utilizzare è riportato nell Allegato 5 MODELLO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA ALLEGATO 5 al DISCIPLINARE DI GARA. In caso contrario si richiede copia del modulo da usare. RISPOSTA: si tratta di un refuso, in quanto il corretto riferimento e', come esposto nel quesito, all'allegato 5 MODELLO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA - ALLEGATO 5 al DISCIPLINARE DI GARA. QUESITO 18: Si richiede se sia possibile inserire nell'offerta tecnica allegati inerenti a template di schede operative. In caso di risposta affermativa viene richiesta conferma che tali allegati non vadano a condizionare il numero max di 70 facciate previste per la redazione della Relazione Tecnica. RISPOSTA: L offerta tecnica deve esprimere il suo contenuto e significato nel limite delle 70 facciate. Eventuali allegati possono essere presentati come documento aggiuntivo, purché il loro contenuto sia descrittivo di quanto esposto nell Offerta tecnica e omettibile senza alterare il contenuto della stessa. QUESITO 19: Capitolato tecnico, Art. 4. Pag. 7 "... è richiesto il supporlo all'amministrazione nella pianificazione e governo delle attività di sviluppo, installazione e messa in produzione di nuovi sistemi, prodotti e configurazione ambienti". Si può assumere che ogni nuova iniziativa volta a mettere in produzione un nuovo sistema o apparati sia vincolato all'accettazione di una pianificazione dei tempi e degli effort redatta a cura del fornitore? RISPOSTA: Si richiede il supporto tecnico nella pianificazione delle attività di sviluppo anche nei casi in cui siano ricomprese in altri progetti e/o forniture e non incluse nei servizi oggetto della presente gara. In questo caso il servizio richiesto è il supporto nella schedulazione e governo delle attività. In generale la pianificazione dei tempi e degli effort è definita dall Amministrazione, con il supporto del Fornitore. QUESITO 20: Capitolato tecnico, Art. 4.1 Pag. 7 "directory service; gestione della sicurezza, crittografia, firma digitale" Si richiedere di precisare il vendor, prodotti e possibilmente versioni dei sistemi indicati. RISPOSTA: Il servizio di directory service in uso è Microsoft Active Directory functionll level di dominio 2003; per la crittografia sono utilizzati prodotti open source; software e kit per la firma digitale sono Postecert firmaokgold. QUESITO 21: Capitolato tecnico, Art. 4.1 Pag. 7 "risoluzione di malfunzionamenti e ripristino delle funzionalità del servizio e degli apparati di rete". Si richiede di precisare se per ripristino degli apparati di rete" si intendano anche le riparazioni HW o se esse siano demandate a fornitori terzi. RISPOSTA: La riparazione di guasti HW non è oggetto della presente gara, ma è oggetto di distinti contratti per la manutenzione delle apparecchiature. QUESITO 22: Capitolato tecnico, Art. 4.1 Pag. 7 "monitoraggio delle prestazioni e dei parametri significativi della qualità della rete". Si richiedere di precisare quali siano i tool attualmente utilizzati per il monitoraggio Pagina 5 di 8

6 RISPOSTA: Sono in uso prodotti open source, es. Nagios, e appliance Fortinet Fortianalyzer, QUESITO 23: Capitolato tecnico, Art. 4.1 Pag. 7 "gestione dei dispositivi per la sicurezza perimetrale dell'amministrazione (Firewall, VPN, ecc)" Si prega di precisare con quali prodotti è implementata la VPN. Si prega inoltre di precisare con analogo dettaglio a quali altri sistemi per sicurezza perimetrale si accenna con ecc.?. RISPOSTA: La VPN è implementata con i prodotti della suite Fortinet-Forticlient. Con il termine ecc. si intende che l Amministrazione, nel corso della durata contrattuale, potrebbe implementare ulteriori sistemi di sicurezza perimetrale, anche a seguito della naturale evoluzione tecnologica, al momento non preventivati. QUESITO 24: Capitolato tecnico, Art. 4.1 Pag. 7 "gestione dei sistemi di controllo dei contenuti trasmessi sulla rete (content filtering) e preposti a contrastare la diffusione dei codici malevoli (content security);" Si richiedere di precisare il vendor, prodotti e possibilmente versioni dei sistemi indicati. RISPOSTA: I principali sistemi di content filtering e security in uso sono implementati in ambiente Fortinet- FortiGate e Kaspersky sia nelle versioni server che desktop/mobile. QUESITO 25: Capitolato tecnico, Art. 4.2 Pago 8 "Gestione dei backup/restore dei dati di sistema...;" Si richiede di precisare quale sia la piattaforma in uso su cui viene svolto il backup. RISPOSTA: Il back-up dei dati e delle configurazioni avviene su più livelli, su infrastruttura SAN, utilizzando le suite VMware, Acronis e Veem. QUESITO 26: Capitolato tecnico, Art. 4.2 "Help desk sistemistico di Il livello;" Pag. 8 Si richiede di precisare se l'help desk di I livello è attualmente svolto in MIBAC e mediante quali procedure viene attivato l'help desk di II livello. Se in uso anche una piattaforma di Trouble Ticketing Management, si richiede di precisare il tool in uso. RISPOSTA: Il servizio di Help desk richiesto è attivato a fronte di malfunzioni sui sistemi gestiti segnalate dalle funzioni tecniche dell Amministrazione, dall help desk applicativo e dai referenti che amministrano le reti locali connesse. Il sistema di Trouble Ticketing Management in uso è denominato OIL, prodotto open source in riuso da altro ente della pubblica amministrazione. Secondo l urgenza e il grado di gravità, può essere attivato anche via mail e, in casi particolare, telefonicamente. QUESITO 27: Capitolato tecnico, Art. 4.2 Pag. 8 "test di prodotti HW e SW' Si richiede di specificare se l'attività sia limitata ad una verifica del funzionamento oppure sia un'attività di testing completa e articolata sulle singole funzionalità del software o dell'apparecchiatura. RISPOSTA: L attività di test di prodotti HW e SW' si riferisce alla verifica di funzionalità, in caso di prodotti in uso, o di test della compatibilità e/o interoperabilità con le architetture adottate, in caso di verifiche preliminari in fase di identificazione di nuove soluzioni. Pagina 6 di 8

