Sistema di Interoperabilità e di Cooperazione Applicativa Evoluta in sicurezza (SPICCA) CUReP

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Sistema di Interoperabilità e di Cooperazione Applicativa Evoluta in sicurezza (SPICCA) CUReP"

Transcript

1 Sistema di Interoperabilità e di Cooperazione Applicativa Evoluta in sicurezza (SPICCA) un caso d uso Centro Integrato di Prenotazione della Regione Campania CUReP DIT WorkShop Cup on line interregionale Roma, 23 febbraio 2010 Regione Campania - Ing. Salvatore Ascione

2 Il Piano strategico della Regione Campania FASE 1 Progettazione del modello di integrazione e di cooperazione applicativa denominandolo SPICCA in ottemperanza alle indicazioni del CNIPA nell ambito SPCoop; FASE 2 Realizzazione dell architettura SPICCA costituito da: Infrastruttura Hardware (in tecnologia Blade), software di base (su tecnologia Linux Redhat) Infrastruttura applicativa (su tecnologia Open Source) FASE 3 Implementazione della prima Best Practice sull architettura SPICCA: Centro Unico Regionale di Prenotazione (CUReP) Realizzazione del Nodo Aggregatore dei servizi CUP ( NAG del CUP ) Definizione del Catalogo delle Prestazioni CUReP Definizione degli Accordi di Gestione e di Servizio condivisi con i 24 attori regionali (13 AA.SS.LL. e 11 AA.OO.) ed Istituzione della Cabina di Regia del CUReP Formazione operatori ed Attuazione FASE 4 Qualificazione della Porta di Dominio al CNIPA ed approvazione della piattaforma SPICCA della Regione Campania D.G.R. n.1328 del 31 luglio 2009

3 Cittadini Il Piano strategico della Regione Campania Modello Strategico Regionale E.E.L.L. Regionali Porta di Dominio e Busta e-gov Operatori SANITA Sistema di Sicurezza Federata Sistema Pubblico Connettività Registro S.I.C.A. PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI CENTRALI CUReP

4 Fase 2 - NAG: Infrastruttura Applicativa Il Nodo Aggregatore Regionale ospita i servizi infrastrutturali e di sicurezza finalizzati all'interazione tra i sistemi informativi eterogenei presenti presso Pubbliche Amministrazioni Regionali, il tutto attraverso lo scambio di messaggi standardizzati di richiesta di servizi (busta e-government) interpretabili da ciascuno di essi. I componenti logici: Porta di Dominio e Busta E-Government Sistema di Identity & Access Management Registro dei Servizi SICA Secondario Sistema di E-Learning, Sistema di Log e Monitoraggio dei Sistemi Tecnologici

5 Fase 2- NAG: Architettura Logica Applicativa

6 Fase 3 NAG CUP e NDOM: Servizi ORGANIZZATIVI Il sistema dell offerta Si articola in una rete di punti di prenotazione che, attraverso l orchestratore, consentono di "vedere" tutte le disponibilità delle prestazioni erogabili su tutto il territorio, nel rispetto delle linee guida nazionali sul CUP del 27 Ottobre 2009 FRONT OFFICE Canale di accesso Sportello presidiato presso una struttura erogatrice Processo di prenotazione identificazione dell'assistito, che ha per obiettivo il riconoscimento dell utente nell anagrafe di riferimento inserimento delle prestazioni, che ha per obiettivo la ricerca e la selezione delle prestazioni da prenotare prenotazione delle prestazioni selezionate, che ha per obiettivo la ricerca delle disponibilità e delle strutture in grado di erogare tali prestazioni, nonché la conseguente conferma della prenotazione, in coerenza con i criteri definiti nel Piano Regionale Contenimento liste di Attesa INFORMATIVO-SEMANTICA (ACCESSO ANAGRAFICHE) Catalogo unico delle prestazioni erogabili Anagrafiche delle strutture Anagrafica prescrittori Anagrafica assistiti INDICATORI DI PERFORMANCE (DATAWAREHOUSE) Numero di punti di prenotazione attivati all interno delle strutture Numero di utenti e di accessi medi giornalieri e prenotazione effettuate Analisi di mobilità (DW)

7 Centro Unico di Prenotazione Integrato: Architettura Logica Applicativa Ricerca Assistito Ricerca Medico Prenotazione Prestazione Ricerca Prenotazione Cancella Prenotazione

8 FASE 3 Catalogo Prestazioni CUReP Le 24 strutture ASL/AO utilizzavano una tassonomia per le prestazioni di specialistica ambulatoriale (Nomenclatori) differenti l una dall altra, sebbene basate sul nomenclatore nazionale. Si è definito un catalogo unico (chiamato Catalogo Prestazioni CUReP) per consentire l interoperabilità all interno del sistema NAG del CUP. Le strutture AA.SS.LL./AA.OO. possono stabilire di adottare tale catalogo o mettere a disposizione una mappatura (nel proprio Adapter) tra il proprio nomenclatore ed il catalogo regionale definito.

9 FASE 3 Accordo di Servizio Accordo di Servizio Definizione, predisposizione, verifica e sottoscrizione del modello sintattico e semantico dei messaggi di richiesta e di risposta da scambiare tra i sistemi informatici CUP. Sviluppo della parte specifica dell accordo che dettaglia la coppia NAGCUP-NDOM rispettivamente fruitoreerogatore. Aspetti principali: Descrizione WSDL fisico Descrizione SLA in termini di Affidabilità/Disponibilità e Tempi di risposta Descrizione caratteristiche di sicurezza del servizio

10 FASE 3 Accordo di Gestione Accordo di Gestione definisce le norme regolatrici di comportamento che la Regione Campania e tutte le ASL e AO s impegnano reciprocamente a rispettare per la gestione del CUReP Aspetti principali: Cooperazione organizzativa Riconoscimento reciproco degli operatori CUReP Incremento graduale dell offering dal 20% al 100% Non discriminazione delle disponibilità Equivalenza delle prenotazioni

11 FASE 3 Cabina di Regia Decide i passaggi delle tre fasi di incremento dell offering; Effettua il monitoraggio generale del sistema ( prenotazioni effettuate, contenimento dei tempi di attesa, funzionamento del sistema) Definisce la tipologia, quantità e modalità di fornitura dei dati occorrenti per il monitoraggio e che dovranno essere forniti dalle ASL/AO; Vigila sull operato di ogni ASL/AO nel rispetto di quanto sottoscritto nell accordo; Redige una relazione annuale, con eventuali indicazioni per il miglioramento del sistema.

