INDICE. 1. Lavorazioni di Aggiustaggio: 2. Lavorazioni al Tornio: 3. Lavorazioni di Fresatura:

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "INDICE. 1. Lavorazioni di Aggiustaggio: 2. Lavorazioni al Tornio: 3. Lavorazioni di Fresatura:"

Transcript

1 1

2 INDICE 1. Lavorazioni di Aggiustaggio: - Tracciatura - Limatura - Taglio - Seghettatura - Foratura - Alesatura - Filettatura - Maschiatura - Svasatura - Lamatura 2. Lavorazioni al Tornio: - Sfacciatura - Smussi - Tornitura cilindrica - Tornitura conica - Troncatura - Profilatura - Godronatura - Foratura - Tornitura interna - Camere e gole interne - Filettature 3. Lavorazioni di Fresatura: - Fresatura - Fresatura di scanalature - Fresatura di cave per chiavette - Divisioni dirette 2

3 Lavorazioni di Aggiustaggio L aggiustaggio comprende un complesso di operazioni. Queste operazioni sono eseguite mediante utensili a mano (lime, scalpelli, seghetti, ecc.) su pezzi grezzi, fucinati, fusi, laminati, o su pezzi già lavorati che abbiano bisogno di qualche ritocco prima di essere montati. Il lavoro di aggiustaggio può essere considerato come il risultato di un susseguirsi di operazioni elementari, sempre precedute dalla tracciatura e alternate a misurazioni e controlli. Elenchiamo le principali operazioni: TRACCIATURA Questa fase ha lo scopo di controllare se dal pezzo in lavorazione è realmente possibile ricavare determinati pezzi finiti, con le dimensioni e le forme indicate nei disegni. La Tracciatura è quindi l operazione fondamentale cui fanno capo tutte le successive fasi di lavorazione e deve perciò essere eseguita con la massima cura. Consiste nel riportare sul pezzo tutti i punti, le linee e le quote di riferimento ricavati dal disegno, indispensabili per guidare l operatore nelle successive lavorazioni. Gli attrezzi più usati per tracciare sono: la punta per tracciare, il bulino e il truschino. 3

4 LIMATURA Questa è la lavorazione caratteristica dell aggiustaggio, ed è certamente la più importante tra le operazioni manuali. La limatura consiste nell asportare, con degli utensili detti lime, sotto forma di piccoli trucioli, il sovrametallo, fino alla linea di tracciatura. Per questa operazione l utensile adoperato è la lima nelle sue diverse forme. Le lime hanno finezza, taglio, forme diverse, a seconda del tipo di lavoro e della precisione da raggiungere, a seconda della durezza del materiale del pezzo in lavorazione e a seconda della forma del pezzo stesso. TAGLIO Il taglio è l operazione con la quale si dividono in due o più parti lamiere, barre e profilati di spessore limitato e senza asportazione di truciolo. Il taglio può essere effettuato con attrezzi di diversa specie, quali cesoie a mano o meccaniche, pinze troncatrici, tronchesini, tronca tubi, ecc. 4

5 SEGHETTATURA La seghettatura è l operazione che consiste nel tagliare in due o più parti barre, profilati e pezzi metallici di qualsiasi spessore, mediante asportazione di truciolo. Può essere effettuato a mano, con seghetti a mano; oppure a macchina, con seghe alternative o circolari, a nastro e a disco. FORATURA La foratura serve a praticare fori di differenti diametri e profondità. Questa operazione viene preceduta dalla tracciatura e dalla bulinatura. La foratura viene effettuata a mano o, più frequentemente, a macchina mediante trapani. Gli utensili più importanti adoperati per forare sono le punte elicoidali. 5

6 ALESATURA L alesatura è l operazione di finitura che si effettua successivamente alla foratura, allo scopo di perfezionare la forma, le dimensioni e il grado di levigatezza superficiale dei fori. Gli utensili adoperati sono gli alesatori, a denti o a tagliente singolo, di diversa forma, manuali o meccanici. FILETTATURA La filettatura è l operazione mediante la quale si pratica, sulla superficie cilindrica esterna o interna di un pezzo metallico cilindrico o conico, un solco elicoidale (filetto). Lo scopo di questa operazione è quello di ottenere viti e bulloni. Può essere effettuata a mano o a macchina, mediante filiere o utensili a taglio singolo. 6

7 MASCHIATURA La maschiatura è l operazione mediante la quale si pratica sulla superficie cilindrica interna di un pezzo metallico cilindrico o conico, un solco elicoidale. Lo scopo di questa operazione è quello di filettare la superficie interna dei fori destinati ad alloggiare viti e bulloni: gli utensili utilizzati sono i maschi, che possono essere azionati a mano (con giramaschi) e a macchina ( maschiatore). SVASATURA La svasatura è l operazione mediante la quale si pratica un smusso su un foro. Solitamente è l operazione che viene eseguita su tutti i fori per questioni antifortunistiche ( fatta eccezione dove viene richiesto lo spigolo vivo) perché la bavatura che si viene a creare può causare degli infortuni all operatore. 7

8 Lamatura La lamatura e l operazione che effettua su un foro già eseguito un allargamento creando una sede in cui trova posto una classica vite "a brugola (foro lamato) ". Il primo diametro è per la parte filettata, il secondo per la testa della vite che così' non risulta sporgente. Lavorazioni di Tornitura La tornitura è un operazione meccanica che permette di lavorare pezzi di rivoluzione, dotati di moto di rotazione uniforme attorno a un asse fisso. Mediante tornitura si possono lavorare superfici di forma diversa: - Superfici cilindriche esterne; - Superfici cilindriche interne; - Superfici coniche esterne; - Superfici coniche interne; - Superfici sagomate; - Filettature esterne; - Filettature interne.. 8

9 SFACCIATURA Si intende per sfacciatura sul tornio l operazione mediante la quale vengono ricavate le facce piane terminali del pezzo in lavorazione. Si usano due tipi di utensili: 1. Utensile curvo per sfacciare con avanzamento diretto dalla periferia al centro 2. Utensile a coltello con avanzamento diretto dal centro alla periferia 9

10 L utensile a coltello viene impiegato quando si sfaccia un pezzo montato tra le punte, per permettere all utensile di lavorare si impiega la contropunta scaricata. SMUSSI Gi smussi hanno la funzione di eliminare eventuali bave e lo spigolo vivo dai pezzi cilindrici. Possono essere eseguiti con l utensile largo per finitura o l utensile per smussi a

11 TORNITURA CILINDRICA Il compito della tornitura cilindrica è di portare al diametro richiesto dal disegno il pezzo in lavorazione, partendo da un diametro maggiore. La tornitura di un pezzo fissato tra le punte esige che si verifichi la coincidenza fra l asse del pezzo e quello del tornio, mediante la regolazione della posizione della controtesta. Il numero delle passate per ridurre il diametro del pezzo e gli utensili da impiegare dipendono dalla entità del sovrametallo e dalla natura della superficie che si vuole ottenere. Il sovrametallo è lo spessore del materiale che deve essere asportato ed è uguale alla semidifferenza dei diametri iniziale e finale del cilindro in lavorazione. TORNITURA CONICA La tornitura conica di un corpo di rivoluzione conico viene eseguita con i medesimi utensili impiegati nella tornitura dei pezzi cilindrici. Variano invece le tecniche della lavorazione con particolare riguardo alla disposizione del pezzo conico in lavorazione e in dipendenza della sua forma e dimensione. - Tornitura conica mediante rotazione della slitta superiore del carrello: Questo procedimento viene eseguito quando il pezzo conico da tornire ha una lunghezza inferiore alla corsa della slitta portautensile. - Tornitura conica mediante spostamento della contropunta: Questo procedimento viene eseguito quando il pezzo da tornire ha conicità piccole e la sua lunghezza è maggiore della corsa della slitta del portautensile. 11