7 QUESITO 28: Capitolato tecnico, Art. 4.2 Pag. 8 "monitoraggio e gestione dei server di back end e di frontend su cui si poggiano i siti web" Si richiedere di precisare quali siano i tool attualmente utilizzati per il monitoraggio. RISPOSTA: La gestione e monitoraggio dei siti avviene con strumenti open source, Nagios e soluzioni personalizzate ad hoc per le esigenze dell Amministrazione QUESITO 29: Capitolato tecnico, Art. 4.2 Pag. 8 "manutenzione evolutiva degli ambienti di back end su cui poggiano i siti web" Possiamo assumere che per manutenzione evolutiva si intende la predisposizione/adeguamento dell'ambiente per accogliere nuove soluzioni/funzionalità? (ad esempio installazione e configurazione di nuovi server, installazione di software di base non ancora presente necessario all'erogazione di nuove funzionalità...). RISPOSTA: SI QUESITO 30: Capitolato tecnico, Art. 4.2 Pag. 8 "implementazione, monitoraggio verifica dell'efficacia delle misure di sicurezza" Esistono strumenti e formati da osservare? RISPOSTA: Attualmente non sono stati ancora codificati formati e strumenti per la verifica dell'efficacia delle misure di sicurezza. QUESITO 31: Capitolato tecnico, Art. 4.2 Pag. 8 l risposta agli eventi di sicurezza rilevati e tempestiva attivazione dei processi di escalation per il supporto decisionale in presenza di eventi che possano compromettere la sicurezza dei sistemi o dei dati in essi presenti" Sono disponibili strumenti per la gestione degli eventi di sicurezza (SIEM), se si quali? RISPOSTA: Attualmente non sono adottati sistemi automatizzati per il Security Information and Event Management. Sono in uso sistemi per la gestione dei log, Splunk, e di reportistica in ambiente open source. QUESITO 32: Capitolato tecnico, Art. 5.1 Pag. 9 ii Fornitore in caso di modifiche sull'hardware o sul software, dovrà tempestivamente verificare in ambiente di prova la correttezza delle modifiche apportate, aggiornare le configurazioni relative e notificare le modifiche ai Responsabili del Ministero". Si può assumere che l'ambiente di test è messo a disposizione da MIBAC? Inoltre si desidera sapere se al momento sia in uso un tool di Configuration Management e, in caso di risposta affermativa, quale sia. RISPOSTA: Gli ambienti di test sono messi a disposizione dall amministrazione. Non sono in uso tool per la gestione delle configurazioni, le stesse sono mantenute e conservate tramite procedure gestite dal personale specialistico QUESITO 33: Capitolato tecnico, Art. 5.1 Pag. 10 Il Fornitore può migliorare complessivamente il servizio con attività/strumenti a valore aggiunto" Esistono procedure e idi circa le attività richieste (hardening, gestione incidenti, continuità operativa... RISPOSTA: Attualmente non sono codificate le procedure per la gestione delle attività, anche se le stesse sono eseguite secondo prassi consolidate. Pagina 7 di 8

