1. Premessa. Obiettivo di questo howto è un'installazione custom così configurata: directory di installazione /opt

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "1. Premessa. Obiettivo di questo howto è un'installazione custom così configurata: directory di installazione /opt"

Transcript

1 Scopo di questa guida è di presentare in modo semplice e veloce come installare JBoss e avviarlo automaticamente. A corredo vengono date alcune indicazione aggiuntive di natura sistemistica utili soprattutto agli inizi. Scarica l'howto in forma ODT, DOC e PDF: clicca qui. In merito a JBoss si tenga presente che la versione gratuita è rilasciato con il nome "JBoss Application Server". Con la sottoscrizione è possibile accedere al repository della RedHad dove è rilasciato con il nome "JBoss Enterprise Application Platform" abbreviato in EAP. In questo momento la versione JBoss 7.0 corrisponde all'eap 6.0. In fine le procedure descritte in questo howto sono collaudate per le distribuzioni Linux RedHat e derivate (CentOS, Scientific Linux, ecc...). Con qualche adattamento sono valide anche per altre distribuzioni come le Debian, SuSE, ecc... H3 { margintop: 0.22cm; marginbottom: 0cm; textalign: left; pagebreakbefore: auto; }H3.western { fontfamily: "Arial",sansserif; fontsize: 13pt; fontstyle: italic; fontweight: bold; }H3.cjk { fontsize: 14pt; fontweight: bold; }H3.ctl { fontsize: 14pt; fontweight: bold; }H2 { margintop: 0.32cm; marginbottom: 0cm; textalign: left; pagebreakbefore: auto; }H2.western { fontfamily: "Arial",sansserif; fontsize: 13pt; fontstyle: normal; fontweight: bold; }H2.cjk { fontsize: 14pt; fontstyle: italic; fontweight: bold; }H2.ctl { fontsize: 14pt; fontstyle: italic; fontweight: bold; }H1 { margintop: 0.5cm; marginbottom: 0cm; pagebreakbefore: auto; }H1.western { fontfamily: "Arial",sansserif; fontsize: 14pt; fontweight: bold; }H1.cjk { fontsize: 12pt; fontweight: bold; }H1.ctl { fontsize: 13pt; fontweight: bold; }P { textindent: 0.5cm; marginbottom: 0.21cm; lineheight: 130%; textalign: justify; pagebreakbefore: auto; }P.western { }P.cjk { fontsize: 10pt; }A:link { color: rgb(0, 0, 128); textdecoration: underline; } 1. Premessa Obiettivo di questo howto è un'installazione custom così configurata: directory di installazione /opt JBoss girerà con un utente ed un gruppo non privilegiato (user: jboss; gruppo: jboss) la JDK impiegata sarà la update 17 "HotSpot" 1 / 37

2 per comodità useremo la directory /opt/tmp come repository swap temporaneo. Ciò significa che: non useremo yum ed i pacchetti RPM preconfezionati useremo il pacchetto ZIP per JBoss al posto del *jar disponibile solo per la EAP. Le operazioni descritte nelle pagine seguenti saranno eseguite come utente root, a meno che non sia specificato diversamente. Prima di procedere aggiungiamo un piccolo approfondimento. Se si vuole passare subito alla parte pratica è possibile saltare al titolo 2. Installare JDK JRE o JDK Java non è semplicemente un linguaggio, è una raccolta di svariati standard e svariate tecnologie. Pertanto viene rilasciata in diverse pacchettizzazioni. Per far girare correttamente JBoss e le applicazioni che vi deployamo è preferibile usare la JDK al posto della JRE: JRE, acronimo di Java Runtime Environment, è una distribuzione adatta a far girare ogni applicazione Java già compilata. JRE non contiene il compilatore Java 2 / 37

3 JDK, acronimo di Java Development Kit, è una distribuzione adatta a far girare ogni applicazione Java e permette di compilare codice Java. Inoltre questa distribuzione integra alcuni strumenti aggiuntivi utili agli sviluppatori e ai sistemisti: un debugging, un monitoraggio, ecc... Con JBoss è necessario JDK sopratutto perché ci troveremo nella situazione di deployate applicazioni distribuite in sorgente. Non mancheranno le situazioni dove sarà utile monitorare lo stato delle VM Oracle JDK, Open JDK, IBM Java Java, come software compilato, è distribuito da diversi soggetti. I principali sono: la SUN, ora Oracle, nonché sviluppatrice originale di Java la community Open JDK, una fork del ramo originale IBM, storico partner della tecnologia Java. Senza addentrarci nella questione la proliferazione delle distribuzioni Java è insita nella natura open source del linguaggio e in alcune parti del codice sorgente coperte da licenze diverse da GPL. Inoltre i ferrei standard che originano tutta la tecnologia Java lasciano molto spazio implementativo dando origine a incarnazioni diverse. L'impiego in ambiente aziendale ed in molte applicazioni mission critical ha originato o lo sviluppo di segmenti di codice sorgente ad hoc o il finanziamento per l'implementazione di codicelibrerie non liberamente ridistribuibili. 3 / 37

4 Alla fine tutti i "java" sono uguali, ma ognuno è diverso e non è raro trovarsi con un'applicazione che gira con Oracle JDK, ma non con Open JDK. Ai fini nostri la scelta che ci garantisce la più larga compatibilità è l'uso di Oracle JDK, code name "HotSpot" JBoss ed EAP Come già spiegato nel regesto di apertura JBoss ed EAP sono la stessa cosa. I nomi diversi derivano dal diverso canale di distribuzione: per JBoss è il canale community, accessibile liberamente da per EAP è il canale RedHat, accessibile dietro sottoscrizione da Oltre alla differenza di nome è opportuno notare e spiegare anche la differenza di versione. JBoss, al momento, è alla versione 7.x. EAP è alla versione 6.x. Entrambe sono equivalenti, cioè allo stesso livello di sviluppo. Ma come mai questa diversità e dove si trova la differenza? JBoss community è usato come laboratorio per la sperimentazione e lo sviluppo. Ciò significa principalmente che: 4 / 37

5 le versioni minor hanno un ciclo di vita corto, quindi gli aggiornamenti hanno una certa frequenza i sottosistemi integrati sono di ultimissima generazione pertanto non hanno ancora una solidità conclamata da tutti come distribuzione derivata dalla ricerca e dallo sviluppo può integrare componenti nuovi che possono essere ancora poco noti o con una limitata documentazione infine questa distribuzione non ha un'assistenza commerciale, professionale e ufficiale. Tutto ciò configura JBoss come un prodotto limitatamente adatto per impieghi aziendali o mission critical. Dall'altra parte è un'ottima soluzione per sviluppatori, studenti, laboratori informatici, università o impieghi in realtà aziendali di piccole dimensioni. EAP a suo favore ha un'eccellente stabilità sia in termini strettamente informatici (il software non crashia, non ha bug noti, ecc...), sia in termini di crescita (le versioni durano molto tempo, non pochi mesi, il mantenimento e l'assistenza è garantita per anni, ecc...). Inoltre la RedHat e le aziende associate e accreditate offrono un supporto professionale a 360 con SLA dichiarati. Questi requisiti sono elementi irrinunciabili per realtà aziendali. 2. Installare JDK Dopo esserci loggati come root ad una console testuale procediamo: 5 / 37

6 1. creiamo la directory swap temporanea e posizioniamoci dentro # mkdir /opt/tmp # cd /opt/tmp 2. scarichiamo JDK dalla Oracle (la pagina web è ) # wget 3. estraiamo i file dal tarball e impostiamo il proprietario # tar xvf jdk7u17linuxx64.tar.gz C /opt # chown root:root R /opt/jdk1.7.0_17 4. impostiamo alternatives per usare la JDK installata 1. verifichiamo la propria versione e installazione di java # java version 6 / 37