12 FASE 3 Formazione Workshop informativi destinati ad un utenza allargata (stakeholders) Sessioni in aula finalizzate a formare gli operatori delle ASL/AO Rilevazione del gradimento Training on the job Piattaforma di E-Learning con i contenuti delle sessioni in aula

13 FASE 3 Attuazione Sistema attualmente in esercizio con tutti i nodi aziendali operativi con il 20% dell offering esposto; Organi della governance (CdR, GdL, RUC) costituiti e pienamente operativi; Offering al 50% acquisito e disponibile sul sistema da fine febbraio prevista esposizione offering completo al 100% a partire da inizio 2011; Rimodulazione del programma di attuazione legata alla necessità di attendere l unificazione dei CUP delle neo-costituite ASL previste dalla razionalizzazione del Sistema Sanitario Regionale.

14 Client Nodi di Dominio (NDOM) CUReP: Flusso Funzionale NA/1 NA/1 NA/2 CE/1 SPC Frontend WEB WebCup BPEL Engine Porta di Dominio SPC Consunltazione Anagrafica Assistiti Consultazione Anagrafica Medici Cancellazione Prestazione Visualizzazione Prestazione Prenotazione Prestazione NA/2 CE/1 Porte di Dominio NDOM AV/2 DMZ INTRANET AV/2

15 Saluti e Riferimenti Grazie per l attenzione Per qualsiasi ulteriore informazione scrivere a:

Introduzione alla Cooperazione applicativa in Campania

Introduzione alla Cooperazione applicativa in Campania Introduzione alla Cooperazione applicativa in Campania Cos è SPICCA è una infrastruttura costituita dall insieme di risorse hardware e componenti applicative, rappresenta la piattaforma per la realizzazione

Dettagli

Eclipse Day 2010 in Rome

Eclipse Day 2010 in Rome Le infrastrutture open source per la cooperazione applicativa nella pubblica amministrazione: l'esperienza in Regione del Veneto Dirigente del Servizio Progettazione e Sviluppo Direzione Sistema Informatico

Dettagli

SPCOOP E I PROGETTI DI COOPERAZIONE INTERREGIONALE

SPCOOP E I PROGETTI DI COOPERAZIONE INTERREGIONALE SPCOOP E I PROGETTI DI COOPERAZIONE INTERREGIONALE EGIDIO PICERNO POTENZA 9 LUGLIO 2010 Interoperabiltà è la capacità di due o più sistemi informativi di scambiarsi informazioni e di attivare, a suddetto

Dettagli

LE TECNOLOGIE PER IL CAMBIAMENTO 2

LE TECNOLOGIE PER IL CAMBIAMENTO 2 LE TECNOLOGIE PER IL CAMBIAMENTO 2 CITTADINANZA DIGITALE: GLI STRUMENTI La cooperazione applicativa - ICAR Andrea Nicolini PM ICAR - CISIS Roma, 1 ottobre 2010 Agenda E-gov in Italia negli ultimi 10 anni

Dettagli

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Prospetto Informativo on-line Standard tecnici del sistema informativo per l invio telematico del Prospetto Informativo Documento: UNIPI.StandardTecnici Revisione

Dettagli

Concertazione e cooperazione applicativa nel progetto Comunas

Concertazione e cooperazione applicativa nel progetto Comunas Concertazione e cooperazione applicativa nel progetto Comunas Fabrizio Gianneschi Regione Autonoma della ardegna Alcuni dati Circa 1.700.000 abitanti 377 Comuni 83% sotto i 5.000 abitanti 30% ha una intranet

Dettagli

MCloud.Gov l infrastruttura SaaS per la Pubblica Amministrazione locale

MCloud.Gov l infrastruttura SaaS per la Pubblica Amministrazione locale MCloud.Gov l infrastruttura SaaS per la Pubblica Amministrazione locale 1. Livello infrastrutturale Il Cloud, inteso come un ampio insieme di risorse e servizi fruibili da Internet che possono essere dinamicamente

Dettagli

UNA POLITICA PER LA SANITÀ ELETTRONICA

UNA POLITICA PER LA SANITÀ ELETTRONICA Ministro per l innovazione e le tecnologie Tavolo Permanente Sanità Elettronica delle Regioni e delle Province Autonome UNA POLITICA PER LA SANITÀ ELETTRONICA Per un migliore e più efficiente Sistema Sanitario

Dettagli

Il Fascicolo Sanitario Elettronico della Regione Autonoma della Sardegna: stato dell arte ed evoluzione

Il Fascicolo Sanitario Elettronico della Regione Autonoma della Sardegna: stato dell arte ed evoluzione Verso la cartella clinica elettronica: standard internazionali e piattaforme aperte in informatica sanitaria Il Fascicolo Sanitario Elettronico della Regione Autonoma della Sardegna: stato dell arte ed

Dettagli

Capitolato speciale per la fornitura di

Capitolato speciale per la fornitura di ALLEGATO A Capitolato speciale per la fornitura di Servizi di verifica procedurale e funzionale delle componenti di servizio della Community Network dell'umbria nell'ambito del piano di Semplificazione

Dettagli

Tavolo di Sanità Elettronica. Riuso delle componenti realizzate nel progetto "Rete dei centri di prenotazione - Cup on line"

Tavolo di Sanità Elettronica. Riuso delle componenti realizzate nel progetto Rete dei centri di prenotazione - Cup on line Tavolo di Sanità Elettronica Riuso delle componenti realizzate nel progetto "Rete dei centri di prenotazione - Cup on line" Roma, 14 Dicembre 2011 IL RIUSO Mettersi insieme è un inizio, rimanere insieme

Dettagli

OpenSPCoop Un Implementazione Open Source della specifica SPCoop di Cooperazione Applicativa

OpenSPCoop Un Implementazione Open Source della specifica SPCoop di Cooperazione Applicativa OpenSPCoop Un Implementazione Open Source della specifica SPCoop di Cooperazione Applicativa Tito Flagella tito@link.it http://openspcoop.org La Cooperazione Applicativa Regolamentazione delle modalità