8 QUESITO 34: Capitolato tecnico, Art. 5.1 Pag. 10 Il Fornitore può migliorare complessivamente il servizio con attività/strumenti a valore aggiunto" Nel quadro della proposta di miglioramento può essere prevista l'attivazione di specifiche soluzioni sw di supporto. L'amministrazione può rendere disponibile hw e sw di base per supportare il sw fornito dal rti? RISPOSTA: Il Fornitore può proporre l installazione ed utilizzo di software/tool di supporto negli ambienti dell Amministrazione che valuterà le proposte in dipendenza della convenienza e sostenibilità delle stesse. QUESITO 35: Capitolato tecnico, Art. 6.1 Pag. 11 A decorrere dalla data di firma del contratto, è prevista una fase transitoria della durata massima di 30 giorni solari, durante la quale l'amministrazione consentirà al Fornitore di addestrare il proprio personale alla "presa in carico" dei servizi oggetto della fornitura" Si prega confermare che il periodo di 30 giorni rappresenta il periodo massimo e che il fornitore subentrante può limitare la durata dell'affiancamento. RISPOSTA: Si conferma che il periodo massimo di presa in carico è fissato in 30 giorni, fatta salva la facoltà dell Amministrazione di prorogarlo per ulteriori 10 giorni, e che, dal termine dello stesso, il Fornitore sarà tenuto all erogazione del servizio. QUESITO 36: Capitolato tecnico, Art. 9.1 Pag. 15 Relazione Tecnica" In merito ai criteri di valutazione della parte tecnica, possiamo ritenere corretta questa associazione tra punto della struttura della proposta tecnica e criterio di assegnazione? A.5 e A.6 > punto 5 della proposta. RISPOSTA: I criteri di valutazione possono trovare riscontro negli elementi esposti dal concorrente nell intera Relazione Tecnica, ovviamente la rispondenza sarà prioritariamente riscontrabile nel contenuto dei capitoli attinenti il criterio in valutazione. In tal senso si conferma che i criteri oggetto del quesito sono prioritariamente associati al contenuto del paragrafo sopra indicato. QUESITO 37: Capitolato tecnico, Art. 9.1 Pago 15 Relazione Tecnica" In merito ai criteri di valutazione della parte tecnica, a quale punto (o paragrafo) della proposta tecnica viene applicato il criterio di valutazione B.4? RISPOSTA: Il criterio B.4 si riferisce alle modalità di rilevazione e rendicontazione degli indicatori di qualità applicabili a tutti i servizi oggetto della fornitura, pertanto il criterio trova esplicitazione principalmente nel punto 1. Illustrazione della proposta complessiva con la descrizione dell approccio e della metodologia utilizzata nello svolgimento del servizio, in aderenza a quanto richiesto nel capitolato tecnico. Roma 9 agosto 2013 Il Responsabile unico del procedimento Luciano Russo Pagina 8 di 8

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Forniamo in questo articolo le risposte ai 53 quesiti ricevuti

Dettagli

Gara LOCO- Richiesta di chiarimenti

Gara LOCO- Richiesta di chiarimenti Domanda 1 Si chiede di specificare il numero orientativo dei partecipanti ai corsi di formazione diviso per tipologia (dirigenti, utenti e personale informatico) (cfr. Capitolato capitolo 10). Risposta

Dettagli

Gara pubblica europea SERVIZI DI FACCHINAGGIO E TRASPORTO

Gara pubblica europea SERVIZI DI FACCHINAGGIO E TRASPORTO QUESITO n. 1 con riferimento all'elenco dei servizi analoghi prestati nell'ultimo triennio (2004/2005/2006) volevo cortesemente sapere se i certificati di buona esecuzione rilasciati dai committenti devono

Dettagli

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA 1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 8051811 fax 045 8011566 - sito internet www.arena.it

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA DISCIPLINARE DI GARA Oggetto: procedura aperta indetta ai sensi dell'art. 124 del D.Lgs 163/2006 e s.m.i. per l'affidamento del servizio di pulizia della sede della Fondazione E.N.P.A.I.A. di viale Beethoven,

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

Tale comma 6-bis dell art. 92 del codice è stato abrogato in sede di conversione (cfr. infra). www.linobellagamba.it

Tale comma 6-bis dell art. 92 del codice è stato abrogato in sede di conversione (cfr. infra). www.linobellagamba.it Il nuovo incentivo per la progettazione Aggiornamento e tavolo aperto di discussione Lino BELLAGAMBA Prima stesura 4 ottobre 2014 Cfr. D.L. 24 giugno 2014, n. 90, art. 13, comma 1, nella formulazione anteriore

Dettagli

AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA.

AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA. AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA. CIG: 5066492974 Quesito 1 Domanda: Nel Capitolato Tecnico

Dettagli

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale: Quartier Generale della Guardia di

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi 1/6 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:268701-2013:text:it:html Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701 Bando di gara Servizi Direttiva 2004/18/CE Sezione

Dettagli

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina 2707/09. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via IV Novembre 119/A- 00187 Roma (Italia) Punti

Dettagli

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici?

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quali regolamenti si applicano per gli appalti sopra soglia? Il decreto legislativo n. 163 del 12 aprile 2006, Codice dei

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O AUTODICHIARAZIONE Oggetto: Appalto n. FNN2012/0003

Dettagli

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 - Roma CIG 03506093B2

Dettagli

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale Giunta Regionale Direzione Generale delle Politiche Territoriali, Ambientali e per la Mobilità Area di Coordinamento Mobilità e Infrastrutture Settore Pianificazione del Sistema Integrato della Mobilità

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI LOMAGNA (Prov. di Lecco) Contratto Rep. n. del SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG 6170496661 L anno duemilaquindici addì del mese di presso

Dettagli

COMUNE DI ALBIATE SOMMARIO. Provincia di Monza e della Brianza. 1. Oggetto del regolamento. 2. Ambito oggettivo di applicazione

COMUNE DI ALBIATE SOMMARIO. Provincia di Monza e della Brianza. 1. Oggetto del regolamento. 2. Ambito oggettivo di applicazione COMUNE DI ALBIATE Provincia di Monza e della Brianza REGOLAMENTO COMUNALE PER LA RIPARTIZIONE TRA IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO E GLI INCARICATI DELLA REDAZIONE DEL PROGETTO, DEL COORDINAMENTO PER LA

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC)

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Information Day Ministero dello sviluppo economico Salone Uval, Via Nerva, 1 Roma, 2

Dettagli

RISPOSTE A QUESITI (21.01.2014) 1) DOMANDA

RISPOSTE A QUESITI (21.01.2014) 1) DOMANDA RISPOSTE A QUESITI (21.01.2014) 1) DOMANDA Poiché risulta che alla gara possono partecipare anche imprese in possesso di attestazione SOA per la sola costruzione indicando i progettisti si chiede quale