7 java version "1.7.0_09icedtea" OpenJDK Runtime Environment (rhel el6_4x86_64) OpenJDK 64Bit Server VM (build 23.7b01, mixed mode) # which java /usr/bin/java # alternatives config java Ci sono 2 programmi che forniscono 'java'. Selezione Comando *+ 1 /usr/lib/jvm/jre1.7.0openjdk.x86_64/bin/java 2 /usr/lib/jvm/jre1.6.0openjdk.x86_64/bin/java selezione: Invio per mantenere l'attuale selezione[+], o inserire il numero di 2. installiamo il nuovo JDK # alternatives install /usr/bin/java java /opt/jdk1.7.0_17/bin/java / 37

8 settiamo come default il nuovo JDK # alternatives config java Ci sono 3 programmi che forniscono 'java'. Selezione Comando *+ 1 /usr/lib/jvm/jre1.7.0openjdk.x86_64/bin/java 2 /usr/lib/jvm/jre1.6.0openjdk.x86_64/bin/java 3 /opt/jdk1.7.0_17/bin/java Invio per mantenere l'attuale selezione[+], o inserire il numero di selezione: 3 4. verifichiamo che la versione default di java sia la JDK 1.7.0_17 # java version java version "1.7.0_17" Java(TM) SE Runtime Environment (build 1.7.0_17b02) Java HotSpot(TM) 64Bit Server VM (build 23.7b01, mixed mode) 3. Installare JBoss L'installazione comporta tre fasi: 1. 8 / 37

9 installazione della parte comune 2. creazione dell'init per l'avvio di JBoss come servizio in modalità standalone 3. creazione dell'init per l'avvio di JBoss come servizio in modalità domain JBoss: parte comune 2. Creiamo l'utente ed il gruppo di sistema jboss # useradd s /bin/bash jboss 3. download di JBoss da jboss.org # cd /opt/tmp/ # wget al.zip 4. decomprimiamo lo zip in /opt 9 / 37

10 # cp /opt/tmp/jbossas7.1.1.final.zip /opt/ # cd /opt/ # unzip jbossas7.1.1.final.zip # rm jbossas7.1.1.final.zip 5. impostiamo lo user ed il group corretti # chown jboss:jboss R /opt/jbossas7.1.1.final 6. creiamo la directory necessaria per i parametri che userà init # mkdir /etc/jbossas 3.2. JBoss: init come standalone 2. Copiamo il file per l'init e la configurazione # cp /opt/jbossas7.1.1.final/bin/init.d/jbossasstandalone.sh /etc/init.d/ # cp /opt/jbossas7.1.1.final/bin/init.d/jbossas.conf /etc/jbossas/ 10 / 37

11 3. correggiamo i parametri in /etc/jbossas/jbossas.conf... # The username who should own the process. # # JBOSS_USER=jbossas JBOSS_USER=jboss... # The profile loaded of the JBoss. Defaults profiles are: # standalone.xml # standalonefull.xml # standaloneha.xml # standalonefullha.xml # # JBOSS_CONFIG=standalone.xml JBOSS_CONFIG=standalone.xml # The home directory of Jboss. # # JBOSS_HOME=/usr/share/jbossas JBOSS_HOME=/opt/jbossas7.1.1.Final 4. installiamo JBoss in chkconfig # chkconfig add jbossasstandalone.sh 11 / 37

12 5. impostiamo l'autostart tramite chkconfig # chkconfig jbossasstandalone.sh on 6. proviamo ad avviare manualmente per verifichiamo eventuali problemi ed errori. Lanciamo JBoss # service jbossasstandalone.sh start Verifichiamo dai log le eventuali anomalie ed errori. Per vedere i log centrali: # tailf /var/log/jbossas/console.log Per vedere i log specifici dell'istanza # tailf /opt/jbossas7.1.1.final/standalone/log/boot.log # tailf /opt/jbossas7.1.1.final/standalone/log/server.log 7. per fermare l'esecuzione di JBoss: 12 / 37

13 # service jbossasstandalone.sh stop 3.3. JBoss: init come domain 2. Copiamo il file per l'init e la configurazione # cp /opt/jbossas7.1.1.final/bin/init.d/jbossasstandalone.sh /etc/init.d/jbossasdomain.sh # cp /opt/jbossas7.1.1.final/bin/init.d/jbossas.conf /etc/jbossas/jbossasdomain.conf 3. correggiamo e implementiamo i parametri in /etc/jbossas/jbossasdomain.conf... # The username who should own the process. # # JBOSS_USER=jbossas JBOSS_USER=jboss... JBOSS_CONSOLE_LOG=/var/log/jbossas/consoledomain.log # The home directory of Jboss. # 13 / 37

14 # JBOSS_HOME=/usr/share/jbossas JBOSS_HOME=/opt/jbossas7.1.1.Final # The additional properties. # # JBOSS_OPTS="hostconfig=host.xml" JBOSS_OPTS="hostconfig=hostmaster.xml" 4. correggiamo e implementiamo /etc/init.d/jbossasdomain.sh #!/bin/sh # # JBoss standalone control script # # chkconfig: # description: JBoss AS Domain # processname: Domain # pidfile: /var/run/jbossas/jbossasdomain.pid # config: /etc/jbossas/jbossasdomain.conf... # Load JBoss AS init.d configuration. if [ z "$JBOSS_CONF" ]; then JBOSS_CONF="/etc/jbossas/jbossasdomain.conf" fi... if [ z "$JBOSS_PIDFILE" ]; then JBOSS_PIDFILE=/var/run/jbossas/jbossasdomain.pid fi export JBOSS_PIDFILE / 37

15 if [ z "$JBOSS_CONSOLE_LOG" ]; then JBOSS_CONSOLE_LOG=/var/log/jbossas/consoledomain.log fi... if [ z "$JBOSS_CONFIG" ]; then JBOSS_CONFIG=domain.xml fi JBOSS_SCRIPT=$JBOSS_HOME/bin/domain.sh... if [! z "$JBOSS_USER" ]; then if [ x /etc/rc.d/init.d/functions ]; then daemon user $JBOSS_USER LAUNCH_JBOSS_IN_BACKGROUND=1 JBOSS_PIDFILE=$JBOSS_PIDFILE $JBOSS_SCRIPT c $JBOSS_CONFIG $JBOSS_OPTS 2>&1 > $JBOSS_CONSOLE_LOG & else su $JBOSS_USER c "LAUNCH_JBOSS_IN_BACKGROUND=1 JBOSS_PIDFILE=$JBOSS_PIDFILE $JBOSS_SCRIPT c $JBOSS_CONFIG $JBOSS_OPTS" 2>&1 > $JBOSS_CONSOLE_LOG & fi fi installiamo JBoss in chkconfig 15 / 37

16 # chkconfig add jbossasdomain.sh 6. impostiamo l'autostart tramite chkconfig # chkconfig jbossasdomain.sh on NOTA: prima di procedere con il primo avvio può essere importante la corretta configurazione dell'istanza master e/o slave per avere accesso, togliere gli errori gosth ed evitare falsi negativi circa la corretta esecuzione di JBoss. 1. proviamo ad avviare manualmente per verificare eventuali problemi ed errori # service jbossasdomain.sh start Verifichiamo dai log le eventuali anomalie ed errori. Per vederei i log centrali: # tailf /var/log/jbossas/consoledomain.log Per vedere i log specifici dell'istanza 16 / 37