12 TRONCATURA La troncatura o taglio è l operazione che consiste nel separare il pezzo dal resto della barra, a lavorazione ultimata. Gli angoli di spogli degli utensili impiegati nella troncatura hanno un apertura di circa 2. 12

13 Come nell operazione di sfacciatura, l utensile, procedendo dalla periferia verso il centro del pezzo, lavora su un diametro che continuamente si riduce di lunghezza, per annullarsi al centro. Quando si procede nella troncatura senza cambiare il numero di giri, la velocità di taglio diminuisce continuamente. Nella troncatura è preferibile disporre l utensile capovolto, poiché con questa sistemazione le vibrazioni della macchina vengono sensibilmente ridotte. PROFILATURA Per la profilatura dei pezzi secondo profili di forma particolare, come gole e profili circolari sporgenti, si usano utensili a profilo costante. Per questi utensili è necessario che la forma del tagliente e i valori degli angoli rimangono invariabili nonostante le successive affilature. L utensile deve essere esattamente all altezza dell asse del pezzo, altrimenti le vibrazioni conseguenti possono modificare il profilo. La spinta esercitata sul pezzo è notevole. Bisogna accertarsi che il pezzo sia ben fissato e possibilmente sostenuto con una contropunta, soprattutto se l utensile profilato è largo. L utensile deve essere sempre ben lubrificato. Nell immagine qui sotto sono riportati degli esempi di utensili profilati in HSS. Per certi profili, come ad esempio la sfera, conviene usare separatamente due utensili, invece di uno. Si ha così il vantaggio di una minore spinta sul pezzo. 13

14 GODRONATURA o Zigrinatura Alcuni oggetti che devono essere ruotati o impugnati, ad esempio manopole, bottoni, teste di viti, perni, ecc. sono più maneggevoli se recano sulla superficie esterna delle impronte che la rendono ruvida. La superficie così lavorata si chiama godronatura o zigrinatura. La godronatura consiste quindi nel ricavare su una superficie cilindrica una serie di rilievi regolari generalmente paralleli, e può essere semplice, diritta oppure incrociata. La godronatura è una lavorazione plastica perché avviene senza asportazione di truciolo, ma per schiacciamento del materiale del pezzo in lavorazione contro l utensile. La godronatura si esegue su pezzi sgrossati e prima della finitura, così che le deformazioni generate dalla godronatura stessa vengano eliminate. 14

15 L utensile impiegato per la godronatura è il godrone, che consiste in una rotella dentellata che viene pressata contro la superficie del pezzo in lavorazione. Il godrone è fissato al portautensile del carrello superiore come un qualsiasi utensile per tornire. La velocità del pezzo in lavorazione varia a seconda del materiale. Per pezzi di materiale tenero (acciaio dolce, ottone, bronzo) è di circa m/min. Per ottenere la godronatura incrociata o spianata vengono usati supporti con due rotelle aventi lo stesso senso di rotazione, ma diversa inclinazione dei denti. Durante questa operazione viene utilizzato il lubrorefrigerante. FORATURA La foratura al tornio, per i fori il cui asse coincide con l asse di rotazione del pezzo, si esegue con una punta elicoidale inserita al posto della contropunta, eventualmente con un cono di riduzione, mentre il pezzo gira fissato a sbalzo in un mandrino autocentrante. L avanzamento della punta elicoidale è ottenuto a mano, con la rotazione del volantino della testa mobile. Per eseguire un foro sufficientemente diritto è necessario impiegare due punte elicoidali. La prima punta, di diametro pari circa alla metà del diametro richiesto, ha lo scopo di preparare il passaggio della seconda punta. L operazione di foratura con la punta elicoidale è preceduta dalla centratura eseguita con punte per fori da centro. 15

16 TORNITURA INTERNA Per tornire tratti cilindrici interni di lunghezza stabilita ci si serve di uno scontro S, e di un innesto A per regolare la corsa della slitta inferiore. Se al termine del tratto cilindrico si deve sfacciare uno spallamento nel foro, si usa un utensile per fori ciechi, che tornirà internamente con avanzamento longitudinale e sfaccerà con avanzamento radiale. 16

17 CAMERE E GOLE INTERNE Per eseguire scarichi, camere e gole all interno di un foro, si impiegano utensili arcuati con testa molto allungata, eventualmente fissati meccanicamente allo stelo. Se la camera da tornire è lunga e profonda si eseguiranno prima delle corse di lavoro affiancate e infine una corsa longitudinale per eliminare gli eventuali gradini lasciati dalle corse precedenti. Queste operazioni sono simili a quelle della profilatura esterna, e, come quella, richiedono valori molto bassi per l avanzamento. FILETTATURA La filettatura di una vite mediante l uso della vite madre del tornio consente l avanzamento automatico. Il movimento rotatorio della vite madre viene derivato mediante trasmissione a ingranaggi da quello del mandrino. 17

18 Lavorazioni di Fresatura Per fresatura si intende la lavorazione di superfici di pezzi di varia forma e dimensione eseguita con un utensile chiamato fresa. La fresa è un utensile multiplo, costituito cioè da più taglienti, disposti radicalmente su una circonferenza. Ruotando, la fresa stacca dal pezzo, che avanza con moto rettilineo, trucioli di dimensione relativamente piccola. Ogni tagliente si incunea nel pezzo in lavorazione, e stacca un truciolo T, a forma di virgola. Nella fresatura ciascun tagliente della fresa è impegnato nell asportazione del truciolo durante una parte soltanto della rotazione della fresa. Durante la maggior parte della rotazione il tagliente gira libero e ha il tempo di raffreddarsi. Le sollecitazioni dei taglienti non è perciò così forte come per l utensile del tornio il cui tagliente è costantemente impegnato nel taglio. 18

19 FRESATURA DI SCANALATURE Una tipica operazione di fresatura è l esecuzione di scanalature o intagli. Una scanalatura può essere eseguita sia con una fresa a tre tagli su fresatrice orizzontale, sia con una fresa a codolo su fresatrice verticale. Mediante la fresa a tre tagli si ottiene una scanalatura meglio lavorata soprattutto sui fianchi, che risultano così geometricamente migliori di quanto si otterrebbe impiegando la fresa a codolo. La fresa a codolo infatti può essere soggetta a una rotazione leggermente eccentrica e a piccole inflessioni laterali, tali da rendere meno regolare la superficie lavorata e la geometria della scanalatura. 19

20 FRESATURA DI CAVE PER CHIAVETTE Per la fresatura di scanalature o cave per chiavette si impiegano frese cilindriche frontali a due taglienti che danno una larghezza della cava con tolleranza H7. Nella figura qui sotto è mostrata la sezione di un incavo per chiavetta. La cava per chiavetta o linguetta deve essere parallela e simmetrica rispetto all asse dell albero sul quale è ricavata. 20

