Il fascicolo aziendale

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il fascicolo aziendale"

Transcript

1 Il campo tiene banco

2 Indice Perché il fascicolo? Cenni normativi A chi rivolgersi Il contenuto L aggiornamento I controlli

3 Perché il fascicolo? Ogni azienda che si presenta alla Pubblica Amministrazione per richiedere contributi, agevolazioni o certificazioni nell ambito dell agricoltura deve essere iscritta nella Anagrafe del Settore Primario.

4 Perché il fascicolo? L iscrizione all Anagrafe presuppone la costituzione del FASCICOLO AZIENDALE Il fascicolo è l'insieme delle informazioni e dei documenti relativi all azienda. Il fascicolo è UNICO per ogni azienda

5 Cenni normativi DPR 503/1999 Istituzione dell Anagrafe delle aziende agricole Art. 1. Anagrafe delle aziende agricole 1. L'anagrafe delle aziende agricole, di seguito denominata anagrafe, (..) raccoglie le notizie relative ai soggetti pubblici e privati, identificati dal codice fiscale, esercenti attività agricola, agroalimentare, forestale e della pesca, che intrattengano a qualsiasi titolo rapporti con la pubblica amministrazione centrale o locale, di seguito denominati "aziende". (...) 2. Il codice fiscale costituisce il codice unico di identificazione aziende agricole, di seguito CUAA. Il CUAA deve essere utilizzato in tutti i rapporti con la pubblica amministrazione.

6 Cenni normativi DPR 503/1999 Istituzione dell Anagrafe delle aziende agricole Art. 2. Iscrizione delle aziende all'anagrafe (...) 4. Nell'anagrafe sono registrate tutte le partite IVA, anche cessate, associate a ciascun CUAA, con le date di inizio e fine delle validità, così come desunte dagli archivi del sistema informativo del Ministero delle finanze.

7 Cenni normativi DPR 503/1999 Istituzione dell Anagrafe delle aziende agricole Art. 9. Fascicolo aziendale 1. Per i fini di semplificazione ed armonizzazione, ( ), è istituito, nell'ambito dell'anagrafe, a decorrere dal 30 giugno 2000, il fascicolo aziendale, modello cartaceo ed elettronico riepilogativo dei dati aziendali, (...). Art. 10. (...) 5. Le informazioni relative ai dati aziendali, compresi quelli relativi alle consistenze aziendali ed al titolo di conduzione, risultanti dal fascicolo aziendale, costituiscono la base di riferimento e di calcolo valida ai fini dei procedimenti istruttori in tutti i rapporti con la pubblica amministrazione centrale o locale in materia agroalimentare, forestale e della pesca, fatta comunque salva la facoltà di verifica e controllo dell'amministrazione stessa.

8 Cenni normativi La gestione dell Anagrafe del Settore Primario e del Fascicolo aziendale è stata successivamente delegata alle Regioni DGR Veneto 4098 del 2005 Attribuzione all Avepa della funzione di gestione dei fascicoli aziendali Normativa di riferimento per l Avepa: Linee guida per la costituzione del Fascicolo Aziendale e per l Anagrafe del settore primario DGR Veneto 3758 del 26/11/2004 e successive modifiche ed integrazioni (in particolare Decreto 15 del 26/09/2006) Circolare Agea Coordinamento 210 del 20/04/2005 e successive modifiche ed integrazioni manuale del Fascicolo aziendale Decreto Avepa n. 487 e 774 del 2008 Manuale per la gestione del Fascicolo aziendale

9 Cenni normativi Recenti provvedimenti che evidenziano l importanza del Fascicolo Aziendale Decreto legge , n. 262 a decorrere dal 1 gennaio 2007 le dichiarazioni relative all uso del suolo sulle singole particelle catastali rese dai soggetti interessati nell ambito degli adempimenti dichiarativi presentati agli organismi pagatori, riconosciuti ai fini dell erogazione dei contributi agricoli (...) esonerano i soggetti tenuti all adempimento previsto dall articolo 30 del testo unico delle imposte sui redditi, di cui al DPR 22/12/1986, n A tale fine la richiesta di contributi agricoli (...) risulta sostitutiva per il cittadino della dichiarazione di variazione colturale da rendere al catasto terreni stesso. Decreto legge , n.5: i dati relativi alla azienda agricola contenuti nel fascicolo aziendale elettronico (...) fanno fede nei confronti delle PA per i rapporti che il titolare dell azienda instaura o intrattiene con esse

10 A chi rivolgersi? Centro Autorizzato di Assistenza Agricola (CAA) AVEPA Sportelli Unici per l Agricoltura (SUA)

11 A chi rivolgersi? Il Centro Autorizzato di Assistenza Agricola (CAA) a cui l azienda ha dato il mandato si occupa di raccogliere e conservare la documentazione, e di inserire le informazioni nel sistema La stessa funzione viene svolta presso lo Sportello Unico Agricolo dell Avepa, nel caso in cui l azienda non abbia dato mandato ad un CAA Il gestore del fascicolo svolge il suo compito nel rispetto del Codice in materia di protezione dei dati personali (d.lgs. n. 196/2003)

12 A chi rivolgersi? ICAA svolgono attività di assistenza agli agricoltori e possono essere istituiti dai seguenti soggetti: organizzazioni professionali agricole maggiormente rappresentative o loro associazioni associazioni dei produttori e dei lavoratori associazioni di liberi professionisti enti di patronato e di assistenza professionale La normativa riguardante il riconoscimento dei CAA da parte delle regioni competenti èstata modificata con il Decreto del Ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali del 27 marzo 2008 (pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 106 del 07/05/2008).

13 A chi rivolgersi? I CAA svolgono: un servizio per conto dell'agricoltore (sulla base di specifico mandato scritto) un servizio convenzionato e appositamente finanziato per conto dell'amministrazione (gestione fascicolo, ricevimento e primi controlli non discrezionali sulle istanze presentate dall azienda) I CAA possono svolgere le seguenti attività: tenere ed eventualmente conservare le scritture contabili assistere l'imprenditore nella elaborazione delle dichiarazioni di coltivazione e di produzione, delle domande di ammissione a benefici comunitari, nazionali e regionali e controllare la regolarità formale delle dichiarazioni immettendone i relativi dati nei sistemi informativi resi disponibili dalle Amministrazioni Pubbliche operanti nel Settore Primario e costituenti il SIAN interrogare le banche dati ai fini della consultazione dello stato di ciascuna pratica relativa ai propri associati

14 Come si compone il fascicolo Aspetto cartaceo : documentazione dichiarazioni sostitutive relative ai dati minimi previsti dalla normativa altre informazioni funzionali alle istanze da presentare La normativa indica quale sia la documentazione necessaria per ogni tipo di informazione

15 Come si compone il fascicolo Aspetto cartaceo : carta d identità patente di guida

16 Come si compone il fascicolo Aspetto cartaceo : atto costitutivo

17 Come si compone il fascicolo Aspetto cartaceo : esempio di dichiarazione

18 Come si compone il fascicolo Aspetto elettronico : trasposizione delle informazioni contenute nei documenti all interno di un archivio informatico, che ne consente l utilizzazione e la condivisione con altre Pubbliche Amministrazioni