Dettagli

BANDO DI GARA D'APPALTO. Economiche - Direzione per la gestione dei procedimenti connessi alle Entrate Extra-

BANDO DI GARA D'APPALTO. Economiche - Direzione per la gestione dei procedimenti connessi alle Entrate Extra- . ROMA CAPITALE BANDO DI GARA D'APPALTO SEZIONE I) AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE. 1.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: Roma Capitale - Dipartimento Risorse Economiche - Direzione per la

Dettagli

Carta di servizi per il Protocollo Informatico

Carta di servizi per il Protocollo Informatico Carta di servizi per il Protocollo Informatico Codice progetto: Descrizione: PI-RM3 Implementazione del Protocollo informatico nell'ateneo Roma Tre Indice ARTICOLO 1 - SCOPO DEL CARTA DI SERVIZI...2 ARTICOLO

Dettagli

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA 1 Art. 1 Premessa Il presente disciplinare costituisce, con il bando e il capitolato speciale

Dettagli

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA Viabilità Via Frà Guittone, 10 52100 Arezzo Telefono +39 0575 3354272 Fax +39 0575 3354289 E-Mail rbuffoni@provincia.arezzo.it Sito web www.provincia.arezzo.it C.F. 80000610511 P.IVA 00850580515 AVVISO

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI ART. 1 Campo di applicazione e definizioni 1. Il presente regolamento

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE Allegato sub. A alla Determinazione n. del Rep. C O M U N E D I T R E B A S E L E G H E P R O V I N C I A D I P A D O V A CONVENZIONE INCARICO PER LA PROGETTAZIONE DEFINITIVA - ESECUTIVA, DIREZIONE LAVORI,

Dettagli

PRESIDÈNTZIA PRESIDENZA

PRESIDÈNTZIA PRESIDENZA AVVISO PUBBLICO PER UNA INDAGINE DI MERCATO FINALIZZATA ALL AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIREZIONE DELL ESECUZIONE DELL APPALTO PER LA FORNITURA, INSTALLAZIONE E MESSA IN OPERA DI UN SISTEMA DI RADIOCOMUNICAZIONI

Dettagli

I chiarimenti della gara sono visibili sui siti www.mef.gov.it www.consip.it www.acquistinretepa.it ***

I chiarimenti della gara sono visibili sui siti www.mef.gov.it www.consip.it www.acquistinretepa.it *** Oggetto: Accordo Quadro con più operatori economici sul quale basare l aggiudicazione di appalti specifici, ai sensi e per gli effetti dell art. 2, comma 225, L.n. 191/2009, per l affidamento dei Servizi

Dettagli

ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l'energia e l'ambiente BANDO DI GARA. I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: ENEA - Ente per le Nuove

ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l'energia e l'ambiente BANDO DI GARA. I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: ENEA - Ente per le Nuove ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l'energia e l'ambiente BANDO DI GARA I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l Energia e l Ambiente - indirizzo postale:

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA. (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA. (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA Modena, il _ 11.01.2012 Prot. N 9 Pos. N /_ (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA VISTO il DPR 22 dicembre

Dettagli

ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE Direzione Centrale Risorse Strumentali CENTRALE ACQUISTI. All.1 al Disciplinare di Gara

ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE Direzione Centrale Risorse Strumentali CENTRALE ACQUISTI. All.1 al Disciplinare di Gara ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE Direzione Centrale Risorse Strumentali CENTRALE ACQUISTI All.1 al Disciplinare di Gara CAPITOLATO TECNICO Procedura aperta di carattere comunitario, ai sensi dell

Dettagli

COMUNE DI CORTINA D AMPEZZO COMUN DE ANPEZO

COMUNE DI CORTINA D AMPEZZO COMUN DE ANPEZO R E G I O N E V E N E T O R E J O N V E N E T O P R O V I N C I A D I B E L L U N O P R O V I N Z I A D E B E L U N COMUNE DI CORTINA D AMPEZZO COMUN DE ANPEZO CAP 32043 Corso Italia, 33 Tel. 0436 4291

Dettagli

Decreto 2 novembre 2005 Regole tecniche per la formazione, la trasmissione e la validazione, anche temporale, della posta elettronica certificata

Decreto 2 novembre 2005 Regole tecniche per la formazione, la trasmissione e la validazione, anche temporale, della posta elettronica certificata Decreto 2 novembre 2005 Regole tecniche per la formazione, la trasmissione e la validazione, anche temporale, della posta elettronica IL MINISTRO PER L'INNOVAZIONE E LE TECNOLOGIE - Visto l articolo 17

Dettagli

FONDO DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELLA PUBBLICA SICUREZZA

FONDO DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELLA PUBBLICA SICUREZZA GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA. PREORDINATA ALL AFFIDAMENTO AI SENSI DEL D. LGS. 163/06 DEI SERVIZI DI PULIZIA DEI LOCALI, DEGLI IMPIANTI SPORTIVI E DELLE ATTREZZATURE PRESSO IL CENTRO SPORTIVO DELLA