21 DIVISIONI DIRETTE La divisione diretta è impegnata per la fresatura di quadri o di esagoni e per l esecuzione di semplici intagli equidistanti su pezzi tondi (ruote dentate). Su alcuni tipi di divisori si può montare direttamente sul naso del mandrino un disco con tacche nelle quali si impegna un dente spinto da una molla. Gli spostamenti vengono eseguiti a mano, liberando il disco e facendolo ruotare fino a portare la tacca voluta in corrispondenza del dente. Con questo sistema si possono realizzare solitamente 2, 3, 4, 6, 8, 12, 24 divisioni. 21

22 BIBLIOGRAFIA Le informazioni e le immagini, riportate in questa dispensa, sono ricavate dal volume di Tecnologia delle Lavorazioni Meccaniche n.1 di Massimo Pasquinelli, e dal Manuale di Meccanica della HOEPLI. 22

LAVORAZIONI AL TORNIO PARALLELO

LAVORAZIONI AL TORNIO PARALLELO LAVORAZIONI AL TORNIO PARALLELO SGROSSATURA Passate grandi: 0,5 10 mm Avanzamenti grandi: 0,1 0,6 mm/giro Sovrametallo da lasciare per la finitura: 0,2 0,5 mm Utensile in acciaio super rapido HSS UNI 4247

Dettagli

FRESATRICI CLASSIFICAZIONE DELLE FRESATRICI

FRESATRICI CLASSIFICAZIONE DELLE FRESATRICI FRESATRC CLASSFCAZONE DELLE FRESATRC Le fresatrici si distinguono principalmente per la disposizione dell albero portafresa e per le possibilità di movimento della tavola portapezzo. Si classificano in

Dettagli

LA TORNITURA. Corso di Tecnologie Speciali I prof. Luigi Carrino

LA TORNITURA. Corso di Tecnologie Speciali I prof. Luigi Carrino LA TORNITURA L operazione di tornitura consente di ottenere superfici di rivoluzione interne ed esterne variamente conformate tra cui anche filettature e zigrinature. I movimenti nell operazione di tornitura

Dettagli

LAVORAZIONI INDUSTRIALI

LAVORAZIONI INDUSTRIALI TORNITURA 1 LAVORAZIONI INDUSTRIALI Nelle lavorazioni industriali per asportazione di truciolo sono sempre presenti: Pezzo Grezzo Macchina Utensile Utensile Attrezzatura 2 1 TORNITURA 3 TORNITURA Obiettivo:

Dettagli

FISSAGGIO DEL PEZZO IN LAVORAZIONE SUL TORNIO

FISSAGGIO DEL PEZZO IN LAVORAZIONE SUL TORNIO di Tecnologia Meccanica FISSAGGIO DEL PEZZO IN LAVORAZIONE SUL TORNIO A cura dei proff. Morotti Giovanni e Santoriello Sergio FISSAGGIO DEL PEZZO IN LAVORAZIONE SUL TORNIO Gli attrezzi e i sistemi per

Dettagli

TORNIO PARALLELO. Esercitazioni Pratiche di Tecnologia Meccanica. I. S. S. Serafino Riva Sarnico (BG)

TORNIO PARALLELO. Esercitazioni Pratiche di Tecnologia Meccanica. I. S. S. Serafino Riva Sarnico (BG) di Tecnologia Meccanica TORNIO PARALLELO A cura dei proff. Morotti Giovanni e Santoriello Sergio Tornio parallelo In questa trattazione ci occuperemo diffusamente del tornio parallelo, cioè del tipo di

Dettagli

4 LAVORAZIONI AL BANCO

4 LAVORAZIONI AL BANCO 4 LAVORAZIONI AL BANCO Il semilavorato od il pezzo di materiale greggio dal quale deve essere ricavato il pezzo finito, può essere sottoposto a lavorazioni di macchina, a lavorazioni al banco o a lavorazioni

Dettagli

LAVORAZIONI AL BANCO

LAVORAZIONI AL BANCO di Tecnologia Meccanica LAVORAZIONI AL BANCO A cura dei proff. Morotti Giovanni e Santoriello Sergio GENERALITA L aggiustaggio (lavorazioni al banco) comprende un complesso di operazioni eseguite mediante

Dettagli

ESECUZIONE DELLE FILETTATURE

ESECUZIONE DELLE FILETTATURE asdf ESECUZIONE DELLE FILETTATURE 14 January 2012 Il seguente articolo si propone di realizzare un excursus dei principali metodi di esecuzione di una filettatura. Ci soffermeremo maggiormente su alcuni

Dettagli

Classificazione secondo i movimenti

Classificazione secondo i movimenti CLASSIFICAZIONE DELLE LAVORAZIONI PER ASPORTAZIONE DI TRUCIOLO Classificazione secondo i movimenti Moto di taglio - rettilineo -alternativo - rotatorio Moto di avanzamento - continuo -intermittente all

Dettagli

Corso di Tecnologia Meccanica

Corso di Tecnologia Meccanica Corso di Tecnologia Meccanica Modulo 4.1 Lavorazioni per asportazione di truciolo LIUC - Ingegneria Gestionale 1 Il principio del taglio dei metalli LIUC - Ingegneria Gestionale 2 L asportazione di truciolo

Dettagli

Fresatura. Moto di taglio utensile rotatorio. Moto di avanzamento pezzo lineare rettilineo o meno. Moto di registrazione pezzo lineare discontinuo

Fresatura. Moto di taglio utensile rotatorio. Moto di avanzamento pezzo lineare rettilineo o meno. Moto di registrazione pezzo lineare discontinuo Fresatura Moto di taglio utensile rotatorio Moto di avanzamento pezzo lineare rettilineo o meno Moto di registrazione pezzo lineare discontinuo Moto di lavoro cicloidale Periferica asse fresa // superficie

Dettagli

Nuovo tipo di utensile per brocciatura

Nuovo tipo di utensile per brocciatura Nuovo tipo di utensile per brocciatura Nella costruzione di parti meccaniche, anche molto semplici, a volte bisogna affrontare dei problemi di una certa difficoltà che richiedono, per la loro risoluzione,

Dettagli

Lavorazioni per asportazione di truciolo

Lavorazioni per asportazione di truciolo Lavorazioni per asportazione di truciolo CONTENUTI Lavorazioni al banco: tracciatura, limatura, taglio, alesatura, filettatura, raschiatura Lavorazioni con macchine utensili: foratura, alesatura, tornitura,

Dettagli

OFFICINA MACCHINE UTENSILI. Marino prof. Mazzoni. s π D n V = ; Vt = ; t 1000. Vt 1000 Vt 1000 n = ; D = ; π D π n

OFFICINA MACCHINE UTENSILI. Marino prof. Mazzoni. s π D n V = ; Vt = ; t 1000. Vt 1000 Vt 1000 n = ; D = ; π D π n 1 OFFICINA MACCHINE UTENSILI Marino prof. Mazzoni s π D n V = ; Vt = ; t 1000 Vt 1000 Vt 1000 n = ; D = ; π D π n Legenda: v = velocità misurata in metri al minuto primo (m/1 ) s = spazio misurato in metri

Dettagli

ELEMENTI DI PRODUZIONE METALMECCANICA

ELEMENTI DI PRODUZIONE METALMECCANICA ELEMENTI DI PRODUZIONE METALMECCANICA 156 Introduzione ai processi di produzione metalmeccanica I processi di produzione metalmeccanica si possono classificare nelle tre grandi famiglie di seguito indicate.