19 Responsabilità e competenze Il compito di chi gestisce il fascicolo è MOLTO IMPORTANTE! I. Identifica il soggetto che si rivolge alla Pubblica Amministrazione II. III. IV. Indica all azienda quali siano le informazioni e i documenti da acquisire nel fascicolo Accerta la completezza e la validità degli atti, delle dichiarazioni e della documentazione presentati dall azienda e la corrispondenza degli stessi alla normativa di riferimento V. Inserisce i dati nel sistema operativo

20 Responsabilità e competenze Anche il titolare o rappresentante legale dell azienda ha delle responsabilità E chiamato a: fornire al CAA dati completi e veritieri; collaborare con il CAA ai fini del regolare svolgimento delle attività affidate aggiornare tempestivamente i dati e comunque compatibilmente con i termini per la presentazione delle istanze

21 Responsabilità e competenze OBIETTIVI DELL AMMINISTRAZIONE: Aumentare le possibilità di acquisizione diretta dei dati Eliminare la necessità di conservazione dell archivio cartaceo, digitalizzando la documentazione nel caso sia ancora necessario acquisirla o generandola addirittura da sistema In alcuni casi l applicativo informatico consente di acquisire le informazioni direttamente da altre Pubbliche Amministrazioni, senza necessità di acquisizione della documentazione cartacea e di inserimento manuale dei dati. Ad esempio questo avviene già per i dati presenti in Anagrafe Tributaria (Agenzia delle Entrate) e in Camera di Commercio

22 Informazioni del fascicolo a) dati anagrafici; b) ubicazione dell'azienda; c) legale rappresentante e sede legale; d) riferimenti di iscrizione alla Camera di Commercio; e) terreni coltivati dall azienda; f) modalità di utilizzazione dei terreni (colture); g) allevamenti; h) macchinari e attrezzature (se necessari per presentare istanze); i) fabbricati (se necessari per presentare istanze); l) altre informazioni utili (es. coordinate bancarie)

23 Informazioni del fascicolo I dati presenti nell archivio sono messi a disposizione delle altre Amministrazioni ed in particolare vengono trasmessi a: Regione del Veneto Agea (Organismo Pagatore di Coordinamento nazionale)

24 Informazioni del fascicolo Nei sistemi operativi sono presenti controlli per impedire o ridurre l inserimento di dati errati o non congruenti Altri controlli a livello nazionale operano anche all interno del Portale SIAN dell AGEA Tutto questo serve ad impedire che i benefici: vengano erogati in misura scorretta vengano erogati a chi non ne ha diritto Problema tipico: più soggetti che rivendicano lo stesso terreno..

25 Perché è importante? Una volta costituito, èla base per ottenere qualsiasi contributo o agevolazione legati al settore primario per l azienda Le istanze richiamano direttamente i dati già presenti nel fascicolo, senza necessità di dichiararli nuovamente: basta integrarli dove necessario

26 L aggiornamento del fascicolo E opportuno aggiornare il proprio fascicolo in tempo utile per presentare le istanze I gestori dei fascicoli di competenza dell Avepa garantiscono l aggiornamento se l azienda si rivolge a loro per tempo (dieci giorni lavorativi prima della scadenza dei termini per presentare le istanze)

27 L aggiornamento del fascicolo Il mancato aggiornamento del fascicolo, o la sua errata compilazione, danneggia l azienda perché può impedire di ottenere il beneficio richiesto!!!

28 L aggiornamento del fascicolo La presenza di informazioni incomplete e/o non veritiere può generare contenziosi sia con la Pubblica Amministrazione che con altri soggetti richiedenti Esempio tipico: dichiarare l utilizzo di terreni senza averne la disponibilità!

29 I controlli sul fascicolo I fascicoli gestiti presso i CAA, insieme alle istanze collegate, sono sottoposti ad una verifica annuale a campione da parte dell Avepa Gli obiettivi del controllo sono: la verifica della corretta tenuta formale e sostanziale dei fascicoli aziendali, secondo quanto previsto dalla normativa di riferimento, dalle convenzioni in essere, nonché dalle indicazioni procedurali predisposte dall AVEPA; La verifica della correttezza della documentazione prodotta a supporto delle istanze; Altri controlli sono effettuati su segnalazioni puntuali delle Forze dell Ordine o di privati

30 I controlli sul fascicolo AVEPA effettua periodiche sessioni di formazione rivolte agli operatori dei CAA sulla normativa di riferimento sull utilizzo dei sistemi informatici Per il 2013 è programmata l erogazione di otto giornate rivolte ad un totale di 300 operatori circa Questo ha contribuito a ridurre la percentuale di fascicoli con irregolarità rilevate nel corso dei controlli nell arco di tre anni dal 6,69% al 3,7% Rimane comunque la necessità di vigilare sul corretto svolgimento del loro operato

31 GRAZIE..! Nome del Relatore Qualifica del Relatore e mail Luogo e data dell evento

LINEE GUIDA PER LA GESTIONE DELL ANAGRAFE AGRICOLA UNICA DEL PIEMONTE. Art.1. (Finalità)

LINEE GUIDA PER LA GESTIONE DELL ANAGRAFE AGRICOLA UNICA DEL PIEMONTE. Art.1. (Finalità) LINEE GUIDA PER LA GESTIONE DELL ANAGRAFE AGRICOLA UNICA DEL PIEMONTE Art.1. (Finalità) 1. Le presenti linee guida disciplinano l anagrafe agricola unica del Piemonte ed il fascicolo aziendale, istituiti

Dettagli

ART AAgenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in agricoltura

ART AAgenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in agricoltura Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in agricoltura U.D.Revisione contabile e conservazione dei provvedimenti di autorizzazione Manuale Procedimentale per i Centri di servizio convenzionati Piano

Dettagli

MANUALE PER LA GESTIONE DEL FASCICOLO AZIENDALE

MANUALE PER LA GESTIONE DEL FASCICOLO AZIENDALE MANUALE PER LA GESTIONE DEL FASCICOLO AZIENDALE Adottato con decreto n. 487 del 12 agosto 2008 e modificato con decreti n. 774 del 23 dicembre 2008 e n. 154 del 23 dicembre 2015 1 / 67 INDICE 1.PREMESSA...3

Dettagli

ANAGRAFE AGRICOLA DEL PIEMONTE GUIDA ALLA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA DI ISCRIZIONE E DELLE RICHIESTE DI VARIAZIONE E CESSAZIONE

ANAGRAFE AGRICOLA DEL PIEMONTE GUIDA ALLA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA DI ISCRIZIONE E DELLE RICHIESTE DI VARIAZIONE E CESSAZIONE ANAGRAFE AGRICOLA DEL PIEMONTE GUIDA ALLA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA DI ISCRIZIONE E DELLE RICHIESTE DI VARIAZIONE E CESSAZIONE La presente guida contiene le istruzioni per la compilazione dei moduli per

Dettagli

Avversità atmosferiche e assicurazioni in agricoltura

Avversità atmosferiche e assicurazioni in agricoltura Avversità atmosferiche e assicurazioni in agricoltura Avversità atmosferiche INTRODUZIONE DEFINIZIONI PROCEDURA DI DELIMITAZIONE TIPOLOGIA AIUTI RICHIEDIBILI QUANDO SI PUO RICHIEDERE L AIUTO? ENTITÀDEGLI

Dettagli

1 Premessa... 2. 2 Anagrafe Aziendale... 2. 2.1 Scopi... 2. 2.2 Documenti aziendali... 2. 2.3 Fascicolo Aziendale... 2. 2.4 Interscambio dati...