17 # tailf /opt/jbossas7.1.1.final/domain/log/boot.log # tailf /opt/jbossas7.1.1.final/domain/log/server.log 2. per fermare l'esecuzione di JBoss: # service jbossasdomain.sh stop 4. Aggiunte utili A termine di questo howto aggiungo alcune indicazioni utili Prima di configurare e lanciare JBoss Prima di iniziare la configurazione di JBoss e lanciarlo è bene fare una copia. Questa è utile nel caso di un rollback o dell'insorgere di problematiche durante i successivi interventi di tuning. È possibile procedere in due modi: 1. copia completa dell'installazione 17 / 37

18 2. copia dei soli file di configurazione e lavoro Copia completa Eseguiamo la copia con il seguente comando come utente root # cp pr /opt/jbossas7.1.1.final /opt/jbossas7.1.1.final.org Copia della configurazione Tutti i file di configurazione e le directory di lavoro sono contenute nella directory standalone, se lo si fa girare come standalone, e in domain, se lo si fa girare come domain. Procediamo creando la copia di backup di entrambe la directory: # cp pr /opt/jbossas7.1.1.final/standalone /opt/jbossas7.1.1.final/standalone.org # cp pr /opt/jbossas7.1.1.final/domain /opt/jbossas7.1.1.final/domain.org Ripristino della copia completa 18 / 37

19 Il ripristino qui descritto causa la perdita di tutte le personalizzazioni e delle eventuali applicazioni deployate. 1. Stoppiamo JBoss # service jbossasstandalone.sh stop # service jbossasdomain.sh stop 2. eliminiamo la l'installazione compromessa # /bin/rm R /opt/jbossas7.1.1.final 3. ripristiniamo la copia fatta # cp pr /opt/jbossas7.1.1.final.org /opt/jbossas7.1.1.final 4. riavviamo JBoss # service jbossasstandalone.sh start 19 / 37

20 # service jbossasdomain.sh start Ripristino della copia delle configurazione Il ripristino qui descritto causa la perdita di tutte le personalizzazioni e delle eventuali applicazioni deployate. 2. Stoppiamo JBoss # service jbossasstandalone.sh stop # service jbossasdomain.sh stop 3. eliminiamo la l'installazione compromessa # /bin/rm R /opt/jbossas7.1.1.final/standalone # /bin/rm R /opt/jbossas7.1.1.final/domain 4. ripristiniamo la copia fatta # cp pr /opt/jbossas7.1.1.final/standalone.org /opt/jbossas 20 / 37

21 7.1.1.Final /standalone # cp pr /opt/jbossas7.1.1.final/domain.org /opt/jbossas7.1.1.final/domain 5. riavviamo JBoss # service jbossasstandalone.sh start # service jbossasdomain.sh start 4.2. SElinux: disattivarlo o no? L'installazione di JBoss, sia nella versione community, sia quella scaricabile dietro sottoscrizione, se posizionata in /opt è fuori del contesto di sicurezza di SElinux. Ciò può causare errori inspiegabili. In realtà si tratta di semplici interventi di inibizione attuati da SElinux. A installazione originale RHEL e le sue derivate hanno SELinux in modalità enforcing (=attivo). Potrebbe essere utile disattivare SElinux o metterlo in modalità permissive. Per far ciò: 21 / 37

22 1. apriamo un terminale e diventiamo root 2. editare il file /etc/sysconfig/selinux # vi /etc/sysconfig/selinux 3. modifichiamo il parametro SELINUX=enforcing in SELINUX=disabled 4. facciamo ripartire linux # reboot Per verificare se SElinux è attivo come utente root da console diamo l'istruzione getenforce. La risposta può essere: 22 / 37

23 enforcing: SELinux attivo permissive: SELinux attivo, ma non interviene disabled: SELinux è disattivo Management degli utenti JBoss JBoss non usa gli utenti del sistema operativo su cui gira. Le applicazioni deployate su JBoss se prevedono autenticazione e/o profilazione, invece, usano utenze proprie. Le utenze che possiamo definire in JBoss possono essere di due tipi: utenze amministrative: per intenderci si tratta dell'amministratore di JBoss 23 / 37

24 utenze software: si tratta dell'autenticazione che forniranno le applicazioni per interagire con JBoss sull'interfaccia "unsecure" Creare un nuovo utente 1. Apriamo un terminale e assumiamo l'identità dell'utente jboss. Se si è seguita questa guida si può usare il seguente comando # sudo su jboss 2. lanciamo il comando adduser.sh $ /opt/jbossas7.1.1.final/bin/adduser.sh 3. scegliamo il tipo di utente che vogliamo creare 24 / 37

25 What type of user do you wish to add? a) Management User (mgmtusers.properties) b) Application User (applicationusers.properties) (a): a 4. se la configurazione di JBoss non è stata ancora personalizzata lasciamo il reame predefinito, inseriamo il nome utente (in questo esempio sarà "mioadmin") e la password (in questo esempio "miapassword"). Dopo l'inserimento dei dati viene presentato un riepilogo e chiesta conferma. Se tutto è corretto digitiamo "yes" e verrà creato l'utente Enter the details of the new user to add. Realm (ManagementRealm) : Username : mioadmin Password : Reenter Password : About to add user 'mioadmin' for realm 'ManagementRealm' Is this correct yes/no? yes Added user 'mioadmin' to file '/opt/jbossas7.1.1.final/standalone/configuration/mgmtusers. properties' Added user 'mioadmin' to file '/opt/jbossas7.1.1.final/domain/configuration/mgmtusers.prop erties' 25 / 37

26 NOTA: l'operazione di aggiunta utenze è possibile se il Server Application è attivo, sia se è spento Modificare la password ad un utente esistente Ipotizziamo di voler cambiare la password all'utente appena inserita "mioadmin". I tool di default non permettono di modificare un utente già inserito. Pertanto dobbiamo procedere cancellando l'utente e reinserendolo. In questo esempio vogliamo modificare l'utente "mioadmin", del reame "ManagementRealm", e impostargli la nuova password "nuovapassword". 1. Apriamo un terminale e assumiamo l'identità dell'utente jboss. Se si è seguita questa guida si può usare il seguente comando $ sudo su jboss / 37

27 editiamo il file configuration/mgmtusers.properties per la modalità standalone $ vi /opt/jbossas7.1.1.final/standalone/configuration/mgmtusers.p roperties 3. cancelliamo la riga "mioadmin=ab2e237294e0a f97b05" 4. editiamo il file configuration/mgmtusers.properties per la modalità domain $ vi /opt/jbossas7.1.1.final/domain/configuration/mgmtusers.prop erties 5. cancelliamo la riga "mioadmin=ab2e237294e0a f97b05". 27 / 37

28 6. lanciamo il comando adduser.sh $ /opt/jbossas7.1.1.final/bin/adduser.sh 7. scegliamo il tipo di utente che vogliamo creare What type of user do you wish to add? a) Management User (mgmtusers.properties) b) Application User (applicationusers.properties) (a): a 8. selezioniamo il reame "Management" (scelta predefinita), inseriamo il nome utente (in questo esempio sarà "mioadmin") e la password (in questo esempio "nuovapassword"). Dopo l'inserimento dei dati viene presentato un riepilogo e chiesta conferma. Se tutto è corretto digitiamo "yes" e verrà creato l'utente $ /opt/jbossas7.1.1.final/bin/adduser.sh 28 / 37