Dettagli

Il Sistema Pubblico di connettività

Il Sistema Pubblico di connettività Il Sistema Pubblico di Connettività (SPC): i consuntivi del primo periodo di attività Il Sistema Pubblico di connettività I cittadini e le imprese richiedono alla Pubblica Amministrazione di presentarsi

Dettagli

Il modello di gestione delle identità digitali in SPCoop

Il modello di gestione delle identità digitali in SPCoop Il modello di gestione delle identità digitali in SPCoop Francesco Tortorelli Il quadro normativo e regolatorio di riferimento 2 Il codice dell amministrazione digitale (CAD) CAD Servizi Access di services

Dettagli

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA. Regione Autonoma della Sardegna (MEDIR): la fase di avviamento del sistema

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA. Regione Autonoma della Sardegna (MEDIR): la fase di avviamento del sistema Il Fascicolo Sanitario Elettronico della Il Fascicolo Sanitario Elettronico della Regione Autonoma della Sardegna (MEDIR): la fase di avviamento del sistema Gara Medir Pubblicazione del bando: Agosto Settembre

Dettagli

Progetto Prenotazione on line. Roma, 12 Maggio 2011

Progetto Prenotazione on line. Roma, 12 Maggio 2011 Progetto Prenotazione on line Roma, 12 Maggio 2011 CHI È VENUTO PRIMA DI NOI HA FATTO MOLTO, MA NON HA FATTO TUTTO (Seneca) Roma, 12 Maggio 2011 Pag. 2 La storia Ha origine nel corso del 2005 dal primo

Dettagli

Architettura SPC e porta di dominio per le PA

Architettura SPC e porta di dominio per le PA Libro bianco sulla SOA v.1.0 Allegato 2_1 Architettura SPC e porta di dominio per le PA vs 02 marzo 2008 Gruppo di Lavoro SOA del ClubTI di Milano Premessa L architettura SPC e la relativa porta di dominio

Dettagli

Guida alla realizzazione della cooperazione applicativa in SPICCA

Guida alla realizzazione della cooperazione applicativa in SPICCA Versione 1.0 del 25/08/2009 Sommario 1 Premessa... 4 2 Modello logico/architetturale di riferimento... 9 3 Precondizioni all implementazione di un SID su CA... 11 3.1 Strutture interne della Regione Campania...

Dettagli

Intarsio IAM Identity & Access Management

Intarsio IAM Identity & Access Management Intarsio IAM Identity & Access Management 2/35 Intarsio Interoperabilità Applicazioni Reti Servizi Infrastrutture Organizzazione 3/35 Una linea per molti servizi Una definizione: Intarsio è la nuova linea

Dettagli

CARTA REGIONALE DEI SERVIZI SISTEMA INFORMATIVO SOCIO- SANITARIO DELLA REGIONE LOMBARDIA

CARTA REGIONALE DEI SERVIZI SISTEMA INFORMATIVO SOCIO- SANITARIO DELLA REGIONE LOMBARDIA CARTA REGIONALE DEI SERVIZI SISTEMA INFORMATIVO SOCIO- SANITARIO DELLA REGIONE LOMBARDIA IL CLIENTE Regione Lombardia, attraverso la società Lombardia Informatica. IL PROGETTO Fin dal 1998 la Regione Lombardia

Dettagli

La sicurezza nel Sistema Pubblico di Connettività Prima parte

La sicurezza nel Sistema Pubblico di Connettività Prima parte La sicurezza nel Sistema Pubblico di Connettività Prima parte Ing. Gianfranco Pontevolpe Responsabile Ufficio Tecnologie per la sicurezza Centro Nazionale per l Informatica nella Pubblica Amministrazione

Dettagli

PROGETTO PILOTA PRENOTAZIONE ON LINE

PROGETTO PILOTA PRENOTAZIONE ON LINE PROGETTO PILOTA PRENOTAZIONE ON LINE DIT (Dipartimento per l Innovazione e le Tecnologie), con ruolo di PM, progettazione condivisa, verifica e controllo Umbria con ruolo di capofila Emilia Romagna Marche

Dettagli

Integrazione dei flussi documentali con i procedimenti amministrativi

Integrazione dei flussi documentali con i procedimenti amministrativi Integrazione dei flussi documentali con i procedimenti amministrativi Dott.ssa Maria Pia Giovannini Responsabile dell Ufficio Sistemi per l efficienza della gestione delle risorse umane e finanziarie e

Dettagli

L innovazione tecnologica nel territorio toscano. Prato, 24 Maggio 2011 Ing. Laura Castellani

L innovazione tecnologica nel territorio toscano. Prato, 24 Maggio 2011 Ing. Laura Castellani L innovazione tecnologica nel territorio toscano Prato, 24 Maggio 2011 Ing. Laura Castellani Innovazione: : cogliere e indirizzare le nuove opportunità E-Business Politiche per le imprese E-Society Politiche

Dettagli

La Pubblica Amministrazione consumatore di software Open Source

La Pubblica Amministrazione consumatore di software Open Source La Pubblica Amministrazione consumatore di software Open Source Dipartimento per l Innovazione e le Tecnologie Paola Tarquini Sommario Iniziative in atto Una possibile strategia per la diffusione del Software

Dettagli

Esperienze di utilizzo dello standard HL7 Regione Emilia Romagna

Esperienze di utilizzo dello standard HL7 Regione Emilia Romagna Esperienze di utilizzo dello standard HL7 Regione Emilia Romagna Il Progetto SOLE - Sanità On LinE e gli standard Stefano Micocci e Marco Devanna CUP 2000 15 settembre 2010 SOLE-100206 Di cosa parleremo

Dettagli

Quali azioni per l implementazione del FSE: l esperienza della Regione Puglia

Quali azioni per l implementazione del FSE: l esperienza della Regione Puglia Quali azioni per l implementazione del FSE: l esperienza della Regione Puglia ing. Vito Bavaro email: v.bavaro@regione.puglia.it Ufficio Sistemi Informativi e Flussi Informativi Servizio Accreditamento

Dettagli

Tavolo di Sanità Elettronica progetto: "Rete dei centri di prenotazione - Cup on line"

Tavolo di Sanità Elettronica progetto: Rete dei centri di prenotazione - Cup on line Tavolo di Sanità Elettronica progetto: "Rete dei centri di prenotazione - Cup on line" Roma, 28 Giugno 2011 La storia Ø Ha origine nel corso del 2005 dal primo Piano di e-government Obiettivo Programma

Dettagli

La sicurezza nel Sistema Pubblico di Connettività

La sicurezza nel Sistema Pubblico di Connettività La sicurezza nel Sistema Pubblico di Connettività Ing. Gianfranco Pontevolpe Responsabile Ufficio Tecnologie per la sicurezza Centro Nazionale per l Informatica nella Pubblica Amministrazione Sistema pubblico

Dettagli

Regione Umbria. Sessione tematica V: Standardizzazione ed armonizzazione interistituzionale delle informazioni. www.umbriageo.regione.umbria.