1 Premessa... 2. 2 Anagrafe Aziendale... 2. 2.1 Scopi... 2. 2.2 Documenti aziendali... 2. 2.3 Fascicolo Aziendale... 2. 2.4 Interscambio dati... Allegato A) al Decreto del Direttore n. 32 del 31/03/2015 Disposizioni per la costituzione ed aggiornamento del Fascicolo Aziendale nell Anagrafe delle Aziende Agricole di ARTEA e per la gestione della

Dettagli

ART AAgenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in agricoltura

ART AAgenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in agricoltura Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in agricoltura Struttura di supporto giuridico e contabile Manuale Procedimentale per i Centri di servizio convenzionati Piano Zootecnico Regionale Misura 4

Dettagli

SCHEMA DI ACCORDO PER L ANTICIPAZIONE DEI CONTRIBUTI PAC. tra

SCHEMA DI ACCORDO PER L ANTICIPAZIONE DEI CONTRIBUTI PAC. tra ALLEGATO SCHEMA DI ACCORDO PER L ANTICIPAZIONE DEI CONTRIBUTI PAC tra l Agenzia per le Erogazioni in Agricoltura - AGEA, con sede in Roma, via Palestro 81, codice fiscale P.I.: 06234661004 - Codice fiscale:

Dettagli

ART A. Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) DIREZIONE. Decreto n. 32 31 marzo 2015

ART A. Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) DIREZIONE. Decreto n. 32 31 marzo 2015 ART A Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) DIREZIONE Decreto n. 32 31 marzo 2015 Oggetto : Disposizioni per la costituzione ed aggiornamento del Fascicolo Aziendale

Dettagli

ORGANISMO PAGATORE REGIONE LOMBARDIA

ORGANISMO PAGATORE REGIONE LOMBARDIA Allegato 1 al decreto n. ORGANISMO PAGATORE REGIONE LOMBARDIA Modalità e condizioni per la presentazione della domanda di contributo per le assicurazioni nel settore OCM Vitivinicolo Campagna 2010 1 Sommario

Dettagli

Allegato A) al Decreto del Direttore n. 16 del 31 gennaio 2014

Allegato A) al Decreto del Direttore n. 16 del 31 gennaio 2014 Allegato A) al Decreto del Direttore n. 16 del 31 gennaio 2014 Disposizioni per la costituzione ed aggiornamento del Fascicolo Aziendale nel Sistema Informativo di ARTEA e per la gestione della Dichiarazione

Dettagli

Dichiarazione Unica Aziendale

Dichiarazione Unica Aziendale Dichiarazione Unica Aziendale Contenuti, definizioni e procedure 1. Premessa... 1 2. Anagrafe e Fascicolo aziendale... 1 3. Documenti aziendali... 2 4. Fascicolo elettronico...2 5. Interscambio dati...

Dettagli

ASSESSORATO REGIONALE DELL'AGRICOLTURA, DELLO SVILUPPO RURALE E DELLA PESCA MEDITERRANEA DIPARTIMENTO REGIONALE DELL'AGRICOLTURA

ASSESSORATO REGIONALE DELL'AGRICOLTURA, DELLO SVILUPPO RURALE E DELLA PESCA MEDITERRANEA DIPARTIMENTO REGIONALE DELL'AGRICOLTURA ASSESSORATO REGIONALE DELL'AGRICOLTURA, DELLO SVILUPPO RURALE E DELLA PESCA MEDITERRANEA DIPARTIMENTO REGIONALE DELL'AGRICOLTURA VERBALE DI SOPRALLUOGO (D. LGS. 165/1999 ART. 3 BIS - D.M. 27/03/2008 -

Dettagli

AGRICOLTURA 2.0 SERVIZI INNOVATIVI PER SEMPLIFICARE

AGRICOLTURA 2.0 SERVIZI INNOVATIVI PER SEMPLIFICARE AGRICOLTURA 2.0 SERVIZI INNOVATIVI PER SEMPLIFICARE AGRICOLTURA 2.0 SERVIZI INNOVATIVI PER SEMPLIFICARE Ogni anno: 25 chili di carta per azienda e 100 giorni di lavoro sprecati per le pratiche burocratiche.

Dettagli

ART A Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura

ART A Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura Allegato 1) al Decreto del Direttore di ARTEA n. 39 del 16 aprile 2015 ART A Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura Disposizioni applicative per la presentazione della Domanda Unica

Dettagli

Organismo Pagatore AGEA Ufficio Monocratico Sede. Via N. Tommaseo, 63-69 35131 PADOVA. Largo Caduti del Lavoro, 6 40122 BOLOGNA

Organismo Pagatore AGEA Ufficio Monocratico Sede. Via N. Tommaseo, 63-69 35131 PADOVA. Largo Caduti del Lavoro, 6 40122 BOLOGNA AREA COORDINAMENTO Via Salandra, 13 00187 Roma Tel. 06.49499.1 Fax 06.49499.770 Prot. N. ACIU.2012.90 (CITARE NELLA RISPOSTA) Roma li. 29 febbraio 2012 Organismo Pagatore AGEA Ufficio Monocratico Sede

Dettagli

1. FINALITÀ DELLA CARTA 3. FUNZIONI

1. FINALITÀ DELLA CARTA 3. FUNZIONI INDICE CARTA DEI SERVIZI DEL CENTRO DI ASSISTENZA AGRICOLA COLDIRETTI SRL 1. Finalità della Carta 2. Chi siamo 3. Funzioni 4. I nostri servizi 5. Qualità dei servizi 6. Presenza sul territorio 7. Risorse

Dettagli

DICHIARAZIONE DI AUTOCERTIFICAZIONE

DICHIARAZIONE DI AUTOCERTIFICAZIONE DICHIARAZIONE DI AUTOCERTIFICAZIONE 1 Dal 1 gennaio 2012, le Amministrazioni Pubbliche - cioè le Amministrazioni dello Stato (esclusi i Tribunali), gli istituti e le scuole di ogni ordine e grado, le istituzioni

Dettagli

MANUALE DEL FASCICOLO AZIENDALE

MANUALE DEL FASCICOLO AZIENDALE AGENZIA REGIONALE PIEMONTESE PER LE EROGAZIONI IN AGRICOLTURA Area Tecnico Autorizzazioni - Funzione Controlli MANUALE DEL FASCICOLO AZIENDALE TITOLO DEL DOCUMENTO Manuale del fascicolo aziendale AREA