29 What type of user do you wish to add? a) Management User (mgmtusers.properties) b) Application User (applicationusers.properties) (a): Enter the details of the new user to add. Realm (ManagementRealm) : Username : mioadmin Password : Reenter Password : About to add user 'mioadmin' for realm 'ManagementRealm' Is this correct yes/no? yes Added user 'mioadmin' to file '/opt/jbossas7.1.1.final/standalone/configuration/mgmtusers. properties' Added user 'mioadmin' to file '/opt/jbossas7.1.1.final/domain/configuration/mgmtusers.prop erties' Cancellare un utente L'eliminazione va fatto manualmente. 1. Apriamo un terminale e assumiamo l'identità dell'utente jboss. Se si è seguita questa guida si può usare il seguente comando 29 / 37

30 $ sudo su jboss 2. editiamo il file configuration/mgmtusers.properties per la modalità standalone $ vi /opt/jbossas7.1.1.final/standalone/configuration/mgmtusers.p roperties 3. cancelliamo la riga "mioadmin=ab2e237294e0a f97b05" 4. editiamo il file configuration/mgmtusers.properties per la modalità domain $ vi /opt/jbossas7.1.1.final/domain/configuration/mgmtusers.prop erties 30 / 37

31 5. cancelliamo la riga "mioadmin=ab2e237294e0a f97b05" Configurare iptables La configurazione di iptables deve essere fatta in base all'architettura della rete. L'impostazione standard di RHEL prevede che tutte le porte sono chiuse eccetto la 22 (connessione ssh). Possiamo agire in due modi: disattivare iptables o aprire le porte interessate (abitualmente è preferibile questa seconda). Per disattivare iptables: 1. apriamo un terminale e diventiamo root 2. disattiviamo iptables come servizio default 31 / 37

32 # chkconfig iptables off 3. stoppiamo il servizio iptables # service iptables stop Per aprire le porte, ipotizzando di voler aprire le porte 8080 e 8443 (le porte default dell'interfaccia "punlic"): 1. apriamo un terminale e diventiamo root 2. editiamo il file /etc/sysconfig/iptables # vi /etc/sysconfig/iptables 32 / 37

33 3. aggiungiamo le seguenti righe... A INPUT m state state NEW m tcp p tcp dport 22 j ACCEPT A INPUT m state state NEW m tcp p tcp dport 8080 j ACCEPT A INPUT m state state NEW m tcp p tcp dport 8443 j ACCEPT carichiamo le nuove regole # service iptables restart 5. per vedere le nuove regole nella catena INPUT # iptables L n 33 / 37

34 4.5. Backup e migrazione delle istanze Potrebbe sorgere la necessita di migrare la propria installazione, con le relative applicazioni che sono state deployate, da una macchina all'altra. Ipotizziamo: di voler spostare l'installazione dal "server1" al "server2" l'utente con cui gira JBoss è "jboss" ed il gruppo "jboss" la directory base sul server1 è /opt/jbossas7.1.1.final server2 ha già installato e configurato il JDK sempre nella directory /opt (se non è così prima di procedere è necessaria l'installazione). 34 / 37

35 1. Apriamo un terminale su "server1" e diventiamo root 2. stoppiamo tutte le istanze di JBoss e gli eventuali sottosistemi (PostgreSQL, LDAP, ecc...) # service jbossasstandalone.sh stop # service jbossasdomain.sh stop 3. spostiamoci in /opt e creiamo il pacchetto di backup # tar cfz./jbossserver1.tar.gz /opt/jbossas7.1.1.final 4. copiamo il file jbossserver1.tar.gz sul server2. Ipotizzando che sia connesso a rete e che su server2 ci sia l'utente user2 potremmo usare scp: 35 / 37

36 # scp./jbossserver1.tar.gz 5. spostiamoci sul server 2 e diventati root spostiamo il tarball in /opt # mv /home/user2/jbossserver1.tar.gz /opt/ 6. spostiamoci in /opt, estraiamo il tar e rimuoviamo il file originale # cd /opt # tar xvf jbossserver1.tar.gz # rm jbossserver1.tar.gz 7. a questo punto immaginiamo che su server2 non ci sia né l'utente, né il gruppo jboss pertanto aggiungiamoli (naturalmente se ci sono saltiamo al punto seguente) # useradd jboss 36 / 37

37 8. riassegniamo user e gruppo a tutti i file e directory che abbiamo appena spostato (cambiando server cambiano anche gli UID ed i GID dei file/directory e potremmo avere degli errori che bloccano le istanze dell'application server) # chown jboss:jboss R /opt/jbossas7.1.1.final 9. creiamo i file /etc/init.d/jbossasstandalone.sh, /etc/jbossas/jbossas.conf, /etc/init.d/jbossasdomain.sh, /etc/jbossas/jbossasdomain.conf come precedentemente esposto. A questo punto la migrazione è completata e possiamo lanciare JBoss. Nel caso JBoss usava dei sottosistemi come database, directory service, ecc... questi andranno migrati e riattivati prima della copia di JBoss nel modo proprio per ogni sottosistema. 37 / 37

APRS su Linux con Xastir, installazione dai sorgenti

APRS su Linux con Xastir, installazione dai sorgenti APRS su Linux con Xastir Installazione dai sorgenti L installazione di Xastir Per installare Xastir non è richiesto essere un guru di Linux, anche se una conoscenza minima della piattaforma è necessaria.

Dettagli

RSYNC e la sincronizzazione dei dati

RSYNC e la sincronizzazione dei dati RSYNC e la sincronizzazione dei dati Introduzione Questo breve documento intende spiegare come effettuare la sincronizzazione dei dati tra due sistemi, supponendo un sistema in produzione (master) ed uno

Dettagli

UBUNTU SERVER. Installazione e configurazione di Ubuntu Server. M. Cesa 1

UBUNTU SERVER. Installazione e configurazione di Ubuntu Server. M. Cesa 1 UBUNTU SERVER Installazione e configurazione di Ubuntu Server M. Cesa 1 Ubuntu Server Scaricare la versione deisiderata dalla pagina ufficiale http://www.ubuntu.com/getubuntu/download-server Selezioniare

Dettagli

FileMaker Server 13. Guida introduttiva

FileMaker Server 13. Guida introduttiva FileMaker Server 13 Guida introduttiva 2007-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti FileMaker e Bento sono marchi

Dettagli

Museo&Web CMS Tutorial: installazione di Museo&Web CMS Versione 0.2 del 16/05/11

Museo&Web CMS Tutorial: installazione di Museo&Web CMS Versione 0.2 del 16/05/11 Museo&Web CMS Tutorial: installazione di Museo&Web CMS Versione 0.2 del 16/05/11 Museo & Web CMS v1.5.0 beta (build 260) Sommario Museo&Web CMS... 1 SOMMARIO... 2 PREMESSE... 3 I PASSI PER INSTALLARE MUSEO&WEB

Dettagli

1.1.1 ATLAS Postazione Studente : CONFIGURAZIONE DI ATLAS CON CLIENT LINUX

1.1.1 ATLAS Postazione Studente : CONFIGURAZIONE DI ATLAS CON CLIENT LINUX 1.1.1 ATLAS Postazione Studente : CONFIGURAZIONE DI ATLAS CON CLIENT LINUX Configurazione di Atlas con client Linux DESCRIZIONE Di seguito sono descritte le operazioni da effettuare per configurare correttamente

Dettagli

CA Asset Portfolio Management

CA Asset Portfolio Management CA Asset Portfolio Management Note di rilascio Versione 12.8 La presente documentazione, che include il sistema di guida in linea integrato e materiale distribuibile elettronicamente (d'ora in avanti indicata