Regione Umbria. Sessione tematica V: Standardizzazione ed armonizzazione interistituzionale delle informazioni. www.umbriageo.regione.umbria. DIREZIONE AMBIENTE TERRITORIO E INFRASTRUTTURE Servizio Informatico/Informativo: geografico ambientale e territoriale Sessione tematica V: Standardizzazione ed armonizzazione interistituzionale delle informazioni

Dettagli

guida: lo stato dell arte Stefano Micocci CUP 2000

guida: lo stato dell arte Stefano Micocci CUP 2000 Gli standard e le linee guida: lo stato dell arte Stefano Micocci CUP 2000 Di cosa parleremo Le reti in sanità: come stanno evolvendo in ambito regionale, nazionale ed europeo Il ruolo degli standard nel

Dettagli

1 Seminario Operativo Gruppi di Cure Primarie e Unità di Medicina Generale in Piemonte

1 Seminario Operativo Gruppi di Cure Primarie e Unità di Medicina Generale in Piemonte 1 Seminario Operativo Gruppi di Cure Primarie e Unità di Medicina Generale in Piemonte IL SISTEMA INFORMATIVO VISTO DALLA REGIONE PIEMONTE Dott. Domenico Nigro - Direzione regionale Sanità 24 Maggio 2008

Dettagli

Governance e linee guida tecnicoorganizzative

Governance e linee guida tecnicoorganizzative Allegato 1 Servizio Governance e linee guida tecnicoorganizzative del sistema ICAR-ER INDICE 1. Introduzione 3 1.1 Definizione e Acronimi 3 1.2 Scopo del documento 4 1.3 Destinatari 4 2. Il Sistema ICAR-ER

Dettagli

Strategie di system integration per l interoperabilità di sistemi eterogenei di Fascicolo Sanitario Elettronico

Strategie di system integration per l interoperabilità di sistemi eterogenei di Fascicolo Sanitario Elettronico Consiglio Nazionale delle Ricerche Istituto di Calcolo e Reti ad Alte Prestazioni Strategie di system integration per l interoperabilità di sistemi eterogenei di Fascicolo Sanitario Elettronico Mario Ciampi

Dettagli

Specifica del Servizio Network Operation Center

Specifica del Servizio Network Operation Center Specifica del Servizio Network Operation Center Tipo Documento: Specifica Qualified Exchange Network Scopo del Documento: Il presente documento si prefigge di descrivere la soluzione della SC- QXN relativa

Dettagli

Sistema pubblico di cooperazione: Esercizio e Gestione

Sistema pubblico di cooperazione: Esercizio e Gestione Sistema Pubblico di Connettività e Cooperazione Sistema pubblico di cooperazione: Versione 1.0 Nome doc.: oop-eserciziogestione_v1.0_20051014.doc Versione: 1.0 INDICE 1. MODIFICHE DOCUMENTO...3 2. OBIETTIVI

Dettagli

L impatto del d. CAD e dell innovazione l innovazione tecnologica sull organizzazione dei procedimenti amministrativi. Bari, 3 luglio 2012

L impatto del d. CAD e dell innovazione l innovazione tecnologica sull organizzazione dei procedimenti amministrativi. Bari, 3 luglio 2012 L impatto del d CAD e dell innovazione l innovazione tecnologica sull organizzazione dei procedimenti amministrativi. Bari, 3 luglio 2012 Giovanni Damiano Agenda LA PA VISTA DALL UTENTE LE LEVE DEL CAMBIAMENTO

Dettagli

COME FARE PER. ARMONIZZARE IL SITO COL SISTEMA DI GESTIONE DOCUMENTALE DELL ENTE

COME FARE PER. ARMONIZZARE IL SITO COL SISTEMA DI GESTIONE DOCUMENTALE DELL ENTE COME FARE PER. ARMONIZZARE IL SITO COL SISTEMA DI GESTIONE DOCUMENTALE DELL ENTE Flavia Marzano marzano@cibernet.it 10/05/2004 ARPA Club Forum PA 2004 Contenuti Cenni normativi Sistema di gestione documentale:

Dettagli

PROTOCOLLO DI ADESIONE AL PROGETTO. federa. tra. premesso che

PROTOCOLLO DI ADESIONE AL PROGETTO. federa. tra. premesso che PROTOCOLLO DI ADESIONE AL PROGETTO federa tra LEPIDA S.p.A., con sede legale in Bologna, Viale Aldo Moro 52, C.F. e P.IVA 02770891204, in persona del Direttore Generale Prof. Ing. Gianluca Mazzini, in

Dettagli

FORUM P.A. SANITA' 2001

FORUM P.A. SANITA' 2001 FORUM P.A. SANITA' 2001 Azienda U.S.L. TA/1 Taranto Sviluppo Sistemi Informatici Il CUP telematico direttamente accessibile dagli Studi Medici e dalle Farmacie del territorio Parte 1: Anagrafica Titolo

Dettagli

PROGETTI A CARATTERE SPECIALE

PROGETTI A CARATTERE SPECIALE Relazione sulla performance: progetti,attività, risultati, risorse - anno 2013 Allegati: Obiettivi divisi per area dirigenziale e portafoglio servizi AREA SEMPLIFICAZIONE E INFORMAZIONE ALLE IMPRESE OBIETTIVI

Dettagli

La «Community Network dell Umbria» (CN-Umbria)

La «Community Network dell Umbria» (CN-Umbria) La «Community Network dell Umbria» (CN-Umbria) Un opportunità per gli Enti territoriali della Regione Umbria 1 La riforma della Pubblica Amministrazione La trasformazione dei processi della PA: Le riforme