Dettagli

Modello ISEE 2016. Istruzioni operative. Titolo: ISEE. Tipo di documento: Istruzioni operative ISEE 2016 1/9

Modello ISEE 2016. Istruzioni operative. Titolo: ISEE. Tipo di documento: Istruzioni operative ISEE 2016 1/9 Modello ISEE 2016 Istruzioni operative CAF Do.C. Spa Sede amministrativa: Corso Francia, 121 d 12100 Cuneo Tel. 0171 700700 Fax 800 136 814 www.opendotcom.it info@cafdoc.it 1/9 Sommario 1. PREMESSA...3

Dettagli

C O M U N E D I L O M A G N A

C O M U N E D I L O M A G N A SOSTEGNO ALLE FAMIGLIE BISOGNOSE BANDO ANNO SCOLASTICO 2010/2011 Con la presente comunico che l Amministrazione Comunale ha previsto nel Piano per il diritto allo Studio anno scolastico 2010/2011, approvato

Dettagli

16 Bollettino Ufficiale

16 Bollettino Ufficiale 16 Bollettino Ufficiale D.d.u.o. 24 aprile 2012 - n. 3605 Direzione centrale Programmazione integrata - Organismo pagatore regionale - OCM vitivinicolo - Reg. (CE) 1234/2007 - Approvazione del manuale

Dettagli

16 Bollettino Ufficiale

16 Bollettino Ufficiale 16 Bollettino Ufficiale D.g.r. 23 gennaio 2015 - n. X/3046 Attuazione dell articolo 4 bis della legge regionale 5 dicembre 2008, n. 31 «Testo unico delle leggi regionali in materia di agricoltura, foreste,

Dettagli

5. PROCEDURE. 5.1 Presentazione della domanda

5. PROCEDURE. 5.1 Presentazione della domanda 5. PROCEDURE 5.1 Presentazione della domanda Le domande di contributo dovranno essere predisposte e presentate esclusivamente utilizzando gli appositi servizi on-line ad accesso riservato, integrati nel

Dettagli

- l art 3, della legge 11 ottobre 1990, n. 289 dispone che l indennità mensile di frequenza per i minori invalidi è

- l art 3, della legge 11 ottobre 1990, n. 289 dispone che l indennità mensile di frequenza per i minori invalidi è 1 2 L Assessore al Welfare e alle Politiche della Salute, sulla base dell istruttoria espletata dall Ufficio Sistemi Informativi e Flussi Informativi, come confermata dal dirigente del Servizio Accreditamento

Dettagli

CONVENZIONE TRA. Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura. Centro Autorizzato di Assistenza Agricola

CONVENZIONE TRA. Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura. Centro Autorizzato di Assistenza Agricola Allegato 1 Decreto 38/2014 - Stipula convenzioni ARTEA-CAA Centri di Assistenza Agricola anno 2014-2016. Approvazione testo convenzione e definizione risorse. CONVENZIONE TRA Agenzia Regionale Toscana

Dettagli

ANAGRAFE AGRICOLA DEL PIEMONTE GUIDA ALLA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA DI ISCRIZIONE E DELLE RICHIESTE DI VARIAZIONE E CESSAZIONE

ANAGRAFE AGRICOLA DEL PIEMONTE GUIDA ALLA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA DI ISCRIZIONE E DELLE RICHIESTE DI VARIAZIONE E CESSAZIONE Allegato 1 ANAGRAFE AGRICOLA DEL PIEMONTE GUIDA ALLA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA DI ISCRIZIONE E DELLE RICHIESTE DI VARIAZIONE E CESSAZIONE La presente guida contiene le istruzioni per la compilazione dei

Dettagli

CU 2015. Le modalità alternative di rilascio

CU 2015. Le modalità alternative di rilascio Periodico informativo n. 57/2015 CU 2015. Le modalità alternative di rilascio Gentile Cliente, con la stesura del presente documento informativo intendiamo metterla a conoscenza che la nuova Certificazione

Dettagli

ART A Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura

ART A Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura Allegato 1) al Decreto del Direttore di ARTEA n. 45 del 05 aprile 2016 ART A Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura Disposizioni applicative per la presentazione della Domanda Unica

Dettagli

Agricoltura Digitale. Cosa e perché?

Agricoltura Digitale. Cosa e perché? Agricoltura Digitale Cosa e perché? La crisi del 2008 ha modificato profondamente Ia fisionomia economica del nostro Paese: il calo dei volumi acquistati di prodotti agroalimentari è un fenomeno iniziato

Dettagli

SIAN Sistema Informativo Agricolo nazionale

SIAN Sistema Informativo Agricolo nazionale SIAN Sistema Informativo Agricolo nazionale Dematerializzazione e Firma elettronica Istruzioni operative Presentazione atti amministrativi Sviluppo Rurale Programmazione 2014-2020 2020 Sommario 1. Premessa...

Dettagli

entro 5 giorni lavorativi successivi alla protocollazione.

entro 5 giorni lavorativi successivi alla protocollazione. REGG.(CE) NN. 1234/2007 e 555/2008 RISTRUTTURAZIONE E RICONVERSIONE VIGNETI DISPOSIZIONI PROCEDURALI RELATIVE ALLA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI AIUTO, VARIANTE, ANTICIPO E SALDO CAMPAGNA 2010/2011 1

Dettagli

4, 1 13 2015, 272 RETI D IMPRESA

4, 1 13 2015, 272 RETI D IMPRESA Circolare recante le modalità di presentazione delle domande per l attribuzione del credito d imposta per incentivare la creazione di nuove reti di imprese ovvero lo svolgimento di nuove attività da parte

Dettagli

COMUNICATO STAMPA FABBRICATI RURALI: DOMANDE DI VARIAZIONE DELLA CATEGORIA CATASTALE ENTRO IL 30

COMUNICATO STAMPA FABBRICATI RURALI: DOMANDE DI VARIAZIONE DELLA CATEGORIA CATASTALE ENTRO IL 30 COMUNICATO STAMPA FABBRICATI RURALI: DOMANDE DI VARIAZIONE DELLA CATEGORIA CATASTALE ENTRO IL 30 SETTEMBRE 2011 Il decreto del Ministro dell Economia e delle Finanze 14 settembre 2011, pubblicato in data

Dettagli

SIN. Guida alla compilazione delle domande di ristrutturazione e riconversione vigneti Campagna 2012/2013 Manuale utente

SIN. Guida alla compilazione delle domande di ristrutturazione e riconversione vigneti Campagna 2012/2013 Manuale utente Guida alla compilazione delle domande di ristrutturazione e riconversione vigneti Campagna 2012/2013 Manuale utente 05 dicembre 2012 2-26 Controllo delle modifiche Edizione Pubblicato Motivo della revisione