Dettagli

Rappresentazione Denominazione simbolo ISO Riferimento a unificazioni

Rappresentazione Denominazione simbolo ISO Riferimento a unificazioni Tabelle TABELLE 1 Nelle pagine che seguono sono riportati stralci di tabelle che si trovano normalmente sui manuali e che sono di grande importanza durante le fasi di lavorazione. Le tabelle proposte riguar-

Dettagli

ALESATRICE ORIZZONTALE Mod. 2B660

ALESATRICE ORIZZONTALE Mod. 2B660 ALESATRICE ORIZZONTALE Mod. 2B660 M.I.R.M.U. - Via Baldinucci, 40 20158 Milano - Tel 02.39320593 Fax 02.39322954 info @mirmu.it 1 La macchina utensile di tipo universale con un montante anteriore mobile

Dettagli

TORNI VERTICALI A DUE MONTANTI Mod. 1520, 1525, 1L532

TORNI VERTICALI A DUE MONTANTI Mod. 1520, 1525, 1L532 TORNI VERTICALI A DUE MONTANTI Mod. 15, 155, 1L5 M.I.R.M.U. Via Baldinucci, 4 158 Milano Tel.959 Fax.9954 info @mirmu.it 1 Le macchine sono destinate alle operazioni di sgrossatura e di finitura di pezzi

Dettagli

Lavorazioni al TORNIO PARALLELO

Lavorazioni al TORNIO PARALLELO Istituto Istituto Istruzione Superiore G. Boris Giuliano" Via Carducci, 13-94015 Piazza Armerina (En) Corso di Tecnologie Meccaniche e Applicazioni Anno scolastico 2015-2016 Lavorazioni al TORNIO PARALLELO

Dettagli

LAVORAZIONI PER ASPORTAZIONE DI TRUCIOLO LA FORMAZIONE DEL TRUCIOLO

LAVORAZIONI PER ASPORTAZIONE DI TRUCIOLO LA FORMAZIONE DEL TRUCIOLO LAVORAZIONI PER ASPORTAZIONE DI TRUCIOLO LA FORMAZIONE DEL TRUCIOLO Perché si abbia la formazione del truciolo deve esserci un moto relativo utensile pezzo Sforzo di compressione dell utensile sul pezzo

Dettagli

TORNIO PARALLELO 4 MECCANICI SERALE TORNIO PARALLELO 4 MECCANICI SERALE PAGINA 1/1

TORNIO PARALLELO 4 MECCANICI SERALE TORNIO PARALLELO 4 MECCANICI SERALE PAGINA 1/1 TORNIO PARALLELO 4 MECCANICI SERALE PAGINA 1/1 Basamento E costituito da una struttura portante in ghisa stabilizzata e munito di nervature, garantisce la massima robustezza e rigidità dell'insieme. Le

Dettagli

TORNI PARALLELI PESANTI mod. 1A670, 1A670-12,5

TORNI PARALLELI PESANTI mod. 1A670, 1A670-12,5 TORNI PARALLELI PESANTI mod. 1A670, 1A670-12,5 M.I.R.M.U. - Via Baldinucci, 40 20158 Milano - Tel 02.39320593 Fax 02.39322954 info @mirmu.it 1 Le macchine sono destinate ad eseguire le operazioni di sgrossatura

Dettagli

ESERCITAZIONE Scrittura di un programma CNC per la fresatura di un componente dato

ESERCITAZIONE Scrittura di un programma CNC per la fresatura di un componente dato ESERCITAZIONE Scrittura di un programma CNC per la fresatura di un componente dato Nella presente esercitazione si redige il programma CNC per la fresatura del pezzo illustrato nelle Figure 1 e 2. Figura

Dettagli

METODO PER LA STESURA DI PROGRAMMI PER IL CENTRO DI LAVORO CNC

METODO PER LA STESURA DI PROGRAMMI PER IL CENTRO DI LAVORO CNC METODO PER LA STESURA DI PROGRAMMI PER IL CENTRO DI LAVORO CNC Riferimento al linguaggio di programmazione STANDARD ISO 6983 con integrazioni specifiche per il Controllo FANUC M21. RG - Settembre 2008

Dettagli

Sistemi di bloccaggio idraulici -- Mandrini idraulici

Sistemi di bloccaggio idraulici -- Mandrini idraulici Sistemi di bloccaggio idraulici -- Mandrini idraulici La tecnologia del serraggio idraulico ad espansione si è evoluto fino a raggiungere livelli di precisione e di affidabilità tali da poter soddisfare

Dettagli

Centri di lavorazione meccanica. Il centro di lavoro Gli elementi secondari Gli utensili Il mandrino. Il centro di lavoro

Centri di lavorazione meccanica. Il centro di lavoro Gli elementi secondari Gli utensili Il mandrino. Il centro di lavoro Centri di lavorazione meccanica Il centro di lavoro Gli elementi secondari Gli utensili Il mandrino Il centro di lavoro Il centro di lavoro Il centro di lavoro è una macchina utensile dotata di controllo

Dettagli

Il centro di lavoro. Centri di lavorazione meccanica. Il centro di lavoro. Macchina utensile

Il centro di lavoro. Centri di lavorazione meccanica. Il centro di lavoro. Macchina utensile Centri di lavorazione meccanica Il centro di lavoro Gli elementi secondari Gli utensili Il mandrino Il centro di lavoro Il centro di lavoro è una macchina utensile dotata di controllo numerico in grado

Dettagli

MATERIA: LABORATORIO DI MECCANICA

MATERIA: LABORATORIO DI MECCANICA UF1 - PRODURRE ALLA FRESATRICE Norme del disegno tecnico. Tolleranze di lavorazione. Lettura degli strumenti di misura e di controllo Conoscenza degli utensili per fresare Calcolo dei parametri di taglio.