Dettagli

Le strategie di Regione Liguria per la sanità elettronica

Le strategie di Regione Liguria per la sanità elettronica Le strategie di Regione Liguria per la sanità elettronica Iniziative in atto: L attività istituzionale dell Assessorato e la partecipazione ai progetti e ai tavoli nazionali Le iniziative in atto con le

Dettagli

:: RNDT. repertorio nazionale dei dati territoriali. 22 maggio 2007 FORUM PA 2007 1

:: RNDT. repertorio nazionale dei dati territoriali. 22 maggio 2007 FORUM PA 2007 1 :: RNDT repertorio nazionale dei dati territoriali 22 maggio 2007 FORUM PA 2007 1 I dati territoriali della Pubblica Amministrazione 22 maggio 2007 FORUM PA 2007 2 Codice dell Amministrazione Digitale

Dettagli

Commissione di Coordinamento del Sistema Pubblico di Connettività

Commissione di Coordinamento del Sistema Pubblico di Connettività Commissione di Coordinamento del Sistema Pubblico di Connettività SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA CONNESSIONE AL SPC DI GESTORI DI SERVIZI PUBBLICI E SOGGETTI CHE PERSEGUONO FINALITÀ DI PUBBLICO INTERESSE

Dettagli

Sanità digitale !62 STRATEGIA PER LA CRESCITA DIGITALE 2014-2020

Sanità digitale !62 STRATEGIA PER LA CRESCITA DIGITALE 2014-2020 Sanità digitale Cosa e perchè L innovazione digitale dei processi sanitari è un passaggio fondamentale per migliorare il rapporto costo-qualità dei servizi sanitari, limitare sprechi e inefficienze, ridurre

Dettagli

Visione Generale. Versione 1.0 del 25/08/2009

Visione Generale. Versione 1.0 del 25/08/2009 Visione Generale Versione 1.0 del 25/08/2009 Sommario 1 Premessa... 4 2 Le componenti applicative... 6 2.1 Porta di dominio... 7 2.2 Infrastrutture per la cooperazione... 9 2.2.1 Registro degli Accordi

Dettagli

POR Calabria FSE 2007/2013 Asse II Occupabilità Obiettivo operativo D1

POR Calabria FSE 2007/2013 Asse II Occupabilità Obiettivo operativo D1 Allegato n. 2 al Capitolato speciale d appalto. ENTE PUBBLICO ECONOMICO STRUMENTALE DELLA REGIONE CALABRIA POR Calabria FSE 2007/2013 Asse II Occupabilità Obiettivo operativo D1 Procedura aperta sotto

Dettagli

BOZZA. Attività Descrizione Competenza Raccolta e definizione delle necessità Supporto tecnico specialistico alla SdS

BOZZA. Attività Descrizione Competenza Raccolta e definizione delle necessità Supporto tecnico specialistico alla SdS Allegato 1 Sono stati individuati cinque macro-processi e declinati nelle relative funzioni, secondo le schema di seguito riportato: 1. Programmazione e Controllo area ICT 2. Gestione delle funzioni ICT

Dettagli

Il Sistema Integrato di Gestione della Conoscenza dell Agenzia

Il Sistema Integrato di Gestione della Conoscenza dell Agenzia Il Sistema Integrato di Gestione della Conoscenza dell Agenzia Roma, 15 aprile 2003 (ver. 1.0) Indice IL CONTESTO DI RIFERIMENTO DELL AGENZIA CRITICITA ED ESIGENZE DELL AGENZIA I PROGETTI AVVIATI IL MOADEM

Dettagli

Sistema pubblico di cooperazione: Esercizio e Gestione

Sistema pubblico di cooperazione: Esercizio e Gestione Sistema pubblico di cooperazione: Versione 1.1 INDICE 1. MODIFICHE DOCUMENTO...3 2. OBIETTIVI E CONTESTO DI RIFERIMENTO... 4 2.1. Scopi del documento... 5 2.2. Note di Lettura del Documento... 5 2.3. Note

Dettagli

L attuazione del piano nazionale di e-e government nella PAL

L attuazione del piano nazionale di e-e government nella PAL L attuazione del piano nazionale di e-e government nella PAL Seminario sulla Società dell informazione, cooperazione territoriale e sviluppo locale Catania, 9 novembre 2005 Mauro Savini CNIPA, Progetto

Dettagli

I modelli cooperativi per la fruizione del dato geografico : la Cooperazione Applicativa quale strumento di integrazione e cooperazione istituzionale

I modelli cooperativi per la fruizione del dato geografico : la Cooperazione Applicativa quale strumento di integrazione e cooperazione istituzionale I modelli cooperativi per la fruizione del dato geografico : la Cooperazione Applicativa quale strumento di integrazione e cooperazione istituzionale ASITA Bari 2 dicembre 2009 Lucia Pasetti www.cartografia.regione.liguria.it

Dettagli

PROGETTI di E-government Area Sanità

PROGETTI di E-government Area Sanità PROGETTI di E-government Area Sanità Regione del Veneto Fabio Perina 15 dicembre 2004 Medici Di Base Cup IL ROGETTO Distretti Farmacie Repository Reparti Laboratori Sistema Accessi Gestore Eventi Comuni

Dettagli

@CCEDO: Accessibilità, Sicurezza, Architettura

@CCEDO: Accessibilità, Sicurezza, Architettura Rev. 8, agg. Settembre 2014 @CCEDO: Accessibilità, Sicurezza, Architettura 1.1 Il Sistema di Gestione della Sicurezza Per quanto riguarda la gestione della Sicurezza, @ccedo è dotato di un sistema di autenticazione

Dettagli

DEL SISTEMA AZIENDALE BOOK FIRST AID ACCESSO ALLA RETE SITO AOUC INTRANET

DEL SISTEMA AZIENDALE BOOK FIRST AID ACCESSO ALLA RETE SITO AOUC INTRANET DEL SISTEMA AZIENDALE BOOK FIRST AID ACCESSO ALLA RETE SITO AOUC INTRANET Agenda - BOOK - PRENOTAZIONE Per la corretta prenotazione di una visita ambulatoriale occorre essere in possesso della tessera

Dettagli

Stato dell arte e prospettive

Stato dell arte e prospettive Stato dell arte e prospettive Perchè nasce SoReSa Linee generali adeguamento SSN Limiti di spesa e Controlli imposti dal Piano di Rientro SoReSa Accertamento Centralizzazione Monitoraggio A proposito di