Dettagli

A.G.R.E.A Largo Caduti del Lavoro, 6 40122 BOLOGNA

A.G.R.E.A Largo Caduti del Lavoro, 6 40122 BOLOGNA UFFICIO MONOCRATICO Via Palestro, 81 00185 Roma Tel. 06.49499.1 Fax 06.49499.571 Prot. N. UMU/804 (CITARE NELLA RISPOSTA) Roma li. 8 maggio 2015 ISTRUZIONI OPERATIVE N 26 AI PRODUTTORI INTERESSATI AI CENTRI

Dettagli

Prot.UMU.2012.1474 (CITARE NELLA RISPOSTA) Roma lì, 30 OTT. 2012 CIRCOLARE N. 45. Ai Produttori interessati

Prot.UMU.2012.1474 (CITARE NELLA RISPOSTA) Roma lì, 30 OTT. 2012 CIRCOLARE N. 45. Ai Produttori interessati ORGANISMO PAGATORE UFFICIO MONOCRATICO Via Palestro, 81-00185 Roma Tel. 06.494991 - Fax 06.49499940 Prot.UMU.2012.1474 (CITARE NELLA RISPOSTA) Roma lì, 30 OTT. 2012 CIRCOLARE N. 45 Ai Produttori interessati

Dettagli

4, 1 13 2015, 273 COMMERCIO ELETTRONICO

4, 1 13 2015, 273 COMMERCIO ELETTRONICO Circolare recante le modalità di presentazione delle domande per l attribuzione del credito d imposta per la realizzazione e l ampliamento di infrastrutture informatiche di cui all articolo 4, comma 1

Dettagli

ART A. Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) DIREZIONE. Decreto n. 45 del 05 aprile 2016

ART A. Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) DIREZIONE. Decreto n. 45 del 05 aprile 2016 ART A Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) DIREZIONE Decreto n. 45 del 05 aprile 2016 Oggetto: Domanda Unica campagna 2016: avvio del procedimento di cui al Reg.

Dettagli

Circolare Ministeriale 18 settembre 2007, n. 75

Circolare Ministeriale 18 settembre 2007, n. 75 Dipartimento per l Istruzione Direzione Generale per lo Studente Ufficio 7 Circolare Ministeriale 18 settembre 2007, n. 75 Prot. n. 4378/P7 Oggetto: Anagrafe nazionale delle scuole paritarie In attuazione

Dettagli

UFFICIO CONTROLLI PROCEDURA DI PRESENTAZIONE DELLE RICHIESTE DI RIESAME CON SOPRALLUOGO IN CAMPO. 1 di 9

UFFICIO CONTROLLI PROCEDURA DI PRESENTAZIONE DELLE RICHIESTE DI RIESAME CON SOPRALLUOGO IN CAMPO. 1 di 9 UFFICIO CONTROLLI PROCEDURA DI PRESENTAZIONE DELLE RICHIESTE DI RIESAME CON SOPRALLUOGO IN CAMPO 1 di 9 Sommario 1. SCOPO DEL DOCUMENTO... 3 2. AMBITO DI APPLICAZIONE... 3 3. FASI IN CUI PUÒ ESSERE PRESENTATA

Dettagli

Non hai il conto corrente? L Agea non può pagarti.

Non hai il conto corrente? L Agea non può pagarti. POLITICA AGRICOLA COMUNE DOMANDA UNICA 2007 Non hai il conto corrente? L Agea non può pagarti. Da quest anno, per effetto delle norme contenute nella Finanziaria 2007, i premi PAC non verranno più pagati

Dettagli

Alla CAMERA DI COMMERCIO I.A.A. DI PARMA Servizio Affari Economici PEC: protocollo@pr.legalmail.camcom.it

Alla CAMERA DI COMMERCIO I.A.A. DI PARMA Servizio Affari Economici PEC: protocollo@pr.legalmail.camcom.it Riservato all Ufficio Agevolazioni Economiche PROT. AGEF- Spese ammesse: Euro Contributo richiesto: Euro Spese finanziabili: Euro Contributo concesso: Euro Associaz. di categoria di riferimento: Riservato

Dettagli

1. Controlli di ricevibilità 2. Controlli di ammissibilità a) Controllo tecnico-amministrativo

1. Controlli di ricevibilità 2. Controlli di ammissibilità a) Controllo tecnico-amministrativo Allegato 1 Istruzioni per il controllo delle domande di aiuto presentate ai sensi del bando regionale 2008/2009 - Misura di ristrutturazione e riconversione dei vigneti nell ambito delle disposizioni attuative

Dettagli

Dichiarazione Sostitutiva di Certificazione

Dichiarazione Sostitutiva di Certificazione Dichiarazione Sostitutiva di Certificazione La compilazione della presente Dichiarazione Sostitutiva di Certificazione e dei relativi allegati è obbligatoria ai sensi dell artt. 15 e 21 del D. Lgs. n.

Dettagli

La dichiarazione precompilata

La dichiarazione precompilata La dichiarazione precompilata Paolo Savini Direttore Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 23 novembre 2015 La dichiarazione precompilata Cambia radicalmente il paradigma PRIMA: «Mi dica, poi io verifico

Dettagli

Roma, 28/03/2014. e, per conoscenza, Circolare n. 45

Roma, 28/03/2014. e, per conoscenza, Circolare n. 45 Direzione Centrale Organizzazione Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Comunicazione Direzione Centrale Bilanci e Servizi Fiscali Direzione

Dettagli

Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 28/10/2013

Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 28/10/2013 Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Roma, 28/10/2013 Circolare n. 154 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie

Dettagli

Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 28/10/2013

Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 28/10/2013 Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Roma, 28/10/2013 Circolare n. 154 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie

Dettagli

Modulo di domanda di partecipazione

Modulo di domanda di partecipazione Allegato 1 PROVINCIA DI NOVARA PIAZZA MATTEOTTI, 1 28100 - NOVARA Modulo di domanda di partecipazione BANDO DI CHIAMATA DI PROGETTI RISERVATO AGLI ENTI GESTORI DELLE FUNZIONI SOCIO ASSISTENZIALI DELLA

Dettagli

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici N. 67 10.04.2015 CU2015: le modalità di rilascio Fornite le modalità alternative di rilascio della Certificazione Unica 2015 Categoria:

Dettagli

Domanda di AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE ai sensi del D.P.R. n. 59 del 13 marzo 2013

Domanda di AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE ai sensi del D.P.R. n. 59 del 13 marzo 2013 Domanda di AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE ai sensi D.P.R. n. 59 13 marzo 2013 Assolvimento l imposta di bollo per un importo pari ad 16 con pagamento in modo virtuale tramite ; con marche da bollo, conservata

Dettagli

BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTO PER INCENTIVARE LE ATTIVITA AGRICOLE CON FONDO NEL COMUNE DI MALALBERGO.

BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTO PER INCENTIVARE LE ATTIVITA AGRICOLE CON FONDO NEL COMUNE DI MALALBERGO. BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTO PER INCENTIVARE LE ATTIVITA AGRICOLE CON FONDO NEL COMUNE DI MALALBERGO. Obiettivi L Amministrazione comunale di Malalbergo, ponendosi come obiettivo la valorizzazione

Dettagli

DOMANDE DI PRESTAZIONI/SERVIZI DELLA GESTIONE EX INPDAP

DOMANDE DI PRESTAZIONI/SERVIZI DELLA GESTIONE EX INPDAP DOMANDE DI PRESTAZIONI/SERVIZI DELLA GESTIONE EX INPDAP Nuove modalità di presentazione delle istanze per il riscatto di periodi o servizi ai fini dell indennità di buonuscita e del TFR per il personale

Dettagli

Anagrafe delle Imprese Agricole. ad uso dei Beneficiari. Istruzioni per la gestione delle domande di Imboschimento dei terreni agricoli

Anagrafe delle Imprese Agricole. ad uso dei Beneficiari. Istruzioni per la gestione delle domande di Imboschimento dei terreni agricoli Anagrafe delle Imprese Agricole Piano e di Agro-Industriali Sviluppo Rurale 2007-13 Manuale Misura Utente H Ricerca e Anagrafica Azienda Manuale Utente ad uso dei Beneficiari Istruzioni per la gestione

Dettagli

DPREG 47/2011 Testo coordinato privo di valore legale

DPREG 47/2011 Testo coordinato privo di valore legale Regolamento recante criteri e modalità per la concessione di finanziamenti agevolati tesi a favorire l aggregazione delle imprese agricole di produzione primaria e di quelle di trasformazione di prodotti

Dettagli

Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Organizzazione.

Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Organizzazione. Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Organizzazione Roma, 14/10/2013 Circolare n. 147 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle

Dettagli

Dematerializzazione: definizioni e riferimenti normativi

Dematerializzazione: definizioni e riferimenti normativi Dematerializzazione: definizioni e riferimenti normativi CNIPA massella@cnipa.it Workshop per dirigenti responsabili dei servizi di protocollo e flussi documentali CNIPA 9 novembre 2007 1 Alcuni numeri

Dettagli

ALLEGATO _B_ Dgr n. 573 del 15/04/2014 pag. 19/51

ALLEGATO _B_ Dgr n. 573 del 15/04/2014 pag. 19/51 ALLEGATO _B_ Dgr n. 573 del 15/04/2014 pag. 19/51 MISURA 114 UTILIZZO DEI SERVIZI DI CONSULENZA AZIONE 1 Servizi di consulenza agricola rivolti agli imprenditori agricoli 1. DESCRIZIONE DELLA MISURA 1.1

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA ISTITUZIONE E LA GESTIONE DELL ALBO PRETORIO INFORMATICO

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA ISTITUZIONE E LA GESTIONE DELL ALBO PRETORIO INFORMATICO Comune di VALSINNI Provincia di MATERA REGOLAMENTO COMUNALE PER LA ISTITUZIONE E LA GESTIONE DELL ALBO PRETORIO INFORMATICO S O M M A R I O Art. D E S C R I Z I O N E Art. D E S C R I Z I O N E 1 2 3 4

Dettagli

Prot. n 960/22 Circolare N 3/FEBBRAIO 2015 FEBBRAIO 2015 A tutti i colleghi (*)

Prot. n 960/22 Circolare N 3/FEBBRAIO 2015 FEBBRAIO 2015 A tutti i colleghi (*) Prot. n 960/22 Circolare N 3/FEBBRAIO 2015 FEBBRAIO 2015 A tutti i colleghi (*) L AGENZIA DELLE ENTRATE CON IL PROVVEDIMENTO DIRETTORIALE DEL 23 FEBBRAIO 2015 HA DEFINITO LE MODALITA TECNICHE PER VISUALIZZARE

Dettagli

AZIENDA Loro Sede SOGGETTI OBBLIGATI ALLA COMUNICAZIONE RIFIUTI SPECIALI

AZIENDA Loro Sede SOGGETTI OBBLIGATI ALLA COMUNICAZIONE RIFIUTI SPECIALI Spett.le AZIENDA Loro Sede Trento, 01/02/2016 Oggetto: MUD 2016 - modello unico di dichiarazione ambientale per l anno 2016. Termine per aderire al servizio: 11/03/2016. È stato pubblicato nella Gazzetta

Dettagli

1. Normativa riferita all attività di noleggio autobus con conducente e allo sportello unico attività produttive.

1. Normativa riferita all attività di noleggio autobus con conducente e allo sportello unico attività produttive. Oggetto: Attività di trasporto viaggiatori effettuato mediante noleggio di autobus con conducente. L.R. n. 21/2005, L.R. n. 3/2008 art. 1, commi 16-32 - Sportello Unico per le Attività Produttive. Procedimento

Dettagli

Ai Viticoltori interessati. e, p.c. Al Ministero delle Politiche Agricole e Forestali

Ai Viticoltori interessati. e, p.c. Al Ministero delle Politiche Agricole e Forestali Ufficio Monocratico Via Palestro, 81 00185 Roma Tel. 06.49499537/538 Fax 06.49499751 Prot. N. AGEA.UMU.864 (CITARE NELLA RISPOSTA) Roma li. 7 maggio 2010 CIRCOLARE N. 15 Ai Viticoltori interessati A tutti

Dettagli

ART A Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura. ARCHIVIO INFORMATIZZATO delle Aziende Agricole che esercitano Agriturismo

ART A Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura. ARCHIVIO INFORMATIZZATO delle Aziende Agricole che esercitano Agriturismo Agosto 2010 ART A Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura Disciplina delle attività agrituristiche in Toscana l.r.- 30/2003 e s.m.i. ARCHIVIO INFORMATIZZATO delle Aziende Agricole che esercitano

Dettagli

CONSIGLIO REGIONALE DEL VENETO

CONSIGLIO REGIONALE DEL VENETO CONSIGLIO REGIONALE DEL VENETO OSSERVATORIO SULLA SPESA REGIONALE www.consiglioveneto.it-osservatori-osservatorio sulla Spesa Regionale Allegati tecnici Legge Regionale 12 dicembre 2003, n. 40 Nuove norme

Dettagli

DETERMINAZIONE N. G10565 DEL 04 SETTEMBRE 2015

DETERMINAZIONE N. G10565 DEL 04 SETTEMBRE 2015 DETERMINAZIONE N. G10565 DEL 04 SETTEMBRE 2015 OGGETTO: Decreto Legislativo 27 maggio 1999 n. 165 - Decreto Ministeriale 27 marzo 2008 e D.G.R. 17 ottobre 2008 n. 725. Autorizzazione all attività di Centro

Dettagli

L anno 2015, il giorno del mese di negli Uffici del Comune di.., siti in..., TRA

L anno 2015, il giorno del mese di negli Uffici del Comune di.., siti in..., TRA CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI E IL CENTRO AUTORIZZATO DI ASSISTENZA FISCALE PER LA RACCOLTA DELLE DOMANDE DEI BENEFICIARI DEL CONTRIBUTO PER L INIZIATIVA STRAORDINARIA INERENTE IL SOSTEGNO ALLE FAMIGLIE