Dettagli

Il ciclo di lavorazione

Il ciclo di lavorazione Il ciclo di lavorazione Analisi critica del disegno di progetto Riprogettazione del componente (ove necessario) Determinazione dei processi tecnologici e scelta delle macchine utensili Stesura del ciclo

Dettagli

Realizzazione di una torretta a cambio rapido per tornio

Realizzazione di una torretta a cambio rapido per tornio Realizzazione di una torretta a cambio rapido per tornio Chi lavora al tornio ben presto si rende conto di quanto sia utile una torretta a cambio rapido, sia per la facilita' di centraggio dell'utensile

Dettagli

Lavorazione delle lamiere

Lavorazione delle lamiere Lavorazione delle lamiere Lamiere Utilizzate nella produzione di carrozzerie automobilistiche, elettrodomestici, mobili metallici, organi per la meccanica fine. Le lamiere presentano una notevole versatilità

Dettagli

INTRODUZIONE ALLE MACCHINE UTENSILI

INTRODUZIONE ALLE MACCHINE UTENSILI di Tecnologia Meccanica INTRODUZIONE ALLE MACCHINE UTENSILI A cura dei proff. Morotti Giovanni e Santoriello Sergio INTRODUZIONE ALLE MACCHINE UTENSILI Si dicono macchine utensili quelle che consentono

Dettagli

ACCOPPIAMENTI ALBERO - MOZZO

ACCOPPIAMENTI ALBERO - MOZZO 1 CCOPPIMENTI LBERO - ccoppiare due o più elementi di un qualsiasi complessivo, significa predisporre dei collegamenti in modo da renderli, in qualche maniera, solidali. Ciò si realizza introducendo dei

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA Facoltà di Ingegneria A.A. 2009/10

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA Facoltà di Ingegneria A.A. 2009/10 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA Facoltà di Ingegneria A.A. 2009/10 Corso di Disegno Tecnico Industriale per i Corsi di Laurea triennale in Ingegneria Meccanica e in Ingegneria dell Energia Elementi di

Dettagli

TORNIO. Figura 1 - Vista di insieme del tornio parallelo

TORNIO. Figura 1 - Vista di insieme del tornio parallelo Descrizione della macchina TORNIO I torni sono macchine che eseguono l asportazione di truciolo: lo scopo è ottenere superfici esterne e interne variamente conformate. Nel tornio il pezzo in lavorazione

Dettagli

Pensa alla potenza, Pensa HSS CREATORE

Pensa alla potenza, Pensa HSS CREATORE Pensa alla potenza, Pensa HSS CREATORE SOMMARIO PRINCIPI DI BASE SUI CREATORI 2 Le basi del creatore 3 Tipi di ingranaggi 4 Tipi di ingranaggi 5 Quale HSS per la massima efficienza? 6 Rivestimenti per

Dettagli

Catalogo Prodotti di

Catalogo Prodotti di Catalogo Prodotti di Asportazione Truciolo: Fresatura: Utensili MDI, HSS e con fissaggio meccanico dell'inserto, per spianatura, contornatura, lavorazione stampi, frese e microfrese con trattamenti e ricoperture

Dettagli

Università degli Studi della Calabria. Collegamenti smontabili non filettati

Università degli Studi della Calabria. Collegamenti smontabili non filettati Collegamenti smontabili non filettati Collegamenti albero-mozzo ELEMENTI ESIGENZE Anelli Scanalati Chiavette Linguette Spine elastici a Impedimento alla rotazione si si si si Impedimento alla traslazione

Dettagli

TABELLA DIVISIONE DEL LAVORO

TABELLA DIVISIONE DEL LAVORO INTRODUZIONE L obiettivo del nostro lavoro è stato quello di modellare un elettroutensile con il software Solid Edge V15: abbiamo optato per un trapano Bosch modello B310. E una versione maneggevole, dotata

Dettagli

Catalogo competenze-risorse

Catalogo competenze-risorse Catalogo competenze-risorse Meccanica di produzione FC / Meccanico di produzione FC roduktionsmechanikerin EFZ / roduktionsmechaniker EFZ Mécanicienne de production CFC / Mécanicien de production CFC Mechanical

Dettagli

PROMOZIONE. settembre 2013 OPTIMUM. salvo esaurimento scorte

PROMOZIONE. settembre 2013 OPTIMUM. salvo esaurimento scorte PROMOZIONE settembre 2013 salvo esaurimento scorte OPTIMUM validità 31 MARZO 2014 TrapanI radiali DI GRANDE POTENZA con ampia sporgenza 408, 10 Modello RB 6 T RB 8 S 0586Q9161 0586Q9181 Capacità max di

Dettagli

Catalogo competenze-risorse

Catalogo competenze-risorse Catalogo competenze-risorse Meccanica di produzione FC / Meccanico di produzione FC Produktionsmechanikerin EFZ / Produktionsmechaniker EFZ Mécanicienne de production CFC / Mécanicien de production CFC

Dettagli

Informazioni tecniche. QWD Macchine per la fabbricazione e la manutenzione degli utensili in PCD con processo di elettroerosione a filo

Informazioni tecniche. QWD Macchine per la fabbricazione e la manutenzione degli utensili in PCD con processo di elettroerosione a filo Informazioni tecniche QWD Macchine per la fabbricazione e la manutenzione degli utensili in PCD con processo di elettroerosione a filo QWD 750/760 Una concezione versatile di macchina per le più elevate

Dettagli

Pensa al rendimento del costo, Pensa HSS SEGATURA

Pensa al rendimento del costo, Pensa HSS SEGATURA Pensa al rendimento del costo, Pensa HSS SEGATURA SOMMARIO SEGA A NASTRO 2 Le basi della sega a nastro 3 HSS e rivestimenti 4 Il concetto bimetallico 5 Affilatura del dente 6 Passo e forme del dente 7

Dettagli

SCELTA DEL TIPO DI FRESA

SCELTA DEL TIPO DI FRESA LAVORAZIONE CON FRESE A CANDELA SCELTA DEL TIPO DI FRESA La scelta del tipo di fresa a candela dipende dal grado di tolleranza e finitura superficiale richiesti. Utilizzare una fresa riaffilabile per applicazioni

Dettagli

Eurocodici Strutturali

Eurocodici Strutturali Eurocodici Strutturali 5 Capitolo Strutture in acciaio Rappresentazione saldature Unificazione viti/bulloni Indicazioni pratiche collegamenti bullonati Rappresentazione bullonature Caratteristiche dimensionali

Dettagli

le lavorazioni a freddo asportazione di

le lavorazioni a freddo asportazione di le lavorazioni a freddo asportazione di le lavorazioni ad asportazione di truciolo la struttura truciolo delle macchine utensili lo studio del processo di asportazione di truciolo riveste un importanza

Dettagli

CLASSIFICAZIONI DELLE LAVORAZIONI MECCANICHE

CLASSIFICAZIONI DELLE LAVORAZIONI MECCANICHE CLASSIFICAZIONI DELLE LAVORAZIONI MECCANICHE Le lavorazioni meccaniche possono essere classificate secondo diversi criteri. Il criterio che verrà esposto si è dimostrato quello più utile a chiarire tale

Dettagli

funzionale tecnologica di collaudo quote di grandezza quote di posizione in serie in parallelo combinata con quote sovrapposte in coordinate

funzionale tecnologica di collaudo quote di grandezza quote di posizione in serie in parallelo combinata con quote sovrapposte in coordinate QUOTATURA PARTE 2 Prof. Caterina Rizzi CLASSIFICAZIONE punto di vista geometrico quote di grandezza quote di posizione quote di accoppiamento disposizione: sistemi di quotatura in serie in parallelo combinata

Dettagli

Anno Accademico 2005-06

Anno Accademico 2005-06 Università degli Studi di Firenze Dipartimento di Meccanica e Tecnologie Industriali CORSO DI: DISEGNO MECCANICO (FI) CORSO DI: DISEGNO TECNICO IND.LE (PO) Anno Accademico 2005-06 Modulo 4: Tecnologie

Dettagli

Teste regolabili per tornire

Teste regolabili per tornire DREX -TOOLS Teste regolabili per tornire ETA-MEC.SRL REPUBBLICA DI SAN MARINO www.eta-mec.sm - e-mail: info@eta-mec.sm Indice Pag. - Introduzione 1 - Teste GEN-DEX 2 - Teste GEN-DEX - dimensioni 3 - Teste