Dettagli

Rational Asset Manager, versione 7.1

Rational Asset Manager, versione 7.1 Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Note Prima di utilizzare queste informazioni e il prodotto

Dettagli

FileMaker Server 13. Guida di FileMaker Server

FileMaker Server 13. Guida di FileMaker Server FileMaker Server 13 Guida di FileMaker Server 2010-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti FileMaker e Bento sono

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

Manuale installazione DiKe Util

Manuale installazione DiKe Util Manuale installazione DiKe Util Andare sul sito Internet: www.firma.infocert.it Cliccare su software nella sezione rossa INSTALLAZIONE: comparirà la seguente pagina 1 Selezionare, nel menu di sinistra,

Dettagli

CONFIGURAZIONE DEI SERVIZI (seconda parte)

CONFIGURAZIONE DEI SERVIZI (seconda parte) Corso ForTIC C2 LEZIONE n. 10 CONFIGURAZIONE DEI SERVIZI (seconda parte) WEB SERVER PROXY FIREWALL Strumenti di controllo della rete I contenuti di questo documento, salvo diversa indicazione, sono rilasciati

Dettagli

CA Asset Portfolio Management

CA Asset Portfolio Management CA Asset Portfolio Management Guida all'implementazione Versione 12.8 La presente documentazione, che include il sistema di guida in linea integrato e materiale distribuibile elettronicamente (d'ora in

Dettagli

Virtualizzazione e installazione Linux

Virtualizzazione e installazione Linux Virtualizzazione e installazione Linux Federico De Meo, Davide Quaglia, Simone Bronuzzi Lo scopo di questa esercitazione è quello di introdurre il concetto di virtualizzazione, di creare un ambiente virtuale

Dettagli

Comandi filtro: sed. Se non si specificano azioni, sed stampa sullo standard output le linee in input, lasciandole inalterate.

Comandi filtro: sed. Se non si specificano azioni, sed stampa sullo standard output le linee in input, lasciandole inalterate. Comandi filtro: sed Il nome del comando sed sta per Stream EDitor e la sua funzione è quella di permettere di editare il testo passato da un comando ad un altro in una pipeline. Ciò è molto utile perché

Dettagli

Zabbix 4 Dummies. Dimitri Bellini, Zabbix Trainer Quadrata.it

Zabbix 4 Dummies. Dimitri Bellini, Zabbix Trainer Quadrata.it Zabbix 4 Dummies Dimitri Bellini, Zabbix Trainer Quadrata.it Relatore Nome: Biografia: Dimitri Bellini Decennale esperienza su sistemi operativi UX based, Storage Area Network, Array Management e tutto

Dettagli

BPEL: Business Process Execution Language

BPEL: Business Process Execution Language Ingegneria dei processi aziendali BPEL: Business Process Execution Language Ghilardi Dario 753708 Manenti Andrea 755454 Docente: Prof. Ernesto Damiani BPEL - definizione Business Process Execution Language

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

Web Conferencing Open Source

Web Conferencing Open Source Web Conferencing Open Source A cura di Giuseppe Maugeri g.maugeri@bembughi.org 1 Cos è BigBlueButton? Sistema di Web Conferencing Open Source Basato su più di quattordici componenti Open-Source. Fornisce

Dettagli

Configuration Managment Configurare EC2 su AWS. Tutorial. Configuration Managment. Configurare il servizio EC2 su AWS. Pagina 1

Configuration Managment Configurare EC2 su AWS. Tutorial. Configuration Managment. Configurare il servizio EC2 su AWS. Pagina 1 Tutorial Configuration Managment Configurare il servizio EC2 su AWS Pagina 1 Sommario 1. INTRODUZIONE... 3 2. PROGRAMMI NECESSARI... 4 3. PANNELLO DI CONTROLLO... 5 4. CONFIGURARE E LANCIARE UN ISTANZA...

Dettagli

Manuale di installazione della piattaforma Business Intelligence per Windows

Manuale di installazione della piattaforma Business Intelligence per Windows Piattaforma SAP BusinessObjects Business Intelligence Versione del documento: 4.1 Support Package 3-2014-03-25 Manuale di installazione della piattaforma Business Intelligence per Windows Sommario 1 Cronologia

Dettagli

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO...

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO... Modulo A Programmiamo in Pascal Unità didattiche 1. Installiamo il Dev-Pascal 2. Il programma e le variabili 3. Input dei dati 4. Utilizziamo gli operatori matematici e commentiamo il codice COSA IMPAREREMO...

Dettagli

AGGIORNAMENTO PROTOCOLLO VERSIONE 3.9.0

AGGIORNAMENTO PROTOCOLLO VERSIONE 3.9.0 AGGIORNAMENTO PROTOCOLLO VERSIONE 3.9.0 Con questo aggiornamento sono state implementate una serie di funzionalità concernenti il tema della dematerializzazione e della gestione informatica dei documenti,

Dettagli

Installare e configurare Easy Peasy (Ubuntu Eee) su Asus Eee PC mini howto

Installare e configurare Easy Peasy (Ubuntu Eee) su Asus Eee PC mini howto Installare e configurare Easy Peasy (Ubuntu Eee) su Asus Eee PC mini howto Augusto Scatolini (webmaster@comunecampagnano.it) Ver. 1.0 (marzo 2009) ultimo aggiornamento aprile 2009 Easy Peasy è una distribuzione

Dettagli

MANUALE DI INSTALLAZIONE GESTIONE FLOTTE /REMIND

MANUALE DI INSTALLAZIONE GESTIONE FLOTTE /REMIND Progettisti dentro e oltre l impresa MANUALE DI INSTALLAZIONE GESTIONE FLOTTE /REMIND Pag 1 di 31 INTRODUZIONE Questo documento ha lo scopo di illustrare le modalità di installazione e configurazione dell

Dettagli

Installazione LINUX 10.0

Installazione LINUX 10.0 Installazione LINUX 10.0 1 Principali passi Prima di iniziare con l'installazione è necessario entrare nel menu di configurazione del PC (F2 durante lo start-up) e selezionare nel menu di set-up il boot

Dettagli

MailStore Proxy è disponibile gratuitamente per tutti i clienti di MailStore Server all indirizzo http://www.mailstore.com/en/downloads.

MailStore Proxy è disponibile gratuitamente per tutti i clienti di MailStore Server all indirizzo http://www.mailstore.com/en/downloads. MailStore Proxy Con MailStore Proxy, il server proxy di MailStore, è possibile archiviare i messaggi in modo automatico al momento dell invio/ricezione. I pro e i contro di questa procedura vengono esaminati

Dettagli

Configurazione avanzata di IBM SPSS Modeler Entity Analytics

Configurazione avanzata di IBM SPSS Modeler Entity Analytics Configurazione avanzata di IBM SPSS Modeler Entity Analytics Introduzione I destinatari di questa guida sono gli amministratori di sistema che configurano IBM SPSS Modeler Entity Analytics (EA) in modo

Dettagli

Installazione di GFI Network Server Monitor

Installazione di GFI Network Server Monitor Installazione di GFI Network Server Monitor Requisiti di sistema I computer che eseguono GFI Network Server Monitor richiedono: i sistemi operativi Windows 2000 (SP4 o superiore), 2003 o XP Pro Windows

Dettagli

La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net. di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email.