Dettagli

ALLEGATO 2 CAPITOLATO SPECIALE POI CATEGORIA: IMPIANTI SOLARI TERMICI E SERVIZI CONNESSI

ALLEGATO 2 CAPITOLATO SPECIALE POI CATEGORIA: IMPIANTI SOLARI TERMICI E SERVIZI CONNESSI ALLEGATO 2 CAPITOLATO SPECIALE POI CATEGORIA: IMPIANTI SOLARI TERMICI E SERVIZI CONNESSI PRODOTTO: POI ENERGIA/CSE 2015 - IMPIANTO SOLARE TERMICO ACS PER UFFICI PRODOTTO: POI ENERGIA/CSE 2015 - IMPIANTO

Dettagli

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 AVVISO DI INDAGINE DI MERCATO PER L INDIVIDUAZIONE DEI PROFESSIONISTI DA INVITARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

Servizi di consulenza e soluzioni ICT

Servizi di consulenza e soluzioni ICT Servizi di consulenza e soluzioni ICT Juniortek S.r.l. Fondata nell'anno 2004, Juniortek offre consulenza e servizi nell ambito dell informatica ad imprese e professionisti. L'organizzazione dell'azienda

Dettagli

Prot. 1377. Cagliari, 13/03/2013. > Spett.le IT Euromedia Srl Via Galvani, 27/29 09047 SELARGIUS - CA. Fax: 070.7731009 e-mail: info@iteuromedia.

Prot. 1377. Cagliari, 13/03/2013. > Spett.le IT Euromedia Srl Via Galvani, 27/29 09047 SELARGIUS - CA. Fax: 070.7731009 e-mail: info@iteuromedia. Prot. 1377 Cagliari, 13/03/2013 > Spett.le IT Euromedia Srl Via Galvani, 27/29 09047 SELARGIUS - CA Fax: 070.7731009 e-mail: info@iteuromedia.eu ORDINE D ACQUISTO N. 39/2013 RIF. DET. A CONTRARRE N. 31

Dettagli

Alberta Riccio (Responsabile Qualità, Ambiente, Sicurezza e Risorse Umane)

Alberta Riccio (Responsabile Qualità, Ambiente, Sicurezza e Risorse Umane) ESEMPI DI BUONA PRASSI TEMA Sistema di Gestione per la Sicurezza TITOLO DELLA SOLUZIONE Pianificazione della Manutenzione, Utilizzo di Software dedicato e Formazione per Addetti Manutenzione AZIENDA/ORGANIZZAZIONE

Dettagli

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A.

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. 2011/2012 Art. 1 Oggetto del bando 1. L Università degli Studi di Siena

Dettagli

AVVISO PUBBLICO SPORTELLO SOCIALE PER MINORI E GIOVANI ADULTI A RISCHIO PENALE CON PROBLEMI DI TOSSICODIPENDENZA

AVVISO PUBBLICO SPORTELLO SOCIALE PER MINORI E GIOVANI ADULTI A RISCHIO PENALE CON PROBLEMI DI TOSSICODIPENDENZA AVVISO PUBBLICO E DISCIPLINARE DI GARA D APPALTO Affidamento di servizio di cui all allegato II B Art. 20 D. Lgs. 163/2006 e ss.mm.ii. Affidamento di n. 1 azione progettuale denominata Sportello sociale

Dettagli

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

COMUNE DI CAGLIARI PROCEDURA APERTA BANDO DI CONCORSO DI PROGETTAZIONE N. 23/2011 CIG. N. 2963254A8C

COMUNE DI CAGLIARI PROCEDURA APERTA BANDO DI CONCORSO DI PROGETTAZIONE N. 23/2011 CIG. N. 2963254A8C COMUNE DI CAGLIARI PROCEDURA APERTA BANDO DI CONCORSO DI PROGETTAZIONE N. 23/2011 CIG. N. 2963254A8C Il presente concorso è disciplinato dalla Direttiva 2004/18/CE. I.1) DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI

Dettagli

GESTIONE DELLA PROCEDURA

GESTIONE DELLA PROCEDURA Manuale di supporto all utilizzo di Sintel per Stazione Appaltante GESTIONE DELLA PROCEDURA Data pubblicazione: 17/06/2015 Pagina 1 di 41 INDICE 1. Introduzione... 3 1.1 Obiettivo e campo di applicazione...

Dettagli

Comune di Lecco AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI ABILE CATEGORIA

Comune di Lecco AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI ABILE CATEGORIA Comune di Lecco Prot. n. 50286 AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI PER LA EVENTUALE COPERTURA RA A TEMPO INDETERMINATO DI UN POSTO DI FUNZIONARIO DA INQUADRARE NEL PROFILO AMMINISTRATIVO, O

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06 PROCEDURA APERTA, AI SENSI DELL ART. 124 DEL D.LGS. 163/2006 E DELL ART. 326 DEL DPR 207/2010, PER L AFFIDAMENTO QUADRIENNALE DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. CIG: 30590339E1 DICHIARAZIONE

Dettagli

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA VÉÅâÇx w MARIGLIANO cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA ENTE APPALTANTE: Comune di Marigliano Corso Umberto 1-80034 Marigliano

Dettagli

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI.

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. MODULO PER DICHIARAZIONI REQUISITI TECNICI/ECONOMICI E DI IDONEITÀ MORALE DA COMPILARSI DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. OGGETTO: Gara per l affidamento del servizio di pulizia delle sedi del Ministero

Dettagli

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ADOTTATA AI SENSI DELL ART. 4 DEL REGOLAMENTO CONSOB 17221 DEL 12 MARZO 2010 (e successive modifiche) Bologna,1 giugno 2014 Indice 1. Premessa...