Dettagli

Il Fascicolo Sanitario Elettronico nel progetto Rete dei Medici

Il Fascicolo Sanitario Elettronico nel progetto Rete dei Medici Il Fascicolo Sanitario Elettronico nel progetto Rete dei Medici ForumPA 2007: Innovazione & Salute Roma, 21 maggio 2007 Katia Colantonio Responsabile Sanità Elettronica Innovazione Italia S.p.A. Agenda

Dettagli

egovernment Stefano Bucci Un infrastruttura aperta per l integrazione e la cooperazione tra amministrazioni Sales Consultant Manager

egovernment Stefano Bucci Un infrastruttura aperta per l integrazione e la cooperazione tra amministrazioni Sales Consultant Manager egovernment Un infrastruttura aperta per l integrazione e la cooperazione tra amministrazioni Stefano Bucci Sales Consultant Manager Catania, 5 Dicembre 2002 Open e-government Un infrastruttura aperta

Dettagli

AVVISO n. 29/2010: Procedura comparativa per il conferimento di un incarico di collaborazione coordinata e continuativa per un profilo super senior

AVVISO n. 29/2010: Procedura comparativa per il conferimento di un incarico di collaborazione coordinata e continuativa per un profilo super senior AVVISO n. 29/2010: Procedura comparativa per il conferimento di un incarico di collaborazione coordinata e continuativa per un profilo super senior, di Esperto di servizi e tecnologie per l egovernment

Dettagli

DIREZIONE PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO

DIREZIONE PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO DIREZIONE PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO Sintesi delle funzioni attribuite DIREZIONE UNITA` ORGANIZZATIVA con fondi della Legge Speciale per Venezia, sovrintende all erogazione dei contributi per il recupero

Dettagli

Il consenso nel progetto SOLE

Il consenso nel progetto SOLE Il consenso nel progetto Alessia Orsi Regione Emilia-Romagna Direzione Generale Sanità e Politiche Sociali Roma, 13 dicembre 2010 1 2 3 4 5 Circolare regionale 6/2009 Consenso e FSE Flusso base Architettura

Dettagli

Avviso per la realizzazione dei progetti di riuso

Avviso per la realizzazione dei progetti di riuso Avviso per la realizzazione dei progetti di riuso IL PRESIDENTE Premesso che: - per progetti cofinanziati dal primo avviso di e-government, si intendono i progetti riportati negli allegati A e B del decreto

Dettagli

L evoluzione del Sistema Informativo della fiscalità. Il nuovo paradigma dei servizi

L evoluzione del Sistema Informativo della fiscalità. Il nuovo paradigma dei servizi L evoluzione del Sistema Informativo della fiscalità Il nuovo paradigma dei servizi Ing. Giuseppe Lacerenza Roma, 21 maggio 2007 Il nuovo paradigma dei servizi Indice Sogei e il Sistema informativo della

Dettagli

CARTA REGIONALE DEI SERVIZI SISTEMA INFORMATIVO SOCIO- SANITARIO DELLA REGIONE LOMBARDIA

CARTA REGIONALE DEI SERVIZI SISTEMA INFORMATIVO SOCIO- SANITARIO DELLA REGIONE LOMBARDIA CARTA REGIONALE DEI SERVIZI SISTEMA INFORMATIVO SOCIO- SANITARIO DELLA REGIONE LOMBARDIA IL CLIENTE Regione Lombardia, attraverso la società Lombardia Informatica. IL PROGETTO Fin dal 1998 la Regione Lombardia

Dettagli

COMUNE DI CASTELCUCCO

COMUNE DI CASTELCUCCO COMUNE DI CASTELCUCCO Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione delle istanze, dichiarazioni e segnalazioni ai sensi art. 24, comma 3 bis D.L. n. 90/2014 e s.m.i. SOMMARIO 1 CONTESTO

Dettagli

Allegato B. Disciplinare Tecnico riguardante il trattamento dei dati da rendere disponibili all Agenzia delle entrate da parte del Sistema TS

Allegato B. Disciplinare Tecnico riguardante il trattamento dei dati da rendere disponibili all Agenzia delle entrate da parte del Sistema TS Allegato B Disciplinare Tecnico riguardante il trattamento dei dati da rendere disponibili all Agenzia delle entrate da parte del Sistema TS INDICE 1. INTRODUZIONE 3 2. TRATTAMENTO E RISERVATEZZA DEI DATI

Dettagli

Macro Fase 1 - Personale adibito ad attività di consulenza, tutoraggio, ricerca ecc.

Macro Fase 1 - Personale adibito ad attività di consulenza, tutoraggio, ricerca ecc. Macro Fase 1 - Personale adibito ad attività di consulenza, tutoraggio, ricerca ecc. Risultati attesi 1 / Deliverables 2 Fase 1 - Infrastrutture di base La fase 1 prevede lo svolgimento delle seguenti

Dettagli

REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO INFRASTRUTTURE, OO.PP. E MOBILITA

REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO INFRASTRUTTURE, OO.PP. E MOBILITA REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO INFRASTRUTTURE, OO.PP. E MOBILITA Ufficio Difesa del Suolo di Potenza INTEROPERABILITÀ E COOPERAZIONE APPLICATIVA Informatizzazione dell iter procedurale e dei controlli

Dettagli

I servizi on line di prevenzione incendi

I servizi on line di prevenzione incendi I servizi on line di prevenzione incendi Stefano Marsella Il CAD - codice dell Amministrazione digitale (decreto legislativo n. 82 del 2005) prevede che: i servizi erogati dalle PA siano progressivamente

Dettagli

Il piano egov 2012 - obiettivo salute -

Il piano egov 2012 - obiettivo salute - Il piano egov 2012 - obiettivo salute - Paola Tarquini Ufficio Studi e progetti per l innovazione digitale Dipartimento per la digitalizzazione della pubblica amministrazione e l innovazione tecnologica

Dettagli

Un caso concreto di dematerializzazione e semplificazione dei processi inter -amministrazioni: la gestione dei contratti dei docenti