Dettagli

ART A Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura

ART A Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura ART A Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura Struttura di supporto Giuridico e Contabile Istruzioni per la compilazione on-line delle domande Piano Zootecnico Regionale Misura 1: Investimenti

Dettagli

ART A. Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) DIREZIONE

ART A. Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) DIREZIONE Unità direttiva Segreteria di Direzione ART A Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) DIREZIONE a) assistenza agli organi dell Agenzia b) istruttoria preliminare

Dettagli

INCONTRO INFORMATIVO E DI CONFRONTO ITALO - FRANCESE

INCONTRO INFORMATIVO E DI CONFRONTO ITALO - FRANCESE HOLDING DI FAMIGLIA E INDAGINI FINANZIARIE Gruppo di Lavoro Rapporti Internazionali INCONTRO INFORMATIVO E DI CONFRONTO ITALO - FRANCESE Ordine dei Dottori Commercialisti Ivrea Pinerolo Torino Torino,

Dettagli

100 milioni di euro per i nuovi bandi

100 milioni di euro per i nuovi bandi Seminario - Lamezia Terme - venerdì 28 gennaio 2011 100 milioni di euro per i nuovi bandi Misure 1.2.1 e 1.2.3 Miglioramento della competitività del settore agricolo e forestale BANDI 121-123 ISTRUZIONI

Dettagli

Premessa. Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Organizzazione

Premessa. Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Organizzazione Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Organizzazione Roma, 18-01-2010 Messaggio n. 1715 OGGETTO: Nuovo servizio online per le Aziende e i Consulenti:

Dettagli

CIRCOLARE N. 42 /E. Roma, 09 novembre 2012

CIRCOLARE N. 42 /E. Roma, 09 novembre 2012 CIRCOLARE N. 42 /E Direzione Centrale Normativa Roma, 09 novembre 2012 OGGETTO: Documentazione delle operazioni di acquisto di carburanti per autotrazione presso impianti stradali di distribuzione effettuati

Dettagli

CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA FIRMA DIGITALE

CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA FIRMA DIGITALE CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA Le normative vigenti impongono la conservazione di migliaia di documenti. Grazie alle regole tecniche del Cnipa (Centro Nazionale per l'informatica nella Pubblica Amministrazione)

Dettagli

I NUOVI SERVIZI ON-LINE PER L AGRICOLTURA PIEMONTESE

I NUOVI SERVIZI ON-LINE PER L AGRICOLTURA PIEMONTESE Agricoltura 59 Cecilia Savio e Andrea Marelli Direzione Agricoltura SISTEMA INFORMATIVO I NUOVI SERVIZI ON-LINE PER L AGRICOLTURA PIEMONTESE A partire dall anno 2000 la Regione Piemonte ha avviato, insieme

Dettagli

ART A. Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60)

ART A. Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) ART A Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) Sostegno allo Sviluppo Rurale e Interventi Strutturali Il Dirigente Prot. N. 13436 Data, 22/02/06 OGGETTO: Istruzioni

Dettagli

C O M U N E D I VIGGIANELLO PROVINCIA DI POTENZA UFFICIO ISTRUZIONE E CULTURA IL RESPONSABILE DEL SETTORE AMMINISTRATIVO

C O M U N E D I VIGGIANELLO PROVINCIA DI POTENZA UFFICIO ISTRUZIONE E CULTURA IL RESPONSABILE DEL SETTORE AMMINISTRATIVO PROT. 5803 DEL 23/10/2014 C O M U N E D I VIGGIANELLO PROVINCIA DI POTENZA UFFICIO ISTRUZIONE E CULTURA ANNO SCOLASTICO 2014/2015 - FORNITURA GRATUITA E SEMIGRATUITA LIBRI DI TESTO LEGGE 448/1998- IL RESPONSABILE

Dettagli

Legge 102/09 (nuove procedure relative ai certificati di invalidità)

Legge 102/09 (nuove procedure relative ai certificati di invalidità) Potenza 20/03/2010 1 Parte : Legge 102/09 (nuove procedure relative ai certificati di invalidità) 2 Parte: Dimostrazione pratica delle nuove procedure di certificazione telematica con collegamento off-line

Dettagli

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali IL MINISTRO Prot. 0008809 VISTO il decreto legislativo 29 marzo 2004, n. 102 e successive modifiche, concernente interventi finanziari a sostegno delle imprese agricole; VISTI i Capi I, III e IV del medesimo

Dettagli

ISTRUZIONI OPERATIVE N. 6. Produttori interessati LORO SEDI

ISTRUZIONI OPERATIVE N. 6. Produttori interessati LORO SEDI Ufficio Monocratico Via Palestro, 81 00185 Roma Tel. 06.494991 Fax 06.4453940 Prot. N.UMU.2016.191 del 29.02.2016 (CITARE NELLA RISPOSTA) ISTRUZIONI OPERATIVE N. 6 Ai Produttori interessati Al Ministero

Dettagli

NOTE ESPLICATIVE PER LA COMPILAZIONE DEL MODULO DI COMUNICAZIONE DI MUTAMENTO DI CONDUZIONE AZIENDA

NOTE ESPLICATIVE PER LA COMPILAZIONE DEL MODULO DI COMUNICAZIONE DI MUTAMENTO DI CONDUZIONE AZIENDA NOTE ESPLICATIVE PER LA COMPILAZIONE DEL MODULO DI COMUNICAZIONE DI MUTAMENTO DI CONDUZIONE AZIENDA I produttori contraenti devono compilare il modulo in ogni parte, in stampatello, allegando la relativa

Dettagli

REGIONE SICILIANA Assessorato dell Agricoltura e delle Foreste

REGIONE SICILIANA Assessorato dell Agricoltura e delle Foreste Allegato B al D.D.G. n /2009 REPUBBLICA ITALIANA REGIONE SICILIANA Assessorato dell Agricoltura e delle Foreste Modalità e procedure per il concorso regionale nel pagamento degli interessi sul prestiti

Dettagli

COMUNE DI PARMA SERVIZIO SERVIZI EDUCATIVI S.O. SERVIZI PER LA SCUOLA

COMUNE DI PARMA SERVIZIO SERVIZI EDUCATIVI S.O. SERVIZI PER LA SCUOLA COMUNE DI PARMA SERVIZIO SERVIZI EDUCATIVI S.O. SERVIZI PER LA SCUOLA SERVIZI ESTIVI - CENTRI ESTIVI in CITTA - CENTRI ESTIVI in CAMPAGNA - PER BAMBINI/E E RAGAZZI/E DAI 6 AI 14 ANNI BANDO PER LA RICHIESTA

Dettagli

ISTRUZIONI APPLICATIVE PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI CARBURANTE AGRICOLO AGEVOLATO E RILASCIO DEL LIBRETTO UMA