La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net. di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email. La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email.it) Introduzione In questa serie di articoli, vedremo come utilizzare

Dettagli

Gestione posta elettronica (versione 1.1)

Gestione posta elettronica (versione 1.1) Gestione posta elettronica (versione 1.1) Premessa La presente guida illustra le fasi da seguire per una corretta gestione della posta elettronica ai fini della protocollazione in entrata delle mail (o

Dettagli

File Leggimi relativo a Quark Licensing Administrator 4.5.0.2

File Leggimi relativo a Quark Licensing Administrator 4.5.0.2 File Leggimi relativo a Quark Licensing Administrator 4.5.0.2 INDICE Indice File Leggimi relativo a Quark Licensing Administrator 4.5.0.2...4 Requisiti di sistema: QLA Server...5 Requisiti di sistema:

Dettagli

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA Manuale Utente Linux Debian, Fedora, Ubuntu www.ondacommunication.com Chiavet ta Internet MT503HSA Guida rapida sistema operativo LINUX V 1.1 33080, Roveredo in Piano (PN)

Dettagli

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore)

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Autore: Matteo Veroni Email: matver87@gmail.com Sito web: matteoveroni@altervista.org Fonti consultate: http://openmeetings.apache.org/

Dettagli

ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA

ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA Avvio di Atlas 2.x sul server CONTESTO La macchina deve rispecchiare le seguenti caratteristiche MINIME di sistema: Valori MINIMI per Server di TC con 10 postazioni d'esame

Dettagli

Simplex Gestione Hotel

Simplex Gestione Hotel Simplex Gestione Hotel Revisione documento 01-2012 Questo documento contiene le istruzioni per l'utilizzo del software Simplex Gestione Hotel. E' consentita la riproduzione e la distribuzione da parte

Dettagli

CA Business Intelligence

CA Business Intelligence CA Business Intelligence Guida all'implementazione Versione 03.2.00 La presente documentazione ed ogni relativo programma software di ausilio (di seguito definiti "Documentazione") vengono forniti unicamente

Dettagli

Manuale installazione KNOS

Manuale installazione KNOS Manuale installazione KNOS 1. PREREQUISITI... 3 1.1 PIATTAFORME CLIENT... 3 1.2 PIATTAFORME SERVER... 3 1.3 PIATTAFORME DATABASE... 3 1.4 ALTRE APPLICAZIONI LATO SERVER... 3 1.5 ALTRE APPLICAZIONI LATO

Dettagli

PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DI MYSQL E VolT per utenti Visual Trader e InteractiveBrokers

PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DI MYSQL E VolT per utenti Visual Trader e InteractiveBrokers PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DI MYSQL E VolT per utenti Visual Trader e InteractiveBrokers La procedura di installazione è divisa in tre parti : Installazione dell archivio MySql, sul quale vengono salvati

Dettagli

Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS)

Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS) Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS) EZChrom Edition e ChemStation Edition Requisiti hardware e software Agilent Technologies Informazioni legali Agilent Technologies, Inc. 2013 Nessuna parte

Dettagli

Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option

Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Il software descritto nel presente

Dettagli

IT Club FVG Ditedi CMDBuild: case study di un progetto open source www.cmdbuild.org Fabio Bottega f.bottega@tecnoteca.com

IT Club FVG Ditedi CMDBuild: case study di un progetto open source www.cmdbuild.org Fabio Bottega f.bottega@tecnoteca.com IT Club FVG Ditedi CMDBuild: case study di un progetto open source www.cmdbuild.org Fabio Bottega f.bottega@tecnoteca.com 2 Tecnoteca è nata nel 2000 con sede a Tavagnacco ha scelto da subito di lavorare

Dettagli

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido SISSI IN RETE Quick Reference guide guida di riferimento rapido Indice generale Sissi in rete...3 Introduzione...3 Architettura Software...3 Installazione di SISSI in rete...3 Utilizzo di SISSI in Rete...4

Dettagli

Manuale - TeamViewer 6.0

Manuale - TeamViewer 6.0 Manuale - TeamViewer 6.0 Revision TeamViewer 6.0 9947c Indice Indice 1 Ambito di applicazione... 1 1.1 Informazioni su TeamViewer... 1 1.2 Le nuove funzionalità della Versione 6.0... 1 1.3 Funzioni delle

Dettagli

Sizing di un infrastruttura server con VMware

Sizing di un infrastruttura server con VMware Sizing di un infrastruttura server con VMware v1.1 Matteo Cappelli Vediamo una serie di best practices per progettare e dimensionare un infrastruttura di server virtuali con VMware vsphere 5.0. Innanzitutto

Dettagli

Windows Compatibilità

Windows Compatibilità Che novità? Windows Compatibilità CODESOFT 2014 é compatibile con Windows 8.1 e Windows Server 2012 R2 CODESOFT 2014 Compatibilità sistemi operativi: Windows 8 / Windows 8.1 Windows Server 2012 / Windows

Dettagli

NetMonitor. Micro guida all uso per la versione 1.2.0 di NetMonitor

NetMonitor. Micro guida all uso per la versione 1.2.0 di NetMonitor NetMonitor Micro guida all uso per la versione 1.2.0 di NetMonitor Cos è NetMonitor? NetMonitor è un piccolo software per il monitoraggio dei dispositivi in rete. Permette di avere una panoramica sui dispositivi

Dettagli

Introduzione. E un sistema EAI molto flessibile, semplice ed efficace:

Introduzione. E un sistema EAI molto flessibile, semplice ed efficace: Overview tecnica Introduzione E un sistema EAI molto flessibile, semplice ed efficace: Introduce un architettura ESB nella realtà del cliente Si basa su standard aperti Utilizza un qualsiasi Application

Dettagli

Zeroshell su vmware ESXi 4.1

Zeroshell su vmware ESXi 4.1 Zeroshell su vmware ESXi 4.1 Introduzione Vediamo come installare Zeroshell su Vmware ESXi 4.1 usando come immagine quella per IDE,SATA e USB da 1GB. Cosa ci serve prima di iniziare: Una distro Live io

Dettagli

Guida al ripristino e alla risoluzione dei problemi. Creare i dischi di ripristino subito dopo l'impostazione.

Guida al ripristino e alla risoluzione dei problemi. Creare i dischi di ripristino subito dopo l'impostazione. Guida al ripristino e alla risoluzione dei problemi Creare i dischi di ripristino subito dopo l'impostazione. Indice Trovare le informazioni necessarie... 3 Ripristino e backup... 4 Cos'è il ripristino

Dettagli

Manuale Utente. S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i!

Manuale Utente. S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i! Manuale Utente S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i! INDICE INDICE... 3 INTRODUZIONE... 3 Riguardo questo manuale...3 Informazioni su VOLT 3 Destinatari 3 Software Richiesto 3 Novità su Volt...3

Dettagli

Manuale di installazione. Data Protector Express. Hewlett-Packard Company

Manuale di installazione. Data Protector Express. Hewlett-Packard Company Manuale di installazione Data Protector Express Hewlett-Packard Company ii Manuale di installazione di Data Protector Express. Copyright Marchi Copyright 2005 Hewlett-Packard Limited. Ottobre 2005 Numero

Dettagli

IBM UrbanCode Deploy Live Demo

IBM UrbanCode Deploy Live Demo Dal 1986, ogni giorno qualcosa di nuovo Marco Casu IBM UrbanCode Deploy Live Demo La soluzione IBM Rational per il Deployment Automatizzato del software 2014 www.gruppoconsoft.com Azienda Nata a Torino

Dettagli

DNS (Domain Name System) Gruppo Linux

DNS (Domain Name System) Gruppo Linux DNS (Domain Name System) Gruppo Linux Luca Sozio Matteo Giordano Vincenzo Sgaramella Enrico Palmerini DNS (Domain Name System) Ci sono due modi per identificare un host nella rete: - Attraverso un hostname