Un caso concreto di dematerializzazione e semplificazione dei processi inter -amministrazioni: la gestione dei contratti dei docenti FORUMPA 2008 13 maggio 2008 Un caso concreto di dematerializzazione e semplificazione dei processi inter -amministrazioni: la gestione dei contratti dei docenti Modello applicativo e tecnologico dott.ssa

Dettagli

Interoperabilità dei Protocolli Informatici delle pubbliche amministrazioni lucane

Interoperabilità dei Protocolli Informatici delle pubbliche amministrazioni lucane Interoperabilità dei Protocolli Informatici delle pubbliche amministrazioni lucane Incontro fornitori terze parti Potenza, 30 giugno 2011 Consorzio Integra e Centro Servizi Basilicata Regione Basilicata

Dettagli

Modello dell Infrastruttura per il Fascicolo Sanitario Elettronico (InfFSE) Progetto: Infrastruttura tecnologica del Fascicolo Sanitario Elettronico

Modello dell Infrastruttura per il Fascicolo Sanitario Elettronico (InfFSE) Progetto: Infrastruttura tecnologica del Fascicolo Sanitario Elettronico Dipartimento per la digitalizzazione della PA e l innovazione Consiglio Nazionale delle Ricerche Dipartimento delle Tecnologie dell Informazione e delle Comunicazioni Modello dell Infrastruttura per il

Dettagli

Obiettivi e potenzialità del nuovo impegno verso la standardizzazione

Obiettivi e potenzialità del nuovo impegno verso la standardizzazione Obiettivi e potenzialità del nuovo impegno verso la standardizzazione Dott.ssa Maria Pia Giovannini Agenzia per l Italia Digitale Componente della Commissione permanente per il coordinamento della modulistica

Dettagli

Software libero e riuso in un sistema di gestione documentale

Software libero e riuso in un sistema di gestione documentale Giorgetta Bonfiglio-Dosio Università degli Studi di Padova Software libero e riuso in un sistema di gestione documentale (Padova, 3 novembre 2010) GBD Che cos è un sistema? GALILEO GALILEI (1623) «Pluralità

Dettagli

Destinatari I destinatari del servizio sono sia gli utenti interni che i cittadini e le imprese

Destinatari I destinatari del servizio sono sia gli utenti interni che i cittadini e le imprese Sintesi del progetto L evoluzione normativa ha portato il Comune di Giugliano ad una revisione del proprio sistema informatico documentale da alcuni anni. La sensibilità del Direttore Generale al miglioramento

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA IL MINISTRO PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE E L INNOVAZIONE E IL PRESIDENTE DEL CONSORZIO BIM PIAVE DI BELLUNO GIOVANNI PICCOLI

PROTOCOLLO D INTESA IL MINISTRO PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE E L INNOVAZIONE E IL PRESIDENTE DEL CONSORZIO BIM PIAVE DI BELLUNO GIOVANNI PICCOLI PROTOCOLLO D INTESA TRA IL MINISTRO PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE E L INNOVAZIONE E IL PRESIDENTE DEL CONSORZIO BIM PIAVE DI BELLUNO GIOVANNI PICCOLI PER GARANTIRE L ACCESSO AI SERVIZI PUBBLICI LOCALI

Dettagli

CONVENZIONE TRA L AUTORITÀ PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE E DIGITPA

CONVENZIONE TRA L AUTORITÀ PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE E DIGITPA CONVENZIONE TRA L AUTORITÀ PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE E DIGITPA PER LO SCAMBIO DI INFORMAZIONI SUGLI APPALTI PUBBLICI DI SERVIZI E FORNITURE NELL AMBITO ICT

Dettagli

Newsletter SITAD. Aprile 2005 num. 3. Sommario. No Risk. SITAD su SistemaPiemonte pag. 4. La nuova interfaccia di SITAD in Ruparpiemonte pag.

Newsletter SITAD. Aprile 2005 num. 3. Sommario. No Risk. SITAD su SistemaPiemonte pag. 4. La nuova interfaccia di SITAD in Ruparpiemonte pag. Newsletter SITAD Aprile 2005 num. 3 Sommario No Risk Il progetto pag. 2 I servizi sviluppati pag. 2 SITAD su SistemaPiemonte pag. 4 La nuova interfaccia di SITAD in Ruparpiemonte pag. 5 SITAD si candida

Dettagli

Carta Sanitaria Elettronica IL FASCICOLO SANITARIO ELETTRONICO IN REGIONE TOSCANA

Carta Sanitaria Elettronica IL FASCICOLO SANITARIO ELETTRONICO IN REGIONE TOSCANA Carta Sanitaria Elettronica IL FASCICOLO SANITARIO ELETTRONICO IN REGIONE TOSCANA 1 INDICE ARCHITETTURA CONTENUTI ORGANIZZAZIONE SOGGETTI COINVOLTI RIFERIMENTI NORMATIVI RIFERIMENTI TECNOLOGICI 2 ARCHITETTURA

Dettagli

LAit & Red Hat Dante Chiroli Direzione Tecnologie: Architetture

LAit & Red Hat Dante Chiroli Direzione Tecnologie: Architetture LAit & Red Hat Dante Chiroli Direzione Tecnologie: Architetture dante.chiroli@laitspa.it http://www.laitspa.it LAit LAit spa è una società della Regione Lazio dedicata alla governance dei processi di informatizzazione

Dettagli

Con la realizzazione del CUP, di SOLE, del FSE e degli altri progetti regionali e di Asl, CUP 2000 ha dato in questi anni un contributo importante

Con la realizzazione del CUP, di SOLE, del FSE e degli altri progetti regionali e di Asl, CUP 2000 ha dato in questi anni un contributo importante Con la realizzazione del CUP, di SOLE, del FSE e degli altri progetti regionali e di Asl, CUP 2000 ha dato in questi anni un contributo importante alla costruzione di una architettura regionale e-health

Dettagli

Una soluzione WEB-GIS per la pubblicazione di dati statistici della Regione Sardegna

Una soluzione WEB-GIS per la pubblicazione di dati statistici della Regione Sardegna Una soluzione WEB-GIS per la pubblicazione di dati statistici della Regione Sardegna Sergio Loddo, Luca Devola GFOSS - Cagliari, 27 febbraio 2009 Indice 1. Presentazione 2. Progetto 3. Architettura, metodologia