Dettagli

4. Nome e direzione degli assi (2h) (teoria: 1h, pratica: 1h)

4. Nome e direzione degli assi (2h) (teoria: 1h, pratica: 1h) 37 4. Nome e direzione degli assi (2h) (teoria: 1h, pratica: 1h) 4.1 La disposizione degli assi secondo la norma ISO Ogni asse è definito dal verso e dalla direzione di movimento della slitta ed è caratterizzato

Dettagli

Tecnologia dei Processi di Produzione. Tecnologie di Lavorazione Meccanica ad asportazione di truciolo

Tecnologia dei Processi di Produzione. Tecnologie di Lavorazione Meccanica ad asportazione di truciolo Tecnologia dei Processi di Produzione Tecnologie di Lavorazione Meccanica ad asportazione di truciolo Lavorazioni ad asportazione di truciolo: Dalla piallatura in falegnameria... Truciolo alla tornitura

Dettagli

FOGLIO DI LAVORAZIONE

FOGLIO DI LAVORAZIONE 18 0 10 TECNOLOGIA INDUSTRIALE Ciclo di lavorazione METODI DI LAVORAZIONE Trasformare un progetto in un prodotto finito è un operazione complessa che va strutturata in modo razionale. La chiara descrizione

Dettagli

Gradi imbattibili per produttività ultra

Gradi imbattibili per produttività ultra Gradi imbattibili per produttività ultra Inserti tangenziali positivi per la fresatura di Acciai 3 1 4 08 13 16 2 Esclusivo inserto con 6 taglienti per Avanzamenti Super 2 3 5 6 1 4 Angoli di attacco positivi

Dettagli

FRACOM CARATTERISTICHE COSTRUTTIVE

FRACOM CARATTERISTICHE COSTRUTTIVE FH 270/320/350 CARATTERISTICHE COSTRUTTIVE L'esperienza che da parecchi anni abbiamo acquisito nella costruzione di macchine utensili ci ha permesso di realizzare con grande successo una macchina dotata

Dettagli

Lo Stato Superficiale dei Pezzi Meccanici

Lo Stato Superficiale dei Pezzi Meccanici Lo Stato Superficiale dei Pezzi Meccanici Superfici Reali e Nominali Ing. Alessandro Carandina Disegno Tecnico Industriale per Ingegneria Meccanica Disegno tecnico Informazioni qualitative (i vari tipi

Dettagli

Le seghe a nastro. Figura N 1 Esempio di nastri per seghe. Larghezza

Le seghe a nastro. Figura N 1 Esempio di nastri per seghe. Larghezza Le seghe a nastro Generalità La lama da sega a nastro è adatta per ogni genere di taglio; essa taglia ininterrottamente senza movimenti discontinui come invece avviene nelle seghe alternative. Con le seghe

Dettagli

Guida alla fresatura Spianatura 1/24

Guida alla fresatura Spianatura 1/24 SPIANATURA Guida alla fresatura Spianatura 1/24 SCELTA INSERTO/FRESA Una fresa con un angolo di registrazione inferiore a 90 agevola il deflusso dei trucioli aumentando la resistenza del tagliente. Gli

Dettagli

INTRODUZIONE ALLA PROGRAMMAZIONE DELLE MUCN

INTRODUZIONE ALLA PROGRAMMAZIONE DELLE MUCN INTRODUZIONE ALLA PROGRAMMAZIONE DELLE MUCN 1 MACCHINA UTENSILE CN 2 SISTEMA DI RIFERIMENTO Y X Z 3 SISTEMA DI RIFERIMENTO E ASSI MACCHINA L asse Z è sempre coincidente o parallelo con l asse del mandrino.

Dettagli

Categorie di operazioni In generale, per la produzione di pezzi meccanici, le operazioni si possono classificare in cinque categorie

Categorie di operazioni In generale, per la produzione di pezzi meccanici, le operazioni si possono classificare in cinque categorie 1 CICLI DI LAVORAZIONE GENERALITÀ E DEFINIZIONI Ogni pezzo meccanico finito, ovvero pronto all uso, si ricava da un grezzo adatto, attraverso una successione di operazioni tecnologiche. Un ciclo di lavorazione

Dettagli

QUOTATURA. Introduzione

QUOTATURA. Introduzione QUOTATURA 182 Introduzione Per quotatura si intende l insieme delle norme che permettono l indicazione esplicita delle dimensioni(lineari ed angolari) dell oggetto rappresentato. Poiché a ciascun disegno

Dettagli

Strumenti di controllo degli organi meccanici

Strumenti di controllo degli organi meccanici Strumenti di controllo degli organi meccanici Il controllo dello spessore dei denti di un ingranaggio, può essere effettuato mediante il calibro a doppio nonio o mediante un micrometro a piattelli. Calibro

Dettagli

INDICAZIONE DELLA FINITURA SUPERFICIALE E DELLE TOLLERANZE DI LAVORAZIONE DAL PROGETTO AL PRODOTTO

INDICAZIONE DELLA FINITURA SUPERFICIALE E DELLE TOLLERANZE DI LAVORAZIONE DAL PROGETTO AL PRODOTTO INDICAZIONE DELLA FINITURA SUPERFICIALE E DELLE TOLLERANZE DI LAVORAZIONE DAL PROGETTO AL PRODOTTO Il progetto, dalla parola latina proiectus, è un insieme di operazioni che hanno lo scopo di realizzare

Dettagli

È un applicazione innovativa, che estende ulteriormente le possibilità di lavorazione effettuabili su un tornio tradizionale a controllo numerico.

È un applicazione innovativa, che estende ulteriormente le possibilità di lavorazione effettuabili su un tornio tradizionale a controllo numerico. È un applicazione innovativa, che estende ulteriormente le possibilità di lavorazione effettuabili su un tornio tradizionale a controllo numerico. 124 Febbraio 2016 www.techmec.it in copertina [ TAGLIO

Dettagli

AFFILATRICI UNIVERSALI A 6 ASSI CNC

AFFILATRICI UNIVERSALI A 6 ASSI CNC AFFILATRICI UNIVERSALI A 6 ASSI CNC Mantello conico con assottigliamento a S Assottigliamento a U 4 Facce con assottigliamento a S 4 facce con assottigliamento a X Punta a centrare Punta a 3 taglienti

Dettagli

Riferimenti: Levi/Zompì Tecnologia meccanica cap. 6 Giusti/Santochi Tecnologia meccanica cap. 9

Riferimenti: Levi/Zompì Tecnologia meccanica cap. 6 Giusti/Santochi Tecnologia meccanica cap. 9 LAVORAZIONI DI FORATURA - ALESATURA Riferimenti: Levi/Zompì Tecnologia meccanica cap. 6 Giusti/Santochi Tecnologia meccanica cap. 9 1 FORATURA 2 FORATURA a z D/2 Moto di taglio: moto rotatorio dell utensile

Dettagli

COLLEGAMENTI ALBERO-MOZZO

COLLEGAMENTI ALBERO-MOZZO COLLEGAMENTI ALBERO-MOZZO 342 Introduzione I collegamenti albero-mozzo sono collegamenti smontabili che consentono di rendere solidali, rispetto alla rotazione attorno ad un asse comune, una parte piena

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EIA/ISO Macchine Utensili CNC

PROGRAMMAZIONE EIA/ISO Macchine Utensili CNC PROGRAMMAZIONE EIA/ISO Macchine Utensili CNC A cura di Massimo Reboldi Versione 2.0 7/1/14 La programmazione EIA/ISO! Introduzione! Assi e Riferimenti! Linguaggio di programmazione! Grammatica;! Lessico;!