Dettagli

Progetto VirtualCED Clustered

Progetto VirtualCED Clustered Progetto VirtualCED Clustered Un passo indietro Il progetto VirtualCED, descritto in un precedente articolo 1, è ormai stato implementato con successo. Riassumendo brevemente, si tratta di un progetto

Dettagli

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Le funzionalità di X-Cross La sofisticata tecnologia di CrossModel, oltre a permettere di lavorare in Internet come nel proprio ufficio e ad avere una

Dettagli

2 Requisiti di sistema 4 2.1 Requisiti software 4 2.2 Requisiti hardware 5 2.3 Software antivirus e di backup 5 2.4 Impostazioni del firewall 5

2 Requisiti di sistema 4 2.1 Requisiti software 4 2.2 Requisiti hardware 5 2.3 Software antivirus e di backup 5 2.4 Impostazioni del firewall 5 Guida introduttiva Rivedere i requisiti di sistema e seguire i facili passaggi della presente guida per distribuire e provare con successo GFI FaxMaker. Le informazioni e il contenuto del presente documento

Dettagli

Indice. Documentazione ISPConfig

Indice. Documentazione ISPConfig Documentazione ISPConfig I Indice Generale 1 1 Cos'è ISPConfig? 1 2 Termini e struttura del manuale 1 3 Installazione/Aggiornamento/Disinstallazione 1 3.1 Installazione 1 3.2 Aggiornamento 1 3.3 Disinstallazione

Dettagli

FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica.

FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica. Studio FORM FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica. We believe in what we create This is FORM power La soluzione FORM permette di realizzare qualsiasi documento in formato

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

PROFILI ALLEGATO A. Profili professionali

PROFILI ALLEGATO A. Profili professionali ALLEGATO A Profili professionali Nei profili di seguito descritti vengono sintetizzate le caratteristiche di delle figure professionali che verranno coinvolte nell erogazione dei servizi oggetto della

Dettagli

Arcserve Replication and High Availability

Arcserve Replication and High Availability Arcserve Replication and High Availability Guida operativa per Oracle Server per Windows r16.5 La presente documentazione, che include il sistema di guida in linea integrato e materiale distribuibile elettronicamente

Dettagli

minor costo delle chiamate, su nazionali e internazionali

minor costo delle chiamate, su nazionali e internazionali Il Voice Over IP è una tecnologia che permette di effettuare una conversazione telefonica sfruttando la connessione ad internet piuttosto che la rete telefonica tradizionale. Con le soluzioni VOIP potete

Dettagli

PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE

PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE Versione 1.0 Via della Fisica 18/C Tel. 0971 476311 Fax 0971 476333 85100 POTENZA Via Castiglione,4 Tel. 051 7459619 Fax 051 7459619

Dettagli

Client di Posta Elettronica PECMailer

Client di Posta Elettronica PECMailer Client di Posta Elettronica PECMailer PECMailer è un semplice ma completo client di posta elettronica, ovvero un programma che consente di gestire la composizione, la trasmissione, la ricezione e l'organizzazione

Dettagli

Integrated Development Environment (IDE) DevC++ 4.9.9.2

Integrated Development Environment (IDE) DevC++ 4.9.9.2 Integrated Development Environment (IDE) DevC++ 4.9.9.2 Manuale utente Data ultima revisione: 22/10/2008 Fondamenti di informatica Università Facoltà Corso di laurea Politecnico di Bari 1 a Facoltà di

Dettagli

DynDevice ECM. La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali

DynDevice ECM. La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali DynDevice ECM La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali Presentazione DynDevice ECM Cos è DynDevice ICMS Le soluzioni di DynDevice

Dettagli

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux.

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux. FAQ su GeCo Qual è la differenza tra la versione di GeCo con installer e quella portabile?... 2 Esiste la versione per Linux di GeCo?... 2 Quali sono le credenziali di accesso a GeCo?... 2 Ho smarrito

Dettagli

Sistemi Operativi. Interfaccia del File System FILE SYSTEM : INTERFACCIA. Concetto di File. Metodi di Accesso. Struttura delle Directory

Sistemi Operativi. Interfaccia del File System FILE SYSTEM : INTERFACCIA. Concetto di File. Metodi di Accesso. Struttura delle Directory FILE SYSTEM : INTERFACCIA 8.1 Interfaccia del File System Concetto di File Metodi di Accesso Struttura delle Directory Montaggio del File System Condivisione di File Protezione 8.2 Concetto di File File

Dettagli

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Microsoft Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Profile Redirezione dei documenti Offline files Server Presentation Management Desktop Windows Vista Enterprise Centralized Desktop Application

Dettagli

INDICE INTRODUZIONE...3 REQUISITI MINIMI DI SISTEMA...4 INSTALLAZIONE DEI PROGRAMMI...5 AVVIAMENTO DEI PROGRAMMI...7 GESTIONE ACCESSI...

INDICE INTRODUZIONE...3 REQUISITI MINIMI DI SISTEMA...4 INSTALLAZIONE DEI PROGRAMMI...5 AVVIAMENTO DEI PROGRAMMI...7 GESTIONE ACCESSI... ambiente Windows INDICE INTRODUZIONE...3 REQUISITI MINIMI DI SISTEMA...4 INSTALLAZIONE DEI PROGRAMMI...5 AVVIAMENTO DEI PROGRAMMI...7 GESTIONE ACCESSI...8 GESTIONE DELLE COPIE DI SICUREZZA...10 AGGIORNAMENTO

Dettagli

Boot Camp Guida di installazione e configurazione

Boot Camp Guida di installazione e configurazione Boot Camp Guida di installazione e configurazione Indice 3 Introduzione 4 Panoramica dell'installazione 4 Passo 1: Verificare la presenza di aggiornamenti 4 Passo 2: Per preparare il Mac per Windows 4

Dettagli

CRYPTSETUP RAPIDO. man cryptsetup

CRYPTSETUP RAPIDO. man cryptsetup CRYPTSETUP RAPIDO La presente guida non vuole essere completa, si tratta solo della somma degli appunti utilizzati per creare e gestire una zona cifrata ove salvare i documenti. La distribuzione di riferimento

Dettagli

Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER

Installazione ed attivazione della SUITE OFFIS versione SERVER Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER Premessa La versione server di OFFIS può essere installata e utilizzata indifferentemente da PC/Win o Mac/Osx e consente l'accesso contemporaneo

Dettagli

CA Process Automation

CA Process Automation CA Process Automation Glossario Release 04.2.00 La presente documentazione, che include il sistema di guida in linea integrato e materiale distribuibile elettronicamente (d'ora in avanti indicata come

Dettagli

Ministero dell Interno Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali Direzione Centrale per i Servizi Demografici

Ministero dell Interno Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali Direzione Centrale per i Servizi Demografici Sommario Sommario... 1 Parte 1 - Nuovo canale di sicurezza ANPR (INA-AIRE)... 2 Parte 2 - Collegamento Client INA-SAIA... 5 Indicazioni generali... 5 Installazione e configurazione... 8 Operazioni di Pre-Installazione...

Dettagli

Dipartimento di Sistemi e Informatica Università degli Studi di Firenze. Dev-C++ Ing. Michele Banci 27/03/2007 1

Dipartimento di Sistemi e Informatica Università degli Studi di Firenze. Dev-C++ Ing. Michele Banci 27/03/2007 1 Dipartimento di Sistemi e Informatica Università degli Studi di Firenze Dev-C++ Ing. Michele Banci 27/03/2007 1 Utilizzare Dev-C++ Tutti i programmi che seranno realizzati richiedono progetti separati

Dettagli

Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition. Guida introduttiva

Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition. Guida introduttiva Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition Guida introduttiva Questo documento descrive come installare e iniziare a utilizzare Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition.