Dettagli

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 (N.B. la presente dichiarazione deve essere prodotta unitamente a copia fotostatica non autenticata

Dettagli

SELEZIONI INTERNE PER LA COPERTURA A TEMPO INDETERMINATO DI N.5 POSTI DI OPERATORE TECNICO SPECIALIZZATO-AUTOMEZZI, N.

SELEZIONI INTERNE PER LA COPERTURA A TEMPO INDETERMINATO DI N.5 POSTI DI OPERATORE TECNICO SPECIALIZZATO-AUTOMEZZI, N. Azienda Ospedaliera Nazionale SS. Antonio e Biagio e Cesare Arrigo Alessandria Via Venezia, 16 15121 ALESSANDRIA Tel. 0131 206111 www.ospedale.al.it asoalessandria@pec.ospedale.al.it C. F. P. I. 0 1 6

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

REGIONE TOSCANA. AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU)

REGIONE TOSCANA. AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU) REGIONE TOSCANA AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU) AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO DI LAVORO AUTONOMO LIBERO PROFESSIONALE A T. D. PER L'ACQUISIZIONE DI PRESTAZIONI

Dettagli

Italia-Roma: Servizi di pulizia 2015/S 119-218544. Avviso di gara Settori speciali. Servizi

Italia-Roma: Servizi di pulizia 2015/S 119-218544. Avviso di gara Settori speciali. Servizi 1/19 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:218544-2015:text:it:html Italia-Roma: Servizi di pulizia 2015/S 119-218544 Avviso di gara Settori speciali Servizi Direttiva 2004/17/CE

Dettagli

COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO. DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA

COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO. DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA Oggetto: Affidamento, mediante appalto integrato e con procedura aperta, degli interventi per la Valorizzazione

Dettagli

SERVIZIO PATRIMONIO E AFFARI GENERALI Ufficio Gestione Patrimonio e Acquisti

SERVIZIO PATRIMONIO E AFFARI GENERALI Ufficio Gestione Patrimonio e Acquisti SERVIZIO PATRIMONIO E AFFARI GENERALI Ufficio Gestione Patrimonio e Acquisti PROCEDURA APERTA n. 121/2009 Disciplinare di gara per l appalto, in quattro lotti, del servizio di pulizia, disinfezione ed

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Presentazione della società Agenda Chi siamo 3 Cosa facciamo 4-13 San Donato Milanese, 26 maggio 2008 Come lo facciamo 14-20 Case Studies 21-28 Prodotti utilizzati

Dettagli

REGIONE PUGLIA. Bari, LORO SEDI

REGIONE PUGLIA. Bari, LORO SEDI Prot. n. Area Politiche per la promozione della salute, delle persone e delle pari opportunità Servizio Politiche Benessere sociale e pari opportunità Bari, Ai Soggetti beneficiari dei finanziamenti di

Dettagli

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari.

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. servizio acquisti e contratti L Aquila 14 luglio 2014 Prot. 924 acq./dnc Spett.le Lotto CIG: Z111026FC0 OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. Questa azienda intende locare gli spazi, utilizzabili a fini

Dettagli

UNIONE TERRED ACQUA IL RESPONSABILE P.O.

UNIONE TERRED ACQUA IL RESPONSABILE P.O. SERVIZIO PERSONALE SCADENZA 13/08/2015 AVVISO DI MOBILITA PER EVENTUALE ASSUNZIONE A TEMPO INDETERMINATO E TEMPO PIENO, DI N. 1 POSTO DI ISTRUTTORE DIRETTIVO AMMINISTRATIVO CAT. GIUR. D1, DEL COMUNE DI

Dettagli

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO Regione Puglia COMUNE DI VICO DEL GARGANO Provincia di Foggia - Ufficio Tecnico Comunale - III SETTORE - Largo Monastero, civ.6 e-mail aimolaelio@fastwebnet.it. e-mail aimolaelio@comune.vicodelgargano.fg.it

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI

DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI PRATO, PISTOIA, LUCCA, E DELLE APUANE, AI SENSI DELL

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO

AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO Premessa Il Centro Servizi Culturali Santa Chiara propone annualmente una Stagione di Teatro che si compone di differenti

Dettagli

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10 Protocollo 7481-VII.1 Data 20.03.2015 Rep. DDIP n. 169 Settore Amministrazione e contabilità Responsabile Maria De Benedittis Oggetto Procedura selettiva pubblica per titoli e colloquio per la stipula

Dettagli

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO AVVERTENZE PER LA REDAZIONE 1. La bozza di contratto proposta è da utilizzare come linea guida, potrà essere integrata e/o ridotta in funzione alle specifiche necessità.

Dettagli

DICHIARAZIONE DI CUI ALL'ART. 14.2 DELLA LETTERA D'INVITO

DICHIARAZIONE DI CUI ALL'ART. 14.2 DELLA LETTERA D'INVITO Modello B Comune di Saluzzo Via Macallè, 9 12037 SALUZZO PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO DELLA POLIZZA DI ASSICURAZIONE A FAVORE DEL COMUNE DI SALUZZO RELATIVA A INCENDIO E ALTRI EVENTI, FURTO E

Dettagli

RISPOSTA Il disciplinare di gara non contiene alcuna prescrizione in ordine alla natura dell agenzia di recapito.