Dettagli

Macchine semplici. Vantaggi maggiori si ottengono col verricello differenziale (punto 5.5.) e col paranco differenziale (punto 5.6).

Macchine semplici. Vantaggi maggiori si ottengono col verricello differenziale (punto 5.5.) e col paranco differenziale (punto 5.6). Macchine semplici Premessa Lo studio delle macchine semplici si può considerare come una fase propedeutica allo studio delle macchine composte, poiché il comportamento di molti degli organi che compongono

Dettagli

Classificazione degli acciai da lavorare Scelta della punta in funzione del materiale da lavorare Parametri di taglio

Classificazione degli acciai da lavorare Scelta della punta in funzione del materiale da lavorare Parametri di taglio Materiali delle punte elicoidali Processi produttivi delle punte elicoidali Standard normativi Tipologia di affilatura Rivestimenti superficiali degli utensili Durezze Rockwell e Vickers Classificazione

Dettagli

Disegno di Macchine. corso per I anno della laurea in ing. meccanica Docente: ing. Francesca Campana

Disegno di Macchine. corso per I anno della laurea in ing. meccanica Docente: ing. Francesca Campana Disegno di Macchine corso per I anno della laurea in ing. meccanica Docente: ing. Francesca Campana Lezione n 4 Componentistica di base: alberi, trasmissione per cinghie e catene, giunti Alberi Appunti

Dettagli

BARRE ALESANTI ROTANTE E NON SALIENTE. PER LAVORAZIONE IN SITU

BARRE ALESANTI ROTANTE E NON SALIENTE. PER LAVORAZIONE IN SITU BARRE ALESANTI ROTANTI NON SALIENTI PER LAVORAZIONE IN SITU TIPO COMPATTO DAG 1 TIPO PASSANTE DAG 2 TIPO MANDRINO DAG 3 Le nostre BARRE ALESANTI, brevettate in Italia e nell Unione Europea (U.E.), sono

Dettagli

APPARECCHIATURE PER TORNI PLURIMANDRINO MORI-SAY

APPARECCHIATURE PER TORNI PLURIMANDRINO MORI-SAY APPARECCHI E RICAMBI PER TORNI AUTOMATICI PLURIMANDRINO APPARECCHIATURE PER TORNI PLURIMANDRINO MORI-SAY TURLO S.r.l. Via Tagliaferro 3-13019 VARALLO SESIA (VC), ITALY Tel (0039) 0163 54446 Fax (0039)

Dettagli

TORNIO PARALLELO 3 MECCANICI SERALE

TORNIO PARALLELO 3 MECCANICI SERALE PAGINA 1/1 Basamento E costituito da una struttura portante in ghisa stabilizzata e munito di nervature, garantisce la massima robustezza e rigidità dell'insieme. Le guide del carrello longitudinale sono

Dettagli

MISURAZIONE DELLE PROPRIETA TECNOLOGICHE I.T.S.T J.F. KENNEDY - PN

MISURAZIONE DELLE PROPRIETA TECNOLOGICHE I.T.S.T J.F. KENNEDY - PN MISURAZIONE DELLE PROPRIETA TECNOLOGICHE I.T.S.T J.F. KENNEDY - PN Le proprietà tecnologiche dei materiali indagano la loro risposta alla lavorabilità ovvero forniscono indicazioni sulla risposta dei materiali

Dettagli

Capitolo 3. Iniziamo col far vedere cosa si è ottenuto, per far comprendere le successive descrizioni, avendo in mente ciò che si vuole realizzare.

Capitolo 3. Iniziamo col far vedere cosa si è ottenuto, per far comprendere le successive descrizioni, avendo in mente ciò che si vuole realizzare. Realizzazione meccanica Iniziamo col far vedere cosa si è ottenuto, per far comprendere le successive descrizioni, avendo in mente ciò che si vuole realizzare. - 37 - 3.1 Reperibilità dei pezzi La prima

Dettagli

COD. 410.60 FRESATRICE UNIVERSALE

COD. 410.60 FRESATRICE UNIVERSALE COD. 410.60 FRESATRICE UNIVERSALE Precisione e maneggevolezza garantite dalle viti a ricircolo di sfere per la movimentazione dei tre assi X; Y; Z. Macchina comprensiva di schermo antinfortunistico secondo

Dettagli

RUGOSITA E TOLLERANZE

RUGOSITA E TOLLERANZE RUGOSITA E TOLLERANZE Nome file: RUGOSITAETOLLERANZE 1 RUGOSITA DELLE SUPERFICI Le superfici reali ottenute mediante un qualsiasi processo di lavorazioni si discostano sempre da quelle nominali o ideali

Dettagli

RUOTE DENTATE. Introduzione

RUOTE DENTATE. Introduzione RUOTE DENTATE 362 Introduzione Le ruote dentate costituiscono un sistema affidabile per la trasmissione del moto tra assi paralleli, incidenti e sghembi. La trasmissione avviene per spinta dei denti della

Dettagli

URYU SUPER OFFERTA. Scopri all interno i prodotti in promozione! Valida FINO A ESAURIMENTO SCORTE. versione1

URYU SUPER OFFERTA. Scopri all interno i prodotti in promozione! Valida FINO A ESAURIMENTO SCORTE. versione1 CARTA PROVENIENTE DA FORESTE A GESTIONE SOSTENIBILE URYU Scopri all interno i prodotti in promozione! Valida FINO A ESAURIMENTO versione1 TRAPANO AD ANGOLO UD-50S-SSA 1. ELEVATISSIMO RAPPORTO POTENZA/PESO

Dettagli

FRESATURA. Fresatura 1

FRESATURA. Fresatura 1 FRESATURA -FR Fresatura 1 FRESATURA La fresatura è una lavorazione per asportazione di materiale che consente di ottenere una vasta gamma di superfici (piani, scanalature, spallamenti, ecc.) mediante l

Dettagli

Inlay String Tool System Sistema per intarsi

Inlay String Tool System Sistema per intarsi Inlay String Tool System Sistema per intarsi I componenti del sistema per intarsi Veritas possono essere assemblati in diversi modi, creando una gamma di utensili utili ad abbellire i lavori in legno con

Dettagli

Lavorazioni di estremità a pezzo fermo

Lavorazioni di estremità a pezzo fermo Gianandrea Mazzola Lavorazioni di estremità a pezzo fermo Quando si devono trattare barre o tubi di considerevole dimensione (e peso), con geometrie non sempre regolari, garantire centraggio e presa perfetti

Dettagli

CNC, FORATURA, UTENSILI CON GAMBO

CNC, FORATURA, UTENSILI CON GAMBO 5 LAVORAZIONI CNC, FORATURA, UTENSILI CON GAMBO Utensili per CNC 110 Sistemi di fissaggio ed accessori 139 Punte per CNC 149 Preparazione e manutenzione 162 5 Utensili per macchine portatili 166 Fresa