Dettagli

OPEN DAY: ELOCAL GROUP RELOADED

OPEN DAY: ELOCAL GROUP RELOADED L'ingegneria di Elocal Roberto Boccadoro / Luca Zucchelli OPEN DAY: ELOCAL GROUP RELOADED ELOCAL GROUP SRL Chi siamo Giorgio Dosi Lorenzo Gatti Luca Zucchelli Ha iniziato il suo percorso lavorativo in

Dettagli

iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti

iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti iphone è pronto per le aziende. Supporta Microsoft Exchange ActiveSync, così come servizi basati su standard, invio e ricezione di e-mail, calendari

Dettagli

Creare una pen drive bottabile con Zeroshell oppure installarlo su hard disk. by Gassi Vito info@gassielettronica.com

Creare una pen drive bottabile con Zeroshell oppure installarlo su hard disk. by Gassi Vito info@gassielettronica.com Creare una pen drive bottabile con Zeroshell oppure installarlo su hard disk by Gassi Vito info@gassielettronica.com Questa breve guida pratica ci consentirà installare Zeroshell su pen drive o schede

Dettagli

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito, semplice da utilizzare e fornisce

Dettagli

ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM. Andrea Mannara Business Unit Manager

ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM. Andrea Mannara Business Unit Manager ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM Andrea Mannara Business Unit Manager ManageEngine Portfolio Network Data Center Desktop & MDM ServiceDesk & Asset Active Directory Log &

Dettagli

MANUALE GESTIONE DELLE UTENZE - PORTALE ARGO (VERS. 2.1.0)

MANUALE GESTIONE DELLE UTENZE - PORTALE ARGO (VERS. 2.1.0) Indice generale PREMESSA... 2 ACCESSO... 2 GESTIONE DELLE UTENZE... 3 DATI DELLA SCUOLA... 6 UTENTI...7 LISTA UTENTI... 8 CREA NUOVO UTENTE...8 ABILITAZIONI UTENTE...9 ORARI D'ACCESSO... 11 DETTAGLIO UTENTE...

Dettagli

Ing. Andrea Saccà. Stato civile: Celibe Nazionalità: Italiana Data di nascita: 9 Ottobre 1978 Luogo di nascita: Roma Residenza: Roma

Ing. Andrea Saccà. Stato civile: Celibe Nazionalità: Italiana Data di nascita: 9 Ottobre 1978 Luogo di nascita: Roma Residenza: Roma Indirizzo: Via dell'automobilismo, 109 00142 Roma (RM) Sito Web : http://www.andreasacca.com Telefono: 3776855061 Email : sacca.andrea@gmail.com PEC : andrea.sacca@pec.ording.roma.it Ing. Andrea Saccà

Dettagli

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6 Manualino OE6 Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito,

Dettagli

ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base

ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base Un po di Storia ISP & Web Engineering ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base Breve cenno sulla storia dell informatica: dagli albori ai giorni nostri; L evoluzione di Windows: dalla

Dettagli

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 MANUALE UTENTE DN-16100 SALVAGUARDIA IMPORTANTE Tutti i prodotti senza piombo offerti dall'azienda sono a norma con i requisiti della legge Europea sulla restrizione per l'uso

Dettagli

CMN4i (Vers. 1.1.0 del 27/02/2014)

CMN4i (Vers. 1.1.0 del 27/02/2014) CMN4i (Vers. 1.1.0 del 27/02/2014) Il monitoring che permette di avere la segnalazione in tempo reale dei problemi sul vostro sistema IBM System i Sommario Caratterisitche... Errore. Il segnalibro non

Dettagli

MANUALE OPERATIVO. Programma per la gestione associativa Versione 5.x

MANUALE OPERATIVO. Programma per la gestione associativa Versione 5.x Associazione Volontari Italiani del Sangue Viale E. Forlanini, 23 20134 Milano Tel. 02/70006786 Fax. 02/70006643 Sito Internet: www.avis.it - Email: avis.nazionale@avis.it Programma per la gestione associativa

Dettagli

AMBIENTE DEV PASCAL. Dev-Pascal 1.9.2. Finestra di apertura

AMBIENTE DEV PASCAL. Dev-Pascal 1.9.2. Finestra di apertura Dev-Pascal 1.9.2 1 Dev-Pascal è un ambiente di sviluppo integrato per la programmazione in linguaggio Pascal sotto Windows prodotto dalla Bloodshed con licenza GNU e liberamente scaricabile al link http://www.bloodshed.net/dev/devpas192.exe

Dettagli

I file di dati. Unità didattica D1 1

I file di dati. Unità didattica D1 1 I file di dati Unità didattica D1 1 1) I file sequenziali Utili per la memorizzazione di informazioni testuali Si tratta di strutture organizzate per righe e non per record Non sono adatte per grandi quantità

Dettagli

DataFix. La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale

DataFix. La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale DataFix D A T A N O S T O P La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale L a necessità di fornire un adeguato supporto agli utenti di sistemi informatici

Dettagli

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC 5 giugno 09 IT-BOOK Configurazioni e cartatteristiche tecniche possono essere soggette a variazioni senza preavviso. Tutti i marchi citati sono registrati dai rispettivi proprietari. Non gettare per terra:

Dettagli

SI CONSIGLIA DI DISATTIVARE TEMPORANEAMENTE EVENTUALI SOFTWARE ANTIVIRUS PRIMA DI PROCEDERE CON IL CARICAMENTO DELL'AGGIORNAMENTO.

SI CONSIGLIA DI DISATTIVARE TEMPORANEAMENTE EVENTUALI SOFTWARE ANTIVIRUS PRIMA DI PROCEDERE CON IL CARICAMENTO DELL'AGGIORNAMENTO. Operazioni preliminari Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 5.0.0 Prima di installare la nuova versione è obbligatorio eseguire un salvataggio completo dei dati comuni e dei dati di tutte le aziende di lavoro.

Dettagli

Mini manuale di Audacity.

Mini manuale di Audacity. Mini manuale di Audacity. Questo mini manuale è parte del corso on-line Usare il software libero di Altrascuola. Il corso è erogato all'interno del portale per l'e-learning Altrascuola con la piattaforma

Dettagli

FileMaker Server 13. Pubblicazione Web personalizzata con PHP

FileMaker Server 13. Pubblicazione Web personalizzata con PHP FileMaker Server 13 Pubblicazione Web personalizzata con PHP 2007-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti FileMaker

Dettagli

SSH: uso quotidiano. LinuxDay 2k12. mailto:johnnyrun@linuxvar.it

SSH: uso quotidiano. LinuxDay 2k12. mailto:johnnyrun@linuxvar.it SSH: uso quotidiano LinuxDay 2k12 mailto:johnnyrun@linuxvar.it Cosa?? - intro supersonica su ssh - non posso vivere senza... - Troppi host e poca memoria (dell'op) - networking e ssh - il mio ambiente

Dettagli

Test di comunicazione tra due LOGO! 0BA7: Master - Master

Test di comunicazione tra due LOGO! 0BA7: Master - Master Industry Test di comunicazione tra due LOGO! 0BA7: Master - Master Dispositivi utilizzati: - 2 LOGO! 0BA7 (6ED1 052-1MD00-0AB7) - Scalance X-208 LOGO! 0BA7 Client IP: 192.168.0.1 LOGO! 0BA7 Server IP:

Dettagli