RISPOSTA Il disciplinare di gara non contiene alcuna prescrizione in ordine alla natura dell agenzia di recapito. Tra le modalità di presentazione è prevista anche mediante agenzia di recapito: deve essere autorizzata o possiamo mandare anche un semplice pony di agenzie di recapito private? Il disciplinare di gara

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

DISCIPLINARE CIG: 5153273767

DISCIPLINARE CIG: 5153273767 DISCIPLINARE GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DOVE HANNO SEDE GLI UFFICI DELLA CASSA NAZIONALE DEL NOTARIATO CIG: 5153273767 1. NORME PER LA PARTECIPAZIONE ALLA

Dettagli

NORMATIVA DEL SISTEMA DI QUALIFICAZIONE DELLE IMPRESE PER GLI INTERVENTI AGLI IMPIANTI PER LA REALIZZAZIONE DEGLI IMPIANTI DI SEGNALAMENTO FERROVIARIO

NORMATIVA DEL SISTEMA DI QUALIFICAZIONE DELLE IMPRESE PER GLI INTERVENTI AGLI IMPIANTI PER LA REALIZZAZIONE DEGLI IMPIANTI DI SEGNALAMENTO FERROVIARIO NORMATIVA DEL SISTEMA DI QUALIFICAZIONE DELLE IMPRESE PER GLI INTERVENTI AGLI IMPIANTI PER LA REALIZZAZIONE DEGLI IMPIANTI DI SEGNALAMENTO FERROVIARIO Indice Articolo 1 Istituzione del Sistema di qualificazione

Dettagli

Ente aderente. Ente aderente. Ente aderente

Ente aderente. Ente aderente. Ente aderente STAZIONE UNICA APPALTANTE GUIDA ALLA CONVENZIONE AMBITO DI OPERATIVITA La si occupa dei seguenti appalti: lavori pubblici di importo pari o superiore ad 150.000,00 forniture e servizi di importo pari o

Dettagli

Allegato 3 ALTRI DOCUMENTI 1) SCHEMA DA UTILIZZARE PER REDIGERE LA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO NOTORIO

Allegato 3 ALTRI DOCUMENTI 1) SCHEMA DA UTILIZZARE PER REDIGERE LA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO NOTORIO Allegato 3 ALTRI DOCUMENTI 1) SCHEMA DA UTILIZZARE PER REDIGERE LA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO NOTORIO La Dichiarazione Sostitutiva di Atto Notorio, da compilarsi in caso di Offerta Segreta o Offerta

Dettagli

Fornitura di un'unità di gestione del programma per l'attuazione del programma TradeCom II

Fornitura di un'unità di gestione del programma per l'attuazione del programma TradeCom II 2015/S 082-144972 Fornitura di un'unità di gestione del programma per l'attuazione del programma TradeCom II Bando di gara relativo a un appalto di servizi Ubicazione tutti i paesi ACP 1.Riferimento della

Dettagli

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner:

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner: Processi ITIL In collaborazione con il nostro partner: NetEye e OTRS: la piattaforma WÜRTHPHOENIX NetEye è un pacchetto di applicazioni Open Source volto al monitoraggio delle infrastrutture informatiche.

Dettagli

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera Cap. 75010 Via Sandro Pertini, 11 Tel. 0835672016 Fax 0835672039 Cod. fiscale 80001220773 REGOLAMENTO COMUNALE RECANTE NORME PER LA RIPARTIZIONE DELL INCENTIVO DI

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE (BI) PER L AUTORITÀ PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI RIF. CIG 03506093B2

BUSINESS INTELLIGENCE (BI) PER L AUTORITÀ PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI RIF. CIG 03506093B2 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA SPECIALISTICA E DEI SERVIZI DI SVILUPPO, MANUTENZIONE ED EVOLUZIONE DEI SISTEMI DI BUSINESS PROCESS MANAGEMENT (BPM) E DI BUSINESS

Dettagli

L.R. N. 19/2002: ACCREDITAMENTO ORGANISMI DI FORMAZIONE

L.R. N. 19/2002: ACCREDITAMENTO ORGANISMI DI FORMAZIONE L.R. N. 19/2002: ACCREDITAMENTO ORGANISMI DI FORMAZIONE 1 INDICE Introduzione pag. 5 Domanda (1) Cos è il sistema regionale di accreditamento? pag. 5 Domanda (2) Cosa deve fare un Ente di formazione per

Dettagli

Disciplinare di gara per l affidamento dei servizi di pulizia degli uffici e servizi annessi presso la sede di SACE S.p.A. in Roma, Piazza Poli 37/42

Disciplinare di gara per l affidamento dei servizi di pulizia degli uffici e servizi annessi presso la sede di SACE S.p.A. in Roma, Piazza Poli 37/42 Disciplinare di gara per l affidamento dei servizi di pulizia degli uffici e servizi annessi presso la sede di SACE S.p.A. in Roma, Piazza Poli 37/42 1 DISCIPLINARE DI GARA GARA EUROPEA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

BANDO DI CONCORSO PUBBLICO, PER TITOLI ED ESAMI, PER N. 1 POSTO DI OPERATORE TECNICO - CAT B PER I

BANDO DI CONCORSO PUBBLICO, PER TITOLI ED ESAMI, PER N. 1 POSTO DI OPERATORE TECNICO - CAT B PER I AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE SAN PAOLO MILANO - Via A. Di Rudinì, 8 U.O. Amministrazione risorse umane/pd BANDO DI CONCORSO PUBBLICO, PER TITOLI ED ESAMI, PER N. 1 POSTO DI OPERATORE TECNICO - CAT B PER