Dettagli

NEW NEW NOGA SBAVATORI MANUALI NOGA SBAVATORI MANUALI. Pag. 2 SBAVATORI UNIVERSALI. Lame Ø 2,6 mm Lame Ø 3,2 mm

NEW NEW NOGA SBAVATORI MANUALI NOGA SBAVATORI MANUALI. Pag. 2 SBAVATORI UNIVERSALI. Lame Ø 2,6 mm Lame Ø 3,2 mm Pag. 2 NOGA SBAVATORI MANUALI SBAVATORI UNIVERSALI Lame Ø 2,6 mm Lame Ø 3,2 mm Pag. 04-05-06 SBAVATORI PER INTERNO, ESTERNO E REVERSIBILI Pag. 08- RASCHIETTI NEW Pag. 12-13 SBAVATORI PER O RING, CHIAVETTE

Dettagli

Corso di Automazione industriale

Corso di Automazione industriale Corso di Automazione industriale Lezione 11 Macchine utensili e controllo numerico Programmazione CNC Università degli Studi di Bergamo, Automazione Industriale, A.A. 2015/2016, A. L. Cologni 1 Introduzione

Dettagli

La quotatura costituisce il complesso delle informazioni in un disegno che precisano le dimensioni di un oggetto o di un componente meccanico

La quotatura costituisce il complesso delle informazioni in un disegno che precisano le dimensioni di un oggetto o di un componente meccanico La quotatura costituisce il complesso delle informazioni in un disegno che precisano le dimensioni di un oggetto o di un componente meccanico 1 La quotatura è ottenuta con i seguenti elementi La linea

Dettagli

BROWN 250 ACCESSORI A RICHIESTA PERRIS 350 RULLIERE DI CARICO E SCARICO TRONCATRICE MANUALE. qualità e durata nel tempo.

BROWN 250 ACCESSORI A RICHIESTA PERRIS 350 RULLIERE DI CARICO E SCARICO TRONCATRICE MANUALE. qualità e durata nel tempo. BROWN 250 ACCESSORI A RICHIESTA TRONCATRICE MANUALE RULLIERE DI CARICO E SCARICO qualità e durata nel tempo PERRIS 350 solida e compatta Rulliera di carico Rulliera di scarico con fermobarra Doppio supporto

Dettagli

L AUTOR engineering è uno studio di progettazione e produzione di accessori e apparecchiature ausiliarie impiegate su un gran numero di torni

L AUTOR engineering è uno studio di progettazione e produzione di accessori e apparecchiature ausiliarie impiegate su un gran numero di torni Accessori per torni multimandrino Zubehöre für Mehrspindel-Drehautomat Automatic multispindle attachments Accessoires pour tours multibroches L AUTOR engineering è uno studio di progettazione e produzione

Dettagli

[ significa: Tutto da un unico fornitore. EMCOMAT E-200 Easy Cycle. Tornio universale con controllo a cicli EMCO

[ significa: Tutto da un unico fornitore. EMCOMAT E-200 Easy Cycle. Tornio universale con controllo a cicli EMCO [ E[M]CONOMY] significa: Tutto da un unico fornitore. EMCOMAT E-200 Easy Cycle Tornio universale con controllo a cicli EMCO EMCOMAT E-200 Easy Cycle [Testa porta mandrino] - Struttura in ghisa stabile

Dettagli

MACCHINE A CONTROLLO NUMERICO C.N.C.

MACCHINE A CONTROLLO NUMERICO C.N.C. 1 MACCHINE A CONTROLLO NUMERICO C.N.C. Marino prof. Mazzoni Evoluzione delle macchine utensili Quantità di pezzi 10 10 10 10 6 5 4 3 10 2 1 2 1-MACCHINE SPECIALIZZATE 2-MACCHINE TRANSFERT 3-SISTEMI FLESSIBILI

Dettagli

CENTRI DI TORNITURA CNC B650-M-SM-Y-YS B658-M-SM-Y-YS

CENTRI DI TORNITURA CNC B650-M-SM-Y-YS B658-M-SM-Y-YS CENTRI DI TORNITURA CNC B6-M-SM-Y-YS B658-M-SM-Y-YS Tecnologia all avanguardia: produttività insuperabile. B6-B658 2-3 La rinnovata serie B6/B658 costituisce lo stato dell arte dei centri di tornitura

Dettagli

LE LAVORAZIONI INDUSTRIALI

LE LAVORAZIONI INDUSTRIALI LE LAVORAZIONI INDUSTRIALI Tornitura Foratura Fresatura Rettifica Altre lavorazioni 1 LAVORAZIONI INDUSTRIALI Nelle lavorazioni industriali per asportazione di truciolo sono sempre presenti: Pezzo Grezzo

Dettagli

MODULO PREREQUISITI OBIETTIVI (CONOSCENZE E COMPETENZE) METODOLOGIA. Norme e comportamenti antinfortunistici nei luoghi di lavoro Vie di fuga.

MODULO PREREQUISITI OBIETTIVI (CONOSCENZE E COMPETENZE) METODOLOGIA. Norme e comportamenti antinfortunistici nei luoghi di lavoro Vie di fuga. MATERIA: LTE (Laboratorio Tecnologico ed Esercitazioni) CLASSE: 4 D curvatura manutentori di apparati meccanici (3 ore settimanali programmate su 30 settimane annuali ) MODULO PREREQUISITI OBIETTIVI (CONOSCENZE

Dettagli

Processi per asportazione C.N. Processi per asportazione C.N. Generalità sui parametri di taglio. La tornitura. Foratura, fresatura e rettifica

Processi per asportazione C.N. Processi per asportazione C.N. Generalità sui parametri di taglio. La tornitura. Foratura, fresatura e rettifica Processi per asportazione C.N. Processi per asportazione C.N. Generalità sui parametri di taglio La tornitura Il controllo numerico (C.N.) Ottimizzazione del processo 2 2006 Politecnico di Torino 1 Obiettivi

Dettagli

Centro di Tornitura GOODWAY GS-280M

Centro di Tornitura GOODWAY GS-280M Centro di Tornitura GOODWAY GS-280M STRUTTURA L innovativo basamento nervato ha la peculiarità di essere un unico blocco in ghisa speciale, studiato per garantire prestazioni sempre più elevate, ma mantenendo

Dettagli

L Unità didattica in breve

L Unità didattica in breve L Unità didattica in breve Trasmissione del moto mediante ruote dentate Si definisce ingranaggio l accoppiamento di due ruote dentate ingrananti fra loro, montate su assi la cui posizione relativa resta

Dettagli

Legno massiccio lungovena 12. Legno massiccio e materiali lungo e traverso vena 14. Pannelli 21. Incisione 28. Lavorazione di alluminio 31

Legno massiccio lungovena 12. Legno massiccio e materiali lungo e traverso vena 14. Pannelli 21. Incisione 28. Lavorazione di alluminio 31 1 LAME CIRCOLARI 1 Legno massiccio lungovena 12 Legno massiccio e materiali lungo e traverso vena 14 Pannelli 21 Incisione 28 Lavorazione di alluminio 31 Lame per portatili 33 Truciolatori 35 Lame copiatrici

Dettagli