Dettagli

ARPAT. Politica per la Qualità

ARPAT. Politica per la Qualità ARPAT Politica per la Qualità POLITICA PER LA QUALITÀ La missione di ARPAT L Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale della Toscana (ARPAT) concorre alla promozione dello sviluppo sostenibile e contribuisce

Dettagli

In Consiglio regionale della Toscana i buoni consigli di ITIL Consiglio Regione Toscana

In Consiglio regionale della Toscana i buoni consigli di ITIL Consiglio Regione Toscana In Consiglio regionale della Toscana i buoni consigli di ITIL Consiglio Regione Toscana Equivale a livello regionale al Parlamento nazionale E composto da 65 consiglieri Svolge il compito di valutare /

Dettagli

CONVENZIONI DI NOMENCLATURA E SEMANTICA

CONVENZIONI DI NOMENCLATURA E SEMANTICA Sistema pubblico di cooperazione: CONVENZIONI DI NOMENCLATURA E SEMANTICA Versione 1.1 INDICE 1. MODIFICHE DOCUMENTO...3 2. OBIETTIVI E CONTESTO DI RIFERIMENTO... 4 2.1. Scopi del documento... 5 2.2. Note

Dettagli

Dematerializzare per Semplificare

Dematerializzare per Semplificare 1 Dematerializzare per Semplificare Dematerializzare non significa solamente il passaggio dalla carta al digitale. La semplificazione si ottiene solo con una profonda comprensione della complessità dei

Dettagli

Portale regionale della Salute. Servizi di prenotazione prestazione e pagamento ticket.

Portale regionale della Salute. Servizi di prenotazione prestazione e pagamento ticket. Portale regionale della Salute Servizi di prenotazione prestazione e pagamento ticket. Specifiche di integrazione dei servizi di cooperazione applicativa e dei web services. Versione 1.10 16 Ottobre 2013

Dettagli

Obiettivi ed architettura del SPC

Obiettivi ed architettura del SPC Obiettivi ed architettura del SPC Marco Martini Componente CNIPA Roma 19 marzo 2007 1 Agenda Obiettivi del SPC Il quadro normativo del SPC L organizzazione del progetto L architettura tecnica del SPC Connettività

Dettagli

Verso la creazione di un prototipo di sportello unico marittimo (direttiva 65/2010/UE)

Verso la creazione di un prototipo di sportello unico marittimo (direttiva 65/2010/UE) Verso la creazione di un prototipo di sportello unico marittimo (direttiva 65/2010/UE) Mario Mega Dirigente Autorità Portuale di Bari ROMA, 9 Aprile 2014 project partners CONTESTO Con la DIRETTIVA 2010/65/UE

Dettagli

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA ASSESSORATO DELL IGIENE E SANITA E DELL ASSISTENZA SOCIALE

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA ASSESSORATO DELL IGIENE E SANITA E DELL ASSISTENZA SOCIALE REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA ASSESSORATO DELL IGIENE E SANITA E DELL ASSISTENZA SOCIALE Direzione Generale Servizio affari generali e istituzionali e sistema informativo APPALTO CONCORSO PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

L esperienza ligure del FSE: il Conto Corrente Salute

L esperienza ligure del FSE: il Conto Corrente Salute Regione Liguria L esperienza ligure del FSE: il Conto Corrente Salute Roma, 24 febbraio 2010 Maria Franca Tomassi La strategia Il Sistema Informativo Regionale Integrato per lo sviluppo della società dell

Dettagli

Piattaforma di cooperazione applicativa della Regione Campania

Piattaforma di cooperazione applicativa della Regione Campania Piattaforma di cooperazione applicativa della Regione Campania Agenda Lo scenario regionale: SPICCA a. La porta di dominio b. Il registro dei servizi c. La sicurezza La PDD SPICCA: a. Caratteristiche b.

Dettagli

DIPARTIMENTO INFORMATIVO e TECNOLOGICO

DIPARTIMENTO INFORMATIVO e TECNOLOGICO DIPARTIMENTO INFORMATIVO e TECNOLOGICO ARTICOLAZIONE DEL DIPARTIMENTO Il Dipartimento Informativo e Tecnologico è composto dalle seguenti Strutture Complesse, Settori ed Uffici : Struttura Complessa Sistema

Dettagli

ICT per la Sanità in Emilia Romagna

ICT per la Sanità in Emilia Romagna ICT per la Sanità in Emilia Romagna Roma, 18 maggio 2012 L innovazione digitale per la sostenibilità del SSN 2 giornata nazionale della sanità elettronica Cabina di Regia 22 Maggio 2008 0 Sommario Vision,

Dettagli

Il progetto P.E.O.P.L.E. Progetto Enti On-line Portali Locali E-government

Il progetto P.E.O.P.L.E. Progetto Enti On-line Portali Locali E-government Il progetto P.E.O.P.L.E. Dimensioni del progetto Presentato da 55 enti con quasi 7,4 milioni di abitanti, circa il 13% della popolazione nazionale. P.E.O.P.L.E. si basa su un budget iniziale complessivo

Dettagli

Sistema di protocollo informatico e gestione documentale

Sistema di protocollo informatico e gestione documentale Sistema di protocollo informatico e gestione documentale Roma, 8 aprile 2002 Roberto Bettacchi Direttore Business Unit P.A. r.bettacchi@agora.it Scenario di riferimento I DIECI OBIETTIVI DEL GOVERNO PER

Dettagli

di seguito indicate anche semplicemente come le Parti, PREMESSI

di seguito indicate anche semplicemente come le Parti, PREMESSI ACCORDO DI PROGRAMMA FRA GLI ENTI PARTECIPANTI ALLA COSTITUZIONE DI UN CENTRO SERVIZI TERRITORIALE NELLA PROVINCIA DI TORINO PER L INCLUSIONE DEI PICCOLI COMUNI NELL ATTUAZIONE DELL E-GOVERNMENT La Regione

Dettagli

Giunta Regionale della Campania 94 14/10/2010 6 2 3 0

Giunta Regionale della Campania 94 14/10/2010 6 2 3 0 DECRETO DIRIGENZIALE AREA GENERALE DI COORDINAMENTO A.G.C. 6 Ricerca Scientifica, Statistica, Sistemi Informativi e Informatica COORDINATORE DIRIGENTE SETTORE DECRETO N DEL A.G.C. SETTORE SERVIZIO SEZIONE

Dettagli