ISTRUZIONI APPLICATIVE PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI CARBURANTE AGRICOLO AGEVOLATO E RILASCIO DEL LIBRETTO UMA DIPARTIMENTO AGRICOLTURA, SVILUPPO RURALE, ECONOMIA MONTANA UFFICIO SOSTEGNO ALLE IMPRESE, ALLE INFRASTRUTTURE RURALI ED ALLO SVILUPPO DELLA PROPRIETA ISTRUZIONI APPLICATIVE PER LA PRESENTAZIONE DELLE

Dettagli

REGIONE LAZIO DIREZIONE REGIONALE AGRICOLTURA. Allegato C

REGIONE LAZIO DIREZIONE REGIONALE AGRICOLTURA. Allegato C REGIONE LAZIO DIREZIONE REGIONALE AGRICOLTURA REGOLAMENTO CE N 320/2006 ARTICOLO 6 PROGRAMMA NAZIONALE DI RISTRUTTURAZIONE DEL SETTORE BIETICOLO-SACCARIFERO Allegato C Controllo delle dichiarazioni rese

Dettagli

Comune di Pollone. Il Responsabile del Servizio commercio e attività produttive

Comune di Pollone. Il Responsabile del Servizio commercio e attività produttive Comune di Pollone (Provincia di Biella) OGGETTO: supporto al settore rurale nel territorio del Comune di Pollone. Concessione contributi a fondo perduto per la realizzazione di spacci vendita latte e prodotti

Dettagli

IDENTIFICAZIONE DIRETTA AI FINI IVA DI SOGGETTO NON RESIDENTE

IDENTIFICAZIONE DIRETTA AI FINI IVA DI SOGGETTO NON RESIDENTE Modello ANR/2 IDENTIFICAZIONE DIRETTA AI FINI IVA DI SOGGETTO NON RESIDENTE DICHIARAZIONE PER L IDENTIFICAZIONE DIRETTA, DI VARIAZIONE DATI O CESSAZIONE ATTIVITÀ ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE (ove non

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Servizio Semplificazione amministrativa. L autocertificazione: istruzioni per l uso

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Servizio Semplificazione amministrativa. L autocertificazione: istruzioni per l uso PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Servizio Semplificazione amministrativa L autocertificazione: istruzioni per l uso Cos è l autocertificazione? L autocertificazione è uno strumento di semplificazione amministrativa

Dettagli

SETTORE AFFARI GENERALI

SETTORE AFFARI GENERALI SETTORE AFFARI GENERALI SERVIZI: SEGRETERIA, LEGALE E AFFARI ISTITUZIONALI CONTRATTI E APPALTI SEGRETERIA SINDACO RELAZIONI ESTERNE U.R.P. CENTRO DI RESPONSABILITA : COD.02 FUNZIONI DEI SERVIZI SERVIZIO

Dettagli

CIRCOLARE N. 10. Ministero della Salute Direzione Generale della Sanità pubblica Veterinaria, Alimentazione e Nutrizione

CIRCOLARE N. 10. Ministero della Salute Direzione Generale della Sanità pubblica Veterinaria, Alimentazione e Nutrizione ! "#$%&&''%$()(%* + CIRCOLARE N. 10 Ministero delle Politiche Agricole e Forestali - Segreteria tecnica - Direzione Generale delle Politiche Agroalimentari PAGR V - Direzione Generale del Corpo Forestale

Dettagli

Conservazione elettronica della fatturapa

Conservazione elettronica della fatturapa Conservazione elettronica della fatturapa Tanti i dubbi legati agli adempimenti amministrativi e in Unico 2015. Lo scorso 31.03.2015 si è realizzato il definitivo passaggio dalla fattura cartacea a quella

Dettagli

CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA DEI DOCUMENTI TRIBUTARI: ANALISI E CONTROLLO

CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA DEI DOCUMENTI TRIBUTARI: ANALISI E CONTROLLO CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA DEI DOCUMENTI TRIBUTARI: ANALISI E CONTROLLO a cura del Ten.Col. t.st Gaetano Cutarelli Comandante del I Gruppo Tutela Entrate del Nucleo Polizia Tributaria Torino della Guardia

Dettagli

DIREZIONE GESTIONE TRIBUTI e MONOPOLIO GIOCHI UFFICIO APPARECCHI DA INTRATTENIMENTO LINEE GUIDA INDICE

DIREZIONE GESTIONE TRIBUTI e MONOPOLIO GIOCHI UFFICIO APPARECCHI DA INTRATTENIMENTO LINEE GUIDA INDICE DIREZIONE GESTIONE TRIBUTI e MONOPOLIO GIOCHI UFFICIO APPARECCHI DA INTRATTENIMENTO LINEE GUIDA INDICE - CREDENZIALI DI ACCESSO E REGISTRAZIONE NELL AREA RISERVATA - COMPILAZIONE DOMANDA ISCRIZIONE - FIRMA

Dettagli

Determina Ufficio Segreteria n 1 del 13.02.2015

Determina Ufficio Segreteria n 1 del 13.02.2015 Determina Ufficio Segreteria n 1 del 13.02.2015 Adozione del Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione di istanze, dichiarazioni e segnalazioni on line. IL SEGRETARIO COMUNALE Visto

Dettagli

Fatturazione IVA: chiarimenti dall Agenzia. Circolare n.18/e del 24 giugno 2014

Fatturazione IVA: chiarimenti dall Agenzia. Circolare n.18/e del 24 giugno 2014 Fiscal Flash La notizia in breve N. 119 25.06.2014 Fatturazione IVA: chiarimenti dall Agenzia Circolare n.18/e del 24 giugno 2014 Categoria: IVA Sottocategoria: Fattura L Agenzia delle Entrate, dopo aver

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIPARTIMENTO PER L IMPRESA E L INTERNAZIONALIZZAZIONE DIREZIONE GENERALE PER IL MERCATO, LA CONCORRENZA, IL CONSUMATORE, LA VIGILANZA E LA NORMATIVA TECNICA Divisione

Dettagli

Roma, 08/04/2015. e, per conoscenza, Circolare n. 71

Roma, 08/04/2015. e, per conoscenza, Circolare n. 71 Direzione Centrale Organizzazione Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Comunicazione Direzione Centrale Bilanci e Servizi Fiscali Direzione

Dettagli

MANUALE PER LE MODALITA GESTIONALI DI ATTIVITA APPROVATE IN REGIME DI DE MINIMIS

MANUALE PER LE MODALITA GESTIONALI DI ATTIVITA APPROVATE IN REGIME DI DE MINIMIS MANUALE PER LE MODALITA GESTIONALI DI ATTIVITA APPROVATE IN REGIME DI DE MINIMIS Formazione Professionale Provincia di Bologna Giugno 2003 AZIONI FORMATIVE ASSOGGETTATE ALLA NORMATIVA SUGLI AIUTI DI STATO

Dettagli

Applicativo PSR 2007-2013

Applicativo PSR 2007-2013 Applicativo PSR 2007-203 Manuale per la compilazione delle domande per partecipazione a sistemi di qualità alimentare Misura 32 del Piano di Sviluppo Rurale (PSR) 2007/203 Reg. (CE) n. 698/05 INDICE Quadri

Dettagli