Dettagli

AREA INNOVAZIONE E TERRITORIO SETTORE ASSETTO TERRITORIALE, PARCHI E VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE

AREA INNOVAZIONE E TERRITORIO SETTORE ASSETTO TERRITORIALE, PARCHI E VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE AREA INNOVAZIONE E TERRITORIO SETTORE ASSETTO TERRITORIALE, PARCHI E VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA PER ATTIVITA

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO Atti 184/10 all. 45/8 Riapertura termini riferimento 122 INGECLI AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO

Dettagli

A.R.T.E. GENOVA BANDO DI GARA D APPALTO DI SERVIZI

A.R.T.E. GENOVA BANDO DI GARA D APPALTO DI SERVIZI A.R.T.E. GENOVA BANDO DI GARA D APPALTO DI SERVIZI I.1) STAZIONE APPALTANTE: A.R.T.E. Azienda Regionale Territoriale per l Edilizia della Provincia di Genova via B. Castello civ.3 16121 Genova tel. 010.53901

Dettagli

QUESITI BANDO RISERVATO ALLE P.M.I. TEMATICA 2 (SECONDA TORNATA DI INVIO DI DOMANDE E RISPOSTE)

QUESITI BANDO RISERVATO ALLE P.M.I. TEMATICA 2 (SECONDA TORNATA DI INVIO DI DOMANDE E RISPOSTE) QUESITI BANDO RISERVATO ALLE P.M.I. TEMATICA 2 (SECONDA TORNATA DI INVIO DI DOMANDE E RISPOSTE) Sono pervenuti in merito al Bando riservato alle P.M.I. pubblicato sul sito dell ASI in data 11 agosto 2010

Dettagli

LINEE GUIDA PER GLI APPALTI DEI SERVIZI DI PULIZIE

LINEE GUIDA PER GLI APPALTI DEI SERVIZI DI PULIZIE LINEE GUIDA PER GLI APPALTI DEI SERVIZI DI PULIZIE IN PROVINCIA DI COMO ED. 2009 Coordinamento del progetto: Osservatorio Territoriale per la provincia di Como per le Imprese di pulizia In collaborazione

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

Italia-Roma: Servizi di pulizia di edifici 2015/S 124-228385. Avviso di gara Settori speciali. Servizi

Italia-Roma: Servizi di pulizia di edifici 2015/S 124-228385. Avviso di gara Settori speciali. Servizi 1/10 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:228385-2015:text:it:html Italia-Roma: Servizi di pulizia di edifici 2015/S 124-228385 Avviso di gara Settori speciali Servizi Direttiva

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia

Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia Firmato digitalmente da Sede legale Via Nazionale, 91 - Casella Postale 2484-00100 Roma - Capitale versato Euro

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Villanova d Asti (AT) Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di 1

Istituto Comprensivo Statale Villanova d Asti (AT) Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di 1 Pagina 1 di 8 REGOLAMENTO SULL USO DI INTERNET E DELLA POSTA ELETTRONICA MESSO A DISPOSIZONE DEI DIPENDENTI PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI D UFFICIO () Approvato con deliberazione del Consiglio di Istituto

Dettagli

RP 04/14 AVVISO DI SELEZIONE PER INFORMATORE TURISTICO ALTA VALSUSA

RP 04/14 AVVISO DI SELEZIONE PER INFORMATORE TURISTICO ALTA VALSUSA RP 04/14 AVVISO DI SELEZIONE PER INFORMATORE TURISTICO ALTA VALSUSA Si rende noto che è indetta una procedura selettiva per individuare un soggetto idoneo a ricoprire la posizione di Informatore/trice

Dettagli

Regione Autonoma della Sardegna REALIZZAZIONE E SVILUPPO DEL SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE REGIONALE (SITR) DELLA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA

Regione Autonoma della Sardegna REALIZZAZIONE E SVILUPPO DEL SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE REGIONALE (SITR) DELLA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA Regione Autonoma della Sardegna Assessorato degli Enti Locali Finanze ed Urbanistica Direzione Generale della Pianificazione Urbanistica Territoriale e della Vigilanza Edilizia Servizio della Pianificazione

Dettagli

AVVALIMENTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEL SOGGETTO AUSILIATO. ALL AUTORITA NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M. Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85

AVVALIMENTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEL SOGGETTO AUSILIATO. ALL AUTORITA NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M. Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 MOD. 2 - Busta A AVVALIMENTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEL SOGGETTO AUSILIATO ALL AUTORITA NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M. Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

La Consegna dei Lavori

La Consegna dei Lavori La Consegna dei Lavori Il contratto viene posto in esecuzione dall Amministrazione con La consegna dei lavori. Si tratta, complessivamente, di una serie di atti di carattere giuridico e di operazioni materiali,

Dettagli

Comune di Isola del Liri

Comune di Isola del Liri SERVIZIO 1 - SEGRETERIA DEL SINDACO U.R.P. AFFARI GENERALI E PERSONALE AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO, AI SENSI DELL ART. 110, COMMA 1, DEL D. LGS. 267/2000, DI N. 1

Dettagli